Issuu on Google+

ESTATE summer 2008 ANNO II NUMERO 5

tesori sommersi raoul bova glamour a tinte forti beijing 2008 speciale accessori vestirsi al museo giardini planetari yacht minds paradiso windsurf magie del vetro calabria estate la voce del caffè


( di Valentina De Grazia

ditoriale

Cum labor Secondo l’Osservatorio Regionale sul Turismo lo scorso anno le presenze nazionali e internazionali in Calabria sono state complessivamente 8.731.413. Anche se la cifra può sembrare alta, non è purtroppo un gran numero se si fa il confronto con le altre regioni italiane, soprattutto se si pensa che una delle più importanti risorse della Calabria è proprio quella turistica. Ci fa piacere, invece, sapere che l’andamento dal 2001 è positivo e il dato rispetto al 2006 è cresciuto del 6,4%. Ma siamo ancora all’inizio, si può e si deve fare molto di più sia in termini di qualità che di creatività dell’offerta. La Calabria infatti può contare su una grande diversità di paesaggi e culture senza limitarsi alla sola proposta di mare e sole (su questa ci battono Croazia e Spagna). La nostra regione ha la grande possibilità di differenziare l’offerta in percorsi tra mare e montagna, e quindi in itinerari sportivi in bici, a cavallo, canoa, percorsi culturali, religiosi, eno-gastronomici. Ma la sola via per proporre pacchetti unici e originali è la collaborazione tra enti, aziende e iniziative: una sfida tra le più difficili per noi. Comunque, se l’andamento è in crescita, la previsione per l’estate 2008 non può che essere positiva e quindi prepariamoci a ricevere i numerosi ospiti che magari scopriranno cos’è la Calabria anche sfogliando la nostra rivista, o ascoltando la nostra trasmissione E’ lifestyle On Air ogni sabato sulle frequenze di Radio Energy. Un nuovo modo di stare insieme, ma con il proposito di sempre. Perché quello che trovate tra le nostre pagine siamo noi calabresi, con le nostre esperienze di qualità e d’eccellenza, forse ancora poco visibili. Noi di È lifestyle proviamo a dare un contributo, cercando sul territorio come moderni Diogene. Ma aiutateci anche voi, segnalandoci le esperienze di cui siete portatori. Da questo numero vi lancio una proposta. Mandatemi le vostre email, in cui proponete idee concrete e riflessioni su come rilanciare la nostra terra, potreste vedervi pubblicati e risposti sulla nostra rivista. Così da aprire un forum di discussione proprio tra le pagine di E’. Scrivete a: direttore@elifestyle.it Oggetto: Lettera al direttore “La mente che si apre a una nuova idea non torna mai alla dimensione precedente.” Albert Einstein

According to data from the regional tourist board, 8,731,413 people from both Italy and abroad visited Calabria last year. Though this number may seem high, unfortunately, it isn’t when compared with other Italian regions and, especially, when we take into account that tourism is one of Calabria’s most important resources. However, we are pleased to note that from 2001-2006 there has been a 6.4% increase. Although we are still at the beginning, we can and must do more to improve the quality and creativity of tourism in Calabria. Our region boasts a wide variety of landscapes and cultures which go beyond the basic sun-and-sea formula (Croatia and Spain have the edge here). The sea and the mountains are very close to each other, so we can offer active itineraries by bike, canoe or on horseback, and also cultural, religious and food-and-wine tours. Our greatest challenge is, as always, collaboration, the only way to provide unique and original packages. If tourism in Calabria is on the up, then the forecast for summer 2008 must be positive and we can expect lots of visitors will discover Calabria by leafing through our magazine, or tuning to our radio programme every saturday on Radio Energy. A great new way of spending time together, but our intentions stay the same. Because these pages are all about Calabrians and about our experiences of quality and excellence, perhaps still unknown to the world at large. At E’ lifestyle we try to make our very own contribution, searching throughout the territory like modern-day Diogenes. But why don’t you lend a hand and let us know about your personal experiences? Send in your e-mails with ideas and reflections about how to re-launch Calabria, and you might find them published in the next edition. Let’s open a forum for this debate in E’. Write to direttore@elifestyle.it Object: letter to editor “A mind which opens up to a new idea never goes back to its former dimension.” Albert Einstein




DIRETTORE RESPONSABILE

Valentina De Grazia direttore@elifestyle.it

REDAZIONE

Valeria Bellantoni

redazione@elifestyle.it

Gaia Branca

info@elifestyle.it

on air!

TRADUZIONI

Gail Mitchell e Annie Gurney ART DIRECTOR

Sergio De Luca

PROGETTO GRAFICO

Publiglobe s.r.l. www.publiglobe.it

Direttore Creativo: Sergio De Luca Grafica: Carolina Frangipane

Hanno scritto per questo numero: Consolato Alampi, Valeria Bellantoni, Luisa Bellissimo, Gaia Branca, Benedetta Caira, Paola Camillo, Stefano Cuzzocrea, Mary Flaviano, Anna Foti, Doretta Grandinetti, Agostino A. La Rocca, Elda Musmeci, Roberta Pino, Anna Rizzica, Eleonora Scrivo. Hanno fotografato per questo numero: Consolato Alampi, Chris Bosse, Marco Costantino, Archivio Discovery, Maxine Dufour, Valerio D’Urso, Giuseppe Felicetti, Andrea Ferrari, Luca Grassi, Paula Kajzar, Marcel Lam, Giovanni Malgarini, Paul Maurer, Gianluca Milasi, Mario Naccarato, Daniel Rapaich, Sophie Robichon, Romano Arti Grafiche, Zhou Ruogu, Adriana Sapone, Francesco Turano, Nigel Young. Si ringrazia per la cortese collaborazione: Ferdinando Barilaro, Chris Bosse, Annunziata Bruno, Bruno Cappelle, Debora Cicconi, Josephine Cutts, Sandro Galletti, Stefano Greci, Paola Gorla, Jenny Ho, Pasquale Inastasi, Carole Rami, Marcello Rascelli, Daniel Rapaich, Claudia Roagna, Sophie Robichon, Gianni Sciortino, Edoardo Scirè.

RESPONSABILE PUBBLICITÀ: Maria Teresa Rizzo pubblicita@elifestyle.it +39 349 6730741

SULLE FREQUENZE DI RADIO ENERGY OGNI SABATO DALLE 12 ALLE 13

È lifestyle, il nostro programma su Radio Energy che anticipa le tendenze, esplora l’attualità, dà voce allo stile. E’lifestyle e Radio Energy, LA MUSICA HA UNA NUOVA ENERGIA. IN FM: FM 90 Reggio Calabria, Villa San Giovanni, Messina, Tremestieri, Taormina, Giardini Naxos, Acireale, Giarre. Autostrada A18. FM 88.300 Isola Capo Rizzuto, Le Castella, Cutro, Mesoraca, Petilia Policastro, Cotronei, Sila Piccola,

Segreteria di produzione: Ilenia Diano Maddalena Di Donna info@savirsrl.com

FM 88.300 Catanzaro, Catanzaro Lido, Lamezia Terme, Falerna, Golfo di Sant’ Eufemia, Soverato, Sellia, Botricello, Chiaravalle, Guardavalle, Badolato, Sersale, S. Caterina sullo Jonio, Montepaone, Borgia, Staletti, Golfo di Squillace, Girifalco, Curinga, Maida, Gizzeria,

Editore SAVIR srl - Reggio Calabria

FM 88.300 Vibo Valentia, Filadelfia, S.Onofrio, Mileto, Soriano Calabro, Serra San Bruno,

Stampa: Grafica Metelliana s.r.l. via Gaudio Maiori, zona ind. 84013 Cava de’ Tirreni (SA) Redazione E’ Lifestyle redazione@elifestyle.it Corso Vittorio Emanuele III, 35/C - Reggio Calabria - tel e fax +39 0965 811780 per segnalazioni e informazioni: info@elifestyle.it per commenti e opinioni: scrivici@elifestyle.it E’ Lifestyle è edito da Savir Srl via Giudecca n. 31 - 89125 Reggio Calabria, autorizzazione del Tribunale di Reggio Calabria N. 4 del 26/02/07 Numero chiuso in redazione il 19 maggio 2008. Distribuito gratuitamente in oltre 700 punti tra Calabria e Sicilia orientale. Nel pubbliredazionale ’spot dedicato alla Sogas e pubblicato sul numero 3 di E’ lifestyle e nel pubbliredazionale di After Fashion del numero 4 le foto sono di Alessandro Mallamaci/Laboratori Creativi. Nello scorso numero, inoltre, tra i collaboratori e i fotografi non compariva Consolato Alampi. Ci scusiamo delle dimenticanze.

FM 88.300/104.600 Rosarno, Cinquefrondi, Polistena, Cittanova, Gioia Tauro, Palmi, Rizziconi, Taurianova, Sant’Eufemia, Scilla FM 101.000 Cosenza, Rende, Castrovillari, Cassano, Spezzano Albanese, Tarsia, FM 88.300 Amantea, Campora San Giovanni, Sila e Presila.

SUL WEB: www.radioenergyfm.it RADIO ENERGY NEL MONDO: Streaming-audio: http://www.radioenergyfm.it/radio_streaming.php


REGGIO CALABRIA


trascrivo

6

di Eleonora Scrivo

Tutte le volte che Viaggi fuori dai paraggi qualcuno mi chiede dove All’inizio non capivo e credevo, ingenuamente, che si trattasse di ostilità diffusa per la terra d’Albione, rafforzatasi da quando Capello allena l’Inghilterra, con il abbia fatto il viaggio di tempo però, ascoltando descrizioni di lune di miele o di vacanze in generale nella Terra del fuoco o alle Isole Far Oer, si è fatta strada in me una certezza: scelgo nozze, alla mia risposta sempre mete da sfigati. Disciplinata, ho cercato allora di aggiornarmi e ho appurato che le ultime mete Londra e Scozia, noto trendy sono la Namibia e Punta de l’Este e poco importa se chi me le ha descritte non conosce Spello o le Cinque Terre o Trieste, “tantolìsipuòandarequandonell’interlocutore vuoi”. Quello che mi ha colpito è che chi parte per questi luoghi cerca se stesso e l’assoluto e poi torna rinfrancato da un “non so che, ma non sono più lo stesso”. un’educata delusione. Al chè io gioisco, contando che, finalmente, il mio interlocutore paghi i contributi alla colf filippina, non lasci più il Suv in doppia fila, faccia la raccolta differenziata, ma ancora una volta resto delusa. Nel silenzio del deserto della Namibia, sulle coste dell’Uruguay, il viaggiatore ha attivato i suoi centri energetici e ha compreso che è parte di un tutto e che, quindi, deve lasciare la moglie/il marito. E pensare che zia Orsola aveva capito che il fidanzato non era l’uomo per lei, perché mangiando il brodo faceva rumore. Eppure non si è allontanata dal suo paese neppure per andare alla colonia estiva. Mica come me che quest’estate porto mia figlia all’acquario di Genova e magari faccio una passeggiata a Via del Campo, in direzione, ovviamente, ostinata e contraria. Buone vacanze a tutti!



Trips round and about Every time someone asks me where I went on my honeymoon, I notice the look of polite disappointment on my interlocutor’s face when I reply London and Scotland, which turns into a barely-disguised expression of disgust. At first I didn’t understand and naively thought that this was because of a widespread hostility towards the land of Albion, all the stronger since Capello became England’s coach. Gradually, however, on hearing descriptions of honeymoons and holidays in general the Land of Fire or the Faeroes doubt quickly grew into certainty: I always choose losers’ destinations. Having learned my lesson, I then tried to get up-to-date and found out that the latest trendy destinations are Namibia and Punta de l’Este and it doesn’t matter in the least if the person who told me about it has never even been to Spello or the Cinque Terre or Trieste, “’causeyoucangothereanytime.” What struck me is that those setting out to those places are indiscriminately trying to find themselves, the absolute and then come back heartened from “I don’t know what, but trust me, I’m no longer the same person”. And I’m thrilled, thinking that finally my interlocutor will start paying the Filipino cleaning lady’s tax contributions, will no longer leave their SUV double parked, will re-cycle their rubbish only to be disappointed once again. In the silence of the Namibian desert, looking at the ocean from the coast of Uruguay, these travellers on their quest have activated their centres of energy and understood that they are part of a whole and, therefore, it is necessary to leave their spouse. And just think that Aunt Orsola understood her fiancé was not the man for her because he slurped his soup. And she never left her village, not even for summer camp. Actually, now I think of it, this summer I’m going to take my daughter to the aquarium in Genoa and, while I’m there, I’ll go for a stroll along Via del Campo, but, obviously, firmly in the opposite direction. Happy Hols!


Frame



“L’Adone” di Luca Grassi


EstateSummer08




Being Raoul Bova

12

1

summary

Essere Raoul Bova

sommario

RAOUL BOVA

Estate/Summer08

IDEA

L’oro del mare

FASHION

Full color

24

Micro e macro bags

Con i piedi per terra

1

L’estate è super!

Night&Day

4

Fashion museum

Elisir mediterraneo

4

Treasure of the sea

With your feet on the ground

BEAUTY

Mediterranean elixir

Nasi d’autore A nose for success

45

LIVING

Urban chic

4

HABITAT

Giardino in movimento

52

Garden in movement

Mini and maxi bags

Super summer

0

2




EstateSummer08

DESIGN

L’altra Cina The other China

Il lusso a bordo Luxury on board

FOCUS

Tesori sommersi Underwater treasure

CULTURE

1



Mary is on air

72

Homo faber

75

Leggo quindi sono



Novità per l’estate



I read, therefore I am

Classici da rileggere Classics worth re-reading

ONTOUR

5

L’isola che non c’è Fantasy island

Dove l’acqua è più blu

7

0

7

Where the water is the bluest of blue

DEGUSTIBUS

1SIGHT2NIGHT

A tutto tonno! All about tuna

Festival

What’s new this summer

104

10

In ogni numero

DITORIALE



TRASCRIVO



FRAME



MOOD

40

STARS

112

AGENDA

114

GUIDE

11

SHOPPING

12

INDIRIZZI

12


Raoul Bova

{ Being Raoul Bova }

RAOUL BOVA di Valeria Bellantoni

Cominciò tutto per caso, quando nel ‘93 il giovane campione nazionale di nuoto che aveva perso la qualificazione alle Olimpiadi ottenne la sua prima parte al cinema (in Cominciò tutto per caso, appunto, di Umberto Marino) dopo essere stato scoperto da Stefano Reali per interpretare, forse un po’ se stesso, in La storia italiana sui fratelli Abbagnale.

12

It all happened as if by chance when in 1993 the young national swimming champion who had failed to qualify for the Olympics got his first film part (precisely in Umberto Marino’s Tutto cominciò per caso). This was after being discovered by Stefano Reali to play a character not unlike himself in the La storia italiana about the Abbagnale brothers.

Today, on the eve of the Peking Olympics, Raoul Bova, now Oggi, alla vigilia delle Olimpiadi di Pechino, Raoul Bova può guaraged 37, can look at that unattained podium without holding dare quel podio mai raggiunto senza trattenere il respiro, senza his breath and without bitterness. He has won all his battles: alcun rammarico. Lui ha già vinto tutte le sue sfide: come attore, as actor, producer and as a man. produttore e come uomo. His relationship with the water goes Il suo rapporto con l’acqua ha origine La Calabria significa tanto back to the summers spent in Roccelnelle estati vissute a Roccella Jonica, per me. È la terr a di mio la Jonica where his family originates sua città d’origine, dove vive la famiglia padre, delle mie estati, from, where his relatives still live and e dove torna ogni anno per le vacandel divertimento puro. where he returns every year for his ze. È lì che ha conquistato i suoi primi Roccell a è un piccolo holidays. It is here that he experienced amori, “in quel piccolo paradiso di paradiso pieno di vita. his first loves, in, as he defines it “that spiagge a ciottoli e mare trasparente”, tiny paradise of cobbled beaches and come ama definirlo. Chissà che fine ha Calabria means an awful lot to me. It is my father’s home, the place where clear-blue sea”. Who knows what befatto quella francesina che non lo deI spent my summers, a place of pure came of the French girl who back then gnava di uno sguardo! fun. Roccella is a tiny paradise full of life.


EstateSummer08

13


Raoul Bova sulle scene di Scusa se ti Chiamo amore

Una scena di “The Company”, in uscita dopo l’estate

Certo non poteva immaginare che quegli occhi verdi sarebbero diventati il sogno proibito di migliaia di donne. Assolutamente proibito. Sì, perché Raoul è legato a Chiara e ai suoi figli che ha portato con sé anche a Hollywood, perché per uno cresciuto nel rispetto delle regole come lui, la famiglia è tutto. Scardinando il mito del bello e dannato, Raoul è riuscito a mantenere la sua immagine da sex symbol senza scendere a compromessi con la propria personalità. Eppure per uno che ha realizzato tutti i sogni, anche quello americano, ci deve essere ancora qualcosa per cui lottare. Cosa ti fa sentire ancora in competizione con te stesso? Un attore è in continuo dialogo con la propria identità. Ogni volta che si entra in un personaggio si ricerca o si soffoca qualcosa. In questo incessante lavoro sulle emozioni c’è la grande sfida di riuscire a portare in scena la vita degli altri attraverso la propria.

14

A quale progetto stai lavorando in questo momento? Sono impegnato sul set di The company, prodotto da Ridley Scott e John Calley. È un triller epico basato sul best seller di Robert Littell che vede la partecipazione di un cast d’eccezione, tra cui Chris O’Donnell, Alfred Molina, Michael Keaton, sotto la direzione di Mikael Salomone. Un’esperienza che si sta rivelando straordinaria. Molti attori ad un certo punto della carriera si cimentano nella regia, pensi che anche tu potresti fare questo passo? Non lo escluderei. Ho già esordito nella produzione con Io, L’altro. È stata un’occasione per sperimentare un altro modo di fare cinema. Una scelta che è arrivata quando il mio dialogo con la macchina da presa era abbastanza intenso e forte. D’altronde anche il nostro è

Roul Bova

wouldn’t even give him a second look? She definitely couldn’t have imagined that one day those green eyes would become the secret fantasy of thousands of women. Strictly a fantasy however, because Raoul is committed to Chiara and their children, even taking them with them to Hollywood, because family is everything for someone like him who has been brought up with the values of respect and rules. Taking apart the playboy myth, he has retained his sex symbol image without compromising his personality. And yet for someone who has achieved all their dreams, even the American one, there are still things worth fighting for. How do you manage to keep up the feeling of challenge? An actor has a continual dialogue with his own identity. Each time you get into a new character you have to reveal or suppress something of yourself. Within this incessant working with the emotions is the great challenge of bringing others’ lives to the screen through your own. What are you working on at the moment? At the moment I’m on the set of The Company, produced by Ridley Scott and John Calley. It’s an epic thriller based on Robert Littell’s bestseller and has an incredible cast including Chris O’Donnell, Alfred Molina and Michael Keaton with Mikael Salomone as director. It is proving to be an extraordinary experience. Lots of actors turn to directing at a certain point in their carriers. Is this something you can imagine doing?


driana Sapone

EstateSummer08

Un ciak di “Scusa se ti Chiamo Amore”

un lavoro precario e credo che ogni artista debba fare delle proposte invece di aspettare solo di riceverle. Quali emozioni ti dà tornare in Calabria? La Calabria significa tanto per me. È la terra di mio padre, delle mie estati, del divertimento puro. Roccella è un piccolo paradiso pieno di vita in cui da ragazzino sfogavo tutta la mia voglia di libertà sacrificata dal nuoto. Mi ricordo che allora avevamo i nostri rituali: andavamo in spiaggia in tantissimi e non rientravamo mai a casa prima del tramonto. La notte, poi, ci ritrovavamo tutti in piazza e spesso si faceva l’alba aspettando che aprisse il forno per i cornetti. In quei mesi di vacanza dai miei nonni mi godevo la mia famiglia, le mie sorelle Tiziana e Daniela, mia madre Rosa e soprattutto mio padre Giuseppe. Lo sentivo quando si alzava alle cinque per andare a pesca con mio zio e speravo sempre che mi portasse con lui. E quelle volte in cui è successo è stato bellissimo, mi sentivo grande. È un immagine che ho ancora impressa nella mente: noi tre, al buio, in mezzo al mare e io che in silenzio ascoltavo per ore i loro discorsi senza stancarmi mai. Dopo anni di apnea, di adrenalina, di rumore sordo della piscina arrivano il successo, i riflettori, le copertine e gli applausi del pubblico. Come hai vissuto quei momenti? All’inizio mi ha destabilizzato. Venivo da un percorso diverso, vivevo di allenamenti, e pensavo che lo sport fosse tutto il mio mondo. Non andavo a feste, né in discoteca, ma non mi pesava, perché ero concentrato sugli obiettivi che volevo raggiungere. Quando è arrivata la fatidica sconfitta alle selezioni per le olimpiadi il mio sogno si è spezzato. Mio padre ne ha sofferto molto ma poi è stato lui ad aiutarmi quando ho avuto la prima parte. D’altronde in Una storia italiana mi hanno preso proprio perché ero uno sportivo. Hanno ritenuto che io potessi interpretare la storia degli Abbagnale perché possedevo l’animo e le inquietudini di chi è in continua sfida con se stesso. La popolarità è arrivata più tardi, quando la macchina da presa non mi faceva più paura. Come ti definisci, in tre aggettivi. Sono un razionale che si lascia dominare dai sentimenti. Un timido che vive sotto i riflettori. Ho un carattere forte che si emoziona per le piccole cose. E cosa ti emoziona? La mia famiglia, i miei figli. Sono il fulcro di tutto. Per loro scap-

I won’t exclude the possibility. I’ve already done some producing with Io, L’altro which was a chance for me to experiment with another way of filmmaking. It was a choice I had to make at a time when my relationship with the camera was pretty strong and intense. On the other hand this job is fairly insecure and I think that artists should know how to make offers, not just wait to receive them. How do you feel when you come back to Calabria? Calabria means an awful lot to me. It is my father’s home, the place where I spent my summers, a place of pure fun. Roccella is a tiny paradise full of life where as a boy I could give vent to the need for freedom which was sacrificed by my swimming. Back then we had our routines: I remember that loads of us would go to the beach and not go back home until sunset. At night we’d all meet up again in the square, often staying out until morning when the baker’s would open and serve up hot cornetti. In those holiday months I enjoyed being with my family; my sisters Tiziana and Daniela, my mother Rosa and especially my father Giuseppe. I would hear him when he got up at five ‘o’ clock to go fishing with my uncle and I always hoped he’d take me with him. And when he did it was fantastic, I felt all grown-up. It’s an image that is still clear in my mind: the three of us in the dark, in the middle of the sea with me listening to their conversations for hours - I never got tired. After years of Free Diving, of adrenaline and the deafening silence of the pool came a new kind of success with spotlights, magazine covers and applause from fans. What was that moment like for you? At first it was unsettling. I came from a completely different world; I lived for my training sessions and thought that sport would be my life. I never went to parties or to nightclubs but I didn’t mind because I was focussed on the goals I wanted to reach. When the terrible blow of not reaching the Olympics came, my dreams were shattered. My father suffered a lot because of it too, but he was also the one to help me when I got my first part. On the other hand, they offered me the part in Una storia italiana specifically because I was a sporty type. They thought that I would be good in the story about the Abbagnales because I had the spirit and the fears of a person who is constantly challenging himself. Popularity arrived later when I lost my fear of the camera. How would you define yourself in three adjectives? I’m someone who’s rational but lets their emotions get the better of them, someone who is shy but lives in the spotlight, someone who is strong but is moved by small things.

15


© Adriana Sapone

© Adriana Sapone

Raoul Bova con Giancarlo Giannini alla mostra fotografica di Barillari al Teatro Cilea di Reggio Calabria

Raoul Bova e Giancarlo Giannini alla conferenza stampa del Reggio Calabria Filmfest

po dal set come un pazzo, se necessario. Non voglio rinunciare alla bellezza di vederli crescere, di insegnargli a guardare il mondo, di applaudirli mentre giocano a pallone. Noi abbiamo una casa in campagna piena di animali che vivono liberi. Quella è la nostra oasi dove il tempo trascorre lento. Pensi che il successo dei tuoi ultimi film sia una rivincita su quella parte della critica che ti ha etichettato come inadatto al grande schermo perché bruciato dalla tv? Nella mia carriera mi sono sempre impegnato tanto per dimostrare di non essere soltanto un volto da copertina, ma di essere all’altezza dei ruoli che mi hanno assegnato. Gli stereotipi sono preconcetti che si devono superare con l’obiettività. Se un film è fatto bene piace indipendentemente se prodotto per la televisione o per il cinema. È vero comunque che si tenda un po’ a snobbare i volti prestati alla tv come se fossero di serie B. Fortunatamente, non tutti la pensano così.

1

Michele Placido si è impegnato nella costruzione di una realtà teatrale a San Luca, piacerebbe anche a te contribuire alla realizzazione di fucine creative per giovani talenti calabresi? Perché no. Con la fondazione Capitano Ultimo, nata dall’amicizia con il colonnello Sergio De Caprio, stiamo realizzando un campus dedicato ai ragazzi delle periferie di Roma per sostenere la cultura della legalità e della solidarietà. Alla realizzazione del Campus della Mistica sono stati devoluti i fondi raccolti con le Partite del Cuore della Nazionale Cantanti. Quest’anno sono sceso in campo anch’io. La commedia più divertente cha abbia mai girato.

Roul Bova

What makes you happy? My family and children. They are the centre of everything. For them, I race away from the set like a madman if I need to. I don’t want to sacrifice the beauty of seeing them grow, of teaching them how to look at the world, of cheering them on at their football matches. We have a house in the country full of animals roaming around freely. It is our oasis when time passes slowly. Do you think that the success of your last films is an answer to critics who had labelled you as unsuited to the big screen because of over-exposure on the TV? Throughout my career I’ve worked really hard to show that I’m not just a pretty face and to live up to the roles I’ve been given. Stereotypes are preconceptions that should be overcome with objectivity. If a film is good, people will like it independently of whether it has been made for television or cinema. It is true though that people are a bit snobbish about faces from the TV as if we were all b-list actors. Fortunately not everyone thinks like that. Michele Placido has built a theatre complex in San Luca. Would you ever think about contributing to creative projects for young talents in Calabria? Why not? Through the Capitano Ultimo foundation, developed from my friendship with colonel Sergio De Caprio, we are building a campus for the kids from the suburbs of Rome, hoping to instil in them a more legal and social way of life. Money raised by the Partite del Cuore celebrity football matches has been donated to the Campus della Mistica. This year I played too - it was possibly the most hilarious comedy I’ve ever made.


idea

L’ORO del mare { Treasure of the sea }

18


EstateSummer08

di Luisa Bellissimo - foto di Paula Kajzar

I preziosi intrecci dell’oro evocano il movimento del mare, incontrando quarzi rosa, lapis, perle o turchesi. Così la sapiente arte dell’antica oreficeria calabrese racconta il Mediterraneo, creando un’armonia tra la tradizione e la sperimentazione. Questa la ricetta della famiglia Tripodi di Reggio Calabria che dal 1989 custodisce ne Il Crogiuolo la ricercatezza della sua arte. Nel laboratorio artigianale sono ideate filigrane di pietre naturali Il laboratorio che in molteplici linee generano sempre nuove creazioni. Insieme a Maria, Ornella e Claudio sono in tutto nove gli artefici di questi gioielli, che dal punto estremo dello stivale viaggiano in tutto il mondo esportando una tipicità che unisce tessuti, maglie e pietre preziose. Dalla Sardegna alla Sicilia, toccando le note tappe del glamour di Capri e Taormina, i gioielli de Il Crogiuolo fanno il giro del mondo: Brasile, Marocco e Spagna sono solo alcune delle destinazioni raggiunte da questa sapiente attività. L’essenza di quest’arte è tramandata dal Settecento reggino e appartiene alla storia di una famiglia che da Luigi Tripodi, maestro orafo del ventesimo secolo, passa da una generazione all’altra arrivando a Mariangela e Martina, rispettivamente figlie di Maria e Claudio. Nelle fasi che concludono i capolavori forgiati con argento e oro, sta tutto il senso di una tradizione antica mista all’innovazione,

Delicately entwined threads of gold recall the movement of the sea, embracing rose quartz, lapis, pearls and turquoise stones. Thus the Mediterranean is translated into the masterful art of this ancient Calabrian goldsmith’s, creating the perfect harmony between tradition and experimentation. This is the formula of Reggio Calabria’s Tripodi family, who since 1989 have practised their precious art through Il Crogiuolo. Natural stones are carefully conceived into delicate filigrees in their craftsman’s workshop, generating endless new creations. As well as Maria, Ornella and Claudio there are nine creators of the jewellery which from the furthest point of Italy’s ‘boot’ is exported around the world as an example of a traditional product which unites fabric, thread and precious stones. From Sardinia to Sicily, passing through glamorous destinations such as Capri and Taormina, Il Crogiuolo jewellery is sold worldwide: Brasil, Marocco and Spain just some of the places to have been captivated by this masterly craft. The essence of the art has been handed down from the seventeenhundreds in Reggio Calabria and is part of a family history which has been passed from one generation to another starting with the twentieth-century master-goldsmith Luigi Tripodi and currently safeguarded by Mariangela and Martina, Maria and Claudio’s children. The final stages in the production of these small master-

19


UNA STORIA DI FAMIGLIA La dinastia orafa dei Tripodi risale al 1700, tramandando di padre in figlio quest’arte la famiglia ha superato la crisi generata dal terremoto del 1908 e dai conflitti mondiali. Per tre volte, infatti, Luigi Tripodi, il nonno degli attuali titolari de Il Crogiuolo, salvò l’attività del laboratorio, seppellendo per poi recuperarla, una cassetta contenente soldi e oro. Negli anni Cinquanta, alla morte del capostipite furono i figli Isidoro, Rosario ed Ettore, a riprendere le redini dell’attività. Il Crogiuolo nasce nel 1989, rielaborando i modelli della classica gioielleria con pietre in stile valenzano. Il 1998 rappresenta l’anno della svolta perché si sviluppa l’idea di conquistare una nicchia di mercato nella quale distinguersi. Vista la collocazione geografica di Reggio Calabria, l’ispirazione arriva dal mare. Oggi in azienda la parte creativa e produttiva è affidata alle due sorelle, Maria, amministratore della società e Ornella, responsabile della produzione, l’amministrazione a Claudio e, per le nuove esigenze aziendali e di mercato, la distribuzione commerciale è affidata al fratello di quest’ultimo, Luigi. A FAMILY HISTORY

20

The Tripodi goldsmith dynasty dates back to 1700. The art was handed down from father to son and over the years the family managed to survive the crises produced by the 1908 earthquake and global conflict; Luigi Tripodi, grandfather of the current owners of Il Crogiuolo saved the business three times by burying a chest containing money and gold to dig it up later. In the ‘50s, following the death of its patriarch, the children Isidoro, Rosario and Ettore took up the company reins. Il Crogiuolo was born in 1989, at first reworking classic designs in the Valenzano style. In the year 1998 came a revolution with the idea of creating a niche in the market where their skill could stand out and given Reggio Calabria’s location, inspiration arrived from the sea. Today the creative and productive side of the business is in the hands of the two sisters: Maria, company director and Ornella, production manager. Brother Claudio handles the company’s accounts and as a response to company and market developments, the youngest sibling, Luigi, is in charge of sales and distribution.

idea

Collane e pendenti

che utilizza innesti di cotoni, sete tinte e cucite a mano e altri materiali rigorosamente Made in Italy, come precisano i fautori dell’idea che ha reso esclusivo il genere. Così, opale di fuoco e tormaline si uniscono dando vita a collier d’oro, conchiglie ammagliate e ciondoli in oro giallo 18 carati si avvinghiano a ricci marini e a conchiglie lima lima, entrambe creazioni della serie Fantasie di mare. La linea Acqua, collezione Mareoro, riproduce creature marine nate da stampi in cera. È da questo materiale duttile che si forgiano le venature rugose di stelle e cavallucci marini.

Un anello dalla nuova collezione

pieces formed with silver and gold are the essence of this ancient tradition that has been fused with innovation. The creators of the idea that has given the product its unique flavour are keen to emphasize that the cotton twine, dyed and hand-sewn silk and other materials used are all strictly Made in Italy. Fire opal and tourmaline come together to bring life to a gold necklace, a woven net of shells and pendants in 18 carat yellow gold are bound to sea urchins and lima lima shells in the Fantasie di mare collection. The Mareoro collection in the Acqua range reproduces marine animals using wax moulds - the grainy lines of starfish

Oro e seta per i bracciali


EstateSummer08

Un anello dalla nuova collezione

Con la serie I tessuti, invece, si creano orditi di collanina rigidi o semirigidi, impreziositi da diamanti grossi e altre pietre preziose. Il tessuto è realizzato interamente a telaio a mano da Ornella. Le nuove creazioni si avvalgono anche dell’essenzialità della corda e riprendono un liet motiv del passato: boccioli di rose dai colori intensi si intrecciano ai tessuti creando monili raffinati e originali. Da un’arte che appartiene al passato Il Crogiuolo traduce il pregiato artigianato calabrese in gioielli originali da indossare, per ogni giorno prezioso ed esotico.

and seahorses perfectly created from this pliable material. The I tessuti series is made up of fine chains woven together to create a rigid or semi-rigid ‘fabric’ embellished with large diamonds and other precious stones. The ‘tessuto’ is created entirely by hand by Ornella. Other new creations use the simplicity of cord and a liet motiv from the past: strong-coloured rosebuds are woven together with fabrics to create elegant and unusual necklaces. Il Crogiuolo has taken this traditional art and translated a precious Calabrian craft into original, precious and exotic jewellery to wear every day.

LE FASI DI CREAZIONE

THE CREATIVE STAGES

È dalla morbidezza della cera che nascono le creature marine incastonate in catenine d’oro e d’argento. Sono precise ed essenziali le fasi che creano il prodotto finito di questi maestri orafi, che dopo aver singolarmente dato forma, tramite una matrice, agli elementi prescelti, creano un grappolo. Quest’ultimo viene immerso nel cilindro di fusione in cui si versa un materiale refrattario simile al gesso. Per favorire la sua adesione alle cere e l’eliminazione di bolle d’aria, il cilindro è collocato su un piatto vibrante e sottoposto all’azione del vuoto. Successivamente alla scolatura della cera e alla ricottura del cilindro si procede alla fusione, alla colata e poi ancora alla sgrappolatura. Seguire la dovizia di particolari che si nascondono dietro i monili creati nel laboratorio de Il Crogiuolo è davvero un’esperienza particolare. Qui si celano i segreti di ricette antiche che rendono più luminoso l’oro e l’argento dando quell’esclusivo colore che è solo una delle prerogative dell’azienda.

The marine animals set onto fine silver and gold chains begin life as soft wax moulds. The stages that lead to the finished product of these master goldsmiths are simple yet precise: after having individually created the moulds for each of the chosen elements, they are formed into a tree-shaped cluster. The cluster is then immersed in a fusion drum to which a heat-resistant substance similar to chalk is poured. To encourage the adhesion of the material to the wax and to eliminate any air bubbles, the drum stands on a vibrating plate and a vacuum is applied. Once the wax has been melted and poured out and the drum re-heated, the next stages are fusion of the metal, casting, and finally the removal of the elements on the cluster. It is an extraordinary experience to follow the careful processes behind the creation of Il Crogiuolo’s creations. The knowledge of these hidden secrets and ancient formulas make the gold and silver shine a little brighter and add the unique colour that is just one of the company’s many qualities.

Oro e seta per i bracciali

21

Fasi di lavorazione dell’oro


Full color Micro e macro bags Mini and maxi bags L’estate è Super! Super Summer! Con i piedi per terra With your feet on the ground Night&day Fashion Museum

fashion estate/summer 08


Ri

ch

ia

m

id

al

l’I n

di

a

pe

rC

os

tu

m

eN

at

na

l

Abito lungo Versace

io

Full color

fashion TENDENZE

24


di Gaia Branca

Se il grigio, dalla nuance ghiaccio al fumo di Londra, è stato il colore passe par tout dell’inverno, l’estate 2008 impone tinte forti. Che siano veloci pennellate, macchie, schizzi, o tinte piene, è il colore il vero protagonista sulle spiagge come nelle calde serate. Accanto ai toni saturi dell’arancio, magenta, lilla o giallo limone, per dare un’ulteriore tocco glamour, non possono mancare i cromatismi oro e silver. Per il giorno il colore è sempre full, romantico come il rosa cipria, l’avorio e il tortora, oppure caldo nei toni del marrone e relative declinazioni, come l’ocra o il beige dorato. La vita è alta, dolcemente sottolineata da arricciature giusto sopra l’ombelico o da grandi fiocchi, senza tralasciare le cinture obi in puro stile jap. Per la sera le passerelle propongono tessuti leggeri, impalpabili come chiffon e seta impreziositi da ricchi ricami, romantici pizzi e gemme per creare punti luce.

If grey, from icy hues to London fog, was the passe par tout colour for winter, summer 2008’s palette dictates bright colours. Whether as brusque brush strokes, blotches, splashes or full block, colour is this summer’s star both for the beach and long, hot nights. For that extra touch of glamour, gold and silver are the compulsory accompaniments to the intense tones of orange, magenta, lilac and lemon yellow. For daywear, colour is worn in block; romantic like powder-pink, ivory and dove or sultry as in the tones of brown and their relative declinations such as ochre and goldenbeige. Waists are high, gently emphasised by ruffles just above the midriff, large bows or Japanese style obi belts. For evening, the catwalks showed light, almost invisible fabrics such as chiffon and silk, embellished with rich embroideries, romantic lace and gemstones to create flecks of light.

Monospalla total black di Versace

25


Nella stagione più calda non possono mancare le ispirazioni etnochic. Il pret-à-porter strizza l’occhio all’Oriente con i kimono realizzati da Alessandro dell’Acqua o ancora all’India come per gli abiti monospalla ispirati ai tradizionali sari di Costume National. E se nelle scorse passerelle la kefiah da simbolo di un’ideologia politica si è trasformata in accessorio di tendenza, decisamente si riconferma tale anche per l’estate, un must have da sfoggiare sul bikini. In spiaggia o a bordo piscina le borse si fanno macro così come i cappelli, che con larghe falde proteggono il viso dai raggi solari. Quest’estate, inoltre, Alta Moda e gallerie d’arte si incontrano e l’abito diventa carta bianca, una tela da dipingere. Kylie Minogue nel suo nuovo video sfoggia uno splendido abito Dolce&Gabbana imbrattato di colore, una creazione che sembra appena uscita dall’atelier di un’artista. Anticipato dal breve spot animato Trembled Blossoms, Miuccia Prada propone una collezione fiabesca, abiti illustrati come un libro fantasy. Per Roberto Cavalli la donna è romantica e sensuale, enormi fiori sbocciano sull’abito lungo che diventa un acquerello dipinto sulla seta. Anche gli accessori si trasformano in vere opere d’arte come le scarpe scultura, oggetto del desiderio per ogni fashion victim.

26

At the hottest time of year ethno-chic is always a key trend. Preta-porter’s nod to the East can be seen in Alessandro dell’Acqua’s kimonos while Indian influence can be seen in Costume National’s one-shoulder dresses inspired by traditional saris. The kefiah, transformed from a symbol of political ideology to a fashion accessory on last season’s catwalks, remains just that for this summer: a must-have to wear over bikinis. On the beach or around the pool, bags are over-sized and hats protect the face from the sun’s rays with their large brims. What’s more, this summer, High Fashion and art join together with clothes becoming blank canvases to be painted. In her new video, Kylie Minogue shows off an amazing colour-spattered Dolce&Gabbana dress which appears to be straight out of an artist’s studio. As previewed in the short animated film Trembled Blossoms, Miuccia Prada’s collection is the stuff of fairy-tales with illustrated dresses like a fantastical book. Roberto Cavalli’s woman is romantic and sensual; enormous flowers bloom on a long dress which is transformed into a watercolour painted on silk. Even accessories become works of art as demonstrated by sculpture-shoes, objects of desire for every fashion victim worth their salt.

Fascino da boudoir per Dior

L’intramontabile bon ton di Valentino

fashion

Full color e rouches nella sera di Valentino


EstateSummer08

27 Giallo limone per l’abito corto Versace

Dior

Fiori dipinti sulla seta in un abito Roberto Cavalli


fashion ACCESSORI

MICRO E MACRO BAGS Se la definitiva assenza delle mezze stagioni è ormai un dato di fatto, lo è anche la scomparsa delle mezze misure. Borse micro, così piccole e preziose da stare in una mano, e borse macro, taglia extralarge perfette per chi si porta dietro l’intero guardaroba sono il must have della stagione. Amate e contese dalle star questi oggetti del desiderio spesso vantano lunghissime liste d’attesa. Realizzate con materiali preziosi come pitone, coccodrillo o arricchite con ricami, le micro bag sono l’accessorio ideale per la sera e per chi ha bisogno solo dell’essenziale. Si portano a mano come le borse a fiocco proposte da Ferragamo e Furla, o al polso grazie al manico – bracciale. La borsa macro è per antonomasia la più versatile, in canvas o pvc per la spiaggia, in morbida pelle intrecciata, come nella proposta di Dior, è perfetta per il week end.

Boarding Bag by Giovanna Furlanetto for Furla

Lady Dior Avenue di Dior

Bottega Veneta borsa Barcelona

MINI AND MAXI BAGS

Soft Babe di Dior

0

The definitive disappearance of the inbetween season is now universally recognised and with it goes the disappearance of medium-sized accessories. Mini-bags, small and precious enough to fit into a hand and maxi versions with extra-large dimensions, perfect for whoever carries around their entire wardrobe, are this season’s must-have. Adored and fought over by celebrities, these objects of desire often boast long waiting lists. Produced using precious materials such as python and crocodile or embellished with embroideries, mini-bags are the perfect accessory for evenings and minimalists. Carry them in your hand like those with bows by Ferragamo and Furla or on your wrist with the help of their handle-bracelet. The maxi-bag is versatility par excellence; in canvas or pvc for the beach or in soft woven leather like Dior’s version for the weekend.

Pochette Venere in gros grain di Furla

Pochette in cocco Dior

Clutch con stampa animalier Dior

Pochette Butterfly Bottega Veneta

Clutch a fiocco Salvatore Ferragamo

Pochette Dior


EstateSummer08

CON I PIEDI PER TERRA Per le calde notti d’estate il glamour impone tacchi vertiginosi, come le scarpe scultura che tanto clamore hanno suscitato, o sandali con plateau in vernice. Ma si può essere irresistibilmente chic anche con i piedi ben piantati per terra e senza rischiare pericolose cadute. Calzatura passe par tout della stagione è indubbiamente l’intramontabile infradito che per la sera si arricchisce di dettagli e colori preziosi, mentre per il giorno si propone in varianti etno-chic o il sempre perfetto bianco.

Sandalo scultura con platform oro Dior

Sandalo in suede beige Dior

WITH YOUR FEET ON THE GROUND

For hot summer nights, the rules of glamour dictate vertiginous heels, like the much talked-about sculpture shoes, or sandals with patent platforms. It is still possible, however, to remain irresistibly chic with your feet firmly on the ground and without the risk of a fall from dangerous heights. This season’s passe par tout shoe is the timeless thong with evening versions decorated with precious detail and colour and daytime styles in ethno-chic theme or simply perfect in white.

Sandalo raso terra Dior

Infradito modello Ibiza di Hogan

Sandalo intrecciato in suede e satin di Bottega Veneta

1

Infradito bianco Pollini

Infradito con lacci alla schiava Dior


super summer

L’ESTATE È SUPER! Sienna Miller, Elio Fiorucci, Valentino Rossi sono solo alcuni fra i personaggi dello showbiz internazionale contagiati dalla Super mania. Se il revival anni ’80 continua a imperversare incontrastato, parte del merito è anche degli occhiali da sole Super. Nati dalla prorompente mente creativa di Daniel Beckerman, ideatore, insieme al fratello Simon, di PIG famosa rivista indie, i Super vantano un design 100% Made in Italy. Look retro-futuristico, una gamma di colori sgargianti e la certificata qualità delle lenti Carl Zeiss ne hanno fatto, a un anno dalla loro nascita, un oggetto del desiderio, un vero cult presente in selezionate boutiques sparse per il mondo. Da New York a Tokyo, da Milano a Los Angeles l’estate è Super!

Orange Crystal

Fluo green

Sky

SUPER SUMMER!

Sienna Miller, Elio Fiorucci and Valentino Rossi are just some of the international celebrities infected with Super-mania. Part of the credit for the seemingly unstoppable 80’s revival has to go to Super sunglasses. Born from the ingenious mind of Daniel Beckerman (creator, together with brother Simon, of the famous indie magazine PIG) Super sunglasses boast a design that is 100% Made in Italy. With their retro-futuristic design, a funky range of colours and the certified quality of Carl Zeiss lenses, Super have managed to become an object of desire and a true cult within just one year of their launch, sold in selected boutiques around the world. From New York to Tokyo, from Milan to Los Angeles - it’s a Super summer!

Miamic

Gino black

2

Ft red

Yellow-lilla

fashion

Ny


Night&day

fashion NIGHT&DAY

4

Lusso anche sotto il solleone, è questo il trend per il beachwear 2008. Ampi cappelli, vaporosi kaftani abbinati a infradito gioiello e tessuti preziosi per un look glamour da portare in spiaggia. Miss Bikini Luxe, con una collezione ispirata ai colori dell’Africa e all’intramontabile fascino hippy-chic degli anni ’70, propone una donna grintosa e sexy. Sul bikini impalpabili kaftani da indossare con maxi cinture in cuoio o con grandi sciarpe in voile. Seducente e ricercato è il beachwear proposto da La Perla. La scelta varia dal full color, come nelle passerelle, ai pattern di ispirazione vintage per costumi da abbinare a bangles, bracciali in oro o bronzo. Per creme solari, accessori, libri e tutto l’irrinunciabile sotto l’ombrellone l’importante è munirsi di una borsa. Ovviamente macro!

Luxury under the hot summer sun, that’s the trend for 2008 beachwear, too. Glamour hits the beach with big hats, voluminous kaftans in costly fabrics with matching bejewelled thongs. Miss Bikini Luxe, with a collection inspired by the colours of Africa and the evergreen 70s hippy-chic, proposes a sexy woman with plenty of drive. Diaphanous kaftans worn over bikinis with big leather belts or large voile scarves. La Perla’s beachwear is seductive and sophisticated with a choice ranging from full colours, as seen on the catwalk, or vintage-inspired patterns for costumes, accompanied gold or bronze bangles. For sun cream, accessories, books and everything you can’t do without under the beach umbrella, you’ll also need a bag. Maxi, naturally!

D’estate gli appuntamenti mondani si moltiplicano a dismisura e per essere perfette ogni sera la parola d’ordine è risplendere. L’abito lungo lascia sempre scoperta la caviglia mentre per chi ama il corto, la lunghezza dell’abito non eccede e si ferma giusto sopra il ginocchio. I tessuti per la sera sono sinuosi e leggeri come la seta, arricchita da delicati pizzi soutache come per La Perla Pret-à-porter e Dior. Roccobarocco propone una collezione che con i suoi drappeggi e accenti argentati richiama la freschezza dell’acqua, i tubini sono impreziositi da decori brillanti per una donna iperfemminile. La borsa è micro, nella variante busta, clutch o pochette è il vero must per le calde notti estive. Social life gets very, very busy in summer and to look perfect every evening the magic word to is shine. Long dresses leave the ankles on show, while, if you prefer something shorter, it should stop just above the knee. Fabrics for evening wear are light and sinuous like silk, enriched with delicate lace soutaches, as seen in the La Perla Pret-à-porter and Dior collections. Roccobarocco’s drapes and silver touches evoke the freshness of water, his sheath dresses are embellished with glittering decorations for a super-feminine effect. Bags are tiny and come in all shapes from pouch, clutch or pochette: a must for the hot summer nights.

La Perla Mare


EstateSummer08

La Perla Mare La Perla Mare

Miss Bikini Luxe

Miss Bikini Luxe

Pinup

Pinup

La Perla

5

Dior

Rocco Barocco

Rocco Barocco Emporio Armani


fashion INCONTRI

La Sala degli Specchi nella Galleria Naturalia

36

Fashion Museum di Gaia Branca - foto Valerio d’Urso

Una cena che non poteva aspettare oltre, un filo di seta e l’incontro con il manichino di una Madonna del Settecento sono i protagonisti di una storia affascinante: la nascita del Museum & Fashion presso lo splendido Palazzo Biscari di Catania. Il mondo della moda è il cuore e l’anima del museo, anche se la vera protagonista, senza ombra di dubbio è lei, Marella Ferrera, stilista catanese che per prima ha riscoperto la bellezza e l’orgoglio di essere siciliana.

A long-overdue dinner appointment, some silken thread and an encounter with an 18th century Madonna are the three key elements in the fascinating story that recounts the birth of the Museum & Fashion inside Catania’s splendid Palazzo Biscari. Although the museum’s heart and soul is represented by the world of fashion, its real star is without a doubt Marella Ferrera, the Catanese designer who was one of the first to rediscover the beauty and pride of her Sicilian origins.


EstateSummer08

La Galleria Naturalia con poltrone originali realizzate dall’architetto Carlo Sada nell’Ottocento

“Il r accon to più str aor dina r io di tutto questo è che i o n o n c e r c av o assoluta mente nulla ma sono stata cercata dal museo. Probabilmente nel tuo intimo desideri inconsciamente così tanto qualcosa che questa arriva senza che te lo aspetti.”

È

“The most ex tr aor dina ry part of all this is that I wasn’t looking for anything at all; it wa s the museum that came looking for me. Probably when inside yourself you unconsciously desir e something so much, it comes a long w ithou t you e v en expecting it.”

m.f

Una creazione della stilista

La stilita Marella Ferrera

37 I pizzi della tradizione, le pietre della sua terra sono il soggetto e l’ispirazione delle collezioni, da sempre amate dalle nobildonne italiane. Dall’inizio della sua carriera Marella Ferrera ha pensato alcuni abiti idealmente destinati a raccontare un viaggio ma l’idea di dare vita a un museo era lontana. Fino all’incontro con quel frammento di seta che l’ha portata oggi a raccontarci una storia che, per la sua straordinaria casualità, ha dell’incredibile. “Una sera a cena per caso ho

Traditional lace and stones from her native land are amongst the inspirations for her collections which have been forever admired by the ladies of the Italian nobility. Since the beginning of her career, Marella Ferrera has created garments which are ideally suited to tell a story of a journey. Instead, a chance encounter with a fragment of silk means that today she can tell her incredible tale, characterised by episodes of coincidence and fate. “One evening at dinner I was given a surprise gift


LA FAMIGLIA FERRERA Capucci, Ferragamo, le sorelle Fontana, Litrico e Ferrera: sono questi i nomi che hanno reso famoso lo stile italiano negli anni della dolce vita. La storia dell’Alta Moda siciliana nasce con loro, con Maria Caruso e Francesco Ferrera una coppia che coniuga l’amore e la passione nel marchio Ferrera. Nato nel 1958, il brand festeggia oggi l’importante traguardo di 50 anni di attività. Negli anni ’60 il marchio guardava al futuro e all’innovazione: furono loro, infatti, tra i primi a sperimentare tessuti rivoluzionari come il nylon. Nello stesso periodo diedero vita alle prime sfilate di moda in Sicilia, due appuntamenti l’anno terminati nel 1992. L’Alta Moda è indubbiamente parte del DNA di questo importante cognome siciliano, un amore che i Ferrera hanno saputo trasmettere con grande passione e tenacia ai figli. Oltre a Marella, ed il marito Edoardo pr ed ufficio stampa della Maison, anche gli altri due, infatti, sono immersi nel mondo della moda: Gabriella, artista di fama internazionale, è fondatrice dell’Accademia Euromediterranea di moda, mentre Domenico è un esperto manager nel campo. THE FERRERA FAMILY

38

Cappucci, Ferragamo the Fontana sisters and Ferrera are some of the names that made Italian style famous during the dolce vita years. The history of Sicilian haute couture began with the couple made up of Maria Caruso and Francesco Ferrera who created a symbol of their love and passion in the Ferrara brand. Born in 1958, today the brand celebrates the important milestone of 50 years in business. In the 1960s Ferrera looked towards the future and sought to innovate, being amongst the first to experiment with revolutionary fabrics such as nylon. In the same period they presented the first catwalk shows in Sicily, a bi-annual appointment which was brought to an end in 1992. Haute couture is without a doubt part of the DNA of this important Sicilian name, a love that the Ferreras have passed on to their children through both great passion and persistence. As well as Marella, and her husband Edoardo PR and press agent for the Maison, the other two children are also involved in the fashion world; Gabriella, an internationally renowned artist, is the founder of the Accademia Euromediterranea di moda and Domenico is a respected manager in the fashion field.

fashion

La Galleria Antiquaria riservata allo spazio museale

ricevuto in regalo alcuni vestiti settecenteschi appartenenti al manichino di una Madonna. La mia curiosità era scoprire a chi appartenessero. Così il giorno successivo mi sono recata da un antiquario e l’ ho trovata. La splendida Madonna da quel momento è diventata la mia guida in questa avventura.” E il museo? Presto detto. Uscita dall’antiquario Marella si è trovata di fronte Palazzo Biscari e da lì è nata l’ispirazione che l’ha portata oggi all’inaugurazione del museo. Quegli spazi enormi l’hanno inspiegabilmente attirata. Così sono iniziati i lavori, viene riportata alla luce la pavimentazione originale, quella dove passeggiò Goethe e le sale del Palazzo tornano a splendere. Non è un caso quindi che il principe Roberto Biscari, ultimo rappresentate della nobile famiglia catanese, nomina Marella Ferrera sua erede morale per la volontà di riportare in vita questo Museo del 1758. Designers e non solo, hanno preso a cuore la sfida di Marella: realizzare una galleria museale che ospiti celebri mostre sul mondo della moda, affinché Catania possa diventare un nuovo polo di attrazione in questo campo. Lo spazio è costituito da due grandi sale: la prima, Galleria Antiquaria, che ospitava le collezioni archeologiche del Principe, oggi accoglie la Mostra Oltre l’Abito…il Pensiero che dopo Roma e Milano approda a Catania, mentre l’altra, Galleria Naturalia, che ospitava le produzioni marine, i minerali, e i marmi, è la nuova location dell’Atelier MF. Il museo, grazie all’aiuto di Mario Nanni, noto light designer, insieme agli architetti Paolini, Licata e Scuderi, è stato concepito come un libro da sfogliare, in ogni ango-

of several 18th century garments taken from a mannequin of the Madonna. I was curious to find out where they came from and who they belonged to so the next day I went to an antique dealer and I found her. Ever since then, that wonderful Madonna has been my guiding spirit on this journey” And the museum? Another coincidence. Outside the antique dealer’s Marella found herself in front of Palazzo Biscari and from there the inspiration which has brought her to the opening of the museum today was born. Seeing the Palazzo’s enormous spaces for the first time provoked an inexplicable attraction and restoration work soon began. The original floors, once walked by Goethe, were uncovered and the rooms of the Palazzo were returned to their original splendour. It comes as no surprise therefore, to learn that Prince Roberto Biscari, last in the line of Catania’s noble Biscari family, has nominated Marella Ferrera as his spiritual heir for her desire to breathe life back into this architectonic masterpiece. Both designers and other professional figures have taken up Marella’s cause to create a museum-gallery where famous fashion exhibitions can be shown, at the same time allowing Catania to become a new focus of attraction in the fashion field. The space is made up of two enormous rooms: the first, “Galleria Antiquaria”, to be used for exhibitions, will initially house the exhibition “Oltre l’Abito…il Pensiero”; the second room, “Galleria Naturalia”, where a collection of minerals and marbles were housed, will be the new location for the Atelier MF. With the help of the well-known light-de-


EstateSummer08

Spazi riservati al merchandising all’interno della Galleria Antiquaria

Un particolare

lo c’è qualcosa da scoprire, da esplorare. signer Mario Nanni, and the architects Paolini, Licata and Scuderi, the museum’s L’esperienza contamina tutti i sensi, anche layout has been conceived rather like a il gusto, e per poterla vivere a tutto tondo book to be browsed through; in each corner ci pensa il cuciniere errante Carmelo Chiathere is something to discover and explore. ramonte che con un click sul telecomando The experience emtraforma una passebraces all the senses, rella di sedici metri in “Scopro di avere delle including taste, and un tavolo da quaranta affinità elettive con to this end the Sicilian posti per un’esclusiva questi spazi, come se Chef Carmelo ChiCena al Museo. il mio percorso fosse aramonte was called Marella Ferrera è vistato guidato.” to create a sixteen sibilmente entusiasta “I have discovered that I have metre long platform della sua ultima fatia certain chemistry with these which is transformed ca: “È come se dopo spaces, almost as if I was being into a dining-table for 250 anni tornassi con constantly guided.” forty at the click of a un percorso materico, m.f. remote control for an come se il mio arrivo, exclusive “Cena al Museo”. “It’s as if after la mia presenza chiudessero un cerchio.” 250 years I have returned these materials Vivere questo museo è un’esperienza indito their rightful home, as if my arrival, my menticabile, emozionante, è un percorso presence, is the conclusion of a cycle”. The estetico di cui si sente il bisogno poiché experience offered by this museum is unla bellezza è diventata un bene sempre più forgettable and moving as well as a necesraro. sary aesthetic journey at a time where real beauty has become all too rare a thing.

39


{

brevi curiosità dal mondo short news from all around the world brevi curiosità dal mondo short news from all around the worl

IN VIAGGIO CON FIDO? SÌ MA A CINQUE STELLE TRAVELLING WITH FIDO? YES, BUT FIVE-STAR ORME NEL PARCO

40

brevi curiosità dal mondo short news from all around the world brevi curiosità dal mondo short news from all around the world

Ai piedi del Monte Gariglione, nel cuore del Parco Nazionale della Sila, sorge il primo Parco Avventura calabrese. Ci si può cimentare nel Tarzaning, un percorso acrobatico, in totale sicurezza, sospeso tra gli alberi. Un’esperienza totalmente ecocompatibile aperta a tutti per imparare a rispettare la natura diverendosi. Orme nel Parco - Parco Avventura - Località Tirivolo - Zagarise (Cz) Calabria’s first adventure park is to be built at the foot of Monte Gariglione, in the heart of the Parco Nazionale della Sila. There will be the opportunity to do Tarzaning, an acrobatic trail suspended among the trees in complete safety. An eco-compatible experience for all to try where you can learn to respect nature while having fun. Orme nel Parco - Parco Avventura Tirivolo - Zagarise (Catanzaro)

LA CALABRIA SU DUE RUOTE CALABRIA BY BIKE Cinquecento chilometri in cinque giorni, dalla Calabria e Eboli in Campania, andata e ritorno. Cicloturisti in Calabria, edito da Rubbettino, è la storia di due viaggi, l’andata realizzata a fine Ottocento da Luigi Vittorio Bertarelli e il ritorno realizzato all’inizio del XXI secolo da Roberto Giannì. Due versioni dello stesso itinerario per scoprire cosa è cambiato nella nostra regione e cosa è rimasto ancora intatto dei nostri paesaggi e costumi. www.rubbettino.it Five hundred kilometres in five days, from Calabria to Eboli in Campania and back. Cicloturisti in Calabria, published by Rubbettino, is the story of two journeys; Luigi Vittorio Bertarelli made the outward ride at the end of the 19th century, while the return trip was made by Roberto Gianni at the beginning of the 21st century. Two versions of the same itinerary to discover what has changed in our region and what of our landscapes and customs has remained intact. www.rubbettino.it

Antesignana del trend del cane chic, Paris Hilton non si separa mai dal suo amato Tinkerbell. Collari in Swarovsky, cucce in edizione limitata con finiture in oro 24 carati e cuscino in seta come la Bubble Gold proposta da B.pet sono all’ordine del giorno. Così come portare il cucciolo anche in vacanza. E per essere sempre à la page ci pensano gli alberghi affiliati al circuito Space Hotels, circa 60 in Italia, che offrono un sevizio deluxe come spazi recintati per la passeggiatina, cibo adatto, spiagge dedicate, dog sitting e toelettatura su richiesta. Très très chic! www.spacehotels.it Forerunner of doggy chic, Paris Hilton never goes anywhere without her beloved Tinkerbell. Swarovsky collars and designer dog carriers are the order of the day, and so is taking pooch on holiday. And always à la page, Space Hotels, with about 60 hotels in Italy, offer a deluxe service with enclosures for walkies, special food, private doggie beaches, dog sitting and grooming by request. Très très chic! www.spacehotels.it

IL CIOCCOLATO È FASHION/CHOCOLATE CHIC Per coloro che quest’estate hanno optato per un tour dalle parti di Modica, e soprattutto non hanno problemi di linea, l’indirizzo da scrivere sul taccuino è CioMod. Una vera e propria boutique del cioccolato da mangiare, da bere, da indossare e regalare. La chicca è Choco N°4 una confezione di praline e liquore che rivisita il look Chanel in chiave golosa. www.ciomod.com For all those who have decided to take a trip to Modica this summer, and don’t have weight problems, take down the address of CioMod. It’s a real boutique of chocolate to eat, to drink, wear and give as presents. For the sweet tooth, the gem of the collection is Choco N°4, with praline and liqueur in true Chanel style. www.ciomod.com

UNA SFILATA DI… MUCCHE!/A FASHION PARADE OF… COWS! Non parliamo di modelle taglia XL ma della CowParade, sculture di bovini che, dopo aver invaso le più importanti metropoli in giro per il mondo, approda sull’isola di Capri. L’idea, nata dalla mente dello scultore svizzero Pascal Knapp, è una vera e propria mostra d’arte contemporanea en plein air perché ogni mucca verrà personalizzata da un artista diverso. Le sculture verranno poi battute all’asta, l’undici luglio, da Sotheby’s presso l’esclusivo Capri Palace Hotel & Spa, il ricavato verrà devoluto in beneficenza alla Fondazione Cannavaro Ferrara. www.cowparadecapri.it No, we don’t mean XL models but the CowParade, bovine sculptures which, after taking over the world’s most important metropolises, now arrives on the island of Capri. Swiss sculptor Pascal Knapp came up with the original idea of a real exhibition of contemporary art en plein air and every cow is personalised by a different artist. The sculptures will then be sold at auction by Sotheby’s at the exclusive Capri Palace Hotel & Spa on 11th July, proceeds will go to the charity Fondazione Cannavaro Ferrara. www.cowparadecapri.it

brevi curiosità dal mondo short news from all around the world brevi curiosità dal mondo short news from


ld brevi curiosità dal mondo short news from all around the world brevi curiosità dal mondo short news from all around the world

EstateSummer08

PRESS ANY KEY… È L’ORA DELLA RI.CREAZIONE IT’S TIME FOR RI.CREAZIONE

High tech e lusso è un binomio che rimanda a telefonini 24 carati, palmarigioiello e affini. Il designer Manuel Bozzi reinventa questo concept creando una linea di anelli in sterling silver dove le gemme incastonate sono in realtà i tasti della tastiera dei pc. Keyboard 8, il nome dell’anello, sdrammatizza quindi l’idea del gioiello creando un look originale e, indubbiamente, anticonformista senza perdere il tocco deluxe. www.manuelbozzi.it Putting the terms hi-tech and luxury together bring to mind 24-carat mobile phones, jewelledpalmtops and the like. Designer Manuel Bozzi has re-invented this concept by creating a line of rings in sterling silver where, instead of mounted stones, he has used the keys from the computer keyboard. Keyboard 8, the name of the ring, takes the drama out of jewel by creating an original and, without doubt, anti-conformist look without losing that deluxe touch. www.manuelbozzi.it

Oltre ad essere il momento migliore della giornata a scuola Ri.Creazione è anche il nome della prima Biennale dedicata all’Arte del Riciclo. Organizzato dal comune di Castelfranco Emilia, il concorso è finalizzato alla divulgazione e sensibilizzazione della cultura del riciclo in chiave creativa e non solo. Il tema di questa prima edizione è Il Giocattolo Futuribile. www.comune.castelfranco-emilia.mo.it Besides being the best time of the school day, Ri.Creazione is also the name of the first Biennial dedicated to the art of re-cycling. Organised by the Town Council of Castelfranco Emilia, the competition aims to spread awareness about the culture of creative re-cycling and more. The theme of the first edition is Il Giocattolo Futuribile, toys for the future. www.comune.castelfranco-emilia.mo.it

TRADIZIONI REGGINE. SAPERI E SAPORI REGGIO CALABRIA TYPICAL PRODUCTS Torroni, bergamotto, olii e vini, ma anche il pesce stocco e le carni della Provincia di Reggio Calabria hanno finalmente trovato un marchio che ne tutela la tipicità. Il marchio Tradizioni Reggine, nato grazie all’interesse e impegno della Camera di Commercio di Reggio Calabria, si pone l’obiettivo e l’intento di preservare e promuovere il nostro patrimonio alimentare e soprattutto culturale. www. rc.camcom.it Not only nougat, bergamot, oil and wine, but also dried, salted cod and meat f rom the province of Reggio Calabria have finally found a brand name which safeguards them as typical Calabrian products. The Tradizioni Reggine brand name has been created by Reggio Calabria’s Chamber of Commerce with the aim of preserving and promoting our alimentary and, especially, cultural heritage. www.rc.camcom.it

MISS BIKINI E FASHION FOR RELIEF MISS BIKINI AND FASHION FOR RELIEF L’unione fa la forza è il caso di dire. Naomi Campbell, fondatrice dell’associazione benefica Fashion for Relief, ha infatti sfilato per la nuova collezione del brand di beachwear, i 150 pezzi sono stati messi in vendita sul noto sito di aste online, Ebay. Il ricavato, ovviamente, è stato interamente devoluto all’associazione Charity, e la cosa promette bene considerando che la Campbell è riuscita, nel 2005, a raccogliere ben 1 milione di dollari per la sua fondazione. Unity is strength, there’s no doubt about it. Naomi Campbell, founder of the charity Fashion for Relief, modelled the brand’s new beachwear collection, and the 150 pieces were sold online in auction on Ebay. Proceeds will obviously go to the charity and things are definitely looking good; Campbell managed to raise a million dollars in 2005.

RADIO MEDÌ _SENZA OBBLIGO DI FREQUENZA RADIO MEDI_ATTENDANCE NOT COMPULSORY La musica dell’Università Mediterranea si ascolta sulla web radio Medì. Inaugurata il 9 maggio in occasione di Porte Aperte Architettura, la radio nasce dall’adesione dell’ateneo all’iniziativa UnyOnAir lanciata a gennaio da Radio 24 con la collaborazione del Gruppo Il Sole 24 ORE, del network Job 24 e il supporto di Heineken, Renault e Microsoft. www.unirc.it

41

Listen to the music of the Università Mediterranea on web radio Medì which started broadcasting on 9th May for Porte Aperte Architettura. It is part of the UnyOnAir initiative launched in January by Radio 24 with the collaboration of the Gruppo Il Sole 24 ORE, the Job 24 network and backed by Heineken, Renault and Microsoft. www.unirc.it

all around the world brevi curiosità dal mondo short news from all around the world brevi curiosità dal mondo short news from all around the world brevi curiosità dal mond


beauty COSMESI

EstateSummer08

Elisir mediterraneo { Mediterranean elixir }

di Elda Musmeci - foto di Marco Costantino

Emblema dell’area mediterranea l’opuntia ficus indica, meglio noto come fico d’india, è senza dubbio uno dei frutti più gustosi e salutari della nostra terra. Si narra che furono i Saraceni a importarlo nell’827 in Calabria, dove trovò le condizioni climatiche ottimali per attecchire e svilupparsi. La pianta è costituita da più fusti piatti detti pale che, insieme ai fiori e ai frutti, sono un vero e proprio scrigno di sostanze nutritive. Le tre principali varietà del fico d’india si distinguono in gialla, bianca e rossa detta anche sanguigna le cui proprietà salutari e benefiche erano ben note già agli Aztechi. Ricchi di sali minerali, vitamina A sotto forma di betacarotene e vitamina

Symbol of the Mediterranean area, the opuntia ficus indica, better known as the Indian fig or prickly pear is without doubt one of the tastiest and healthiest of our local fruits. It is said that it was first imported to Calabria by the Saracens in 827 where the climatic conditions for its planting and growth were considered excellent. The plant is made of numerous flat stems or cladodes known as ‘pale’ which together with its flowers and fruit are a real treasure-trove of nutrients. The three main varieties of Indian fig are yellow, white and red (also known as sanguigna) and their beneficial effects for health were well known to the Aztecs. Rich in mineral salts,

4


Il nome della antica capitale imperiale azteca Tenochtitlan (la odierna Città del Messico) deriva da nocthli, il nome azteco del frutto del fico d’india, e significa letteralmente ficodindia su una roccia. Il fico d’India compare sullo stemma della bandiera messicana. Anticamente, dalle nostre parti, veniva utilizzato come alimento prezioso per l’inizio della giornata lavorativa del contadino, soprattutto nella stagione della vendemmia. Era tradizione infatti consumare fichi d’india durante la prima colazione: costume che deriva dall’antica usanza del proprietario della vigna che donava senza parsimonia questi dolci frutti ai suoi vendemmiatori per impedire che mangiassero troppa uva durante il raccolto. The name of the ancient imperial Aztec capital Tenochtitlan (today’s Mexico City) comes from nocthli, the Aztec name for the Indian fig, literally meaning Indian fig on a rock. The Indian Fig is present as part of the symbol on the Mexican flag. Here, in ancient times, the Indian fig was a valuable food consumed by peasants at the beginning of their working day, especially at harvest time. It was tradition to eat them at breakfast based on an antique custom whereby vineyard owners would distribute the sweet fruit to their workers in generous portions to stop them eating too many grapes during the harvest.

C, sono tenuti in gran considerazione per tonifile qualità diuretiche, cicatrizzanti e tonifi canti. Questi doni della natura rappresentano un vero e proprio toccasana. Il frutto, in particolar modo, è un rigenerante cellulare grazie alla presenza di potassio e magnesio, oligoelemento indispensabile al buon funzionamento dell’organismo, oltre che un collaudato rimedio naturale anti-fatica e anti-stress; un aiuto alle difese immunitarie in grado di incidere positivamente sull’umore. Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato come questa preziosa pianta, efficace anche nel trattamento del diabete, sia un valido cattura-grassi naturale, in quanto in grado di ridurre l’assorbimento dei lipidi contenuti negli alimenti. Il frutto, grazie alla presenza nel succo di mucillaggini e polisaccaridi naturali, è considerato in cosmetica una vera e propria fonte della giovinezza. Viene infatti utilizzato per la produzione di saponi, shampoo, lozioni astringenti per il corpo, creme idratanti, ad azione elasticizzante e anti invecchiamento per il viso. Anche in gastronomia i frutti e le pale dell’ dell’opuntia ficus indica vengono usati come base per conserve, mostarde e creme per risotti. Particolare importanza merita il liquore che, per le sue caratteristiche, viene impiegato nella preparazione di cocktail, per insaporire la panna cotta, per la bagna delle torte alla frutta, per esaltare i gelati o semplicemente ghiacciato con i dolci.

44

beauty

vitamin A in the form of beta-carotene and vitamin C they are highly regarded for their diuretic, healing and toning properties and are an undeniable cure-all. The fruit is particularly noted both as a cell-regenerator due to the presence of potassium and magnesium (sources of oligominerals essential for the proper functioning of the body) and as a tried-and-tested natural remedy against tiredness and stress; a positive boost for both the immune system and your mood. Recent scientific research has shown how this valuable plant which can also be used in the treatment of diabetes, is an effective natural ‘fat-buster’, reducing the body’s absorption of the fats contained in food. Thanks to the presence in its juice of mucilage and natural polysccharides the fruit is considered a by the cosmetic industry as a real fountain of youth. It is used in the production of soap, shampoo, astringent body lotions and face creams that moisturise, increase elasticity and reduce the signs of ageing. In gastronomy, the fruit and stem of the opuntia ficus indica are used to make jams, mustard and cream for risotto. Its liqueur is particularly important as due to its particular characteristics it is employed in the preparation of cocktails, to add flavour to panna cotta and the juice of fruit tarts, as a finishing touch to ice-creams or simply served ice-cold as an accompaniment to desserts.


beauty PROFUMO

{ A nose for success }

EstateSummer08

N asi d’Autore

Nasi d’Autore

di Paola Camillo

“Lo sviluppo di una fragranza sulla pelle è come una storia, una visione. C’è una fortezza antica sperduta tra le montagne dell’antico oriente. All’interno c’è un giardino islamico, pieno di fiori e erbe, con una stanzetta dove si trova uno scrigno antico che contiene una materia fatta d’ambra mescolata a muschio” così descrive la sua ultima creazione il maestro profumiere Lorenzo Villoresi, naso più noto d’Italia, che ha strappato ai francesi l’ambito titolo del Premio Coty 2006, l’oscar del profumo. Villoresi nell’Haute Couture dell’olfatto riversa l’amore per la filosofia e per la tradizione rinascimentale della sua città. Il suo laboratorio, spazio profumato tra sentori di Toscana e

“ Voglio un prof umo per donna dall’odore di donna”, Coco Chanel a Ernest Beaux, creatore di Chanel n°5 “I want a women’s perfume that smells like a woman”, Coco Chanel to Ernest Beaux, creator of Chanel N°5

“The creation of a fragrance on your skin is like a story, a vision. Imagine an ancient fortress hidden in the mountains of the ancient Orient. Inside is an Islamic garden full of flowers and herbs and a room with an old chest containing a substance made from a mix of amber and musk” This is how Lorenzo Villoresi, master perfumer and most renowned Nose in Italy who stole the coveted 2006 Coty Prize, perfume’s equivalent of the Oscars, from the French, describes his latest creation. In the Houte Couture world of smell, Villoresi lets flow his love for the philosophy and renaissance tradition of his home city. His laboratory, a fragrant journey containing hints of Tuscany

45


N asi d’Autore BAR À PARFUMS Un bar molto particolare dove si annusa invece di bere, dove si chiudono gli occhi per assaggiare un ricordo o una sensazione. Nel Bar à Parfums il rito della degustazione passa attraverso il naso, cui sono dedicate vetrine di essenze. Fresia e pepe bianco, bergamotto e zenzero, muschio e ambra animale, gelsomino di notte e cipria, vetivèr... Le fragranze sono centinaia; l’idea è semplicemente quella di offrire una passeggiata odorosa a chi è attratto dal mondo dei profumi, senza l’obbligo di acquistare. Quello di Roma è l’ultimo nato tra gli olfattori creati da Renata De Rossi insieme al marito Giovanni Gaidano, che a Torino hanno aperto il loro primo negozio. Una guida vi orienterà attraverso le principali famiglie aromatiche. Una volta individuata - sulla base del carattere o di un ricordo - la classe di odori che meglio vi rappresenta, inizia la degustazione, con tanto di bicchiere dove viene vaporizzato il profumo. L’avventura riserva molte sorprese: si può iniziare dalle note marine e ritrovarsi tra quelle speziate, cipriate o legnose. Il viaggio è allettante e ci si può prendere tutto il tempo che il naso richiede.

d’Oriente, è nascosto tra i tetti fiorentini. Tra i suoi clienti Madonna, Sting e Blair. L’anno prossimo inaugurerà l’Accademia dell’Arte del Profumo, aperta anche ai principianti. Dopo diversi viaggi tra le terre speziate d’Oriente e sulle rotte dei mercanti, Villoresi decide di dedicare all’effimero del profumo la sua attività imprenditoriale, producendo diverse linee, tra cui le fragranze su misura, modellate come un vestito per una sola persona al mondo. “Il profumo è per me come un paesaggio che prende aspetti psicologici, un percorso creativo che nasce dall’esigenza e dall’amore per le fiabe. L’odore è in grado di evocare un viaggio, l’infanzia, una donna che ho amato. Non mi stanco mai di creare.” Ma all’inevitabile curiosità di

and the Orient, is concealed amongst the roofs of Florence. He counts Madonna, Sting and Blair amongst his clients. Next year he will open the Accademia dell’Arte del Profumo, which will also offer courses for beginners. After numerous trips to the spicy lands of the East and on the merchants’ trails, Villoresi decided to dedicate his business to the ephemeral world of perfume, producing several different lines including madeto-measure fragrances specifically tailored for one individual in the world, just like a suit. “For me, perfume is like a landscape that assumes psychological characteristics, a creative journey born out of necessity and of love for fairy-tales. Perfume is able to conjure up memories of a journey, child-

© L’olfattorio Bar à Parfums

© L’olfattorio Bar à Parfums

© L’olfattorio Bar à Parfums

Degustazione delle essenze all’Olfattorio Il Bar à Parfums a Milano

4

A very unusual bar where you smell, rather than drink. Close your eyes to taste a memory or feeling. At the Bar à Parfums the nose carries out the ‘tasting’ ritual amongst cabinets of essences. Freesia and white pepper, bergamot and ginger, musk and ambergris, night jasmine, chypre and vetivèr. There are hundreds of fragrances; the idea is simple to offer a sweet-smelling promenade to those attracted by the world of perfume without the obligation to buy. The bar in Rome is the latest from the olfactory created by Renata De Rossi and her husband Giovanni Gaidano whose first shop is in Turin. A guide demonstrates the main olfactive families. Based on personality or a particular memory, the class of fragrances that best represents the visitor is chosen and ‘tasting’ begins using a glass where the perfume is vaporised. There are many surprises along the way: you can start with marine notes and find yourself amongst spicy, chypre or woody ones. The journey is tantalising and your nose can take all the time it needs.

beauty

conoscere le corrispondenze tra un profumo e un modo d’essere, Villoresi spiega che non c’è nulla di definito: “È un mondo misterioso anche per me; non c’è un profumo tipicamente maschile o femminile, ad esempio. Personalmente ritrovo la femminilità, come misto di eleganza e seduzione, nelle note cipriate, come quelle del talco. Per l’uomo, invece, prediligo le note del primo profumo che ho creato, a base di vetivèr, che appartiene alla famiglia dei legni aromatici. Un elemento che condiziona il gusto per una fragranza piuttosto che per un’altra è certamente il clima: nella stagione più calda userei note marine o di macchia mediterranea, gli agrumi, la ginestra, ma sempre profumi leggerissimi,

hood, a woman I have loved. I never get tired of creating.” But at the inevitable question about the link between perfume and personality, Villoresi explains that there is no particular rule: “Even for me it is a world full of mysteries; there is no such thing as a typically masculine or feminine perfume for example. Personally I see femininity with its mix of elegance and seduction in notes of chypre, such as talc. For a man, I adore the first perfume I ever created based on vetivèr which belongs to the woody olfactive family. One thing which most definitely affects the choice of one fragrance over another is climate: in the hot season I use elements with a marine or Mediterranean


EstateSummer08

da versare più che da vaporizzare, sul palflavour like citrus and broom but they are always very light, to be poured rather than mo della mano, e sul collo e tra i capelli”. sprayed, on the palm of the hand and on Il profumo, però, non è solo un vestito the neck or rubbed on the hair.” invisibile. Si spinge oltre, e da mezzo But perfume is not just an invisible layer espressivo in grado di raccontare mondi of clothing. It goes further than that, and ed emozioni viene adottato dalla musica e as a form of expression with the capacity dagli alberghi più rinomati al mondo. Una to recall worlds and emotions it has been sintesi originale e ben riuscita. Il maestro, adopted by the music industry and by the in questo caso, è Lorenzo Dante Ferro, world’s most prestigious hotels in an origiprofumiere e naso veneziano, che dal suo nal and successful combination. In this laboratorio a Gradiscutta di Varmo, nel case, the master is Lorenzo Dante Ferro, cuore del Friuli, crea fragranze personali perfumer and Venetian Nose who creates e per ambienti molto particolari. fragrances for individu“Sono stato chiamato da als and for special places Jovanotti per profumare from his laboratory in il tour di Capo Horn, nel Gradiscutta di Varmo in 1999. Cinque fragranze the heart of Friuli. “I was per cinque canzoni. L’imasked by Jovanotti to perpatto più forte, ricordo, fume his Capo Horn tour fu l’odore del talco vapoin 1999. Five fragrances rizzato durante Ninnafor five different songs. nanna”, afferma Dante The one I remember the Ferro. most was the smell of Una vera e propria archivaporised talc during the tettura del profumo che L’ultima creazione del maestro song Ninnananna”, says giocando con la sua po- Lorenzo Villoresi Dante Ferro. An example tenza evocativa, ha coinof perfume as architecture which with its volto i salotti più raffinati, come l’Hotel evocative power has attracted the most Hassler, in cima alla scalinata di Trinità elegant lounges including Rome’s Hotel dei Monti a Roma, per cui Dante Ferro ha Hassler at the top of the steps leading to creato Amorvero: bouquet di gelsomino, the Trinità dei Monti. For the hotel, Dante tuberosa, rosa e agrumi miscelati ad amFerro created Amorvero; a bouquet of jasbra e vaniglia, che avvolge le stanze e la mine, tuberose, rose and citrus mixed with linea di cortesia dell’albergo. amber and vanilla which pervades the hotel rooms and range of complimentary products.

IL VENTO IN BOTTIGLIA_C’è un isola che si racconta con i suoi odori. A Pantelleria, immersa nel vento del Mediterraneo Calè ha dedicato un’intera linea di profumi. L’idea di racchiudere in bottiglietta l’essenza di Pantelleria nasce più di dieci anni fa da un gruppo di amici innamorati dell’isola. I cinque profumi da loro realizzati parlano di mare, montagne e leggende dell’isola. C’è il verde e arioso Profumo di Pantelleria, il sensuale ed esotico Jailia, il brioso Dammuso, il solare Nicà, l’esuberante Aire. WIND IN A BOTTLE_There is an island whose story is told through perfume. Calè has dedicated a whole line of perfume to the windswept Mediterranean island of Pantelleria. The idea of bottling the essence of Pantelleria came about over ten years ago to a group of friends and lovers of the island. The five perfumes they have created recall the sea, mountains and legends of the island: the green and airy Profumo di Pantelleria, the sensual and exotic Jailia, the lively Dammuso, the sunny Nicà and the exuberant Aire.

AVERE NASO Il naso, termine per definire il profumiere in grado di combinare essenze per le fragranze alcoliche, segue la maturazione nel flacone e lo sviluppo delle essenze sulla pelle, dalle note di testa a quelle centrali fino a quelle terminali. Dopo anni di studio, i nasi più esperti sono in grado di annusare, riconoscere e manipolare 4000 materie aromatiche. Una delle pochissime e selettive scuole al mondo per diventare professionista dell’olfatto è il Groupe Isipca, Institut Supèrieur International du Parfum, de la cosmètique et de l’aromatique di Versailles. I posti disponibili sono circa venti all’anno. In Costa Azzurra, la città di Grasse è il principale centro mondiale della profumeria, responsabile dei due terzi della produzione aromatica francese, che nel mese di Agosto offre ai turisti la Festa del Gelsomino. Quello di Grasse è l’unico ammesso nella formula segreta di Chanel N°5, infatti non lontano dalla città fioriscono campi di gelsomini destinati esclusivamente a Chanel. A GOOD NOSE A Nose is the term used to define a perfumer who is able to mix essences for alcoholbased fragrances, watch them mature in the phial and develop on the skin right through from the top notes to the middle and the base ones. After years of study, the most expert Noses are able to smell, recognise and manipulate 4000 aromatic substances. One of the very few and most selective schools in the world for becoming a perfume professional is Versailles’ Groupe Isipca, Institut Supèrieur International du Parfum, de la cosmètique et de l’aromatique where there are only about 20 places per year. On the Cote D’Azur, the city of Grasse is the worldwide centre of perfume, responsible for two-thirds of French production where in the month of August tourists can join the celebrations for the annual Fête du Jasmin. Jasmine from Grasse is the only known ingredient in the secret formula for Chanel N°5 and not far from the city are fields of the flower grown exclusively for use by Chanel.

47


living

Testo e foto di Consolato Alampi

Urban

chic

48

Ammirazione per i linguaggi del modernismo del XX secolo per questa casa a Reggio Calabria dai tratti stilistici di eccellenza. Un luogo schermato dalle strade cittadine da una recinzione a cortina e da un lungo percorso interno.

Admiratio n fo r 20 th-centu r y modernism transpires in the exquisite style of this house in Reggio Calabria, hidden away from the city streets by a curtain fence and by its extensive internal development.

Ispirata a Le Corbusier nella sua composizione architettonica e spaziale, questa abitazione si sviluppa su tre livelli, rispecchiando la riservatezza dei padroni di casa che hanno voluto appartamenti privati come spazi pensati per esprimere, oltre al personale stile, anche le proprie piÚ intime passioni. Le ampie vetrate, elemento caratterizzante dell’intera casa, lasciano intravedere al pian terre-

Inspired by the architecture and spaces of Le Corbusier, the three-storey house reflects the discreet nature its of owners who wanted these private apartments to be spaces in which to express not just their personal style, but also their secret passions. The large windows, which characterise the whole house, allow a view of the ground-floor garden, created through a play of different levels

Le vetrate dell’atelier


EstateSummer08

L’area relax esterna vista dalla vetrata del living

49

La piscina


Il living

50

La zona relax del living

no il giardino, realizzato da un gioco di piani a diverse altezze che frammentano lo spazio esterno definendo una zona relax, una zona pranzo e un’ampia zona piscina. Il tutto coniugato in uno stile metropolitano contaminato da interpretazioni romantiche legate alla tradizione dei giardini di campagna. Nel living, spazi aperti e luminosi assecondano la naturale propensione alla convivialità e vengono scanditi da dettagli architettonici che risaltano in un contesto dalle linee semplici e razionali. Una grande colonna di colore lilla chiaro sembra essere l’elemento di sviluppo e di snodo delle controsoffittature che definiscono idealmente le zone funzionali. La zona divani di colore bianco, disegnati e realizzati dal padrone di casa, sono combinati a un tavolino basso in cristallo su cui sono elegantemente riposte preziose pubblicazioni a testimoniare e condividere con gli ospiti la grande passione per l’arte. La zona pranzo, composta da poltroncine dai toni scuri di Fendi e da un lungo tavolo in cristallo, ha sullo sfondo una grande vetrata affacciata su un giardino interno. Una chaise lounge di pelle bianca, anch’essa realizzata su disegno, è stata, invece, posizionata nella zona relax, di fronte all’ampio camino dal quale si sviluppano

living

La zona pranzo

which break up the external space and define an area for relaxation, another for dining and a spacious pool area. All achieved in a metropolitan style influenced by romantic interpretations of the country-garden tradition. In the living area, bright open spaces favour a natural propensity for socialising and architectural details are highlighted within a context of simple, rational lines. A large, pale lilac column seems to be the element of the development and articulation of the suspended ceilings which define ideally the various functional areas. In the lounge, the white sofas were designed and made by the owner himself, and


EstateSummer08

due lunghi ripiani dalle linee rigorose, realizzati in tek e in forte spessore, su cui sono riposti oggetti, libri e piccole sculture. Gli ampi spazi consentono di poter apprezzare da qualsiasi prospettiva i numerosi quadri che si susseguono in un’armonica convivenza di apparente contrasto cromatico e stilistico, dando, invece, la percezione di una ben riuscita galleria d’arte privata. Il primo piano si apre su un ampio atelier-studio di sofisticata eleganza dove lunghe vetrate a nastro, come quinte luminose, creano un originale effetto di luce. Al centro dell’ambiente sono stati posizionati i divani Alanda di B&B Italia coniugati ad una seduta Red and Blue dell’architetto Gerrit Thomas Rietveld della collezione I Maestri di Cassina, circondati da quadri, piccole sculture ed oggetti cari alla padrona di casa. Nell’angolo della zona studio, un vecchio tavolo da disegno diventa un originale espositore di libri e oggetti di lavoro. Una quinta centrale, in muratura, scherma l’atelier, la zona notte ed i servizi dalla scala che conduce all’ultimo piano, dove una parete di colore rosso scuro, che accompagna l’ingresso all’ultimo appartamento, si contrappone alla quasi neutralità degli arredi e alle cromie chiare delle pareti. Qui, arredi di riconoscibile pregio, creano, proprio per la loro particolare disposizione, riservati angoli relax o di relazione, come, Particolare parete rossa per esempio, l’originale angolo dedicato alla musica. Come un effetto scenico, la luce naturale illumina tutti gli ambienti in ogni ora del giorno filtrando dalle vetrate e dal lucernario piramidale che sovrasta il pozzo luce attorno al quale si sviluppa l’edificio. Un’atmosfera luminosa e avvolgente che regala un’affascinante proiezione dell’avvicendarsi del tempo.

on a crystal coffee table glossy expensive books bear witness to their passion for art and their desire to share it with guests. In the dining area a large window overlooking an internal garden acts as a backdrop to the dark Fendy chairs and long crystal table. A white leather chaise longue, also bespoke, stands in front of a large fireplace, and two long, thick, teak shelves extending from it hold ornaments, books and small sculptures. The spaciousness

urban chic

per info sul progetto scrivici@elifestyle.it

makes it possible to admire from any angle the numerous paintings, harmoniously arranged, despite their apparent contrast of colour and style, creating the effect of a well-thought-out art gallery. The first floor opens out onto a roomy and sophisticated atelier-study where long ribbon windows, like illuminated theatre wings, create an original lighting effect. In the middle of the space, Alanda sofas by B&B Italia are accompanied by a Red and Blue chair by the architect Gerrit Thomas Rietveld from the Cassina I Maestri collection, all surrounded by paintings, small sculptures and objects much loved by the lady of the house. In the study corner, an old drawing table has been used in an original way to display books and work instruments. A central partition in brick screens the atelier, the bedrooms and bathrooms from the staircase leading to the upper floor where a dark red wall, which extends from the entrance to the top floor, contrasts with the neutral tones of the furnishings and the palecoloured walls. Here, fine pieces of furniture are arranged in areas to relax and socialise, such as the rather original music corner. Like a stage effect, all day natural light illuminates the house, filtering through the windows and the pyramid-shaped skylight surmounting the light-well around which the building is developed. A bright and airy atmosphere which envelopes and gives a fascinating insight into the passing of time.

51


habitat Parco Matisse a Lille

Parco Andrè-Citroën a Parigi

© Daniel Rapaich

{ Garden in movement }

Giardino in movimento di Mary Flaviano

Ogni giardino è un luogo affascinante: ci si può rifugiare, godere del fresco durante le calde serate estive e verificare se si è dotati dell’agognato pollice verde.

52

Il termine giardino, derivante dal germanico Garten, significa letteralmente spazio racchiuso, recinto, e viene per tradizione associato a un’idea di chiusura e intimità. Ma il nostro spazio verde privato è davvero così inaccesibile come pensiamo? Se è facile proteggerlo dagli altrui sguardi, è impossibile vietarne l’accesso alle tante specie vegetali che attecchiscono al suo interno, facendosi beffa di ogni recinzione. Gilles Clemént, paesaggista francese, ma anche ingegnere, botanico, entomologo e scrittore, partendo dalle considerazioni sulla migrazione vegetale, ha sviluppato la tesi del giardino in movimento che

Every garden is a fascinating place: somewhere you can escape to and enjoy the coolness on hot summer evenings and find out if you too are endowed with those coveted green fingers. The term garden derives from the Germanic Garten, which literally means enclosed space, and is traditionally associated with the idea of closure and intimacy. But is our private green space really as inaccessible as we’d like to think? While it might be easy enough to protect it from the gaze of others, it is impossible to prevent access to the many plant species that take hold inside it and which make any kind of fence a waste of time. Starting from observations on plant migration, Gilles Clemént, French landscape architect, as well as engineer, botanist, en-


EstateSummer08

© Sophie Robichon/Marie De Paris

dopo anni di sperimentazioni, l’ha portato al concetto di giardino planetario: se le specie vegetali hanno una natura migratrice, vagando da un capo all’altro del mondo, allora si può sostenere che tutti i giardini sono indicatori planetari. Teoria che oggi sta applicando anche in Italia. Il primo esperimento di giardino in movimento si trova nel Parco André-Citroën a Parigi, progettato nel 1989 con l’architetto Patrick Berger. Il luogo non godeva di una vegetazione rigogliosa: per creare un chiaro stato dell’incolto, Clemént ha inserito in modo diffuso alberi e arbusti di varie specie, piante spinose e cortine di bambù per evidenziare un piano di assetto leggibile in ogni stagione; fatto ciò, il resto è stato lasciato all’attecchimento spontaneo delle diverse specie. Importante è anche l’intervento fatto nel cuore del parco Matisse a Lille, dove Clemént ha protetto una collina esistente con un muro alto

tomologist and writer, has developed the theory of the garden in movement which, after years of experimentation, has led to the concept of the planetary garden: if plant species are migratory, ranging from one corner of the world to the other, then it can be claimed that all gardens are planetary indicators. The first garden in movement experiment can be found in the Parc André-Citroën in Paris, designed with architect Patrick Berger in 1989. The vegetation was not lush: in order to create a clear idea of its uncultivated state, Clemént randomly planted various species of trees and shrubs, thorny plants and curtains of bamboo to highlight a layout which can be read in every season. He then left the various species to sow and take root on their own. Clemént was in charge of another important intervention in the heart of the Matisse park in Lille, where he protected an alreadyexisting hill with a seven-metre-high wall in order to test his

53


© Maxine Dufour

© Maxine Dufour

Parco Andrè-Citroën a Parigi

© Daniel Rapaich

© Sophie Robichon/Marie De Paris

Parco Matisse a Lille

LIBERATE I 7 NANI_Provate a cliccare su www.malag.it: è il sito del Movimento Autonomo per la Liberazione delle Anime da Giardino, associazione goliardica con l’obbiettivo di liberare i poveri nani di terracotta imprigionati all’interno dei nostri tristi giardini... Potete fare delle segnalazioni: il movimento si metterà subito in azione per liberare i piccoli ostaggi. RELEASE THE 7 DWARFS_Try clicking on to www.malag.it the site of the Autonomous Movement for the Liberation of Garden Gnomes, a student association whose goal is to liberate the poor terracotta gnomes imprisoned in our miserable gardens … If you report them, the movement will spring into action to liberate the little hostages.

54

sette metri, per sperimentare ancora una volta la sua teoria: inacessibile ai visitatori del parco, lasciata a se stessa, viene monitorata due volte l’anno per verificare quali nuove specie vi si siano impiantate. Le rivoluzionarie teorie di Clemént hanno dato fama internazionale al paesaggista-giardiniere, attualmente impegnato in due progetti proprio in Italia, nelle città di Cagliari e Bergamo. L’intervento di Cagliari è particolarmente suggestivo: si tratta del Parco di Tuvixeddu, un’area di per sè già importante per la presenza della più vasta necropoli punica del Mediterraneo e che Clemént ha progettato come un grande giardino planetario. Il Parco si presenta con 14 ingressi, percorsi pedonali e ciclabili, rondò panoramici e passerelle sospese per superare il già esistente canyon: quest’ultimo, ribattezzato Breccia e ornato con un fiume di

habitat

Parco Matisse a Lille

theory once again. Inaccessible to park visitors and left to itself, it is monitored twice a year to check which new species have established themselves. Clemént’s revolutionary theories have led to world-wide fame as a landscaper-gardener, and he is currently involved in two projects in the Italian cities of Cagliari and Bergamo. The Cagliari project is particularly fascinating: in the celebrated Tuvixeddu Park, site of the greatest Punic necropolis in the Mediterranean, Clemént has designed a planetary garden. The park has 14 entrances, pedestrian and bicycle pathways, panoramic roundabouts and suspended walkways to cross the already-existing canyon. The latter, renamed Breccia, is embellished with a sea of poppies and is to house a suspended theatre


EstateSummer08

© Maxine Dufour

PER SAPERNE DI PIÙ Gilles Clemént, Le Jardin en Mouvement, Editions Pandora, Paris, 1991, e Le Jardin Planétaire, con Claude Eveno, Edition de l’Aube, 1997: due testi fondamentali dove Clemént illustra le teorie su cui si basano il suo pensiero e l’attività progettuale, chiarendo il suo approccio all’ecosistema e al paesaggio mondiale. Gilles Clemént, Thomas et le Voyageur, Esquisse du jardin planétaire, Albin Michel, Paris, 1997: romanzo epistolare del paesaggista scrittore che racconta di Thomas, artista sedentario e giardiniere vernacolare, e del Viaggiatore, uomo di scienza che si interroga sul funzionamento della vita sul pianeta. I due, così diversi, hanno un progetto in comune: studiare il giardino planetario.

Parco Matisse a Lille

“l a Terr a come territorio riservato alla vita è uno spazio chiuso (...). È un giardino. (...) questa constata zione rinvia ogni uomo, passeggero dell a Ter r a , a lle propr ie r esponsabilità (...). Eccolo divenuto giardiniere.” “the Earth as a territory reserved for life is a closed space (…). It is a garden (…) this observation reminds each man, on Earth for a short time, of his responsibilities (…). And so he has become a gardener.”

Gilles Clemént, Le jardin planétaire, Edition de l’Aube, La Tour d’Aigues, 1997

papaveri, dovrebbe ospitare un teatro sospeso e un cinema sotterraneo; nascosto all’interno della roccia anche il museo della Cagliari sotterranea. Interessante è l’aspetto gestionale dell’area, che sarà completamente autonoma grazie ad una pergola solare e al riutilizzo dell’acqua piovana e delle acque grigie delle zone residenziali circostanti. Il messaggio di Gilles Clemént è inequivocabile: le azioni di ogni singolo uomo si ripercuotono sull’intero pianeta, per cui è necessaria una presa di coscienza collettiva che porti ognuno di noi a essere, nel proprio recinto, un giardiniere planetario.

and an underground cinema. Hidden within the rock will be the museum of underground Cagliari. What is interesting is that the area will be run on an entirely self-sufficient basis, thanks to a solar-power pergola and the re-cycling of rainwater and waste water from the surrounding residential areas. Gilles Clemént’s message is unequivocal: the action of each individual has repercussions on the whole planet, so it is necessary to understand that each of us, within our own enclosure, must become a planetary gardener.

Gilles Clemént, Manifesto del Terzo Paesaggio, Quodlibet, Macerata, 2005: primo libro dell’autore tradotto in italiano, descrive la sua ultima rivoluzionaria teoria. Il “Terzo Paesaggio” rinvia a “Terzo Stato”, al pamphlet di Seyés del 1789: “Cos’è il Terzo stato?Tutto. Cosa ha fatto finora?-Niente. Cosa aspira a diventare?-Qualcosa”.

TO FIND OUT MORE Gilles Clemént. Le Jardin en Mouvement, Editions Pandora, Paris, 1991, e Le Jardin Planètaire, with Claude Eveno, Edition de l’Aube, 1997: in these two fundamental texts Clemént illustrates the theories on which his thought and designs are based, explaining his approach to the eco-system and world landscape. Gilles Clemént, Thomas et le Voyager, Esquisse du jardin planétaire, Albin Michel, Paris, 1997: epistolary novel about sedentary artist and vernacular gardener Thomas, and the Traveller, a man of science who questions how life works on the planet. Despite being so different, they both have a project in common: to study the planetary garden. Gilles Clemént, Manifesto del Terzo Paesaggio, Quodlibet, Macerata, 2005: his first book translated into Italian describes his latest revolutionary idea. The “Terzo Paesaggio” (Third Landscape), recalls the “Third State” in Seyés’ 1789 pamphlet: “What is the Third state?” – Everything. What has it done so far? – Nothing. What does it aspire to become? – Something.”

55


© Paul Maurer

design BEIJING

Il nuovo aeroporto di Pechino

© Nigel Young/Foster + Partners

{ The other China }

L’altra Cina

Il National Grand Theatre

di Consolato Alampi

56

Un’inarrestabile crescita economica, più di un miliardo di cittadini. La Cina del XXI secolo raggiunge il primato di grande potenza economica mondiale. Rimasta isolata per decenni dal resto del mondo, prima che Den Xiao Ping avviasse nei primi anni ‘80 la cosiddetta politica della porta aperta, oggi si è affrancata definitivamente dallo stereotipo di Paese in via di sviluppo e, ha prodotto, attraverso ingenti finanziamenti provenienti dall’Occidente, un sviluppo economico senza precedenti.

Unstoppable economic growth and more than a billion citizens: 21st-century China has shaken off the stereotype label of developing country and become one of the world’s great economic powers. After remaining isolated from the rest of the world for decades, in the 1980s Den Xiao Ping launched the so-called open door policy which, through considerable financial funding from the West, has led to unprecedented economic development.

In quest’ottica la Cina si accinge a stupire il mondo con un’importante ristrutturazione urbanistica secondo elevatissimi standard tecnologici e di eco-sostenibilità. È degli architetti svizzeri Herzog e de Meuron il progetto-simbolo più significativo di queste Olimpiadi: il nuovo stadio olimpico ispirato alla struttura del Colosseo romano. Un’avveniristica ed elegante architettura in tubi di acciaio

In the light of this, China is ready to amaze the world by applying the highest technological standards and eco-sustainability in its extensive urban reconstruction plans. The most significant symbolic project of these Olympic games is the brainchild of Swiss architects Herzog and de Meuron: the new Olympic stadium inspired by the Roman Colosseum. It is an elegant futuris-


EstateSummer08

intrecciati che evoca la forma di un Nido d’Uccello. Progettata, invece, dagli architetti dello studio PTW e dal consorzio ARUP, è la nuova piscina olimpica di Pechino denominata Water Cube (Cubo d’Acqua). Oltre 100 milioni di euro il costo di realizzazione. Il nome prende spunto dal rivestimento esterno, una membrana di un particolare materiale denominato EFTE (etilene di tetrafluoretilene) strutturato in enormi pannelli di forma irregolare, che gli conferisce l’aspetto di una gigantesca goccia d’acqua. La struttura occupa uno spazio di 80.000 mq, può ospitare 17.000 spettatori ed è stata realizzata secondo i canoni della più moderna architettura eco-sostenibile. Tra gli impianti non sportivi, il nuovo aeroporto di Pechino, capolavoro disegnato da Sir Norman Foster, rappresenta un primato per essere il più grande aeroporto al mondo. La mega struttura riassume armonicamente elementi dell’architettura tradizionale cinese e soluzioni tecnologicamente avanzate. L’idea progettuale si è sviluppata facendo costante riferimento ai princi-

tic structure of interwoven steel tubes in the shape of a bird’s nest. While the Water Cube, Beijing’s new Olympic swimming pool, has been designed by the architects of the PTW studio and the ARUP consortium at a cost of 100 million Euro. Its name derives from the EFTE (ethylene of tetra-fluor-ethylene) membrane covering the exterior of the structure; it is made up of enormous irregular-shaped panels which make it look like a huge drop of water. Built according to the canons of the most modern eco-sustainable architecture, it covers 80,000s.m and can hold 17,000 spectators. Non-sports projects include the new Beijing airport, a masterpiece designed by Sir Norman Foster, which will be the largest in the world. The huge structure is a harmonious blend of traditional Chinese architecture and technologically advanced solutions. The design was developed with constant reference to Feng Shui, the ancient Taoist geomantic art which has always played a fundamental role in the orientation of architectural so-

57


© Paul Maurer © Nigel Young/Foster + Partners

Il National Grand Theatre progettato dal designer francese Paul Andreu

design

lutions in China. The new airport, with its hundreds of red columns supporting golden pagoda-shaped roofs, is a worthy entrance gate to the Beijing Games, and evokes the typical atmosphere of the Forbidden City’s imperial palaces. Other extraordinary buildings of the New China include the Beijingin National Grand Theatre, designed by Frenchman Paul Andreu, and the seat of the Chinese Central Television by architects from OMA/Ole Scheeren and Rem Koolhaas. The former is an avant-garde structure in glass and titanium almost 500 x 500 metres; built in Tienanmen Square next to monuments to the heroes and fathers of the homeland, it has caused an uproar among traditionalists. While the latter represents a new concept, even for the West, of completely ecosustainable skyscrapers focussing on the mental and physical well-being of those who work there. The former project was

Aeroporto

Water Cube © Chris Bosse

58

pi del Feng Shui, l’antica arte geomantica taoista che in Cina svolge da sempre un ruolo fondamentale nell’orientare le soluzioni architettoniche. Il nuovo aeroporto, degna porta d’ingresso ai Giochi di Pechino, con le sue centinaia di colonne rosse che sostengono le tettoie dorate a pagoda, evoca l’atmosfera tipica dei palazzi imperiali della Città Proibita. Tra le altre straordinarie architetture della nuova Cina sono da menzionare il National Grand Theatre, Beijingin, progettato dal designer francese Paul Andreu e la Sede della Televisione Centrale Cinese, dei designer della OMA/ Ole Scheeren e Rem Koolhaas. Il primo, un avveniristico edificio in vetro e titanio di quasi 500x500 metri, è stato inserito, tra malumori e dissensi dei più tradizionalisti, tra i monumenti agli eroi e ai padri della patria in piazza Tienanmen. Il secondo, invece, rappresenta una nuova concezione, anche per l’Occidente, di realizzare grattacieli interamente eco-compatibili, met-


© Chris Bosse

EstateSummer08

Chinese Seal, Dancing Beijing (Sigillo Cinese, Pechino che Balla) è il nome dato all’emblema delle Olimpiadi di Pechino. Un chiaro riferimento al sigillo a cui in Cina si è sempre fatto ricorso, sin dai tempi delle più antiche dinastie imperiali, per confermare l’ufficialità di un documento. Dancing Beijing è stato realizzato rimodellando il carattere dei discendentiCathay.Un simbolo che mostra in sé i cambiamenti e lo sviluppo che sta invadendo la città di Pechino. Chinese Seal, Dancing Beijing is the name of the emblem of the Beijing Olympics. A clear reference to the seal used in China since the most ancient imperial dynasties to confirm the official status of a document. Dancing Beijing has been created by re-shaping the letter of Cathay’s descendants, a symbol which highlights the changes and developments which are taking over the city.

© Nigel Young/Foster + Partners

59

Il nuovo aeroporto di Pechino, disegnato da Sir Norman Foster


© Zhou Ruogu

Ispirato al Colosseo, il nuovo stadio olimpico Bird Nest, realizzato da Herzog e de Meuron

© Chris Bosse

Veduta notturna del Watercube, sullo sfondo il Bird Nest

© Paul Maurer

tendo al centro dell’attenzione il benessere psico-fisico di chi ci lavora. Ri-disegnando il precedente modello, che consisteva solo in due torri vicine è stata aumentata la pendenza sino a 90 gradi e applicata una struttura superiore di collegamento formando una sorta di arco di trionfo abitabile. Così da ottenere una struttura ben più resistente della precedente. Il processo di modernizzazione avviato in Cina, quindi, più che stupire il mondo sotto i riflettori del grande evento, ha i connotati di un reale cambiamento destinato a segnare il passaggio a una nuova epoca.

re-designed and the inclination of the two towers which originally stood next to each other was increased to 90°, with a taller linking structure added to create a sort of habitable arc of triumph, much stronger than the first model. Rather than of simply amazing the world in the spotlight of the great event, China’s modernisation process has all the characteristics of real change which is destined to mark its passage into a new era.

60

Il National Grand Theatre

design


design YACHT

EstateSummer08

Il lusso a bordo { Luxury on board }

© Giovanni Malgarini

di Agostino A. La Rocca

L’istintivo e complesso bisogno dell’andar per mare si è arricchito di tecnologia, arte e design. I nuovi progetti sono sintesi di innovazione tecnica e gusto. Infatti, i nuovi modelli di imbarcazioni coniugano la sperimentazione di materiali leggeri, propulsori avanzati e applicazioni di fonti energetiche fluenti, con una costante attenzione all’ambiente interno, sempre più raffinato e capace di interpretare personalità ed emotività del committente.

Technology, art and design add a new dimension to man’s instinctive and complex need to set sail. Today, boatyard projects have become a synthesis of technological innovation and good taste. In fact, new models for boats combine experimentation with light materials, advanced propulsion systems and renewable energy sources with an increasing emphasis on elegant interiors which can interpret the personality and mood of the buyer.

61


Così nascono barche che sembra riduttivo definire tali. Linee esterne fortemente evolute e aerodinamiche, velocità di crociera sostenute e, soprattutto, residence interni eleganti, lussuosi, molto spesso preziosi. Le famose cabine dagli ambienti ricurvi caratterizzate da oblò e sagome centinate hanno lasciato il posto a open space vastissimi, tali da concentrare, insieme alle aree esterne, la maggior parte dei metri quadrati a disposizione.

So, calling these sleek new vessels, with their highly evolved, aerodynamic exteriors, fast cruising speeds and, above all, elegant, often luxurious living spaces mere “boats” really doesn’t do them justice. The former curved cabins with ribs and portholes have evolved into huge open spaces where, together with the outdoor areas, most of the available square metres are concentrated. Technological evolution has allowed the application of digital

© Giovanni Malgarini

Nina J di Porfiri Studio

2

L’evoluzione tecnologica, infatti, grazie all’applicazione del digitale e del satellitare al sistema di navigazione e all’ausilio di potenti propulsori dal minimo ingombro, ha ridotto le aree tecniche, lasciando Nina J di Porfiri Studio più spazio agli ambienti da vivere. L’old marine style, che per molto tempo ha influenzato persino arreand satellite navigation systems and powerful but far less bulky di e ambientazioni domestiche, è ormai tramontato. Sull’acqua si propellers, reducing the technical areas and leaving more space muovono spazi living rarefatti e dalle linee essenziali; office dalle for living spaces. The old marine style which influenced interior boiserie in legni esotici, sedie e tavoli di famosi designer. Questo è decor for so long is now a thing of past. Today sleek and exclusive il nuovo interior concept degli ultimi modelli presentati dalla Aicon marine palaces glide across the water, below deck offices panelled Yachts alle più prestigiose fiere internazionali. with exotic woods, chairs and tables by famous designers. This is Un vero e proprio giardino a bordo caratterizza invece gli interni the new interior concept for the latest models presented by Aicon dell’ultimo gioiello realizzato dalla designer Ivana Porfiri e PorfiriYachts at the most prestigious international boat shows. studio (collaborazione di Paola Gorla). Nina J è uno yacht di 42 meThe latest gem from Porfiristudio is the 42m-long Nina J, designed tri di lunghezza dove la suggestione del mare ispira luminescenze by Ivana Porfiri (in collaboration with Paola Gorla), with a real d’ambiente mutevoli, idrocolture di giardini interni, pareti in intoon-board internal garden. The ever-changing lights and colours naco civile, giochi d’acqua e cascate dal suono rilassante. Il giarof the sea are the inspiration for the variable lighting system, it dino verticale realizzato in collaborazione con il famoso botanico comes with interior hydro-culture gardens, plastered walls, and francese Patrick Blanc, separa il salone dalla cabina dell’ armatore. the relaxing murmur of water features and fountains. The vertiLinee e superfici non più carenate ma geometriche forme sagomacal garden, created in collaboration with the famous French botate e impreziosite dai più svariati, quanto rari, materiali. Come il

design


© Culti © Andrea Ferrari

EstateSummer08

© Giovanni Malgarini

Goccia, il gozzo di lusso della Culti

Nina J di Porfiri Studio

© Culti



Goccia, il gozzo di lusso della Culti


© Aicon Yachts

© Aicon Yachts

Particolari del modello 85 Fly della Aicon Yachts

palladio che usato sulle superfici interne è capace di catturare la luce esterna e i colori del mare. Particolari raffinati e ricercati vengono proposti anche nel caso di barche dalle dimensioni decisamente più ridotte. Goccia, il gozzo firmato Culti e prodotto artigianalmente dalla storica casa Sciallino, ne è l’esempio più eclatante. Una preziosa rivisitazione della tipica imbarcazione dei pescatori, realizzata per chi ama vivere il mare in modo libero e solitario, senza il supporto di un equipaggio, ma circondato da piccoli lussi che non tralasciano comunque la sicurezza. Strumentazioni di controllo ridisegnate in una consolle, motorizzazioni più che adeguatamente dimensionate, serbatoi d’acqua potenziati, rendono, infatti, la crociera sicura e confortevole. Ma non solo. Le vele cucite con maestria artigianale e disegnate con elevato gusto estetico completano in ogni sua parte la raffinata personalità, già esaltata dall’utilizzo di tek, acciai satinati, e altri materiali morbidi al tatto.

4

DIVENTARE YACHTS MINDS Vuoi diventare un professionista del settore? Se sei laureato in architettura o ingegneria o sei in possesso di una laurea equipollente puoi specializzarti in Interior Naval Design partecipando al master di primo livello organizzato dalla facoltà di Architettura dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria in collaborazione con la Aicon Yachts di Giammoro (Messina). Il corso, della durata di un anno, prevede un periodo di 600 ore di formazione on the job direttamente in azienda. Una proposta destinata ad offrire al mercato internazionale, sempre più attratto dal Made in Italy, giovani talenti del settore.

design

nist Patrick Blanc, separates the salon from the owner’s cabin. So, no longer the ribs of the boat, but geometric forms decorated in a range of rare materials, such as palladium used for the internal surfaces, capable of capturing external light and the colours of the sea. Refined and elegant details are also used on boats of much smaller dimensions. The Goccia, designed by Culti and built by the craftsmen of the historic Sciallino boatyard, is the most striking example. A stylish re-visitation of the typical fisherman’s boat for those who love to experience the freedom and solitude of the sea, without the support of a crew, but also without having to give up small luxuries or safety. Instruments redesigned on a console, greater engine power, bigger water tanks make cruising both safe and comfortable. And that’s not all. The beautifully crafted sails, along with elements in teak, satin-finish steel and other soft materials add the final touch to the boat’s stylish elegance.

Do you want to work in this field? If you have a degree in architecture or engineering or the equivalent, you can specialise in Interior Naval Design in a master organised by the Faculty of Architecture at the Università Mediterranea in Reggio Calabria in collaboration with Aicon Yachts of Giammoro (Messina). The one-year course includes 600 hours working directly in the company and will train young talents for an international market, with an increasing interested in everything “Made in Italy”. www.unirc.it - www.aiconyachts.com


grafica Gianluca Milasi


focus

66

Š Francesco Turano


EstateSummer08

{ Underwater treasure }

TESORI sommersi di Doretta Grandinetti

C’è una nave che da poco più di vent’anni accompagna i suoi marinai a scandagliare i silenziosi fondali del Mediterraneo. È la nave oceanografica Copernaut Franca. A bordo vi sono gli esperti della Nautilus, società cooperativa di Vibo Valentia che, come il leggendario sottomarino di Ventimila leghe sotto i mari di Verne, esplora le profondità sommerse del Mare Nostrum.

For just over twenty years now, the oceanographic ship Copernaut Franca has accompanied its crew to plumb the silent depths of the Mediterranean. Aboard, experts from Nautilus, a cooperative association hailing from Vibo Valentia, scour the underwater realm of Mare Nostrum rather like the legendary submarine in Verne’s Twenty Thousand Leagues under the Sea.

Leader nel campo dei servizi per l’oceanografia e la gestione delle risorse ambientali, negli ultimi anni la Nautilus ha guidato con successo una delle sue imprese più importanti: Archeomar. Gestito dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali, Archeomar è un progetto che fa riemergere le nostre radici più remote, e stimola i più alti ingegni della tecnologia e della ricerca internazionale nella riscoperta delle meraviglie che il Mediterraneo ha custodito nelle sue profondità per millenni. Alla Nautilus è bastato cambiare il punto di vista sul mare: non più un confine che separa e ostacola ma un orizzonte da esplorare e perlustrare nelle profondità per creare sviluppo. Al timone di questa nuova esploratrice dei mari un moderno e riservato Capitano Nemo. Raffaele Greco, presidente e socio fondatore della società, ci racconta di come all’inizio “sembrava quasi un sogno, riuscire ad attrezzare un’offerta differenziata di servizi, produrre una cosa così immateriale come la conoscenza: una risorsa da spendere nella progettazione sostenibile di opere marine e sottomarine, per porre fine a un’ingegneria indifferenziata e aleatoria, incurante dell’ambiente circostante”. Punto di forza di questa impresa, dice il Francesco Marcianò,

At the helm of this new sea explorer is the ship’s modern and reserved Captain Nemo: Raffaele Greco, president and co-founder of the association. Active and extraordinarily innovative in the field of services for oceanography and the management of environmental resources, Nautilus has lead Archeomar, one of its most important projects with great success during the last few years. Under the watchful eye of the Ministero dei Beni e le Attività Culturali, the Archeomar project has resulted in the re-emergence of our most distant roots whilst encouraging high-level international talents in technology and research in the rediscovery of treasures that the Mediterranean has kept concealed amongst its sea beds for thousands of years. Nautilus has a new perspective with regard to the sea: it is no longer seen as a barrier that separates and obstructs but as a horizon to search and explore in all its depth to create development. Raffaele Greco recounts how at the beginning “it felt like a pipe-dream: to manage to provide a diverse range of services, to produce something as intangible as consciousness: a resource to be used in the planning of sustainable marine and sub-marine

67


LA ROTTA DEL NAUTILUS Nel futuro della Nautilus ci sono una serie di nuovi progetti sempre orientati allo studio e alla valorizzazione delle risorse territoriali. Tra questi ci sono interventi di acqua e maricoltura, che prevedono la produzione biologica di varie specie di pesci, certificati da AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) e ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale), ma anche il tutoraggio e la riqualificazione di cooperative di pescatori, nell’ottica della salvaguardia di un fabbisogno economico e alimentare che è anche la radice della cultura di intere comunità. Tali progetti puntano in definitiva, a trasformare il pescatore in coltivatore del mare, che sappia concedere al mare il respiro necessario perché esso viva nel suo corretto ciclo. Oltre a questo, ecco altre due prossime rotte della Nautilus. Il progetto HI.T.E.X Omega 3 è orientato allo sviluppo di nuove tecnologie per l’estrazione di Omega 3 da matrici di scarti di origine animale e/o vegetale soprattutto di derivazione marina, attraverso un processo produttivo altamente sicuro ed ecocompatibile. Il progetto C.R.E.S.Co.M.A., invece, prevede la creazione di un Centro di Ricerca di Eccellenza per lo sviluppo di nuovi sistemi di analisi e controllo delle matrici alimentari ed è realizzato in collaborazione con varie prestigiose università italiane e con il Ministero della Ricerca. Tale progetto testimonia, tra l’altro, l’attenzione particolare della Nautilus verso l’alta formazione professionale delle nuove leve del sapere scientifico.

focus

© Francesco Turano

68

Nautilus has plans for a series of new projects including aquaculture and mariculture with marine investigations for the correct implementation of systems for the biological production of various species of fish, certified by AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) and ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale). There are also plans for the protection and modernization of fishermen’s cooperatives aiming to transform the fisherman in a ‘cultivator of the sea’ who will allow it to breathe and live according to its natural cycles. The HI.T.E.X Omega 3 project is another of Nautilus’ ventures aimed at the development of new technologies for the extraction of Omega 3 from discarded animal and vegetable matrix through a highly secure and ecofriendly productive process. Lastly, there is the C.R.E.S.Co.M.A project which, in conjunction with several prestigious Italian universities and the Ministero della Ricerca, plans for the creation of a ‘centre of excellence’ for the development of new systems of control and analysis of food matrix.

direttore tecnico e socio fondatore di projects, to put an end to indifferent and precarious engineering which is careless of Nautilus, “è il guardare alle nuove sfide the surrounding environment”. del futuro, non a quanto già consolidato”. The project’s strength says Francesco MarIn quest’ottica Nautilus ha voluto diffecianò, technical director and co-founder of renziare la propria offerta, spaziando Nautilus “is that it looks to new challenges dalla cartografia alla maricoltura e all’acoffered by the future, it doesn’t just rely on quacoltura, dallo studio delle acque dolci its past successes” To this end, the services e potabili all’archeologia subacquea. Ed è provided by Nauproprio in quest’ultilus are diverse, intimo settore che, cluding map maksfruttando tecniche “Il v ero sv iluppo ing, mariculture e metodi di indagieconomico di and aquaculture, ne propri della geoquesta terra è nella the study of freshfisica marina e un proget ta zione water and drinking patrimonio professostenibile delle water and marine sionale e tecnologiattività costier e, archaeology. It is co all’avanguardia, che vada a vantaggio in this last sector questa dinamica soanche e soprattutto that this dynamic cietà calabrese si è di un turismo ecoCalabrian associaaccreditata a livello responsabile”. tion is unreservedly internazionale come “This area’s real economic recognised on an una vera e propria development will be through international scale eccellenza. the planning of sustainable as an enterprise Archeomar ha precoa stal activities which of the highest level visto la creazione di will work above all to the thanks to the use of una mappa dei tesoadvantage of eco-responsible tourism”. its own investigative ri sommersi che nel methods and techcorso dei millenni R affaele Greco niques in marine sono andati dispersi geophysics as well al largo delle coste as pioneering professional and technologidi Campania, Basilicata, Puglia e Calacal resources. bria, al fine di creare successivamente Archeomar has developed a map of underun sistema di tutela e valorizzazione con water treasures missing off the coasts of il sostegno di mezzi e tecnologie sempre Campania, Basilicata, Puglia and Calabpiù avanzate. ria over the course of two millenniums with Come ci racconta Giovanni Torchia, dithe aim of successively creating a system of rettore scientifico della Nautilus, la nu-


EstateSummer08

protection and valuation using ever-more advanced tools and technology. The scientific director of Nautilus, Giovanni Torchia, tells us how the numerous experts participating in the project sail off on board three well-equipped ships (the Copernaut Franca, the Minibex and the Janus) following various indications from fishermen and underwater divers as well as from legendary stories told by inhabitants of the coastal areas. Retracing the routes taken by Ulysses and by Saracen merchants they discover fascinating and priceless treasures dating back to different eras such as the relitto dell’Illois, off Calabria’s Tyrrhenian coast or the so-called relitto delle pigne (ship carrying a cargo of pinecones) off Salerno. There is still so much to discover, explore and protect in this sea and the land which surrounds it. Nautilus continues to move forward towards the development of the Mediterranean’s economic potential and towards improving its own already excellent services, facilitating the development of this Mare Nostrum whose many resources are still to be discovered. © Francesco Turano

merosa flotta di esperti che ha preso parte al progetto è partita dalle segnalazioni più disparate, da quelle di pescatori e sub a quelle giunte tramite le storie leggendarie degli abitanti delle zone costiere. Poi è salpata a bordo di tre attrezzatissime navi (la Copernaut Franca, la Minibex e la Janus) per ripercorrere in subacquea le rotte di Ulisse e dei mercanti Saraceni e scoprire tesori affascinanti e inestimabili risalenti a epoche molto differenti, come il relitto dell’Illois a largo delle coste tirreniche calabresi, o il cosiddetto “relitto delle pigne” (nave con un carico di pigne) al largo di Salerno. C’è tanto ancora da scoprire, scandagliare e tutelare in questo mare e sui territori che lo abbracciano. La rotta della Nautlius continua a proiettarsi nel futuro dello spazio economico del Mediterraneo, per potenziare sempre più un’offerta di servizi d’eccellenza e valorizzare e agevolare lo sviluppo delle risorse ancora tutte da scoprire di questo Mare Nostrum.

ARCHEOMAR IN CIFRE_135 relitti individuati, di cui 50 sono nuovi rinvenimenti, 48 strutture tra opere portuali, banchine ed edificazioni un tempo sub-aeree, 65 siti con insiemi di reperti e 40 con oggetti isolati. Queste alcune delle cifre del progetto Archeomar, che, nella sua vastità e multidisciplinarità ha coinvolto 120 esperti tra archeologi subacquei, informatici, sub professionisti, ingegneri marittimi, grafici, fotografi e tecnici. Complessivamente sono state elaborate 628 schede documentali, e sono stati posizionati e documentati 287 siti archeologici sommersi distribuiti lungo le coste delle regioni interessate. Inoltre il progetto Archeomar ha fornito al Ministero dei Beni e le Attività Culturali e alle Sovrintendenze delle regioni interessate: un GIS (Sistema Informativo Geografico) contenente oltre 476 schede documentali e 287 schede descrittive, anche più di 2000 fotografie, 900 filmati e 67 immagini side scan sonar georeferenziate; e delle SD-card, schede di memoria contenenti informazioni su 763 siti sommersi, date alle forze dell’ordine preposte alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio archeologico subacqueo. Sono stati tra l’altro realizzati un documentario sulle attività del progetto, un atlante fotografico e cartografico dei siti rinvenuti e un manuale sulle metodiche e le strumentazioni utilizzate, oltre ad una serie di prodotti per la diffusione del progetto quali dvd, poster e un apposito sito web. Il progetto è stato realizzato grazie allo stanziamento di fondi della Legge n. 264 (art.13, 8 nov. 2002), in seguito al quale è stata indetta una gara internazionale vinta da una ATI di 8 imprese, capitanata dalla Nautilus di Vibo Valentia e formata dalla Comex di Marsiglia, Geolab di Napoli, Sinergis di Trieste, Cooperativa Archeologica di Firenze, Tesi di Genova, Impresa Silenzi di Roma e ArenaSub di Messina.

© Francesco Turano

ARCHEOMAR IN NUMBERS_135 identified relics of which 50 are new discoveries, 48 structures including port works, quays and buildings, 65 sites with groups of artefacts and 40 with single items. These are just some of the figures taken from the Archeomar project which in the two years of its wide-ranging, multidisciplinary activities has drawn on the collaboration of 120 experts including underwater archaeologists, IT professionals, divers, engineers, seamen, graphic designers, photographers and technicians. In total, 287 underwater archaeological sites along the coasts of Puglia, Campania, Calabria and Basilicata have been documented. The Archeomar project has also produced a GIS (Geographic Information System) containing 476 documentary and 287 descriptive files, more than 2000 photographs, 900 films, 67 geographically referenced sidescan sonar images and SD cards; memory cards containing information on 763 underwater sites. A documentary on the project’s activities has also been made, as has a photographic and cartographic atlas of discovered sites and a manual on the tools and methods employed. The project has been developed through the temporary association of 8 companies lead by Vibo Valentia’s Nautilus and made up of Comex (Marseilles) Geolab (Naples) Sinergis (Trieste) Cooperativa Archeologica (Florence) Tesi (Genova) Impresi Silenzi (Roma) and ArenaSub (Messina).

69


Mary is on air Homo faber Leggo quindi sono I read, therefore I am Novità per l’estate What’s news this summer Classici da rileggere Classics worth re-reading

culture estate/summer 08


T culture

MEDIA

di Roberta Pino

Ogni estate ha la sua colonna sonora e siate pur certi che, anche quest’anno, ci raggiungerà in qualsiasi luogo ci troviamo. Che sia mega stereo a spalla come si portava una volta, o mini FM nelle orecchie, la forza interattiva della radio e gli eventi che imperversano per lo stivale, ne fanno il mezzo preferito della stagione. Per dare un volto a una delle voci più celebri della radiofonia italiana incontriamo Mary Cacciola.

Mary is on air 72

Every summer has its own soundtrack and it will reach us any- and everywhere, thanks to the pervasive power of the radio. Whether through the once common mega-stereo carried on the shoulder, or mini FMs in the ears, with its interactive capacity and the numerous events raging up and down Italy’s boot, without doubt this season’s favourite medium is the radio. To put a face to one of the best-known voices on Italian radio today, we meet up with


EstateSummer08

Reggina, trentotto anni, conMary Cacciola. “Prima della diretta provo ancora 38, born in Reggio, she hosts duttrice del programma poemozione, come quando mi sono Radio Capital’s afternoon meridiano di Radio Capital trovata di fronte ad alcuni artisti, show “Il Caffè (seconda “Il Caffè (seconda parte)” come De Gregori, Battiato, Fossati. Con parte)” with Andrea Lucacon Andrea Lucatello, Mary De Gregori si è creato un rapporto di tello. She started out at the esordisce all’età di quindici fiducia, quando viene a Radio Capital age of fifteen with Radio anni dalle frequenze di Radio vuole essere intervistato da me”. Touring, a private radio staTouring, emittente privata di “I still get nervous before going on the air, as I tion in Reggio Calabria. Reggio Calabria. did when coming face to face with certain artists, “I fluffed it right away and “Ho preso immediatamente such as De Gregori, Battiato, Fossati. I now have a I haven’t stopped since. I una papera e da lì non mi sono kind of relationship of trust with De Gregori, in should have realised that it più fermata. Avrei dovuto capifact when he comes to R adio Capital he wants me was an absurd idea,” she re che non era cosa” ironizza. to interview him.” jokes. Nell’89 il trasferimento a In ’89 she moved to Rome Roma, iscritta alla facoltà di and enrolled in the faculty of Sociology. She started working at Sociologia comincia a lavorare a Radio Luna per non pesare sulla Radio Luna so as not to be a burden on her family: “I was only famiglia: “avevo solo ventuno anni e non ho scelto di fare questo 21 and I didn’t choose the job, let’s just say that various things lavoro, diciamo che sono successe una serie di cose per cui è stata happened so that the radio chose me!” la radio che ha scelto me!” Come hai fatto a imparare il mestiere radiofonico? Fare radio è come andare in bicicletta, è da ventitrè anni che bazzico in questo ambiente e alla fine è una cosa che viene naturale. Bisogna stare attenti a ciò che ci circonda, a come si esprime la gente, di che cosa parla. È necessario, inoltre, leggere molto e usare tutte queste cose facendole proprie, personalizzandole.

How did you learn to do the job of working on the radio? It’s like riding a bike, I’ve been hanging out here for 23 years and in the end it comes naturally. You have to keep an eye on what’s going on around you, how people express themselves, what they talk about. You also have to read a lot and then use all these things in your own personal way.

In radio mandi musica di vario genere, ma tu personalmente quale ascolti? Dipende dai momenti, c’è stato un periodo che compravo solo musica house. Ma ho acquistato anche dischi per piangere... non sono normale, lo so. Di base sono abbastanza rockettara (che termine antico!), ma spazio dal jazz alla musica classica, alla dance, al soul fino a “ci son due coccodrilli ed un orangotango”!

You play various musical genres on the air, but what do you listen to? It depends on the moment, for a while I only bought house music. But I’ve also bought records to make me cry … I know, I’m not normal. I’m basically a rocker (how old-fashioned that sounds!), but I range from jazz to classical, dance, soul and even “there are two crocodiles and an orang-utan”!

73


T

Com’è il clima prima della diretta? Lavoro con una squadra meravigliosa (Andrea Lucatello, Umberto Mattia e Isabella Marini), c’è un clima estremamente goliardico, cazzaro è il termine più adatto. Quando ci si diverte al di là della messa in onda, l’allegria si trasmette anche durante la diretta. Come fai a instaurare un rapporto empatico con gli ascoltatori? A dire il vero, non faccio molto, c’è già una grossa affinità di base. Gli ascoltatori ti scelgono per quello, gli piace ciò che dici e come lo dici. Una specie d’amore!

74

What’s the atmosphere like before going on the air? I work with a great team (Andrea Lucatelli, Umberto Mattia and Isabella Marini), the atmosphere is very student-like, a lot of pissing about. When you are having fun regardless of the show, it comes over on the air. How do you establish empathy with your listeners? Actually, I don’t do much, there’s already a great affinity with them. Listeners choose you for that reason, they like what you say and how you say it. It’s a kind of love affair!

Come li immagini, in quali circostanze ti ascoltano? How do you imagine them, when and where do they listen Vado in onda in un orario particolare. Li immagino in ascolto to you? mentre tornano a casa dal lavoro, in macchina, che ridono delle I go on the air at a particular time of day. I imagine them listening stupidaggini che diciamo. Oppure in attesa che i figli escano dalon their way home from work, la palestra, o mentre iniziano a preparare la cena. In ogni caso “Da piccola volevo diventare come laughing at all the nonsense mi piace pensare di strappare R affaella Carrà, ballavo davanti allo we come out with. Or waiting loro un sorriso dopo una gior- specchio e mi divertivo a registrare la for their kids to come out of the gym, or while they start making nata pesante: è la missione che mia voce”. dinner. Anyway, I like to think mi sono assegnata! “When I was a kid I wanted to be like R affaella Carrà, I I can get them to smile after a used to dance in front of the mirror and I get a kick hard day: that’s my mission! Ti piace la radio italiana in out of recording my voice”. questo momento? E chi seDo you like Italian radio at the moment? And who do you condo te ha rotto gli schemi? think has broken out of the mould? Sì, mi piace perché ha un’offerta molto varia. Ma ogni cosa in radio Yes, I do like it because it offers a wide variety. But everything on è stata già inventata. Chi ha sfondato il muro dell’ovvietà è stata la the radio has already been invented. Gialappa’s is the one who Gialappa’s. Ha spiazzato, ha deriso in modo intelligente la sacralità has really brought about something new, by wrong-footing, and di certi argomenti, come il calcio o Sanremo. making fun in a very intelligent way of certain sacred topics, such as football and Sanremo. Hai mai pensato di coinvolgere Reggio Calabria in un progetto radiofonico? Have you ever thought about involving Reggio Calabria Cito spesso Reggio nel mio programma. L’anno scorso in occain one of your radio projects? sione della Notte Bianca sono stata invitata insieme a Massimo I often mention Reggio in my programme. Last year for Lo Presti e Raffaello (senza percepire denaro, al contrario the “Notte Bianca” event I was invited here with Masdi quanto è stato scritto). A parte questo non simo Lo Presti and Raffaello (for free, despite what ho ricevuto ancora altre proposte, forse the press wrote). I haven’t received any other proposquello per Reggio non è un amore rials apart from that, maybe my love for Reggio isn’t cambiato. mutual.

Mary Cacciola e Andrea Lucatello, conduttori de Il Caffè di Radio Capital (seconda parte)

culture


culture

MACA

di Anna Rizzica

Homo faber Luce, colore, trasparenza. Parametri mutuati dalla pittura che restituiscono alla scultura uno spirito inusuale e uno stile propositivo d’avanguardia. Le figure in vetro realizzate da Silvio Vigliaturo sono la punta di diamante dell’intera collezione donata dall’artista alla città di Acri nel 2006 con la quale è stato istituito il MACA, Museo Civico d’Arte Contemporanea Silvio Vigliaturo.

“aTreMani” scultura in acciaio e vetro di Silvio Vigliaturo donata ad aprile dall’ASIT (Associazione Sud Italia Trapiantati) alla Città di Cosenza e collocata in Piazza Mancini. Le due mani che si stringono sono simbolo di solidarietà e donazione.

Questo progetto, nato quasi per caso dall’incontro tra l’allora sindaco di Acri Nicola Tenuta e il maestro Vigliaturo, traduce in realtà la volontà comune di dotare la città della provincia cosentina, che ha dato i natali all’artista, di uno strumento culturale che faccia crescere la comunità e la proietti fuori dai confini regionali.

Light, colour, transparency: these parameters borrowed from painting restore a singular spirit and constructive avant-garde style to sculpture. The glass figures created by Silvio Vigliaturo are the highlight of the whole collection donated by the artist to Acri in 2006 and used to set up the MACA, the Sivio Viglaturo Museo Civico d’Arte Contemporanea.

aTreMani (particolare)

The project came about almost by chance after the maestro met the mayor of Acri, and it reflects their common desire to endow this small town in the province of Cosenza, the artist’s birthplace, with the cultural means to help the community grow and launch itself beyond its regional borders.

75


Peccato Originale, installazione

76

Così apre il MACA fondato su una selezione di opere che raccontano il cammino personale e il percorso artistico di uno dei più importanti esponenti internazionali della vetro-fusione. Dalle prime sperimentazioni giovanili, ai lavori che testimoniano la ricerca di un proprio linguaggio, agli ultimi prodotti artistici da poco entrati a far parte della collezione permanente, tutta la sua opera è avvolta da un’atmosfera onirica e fiabesca. In una location in cui la bellezza dell’edificio, il Palazzo Sanseverino Falcone, vive in simbiosi perfetta con l’arte, l’homo-faber (come ama definirsi il maestro Vigliaturo) coniuga sapientemente il fascino storico del palazzo settecentesco e l’elemento ludico che caratterizza le sue installazioni. Accanto alle 237 creazioni, il museo dedica ampio spazio alle mostre temporanee e a un laboratorio artistico, per incentivare workshop e iniziative didattiche, con l’intento di creare un luogo di incontro e di scambio per pubblico, artisti e critici. “Siamo partiti due anni fa con una biennale - dichiara il maestro - preparata attraverso gli incontri con gli artisti che ne fanno parte, per poi arrivare ad una triennale perchè ci siamo resi conto che per sviluppare tutti i

Adamo, particolare

Angeli

And so the MACA was founded with a selection of works which illustrate the personal and artistic journey of one of the most important international exponents of glass-fusion. From his early experiments to works which reveal his search for an expression of his own and his latest artistic creations, now part of the permanent collection, his production is enveloped by a dream-like, fairy-tale atmosphere. The works are in perfect harmony with the beauty of their new home, and the homo-faber (as he likes to call himself), has skilfully combined the historic charm of the 18th-century palazzo which houses the collection with the play element typical of his installations. Besides the 237 works by the maestro, the Palazzo Sanseverino Falcone museum dedicates ample space to temporary exhibitions and to an artistic laboratory to encourage workshops and didactic initiatives where the public, artists and critics can meet and exchange views. “We started out two years ago with a biennial,” says the maestro, “set up through meetings with the artists who took part, Torre di Babele

culture


EstateSummer08

“Non mi considero un mecenate. Ho solamente riportato nel mio paese d’origine un po’ di quello che mi ha dato.” “I don’t consider myself a patron. I have merely given back to my birthplace a little of what it gave me.”

S.V.

MACA, installazione

Amante nascosto, olio su tela

Acri, Palazzo Sansaverino, sede del MACA

MINI-BIO Silvio Vigliaturo nasce ad Acri (Cs) il 3 febbraio del 1949 e si trasferisce all’età di 13 anni a Chieri (To), dove tuttora vive e lavora. Giovanissimo, approda in una bottega artigiana di vetreria, apprendendo segreti e tecniche della lavorazione del vetro. All’età di 16 anni incontra Luigi Bertagna - allievo di Giacomo Grosso - che gli trasmette le basi del disegno attraverso lo studio sulla figura. A metà degli anni ottanta, l’artista ritorna a lavorare il vetro, alla ricerca di nuove sperimentazioni, dando vita alla vetreria artistica tuttora situata in piazza Duomo a Chieri. Intanto, arrivano le prime committenze per le vetrate del Duomo di Chieri e per numerose chiese e abitazioni private d’Italia. Le prime sculture in vetro-fusione nascono nel 1994. Sarà la Galleria MontMartre di Parma ad ospitare, nell’autunno dello stesso anno, la prima personale di scultura dal titolo Giocoluci in vetro. A Venezia avviene l’incontro con Adriano Berengo della Berengo Fine Arts, che diventerà il suo curatore. Da questo momento per Vigliaturo si aprono nuovi scenari che lo porteranno ad esporre a Tokyo, New York, Hong Kong, Amsterdam, Düsseldorlf, Parigi, Dubai, Madrid, Chicago, Miami, Palm Beach, oltre alle più importanti piazze italiane. In occasione dei XX Giochi Olimpici invernali 2006, la Provincia di Torino sceglie Vigliaturo come unico artista testimonial, affidandogli la creazione dell’opera Segni di luce. Silvio Vigliaturo was born in Acri (Cosenza) on 3rd February 1949 and at the age of 13 moved to Chieri (Turin), where he still lives and works. He started at a glassworks at a very young age, learning the secrets and techniques of the craft. When he was 16, he met a pupil of Giacomo Grosso, Liugi Bertagna, who taught him the basics of design through the study of the figure. In the mid-80s, the artist went back to working with glass and began to experiment, he then set up the artistic glassworks which still exists in Chieri’s Piazza Duomo. The first commissions began to arrive Silvio Vigliaturo for the windows of Chieri’s Duomo and for several churches and private houses throughout Italy. The first glass-fusion sculptures were created in 1994, and in the autumn of the same year, the Galleria MontMartre in Parma put on his first personal show called Giocoluci in vetro. In Venice he met Adriano Berengo from the Berengo Fine Arts who became his curator. From then on new horizons opened up for Vigliaturo in Tokyo, New York, Hong Kong, Amsterdam, Dusseldorf, Paris, Dubai, Madrid, Chicago, Miami and Palm Beach, as well as the most important cities in Italy. For the 2006 Winter Olympic Games in Turin, the Provincia of Torino chose Vigliaturo as the only testimonial artist, entrusting him with the creation of the work Segni di luce.

77


E INVECE A CATANZARO... Inaugurato lo scorso 29 marzo, il MARCA, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, ha sede a Catanzaro nelle sale di un antico palazzo. Polo museale multifunzionale sviluppato su tre piani, ambisce a diventare un “museo vivo e attivo”, contenitore di linguaggi artistici diversi. Al pianterreno è stata allestita la pinacoteca e la gipsoteca della Provincia, di cui fanno parte circa 120 opere tra dipinti e sculture, una collezione permanente che va dal XVI al XX secolo: da Battistello Caracciolo a Mattia Preti, da Salvator Rosa e Andrea Sacchi alle opere di Andrea Cefalì, oltre a gessi e marmi di Francesco Jerace. Al primo piano, la mostra Mimmo Rotella. Lamiere sarà fruibile fino al 28 settembre 2008. Il curatore Alberto Fiz, per la prima volta presenta in uno spazio pubblico italiano le grandi opere su lamiera, realizzate tra il 1980 e il 2004. Il MARCA dedicherà a Mimmo Rotella anche uno spazio permanente nel quale si svilupperà un programma di mostre e di iniziative culturali finalizzate ad approfondire l’indagine dell’artista calabrese. Il seminterrato è sede del Centro Polivalente di Cultura Contemporanea che propone, quale primo progetto, Archeologia del presente, a cura del direttore artistico del museo, Sergio Risaliti. Gli artisti sono invitati in questa occasione a collegare il linguaggio contemporaneo al territorio e alla sua storia attraverso opere site-specific: scatti inediti di Catanzaro e dintorni, installazioni e sculture in gesso, bronzo e resina. Il seminterrato verrà anche utilizzato per ospitare mostre temporanee e eventi culturali di altro genere, in collaborazione con istituzioni locali.

7

The MARCA, Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, was inaugurated in a historic palazzo in Catanzaro on 29th March this year. This multi-functional complex is on three floors and aims to become a “live and active museum”, a container for different artistic expressions. On the ground floor a permanent collection of 120 paintings and sculptures ranging from the 16th - 20th century make up the Pinacoteca and Gipsoteca della Provincia: from Battistello Caracciolo to Mattia Preti, from Salvator Rosa and Andrea Sacchi to the works of Andrea Cefalì, as well as plaster and marble sculptures by Francesco Jerace. The Mimmo Rotella exhibition is on the first floor. Lamiere will be open until 28th Septmber 2008. For the first time in an Italian public space, the curator Alberto Fiz, displays the artist’s great works in sheet metal created between 1980-2004. The MARCA will also dedicate a permanent space to Rotella where a programme of exhibitions and cultural events will be held to further study the Calabrian artist. The basement is the seat of the Centro Polivalente di Cultura Contemporanea whose first project will be Archeologia del presente, organised by the museum’s artistic director Sergio Risaliti. Artists are invited to link contemporary expression to the territory and its history through site-specific sites: original shots of Catanzaro and its surroundings, installations and sculptures in plaster, bronze and resin. The basement will also be used for temporary exhibitions and other kinds of cultural events in collaboration with local institutions.

culture

nostri progetti avevamo bisogno di più temit then turned into a triennial because we realised we needed more time to po. Per quanto riguarda le mostre estive, develop all our projects. As for the suml’anno scorso siamo stati i primi a proporre mer exhibitions, last year we were the gli Spazialisti e quest’anno presentiamo gli first to propose the Spacialists and this Astrattisti del 900, da Capogrossi a Vedova. year we are presenting 20th-century AbÈ un cammino che il MACA propone - spiestractionists, from Capogrossi to Vedova. ga ancora il maestro -, con con l’obiettivo di The MACA decided to embark upon this far sì che il palazzo diventi il museo non solo journey with the pretext that the Palazzo di Vigliaturo ma un museo d’arte contempobecomes not only the Vigliaturo museum ranea che serva a promuovere l’immagine but also one of contemdel paese, della provincia porary art to promote e della regione”. the image of the town, La realizzazione del proprovince and region.” getto ha trovato un granSuccessive local counde slancio da parte delle cils have all given their amministrazioni comunabacking to the project li che si sono succedute e which has also received una forte volontà cittadina strong public support. che ha sostenuto l’idea. Il maestro Vigliaturo e una sua You might think that the Ci si potrebbe chiedere se installazione difficulty of reaching a la difficoltà di raggiungelittle town immersed in re la cittadina immersa nel verde dell’entroterra cala- “Io considero l a the woods of the CalabCalabria la culla rian hinterland might brese non sia di ostacolo della cultura, con put off visitors, but the alla risposta da parte del un grande passato maestro replies: “When pubblico. ma con entrambi i a group was first invited “Quando per la prima volpiedi proiettati nel to the MART in Rovereta - racconta Silvio Vigliafuturo”. to, I realised that it’s not turo - sono stato invitato “I consider Calabria the the place that counts, ad una collettiva al MART cr adle of culture, with it’s what we have to ofdi Rovereto, ho capito che a gr e at pa st bu t w ith il successo di un’iniziativa both feet pointing to the fer, it’s what you have to say that draws attention non dipende dal luogo ma future.” and encourages people da cosa proponi, è quelS.V. to drive for kilometres lo che hai da dire che in …, and then, in this case, fondo richiama l’attenzione it also means travelling e spinge la gente anche a through beautiful countrypercorrere chilometri… e side.” poi, in questo caso il tragitto With the co-operation of propone paesaggi bellissimi renowned critics and proda attraversare”. fessionals in this sector, Coadiuvato da critici di fama Vigliaturo is working for e professionisti del settore, his Calabria, to give back Vigliaturo sta lavorando per something of what the la sua Calabria, per restituitown of his birth gave him, re al suo paese d’origine un investing in a little museum po’ di quello che gli ha dato, in a small town with big investendo così in un prestiideas and determination. gioso museo di un piccolo paese che però ha il desiderio Nobildonna di essere grande nei pensieri e nella voglia di fare.


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

spot EstateSummer08

© Attilio Morabito © Attilio Morabito

La Pinacoteca Civica

Il fascino di una storia millenaria L’apertura della Pinacoteca civica realizza un sogno da tempo coltivato, sostiene l’azione di tanti studiosi che, nell’arco di quasi due secoli, si sono impegnati a dare ordine e unità alle tante espressioni significative dell’arte italiana, donate alla città per una esposizione permanente.

The opening of the city’s art gallery makes a long-standing dream come true. It is the realisation of the efforts of so many scholars who, over the last two centuries, have brought order and unity to the great number of important Italian works of art donated to the city for a permanent exhibition.

Alto Centro di arte e cultura, la Pinacoteca arricchisce il significativo patrimonio culturale reggino, irrobustisce l’identità di una comunità civile figlia di un territorio che esprime la fierezza, l’orgoglio e la forza di una storia millenaria che ha esportato nel mondo valori senza tempo. Si inserisce in un contesto culturale assai ricco di proposte e suggestioni, ancorate ad una classicità di provenienza e proiettate nel circuito europeo della grande produzione culturale. Depositaria di straordinarie memorie storiche e artistiche, offre un viaggio attraverso i confini del tempo, alla ricerca del bello

As a centre of art and culture, the Pinacoteca enriches the cultural heritage of Reggio Calabria, strengthening the community’s identity in a territory which takes pride in its thousand-year history and in the timeless values it has exported throughout the world. It is part of a rich cultural context with classical roots projected onto the European circuit of great cultural production. It contains a wealth of historic and artistic memory, offering a journey through time in the search for beauty in every aspect of universal human experience.

79


© Attilio Morabito

Pinacoteca Civica c/o Teatro Comunale Francesco Cilea Corso Garibaldi - Reggio Calabria

spot

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

© Attilio Morabito

80

Tratto dalla presentazione del catalogo La Pinacoteca Civica di Reggio Calabria Iiriti editore, maggio 2008.

Visitors finally come face to face with immortal and vibrant testimonies of artists such as Antonello da Messina, Giuseppe Benassai, Vincenzo Jerace, Renato Guttuso; they can admire the splendour of their cultural heritage and take pride in the treasures on display. The collections are arranged in an anthological exhibition of the history of Italian art which will also be an invaluable didactic instrument for new generations. The Pinacoteca has a mission: to become a dynamic centre of cultural excellence, able to create synergy and relationships, to discuss the values of art and the ethics of beauty beyond the confines of time and space in order to re-discover what it means to be Italian and European, proud and conscious of being part of a great past and ready to embrace a bright future.

© Attilio Morabito

in ogni aspetto del sentire umano universale. Si propone al visitatore attraverso le immortali e palpitanti testimonianze che si richiamano, tra gli altri, ad Antonello da Messina, Giuseppe Benassai, Vincenzo Jerace, Renato Guttuso, nello stupore destato dalla constatazione della bellezza del patrimonio culturale finalmente esposto e con l’orgoglio della città che mette in luce i propri tesori. Le splendide collezioni esposte vivono nel loro fulgido splendore, in una rassegna antologica della storia dell’arte italiana e si propongono quale prezioso strumento didattico per le giovani generazioni. Alla pinacoteca si affida una missione: divenire un centro di eccellenza culturale dinamico e capace di creare sinergie e relazioni, di dialogare oltre i confini del tempo e dello spazio, sui valori dell’ arte, sull’etica del bello, per riscoprire quel modo di essere cittadini italiani ed europei orgogliosi e consapevoli, protagonisti di un grande passato e proiettati verso un futuro luminoso.


© Attilio Morabito

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

spot EstateSummer08

LA NASCITA DELLA PINACOTECA Il 18 giugno del 1882 fu inaugurato il primo Museo Civico dall’allora sindaco Fabrizio Plutino che, ai sensi del Regio Decreto del 1886, doveva accogliere le collezioni degli artisti del tempo. Nel 1932 però, per effetto delle nascita del Museo Nazionale, il Museo Civico fu soppresso e nel ’48 venne siglata una convenzione tra il Ministero dei Beni Culturali e la Città che stabilì che le opere delle collezioni del Museo Civico fossero affidate temporaneamente in custodia al Museo Nazionale della Magna Grecia, © Attilio Morabito

che essendo però un museo archeologico poté riservare spazi inadeguati al valore storico ed artistico delle opere stesse. Finalmente, dopo 60 anni, le opere d’arte tornano nella loro sede naturale. Con l’apertura della Pinacoteca si rende onore alla storia, si scrive una delle più belle pagine della storia dell’arte e della cultura della città. THE HISTORY OF THE PINACOTECA On 18th June 1882, mayor Fabrizio Plutino inaugurated the first Museo Civico which, according to the 1886 royal decree, was to house the collections of artists of that period. However, with the opening of the Museo Nazionale in 1932, the Museo Civico was closed and in 1948 a convention between the Ministry of Culture and the City established that the Museo Civico collections were to be temporarily housed in the Museo Nazionale della Magna Grecia. As the latter was an archaeological museum, it was deemed unsuitable given the historic and artistic value of these works. Finally, 60 years later, they are returning to their natural home. The opening of the Pinacoteca gives history its due, writing one of the greatest pages in the city’s history of art and culture.

81


culture

FIERE

EstateSummer08

Salone del Libro di Torino

Leggo quindi sono { I read, therefore I am }

di Anna Foti

Se nella Calabria degli anni Settanta si fosse letto come in Liguria, oggi la produttività di questa regione sarebbe più alta del 50% (fonte: AIE - Associazione Italiana Editori - 2006).

If, in the 1970s, the people of Calabria had read as much as those in Liguria, today the region’s productivity would be up by 50%, according to research by the AIE (Italian Publishers Association).

This link between reading, development and the growth of GDP is Il legame tra lettura, sviluppo e crescita del Pil trova pieno riconoacknowledged and reflected in the various initiatives for book proscimento nelle iniziative che ogni anno si susseguono nel nostro motion which take place every year in paese per promuovere i libri. Le tapItaly. The now habitual stages of this pe ormai consuete di questo viaggio La bellezza non ha causa: esiste. itinerary are the “Galassia Gutensono Galassia Gutenberg a Napoli, la berg” in Naples, the “Fiera del Libro Fiera del Libro per Ragazzi a Bologna Beauty - be not caused - It is. per Ragazzi” for children’s books in e la Fiera Internazionale del Libro di Emily Dickinson Bologna, and the “Fiera InternaziTorino. Mentre incalza la trasformaonale del Libro” in Turin. While language is rapidly undergoing zione dei linguaggi, attraverso moduli espressivi che coniugano transformations through expressive modules which combine imimmagini, suoni e parole in chiave multimediale, il libro resiste e ages, sounds and words in multi-medial form, books continue to forse la vera sfida è quella di far scoprire il piacere della lettura. Da

83


LA BELLEZZA DELLA LETTURA

qui l’esigenza di diversificare l’offerta e le possibili occasioni di incontro con il libro. Galassia Gutenberg ha sperimentato questo approccio attraverso il tema guida della natura e la metafora del viaggio. L’idea diventa concreta creando, sulla nave Sinfonia della MSC Crociere salpata dal porto di Napoli, una biblioteca del viaggiatore, in mare questa volta, attraverso il Bookcruising, versione inedita del già sperimentato Bookcrossing sulla terra ferma. Lo spirito innovativo travolge anche la mostra collettiva dei Moleskine su Napoli, taccuini

hold out and perhaps the real challenge now is to help people discover the pleasure of reading. Hence the need to diversify the supply and create opportunities for people to come into contact with books. Galassia Gutenberg tried out this approach using the theme of nature and the metaphor of travel, and the idea became reality by creating a traveller’s library on board the MSC cruise ship Sinfonia sailing from Naples. Bookcruising is a new form of the already established Bookcrossing experimented on dry land. This innovative © BolognaFiere spa

Ci salverà la bellezza o la bruttezza sarà la nostra dannazione. Così Fedor Dostoevskij descriveva il dilemma della vita umana sospesa ma anche protesa nella ricerca continua di elevazione. Questo il tema della Fiera Internazionale del Libro di Torino 2008 che ha scelto di valorizzare il concetto di bello, inteso non come fine ultimo ma come strumento per illuminare ogni angolo dell’esistenza, ogni piega dell’animo umano e della storia. Ed è proprio attraverso le elaborazioni concettuali e artistiche che il bello ha acquisito consistenza nel tempo, grazie al contributo di filosofi, musicisti, scrittori, architetti, urbanisti, scienziati, artisti e teologi. Ogni scienza umana possiede un potenziale di bellezza che non deve restare celato o inespresso. Ogni epoca ha contribuito al cammino verso il bello che tuttavia ha conosciuto, e ancora conosce, lunghi tempi bui della dominazione del brutto, inteso come rottura con l’etico, lontananza dal giusto, degenerazione dell’umano.

BEAUTY IN READING

84

Beauty will save us or ugliness will be our damnation, wrote Fyodor Dostoevskij when describing the dilemma of human life suspended, but also stretching out in its neverending search for elevation. The theme of the 2008 Turin International Book Fair is beauty, seen not as a means to an end but as an instrument to enlighten all areas of our existence, each fold of the human soul and of history. And it is through conceptual and artistic workings that, over time, beauty has acquired its substance, thanks to the contribution of philosophers, musicians, writers, architects, town planners, scientists, artists and theologians. Potential beauty is inherent in every human science and it must not remain veiled or unexpressed. Each era has contributed towards achieving beauty which, nevertheless, has experienced both in the past and the present long periods of darkness under the domination of ugliness, considered as a break with what is ethical, a moving away from justice, a degeneration of what is human.

culture

da viaggio che raccontano con parole e immagini la città partenopea. Sul versante multimediale, al Salone del Libro di Torino, l’ormai tradizionale Bookstock Village dedicato ai giovani lancia le sue sfide al futuro attenendosi al tema dell’intera manifestazione, Alcune immagini delle fiere di Torino e Bologna ovvero la bellezza. Le opposizioni diaspirit also brought to Naples the Molelettiche bello/brutto, buono/cattivo, denskine exhibition of travel notebooks with tro/fuori uguale/diverso sono state le prowords and photos about the city. On the tagoniste del ricco programma culturale multi-medial front, at the Salone del Libro culminato nella realizzazione da parte dei in Turin, the now traditional Bookstock ragazzi dell’Istituto Europeo di Design Village for young readers launched its di Torino (IED), in collaborazione con la challenge to the future by sticking to casa di produzione Enarmonia, di un film one overall theme; namely, beauty. The animato in cui il cartoon Bookie è il perdialectic oppositions beautiful/ugly, sonaggio-guida. Che gli strumenti della good/evil, inside/outside, equal/difcomunicazione multimediale riescano ad ferent were the protagonists of a rich attrarre i giovani verso la lettura è stato cultural programme culminating in the confermato anche a Bologna, dove la diver-


EstateSummer08

sificazione dei linguaggi si è aggiudicata il massimo spazio. Il libro incontra, infatti, il mondo delle immagini con la mostra di 99 illustratori provenienti da 23 paesi e il mondo della produzione cinematografica e televisiva con l’attivazione di un servizio Tv Film & Licensing Rights Centre che mette in contatto produttori ed editori. Promosse anche le trasposizioni linguistiche, che consentono alle opere scritte di oltrepassare i confini geografici, con il lancio della World Directory of Children’s Book Translator. Ma le novità non finiscono qui e Bologna si conferma un laboratorio creativo dove quest’anno hanno preso corpo i cosiddetti Libri attivi che presentano ai ragazzi una dimensione in cui sperimentare la propria immaginazione colorando, componendo e scrivendo. Per i più piccini è pre-

© BolognaFiere spa

vista anche la creazione di un personale alfabeto attraverso elementi base: le linee dritte e le linee curve. Rivoluzionario pensare cosa accadrebbe se, accanto a quello convenzionale, potessero esistere per ogni lingua un’infinità di personalissimi alfabeti. Ma intanto, almeno noi italiani, ci accontenteremmo di essere un popolo che legge di più.

animated film starring Bookie, made by the students from the Istituto Europeo di Design in Turin in collaboration with the Enarmonia publishing house. The fact that multi-medial means of communication can attract young readers was also confirmed in Bologna where the greatest space was dedicated to the diversification of language. Here, books came face to face with the world of images in an exhibition by 99 illustrators from 23 countries and with the world of cinema and television by setting up a TV Film & Licensing Rights Centre which brings producers and publishers into contact. Linguistic transpositions were also promoted, allowing written works to cross geographical borders, with the launch of the World Directory of Children’s Book Translator. But that’s not all, and Bologna proved its worth as a creative laboratory with the so-called Active books which allow kids a dimension where they can use their imagination by colouring, composing and writing. The creation of a personal alphabet is foreseen for younger children using basic elements

UNA ROSA PER UN LIBRO Una Rosa per un libro è lo slogan scelto per la giornata mondiale del libro proclamata dall’Unesco lo scorso 23 aprile, data che celebra ogni anno le gesta di San Giorgio che sconfigge il drago. La leggenda narra che il cavaliere abbia colto la rosa nata dal sangue del drago sconfitto, per farne dono alla principessa appena salvata. La leggenda s’intreccia con l’originale usanza, da molti anni diffusa in Catalogna, per cui per le strade, nel giorno di San Giorgio, gli uomini regalano alle donne una rosa e le donne ricambiano con un libro. Una metafora colorita per sconfiggere, attraverso la forza del libro, il drago dell’ignoranza. A ROSE FOR A BOOK A Rose for a Book is the slogan chosen for the World Book Day by the UNESCO on 23 April, the annual celebration of St. George’s slaying of the dragon. Legend has it that the knight plucked the rose which sprang from the defeated dragon’s blood, and gave it to the princess he had just saved. This legend has become interwoven with the original usage, which has been widespread for many years on the streets of Catalonia where, on St. George’s day, men give women a rose and receive a book in return. A colourful metaphor of how the power of a book can defeat the dragon of ignorance.

85

such as straight and curved lines. It’s extraordinary to think what might happen if, together with the conventional alphabet, there were an infinite number of personalised ones for every language. But, in the meantime, we Italians at least, would be quite happy just to be a nation that reads more.

Locandina Fiera Galassia Gutenberg a Napoli


culture

LIBRI

{ What’s new this summer }

Novità per l’estate Non avevo capito niente di Diego De Silva (Einaudi) Chi ama gli antieroi sfigati e ipocondriaci, adorerà Vincenzo Malinconico. Con un’ironia inarrestabile, indossa le insicurezze esistenziali di una generazione che gode dell’immunità sentimentale. Sospeso tra l’abisso della resa e il conformismo della resistenza, vedrà premiato il suo candore dai piccoli doni che la vita suole regalare ai puri. Lo spazio bianco di Valeria Parrella (Einaudi) Una maternità tardiva, una nascita prematura, due vite in bilico sul confine della possibilità. Con una scrittura essenziale, l’autrice descrive un dramma, nel senso classico di azione, in cui protagonisti e comparse si muovono in un universo precario e irrisolto, ma autenticamente vivo.

86

Mal di pietre di Milena Agus (Nottetempo) Nella Sardegna degli anni ’40, vive la nonna della narratrice, afflitta dai calcoli renali, da un matrimonio grigio e da una sensibilità patologica. Le cure termali in continente, risolvono i dolori e la sete di passione, nell’incontro con il Reduce. L’amore, forse solo sognato, diviene così il supporto della storia di un’intera famiglia. Lieve e straziante al contempo, con un finale a sorpresa. Né di Eva né di Adamo di Amélie Nothomb (Voland) Un amore leggero vissuto sullo sfondo di un Giappone inedito. Un uomo e una donna diversi per cultura e nazionalità si scambiano gioie e lezioni delle reciproche lingue. Un incanto speciale spezzato dalla richiesta di matrimonio di lui. Un romanzo sul talento dei fuggitivi e sui pericoli della vita coniugale.

di Eleonora Scrivo

Non avevo capito niente by Diego De Silva (Einaudi) All those who love hopeless, hypochondriac anti-heroes will adore Vincenzo Malinonico. With unstoppable irony, he bears the existential insecurities of a generation which enjoys sentimental immunity. Suspended between the abyss of surrender and the conformity of resistance, his candour will be rewarded with the little gifts life gives to the pure at heart. Lo spazio bianco by Valeria Parrella (Einaudi) A late maternity, a premature birth, two lives hanging in the balance. With her crisp prose, the author describes a drama, in the classic sense of action, in which both the main characters and the minor ones move in a universe precarious and irresolute, but very real. Mal di pietre by Milena Agus (Nottetempo) Sardinia in the 1940s, the narrator’s grandmother suffers from kidney stones, a washedout marriage and pathological sensitivity. Hydrotherapy on the mainland cures her aches and pains and her thirst for passion with her encounter with the Veteran. Love, perhaps only dreamed of, becomes the prop for the story of a whole family. Light and heart-breaking at the same time, with a surprise ending. Né di Eva né di Adamo by Amélie Nothomb (Voland) A light-hearted love affair against the backdrop of another Japan. A man and a woman of different cultures and nationalities give each other joy and lessons in their reciprocal languages. The spell is broken when he asks her to marry him. A novel about the talent of fugitives and the dangers of married life.


EstateSummer08

Classics worth re-reading

Classici da rileggere Il deserto dei tartari di Dino Buzzati (Mondadori) La Fortezza, avamposto sul confine con il deserto, vive nell’eterna attesa di un ipotetico attacco dei tartari. Chi l’abita, come Giovanni Drogo, è sospeso in una dimensione paradossale in cui il tempo si diluisce in un presente immobile. Insuperabile rappresentazione della crisi dell’uomo moderno e della sua inadeguatezza di fronte alla Storia.

Il deserto dei tartari by Dino Buzzati (Mondadori) The Fortress, outpost on the edge of the desert, stands in eternal wait for a hypothetical attack by the Tartars. Those who live there, like Giovanni Drogo, are suspended in a paradoxical dimension where time passes in an immobile present. Superb representation of the crisis of modern man and his inadequacy in the face of history.

Linea d’ombra di Joseph Conrad (Garzanti) Il giovane capitano Kent, nonostante le cattive condizioni climatiche e la malattia dell’equipaggio, riesce a condurre in porto la sua nave. Dedicato a chiunque abbia guardato in faccia la sua linea d’ombra e accarezzato la paura. Molto più di un romanzo di formazione.

The Shadow-Line by Joseph Conrad (Garzanti) Despite violent storms and a sick crew, young Captain Kent manages to bring his ship safely back to port. Dedicated to all those who have faced the shadow-line and have been brushed by fear. Far more than a Bildungsroman.

Il maestro e Margherita di Michail Bulgakov (Einaudi) Woland, incarnazione di Satana, nella Mosca anni ’20, aiuta, tramite la dolce Margherita, il Maestro, rinchiuso in manicomio per il suo romanzo su Pilato. Un capolavoro visionario e metaletterario sulla forza della cultura, la barbarie della dittatura, il potere dell’amore, l’ambiguità della fede religiosa.

The Master and Margarita by Michail Bulgakov (Einaudi) In the Moscow of the 1920s, Woland, the incarnation of Satan, with the help of sweet Margarita, helps the Master, shut up in an asylum because of his novel about Pontius Pilate. A visionary and meta-literary masterpiece about the power of culture, the brutality of dictatorship, the strength of love, the ambiguity of religious faith.

Tempo di uccidere di Ennio Flaiano (Biblioteca Universale Rizzoli) Nell’Etiopia colonizzata dall’esercito italiano, un tenente, colpevole dell’uccisione accidentale di una donna indigena, fugge dal senso di colpa e dal vuoto interiore e inizia un viaggio dentro e fuori di sé, straniante, ma salvifico, sullo sfondo di un paese misterioso e inquieto. Dedicato a chi è “meravigliato di essere vivo, ma stanco di aspettare soccorsi”.

Tempo di uccidere by Ennio Flaiano (Rizzoli) In the Ethopia colonised by the Italian army, after accidentally killing a native woman, a lieutenant escapes from his feelings of guilt and an inner emptiness setting out on a journey both physical and spiritual, alienating yet salvific against a backdrop of this mysterious and disturbing country. Dedicated to all those who are “amazed to be alive, but tired of waiting for aid”.

87


L’Isola che non c’è Fantasy Island Dove l’acqua è più blu Where the water is the bluest of blue

on tour estate/summer 08


ontour

ALGARVE

L’Algarve, il giardino d’occidente degli arabi, che la governarono fino al XIII secolo, è una terra di confine. Frontiera tra le remote coste del vecchio continente e un immenso mare di audaci navigatori. Una terra che scivola verso l’Atlantico mescolando il profumo dell’oceano a odori di corbezzolo, eucalipto e mandorle per oltre 4000 km di estensione, all’estremo sud del Portogallo. L’Algarve è immerso in una luce selvaggia, assoluta, che aggredisce le spiagge, le serre e gli altipiani fino al confine con l’Alentejo a nord e l’Andalusia a est. Il nostro viaggio inizia proprio da est, dove il corso del Rio Guadiana traccia per un breve tratto il confine con la Spagna. Da qui fino alla città di

The Algarve, known to the Arabs who governed the area until the XIII century as the garden of the west, is a border area, the last frontier between the remote coasts of the old continent and an enormous sea of fearless navigators. A land stretching for 4000km at the far south of Portugal, drifting out towards the Atlantic with a perfume that combines the smell of the ocean with the scent of strawberry trees, eucalyptus and almonds.

Spiaggia di Lagos

L’isolachenonc’è

{ Fantasy island }

di Paola Camillo

90

Faro, la costa portoghese è sabbiosa e vellutata; il ciclo delle maree inghiotte a intervalli regolari il fondale per restituirlo poi, pieno di conchiglie e corde di sabbia, e la terra sembra essere in balia dell’acqua. Siamo nella regione di Sotavento (sopra il vento) che si estende tra Tavira e Faro, piccole città di origine romana con casette bianche decorate a stucco e azulejos (tipico ornamento dell’architettura portoghese e spagnola), sorte sulla Ria Formosa, laguna di isole silenziose e ventose: un’oasi di flora e fauna, popolata

The Algarve is drenched in a stark, untamed light which assails the area’s beaches, sierras and plateaus to the north as far as Alentejo and to the east until Andalusia. Our journey begins in the east, where the course of the Rio Guadiana briefly follows the border with Spain. From here down to the city of Faro, the Portuguese coast is sandy and velvety and the tide swallows up the sea bed at regular intervals to then spit it back out full of shells and sand, the


EstateSummer08

Vari particolari di architettura tipica dell’Algarve

91


da cicogne, mulini e coltivazioni di sale. Qui il giorno è sonnacchioso ma la serate estive si accendono con musica e spettacoli teatrali per poi finire in piccoli ma affollati bar. Oltre Faro, verso ovest, da Almancil a Silves la linea costiera si fa frastagliata, scandita da falesie che orlano spiaggette rosate. Il litorale della regione di Barlavento è la zona più turistica di tutto il Portogallo, un paradiso del popolo anglosassone che qui iniziò a investire e a trasferirsi già dagli anni ’30. Albufeira, Villamoura, Luz, Lagos, un tempo quieti borghi marinari, offrono oggi eleganti resort, campi da golf, centri benessere, porticcioli attrezzati. Sono veri e propri villaggi dove si vende birra irlandese, capi di

land seemingly at the mercy of the sea. We are in the Sotavento region (meaning above the wind) which spans the area between Tavira and Faro. These small towns of Roman origin are populated with small white houses decorated with stucco and azulejos (typical Portuguese and Spanish architectural decoration) and surround the Ria Formosa: a lagoon of silent and windswept islands, an oasis of flora and fauna home to stork, mills and salt mines. Daytime here is sleepy but the summer nights are lit up with music and theatrical shows, finishing in small but crowded bars. Past Faro, towards the west from Alman-

2

Le cristalline acque della costa portoghese

ontour


EstateSummer08

abbigliamento inglese e l’aria sa di hotdog. Nonostante l’eccessivo turismo che ha snaturato lo spirito di questi luoghi, le coste sono (quasi!) intatte e regalano a ogni passo paesaggi mozzafiato. Basta superare la città di Portimão, dove si apre la splendida Praia da Rocha, e avvicinarsi a Sagres per ritrovare l’autentico Algarve, dolce, ribelle e odoroso. Dal paese

di Sagres, una lunga strada bianca porta alla fortezza di Cabo de São Vincente, la sentinella dell’oceano voluta da Enrico il Navigatore, sede della scuola navale da cui partirono i grandi descobritores del XV secolo. La vista è incantevole, Cabo São Vincente è una visione: l’estrema punta sud-ovest dell’Europa, la fim do mundo, come scriveva Camões. Qui il vento ha dato forma alle rocce acuminate, agli alberi piegati, al lavoro dei pescatori. La brezza atlantica ha ceduto a un vento inesorabile che sembra raccontare insieme il

Le falesie della Costa Vicentina

cil to Silves, the coastline becomes jagged, dotted with cliffs which fringe small beaches of rose-coloured sand. The coastline of the Barlavento region is the most popular tourist destination in Portugal, a paradise for the Anglo Saxon population who began to invest in and move to the area in the 1930s. The once quiet fishing towns of Albufeira, Villamoura, Luz and Lagos are now villages offering elegant resorts, golf courses, beauty centres and small tourist ports, where Irish beer and English clothes are sold and the smell of hot dogs fills the air. Despite the excessive tourism that has altered the spirit of these centres, the coasts are (nearly) all unspoilt and offer breathtaking landscapes at every step. Once past the town of Portimão with its splendid Praia da Rocha, closer to Sagres you begin to see the real Algarve: gentle, unruly and sweet-smelling. From the town of Sagres, a long white road leads to the Cabo de São Vincente fortress, the ocean sentinel ordered by Henry the Navigator and site of the naval school from which the great XV century descobritores began their journeys. The view is mesmerising, Cabo de São Vincente is a vision: Europe’s extreme south-west point, the fim do mundo as described by Camões. Here, the wind gives the rocks their barbed shape, bends the trees and dictates the working day of the fishermen. The breeze of the Atlantic has given over to an inexorable wind which seems to tell the past and future of the world together. From São Vincente towards Lisbon the coastline is a series of mile-long beaches and high cliffs of shiny rock; perfect spots for surfers who come here from all over the world. On the Odeceixe, Arrifana, Amoreiras and Carrapateria beaches, day slowly becomes night as if the light can’t bear to take its leave. Sunset leads into a

Quinta do lago

Praia di Cordoama




LE SPIAGGE PIÙ BELLE. DA SURFARE E NON. ILHAS DE TAVIRA_Tra i canali dell’isola bellissime spiagge, dove si fa musica fino a tardi. Si raggiunge con un barchino un po’ sgangherato che parte ogni 15 minuti dalla darsena della città di Tavira. L’atmosfera è vagamente hippy. Da visitare: Praia do Barril. ILHA DESERTA_È l’ultima isola dell’arcipelago dell’Ilhas de Faro, quella più vicina al mare aperto. Ci si arriva da Faro con un vaporetto. L’isola è molto piccola, non c’è assolutamente nulla: solo il sole più forte dell’Algarve e grandi, enormi conchiglie. Acqua chiarissima. PRAIA DO CARVOEIRO_Tra la regione di Barlavento e Sotavento. La sabbia è soffice, così come le alte falesie di roccia argillosa, dalla consistenza polverosa. Piccola, comoda da raggiungere e romantica. PRAIA DO TONEL_Alla destra della Fortezza di Sagres. Spiaggia lunga 600m circa abbracciata da grandi scogliere. La sabbia è roseo-dorata. A inizio estate, su una palafitta nasce dal nulla un piccolo bar.

94

PRAIA DO MARTHINAL_Sotto il paese di Sagres. La spiaggia è lunga quasi un km ed è larga circa 70m. È ben attrezzata, ci sono bar, scuole di surf e ricoveri per tavole. La rena è fine, dorata. L’acqua è di un azzurro intenso. Alla sua destra sorge un pittoresco porticciolo. PRAIA DO BELICHE_A est di Tonel. 150 gradini per raggiungerla e una grande popolazione di surfisti che dormono in tenda. CARRAPATEIRA_Spiaggia immensa, lunga e larga, attorniata da dune. Maestosa e surreale, la foce di un fiume forma una laguna. PRAIA FIGUERAO_Piena di surfisti e meta prediletta di nudisti. CORDOAMA_Meravigliosa, con sculture di rocce nere, laviche, appuntite che brillano al sole. Sabbia dorata che si prolunga all’infinito. C’è anche una scuola di surf. PRAIA DO AMADO_Tre ampie insenature con spiaggia rosata, rocce rosse e giallo ocra. È frequentatissima, anche qui c’è un surfcamp. Chioschi gestiti da italiani. PRAIA ARRIFANA_Spiaggia raccolta, sulla destra grandi rocce a strapiombo, dove si abbarbica un gruppetto di case. Un piacevole bar californiano che dispensa succhi di frutta e ortaggi freschi. Quando la marea è bassa il paesaggio cambia, crea dune e le rocce vengono ricoperte di alghe di tutti i colori. PRAIA CARRAGEM_Si raggiunge attraverso il Parco Naturale do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina. Vista spettacolare. L’aria è rarefatta, satura di umidità e il cielo si unisce al mare. PRAIA CASTELEJO_Rocce lamellari che cambiano continuamente colore. Formazioni color grafite. Si può camminare all’infinito e il paesaggio cambierà altrettante volte.

ontour

THE BEST BEACHES. FOR SURFING AND OTHERWISE ILHAS DE TAVIRA_Between the island’s channels are beautiful beaches where music is played until late. Get there on one of the rickety boats which leave from the harbour at Tavira every 15 minutes. The atmosphere is slightly hippie-ish. Must see: Praia do Barril ILHA DESERTA_The last island in the Ilhas de Faro archipelago and the closest to the open sea. Get there on the ferry from Faro. The island is very small and completely deserted but has the strongest sun in the Algarve, great big seashells and crystal-clear water. PRAIA DO CARVOEIRO_Between the Barlavento and Sotavento regions. The sand is soft as are the high, powdery clay cliffs. Small, easy to get to and romantic. PRAIA DO TONEL_To the right of Fortezza di Sagres. A 600m long beach surrounded by large cliffs. The sand is a golden-pink colour. At the beginning of the summer a small bar is constructed on a platform, suddenly appearing as if out of nowhere. PRAIA DO MARTHINAL_Beneath the town of Sagres. The beach is nearly 1km long and about 70m wide. Well equipped with bars, surf-schools and huts to keep your surf-board. The sand is fine and golden, the water an intense blue-colour. To the right is a small picturesque port. PRAIA DO BELICHE _To the east of Tonel. Climb 150 steps to reach it and its large population of surfers sleeping in tents. CARRAPATEIRA_Enormous long, large beach surrounded by dunes. Majestic and surreal, it also contains a lagoon formed by the outpouring of a nearby river. PRAIA FIGUERAO_Full of surfers as well as an area frequented by nudists CORDOAMA_Marvellous, with sculptures in spiky black volcanic rock which glimmer in the sun. Endless golden sand and a surfschool. PRAIA DO AMADO_Three large inlets with pink beaches and red and ochre-yellow rocks. Very busy and containing a surf school. Beach bars run by Italians. PRAIA ARRIFANA_Secluded beach with large, sheer rocks with a cluster of houses to its right and a fun Californian-style bar selling juices and fresh fruit. When the tide is out the landscape is transformed into a series of dunes and the rocks are covered with coloured algae. PRAIA CARRAGEM_Get there via the Parco Naturale do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina. There is an incredible view. The rare air is saturated with humidity and the sky seems to be joined to the sea. PRAIA CASTELEJO_Sheet rocks that constantly change colour. Graphite colour rock-formations. Walk as far as you can and the landscape will change appearance with every step you take.

passato e il futuro del mondo. Da São Vincente in direzione Lisbona la linea di costa è un rincorrersi di spiagge chilometriche, alte pareti di roccia lucida, spot perfetti per surfisti che giungono da ogni parte del mondo. Nelle praie di Odeceixe, Arrifana, Amoreiras, Carrapateria il giorno scivola lentamente verso la notte, è come se la luce non riuscisse ad abbandonare questa terra. Il tramonto si prolunga in un crepuscolo lunghissimo e la notte arriva molto tardi. Ci si incontra nei piccoli chioschi, dove la buona musica risuona insieme al rumore del ghiaccio nei bicchieri. I portoghesi vanno pazzi per caipirinhas e mojito, oltre che per il pesce, che si mangia ovunque, a buon prezzo e in grandi quantità. “Boa vida”, qui la vita è dolce, sorride orgoglioso Vitanga, giovane musicista di Faro venuto qui per suonare; gli fa eco, scherzando, Joel, surfista: “L’Algarve è o reino, un regno. È differente da tutto il Portogallo, è quasi un’isola”. Un’isola di fascino che resta nel cuore.

long twilight and night arrives much later still. People gather in the small beach bars where the sound of good music is accompanied by the clink of ice-filled glasses. The Portuguese go wild for caipirinhas and mojito as well as for the fish which is consumed cheaply and in large portions just about everywhere. “Boa Vida”, here life is sweet, smiles Vitanga proudly. The young musician from Faro is here to play and his surfer friend Joel echoes him jokingly: “The Algarve is o reino, a kingdom. It’s not like anywhere else in Portugal, it’s almost an island”. An enchanting island which captures your heart.


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

spot EstateSummer08

© Alessandro Mallamaci/Laboratori Creativi

Da Reggio a Varsavia,

un’estate di charter { Summer charters from Reggio to Warsaw }

L’Aeroporto di Reggio Calabria continua nell’opera di consolidamento dei collegamenti ormai effettuati da diverse stagioni e si presenta alla sua utenza con i nuovi collegamenti Reggio/Varsavia e Reggio/Katowice.

Reggio Calabria’s airport continues its ongoing programme to increase the number of flight links with the addition of new flights to and from Warsaw and Katowice.

Ogni sabato dal nostro scalo, che si sta attrezzando per accogliere un sempre maggior numero di voli charter, decolla un Boeing 757/200 da 220 posti che viaggia costantemente a pieno carico. E’ la dimostrazione della forte richiesta che il mercato esprime ormai in maniera sempre più pressante nei confronti dell’Aeroporto dello Stretto. La Società di Gestione ha preso contatti con Compagnie aeree che hanno chiesto di potere schedulare, per la prossima stagione invernale e per la successiva stagione estiva, nuovi collegamenti su direttrici sia nazionali che internazionali.

Passengers for these destinations take off every Saturday from the airport, which is adapting to host an ever-growing number of charter flights, on a 220-seater Boeing 757/220 that is always filled to capacity. This is a demonstration of the increasing market demand on the Aeroporto Dello Stretto and is further confirmed by the fact that the airport management has established contact with airlines who have asked to schedule new, direct flights (both national and international) during next winter and summer.

95


© Alessandro Mallamaci/Laboratori Creativi

© Alessandro Mallamaci/Laboratori Creativi

spot

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

There is now a general understanding that the pool of passengers using the Aeroporto Dello Stretto is not only limited to the millions who use the ‘business’ flights but also includes a larger group of both Italian and foreign tourists who are visiting Calabrian and Sicilian holiday destinations in ever-increasing numbers. The launch pad for a firmer link between the two regions is the airport’s landing stage which should be fully functioning by this coming August and which will allow passengers to travel by sea to Taormina in just 40 minutes and to the Aeolian islands in 1 hour and 20 minutes. In addition to this, work will soon be started to enlarge the airport terminal, increasing comfort and the number of services on offer to its customers. Reggio and the area of the Strait of Messina is preparing to become the new pivotal centre for travel to and from the Mediterranean. © Alessandro Mallamaci

96

Si è finalmente compreso che il bacino di utenza dell’Aeroporto dello Stretto non si limita al milione di potenziali passeggeri che effettuano voli “commerciali” ma a quello ben più ampio dei turisti, sia italiani che stranieri, che frequentano in numero sempre crescente non solo le splendide coste calabresi ma anche quelle siciliane. Trampolino di lancio per la creazione di un collegamento stabile tra le due regioni sarà il pontile dell’aeroporto, la cui entrata in funzione è prevista per il prossimo mese di agosto, e che darà l’opportunità di effettuare collegamenti con i quali sarà possibile raggiungere in soli 40 minuti Taormina e in un’ora e venti le Isole Eolie. A breve, inoltre, partiranno i lavori per l’ampliamento dell’aerostazione la cui realizzazione permetterà di offrire all’utenza il massimo comfort insieme ad una serie di nuovi servizi. Reggio e l’intera area dello Stretto si apprestano a diventare vero fulcro degli spostamenti nel Mediterraneo.


PARCHI

C’è un nuovo buon motivo per scegliere e amare la Calabria quest’estate. Anzi ce ne sono almeno cinque e sono distribuiti su una lunga distesa di costa che regala panorami mozzafiato e, al di sotto di tutte le sfumature blu del mare, custodisce altri paesaggi, altre incontaminate bellezze in cui nuotano delfini, tartarughe, cavallucci di mare e stenelle.

© Romano Arti Grafiche

ontour

EstateSummer08

There’s now one more good reason to choose and fall in love with Calabria this summer. Actually, there are at least five, and they extend along a stretch of coast with breathtaking views and, below the various hues of the deep blue sea, another world exists of unspoiled beauty where dolphins, turtles and seahorses swim.

Dove l’acqua è più blu

{ Where the water is the bluest of blue }

di Benedetta Caira

La Riviera dei Cedri, la Baia di Soverato, la Costa dei Gelsomini, gli scogli di Isca e i fondali di Capo Vaticano, Vibo e Tropea: la Calabria ha cinque nuovi parchi marini, che rappresentano non solo una risorsa turistica ma anche un patrimonio di biodiversità e che per questo il Consiglio Regionale ha deciso di perimetrare e salvaguardare. Da nord a sud il Mediterraneo è tutto da scoprire e l’istituzione di questi parchi suggerisce nuovi itinerari, perché si può partire dalle spiagge e dal mare

Uno scorcio di Capo Vaticano

The Riviera dei Cedri, Baia di Soverato, the Costa dei Gelsomini, the stacks of Isca and the seabed at Capo Vaticano, Vibo and Tropea: Calabria has five new marine parks representing not only a tourist resource but also a patrimony of bio-diversity, which is why the Regional Council has decided to safeguard them within perimeters. From north to south, the Mediterranean is a world waiting to be explored and creating these parks means launching

97


© Offseason.it

L’Isola di Dino a Praia a mare - foto archivio DISCOVERY

98

per poi andare alla scoperta dei sapori, dei profumi, delle tradizioni, della storia. La Riviera dei Cedri si estende da Praia a Mare ad Acquappesa, dove tra le numerose scogliere si distinguono l’isola di Cirella, di Dino e lo scoglio della Regina. Siamo nella profumatissima terra degli agrumi sacri agli ebrei. Qui, quando è la stagione della maturazione dei frutti, non è raro incontrare gruppi di rabbini avvolti nei tradizionali abiti neri, arrivati dal lontano Medioriente per selezionare personalmente, uno a uno, i cedri da portare via. D’estate questo tratto di costa è una delle mete prescelte dai turisti e l’immersione negli splendidi fondali, soprattutto in prossimità delle isole, è un viaggio meraviglioso: cernie e triglie sono solo alcune delle specie che nuotano indisturbate, mentre a qualche chilometro di distanza, sulle spiagge popolatissime, si consuma la movida estiva. Per molti bambini si trova solo nelle favole, eppure nella Baia di Soverato vedere un cavalluccio marino è un’esperienza reale. La presenza della popolazione di Hipocampus Hipocampus (è questo il nome scientifico) rende unica questa piccola area del Tirreno ora diventata parco: basta restare a pochissimi metri dalla battigia per osservare numerosi cavallucci marini nel loro ambiente naturale. Unica per le specie che la abitano è anche la Costa dei Gelsomini, il tratto di litorale compreso tra Capo Bruzzano (già nel 2005 una delle undici spiagge più belle d’Italia per Legambiente) e Punta di Spropoli: su queste spiagge viene a riprodursi la grande tartaruga della specie caretta-caretta. Basta questo

ontour

new itineraries; visitors setting off from the beach and the sea can discover new tastes, perfumes, traditions and history. The Riviera dei Cedri stretches from Praia a Mare to Acquappesa where, among the many rocks and reefs, the isles of Cirella, Dino and the Regina reef are outstanding beautiful. This is the land of the heady perfume of the citrus fruit revered by the Jews. Here, when the fruit ripens, it is not uncommon to come across groups of rabbis who, in their traditional black garments, arrive from the far-away Middle East to select personally, one by one, citrons to take back with them. In summer this stretch of coast is a favourite tourist resort and diving on the spectacular seabed, especially near the isles, is an unforgettable experience: groupers and mullet are only some of the species which swim undisturbed here, while only a few kilometres away, on the crowded beaches summer movida takes place. For many children they only exist in fairy tales, but in the bay of Soverato, it really is possible to see a seahorse, and the presence of Hipocampus Hipocampus makes this small protected area of the Tyrrhenian sea quite unique: only a few metres from the shore numerous seahorses can be observed swimming in their natural habitat. Also unique for the species which inhabit it, the Costa dei Gelsomini stretches between Capo Bruzzano (among the eleven most beautiful beaches in Italy according to the Legambiente in 2005) and Punta di Spropoli: the large caretta-caretta turtle

Uno scorcio di Capo Vaticano


© Romano Arti Grafiche

EstateSummer08

© Romano Arti Grafiche

Un esemplare di Hipocampus Hipocampus nei fondali di Soverato

99 La torre di Ioppolo

© Offseason.it

© Francesco Turano

Costa rocciosa dell’Isola di Dino


All’alba, quando il sole sorge dal mare e illumina la costa, sorprende il profilo dei resti del tempio di Hera Lacinia, la dea greca protettrice della fertilità. È Capo Colonna, immagine simbolo di uno dei luoghi più suggestivi della Calabria. Qui è anche l’area marina protetta di Capo Rizzuto (istituita nel 1991), che comprende Crotone, Capo Cimiti, Isola Capo Rizzuto e Le Castella. Una riserva incontaminata in cui natura e storia disegnano una geografia unica che si estende su 15mila ettari e 40 km di costa. In superficie su una pineta verdissima dominano ginestra e ginepro, ma la varietà dei fondali è ancora più ricca. Escursioni in barca a vela o sui pescherecci offrono la possibilità di godere di uno spettacolo suggestivo. I turisti hanno a disposizione battelli col fondo trasparente attraverso il quale osservare la vita sottomarina e un grande acquario in cui sono raggruppati gli esemplari delle specie marine che vivono in queste acque. Per info 09627665254 Per prenotazioni 0962.7796019

100

At dawn, when the sun rises from the sea and lights up the coast, a surprising silhouette appears of the ruins of the temple of Hera Lacinia, the Greek goddess of fertility. This is Capo Colonna, symbol of one of the most fascinating places in Calabria, and also home of the protected marine park of Capo Rizzuto (established in 1991), which includes Crotone, Capo Cimiti, Isola Capo Rizzuto and Le Castella. It is an unspoilt reserve where nature and history have created a unique geographical setting extending over 15,000 hectares and 40km of coastline. On land, the vivid green pine forests are overshadowed by broom and juniper, but the variety under water is even richer. Trips on sailing or fishing boats offer visitors the chance to enjoy a fascinating show. They can observe marine life from glass-bottom boats and also see various marine species found in these waters in a large aquarium. For info: 0962.7665254 To book 0962.7796019

ontour

a suggerire che ci troviamo in un’oasi naturalistica in cui il turismo deve necessariamente essere rispettoso e non invasivo. Delfini e stenelle nuotano invece intorno ai due Scogli di Isca, a circa ottocento metri dalla costa. I faraglioni sono i resti dell’antico promontorio del Briatico al tramonto golfo di Amantea, già noti ai tempi di Omero, forse ciò che resta delle misteriose Insulae Oenotrides. Il parco marino ricade tra i Comuni di Amantea e Belmonte, il paese dei celebri pomodori adorati dagli chef più famosi, che da queste parti i contadini vendono ai turisti anche dai banchetti sistemati sul ciglio della strada. Ma non è solo la gastronomia ad attirare i visitatori in questa località. L’area degli scogli conserva una caratteristica flora mediterranea: praterie di margherite di mare, spirografi e spugne. E c’è di più: in alcuni periodi dell’anno si scorge nitidissimo il profilo dell’arcipelago delle isole Eolie con uno Stromboli fumante in primo piano. Da Capocozzo a Tropea, sulla costa tirrenica meridionale, si estende il nuovo parco marino che comprende i fondali di Sant’Irene, Vibo Marina, Pizzo Calabro e Capo Vaticano. Ci troviamo in uno dei tratti più famosi del litorale calabrese che d’estate si accende e trasforma le località affacciate sul mare. I turisti arrivano da ogni parte d’Italia e non solo. Tropea, per esempio, è tra le spiagge italiane più apprezzate da tedeschi e inglesi che amano, dopo una giornata trascorsa in riva al mare, passeggiare nel dedalo di viuzze del paese in cui ci si può perdere tra botteghe artigianali, discopub, vinerie e ristoranti. Ma anche quando non fosse la movida notturna ad attirare i visitatori, le spiagge e l’ambiente sottomarino del parco sono uno scrigno pieno di tesori. E a portata di tutti.

© Mario Naccarato - Regione Calabria Assessorato al Turismo

ISOLA CAPO RIZZUTO

comes here to reproduce. Obviously, in this natural oasis tourism must be of a respectful and non-invasive kind. Common and striped dolphins cavort around the two rocks known as the Scogli di Isca, about 800m from the shore. The stacks are what remain of the ancient headland in the gulf of Amantea, known since Homer’s times, and perhaps once the mysterious Insulae Oenotrides. The marine park lies between Amantea and Belmonte, the village renowned for its tomatoes, dearly loved by celebrated chefs, which farmers sell to tourists from their little stalls along the roadside. But it’s not just good food that attracts visitors, the reefs are home to characteristic Mediterranean flora, prairies of sea daisies, spirographs and sponges. And there’s more: during some periods of the year the silhouettes of the islands in the Eolian archipelago can be made out, with smoking Stromboli in the foreground. From Capocozzo to Tropea on the southern Tyrrhenian coast, the new marine park includes the seabed of Sant’Irene, Vibo Marina, Pizzo Calabro and Capo Vaticano. This is one of the most famous stretches along the Calabrian coast. It comes alive in summer and transforms the seaside resorts. Tourists arrive from all over Italy and abroad. Tropea, for example, is favoured by the Germans and the English who love to stroll around the labyrinth of lanes and alleys after a day on the beach, losing themselves in craft shops, discopubs, wine bars and restaurants. But even without the busy nightlife to attract visitors, the beaches and underwater world of the park are a treasure-trove whose contents are waiting to be discovered.


Fondali dell’Area Marina Protetta di Isola Capo Rizzuto © Romano Arti Grafiche

© Giuseppe Felicetti

Il mare cristallino di Riaci a Tropea

Le Castella a Isola Capo Rizzato

Se vuoi scoprire la Calabria, le sue spiagge e i suoi paradisi nascosti, oppure se hai già in mente il viaggio dei tuoi sogni in Italia o all’estero, entra da Simonetta Viaggi. Un vero e proprio team di specialisti, con alle spalle oltre 50 anni di esperienza, ti accoglierà per costruire insieme, e su misura, la tua vacanza ideale. Nelle tre agenzie di Reggio Calabria, Simonetta Viaggi offre il meglio della selezione di tour operator, vacanze, crociere, viaggi di nozze, programmi per gruppi, viaggi ad hoc, e il servizio biglietteria aerea nazionale e internazionale, ferroviaria e marittima, insieme a numerose offerte di pacchetti promozionali. Per la tua vacanza ideale.

© Giuseppe Felicetti

© Romano Arti Grafiche

Veduta di Tropea di notte

EstateSummer08

If you want to discover the real Calabria with its beaches and hidden treasures or if you have another destination in mind whether in Italy or abroad, come to Simonetta Viaggi. A team of real travel specialists with over 50 years of experience will welcome you and help you find the perfect holiday, made-tomeasure just for you. At its three branches in Reggio Calabria, Simonetta Viaggi offers the best selection of holidays, cruises, honeymoons, group tours, individual holidays, ticketing service for national and international air, train and sea travel as well as many promotional offers. For your ideal holiday.

101

SIMONETTA VIAGGI C.so Garibaldi, 521 Reggio Calabria - Tel. 0965 21292 - simonettaviaggi@simonettaviaggi.it Filiale: Argine Dx Annunziata, 51 - Reggio Calabria - Tel. 0965 814024 Filiale: “La Perla dello Stretto” - Via Z.Bianco, 46/48 Villa S.Giovanni - Tel. 0965 751874

spot

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA


Chiudi gli occhi, immagina il paradiso e osserva il suo splendore. Non stai sognando, sei da Pepy’s Beach, un angolo magico per innamorarti dell’estate.

Close your eyes and imagine you’re in heaven, then open them and see it for yourself. No, you’re not dreaming, you’re at Pepy’s Beach, a magical corner of paradise where you can fall in love with the summer.

Rilàssati nel privèe Ipanema e lasciati accarezzare dalle onde del mare dello stretto tra i colori del sole e il sorriso della luna. Lasciati incantare dalla bellezza della natura e dal fascino misterioso della fata morgana. Concediti alle golosità gastronomiche ed alle tipicità della terra di Calabria e sorseggia i nostri long drink caraibici nei salotti etnici dell’area Malibu. Sulle note delle sound track dell’estate aspetteremo insieme il tramonto. I nostri esclusivi

Relax in the Ipanema VIP area and let the sea’s waves caress you between the colours of the sun and the smile of the moon. Let yourself be bewitched by the beauty of nature and the mysterious magic of the fata morgana. Give in to the temptations of our delicious food and typical Calabrian specialities and sip a Caribbean cocktail in the ethnic-inspired Malibu area. Wait for sunset to the laid-back rhythms of summer. Our exclusive pre- and after-

© Marco Oteri

amore a prima vista spot

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

© Marco Oteri

102

Pepy’s Beach,


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

spot EstateSummer08

© Marco Oteri

© Marco Oteri

© Marco Oteri

© Marco Oteri

pre-dinner e after-dinner sono ricchi di prelibatezze irresistibili accompagnate da vino, prosecco e champagne. Quando arriva il buio, poi, Pepy’s Beach si illumina. La notte da noi è magia. Lo stile esotico, che evoca luoghi incantati di paesi lontani, è lo scenario dei nostri party che avvolgerà le tue emozioni rendendole uniche e irripetibili. E non stupirti se ogni tanto ti proporremo di aspettare l’alba con un tocco di follia, perché anche per quest’anno ospiteremo eventi indimenticabili.

dinner drinks are accompanied by a tantalising buffet of snacks and served with wine, prosecco and champagne. As night falls, Pepy’s Beach is lit up by the magic of summer nights. An exotic style which conjures up images of magical places and faraway lands is the backdrop for our parties and adds to the unique and unrepeatable experience. And don’t be surprised if every so often the wait for sunrise is accompanied by something wild and crazy; as usual this summer has some unforgettable events in store.

Pepy’s Beach, Lungomare di Reggio Calabria info: 389 9687963; mail to pepys@pepys.it www.pepys.it

Pepy’s Beach, Lungomare di Reggio Calabria info: 389 9687963; mail to pepys@pepys.it www.pepys.it

103


degustibus

! { All about tuna }

A tutto tonno! di Gaia Branca - foto Valerio d’Urso

Parlare di tonno al giorno d’oggi è decisamente à la page, grazie al suo colore rosso è molto richiesto e apprezzato nella variante cruda. Ma naturale, cotto o crudo che sia, il tonno è spesso associato alla cucina giapponese che ha avuto il merito di riportare in auge un pesce senza alcuna fortuna fino a una decina di anni fa.

104

The topic of tuna in contemporary conversations is decidedly à la page, being highly sought-after and appreciated in its redcoloured raw version. Tuna in both its cooked and raw forms is often associated with Japanese cuisine which has brought back into fashion a product that was barely considered until a decade ago.

Si ignora il fatto che il tonno fosse già It is a little known fact however, that di moda molto tempo addietro, ancora tuna was fashionable many years prima della colonizzazione greca delle ago, long before the Greek colonisanostre coste, famoso già ai tempi del tion of our shores and as far back as Neolitico. La sua storia ce la racconta the Neolithic era. Its story is told in A A tutto tonno ironico titolo della bibtutto tonno, the ironically titled biLo chef Carmelo Chiaramonte bia del tonno nostrano scritto dallo ble of local tuna written by the Modichef modicano Carmelo Chiaramoncano Chef Carmelo Chiaramonte. te. Il libro è un excursus sulla storia, The book is an excursion into the often underestimated history spesso sottovalutata, di quello che Chiaramonte, cuciniere presso of what Chiaramonte, cuciniere at Catania’s Katane Palace reil Katane Palace di Catania, definisce, non a torto, il maiale del fers to, not incorrectly, as il maiale del mare (the sea-pig). Tuna mare. La pesca del tonno è effettuata a mezzo di tonnare, imbar-


EstateSummer08

Lo chef Carmelo Chiaramonte in cucina con il suo staff

cazioni di cui esistono ancora pochissimi esemplari, una a Favifishing is carried out using a tonnara, a vessel of which only a few examples still exist; one in Favignana and two in Sardinia. gnana e due in Sardegna. La pesca iniziava il 23 aprile, festa di Traditionally, fishing would S. Giorgio, e terminava il begin on the 23rd of April, 13 giugno, festa di S. An“Il cibo è una delle nostre attività più (S. Giorgio), and ended on tonio. In questo periodo i intime e necessarie. Bisogna rallentare e the 13th of June (S. Antonio). pesci in branchi si avviciconservare un po’ di tempo per coltivare During this period, shoals of nano alle coste, diventando il proprio appetito.” fish swam close to the coast facile preda. Questo rende “Food is one of our most intimate and necessary activities. becoming easy prey and alquindi possibile un pescaWe should slow down a bit and set aside some time to lowing such an abundant to molto abbondante, così build up our appetites.” catch that the tuna was the che il tonno è stato il primo first fish to be conserved uspesce a essere messo sotto ing salt. Chiaramonte tells sale per la conservazione. how the fishing and killChiaramonte racconta di ing of tuna, was an almost come la pesca del tonno, spiritual affair, a mystic compiuta con il rito della ceremony accompanied by mattanza, avesse un che di the chorus of the fishermen, spirituale, quasi una ceriprayers and even swearing. monia mistica, accesa dai For about a thousand years Un piatto a tutto tonno canti dei pescatori, a volte until the 1950s, a code dalle preghiere, altre dalle existed in Sicily for the dissection of the various parts of the fish. bestemmie. Per circa mille anni, fino agli anni ’50, in Sicilia è esiOnce divided into 32 pieces, the tuna was placed into terracotta stito un codice per sezionare le varie parti del pesce. Diviso in 32

105


Lo chef durante la preparazione di un piatto

106

!

pezzi il tonno veniva poi messo in anfore di terracotta. “La scoamphorae. “The discovery of this code which is probably quite different from the Japanese version, liberates us Mediterranean perta di questo codice, che probabilmente non si può paragonare cooks from the sense of inferiority that can be felt with respect to a a quello giapponese, libera noi cuochi mediterranei dal senso di thousand year-old culture of fish such as the Japanese one.” Cainferiorità che si può avere rispetto a una cultura del pesce millelabrians know all too well naria come quella nipponithat when cooking a pig, ca”. I calabresi sanno bene nothing is thrown away, it che del maiale non si butta “La nostr a società è eccessivamente is even used to make sweets; via niente, viene utilizzato digitalizzata e il cibo è l’unico baluardo in Sicily the same is said of addirittura per farne dei di fisicità che ci è rimasto.” the tuna, defined by Chidolci, in Sicilia si dice la aramonte as the ‘sea-pig’. stessa cosa per il tonno che “Today’s society is over-digitalised and food is the last The Chef explains how bastion of physicality that is left.” Chiaramente definisce il best to use each part of the maiale del mare. In 28 rifish in 28 recipes, includcette, lo chef, spiega come ing recipes for desserts. But utilizzare al meglio ogni the book talks about more than just gastronomy. On the island of parte del pesce realizzandone, anche in questo caso, dei dessert. Favignana, an oil produced from the scraps and the juice from the Ma non si parla solo di gastronomia. Nell’isola di Favignana, con fish’s skeleton is used to paint house walls, protecting them from gli scarti e la spremitura dello scheletro si otteneva un olio utithe effects of exposure to salt, and brushes, made from the bones, lizzato per pitturare le pareti delle abitazioni e preservarle dagli are used for cleaning the hulls of boats. attacchi della salsedine, mentre con le lische si realizzavano delle Thanks to changes in health and social trends, today’s appetites spazzole per pulire le carene delle barche. are smaller and the ravenous hunger of the peasant or traveller Complice il benessere e i condizionamenti sociali, al giorno d’ogis a thing of the past. Nowadays, it is the name of the Chef rather gi c’è meno appetito, si è persa la fame schietta come quella del than the type of food that attracts diners whose eyes want to be viaggiatore o del contadino. L’ospite ormai ricerca il nome dello entertained by colourful platters prepared with unusual techchef più che la cucina, l’occhio vuole essere catturato dal piatto niques. Carmelo Chiaramonte manages to combine all this with a colorato, cucinato con tecniche particolari. Carmelo Chiaramon-

degustibus


EstateSummer08

!

La copertina del libro “A tutto tonno” edito da Biblioteca Culinaria

te riesce a coniugare tutto questo con uno stile tecnico e contemporaneamente molto emozionale. La sua cucina è un contrasto di sapori, nello stesso piatto si passa dalla dolcezza del Ragusano all’asprezza delle erbe, si ritrovano i contrasti della Sicilia, come il pesce delle coste e il maiale nero dei Nebrodi. Il suo è uno stile quasi musicale, evocativo perché come afferma lo stesso chef non bisogna mai dimenticare che il termine ristorante deriva da ristorare, proteggere e sedersi a tavola.

style that is both technical and emotive. His cooking is characterised by contrasting flavours: sweet Ragusano cheese and bitter spices can be found alongside each other in the same dish and the contrasts of Sicily such as local fish and Nero Siciliano pigs from the Nebrodi Mountains are a constant theme. It is an almost musical style which evokes the real meaning of the word ‘restaurant’ which, as the Chef himself reminds us, comes from the word ristorare meaning to protect and restore - perhaps around the table.

107


1sight2night

L’esibizione di Peppe Barra al Tarantella Power

The Swing Thing al Jazz for Holiday

Luci e suoni da Paleariza 2006

I romani Assalti Frontali al Pollino Music Festival

di Stefano Cuzzocrea

108

Festival

Si alza il sipario. L’estate è musica in Calabria. I palchi si moltiplicano. Lo spettacolo diventa festival. Tra il mare e la montagna, fra tonalità di blu e di verde, l’intrattenimento diventa itinerario culturale.

The curtain rises. Summer in Calabria means music. Stages are set up everywhere. The show becomes a festival. Between sea and mountains, from blue to green, entertainment becomes a cultural itinerary.

Partiamo dalle coste che guardano il nord Africa, dove il mare è linea di confine labile tra bianco e nero e la musica è il punto d’incontro. Sono ben 28 anni che sotto il solleone il programma del Roccella Jazz Festival è teso a consacrare una tradizione sonora che è virtuosismo e spontaneità al contempo, e lo fa non solo con ospiti di caratura internazionale, ma anche attraverso seminari su

We set off from the coast overlooking North Africa, where the sea is a fleeting frontier between black and white and music is the meeting point. For 28 years under the hot summer sun, the Roccella Jazz Festival has been bent on consecrating a musical tradition which is both virtuosity and spontaneity, not only by inviting internationally-renowned guests, but also through seminars on


EstateSummer08

Raffaele Toninelli al Jazz for Holiday

Caparezza al Pollino Music Festival

tecniche, strumenti e maestri. L’edizione 2008 parte da Reggio Calabria il 13 agosto, per concludersi a Roccella Jonica il 23 dello stesso mese, dopo aver sostato a Gerace, Locri, Polistena, Cinquefrondi, San Giorgio Morgeto, Siderno e Martone. Poi si può salpare per un altro viaggio. L’approdo seguente è Caulonia. Proprio lì parte il Tarantella Power, in scena dal 24 al 30 agosto. Musica etnica accordata al dialetto locale, al vino e alle tradizioni popolari. L’organizzazione è affidata all’A.r.p.a, consorzio di soggetti interessati a tutelare e tramandarne il patrimonio culturale. Il festival è anche un modo per promuovere laboratori di etno-fotografia, video-documentari, insieme a corsi di musica e balli tradizionali. La

technique, instruments and maestri. The 2008 edition kicks off in Reggio Calabria on 13th August and ends at Roccella Jonica on the 23rd, stopping at Gerace, Locri, Polistena, Cinquefrondi, San Giorgio Morgeto, Siderno and Martone on the way. Then you can set off on another journey, this time from Caulonia, where Tarantella Power takes the stage from 24-30 August. Ethnic music tuned to local dialect, wine and popular traditions, organised by the A.r.p.a consortium to safeguard and hand down this cultural heritage. The festival is also a way to promote laboratories of ethnic-photography, video-documentaries, as well as courses of traditional music and dances. Other fascinating Calabrian scenarios are

109


ROBA CHE SCOTTA Il peperoncino non è solo una coltura tipica calabrese, ma anche l’effige del ridente paesino di Diamante. La gemma della costa tirrenica brucia di entusiasmo e gusto, tanto da essere divenuta rampa di lancio del Peperoncino jazz festival e della Picanto Records, etichetta discografica che ha già ottenuto numerosi riconoscimenti in Italia. La rassegna negli anni ha proseguito il suo cammino anche sui palchi delle più suggestive località tra Jonio e Tirreno, divenendo così Jazz tra i due mari. Tra Rossano, Castrovillari, Trebisacce, Morano Calabro, Scalea, Belvedere e Cirella, gli eventi in programma creeranno ancora altre armonie, per poi tornare alla nativa Diamante alla fine di agosto, prima che il peperoncino, a settembre, diventi l’ingrediente protagonista della sagra enogastronomica più attesa della stagione, nelle mani dell’Accademia del Peperoncino.

stessa indole ci fa scoprire altri affascinanti scenari calabresi. È il viaggio di Paleariza, rassegna di world music in scena nell’area grecanica che si pone già etimologicamente come riscoperta dell’antica radice. Tra Bova, Africo, Bagaladi, Condofuri, Brancaleone, Melito di Porto Salvo, Pentedattilo, Palizzi e Staiti, si svolgono trekking e concerti dai primi di agosto fino quasi a fine mese, percorrendo strade tortuose che conducono ai bellissimi cen-

waiting to be explored. The Paleariza is a festival of world music held in the Grecanic area around Bova, Africo, Bagaladi, Condofuri, Brancaleone, Melito Porto Salvo, Pentidattilo, Palizzi and Staiti where ancient etymological roots can be re-discovered with concerts throughout most of August. Trekking along the winding roads leading to picturesque villages perched on high ground overlooking the sea, up as far as Roghudi Vecchio, or towards the Byz-

HOT STUFF The chilli pepper is not just a typical Calabrian product, it’s also the symbol of the sunny and picturesque village of Diamante. This little jewel on the Tyrrhenian coast burns with so much enthusiasm and taste, it has become the launching pad for the Peperoncino Jazz Festival and Picanto Records, the record label which has already received major recognition in Italy. Over the years the festival has travelled to some of the most fascinating stages along the Ionian and Tyrrhenian coasts, and become the Jazz tra i due mari. Events in Rossano, Castrovillari, Trebisacce, Morano Calabro, Scalea, Belvedere and Cirella will play other tunes, returning home to Diamante at the end of August before the chilli pepper becomes the star of the eagerlyawaited food festival organised by the Accademia del Peperoncino in September.

Gatto Critelli live al Tarantella Power di Caulonia

Donato Santoianni Trio al Jazz for Holiday

110

1sight2night

Luci e suoni da Paleariza 2006


EstateSummer08

tri abbarbicati sulle alture che guardano al mare. E poi su fino a Roghudi Vecchio, o verso la chiesa Bizantina di Santa Maria dei Tridetti (sito protetto dall’UNESCO), dove non c’è luce elettrica e i concerti si svolgono in acustica. L’ospitalità è il nesso, il dialogo tra band locali e internazionali, invece, l’imperativo. L’etno-music diventa ancora scambio culturale a settembre, durante il Sila in Festa fra Camigliatello e Lorica. C’è però ancora

antine church of Santa Maria dei Tridetti (a World Heritage site), where there is no electricity and concerts are acoustic. Hospitality is the link, and dialogue between local and international bands becomes imperative. Ethno-music once again becomes a means of cultural exchange during the Sila in Festa at Camigliatello and Lorica in September. But there’s still plenty of jazz to be enjoyed between the summer solstice and the equinox of autumn, both

ROCK E DINTORNI Una visione panoramica delle nuove tendenze musicali parte dalla Lucania e arriva fino alla Costa Viola. Dal 1996 il piccolo comune di San Severino Lucano, all’interno del Parco Nazionale del Pollino ospita il Pollino Music Festival. Gemellata con la Fondazione Arezzo Wave, la rassegna merita un occhio di riguardo. Offerta culturale di qualità, risorse ad alto valore ambientale, target giovanile e buona esposizione mediatica si amplificano in un’edizione 2008 che dal 16 al 19 agosto promette meraviglie e affida la chiusura ai Gogol Bordello, band etno-punk che ha già conquistato Madonna. Le stesse prerogative si ritmano un po’ più a sud, a Palmi, dove dal 3 al 10 agosto si concentra il pubblico di Ritmi Vitali - Body’n’soul. Dj-set in spiaggia, break-dance, campeggio e tanti concerti sono gli ingredienti del festival. Numerosi gli ospiti internazionali già confermati, dalle stars del rap Method Man e Dudley Perkins, al grande artista reggae General Levy, passando per il meglio dell’hip hop e della patchanka italiana. ROCK AND ITS HAUNTS

Amore e natura a Paleariza

Giornate di trekking Paleariza

tanto jazz tra il solstizio d’estate e l’equinozio d’autunno, sia nell’itinerario del Peperoncino Jazz Festival, sia nella formula di Jazz for Holiday, nel Golfo di Policastro, che offre vitto e alloggio alle band in cambio delle performance. Mentre i ritmi urbani animano Palmi e il suo Ritmi Vitali Body’n’soul, dal 3 al 10 agosto. Tarantella, jazz, world music in fondo sono solo verbi del folk, privi di partiture e quindi legati alle tradizioni orali. La Calabria parla da sé. Perché la musica è un punto d’incontro che si racconta in una lunga festa estiva.

at the Peperoncino Jazz Festival, and Jazz for Holiday in the gulf of Policastro, which offers board and lodging to bands in exchange for their performances. Palmi beats with urban rhythms with its Ritmi Vitali – Body’n’soul, from 3-10 August. Tarantella, jazz, world music are basically just the verbs of folk, without scores, bound to oral traditions. Calabria speaks for itself, and music is the chance for everyone to meet and enjoy a long summer party.

A panorama of the new musical trends kicks off in Lucania and goes down as far as the Costa Viola. Since 1996 the village of San Severino Lucano, situated in the Pollino National Park, has held the Pollino Music Festival. Twinned with the Fondazione Arezzo Wave, the festival deserves a special mention. The 2008 edition from 16-19 August is bigger and better with highquality cultural offer, resources of great environmental value, a young target audience and good media coverage that promise something very special. The final concert will be held by the ethnic-punk band Gogol Bordello who have won over Madonna. A little further south, from 3-10 August the Ritmi Vitali – Body’n’soul will have Palmi dancing to the beat with DJs on the beach, break dancing, camping and lots of concerts. Numerous international guests will be appearing, from rappers Method Man and Dudley Perkins, to the great reggae artist General Levy, with the best of hip-hop and Italian patchanka.

111


a b

c

ARIETE (21 marzo - 19 aprile) Nessuno come voi ha la capacità di plasmare idee e sogni, trasformandoli in realtà tangibili. Addominali a tartaruga e conto in banca con fuochi d’artificio, vi pregustate una vacanza indimenticabile. Meta consigliata, Creta. TORO (20 aprile - 20 maggio) Il percorso che avete intrapreso è difficile e stancante, ma garantisce soddisfazioni e incontri decisivi. Tappa dopo tappa, state acquisendo consapevolezza dei mezzi e degli obiettivi. Non vi arrendete con i primi caldi. Viaggio consigliato: il cammino di Santiago. GEMELLI (21 maggio - 20 giugno) Non ne potete più delle cattive maniere e della mancanza di buon gusto imperante. Nessuno sembra conoscere più le fasi della cerimonia del tè. Consolatevi con una vacanza tra simili nella contea del Kent.

tars

d

di Tupak Soiree

e

112

f

6

stars

CANCRO (21 giugno - 22 luglio) Il cuore va a mille. L’amore è sempre in cima ai vostri pensieri. Forse avete trascurato un po’ il lavoro e gli affari, ma siete il bersaglio preferito di Cupido. Prenotate una settimana su Love boat, viaggerete gratis. LEONE (23 luglio - 22 agosto) Vi sentite cavalieri indomiti e incompresi. Ogni missione impossibile per gli altri, per voi equivale al risveglio muscolare del mattino. Ma soffrite intimamente la solitudine. Per sentirvi nel vostro habitat, questa estate, propongo safari mozzafiato. Le gazzelle stiano in guardia. VERGINE (23 agosto - 22 settembre) Siete così pragmatici che tutti vi cercano quando c’è da programmare una vacanza. Sapete persino quante stelle alpine ci sono su ogni cima di montagna. La vostra valigia pesa 20 gr., ma dentro c’è anche il fornello per la fonduta. Ferragosto in Groenlandia, non dimenticate la parmigiana.

g h

BILANCIA (23 settembre - 22 ottobre) Tutti i pianeti, nel 2008, vi hanno coccolato come cuccioli di mufloni prematuri. Pieni di romanticismo, credete che i sogni sono desideri. Questa estate farete faville alla sfilata di Eurodisney. In terza fila tra la Sirenetta e Biancaneve. SCORPIONE (23 ottobre - 21 novembre) Preoccupazioni mascherate da freddezza e distacco. Gli ultimi mesi sono stati difficili e i misteri di un futuro incerto, spiegano, solo in parte, la vostra espressione persistente da Sfinge. Rilassatevi con un tour tra le Piramidi, a dorso di cammello.

i

SAGITTARIO (22 novembre - 21 dicembre) Capaci di autocontrollo zen, avete imparato a placare ansie e in sicurezze, guardando al futuro con fiducia. Se la vita è un fiume che scorre, voi siete traghettatori impavidi. Premiatevi con una traversata sul Rio delle Amazzoni.

j

CAPRICORNO (22 dicembre - 19 gennaio) Fiori d’arancio, cicogne, promozioni, vincite alla lotteria. Le stelle si inchinano al vostro incedere regale. Momenti magici. Vi vedo protagonisti a Las Vegas: matrimonio lampo e mega-vincita ai casinò.

k

ACQUARIO (20 gennaio - 18 febbraio) Intuito ed ottimismo sono le vostre armi infallibili. In un attimo, volgete in un successo, situazioni critiche e risolvete, quasi magicamente, enigmi. Un soggiorno, nei mesi estivi, nella striscia di Gaza, vi potrebbe valere la gratitudine dell’umanità intera.

l

PESCI (19 febbraio - 20 marzo) Siete avvolti da una nuvola di fascino misterioso. Dite e ammiccate, apparite e vi dileguate. Siete lunari e inquietanti, cosa vi passa per la testa? Chiaritevi le idee con un viaggio in Transilvania e per un po’ preferite le bistecche di maiale alla dieta vegetariana.


EstateSummer08

ARIES (21 March – 19 April) Nobody can shape ideas and dreams like you and turn them into tangible reality. With 6-pack abs and an explosive bank account, you’re already savouring an unforgettable holiday. Recommended destination, Crete. TAURUS (20 April – 20 May) You have undertaken a tough and tiring journey, but one that guarantees satisfaction and decisive encounters. Step by step, you are more aware of the means and objectives. Don’t give up at the onset of the first heat wave. Recommended trip: the Camino de Santiago walk. GEMINI (21 May – 20 June) You just can’t stand the rampant bad manners or lack of good taste any longer. These days noone seems to know what the phases of the tea ceremony are. Console yourselves with a holiday among fellow lovers of bon-ton in the county of Kent. CANCER (21 June – 22 July) Your heart pounds. Love is always foremost in your mind. Maybe you’ve neglected work and business a bit, but you’re Cupid’s favourite target. Book a week on the Love Boat, you’ll travel free. LEO (23 July – 22 August) You feel like the indomitable and misunderstood knight. Every mission impossible for others is just a morning warm-up for you. But deep down you are lonely. To feel at home this summer, I suggest a nail-biting safari. The gazelles are on the alert. VIRGO (23 August – 22 September) You are so pragmatic that everyone seeks you out when it’s time to plan a holiday. You even know how many edelweiss there are on each mountain peak. Your suitcase only weighs 20 grams, and you’ve got a hotplate in there for the fondue. August Bank Holiday in Greenland, and don’t forget the Parmesan.

LIBRA (23 September – 22 October) In 2008 all the planets pampered you like premature mouflon lambs. Bursting with romanticism, you think that dreams are desires. This summer you’ll shine in the Eurodisney parade: in the third row between the Little Mermaid and Snow White. SCORPIO (23 October – 21 November) Worries hidden behind a mask of coldness and reserve. The last few months have been difficult and the mysteries of an uncertain future only partly explain your persistent sphinx-like expression. Relax on a tour of the pyramids, on the back of a camel. SAGITTARIUS (22 November – 21 December) Capable of Zen-like self-control, you have learned to soothe your anxiety and insecurities, looking confidently towards the future. If life is a river that flows, you are the brave ferryman. Treat yourself to a crossing of the Amazon river. CAPRICORN (22 December – 19 January) Orange-blossom, storks, promotion, lottery wins. The stars bow before your regal gait. Magical moments. I see you in the leading role in Las Vegas: a whirlwind wedding and a mega-win in the casinos. AQUARIUS (20 January – 18 February) Intuition and optimism are your infallible weapons. In the blink of an eye, you turn critical situations into success and, almost by magic, solve puzzles. A summer stay in the Gaza Strip might earn you the gratitude of mankind. PISCES (19 February – 20 March) You are enveloped in a cloud of mysterious charm. You speak and wink, you appear and vanish. You are ethereal and disquieting, what’s on your mind? Work things out with a trip to Transylvania, and eat a few pork chops instead of a vegetarian diet for a while.

11


agenda

Mostre, eventi, segnalazioni / Exhibitions, events and news

MOSTRE/EXHIBITIONS Altare (Sv)

L’Università dell’arte vetraria di Altare e Vigliaturo dal 28 giugno al 30 agosto La splendida cornice di Villa Rosa ospiterà una mostra interamente dedicata all’arte vetraria, e relative tecniche di lavorazione, e a Silvio Vigliaturo uno dei più importanti maestri della vetrofusione. Saranno presenti opere dal XVII secolo ad oggi oltre a oggetti di uso comune. Villa Rosa - Piazza Consolato 4 www.museodelvetro.org www.museovigliaturo.it

dei miracoli, altare in maiolica di Andrea e Giovanni Della Robbia. Collegiata di San Medardo www.arthemisia.it - www.arceviaweb.it Arcevia (An) Luca Signorelli. La Pala di Arcevia e i Capolavori di San Medardo Until 28 September The town of Arcevia celebrates the fivehundred year anniversary of the renaissance masterpiece La Pala di Arcevia. Il Polittico di San Medardo and Il Battesimo di Gesù, also by Signorelli, as well as La Vergine dei miracoli, a tin-glazed altar by Andrea and Giovanni Della Robbia are also on show. Collegiata di San Medardo www.arthemisia.it - www.arceviaweb.it

Borgia (Cz)

Intersezioni dal 29 giugno al 26 ottobre

Altare (Sv) L’Università dell’arte vetraria di Altare e Vigliaturo From 28 June to 30 august Villa Rosa plays host to an exhibition dedicated to glass, its relative work techniques and Silvio Vigliaturo, one of the greatest glass fusing masters. The exhibition includes works from the XVII century to the present as well as commonly found objects. Villa Rosa - Piazza Consolato 4 www.museodelvetro.org www.museovigliaturo.it

114

Arcevia (An)

Luca Signorelli. La Pala di Arcevia e i Capolavori di San Medardo fino al 28 settembre In occasione del cinquecentenario dalla sua creazione, il comune di Arcevia rende omaggio un capolavoro rinascimentale quale La Pala di Arcevia. Inoltre si potranno ammirare altre meravigliose opere di Signorelli come Il Polittico di San Medardo e il Battesimo di Gesù nonché La Vergine

Enzo Cucchi, Dennis Oppenheim e Ai Weiwei sono i protagonisti della quarta edizione di Intersezioni. Una serie di installazioni realizzate appositamente per il Parco Archeologico di Scolacium creano un dialogo fra arte contemporanea e territorio, un unicum per il Mezzogiorno. Parco Archeologico di Scolacium www.provincia.catanzaro.it Borgia (Cz) Intersezioni From 29 June to 26 October Enzo Cucchi, Dennis Oppenheim and Ai Weiwei are the stars of the fourth edition of Intersezioni which features a series of installations developed specifically for the Parco Archeologico di Scolacium. Parco Archeologico di Scolacium www.provincia.catanzaro.it

il fascino delle lettere, lo sguardo zoom, il colore rosso, un mondo di plastica, luci della città, offerta speciale, la stanza dei giochi e animalia. Il Filatoio - www.marcovaldo.it

Caraglio (Cn) POP DESIGN. Fuori luogo, fuori scala, fuori schema Until 14 September Part of the calendar for Torino 2008 World Design Capital, Pop Design is an exhibition filled with irony. The show is divided into eight thematic sections: the charm of letters, zoom lens, the colour red, a plastic world, city lights, special offer, playroom and animals. Il Filatoio - www.marcovaldo.it

Catanzaro

Mimmo Rotella. Lamiere fino al 28 settembre In occasione della sua inaugurazione il MARCA presenta un omaggio al più celebre fra gli artisti calabresi. La mostra è interamente dedicata a una serie di grandi opere su lamiera realizzate fra il 1980 e il 2004. Ai lavori di Rotella si affiancano altri importanti omaggi ai grandi maestri del futurismo. Museo MARCA - via Alessandro Turco

Caraglio (Cn)

POP DESIGN. Fuori luogo, fuori scala, fuori schema fino al 14 settembre Compresa nel Calendario di Torino 2008 World Design Capital, Pop Design è una mostra all’insegna dell’ironia, elemento tanto caro a questa corrente artistica. La mostra è divisa in otto sezioni tematiche:

Catanzaro Mimmo Rotella. Lamiere Until 28 September The MARCA’s inaugural exhibition is dedicated to a series of large works on sheet metal


EstateSummer08

produced by Rotella, one of Calabria’s most famous artists, between 1980 and 2004. Also includes a selection of works by the great masters of Futurism. Museo MARCA - via Alessandro Turco

Caulonia (Rc)

intraprende un viaggio all’interno dell’arte spagnola, viaggio inteso non in mero senso cronologico ma in senso narrativo e tematico per sottolineare la continuità di stili e contenuti. Tra le altre saranno presenti opere di Pablo Picasso, Joan Mirò e Salvador Dalì. Palazzo Sant’Elia - www.mostraespana.it Rende (Cs) Umberto Boccioni- Una raccolta di disegni e incisioni Until 14 September

Linda Sutton. Exhibition dal 15 al 31 agosto Linda Sutton è un’artista londinese che ha deciso di mettere radici nella fertile terra calabrese, trasferendo così il suo atelier a Caulonia. La città la omaggia con una mostra retrospettiva sui suoi lavori recenti. Chiesa della Badia - www.lindasutton.com

Caulonia (Rc) Linda Sutton. Exhibition From 15 to 31 August Linda Sutton is an artist from London who has decided to set up home in Caulonia. The city celebrates the artist with a retrospective exhibition of recent works. Chiesa della Badia - www.lindasutton.com

Cosenza

Hidetoshi Nagasawa. Il vento di tempo zero fino al 30 luglio Lo scultore originario della Manciuria, dopo aver percorso la Via della Seta in senso inverso decide di stabilirsi in Italia che diventerà la sua patria adottiva. In mostra una serie di opere di grandi dimensioni e una installazione. Vertigo Arte - via Rivocati 63 www.vertigoarte.org Cosenza Hidetoshi Nagasawa. Il vento di tempo zero Until 30 July A series of large works and an installation by the Italian-based Manchurian sculptor. Vertigo Arte - via Rivocati 63 www.vertigoarte.org

Palermo

España 1957 – 2007. L’arte spagnola da Picasso, Mirò, Dalì e Tàpies ai giorni nostri fino al 14 settembre Divisa in cinque sezioni, questa mostra

Palermo España 1957 – 2007. L’arte spagnola da Picasso, Mirò, Dalì e Tàpies ai giorni nostri Until 14 September This exhibition takes a journey inside the world of Spanish art to highlight its continuity in terms of style and content. Pablo Picasso, Joan Mirò and Salvador Dalì are amongst the artists who works are on display. Palazzo Sant’Elia - www.mostraespana.it

VB62 – Spasimo Palermo 12 luglio Un opening in grande stile per la Fondazione Goca, Gallery of Contemporary Art, di Palermo. Sarà infatti una performance di Vanessa Beecroft, caratterizzata da tredici sculture in gesso e ventisette donne, ad inaugurare le attività della Fondazione. Successivamente le sculture saranno esposte presso la Galleria Civica d’Arte Moderna E. Restivo Chiesa di Santa Maria dello Spasimo www.gocapalermo.it VB62 – Spasimo Palermo 12 July A grand opening for Palermo’s Fondazione Goca, Gallery of Contemporary Art. A performance by Vanessa Beecroft inaugurates the Foundation’s activities. Her sculptures will subsequently by on show at the Galleria Civica d’Arte Moderna E. Restivo. Chiesa di Santa Maria dello Spasimo www.gocapalermo.it

Rende (Cs)

Umberto Boccioni. Una raccolta di disegni e incisioni fino al 14 settembre Ottantacinque opere, la più ampia raccolta di disegni e incisioni, raccontano l’arte del fondatore del Futurismo. MAON- Museo d’Arte dell’Otto e Novecento via Raffaele De Bartolo 1 - www.maon.it

Eighty-five works, the largest collection of drawings and engravings representing the art of the founder of Futurism. MAON- Museo d’Arte dell’Otto e Novecento via Raffaele De Bartolo 1 - www.maon.it

Rivoli (To)

Nuove generazioni. Roberto Cuoghi. Šuillakku fino al 27 luglio Sono ormai otto anni che “Nuove Generazioni” presenta rassegne interamente dedicate ai nuovi talenti della scena artistica internazionale. Quest’anno è il turno del modenese Roberto Cuoghi e della sua personale Šuillakku. Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea - www.castellodirivoli.org

Rivoli (To) Nuove generazioni. Roberto Cuoghi. Šuillakku Until 27 July Nuove Generazioni presents exhibitions dedicated to new talents on the international art scene. The eighth edition celebrates the work of Roberto Cuoghi from Modena and his personal Šuillakku. Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea www.castellodirivoli.org

Roma

Il Quattrocento a Roma. La Rinascita delle Arti da Donatello a Perugino fino al 7 settembre Con un’esposizione di 170 opere questa mostra pone l’attenzione sull’importanza di Roma nello studio e conoscenza dell’arte rinascimentale. Accanto ai capolavori dei maestri dell’epoca quali

115


Piero della Francesca, Mantegna, Donatello e Michelangelo trova spazio una tavola multimediale di Roma nel Quattrocento e la ricostruzione in 3D della Cappella Carafa per meglio approfondire gli aspetti sociali, urbanistici e religiosi della città nel Rinascimento. Museo del Corso - www.museodelcorso.it

Sean Scully Until 31 August Rome’s MACRO plays host to one of the most interesting representatives of international painting. On show are more than 30 works revealing the influence of Mark Rothko and Giorgio Morandi. Macro Future - www.macro.roma.museum

EVENTI/EVENTS Acquappesa (Cs) Roma Il Quattrocento a Roma. La Rinascita delle Arti da Donatello a Perugino Until 7 September This exhibition draws the attention to the significance of Rome in the study and awareness of Renaissance art. Alongside masterpieces by Piero della Francesca, Mantegna, Donatello and Michelangelo is a multimedia table of XV century Rome and a 3D reconstruction of the Cappella Carafa to help understand social, urban and religious aspects of the city during the Renaissance. Museo del Corso - www.museodelcorso.it

Macro fino al 31 agosto Gregor Schneider, Paolo Chiasera, Ernesto Neto in mostra. Macro, via Reggio Emilia, 54 +34 06 671070400 www.macro.roma.museum Macro Until 31 August Works by Gregor Schneider, Paolo Chiasera and Ernesto Neto. Macro, via Reggio Emilia, 54 +34 06 671070400 www.macro.roma.museum

Sean Scully

Festival nazionale del doppiaggio cinematografico 27 e 28 giugno Interamente dedicata al mondo antico con i suoi miti e la sua storia, la settima edizione del festival è pronta a porre l’attenzione sull’eccellenza artistica e la professionalità del doppiatore. Due intensi giorni di cultura cinematografica che culmineranno con la cerimonia di consegna dei premi nello splendido Parco Termale Acquaviva. www.acquafestival.com Acquappesa (Cs) Festival nazionale del doppiaggio cinematografico 27 and 28 June Dedicated to the ancient world, this seventh edition of the festival highlights the artistic excellence and professionalism of dubbing actors. Two intense days of cinematographic culture culminating in a prize-giving ceremony at the Parco Termale Acquaviva. www.acquafestival.com

Acri (CS)

Sergio Cammariere in concerto 22 agosto Il famoso cantautore crotonese sarà in concerto con la sua band nell’Anfiteatro di Acri. www.ruggeropegna.net

fino al 31 agosto

116

www.ruggeropegna.net

Altomonte (Cs)

Festival Euromediterraneo dal 26 luglio al 30 agosto Torna il festival che già in passato ha ospitato grandi nomi della prosa, della danza e della musica. www.festivaleuromediterraneo.org Altomonte (Cs) Festival Euromediterraneo from 26 july to 30 august The festival which in the past has seen the great names of prose, dance and music returns for another season. www.festivaleuromediterraneo.org

Bova e Area Grecanica (Rc)

Paleariza XI edizione Musica tu cosmu stin Calavria Greca dall’1 al 18 agosto XI edizione del festival di musica etnica dell’Area grecanica: venti giorni di musica, gastronomia, trekking, cultura, dove si incontrano il cuore antico della Calabria e la musica etnica internazionale. www.paleriza.org Paleariza XI edition Musica tu cosmu stin Calavria Greca From 1 to 18 August 10th edition of the Grecanic ethnic music festival: twenty days of music, gastronomy, trekking, culture, in a place where the ancient of Calabria and international ethnic music meet.www.paleariza.org

Cassano allo Jonio (Cs)

Tam Tam. Incontri di teatro, arte, musica - IV edizione dal 24 agosto al 13 settembre Organizzato dalla cooperativa Les Enfants Terribles, Tam Tam Cassano giunge quest’anno alla sua quarta edizione. Un campus-festival per creare uno scambio fra spettatore, evento e spazio grazie a laboratori teatrali e musicali. Il borgo di Cassano diventa quindi un palco a cielo aperto sia per gli spettacoli che per i momenti di approfondimento. www.lesenfantsterribles.info

Il MACRO di Roma ospita per uno dei più interessanti rappresentanti della pittura internazionale. Oltre 30 opere in esposizione fra pastelli su carta e grandi tele a olio dove è ben visibile l’influenza di Mark Rothko e di Giorgio Morandi. Macro Future - www.macro.roma.museum

Acri (CS) Sergio Cammariere in concert 22 August The famous singer-songwriter from Crotone in concert with his band at Acri’s Anfiteatro.


EstateSummer08

Cassano allo Jonio (Cs) Tam Tam. Incontri di teatro, arte, musica – IV edizione From 24 August to 13 September

Le Castella, Isola Capo Rizzuto (Kr)

Organised by the Les Enfants Terribles cooperative, Tam Tam Cassano celebrates its fourth edition this year. A campus-festival creates an exchange between spectator, event and space with theatre and music workshops. www.lesenfantsterribles.info

16 luglio

Catona

Catonateatro dal 20 luglio al 24 agosto Si conferma sempre più ricco di eventi il cartellone di Catonateatro. Fra questi “Romantic Comedy” con Marco Columbro e Mariangela D’Abbraccio, “Sogno di una notte di mezza estate” adattamento e regia di Giorgio Albertazzi, sarà poi il turno de “Il marchese del Grillo” con Pippo Franco e per concludere “High School Musical” interpretato dalla Compagnia della Rancia. www.catonateatro.it Catona from 20 july to 24 august Year after year Catonateatro’s programme is getting richer, don’t miss “Romantic Comedy” with Marco Columbro and Mariangela D’Abbraccio, “Sogno di una notte di mezza estate” directed by Giorgio Albertazzi, “Il marchese del Grillo” with Pippo Franco and “High Scholl Musical” with Compagnia della Rancia. www.catonateatro.it

George Benson in concerto L’icona della musica mondiale aprirà la seconda edizione di “Crotone Provincia d’Estate” nella splendida cornice del Porto Turistico di Le Castella. www.ruggeropegna.net Le Castella, Isola Capo Rizzuto (Kr) George Benson in concert 16 July The legendary world music star opens the second edition of “Crotone Provincia d’Estate” at Le Castella’s tourist port. www.ruggeropegna.net

24, 25 e 26 luglio Si svolgerà nel Villaggio Musicale Urbano del Centro Storico di Lamezia Terme la terza edizione della Fiera Musicale Mediterranea. Musica dal vivo dal tramonto all’alba per l’evento condotto da Michael Pergolani e Renato Marengo, autori e conduttori di “Demo l´Acchiappatalenti” di Rai Radio1 e realizzato in collaborazione con Demo Rai, Audiocoop e Mei! www.ruggeropegna.net - info: demo@rai.it Lamezia Terme (CZ) Lamezia Demofest FM e Mei Fest 24, 25 and 26 July Third edition of the Fiera Musicale Mediterraneo held at Lamezia Terme’s Villaggio Musicale Urbano. Live music hosted by the radio presenters Michael Pergolani and Renato Marengo in collaboration with Demo Rai, Audiocoop and Mei! www.ruggeropegna.net - info: demo@rai.it

This eighth edition of the festival encourages the cultural exchange between different peoples with cinema acting as a window into different worlds. www.cinemadifrontiera.it

Napoli

Neapolis Festival Peter Cincotti in concerto 27 luglio Unica data per il Sud Italia per il 24enne newyorkese autore di East of Angel Town e, tra gli altri, del brano December Boys colonna sonora dell’omonimo film. Un’energetica performance al pianoforte nello splendido scenario del Le Castella per la seconda edizione della rassegna “Crotone, Provincia d’Estate”. www.ruggeropegna.net

17, 23 e 24 luglio Dopo l’anteprima del 30 maggio scorso che ha visto salire sul palco i dj cosentini del Partyzan, torna anche quest’anno uno dei mega concerti più importanti del Mezzogiorno. R.E.M., Massive Attack, Raiz e Almamegretta sono solo alcuni dei grandi nomi che si susseguiranno sul palco della Mostra d’Oltremare www.neapolis.it - info@neapolis.it Napoli Neapolis Festival 17, 23 and 24 July After last year’s success, one of the most important concerts in the South of Italy returns with guests including R.E.M., Massive Attack, Raiz and Almamagretta. www.neapolis.it - info@neapolis.it

Lamezia Terme (CZ)

Lamezia Demofest FM e Mei Fest

Marzamemi (Sr) Festival Internazionale del Cinema di Frontiera From 22 to 27 July

Peter Cincotti, in concert 27 July

Palmi (Rc)

The only date in southern Italy on this tour by the 24 year-old New-Yorker, author of East of Angel Town and December Boys as part of Le Castella’s “Crotone, Provincia d’Estate” festival. www.ruggeropegna.net

Body’n’Soul - Ritmi Vitali

Marzamemi (Sr)

Festival Internazionale del Cinema di Frontiera

dal 3 al 10 agosto Per il terzo anno consecutivo la città di Palmi diventa il palcoscenico della cultura street e hip hop. Per una settimana si alterneranno gruppi italiani come Funkallisto e 24 Grana a nomi di fama mondiale come Dudley Perkins e il giamaicano Anthony Johnson. Stadio Comunale di Rugby www.ritmivitali.it

dal 22 al 27 luglio Giunge quest’anno all’ottava edizione il Festival che si pone come obiettivo lo scambio fra popoli diversi. Cinema di Frontiera inteso come finestra su culture diverse. www.cinemadifrontiera.it

Palmi (Rc) Body’n’Soul – Ritmi Vitali From 3 to 10 August Palmi plays host to street culture and hip-hop for the third year running with Italian and international acts including Funkallisto, 24 Grana, Dudley Perkins and Anthony Johnson.

117


Stadio Comunale di Rugby www.ritmivitali.it

play a leading role. After the great opening with Maceo Parker’s concert in Reggio you can’t miss Us and Them premiere, a tribute to Pink Floyd’s music.

Pellaro (Rc)

Ecojazz edizione 2008

San Vito Lo Capo (Tp)

dal 4 al 9 agosto Torna anche quest’estate l’ormai consolidato appuntamento per appassionati di jazz e non solo. Fra i vari concerti che si susseguiranno imperdibili saranno gli eventi al tramonto e all’alba. www.ecojazz.tk

Cous Cous Fest

Pellaro (Rc) Ecojazz 2008 edition. For all the jazz lovers Ecojazz came back with its great concerts. Don’t miss the beautiful events at sunset or dawn. Pellaro (Rc) - www.ecojazz.tk

una New Orleans made in Calabria. Gruppi famosi e non si danno appuntamento per le strade e le piazze creando un forte momento di aggregazione e divulgazione di questo genere musicale. www.tropeablues.it

dal 23 al 28 settembre Aria di novità per l’undicesima edizione del Cous Cous Festival. Quest’anno una giuria popolare, eletta il giorno dell’inaugurazione, affiancherà la giuria di esperti e addetti ai lavori assegnando ai partecipanti un ulteriore premio. Come sempre saranno presenti eventi collaterali alla manifestazione e concerti ad ingresso gratuito. www.couscousfest.it

Tropea (VV) Tropea Blues From 15 to 20 September Famous and not-so-famous groups play in the town’s streets and squares to recreate the spirit of New Orleans in the town of Tropea. www.tropeablues.it

Reggio Calabria

Duran Duran 23 luglio La mitica band degli anni ’80, ritornata gloriosamente alla ribalta negli ultimi anni, si esibisce per la prima volta in Calabria con un concerto gratuito Piazza Indipendenza www.duranduran.com

Broadway a Tropea dal 5 luglio al 2 agosto San Vito Lo Capo (Tp) Cous Cous Fest From 23 to 28 September For this eleventh edition of the Cous Cous Festival, a jury made up of members of the public will accompany the jury of experts. Other events linked to the festival will include free concerts. www.couscousfest.it

Reggio Calabria Duran Duran 23 July The legendary 80’s group plays for the first time in Calabria in a free concert. Piazza Indipendenza. www.comune.reggio-calabria.it

118

Soverato (Cz)

Magna Grecia Film Festival dal 20 al 27 luglio

Roccella Jonica

Presentate al Festival di Cannes 2008 dalla madrina Rosalinda Cementano, le Opere Prime selezionate per la quinta edizione del Magna Grecia Film Festival si contendono l’accesso al famoso festival francese. www.magragreciafilmfestival.it

Roccella Jazz Festival Rumori Mediterranei

Soverato (Cz) Magna Grecia Film Festival From 20 to 27 July

dal 13 al 23 agosto Protagonista di questa edizione del festival è il pianismo di Stefano Bollani. Fra i tantissimi eventi anche la prima di “Us and Them” un omaggio ai Pink Floyd interpretato da Raiz e il concerto inaugurale di Maceo Parker il 13 agosto a Reggio Calabria.

L’associazione Calabria Arte di Reggio Calabria presenta la XVII edizione dell’evento realizzato con la prestigiosa collaborazione di Michèle Assaf, New York, direttore artistico e promotore dell’evento in America. Uno Studio-Vacanza, che propone workshop, laboratori coreografici, corsi di pedagogia della danza, incontri formativi, spettacolo di fine workshop e galà internazionale. Info e prenotazioni: +39 0965 20135; 333.4471275; info@broadwayatropea.com Villaggio la Pace Club - loc. Drapia, Tropea www.broadwayatropea.it

Works selected for the fifth Magna Grecia Film festival will battle it out to be shown at Cannes next year. www.magragreciafilmfestival.it

Tropea (VV)

Roccella Jonica Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei From 13 to 23 August

Tropea Blues

For this edition Stefano Bollani’s piano will

Per cinque giorni Tropea si trasforma in

dal 15 al 20 settembre

Broadway a Tropea From 5 July to 2 August XVII edition of the event in association with Michèle Assaf, artistic director and promoter of the event in America. The study-holiday offers workshops in choreography and dance teaching as well as training groups, an endof-course show and an international gala. Information and booking +39 0965 20135; 333.4471275; info@ broadwayatropea.com Villaggio la Pace Club loc. Drapia, Tropea www.broadwayatropea.it


EstateSummer08

G U i D E summer 08

119


Foti G. 88 Nella prestigiosa cornice di palazzo Corigliano magnifico esempio del liberty reggino affacciato sul Corso Garibaldi, cuore dello shopping della città, uno spazio sobrio e luminoso ci conduce in un microcosmo dedicato a lusso e raffinatezza. Continuando una tradizione che ha fatto la storia dello stile e della moda di eccellenza della città di Reggio e della sua provincia, FOTI G. 88 è e resta da molti anni un’icona di eleganza e prestigio. Uno spazio sospeso nelle ampie e ariose volumetrie, caratterizzato dal bianco nella discrezione delle soluzioni architettoniche su cui scorrono i marchi simbolo del prêt à porter di lusso per uomo e donna. Le griffe più prestigiose quali Giorgio Armani, Prada, Gucci, Lanvin, Givenchy, Cavalli, Boglioli, Tonello, Ermenegildo Zegna, Malo e Moncler si alternano alle linee di accessori, alla piccola pelletteria e l’orologeria Gucci, bijoux Cavalli, l’urban sportswear d’autore, i set da viaggio. Il mondo della donna accoglie nell’immediatezza dell’atrio, di sopra l’area dedicata alle linee uomo e una sala appartata è riservata a chi preferisce fare acquisti in tutta tranquillità. Un ambiente in cui le griffe nazionali ed estere che continuano a scrivere le pagine migliori della storia della moda e dello stile, ritrovano l’atmosfera perfetta per poter brillare e vivere, grazie al tocco gentile di chi sa assecondare il gusto di ognuno all’insegna della qualità.

Within the prestigious Palazzo Corigliano, a magnificent example of Reggio’s Art Nouveau-style overlooking Corso Garibaldi, heart of the city’s shopping area, a soft-hued luminous space leads you into a microcosm dedicated to luxury and refinement. Continuing a tradition which has made the history of style and high fashion in the city and province of Reggio Calabria, FOTI G. 88 is and has been an icon of elegance and prestige for several years now. An ample airy space, where white predominates, characterised by stylish architectural solutions on which glide prêt-a-porter for men and women by designers who are the symbols of luxury. The latest proposals by Giorgio Armani, Prada, Gucci, Ermenegildo Zegna, Lanvin, Givenchy, Boglioli, Tonello, Cavalli, Malo and Moncler, alternate with accessories which show off the looks to its best advantage; small leather goods, Gucci watches, Cavalli bijoux, and designer sportswear, travel sets. Step inside and you are welcomed into the world of womenswear; upstairs the menswear, and a separate room is reserved for customers who wish to make their purchases in private. Here you can find creations by those who write the finest pages of fashion history and design, set off in the perfect atmosphere, thanks to the careful touch of experts who satisfy the demands of customers.

Corso Garibaldi, 88 - Reggio Calabria - Tel. +39 0965 814853 - www.fotig.it

120

guide


EstateSummer08

MAREA © gianluca milasi

Una boutique fuori dagli schemi. Nel pieno centro della città, Marea festeggia il suo primo compleanno proponendo alle sue clienti uno stile differente e nuovo grazie all’attenta selezione di brand italiani ed esteri. Pezzi unici, linee esclusive per chi è alla ricerca delle nuove tendenze con un tocco easy chic. Inoltre da Marea potrete trovare le nuove collezioni Gazèl e i filati Terre Alte. Marea breaks the moulds. Right in the city centre, with its different and new style this boutique celebrates its first birthday offering a wide selection of italian and foreign collections. One of a kind dresses and accessories for trend setters with an easy chic touch. At Marea you can find the new collections by Gazèl and Terre Alte. Via Aschenez, 76 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 899648

GR ANELLO

IGV CLUB LE CASTELLA

Giochi di luce e semplicità dei dettagli per il primo punto vendita LIU JO di Catanzaro realizzato dall’architetto Alessandra Drosi. Si chiama MOOD questo show room che Simona Drosi ha dedicato al prestigioso marchio sempre più amato dalle donne per la raffinatezza, la preziosità dei tessuti, i dettagli sartoriali, la ricerca dei colori che lo contraddistingue. Mood, il romanticismo è fashion.

Da Granello, il centralissimo punto vendita dedicato al mondo del bambino, le nuove proposte di stile per l’abbigliamento dei bimbi e dei ragazzi. Con le collezioni di Baby Dior, Liu-Jo, Monnalisa, Il Gufo, Miss Grant, Dondup, Trussardi, Laura Biagiotti, C.P.Company, VDP, Brema, Eddie Pen , Alberta Ferretti, Fred Perry e 9.2, Granello riveste di glamour ed eleganza la moda baby e junior della nuova stagione.

© gianluca milasi

MOOD

Simplicity in details and a cosy atmosphere are the features of the first Liu Jo’s corner in Catanzaro, designed by the architect Alessandra Drosi. MOOD is the name of Simona Drosi’s show room, dedicated to this glamorous brand beloved for its sophisticated style, fabrics and precious details. Mood, romanticism meets fashion. via T. Gulli n. 23, Catanzaro Lido Tel. +39 0961 737056 - Fax +39 0961 32843

The latest fashions for toddlers and kids right in the town centre. Collections by Baby Dior, Liu-Jo, Monnalisa, Il Gufo, Miss Grant, Dondup, Trussardi, Laura Biagiotti, C.P.Company, VDP, Brema, Eddie Pen , Alberta Ferretti, Fred Perry and 9.2. Corso Garibaldi 154, Galleria Caminiti - Reggio Calabria Tel. e fax 0965 812960

Un’acqua meravigliosa, fresca e pulita, la verde macchia mediterranea disposta come una cornice e il Castello Aragonese sullo sfondo. Questo è l’incantevole panorama che circonda l’iGV Club Le Castella. Un paradiso per le famiglie e per tutti quelli che hanno voglia di sport, allegria e divertimento. Il club dispone di spiaggia privata, tre piscine, tre ristoranti, una galleria d’arte, un anfiteatro, un centro subacqueo, un centro congressi, un centro benessere e molto altro ancora. Dive into a crystal-clear sea where the green Mediterranean shrub makes a frame for the splendid Aragonese Castle in the background. This is the enchanting scenario of the iGV Club Le Castella, a paradise for families and lovers of sports, fun and entertainment. The club has its own private beach, three swimming pools, three restaurants, an art gallery, amphitheatre, diving centre, conference centre, fitness centre and much more. iGV Club Le Castella - Isola Capo Rizzuto 88076 Crotone tel. +39 0962 795054 - fax +39 0692 795150 www.igrandiviaggi.it - lecastella@igrandiviaggi.it

guide

121


CLOD Lo shop in the shop situato sul corso Garibaldi 137, il corner dedicato a DODO, linea di gioielli Pomellato, all’interno dello store offre una nuova visione del concetto di negozio. Clod effettua un’accurata ricerca sullo stile in continua evoluzione con le sue griffe Car Shoe, Stuart Weitzman, Ras, Pedro Garcia, Secret Pon-Pon, Serafini. Clod, da questa stagione soddisfa le esigenze più sofisticate anche dell’uomo. This shop-in-the-shop at 137 Corso Garibaldi which already has a corner dedicated to the DODO jewellery line by Pomellato has a new take on the concept of a shop. Clod does constant research on the continually evolving world of style and stocks brands including Car Shoe, Stuart Weitzman, Ras, Pedro Garcia, Secret Pon-Pon, and Serafini. From this season Clod is also stocking men’s shoes to satisfy the demands of its gentleman customers too. Corso Garibaldi, 137 Reggio Calabria Tel +39 0965 813381

MARTINO

In via Fratelli Cairoli, next to Tru Trussardi shop, Fabio Martino’s men’s boutique offers clients made-to-measure shirts and suits. For the man of elegance Martino has collections by Trussardi, Reporter, Basile and Cesare Firrao. via Cairoli, 1C, salita Villa Comunale - Reggio Calabria Tel e fax +39 0965 897509 Email: martinosas@tin.it

122

guide

© gianluca milasi

In via Fratelli Cairoli, a pochi passi dal negozio TruTrussardi, la piccola boutique per uomo di Fabio Martino offre alla propria clientela un servizio su misura per camicie e abiti. Specializzato nel capo spalla, Martino veste l’uomo elegante con le collezioni di Basile, Reporter, Trussardi e da questa stagione Cesare Firrao.


EstateSummer08

Profumerie Squillace Con oltre quaranta anni di consolidata esperienza e professionalità, le profumerie Squillace non hanno mai smesso di viziarci. Marche esclusive e sempre al passo coi tempi, questa è la missione del gruppo Squillace, sempre pronto a soddisfare ogni desiderio e ogni vostro capriccio. Le dodici profumerie, compresa quella in provincia di Messina, saranno continuamente al servizio della vostra bellezza e del vostro benessere. For over forty years the twelve Squillace perfumeries in Reggio and Messina have cosseted their clients with exclusive, up-to-date names and products, always ready to satisfy their every whim and give them the very best for their beauty and well-being. Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria- Tel. +39 0965 897075 - Fax +39 0965 28890

123

guide


GO COPPOLA - BRIGITTE

GO COPPOLA BRIGITTE opens its doors in Reggio Calabria’s Corso Garibaldi. At Go Coppola every client will find the new, dynamic style just right for him or her, with high quality and ammonia-free HIC products. Go Coppola salon will satisfy the dynamic tastes of men and women who like to keep up with the times. GO COPPOLA - BRIGITTE c.so Garibaldi, 70 - Reggio Calabria tel. +39 0965 21322

Lita Cassone Travia Lita Cassone Travia, con passione e professionalità, garantendo la privacy del cliente, lo accompagna dall’acquisto alla progettazione ed arredamento per interni ed esterni. Collabora con architetti che acquisiscono immobili anche su Roma, Milano e Parigi. Lita Cassone Travia, is both passionate and professional about her work. She guarantees her clients’ privacy while accompanying them from purchase to planning and to interior and exterior design. She collaborates with architects for buyers in Rome, Milan and Paris. Riceve per appuntamento (appointment only) in via Boccioni, 14 Reggio Calabria Tel.+39 0965 24107 - Fax +39 0965 882138 Cell 338-8590238; 338-5679713

124

guide

© alessandro mallamaci

Go Coppola - Brigitte apre le sue porte sul corso Garibaldi, in ambienti creati ad hoc per trasmettere armonia ed essenzialità, ricreando un’atmosfera dinamica e accogliente. Forma, volume e innovazioni tecnologiche legate alle funzioni specifiche di uno spazio per il parrucco femminile, sono le variabili essenziali che l’architetto Antonio Iraci ha voluto mettere insieme per creare il nuovo salone Go Coppola. Nel salone troverete uno staff in grado di soddisfare ogni vostra richiesta per un taglio attuale, trendy, adatto al vostro look con trattamenti che non utilizzano ammoniaca.


EstateSummer08

GRAND HOTEL EXCELSIOR ****

Altafiumara Resort & Spa

HOTEL PALACE MASOANRI’S ***

Nel cuore di Reggio Calabria, il Grand Hotel Excelsior è il punto di riferimento del business, della cultura, dello sport, dello spettacolo e di una prestigiosa clientela internazionale. Dispone di 84 camere, di cui 8 suites, e di un attrezzatissimo centro congressi. Sulla terrazza, dalla quale si gode il più bel panorama della città, il Ristorante “Galà” offre un’eccellente cucina mediterranea in un ambiente esclusivo e raffinato. Located in the heart of Reggio Calabria, the Grand Hotel Excelsior has 84 comfortable rooms, 8 of which are executive suites and a well-equipped convention centre. On the terrace, with one of the best panoramic views of the city, the Restaurant “Galà” offers excellent Mediterranean cuisine in an elegant atmosphere .

Altafiumara Resort & Spa sorge in un magnifico parco a picco sul mare nel suggestivo scenario dello Stretto di Messina, a soli 15 Km da Reggio Calabria. Strutturato su tre edifici, ha 128 camere di cui 40 suite, 38 junior suite, 49 classic e la romantica e lussuosa suite presidenziale Fata Morgana. Altafiumara è anche un modernissimo Centro congressi e Notos un’oasi interamente dedicata al benessere. Altafuimara Resort & Spa is situated in its own magnificent park, high above the Straits of Messina, only 15 km from Reggio Calabria. Divided into three buildings, it has 128 rooms, including 40 suites, 38 junior suites and 49 classic rooms, as well as the romantic Fata Morgana presidential luxury suite. The Altafiumara also has a highly modern conference centre and Notos, a health and fitness centre.

Situato nel cuore del centro storico di Reggio Calabria, a pochi passi dalla Stazione ferroviaria e dai più importanti luoghi di interesse culturale e commerciale della città l’Hotel Palace Masoanri’s è un sicuro riferimento per chi viaggia per affari o per turismo. Dotato di ogni comfort, l’Hotel dispone di 65 camere, ampie e confortevoli, molte delle quali con vista sullo Stretto di Messina. Situated in the heart of the historic town centre, not far from the main railway station and near the most important places of cultural and commercial interest, the Hotel Palace Masoanri’s guarantees guests travelling for business or pleasure a very pleasant stay. It has 65 spacious, well-equipped rooms, many with a view of the Straits of Messina.

Via Vittorio Veneto 66 – 89123 Reggio Calabria Tel. +39 0965 812211 Fax +39 0965 893084 info.excelsior@montesanohotels.it www.montesanohotels.it

Santa Trada di Cannitello – 89010 Villa San Giovanni (RC) Tel. +39 0965 759804 Fax +39 0965 759566 info.altafiumara@montesanohotels.it www.altafiumarahotel.it - www.montesanohotels.it www.notos-emotions.it

Via Vittorio Veneto 95 – 89123 Reggio Calabria Tel. +39 0965 26433 Fax +39 0965 26436 info.palace@montesanohotels.it - www.montesanohotels.it

Direzione Commerciale Gruppo Montesano Hotels Viale Genovese Zerbi, 29 - 89123 Reggio Calabria

Centro Benessere Notos

Enoteca-L’Accademia del Vino

LA ROSA DEI VENTI

Caffè MatteottI

Tel. +39 0965 312688 Fax +39 0965 323805 direzione.commerciale@montesanohotels.it www.montesanohotels.it

PEPy’s

Abbiamo inseguito un sogno fatto di lavoro e passione. In tutto questo tempo abbiamo selezionato la migliore qualità dei prodotti che avete apprezzato nei nostri locali. Dopo 23 anni, abbiamo scelto un posto suggestivo, ricco di storia, tradizione e carattere. E siamo qui nel grande giardino di Reggio che, come disse Edward Lear, è uno dei luoghi più belli che si possano trovare sulla terra.

With a stunning view on the coast, with the Eolie Islands and Capo Vaticano scenario on the horizon, San Ferdinando is waiting there to give you beautiful moments. At Rosa dei Venti’s restaurant, with its cosy atmosphere, you can taste the traditional calabrese’s seafood and drink excellent bottles for its wine cellar.

Following our dream, a dream made of passion and hard work, we have selected high quality products for you. After 23 years, we have choosen an evocative place, rich in history and tradition. You can find us here, in the huge garden of Reggio that, as Edward Lear said, is one of the best places on earth.

Ristorante Rosa dei venti via Rosarno, 7 89026 S. Ferdinando (RC) Tel. + 39 0966 766 360 - Fax. +39 0966 765 362 ristorarosadeiventi@libero.it

Caffè Matteotti, American bar, Gelateria via Marina, 39 - Reggio Calabria Tel/Fax +39 0965 891161

© marco costantino

© marco costantino

© gianluca milasi

Affacciata sulla costa da cui lo sguardo si perde nell’incantevole scenario che va dalle Isole Eolie a Capo Vaticano, San Ferdinando ti aspetta per regalarti momenti indimenticabili. Rendi magica la tua vacanza alla Rosa dei Venti dove, in un atmosfera accogliente, potrai gustare gli antichi sapori del mare calabrese accompagnati dai pregiati vini della cantina.

Pizzeria, paninoteca, specialità dolci e salate. Per i golosi di tutte le ore del giorno e della notte c’è Pepy’s, il famoso locale del centro della città dove si ritrova la movida prima di immergersi nell’euforia della notte reggina. Un veliero che solca il mare dei sapori guidato da Capitan Pepy’s che vi condurrà sulle onde del gusto. Pizzeria, sandwich bar, sweet and savoury specialities. Pepy’s is for those who enjoy good food at all times of the day and night. This famous restaurant in the heart of the city is the place to meet before a busy evening out in Reggio’s vibrant nightlife. With Captain Pepy’s at the helm to guide you through the waves of taste, this ship will take you on a journey on the sea of flavour. Pizzeria Pepy’s via Roma, 6 Reggio Calabria Info 389 9687963 www.pepys.it pepys@pepys.it

guide

125


shopping 5

summer 08

Armani_make-up “nude” face fabric il fondotinta dalla texture invisibile

Make-up “nude” face fabric - invisible texture foundation Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

Redwall_borsa rafia e vernice

Raffia and patent leather bag Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

Acqua di Parma_Mirto di Panarea

Etro_Vicolo Fiori, EDT Bain Moussant body lotion

Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

Prada _Milano infusion d’Iris, un jus inedito che rievoca un viaggio in italia Prada Milano infusion d’Iris, a new essence which evokes the pergumes and flavours of a journey through Italy

Juvena_Iuvedical, siero viso-crema occhi-crema giorno trattamento rivitalizzante con skin nova technology Iuvedical, face serum-eye cream-revitalizing day cream with skin nova technology

Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

126

A. Martini_Costume e pareo

One-piece and sarong. A.Martini Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

Reminiscence_eau de REM, il profumo della pelle abbronzata bagnata dalle onde del mare

Eau de REM, the smell of sun-kissed skin caressed by gentle waves Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075

Redwall_borsa pelle tessuto

Leather and fabric bag Da Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a Reggio Calabria - Tel. +39 0965 897075


EstateSummer08

Gazèl_Infradito gioiello modello Shiro

Shiro flip- flop Da Marea - Via Aschenez, 76 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 899648

LIU JO_Decolleté spunta color oro e cintura in cuoio coordinata

Golden decolletè peep toe and leather belt Da Mood - via T. Gulli n. 23, Catanzaro Lido Tel. +39 0961 737056 Fax +39 0961 32843

Anello in argento con zirconi incassati a mano e smalto madreperlato a fuoco

Silver ring with hand-mounted zircons and fired mother-of-pearl enamel Da Tardivo Jewels - G.R. di Roberta De Marte Via Prol. Aschenez, 21 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 892964

Del Tongo - Bellavista_Zona lavoro in Stone Mat Nero. Lavelli sottotop in acciaio. Cappa-lampadario filtrante e piano impiallacciato con sgabelli coordinati

Worktops in black stone mat. Undermount steel sinks. Hood/lamp filter and veneer surface with matching stools Casae’ - F.lli Laruffa Srl Via Catena, 36 Polistena (RC) Tel. +39 0966.931570 Fax +39 0966.931781 www.casae.it - info@casae.it

Vertu_telefonino in pelle modello Monogram e edizione limitata per il telefonino Signature Diamond con diamanti incastonati Monogram mobile phone in leather and Signature Diamond is a limited edition mobile with embedded diamonds

Lovegrove&Repucci _London Delft e New York Delft, una rivisitazione contemporanea del classico servizio in porcellana London Delft and New York Delft, the contemporary version of the classical dinnerware delft

127

Veuve Cliquot_Globalight portabottiglie e lampada creato in edizione limitata da Karim Rashid

Bottle rack and lamp together for Globalight designed in limited edition by Karim Rashid www.veuve-clicquot.com

Quelcheresta_Esposta all’Hotel NHOW al Fuorisalone, è l’ultima trovata di Romolo Stanco. La luce che rimane quando si spegne la luce

Shown at Hotel NHOW at Milan Fuorisalone, this lamp is the new creation by Romolo Stanco. The light works even when you turn it off www.nonesiste.com

Manuel Bozzi_Cintura Stratocaster con fibbia gioiello in argento lavorata a mano

Stratocaster belt with hand made silver buckle www.manuelbozzi.it


vi

dove tro

DOV’

E’ lifestyle va a ruba, se fai in fretta puoi trovarlo in Calabria e in tutta l’area dello Stretto di Messina • presso tutti gli inserzionisti del numero • nei migliori hotel, ristoranti e resort • nei locali di tendenza, nei wine e lounge bar • nei centri benessere e saloni di bellezza • nelle boutique, atelier e showroom • negli areoporti di Lamezia Terme e Reggio Calabria

CATANZARO

P.P. La rosa camiceria C/o Aeroporto Internazionale

Catanzaro

Phone centre C/o Aeroporto Internazionale

Ab. Marvin Corso Mazzini, 165

Pollini Corso Nicotera, 147/a

Ab. Mood Via T.Gulli,23

Profumeria Squillace Corso Nicotera, 214

Ab. My Style Corso Mazzini Giuseppe, 87

Profumeria Viola Domenico C/o Aeroporto Internazionale

Arcade Corso Mazzini, 41-43

Risto Cafè Martinica Via Provinciale, 86

Auto Vumbaca srl Viale Cassiodoro, 4

Ristorante Novecento Largo S.Antonio, 3

Autocalabria snc Viale della Valle Lucrezia, 75/77

Rua Saò Joao Via San Giovanni, 3

Autoclub Viale della Valle Lucrezia, 50

Servair Air Chef C/o Aeroporto Internazionale

Bar Amalfi Via Turco, 6

Smartly Via Piave, 33/37

Bar Amedeo Corso Mazzini

Terme Caronte S.p.A. - Stazione Idro Contrada Caronte

Bar Garden Via Barbaro

Tuzza Preziosi Via XX Settembre, 51

Baraonda Club Via Lungomare

Ufficio Informazioni Turistiche C/o Aeroporto Internazionale

Bencivenni Via della Valle Lucrezia, 18/S

Wine bar C/o Aeroporto Internazionale

Bertucci Corso Mazzini, 62

Maida

Bir Company Via Lungomare, 159

Profumeria Squillace c/o Centro Comm.le Due Mari

Boutique Eva Piazza Giacomo Matteotti

Montepaone Lido

Circolo di Catanzaro Via XX Settembre, 42

Hotel Villaggio Calaghena Località Calaghena

Concessionaria Paradiso srl Via Lucrezia della Valle, 142/144

Platania

De Furia Motor srl Viale Della Valle Lucrezia, 86/102 DM Motor srl Viale della Valle Lucrezia Giglio srl Via Buccarelli Edmondo, 13/15/17 Gioielleria Caccavari Corso Mazzini, 10/12 Gioielleria Caccavari Corso Mazzini, 2 Hotel Guglielmo Via Tedeschi Azzaria, 1 Hotel Palace Via Lungomare, 221 Irish Pub Via XX Settembre, 19 Mallard Pub Via XX Settembre Marino Corso Mazzini, 111

Marino Trend Corso Mazzini, 43

Noi 2m Modecsnc Via Buccarelli Edmondo, 8 Ottica Sandoz Corso Mazzini, 127 Otticastrocchi Via Cavour, 20 Rist. Ophelia Via Cannoni

Sandoz Gioielleria Corso Mazzini, 103 Teatro Politeama Via Cannoni Z-One Piazzetta della Libertà Falerna

Se sei un’azienda e vuoi posizionare E’ lifestyle nei tuoi punti vendita, puoi rivolgerti ai seguenti recapiti: • Telefono: +39 0965 811780 • E-mail: info@savirsrl.com

Bar Vittoria SS 18 Via Aldo Moro, 16 Feroleto Antico

Ristorante Il Casale Contrada Malaspin Gizzeria

Settingiano L’Orso Cattivo C.da Gambieri Soverato Ab. Melino srl Via Poliporto, 14 Bahia Rais Via Turatti Bar Morè Via Poliporo Baraonda Wine Bar Via Chiarello

dove

La Casa delle Culture Piazza Rossi

esponi

Al Centro B&B Località Rindina, 2

Hotel Centro Congressi Caposuvero Via Caposuvero Hotel Palmed Via Nazionale - S.s.18 Lamezia Terme

Ab. April 19 Corso Nicotera, 19 Ab. Glo Glo Corso Nicotera

Ab. Melino Corso Nicotera, 107

BB Trading srl Corso Umberto I°, 114

Betty Rosa abbigliamento Corso Umberto I°, 196 Boutique Vaniglia srl Via Poliporto, 1 Cafè Solaire Lungomare Europa, 33

Ciancio Salvatore Oreficeria Corso Umberto I°, 51

Corapi Saverio abbigliamento bambi Corso Umberto I°, 125 Corapi Saverio abbigliamento Corso Umberto I° Euromoda Via Caminiti F., 5

Gioielleria Sica Interdonato Flavia Corso Umberto I°, 202 La Lanterna Rossa Corso Umberto I°, 9/11 Levi’s 1° traversa C. Amirante, 12

Motonautica F.lli Ranieri srl Località Caldarello Myricae srl Oreficeria Corso Umberto I°, 152 Negozio And Soverato Corso Umberto, 87 Parisi Oreficeria Corso Umberto I°, 102 Pizzeria 10bis Via Poliporto

Rist. Luppolo & Farina Via Chiarello, 38 Sia Store Via Giordano Bruno, 74

Stefanel di Staglianò Katiuscia Corso Umberto, 78 T. Monk Via Chiarello, 36

Yamamay Corso Umberto I°, 148 Stalettì

Rebus Contrada Caminia

Amg Gioielleria C/o Aeroporto Internazionale

ricevi Se invece vuoi assicurarti la tua copia personale, puoi richiedere un abbonamento annuale a soli € 20 valido per 4 numeri. Riceverai così E’ lifestyle direttamente a casa tua. Per farlo scrivi o telefona a questi recapiti: • Telefono: +39 0965 811780 • E-mail: scrivici@elifestyle.it

La tua pubblicità su

r

Per prenotare il tuo spazio pubblicitario su E’ lifestyle chiama il numero 0965.811780 oppure contatta la nostra Responsabile dell’Ufficio Commerciale Maria Teresa Rizzo al 349.6730741 o invia una e-mail a pubblicità@elifestyle.it

Assiconsult C/o Aeroporto Internazionale Auto Vumbaca srl Via del Progresso, 100 Ayers Rock One C.da Persicara Bag A Porter Corso Nicotera, 59 BB Studio Corso Nicotera, 16 BBJ Corso Nicotera, 34 Bertucci Corso Nicotera, 49

COSENZA

Acquappesa

Grand Hotel delle Terme Luigiane Viale Stazione Grand Hotel delle Terme Via Fausto Grillo, 6 Hotel Athena Palace Via del Mare, 2 Acri

Bertucci Corso Nicotera, 52

Museo Civico Vigliaturo Palazzo Sanseverino Falcone - Piazza Fal

Calabria Textile C/o Aeroporto Internazionale

Altomonte

Caputo Gioielleria Corso Nicotera, 22

Hotel Barbieri sas Via San Nicola, 30

Caractere Corso Nicotera, 55

Hotel Il Castello Piazza Castello, 6

Cavallino Bianco Via Colonnello Cassoli

Rist.Il Ristoro del Principe Piazza Campanella

Centro Estetico di Macrì Antonella V. Leonardo Da Vinci, 10

Amantea

Cesare Firrao Shop C/o Aeroporto Internazionale

Ab. Rocco Capanna & Figli sas Via Vittorio Emanuele, 8/10

Cinti Calzature Corso Nicotera, 203

Calzature Bruno sas Via Margherita, 16

Cocos Corso Nicotera, 218

Calzature Signorelli sas Corso Vittorio Emanuele, 6

Dolciumi I Can - Silagum C/o Aeroporto Internazionale

Fashion Abbigliamento Corso Vittorio Emanuele, 55

Elena Mirò Corso Nicotera

Hotel La Tonnara Lungomare La Tonnara, 13

Enzo Nesci Gioielleria Corso Nicotera, 3

Hotel Trevi Loc. Le Mandrelle Ctr. Marinella

Ewa Space of Beauty Via Boezio, 24

Nicastro Nadia Gioielleria Via Elba, 1

Furla Corso Nicotera, 35

Rist Lanterna Rossa Via Margherits, 156

Galleria d’Arte Quadrature C.so Garibaldi, 20

Rist. La Scogliera Loc. Coreca

Giglio Boutique Via XX Settembre, 98

Tyrrenian Park Hotel Via Stromboli, 227

Gioielleria Igli & Brasca Corso Nicotera, 168

Expo Mobili Viale Europa, 44

Grand Hotel Lamezia Piazza Lamezia

Hotel La Principessa Località La Principessa

Henry Morgan Pub Località Marinella

Hotel Marechiaro Via Europa, 62 (s.s 18)

Hotel Ashley Contrada Marinella

Rist. Amici Miei C.so Italia

Hotel Palmed Via Nazionale S.s. 18

Turco l’Arredamento Via Europa, 84

Hotel Savant Via Capitano Manfredi, 8

Belvedere Marittimo

Il Frantoio Ristorante Via Riccardo Lombardi

Albergo Hotel Belvedere Contrada Castromurro

Il Tempio della bellezza di Butera Via del Progresso, 83

Albergo Hotel Nettuno Palace Via Petrellis

Kigò Corso Nicotera, 233

Hotel Europa Corso Europa, 1

La Maison di Stella Elena Piazza Stocco, 8

Hotel Perla Majestic Loc. Quattromani

Libreria Tavella Corso Nicotera, 150

Hotel Poseidon C.da Piano delle Donne

Luisa Spagnoli Corso Nicotera, 148

Rist. La Risacca V.le della stazione

Marella Corso Nicotera, 70

Rist. L’angolo del paradiso Ctr. Fontanelle,59

Max & Co Corso Nicotera, 86

Rist. Sabbia D’oro Via Piano delle Donne

Ottica Dipi Corso Nicotera, 224

Buonvicino

Ottica Donato Corso Nicotera, 151

Ristorante Vecchio Frantoio Loc. Parco del Corvino

Ottica Sun Vision Corso Nicotera, 262

Calopezzati Scalo


EstateSummer08

Restaurant L’Arc en ciel V. Nazionale ss 106

Villaggio Club Holiday Beach SS 18 Località Longhe

Hotel Camigliatello Via Federici, 1

Bar Albergo Centrale Piazza Carmelo Mangeruca, 24

Rist. Beau Sejour SS 106

Guardia Piemontese

Hotel Club Maregolf SS 106 Bis Km 27 Località Salicetta

Hotel Park Bellavista Via delle Albe

Cassano allo Ionio

Meridian Hotel Via Amerigo Vespucci, 5

Hotel Club Minerva SS 106 Bis Km 27

Gerace

Hotel Maregolf Club C.da Salicetta

Lorica

Hotel Sybaris C.da Bruscate Piccole

Agriturismo Le Macine C.da Barbara

Terme Sibarite Via Terme, 2

Hotel Park 108 Via Nazionale

Spezzano della Sila

Birreria Coco Lightù Castello, n° 1

Castrolibero

Mandatoriccio Mare

Taverna

B&B Il Giardino di Gerace Via Fanfani, 8

Velvet Via Giacomo Rossini, 2

Hotel Paradise SS 106

Hotel Olimpo Loc. Cutura Vill. Mancuso

B&B La Casa di Gianna Via Paolo Frascà, 6

Castrovillari

Rist. La Pineta SS 106

Ab. Paco’s di Rummolo Corso Garibaldi

Montalto Uffugo

CROTONE

La Terrazza Via Nazionale

Ab. Valeria srl Corso Garibaldi, 145

Profumeria Squillace c/o Centro Comm.le Emmezeta

Capo Rizzuto

Palazzo Sant’Anna Via Sant’Anna, 1

Annicchiarico Orazio (S.A.S.) Gioielleria Via Roma, 40/42

Paola

Hotel I campanacci Via Faro

Ristorante A Squella di Zio Franco Via della Resistenza, 7

Bar Lux Piazza Indipendenza, 4

Bar Caffetteria del Corso Corso Roma, 57

Hotel La brace Via Duomo, 51

Gioia Tauro

Cenerentola Calzature Corso Garibaldi, 167

Black Byrd Pub Via Valitutti

Hotel Sala Verde Loc. S. Anna – Aeroporto

Boutique Allera Via Sarino Pugliese, 104

Confezioni Vip Corso Luigi Saraceni, 23

Boutique Olga di Pepe Olga Via del Cannone, 7

Rist. Annibale Via Duomo, 35

Gioielleria Altomonte Via Lomoro, 12/14

Dettagli Pelletteria Corso Luigi Saraceni, 64

Gioielleria Colosi Corso Roma, 34

Cirò Marina

Giovanni Seminara srl Via Statale 111, 88

Hotel ASTJ Via Calabria, 103

Gioielleria Maselli Via Nazionale, 60

Enoteca Zito Via Scolaretto

Boutique Irrera Antonino Via Roma, 44

Il Coscile Galleria d’Arte Moderna Via Alfano, 2

La Botteguccia Corso Garibaldi, 15

Ristorante Arte e natura Via Scolaretto

La Piccola Miniera Via Trento, 24

La Locanda di Alia Via Ietticelli, 69

Max Moda Corso Roma, 37

Ristorante La Conchiglia V. Lungomare Pugliese

Milano Collezioni Via Serra, 8

La Maison Arredamenti S.R.L. Contrada Petrosa

Negozio And Paola Via Sant’Agata, 32

Ristorante La Sirena V. Lungomare Pugliese

Ristorante Il Buco Via Filicuso

La Polla Marilena Blue Point Preziosi Corso Garibaldi,73

Sax Group srl Piazza IV Novembre, 151

Ristorante Las Vegas Via Punta Alice

Vadalà srl Strada Provinciale 01 Km 2+500

Palazzo del Mobile v. XX Settembre

Praia a Mare

Ristorante L’Ekò V.Vittorio Emanuele, 2

Rist. La Cantina del Barone Via Pozzillo, 42

b&B La Casa nel Borgo Via Nazionale, 66

trovi Osteria la Torre Infame Piazza castello, 16

Glamour di Rua Marta Via Piazza Italia, 25

Trattoria Max Via Togliatti

De Caria Motors srl SS18, Zona Ponte Petrace

Ristorante Villa Bonifati C.da Le Vigne

La Casetta Bianca C.da Fiuzzi, 49

Cotronei

L’ Isola del Benessere Via Adua, 15

Solo Firme Corso Garibaldi, 57

Moda e Sport Multistore Via Giugni, 30

Hotel Lo Scoiattolo Ctr Craparelle

Gioiosa Jonica

Tricoci Luigi Ottica Corso Garibaldi, 59

Profumeria Serena Viale della Libertà

Rist. Old Inn Loc. Trepidò

Rist. Gambero Rosso Via Montezemolo, 65/67

Corigliano Calabro

Residenza del Golfo Via Saraciniello- Loc. Foresta

Crotone

La Sposa Chic Viale delle Rimembranze, 66

Boutique Il Covo Via Nazionale, 63

Rist. Chiaia V. Leonadro Da Vinci, 20

Ab. Pollinzi Cosimo Viale Regina Margherita, 24

Locri

Boutique Il Maglione Via La Spezia, 8

Ristorante Fumarlo Via Fumaruolo, 34

Bar Columbus Via C. Colombo, 93

Ab. Furci Fernanda Corso Vittorio Emanuele

Papillon srl Via Nazionale, 44

Ristorante gli Antichi Sapori Via S. Stefano

Bar Togo Via Da Fiore Gioacchino, 17

Maiorana Shoes Corso Vittorio Emanuele, 74

Cosenza

Ristorante La Piedigrotta Via Nicola Maiorano, 43

Da Ercole Ristorante Viale Gramsci, 122

Ristorante Agorà Corso Vittorio Emanuele, 22

Ab. Carla G. Corso Mazzini, 249

Ristorante Saraceno C.da Saracinello

Gioielleria Michele Affidato Via dei Mille, 14-16

Ristorante Le Arcate Via Marconi

Ab. Carofiglio Giulio Corso Umberto, 26

Ristorante Vecchio Frantoio C.da Pian delle Vigne, 14

Hotel Casa Rossa Lungomare C. Colombo, 79

Riviera Bar Pasticceria Corso Vittorio Emanuele, 25

Ab. Corallino Corso Mazzini, 218

Rende

Hotel Costa Tiziana Via Per Capocolonna Km. 3,200

Scarfò Gioielli sas Corso V. Emanuele, 115

Ab. Esologue Corso Mazzini, 91

Bar Colosseo Via San Francesco di Paola, 1

Hotel Palazzo Foti Via Cristoforo Colombo, 79

Timberland Corso Vittorio Emanuele, 76

Ab. Grimoli Mario Corso Mazzini, 135

Bar Dolce Vita Caffè Via della Resistenza, 169

House Beer Via Cristoforo Colombo

Gioelleria A. Erre di Parrotta S. & C. sas Via Matteotti, 141

Gioielleria Valentini Piazza Matteotti, 7

Bar Il Salotto delle Donne Via della Resistenza, 4

Auto Vumbaca srl SS 106 Km 101

Alfieri Sport Due srl Via delle Medaglie d’Oro, 104

B-Side Via Fratelli Bandiera, 98

Masseria del Marchesato Via E. Fermi - Località Passovecchio

Armani Jeans Piazza XI Settembre, 10

Calzature De Tommaso C.da Concio Stocchi

Arredamenti Attilio Giuliani Corso Mazzini, 140

F.lli Scanga C.da Maio Mazzarella Z.I. Cultura

Bar Due Palme Via Alimena F., 22

Hotel Europa Via J.F. Kennedy

Boutique Petit Paris Corso Mazzini, 225

Hotel Executive Via Marconi, 59

Centro Estetico De Benedittis Via Muzzillo Francesco

Rossano

Concessionaria Scanga srl Via Brodoloni

Amarelli sas c/o Museo della liquirizia C.da Amarelli SS 106

Dienne Srl Corso Mazzini, 199

Le Colline del Gelso C.da Gelso Mazzei

Disco La Grange Viale Trieste, 6

Rossano Scalo

Disco Le Club Via R. Montagna

Rist Il Drago Via Ippocrate

Doc Wine Bar Via S. Tommaso, 11

Rist. Il Graticcio Piazza Dante

El Mojito Piazza dei Valdesi, 5

San Gineto

Elena Mirò Piazza Kennedy, 5

Hotel delle Stelle Via delle Libertà, 29

Geab Motorsport Via Romualdo Montagna

San Giovanni in Fiore

Gioielleria Lo Scrigno Piazza Fera Luigi, 47

Brunetti Gioielli Via Roma, 152

Gioielleria Scintille Via Monte Santo, 119

GB Spadafora Via Nazionale, 75

Gruppo Giordano (Hit Cafè Gallery) Corso Mazzini, 169

GB Spadafora Via Roma, 3

Henry&Braian Corso Mazzini, 78

Guarascio Gioielleria Via Roma, 313

Hit Cafè Gallery Piazza Kennedy, 4

Hotel Biafora Località Garga, 9

Hit Shop Piazza Kennedy, 4/a

Hotel Centro Florens Arssa V.le della Repubblica, 174

Hotel Centrale Via del Tigrai, 3

Lucente Salvatore Centro Benessere Via Caboto, 31

Hotel Holiday Inn Via Panebianco

M&P di Liviana Mirarchi Via G. Matteotti, 87/93

Hotel Royal Piazza Matteotti, 14

Pertichini Gioielleria Via Roma, 173

Liu-Jo Corso Mazzini, 160

Spadafora Gioielleria Via Roma, 134

Marella Corso G.Mazzini, 240

San Marco Argentano

Max Mara Piazza Kennedy

Gioielleria Scintille Via Follone

Mazzocca Abbigliamento Corso Mazzini, 145/147

Hotel Don Carlo srl Via XX Settembre

Mazzocca Abbigliamento Corso Mazzini, 205

Profumeria Squillace c/o Centro Comm.le La Torre

Ostello Re Alarico Vico Giuseppe Marini Serra, 10

Santa Maria del Cedro

Ottica Cozza Corso Mazzini, 80

Apparthotel Residence Gandhi Via del Tirreno, 205

Preziosi di Tropea A. & C. snc Corso G. Mazzini, 143

Scalea

Primamoda srl Via Monte Santo, 83

Bar Daniela Piazza Garibaldi, 44/46/48

Profumeria Anna Mary Corso mazzini, 33

Hotel delle Rose Via Lungomare Mediterraneo

Quintieri Abb. Corso Mazzini, 156

Hotel Felix C.so Mediterraneo

Rao Calzature di Katia & Nino Corso Mazzini, 209

Mobili il Modulo Viale Michelangelo, 17/23

Rist. Bencisto Contrada Campagnano

Ottica Centro Lauro Via Lauro, 259

Rist. I Tredici Canali Via A. Siniscalchi

Ottica Didona Via Tommaso Campanella, 15

Rist. Il Chicco d’ Uva Piazza dei Bruzi, 4/A

Rist. De Rose Via Ruggiero Di Luria

Ruf Car srl C.da Coda di Volpe

Rist. Il Corsaro C.so Mediterraneo,137

Siddharta Lounge Via Paolo Borsellino, 17/21

Ristorante Antica Osteria Via Napoleone, 11

Taverna L’Arco Vecchio Piazza Archi di Ciaccio, 21

Ristorante La Playa Corso Mediterraneo, 27

Yamamay Corso Mazzini, 170

Ristorante Tarì Piazza Francesco De Palma, 9

Diamante

Vanity Club Via Fiume Lao, 80

Bar Alexander Via Vittorio Emanuele, 169

Zeid Appare e Scompare Via Modigliani, 18

Bar da Ninì Via Vittorio Emanuele

Schiavonea

Bar Eden Viale Glauc, 28

Park Hotel dei Sibariti C.da Salice

Hotel Cirella Via Cirella, 240

Spezzano della Sila - Camigliatello

Hotel dei Focesi sulla Spiaggia Ctr Monarche

Hotel Albergo Sila Via Padula

Hotel Ferretti Via Poseidone

Torre Camigliati Via Camigliati

Ristorante A Tartana Via Vittorio Veneto, 29

Hotel Camigliatello Via Federici, 1

Ristorante Da Aligia Via Magrio loc. Maierà

Rist. Al Capriolo Via Forgitelle

Ristorante La Felce Contrada Felicetto

Hotel Aquila & Edelweiss V.le Stazione, 11/B

Ristorante La Taverna del Conte Via Pietra Rossa

Sibari

Ristorante Osteria dei Murales Corso Garibaldi, 5

Bar Leonetti Via Roma, 40

Orfeo Ristorante Vico Orfeo, 1 Pub Old Fashion Via Firenze, 44/46 Rist. La scarampola Via Cutro,123 Rist. Le Lanterne Poggio Pudano - SS 106 Rist. Le scalette Via Poggioreale, 18 Isola Capo Rizzuto Hotel Baia degli Dei Località Le Castella Hotel Il Corsaro Via Volandrino Loc. Le Castella Hotel Sant’Antonio Loc. Inastasi IGV Le Castella Località Le Castella Rist. La scogliera Via Scogliera Rist. L’Ancora Via Faro Villaggio Valtur Località Le Castella Strongoli Marina Agriturismo Ceraudo Contrada Dattilo REGGIO CALABRIA Bagnara Calabra Gioielleria Saffioti & Carrara Via S.Pellico,2 Versace Abbigliamento srl Corso Vittorio Emanuele II, 115 Taverna Kerkira C.so Vittorio Emanuele, 217 Hotel delle Rose Via V. Emanuele 37 Grand Hotel Victoria Piazza Guglielmo Marconi, 4 Bova Marina Glamour Corso Umberto I°, 200/b Bovalino Villa Afrodite Via Aldo Moro Gioielleria Scopacasa Via Bandiera, 37 Campo Calabro Rist. Il Giardino degli Allori Via Risorgimento, 117 Caulonia Alta moda Il capolinea Ctr. Aguglia Ristorante La Grotta Via Frauzzo, 14 Ristorante La Macina Via Vincenzo Niutta, 38 Ristorante Undamaris Lungomare Lato Nord Caulonia Marina Artigiana Gioielli Via Carlo Alberto, 34 Chianalea di Scilla B&B Le Piccole Grotte Via Grotte, 10 Ristorante Antrois Pasha’ Via Grotte, 53 Ristorante Glauco Via Annunziata, 95 Ristorante Il Pirata Via Grotte, 22 Ristorante Il Principe di Scilla Via Grotte, 2 Ristorante Le Blue de Toi Via Grotte, 40 Cittanova Cosmarredi Via Nazionale, 182 Centro estetico Studio Pisano Via Campanella, 12 Hotel Casalnuovo Viale Merano, 103 Uliveto Principessa Park Hotel C.da Oliveto Principessa SS.111 KM 17.700 Ristorante Baconchi Via Piave Ristorante La Mamma Via S. Giuseppe, 33 Gambarie d’Aspromonte

Marina di Gioiosa Ionica Belcastro Mobili srl Via Montezemolo, 20 Blue Dalia Via XX Settembre, 33/35 Gioie sas Via Antonio Gramsci Giulia Gioielleria Via Adige, 6 Golosia Piazza Zaleuco Hotel Diramare Via Cristoforo colombo, 2/A Ricaroka Corso Carlo Maria, 11 Santo Macrì Arredamenti Via Genova Ab. Valeri srl Corso Carlo Maria, 90 Centro Estetico La Mimosa Via Carlo Alberto, 2 Melito Porto Salvo Effelle Fashion Via Sandro Pertini, 16/B Grazia Gioielli snc Via Turati, 86 Ottica Cuzzola Corso Garibaldi, 75 Oppido Mamertina Gioielleria Frisina srl Corso Vittorio Emanuele , 64 Palmi De Gustibus Viale delle Rimembranze, 60 Gioielleria Surace P. I° Maggio, 41 Hotel South Paradise Via Pietrenere, 158 Parco Verde Via Prov. Monte S. Elia Temptation’s Gallery Via Roma, 71 Todaro Gioielli Via Gramsci, 32 Casa della Cultura Via San Giorgio Ristorante Aulinus Parco Verde Via Provinciale Monte S. Elia Polistena Casa è Via Catena, 36 F.lli Papandrea srl Ctr. Primogenito I Preziosi Via Montegrappa Versace Gioielli sas Via Comm. Grio, 50 Reggio Calabria Ab. Marea Via Aschenez, 76 After Fashion Corso Garibaldi, 78 Agenzia Viaggi Simonett aCorso Garibaldi, 521/525 Rist. Al Capolinea Via G. Melacrino Amato Calzature Via S. F.sco da Paola, 29 Anteprima Via Tommaso Gullì, 13 Arghillà Via Sbarre Centrali, 249 Autoforniture Milanesi Via De Nava, 1 Automotor Reggina srl Via S. Caterina, 12 Bar Malavenda Corso Garibaldi - accanto Museo Bar Morabito Via Cardinale Portanova B’Art Corso Garibaldi Bb Studio Corso Garibaldi, 69 Bieffedi Auto srl Via Vallone Petrara, 81 Blitz Via S. Francesco da Paola,11 Borsalino Via Giulia Brand srl Corso Garibaldi, 362 Caffè Matteotti C.so V. Emanuele III, 39 Caractere Corso Garibaldi, 28 Care Vigne Via Miraglia, 21 (di fronte Poste Centrali) Carezza di Sole sas Via Treviso Bassa, 10 Cesare Paciotti Corso Garibaldi, 45

12


vi

dove tro Ciccy Cannizzaro Via Osanna, 49/53

Ristorante Le Palme Corso Vittorio Emanuele III, 25/C

Hotel Casa del Gourmet Ctr. Pantaleo, 34/A

Villaggio Residence Portoada SS 18 Km 392

Clod Corso Garibaldi, 137

Roberta Furs Viale Aldo Moro trav. D, 7/9

Multiarredo sas Via Muratori

Yacht club Marina Carmelo Via Emilia, 64

Confini Viaggi Via Tommaso Gulli, 21

Sarnè accessori Via Sbarre Centrali, 43

Scarfò Gioielli sas Via Nazionale

Zambrone

Color Cioccolato Via dei Correttori, 15

Scopelliti 1887 Via Fata Morgana, 48/54

Taurianova

Hotel Scoglio del Leone Località Marina

Cordon Bleu Corso Garibaldi, 205

Seby’s Staff Via Amerigo Vespucci, 14

Birreria Antica Traccia Via II° Circonvallazione

Villaggio Borgo del Principe Contrada Marina

Costantino Cucine Arredamenti Via Carrera, 21 - S. Gregorio

Segreti by Squillace Via San Paolo, 9

Dimensione Casa Via Circonvallazione Nord, 61

Cotton Club Via Demetrio Tripepi, 141

Segreti by Squillace Via De Nava, 56

Gioielleria Magic Moment Via XXIV Maggio, 7

MESSINA

D’Amico GiuseppeViale Aldo Moro, 162

Segreti by Squillace Corso Garibaldi, 315

Oreficeria Curatola sas Via XX Settembre, 12

Briga Marina

Davida Sposa Via Camagna, 11/b

Segreti by Squillace Via Demetrio Tripepi, 60

Studio di Estetica di Venere Maria Via S. Giovanni dei Rossi,

Autojonica Ss 114 Km 14,650

De Angelis Mobili Via Aschenez, 182

Sogni Corso Garibaldi, 77

Villa San Giovanni

Castel di Tusa

De Domenico Via Demetrio Tripepi, 42/A

Sport Village Catona Via Figurella 1° Tratto - Catona

Altafiumara Resort & SPASanta Trada di Cannitello

Atelier sul Mare Via Cesare Battisti, 4

Elena Mirò Corso Garibaldi, 64/66

Sportown Corso Garibaldi, 140

Ab. Giallo Ocra Via Italia, 12

Castelmola

Emporio Armani Corso Garibaldi, 53

Sportshop Via T. Campanella, 49/53

Corigliano Sposa Via Garibaldi, 27

Turrisi Bar Piazza Duomo

Rist. Etoile Largo Colombo (P.zza Indipendenza)

Sportworld Via Pio XI, 90

Gold Car Via Nazionale, 652

Furnari

F.A.T.A. srl SS 14 Km 12,300 - Pellaro

Sposa in Via Aschenez, 147

Ottica Cuzzola c/o Centro Comm.le La Perla dello Stretto

Hotel Hilton Portorosa Complesso Turistico Portorosa Furnari

Falzea Caterina Via Zaleuco

Sudato Via Pentimele, 75/83

Hotel de la Ville Via Zanotti Bianco, 9

Giardini Naxos

Foti G. Corso Garibaldi, 483

Tardivo Jewels Via Sbarre Centrali, 253/A

La Sosta Via Monsignor Bergamo, 31

Hotel Ata Naxos Beach Resort Via Recanati, 26

Foti G. 88Corso Garibaldi, 88

The Bridge Corso Garibaldi, 87

Ristorante La Degusterai Via Zanotti Bianco

Hotel Giardini dei Greci Via dei Sei Mulini

Frauto Via Vallone Petrara

The Chili Pepper Lab Via Carlo Rosselli, 14/16

Ristorante La Fenice Via Marina

Hotel Hellenia Yachting Via Jannuzzo, 41

Frisina Corso Garibaldi, 400/402

Tieffe Group di Travia Maria & C. sas Corso Garibaldi, 136

Ristorante La Vecchia Villa Via Vecchia Stazione, 3

Hotel Sant Alphio Garden Via Recanati

Geremia Via Vecchia Provinciale Archi, 79

Tomasello Superstrada Jonica, KM. 0.300

Ristorante Vecchio Porto Via Marina, 132

Jonia Alberghiera srl Via Naxos, 67

Gioielleria Dorato Via S. Francesco da Paola, 8

Tru-Trussardi Corso Garibaldi, 531

Rist. Baia Portigliela Via Italia, 31 – Cannitello

Sea Sound Via Jannuzzo, 34/A

Gioielleria ValeV ia Sbarre Centrali, 146

Tullia Bimbi Corso Garibaldi, 483

Giovanni Seminara srl Via Laboccetta, 7

Vadalà srlSS 106 - Pellaro

VIBO VALENTIA

Hotel Park Hotel Silemi Via Sillemi, 28

Glamour Cafè Corso Garibaldi, 102

ValentinoCorso Garibaldi, 57

Briatico

Ristorante Moby Dick C.da Milianà SS 114 Km 41

Glenduff House Via Ravagnese Inferiore, 83

VelvetVia Collina degli Angeli, 22

Hotel Rist Costa Bella S.s. 522

Lipari

Go Coppola Corso Garibaldi, 70

Versace Gioielleria Corso Garibaldi, 296

Rist. La Torretta Loc. S.Giorgio

Hotel Carasco Via Porto delle Genti

Gran Caffè Viale Zerbi, 9/11

Vertecchi Via Demetri Tripepi, 64/A

Rist. Le Rose Via Provinciale

I Gioielli del Mare Via Garibaldi, 8

Grand Hotel Excelsior Via Vittorio Veneto, 66

Via De Nava Via De Nava

Rist. Villa Perara Ctr. Perara

Marina d’Agrò

Letojanni

i

dove trov 10

Hotel Baia Taormina Hotel & S.p.A. Via Nazionale, 39

Ab. Bimbi Granello Corso Garibaldi, 154 - Galleria Caminiti

Via Veneto Cafè Via Vittorio Veneto, 62/64

Drapia

Hosteria dei Campi Via Reggio Campi I° tronco, 39

Villa Zerbi Corso Vittorio Emanuele III

Villaggio Club L’Olivara Località Gasponi

Messina

Hotel Apan sas Via Laboccetta

Wine Glass Via Vittorio Veneto (di fronte Show Room)

Parghelia

Bertia Mode Viale S. Martino, 62

Hotel La Lampara Lungomare Pellaro

York (DT103) Via Demetrio Tripepi, 103

Hotel Blue Paradise Via Bordila, KM.029,700

Body Center srl Via Riccio Mariano, 27

Hotel Palace Masoanri’s Via Vittorio Veneto, 95

Lido Calajunco Via Marina Bassa

Hotel Cannamele Resort Via Diaz, 12

CasaramonaVia San Martino, 242/244

Hotel President srl Via Petrarca, 16 - Gallico

Lido Il Papero Via Marina Bassa

Hotel Panta Rei C.da San Nicola

CoccinellePiazza Cairoli, 24

Iannì Interior Design Largo Missori, 7

Lido Mirablu Via Marina Bassa

Hotel Porto Pirgos SS 522 - Località Marina di Bordila

Divani & Divani by NatuzziViale Pincipe Umberto, 79

Il Fiore del Cappero Via Zaleuco, 7

Lido Pepy’s Via Marina Bassa

Hotel Tirreno Contrada Cervo

EnergyVia dei Mille, 89

Il Fiore di Desna Via Demetrio Tripepi, 100/A

Lido Il Tempietto Via Marina Bassa

Pizzo Calabro

Formula 3 S.p.A.Via Corbino Orso Z.i.r.

In & Out Corso Garibaldi, 308

Lido Arriba Via Marina Bassa

Bar Dante Piazza della Repubblica, 33

Franca Mollura ArredamentiVia XXIV Maggio, 161

Io Uomo Via Aschenez, 120

Riace

Bar Ercole Piazza della Repubblica, 18

Hotel Best Western Europa PalaceSs 114 Km 5,40

It Bonavoglia Corso Garibaldi, 220

Hotel Federica Via Nazionale

Gioielleria Riga Corso Garibaldi, 51

Hotel Europa Palace Ss 114 Km 5,470 - Loc. S

Kappa Motori Via Vecchia Provinciale, 61 - Archi

Hotel Il Partenone Loc. Guardia

Hotel Bravo Club Pizzo Località San Giorgiello

Ideal Line Viale S. Martino, 32

Kedivè Corso Garibaldi, 183

Rizziconi

Hotel Mediterranè Località Difesa

J & D srl Km 4,100 Ss 114

La Biellese Viale Aldo Moro, 27

Gioielleria Aricor Via Maviglia, 8

Kaipiria Corso Lungomare C.Colombo, 54/56

Kent Via Maddalena, 60

La Casa dei Bambini Corso Garibaldi, 177

Mazzù Gioielli snc Via V. Emanuele III, 28

Laguna Blu Abbigliamento Via San Francesco, 88

Muschio & Miele Via Giordano Bruno, 31

La Murrina Via Aschenez, 86/117

Roccella Ionica

Morenitos Club Via Nazionale 1 trav.

Emme & Emme di Giuttari Via Giordano Bruno, 31

L’Altro Effetto Via dei Correttori, 24

Boutique Oriana sas Via Cannolaro, 18

Pub Moby Dick Lungomare C.Colombo, 42

NH Grand Hotel Liberty (Framon) Via I° Settembre, 15

Le Rose al Bicchiere Via Demetrio Tripepi, 118

Gioielleria Squillace Via Roma, 55

Ricadi

NH Royal Palace (Framon) Via I° Settembre, 15

Leonte Arredamenti Viale Aldo Moro, 118

Hotel Parco dei Principi SS 106 Badessa

Hotel Ipomea Club Località Fortino

Palzileri di Marsala Filippo Viale S. Martino, 203

Leuzzo MobiliVia Sbarre Centrali, 487

Jeanne Clelie Profumeria Via Roma, 12

Hotel Baia del Capo San Nicolò

PicarellaVia dei Mille, 243 (Is. 101) pal. Upim

Liu-Jo Corso Garibaldi, 43

La Cascina SS. 106

Park Hotel Località Santa Maria

Siracusano Automobili S.p.A. Km 6,300 Ss 114 -Tremestieri

Logo 34 Via Demetrio Tripepi, 34

La Taverna di Bacco Via Orlando, 5

Sunshine Club Hotel Località Petto Bianco

Team Car srl Via G. La Farina, 237

London Bistrot Via Osanna, 2/f

Mathis Co. Jewels Via Roma, 14

S.Domenica di Ricadi

Teatro Vittorio Emanuele Via Pozzoleone

Lopez Corso Garibaldi, 215

Rosarno

Hotel Orizzonte Blu Località Pettilupo

Busà Motor Via Nazionale, 34/b - Mili Marina

Lorenzo Cotroneo Corso Garibaldi, 285

Fiaschè Mobili Via Nazionale Sud, 414

Mojito Via Provinciale

Milazzo

Luci & Forme Via A. Spanò, 48

Ab. Folli Follie Via Nazionale Nord, 147

Old Well Loc. Baia di Riaci

Birikino Montecastro Borgo Antico

Luisa Spagnoli Corso Garibaldi, 172

Gioielleria Gelanzè Corso Garibaldi, 77

Tropea

Il Capo Piazza S. Antonio Capo Milazzo

Malavenda PasticceriaPiazza Duomo, 46

Gioielleria Pugliese Corso garibaldi

Hotel Giardino Marchese D’Altavilla C.da Gornella

L’Angolo degli Aragonesi G.B. Impallomeni

Marella Corso Garibaldi, 130

PF Calzature di Palmiro Fazzari Via Nazionale Nord

Hotel La Bussola S.s. Tropea

Re Sole Via Bertè Colonnello, 10

Martino Via Cairoli, 1/c - salita Villa Comunale

Profumeria Barbara Parfum Piazza Valarioti

Hotel Le Roccette San Leonardo Via Mare Piccolo

Taormina

Martino PCF srl Via SS 106, Km 10,500 - Pellaro

Ristorante alle Chiocciole Via Nazionale, 142

Hotel Tirreno Via Contrada Cervo

Al Castello Via Madonna della Rocca, 11

Modì C.da Armacà - Pentimele

Romeo Jeans Via Elena, 141

Madison Bar Via Libertà, 91/93

Amigos Bar Piazza S. Caterina, 7

Momo Via San Francesco da Paola

Hotel Vittoria Via Nazionale, 148

Rist. Al Centro Storico Via P.Vianeo,10

Andrew’s Ties (Muschio&Miele) Corso Umberto, 56

Mucciola Viale Calabria, 351

Ab. Bonelli Rocco Corso Garibaldi, 45

Rist. Antico Borgo Via Dardano,2

Associazione Albergatori Taormina Palazzo Corvaja

Multisala Lumiere Viale La Boccetta

Crystal Pub Via Nazionale Sud, 364

Rist. El Sol Largo S.Michele,15

Bar Andromaco Piazza Andromeco, 4/6

Mythos Corso Garibaldi, 262

Tendarredo Via Nazionale Sud, 390

Rist. Il Vulcano Viale Mottola

Bar Capriccio Corso Umberto, 85

No Name donna orso Garibaldi, 356

S.Eufemia d’Aspromonte

Rist. La Pergola Via Annunziata

Bella Blu Via Pirandello, 28

No Name Uom Corso Garibaldi, 73

De Angelis Mobili Corso Vittorio Veneto, 132

Ristorante Carpe Diem Via Roma Centro Storico

Cafè Les Artistes Via Calpitrulli, 13

Numeronove Pub Via San Paolo

Mediterraneo Park Hotel Via SS 112 KM 6,5

Hotel La Pace Ctr. Taccone

Carla G. Corso Umberto

Nuova Aurora srl Corso Garibaldi, 91

Centro Oro srl Corso Vittorio Veneto, 24

Ristorante Pimm’s Corso Vittorio Emanuele, 60

Castello di S. Marco Via San Marco, 40

Nuovi Spazi Via Frà Melacrinò, 18

S.Ferdinando

Wine bar La Munizione Largo Duomo,12

Cesare Paciotti Piazzetta S. Caterina, 13

O.R.E.D.A. srl Ss Jonica 106 Km 6,965 - San Gregorio

Ristorante Rosa dei Venti Via Rosarno, 7

Vibo Valentia

Mediterraneo Cafè Via Giovanni di Giovanni, 6

Oasi Aldebaran Via Nazionale Pentimele

S.Stefano d’Aspromonte

Ab. Mancini Corso V. Emanuele III, 164/166

Mocambo Bar Piazza IX Aprile, 8

Octo - F.lli Iannì Corso Garibaldi, 310

Le Fate dei Fiori Via Nazionale, 55 – Cannoli

Ab. Solo Firme Via Popilia, 20

Morgana Pub Via Scesa Morgana, 4

Old House Viale Annunziata, 23/25/27

San Ferdinando

Casino Terranova Piazza Terranova, Vico Dolore

O Lounge Bar Piazzetta Paladini, 60

Ottica Cuzzola Corso Garibaldi, 139

Rist. Rosa dei Venti Via Rosarno, 7

Centro Mode di Giannini Corso Vittorio Emanuele, 183

Parisi srl Corso Umberto, 54

Pepy’s Via Roma, 6

Scilla

Club Med Napitia Contrada Difesa San Leonardo

Parisi srl Corso Umberto, 101

Periferia Via Augusta trav. 1°, 5 - Pellaro

Bleu de ToiVia Grotte, 40

Garden Resort Calabria C.da Difesa

Parisi srl Corso Umberto, 186

Pir di Giordano Francesco Corso Garibaldi, 92

Calipso PubVia Canalone, 1

Hotel 501 Località Modonnella

Parisi srl Corso Umberto, 1

Privilegi Corso Garibaldi, 169

Dal’ PubLungomare di Scilla

Hotel Cala del Porto Via Roma

Parisi srl Corso Umberto, 46

Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137/a

Hotel “U’Bais”Via Nazionale, 65

Hotel La Locanda al Palazzo d’Alcontres C.da Difesa

Parisi srl Corso Umberto, 54

Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 468

KrataiisVia Omiccioli, 26

Hotel La Praya Village San Giorgello

Parisi srl Corso Umberto, 79

Profumeria Squillace Corso Garibaldi, 137

Ristorante “U’Bais”Lungomare di Scilla

Imperial Wine Bar Cafè Via Lacquari, 70

Parisi srl Corso Umberto, 101

Profumeria Squillace C/o centro comm.le Le Ninfee - Viale Calabria

Sidereo

La Locanda di Daffinà Corso Umberto I°, 160

Parisi srl Corso Umberto, 144

Bar Helios Corso Garibaldi

Mondosposa z.i. loc. Aeroporto

Parisi srl Corso Umberto, 186

Costa dei Gelsomini sas Via Nazionale, 68 (C.C.le Le Gru)

Palmieri Moda sas Via Razza Luigi, 71

Re di Bastoni Pub Corso Umberto, 120

Fra.Mat sas P. Risorgimento

Profumeria Squillace Viale Kennedy, 34

Ristorante Baronessa Corso Umberto, 148

Galleria della Sposa Via Lenzi

Resort S.S Longobardi, 18

Shatulle Bar Piazza Paladini, 4

Gioielli Lentini snc C. Repubblica, 69

Rosso Barrique Via Milite Ignoto, 31

Sturiale Santo Niko Bar Corso Umberto, 209

Grand Hotel President SS. 106

Tato’s Irish Pub Shop Via Longobardi, 18

Protagonista srl Corso Garibaldi, 79 Quintessenza Corso Garibaldi, 148 RA.MA.CO. Via Vecchia Modena, 1 Rechichi Motor srl SS Jonica 106 - Pellaro Regent Hotel Lungomare Catona - Angolo Via Mercato Ristorante La Capanna Via Vecchia Provinciale, 54 - Pellaro



E' Lifestyle - Anno II numero 5