Nuovi Tr@guardi - Geografia 5

Page 1

i v o u N

i d r a u g r T@ a f r ia g o e G 5

LINE P I C S 4 DI UN SAPERE PER

con  QUADERNO OPER ATIVO e  MAPPE ATTIVE

U.A. DIDATTICA PARTECIPATA Didattica Digitale Integrata

CLASSE CAPOVOLTA METACOGNIZIONE

LIBRO DIGITALE

VIDEO

IL GIOCO DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PEER TEACHING



Geografia 122 IL NOSTRO MONDO U.A. 1 124

I continenti 125 L’Asia 126 L’America 127 L’Africa 128 L’Oceania 129 L’Antartide 130 L’Europa 132 Gli ambienti dell’Europa 134 Le Organizzazioni internazionali 136 L’Unione Europea 138 Compito di realtà E la Svizzera? 139 Sintesi I continenti

140 L’ITALIA U.A. 2 142

143 144 145 146 148 149

U.A. 3 150

L’Italia politica Lo Stato italiano La Repubblica italiana L’organizzazione dello Stato italiano Gli enti locali Compito di realtà

È in “buona salute” il tuo edificio scolastico? Sintesi

L’Italia politica

L’Italia settentrionale 151 Valle d’Aosta 154 Piemonte 157 Liguria 160 Lombardia 163 Veneto 166 Trentino-Alto Adige 169 Friuli-Venezia Giulia 172 Emilia-Romagna 175 Sintesi L’Italia settentrionale

U.A. 4 176

L’Italia centrale 177 Toscana 180 Umbria 183 Marche 186 Lazio 189 Abruzzo 192 Molise 195 Sintesi L’Italia centrale

U.A. 5 196

L’Italia meridionale e insulare 197 Campania 200 Puglia 203 Basilicata 206 Calabria 209 Sicilia 212 Sardegna 215 216

Compito di realtà

Una visita a… Sintesi

L’Italia meridionale e insulare


Didattica partecipata La parola continente deriva dal latino continēre che significa “congiungere, tenere insieme”. Un continente, infatti, è una grande estensione di terra che comprende elementi fisici e politici diversi. I confini dei continenti sono stati definiti tenendo conto soprattutto di elementi fisici. Leggi ogni spiegazione e prova a dedurre di quale continente si tratta.

......................................

Il nome deriva dal termine mesopotamico ereb, che significa tramonto, occidente.

......................................

Secondo una teoria deriva dal termine latino aprica, che significa soleggiata. Il nome deriva dal termine greco antarktikos e indica la parte opposta al nord del pianeta, cioè il suo sud.

......................................

Il nome deriva dell’esploratore fiorentino Amerigo Vespucci. ......................................

Il nome deriva da oceano.

......................................

Deriva dal termine assiro asu, che indica il sorgere del sole, l’alba, l’oriente.

......................................

Il 122

nostro

MONDO


Sul nostro pianeta le terre emerse, che i geografi hanno suddiviso in continenti, occupano un terzo della sua superficie. La maggior parte delle terre si trova nell’emisfero boreale (quello a nord dell’Equatore). I geografi, nel definire i criteri con cui suddividere i continenti, non si sono sempre trovati in accordo. La maggior parte afferma che sono sei: America, Africa, Asia, Antartide, Europa, Oceania.

Per costruire le Unità di Apprendimento Competenza fondamentale Individuare i caratteri che connotano i luoghi e individuare analogie e differenze con i principali paesaggi europei e di altri continenti.

Unità di Apprendimento

1. I continenti

Oggi mangiamo tantissimi cibi diversi; sai che molti di questi provengono da continenti differenti? Il cibo “ha viaggiato e viaggia” attraverso i diversi continenti e arriva sulle nostre tavole. Sapevi che prima della scoperta dellʼAmerica in Europa non si conoscevano le patate, i pomodori, il mais, il cacao…?

Materiali • Guida insegnante

approfondimento e sviluppo U.A. 1 • Traguardo Discipline pp. 122-139 • Flip Poster pp. 7-8 • Quaderno operativo pp. 3-13 • Mappe Attive pp. 8-11 • Mappe Mentali pp. 28-31 • Quaderno delle Verifiche pp. 28-31

VIDEO

I continenti

123


I CONTINENTI

to Unità di Apprendimen

1

Metacognizione

Rifletti su ciò che già sai Sul planisfero, la carta geografica che rappresenta la Terra, si possono individuare: gli oceani, i mari e le terre emerse che sono state suddivise in grandi continenti. Classe capovolta

Apprendo da solo/a I continenti si possono identificare anche attraverso immagini significative di paesaggi naturali, città, eventi culturali, popolazione… Osserva queste fotografie e leggi con attenzione le didascalie.

La savana è un’immensa distesa erbosa pianeggiante su cui crescono acacie, baobab, cactus; è punteggiata da pozze d’acqua.

Fin dall’antichità la coltivazione dei cereali si è differenziata in base alla conformazione del territorio e al clima. Cina e India sono tra i maggiori produttori di riso al mondo.

Che cosa hai imparato da solo/a A quali continenti hai pensato vedendo queste immagini? Ora che hai attribuito ciascuna immagine a un continente, pensi che ciascun tipo di paesaggio si trovi esclusivamente nel continente a cui hai pensato?

124

La famosa città di New York con la Statua della libertà a Ellis Island.


U.

A.

L’Asia PARLIAMO di ... Il continente asiatico è il continente dei record. Quali? Le altezze delle montagne, le profondità dei mari, la vastità del territorio, la densità della popolazione.

L’Asia è il continente più grande e anche il più popoloso. Si trova Punto di vista fisico quasi completamente nell’emisfero boreale a nord dell’Equatore. Solo alcune isole sono a sud dell’Equatore. La parte centro-settentrionale è caratterizzata da enormi pianure, dove però, per il clima rigido e l’ambiente inospitale, gli insediamenti umani sono scarsi. La fascia centrale è formata da imponenti catene montuose: il Karakorum, con cime che superano gli 8 000 metri di altezza, e l’Himalaya, dove svetta il Monte Everest, la montagna più alta del mondo. In questa zona si trovano molti altopiani e aree desertiche. A est vi sono isole e arcipelaghi, come quello giapponese, costituito da numerose isole, molte delle quali sono vulcani ancora attivi. Negli oceani che circondano il continente si trovano le massime profondità marine. NellʼOceano Pacifico ci sono la “Fossa delle Marianne”, profonda più di 11 000 metri, e la “Fossa delle Filippine”, la cui profondità è di poco inferiore.

Sullo fondo, lʼAnnapurna, un massiccio dellʼHimalaya.

Punto di vista La popolazione asiatica non è distribuita in modo uniforme: le parti più densamente abitate antropico sono quelle meridionali e orientali. Ci sono grandi città, in cui vivono milioni di persone. Il livello di sviluppo economico in Asia è molto diverso da zona a zona: alcuni Stati, come il Giappone, sono ricchi e fortemente industrializzati; altri, come l’India, sono molto poveri. Ma in Asia le cose stanno cambiando velocemente; l’industria tecnologica, ad esempio, è molto sviluppata in alcune parti dell’India e della Cina. La città di Tokio, in Giappone.

1

C ontinenti

La città di Varanasi, in India.

125


C ontinenti

L’America PARLIAMO PARLIAMO di ... L’America si trova tra l’Oceano Pacifico e l’Oceano Atlantico. Si estende verticalmente da nord a sud quasi volesse toccare i due poli.

Il giaguaro vive nelle foreste americane.

Punto di L’America costituisce un’unica massa continentale vista fisico che si estende da nord a sud del pianeta. Si assottiglia nella parte centrale, dove, agli inizi del ʼ900, è stato creato il Canale artificiale di Panama, che permette il passaggio dall’Oceano Atlantico a quello Pacifico. Una lunga catena montuosa si estende nella parte occidentale lungo la costa settentrionale (Montagne Rocciose) e prosegue anche nella parte meridionale del continente (Ande). La catena montuosa delle Ande ha cime molto alte ed è la più lunga del mondo. Nell’America del Nord, ai piedi delle montagne, si estendono grandi zone pianeggianti. Nell’America meridionale scorre il fiume che molti studiosi ritengono il più lungo del mondo, il Rio delle Amazzoni. La regione che attraversa, l’Amazzonia, è un’immensa foresta pluviale, detta “il polmone del mondo” per la grande quantità di ossigeno che immette nell’atmosfera.

Punto di vista La parte settentrionale del continente (Stati Uniti e Canada) è più ricca e sviluppata rispetto antropico alla parte centro-meridionale. Sia nell’America del Nord sia in quella del Sud, si trovano grandi città come New York, Los Angeles, Città del Messico, Buenos Aires. Pensiero computazionale

Per studiare Colora in blu i quadratini delle affermazioni che si riferiscono all’Asia e in rosso quelli delle affermazioni che si riferiscono all’America. Vi si trova la cima più alta del mondo. C’è la catena montuosa più lunga del mondo. Molti geografi ritengono che vi scorra il fiume più lungo del pianeta. È il continente con il maggior numero di abitanti.

126

La città di Los Angeles, negli Stati Uniti.


U.

A.

L’Africa

1

C ontinenti

PARLIAMO PARLIAMO di ... L’Africa è caratterizzata da una grande varietà di climi e ambienti caldi.

L’Africa è un grande continente che si trova a sud dell’Europa. Punto di È separata dallʼEuropa dal Mar Mediterraneo ed è divisa dall’Asia dal vista fisico Canale artificiale di Suez, che mette in comunicazione il Mar Rosso con il Mediterraneo. In questo continente si trovano ampie zone desertiche, come il deserto del Sahara e quello del Kalahari. Lungo la linea dell’Equatore ci sono le foreste pluviali. Tra i deserti e le foreste equatoriali si estendono le savane, vaste distese erbose abitate da grandi mammiferi. Il fiume Nilo, che contende al Rio delle Amazzoni il titolo di fiume più lungo del mondo, sfocia nel Mar Mediterraneo con una foce a delta. Punto di vista Poiché estese zone del continente sono inabitabili, la popolazione è talvolta concentrata nelle antropico grandi città. In Africa si trovano aree tra le più povere del pianeta, spesso soggette a siccità e carestie. Le industrie sono poche e l’agricoltura, praticata ancora con sistemi antiquati, non riesce a produrre sufficiente cibo per tutta la popolazione. Nonostante il sottosuolo sia ricco di minerali, non rappresenta una risorsa per la popolazione. Le guerre presenti in diversi Stati africani sono una delle cause dello stato di estrema povertà in cui vivono ancora moltissime persone. Per tutti questi motivi molte persone migrano verso Stati che potrebbero offrire loro migliori condizioni di vita. Ancora oggi nellʼAfrica subsahariana molti bambini e molte bambine non possono andare a scuola e ricevere unʼistruzione.

Pensiero computazionale

Per studiare • Qual è il fiume più lungo dell’Africa? • Quali sono gli ambienti naturali più caratteristici  del continente africano? • Dove è concentrata la popolazione? Quaderno operativo, p. 2

127


C ontinenti

L’Oceania PARLIAMO PARLIAMO di ... L’Oceania è il continente più piccolo ed è formato da due grandi isole, l'Australia e la Nuova Zelanda, e da moltissime isole raggruppate in arcipelaghi.

L’Oceania si trova nell’emisfero australe, cioè a sud dell’Equatore, Punto di tra l’Oceano Indiano e l’Oceano Pacifico. È costituita dall’Austra- vista fisico lia, dalla Nuova Zelanda e dalle moltissime isole che formano l’arcipelago della Micronesia, quello della Melanesia e quello della Polinesia. Nell’isola più grande, l’Australia, la parte occidentale è occupata da grandi zone desertiche. Le città più importanti si trovano tutte lungo la costa sud-orientale. Al largo delle coste nord-orientali si trova la più grande e spettacolare barriera corallina. In Oceania, a causa del suo isolamento, vivono animali che non ci sono negli altri continenti; i più caratteristici sono i marsupiali, come i canguri, che popolano le vaste steppe dell’Australia. La città di Sydney, in Australia.

Punto di vista L’Australia e la Nuova Zelanda sono poantropico co popolate, e sono i Paesi più ricchi del continente. Le isole più piccole sono più povere e vivono principalmente di turismo. L’Oceania è chiamata anche “Continente Nuovissimo”. Questo perché, ad eccezione dell’Antartide, fu l’ultimo continente conosciuto dagli Europei.

I Maori sono una popolazione polinesiana che, a bordo di imbarcazioni, giunse in Nuova Zelanda tra il IX e il XIII secolo. Ancora oggi i Maori tramandano la loro antica cultura, i tradizionali tatuaggi e la danza guerriera, chiamata Haka.

128

Lʼemù è un uccello caratteristico dellʼAustralia.


U.

A.

L’Antartide

1

C ontinenti

PARLIAMO PARLIAMO di ... L’Antartide è il continente dei ghiacci. Per il suo clima inospitale non è abitato da popolazioni stabili.

L’Antartide è un vero e proprio continente che si estende intorno al Polo Sud e si sviluppa quasi completamente all’interno del Circolo Polare Antartico. È perennemente ricoperto da una calotta di ghiaccio spessa alcuni chilometri. Le coste sono abbastanza frastagliate e vi sono anche alcune isole. Il clima, ovviamente, è estremamente rigido: la temperatura più bassa registrata fino ad ora è arrivata a quasi – 100 °C ! Il continente è stato scoperto soltanto agli inizi del 1 800, ma è stato possibile raggiungere il Polo Sud solo poco più di cento anni fa. Nel sottosuolo si trovano importanti giacimenti di minerali e di petrolio. Nonostante il clima estremamente freddo, in questo continente vivono animali, soprattutto pesci e uccelli.

Punto di vista fisico

Punto di vista Date le proibitive condizioni climatiche e ambientali non ci sono insediamenti umani antropico permanenti. Un accordo internazionale prevede che i territori dell’Antartide possano essere usati solo per scopi scientifici e pacifici. Per questo motivo ci sono solo basi scientifiche, tra cui una italiana.

Pensiero computazionale

Per studiare

Colora in blu i riquadri delle affermazioni che si riferiscono all’Antartide e in rosso quelli che si riferiscono all’Oceania. È formata da moltissime isole di dimensioni molto diverse. Il clima è rigidissimo e il terreno è coperto da uno spesso strato di ghiaccio. Le sue coste sono l’ambiente ideale per la vita di pinguini. Vi abitano i Maori. Non sono state costruite città. Vi si trova la più importante barriera corallina. Nessuna popolazione vi risiede in modo permanente. Quaderno operativo, pp. 3-4

129


C ontinenti

L’Europa PARLIAMO PARLIAMO di ... L’Europa è il continente in cui viviamo. Non ha grandi dimensioni, ma è densamente popolato.

L’Europa occupa meno del 7% delle terre emerse e si trova interamente nell’emisfero boreale, prevalentemente nella zona temperata. Il clima mite e la fertilità del suolo ne hanno fatto un luogo privilegiato per gli insediamenti umani. Non è semplice definire i confini dell’Europa: a nord-ovest è circondata dall’Oceano Atlantico, a sud dal Mar Mediterraneo, che continua nel Mar Nero. A est i confini naturali non sono così definiti. La dividono dall’Asia la bassa catena montuosa dei Monti Urali, il fiume Ural, un tratto della costa del Mar Caspio e a sud i Monti del Caucaso. L’Europa ha paesaggi molto vari: grandi penisole, catene montuose, vaste pianure. Un importante sviluppo costiero va dai freddi fiordi bagnati dal Mar Glaciale Artico, alle calde spiagge della Grecia e dell’Italia.

Punto di vista fisico

Punto di vista È un continente economicamente ricco, densamente abiantropico tato. Le grandi metropoli sono Londra, Berlino e Parigi.

Fiordo: insenatura marina molto profonda, allungata e stretta, con coste molto alte. È tipico della costa norvegese. Berlino è tra le città europee più densamente abitate.

130


A.

1

Antropologia

U.

Europa: la popolazione e l’economia

Punto di vista Il territorio europeo, nonostante sia relativamente piccolo, è, dopo l’Asia, il più denantropico samente popolato. La densità media di popolazione è stata calcolata in quasi 71 abitanti per chilometro quadrato. Le ragioni di un’elevata densità di popolazione nel continente europeo sono soprattutto due: le condizioni climatiche e lo sviluppo economico. Il clima Il clima europeo è generalmente temperato e, quindi, favorevole all’insediamento europeo umano e alla coltivazione di prodotti agricoli. Ma, naturalmente, varia da zona a zona. Nelle terre che si trovano oltre il Circolo Polare Artico, dove il clima è decisamente rigido, la densità di popolazione è minore. Lo sviluppo L’altro fattore che influisce sulla densità di popolazione è lo sviluppo economico, a economico partire da quello industriale che in Paesi come Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia ha avuto un forte incremento. La conseguenza di questo fenomeno è stata il consistente richiamo di molti lavoratori provenienti da Paesi meno sviluppati. Il porto di Genova.

continente

densità

Asia

96 ab./km²

Europa

70,88 ab./km²

Africa

36,40 ab./km²

America

21,73 ab./km²

Oceania

4,23 ab./km²

Antartide

00 ab./km²

Pensiero computazionale

Per studiare Confronta la carta con la densità di popolazione con quella delle aree industrialmente più sviluppate d’Europa. Quale relazione riscontri tra le due carte?

131


T erritorio

Gli ambienti dell’Europa PARLIAMO di ... La maggior parte del territorio europeo è pianeggiante. Le catene montuose e i rilievi più importanti si trovano a nord e a sud. I fiumi più lunghi solcano le vaste pianure della parte orientale. I laghi più grandi sono nella parte nord-orientale.

I rilievi

Ad eccezione di alcune alture collinari nella zona centrale del continente, le montagne sembrano circondare l’Europa. La loro origine è molto diversa. I monti più antichi sono quelli che si trovano in Gran Bretagna e, più a nord, lungo la penisola scandinava. La loro altezza è piuttosto bassa. In Gran Bretagna, ad esempio, i monti più alti non superano i 1 400 metri di altitudine, perché hanno subito a lungo l’erosione degli agenti atmosferici. Le regioni meridionali del continente sono quelle più montuose.

Le pianure

Più della metà del territorio europeo è occupato da grandi pianure. Noi siamo abituati a considerare la Pianura Padana una grande pianura, ma, messa a confronto con le immense distese dell’Europa centro orientale, la differenza è gigantesca. Le pianure nord-orientali sono le più antiche, dovute all’erosione di antichissimi rilievi. Invece, le pianure centro-meridionali sono quelle più giovani, in prevalenza di tipo alluvionale. A ciascuna di esse, infatti, corrisponde il corso di un fiume: ad esempio il Po per la Pianura Padana, il Danubio per la Pianura Ungherese.

132

Le Tre Cime di Lavaredo, Dolomiti.

I polder sono pianure artificiali create in Olanda e Belgio strappando al mare tratti di costa attraverso grandi dighe. I terreni sono resi abitabili e coltivabili per mezzo di opere di prosciugamento e canalizzazione delle acque.


1

A.

T erritorio

U.

I fiumi e i laghi

Caratteristiche L’Europa è ricca di fiumi e la loro portata cambia a seconda della quantità di piogge che li dei fiumi alimentano e della presenza o meno di ghiacciai presso la sorgente. europei I fiumi più lunghi scorrono nella parte orientale dell’Europa: il Volga (3 531 km) e l’Ural (2 482 km), che sfociano nel Mar Caspio, e il Danubio (2 860 km), che sfocia nel Mar Nero. La loro lunghezza è ben superiore a quella del nostro Po (652 km)! Il Danubio attraversa nove Stati dell’Europa centro-orientale e bagna quattro capitali. Nell’antichità questo fiume ha segnato il confine dell’Impero romano. Caratteristiche La maggior parte dei laghi europei è di origine glaciale e si trova nella parte settentrionale dei laghi del continente. La metà dei laghi si trova concentrata nella penisola di Finlandia. europei Il più grande lago settentrionale è il Ladoga, con una superficie che misura 50 volte il Lago di Garda. Si trova in territorio russo, vicino alla città di San Pietroburgo. Le acque del Mar Caspio sono salate, benché esso non Mare o lago? sia in realtà proprio un mare bensì un lago. Infatti non ha collegamenti con altri mari e, quindi, con l’oceano. Il nome “mare” è dovuto al fatto che un tempo era un grande mare e che la sua acqua è salata.

Portata: quantità di acqua di un fiume che scorre in un tempo e in un punto stabiliti. Il fiume Danubio.

Pensiero computazionale

Per studiare • Quali sono i tre fiumi più lunghi d’Europa? • Sfociano nello stesso mare? • Qual è la parte dell’Europa in cui ci sono molti laghi? • Qual è la particolarità del Mar Caspio? Quaderno operativo, p. 5

} }

Pensiero computazionale

Per la mappa

Organizza le conoscenze apprese sui continenti soffermandoti sull’aspetto fisico e antropico di ciascuno di essi. Mappa, Quaderno operativo, p. 8

133


Antropologia

Le Organizzazioni internazionali PARLIAMO di ... L’ONU è la sigla dell’Organizzazione delle Nazioni Unite che, a livello mondiale, si occupa di garantire pace e benessere ai popoli del mondo. Alcune Organizzazioni affiancano l’ONU e ciascuna di esse si occupa di particolari settori. Nel corso di secoli di storia ciascun continente è stato suddiviso, a causa di tante guerre, in molti Stati. Le relazioni tra questi Stati non sono sempre state e non sono, tuttora, facili. Le due guerre mondiali hanno evidenziato la necessità di trovare dei principi comuni sui quali fondare la convivenza.

Questa scultura si trova all’esterno della sede dell’ONU di New York. La pistola con la canna annodata è un simbolo della non violenza.

LʼONU e le sue organizzazioni

Questa è la bandiera dell’ONU. Al centro è rappresentato il Polo Nord, per non privilegiare uno Stato o continente. I rami d’ulivo incrociati simboleggiano la pace.

Per stabilire le regole comuni che ciascuna Nazione deve rispettare, sono nate l’ONU e le Organizzazioni internazionali che la affiancano. L’ONU è l’organizzazione più importante (Organizzazione Nazioni Unite), comprende quasi tutti gli Stati del pianeta e ha la sua sede principale a New York, negli Stati Uniti. Gli scopi principali che l’ONU si propone sono: • il mantenimento della pace nel mondo; • la difesa dei diritti umani; • lo sviluppo economico, sociale e culturale di tutti gli abitanti del pianeta.

UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia) Questa istituzione si occupa di creare le condizioni affinché i bambini possano crescere “fisicamente, mentalmente, moralmente, spiritualmente e socialmente in modo sano e normale e in condizioni di libertà e dignità”.

134


Antropologia

A.

1

OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità)

U.

Lo scopo che questa organizzazione si propone è quello di tutelare la salute di tutte le popolazioni, inviando farmaci e personale sanitario nelle zone più disagiate.

FAO (Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura)

UNESCO (Organizzazione Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) Si propone in particolare di: • promuovere in tutto il mondo l’educazione scolastica; • diffondere le conoscenze scientifiche; • conservare e tutelare luoghi, oggetti, monumenti, opere d’arte perché tutti i popoli ne possano godere. Se un luogo o un monumento ha particolare interesse, viene dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. L’Italia e la Cina sono i Paesi che hanno il maggior numero di siti UNESCO.

La FAO si occupa di distribuire le risorse alimentari nei paesi poveri, colpiti da carestie o siccità. Inoltre cerca di migliorare le tecniche di coltivazione per aumentare la quantità di prodotti agricoli. Si propone di migliorare le condizioni di vita delle zone più povere del pianeta.

Le Grotte di Datong Yungang in Cina sono patrimonio dellʼUNESCO.

Pensiero computazionale

Per studiare

Indica con una x se l’affermazione è vera (V) o falsa (F). • L’UNESCO si occupa di salvaguardare V F la salute degli abitanti del pianeta. • L’UNICEF si occupa di proteggere l’infanzia, cioè i bambini. • La FAO cerca di assicurare il rispetto dei diritti umani. • L’organizzazione che si occupa del Patrimonio dell’Umanità è l’OMS. Quaderno operativo, p. 6

V

F

V

F

V

F

} }

Pensiero computazionale

Per la mappa

Per ripetere in modo coerente le tue conoscenze, prepara uno schema per ciascuno dei seguenti punti: • l’ONU e i suoi scopi; • le Organizzazioni internazionali. Mappa, Quaderno operativo, p. 9

135


Antropologia

L’Unione Europea PARLIAMO di ... Dopo la fine della seconda guerra mondiale, sei nazioni tra le quali l'Italia diedero il via al progetto di un’Europa unita. Oggi all’Unione Europea aderisce la maggior parte degli Stati Europei. Molti Paesi dell’Unione utilizzano una moneta unica: l’euro.

I simboli della UE I simboli dell’Unione Europea sono: • l’Inno alla Gioia, tratto dalla Nona sinfonia di Ludwig Van Beethoven; • la bandiera con 12 stelle su sfondo blu; • il motto: Unita nella diversità; • la Giornata dell’Europa: il 9 maggio di ogni anno si celebra la nascita dell'idea di Europa unita.

Le origini della UE

La seconda guerra mondiale scoppiò proprio in Europa, ma coinvolse Paesi di tutti i continenti. Alla fine della guerra (1945) nacque l’idea di fare dell’Europa un’unione. Gli interessi comuni avrebbero impedito altri conflitti e garantito la pace. All’inizio solo sei nazioni (Belgio, Francia, Germania dell’ovest, Lussemburgo, Italia, Olanda) diedero vita al progetto di un’Europa unita. Nel 1992, dopo un lungo percorso, nacque l’Unione Europea (UE). Oggi gli Stati membri dell’Unione sono più di venti.

Che cos’è la UE

• L’Unione Europea non è uno Stato, ma un’associazione volontaria di Stati europei che hanno deciso di realizzare progetti comuni. • L’Unione Europea è prima di tutto un insieme di valori che ci permettono di vivere insieme, nonostante le differenze di lingua, cultura, religione e abitudini. Ciascuno Stato che fa parte dell’Unione Europea mantiene la propria lingua, le proprie tradizioni, la propria cultura e i propri interessi. • Uno dei primi obiettivi dell’Unione Europea è quello di mantenere la pace. Nel 2012 la UE ha vinto il Nobel per la pace per aver contribuito alla riconciliazione, alla democrazia e ai diritti umani in Europa. • I valori e i diritti comuni a tutti i cittadini, come quello di circolare liberamente senza dover esibire documenti d’identità, sono espressi nella Carta dei Diritti fondamentali dell’Unione Europea, dove vengono riconosciuti anche i diritti specifici dei bambini: il diritto di andare a scuola e di esprimersi, il diritto alla tutela e alle cure sanitarie.

136


U.

Le istituzioni dellʼUnione Europea

A.

1

Antropologia

Il Parlamento Europeo è la voce dei cittadini europei. È composto dai deputati che vengono eletti dal popolo in occasione delle elezioni europee. Il Parlamento Europeo vota le leggi europee e il bilancio insieme al Consiglio dell’Unione Europea. Il Parlamento Europeo ha sede a Strasburgo (Francia), Bruxelles e Lussemburgo. Il Consiglio Europeo riunisce i capi di Stato o di governo dei Paesi membri, che si ritrovano quattro volte all’anno. Queste riunioni si chiamano vertici europei e servono a discutere di tutto ciò che avviene in Europa e a definire i grandi orientamenti politici dell’Unione. Il Consiglio ha sede a Bruxelles (Belgio). La Commissione Europea è il governo dell’Unione Europea. La Commissione propone nuove leggi e vigila sul loro rispetto. È composta da un rappresentante per ciascun Paese. Ha sede a Bruxelles. Il Consiglio dell’Unione Europea o Consiglio dei ministri è composto dai ministri dei Paesi membri dell’Unione. Ciascun Paese è rappresentato da un ministro, ma non sempre dallo stesso: dipende dal tema trattato.

L’Eurozona

Dal 2002, 19 Paesi dell’Unione Europea condividono la stessa moneta, l’euro: sono i Paesi dell’Eurozona. Anche l’Italia fa parte dell’Eurozona. I Paesi della UE in cui non circola l’euro continuano a utilizzare la loro moneta. Ci si può recare in questi Stati liberamente, ma bisogna procurarsi le monete locali, che hanno un valore diverso dall’euro. Ad esempio, in Croazia si usa la Kuna: 10 euro valgono circa 74 Kune.

} }

Pensiero computazionale

Per la mappa

Produci uno schema in cui compaiano gli aspetti principali della UE: • la nascita; • gli organismi che la guidano; • i suoi scopi; • la moneta. Mappa, Quaderno operativo, pp. 10-11 Quaderno operativo, p. 7

137


E la Svizzera?

Compito di realtà

} }

La Svizzera fa parte dell’Europa, ma non dell’Unione Europea. In passato alla popolazione svizzera è stato chiesto, attraverso un referendum, di aderire alla UE, ma il risultato è stato negativo. Immagina che in Svizzera si debba svolgere un nuovo referendum per chiedere ai cittadini se desiderano entrare a far parte della UE. Vuoi esporre i vantaggi e gli eventuali svantaggi che la Svizzera avrebbe se entrasse a far parte dell’Unione Europea. Prepara, quindi, una lettera da spedire ai bambini di quella Nazione, perché ne parlino con i loro genitori. Nella tua lettera elenca i vantaggi e i possibili svantaggi.

CODING 1 Stabilisci quali sono gli argomenti che ti sembrano più importanti e argomenta le tue affermazioni. 2 Prepara una scaletta degli argomenti per organizzare meglio la tua lettera, scrivi su due colonne i possibili vantaggi e svantaggi: • u na moneta unica comune (non occorrerebbe più cambiare i propri soldi quando si esce dal territorio svizzero, ma si dovrebbe abbandonare il franco svizzero…);

• circolazione libera di merci e persone (si potrebbe entrare e uscire dalla Svizzera senza fermarsi alla dogana…); • …

3 Discutine con i compagni e le compagne; potete mettere insieme le idee di tutti e preparare un’unica lettera.

138

Referendum: votazione attraverso la quale i cittadini sono chiamati a esprimere direttamente la loro volontà su una particolare questione.


I continenti

} } Sintesi

Pianeta Terra Le terre emerse sono suddivise in sei continenti: • Africa: si trova quasi integralmente nella zona calda tra i tropici del Cancro e del Capricorno. • America: è composta da due parti: l’America centro-settentrionale e l’America del sud. • Antartide: si estende intorno al Polo Sud ed è sempre ricoperto dai ghiacci. • Asia: è il continente più vasto e popoloso del pianeta. • Oceania: è il continente più piccolo, formato da due grandi isole, l’Australia e la Nuova Zelanda, e da una miriade di isole più piccole e arcipelaghi. • Europa: è uno dei continenti più piccoli. Si trova nell’emisfero boreale e ha un clima generalmente mite. La bassa catena degli Urali divide l’Europa dall’Asia; il resto del continente è circondato da mari.

L’ONU e le Organizzazioni internazionali ONU significa Organizzazione delle Nazioni Unite. Il suo scopo principale è quello di adoperarsi per garantire pace e benessere a tutti gli abitanti del pianeta. Fanno capo all’ONU molte organizzazioni internazionali che si occupano di settori specifici, come: • l’UNESCO • l’UNICEF • la FAO • l’OMS

La UE Dalla fine della seconda guerra mondiale in Europa si è lavorato per superare le rivalità e creare un’Europa unita. Alcuni Stati hanno adottato l’euro, la moneta unica. Le principali istituzioni della UE sono: il Parlamento Europeo, il Consiglio Europeo, la Commissione Europea, il Consiglio dei ministri.

Quaderno operativo, pp. 12-13

Flip Poster, pp. 7-8

139


Didattica partecipata Che cos’è l’Italia? Uno Stato del mondo, dell’Unione Europea… ma è anche molto di più: città con una loro storia; territori che mostrano una grande varietà di paesaggi; feste e tradizioni; i suoi abitanti e le loro attività. Conosci il nome di tre città italiane e almeno uno dei loro monumenti? Conosci il nome di una montagna, di un gruppo di colline, di una pianura, di un fiume, lago o mare? Sai dove si coltivano tanti ulivi o dove sitrovano i più famosi negozi della moda italiana? Probabilmente avrai risposto a tutte queste domande, ma è giunto il momento di imparare a conoscere l’Italia in modo sistematico e “organizzato”.

L’ITALIA 140


L’Italia è uno degli Stati dell’Unione Europea, ma ha una sua autonomia e un proprio modo di amministrare il territorio. Ha i suoi confini, le sue Istituzioni e le sue leggi, che regolano la vita e il lavoro degli abitanti. Quest’anno, studiando l’Italia dal punto di vista politico, capirai come “funziona” la Nazione in cui vivi. Capirai che ci sono Istituzioni che si occupano di problemi generali, che riguardano tutto lo Stato, e altre che si occupano di problemi locali, cioè di parti più piccole del territorio nazionale. In particolare studierai le venti regioni amministrative in cui l’Italia è stata suddivisa. Le regioni si possono accorpare in tre macroregioni, cioè vaste aree che comprendono sei o otto regioni ciascuna: la macroregione settentrionale, quella centrale e quella meridionale e insulare.

Per costruire le Unità di Apprendimento Competenza fondamentale Rendersi conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o interdipendenza.

Unità di Apprendimento

2. L’Italia politica 3. L’Italia settentrionale 4. L’Italia centrale 5. L’Italia meridionale e insulare

Materiali • Guida insegnante

approfondimento e sviluppo U.A. 2, 3, 4, 5 • Traguardo Discipline pp. 140-216 • Flip Poster pp. 8-11 • Quaderno operativo pp. 15-72 • Mappe Attive pp. 24-27, 42-43, 56-57, 68-70 • Mappe Mentali pp. 32-41 • Quaderno delle Verifiche pp. 32-43

VIDEO

L’Italia

141


L’ITALIA politica

to Unità di Apprendimen

2

Metacognizione

Rifletti su ciò che già sai Le carte geografiche sono di diverso tipo a seconda delle informazioni che forniscono. Certamente conosci bene le carte fisiche che rappresentano l’orografia e l’idrografia di un territorio. Le carte politiche, invece, rappresentano i confini degli Stati, le loro regioni, le città. Cioè la struttura di un territorio, ad esempio l’Italia, così come è stata stabilita dagli uomini.

Stato

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Osserva le carte.

Regione

Comune

Agnone

Campobasso

In alcune regioni ci sono le città metropolitane, territori più grandi dei Comuni, ma più piccoli delle Province.

Provincia Che cosa hai imparato da solo/a Parlando di carta politica si usano le seguenti parole chiave: Stato, Regione, Provincia, Comune. Osserva le carte che sono la rappresentazione grafica della suddivisione politica del territorio italiano.

142


Antropologia

LʼItalia politica

U.

A.

2

Lo Stato italiano PARLIAMO di ... L’Italia, come tutti gli Stati, ha il suo territorio, i suoi cittadini, le sue Istituzioni. La storia dell’Italia come Stato inizia nel 1861 con il Regno d’Italia. Che cos’è Ogni Stato ha tre caratteristiche fondamentali: uno Stato? • un territorio ben definito, cioè delimitato da confini terrestri o marittimi; • un insieme di cittadini che vivono sullo stesso territorio e condividono le stesse leggi; • un insieme di Istituzioni il cui compito è quello di amministrare lo Stato.

Pensiero computazionale

Confini e storia dell’Italia

SVIZZERA

AUSTRIA

FRANCIA

SLOVENIA

a

M

Lo Stato italiano ha confini naturali che ne delimitano il territorio e lo separano dagli altri Paesi confinanti. Le Alpi a nord segnano il confine naturale con il resto dell’Europa, ma, in questo caso, si sovrappongono ai confini politici. L’Italia confina con: Francia, Svizzera, Austria e Slovenia. L’Italia è circondata in gran parte dal Mediterraneo. I suoi confini si trovano dunque anche nel mare: questa linea immaginaria di confine si trova al largo delle coste. La forma dell’Italia, lunga e stretta, che si estende da nord a sud, è il primo aspetto che balza all’occhio. Una prima grande suddivisione del territorio dal punto di vista geografico consiste nelle tre grandi macroregioni: Italia settentrionale, centrale, meridionale-insulare. Ciascuna è composta da sei o otto regioni amministrative, che hanno caratteristiche geografiche, economiche, culturali e storiche che le accomunano. La storia dell’Italia unita inizia solo nel 1861, quando fu proclamato il Regno d’Italia. A capo della Nazione vi era il re Vittorio Emanuele II. La prima capitale fu Torino, poi Firenze e, infine, Roma.

r

A

d

ri at ic o

Mar Tirreno

M a r

M

Mar Ionio

ed it e r r a n e o

Per studiare Sottolinea, con colori diversi, le risposte alle seguenti domande. • Quali sono i confini naturali dell’Italia settentrionale? • Con quali nazioni confina a nord? • Come sono i confini dell’Italia peninsulare?

I confini dellʼItalia per terra e per mare.

Quaderno operativo, pp. 15-16

143


Antropologia

LʼItalia politica

La Repubblica italiana

PARLIAMO di ... L’Italia non è sempre stata una Repubblica, lo diventò a seguito di un referendum. La Costituzione è la Legge fondamentale che cittadini e Istituzioni devono rispettare.

Articolo apparso sul quotidiano La Stampa dopo lʼesito del referendum del 1946.

Oggi l’Italia è una Repubblica Parlamentare, ma fino alla fine della seconda guerra mondiale fu una monarchia. Con un referendum, il popolo italiano nel 1946 scelse questa forma di governo. Ciò significa che oggi il capo dello Stato è un Presidente che viene eletto da un Parlamento. I cittadini italiani scelgono i propri rappresentanti attraverso libere elezioni. Tutti i cittadini maggiorenni, cioè quelli che hanno compiuto diciotto anni, hanno il diritto di partecipare alle elezioni.

Lo stemma d’Italia

Lo stemma della Repubblica italiana è caratterizzato da tre elementi: la stella, la ruota dentata, i rami di ulivo e di quercia. • Il ramo di ulivo, a sinistra, simboleggia la volontà di pace. • Il ramo di quercia, a destra, incarna la forza e la dignità del popolo italiano. • La ruota dentata d’acciaio è simbolo del lavoro. • La stella rappresenta l’Italia.

La bandiera italiana

L’articolo 12 della Costituzione stabilisce che la bandiera nazionale deve essere “verde, bianca e rossa, a tre bande verticali di eguali dimensioni”.

La Costituzione

Tutti i cittadini italiani hanno gli stessi diritti e devono rispettare le stesse leggi. I diritti e i doveri dei cittadini sono scritti nella Costituzione, che è la legge fondamentale della Repubblica italiana. Il testo della Costituzione è diviso in tre sezioni: • l’Introduzione, che contiene i 12 principi fondamentali che sono alla base di tutte le leggi; • la Prima Parte, che contiene l’insieme dei diritti e dei doveri dei cittadini; • la Seconda Parte, che spiega come funziona la Repubblica italiana.

144


2

A.

U.

L’organizzazione dello Stato italiano

Antropologia

LʼItalia politica

PARLIAMO di ... Lo Stato è organizzato attraverso diversi organismi: Parlamento, Governo e Magistratura.

Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica.

Parlamento, Governo, Magistratura sono organi separati e indipendenti, che si occupano del buon funzionamento dello Stato. Ognuno ha poteri differenti: • il Parlamento ha potere legislativo, cioè il potere di proporre e approvare le leggi; • il Governo ha potere esecutivo, cioè il potere di far applicare le leggi; • la Magistratura ha potere giudiziario, cioè il potere di vigilare che le leggi vengano rispettate e di punire chi le trasgredisce. Organi dello Stato

Il Parlamento è scelto dai cittadini che ogni cinque anni si recano alle urne per votare. È formato da due assemblee: la Camera dei Deputati e il Senato. Il Governo è formato dal Presidente del Consiglio e dai suoi Ministri. Ciascun Ministro si occupa di un particolare settore, come la sanità, la scuola, il lavoro, la giustizia… La Magistratura è costituita dall’insieme dei Giudici, detti anche Magistrati, e ha il compito di amministrare la Giustizia. Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato ed è eletto dal Parlamento. Rappresenta i cittadini e verifica che le Istituzioni rispettino la Costituzione.

Palazzo Montecitorio, sede della Camera dei deputati.

Pensiero computazionale

Per studiare Sottolinea le informazioni principali. Poi, usando le parole chiave, esponi quanto hai appreso.

} }

Pensiero computazionale

Per la mappa

Sintetizza ciò che hai imparato utilizzando questa scaletta: • confini e storia dello Stato italiano; • forma di governo della Repubblica italiana; • che cos’è la Costituzione; • quali sono i poteri e le Istituzioni principali dello Stato italiano. Mappa, Quaderno operativo, pp. 24-25 Quaderno operativo, p. 17

145


Antropologia

LʼItalia politica

Gli enti locali PARLIAMO di ...

Per amministrare il territorio e garantire i servizi a tutti gli Italiani non basta il Governo centrale. Per questo ci sono alcune Istituzioni, gli enti locali, che hanno il compito di gestire e garantire i servizi ai cittadini. I Comuni sono i più piccoli tra gli enti locali e Comuni corrispondono ai centri abitati e alle città in cui viviamo. I Comuni organizzano e gestiscono servizi come le anagrafi, le scuole, l’assistenza agli anziani e ai disabili, la viabilità (cioè le strade)… A capo del Comune vi è il Sindaco. Il Sindaco sceglie la Giunta Comunale, cioè l’insieme degli assessori, che sono i suoi collaboratori più stretti. I cittadini eleggono il Sindaco e il Consiglio Comunale ogni cinque anni. Le città metropolitane sono costituite da una Città grande città e da tutti i paesi che, soprattutto per metropolitane ragioni economiche, fanno riferimento a essa. Palazzo Vecchio, sede del Comune di Firenze.

Province Le Province sono enti locali il cui territorio comprende diversi Comuni. Più Province formano una Regione. Organizzano e gestiscono diversi servizi ai cittadini, come le scuole, le strade… Spesso, negli ultimi anni, è stato modificato l’ordinamento delle Province. Probabilmente in futuro potranno esserci altri cambiamenti.

Palazzo Marino, sede del Comune di Milano.

146


Antropologia

Le Regioni italiane sono venti. I territori delle Regioni sono di dimensione diversa. Il Comune più importante di una Regione è il suo capoluogo. Nei capoluoghi sono presenti tutti i principali uffici amministrativi. Tra gli enti locali, la Regione è il più importante, perché è l’unico che può fare leggi adatte alle esigenze del territorio. Queste leggi, però, non possono essere in contrasto con quelle nazionali. Cinque Regioni (Valle d’Aosta, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Sicilia e Sardegna) sono state dichiarate a statuto speciale, perciò godono di autonomia maggiore rispetto alle altre, che sono invece a statuto ordinario.

U.

A.

2

LʼItalia politica

Regioni

Palazzo dei Normanni, sede della Regione Sicilia.

G EO S TORIA

} }

Per  costruire competenze

Fai una ricerca per capire: • se la regione in cui vivi è a statuto ordinario  o a statuto speciale; • il nome dell’attuale Presidente delle tua regione; • quando ci saranno le prossime elezioni regionali.

} }

La suddivisione della penisola italiana in Regioni non è un’idea moderna. L’imperatore romano Augusto (63 a.C. – 14 d.C.), durante il suo regno, suddivise l’Italia in undici Regiones più le isole. Mettendo a confronto una moderna carta delle regioni con quella antica di Augusto, si possono notare molte analogie.

Pensiero computazionale

Per la mappa

Organizza le risposte alle seguenti domande in uno schema che puoi utilizzare per esporre ciò che hai imparato. • Qual è la funzione dei Comuni? • Che cosa sono le città metropolitane? • Che cosa sono le Province? • Quante sono le Regioni italiane? • Perché la Regione è considerata l’ente locale più importante? Mappa, Quaderno operativo, pp. 26-27 Quaderno operativo, pp. 18-23

147


Compito di realtà

} } È in “buona salu il tuo edificio scolas ico?

e”

Osserva attentamente il tuo edificio scolastico. È possibile che tu scopra qualche piccolo (o grande) danno o guasto: qualche rubinetto che non funziona, un pezzo di muro il cui intonaco si è rovinato, il cancello di ferro un po’ arruginito…

CODING 1 Chiedi ai tuoi insegnanti o in segreteria se la scuola è di proprietà del Comune. In caso affermativo, prepara, con l’aiuto dei compagni e delle compagne, un documento in cui si spieghi in modo sintetico, ma chiaro, quali sono i danni riportati dall’edificio e che dovrebbero essere riparati. 2 Il documento deve essere inviato via mail o spedito tramite lettera all’Ufficio Comunale di competenza, quell’ufficio, cioè, che si interessa dei lavori pubblici. • Se il Comune in cui vivi è piccolo, puoi portare il documento in Municipio e consegnarlo direttamente, magari al Sindaco, dopo avergli chiesto un appuntamento. È possibile che la risposta non arrivi in tempi molto brevi. Abbi pazienza! Se però passa troppo tempo, si può inviare, con gentilezza, una richiesta di sollecito. 3 Nel frattempo, comunica a insegnanti e compagni/e della scuola la tua iniziativa. Prepara un cartello in cui scrivi: • qual è il problema rilevato; • come sta procedendo la soluzione del problema. 4 Aggiorna il cartello delle comunicazioni a ciascun fatto nuovo.

148


} } Sintesi

L’Italia politica Lo Stato italiano L’Italia confina a nord con: Francia, Svizzera, Austria, Slovenia. Nel 1861 fu proclamato il Regno d’Italia. Fino ad allora sulla penisola italiana vi erano molti Stati indipendenti. L’Italia, dopo il referendum del 1946, è una Repubblica Parlamentare. Parlamento, Governo e Magistratura si occupano del buon funzionamento dello Stato e hanno poteri differenti: • il Parlamento ha potere legislativo; • il Governo ha potere esecutivo; • la Magistratura ha potere giudiziario.

La Costituzione è la legge fondamentale della Repubblica che tutti sono tenuti a rispettare. Gli enti locali Per amministrare meglio il territorio sono stati istituiti gli enti locali: • Comuni • città metropolitane • Province • Regioni In Italia ci sono venti Regioni. Cinque sono a statuto speciale.

Quaderno operativo, pp. 28-29

Flip Poster, p. 8

149


L’ ITALIA

to Unità di Apprendimen

settentrionale

A

Cuneo

Argentera

p Ap

Ventimiglia

en

u

472

i

Genova

Savona

Imperia San Remo

i D

M. Grappa Pasubio 1775 2235

e

Vicenza

u

Po

r

ure

P

a

Chiavari

a

Parma Reggio Emilia

Passo della Cisa

Padova

A p pE

1039

La Spezia

d

a

n

ino

Golfo di Genova

co-

E m903 ili

Arno L i g u re

Mar Ligure

Ca

Trieste

rs

o

G. di Trieste

Istria

Mare

F

Adriatico

Ravenna

Passo della Futa Forlì

an

Riccione Cattolica

M. Fumaiolo

SAN MARINO 1407

ere Tev

Toscana

Rimini

Cesena

o

1654

M a r

Gorizia

Imola

Tos

M. Falterona

MONACO

Udine

Valli di Comacchio

milia-Romagna

enn

2753

Golfo di Venezia

a

Bologna

Sassuolo

Tarvisio

Jôf di Montasio

Venezia

Ferrara

Modena

e

e

Chioggia

Rovigo

Po

Pi av

Mestre

Adige

Carpi

Pordenone

Treviso

Veneto

Cremona Mantova Oglio a

Piacenza Bobbio

Verona

Vittorio Veneto

Bassano del Grappa

A

e del Po

Lodi

Belluno

ve Pia

Trento

Adig

Passo dei n i n o GioviL i g

r

Lombardia

n

Albenga

L

ime

Pavia

a

Tortona

Alessandria

g

Colle di

3297 1908 Tenda

i Ma ritt

no

FriuliVenezia Giulia

m o Pale di o l2939 San Martino

3343

1883

Milano

Voghera

ida rm Bo

lp A i Co

R F

Alp

Saluzzo

i

Alpi C arnich

M. Cristallo C a r n i a

oc

e

Asti

Po

Monviso

Tanaro

N

e

zi

Piemonte

3841

Tic i

P

3221

Bolzano

ento

B.

1851

1996

Vercelli

Adige

Marmolada

nta Bre

Torino

Rho

Novara

Alto

Ortles Cevedale

3769

Trentino

da Ad

Dora R.

2083

Colle della Maddalena

Ivrea

Moncenisio

2541

Busto Arsizio

Biella

Gran Paradiso

Monginevro

3905

am

Valle d’Aosta a i e 4061 Gr

i

2758

Tonale Adda Lago Sondrio 3052 di Alpi Orobie Como Rovereto Como Lecco Lago Bergamo d’Iseo Lago di Monza Brescia Garda

Varese

Piccolo S. Bernardo

p Al

A Stelvio dige

2323

Lago L. di Maggiore Lugano

Verbania

Aosta

2188

Fréjus

A

4634

i

A

4810

Bernina

I

li Tag

I

Cervino

Dora

C

in p i P e n n M. Rosa 4478

2473

i Inn l p St. Moritz

R

SLOVENIA

Gran A l S. Bernardo

2115

Bernina

o

Monte Bianco

Spluga

4049

an Rod

Il territorio italiano può essere suddiviso in tre grandi macroregioni: Italia settentrionale, Italia centrale e Italia meridionale e insulare. Ciascuna di queste grandi macroregioni ha caratteristiche proprie sia dal punto di vista del territorio sia dal punto di vista antropico. Le Alpi sono una lunga catena montuosa che da ovest a est racchiude la parte settentrionale dell’Italia. La Pianura Padana, attraversata dal fiume Po, segue l’andamento delle Alpi.

ne

A

ponti Alpi Le

T

Vetta d’Italia

2912

it

Reno

Rifletti su ciò che già sai

S

1375

e P. di te s i n e h Resia i A i c 1507 A l3738p e t Palla Bianca i Venoste Merano Bressanone Alp R

S V I Z Z E R A

Metacognizione

U

Passo del Brennero

3

Marche

La carta fisico-politica dell’Italia settentrionale mostra qual è il territorio e quali sono le regioni Udi m bquest’area. ria

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Osserva la carta geografica dell’Italia settentrionale e le fotografie. Per quali motivi la zona rappresentata nella carta può essere considerata una macroregione?

Il fiume che attraversa tutta l’Italia settentrionale è il Po.

In tutta la macroregione le attività economiche sono tante e di diverso tipo.

Che cosa hai imparato da solo/a Deduci dalle immagini e dal testo quali sono, secondo te, gli elementi che unificano la macroregione settentrionale. Su un foglio A3 incolla una carta della macroregione settentrionale e, schematicamente, scrivi quali sono gli elementi che caratterizzano tutta la zona presa in considerazione e per quale motivo sono elementi che la caratterizzano. Completa il tuo lavoro con delle immagini.

150

Quaderno operativo, pp. 31-32


Valle d’Aosta

Colora la Valle dʼAosta.

PARLIAMO di ... È la regione meno estesa d’Italia, con le montagne più alte. Visitare la Valle d’Aosta vuol dire fare un viaggio tra le montagne per ammirare luoghi molto belli, soprattutto dal punto di vista naturalistico. Anche il patrimonio artistico è molto interessante: resti romani, castelli… La Valle d’Aosta è una regione a statuto speciale; ha una sola grande città: il capoluogo Aosta. In questa piccola regione ci sono altre cittadine importanti, soprattutto dal punto di vista turistico, come Courmayeur e Cervinia.

di

AOSTA

Co

gne

4637

Monte Rosa

V

I

Gran Paradiso 4061

N

C

e a i G r

al

d ’ A o s

t a

N

2188

Cervino

A

P

E

i l p

A

Ba V lte a l l e a Piccolo San Bernardo V

4478 Monte

T

Va

Bernardo

A

soney

e e l p i P ellin Gran San A lp 2473

R

d i G res

e nnin

E

al

A

Do ra

Z

Aya s

R

4810 2537

Z

l d’

Monte Bianco

I

Va

F

Col Ferret

V

ou Valt rn e n c he

S

I

E

M

O

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Alpi Graie, Alpi Pennine • Cime: Monte Bianco, Monte Cervino, Monte Rosa, Gran Paradiso • Fiumi: Dora Baltea

151


T erritorio

Valle dʼAosta

Gli elementi del territorio

I dati

La Valle d’Aosta è una regione molto particolare: è la meno estesa d’Italia. Confina con la Francia, la Svizzera e il Piemonte. Orografia Il territorio della regione è interamente montuoso, occupato dalle Alpi Occidentali. Lungo i suoi confini si innalzano le vette alpine tra le più alte d’Europa con cime che superano i quattromila metri di altezza, ricoperte da ghiacciai e nevai perenni.

Superficie: 3 260 km2 montagna 100%

montagna

Idrografia La Valle d’Aosta è attraversata, da ovest a est, dalla Dora Baltea. I numerosi torrenti, che scendono dai ghiacciai alpini, hanno scavato bellissime valli.

Il clima

Il clima è tipicamente alpino, con inverni molto freddi e nevosi ed estati fresche. Il paesaggio naturale è caratterizzato dal bosco e dalla fauna di montagna.

Il Parco Nazionale Gran Paradiso Il Parco Nazionale Gran Paradiso è stato istituito nel 1922 e comprende un vasto territorio di alte montagne, fra gli 800 metri dei fondovalle e i 4 061 metri della vetta del Gran Paradiso. Nei boschi dei fondovalle gli alberi più frequenti sono i larici, gli abeti rossi, i pini cembri. La fauna del Parco è molto ricca e comprende gran parte delle specie presenti sulle Alpi, come stambecchi, camosci, marmotte. Tra gli uccelli sono presenti alcuni rapaci come l’aquila reale.

152


Valle dʼAosta

Le attività

Il territorio e il clima di questa regione non favoriscono l’agricoltura. Essa è praticata solo nei fondivalle più soleggiati dove si coltivano, in particolare, alberi da frutto e viti. Nei pascoli che si trovano in quota si allevano mucche, dal cui latte si ricavano famosi formaggi come la fontina. Molto sviluppata l’industria idroelettrica, grazie all’abbondanza di acqua di fiumi e torrenti. Le attività artigianali sono legate alla lavorazione del legno. Il turismo estivo e invernale è la principale fonte di ricchezza; molti sciatori affollano le più famose località della Valle.

Antropologia

I dati Abitanti: 125 501 Ci sono 38 abitanti per km2 Capoluogo: Aosta

La Valle d’Aosta è una regione a statuto speciale.

Il capoluogo

Il capoluogo della regione è Aosta, città in cui son ben visibili le tracce della sua storia antica. Fu fondata, con il nome di Augusta Praetoria, dal primo imperatore di Roma, Cesare Augusto, per difendere importanti vie di comunicazione. In Valle d’Aosta non vi sono altre province.

Minoranze linguistiche

Essendo così montuosa, la Valle d’Aosta è la regione italiana con il minor numero di abitanti, ed è anche la regione italiana con la minore densità di popolazione. In Valle d’Aosta si parlano due lingue: italiano e francese. Il dialetto parlato da molti abitanti della regione è il patois (pronuncia: "patuà"), che mescola elementi italiani a molti termini derivati dal francese. Il Castello di Fénis.

Un poʼ di storia

Antiche rovine romane di Augusta Praetoria.

La Valle d’Aosta è il paese dei castelli. Fin dal Medioevo, i castelli furono costruiti sia per difesa contro gli invasori che calavano dalle montagne sia per essere abitati. Il castello più famoso è quello di Fénis. Pensiero computazionale

Per studiare • In quale parte dell’Italia si trova la Valle d’Aosta? • Com’è il territorio della regione? • In Valle d’Aosta vi sono pochi abitanti rispetto all’estensione del territorio, pur essendo una regione ricca. Spiega il perché. Quaderno operativo, p. 33

Atlante, pp. 18-19

153


Piemonte

Monte Rosa

F

V A L L E D ’ A O S TA

V

al

Lep

Val

e

Alpi

Alpi Pe

4637

n

nn

i

S V I Z Z E R A

d’O sso la o n t Toce ine

PARLIAMO di ... È la regione “ai piedi dei monti”. Già dal nome di questa regione possiamo dedurre alcune informazioni: Piemonte, cioè ai piedi dei monti. Dalle alte montagne alle risaie della pianura, alle dolci colline ricoperte da vigneti, il Piemonte offre una serie di paesaggi vari e interessanti. Manca solo il mare! Il Piemonte è la regione da cui ha avuto inizio la formazione dello Stato italiano. Il capoluogo è Torino, una grande città, adagiata sulle colline e attraversata dal Po, ricca di storia e di arte.

Lago Maggiore

Verbania sesia

Lago d’Orta

TORINO

in

Vercelli

P i a n Po u r a

l Po e de

ida

o Ta n i

ng

La

mo

d ra Stu

Tan

M a r i t t i m e Colle uri di Tenda 1908 A lp i L ig

Classe capovolta

U

R

nino

Ligure

I

EMILIARO MAG N A

A

G

I

i

Cuneo

en pp

a

Mar Ligure

L

l p

A

aro

A

De

1996

n

Alessandria

Po

nte

Colle della Maddalena

a

Scrivia

A

3841

Pa d

Borm

ato ferr Asti Mon

I Monviso

LOMBARDIA

ar

1850

oll

Novara

he

Colle del Monginevro

C

C

Alpi Cozi e

a Rip

a V a l l e d i S u ria sa

Lago di Viverone

Sesia

N

2538

Colle del Fréjus

Dor

se ve a Can

tea Bal Dora

A A

i lp

Biella

e a i G r

no Tici

R Gran Paradiso

4061

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Alpi Marittime, Alpi Cozie, Alpi Graie, Alpi Pennine, Alpi Lepontine, Appennino Ligure • Cime: Monviso, Monte Rosa • Colline: Monferrato, Langhe • Pianure: Pianura Padana • Fiumi: Po; affluenti di destra: Tanaro, Bormida, Scrivia; affluenti di sinistra: Doria Riparia, Dora Baltea, Sesia, Ticino • Laghi: Lago Maggiore, Lago dʼOrta

154

Colora il Piemonte.


T erritorio

Piemonte

Gli elementi del territorio

Il Piemonte è, per estensione, la seconda regione italiana, dopo la Sicilia. Confina con: Francia, Valle dʼAosta, Svizzera, Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria. Orografia Le Alpi occidentali circondano il Piemonte su tre lati. Queste montagne hanno un aspetto aspro e imponente; sono molto alte e hanno cime aguzze. Da altezze che superano i tremila metri scendono rapidamente verso la zona pianeggiante. Ai piedi delle Alpi arriva la parte più occidentale della Pianura Padana. Tra le montagne e la pianura si estende una zona di gruppi collinari tra cui Monferrato e Langhe.

I dati Superficie: 25 873 km2 montagna 43%

pianura collina montagna pianura 27%

collina 30%

Idrografia La regione è ricca di acque dolci: fiumi e laghi. È proprio sulle sue montagne che nasce il fiume più lungo d’Italia, il Po. Il fiume Po, scorrendo verso est, attraversa tutta la regione. Man mano che procede diventa sempre più ampio perché riceve le acque di molti affluenti tra cui la Dora Baltea, la Dora Riparia, il Ticino. Questo fiume è l’emissario del Lago Maggiore, il più grande lago della regione.

Il clima

Il clima varia a secondo del paesaggio. Nelle zone montuose è di tipo alpino; in pianura è continentale. Nonostante la vicinanza del Mar Ligure, le Alpi Marittime frenano l’azione mitigatrice del mare. Il clima diventa, invece, più mite lungo le sponde del Lago Maggiore.

Le Isole Borromee A metà, circa, del Lago Maggiore si trova un gruppo di isolette: le Isole Borromee. Si chiamano così perché due di esse appartengono da secoli alla famiglia Borromeo: l’Isola Bella e l’Isola Madre. Questo piccolo arcipelago è formato da cinque isole, due delle quali sono poco più di uno scoglio. Sull’Isola Madre si trova una grande villa antica e un interessante giardino botanico, famoso in tutta Europa, in cui si coltivano piante di diversi tipi. L’Isola dei Pescatori, che non appartiene ai Borromeo, è l’unica abitata.

La sorgente del fiume Po sul Monviso. Isola Bella sul Lago Maggiore.

155


Antropologia

Piemonte

I dati

Le attività

Il settore economico con il maggior numero di occupati è il terziario, cioè quello che offre servizi: soprattutto il turismo, la ricerca scientifica e tecnologica. Il Piemonte è una delle regioni più industrializzate d’Italia. Negli anni sessanta del secolo scorso, l’industria diede lavoro a tanti operai che provenivano dalle regioni più povere del sud Italia. La fertile pianura favorisce l’attività agricola. Particolare rilevanza hanno la produzione del vino e la coltivazione del riso.

Abitanti: 4 341 375 Ci sono 171 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Torino (città metropolitana), Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli

Il capoluogo

Il capoluogo di regione è Torino: grande città, ricca di storia. Dal 1861 al 1864 Torino è stata la capitale del Regno d’Italia e il centro storico, ricco di palazzi e monumenti, testimonia un importante passato. A Torino c’è il Museo Egizio che, dopo quello del Cairo in Egitto, è il più importante del mondo. Simbolo di Torino è la Mole Antonelliana, una delle costruzioni più alte d’Italia. La città di Torino con la Mole Antonelliana.

Un po’ di storia

Il Museo Egizio a Torino.

Prima della conquista romana, questa zona era abitata da popolazioni celtiche e liguri. Le alte montagne la difendevano dalle invasioni nemiche. Anche i Romani, subentrati ai Celti, erano convinti che le Alpi fossero una barriera insuperabile. Immaginate la loro sorpresa quando videro arrivare da quelle alte cime l’esercito cartaginese di Annibale!

La popolazione

In Piemonte sono presenti alcune comunità che hanno una propria cultura e una propria lingua. Sono le comunità occitana, franco-provenzale e walser.

Il carnevale di Ivrea A Ivrea, ogni anno, a carnevale, si tiene la battaglia delle arance, che rievoca la lotta del popolo per ottenere la libertà. La leggenda vuole che, grazie alla ribellione del popolo, il barone che opprimeva la città intorno all’anno 1 200 fosse scacciato.

156

Pensiero computazionale

Per studiare • Che cosa significa il nome Piemonte? • Quali sono le attività principali che si svolgono in Piemonte? • Qual è il capoluogo di questa regione e quali sono le sue caratteristiche? Quaderno operativo, p. 34

Atlante, pp. 20-21


Liguria

Colora la Liguria.

I

E

M

O

N

T

E

RDIA

P

A MB LO

PARLIAMO di ... È la regione delle due riviere: quella di ponente e quella di levante. A sud del Piemonte, affacciata per tutta la sua lunghezza sul Mar Ligure, c’è una piccola regione che si divide tra il mare e la montagna, la Liguria. Il clima mite anche durante l’inverno è dovuto alle montagne che corrono parallele alla costa e la riparano dal freddo proveniente da nord. La grande risorsa della Liguria è il mare, con le sue coste alte e frastagliate interrotte da piccole spiagge di sabbia e di ghiaia. Infatti la maggior parte della popolazione della Liguria vive lungo la costa, e sulla costa sono sorte le città più importanti, grandi e piccole. Genova è il capoluogo. S c ri

EM IL IA

472 v i

I

C

A

r

La Spezia

A A N

gentina Ar

FR AN

N

T

u

P. del Bracco

G

C

L i g u r e

613

A

S

M a r

M

O

941 m A 2200 Alpi M aritti M. Saccarello

e

Savona

O

e

Colle di Nava

M. Settepani

-R

a Var

1386

gna

M. Maggiorasca 1799 i n a n 532 n Passo o e M. Penna Passo del 678 1287 dei Giovi p C. della Scoffera L 1735 M. Beigua Turchino p La i AColle di 435 va GENOVA g Cadibona

Imperia

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Alpi Marittime, Appennino Ligure • Fiumi: Scrivia, Vara • Mari: Ligure

157


T erritorio

Liguria

Gli elementi del territorio

Monti e mare sono le caratteristiche del territorio ligure. La Liguria confina con: Francia, Piemonte, Emilia-Romagna, Toscana, Mar Ligure. Orografia La particolare conformazione della corona montuosa sembra “abbracciare” il profondo Mar Ligure e “proteggere” questa piccola regione. In Liguria hanno inizio sia le Alpi sia gli Appennini. Il Colle di Cadibona è considerato il punto d’incontro delle due catene montuose. Le montagne scendono molto rapidamente verso la costa, per questo non ci sono pianure importanti. Il territorio delle colline spesso è impervio e sassoso.

I dati Superficie: 5 416 km2 montagna 65%

collina montagna collina 35%

Idrografia I fiumi liguri che si gettano nel Mar Ligure sono corti e a carattere torrentizio. Questo dipende dal fatto che scendono da monti ripidi e hanno poco spazio in cui scorrere. Altri fiumi scorrono verso il Piemonte e terminano il loro corso nel Po. La costa ligure, generalmente alta, rocciosa e frastagliata, è divisa in: Riviera di Ponente da Genova verso ovest e Riviera di Levante da Genova verso Est.

Il clima

Il clima è mite grazie alle brezze marine che d’estate rinfrescano l’aria e d’inverno la mitigano. Inoltre le catene montuose proteggono la costa dai venti freddi del nord. Questo clima è ideale per una vegetazione sempreverde, come il pino marittimo, l’ulivo, le palme, i cipressi e l’alloro.

158

La natura delle Cinque Terre Nella Liguria orientale, lungo il litorale roccioso che scende a picco sul mare, si trova il Parco Nazionale delle Cinque Terre. Il Parco è costituito dalla macchia mediterranea e da migliaia di chilometri di terrazzamenti coltivati a vigneti. In questo luogo bellissimo sorgono cinque borghi che un tempo erano abitati da pescatori. Questi paesini, le cui case sono dipinte con colori vivaci, non hanno cambiato il loro aspetto nel tempo. I borghi delle Cinque Terre si possono visitare percorrendo un sentiero molto suggestivo che li collega e offre agli escursionisti la visione di splendidi panorami.


Liguria

Le attività La formazione del terreno limita moltissimo l’attività agricola. I Liguri per ricavare terreno coltivabile hanno costruito i terrazzamenti, sostenuti da muri a secco. Il clima mite permette coltivazioni di fiori, di piante ornamentali e di ortaggi in serra. Anche se la maggior parte della popolazione vive lungo la costa, la pesca ha una scarsa importanza nell’economia ligure. La zona più industrializzata della regione si trova tra Genova e Savona. Il turismo costituisce una delle più importanti fonti di guadagno. Le località costiere, favorite dal clima mite e dal paesaggio incantevole, richiamano molti turisti italiani e stranieri anche durante la stagione invernale. In Liguria le principali città hanno porti che accolgono imbarcazioni di tipo commerciale, turistico, militare e pescherecci.

Antropologia

I dati Abitanti: 1 543 127 Ci sono 285 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Genova (città metropolitana), Imperia, La Spezia, Savona

Il capoluogo

Genova è il capoluogo della regione. Il centro storico è un luogo pieno di vita, fatto di stretti vicoli medievali, i “caruggi” dove si può avere la sensazione di tornare indietro nel tempo. Molti caruggi hanno nomi curiosi: vico del Dragone, vico delle Fate... Altri, invece, ricordano i mestieri antichi che vi si svolgevano: via degli Orefici, vico Indoratori. A Genova è famoso il grande acquario che ospita migliaia di animali, per la maggior parte marini. Genova, detta la “Città della Lanterna” per via del famoso faro, vanta uno dei più estesi e attivi porti.

Un antico carrugio genovese. Il centro storico di Genova è uno dei centri storici più densamente abitati.

Un poʼ di storia

La città di Genova ebbe un periodo di particolare splendore come Repubblica Marinara, tra il 900 e il 1 000. In questo periodo riuscì a conquistare una posizione di predominio marittimo e commerciale su tutto il Mar Mediterraneo. Pensiero computazionale

Per studiare • Da che cosa dipende il clima mite della Liguria? • Quale strategia hanno adottato i contadini liguri per poter coltivare anche i versanti ripidi delle colline? • Il capoluogo della regione è ........................................., detta Città della .................................................................. Quaderno operativo, p. 35

Atlante, pp. 24-25

159


Lombardia

PARLIAMO di ... È la regione più popolata. La Lombardia, che deriva il suo nome dai Longobardi, antica popolazione barbara che si era insediata in questa zona, è la regione con il maggior numero di province, ben dodici. Questa regione si trova nel cuore dell’Italia settentrionale. Favorita dalla sua posizione geografica, dalla natura del suolo, dalla facilità delle comunicazioni, la Lombardia è sempre stata una terra particolarmente fiorente. È considerata il motore economico dell’Italia e oggi è sempre più rivolta verso gli scambi commerciali e culturali con i diversi Paesi europei. Milano è il capoluogo.

Mincio

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Alpi Retiche, Alpi Orobie • Cime: Bernina, Adamello • Colline: Brianza • Pianure: Pianura Padana • Fiumi: Po, affluenti di sinistra (Ticino, Adda, Oglio, Mincio) • Laghi: Lago Maggiore, Lago di Como, Lago d’Iseo, Lago di Garda

160

Colora la Lombardia.


Lombardia

Gli elementi del territorio

La Lombardia è una tra le regioni più estese dell’Italia. Si trova in una posizione privilegiata perché può essere collegata facilmente sia con gli stati a nord, sia con le altre regioni. Confina con: Piemonte, Svizzera, Trentino-Alto Adige, Veneto, EmiliaRomagna. Orografia Il territorio che si estende dalle Alpi alla bassa Pianura Padana è diviso quasi equamente tra montagna a nord e pianura a sud. La zona delle colline si trova ai piedi delle Alpi Orobie e nella “punta” dell’Oltrepò Pavese; la Pianura Padana è nella parte meridionale della regione. Idrografia È una terra ricca di acque. Il Po, con i suoi affluenti di sinistra, la attraversa, da ovest verso est e costituisce, per un lungo tratto, il confine con l’Emilia-Romagna. Il tratto del Po che scorre in Lombardia è ampio e con molte anse; diventa sempre più ricco d’acqua a causa dei numerosi fiumi che scendono dalle Alpi, alimentati dai ghiacciai e dalle piogge. Ai piedi delle Alpi alcuni fiumi sono immissari ed emissari dei grandi laghi di origine glaciale con la loro caratteristica forma allungata. Questa abbondanza di acque ha un’importanza determinante nell’economia della regione, grazie anche alla fitta rete di canali i quali consentono l’irrigazione in tutti i terreni coltivati. Tra le montagne e la pianura si allungano i grandi laghi prealpini: il Lago Maggiore, il Lago di Como, il Lago di Garda.

Il clima

Il clima della Lombardia si presenta molto variegato a causa della diversità del territorio. In pianura è continentale, con frequenti nebbie. Sulle montagne è alpino, e diventa mite lungo le rive dei laghi più grandi.

T erritorio

I dati Superficie: 23 864 km2 pianura 47%

pianura collina montagna collina 12%

montagna 41%

Il Parco Lombardo del Ticino Lungo il corso del Ticino, fiume che fa da confine tra Piemonte e Lombardia, è situato il parco che ne porta il nome. La zona è caratterizzata da ambienti diversi: boschi di noccioli e di pioppi, brughiere, corsi d’acqua, zone umide e zone coltivate. Per preservare questo importante territorio è stato istituito il Parco Lombardo del Ticino sulla riva lombarda e il Parco Naturale della Valle del Ticino sulla riva piemontese.

Il Canale Villoresi a Somma Lombardo.

La nitticora nidifica nel Parco del Ticino.

161


Antropologia

Lombardia Puglia

Le attività

La Lombardia è la regione più popolosa. Nel secolo scorso la forte industrializzazione ha richiamato soprattutto dalle regioni meridionali molte persone in cerca di lavoro. La regione è attraversata da una fitta rete di vie di comunicazione stradali, ferroviarie e aeree. L’economia della Lombardia, quindi, è tra le più ricche e sviluppate del Paese. Vi sono industrie di ogni tipo che si concentrano soprattutto nelle zone pianeggianti intorno a Milano. Milano è considerata la capitale finanziaria d’Italia, oltre che quella della moda e dell’editoria. La conformazione del terreno, l’abbondanza di acqua e l’uso di macchinari tecnologicamente all’avanguardia hanno dato grande impulso allo sviluppo dell’agricoltura e dell’allevamento.

Il capoluogo

Il capoluogo è Milano. Milano è la città italiana dei grattacieli. In tempi recenti la città si è sviluppata in verticale; infatti costruzioni altissime, dall’architettura avveniristica, spiccano nel cielo. Nella parte centrale, denominata ancora “cerchia dei Navigli”, si trovano gli edifici storici più importanti: il Duomo, il Castello Sforzesco, la Basilica di Sant’Ambrogio, il Teatro alla Scala.

I dati Abitanti: 10 103 969 Ci sono 423 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Milano (città metropolitana), Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

Pensiero computazionale

Per studiare • Le catene montuose che attraversano la parte settentrionale della Lombardia sono: ................................................................... • I grandi laghi prealpini sono stati formati dai ........................................................................ • La Lombardia ha solo affluenti di destra o solo di sinistra del Po? ............................... ...............................................................................

• Spiega brevemente quali sono i motivi che rendono prospera l’economia della regione.

Tradizioni

La storia di Cremona è legata a quella delle botteghe dei liutai, dove gli strumenti musicali a corda e i famosissimi violini vengono costruiti, usando il metodo classico cremonese. Il Museo del Violino è il simbolo del legame profondo esistente tra Cremona e l’arte della costruzione dei violini.

Un po’ di storia

Anche la Lombardia fu conquistata dai Romani, ma prima di loro, si insediarono i Camuni. I Camuni sono conosciuti per le molte incisioni rupestri, tra cui la più famosa è la Rosa Camuna: un simbolo che somiglia a un quadrifoglio. La Rosa Camuna oggi è il simbolo della Lombardia. Quaderno operativo, p. 36

162

Atlante, pp. 22-23

La città di Milano.


Veneto

Colora il Veneto.

PARLIAMO di ... È la regione dei tanti paesaggi. Un viaggio nel Veneto è molto interessante perché dà la possibilità di passare da un paesaggio all’altro nello spazio di una sola regione. Il Veneto, infatti, dal punto di vista morfologico, è la regione più varia della penisola italiana. Dalle Dolomiti, che affascinano con il loro colore rosato al tramonto, si arriva al mare attraverso una fascia collinare e un’ampia pianura solcate da fiumi e canali. Da visitare è sicuramente la sponda orientale del Lago di Garda. E poi la laguna veneta e le spiagge lunghe e sabbiose del Mare Adriatico. Infine il delta del Po, uno spazio dove terra, mare e fiume convivono. Nel Veneto non troviamo solo bellissimi paesaggi, ma anche un ricco patrimonio culturale. Venezia è il capoluogo. Classe capovolta

A U S T R I A Al pi Ca rn ich e E M. Tre Cime di Lavaredo G Cristallo I 3216 i 3243 2998 e D t Le Tofane i A 2239 P.so Pordoi m 3343 o Marmolada l 3220 oMonte Civetta

C

a

Pia

d

O

T

O

-

D

A

L

ve

o

r

Apprendo da solo/a

N

FRIULI - VENEZIA GIULIA

R

E

N

T

I

Belluno

Brenta

T

da Lago d iG ar A

P i a

Adige

n

B

R

Colli Euganei

VENEZIA Padova Bacc

higli

D I

a

o

M

r

ent

O

u

iam

L

t a n e e V

Vicenza Monti Berici

za

Treviso

Monti Lessini

Verona

ve

en

Cima Carega

2259

Pia

Liv

2218

M. Baldo

t e

e

l Tag

Monte Altopiano e n di Asiago Grappa V p i 1775 a l P r e

Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Dolomiti, Alpi Carniche • Cime: Monte Civetta, Tre Cime di Lavaredo • Colline: Monti Berici, Colli Euganei • Pianure: Pianura Veneta • Fiumi: Po, Adige, Brenta, Piave • Laghi: Lago di Garda • Mari: Adriatico

one

Laguna Veneta

Mare Adriatico

Rovigo

e P o l e s i n

A

Po

Delta del Po E M I L I A

Saper fare p. xx

-

R O M A G N A

Atlante p. xx

163


T erritorio

Veneto

Gli elementi del territorio

Il paesaggio veneto cambia rapidamente da zona a zona perché comprende molti ambienti diversi. La regione si trova nella parte nord orientale della Penisola. Confina con: Lombardia, Trentino-Alto Adige, Austria, Friuli-Venezia Giulia, Mare Adriatico, Emilia-Romagna. Orografia Le Alpi che attraversano il Veneto sono, in prevalenza, le Dolomiti. Esse non formano un’unica catena, ma sono disposte in una serie di massicci diversi, separati da valli. Più a sud si incontra la fascia delle colline. Una delle particolarità di queste zone è il carsismo. Isolati nel mezzo dellʼarea pianeggiante, si trovano anche due gruppi collinari di origine vulcanica: i Monti Berici e i Colli Euganei. Ai piedi delle colline si estende la vasta parte pianeggiante del Veneto, che comprende il tratto orientale della Pianura Veneta. Idrografia I fiumi del Veneto sono tra i più lunghi d’Italia. In questa regione il Po termina la sua lunga corsa, con una grande foce a delta, prima di gettarsi nell’Adriatico. Piave, Adige e Brenta non sono affluenti del Po, ma sfociano direttamente nel mare. Il Veneto è una regione ricca di laghi, soprattutto alpini. Condivide con Lombardia e Trentino il Lago di Garda. Una caratteristica della costa veneta è la laguna sulle cui isole è stata costruita la città di Venezia.

Il clima

Per le sue caratteristiche fisiche, il Veneto presenta una grande varietà di climi. Sulla parte montuosa il clima è alpino; nella pianura è continentale, con frequenti nebbie. Sulle rive del Garda e lungo la costa del Mare Adriatico il clima è mite per l’influenza delle grandi distese di acqua.

L’acqua alta a Venezia Talvolta a Venezia succede che l’acqua della laguna si innalzi fino a sommergere le strade e i piani rialzati delle case. Questo fenomeno si verifica soprattutto in autunno, quando i venti provenienti da sud soffiano con molta forza. La forza del vento sposta l’acqua del mare dentro la laguna, verso la città. Se in quel momento c’è anche l’alta marea, allora a Venezia si verifica il fenomeno dell’acqua alta.

164

I dati Superficie: 18 399 km2 pianura 56%

collina 14%

montagna 30%

pianura collina montagna

Il comune di Santa Maddalena ai piedi del gruppo delle Odle.

} }

Per  costruire competenze

Perché le Dolomiti sono montagne particolari? Per rispondere alla domanda ricorda anche quanto hai studiato in proposito lo scorso anno.


Veneto

Le attività

Dagli anni ’60 e ’70 del secolo scorso il Veneto ha avuto un importante impulso economico che l’ha trasformato in una delle aree più ricche del Paese. La vastità della zona pianeggiante ha favorito l’agricoltura e l’allevamento, praticati con sistemi e attrezzature innovative. Sulle colline le coltivazioni delle viti consentono la produzione di vini rinomati in tutto il mondo. Il mare è un’altra grande risorsa per l’economia veneta, si pratica sia la pesca sia l’itticoltura, cioè l’allevamento di pesci. Nell’area di Porto Marghera-Mestre, vicino a Venezia, è nato un polo industriale formato da piccole e medie industrie che, nel giro di pochi decenni, si è sviluppato coinvolgendo buona parte della regione sud-orientale. Lungo le coste, sulle montagne e nelle città d’arte il turismo è l’attività più redditizia.

Il capoluogo

Venezia è il capoluogo della regione. È una città particolare perché è stata costruita su decine di piccole isole della laguna collegate tra loro da tantissimi ponti. Il più famoso è quello di Rialto. Invece delle grandi strade, ci sono i canali, al posto delle automobili ci sono le gondole. Le strette stradine tra le case si chiamano calli e le piazzette sono i campielli. La città è famosa in tutto il mondo anche per il suo pittoresco carnevale.

Un poʼ di storia

Le origini di Venezia risalgono a quando, per sfuggire alle invasioni barbariche, gli abitanti della terraferma cercarono rifugio sulle isole della laguna. Anche Venezia, detta “La Serenissima”, come Genova, diventò un’importante Repubblica Marinara.

Antropologia

I dati Abitanti: 4 907 704 Ci sono 268 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Venezia (città metropolitana), Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza

Tradizioni La Regata delle antiche Repubbliche Marinare è una gara tra galeoni (imbarcazioni medioevali) delle antiche Repubbliche Marinare di Genova, Venezia, Pisa e Amalfi. La manifestazione viene organizzata ogni anno a rotazione nelle quattro città e rappresenta la rievocazione storica di un periodo glorioso della storia delle città. La gondola, tipica imbarcazione di Venezia.

Pensiero computazionale

Per studiare • Che particolarità hanno i gruppi collinari dei Colli Euganei e dei Monti Berici? • Quali sono le caratteristiche principali dell’economia veneta? • Immagina di dover descrivere Venezia a un amico che non la conosce. Che cosa gli diresti? Quaderno operativo, p. 37

Atlante, pp. 26-27

165


Trentino - Alto Adige PARLIAMO di ... È la regione delle culture diverse. Il Trentino-Alto Adige vanta una natura ancora incontaminata. Si possono ammirare splendide vallate, laghi, ruscelli e, naturalmente, le imponenti cime che dominano l’intera regione e ospitano numerose località di villeggiatura, invernali ed estive. Il Trentino-Alto Adige è una regione autonoma a statuto speciale un po’ particolare perché è formata da due “regioni”. Più a nord l’Alto Adige, che comprende la provincia autonoma di Bolzano di lingua e cultura tedesche e che deriva il suo nome dal fiume Adige; più a sud il Trentino, che è formato dalla provincia autonoma di Trento di lingua e cultura italiane e che prende il nome dal capoluogo. U

R

I

A

1375 Passo del Brennero 2491 A l p i B r e o n

A

ER

T

P. del Rombo

1507

P. di Resia

Alpi Venoste

sa i e rc o

I

Alpi

Al

p

Vetta d’Italia Picco dei 2911 e Tre Signori r i inna 3499 u r A u A i lle

Alpi Pusteresi

Val P uste

Rienza

Sarentine

ria

1243

a Badi Val

SV I Z Z

S

Va

A

Passo di Dobbiaco

l Ve nost a

Av V isi a o

ina

i Fa

Val d

nta

l Va

ge

ca

l

TRENTO

L. di Caldonazzo

Sar

ud

3173

e Lagar

I

Va

lli

D

Gi

e ies

Ch

R

i

ie car

Ad i

Gr

A

up

po

B

di

P.so d. Tonale

3558 La Presanella

Carezza mme

ie di F

i it m o Cima l D o 2847 d’Asta Bre n

Va

ug a n ta a l S

V E N

E

T O

A

a ll

M

e

Noc

i Va l d

Bre

O

1883

di Non

ssa

L

1636 P. di Monte e h Croce di Comelico c e Val Ga Adig e t i rdena Gruppo 3216 Tre Cime Passo dello Stelvio R Sella di Lavaredo i Bolzano Passo 2213 di 3151 2757 p l di Sella A Ortles P. della 2981 3905 Mendola Rosengarten Cevedale 3343 3764 L. di 1363 Marmolada le So

Va

V

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Alpi Retiche, Dolomiti • Cime: Tre Cime di Lavaredo, Cevedale, Ortles, Marmolada • Fiumi: Adige, Brenta, Isarco, Sarca • Laghi: Lago di Garda

166

Colora il Trentino-Alto Adige.


Trentino-Alto Adige

Gli elementi del territorio

Il Trentino-Alto Adige è la regione italiana che si spinge più a nord. Infatti la parte più settentrionale è circondata dal territorio austriaco. Oltre che con l’Austria confina con Lombardia, Svizzera, Veneto. Orografia Anche il Trentino-Alto Adige, come la Valle d’Aosta, ha il territorio completamente montuoso. Il suo territorio, solcato da numerose valli, è occupato dalle Alpi Retiche e da parte delle Dolomiti. Per proteggere questo ambiente ancora allo stato naturale, circa un quinto del territorio della regione è parco nazionale o regionale. Quello più famoso è il Parco Nazionale dello Stelvio. Idrografia I corsi d’acqua sono numerosi. Tra di essi il più importante è l’Adige, che scorre da nord a sud, e il Sarca che è immissario del Lago di Garda. Le montagne sono costellate da tanti piccoli laghi di origine glaciale. Il guppo di Fanes e la Tofana di Rozes.

T erritorio

I dati Superficie: 13 605 km2 montagna 100%

montagna

Il clima

Poiché il territorio è montuoso, il clima del Trentino-Alto Adige è quasi ovunque di tipo alpino. Solo sulle coste del Lago di Garda e lungo la Valle dell’Adige diventa più mite.

Il Lago di Resia Parecchi anni fa il Lago di Resia era più piccolo ed era vicino ad altri due laghi, quello di Curon e quello di San Valentino alla Muta. Un gruppo industriale chiese e ottenne una concessione di sfruttamento dei tre laghi per produrre energia idroelettrica. Fu realizzata una diga che allagò completamente il paese di Curon Venosta. Ben 150 famiglie contadine persero casa e terreni e dovettero emigrare. Dell’antico borgo si salvò solo il campanile.

167


Antropologia

Trentino-Alto Puglia Adige

I dati

Le attività

Il turismo è la più importante risorsa economica della regione. L’agricoltura, nonostante il territorio impervio, è molto praticata. In particolare si coltivano mele e viti. L’abbondanza dei pascoli favorisce l’allevamento di bovini a cui è strettamente collegata la produzione di latte e formaggi di pregio. Il patrimonio forestale è un’altra fonte di ricchezza per questa regione. La produzione di legname è finalizzata all’esportazione e all’artigianato.

Il capoluogo

Trento, posta sulla sinistra del fiume Adige, risale all’epoca romana. Data la sua posizione, alla confluenza di importanti valli, è sempre stata un centro di scambi commerciali. Con il tempo, Trento è diventata un centro industriale. In questa città ha sede un’importante università e un interessante Museo delle Scienze, il Muse.

Abitanti: 1 074 464 Ci sono 79 abitanti per km2 Capoluogo e città principale: Trento (città metropolitana), Bolzano Il Trentino-Alto Adige è una regione a statuto speciale. Il Duomo di Bolzano.

La popolazione

La regione è abitata da popolazioni di lingua e tradizioni diverse. Nella provincia di Bolzano, la popolazione è di cultura tedesca; per questo motivo nelle scuole dell’Alto Adige il programma didattico viene svolto sia in tedesco sia in italiano. Nella zona di Trento la lingua è prevalentemente italiana. In alcune valli delle Dolomiti vi è una minoranza che parla il ladino, una lingua di origine latina.

Un poʼ di storia

Dopo la fine della seconda guerra mondiale, gli abitanti di lingua tedesca dell’Alto Adige chiesero che i loro territori fossero uniti all’Austria. Gli stati vincitori non acconsentirono a tale richiesta. A tutela della minoranza di lingua tedesca, però, fecero pressione sul Governo italiano perché concedesse una grande autonomia a queste zone. La regione è a statuto speciale e gode appunto di ampie autonomie sin dal 1948.

Pensiero computazionale

Per studiare • Che cosa ci indica il nome di questa regione? • Come si presenta il territorio del Trentino-Alto Adige? • Quali sono le due province della regione? • Con quali stati stranieri confina il Trentino-Alto Adige? La piazza del Duomo di Trento.

168

Quaderno operativo, p. 38 Atlante, pp. 28-29


Friuli-Venezia Giulia

Colora il Friuli-Venezia Giulia.

PARLIAMO di ... È la regione più orientale dell’Italia settentrionale. Dopo aver attraversato l’Italia settentrionale da ovest a est, si arriva nel Friuli-Venezia Giulia. Monti, colline, mare e pianura caratterizzano il suo paesaggio. Di particolare interesse è l’Altopiano del Carso. Territorio arido e roccioso in superficie, è ricco di grotte nel sottosuolo. Queste grotte e cavità, in cui si possono ammirare stalattiti e stalagmiti, sono state scavate dal corso di fiumi sotterranei. Nel Friuli-Venezia Giulia si sono incontrate diverse popolazioni. Perciò questo lembo di terra è ricco di storia, cultura e tradizioni. Trieste è il capoluogo. Classe capovolta

Apprendo da solo/a A

U

A l p i M. Coglians

2780

C

a

n

r

i

S

T

2753

e

2571

a

to

Gi u l ie

O

E

V

Udine

E

N

Tagliamen

L

lp i

S

r

P

V

I

Pianura o - F r i u l a n a nzo Gorizia Venet Iso

N

E

Pordenone

1156

Alpi Giulie

M. Canin

2472

2250

Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Alpi Carniche, Alpi Giulie • Cime: Monte Coglians • Pianure: Pianura Veneto-Friulana • Fiumi: Tagliamento, Isonzo • Mari: Adriatico

A

Passo del Jôf di a Montasio Predil

Col Nudo

Monte Cavallo

I

C a r n i c h e

M. Pramaggiore

nto iame agl P r2478 ealpi T rniche Ca

R

A

T

a

o

TRIESTE

r s

a

nz

ve

O

Li

C Laguna di Laguna di Marano Grado

Mare Adriatico

Saper fare p. xx

Atlante p. xx

169


T erritorio

Friuli-Venezia Giulia

I dati

Gli elementi del territorio

Superficie: 7 862 km2

Il Friuli-Venezia Giulia è composto da due parti: una più vasta, il Friuli, che comprende tutta l’area attraversata dal fiume Tagliamento; l’altra, molto più ristretta, la Venezia Giulia, racchiusa tra la Slovenia e il mare. La regione confina con: Veneto, Austria, Slovenia e Mare Adriatico. Orografia Il territorio del Friuli-Venezia Giulia è suddiviso in fasce quasi parallele tra loro. A nord ci sono le ultime parti della catena delle Alpi orientali. In questa zona montuosa le cime sono più basse rispetto a quelle occidentali e più dolci e arrotondate. Più a sud c’è la fascia delle colline e poi la vasta parte pianeggiante, la Pianura Veneto-Friulana. A ridosso della fascia costiera, a sud della regione, si trova il Carso.

montagna 43%

pianura collina montagna pianura 38%

collina 19%

Idrografia Lungo le coste il terreno basso della pianura ha favorito la formazione di ampie lagune e di lunghi tratti di spiaggia sabbiosa. Nella parte della Venezia Giulia le coste alte e rocciose proteggono il porto di Trieste. I fiumi del Friuli-Venezia Giulia, il Tagliamento e l’Isonzo, si gettano nell’Adriatico.

Il clima

Nel Friuli-Venezia Giulia si trova il clima alpino sulle montagne, continentale nella parte pianeggiante e più mite lungo le coste. Da nord-est, spesso, nelle stagioni fredde, soffia la bora, un vento così forte da raggiungere anche i 150 chilometri all’ora. Il fiume Isonzo.

La Riserva Marina di Miramare Vicino a Trieste si verifica nel mare un fenomeno particolare: l’escursione tra la bassa e l’alta marea è maggiore rispetto ad altre parti del Mar Mediterraneo. Qui alcuni organismi marini si sono adattati a vivere diverse ore fuori dall’acqua. Questo ambiente marino, per continuare a esistere, deve essere tutelato. Perciò è stata istituita la Riserva Marina di Miramare.

170


Antropologia I dati Abitanti: 1 211 357 Ci sono 153 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Trieste, Gorizia, Pordenone, Udine Pensiero computazionale Il porto di Trieste.

Le attività

L’attività industriale è quella che dà maggior benessere alla regione. Sono presenti grandi complessi chimici, industrie alimentari e siderurgiche. Importanti sono i cantieri navali di Trieste. La città è un importante scalo per le navi che portano il petrolio destinato anche alle nazioni dell’Europa centrale. L’agricoltura e l’allevamento di suini e bovini rappresentano un’essenziale fonte di reddito. Sono famosi in tutto il mondo i vini e i salumi, come il prosciutto di San Daniele. Il turismo è fiorente soprattutto nelle zone costiere.

Il capoluogo

Trieste si affaccia sull’ampio golfo che accoglie la città con il suo porto e una serie di baie e porticcioli e impressionanti scogliere con castelli a picco sul mare. Il più spettacolare tra questi è il Castello di Miramare. Il porto di Trieste è importante anche perché viene utilizzato da Austria e Ungheria, che non hanno sbocchi sul mare.

Per studiare • Quali sono le caratteristiche della regione carsica? • Anche il Friuli-Venezia Giulia ha un nome che indica le caratteristiche di questa regione. Quali? • Com’è la costa di questa regione?

} }

Per  costruire competenze

• In questa regione si attua un modo diverso di fare turismo: l’albergo diffuso. Dal nome puoi fare alcune ipotesi su che tipo di accoglienza ci si propone di offrire ai turisti.

Piazza Unità dʼItalia a Trieste.

La popolazione

Nel Friuli-Venezia Giulia si sono incontrate, durante i secoli scorsi, tre grandi civiltà: quella latina, da cui discende quella italiana, quella slava e quella germanica. Oltre all’italiano, ci sono zone in cui la popolazione parla il friulano, lo sloveno e il tedesco.

Un poʼ di storia

Giovedì 6 maggio 1976: cinquanta interminabili secondi di terrore! Una forte scossa sismica investì il Friuli, devastandolo. 18 000 le case distrutte e tantissime quelle danneggiate. Servirono 10 anni per ricostruire ciò che il terremoto aveva spazzato via in un minuto! Quaderno operativo, p. 39

Atlante, pp. 30-31

171


Emilia-Romagna PARLIAMO di ... L’Emilia-Romagna è “il ponte” che collega l’Italia settentrionale all’Italia centrale. L’immagine che colpisce di più, arrivando da nord in Emilia-Romagna, è quella di una terra fertile, ben organizzata, attraversata da grandi vie di comunicazione. L’Emilia-Romagna è la regione della buona cucina, delle lunghe spiagge e della musica. Come molte regioni italiane è ricca di opere d’arte: dalle torri di Bologna ai mosaici di Ravenna. Bologna è il capoluogo.

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Tosco-Emiliano • Cime: Monte Cimone • Pianure: Pianura Padana • Fiumi: Reno, Po e affluenti di destra (Trebbia, Taro, Secchia, Panaro) • Lagune: Valli di Comacchio • Mari: Adriatico

172

Colora lʼEmilia-Romagna.


Emilia-Romagna

Gli elementi del territorio

L’Emilia-Romagna è la regione che ci introduce all’Italia peninsulare. La regione confina con: Lombardia, Veneto, Mare Adriatico, Marche, Piemonte, Toscana, Liguria e San Marino. Orografia Poco meno della metà del territorio dell’Emilia Romagna è pianeggiante. Si tratta della parte meridionale della Pianura Padana che va dal Po, che segna il confine settentrionale della regione, fino ai rilievi appenninici. Sui terreni argillosi dei rilievi sono facilmente visibili i calanchi, profondi avvallamenti scavati dallo scorrimento delle acque. Le zone costiere sono basse, con ampie spiagge sabbiose e, man mano che si sale verso il delta del Po, diventano paludose. Idrografia Un tempo, nei pressi del mare, vi erano molte zone umide; oggi sono rimaste solo le Valli di Comacchio a sud del delta del Po. I fiumi della regione sono, per la maggior parte, affluenti di destra del Po. Il Reno anticamente era un affluente del Po ma con il tempo ha deviato il suo corso per la grande quantità di materiale alluvionale trasportato e ora sfocia direttamente nel mare.

Il clima

Il clima dell’Emilia-Romagna è di tipo continentale all’interno, alpino sulle cime più alte dell’Appennino. Lungo la fascia costiera risente dell’influenza mitigatrice del mare, anche se, durante l’inverno, i venti freddi provenienti da est abbassano la temperatura.

I dati

T erritorio

Superficie: 22 453 km2 pianura 48%

collina montagna 27% 25%

pianura collina montagna

La Repubblica di San Marino Al confine tra l’Emilia-Romagna e le Marche si trova la piccola Repubblica di San Marino. Nel suo territorio collinare si erge il Monte Titano. Questo monte dalle pareti inaccessibili, difficile da assaltare, ha contribuito all’ininterrotta indipendenza del piccolo Stato.

Pensiero computazionale

Per studiare • Che cosa significa che la regione fa da “ponte” tra l’Italia settentrionale e quella centrale? • Qual è la zona umida che si trova nella parte orientale dell’Emilia-Romagna? • Quali regioni confinano con l’Emilia-Romagna? • Quale stato straniero si trova tra la Romagna e le Marche?

Il borgo medievale di Brisighella, Ravenna. Atlante p. xx

173


Antropologia

Emilia-Romagna Puglia

I dati

Le attività

Le vaste e fertili superfici dei terreni pianeggianti, la modernizzazione delle aziende agricole fanno dell’agricoltura un settore fondamentale per l’economia della regione. L’industria è basata su aziende medio-piccole; il settore industriale più importante è quello agro-alimentare. Questa regione è famosissima per la produzione di formaggi e di prosciutti. Il settore terziario, in Emilia-Romagna è sviluppato, soprattutto per quanto riguarda il commercio grazie a una fittissima rete di vie di comunicazioni stradali, autostradali e ferroviarie che attraversa la regione. Il turismo, soprattutto quello balneare della Riviera romagnola, costituisce una fonte di ricchezza.

Abitanti: 4 467 118 Ci sono 199 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Bologna (città metropolitana), Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini

Piazza Maggiore a Bologna.

Il capoluogo

Sede della più antica Università del mondo occidentale, Bologna è una città con un’intensa vita culturale e un importante patrimonio storico. Tra i simboli più caratteristici del capoluogo emiliano ci sono i “portici”, camminamenti coperti che uniscono strade e piazze. I portici raggiungono una lunghezza complessiva di ben 42 chilometri! Altro simbolo di Bologna sono le 2 torri: la Torre Garisenda, di 42 metri di altezza, e la Torre degli Asinelli, di 92 metri. Basilica di San Vitale a Ravenna, patrimonio UNESCO.

Un poʼ di storia

} }

Pensiero computazionale

In epoca preromana, la regione era abitata dagli Etruschi. Poi fu conquistata dai Romani, nella loro inarrestabile espansione verso nord. Quando l’Impero romano si divise in due parti, Ravenna divenne la capitale dell’Impero romano d’Occidente.

Per la mappa

Organizza le risposte alle seguenti domande in uno schema che puoi utilizzare per esporre ciò che hai imparato. • Dal punto di vista fisico, quali elementi unificano quasi tutte le regioni settentrionali? • Perché ben tre regioni sono a statuto speciale? • Quali sono i settori dell’economia più redditizi per questa parte d’Italia? Mappa, Quaderno operativo, pp. 42-43

174

Quaderno operativo, p. 40

Atlante, pp. 32-33


L’It alia settent rionale Territorio

Capoluogo e città principali

Attività

Sintesi

Regione

} } Caratteristiche o particolarità

Valle dʼAosta

Montagna 100%

Aosta

Turismo, allevamento bovino.

È la più piccola regione italiana.

Piemonte

Montagna 43% Collina 30% Pianura 27%

Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano-CusioOssola, Vercelli

Regione economicamente progredita in tutti i settori.

È la regione “ai piedi dei monti”.

Liguria

Montagna 65% Collina 35%

Genova, Imperia, La Spezia, Savona

Il turismo è lʼattività più importante della regione.

Piccola regione dalla particolare forma ad arco.

Lombardia

Montagna 41% Collina 12% Pianura 47%

Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

Agricoltura e industria: attività tecnologicamente più avanzate.

È la regione con il maggior numero di abitanti.

Veneto

Montagna 30% Collina 14% Pianura 56%

Venezia, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza

Agricoltura e piccole industrie. Turismo montano e balneare.

Regione con grande varietà di paesaggi.

TrentinoAlto Adige

Montagna 100%

Trento, Bolzano

Turismo estivo e invernale. Coltivazione di mele e uva.

È diviso in due zone con culture diverse: italiana a sud e tedesca a nord.

FriuliVenezia Giulia

Montagna 43% Collina 19% Pianura 38%

Trieste, Gorizia, Pordenone, Udine

Fondamentale la piccola e media industria.

In alcune zone si parla il friulano, lo sloveno e il tedesco.

EmiliaRomagna

Montagna 25% Collina 48% Pianura 27%

Bologna, Ferrara, ForlìCesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini

Fonti di reddito importanti: agricoltura, industria agroalimentare, turismo.

Al confine con le Marche cʼè la Repubblica di San Marino.

Quaderno operativo, pp. 44-45

Flip Poster, p. 9

175


L’ ITALIA

to Unità di Apprendimen

SAN MARINO

o

M. Falterona

1654

M. Fumaiolo

ne

L. di Bracciano

Monterotondo

Roma

Tivoli

L a z i o Velletri

bro Om

T i r r e n o

Avezzano

2064 C i Monti o c Ernici ia ri

Frosinone

Latina Anzio

ru

z

Termoli

a

Ga

Isernia

rig

lian o

rn

fe

Bi

o

Molise 2050

Matese

Sa n

Campobasso

n

i

App

en

ni

Puglia

no

Ca ano

Campania

mp

Apprendo da solo/a

Lanciano

Sulmona

2241

Golfo di Gaeta

Classe capovolta

La Maiella

la Meta

Formia

Terracina

2795

o

Agro Pontino

Chieti

Abruzzo

Ab

se

M a r

no

ze

Lido di Ostia

2912

L’Aquila

i

Fiumicino

o

Pescara

Gran Sasso d’Italia

nn

CITTÀ DEL VATICANO

Rieti

c

San Benedetto del Tronto

Tronto

pe

Tarquinia

Civitavecchia

Ascoli Piceno

Ap

ere Tev

Giannutri

Monti Cimini

1053

M. Argentario

i

Teramo

Terminillo

2216

Viterbo

635

i

m

a

2478

Terni

r

Orvieto

L. di Bolsena

t

Fermo

ni

Grosseto

d

Umbria

1738

m

g

Giglio

sc an o

iano

M. Amiata

za ten Po

illi ti Sib Mon

e

la

Orbetello

o

Foligno

a

Civitanova Marche

Marche

chig

r

e

Isola d’Elba

T

Perugia

M. Conero

572

o Esin Fabriano Macerata

Mar

a

Portoferraio

ro -

Montepulciano

M

Piombino

Montecristo

Lago Trasimeno

Ancona Jesi

U mb

ere Tev

1060

p.

Gubbio

Colline Metallifere

o

Ap

Siena

Capraia

Urbino

1407

Arezzo

Toscana

A

Firenze

Empoli

Cecina

Pianosa

an

e

Pistoia

r

Arno

Gorgona

p ci Ar

Ciò che è comune a tutta l’Italia centrale è la catena appenninica che attraversa la macroregione da nord a sud dividendola idealmente in due parti: una che arriva fino al Mar Tirreno (a ovest) e l’altra che scende fino al Mare Adriatico (a est).

E m903 ili

o Arn

Rifletti su ciò che già sai

Passo della Futa

a

Pisa

co-

Prato

Livorno

L i g u r e

Tos

932

Lucca

Viareggio

Metacognizione

ino

Passo della Porretta

Massa

a

enn

Carrara

Pe sc ar

App

Liguria

M a r

4

Emilia-Romagna

1039

M

centrale

Passo della Cisa

La carta fisico-politica dell’Italia centrale mostra qual è il territorio e quali sono le regioni di quest’area.

Osserva la carta geografica dell’Italia centrale e le fotografie con le relative didascalie.

Gli Appennini sono la “spina dorsale” dell’Italia centrale.

Le coste dei due versanti dell’Italia centrale sono diverse tra loro. A ovest ci sono coste che variano continuamente: alte e frastagliate, ghiaiose, rocciose intervallate da tratti sabbiosi. A est sono basse e sabbiose, tranne poche eccezioni.

0

Che cosa hai imparato da solo/a Scrivi un breve testo “giornalistico” che illustri, dal punto di vista del territorio, gli elementi comuni e quelli differenti delle regioni dell’Italia centrale.

176

Quaderno operativo, pp. 46-48


Toscana

Colora la Toscana.

PARLIAMO di ... La Toscana è la regione degli antichi Etruschi. Che cosa offre la Toscana a chi decide di andare a visitarla? L’elenco sarebbe decisamente lungo, perché questa regione ha molti “gioielli” da mostrare sia dal punto di vista paesaggistico sia dal punto di vista culturale. La costa alterna spiagge lunghe e sabbiose a scogliere rocciose e suggestivi promontori. Allontanandosi dal mare, ci si immerge in una serie di colline, famose per la bellezza della natura. I caratteristici borghi medievali, che spesso sono stati costruiti sulle loro cime, raccontano la storia di quei luoghi. Poi le città d’arte, le necropoli etrusche, i castelli, le abbazie… e la lista potrebbe continuare. Firenze è il capoluogo. Passo d. Cisa 1041

Lun

Classe capovolta A

igi a na

p p e n ni SGarf n o a Carrara h io g n

LIGURIA

Passo dell’Abetone

er

an

a

Ve rs

Lucca

ilia

903 o T o s c o - E m i l i a n Mugell Pistoia o Prato M. Falterona 1654

MAR CHE

o

o

gn

tin Arezzo

p e c i A r

i Va l d i C h

i

Siena

Ceci

a

Metallifere

M

UMBRIA

a

l a

M. Amiata

g

1738

on

Om br

e

T s

m

o

a

n

m

c

I. Pianosa

e

o

r

Grosseto

Isola d’Elba (Livorno)

Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Tosco-Emiliano • Cime: Monte Amiata • Colline: Colline Metallifere, Monti del Chianti • Pianure: Maremma, Valdarno • Fiumi: Arno • Isole: Arcipelago Toscano • Mari: Tirreno

an

Colline

I. di Capraia

(Livorno)

Arn

ia

nt

na

(Livorno)

ma

(Livorno)

o

no

r

Ch

I. di Gorgona

el

sen

Va l d a r n o Inf.

Livorno

a ld

Va i d n t nti M o hia C

Arn

Tirreno

Ca

FIRENZE

o

Pisa

Prato

Mar

Passo della Futa

1388

c

Alpi Apuane

Massa

Apprendo da solo/a

EMILIA-ROMAGNA

o M. Argentario

I. di Montecristo (Livorno)

na

eg

a

b Al

LAZIO

635

I. del Giglio (Grosseto)

I. di Giannutri (Grosseto)

177


T erritorio

Toscana

Gli elementi del territorio

La Toscana è una regione italiana conosciuta in tutto il mondo. In particolare è apprezzata per la sua zona collinare che ne ricopre una buona parte. Situata nella zona centro-occidentale della Penisola, la Toscana confina con: Mar Tirreno, Liguria, Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Lazio. Orografia Il territorio della regione è gran parte collinare. Le montagne appenniniche si trovano nella parte nord-orientale, al confine con l’Emilia-Romagna. Panorami particolari si possono ammirare sulle Alpi Apuane. Il nome “Alpi” è dovuto alle cime aspre e aguzze, difficili da scalare. Queste montagne sono formate anche da rocce di marmo. Le pianure coprono solo una piccola parte del territorio regionale: la più importante è la Maremma che, prima di essere bonificata, era una palude. Altre pianure si trovano lungo le valli. Idrografia L’Arno è il fiume più importante, attraversa Firenze e Pisa. I laghi, invece, sono di modeste dimensioni. Alla Toscana appartiene l’Arcipelago Toscano, di cui fa parte l’Isola d’Elba.

Il Parco dell’Uccellina Nella regione la grande attenzione alla natura e il rispetto delle biodiversità hanno portato alla realizzazione di vaste aree protette che coprono quasi un decimo del territorio. Nella Maremma si trova il Parco dell’Uccellina: 10 000 ettari di terreno protetto costituito da spiagge, pinete e macchia mediterranea. Il fiume Arno attraversa Firenze.

178

I dati Superficie: 22 987 km2 collina 67%

pianura collina montagna montagna pianura 25% 8%

Il clima

Il clima della regione è continentale nelle zone interne, mediterraneo e quindi mite lungo le coste tirreniche.


Toscana

Le attività

In Toscana le pianure, un tempo paludose, oggi sono terreno molte fertile. Sulle colline si coltivano soprattutto ulivi e viti, da cui si ricavano oli e vini di grande pregio. Tra le industrie spicca per importanza il settore tessile. Il turismo è una voce importante per l’economia regionale: le località della costa, le bellissime colline e le città d’arte richiamano moltissimi turisti.

Il capoluogo

Firenze è una delle città più belle del mondo. Fu fondata dai Romani, dopo aver sconfitto gli Etruschi. Tra il 1 400 e il 1 500, Firenze visse la sua età d’oro e vi lavorarono artisti molto importanti come Giotto, Botticelli, Michelangelo Buonarroti, Leonardo da Vinci… che lasciarono alla città opere d’arte d’inestimabile valore.

Antropologia

I dati Abitanti: 3 722 729 Ci sono 162 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Firenze (città metropolitana), Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena

Un po’ di storia

Anche la Toscana vanta tra le sue città una Repubblica Marinara: Pisa. Intorno all’anno 1 000 questa città divenne molto potente. L’obiettivo di Pisa non era quello di fare conquiste, bensì di assicurare il transito libero e sicuro alle sue navi. Pensiero computazionale

Per studiare • Quali sono i più importanti gruppi di colline della Toscana? • Che cosa si coltiva sulle colline della Toscana? • Quali sono le isole che si trovano di fronte al litorale toscano?

} }

Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze.

Soffioni boraciferi di Larderello.

Per  costruire competenze

I soffioni boraciferi di Larderello alimentano le centrali geotermiche costituendo una forma di energia rinnovabile. Con i compagni e le compagne procurati le informazioni necessarie per sapere: • se nella tua regione esistono fonti di energia rinnovabile; • se vengono sfruttate; • dove sono situate. Quaderno operativo, p. 49

Atlante, pp. 34-35

179


Umbria

PARLIAMO di ... L’Umbria è la regione dell’Italia centrale senza sbocchi sul mare. L’Umbria è caratterizzata da dolci e verdi colline e da città ricche di storia e tradizioni. Stradine di antichi borghi medievali, castelli bellissimi, paesini arroccati sulle colline ci trasportano con l’immaginazione nei tempi lontani attraverso un viaggio nel passato. In Umbria non c’è il mare, ma c’è un grande lago; non ci sono alte montagne, ma un continuo susseguirsi di colline ricche di boschi, e non c’è una grande pianura. Perugia è il capoluogo.

i a sc i

o

Ch

no

o-

a

a Ner

igi

an

o

re

e Tev

Cascate delle Marmore L. di Pediluco Ve

Terni

lin

o

Z

I

O

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Umbro-Marchigiano, Monti Sibillini • Cime: M.te Vettore • Fiumi: Tevere, Nera e Velino che formano la cascata delle Marmore • Laghi: Lago Trasimeno

180

2476

rch

Clit unno

Ma

br

br

To pi

N

A C

S

O

E

Um

m

U

Chiani

A

1571

M. Pennino

M. Subasio

L. di Corbara L. di Alviano

H

1432

1290

Va

C

M. Penna

lle

e tor Ne s

T

R

PERUGIA

L

M. Catria

A

Lago Trasimeno

1701

M

o in nn a pe in e A p b e r Tever Ti l

A

Va

Monte Vettore

Colora lʼUmbria.


Umbria

Gli elementi del territorio

L’Umbria, posizionata al centro dell’Italia, è l’unica regione dell’Italia peninsulare senza sbocchi sul mare. Il suo territorio è ricoperto da una lussureggiante vegetazione solcata da molti corsi d’acqua. La regione confina con: Toscana, Lazio e Marche.

I dati Superficie: 8 464 km2 collina 71%

Orografia Il territorio dell’Umbria è occupato dall’Appennino Umbro-Marchigiano con rilievi piuttosto modesti. Idrografia La regione è ricca di fiumi, il più importante dei quali è il Tevere che la attraversa da nord a sud. I fiumi Velino e Nera, incontrandosi, formano la Cascata delle Marmore. Con un’altezza di 165 metri, suddivisa in tre salti, offre uno spettacolo emozionante. La cascata fu realizzata dagli antichi Romani per bonificare i terreni paludosi attorno al fiume Velino. In Umbria si trova anche il lago più esteso dell’Italia peninsulare: il Lago Trasimeno.

T erritorio collina montagna

montagna 29%

Cascata delle Marmore.

Il clima

Il clima in Umbria è piuttosto mite, con piogge abbondanti. Solo sui rilievi più alti, durante l’inverno, è rigido con nevicate abbastanza frequenti.

Il Lago Trasimeno Il Lago Trasimeno è un lago particolare perché, nonostante sia uno dei più vasti, è profondo 6 metri al massimo. Inoltre è l’unico lago italiano di origine tettonica e non è alimentato da fiumi. Come mai, allora, non si prosciuga? Gli uomini, sin dai tempi antichi, hanno costruito canali artificiali che raccolgono le acque di alcuni torrenti e le fanno confluire nel lago. Il Trasimeno ha un unico emissario, sotterraneo e anche questo artificiale, che permette alle acque in eccesso di defluire verso il fiume Tevere.

181


Antropologia

Umbria

I dati

Le attività

Il turismo è l’attività più fiorente ed è legato soprattutto alle numerose città d’arte e alle bellezze del paesaggio. L’agricoltura, che si è specializzata in particolari tipi di coltivazioni, come l’ulivo, le lenticchie e il tabacco è diventata un’attività redditizia. La piccola e media industria e l’artigianato specializzato in merletti, ferro battuto, ceramiche, legno intarsiato sono fiorenti. L’industria idroelettrica, sfruttando la forza prodotta dall’acqua della cascata delle Marmore, fornisce l’energia indispensabile per lo sviluppo di queste attività.

Abitanti: 880 285 Ci sono 104 abitanti per km2 Capoluogo e città principale: Perugia, Terni

Il capoluogo

Perugia fu fondata dagli Etruschi su un colle da cui potevano dominare la Valle del Tevere fino al Lago Trasimeno. Come quasi tutte le città dell’Italia centrale, il centro storico di Perugia conserva la sua struttura medioevale, con stradine strette e tortuose e antichi palazzi. Tutto intorno corre una cerchia di mura costruita per la difesa della città.

Un po’ di storia

La civiltà umbra è la più antica d’Italia. Il nome è di origine greca e significa “bagnati”, perché questo popolo sopravvisse a una specie di diluvio che interessò la regione in tempi molto antichi. Gli Umbri sono “gli uomini della pioggia”, capaci di sopravvivere anche in condizioni climatiche avverse.

La città di Deruta è famosa per le sue bellissime maioliche.

Pensiero computazionale

Per studiare • Per quale motivo l’Umbria si distingue dalle altre regioni dell’Italia centrale? • La regione Umbria è ricca di acque dolci? Quali sono i fiumi e i laghi? • Quali sono le ragioni per cui i turisti, generalmente, visitano la regione?

182

Quaderno operativo, p. 50

Piazza IV Novembre a Perugia.

Atlante, pp. 38-39


Marche

Colora le Marche.

PARLIAMO di ... Le Marche… l’unica regione con il nome al plurale! Forse perché è considerata la regione dai tanti colori? Il verde delle colline e delle aree protette, il giallo dei campi di girasoli e il blu del mare. Nelle Marche vi è un sito UNESCO, il centro storico di Urbino, con il suo palazzo ducale. Anche il sottosuolo delle Marche offre meraviglie e spettacolarità. Dove? Nelle Grotte di Frasassi, con stalattiti e stalagmiti vecchie milioni di anni. Ancona è il capoluogo. EM ILIA-ROM AGN A

M

SAN MARINO

Pesaro

Montefeltro

A

r 572

i

o

M. Conero

a

U

ino

M. Catria

Es

m

t

ig

ia

nti

llini Sib i nti n o Mo

B

ie Ch

M. Pennino

n Te

na

Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Umbro-Marchigiano • Fiumi: Potenza, Metauro • Mari: Adriatico

o

ch

M 1571

a

c

U

ar

enz Pot

i

Macerata

M

A

o-

N

br

1701

d

in

1525

Apprendo da solo/a

e

ANCONA

Gola del Furlo

n

Bocca Trabaria M. Nerone 1049

ro tau Me

Urbino

e

r

a gli

A

p

n

A T O S C

p

Fo

1415 M. Carpegna

Classe capovolta

a

Fermo Aso

R

M. Priora

I

2334

Ascoli Piceno Tronto

A

2476

M. Vettore

ABRUZZO LAZIO

183


T erritorio

Marche

Gli elementi del territorio

La regione Marche, affacciata sull’Adriatico e riparata a ovest dalle montagne dell’Appennino, “tocca” ben cinque regioni e uno Stato straniero! Le Marche confinano con: Umbria, Toscana, Emilia-Romagna, Repubblica di San Marino, Abruzzo, Lazio, Mare Adriatico. Orografia Nelle Marche il territorio è totalmente montuoso o collinare. Nell’interno della regione si trova un paesaggio fatto di colline ricoperte da boschi e prati che si alternano alle coltivazioni di grano e ulivi. A ovest le montagne dell’Appennino Umbro-Marchigiano scendono fino al mare lungo vallate parallele. Sui fianchi delle montagne, in molte parti, sono ben visibili i calanchi, solchi scavati dalle acque di scorrimento. Al centro della regione, le montagne di roccia calcarea presentano fenomeni carsici. Infatti si formano bellissime grotte sotterranee, come quelle di Frasassi. Idrografia I fiumi, quasi paralleli tra di loro, hanno scarsa portata d’acqua e scorrono da ovest ad est. La costa, costituita da lunghe spiagge fatte di sabbia, ghiaia, scogli, è interrotta a metà dal promontorio del Conero, che divide la costa marchigiana in due tratti. Il Monte Conero è interessante per le sue alte e spettacolari falesie, coste rocciose con pareti a picco nel mare.

Il clima

Nella fascia montuosa il clima è piuttosto rigido. Diventa più mite man mano che ci si avvicina al mare, nonostante la presenza di venti freddi provenienti da nord e da ovest.

184

I dati Superficie: 9 401 km2 collina 69%

collina montagna

montagna 31%

Le Grotte di Frasassi.

I Monti Sibillini Sui Monti Sibillini ci sono molti luoghi caratterizzati dalle leggende sulle fate. Oltre alla Grotta della Sibilla, ci sono le Fonti delle fate, i Sentieri delle fate e la Strada delle fate. A Pretare e ad Ascoli Piceno, ancora oggi, una rappresentazione, la “discesa delle fate”, rievoca queste affascinanti creature.


Antropologia

I dati Il porto di Ancona.

Le attività

In questa regione vi è stata una forte crescita economica. Sono molto sviluppate la piccola e media industria, soprattutto scarpe, borse, oggetti in pelle, mobili per l’arredamento. Sono famose anche le cartiere, che producono carta. Il turismo, che è sempre stato un’importante fonte di reddito per la popolazione, oggi è in costante sviluppo. Le località balneari richiamano molti turisti durante il periodo estivo e le belle città d’arte cominciano a essere maggiormente conosciute. Sulle colline l’agricoltura è una delle attività prevalenti; così come l’allevamento del bestiame, che permette la produzione di latte e formaggi rinomati.

Abitanti: 1 518 400 Ci sono 162 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino

Il capoluogo

Ancona si trova sotto il promontorio del Conero; qui la costa forma una sorta di gomito, che in greco antico era chiamato ankon, da cui il nome della città. Ad Ancona c’è un importante porto da cui, tra l’altro, partono molti traghetti per i Balcani e la Grecia.

Un po’ di storia

I Piceni, la prima importante civiltà marchigiana, segnarono profondamente la storia di questa regione. Nella necropoli di Sirolo-Numana, uno dei maggiori centri della cultura picena, sono stati ritrovati reperti molti interessanti: tra questi una preziosa tomba di una dama del tempo, detta la regina di Numana. Nella sepoltura sono stati rinvenuti gioielli in avorio, bronzo, ambra, vetro, vasi riccamente decorati, strumenti per la filatura e due carri. Quaderno operativo, p. 51

Atlante, pp. 36-37

Castelfidardo è famoso perché vi si trovano diverse botteghe artigianali in cui si fabbricano strumenti musicali come fisarmoniche, pianole, organi. Inoltre vi è anche il celebre Museo Internazionale della Fisarmonica.

Pensiero computazionale

Per studiare • Quali sono le province delle Marche? • Che cos’è il Conero? Dove si trova? • Quali industrie si trovano nelle Marche?

185


Lazio

Colora il Lazio.

PARLIAMO di ... La regione in cui è nata la potenza dell’antica Roma. Quando si parla del Lazio si pensa a Roma, la grande città capitale d’Italia, con un bagaglio di reperti archeologici e tesori artistici che, forse, nessun’altra città al mondo possiede. Non solo Roma, ma tutto il Lazio è da scoprire. La regione è ricca di siti archeologici: dalle necropoli etrusche agli scavi romani che testimoniano la vita e la cultura di quei popoli antichi. In questa regione sono importanti anche i paesaggi: territori che vanno dalle spiagge sul Mar Tirreno alle colline, alle montagne, ai “rotondi” laghi di origine vulcanica. MARCHE

U

R

i Vo l s i ni

M. Gorzano

2458

Monti Reatini

S M. Terminillo 2216 Rieti

A

1368

M. Pellecchia

ad iR oma

ROMA

ro

M

g

pa

Agr

on

l c e i a

Erni

Frosinone

M. Petroso La Meta 2241

1090

1535

I. Zannone I. di Ponza

MOLISE

Liri Monti Aurunci

C

I. Palmarola

O

Monti Ausoni

541

o

Z

M. 2003 c i Cornacchia 2247

r i a

Monte Circeo

n

Z

i

S ac c o

ti

U

Garigliano

e

Monti

o

R

2158

ti L epi ni

L. di Fogliano

r

Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Laziale • Cime: Monte Terminillo • Pianure: Maremma Laziale, Agro Romano, Agro Pontino • Fiumi: Tevere • Laghi: Lago di Bolsena, Lago di Vico, Lago di Bracciano, Lago di Albano, Lago di Nemi • Isole: Isole Ponziane • Mari: Tirreno

186

M

i

no

Apprendo da solo/a

C

Colli Albani

o Latina P o n

r

ruin

ia

no

gn

ma

r

Classe capovolta

iS im b

M. Viglio

m L. di 949 C a AlbanoL. di Nemi

i

nt

z La

Ro

a T

Mo

B

I A

le

A

A

i n one p e n n Anie

zia

M

e

La

S

N

in i

a

ti

A

n

Teve r

p to Sal ano i n i Tura a b

nti Cim Mo L. di Vico i Sabatini ont L. di Bracciano

m

in

Mo

ab

Viterbo

P

a

rem

A

L. di Bolsena

Fior

Ma

I

Mella

on t

B

Velino

M

T O S C A N A

M

I. di Gavi

Isole Ponziane (Latina)

I. Ventotene

I. S. Stefano

A

M


Lazio

Gli elementi del territorio

Il Lazio è una regione dell’Italia centrale che confina con: Mar Tirreno, Toscana, l’Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Campania. Orografia Il territorio del Lazio è prevalentemente collinare. Le montagne, che si trovano al confine con l’Abruzzo, appartengono all’Appennino Laziale. Le pianure si trovano in prevalenza lungo la costa. Le più importanti sono: la Maremma Laziale, l’Agro Romano, l’Agro Pontino. Molte di esse erano un tempo acquitrinose, ma furono bonificate e oggi sono intensamente coltivate.

T erritorio

I dati Superficie: 17 232 km2 collina 54%

pianura collina montagna pianura montagna 20% 26%

Idrografia Nella regione scorre uno dei fiumi più lunghi d’Italia: il Tevere, che giunge nel Lazio dopo aver attraversato tutta l’Umbria. Sulle rive di questo fiume è stata fondata la città di Roma. I numerosi laghi nella parte più settentrionale della regione sono, per la maggior parte, di origine vulcanica, come il Lago di Bracciano, di Bolsena e Vico. Le coste sono basse e sabbiose. Nella parte meridionale del Lazio è stato istituito il Parco Naturale del Circeo. Di fronte a questo promontorio si trova l’arcipelago delle Isole Ponziane; isole di origine vulcanica.

Il clima

Nel Lazio il clima è temperato sulla costa, più rigido e piovoso nelle zone interne.

La Città del Vaticano Nella regione Lazio si trova un vero e proprio Stato: la Città del Vaticano. È il più piccolo Stato del mondo, con una superficie di soli 44 ettari, meno di metà chilometro quadrato, e circa 1 000 abitanti.

187


Antropologia

Lazio Puglia

I dati

Le attività

La presenza della Capitale, dove hanno sede il Governo, i Ministeri, le direzioni di grandi banche, molte aziende statali e numerosi uffici collegati alle Istituzioni pubbliche, ha determinato un forte sviluppo del settore dei servizi. Infatti sono molti i lavoratori impiegati negli enti pubblici. Il turismo rappresenta una grande fonte di reddito per la regione. Roma, infati, attrae ogni anno milioni di visitatori. L’agricoltura e l’allevamento sono fiorenti sia nelle fertili pianure sia nelle colline. L’industria è concentrata nelle aree di Latina, Frosinone e Roma.

Abitanti: 5 865 544 Ci sono 340 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Roma (città metropolitana), Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo

Il capoluogo

Roma è la capitale d’Italia, antica quanto la nostra storia. Ha un patrimonio artistico culturale tra i più ricchi al mondo. I siti archeologici, i palazzi sorti nel corso dei secoli, le chiese, i musei… mostrano la “grandezza” di Roma nel tempo. Il Colosseo.

Rovine del Foro Romano.

Un po’ di storia

Pensiero computazionale

Nata come piccolo borgo di pastori, nel corso dei secoli, Roma è sempre stata una capitale: prima del Regno, della Repubblica e dell’Impero romano, poi dello Stato della Chiesa, infine dello Stato italiano. Sin dai primi secoli della sua lunghissima storia, Roma può essere considerata la prima grande metropoli dell’umanità. La sua cultura, la sua lingua, il latino, si diffusero in tutto il bacino del Mediterraneo. Da ogni parte dei vastissimi possedimenti, milioni di persone si riversavano e si incontravano nella “città eterna”, scambiando prodotti e cultura.

188

Per studiare Roma ha molte particolarità: • è la ........................................ d’Italia; • è il ..................................... del Lazio; • all’interno del suo territorio c'è uno Stato: .......................................... ............................................................... Quali sono le isole che sono di fronte alla costa laziale?

Quaderno operativo, p. 52

Atlante, pp. 40-41


Abruzzo

Colora l’Abruzzo.

PARLIAMO di ... L’Abruzzo è la regione dei monti più alti dell’Appennino. Che emozione un viaggio in Abruzzo per chi ama la montagna ricca di vegetazione! Nei parchi naturali, che sono stati istituiti per proteggere l’ambiente, vivono i lupi e gli orsi marsicani. L'Abruzzo è una regione di tradizioni antiche, ma è proiettata anche verso il futuro. I laboratori LNGS (Laboratori Nazionali del Gran Sasso), in cui si svolgono ricerche scientifiche all’avanguardia, sono i laboratori sotterranei più importanti del mondo. L'Aquila è il capoluogo.

aga

M a r e

Teramo

2458

O

Pescara a

L’AQUILA

A

Z

I

Lago di G r a n S a s s o d ’It 2914 Campotosto Corno Grande a l i

p

Conca e dell’Aquila At

o

A L

Sim

bru

ini Va

i c a

l R

ov

L

A

Z

et

I

Massiccio

Sa

Monte Amaro 2795

ro

ng

Conca della Maiella b di Sulmona r u Mo n t i d z ei F z Lago di r en e Scanno 1412 tan s i e

1120 A

del r Conca s Fucino

a

nti

Chieti

ern

n

i M. Sirente 2349 2487 n Forca Monte Velino o Caruso

M

Mo

a

ar

sc

Pe

p

n

A d r i a t i c o

Vomano

M. Gorzano

Bocca M o n t i d e l l a di Forlì Me 891 M. Petroso t a

o

2247

O

M

no

i nt

aL

Tr ig

ll de

nto Tro

E

Mo

M A R C H E

O

L

I

S

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Abruzzese • Cime: Corno Grande (Gran Sasso), Monte Amaro, La Maiella • Fiumi: Pescara, Sangro • Mari: Adriatico

Saper fare p. xx

Atlante p. xx

189


T erritorio

Abruzzo

Gli elementi del territorio

I dati Superficie: 10 832 km2 montagna 65%

L’Abruzzo è una regione dell’Italia centrale affacciata sul Mare Adriatico che confina con: Lazio, Marche, Mare Adriatico, Molise. Più di un quinto del territorio è stato difeso istituendo diversi parchi naturali. Orografia Nella parte montuosa dell’Abruzzo si trovano i massicci del Gran Sasso e della Maiella con le cime più alte dell’Appennino. Sull’appennino abruzzese è situato anche l’unico ghiacciaio di questa catena, il Calderone. Nel cuore dell’Appennino Abruzzese si trova una zona di altipiani, come la Piana del Fucino che un tempo era un lago. Il territorio rimanente è formato da colline aride, argillose e brulle. Il terreno argilloso è friabile e soggetto a frane. Idrografia I fiumi dell’Abruzzo, che si gettano nel Mare Adriatico, sono brevi e paralleli tra loro. Il più importante è il fiume Pescara. Lungo il Mare Adriatico le coste sono basse e sabbiose a Nord, più frastagliate a Sud.

Il clima

Il clima abruzzese è mediterraneo lungo la costa, dove le precipitazioni sono scarse. Sulle cime più alte è di tipo alpino con abbondanti nevicate durante l’inverno.

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise Nella regione si estende buona parte del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Qui sopravvivono specie animali che sono a rischio di estinzione: il lupo appenninico, l’orso bruno marsicano, il camoscio d’Abruzzo.

190

collina montagna collina 35%

La Conca del Fucino La Conca del Fucino è una delle zone più fertili della regione. Un tempo era un basso lago e, sin dall’epoca romana, si cercò di bonificare il territorio paludoso. Solo nel 1 800 fu definitivamente prosciugato. Qui sorge un importante centro per le telecomunicazioni satellitari: Telespazio.

} }

Per  costruire competenze

L’orso marsicano è un animale protetto perché ne esistono solo pochissimi esemplari. Nella tua regione esiste un programma per proteggere elementi della flora o della fauna tipici? Fai una ricerca per scoprirlo.


Antropologia

I dati Abitanti: 1 305 770 Ci sono 122 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: L’Aquila, Chieti, Pescara, Teramo

Le attività

Palazzo dellʼEmiciclo, LʼAquila.

In Abruzzo, le numerose località balneari lungo la costa, e le stazioni sciistiche sulle alte montagne contribuiscono a rendere il turismo una buona fonte di reddito. Le particolarità del territorio hanno favorito lo sviluppo dell’allevamento del bestiame, accanto ad un’agricoltura caratterizzata da colture particolari come lo zafferano e la liquirizia. Le industrie sono nate soprattutto lungo la costa, dove le comunicazioni e i trasporti sono più facili. Negli ultimi anni si è sviluppata un’importante industria tecnologica.

Una produzione tipica dellʼAbruzzo è lo zafferano, che si ricava dagli stimmi di particolari fiori e lo si usa sia per dare sapore ai cibi sia come colorante naturale.

Il capoluogo

Si dice che l’attuale struttura della città de L’Aquila risalga al Medioevo, quando un nobile del tempo riuscì a unire i 99 feudi presenti sul territorio. Per celebrare questo avvenimento, a L’Aquila fu costruita un’imponente fontana, che distribuisce acqua da 99 spruzzi. È la fontana delle 99 cannelle ed è uno dei monumenti più importanti della città e suo simbolo principale.

Un po’ di storia

La fontana delle 99 cannelle.

Pensiero computazionale

Per studiare • Qual è il tratto degli Appennini che attraversa l’Abruzzo? • Che cos’è la Piana del Fucino? • Che particolarità hanno i fiumi dell’Abruzzo? • Hai studiato altre regioni i cui fiumi scorrono nello stesso modo? Quaderno operativo, p. 53

Atlante, pp. 42-43

Nell’attuale Abruzzo vivevano i Sanniti, fiero popolo che impegnò l’esercito romano in ben tre guerre prima di soccombere. In seguito a uno scontro con l’esercito romano, avvenne l’episodio delle Forche Caudine. I Romani, accerchiati dai Sanniti, dovettero arrendersi e i soldati, gli ufficiali e anche i consoli furono obbligati a passare disarmati sotto un giogo.

191


Molise PARLIAMO di ... Il Molise è la regione delle campane e delle zampogne. Il Molise un tempo era famoso per gli zampognari che, nel periodo di Natale, lasciavano la loro terra per suonare la zampogna nelle piazze e nelle vie delle città italiane. Il territorio di questa regione, prevalentemente montuoso e collinare, ha visto la sua popolazione dedicarsi soprattutto alla pastorizia. I pastori praticavano la transumanza, cioè spostavano le greggi verso i pascoli pugliesi. Questo spostamento continuo ha tracciato i “tratturi”. Oggi questi antichi sentieri sono tutelati nel Parco dei tratturi. Campobasso è il capoluogo. Mare Adriatico Z O

no

B R U Z

Tri g

A

Lago di Monti dei Guardialfiera Frentani

1746

M. Campo

1020

M. Mauro

n

n

L

in

A

Isernia

o

S

a

n

Z

CAMPOBASSO n

I

O

Monti S a de l Mn n M. Miletto a t e i o515 se 2050 M. Mutria

A

Lago di Occhito it

a

1832

C

A

M

P A

N

I

A

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Sannita, monti della Meta, Monti del Matese • Fiumi: Biferno, Fortore • Laghi: Lago di Guardialfiera, Lago Occhito • Mari: Adriatico

192

I

re

rto

Fo

L

e

no

fer

Bi

G

Bocca di Forlì

p

U

891

Monti della Meta La Meta 2241 Le Mainarde

p

P

A

Colora il Molise.


T erritorio

Gli elementi del territorio

La regione Molise è una piccola regione che unisce l’Italia centrale a quella meridionale. Bagnato a est per un breve tratto dal Mare Adriatico, il Molise confina con: Lazio, Abruzzo, Puglia e Campania. Orografia Il territorio è occupato, in parti quasi uguali, dalle montagne e dalle colline. Le cime dell’Appennino Sannita presentano alcuni massicci che superano i 2 000 metri nella parte più interna della regione. Le colline sono aride, percorse dai calanchi e digradano verso la costa adriatica che si presenta bassa e lineare. Idrografia I fiumi sono a carattere torrentizio: hanno scarsa portata d’acqua e scorrono da ovest verso est. Il fiume più lungo è il Biferno. Il Molise non ha significativi laghi naturali. Ha però due vasti bacini artificiali realizzati sia per l’utilizzo dell’acqua potabile sia per l’irrigazione.

Gole del Quirino nel matese.

I dati Superficie: 4 460 km2 montagna 55%

collina montagna

Il clima

Il clima è di tipo mediterraneo sulle coste, mentre è molto più freddo sui rilievi.

collina 45%

I monti del Matese I monti del Matese, al confine della Campania, sono tra i più alti dell’Appennino, ci sono cime che arrivano a 2 000 metri. Queste montagne sono famose per i fenomeni carsici che hanno dato origine a numerose grotte molto profonde. Tra questi monti si trova l’Oasi WWF di Guardaregia-Campochiaro in cui i sentieri si snodano tra cascate, canyon e gole. I boschi di castagni, faggi, aceri ospitano una fauna molto particolare; tra gli animali che si possono incontrare c’è la salamandrina dagli occhiali, un piccolo anfibio che è anche il simbolo dell’oasi.

193


Antropologia

Molise Puglia

I dati

Le attività

L’agricoltura è molto praticata. Le moderne tecniche di coltivazione vengono applicate dove si coltivano tabacco, barbabietole da zucchero, ortaggi. L’allevamento di ovini e caprini è stata ed è un’attività tipica di questa regione. L’artigianato che produce zampogne, campane, oggetti in ferro battuto e merletti è molto attivo. La pesca è praticata lungo tutta la costa ed ha il suo centro a Termoli. Caratteristica è la pesca con il trabucco: grandi capanni di legno su palafitte che si protendono nel mare. A Termoli sono stati scoperti alcuni giacimenti di metano che forniscono energia alle industrie del territorio, quasi tutte di dimensioni modeste.

Il capoluogo

La città di Campobasso fu fondata probabilmente dai Longobardi. Solo più tardi, il piccolo centro storico, che raccoglie numerose testimonianze delle diverse epoche, fu ampliato per le esigenze dei suoi abitanti. Scorcio di Campobasso vecchia.

Abitanti: 302 265 Ci sono 68 abitanti per km2 Capoluogo e città principale: Campobasso, Isernia Pensiero computazionale

Per studiare • Qual è il territorio più diffuso? • Quale provincia del Molise si affaccia sul mare? • Nel Molise molti pescatori usano ancora un tradizionale sistema per pescare. Qual è?

} }

Pensiero computazionale

Per la mappa

Organizza le risposte alle seguenti domande in uno schema che puoi utilizzare per esporre ciò che hai imparato. • Dal punto di vista fisico, quali elementi unificano le regioni del centro? • In questa parte d’Italia ci sono due Stati che non fanno parte della Repubblica Italiana. Quali sono? • Quali sono i settori dell’economia più redditizi per questa parte d’Italia? Mappa, Quaderno operativo, pp. 56-57

Un po’ di storia

Agnone, piccolo paese vicino a Isernia, detiene un record: è la capitale delle campane. Qui, dall’anno 1 000, si producono le campane nella fonderia più antica del mondo.

194

Quaderno operativo, p. 36

Atlante, pp. 44-45


L’It alia cent rale Territorio

Capoluogo e città principali

Attività

Caratteristiche o particolarità

Toscana

Montagna 25% Collina 67% Pianura 8%

Firenze, Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena

Attività agricole e industriali. È importante il turismo.

I soffioni boraciferi di Larderello sono utilizzati per la produzione di energia geotermica.

Umbria

Montagna 71% Collina 29%

Perugia, Terni

Coltivazioni tipiche come quelle delle lenticchie e del tabacco. Fiorente lʼartigianato.

Le Cascate delle Marmore.

Marche

Montagna 69% Collina 31%

Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino

Piccola e media industria.

Le Grotte di Frasassi indicano la presenza di un territorio carsico.

Lazio

Montagna 26% Collina 54% Pianura 20%

Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo

Il settore terziario è quello trainante. Anche il turismo è una risorsa.

Allʼinterno della città di Roma c'è lo Stato del Vaticano, il più piccolo Stato indipendente.

Abruzzo

Montagna 65% Collina 35%

L’Aquila, Chieti, Pescara, Teramo

Turismo marino e montano. Si sta sviluppando lʼindustria delle moderne tecnologie.

Le aree protette dellʼAbruzzo coprono buona parte del territorio. Industria tecnologica.

Molise

Montagna 55% Collina 45%

Campobasso, Isernia

Artigianato: merletti, ferro battuto, campane. Allevamento di ovini.

Cʼè la fonderia più antica del mondo per la fabbricazione di campane. Si producono zampogne.

Quaderno operativo, pp. 58-59

Flip Poster, p. 9

195

Sintesi

Regione

} }


L’ ITALIA meridionale

San Domino

San Severo

Molise 2050

ano

e

Bra

2005

Basilicata

rb ag

ia

G. di Policastro

Gallipoli

da

nt e

Lamezia Terme Golfo di Sant’Eufemia

Stromboli

Isole Eolie

Ustica

Vibo Valentia

Salina

Filicudi

Panarea

Alicudi

Mazara del Vallo

Selinunte

lic e Be

S i c i l i a

Sciacca

Linosa

Isole Pelagie Lampione

Lampedusa

S

I

A

M on ti

Caltanissetta

Enna

N eb ro

di

1847

Etna 3323

Golfo di Squillace

A

p

Aspromonte

M a r

C. Spartivento

I o n i o

Golfo di Catania

Caltagirone

Monti Iblei Ragusa

C. Rizzuto

Catania

Lentini

Gela Licata Golfo di Gela Vittoria

1955

Reggio di Calabria

Acireale

Misterbianco

Piazza Armerina

Messina Stretto di Messina

1979

Madonie

Agrigento

Pantelleria

Cefalù

Partinico

Canicatti

Osserva la carta geografica dell’Italia meridionale e insulare e le fotografie con le relative didascalie.

Milazzo Barcellona Pozzo di Gotto

Simeto

Segesta

Marsala

Apprendo da solo/a

Alcamo

Levanzo

Favignana

Palermo

Gioia Tauro

Crotone

Catanzaro

p

Vulcano

di re lfo ma Go llam ste Ca

Trapani

Golfo di Gioia

Lipari

n i n o

sie

Calabria

C. Carbonara

Golfo di Cagliari

n

le

1928

C. Spartivento

P. Alice

La Sila

Cosenza

C. Santa Maria di Leuca

Rossano

e

no

Ig

C. Teulada

Ta r a n t o

Golfo di Corigliano

i at Cr

pi

Sant’Antioco

Golfo di

M. Pollino

2248

Scalea

T i r r e n o

Lecce

Metaponto Nardò

1067

Cagliari

Brindisi

Taranto

ano

M. Sirino

Ostuni

Martina Franca

o n t l e S a

uc o L

1836

Mola di Bari

u r Monopoli g e

o Matera Bas ento

in

M. Volturino

Bari

P Mu g l i a

dan

nn

Paestum

Trani

Andria Bitonto

L

Altamura

pe

Potenza

M a r

Quartu Sant’Elena

Isole Egadi

I

Barletta

Melfi

Cilento

m

San Pietro

Carbonia

Marettimo

N

Ap

C. Palinuro

Arbatax

su Nuraxi

Ca Iglesias

Classe capovolta

U

Manfredonia

re

Gennargentu

1834

C. San Vito

T

Golfo di Salerno

Orosei

li e

Canosa di Puglia

Battipaglia Sele

Golfo di Orosei

o

mp

Ba Oristano

Pompei

Salerno

1056

Cerignola

Avellino

1281

Golfo di Napoli

v

Vieste

Gargano

Ca

Nuoro

Golfo di Oristano

Irpinia

Capri

Sardegna Tharros

Ischia

a

n i Foggia

Benevento

Vesuvio

Napoli C. Comino

1200

en

Campania

as

Sassari

La macroregione meridionale e insulare dell’Italia sembra “immersa” nel mare. Infatti è bagnata da diversi mari. Il territorio è prevalentemente montuoso e collinare, tranne alcune importanti pianure.

rno

Tavolara

Alghero

C. Caccia

i

u Volt Caserta Aversa

Costa Smeralda

Olbia

App

o

in gh Co

Rifletti su ciò che già sai

Porto Torres

n

T

no

Metacognizione

Caprera

Gallura

Golfo dell’Asinara

Sa n

Matese

Maddalena

Santa Teresa

Asinara

L. di Varano

L. di Lesina

L a z i o

Bocche di Bonifacio

5

Isole Tremiti

Abruzzo

C a l a b r o

e insulare

to Unità di Apprendimen

986

Augusta

Siracusa Avola

Modica C. Passero C. Isola delle Correnti

La carta fisico-politica dell’Italia meridionale e insulare mostra qual è il territorio e quali sono le regioni di quest’area.

I templi costruiti dagli antichi Greci ci raccontano che molti luoghi dell’Italia meridionale sono stati la meta di coloni che lasciavano la propria terra.

In questa macroregione ci sono alcune grandi saline. Le saline si trovano dove la costa è bassa.

Che cosa hai imparato da solo/a

Il clima nelle zone meridionali è caldo e secco. Questo consente la crescita spontanea di una vegetazione formata da piante basse sempreverdi e cespugli.

Le fotografie che vedi in questa pagina ti fanno capire alcuni aspetti caratteristici dell’Italia meridionale e insulare. Che cosa puoi dedurre dalle tue conoscenze e dall’osservazione di queste immagini?

196

Quaderno operativo, pp. 60-62


Campania

Colora la Campania.

PARLIAMO di ... La Campania è la terra dei fenomeni vulcanici. La Campania è la regione del Vesuvio, di Capri, di Pompei e… della pizza. Celebri in tutto il mondo sono il bellissimo mare, i golfi, le penisole, le scogliere che hanno incantato milioni di turisti. Le isole che guardano la costa sembrano proteggerla e racchiudere il Golfo di Napoli. E come non ricordare i resti archeologici e i magnifici edifici che testimoniano l’importanza che ha avuto questa regione nelle diverse epoche storiche? Pensiamo a Pompei, a Ercolano, alla Reggia di Caserta… Napoli è il capoluogo. I

S

E

P

Z

i g liano

A

L

M o 2050 nti Sa del nn Mates e io

le Se M. Alburno Golfo Piana del M o n t i 1742 di Salerno Sele Alb u

n ca L u no n o D ia n i o di e n Vall

T i r r e n o

B A S I L I C ATA

Salerno

pp

Ga r

M a r

Of

Sella di Conza

A

(Napoli)

i a

no

I. di Capri

i n

n t M. Cervialto 697 iP i c e n 1809 tini

Monti Lattari

Penisola Sorrentina

(Napoli)

p

Avellino

pa

I. d’Ischia

r

1279 Vesuvio

Golfo di Napoli

(Napoli)

I

am

NAPOLI

ia

C

Caserta

Mo

I. di Procida

Calore Benevento

I

Campi Flegrei

o

L

o

l Vo l t u r n

rno ltu Vo Pianura Campana

un

G

n

Piana de

Da

U

A

a o i e l l ni n i d San n M . t del p e .ti p M A

M. Miletto

to

L

I

O

an

M

O

rni

o

M C ont i d i el C M. 1899 ile Cervati M. d. Stella l e nto n 1130 t o

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Campano, Appennino Lucano • Cime: Vesuvio • Pianure: la Pianura Campana, la Piana del Sele • Fiumi: Sele, Volturno • Golfi: Golfo di Napoli, Golfo di Salerno • Isole: Ischia, Capri, Procida • Mari: Tirreno

197


T erritorio

Campania

I dati Superficie: 13 671 km2

Gli elementi del territorio

collina 51%

La Campania, situata nell’Italia meridionale, si estende lungo il versante del Mar Tirreno. Confina con: Lazio, Molise, Puglia e Basilicata. Orografia La parte montuosa della regione è costituita dall’Appennino Campano e Lucano dove il territorio è arido, brullo e spesso soggetto a frane. Avvicinandosi alla costa si incontrano le colline e la fertile pianura Campana di origine vulcanica. La natura vulcanica del territorio è visibile in molti luoghi: il vulcano Vesuvio, i Campi Flegrei, le solfatare di Pozzuoli. Un fenomeno particolare di questa zona è il bradisismo. Idrografia I fiumi della Campania, tra i quali il Volturno e il Sele, non hanno una grande portata d’acqua. Capri, Procida e Ischia, sono le principali isole dell’Arcipelago campano.

pianura collina montagna montagna pianura 35% 14%

Solfatare: aperture del terreno da cui scaturiscono vapori di zolfo. Bradisismo: lentissimo innalzamento e abbassamento del suolo.

Il clima

In Campania il clima è di tipo mediterraneo lungo la costa; nelle zone montane diventa più rigido, con inverni anche piuttosto freddi.

Il Lago d’Averno Il Lago d’Averno è di origine vulcanica. Le antiche popolazioni credevano che sotto le sue acque vi fosse l’ingresso agli Inferi, cioè al mondo dei morti. È un lago molto profondo e scuro ed è questa, forse, l’origine della leggenda.

198

Peer teaching

Insieme agli altri In Campania ci sono fenomeni naturali di origine vulcanica. Suddividetevi in piccoli gruppi; ciascuno farà una breve ricerca su uno dei seguenti argomenti: • Campania, terra di vulcani; • i Campi Flegrei; • le solfatare; • Ischia e le acque termali; • il bradisismo.


Campania

Le attività

L’agricoltura e le attività commerciali sono tra le attività economiche principali. Vi sono anche industrie petrolchimiche e alimentari. Il turismo è una risorsa economica importante. Il territorio testimonia la lunga storia della regione: dalle città romane di Pompei, Ercolano e Stabia, sepolte dall’eruzione del Vesuvio e perfettamente conservate, alla Reggia di Caserta fatta costruire nel 1 700, passando per gli innumerevoli monumenti di epoche diverse.

Il capoluogo

Napoli, capoluogo della Campania, è una delle più grandi e belle città di tutto il Mediterraneo. La città si estende lungo il golfo che da lei prende il nome ed è sovrastata dalla mole del Vesuvio. Una delle caratteristiche delle città sono le strette vie del centro storico, come la famosa via San Gregorio Armeno, la via dei presepi. Qui, oltre alle statuine tradizionali si trovano anche quelle di famosi personaggi contemporanei. Da alcuni anni è aperta ai visitatori “Napoli sotterranea”, un labirinto di gallerie scavate nel tufo che si estende sotto la città. Qui scorrevano gli antichi acquedotti; in seguito questi luoghi furono utilizzati sia come discarica sia come rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale. Pensiero computazionale

Per studiare

I dati

Antropologia

Abitanti: 5 785 861 Ci sono 423 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Napoli (città metropolitana), Avellino, Benevento, Caserta, Salerno

Un poʼ di storia

Nel 79 d.C. a Pompei, Ercolano e Stabia, all’improvviso la terra fu scossa da un tremendo boato: dal Vesuvio uscirono lava incandescente, cenere e gas velenosi. Bastarono poche ore per seppellire ogni cosa sotto una coltre di cenere bollente alta dai 3 ai 6 metri.

Un affresco di Pompei.

• La pianura Campana è di origine vulcanica. Perché? • Quali sono le antiche città romane sepolte da una terribile eruzione del Vesuvio. • Quali sono le attività più diffuse in Campania?

Quaderno operativo, p. 63 Atlante, pp. 46-47

199


Puglia

Colora la Puglia.

PARLIAMO di ... È la regione più a est d’Italia. Tre sono le regioni in Italia che vedono un loro monumento rappresentato sulle monete: il Lazio (il Colosseo), il Piemonte (la Mole Antonelliana) e la Puglia con Castel del Monte. Come mai? Perché la Puglia ha avuto grande importanza nella cultura italiana. In Puglia si sono avvicendate molte civiltà: gli antichi coloni greci, i Romani, i Bizantini. Questo susseguirsi di civiltà ha lasciato nella regione testimonianze di storia e cultura di inestimabile valore. Ma la Puglia è anche terra di vacanza per la bellezza del mare e dei suoi paesaggi. Bari è il capoluogo. Isole Tremiti

(Foggia)

re For to

o M. Calvo an Can 1055 . del G a r g P m del r o aro

M

ti d

a i t C a p

on

Tavo l i e re

. Dau

nia

1152

n

M. Cornacchia

ro

Foggia

a

t

a

a Cerv

M Barletta

Car ape lle

MOLISE

Lago di Varano

Lago di Lesina

nto Ofa Andria M. Caccia

C A M PA N I A

680

a

Trani

L e

r

e A

BARI M

u

r g

d

r

i

a

t

i

c

e

o Brindisi

B A S I L I C ATA

Taranto

tr

Lecce

I o n i o

to

M a r

an

200

l

na

Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Promontorio del Gargano • Colline: Murge • Pianure: Tavoliere, Penisola Salentina • Fiumi: Ofanto, Fortore • Laghi: Lesina, Varano • Isole: Tremiti • Mari: Adriatico, Ionio

d’

ti

Apprendo da solo/a

a

n

d i Ta r a n t o

Classe capovolta

Sa

rr

e

G o l f o

Te

O

I. Cheradi

Pe ni so la


Gli elementi del territorio

La Puglia è la regione più a est della penisola e si protende nel mare. La Puglia confina a ovest con la Basilicata e la Campania, a nord con il Molise, a est con il Mare Adriatico, a sud con il Mar Ionio. Orografia La Puglia è la regione più pianeggiante dell’Italia meridionale; il Tavoliere e la Pianura Salentina si estendono per più della metà del territorio. Le colline delle Murge occupano gran parte della zona interna. Le montagne, invece, sono limitate a una stretta striscia al confine con Molise e Campania e al promontorio del Gargano. Le Grotte di Castellana sono uno dei complessi speleologici più belli e interessanti in Italia.

Puglia

T erritorio

I dati Superficie: 19 540 km2 collina 45%

pianura collina montagna pianura 53%

montagna 2%

Idrografia I fiumi hanno scarsa portata dʼacqua e scorrono soprattutto nella parte settentrionale della regione. Ofanto e Fortore sono i più importanti. Sul Promontorio del Gargano si trovano due laghi costieri, Lesina e Varano, che si sono formati quando cordoni di sabbia hanno isolato delle rientranze della costa. A nord del promontorio si trova l’Arcipelago delle Tremiti. Le coste pugliesi alternano tratti rocciosi, falesie dalle pareti a picco e lunghi litorali sabbiosi.

Il clima

Il clima è mediterraneo con estati calde e poco piovose e inverni miti.

La Valle d’Itria La Valle d’Itria non è una vera e propria valle, ma piuttosto un territorio in cui le colline e gli avvallamenti sono poco pronunciati e formano un panorama leggermente ondulato. Questa ampia vallata è circondata dalle più alte colline delle Murge. La Valle d’Itria è caratterizzata dalla presenza di boschi di macchia mediterranea, ma, soprattutto, di vigneti e uliveti che si estendono a perdita d’occhio. In questo ambiente così verde e dolce sono state costruite abitazioni molto particolari: i trulli. Sono case bianche, rotonde, con un tetto circolare grigio a forma di cono.

201


Antropologia

I dati Abitanti: 4 008 296 Ci sono 205 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Bari (città metropolitana), Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto

Le attività

Castel del Monte.

Porticciolo di Bari.

In Puglia l’agricoltura rimane l’attività economica più importante. Infatti, quasi il 70% delle terre sono coltivate e la regione è ai primi posti in Italia per la produzione di olio, uva e ortaggi. Le grandi industrie faticano a uscire da una situazione di forte crisi; sono però in crescita le imprese di piccole e medie dimensioni. I porti (Bari, Brindisi e Taranto) e una sviluppata rete di strade, autostrade e aeroporti hanno permesso lo sviluppo del commercio, oltre che del turismo, che oggi è una delle risorse principali della regione. L’ampio sviluppo costiero ha favorito la pesca e l’estrazione del sale marino a Margherita di Savoia, dove si trova la più grande salina d’Italia.

Il capoluogo

Il capoluogo Bari è formato da due parti distinte: la città vecchia, che è un insieme di strette vie tortuose e di case l’una a ridosso dell’altra, e la parte nuova che, al contrario, presenta strade larghe, moderni negozi e palazzi imponenti. Il castello si trova tra queste due zone di Bari.

Un poʼ di storia

Pensiero computazionale

Federico II non fu sovrano solo della Puglia, ma anche di buona parta dell’Italia meridionale. Quando poteva, si recava a Castel del Monte, una splendida costruzione a base ottagonale (ora in provincia di Barletta), che aveva fatto costruire per dedicarsi con tranquillità alla caccia e ai suoi amati studi. Era un uomo colto e la sete di sapere lo spinse a ospitare presso la sua corte importanti personalità della cultura. Fece tradurre opere filosofiche greche e arabe fino allora sconosciute.

202

Per studiare • Che caratteristica ha il territorio della Puglia? • Quali prodotti si coltivano nella campagna pugliese? • Quali contributi dà il mare all’economia regionale.

Quaderno operativo, p. 64

Atlante, pp. 48-49


Basilicata

Colora la Basilicata.

PARLIAMO di ... La Basilicata, la regione chiamata anche Lucania. La Basilicata è una regione accogliente e ricca di attrattive: i suoi due mari con gli splendidi colori e le sue spiagge bianche, le particolari montagne, di cui una parte è addirittura chiamata “Dolomiti”, la natura rigogliosa e con una grande varietà di flora e di fauna. E poi c'è Matera, la città con la sua speciale conformazione: le abitazioni ricavate da antiche grotte di tufo. Le tracce del suo passato storico sono ben visibili nei musei, negli scavi e nelle tradizioni del suo popolo. to

an

Of

Lago di Monte Cotugno 1326

P U G L I A

M. Vúlture

C

A p p

Matera

M. Volturino

Cav

pon

n o c a L u

i

Pollino

Tirreno

eta

A

Mar

Agr

L. di M. Cotugno

o

o

one

L. di Pietra del Pertusillo

M. Sirino

nt

e

I

1835

2005

an

d

nt o

B as

N

o i n

d el Ba s e

a Br

n

A

lle Va

L u c a n i a

to

n

P

L. di San Giuliano

iM

e

POTENZA

ni

Sin

ad

M

1407

Pian

A

M. Santa Croce

Mar Ionio

2248

CA L A B R I A

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Lucano • Cime: Monte Pollino, Monte Sirino, Monte Volturino, Monte Vulture • Pianure: Piana di Metaponto • Fiumi: Bradano, Basento, Cavone, Sinni, Agri • Mari: Tirreno, Ionio

203


T erritorio

Basilicata

Gli elementi del territorio

Anche la Basilicata si affaccia su due mari, il Tirreno e lo Ionio. Confina con: Campania, Puglia, Calabria. Orografia La regione è prevalentemente montuosa e collinare. Le montagne appartengono all’Appennino Lucano; sono formate da rocce friabili, sono aride, solcate da gravine, soggette a frane provocate anche dal disboscamento indiscriminato. Al confine con la Calabria, si trovano le cime più alte e si estende parte del Parco Nazionale del Pollino. Qui sono protette rare specie di alberi, quali il pino loricato e l’abete bianco, e di animali: il lupo, il picchio nero, l’aquila reale. La Piana di Metaponto si trova lungo la costa ionica.

Il Monte San Biagio domina la bellissima costa di Maratea.

Idrografia I fiumi sono molti, ma tutti a carattere torrentizio e soggetti a piene stagionali. I principali sono il Bradano e il Basento. Le coste della Basilicata sono molto differenti a seconda del mare da cui sono bagnate: quelle ioniche sono basse e sabbiose, quelle tirreniche alte e rocciose.

Il clima

Il clima è mediterraneo lungo le coste, continentale nell’interno.

I dati Superficie: 10 073 km2

Gravine: profonde incisioni, di 100 metri o anche di più, molto simili ai canyon, scavate dalle acque piovane nella roccia calcarea.

montagna 47%

pianura 8%

collina 45%

pianura collina montagna

Curiosità Le Dolomiti non sono solo nelle Alpi Orientali! Anche la Basilicata ha le sue. Sono le Dolomiti Lucane, il rilievo montuoso che, nel centro della Basilicata, caratterizza il paesaggio con le sue spettacolari guglie.

204


Basilicata

Le attività

Le zone pianeggianti, prima paludose e malariche, dopo la bonifica sono diventate fertili favorendo la produzione agricola. Il settore industriale è in crescita con aziende soprattutto di piccole dimensioni. Il turismo è in forte crescita, grazie alle spiagge, ai luoghi di interesse archeologico che si trovano lungo la Piana di Metaponto e ai famosi Sassi di Matera.

Antropologia

I dati Abitanti: 556 934 Ci sono 55 abitanti per km2 Capoluogo e città principale: Potenza, Matera

Il capoluogo

La città di Potenza, racchiusa da una corona di monti suggestivi, è il capoluogo di Regione più alto dell’Italia peninsulare. Il suo centro è formato dalle strette vie, dalle piazzette e dai vicoli costruiti per smorzare il vento di queste zone. Intorno al nucleo più antico si è sviluppata la città moderna.

Un poʼ di storia

Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, questa regione fece parte dell’Impero romano d’Oriente. La capitale era Bisanzio. I Bizantini, che avevano preso il dominio della penisola, affidarono il governo dei territori ai basiliskos, i governatori. Da qui deriva il nome Basilicata. Ma la Basilicata, prima, si chiamava Lucania, come la popolazione antica che la abitava, i Lucani. Probabilmente il nome deriva dal latino lucus, che significa “bosco sacro”.

I Sassi di Matera sono antiche grotte, adibite ad abitazioni, scavate nella roccia di tufo di una gravina. I Sassi sono stati abitati dal Paleolitico fino agli anni Sessanta del secolo scorso, quando agli abitanti dei Sassi sono state assegnate abitazioni moderne. La zona dei Sassi rappresenta un esempio di città antica perfettamente conservata. Oggi i Sassi di Matera sono stati restaurati e sono tornati ad essere abitati e utilizzati come ristoranti, alberghi… Sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Pensiero computazionale

Per studiare • Quale altro nome ha la Basilicata? Da dove deriva? • In Basilicata c’è una città famosa per la sua conformazione e la sua storia. Qual è? • Che differenza c’è tra le coste del Mar Ionio e quelle del Mar Tirreno?

Quaderno operativo, p. 65 Atlante, pp. 50-51

205


Calabria

PARLIAMO di ...

La Calabria è la punta dello Stivale, lunga, stretta e tra due mari. Questa regione, all’estremo sud dell’Italia peninsulare, è sempre stata considerata “la punta dello Stivale”. Le aspre montagne dividono le coste che si affacciano sui due mari. I calabresi sostengono che, nell’entroterra, c’è sempre un punto da cui è possibile intravedere un lembo di mare che si può raggiungere in poco tempo. Lo Stretto di Messina, largo pochi chilometri, divide la Calabria dalla Sicilia. La Calabria è una terra ricca di storia che vanta un importante patrimonio artistico: dai Bronzi di Riace alle vaste aree archeologiche. Catanzaro è il capoluogo. B A S I L I C ATA

2248 M. Pollino

ao

Botte

1928 Donato

o

M. Pecoraro

r

1423

p

Piana di Gioia

I

p e Le n n Se i n rr o e

Vibo Valentia

i

r cCrotone

a

A

Montalto SICILIA

1955

Aspromonte

Reggio di Calabria

M

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Appennino Calabro. • Pianure: Piana di Sibari, Piana di Gioia • Cime: Pollino • Fiumi: Crati, Neto • Mari: Tirreno, Ionio

206

n

Ma

CATANZARO

r

a

he

r i T

Sila Piccola

sa

L. Arvo L. Ampollino M. Gariglione N e to 1765

to

C a l a b r o

r

Cosenza Sila Grande

a

M

o

e

er osti a C

Passo dello Scalone

Cr

ati

ten

n

Piana di Sibari

Ca

o

L

740

Colora la Calabria.


T erritorio

Gli elementi del territorio

Situata nella parte più meridionale della penisola italiana, la Calabria confina con un’unica regione: la Basilicata. Per il resto è circondata da due mari: lo Ionio e il Tirreno. Lo Stretto di Messina la separa dalla Sicilia. Orografia Il territorio della regione è aspro, attraversato, nella parte centrale, dall’Appennino Calabro da cui si innalzano grandi massicci. Alle montagne si succedono le colline che arrivano bruscamente al mare, lasciando pochissimo spazio alle pianure che si riducono a sottili strisce lungo la costa. Idrografia I fiumi più importanti sono il Crati e il Neto, che hanno carattere torrentizio. In Calabria si trovano anche le fiumare, brevi corsi d’acqua che spesso cambiano il loro corso e non hanno portata d’acqua regolare. I laghi sono pochi e piccoli, quasi tutti di origine artificiale, sbarrati dall’uomo per produrre energia elettrica. Sul versante tirrenico le coste sono alte e rocciose ricoperte dalla macchia mediterranea, su quello ionico basse e sabbiose.

I dati Superficie: 15 222  km2 collina 49%

pianura collina montagna montagna 42%

pianura 9%

Il clima

Lungo le coste il clima è mediterraneo. Il litorale ionico è più secco e arido di quello tirrenico che si presenta con un clima più mite. Sulle montagne il clima è rigido con inverni freddi.

Il pino loricato Il pino loricato, simbolo del Parco Nazionale del Pollino, deve il suo nome alla particolare corteccia fatta a scaglie, che ricorda le “loricae” (si legge loriche), le antiche corazze dei soldati romani. Questi alberi sono chiamati anche “sentinelle del Pollino” e possono vivere fino a mille anni.

207


Antropologia

Calabria Puglia

I dati

Le attività

In Calabria l’agricoltura è praticata in modo intensivo e, nonostante la scarsità di terreni coltivabili, rappresenta una fonte importante di reddito. Le coltivazioni più diffuse sono l’olivo, arance e mandarini. Molto abbondante è anche la produzione di fichi e di cedri. Piante tipiche della regione sono la liquirizia, il rosmarino, il gelsomino, il bergamotto, che è un agrume utilizzato per fare essenze e profumi. Le industrie sono concentrate nelle città costiere dove sono presenti anche gli importanti porti di Gioia Tauro e Reggio Calabria. Il turismo è una delle maggiori fonti di reddito ed è in costante crescita.

Abitanti: 1 924 701 Ci sono 126 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria (città metropolitana), Vibo Valentia

Il capoluogo

Il capoluogo, Catanzaro, sorge tra i monti della Sila e il Mar Ionio. La città è detta la “Città tra due mari” perché si trova nella striscia di terra più stretta d’Italia, dove soli 30 km separano il Mar Ionio dal Mar Tirreno. Fu fondata dai Bizantini che, per difendere la città dai nemici, la costruirono arroccata su un monte.

La popolazione

Le principali comunità minori in Calabria sono tre: gli Albanesi, gli Occitani o Valdesi (parlano un dialetto che deriva da una lingua del centro-sud della Francia) e i Grecanici, di antichissima origine greca. Pensiero computazionale

Per studiare • Spiega brevemente quali sono le particolarità del territorio calabrese. • Che differenza c’è tra le coste tirreniche e quelle ioniche? • La Calabria è famosa per la coltivazione di un particolare agrume. Quale? A che cosa serve? Catanzaro.

I Bronzi di Riace sono due splendide statue in bronzo del V sec. a.C. che furono recuperate nel 1972 in fondo al mare, di fronte alla cittadina di Riace.

Un poʼ di storia

Una leggenda racconta che il nome della Calabria all’inizio fosse Aschenazia, nome derivato da Aschenez, personaggio arrivato per primo in questa terra. Molto tempo dopo, dalla Siria giunse sulle coste calabre Enotro. Fu re per 70 anni prima di passare il trono al figlio Italo, che regnò sul popolo degli Italòi.

Quaderno operativo, p. 66

208

Atlante, pp. 52-53


Sicilia

Colora la Sicilia.

PARLIAMO di ... La Sicilia, la regione più estesa d’Italia. Quali sono gli elementi caratteristici della Sicilia? Il mare, i vulcani, gli arcipelaghi. Ma anche i mandorli, il profumo delle zagare, i fiori degli aranci. E poi la varietà di beni artistici che è veramente straordinaria: dai resti del neolitico a quelli delle città fenicie, greche e romane, fino ai maestosi palazzi di Palermo, eredità della presenza degli Arabi e dei Normanni. Natura e cultura sono le parole chiave per definire la Sicilia. Palermo è il capoluogo. Stromboli

Isole Eolie o Lipari

Ustica

(Messina)

Alicudi

Lipari Vulcano

T i r r e n o

an

i

M a r

Panarea

Salina

Filicudi

rit

nc

Co

Levanzo

Trapani

Mo

rto

nti Si cani

Pizzo Carbonara1566 M 1847 1979 M. Castelli

Le Madonie

1332

M. Zimmara

Mo

M. Cammarata 1578

Caltanissetta Agrigento

Pian

Isole Pelagie

3323

M. Etna

Catania

M. Lauro 986

a d i

M a r I o n i o

la

Lampione

Siracusa

Monti Iblei

Ge

(Agrigento)

(Trapani)

Alcantar Grande

Piana di Catania

S al

Linosa

Pantelleria

n

1374 Montagna

so

Sicilia

so

Enna

i re i E

di

Sal

nt

i

Platan

Mar

Mo

brodi i N eM. Soro ont

Sim eto

a i Maz ra l d a e V ic Bel

Favignana

a d’ O ro La Pizzuta

a

Isole Egadi (Trapani)

1333

To

Marettimo

C ALABRIA e Messina P ti

lo

PALERMO

Ragusa

Lampedusa

Mare

Mediterraneo

Classe capovolta

Apprendo da solo/a Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio. • Catene montuose: Peloritani, Nebrodi, Iblei, Sicani, Madonie • Cime: Etna • Pianure: Piana di Catania, Piana di Gela • Fiumi: Salso, Simeto, Belice • Isole: Eolie, Egadi, Pelagie, Ustica, Pantelleria • Mari: Tirreno, Ionio, Mar di Sicilia

Saper fare p. xx

Atlante p. xx

209


T erritorio

Il clima

Gli elementi del territorio

La Sicilia è la maggiore isola del Mediterraneo. È circondata dai mari: Tirreno, Ionio, Mar di Sicilia. Orografia La Sicilia è attraversata da diverse catene montuose che la percorrono in più direzioni. Per questo il suo territorio è per la maggior parte montuoso e collinare. La montagna più alta è il vulcano Etna. Le pianure più importanti sono la Piana di Catania, di origine vulcanica, che si estende ai piedi del vulcano e la Piana di Gela. Al territorio della Sicilia appartengono gli arcipelaghi delle Eolie, che comprendono due vulcani attivi (Stromboli e Vulcano), delle Egadi e delle Pelagie, oltre a qualche isola minore. Idrografia I fiumi della Sicilia sono spesso brevi e a carattere torrentizio. I più importanti sono il Salso e il Simeto. La costa tirrenica è generalmente alta e frastagliata, quella sud-occidentale è bassa e sabbiosa. Il litorale ionico è più vario.

210

Il clima è di tipo mediterraneo. Sulle cime dell’Etna e nelle parti più interne diventa più rigido durante l’inverno.

I dati Superficie: 25 711 km2 collina 62%

pianura collina montagna montagna 24%

pianura 14%

Le Gole dell’Alcantara A 1 200 metri di altezza, sulle pendici dell’Etna, scorre un torrente tortuoso, l’Alcantara. Migliaia di anni fa un’imponente colata lavica invase la vallata ricoprendo il letto del fiume. Raffreddandosi, il magma incandescente formò alte pareti e, nel corso del tempo, le gelide acque del torrente Alcantara erosero la lava disegnando un paesaggio che fa pensare ai canyon. Sono le Gole dell’Alcántara.


Sicilia

Le attività

Nelle fertili pianure costiere vengono coltivati agrumi, mandorle, capperi, pistacchi. Importante è anche la coltivazione dei cereali nell’entroterra. Una delle attività più fiorenti è la pesca. La Sicilia, in questo settore, è al primo posto in Italia. Il mare e il clima particolarmente caldo permettono l’estrazione del sale: sono significative le saline di Trapani. Una delle principali fonti di reddito è il turismo, sia per gli eccezionali paesaggi naturali sia per la ricchezza di monumenti.

Il capoluogo

Palermo è una delle più grandi città d’Italia. Fu fondata dai Fenici al centro di una baia con alle spalle una fertile pianura, la Conca d’Oro, un tempo completamente coltivata ad aranceti. I bellissimi monumenti di Palermo testimoniano la lunga storia della città e il passaggio di culture diverse. Il Palazzo dei Normanni, ad esempio, era un’antica fortezza costruita dai Cartaginesi, usata poi dai Romani e dai Bizantini. Divenne la reggia degli emiri arabi prima e dei Normanni poi.

Un poʼ di storia

Il Regno di Napoli, che comprendeva la parte meridionale dell’Italia, e il Regno di Sicilia erano due Stati diversi, ma con un unico sovrano. Questi aveva il nome di Ferdinando IV come re di Napoli e Ferdinando III come re di Sicilia. I due regni venivano comunemente chiamati “al di qua del Faro” (regno di Napoli) e “al di là del Faro” (regno di Sicilia); il Faro a cui si riferivano era quello di Messina. Nel 1 816 Ferdinando riunì i due regni in un unico Stato, il Regno delle Due Sicilie, e assunse per sé il nome di Ferdinando I delle Due Sicilie.

Antropologia

I dati Abitanti: 4 968 410 Ci sono 192 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Palermo (città metropolitana), Agrigento, Caltanissetta, Catania (città metropolitana), Enna, Messina (città metropolitana), Ragusa, Siracusa, Trapani. La Sicilia è una regione a statuto speciale.

Pensiero computazionale

Per studiare • La Sicilia è una regione in cui vi sono fenomeni vulcanici. Quali sono i vulcani attivi? • Sono molti i porti della Sicilia che ospitano pescherecci. Per quale motivo? • La Piana di Catania quale origine ha?

Cattedrale di Palermo.

Quaderno operativo, p. 53 Atlante, pp. 54-55

211


Sardegna

Colora la Sardegna.

PARLIAMO di ... La Sardegna è la regione al centro del Mediterraneo. La Sardegna, con i colori del suo mare limpido e delle sue sabbie, è da tempo meta di turismo. Il mare possiede fondali molto belli e rappresenta un habitat ideale per tante specie di pesci e di cetacei, come i delfini. Gli appassionati della montagna possono andare alla scoperta del massiccio del Gennargentu, dove ci sono, tra gli altri animali, mufloni, aquile reali, cervi sardi. In Sardegna si trovano testimonianze di antiche civiltà. La più famosa è quella dei “re pastori”, che ha lasciato in tutto il territorio sardo molti nuraghi, antiche torri a forma di cono. Cagliari è il capoluogo. Co rs ica (F r.) I. La Maddalena

I. Asinara

G a l l u r a

no

ea

oc

ra

Ma nn

t.

Ca

Tirs o

liast

Og

Man nu

i

bu

ra

1067

a

s

re

er

G

Temo

G

ra ur

N

a n

g

e d r

a

S i

n

1116

Punta Serpeddi

r

CAGLIARI

t

l Su

e M. is Caravius

s

Mediterraneo

o

d

Lanusei

Tortolì

n

r

1834

nnarg e ntu

e

a

r

n

e

M

r

Punta La Marmora

F

a o

Stagno di Cagliari

i

Mare

nt i del

L. del Flumendosa

Cixerri

ci

a g i B a r b a

d p i C a m

s l e I g

M. Linas

I. di Sant’Antioco

M. Corrasi 1463

Lago lu Mulargia men dos Sanluri

1236

I. di San Pietro

M. Albo

1127

Nuoro

Ge

Arborea

Carbonia

1259

Apprendo da solo/a

o

Mo

Stagno Oristano di Cabras

Iglesias

an

i

r

ne ghi

G

e oc

Classe capovolta T

di

L. Omodeo

Villacidro

212

u

A l à 971 M. Nieddu i di ont M1094

r

a di M

I. Molara

M. Limbara

Lago del Coghinas

Logudoro

Cat.

1362

as hin

Anglona

Sassari

I. Tavolara

Olbia

Cog

a

Tempio Pausania

La

M

Lis

cia

I. Caprera

Trova sulla carta geografica gli elementi del territorio • Monti: Massiccio del Gennargentu • Pianure: Campidano • Fiumi: Tirso, Flumendosa, • Isole: Maddalena, Caprera, Asinara, San Pietro, Sant’Antioco • Mari: Tirreno, Mar Mediterraneo, Mar di Sardegna


T erritorio

Il clima

Gli elementi del territorio

La Sardegna è l’altra grande isola che fa parte del territorio italiano, situata al centro del Mediterraneo occidentale. L’isola è circondata dal Mar di Sardegna, dal Mar Tirreno e dal Mar Mediterraneo. Orografia Il territorio della Sardegna è arido e brullo nei mesi estivi. Le montagne della Sardegna sono le più antiche d’Italia; erano già emerse quando la penisola italiana non era ancora comparsa. La maggior parte del territorio è collinare. La parte pianeggiante è poco estesa. La Pianura del Campidano, la maggiore pianura dell’isola, era un antico braccio di mare, poi riempito dai detriti. Idrografia I fiumi hanno carattere torrentizio. Il più lungo è il Tirso, seguito dal Flumendosa. Le coste sono per la maggior parte alte e rocciose, e solo in alcuni tratti lunghe e rettilinee. Un aspetto interessante delle coste sarde è la ricchezza di grotte dove ci sono formazioni calcaree. Anche la Sardegna è circondata da isole minori come l’Arcipelago delle Maddalena. Il fistione turco.

Il pollo sultano.

Il clima è mediterraneo lungo le coste, più rigido nelle zone montuose dell’interno. Sono frequenti i venti, in particolare il Maestrale, che soffia da nord-ovest.

I dati Superficie: 24 090 km2 collina 68%

pianura collina montagna montagna 14%

pianura 18%

Lo Stagno di Cabras Lo Stagno di Cabras è uno dei più vasti e importanti d’Europa. Le sue acque, che sono in parte dolci e in parte salate, accolgono, tra i canneti, specie di uccelli rare, come il fistione turco, lo svasso maggiore, il pollo sultano. Quest’area si è formata sia a causa di cordoni sabbiosi che, nel tempo, hanno isolato tratti di mare, sia per il progressivo accumulo di detriti trasportati dai fiumi, tra cui il Tirso. La grande Grotta del Bue Marino è famosa perché è stata l’ultimo rifugio della foca monaca, che un tempo viveva al suo interno.

213


Antropologia

Sardegna Puglia

Le attività

L’allevamento e l’agricoltura sono attività importanti per l’economia sarda. Si coltivano soprattutto cereali, alberi da frutto, uva da vino e querce da sughero. Le colline brulle sono le terre dei grandi pascoli che permettono l’allevamento di ovini, tra cui la tipica pecora sarda. Il settore legato a Internet e alle nuove tecnologie si è molto sviluppato negli ultimi anni, ma l’attività che ha subito il maggior incremento è il turismo.

Il capoluogo

Cagliari, affacciata sull’omonimo golfo, è un’antica città fondata dai Fenici. Sorge, come Roma, su sette colli. La città, circondata da imponenti torri e bastioni, ospita la più grande e importante necropoli fenicia del Mediterraneo.

La popolazione

La lingua sarda nasce dall’evoluzione del latino importato nell’isola dai Romani. Ancora oggi il sardo è la lingua dominante, assieme all’italiano.

Un poʼ di storia

Già in epoca molto antica, prima del sorgere della civiltà nuragica, la Sardegna era terra d’approdo per i popoli che commerciavano via mare. Gli scambi con le altre popolazioni del Mediterraneo, provenienti da est, introdussero nell’isola tecniche di lavorazione di vasellame e oggetti metallici.

Cagliari.

I dati Abitanti: 1 630 474 Ci sono 68 abitanti per km2 Capoluogo e città principali: Cagliari (città metropolitana), Nuoro, Oristano, Sassari, Sud Sardegna (Carbonia) La Sardegna è una regione a statuto speciale. Pensiero computazionale

Per studiare • Come sono le coste della Sardegna? • Quali animali si allevano principalmente in Sardegna? • In quale parte della regione si trova il capoluogo?

} }

Pensiero computazionale

Per la mappa

Organizza le risposte alle seguenti domande in uno schema che puoi utilizzare per esporre ciò che hai imparato. • Quali elementi fisici possono essere considerati comuni a quasi tutte le regioni meridionali e insulari? • Perché le due isole maggiori sono regioni a statuto speciale? • Quali sono i settori dell’economia più redditizi per questa parte d’Italia? Mappa, Quaderno operativo, pp. 69-70

Quaderno operativo, p. 68

214

Atlante, pp. 56-57


} } Compito di realtà

Una visita a... Il Sindaco e la Giunta Comunale della tua città o del tuo paese hanno deliberato di promuovere l’immagine della località per incrementare il turismo. Per questo lavoro hanno deciso di coinvolgere le scuole. La tua classe ha ricevuto l’incarico di preparare un video che presenti qualche luogo o monumento che voi alunni/e ritenete particolarmente interessante. Se preferite, invece del video, potete realizzare un cartellone che si possa appendere nell’ingresso del Municipio.

CODING 1 Decidete che cosa volete pubblicizzare. Discutete tra di voi per scegliere se rappresentare elementi naturali (paesaggi) o antropici (monumenti, angoli un po’ particolari della città, musei, cattedrale...). Per ciascun elemento, inserite una breve spiegazione (orale o scritta). È necessario che le immagini del video o le fotografie del cartellone catturino l’interesse del turista.

2 Non dimenticate di inserire anche alcune informazioni pratiche, ad esempio: • dove si trova la città; • come ci si può arrivare. Inserite anche una mappa.

3 Pensate a un titolo efficace. Ecco alcuni consigli: • non deve essere lungo; • deve incuriosire chi lo legge; • nello stesso tempo deve far capire che cosa si sta proponendo.

215


L’ It alia meridionale e insulare

Sintesi

} }

Regione

216

Territorio

Capoluogo e città principali

Caratteristiche o particolarità

Attività

Campania

Montagna 35% Collina 51% Pianura 14%

Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno

Agricoltura, attività commerciali, turismo.

Sono presenti fenomeni di origine vulcanica: solfatare, bradisismo.

Puglia

Montagna 2% Collina 45% Pianura 53%

Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto

Produzione agricola. La pesca è un punto di forza. Il turismo è risorsa economica.

Ad Alberobello e in molti altri paesi della Puglia sorgono i trulli: abitazioni rotonde con tetto conico.

Basilicata

Montagna 47% Collina 45% Pianura 8%

Potenza, Matera

Industria di piccole dimensioni, agricoltura, turismo.

Matera, città particolare per i suoi Sassi, antiche grotte scavate nella gravina.

Calabria

Montagna 42% Collina 49% Pianura 9%

Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia

Lʼagricoltura è poco praticata. Il turismo è una delle maggiori fonti di reddito.

Si coltiva il bergamotto. Nel Parco Nazionale del Pollino si trova il pino loricato.

Sicilia

Montagna 24% Collina 62% Pianura 14%

Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Ragusa, Siracusa, Trapani

È la regione in cui viene pescata la maggiore quantità di pesce in Italia. Il turismo rappresenta una risorsa.

Le diverse popolazioni che hanno governato lʼisola hanno lasciato impronte artistiche di grande valore.

Sardegna

Montagna 14% Collina 68% Pianura 18%

Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari, Sud Sardegna

Allevamento di ovini, agricoltura, turismo.

I monti della Sardegna non fanno parte né delle Alpi né degli Appennini: sono più antichi.

Quaderno operativo, pp. 71-72 Flip Poster, p. 11


Per consolidare le conoscenze

QUADERNO OPERATIVO

Per valutare le competenze

37 Veneto

I CONTINENTI LA PAROLA A UNO SCRITTORE 2

38

Trentino-Alto Adige

Il deserto più grande del mondo

39

Friuli-Venezia Giulia

3

I continenti

40 Emilia-Romagna

5

L’Europa

41

LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI 6

L’ONU

7

L’Unione Europea

8

MAPPE ATTIVE

I continenti

9

MAPPE ATTIVE

L’ONU e le Organizzazioni internazionali

10

MAPPE ATTIVE

12

VERIFICARE LE COMPETENZE

La UE

L’Italia settentrionale

42

MAPPE ATTIVE

L’Italia settentrionale

44

VERIFICARE LE COMPETENZE

L’ITALIA CENTRALE LA PAROLA A UNO SCRITTORE 46

Un senatore romano in visita alle cascate delle Marmore 47

I paesaggi della macroregione centrale

48

La presenza dell’uomo nell’Italia centrale

49 Toscana 50 Umbria

L’ITALIA POLITICA LA PAROLA A UNO SCRITTORE 14

Il combustibile per la Costituzione 15

L’Italia in Europa

16

Lo Stato italiano

17

L’organizzazione dello Stato italiano

18

Gli enti locali

20

Le regioni

22

Come si studia una regione

24

MAPPE ATTIVE

Lo Stato italiano

25

MAPPE ATTIVE

L’organizzazione dello Stato

26

MAPPE ATTIVE

Gli enti locali

28

VERIFICARE LE COMPETENZE

L’ITALIA SETTENTRIONALE LA PAROLA A UNO SCRITTORE 30

51 Marche 52 Lazio 53 Abruzzo 54

Molise

55

L’Italia centrale

56

MAPPE ATTIVE

L’Italia centrale

58

VERIFICARE LE COMPETENZE

L’ITALIA MERIDIONALE E INSULARE LA PAROLA A UNO SCRITTORE 60

Linosa e il vulcano

61 I paesaggi della macroregione meridionale e insulare 62 La presenza dell’uomo nell’Italia meridionale e insulare 63 Campania

Ricordi di un ragazzo di montagna

31

64 Puglia

I paesaggi della macroregione settentrionale

65 Basilicata

32

La presenza dell’uomo nell’Italia settentrionale

66 Calabria

33

Valle d’Aosta

67 Sicilia

34 Piemonte

68 Sardegna

35 Liguria

69

MAPPE ATTIVE

36 Lombardia

71

VERIFICARE LE COMPETENZE

L’Italia meridionale e insulare


La parola a uno scritto re

Che cosa ci fa un racconto in un libro di geografia?

Gli argomenti delle diverse discipline possono diventare narrazioni. Nei paesaggi che ci circondano alcuni autori hanno ambientato storie belle e interessanti, che ci consentono di “vedere”, attraverso le parole, luoghi e particolari che non conoscevamo.

IL DESERTO DEL SAHARA Il deserto più grande del mondo Tutti lo sanno, e lo sapete anche voi, che il deserto più grande del mondo è il Sahara: una cintura alta più di duemila chilometri e lunga dall’Atlantico al Mar Rosso. L’immagine sbagliata che si ha del Sahara è quella di una distesa infinita di soffici colline di sabbia. Questo è solo uno dei tipi di deserto. Nei deserti l’aspetto più comune è l’estensione più o meno pianeggiante di sassi, pietre e rocce. Qua e là, nei deserti meno deserti, c’è qualche ciuffo verde, più o meno secondo la pioggia che cade o la presenza di acqua. Nel Sahara, dove c’è un pozzo, c’è l’oasi, dove c’è l’oasi possono vivere gli uomini e abbeverarsi i cammelli. Sette-otto centimetri di pioggia all’anno nelle zone più fortunate, soltanto tre-quattro nelle meno favorite: non sono un granché per le piante e gli animali cui è capitato di vivere lì! Eppure nei deserti c’è vita animale e vegetale. Gli animali più simpatici dei deserti sono i topi corridori e saltatori, simili a canguri in miniatura (come il topo delle piramidi). Vivono in schiere numerose e fanno provvista nella stagione migliore, quella della pioggia, se viene: radici, larve e semi e portano tutto a casa per i tempi più duri. Tra i vegetali c’è la grande famiglia dei cactus. Sono piante che hanno in genere foglie trasformate in spine e, cosa più importante, hanno fatto del loro corpo un immenso serbatoio d’acqua. Si sono inoltre creati una rete finissima di radici bene allargate che, in pochi istanti, arrivano ad assorbire anche una grande quantità d’acqua (quando c’è). Una volta all’anno i cactus fioriscono con fiori di vivi colori e spesso delicatamente profumati. L’illustrazione dei piccoli

2


I continenti 1

I

Continenti

Scrivi il nome dei continenti nei cartellini arancioni e il nome degli oceani in quelli blu.

....................................................................

....................................................................

....................................................................

....................................................................

....................................................................

....................................................................

....................................................................

....................................................................

2

....................................................................

Scrivi i nomi dei continenti in base alle loro caratteristiche fisiche.

• Continente coperto dai ghiacci, quasi completamente disabitato. ............................................................... • È il continente più piccolo e formato da moltissime isole. ............................................................... • È il continente più vasto del pianeta. ............................................................... • Continente che si trova tra l’Oceano Atlantico e l’Oceano Pacifico. ............................................................... • Continente compreso, per la maggior parte, tra il Tropico del Cancro e il Tropico del Capricorno. ............................................................... • Piccolo continente con un grande sviluppo costiero. ............................................................... 3

Osserva un planisfero e completa.

• L’oceano più vasto è ............................................................................................................................................................................. . • La cima più alta del mondo è ...................................................................................................................................................... . • Due deserti africani sono ................................................................................................................................................................. . • Il nome del canale che mette in comunicazione il Mar Mediterraneo e il Mar Rosso è .............................................................................................................................................................................................. . • Gli Oceani che bagnano l’Antartide sono ..................................................................................................................... .

3


Continenti

I

1

I continenti

Completa inserendo al posto giusto le parole date. Poi scrivi nel cartellino il nome del continente. basi scientifiche • più ricca • agricoltura • uniforme • Australia

a. A causa delle condizioni climatiche proibitive, il continente non è abitato. Si trovano solo le ............................................................................ in cui lavorano studiosi di ogni parte del mondo. b. È un grande continente, ma ha una densità di popolazione bassa perché deserti e foreste pluviali rendono il territorio non abitabile. Ci sono poche industrie, l’............................. è povera e i suoi prodotti non riescono a sfamare tutta la popolazione. c. In questo continente, per quanto riguarda le condizioni di vita, c’è una grande differenza tra la parte settentrionale, ......................................,e quella centro-meridionale molto più povera. d. Non solo è il continente più vasto del globo, ma è anche il più popolato. La popolazione è distribuita in modo non ..................................... sul territorio. Le zone a sud-est sono quelle più abitate. e. Questo continente è formato da isole e arcipelaghi che si estondono nella parte meridionale dell’Oceano Pacifico. L’isola più grande, l’........................................................., è poco popolata.

...............................................................

...............................................................

...............................................................

...............................................................

...............................................................

Interrogazione scritta

Rispondi in modo sintetico.

• Quali continenti si trovano nell’emisfero australe? ................................................................................................................... • Quali continenti si trovano nell’emisfero boreale? ................................................................................................................... • Quali continenti sono bagnati dall’Oceano Atlantico? ........................................................................................................ • Quali continenti sono bagnati dall’Oceano Pacifico? ........................................................................................................... • Quali continenti sono bagnati dall’Oceano Indiano? ........................................................................................................... • L’Australia è un continente? ............................................................................................................................................................................ • Perché? .................................................................................................................................................................................................................................

4


L’Europa 1

Continenti

I

Osserva la carta fisica dell’Europa e scrivi sul quaderno quanto indicato. a. I nomi dei mari/degli oceani che la circondano. c. Le principali penisole. b. Le principali catene montuose. d. Le più vaste isole/i più vasti arcipelaghi. 10

20

30

10

0

20

50

40

30

Capo Nord

70

60

Penisola di Kanin

20

M. Narodnaja

ra ˇco Pe

Mar di Barents

1894

Ob

M

L a p p o n i a M

di Kola

i v

n

nc a

t

Bi

Mar

C

2119

Penisola

a

o

e co

a

a

v

I. Lofoten

k ä el

Hvannadalshnúkur

Arti

a

are

s

o P ol

n

col

n

Cir

Islanda

o

I. Vesterålen 60

i

i

d

a

a Dvina Se

tt.

Bo

di

Lago Ladoga

p

e

gi

os

A

dr

Di

na

Rodano

Alp

ia

ti

ri

ch

a i Tr

n

h i a a c c V a l

R M. Durmitor

a o

2522

l

c

a

n

d o p e

C

a

in

400

e

d

Sicilia

i

t

e

a

ra

l

g a V o l

Vo lg

d e l

A l t u r e

a

C

Depression e

d

re tu

Al

C

Crimea

Mar

C i s c a u c a s i a

a

u

c

40

Caspio a

M. Elbrus 5642

s

o

Ma r

N e r o

ro

sfo Bo M. di Marmara

Tracia

M. Olimpo

Eubea

Etna

Peloponneso

3323

r Malta

10

Mar d'Azov

iro

e

200

o

0

Ep

km

M a r Ti r r e n o Mar Ionio

M

Don

2917

d

r

r

60

P

a

i

Sardegna

D

Volg a

c

i

Macedonia

Minorca

el

e on

Danubio

B e

co

l D nep

a ic

a

F

o n a

Corsica

Stretto di Gibilterra

2

pi

ni ch e si lva

i

t

a

M

0

a

ugi

s lle Ga

Ba ss o

a

Istria Al

de

p

Dobr

gio

or Gi n

Sa di

Jylla nd p

M a r L igur e

Isole Baleari

Guadalquivir

10

Ba ltic o

L T N

A E

C

O

pi

A

re

a vi

Sav

P ia n ur a P a d an a

n

ico

Maiorca

igliera Betica Cord

p

tu

s

o

epr

P o Dne d o str l i a

Transilvania

n

Ibiza Golfo di Cadice

ura Pian ese her Ung

Carinzia

n

e

er

Guadiana

r

s

a

M. Bianco A

a gn lo

2655

Bassi Tatra

Al

s

Dn

ld

i

p

l

4810

Golfo del Leone

a

V o l i n i a

ia

i

v

ra

r

Ib

ta

Ce

3404

n e i

e

es

u

o

Pico de Aneto

e

n en

C

e

Pripjat

z

Massiccio Centrale

iu

Alti Tatra

a

a

s

a

ale

r

on a

Sl

V

G

e

em

Tago

r Eb

e

st

tr Sistema Cen

g

em

l

R

Bug

la

Boemia Bo

M

a Ar o

Si Duero

lva

S e l v a anubio Nera D

Don

a

M

r

n

Se

r

M a s o v i a

S u d e t i

nt i Mo lli fer i ta

cova

n

a

t

a P r u s s i

o G e r m a n i c

Me

Mos

e

a

ce

ne

r

Dnep

t

C

nn

Arden

Oc c.

o

Se

se

Dvina

C u r l a n d i a

Vis to

no

i

P

M

40

rici

Elb a

r

Re

Golfo di Biscaglia

Monti Can tab

We se

L i v o n i a

a

a P o m e r a n i

a n o s o p i B a s

Normandia

Galizia

M

Sjælland

I. Frisone

La Manica

Br eta gn a

Öland

Bornholm

Frisia

Saaremaa

Gotland

t

N o rd

I. Normanne

Loira

Vättern

Götaland

l

ag lia

k

i a

Co rn ov

20

ra

r

A

S

A

N

c

l

a

m

R

n.

Ca

er

t

Mar d’Irlanda

ag

ega

A

Sk

Mare del

ra er i ilt nin Pen Ingh

I. di Man

Irlanda

O

pi an i

Britanniche

S

o

n

a

i

p

o

s

s

a

B

r

a

i

G ra m

Isole

Lago di Rybinsk

ia

Lago dei Ciudi

Vänern

K a tt

50

G.

I. Åland

S v e a l a n d

Scozia

land

30

o

l

Is. Orcadi

Is. Ebridi

Fin di

c

i

U

Golfo

a

i

Kama

S

n

C

tn

i

a

d

c

O

p

Ripiano dei Laghi

a

I

r

T

U

Is. Shetland

Lago Onega

a

2470

i

Jotunheimen

70

l

Fær Øer

e

ia

n

n

r

30

Norrland

r

a

n

Mar Egeo

C i c l a d i

Creta

e

o

20

30

40

50

Completa inserendo al posto giusto le parole date. catene montuose • Urali • Atlantico • del Nord • Caucaso • Baltico • Mediterraneo • Glaciale Artico • Nero

Dal punto di vista fisico l’Europa sembra una grande penisola di un unico continente che comprende anche l’Asia; molti geografi infatti parlano di Eurasia. L’Europa è divisa dall’Asia da due .......................................................................; a sud i ..........................................................................., a est gli ................................................................................... L’Oceano .................................................................................. bagna le coste occidentali. A nord ci sono i mari ........................................ e ......................................... e, ancora più a nord il Mar ........................................... I mari che si trovano a sud sono: il ..................................................................... e il Mar .............................................................................

5


Organizzazioni internazionali

Le

L’ONU

Rispondi. • Che cosa significa la sigla ONU?

1

...........................................................................................................................................................................................................

• Dove si trova la Sede Centrale americana? ...........................................................................................................................................................................................................

• Quali sono i suoi compiti? ........................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

Leggi il testo. Poi collega, numerando, ciascuna espressione al corrispondente obiettivo del programma dell’ONU. Noi, popoli delle Nazioni Unite, decisi: 1. a salvare le future generazioni dal flagello della guerra, 2. a riaffermare la fede nei diritti fondamentali dell’uomo, 3. a creare le condizioni in cui la giustizia possa essere mantenuta, 4. a promuovere il progresso, 5. a praticare la tolleranza e a vivere in pace, 6. a unire le nostre forze per mantenere la pace e la sicurezza internazionale, abbiamo voluto unire i nostri sforzi per il raggiungimento di tali fini.

2

Preambolo dello Statuto dell’ONU

mantenimento della pace.

evitare possibili situazioni di guerra anche per il futuro.

miglioramento delle condizioni di vita.

collaborazione.

lotta alle ingiustizie.

salvaguardia dei diritti di tutti.

3

Indica con una X quale tra queste bandiere è quella dell’ONU. Poi rispondi.

• Che cosa significano i simboli presenti sulla bandiera? ........................................................................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................................................................

6


Le

Organizzazioni internazionali

L’Unione Europea

8 26 7 14

16 6

12 18 2

15

10

19 21

9

1 13

20

5

23 27

22

24

25

3 11 4 17

1

Leggi con attenzione il nome degli Stati che fanno parte dell’Unione Europea.

2

Colora gli Stati che fanno parte della UE in questo modo: gli Stati fondatori; gli altri.

1. Austria 2. Belgio 3. Bulgaria 4. Cipro 5. Croazia 6. Danimarca 7. Estonia 8. Finlandia 9. Francia 10. Germania 11. Grecia 12. Irlanda 13. Italia 14. Lettonia 15. Lituania 16. Lussemburgo 17. Malta 18. Paesi Bassi 19. Polonia 20. Portogallo 21. Repubblica Ceca 22. Romania 23. Slovacchia 24. Slovenia 25. Spagna 26. Svezia 27. Ungheria

Interrogazione scritta

Rispondi in modo sintetico.

• I principali organismi della UE sono: Parlamento Europeo, .................................................. Europeo, Commissione Europea, ............................................................................................................................................................................. • Quale di questi organismi viene eletto dai cittadini europei? .......................................................................... • Qual è l’inno ufficiale dell’Unione Europea? ....................................................................................................................... • Se ti dovessi recare in Croazia, potresti usare l’euro o dovresti fare il cambio della valuta? .............................................................................................................................................................................................................................................

7


M appe Attive I continenti Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

I CONTINENTI

sono le terre emerse

America si estende da *1 ..................................... a ...................................... America: del pianeta. Si trova tra l’Oceano ........................................................ e quello ....................................................................... Asia il continente più ....................................................................................... Asia: e *2 ......................................................... del mondo Africa è il continente più caldo del pianeta. Africa: Parte della popolazione vive in condizioni di *3 ....................................................................... Oceania è il continente più *4 ................................................................., Oceania: formato da isole sparse nell’Oceano ................................................ Antartide si estende intorno al .............................................................. Antartide: ed è ricoperto dai ..................................................................................................... Europa: si estende completamente nell’emisfero Europa ......................................................................................

*1 Punti

cardinali che delimitano le estremità dell’America. la caratteristica dell’Asia rispetto alla popolazione? parte della popolazione che non riesce a sfamarsi e a curarsi vive in… *4 L’estensione dell’Oceania rispetto agli altri continenti. *2 Qual è *3 Quella

8


M appe Attive L’ONU e le Organizzazioni internazionali Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

ONU

Organizzazione delle ha sede a

.........................................................................................

............................................................

nel Palazzo di Vetro

antenere la *1 ............................................. e la sicurezza m difendere i diritti umani salvaguardare l’indipendenza degli Stati favorire lo sviluppo dell’economia di ogni nazione • favorire lo sviluppo sociale e culturale di tutti gli abitanti della Terra

• • • •

ha lo scopo di

il simbolo dell’ONU rappresenta tutti i continenti racchiusi da due ramoscelli d’ulivo (*2 .....................................) su fondo azzurro le Organizzazioni Internazionali FAO

Organizzazione per l’*3 .................................... e l’*3 ...................................

OMS

Organizzazione Mondiale per la

UNICEF

Fondo delle Nazioni Unite per l’*3 .........................................................

UNESCO

Organizzazione delle Nazioni Unite per l’*3 ............................................, la *3 ..............................................., la Cultura

*3

.......................................................

*1 Lo *2 *3

scopo principale per cui nacque. Che cosa simboleggia l’ulivo? Quali sono i temi di cui si occupa ciascuna Organizzazione internazionale?

9


M appe Attive La UE Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

UNIONE EUROPEA nascita

motivi

• dopo la fine della seconda *1 ......................................................................................... • accordo iniziale tra sei Nazioni.

dare vita a un’Europa in cui gli Stati collaborino tra di loro

espressi nella carta dei dell’Unione Europea mantenimento della scopi

rispetto della

*2

...................................................................................

...............................................

tra i popoli

.....................................................................

umana

salvaguardia dell’ambiente libera circolazione di

*3

......................................

*1 L’evento che ha distrutto l’Europa e che ha avuto fine *2 Il nome del documento più importante per la UE. *3 Chi e che cosa deve poter circolare senza problemi?

10

e

*3

......................................

nel 1945.


M appe Attive

UE: le istituzioni

tra le Istituzioni europee è la più .............................................................. il

*4

............................................

Europeo è eletto ogni ............................... anni dai cittadini europei

il

*4

la

*4

............................................

............................................

Europeo

è formato dai Capi dei Governi dei Paesi membri

Europea

controlla che le decisioni prese siano rispettate

partecipano i Ministri che si occupano del tema di volta in volta trattato

Consiglio dei ministri

dal 2002 è stata introdotta la

*5

...................................

unica: l’..............................................

*4 Scrivi

i nomi delle tre istituzioni più importanti. *5 In alcuni Paesi europei si può pagare senza fare nessun cambio. Perché?

11


Verificare le competenze 1

I continenti sono:

A. quattro. B. cinque.

2

3

4

5

C. sei. D. sette.

C. l’Africa. D. l’Antartide.

C. l’Europa. D. l’Antartide.

Il continente più vasto è:

A. l’America. B. l’Asia.

Il continente più freddo è:

A. l’America. B. l’Oceania.

Il confine naturale tra Europa e Asia è costituito da:

A. Monti Urali e Caucaso. B. Monti Urali, fiume Ural, Mar Caspio, Caucaso. C. Monti Urali, Mar Nero, fiume Danubio. D. Himalaya, fiume Ural.

La sede centrale dell’ONU è a:

A. Bruxelles. B. Roma.

C. New York. D. Strasburgo.

6

Quali tra i seguenti non figura tra gli scopi che l’ONU si propone?

A. Mantenere la pace nel mondo. B. Arricchire tutti i cittadini europei e statunitensi. C. Promuovere lo sviluppo economico, culturale e sociale. D. Difendere i diritti umani.

7

12

uale Istituzione si occupa di dichiarare patrimonio dell’umanità i siti di particolare valore Q culturale, scientifico, naturale?

A. UNICEF. B. FAO.

C. OMS. D. UNESCO.


Verificare le competenze 8

Le montagne del nord Europa:

9

Per quali ragioni il Caspio viene chiamato mare nonostante sia un lago? Segna con più X.

10

A..sono le più alte dell’intero continente. B. si sono formate nello stesso periodo di quelle meridionali. C..sono le più antiche e sono piuttosto basse. D..sono di origine vulcanica e ci sono molti vulcani ancora attivi.

A..Perché è salato. B. Perché la sua superficie si trova sotto il livello dei mari. C..Perché non è collegato con gli altri mari. D..Perché un tempo era un vero mare.

Qual è il fiume più lungo d’Europa?

A..Danubio. B. Volga. 11

La maggior parte dei laghi europei si trovano:

A..nella parte orientale del continente. B. nella parte centrale. 12

A..Promuovere l’educazione scolastica. B. Diffondere conoscenze scientifiche. C..Assistere i bambini in difficoltà. D..Tutelare opere d’arte.

La parte dell’Europa maggiormente industrializzata è:

14

C. nella parte settentrionale. D. nella parte sud-occidentale.

Quali di questi obiettivi non è proprio dell’UNESCO?

13

C. Po. D. Tamigi.

A..quella meno abitata. B. quella con la maggior densità di popolazione. C..quella pianeggiante. D..quella settentrionale.

La maggior parte delle coste europee bagnate dal Mar Mediterraneo appartiene a Paesi che fanno parte dell’Unione Europea. • Questa affermazione è: A..vera. B. falsa.

13


La parola a uno scritto re

IL MONDO E L’ITALIA

Il combustibile per la Costituzione La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé. È un pezzo di carta, lo si lascia cadere e non si muove. Perché si muova, bisogna metterci il combustibile e cioè il proprio impegno e la propria responsabilità. Per questo una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza al modo di operare dei governanti dello Stato. A questo proposito mi viene in mente una vecchia storiella di emigranti che attraversarono l’oceano su un piroscafo traballante. Uno dei due stava dormendo nella stiva quando l’altro, che si trovava sul ponte, si accorse che stava per venir giù una burrasca. Impaurito, domandò a un marinaio se erano in pericolo. – Se continua questo mare – rispose il marinaio, – tra mezz’ora il bastimento affonderà. Allora lui corse nella stiva a svegliare il compagno per avvertirlo che il bastimento stava per affondare. – E che m’importa – ribatté questi. – Non è mica mio! E fu così che il bastimento affondò. Piero Calamandrei (uno dei padri della Costituzione)

14


L'Italia

L’Italia in Europa 1

politica

Osserva la posizione dell’Italia in Europa e rispondi.

• In quale parte dell’Europa si trova l’Italia? ..............................................................................................................

• I confini dell’Italia sono solo terrestri? ..............................................................................................................

• All’interno del territorio italiano esistono due stati indipendenti. Quali sono? .............................................................................................................. ..............................................................................................................

2

Osserva la carta dell’Europa e rispondi indicando con una X.

• Qual è lo stato più occidentale dell’Europa continentale? Italia. Spagna. Portogallo. Malta. • Quali stati europei si trovano a sud dell’Italia? Spagna e Grecia. Malta e Cipro.

Portogallo e Spagna. Grecia e Croazia.

• L’Italia ha sempre fatto parte dell’Unione Europea sin dalla sua origine? Sì. No, è entrata nel 1992. 3

Colora correttamente la bandiera dell’Italia.

4

No, è entrata nel 2007.

Disegna le stelle sulla bandiera europea.

15


L'Italia

1

politica

Lo Stato italiano

Rispondi.

• Con quali Stati confina l’Italia? ................................................................................................................................................................................ .................................................................................................................................................................................

• Gli Stati che confinano con l’Italia fanno tutti parte dell’Unione Europea? ................................... • Quale non ne fa parte? ........................................................................................................................................................................ • Che differenza c’è tra confine naturale e confine politico? ........................................................................................................ ..................................................................................................................................................................................................................................................................

2

Scrivi le tre caratteristiche che deve avere uno Stato per essere definito tale. ........................................................................................................................................................................................................................................................................ ........................................................................................................................................................................................................................................................................ ........................................................................................................................................................................................................................................................................

3

Completa indicando con una X. • Il Regno d’Italia fu proclamato: nel 1861. nel 1871. nel 1946.

• La prima capitale del Regno fu: Roma. Firenze. Torino. 4

Osserva la carta dell’Italia politica poco prima dell’unificazione e rispondi. • Quanti Stati riesci a individuare? .............................................................................................

• La tua città o il tuo paese di quale Stato faceva parte? ..............................................................................................

• Al momento della proclamazione del Regno d’Italia, Roma era: una città dello Stato italiano. una città dello Stato pontificio. una città indipendente.

16


L'Italia

politica

L’organizzazione dello Stato italiano Rispondi.

1

• Che cos’è una Monarchia? .......................................................................................................................................................................................... • Che cos’è una Repubblica? ........................................................................................................................................................................................ • In seguito a che cosa l’Italia è diventata una Repubblica? ......................................................................................................... ...................................................................................................................................................................................................................................................................

• Come si chiama l’attuale Presidente della Repubblica? (Se non lo sai chiedi a un adulto.) .................... ...................................................................................................................................................................................................................................................................

2

3

Completa le frasi collegando in modo opportuno.

La Costituzione è

è diviso in tre parti.

Il testo della Costituzione

sono espressi i diritti e i doveri dei cittadini.

L’introduzione

è spiegato il funzionamento della Repubblica.

Nella Prima Parte

la legge fondamentale della Repubblica.

Nella Seconda Parte

contiene i dodici articoli fondamentali.

Completa.

Il Parlamento detiene il potere .......................................; il suo compito è ............................................................................................. È formato da due ..................................................: la ....................................................... dei Deputati e il ...................................................... Il Governo detiene il potere ...........................................; il suo compito è ................................................................................................ Il capo del Governo è nominato dal .................................................................................................................. e, a sua volta, sceglie i .................................................... La Magistratura detiene il potere ......................................., il suo compito è ...................................................................................... 4

} }

Osserva e completa.

Nello stemma dell’Italia: • il ramo di quercia simboleggia ................................................................................................................... • il ramo di ulivo simboleggia ........................................................................................................................... • la ruota dentata simboleggia ........................................................................................................................ • la stella simboleggia .............................................................................................................................................. Per  costruire competenze

L’Italia è una Repubblica Parlamentare. Che cosa significa? ..........................................................................................................................................................................................................................................................................

17


L'Italia

1

politica

Gli enti locali

Completa.

Per amministrare meglio il territorio rispondendo alle esigenze della ............................................................................... che vive in un determinato luogo, sono stati istituiti gli .................................................................................................................... Gli enti locali sono: • il ................................................................ e, se importante per i comuni circostanti, diventa ......................................................; • la ................................................................................................................; • la ................................................................................................................. 2

Osserva e completa i cartellini inserendo al posto giusto le parole date. Regione • Comune • Provincia

...............................................................

............................................................... ...............................................................

3

Osserva lo schema e spiega con parole tue.

Elettori Consiglio Comunale

} }

Compito di realtà

Compila questa scheda con alcune informazioni che riguardano il tuo Comune. Fai delle ricerche per ottenere i dati che non conosci.

18

Sindaco Giunta Comunale

COMUNE DI ................................................................................................................................................ Regione ............................................................................................................................................................ Superficie ........................................................................................................................................................ Abitanti .............................................................................................................................................................. Il Sindaco attuale è ................................................................................................................................ Le prossime elezioni avverranno nel ...................................................................................


L'Italia 4

politica

Completa inserendo al posto giusto le parole date. leggi • Regione • statuto speciale • cinque • venti • nazionali

L’ente locale con maggiori autonomie è la .............................................................................................. Infatti può emanare .............................................................................. valide nel proprio territorio purché non contrastino con quelle ............................................................................... Ci sono .................................................... Regioni che godono di maggiori autonomie e sono dette a ................................................................................... Le Regioni italiane sono .................................................. 5

6

Colora in giallo le Regioni a statuto speciale e in verde quelle a statuto ordinario. Poi scrivi i nomi delle Regioni a statuto speciale. ...................................................................................................................................... ...................................................................................................................................... ...................................................................................................................................... ......................................................................................................................................

Rispondi. • Che cosa sono le città metropolitane? ................................................................................................................................. ................................................................................................................................. .................................................................................................................................

• Che cosa sono le Province?

................................................................................................................................. ................................................................................................................................. .................................................................................................................................

Peer teaching

Insieme agli altri Discuti con i compagni e le compagne, poi rispondi indicando con una X.

• Se dovesse rendersi necessario un intervento militare, chi lo decide? Lo Stato. La Regione interessata. • Bisogna costruire un nuovo ospedale: chi lo decide? Lo Stato. La Regione interessata. • È necessario prendere provvedimenti per sanare una zona degradata: chi li prende? Lo Stato. La Regione interessata. • Vanno presi accordi con alcuni Paesi stranieri: chi li decide? Lo Stato. La Regione interessata.

19


Le

1

Regioni

Le regioni

Osserva la carta e scrivi i nomi delle regioni dell’Italia settentrionale dalla meno estesa alla più estesa.

13 605 km2 7 862 km2 3 260 km2

............................................................................................... 23 864 km2

............................................................................................... ............................................................................................... ...............................................................................................

18 407 km2

25 387 km2

...............................................................................................

5 416 km2

22 452 km2

............................................................................................... ............................................................................................... ...............................................................................................

2

Osserva le regioni dell’Italia centrale e scrivi i nomi.

..................................................................................

..................................................................................

..................................................................................

..................................................................................

..................................................................................

..................................................................................

20


Le Per ciascuna regione dell’Italia meridionale e insulare, scrivi il nome e il capoluogo.

3

Regioni

...............................................................

...............................................................

...............................................................

...............................................................

............................................................... ...............................................................

.

• Regione: ............................................................................................. Capoluogo: ..................................................................................... • Regione: ............................................................................................. Capoluogo: ..................................................................................... • Regione: ............................................................................................. Capoluogo: .....................................................................................

• Regione: ............................................................................................. Capoluogo: ..................................................................................... • Regione: ............................................................................................. Capoluogo: ..................................................................................... • Regione: ............................................................................................. Capoluogo: .....................................................................................

Interrogazione scritta

Rispondi in modo sintetico.

• Che tipo di organizzazione politica ha l’Italia? ................................................................................................................................ • Chi è a capo dello Stato italiano? ................................................................................................................................................................ • Qual è la legge fondamentale dello Stato italiano? ................................................................................................................. ...........................................................................................................................................................................................................................................................

• Quali sono i tre poteri dello Stato italiano? ....................................................................................................................................... • Qual è la funzione del Parlamento? .......................................................................................................................................................... .........................................................................................................................................................................................................................................................

• Che cosa sono gli enti locali? ......................................................................................................................................................................... ........................................................................................................................................................................................................................................................

• Quali sono? ......................................................................................................................................................................................................................

21


Come si studia una regione Usa questo schema per organizzare e verificare le tue conoscenze relative a ciascuna regione. Quando hai terminato lo studio di una regione, fotocopia lo schema e poi inserisci i dati mancanti. Raccogli gli schemi in una cartelletta.

Nome della regione

.........................................................................................

Posizione (colora la regione) • Si trova nella parte ....................................................................................................... dell’Italia. • Confina a nord con ......................................................................................, a est con ....................................................................................., a sud con ......................................................................................, a ovest con ...................................................................................................... Orografia • Il territorio della regione è occupato prevalentemente da:

montagna

collina

pianura

• Colora, rispettando le percentuali, in marrone la parte che rappresenta la montagna, in giallo la collina e in verde la pianura.

• Catene montuose: .................................................................................................................................. • Cime principali: ......................................................................................................................................... ...................................................................................................................................................................................... • Colline: ...............................................................................................................................................................

......................................................................................................................................................................................

• Pianure: ..............................................................................................................................................................

......................................................................................................................................................................................

Idrografia • La regione è bagnata da qualche mare? ............ Se sì, quale/i? ................................................................................................... • Isole e/o arcipelaghi: .......................................................................................................................................................................................................... • Coste: ................................................................................................................................................................................................................................................. • Golfi: .......................................................................................................... Promontori: ....................................................................................................... • Laghi: .................................................................................................................................................................................................................................................. • Fiumi principali: ........................................................................................................................................................................................................................

22


Le Clima • Quali elementi importanti determinano il clima della regione? ................................................................. ............................................................................................ ............................................................................................

• Questa regione ha un clima:

Regioni

Ordinamento • È una regione a statuto: ordinario speciale Superficie: .................................................................................................................. Popolazione: ............................................................................................................ Abitanti per km2: .................................................................................................. • I n questa regione si parlano altre lingue oltre all’italiano? ............ Se sì, quali? .............................................................

...........................................................................................

...........................................................................................................................................

Città • .Il capoluogo della regione è: ...................................................................................................................................................................................... • Le città più importanti sono: ........................................................................................................................................................................................

Economia • Quali sono le attività più importanti dell’economia regionale? .....................................................................................................................................................................................................................................................................

• Si coltiva o si fabbrica un prodotto particolare? ............ Se sì, quale? ......................................................................................

La storia La storia dell’Italia è la storia degli Stati che per molti secoli hanno condiviso, non sempre pacificamente, il territorio della penisola. Perciò ciascuna regione ha la sua storia. Vai a pagina 147: dalla carta storica deduci a quale regione augustea appartiene quella che stai studiando e scrivilo: ............................................ .........................................................................................................................

• Ricorda un avvenimento o un periodo storico significativo della regione: .................... ....................................................................................................................

• Quali sono i monumenti più importanti?

Da vedere! •Q uali luoghi di questa regione consiglieresti di visitare a un amico o un’amica? Perché? ........................................................................................................................ ........................................................................................................................ ........................................................................................................................ ........................................................................................................................ ........................................................................................................................ ........................................................................................................................

• Che cosa consiglieresti di assaggiare? ........................................................................................................................ ........................................................................................................................ ........................................................................................................................

....................................................................................................................

........................................................................................................................

....................................................................................................................

........................................................................................................................

....................................................................................................................

........................................................................................................................

23


M appe Attive Lo Stato italiano Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

confina con

ITALIA

• Francia,

*1

,

......................................................................

*1 ..........................................,

*1 ..............................................

• i confini marittimi seguono l’andamento delle .................................................. ha un territorio ben definito è uno Stato perché

ha un insieme di cittadini che vivono nello stesso territorio ha un insieme di Istituzioni

storia

nel 1861: proclamato il Regno d’Italia prima capitale: spostata a *3

*2

.......................................

..............................................................

.......................................................

diventa

la capitale del Regno nel 1946 l’Italia diventa una .................................................................... *1 Con

quali altre Nazioni confina l’Italia? *2 Quale fu la prima capitale del Regno? *3 Quale città divenne la capitale definitiva?

24


M appe Attive L’organizzazione dello Stato Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

è una

*1

.....................................................

LO STATO ITALIANO

a capo dello Stato c’è il della Repubblica

.................................................

la legge fondamentale è la Costituzione

divisa in tre parti *2

...........................................

*2

...........................................

*2

...........................................

prevede l’istituzione degli enti

......................................

stabilisce la suddivisione dei poteri legislativo *3

..........................................

è composto da ...........................................

*4

e

..........................................

..................................................

*5

...........................................

Governo *1 Che tipo di Stato è l’Italia attualmente? *2 Scrivi quali sono le parti della Costituzione. *3 Chi esercita il potere legislativo? *4 Le due parti in cui si divide il Parlamento. *5 Qual è il potere esercitato dal Governo?

giudiziario ................................................

25


M appe Attive Gli enti locali Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

ENTI LOCALI *1

..........................................................

la parte più piccola in cui è diviso il territorio

è

si occupa di: • istruzione e cultura • anagrafe • ambiente • viabilità • assistenza

Amministrazione Comunale

elettori

eleggono il .........................................

è a capo del Comune

*1 Qual *2

26

è il più piccolo ente locale? Gli elettori eleggono i componenti del… comunale.

eleggono il *2 ......................................... Comunale


M appe Attive

offrono e gestiscono

città

*3

diversi servizi per i cittadini

...........................................

comprende una grande città e i ..................................................... vicini

enti locali con maggiori poteri Regioni

approvano ................................................................... nel proprio territorio il Comune più importante è il suo ............................................................................

..............................................

sono

*4

a statuto speciale

...................................

le altre a statuto comprendono più Province

*5

............................................

................................................

il territorio è meno esteso di quello di una .....................................................

*3 Il nome di alcuni grandi Comuni particolari. *4 Scrivi il numero delle Regioni. *5 Se non sono a statuto speciale, sono Regioni

a…

27


Verificare le competenze Le regioni italiane sono:

1

A. quindici. B. diciannove.

2

C. venti. D. ventuno.

C. quindici. D. venti.

Le regioni a statuto speciale sono:

A. tre. B. cinque.

3

Rispondi.

• Quali sono le regioni a statuto speciale? ........................................................................................................................................................................................................................................................

• Che cos’è una città metropolitana? ........................................................................................................................................................................................................................................................ ........................................................................................................................................................................................................................................................

4

Completa.

Per essere definito tale, uno Stato deve avere: un ......................................................................................................................................................................... ben definito. un insieme di .............................................................................................................................................................................. un insieme di ..............................................................................................................................................................................

5

Completa il cruciverba. Nella colonna evidenziata leggerai chi è a capo di un ente locale.

1 2 3 4 5 6 7

28

ORIZZONTALI 1. Potere attribuito al Parlamento. 2. La legge su cui si fonda lo Stato italiano. 3. Il più piccolo ente locale. 4. Il potere che ha la magistratura. 5. È formato da Camera e Senato. 6. Potere attribuito al Governo. 7. In Italia sono venti.


Verificare le competenze 6

Che cos’è la Costituzione?

A. L’assemblea che ha il compito di emanare le leggi. B. Il racconto di come si è costituito lo Stato italiano. C. La legge fondamentale dello Stato italiano. D. L’insieme dei giudici che amministrano la Giustizia. Un articolo della Costituzione italiana stabilisce le regole del diritto di voto. Leggilo e poi rispondi. Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età. Il voto è personale ed uguale, libero e segreto. 7

Quando si raggiunge la maggiore età in Italia?

A. Quando si finisce la scuola superiore. B. Quando si compiono i 18 anni. C. Quando si compiono i 16 anni. 8

Che cosa significa “il voto è personale”?

A. Nessun può votare al posto di un altro elettore. B. È vietato chiedere a un elettore qual è stato il suo voto. 9

Che cosa significa “il voto è libero”?

A. Possono votare solo le persone che non sono in carcere. B. Ogni elettore è libero di votare per chi vuole. 10

Che cosa significa “il voto è segreto”?

A. L’elettore ha diritto di isolarsi durante l’operazione del voto. B. È vietato a ogni elettore dichiarare per chi vota. 11

gni quanti anni i cittadini italiani che hanno i requisiti si recano al voto per rinnovare O la Camera dei Deputati e quella dei Senatori? A. Ogni 3 anni. C. Ogni 7 anni. B. Ogni 5 anni. D. Ogni 10 anni.

12

Da chi viene eletto il Presidente della Repubblica?

A. Dai cittadini. B. Dal Parlamento. 13

C. Dal Governo. D. Dalla Magistratura.

Le Province italiane comprendono:

A. più Regioni. B. più Comuni.

29


La parola a uno scritto re

L’ITALIA SETTENTRIONALE Ricordi di un ragazzo di montagna Mi trovavo alla Casera Pezzei in Val Zemola, sulle Dolomiti, assieme ai miei fratelli Felice, di dodici anni, e Richetto, di sette. Io ne avevo tredici appena compiuti. Facevamo i garzoni di malga. Dovevamo badare a quarantadue mucche da latte e ventisei manze. Richetto era con noi da una settimana per imparare il mestiere. Ogni mattina, per tutta l’estate, dopo la mungitura, dovevo salire sulla radura a portare un bottiglione di latte agli operai che stavano ultimando la costruzione del Rifugio Maniago. Un’ora e mezza andare e tornare. Rallentavo di proposito il ritorno in modo da evitare il più possibile l’uscita al pascolo con le manze, che mi facevano morire a furia di correre. Lassù, nella magica radura del Bozzìa, circondata da montagne rossigne e boschi immensi, “allattavo” gli operai, che avevano preso a volermi bene e mi trattavano come un signorino. Appena arrivato mi offrivano un’abbondante colazione, con tutte le cose buone che avevano, compreso il caffè. Dopo mi mettevo a curiosare qua e là e a osservare gli specialisti all’opera. Ricordo il padre del mio amico Cice, il mitico Lilian Corona, un maestro d’ascia difficilmente imitabile. Il suo compito al rifugio era quello di squadrare le travi del tetto solo con l’aiuto della scure da filo. Tronchi di larice lunghi circa dieci metri venivano allineati per terra su due traversine. Poi da un’estremità all’altra si tendeva una corda per segnare la linea di taglio. A questo punto Lilian iniziava il suo lavoro. Era incredibile la precisione con cui metteva un colpo accanto all’altro senza la minima indecisione, tutti a un millimetro dallo spago, ma senza toccarlo! Poi c’erano altri operai, una decina circa, muratori, carpentieri, manovali e i conducenti di muli, ma nessuno per me era interessante quanto lo squadratore di tronchi. Mauro Corona, Aspro e dolce, Mondadori

30


Le

I paesaggi della macroregione settentrionale 1

Regioni

Completa le frasi che descrivono le caratteristiche della macroregione settentrionale.

1. Le cime più alte e aguzze si trovano nelle Alpi ............................................... 2. Il .............................................. è il fiume più lungo della macroregione e d’Italia. Sfocia nel Mar .............................................. con una foce a ............................................... 3. La più vasta pianura d’Italia, la Pianura .............................................. e Pianura ............................................., si estende in cinque regioni. 4. A i piedi di Alpi e Prealpi ci sono i grandi laghi italiani di origine ............................................... 2

Per ciascuna fotografia, scrivi il numero della frase che la descrive.

31


Regioni

Le

1

La presenza dell’uomo nell’Italia settentrionale

Completa le frasi che descrivono le attività della macroregione settentrionale.

1. ll turismo è sviluppato in tutti i suoi aspetti: montano, .............................................., artistico. 2. In tutta la grande pianura si coltivano prodotti ............................................... 3. La macroregione settentrionale è la più industrializzata dell’............................................... 4. S ulle montagne i bovini sono allevati al pascolo, nella grande pianura, invece, in enormi .............................................. attrezzate. 2

Per ciascuna fotografia, scrivi il numero della frase che la descrive.

32


Le

Valle d’Aosta

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

1

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Oltre all‘italiano si parla: ..........................................................................................................................................................................................

2

33

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Valle d’Aosta.

...............................................................

Completa il cruciverba.

1 1

3 2 2 3

4

ORIZZONTALI 1. La Dora che attraversa la regione. 2. È una regione a statuto… 3. La regione italiana con cui confina. 4. Il monte più alto d’Italia.

VERTICALI 1. Il nome del capoluogo. 2. Un castello famosissimo (foto 1). 3. Il nome di questa vetta: pensa a un piccolo cervo (foto 2).

33


Regioni

Le

31

Piemonte

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Colline: ........................................................................................................................................................................................................................................ • Pianura: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

............................................................................................................................................................................................................................................................

32

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio del Piemonte.

33

Osserva le immagini e rispondi.

• A quale festa tradizionale ti fa pensare? ................................................................................................................... • In quale città si svolge? ................................................... ...................................................................................................................

34

...............................................................

• Questo è un famoso museo. Quale?................................................................................................ Dove si trova?.............................................................................

...................................................................................................................


Liguria 31

Le

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................. • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

32

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Liguria. ...............................................................

33

Queste immagini mostrano alcuni aspetti della città di Genova. Osserva e scrivi a che cosa si riferiscono.

..................................................................

........................................

........................................................................

.......................................

35


Regioni

Le

31

Lombardia

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Colline: ........................................................................................................................................................................................................................................ • Pianura: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

32

33

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Lombardia.

...............................................................

Osserva le immagini e rispondi.

• Che cos’è?...................................................................................... ...................................................................................................................

• A quale civiltà apparteneva? ...................................... • Questa forma oggi è diventata il ........................... ...................................................................................................................

36

• Questa è la bottega di un artigiano. Quale? .............................................................................................. • Che cosa realizza? ................................................................. • Quale città della Lombardia è famosa per questo tipo di artigianato? ..........................................


Veneto 31

Le

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Colline: ........................................................................................................................................................................................................................................ • Pianura: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................. • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

32

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio del Veneto.

...............................................................

Indica con più X quali sono i tre tipi di turismo più importanti presenti nella regione Veneto.

33

34

............................................................................................................................................................................................................................................................

Balneare. Agriturismo collinare. Montano. Città d’arte. Archeologico. Osserva l’immagine e rispondi.

• In che città siamo? ...................................................................................................................

• Che cosa viene rappresentato in questa fotografia? .................................................................................... ................................................................................................................... ................................................................................................................... ...................................................................................................................

37


Regioni

Le

31

Trentino-Alto Adige

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ................................................................................................................................................................................................................... • Oltre all‘italiano si parla: ..........................................................................................................................................................................................

32

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio del Trentino - Alto Adige.

...............................................................

33

Rispondi.

• Come si presenta il territorio del Trentino-Alto Adige? .......................................................................................................... • Com’è il suo clima? ...................................................................................................................................................................................................... • Il doppio nome Trentino-Alto Adige indica che la regione è divisa in due zone. Quale delle due è quella più settentrionale? ................................................................................................................................... • Quale è quella che si trova nella parte più meridionale della regione? ................................................................ • Quali lingue si parlano in questa regione? .......................................................................................................................................... • Quali sono le attività più importanti della popolazione del Trentino-Alto Adige? ............................................................................................................................................................................................................................................................

38


Friuli-Venezia Giulia 31

Le

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ...................................................................................................................................................................................................................... . • Pianura: ...................................................................................................................................................................................................................................... . • Fiumi: ........................................................................................................................................................................................................................................... . • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................ .

• Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ................................................................................................................................................................................................................... • Oltre all‘italiano si parlano: ...................................................................................................................................................................................

32

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio del Friuli - Venezia Giulia.

33

...............................................................

Aiutandoti con le didascalie, scrivi il nome della città cui si riferisce ciascuna immagine.

...................................................

...................................................

...................................................

...................................................

1. Palazzo comunale di Pordenone con i campanili laterali. 2. Il castello di Gorizia, risalente al secolo XI, è situato sull‘altura che sovrasta la città. 3. I palazzi che circondano Piazza Unità d’Italia e l‘apertura verso il Golfo di Trieste la rendono unica e affascinante. 4. P iazza della Libertà, tutta contornata da portici, sembra il salotto a cielo aperto di Udine.

39


Regioni

Le

31

Emilia-Romagna

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: .......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ...................................................................................................................................................................................................................... . • Pianura: ...................................................................................................................................................................................................................................... . • Fiumi: ........................................................................................................................................................................................................................................... . • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................ .

• Regione a statuto: ......................................................................................................................................................................................................... . • Capoluogo: .......................................................................................................................................................................................................................... . • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

32

33

40

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio del Emilia-Romagna.

...............................................................

Completa e rispondi indicando con una x. • Il territorio dell’Emilia-Romagna è: completamente pianeggiante. prevalentemente pianeggiante. per niente pianeggiante.

• Il settore industriale più importante è quello: della fabbricazione dei mobili. automobilistico. agroalimentare.

• Le coste della Romagna sono: basse nella parte settentrionale e alte in quella meridionale. basse, sabbiose e, in parte, paludose. rocciose e frastagliate.

• Quale fattore favorisce il commercio? Le caratteristiche del territorio. Lo sviluppo di una importante rete di vie di comunicazione. Il turismo balneare sulla riviera romagnola.


L’Italia settentrionale 31

Le

Regioni

Osserva le regioni dell’Italia settentrionale, scrivi i nomi e i capoluoghi.

Regione ............................... Capoluogo ........................

Regione ............................... Capoluogo ........................

Regione ............................... Capoluogo ........................

Regione ............................... Capoluogo ........................

Regione ............................... Capoluogo ........................

Regione ............................... Capoluogo ........................

Regione ............................... Capoluogo ........................

Regione ............................... Capoluogo ........................

32

Per ciascuna affermazione, indica V (vero) oppure F (falso).

• Nell’Italia settentrionale ci sono due regioni completamente montuose.

V

F

• Le regioni attraversate dal fiume Po sono cinque.

V

F

• Le province piemontesi di Vercelli e Novara sono famose per la produzione del riso.

V

F

• Il Colle di Cadibona, da cui hanno origine Alpi e Appennini, si trova in Piemonte.

V

F

• Trieste è il capoluogo del Trentino-Alto Adige.

V

F

• La costa ligure si divide in Riviera di Levante e Riviera di Ponente.

V

F

• Le colline del Carso si trovano ai piedi delle Alpi.

V

F

41


M appe Attive L’Italia settentrionale Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

REGIONI DELL’ITALIA SETTENTRIONALE

IL TERRITORIO

Valle d’Aosta, Lombardia, .............................................................., .............................................................., .............................................................., .............................................................., .............................................................., ............................................................... Orografia • Catene montuose: catena delle ...................................................... a nord, prime montagne dell’........................................... a sud • Colline: Monferrato, Langhe, Brianza, Colli Euganei • Pianure: Pianura ............................................... Idrografia laghi fiume *1 ............................... e i suoi affluenti; • Fiumi e laghi: grandi laghi glaciali (Lago di ................................................., Lago di Como, Lago Maggiore) ari Mar ......................................... a est, Mar ......................................... • Mari: a ovest

L'ECONOMIA

• Agricoltura e allevamenti intensivi • Grandi e medie industrie • Turismo: montano, balneare, ...............................................................

IL CLIMA

Tre fasce climatiche: • la zona ......................................... (Alpi e Appennino Emiliano) • la zona .......................................... (Pianura Padana) • le zone .......................................... (la riviera ligure e quella del nord Adriatico) *1 il

42

più lungo fiume italiano.


M appe Attive LE CITTÀ DELLE REGIONI Valle d’Aosta

• Regione a statuto .................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................

Piemonte

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Liguria

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Lombardia

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Veneto

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Trentino-Alto Adige

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Friuli-Venezia Giulia

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Emilia-Romagna

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ....................................................................................... C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

43


Verificare le competenze 1

2

3

4

5

In quale dei seguenti gruppi sono elencate le cime che si trovano in Valle d’Aosta?

A. Monte Bianco, Monviso, Gran Paradiso, Monte Rosa. B. Monte Bianco, Gran Paradiso, Monte Rosa, Cervino. C. Monte Bianco, Pizzo Bernina, Monte Rosa, Cervino. D. Adamello, Ortles, Pizzo Bernina, Monte Cristallo. Il Piemonte confina a ovest con:

A. la Francia. B. la Svizzera. C. la Lombardia. D. la Valle d'Aosta. In Lombardia tra le Alpi e l’alta Pianura Padana si trova:

A. il fiume Po. B. la fascia delle Prealpi lombarde. C. l’Appennino. D. il Ticino. I fiumi della Liguria sono:

A. brevi perché il loro corso è stato deviato per far posto ai terrazzamenti. B. brevi perché sono affluenti di altri fiumi. C. lunghi perché nascono sulle Alpi. D. brevi perché le montagne da cui nascono sono vicine al mare in cui sfociano. Scrivi il nome della regione cui si riferisce ciascuna frase.

• Vi ha sede il Duomo raffigurato nell’immagine. • Vi si trova il più importante Museo Egizio dopo quello de Il Cairo.

...............................................

• Il capoluogo, al tempo dei Romani, si chiamava Augusta Praetoria.

...............................................

• Vi è uno dei più importanti porti d’Italia e un famoso Acquario.

44

...............................................

...............................................


Verificare le competenze Il fiume che attraversa il Trentino-Alto Adige da nord a sud è:

6

A. il Sarca. B. il Brenta. C. l’Adige. D. l’Isarco. I n Friuli - Venezia Giulia, durante la stagione invernale, talvolta soffia un vento che può raggiungere i 150 km all’ora. Come si chiama?

7

A. Föhn. B. Tramontana. C. Scirocco. D. Bora. In quale regione si trova la città costruita sulle isole della laguna?

8

A. Friuli-Venezia Giulia. B. Veneto. C. Emilia-Romagna. D. Toscana. I grandi laghi prealpini si trovano principalmente in:

9

10

A. Piemonte. B. Lombardia. C. Veneto. D. Friuli-Venezia Giulia.

Scrivi il nome della regione cui si riferisce ciascuna frase.

• Vi si trova la Mole Antonelliana, una delle costruzioni più alte d’Italia.

...............................................

• Nel suo capoluogo si verifica il fenomeno dell’acqua alta.

...............................................

• Nei pressi del capoluogo sorge il bellissimo castello di Miramare.

...............................................

• A Ravenna vi è la tomba del più importante poeta italiano vissuto tra il 1200 e il 1300, Dante Alighieri.

...............................................

45


La parola a uno scritto re

L’ITALIA CENTRALE Un senatore romano in visita alle Cascate delle Marmore Trascurando la via principale, più larga ma anche più esposta agli sguardi indiscreti, il senatore romano Publio Aurelio Stazio percorse di buon passo un quarto di miglio lungo il viottolo circondato da un folto bosco di querce. Qui non passava mai nessuno, salvo qualche cinghiale, la cui presenza era segnata dalla corteccia staccatasi dai tronchi sui quali i possenti suini strusciavano il mantello. Distante, ma presente in sottofondo, si sentiva il boato del salto d’acqua creato quasi duecento anni prima dal console romano Manio Curio Dentato attraverso una straordinaria opera di ingegneria. Egli aveva fatto deviare il corso del Velino facendolo precipitare con un’immensa cascata artificiale nel sottostante fiume Nera, affluente del Tevere. Come spesso accade, tuttavia, la brillante soluzione di un problema ne aveva creato uno diverso: aveva eliminato le paludi a monte, ma ne aveva create a valle della cascata. Le due città coinvolte nella bonifica, Reate1 e Interamna2, avevano infatti iniziato un’interminabile lite, coinvolgendo persino Cicerone. Aurelio non ricordava bene come fosse finita la disputa. Tuttavia andava ugualmente fiero dell’enorme cascata, l’unica che potesse paragonarsi al grande salto del fiume Reno nel paese degli Elvezi3. Mentre però le acque del fiume nordico sprofondavano da millenni per volere del Fato – o del caso o della natura o degli dèi – a creare l’incredibile meraviglia italica erano stati uomini come lui, e come lui romani, pensava ascoltando il possente ruggito che risuonava in lontananza. Danila Comastri Montanari, Pallida Mors, Mondadori 1. Reate: antico nome di Rieti. 2. Interamna: antica città romana; il suo nome significa “tra i fiumi”. 3. Elvezi: Svizzeri.

46


Le

I paesaggi della macroregione centrale 1

Regioni

Completa le frasi che descrivono le caratteristiche della macroregione centrale.

1. La catena montuosa degli .................................... attraversa da nord a sud tutta la macroregione. 2. Una sola, tra le regioni centrali, non ha sbocchi sul ...................................., ma il suo territorio è ricco di acque. 3. Il Mar Adriatico bagna la parte orientale della macroregione centrale e le sue coste sono generalmente .................................... e .................................... 4. Il Mar Tirreno bagna le coste .................................... dell’Italia centrale. In esso si trovano l’Arcipelago Toscano e le Isole Ponziane. 2

Per ciascuna fotografia, scrivi il numero della frase che la descrive.

47


Regioni

Le

1

La presenza dell’uomo nell’Italia centrale

Completa le frasi che descrivono le attività della macroregione centrale.

1. La produzione artigianale, che usa i metodi degli antichi .............................................., è ancora molto sviluppata. 2. I l turismo è una risorsa economica fondamentale. Molto diffusi sono gli ............................................... 3. Sulle colline dell’Italia centrale sono coltivati viti e ............................................... 4. In questa macroregione si allevano molte .............................................. e capre. 2

Per ciascuna fotografia, scrivi il numero della frase che la descrive.

48


Le

Toscana

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

1

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Colline: ........................................................................................................................................................................................................................................ • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................. • Isole: .............................................................................................................................................................................................................................................. • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

2

3

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Toscana.

...............................................................

Scrivi il nome della città cui si riferisce ciascuna frase.

• È attraversata dal fiume Arno. Nel passato vi lavorarono artisti famosi. • Era una Repubblica Marinara e nella piazza principale vi è la torre pendente.

4

...............................................................

...............................................................

Scrivi il nome della località cui si riferisce ciascuna immagine.

...............................................................

...............................................................

...............................................................

49


Regioni

Le

Umbria

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

1

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Cascate: .....................................................................................................................................................................................................................................

• Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

2

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio dell‘Umbria.

Completa il cruciverba. Nella riga evidenziata leggerai il nome della città in cui ogni anno, il 15 maggio, si svolge la Festa dei Tre Ceri. 6 VERTICALI 5 1. Lo è il Trasimeno. 2 2. Capoluogo dell’Umbria. 1 3 3. L’antico popolo della regione. 4. Il significato del nome Umbri 4 nell’antica lingua greca. 5. Il nome del lago di origine tettonica. 6. Il nome di uno dei fiumi che formano le cascate delle Marmore.

3

50

...............................................................


Marche 1

Le

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: ......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: .............................................................................................................................................................................................................................................

• Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

2

3

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio delle Marche.

...............................................................

Rispondi.

• Come sono i fiumi delle Marche? ..................................................................................................................

• Come è la costa? .................................................................................................................. ..................................................................................................................

• Come è il clima della Regione? ..................................................................................................................

• Perché sono famosi i monti Sibillini? ..................................................................................................................

• In una località delle Marche c’è un famoso Museo della Fisarmonica. Quale? ..................................................................................................................

4

Cerca sulla carta geografica il piccolo Stato con cui confina la regione e scrivi il nome.

......................................................................................................................................................

51


Regioni

Le

1

Lazio

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Confini Stati: ......................................................................................................................................................................................................................... • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Colline: ........................................................................................................................................................................................................................................ • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................. • Isole: .............................................................................................................................................................................................................................................. • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio del Lazio.

2

3

............................................................................................................................................................................................................................................................

...............................................................

ueste immagini rappresentano tre edifici importanti di Roma. Q Collega le immagini alle didascalie: usa i numeri. 1. Il Campidoglio che oggi è la sede del Municipio di Roma. 2. La Basilica di San Pietro nello Stato Vaticano. 3. Il Colosseo dove ai tempi degli antichi Romani hanno combattuto molti gladiatori.

52


Abruzzo 1

Le

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: .............................................................................................................................................................................................................................................

• Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

2

3

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio dell‘Abruzzo.

...............................................................

Leggi il testo e cancella l’alternativa sbagliata.

L’Abruzzo è una regione prevalentemente collinare / montuosa. In questa regione ci sono le cime più alte dell’Appennino: il Corno Grande / Piccolo nel massiccio del Gran Sasso e il Monte Amaro / Velino nella Maiella. In Abruzzo le coste adriatiche sono soprattutto alte e frastagliate / basse e sabbiose. I fiumi sono a carattere torrentizio e il loro percorso va da nord a sud / da ovest a est. Il capoluogo della regione è Pescara / L’Aquila.

4

Questo bellissimo fiore arrivò anticamente da Creta, ma ha trovato un ottimo habitat intorno alla città de L’Aquila dove lo si coltiva. Rispondi.

• Come si chiama? ..................................................................................... • Per quale scopo è coltivato? ....................................................... ..................................................................................................................................... .....................................................................................................................................

53


Regioni

Le

1

Molise

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................. • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ................................................................................................................................................................................................................... 2

3

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio del Molise.

...............................................................

Rispondi.

• Quale località è famosa per la produzione delle campane? ............................................................................................................................................................ • Quale particolarità hanno i laghi principali del Molise? ............................................................................................................................................................ 4

Cancella nello schema i seguenti nomi che puoi trovare sia in orizzontale sia in verticale. Poi colora le lettere rimaste: leggerai il nome di una città. Completa.

La Meta

Riccia

B

I

F

R

N O

Biferno

Isernia

C

S

A M P

O C

Occhito

Trigno

S

E

P

I

T

R

I

G N O H

B

N A

S

S

O

I

R

I

C

I

A

T

L

A M E

T

A O

Sepino

} }

Per  costruire competenze

C

E

N O C

La città è ............................................................................ ed è il ................................................................................... del Molise.

Il Molise è una delle regione con più bassa densità di popolazione. Per quali motivi? .........................................................................................................................................................................................................................

54


L’Italia centrale 31

Le

Regioni

Osserva le regioni dell’Italia centrale, scrivi i nomi e i capoluoghi.

Regione ................................................... Capoluogo ............................................

Regione ................................................... Capoluogo ............................................

Regione ................................................... Capoluogo ............................................

Regione ................................................... Capoluogo ............................................

Regione ................................................... Capoluogo ............................................

Regione ................................................... Capoluogo ............................................

32

sserva queste fotografie e, con parole tue, spiega quali sono le principali caratteristiche O della macroregione centrale.

55


M appe Attive L’Italia centrale Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

REGIONI DELL’ITALIA CENTRALE

IL TERRITORIO

Toscana,

,

................................................................

, ........................................................., .........................................................

, ................................................ ...............................................

Orografia • Territorio prevalentemente montuoso e collinare. • Catene montuose: ............................................................................ • Pianure: .........................................*1 , Agro Romano, Agro Pontino Idrografia • Fiumi e laghi: Tevere, Arno; Lago ............................... *2, Lago di Bolsena, lago di Bracciano; Cascata delle Marmore • Mari: Mar ................................................ ad est, Mar .................................... a ovest .

L'ECONOMIA

IL CLIMA

Turismo: balneare, agriturismi, città d’arte Agricoltura: viti, olivi, frutta, ortaggi Pesca Industrie: soprattutto di piccole e medie dimensioni, industrie termoelettriche in Toscana • Artigianato: ancora fiorente • • • •

Due fasce climatiche: • la zona ..............................................., con clima mite • la zona appenninica, con clima più rigido *1 La maggiore pianura toscana un tempo *2 Il più vasto lago dell’Italia Centrale.

56

malarica.


M appe Attive LE CITTÀ DELLE REGIONI Toscana

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ....................................................................................... C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Umbria

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ....................................................................................... • Città principale: ..........................................................................

Marche

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ....................................................................................... C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Lazio

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Abruzzo

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Molise

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ • Città principale: ............................................................................

57


Verificare le competenze Completa.

1

Le regioni dell’Italia centrale sono: ................................................................................................................................................................................................................................................. ................................................................................................................................................................................................................................................. L’unica regione non bagnata dal mare è:

2

A. la Toscana. B. il Molise. C. l’Abruzzo. D. l‘Umbria. Fu una Repubblica Marinara.

3

A. Firenze. B. Arezzo. C. Pisa. D. Siena. In quale regione si estende il Lago Trasimeno, il più vasto dell’Italia centrale?

4

A. Molise. B. Abruzzo. C. Umbria. D. Lazio. Nel Lazio, a sud di Latina, c’è un famoso Parco Naturale. Qual è?

5

6

58

A. Il Parco Nazionale del Circeo. B. Il Parco Nazionale della Maremma. C. Il Parco Nazionale del Cilento. D. Il Parco Nazionale del Pollino. A Scapoli si svolge il festival della zampogna. In quale regione dell’Italia centrale si trova?

A. Abruzzo. B. Molise. C. Lazio. D. Umbria.


Verificare le competenze Quale dei seguenti elementi non si riferisce all’Abruzzo?

7

A. Conca del Fucino. B. Festa dei serpari. C. Fontana delle 99 cannelle. D. Isernia.

8

In quale mare si trova il promontorio del Monte Conero?

.......................................................................................................................................................

9

10

Collega le montagne alle regioni in cui si trovano.

Monte Vettore

Marche

Monte Amiata

Abruzzo

Monte Amaro

Molise

Monte Terminillo

Lazio

Monti della Meta

Umbria

Monte Conero

Toscana

Per ciascuna immagine, scrivi il nome della localitĂ e quello della regione.

........................................................................................................

........................................................................................................

........................................................................................................

........................................................................................................

59


La parola a uno scritto re

L’ITALIA MERIDIONALE E INSULARE Linosa e il vulcano Il vulcano è talmente addormentato che ha lasciato crescere nella sua bocca piante di fichi d’India e alberelli di fichi selvatici. Non ci sono tracce di fumo né lava incandescente né baratri paurosi. – Questa è lava solidificata – dice lo zio, battendo le mani sulle rocce pungenti e sulla polvere nera che le copre. – Hai notato, zio, che non ci sono né orti né giardini su quest’isola? – dice Elisa. – La vegetazione non può crescere sul terreno lavico – spiega lo zio. – E quindi è difficile coltivare qualsiasi cosa. Qualche orto c’è, però, e anche giardini. Guardali laggiù, ma ci crescono solo pochi alberi di fico e piante aromatiche. Manca la terra e manca anche l’acqua. Sara chiese: – Come fa Mimma a cuocere la pasta, se non c’è l’acqua? E come fanno la doccia? E come lavano i piatti? – Portano l’acqua con la nave dal continente – spiega lo zio. – La versano in una grande cisterna e gli abitanti di Linosa la usano. – E quando l’acqua finisce? – domanda Paolo. – Arriva un’altra nave dal continente. In basso, recintati da muretti antichi di pietre laviche, si vedono dei piccoli orti con qualche albero e qualche cespuglio verde. Sembrano scatolette senza coperchio. Guardiamo il mare che ci circonda da ogni lato. Lassù, seduti sulla cima di un vulcano addormentato, circondati da ogni parte dal mare, in quell’isola strana, dove l’acqua arriva con la nave, ci sentiamo importanti e coraggiosi, dei veri esploratori. E zio Melo, con quel cappello a pagoda che non si toglie mai, è il nostro capo. Appollaiati sulle rocce, protetti dal sole dai nostri cappellini di tela bianchi, siamo contenti. È bello essere lì. Sara si distende tranquilla su una lastra liscia e stretta. Paolo propone di mangiare e apre il suo zainetto. Mimma ci ha preparato un delizioso pranzo al sacco e là, in vetta al vulcano, stendiamo una tovaglia di carta e allineiamo ogni cosa: pizzette al formaggio, alle olive, ai pomodori, arancini di riso, involtini di melanzane, dolcetti di ricotta, fichi neri e fichi bianchi. Guardiamo giù e con un solo sguardo abbracciamo tutta Linosa

60

Roberta Grazzani, Che famiglia, nonno Tano!, Piemme


Le

I paesaggi della macroregione meridionale e insulare 1

Regioni

Completa le frasi che descrivono le caratteristiche della macroregione meridionale e insulare.

1. In questa macroregione sono frequenti i fenomeni vulcanici. Sono presenti diversi vulcani attivi, ad esempio l’.............................................., il Vesuvio, lo Stromboli, e anche alcuni vulcani sottomarini come il ............................................... 2. Molti tratti di costa sono alti e ..................................... In molti luoghi si possono ammirare i faraglioni. 3. I mari che bagnano l’Italia meridionale, in particolare il Mar Tirreno sono ricchi di isole. 4. N elle zone meridionali crescono molti agrumi. C’è un agrume particolare: il .............................................., da cui si ottiene un’essenza usata per i profumi. 2

Per ciascuna fotografia, scrivi il numero della frase che la descrive.

61


Regioni

Le

1

La presenza dell’uomo nell’Italia meridionale e insulare

Completa le frasi che descrivono le attività della macroregione meridionale.

1. Già dall’ottavo secolo prima di Cristo le zone dell’Italia meridionale furono abitate dai coloni .............................................., in cerca di luoghi in cui insediarsi. Hanno costruito imponenti monumenti che ancora oggi si possono ammirare. 2. Il clima mite favorisce le produzioni agricole, soprattutto ortaggi, nelle zone pianeggianti. 3. Il sole molto caldo e la costa bassa consentono di estrarre il .............................................. dal mare. Nella macroregione meridionale ci sono diverse saline. 4. Un’attività molto importante si svolge nei mari che circondano l’Italia meridionale: la ............................................... 2

Per ciascuna fotografia, scrivi il numero della frase che la descrive.

62


Le

Campania 1

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mare: ............................................................................................................................................................................................................................................. • Isole: .............................................................................................................................................................................................................................................. • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

2

3

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Campania.

...............................................................

Cerca le informazioni sulla carta geografica e completa.

La Campania è bagnata dal Mar ......................................................................... Le sue coste sono frastagliate e si aprono due grandi golfi: quello di ........................................................................ e quello di ........................................................................, divisi dalla penisola ......................................................................... L’arcipelago ........................................................................ è formato da bellissime isole come ............................................................ e ......................................................................... Il capoluogo della regione, ........................................................................, è caratterizzato dalla presenza del vulcano ........................................................................ e dalle solfatare di .......................................................................................... 4

Indica con una X quale di queste immagini NON appartiene alla Campania.

63


Regioni

Le

Puglia

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

1

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Colline: ........................................................................................................................................................................................................................................ • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mari: ............................................................................................................................................................................................................................................... • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Puglia.

2

...............................................................

Completa, poi indica con più x quali frasi NON si riferiscono al capoluogo della Puglia.

3

• Il capoluogo della Puglia è .................................................... ra la parte vecchia e quella nuova della città T c’è un castello. È la città dei trulli. La parte antica è composta da un intrico di piccole strade. Il suo è il più importante porto della Puglia. Castel del Monte si trova nella sua provincia.

Peer teaching

Insieme agli altri Federico II fu un personaggio molto interessante per i suoi molteplici interessi. Scopri quali furono i castelli che fece costruire e in cui visse facendo una breve ricerca insieme a un compagno o una compagna.

64


Le

Basilicata 1

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mari: ............................................................................................................................................................................................................................................... • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ................................................................................................................................................................................................................... 32

33

34

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Basilicata.

...............................................................

Per ciascuna affermazione, indica V (vero) oppure F (falso).

• Un tempo la Basilicata si chiamava Lucania.

V

F

• La grande industria ha un ruolo fondamentale nell’economia della regione.

V

F

• La Piana di Metaponto si trova sulla costa ionica.

V

F

• Matera è il capoluogo di regione. V

F

• I “Sassi” di Matera sono stati abitati sin dal Paleolitico.

V

F

• Anche in Basilicata ci sono le “Dolomiti”.

V

F

Osserva l’immagine e scrivi il nome di questa città dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

...............................................................

65


Regioni

Le

1

Calabria

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Confini Regioni: ................................................................................................................................................................................................................. • Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mari: ............................................................................................................................................................................................................................................... • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

2

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Calabria. 3

...............................................................

Fai una ricerca sulla storia del ritrovamento dei Bronzi di Riace, poi rispondi.

• Come sono denominati questi due guerrieri? .................................................. • Dove sono esposte le statue attualmente? ......................................................... • Dove furono rinvenute? ........................................................................................................... 4

Trova i nomi di località calabre anagrammando le seguenti lettere.

POLLONI SALI CARIE

66

.....................................................................

.....................................................................

.....................................................................


Sicilia

Le

Regioni

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

1

• Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Colline: ........................................................................................................................................................................................................................................ • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mari: ............................................................................................................................................................................................................................................... • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

............................................................................................................................................................................................................................................................

32

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Sicilia.

33

Completa il cruciverba. Nella colonna evidenziata leggerai il nome di dolci tipici della Sicilia.

...............................................................

1 2 3 4 5 6 7

ORIZZONTALI 1. La città che si estende ai piedi dell’Etna. 2. La città che si trova sulla punta occidentale dell’isola. 3. La città più vicina alla Calabria. 4. Il maggior vulcano della Sicilia. 5. Il vulcano attivo delle isole Eolie. 6. Il capoluogo della regione. 7. La città il cui nome comincia per S e finisce per A.

67


Regioni

Le

1

Sardegna

Cerca sulla carta fisica dell’Atlante le informazioni e completa.

• Cime più alte: ....................................................................................................................................................................................................................... • Pianure: ....................................................................................................................................................................................................................................... • Fiumi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Laghi: ............................................................................................................................................................................................................................................ • Mari: ............................................................................................................................................................................................................................................... • Regione a statuto: .......................................................................................................................................................................................................... • Capoluogo: ........................................................................................................................................................................................................................... • Città principali: ...................................................................................................................................................................................................................

2

3

............................................................................................................................................................................................................................................................

Vai a pagina 147 del Sussidiario e scrivi a quale regione romana apparteneva l’attuale territorio della Sardegna.

...............................................................

Scrivi il nome: • delle isole e degli arcipelaghi che circondano la Sardegna: ............................................................................................... .............................................................................................................................................................................................................................................................

• della più vasta pianura della regione: ......................................................................................................................................................... • del massiccio più alto della regione: .......................................................................................................................................................... 4

Osserva l’immagine e rispondi. • Qual è il nome di questa struttura? ....................................................................................................................

• A quale antica civiltà appartiene? ....................................................................................................................

68


M appe Attive L’Italia meridionale e insulare Completa la mappa e utilizzala per ripetere le tue conoscenze.

REGIONI DELL’ITALIA MERIDIONALE E INSULARE

, ......................................................., ......................................................., .......................................................

, .................................................., ..................................................

..................................................

Orografia • Territorio prevalentemente montuoso e collinare • Catene montuose: Appennino ...................................................... • Colline: Le .......................................................................... *1 • Pianure: Tavoliere, Penisola Salentina, Piana ............................................................ *2 , il ..........................................................*3

IL TERRITORIO

.

.

Idrografia • Fiumi e laghi: fiumi con scarsa portata d’acqua (Volturno, Sele, Ofanto), Lago di Lesina, Lago di Varano • Mari: Mar ..................................... a est; Mar ..................................... e Mar ................................ a ovest; Mar .............................. a sud L'ECONOMIA

• • • • • •

Turismo: balneare, città d’arte Agricoltura: ortaggi, olivi, frutta Allevamenti bovini e ovini Pesca Industrie: soprattutto alimentari Attività portuali

Due fasce climatiche: • la zona ..............................................., con clima caldo; • la zona interna, con clima meno caldo.

IL CLIMA

*1 Le *2 La *3 La

vaste colline della Puglia. più vasta pianura della Campania. pianura della Sardegna.

69


M appe Attive L’Italia meridionale e insulare LE CITTÀ DELLE REGIONI Campania

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Puglia

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Basilicata

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principale: ............................................................................

Calabria

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Sicilia

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ....................................................................................... C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

Sardegna

• Regione a statuto ........................................................................ • Capoluogo: ........................................................................................ C • Città ittà principali: ............................................................................. .............................................................................................................................

70


Verificare le competenze Le regioni dell’Italia meridionale e insulare sono:

1

2

................................................................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................................................................

Rispondi.

• Quali città della Campania ricorda questa foto? .......................................................................................................................................................

• A quale tragico evento si riferisce? .......................................................................................................................................................

• Quale vulcano eruttò?

.......................................................................................................................................................

3

Leggi e scrivi al posto giusto:

Napoli • densamente • Ischia • rocciosa • Capri • arcipelago campano La Campania è una delle regioni più .................................................................... abitate, soprattutto lungo le zone costiere. Il capoluogo è .............................................................. La costa è alta e ...........................................................; è fronteggiata dall’...................................................................................................................... di cui fanno parte le isole di .................................................................... e ..................................................................... 4

Quale di queste attività NON è tipica della Puglia?

5

Il nome della regione Basilicata deriva:

A. da “basiliskos”, parola greca che indica il capo. B. da basilico, dal nome della pianta un tempo molto diffusa nella regione. C. dal nome di un’antica popolazione che abitava in quella zona. D. dal nome di un lago che è stato prosciugato.

71


Verificare le competenze 6

Che cosa sono le fiumare?

A. Indicano il nome con cui i Calabri chiamano i loro fiumi. B. Fiumi a carattere torrentizio, con il letto molto largo, asciutto per la maggior parte dell’anno, e ricchi di acqua che scende impetuosa durante l’inverno e l’autunno. C. Fiumi a carattere torrentizio. D. Solchi molto larghi e profondi lasciati da antichi fiumi.

7

8

9

10

11

72

In quale regione dell’Italia meridionale e insulare si trova lo Stagno di Cabras?

A. Sicilia. B. Sardegna. C. Calabria. D. Puglia.

Le montagne della Sardegna sono:

A. montagne formatesi insieme alle Alpi. B. montagne formatesi insieme agli Appennini. C. montagne formatesi in epoche successive rispetto alle Alpi e agli Appennini. D. montagne formatesi prima delle Alpi e degli Appennini.

Il bergamotto è un particolare agrume coltivato in:

A. Sicilia. B. Sardegna. C. Calabria. D. Basilicata.

Quale di queste regioni dell’Italia meridionale NON è bagnata da due mari?

A. Basilicata. B. Campania.

C. Puglia. D. Calabria.

Quale tra queste regioni dell’Italia meridionale e insulare è più a est?

A. Sicilia. B. Puglia.

C. Sardegna. D. Calabria.



Nuovi

i d r a u g r @ T Geografia

CODING DELLA DIDATTICA

METODO TESSITORE

ambito ANTROPOLOGICO

ISBN per l’adozione: 978-88-468-4190-2

• Sussidiario Storia con Quaderno operativo 5: 120 + 72 pagine • Sussidiario Geografia con Quaderno operativo 5: 96 + 72 pagine • Quaderno delle Verifiche Storia-Geografia 5: 48 pagine • Mappe mentali (ambito antropologico e scientifico) 5: 72 pagine • Atlante multidisciplinare (ambito antropologico e scientifico) 5: 72 pagine • Educazione Civica 4-5: 96 pagine

ambito SCIENTIFICO

ISBN per l’adozione: 978-88-468-4191-9

• Sussidiario Scienze e Tecnologia con Quaderno operativo 5: 96 + 72 pagine • Sussidiario Matematica con Quaderno operativo 5: 144 + 96 pagine • Quaderno delle Verifiche Matematica-Scienze-Tecnologia 5: 48 pagine • La Mia Matematica Attiva 4-5: 144 pagine

#altuofianco

Didattica Digitale Integrata

è disponibile anche la versione in TOMO ISBN per l’adozione: 978-88-468-4193-3

DOCENTE comprensivo di guida alla programmazione, facilitati • KperITalunni con BES e DSA e tutto il necessario per il corso. LIBRO DIGITALE (scaricalo scaricalo subito seguendo le istruzioni all’interno della • copertina copertina): volumi sfogliabili, esercizi interattivi, audiolibri, tracce audio,

Alla classe il

FLIP POSTER

libro liquido, attivazione dell’Atlante, percorsi semplificati stampabili.

di STORIA GEOGRAFIA SCIENZE

VILLA SAPERI è un ambiente di apprendimento

interattivo, un parco giochi tematico in cui tutto può essere sperimentato sotto forma di gioco e attività. Realizzato in grafica cartoon, rappresenta un valido strumento per la verifica delle competenze e offre tanti oggetti digitali didattici, esperimenti e mini-giochi di storia, geografia, matematica, scienze, tecnologia. Miss Velonosa, Madame Plum Cake, Erudito De Sapientis, Clara e Tobia accompagneranno bambine e bambini negli ambienti tematici che compongono la villa, in un tour educativo ricco di esperienze, divertimento e conoscenze.

UNICO

GIOCHIAMO tutti insieme con

l' EDUCAZIONE

CIVICA

IL GIOCO DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

N BN IS

I RD A U G 5 0-2 @ fia 19 TR ra 68-4 VI og -4 O Ge 8-88 7

U

ISBN 978-88-468-4190-2

9

Questo volume sprovvisto del talloncino a fianco è da considerarsi campione gratuito fuori commercio

PREZZO MINISTERIALE