Issuu on Google+

Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) Art. 1 comma 1 LO/MI - N. 6 giugno 2011

“organo ufficale ENCI”

giugno 2011

BEDLINGTON - FLAT COATED - “STAFFY” - KURZHAAR - SPINONI

INC articoli giu11.indd 1

24/05/2011 18:28:40

INC articoli giu11.indd 2

24/05/2011 18:28:42

SOMMARIO

I cani vincono la tristezza Rodolfo Grassi

Il terrier con gli orecchini Giulia Anselmi

Il Retriever dalla coda allegra Serena Galleani

Legnano, vince uno Spitz Gruppo Cinofilo Legnanese

20

Non sempre è buon appetito Sara Ceccarelli Campionato del mondo di pista Carlo Mezzetti

Akita, dal web all’Umbria Manuela Convertini Francesco Pascarelli

40 Kurzhaar, campioni del mondo Giancarlo Passini

18

I giorni da “Staffy” Alessio Catoni

Valerio illumina l’expo Lidio Riva

6

14 17

Il cane metropolitano

Grosseto, 618 in passerella

39 Bracchi Francesi a Parma Marco Ragatzu

9 10

Solidarietà al guinzaglio

Bassotti in mostra

4

24 24 25 37 38

41 Alfiero Rovini vince all’Elba Lorenzo Mari Cenni 42 Burago e i suoi campioni Lidio Riva 43 Grosseto, cinghiali e segugi Gruppo Cinofilo Grossetano 44 Spinoni “Re di Romagna” Roberto Aguzzoni 46 Dolly bella e brava Pietro Garro 48 Sui sentieri del Tivano I Segugi dal naso d’oro Antonio Zuffi 26-32 Esposizioni Gian Domenico Palieri CHI E DOVE

49 I successi 54 I club 60 Gli allevatori

TEMPI DI CONSEGNA MATERIALE

Campioni in www.enci.it I campioni sono sul sito ENCI in questo modo si avrà un'informazione più diffusa.

Pubblicità expo con giuria: entro il giorno 3 del mese precedente l’uscita (es. 3 novembre per pubblicazione in dicembre) Pubblicità expo senza giuria: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita Articoli: previo accordi con la redazione Rubrica club: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita, in merito allo spazio disponibile Successi all’estero: in ordine di ricevimento, in merito allo spazio disponibile inviare a redazione@enci.it Si ringrazia per la collaborazione

Calendario esposizioni e prove in www.enci.it 3

INC articoli giu11.indd 3

24/05/2011 18:28:45

Therapy Dog al San Raffaele Ville Turro: un successo

I cani vincono la tristezza Il progetto per pazienti con disturbi dell’umore è stato sponsorizzato dall’ENCI, fortemente voluto dal presidente Francesco Balducci, dal direttore Fabrizio Crivellari e coordinato da Renata Fossati. Le considerazioni dei medici, le lettere dei pazienti

È incominciata in autunno con un incontro presso il Centro Ippico San Raffaele coordinato da Deborah Tadiello la collaborazione dell’ENCI con uno dei Centri di eccellenza ospedaliera e di ricerca più famosi al mondo. Obiettivo, l’attivazione di un progetto di therapy dog presso il Dipartimento di psichiatria e neuroscienze diretto dal prof. Enrico Smeraldi. A definire il progetto il presidente Francesco Balducci, convinto sostenitore del cane di razza impiegato nel sociale, con lui il direttore generale Fabrizio Crivellari sostenitore della grande professionalità degli allevatori e degli addestratori cinofili dell’ENCI, inoltre la psicopedagogista Renata Fossati, esperta in therapy dog, la dottoressa Cecilia Smeraldi, psicologa, appassionata di cani che seguirà avvio delle sedute, e lo stesso professor Smeraldi il progettososterrà durante tutto il cammino, convinto che la strada intrapresa porterà un contributo positivo ai pazienti. A gennaio sono iniziate le sedute presso il distaccamento di Ville Turro a Milano nel reparto riabilitazione disturbi dell’umore diretto dal primario dottoressa Cristina Colombo giovane e gentile signora che adora i cani e tutti gli animali in genere, che coordina uno staff di educatori altamente qualificati presenti a tutte le sedute. In quattro mesi vi sono stati incontri con una sessantina di pazienti. Sono definiti disturbi dell’umore in gergo clinico quelli che sono comunemente conosciuti come depressione, ansia, attacchi di panico. Colpiscono gente di ogni età ed estrazione sociale. L’Equipe ENCI è stata accolta con grande interesse perché molti sapevano dei Cani

da Terapia ma pochi li avevano visti in azione. Lo staff era qualificato ad affrontare un situazione così delicata. A partire dai cani, tre Golden Retiever alternati durante tutto

Wiva

il progetto: Lope, Lorelai e Wiva della Scuola Cinofila Il Biancospino: hanno conquistato tutti per la loro affidabilità e dolcezza, condotti dagli istruttori cinofili

Paola Daffunchio, Serena Galleani e Diego Della Vecchia, il coordinamento del progetto è stato di Renata Fossati che ha seguito con capacità e dedizione tutti gli incontri. Una regia complessa dove ogni gesto e ogni parola doveva essere calibrata perché non è facile immedesimarsi nel disagio degli altri. Ogni paziente è una storia di vita, ogni dettaglio trova la sua importanza ed i cani sono sempre lì, nella memoria di ciascuno a rappresentare un’emozione, un ricordo indelebile che si intreccia con la trama della vita. Lope, Lorelai e Wiva sono stati un ponte tra il passato e il presente ed uno slancio verso il futuro. La presenza di un cane in un ambiente così sensibile è sempre motivo di tenerezze; un cane addestrato è in grado di catturare l’attenzione di tutti i pazienti anche dei più scettici. La curiosità aumenta, seduta dopo seduta e l’ Educazione Gentile dei cani diventa argomento di conversazione tra i pazienti e tra gli operatori sanitari, anche quando i cani non ci sono. E’ il potere dell’emozione che tiene viva la memoria, regala momenti di serenità e concede tregua ai pensieri che affollano la mente. I cani hanno questi poteri, dobbiamo rassegnarci all’idea che sono mediatori ambientali formidabili e insostituibili. Durante le sedute tante carezze, coccole, e bocconcini prelibati che i cani hanno gradito senza ritegno. I pazienti sono stati poi coinvolti in esercizi di condotta al guinzaglio, richiamo, gioco con la pallina e quant’altro. Se quasi tutti avevano avuto o hanno tutt’ora un cane, pochissimi di loro erano a conoscenza delle tecniche di educazione e addestramento. Da qui sono scaturite inte-

4

INC articoli giu11.indd 4

24/05/2011 18:28:47

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

ressanti conversazioni o solo timide domande che hanno avuto sempre un’adeguata risposta. Le difficoltà non sono mancate in alcuni pazienti, due in particolare, perché il ricordo del cane era legato ad affetti perduti. Durante il percorso alcuni pazienti ricoverati hanno scritto lettere commuoventi. Ne riportiamo qui alcuni brevi tratti che forse riescono a raccontare quanta emozione e quanto affetto i questi cani sono riusciti a donare.

i pazienti tra di loro ma anche l’interazione con l’equipe esterna. Il setting previsto necessitava di capacità d’ascolto dell’altro, rispetto dei tempi, concentrazione… Globalmente tutti coloro che hanno avuto la possibilità di partecipare ad un primo

6

gruppo hanno scelto di farlo spontaneamente per tutta la durata del ricovero; anzi, alcuni pazienti, attraverso i loro racconti dell’ esperienza, hanno coinvolto a loro volta altri ricoverati.” Rodolfo Grassi

“Sto scrivendo questa lettera alle quattro del mattino e mi pare di essere in compagnia della Lory (io la chiamo così) e di Lope; aspetto con ansia il prossimo appuntamento che per me dovrebbe essere l’ultimo in quanto la mia degenza è terminata, mi avete dato tanto…” “La natura è un continuo divenire di miracoli, ai quali purtroppo noi esseri umani non facciamo più caso. In più ci ha regalato angeli che ci aiutano a vivere. Io sono contenta di averne incontrati due durante il mio ricovero a Ville Turro. Sono due golden retirever Lope e Lorelai…” Lo staff medico ha espresso grande soddisfazione per il progetto, definito dal professor Smeraldi “un successo”. All’ingresso di Ville Turro, lungo il vialetto che ci conduce nel reparto, è stato un continuo soffermarsi di medici, infermieri, gente di passaggio che nel vedere dei cani con la pettorina con su scritto “ENCI THERAPY DOG” volevano saperne di più, e poi via con le carezze che non potevano essere risparmiate a cani così speciali. La dottoressa Cristina Colombo a conclusione del progetto ha rilasciato un report davvero interessante che conferma gli obiettivi preposti: supportare la sfera emozionale, cercare di migliorare l’aspetto relazionale, favorire l’attivazione del dialogo. Ecco alcuni brani … “I pazienti coinvolti hanno risposto in maniera positiva all’attività riuscendo a trarne beneficio, soprattutto per quanto riguarda una maggiore distrazione dalle proprie preoccupazioni ed una maggiore socializzazione che ha riguardato non solo

ERRATA CORRIGE INC maggio, Notizie ENCI p. 14 punto quarto, prima riga, Registro degli ADDESTRATORI (anziché allevatori) punto quinto, prima riga, Registro degli ADDESTRATORI (anziché allevatori)

Lope e Lorelai

ORDINANZA MARTINI La Gazzetta Ufficiale, in data 13 maggio 2011, ha pubblicato modificazioni e differimento del termine di efficacia dell’ordinanza concernente la tutela dell’incolumità pubblica. Si invitano i soci a prenderne accurata visione. Sul sito dell’ENCI www.enci.it/news/martini sono pubblicati i seguenti documenti: • Ordinanza Ministero della Salute pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 13-5-2011; • Comparazione dell’articolo 2 dell’Ordinanza del 2009 e del 2011 per favorire i termini di confronto (caudotomia); • Quesito posto dall’ENCI il 17-5-2011 al Ministero della Salute al fine di ottenere i necessari chiarimenti; ·• Nota di chiarimento del Ministero della Salute trasmessa all’ENCI il 19-5-2011. L’ENCI sta continuando la propria azione al fine di tutelare, sempre nel rispetto della normativa vigente, le razze canine riconosciute pure e l’allevamento italiano. 5

INC articoli giu11.indd 5

24/05/2011 18:28:49

Bedlington, un cacciatore “vestito” da agnello

Il terrier con gli orecchini Gli zingari inglesi che lo predilessero per la caccia lasciavano un ciuffetto di peli sull’orecchio per ricordare i loro ornamenti distintivi. I suggestivi colori del mantello

Se consideriamo le razze terrier la più strana di tutte è sicuramente il Bedlington terrier. Strano è il suo aspetto che lo fa assomigliare ad un agnello, tant’è che in Inghilterra sono proprio chiamati “Lamb Dogs”; strano è il suo mantello composto da due tipi di pelo distinti; strano è il fatto che nascano di colori completamente diversi da quelli degli adulti e possano nascere di colori misti nella stessa cucciolata; strano è che il colore cambia durante l’anno da chiaro a scuro e viceversa; strano

è il carattere così poco da terrier; strana l’andatura, del tutto atipica per un terrier; insomma è proprio differente da tutti gli altri terrier a gamba lunga. Come ho già detto la prima cosa che ci colpisce del Bedlington è il suo aspetto da agnello; questo è dovuto alla caratteristica toelettatura della testa che vuole che si lasci un ciuffo di pelo più lungo a partire dal cranio e lungo tutta la parte dorsale della canna nasale tagliato poi a forbice in modo da dare un aspetto montonino ad un musetto tipico da terrier. In effetti, il cranio

è stretto e lungo e la canna nasale è diritta; ad aumentare la somiglianza con l’agnello contribuisce sicuramente la rasatura delle orecchie quasi a pelle, fatta eccezione per un piccolo tassello di pelo che viene volontariamente lasciato proprio sulla punta dell’orecchio stesso. Questo tassello di pelo, che non deve essere un pom pom ma solo un ciuffetto, ha una storia buffa che ora vi racconto. Forse non tutti sanno che i Bedlington nell’Ottocento erano i cani degli zingari della foresta di Rothbury in Inghilterra; erano cani da caccia al seguito delle loro carovane. Come si sa, tutti gli zingari sia uomini che donne che bambini portano gli orecchini e così essi stessi decisero che anche i loro cani dovevano averne un paio: non c’era mezzo migliore che lasciare un ciuffetto di pelo più lungo alla punta delle orecchie! Oggi il Bedlington terrier, al di fuori della sua patria di origine, non viene considerato come cane da caccia ma come cane da compagnia, e come tale purtroppo è diventato un oggetto lezioso in mano a signore che lo sfoggiano come un barboncino molto particolare, poco gradito quindi ai signori uomini proprio perché viene toelettato in modo esagerato e ridicolo. Il Bedlington è e deve rimanere un cane sportivo, agile, muscoloso, capace di galoppare ad alta velocità e di seguire in corsa un coniglio selvatico, cosa per cui fu selezionato ai tempi in Gran Bretagna. Il mantello fine e tendente ad arricciare deve coprirne il corpo e non come oggi succede rivestirlo con uno strato di molti centimetri per poi essere ritagliato ad hoc come una bella figurina. Il pelo è una delle caratteristiche essenziali per il Bedlington terrier; chi lo alleva sa

6

INC articoli giu11.indd 6

24/05/2011 18:28:50

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

che un buon mantello non sarà maturo prima dei due anni ed il cucciolo mostra una qualità di pelo ben diversa da quella degli adulti per sofficità e tessitura. Oggi invece vediamo cuccioli di Bedlington con mantelli assolutamente fuori da ogni standard, fitti lanosi senza pigmento, senza wire hair frammisto, ma ciò che più si nota è la mancanza di colore tant’è che molto spesso mi sento dire: ma come mai i suoi cani non sono bianchi? I miei cani non devono essere bianchi perché il bianco non è contemplato come colore per il Bedlington terrier. I colori ammessi dallo standard sono:

ben evidente e le angolature non sono esasperate: tutto fa capire che il cane può e deve avere una spiccata attitudine alla corsa e allo scatto. Pertanto la struttura fisica deve essere di buona ossatura ma di conformazione longilinea con giusto rapporto fra altezza al garrese e lunghezza dell’avambraccio, fra profondità ed ampiezza del torace in rapporto alla lunghezza del tronco. Soggetti troppo massicci, senza dorsale, con avambraccio corto e torace largo non rispecchiano le caratteristiche della razza; sovente troviamo gomiti scollati dal torace con andature sgraziate e poco produttive; sempre più spesso vediamo cani che steppano e

- LIVER colore antichissimo che dona al cane una struttura più massiccia rispetto al colore blu - BLUE colore che è più diffuso a tutt’oggi - LIVER & TAN colore molto raro che in un soggetto adulto non è distinguibile da un color liver classico - BLUE & TAN colore poco diffuso e molto bello; da apprezzare soprattutto quando il soggetto mantiene una ben netta divisione delle pezzature anche da adulto - SANDY ulteriore diluizione del liver; poco apprezzata in Inghilterra dove invece la pigmentazione riveste ancora una sua notevole importanza. In effetti, oggi si ricominciano a vedere in Inghilterra dei Bedlingtons con colori ben definiti in particolare c’è stato un ritorno del liver puro. Inoltre bisogna sottolineare che il colore del mantello nel Bedlington non è stabile: nel corso dell’anno e delle stagioni l’intensità della pigmentazione varia moltissimo: ad esempio nei soggetti blue il manto da scuro come il carbone sui fianchi e sul costato diventa sempre più chiaro fino ad acquisire un colore grigio perla per poi tornare a scurirsi; lo stesso vale per il liver che da color cioccolato diventa color miele chiaro. Nelle femmine poi la stagione ormonale determina ancor più con forza l’intensità del colore del mantello. Come ho già sottolineato, il Bedlington è un cane sportivo: il torace è ampio, le costole sono piatte, i lombi sono forti ed arcuati, i garretti hanno una muscolatura

mancano di spinta posteriore. Non sempre ciò che è glamour è corretto! I cani ed in particolare il Bedlington terrier deve essere giudicato anche in movimento: l’andatura è leggera, appena saltellante, molto aggraziata: la componente di sangue levriero è ben evidente ad un occhio appena esperto. Non possiamo pensare che un levriero cammini di buon trotto con la testa ben dritta al modo di un Fox o di un Westhighland e allora perché dovremmo pretenderlo da un Bedlington che per metà è un levriero? A guinzaglio sciolto risalta l’andatura elastica e armonica di questi soggetti se ben costruiti, mentre tirandoli per il collo induciamo il cane ad una andatura forzosa e steppante che di solito è un difetto grave dovuto ad una insufficiente lunghezza dell’omero che quindi determina una iperflessione dell’avambraccio nel movimento.

6

Negli anni Settanta il Bedlington terrier divenne tristemente famoso per una malattia genetica ereditaria che induceva degenerazione epatica per accumulo progressivo di rame all’interno delle cellule epatiche stesse. Non starò qui a dilungarmi su queste tremenda malattia ma per dovere di cronaca mi sento di precisare che la Coppertoxicosis può manifestarsi in due forme distinte: una iperacuta con caratteristiche emorragiche che colpisce di solito i Bedlington a 3 -4 anni di età e che normalmente è infausta; ed una forma cronicizzante che in genere compare intorno ai 7-8 anni: questa seconda forma è di solito più controllabile clinicamente anche se non curabile. Oggi siamo riusciti a contenere questa malattia grazie a test genetici volti ad individuare i geni responsabili di tale patologia, test messi a punto da ricercatori inglesi e canadesi. Ancora non si è riusciti ad individuare tutti i geni responsabili della sua manifestazione ed abbiamo purtroppo ancora rari casi di malattie in soggetti pur testati sani, ma possiamo dire che la diffusione è fortemente in calo. La Copper toxicosis oggi si testa direttamente sui cuccioli di poche settimane e oggi tutti gli allevatori seri forniscono sempre i dati riguardanti questa patologia in riferimento ai cuccioli e ai loro genitori. Tornando al Bedlington terrier devo sottolineare un particolare che non va assolutamente dimenticato: il suo carattere. Se l’aspetto può non piacere a tutti, il carattere invece conquista chiunque lo avvicini: è dolce e gentile nei modi, affettuoso ma non appiccicoso, sa divertirti con movenze buffe ed abilità da giocoliere… insomma è un grande compagno che di solito viene accettato sia negli alberghi che nei ristoranti proprio per questa sua aria innocua… Per coloro che volessero informarsi di più sulle caratteristiche venatorie del Bedlington terrier consiglio di leggere il libro “WORKING BEDLINGTONS” di John Glover e di consultare il blog inglese “ALTERNATIVE BEDLINGTONS” dove potrete trovare delle fantastiche immagini di Bedlington da lavoro come non li avrete mai immaginati ed anche vedere quali colori possono avere questi splendidi animali nel loro Paese di origine. Giulia Anselmi Medico veterinario

7

INC articoli giu11.indd 7

24/05/2011 18:28:50

INC articoli giu11.indd 8

24/05/2011 18:28:51

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

Moschino protagonista di un’iniziativa benefica

Solidarietà al guinzaglio La casa di moda metterà in vendita collari e accessori in aiuto dei cani da soccorso

“Terra dei Templari” di Pordenone, che si è reso disponibile senza fini di lucro alla collaborazione con il noto brand e la nota rivista “Argos “che in via eccezionale con uno scatto inedito, dedicherà la copertina del mese di Giugno all’iniziativa. Ironia e gioco si raccontano attraverso gli esclusivi modelli di MOSCHINO PETS: il collare “Fioccosso”, in pelle nera con galvaniche dorate ed un fiocco a forma di osso interamente realizzato in resina bianca, in tandem con il guinzaglio abbinato, an­ ch’esso con l’ironico fiocco. Per i quattrozampe più romantici invece il collare “Cuori” che reinterpreta l’iconico cuore Moschino: in pelle marrone punzonata, asole e cuori dorati, come per il rispettivo guinzaglio abbinato. MOSCHINO PETS soddisferà stili e gusti di cani grandi e piccini, in quanto disponibile in tre differenti taglie.

La creatività Moschino incontra lo store virtuale www.yoox.com per dar vita a una mini-collezione in edizione limitata di guinzagli e collari per cani, MOSCHINO PETS, disponibile online in esclusiva su www.yoox.com, nell’area PETS, a partire da fine Maggio 2011. I proventi della vendite della collezione MOSCHINO PETS sarà devoluto all’associazione National Disaster Search Dog Foundation, associazione non-profit, che da sempre si occupa dell’addestramento per cani da soccorso, spesso ex-cani abbandonati, che successivamente affiancano il corpo dei vigili del fuoco e i primi soccorsi nella ricerca di persone rimaste sepolte sotto le macerie a causa di catastrofi naturali. I proventi del progetto sa-

ranno impiegati a supporto delle attività svolte per il terremoto in Giappone. Ambasciatore d’eccellenza del progetto, un campione famoso in tutto il mondo per la sua bellezza ed eleganza. Humour tipicamente inglese e grande padronanza del set, campione mondiale 2006, padre dell’attuale World Champion 2010 e simbolo storico della categoria, Woferlow Single Malt, meglio conosciuto come “Rocco” protagonista dell’allevamento, Un basset hound tricolore di sei anni che con i suoi cuccioli si è reso testimonial d’eccezione, interpretando con il suo savoir-faire l’esclusiva linea MOSCHINO PETS. Complici di un servizio ironico e divertente, ma con un fine nobile; l’allevamento

9

INC articoli giu11.indd 9

24/05/2011 18:28:53

Shirley creatore della razza fondò il Kennel Club nel 1873

Il Retriever dalla coda allegra Famoso per il mantello nero il Flat Coated ha conquistato molti ammiratori anche nella versione color fegato. Le origini, l’alimentazione, il carattere

In Italia da qualche tempo ha iniziato a farsi notare in giro per le città un cane di color nero o fegato, elegante e unico nella sua tipicità. Lo si incontra alle esposizioni di bellezza, alle gare di agility, nelle prove di caccia; spicca tra tanti nelle squadre di protezione civile e unità cinofile per la ricerca delle persone, utilizzato in pet therapy con ottimi risultati. Ma soprattutto è un compagno fedele e amorevole di molte famiglie. Un cane simile dalle molteplici sfaccettature, non può che essere un Retriever, ma né Golden né Labrador, le

due razze più comuni della “famiglia”, bensì un’altra ben distinta: il Flat Coated Retriever. Origini L’origine del Flat Coated Retriever è datata agli inizi del 1800 e verso la fine del 19° secolo era diventato il cane da riporto per eccellenza del cacciatore benestante e mondano. La dottoressa Nancy Laughton, una delle più profonde conoscitrici del Flat, parlando delle origini della razza fa riferimento ad un Setter irlandese nero,

citato in due libri del tardo ‘800, come progenitore della razza. In un testo del 1914 Charles Eley manifesta l’opinione che l’antenato del Flat (il cui primo nome intorno al 1850 era Wavy Coated Retriever) sia il “Setter da riporto” (Retrieving Setter). Secondo quest’ autore è molto probabile che i Setter Irlandesi Gallesi, come pure il Gordon Scozzese, fossero comunemente usati per il riporto intorno al 1860; per migliorarne l’abilità in acqua queste razze furono incrociate con un tipo di Terranova un po’ più piccolo, detto St. John, introdotto in Inghilterra all’inizio dell’ 800. Dagli incroci di Setter irlandese gallese, Setter Gordon scozzese, Collie e St. John, fu creato un cane nero dal ricco mantello ondulato, molto simile ad un Terranova più piccolo e più leggero. Mr. S.E. Shirley (1844-1904), famoso anche per aver fondato il Kennel Club nel 1873, è considerato il “padre” del Flat Coated Retriever poiché si dedicò a fissare la nuova razza con profusione di mezzi e di tempo. Shirley selezionò un cane dal fisico elegante, senza perdere in potenza e forza. Cosi facendo, la testa è diventata più fine e dai contorni caratteristici, realmente diversa dagli altri Retrievers e molto più specifica, con uno stop poco evidente al punto che i novizi hanno a volte difficoltà ad accettarlo. Un elemento essenziale fu l’attitudine di questo cane al lavoro: il riporto veloce in mano e senza danni alla preda. Lo standard di razza, privo di ogni esagerazione, evidenzia la necessità d’un cane funzionale. L’obiettivo era ed è ancora oggi, quello di ottenere un cane “bello e bravo” (a dual purpose animal) e, data la poca popolarità rispetto al Golden e al Labrador, gli allevatori si poterono permettere selezioni accurate, monte con cognizione di causa ed effetto grazie alla conoscenza delle linee di sangue, tanto da alzare in maniera esponenziale il livello qualitativo della razza. Un tempo molto diffusa in Inghilterra, ebbe alcune difficoltà causate da incertezze sulla selezione

10

INC articoli giu11.indd 10

24/05/2011 18:28:53

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

nel fissare i caratteri tipici e questo andò a discapito della sua diffusione, a tutto vantaggio di altre razze come il Labrador ed il Golden. Dopo il 1960 si ebbe una rivalutazione della razza. Oggi possiamo affermare che il Flat Coated è ben allevato in Gran Bretagna, negli USA, dove venne introdotto nel 1915, e in molti Paesi d’Europa, tra cui l’Italia. Lo Standard Osservando un Flat Coated dovremmo avere davanti un cane di media taglia, brillante, vivace, dal­ l’espressione intelligente; massiccio ma non appesantito, armonico nelle linee senza mancare di sostanza. La testa deve essere lunga e ben modellata, gli occhi proporzionati di colore castano o nocciola, la coda dritta e portata allegramente. Pelo fitto più piatto possibile, ben frangiato nelle membra e nella coda. Un cane ben equilibrato, con i suoi tratti particolari, robusto e caratterizzato da una notevole eleganza. Fiducioso, attento e sicuro di sé , ma anche obbediente e privo aggressività. Lo standard prescrive un cane dal colore nero o cioccolato. Nessun altro colore è accettato, malgrado a volte si possa trovare dei piccoli beige in una cucciolata. Questi cani “gialli” erano all’origine dei Golden Retrievers, e una disposizione genetica in tal senso esiste ancora in certi ceppi genealogici del Flat Coated. Il peso ottimale per una cane in buone condizioni e’ di 27/36 kg per il maschi e di 25/32 kg per le femmine. Alimentazione Il Flat Coated non richiede cure particolari sull’alimentazione. Una dieta corretta deve fornire in quantità adeguate, né in eccesso né in difetto, energia adeguata per la grande attività fisica: zuccheri e grassi, proteine, minerali e vitamine. I tradizionali mangimi commerciali presentano tutte queste caratteristiche. Come tutti i Retrievers, godono di un ottimo appetito, sarà opportuno razionare

6

dell’anca e del gomito e le oculopatie. Mettendo insieme cani controllati la probabilità di avere in futuro la presenza di questi problemi nei nuovi esemplari si abbassa notevolmente. Cercate quindi di acquistare un cucciolo da genitori sani e controllati. Di norma però anche la crescita del cucciolo influisce su questi tipi di patologie; evitate di far prendere colpi troppo forti al cucciolo o di farlo saltare di continuo, evitate di fargli fare scale più volte al giorno e aiutatelo a formare una buona struttura ossea con il nuoto e una buona dieta alimentare. Il freddo Il Flat preferisce il calore della casa e della famiglia, ma sa adattarsi a vivere all’aperto grazie alla sua lunga pelliccia; se verrà cresciuto in questa modo è consigliato preparargli un posto dove nei mesi più freddi possa essere riparato e riscaldarsi. Abbiate a disposizione anche un riparo per la pioggia, essendo amante dell’acqua rimarrà sotto gli acquazzoni il più possibile, rischiando di prendersi una bella influenza!!

giornalmente la dose, tenendo in costante controllo il peso, tenendo ben presente che il Flat è un cane molto elegante e longilineo e che non va assolutamente fatto ingrassare. Salute e benessere Per quanto concerne la salute il Flat Coated non presente particolari problemi. Tengo a precisare che all’acquisto di un cucciolo è necessario avere tutte le informazioni necessarie per fare una scelta consapevole e sicura. Un buon allevatore deve impegnarsi eticamente a controllare le due principali malattie ereditarie: la displasia

L’attività fisica Sono cani abbastanza rustici che amano fare il bagno anche a temperature gelide, teniamo in considerazione la temperatura dell’acqua, troppo fredda potrebbe causare poi crampi e tensioni ai muscoli. Non privateli della gioia del nuoto: aiuta lo sviluppo del cucciolo a costituire una buona muscolatura, mantiene giovani anche i cani più anziani. Appena vi è possibile fateli nuotare e vi saranno enormemente grati. Amano saltare, correre e giocare, sono molto esuberanti nel farlo; prestiamo attenzione e seguiamo il cucciolo nei primi sei mesi di vita cercando di calibrare la giusta attività fisica giornaliera. Ricordate l’importanza per il cucciolo di esprimere tutta la naturalezza e vivacità, trovate dunque una buona via di mezzo tra l’esasperare o privare troppo l’attività fisica.

11

INC articoli giu11.indd 11

24/05/2011 18:28:53

Il carattere e l’educazione Cane meraviglioso, attento e come dico sempre: “… sembra che nascano già con le buone maniere, pur non essendo cani per tutti…”. Essendo un Retriever sovente viene descritto come un cane “facile”, ma ogni buon allevatore vi spiegherà che non è così. Del tutto particolare nelle sue movenze regali, occhi che parlano da soli. Un cane fuori dal comune con intelligenza fina e sensibile che ti strega completamente. Il Flat Coated è il cane per un proprietario attivo e volenteroso, amante dell’aria aperta e di trascorrere con il suo animale tutto il tempo libero, tanto da portarlo con sé in ogni occasione. Un compagno coerente e capace di incanalare le sue energie nel modo corretto, ma attenzione: essendo loro così affettuosi, si rischia di farsi corrompere facilmente! Viene definito il Peter Pan dei Retriever perché matura molto lentamente e mantiene comportamenti neotenici a lungo, insisto nuovamente nel sottolineare che la sua educazione è di fondamentale importanza: è necessaria coerenza e pazienza con cui riuscirete ad ottenere ottimi risultati. Se gestito nella maniera corretta è un

INC articoli giu11.indd 12

cane capace di stare ovunque e che darà grandi soddisfazioni. È molto versatile in ogni attività e disciplina, molto disponibile e si diverte a imparare cose nuove e a lavorare con il proprietario. La prima dote indiscussa è il riporto, disciplina nella quale ha la possibilità di esprimere al meglio le sue caratteristiche di razza: amano riportare e condividere con il proprio padrone qualsiasi cosa. E’ un buon cane da caccia e si mostra eccellente cacciatore anche sul terreno. Si comincia a vederlo nei Field Trials e Working Test in tutta Europa e il numero dei suoi appassionati va crescendo. Sono ottimi compagni nella Protezione civile e per il salvataggio, non disprezzano le discipline come l’agility, il frisbee e il freestyle, vengono utilizzati spesso anche per la therapy dog e di aiuto nel lavoro con i bambini. Vi permette dunque di intraprendere varie discipline cinofile con ottimi risultati. Il Flat ti regala ogni giorno un pezzo del suo cuore e della sua voglia di vivere, ma ha bisogno di lavorare e di stare in contatto con il suo proprietario, non è fatto per rimanere in un giardino o in un appartamento 10 ore da solo, finirà con l’annul-

larsi... Ha dunque bisogno di moto e di avere un maestro molto attivo che gli offra la possibilità di lunghe passeggiate. Si adatta a chiunque: bambini, anziani, altri animali; molto socievole e dolcissimo. Se pensate sia essere il cane per voi, non rimane che la scelta del cucciolo specifico. Chiedete consiglio a un allevatore, andate a vedere la cucciolata ed i genitori. Un allevatore professionista si preoccupa di stare a stretto contatto con i suoi cani e di seguirne la crescita, cerca di preservare nel migliore dei modi la razza, anche attraverso la prevenzione delle malattie genetiche. Conosce le linee di sangue e fa accoppiamenti con cognizione di causa ed effetto. Lasciatevi aiutare dall’allevatore che vi indirizzerà sul cucciolo adatto a voi, sul sesso e su tutti gli altri consigli per evitare l’errore di fare scelte dettate dalla fretta e dalla poca conoscenza. Tutte le volte che mi fermo ad osservare i miei cani e mi perdo dentro i loro “occhioni immensi”, pieni di gioia e voglia di fare, c’è una cosa che non passa mai inosservata: la coda matta che non riesce mai a fermarsi e li fa ondeggiare a tal punto da strapparti sempre un sorriso. Serena Galleani

24/05/2011 18:28:55

INC articoli giu11.indd 13

24/05/2011 18:28:57

Problemi e comportamenti in uno studio di Paola Daffunchio e Gianluca Villa

Il cane metropolitano Da un’indagine condotta a Milano ed in altre città emergono importanti indicazioni su come agire affinché i cani diventino “buoni cittadini”

Provenienza dei cani

Realtà, prospettive ed esigenze di cani, proprietari ed abitanti nelle metropoli ha calamitato l’attenzione al “Chine­ simposium” a Montreal. Un incontro a cui partecipano, periodicamente, i più qualificati esperti sull’educazione e sui comportamenti. Paola Daffunchio e Gianluca Villa hanno presentato un’importante ricerca che ha riscosso unanime consenso per la serietà dell’indagine e le conseguenze che se ne traggopno e costituirà la base per ulteriori studi. Il lavoro, preciso e dettagliato, ha messo in risalto sulla base del numero dei cani in rapporto agli abitanti ed alle strutture, le differenti problematiche del convivere ed infine tracciato un profilo delle caratteristiche dell’educatore cinofilo capace di rispondere con interventi mirati alle esigenze del cane metropolitano. L’indagine ha preso l’avvio da Milano, metropoli con un milione e 300 mila abitanti su 183 kmq ed una densità di 7173 residenti. Ventunesima città in Europa, capitale economica, è la più vocata alla modernità e diventa modello culturale e di costume proprio perché spesso anticipa i

cambiamenti. I cani sul territorio vivono realtà differenti che potrebbero esser racchiuse nella definizione “stile di vita”. Così ci sono cani: cittadini: vivono in appartamento e condividono un ambiente ricco di stimoli complessi. rurali: “abitano” in case con giardini in ambienti con caratteristiche rurali con vita intermedia: inquilini di abitazioni con giardini in zone a bassa densità di persone ed animali I cani in Lombardia - cani registrati nella regione 960.000 ca - cani registrati a Milano 55.000 ca - cani presunti a Milano 120.000 ca - cani area metropolitana 500.000 ca 1 CANE OGNI 10 ABITANTI Oltre la metà dei milanesi si è rivolta ad un educatore o istruttore senza particolare necessità o per problemi specifici:è significativo che la quasi totalità abbia problemi con il “richiamo” del proprio cane. Interessante anche il dato che tratteggia

Comportamenti di socializzazione

difficoltà nei rapporti sociali soprattutto di tipo intraspecifico (circa il 50% dei soggetti) mentre la socialità nei confronti dell’uomo è ben evidenziata nella maggioranza dei cani cittadini. Un proprietario su 4 segnala infine problemi di natura comportamentale. Fra i molti problemi si evidenzia quello della socializzazione del cane in città. Esiste quindi la necessità specifica di “luoghi di incontro” dove poter comunicare liberamente con il proprio cane senza essere vincolati dal guinzaglio”La disponibilità e la frequentazione di aree dove i cani possano agire liberamente, hanno detto i relatori, è probabilmente il nesso fra i problemi intraspecifici e quelli di richiamo dei cani metropolitani”. Milano per il suo modello di sviluppo urbano non può essere definita una metropoli “verde”: i parchi a disposizione della cittadinanza sono limitati e non particolarmente estesi; si è creato quindi una sorta di “nicchia ecologica”, gli spazi verdi, dove debbono convivere forzosamente i cani con il loro bisogno di attività e relazione. Una situazione difficile che le leggi municipali emanate negli ultimi anni hanno cercato di regolamentare: è stato di recente introdotto il divieto di tenere cani li-

14

INC articoli giu11.indd 14

24/05/2011 18:28:58

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

beri all’interno dei parchi cittadini e sono state individuate nei vari spazi verdi delle aree specifiche recintate per cani. Oltre agli innegabili vantaggi che una area dedicata ai cani può avere nell’ambito della convivenza metropolitana vi sono anche inconvenienti fra cui: A) la scarsa manutenzione causa problemi igienici che ne scoraggiano l’uso B) aree limitate in estensione creano ambienti “claustrofobici” che forzano i cani a eccessiva relazione, stimolazione continua, contagio emotivo ed emozionale C) in aree piccole si creano dinamiche di gruppo sia canine che umane che rendono più difficile l’ingresso di cani che non frequentano abitualmente tale spazio D) le aree piccole non favoriscono il mantenimento di un buon richiamo offrendo ai cani punti di riferimento ben determinati sia riguardo allo spazio che alla posizione del proprietario

prietari, stringendo rapporti sociali tra loro, si fermano a chiacchierare senza interagire con i propri cani se non in situazioni che meritano la loro attenzione: sono queste generalmente situazioni mediate da correzioni o sgridate per inibire comportamenti ritenuti sbagliati (avvicinamento a cane sconosciuto, comportamenti sgraditi come l’abbaio o il raccogliere oggetti non idonei ecc). Si crea un circolo vizioso che insegna al cane che all’interno dell’area può svolgere attività remunerative per sé indipendentemente dal proprietario e dove la comunicazione con il lui è ridotta al minimo e quando presente è di tipo inibitorio. Inoltre la fine della attività è determinata da una serie di “rituali” tendenzialmente sempre uguali, che il cane riconosce facilmente e a cui, se può, tende a sottrarsi. L’insieme di questi processi risulta particolarmente evidente nei cuccioli in crescita o in maturazione ma agisce ugualmente anche nei cani adulti

6

seggiata verso il parco, arrivato in prossimità del quale lo stato di eccitazione aumenta (e per conseguenza il tirare), e accede all’area cani. Molti cani cominciano così le attività sociali con uno stato di eccitazione eccessivo per poter gestire correttamente la complessità di tali relazioni, a prescindere dalle loro reali capacità di comunicazione sociale. COME AGIRE CORRETTAMENTE B: oggettivare quanto possibile il bisogno di attività sociale del proprio cane e regolarsi di conseguenza; indurre se necessario momenti di pausa alle attività e di autocontrollo per il cane. Valutare forme diverse di attività: attività olfattiva, gioco, scambio informazioni-educazione (compatibili con lo spazio in cui ci si trova). D: variare se possibile le aree frequentate; mantenersi in movimento durante la permanenza nelle aree compatibilmente alle dimensioni della stessa; creare momenti di

Età dell’adozione

E) l’accesso alle aree avviene spesso con cani che vi accedono con alti stati di eccitazione rendendo più difficili le relazioni intraspecifiche I punti B-D-E meritano un approfondimento: B: la popolazione che frequenta tali aree ha composizione molto varia in età e caratteristiche caratteriali dunque una scarsa disponibilità di spazio forza i cani a relazioni continue e stringenti anche per quelli che non ne hanno reale necessità. Gli stessi proprietari tendono a immaginare un cane ben socializzato come un cane relazionale e giocoso con i propri simili, inducendo situazioni di relazione sociale anche quando non sarebbero necessarie. Si possono creare così meccaniche che lasciano poco spazio alle esigenze di calma e relax che per molti cani sono invece una reale necessità anche durante le fasi di attività all’aperto. Stati di eccitazione, sovreccitazione, abbaio, uso dell’aggressività vengono inevitabilmente trasmesse per contagio emozionale anche a cani non direttamente coinvolti in queste dinamiche. D: la frequentazione delle stesse aree cani produce un meccanismo di conoscenza degli spazi che può indurre cani con specifiche caratteristiche, soggettive o di razza, a sentirsi eccessivamente “sicuri” nel luogo dove si trovano; questo stesso processo di definizione dello spazio avviene anche nei confronti del proprietario che tende ad offrire un punto di riferimento statico durante le attività del cane; i pro-

Grafici: dati rappresentativi di un campione di 376 proprietari che si sono rivolti ad istruttori cinofili di Milano e interland

E: il cane cittadino resta solo per parecchie ore durante la giornata; molti proprietari provano un “senso di colpa” nei confronti di questa situazione che li porta a cercare di soddisfare il più velocemente possibile le esigenze del proprio cane una volta rientrati a casa. Una tipica sequenza potrebbe essere: rientro a casa che genera uno stato di ipereccitazione del cane, inizio della routine di uscita che il cane riconosce (cognitivamente o per condizionamenti) che incrementa lo stato di eccitazione, accesso diretto verso l’area cani dove liberarlo. Il risultato di questa tipica sequenza è che il cane esce nell’ambiente urbano con un livello di arousal alto o molto alto, tira a guinzaglio durante la pas-

comunicazione e richiamo in forma propositiva; proporre attività anche di breve durata al cane; se possibile dedicare parte del tempo a passeggiata, in ambiente sicuro, con cane libero mantenendosi in costante movimento (contro la legge in vigore!!). E: adottare strategie di abbassamento dell’eccitazione in casa (ritualizzazioni per l’incontro, masticazione, uso olfatto, attivazione mentale ecc); uscire quando il cane raggiunge un buon grado di autocontrollo; fare itinerari di “scarico” verso l’area cani; liberare il cane per brevi tratti per soddisfare esigenze psicofisiche (Contro la legge!!!); brevi intervalli di autocontrollo; libertà per autocontrollo.

15

INC articoli giu11.indd 15

24/05/2011 18:28:58

E’ altrettanto chiaro che la diffusione dei problemi di richiamo e relazione con altri cani, così come altri problemi lamentati dai proprietari, sono diretta conseguenza di una gestione poco attenta alle loro esigenze. I cani che non godono di sufficiente libertà sono la maggioranza dei cani cittadini e questo ha un riflesso immediato nelle rare occasioni in cui vengono liberati. Le relazioni con altri cani sono, per questi soggetti, scarse o avvengono perlopiù in contesti non corretti (cani a guinzaglio, in ambito stradale) per il completo uso dei segnali di comunicazione. Molti dei cani cittadini non sono soddisfatti nelle loro esigenze psico-fisiche predisponendosi così alle interazioni col mondo esterno in stati emotivi ed emozionali non corretti. Anche la richiesta di interventi nell’ambito dei problemi da separazione può avere origine gestionale; una prima riflessione va però fatta sui modelli abitativi della città: essendo prevalentemente costituiti da appartamenti in condominio la presenza del cane viene vissuta come un induttore di problemi sociali e, per conseguenza, anche naturali forme di interazione canina come l’abbaio tendono a ve-

nire sovrastimate dai proprietari. Segnaliamo almeno due cause determinanti la forte incidenza dei problemi da separazione: - il profondo legame emotivo e familiare che lega oggi cani e proprietari; ancor più nelle grandi città il rapporto con l’uomo avviene quasi esclusivamente a scopo relazionale e non per utilità. L’investimento emotivo che i proprieta-

ri riversano sui propri cani alimenta in determinati soggetti processi di iperattaccamento alla famiglia. - In riferimento a problemi specifici come la distruttività e l’abbaio, interpretati come elementi di scarico di stress da separazione, vi è invece una notevole influenza dovuta alla scarsa qualità della vita in termini di attività e soddisfazione dei bisogni energetici.

NOTIZIE ENCI

DELEGAZIONE DI AOSTA Il Consiglio Direttivo dell’ENCI ha deliberato di attribuire nuovamente al Gruppo Cinofilo Valle d’Aosta la qualifica di Delegazione ENCI, a decorrere dal 12 maggio 2011. Pertanto, invitiamo tutti gli interessati a rivolgersi, per quanto attiene eventuali iscrizioni di cucciolate al Libro genealogico del cane di razza, passaggi di proprietà, emissione libretti delle qualifiche ecc. al seguente indirizzo: GRUPPO CINOFILO VALLE D’AOSTA - Delegazione ENCI di Aosta Via Challad 19 - 11100 Aosta (AO) - Tel 0165/43267 - Fax 0165/34896 Orari di apertura: Martedì e Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,00

16

INC articoli giu11.indd 16

24/05/2011 18:29:00

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

Successo di partecipanti all’esposizione nazionale

LEGNANO, VINCE UNO SPITZ Il secondo posto a un Greyhound. Oltre 2000 visitatori

BIS

espositivi, il Parco, l’allestimento dei servizi e delle tensostrutture necessarie per accogliere il pubblico e gli ospiti. Dopo questa bellissima giornata di cinofilia il Giudice Orietta Zilli ha dichiarato vincitori per il Best in Show: 1° Spitz Nano Starfire’s Lazarito All.re

exnovo design

Organizzata dal Gruppo Cinofilo Legna­ nese si è svolta, domenica 15 Maggio la 30° Esposizione Nazionale Città di Legnano. La splendida cornice del Parco Comunale Ila ha ospitato oltre 400 cani provenienti da tutta Italia e dall’estero. Ben 10 i Giudici chiamati al difficile compito di assegnare i numerosi trofei in palio. A partire dalle ore 15,30 nel Ring d’Onore le classi di partecipazione per le premiazioni: Junior Handler, Razze Italiane, Bis Veterani, Coppie, Gruppi di Allevamento, Raggruppamenti. 21° Trofeo Giovani, premi speciali per Chow-Chow, Jack Russel Terrier, Bassotti, in memoria del giudice Candida Falsina Pialorsi; CAC, BOB e il Best in Show. Circa duemila gli appassionati che, in una bellissima giornata di sole non hanno voluto perdere l’occasione di vedere quanto di meglio offrono i nostri espositori. Una partecipazione che premia la competenza e l’impegno dei Giudici, del Comitato Organizzatore e del Presidente Giansandro Casati, doti senza le quali sarebbe impossibile dare vita ad un evento così importante, preparando adeguatamente gli spazi

Cabrera / Arienti Prop. All.to Curia Picta 2° Greyhound Maribor Dell’Attimo Fuggente All.to Dell’Attimo Fuggente Prop. Marco Longhi 3° Pastore Bergamasco Hido Dei Lupercali All.to Dei Lupercali Prop. Pierluigi Colombo Gruppo Cinofilo Legnanese

PAPPATACI E PARASSITI?

© ant236 / Fotolia.com

IL TRUCCO È NON FARSI RICONOSCERE.

INDUSTRIA ALIMENTI ZOOTECNICI

Due prodotti naturali, uno scopo unico: contribuire al benessere interno ed esterno del cane grazie ad Aglio Plus Sinergix®, una molecola naturale ad elevato potere antifeeding. SINERGIX® Lozione spray e salviette Uso esterno

OLIO VIVO ACTIVE® Uso orale

Confonde i recettori usati dai parassiti per individuare l’ospite, riduce il rischio di punture e la possibile trasmissione della Leishmaniosi. Non contiene componenti chimici ed è utilizzabile anche sui cuccioli.

Miscela di oli pregiati di spremitura, ricca di acidi grassi essenziali, vitamine e oligoelementi. Contribuisce a ridurre le infiammazioni della cute, dona lucentezza al mantello, potenzia il sistema immunitario.

Per maggiori informazioni sulla ricerca veterinaria, i prodotti zootecnici mirati, l’attività della nostra azienda, sei benvenuto sul sito www.fazoo.it

INC articoli giu11.indd 17

24/05/2011 18:29:01

Storia e attualità dello Staffordshire Bull Terrier

I giorni da “Staffy” Chiamato anche “cane bambinaia” ha una predisposizione per i piccoli. In casa è compagno prezioso ed attento

zionalmente agile. E’ interessante notare come lo Staffy attuale sia ancora l’unico cane vicino come costruzione morfologica al vecchio Bulldog. All’ interno del sangue del Bull and Terrier, fondamentale è l’apporto genetico del Manchester Terrier, cane apprezzato per il suo utilizzo nel ratting. Successivamente, nel 1930 un gruppo di appassionati, pionieri della razza, fondarono il primo club e stilarono per la prima volta lo standard ufficiale, definendolo con il nome di “Staffordshire Bull Terrier”. Soltanto nel 1935 il club fu riconosciuto dal Kennel Club Inglese, da questo punto in poi lo Staffy divenne anche un cane da compagnia e da esposizione. Tanti personaggi famosi si innamorarono della razza, come l’ attore Tom Walls. In Italia lo Staffordshire fece la sua apparizione molto tardi rispetto al resto del mondo, infatti soltanto nel 1991 possiamo vedere la prima cucciolata registrata al Libro Genealogico. Oggi la razza vive un momento molto incoraggiante, rispolverando le statistiche si nota un buon incremento dei cuccioli registrati al LOI, infatti nel 2002 gli iscritti furono 164 per arrivare nel 2009 a 483 soggetti iscritti.

STORIA Lo Staffordshire Bull Terrier, come tanti altri simili, nasce tra le classi più umili e si sviluppa come cane da combattimento e da caccia al tasso. Intorno al 1840, nelle terre delle Midland Countries in

Inghilterra, erano conservate delle antiche linee riconducibili al sangue di “Bull and Terrier” o meglio, direttamente dal Old Bulldog. Dai Bull and Terrier nasce lo Staffordshire Bull Terrier, potente, muscoloso ed ecce-

18

INC articoli giu11.indd 18

24/05/2011 18:29:01

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

L’aspetto morfologico Osservando uno Staffordshire Bull Terrier si ha subito l’ impressione di un cane compatto, piccolo ma con un carico di fisicità fuori dal comune. Uno Staffy tipico, deve dimostrare sempre un tronco corto e raccolto, con una gabbia toracica potente ed una linea dorsale dritta e ben definita. Da buon Terrier gli arti sono molto importanti, gli anteriori visti di fronte devono essere dritti e robusti mentre i posteriori devono obbligatoriamente risultare muscolosi e costruiti in maniera da donare al soggetto una forte spinta posteriore. La testa distingue la razza dagli altri Terrier di tipo Bull, fondamentale per un cane da presa, va ricercata una conformazione né grossolana né tanto meno leggera, i masseteri devono essere molto pronunciati e potenti, uno stop marcato è da preferire. Vale la pena spendere due parole in più sul muso, una canna nasale troppo corta porterebbe seri problemi alla respirazione del soggetto, tale da compromettere anche la minima attività fisica. Lo Staffy non viene più usato in spregevoli combattimenti, ma allo stesso tempo mantiene dell’ eccellenti doti fisiche e per questo vanno incoraggiati i soggetti con una costruzione predisposta al lavoro. Si deve ricordare che lo Staffy è un ottimo cane impiegato nell’agility e nelle unità cinofile di ritrovamento. Vanno preferite le orecchie portate a rosa, non sono da penalizzare quelle semirette che sono un refuso storico dei primi Staffords. Gli occhi dello Staffy sono preferibili scuri ma, in ottimi soggetti, l’occhio chiaro non dovrebbe costituire penalizzazione, molto importanti sono i bordi palpebrali ben pigmentati, soprattutto in soggetti bianchi. Ogni colore è ammesso e in tutte le combinazioni, i mantelli color focato e color fegato sono da penalizzare poiché portatori di difetti. Da tenere in forte considerazione è la taglia dei soggetti, oggi possiamo avere di fronte cani abbondantemente sopra la taglia ed altri sotto il limite consentito, i soggetti in taglia e ben bilanciati (balanced type) sono da incoraggiare e premiare. Nell’ insieme lo Stafford deve esprimere potenza. Vivere con uno Staffy Lo Staffordshire Bull Terrier in nessun caso deve avere problemi di timidezza nella sua piena maturità. Nelle sue caratteristiche salta all’ occhio un’ ottima affidabilità, non a caso lo Staffy viene definito il “Nanny Dog” ovvero “cane bambinaia”. La sua intelligenza ed affettuosità nei riguardi della famiglia e dell’ uomo in generale, lo rende un compagno ideale per un nucleo con bambini, i soggetti che manifestano ingiustificata aggressività andrebbero esclusi dalla riproduzione. Lo Staffordshire Bull Terrier può rivelarsi un compagno di vita

ineguagliabile, sempre pronto al contatto e alla difesa dei propri familiari. Apprezza molto la vita casalinga e se costretto in un appartamento ha bisogno di essere portato a fare lunghe passeggiate e corse, meglio se in ambienti boschivi. Il carattere adattabile in ogni situazione, porta lo Staffordshire Bull Terrier ad essere una razza molto indicata nell’ impiego sociale, come la Pet Therapy. Pur mantenendo sempre un buon temperamento Terrier non disdegna una vita tranquilla e casalinga. Da sottolineare come poche lezioni di obbedienza possano trasformare il cucciolo in un perfetto cane-cittadino. Anche non avendo doti estetiche eccezionali sarà sempre pronto a stupirci con la sua intelligenza ed affettuosità. L’incontro con uno Staffordshire Bull Terrier cambia radicalmente la vita di ogni cinofilo, ogni Staffy rimane nel cuore del padrone per tutta la vita. Cure e benessere Lo Stafford non ha bisogno di particolari cure, l’attenta selezione portata avanti da esperti allevatori italiani e stranieri, ha permesso che pochissime siano le malattie genetiche ereditarie. Particolare attenzione andrebbe rivolta al controllo delle displasie, delle oculopatie e della L2 HGA. In generale lo Staffordshire Bull Terrier gode di ottima salute sotto ogni punto di vista. Un’attività fisica intensa è preferibile per aiutare il soggetto ad essere più calmo e ben disposto alla vita quotidiana. Importante è mantenere il fisico dello Staffy asciutto e mai in sovrappeso. Un’alimentazione bilanciata è fondamentale per donare al soggetto una vita sana. Il

6

mantello liscio e corto richiede delle robuste spazzolate e pochi lavaggi durante l’ anno; l’utilizzo di prodotti a base di semi di lino aiuta il pelo a mantenersi lucente e morbido al tatto. La quotidiana pulizia, degli occhi e delle orecchie, sono fondamentali per evitare l’insorgere di fastidiose infezioni. Lo Staffordshire Bull Terrier è un amico fuori dal comune, leale, intelligente ed eternamente riconoscente, pochi altri cani sanno riempire la nostra vita. Alessio Catoni

Tom Walls

19

INC articoli giu11.indd 19

24/05/2011 18:29:02

L’importanza di riconoscere le allergie alimentari

Non sempre è buon appetito Attenti alle reazioni che denotano le intolleranze

La velocità con cui l’uomo vive la propria esistenza e la mancanza del tempo necessario per ritagliarsi degli spazi propri anche per esigenze primarie, quali un tranquillo pasto, sembrano coinvolgere, con il passar del tempo, anche la salute dei cani. Una realtà non tanto paradossale proprio perché alcune patologie possono essere ricondotte alla gestione “industrializzata” della loro alimentazione. In effetti, cibi canini preconfezionati, e spesso arricchiti con additivi, e una dieta non variata risolvono indubbiamente la già complicata vita dei proprietari, ma possono essere causa di reazioni immunitarie comunemente definite “allergie alimentari”. Terza causa di dermatite pruriginosa dopo l’allergia da morso di pulce e da inalazione, quella alimentare risulta effettivamente tanto più frequente quanto più a lungo per mesi o negli anni uno stesso alimento viene somministrato ad un esemplare e quanto più sia scadente o ricco di additivi e conservanti. Ma alla base del tutto, se pur volessimo semplificare, sta comunque una reazione soggettiva e fuori controllo del sistema immunitario del cane che reagisce con la produzione esacerbata dei cosiddetti “anticorpi” a seguito dell’ingestione di sostanze che gli studiosi definiscono “antigeni”. Questi antigeni altro non sono se non componenti dell’alimento; tra i maggiori indiziati le proteine, meno frequentemente carboidrati, additivi e conservanti. Tra i cibi che più spesso provocano allergie, ricordiamo la carne bovina o di pollo, le uova, il mais, il frumento, i prodotti lattiero-caseari, la soia. Raramente le allergie alimentari sono, invece, da imputarsi a carne di maiale, riso o pesce. Il sintomo che fa sospettare questa patologia è essenzialmente un prurito piuttosto intenso, non stagionale, che inizia solitamente nell’animale giovane sotto l’anno di età e che si localizza soprattutto ai piedi, all’addome, alle ascelle e all’in-

guine, talvolta esclusivamente nella parte interna del padiglione auricolare. Ovviamente, a forza di grattarsi, il cane può aggravare questa sintomatologia provocandosi aree alopeciche (senza pelo) e lesioni cutanee che aprono la strada a infezioni batteriche. Meno frequentemente può essere presente una forma gastro-enterica con vomito e diarrea. Mentre non è stata riscontrata alcuna predisposizione di sesso, sembrerebbero più a rischio determinate razze canine quali Bassotto, Retriever, Cocker e Springer Spaniel, per citare solo le razze da caccia. Diagnosticare un’allergia alimentare non è tanto difficile concettualmente, quanto nella messa in pratica della procedura che lo permette. Questo accade perché, una volta escluse altre frequentissime cause di prurito (es. le parassitosi), il proprietario deve essere erudito su una necessaria nuova gestione alimentare del cane mediante un cibo con cui l’animale non sia sicuramente mai venuto a contatto precedentemente per poterlo, nell’arco di molte settimane, “disintossicare” da quello sospetto. Fermo restando l’importanza della gradualità del passaggio alla nuova dieta in almeno 3-5 giorni, essa, una volta iniziata, dovrà essere assolutamente rigorosa ed esclusiva per almeno due mesi, tempo necessario per capire se veramente il prurito

fosse o meno causato dal cibo somministrato precedentemente. Tale dieta, ovviamente, dovrà essere in grado di rispondere alle esigenze alimentari del cane e dovrà consistere nell’associazione di una nuova, unica fonte proteica e di una di carboidrati. Solitamente, vista la frequenza con cui vitello e pollo entrano nella composizione dei più comuni alimenti per cani, saranno anatra, coniglio, cavallo, quaglia, fino ai più esotici struzzo e canguro, a rappresentare le fonti monoproteiche delle cosiddette diete commerciali “ad esclusione”. Queste ultime, indubbiamente molto pratiche e complete, hanno però la grande incognita di contenere additivi e conservanti, essi stessi imputabili come potenziali allergeni. Ma d’altronde trovare il tempo per preparare accuratamente al nostro beneamato una dieta casalinga bilanciata, con fonte proteica e di carboidrati come il riso (rapporto 1 a 2), in un’epoca frenetica come la nostra risulta piuttosto ostico. In ogni caso, dieta commerciale o casalinga che sia, dopo una durata di almeno due mesi, durante i quali nessun’altra fonte alimentare, nemmeno in quantità irrisoria, deve giungere al palato vorace del cane, il veterinario potrà cominciare a tirare le prime somme per un tentativo di diagnosi. Se nel frattempo il prurito è scomparso, le lesioni regredite, il pelo ricresciuto sulle aree precedentemente alopeciche, è probabile che il nostro cane fosse e sia un soggetto allergico all’alimento precedentemente somministrato. Una conferma dell’ipotesi deve necessariamente venire dalla prova empirica di risomministrare gradualmente il cibo precedente che, se “colpevole”, dovrebbe indurre nuovamente la sintomatologia in un tempo variabile dalle 4 ore fino a venti giorni dalla reintroduzione dello stesso nella dieta del cane. Sara Ceccarelli Medico veterinario

20

INC articoli giu11.indd 20

24/05/2011 18:29:02

INC articoli giu11.indd 21

24/05/2011 18:29:04

XXXVI Esposizione Nazionale Canina di Cingoli 10 LUGLIO 2011 CAC L’esposizione si svolgerà lungo i Viali Valentini - Cingoli (MC) Organizzata dal

GRUPPO CINOFILO CINGOLANO

via G. Leopardi 20 - Cingoli (MC) tel. 0733602176 - fax 0733602176 - mail gruppocc@alice.it Per informazioni: Lorena 3476646530 Parcheggi gratuiti - Punti di ristoro - Fontane pubbliche

BEST IN SHOW JUNIORES E GIOVANI PREMIO SPECIALE “50 ANNI DI DELEGAZIONE” RASSEGNA “I CUCCIOLI PRESENTANO I CUCCIOLI” La giuria è consultabile sui siti www.miglioredirazzareport.it www.gruppocinofilocingolano.it 1° chiusura 20/06/2011 - 2° chiusura 01/07/2011 Le iscrizioni devono pervenire esclusivamente presso Kallisté Casa Editrice - tel. 0119242660 - fax 0119243916/0119243855 Iscrizione online: www.miglioredirazzareport.it La manifestazione segue il regolamento ENCI in vigore

8ª ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA CAC

DOMENICA 14 AGOSTO 2011 GRADISCA D’ISONZO (GORIZIA) Presso il PARCO COMUNALE di Gradisca d’Isonzo Inizio giudizi ore 10.00 ORGANIZZAZIONE GRUPPO CINOFILO ISONTINO LA GIURIA E TUTTE LE INFORMAZIONI SONO VISIBILI SUL SITO: WWW.GRUPPOCINOFILOISONTINO.COM ISCRIZIONI: 1° chiusura: 23 Luglio 2011 2° chiusura: 03 agosto 2011 (con maggiorazione) Modalità di pagamento: con Conto corrente postale N° 38918322 intestato al Gruppo Cinofilo Isontino Via Don Bosco 24, 34170 Gorizia o con Vaglia Postale. Pagamenti on-line su: www.informacani.it Le domande di iscrizione complete della copia del pagamento devono essere inviate via fax al numero: 0481 532102

INC articoli giu11.indd 22

24/05/2011 18:29:05

INC articoli giu11.indd 23

24/05/2011 18:29:06

Campionato del mondo di pista La squadra italiana si classifica al 10° posto. La Croazia, nazione ospitante, si impone su 21 Paesi presenti alla manifestazione

In Croazia nella Regione della Slavonia in località Virovjitica, situata vicino al confine con l’Ungheria tra i fiumi Drava ed il Danubio si è svolto il 17° Campionato del mondo di pista IPO-FH. Regione prettamente agricola, con grandi estensioni di campi arati circondati da fitti boschi habitat di cinghiali, cervi, stambecchi, caprioli, fagiani e lepri; in particolare vi erano appezzamenti non ancora seminati, ideali per le prove di pista lunghe 1800 passi cadauna, che i cani hanno dovuto affrontare due volte con Giudici diversi nell’arco dei quattro giorni di gara. Il Comitato organizzatore ha saputo creare un campo di gara ideale per ogni concorrente, demandando solo al tempo con pioggia e forte vento a raffiche incostanti “la responsabilità” di creare le vere difficoltà che i cani hanno dovuto affrontare, dovendo essi riuscire a mantenere una ricerca continua, costante ed intensa per tutti i 1800 passi; difficoltà aggravata anche dal tipo di terreno argilloso, arato e fresato dove ogni refolo di vento sollevava una sottile polvere che copriva il muso del cane. Difficoltà queste che sono servite a fare la

La squadra italiana

differenza nel poter stilare la classifica. Entrambi i due concorrenti italiani hanno sorteggiato come giornate di gara il venerdì e la domenica. Primo a partire il venerdì è stato il debuttante De Piccoli Pietro col pastore tedesco Ex, questi effettuava una ricerca entusiasmante tale da ottenere punti 96 su cento, con la qualifica di eccellente. Poi è stato il turno del veterano Diani Renzo (presente per sette volte consecutive) col pastore tedesco Vaja di Oroval che

affrontando la prova con costanza ed esperienza ha conseguito un punteggio di 91 punti su cento e la qualifica di molto buono. Le dolenti note sono arrivate la domenica, quando dopo sei cani che non avevano terminata la prova è arrivato il turno di Diani e Vaja che sono riusciti a interrompere il momento negativo dovuto sì al vento, ma sopratutto all’improvviso caldo afoso che faceva ansimare i cani. La loro provata capacità ed esperienza li ha premiati con un risultato positivo di 86 punti su cento e la qualifica di buono. Non altrettanto bravi sono statati De Piccoli ed Ex, che hanno aggiunto alla situazione già descritta il panico dell’inesperienza, tanto che non hanno concluso la prova ottenendo una valutazione di insufficiente. Così alla fine delle quattro lunghe ed intense giornate la squadra italiana ha ottenuto il 10° posto, grazie a Diani e Vaja che con il loro lavoro ci hanno permesso di qualificarci al 17° Campionato del Mondo di pista, risultato positivo che da qualche anno ci sfuggiva. Carlo Mezzetti

Bassotti in mostra

Presso la sede dell’ENCI la personale dell’artista e allevatore Claudio Montefusco Dal 10 al 13 maggio 2011, la “Sala Soci” presso la sede ENCI di Viale Corsica 20 a Milano, ha ospitato la mostra personale di Claudio Montefusco allevatore ed esperto giudice dell’Ente, che ha rivolto da poco tempo la sua attenzione artistica al mondo dei cani.

La mostra in oggetto è stata il frutto della passione e dell’amore per la razza bassotto, da lui allevata da anni. All’esposizione di quadri era abbinata una presentazione di poesie sempre dell’autore, raccolte in un libro di prossima uscita,

intitolato “Anima prigioniera”. L’accesso libero alla mostra è stato possibile durante gli orari d’ufficio. L’artista ha donato all’ENCI una delle sue opere.

24

INC articoli giu11.indd 24

24/05/2011 18:29:08

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

Grosseto, 618 in passerella Grande partecipazione all’expo nazionale. Il Bullmastiff Theodor conquista il Best. Al secondo posto il Setter Joy di Monica Bottazzo Domenica 17 aprile 2011 si è svolta nella bellissima cornice del Camping Cieloverde di Marina di Grosseto, la 52° Edizione dell’Esposizione Nazionale Canina organizzata dalla Delegazione Provinciale dell’ENCI “Gruppo Cinofilo Grossetano G. Arzilla”. 618 i cani iscritti provenienti da tutta Italia ed appartenenti a quasi tutte le razze canine sono stati giudicati da esperti giudici Italiani ed esteri, al mattino per stabilire i migliori di razza ed al pomeriggio per l’assegnazione del prestigioso Best in Show. Si sono svolti altresì, con larghissima partecipazione, il Raduno Alani e la Speciale di razza per i Labrador e per i Golden Retrivier. Grande affluenza di visitatori e turisti presenti nel litorale maremmano, da una prima stima si calcolano circa 2000 persone presenti, interessati anche dal mercatino di prodotti artigianali locali dell’Associazione “ARTIERI”, e dalla prova di Agility dell’Associazione “Aurora”.

INC articoli giu11.indd 25

In questa edizione si è svolta anche la prima prova CAE 1, che per la prima volta in Toscana ha rilasciato 15 patentini per il binomio buon cane e buon cittadino; 13 dei 15 binomi erano stati preparati dal Centro Cinofilo “I Laghi” di Grosseto. Ecco i vincitori del Best in Show:

1° BULLMASTIF THEODOR di Sasha Pasqualetti. allevatore Leidi 2° SETTER INGLESE JOY proprietario e allevatore Monica Bottazzo 3° AZAWAKH ZAINABU KEL DAHOUSSAHAQ di Francesca Zampini, allevatore Monika Kessler

24/05/2011 18:29:09

GIUGNO:GIUGNO.qxp 17/05/11 10.18 Pagina 1

GIUGNO

TOP DOG & TOP GIOVANE REGOLAMENTO TOP DOG Il punteggio viene calcolato in base ai risultati ottenuti nelle esposizioni Internazionali italiane dal 01/01/2011 al 31/12/2011. Le esposizioni Nazionali non valgono. I Raduni non valgono. Le mostre speciali valgono doppio sia che si svolgano in Internazionale che in Nazionale. La partecipazione (cioè l'iscrizione) minima richiesta è ad almeno 4 esposizioni ed è necessario ottenere punteggio in almeno due esposizioni. Punteggi: - CAC 1 punto - CACIB 3 punti - BOB: con 1 cane iscritto da 2 a 5 da 6 a 10 da 11 a 20 da 21 a 30 da 31 a 40 da 41 a 50 da 51 a 100 oltre 100

1 3 5 7 9 11 13 15 20

punto punti punti punti punti punti punti punti punti

Valgono esclusivamente le esposizioni aventi luogo in Italia.

REGOLAMENTO TOP GIOVANE Riservato ai soggetti iscritti in classe Giovani in base ai risultati ottenuti nelle sole esposizioni Internazionali italiane. Punteggi: M.B. 1° = p. 1 ECC. 1° = p. 3 (1 solo iscritto nella classe) ECC. 1° = p. 5 (da 2 a 5 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 6 (da 6 a 10 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 7 (da 11 a 15 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 8 (da 16 a 20 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 9 (oltre 21 iscritti nella classe) A questi punteggi vanno eventualmente aggiunti 3 punti se il soggetto ottiene anche il BOB (minimo 5 iscritti nella razza). N.B. I punteggi inerenti il TOP DOG vengono rilevati periodicamente e direttamente mentre per quanto inerente il TOP GIOVANE la spedizione dei punteggi (fotocopia del libretto) è a cura dei proprietari. Il numero dei soggetti iscritti in classe giovane non è cumulabile fra maschi e femmine ai fini del calcolo del punteggio.

26

INC articoli giu11.indd 26

24/05/2011 18:29:10

GIUGNO:GIUGNO.qxp 17/05/11 10.18 Pagina 2

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Padova, Ancona, Ragusa, Pistoia Cane da Pastore Australiano Cane da Pastore Belga Groenendael Cane da Pastore Belga Lakenois Cane da Pastore Belga Malinois Cane da Pastore Belga Tervueren Cane da Pastore Belga Tervueren Schipperke Cane da Pastore Tedesco Cane da Pastore di Beauce Cane da Pastore di Brie nero ardesia Cane da Pastore di Brie fulvo grigio Bearded Collie Border Collie Cane da Pastore Scozzese p/l Bobtail Bobtail Cane da Pastore Scozzese Shetland Welsh Corgi Cardigan Welsh Corgi Pembroke Cane da Pastore Bergamasco Cane da Pastore Maremmano Abruzzese Kuvasz Pumi Cane Lupo di Saarloos Schapendoes Cane da Pastore di Vallée Cane Lupo Cecoslovacco Pastore Australiano Pastore Svizzero Bianco Australian Cattle Dog Bovaro delle Fiandre Dobermann nero focato Dobermann marrone focato Zwergpinscher Riesenschnauzer p/s Riesenschnauzer nero Schnauzer p/s Schnauzer nero Schnauzer nero Zwergschnauzer p/s Zwergschnauzer nero Zwergschnauzer n/a Zwergschnauzer bianco Zwergschnauzer bianco Terrier Nero Russo Dogo Argentino Shar Pei Boxer fulvo Boxer tigrato Alano fulvo Alano tigrato Alano nero Alano arlecchino Alano arlecchino Alano blu Rottweiler Dogue de Bordeaux Bulldog Bullmastiff Mastiff Mastiff

ROSTAGGENS HOOLIGAN SWEET SUNSET EXCELLENCE DESPERADO OD SUCHE HORY CHERIE ASIA WINNIE-T DEL COLLE OMBROSO YUMA DEL GRANDE MORO CHIMERA DI POGGIO DEL SOLE DYAUS DIOR DEL VIZIR NERO CARRIERBRADSHAWVALFOGLIA ASK ME WHY KASITERIT KIND OF MAGIC XIWANEJO DI CAMBIANO TI PRESENTO JOE BLACK ZENIT DEI NOBILPAZZI MOONLIGHTARAMIS DI SELVASPINA OSCAR DRAGONJOY LOVE SONG BORIS DEL PIERVEZ ASPRO DELL'ARINTHA DIUK DI SAN MAMILIANO PUMIDOROARAMIS PRIMA LUPA DI FOSSOMBRONE BRAMI VIENS BIEN A MOI FANTO ARIMMINUM MIKE-ZAKK WYLDE WHOA BLACK BETTY BABALAN FAELAN VOM TERLUNER SCHLOSS QUEBLUE AUSSIE ICON PASHÀ DELLA SILFA FEDRO DEL MONASTERO DI MIRABELLA GRENELLE DI TEMALINE QUARRY VON REUSSERLAND HURNIK'S DEMI MOORE-PS ERCOLE DEI DEMONI NERI NETZER PS DI CASA GIUFFRIDA CHERNI STRAZHNIK TWO FOLD LUCK VASCO DEL GRANDE MORO AXCIUM'S YES I CAN TAJINASTES PERLA NEGRA AXCIUM'S PAVAROTTI LYLLY POP RENDEZVOUS IN WHITE V HELLA-HOF AT ANENEVALE BORIS PULPERA II BRAVOURE BLANCHE GRACE KELLY CHE LINSE DINO BURU DE BOXER'S DE MUNDAKA MORGAN DE LA CALA DEL LEONE GUJA VOM MEISSNER LAND ANDREA DEL REGNO DI FANTASIA LUCREZIA DI CASA ELEONORE PRINCE OF OLD PINK HOUSE LUCIA DEL REGNO DI FANTASIA HUMMER DELLA VAL DI NOTO EEFJE PATEHOEK OCOBO BIG YIN PHEORM GREEN DRAGON MARGOT ALBATROS FEDORA DEL FRACASSO

Fanelli Francesca Lombardini Santina Imbergerova Lucia Chizzoni Carla Marrocco Antonio Fioravanzi Fabio Gaido Federica Occhipinti Giuseppe Bari Desirèe Baldo Giorgio Cernivani Elisa Miksikova Monika Dalla Valle Vanessa Beconcini Fabio Donat Laura Bovo Marisa Oieni Annamaria Pierotti Rossano Ceredi Chiara Bloch John Caruso Guglielmo Macchioni Marco Lovison Aurora All. di Fossombrone Funk Thomas Peruzzi Antonio All. Arimminum Moroso Daniele Mariotti Eleonora Bianchi Francesco All. della Silfa di Zabai All. del Monastero Pansera Christian Monduzzi Donazzi Sandro All. Hurnik’s di Guarnera Napolano Raffaele All. di Casa Giuffrida Morocutti Antonino Rizza Salvatore Stanislao Francesco Del Rio Alvarez Luis Martin Ferrari Fabio Ippolito Pasqualino Smith Jenny Harrison Rinaldi Gianni Grazio Leonardo Piatti Silvia Grillo Antonino Zabala Deunari Graziani Andrea Russo Paola All. del Regno Vitali Silvano Martina Salvatore Donati Patrizio Floridia- Pricone All. La Maison De Alfaree All. Psquared Pierleoni Luca Terranova Giuseppina Cappelli Massimiliano

5 9 5 7 3 3 8 24 7 9 9 7 11 22 7 7 6 10 16 3 10 6 7 5 5 5 11 13 10 16 8 5 13 23 8 26 29 10 10 18 24 22 14 14 15 11 26 34 17 22 9 36 2 2 18 38 30 17 28 8 8

27

INC articoli giu11.indd 27

24/05/2011 18:29:11

GIUGNO:GIUGNO.qxp 17/05/11 10.18 Pagina 3

GIUGNO

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Padova, Ancona, Ragusa, Pistoia Mastino Napoletano Mastino Napoletano Tosa Cane Corso Terranova Terranova Hovawart Leonberger Mastino dei Pirenei Cane da Montagna dei Pirenei Cane di San Bernardo p/l Cane da Pastore di Karst Cane da Pastore del Caucaso Cane da Pastore dell’Asia Centrale Tibetan Mastiff Bovaro del Bernese Grande Bovaro Svizzero Deutscher Jagdterrier Airedale Terrier Airedale Terrier Border Terrier Fox Terrier p/l Fox Terrier p/r Fox Terrier p/r Fox Terrier p/r Lakeland Terrier Manchester Terrier Welsh Terrier Irish Terrier Kerry Blue Terrier Irish Soft Coated Wheaten Terrier Parson Russel Terrier Cairn Terrier Dandie Dinmont Terrier Norfolk Terrier Norwich Terrier Scottish Terrier Sealyham Terrier West Highland White Terrier West Highland White Terrier Terrier Boemo Jack Russel Terrier Bull Terrier taglia normale Bull Terrier miniatura Staffordshire Bull Terrier American Staffordshire Terrier Australian Silky Terrier Yorkshire Terrier Bassotto Standard p/c Bassotto Standard p/l Bassotto Standard p/l Bassotto Standard p/d Bassotto Nano p/c Bassotto Nano p/l Bassotto Nano p/d Bassotto Nano p/d Bassotto Kaninchen p/c Bassotto Kaninchen p/c Bassotto Kaninchen p/d Samoiedo Alaskan Malamute

‘A UAPPA DELLE RUPE ORSO DELLO STRADONE VESUVIANO ETSUNE TOSAKENGOLDS MISTERFRENCH DEL ROSSO MALPELO BLACK CLOUDS QUARK URSINUS VELUTUS KISS IN THE RING LAPO KISS ME LEONSTONE VOM HEIDERSIEFEN MURTOI'S DOBBY ASPIN DU ROYAUME D'URSITA DONATELLO DAMPUJ FAUST KAMEN GORSKI HANA JAROMIR HOKSA REX LIEVORE'S EDITION CASTA DIVA SHANG HAI'S PIMPIMPULA GARUDA TIFFANY SOLITAIRE KLARK CRNJA CRNI GROM BATTOS LAVAI STEROS EASY GOING EMERALD OF LANTAKA FORTUNA DE AIDEDKII'S CHELINES LA REMUNDIALESKA STROZZAVOLPE KAPJROYALE VITTORIO V.D. SCHONEN BERGEN GOSEL SIMPLY THE MAN AT KEBULAK NUVOLARI BOLLICINA DI SODIO O'CONNELL MACHAGONY PERRISBLU GOLDEN KING FRANKO VALADA'S ERMINA FEMINA MCALLISTER'S TAYLOR MADE MASCALZONE LATINO SUNJOY'S A KIND OF MAGIC FUNNY DEL MERCURIO WILD DEVIL JAKIE O SILIMIDE STARDUST TALAO ORZO CACAO BRAIT NOUZ DAN VERY WELL FIRSTSIGHTLOVE AT SUNWHITE ESTEREL DU CHAMP D'EOLE OUT ACTING RAGS PUMA ARMIN DI CASA ARIANNA BIKATO PARTI NINA SAWYER STAFFILAND'S EAST COAST BUFFY JUNIOR OF MAGIC MELODY QOCCLES'S REGINA DI CUORI WURSTEL DI TURBOLAND LUIGI XIV RE SOLE NOTORIUS EX SENTIA THE SPY WHO LOVED ME BERGHEMDAX ILONA HUGOBOSSGINGERALE EXCALIBUR DE BUCH DE LA PEROUSE WOLGA DI CASA MAINARDI BAUCHAL'S REPLAY KIBA VOM DRILAND ROULETTE DEL GOTHA BULKY KING WHITE DEL BAFFIN ROHAN DEL BIAGIO

All. Della Rupe Ardea Mocali - All. Fossombrone Lissoni Daniele Mistretta Marcello Iodice Marco Fantur Oton Barbaro Valeria Albertini Daniele Cercaci Claudio Tabacci Sergio All. Dampuj Permozer Mihaela All. dei Nobili Guerrieri Giudice Federica Caricato Francesco Copercini Sara Giulia Ziva Munih Di Pascoli Paolo Varoli Giorgio Fattorini Rosaria All. Lantaka Savini Stefania Larsen Greta Mitnyan Gàbor Duesmann Davani Cara Brenciani Patrizia Bagni Ilaria Cappellari Roberto Meda Filippo Repina I. Poletto Roberta Ravera Nicoletta All. Sunjoy's di Taucci Bylund Ingrid D'Atanasio Alessandra Blé Ismana All. Talao Sartori Maria Maddalena Calia Stefania All. del Caviano di Battilani Garbarino Maria Cristina Peyrone Ermanno All. del Maunik Scolari Elena Galasso Thomas Haslinger Andrea Kazakiene Daiva Niccolini Antonella Cacciatore Donata Rostagno Antonello Huber Camilla All. Berghemdax Padoan Alessandro All. Eketla’s Nardi Manuela Bovio Sonia All. Dragon Little Terruzzi Lucia Saccani Giuseppe All. del Biagio

7 7 7 13 11 11 22 9 7 16 10 5 11 11 8 13 8 7 6 6 7 9 7 7 7 6 4 7 1 8 7 9 6 4 5 11 8 7 9 9 5 15 6 7 9 9 5 22 10 6 6 13 22 4 9 9 8 8 10 18 16

28

INC articoli giu11.indd 28

24/05/2011 18:29:12

GIUGNO:GIUGNO.qxp 17/05/11 10.18 Pagina 4

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Padova, Ancona, Ragusa, Pistoia Siberian Husky Laika della Siberia Occidentale Cane da Orso della Carelia Wolfspitz Spitz Piccolo a/g e ac Spitz nano tutti colori Volpino Italiano Chow Chow Eurasier Akita Akita Akita Shiba Shiba Akita Americano Canaan Dog Pharaon Hound Perro Sin Pelo del Perù Medio Basenji Cirneco dell’Etna Podenco Portoghese p/d Piccolo Thai Ridgeback Dog Chien de Saint-Hubert Segugio Maremmano Porcelaine Segugio Italiano p/r Segugio Italiano p/f Smålandsstövare Grand Basset Griffon Vendéen Basset Hound Beagle Hannoverischer Schweisshund Alpenläendische Dachsbracke Dalmata Rhodesian Ridgeback Rhodesian Ridgeback Cane da Ferma Tedesco p/c Cane da Ferma Tedesco p/d Weimaraner p/c Bracco Francese tipo Gascogne Bracco Francese tipo Pirenei Bracco Italiano b/a Bracco Italiano r/m Bracco Ungherese p/c Bracco Portoghese Epagneul Breton b/a Epagneul Breton b/a Epagneul Breton a/c Spinone Italiano b/a Spinone Italiano r/m Pointer Inglese Setter Inglese Gordon Setter Gordon Setter Setter Irlandese Nova Scotia Duck Tolling Retriever Flat Coated Retriever Flat Coated Retriever Labrador Retriever Golden Retriever Chesapeake Bay Retriever

OUMIAK'S BOOGABOO ROCKSTARR FIGO W CIENIU CROBREGO TSARSHADOW'S THE ART OF WAR MAGGIO CIONDOLO DOUBLESSE SERGRANT PEPPER POWERPOM QUANTUM OF SOLACE UGGIA DELL'ANTICA ETRURIA SWITCH OVER DOGGY KAJITSU NO ZEITAKU-GO KIN GO NIPPON SUN FUJIO AIKOU GOSHUN'YOU KENSHA DUBAI DEL BIAGIO DE KANER'S WOLVERINE REVENGE TULLIO ENIGMA QUICK STEP LLASHA PELITO ANUBI'S ENIGMA EROS LANDO DEL GELSO BIANCO MANOLO P.A.T. NORBERTHAI RIDGEBACK LAN-NA BADGER CREEK'S LOVE RANGER FRODO CAMOMILLA BRUK LAMPO DI POMPIANO ROCCO BLACK MAJESTY FARANDOLE WHEREVER YOU WILL GO D. T. DEI TEMPLARI SWEET DIAMOND MAX DACHS DAUMONT LADYHAWK AIDEE TOSCA YECABEL HARMAKHIS WISDOM KARL TALISKER AVAR HARLEY DI GREYSBETH ETORKY DU VALLON DE BEADUINI ETOILE DE CANTE PARDIGAN RIBOT PILONE DEI SANCHI MINOS DEL FATALBECCO XIVA DE TORRES PETIT DI RIMNIS WISKY DIDO DANTE PRIMO DELL'ADIGE AIR KING BREZZA EIDI DELLE QUERCE MERIZIE ILIA DELL‘ARISTEA SUNDOWNER'S DARWIN BRIGITTE BARDOT DEGLI ANGELI ROSSI BENNINBHREAG PROD PETER DARKNIGHT SAFFRON BLACK WINDOF VARAZDIN NURSYLAND ESPRESSO BAMBOLA AT VALDISTERZA ROYAL CREST GOLD N VANITY FLAIR NORDAIS SEDGEGRASS ROCKET SAM

Rosin Claudia Rani Sauro Deeley Dawne Falcinelli Caterina Cannizzo Anna Viganò Valentina All. Dell'Antica Etruria Minardi Oscar All. Nordic Dream Tognocchi Alessandro Lombardo A. Marcello All. Nippon Sun All. Culotta Kephaloidion All. del Biagio All. dei Patrizi Romani Barbini Norma Ciabatti Dino Allemant Pedro Ferrini Maurizio Fiorito G. Giuseppina Gheri Laura Petturiti Adelmo Cnsas Paparelli Gian Paolo Pietrelli Alessio Guggia Renzo Menegale Paolo Nencetti Valter Raic Iva All. della Terra dei Templari Dondina Paolo Martinetti Giorgio Tisbo Stefano Giulini Roberta Greco Laura Zerbinati Alessandra Landini Oscardo Soldini Luca All. Greysbeth di Parrinello All. del Guardengo All. del Guardengo Codeluppi Paolo Pelagatti Roberta Poggini Alessandro Zavatta Graziano Marchetti Silvano Migliorini Luigi Dal Toé Gianfranco Brachini Aldo All. dell’Adige Buzzico Marcello Bellantone S. Roberto Loffredi Alessandra Loffredi Alessandra All. Degli Angeli Rossi Garutti Marco Mazzon Riccardo Scarpa Lucia Morganti Marco All. Royal Crest Gold Lanza-Frank Moira

22 7 2 21 6 12 9 9 6 7 7 7 7 7 13 1 5 5 12 26 6 5 7 3 7 6 5 7 1 16 11 5 7 20 9 9 9 6 18 20 19 9 12 7 5 7 7 7 9 8 26 18 5 5 22 6 5 5 19 36 7

29

INC articoli giu11.indd 29

24/05/2011 18:29:13

GIUGNO:GIUGNO.qxp 17/05/11 10.18 Pagina 5

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Padova, Ancona, Ragusa, Pistoia Clumber Spaniel Cocker Spaniel Inglese rosso Cocker Spaniel Inglese nero - nero focato Cocker Spaniel Inglese a/c Springer Spaniel Inglese Welsh Springer Spaniel Cocker Americano Cocker Americano Cão de Agua Português Lagotto Romagnolo Maltese Biçhon Havanais Biçhon à Poil Frisé Biçhon à Poil Frisé Bolognese Coton de Tuléar Piccolo Cane Leone Barbone Grande mole bianco Barbone Grande mole nero Barbone Grande mole grigio Barbone Media mole bianco Barbone Media mole nero Barbone Media mole grigio Barbone Nano bianco Barbone Nano nero Barbone Nano grigio Barbone Nano rosso fulvo Barbone Nano rosso fulvo Barbone Miniatura bianco, marrone, nero Barbone Miniatura grigio, albicocca, rosso Griffone Belga Griffone di Bruxelles Piccolo Brabantino Chinese Crested Dog Lhasa Apso Shih Tzu Tibetan Spaniel Tibetan Terrier Chihuahua p/c Chihuahua p/l Cavalier King Charles Spaniel King Charles Spaniel Pechinese Chin Epagneul Nano Continentale Papillon Epagneul Nano Continentale Phalène Russian Toy Bouledogue Francese Carlino fulvo, argento, albicocca Carlino nero Boston Terrier Levriero Afgano Saluki Levriero Russo Levriero Irlandese Deerhound Whippet Piccolo Levriero Italiano Azawakh Levriero Arabo Levriero Polacco

LIBELL'S ALL SHOOK UP CLUSSEXX COSTOPA'S MR WOODMAN AT ZAHIRCOCKER FRANCINI'S GIGOLO' SYRAH NERIDA DREAM PRINCESS REX GELTMAN'S GRAND VERSION TRULY YOURS GIVE ME A CHOICE VJ'S DANCING QUEEN BRIGITTA DO LUSIADAS KAN TRACE BAZOOKA JOE CINECITTA' QUENTINTARANTINO GENNARO LES DOUCEURS DE SOIE CRYSTALWHITE MOONLIGHT SNOWDANCER GLORYB'D DRAGON KING RADAMANTINO MICHELE COTONBRIE CEZANNE FOR COTONCLOUDE CHIC CHOIX SIMONE DE LA CROIX SAMARCANDA THE WORLD IS NOT ENAUGH SAXON SPLASH EXTREME SAMARCANDA SILVER SURFER KELKA'S BLONDE BIJOUX CANMOY'S BLACK MAGIC GANDALF IL GRIGIO GIULFO NORDIC IMPACT CASPIAN LINE'S BLUE BAYKAL BLANCHE MAMY DENIM FOR RED LOVELY ELYSEE MY SWEET LORD SPEECHLESS VAN KLEIN NULLAND MIU MIU DI FOSCALBERTO UNION GRIF HEVENLY BEAUTY NICHI GUY LAROCHE NICHI GANGSTA'S LOGO ORIENTAL JOKES DOUBLE JEU CHIMMOFAFA' OPIUM DI CASA CORSINI CHENREZI CHEERLEADER LOST VALLEY NYISHAR MUSIC VELVET FRANCISCO DUVAL MUSIC VELVET BARBARESCO BARKLEY DES HAUTS CADOURQUES OTTONE-RU DEI COMTE D'EAU STEVE MEKQUEEN ORIENTE EXPRESS CINDERLACE SACHIO AT DEKOBRAS ZKARABI'S JFK PEPPINO V. ZWALENSKI EESTILESS NICOLAS SARKOZY BENJAMIN DI FOSSOCORNO NABUCCO'S CASANOVA PEDRO FROM IRON COUNTRY EDIPO RE XENOS NAMARA NOUR AL SHAD STEPNYKH ALMAZOV EKATERINA PAPPA COL POMODORO DEI MANGIALUPI KILBOURNE HESTER SOBERS INGRID GILBERTO DEI RAGGI DI LUNA AMIRASIS ZAVANNA SCHURU ESCH SCHAMS ALLEGRA NIWIKA SIBIN

Johnson D. Ferrara Alessandra All. Francini's Bevilacqua Silvia Zanetti Valter Sellberg Carina All. Special Blend De Mattei Alda Zappaterra Antonia Gasparic Ales Vezzani Barbara Kempinaire- Fossion Violini Alessia Ferrato Irene Friggi Maria Luisa Needham Shelagh Lindroos Outi All. Samarcanda Vigorita Rosalba Merati Lorena Marchetti Tatiana Lund Carita Giantin Valentina Bandini Simona Kolbe Natascha Nizzola Lorena Adriana Bryukhovetska Olga Marino Ottavio Giuliani Alessandra Marino Ottavio Serova Liudmila Vuolo Luigi Vuolo Luigi Reynaud Francesca Freddi Monteforte Angela Falcier Maria Antonia Lorenzon Anna Saponi Silvia Gozzi Raffaella Tartaro Paolo Stramesi Alessio Moretti Enrica All. Oriente Express Piovano Marco Gennari Rosa Cardella Silvano Kholkhlova Yu. Consalvo Antonio Magri Monica All. dei Muppet Show Nunziatini Nicolò Verzini Eddy Gelsomino Luca Epifani Cristina Iori- Poli Ravazzolo Andrea All. Sobers All. dei Raggi di Luna Zampini Francesca Bostjancic Eva Vintrici C.

1 17 7 9 5 7 7 7 8 26 16 14 15 15 16 14 10 8 18 14 12 20 10 6 26 18 7 7 22 9 14 18 17 29 16 29 15 14 31 26 22 16 17 16 8 10 12 34 13 32 26 9 18 26 16 14 24 13 24 8 10

30

INC articoli giu11.indd 30

24/05/2011 18:29:14

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

31

INC articoli giu11.indd 31

24/05/2011 18:29:16

GIUGNO:GIUGNO.qxp 17/05/11 10.18 Pagina 7

Nazionale di Ostiglia Best in Show (ph. K)

RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI OSTIGLIA GRUPPO 1 Giudice: Blaz Kavcic Soggetti in ring: 9 1° Pastore Tedesco GRANDO JUNIOR DI CASA INES Pasqualini M. - 2° Cane Lupo Cecoslovacco BALATRON Balatroni A. - 3° Border Collie VALECROFT DARK CHARM FROM FAYKEN Cerchione P. GRUPPO 2 Giudice: Marjia Kavcic Soggetti in ring: 10 Dopo la prima selezione: 4 1° Riesenschnauzer Nero CUGAN DEL CARO DIAVOLO Zoppelletto L. - 2° Cane Corso KURT Grieco R. - 3° Alano Arlecchino PRISCILLA OF OLD PINK HOUSE Martina S. GRUPPO 3 Giudice: Sergio Pierluigi Soggetti in ring: 12 Dopo la prima selezione: 5 1° Yorkshire Terrier QOCCLE'S DIMMIDISI Pollini N. - 2° Fox Terrier p/r STROZZAVOLPE KAPJ ROYALE Mitnyan G. - 3° Kerry Blue Terrier BALBOA RAY BAN Merenghi R. GRUPPO 4 Giudice: Athos Albani Soggetti in ring: 8 Dopo la prima selezione: 4 1° Dalmata DAUMONT MADE IN HEAVEN AT HERBERIA Ricchetti F. - 2° Rhodesian Ridgeback FAIRRAY JOCKEY Zanardi D. - 3° Bassotto Standard p/d DOROTA DI CASA MAINARDI All. di

Casa Mainardi GRUPPO 5 Giudice: Blaz Kavcic Soggetti in ring: 8 1° Akita Americano TORAZO'S FYREWAY Leonardi L. - 2° Siberian Husky AMERICAN GRAFFITI DELLA VANISELLA Drioli M. - 3° Chow Chow AFRICAN YUEEN Vighi C. GRUPPO 6 Giudice: Mario Migliarini Soggetti in ring: 11 1° Setter Irlandese ALI DI CASA BERTOLINI All. di Casa Bertolini - 2° Cane da Ferma Tedesco p/c PATTY All. dei Tre Laghi - 3° Labrador R. AQUAMARINEWAVE BETHLEHEM Mambelli F. GRUPPO 7 Giudice: Marjia Kavcic Soggetti in ring: 6 1° Bouledogue Francese FIRST MISSION DOUBLEFACE DU JARDIN DES GOURMANDISES Barbieri A.- 2° omissis - 3° Tibetan Terrier QANDA LHI'S GAURIKA Del Monte L. GRUPPO 8 Giudice: Maria T. Gabrielli Mondo 1° Afgano XENOS NAMARA Verzini Eddy - 2° Whippet JOSEPHINE BAKER Oleotti Cesare - 3° PLI HONEY DEI RAGGI DI LUNA All. dei Raggi di Luna JUNIORES Giudice: Athos Albani Soggetti in ring: 13 Dopo la prima selezione: 6 1° Akita DEI LAGHI TAILLY MIZU NO KOKORO SUFFLE Monti A. - 2° Bouledogue Francese ACHILLE Oleotti C. - 3° Bassotto Nano p/c HELLO KITTY DI CASA MAINARDI Prevelato E.

GIOVANI Giudice: Maria T. Gabrielli Mondo Soggetti in ring: 40 Dopo la prima selezione: 17 Dopo la seconda selezione: 6 1° Borzoi RUSSKIY AZART VERSILIA PER ASPERA AD ASTRA Oleotti C. - 2° Whippet JOSEPHINE BAKER Oleotti Cesare - 3° Akita A. REGALIA'S ONE MORE TIME Leonardi L. RAZZE ITALIANE Giudice: Athos Albani Soggetti in ring: 10 1° Volpino Italiano GINO DEL COLLE DEGLI ULIVI Casagrande E. - 2° PLItaliano HONEY DEI RAGGI DI LUNA All. dei Raggi di Luna - 3° Segugio Italiano p/r GEA Panciroli I. BEST IN SHOW Giudice: Marjia Kavcic 1° Pastore Tedesco GRANDO JUNIOR DI CASA INES - 2° Yorkshire Terrier QOCCLE'S DIMMIDISI - 3° Bouledogue Francese FIRST MISSION DOUBLEFACE DU JARDIN DES GOURMANDISES ERRATA CORRIGE Nel numero di Aprile è stato erroneamente pubblicato il nome del secondo classificato nel raggruppamento giovani di Sabato a Padova: il nome corretto è THRILLSEEKER DELLE ANTICHE MURA propr. Arianna Stasiana. Nelle classifiche del Top Giovane 2010 è risultato involontariamente omesso, in classifica parziale, il cane di razza Dogue de Bordeaux IGOR DE LA MAISON DE AL FAREE di proprietà della Sig. B. Gentile.

32

INC articoli giu11.indd 32

24/05/2011 18:29:17

)

A ° i E

E ° A o

I e -

i è A

è n e L

INC articoli giu11.indd 33

24/05/2011 18:29:20

L’ENCI per i

INC articoli giu11.indd 34

24/05/2011 18:29:23

s

i

suoi associati

INC articoli giu11.indd 35

24/05/2011 18:29:26

32º ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA DI RAPALLO-TIGULLIO

CAC/CACIB 10 e 11 SETTEMBRE 2011 a CASARZA LIGURE (GE) a 4 km dall’uscita del casello autostradale di SESTRI LEVANTE - Ampio parcheggio adiacente all’esposizione

SABATO: GRUPPI 1, 5, 6, 8, 10 - DOMENICA: GRUPPI 2, 3, 4, 7,9 1° CHIUSURA: 12 AGOSTO - 2° CHIUSURA: 22 AGOSTO (+ 30%)

GRUPPO CINOFILO TIGULLIO E GRANDE GENOVA

Via Zignago, 22 - 16035 Rapallo (Ge) - CASELLA POSTALE 205 - tel.0185.234038 fax 0185.232438 - g.cinofilotigullio@libero.it

BEST IN SHOW JUNIORES, GIOVANI E VETERANI GIURIA CONSULTABILE SUL SITO www.bremadog.it e sulla pagina Facebook “Gruppo Cinofilo Tigullio e Grande Genova” Iscrizioni: ON LINE con pagamento con carta di credito su www.bremadog.it - VIA FAX allo 0185.232438 (con pagamento allegato pena la non accettazione) VIA MAIL a g.cinofilotigullio@libero.it (con pagamento allegato pena la non accettazione) Pagamento: con conto corrente postale n. 12271177 o con vaglia intestato a Gruppo Cinofilo Tigullio e Grande Genova c.p.205 - 16035 Rapallo (Ge) (indicare nella causale nome cane, razza e nome proprietario) Per verificare corretta iscrizione: - per iscrizioni on line: cell Bremadog 346 2480808 - per iscrizioni via fax o mail: Gruppo Cinofilo Tigullio tel. 0185. 234038 LUNEDI e VENERDI dalle 15.30 alle 19.00, MERCOLEDI dalle 9.00 alle 12.00 - I cani iscritti devono essere registrati all’Anagrafe canina - Vige Regolamento ENCI

III ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA CAC RIETI CACIB 3 LUGLIO 2011

Loc. Pian de Roche Terminillo Mostre Speciali Kurzhaar - Barzoi Irish Wolfahound - Greyhound Deeerhound - Sloughi Magyar agar - Galgo espanol Azawak - Levriero polacco Saluki - Whippet ORGANIZZAZIONE EVENTO CANITALIA

LA GIURIA E’ CONSULTABILE SUL SITO www.canitalia.it Organizzazione GRUPPO CINOFILO SABINO Via Pennina, 28 – 02100 RIETI fax 0746/271750 – 0746/293989 – gruppocinofilosabino@libero.it

INC articoli giu11.indd 36

24/05/2011 18:29:27

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

Desio, il “best” ad un piccolo levriero italiano

Valerio illumina l’expo Meritato successo del campione dell’allevamento “dei Raggi di Luna”. Perfetta l’organizzazione, ottima la giuria, numeroso il pubblico Sempre accogliente e serena l’atmosfera del Paladesio in occasione dell’Esposizione Nazionale Canina svoltasi il 17 aprile. Organizzata con passione e precisione, l’esposizione è diventata un momento di incontro tra i numerosissimi appassionati che ci seguono e che ci invitano a proseguire anche in futuro, ed un bel momento di confronto tra gli espositori ed i numerosi visitatori. Giudici di primissimo piano quelli italiani quasi tutti all rounder con valutazioni morfologiche centrate per quanto di meglio offre in questo momento l’allevamento italiano. A completamento della giuria una terna di esperti provenienti dal Nord Europa, gli irlandesi Colette e John Muldoon, estroversi e doviziosi di dettagli importanti per ognuna delle razze da loro giudicate, in particolar modo per le razze originarie del Regno Unito, e Nina Karsdotter, svedese, calata nel suo ruolo, dotata di grande tecnica di valutazione, decisa nelle sue scelte, che ha giudicato con chiarezza di idee, con decisione e competenza il Best In Show scegliendo i tre soggetti migliori dell’Expo che sono risultati: 1° classificato - VALERIO DEI RAGGI DI LUNA, PICCOLO LEVRIERO ITALIANO dell’ALL.TO DEI RAGGI DI LUNA 2° classificato - SWEET XEVALIER, SAMOIEDO di ROBERTO MAZZETTO 3° classificato - VALENTINO ORIENTE

BIS Tiziano Mores, delegato ENCI, Lidio Riva, i giudici Colette Muldoon, Nina Karlsdotter, John Muldoon, Ernesto Capra, Sonia Falletti e Franco Ferrari

EXPRESS, PECHINESE di GIANCARLA MANGILI che hanno conquistato il podio su una compagine di ben oltre 400 soggetti presenti. Prima dell’inizio del Best in Show una notevole squadra di Junior Handler ben schierati e catechizzati da una dinamica Elaine Narduzzo, hanno voluto sfilare nel ring d’onore con i loro compagni di giochi in una bellissima coreografia supportati da un folto pubblico di appassionati. Un ringraziamento alle autorità locali ed ai

Recensione BUONA NOTTE FIDO Stefania Avanzini - Editore & My Book “Baunotte Fido” è un volume davvero innovativo nel mondo editoriale. E’ un libro studiato, come spiega l’autrice stessa nell’introduzione, “per addolcire il sonno ristoratore dei nostri amici a quattro zampe, per alleviarne i malesseri di stagione, o per accompagnare le loro coccole sul divano”. Dieci favole che hanno come protagonisti altrettanti cani dai comportamenti, pregi e difetti tipici degli esseri umani. Storie di vita, con gesti di bontà ed azioni egoistiche, con emozioni e batticuore, ma che terminano sempre con un lieto fine. Anzi, con una vera e propria morale atta ad educare come il bene vinca sempre e che è, perciò, da perseguire sempre e da tutti. Lo stile è fresco e scorrevole nel descrivere fisicamente i protagonisti, duro e tagliente nei dialoghi di reprensione del male. Insomma, “Baunotte Fido” è un libro per grandi e piccini, uomini o cani che siano.

tecnici del Comune che hanno offerto un supporto logistico di prim’ordine coinvolgendosi con i soci del Gruppo Cinofilo Desiano per una perfetta organizzazione della manifestazione. Col pensiero di accrescere l’importanza della manifestazione il Gruppo Cinofilo Desiano sta programmando per l’anno a venire altre manifestazioni col fine di intrecciare sempre più un miglior rapporto tra cani, cinofili e cittadinanza per una miglior convivenza tra l’uomo ed il suo più fedele amico. Lidio Riva

Recensione La nuova Guida amici365, un utile vademecum per chi vuole passare 365 giorni l’anno con il proprio amico a 4 zampe. La Guida si divide in due sezioni: - Amici in Vacanza, sezione storica che raccoglie una selezione di strutture di vacanzapet friendly come hotel, campeggi, agriturismi, b&b, villaggi ma anche spiagge e strutture di activity dog. Dalle 1.300 segnalazioni dello scorso anno si è passati a oltre 2.000 strutture turistiche (+50%); - Amici in Città, nuova sezione di esercizi pubblici (ristoranti/ pizzerie, locali di tendenza/pub/enoteche) e strutture dedicate al benessere quotidianodel cane (aree di sgambatura, SOS Veterinari disponibili 24 ore su 24), con circa 1.000 indirizzi selezionati.

37

INC articoli giu11.indd 37

24/05/2011 18:29:28

Un originale incontro dei partecipanti al Forum sulla razza

Akita, dal web all’Umbria Una manifestazione di cinofilia. Cultura e cane nel sociale

Tutto nasce da internet che mai come in questi anni sta invadendo la nostra società e non poteva non toccare anche i nostri amici a 4 zampe. Grazie al Forum “Amici degli Akita” (http://amicidegliakita.forumfree.it) si è vissuto il 3° incontro di questa magnifica razza giapponese, nella splendida cornice delle colline umbre, nella tenuta dell’agriturismo Torre Burchio a Bettona (PG). Il Forum oggi conta circa 300 iscritti, il cui numero tende a salire vertiginosamente. Nasce un anno fa dall’ idea di Sara De Peppe, proprietaria di un esemplare di Akita, di voler condividere esperienze e opinioni di una razza che dopo il film “HACHIKO” era salita alla ribalta della cronaca. Raccontare le emozioni vissute a passeggiare con più di venti cani tra i borghi antichi dell’Umbria e condividere con loro un week-end tra cultura, cinofila e buon mangiare è difficile da spiegare. Le sensazioni che si riescono a percepire sono quelle di felicità e soddisfazione da parte di tutti i partecipanti che non vedono l’ora di condividere nuovamente questa fantastica esperienza. La prossima tappa “dello tsunami Akita” ci sarà probabilmente nel mese di settembre, la cui location sarà definita a breve dagli amministratori del forum. L’incontro ha visto la fattiva collaborazione della Dott.ssa Ilaria Epifani che grazie alle sue competenze sul metodo Tellington ha tenuto un corso teorico e pratico di TTouch, tecnica tesa al recupero e miglioramento dello stato di benessere del cane. Coinvolgente è stata,

poi, la prova, chiaramente goliardica, che ha visto premiare il soggetto più simpatico e quello più rassomigliante al padrone. I vincitori sono stati selezionati da un’ insolita ma preparatissima giuria composta da quattro bellissimi bimbi che hanno vissuto il loro momento di gloria in allegria pura. Interessante e di cultura cinofila l’incontro prima della cena dove tutti i presenti hanno appreso le nozioni di base su una giusta ed equilibrata alimentazione del cane e sulla prevenzione delle principali

malattie ereditarie che colpiscono la razza. La felicità la si è letta quando alla fine della magnifica passeggiata, con guida turistica, nel centro storico di Perugia, sul volto di tutti è scaturita la consapevolezza che tutto ciò di bello che avevano vissuto era finito e si ritornava a casa. Resta nel cuore l’aver vissuto un week-end dove il sociale, il culturale e l’Akita hanno stretto un legame veramente forte e indissolubile. Un ringraziamento particolare va all’amica Aliuscia Pelucca, che come attiva collaboratrice nel forum, ha scelto la location valutando tra le varie possibilità, ha interpellato i vari personaggi intervenuti ed essendo in loco ha organizzato in modo puntuale e minuzioso il tutto in ogni particolare. Un ultimo plauso ai nostri splendidi cani di razza Akita che con il loro carattere e temperamento anche in questa occasione hanno saputo dare il meglio, hanno fatto capire a tutti che sanno darci molto ma molto di più di quanto noi diamo loro. Manuela Convertini Francesco Pascarelli

38

INC articoli giu11.indd 38

24/05/2011 18:29:28

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

Successo del grande raduno mondiale di razza

Bracchi Francesi a Parma Presenti 48 concorrenti per l’esposizione e 30 nella prova di lavoro

Bracchi francesi numerosi a Parma per il 15^ Raduno Nazionale di razza il 9 aprile 2011: ben quarantotto soggetti presenti all’appello del Club Italiani Bracco Francese per la verifica morfologica, e trenta impegnati nella prova di lavoro nei difficili terreni del parmense. Da poco importato dalla Francia, Boscquu du Clos de Gaou si impone al Raduno morfologico nel confronto con la miglior femmina, Dea di Villa Pamphili, assicurandosi il riconoscimento di “Migliore del Raduno”. A Dreamer di San Donato viene attribuito il premio “Bello e Bravo” in virtù dei risultati ottenuti nella combinata Raduno-Prova. Nel totale dei soggetti presentati in ventinove hanno ottenuto la massima qualifica all’Eccellente, ed i restanti, (tolti tre non giudicati), con il Molto buono. Vincitori nelle rispettive categorie del Raduno, oltre ai già citati Bocquu e Dea, si classificano parimenti con il CAC, Gerry e Dreamer di San Donato di Ricotti, Etoille du Cante de Pardigau di Fulgenzi, Charlotte di Bertazzolo, ed Etorki du Vallon de Beaudini, (unico Gascogne), di Fulgenzi. La verifica morfologica è stata giudicata dagli Esperti Giudici dell’Enci Dr. Luigi Cremonesi, (Presidente del Gruppo Cinofilo Parmense), e Dr. Antonino La Barbera, (Vicepresidente del CIBF), i quali hanno manifestato la loro piena soddisfazione in merito allo stato di salute della razza in Italia sulla base di quanto osservato in un così nutrito gruppo di soggetti. Mai visti prima d’ora in questi numeri nel nostro Paese. La manifestazione ha avuto modo di essere espletata grazie alla preziosa collaborazione del Gruppo Cinofilo Parmense, che oltre alla fattiva collaborazione del suo Presidente ha potuto contare sul prezioso operato di Omar Dioni, vero factotum del gruppo di cinofili. Il teatro di scena è stato l’insuperabile giardino delle meraviglie della Fondazione Magnani Rocca gentilmente concesso, mentre la prova di lavoro si è svolta nelle Zone di Ripopolamento e Cattura adiacenti il parco. Terreni ottimi e ben popolati di varia ed autentica selvaggina, che hanno costituito difficile banco di prova dove i bracchi francesi si sono espressi nelle loro qualità funzionali. Divisi in due batterie tre quelli in classifica: 1° Eccellente Zeta del Sandalyon (De Santis), nella prima, e 1° Bobet delle Surie (Bego), e 2° Dreamer di San Donato (Ricotti), am-

bedue alla massima qualifica nella seconda. L’unica razionale considerazione, tenuto conto dell’opinione degli Esperti che hanno relazionato in merito, è che la quasi totalità dei cani in prova ha saputo dimostrare ottime qualità di tipo e potenziale venatorio, ma che a causa della poca esperienza e preparazione la classifica si è limitata a soli tre soggetti. Il bracco francese è al momento in continuo crescere nel mondo venatorio per le sue doti, mentre non è ancora largamente diffuso nelle prove di lavoro. Ecco, ci troviamo di fronte alla prima duplice verifica effettivamente probante: dopo un decennio di lavoro da parte del CIBF il bracco francese oggi conta quei sufficienti numeri per poter garantire una proficua selezione di tipo qualitativo oltre che nella quantità. Dal 2009 che contava meno di cento nuove iscrizioni, siamo passati al 2010 con 266 nuovi iscritti al Libro Origini, e ciò attesta indiscutibilmente l’aumento dell’interesse verso questa razza, che trova riscontro per il “suo” essere anche al di là di quella che rappresenta la sua naturale funzione. Marco Ragatzu

39

INC articoli giu11.indd 39

24/05/2011 18:29:29

All’Italia il successo individuale ed a squadre

Kurzhaar,campioni del mondo Superbi gli azzurri selezionati da Ivo Geminiani. Superlativa Juma di Riccardo Patrignani

La squadra italiana vittoriosa in Olanda

Clamoroso successo della rappresentativa italiana bracchi tedeschi, selezionata da Ivo Geminiani al Campionato del mondo, classica prova a starne svoltosi in Olanda. L’Italia ha stravinto sia nell’individuale con Juma di Luca Soldini, condotta da Riccardo Patrignani che nella competizione a squadre. Quattro batterie da 10/11 cani per 12 nazioni, Presidenza di giuria olandese con gli amici Gerd- Jean Scheffer, Pieter Rooyakkers, w. Jetten, e Cor Woets. Si completa con Nargaud, Indekeu, Gerlet, Nianios Dag Teien, Fernandez, Geminiani ed io. Batteria B, tromba d’onore a Scheffer, Passini e Teien, concorrente nazionale Venturelli con Luna. Concorrenza di qualità di Herak, Taboada con la conosciuta Elta de la Judeira, Helia di Delrez, e Kalik con Silver del Rade Savic e Ras. A fine giornata 3 cani qualificati e 3 richiami; Helia, Hextrem e Luna. Helia trascura. Luna espleta un primo turno con una ventina di lepri che ondeggiano davanti, credo che Venturelli abbia consumato la sfera del fischietto, ma la prestazione è nella grande nota e si concede un richiamo. Luna è ancora grande, corre 18 minuti senza incontrare e ci fa palpitare quando rimonta con pura classe su coppia di germani. Luna merita una ulteriore change e si concede lo stesso anche a Extrem. Extrem fallisce su una ghiotta occasione ed anche Luna non ha fortuna su una coppia che si sottrae di piede e vola lunghissima. Meritava vera-

mente un’occasione diversa. Vince la nostra batteria col 1° Ecc. Bingo di Herak con una prestazione ordinata,pulita ed un punto di non particolare difficoltà, 2° MB Silver del Rade Savic di Kalik (rep.Ceca) e B a Isa di Muilders (Olanda). La giornata, per la Nazionale, finisce con un CQN di Pradellinensis Pablo che corre nella batteria di Geminiani. Anche Magù va al richiamo ma senza fortuna. Le facce son buie ma non cade certo la convinzione di poter rovesciare il risultato, soprattutto pensando a come sono andati i cani. Anche il CT è ottimista. Doverosa nota su terreni e starne. Anche qui l’inverno è stato inclemente e ci ha concesso, per buona parte dei terreni, una vegetazione non certamente ideale, le starne non discutibili e sufficienti. L’incontro medio è di 5/6 coppie a batteria. Indubbia difficoltà è creata dalle tante lepri, così come distrazione possono creare gli aquatici presenti in ogni anfratto. Il giorno successivo cambiano giurie e batterie. Io giudico con Woets e Indejeu. Ritengo potenziali e diretti antagonisti a Juma, il Chabal du pie du Mont, Tar di Herak e Birba di Molinari. Juma ha il quarto turno, ed appena si presenta sul campo, Woets e Indekeu mi raccontano come il giorno precedente l’hanno di fatto eliminata non richiamandola. Via sulla sinistra e punta leggermente in profondità, penso, ecco ora ci risiamo? Riccardo riesce poi ad indirizzarla sulla

destra e dopo 4 lacet di buona ampiezza a giusta profondità sfoggiando tutta la sua tipicità di galoppo e portamento, a bordo di arato scatta il ferma in bellissima postura. Siamo a 200 m. La coppia parte, Riccardo spara, correttissima. Il cuore trepida finché Patrignani non lega. Indekeu non ha sentito lo sparo, confuso dal cannone a gas per le oche. Ci chiariamo e si prosegue. Alla strada si lega e si cambia terreno. Si lancia su un terreno zollato e non seminato, è veramente duro, ma Juma migliora ancora come presa di terreno mantenedosi perfettamente a contatto e con un eccellente ritmo. Woets mi guarda e mi chiede se chiudere… La sua tromba mi allieta, è persona competente e soprattutto un “Signore”. Finisce il turno di Chabal in leggero calo, Tar condotto da Herak, un maschio di eccellente espressione e di grande mentalità, tende molto alla profondità ma risponde puntualmente alle indicazioni. Espressiva indicazione e ferma su coppia di germani. Un bel rispetto di lepre che Herak gestisce giustamente da cane giovane. Termina senza incontro ma impressionando positivamente. Siamo l’ultima batteria a finire, il cellulare squilla ripetutamente per avere notizie sulle classifiche, per correttezza non rispondo. A fine turno/prova rispondo brevemente in francese... e vengo letteralmente mandato a quel paese in romagnolo... richiamo e confermo che Juma è andata bene. Brefing... Juma al CAC!!! Dalla segreteria ci comunicano che c’è barrage, il concorrete Vift de Bruere de Gatine di Postman (Belgio), un concentrato di potenza e preciso esecutore di prestazioni di grande autorità. Ce la giocheremo sulle qualità di razza??? Non sono nella terna a programma, ma mi onorano di giudicare con Rooyakkers e Nargaud. La strada è gremita, a centro campo Juma va a destra, parte bene aprendo alla grande, Vift parte un attimo in ritardo ma subito si mette in luce la sua potenza e precisione. Scambio di terreno ideale, Juma si ferma a scaricare acqua e riparte alla grande, un barrage che entusiasma, ancora due lacet e si chiude. Indiscutibilmente un bel barrage, un bar-

40

INC articoli giu11.indd 40

24/05/2011 18:29:30

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

rage che deve certificare il Campione del Mondo!!! Io non avrei dubbi... i due colleghi dicono due parole e mi stringono la mano. Pura emozione. Rooyakkers relaziona puntualmente assegnando il CACIT a Juma e la Ris.CACIT a Vift. JUMA, un traguardo da grandi, un traguardo coronato da soggetto completo, considerando che è anche campione Assoluto. Ai punti vinciamo anche a squadre. - JUMA - CAC-CACIT - MAGU – RIS. CAC - PRADELLINENSIS PABLO – CQN 24 punti Italia, 16 punti Belgio, 10 punti Rep.Ceca, 8 punti Francia- CroaziaSerbia, 5 punti Grecia- Spagna, 2 punti Olanda Con evidente gioia Luca Soldini tocca il cielo, così come tutti i componenti della squadra ed i proprietari ed amici al seguito. Anche l’amico Ivo sì è completamente sommerso dai “codimozza” e lascia palesemente trasparire la grande gioia che lo ha visto meritorio protagonista. Questa

è cinofilia, questo è confronto, questa è la gioia di un successo di alto valore zootecnico, questa è la gioia tanto attesa da uomini di capacità e passione che esaltano la zootecnia. Una bella vittoria che apprezzo, che condivido con allevatori proprietari e conduttori, col selezionatore, che con indiscussa competenza ha fatto il suo lavoro

6

anche come giudice. Una vittoria del nostro Club, una vittoria di cui tutti dobbiamo andare orgogliosi per come si è conseguita, condivisa, limpida, applaudita da tutti i presenti. Grazie a tutti, io mi godo il successo ma il pensiero vola già sulle starne di Zara che ci attendono per il 2012. Giancarlo Passini

LA NAZIONALE ITALIANA MAGU Allevatore A. FANTON - Proprietario A. BARONTI - Conduttore R. SCARPECCI PRADELLINENSIS PABLO Proprietario CORRAO - Allevatore e conduttore F. CAPELLI LUNA Allevatore REGONATI - Proprietario AROLDI-MARTEGANI – Conduttore C. VENTURELLI JUMA Allevatore BRUSCHI - Proprietario L. SOLDINI conduttore R.PATRIGANI Riserva AMOR Allevatore e proprietario SCOLARI - Conduttore PATRIGANI

Una entusiasmante prova di segugi

Alfiero Rovini vince all’Elba Il grande selezionatore, conosciuto per i setter si è imposto anche nella seguita

Udire le belle voci deli segugi Italiani che davano dietro alla lepre in quelle colline verdi di boschi inframmezzati da campi e prati, con lo sfondo blu del mare Tirreno che circonda questa isola, è stata una emozione . Questa è L’isola d’Elba, con i componenti della pro segugio locale cui spicca la figura dell’organizzatore del primo trofeo Elba Graziano Signorini Siamo stati accolti da tutti con molto calore, ospiti del Villagele Calanchiole di Capoliveri dell’organizzatore, un parco con deliziosi Bungalow a pochi passi da un mare pulito, e da altri validi cacciatori fra cui un giovane alto Andrea Gelsi vice sindaco di Capoliveri esperto dei terreni di gara non riservati, ricchi di lepri e fagiani . I due giudici che hanno valutato con passione di lepraioli sono Gabriele Baiocchi di Cremona e Paolo Scalavenzi di Lodi. Nella prima giornata le due segugie italiane Mina e Callas, hanno recitato in maniera entusiasmante i quattro atti della commedia: l’ultimo una lunga seguita ostacolata da una strada asfaltata dove tale

Alfiero Rovini con Mina

difficoltà non le disturbava affatto. L’emozione del giudice ha fatto assegnare il 1° Ecc. CAC a Mina che con gli altri due dati da Pigliaceli, e da Butini si proclama Campione italiano. Callas sempre eccellente forse ha avuto un momento di indecisione che gli ha fatto mancare la riserva di CAC. Al III in podio Frana e Fly di Lelio Agostini. Nella II batt. coppie si vede 1° Ecc Birba e Gilda di Montersino cond. Graziano Signorini. Il secondo giorno di prove in condizioni difficilissime per un forte tramontana e terreno arido, ha vinto nelle coppier con un 1° Ecc Diana e Giada cond. Walter Pierangioli di Montalcino. Nei singoli ha bissato il successo del giorno avanti Mina 1 Ecc. di Alfiero Rovini. Il mio amico Alfiero Rovini che ha dato cinquanta anni di storia dei setter, inizia alla non più verde età di 76 anni un promettente futuro nelle razze da seguita, con il primo campione di lavoro, Il tutto dettato dalla sua grande passione. Forse unico esempio nella cinofilia Italiana. Lorenzo Mari Cenni

41

INC articoli giu11.indd 41

24/05/2011 18:29:30

Le prove classiche sul prestigioso terreno

Burago e i suoi campioni Vincono Lombardi e Giavarini

Grande successo delle prove classiche di Burago abbinate ai raduni di Setter e Pointer che hanno di fatto aperto la nuova stagione delle classiche. Come un ritornello di primavera sul campo della Lombarda in quel di Burago si è aperta la nuova stagione delle prove classiche su quaglie liberate organizzate in collaborazione con il Pointer Club d’Italia e la Società Italiana Setter. La tradizione dell’apertura delle classiche di Burago ad aprile, consolidata da diversi anni di attività, ha visto una partecipazione di soggetti superiore ad ogni più rosea attesa.

Il presidente ENCI Francesco Balducci premia Lombardi conduttore di Paiper e Picenum Re vincitori delle rispettive prove

RISULTATI PROVE CLASSIFICHE QUAGLIE CAC

I migliori del raduno Setter

42

INC articoli giu11.indd 42

24/05/2011 18:29:33

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

6

RADUNO SETTER INGLESI

RADUNO POINTER

Il richiamo di queste prove fa si che a questa manifestazione partecipino moltissimi cinofili ed appassionati provenienti da centro e nord Italia. Oltre cento i soggetti partecipanti alle prove ed una settantina i partecipanti ai raduni. Presente in veste di giudice il presidente ENCI e SIS Francesco Balducci che, assieme a Giuseppe Coti Zelati e Giuseppe Bonacina, ha giudicato la prova riservata ai setter. In rappresentanza del Pointer Club d’Italia, oltre al presidente Enzo Casiraghi, anche il consigliere ENCI Silvio Marelli che, assieme a Diego Pola e Mario Agosteo, ha giudicato la prova riservata ai pointer.

Premiazione dei Pointer vincitori

I raduni sono stati giudicati da Abele Barbati per i setter e da Giulio Bezzecchi per i pointer. Al termine della manifestazione il ringraziamento del presidente del Kennel Club

“Giulio Colombo” Enzo Casiraghi agli intervenuti con l’augurio di un arrivederci a presto alle prossime prove classiche del Circuito ENCI Lidio Riva

Grosseto, cinghiali e segugi Pieno successo del Trofeo M. Quadri Il 19 e 20 febbraio 2011 si è svolto in Provincia di Grosseto, il 5° Trofeo “Mario Quadri” al merito per mute di cani da cinghiale in territorio non recintato riconosciuto dall’ENCI. Il Gruppo Cinofilo Grossetano ha ospitato nelle Aziende Faunistiche venatorie maremmane, della Marsiliana, di Monte Bottigli e delle Sementarecce, gentilmente concesse, numerose mute di cani da cinghiale provenienti da tutta Italia, che hanno potuto incontrare una grande quantità di cinghiali, dominatori incontrastati della macchia maremmana. L’organizzazione della manifestazione, unica in Italia, curata dal responsabile Walter Scotto e dal Gruppo di lavoro per cani da seguita del Gruppo Cinofilo Grossetano, composto dagli affidabili Paolo Travagliati, Fabio Villani e Walter Camarri, è stata davvero impeccabile.

Vince il Trofeo la muta di segugi Vandeani di Massimo Guidoni, seguito dalla muta di Petit Griffon Vanden di Alessio De Michelis e da quella giovanissima di Marco Antonini. Particolare lustro alla manifestazione è stato dato dalla presenza, oltre che natu-

ralmente dell’ormai intramontabile Mario Quadri, del Presidente dell’ENCI nazionale Francesco Balducci, sempre assiduo alle occasioni più prestigiose che la cinofilia Italiana mette in campo. Gruppo Cinofilo Grossetano

43

INC articoli giu11.indd 43

24/05/2011 18:29:35

Clamoroso successo del Criterium triennale a Castrocaro Terme

Spinoni “Re di Romagna” Numeri e qualità da primato: duecento in raduno, oltre cento nelle prove speciali

Quando lo spinone chiama, la Romagna risponde. Il Club Italiano Spinoni ha nuovamente scelto la terra romagnola per il Criterium triennale dedicato alla razza. Dopo le edizioni di Rocca delle Caminate e Bertinoro, quest’anno è stato Castrocaro Terme (FC) ad ospitare il criterium 2011, con un programma rinnovato rispetto ai precedenti. La manifestazione si è svolta infatti in tre giorni (1-2-3 aprile) anziché due, com’era finora stato. Il primo dedicato alle prove miste per continentali italiani, il secondo per il raduno e il terzo per la prova speciale spinoni. Un programma denso e articolato, encomiabilmente ambizioso per la razza, che ha potuto concretizzarsi al meglio (non è retorica) grazie al preciso lavoro di preparazione e di realizzazione svolto dalla Delegazione EmilianoRomagnola del club, dai consiglieri, dai soci locali, dagli amici cinofili e dai collaboratori del Gruppo Cinofilo Forlivese e della Federcaccia forlivese. Due numeri per dare un’idea della portata dell’evento: oltre duecento cani in raduno (alcune classi con trenta soggetti!) e oltre cento in prova speciale. Raduno nel parco delle Terme, con un ringraziamento al Comune alla Società Salsubium per la disponibilità, e prove a Piandispino, quel meraviglioso-terribile Piandispino che con i suoi terreni dolci e impervi allo stesso tempo, e i suoi selvatici veri, scaltri, nati sul posto, fa selezione come pochissime altre zone in Italia. Entusiasmante partecipazione dei soci italiani e stranieri (aumentata la presenza degli stranieri), sia nel raduno che nelle prove di lavoro. Nelle prove di lavoro, ogni batteria ha potuto stilare classifica, e in qualcuna si sono visti cani importanti che hanno affrontato il terreno con l’opportuna decisione, andando a cercare il selvatico anche nel fitto e non solo al pulito, mostrando un comportamento venatorio sicuro e utile al fucile. La prova ha dato quindi risposte molto buone sulla razza, registrando anche qualifiche massime. Va qui doverosamente rimarcato il perfetto

Finale del raduno. Da sn.: il giudice inglese Nicola Spencer, il miglior maschio e BIS Pippo della Becca con il proprietario Garbelli, il giudice Maria Grazia Poli, la miglior femmina Belinda con Paolo Amadori, il giudice Luca Massimino, il miglior giovane Couchfields Donatella del Mucrone con il proprietario

CISP Piandispino 2011

44

INC articoli giu11.indd 44

24/05/2011 18:29:36

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

collegamento degli accompagnatori con i giudici, che ha consentito di ottimizzare i tempi (otto batterie sul terreno contemporaneamente) e di sfruttare al meglio i terreni, per dare ad un tale volume di concorrenti la possibilità di incontrare. Il consueto, importante, convegno tecnico sulla razza si è svolto sabato 2 aprile, in coda al raduno, nel Padiglione delle Feste del parco delle Terme. Per l’apertura del Convegno, la presidenza del club ha quest’anno dato corso ad un nuovo esperimento (“il bello dei vincitori”), tecnicamente interessante e nell’occasione molto apprezzato, portando sul palco i migliori tre soggetti del raduno (miglior giovane, miglior femmina, miglior maschio) per essere nuovamente esaminati, a scopo tecnico-didattico verso tutti i convenuti, da parte del giudice della rispettiva categoria. Appassionata come sempre la relazione del presidente del club, Dr. Marco Lozza, che si è soffermato sulle diverse tappe che la razza il club hanno percorso, sulle iniziative da mettere in cantiere per allargare l’interesse e le adesioni degli spinonisti, e infine sull’opportunità di attingere fonti genetiche alternative da lavoro attraverso le PAV (prove attitudine venatoria) contemplate dal regolamento ENCI. Il Dr. Lozza ha concluso presentando il libro “Zibaldone a pelo ruvido – cronache commenti pensieri dal giornale dello spinone”, curato dal Dr. Cesare Bonasegale, che raccoglie le più importanti note pubblicate sul sito internet del club. Il Dr. Mario Di Pinto, spinonista e giudice ENCI, ha invece relazionato sulla razza al lavoro (“Più passano gli anni, più diventa giovane”), sottolineando come la razza possa definirsi tutt’oggi giovane, perché ha saputo sempre rinnovarsi adattandosi alle evoluzioni della pratica venatoria, grazie al lavoro degli appassionati che lo portano a caccia. Un grande lavoro di mediazione fra le realtà trascorse e le realtà della caccia che progressivamente cambia, per avere uno spinone odierno, proiettato nel domani, capace di ottimizzare il rendimento su qualunque ambiente, in sintonia con l’evoluzione della caccia e con gli adeguamenti pratici che tale evoluzione comporta. Uno spinone che oggi, a differenza dei tempi passati, esibisce tempi di trotto e di galoppo alternati, mantenendo la sua espressione caratteristica sia quando va al trotto per esplorare terreni coperti e frastagliati e sia quando si apre al galoppo per coprire spazi aperti. Tutto ciò senza mai porre in second’ordine la finalità del carniere e, importante, senza passare in secondo piano il lato estetico della funzione, cioè il tipo e lo stile, elementi che diversificano e distinguono una razza da un’altra. Per gli interessati, le relazioni sono reperi-

bili in internet sul Giornale dello Spinone. Il Club Italiano Spinoni, incassa dunque questo nuovo brillante risultato, frutto di un grande e attento lavoro e di un grande amore verso questa magnifica razza da

6

caccia italiana. Una razza che vuole guardare al futuro per continuare ad essere un valido cane da caccia per la caccia del domani. Roberto Aguzzoni

RISULTATI PROVE Nelle due giornate di prove hanno giudicato ottenendo un consenso genrale Libero Asioli, GiuseppeColombo Manfroni, Claudio Cortecchia, Mario Di Pinto, Alessandro Evangelisti, Piero Frangini, Luca Massimino, Marco Piva, Giovanni Grecchi. Riportiamo l’elenco dei soggetti entrati in classifica, con le rispettive qualifiche: Giorno 01-04-2011, iscritti n. 39 1^ batt. - Giudice: Frangini 1° Ecc. Enne (cond. Polacci) 2° MB Biro del Benton (cond. Antonielli) 2^ batt. - Giudice: Piva CQN Odessa del Morghengo (cond. Tirotti) 3^ batt. - Giudice: Di Pinto 1° MB Dirce del Buonvento (cond. Mencio) 4^ batt. - Giudice: Evangelisti 1° Ecc. Gastone (cond. Quargnolo) Giorno 03-04-2011, iscritti n. 103 1^ batt. - Giudice: Colombo Manfroni 1° Ecc. Varen del Pratomagno (cond. Nelli) 2° MB Agata (cond. Nelli) 2^ batt. - Giudice: Evangelisti 1° MB Epithelium Pandora (cond. Amadori) 3^ batt. - Giudice: Asioli 1° Ecc. CAC Falco del Morghengo (cond. Villa) 2° Ecc. R/ CAC Davidensi’s Ciro (cond. D’Arrigo) 4^ batt. - Giudice: Colombo Manfroni 1° Ecc. CAC Giuvinot (cond. Tognolo) 2° Ecc. Davidensi’s Arno (cond. Davide) 5^ batt. - Giudice: Piva CQN Aladino del Subasio (cond. Mencio) 6^ batt. - Giudice: Massimino 1° MB Gel del Morghengo (cond. Tirotti) 7^ batt. - Giudice: Grecchi 1° Ecc. Artù della Becca (cond. Rebaschio) 8^ batt. - Giudice: Colombo Manfroni 1° Ecc. CAC Iso del Buonsanto (cond. Zuccheri) 2° Ecc. Reno Ross Cynopolis (cond. Zborilova Ivana)

RISULTATI RADUNO Giudici: Luca Massimino, Maria Grazia Poli, Nicola Spencer (GB) Miglior giovane: Couchfields Donatella del Mucrone (prop. Brustein-BrooksCarucci) Miglior femmina: Belinda (prop. allev. Epithelium) Miglior maschio: Pippo della Becca (Prop. Ambrogio Garbelli) Best in Show: Pippo della Becca (Prop. Ambrogio Garbelli) Miglior Coppia e miglior Gruppo sono stati appannaggio dell’allevamento Epithelium di Paolo Amadori. Il Trofeo “Artidoro Bonvicini” è stato assegnato allo spinone Gigi di Quargnolo

45

INC articoli giu11.indd 45

24/05/2011 18:29:36

Cieb Calabria quattro giornate di prove a selvaggina naturale in Sila Greca

Dolly bella e brava Condotta da Stefano Boschi ha conquistato il trofeo. Notevoli i risultati tecnici dell’importante rassegna. Fra i giovani si impone Lupo di S. Tommaso

I vincitori

La magnifica palestra della Sila Greca ha fatto da scenario alle quattro giornate di prove organizzate dalla Delegazione Calabria del Club Italiano Epagneul Breton in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Rendese Delegazione ENCI. Terreni che, per le particolari coltivazioni si sono rivelati quest’anno ancora più validi sul piano venatorio ed idonei per le verifiche funzionali a selvaggina naturale. Partecipazione media di almeno novanta concorrenti al giorno nella mista, suddivisi in sette batterie quotidiane; sessanta Epagneul Breton nella speciale: numeri unici al Sud. Giudici per le prove: Aquino, Capone, Garro, Migliaccio, Montervino, Nurra, Taragnoloni. Significativo il numero degli iscritti alla verifica morfologica con 53 Epagneul Breton in raduno sottoposti al giudizio di Giovanni Capone. Tangibili i segnali di ottima riuscita della manifestazione, riconoscimento quindi di una buona organizza-

zione e di ospitalità; qualità che rappresenta una naturale caratteristica dei calabresi. Le condizioni meteorologiche, invece, non sono state favorevoli e la pioggia ha contri-

buito a creare qualche problema che, comunque, grazie alla sagacia dei collaboratori ed al grande spirito di sacrificio dei giudici è stato brillantemente superato. Presenti alla manifestazione, come sempre, tanti continentalisti professionisti; ancora più importante a parer mio, la partecipazione di tanti “privati” apparenti “illustri sconosciuti” che, con i loro ausiliari praticano la caccia vera e che, in queste poche occasioni, si confrontano orgogliosamente con noti personaggi della Cinofilia ufficiale traendone particolari spunti di miglioramento e integrando, nel contempo, il contributo non trascurabile di una esperienza che viene dal campo. Non dimentichiamo che, le razze che oggi sono utilizzate dai cacciatori, sono quelle che garantiscono e potranno garantire, meglio di altre, le attitudini venatorie e le qualità che, il fruitore finale che è il cacciatore stesso, oggi richiede e che sono peraltro indispensabili. Quindi, a mio parere, necessaria integrazione fra prove riconosciute e caccia, fra professionisti e privati, tra cinofilia ufficiale che è l’unica garante di selezione per una corretto utilizzo dell’ausiliare in pratica. Presenti tanti nomi noti nel mondo dei continentali: Bianucci, Busca (recente vin-

Boschi a punto

46

INC articoli giu11.indd 46

24/05/2011 18:29:37

i nostri

Cani

Anno 57 num. giugno 2011

28/04/2011 - Località: GIAMBERGA ACRI SILA GRECA, COSENZA MISTA CONTINENTALI Giuria: GARRO Batteria N. 1 - 1 ECC JONES E.B. LO1026022 pr, e cond. COSENTINO Giuria: TARAGNOLONI Batteria N. 2 - 1 ECC CAC BUFFON DEL LIMONCELLO B.F. pr. e cond. SCARPINATI Giuria: NURRA Batteria N. 3 - 1 ECC HINAULT E.B. pr. e cond. MAGRO Giuria: MIGLIACCIO Batteria N: 4 - 1 ECC/CAC LORD K pr . INVERNIZZI cond. BUSCA Giuria: CAPONE Batteria N. 5 - 1 ECC JUK E.B. pr. e cond. MELLUSO Giuria: AQUINO Batteria N. 6 - 1 ECC BETTY E.B. pr. MARCHI cond. BOSCHI Giuria: MONTERVINO Batteria N. 7 - 1 ECC LUPO DI SAN TOMMASO E.B. pr. E cond. LAPI GIOVANI CONTINENTALI Giuria: NURRA Batteria N. 1 - 1 ECC JURET E.B. pr. SORRENTINO cond. SCARPINATI Giuria: TARAGNOLONI Batteria N. 2 - 1 ECC DELLY DEL SOMI K pr. RADICE cond. BUSCA 29/04/2011 - SPECIALE Epagneul Breton Giuria: TARAGNOLONI Batteria N. 1 - 1 ECC/CAC ARIEL E.B. pr. COSENTINO cond. COSENTINO Giuria: CAPONE Batteria N. 3 - 1 ECC/CAC DOLLY E.B. pr. DEL RIO cond. BOSCHI Giuria: AQUINO Batteria N. 4 - 1 ECC/CAC NAIKE E.B. pr. MERCURIO cond. MOLINARI Giuria: NURRA Batteria N. 5 - 1 ECC/CAC ISAC di San Tommaso E.B. pr. e cond. IACOMINI Giuria: MIGLIACCIO Batteria N. 6 - 1 ECC/CAC IVETTE E.B. pr. e cond. BIANUCCI MISTA CONTINENTALI Giuria: CAPONE Batteria N. 1 - 1 ECC WEST E.B. pr.e cond. COSENTINO Giuria: MIGLIACCIO Batteria N. 2 - 1 ECC/CAC RED E.B. pr. ANCILLOTTI cond. BOSCHI Giuria: TARAGNOLONI Batteria N. 3 - 1 ECC VAROOM Alessandro & Nicola E.B. pr. GATTA cond. NEDELJKOVIC Giuria: NURRA Batteria N. 4 - 1 M.B. NELLY K pr. e cond. BASTICI Giuria: MONTERVINO Batteria N. 5 - 1 ECC/CAC FLASC DEL CHISOLA pr. ROCCHETTI cond. MOLINARI Giuria: AQUINO Batteria N. 6 - 1 ECC BIRBA K pr. BARDELLI cond. BIANUCCI 30/04/2011 - MISTA CONTINENTALI Giuria: AQUINO Batteria N. 1 - 1 ECC/CAC WEST E.B. pr. e cond. COSENTINO Giuria: CAPONE Batteria N. 2 - 1 ECC NAIKE E.B. pr. MERCURIO cond. MOLINARI Giuria: NURRA Batteria N. 3 - 1 M.B KAKA E.B. pr. LUPINARO cond. BISIGNANI Giuria: MIGLIACCIO Batteria N. 5 - 1 ECC/CAC ATHOS DEL MONTE TITANO K pr. CATALDO cond. RIVELLI Giuria: GARRO Batteria N. 6 - 1 ECC/CAC DOLLY E.B. DEL RIO BOSCHI Giuria: TARAGNOLONI Batteria N. 7 - 1 M.B. HOP DEL CECCHETTO E.B. CECCHETTO LAPI 1/05/2011 - MISTA CONTINENTALI Giuria: MONTERVINO Batteria N. 1 - 1 ECC/CAC ARON E.B. pr. e cond. COSENTINO Giuria: MIGLIACCIO Batteria N. 2 - 1 ECC CAC FLASC DEL CHISOLA DRT pr. ROCCHETTI cond. MOLINARI Giuria: AQUINO Batteria N. 3 - 1 ECC CAC VAROOM Alessandro & Nicola E.B. pr. GATTA cond. NEDELJKOVIC Giuria: GARRO Batteria N. 4 - 1 ECC CAC LUPO di San Tommaso E.B. pr. e cond. LAPI Giuria: NURRA Batteria N. 5 - 1 ECC CAC RONALDIGNO E.B. pr. PETRUZZELLI cond. SCARPINATI Giuria: TARAGNOLONI Batteria N. 6 - 1 ECC CAC DOLLY E.B. pr. DEL RIO cond. BOSCHI

6

citore del derby) con una valorosa scuderia di Kurzhaar, Boschi, Cosentino, Molinari, Nedeljkovic, il giovane siciliano Scarpinati che sta dimostrando serietà ed impegno e che ottiene costanti risultati con i suoi epagneul breton ed i suoi bracchi francesi, Melluso, Magro ecc. Rivelli e Lapi premiati nell’occasione per la costante presenza alle nostre prove. Tantissimi privati: Algieri, Misiti, Cataldo, La Monica, Pellegrino, Roccamo,Sbano, Gatto, Bisignani; anch’essi hanno presentato soggetti validi ottenendo significative qualifiche. Per i cani a verifica, nel corso delle relazioni dei giudici, sottolineata la presenza di una notevole quantità di soggetti nella nota delle prove di caccia; tanti soggetti in tipo anche per quanto riguarda le prese di punto, le andature ed il portamento di testa, molti con la massima qualifica e diverse le “certificazioni” rilasciate nelle libere e nella speciale del 29. Nella speciale pur avendo visionato un lotto di cani nella piena nota per impegno, metodo ed andatura e nonostante due richiami, non sono riuscito a mettere cani in classifica a causa del mancato utilizzo dei selvatici presenti sul terreno. Conferma nelle prove per Stefano Boschi che, con la sua Dolly, ottiene tre CAC in quattro prove e si aggiudica, tra l’altro, il Trofeo bello e bravo con un I ECC in raduno ed un I ECC CAC in prova speciale. Segnalato un giovane presentato da Lapi, Lupo di S. Tommaso: un epagneul breton che ottiene un meritato I° ECC il sabato e l’ ECC con la certificazione la domenica. Bene anche Ivette di Bianucci, per lei il CAC in Speciale. Lusinghieri i risultati ottenuti dai cani presentati da Cosentino, Busca e Molinari. Bene anche Iacomini. Per quanto concerne la verifica morfologica, Capone ha evidenziato una maggior tipicità dei bianco arancio; notato comunque un miglioramento complessivo per qualità di struttura e per la taglia specie nelle femmine rispetto ai soggetti presentati negli anni precedenti. Da notare ossature più robuste, tronchi raccolti ed altezze al garrese in sintonia con la tipicità indicata dallo standard in relazione al sesso. Altro segnale degno di nota per una razza da caccia, la presenza di circa trenta soggetti in classe lavoro e fra questi, una gran parte che ha corso nelle prove. Affermazione in expo dei soggetti allevati dal calabrese Stefano Pellicanò che ottiene un I° ECC CAC con HOP di Valanidi in classe lavoro femmine b.a. ed IRIS di Valanidi in classe libera. Migliore di razza del raduno: Vayatterp Alessandro & Nicola di Nedeljkovic (maschio bianco arancio). Pietro Garro

47

INC articoli giu11.indd 47

24/05/2011 18:29:37

Ricco di emozioni il confronto dei cani da traccia

Sui sentieri del Tivano I Segugi dal naso d’oro Bela, bavarese di Eugenio Pedrotti vince la prova su percorso artificiale

La premiazione con il giudice Valtulini, Piera Corsini Corce, il presidente del Comparto Alpino Penisola Lariana Rizzi e il Dott. Di Lauri dell’ufficio caccia Provincia di Como

Si è svolto, lo scorso 16 e 17 aprile in Comune di Zelbio (CO), nell’incantevole scenario di Pian del Tivano, nelle Prealpi comasche, triangolo lariano, la seconda edizione della prova “Open” per cani da traccia, organizzata dal Gruppo cinofilo Comasco con la collaborazione del CAC“Penisola Lariana” ed il patrocinio della Provincia di Como. Splendido lo scenario offerto dal paesaggio e ottimi i terreni scelti come teatro operativo sia per la quantità di selvatici presenti che per la bellezza dei boschi e delle radure. Dodici i cani iscritti, otto Bavaresi, due Hannoveriani e due Bassotti; dieci i partecipanti per l’improvvisa assenza dei due Bassotti e di un Giudice. Le piste sono state disegnate in modo im-

peccabile dalla perfetta organizzazione, coordinata dal responsabile di settore Giancarlo Fasola, e messa a disposizione degli Esperti Giudici ENCI Osvaldo Valtulini di Bergamo e Antonio Zuffi di Modena. Le tracce si sono dimostrate particolarmente impegnative per la notevole presenza di caprioli e cinghiali, prerogativa peraltro indispensabile per una corretta e significativa valutazione dei soggetti in prova. Ciò considerato, i risultati sono stati soddisfacenti con la presenza di diversi cani in classifica, quattro dei quali hanno raggiunto la qualifica di Molto Buono. “Bela”, Bavarese di 30 mesi, condotta da Eugenio Pedrotti, Valtellinese d.o.c. della Valmalenco, si è aggiudicata la prova con

M.B. (punti 52) ad un soffio dalla qualifica di Eccellente, dimostrando ottime doti di attaccamento alla traccia in perfetto stile di razza, ha però evidenziato qualche leggera sbavatura, dovuta alla presenza di tanti “fregoni” e “raspate” di capriolo che hanno un po’ distratto il cane, non permettendogli di raggiungere la qualifica superiore. Da menzionare anche la buona prova di “Asia”, Bavarese femmina di 3,5 anni condotta da Mario Speziali, anche lui Valtellinese di San Martino, piazzatasi al secondo posto con la qulifica di M.B. (punti 49) seguita in classifica da “Bell”, Hannover di 23 mesi condotto da Bruno Battaglia, Comasco di S. Bartolomeo Val Cavargna, piazzatosi al terzo gradino del podio con M.B. (punti 45), da ricordare che quest’ultimo binomio,cane / conduttore, era alla sua prima esperienza in prova. In ultima analisi occorre ribadire che con queste verifiche si cerca di riprodurre in modo più reale possibile le condizioni di un ferimento naturale, situazione indispensabili per una valutazione dello stato di forma dell’ausiliare. Stato di forma che deve essere curato con allenamenti continui, anche per i soggetti più maturi. Si rinnovano i ringraziamenti al Gruppo cinofilo Comasco per la perfetta organizzazione messa in atto da volontari ed appassionati locali che hanno reso molto snella e godibile la prova trasformandola in una giornata da ricordare, annoverando la prova di Pian del Tivano tra gli appuntamenti classici della disciplina di traccia con l’augurio di poterla ripetere annualmente. Antonio Zuffi

48

INC articoli giu11.indd 48

24/05/2011 18:29:37

DRAGONJOY IN THE MOONLIGHT Welsh Corgi Pembroke Expo di Donetsk (Ukraina) 6/3/2011 2° classificato gruppo 1 Giudice Shamil Abrakimov (RUS) Allevatore Allev. Dragonjoy Proprietario Olesya Shchukina

ATILLA DU CLOS DE LA PRERE Schipperke Expo di Saragoza (E) 3° classificato gruppo1 Giudice Miryam Vermeire (B) Allevatore Nicole Robert Proprietario Costanza Ferraris

BURJ KHALIFA DELLA BAIA AZZURRA Alano tigrato Speciale di Martigues (F) 26/4/2011 BOB

LETE DEL PIERVEZ Pastore Bergamasco Expo di Wieselburg (A) 10/4/2011 1° classificato gruppo 1 Giudice P. Podushka (A)

successi estero

Inviare a redazione@enci.it Per essere inseriti nella rubrica occorre aver conseguito questi risultati: ESPOSIZIONI INTERNAZIONALI Best in show: 1°, 2°, 3° classificato Raggruppamento: 1°, 2°, 3° classificato RADUNI E SPECIALI DI RAZZA: BIS: 1°, 2°, 3° - BOB-BOS 1° classe campioni, libera, intermedia, lavoro, giovani, veterani A PARITRE DA MAGGIO VERRANNO PUBBLICATI SOLO I RISULTATI RELATIVI ALL’ANNO 2011 Indicare: nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate.

IHA di Dortmund (D) - Speciale KfUH – 6/5/2011 VDH-EUROPASIEGER BOB Giudice: S. Sinko (SLO)

IHA di Dortmund (D) Speciale KfUH – 8/5/2011 CENTENARY WINNER BOB-

Giudice J.F. Martin (F) Allevatore e proprietario P. Donati

Giudice Wenzlaff (D) Allevatore Allev. Del Piervez Proprietario Claudia Bignamini

ARTU’ Weimaraner p/c Expo di Martigues (FR) 24/4/2011 1° classificato gruppo 7 Giudice Tabò

Expo di Monte Carlo 23/4/2011 1° classificato gruppo 7 Giudice Mario Migliarini Allevatore Milena Bartoletti Proprietario Michela Maggioni

HADRANENSIS REMO Cirneco dell’Etna Top Dog Gran Bretagna 2010

Allevatore e proprietario Domenico Tricomi e Jane Moore 49

INC successi giu11.indd 49

24/05/2011 18:06:57

i successi all’estero

DRAGONJOY GLORY OF THE SUN Welsh Corgi Pembroke Expo di Luxemburg 27/3/2011 2° classificato gruppo 1 Giudice L. Oklescen & M. Levente Allevatore e proprietario Allev. Dragonjoy

ANDIEPRAID ETOILE Fox Terrier p/r Raduno Terriers di Riga (LV) 20/3/2011 BOS, 4° classificata BIS Giovani Giudice Paivi Eerola (FIN)

Raduno Terriers di Riga (LV) 16/4/2011 BOB Giudice Kornelija Butrimova (LTU) Allevatore e proprietario Natalja Volkova

ARABELLA DELLA BAIA AZZURRA Alano nero Speciale di Martigues (F) 26/4/2011 BOB Giudice J.F. Martin (F) Allevatore e proprietario P. Donati

DAUMONT MAN OF GOLD Dalmata Nationale Elevage di Chateauroux (F) 23/4/2011 BOB Giudice Mc Carthy (UK) Allevatore e proprietario Gabriele Vettori

EVITA DEI REALI DI SPAGNA Bassotto standard p/c Expo di Zadar 30/4/2011 3° classificato gruppo 4 Giudice Ivana Bakal Allevatore Roasrio Jari Spagna Proprietario Mauro Scarlato

MANUSIA’S HONEY Kooikerhondje Expo Monaco di Baviera Speciale 19/3/11 BOB

DRAGONJOY NEW IDOL Welsh Corgi Pembroke Expo di Ceske Budejovice (CZ) 23/4/2011 1° classificato gruppo 1

Giudice P. Muntean (RO) Allevatore Bogers Proprietario Fulvio Cobaldi

Giudice Oates Seamus (Ireland) Allevatore Allev. Dragonjoy Proprietario K. Wastiaux & C. Ceredi

50

INC successi giu11.indd 50

24/05/2011 18:06:59

i successi all’estero

VALKIRIA DELLA BAIA AZZURRA Alano Blu Speciale di Martigues (F) 26/4/ 2011 Ecc 1° cl. campioni – CACIB Giudice J.F. Martin (F) Allevatore e proprietario P. Donati

I BRAVI RAGAZZI GODZILLA Bullmastiff Expo Macedonia 1/5/2011 2° classificato gruppo 2 Giudice Slobodan Milosevki Allevatore Allev. I Bravi Ragazzi Proprietario Mara Viale

NIKOLETTA DI CASA MAINARDI Bassotto nano p/d Expo di Zadar (HR) 1/5/2011 3° classificato gruppo 4

Giudice Walter Jubgblut (D) Allevatore e proprietario Manuela Nardi

I BRAVI RAGAZZI HONEY MOON & CORNERSTONE MAGIC LIGHT IN THE WOOD A. L. Bullmastiff Exoi di Zadar 1/5/2011 2° classificatoi BIS Coppie Giudice Oates Allevatore e proprietario Nadia Furlon

KITIMAT TASTE OF RUSSET Nova Scotia Duck Tolling Retriever CRUFTS Birmingan (UK) 10-13/3/2011 Classifica: BOB Giudice B. Harding (UK) Allevatore Mirja Tuominen Proprietario Carla Anghileri

CUNNINGS DIANA Welsh Terrier CRUFTS Birmingan (UK)10-13/3/2011 BOS Giudice K. Holroyd Allevatore e proprietario Giuseppe Avveduti 51

INC successi giu11.indd 51

24/05/2011 18:07:04

i successi all’estero

BOGART BIGULLA Alano arlecchino Expo di Graz (A) Raduno di Campionato 26/2/2011 CACA Campione di Club LOVE IS IN THE AIR DELLA VANISELLA Siberian husky Expo di Zadar (HR) 1/5/2011 3° classificata BIS giovani

Giudice Andras Korosz (H) Allevatore e proprietario Ivo Ingraffia

DRAGONJOY NEW RAY OF SUNSHINE Welsh Corgi Pembroke Expo di Odzaci (Serbia) 23/4/2011 3° classificato gruppo 1 Giudice Evica Misic Allevatore Allev. Dragonjoy Proprietario Olesya Shchukina

Giudice Erwin Deutscher (A) Allevatore e proprietario Allev. della Vanisella

i successi in italia

DEFINITIVE CHERISH ALLURE EXOTIQUE Barbone nano Expo di Lussemburgo 27/3/ 2011 3° classificato del Best in Show Giudice Ole Staunskjaer (Dk) Allevatore Donatella Liurni Proprietario Lucy Paterno

UMMAGUMMA DI CASA MAINARDI Bassotto Kaninchen p/d Expo di Zadar (HR) 30/4/2011 2°classificato gruppo 4 Giudice Erwin Deutscher (A)

1°classificato del gruppo Hunting dog-Workingclass Giudice Svend Lovenkjaer (DK) Allevatore Manuela Nardi Proprietario Sonia Bovo

ZENA DELLE CIME BIANCHE Rhodesian Ridgeback Expo di Livorno 23/4/2011 1° classificata gruppo 6 Giudice Juan Naveda (E) Allevatore G.Bacchini Carr Proprietario G.Bacchini- L.Calzolari

52

INC successi giu11.indd 52

24/05/2011 18:07:05

Inviare a redazione@enci.it Per essere inseriti nella rubrica occorre aver conseguito questi risultati:

WARMING BLACK CADET Barbone medio nero Expo di Terni 25/4/2011 1° classificato del Best in Show Giudice Hans Lehtinen Allevatore B. & L. Warming Proprietario Allev. Definitive Cherish

HALLEY DEL CONTEVERDE Bassotto standard p/c Expo di Livorno 23/4/2011 1° classificato gruppo 4 Giudice Juan Naveda Allevatore e proprietario Allev. del Conteverde

CABAKA’S BOBBIE OF STORM CAT Samoiedo Expo di Alessandria 1/5/2011 1° classificato gruppo 5

MIRABILIS ALTHEA DI CAMBIANO Pastore scozzese p/l Expo di Livorno 23-24/4/2011 1° classificato gruppo 1

Giudice Gianercole Mentasti Allevatore Allev. Cabaka’s Proprietario allev. Del Baffin

Giudice Giuseppe Alessandra Allevatore M.T. Garabelli Proprietario Manuela Turco

successi italia

1° classificato del Raggruppamento, compresi Coppie e Gruppi, in Esposizioni Internazionali in Italia. 1°, 2°, 3° classificato del Best in Show generale A PARITRE DA MAGGIO VERRANNO PUBBLICATI SOLO I RISULTATI RELATIVI ALL’ANNO 2011 Indicare: nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate.

HO IN MENTE TE DEL CUORE IMPAVIDO Bearded collie Expo di Alessandria 1/5/2011 1° classificato del Best in Show Giudice Brenda Bambury (GB) Allevatore e proprietario Filippo Ripoli

FRANCINI’S PRUNO Cocker spaniel inglesi Expo di Modena 20/4/2011 1° classificati BIS Gruppi Giudice: Silvio Rivolta Allevatore: Angela Francini Proprietario Valentina Mannozzi, Cinzia Bartolini 53

INC successi giu11.indd 53

24/05/2011 18:07:07

BRIARD & AMICI SPECIALE di NAPOLI - MEDITERRANEAN WINNER - 19/9/2010 Giudice: G.B. TABO’ NERO ARDESIA MASCHI Libera DIAMANTE DI CERVARE – 1 ECC – CAC FULVO GRIGIO MASCHI Campioni DUCA DOC – 1 ECC - CACIB Libera BARONNIKE DELLA VAL DEL FOGLIA – 1 ECC - CAC COMME IL FAUT DE TAMBURELL – 2 ECC R/CAC Lavoro D’ARTAGNAN – 1 ECC - CAC Veterani TERRIBLYBELOVE DELLE NEBBIE DI AVALON - ECC1 FEMMINE Campioni VIRGINIAWOLF DELLE NEBBIE DI AVALON –1 ECC - CACIB - BOB Libera DINDIRINDINA – 1 ECC - CAC – R.CACIB BILLIEJEAN DELLE NEBBIE DI AVALON – 2 ECC – R/CAC DAFNE DAF - 4 MB DITA 3 ECC Lavoro ECLIPSEE DES UNS ET DES AUTRES – 1 ECC - CAC ALE’ ALE’ DES UNS ET DES AUTRES – 2 ECC – R/CAC Giovani ELAMIAVITA DELLE NEBBIE DI AVALON – 1 ECC 28° RADUNO NAZIONALE BRIARD – ABANO TERME 10/10/2010 Giudice: Monique Weber Lo Giaco NERO ARDESIA Maschi Classe Campioni 1° ECC – MIGLIOR MASCHIO - CH. APOLLO DEL CONTE RISSOSO Trofeo Yannakis - Miglior Soggetto di allevamento Italiano All.re: Malinverno Costante - Prop.: Malinverno C. 2° ECC - CH. DONCARLOS DEL BEL PASTUR All.re: All.to Del Bel Pastur - Prop.: Rubagotti G. Classe Libera 1° ECC – R/CAC - DIOR DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero – Prop.: Baldo G. 2° MB - DARIO DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero – Prop.: All.to del Vizir Nero Classe Intermedia 1° ECC – CAC - EMILIO All.re: All.to Del Conte Rissoso – Prop.: Bonazzi P. Femmine Classe Campioni 1° ECC - BRIGITTE BARDOT NERA DI CASA DIDONE All.re: All.to Di Casa Didone -Prop.: All.to Di Casa Didone 2° ECC - BERENICE DEL NEBBIOSO All.re: All.to del Nebbioso - Prop.: Pollastri A. Classe Intermedia 1° ECC – CAC - DIAMANTE DI CERVARE

i club All.re: Latini Gianluca - Prop.: Latini G Classe Veterani 1° ECC - PEACH MELBA DEL BEL PASTUR All.re: Partegiani Franco - Prop: Compagni G. FULVO-GRIGIO Maschi Classe Campioni 1° ECC - DUCADOC DE CHILA All.re: Alfonso Velardi - Prop.: Velardi A. 2° ECC - ALBEN DEL BEL PASTUR All.re: Partigiani Franco - Prop: Pelizzoli A. Classe Lavoro 1° ECC – CAC - COMME IL FAUT BY TAMBURELL All.re: Alfonso Velardi - Prop.: Maria Teresa Muniz Ribò 2° ECC – R/CAC - ULISSE MORAVIA CAMPANELLA All.re: All.to Moravia Campanella - Prop.: Dal Poz O. Classe Libera 1° ECC – CAC - ARTÙ’ LE ROY DEL CONTE RISSOSO All.re: All.to Del Conte Rissoso – Prop.: All.to Del Conte Rissoso 2° ECC – R/CAC - D’ARTAGNAN All.re: Velardi Alfonso - Prop.: Velardi A. Classe Giovan 1° ECC – Miglior Giovane Maschio - ERIK DEL CONTE RISSOSO All.re: Malinverno Costante - Prop.: Malinverno Costante 2° ECC - EDWUARD EL CORDOBES All.re: Latini Gianluca - Prop.: Marini D. Classe Juniores 1° MP – Miglior Juniores - DAREDEVIL DEL CASTELLO DEGLI UROGALLI All.re e Prop.: All.to del Castello degli Urogalli Classe Cuccioli 1° MP - FEMQUE All.re: Velardi Alfonso - Prop.: Velardi A. 2° MP - FOFO’ D’ARAGONA Classe Veterani 1° ECC - TAMBURELL DES UNS ET DES AUTRES All.re: All.to Des Uns et Des Autres - Prop.: Velardi A. 2° ECC - CH. TERRIBLYBELOVE DELLE NEBBIE DI AVALON All.re: Chiea Luigino– Prop.: All.to delle Nebbie di Avalon Femmine Classe Campioni 1° ECC – MIGLIOR FEMMINA - CH.IT. BEGIN THE BEGUIN DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero - Prop.: All.to del Vizir Nero 2° ECC - CH. ARIADORATA DEL BEL PASTUR All.re: All.to del Bel Pastur - Prop: Rubagotti G

Miglior Maschio Raduno 2010 -Ch Apollo del Conte Rissoso Classe Lavoro 1° ECC – CAC - DITA All.re: Alfonso Velardi - Prop.: Gelmi L. 2° ECC – R/CAC - ALE’ ALE’ DES UNS ET DES AUTRES All.re: All.to des Uns et des Autres - Prop.: Velardi A. Classe Libera 1° ECC – CAC - DAFNE DAF detta Doremi All.re: Velardi A. - Prop.: Velardi A. 2° ECC – R/CAC - CLARO DE LUNA All.re: Alfonso Velardi - Prop.: Pitorri A. Classe Giovani 1° ECC - Miglior Giovane Femmina - EMILY DELLE NEBBIE DI AVALON All.re: All.to delle Nebbie di Avalon – Prop.:Gamba C. 2° ECC - FIAMMETTA DEL CONTE RISSOSO All.re: Malinverno Costante - Prop.: Malinverno Classe Juniores 1° MP - FELIPA DES ENFANTS DES PIERRAILLES All.re: Perelli Christiane - Prop.: Mazzotti G. 2° MP – FLOWER OF RA DEL BEL PASTUR All.re: All.to del Bel Pastur - Prop.: Rubagotti G. Classe Baby 1° MP FARA DIBA All.re: Velardi Alfonso - Prop.: Velardi A. Coppie 1° - Duca Doc/Dafne Daf 2° - CH. Amarcord/Alpenliebe 3° - CH. Terriblybelove delle Nebbie di Avalon/Zoe la Vida Moravia Campanella Gruppi di Allevamento 1° - A. Velardi

CLUB BRIARDS & AMICI VIA PONTEMANCO 9 35020 DUE CARRARE Tel. 049-5290253 Fax. 049-5290253

CLUB ITALIANO AMATORI BOVARI SVIZZERI RADUNO DI REGGIO EMILIA 20.03.2011 Giudice: Giulio Bezzecchi Totale Bovari Svizzeri iscritti: 66

Miglior Femmina del Raduno CH BEGIN THE BEGUIN del VIZIR NERO

BOVARO DELL’APPENZELL CLASSE LIBERA MASCHI 1° Ecc. CAC, BOS DIUK DI CA’ DEL CORSI, propr. D. Greguoldo

54

INC club giu11.indd 54

20/05/2011 17:33:37

i club CLASSE CAMPIONI FEMMINE 1° Ecc, BOB VENEZIA V.D. ERFTQUELLE, propr. M.Battaglia CLASSE LIBERA FEMMINE 1° Ecc, CAC REIKA VON BROGERHAUS, propr. A.Gavina BOVARO DEL BERNESE (54) CLASSE CAMPIONI MASCHI 1° Ecc, Miglior Maschio, BOB, BIS, ICE propr G.Ghilardi 2° Ecc PIUTRENTANOVE, propr. M.Landoni CLASSE LIBERA MASCHI 1° Ecc, R/CAC, DONCHISCIOTTE, propr. R.Di Bugno 2° Ecc BJORNLIGANS CANON L’ORSO BIRICHINO, propr. M.Mauro CLASSE INTERMEDIA MASCHI 1° Ecc, CAC OOTA-DABUM DA CASA DOS HERDEIROS DO LOBO, propr. A.Berto 2° Ecc COPYRIGHT VOM BURGSEELI, propr. C.Armano CLASSE GIOVANI MASCHI 1° Ecc, Miglior Giovane VAN EYCK JAN DEL MOLINASCO, propr. C.Ceruti 2° Ecc STARRY TOWN FABERGÉ, propr. G.Ippolito CLASSE JUNIORES MASCHI 1° MP FLAUBERT DU HAMEAU DES BARONNIES, propr. M.Trovò PUPPY MASCHI 1° MP QUI DEL SACRO FIUME, propr. E.Busato 2° MP BI-JOJO CARRY ON DEL MOLINASCO, propr. All. del Molinasco VETERANI MASCHI 1° Ecc, Miglior Veterano PEPE NERO DEL SACRO FIUME, propr. S.Sossella CLASSE CAMPIONI FEMMINE 1° Ecc ALPENLIEBE, propr. A.Pietrini 2° Ecc GINA DEL SACRO FIUME, propr. All. del Sacro Fiume CLASSE LIBERA FEMMINE 1° Ecc, CAC, Miglior Femmina, BOS TIFFANY SOLITAIRE, S.G.Copercini 2° Ecc NAVARRA VAN’T RIJKENSPARK, propr. A.Accatino CLASSE INTERMEDIA FEMMINE 1° Ecc, R/CAC HAMALIA DELLA TORRE GENTILE, propr. S.Cresti 2° Ecc SHYLA, propr. C.Pinucci CLASSE GIOVANI FEMMINE 1° Ecc MAROUSSIA PRINCESS GIVARA, propr. E.Covelli 2° Ecc PERLA DA CASA DOS HERDEIROS DO LOBO, propr. A.Berto CLASSE JUNIORES FEMMINE 1° MP, Miglior Juniores JOBETH DELL’ALBALLEGRA, propr. R.Scita 2° MP CLOE, propr. D.Monteverde CLASSE BABY FEMMINE 1° MP, Miglior Puppy BEAUTIFUL ELECTRA TO

BOB Reggio Emilia delle 4 razze Bovari Svizzeri

INFINITY DEL MOLINASCO, propr. All. del Molinasco 2° MP MIA DEL SACRO FIUME, propr J.Cecchelin VETERANI FEMMINE 1° Ecc HIPRIMROSE DEGLI ANTICHI MULINI, propr. V.Russo BOVARO DELL’ENTLEBUCH 1° Ecc, BOB DIANA AB DEN GUT HEIA, propr. M.D’Amato GRANDE BOVARO SVIZZERO CLASSE CAMPIONI MASCHI 1° Ecc, BOB, PEPE, propr. P.Cecchi CLASSE INTERMEDIA MASCHI 1° MB ZORRET FROM BALIHARA RANCH, propr. Perin Resi CLASSE CAMPIONI FEMMINE 1° Ecc KIM B2, prop. D.Baccaglini CLASSE LIBERA FEMMINE 1° Ecc, TRUDI V.D. RUEDERCHEN, propr. All. Servalberg di G.Alberengo RADUNO DI BORGHETTO DI VALEGGIO SUL MINCIO (VR) – 10/4/2011 Giuria: Matti Tuominen (Fin) Bovaro dell’Appenzell, Bovaro del Bernese Maschi + Grande Bovaro Svizzero Maria Amélia Taborda (P) Bovaro del Bernese Femmine + B. del Bernese Baby maschi Totale Bovari Svizzeri iscritti: n° 139 BOVARO DELL’APPENZELL JUNIORES MASCHI 1° MP CA’ DEL CORSI TAURUS, prop. All. Ca’ del Corsi CAMPIONI MASCHI 1° Ecc e BOB BRUNO, prop. All. Ca’ del Corsi LIBERA FEMMINE 1° Ecc, CAC REIKA VON BROGERSHAUS, prop. A.Gavina CAMPIONI FEMMINE 1° Ecc e BOS VENEZIA VON DER ERFTQUELLE, prop. M.Battaglia BOVARO DEL BERNESE 115 soggetti VETERANI MASCHI 1° Ecc, MIGLIOR VETERANO, BOB e BIS HERMANGRUVER, prop. S.G.Copercini 2° Ecc DYAMI VOM BURGSEELI, prop. S.E.Schmocker BABY MASCHI 1° MP, MIGLIOR BABY UBER ALLES DEI BARIHUNDE, prop. All. dei Barihunde 2° MP QUI DEL SACRO FIUME, prop. E.Busato JUNIORES MASCHI 1° MP URS, prop. K.Compagnoni GIOVANI MASCHI (14/17) 1° Ecc VAN EYCK JAN DEL MOLINASCO, prop.

Best Veterani Raduno Borghetto di Valeggio C.Ceruti 2° Ecc JOSIF STALIN DELLA TORRE GENTILE, prop. P.Micheli INTERMEDIA MASCHI 1° Ecc, CAC OOTA-DABUM DA CASA DOS HERDEIROS DO LOBO, prop. A.Berto 2° Ecc TAPLACS PRINCE JUNIOR GLOBETROTTER, prop. B.Monteggia LIBERA MASCHI 1° Ecc, R/CAC EMINGWAY IAGO, prop. A.Gislimberti 2° Ecc SCOTTISH BLUEBELL VOM BURGSEELI, prop. S.E.Schmocker CAMPIONI MASCHI 1° Ecc CUSTOM BERSETT, prop. A.Dorelli 2° Ecc YMIR DEGLI ANTICHI MULINI, prop. E.La Porta VETERANI FEMMINE 1° Ecc BONNIE VOM WIESGRABEN, prop. F. Zanchi 2° Ecc BEEHMA DEL MOLINASCO, prop. G. Carminati BABY FEMMINE 1° MP KRONBLOMMAS MATILDA, prop. C. Hahlbeck 2° MP RED FLAG CCCP DELLA TORRE GENTILE, prop. S. Perondi JUNIORES FEMMINE 1° MP MIGLIOR JUNIORES JOBETH DELL’ALBALLEGRA, prop. R.Scita GIOVANI FEMMINE 1° Ecc, MIGLIOR GIOVANE BERNTIERS QUEEN OF HEARTS, prop. M.Scatto 2° Ecc PERLA DA CASA DOS HERDEIROS DO LOBO, prop. A.Berto INTERMEDIA FEMMINE 1° Ecc, CAC CONTE VENETO HAILY JANE, prop. All. Vardamak 2° Ecc JULIA L’ARMATA ROSSA DELLA TORRE GENTILE, prop. All. della Torre Gentile LIBERA FEMMINE 1° Ecc, R/CAC YOU ARE THE SUNSHINE OF MY LIFE DEGLI ANTICHI MULINI, prop. P. Rovri 2° Ecc TIFFANY SOLITAIRE, prop. S.G.Copercini CAMPIONI FEMMINE 1° Ecc, BOS REISENSHINE DEGLI ANTICHI MULINI, prop. A.Sivec 2° Ecc QUEIKO ROYSLAND ASIA ANATH, prop. F.Papp & A.Muroczky GRANDE BOVARO SVIZZERO BABY MASCHI 1° P BRANDO FELICETTO, G.Mansueto JUNIORES MASCHI Ass VASCO SERVALBERG, prop. R.Viglierchio Castiglione GIOVANI MASCHI 1° Ecc ASLAN DEL MONGIOIE, prop. M.Marzola INTERMEDIA MASCHI MB UGO, prop. S.Ganapini LIBERA MASCHI 1° Ecc, CAC, BOB VILIN KARANTANSKI, prop. Matej Urbanija

55

INC club giu11.indd 55

20/05/2011 17:33:38

i club Giudici: Giovanni Battista Tabo’, peli corti e lunghi. Josè Manuel Sastre Toquero, peli duri.

BOB Bovaro dell’Appenzell, Bovaro del Bernese, Grande Bovaro Svizzero

BOS-BOB- Bovaro del Bernese Trofeo Conti 2° MB QUATRO OLIVER VOM HOFGUT RUTI, prop. A.Valle CAMPIONI MASCHI 1° Ecc, KLARK, prop. Z.Munih BABY FEMMINE 1° MP TOSCA QUEENY KIM B-2, prop. D.Baccaglini JUNIORES FEMMINE 1° MP GAIA KARANTANSKA, prop. Lianne Simoes Sereno GIOVANI FEMMINE 1° Ecc ANUSCH DEL MONGIOIE, prop. M.C.Buzzi 2° Ecc ROAD TO HELVETIA KEELEY, prop. P. Prete INTERMEDIA FEMMINE 1° MB JANTAR, prop. Matesa Lednik LIBERA FEMMINE 1° Ecc, CAC PAPAYA JUICE SERVALBERG, prop. I.Giacomelli 2° Ecc, R/CAC DIVA KARANTANSKA, prop. Neca Jerkovic CAMPIONI FEMMINE 1° Ecc BOS NERA, prop. Neca Jerkovic 2° Ecc PRINCESS LEIA FROM SWISS STAR, prop. Z.Munih

CLUB ITALIANO AMATORI BOVARI SVIZZERI c/o Roberto Mrvcic – via Borgo Viola 4 – 33050 Ruda (UD) Tel. 0431.973242 - info@ciabs.it - www.ciabs.it

AMICI BASSOTTO CLUB RADUNO DI MONTICHIARI DEL 02/04/2011 Ottima come sempre l’organizzazione del Gruppo Cinofilo Bresciano. Ring spaziosi e curati. Positivo il numero dei soggetti iscritti: 56 peli duri e 59 peli corti e lunghi.

BASSOTTO TEDESCO STANDARD A PELO CORTO MASCHI CAMPIONI: 1ECC BOB Apollo dell’Impero all. All.to Dell’Impero di Rocco Tango prop. Bolle Patrizia LIBERA: 1 MB Ulisse all. Cavagnini Guido prop.Taglietti Paola LAVORO: 1MB Grissom del Conteverde all. e prop, All.to Del Conte Verde di Comba e Pleitavino GIOVANI: 1ECC Skyeomania’s Wendelin all.Krcal Otto prop. Ferri Cinzia PUPPY: 1 PROM. Standing Ovation all. e prop. Rocchi Jessica FEMMINE LIBERA: 1ECC Dewin Elena di Troia all. e prop. All.to Dewin INTERMEDIA: 1ECC Hashish all. e prop. Rocchi Jessica GIOVANI: 1MB Chimera all. Tassinari Marisa prop. De Bene Gessica JUNIORES: 1 PROM.Chanel all. Zarko prop. Maffei Gloria BASSOTTO STANDARD A PELO LUNGO MASCHI CAMPIONI: 1ECC. Luigi XIV Il Re Sole all. Simoncini Elena prop. Cacciatore Donata LIBERA 1MB Karat della Canterana all.Giannini Daniela prop. Leoni Monica Ernesta INTERMEDIA: 1ECC CAC Quattro Vom Lehhof all. Andreas Tornau prop. All.to Del Tocai di Laura e Lucia Ranza FEMMINE LIBERA: 1MB Mariantonietta Regina di Francia all.Maria Elena Simoncini prop. Varesi Cristina LAVORO: 1ECC CAC BOB Nette Von Charlottenhof all. M E C Linzen prop. Giannini Daniela BASSOTTO STANDARD A PELO DURO MASCHI CAMPIONI: 1ECC Fetonte del Cervo all. Bindi Marco prop. Fusi Elena Maria LIBERA: 1MB Nelson Dell’Onnoras all. All. To dell’onnoras di Croce e Corsini prop. Origoni Mariella LAVORO 1ECC CAC Ebano Del Tocai all. e prop. All. To Del Tocai di Laura e Lucia Ranza INTERMEDIA: 1ECC CAC Elia Del Tocai all. e prop. All.to Del Tocai di Laura e Lucia Ranza GIOVANI: 1MB Caramello Della Val Vezzeno all. Palladini Antonio prop. Barbieri Luca FEMMINE LIBERA: 1ECC CAC BOB Dorota Di Casa Mainardi all. e prop. Nardi Manuela LAVORO: 1ECC Runa Del Molpo all. Parodi Stefania prop. Rondini Marina GIOVANI: 1ECC Unica Joan Baez Della Val Vezzeno all. Palladini Antonio prop. Arditi Cinzia BASSOTTO NANO A PELO CORTO MASCHI LIBERA: 1ECC CAC Charm Magic Rainbow all. Ivanova

prop. Abbiati Paola GIOVANI: 1ECC Passepartout Del Caviano all. e prop. All.to Del Caviano di Battilani Maria FEMMINE CAMPIONI: 1ECC BOB Berghemdax Ilona all. e prop. Abbiati Paola LIBERA: 1ECC CAC Berghemdax Ulaop all. e prop. Abbiati Paola INTERMEDIA: 1ECC R/CAC Ganatra Della Corte dei barbagrigia all. Ievolella Pellegrino prop. Guerra Serena GIOVANI: 1ECC Iana all. Kubova Andrea prop. All.to. Del Caviano di Maria Battilani JUNIORES 1M.P Ratatoulle del caviano all . All.to del caviano prop. Festa Alice PUPPY: 1M.P. Guendalinamontefior all. De Bene Gessica prop. Corsaro Andrea Davide BASSOTTO NANO A PELO LUNGO MASCHI LIBERA: 1ECC CAC Espresso Della Canterana all. e prop. Giannini Daniela GIOVANI: 1ECC BOB Zero Della Canterana all. Giannini Daniela prop. C.Giaroli FEMMINE LIBERA: 1ECC CAC Winnie Della Canterana all. e prop. Giannini Daniela GIOVANI: 1ECC Diana Szlina all. Korozs Gabor prop. Kis Tibor Timea BASSOTTO NANO A PELO DURO MASCHI CAMPIONI: 1ECC Robespierre Del Gotha all. e prop. All.to del Gotha di Terruzzi Lucia LIBERA: 1MB Ilord Boyden del Wanhelsing all. All.to Del Wanhelsing prop. Barcella Valentina LAVORO: 1ECC CAC Wervest’s Winn all. Vera Vestby prop. Vestby Vera INTERMEDIA: 1ECC CAC Milkot del Lago Prile all. Lagoprile prop. all.to del Wanhelsing GIOVANI: 1ECC Untouchables del Wanhelsing all. All.to del Wanhelsing prop. Gabbrielli Luisa PUPPY: 1M.P. Dreamdax Gershwin all.all.to Dreamdax prop. Gabbrielli Luisa FEMMINE CAMPIONI: 1ECC Bauchal’s Patas Arriba all. Bauchal Ginfranco prop. all.to del Gotha di Terruzzi Lucia LIBERA: 1ECC CAC BOB Alpheratz Carlotta all. Boza Infantes Enrique prop. all.to del Gotha di Terruzzi Lucia LAVORO: 1ECC CAC Via Dalla Pazza Folla Vitoraz all. Jan Busta prop. Contaldo Filippo Maria INTERMEDIA: 1ECC R.CAC Louisvuitton del Wanhelsing all.e prop. all.to del Wanhelsing GIOVANI: 1ECC Okidokidoolar del Wanhelsing all. e prop. All.to del Wanhelsing JUNIORES: 1MP Noli Me Tangere all. Monzeglio Silvana prop. Mariani Alberto PUPPY: 1MP Guendalina all. e prop. Bianchi Daniela Marina

56

INC club giu11.indd 56

20/05/2011 17:33:38

i club BASSOTTO KANINCHEN A PELO CORTO MASCHI LAVORO: 1MB Dewin Diamond Black all. All.to Dewin prop. Festa Alice INTERMEDIA: 1MB Exponent di Monnagio’all. All.to di Monnagio’ prop. Buttaro Laura GIOVANI: 1ECC F. Amorino di Monnagio’ prop. Millak Wanda FEMMINE LIBERA: 1ECC CAC BOB Bauchal’s Quel Dommage all. Bauchal Gianfranco prop. All. to di Silvallegra INTERMEDIA: 1ECC Ganga della Corte dei Barbagrigia all. e prop. Ievolella Pellegrino GIOVANI: 1ECC Piccola Kathy del Caviano all. e prop. all. to del Caviano di Battilani Maria JUNIORES: 1P. Rienne Vas Plus del Caviano all. e prop. all.to del Caviano di Battilani Maria BASSOTTO KANINCHEN A PELO LUNGO INTERMEDIA: 1ECC CAC BOB Mistic Moon All. e prop. Cevasco Laura BASSOTTO KANINCHEN A PELO DURO MASCHI CAMPIONI: 1 MB Alpheratz The Boss all. Boza Infantes Enrique prop. all. To del Gotha di Terruzzi Lucia GIOVANI 1EECC BOB Alpheratz Davinci all. Boza Infantes Enrique prop. all.to del Gotha di Terruzzi Lucia JUNIORES: 1MP Dargonnekapitol del Wanhelsing all. e prop. All. to del Wanhelsing FEMMINE CAMPIONI: 1ECC Vittakerdoolar del Wanhelsing all. e prop. all. to del Wanhelsing LIBERA: 1ECC CAC Negrita di Casa Mainardi all. e prop. Nardi Manuela LAVORO: 1ECC CAC Ummagumma di Casa Mainardi all. Nardi Manuela prop. Bovio Sonia GIOVANI: 1MB Alpheratz Estrellagotha all.Alpheratz Kennel prop. Boza Infantes Enrique JUNIORES: 1MP Godiva all. Nicolini Annalisa prop. Nardi Manuela PUPPY: 1MP Giuditta all. e prop. Bianchi Daniela Marina RISULTATI RING D’ONORE PUPPY: 1° N/D DREAMDAX GERSHWIN all. All.to Dreamdax prop.Gabbrielli Luisa JUNIORES: 1°N/C ELISIR D’AMOUR all. E prop. De Galeazzi Laura GIOVANI: 1°N/C IANA all.Kubova Andrea prop.All.to Del Caviano di Maria Battilani BIS: 1°N/D ALPHERATZ CARLOTTA all. Boza Infantes Enrique prop. All.to del Gotha di Terruzzi Lucia 2°S/C CH APOLLO DELL’IMPERO all. All.to. Dell’Impero di Rocco Tango prop.Bolle Patrizia 3° K/L MYSTIC MOON all. e prop. Cevasco Laura

Amici Bassotto Club Segreteria Via Romana 13/A 19136 La Spezia Tel. 0187/020524

CLUB CANE LUPO CECOSLOVACCO RADUNO REGGIO EMILIA Giudice: Vaclavik Miroslvav 19/3/2011 MASCHI Classe Puppy 1. Atomo Spirito Libero M P 2. Oskar Passo del Lupo M P Classe Juniores 1. Ali M P Miglior Juniores 2. Aleister Crowley MP Classe Giovani 1. Elkimwolf Ecc 2. Balatron Ecc Classe Intermedia 1. Gohr Zion Olim Palus Ecc R/CAC 2. Perkun z Peronowki Ecc Classe Lavoro 1. Arimminum Mike-Zakk Wilde Ecc CAC 2. Arimminum Zeus Ecc R/CAC Classe Libera 1. Mioshatz Passo del Lupo Ecc CAC 2. Olaf Passo del Lupo M B Classe Campioni 1. Aragorn Ecc BOS-Miglior Maschio 2. Cheope Ecc

FEMMINE CAMPIONI Krimilde Arimminum 1° Ecc LIBERA FEMMINE Alzairalupidigubbio 1° Ecc R/Cac Lilly l’Amico del Lupo 2° Ecc INTERMEDIA Joy del Montale 1° Ecc Cac Cacib, BOS Evita Passo del Lupo 2° Ecc GIOVANI Hope Olim Palus 1° Ecc. Miglior giovane RADUNO ALGHERO 16/4/2011 - GIUDICE: Giuseppe Alessandra LAVORO MASCHI Flame Olim Palus 1° Ecc CAC Miglior maschio LAVORO FEMMINE Fenice Olim Palus 1 ° Ecc CAC Daytona della Vittoria Alata 2° MB LIBERA FEMMINE Febe Olim Palus 1° MB INTERMEDIA FEMMINE Evita Passo del lupo 1° Ecc CAC Miglior Femmina BOB

BOB e BOS Raduno Alghero Giuditta Passo del Lupo BOB e Aragorn BOS FEMMINE Classe Puppy 1. Quana Passo del Lupo MP Miglior Puppy 2. Saika Passo del Lupo MP Classe Juniores 1. Araida M P 2. Raya Crying Wolf M P Classe Giovani 1. Fibi Passo del Lupo Ecc Miglio giovane 2. Jenna Ecc Classe Intermedia 1. Joy del Montale Ecc R/CAC 2. Evita Passo del Lupo Ecc Classe Lavoro 1. Gradisca Olim Palus Ecc CAC 2. Grisca Passo del Lupo Ecc Classe Libera 1. Giuditta Passo del Lupo Eccellente CAC Miglior Femmina-BOB 2. Raika Passo del Lupo Ecc Classe Campioni 1. Cayenne Passo del Lupo Ecc MOSTRA SPECIALE DI CHIETI 10/4/2011 - Giudice: Residori Walter MASCHI LIBERA Caoswolf dei lupi di Montemorello 1° Ecc INTERMEDIA Zenith Od Uhoste 1° Ecc. Cac Cacib BOB Gohr Zion Olimpalus 2°MB LAVORO Arimminum Zibibbo 1 °Ecc Cac R/Cacib GIOVANI Laars 1° Ecc

COPPIE Flame Olim Palus / Febe Olim Palus 1° classificato

CLUB CANE LUPO CECOSLOVACCO C/O RUBBIANI A. - VIA SALVATERRA 21 42048 RUBIERA Tel. 331-3190927 Fax. 0536-954585

ASSOCIAZIONE TECNICA AMATORI VOLPINO ITALIANO L’ASSEMBLEA ANNUALE DELL’ATAVI Il 9 aprile 2011 ha avuto luogo a Spilamberto (Modena) l’Assemblea dell’ATAVI. Il Verbale della riunione troverà posto sul nostro sito internet (www.volpinoatavi.com) ma in questa sede è opportuno riassumere il lavoro svolto e le delibere adottate dall’assemblea stessa. - Il fulcro dell’attività espositiva è stato il primo Raduno Nazionale di Sassuolo svoltosi a settembre e il successo qualitativo ha inorgoglito tutti. Anche i numeri sono eloquenti: ben sessantotto Volpini Italiani iscritti (58 Bianchi e 10 Rossi) provenienti da quasi tutte le regioni. - Di notevole interesse anche l’incontro avuto tra i Giudici invitati come ospiti d’onore e i componenti del nostro Comitato Tecnico. - Su tutti i soggetti adulti sono stati effettuati i rilievi biometrici a cura della Dr.ssa Franca Vaccari Simonini, medico veterinario specialista nel settore. Questa prima importante raccolta di dati, che prose-

57

INC club giu11.indd 57

20/05/2011 17:33:39

i club guirà nel corso del prossimo Raduno di Sassuolo del 17 settembre 2011, sarà poi oggetto di pubblicazione. - Sempre a Sassuolo 2011 attueremo un’altra importantissima iniziativa: sarà possibile sottoporre i nostri soggetti ad una visita specialistica per l’accertamento di patologie oculari effettuata dal Dr. Maurizio Mazzucchelli, veterinario specialista in oftalmologia, nonché Presidente Senior della SOVI (Società Oftalmica Veterinari Italiani) che fa capo alla FSA (Fondazione Salute Animale). Se, come non dubito, il numero di soggetti da sottoporre a questo importante accertamento diagnostico sarà rilevante, potremo usufruire di una tariffa agevolata quantificabile in quaranta Euro per soggetto. Il Consiglio Direttivo dell’Atavi ha deliberato di accollarsi questo onere quasi per intero (€ 30-) mentre i restanti € 10 saranno a carico del proprietario e saranno versati unitamente alla tassa di iscrizione al Raduno. Il Dr. Mazzucchelli mi precisa che per quanto riguarda il Volpino Italiano non esistono inerenti dati statistici internazionali. In Italia, dal 1994 al 2004, furono però esaminati cento soggetti della nostra razza (sicuramente Bianchi). Fu evidenziato qualche caso di lussazione del cristallino forse imputabile a deficit dei legamenti. Questa patologia potrebbe essere sostenuta da un gene. Sempre nei soggetti esaminati furono riscontrati pochi casi di atrofia retinica e di cataratta. Quest’ultima patologia è però stata rilevata con maggior incidenza nel Kleinspitz. - Si rende noto che in data 18 gennaio 2011 è stata inoltrata formale richiesta all’Enci affinché sia possibile, per il Volpini Italiani, ottenere il C.T. di prima generazione per l’iscrizione al RSR o al ROI per quelli di quarta generazione (o qualifica equivalente) solo nei Raduni o Mostre Speciali di razza. - Si è deciso di mantenere i contenuti tecnici che caratterizzano lo spazio riservatoci dall’Enci sulle pagine de “I Nostri Cani”. - In sostituzione di un Consigliere dimissionario, viene eletto Massimo Fiorini. - Viene nominato per acclamazione Enrico Franceschetti Presidente Onorario dell’Atavi in riconoscimento dell’opera altamente meritoria svolta nel recupero del Volpino Italiano Bianco. - Ai Presidenti degli omologhi Club esteri verrà formalizzato un invito a intervenire al Raduno di Sassuolo del 17 settembre 2011 per esaminare l’opportunità di fondare una Unione Mondiale tra i club della nostra razza.

propr.Eva Pintacsi allev. Moravia Bento 2° ECC MISSION IMPOSSIBLE propr.e allev. Marco Vanali INTERMEDIA FEMMINE: 1° CAC CARBONCOPY IKEA propr. e allev. Federico Sanguinetti GIOVANI FEMMINE 1° ECC BASS SCOTT CINDERELLA MIGLIOR GIOVANE propr. e allev. Giliola Negro

BOB

MOSTRA SPECIALE REGGIO EMILIA 19-3-2011 GIUDICE: CLAUDIO DE GIULIANI

BOS

BOB

CAC maschi

BOS

ASSOCIAZIONE TECNICA AMATORI VOLPINO ITALIANO VIA GERBIASCO 58/2 21020 MERCALLO DEI SASSI Tel. 0331-968894 Fax. 0331-968894 Miglior giovane 2011

SOCIETA’ ITALIANA BASSET HOUND RADUNO S.I.BAS MILANO 23-1.2011 GIUDICE: SAMPAIO ANNA JOE (BRA) CAMPIONI MASCHI: 1° ECC. BOB WHEREVER YOU WILL GO propr.e allev. All. Della Terra dei Templari LIBERA MASCHI 1° CAC ARTURO propr. e allevat. Giliola Negro 2° ECC FIGARO REAL BAGHETTE propr. e allevat. All. Real Baghette LIBERA FEMMINE 1° R/CAC CHELSEA MORAVIA BENTO

CAC maschi

R-CAC femmine

CAMPIONI MASCHI 1° CACIB BOB WHEREVER YOU WILL GO propr.e allev. All. Della Terra dei Templari LIBERA MASCHI 1° CAC R/CACIB MAGICOCANNAS propr. e allevat. Francesco Cannas

58

INC club giu11.indd 58

20/05/2011 17:33:39

i club 2° R/CAC FIGARO REAL BAGHETTE propr. e allev. All. Real Baghette INTERMEDIA MASCHI 1° ECC KHAMBALIQ ARCIBALDO propr. Monica Panza allev. Isabella Pizzamiglio 2° ECC LEWIS REAL BAGHETTE propr. Giuseppe Fantauzzo allev. Francesco Mugavero LIBERA FEMMINE 1° R/CAC –R/CACIB CHELSEA MORAVIA BENTO propr.Eva Pintacsi allev. Moravia Bento 2° ECC PINCALONGA LOSANGELES propr.e allev. Susanna Deotti INTERMEDIA FEMMINE 1° CAC CACIB CARBONCOPY IKEA propr. e allev. Federico Sanguinetti 2° ECC HEMMA V. HOLLANDHEIM propr. Massimiliano Cascetti allev. Carla Gerber GIOVANI FEMMINE: 1° ECC OMELETTE REAL BAGHETTE MIGLIOR GIOVANE propr. e allev. All. Real Baghette COPPIE: FIGARO REAL BAGHETTE e OMELETTE REAL BAGHETTE propr. e allev. Real Baghette I risultat sono stati fedelmente i riportati, dal sito della S.I.Bas, da parte del Consigliere Giliola Negro

SOCIETA’ ITALIANA BASSET HOUND Via Sanarelli 5 ROMA tel 06-20369320-fax 0620369330 ore mattutine

CLUB ITALIANO BRACCO FRANCESE In data 10 aprile 2011 si è tenuta l’Assemblea Ordinaria dei Soci del Club Italiano Bracco Francese a Parma. L’incontro ufficiale è stato accompagnato dal Raduno nazionale di razza e dalla prova speciale, momenti che hanno visto una numerosa partecipazione degli appassionati del bracco francese, sia italiani che esteri. I numeri nell’adesione hanno confermato l’evidente incremento che la razza sta avendo nel nostro Paese, e l’Assemblea ha costituito occasione per descrivere nei dettagli il lavoro adoperato sino ad oggi a tutela e diffusione della razza stessa. Il 2010 si chiude con un tangibile aumento numerico nelle nuove iscrizioni al LO: ben 267 nuovi soggetti dai 77 del 2009. In aggiunta la presentazione del programma per il futuro, che vede la richiesta di iscrizione al registro della riproduzione selezionata per le nostre razze, (da tempo già in esame all’Enci e per la quale siamo in attesa di riscontro), il progetto di studio genetico dei cani in tutto il Territorio nazionale, ed il controllo sanitario dei riproduttori per tramite dei test radiografici indirizzati al monitoraggio della displasia. Si riconferma l’attività del passato con l’organizzazione delle manifestazioni cinotecniche, che vedono per il prossimo ottobre, nei giorni di 8 e 9, ancora il raduno di razza e la prova speciale su selvatico abbattuto, (CAC), ad Acquapendente (VT). Questo evento rappresenterà anche il momento di selezione finale della squadra per la partecipazione alla prossima Coppa Italia delle razze continentali. Oltre a tutto ciò l’Assemblea Ordinaria ha ratificato le nuove cariche sociali che costituiscono il neo Consiglio Direttivo: vengono riconfermati Marco Ragatzu quale Presidente, il dr. Antonino La Barbera Vicepresidente, il dr. Filippo Segato Segretario, e Consiglieri Enrico Binaghi, Michele Pizzuto, e Sergio De Santis. Di seguito comunichiamo i nuovi recapiti della Segreteria per qualsiasi comunicazione indirizzata al CIBF Ricordiamo inoltre che dal 2011 il CIBF ha ottenuto

la tutela delle razze Ariege, Borbonese, Bleu d’Alvernia, e Saint Germain, che si aggiungono alle due varietà di bracchi francesi tipo Pirenei e Gascogne. Marco Ragatzu

CLUB ITALIANO BRACCO FRANCESE c/o Consiglio Siciliano della Caccia – Piazza Tommaso Natale n° 98, 90147 Palermo fax 0916916870 – Tel 3407128240) segreteria@braccofrancese.com

CANE DA PASTORE BERGAMASCO Speciale LECCO 8/5/2011 Giudice: Luigi Guidobono Cavalchini Libera maschi Alpino ECC I CAC, BOB All.: Fabrizio Nava; Prop. Gianluca Capripoli Sansone ECC II R/CAC All. Wegner Renato; prop.: Maria Luisa Cordone Giovani Maschi Arsen ECC I All. e prop.: Mario Burini Libera femmine Marina Z Banciarni ECC I CAC BOS All. e prop. Carla Mariani Giovani femmine Grisa ECC I miglior giovane All: Merlo Fausto Domenico, prop: Carlo Botta

ASS. AMAT. DEL CANE DA PASTORE BERGAMASCO C/O STILCI FIAMMA - VIA GARIBALDI 51 20013 MAGENTA - Tel. 335-8242082

SOCIETÀ ITALIANA AMATORI SCHAPENDOES Sabato 16/4/2011 si è svolto il primo Raduno Nazionale Schapendoes, organizzato dalla SIAS (Società

Italiana Amatori Schapendoes) immersi nella bellissima Oasi Verde Comunale di Monzambano, una efficiente Pro Loco e ben 48 iscritti. Giudice unico Marzio Santopietro e delegato ENCI Dott.ssa Anna Albrigo che noi ringraziamo per aver accettato il nostro invito. MASCHI CAMPIONI: Jamiro Quai Des Uns et Des Autres Ecc 1 Archimede Hijo Van Hoefflaecken’s Cocò Ecc 2 MASCHI LIBERA: Tip Tap Des Uns et Des Autres Ecc 1 CAC Otto Ecc 2 MASCHI INTERMEDIA: Double Socks Des Uns et Des Autres Ecc 1 R/CAC MASCHI GIOVANI: Follow Me Clowny’s Joker Des Uns et Des Autres ecc 1 Gimme Five Jacko Des Uns et Des Autres MB 2 MASCHI VETERANI: Charming Clown’s Des Uns et Des Autres Ecc 1 MIGLIOR MASCHIO FEMMINE CAMPIONI: Ke- Sera De Cocò’s Hijo Von Adam’s Zotteln ecc 1 MIGLIOR FEMMINA BOB Eysha Shushu Des Clochards Choux Ecc 2 Nuvola Des Uns et Des Autres ecc FEMMINE LIBERA: Endless Love Designed By Blue De Lux Ecc 1 CAC Crème Caramel Des Uns et Des Autres ecc 2 R/CAC FEMMINE INTERMEDIA: Don’t Miss the Bliss Des Uns et Des Autres Ecc 1 Bona Vien Bien à Moi Ecc 2 FEMMINE GIOVANI§: Fidji Des Uns et Des Autres ecc 1 MIGLIOR GIOVANE Rosa Ke-Sera Van Hoefflaecken’s Cocò Ecc 2 FEMMINE JUNIORES: Inouk Anjou V.H. Haskerhuus MP 1 FEMMINE VETERANI: Cocò Midreth’s Farah Diba ecc 1 MIGLIOR VETERANO Mistral e White Lady Des Uns et Des Autres MIGLIOR COPPIA Des uns et Des Autres MIGLIOR GRUPPO DI ALLEVAMENTO La segreteria Laura Polo

SOCIETA’ ITALIANA AMATORI SCHAPENDOES VIA MOSCATELLO 8 - 46040 MONZAMBANO Tel. 0376-809235 - www.schapendoesclub.it

59

INC club giu11.indd 59

20/05/2011 17:33:40

INC allevatori giu11.indd 67

23/05/2011 13:23:26

INC allevatori giu11.indd 68

23/05/2011 13:23:27


INC giugno 2011