Page 1

Per il Comune è tempo di Bilanci

Bollate ospita gli Europei di Softball

Torna il Festival di Villa Arconati

tempo di Bilanci per l'Amministrazione comunale e per Gaia Servizi, la sua partecipata. Tre pagine con informazioni e tabelle sui conti pubblici.

G

li amanti del softball e dello sport potranno vivere una settimana ricca di gare, eventi e manifestazioni sportive e tanta sana competizione. Dal 25 giugno all'1 luglio 2017.

D

É

(pagg. 2-4)

all'11 al 21 luglio torna il Festival di Villa Arconati, una rassegna raffinata che fonde il teatro e la musica nelle sue declinazioni più interessanti. Un appuntamento da non perdere, anche grazie ai coupon del Comune.

(pag. 18)

(pag. 15)

annodiciassettenumerocinque giugnoduemiladiciassette

EDITORIALE Cari bollatesi,

Il 5 giugno scorso si è celebrata in tutto il mondo la Giornata internazionale per l’Ambiente. Uno dei dati più interessanti emersi è il grande interesse che gli italiani hanno per i tanti e bellissimi parchi che ci sono nel nostro Paese. Anche a Bollate i parchi rappresentano una preziosa e importante risorsa e su questo numero di Qui Bollate ne parleremo ampiamente dato che, in questi mesi, abbiamo inaugurato il nuovo e bellissimo Parco Expo 2015 (pagina 5); concretizzato e realizzato il progetto, proposto dai “Gruppi di Cammino e dall’Università della Terza Età, di dare un nome e una carta d’identità agli alberi del Parco centrale Martin Luther King (pagina 6); ma anche messo a dimora, con l’aiuto di tanti bollatesi, centinaia di essenze arboree nell’area di via Zandonai. Da ultimo ma non meno importante, nell’ambito del Bilancio partecipativo, uno dei progetti più votati dai bollatesi è stato la riqualificazione del parco Calipari di Cassina Nuova. Sono solo alcune delle iniziative che danno l’idea dell’interesse per il verde che questa Amministrazione ha messo in campo con la collaborazione di cittadini e associazioni, vero motore di una comunità e prova concreta di scelte perseguite con determinazione. Ampi spazi verdi, fruibili da persone di ogni età, bambini e nonni, famiglie e giovani, rappresentano un valore aggiunto che, siamo convinti, migliorerà profondamente la qualità della vita di tutti. Ora, però, dobbiamo stringere un patto civico e prenderci cura tutti insieme del nostro verde, dei nostri parchi. Dobbiamo impegnarci a segnalare atti di vandalismo, controllare a vista i nostri amici a quattro zampe durante la passeggiata, raccogliendo i loro bisogni, evitare di buttare cartacce e bottiglie nei prati e nelle aiuole, non rovinare gli arredi pubblici. Rispettare l’ambiente in cui si vive è un compito serio e impegnativo, di cui ogni cittadino deve farsi carico in proprio. Perché solo così gli sforzi delle Amministrazioni potranno migliorare e rendere sempre più belle le città in cui viviamo. Buona lettura Francesco Vassallo, Sindaco di Bollate

NOTIZIE E APPROFONDIMENTI DAL COMUNE AL CITTADINO

www.quibollate.it

SERVIZI IN CITTÀ

Gaia apre lo sportello per i cittadini in via Stelvio no sportello interamente dedicato ai servizi cimiteriali presso la sede operativa di Gaia Servizi Srl, in via Privata Stelvio, 38 a Bollate. È questa la novità, introdotta per ottimizzare le risorse disponibili e aumentare la scelta di punti informativi per i bollatesi, che vedrà il personale di Gaia a disposizione dei cittadini per ogni questione inerente il cimitero. Lo sportello di Gaia è aperto al

U

pubblico da lunedì 12 giugno. Questi i giorni di apertura: lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 09.00 alle ore 12.00. I cittadini potranno continuare a rivolgersi anche in Comune, allo Sportello di Gaia Servizi presso il Polifunzionale in piazza A. Moro, nei seguenti giorni: martedì dalle ore 08.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30; venerdì dalle 08.45 alle 12.30.

NOVITÀ

La carta d'identità diventerà elettronica breve la carta di identità non sarà più cartacea, ma elettronica (Cie): questà è la novità introdotta dal Ministero dell'Interno e valida anche per il Comune di Bollate. La nuova carta d'identità elettronica sarà realizzata in materiale plastico, avrà le dimensioni di una carta di credito e sarà dotata di un microchip che memorizza i dati del titolare, compresi gli elementi biometrici come la fotografia e le impronte digitali. A tutela delle informazioni, il documento sarà protetto con sofisticati elementi di difesa che ne garantiranno la sicurezza. In fase di richiesta di emissione sarà

A

anche possibile esprimere il consenso per la donazione di organi e tessuti in caso di morte. Per richiedere o rinnovare la carta di identità elettronica sarà obbligatorio fissare un appuntamento: contattando lo Sportello Polifunzionale del Comune di Bollate oppure accedendo al servizio prenotazioni del portale web del Ministero dell'Interno. Dopo l'appuntamento, il documento verrà spedito direttamente al cittadino entro 6 giorni lavorativi o potrà essere ritirato in Comune. Il costo della nuova cartà d'identità elettronica sarà di 22,21 euro. La data di attivazione della

Cie dovrà essere stabilita dal Ministero dell'Interno ma si presume possa decorrere dal prossimo mese di luglio. ATTENZIONE: Le carte d'identità cartacee, già in possesso dei cittadini, continueranno ad essere valide sino alla scadenza naturale.

SCUOLABUS

Trasporto scolastico: tutte le novità da settembre 2017 'Amministrazione ha approvato le nuove modalità di organizzazione e utilizzo del servizio di trasporto scolastico per gli alunni delle scuole primarie Montessori e Rosmini e per la scuola secondaria di primo grado Montale. Tre linee per le scuole primarie Rosmini e Montessori; due linee per la Montale. Tutte prevedono 45 posti disponibili e verranno attivate con un minimo di 10 iscritti paganti per ogni corsa. Le iscrizioni sono aperte dal 12 giu-

L

gno 2017 fino all'apertura dell'anno scolastico, ad esaurimento posti. In caso di domande superiori alla disponibilità, verrà creata una graduatoria, sulla base della data di consegna della domanda. Tutte le informazioni sui percorsi, sulle fermate e sulla modulistica sono pubblicate sul sito internet del Comune, nella sezione uffici comunali – Servizi Scolastici. Ulteriori informazioni, all'ufficio Servizi Scolastici del Comune, negli orari di apertura al pubblico oppure

inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica: pubblica.istruzione@comune.bollate.mi.it.

SPEC IALE B

I PART LANCIO INSER ECIPATIV TO S O

TACCA BILE

I RISU LTATI


annodiciassettenumerocinquepaginadue

www.quibollate.it

IN PRIMO PIANO

Bilancio consuntivo 2016, chiuso con un avanzo importante

COMPOSIZIONE DELL’AVANZO DI BILANCIO

'esercizio si è chiuso con un significativo avanzo di bilancio, risultato di una gestione accurata e prudente che, diversamente dal passato, non ha costrettto il Comune ad andare in anticipazione di cassa.

L

In altre parole, il nostro conto corrente non è mai andato in scoperto e quindi non abbiamo dovuto pagare interessi passivi. Tra gli aspetti che hanno caratterizzato le entrate e le spese è da segnalare il fatto che, per l'anno 2016, i cittadini di Bollate hanno pagato meno tasse rispetto all'anno 2015, per un ammontare superiore ai tre milioni di euro (nel 2015 i cittadini hanno versato TASI per 4.362.164,66 di euro; per l'anno 2016 sono stati versati solo 692.442,60 euro). Questo grazie alla scelta del governo Renzi di abolire la TASI sulla

prima casa. Un altro aspetto positivo della gestione 2016 è stato il recupero di imposte non pagate del passato (TASI – IMU – ICI – TARI). Degno di nota, anche lo svincolo di una quota consistente dell’accantonamento per la copertura di crediti dubbi incassati in misura superiore rispetto alle previsioni. Questo, in assestamento di Bilancio, ha reso disponibili le risorse non utilizzate per coprire i crediti dubbi.

Accantonamento a fondi per crediti di dubbia esigibilità e altri fondi*

€ 3.223.043,12

Parte vincolata**

€ 2.216.239,54

Avanzo disponibile***

€ 1.525.162,63

TOTALE

€ 6.964.445,29

ENTRATE E USCITE

** Riguarda risorse per le quali sussiste un vincolo di destinazione (barriere architettoniche, incremento naturalità, codice della strada, contratto di quartiere e trasferimenti per il culto).

Le entrate totali per l'esercizio 2016 sono state pari a 33.429.860,34 euro; le spese sono state di 29.724.828,01 euro, con un avanzo di competenza dell'esercizio 2016 di 3.705.032,33 euro. A questo si aggiunge l'avanzo dei residui relativi agli anni precedenti che portano l'avanzo complessivo a 6.964.445,29 euro.

* É una rettifica dell’entrate, a garanzia della loro effettiva realizzazione.

*** È stato originato, in primo luogo, dallo svincolo delle risorse prudenzialmente accantonate, a titolo di fondo crediti di dubbia esigibilità, e da economie di spesa. Sarà impegnato con apposito atto del Consiglio comunale.

Per restare informato, vai sul sito del Comune

www.comune.bollate.mi.it.

CONTO CONSUNTIVO 2016 Avanzo utilizzato FPV Entrate tributarie Trasferimenti correnti da altri enti Entrate non tributarie Entrate in conto capitale Entrate Totali

1.424.082,77 944.845,30 18.696.076,44 1.547.470,43 8.945.494,27 1.871.891,13 € 33.429.860,34

FPV Spese correnti Rimborso di prestiti

1.233.057,82 24.913.387,04 2.043.479,12

Spese in conto capitale Spese totali Avanzo di Competenza Avanzo di gestione residui

1.534.904,03 29.724.828,01 3.705.032,33 3.259.412,96

AVANZO TOTALE

€ 6.964.445,29


annodiciassettenumerocinquepaginatre

www.quibollate.it

IN PRIMO PIANO

Bilancio preventivo 2017, i principali servizi restano garantiti

LE ENTRATE

on il Bilancio di previsione 2017, l'Amministrazione comunale ha garantito, in primo luogo, tutti i

C

Le entrate previste sono in linea con l'esercizio precedente; lo scostamento rispetto al consuntivo è dovuto al fatto che i dati previsionali sono stimati e non accertati. Resta confermato l'aspetto relativo al pagamento della TASI che, anche per il 2017, non sarà dovuta sulla prima casa, con un minore esborso per i cittadini di circa 3,5 milioni di euro.

LA TARI SUI RIFIUTI Un altro piccolo risparmio per le famiglie è stato stimato sulla TARI, la tassa sulla raccolta dei rifiuti, che, lo ricordiamo, a Bollate è una delle più basse della Lombardia. La riduzione media sarà di circa il 3% ma per le famiglie con più di 3 componenti raggiungerà quasi il 9%.

LE SPESE Le maggiori spese per l'anno 2017 riguarderanno le spese correnti che rappresentano oltre l'85% del Bilancio comunale. Lo scostamento delle spese correnti rispetto al consuntivo dell'anno precedente dipende principalmente da fondi e accantonamenti pari a 3.276.095,98 euro. La maggior parte delle spese correnti sono generate dall'acquisto di beni e servizi (15.390.305,67 euro), insieme alle spese per il personale dipendente del Comune, stimate in 6.717.408,42 di euro.

I principali investimenti previsti per il 2017: • Riqualificazione plesso scolastico di via Verdi € 1.400.000,00 • Riqualificazione energetica del plesso scolastico di via Brianza € 1.000.000,00 • Riqualificazione di parte dell'illuminazione pubblica di Bollate centro € 600.000,00

UN OCCHIO ALL'AVANZO DI BILANCIO Gli uffici e la Giunta comunale stanno valutando il modo migliore per l'impiego dell'avanzo disponibile dell'esercizio 2016. La destinazione finale sarà oggetto di valutazione e approvazione da parte del Consiglio comunale.

BILANCIO DI PREVISIONE 2017 Entrate tributarie Altre Entrate non tributarie Entrate in conto capitale Contributi Trasferimenti correnti Fondo Pluriennale Vincolato Accensione di prestiti Totale Entrate

PREVISIONE % 18.897.522,83 55,68 9.714.585,60 28,63 3.639.370,00 10,72 1.327.935,00 3,91 257.876,00 0,76 100.000,00 0,29 € 33.937.289,43

Spese correnti Rimborso Prestiti Spese in conto capitale

Spese Totali

PREVISIONE 28.891.835,23 1.716.084,20 3.329.370,00

  

servizi introducendo, in particolare, un aspetto innovativo rispetto agli anni precedenti: il Bilancio partecipativo. L'Amministrazione, infatti, ha destinato l'importante somma di 400mila euro per la partecipazione diretta dei cittadini alle scelte amministrative, con l'obiettivo di rinforzare il rapporto di fiducia tra amministratori e cittadini, anche con il coinvolgimento dei dipendenti comunali (vedi inserto staccabile nelle pagine centrali di QuiBollate).

Giuseppe de Ruvo Assessore al Bilancio

% 85,13 5,06 9,81

€ 33.937.289,43 100,00


annodiciassettenumerocinquepaginaquattro

www.quibollate.it

IN PRIMO PIANO

Bilancio 2017

Gaia Servizi: al LAVORO con competenza e professionalità I l 27 Aprile 2017, l’Assemblea dei soci rappresentata nell’incontro dall’Amministrazione comunale di Bollate, ha approvato il Bilancio 2016 di Gaia Servizi, con un utile di gestione di circa 23mila euro. Grazie anche alla fusione societaria con Gaia Sus (ex società farmacie), che ha garantito una miglior gestione finanziaria dell’azienda, siamo stati in grado di abbattere l’indebitamento di circa il 20% in un solo esercizio. La Società ha implementato gli standard qualitativi e le attività di controllo gestionale attraverso l’approvazione del “Modello 231”, con aderenza immediata alle disposizioni previste dall’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) sulla trasparenza attraverso una collaborazione costante con il Comune di Bollate nel rispetto del cosiddetto “controllo analogo”, raggiungendo, tra l’altro, l’attestazione del “Bollino Etico Sociale” per aver intrapreso il percorso di innovazione sociale.

I NUMERI DI GAIA Oggi Gaia Servizi è un’Azienda cresciuta anche nel numero di dipendenti complessivi (oltre 85 addetti) grazie ad una continua ottimizzazione delle risorse disponibili. Il fatturato, che ha raggiunto quasi 14 milioni di euro, è in continua crescita e la rende una delle aziende principali del territorio bollatese, in grado di realizzare ogni attività con personale proprio evitando l’utilizzo di società esterne e di professionisti. Oggi Gaia Servizi si pone l’obiettivo di continuare a garantire la qualità dei servizi gestiti a Bollate ma guar-

da anche alla possibile collaborazione con i Comuni limitrofi ed alla gestione di servizi esterni, alcuni dei quali sono già in atto, come la gestione del verde e le attività di sgombero neve/prevenzione ghiaccio per l’Ospedale di Garbagnate, l’aggiudicazione del verde pubblico per i comuni di Baranzate e Novate Milanese. A dimostrazione che anche il “pubblico”, se gestito con professionalità, può competere ed essere più concorrenziale sul mercato delle aziende private.

LA QUALITÀ DEI SERVIZI Il servizio di igiene ambientale rappresenta un esempio di eccellenza in cui, oltre a garantire la puntualità e la qualità del servizio, abbiamo superato, grazie anche all’attenzione crescente dei cittadini verso questi temi, la percentuale del 65% nella raccolta differenziata dei rifiuti, con un costo per la collettività inferiore del 20% rispetto alla media dei Comuni della Provincia di Milano. Gaia Servizi è diventata un esempio anche per i comuni limitrofi: per rendersi conto della differenza nei servizi erogati ai cittadini basta guardare i comuni a noi vicini per capire quanto il Comune di Bollate stia crescendo, superando qualitativamente realtà storicamente più “ricche”.

RSA UN’ECCELLENZA Proseguono gli investimenti costanti sulla casa di riposo RSA Giovanni Paolo II. Oggi la struttura può avvalersi di un tempo medio di assistenza personale/ospite equivalente quasi al doppio degli

standard minimi previsti dalla Regione Lombardia, in un clima di buona soddisfazione da parte dell’utenza.

NUOVI PROGETTI

Nel programma di investimento che si prefissa l’Azienda ci sono interessanti novità per la Città: a breve partiranno i lavori per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica con l' installazione di led e servizi dedicati in tutto il territorio, la realizzazione di nuovi parchi tematici in Città dopo la straordinaria inaugurazione del “Parco Expo 2015”, il rinnovo del parco veicoli con l’acquisto di automezzi a basso impatto

IL PUNTO SULLE FARMACIE Continua anche il trend molto positivo dei ricavi delle Farmacie comunali, che dal2013, sono la fine del aumentati complessivamente di circa 700.000 euro pari a un incremento del 16%, grazie a una nuova gestione manageriale delle attività.

ambientale per la riduzione delle emissioni e, ancora in fase di discussione con l’Amministrazione comunale, un nuovo progetto di asfaltature delle strade in gestione diretta, al fine di uscire dalla logica dell’utilizzo del privato ed avere anche per questo servizio un’ottimizzazione dei costi unitamente ad una più puntuale azione. Stiamo lavorando per Voi! Il Consiglio di Amministrazione di Gaia Servizi Srl

CONTO ECONOMICO VALORE DELLA PRODUZIONE 1) ricavi delle vendite e delle prestazioni 2) altri ricavi e proventi COSTI DELLA PRODUZIONE 3) per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci 4) per servizi 5) per godimento beni di terzi 6) per il personale 7) ammortamenti e svalutazioni 8) variazioni delle rimanenze 9) accantonamento per rischi 10) oneri diversi di gestione

€ 13.914.244 12.758.669 1.155.575 € 13.700.719 3.739.824 4.883.163 532.489 3.724.043 623.112 -8.920 17.318 189.690 € 172.501

PROVENTI E ONERI FINANZIARI

€0

RETTIFICHE DI VALORE FINANZIARIE RISULTATO ANTE IMPOSTE

€ 41.024

IMPOSTE SUL REDDITO D'ESERCIZIO

€ 18.086

UTILE DELL'ESERCIZIO

€ 22.938

STATO PATRIMONIALE IMMOBILIZZAZIONI

€ 6.404.482

PATRIMONIO NETTO

ATTIVO CIRCOLANTE

€ 4.519.281

FONDI PER RISCHI ED ONERI

RATEI E RISCONTI ATTIVI

€ 296.050

RATEI E RISCONTI PASSIVI € 11.219.813

€ 306.726

TRATTAMENTO FINE RAPPORTO € 1.119.109 DEBITI

TOTALE ATTIVO

€ 1.464.867

TOTALE PASSIVO

€ 8.221.387 € 107.724 € 11.219.813


annodiciassettenumerocinquepaginasette

www.quibollate.it

IN CITTA'

Taglio del nastro

Il Parco Expo 2015 di Bollate è pronto! Trattiamolo con cura...

B

ollate ombelico del mondo grazie all'inaugurazione, lo scorso 20 maggio, del Parco Expo 2015. La nuova area verde situata tra le vie Verdi e Attimo è stata realizzata grazie alla donazione di piante ed essenze provenienti da 18 Paesi del Mondo e dai padiglioni di EXPO 2015. Al taglio del nastro hanno partecipato il Sindaco Francesco Vassallo e l'Assessore all'Ecologia Vania Bacherini, l'eurodeputato Vinicio Peluffo, i rappresentanti diplomatici dei Paesi donatori (Francia, Angola, Spagna, Austria, Svizzera, Paesi Bassi, Polonia, Repubblica Ceca, Marocco), la presidente di Gaia Servizi Elena Alda Bardelli e l'Architetto Olga Moskvina che ha progettato lo spazio. L'appello di Sindaco e Assessore alla massima attenzione e cura del nuovo gioiello verde di Bollate.

ADDIO ADD IO

rritenzione itenzione idrica, idrica, iinsonnia, nsonnia, st ress, stress, fame fa me nnervosa... ervosa...

KI KILI LI D DII TTROPPO RO P P O

NATURALE NA ATURALE STARE STARE B BENE! ENE!

CONSULENZA GRATUITA

BOLLATE BOLLATE

Scopri p tutti i negozi g in Italia su

V ia R oma 30 30 Via Roma T el. 0 23 8306595 Tel. 02 38306595

w www.naturhouse.it w w.naturhouse.it


annodiciassettenumerocinquepaginaotto

www.quibollate.it

IN CITTÀ

Le piante del Parco centrale hanno un nome lla presenza di una folta schiera di camminatori e cittadini che apprezzano la natura e hanno a cuore il verde pubblico, lo scorso 5 maggio il Sindaco Francesco Vassallo ha posizionato sul tronco di un Liquidambar il primo cartellino identificativo, una vera e propria carta d'identità dell'albero con tanto di nome, famiglia arborea di appartenenza e area di provenienza. La cerimonia ha suggellato la conclusione del progetto “BiblioTeca degli Alberi”, che ha richiesto un lavoro certosino di identificazione e mappatura degli 800 alberi presenti nel Parco (riconducibili a più di 40 specie e 18 famiglie). Protagonisti di questa mappatura, Gian Piero Giordano e i walking leader dei Gruppi di Cammino di Bollate coordinati da Alice Monti, con la supervisione di Giovanni Regiroli, botanico docente dell’UTE di Bollate, Novate e Garbagnate e con il supporto dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Bollate. L'operazione di cartellinatura e la creazione di una sezione del sito internet dei Gruppi di Cam-

A

mino dedicata agli alberi del Parco Centrale (www.GdC-Bollate.it/Alberi) hanno dato vita a una vera e propria “BiblioTeca degli Alberi” a cielo aperto. Con un semplice smartphone, infatti, tramite il QR code presente in ciascun cartellino identificativo, si accede alle schede botaniche di tutte le specie presenti nel Parco, redatte dai walking

leader e corredate da una particolareggiata documentazione fotografica. Questo innovativo servizio permetterà a tutti gli amanti della natura di imparare a conoscere e riconoscere gli Alberi del Parco Centrale. Al fine di stimolare lo spirito di osservazione dei visitatori, non tutti gli alberi sono stati cartellinati ma solo

alcuni esemplari significativi di ogni specie. Gli altri sono tutti da scoprire... Perchè riconoscere un Albero e identificarlo con il suo nome spinge i cittadini a valorizzarne la bellezza, apprezzarne l'ombra e la funzione depuratrice. Non da ultimo a difenderlo.

Cartellinare gli alberi. Perchè? L'iniziativa “Cartellinare gli Alberi del Parco centrale M.L.King” è stata promossa dall'UTE Bollate e dai Gruppi di Cammino in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Bollate. L’obiettivo del progetto è di far conoscere e valorizzare il patrimonio arboreo presente in città e non sempre adeguatamente apprezzato dai cittadini. Per questo tutti i cittadini sono stati invitati, venerdì 5 maggio alle ore

10, alla prima passeggiata botanica tra gli alberi, identificabili ora dai nuovi cartellini. Ma vediamo quali informazioni riportano i cartellini: sono specificati il nome comune, il nome scientifico, la zona di provenienza, la famiglia di appartenenza e il QR code che permette di accedere direttamente alla scheda di approfondimento del sito dove sono riportate le caratteristiche del portamento dell’albero, delle foglie, dei

fiori, dei frutti e tante spigolature e curiosità. Tutte le informazioni complete saranno presenti anche sul nuovo sito internet www.GdC-Bollate.it/AlberiParcocentrale, ricchissimo di indicazioni tecniche e di curiosità botaniche. Un servizio nuovo e innovativo, che valorizza ulteriormente il Parco centrale, realizzato ormai qualche anno fa secondo un progetto molto moderno, ancora attuale e da oggi anche smart.


annodiciassettenumerocinquepaginanove

www.quibollate.it

LAVORI IN CORSO

Piste Ciclabili

Un volto nuovo alle vie Piave e Varalli

S

ono partiti questa primavera i lavori di riqualificazione delle vie Piave e Varalli. Un progetto da 500 mila euro, interamente finanziato da Società autostrade, grazie al quale il Comune è intervenuto su due importanti vie cittadine.

Ma vediamo di che lavori si tratta. In primo luogo verrà finalmente rifatto l'asfalto di via Piave dove verrà anche completamente rinnovata l’illuminazione pubblica con l'installazione di lampade a led. Soprattutto verrà realizzata un’importante pista ciclabile di collegamento dal centro della città (piazza Solferino) fino agli Istituti scolastici Primo Levi ed Erasmo da Rotterdam. Questo progetto si integrerà con la realizzazione della rotatoria di prossima realizzazione prevista tra le vie Piave e Varalli.

L’obiettivo dell'Amministrazione è di disincentivare il traffico di attraversamento della città da parte di chi esce dalla Rho - Monza e taglia per Bollate passando da via Piave, incentivando contemporaneamente la mobilità cittadina sostenibile. In questo modo si restituirà alla via il ruolo proprio di strada urbana, annullando l'attuale aspetto di tangenziale che attraversa il centro cittadino. Per questo motivo la via rimarrà a due corsie in uscita, mentre sarà ridotta ad una sola corsia in entrata. Sarà dunque più conve-

Alberto Grassi Assessore alle Opere Pubbliche

niente, per chi non risiede in città, mantenersi sulla Rho - Monza (che risulterà meno trafficata) piuttosto che imboccare l’uscita di Bollate. Un’altra novità importante riguarda i parcheggi. Al termine dei lavori, infatti, gli stalli di sosta a disposizione degli automobilisti aumenteranno da 75 a 78 in via Piave e da 13 a 44 in via Varalli. A lavori ultimati l’intera area sarà riqualificata e regalerà, in primis ai residenti del quartiere, una migliore qualità della vita cittadina.

Nuovo look per piazza della Resistenza iazza della Resistenza è stata completamente ricostruita. Un investimento di 300 mila euro, nel contesto dei lavori di realizzazione dell’Urban Centre, che ha dato un nuovo volto a tutta l'area. La nuova piazza, riaperta al pubblico il 6 maggio, ha un taglio sempli-

P

ce e razionale ma attento a tutto quanto può rendere piacevole una passeggiata o una sosta. I cittadini hanno a disposizione aree verdi e alberate, percorsi pedonali, giochi per bambini, tra cui il “parla nel tubo”, panchine dotate di ricarica usb per smartphone

e una bella fontana a raso per rendere più “rinfrescante” l'ambiente.

Vania Bacherini Assessore al Decoro Urbano

SCUOLA E CASA

Estate 2017: tornano i Centri NOVITÀ CASA: canone concordato e estivi per i bambini delle Agenzia sociale per l'abitare scuole primarie e dell'infanzia l desiderio e l'esigenza di fornire una risposta una molteplicità di compiti tra cui il ruolo di orienSalvatore Leone Assessore Politiche Giovanili e Sociali

T

ornano anche per l'estate 2017 i centri estivi organizzati dall'Amministrazione comunale per i bambini che hanno frequentato le scuole dell'infanzia e primarie. Ecco i servizi per le famiglie.

CAMPUS ESTIVI PER LE PRIMARIE Anche per questa estate è confermata la collaborazione tra le associazioni Team Volley Bollate ASD e Genitori Montessori che, con il supporto organizzativo ed economico dell’Amministrazione comunale, organizzano il “Campus Estivo 2017” dedicato ai bambini delle scuole primarie. Il Campus si terrà dal 12 giugno al 4 agosto e dal 4 all'8 settembre e sarà rivolto ai bambini dai 6 agli 11 anni residenti e non residenti a Bollate. I campus, divisi in turni settimanali per venire incontro alle diverse esigenze delle famiglie, si terranno nelle scuole primarie di via Montessori e di via Como (Cassina Nuova) previo il raggiungimento di un numero minimo di iscrizioni.

LE CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Le classi verranno formate in base all'età dei bambini, in modo da garantire il miglior svolgimento di tutte le attività, e sarà previsto un educatore ogni 15/20 bambini. Il servizio mensa sarà fornito dall'azienda di ristorazione scolastica "Serenissima" e, grazie al contributo dell'Amministrazione

comunale, ogni partecipante avrà una riduzione pari al 50% dell'intero costo del pasto. Il programma del Campus prevede attività di laboratorio (educazione motoria, teatro, movimento e creatività), lingua inglese e balli di gruppo, nè mancheranno i momenti dedicati allo svago e al tempo libero, come pure lo spazio compiti. Le attività saranno gestite e coordinate da Team Volley Bollate in collaborazione con l' Associazione MoVi Teatro di Bollate. Al fine di facilitare la partecipazione e l'inserimento dei ragazzi con particolari difficoltà e fragilità, l'Amministrazione comunale ha interamente finanziato la presenza di educatori specializzati per il supporto educativo e relazionale.

PER INFORMAZIONI Alessandro Rizzi, responsabile del "Campus estivo" della scuola primaria. cell. 349 3159759 www.teamvolleybollate.com Centri ricreativi estivi comunali per le scuole dell'infanzia Il servizio, riservato agli alunni che hanno frequentato le scuole dell'infanzia cittadine durante l'anno scolastico appena concluso, sarà attivo dal 4 al 28 luglio nella scuola dell'infanzia “Bachelet” di via Verdi. Le iscrizioni sono state chiuse il 5 giugno scorso.

I

adeguata ai bisogni abitativi diffusi, soprattutto tamento all'abitare, la diffusione di idonee inforguardando alle fasce più fragili e vulnerabili mazioni, nonchè la promozione e l'aiuto nella stidella popolazione, oltre ad assumere un carattere pula di contratti a canone concordato”. di particolare attenzione per l'accresciuta emerCARATTERISTICHE genza sociale, rappresenta una delle priorità nell'agenda di lavoro dell' Amministrazione comuL'Agenzia sociale dell'Abitare CASA, nale. inaugurata lo scorso 27 maggio, nasce Nello stesso tempo, si persegue l'obiettivo di nell’ambito del Programma operativo costruire un'offerta abitativa che incontri il favore nazionale metropolitano e ha l’obiettivo anche di quella fascia sociale che, pur non essendi strutturare un sistema di interventi do considerata povera, spesso non è in grado di sulle tematiche abitative. pagare gli affitti del libero mercato. L’Agenzia per l’Abitare si propone di amPer tali ragioni, l'Amministrazione comunale, dopo pliare l’offerta dei servizi abitativi e di un laborioso percorso di studio e di approfondicontrasto dell’emergenza abitativa atmento condiviso con i sindacati degli inquilini e traverso l’orientamento dei cittadini in le associazioni di proprietari, ha promosso l'Acmerito alle opportunità di reperire alloggi cordo locale per la Città di Bollate. in locazione a prezzi inferiori di quelli di La sottoscrizione, avvenuta il 18 marzo 2016 ha libero mercato, lo svolgimento di azioni già permesso ai proprietari e agli inquilini di stidi sostegno alla locazione e di attività di pulare contratti di locazione a CANONE CONCORgaranzia nei confronti dei proprietari nei DATO, un canone di affitto mediamente più basso casi di morosità incolpevole. del 30% circa rispetto al mercato privato, calcolato Tra le attività: promozione e informasia in base all'ubicazione dell'alloggio, sia in relazione su canone concordato e altre mizione alle caratteristiche strutturali, impiantistiche sure di accesso alla locazione a canoni e di ampiezza. moderati; accompagnamento di proI vantaggi per i proprietari: prietari e inquilini durante il contratto • la cedolare secca ridotta dal 21% al 10% con garanzie; gestione, integrazione e del reddito da locazione; messa a sistema delle diverse risorse • l'esenzione dalla registrazione annuale del destinate alle politiche abitative (morocontratto; sità incolpevole, Fondo per l’affitto, mi• il coefficiente IMU abbassato dal 9,6 al sure regionali sull’emergenza abitativa). 6,5 per mille. “La sottoscrizione dell'Accordo locale - spiega PER INFORMAZIONI l'Assessore ai Servizi alla Persona Salvatore Ufficio ERP e Solidarietà Sociale del Comune di Bollate Leone - risulta inserito in una progettazione più tel: 02/35005392/267 ampia culminata nella costituzione, attraverso Email: casa@comune.bollate.mi.it l'Azienda Consortile Comuni Insieme, dell'Agenzia sociale dell'abitare. Tale nuova struttura svolgerà


annodiciassettenumeroquattropaginadieci

www.quibollate.it

PILLOLE

Navetta tra gli ospedali di Bollate e Garbagnate Premio San Martino: sono aperte le candidature Superata quota 650 utenti e prolungato il servizio fino a fine giugno per i cittadini benemeriti

re mesi e mezzo di vita e ben 654 persone che l'hanno utilizzata. Sono questi i numeri della Navetta, il servizio sperimentale di collegamento tra gli ospedali di Bollate e Garbagnate, partito lo scorso 1 febbraio e voluto dall’Amministrazione comunale per aiutare gli spostamenti dei bollatesi che hanno necessità di recarsi al nosocomio di riferimento. Due doppie corse al giorno (due andata/ritorno), per 5 giorni (da lunedì a venerdì), senza fermate intermedie. Il servizio, in fase sperimentale, era stato pensato per i mesi da febbraio a marzo ma,

T

visti i risultati, è stato prorogato dall'Amministrazione fino a fine giugno 2017. A costi invariati per il Comune rispetto allo stanziamento iniziale di 9.000 euro. Ecco il dettaglio delle affluenze secondo quanto comunicato ufficialmente dalla società che gestisce il servizio: febbraio, 214 utenti; marzo, 202 utenti; aprile, 141 utenti; maggio (al 12 del mese) 97 utenti. In totale, 654 persone hanno usato la Navetta. Uno sforzo economico importante ma certamente apprezzato dai cittadini che, per questa fase sperimentale, stanno usufruendo del trasporto completamente gratuito tra i due ospedali. Al termine del periodo sperimentale si valuterà ulteriormente il gradimento di tale servizio, per determinare o meno il suo mantenimento. ”Visti i numeri di questi primi mesi– ha detto il Sindaco Francesco Vassallo – il servizio è stato

SPORTELLO SCELTA E REVOCA DEL MEDICO Ecco le chiusure estive Si informano i cittadini che gli sportelli di scelta e revoca medico di Garbagnate Milanese e Paderno Dugnano sospenderanno le attività nei seguenti periodi, alternativamente: • Garbagnate Milanese dal 22/05/2017 al 07/07/2017 • Paderno Dugnano dal 10/07/2017 al 01/09/2017 • Bollate resterà aperto per tutto il periodo estivo Il 14 agosto tutte le attività di scelta e revoca del medico saranno sospese nelle sedi di Bollate, Garbagnate Milanese, Paderno Dugnano.

prorogato per dare la possibilità ai bollatesi di conoscerlo meglio e utilizzarlo a pieno. A fine giugno faremo il punto con il gestore, per valutare una possibile prosecuzione futura”.

RICORDIAMO GLI ORARI:

 Bollate (Piazza Carlo Marx) – Ospedale di Garbagnate: partenza ore 8.50, arrivo ore 9.05  Bollate (Piazza Carlo Marx) – Ospedale di Garbagnate: partenza ore 15.30, arrivo ore 15.45  Ospedale di Garbagnate – Bollate (Piazza Carlo Marx): partenza ore 11.25, arrivo ore 11.40  Ospedale di Garbagnate – Bollate (Piazza Carlo Marx): partenza ore 17.30, arrivo ore 17.45

di Bollate Torna il «Premio città di Bollate – San Martino» che, come in passato, si terrà nel mese di novembre, in chiusura della settimana di festeggiamenti per il santo patrono di Bollate. Si ricorda che sono aperte le candidature per il riconoscimento che il Comune assegna a cittadini singoli, associazioni o enti che si sono distinti per meriti in ambito civico, sociale, nel volontariato, sul lavoro e nello studio. Le segnalazioni, con relativa motivazione, dovranno pervenire in Comune, Sportello polifunzionale, entro il 6 ottobre 2017 e potranno essere inoltrate, per iscritto, da amministratori (sindaco, assessori, consiglieri, segretario generale), enti ma anche, e soprattutto, da singoli cittadini. Le proposte pervenute, che dovranno essere corredate da una presentazione e da un curriculum, saranno valutate da un’apposita commissione comunale che sceglierà i nomi più autorevoli e rappresentativi. Le persone prescelte saranno poi premiate nel corso della Festa patronale di novembre. Aspettiamo tante candidature!

Attenzione ai falsi incaricati del Comune che girano in città Attenzione ai falsi incaricati del Comune che girano in città Alcuni cittadini ci hanno segnalato che, ogni tanto, si presentano alla porta delle case di Bollate individui che si fingono incaricati del Comune o delle società di gestione dei servizi pubblici, per il pagamento di imposte o servizi comunali. Attenzione, sono truffatori! Ricordatevi che nessun dipendente comunale, e nessun incaricato dei servizi cittadini (luce, gas, acqua), è autorizzato a ritirare somme di denaro. Invitiamo tutti a segnalare la presenza di questi individui alle forze dell'ordine.


annodiciassettenumeroquattropaginaundici

www.quibollate.it

PILLOLE

ABC Radio days, due giorni all'insegna delle radio libere abato 27 e domenica 28 maggio si è svolta la due giorni dedicata alle radio libere e a radio ABC, Antenna Bollate Centrale, emittente locale attiva nel triennio 19761978. Una manifestazione evocativa, ma non solo, che ha visto passare sul palco bollatese, ex redattori, ex dj e “speakers”; rumori, voci, interviste, spot e musiche; documenti, copertine e vinili. Pezzi di una storia lontana ma anche

S

sguardi al futuro con spunti importanti per la radio di domani. Momenti fondamentali, il convegno sui 40 anni delle radio libere e la presentazione della ciclostaffetta “L'agenda ritrovata”, viaggio antimafia in memoria di Paolo Borsellino (vedi pag. 19), insieme a concerti di musica dal vivo. Al termine dell'iniziativa, domenica 28 maggio, le studentesse della Civica Scuola Arte & Messaggio, Martina Corteni e

RA

LIB DIO ERA m L a riv oluz

ente

ione

deg li

ann i

Elisa Ayokoue (foto), sono state premiate dal Sindaco Francesco Vassallo e dall'Assessore alla Cultura e Pace Lucia Albrizio per il Concorso di progettazione grafica della comunicazione dell'evento ABC RADIO DAYS.

Bollate ha il suo campione di pugilato All'Ospedale di Bollate è arrivato il dentista

artedì 23 maggio il Sindaco Francesco Vassallo ha ricevuto in sala Giunta una delegazione dell'Asd Boxe Club Bollate, fresca della vittoria del titolo di Campione Italiano Senior dei pesi massimi leggeri conquistato, a Roseto degli Abruzzi, da Mohamed El Maghraby. Una bella soddisfazione per il Boxe Club Bol-

M

late, associazione nata nel 2005 dall' impegno e dalla passione dell´ex pugile campione europeo dei pesi medi nel 1980 Matteo Salvemini, che con il figlio Marco, anch'egli pugile, promuove il pugilato, tra sudore e guantoni, come vera 'noble art'. Il Sindaco si è complimentato con il campione e con il maestro Salvemini per l'ottimo risultato raggiunto, richiamando l'attenzione al valore dello sport vissuto come scuola di vita, di educazione e integrazione sociale. E il prestigioso titolo conquistato da El Maghraby, dopo poco più di un solo anno di allenamento presso la Asd Boxe Club Bollate, è la conferma, anche in questo senso, del buon lavoro svolto dalla squadra del maestro Salvemini. Presenti all'incontro con il Sindaco, Matteo e Marco Salvemini, il campione El Maghraby, e i giovani pugili Michele Rapolla, Emanuele Corsari e Nicolò Ghisoldi.

UN SABATO AL MERCATO CONTADINO, ALLA RICERCA DI PRODOTTI BUONI E SANI

U

Formaggi, marmellate, succhi di frutta, pane cotto nel forno a legna, salumi, ortaggi, carni e tante altre prelibatezze prodotte in maniera naturale, come si faceva una volta, nel rispetto dell'ambiente e limitando il più possibile l'utilizzo di sostanze chimiche. Durante la stagione estiva il mercato andrà in vacanza solo nel mese di agosto, per tornare

puntuale con le consuete modalità e ritrovare tutti a settembre. Ecco il calendario delle date da giugno a dicembre

[

Sabato 17 Giugno Sabato 1 e 15 Luglio Sabato 2 e 16 Settembre Sabato 7 e 21 Ottobre Sabato 4 e 18 Novembre Sabato 2 e 16 Dicembre

[

n sabato al mercato contadino, alla ricerca di prodotti buoni e sani. L'appuntamento è diventato ormai una tradizione consolidata per chi è alla ricerca di prodotti gustosi e genuini. In piazza della Resistenza, il primo e il terzo sabato mattina di ogni mese, tanti produttori, locali e non, vendono i frutti del loro lavoro direttamente ai consumatori.

Al 5° piano del padiglione 63 operativo, presso il Pot di Bollate, il servizio di odontoiatria. La nuova e importante presentazione, risponde a tutte le esigenze diagnostiche e terapeutiche inerenti l’apparato stomatognatico. La finalità del servizio è quella di erogare prestazioni odontoiatriche di alta qualità, in un ambito clinico basato sulla ricerca interdisciplinare, nel rispetto delle strategie aziendali e di ricerca e dei principi di efficienza e sicurezza. Dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 19, sono cinque le poltrone operative, la cui attività negli ambulatori si svolge, su appuntamento, per tutte le diverse specialità odontoiatriche. I processi attivati riguardano l’assistenza sanitaria odontoiatrica con prestazioni specialistiche ambulatoriali: vengono effettuate tutte le prestazioni odontoiatriche previste dal tariffario nazionale nonché le attività in solvenza per la componente protesica e ortodontica.

É

Le prestazioni erogate sono le seguenti: diagnostica, igiene dentale, conservativa, endodonzia, estrattiva di base complessa, chirurgia orale e implantologia, protesi fissa, mobile e su impianti, ortodonzia fissa e mobile del bambino e dell’adulto. Nel nuovo centro situato al 5° piano del padiglione 63 sono presenti medici chirurghi specializzati in odontoiatria, odontoiatri, infermieri e assistenti alla poltrona con titoli Aso. Il nuovo servizio è gestito da privati con una convenzione con l’Asst Rhodense. Per accedervi è necessario effettuare la prenotazione direttamente al Pot di Bollate recandosi personalmente o telefonando ai numeri 02.99435620 – 02994305621. La prima visita odontoiatrica è prenotabile anche presso le sedi dei Cup dell’Asst Rhodense oppure al call center regionale ai numeri 800.638638 (da rete fissa) o 02.999599 dai cellulari.

Aperto il Bando per il Servizio civile nazionale l Servizio civile nazionale è un'opportunità per i giovani dai 18 ai 28 anni che intendono dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno di solidarietà. È una forte esperienza educativa e formativa. Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze con un'esperienza qualificante, spendibile anche nel corso della vita lavorativa.

I

IL BANDO SCADE LUNEDI' 26 GIUGNO 2017. Si ricercano complessivamente 54 volontari nei

Comuni di Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Senago, Solaro. Per i posti disponibili a Bollate si può presentare domanda per i seguenti progetti: BibliotecaINcomune - DisabiliINcomune GiovaniINcomune - InfanziaINcomune MinoriINcomune I progetti hanno una durata di 12 mesi (circa 30 ore settimanali) e i volontari selezionati dagli enti percepiranno un assegno mensile di 433,80 euro. Le domande devono essere inviate entro il 26 giugno tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) o spedite con raccomandata con ricevuta di ritorno; se recapitate a mano, devono essere consegnate all´Ufficio Protocollo dell' Azienda Speciale Comuni Insieme

di Bollate (entro le ore 14) oppure allo Sportello Polifunzionale del Comune di Bollate (entro le ore 12,30). Bando e maggiori informazioni sul sito di Comuni Insieme

Se vuoi conoscere meglio questa opportunità puoi partecipare all’incontro che si terrà a BOLLATE martedì 20 giugno 2017 alle ore 17.30 presso Sportello Europa Giovani – Spazio Unico Piazza Aldo Moro, 1


annodiciassettenumeroquattropaginadodici

www.quibollate.it

VERDE E BLU

STANZE URBANE

Una casa per i gatti randagi grazie all'accordo con Garbagnate

spiegato dall’Assessore Vania Bacherini

rosegue l'accordo del Comune con l’Associazione “Amico animale” di Garbagnate per le attività di custodia, cura e sostentamento dei gatti randagi non inseribili in colonia nel gattile comunale di Garbagnate “Un gatto per amico”. Il servizio viene gestito dal servizio Sostenibilità Ambientale del Comune in collaborazione con la Polizia Locale. A questa spetta il compito di raccogliere le richieste dei cittadini bollatesi che trovano un gatto sul territorio, provvedere a contattare l’associazione “Amico Animale” per comunicare il ritrovamento del gatto e gestirne il trasferimento, che resta a carico del cittadino che ha trovato il micio. La convenzione prevede che l'As-

Il Progetto BLU per Bollate e “Stanze Urbane”, come mi piace chiamarle pensando ad un progetto coordinato di riqualificazione della città legata all'arredo urbano, hanno una forte valenza identitaria all'interno della città. Sono luoghi dell'abitare, luoghi capaci di offrire a coloro che li abitano un senso di appartenenza e dello stare insieme. Spesso la debolezza degli spazi di relazione, i vuoti urbani rendono parti della città estranee; in tale contesto quindi arredi su suolo pubblico non adeguati, uso improprio di colori e forme creano disaffezione per lo spazio pubblico da parte della comunità. Alla fine si tratta di rendere l'esterno un vissuto che abbia una valenza di riconoscibilità e di identità. Importante in tale contesto risulta da una parte la ricerca di materiali adeguati, la riproposizione di progetti standardizzati e nel contempo la ricerca di specificità per aree omogenee. L'Assessorato al Decoro urbano di concerto con i Lavori pubblici sta provvedendo alla

L

definizione di abachi, di modelli che siano da una parte sufficientemente prescrittivi e dall'altra non assolutamente prescrittivi al fine di poter attivare anche ulteriori progettualità. Gli abachi rigurdano i marciapiedi, le rotatorie, i pali dell'illuminazione, le pensiline, le transenne parapedonali, i sottopassi, l'illuminazione dei parchi, l'illuminazione di aree omogenee. In tale contesto il colore svolge una funzione importante in quanto da una parte permette di rilevare una omogeneità e dall'altra una riconoscibilità; tale elemento però non deve essere assolutamente uniforme al punto da diventare piatto, ma deve avere una propria armonia del diverso. Per quanto concerne le pensiline e le transenne parapedonali, il Comune ha provveduto a mappare l'esistente e ad individuare due colorazioni per gli arredi evidenziati: il grigio antracite e il blu.

P

sociazione “Amico Animale” accolga fino a 40 cuccioli di gatto (da 1 giorno a 6 mesi) e 10 gatti adulti (oltre 6 mesi) ritrovati a Bollate. I mici verranno così accuditi e gestiti in tutte le loro necessità, dall'alimentazione alla cura sanitaria e personale, fino alla sterilizzazione. Compito dell'associazione occuparsi anche di possibili adozioni in famiglie sicure e interessate. La convenzione è al secondo rinnovo e ha già dato risultati importanti: lo scorso anno nel gattile sono stati accolti e salvati dalla strada 40 cuccioli e 11 gatti adulti. Per informazioni: ambiente@comune.bollate.mi.it oppure il gattile ai numeri di telefono 3470138935; 3279577442

Pulizia del Pudiga, l'Amministrazione al lavoro imozione di rifiuti grandi e piccoli e della ghiaia sui fondali, pulizia delle griglie, eliminazione di rami, piante morte e rovi. E poi posizionamento di una nuova rete di protezione per la salvaguardia dell'alveo. Questi i principali interventi effettuati sul torrente Pudiga dall'Amministrazione comunale e realizzati nelle scorse settimane attraverso

R PRIMA

DOPO

La collaborazione di TUTTI CONTRO LE ZANZARE. ECCO LE DATE DELLE DISINFESTAZIONI otta alla zanzara tigre da parte del Comune di Bollate con una campagna ad hoc contro larve e insetti adulti. È partita già nei mesi scorsi e prosegue a ritmo serrato nei mesi estivi. Ecco le date. La prima fase della campagna di dezanzarizzazione delle larve riguarda tombini, fontane e fontanelle e prevede cinque interventi diurni, due dei quali realizzati l'8 maggio e il 12 giugno scorsi. Le prossime date saranno: 10 luglio, 16 agosto, 11 settembre. Il secondo step, prevede sei interventi notturni in tutti i centri sportivi, nelle aree verdi degli edifici pubblici, nei parchi e giardini pubblici, nei sottopassi ciclopedonali, nei mercati e nei cimiteri con la seguente cadenza.

L

Il primo intervento è stato fatto il 27 maggio. Seguiranno: 17 giugno, 8 luglio, 19 agosto e 16 settembre. Contemporaneamente avverrà la campagna di monitoraggio della zanzara tigre adulta con posizionamento di trappole ad hoc, con la seguente cadenza: 7 giugno, 5 luglio, 2 agosto, 6 settembre, 4 ottobre. Si ricorda che l’80% delle zanzare prolifica nelle proprietà private. Per questo motivo sono molto importanti, soprattutto nei quartieri verdi, pieni di orti e giardini, i comportamenti dei singoli come mantenere giardini e orti in perfetto ordine, evitare la formazione di raccolta d'acqua, pulire periodicamente le grondaie e tombini. Per informazioni: ambiente@comune.bollate.mi.it

la partecipata Gaia Servizi. A conferma dell'attenzione del Comune per la salvaguardia idraulica e la riqualificazione dei corsi d’acqua presenti in città. Vania Bacherini Assessore Ecologia e Ambiente


annodiciassettenumeroquattropaginaquattordici

www.quibollate.it

EUROPA

Per la Giornata dell'Europa, grande festa in piazza 'Amministrazione comunale ha organizzato, lo scorso 9 maggio, la I Festa dell'Europa con numerose iniziative per le scuole e per la cittadinanza. Le attività della giornata sono state precedute, venerdì 28 aprile, dalla consegna ai dirigenti scolastici delle scuole bollatesi di 14 bandiere europee, una per ogni plesso scolastico.

L

LA FESTA DELL'EUROPA NELLE SCUOLE... Circa 450 bambini sono stati coinvolti, con la collaborazione della Coop. Pianeta Azzurro, in tutte le attività di stampo europeo che hanno avuto inizio nel pre-scuola, per concludersi con il post-scuola nel pomeriggio. Momento significativo, che ha visto anche la presenza del Sindaco Francesco Vassallo e del Consigliere delegato alle Politiche Comunitarie e Giovanili, Riccardo Braga, è stato l'«Abbraccio europeo», un gesto collettivo e simbolico nel nome dell'Europa, che ha coinvolto più di 150 ragazzi diversamente abili con i loro compagni di classe e insegnanti. A mezzogiorno, tutti i ragazzi delle scuole, hanno pranzato con un menu speciale «europeo» (organizzato da Serenissima Ristorazione), con tovagliette a tema in ricordo della giornata del 9 maggio.

...E IN CITTA' Allo Sportello Europa Giovani, la Festa dell'Europa è stata festeggiata con il terzo appuntamento del corso di «Orientamento al Lavoro» incentrato sul colloquio di selezione (simulazione, dinamiche, assessment). E poi “MUSICA per l’EUROPA” con un intervento proposto dall’Accademia Vivaldi – Istituto Musicale Città di Bollate, nell’ambito del progetto “MUSICAinsieme”. Più di 100 persone sono passate dallo Sportello Europa Giovani nel corso della giornata, prendendo parte alle diverse attività ed eventi.

LA FESTA DELL'EUROPA PER I GIOVANI... Nel corso della giornata è stato lanciato il contest #festaeuropabollate. Il pri-

mo selfie è stato con il sindaco Vassallo, ma numerose sono state le foto arrivate e pubblicate sul profilo social dello sportello.

PREMI Sono stati assegnati i biglietti per il Festival Terraforma e per il Festival di Villa Arconati (vedi pag. 15)


pagina I

SPECIALE BILANCIO PARTECIPATIVO

ST INS AC ER CA TO BI LE

SUPPLEMENTO A “QUI BOLLATE” N° 5 - ANNO XVII - GIUGNO 2017 www.quibollate.it

BiLAnciO pArTecipATiVO, TUTTi i nUMeri deLLe VOTAziOni

I RISULTATI

Lo scorso 28 maggio i cittadini di Bollate hanno votato per il Bilancio partecipativo, scegliendo tra una rosa di 20 progetti, divisi in quattro ambiti. Nel dettaglio: 7 progetti per Ambiente e Cura della città, 3 per interventi nelle Scuole, 7 per Giovani Cultura e Sport, 3 per Famiglia e Solidarietà (vedi pagine successive). A disposizione 400mila euro previsti dall’Amministrazione comunale, che sono stati suddivisi così: 50.000 euro per le due categorie dedicate a giovani cultura e sport e famiglie e solidarietà, 100.000 euro per ambiente e cura della città, 200.000 euro per interventi nelle scuole. A pagina IV le cifre assegnate a ogni progetto.

AL VOTO

Hanno votato complessivamente 2.009 persone di cui 45 minorenni. Le schede valide sono state 1.989, le nulle 20. Ha votato il 5,98% dei bollatesi. La soddisfazione del sindaco Francesco Vassallo, insieme agli Assessori alla partita Lucia Rocca e Giuseppe de Ruvo, per il risultato di partecipazione raggiunto. “E' stato un grande risultato – hanno detto gli assessori promotori del progetto - per il quale ringraziamo i tanti cittadini che hanno partecipato ma anche i dipendenti comunali che si

   sono prestati e hanno lavorato con entusiasmo alla buona riuscita di questo innovativo progetto. Ora si comincerà a programmare le opere da realizzare, seguendo la classifica uscita dalle votazioni e tenendo conto delle risorse disponibili. Quando anche la fase operativa della realizzazione delle opere sarà partita siamo sicuri che l'entusiasmo dei cittadini salirà alle stelle e per la prossima edizione del Bilancio partecipativo ci sarà ancora maggior adesione e partecipazione”.

Lucia Rocca Assessore alla Partecipazione Trasparenza e Semplificazione

Giuseppe de Ruvo Assessore al Bilancio e Patrimonio


pR FA ES S pR ENT E OG A z 1 ET ION TI E

SPECIALE BILANCIO PARTECIPATIVO

pagina II


SPECIALE BILANCIO PARTECIPATIVO

*Progetto rimodulato

pagina III


pR v FA OG OT SE ET Az 2 TI IO f NE AT  TI BI LI

SPECIALE BILANCIO PARTECIPATIVO

pagina IV

eccO GLi iMpOrTi desTinATi A finAnziAre i prOGeTTi cHe HAnnO VinTO

Grande soddisfazione del sindaco francesco Vassallo:“Siamo davvero molto soddisfatti del risultato ottenuto, sia in termini di proposte che di voti. Un risultato non scontato né banale che ci stimola a proseguire anche per i prossimi anni con la seconda edizione di Decidi tu!, puntando su una partecipazione sempre più massiccia di cittadini”. “Ora – ha commentato l'assessore Giuseppe de ruvo - passiamo alla fase di realizzazione dei progetti; una fase importantissima che vedrà crescere ulteriormente il dialogo e la collaborazione tra l'Amministrazione comunale e i cittadini che li hanno proposti, insieme ai dipendenti comunali. Nelle prossime settimane i lavori verranno calendarizzati e saranno visibili sul sito per poter essere seguiti passo passo da tutti”. “Come da regolamento definito all'avvio del progetto – conclude l'assessore - sono rimasti dei residui nelle aree Ambiente e Cura della città e Giovani, Cultura e Sport. Questi importi verranno messi a disposizione della prossima edizione 2018, che inizieremo a organizzare subito dopo l'estate. Per tutti i cittadini, dunque, l'invito a prepararsi a partecipare sempre più numerosi”.

iL prOGeTTO più VOTATO Il progetto "Officine leonardo" presentato dalle scuole si è classificato primo nel suo ambito e primo in assoluto con 933 voti. Si è aggiudicato ben 200mila euro. Nella foto, Giovanna Mezzatesta, dirigente scolastico dell'istituto comprensivo Rosmini (primaria via Diaz, media Fratellanza e scuola dell'infanzia di via Lorenzini) mentre vota. Il progetto ha vinto anche grazie all'impegno degli altri presidi e degli altri istituti che, insieme, hanno presentato il progetto.

prOGeTTi cHe VerrAnnO reALizzATi I rIsultatI fInalI uscItI dalle urne


annodiciassettenumeroquattropaginaquindici

www.quibollate.it

VIVERE LA CITTÀ

Festival di Villa Arconati 2017. Al via la 29 a edizione orna l'appuntamento annuale con il Festival di Villa Arconati che si annuncia ricco di eventi, con un cartellone di alto livello che spazia dal teatro, alla musica etnica, strumentale e d'autore per concludere con due serate omaggio a due grandi icone della musica e dello sport. Da martedì 11 luglio a venerdì 21 luglio 2017. Ecco il programma e qualche informazione sugli artisti.

T

 Martedì 11 luglio

MARCO PAOLINI U. di e con Marco Paolini musiche Lorenzo Monguzzi € 30 - € 25 (con coupon)

 Giovedì 13 luglio

CLAUDIO SIMONETTI'S GOBLIN “Profondo Rosso" € 25

Nel 1974 un giovanissimo Claudio Simonetti con i Goblin iniziava a registrare la colonna sonora del film Profondo Rosso diretto da Dario Argento. Pochi avrebbero

spettacolo completamente nuovo dal titolo “40 anni di Musica Ribelle – Diesel Edition” a quarant'anni dall’uscita di Diesel, il disco del 1977 che lo ha portato al successo e in cui sono contenuti alcuni tra i brani più rappresentativi della sua carriera. Nella scaletta dello spettacolo non mancheranno i suoi brani più conosciuti ma anche alcuni brani di Diesel che non sono mai stati eseguiti dal vivo.

 Martedì 18 luglio

PENSIERI E PAROLE OMAGGIO A LUCIO BATTISTI Peppe Servillo: voce, Javier Girotto: sax, Fabrizio Bosso: tromba, Furio Di Castri: contrabbasso, Rita Marcotulli: pianoforte, Ruben Bellavia: batteria Arrangiamenti di Javier Girotto € 30

Paolini narra e interpreta, con il suo consueto linguaggio immediato, pop, politicamente scorretto, una storia tagliente raccontata dal punto di vista di chi, per salvarsi, deve mentire, travestirsi, ingannare, combattere. È la storia del viaggio di U.

 Mercoledi 12 luglio TINARIWEN € 22

potuto supporre che la musica sarebbe diventata celebre quanto il film divenendo, probabilmente, l’unico caso in cui un brano strumentale ha raggiunto il vertice delle charts discografiche rimanendovi per quasi un anno con oltre un milione di copie vendute. Claudio Simonetti esegue, con la sua band, le musiche della colonna sonora di Profondo Rosso, che l’hanno reso famoso nel mondo.

 Venerdì 14 luglio

EUGENIO FINARDI “40 anni di Musica Ribelle Diesel Edition” € 27 - € 22 (con coupon)

Il cantautore simbolo della libertà artistica più totale, torna in tutta Italia con uno

Provenienti da Tessalit, nel nord est del Mali, la loro musica, il Tishoumaren, fonde elementi blues, rock, world e di musica tradizionale Tuareg. I Tinariwen hanno appena inciso il loro nuovo album “Elwan”; realizzato nel deserto roccioso vicino M'Hamid, una piccola città nel sud del Marocco, scelta al posto della loro città natale, troppo instabile e pericolosa per i nuovi conflitti.

Peppe Servillo e la sua band reinterpretano con Pensieri e parole l'autore più

intimo, lirico e personale della canzone italiana, Lucio Battisti. Popolare e sofisticato, italiano e solitario, costruttore e inventore di una canzone che resta intimamente patrimonio di tutti.

 Venerdì 21 luglio

REMO ANZOVINO vs ROY PACI TRIBUTE TO MUHAMMAD ALI € 25

Lucia Albrizio Assessore Cultura e Promozione Artistica

Dallo straordinario incontro fra Remo Anzovino e Roy Paci – compositore e pianista fra i più originali il primo, musicista poliglotta, produttore geniale e trombettista dallo stile unico il secondo - prende forma “Fight For Freedom – Tribute to Muhammad Ali”, dedicato al grande campione dei pesi massimi e figura di spicco della storia del Novecento: 12 brani inediti che hanno fatto da colonna sonora originale al film“Da Clay ad Ali, la metamorfosi” diretto da Emanuela Audisio. FESTIVAL DI VILLA ARCONATI Castellazzo di Bollate (Milano) Inizio concerti ore 21.00 All'interno della Villa è presente un servizio ristoro. INFO E PREVENDITE: www.festivalarconati.it facebook: Festival Villa Arconati Infoline 800 474747 FESTIVAL DI VILLA ARCONATI A PREZZO SPECIALE Tutti i lettori di QuiBollate potranno acquistare 1 biglietto con lo sconto speciale di 5 euro per i concerti di Marco Paolini e Eugenio Finardi. Ritaglia il coupon e acquista il biglietto in prevendita presso l'Ufficio Cultura del Comune di Bollate piazza Aldo Moro 1; da lunedì a venerdì ore 8.30 - 12.30 e martedì anche pomeriggio 14.30 - 18.00. L'offerta prevede, inoltre, l'esenzione del diritto di prevendita ed è valida fino ad esaurimento dei posti disponibili. Festival di Villa Arconati

Martedì 11 luglio 2017

MARCO PAOLINI € 5,00 sconto sull'acquisto di 1 biglietto Valido fino a esaurimento posti

Festival di Villa Arconati

Martedì 14 luglio 2017

EUGENIO FINARDI € 5,00 sconto sull'acquisto di 1 biglietto Valido fino a esaurimento posti


annodiciassettenumeroquattropaginasedici

www.quibollate.it

VIVERE LA CITTÀ

Tempi da equilibristi. Fragilità ed impensate risorse uattro giornate intense per la prima edizione della rassegna "Tempi da equilibristi", il Festival dedicato alla fragilità che si è svolto in biblioteca centrale dal 19 al 22 maggio. Numerose occasioni per riflettere, attraverso conferenze, workshop e spettacoli su tematiche che portano l'attenzione alla fragilità contemporanea nelle sue diverse declinazioni: disabilità, anziani, stranieri, giovani, ambiente, small families, pratiche filosofiche, psichiatria. La rassegna, organizzata dall'Assessorato alla Cultura e Pace insieme a Philo e Sabof in collaborazione con Comuni Insieme, CSBNO e SD Radio e Dintorni, è stata inaugurata con uno spettacolo dedicato alla poetessa Alda Merini, figura fragile e intensa, presentato dalla Compagnia Teatrale Eccentrici Dada-

Q Terraforma Festival a Villa Arconati-FAR Musica e sostenibilità ambientale erraforma, il Festival internazionale di musica dedicato alla sperimentazione artistica e alla sostenibilità ambientale, si avvicina alla sua quarta edizione in programma il 23, 24 e 25 giugno nell’incantevole bosco di Villa Arconati. Prodotta da Threes in collaborazione con Fondazione Augusto Rancilio e gli Assessorati alla Cultura e ai Giovani del Comune di Bollate, Terraforma propone nuovi approcci alla musica, all'immagine, all'interattività e allo spazio, accogliendo

T

artisti di ricerca nel contesto storico e naturale di Villa Arconati in tre giorni di performance dal vivo, proiezioni, workshop, incontri con gli artisti, percorsi di ascolto, immersioni nella natura, installazioni, mercato a chilometro zero e camping. Fin dalla prima edizione Terraforma ha intrapreso, insieme a Fondazione Augusto Rancilio, un percorso di valorizzazione del bosco di Villa Arconati: con una graduale opera di bonifica e riqualificazione delle aree verdi, sono stati potati alberi secolari, poste

in sicurezza zone boschive prima inaccessibili al pubblico e create strutture riutilizzabili per il parco architettonico. Terraforma sta ultimando la seconda fase di realizzazione del labirinto sul modello originale risalente al XVIII secolo. Una novità per quest'anno è Terraforma Playground, un’area appositamente dedicata ai bambini, con attività per i piccoli dai cinque anni in su proposte da Mothern e Afterschool. Programma completo: www.terraformafestival.com

TERRAFORMA A PREZZO SPECIALE Per i giovani lettori di QuiBollate c'è la possibilità di acquistare 1 biglietto giornaliero con uno sconto speciale di € 5. Ritaglia il coupon e presentalo in cassa al momento dell'acquisto. L'offerta è valida fino ad esaurimento dei posti disponibili.

TERRAFORMA FESTIVAL 23-24-25 giugno 2017 € 5,00 sconto sull'acquisto di 1 biglietto giornaliero Valido fino a esaurimento posti

rò. Momento molto profondo e partecipato della rassegna è stato il convegno "L'epoca del caos e la ricerca di senso" con la presenza del teologo Vito Mancuso, il filosofo Romano Madera e l'economista Luigino Bruni. Un ulteriore passo nel percorso della buona cultura accessibile a tutti, in un format che ha offerto la partecipazione a momenti di alto valore culturale (quale quello dei convegni) e a momenti di sperimentazione pratica. Una prima edizione che vedrà una crescita nei prossimi anni, come sostiene l'Assessore Lucia Albrizio, con l’obiettivo di farne un punto di riferimento caratteristico della nostra Città e unico per la proposta. "C'è una crepa in ogni cosa. Ed è da lì che entra la luce" (Leonard Cohen). Questo il motto che ci accompagnerà nel realizzare questo sogno.


annodiciassettenumeroquattropaginadiciassette

www.quibollate.it

VIVERE LA CITTÀ

LA PICCOLA VERSAILLES DI MILANO svela i suoi tesori tutte le domeniche fino al 22 ottobre 2017 I visitatori potranno rendersi conto ancora meglio di cos’è il Castellazzo nel suo complesso: un nucleo unico nel suo genere, che comprende non solo la Villa e il giardino monumentale, ma anche il Borgo con le sue corti agricole, i terreni circostanti e i laghetti.

illa Arconati-FAR ha riaperto i suoi cancelli al pubblico da domenica 30 aprile 2017 e ha già visto varcare la sua nobile soglia da più di 4mila persone nelle prime quattro giornate d’apertura. Fondazione Augusto Rancilio ha in serbo tante attività perché il pubblico possa godere sempre più e sempre meglio delle “delizie” di questo luogo incantato. Villa Arconati-FAR è un luogo dal fascino unico: denominata la piccola Versailles di Milano per la sua eleganza, la dimora fu utilizzata nel Seicento e Settecento per mostrare il prestigio della Famiglia Arconati. Tra i suoi tesori: lo splendido giardino monumentale di 12 ettari e le 70 sale del palazzo, tra le quali spiccano la meravigliosa sala da ballo ricamata di stucchi e dorature, la sala dei ricevimenti con gli affreschi dei fratelli Galliari e la scultura classica originale di Tiberio, storicamente detta di Pompeo Magno, sotto la quale la leggenda vuole essere stato pugnalato Giulio Cesare. Il suo fascino senza tempo rimane intatto ancora oggi ed è arricchito da quattro secoli di storia.

V

La villa e il suo splendido parco monumentale sono visitabili tutte le domeniche fino al 22 ottobre 2017 dalle 10.30 alle 18.00 e il contributo di € 5,00 (8,00 comprensivo della visita guidata al Piano Nobile) viene interamente devoluto da Fondazione Augusto Rancilio per il progetto di recupero e valorizzazione del bene.

TANTI MODI PER CONOSCERE I TESORI DELLA VILLA E DEL GIARDINO…

BarOcco: il delizioso punto ristoro per gli Ospiti offre delizie per tutti i palati con il suo caffè equo e solidale per una colazione "da leccarsi i baffi", i piatti freschi preparati al momento per un pranzo succulento, le deliziose merende da gustare sotto il loggiato o nella meravigliosa Sala degli Ovali.

…E PORTARSELI A CASA Il Bookshop FAR offre tanti oggetti unici, realizzati in collaborazione con le realtà artigianali del territorio, per portarsi a casa un "pezzetto" della storia di Villa Arconati-FAR. Fondazione Augusto Rancilio ha avviato una collaborazione con La

Toc Toc Lab: il laboratorio sensoriale interattivo in cui scoprire Villa Arconati-FAR attraverso tutti i 5 sensi, giocando insieme a tutta la famiglia;

Grufa Ceramiche e Fabbrica dei Segni - due realtà artigianali e sociali - per la realizzazione degli oggetti del merchandising FAR proprio per sottolineare e promuovere la collaborazione e il senso di appartenenza al territorio in cui sorge la Villa.

TORNA BIRRA IN VILLA: IL VENERDÌ SERA È DELIZIOSO A VILLA ARCONATI-FAR Dal 9 giugno Villa Arconati-FAR apre anche il venerdì sera e ripropone Birra in Villa, un modo diverso e delizioso per passare il venerdì sera nell’atmosfera unica della Corte Nobile a lume di candela, tra buon cibo, musica e deliziosa birra artigianale.

InFuoriPoint: allestito nella Limonaia per dare il benvenuto al visitatore all'interno del giardino monumentale con approfondimenti sulle essenze arboree del parco monumentale, notizie storiche e tante curiosità. Il Plastico del Castellazzo: grazie all’accordo con il Parco delle Groane, quest’anno il pubblico in visita potrà ammirare in una delle sale del Piano Terra un bellissimo plastico in scala 1:200 che ritrae l’intero Castellazzo.

Per conoscere tutti i dettagli e il calendario completo delle iniziative visitate il sito internet www.villaarconati-far.it o seguite Villa Arconati-FAR su Facebook e Instagram.

Attenzione... cosa fare se non si riceve il giornale ULTIME NOTIZIE Il giornale QuiBollate, viene consegnato nelle case dei Bollatesi a partire da metà giugno Chi non dovesse ricevere il giornale, può ritirarlo nei seguenti punti: • Sportello Polifunzionale • Biblioteche • Farmacie comunali Il giornale è scaricabile dal sito del comune: www.comune.bollate.mi.it Per segnalazioni di mancata consegna scrivere a: info@limedizioni.com oppure telefonare a 393.3533932


annodiciassettenumeroquattropaginadiciotto

www.quibollate.it

VIVERE LA CITTÀ

Al via i Campionati Europei di Softball al 25 giugno all’1 luglio 2017 il Bollate Softball ospiterà i Campionati Europei di Softball, una prestigiosa manifestazione internazionale che vede l’Italia presentarsi da campione in carica. Sono 23 le squadre che parteciperanno alla manifestazione, divise in 4 gruppi:

D

GRUPPO A: Italia, Spagna, Francia, Croazia, Svizzera

GRUPPO B: Paesi Bassi, Germania, Grecia, Slovacchia, Irlanda, Lituania

GRUPPO C: Repubblica Ceca, Austria, Svezia, Polonia, Israele, Ungheria

GRUPPO D: Russia, Gran Bretagna, Ucraina, Danimarca, Belgio, Bulgaria Le partite saranno giocate su 2 campi da softball a Bollate, un campo a Caronno Pertusella, uno a Rho e uno a Bovi-

sio Masciago. La prima partita sarà giocata domenica 25 giugno alle ore 9 sul campo 1 a Bollate, tra Svezia e Repubblica Ceca, mentre la nazionale Italiana farà il suo debutto la sera, alle ore 21, contro la nazionale spagnola. Le partite verranno disputate poi per tutta la settimana sui diversi campi, ma le finali che porteranno all'incoronazione della squadra vincitrice saranno giocate esclusivamente a Bollate sabato 1 luglio. A contorno della manifestazione sportiva sono stati organizzati diversi eventi, in particolare: Venerdì, 23 giugno alle ore 20,30: ALL – STAR game tra la nazionale Italiana e una selezione di giocatrici del campionato softball italiano; Sabato, 24 giugno dalle 19 alle 01.00: Bollate World Festival- Live, dance & street food, Parco Martin Luther King;

LA SERATA DI PRESENTAZIONE

Per info sui Campionati e sugli eventi: www.europeansoftball.org

Domenica, 25 giugno: cerimonia di apertura dei Campionati Europei con Sbandieratori, Musici e coro della città di Legnano, seguita dalla partita Italia – Spagna; Sabato, 1 luglio: cerimonia

di chiusura dei Campionati Europei dopo la disputa della finale per il 1° e 2° posto. Il calendario ufficiale dei Campionati Europei di Softball 2017 è consultabile sul

sito www.europeansoftball.org. Ulteriori informazioni sui Campionati e sugli eventi correlati saranno pubblicati sul sito web e sulla pagina Facebook del Bollate softball.


annodiciassettenumeroquattropaginadiciannove

www.quibollate.it

ASSOCIAZIONI

Un filo rosso lungo l’Italia

L’Agenda Ritrovata, ciclostaffetta in memoria di Paolo Borsellino Partirà da Bollate il 25 giugno per arrivare a Palermo il 19 luglio, percorrendo tutta l’Italia l 19 luglio 1992 un boato ruppe il silenzio di via D’Amelio, a Palermo. L’attentato di stampo mafioso costò la vita al magistrato Paolo Borsellino e alla sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Solo 57 giorni prima, il 23 maggio, un altro attentato ordito dalla mafia uccise Giovanni Falcone, sull’autostrada a Capaci. Ancora oggi i processi proseguono, alla ricerca della verità, dei mandanti, di una terribile connessione tra Stato e mafia: una trattativa insabbiata troppe volte. Le indagini e la voglia di verità non nascono soltanto nelle aule di tribunale. Su questo filo si è attivata L’Orablù, associazione culturale del Comune di Bollate, con un’idea che vuole unire l’Italia e riportare in vita l’Agenda Rossa di Paolo Borsellino, misteriosamente scomparsa il giorno stesso dell’attentato di Via D’Amelio.

I

Nasce così il progetto: L’Agenda Ritrovata. L’idea dell’Orablù è stata quella di ritrovare e portare in vita l’Agenda Rossa di Paolo Borsellino, trovando nel fratello Salvatore la figura carismatica che accompagnerà e sosterrà il progetto. Dall’Agenda si dipana dunque un filo rosso che vuole unire tutta l’Italia ed è per questo che il 25 giugno motivati ciclisti, proprio da Bollate, guideranno una ciclostaffetta. Destinazione? Palermo. Chiunque può partecipare, anche solo per un tratto, per un saluto, per dire di esserci e di voler trovare la verità su un fatto che da 25 anni è ancora ammantato di misteri e

lacune. L’Agenda Ritrovata, grazie a Feltrinelli, sarà anche un progetto editoriale: un’antologia di racconti curata da Marco Balzano e Gianni Biondillo. Sette scrittori (Helena Janeczek, Carlo Lucarelli, Vanni Santoni, Alessandro Leogrande, Diego De Silva, Gioacchino Criaco ed Evelina Santangelo), rappresentanti di diverse regioni d’Italia, ispirati dal mistero dell’Agenda, rifletteranno sui temi ad essa legati. La ciclostaffetta si snoderà per più di 2.000 km lungo l’Italia: l’Agenda Ritrovata sarà accolta da luoghi amici, da eventi e da quanti vorranno lasciare una testimonianza. Il 19 luglio 2017 sarà consegnata a Salvatore Borsellino, che con la sua energia e la sua forza non ha mai smesso di lottare. Sono già tanti gli amici e le amiche che si sono uniti all’iniziativa: Giulio Cavalli, Rita Pelusio, Claudio Bisio, Claudia De Lillo, Annalisa Insardà, Claudio Batta, Francesco Rizzuto, Michele Foresta, Treves Blues Band e tanti altri ancora.

COME SOSTENERE IL PROGETTO? Si può pedalare con noi, organizzare e proporre eventi lungo il percorso, oppure acquistare uno dei prodotti di merchandising personalizzati, per mostrare a tutti il proprio appoggio e unirsi al rosso dell’Agenda Ritrovata.

CONTATTI L’Orablù: www.orablu.com/agendaritrovata Ufficio Stampa: Alice Brisochi 347 683 6118


annodiciassettenumeroquattropaginaventi

www.quibollate.it

ASSOCIAZIONI

Emergency: AAA cercasi volontari ccanto alle attività medico-chirurgiche svolte in Italia e all’estero, Emergency promuove una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani. L’impegno umanitario di Emergency è possibile anche grazie al contributo di volontari e sostenitori. Il volontariato è una componente fondamentale e imprescindibile dell’attività di Emergency. Oltre 3000 volontari, organizzati in 178 gruppi in tutta Italia, si impegnano per due obiettivi fondamentali: raccogliere fondi per contribuire alla realizzazione dei progetti di Emergency, attraverso banchetti ed eventi sul territorio, e promuovere i valori di solidarietà e rispetto dei diritti umani, sensibilizzando l’opinione pubblica e diffondendo una cultura di pace. CHI PUÒ DIVENTARE VOLONTARIO? I requisiti richiesti sono la condivisione dei valori e dei principi su cui si fonda Emergency, la gratuità nell’operare a sostegno dell’associazione, il senso di responsabilità nell’assunzione degli impegni e la capacità di lavorare in gruppo nel rispetto delle modalità operative previste. Il percorso per diventare volontario è molto semplice e l’impegno richiesto varia a seconda delle proprie disponibilità, cercando comunque di garantire una certa continuità e costanza.

A

Il primo passo è un incontro di approfondimento su Emergency, le attività che svolge e su cosa significhi diventare volontario. Segue un secondo incontro individuale, in cui viene compilata la scheda del volontario e vengono dati eventuali chiarimenti. Il nuovo volontario verrà accolto nel gruppo da un tutor, che lo guiderà nelle prime iniziative. EMERGENCY A BOLLATE Sul territorio bollatese Emergency è presente con il Gruppo Milano Groane, che si riunisce ogni terzo mercoledì del mese a Cascina del Sole, in via Ospitaletto. Le iniziative del gruppo a Bollate e nei paesi limitrofi sono numerose: banchetti, cene, tornei di burraco, eventi in cui alla raccolta fondi è sempre affiancato un momento di riflessione sui temi dei diritti umani e del rifiuto della guerra come strumento di risoluzione dei conflitti. Tante le iniziative del Gruppo Milano Groane sul territorio. Si comincia domenica 18 giugno al Parco Ghezzi di Novate, dove si svolgerà la prima edizione novatese dell’“Emergency Day”: una giornata per far conoscere Emergency in un’atmosfera di festa. Per conoscerci e, perché no, aiutarci nell’organizzazione iniziando un percorso come ‘volontario per un giorno’. Gruppo Volontari Milano Groane

milano.groane@volontari.emergency.it

Associazione Madonna in Campagna Bollate-Campodipietra, un gemellaggio di solidarietà lungo 16 anni. Nel 2001 il terribile terremoto che ha colpito il Molise ha toccato profondamente anche la gente e i luoghi del Comune di Campodipietra, in provincia di Campobasso. In particolare, la storica chiesa di San Martino ha subito danni ingenti e la comunità locale si è subito attivata per cercare aiuti in

sono tornati a Campodipietra in occasione della cerimonia di inaugurazione che ha restituito la chiesa alla sua città. Oggi, a 16 anni di distanza, il rapporto tra i Comuni di Bollate e Campodipietra prosegue e, per ricordare l’antica solidarietà, una delegazione molisana guidata da Carlo

tutto il Paese. La notizia è arrivata anche a Bollate dove, sensibilizzati dall’omonimia con la nostra parrocchia e il nostro patrono San Martino, si è subito mobilitata una catena della solidarietà per raccogliere fondi da mandare a Campodipietra. Anche grazie a Bollate, che ha contribuito con i fondi raccolti a risistemare una parte dell’edificio, la chiesa è stata restaurata e ripristinata in tutte le sue funzioni. L'assegno con i fondi raccolti è stato consegnato direttamente dall’allora Sindaco Giovanni Nizzola con l’attuale presidente del Consiglio Antonino Faranda, allora assessore alla Sicurezza, e con l’assessore all'Ecologia del tempo, Pietro Prisciandaro. Conclusi i lavori di restauro, i rappresentanti istituzionali di Bollate

Ricciardi è venuta a trovarci per omaggiare la nostra città con un ringraziamento ufficiale per quanto fatto in questi anni. L’incontro è avvenuto lo scorso 26 maggio in Comune, alla presenza del nostro Sindaco Francesco Vassallo, del Presidente del Consiglio Antonino Faranda, del Consigliere comunale Salvatore Conca e di Pietro Prisciandaro, che hanno ritirato, a nome di tutti i bollatesi, due targhe con i rispettivi stemmi comunali. Un momento molto emozionante, che si è inserito negli eventi dell’annuale festa di Madonna in Campagna cui hanno partecipato anche gli amici di Campodipietra.

Associazione Noi di Madonna in Campagna


annodiciassettenumeroquattropaginaventuno

www.quibollate.it

ASSOCIAZIONI

Donare il sangue è un gesto d'amore ’ Avis di Bollate, sorta nel 1960 con l’obiettivo di promuovere la donazione del sangue, prosegue ancora oggi la sua attività su tutto il territorio. Le funzioni su cui si impegna sono principalmente le seguenti:

da di sangue, grazie a donatori pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute, e fare in modo che tutto il sangue disponibile venga utilizzato proficuamente. Da anni l'Avis, a tutti i livelli associativi, è attiva in molteplici e svariate iniziative al fine di promuovere, coordinare e disciplinare il volontariato del sangue.

L

CHIAMATA DEI DONATORI: pianificazione e fidelizzazione dei donatori.

ACCOGLIENZA DEI DONATORI: un’importante attività svolta dai volontari AVIS è l’accoglienza dei donatori (e degli aspiranti tali) nelle sedi e nei centri di raccolta. La legge italiana riconosce alle organizzazioni di donatori volontari anche il compito di contattare i donatori per fissare la loro prossima donazione.

ORGANIZZAZIONE EVENTI: diventare socio AVIS non significa solo donare il sangue e gli emocomponenti, ma vuol dire entrare a far parte di una realtà fatta di volontari che offrono il loro tempo per il bene della comunità! Tante sono, infatti, le modalità attra-

L’AVIS A BOLLATE

verso cui si può offrire il proprio contributo, anche se non si è idonei alla donazione. Si va dall’organizzazione di tantissimi eventi e manifestazioni all’allestimento di punti informativi nelle piazze o nei principali luoghi di ritrovo della propria città.

COORDINAMENTO ASSOCIATIVO: entrare a far parte di AVIS significa anche potersi occupare direttamente

della gestione associativa, partecipando attivamente al coordinamento degli organismi direttivi della propria sede. A qualsiasi livello, comunale, provinciale, regionale o nazionale, tutti i dirigenti associativi ricoprono il proprio incarico a titolo volontario, ricevendo solo ed esclusivamente un rimborso per le spese vive sostenute per lo svolgimento delle attività. Il compito primario dell'Avis è quello di rispondere alla crescente doman-

In particolare Avis Bollate alimenta la cultura della solidarietà e del dono del sangue; cura la chiamata dei donatori per i prelievi; attua e ricerca ogni azione per la diffusione di "una medicina preventiva" verso i propri associati. A inizio anno, in collaborazione con l’Amministrazione comunale (che ringraziamo), sono stati contattati tutti i ragazzi che compiono 18 anni nel corso del 2017 al fine di sensibilizzarli su questo importante gesto d’amore. La nostra sezione opera su 3 comuni (Bollate-Novate-Baranzate) coordinando e promuovendo la donazione del sangue.

Università della Terza Età. E di tutte le età... corsi dell’anno 2016-2017, presso la scuola media Leonardo da Vinci, stanno terminando. Numerosi gli iscritti, che hanno partecipato anche alle attività extra didattiche con visite alle più importanti mostre a Milano, la visita al Museo Alfa Romeo, all’importante sede locale della Solvay e, all’inizio di maggio, alla tradizionale gita sociale di fine corsi, a Bergamo. L’attività riprenderà il prossimo 7 novembre e sono già in preparazione i nuovi programmi didattici.

I

La nostra associazione è giunta al ventiquattresimo anno di attività e la risposta dei cittadini è sempre stata soddisfacente, anche se puntiamo a un numero sempre maggiore di iscritti. Le diverse aree dei corsi (artistica, stori-

suno con tanta sincerità, loro avevano vissuto la spaventosa esperienza del bere e n’erano uscite, mi diedero esperienze personali sull’alcolismo che mi furono indispensabili. A tutte le mie domande, loro avevano le risposte. Sembrerà strano, questi Amici con la mia stessa malattia, L’ALCOLISMO, sono riusciti a darmi quello che io per tanti anni avevo sempre fallito, LA SOBRIETÀ. Oggi non sono più schiavo del padrone alcool. Ho ritrovato la voglia di vivere, la mia dignità, il rispetto di me stesso, dei miei familiari e conoscenti. Grazie al programma di Alcolisti Anonimi, alle persone che ho trovato, e alla volontà di recuperarmi.

Alcolisti anonimi: la testimonianza di Giò a adolescente assaggiai l’alcol, il sapore non mi diceva niente, mi piaceva l’effetto che mi dava, mi faceva sentire come avrei voluto essere, così a ogni piccola difficoltà lo usavo, lo gestivo tranquillamente. A trentatré anni ho rilevato un locale pubblico dove l’alcol non mancava. Dopo qualche anno non solo lo servivo ma ne facevo uso, il tempo passava e le bevute aumentavano, al punto di essere molto spesso alterato. Un giorno avevamo ospiti a casa, non ho bevuto perché sapevo che solo assaggiandolo avrei perso il controllo, questi amici notarono la mia inquietudine, lasciarono a mia moglie un recapito telefonico di un medico, per accontentarla sono andato da questo medico. Mi accompagnò in un reparto, era l’ora di pranzo,

D

vidi cose spaventose. Persone giovani e non, chi con le braccia legate alle sponde del letto, chi dal tremore non riusciva ad usare le posate, chi addirittura per lo stesso motivo veniva imboccato. Era il reparto degli alcolizzati. Lo spavento fu tale che riuscii per un po’ a controllarmi. Dopo circa due anni mi sono detto: ora sto bene, mi sono disintossicato, un bicchiere male non fa, (la mia fine). Un bicchiere, poi due, poi tre e così via, in poco tempo mi sono ritrovato al punto di partenza, forse peggio poiché cominciò la vergogna di me stesso, un uomo e un genitore fallito. Da lì iniziai a frequentare gli Alcolisti Anonimi. Ascoltavo molto, ero attratto da queste persone, al punto di fidarmi di loro. Non avevo mai parlato a nes-

Giò Gruppo A.A. Novate Milanese cell. 334 3959674 aa.novate@libero.it

ca, scientifica, giuridica economica, linguistica, attività manuali) possono soddisfare le differenti attese di chi desidera “continuare a imparare” e avere, nello stesso tempo, due utilità: impiegare proficuamente una parte del tempo libero e avere a portata di mano un’opportunità di socializzazione. Nel mese di settembre sarà organizzata una conferenza, aperta a tutti i cittadini, per la presentazione dei corsi del nuovo anno 2017-2018.

SCRIVI ALLA REDAZIONE DEL GIORNALE

Se sei un’associazione, mandaci la tua presentazione e alcune fotografie. Verranno pubblicate sul prossimo numero di QuiBollate. Per informazioni e per mandare i tuoi contributi scrivi a: redazione@.comune.bollate.mi.it * La pubblicazione degli articoli avverrà in base alla disponibuilità dello spazio.


annodiciassettenumeroquattropaginaventidue

www.quibollate.it

ASSOCIAZIONI

I benefici della musica e l’impegno dell’Accademia Vivaldi

’Accademia Vivaldi – Istituto Musicale Città di Bollate rinnova annualmente i progetti formativi nelle scuole dell’obbligo, con l’obiettivo di divulgare l’educazione musicale, attraverso metodi innovativi e collaboratori altamente specializzati. Tali interventi sono animati dalla consapevolezza dell’importanza che la Musica riveste per la crescita dei nostri ragazzi. Sono numerosi gli studi scientifici sui benefici della Musica: università, riviste scientifiche, ricercatori neurologi, nazionali e internazionali, continuano a pubblicare i risultati delle loro ricerche,

L

spesso sorprendenti. La musica può avere un profondo impatto positivo, per l’educazione dei bambini e dei giovani. Innanzitutto la pratica musicale migliora le capacità cognitive, sviluppando il linguaggio e le capacità di ascolto, anche solo due anni di musica possono stimolare tali benefici. Se poi la pratica musicale viene portata avanti con continuità, arriviamo ad un miglioramento complessivo dei riflessi, con risvolti positivi sullo studio, sul lavoro, e persino sull’invecchiamento. Lo studio della musica, attivando regioni cerebrali, normalmente non stimolate, diventa poi un’im-

portantissima risorsa nel trattamento della dislessia. La Direttrice artistica dell’Accademia Vivaldi, Claudia Gualco, specializzata in Direzione d’orchestra, con specializzazione nel Sistema e Manos Blancas e master universitario in Neuroscienze e Musica, afferma con convinzione: “La collaborazione con gli istituti scolastici e con le eccellenze del territorio, per realizzare progetti musicali formativi, è diventata ormai parte integrante della nostra attività. Siamo convinti dei benefici che la musica genera e siamo orgogliosi dei risultati fino ad oggi raggiunti, in tutti gli ambiti in cui abbia-

mo operato”. Durante quest’anno accademico, infatti, l’Accademia Vivaldi ha intensificato gli interventi, attivando nuove ed importanti collaborazioni. Presso la scuola primaria Rosmini, si è realizzato un percorso strutturato, che ha accompagnato gli studenti dalla terza alla quinta, con laboratori di ritmica e flauto base e avanzato. Nella scuola secondaria Montale, gli studenti di terza hanno seguito due percorsi di approfondimento sulla musica moderna e sull’opera completati da lezioni concerto. Con l’associazione Genitori Primo Levi, si è attivato un laboratorio

corale, con performance finale, in occasione della festa dei diplomati. Condividendo gli obiettivi di socialità ed integrazione culturale, l’Accademia ha avviato una collaborazione con l’associazione La Rotonda e la Parrocchia S. Arialdo di Baranzate, nella preparazione del coro etnico femminile “Voci sotto Casa”. Nell’ambito dei corsi musicali interni, presso la sede dell’Accademia, si stanno, inoltre, perfezionando percorsi musicali personalizzati per coloro che presentano problematiche specifiche, con ottimi risultati, anche nel conseguimento delle certificazioni musicali ABRSM, LCM-RGT.


annodiciassettenumeroquattropaginaventitre

www.quibollate.it

ASSOCIAZIONI

ASP ITALY ONLUS e AURORA ONLUS. Missione Senegal a mortalità materna è un problema troppo a lungo ignorato. La comunità internazionale ha deciso di affrontare questa sfida, comprendendo che interventi sulla salute materna avrebbero avuto un impatto efficace. Nell'assoluta preponderanza dei casi, la malnutrizione colpisce lentamente e silenziosamente, rallentando lo sviluppo fisico e intellettivo del bambino, provocando ritardi permanenti e infine erodendo la capacità dell'organismo di reagire con successo alle infezioni e alle malattie. Dietro la morte di un bambino per dissenteria o polmonite, c'è spesso una storia di malnutrizione trascurata. Ogni anno più di mezzo milione di donne muore per cause legate alla gravidanza e si stima che dieci milioni siano vittime di lesioni, infezioni, malattie o disabilità che possono cau-

L

sare sofferenze per tutto il corso della vita. La maggior parte di questi decessi e disabilità potrebbe essere evitata: dove i parti sono monitorati da personale sanitario specializzato, sono disponibili cure ostetriche d’emergenza e le donne seguono un’alimentazione corretta e possono usufruire di servizi di assistenza sanitaria di base, il rischio di mortalità materna è inferiore. ASP ITALY ONLUS e L’AURORA ONLUS, nell’ottica di un miglioramento della qualità di vita, hanno realizzato numerosi progetti volti a valutare e contrastare i fattori che, a livello locale, sono causa di mortalità e morbilità materno/infantile, tra cui il deficit alimentare dovuto agli shock climatici e strutturali nel Sahel, la conseguente insicurezza alimentare dei nuclei familiari, i servizi sanitari di scarsa qualità ed esigui rispetto alla

ASP ITALY IN MISSIONE Asp Italy è partita per il Senegal il 28 maggio con il progetto “Africa Sister” i cui obiettivi saranno: combattere la malnutrizione infantile attraverso lo sviluppo delle risorse umane, aumentare la qualità della conoscenza collettiva e individuale attualizzando nelle comunità rurali - le pratiche fondamentali di cura e di alimentazione dei bambini attraverso campagne di comunicazione, investire nella salute materna e sostenere l’empowerment delle donne. La missione ha avuto una durata di 28 giorni ed il team era composto da due ostetriche, un’infermiera e personale tecnico di supporto, oltre a due mediatori culturali locali. popolazione, le credenze e le pratiche culturali nefaste/letali alla salute materno-infantile.

Per informazioni: Mobile: 329.1608201 Sito web: www.aspitaly.org

COSA TROVIAMO SOTTO LARCOBALENO? n breve, ecco le tappe di un progetto che si è sviluppato per un intero anno e che ha visto anche l'inaugrazione del pulmino L'Arcobaleno, acquistato grazie alla raccolta fondi sul territorio.

I

1

° Tappa: DAMMI IL 5 in collaborazione con la scuola media Giacomo Leopardi di Cassina Nuova, una condivisione di esperienze tra i nostri utenti e gli studenti.

2 3

° Tappa: LA DIFFERENZA C’E’ MA CHE DIFFERENZA FA con i bambini dell’asilo nido di via Verdi a Bollate. ° Tappa: CHE PIZZA!!! Un laboratorio di cucina, ogni martedì mattina.

4

° Tappa: CHEF IN PROGRESS. Lo Chef Gimbo e Alessia ci hanno portato al ristorante “Zio Dado” presso l’Aldini per partecipare ad un laboratorio di cucina professionale e allegro.

5

° Tappa: OLTRE. A breve, a Cesate presso i locali dell’Afol, partirà un servizio sperimentale rivolto a giovani con disabilità lieve. Occorre un cambio culturale e di prospettiva per generare inclusione e va-

lore sociale… e noi ci vogliamo provare. Seguiteci... ne vedrete ancora delle belle!!! PER INFORMAZIONI: cooplarcobaleno.bollate@gmail.com 02 49435199; 331 9013247

Grandi aziende del territorio

Comunicazione Solvay Italia

Solvay punta su sicurezza e sostenibilità. Al centro direzionale e ricerca Solvay di Bollate si è svolto il Safety Day. E’ l’annuale appuntamento dedicato alla sicurezza sul lavoro, che venerdì 9 giugno, è coinciso con 2.093 giorni trascorsi senza infortuni.

S

ono stati allestiti 14 stand, divisi per aree tematiche e dedicati ai diversi aspetti della sicurezza. Ogni gruppo ha avuto il compito di illustrare le 8 regole salvavita a tutti i collaboratori e i vari comportamenti utili per evitare infortuni e gestire situazioni potenzialmente pericolose. Ad ogni dipendente è stato consegnato uno spe-

ciale “passaporto della sicurezza” che ha attestato la partecipazione alle diverse dimostrazioni pratiche. La giornata è stata anche un momento di incontro con le Istituzioni locali: sono intervenuti il Sindaco di Bollate, Francesco Vassallo, il Comandante dei Carabinieri Maurizio Mistretta e Giancarlo Cattaneo, dell’Ufficio Cultura del

Comune. A loro sono stati illustrati, oltre il training sulla sicurezza, anche i nuovi spazi di sale meeting e uffici recentemente ristrutturati nel centro. Marco Colatarci, Country Manager di Solvay Italia ci ha dichiarato “Il Safety Day si inserisce nelle azioni di sviluppo della strategia “More Future”, per cui il Gruppo Solvay è impegnato in tutti i suoi siti nel mondo a perseguire una concreta politica di sicurezza e sviluppo sostenibile. Per il 2025 sono identificati 5 obiettivi precisi: la riduzione degli incidenti sul lavoro e delle emissioni di CO2 e l’incremento di produzioni ad elevata sostenibilità, azioni sociali per il territorio e relativo coinvolgimento di tutto il personale.” L’evento si è concluso nell’Auditorium della sede con

la proclamazione del vincitore fra i 14 stand dedicati alla sicurezza. Ad aggiudicarsi il primo posto è stato il team “Lavori

in Spazi Confinanti” (nella foto sul palco). www.solvay.it facebook: Solvay Group (IT)


annodiciassettenumeroquattropaginaventiquattro

www.quibollate.it

GRUPPI CONSILIARI

La maggioranza

Un impegno concreto per l’accoglienza dei migranti ’afflusso di migranti dall’Africa e dal medio oriente è ormai inarrestabile da almeno un decennio. Alcuni fuggono dalle guerre, altri da regimi dittatoriali, altri ancora per lasciare alle spalle fame e miseria. Affrontano viaggi lunghissimi, costosi e soprattutto pericolosi la cui conclusione è del tutto incerta. Abbiamo vissuto nel passato fasi di tensione: nel 2002 la così detta Legge "Bossi-Fini" introdusse i progetti SPRAR per l'accoglienza e l'integrazione e ora il Governo sta assumendo nuovi indirizzi e percorsi, basati sull’accoglienza e sulla sicurezza. In precedenza si erano già tentate soluzioni imponendo d’autorità i trasferimenti degli immigrati mediante forti concentrazioni nei luoghi di prima accoglienza. Ora si prospetta un approccio diverso, basato sulla condivisione, sull'accoglienza diffusa e con il coinvolgimento dei Sindaci. In accordo con l’ANCI è stato fissato con

L

il Governo un parametro di 2,5 migranti ogni mille abitanti. Questa soluzione consente una programmazione più facilmente realizzabile basata sui principi dell’equità nella distribuzione e nella sostenibilità territoriale. A seguito di questi indirizzi il Prefetto di Milano, Luciana Lamorgese, ha intrapreso l’iniziativa di convocare i Sindaci dei 133 Comuni dell’Area metropolitana per concordare un Protocollo in cui vengano fissati i termini di un accordo condiviso: ottanta Sindaci vi hanno aderito e lo hanno sottoscritto. Per Bollate l’impegno sarà quello di attivarsi per creare un bando al fine di individuare proprietari privati di abitazioni disponibili ad effettuare accordi di locazione con la Prefettura. Non saranno impegnati alloggi pubblici e non saranno spesi soldi della comunità: i progetti di accoglienza sono finanziati dalla comunità europea e gestiti dal Ministero dell'Interno, per il tramite delle

Prefettura. Inoltre, la firma del protocollo prevede che a fronte di un obiettivo di 99 richiedenti asilo da accogliere quale numero massimo - qualora si realizzasse l'accoglienza per 50 persone entro la fine del 2018 - non vi sarebbero altri afflussi di persone. Il Protocollo prevede consultazioni mensili con i Comuni ed i Sindaci saranno protagonisti fondamentali per governare i processi, tenuto conto che l’accordo si basa su due pilastri principali: l’accoglienza diffusa sui territori e la partecipazione degli amministratori ai processi decisionali. Si inizierebbe un’attività di collaborazione prevedendo un percorso di integrazione e accompagnamento garantendo la sicurezza, attraverso una pianificazione che persegue soluzioni equilibrate. Inoltre, come già affermato (ma é opportuno ribadirlo) non sono assolutamente previsti oneri finanziari per il Comune che assumerà un ruolo guida e di garanzia e

non saranno coinvolte le residenze di proprietà pubblica. Il processo di integrazione sarà seguito dalla società consortile Comuni Insieme, che avrà il compito di coordinare le attività dei comuni del bollatese, in modo da avere omogeneità di interventi. Inoltre sarà contemplato anche un impegno a non favorire insediamenti di diverse persone o nuclei famigliari concentrati in un’unica residenza in quanto un principio basilare sarà quello della diluizione delle presenze sul territorio. La costituzione di piccoli nuclei renderà più facile l’inserimento sociale e l’accettazione da parte della popolazione residente, senza creare tensioni. La collaborazione di tutte le componenti politiche e sociali favoriranno questi processi virtuosi e consentiranno una maggiore coesione sociale. Gruppo Consiliare PD

La minoranza

Cosa ci lascerà in eredità, l'Amministrazione Vassallo? emento e un territorio svenduto! Altro che verde; freddo e grigio cemento. Il centro commerciale arriverà a Cascina del Sole, e Vassallo lo attende con ansia, facendo credere ai bollatesi che porterà posti di lavoro (magari la domenica e a Natale, per 500 euro al mese...) e che solo con il centro commerciale si potranno abbassare le tasse. Sì, proprio la TARI e l’IMU alle stelle che Vassallo non ha abbassato nonostante la tanto criticata ZTL abbia portato quasi due milioni in multe, che certo non ha devoluto in beneficenza... Il PD ha basato la sua campagna elettorale contro l’Urban Centre? Benissimo, ecco il Fabbrica Center, una FABBRICA che sorgerà in Via Nenni, su un’area verde, a partire da questo autunno. A proposito, progettata dallo stesso architetto dell’Urban Centre.... Vi presenteranno il progetto mascherandolo con attività molto ''fashion'', come il birrificio artigianale, ma sempre di fabbrica si tratta, di cemento, e non più con i tetti di paglia come prevedeva il precedente progetto, bocciato dal Parco delle Groane che invitava a realizzarlo su qualche area dismessa. Gli abitanti di via Nenni sono avvisati: saranno incastrati tra Rho-Monza e Fabbrica Center. Il territorio si sacrifica anche a Ospiate, dove prima la Giunta “difende” il verde cancellando la piattaforma ecologica per non fare torti alla Giunta amica della confinante Arese, e poi approva, senza battere ciglio, la costruzione di una fonderia, in via Ghisalba, lontana dalle nuove case aresine ma vicina a quelle degli ospiatesi, un edificio di oltre 4 piani e lungo più di 300 metri, simile al

C

Titanic, in cui verranno fusi i metalli e si emetteranno sostanze non piacevoli da respirare. Credevate che con Vassallo la Variante Varesina sarebbe arrivata a Ospiate? Eh no... perchè la Città Metropolitana non ha soldi, ha rimandato la gara d’appalto, e figuriamoci se Vassallo, che oltre al Sindaco fa l’assessore metropolitano, oserà andare contro l’Ente che gli assicura carriera politica... Carriera assicurata anche dall’atteggiamento al miele che il nostro Sindaco ha con i Comuni limitrofi di sinistra: è stato ritirato il ricorso fatto dalla Giunta Lorusso contro l’insediamento di un impianto di trattamento rifiuti a Senago, al confine con Cassina Nuova, in un’area già dilaniata dai fumi della Bitumati 2000. Tutto ciò in cambio dell’asfaltatura di qualche metro di via Kennedy, e con la convinzione che se Bollate si fa remore a mettere le strutture più scomode ai confini comunali, gli altri Comuni di tutto ciò se ne fregano... La nostra Città non merita questo, il nostro territorio non merita di essere svenduto, per meri interessi politici, e per avere a Bollate strutture che non interessano ai cittadini. Hanno parlato, tanto e bene, in campagna elettorale. Continuano a farlo, ma i fatti non fanno altro che smentirli. Noi diciamo STOP a queste “furbate” che portano solo cemento inutile a Bollate, e nessun vantaggio per i bollatesi.

Gruppo consiliare Lega Nord

La Cultura non ha prezzo stato recentemente inaugurato e reso disponibile ai cittadini il nuovo parco di piazza della Resistenza antistante l’Urban Centre (UC) che ci sembra abbia raccolto pareri più che favorevoli da parte dei visitatori e degli utenti, e di ciò non possiamo che rallegrarci, perché eravamo sicuri che, una volta ultimati i lavori, avrebbe pienamente soddisfatto le esigenze dei bollatesi. Resta adesso da rendere finalmente disponibile alla cittadinanza l’UC, sul quale in questi anni sono state spese, spesso a vanvera, parole infinite. A partire dall’aspetto estetico che a noi piace, ma sappiamo che in architettura la bellezza è sempre opinabile; non possiamo però dimenticare che in tema di “brutture” negli ultimi anni a Bollate abbiamo visto ben di peggio: è innegabile che il Centro Civico (per il quale stiamo ancora lautamente pagando gli interessi del relativo finanziamento) e le case Aler di via Turati 40 (che piacciono solo all’architetto che le ha pensate e ai suoi eredi, tanto da non aver accettato a inizio anni 2000 di demolirle e di sostituirle con palazzine più moderne ed efficienti), siano sicuramente più brutti a vedersi, e ci stupisce anzi che alcuni dei loro fautori oggi si scandalizzano e criticano il manufatto finito dell’UC. In merito al presunto “spreco” (o peggio…) di denaro pubblico, ricordiamo che così come previsto dal bando del Contratto di Quartiere, i denari dovevano tassativamente essere utilizzati per attività di carattere sociale e culturale all’interno del perimetro del Contratto e non potevano servire al restauro delle case Aler, per il quale altri finanziamenti sono stati deliberati dalla Regione Lombardia. Per quanto riguarda la posizione, riba-

É

diamo che era l’unica possibile rimasta all’interno del Contratto di Quartiere: i tentativi di utilizzare i quadrati verdi all’interno dell’area Mercato hanno portato a sollevamenti popolari, ben noti a tutti. Fatte queste dovute premesse, crediamo che non vada perso più un minuto per mettere a disposizione dei cittadini l’Auditorium, le sale prova ed i locali ad uso pubblico dell’UC. Sono tante le Associazioni culturali, musicali, sociali e ricreative della nostra Città (e delle Città limitrofe) che necessitano - come il pane - dei servizi che mette a disposizione l’UC, ed anche il bar annesso sarebbe un ottimo punto di socializzazione e di presidio all’interno del quartiere. Non crediamo che possano essere i problemi gestionali a fermarne l’apertura: a nostro parere deve essere divisa la gestione della parte pubblica (per la quale si dovrebbero utilizzare le stesse modalità di gestione del salone della Biblioteca centrale) da quella del bar, che potrebbe essere appaltata, e con ottime possibilità di ritorno economico. Non ci fermeremmo nemmeno davanti a problemi economici rivenienti dalle spese gestionali: in fin dei conti il nostro Comune continua ad avere significativi avanzi di Bilancio … e poi riteniamo che la Cultura – nei limiti del possibile - non debba avere prezzo! Invitiamo quindi il signor Sindaco, la Giunta ed il nuovo Consigliere delegato ad accelerare l’apertura dell’Urban Centre, garantendo fin da ora sul tema il nostro fattivo contributo ed il nostro sincero appoggio . Gente di Bollate


annodiciassettenumeroquattropaginaventicinque

www.quibollate.it

GRUPPI CONSILIARI

La minoranza

Qualche suggerimento alla Giunta Vassallo... alla gestione del Bilancio comunale dello scorso anno sono avanzati un milione e mezzo di euro, risorse disponibili per abbattere le tasse, o per finanziare da subito spese e progetti. Poiché la Giunta e il Sindaco Vassallo hanno scelto di non abbassare le tasse ai cittadini, e non hanno ancora dichiarato come intendono impegnare tale somma, abbiamo pensato di dar loro qualche suggerimento su come spendere questo tesoretto. Prima proposta: visto che il progetto di ristrutturazione della scuola di via Brianza è sfumato per mancanza di un finanziatore privato, ma gli interventi sono necessari e improrogabili, perché non finanziare i lavori con tale avanzo di bilancio? Seconda proposta: alcune domeniche fa è stata inaugurata la nuova piazza della Resistenza: il progetto dell'amministrazione Lorusso. La nuova piazza, contra-

D

riamente a quanto si è voluto far credere, è un bello spazio verde, un grande giardino godibile da bambini e anziani, con giochi, panchine, zone d'ombra e fontane con il fondo anti-sdrucciolo così che possano essere attraversate in sicurezza (senza il rischio di scivolare come succedeva con la vecchia fontana). Ma poiché in politica, per il gioco delle parti, non si ammetterà mai la positività di un progetto che non sia il proprio, non si è spesa alcuna parola per dire che la città ora ha una bella piazza, viceversa si continua ad alimentare la polemica per l'Urban Centre. Ora, visto che la struttura è pronta ma pare che nessuna associazione culturale possa gestirla per gli alti costi, perchè quest'Amministrazione sperimentalmente non finanzia, con l'avanzo di amministrazione, lo start up di tale gestione, sostenendo quindi le associazioni, dimostrando una volta tanto con i fatti e non solo a parole l'importanza della cultura dichiarata

nelle linee programmatiche? Nelle linee guida questa Amministrazione scrive, infatti, di voler far diventare Bollate: “sempre più “città di cultura”, perché la cultura è qualità della vita, esperienza di socialità, esercizio ed utilizzo del senso critico e si rende necessario potenziarla come fattore di sviluppo e come investimento indispensabile per caratterizzare l’identità della città che risiede nella sua storia, nella sue espressioni”. Allora basta polemiche: è possibile che in due anni la Giunta non abbia trovato una soluzione per affrontare tale situazione? Ora ci sarebbero anche le risorse!! Oppure non la si vuole trovare, forse per paura che funzionando, anche tutto ciò che è stato detto contro l'Urban Centre, come per la piazza, risulti infondato? Terza proposta: da anni esiste sul nostro territorio lo sportello “Al tuo Fianco” gestito da Comuni Insieme per sostenere le donne vittime di violenza, esiste un conto

corrente ”Nemmeno con un fiore “ per finanziare interventi a loro favore. Da alcune settimane un gruppo di donne sta frequentando un corso di formazione. Servirà a diventare volontarie e accompagnare le operatrici dello sportello in questo delicatissimo compito di supporto. L'Amministrazione con l'avanzo di bilancio potrebbe sistemare degli spazi ad uso foresteria per accogliere temporaneamente le donne maltrattate, in modo che Bollate abbia un piano completo di intervento e tutti gli strumenti per affrontare tale problematica. Sono solo tre proposte, e ci auguriamo che una di queste venga presa in considerazione, ma l'importante è che i soldi avanzati vengano investiti nella città e non tenuti nelle casse per far quadrare il bilancio a fine anno.

SiAmo Bollate

Sinistra Nuova per Bollate si presenta

N

oi siamo alcuni cittadini e militanti di Sinistra Ecologia Libertà (SEL) che si sono presentati alle elezioni amministrative di Bollate nel 2015 partecipando alla coalizione di Centrosinistra, risultata poi vincente. Abbiamo contribuito alla preparazione del Programma elettorale del candidato sindaco Francesco Vassallo, poi sottoscritto insieme a PD e PSI. Al nostro gruppo si sono aggiunti altri cittadini che hanno sostenuto l’azione in Consiglio comunale del nostro Consigliere eletto, Leonardo Salerno, e dell’Assessore espresso dal gruppo, Lucia Albrizio. QUANDO Nel dicembre dello scorso anno SEL ha smesso di esistere come partito politico. Dopo aver seguito il dibattito politico nazionale ed esserci serenamente confrontati al nostro interno, abbiamo deciso di mantenere il nostro impegno politico collettivo per contribuire alla nostra città. COSA & DOVE Abbiamo quindi deciso di ridefinire il nostro gruppo con la seguente denominazione: SINISTRA NUOVA PER BOLLATE Con questo nuovo nome e il logo che sarà il nostro simbolo, ci proponiamo di mantenere

QB QUIBOLLATE è il periodico della città di Bollate Reg. Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 Direttore responsabile: Francesco Vassallo, Sindaco di Bollate Coordinamento editoriale: Manuela Portaluppi, Mara Nicoletta Sorte Segreteria di redazione: Debora Caserini redazione@comune.bollate.mi.it

gli impegni presi con gli elettori e con le forze politiche di centrosinistra. Ma anche di lanciare un appello ai cittadini di Bollate per partecipare ad un nuovo progetto politico che abbia come obiettivo il rilancio e il rinnovamento della sinistra, contribuendo ad estendere un possibile campo progressista, aperto e plurale, anche nella nostra città. PERCHE’ Perché le scelte politiche influenzano la vita delle persone. Un politico con dei solidi valori umani, con una coscienza attiva, fermo nei suoi principi morali, può riflettere su quali effetti avranno le sue scelte sulla vita dei cittadini. Ciò che noi crediamo, i valori a cui ci ispiriamo se siamo sinceri si rifletteranno nelle nostre menti, e quindi nei nostri pensieri, nelle nostre parole e nelle nostre azioni. Fondarsi su valori umanistici, rimettere al centro dell’azione politica collettiva gli esseri umani come persone singole e agenti sociali, è anche procedere con decisione, ma con gentilezza, grazie al metodo del dubbio, sulla strada di una umanizzazione della politica per coinvolgere un numero crescente di delusi e sfiduciati nell’ambizioso progetto di ricostruire una sinistra nuova.

Raccolta pubblicitaria, impaginazione e grafica clienti: Lime Edizioni Srl - Milano t. 02 36767660 - info@limedizioni.com www.limedizioni.com Stampa: copie n. 18.000 Distribuzione gratuita a tutte le famiglie della città di Bollate Chiuso in redazione il 13/06/2017

COME: I NOSTRI VALORI In un momento di crisi e trasformazione, di pericoli ed opportunità, vogliamo agire in positivo nell’interesse del nostro territorio come gruppo di ascolto per i cittadini e per le associazioni che hanno a cuore la nostra comunità. In un momento di confusione, pensiamo che l’orientamento non venga più da strutture politiche rigide, ma che vada ricercato nei valori a cui la nostra azione politica si vuole ispirare. Abbiamo immaginato un “semaforo” di orientamento come simbolo, con 3 colori che possano rappresentare altrettanti valori fondanti: • a scelta di difendere il mondo del lavoro e le fasce deboli della società, in base ai principi di solidarietà sociale della tradizione della SINISTRA; Giustizia sociale come tentativo di valorizzare ciò che accomuna gli esseri umani, cercando di dare pari opportunità di crescita sociale limitando le disuguaglianze; l’eccesso di diseguaglianza non è solo iniquo, ma danneggia i sistemi economici, favorisce

le crisi e “l’economia che uccide”. • il desiderio di mettere al centro dell’azione politica la persona umana e le sue LIBERTÀ ed i suoi diritti inalienabili, ma anche il suo essere sociale radicato in una comunità; Libertà individuale come diritto a essere se stessi, come inalienabile valore dell’essere umano indipendentemente dal sesso, dalla razza, dalla lingua, dalla religione, dalle opinioni politiche e dalle condizioni personali e sociali, come recita l’art. 3 della costituzione italiana. • il voler prestare cura e attenzione all’ambiente fisico e naturale in cui risiede la comunità, in base ai principi di salvaguardia dell’ambiente dell’ECOLOGIA. Abbiamo sviluppato una capacità di distruggere le risorse naturali maggiore della possibilità dell’ambiente naturale di rigenerale: non è solo ingiusto, è molto pericoloso. Sinistra Nuova per Bollate


annodiciassettenumeroquattropaginaventisei

www.quibollate.it

LA GIUNTA COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE PARTITO DEMOCRATICO

SINDACO Francesco Vassallo

Vice Sindaco e Assessore Opere Pubbliche e Politiche Energetiche

Assessore Cultura e Promozione Artistica, Sport e Tempo Libero, Volontariato e Pace Lucia Albrizio Assessore Ecologia e Ambiente, Politiche Giovanili, Politiche per il Lavoro, Pari Opportunità, Sportello Europeo, Fondi Comunitari, Decoro Urbano

Riccardo Braga

MAGGIORANZA

Alberto Grassi

Marina Azzoni Iordana Capogruppo

Angela Baccaro

Eugenio Pietro Barlassina

Francesco Chiariello

Enrico G. Confalonieri

Ida Maria De Flaviis

Raffaele Loisi

Donato Mingrone

Maria Rita Ferretta Pasquale Franco Gravina

Massimiliano Moretti

Sara Castellan

SINISTRA ECOLOGICA E LIBERTÀ

Vania Bacherini

Lucia Rocca

PARTITO SOCIALISTA

Assessore Sportello Polifunzionale, Attuazione del Programma, Smart City I.T.C., Partecipazione Trasparenza e Semplificazione, Tempi Urbani, Innovazione, Marketing Territoriale

Antonio Faranda Presidente del Consiglio Comunale e Capogruppo

FORZA ITALIA

Giuseppe de Ruvo Assessore Politiche Educative e dell'Infanzia, Politche Sociali e Politche della Casa Salvatore Leone Assessore Politiche della Sicurezza, Commercio e Attività Produttive, Protezione Civile e Decentramento

MINORANZA

Assessore Bilancio, Patrimonio Tributi, Società Partecipate

Leonardo Salerno Vice Presidente del Consiglio Comunale e Capogruppo

GENTE DI BOLLATE

Carmen Ferrara Capogruppo

LEGA NORD

Ercole Giuseppe Dusi Capogruppo

MOVIMENTO 5 STELLE

Fabio Massimo Carlo Vaghi Boniardi Vicepresidente Capogruppo Consiglio Comunale

SIAMO BOLLATE

Ilenia Lovato

Massimiliano Mantovani Capogruppo

PER UN’ALTRA BOLLATE

Marco Marchesini Salvatore Mario Conca Capogruppo

Angelo Ferrari

Pierluigi Catenacci Capogruppo


annodiciassettenumeroquattropaginaventisette

www.quibollate.it

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA - CARTA

IL RICICLO DELLA CARTA Nonostante le pratiche di differenziazione dei rifiuti siano consolidate oramai da decenni, si continua a sentire la frase: “Tanto tutto viene mischiato”. Sgombriamo il campo da questa falsa notizia e vediamo cosa succede dopo la raccolta degli imballaggi di carta e cartone. A BOLLATE, NEL 2016, SONO STATE RACCOLTE COMPLESSIVAMENTE 1.628,96 TONNELLATE DI CARTA E CARTONE.

LA VERIFICA

Dopo essere stati raccolti, carta e cartone vengono verificati per accertare lo standard qualitativo, stabilito dalla legge vigente. Queste analisi qualitative avvengono in modo puntuale e preciso, attraverso la separazione e la pesatura di carta e cartone raccolti. Questa operazione ha consentito di verificare sul campo la considerevole riduzione della quantità di carta raccolta, a seguito della riduzione di giornali e riviste a favore dell’utilizzo dei sistemi web.

LA RACCOLTA

I rifiuti da imballaggio di carta e cartone vengono raccolti da Gaia Servizi srl e portati alla Piattaforma di conferimento convenzionata per la trasformazione. A che punto siamo a Bollate L’ultima fotografia su “Carta e Cartone” del Comune di Bollate è data dalla recente analisi effettuata in data 31 marzo 2017 sul test di campione prelevato il 27 marzo relativo alla raccolta differenziata di sabato 25 marzo nella zona “A”. Dai risultati dell’analisi si rileva che la maggior parte è la carta grafia (giornali, libri, riviste) che, seppur ridotta negli anni, risulta ancora rilevante e purtroppo di difficile riuso rispetto a cartoncino e cartone che, invece, si attestano a poco più del 30%.

dificati, garantirebbero comunque un incremento della qualità della raccolta e quindi dei contributi che Comieco versa al Comune. *studio Ipsos-Comieco POCHE REGOLE DA RICORDARE PER UNA RACCOLTA DI QUALITÀ:

Cosa si puo’ avviare a riciclo? •Carta: sacchetti, giornali, riviste, libri, quaderni, opuscoli e fogli in genere. •Cartone: scatole, scatoloni e cartoni per COSE CHE NON BISOGNA BUTTARE INSIEME ALLA CARTA bevande (come latte e succhi di frutta) E AL CARTONE:

Pesatura del campione prelevato con bilancia dinamometrica

Migliorare la qualità dei materiali raccolti attraverso il potenziamento della raccolta degli imballaggi Sono tanti gli errori che si commettono ancora nella raccolta differenziata di carta e cartone... 1 italiano su 2 getta nella differenziata gli scontrini, mentre il 27% degli intervistati manda alla differenziata la carta sporca di cibo (31% nel 2009), i giornali ancora avvolti nella plastica (25%) e i fazzoletti di carta (17%)*. Piccoli errori che, se opportunamente mo-

Vania Bacherini Assessore Ecologia e Ambiente

•Cartoncino: confezioni come quelle di riso, pasta, sale e altri alimenti, quelle del dentifricio e altri prodotti per l’igiene personale e per l’igiene della casa.

•Sacchetti di plastica, nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici (come ad esempio il film di plastica che avvolge le riviste). •Carta e cartone con residui di cibo: compromettono il buon riciclo (ad esempio il cartone della pizza puoi dividerlo: la parte pulita va nella raccolta della carta; quella sporca, ridotta in piccoli pezzi, va nella raccolta dell'umido. In assenza dell’umido, nell’indifferenziato). •Fazzoletti di carta usati: sono quasi tutti anti-spappolo e quindi difficili da riciclare. •Scontrini: i più comuni sono fatti con carte termiche e generano problemi nel riciclo. •Carta oleata (ad edempio carta per affettati, formaggi e focacce). •Carta sporca di terra o di sostanze chimiche (come ad esempio vernici, solventi etc.) perché contamina la carta buona da riciclare. COSE CHE SI PUÒ FARE PER OTTIMIZZARE LA RACCOLTA

1. Appiattire le scatole e comprimere gli scatoloni. 2. Non abbandonare carta e cartone fuori dai contenitori per la raccolta differenziata.


Profile for Lime Edizioni Milano

Qui Bollate Giugno 2017  

Qui Bollate Giugno 2017

Qui Bollate Giugno 2017  

Qui Bollate Giugno 2017

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded