Il Giornale di Paderno Dugnano settembre 2022

Page 1

D U G N A N O PA DE R NO il gior nale diPERIODICO DI INFORMAZIONE Anno 1 n°2 (3°Pubb ) Editore: L me Ed zioni srl Direttore responsabile: Simone Carcano Ordine dei Giornalisti della Lombardia n 152821 Realizzazione grafica e concessionaria esclusiva di pubblicità: Lime Edizioni srl Via A Capecelatro, 31 20148 Milano Tel 02 36767660 www limed zioni com info@limedizioni com Tiratura: 22 000 copie Per tre fine settimana di fila si preannunciano code e disagi sulle strade del centro di Paderno Chiude la Milano Meda per consentire il collaudo del ponte della Rho Monza Si inizia sabato 1 e domenica 2 ottobre, per proseguire nei weekend 8/9 e 17/18 ottobre Don Dino Valente prenderà ser vi zio nei prossimi giorni nella co munità di Santa Maria Nascente e Sacra Famiglia PAGINA 14 Don Paolo ha lasciato Nuovo parroco in arrivo Milano-Meda chiusa per 3 weekend Deviazioni e disagi in centro PARROCCHIA VIABILITÀ È emergenza al Villaggio Ambro siano: i residenti dirottati a 5 chilometri di distanza Scatta una raccolta firme PAGINA 1 2 Altri 1.400 pazienti senza medico di base SANITÀ PAGINA 2 SI DEMOLISCE IL PONTE FINE LAVORI A MAGGIO UN NUOVO ASILO DA 2 MILIONI DI EURO IL FUTURO DEL TRAM APPESO A UN FILO IL NOSTRO YURI, CAMPIONE DEL MONDO PAGINA P15 AGINA 3 PAGINA 4 PAGINA 5

tovia rimarrà sempre attivo e sarà l’unico che metterà in collegamento il Villaggio A m b r o s i a n o c o n i l c e n t r o d i Pa d e r n o (oltre alla Statale dei Giovi). Dalle pros s i m e s e tt i m a n e s i a g g i u n g e r à a n c h e l a chiusura del sottopasso di via Trieste Per consentire degli interventi la strada sarà chiusa a qualsiasi mezzo nel tratto com pres o le v ie S esto San G iovanni e Gada mes Poi i lavori passeranno alla seconda fase che comprenderà sempre la rotonda d i v i a Ba t t i s t i e l ’ i n i z i o d e l l a v i a p i ù o

La novità è stata annunciata da Serra valle che anticipa così i nuovi lavori per il collaudo del ponte della Rho Monza Il piano di deviazioni ricalca quello dello s c o r s o a u t u n n o, q u a n d o l a Mi l a n o Me d a p e r u n p a i o d i f i n e s e t t i m a n a è stata interrotta tra Cormano e Paderno per consentire i test sul nuovo ponte che collega la tangenziale Nord alla nuova Rho Monza

P e r q u e s t o m o t i v o l a Mi l a n o Me d a sarà interrotta per tre fine settimana cons ecutivi. L e chiusure partiranno d a l l e 2 3 d e l v e n e r d ì p e r e s t e n d e r s i fino all’alba del lunedì con sabato e domenica di deviazioni Le auto saranno dirottate sulla Sta t a l e d e i G i o v i s i a p e r c h i a r r i v a d a Milano sia per chi è diretto verso il capoluogo lombardo e quindi lungo via Repubblica/Da Vinci Le interru zioni partiranno con il primo wee kend di ottobre per proseguire poi per quello dell’8 e 9 per concludersi tra il 15 e il 16

2P A G . PA D E R N O D U G N A N Os ettembre 2 02 2 il gior nale di

A) Se devo andare verso Milano, ma anche verso Bollate, Novate o Rho, esco a Paderno, vado fino alla Coma sina e da lì posso rientrare nella Rho Monza o nella Milano Meda (a Cor mano)

C) Se devo andare verso Meda, devo imboccare la tangenziale nord verso Monza, uscire a Nova, percorrere via Erba e via Santi a Paderno e ripren dere la Milano Meda all’altezza del centro commerciale Brianza

B) Se devo andare verso Meda, devo imboccare la tangenziale nord verso Monza, uscire a Nova, percorrere via Erba e via Santi a Paderno e ripren dere la Milano Meda all’altezza del centro commerciale Brianza

D eviazioni e code a Paderno e Cormano

Dopo gli esiti poco soddisfacenti è stata rinviata l’apertura e per tutta l’estate in orario notturno sono stati messi a punto degli inter venti mirati alla nuova strut tura Ora, i lavori sono arrivati alla fase finale e quindi i tecnici torneranno alle operazioni di collaudo

Chiude la Milano-Meda per tre fine settimana

PER CHI ARRIVA DA MEDA

viabilità

A) Se devo andare verso Milano o ver so Monza, gli svincoli sono aperti

A partire da sabato 1 ottobre la superstrada sarà interrotta per consentire le operazioni di un nuovo collaudo al ponte della Rho Monza L e auto saranno dirottate su percorsi alternativi nei centri abitati e sulla Statale dei Giovi I disagi proseguiranno anche nei weekend dell’8 9 e 15 16 ottobre

PER CHI ARRIVA DA MONZA

PER CHI ARRIVA DA RHO

PER CHI ARRIVA DA MILANO

Co s ì s i r i s o l v e q u e l l ' i m b u t o c h e l e migliaia di pendolari che ogni giorno si spostano dalla Brianza a Milano cono s c o n o b e n e. Un c o l l o d i b o t t i g l i a c h e sarebbe dovuto essere fruibile in tempo per Expo 2015, ma solo dopo 7 anni ini zia a intravedersi una risoluzione

A) Se devo andare verso Rho e Milano, prendo la Milano meda verso Meda, esco subito a Paderno Dugnano, per c or ro vi a Re p u b b l i c a e vi a Da V i n c i fino alla Comasina, poi dalla Coma sina se devo andare verso Rho ripren do la Rho Monza all’altezza di Batti loca Cassina Nuova (via Puecher); se devo andare verso Milano percorro la Comasina fino a riprendere la Mila no Meda a Cormano

❖ Chiude la Milano Meda per tre wee kend consecutivi A partire dal 1 ottobre il sabato e la domenica si annunciano c o d e e r a l l e n t a m e n t i t r a Co r m a n o e Paderno

Ecco il piano di percorsi alternativi mes si a punto da Serravalle che sarà segna lato con l’opportuna segnaletica

B ) Se d e v o a n d a re v e r s o Mo n z a , l o svincolo è aperto;

B) Se devo andare verso Monza, esco a Paderno, vado verso Calderara (via

A) Se devo andare verso Rho, lo svin colo è aperto;

L’esito di quelle verifiche è noto a tutti: i risultati non avevano pienamente con vinto i tecnici Tanto che avevano par l a t o d i “ c o m p o r t a m e n t o d i ff o r m e ” t r a quanto atteso e quanto in realtà misu rato sul ponte che consentirà un innesto diretto tra la tangenziale Nord e la Rho Mo n z a s e n z a p a s s a re d a l l a Mi l a n o Meda

m e n o f i n o a l l’ i n g re s s o d e l p a rc h e g g i o dell’Unes L’ultima fase riguarderà sem pre via Battisti La chiusura della prima tranche di interventi è prevista entro metà ottobre Questo inter vento è propedeu tico all’aper tura dell’uscita della Mila no Meda che sarà come una volta in via Battisti Potranno utilizzarla le auto che arrivando da Milano usciranno a Pader no La viabilità della Rho Monza andrà via via completandosi entro la prossima estate

Lavori in via Battisti Nuova rotatoria per l’uscita dalla Milano-Meda

B) Se devo andare verso Meda, non cambia nulla perché lo svincolo verso Meda per chi arr iva da Monza resta aperto

Si chiuderà per metà ottobre la prima fase di lavori in via Battisti Non si tratta del cantiere per la costruzione del ponte (di cui parliamo nella pagina qui accanto), ma del r ifacimento della rotator ia con via Brasile e via Trieste Un primo passo verso l’apertura dell’uscita dalla Milano Meda Gli inter venti sono organizzati in t re f a s i . In q u e s t e p r i m e s e t t i m a n e g l i operai si concentreranno sulla rotonda di via Battisti nella par te in prossimità del sottopasso di via Brasile Questo sot

Santi), poi in via Erba e da lì raggiungo la Tangenziale nord in direzione Mon za all’ingresso di Nova Milanese

RiapRe via Rotondi a dugnano veRso la fine dei lavoRi - stop allagamenti

È prevista fino a metà ottobre l'interruzione di via Gramsci nel tratto compreso tra via Sciesa e via San Michele. Il cantiere è partito con la ripresa delle attività dopo la pausa estiva per il rinnovo della rete del gas Per questo motivo la viabilità è interrotta compatibilmente con le fasi di lavoro Il traffico è deviato sulle vie San Michele e De Marchi La viabilità provvisoria assieme alle deviazioni sono previste almeno fino al 16 ottobre, giorno in cui è prevista la chiusura del cantiere curato dalla Tagliabue Impianti

L’impresa incaricata ha indicato in 260 giorni il termine del cantiere calcolando per ogni fase sempre i l m a s s i m o d e i g i o r n i d i l a vo ra zione. L’azienda appaltatr ice, al fine di ottimizzare i tempi, è ope rativa tendenzialmente anche il

Lavori per 240 giorni,

Il cantiere in centro che per tutta estate ha interrotto via Rotondi

Un impegno, questo, non visibile ma che è stato s empre costante Guar d i a m o a l l ’ a v v i o d e l c a n t i e r e c h e dovrà pro cedere con un appro ccio rigoroso e oculato in tutte le fasi fino all’apertura per ridarci un ponte più funzionale sia per chi lo percorrerà in auto sia per ciclisti e pedoni”

Tra queste rientra anche la ciclabile di via Rotondi Q u i n d i r i p r i s t i n a r l a c o n l a p a v i m e n t a z i o n e o r i g i n a r i a potrebbe risultare troppo dispendioso alla luce degli inter ve n t i d e f i n i t i v i c h e s a ra n n o re a l i z z a t i n e l b i e n n i o t ra i l 2024 e il 2026. In queste settimane sono in fase di asse gnazione gli incarichi di progettazione che definiranno i lavori dei prossimi anni

I primi inter venti hanno previsto l ’ e l i m i n a z i o n e d e i l a m p i o n i , l a f re s a t u r a d e l l e c a r re g g i a t e e l o sbancamento dell’area tra il cimi tero e il fiume Seveso Qui saran no ricoverati i mezzi e i materiali o l t re c h e p e r l o s t a z i o n a m e n t o momentaneo dell’impalcato cen trale quando sarà ‘smontato’ per poi essere ‘rimontato’ sulle nuove strutture portanti

Entro fine mese è prevista la riaper tura di via Rotondi. Salvo imprevisti nell'ultima fase che sarà realizzata n e l l e p r o s s i m e d u e s e t t i m a n e En tro p oc hi g i or n i s i c om p l e te r à l ' i n t e r ve n t o d i s o s t i t u z i o n e d e l l a re t e f o g n a r i a l u n g o l a d o r s a l e d a p i a z z a Ma t t e o t t i a l p a s s a g g i o a livello L'ultima fase sarà la sosti tuzione della 'cassetta di raccordo' c h e r i c h i e d e r à l a c h i u s u r a d e l l a s t r a d a d a p i a z z a Ma t t e o t t i c o n deviazioni in via Buozzi

Q u e s t o s i g n i f i c a c h e p e r t u t t o i l periodo invernale e quindi almeno per i prossimi 6 mesi l'asfalto prov v i s o r i o c h e g i à s i p u ò v e d e re i n alcuni tratti sarà l'unica soluzione In f a t t i i l l a v o r o f i n a l e d e l m a n t o stradale è rimandato alla prossima

l avORi Pubblici

3P A G

pr imavera sia per una questione di temperature, sia di assestamento del terreno Ma ci sarà da sciogliere il nodo della pista ciclabile Perché non è da escludere che rimarrà semplicemente disegnata anche dopo questo periodo.

Il ripristino in porfido sarà valutato nelle prossime setti mane, ma dovrà tenere conto dei tempi di progettazione degli inter venti previsti per il pro g etto Ri Urb p er cui il Comune ha vinto 5 milioni di euro tramite il Pnrr. Finan ziamenti che saranno destinati a 10 interventi per le piste ciclopedonali e 14 per le opere di riqualificazione e rige nerazione da Calderara al centro di Dugnano

Si demolisce il dponte i via Camposanto termine entro maggio

“ È s t a t a a v v i a t a l a f a s e o p e ra t i v a d e i l a v o r i , q u e l l a p i ù i m p o r t a nt e, c h e d e t e r m i n e rà l a r i a p e r t u ra d e l ponte” , spiega il sindaco Ezio Casa ti. “Ribadisco che è stato un percorso a ostacoli che ha richiesto temp o e procedure per concludere tutti gli iter progettuali, le condivisioni e le auto r izzazioni degli Enti e g estor i delle reti di ser vizio interessati dalle lavo razioni, e infine la gara per assegna re l’appalto

❖ So n o p a r t i t i d a p o c h i g i o r n i i lavori attorno al ponte di via Cam posanto Uno dei cantieri più atte si a causa delle ripercussioni via bilistiche è finalmente iniziato

G l i i n t e r v e n t i d i d e m o l i z i o n e saranno compiuti in orario not turno dopo il passaggio dell’ulti mo treno per ragioni di sicurezza Per questo è in fase di definizione i l c r o n o p r o g r a m m a c o n d i v i s o con Ferrovienord

Via Gramsci interrotta fino a metà ottobre Ultimi la vori alla rete del gas

Quest'ultimo intervento è previsto i n t re g i o r n i , s a l v o i m p re v i s t i durante le lavorazioni Solo dopo q u e s t ' u l t i m o p a s s a g g i o s i p o t r à chiudere il lungo cantiere avviato a metà luglio lungo via Rotondi Un i n t e r v e n t o c h e c o n s e n t i r à d i n o n a v e re p i ù g l i a l l a g a m e n t i d i case e negozi nel caso di forti pre cipitazioni Ma nelle prossime set t i m a n e n o n s i c o m p l e t e r a n n o i r ipr istini delle pavimentazioni di carreggiata e pista ciclabile Il man to stradale rimarrà provvisorio per g a ra n t i re " l'a ss e s t a m e n t o, i n v i s t a dell'intervento a regola d'arte" , come specificano dal Comune

sabato e sono stati previsti anche tur ni nottur ni quando non sarà possibile conciliare le lavorazioni p e r i l r a f f o r z a m e n t o d e l l a p i l a centrale con il transito dei treni Il periodo di ultimazione indicato sui cartelli all’ingresso del cantie re prevedono il termine entro fine maggio A esattamente due anni dalla chiusura del ponte per pro blemi strutturali

Al pr imo evento “C oltivare t alenti n el mondo del lavoro” interverranno: Carlo Carab elli, direttore generale di Aslam Mi l a n o e Fo n d a z i o n e It s L o m b a rd a ; Eugenio Belli, imprenditore titolare di Eugin; Beniamin Nandra, studente del l ’ i s t i t u t o Ma z z i n i ; Ma r i a n n a C a r l i n i , esperta di pubbliche relazioni e ufficio stampa, fondatrice di Master Commu nication

Palazz olo avrà un nuovo asilo 2 milioni di euro con il Pnrr

Da Bruxelles arriveranno 2 milioni di euro per la demolizione e la ricostru zione dell’asilo di via Monte Sabotino È questo l’esito della pubblicazione di una delle prime graduatorie rela tive al rilancio delle scuole con i fondi previsti dal Piano Nazionale di Ripre sa e Resilienza L’idea progettuale svi luppata dalla giunta prevede la com p l e t a d e m o l i z i o n e e r i c o s t r u z i o n e dell’asilo di Palazzolo “Puntiamo a f arlo assieme a un inter v ent o pr ivat o alle spalle dell’attuale struttura” , spiega i l s i n d a c o E z i o C a s a t i “ Vo g l i a m o costruire una struttura leggera a basso i mp att o a m bi e nt al e s e n z a m ai i nt e r rompere le lezioni” L’idea è quella di far sorgere il nuovo asilo alle spalle dell’attuale per recuperare quest’area il Comune ha già avviato le pratiche con il privato Una volta ultimata la costruzione si procederà alla demo lizione di quello esistente. “L’area lib erata div enterà p arco pub blico andando a ridisegnare la viabilità di questa via centrale Questo sarà il pri m o p a s s o d e l l a r i q u a l i fi c a z i o n e d e l quar tiere di Palazzolo che pros eguirà poi nell’area della stazione con il palaz z o V i s m a r a , i l c i n e m a Ma n z o n i e l a Rosa Manichini”

minanti con 216mila euro di f i n a n z i a m e n t o A l l a s c u o l a Mazzini sono arrivati 960mila euro per le verifiche antisismi che e interventi per aumentare l a s i c u re z z a s t r u t t u r a l e d e l l’edificio di Incirano Lo stesso si dica per la scuola media di Calderara: la Croci ha ricevuto 1 milione di euro per una pri m a f a s e d i r i q u a l i f i c a z i o n e A n c h e l e p a l e s t re s a r a n n o o g g e t t o d i i n t e r v e n t o : c o n 900mila euro si riqualificherà q u e l l a d i s m e s s a a l l a s c u o l a Gramsci Entro il 30 luglio del prossimo anno dovranno essere bandite le gare d’appalto per l’assegna zione dei lavori. Questi inter venti dovranno essere realiz

tata in autobloccanti r icolle gandosi alla nuova sede della Protezione Civile la cui ultima z i o n e è p re v i s t a e n t r o f i n e a n n o Pe r re a l i z z a re q u e s t a vasca, il Comune punta a rice vere un finanziamento di oltre 1 milione e mezzo Ma non è certo il solo che ha come obiettivo la rigenerazio ne urbana Il primo progetto pilota partito dal Pnrr è stato quello di recu pero e rilancio dell’anfiteatro a l p a rc o L a g o No rd Q u e s t i lavori dovrebbero partire nelle p r o s s i m e s e t t i m a n e c o n l a s o s t i t u z i o n e d e l l e s e d u t e i n legno e l’avvio della riqualifi c a z i o n e d e i s e r v i z i i g i e n i c i e degli spazi coperti

L A PRESENTA ZIONE

PA D E R N O D U G N A N Os ettembre 2 02 2 il gior nale di

Si chiama “Compagnia della Formazio ne ” ed è una nuova associazione sociale che si presenterà il prossimo 27 ottobre Il nuovo gruppo mette insieme docenti, professionisti e imprenditori uniti dalla passione per il lavoro e l’educazione. Il primo passo che il nuovo sodalizio ha fatto è stato un questionario sommini strato a imprese e aziende sul territorio padernese “I primi risultati confermano le difficoltà e i bisogni di queste realtà emer si dai primi incontri e danno qualche spun to per individuare alcuni temi del nostro pr imo evento pubblico” , spiegano dalla Compagnia

Anche altre scuole padernesi hanno ricevuto i fondi europei Poi ci sono i progetti con singoli inter venti che rispondono all’efficientamento ener getico e al recupero di spazi sportivi c o m e a l l a s c u o l a d o n Mi l a n i e a l l a Gramsci All’elementare di Calderara si punta a riqualificare la mensa ade guando gli impianti tecnologici e illu

l a città4P A G .

“Il nostro obiettivo è promuovere iniziative culturali che favoriscano rapporti tra mon do del lavoro e scuola, proponendosi come an e l l o di c o ng i u n zi o n e t ra q u e st e re al t à per elaborare insieme risposte alle proble mat i ch e su l l’ i ns e r i m e nt o n e l m o nd o d e l l a v o r o, l ’ o c c u p a z i o n e, l a f o r m a z i o n e e l’orientamento scolastico”

G iovani, aziende Nuovo s o dalizio

zati per il 30% entro settembre 2 0 2 4 p e r e s s e re c o n c l u s i t r a marzo e giugno del 2026 Inol tre, Paderno punta ai finanzia m e n t i d e l Pn r r a n c h e p e r i l progetto di “città spugna ” . Altri 31 comuni hanno presentato 90 progettualità per rafforzare l’ecosistema, favorendo l’as sorbimento dell’acqua piova na, così da ridurre i danni eco n o m i c i e a m b i e n t a l i d e l l e piogge intense Per farlo inten de realizzare una vasca di rac colta dell’acqua piovana e di trattamento tramite filtraggio n a t u ra l e s o t t o a l p a rc h e g g i o del parco Toti In questo modo s i r i q u a l i f i c h e re b b e a n c h e l’area di sosta del centro spor tivo che verrebbe ripavimen

tato le ultime novità “Sembra che non ci sia l'intenzione di stanziare i soldi necessari per il mantenimento in esercizio della tramvia” , scrivono. “I problemi maggiori sono da Vare do a Limbiate, tratta su cui sono stati fatti pochi lavori in questi anni con trariamente alla tratta Milano Vare do in cui i binari sono stati sostituiti nel 2012 almeno al 70 80%”

Il nuovo Caravaggio conquista Paderno Lavori nel Passante, S2 dimezzata

❖ Buone notizie per la gemella tramvia Ci sono voluti incontri e tavoli di lavoro a Roma, ma anche un sopralluogo lungo il vecchio tracciato della Milano Seregno.

Tram a passo d’uomo sulla Milano-Limbiate Futuro app es o a un filo

Il tram della Milano Limbiate tira il freno In 23 punti della linea è costretto ad andare a passo d’uomo per 6 chilometri sugli 11 totali Per questo raddoppiano i tempi di percorrenza e i ritardi Intanto, è una corsa contro il tempo per trovare una soluzione: dal 30 settembre la tramvia rischia la chiusura

A l l a l u c e d i q u e s t o, i c o m i t a t i avanzano una proposta “Si p otrebb e chiu dere p er qu alche m e s e ( 3 4 m e s i c o m e n e l 2 0 1 2 ) l a t r a t t a Va r e d o L i m b i a t e C o s ì d a effettuare i lavori necessari e man t e n e n d o i l s e r v i z i o s u l l a M i l a n o

Si parla di almeno un anno per il recupero dei materiali a cui si aggiungono quelli dei lavori.

Milano-D esio-S ere g no, un pass o avanti Casati: "Non ci saranno extracosti"

Alla fine il sindaco Ezio Casati può mettere la spunta su un altro obiettivo di queste settimane: non ci saranno extracosti per la riqualificazione della linea che collegherà Calderara a Desio e Milano.

I nuovi treni di Trenord arrivano anche sulla Milano Seveso.

t a r i o a l l a p r e s i d e n z a d e l c o n s i g l i o B r u n o Tabacci” Dopo anni di attese, modifiche al progetto e false partenze, questo è un ulte r i o re p a s s o v e r s o l ’ a v v i o d e i l a v o r i a t t e s i ormai da oltre un decennio “Contrariamente a quanto sostiene qualcuno in Regione che esulta m e n t re a R o m a c ' e r a c h i re m a v a c o n t r o : i l Comune di Milano farà la sua parte coprendo l e s p e s e p e r i l m a t e r i a l e r o t ab i l e ” , c o n c l u d e Casati “È un prog etto di città metrop olitana c h e l a s t e s s a h a s e m p re s o s t e n u t o p e r l a s u a importanza strategica che guarda unicamente al futuro delle nostre comunità”

tRasPORti 5P A G

E ancora è paventato il rischio che entro fine mese i tram pos sano essere sostituiti con auto bus totalmente Il giorno ultimo p e r t r ov a re u n a s o l u z i o n e è quello del 30 settembre.

D a q u a l c h e g i o r n o è p o s s i b i l e viaggiare sui primi Caravaggio che prestano servizio alle stazio ni di Paderno e Palazzolo Una prima buona notizia per i pendolari padernesi che dal 23 luglio stanno subendo i disagi p e r l a c h i u s u r a d e l Pa s s a n t e Ferroviario.

Nel tratto tra Palazzolo e il Vil l a g g i o s o n o 7 i p u n t i i n c u i c i sono prescrizioni per la velocità I t r a m v a n n o c o m e l u m a c h e all'altezza di via Turati, poi in via Castelletto all'altezza di Senago. Tutto il viaggio lungo la Coma

A causa di un anomalo consu mo delle r uote del treno nelle settimane estive sono stati sop pressi tutti i treni della linea S2 Milano S eves o che rappres en t a n o q u a s i i l 5 0 % d e l l ’o ff e r t a commerciale Da fine agosto il Passante è stato riaperto, ma i convogli fanno capolinea alla stazione di Bovisa per consen tire gli ultimi interventi nel trat to di tunnel tra Milano Dateo e Porta Vittoria

❖ Tra m l u m a c a s u l l a Mi l a n o Limbiate Per ragioni di sicurez za in 23 punti per oltre 6 chilo metri e mezzo sugli 11 totali di lunghezza devono rallentare la m a rc i a p r o s e g u e n d o a p a s s o d’uomo Per questo, dai pr imi di settembre sono stati rivisti gli orari delle corse che da agosto hanno accumulato ritardi nel l’ordine anche di 30 45 minuti Ormai raggiungere il capolinea di Comasina entro i 35 minuti c o m e d a t a b e l l a d i m a rc i a è diventato un miraggio

I viaggi lumaca partono già da Limbiate a 5 chilometri orari per 100 metri dal capolinea Poi la v e l o c i t à s a l e d i 2 0 c h i l o m e t r i orari per circa 900 metri all’al tezza dell’abitato per abbassarsi di nuovo a passo d'uomo in via Monte Bianco Non va meglio neppure nel trat t o t ra L i m b i a t e e Va r e d o : q u i i tram per oltre un chilometro e m e z zo v i a g g i a n o c o n ve l o c i t à compresa tra i 5 e i 15 chilome tri orari

“L e c ondizioni dell'infrastr uttura , in alcuni tratti della linea, ci impon gono un limite di velocità. Ci scusia m o p e r i t e mpi di v i ag g i o pi ù l u n ghi” , anticipano da Atm Nei giorni scorsi, anche i comitati dei viaggiator i hanno commen

Il Cipess (ovvero il comitato interministe riale per la programmazione economica e l o s v i l u p p o s o s t e n i b i l e ) d e l i b e re r à l o

s t a n z i a m e n t o a g g i u n t i v o d a p a r t e d e l G ove r n o c h e c o n s e n t i r à d i re a l i z z a re l a nuova metrotranvia "S ono molt o so d disf att o di quest o or ient a m e nt o No n e ra u n e s i t o s c o nt at o v i s t o c h e sulla realizzazione dell'opera non sono man cate posizioni contrarie di chi la riteneva inu tile” , commenta il sindaco Ezio Casati “Per me è una conquista per il territorio e sono felice di aver dato un contributo in una fase difficile p erché mi sono sp eso in prima p er sona facendomi p or tav o ce delle istanz e dei cittadini, che ho rappresentato al Sottosegre

sina prosegue a 5 chilometri orari fino a Cormano Anche nella tratta c o r m a n e s e c i s o n o l i m i t a z i o n i c o n l a s t e s s a v e l o c i t à , m a l u n ghezze maggiori All'altezza di via Balossa si va a passo d'uomo per 200 metri, così come in via Gan dhi e a Molinazzo Sul resto della linea la velocità commerciale sarà entro i 30 chilometri orari

Vare d o ch e è an ch e l a t ratt a pi ù critica nelle ore di punta” Da qui, l a r i c h i e s t a f i n a l e “d i v e d e re l a relazione di Atm in base a cui ven gono preventivati 7 milioni di spe sa e la chiusura della linea per 11 mesi”

Dopo di che la tramvia rischia d a v v e r o l a s o p p re s s i o n e c o n l’arrivo degli autobus È una corsa contro il tempo in cui le Amministrazioni comu nali interessate devono trovare una quadra tra tempi di proget tazione e realizzazione dei lavo r i , f i n a n z i a m e n t i d a d i r o t t a re sulle opere “È necessario inter venire sul sot tofondo della linea In alcuni tratti i binari appoggiano su traversine d i e st re m o a mm al o ra m e nt o c h e non sono più in grado di soppor t a re i l s u p p o r t o s t r u t t u ra l e ” , h a detto Rob er to Conte, direttore In g e g n e r i a e Ma n u t e n z i o n e Ro t a b i l i Fe r ro d i At m d u ra n t e u n a d e l l e r i u n i o n e c o n t u t t i i sindaci della tratta

I pendolar i pader nesi devono cambiare per proseguire la cor sa nel Passante con un allunga m e n t o d e i t e m p i . Pe r o r a , i l r itor no del capolinea alla sta zione di Milano Rogoredo non è prevista neppure per i primi di ottobre Se non altro, ci si può consolare con i primi treni che in totale in L ombardia saranno 131 a cui si aggiungono altri due m o d e l l i d i n u o v a g e n e ra z i o n e per un totale complessivo di 222 convogli

una maggiore sostenibilità e rispetto del l’ambiente Un luogo non solo con colon nine di ricarica elettrica, ma anche con ser vizi integrati di mobilità condivisa come biciclette e monopattini

m e t r i q u a d r i c o n a l l ' i n t e r n o una tavola calda con zone per il co working, aule studio oltre a u n’ a re a v e rd e re c i n t a t a e a una piazza coperta Quest'ulti ma diventerà il luogo principale del passaggio fra la zona pub blica e quella privata con l’au s p i c i o c h e d i v e n t i l u o g o d i a g g re g a z i o n e a n c h e n e l l e o re serali

cOmmeRciO6P A G . PA D E R N O D U G N A N Os ettembre 2 02 2 il gior nale di

❖ L a r i q u a l i f i c a z i o n e d e i capannoni di piazza Oslavia p a s s a p e r i l d i s t re t t o d e l commercio L’assessorato di r i f e r i m e n t o h a p re s e n t a t o 1 3 p r o p o s t e d i i n t e r v e n t o riassunte in un documento d i 3 3 p a g i n e i n r i s p o s t a a l bando regionale Sono tutti progetti che puntano a una Paderno più comunicativa, riqualificata, smart, aperta,

Paderno, eccellenza del commercio I progetti proposti alla Regione

ma anche formativa, green e interconnessa

Per il capitolo Paderno rigenera e rinnova sono previsti inter venti per 155mila euro di rinnovo dell’arredo urbano Panchine, fioriere, cartellonista dedicata, ma anche totem informativi all’ingresso del Distretto per dare una nuova identità a quest’area che ospita oltre 200 attività “Questa è una traccia , o p er come le abbiamo v olute chia mare ‘Sinergie’ , per dare una nuova visione di città Al di là dell’esito del bando saranno pro getti che nei prossimi anni potranno essere rea lizzati Come lo spazio co working di piazza Oslavia che intendiamo avviare entro la fine del 2023” , spiega l’assessore al commercio Paolo Mapelli che ha lavorato con la cabina di regia del Distretto del commercio

Parcheggio in centro

■ Arriva il disco orario da due ore in alcuni parcheggi del centro E aumentano gli stalli r iser vati ai residenti, diminuendo quelli a pagamento La giunta Casati interviene sulle a re e d i s o s t a d o p o a v e r r i c e v u t o d i v e r s e segnalazioni da parte dei residenti Cambia no gli orari di lavoro e le modalità: lo smart working ha come conseguenza la necessità di avere più posti per chi abita in centro Così una 20ina di stalli a strisce blu sono passati a quelle gialle o bianche in via Roma e in via Buozzi Nel primo caso ci sono 9 parcheggi che passano da aree a pagamento a disco ora rio con limite a due ore dalle 8 alle 20. Si tratta del parcheggio in prossimità del civico 40. Novità in arrivo anche per il parcheggio di via Buozzi di fronte ai civici 48 62 in prossi m i t à d e l l ’ i n c r o c i o c o n v i a Re p u b b l i c a I l Comune modifica quei 23 posti: due diven tano a disco orario ogni due ore, altri 13 pas sano da striscia blu a gialla andando a som marsi agli 8 riser vati a chi vi abita

il comune vuole RiapRiRlo

l’obiettivo è quello di RiqualificaRe e valoRizzaRe gli spazi chiusi oRmai da diveRsi anni.

Se da una parte si creano nuovi spazi, dall’altra se ne recupera no È il caso di piazza della Divi n a c o m m e d i a Il D i s t re t t o d e l c o m m e rc i o p u n t e r à a d a re nuova vita ai negozi sfitti, ren d e n d o p i ù b e l l a e f r u i b i l e l a piazza Tra le proposte ci sono anche quelle per una Paderno smar t con un’ecostazione per

■ L'Amministrazione comunale intende riaprire il minigolf di via Aldo Moro Il pri mo passo è una manifestazione d'interes se aperta che si chiuderà entro la fine di s e t t e m b re p e r p re s e n t a re i l p r o g e t t o Duplice l’obiettivo: riqualificare e valoriz z a re d e g l i s p a z i c h i u s i o r m a i d a d i v e r s i anni "L e prop oste dovranno p ertanto pre v e d e re i n t e r v e n t i v o l t i a l l a v a l o r i z z a z i o n e dell’area, con soluzioni che possano prevedere sia la riqualificazione degli impianti e del fab bricato esistenti, sia proposte valide e inno vative per l’utilizzo degli altri spazi presenti" , si legge nella manifestazione di interesse Il minigolf sarà quindi dato in concessione p e r u n p e r i o d o n o n s u p e r i o re a 9 a n n i Inoltre, ci sarà il divieto di cambio di desti nazione dell’area e il divieto di cessione della concessione e di sub affidamento in gestione, sia totale che parziale, sotto qual siasi forma, in assenza di nulla osta rila sciato dal Comune.

L a p u n t a d i d i a m a n t e d i questi è proprio la riqualifi cazione dell’area del mercato di Dugnano Il progetto pre v e d e l a d e m o l i z i o n e d e g l i attuali capannoni che con f i n a n o c o n l ’ a re a A g e s e i l fiume Seveso. Qui è prevista una nuova str uttura di 350

"Un progetto che guarda alla crescita sosteni bile, all'offerta di nuovi ser vizi per imprese e cittadini e alla piacevolezza degli spazi pub b l i c i ” , a g g i u n g e i l c o n s i g l i e re c o m u n a l e Federico Cattaneo, componente della cabi na di regia del Distretto che ha definito le strategie progettuali. “Oltre al recupero del l’area dismessa di piazza Oslavia, proponiamo una rigenerazione territoriale diffusa, il rilan cio dell'offerta culturale e degli eventi al cinema Metropolis e nei quartieri, sono stati pensati per rendere più attrattiva la città in un contesto territoriale competitivo e segnato da profonde trasformazioni come quello del Nord Milano" I progetti sono condivisi con Confcommer cio e Camera di Commercio, coinvolgendo a n c h e l a s o c i e t à c o m u n a l e m u l t i s e r v i z i Ages e Fondazione Cineteca L’obiettivo è q u e l l o d i re p e r i re f i n o a 6 3 0 m i l a e u ro d i f o n d i re g i o n a l i p e r f a r p a r t i re l e s i n g o l e progettualità Entro i primi giorni di dicem bre dal Pirellone arriveranno le risposte

l a g i u n ta c a s at i i n t e Rv i e n e sulle aRee di sosta dopo aveR R i c e v u t o d i v e R s e s e g n a l a zioni da paRte dei Residenti.

meno stRiscie blu Minigolf di via A . Moro

Comfort ambientale

L’intervento residenziale è progettato per garan tire agli utenti il miglior comfort ambientale La presenza di riscaldamento a pavimento, la pos sibilità di regolare la temperatura in ciascun locale della casa e la ventilazione meccanica controllata garantiscono un corretto microclima deli ambienti. La residenza sarà dotata di un impianto geoter mico supportato dal fotovoltaico, così da garan tire la miglior prestazione energetica e un notevole risparmio in termini di consumi

spazi, così che si possano controllare i figli che giocano all’aperto e creare un senso di comunità protetta tra gli inquilini. Questi spazi sono inoltre caratterizzati dalla grande presenza di alberi e verde, che contribui scono ad aumentare la vivibilità degli appar tamenti Gli spazi comuni terminano in un edificio polivalente, anch’esso di uso comune agli inquilini, adatto per feste, riunioni condo miniali, installazione di postazioni multime diali e qualsiasi attività, contribuendo a rendere l’intervento un progetto di qualità. Prezzi a partire da €170 000,00

Via Sempione, 17/19 Baranzate (MI) tel. 02 84192732 info@lagreencoop.it www lagreencoop it

GREEN

Green Village Ghisalba Bollate COOP

Il GREEN VILLAGE GHISALBA nasce da una vi sione basata sui valori di massima sicurezza degli utenti, qualità progettuale e senso di comunità, anche in risposta agli ultimi eventi riguardanti il COVID 19 L’intervento è struttu rato come un villaggio e pone massima at tenzione a fasce d’età sensibili come bambini e ragazzi. Oltre agli appartamenti privati sono infatti presenti ampi spazi esclusiva mente pedonali e comuni ai soli inquilini in cui poter giocare, studiare, passeggiare e fare attività fisica in sicurezza. Tutte le palaz zine hanno l’affaccio principale su questi

Green Coop presenta il suo prossimo progetto G ree n Villa ge G hisa lba che sorgerà a Bollate: un villaggio residen ziale di lusso, protetto ed esclusivo, immerso nel verde, circondato da tutti i servizi essenziali e dotato di impianto geotermico, piscina e palestra

GVG

Uso razionale degli spazi

L ’ i n t e r v e n t o a d i m p a t t o q u a s i Z e r o e NoGAS rispetta i più recenti principi di efficienza e risparmio energetico, tra mite una progettazione atta a ridurre al massimo le dispersioni termiche e uti lizzando esclusivamente fonti energeti che del tutto rinnovabili Tutto questo permette di ridurre i consumi e far sì che gli appartamenti siano certificati in Clas se energetica A3/4

Grazie all’esperienza nel settore del l’arredo del progettista, gli apparta menti godono di un’attenta progetta zione interna così da sfruttare al 100% gli spazi a disposizione.

Risparmio energetico

L’ambito di intervento si colloca nel quartiere di Ospiate (comune di Bollate), in una zona tranquilla e al contempo vicina ai principali servizi Nell’im mediata prossimità si trovano asilo, scuole ele mentari, chiesa, oratorio e centro sportivo Il centro storico di Bollate, dove si trovano il municipio e i servizi comunali, è raggiungibile a piedi, mentre le due stazioni ferroviarie di Bollate sono rag giungibili facilmente in bicicletta tramite un’ampia pista ciclopedonale. Altri numerosi servizi alla per sona e spazi attrattivi si trovano nei comuni vicini, senza contare la vicinanza con Milano, facilmente raggiungibile. La zona è inoltre circondata da aree verdi, alcune di queste di rilevanza regionale.

Comodità e servizi

Questo permette di avere un corretto d i m e n s i o n a m e n t o d e l l ’ a b i t a z i o n e e trarre il massimo da ogni metro qua dro, calibrando adeguatamente sia i percorsi interni che gli arredi di ciascun appartamento

dell’ammainabandiera

“Entro fine anno è prevista la consegna per essere operativi dalle prime settimane del nuo vo anno ” , spiega Segna

❖ Con i padernesi aveva preso un impegno: garantire la sicurezza a ognuno di loro Sen za grandi operazioni, ma con una presenza quotidiana al loro fianco Per la prima volta indossando la divisa, dopo 34 anni di grandi inchieste in borghese Perché lo straordi nario era già stato fatto con l’inchiesta Infi nito del 2009. Dopo 8 anni, il capitano Sal vatore Marletta è riuscito nel suo intento: lo dicono i numeri, ma soprattutto la ricono s c e n z a e l ’ a f f e t t o d e l l e p e r s o n e c h e h a incontrato nel suo cammino A fine luglio ha salutato la caser ma di via Toscanini per aver raggiunto i 42 anni di ser vizio Nei giorni prima oltre 350 persone lo hanno omaggiato alla sua festa di congedo C’era la Paderno delle imprese, delle asso ciazioni, c’erano i colleghi incontrati nel l’ultimo tratto di carriera e quelli di una vita professionale “Tutte persone con cui ho con diviso questi lunghi anni: momenti importanti e intensi” , ha sottolineato Marletta.

m a t e r i a l i i n c u i s o n o m o n t a t i s c a f f a l i e attrezzature All’esterno è presente la tet toia sotto cui saranno ricoverati i mezzi in dotazione alla Protezione civile

La nuova sede del G or raddoppia Ultimata la prima struttura al Toti

comunità che meritava di essere vissuta pro fessionalmente” Per la prima volta indossa la divisa da carabiniere, inizia una nuova fase per la caserma di via Toscanini che si apre alla città Marletta mette al ser vizio dei padernesi il bagaglio di 34 anni di ser vizio fatto di intuito investigativo, passione e umiltà

Un momento a cui ha preso parte anche il sindaco Ezio Casati: "Grazie per il lavoro svolto in questi anni a Paderno: c'è tristezza in un saluto definitivo come questo, la comu nità la ringrazia per quanto svolto per noi", ha detto il sindaco nel suo saluto formale Ma c'è stato spazio anche per un pensiero personale: "Caro Salvo, grazie per l'amicizia che hai dato a questa comunità che ti saluta con saluto commosso e partecipato Auguria m o al nu ov o c o m a n d a nt e d i t rova r s i b e n e : Pa d e r n o D u g n a n o è u n a c o m u n i t à c o n u n grande cuore "

Da qualche settimana il nuovo comandan te della tenenza padernese è il Sottotenen te Luigi Ruzza

“Questa nuova sede sarà più facile da presi diare e vigilare” , dice Tutta l’area è dotata di telecamere e per fino le piastrelle che ricoprono la facciata sono antigraffiti Tut ta la struttura è a impatto zero e sarà dota ta di pannelli fotovoltaici A breve partiranno i lavori per il secondo edificio che avrà gli interni in legno e occu perà una superficie di 150 metri quadri

Il “capitano Infinito” ha salutato Paderno Passaggio di testimone tra Marletta e Ruzza

PA D E R N O D U G N A N Os ettembre 2 02 2 il gior nale di

C’erano i colleghi della Direzione Investi gativa Antimafia, quelli che riportano i ricor di al 1992; quelli dell’Inchiesta Infinito che f a n n o s c o r re re l e l a n c e t t e d e i r i c o rd i i n avanti di 17 anni È il 31 ottobre 2009, l’allora l u o g o t e n e n t e Ma r l e t t a e i s u o i u o m i n i s i apprestano a registrare il primo più grande summit di ‘ndrangheta, mai testimoniato prima d’ora Uno schiaffo per la Lombardia, una ferita aperta per Paderno che lascia la prima consapevolezza: anche qui è arrivata la ‘ndrangheta Di quella sera sono i numeri c h e q u a l c h e m e s e d o p o p a r l e r a n n o : 3 0 0 affiliati vengono arrestati Tutto era partito da una semplice indagine antidroga Qual che anno dopo Infinito arriva la chiamata È il 2014, a Marletta viene proposto di diri gere la tenenza padernese. “Lo dovevo a que sta città , volevo to ccare con mano se Paderno era immune da quella infiltrazione Era una

Dopo 42 anni di ser vizio il capitano Salvatore Marletta saluta l’Arma e in particolare la caserma dei carabinieri che comandava dal 2014

❖All'appello mancano solo l’asfaltatura del piazzale esterno e gli allacciamenti ad acqua e gas Così terminerà la prima parte della nuova sede operativa della Protezio ne civile Nelle prossime settimane partirà il secondo cantiere per consegnare come

l a città10P A G .

“ I ra g a z z i d e l l a t e n e n z a d i Pa d e r n o h a n n o sempre fatto cose straordinarie, oltre l’ordina rio Insieme abbiamo raggiunto risultati ecce zionali con tanti gruppi criminali sgominati” ,

regalo di Natale la parte dedicata a uffici e centrale Già a inizio autunno inizierà la prima fase di trasloco che vedrà impegnati i 50 volontari della Protezione civile pader nes e Con l’inizio del nuovo anno lasce ranno a tutti gli effetti la storica sede di via

ra c c o n t a Ma r l e t t a h a vo l u t o c o n g e d a r s i salutando i suoi uomini con la cerimonia

2 giugno che entro il 2026 cambierà volto d i v e n t a n d o c a s a d i c o m u n i t à In t a n t o, s o n o p a r t i t i g l i a l l e s t i m e n t i d e l l a n u ova sede operativa realizzata sul piazzale del centro sportivo Toti Un nuovo polo per la Protezione civile che a lavori finiti sarà su una superficie di 500 metri quadri A ulteriore conferma che il cantiere volgerà al ter mine è stata posi zionata la scritta 'Protezione civile' sulla nuova facciata “Qui avremo spazi più idonei sia all’interno che all’esterno garantendo una zona coperta al nostro parco mezzi che conta una decina di macchine” , spiega il coman dante Simone Segna, mostrando in ante prima i nuovi spazi All’interno sono alle stiti gli spogliatoi e la parte di deposito dei

Oggi la De Rossi Vittoriano conta uno s t a ff d i 1 2 p e r s o n e Tr a l o r o c i s o n o anche i nipoti di Vittoriano che iniziano a muovere i primi passi in azienda e a portare le loro competenze. “Al giorno d’oggi il passaparola è il primo aiuto nel trovare nuovi clienti, poi ci sono i media digitali come il sito” , spiega Fabio Aimi che cura anche la comunicazione digi tale dell’azienda

La scuola professionale di Palazzolo

L’intuizione di don Anghileri, il racconto di Bissoli

“Il segreto di questi 50 anni? Lavorare con onest à , f are lav or i di alt a qu alit à e non fregare i clienti perché il rapporto con loro deve essere alla pari”

È il caso di Santino Gaslini e Oreste Riva Lavorano ancora come intaglia t o r i d e l l e g n o e i l r i s u l t a t o d e l l o ro lavoro è arrivato perfino alla Scala di Mi l a n o D e l p re s t i g i o d e l l a s c u o l a palazzolese se ne parla oltre i confini

❖ “Il nostro biglietto da visita? Serietà, competenza, fl e ss i b i l i t à ” Ne è c e r t o Vi tt o r i a n o D e R o s s i c h e q u e s t’ e s t a t e h a f e s t e g g i a t o i 5 0 a n n i d e l l a s u a a z i e n d a Un a f e s t a p e r l a s u a f a m i g l i a , i s u o i dipendenti e un orgoglio per tutta la città Perché le radici della De Rossi sono ancorate a un ter reno di sacrifici, competenze e passione, comune a tante aziende del territorio Ma anche di intuito e visione illuminata di quello che sarebbe diven tato il mercato della meccanica Quella intuizione di Vittoriano, oggi continua a camminare con le sue gambe, tanto da ospitare

Oltre alle competenze e alle esperienze, il valore più grande sono gli insegna menti di Vittoriano che sono ogni gior no a disposizione della sua famiglia e dei suoi dipendenti:

Ne l l a s u a s t o r i a c h e è d u ra t a p o c o m e n o d i u n s e c o l o, l a s c u o l a h a diverse sedi Passa dall’oratorio alla De Vecchi Fisogni, da Palazzo Visma ra fino all’istituto Allende di via Italia

I 50 anni dell’officina De Rossi, un sogno lungo 3 g enerazioni

Di giorno lavora come dipendente, di notte porta avanti i suoi progetti Arri va n o i p r i m i s o c i e l’ i n c o n t r o c h e g l i apre una nuova strada “Assieme agli ar tigiani che av ev o cono sciuto, abbiamo incontrato il sindaco Stra da : ci ha aiutato a realizzare il primo inse diamento artigianale della Lombardia” , spiega Vittoriano Inizia il lungo (e dif ficile) giro delle banche alla ricerca di finanziamenti

mascherine adesive.

coniugare arte e lavoro Intanto da Varedo a Meda fino a Lis s o n e s i s v i l u p p a n o l e a t t i v i t à d e l legno La scuola inizia a formare gio vani talenti diventando il fiore all’oc chiello di Palazzolo Si riscopre una sorta di fenomeno di massa: da una par te è un orgoglio sedere tra quei b a n c h i , t a n t o c h e c’ e r a n o l e z i o n i anche la domenica; dall’altra garan tisce una formazione base come fale gnami ai suoi allievi che poi possono specializzarsi sempre di più diven tando intagliatori

C’è anche il per iodo dell’ultima pan demia Anche questa azienda si è ritro vata a non poter lavorare per le limita zioni Ma ancora una volta l’intuizione della famiglia De Rossi hanno avuto la meglio “Ci siamo sp ecializzati in mac c h i n e s p e c i a l i p e r l a re a l i z z a z i o n e d i mascherine” , raccontano i figli, Roberta e Ivan Erano le settimane della prima vera del 2020, quando tutto era chiuso e fermo Loro hanno iniziato a produrre

❖ “Con questo libro voglio fare memoria evitando l’oblio per raccontare una bella storia che rischiava d i a n d a r e d i m e n t i c a t a ” Co n q u e s t o s p i r i t o

sotto al proprio tetto ben tre generazioni. Con lui lavorano i due figli, Roberta e Ivan, ognu no indispensabile per le proprie competenze, e iniziano a muovere i primi passi anche i nipoti Tutto ha avuto inizio da un sogno “Fin da bam bino avevo la passione per la meccanica” , racconta Vittoriano che nel ‘54 lascia il Veneto per arrivare a Milano Appena 16enne inizia a lavorare e stu diare Sono gli anni delle scuole serali e dei corsi con i grandi maestri della Pirelli e della Breda Iniziano le prime esperienze lavorative e il sogno prende forma

“Dopo molto impegno e tanta incertezza , l a t e n a c i a e l a l u ng i m i ra n z a s o n o s t at e premiate Tutte le 14 aziende artigiane che hanno dato vita al progetto si trasferiscono nell’insediamento di Paderno. Quel giorno l’umore era altissimo” , racconta Vittoria no È l’inizio della storia della De Rossi Come ogni percorso ci sono periodi in d i s c e s a , m a a n c h e i n s a l i t a Co m e l a crisi del 1982 o gli ultimi 15 anni

In questa fase al suo fianco ha anche la moglie Laura B eretta che è stata la colonna contabile dell’azienda

Luciano Bissoli ripercorre in 200 pagine la storia della scuola professionale don Filippo Anghileri di Palazzolo Questa è la “Storia di una promo zione umana ” , per citare il titolo del libro che il Comune ha voluto inserire nella collana “Archi vio e dintorni” , stampandolo in 700 copie Al suo interno ci sono testimonianze dirette e rac conti, documenti e foto raccolte dall’autore Un lavoro di ricerca durato 6 anni Siamo nel 1897, don Filippo Anghileri ha l’in tuizione di fondare la scuola In quel periodo di fine ‘800 fioriscono in tutta la Brianza i mobi lifici e l’industr ia del mobile diventa sempre più importante In poco, l’istituto palazzolese d i ve n ta u n 'al te r n ati va al l avoro n e i c am p i e segna anche l’economia del quartiere Il sacer dote, coadiutore dell’oratorio, vuole trasmet tere ai suoi allievi una professione che sappia

di Paderno: nel 1946 in piazza Duo mo arrivano 1.000 statuine del pre sepe realizzate a Palazzolo

Luoghi diversi per fasi diverse: dalla nascita agli anni di successo fino al declino “La sua storia si chiude con il trasferimento a Cormano, quando viene a ss o r b i t a d a u n ’al t ra s c u o l a ” , s p i e g a Bissoli “Con la nascita delle strutture regionali ci sono state tante regole come l’introduzione dell’inglese che richiedeva un professore esterno da Milano o pro grammi troppo rigidi per un istituto pro fessionale”

Il 2022 segna l’anno del loro 50esimo d i a t t i v i t à c h e h a n n o f e s t e g g i a t o i l 7 luglio. Per l’occasione sono stati rag giunti dal sindaco Ezio Casati e dell’as s e s s o re a l l e a t t i v i t à p ro d u t t i ve Pa o l o Mapelli Alla famiglia De Rossi hanno consegnato una pergamena per espri mere “ammirazione e riconoscenza per i 50 anni di impegno e dedizione dedi cati allo sviluppo della propria azienda, contribuendo alla crescita della nostra c i t t à i n a m b i t o p r o d u t t i v o e s o c i a l e facendosi interprete di intraprendenza e laboriosità”

l a città 1 1P A G

PA D E R N O D U G N A N Os ettembre 2 02 2 il gior nale di

In 1.400 s enza me dic o di bas e

❖ Per andare dal me dic o? Si devono fare quasi 5 chilometri o p p u r e a s p e tt a r e l ’ u n i c o pomeriggio della settimana in cui è in ambulatorio Da qual c h e s e t t i m a n a a l V i l l a g g i o Ambrosiano è emergenza per la mancanza di un medico di base dedicato a tempo pieno al quar tiere Alcuni cittadini a s s i e m e a i c o m m e rc i a n t i hanno raccolto firme per por tare l’attenzione di Ats e del Comune su questo problema Ai primi di agosto è arrivato il p e n s i o n a m e n t o d e l d o t t o r Giuseppe Dibisceglia che ave v a i l s u o a m b u l a t o r i o n e l l a centralissima via Tripoli

Una situazione che può essere argi nata solo con nuovi professionisti a t e m p o i n d e t e r m i n a t o c h e a r r i v i n o negli ambulatori lasciati vuoti. Il più delle volte succede invece che le Ats mandino medici a tempo deter mi nato per un breve periodo

I pazienti sp e diti a Palazz olo, a 5 chilometri da casa

che si muovono prevalente mente a piedi. Per questo già d a l u g l i o è s t a t a p r o m o s s a una raccolta firme che è par tita dalla farmacia di via Tri poli e dalla dottoressa Tiziana Ferraresi. “Abbiamo chiesto un medico di base che sia fisso qua al Villaggio in aiuto soprattutto

Con lui se n’è andato l’ultimo medico di base del V illaggio Ambrosiano: oltre 1 400 resi denti sui 5mila totali di que sto angolo di città sono rima sti senza medico Una mini ma parte dei suoi pazienti ha potuto scegliere un altro dot tore mentre la maggior parte

Nella sua presentazione si è fatto anche prendere a sberle da Cateri na Balivo: "Nel wrestling abituiamo i nostr i corpi a prendere colpi s enza spostarci Così sappiamo come cadere, ricevere pugni o sberle" In supporto a Gabriele i suoi allievi hanno man dato alcuni videomessaggi.

"Hai an c o ra 1 5 anni d avant i i n cui dare tanto Ti vogliamo vedere lottare n o n so l o n o i , ma a n c h e i l p ub bl i c o D evi tornare a combattere" E Gabriele ha ammesso che il ring gli manca: "Avere il pubblico che urla il t u o n o m e e s i d i v e r t e è u n a g r a n d e s o d d i s f a z i o n e " , h a r i c o n o s c i u t o L'unica voce fuori dal coro è quella del papà di Gabr iele: "Ti abbiamo v i s t o l a n c i a t o s u i t a v o l i i n f u o c a t i , ricordati che hai 35 anni: dedicati a qualcosa di meno pericoloso" .

d’ufficio è stata dirottata dal dottor Raffaele Pellegrino che però ha lo studio in via Maz z i n i , p r a t i c a m e n t e s o t t o a l c a m p a n i l e d i Pa l a z zo l o Pe r arrivare dal Villaggio bisogna farsi quasi 5 chilometr i, una distanza da fare impensabile soprattutto per i più anziani

L’ultimo dato noto che r isaliva alla scorsa primavera parlava di 12 medi ci di base mancanti nel solo bacino di Paderno Senago.

Dopo aver vinto gare, il campione di wrestling si è trasferito per due a n n i i n C i n a Q u i s i è d e d i c a t o all'insegnamento che ha prosegui to anche in Italia: "Insegno alle nuo ve leve del restyling italiano: dai gio vani ai più vecchiotti Sono talentuosi, appassionati ed è sempre bello vederli combattere sul ring" , ha detto a Cate rina Balivo Così Gabriele, per risol v e re i l s u o d u b b i o s i è r i v o l t o a l pubblico di Rai Due Un insindacabile responso vinco lato con tanto di contratto a cui gli ospiti sono vincolati

E chissà se non lo rivedremo anche a Paderno: magari in un incontro o semplicemente per strada

agli anziani e ai disabili” , spiega la far macista che ha scritto anche al sin daco Ezio Casati D a l c a n t o s u o i l n u ov o m e d i c o d i Palazzolo consente ai suoi pazienti di utilizzare WhatsApp per ricette e impegnative in modo da accorciare tempi e distanze In più è presente il mercoledì pomeriggio nell’ambula torio di via Tripoli al Villaggio.

l a città1 2P A G .

A l l a f i n e è i l p u b b l i c o i n s t u d i o a decretare la decisione ultima Ad annunciarla è stata Caterina Balivo l e g g e n d o i l re s p o n s o : i l 7 1 % d e l pubblico rivuole il maestro di wre s t l i n g d i n u ov o a c o m b a t t e re s u l ring

Il maestro di wrestling che le prende dalla Balivo Il dubbio di Gabr iele su Rai Due

❖ Alla fine per risolvere il suo dub bio le ha prese anche da Caterina Balivo Si chiama Gabriele, il mae stro di wrestling di Paderno, ospite di Help su Rai Due in una puntata di questa estate: il programma che risolvere i dubbi delle persone per fargli prendere una decisione defi nitiva "Sono Gabriele, ho 35 anni e vengo da Paderno Dugnano Sono un wrestler professionista" , ha detto Si è p re s e n t a t o c o s ì c o n t a n t o d i m a s c h e r a d a c o m b a t t i m e n t o A l p u b b l i c o d i He l p h a d e t t o i l s u o d u b b i o : " D e v o t o r n a r e s u l r i n g a combattere oppure no?"

Ma è troppo poco per garantire un presidio continuo in un quartiere che è rimasto senza medico di base A testimonianza di questa necessità ci sono le code fuori dall’ambulatorio nelle poche ore di apertura settima nale Con la petizione sottoscritta da

residenti e negozianti, la questione è arrivata anche in Comune e ad Ats che stanno cercando una soluzione a questa emergenza che negli ultimi anni è cronica in quasi tutti i comuni

Comitato Paolo Magretti appuntamenti autunnali

Saranno tre gli appuntamenti con “Oltre il talento” , l’iniziativa per raccontare sfide di sport Si riparte giovedì 13 ottobre con la presentazione del libro Guida al cam mino di Santiago per tutti firmato da Pie tro Scidurlo Una guida che offre una chia ve di accesso universale alla straordinaria esperienza del pellegrinaggio a Compo stela Il secondo appuntamento sarà con la mostra di foto, bozzetti e modelli “La fucina dei trofei” , curata da Gde Bertoni L’azienda padernese conosciuta a livello mondiale esporrà dal 13 al 20 ottobre i suoi manufatti artistici per premiazioni spor tive a par tire dalle medaglie delle Olimpiadi di Roma del 1960 fino alla nuo va Fifa World Cup L’ultimo appuntamento sarà con L’avventura di una trekker per caso “La felicità ai miei piedi” , il libro di Marika Ciaccia Questa è la storia di resi lienza, coraggio e riscatto raccontato dalla protagonista: da una diagnosi gravemente invalidante alla scalata delle montagne Arcobaleno del Perù fino al cammino di Santiago Location dei tre appuntamenti sarà l’auditorium di piazza Divina Com media

Tor neo di bocce al centro Toti

❖ Saranno tre gli appuntamenti con il comi tato permanente Paolo Magretti che scandi ranno le prossime settimane autunnali Il sodalizio padernese torna a parlare di cicli smo storico e dei suoi eroi e lo fa incontrando la campionessa Morena Tartagni, protagonista di “volevo fare la corridora” , il nuovo libro di Gianluca Alzati È stata la prima atleta azzurra a salire sul podio ai mondiali di ciclismo del 1968 a Imola Ha stabilito anche il record nel mondo dei 3 chilometri su pista al Velodromo di Roma Ha anche ottenuto due medaglie d’argento, 10 titoli italiani su strada e su pista e 100 vittorie. La presentazione del libro si terrà venerdì 30 settembre alle 21 in audito rium Tilane Gli appuntamenti con l’autunno magrettiano proseguono il 20 novembre alle ore 10:30 con la presentazione del libro di Anna Panzeri dedicato a Villa Pagnoni di Canonica d’Adda, dimora della famiglia Magretti Seguirà la pre sentazione dell’etichetta della città in bottiglia di Giovanni Moretti. E poi il 18 dicembre si terrà la presentazione del monografico della rivista Natura della Società Italiana di Scienze Naturali dedicato a Magretti Entrambi gli appuntamenti saranno il sala civica Magretti in via Corridori alle 10:30.

pRemiati i vincitoRi

Il 24 e 25 s ettembre C’è la fiera d’autunno

❖ Il Gruppo cacciatori Baraggiole torna a riunirsi dopo due anni di pandemia A metà settembre si è t e n u t a l a t r a d i z i o n a l e c e n a c o n t u t t i g l i i s c r i t t i e i l o r o f a m i l i a r i Sono stati oltre 60 i commensali al c e n t r o Fa l c o n e e B o r s e l l i n o p e r festeggiare l’inizio della stagione v e n a t o r i a A l m o m e n t o h a n n o partecipato anche il sindaco Ezio C a s a t i e l ’ a s s e s s o re a l l o Sp o r t Michela Scorta. In questa occasio ne sono stati premiati anche i vin citori e i partecipanti della tradi zionale gara di caccia pratica

Una tradizione per l’associazione che proprio quest’anno festeggia la 40esima edizione Il podio della gara sociale di caccia pratica è sta to conquistato da Fabio Bosi, Gio vanni Caruso e a parità di punteg gio da Carmine Gattuso e Giuseppe Spanò Seguiti da tutti gli altri partecipanti Marcello Paolillo, Umberto Taglia b u e , D a m i a n o G a l l i n a , G i u s e p p e Russo, Giuseppe Larizza, Leonardo Mazzamurro, Rosaio Santamaria, L e o na rd o D e l u t i i s, Lu c i a n o T r i g giani

❖ ll sessantesimo di don Mario Cocuzzoli aprirà la fiera d'autunno di quest’anno Sabato 24 settembre torna per la 26esima volta la kermesse organizzata dall'associazione Carpe Diem con il Comune che dà il benvenuto all'autunno Quest'anno ci sarà il ritorno del primo parroco del Villaggio Ambrosiano che così f e s t e g g e r à q u e s t o i m p o r t a n t e t ra g u a rd o. L a f e s t a proseguirà per tutta la serata con la musica dal vivo e la pizzica salentina Domenica 25 sarà poi la gior nata clou della Fiera d'Autunno: dalle 8 saranno alle stite le bancarelle lungo via Tripoli e le vie del centro Du r a n t e t u t t o i l g i o r n o c i s a r a n n o a t t r a t t i v e e momenti curiosi come alle 10 con il Gruppo sban dierator i e i musici Pr imaluna Il pomer iggio sarà all'insegna dei balli e della musica dal vivo Dalle 15 s o n o i n p r o g ra m m a d i m o s t ra z i o n i d i f l a m e n c o e mezz'ora più tardi ai giardini di via Tripoli si terranno gli spettacoli di Fantasia equestre spagnola con le esibizioni di cavalli di alta scuola spagnola Alle 17:30 il pomeriggio si concluderà con una seconda dimo strazione

la 40esima gara pratica

Oltre il talento

Racconti di sfide di sport

Torna la camminata con Amiche per mano con un doppio appuntamento Oltre alla tradizionale marcia non competitiva in programma per la prima dome nica di ottobre, quest’anno si inizierà a fare preven zione già dal giorno prima L’associazione che col labora con l’ospedale Humanitas di Bergamo per assi s t e re l e d o n n e c o n t u m o re a l s e n o o r g a n i z z a p e r sabato 1 ottobre le visite senologiche gratuite Si terranno dalle 9 alle 13 presso il centro Falcone e B ors ellino (prenotazione al numero 393 9493261) Invece, è in programma per domenica 2 ottobre la marcia non competitiva che tingerà di rosa le strade e le piazze padernesi nel percorso di 7 chilometri e mezzo. La par tenza sarà data in piazza della Resi stenza alle ore 10, l’arrivo sarà presso l’oratorio San Luigi di Dugnano dove sarà allestito un punto ristoro C i s i p o t r à i s c r i v e re l a m a t t i n a s t e s s a d e l l’ e v e n t o oppure presso lo stadio del centro sportivo Toti nelle giornate del 28, 29 e 30 settembre dalle 18 alle 19:30. I proventi saranno devoluti ad Amiche per mano per sostenere le donne colpite dal tumore al seno

❖ R i p re n d o n o a n c h e l e g a r e d i bocce al centro sportivo Toti Dopo la pausa estiva, i frequentatori del la struttura di via Serra sono tor nati a sfidarsi. Con l’oc c as i on e d e l l a f e s ta d e l l o s p o r t d i s a b a t o 1 7 s e t t e m b re, g l i iscritti della bocciofila hanno orga nizzato la premiazione del primo torneo dopo l’estate.

La medaglia d’oro è andata a Giu seppe Maida, vincitore assoluto del t o r n e o. I l s e c o n d o g r a d i n o d e l podio è stato conquistato da Anto n i o C o r d o b a , t e r z o p e r A d r i a n o Cattaneo e quarto per Franco Cas sanelli A complimentarsi con loro è intervenuto Aldo Mattace che ha arbitrato le gare Il torneo è stato organizzato da Mario Monti

Cacciator i Baraggiole in festa

D omenica 2 ottobre Si c orre c on Amiche p er mano

Tre

temPO libeRO 1 3P A G

sv olta , una r infrescata nel vero senso d e l l a p a r o l a , a l l u o g o c h e a c c o g l i e i nostri figli e che vorremmo migliorasse s e m p r e p i ù ” . Co s ì l e 1 0 a u l e d e l l a scuola Curiel sono state imbiancate c on u n b r i l l an te c ol or l i l l a e c on i l tipico azzurro Tiffany “Questo inter vento si rende necessario poiché da mol to tempo le pareti interne della Curiel non vengono ridipinte e versano in con dizioni poco ottimali” , aggiungono le re f e re n t i Ma q u e s t o p r o g e t t o h a avuto un’altra finalità: quella di ren d e re p i ù a t t i vo i l V i l l a g g i o A m b ro siano e la comunità scolastica Oltre una 30ina di genitori hanno risposto a l l ’ a p p e l l o, m a a n c h e s e m p l i c i volontari del quartiere.

Questo prog etto vuole dare testimo nianza anche del senso di appartenen z a a l l a c o mu n i t à n e l l a q u a l e s i v i v e, valore da non sottovalutare e sicura mente da tramandare ai nostri figli”.

I parrocchiani lo hanno saluta to con tre doni: una bicicletta elettrica che lo accompagnerà n e l n u ov o p e rc o r s o i n Cu r i a , uno zaino e un album di foto grafie

“Sei stato un prete straordinario. P e r p r i m o c i h a i t r a s m e s s o l a b e l l e z z a d e l l a p a r o l a g r a z i e ” , hanno scritto in una lunga let tera “Abbiamo potuto apprez zare molte le tue doti: dal sorriso a l la tu a cap a c i tà d i d i ff o n d e re serenità e pace ”

Don Paolo è assegnato alla par rocchia di Santa Maria Beltra de, il nuovo parroco di Paderno e Villaggio sarà don Dino Valen

Don Paolo saluta Paderno e il Villaggio

❖ Alla fine è stata la contrada delle Stelle a conquistare il palio di Santa Maria Nas cente Così si è chiusa la patronale della parrocchia di Pader no dopo un lungo fine settimana di sfide e giochi per le strade del quar tiere La contrada delle Stelle è quel l a c h e a b b r a c c i a l a z o n a d i v i a Roma, via Battisti e via Marzabotto

Le Stelle conquistano il Palio

Se n e v a d o p o a v e r c e l e b ra t o 700 funerali e 360 battesimi per un nuovo incarico a tempo pie no in Curia

t e , d e c a n o d e l l e c o m u n i t à parrocchiali di Cologno e di Vimodrone

Il nuovo parroco sarà don Dino Valente

Maria Nascente e del suo palio con le contrade

La quinta edizione del palio è stata q u e l l a d e l r i t o r n o a l l a n o r m a l i t à dopo due anni di limitazioni per la pandemia e del saluto a don Paolo che lascia la comunità.

Mamme e papà imbiancano s cuola

Patronale di Santa Maria Nas cente

A Paderno invece ha voluto rin g r a z i a re a n c h e p e r c h i g l i h a lasciato un biglietto con scritto “ meno male che te ne vai via” Nella messa di saluto in Santa Maria Nascente erano presenti anche le istituzioni: il sindaco Ezio Casati ha ricordato l’impe gno di don Paolo nell’attivazio ne del centro vaccini in orato r i o Ma p o i c’ è s t a t o a n c h e i l r i o rd i n o d e i c o n t i , l’ a p e r t u ra del museo parrocchiale, il ritor n o d e l l a p a t r o n a l e d i Sa n t a

Il numero dei partecipanti e la loro passione hanno per messo questo successo

“Mi avete dato un grande dono: chi è parroco del vostro quartiere non muore mai” , è stato il pen siero rivolto al Villaggio Ambro s i a n o Ma o l t re a l l ’ i r o n i a , h a avuto anche un messaggio di b u o n a u s p i c i o p e r i s u o i p a r rocchiani. “Siate come il g elso mino: ramificatevi e siate aperti

❖ Alla scuola Curiel il nuovo anno scolastico inizia in aule tirate a nuo vo È s t a t a u n’ e s t a t e d i l a vo r i p e r i g e n i t o r i d e l V i l l a g g i o A m b r o s i a n o che hanno trascorso il tempo libero t r a v e r n i c i , p e n n e l l i e r u l l i In t re giornate di lavoro hanno imbiancato le aule che da pochi giorni sono tor nate a ospitare studenti e insegnanti.

Un’iniziativa partita a giugno con la chiusura della scuola di via Tr ieste i n c o l l a b o r a z i o n e c o n i l Co m u n e Infatti vernici e materiali sono stati dati dall’Amministrazione comuna l e Ma m m e e p a p à i n v e c e h a n n o messo a disposizione il loro tempo libero e la manodopera “Il progetto ‘C o l o r i a m o l e n o stre s c u o l e ’ s i p ro pone di rinnovare le aule delle due scuole elementari del comprensivo De Marchi, luoghi in cui insegnanti e bambini passano la maggior parte del loro tempo”, spiegano le mamme referenti, Cristina D’Armiento, Nico letta Prisciantelli e Cristina Ciuteanu “L’idea è nata dalla voglia di dare una

La Curiel è più bella e colorata

“Abbiamo voluto creare partecipazio ne attiva , consap ev ole e resp onsabile a l l a v i t a s o c i a l e e a l l a c u r a d e i b e n i c o m u n i ” , c o n c l u d o n o l e m a m m e “

PA D E R N O D U G N A N Os ettembre 2 02 2 il gior nale di

Lo spirito del Villaggio è quello di non avere la puzza sotto al naso: non chiudetevi, chiamate gli altri e f a t e l i v e n i re q u a C h i v i v e n e l v i l l a g g i o f a l e c o s e f a t t e b e n e E p o i s i e t e Am b ro s i a n o : a m at e l a chiesa , sempre Non dip ende da chi c’è, ma dal dono di Dio”.

l a città1 4P A G .

❖ Ha salutato sia Paderno che il Villaggio con ironia e schiet tezza Alcune delle sue caratte r i s t i c h e d i s t i n t i v e d i q u e s t i 6 a n n i d i s e r v i z i o D a i p r i m i d i settembre don Paolo Boccaccia non è più parroco della comu nità di Santa Maria Nascente e Sacra Famiglia

Una vittoria che fino all’ultimo era sperata “Sotto sotto ci credevamo, ma non ci speravamo troppo” , racconta alla Gazzetta dello Sport “Noi ci gio chiamo, divertendo ci Ed è l’essenza dello sp or t” Il futuro di Yur i in questa fase post vittoria mondiale sarà a Piacenza, da qualche gior no ha iniziato a giocare nella You Energy In queste ore ha completato il trasferimento da Milano a lì, dove inizierà un nuovo percorso della sua vita E poi nel 2024 ci saranno le olimpiadi, un

Il rientro a casa da star

scrivete al direttore, simone carcano dir.ilgiornaledipadernod@limedizioni.com

Yuri è campione del mondo

❖ Insegnare l’italiano a grandi e piccoli come primo passo verso l’integrazione Co n q u e s t o s p i r i t o è n a t o i l s u m m e r c a m p d e l l a s c u o l a A l l e n d e . Un a v o l t a finito l’anno scolastico, per tutto il mese di giugno si è tenuto il corso d’italiano per gli studenti stranieri della scuola di via Italia e per i loro parenti Ovviamen te su base volontaria Il laboratorio ha raccolto ben 44 iscritti: dai 10 mesi ai 40 a n n i " C o m e o g n i a n n o i l c o r s o è s t a t o a p e r t o n o n s o l o a g l i s t u d e n t i d e l n o s t r o c o m p re n s i v o, m a a n c h e ai f ra t e l l i e a l l e so re l l e c h e f re q u e nt a n o al t r i i st i tu t i , e ai loro g enitori” , spiega il dirigente scola stico, Antonella Caniato “Abbiamo inter cettato un 'esigenza sentita sul territorio e ci siamo attivati con le risorse che aveva m o " Un g r a n d e a i u t o è a r r i v a t o d a i volontari: insegnanti e studenti "I bam bini arrivano da tutto il mondo e noi cer chiamo di aiutarli ad apprendere la nostra lingua e la nostra cultura" , dice Paolo che è studente del liceo delle Scienze uma ne, al secondo anno di volontariato al Summer camp “È un grande scambio cul t u ra l e c h e p a r t e d ai l a v o r i p re p a ra t i d a

In tanti grandi e piccoli hanno atteso il rien tro in Italia di Yuri Romanò Poche ore prima è diventato campione del mondo riportando il titolo in Italia dopo 24 anni. L’Italvolley ha battuto la Polonia con un 3 a 1, dove un anno fa ha vinto il titolo europeo Per Paderno e in particolare Palazzolo, l’orgoglio è alle stelle per il suo campioncino Le pallavoliste della Jo l l y h a n n o a t t e s o i l r i e n t ro a c a s a d i Yu r i assieme alla sua famiglia che lo ha accolto ancora una volta da campione

Ricerchiamo figure nel settore commerciale

l a città 1 5P A G

professori e volontari come la lettura e scrit tura di testi, schede di grammatica, ascolto di canzoni e gio chi per i più piccoli Tutti imparano. Anche noi impariamo ogni gior no: impariamo a scrivere parole in arabo, ascoltiamo le musiche tradizionali e assag giamo pietanze del mondo preparate con cura dalle mamme "

per le candidature inviare cv a: commerciale@limedizioni com I candidati ritenuti idonei saranno contattati per un colloquio presso i nostri uffici Per Info: + 39 02 36767660

n i d e l l e m e d i e e q u e l l i d i q u i n t a e l e mentare che ora hanno iniziato il nuo vo percorso di studi

Tante le attività proposte nelle mattine di campus: dall’arte allo sport. “Abbia mo fatto tutti i giochi di squadra e indivi duali in mo do da variare ogni giorno le attività da fare” , prosegue Campo.

“Poi ci siamo dedicati ai laboratori di arte e coreografia per le rappresentazioni tea trali con i do centi Filippo Fossati e Fran cesca Mercanti

Il campus alla Allende

momento che sicuramente per Yur i potrà essere un momento impor tante della sua carriera agonistica Ma sempre con sé porterà Paderno Dugna no che lo scorso anno lo ha insignito della più alta onorificenza proprio perché ha dato l u s t r o a l l a s u a c i t t à d i v e n t a n d o a t u t t i g l i effetti cittadino benemerito.

Il corso di italiano per stranieri

Volete mandare a Il giornale di Paderno Dugnano segnalazioni di eVenti o curiosità, problematiche o eccellenze, tradizioni o noVità, riguardanti il nostro territorio?

Iniziativa estiva per la scuola media Allende di via Italia. In cattedra alunni e insegnanti volontari

❖ Sono stati una 40ina gli studenti che h a n n o a d e r i t o a l c a m p u s e s t i v o d e l l a scuola Allende Per quattro settimane nell’istituto di via Italia hanno svolto attività che hanno messo insieme l’arte e lo sport L’idea è nata ad Aldo Campo, d o c e n t e d i e d u c a z i o n e f i s i c a d e l l a scuola, per creare un’alter nativa agli o r a t o r i f e r i a l i p e r g l i s t u d e n t i c h e s i r i t rova va n o a c a s a n e l l a p r i m a p a r t e d’estate “La risposta è stata positiva : una 40ina di alunni della stessa scuola Allende e d e l l a Ma z z i n i h a n n o a d e r i t o ” , c o m m e n t a Ca m p o. Pe r 4 s e t t i m a n e d a l 9 giugno scorso, si sono alternati gli alun

E anche di teatro con le prof Maria Anto nietta Rauti e D omenica Nucera”

L a s o d d i s f a z i o n e è a n c h e d e g l i i n s e gnanti: "In un momento storico in cui la scuola sembra aver perso credibilità coglie re la delusione sui volti di piccoli e grandi p e rc h é a l u g l i o e a g o s t o n o n c i s a r a n n o l ezi o ni c i c o mmu ov e e g rat i fi ca ” , spiega Elda Lo Cascio “Ci restituisce quella fidu cia nell'importanza del nostro lavoro che talvolta, tra le tanti difficoltà che abbiamo vissuto, è venuta a mancare ”

Al corso di italiano ci sono stati arabi, bengalesi, moldavi "È stata una fanta stica opportunità : mi sono sentita impor tante perché ho capito che posso essere uti le" , aggiunge Noemi che quest'anno ha frequentato la prima media "Ho trovato dei piccoli amici che voglio aiutare anche durante l'anno"

❖ Un anno fa portava a casa il titolo euro peo, dodici mesi la storia si ripete con quello mondiale Yuri Romanò, il campioncino di p a l l a vo l o m a s c h i l e, f a v i ve re l’ o rg o g l i o d i essere italiani e padernesi