Page 1

LA MAGIA DELLE LUCI DI MONACO DI BAVIERA MUNICH AND ITS MAGICAL LIGHTS

In flight magazine

ATMOSPHERE


II_COP_Atmosphere_Layout 1 24/11/15 12:34 Pagina 1


II_COP_Atmosphere_Layout 1 24/11/15 12:36 Pagina 2


004_005_PUB_Layout 1 24/11/15 14:48 Pagina 4


004_005_PUB_Layout 1 24/11/15 14:48 Pagina 5


006_007_Editoriale_Layout 1 24/11/15 14:55 Pagina 6

EDITORIALE EDITORIAL

A cura del Direttore, Roberto Venturini

Roberto Venturini - ATMOSPHERE, Editor in Chief 55, Ph.D in Economics, Journalist, Air Transport Expert, Marketing & Communication Strategies Professor

Gentili lettori, siamo giunti a dicembre, mese che ad ogni latitudine è sinonimo di festività e quindi di vacanza e di viaggi. Meridiana per questo bellissimo periodo dell’anno ha sempre proposto idee e soluzioni di relax e divertimento particolarmente adatte alle famiglie, facendo ancor di più quest’anno. Nei numeri precedenti ,Vi abbiamo già informato sulle molteplici novità in vigore a partire dai programmi invernali. Una delle attrazioni più forti, operative già da qualche mese, sta divenendo la destinazione Fortaleza - Natal, le due città praticamente gemelle del nord-est del Brasile, affacciate sull’Oceano Atlantico, edificate e cresciute tra le dune delle infinite coste sabbiose color oro. Dear readers, We have now reached December, which at all latitudes is synonymous with festivities, holidays and trips to exciting destinations. For this lovely time of year, Meridiana has always offered a range of opportunities for relaxation and enjoyment, particularly suitable for families, and this year the choice is greater than ever. We have described the many new destinations now available, including some winter programmes, in preceding issues. One of the most attractive locations, to which we have already been flying for a few months, is Fortaleza – Natal, two virtually twin cities in north-east Brazil facing the Atlantic Ocean, rising from the dunes with their infinity of golden sand colours. A constant temperature of around 30 degrees all year round, due to its vicinity to the equator, and the reliable breezes – the trade winds of the southern hemisphere – which in some places become fairly strong, makes these locations very popular with surfers from all over the world, and more in general for all types of tourism. Everything is made even more pleasurable by the sound and the smiles of the Brazilians, who have a special bril-

6

La temperatura costante intorno ai 30 gradi tutto l’anno, grazie alla vicinanza dall’equatore, la continua presenza di brezze piacevolissime – gli alisei dell’emisfero sud – che in alcuni punti diventano venti impetuosi e per questo santuari dei surfisti di tutto il mondo, ne fanno meta per ogni genere di turismo. Il tutto condito dai ritmi e dai sorrisi dei brasiliani, popolo devoto al divertimento. Dal nord-est del Brasile, il volo che spicchiamo verso le coste del nord Africa, ci vede giungere a Fuerteventura, magnifica isola delle Canarie, arcipelago geograficamente africano ma amministrativamente europeo a tutti gli effetti. Un angolo di Europa «sui generis», quanto a posizione, dicevamo, ma anche quanto a conformazione e caratteristiche climatiche, tipiche delle zone sub-tropicali: 3000 ore di sole l’anno, anche qui alisei amati dai surfisti e splendide spiagge da frequentare in ogni stagione. Dopodiché, con un balzo altrettanto ampio che taglia da nord-ovest a sudest il continente africano, ci ritroviamo in un altro impero del mare e del sole. Qui, lungo la costa orientale della Tanzania, sorge un’altra meraviglia, l’isola di Zanzibar, un pezzo di Africa immerso nell’Oceano Indiano.

A pochi gradi sotto l’equatore, le acque calde e cristalline e l’abbacinante candore delle spiagge, Zanzibar – crocevia millenario per i commerci con l’Asia delle spezie più preziose – offre una ottima soluzione per gli amanti del caldo anche durante la stagione invernale. Ovviamente, il mondo è vario, e Meridiana pensa anche a chi invece si crogiola nel clima invernale europeo alla ricerca di altri stimoli. Se avete queste preferenze, in questo caso Monaco – la capitale della Baviera – è ciò che fa per voi. Città teutonica ma anche quella che più delle altre città tedesche ha vissuto l’influenza del vicino mondo mediterraneo. Ciò è particolarmente visibile nella cucina bavarese, ricca di piatti tipici e di pietanze raffinate, oltre alla produzione di birre tra le migliori al mondo. Per concludere il viaggio di questo numero, andiamo in Italia, tra Milano e Napoli, rispettivamente le capitali della moda e del cibo della penisola, che durante le festività natalizie esprimono al meglio le loro affascinanti espressioni di pura italianità, quelle attrazioni che le hanno rese famose in tutto il mondo. Quindi Vi lasciamo alla lettura, sperando di averVi di nuovo con noi al più presto ed augurando a Voi tutti gioia e serenità.

liance at creating enjoyment. From north-east Brazil we move across the ocean to the coasts of north Africa and reach Fuerteventura, the magnificent island in the Canaries, an archipelago that geographically speaking is part of Africa, but that is politically part of Europe. In the same way that it is right on the edges of Europe in terms of position, it also has landscapes and climate that are rather different from most of the Old World, more typical of sub-tropical regions, with 3,000 hours of sun per year, and once again the trade winds that are so appreciated by surfers, along with superb beaches ideal for all seasons of the year. Another jump across the globe, traversing the African continent from north-west to south-east, and we are in another empire of sea and sun. Here, on the eastern coast of Tanzania, there is another natural marvel, the island of Zanzibar, a piece of Africa set like a jewel into the Indian Ocean. Just a few degrees below the equator, Zanzibar, with its warm, crystal-clear waters and the dazzling whiteness of its beaches, represents the perfect solution for people who are in search of a warm

climate in the winter season. For millennia, Zanzibar has been an important outpost for the spice trade with Asia. Of course, everyone has different tastes, and Meridiana also caters for those who appreciate Europe's winter climate and like to search out new opportunities there. If this corresponds to your idea of tourism, Munich, the capital of Bavaria, is an interesting destination for you. It is a typically German city but it reveals influence from the nearby Mediterranean countries more than anywhere else in Germany. This can be seen in Bavarian cuisine, with many sophisticated and traditional recipes, as well as some of the finest beers in the world. To end the trips undertaken in this issue, we visit Italy, and in particular Milan and Naples, the country’s capitals of fashion and food respectively. During the Christmas season their quintessentially Italian characteristics, the features that have made them famous the world over, are expressed to best advantage. So, enjoy your read. We hope to see you again soon, and in the meantime, we wish you all joy and serenity.


006_007_Editoriale_Layout 1 24/11/15 14:56 Pagina 7


008_009_Sommario01_Layout 1 25/11/15 15:26 Pagina 8

Scarpe per IGINALE. Essere OR


008_009_Sommario01_Layout 1 25/11/15 15:28 Pagina 9

SOMMARIO CONTENTS

IN COPERTINA ON THE COVER PAGE 18 LA MAGIA DELLE LUCI DI MONACO DI BAVIERA MUNICH AND ITS MAGICAL LIGHTS

INVITO AL VIAGGIO INVITATION TO TRAVEL

39 ’E NUTTATE ’E NAPULE NEAPOLITAN NIGHTS

44 IMMERSIONE NEL BLU DI ZANZIBAR DIVING INTO THE BLUE IN ZANZIBAR 48 BRASILE, LE MERAVIGLIE DEL NORD-EST BRAZIL, THE WONDERS OF THE NORTH-EST

INTERVISTE INTERVIEWS 14 DUSTIN HOFFMAN 35 STEFANO SOLLIMA

EVENTS AND EXHIBITIONS

23 MUSIC: IL VOLO, BRIAN MAY, MASSIVE ATTACK 26 APPUNTAMENTI IMPERDIBILI MUST-SEE EVENTS

CULTURE AND LIFESTYLE

32 IL NEOREALISMO CINEMATOGRAFICO NEOREALISM IN MOVIES

52 FUERTEVENTURA, L’ANIMA ESOTICA DELL’EUROPA FUERTEVENTURA, EUROPE’S EXOTIC HEART 56 MILANO, LE VIE DELL’ARTE E DELLO SHOPPING MILAN, ART AND SHOPPING IN THE STREETS 62 VIAGGIO IN SICILIA JOURNEY TO SICILY


010_011_Sommario02_Layout 1 25/11/15 15:54 Pagina 10

SOMMARIO CONTENTS

FASHION 87 BELLISSIMA. L’ITALIA DELL’ALTA MODA HIGH FASHION ITALY 88 MODA DONNA: LE NUOVE COLLEZIONI INVERNO WOMENSWEAR: NEW WINTER COLLECTIONS 90 MAESTRANZE NAPOLETANE NEAPOLITAN CRAFT TRADITIONS 92 MODA UOMO: I CONSIGLI DI STILE PIÙ ESCLUSIVI MENSWEAR: THE MOST EXCLUSIVE STYLING TIPS 98 BELLEZZA BEAUTY 102 PET DESIGN

Anno 5 numero 1 - Dicembre-Gennaio 2016 - In flight Magazine Registrazione al Tribunale di Tempio Pausania n. 54788 del 17.5.1988 Proprietà: Meridiana fly S.p.A - 07026 Olbia OT (Italy) Tel. +39 0789 52600 - www.meridiana.com press@meridiana.com Comitato di gestione Andrea Andorno, Simona Danieli, Loredana De Filippo, Umberto Desiderio, Massimo Manoni, Mauro Settembre, Roberto Venturini EDITORE

FOOD & WINE LOVERS 105 INTERVISTA A CICCIO SULTANO INTERVIEW WITH CICCIO SULTANO 108 LIFESTYLE & GASTRONOMY 113 I VIGNETI PIÙ BELLI DEL MONDO THE FINEST VINEYARDS IN THE WORLD 116 REAL ITALIAN WINES

Media & Publishing EMME&PI S.r.l. Partita IVA n. 11582391006 REA 1313512 - ROC 23867 Sede legale, Piazza dei Martiri di Belfiore, 2 - 00195 Roma Direzione, Redazione e Amministrazione Via Gustavo Giovannoni, 105 - 00128 Roma - Italy Tel. e Fax +39 06 59604589 - info@emmepiedizioni.it

Direttore Responsabile Roberto Venturini - direzione.rv@emmepiedizioni.it Direttore Editoriale Umberto Desiderio - info@emmepiedizioni.it Marketing Matteo Desiderio - desmat@emmepiedizioni.it Redazione Francesca Maisano - red2@emmepiedizioni.it Grafica Stefano Orlando - grafica@emmepiedizioni.it Collaboratori di Redazione F. Amato, A. Battaglia, A. Bergamo, P. M. Borghese, E. D. Cipriani, M. Desiderio, M. Ferdinandi, B. Maggio, M. Mastropietro, G. Moscato, G. Pellegrini, M. Spagnoli, I. Storti

DESIGN, HI-TECH AND SPORT 123 ARCHITETTURA POSTMODERNA POSTMODERN ARCHITECTURE 128 YACHT DESIGN 130 BUSINESS TRAVEL NEWS

Traduzioni - Johannes Henry Neuteboom

132 LA CASA INTELLIGENTE HOME AUTOMATION

Subconcessionaria Poster Pubbl.& P.R. s.r.l. Agente generale RunaUff. Commerciali: Via Angelo Bargoni n. 8 - 00153 ROMA tel +39 06 68896911 fax +39 06 68896939 e-mail poster@poster-pr.it

134 SNOWBOARD PASSION 138 AUTOMOTIVE

Concessionaria esclusiva pubblicità MADCOM s.r.l. Via Francesco Cilea, 56 - 80127 Napoli 

Subconcessionaria - Esclusiva Regione Campania MDL Global srl via Antiniana, 2A 80040 Pozzuoli (NA) e-mail info@mdlglobal.net tel +39 0810102300 fax +39 0810102289 Stampa - Poligrafica Industriale - Napoli Pubblicità inferiore al 45% Non si restituiscono testi e materiali illustrativi non espressamente richiesti. Riproduzione, anche parziale, vietata senza autorizzazione scritta dell’Editore. L’elaborazione dei testi, anche se curata con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsabilità personali. Le opinioni e più in genere quanto espresso dai singoli autori non comporta responsabilità alcuna per l’Editore.

10


010_011_Sommario02_Layout 1 25/11/15 15:54 Pagina 11


012_013_PUB_Layout 1 23/11/15 11:46 Pagina 12


012_013_PUB_Layout 1 23/11/15 11:47 Pagina 13


014_017_Intervista Hoffman_Layout 1 23/11/15 11:58 Pagina 14

INTERVIEW

Il Diavolo nel dettaglio Intervista a Dustin Hoffman by Marco Spagnoli

«T

utte le interviste che ho rilasciato nella mia vita, per loro stessa definizione, sono state sempre ‘artificiali’. Delle ‘fabbricazioni’ belle e buone. Forse solo se lei passasse con me un intero mese riuscirebbe ad iniziare a capire chi è davvero Dustin Hoffman.» Trenta giorni con uno dei più celebri attori del mondo costituiscono una prospettiva davvero allettante, ma, in realtà, non serve così tanto tempo per comprendere qual-

14

cosa di evidente: quale enorme talento si celi all’interno di questa icona vivente della storia del cinema. Garbato, gentile, dallo humour immediato, irresistibile e, quasi sempre, irriverente, Dustin Hoffman è senza dubbio una delle più grandi star di Hollywood. La sua filmografia è sterminata e, oggi, che le sue scelte risultano essere sempre più eclettiche, si ha l’impressione che l’attore nominato sette volte all’Oscar, con un’unica vittoria

nel 1980 per Kramer contro Kramer, continui a divertirsi nel fare il suo lavoro. «È vero, mi piace ancora recitare». Conferma Hoffman. «Adoro ogni minuto sul set, ma ancora oggi non capisco gli attori che dicono quanto è facile recitare. Per me non lo è mai stato: è bello, è creativo, è divertente, ma quando torno a casa sono letteralmente esausto da una giornata di lavoro. Non è facile per niente e richiede, piuttosto, la necessità di una


014_017_Intervista Hoffman_Layout 1 23/11/15 12:01 Pagina 15

«La mia prima moglie era una ballerina e mi ha sempre detto che i passi più carichi di energia o spettacolari sono in genere quelli più facili. Lo stesso vale per noi attori: il ‘diavolo’ si nasconde sempre nei dettagli.» ‘ricarica continua’. Per questo motivo mi alzo sempre alle cinque e mezza di mattina e non vado mai a letto più tardi delle dieci di sera. Mi piace trascorrere le prime ore della giornata con me stesso, da solo. È un tempo tutto ‘mio’ che passo con i miei cani, sorseggiando il mio caffè e leggendo il giornale.» Padre di sei figli avuti da due diversi matrimoni l’attore è sempre molto impegnato in progetti che lo mettono continuamente alla prova.

È possibile spiegare, in generale, il suo lavoro di attore? «No, perché non ho mai considerato raccomandabile l’idea di analizzare la creatività. Penso sia impossibile. Sono stato per molti anni in terapia e credo fermamente nella possibilità dell’analisi di noi stessi, ma non del nostro lato creativo. Sono convinto che si possa essere addirittura oggettivi a proposito del nostro io, ma è meglio non provare a dare alcuna definizione o, tantomeno, spiegazione della propria arte. Nel momento in cui tenti di ‘razionalizzare’, ecco che tutto quanto inizia a scomparire.» Dal punto di vista emotivo quanto c’è di lei nei ruoli che interpreta? «C’è tutto me stesso. Del resto mi sembra improbabile riuscire a creare qualcosa che non derivi da te come persona. La grande illusione è che il

pubblico, grazie alla sceneggiatura e alla regia, ti scambi per il tuo personaggio, mentre tu sai bene che quello che interpreti sei, in fin dei conti, proprio tu.» Quali sono le cose più difficili? «Mai quelle immaginate dal pubblico. La mia prima moglie era una ballerina e mi ha sempre detto che i passi più carichi di energia o spettacolari sono in genere quelli più facili. Lo stesso vale per noi attori: il ‘diavolo’ si nasconde sempre nei dettagli.» Come è cambiata Hollywood nel corso della sua carriera? «Una volta si pensava di più all’arte, oggi un film è soprattutto un prodotto. I successi artistici degli Studios hollywoodiani sono raggiunti soprattutto attraverso le loro divisioni che si occupano di cinema indipendente dove a contare sono le idee più che i soldi. I ruoli migliori per noi attori vengono da questo tipo di film, che si rifanno agli artisti con cui sono cresciuto o a film come quello dove io ho esordito, Il Laureato.» Di tutti i film che ha fatto, qual è quello di cui è completamente soddisfatto e nel quale ha ammirato di più Dustin Hoffman? «Ogni volta che mi rivedo, per me, è soprattutto un’esperienza ‘dolorosa’. Alle volte mi sembro troppo ‘giovane’ ed inesperto, altre troppo ‘ovvio’. Preferisco evitare ma, ogni tanto, facendo zapping in televisione con mia moglie, la sera sul divano, eccomi là e la tentazione di rivedere alcune scene diventa ‘irresistibile’ fino a quando, regolarmente, me ne pento. Del resto credo sia un sentimento ‘comune’. Una volta ho incontrato Mikhail Baryshnikov, il celebre ballerino russo, e gli ho chiesto se era mai stato davvero soddisfatto dalle sue performance e in maniera immediata e molto secca lui mi ha risposto: «No, mai. Forse in qualche momento, ma mai dall’inizio alla fine.» Sa qual è la verità? Non ho ancora fatto il mio film migliore; e, mi creda, penso che così debbano andare le cose, perché se il risultato è fuori dalla tua portata tu potrai provare ad essere migliore e ad andare sempre avanti.» 15


014_017_Intervista Hoffman_Layout 1 23/11/15 12:01 Pagina 16

INTERVIEW Dustin Hoffman 1968

The devil is in the details Interview with Dustin Hoffman

«All the interviews that I have given in my life have always been, by definition, ‘artificial’. All made up. Only if you spent an entire month with me you would begin to understand who Dustin Hoffman really is.» Thirty days with one of the most famous actors in the world, would be an exciting opportunity, but in actual fact, you don’t need so much time to understand something immediately obvious, the dimension of the talent concealed inside this living icon of cinema history. Polite, kind, with a spontaneous sense of humour, irresistible and nearly always irreverent, Dustin Hoffman is without doubt one of the greatest Hollywood stars. His filmography is immense, and today, now that his choices of film are increasingly eclectic, you get the impression that the actor, who has been nominated for the Oscars seven times, winning just once, in 1980 for Kramer vs. Kramer, continues to enjoy doing his job. «It’s true, I still enjoy acting», says Hoffman. «I love every minute on the set, but still today I can’t understand actors who say how easy acting is. It has never been easy for me: it’s great, creative and enjoyable, but when I get back home I am literally exhausted by the day work. It’s not at all easy, and requires constant recharging. For this reason I always get up at half past five in the morning and I never go to bed later than ten in the evening. I like spending the first few hours of the day alone. That’s my own time, that I spend with my dogs, sipping a cup of coffee and reading the paper.» Dustin Hoffman has six children from two marriages. He is always involved in a whole series of challenging projects. Can you explain your profession as an actor? «No, because I have never thought it is a good idea to analyse creativity. I think that it’s impossible. I have been in therapy for many years, and I am a strong believer in the fact that we can analyse ourselves, but not our creative side. I am absolutely convinced you can even be objective considering your ego, but it is better not to try to define, and even less advisable to explain, your art. At the moment that you try to rationalize, that’s when everything starts to 16

«My first wife was a dancer, and she always told me that the most strenuous or spectacular figures were usually the easiest. The same is true for us actors: the devil is always in the details.» disappear.» From the emotive point of view, how much is there of yourself in your roles? «There is all of myself. I don’t think that it is likely that you can create something that is not derived from yourself as a person. The great illusion is that spectators, thanks to the script and the director, think that you are the role you are playing, while in actual fact you are aware that the role you are playing is, in fact, yourself.» What are the most important things? «Never the things that the general public would imagine. My first wife was a dancer, and she always told me that the most strenuous or spectacular figures were usually the easiest. The same is true for us actors: the devil is always in the details.» How has Hollywood changed over the course of your career? «In the past, more attention was dedicated to art, while today a film is first and foremost a product. The artistic successes of Hollywood studios are mainly those produced by their divisions working on independent cinema, where ideas are more important than money. For us as actors, the best roles come from that type of film,

those that recall the artists with whom I grew up, or films like the one that marked the start of my career, The Graduate.» Of all the films that you have made, which do you feel completely satisfied with, and in which you were able to admire Dustin Hoffman most of all? «Every time I watch myself, it is, for me, mainly a painful experience. Sometimes I seem too ‘young’ and unskilled, other times too ‘obvious’. I don’t like watching myself, but every so often, when I am zapping from one channel to another with my wife on the settee in the evening, there I am, and the temptation to watch a few scenes become irresistible until, as usual, I regret it. I think this is a common feeling. I once met the famous Russian dancer Mikhail Baryshnikov, and I asked him whether he was ever truly satisfied by his performances, and he immediately answered drily, «No, never. Perhaps at some moments, but never from the start to the end.» Do you know the truth? I haven’t made my best film yet, and, believe me, I think that this is how things have to go, because if the result is impossible to reach, you will always try to be better and make more progress.»


014_017_Intervista Hoffman_Layout 1 23/11/15 12:01 Pagina 17


018_021_Monaco Baviera_Layout 1 23/11/15 12:19 Pagina 18

La magia delle luci di Monaco di Baviera by Fiorella Amato

Q

uattordici lampadari a led in argento a corona che risplendono lungo la Brienner Strasse vi danno il benvenuto a Monaco. L’elegante viale, con i suoi negozi esclusivi, avvolge i visitatori in un’atmosfera magica fatta di antiche tradizioni rappresentate negli spettacoli di strada di saltimbanchi, cantastorie e sputatori di fuoco che si aggirano nel mercatino medievale di Wittelsbacher Platz.

Ma il culmine di tanto splendore è Marienplatz dove un altissimo albero di Natale svetta con oltre tremila luci colorate. Qui sorge il Mercatino di Gesù Bambino con più di 50 stand in legno, oltre 400 abeti e una pista di pattinaggio per vivere un’atmosfera davvero unica. Le origini di questo mercatino risalgono al XIV secolo. A rendere ancora più suggestiva la cornice fiabesca c’è il famoso Municipio neogotico di Marienplatz, con la celebre torre e il suo Glockenspiel, il più grande carillon della Germania, che si aziona tre volte al giorno. Tra i tanti stand che offrono cibo e oggettistica, si trovano anche gli antichi mestieri artigiani e il più grande mercatino tedesco dedicato al presepe. 18

Ph. Bernd Roemmelt, München Tourismus

Non spaventatevi se mentre camminate vi appaiono di soppiatto strani personaggi mostruosi: è la sfilata dei Krampus metà diavoli e metà capre, servitori di San Nicola il cui compito è intimorire i bambini disobbedienti che non hanno meritato i doni del Natale. E proprio per i più piccini all’interno della corte grande della Residenza c’è il villaggio di Natale con tante rappresentazioni: Hänsel e Gretel nel bosco delle fiabe e le avventure di Kasperl che fanno brillare gli occhi di emozione a tutti i bambini. E proprio

come nei tipici villaggi bavaresi, non mancano abili artigiani orafi, conciatori e soffiatori di vetro che i visitatori possono ammirare all’opera. Se non avete la possibilità di visitare Monaco durante le feste, consolatevi con una visita al Viktualienmarkt che è sinonimo di birra e ottimo cibo tipico del sud della Germania. Qui si tocca con mano lo stile di vita della città. Innumerevoli leccornie invitano a «spizzicare» e a scaldarsi davanti ad un buon boccale di birra, mentre in inverno in particolare l’aria è inebriata dal vin brulé.


018_021_Monaco Baviera_Layout 1 23/11/15 12:20 Pagina 19

EVENTI Concerto viennese di capodanno Hubertusaal nel castello Nymphenburg, Monaco 1 gennaio h 19 www.hubertussaal.de

Christkindlmarkt Marienplatz Ph. Lukas Barth, M端nchen Tourismus

Fasching, Il Carnevale di Monaco 6 gennaio - 9 febbraio INFO www.muenchen.de www.tuttobaviera.it www.bavieraturismo.it Mercatini di Natale www.christkindlmarkt-muenchen.de

31


018_021_Monaco Baviera_Layout 1 23/11/15 12:22 Pagina 20

INVITATION TO TRAVEL MONACO DI BAVIERA

MUNICH

Marienplatz - Ph. Fritz Witzig, München Tourismus

Munich and its magical lights Fourteen silver crown-shaped chandeliers glittering on Brienner Strasse, powered by LED bulbs, welcome you to Munich. This attractive street and its exclusive boutiques create an enchanting atmosphere, with historical traditions brought to life by street performers featuring acrobats, troubadours and fire-eaters in the area of the Medieval Wittelsbacher Platz market. But the high point of all these attractions is Marienplatz, where a lofty Christmas tree is decorated with over three thousand coloured lights. Here there is the Market of the Child Jesus (Christkindlmarkt), with more than 50 stands in timber, in addition to over 400 pine trees and a skating rink that contribute to the warm, unique setting. The origins of this market date back to the 14th century. The scene looks like something out of the fables, and this impression is reinforced by the famous Neo-Gothic Town Hall on Marienplatz, with its tower and Glockenspiel, the largest bell chime in Germany that rings three times a day. Amongst the stands offering food products and souvenirs, there are also traditional artisans and the largest market in Germany dedicated to Nativity scenes. Don’t be surprised if, while you are 20

strolling around, you meet some strange and monstrous individuals: they are just part of the Krampus procession, with personages who are half devil and half goat, servants of St. Nicholas. Their task is to frighten disobedient children who have not warranted Christmas gifts. For the youngest guests, inside the Imperial Courtyard of the Residence there is a Christmas village with lots of performances: Hänsel and Gretel in the woods of the fables, and the adventures of Kasperl which always leave children with eyes glistening with emotion. And, exactly as in traditional Bavarian villages, there are skilled artisans, jewellers, tanners and glassblowers whom visitors can watch while they create their masterpieces. If you are unable to visit Munich during the Christmas holidays, you could make up for it with a visit to the Viktualienmarkt, an event focusing on beer and excellent traditional foods from the south of Germany. At this festival you get a very good idea of the city’s lifestyle. Many different foods are on hand, inviting you to try all sorts of specialities here and there accompanied by a good jar of beer. In winter, the air is perfumed by the fragrance of vin brulé.

Events and informations Viennese New Year’s concert in the Hubertussaal, Nymphenburg Palace, Munich, January 1, 7pm Fasching, Munich Carnival, from 6th January to 9th February Tourist information www.muenchen.de Christmas Market www.christkindlmarkt-muenchen.de MONACO DI BAVIERA MUNICH Meridiana opera due voli giornalieri tra Milano Linate e Monaco di Baviera dal lunedì al venerdì e un collegamento quotidiano durante il week end. Monaco di Baviera è facilmente raggiungibile anche da Olbia, Napoli e Catania via Milano Linate. Per maggiori dettagli, consultare il sito meridiana.com, contattare il Call Center 89.29.28 o la propria agenzia di viaggi di fiducia. Meridiana operates two daily non-stop flights between Milan Linate and Munich from Monday to Friday and one daily flight during the week-end. Munich is easily reachable even from Olbia, Naples and Catania via Milan Linate . For further information on schedules, logon to meridiana.com or contact our Call Center at 89.29.28 (from Italy) or +39078952682 (from other countries).


018_021_Monaco Baviera_Layout 1 23/11/15 12:22 Pagina 21


022_025_Musica_Layout 1 23/11/15 12:47 Pagina 22


022_025_Musica_Layout 1 23/11/15 12:49 Pagina 23

MUSIC Il Volo

Big Tour 2016 Il Volo, Brian May, Massive Attack Dopo una stagione di grandi successi il trio di tenori Il Volo – vincitori dello scorso Festival di Sanremo – riparte con Il Volo 2016 Live nei Palasport. Si comincia il 15 gennaio 2016 al Mandela Forum di Firenze per poi proseguire il giorno dopo al Palalottomatica di Roma e approdare il 26, 27 e 29 gennaio rispettivamente a Bologna, Torino (Pala Alpitour) e Milano (Mediolanum Forum). I giovani cantanti interpretano in modo carismatico ed emozionante i più importanti brani appartenenti alla tradizione classica italiana ed internazionale e sono stati i primi artisti italiani ad aver firmato un contratto diretto con una major statunitense.

Brian May

Gli amanti dell’inconfondibile chioma del chitarrista inglese Brian May potranno finalmente rivederlo dal vivo in Italia, questa volta al fianco dell’attrice e cantante Kerry Ellis nel nuovissimo One Voice - The Tour! I concerti toccheranno le principali città italiane a partire dal 24 febbraio a Firenze, Obihall, per proseguire poi il 25 febbraio a Milano, Teatro degli Arcimboldi e il 28 febbraio a Roma, Auditorium Parco della Musica. Il duo elettronico Massive Attack ritorna in tour nel 2016 con tappa in Italia a Milano il 12 febbraio, al Fabrique. Il tour europeo attraverserà anche Londra con due concerti e Monaco il 21 febbraio, per concludersi a Parigi il 26. Il gruppo ha pubblicato il suo ultimo album nel 2010 ma il concerto presenterà nuove tracce inedite e sarà supportato in tutte le date dagli Young Fathers.

Il Volo www.ilvolomusic.com Brian May brianmay.com Massive Attack www.massiveattack.co.uk 23


022_025_Musica_Layout 1 23/11/15 12:50 Pagina 24

MUSIC Massive Attack

Stars on tour in 2016 Il Volo, Brian May, Massive Attack After a season of great success, the trio of tenors named Il Volo – winners of the last Sanremo Festival – return with the tour Il Volo 2016 Live nei Palasport. It starts on January 15th 2016 at the Mandela Forum in Florence, the day after at Palalottomatica in Rome, followed by performances in Bologna, Turin (Pala Alpitour) and Milan (Mediolanum Forum) respectively on January 26th, 27th and 29th. The young singers offer an evocative, charismatic interpretation of the most important pieces of music from the Italian and in24

ternational classical repertoire, and they are the first Italian singers to have directly signed a contract with an American label. Fans of the unmistakable curly locks of British guitarist Brian May will at last be able to see him live in Italy, this time alongside the actress and singer Kerry Ellis in the brand new One Voice - The Tour! The concerts will be held in Italy’s main cities starting from February 24th in Obihall in Florence, then on February 25th at Teatro degli Arcimboldi in

Milan, and on February 28th at the Auditorium Parco della Musica in Rome. The electronic duo Massive Attack will return to Italy on tour in 2016, with a concert in Milan on February 12st, at Fabrique. The tour will also take them to London with two dates, then to Munich on February 21th, ending in Paris on February 26th. The group’s last album was published in 2010, but the concert will include new and as yet unreleased tracks. The support band for all the dates is the Young Fathers.


022_025_Musica_Layout 1 23/11/15 12:51 Pagina 25


026_027_Mostra Foto_Layout 1 23/11/15 13:00 Pagina 26

1

EVENTS AND EXHIBITIONS

EVENTS AND EXHIBITIONS ROMA NAPOLI MILANO ROME NAPLES MILAN 2

3

4

1. Deserto del Namib/Namib Desert, Namibia 1972 2. Villaggi e popolazioni toradja/Toradja villages and peoples, Indonesia 1974 3. Gruppo dell’Illampu (6362 metri) nella Cordillera Real/The Illampu Group (6,362 metres) in the Cordillera Real, Bolivia 1973. 4. Antartide/Antarctic 1976 ©Walter Bonatti/Contrasto

UN NUOVO ANNO di immagini emozionanti by Francesca Maisano In oltre 30 anni di viaggi ha catturato nei suoi scatti i luoghi più inaccessibili della terra. Walter Bonatti è lo scalatore estremo e il fotoreporter entrato nell’immaginario collettivo come il Re delle Alpi. La mostra Fotografie dai grandi spazi, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, è un lungo racconto visivo attraverso immagini in grande formato. Molte di queste sono superbi «autoritratti ambientati» e insieme luoghi di contemplazione. Bonatti si pone dietro e avanti l’obiettivo: rappresentando con originalità la sua fatica e la felicità della scoperta, cogliendo contemporaneamente le geometrie e le vastità degli orizzonti aperti davanti a suoi occhi. 26

Un altro grande fotografo contemporeaneo è al MADRE di Napoli. L’esposizione Boris Mikhailov. Io non sono io, che segue e integra la retrospettiva al Centro Italiano per la Fotografia di Torino, indaga i più stringenti temi sociali: come la disintegrazione identitaria, la povertà iniqua, la solitudine e la ricerca della verità umana nelle pieghe del reale. Queste problematiche riecheggiano la grande pittura barocca napoletana, come nelle tele di Jusepe de Ribera, alcune delle quali saranno accostate in un inedito confronto. Il dialogo multidisciplinare non si ferma qui, ed è evocato da altre relazioni, come l’interesse per i vinti della pittura e della fotografia ottocentesca (con un rimando alla Scuola

di Resìna), fino alla ricerca delle responsabilità personali e civili delle avanguardie storiche. Infine, Gabriele Basilico e Marina Ballo Charmet rileggono con linguaggi e intenti differenti il luogo topico della vita meneghina nella rassegna milanopiazzaduomo, al Museo del Novecento. Se gli scatti dall’alto di Basilico restituiscono la grandezza e la complessità dello spazio accompagnando lo sguardo tra le guglie del tetto della Cattedrale, Ballo Charmet si concentra nella ripresa dal basso, nel dettaglio periferico e inedito. L’artista, con la camera posizionata all’altezza dei fianchi, «trasforma» l’obiettivo in un occhio-corpo.


026_027_Mostra Foto_Layout 1 23/11/15 13:00 Pagina 27

Boris Mikhailov

In over 30 years of travels, Walter Bonatti has photographed some of the most inaccessible locations in the world. Bonatti is a climber and photographer, considered by people who knew him well the ‘King of the Alps’. The exhibition Photographs of extensive spaces, at the Auditorium Parco della Musica in Rome, is a long visual narrative in large-format images. Many of these are superb «environmental self-portraits» depicting locations that encourage contemplation. Bonatti is both behind and in front of the lens, creating an original expression of the effort and the happiness involved in discovery, capturing the geometry and the vastness of the horizons that he has witnessed. Another great contemporary photographer is on show at Walter Bonatti. Fotografie dei grandi spazi MADRE in Naples. The exhia cura di Alessandra Mauro bition Boris Mikhailov. I am not e Angelo Ponta me, which follows and extends Roma, Auditorium the retrospective exhibition Parco della Musica held at the Centro Italiano per fino al 31 gennaio 2016 la Fotografia in Turin, explores www.auditorium.com some of the most urgent sowww.formafoto.it cial themes: the disintegration of identity, unfair poverty, soliBoris Mikhailov. tude, and the quest for human Io non sono io truth in the midst of reality. a cura di Andrea Viliani These themes echo episodes Napoli, MADRE from the great Neapolitan fino al 1 febbraio 2016 Baroque tradition, as in canwww.madrenapoli.it vases by Jusepe de Ribera, some of which are shown Milanopiazzaduomo aA cura di Marco Belpoliti alongside the photographs in e Danka Giacon an unusual comparison. The Milano, Museo event includes even more del Novecento multidisciplinary interrelafino al 26 febbraio 2016 tions, such as portraiture of www.museodelnovecento.org the defeated in 19th century painting and photography (with a reference to the Resina School), and aspirations for personal and civil responsibility in historic avant-garde currents. Lastly, Gabriele Basilico and Marina Ballo Charmet provide their own individual interpretations of a classic Milanese location in the show milanopiazzaduomo, at Museo del Novecento. Basilico’s photos from above suggest the grandeur and complexity of the space, leading the observer into the forest of spires on the Cathedral rooftop, while Ballo Charmet concentrates on photos taken at ground level, searching for peripheral, hidden details. The artist holds the camera at her side, so that the lens becomes a bodily eye.

Another year of exciting images

Walter Bonatti. Photographs of extensive spaces Rome, Auditorium Parco della Musica until 31 January 2016 www.auditorium.com www.formafoto.it Boris Mikhailov. I am not me. Naples, MADRE until 1 February 2016 www.madrenapoli.it milanopiazzaduomo. Milan, Museo del Novecento until 26 February 2016 www.museodelnovecento.org Gabriele Basilico, Milano/Milan 2011

27


028_031_Mostre_Varie_Layout 1 23/11/15 13:15 Pagina 28

EVENTS AND EXHIBITIONS Paul Klee: Americanish Japanish, 1918 collezione privata/ private collection

NUORO TORINO TURIN BOLOGNA

I mondi animati di Paul Klee Inedito in Sardegna, Paul Klee è protagonista della rassegna Mondi animati a Nuoro. Prosegue, infatti, la programmazione del MAN che mette sotto i riflettori gli aspetti poco indagati della produzione dei più importanti artisti del XX secolo. A cura di Pietro Bellasi e Guido Magnaguagno. Coordinamento scientifico: Raffaella Resch. Nuoro, MAN fino al 14 febbraio 2016 www.museoman.it

Un imperdibile Monet Torino ospita una straordinaria monografica dedicata a Claude Monet: uno dei padri dell’arte moderna. Oltre 40 capolavori sono stati concessi in via eccezionale dal Musée d’Orsay, tra i quali alcuni mai presentati prima in Italia: come il frammento centrale de Le déjeuner sur l’herbe, pietra miliare nell’affermazione di una nuova, audace concezione della pittura en plein air e passaggio cruciale verso l’Impressionismo. A cura di Xavier Rey e Virginia Bertone. Torino, GAM dal 2 ottobre 2015 al 31 gennaio 2016 www.gamtorino.it

Paul Klee’s living worlds Never before exhibited in Sardinia, Paul Klee is featured in the series titled Living Worlds and held in Nuoro. The MAN gallery continues its programme in which unfamiliar aspects of work by some of the most important 20th century artists are examined. Curated by Pietro Bellasi and Guido Magnaguagno. Scientific coordination: Raffaella Resch. Nuoro, MAN, until 14 February 2016 www.museoman.it

Claude Monet, Essai de figure en plein-air, 1886, Musée d’Orsay © RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski

Unmissable Monet In Turin, there is a remarkable exhibition dedicated to Claude Monet, one of the fathers of modern art. Over forty masterpieces have been loaned exceptionally by Musée d’Orsay, and these include some never previously seen in Italy, such as the central fragment of Le déjeuner sur l’herbe, a milestone in the development of a new and daring pictorial concept ‘en plein air,’ marking a crucial step towards Impressionism. Curated by Xavier Rey and Virginia Bertone. Turin, GAM, from 2 October 2015 to 31 January 2016 www.gamtorino.it

Età dell’oro della pittura fiamminga

Pieter Brueghel il Giovane. Le sette opere di misericordia, 1616 -1618 ca. Bruxelles, collezione privata/ Pieter Brueghel the Younger. The Seven Works of Mercy, 1616 -1618 circa. Brussels, private collection

Un affascinante viaggio alla ricerca del genio visionario di ben cinque generazioni di pittori. È l’evento espositivo Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga dedicato alla famiglia che ha incarnato coralmente – come mai nessuno prima e dopo – lo stile e le tendenze di oltre un secolo di storia dell’arte. A cura di Sergio Gaddi e Andrea Wandschneider. Bologna, Palazzo Albergati Art Experience dal 2 ottobre 2015 al 28 febbraio 2016 www.palazzoalbergati.com 28

Bologna, Palazzo Albergati

The golden age of Flemish painting A fascinating journey through the visionary genius of five generations of painters. The Brueghel exhibition presents masterpieces of Flemish art, dedicated to the family of masters who together – more than ever before or after – contributed to style and development in painting over the course of a century’s art history. Curated by Sergio Gaddi and Andrea Wandschneider. Bologna, Palazzo Albergati - Art Experience from 2 October 2015 until 28 February 2016 www.palazzoalbergati.com


028_031_Mostre_Varie_Layout 1 23/11/15 13:15 Pagina 29

CARASSALE dal MOBILI 1919

     

 

 

con la produzione e le piÚ importanti firme del design made in Italy. . 2000 mq di esposizione . Architettura d’interni . Mobili d’epoca . Progettazione per ristrutturazioni

OLBIA via Porto Romano 22 - Tel 0789.24605 info@carassale.com


028_031_Mostre_Varie_Layout 1 23/11/15 13:17 Pagina 30

EVENTS AND EXHIBITIONS

VERONA ROMA ROME

I grandi del Post-Impressionismo È stata scelta Verona per l’anteprima europea dell’esposizione Seurat - Van Gogh - Mondrian. Il postimpressionismo in Europa. Tra gli 80 capolavori concessi dal Kroller Muller Museum (Olanda), figurano il celebre Autoritratto di Van Gogh, il Port en Bessin di Seurat, la Salle à manager di Signac e Composition in red, yellow and bleu di Mondrian. Interessante, inoltre, l’approfondimento su fotografia, processi ottico-visuali ed esperimenti scientifici sul colore. A cura di Stefano Zuffi. Verona, Palazzo della Gran Guardia dal 28 ottobre 2015 al 13 marzo 2016 www.arthemisia.it

Paul Signac La sala da pranzo/ The dining room  1886 - 1887 © Collection Kröller Müller Museum, Otterlo

The greats of Post-Impressionism Verona was chosen as the location for the European premiere of the exhibition Seurat - Van Gogh - Mondrian. Post-Impressionism in Europe. The 80 masterpieces loaned by the Kroller Muller Museum (Netherlands) include the famous Self-Portrait by Van Gogh, Port en Bessin by Seurat, Salle à manager by Signac, and Composition in red, yellow and blue by Mondrian. There are also interesting contributions on photography, optical-visual processes and scientific experiments on colour. Curated by Stefano Zuffi. Verona, Palazzo della Gran Guardia, from 28 October 2015 until 13 March 2016 www.arthemisia.it

Da segnare in agenda For your agenda Gillo Dorfles. Essere nel tempo: La capitale celebra per la prima volta l’opera totale, l’arte e il pensiero del critico, pittore e filosofo triestino, con la mostra curata da Achille Bonito Oliva. Roma, MACRO dal 27 novembre 2015 al 13 marzo 2016 www.dorflesmuseomacro.it Gillo Dorfles. Being in time For the first time, Rome celebrates the wide range of work – art, criticism and philosophy – created by Gillo Dorfles, originating from Trieste, with an exhibition curated by Achille Bonito Oliva. Rome, MACRO, from 27 November 2015 until 13 March 2016 Verona ha riaperto (dal 15 novembre) il Museo degli Affreschi Cavalcaselle, integralmente rinnovato e ampliato, nel complesso conventuale di San Franceso al Corso (XIII secolo), che accoglie anche la celeberrima Tomba di Giulietta. museodegliaffreschi.comune.verona.it In Verona, the Cavalcaselle Fresco Museum has recently reopened (from 15 November 2015). It has been completely renewed and extended, in the monastic buildings of San Francesco al Corso, dating back to the 13th century, also location of the famous Tomb of Juliet. 30

Gillo Dorfles


028_031_Mostre_Varie_Layout 1 23/11/15 13:18 Pagina 31


032_033_Mito Italiano_Layout 1 23/11/15 13:53 Pagina 32

STORY OF AN ITALIAN MYTH

Il Neorealismo cinematografico da Rossellini a Visconti

L’evento drammatico in primo piano, facce comuni, linguaggio «sporco», non c’è manierismo nel filmare, la cinepresa rimane attenta ad osservare. È il Neorealismo italiano, quello di Roma città aperta, il primo film importante del Dopoguerra che racconta un’Italia che cerca di «liberarsi» dalla miseria materiale ed esistenziale dopo la caduta del fascismo. Negli anni ’40 è Roberto Rossellini a cambiare il modo di fare cinema, affermando una tendenza alla verità del racconto trasmettendo in modo vibrante, anche attraverso i movimenti della macchina da presa, tutto il dolore di una società da ricostruire. Con Paisà (1946) e Germania anno zero (1948) il regista italiano arriva gradualmente ad un cinema di rifles-

sione. Gli attori sono ripresi da vicino, praticamente standogli addosso. Si rappresenta la quotidianità nel suo svolgersi adottando un taglio che a tratti si avvicina al documentario. Si abbandonano gli studi cinematografici a favore delle riprese in esterna, girando proprio nei luoghi in cui si svolge l’azione (non dimentichiamo che per un periodo Cinecittà fu occupata dagli sfollati).

Roberto Rossellini, Ingrid Bergman

Nel 1948 arriva La terra trema di Luchino Visconti, ispirato a I Malavoglia girato ad Aci Trezza in dialetto siciliano poi sottotitolato. Qui la dura vita delle famiglie sfruttate nell’estremo sud del Paese viene raccontata da attori non professionisti, con un spostamento d’accento dal singolo alla collettività, e da una lucida rappresentazione della violenza. Il cinema di puro intrattenimento è ormai superato, e oggi che questa corrente stilistica compie i suoi 70 anni non stupisce che sia diventata una delle più grandi scuole di cinema, capace di influenzare grandi registi quali Scorsese e Spielberg che più volte hanno dichiarato di aver eletto a loro maestro proprio il nostro Roberto Rosby Beatrice Maggio sellini.

Luchino Visconti

Neorealism in movies, from Rossellini to Visconti Dramatic events, ordinary people, ‘crude’ language: there are no mannerisms in the filming, with the camera simply recording the scene. This is Italian Neorealism, that of Rome, Open City, the first important post-war film describing Italy trying to break away from the material and existential misery of the years following the fall of Fascism. In the 1940s Roberto Rossellini changed the style of film-making, developing a technique based on truth to the story, expressing the struggle to rebuild society through a vibrant technique that included movements of the camera. In Paisan (1946) and Germany Year Zero 32

(1948), Rossellini gradually developed a meditative style of filming. Actors were filmed from close up, the camera right on them. Coherence with everyday life was suggested by adopting editing techniques close to a documentary format. Film studios were abandoned, and scenes were shot on location, corresponding to where the action took place (encouraged in part by the fact that for a period, the Cinecittà studios were used to house people evacuated from war zones). In 1948, Luchino Visconti directed The Earth Trembles, inspired by the book I Malavoglia and filmed at Aci Trezza in Sicilian dialect, with Italian subtitles added

later. In this film, the harsh life of exploited families in the extreme south of Italy was enacted by non-professional actors, shifting the approach from individuals to society at large, and with a detached depiction of violence. By then, the idea of films as purely a form of entertainment had been surpassed. Today, now that Neorealism has reached its 70th anniversary, it is not surprising that it is considered one of the most important styles in filmmaking, influencing great directors such as Scorsese and Spielberg, who have often said they consider Roberto Rossellini as their master in art.


032_033_Mito Italiano_Layout 1 23/11/15 13:54 Pagina 33

zoppini.it Alice e Alberto Gilardino hanno scelto di devolvere il loro compenso agli ospedali pediatrici Meyer di Firenze e Gaslini di Genova.


034_037_Intervista Sollima_Layout 1 23/11/15 14:02 Pagina 34


034_037_Intervista Sollima_Layout 1 23/11/15 14:03 Pagina 35

INTERVIEW

Sono uno del pubblico che fa film Intervista a Stefano Sollima by Marco Spagnoli

«H

o fatto troppa gavetta per montarmi la testa: vivo questo momento con grande tranquillità, facendo la cosa che so fare meglio e che mi interessa di più: lavorare.» Stefano Sollima racconta così il successo di questi ultimi anni. «No, non vivo un’ansia da prestazione: tengo molto al fatto che la gente veda e, possibilmente, apprezzi il mio lavoro, ma non fino al punto da lasciarmi influenzare dalle aspettative.» Continua il figlio di Sergio Sollima, autore di Sandokan, scomparso a 94 anni la scorsa estate. «Credo che un regista impegnato nel suo lavoro faccia i film che vuole fare senza subire delle pressioni o delle influenze. Tra l’altro sarebbe ‘pericoloso’ presumere di sapere esattamente ciò che gli spettatori vogliono e, dunque, provare a darglielo. È un assunto che toglierebbe ogni originalità e ogni spontaneità. Semmai, preferisco considerare l’apprezzamento del passato e le aspettative, degli stimoli a fare meglio e di più.» Stefano Sollima, regista di serie di successo come Romanzo Criminale e Gomorra (la seconda stagione andrà in anteprima mondiale su Sky in primavera) è il primo cineasta italiano che dirigerà una serie per Netflix ispirata al suo ultimo film per il cinema: Suburra che, basata sul romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, è diventato una cartina di tornasole del malaffare romano degli ultimi anni. Nell’antica Roma, la Suburra era il quartiere dove il potere e la criminalità segretamente si incontravano. Dopo oltre duemila anni, quel luogo esiste ancora. Perché oggi, Roma è la città del potere: quello dei palazzi della

«Io sono e resto sempre uno spettatore anche quando giro. So quello che mi piace. E so anche quello che voglio vedere. Faccio i film a cui vorrei assistere entrando in un cinema. Sono un cinefilo che ha il privilegio di dire la sua sulla trama, sugli attori, sulla messinscena, sulla materia ultima del racconto. Sono uno del pubblico che può intervenire su un film e farlo ‘suo’.» politica, delle stanze del Vaticano e quello, infine, della strada, dove la criminalità continua da sempre a cercare la via più diretta per imporre a tutti la propria legge. Questa la premessa di una narrazione di finzione che consente al film e alla serie di offrire una prospettiva di finzione e di genere per comprendere il nostro presente attraverso una drammatizzazione cinematografica. «La rappresentazione documentaristica della realtà è soggetta all’invecchiamento molto più della finzione.» Osserva Stefano Sollima. «Provare a cogliere lo spirito di un’epoca non vuol dire raccontarlo così come è, ma filtrarlo attraverso la narrazione e personaggi che dicono anche altro. Il cinema che ho sempre amato è quello attento al mondo, dove si svolgono le storie che racconta, senza paura di utilizzare il genere.» Suburra si presenta come un racconto spettacolare e drammaticamente ‘assoluto’ di ciò che è accaduto, continua ad accadere o potrebbe succedere a Roma…

«Politica, Chiesa e Strada sono le tre forze che governano Roma… da sempre. Elementi raccontati attraverso un film corale con molti personaggi differenti che conducono lo spettatore in direzione di storie e ambiti complessi ed opposti. Io ho voluto allargare il quadro del racconto per descrivere contemporaneamente sia il personaggio, che il mondo da lui rappresentato. Questa scelta ha determinato un cambiamento nel mio stile, obbligandomi ad andare, quindi, in profondità nella mia narrazione.» Forse questo accade anche perché lei ha sempre voluto mantenere un approccio ‘da spettatore’ al cinema degli altri e anche al suo? «Io sono e resto sempre uno spettatore anche quando giro. So quello che mi piace. E so anche quello che voglio vedere. Faccio i film a cui vorrei assister entrando in un cinema. Sono un cinefilo che ha il privilegio di dire la sua sulla trama, sugli attori, sulla messinscena, sulla materia ultima del racconto. Sono uno del pubblico che può intervenire su un film e farlo ‘suo’.» 35


034_037_Intervista Sollima_Layout 1 23/11/15 14:04 Pagina 36

INTERVIEW «I am always a spectator, even when I am filming. I know what I like, and I know what I want to watch. I make the films that I would like to see when I go to the cinema. I am a spectator who has the privilege of saying what he likes about the plot, the actors and the scenery, at the deepest levels of the story. I am one of the viewers who can steps in a film and make it his own.»

Stefano Sollima, Pierfrancesco Favino Ph. Emanuela Scarpa

I am a spectator who makes films. Interview with Stefano Sollima «My apprenticeship has been too long to get conceited: this is a good time and I am living it very calmly, doing the thing that I know how to do best and that interests me most: working.» This is how Stefano Sollima describes his success of recent years. «No, I have no complex about my performance: for me it’s important that people see and hopefully appreciate my work, but not to the point to worry about what they expect.» Stefano is the son of Sergio Sollima, author of Sandokan, died last summer at the age of 94. «I think that a director committed to his profession makes the films that he wants to without worrying about external pressures or influences. It would be dangerous to presume to know exactly what spectators want and to try to give them exactly that. It would remove every trace of originality and spontaneity. I prefer to consider the appreciation received in the past, and the aspirations for the future, as encouragment to do more, and better.» Stefano Sollima, director of successful series such as Romanzo Criminale and Gomorra (the second season will receive its world premiere on Sky in spring) is the first Italian film maker to direct a series for Netflix, based on his latest film 36

for the cinema: Suburra. The film is adapted from the novel by Giancarlo De Cataldo and Carlo Bonini, and it highlights the current corruption in Rome. In Ancient Rome, Suburra was the district where power and crime secretly met. After over two thousand years, that place still exists, because nowadays, Rome is the city of power, the power of the temples of politics, the halls of the Vatican, and the streets, where criminality always tries to identify the easiest route to impose its own rules on society at large. This provides the backdrop to a fictional narrative that enables both the film and the series to utilize elements of fiction and genre to illustrate something of present-day reality by means of screen drama. «A documentary-type depiction of reality grows older much faster than fiction», says Stefano Sollima. «Trying to capture the spirit of an age doesn’t mean describing it as it is, but rather filtering it through narrative and personalities that have additional meaning. My preferred type of cinema is that which dedicates attention to the real world, where the stories described actually take place, without any fear of using genre.»

Suburra takes the form of an exciting, dramatically ‘absolute’ rendering of what happened in the past, what still happens and what could happen in the future to Rome… «Politics, Church and the Street are the three forces always ruling Rome. These elements are narrated in a multi-vocal film with many different personalities who lead the spectator into complex, opposing stories and situations. I wanted to expand the story’s dimension in order to describe both the individuals and the world that they represent. This decision required a change in my style, and I had to go deep down into the narrative to find it.» Perhaps this happens in part because you have always wanted to maintain a spectator’s approach to cinema, for films both by others and your own? «I am always a spectator, even when I am filming. I know what I like, and I know what I want to watch. I make the films that I would like to see when I go to the cinema. I am a spectator who has the privilege of saying what he likes about the plot, the actors and the scenery, at the deepest levels of the story. I am one of the viewers who can steps in a film and make it his own.»


034_037_Intervista Sollima_Layout 1 23/11/15 14:04 Pagina 37


038_041_Notti Napoli_Layout 1 24/11/15 19:26 Pagina 38


038_041_Notti Napoli_Layout 1 24/11/15 19:28 Pagina 39

INVITATION TO TRAVEL NAPOLI NAPLES

’E nuttate ’e Napule by Marianna Mastropietro

S

i cammina in fila indiana, c’è gente che urla e si sbraccia, ma non è un concerto rock, è la notte tra il 23 e 24 dicembre a Napoli. In via di Sopramuro ’ncopp ’e mura, come diciamo da queste parti, si consumano gli ultimi acquisti per la tavola da imbandire per le feste: capitoni, vongole e calamari vanno per la maggiore.

La tradizione vuole infatti che, nel periodo di Natale, in particolare la notte prima della Vigilia, le pescherie rimangano sempre aperte e le mura aragonesi intorno a Porta Nolana (da cui il nome Sopramuro) sono da secoli la cornice di un accattivante mercato del pesce. La strada è stretta e la folla è tanta perché qui si arriva anche dalla provincia a comprare le squisitezze per il cenone. Rimangono aperti anche bar, negozietti vari e pizzerie friggitorie per l’occasione, perché a Napoli ogni momento è buono per fare uno spuntino a base di pizza fritta. Il 31 dicembre l’appuntamento notturno è sul lungomare, precisamente alle due di notte nei pressi di Castel dell’Ovo. Smaltiti i «botti» dai balconi, si corre ad assistere ai più spettacolari e tradizionali «fuochi a mare», al tempo dei Vicerè vere e proprie sfide pirotecniche in acqua. Dopo la magia dei fuochi la lunga via che costeggia la riva si trasforma nella più grande discoteca a cielo aperto d’Italia, per aspettare l’alba del nuovo anno al ritmo di musica. Finito il periodo del Natale tra una tombolata e l’altra arriva l’Epifania, momento magico a Napoli sempre sospeso tra sacro e profano. La sera del 5 gennaio infatti migliaia di persone si riversano nella popolarissima Piazza Mercato, nei pressi della mitica chiesa del Carmine (il regno degli ex voto), che trabocca di botteghe e bancarelle di dolciumi e giocattoli, per riempire le calze di grandi e piccini.

Susamielli

Il tradizionale mercatino della Befana è aperto fino all’alba e si può acquistare veramente di tutto: fatevi largo tra il frastuono e il via vai di gente per cercare i susamielli da sgranocchiare durante la passeggiata. Questi biscotti di antica origine greca sono stati rielaborati nei secoli fino ad arrivare nelle pazienti mani delle monache del Monastero della Sapienza (oggi rimane solo la Chiesa in via Costantinopoli) che ne hanno fissato per sempre la ricetta. I susamielli hanno una par-

DA SAPERE Tutto l’anno è possibile visitare le botteghe artigiane della via dei presepi San Gregorio Armeno www.comune.napoli.it WORTH KNOWING You can visit the crafts shops in the Nativity scenes street, San Gregorio Armeno, all year round www.comune.napoli.it 39


038_041_Notti Napoli_Layout 1 24/11/15 19:29 Pagina 40

INVITATION TO TRAVEL NAPOLI

NAPLES

ticolare forma ad S e sono preparati con farina, zucchero, miele, cubetti di zucca, cannella e chiodi di garofano. Ma la nuttata non finisce con le feste: la sera del 17 gennaio nei vicoli della

città, e ancor più nei paesi in provincia, si usa accendere i «Cippi di Sant’Antonio», piccoli e grandi falò allestiti in occasione della festa del Santo. Un’usanza curiosa che rimane

a Napoli è conservare la struttura in cartapesta del presepe dopo l’Epifania per bruciarla nel cippo, affidando al fuoco l’augurio di poter costruire un nuovo presepio il prossimo Natale.

Neapolitan nights

itable fireworks battles on the water. After the magical fireworks, the long street along the coast becomes the largest open-air discotheque in Italy, where everyone dances away the night waiting for the dawn of the New Year. Beyond Christmas and the New Year with all their attendant games of bingo, Epiphany is another magical moment in Naples, a combination of sacred and profane. On the evening of January 5th, thousands of people flock to Piazza Mercato, near the legendary Carmine church (famous for its ex-voto images), where there are hundreds of shops and stalls selling sweet treats and toys, perfect for filling the stockings of young and old alike. The traditional Epiphany market is open until dawn, and there is a huge range of items on sale: just find a way through the bustle and the noise, and don’t forget to sample the susamielli which are a delicious crunchy speciality. They have an Ancient Greek origin, and were gradually adapted over the centuries, right down to the patient hands of nuns at the Monastero della Sapienza (today all that remains of this convent is the church in Via Costantinopoli) who developed the recipe’s final form. Susamielli are S-shaped and are made from flour, sugar, honey, cubes of pumpkin,

cinnamon and cloves. But the long nights of Naples don’t end with the last days of Christmas: on the evening of January 17th in the city’s alleyways, and even more so in smaller provincial towns, bonfires are lit, small and large, named ‘Cippi di Sant'Antonio’ (St. Anthony’s fires), to celebrate the saint’s day. A curious custom still current in Naples is to keep the papier maché Nativity scene even after Epiphany in order to burn it on the bonfire as a good omen for building a new Nativity scene next Christmas.

People walk in single file, and some of them are waving and shouting, but it’s not a rock concert: it’s the night between the 23rd and 24th December in Naples. In the street Via di Sopramuro, ’ncopp ’e mura as they call it, people are buying the last items needed for the table during the festive season: eel, clams and squid are the most popular specialities. Traditionally, in the period just before Christmas and above all the evening before Christmas Eve, fish shops are open around the clock, and the Aragon walls (the reason for the name Sopramuro) near Porta Nolana are the location for a thriving fish market. The street is narrow, and it’s very crowded because people come from outside the city specially to buy delicacies for the Christmas Eve dinner. Bars, fried pizza shops and other stores also remain open, because in Naples, any moment is a good time to savour some fried pizza. On 31st December, everyone is on the beachfront, and more precisely at 2 am near Castel dell’Ovo. After the homemade pyrotechnics on balconies all over the city, people flock to see the more spectacular and traditional ‘sea-front fireworks,’ which in the days of the viceroys were ver40

NAPOLI NAPLES Meridiana vola a Napoli con frequenze giornaliere dagli scali nazionali di Milano Linate, Torino, Verona, Cagliari e Catania e con voli diretti settimanali da Londra e Madrid. Inoltre è facilmente raggiungibile anche da Monaco di Baviera via Linate. Per maggiori dettagli, consultare il sito meridiana.com, contattare il Call Center 89.29.28 o la propria agenzia di viaggi di fiducia. Meridiana operates daily flights to Naples from Milan Linate, Turin, Verona, Cagliari and Catania and weekly no-stop flights from London and Madrid. Moreover Naples is connected with Munich via Linate. For further information on schedules, logon to meridiana.com or contact our Call Center at 89.29.28 (from Italy) or +39078952682 (from other countries).


038_041_Notti Napoli_Layout 1 24/11/15 19:29 Pagina 41


042_043_Artiginai Box_Layout 1 23/11/15 14:55 Pagina 42

INVITATION TO TRAVEL

NAPOLI NAPLES

Grand Tour in bottega

Grand Tour of artisans’ workshops

I Pastori di San Gregorio Via San Gregorio Armeno è il vicolo famoso in tutto il mondo per gli artigiani del presepe. Luci, voci e colori richiamano l’attenzione dei passanti sulle creazioni, sempre nuove, di pastori ispirati ai personaggi del momento, presentati con nonchalance accanto alle storiche statuine in stile settecentesco. Sacro e profano si mischiano in un girone infernale a cui nessuno riesce a resistere. Tra le numerose e affollate botteghe al civico 8 trovate Ferrigno, caposcuola nell’arte della terracotta napoletana. La sua produzione presenta le figure care alla tradizione iconografica del presepe napoletano, come Benino il pastore eternamente assonnato e l’alticcio Ciccibacco. The shepherds of San Gregorio. Via San Gregorio Armeno is an alley famous all over the world for its Nativity scene artisans. Shouts, lights and colours attract the attention of passers-by who can admire new shepherd creations, based on famous personalities, nonchalantly presented alongside the historic 18th-century-style statuettes. Sacred and profane coexist in this crowded street that is an irresistible draw. The dozens of shops include Ferrigno at number 8, a master of the art of Neapolitan terracotta. His products comprise traditional iconographical figures in the Naples Nativity scene, such as Benino, the eternally-sleepy shepherd, and the tipsy Ciccibacco. Il bambolatorio di Napoli. Gambe, occhi, braccia che penzolano dappertutto nel ’o spitale d’e bambule (l’ospedale delle bambole), il laboratorio unico nel suo genere dove, dalla fine dell’ottocento, si aggiustano bambole e statue sacre. Entrando nella bottega di via San Biagio dei Librai 81, vi sentirete osservati dalle innumerevoli teste sugli scaffali, ma non preoccupatevi. Qui, infatti, una preparata equipe di restauratori/dottori si prende cura delle bambole d’epoca «rianimandole». Il «bambolatorio» apre anche su richiesta per visite speciali. Info su www.ospedaledellebambole.it. Naples and its dolls hospital. Legs, arms and eyes are hanging everywhere in the ‘spitale d’e bambule’ (dolls hospital), a workshop unique in the world, where dolls and religious statues have been repaired since the late 19th century. When you go into the workshop on Via San Biagio dei Librai 81, you cannot help feeling observed by the many heads on the shelves, but don’t worry. A skilful team of doctors/restorers are on hand to take care of antique dolls, bringing them back to life. The ‘dolls’ hospital’ can be opened specially for visits, on request. More at www.ospedaledellebambole.it Ceramiche di Vietri. Il blu del cielo, il giallo del sole, l’azzurro del mare sono i colori che rappresentano al meglio la Costiera Amalfitana e che si ritrovano nelle ceramiche di Vietri per rendere la casa speciale ed esclusiva. Questo prodotto artigianale della tradizione campana è interamente realizzato a mano, con sapiente maestria nella manifattura e nel decoro. Per conoscere e acquistare le ceramiche vietresi si può visitare il sito e-commerce www.ceramichedivietri.com, mentre a Napoli i punti vendita sono al Vomero in Via Sergio Abate 14, al centro storico in Via Monteoliveto 8 o presso l’aeroporto internazionale Capodichino di Napoli terminal partenze. Vietri ceramics. The blue of the sky, the yellow of the sun and the turquoise of the sea are the colours that best represent the Amalfi coast, and they also feature in Vietri ceramics which give a special, exclusive touch to any home. These products typical of the Campania region are made entirely by hand by artisans who skilfully shape and decorate the clay. To learn more about Vietri ceramics and purchase the products, visit the e-commerce website www.ceramichedivietri.com; in Naples, Vietri ware is sold at shops in the Vomero district, Via Sergio Abate 14, in the old centre at Via Monteoliveto 8, and at the Departures area of the Capodichino international airport, Naples. 42


042_043_Artiginai Box_Layout 1 23/11/15 14:55 Pagina 43


044_047_Zanzibar_Layout 1 23/11/15 15:07 Pagina 44

INVITATION TO TRAVEL ZANZIBAR

Immersione nel blu di

Zanzibar by Marianna Mastropietro

I

ntere giornate a solcare l’Oceano Indiano intorno a lingue di sabbia emerse, mangrovie e barriere coralline, seguite da barbecue in spiaggia e degustazioni di frutti esotici. Che siate esperti divers o principianti dello snorkeling, l’esplorazione dei mari di Zanzibar sarà un must da mettere in cima alla «to do list» di una vacanza sull’isola. Un acquario gigante che può essere esplorato con l’aiuto dei numerosi diving center, partendo da diversi punti di questo paradiso: in particolare dalla zona nord che offre scenari sempre belli e sorprendenti. La maggior parte dei siti di immersione si trova di fronte alle coste di Kendwa e Nungwi. Ad accogliervi c’è la variegata flora e fauna marina che abita questi fondali: splendidi esemplari di paguro e anemone, gamberetti di ogni specie e forma, nudibranchi dai colori sgargianti, piccole murene a nastro ed enormi ricci diadema cullati dalla corrente. Da queste parti uno dei siti raccomandati è Haunted Wall di fronte Kendwa, caratterizzato dalla bassa profondità, quindi perfetto anche solo per lo snorkeling. Qui è possibile ammirare bei coralli soffici dove si avvistano pesci pipistrello e pesci foglia e una miriade di coloratissimi pesci di barriera ma anche mante e razze. Il sito assieme al poco distante Mwana Wa Mwana è famoso per il passaggio delle tartarughe. Sempre rimanendo a nord ovest della costa c’è il punto di immersione Hunga, considerato uno dei migliori dell’area, particolarmente adatto a 44


044_047_Zanzibar_Layout 1 23/11/15 15:09 Pagina 45

chi ha già esperienza di diving. Vi troverete circondati da pesci pappagallo, pesci unicorno, pesci scorpione, pesci coccodrillo, barracuda, tonni, snapper e delfini. Un’altra meta imperdibile si trova al largo dell’isola di Tumbatu, dove vivono i Watumbatu, popolazione di pescatori nota per la lavorazione delle imbarcazioni in legno e per essere molto tradizionalista e schiva nei confronti del turismo di massa. Da queste parti si possono avvistare spugne e coralli di rara bellezza, esemplari di scorfano foglia perfettamente mimetizzati come foglie adagiate sul fondo, piccoli scorpenidi variopinti con sfumature che vanno dal bianco al viola.

Di fronte la costa est di Zanzibar (esattamente dal lato opposto di Tumbatu) c’è il paradisiaco atollo di Mnemba dove principianti ed esperti possono scoprire le bellezze sommerse muovendosi di laguna in laguna e nuotando in giardini di corallo. All’interno del parco marino non di rado capita di imbattersi in piccoli branchi di delfini, mentre la varietà dei punti di immersione soddisfa tutti i livelli di esperienza ed esigenze. Nel sud di Zanzibar vale la pena citare Kichwani che offre belle immersioni a partire dai due metri di profondità per scendere fino ai trenta metri. Ad accogliervi coralli a forma di cervello, coralli a nido d’ape, ramificati e banchi di coloratissimi pesci

tropicali, mentre nell’immenso blu potreste avere un emozionante incontro ravvicinato con innocui squali.

EVENTI Ngalawa Race 2016 da Pemba Island a Kilwa, 1-10 Gennaio www.theadventurists.com INFO Info turistiche disponibili nel sito ufficiale del turismo della Tanzania www.tanzaniatouristboard.com e di Zanzibar www.zanzibartourism.net

45


044_047_Zanzibar_Layout 1 23/11/15 15:11 Pagina 46

INVITATION TO TRAVEL

ZANZIBAR

Diving into the blue in Zanzibar It’s easy to spend day after day enjoying the Indian Ocean where it meets sandy beaches, mangroves and coral reefs, punctuated by barbecues on the beach and snacks based on tropical fruit. Whether you are an expert diver or a snorkelling beginner, getting cosy with the seas of Zanzibar is a must-do during a holiday on the island. It is like a giant aquarium, and you can explore it with the help of the many diving centres, setting off from various locations in this holiday paradise, above all in the northern part which offers beautiful and surprising scenarios. Most of the diving sites are off the coasts of Kendwa and Nungwi. Underwater, you are welcomed by the multi-coloured marine fauna and flora, with beautiful hermit crabs, sea-anemones, shrimps of all size and shapes, nudibranchs in all sorts of hues, small ribbon moray eels and enormous Diadema sea-urchins, all gently cossetted by the current. In this area, one of finest dive sites is Haunted Wall off Kendwa, where depths are shallow and so ideal even just for snorkelling. You will see lovely soft corals providing the setting for batfish, leaf fish, and innumerable colourful reef fish, along with mantas and other rays. This location, like the nearby Mwana Wa Mwana, is famous for its turtles. Also on the north-western part of the coast is the Hunga dive site, considered as one of the best in the area and suitable for divers with a fair amount of experience. You will find yourself amongst parrotfish, unicorn fish, scorpionfish, crocodilefish, barracuda, tuna, snappers and dolphins. Another unmissable location is off the Isle of Tumbatu, where the inhabitants are the Watumbatu, fishing folk famous for their wooden fishing boats and their very traditional lifestyle, preferring to avoid contact with mass tourism. Here you can see sponge and coral formations of rare beauty, and types of leaf scorpionfish perfectly camouflaged and truly resembling leaves on the seabed. There are also small, multi-coloured

46

scorpionfish in hues ranging from white to violet. Off the eastern coast of Zanzibar (on the opposite side of the island with respect to Tumbatu) is the paradise atoll of Mnemba, where beginners and experts alike can experience the beauty of the underwater world, moving from lagoon to lagoon and swimming in coral gardens. Inside the marine park you often meet small schools of dolphins. Here, the variety of dive sites meets the needs of scuba divers with all levels of experience and expectations. In the south of Zanzibar, it’s worth mentioning Kichwani, which offers fine dives at depths running from two metres up to thirty metres. You dive accompanied by brain, honeycomb and branching corals, and shoals of brightly-painted tropical fish. In the blue immensity of the deeper waters, you may have an exciting encounter with some harmless sharks.

Events and informations Ngalawa Race 2016 from Pemba Island to Kilwa, 1-10 January www.theadventurists.com Tourist information is available on the official Tanzania tourism website www.tanzaniatouristboard.com and on the Zanzibar website www.zanzibartourism.net ZANZIBAR Meridiana vola a Zanzibar con frequenze settimanali da Milano Malpensa, Verona e Roma Fiumicino. Per maggiori dettagli, consultare il sito meridiana.com, contattare il Call Center 89.29.28 o la propria agenzia di viaggi di fiducia. Meridiana operates weekly flights to Zanzibar from Milan Malpensa, Verona and Rome Fiumicino. For further information on schedules, logon to meridiana.com or contact our Call Center at 89.29.28 (from Italy) or +39078952682 (from other countries).


044_047_Zanzibar_Layout 1 23/11/15 15:11 Pagina 47


048_051_Brasile_Layout 1 23/11/15 15:30 Pagina 48

INVITATION TO TRAVEL BRASILE BRAZIL

Le meraviglie del nord-est da

Natal a Fortaleza by Francesca Maisano

L’

estremo nord-est del Brasile si caratterizza per essere uno dei litorali più spettacolari di tutto il paese. Banchi di corallo e arenili di seta si distendono languidamente per centinaia di chilometri, ritmati da fiumi, scogliere e dune di sabbia che a Genipabu sfiorano i 50 metri (quanto un palazzo di 15 piani). Questo spettacolare eco-parco turistico è una delle principali attrazioni di Natal, ed è rinomato per le gite in buggy e sul dorso dei dromedari. Ma il divertimento nella Cidade do sol è appena cominciato. Perché questo è il centro pulsante della movida del Rio Grande do Norte ed è la scenografia del più strano carnevale fuori stagione del mondo: il Carnatal (la prima settimana di dicembre). Non mancano certamente angoli intimi e selvaggi come Cabo de São Roque, il punto più vicino al continente africano; Maracajaú, il regno dello snorkeling e Galinhos, un antico villaggio di pescatori che sorge su una penisola immersa nell’oceano. Risalendo la costa, ecco ergersi la maestosità dei giganti rossi. Sono le falesie di Canoa Quebrada, località scoperta negli anni ’70 da un gruppo di hippies infatuati dall’ospitalità degli abitanti. Oggi è un crogiolo di lingue e di culture unico nel panorama mondiale, dove praticare sport come kitesurf, parapendio e capoeira (una disciplina tra arte marziale e danza) o partire per emozionanti escursioni in jangadas, le tipiche imbarcazioni a vela. Ma è al tramonto che questa oasi a quasi 150 chilometri da Fortaleza mostra il suo lato più caliente, specialmente nei week end. Tutto si concentra sulla Broadway: un’unica via, in gran parte pedonale, dove si snocciolano risto48

ranti e bar. Principe del convivio è il pesce: aragoste, ostriche, gamberi, granchi sono il preludio ad una lunga notte che si conclude solo all’alba a ritmo di rock, musica dance e reggae. Gli spettacoli mozzafiato della costa est del Cearà continuano a Morro Branco sopranominato il Gran Canyon del Brasile e a Praia das Fontes con oltre ottanta fonti di acqua naturale. Fino all’approdo finale: l’eclettica capitale del Cearà, Fortaleza, con i grattacieli che si stagliano sul lungomare. Si tratta della città più popolata e importante a livello turistico, industriale, finanziario e commerciale della regione con decine di shopping center. Inoltre è uno snodo stradale e ferroviario con aeroporto internazionale. È per questo che riesce a soddisfare tutte le esigenze: qui, infatti, è stato costruito il più grande centro acquatico dell’America Latina, il Beach Park, de-

dicato a tutta la famiglia. Per non parlare delle riserve come il Parco del Cocò per gli ecoturisti o il Museo della Cachaça per gli intenditori di alcolici, che potranno assaggiare la più famosa bevanda brasiliana appena uscita dall’alambicco. Ma il vero must sono le spiagge «urbane», attrezzate per intrattenere 24 ore su 24. Si inizia con un rilassante bagno mattutino nelle acque limpidissime di Praia do Futuro, si prosegue con una passeggiata lungo Meireles con i suoi artisti di strada e la fiera quotidiana di artigianato tradizionale, aspettando la notte di Iracema al Dragão do Mar (Dragone di Mare) che oltre ad essere un’icona architettonica è uno spazio culturale polivalente con cinema, teatri, planetario, musei, caffè, auditorium, ed è circondato da bar, ristoranti e discoteche in antiche costruzioni restaurate.


048_051_Brasile_Layout 1 23/11/15 15:32 Pagina 49

EVENTI Carnevale fuori stagione www.carnatal.com.br INFO Sito Istituzionale del Ministero del Turismo www.visitbrasil.com Il più grande parco acquatico dell’America Latina www.beachpark.com.br

Natal

Centro culturale Dragão do Mar www.dragaodomar.org.br

Fortaleza


048_051_Brasile_Layout 1 23/11/15 15:32 Pagina 50

INVITATION TO TRAVEL BRASILE BRAZIL

The wonders of the north-east, from Natal to Fortaleza Dune e spiaggie a Genipabu, Natal/ Dunes and beaches, Genipabu, Natal

The most northeasterly part of Brazil is remarkable for one of the most spectacular coasts in the country. Coral beds and silky sand beaches snake leisurely down the coast for hundreds of kilometres, interspersed by rivers, cliffs, and sand dunes that at Genipabu approach a height of 50 metres, comparable to a 15-floor building. This spectacular tourist eco-park is one of the principal attractions of Natal, and it is famous for excursions by buggy or on dromedaries. Moreover the opportunities for enjoyment in the Cidade do sol have just begun as this is the pulsating heart of the nightlife scene of Rio Grande do Norte, and it provides the setting for the strangest outof-season carnival in the world: Carnatal, which takes place in the first week of December. There are also more secluded, wilder locations such as Cabo de São Roque, the point closest to Africa; Maracajaú, fantastic for snorkelling and Galinhos, an ancient fishing village built on a peninsula surrounded by the ocean. Moving further up the coast, you meet the gigantic red formations of the Canoa Quebrada cliffs, in a location that was discovered in the 1970s by a group of hippies who were immediately enchanted by the hospitality of the local inhabitants. Today it is a melting-pot of languages and cultures, very different to anything else in the world, and here you can enjoy sports such as kitesurfing, paragliding and capoeira (a combination of martial arts and dance), or set off for exciting excursions 50

on jangadas, the characteristic local sailing boats. But it is at sundown that this oasis almost 150 km from Fortaleza reveals its liveliest side, above all during weekends. Everything happens on Broadway, a single street, mostly a pedestrian precinct, where there are lots of restaurants and bars. Dining is based principally on seafood: lobster, oysters, prawns and crabs provide a prelude to the long night that comes to an end only at dawn, alive to the sounds of rock, dance and reggae. The breathtaking scenes of the eastern coast of Cearà continue with Morro Branco, known as Brazil’s Grand Canyon, while at Praia das Fontes there are over eighty natural springs. The wonders continue up until the skyscrapers on the seafront of Fortaleza, a city that sums up the eclectic spirit of the capital of Cearà. Fortaleza is the most highly-populated city of the region, and the most important location as regards tourism, industry, finance and trade – it has about a dozen shopping malls. It is also an important road and rail hub, and it has an international airport. For this reason, it meets the needs of all visitors: for example, it has the largest water park in the whole of Latin America, the Beach Park, ideal for the whole family. Tourists who appreciate nature will love the Cocò park, while connoisseurs of life’s liquid pleasures will enjoy tasting Brazil’s most famous drink cachaça, sampling it as it emerges from the still at the Cachaça Museum. The truly unmissable experiences are the ‘urban’ beaches that provide entertainment

all day and all of the night. You can start with a relaxing morning swim in the crystal-clear water of Praia do Futuro, then take a walk along Meireles with its street artists and the daily traditional crafts fair. In the evening, the focus is on the Iracema at Dragão do Mar (Sea Dragon), an iconic piece of architecture and also a multi-function cultural venue with cinema, planetarium, theatres, museums, cafés and an auditorium. It is surrounded by bars, restaurants and discos in old, carefullyrestored buildings.

Events and informations Out-of-season Carnival www.carnatal.com.br Ministry of Tourism institutional website www.visitbrasil.com The largest water park in Latin America www.beachpark.com.br Dragão do Mar cultural centre www.dragaodomar.org.br BRASILE BRAZIL Meridiana collega con una frequenza settimanale Milano Malpensa a Fortaleza e a Natal. Per maggiori dettagli, consultare il sito meridiana.com, contattare il Call Center 89.29.28 o la propria agenzia di viaggi di fiducia. Meridiana operates a weekly flight from Milan Malpensa to Fortaleza and Natal. For further information on schedules, logon to meridiana.com or contact our Call Center at 89.29.28 (from Italy) or +39078952682 (from other countries).


048_051_Brasile_Layout 1 23/11/15 15:32 Pagina 51


052_055_Fuerteventura_Layout 1 24/11/15 18:52 Pagina 52

INVITATION TO TRAVEL FUERTEVENTURA Playa de Sotavento

Alla scoperta dell’anima esotica dell’Europa by Francesca Maisano

L

a sensazione è di trovarsi in un deserto lambito da un oceano ceruleo e puntellato di vulcani, che dipingono surreali triangoli color zafferano, coriandolo e peperoncino. E, ancora oggi, un fascino ancestrale circonda la più africana delle Canarie. Fuerteventura, infatti, è più vicina al Sahara occidentale che alla Penisola Iberica. Qui, è possibile godere di baie vergini circondate da una natura selvaggia, anche se non mancano spiagge adatte a tutta la famiglia, all’insegna del comfort, o vivaci calette urbane con negozi, bar, ristoranti e, talvolta, chill-out e party con dj set in riva al mare. Dalle lingue di sabbia immerse nell’oceano di Sotavento, alle piscine naturali tra gli scogli di Aguas Verdes, fino alle reminescenze caraibiche dei litorali a nord di Cotillo e alle sabbie nere della costa occidentale, sono oltre 500 gli arenili che fanno da contrappunto ad una natura che domina l’uomo, riempendo l’aria di fragranze 52

inebrianti. Paesaggi «primitivi» e inconsueti come il Parco Naturale di Corralejo e di Jandia; l’isolotto di Los Lobos e la Malpais de la Arena si alternano, così, a case coloniche dal fascino d’antan; manti di lava; mulini a vento; moderne strutture alberghiere; caratteristici villaggi di pescatori e luoghi di raro misticismo come la Montaña Sagrada di Tindaya. Come in un film le emozioni si condensano in una romantica cavalcata Vecchio mulino a vento in Antigua Old windmill in Antigua

al tramonto in riva al mare o in una passeggiata sul dorso di un cammello su sinuose dune, accompagnati da greggi che orlano i bordi del deserto. Non è raro, infatti, incontrare le capre, simbolo dell’isola, al pascolo alla ricerca di erbe spontanee, nel corso delle avventure escursionistiche in quad, buggy, 4x4, barca, bici o semplicemente mentre si fa trekking. Certamente un modo appassionante per andare alla scoperta dell’anima esotica dell’Europa.


052_055_Fuerteventura_Layout 1 24/11/15 18:55 Pagina 53

Exploring Europe’s exotic heart The sensation is that of being in a desert, surrounded by a cerulean ocean, punctuated by volcanoes that create surreal triangles in the colours of saffron, coriander and chili pepper. Still today, the most African island of the Canaries has an ancestral fascination. Fuerteventura is in fact closer to the Western Sahara than to the Iberian peninsula. Here, you can find uncontaminated bays within a wild landscape, though there are also beaches with everything that a family needs, and lively urban coves with shops,

bars, restaurants, and sometimes chill-outs and parties with DJ sets on the seafront. In total there are over 500 beaches, all of which offer a delightful contrast with a natural environment that still reigns supreme. They include stretches of ocean-front sand at Sotavento, the natural pools amongst the rocks at Aguas Verdes, the coasts north of Cotillo that recall Caribbean scenes, and the black sands of the western coast. There are ‘primitive’ and unusual landscapes such as the Nature Parks of Corralejo and Jandia. Along with the islet Los Lobos and Malpais de la Arena, there are period farmhouses, expanses of lava, windmills, modern hotels, charming fishing villages, and locations of rare mysticism such as the Montaña Sagrada of Tindaya. Emotive experiences are distilled to create your own personal movie, such as a romantic ride on the beach at sunset, or a camel-back excursion over the rolling dunes, accompanied by herds that populate the edges of the desert. In fact, while you are out enjoying an excursion in a quad, buggy, 4x4, boat, bicycle, or simply hiking, you may well encounter the goats that are a symbol of the island, while they are searching for wild grass and other plants. Certainly a ‘pleasurable’ way to the discovery of Europe’s exotic heart.


052_055_Fuerteventura_Layout 1 25/11/15 16:27 Pagina 54

INVITATION TO TRAVEL FUERTEVENTURA

A tutto sport I numeri parlano chiaro: oltre 150 chilometri di spiagge, 3000 ore di luce all’anno e temperatura media minima di 17 gradi. Fuerteventura è un approdo paradisiaco per gli amanti dello sport. La corrente marina del Golfo e l’anticiclone delle Azzorre (che mitigano gli inverni) e i freschi venti Alisei (che rendono piacevoli le giornate estive) creano le condizioni per una eterna primavera climatica: ideale per pratiche agonistiche e amatoriali 365 giorni l’anno. Golf, tennis, orienting, sci d’acqua, karting, equitazione, kite surf, pesca d'altura, surf, volo ultraleggero, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ma è il windsurf che ha portato alla ribalta l’isola, scelta da oltre trent’anni come campo di gara per il campionato mondiale di questa disciplina. Non mancano poi manifestazioni dedicate al ciclismo e al trekking, come la Fudenas e la Media Marathon Dunas. Solo emozioni adrenaliniche e impegno fisico? No, perché chi preferisce il palpito della scoperta può salpare in mare aperto per l’avvistamento di delfini e balene; scendere nell’oceano in sottomarino; rincorrere il vento su tricicli a vela con il land sailing e far volare gli aquiloni per dipingere il cielo di sogni.

Sotavento www.pwaworldtour.com

EVENTI Campionato del Mondo di Windsurf www.fuerteventura-worldcup.org Gara ciclistica www.fudenas.com Mezza maratona www.mmdunasfuerteventura.com INFO Ufficio del Turismo di Fuerteventura www.visitfuerteventura.es

Golf Club Salinas de Antigua www.salinasgolf.com

Sports for all Nothing speaks more clearly than numbers: over 150 kilometres of beach, 3,000 hours of sunlight every year, and a minimum average temperature of 17°C. Fuerteventura is a paradise for everyone who loves sport. The Gulf Stream and the Azores high (which make winters milder) and the fresh trade winds (providing a pleasant breeze for the summer days) create the conditions for an eternal spring climate, ideal for a range of sports all year round, whether at competitive or amateur level. Golf, tennis, orienteering, water-skiing, karting, riding, kitesurfing, deep-sea fishing, surfing, flying in microlights: there is no shortage of choice. But it is windsurfing that has put the island on the world map, as for over thirty years it has been chosen as the location for the world 54

championships. There are also events dedicated to cycling and trekking, such as the Fudenas and the Dunas Half Marathon. But the island is not just about adrenaline-charged experiences and physical exertion. If you prefer the excitement of discovery, you can take a cruise out to the open sea to watch dolphins and whales, or descend into the depths of the ocean in a submarine. Other activities include harnessing the wind using tricycles equipped with sails, so-called land sailing, or flying kites to paint the sky with dreams.

Events and informations Windsurfing World Championships www.fuerteventura-worldcup.org Cycling race

www.fudenas.com Half marathon www.mmdunasfuerteventura.com Fuerteventura Tourist Office www.visitfuerteventura.es FUERTEVENTURA CANARY ISLAND Meridiana vola a Fuerteventura con collegamenti diretti settimanali da Milano Malpensa, Verona e Roma Fiumicino. Per maggiori dettagli, consultare il sito meridiana.com, contattare il Call Center 89.29.28 o la propria agenzia di viaggi di fiducia. Meridiana operates weekly non-stop flights to Fuerteventura from Milan Malpensa, Verona and Rome Fiumicino For further information on schedules, logon to meridiana.com or contact our Call Center at 89.29.28 (from Italy) or +39078952682 (from other countries).


052_055_Fuerteventura_Layout 1 25/11/15 16:27 Pagina 55


056_059_Milano_Layout 1 25/11/15 12:00 Pagina 56

EVENTS ANDTO INVITATION EXHIBITIONS TRAVEL MILANO MILAN

LE VIE DELL’ARTE E DELLO SHOPPING

all’ombra della cattedrale gotica

Navigli

Una recente classifica stilata da Cushman & Wakefield inserisce Via Montenapoleone tra le prime dieci strade più costose e prestigiose al mondo, insieme alla Fifth Avenue di New York, alla Causeway Bay di Hong Kong e all’Avenue des Champs-Élysées di Parigi

56

Bastano 919 passi per avere Milano ai propri piedi. Questo, infatti, è il numero di scalini delle rampe che portano alle terrazze del Duomo. Ed è da qui che con un solo sguardo si domina la città. All’ombra della cattedrale gotica, ecco aprirsi i mondi dello shopping di lusso e della cultura. Raffaello, Tintoretto, Goya, Cézanne e Gauguin sono attualmente protagonisti a Palazzo Reale: meta imperdibile per gli appassionati di arte, che anima il capoluogo meneghino con rassegne di rilevanza internazionale. Di questo polo culturale fanno parte altre tre sedi espositive: la Rotonda di via Besana, il Palazzo della Ragione e il Palazzo dell’Arengario, che custodisce quattrocento opere, dalle Avanguardie storiche alla Transavanguardia, tra cui capolavori assoluti come Il Quarto Stato (1901) di Pellizza da Volpedo e Forme uniche nella continuità dello spazio (1913) di Boccioni. Dalla parte opposta di piazza Duomo scintillano, invece, le vetrine allestite a festa. La Galleria Vittorio Ema-

nuele II, oltre ad essere il regno dello shopping e del ritrovo chic al gran caffé, è la «hall» che conduce al Quadrilatero d’Oro della moda. Una recente classifica stilata da Cushman & Wakefield, infatti, inserisce Via Montenapoleone addirittura tra le prime dieci strade più costose e prestigiose al mondo, insieme alla Fifth Avenue di New York, alla Causeway Bay di Hong Kong e all’Avenue des Champs-Élysées di Parigi. Tra abiti haute couture e gioielli dalle mille e una notte (Piaget ha appena aperto la sua prima boutique italiana proprio a Via Verri), è possibile imbattersi nella Tombini Art, la mostra open-air che rende protagonisti i chiusini stradali tra Via della Spiga, Corso Venezia e Via Manzoni, griffati da ventiquattro maison tra cui Armani, Cavalli, Biagiotti, Cucinelli e Pucci. Si tratta di pezzi unici, cesellati a rilievo e dipinti a mano che si possono ammirare fino a gennaio e che poi verranno battuti all’asta da Christie’s per beneficenza. E per chi non fosse ancora sazio di arte, a pochi centinaia di metri tro-


056_059_Milano_Layout 1 25/11/15 12:02 Pagina 57

verà il tempio della lirica, il Teatro alla Scala, che dedica la fine dell’anno e l’inizio del nuovo a Verdi con Giovanna d’Arco e Rigoletto, per poi proseguire con Il Trionfo del Tempo

Via Montenapoleone 12 Pinko 13 Zegna 14 Rolex 15 Salvatore Ferragamo 16 Loro Piana 17 Valentino 18 Celine 19 Cartier 20 Dior 21 Baldinini 22 Hermes 23 Gucci 24 Etro 25 Cavalli 26 Bottega Veneta 27 Ralph Lauren 28 Fendi 29 Giorgio Armani 30 Luis Vuitton

Fashion Map Via della Spiga 1 Amaranto Boutique 2 Dolce & Gabbana 3 Chopard Boutique 4 Prada 5 Tod’s 6 Fay 7 Tiffany 8 Moschino 9 Lavin Via Sant’Andrea 31 Missoni 32 Trussardi 33 Piaciotti 34 Stuart Weitzman 35 Chanel 36 Miu Miu

e del Disinganno di Händel (diretti rispettivamente da Riccardo Chailly, Mikko Franck e Diego Fasolis). Ma Milano con gli oltre trenta teatri ha un’offerta così variegata da saper

Via de lla Sp iga

Via Mo nte na po leo ne

Via Sa nt ’An dr ea

Teatro alla Scala

soddisfare proprio tutti i gusti, dal repertorio classico al contemporaneo, fino al musical e al cabaret. by Francesca Maisano

EVENTI Palazzo Reale, mostra Da Raffaello a Schiele. Capolavori dal Museo di Belle Arti di Budapest a cura di Stefano Zuffi, fino al 7 febbraio 2016 www.arthemisia.it Palazzo dell’Arengario, Museo del Novecento, mostra Omaggio a Bruno Maderna fino al 18 gennaio 2016. Da non perdere anche i concerti, le presentazioni e gli eventi speciali www.museodelnovecento.org Teatro alla Scala, Stagione 2015-2016 Giovanna d’Arco, Rigoletto e Il Trionfo del Tempo e del Disinganno dal 4 dicembre 2015 al 13 febbraio 2016 www.teatroallascala.org Galleria Vittorio Emanuele II 57


056_059_Milano_Layout 1 25/11/15 12:03 Pagina 58

INVITATION TO TRAVEL

MILANO MILAN

A recent list compiled by Cushman & Wakefield places Via Montenapoleone amongst the most expensive and prestigious streets in the world, in the company of Fifth Avenue in New York, Causeway Bay in Hong Kong and Avenue des ChampsÉlysées in Paris

Art and shopping in the streets near the famous Gothic cathedral Just climb 919 steps and you will have Milan at your feet. This is the number of steps in the staircases leading up to the Cathedral rooftops, where you get a fantastic view of the city. Just a short distance away, you can choose from the very best of luxury shopping and culture. Raphael, Tintoretto, Goya, Cézanne and Gauguin are currently on show at Palazzo Reale: this location is an unmissable venue for anyone with an interest in art, and it brings international shows to the heart of Milan. The cultural resources run directly by the municipality include three other exhibition venues, Rotonda di via Besana, Palazzo della Ragione and Palazzo dell’Arengario: the latter has a collection of 400 works ranging from avantgarde movements right through to Transavanguardia, with masterpieces such as Il Quarto Stato (1901) by Pellizza da Volpedo and Forme uniche nella continuità dello spazio (1913) by Boccioni. On the opposite side of Piazza Duomo there are the glittering shop windows, with their decorations for the festive season. Galleria Vittorio Emanuele II, in addition to being a haven for shopping and a meeting place popular for its sophisticated cafés and restaurants, is also a covered «hall» that brings you to the Golden Quadrilateral, the top fashion district. A recent list compiled by Cushman & 58

Wakefield places Via Montenapoleone amongst the most expensive and prestigious streets in the world, in the company of Fifth Avenue in New York, Causeway Bay in Hong Kong and Avenue des Champs-Élysées in Paris. As well as haute couture garments, and the jewellery of your dreams (Piaget recently opened its first Italian boutique on Via Verri), you may also notice some artistic drain covers, part of the Tombini Art venture that comprises an open-air exhibition on drain covers in Via della Spiga, Corso Venezia and Via Manzoni, designed by 24 brands including Armani, Cavalli, Biagiotti, Cucinelli and Pucci. These one-off pieces are hand-painted relief works, which will be on show in situ until January 2016, after which they will be auctioned by Christie’s for charity. And if you’re looking for still more art, just a few hundred metres away is the temple of opera, Teatro alla Scala, which dedicates the end of this year and the start of 2016 to Verdi with Giovanna d’Arco and Rigoletto, continuing with Il Trionfo del Tempo e del Disinganno by Händel (with orchestra conducted respectively by Riccardo Chailly, Mikko Franck and Diego Fasolis). But Milan has over thirty theatres, and so at any time it offers a range of performances for all tastes, from the classics to contemporary drama, and on to musicals and cabaret.

Events Palazzo Reale, exhibition, From Raphael to Schiele. Masterpieces from the Museum of Fine Arts, Budapest, curated by Stefano Zuffi, until 7 February 2016 www.arthemisia.it Palazzo dell’Arengario, Museo del Novecento, exhibition, Tribute to Bruno Maderna, until 18 January 2016. In addition, an interesting programme of concerts, presentations and special events www.museodelnovecento.org Teatro alla Scala, 2015-2016 season, Giovanna d’Arco, Rigoletto and Il Trionfo del Tempo e del Disinganno, from 4 December 2015 until 13 February 2016 www.teatroallascala.org MILANO MILAN Meridiana vola a Milano Linate con plurifrequenze giornaliere da Olbia, Napoli, Catania e Monaco di Baviera. Per maggiori dettagli, consultare il sito meridiana.com, contattare il Call Center 89.29.28 o la propria agenzia di viaggi di fiducia. Meridiana operates daily non-stop flights to Milan Linate from Olbia, Naples, Catania and Munich. For further information on schedules, logon to meridiana.com or contact our Call Center at 89.29.28 (from Italy) or +39078952682 (from other countries).


056_059_Milano_Layout 1 25/11/15 12:03 Pagina 59

UNI EN ISO 9001:2008


060_061_PUB_Layout 1 23/11/15 16:07 Pagina 60


060_061_PUB_Layout 1 23/11/15 16:08 Pagina 61


062_063_Taormina_Layout 1 23/11/15 16:25 Pagina 62

INVITATION TO TRAVEL SICILIA SICILY

Taormina très chic,

anche d’inverno by Marianna Mastropietro

L

a Sicilia è prima di tutto un luogo dell’anima tra l’Etna e il mare, tra l’impeto del vulcano e la calma del mare e al viaggiatore non resta che perdersi nell’incanto. Luogo simbolo della forza di questa terra e degli uomini che l’hanno abitata è Taormina. Ricca come la storia di cui può fregiarsi, elegante come i suoi grandi alberghi, amante del cinema per i numerosi set che ha ospitato, una visita alla città può diventare un momento esclusivo tra itinerari culturali, shopping e vita mondana. La passeggiata ideale si snoda tra Porta Catania e Porta Messina districandosi tra i vicoli e passando in rassegna i suoi monumenti più importanti come il Duomo medievale o il maestoso palazzo Corvaja con la sua sala quattrocentesca in cui si tenevano le riunioni del Parlamento siciliano. Da qui alla strada dello shopping d’autore, il famoso Corso Umberto I, sono giusto due passi. Potete farvi ammaliare dall’arte degli antiquari che espongono stampe d’epoca, mobili ottocenteschi, ricami pregiati, gioielli e ceramiche, oppure scegliere il meglio della moda e degli abiti di classe. Alcune delle vetrine che si possono ammirare hanno vestito celebrità della musica, del cinema e dello sport nazionali e internazionali, come nel caso della storica boutique Parisi che vanta una lunga tradizione sartoriale e di confezionamento. Dopo lo shopping non resta che seguire la via verso la più importante attrazione della città: il Teatro Greco da dove si gode di un magnifico panorama che guarda il mare e il colosso fumante di questi tempi innevato, l’Etna. Opera massima dell’ingegno umano, costruito in una cornice unica, il Teatro Greco svela un paesaggio marino che raggiunge le più disparate sfumature di 62

colore che si aprono attraverso il verde degli agrumeti. Venire qui è un’esperienza prima di tutto estetica. La giornata lentamente volge al termine tra antichi palazzi e caratteristici vicoli, fino a raggiungere l’animata

Piazza IX Aprile, uno dei posti più affollati del centro, perfetto per dedicarsi ad una movida rilassata tra un aperitivo e una cena raffinata. Non si può infatti salutare Taormina senza vivere una delle sue notti brave.


062_063_Taormina_Layout 1 23/11/15 16:27 Pagina 63

INFO Sito istituzionale di Taormina/ Taormina official website www.comune.taormina.me.it Guida completa agli eventi cinematografici, teatrali e artistici/ Complete guide to theatrical, artistic and cinematographic events www.taormina-arte.com Parco Archeologico di Naxos/ Archaeological Park of Naxos www.parconaxostaormina.it

Taormina, trendy even in winter Sicily is first and foremost a place for the soul, between Etna and the sea, between the fury of the volcano and the calm of the sea. The visitor just has to relax and enjoy the enchantment. Taormina is a symbolic location expressing the power of this land and of the people who lived there. Its rich history, elegant grand hotels, and prestigious connections with cinema, used as a set for many productions make a visit to the city an exclusive blend of cultural itineraries, shopping and high society lifestyle. The perfect visit on foot starts from Porta Catania and Porta Messina, winding through the narrow streets that bring you to its most important monuments, such as the Medieval Cathedral, and the majestic Palazzo Corvaja with its 15th-century hall in which the Sicilian parliament held its assemblies. From there, a brief walk leads to the top brand shopping street, the famous Corso Umberto I.

You can admire the antiques shops with their period prints, 19th century furniture, delicate embroidery, jewellery and ceramics or you can browse the latest fashion and the finest prestige garments. Some of the boutiques are frequented by stars from the world of music, cinema and sport, both Italian and international. For example, the historic Parisi boutique has a long tradition of tailoring and made-to-measure fashion. After shopping, it’s only natural to continue down the street towards the most important landmark of the city: Teatro Greco, the Ancient Greek theatre which offers a superb view towards the sea and Etna, the smoke-veiled colossus covered with snow at this time of year. The theatre is a superb piece of architecture built in a spectacular natural setting. Teatro Greco reveals a marine landscape painted in a vast range of hues that open up beyond the green of the olive groves. The visit is primarily an aesthetic experience. The day gradually comes

to an end amongst the ancient buildings and the characteristic streets, which lead you to Piazza IX Aprile, bustling with people, one of the most crowded locations in the city centre, ideal for enjoying the high society side of Taormina, from aperitifs to a sophisticated dinner. You can’t leave Taormina without having savoured one of its long, exciting nights. CATANIA Meridiana vola a Catania con connessioni giornaliere dirette da Milano Linate, Torino e Napoli, mentre è da Verona, Cagliari e Madrid via Napoli e da Monaco di Baviera via Linate. Per maggiori dettagli, consultare il sito meridiana.com, contattare il Call Center 89.29.28 o la propria agenzia di viaggi di fiducia. Meridiana operates daily flights to Catania from Milan Linate, Turin and Naples; from Cagliari, Verona and Madrid via Naples; from Munich via Linate For further information on schedules, logon to meridiana.com or contact our Call Center at 89.29.28 (from Italy) or +39078952682 (from other countries).

63


064_065_Tonnare Sicilia_Layout 1 23/11/15 16:34 Pagina 64

Tonnara Florio Florio tuna-fishery

INVITATION TO TRAVEL SICILIA

SICILY

La rotta delle tonnare Conoscere un territorio attraverso sapori e profumi associati alle tradizioni del posto, puntando a sviluppare una cultura dell’accoglienza che attragga il visitatore in un’esperienza a 360°. È ciò che avviene in Sicilia dove ogni itinerario turistico sposa la conoscenza con i riti legati alla terra e al mare. Accade ad esempio andando alla scoperta delle tonnare, luoghi sacri di archeologia «industriale» dedicati ad uno dei prodotti ittici di eccellenza di questa terra, il tonno appunto. A Palermo c’è il piccolo borgo dell’Arenella, un tempo villaggio di pescatori, oggi luogo caratteristico in cui è visibile la tonnara la cui struttura risale al ’300, acquistata e rimodellata poi nell’ottocento dalla storica famiglia Florio. Oggi è sede di un bel ristorante alla moda. A Bonagia, vicino Trapani, c’è una delle tonnare più antiche e pregevoli dell’intera Sicilia. Fino al 1600 fu proprietà della Regia Corte di Napoli mentre oggi è sede di un prestigioso Hotel di Charme. In funzione fino a tempi recenti per la ricca e buona pesca locale, il complesso è stato interamente ristrutturato e vi si può visitare il Museo della Tonnara, con reperti e cimeli dell’illustre passato. Nella Riserva naturale di Vendicari

(Siracusa), adagiate nelle turchese acque del mare, ci sono le rovine della tonnara Bafutu, ossia anticamente del Capo Bojuto, nota per essere stata una tonnara di ritorno, cioè una tonnara che pescava i tonni e gli sgombri quando nuotavano verso il mare aperto. Oggi completamente restaurata assieme alle case dei pescatori la tonnara è punto di grande fascino per la sua posizione privilegiata all’interno dell’oasi. by Giovanni Moscato

INDIRIZZI Il ristorante Florio è anche centro congressi, eventi e convention per info www.tonnaraflorio.com; gli ospiti della tonnara di Bonagia possono visitare su richiesta il piccolo museo della torre, info su www.tonnaradibonagia.it; la tonnara di Vendicari è soggetta all’ingresso nella riserva naturale, info su www.riserva-vendicari.it Tonnara di Bonagia Bonagia tuna-fishery

Tonnara Vendicari/Vendicari tuna-fishery

Tonnara di Bonagia Bonagia tuna-fishery

The tuna-fishing trail Discovering an area by means of the flavours and fragrances associated with local traditions is a way of developing a style of hospitality that attracts visitors through a comprehensive experience. This is what is happening in Sicily, where every tourist route includes contacts with rituals linked to land and sea. One example is the discovery of the ‘tonnare’, tuna-fisheries, classic examples of industrial archaeology linked to tuna, one of the island’s most prestigious seafood products. In Palermo, there is the small village named Arenella, which was once a fishing village and is now a fascinating location with a tuna-fishery dating back to the 14th century, purchased and adapted in the 19th century by the Florio family. Today it is an attractive, 64

fashionable restaurant. At Bonagia, near Trapani, there is one of the oldest and best preserved tuna-fisheries in Sicily. Up until the 17th century it was owned by the Royal Court of Naples, while today it has become a prestigious Hotel di Charme. It was used for tuna-fishing up until recently, exploiting the rich local fish population. The structure has been completely restored, and now you can visit the Tonnara Museum, with objects and relics from its illustrious past. In the Vendicari Nature Reserve (near Syracuse), set in the turquoise sea, there are the ruins of the Bafutu tuna-fishery, or, as it was known in the past, Capo Bojuto, famous for being a so-called return tunafishery, because tuna and mackerel were

fished when they were swimming back towards the open seas. Today it has been completely restored along with the fishermen’s houses, and the tuna fishery is a wonderful sight as a result of its fine position within the nature park.

Addresses The Florio restaurant is also a centre for congresses, meetings and conventions; for more information, see www.tonnaraflorio.com; guests at the Bonagia tuna-fishery can visit the small museum in the tower, on request, see www.tonnaradibonagia.it; to see the Vendicari tuna-fishery, you have to enter the nature reserve, information at www.riserva-vendicari.it


064_065_Tonnare Sicilia_Layout 1 23/11/15 16:34 Pagina 65


066_067_Ceramiche Sicilia_Layout 1 23/11/15 16:49 Pagina 66

INVITATION TO TRAVEL SICILIA

SICILY

La ceramica alle pendici dei Nebrodi

zione dell’olio. Oltre che nelle numerose botteghe del paese – nei cui laboratori è possibile curiosare mentre gli artigiani sono all’opera – visitando Santo Stefano si trovano esempi della prima produzione «industriale» di ceramiche entrando nel Palazzo Armao, nel Palazzo Trabia o al cimitero vecchio (con i preziosi pannelli che coprono le tombe). Attraverso la datazione e i marchi posti sul retro degli esemplari, si possono notare le lievi sfumature di lavorazione dei singoli produttori. Questo confronto rivela le mode nelle diverse epoche e l’evoluzione del gusto per un’arte decorativa che per fortuna negli ultimi anni è ritornata a fiorire per mano dei maestri artigiani, che diffondo le loro raffinate creazioni in tutto il mondo.

Blu cobalto, giallo di Siena, il rosso e il bruno, le vie di Santo Stefano di Camastra, nel messinese, sono colorate come le maioliche che compongono i numeri civici di case e botteghe, le insegne e i pavimenti, una vera e propria cornice cittadina realizzata in ceramica. Questa tradizione si è diffusa in questo borgo nei secoli grazie alla presenza di molte cave di argilla: dagli oggetti di uso quotidiano ’o ciascu (il fiasco), ’o bummulo (tipica brocca a due manici), le burnie (barattoli) fino ai raffinati oggetti decorativi da quando nel ’700 si insediò la prima fabbrica specializzata nella tecnica dell’invetriatura per la realizzazione di Santo Stefano di Camastra giare per la conserva-

Ceramics on the slopes of the Nebrodi range Cobalt blue, Siena yellow, red and brown: the streets of Santo Stefano di Camastra (in the province of Messina) are as colourful as the majolica used for the numbers of houses and shops, the signs and the paving. It is as if the city were framed in ceramic. This tradition has developed in this town over the centuries due to the presence of many clay quarries. The raw material has been used for all sorts of objects, everyday items, such as ‘o ciascu’ (bottle), or ‘bummulo’ (traditional two-handled jug), or ‘burnie’ (jars), right through to the sophisticated decorative objects that have been made from the 18th century, when the first factory specializing in the glazing technique used for finishing jars in which olive oil was stored began operation. In addition to the many workshops in the town – in which you can watch the artisans at work – in Santo Stefano there are examples of the earliest types of ‘industrial’ ceramic products, visible in Palazzo Armao, Palazzo Trabia and at the old cemetery, where there are lovely ceramic panels over the tombs. The dates of the works, and the factory marks on the base of the pieces, illustrate the gradual change in each manufacturer's method of production. This comparison also reveals the changing fashions in successive periods, and the way in which tastes in this decorative art have developed. Luckily, in recent years the technique has acquired new vigour by virtue of the skilled artisans whose sophisticated creations are sold all over the world.

Nino Parrucca l’arte Made in Sicily che ha conquistato il mondo La ceramiche made in Sicily firmate Nino Parrucca sono arte, vanto nazionale, così come dimostrano l’esposizione The Galleries a New York, che raggruppa i più importanti artisti e artigiani italiani, e le pubblicazioni sulle più prestigiose testate internazionali da The New York Times al Sundey di Sidney. Ecco perché le creazioni di quest’azienda arredano le più belle abitazioni del pianeta. I temi dei decori sono infiniti e rendono ogni pezzo unico ed inimitabile, personalizzabile al 100%, e fanno sì che questa eccellenza palermitana sia famosa, apprezzata e acquistabile in tutto il mondo. www.ninoparruccacollection.it 66

Nino Parrucca. Art made in Sicily that has conquered the world The ceramics made in Sicily by Nino Parrucca are an expression of art and a mark of prestige for Italy, as shown by the exhibition The Galleries in New York, comprising the most important Italian artists and artisans, and reaching the pages of top international publications such as The New York Times and the Sundey, Sydney. This is why the pieces made

by this company appear amongst the furnishings of the finest homes on the planet. There is an infinite variety of decorative motifs, making every piece unique. In addition, 100% personalization is possible. As a result, these expressions of excellence are renowned, appreciated and purchased all over the world. www.ninoparruccacollection.it


066_067_Ceramiche Sicilia_Layout 1 23/11/15 16:50 Pagina 67


068_069_Artigiana Biscotti_Layout 1 24/11/15 19:33 Pagina 68

INVITATION TO TRAVEL SICILIA

SICILY

Nel regno dei golosi l’alta pasticceria siciliana di Artigiana Biscotti Nella fede incrollabile per le antiche tradizioni ed i valori più autentici della Sicilia, trovano le radici la storia e la mission di una delle eccellenze del territorio: Artigiana Biscotti che presenta la linea Peluso. Un lavoro fatto con passione, tramandato da tre generazioni di dolcieri che, spinti da vivo entusiasmo, adottano raffinati metodi di lavorazione artigianale. Nascono così, la finissima Pasticceria di Mandorle; il cibo degli dei ossia l’inimitabile Cioccolato di Modica; una selezionata linea di semila-

vorati per pasticceria. Ed ancora, gli inconfondibili dolci da ricorrenza: panettoni e colombe, magistralmente sposati a preziosi emblemi dell’Isola del Sole come il dolce Moscato di Noto, l’Uva Passa di Pantelleria, il Pistacchio di Bronte e il Cioccolato di Modica. Il cuore di questa azienda specializzata in alta pasticceria è l’armoniosa sintesi tra tradizione e innovazione, per raggiungere un’audace sfida: la qualità eccelsa dei prodotti. Del resto l’eccellenza non è un atto, ma un’abitudine (Aristotele).

Modica

«...Altro richiamo per restare alla gola è quello del Cioccolato di Modica... di inarrivabile sapore, sicché a chi lo gusta sembra di essere arrivato all’archetipo, all’assoluto, e che il cioccolato altrove prodotto, sia pure il più celebrato, ne sia l’adulterazione. La corruzione...» Leonardo Sciascia, La Contea di Modica (Edizioni Electa) «...Another culinary attraction is that offered by Modica Chocolate... of unequalled flavour, whereby whoever tastes it has the impression of having reached the archetype, the idea, so that any chocolate made elsewhere, however famous, is just an adulteration. A corruption...» Leonardo Sciascia, La Contea di Modica (Edizioni Electa) Visit Modica www.visitmodica.com www.comune.modica.gov.it

Artigiana Biscotti and its fine Sicilian pastries Artigiana Biscotti is one of the jewels in Sicily’s crown, a company whose history and mission are deeply rooted in an unshakeable faith in ancient traditions and the island’s most authentic values. Its latest Peluso range expresses their professional dedication, perpetuated by three generations of pastry-makers who are constantly refining their skills in artisanal workmanship. 68

The results of this dedication can be seen in its fine Pasticceria di Mandorle (almond pastries), the so-called ‘food of the gods’, in other words the unmistakable Modica Chocolate, and a selected range of semifinished preparations used by pastry-makers. In addition, there are the classic festive cakes, panettone and colomba, which are masterfully combined with some of the sunny island’s most prestigious products

such as the sweet white wine Moscato di Noto, Pantelleria raisins, Bronte pistachios and Modica Chocolate. At the heart of this company specializing in high-quality pastries lies a harmonious combination of tradition and innovation, calibrated to attain the constant challenge of exceptional product quality. After all, excellence is not an action, but a habit (Aristoteles).


068_069_Artigiana Biscotti_Layout 1 23/11/15 17:06 Pagina 69


070_071_Arance_Layout 1 23/11/15 17:11 Pagina 70

Etna

INVITATION TO TRAVEL SICILIA

SICILY

Oro rosso dell’Etna,

la via delle arance Tarocco, Moro e Sanguinello, sono le tre varietà di arancia siciliana che crescono alle falde dell’Etna, frutti la cui coltivazione sull’isola è antichissima. Il loro impiego in passato era per lo più ornamentale o religioso, considerata per lungo tempo simbolo di ricchezza e di prestigio, l’arancia si diffonde a tavola con l’arrivo degli arabi, conoscitori delle proprietà salutistiche e dietetiche di questo frutto. Nei secoli poi le colline a Sud del vulcano si sono rivelate il luogo ideale per la coltivazione delle tipiche arance pigmentate. Ma come mai il succoso frutto da queste parti assume questo intenso color rosso? Si tratta dell’effetto delle notevoli escursioni termiche della zona che conferiscono alla polpa questa caratteristica. Ma non è solo un fattore estetico, pochi sanno infatti che l’arancia rossa di Sicilia contiene rispetto agli altri agrumi, circa il 40% in più di vitamina C. In pratica è un vero e proprio elisir della natura, una varietà unica al mondo, ricca di gusto, bellezza ed energia, proprio come il vulcano che la nutre. La via delle arance si snoda da Catania a Caltagirone, i dintorni della bella città in pietra lavica, infatti, ospitano fertili campi a fondovalle, ricchi di acqua sorgiva,

habitat ideale per gli agrumeti. Gli altipiani erano invece destinati a colture di cereali e ulivi. Olio extravergine di oliva, agrumi, da cui

marmellate e miele di zagara, sono ancora oggi i prodotti principali e d’eccellenza. by Mario Ferdinandi

Etna’s red gold, the orange road Tarocco, Moro and Sanguinello: these are the three Sicilian orange varieties that grow on the slopes of Mount Etna, and they are fruits that have been grown on the island from ancient times. In the past they were used mainly for decorative or religious functions: for years, they were considered as symbols of wealth and prestige. They began to become part of the diet after the arrival of the Arabs, who were familiar with the fruit’s benefits to health. Over the centuries, the hills to the south of the volcano have proved to be an ideal 70

habitat for growing the local orange specialities with their deep red flesh. But why do oranges from these locations develop this characteristically intense red colour? The considerable excursions in temperature are responsible for giving the flesh of the oranges its characteristic hue. But it is not just a question of appearance: many people may not be aware that red oranges from Sicily contain about 40% more vitamin C when compared to other citrus fruits. These oranges can be considered as a prodigious feat of nature, a variety unique

in the world, brimming in taste, beauty and energy, just like the volcano that nourishes the trees. The orange road leads from Catania to Caltagirone, and the countryside around the city built in volcanic stone is hallmarked by fertile fields on the valley floor, with many springs that help produce the ideal habitat for orange groves. The higher ground was used for the cultivation of cereals and olives. Extra virgin olive oil and citrus trees, used to make preserves and zagara honey, are still today the most important products of greatest prestige.


070_071_Arance_Layout 1 23/11/15 17:11 Pagina 71

ARANCIA ROSARIA. PERFETTO EQUILIBRIO TRA GUSTO E BENESSERE. Ricca di vitamine A, B, PP e C, ideale come coadiuvante della cura degli stati influenzali

Ricca di antiossidanti contro l’invecchiamento

Una sferzata di energia, ideale per chi pratica sport

Effetti benefici sulla microcircolazione

Oggi Rosaria è anche una spremuta 100% di arance rosse, sempre fresca e disponibile tutto l’anno.


072_073_Sciare Etna_Layout 1 23/11/15 17:24 Pagina 72

Etna

IINVITATION TO TRAVEL SICILIA

SICILY

Sciare sul vulcano Sciare su un vulcano! Ecco il desiderio da inserire nella wish list delle avventure da provare almeno una volta nella vita. Dove? Sull’Etna: il più alto complesso eruttivo terrestre del continente europeo. Gli impianti si trovano sul versante settentrionale, vicino Taormina, e su quello meridionale, più prossimi a Catania. Quindi, un’occasione doppia per coniugare a giornate sportive fuori dall’ordinario il bien vivre della Perla dello Ionio e il fermento culturale della Signora del Barocco. La stazione Piano di Provenzana nel comune di Linguaglossa, tra i 1800 e i 2400 metri, è circondata da una pineta che incornicia lo straordinario contrasto cromatico tra il bianco abbacinante della neve e il blu zaffiro del Mar Ionio. Il paesaggio si fa lunare nel comprensorio di Nicolosi, che sfiora i 2700 metri in località Montagnola. È dotato di un servizio di cabinovia che fa da collegamento con la valle ed è anche il punto di partenza per visite escursionistiche ai crateri sommitali. Le discipline che si possono praticare vanno dallo sci agonistico, alpino e nordico allo ski alp, dallo snowboard al telemark, fino al freeride accompagnati da maestri federali abilitati. ’A Muntagna, inoltre, ha ai suoi piedi uno Skistadium, con una pista artificiale aperta tutto l’anno. E con la stagione primaverile, i più intraprendenti potranno cimentarsi in discese ardite anche sulla lava. by Pier Maria Borghese

INFO Sito ufficiale dell’Ente del Turismo della Città Metropolitana di Catania www.turismo.provincia.ct.it Tutte le informazioni per organizzare una vacanza sulla neve dall’ospitalità, al noleggio attrezzatura fino alla scuola sci e ai tour guidati sono su www.etnasci.it

Linguaglossa

Montagnola

Piano di Provenzana

Catania Nicolosi, Monti Silvestri

Skiing on a volcano Skiing down a volcano! It sounds like an item on the wish list of adventures to be tried at least once in your life. Where? Mount Etna, the highest volcano in Europe. The ski lifts are on the northern side, towards Taormina, and on the southern side nearer to Catania. They offer a dual opportunity, combining days of exceptional sport together with the wonderful lifestyle of Taormina, the Pearl of the Ionian Sea, and the cultural riches of Catania, the quintessential Baroque city. The ski resort Piano di Provenzana, part of the municipality of Linguaglossa, is situated 72

between 1,800 and 2,400 metres, and it is surrounded by a pine forest that frames the remarkable contrast between the dazzling white of the snow and the sapphire blue of the Ionian Sea. The landscape takes on a lunar aspect in the Nicolosi area, which approaches 2,700 metres at Montagnola. A cablecar brings you up from the valley, and it is also the starting-point for excursions to the summit craters. The winter sports that can be practised here range from competitive, downhill and cross-country skiing, skialp, snowboard,

telemark and freeride, accompanied by qualified ski-federation instructors. The volcano also has a Skistadium near its base, with an artificial piste open all year round. And in spring, adventure-lovers can try daring descents on the lava.

INFORMATIONS Official tourism website for the City of Catania www.turismo.provincia.ct.it For information on organizing a winter sports holiday, including accommodation, equipment hire, ski school, guided tours and more, see www.etnasci.it


072_073_Sciare Etna_Layout 1 23/11/15 17:24 Pagina 73


074_075_Scuola Nobel_Layout 1 23/11/15 17:34 Pagina 74

INVITATION TO TRAVEL SICILIA

SICILY

«Scuola» da Nobel È il crogiolo dei più eminenti scienziati mondiali. E non si trova in una megalopoli o una valley: ma su un ameno monte della Sicilia occidentale. È Erice, conosciuta anche come la Città della Scienza. Lì, dove in epoca romana bruciava il fuoco sacro alla Venere Ericina, che fungeva da faro per i naviganti, oggi c’è il centro intitolato a Ettore Majorana a rappresentare un punto di riferimento: in questo caso per la cultura internazionale. Tanto che ben 85 personalità sono state insignite del premio Nobel dopo aver partecipato alle sue scuole, mentre 49 lo avevano già ricevuto quando hanno cominciato a prendere parte alle attività divulgative. In questo borgo medievale in provincia di Trapani, raggiungibile con una funivia panoramica, il raccoglimento intellettuale raggiunge l’acme. E non c’è da stupirsi visto che la Sicilia è patria di grandi pensatori, uno su tutti Archimede, l’inventore del primo esperimento di pensiero: «datemi un punto di appoggio e vi solleverò il mondo». Duemila anni dopo, il testimone passa al genio contemporaneo di Majorana, considerato da Enrico Fermi alla stregua di Galileo Galei e Isaac Newton. Questa continuità si ritrova, da cinquant’anni, anche

Nobel ‘school’ It is the place of origin of some of the most eminent scientists in the world. And it’s not in a big city, neither in a Valley, but on a picturesque mountain in western Sicily. The name of the town is Erice, also known as the City of Science. Here in Ancient Roman times, there was a sacred fire in honour of the Erice Venus, and it acted as a lighthouse for the sailors of those days. Today there is a centre named after Ettore Majorana, and, like the fire, it is also a point of reference, but in this case for international culture. As many as 85 personalities who frequented this seat of learning have won the Nobel 74

nella fondazione presieduta da Antonino Zichichi e dedicata proprio al grade fisico teorico catanese. Sicuramente un’eccellenza made in Italy e il primo esempio di università del terzo millennio, dove i giovani possono apprendere dalla viva voce delle più grandi menti del XX secolo. by Francesca Maisano Erice

INFO Sito ufficiale Fondazione e Centro Scientifico Culturale Ettore Majorana www.ccsem.infn.it Portale turistico della provincia di Trapani www.turismo.trapani.it

prize, while another 49 had already received the prize when they began to take part in the educational activities performed here. Intellectual thought reaches lofty levels in this Medieval settlement in the province of Trapani, where you arrive by means of a panoramic cable car. All this should come as no surprise, considering that Sicily has always produced great thinkers. The classic example is Archimedes, the inventor of the first thought experiment: «give me a place to stand and I will move the world». Two thousand years later, it is the turn of modern geniuses, such as Ettore Majorana, considered by Enrico Fermi as on the same standing as Galileo Galilei and

Isaac Newton. The same sort of continuity has been seen for 50 years in the foundation led by Antonino Zichichi and named after the great theoretical physicist from Catania. Without doubt, an episode of Italian scientific prestige, and the first example of a third-millennium university, where young students can learn first-hand from some of the greatest minds of the 20th century.

INFORMATIONS Official website Ettore Majorana Foundation and Centre for Scientific Culture www.ccsem.infn.it Tourism website for the province of Trapani www.turismo.trapani.it


074_075_Scuola Nobel_Layout 1 23/11/15 17:34 Pagina 75


076_077_Eventi Sicilia_Layout 1 23/11/15 17:40 Pagina 76

IINVITATION TO TRAVEL SICILIA

SICILY

Appuntamenti in Sicilia, tra mostre d’arte e riti religiosi Lo storico paese di Custonaci, nel trapanese, si anima con 160 figuranti tra artigiani-artisti provenienti dall’intera Sicilia e numerose comparse per dare il via al Presepe Vivente. Tra il 25 dicembre e il 6 gennaio è possibile entrare nella grotta preistorica di Scurati per assistere alla suggestiva rappresentazione. Durante il periodo delle feste, inoltre, la Città Mediterranea del Natale ospita concerti, mostre, itinerari culturali, gastronomia, villaggio giochi (info e orari su www.presepeviventedicustonaci.it). Fino al 10 gennaio 2016 la GAM (Galleria d’Arte Moderna Empedocle Restivo) dedica a Jules Van Biesbroeck jr. (Portici 1873 - Bruxelles 1965) un’esposizione di dipinti, sculture e disegni in parte già presenti nelle raccolte del museo. La mostra ripercorre l’attività dell’artista belga cosmopolita e raffinato, evidenziando le sue matrici tardoromantiche unite agli accenti simbolisti che ne caratterizzano il linguaggio stilistico (info su www.gampalermo.it). A Catania due eventi imperdibili tra il sacro e il profano: dal 3 al 5 febbraio si festeggia Sant’Agata, patrona della città, con la processione del fercolo d’argento con il busto contenente le reliquie della Santa. Devoti in abito tradizionale fanno da cor-

nice a questa suggestiva manifestazione (www.festadisantagata.it). Fino al 14 febbraio è possibile visitare la mostra Love and Life di Marc Chagall presso il Museo Civico di Castello Ursino (www.arthemisia.it). Ben 140 opere raccolte nella rassegna tra disegni, olii, gouache, litografie, acqueforti e acquarelli di uno degli artisti più amati del Novecento.

Custonaci, Trapani. Presepe Vivente Real-life Nativity Scene

GAM Palermo, J. Van Biesboroeck, Dafni e Cloe Catania, Marc Ghagall, The lovers

Palermo, GAM Galleria d’Arte Moderna/GAM arte gallery

Events in Sicily, from art exhibitions to religious rituals The historic town of Custonaci, in the province of Trapani, comes to life with 160 participants dressed in costume amongst artisans and artists from all over Sicily, with many others playing a supporting role, who together act out a real-life Nativity Scene. Between 25 December and 6 January, you can enter the Prehistoric cave of Scurati to see the evocative performance. During the holiday period, the ‘Mediterranean City of Christmas’ hosts concerts, exhibitions, cultural itineraries, culinary specialities and a funfair (information and visiting times at www.presepeviventedicustonaci.it). 76

Until 10 January 2016, the GAM art gallery (Galleria d’Arte Moderna Empedocle Restivo) is running an exhibition of paintings, sculptures and drawings by Jules Van Biesbroeck jr. (Portici 1873 - Brussels 1965), some of which are part of the museum’s permanent collection. The exhibition presents an overview of the Belgian artist’s cosmopolitan and sophisticated work, revealing his style based on late Romantic characteristics along with touches of symbolism. (Information at www.gampalermo.it). In Catania, there are two unmissable events that blend elements of sacred and profane.

From 3 to 5 February, the city celebrates St. Agatha, patron saint of the city, with the procession of the silver carriage comprising a bust containing the remains of the Saint. Faithful followers in traditional costumes provide the setting for this evocative event (www.festadisantagata.it). Until 14 February you can see the exhibition Love and Life with works by Marc Chagall at Museo Civico di Castello Ursino (www.arthemisia.it). The show consists of as many as 140 works, drawings, oil paintings, gouaches, lithographs, etchings and watercolours by one of the best-loved 20th-century artists.


076_077_Eventi Sicilia_Layout 1 23/11/15 17:41 Pagina 77


078_079_Sicilia Record_Layout 1 23/11/15 17:56 Pagina 78

ITALIAN EXCELLENCE

Sicilia da record ad Expo 2015

«L

e partite si giocano sempre fino alla fine». Esordisce così Dario Cartabellotta, Responsabile Unico del Cluster Biomediterraneo, a conclusione della riuscita kermesse che ha acceso per sei mesi i riflettori su Milano. Ubicato nel posto più visitato di Expo, tra l’albero della vita e Palazzo Italia, il Cluster vince la sua sfida e chiude i battenti con un bilancio positivo e visite da record. La Sicilia, con oltre 350 aziende partecipanti e circa 100 comuni, ha infatti registrato 2,5 milioni di visitatori e circa 150 mila scontrini emessi. «In questi mesi ho visto due generazioni di chef siciliani, grandi innovatori e conoscitori del territorio – afferma Cartabellotta – che hanno fatto venire a migliaia di visitatori non solo l’acquolina in bocca, ma anche la voglia di visitare la Sicilia». Non solo un successo numerico, dunque, ma sono stati raggiunti anche i tre obiettivi iniziali: promuovere l’identità agricola, marinara e alimentare; favorire l’integrazione mediterranea e contribuire all’innovazione geopolitica. «Promuovere le identità di Sicilia attraverso tutti i suoi territori, dall’Etna al sud-est, dalle isole minori alle aree interne, dalla Palermo Arabo Normanna alle terre di Trapani, dai Nebrodi, ai Peloritani e le Madonie, fino al Calatino, l’Ennese, i Sicani e il Nisseno, dimostrando al mondo che un prodotto è legato al territorio, credo sia stato il valore aggiunto in un’Expo delle multinazionali», ha dichiarato ancora Dario Cartabellotta. Un successo anche per l’integrazione mediterranea: la piazza del Cluster è stata più volte definita come la grande Agorà, centro del dialogo tra i Paesi del Mediterraneo. Il terzo obiettivo, ha visto nascere la Carta del Biomediterraneo: proiezione delle politiche incen78

trate sui temi della Dieta Mediterranea, il paesaggio rurale e la pesca artigianale. Il Cluster ha infine ospitato il World Expo Museum con le testimonianze di

tutte le Esposizioni Universali del passato fino ad arrivare al prossimo appuntamento che avrà luogo a Dubai nel 2020 sul tema della condivisione delle conoscenze e il ruolo delle tecnologie.


078_079_Sicilia Record_Layout 1 23/11/15 17:57 Pagina 79

Consegna Carta Biomediterraneo / Consignment of the Bio Mediterranean Charter

Record success for Sicily at Expo 2015 «Matches are always played right through to the end». This is how Dario Cartabellotta, Manager of the Biomediterranean Cluster, began his summary of operations at the end of Expo, the show that kept Milan in the limelight for six months. Located in the part of Expo that received most visits, between the Tree of Life and Palazzo Italia, the Cluster rose to the challenge and recorded a positive overall experience, with record numbers of visitors. The Sicily area, with over 350 companies taking part and about 100 municipalities, saw the presence of 2.5 million visitors and about 150,000 till receipts for purchases. «In these months I have watched two generations of Sicilian chefs, great innovators and with expert knowledge of

their terroir, in operation», said Cartabellotta, «and not only did they make thousands of visitors feel peckish, but they also gave them the idea of visiting Sicily». It was not just a success in numerical terms. The three objectives identified at the start of the event were attained: promoting Sicily's agricultural, maritime and culinary identity; encouraging Mediterranean integration, and contributing to geopolitical innovation. «At Expo, with all its multinationals, I think that the added value was to demonstrate that products are linked to the local territory, by promoting all areas of Sicily, such as Etna, the south-east, the smaller islands, the interior, the ArabNorman heritage of Palermo, the land around Trapani, Nebrodi, Peloritani and

Madonie, right through to the Calatino, Ennese, Sicani and Nisseno areas», said Dario Cartabellotta. The event was also a success for Mediterranean integration. The Cluster piazza was repeatedly identified as a large Agora, a centre for interchange amongst Mediterranean countries. As part of the third objective, the Biomediterranean Charter saw the light: the result of policies based on the Mediterranean Diet, the rural landscape and artisanal fishing. Lastly, the Cluster hosted the World Expo Museum, with documents illustrating all the Universal Expositions of the past, and looking forward to the next Expo event that will take place in Dubai in 2020, on the theme of sharing knowledge and the role of technology. 79


080_083_Premio Cartabellotta_Layout 1 24/11/15 17:57 Pagina 80


080_083_Premio Cartabellotta_Layout 1 24/11/15 17:58 Pagina 81

ITALIAN EXCELLENCE

Sicilia regina di Expo Premiato il cluster Biomediterraneo con l’Heritage Awards

Il Cluster BioMediterraneo ha ricevuto il premio Class Expo Pavilion Heritage Awards, destinato ai padiglioni e protagonisti di Expo, che hanno saputo meglio interpretare e comunicare il tema dell’Esposizione Universale, lasciando così la migliore eredità per le nuove generazioni, in termini di impatto, interesse, cambiamenti delle abitudini di consumo e rispetto per quanto il pianeta produce, sul tema Nutrire il Pianeta Energia per la Vita. Il Cluster Biomediterraneo viene quindi premiato per aver meglio rappresentato e raccontato lo spirito della cucina mediterranea, il valore e il significato del confronto interculturale

e dell’incontro tra popoli, della compresenza e dell’integrazione. Il premio è stato ideato da ClassEditori e Laureate International University, network di ottanta università nel mondo (presieduta da Bill Clinton), con l’apporto scientifico della World Association of Agronomist e IBM. Si tratta in realtà di un doppio premio per il Cluster Biomediterraneo, al contenuto e al contenitore; è stato infatti premiato anche Cherubino Gambardella, Responsabile scientifico del Biomed. Tra i 17 padiglioni e paesi premiati, su un totale complessivo di 147 che hanno partecipato all’Esposizione Universale, per il maggior contributo

al progresso e alla elevazione della dignità umana, attraverso quanto esposto durante i sei mesi e quanto lasceranno in eredità all’umanità figurano anche, tra gli altri, l’Angola e il Padiglione Zero, curato da Davide Rampello. Di primissimo piano la giuria internazionale che ha assegnato i premi: Shenggen Fan, Direttore Generale International Food Policy Research Institute di Washington; Eric Masik, Premio Nobel per l’Economia; Monsignor Luis Antonio Tagle, Presidente Caritas Internazionale; Maria Cru Alvarez, Presidente del World Association of Agronomist; Letizia Moratti e Romano Prodi. 81


080_083_Premio Cartabellotta_Layout 1 24/11/15 17:59 Pagina 82

ITALIAN EXCELLENCE

Sicily, queen of Expo The Biomediterranean Cluster wins a prize in the Heritage Awards The Biomediterranean Cluster won the Class Expo Pavilion Heritage Awards prize, given to the halls and nations who best interpreted and expressed the theme of the Exposition, thus having the most positive effect on the new generations in term of impact and interest, encouraging a change of attitudes in terms of consumer behaviour and respect for everything that the planet produces, fundamental aspects on the Expo theme of Feeding the Planet, Energy for Life. The Biomediterranean Cluster received the award for its narration of the spirit of Mediterranean cuisine, the value and significance of intercultural interchange, and the possibilities opened up by the 82

meeting and integration of different populations. The prize was launched by ClassEditori and the Laureate International University, a network of eighty universities worldwide (whose ambassador is Bill Clinton), with scientific contributions from the World Association of Agronomists and IBM. It was in fact a double prize for the Biomediterranean Cluster, both for its content, and the setting: in fact, a prize was also awarded to Cherubino Gambardella, Scientific Director of Biomed. Out of a total of 147 pavilions at the Universal Exposition, 17 nations and their pavilions won prizes for their contribu-

tion to progress and the enhancement of human dignity through their activities over the six months of Expo and the heritage of values that they have conferred to humanity: they include Angola and Pavilion Zero, curated by Davide Rampello. The jury that assigned the prizes is of international prestige: Shenggen Fan, General Director of the International Food Policy Research Institute, Washington; Eric Masik, Nobel prizewinner for Economics; Monsignor Luis Antonio Tagle, President of Caritas International; Maria Cru Alvarez, President of the World Association of Agronomists; Letizia Moratti, and Romano Prodi.


080_083_Premio Cartabellotta_Layout 1 24/11/15 18:00 Pagina 83


084_085_GAC_Layout 1 23/11/15 18:14 Pagina 84


084_085_GAC_Layout 1 23/11/15 18:15 Pagina 85


086_087_Moda Evento_Layout 1 23/11/15 18:20 Pagina 86

FASHION

Bellissima L’Italia dell’alta moda Bulgari, orologio con rubini e diamanti/ bracelet watch with rubies and diamonds

La Golden Age dell’haute couture made in Italy ha fatto epoca. Un’epoca caratterizzata da una creatività straordinaria che ha contaminato il cinema, l’architettura e il teatro. E si è fatta influenzare dall’arte. Sono gli anni in cui i tagli di Fontana sono la formidabile ispirazione di Mila Schön e i cretti di Burri affascinano il visionario Roberto Capucci. Proprio questi legami sono approfonditi dalla mostra Bellissima. L’Italia dell’alta moda 1945-1968, fino al 10 gennaio 2016 alla Villa Reale di Monza, attraverso l’esposizione di alcune opere di artisti di fama mondiale: oltre a Fontana e Burri anche Accardi, Alviani, Campigli e Capogrossi. E sono rimarcati dagli spezzoni più significativi dei film di Antonioni, Rossellini e Fellini, dalle foto concesse dagli archivi Federico Garolla, Johnny Moncada, Ugo Mulas e dai filmati di RAI Teche e dell’Istituto Luce. Ma questa è solo la ciliegina sulla torta di un percorso che si dispiega tra gli oggetti del desiderio di milioni di donne, dal Dopoguerra agli anni ’70, firmati Gigliola Curiel, Fendi, Forquet, Irene Galitzine, Fernanda Gattinoni, Fausto Sarli, Emilio Schuberth, Valentino e Jole Veneziani. A completare la selezione di abiti, ci

sono gli accessori di Gucci, Ferragamo e Roberta di Camerino, tra gli altri. Oltre ad una eccezionale selezione di gioielli di Bulgari, come le iconiche creazioni Serpenti.

INFO Bellissima. L’Italia dell’alta moda 1945-1968 a cura di Maria Luisa Frisa, Anna Mattirolo, Stefano Tonchi Monza, Villa Reale Fino al 10 gennaio 2016 www.mostrabellissima.it

Bulgari, collana in platino con rubini e diamanti/ Necklace in platinum with rubies and diamonds

Capucci Ph Claudia Primangeli

Archivio/Archive Federico Garolla

Bellissima. High fashion Italy The Golden Age of Italian haute couture hallmarked a period of history. An age of remarkable creativity in cinema, architecture and theatre, with powerful influences from art. Those were the years in which Fontana’s slashed canvases provided inspiration for Mila Schön, while Burri’s ‘cretti’ pieces left visionary designer Roberto Capucci spellbound. These are the connections that are examined by the exhibition Bellissima. L'Italia dell’alta moda 1945-1968, running until 10 January 2016 at Villa Reale in Monza, exhibiting works by some world-famous artists, comprising Accardi, Alviani, 86

Campigli and Capogrossi, in addition to Fontana and Burri. The visual metaphors are further developed by significant excerpts from films by Antonioni, Rossellini and Fellini, photographs loaned by the archives of Federico Garolla, Johnny Moncada and Ugo Mulas, and film sequences from broadcasters RAI Teche and Istituto Luce. But these are just the final flourish on an extensive canvas that explores fashion garments that have become part of the dreams of millions of women, from the post-war years right through to the 1970s. Garments by Gigliola Curiel, Fendi, Forquet, Irene Galitzine, Fernanda Gattinoni,

Fausto Sarli, Emilio Schuberth, Valentino and Jole Veneziani. In addition to the garments, there are accessories by Gucci, Ferragamo and Roberta di Camerino, along with many others. There is also an exceptional selection of jewellery by Bulgari, such as their iconic Serpenti creations. Bellissima. L’Italia dell'alta moda 1945-1968 Curated by Maria Luisa Frisa, Anna Mattirolo, Stefano Tonchi Monza, Villa Reale Until 10 January 2016 www.mostrabellissima.it


086_087_Moda Evento_Layout 1 23/11/15 18:21 Pagina 87

Adv Maiora s.r.l. Via Pignatelli Aragona, 13 - 90141 Palermo tel. +39 091 6115260 - fax +39 091 6116201 info@advmaiora.it - www.advmaiora.it


088_089_Moda Donna_Layout 1 23/11/15 18:24 Pagina 88

FASHION by Francesca Maisano

Sensual uniform Gioca sull’equilibrio tra la sensualità di linee iperfemminili e la rigorosità di capi spalla dai tagli formali la nuova collezione Catwalk Uniform Sisley. Uniformi chic e contemporanee mettono al bando l’omologazione. Abiti in morbida lana, gonne dal taglio asimmetrico e cropped pants si abbinano a parka imbottiti, giacche doppiopetto e cappotti lunghi dalle spalline strutturate, con decorazioni dorate e cinture, over e slim, che esaltano il punto vita. La palette predilige toni che vanno dal grigio, al nero al verde oliva. www.sisley.com

Animalier and www.robertocav

The new Catwalk Uniform Sisley collection explores the balance between sensual, hyper-feminine lines and the taut design of outerwear mirroring formal garments. But these cool, contemporary looks are a world apart from standardization. Dresses in soft wool, skirts with asymmetric hems and cropped trousers are paired with padded parkas, double-breasted jackets and long coats with structured shoulders, gilt decoration, and belts, both wide and slim, that enhance the waistline. The palette is based on tones ranging from grey to black and olive green

much more

alli.com

Red passion www.gucci.com

88


088_089_Moda Donna_Layout 1 23/11/15 18:26 Pagina 89

Status symbol Le scarpe con le suole rosse sono ormai uno status symbol. Ma anche quando firma le borse, Louboutin riesce a creare accessori-gioiello che non passano inosservati eu.christianlouboutin.com His red-soled shoes have become a status symbol. But in his bags, Louboutin is equally adept at creating jewellike accessories that invariably get heads turning

Charms collection www.vancleefarpels.com

Timeless bon ton

Pure elegance

www.bliss.it

www.devecchi.com

Sumptuous comfort L’ispirazione intimista della collezione Interior Couture di Etro si esprime in outfit dal comfort sontuoso caratterizzati da una profusione di elementi decorativi www.etro.com The intimate inspiration of Etros Interior Couture collection emerges in outfits of sumptuous comfort, hallmarked by a profusion of decorative elements


090_091_Artigiani_Napoli_Layout 1 23/11/15 18:33 Pagina 90

FASHION NAPOLI

NAPLES

Maestranze Napoletane

Marinella

Da secoli i vicoli di Napoli custodiscono antichi saperi e gesti tramandati di padre in figlio, così per generazioni. Dall’alta sartoria, alla lavorazione del cuoio, un tempo intere strade della città erano dedicate alle botteghe e alle piccole fabbriche di veri e propri maestri. Poi la modernità e la produzione facile made in Cina ha messo tutto a ta-

cere. Ma se fate due passi nel cuore della città, da sottoscala, retrobottega e vecchi palazzi si sente ancora un rumore di sottofondo: il taglia e cuci che riesce a fare eco in tutto il mondo. Creatività ed eleganza, sono i segni distintivi dell’arte sartoriale, tanto che di recente The New York Times ha incoronato marchi storici come Tofani, Kiton e Rubinacci, ad emblema dell’antica arte napoletana. E la stessa dedizione e manualità è portata avanti da secoli anche nell’ambito degli accessori: scarpe, guanti, borse, cravatte e ombrelli, per completare il look distinto ma sempre alla

moda della borghesia napoletana. Si pensi a Cilento 1780 salone e boutique per calzature e sartoria, ai laboratori di Tramontano, che porta le sue borse in pelle dal 1865 in tutto il mondo. Le cravatte sono «affare» di Marinella, mentre i guantai, che nel 1930 a Napoli erano ben 25 mila, mantengono alto il nome della tradizione nelle antiche botteghe di Omega della famiglia Squillace, di Forino e della Guanti Simeone che cura tutte le fasi dall’acquisto di pellami grezzi alla concia, tintura e modellatura. by Marianna Mastropietro

Kiton

GLI INDIRIZZI / USEFUL ADDRESSES SARTORIA / TAILORING

Isaia www.isaia.it Kiton www.kiton.it Rubinacci www.marianorubinacci.net Tofani www.facebook.com/TofaniNapoli SCARPE E BORSE / SHOES AND BAGS

Cilento 1780 www.cilento1780.com Paolo Scafora www.paoloscaforanapoli.it Ferrante 1875 www.ferrante1875.it Tramontano www.tramontano.it Massimo Frattasio www.massimofrattasio.it

Tramontano

CRAVATTE, GUANTI E OMBRELLI / TIES, GLOVES AND UMBRELLAS

Marinella www.marinellanapoli.it Fratelli Forino www.gloves.it Omega www.omegasrl.com Simeone www.guantisimeone.com Talarico www.mariotalarico.it

Neapolitan craft traditions For centuries the alleys of Naples have been home to ancient knowledge and techniques handed down from one generation to the next. Entire streets were taken up by workshops and small artisanal factories run by masters of the trades, whether quality tailoring, leatherworking or other specialities. More recently, modern civilization and the arrival of Chinese-made products have led to the disappearance of many of these businesses, but still today, if you take a walk in the city and look out for crafts workshops 90

in basement and ground floor rooms and in the older buildings, you will hear the sounds of cutting and sewing, sounds whose echoes can be heard all over the world. Naples’ sartorial arts are hallmarked by creativity and elegance, and in fact The New York Times recently singled out historic brands such as Tofani, Kiton and Rubinacci as perfect expressions of the ancient Neapolitan arts. The same dedication to manual trades can be seen in other professions that have been practiced for centuries in the realm of accessories: shoes, bags, ties and umbrellas, completing the sober but always fashion-conscious

looks of the Neapolitan bourgeois classes. Examples include Cilento 1780, a saloon and boutique for footwear and tailoring, and the Tramontano workshops which have been exporting their leather bags all over the world from its origins in 1865. Ties are dominated by Marinella, while, as regards glovemakers – in 1930 there were 25,000 of them in Naples – the banner is kept flying high by the historic Omega workshop run by the Squillace family, and others such as Forino and Guanti Simeone, working on the entire spectrum of operations from the purchase of unprocessed leather through to tanning, staining and construction.


090_091_Artigiani_Napoli_Layout 1 23/11/15 18:33 Pagina 91


092_093_Moda Napoli_Layout 1 23/11/15 18:37 Pagina 92

FASHION

Tessuti per l’alta sartoria Fondata nel 1920, Caccioppoli è leader nel settore della vendita di tessuti per l’alta sartoria www.caccioppolinapoli.it

Fabrics’s trade for haute couture Founded in 1920, Caccioppoli covers a leading role in fabrics’s trade for haute couture

Indossare l’eleganza La maestria sartoriale incontra la ricerca costante per l’innovazione degli outfit proposti. Tessuti e materie prime pregiate, tagli studiati ed accurati, rifiniture impeccabili sono ciò che caratterizza il total look Condotti. Gusto sobrio e attenzione ai particolari, per essere sempre a proprio agio in qualsiasi situazione. La realizzazione di un prodotto made in Italy è un rito: passione e maestria si incontrano per esaltare ogni particolare e consentire al cliente di indossare l’eleganza. Via dei mille, 93 - Via Santa Caterina a Chiaia, 69 Aeroporto Internazionale di Capodichino/ Capodichino International Airport Tel: +39 081 19563480 info@sartoriacondotti.it - www.sartoriacondotti.it

Wearing elegance At Condotti, masterly tailoring goes hand in hand with continuous research to achieve innovation. Their looks are hallmarked by valuable textiles and materials, carefully-studied and meticulously-crafted designs, and impeccable finish. Condotti is synonymous with discreet taste and great attention to quality, so that it puts the wearer at ease in any situation. The creation of an Italian-made product is a ritual: passion and skill combine to enhance the style right down to the smallest details, enabling customers to wear pure elegance.

Trend-setter di lusso Dopo aver conquistato magnati russi, regnanti arabi e tycoon statunitensi, le calzature Paolo Scafora puntano ora con decisione ai giovani business-men. Per l’Inverno 2016, il brand napoletano si fa trend-setter e propone stivaletti stringati dalle linee accattivanti, realizzati in colori decisi eppur sobri. Dal blu cobalto ad esclusive nuances di verde oliva e grigio antracite. Capolavori di stile, manifattura e charme sono sempre più uno status-symbol per i giovani business-men della City di Londra e gli altri rampolli della finanza globale, che viaggiano freneticamente tra Milano, Francoforte, Zurigo ed Hong-Kong. www.paoloscaforanapoli.it

Luxury Trend-Setter After seducing Russian magnates, Arab rulers and US tycoons, Paolo Scafora shoes now firmly aim for young business-men. For the upcoming Winter 2016, the Neapolitan brand turns trend-setter by betting on medium lace-up boots, characterized by captivating contours and intense colours. From cobalt blue to olive green and charcoal grey. Masterpieces of style, hand-crafting and charme are the brandnew status-symbols for the young business-men of the City of London as well as the other youngsters of global finance, who travel everyday between Milan, Frankfurt, Zurich and Hong-Kong. 92


092_093_Moda Napoli_Layout 1 23/11/15 18:38 Pagina 93


094_095_Orologi_Layout 1 24/11/15 16:22 Pagina 94

FASHION

Sporting spirit TAG Heuer Tra i cinque elementi, quello che rappresenta l’anima di TAG Heuer è l’acqua. Non solo per gli orologi Aquaracer, ma anche per la storia del brand, che nell’Ottocento ha brevettato una delle prime casse impermeabili e il primo cronografo al mondo per le regate con indicatore del livello del mare. Oggi, le luci della ribalta sono tutte per il nuovo Aquaracer 300m ceramica. Un orologio sportivo direttamente ispirato al mondo delle immersioni dal look informale ma raffinato. www.tagheuer.com

Amongst the four elements, the one that best represents the soul of TAG Heuer is water. Not just for the Aquaracer watches, but also for the brand’s history: in the 19th century they patented one of the first waterproof cases, and the first chronograph for regattas in the world, with sea-level indicator. Today, the spotlights are on the new ceramic Aquaracer 300m. A sports watch directly inspired by the world of diving, with an informal but sophisticated look

Art Déco style Girard-Perregaux Contemporaneità e richiami ancestrali si uniscono alla perfetta simmetria e al movimento meccanico di manifattura per dare vita al GirardPerregaux Vintage 1945 XXL Gran Data e Fasi Lunari Only Watch. L’elegante cassa rettangolare «1945» (che deve il nome all’anno della sua creazione) si ispira al puro stile Art Decò e fa di questo segnatempo un gioiello del repertorio classico-iconico della maison svizzera. Le novità però non mancano. Per la prima volta, infatti, la cassa è in titanio DLC e il quadrante trasparente è intagliato in policristallino blu. www.girard-perregaux.com Contemporary style and ancestral references are combined to perfection in the perfect symmetry and the in-house mechanical movement of the Girard-Perregaux Vintage 1945 XXL Big Date and Moon Phases for Only Watch. The elegant «1945» rectangular case was inspired by the pure Art Déco style, making this watch a jewel of the Swiss maison’s classical-iconic repertory. But there is no shortage of new characteristics. For the first time, the case is in DLC titanium, and the transparent dial is cut from blue polycrystalline material

Tribute to Nelson Mandela by Hublot Un orologio per ricordare ogni secondo il valore dei diritti umani. È il Classic Fusion House of Mandela creato da Hublot per rendere omaggio al Padre del Sudafrica democratico e multirazziale di oggi. La limited edition di 95 esemplari è in King Gold 18 carati, e riporta sul quadrante l’icona della famiglia Mandela: l’ape e le sue ali a forma di biforcazione. Il prezioso segnatempo è stato realizzato in collaborazione con The House of Mandela: fondazione che ha lo scopo di commemorare la vita e il pensiero del Premio Nobel per la Pace scomparso due anni fa. Tra i progetti della famiglia Mandela c’è l’impegno all’educazione dei bambini in Sudafrica e parte dei ricavi derivanti dalla vendita degli orologi sarà devoluta per contribuire a questo obiettivo. www.hublot.com A watch that reminds you of the value of human rights every second: the Classic Fusion House of Mandela by Hublot is a tribute to the Father of South Africa, the democratic and multi-racial South Africa of today. The limited edition of 95 watches is in 18-carat King Gold, and on the dial it features the emblem of the Mandela family, the bee, and its branching wings. This fine timepiece was made in collaboration with The House of Mandela, a foundation whose objective is to commemorate the life and thought of the Nobel Peace-prize winner who died two years ago. The projects developed by the Mandela family include a commitment to children’s education in South Africa. 94


094_095_Orologi_Layout 1 24/11/15 16:22 Pagina 95


096_097_Redazionale_Lamborghini_Layout 1 24/11/15 16:31 Pagina 96

FASHION ANTARES: una stella di smartphone Smartphone touchscreen in acciaio, retro in pelle, sistema operativo Android JB 4.2, processore Quadcore 1.5 GHz. Come la stella Antares, la più luminosa nella costellazione dello Scorpione e una delle più brillanti del cielo, lo smartphone Tonino Lamborghini Antares è una star tra i cellulari del segmento premium

ACCESSORI IN PELLE PER LEI La linea di accessori in pelle DOLCE VITA comprende portafogli, portadocumenti, portacarte e portatablet in rosso, blu e nero dedicati anche ad un pubblico femminile. Pellame e artigianalità italiana con uno stile elegante ma allo stesso tempo moderno LEATHER GOOD ACCESSORIES FOR HER The DOLCE VITA line includes credit card holders, wallets, pocket wallets, business card holders, credit card holders, tablet cases and briefcases in blue, red and black dedicated also to a feminine client. Italian leather and artisan work for a line with an elegant up-to-date style OROLOGI SPYDER LADY Dedicati ad un target femminile, i modelli Spyder Lady si ispirano ai modelli maschili con tocchi femminili di stile. Cronografi al quarzo con lunetta a scudo in acciaio o in ceramica, cinturino braccialato in metallo, metallo/ceramica o in pelle trama coccodrillo

ANTARES: a star among the smartphones Smartphone touchscreen in stainless steel, black leather back, O.S. Android JB 4.2, Quadcore 1.5 GHz processor. Like Antares, the brightest star in the constellation of Scorpio, and one of the brightest stars in the sky, the Tonino Lamborghini Antares outshines premium smartphones in the same premium category

SPYDER LADY WATCHES Dedicated to a female target, the Spyder Lady models are inspired by the male line yet modified with female touch style. Quartz chronographs with shieldshape bezels and stainless steel or ceramic dials; strap available in crocodile pattern leather or stainless steel with ceramics inserts

I regali di Natale più grintosi firmati Tonino Lamborghini CRONOGRAFO 4 VITI Il modello 4890 celebra l'universo dei motori con un design di forte impronta meccanica: il fondo del quadrante richiama la bandiera a scacchi delle competizioni sportive, i pulsanti rettangolari ricordano la pedaliera delle auto sportive, i contatori assomigliano a tachimetri e contagiri, le 4 viti, dettaglio-icona della cassa, sono simili a quelle usate per chiudere le teste dei motori 4 SCREWS CHRONO The 4890 model celebrates the automotive world with a design highly inspired by mechanics: the dial background immediately echoes the motor-racing flag; the pushers unmistakably evoke sports car pedals; counters look like speedometers and rev counters; the four iconic bezel screws look like the ones used to close the cylinder heads of the car engines

Idee e suggerimenti per il Natale 2015? Dovete fare un regalo ad una persona con un carattere grintoso, che ama distinguersi con accessori di stile originali, amante delle due e quattro ruote? Sulla e-boutique ufficiale del brand bolognese Tonino Lamborghini potete trovare una collezione di accessori di lusso ispirata all’heritage meccanico e automobilistico del marchio del Toro. Orologi, cellulari, pelletteria, occhiali da sole, gioielli, accessori da fumo, cravatte e una capsule di pullover e foulard di cashmere: prodotti e promozioni in esclusiva on line con spedizioni rapide e gratuite in tutti i Paesi serviti dallo shop. Scopri la collezione su: www.lamborghini.it

Bold Christmas gifts designed by the Tonino Lamborghini Italian brand Ideas and suggestions for Christmas 2015? Do you have to make a gift to a selfconfident person with a dynamic character, who likes to stand out with original design accessories, lover of two and four wheels? On the official e-boutique of the 96

Tonino Lamborghini Italian company, you can find a collection of luxury accessories inspired by the mechanical and automotive heritage of the Bull brand. Watches, smartphones, leather goods, sunglasses, jewelry, smoking accessories, ties and a

capsule of cashmere pullovers and scarves: promotions exclusively available online, quick shipping and free delivery in all countries served by the e-shop. Discover the collection at: www.lamborghini.it


096_097_Redazionale_Lamborghini_Layout 1 24/11/15 16:32 Pagina 97


098_099_Bellezza_Layout 1 24/11/15 18:13 Pagina 98

BEAUTY Se le star internazionali si occupano del proprio benessere attraverso trattamenti improbabili a base di alla derivati animali e ingredienti esotici, la tendenza nostrana per raggiungere l’equilibrio fisico arriva direttamente dalla dispensa: il cacao. In effetti cosa c’è di meglio per scaldare l’inverno di dolci coccole a base di cioccolato? Dovendo rinunciare a mangiare il prelibato nettare per motivi di linea, si può optare per un massaggio goloso alla Spa. Le sue potenti proprietà aiutano a liberarsi dello stress, mentre i suoi nutrienti, come ferro, magnesio e calcio, stimolano il metabolismo e aiutano la concentrazione nervosa. Spalmato caldo sulla pelle è anche un ottimo alleato per combattere la cellulite e le adiposità in generale, mentre l’epidermide trae beneficio dalle sue proprietà sia esfolianti che emollienti. Grazie poi agli antiossidanti che contiene, è uno stimolo contro l’invecchiamento cutaneo, mentre i suoi minerali agevolano il rilassamento muscolare e permettono azioni calmanti. Ovviamente per far sì che le sue proprietà abbiano effetto c’è bisogno che mani esperte applichino i trattamenti che si effettuano principalmente con massaggi e impacchi. Quindi la prossima volta che avete voglia di qualcosa di dolce invece di mangiarla... andate alla Spa, il beneficio sarà duplice: pelle decisamente migliore e nessun danno alla linea.

Benessere invernale... Spa

by Beatrice Maggio

Winter wellness... at the Spa While international stars dedicate attention to their wellbeing by means of bewildering treatments based on animal-derived products and exotic ingredients, there are interesting possibilities close at hand providing an effective route to physical balance. Cocoa beans are a powerful remedy, and not just for the sweet chocolate delights that are so heart-warming in winter! Even if you have to eat less chocolate than you would like to maintain your figure, you can indulge in a flavoursome 98

massage at the Spa. The powerful substances contained in cocoa beans help alleviate stress, and their mineral content, including iron, magnesium and calcium, stimulate the metabolism and improve concentration. When applied to the skin, warm chocolate is excellent for reducing cellulite and adipose tissue in general, while the skin benefits from its peeling, softening and moisturizing properties. The anti-oxidants in chocolate are effective in reducing the effects of ageing on

the skin, while its minerals encourage muscular relaxation, for an overall calming action. Of course, to ensure that its properties attain maximum efficacy, the treatments, which are principally in the form of massages and packs, have to be applied by expert hands. So, the next time that you feel like something sweet, instead of unwrapping a bar of chocolate, go to the Spa! You will benefit two times over: a much healthier skin, and no problems with your figure.


098_099_Bellezza_Layout 1 24/11/15 18:14 Pagina 99


100_101_Make Up Artist_Layout 1 24/11/15 18:15 Pagina 100

BEAUTY

MONICA ROBUSTELLI & THE MAKE UP ARTIST SCHOOL

The Make Up Artist School

NEW YORK LONDON MILAN NAPLES

Definita “make up artist nomade“, Monica Robustelli, Direttore Artistico della scuola The Make Up Artist School, con sedi a: New York, Londra, Milano, Napoli è tra le eccellenze italiane nel Mondo. D. Perche’ ti hanno definita “Nomade“? R. Praticamente la mia vita è in una valigia... Dividendomi tra le varie docenze in Italia, e le varie sedi della scuola in Europa e Stati Uniti, ormai sono una Gipsy make up artist! D. Come ti senti in questo ruolo? R. Sicuramente è molto faticoso, ma gratificante; la poltrona del mio volo, oppure di un treno diventano all’occorrenza il mio ufficio dove preparo le lezioni per i miei allievi, e studio i mood per gli eventi da curare. D. Passiamo ai Consigli alle 1. “Donne in carriera“ come te? 2. Aspiranti make up artist 3. Viaggiatrici R. 1. Mah, l’importante è ritagliarsi momenti di serenità e “normalità” magari in compagnia della famiglia, sorseggiando un buon the. 2. Come dico sempre ai miei allievi: credere sempre nei propri sogni; continua formazione; e solo cose belle! 3. Per le viaggiatrici… Durante i voli cercate di mantenere la pelle idratata, magari con un acqua termale, e prima di uscire dal gate, un ultimo tocco di Gloss!

Defined as a “nomadic make-up artist,” Monica Robustelli, Artistic Director of The Make Up Artist School, with branches in New York, London, Milan and Naples, is amongst the points of excellence of Italian business culture worldwide. Q. Why do they call you a “nomad”? A. My life is virtually in a suitcase… I have to divide my time between various teaching roles in Italy, and the branches of the school in Europe and the United States. By now I am a Gipsy make-up artist! Q. How do you feel about this role? A. Without doubt it is very tiring, but it gives me a lot of satisfaction. The aircraft or train seat becomes my office where I prepare lessons for my students, and study the moods for the events on which I am working. Q. Some advice for 1. Career women like you? 2. People who would like to become make-up artists? 3. Travellers? A. 1. The most important thing is to set aside some moments of peace and quiet, ideally with the family, sipping a good cup of tea. 2. As I always say to my students: always believe in your dream; keep training; and only beautiful things! 3. For female travellers: during flights, keep your skin moisturized, perhaps with spa water, and before exiting the gate, a final touch of Gloss!

The Make Up Artist School - Sede legale/Registered office - Via F. Imparato 182, Napoli/Naples Infoline - 06.94816925 Telefono/Phones/Fax +39 081 7521644 www.themakeupartistschool.com

Monica Robustelli È considerata, a ragione, una delle make up artist più influenti dei nostri giorni. Ha lavorato con Star Internazionali del Cinema e dello

Spettacolo come: Selena Gomez, Jessica Chastain, Frida Pinto, Martina Stoessel (Violetta), Nicolas Cage, Buz Lurhmann, Katherine Kelly Lang, Ron Moss, Carolina Kostner. National Make Up Artist REVLON, l’innovativo progetto artistico di make up ideato da Monica, l’ha resa tra le più richieste make up artist per la fashion week di Milano e Roma

Alta Moda. Dal 2011, è il direttore artistico e fondatrice dell’accademia The Make up Artist School, con all’attivo importanti produzioni tra le quali: Soap Opera Beautiful; Ballando con le Stelle; Opera on Ice; Ischia Global Fest; Violetta Disney; Il ballo delle debuttanti; Calendario SSC Napoli, Training Internazionali per allievi di Giappone e Russia.

Monica Robustelli is justifiably considered as one of the most influential makeup artists working today. She has worked with international stars such as Selena Gomez, Jessica Chastain, Frida Pinto, Martina Stoessel (Violetta), Nicolas Cage, Buz Lurhmann, Katherine Kelly Lang, Ron Moss and Carolina Kostner.

National Make Up Artist REVLON, the innovative artistic make-up project that she created, has made her one of the most popular make-up artists for Milan’s fashion week and for Roma Alta Moda. Since 2011 she has been artistic director of the academy that she founded, The Make up Artist School, which has worked

on important productions including Soap Opera Beautiful; Ballando con le Stelle (dancing with the stars); Opera on Ice; Ischia Global Fest; Violetta Disney; Il ballo delle debuttanti (the debutante ball); the SSC Napoli football season, and international training events for students from Japan and Russia.

100


100_101_Make Up Artist_Layout 1 25/11/15 12:54 Pagina 101


102_103_Pet Designe_Layout 1 23/11/15 19:08 Pagina 102

PET DESIGN Euro 50,00

Giochi stimolanti Modulabile e dal design moderno, Odin è un gioco studiato per dare sempre nuovi stimoli mentali e fisici agli amici a quattro zampe. Il funzionamento è semplice: basta Euro 514,00 inserire al suo interno un biscotto e lasciare che il cane lo lanci e lo Stimulating games Adaptable and with a modern design, Odin is a game designed to provide new mental and physical stimuli for our four-legged faccia rotolare per far uscire il premio. È inoltre possibile aggiungere friends. Its method of operation is simple: you just have to place a biscuit inside, and let the altri moduli per renderlo più impe- dog throw it into the air and roll it along to get the biscuit out. Other modules can be added to make it more challenging. gnativo. www.coco-pei.com

Accessori dallo stile animalier La stampa animalier è briosa e gioca con la moda, creando uno stile trendy anche nel mondo degli accessori per pet. Cuccette, trasportini, peluche, cappottini, ciotole, cover per guinzagli retraibili, porta sacchetti igienici. E ancora cuscini e collari… Non c’è che l’imbarazzo della scelta. www.ferplast.com prints are fun Animalier accessories Animalier and fashionable, creating

Pisolini chic Euro 314,00 www.coco-pei.com

Chic Dreams

a trendy style even in the world of pet accessories. Pet beds, carriers, soft toys, coats, bowls, covers for retractable leads, hygienic plastic bag carriers, cushions, collars... there is certainly no problem of choice!

Dress code strass multicolor Per rendere glam le passeggiate al parco, Ferplast ha ideato Lux, Lux cats e Dual diamonds: tre collezioni eleganti e divertenti tutte rigorosamente all’insegna di strass multicolor. www.ferplast.com

To make walks in the park more glamorous, Ferplast has created Lux, Lux cats and Dual diamonds: three attractive and amusing collections, all hallmarked by multi-coloured sequins.

Dress code Multicolour sequins

102


102_103_Pet Designe_Layout 1 23/11/15 19:08 Pagina 103


104_107_Intervista Chef_Layout 1 23/11/15 19:31 Pagina 104


104_107_Intervista Chef_Layout 1 23/11/15 19:35 Pagina 105

FOOD LOVERS

Alla tavola del Sultano... Ciccio by Marianna Mastropietro

«Ho la fortuna di vivere e lavorare in uno dei posti più belli della Sicilia, circondato dal barocco, dal mare, dal paesaggio ibleo, ricco di ingredienti che solleticano per la bontà e la varietà la mia fantasia quotidianamente. Lo stimolo maggiore quindi proviene dalla bellezza che mi circonda.» Ragusa Ibla

Spaghetti con pesto trapanese e pesce sabbiato Per quattro persone preparare un pesto leggero all’olio d’oliva tonda iblea con basilico e mandorle. Immergere 400 grammi di pomodorini in acqua bollente per poi condire leggermente con olio e sale. In una teglia da forno insaporire 400 grammi di pesce misto (calamari, cernia pulita e gamberoni) con aromi e mollica di pane alla palermitana. Mettere in forno per circa dieci minuti. Cuocere 400 grammi di pasta fresca. Adagiare il sughetto ottenuto sulla pasta e su un velo di pesto.

Al di là della modernità e della sperimentazione c’è la cucina di Ciccio Sultano, chef bistellato del Ristorante Duomo di Ragusa, la cui musa è la Sicilia che lui trasforma in stimoli intensi, accostamenti estremi e sapori decisi. Un lavoro che rispecchia, stravolgendola, la profumata isola. Ma Sultano non si accontenta, inizia una nuova avventura aprendo I Banchi a Ibla e sperimenta un’insolita partecipazione alla trasmissione televisiva Pechino Express in coppia con lo chef francese Philippe Léveillé. La sua è una vitalità travolgente che dilaga in cucina. Lei porta in tavola una Sicilia imprevedibile, cosa stimola le sue creazioni? «Ho la fortuna di vivere e lavorare in uno dei posti più belli della Sicilia, circondato dal barocco, dal mare, dal paesaggio ibleo, ricco di ingredienti che solleticano, per la bontà e la varietà, la mia fantasia quotidianamente. Lo stimolo maggiore, quindi, proviene dalla bellezza che mi circonda.» Nei suoi piatti non c’è confine tra mare e terra, da dove nasce questa fusione? «Dalla ricerca dell’equilibrio, per mia natura sono un perfezionista creativo, mi piace ricreare la simbiosi nel piatto senza divisioni di sorta, mi piace vedere amoreggiare gli ingre-

dienti, rivelano una sensualità che mi fa ritrovare la pace dei sensi.» Dal Duomo a I Banchi, come è nata l’idea di aprire una panetteria? «Coltivo questo sogno da tanti anni, ho aspettato che ci fossero tutte le condizioni perché prendesse forma: un bel locale, un bravo collaboratore e dei soci che credessero nel mio progetto. Il 6 luglio 2015 tutte queste condizioni si sono concretizzare ne I Banchi al centro di Ragusa Ibla, in un suggestivo palazzo del Novecento – il palazzo di Quattro – assieme a Giuseppe Cannistrà secondo chef del Duomo, giovane, energico e stoico lavoratore, con la partecipazione dei soci Marco Reboa, Cristina Nardini (la Signora della Grappa) e Giovanni Boroli. Ma la motivazione principale è l’amore che ho sempre avuto per il pane buono, fatto con farine autoctone, digeribile e sano.» Dove va a mangiare quando non è al Duomo? «Ovviamente a I Banchi, la mia seconda casa, ogni tanto al mare a Donnalucata a Il Consiglio di Sicilia, un piccolo ristorantino di pesce. Poi quando sono in vacanza mi piace sperimentare nuove cucine. Ma mi piace anche vivere il mio giardino con vista sulla vallata iblea facendo barbecue, con un buon bicchiere di vino.»


104_107_Intervista Chef_Layout 1 23/11/15 19:37 Pagina 106

FOOD LOVERS Giuseppe Cannistrà secondo chef del Duomo e Ciccio Sultano/ Giuseppe Cannistrà sous chef at the Duomo restaurant with Ciccio Sultano

Ristorante Duomo/ Duomo restaurant www.cicciosultano.it Sicilia/Sicily Ragusa Ibla Tel. +39 0932651265 Ragusa Ibla

At the table of Ciccio Sultano «I am lucky enough to live and work in one of the most beautiful places in Sicily, immersed in Baroque architecture, the sea, the landscapes of Ibla, with lots of ingredients that strike my imagination every day for their flavour and variety. And so the greatest inspiration is from the beauty around me.» Beyond modernity and experimentation, Ciccio Sultano’s cuisine is inspired by Sicily, transformed into intense experiences, extreme combinations and powerful flavours. Sultano is the two-star chef at Duomo restaurant, Ragusa, and at that restaurant, his recipes reflect the fragrant island while adding a great deal of originality. But Sultano wanted to go further, and he began a new adventure, opening I Banchi at Ibla, and even taking part in the television programme Pechino Express in a duo with French chef Philippe Léveillé. Ciccio’s energy overflows both in his everyday life and his cuisine. You present an unexpected side of Sicily in your recipes. Where does the inspiration for your creations come from? «I am lucky enough to live and work in one of the most beautiful places in Sicily, immersed in Baroque architecture, the sea, the landscapes of Ibla, with lots of ingredients that strike my imagination every day for their flavour and variety. And so the greatest inspiration is from the beauty around me.» In your recipes there is no separation between land and sea. What is the origin of 106

this type of fusion cuisine? «It is based on the quest for balance. By nature I am creative, and also a perfectionist. I like searching for symbiosis in my recipes, without any differentiation, I like seeing ingredients falling in love one with another. They reveal a sensuality that enables me to rediscover the peace of the senses.» From the Duomo restaurant to I Banchi: how did the idea of opening a bakery come about? «I have been working on this dream for many years, and I waited until all the conditions were right before bringing it into reality: a good location, a skilled professional, and some associates who believed in my project. On 6 July 2015 all these factors became I Banchi in the very centre of Ragusa Ibla, in an evocative early 20th-century building, Palazzo di Quattro, together with Giuseppe Cannistrà, second Chef at the Duomo restaurant, young, energetic and hard-working. The other associates taking part in the project are Marco Reboa, Cristina Nardini (the Lady of Grappa) and Giovanni Boroli. But the real reason for all this is that I have always loved good, easily digestible, healthy

bread, made with local flours.» Where do you go to eat when you’re not at the Duomo restaurant? «Of course I go to I Banchi, my second home. Sometimes to Consiglio di Sicilia, a small fish restaurant, on the coast at Donnalucata. When I am on holiday, I like trying out new styles of cuisine. But I also like enjoying my garden, with its view over the valley of Ibla, cooking a barbecue meal with a good glass of wine.»

Recipe Spaghetti with Trapani pesto and fish in breadcrumbs The recipe is for four. Prepare a light pesto with olive oil from round Iblea olives, basil and almonds. Plunge 400 grams of cherry tomatoes into boiling water and season with a little olive oil and salt. In a baking pan, season 400 grams of mixed fish (cuttlefish, filleted grouper and giant prawns) with herbs and Palermo-style breadcrumbs. Bake for about ten minutes. Cook 400 grams of fresh pasta. Place the sauce that you have prepared on the pasta, and add a little pesto.


104_107_Intervista Chef_Layout 1 23/11/15 19:38 Pagina 107


108_109_Street Food Europa_Layout 1 24/11/15 12:39 Pagina 108

FOOD LOVERS

Ballarò, Palermo

Top five delle città con il miglior

STREET FOOD IN EUROPA Se siete tra coloro che, quando scelgono la meta di un viaggio, si fanno guidare anche dal palato, prendete spunto dalla classifica che Wimdu – motore europeo di appartamenti per vacanza – ha stilato sulle città che offrono il miglior street food in Europa. Prima nella top five si colloca Helsinki, dove a Kauppatori (Piazza del Mercato) si gusta pesce fresco cucinato al momento. E se non vi piace il pesce, c’è comunque la possibilità di mangiare carne di renna, ma non è un’esperienza per tutti!… Al secondo posto si trova Berlino, nota inizialmente per il currywurst, a seguire per il kebab e infine per ogni genere di specialità globale. Assolutamente da non perdere una visita al Neue Heimat a Friedrichshain, dove, ogni domenica, molti produttori locali preparano innumerevoli delizie all’interno di un ex capannone industriale. Chi direbbe che terza in classifica sia Bristol? E l’Eats Market è il posto da non lasciarsi scappare a Bristol! Due volte al mese al Temple Quay si può trovare una varietà di street food trucks dove si propongono davvero insolite ricette; tra i più famosi i Feastie Boys che preparano ciambelle ripiene di petto di manzo. Madrid, la capitale della movida è solo

quarta in classifica e il miglior indirizzo a cui rivolgersi è il mercato Madreat, dove molti produttori indipendenti offrono piatti provenienti da tutto il mondo reinterpretati al momento con sensibilità e passione dei vari cuochi in loco. Nella top five non poteva mancare l’Italia con Palermo che merita un viaggio anche solo per visitare il mercato di Ballarò, il più antico della città, tripudio

INFO Berlin-Neue Heimat www.neueheimat.com www.visitberlin.de Madrid-Madreat www.madreat.org Palermo-Ballarò www.comune.palermo.it

di verdure e pesce fresco, ma anche di panelle di ceci, fritti di tutte le misure, crocchè di patate, teneri polpi e il faby M.M. moso panino con la milza.

Sopra/Above Madreat. Sotto/Below Neue Heimat

Top five cities with the best street food in Europe If culinary excellence is a key factor in choosing a holiday destination, you will be interested in the ranking compiled by Wimdu – European search engine for holiday apartments – for the cities with the best street food in Europe. First of the top five is Helsinki, where you can enjoy freshly-caught, freshly-cooked fish in Kauppatori (Market square). If you don’t like fish, you can also taste reindeer meat, though this experience could not be appreciated by everyone... In second place is Berlin, where the speciality was initially currywurst, joined later 108

by kebab and eventually by all international specialities. Don’t miss the Neue Heimat in Friedrichshain every Sunday, a market in a converted industrial building where many local producers prepare a wide range of delectable foods. The city in third place may come as a surprise: Bristol! Here the Eats Market is absolutely unmissable! Twice at month Temple Quay is full of a variety of street food trucks with many unusual recipes. One of the most famous is the Feastie Boys truck making rolls with beef. Madrid, the movida capital, is only fourth,

and the best address in this city is Madreat. This market presents many independent producers who offer recipes from all over the world, reinterpreted according to the style and passion of the respective chefs. Italy could not fail to feature in the top five, with Palermo and its delectable specialities. The Ballarò market is a ‘must’ in a tour of the city as it is the oldest one of the town. It offers a vast selection of vegetables and fresh fish, as well as ‘panelle’ (fried chickpea flour), fried specialities in all shapes and sizes, potato croquettes, tender octopus, and the famous spleen roll.


108_109_Street Food Europa_Layout 1 24/11/15 12:40 Pagina 109


110_111_Doggy Bag_Layout 1 24/11/15 18:18 Pagina 110

FOOD LOVERS

Doggy bag anche in Italia,

PURCHÉ SIA TRENDY Arriva in Italia il primo prototipo di doggy bag tutto nostrano, la borsetta antispreco per portare a casa gli avanzi dal ristorante. Quest’abitudine, che il 41% degli italiani si vergogna di far sua, all’estero è diffusa già da decenni, con capofila gli Stati Uniti. La doggy bag, infatti, fu inventata proprio dagli americani nel periodo della Seconda Guerra Mondiale quando si diffuse spontaneamente l’abitudine di portar via tutto ciò che era considerato uno scarto alimentare per darlo al cane. Secondo uno studio di Waste Watcher – Osservatorio nazionale sugli sprechi di Last Minute Market/Swg – nonostante tre italiani su quattro siano consapevoli che il cibo o il vino avanzati al ristorante rappresentino uno spreco che può essere evitato, nel bel paese la doggy bag rimane ancora un tabù. Che fare dunque? A rompere gli indugi ci sta pensando il progetto Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi nato dalla collaborazione tra Comieco e Slow Food che vuole trasformare un problema in opportunità e far partire anche in Italia una rivoluzione culturale. Il progetto è il frutto del lavoro di un team di professionisti chiamati a di-

INFO Slow Food www.slowfood.it Comieco www.comieco.org segnare e realizzare un contenitore per alimenti «d’autore» e alla moda che, a partire dallo scorso novembre, viene fornito gratuitamente, per un periodo di tempo, ad un gruppo di ri-

storatori romani. A questo punto non resta che rompere gli indugi e chiedere la vostra doggy bag all’ultimo grido. by Isabella Storti

Il progetto Doggy Bag - Se avanzo mangiatemi, ideato da Comieco, in collaborazione con Slow Food Italia, vuole far partire anche in Italia una rivoluzione culturale/The project named ‘Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi’ (if I’m left over, eat me), developed by Comieco in collaboration with Slow Food, has the objective of launching a cultural revolution in Italy

Doggy bags reach Italy, as long as they’re cool The first doggy bag prototype has reached Italy, an entirely home-grown product, the waste-preventing container enabling diners to take back home what they didn’t finish after their meal out. This habit, that 41% of Italians say they would be too ashamed to perform, has been popular abroad for decades, starting from the United States. The doggy bag was in fact invented by the Americans during the Second World War, when the idea of bringing all types of food waste home to give to the dog de110

veloped spontaneously. Even though, according to a study by Waste Watcher, Italian waste observatory run by Last Minute Market/Swg, three out of every four Italians are aware of the fact that food or wine left over at the restaurant is a form of wastage that could be avoided, in this country, the doggy bag is still something of a taboo. Is there a solution? One idea has come from the project named ‘Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi’ (if I’m left over, eat me) developed by Slow Food in collabo-

ration with Comieco, with the objective of transforming a problem into an opportunity, and launching a cultural revolution in Italy. The project is the result of work by a team of professionals who were asked to design and create a fashionable, ‘designer’ food container, which from November 2015 will be supplied free of charge, for a certain period of time, in a group of restaurants in Rome. So, now there is no excuse. Just ask for your super-cool doggy bag.


110_111_Doggy Bag_Layout 1 26/11/15 12:58 Pagina 111


112_115_Vigneti_Layout 1 24/11/15 12:05 Pagina 112


112_115_Vigneti_Layout 1 24/11/15 12:07 Pagina 113

WINE LOVERS

I vigneti più belli DEL MONDO by Francesca Maisano

D

all’Alberata Taurasina alla Topia Caremese, sono tanti i sistemi di allevamento tradizionale in Italia. Solo lo scorso anno, l’Unesco ha inserito la pratica dell’Alberello Pantesco tra i Patrimoni Immateriali dell’Umanità. Eppure molta di questa saggezza antica rischierebbere di scomparire per sempre, se non fosse per pochi caparbi e appassionati viticoltori. Come nel caso del sistema a pagliaio tipico della provincia di Potenza ed oggi presente in pochissimi esemplari nel comune di Acerenza: uno dei borghi più belli d’Italia e regno dell’Aglianico del Vulture. Gli scorci più stupefacenti emergono dagli impervi declivi montani e dalle antiche tradizioni isolane. I ‘vigneron’ canari, per esempio, hanno orlato dei più fini merletti le distese laviche di Lanzarote. La funzioCanarie, Lanzarote. Muri a secco a semiluna preservano le viti dal bruciante vento del Sahara/Canaries, nalità dei muri a secco a forma di semiluna, quindi, si fa estetica per preservare Lanzarote. Semi-circular dry stone walls protect the vines from the burning winds of the Sahara la salute delle viti dal bruciante vento del Torino, vigneti di Carema Sahara. WINE TOUR Turin, Carema vineyards Canarie - Canary Islands Gli arcipelaghi Campano e Pontino non Bodegas El Grifo sono da meno, con i loro terrazzamenti a www.elgrifo.com strapiombo sul mare. A Ischia, il vigneto Los Bermejos Frassitelli delle Cantine d’Ambra (fondate www.losbermejos.com nel 1880) è stato celebrato da Luigi Veronelli come uno dei più belli al mondo. La Roma/Rome - Ponza Island viticoltura, qui, ha radici antichissime (teAntiche Cantine Migliaccio www.antichecantinemigliaccio.it stimoniate anche da reperti museali) e si è tramandata nei secoli con fatica di padre Napoli/Naples - Ischia Island in figlio. Questa storia si lega a doppio filo Casa d’Ambra con quella di Ponza. www.dambravini.com L’area di Punta Fieno, infatti, a partire dal 1700 fu assegnata dai Borboni ai coloni Trapani - Pantelleria Island ischitani che portarono i loro vitigni auCantina Khamma www.donnafugata.it toctoni come Biancolella, Forastera, Aglianico, Guarnaccia e Piedirosso. Le Torino/Turin - Carema Antiche Cantine Migliaccio sono nate proCantina Produttori Nebbiolo prio così ed oggi continuano a produrre www.caremadoc.it nettari distintivi e unici grazie all’impegno Pantelleria, Donnafugata. Vite ad Alberello head-trained bush vine. Ph. Fabio Gambina

Ischia. Vigneti Frassitelli a strapiombo sul mare delle Cantine d’Ambra/ Isle of Ischia. Frassitelli vineyard cultivated by Cantine d’Ambra on slopes rising steeply from the sea. Ph. Enzo Rando


112_115_Vigneti_Layout 1 24/11/15 12:11 Pagina 114

WINE LOVERS di Emanuele Vittorio e di sua moglie Luciana Sabino che una ventina di anni fa investirono in un progetto di salvaguardia della tradizione vinicola

locale, recuperando viti a piede franco (anche centenarie) dai rovi. I vigneti sono raggiungibili via mare (risalendo poi la collina) o intera-

mente a piedi attraverso pittoresche mulattiere. La fatica diventa consapevolezza del valore della «viticoltura eroica».

Ponza e la viticoltura eroica delle Antiche Cantine Migliaccio/ Ponza and the heroic vine-growing at Antiche Cantine Migliaccio

A sinistra il borgo di Acerenza regno dell’Aglianico del Vulture; a destra l’Alberata taurasina/ Left, the town of Acerenza, heartlands of Aglianico del Vulture; right, trained Taurasi vines

The finest vineyards in the world From Alberata Taurasina to Topia Caremese, there are many traditional patterns of growing vines in Italy. Last year, Unesco included the Alberello Pantesco technique (a type of head-trained bush vine) in its list of Mankind’s Immaterial Heritage. Much of this ancient wisdom would risk being lost forever, if it weren’t for the efforts of a few determined and dedicated vine growers. An example is the ‘pagliaio’ system typical of the province of Potenza, of which very few specimens still exist in Acerenza, one of the most beautiful towns of Italy and the heartland of the wine Aglianico del Vulture. The most spectacular views can be seen in the heroic mountainside vineyards and in the ancient traditions of the islands. For example, the ‘vigneron’ of the Canaries have 114

created intricate vineyards, like embroidery on the lava soil of Lanzarote. Here, dry-stone walls in semi-circular shape are attractive, but above all they help the vines survive the burning winds of the Sahara. The Campano and Pontino archipelagoes are equally interesting in this regard, with terraced vines rising steeply above the sea. On Ischia, the Frassitelli vineyard cultivated by Cantine d’Ambra (founded in 1880) was praised by wine critic Luigi Veronelli who called it one of the most beautiful in the world. Vine culture here has ancient roots (as shown by museum pieces) and over the centuries, the techniques have been passed down from father to son, with each generation investing the same back-breaking work. This culture is an important part of the history of the island of Ponza.

In fact, from 1700 on, the Bourbon rulers assigned the Punta Fieno area to migrants from Ischia, who introduced their own native vines, with varieties such as Biancolella, Forastera, Aglianico, Guarnaccia and Piedirosso. This is how Antiche Cantine Migliaccio was founded, a company that still today produces distinctive, unique wines, the result of the commitment of Emanuele Vittorio and his wife Luciana Sabino who about twenty years ago invested in a project with the objective of conserving local vinegrowing traditions, recovering ungrafted vines, some of which over a hundred years of age, from the weeds and brambles. Their vineyards can be reached from the sea, climbing up the hill from the coast, or on foot from inland, using picturesque bridlepaths. In both cases, the fatigue that you will feel helps you understand the value of these ‘heroic viticulture traditions’.


112_115_Vigneti_Layout 1 24/11/15 12:12 Pagina 115


116_117_Redazionale_Bisol_Layout 1 24/11/15 12:44 Pagina 116

WINE LOVERS Venissa, Ph. Mattia Mionetto

Bisol, storica famiglia del Prosecco e del Cartizze, per Natale propone raffinate idee regalo, omaggi alla Venetian White Wine Experience, da Valdobbiadene a Venezia Nativa Cartizze Cru Bisol: il brindisi Superiore, per eccellenza. Ogni 400 bottiglie di Prosecco, solo una è di Cartizze: 1000 ore di lavoro manuale in vigna per questo sartoriale ed elegante Spumante Dry Cartizze proviene dall’omonima collina, che domina Santo Stefano di Valdobbiadene, quotata oltre due milioni e mezzo di euro ad ettaro. Il Cartizze è un microterritorio eccezionalmente vocato, decisamente ripido ed estremamente scenografico. Bisol, che gestisce lo storico podere nella zona sommitale del Cru, lavora da sempre manualmente queste vigne preziose, arrivando a dedicare ben 1000 ore di lavoro manuale per ettaro ogni anno. Per informazioni www.bisol.it

116

Dal cuore della Venezia Nativa, Venissa 2012. La collezione di 3976 bottiglie celebra la migliore annata fino ad oggi Per il winemaker Roberto Cipresso, che con Desiderio Bisol coordina il progetto vitivinicolo Venissa fin dalle origini, questa è la migliore annata fino ad oggi, grazie a un andamento climatico ideale, come conferma anche Matteo Bisol, direttore della tenuta Venissa che sorge nell’arcipelago di Venezia Nativa. La bottiglia omaggia tre tradizioni di Venezia: Vino, Oro e Vetro. Le autentiche foglie d’oro zecchino della tradizione veneziana sono ormai difficili da reperire ma, grazie al laboratorio Berta Battiloro, il cui cognome evoca chiaramente i lunghi trascorsi dell’attività di famiglia, nascono le straordinarie «etichette» del Venissa, che sono in seguito applicate a mano su ogni bottiglia, e fuse nel vetro all’interno dei forni della vetreria Carlo Moretti di Murano. Per informazioni: www.venissa.it

Bisol Cartizze DOCG


116_117_Redazionale_Bisol_Layout 1 24/11/15 12:45 Pagina 117

The Prosecco DOCG hills - Photo Mattia Mionetto

Da sinistra/From left Gianluca Bisol e/and Desiderio Bisol, Ph. Mattia Mionetto

Bisol, Ph. Mattia Mionetto

For Christmas Bisol, the time-honoured Prosecco and Cartizze family, have thought up several elegant ideas for gifts that pay homage to the Venetian White Wine Experience from Valdobbiadene to Native Venice Cartizze Cru Bisol: the ‘Superiore’ toast for excellence. Out of each 400 bottles of Prosecco, only one is Cartizze. 1000 hours of manual work in the vineyards to create this bespoke and elegant Dry Sparkling Wine. Cartizze is the fruit of the hill of the same name that towers up over Santo Stefano di Valdobbiadene and is estimated to be worth more than two and a half million euro per hectare. Cartizze is a micro-territory that is markedly steep, extremely panoramic and perfectly suited to grape growing. Bisol, that manage the historical plot at the summit of the Cru, has always worked the precious vineyards by hand, dedicating as many as 1000 manual working hours per hectare per year. For information contact www.bisol.it

From the heart of Native Venice, Venissa 2012. The collection of 3976 bottles celebrates its finest vintage to date For the wine maker Roberto Cipresso and Desiderio Bisol, who have been coordinating the Venissa viticultural project from the very beginning, this is the best vintage to date, thanks to the ideal weather conditions, which is also confirmed by Matteo Bisol the director of the Venissa estate in the archipelago of Native Venice. The bottle is a tribute to three Venetian traditions: Wine, Gold and Glass. The authentic sheets of pure gold leaf used in Venetian tradition are now difficult to obtain, but thanks to the Berta Battiloro workshop, whose family surname harks back to generations of gold workers, Venissa’s extraordinary labels are created. The gold leaf is applied by hand, and each bottle is then re-fired in the ovens of the Carlo Moretti glassworks on the island of Murano. For information: www.venissa.it

Vendemmia/Harvest Ph. Fredi Marcarini


118_119_GenagricolaOK_Layout 1 24/11/15 17:55 Pagina 118

WINE LOVERS

Pinot Grigio di Torre Rosazza tra i centro migliori vini al mondo secondo Wine Spectator Tra tutti i vini bianchi fermi italiani, il Pinot Grigio occupa un posto di riguardo per la sua notorietà in Italia e all’estero. Da secoli è coltivato in Friuli con risultati di grande intensità nei terreni di collina, dove il vino acquisisce profumi intensi e ottima concentrazione. Nella microzona di Rosazzo, nei Colli Orientali del Friuli, grazie a caratteristiche pedoclimatiche uniche, questo vino raggiunge livelli di eccellenza straordinari e costituisce un riferimento per tutta la cultura enologica del nord Italia. Il Pinot Grigio di Torre Rosazza, tenuta appartenente a Genagricola, holding agroalimentare del gruppo Generali Italia, esprime al meglio le caratteristiche di questo vino. Grazie a un sapiente equilibrio tra morbidezze avvolgenti e la piacevole freschezza delle note acidule, è stato di recente inserito – unico vino bianco

in Italia – nella classifica internazionale dei cento migliori vini al mondo stilata dalla prestigiosa rivista americana Wine Spectator.

TORRE ROSAZZA Località Poggiobello, 12 33055 Oleis di Manzano (UD) www.torrerosazza.it

Pinot Grigio By Torre Rosazza. One of the top hundred wines in the world according to Wine Spectator Amongst Italian still white wines, Pinot Grigio has a privileged reputation both in Italy and abroad. This grape has been grown for centuries in the Friuli region, with excellent results in hillside vineyards where the wine acquires intense fragrances and excellent concentration. In the microzone of Rosazzo, in the Colli Orientali (eastern hills) district of Friuli, 118

the unique conditions of soil and climate enable the wine to attain remarkable levels of excellence, to the point that the wine has become a benchmark for the whole of northern Italy. The Pinot Grigio made by Torre Rosazza, a winery that belongs to Genagricola, the agriculture and foods holding that is part of the Generali Italia Group, is a perfect

expression of the wine's characteristics. With its well-calibrated balance of warm softness and the pleasant freshness of its acidic notes, this label was recently included – the only Italian white wine – in the international rankings of the hundred best wines in the world compiled by the prestigious American magazine Wine Spectator.


118_119_GenagricolaOK_Layout 1 24/11/15 17:55 Pagina 119


120_121_Redazionale_Brunello Montalcino_Layout 1 25/11/15 13:05 Pagina 120

WINE LOVERS

CASTELGIOCONDO BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG 2010: WINE OF THE YEAR NEL 2015

Marchesi de’ Frescobaldi è uno dei nomi più illustri dell’enologia toscana e CastelGiocondo è una delle tenute che meglio lo rappresenta. La proprietà si trova nell’area sud-ovest di Montalcino, all’altitudine di 350 metri, su terreni ben drenati, ideali per la produzione di Brunello di Montalcino. Per tutti questi motivi la tenuta è una delle più apprezzate di questa DOCG. Qui, già nel 1800 si iniziò a produrre uno dei primi Brunelli, anche se la storia della tenuta risale ad un castello costruito nel 1100 con lo scopo di difendere la strada tra Siena e il mare. A CastelGiocondo si producono 4 vini, tra cui i più rappresentativi sono CastelGiocondo Brunello di Montalcino e CastelGiocondo Riserva Ripe al Convento, apprezzati in tutto il mondo. CastelGiocondo Bru120

nello è prodotto da sole uve sangiovese, selezionate e provenienti da un vigneto le cui caratteristiche (altitudine, esposizione, terreno) permettono di raggiungere la massima espressione di questo vitigno CastelGiocondo 2010 è di colore rubino, con riflessi vermigli. Al naso spiccano sentori di bacche, tra cui la mora con note di viola; pepe nero e cardamomo, seguite da ginepro e note tostate. In bocca è persistente, e le note speziate sono bilanciate con quelle più fruttate. Apprezzato anche dai critici, nel 2015 è stato nominato da James Suckling come vino dell’anno.

Il critico enologico James Suckling recensisce il famoso Brunello di Frescobaldi come «wine of the year» Wine critic James Suckling reviewed the famous Brunello by Frescobaldi as his favourite wine in 2015


120_121_Redazionale_Brunello Montalcino_Layout 1 25/11/15 13:05 Pagina 121

CASTELGIOCONDO BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG 2010: WINE OF THE YEAR IN 2015 Marchesi de’ Frescobaldi is one of Tuscany’s most famous names in winemaking and Tenuta di CastelGiocondo in Montalcino is one of its most prestigious properties. The estate is located in the southwest of Montalcino on welldrained, gravel-rich soils, at an altitude of about 350 metres, ideal for the production of Brunello di Montalcino. For all these reasons Tenuta di CastelGiocondo is one of the most respected and prestigious estates in the entire area of Montalcino. The property was one of the first to produce Brunello in 1800 but its history goes back to a

castle built in 1100, that defended the road between the sea and Siena. Tenuta di CastelGiocondo produces four wines, but its top wines, well known all over the world, are CastelGiocondo Brunello di Montalcino and CastelGiocondo Riserva Ripe al Convento. Castelgiocondo – nowadays – is produced from an uncompromising selection of the finest Sangiovese grapes, from a vineyard whose ideal elevation, soils and exposure yield all of the qualities that converge to produce the finest expression of this ancient grape va-

riety. It is an elegant, well-balanced wine of magnificent structure. CastelGiocondo Brunello 2010 is a lively, luminous ruby-red colour with vermillion highlights. The nose offers a melange of berries, among which, blackberry dominates with floral notes of violets; spicy black pepper and cardamom, followed by fresh notes of juniper, and toasted coffee and hazelnuts. The finish is very long and warm; spicy notes are joined by equally intense fruity notes. It’s also very appreciated by critics and in 2015 was reviewed by James Suckling as ‘best wine of the year’. 121


122_125_Design_Layout 1 24/11/15 13:32 Pagina 122


122_125_Design_Layout 1 24/11/15 13:35 Pagina 123

DESIGN

L’EFFETTO SORPRESA dell’architettura postmoderna

Roma, quartiere Coppedè Rome, Coppedè district

by Francesca Maisano Architetture come colossali pezzi di design. La storia dell’arte che diventa un enorme container di stili da decontestualizzare. Arrivando fino ai più stravaganti e, perché no, geniali pastiche che armonizzano colonne greche, verticalità gotiche e ornamenti medievali. Il postmoderno architettonico non ha mai smesso di stupire. A Roma, il quartiere realizzato nei primi decenni del Novecento da Gino Coppedè è un originalissimo mix di tendenze Liberty e influenze eclettiche. Si va dall’afflato assiro-babilonese della Palazzina del Ragno alle ipnotiche asimmetrie del Villino delle Fate. La dimensione quasi fantastica di questo angolo insolito della capitale ha ispirato registi come Nanni Loy (Audace colpo dei soliti ignoti con Vittorio Gassman) e Francesco Barilli (Il profumo della signora in nero). E come non rimanere a bocca aperta di fronte alla Torres Blancas di Madrid, che rimanda alle opere tarde di Frank Lloyd Wright e alle aggregazioni capsulari del Metabolismo giapponese. La torre, che svetta nel cielo per oltre 70 metri, è stata progettata da Francisco Javier Sàenz de Oiza, su commissione dell’imprenditore Juan Huarte che negli anni ’60 appoggiò audaci esperimenti nella capitale spagnola. Cosa fa emergere queste opere dal contesto urbanistico? La personalità, se non addirittura l’anima; come nel caso dello Bierpinsel di Berlino, segno marcante dello skyline di Steglitz. I suoi creatori, Ralf ed Ursulina Schüler, furono esponenti del Late Modernism e promotori di un’impronta fortemente High-Tech che anche nel resto d’Europa ha visto fiorire nuove e incredibili visioni come la sede Lloyd’s di Londra ed il Centre Pompidou di Parigi. 123


122_125_Design_Layout 1 24/11/15 13:37 Pagina 124

DESIGN Madrid, Torres Blanca

La sede Lloyd’s di Londra Lloyd's building in London

The surprise effect of Postmodern architecture Buildings become gigantic designer objects. Art history becomes an enormous container for styles taken out of context. Right through to the most extravagant – perhaps even brilliant – pastiches that combine Greek columns, Gothic verticality and Medieval ornamentation. Postmodern architecture has never failed to surprise. In Rome, the district built in the first few decades of the 20th century by Gino Coppedè is an original blend of Art Nouveau and other eclectic influences. Assyrian-Babylonian inspiration can be seen in Palazzina del Ragno, and a hypnotic asymmetry in Villino delle Fate. The fantasy of this unusual part of the city was utilized by directors such as Nanni Loy (Audace colpo dei soliti ignoti, Fiasco in Milan, starring Vittorio Gassman) and Francesco Barilli (Il profumo della signora in nero, The Perfume of the Lady in Black). And you will certainly be struck by Torres Blancas in Madrid, a reference to the later works by Frank Lloyd Wright and to the capsular aggregations of Japanese Metabolism. The tower, surging into the sky for over 70 metres, was designed by Francisco Javier Sàenz de Oiza, commissioned 124

Berlino/Berlin, Bierpinsel

by the businessman Juan Huarte who, in the 1960s, backed some daring experiments in the capital of Spain. What makes this type of architecture so recognizable in an urban context? The personality of the building, or perhaps even its soul. This can be seen in the Bierpinsel in Berlin,

a powerful motif on the Steglitz skyline. Its creators, Ralf and Ursulina Schüler, were exponents of Late Modernism and promotors of a strongly High-Tech approach, which inspired other new, futuristic visions elsewhere in Europe such as the Lloyd’s head office in London and Centre Pompidou in Paris.


122_125_Design_Layout 1 24/11/15 13:38 Pagina 125


126_127_Redazionali_Layout 1 24/11/15 18:07 Pagina 126

PROVATI PER VOI TESTED FOR YOU

Hotel Resort & SPA BAIA CADDINAS La vacanza esclusiva che appaga il cuore e la vista

Un quattro stelle di gestione trentina, adagiato su una delle baie più belle della Sardegna, proteso verso un mare che qui si tinge di un colore cristallino, alle porte della Costa Smeralda: l’Hotel Resort & Spa Baia Caddinas è un luogo capace di incantare e destare continua meraviglia. Offre una vasta scelta di camere e suite arredate con gusto e raffinatezza, alcune delle quali sono dei veri e propri gioielli, con vasca idromassaggio e grandi balconi con meravigliosa vista sulla baia. Nel giardino si trovano graziosi appartamenti per una vacanza più libera e informale senza rinunciare al comfort dei servizi esclusivi dell’hotel. Arricchiscono l’offerta un grande giardino con due piscine, un esclusivo centro wellness e SPA ed un simpatico servizio di miniclub con parco giochi in giardino. L’Hotel Resort & SPA Baia Caddinas è una vera e propria oasi di benessere e relax per chi è alla ricerca di un ambiente raffinato in un luogo di eccezionale bellezza. Hotel Resort & SPA Baia Caddinas Viale Concas Caddinas 07020 Golfo Aranci (OT) Tel. +39 0789 46898 www.hotelbaiacaddinas.it

126

For exclusive holidays that satisfy the eyes and the heart A four-star resort with management based in the Trentino region, situated on one of the most beautiful bays in Sardinia, on a crystal-clear turquoise sea, close to the famous Costa Smeralda: Hotel Resort & Spa Baia Caddinas is a location that never fails to enchant visitors with its breath-taking natural beauty. The hotel has a wide range of rooms and suites  with stylish, sophisticated furnishings. Some of them are true jewels of hospitality, with whirlpool baths and large balconies providing superb views over the bay. In the garden there are some lovely apartments for a more relaxed and informal holiday environment, though with all the benefits of the hotel’s exclusive services. The resort is enhanced by a large garden with two swimming pools, an exclusive wellness centre and spa, and an appealing miniclub service with games area in the garden. Hotel Resort & SPA Baia Caddinas represents an oasis of wellness and relaxation for anyone searching for a sophisticated setting in a location of exceptional beauty.

Gruppo Caffo, di padre in figlio

Caffo Group, from father to son

Lo sguardo rivolto lontano, al futuro. Ma la mente e il cuore a valorizzare la tradizione. Così cresce un’azienda storica, la Distilleria Caffo, centenaria, che dalla Calabria conquista mercati nazionali e internazionali; attrae nuove fasce di mercato, i giovani; va in controtendenza nel settore si afferma come amaro leader e lancia mode sulla mixability. E arrivano premi e riconoscimenti internazionali. Un caso studio, affrontato da numerose università, non solo bottiglie aperte in ogni parte del pianeta dalle Hawai all’Australia... Perché oltre Amaro del Capo da un secolo vengono distillate le passioni di un Gruppo che si riconosce nella propria storia e nei territori che promuove con i suoi prodotti, inclusi le Grappe Sgnape del Fogolar e Elisir Borsci San Marzano.

Their view is focused far ahead into the future. But their head and heart are intent on enhancing the values of tradition. This determines the growth of a historic company, Distilleria Caffo, with a century of history. From Calabria they have conquered Italian and international markets, attracting new areas of consumers, and in particular, young people. The company is breaking new ground in the sector, and it is developing a reputation as the leading amaro brand, launching new mixability trends. As demonstrated by international prizes and awards. It has become a case study for many universities, a business plan that has led to its success all over the world, from Hawaii to Australia... Because, in addition to its Amaro del Capo, for a century the company has been distilling its passions, that of a Group whose identity lies in its history and in the local environment that it promotes with its products, which include the Sgnape del Fogolar grappas and Elisir Borsci San Marzano.


126_127_Redazionali_Layout 1 24/11/15 18:08 Pagina 127


128_129_Yacht Lusso_Layout 1 24/11/15 18:11 Pagina 128

YACHT DESIGN

Lusso estremo:

Azzam

i 3 yacht più costosi al mondo Cabine lussuosissime, immensi saloni open space, sale wellness, piste di atterraggio e grandi equipaggi. I giganti del male solcano gli oceani senza che i loro ospiti debbano rinunciare ad alcun tipo di comfort e lusso. Ma quanto costano queste navi da crociera in miniatura?

Eclipse

Azzam ha ancora il primato di yacht più lungo con i suoi 180 metri, più veloce (30 nodi) e più costoso del mondo per un prezzo di 500 milioni di euro. Il suo proprietario è Sheikh Khalifa bin Zayed Al Nahyan emiro di Abu Dhabi che lo ha fatto costruire nel 2013 nei cantieri della tedesca Lurseen Yacht, su progetto di Nauta Design. A seguire Eclipse del magnate russo Roman Abramovich, che per 485 milioni di euro ha un panfilo di 163 metri con sette ponti, 12 cabine, piattaforme per elicotteri, piscina coperta con acqua di mare e addirittura un sottomarino che scende fino a 100 metri di profondità.

White Pearl

Ultimo varato e terzo in classifica per costo è il White Pearl, lo yacht a vela più grande del mondo (3 alberi alti 91 metri) di proprietà del magnate russo Andrei Igorevich Melnichenko, pagato circa 360 milioni di euro. Sei cabine, sala per l’osservazione subacquea, una pista per elicotteri, discoteca, tre piscine e design firmato da Philippe Starck. Ma per il top del top bisogna aspettare ancora il 2018. In quell’anno infatti sarà consegnato il Triple Deuce 222 metri di lunghezza per un prezzo di ‘listino’ che si aggirerà intorno al miliardo di euro. E l’identità dell'armatore? È anby Giacomo Pellegrini cora top secret.

Absolute luxury: the 3 most expensive yachts in the world Super-luxurious cabins, immense openspace saloons, wellness rooms, helipads and large crews. These gigantic ships cross the oceans carrying their guests in the comfort to which they are accustomed. But how much do these miniature cruise liners cost? Azzam still holds the record for the longest yacht, at 180 metres, the fastest at 390 knots, and the most expensive in the world, with a price of 500 million euro. Its owner is Sheikh Khalifa bin Zayed Al Nahyan, Emir of Abu Dhabi, who commissioned it in 2013 128

from the German shipbuilders Lurseen Yacht, designed by Nauta Design. In second place there is Eclipse owned by the Russian businessman Roman Abramovich, who for the sum of 485 million euro owns a yacht 163 metres in length with seven bridges, twelve cabins, helipads, a covered seawater swimming pool, and even a submarine that can reach depths of 100 metres. The most recent yacht to have been launched, and third-most expensive, is White Pearl, the largest sailing yacht in

the world (it has three masts 91 metres in height) owned by Russian businessman Andrei Igorevich Melnichenko, who paid about 360 million euro for his boat. There are six cabins, a room for underwater observation, a helisurface, discotheque and three swimming pools. It was designed by Philippe Starck. But for the largest of all, we have to wait for 2018. In that year, the Triple Deuce will be delivered, a ship 222 metres in length, with a list price of around a billion euro. Who is the owner? Still top secret.


128_129_Yacht Lusso_Layout 1 26/11/15 13:06 Pagina 129


130_131_Curiosita_Layout 1 24/11/15 16:51 Pagina 130

CURIOSITY Se le trasferte in Francia raggiungono il 27% del gradimento in quanto a servizi ancillari premium (come la ristorazione anche fuori dagli orari di picco), i businessman assegnano dieci punti in più alla rapidità delle procedure di check-in e check-out a Londra

Viaggi d’affari. Dal cibo tedesco al design spagnolo, ecco cosa piace ai manager italiani A colpire della Germania è l’eccellenza dei servizi di ristorazione, apprezzata dal 42% dei manager italiani intervistati, mentre in Spagna sono il design delle strutture e la gentilezza del personale a rappresentare il valore aggiunto del viaggio per il 30% del campione. È quanto emerge dai dati eleborati da HRS, il global solutions provider leader in Europa per i business travel. Se le trasferte in Francia raggiungono il 27% del gradimento grazie a servizi premium (come la ristorazione anche

Trips to France reach a 27% ranking, for their premium ancillary services, such as non-stop catering. Businessmen awarded an extra ten percent to the speed of check-in and checkout in London

Francia (12%), Spagna (8,8%) e Svizzera (7,1%). Si aggiudicano solo il quinto e il sesto posto il Regno Unito (6%) e la Russia (2,4%). Tutto questo si associa ad un trend positivo che nel 2014 aveva visto aumentare i business travel del 23% secondo i dati Istat. Ma anche il primo semestre del 2015 è all’insegna di uno sprint a due cifre (25%): dato incoraggiante che riflette i segnali di una, seppur timida, ripresa economica a livello globale. by Daniela Ferrari

Business trips. The destinations preferred by italian executives, from German food to Spanish design

Germany’s strong point is its culinary excellence, appreciated by 42% of the Italian executives interviewed, while in Spain, the design of the venues and the courtesy of staff are the added value of the trip identified by 30% of the interviewees. This data emerged from a study performed by HRS, the leading business travel global solu-

130

fuori dagli orari di picco), i businessman assegnano dieci punti in più alla rapidità delle procedure di check-in e check-out a Londra, e il primo posto (con il 51% delle preferenze) alle strutture americane per la disponibilità di spazi di coworking e servizi tecnologici. Gli Stati Uniti sono, infatti, la meta più gettonata (8%) dopo l’Europa. Anche se 8 trasferte su 10 avvengono nel Vecchio Continente. La meta preferita è la Germania che sfiora la quota del 22%, seguita da

tions provider in Europe. Trips to France reach a 27% ranking, for their premium ancillary services, such as non-stop catering. Businessmen awarded an extra ten percent to the speed of check-in and check-out in London, and alloted first place (51%) to American hospitality structures, for the availability of co-working spaces and technological services. In fact the United States represent the favourite destination (8%) after Europe. However, 8 out of 10 trips are to the Old World.

The preferred country is Germany at just under 22%, followed by France (12%), Spain (8.8%) and Switzerland (7.1%). The United Kingdom is only in fifth place (6%), followed by Russia (2.4%). To all this can be added the positive trend in business travel, which increased by 23% in 2014 according to Istat statistics. The first six months of 2015 also showed a healthy increase (25%), an encouraging figure that perhaps reflect the signs of a recovery, albeit very slight, in the global economy.


130_131_Curiosita_Layout 1 24/11/15 16:51 Pagina 131


132_133_Hi Tech_Layout 1 24/11/15 13:56 Pagina 132

HI TECH SmartThingsHub

La casa del 2016? È connessa! SmartThingsHub è in vendita, la nuova versione del dispositivo Samsung che fa parlare tra loro gli oggetti connessi in casa: lavatrice, frigo, lampadine, sorveglianza, tutto gestito tramite un’app (per iOS e Android, e in futuro per Apple Watch e smartwatch Gear S2). Smart Hub ha un nuovo design ed è equipaggiato con un potente processore che gli consente di supportare il ‘live monitoring’ che trasmette in tempo reale sullo smartphone cosa accade in casa. In camera da letto è Nuyu a scaldare il sonno. Si tratta del prodotto dell’azienda statunitense Health o Meter che aiuta a dormire in modo naturale e riposante, regolando la temperatura del corpo in modo intelligente grazie ad una superficie posizionata sotto le lenzuola che modula il calore da diffondere. Questa evoluzione dello scaldasonno è un rettangolo di dimensioni pari a 60×90 cm e il suo funzionamento si basa sull’acqua, calda o fredda, trasportata attraverso una tubazione flessibile. Il modulo Bluetooth incluso permette di comunicare con un’applicazione su smartphone e tablet.

A creare l’atmosfera giusta in ogni ambiente invece ci pensa Twist, della società Astro, una lampadina smart per gestire illuminazione ed impianto sonoro da un unico dispositivo. Twist è sostanzialmente un diffusore di luce a LED a basso consumo energetico che si caratterizza per la presenza di un altoparlante wireless integrato. Twist è compatibile con AirPlay e questo significa che gli utenti possono ascoltare la musica del loro iPhone o iPad creando un sound coinvolgente e personalizzato all’interno degli ambienti domestici.

Nuyu

by Matteo Desiderio Twist

Nuyu

The home of 2016? Connected! SmartThingsHub is now available, the new version of the Samsung device that puts all connected objects in the home into contact: washing machine, fridge, lightbulbs, surveillance, everything is controlled by means of an app (for iOS and Android, and in the future for Apple Watch and the Gear S2 smartwatch). Smart Hub has a new design and it is fitted with a powerful processor that enables it to operate ‘live monitoring’ which transmits the situation of what is going on in the home to the smartphone. 132

In the bedroom, Nuyu warms your sleep. This is a product by the American company Health o Meter which helps you to sleep in a natural and restful way, regulating body temperature with intelligent technology by means of a layer under the sheet that calibrates the warmth to be distributed. It can be considered as an advanced version of an electric blanket. It takes the form of a 60×90 cm rectangle, and its mode of operation is based on warm or cool water, transported by means of a flexible tube. The built-in Bluetooth

module enables it to be controlled by a smartphone or tablet app. To create the right atmosphere in all rooms of the home, there is Twist by the company Astro, a smart bulb that controls lighting and audio in a single device. Basically Twist is a low-energy LED light source, in combination with an integrated wireless loudspeaker. Twist is compatible with AirPlay and this means that users can listen to the music originating from their iPhone or iPad, creating an evocative, personalized soundtrack within the rooms of the home.


132_133_Hi Tech_Layout 1 24/11/15 13:56 Pagina 133

G R A N D H O T E L PARKER’S N A P O L I

De gn Design g yyour events e at Gra Grand Ho Gr Grand Hot H Hotel Parker’s er’ss Overnight stays Overnight stays in rrooms suites es with h vie view ew o off the he gulf gulf. ulf. ooms and suit w fr Breakfast with vie Breakfast view from Muses Terrace. om the Mus ses T er errace. S ervice is available available a to external external client c s: Service to clients: Monda ay until Saturday Saturda ay from from m 7:00 7:00 : to 10:00 10:00 am, am on Su unda ay fr om 7 ::00 am to to 11:00 11: 1:0 am Monday am to Sunday from 7:00 Geor Ge ge R estaurant,, p a anor amic mic indoo orr/out o doorr, open daily da aily ffor o lunch and dinner or inner. George Restaurant, panoramic indoor/outdoor, dinner. Organization rivate p arties and e vent en s on our o rroof oof g a den. ar en. Organization o off priv private parties events garden. Wedding Programs Customize wedding planners, Flower Table setting designers. Wedding edd P rograms - Cus om e with wi h w edding g planner s, Flo ower & T able a es etting d de signer e s. s tomiz Cr theatrical events. Creative C eattive and the atrical e vents. Busine meetings lunches, gala dinners. Business Busi ss mee ee etings and an lunch lunche s, g ala a a dinne ers. Spa tr treatments. Spa eatmen nts.

corso c orso Vittorio Vittorio E Emanuele, manuele, 1135 35 - Napoli 081.7612474 ttel. el. +39 081. 7612474 fbernardo@grandhotelparkers.it fbernar do@grandhotelparkers.it www.grandhotelparkers.it www .gr grandhot and elparkers.it

RAFFAELEPEDATA.IT RAFFAELEPEDATA.IT

Them Happy live music. Themed Themed ed Happ py hour hou with liv e music c.


134_135_Sport_Layout 1 24/11/15 14:11 Pagina 134

SPORT

Dagli oceani alle montagne by Alessandro Battaglia

Nato nello stato del Michigan nel 1963, per opera di Sherman Popper, lo snowboard è diventato una filosofia di vita per molti giovani. L’idea venne modificando una tavola da surf, montando dei bordi metallici e creando un attacco per la scarpa. La «tavola» ebbe subito popolarità. Chi lo pratica è uno spirito libero, sempre alla ricerca di nuovi destreggiamenti da fare per il puro divertimento personale. Da questa disciplina sono nate in seguito delle varianti: come il Freeride, corrispondente al fuori pista; il Freestyle, praticato in aree attrezzate con half-pipe chiamate snowpark e lo Snowboard Alpino, praticato su piste con neve ben battuta. Questo sport può sembrare compli-

cato, ma con un po’ di pratica diventa semplice come camminare. Ci sono due modi di scendere con la «tavola», regular e goofy. Il primo è caratterizzato dal fatto che il piede sinistro, in una normale discesa, si trova davanti, mentre il piede destro si troverà dietro. L’impostazione goofy, invece, è l’inverso. Ma dove praticarlo in Italia? La Lombardia è tra le principali mete per una settimana bianca. Ed è una tra le regioni più indicate per gli snowboarder di tutte le età. Da anni è annoverato tra i migliori d’Europa lo snowpark di Livigno (Sondrio). Permette di destreggiarsi tra emozionanti rampe e strutture che fanno anche da scenario a competizioni ed esibizioni dei professionisti del settore.

From oceans to mountains Invented in the state of Michigan in 1963 by Sherman Poppen, the snowboard rapidly became a cultural expression for many young people. The idea was brought into reality by modifying a surfboard, adding metal edges and bindings. Over a short space of time, the snowboard became very popular. People who ride snowboards are free spirits, and they are always in search of new figures devised purely for personal enjoyment. The sport has evolved into a number of variants, such as Freeride which 134

corresponds to off-piste skiing; Freestyle, performed in areas known as snowparks equipped with half-pipes, and Alpine Snowboarding, on pistes with well-compacted snow. The sport may seem complicated, but with a bit of practice it becomes second nature, like walking. There are two ways of using a snowboard, regular and goofy. In the first method, the left foot is further forwards in a normal descent, while the right foot is further back. In the goofy style, the feet are the other way around, right foot to-

wards the front. Where are the best places for snowboarding? The Lombardy region is one of the most important locations for skiing holidays, and it is also one of the finest areas for snowboarders of all ages. For years, the snowpark at Livigno (near Sondrio) has been considered as one of the best facilities of its type in Europe. Here you can enjoy the exciting ramps and structures that are often used for competitions, as well as demonstrations by the finest professionals in this sport.


134_135_Sport_Layout 1 24/11/15 14:12 Pagina 135


136_137_Geotex_Layout 1 24/11/15 14:16 Pagina 136

UN MONDO DI TECNOLOGIA. QUANDO È L’INGREDIENTE CHE FA LA DIFFERENZA. LO SANNO BENE GLI SPORTIVI CHE D’INVERNO PRATICANO LE LORO ATTIVITÀ PREFERITE E GLI ATLETI CHE CONQUISTANO CIME E FIRMANO ESCURSIONI DA RECORD.

E’ la tecnologia che ha cambiato il modo di fare sport e di godere del tempo libero all’aria aperta. La stessa tecnologia che consente la comunicazione di dati tra Marte e Terra; che permette di rimuovere le tossine pericolose dall‘aria che respiriamo; che fornisce soluzioni mediche salvavita e risolve tanti altri problemi complessi. Molte applicazioni e una sola grandissima innovazione, la membrana GORE-TEX®, impermeabile e traspirante, nota sotto svariate forme, tra cui i tessuti ad alte prestazioni, i dispositivi medici impiantabili, i componenti per la produzione industriale e elettronica aerospaziale. Un mondo di tecnologia evoluta, nato dalla scoperta scientifica di Bob Gore nel 1958. La W.L.Gore & Associates ha sede a Newark, Del. USA, con strutture produttive e uffici commerciali in tutto il mondo, è un’azienda proiettata nel futuro che si distingue anche per essere ai vertici della classifica mondiale „Best Place to Work“ replicata a livello nazionale in diversi paesi e anche in Italia, dove da diversi anni Gore occupa sempre le prime posizioni. Per conoscere meglio la membrana GORE-TEX®, politetrafluoretilene espanso (ePTFE) resistente a temperature da -250 °C a + 260 °C, è sorprendente sapere che gli oltre 1.4 miliardi di microscopici pori per centimetro quadrato, sono 20,000 volte più piccoli di una goccia d’acqua e 700 volte più grandi di una molecola di vapore acqueo. Ecco perché la membrana è totalmente impermeabile, antivento e traspirante, l‘acqua e l‘aria infatti non entrano mentre il sudore fuoriesce velocemente.


136_137_Geotex_Layout 1 24/11/15 14:16 Pagina 137

E di conseguenza perché le sue applicazioni apportano benefici e vantaggi apprezzabili sia a livello funzionale che di comfort, se si parla soprattutto di abbigliamento e calzature, che con gli accessori sono i settori più a stretto contatto con la quotidianità. Con una giacca 100% impermeabile si scia tranquillamente sotto la più forte nevicata, si gioca a golf e si va in bicicletta sotto la pioggia, senza preoccuparsi del meteo avverso. Con maglie e midlayer traspiranti si corre e si fa trekking mantenendo il microclima corporeo e con scarpe o guanti impermeabili e traspiranti acqua e freddo non sono più un problema. In particolare negli ultimi anni si sono visti progressi notevoli nei settori Casual e Outdoor per quanto riguarda le calzature: gli investimenti nella tecnologia GORE-TEX® SURROUND®, studiata per le stagioni primavera/estate stanno rivoluzionando il concetto di footwear funzionale e comfort climatico sia in ambito città che viaggio e tempo libero. La calzatura GORE-TEX® SURROUND® è facilmente riconoscibile dalle aperture nella suola, le quali sono una chiara indicazione della sua traspirabilità. Pur rimanendo completamente impermeabili. Tutte le calzature GORE-TEX® devono saper affrontare le situazioni più estreme, e iniziano a dimostrarlo superando test rigorosi e approfonditi nei laboratori Gore. Perchè Gore garantisce la qualità dei propri prodotti con la promessa GUARANTEED TO KEEP YOU DRY™.

I brand Partner Gore sono tra i marchi leader al mondo, con le loro collezioni testimoniano stagione dopo stagione la validità di prodotti eccezionali per qualità, performance, durata e comfort. In Italia le principali collaborazioni da tempo vedono protagonisti marchi quali Camper, Clarks, IGI&CO, Primigi, Melluso, Frau, Stonefly in ambito lifestyle e Asics, New Balance, Adidas, Salomon, La Sportiva, Salewa, Scarpa, Superfit, Dolomite, Aku, Asolo per quanto riguarda l’Outdoor. Questi sono solo alcuni Brand con i quali l‘azienda collabora. Tantissimi i testimonial GORE-TEX® giornalmente impegnati sui campi di gara, nelle esplorazioni e nelle avventure più entusiasmanti: ai tanti sportivi si è recentemente aggiunto un nuovo Ambassador di grande prestigio, Pep Guardiola, il famoso allenatore del Bayern Monaco, di solito molto preciso e attento anche al più piccolo particolare, convinto dalla qualità del marchio GORE-TEX® a farsi portavoce della sua innovazione e funzionalità legata ai prodotti di abbigliamento, calzature e accessori. Un esempio di stile e di determinazione vincente che ben riproduce la visione strategica del mondo GORE-TEX®, continuamente impegnato a ricercare soluzioni concrete di cambiamento e risoluzione a favore di tutti i consumatori di oggi e di domani. I. P. Per maggiori informazioni: www.gore-tex.com

© 2015 W. L. Gore & Associates GmbH. GORE-TEX, GUARANTEED TO KEEP YOU DRY, SURROUND, Gore e disegni sono marchi della W. L. Gore & Associates. Suola iniettata con N-INJECTECH®


138_139_Motori Auto_Layout 1 24/11/15 14:26 Pagina 138

MOTORING

Hightech a tutto tondo le nuove Audi A4 e A4 Avant by Matteo Desiderio

Ancora più efficienza, potenza e intelligenza si concentrano nelle nuove Audi A4 e A4 Avant. La famiglia di modelli bestseller del brand dei quattro cerchi, infatti, riscrive i parametri del proprio segmento con innumerevoli tecnologie high-end, a partire dalla riprogettazione di oltre il 90% dei componenti rispetto alla versione precedente. Il design elegante si unisce a una filosofia dei co-

mandi innovativa, una costruzione leggera si sposa con nuove ed efficienti soluzioni di propulsione grazie alle motorizzazioni TFSI e TDI con potenze medie cresciute del 25% e consumi medi ridotti del 21%. Anche nel campo dell’infotainment e dei sistemi di assistenza le A4 e A4 Avant si collocano ai vertici. Per esempio, tutte le varianti dei nuovi modelli sono dotate di serie del nuovo si-

stema di sicurezza Audi pre sense city. Con una telecamera anteriore posta sul parabrezza, in grado di rilevare tutto ciò che succede fino a 100 metri di distanza, il sistema monitora vetture e pedoni sulla strada in un range di velocità fino a 85 km/h. Se incombe il pericolo di una collisione avvisa il guidatore per gradi e in caso di bisogno frena la vettura fino al completo arresto.

High-tech in every way. The new Audi A4 and A4 Avant The new Audi A4 and A4 Avant are powerful distillations of efficiency, power and intelligence. The family of best-selling models by the brand with the four-ringed emblem rewrites the rules of its class, with many high-end technological innovations, starting from the redesign of over 90% of its components when compared to the previous version. The smart design is combined with an original approach to 138

controls, while lightweight construction is enhanced by new, efficient power plants, with TFSI and TDI engines whose average power have gone up by 25% while average fuel consumption has been reduced by 21%. The A4 and A4 Avant also lead the field in the area of infotainment and driver assistance systems. For example, all the variants in the latest range are fitted with Audi pre sense city, the new safety

system, as standard. It is based on a video camera on the windscreen that records everything happening up to a distance of 100 metres. The system monitors cars and pedestrians on the road at a range of speeds up to 85 km/h. If there is a risk of collision, the system progressively warns the driver, and if necessary it activates the brakes until the car has come to a complete stop.


138_139_Motori Auto_Layout 1 24/11/15 14:26 Pagina 139


140_141_Motori Moto_Layout 1 26/11/15 12:51 Pagina 140

MOTORING

La next generation di una moto leggendaria

Triumph Bonneville 1959

Triumph Bonneville Thruxton R Diablo

Triumph Bonneville Street Twin

Triumph Bonneville T120

Cosa hanno in comune Steve McQueen, Clint Eastwood e Bob Dylan? La passione per le due ruote rombanti e per la leggendaria Bonneville, che oggi presenta la next generation. Sono cinque i nuovi modelli che attingono all’eredità Triumph fatta di prestazioni e stile, dalla Speed Twin 5T, che ha fissato lo standard di riferimento per l’intero settore negli anni ’30, alla Thunderbird 650, guidata da un affascinante Marlon

Brando nel film Il Selvaggio, fino all’incredibile Tiger T110, surclassata poi dalla Bonneville originale. Il nome si ispira alle Salt Flats dello Utah, dove lo streamliner pilotato dal texano Johnny Allen, conquista il record di velocità su terra nel 1956. Solo tre anni dopo inizia la produzione di questa autentica superbike inglese. La Bonneville gioca un ruolo da protagonista fin dagli esordi, grazie al suo DNA vincente: dai campio-

nati Flat Track alle vittorie al TT dell’Isola di Man fino all’International Six Day Trials e alla Thruxton 500, dove è stato coniato il nome della variante racing. Le innovative motorizzazioni odierne uniscono ad un twist classico, uno stile di guida moderno: più coppia, un’erogazione di potenza più immediata e travolgente e un suono ancora più ricco, da sentire con il cuore oltre che con le by Matteo Desiderio orecchie.

The next generation of a legendary bike What do Steve McQueen, Clint Eastwood and Bob Dylan have in common? They all love powerful motorcycles, and in particular the legendary Bonneville, now present in its next generation. There are five new models that all incorporate the Triumph heritage of style and performance found in models such as the Speed Twin 5T, which became a standard point of reference for all motorcycles in the 1930s, the Thunderbird 650, ridden 140

by Marlon Brando in the film The Wild One, right through to the incredible Tiger T110, later surpassed by the original Bonneville. The name comes from the Salt Flats in Utah, where the streamliner motorcycle ridden by Texan Johnny Allen set a speed record in 1956. Just three years later, production of this British superbike began. The Bonneville stole the headlines right away, as a result of its competitive DNA:

it scored victories in the Flat Track championships, the TT races in the Isle of Man, the International Six Day Trials and the Thruxton 500, where the name for the racing variant was coined. Today’s innovative power plants combine a touch of classical appeal with a modern driving style, with higher torque, a more immediate and satisfying power delivery, and an even richer sound, something that you hear with your heart as well as your ears.


140_141_Motori Moto_Layout 1 26/11/15 12:52 Pagina 141


142_PUB_Layout 1 24/11/15 14:41 Pagina 142


Meridiana Club. Ogni volta che voli, i tuoi sogni sono piĂš vicini. Con il programma fedeltĂ di Meridiana, ti aspettano oltre 220 destinazioni nel mondo.

Ogni volta che voli con Meridiana accumuli Avios che puoi utilizzare per viaggiare in tutto il mondo. Con Meridiana, ma anche con British Airways e Iberia, le compagnie aeree Partner del Programma.

meridiana.com

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 1

10/11/15 17:03


ECCO MERIDIANA CLUB!

UNA SEMPLICE CARD, IL TUO LASCIAPASSARE PER IL MONDO. Il programma fedeltà pensato per farti volare tutto l’anno in oltre 220 destinazioni al mondo. Infatti i soci del Meridiana Club accumulano e possono spendere i propri Avios volando e per volare con Meridiana e le compagnie aeree Partner: Iberia e British Airways.

VANTAGGI DELLA RED CARD RED CARD BENEFITS Iscrizione gratuita su meridiana.com

Free to join

Offerte speciali dedicate

Dedicated special offers

Memorizzazione dati personali per prenotare rapidamente

Save passenger data for faster booking

Area personale per la gestione del profilo e saldo Avios

Personal area to manage your account details and check your Avios balance

Possibilità di accumulare Avios su voli Meridiana e con i partner del programma

Earn Avios on Meridiana flights and with our partners

Possibilità di utilizzare Avios per l’acquisto di biglietti Meridiana, British Airways ed Iberia

Book a reward flight with Meridiana, British Airways and Iberia spending your Avios

Possibilità di passare ai livelli superiori del Club e guadagnare ulteriori benefici

Reach higher membership tiers with additional benefits

CUSTOMER CARE DEDICATO A MERIDIANA CLUB Per informazioni, verifiche sugli accrediti Avios, assistenza personalizzata, il Customer Care è a disposizione di tutti gli iscritti al programma Meridiana Club, tutti i giorni dalle ore 7.30 alle 23.00, al numero 199.414.400*

For more information, check your Avios balance, personal assistance, everybody subscribed to Meridiana Club can call every day from 7.30 am to 11 pm the number + 39 0789.52776*

* Il costo della chiamata da telefono fisso senza scatti alla risposta è di 5 centesimi di euro al minuto, IVA esclusa, tutti i giorni, in qualsiasi fascia oraria. Per le chiamate da cellulare, il costo massimo è di 12,90 centesimi di euro alla risposta e 40 centesimi al minuto, IVA esclusa.

*The cost of the call from landline, with no connection fee, is 5 euro cent a minute, excluding VAT, every day at every hour. If calling from cell phone, the maximun cost is 12.90 euro cent at the connection plus 40 euro cent a minute, excluding VAT.

CALL CENTER MERIDIANA CLUB

NEWS

Per prenotazioni di biglietti utilizzando gli Avios il Customer Care è a disposizione al numero 0789.52865. To book a reward flight with your Avios our Customer care is available

Avis nuovo partner Meridiana Club! Guadagna minimo 500 Avios con il tuo prossimo noleggio. Avis new partner Meridiana Club! Earn minimum 500 Avios with your next rental.

at 0039.0789.52865.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 2

10/11/15 17:03


HERE IT IS - MERIDIANA CLUB!

JUST A CARD. YOUR PASSPORT TO THE WORLD. The frequent flyer program where you can fly all year round to more than 220 destinations around the world. Members of the Club Meridiana accumulate and can spend their Avios flying and flying with Meridiana Airlines Partners: Iberia and British Airways.

MERIDIANA CLUB FLY PASS SILVER IL CLUB PENSATO PER FARTI RISPARMIARE TEMPO

MERIDIANA CLUB FLY PASS SILVER THE CLUB DESIGNED TO SAVE YOU TIME AND TO CONTINUE TO COLLECT AVIOS

Con la FLY PASS Silver, hai tutti i vantaggi della Red Card più i seguenti plus:

With the FLY PASS Silver, enjoy all the Red Card benefits in addition to the following plus:

Stop alle code ai banchi check-in e ai controlli di sicurezza

No more queues at check-in counters and security checks

Imbarco prioritario al gate

Priority boarding at gates

Servizio anticipo volo

Earlier flight service

CUSTOMER CARE DEDICATO FLY PASS SILVER Per informazioni, verifiche sugli accrediti Avios, assistenza personalizzata, il Customer Care è a disposizione di tutti gli iscritti al programma Meridiana Club, tutti i giorni dalle ore 7.30 alle 23.00, al numero 199.111.335*

For more information, check your Avios balance, personal assistance, everybody subscribed to Meridiana Club can call every day from 7.30 am to 11 pm the number + 39 0789.52776*

*Il costo della chiamata da telefono fisso senza scatti alla risposta sarà di 11,88 centesimi di euro al minuto, IVA esclusa, da lunedì a venerdì, dalle 08.00 alle 18.30, e il sabato, dalle 08.00 alle 13.00, e di 4,65 centesimi di euro, IVA esclusa, da lunedì a venerdì dalle 18.30 alle 08.00, sabato, dalle 13.00 alle 08.00 e festivi. Per le chiamate da cellulare, il costo massimo è di 12,90 centesimi di euro alla risposta e 40 centesimi al minuto, IVA esclusa.

*The cost of the call from landline, with no connection fee, is 11,88 euro cent a minute, excluding VAT, Monday to Friday, from 8.00 am to 6.30 pm, and Saturday, from 8.00 am to 1.00 pm, and 4,65 euro cent, excluding VAT, Monday to Friday, from 6.30 pm to 8.00 am, Saturday and holidays from 1.00 pm to 8.00 am. If calling from cell phone, the maximum cost is 12,90 euro cent at the connection plus 40 euro cent a minute, excluding VAT.

COME OTTENERLA

HOW TO RECEIVE IT

* Di cui almeno uno acquistato a tariffa diversa da quella onerata di continuità territoriale.

*Among which at least one purchased at a fare different than the public service obligation fare of the territorial continuity.

Per chi è già iscritto al Meridiana Club, entrare a far parte del Meridiana Club Fly Pass Silver è semplice, basta effettuare 25 voli* operati direttamente da Meridiana o accumulare almeno 20.000 Avios su voli Meridiana nel corso di un anno solare. L’upgrade è automatico e ha validità un anno a partire dall’anno successivo. Per mantenere lo status nel secondo anno, nel corso dell’anno successivo è necessario rimanere entro il range di voli che danno diritto allo status entro la scadenza della card indicata sulla card stessa. La card ha validità un anno solare. Per chi desidera acquistarla basta una telefonata al 199.111.335 e con 200,00 Euro accedere ai servizi Silver.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 3

For those who are already registered with the Meridiana Club, joining the Meridiana Club Silver Fly Pass is easy. Simply take 25 flights* operated directly by Meridiana or accumulate at least 20.000 Avios on Meridiana flights during one calendar year. Upgrade is automatic and is valid for one year from the following year. To maintain the status in the second year, in the course of the following year you must remain within the range of flights offering entitlement to the status within the expiry period of the card indicated on the card itself. The card is valid for one calendar year. If you wish to purchase the Fly Pass Silver just give us a call on 0039 0789 52776 and with 200,00 Euro you can access the Silver services.

10/11/15 17:03


MERIDIANA CLUB FLY PASS GOLD IL CLUB PENSATO PER VOLARE DA VIP

MERIDIANA CLUB FLY PASS GOLD THE CLUB DESIGNED FOR YOU TO FLY AS A VIP AND TO CONTINUE TO COLLECT AVIOS A disposizione, oltre a tutti i benefit della Red Card i seguenti privilegi riservati solo a te:

Above all the Red Card benefits, the following privileges only for you:

Stop alle code ai banchi check-in e ai controlli di sicurezza

No more queues at check-in counters and security checks

Imbarco prioritario al gate

Priority boarding at gates

Servizio anticipo volo

Earlier flight service

Accesso alle sale Vip

Vip louges access

Prenotazione del posto a bordo

Seat assignment on first rows

Trasporto bagagli più pesanti

Extra baggage

Riconsegna prioritaria del bagaglio

Priority baggage claim

Tutti i vantaggi sono estesi ad un accompagnatore

All benefits extended to one companion

CUSTOMER CARE DEDICATO FLY PASS GOLD Per informazioni, verifiche sugli accrediti Avios, assistenza personalizzata, il Customer Care è a disposizione di tutti gli iscritti al programma Meridiana Club, tutti i giorni dalle ore 7.30 alle 23.00, al numero 199.111.335*

For more information, check your Avios balance, personal assistance, everybody subscribed to Meridiana Club can call every day from 7.30 am to 11 pm the number + 39 0789.52776*

*Il costo della chiamata da telefono fisso senza scatti alla risposta sarà di 11,88 centesimi di euro al minuto, IVA esclusa, da lunedì a venerdì, dalle 08.00 alle 18.30, e il sabato, dalle 08.00 alle 13.00, e di 4,65 centesimi di euro, IVA esclusa, da lunedì a venerdì dalle 18.30 alle 08.00, sabato, dalle 13.00 alle 08.00 e festivi. Per le chiamate da cellulare, il costo massimo è di 12,90 centesimi di euro alla risposta e 40 centesimi al minuto, IVA esclusa.

*The cost of the call from landline, with no connection fee, is 11,88 euro cent a minute, excluding VAT, Monday to Friday, from 8.00 am to 6.30 pm, and Saturday, from 8.00 am to 1.00 pm, and 4,65 euro cent, excluding VAT, Monday to Friday, from 6.30 pm to 8.00 am, Saturday and holidays from 1.00 pm to 8.00 am. If calling from cell phone, the maximum cost is 12,90 euro cent at the connection plus 40 euro cent a minute, excluding VAT.

COME OTTENERLA

HOW TO RECEIVE IT

* Di cui almeno uno acquistato a tariffa diversa da quella onerata di continuità territoriale.

*Among which at least one purchased at a fare different than the public service obligation fare of the territorial continuity.

Per chi è già iscritto al Meridiana Club, entrare a far parte del Meridiana Club Fly Pass Gold è semplice, basta effettuare 50 voli* operati direttamente da Meridiana o accumulare almeno 45.000 Avios su voli Meridiana nel corso di un anno solare. L’upgrade è automatico e ha validità un anno a partire dall’anno successivo. Per mantenere lo status nel secondo anno, nel corso dell’anno successivo è necessario rimanere entro il range di voli che danno diritto allo status entro la scadenza della card indicata sulla card stessa. Se si desidera acquistarla basta una telefonata al 199.111.335 e con 500,00 Euro si può volare da Vip per un anno intero.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 4

For those who are already registered with the Meridiana Club, joining the Meridiana Club Fly Pass Gold is easy, Simply take 50 flights *operated directly by Meridiana or accumulate at least 45.000 on Meridiana Flights during one calendar year. Upgrade is automatic and is valid for one year from the following year. To maintain the status in the second year, in the course of the following year you must remain within the range of flights offering entitlement to the status within the expiry period of the card indicated on the card itself. If you wish to purchase the Fly Pass services card: just give us a call on 0039 0789 52776 and with 500,00 Euro you can fly Vip for a whole year.

10/11/15 17:03


CARNET BUY&FLY SARDEGNA

Se la Sardegna è la tua seconda casa, le porte sono sempre aperte. Carnet nominativo, valido per un massimo di 5 beneficiari, per volare da/per la Sardegna. Massima flessibilità*, parti quando vuoi per la Sardegna e sempre a prezzo fisso. Il bagaglio a mano e in stiva sono sempre inclusi nel prezzo. 10 voli a 130 € a tratta.

*Classe di prenotazione: T – Economy prenotabile fino ad esaurimento dei posti nella sottoclasse dedicata.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 5

meridiana.com 10/11/15 17:03


DESTINAZIONE DEL MESE

MONACO DI B

Monaco di Baviera da Milano Linate a soli 4.500 Avios anzichĂŠ 7.500 nei mesi di Dicembre e Gennaio.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 6

10/11/15 17:03


DESTINATION OF THE MONTH

I BAVIERA

Munich from Milan Linate only 4.500 Avios instead of 7.500 for December and January.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 7

10/11/15 17:03


NETWORK

nazionale e internazionale domestic and international

Voli in partenza da/per OLBIA - Flights from/to OLBIA

Mosca Londra

Parigi Milano Malpensa Torino Milano Bergamo Venezia Linate Verona Genova Bologna Nizza Roma

Olbia

Bari Napoli

Catania

Additional summer destinations

Voli in partenza da/per CAGLIARI - Flights from/to CAGLIARI

Voli in partenza da/per MILANO LINATE - Flights from/to MILAN LINATE

Parigi

Monaco di Baviera Milano Malpensa Verona

Torino

Milano Linate

Bologna

Olbia

Napoli

Cagliari

Napoli

Ibiza

Catania Lampedusa

Mykonos Santorini

Additional summer destinations

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 8

10/11/15 17:03


Voli in partenza da/per NAPOLI/PALERMO - Flights from/to NAPLES/PALERMO San Pietroburgo

Mosca Londra

New York

Milano Malpensa

Bergamo

Milano Linate

Verona

Olbia

Napoli

Madrid

Skiathos

Cagliari

Ibiza

Catania

Palermo

Mykonos Santorini

Rodi

Additional summer destinations

Voli in partenza da/per MILANO MALPENSA - Flights from/to MILAN MALPENSA

Milano Malpensa

L’ Avana La Romana Fort-de-France

Olbia

Fortaleza Natal

Minorca Ibiza

Palma di Maiorca

Napoli Cagliari

Skiathos Mykonos Kos Santorini Lampedusa

Tenerife

Capo Verde

Rodi

Karpathos

Fuerteventura

Sharm el Sheikh

Dakar

Additional summer destinations

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 9

Mombasa Zanzibar Pemba Mauritius

10/11/15 17:03


NETWORK

nazionale e internazionale domestic and international

Voli in partenza da/per ROMA FIUMICINO - Flights from/to ROME FIUMICINO

Roma

La Romana Olbia

Mykonos Santorini

Tenerife

Fuerteventura Sharm el-Sheikh

Mombasa

Additional summer destinations

Zanzibar Mauritius

Voli in partenza da/per VERONA - Flights from/to VERONA

Verona Cancun L’ Avana

La Romana

Olbia

Ibiza

Napoli

Cagliari Mykonos Santorini

Rodi

Fuerteventura Sharm el-Sheikh

Mombasa

Additional summer destinations

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 10

Marsa Alam

Zanzibar

10/11/15 17:03


CARNET BUY&FLY ITALIA

Vola, vola, vola vola, vola, vola, vola, vola, vola, vola in Italia. Carnet nominativo, valido per un massimo di 5 beneficiari, per volare sulle principali rotte nazionali, combinando liberamente più tratte, esclusi i voli da/per la Sardegna. Massima flessibilità, parti quando vuoi per tutta Italia e a prezzo fisso. Il bagaglio a mano e in stiva sono sempre inclusi nel prezzo. 10 voli a 90 € a tratta.

Classe di prenotazione: T – Economy prenotabile fino ad esaurimento dei posti nella sottoclasse dedicata. Se la classe dedicata non è disponibile è possibile prenotare attraverso il call center al numero dedicato 199.111.334 (opzione 3) nella classe superiore, pagando la relativa integrazione.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 11

meridiana.com

10/11/15 17:03


UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE A BORDO ELECTRONIC DEVICES

OK CONSENTITI IN FASE DI CROCIERA

• personal computer, palmari, Smartphone e Tablet purché in modalità OFFLINE/IN AEREO e non collegati a stampanti, né masterizzatori di CD/DVD o dispositivi che permettono la comunicazione wireless di dati (bluetooth, modem, schede telefoniche, wi-fi) • MP3/MP4 supporto di massa USB • registratori audio e videocamere a nastro, digitali con scheda di memoria o hard disk • macchine fotografiche analogiche e digitali • giochi elettronici portatili non in collegamento wireless e giocattoli elettronici non radiocomandati • calcolatrici e rasoi elettrici

PERMITTED DURING CRUISE

• personal computer, PDA, Smartphone and Tablet but only in OFFLINE mode and not connected to printers, scanners, CD/DVD burners or wireless devices (ie bluetooth, modem, phone cards, wi-fi) • MP3/MP4 players and USB devices • digital and film cameras • audio recorders, videotape cameras, digital video cameras with memory card or hard disk • portable electronic games not in wireless connection nor remotecontrolled games • calculators and electrical razors

NO NON CONSENTITI

NOT PERMITTED

• telefoni portatili • sigarette elettroniche • stampanti, masterizzatori di CD/DVD o minidisk o dispositivi che permettono la comunicazione wireless di dati (bluetooth, modem, schede telefoniche, wi-fi) anche se incorporati al PC • radio (AM/FM) TV e schermi con tubo catodico AM/FM radio • giochi elettronici portatili in collegamento wireless e giocattoli elettronici radiocomandati (inclusi i gameboy) • trasmettitori a 2 vie (walkie-talkie, radio CB, cercapersone etc.) • dispositivi per telemetria e qualsiasi dispositivo che emetta segnali in radiofrequenza

• cell phones • electronic cigarettes • printers, scanners, CD/DVD burners or minidisk or wireless devices (ie bluetooth, modem, phone cards, wi-fi) included or connected to PC o PDA • TV and screens with cathode ray tube • portable electronic games in wireless connection or remotecontrolled games (gameboys included) • two-way transmitters (walkie-talkie, CB radio, pagers, etc.) • telemetry devices and any other device with radio frequency signals

DIVIETO DI FUMO A BORDO

Vi ricordiamo che sui nostri voli è vietato fumare sia per rispetto della salute pubblica che per motivi di sicurezza a bordo. E non vi è posto peggiore dove trasgredire al divieto di fumo che nelle toilets, dove il divieto di fumo non è solo legato al rispetto della legge sulla tutela dei non fumatori (art. 51 e 52 Legge 3/2003) e sanzionabile con una multa, ma soprattutto rappresenta un pericolo per la sicurezza del volo e, di conseguenza, costituisce un reato ed è penalmente perseguibile. Vi ricordiamo inoltre che è vietato l’utilizzo delle sigarette elettroniche. Vi invitiamo quindi a rispettare queste indicazioni e a rivolgervi al personale di bordo per ogni maggiore informazione.

NO SMOKING ON BOARD

Please remember that smoking is not allowed on our flights in the interests of public health and safety on board. The worst places for breaking this rule are the toilets and infringements are subject to fines in accordance with the law for the protection of non-smokers (Arts. 51 and 52, Law 3/2003). However, smoking in the toilets also puts the safety of the flight at risk and is therefore a crime punishable by law. Please remember that is also forbidden the use of electronic cigarettes. Please respect these restrictions and ask the flight attendants for any additional information you may require.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 12

I dispositivi wireless devono essere disattivati e rimanere inibiti per l’intera durata del volo. Wireless devices must be deactivated on board and kept disconnected for the entire flight.

I dispositivi audio e video personali possono essere utilizzati solo se collegati con auricolare. Per qualsiasi ulteriore informazione vi preghiamo di chiedere agli assistenti di volo. Personal audio/video devices can be used only with earphones. Please contact our cabin crew for any further information.

10/11/15 17:03


Meridiana ti accompagna in ogni tuo viaggio. Scarica la nuova mobile app.

meridiana.com

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 13

10/11/15 17:03


IL NOSTRO CINEMA A BORDO CONTENUTI GRANDE SCHERMO BIG SCREEN CONTENTS Programmazione film disponibile sui voli di lungo raggio operati con aeromobile B767. Per sapere su quale aeromobile voli, puoi consultare la scheda di sicurezza posta nella tasca di fronte a te. Movies programming available on long-haul flights operated with B767 aircrafts. To know on which aircraft you are flying, you can refer to the safety card in the seat pocket in front of you.

116’

105’

107’

Action/Comedy

Comedy

Family

OPERAZIONE U.N.C.L.E. UNCLE

SOTTO IL CIELO DELLE HAWAII ALOHA

CAST: Henry Cavill, Armie Hammer, Alicia Vikander REGIA-DIRECTOR: Guy Ritchie

CAST: Bradley Cooper, Rachel McAdams, Emma Stone REGIA-DIRECTOR: Cameron Crowe

L’INCREDIBILE STORIA DI WINTER IL DELFINO 2 DOLPHIN TALE 2

Adattamento di una serie televisiva degli anni ‘60. Due agenti segreti, Napoleon Solo della CIA e Illya Kuryakin del KGB, sono costretti ad allearsi e a collaborare in un caso che coinvolge un’organizzazione criminale internazionale, nonostante le inevitabili divergenze.

Il militare Brian Gilcrest si reca a Honolulu per supervisionare un satellite armato ideato dal miliardario Carson Welch. Arrivato sull’isola incontra il suo vecchio amore Tracy e fa la conoscenza di Allison, pilota della Air Force, che lo coinvolgerà nel suo tentativo di fermare il lancio del nuovo programma spaziale.

In the early 1960s, CIA agent Napoleon Solo and KGB operative Illya Kuryakin participate in a joint mission against a mysterious criminal organization, which is working to proliferate nuclear weapons.

A celebrated military contractor returns to the site of his greatest career triumphs and reconnects with a long-ago love while unexpectedly falling for the hard-charging Air Force watchdog assigned to him.

.

CONTENUTI GRANDE SCHERMO DISPONIBILI ANCHE SU IPAD IN ELECTA CLASS B767 BIG SCREEN CONTENTS AVAILABLE ALSO ON IPAD IN ELECTA CLASS B767

CAST: Harry Connick Jr, Morgan Freeman, Ashley Judd, Kris Kristofferson, Nathan Gamble REGIA-DIRECTOR: Charles Martin Smith Sono passati anni da quando Winter è stato salvato grazie alla protesi di coda e sua madre adottiva Panama muore di vecchiaia; Winter incomincia a essere svogliato e scorbutico con i suoi padroni dell’ospedale marino, che dopo tante peripezie troveranno una compagna per il delfino, molto piccola e la chiameranno perciò Hope cioè speranza riferita alla situazione di Winter. Winter’s surrogate mother passes away and the loss means Winter cannot be housed alone as dolphins’ social behaviour requires them to be paired with other dolphins. Time is running out to find a companion for her before the team at Clearwater loses their beloved Winter to another aquarium.

Documentari e canali per bambini • Documentary & kids channel Una raccolta di brevi cartoni animati. Alcuni delle migliori animazioni per bambini, tra i favoriti dalle famiglie, da Jungle Beat, Eskimo Girl e Flip Flop! Un’altra grande serie di spettacolari ed originali gag. Ed infine una raccolta di spezzoni di alcuni dei paesaggi più sorprendenti del mondo! Siediti, rilassati e guardare il mondo che passa.

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 14

A compilation of short cartoons from some of the best animatioin for children, including family favourites from Jungle Beat, Eskimo Girl and Flip Flop! The original gag show brings a host of new and funny sketches for another great series. And finally a compilation of clips from some of the most amazing scenery in the world! Sit back, relax and watch the world go by.

120’

10/11/15 17:03


O OUR ON BOARD CINEMA CONTENUTI I-PAD I-PAD CONTENTS iPad disponibile solo in Electa Class B767. Su iPad è disponibile anche la programmazione Grande Schermo. iPad available only on Electa Class B767. Big Screen Contents are also a vailable on iPad.

102’

rivelerà anche un’occasione per comprendere i valori dell’amore e dell’amicizia. A young man and his friends embark upon the road trip of their lives to find the missing girl next door.

105’

Drama

del treno lo invita a salire a bordo per intraprendere una fantastica avventura al Polo Nord insieme ad altri bimbi che hanno perso la fiducia in Babbo Natale. When a doubting young boy takes an extraordinary train ride to the North Pole, he embarks on a journey of self-discovery that shows him that the wonder of life never fades for those who believe.

142’

GET READY FOR RICKY GET READY FOR RICKY

CAST: Meryl Streep, Kevin Kline, Mamie Gummer REGIA-DIRECTOR: Christopher Nolan Ricky è la front woman di una band rock che entusiasma un non foltissimo pubblico di appassionati. Non è più giovanissima e ha lasciato da molti anni il marito e i tre figli per inseguire il suo sogno musicale. La brusca rottura del matrimonio della figlia Julie la spinge a “tornare a casa” cioè a raggiungere l’ex marito che vive con la nuova compagna in una lussuosa villa. L’incontro con l’ormai cresciuta prole avrà luci ed ombre. A musician who gave up everything for her dream of rock-and-roll stardom returns home, looking to make things right with her family.

109’

Comedy

QUEL FANTASTICO PEGGIOR ANNO DELLA MIA VITA ME AND EARL AND THE DYING GIRL

CAST: Thomas Mann, RJ Cyler, Olivia Cooke REGIA-DIRECTOR: Alfonso Gomez-Rejon

L’amicizia tra un regista in erba e una ragazza malata di cancro è al centro del film “Quel fantastico peggior anno della mia vita”. High schooler Greg, who spends most of his time making parodies of classic movies with his co-worker Earl, finds his outlook forever altered after befriending a classmate who has just been diagnosed with cancer.

100’

Thriller

INCEPTION INCEPTION

CAST: Leonardo Di Caprio, Joseph GordonLevitt, Ken Watanabe REGIA-DIRECTOR: Christopher Nolan Dom Cobb, è un abilissimo “ladro di sogni”. È capace di infiltrarsi, tramite i sogni, nella mente di altre persone per strappargli i segreti. Adesso, ingaggiato da un potente uomo d’affari, deve cercare di fare una cosa molto più complessa. Dom Cobb is a skilled “thief of dreams”. And ‘able to infiltrate through dreams, in the minds of other persons to steal the secrets. Now, hired by a businessman, he must try to do something much more complicated.

126’

Romance

CITTÀ DI CARTA PAPER TOWNS

CAST: Nat Wolff, Cara Delevingne, Austin Abrams REGIA-DIRECTOR: JAKE SCHREIER Quentin, un ragazzo timido e intelligente, è attratto dalla magnetica e misteriosa Margo, sua vicina di casa. Il ragazzo riesce a vincere la sua timidezza e si fa avanti, ma dopo un’avventura durata una notte Margo scompare, come fosse svanita nel nulla. Quentin, quindi, deciderà di intraprendere un viaggio per ritrovarla, che si

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 15

Family

THE POLAR EXPRESS THE POLAR EXPRESS

CAST: Tom Hanks, Josh Hutcherson, Michael Jeter, Chris Coppola REGIA-DIRECTOR: Robert Zemeckis Jupiter

Storia di un bambino che dubita dell’esistenza di Babbo Natale. La notte della Vigilia, un misterioso treno a vapore si ferma davanti alla finestra della sua stanza. Il conducente

di supporto per giovani malati di cancro e si innamorano a prima vista. Nonostante le iniziali resistenze di lei, malata da quando aveva 13 anni, a poco a poco tra i due nasce un rapporto unico e intenso. Ciascuno imparerà dall’altro cosa significa sentirsi davvero vivi. Hazel and Gus are two extraordinary teenagers who share an acerbic wit, a disdain for the conventional, and a love that sweeps them – and us – on an unforgettable journey. Their relationship is all the more miraculous, given that they met and fell in love at a cancer support group. THE FAULT IN OUR STARS, based upon the number-one bestselling novel by John Green, explores the funny, thrilling and tragic business of being alive and in love.

Romance

COLPA DELLE STELLE THE FAULT IN OUR STARS

CAST: Shailene Woodley, Ansel Elgort, Laura Dern REGIA-DIRECTOR: Josh Boone Due adolescenti si conoscono in un gruppo

Comedy

89’

TUTTI INSIEME INEVITABILMENTE FOUR CHRISTMASES

CAST: Vince Vaughn, Reese Witherspoon, Robert Duvall, Jon Voight REGIA-DIRECTOR: Seth Gordon L’unica tradizione natalizia che Brad e Kate hanno sempre rispettato è quella di sfuggire ai festeggiamenti familiari andando in vacanza in qualche posto esotico. Stavolta, però, le condizioni meteo sono a loro svantaggio e tutti i voli da San Francisco vengono annullati. La coppia è così costretta a rimanere in città e a passare il Natale con i familiari. Non uno, ma ben quattro festeggiamenti li attendono! E sì, perché i genitori di entrambi sono separati e ognuno di loro ha una famiglia... A couple struggles to visit all four of their divorced parents on Christmas Day. Not just one, but four festivities await them! That it ! because of both parents are separated and each of them has a family...

BUONA VISIONE! ENJOY THE MOVIE!

10/11/15 17:03


MUSICA MUSIC SINTONIZZATEVI SULLE NOSTRE FREQUENZE TUNE IN OUR FREQUENCIES Programmazione musica disponibile sui voli operati con aeromobile B767 e B737-800. Music programming available on flights operated with B767 and B737-800 aircrafts.

60’

1

2 3

4

5 6

7

8

OPERA & CLASSICAL

60’

60’

60’

Mariah Carey

Katy Perry

Back To Orion

LOVE SONGS

1

NEW HIT

1

CONCERTO FOR PIANO & WIND INSTRUMENTS: I. LARGO (1950 VERSION) 07:23 Jean-Efflam Bavouzet, Yan Pascal Tortelier & Orquestra Sinfônica Do Estado De São Paulo

1 2

LET’S STAY TOGETHER (SINGLE VERSION) 03:39 Tina Turner

INTRODUZIONE ED ALLEGRO APPASSIONATO, OP. 256 07:48 Michael Collins & Michael McHale

3

(I CAN’T HELP) FALLING IN LOVE WITH YOU 03:27 UB40

4

LOVE HANGOVER 03:44 Diana Ross

5

THE POWER OF LOVE 03:50 Huey Lewis & The News

6

GREATEST LOVE OF ALL 04:57 Whitney Houston

7

I LOVE YOU ALWAYS FOREVER 03:59 Donna Lewis

7

8

8

THAT’S THE WAY LOVE GOES 04:26 Janet Jackson

THE HEART WANTS WHAT IT WANTS 03:47 Selena Gomez

8

9

9

DON’T LET GO (LOVE) 04:51 En Vogue

ORLEANS (FEAT. LISA GERRARD) 04:20 Chicane

9

GET READY FOR IT 03:39 Take That

SERENADE NO. 1 IN D MAJOR, OP. 11: 3. ADAGIO NON TROPPO 09:57 Gewandhausorchester Leipzig & Riccardo Chailly VIOLIN SONATA IN C MAJOR, BWV 1005: I. ADAGIO (ARR. W. F. BACH) 04:40 Jean Rondeau HUMORESKE IN B-FLAT MAJOR, OP. 20: HASTIG 04:37 Imogen Cooper SYMPHONY IN D MAJOR, WQ. 183, NO. 1: I. ALLEGRO DI MOLTO 06:00 Orchestra of the Age of Enlightenment & Rebecca Miller NIOBE, REGINA DI TEBE, ACT 1: “SFERE AMICHE” (ANFIONE) 04:51 Boston Early Music Festival Orchestra, Paul O’Dette & Stephen Stubbs DER FLIEGENDE HOLLÄNDER, ACT I SCENE 2: WIE OFT IN MEERES TIEFSTEN SCHLUND (HOLLÄNDER) 07:54 Terje Stensvold, Royal Concertgebouw Orchestra & Andris Nelsons

10 THIS GUY’S IN LOVE WITH YOU 03:59

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 16

2

FOURFIVESECONDS 03:08 Rihanna and Kanye West and Paul McCartney UNDER THE SHADOWS 03:50 Rae Morris

3

IRRESISTIBLE 03:26 Fall Out Boy

4

STONEMILKER 06:49 Björk

5

COME HOME BABY 03:56 The Charlatans

6

THE GIRL WHO FELL TO EARTH 03:34 Gaz Coombes

Herb Alpert & The Tijuana Brass

10 SEANCE OF LIGHT 03:56

11

MY LOVE 04:07 Wings & Paul McCartney

11

12

YOU’VE LOST THAT LOVIN’ FEELIN’ 03:45 The Righteous Brothers

12 NO ACTION 04:15

13

LOVIN’ YOU 03:17 Minnie Riperton

13 I BLEW IT OFF 03:06

14

STUCK ON YOU 03:10 Lionel Richie

14 CORONA 03:25

15

PART-TIME LOVER (SINGLE VERSION) 03:42 Stevie Wonder

9 LES FÊTES DE POLYMNIE, ACT I SCENE 2: CHACONNE DANSÉE ET CHANTÉE 08:04 Orfeo Zenekar & Gyorgy Vashegyi

(LOVE IS) THICKER THAN WATER 04:18 Andy Gibb

16

BABY LOVE 02:36 The Supremes

Jape

BIRD OF PREY 05:22 Natalie Prass Kitty, Daisy & Lewis

2 3 4 5 6 7

10 11 12 13

BACK TO ORION BACK TO ORION Back To Orion MORE THAN WORDS Back To Orion BEST OF YOU Back To Orion FUNKY MEDLEY Back To Orion ANGELS Back To Orion WEST IS NOT SO FAR Back To Orion HALLELUJAH Back To Orion GLORY IS FOR THE BRAVE Back To Orion NOTHING ELSE MATTERS Back To Orion HEY BROTHER Back To Orion KILL ME ONCE AGAIN Back To Orion AFRICA Back To Orion SULTANS OF SWING Back To Orion

Punch Brothers Motorama

15 WE’RE ALL WE NEED (FEAT. ZOE JOHNSTON) 04:22 Above & Beyond

10/11/15 17:03


60’

6 7

KIDS Italian (30 mins) 1 2 3

9

TIMBER 03:10 Kidz Bop Kids

1

SURFIN’ BIRD 01:58 Big Bird

I MESI DELL’ANNO 00:54 Centro Raccontami

10 SPONGE BOB SQUARE PANTS THEME 01:11

RILASSAMENTO PER DORMIRE 03:18 Rino & I Sanremini

11

IL CAFFE’ DELLA PEPPINA 02:18 Elisa Mutto

12 FUNSTARS GO LIVE 04:06

4 LE TAGLIATELLE DI NONNA PINA 03:22 Jessica Mansoldo

5

8

The C.R.S. Players

POSTMAN PAT 01:33 TV Trax FunStars

13 SO GOOD 03:06 Bratz

I DUE LIOCORNI 03:07 Bimbobell

60’

6 IL MONDO È MIO (Aladin) 04:06 Franco Tufano e Camilla Fascina

7

OH SUSANNA 02:45 Giulia Legnazzi

DANCE

8 QUARANTAQUATTRO GATTI 03:24

Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice

9 AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA 03:47 Franco Tufano

10 OH SUSANNA 02:45

Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice

CLASSIC HITS

Madonna

WHEN MY LITTLE GIRL IS SMILING (RADIOVERSION) 02:26 Jimmy Justice

2 3 4

IN FOR THE KILL 04:10 La Roux

5 6 7

LUCKY NUMBER 02:48 Lene Lovich

8

LIKE A PRAYER 05:40 Madonna

9

SOMETHING’S GOTTEN HOLD OF MY HEART (SOLO VERSION) 04:41 Marc Almond

Moderat

ONE DAY AT A TIME 03:04 Lena Martell READY TEDDY 02:07 Little Richard POP MUZIK (SINGLE VERSION) 04:54 M

10 BABY COME BACK 03:52

1

GINSENG (FEAT. THOMAS GANDEY) 06:40 ME & Her

2

NO DISTANCE 07:56 Guy Gerber & Dixon

11

3

STARS (GUY J REMIX) 08:11 Barry Jamieson

12 LAY YOUR LOVE ON ME 03:21

DIRECT EXPERIENCE (DUB VERSION) 07:36 Sebastian Mullaert

13 IT’S LIKE THAT (RUN-DMC VS. JASON

Pato Banton, The Reggae Revolution & Ali & Robin Campbell CRAZY LITTLE THING CALLED LOVE 02:44 Queen

THE WOLFPACK 03:54 Angels & Airwaves

2

1

WITCH DOCTOR 03:07 Halloween Party Album Singers

5

2

SPACE UNICORN HOLIDAY 01:02 PARRY GRIPP

TRIPPING MINDS 07:51 Alex Niggemann

6

3 4

HAPPY 03:28 Kidz Bop Kids

LOST IN PROCESS (FEAT. THOMAS GANDEY) [WEHBBA REMIX] 07:53 Affkt

15 YOU’LL NEVER STOP ME LOVING YOU

RAA RAA THE NOISY LION THEME TUNE 00:59 Raa Raa The Noisy Lion

7

JO GURT (STEPHAN BODZIN REMIX) 07:25 Super Flu

16 BACK TO LIFE 03:48

5

SOMETHING SPECIAL THEME AND HELLO SONG 00:50 Justin Fletcher

8

ALL I NEED 06:55 Daniel Avery

17

NEVINS) [RADIO EDIT] 04:08 Run-DMC & Jason Nevins

14 RHYTHM IS A DANCER 05:32 Snap!

03:23 Sonia Soul II Soul

ROCK OR BUST 03:03 AC/DC BEING BEIGE 03:40 Smashing Pumpkins

4

SIDE 4, PT. 4: LOUDER THAN WORDS EDIT VERSION 06:33 Pink Floyd

5

GOING FOR THE ONE (LIVE) 06:51 Yes

6

ALMOND GROVE 04:36 Cracker

7

HERETIC 03:50 Soundgarden

8

LOVE KILLS (THE BALLAD) 04:13 Queen

9

LITTLE ARITHMETICS 04:30 dEUS

10 HOOLIGANS 04:07 Issues

11

IT’S GOTTA BE ABOUT ME (LIVE AT THE FORUM) 04:32 The Jim Jones Revue

12

KANSAS CITY 04:04 The New Basement Tapes

13

LIVE LIKE THIS 03:37 The Xcerts

Racey

4

U2

ROCK

HIGH SCHOOL HOP 01:50 Lee Denson

English (30 mins)

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 17

60’

60’

THE LION SLEEPS TONIGHT 03:36 Lebo M WHAT’S THE STORY IN BALAMORY? 02:39 Balamory

14 EAT YOU ALIVE (FEAT. FRANK DELLE) 03:33 Emigrate

LET’S HAVE A PARTY 02:07 Wanda Jackson

10/11/15 17:03


LE CARTE DI SBARCO Durante il volo, il personale di bordo distribuirà le carte di sbarco da compilare per consentirvi l’ingresso nel Paese verso il quale siete diretti e da consegnare alla dogana con il passaporto. È indispensabile scrivere in stampatello, con la penna, in modo leggibile e possibilmente in inglese. Our on-board flight attendants will hand out landing cards. These need to be filled in for entrance into your country of destination, and must be handed over to customs along with your passport. They must be filled out in legible capitals in ink, preferably in English.

ATTENZIONE!

A

* GLI ITALIANI NON DEVONO COPILARE IL CAMPO “PATRONIMICO” * ITALIANS DO NOT NEED TO FILL IN THE “PATRONYM” SECTION.

B C

Numero completo scritto sul passaporto Complete passport number Numero del visto - Visa number Indirizzo del luogo di soggiorno nel Paese di destinazione - Temporary address

D

E

F

PER QUALSIASI DUBBIO, RIVOLGERSI AL PERSONALE DI BORDO. IF YOU HAVE DOUBTS, ASK THE FLIGHT PERSONNEL. Patronimico* Patronymic* Numero del volo (come indicato sulla carta di imbarco in suo possesso) Flight number (as shown in your boarding pass) Nazionalità Nationality

TANZANIA

FEDERAZIONE RUSSA RUSSIAN FEDERATION DICHIARAZIONE DOGANALE - MIGRATORY FORM “A” - ARRIVO - ARRIVAL “B” - PARTENZA - DEPARTURE

A

C

D

D

B

A

B

A

E

C

C

MALDIVE

KENYA

SCHEDA DI PARTENZA

SCHEDA DI ARRIVO

INFORMAZIONI SULLA SALUTE E A

A

A

C

A

C C

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 18

10/11/15 17:03


LANDING CARDS USA

EGITTO EGYPT

Per nucleo familiare è richiesta una sola dichiarazione. Only one form is required for family.

É sufficiente compilare solo il fronte della carta. Only the front card needs to be filled out.

E

A C

VOLI DA/PER STATI UNITI: La TSA (Transportation Security Administration), autorità incaricata della sicurezza degli Stati Uniti, ha sviluppato un nuovo programma per il controllo delle frontiere USA, denominato SECURE FLIGHT. In conformità a tale programma, i passeggeri che viaggiano da/per o attraverso gli USA, durante la fase di prenotazione del volo dovranno obbligatoriamente fornire alcuni dati personali che la compagnia aerea provvederà a trasmettere alla TSA. I viaggiatori che si recano negli Stati Uniti per un periodo non superiore a 90 giorni e che hanno diritto a partecipare al Programma “Viaggio senza visto”, dovranno richiedere un’autorizzazione anticipata al viaggio. L’autorizzazione va ottenuta prima della partenza prevista accedendo tramite Internet al Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio (ESTA - Electronic System for Travel Authorization): https://esta.cbp.dhs.gov/esta/ oppure http://www.cbp.gov/travel/international-visitors/esta FLIGHTS FROM/TO NEW YORK: The USA’s TSA (Transportation Security Administration) has developed a news program to control US borders, called SECURE FLIGHT. In compliance with this program, passengers booking flights to, from or within the US are required to provide some personal information which then airline will comunicate to TSA. Travellers going to the USA for a stay of 90 days or less and who are able to participate in the “Visa Waiver Program” will have to apply for authorization before their journey by using the Electronic System for Travel Authorization (ESTA) system before the passengers travelling to the U.S.A. actually board the plane. https:// esta.cbp.dhs.gov/esta/ or http://www.cbp.gov/travel/international-visitors/esta,

BRASILE BRASIL

A

A E

C

B E D

F

C

G

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 19

10/11/15 17:04


GRAZIE PER AVER VOLATO CON NOI THANK YOU FOR FLYING WITH US Seguici su / Follow us facebook.com/meridiana twitter.com/meridiana plus.google.com/+meridiana/posts meridiana.tv instagram/meridiana1963

m.meridiana.it

SEMPRE CON TE / ALWAYS WITH YOU Scarica la nostra App disponibile su / Download our App available on

meridiana.com

M1284_195x255_Atmosphere_Dic_Gen16.indd 20

10/11/15 17:04


III_COP_Atmosphere_Layout 1 19/11/15 15:15 Pagina 1


IV_COP_Atmosphere_Layout 1 19/11/15 12:44 Pagina 4

Atmosphere dicembre gennaio 2016  
Atmosphere dicembre gennaio 2016  

InFlight Magazine Meridiana

Advertisement