Page 1

Costa • Doniselli • Taino

a prova l r e p i t Pron

Italiano

2 Volumi unici

lato da uanliano It

Edizi one

2018

Gruppo Ricerca e Sperimentazione DIDATTICA

Pronti per la prova INVALSI • 2 • Italiano

• Un percorso iniziale basato sulle competenze suggerisce le strategie di apprendimento dei diversi aspetti della lettura. • Una prima prova guidata è seguita da prove simulate, simili a quelle ufficiali, con l’indicazione del tempo di svolgimento di ogni prova e i file audio in formato mp3. • Le prove ufficiali degli ultimi tre anni scolastici sono corredate di commenti per la risoluzione di ogni domanda e di file audio in formato mp3. • PROVE DIGITALI: tramite il codice riportato nel libro è possibile esercitarsi con le prove Invalsi degli anni precedenti in maniera interattiva con l’attribuzione di un punteggio.

E. COSTA L. DONISELLI A. TAINO

lato da unmatica Mate

Italiano

lato da uanliano It

lato da unmatica Mate

La

si ar er e. id nt ns ige co a v da tiv è a o rm nc no fia a a d o me cin co on , 6 all io l t erc 1- si de m 68 val o m 3 ist co 8- In a vv ri ro uo 46 va e 2 sp f s 8- ro e ito -8 p las m tu lu ra 78 r la • c vo g 9 e o ne p o st io BN ti an ue p i IS on Q cam r al

Euro 5,00

i

on

izi

Ed

It

a

ig

Sp

P

www.elilaspigaedizioni.it

• Percorso iniziale guidato • Prove ufficiali commentate • Prove digitali • File audio mp3

2


Italiano Italiano PROVE DIGITALI

2


INDICE ASPETTO 1 Comprendere dal titolo ............................... 4 Comprendere il significato di parole ed espressioni ............................................. 6 ASPETTI 2 E 3 Individuare le informazioni esplicite e implicite .................................................... 9

AMBITO GRAMMATICALE Ortografia ..................................................... 21 Morfologia ................................................... 22 Lessico e semantica .................................... 23 Sintassi ......................................................... 24 Testualità ..................................................... 25 PROVA 1 • GUIDATA ................................. 26 PROVA 2 ............................................... 35

ASPETTO 2 Individuare le informazioni esplicite ........ 10

PROVA 3 ............................................... 42 PROVA 4 ............................................... 51

ASPETTO 3 Fare inferenze. Individuare informazioni implicite .......... 12

PROVA 5 ............................................... 60 PROVA PRELIMINARE DI LETTURA ......... 70

ASPETTO 4 Capire le relazioni tra le parole ................. 14

PROVE UFFICIALI DAL 2015 AL 2017 COMMENTATE ........................................... 74

ASPETTO 5 Capire le relazioni tra le informazioni e il significato del testo .............................. 16

PROVA 6 - anno scolastico 2014-15 ... 77 PROVA 7 - anno scolastico 2015-16 ... 92 PROVA 8 - anno scolastico 2016-17 ... 109

ASPETTO 6 Interpretare il testo .................................... 19 Sul sito www.elilaspigaedizioni.it/invalsiprimaria si trovano i file audio in formato mp3 delle prove contrassegnate da questa icona.

Pronti per la prova Invalsi 2 Italiano Testi: Elena Costa, Lilli Doniselli, Alba Taino Responsabile editoriale: Beatrice Loreti Art director: Marco Mercatali Responsabile di produzione: Francesco Capitano Progetto grafico: Airone Comunicazione – Enea Ciccarelli Impaginazione: Airone Comunicazione – Enea Ciccarelli Copertina: Curvilinee © 2017 ELI – La Spiga Edizioni Via Brecce – Loreto tel. 071 750 701 info@elilaspigaedizioni.it www.elilaspigaedizioni.it

Stampato in Italia presso Tecnostampa – Pigini Group Printing Division- Loreto Trevi 17.83.328.0 ISBN 978-88-468-3681-6 Le fotocopie non autorizzate sono illegali. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione totale o parziale così come la sua trasmissione sotto qualsiasi forma o con qualunque mezzo senza previa autorizzazione scritta da parte dell’editore.


PRESENTAZIONE

A che cosa servono le prove Invalsi? Servono per monitorare le competenze e le abilità degli alunni e anche per programmare e strutturare il mio lavoro in modo da sviluppare le competenze di voi studenti.

Come va usato questo libro? Prima trovate il percorso propedeutico con esercizi specifici che riguardano gli aspetti della comprensione del testo. Poi c’è una prova guidata che vi aiuta a lavorare in modo autonomo. Inoltre ci sono 4 prove graduate che possono essere svolte durante tutto l’anno scolastico per imparare ad affrontare le prove ufficiali.

Ho visto che il libro termina con delle prove più difficili… Sono le prove ufficiali degli ultimi tre anni. Sono commentate e vi aiutano a trovare i punti su cui dovete porre maggiore attenzione.

Come si correggono e registrano i risultati delle prove presenti in questo libro? Usando la guida con le soluzioni e le tabelle di correzione e di valutazione delle prove. In questo modo possiamo monitorare i successi e le difficoltà degli studenti.

3


Aspetto 1

CO M P

RE N D ERE DA L TI TO LO

Leggendo il titolo del testo puoi già immaginare la situazione narrata. Prima di leggere il testo ti saranno poste delle domande che ti chiedono di immaginare i personaggi, l’ambiente, i fatti, le parole… Non puoi sapere come si svolge il racconto perché non lo hai ancora letto. Non devi indovinare quello che verrà raccontato nel brano, ma devi dare delle risposte che siano collegate al titolo in modo logico.

Questo è il titolo del racconto che leggerai.

IL BAMBINO MANGIATUTTO 1 Come potrebbe essere il bambino protagonista del racconto? Metti una X per ogni riga.

No

a) goloso b) cicciottello c) capriccioso d) molto magro e) spesso affamato

Quale tra queste frasi potrebbe essere detta dal protagonista? 2  Mi piacciono solo le mele.

A.

4

Uffa, questa sera la mamma farà la minestra!

B.

Speriamo di non avere per merenda il solito panino.

C.

PERCORSO PROPEDEUTICO

Il frigo di casa mi sembra sempre vuoto.

D.


CO M P

RE N D ERE DA L TI TO LO

Aspetto 1

Questo è il titolo del racconto che leggerai.

I PESCATORI DI GAMBERI 3 I pescatori saranno:

A. molto contenti.

B. fortunati.

C. più di uno.

D. abitanti della stessa città.

4 Dove si svolgerà la vicenda?

A. In una città.

B. In una località di mare.

C. In campagna.

D. In un deserto.

Che cosa potrebbero fare i pescatori di gamberi? 5 

A. Usare le canne da pesca.

B. Gettare le reti.

C. Usare maschere e fucile.

D. Comprare ami da pesca.

PERCORSO PROPEDEUTICO

5


Aspetto 1

IL

S IG

I CO M P R E N D E R E IO N S NIFI S RE C ATO DI PA RO LE ED E S P

Le domande relative a questo aspetto chiedono di individuare e di spiegare il significato di un termine o di una espressione o di una frase.

VACANZA IN AUTOSTOP 1 Finalmente l’estate! Dopo un lungo inverno passato a lavorare 2 faticosamente, il signor Bi, un simpatico ometto, può finalmente 3 andare in vacanza e godersi il meritato riposo. 4 Pensa di andare al mare in compagnia dell’amico Pi, un signore 5 che condivide con lui la passione per la pesca, per il nuoto e… 6 per l’aria aperta. 7 I due amici si avviano in automobile verso il campeggio, 8 verso la meta tanto agognata, quando, lungo la strada, incontrano 9 una signorina molto esile, con un grosso zaino, che chiede 10 un passaggio… guarda caso proprio per la loro stessa destinazione. 11 – Non sa che è pericoloso chiedere passaggi agli sconosciuti? – 12 rimprovera subito il signor Pi alla sprovveduta signorina. 13 – Ha ragione, ma ho perso il pullman e non voglio ritardare 14 per questo le mie vacanze; inoltre, voi mi sembrate proprio 15 due brave persone! – risponde lei con una vocina sottile e stridula. 16 – Questa volta… è stata fortunata…, ma si ricordi che è sempre 17 meglio non fidarsi degli sconosciuti! – ribatte Bi. 18 Anche se un po’ controvoglia, visto che in auto lo spazio è già 19 molto limitato, i due amici decidono di ospitare la signorina. S. Colombo, Enne: la signorina combina guai, La Spiga Junior

6

PERCORSO PROPEDEUTICO


IL

S IG

I CO M P R E N D E R E IO N S NIFI S RE C ATO DI PA RO LE ED E S P

Aspetto 1

1 L’espressione “godersi il meritato riposo” (riga 3) significa:

A. aver vinto una vacanza premio.

B. aver diritto a un periodo di vacanza dopo il lavoro.

C. aver diritto a una vacanza premio.

D. non aver voglia di lavorare. Quali tra le seguenti espressioni ha un significato simile 2 

a “la meta tanto agognata” (riga 8)?

A. Il luogo in cui si trascorrono di solito le vacanze.

B. Il luogo a metà della strada necessaria per arrivare

a destinazione.

C. Il luogo molto desiderato.

D. Il luogo che fa paura. Che cos’è una voce “stridula” (riga 15)? 3 

A. Una voce simile a un forte urlo.

B. Una voce acuta e aspra.

C. Una voce molto bassa.

D. Un sussurro. Quando l’autore scrive che i due amici ospitano la signorina 4 

“controvoglia” (riga 18) vuol far capire che:

A. la signorina non vuole salire.

B. un amico vuol far salire la signorina e l’altro è contrario.

C. non sono contenti di far salire la signorina in automobile.

D. sono molto desiderosi di fare amicizia con la signorina. PERCORSO PROPEDEUTICO

7


Aspetto 1

IL

S IG

I CO M P R E N D E R E IO N S NIFI S RE C ATO DI PA RO LE ED E S P

Alla riga 9 c’è scritto “signorina molto esile”. Quale tra le seguenti 5  espressioni puoi utilizzare al posto di “molto esile”?

A. Molto alta.

B. Molto magra.

C. Che esita, cioè poco sicura.

D. Molto grassa. Che cosa significa che “Pi condivide la passione…” (riga 5) 6  con il suo amico?

A. I due amici hanno gli stessi interessi.

B. I due amici litigano spesso.

C. Pi usa gli stessi oggetti del suo amico.

D. Pi e Bi si prestano spesso degli attrezzi. Per spiegare che cosa significa che la signorina “chiede 7 

un passaggio” (righe 9-10), diresti che:

A. la signorina vorrebbe essere trasportata senza pagare.

B. la signorina chiede qual è la strada giusta.

C. la signorina vuole sapere attraverso quali città deve passare.

D. la signorina desidera conoscere qual è il tragitto più corto. Quale espressione può sostituire la parola “destinazione” (riga 10)? 8 

A. Luogo obbligatorio.

B. Luogo di arrivo.

C. Nazione straniera.

D. Luogo deciso dal destino.

8

PERCORSO PROPEDEUTICO


LE

IN F

O RMA

I N DI V ID UA RE

L ZIO NI E S PLICI T E E IM P

T ICI

E

AspettI 2 e 3

BABBO NATALE IN PRIGIONE 1 Babbo Natale è nei guai e rischia di non riuscire a consegnare i regali. 2 È stato arrestato per eccesso di velocità mentre sorvolava i cieli 3 del Messico con la sua slitta. 4 Una sua amica-nemica, la strega Orabella Fubrutta, è andata 5 a trovarlo in prigione. 6 La giacca rossa era appesa all’unico chiodo di quella cella. 7 Lui se ne stava seduto su una pancaccia di legno con lo sguardo 8 perso nel vuoto. 9 – Ciccio – disse Orabella, – che ci fai qui con il cappello in testa? 10 Ci saranno almeno quaranta gradi qui dentro. 11 – Ciao Fubrutta, che piacere vederti. 12 Ecco, questa è la prima cosa da spiegare: strega Orabella ha per lo 13 meno tre nomi. Il primo, quello originale, lei non se lo ricorda più. 14 Il secondo le fu dato quando divenne bella; il terzo glielo mise 15 Santa Claus per ricordarle che una volta era stata brutta. Perciò il 16 nome completo della strega sarebbe Chilosà Orabella Fubrutta. 17 – Non puoi toglierti quel cappellaccio? Stai sudando come un orso 18 in un forno! 19 – Mi aiuta a pensare – disse Babbo Natale. – E comunque un orso 20 non ci entra nel forno. 21 – Questo lo dici tu… Una volta, quando ancora non ti conoscevo, 22 in Alaska ho catturato un grizzly… 23 – Per carità, Fubrutta, non abbiamo tempo per ricordare i bei tempi 24 andati. Abbiamo un problema da risolvere. 25 Abituatevi. Le conversazioni tra Babbo Natale e strega Orabella 26 Fubrutta erano tutte così. 27 – Lo so già qual è il problema da risolvere – disse la strega. – Sono 28 proprio lusingata che tu abbia pensato a me. C. Comini, Babbo Natale e il furto dei regali, Fanucci editore PERCORSO PROPEDEUTICO

9


I N DI V ID UA RE LE IN FO R M AZIO NI E S PLICI T E

Aspetto 2

Questo tipo di informazioni sono contenute nel racconto: per trovarle devi leggerlo con attenzione. Ricorda che durante la prova puoi rileggere il testo. Che cosa rischia Babbo Natale? 1 

A. Rischia di finire nei guai.

B. Rischia di rimanere in prigione a lungo.

C. Rischia di non riuscire a consegnare in tempo i regali.

D. Rischia di essere condannato per eccesso di velocità.

Qual è il nome originale della strega? 2 

A. Fubrutta.

B. Orabella.

C. Strega.

D. Non si conosce.

Qual è il terzo nome della strega? 3 

A. Orabella.

B. Fubrutta.

C. Chilosà Orabella Fubrutta.

D. Non si conosce.

10

PERCORSO PROPEDEUTICO


I N DI V ID UA RE LE IN FO R M AZIO NI E S PLICI T E

Aspetto 2

Perché Babbo Natale diede un terzo nome alla strega? 4 

A. Perché la strega aveva dimenticato il suo nome.

B. Per ricordarle che non era sempre stata bella.

C. Perché la strega è molto brutta.

D. Perché la strega doveva avere un nome completo.

Babbo Natale indossa il cappello, nonostante il caldo. Perché? 5 

A. Perché si concentra meglio.

B. Perché non sente caldo.

C. Perché c’erano quaranta gradi.

D. Perché non poteva attaccarlo al chiodo.

Dove si trova la prigione in cui è rinchiuso Babbo Natale? 6 

A. In Lapponia.

B. Nel luogo in cui vive la strega.

C. In Messico.

D. In Alaska.

Perché Babbo Natale si trova in prigione? 7 

A. Per eccesso di velocità.

B. Perché non riusciva a consegnare i regali.

C. Perché sorvolava i cieli del Messico.

D. Perché la strega è una sua amica.

PERCORSO PROPEDEUTICO

11


Aspetto 3

IN D IVID

FA RE I N F ERE N ZE• E CI T I L P UA R E I N FO R M A Z I O N I I M

Le informazioni che ti vengono richieste non sono dette nel testo in modo chiaro, ma le devi ricavare riflettendo su ciò che accade nei diversi momenti, sul significato delle parole, sulle caratteristiche dei personaggi, dell’ambiente… Per rispondere a questo tipo di domande devi capire bene il significato di tutto il testo. 1 Perché il secondo nome della strega è Orabella?

A. Perché i genitori volevano chiamarla Arabella,

ma hanno sbagliato.

B. Perché non era sempre stata bella.

C. Perché è il cognome della sua famiglia.

D. Non si può sapere.

Che cos’è un grizzly? 2 

A. Un animale che può essere cucinato in forno.

B. Una specie di orso.

C. Un animale che vive solo in Alaska.

D. Un animale che suda sempre molto.

3 La strega si rivolge a Babbo Natale chiamandolo “Ciccio”.

Che cosa fa capire l’uso di questo nomignolo?

A. La strega odia Babbo Natale.

B. Babbo Natale e la strega si conoscono bene.

C. Babbo Natale si vergogna di essere grasso.

D. La strega è molto magra.

12

PERCORSO PROPEDEUTICO


IN D IVID

FA RE I N F ERE N ZE• E CI T I L P UA R E I N FO R M A Z I O N I I M

Aspetto 3

Quale problema devono risolvere la strega e Babbo Natale? 4 

A. Ricordare i bei tempi andati.

B. Imparare a conversare senza litigare.

C. Far uscire Babbo Natale dalla prigione.

D. Avere più tempo. Perché Babbo Natale ha lo sguardo perso nel vuoto? 5 

A. Perché sta pensando.

B. Perché fa molto caldo.

C. Perché non indossa la giacca.

D. Perché non vuole guardare la strega. Perché la strega è lusingata dal fatto che Babbo Natale abbia 6  pensato a lei?

A. Perché non pensava che Babbo Natale le avrebbe chiesto aiuto.

B. Perché è contenta di impegnarsi in un’azione pericolosa.

C. Perché è arrabbiata con Babbo Natale.

D. Perché sa già qual è il problema da risolvere. Orabella è amica-nemica di Babbo Natale. Che cosa significa 7 

questa espressione?

A. Babbo Natale e la strega sono amici, ma talvolta litigano.

B. Orabella non ha ancora capito se Babbo Natale le è amico.

C. Babbo Natale non può essere amico di nessuno.

D. Orabella è una strega cattiva. PERCORSO PROPEDEUTICO

13


Aspetto 4

CAP

IRE

O LE REL AZI NI T R A LE PA R O

LE

Questo tipo di domande ti aiuta a riflettere sul significato delle frasi: devi porre molta attenzione alla punteggiatura, ai tempi dei verbi, alle parole che collegano le frasi (ma, quindi, dopo…).

UNA ZIA TREMENDA 1 La zia Melina era una donna molto vecchia, molto cattiva, 2 con la bocca sdentata e il mento barbuto. 3 Quando le bambine andavano a trovarla al suo paese, lei non perdeva 4 occasione per sbaciucchiarle (cosa già abbastanza sgradevole a causa 5 dei peli della barba), e approfittava dell’occasione per pizzicarle 6 e tirare loro la lunga treccia di capelli. Appena arrivavano, obbligava 7 le bambine a mangiare del pane e del formaggio che aveva messo 8 ad ammuffire in previsione della loro visita. 9 Come se questo non bastasse, la zia Melina era convinta che le 10 nipotine le assomigliassero moltissimo. Era così certa di ciò, che 11 proclamava che nel giro di un anno sarebbero diventate 12 il suo ritratto vivente. 13 Il che era spaventoso anche solo a pensarci. M. Aymé, La zampa del gatto, EMME Edizioni

1 Nella frase “quando le bambine andavano a trovarla” (riga 3) con quale parola o espressione puoi sostituire “quando” senza cambiare il senso del racconto?

A. Poiché.

B. Tutte le volte che.

C. Quanto.

D. Anche se.

14

PERCORSO PROPEDEUTICO


CAP

IRE

O LE REL AZI NI T R A LE PA R O

LE

Aspetto 4

2 “Approfittava dell’occasione per pizzicarle e tirare loro la lunga treccia di capelli” (righe 5-6).

La parola “loro” è riferita a:

A. la zia.

B. la treccia.

C. le bambine.

D. i capelli.

3 Rileggi questa parte di racconto.

Come se questo non bastasse, la zia Melina era convinta che le nipotine le assomigliassero moltissimo. La parola evidenziata “le” si riferisce:

A. alle nipotine.

B. alla zia Melina.

C. alle nipotine e alla zia Melina.

D. né alla zia né alle nipotine.

4 La frase “Il che era spaventoso anche solo a pensarci” (riga 13), vuol dire che era spaventoso:

A. immaginare che le nipotine sarebbero diventate come la zia.

B. dire che le nipotine assomigliavano alla zia.

C. che la zia Melina fosse uguale alle nipotine.

D. che la zia Melina facesse mangiare il formaggio ammuffito.

PERCORSO PROPEDEUTICO

15


Aspetto 5

CAPIRE LE LE RELAZIONI TRA TO INF TES ORMA L E D ZIONI E IL SIGNIFICATO

In alcune domande ti viene richiesto di: • capire l’argomento trattato, cioè di che cosa parla il testo; • comprendere come un fatto dipende da un altro, cioè perché avviene; • individuare i personaggi, il loro carattere e le conseguenze delle azioni; • riconoscere come i fatti si sono svolti nel tempo. Anche in questo caso è necessario leggere con attenzione e rileggere le parti del testo menzionate nella domanda.

MIA SORELLA GRANDE 1 Mia sorella Valentina ha cinque anni più di me e si crede la più 2 bella del mondo, anche se dice in continuazione “che mostro 3 che sono”. 4 Secondo me ha ragione, ma quando glielo dico io diventa blu e si 5 mette subito a strillare. Non capisco perché se lo vuole dire da sola! 6 Da grande vuole fare la modella e con questa scusa sta in bagno 7 delle ore a provarsi i trucchi della mamma e si fa la doccia tutti 8 i momenti. 9 Valentina ha un’amica del cuore, che si chiama Simona e ha 10 i capelli biondi e lunghi. Simona sta sempre a toccarsi i capelli e 11 a buttarseli indietro, e se uno le sta vicino, paf!, in faccia. E poi questa 12 Simona ha paura di tutto: dei criceti, delle cavie, delle mosche, 13 dei ragni e anche delle lumache; insomma, è peggio di Valentina… 14 Quando viene a casa, cioè tutti i giorni, Simona e Valentina si 15 chiudono in camera e dicono che devono studiare, ma non è vero. 16 Invece di studiare, loro parlano dei loro amici e tengono un diario 17 segreto. Quando smettono di parlare dei loro amici, parlano degli 18 attori della Tv e poi ricominciano a parlare dei loro amici. 19 Io un giorno sono stata un’ora ad ascoltare e quasi quasi mi 20 addormentavo dalla noia. A. Nanetti, Veronica ovvero “I gatti sono talmente imprevedibili”, EMME Edizioni

16

PERCORSO PROPEDEUTICO


CAPIRE LE LE RELAZIONI TRA TO INF TES ORMA L E D ZIONI E IL SIGNIFICATO

Aspetto 5

1 La bambina dice: (Mia sorella) “diventa blu e si mette subito a strillare...” (righe 4-5). Che cosa scriveresti al posto dei puntini per far capire meglio lo stato d’animo della sorella?

A. Dall’emozione.

B. Dalla rabbia.

C. Dalla paura.

D. Dall’invidia. 2 Alla riga 13 la bambina, parlando di Simona, dice: “insomma,

è peggio di Valentina…”. Come potresti continuare la frase per far capire meglio il pensiero della bambina?

A. …ed è anche più fifona.

B. …ed è molto più brutta.

C. …ed è più pettegola.

D. …ed è più bugiarda. 3 Alle righe 1, 2 e 3 c’è scritto: “Mia sorella Valentina ha cinque anni più di me e si crede la più bella del mondo, anche se dice

in continuazione che mostro che sono”.

Pensando al racconto, quali tra le seguenti frasi esprimono ciò che Valentina pensa veramente di sé? Metti una X per ogni riga.

Lo pensa

Non lo pensa

a) Sono davvero molto brutta. b) Sono bella e potrò diventare una modella. c) Mi devo lavare in continuazione perché sono sporca. d) Se mi trucco divento più bella. PERCORSO PROPEDEUTICO

17


Aspetto 5

CAPIRE LE LE RELAZIONI TRA TO INF TES ORMA L E D ZIONI E IL SIGNIFICATO

4 Rileggi l’ultima parte del testo qui riportata. Io un giorno sono stata un’ora ad ascoltare e quasi quasi

mi addormentavo dalla noia.

Perché la bambina si stava addormentando dalla noia?

Scrivi la tua risposta.

................................................................................................................... ................................................................................................................... ...................................................................................................................

5 Quale potrebbe essere il pensiero della bambina quando Simona arriva a casa loro? Che bei capelli ha!

A.

Uffa, ancora qui!

Meno male che è arrivata, così Valentina potrà studiare!

B.

C.

Che bello, potrò giocare in compagnia!

D.

6 Qual è l’argomento di questo racconto?

A. La vita di una coppia di sorelle.

B. I sentimenti che prova una bambina nei confronti della sorella.

C. L’amicizia tra due ragazze.

D. La storia di una ragazza che vuole diventare una modella.

18

PERCORSO PROPEDEUTICO


IN TER P

RETA RE I L T E STO

Aspetto 6

Per interpretare il testo devi capire che cosa lo scrittore vuole dire e qual è il motivo per cui scrive il racconto. Vuole raccontarci una storia? Vuole darci un’informazione? Vuole descrivere qualcosa?

QUA LA ZAMPA! 1 L’anno scorso, alla vigilia delle vacanze, sono stati abbandonati 2 130 mila cani e gatti. Senza contare furetti, criceti, coniglietti, 3 pesci e tartarughe. Per fermare la barbarie dell’abbandono, gli spot 4 non bastano: dobbiamo impegnarci tutti! 5 Quando si decide di adottare un cucciolo, bisogna pensare anche alla 6 sua sistemazione per le vacanze. Gli animali non sono oggetti 7 e randagio non significa libero: un animale abituato alla vita 8 domestica non riuscirà mai, in caso di abbandono, a procurarsi cibo 9 e correrà seri rischi di rimanere coinvolto in qualche incidente stradale. da Topolino n. 2485

1 Questo testo:

A. racconta una storia di animali.

B. descrive gli animali.

C. fornisce solo informazioni sugli animali.

D. fornisce informazioni e vuol far riflettere su come

ci si comporta con gli animali.

PERCORSO PROPEDEUTICO

19


Aspetto 6

IN TER P

RETA RE I L T E STO

2 Che cosa vuol farti capire l’autore di questo brano?

Metti una X per ogni riga. Il brano fa capire che… a) in estate molti animali vengono abbandonati. b) tutti devono avere un animale domestico. c) chi ha un animale deve prendersene cura. d) gli animali abbandonati rischiano di provocare incidenti stradali.

NO

3 Una di queste frasi non riporta ciò che pensa l’autore. Qual è?

A. Molte persone non si preoccupano delle conseguenze

dell’abbandono degli animali.

B. Tutti possono impegnarsi per aiutare gli animali.

C. Ci sono troppi spot contro l’abbandono degli animali.

D. Essere un animale randagio non vuol dire essere

un animale libero.

4 A chi si rivolge l’autore?

A. Ai possessori di cani e gatti.

B. Solo a chi ha un animale domestico.

C. A tutti.

D. Ai bambini.

20

PERCORSO PROPEDEUTICO


Ambito grammaticale

O R TO G R A F I A

In queste prove dovrai riconoscere la corretta scrittura delle parole.

1 Quale tra queste parole è scritta in modo sbagliato?

A. Acquazzone.

B. Quotidiano.

C. Cuore.

D. Licquido.

2 Sottolinea le due parole che devono essere scritte

con la lettera maiuscola.

oggi piove e andrea è uscito con l’ombrello.

3 Leggi la frase.

Nel cielo brilla la l’una.

Sottolinea la parola scritta nel modo sbagliato e riscrivila.

...............................................

4 Scrivi il nome degli oggetti raffigurati.

........................

........................ PERCORSO PROPEDEUTICO

........................

21


Ambito grammaticale

M O R FO L O G I A

In queste prove dovrai riconoscere come cambiano le parole nella loro forma, ad esempio come cambia la parte finale a seconda che indichiamo il maschile, il femminile, il singolare o il plurale, e quale funzione hanno le parole all’interno della frase, ad esempio se indicano un’azione, una qualità…

1 Per ogni parola, indica se è maschile o femminile.

Metti una X per ogni riga.

Femminile

Maschile

a) direttore b) semaforo c) città d) caffè

2 Riscrivi il verbo al tempo passato.

Luigi compra un libro.

Luigi ...........................................................................…………................ ………….…………. un libro. 3 Per ogni parola, indica se è un nome, un aggettivo o un verbo.

Metti una X per ogni riga.

Nome

Aggettivo

a) uccellino b) cantava c) allegro d) ramo

22

PERCORSO PROPEDEUTICO

Verbo


LE S SICO

Ambito grammaticale

E S EM A N TIC A

In queste prove dovrai concentrarti sul significato delle parole, ad esempio riconoscere parole che hanno lo stesso significato o significato contrario.

1 Per ogni parola scritta nella prima colonna, indica quella

che ha significato simile.

Guarda bene l’esempio e poi continua tu.

Metti una X per ogni riga.

Parola

Significato simile

Esempio: caldo a) dolce

freddo

bollente

rosso

zuccherato

amaro

caldo

b) piccolo

grande

piccino

neonato

c) crudele

cattivo

buono

affamato

d) gentile

garbato

buono

maleducato

2 Qui sotto ci sono delle coppie di parole. Leggile con attenzione.

Se le due parole nella prima colonna hanno lo stesso significato, metti una X nella colonna Significato simile; se hanno significato opposto metti una X nella colonna Significato contrario.

Guarda bene l’esempio e poi continua tu.

Coppia di parole

Significato simile

Significato contrario

Esempio: porta • uscio a) bagnarsi • asciugarsi b) rotto • aggiustato c) partire • tornare d) casa • edificio e) pulire • sporcare f) aula • classe PERCORSO PROPEDEUTICO

23


Ambito grammaticale

SI N TAS SI

In queste prove dovrai riflettere sul modo in cui le parole si combinano tra loro per dare un significato alla frase. Ricorda, ad esempio, che una parola può indicare il soggetto, il predicato...

1 Collega ogni parte della colonna A con una parte della colonna B in modo da formare frasi complete.

Colonna A

Colonna B

a) La nonna b) Le maestre c) I giocattoli d) Il vigile

1. sono in classe. 2. fa una multa. 3. legge una favola. 4. sono rotti.

2 Metti in ordine i pezzi di frase, numerando opportunamente. a) LE RUOTE

b) OGGI

DELL’AUTOMOBILE.

IL TESTO

DEL PROBLEMA

IL PAPÀ

SULLA LAVAGNA.

LA MAESTRA

HA SCRITTO

3 Quale verbo puoi inserire in questa frase?

Nell’orto c’è un bruco che ……………. le foglie.

A. guardano.

B. mangia.

C. dorme.

D. lava.

24

PERCORSO PROPEDEUTICO

HA CAMBIATO


T E ST UA LI TÀ

Ambito grammaticale

Queste prove ti chiedono di riflettere sugli elementi che permettono di capire bene il significato di un testo, cioè di capire come si legano le diverse parti: le frasi, le parole.

1 Completa le frasi inserendo: perché, quando, perciò.

a) Il bambino piange ..................... è caduto.

b) Andremo al cinema ..................... verrà la zia.

c) Piove, ..................... prendo l’ombrello.

2 In questa frase uno dei segni di punteggiatura è sbagliato. Circondalo.

Il gatto

un libro

, di Andrea è salito sulla mensola . Ha fatto cadere : , una penna , una matita e un quaderno .

3 Leggi queste due frasi.

La mamma ha preparato la lista della spesa. Deve comperare insalata, uova, latte, zucchero, biscotti.

Quale segno di punteggiatura va scritto nel quadratino?

A. ,

B. :

C. !

D. ?

PERCORSO PROPEDEUTICO

25

Italiano20172018 2  
Italiano20172018 2