Guida Socio Sanitaria Distretto 33 di Cefalù

Page 1

Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo Distretto 33 di Cefalù CAMPOFELICE DI ROCCELLA, CASTELBUONO, CEFALÙ, COLLESANO, GRATTERI, ISNELLO, LASCARI, POLLINA, S. MAURO CASTELVERDE

GUIDA SOCIO SANITARIA DIREZIONE - Contrada Pietrapollastra - 90015 Cefalù - d33cefalu@asppalermo.org - www.asppalermo.org


Telefono Donna, un Numero Verde per chiedere aiuto anche da anonimo

U

no dei servizi messi a disposizione dall’Azienda Sanitaria Provinciale è il Telefono Donna, contro la violenza, il maltrattamento e l'abuso. Tutte le donne coinvolte in episodi di violenza possono rivolgersi agli specialisti attraverso il numero verde 800.39.73.63 e anche in anonimato essere ascoltate da assistenti sociali e psicologi, che le aiuteranno a individuare una via d'uscita. Le attività segnalate da Telefono Donna sono: •Fornire ascolto e sostegno a prime richieste di aiuto; •Sostenere la donna nel processo di ridefinizione del problema; •Restituire a chi telefona informazioni e riferimenti nuovi per iniziare un percorso di cambiamento; •Contattare i Servizi Sociali e Sanitari del territorio per offrire un "invio protetto"; •Creare collegamenti con Servizi Territoriali e Associazioni impegnate nella stessa area d’intervento;

•Promuovere momenti di sensibilizzazione sui temi della violenza e del maltrattamento per gli Operatori Aziendali. A Cefalù inoltre, come segnala il sito del ministero della Salute, è possibile rivolgersi anche al: Consultorio Familiare in Via Aldo Moro, 1 oppure chiamare al numero 091 7035757/56 consfamcefalu@asppalermo.org “I consultori, istituiti dalla Legge 29 luglio 1975, n. 405, sono servizi sociosanitari integrati di base, con competenze multidisciplinari. Costituiscono un importante strumento per attuare gli interventi previsti a tutela della salute della donna, più globalmente intesa e considerata nell’arco dell’intera vita, a tutela della salute dell’età evolutiva e dell’adolescenza e delle relazioni di coppia e familiari”.


L

a guida socio sanitaria nasce dall’esigenza di istituire un rapporto trasparente e partecipativo tra l’Azienda Sanitaria Provinciale, che fornisce servizi mirati alla salute della persona ed i cittadiniutenti che fruiscono di tali servizi rappresentando lo strumento attraverso il quale il Distretto Sanitario procura informazioni all’utente sulla propria struttura organizzativa, illustra i servizi garantiti alla collettività e le relative modalità di accesso. L’obiettivo che ci siamo proposti è quello di migliorare le strutture quali: poliambulatori (è stato completamente ristrutturato e potenziato il poliambulatorio di Castelbuono), guardie mediche e centri di vaccinazioni, incremento del numero degli screening e delle prestazioni dei nostri specialisti grazie a una maggiore quantità e qualità di apparecchiature elettromedicali. Potenziamento del centro di fisioterapia di Lascari con apparecchiature specifiche. Un’adeguata attenzione alla problematica degli autistici con un progetto che prevede un ambulatorio specifico a Campofelice di Roccella. Infine riuscire a dare, con il progetto Trinacria, una risposta sanitaria anche nelle località più disagiate quali San Mauro Castelverde.

Il Direttore del Distretto 33 (Dr. Gaetano Buccheri)


[2


SOMMARIO

1 PRESENTAZIONE

4

...................................................................................................................

• ASP DI PALERMO Distretto 33 di Cefalù • Direzione e Uffici

2 Prenotazioni VISITE

.......................................................................................................

• CUP Centro Unico di Prenotazione • Prenotare una visita • Disdire una visita

3 Poliambulatorio

6

8

.....................................................................................................................

• Riepilogo degli specialisti e degli orari ambulatoriali

4 Presidio Territoriale di Emergenza Specialisti e 5 Medici Specializzazioni

........................

12 14

....................................................................................................................

Centro di Psicologia per la Cura dei Legami Familiari

6 Diritti e Doveri

32

.........................................................................................................................

SOMMARIO

• Cardiologia • Dermatologia • Diabetologia • Endocrinologia • Geriatria • Medicina dello Sport e Diabetologia • Medicina Interna • Nefrologia • Neurologia • Oculistica • Odontoiatria • Ortopedia • Otorino • Reumatologia • Urologia • Pneumologia • Servizi Interdistrettuali


ASP DI PALERMO DISTRETTO 33 DI CEFALU’

L

'opuscolo ha lo scopo di informare sulle attività e sui servizi rivolti al pubblico e svolti dal Distretto 33 della Asp di Palermo, che comprende i comuni di Campofelice di Roccella, Castelbuono, Cefalù, Collesano, Grattieri, Isnello, Lascari, Pollina, S. Mauro Castelverde. Il Distretto 33 ha sede a Cefalù, in Contrada Pietra Pollastra: qui troviamo il Punto Informativo e l'Ufficio di Relazioni con il pubblico, l'U.O. Assistenza Sanitaria di Base e Medicina Legale e Fiscale e il Punto di Primo Intervento, il CUP, il servizio di trasporto per dializzati e la direzione, guidata dal Dottor Gaetano Buccheri. Nel poliambulatorio si trovano 9 aree specialistiche: audiologia, cardiologia, chirurgia, dermatologia, ginecologia,odontoiatria, oculistica, ortopedia e psicoterapia. Inoltre è presente il servizio interdistrettuale di psicologia per la cura dei legami familiari. All'interno dell'opuscolo sono indicati i numeri di telefono e i giorni di ricevimento, oltre ad esempio le istruzioni su prenotazioni o disdette e approfondimenti di diverso genere. Lo scopo è quello di migliorare il servizio per il paziente e ridurre i tempi d'attesa.

Tab.1 Popolazione residente e estensione per Comprensorio sanitario al 2017/2018

Comprensorio sanitario

Estensione (km²)

Campofelice di Roccella

14,51 km²

7.499

Castelbuono

60,79 km²

8.795

Cefalù

66,24 km²

14.323

Collesano

108,17 km²

4.018

38,17 km²

930

Isnello Lascari

51,00 km² 10,33 km²

1.552 3.619

Pollina

49,93 km²

2.940

S.Mauro Castelverde

114,37 km²

1.570

Azienda Sanitaria

513,51 km2

45.246

Gratteri

1

Golfo di Carini

1

PRESENTAZIONE

Punta Raisi Cinisi Terrasini Golfo di Castellammare Trappeto

Balestrate

Capo Gallo

Isola delle Femmine

Mondello

Capaci Carini Torretta

Golfo di Palermo

PALERMO

Ficarazzi

Giardinello

Partinico

Monreale Montelepre Borgello Altofonte

Piana degli Albanesi S. Giuseppe Jato

S. Cipirello

Belmonte Mezzagno

Villabate

Misilmeri S. Cristina Bolognetta Gela

Camporeale

Capo Zafferano Santa Flavia Bagheria Casteldaccia

A29 per TRAPANI e MAZZARA DEL VALLO per SCIACCA

[4

Contessa Entellina

Campofelice di Fitalia

Corleone Campofiorito

Chiusa Sclafani

Cefalù Campofelice di Roccella

Ventimiglia Marineo di Sicilia Sciara Cefalà Diana Baucina Caccamo Cerda Ciminna Villafrati Godrano Aliminusa Vicari

Montemaggiore Belsito

Roccapalumbo Alia Lercara Friddi

Prizzi

Bisacquino Giuliana

Golfo di Termini Imerese

Trabia Termini Imerese

Altavilla Milicia

Mezzojuso Roccamena

Popolazione (nr. abitanti)

Palazzo Adriano

Lascari Collesano

Gratteni

Pollina

Isnello

San Mauro Castelbuono Castelverde Parco delle Mado nie Geraci Siculo Scillato Polizzi Petralia Sclafani Generosa Sortana Bagni Gangi Caltavuturo Valledolmo

Castellana Petralia Soprana Sicula Bompietro Blufi Alimena

Castronovo di Sicilia per AGRIGENTO

A20

per MESSINA

A19

per CATANIA


direzione ed uffici Centralino  091 7039902 Fax 0921 920 216 Segreteria della Direzione  091 7036220 - 091 7036209 Direzione Contrada Pietrapollastra - Cefalù Pec: d33cefalu@pec.asppalermo.org

d33cefalu@asppalermo.org

DIRETTORE Sanitario del distretto: Dott. Gaetano Buccheri U.O.S. Assistenza Sanitaria di Base e Medicina Legale e Fiscale - Via Aldo Moro, 1  091 7035750 Fax 0921 420138 asbd33@asppalermo.org Da lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Gli uffici della Medicina di Base si occupano di: Ufficio Economato anagrafe, esenzioni compresa l’esenzione ticket, C.da Pietrapollastra snc pediatria, continuità assistenziale, pratiche estero,  091 7036201 0921 920516 rimborso ricovero Italia ed estero, trasporto dialisi Fax 0921 920262 emodializzati, pagamento per le dialisi domiciliari. economatod33@asppalermo.org Gli uffici della Medicina Legale si occupano dirinnovo Da Lunedì a Venerdì patenti, rinnovo porto d’armi, rinnovo posto auto portatori dalle ore 8.30 alle ore 12.00 di handicap, visite fiscali, commissione invalidi civili e Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 legge 104. Ufficio protocollo Ufficio Gestione delle convenzioni dei medici di C.da Pietrapollastra snc medicina generale e pediatria  091 7036220 091 7036209 C.da Pietrapollastra snc Fax 0921 920216 asbd33@asppalermo.org d33cefalu@asppalermo.org  091 7036215 Pec d33cefalu@pec.asppalermo.org Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Da Lunedì a Venerdì Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Ufficio Anagrafe Assistiti, Esenzione Ticket per Patologie e Reddito Ufficio Invalidi Civili C.da Pietrapollastra snc Via Aldo Moro, 1  091 7036245 091 7036205  091 7036124 asbd33@asppalermo.org Fax 091 7036126 Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 medicinalegaleds33.pec@asppa.it Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Da Lunedì a Venerdì Uff. Assistenza all'Estero - C.da Pietrapollastra snc dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00  091 7036205 Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Ufficio Protesi, Presidi ed Ausili Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 C.da Pietrapollastra snc Uff. Assistenza Indiretta  091 703 6248 Via Aldo Moro, 1 091 703 6202 091 703 6200  091 7036124 091 7036208 caradprotesi.d33@asppalermo.org Pec medicinalegaleds33.pec@asppa.it Da Lunedì a Venerdì Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle 17.00 Ufficio Relazioni con il Pubblico C.da Pietrapollastra snc  091 7036289 0921 920289 urp_cefalu@asppalermo.org Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

[5


Ufficio Trasporto Emodializzati - Via Aldo Moro, 1  091 7035749 091 7035745 Pec medicinalegaleds33.pec@asppa.it Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Ufficio Medicina Legale e Fiscale - Via Aldo Moro, 1  091 7035745 091 7035705 Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 PPIP - Punto di Primo Intervento Pediatrico per urgenze di basso e medio livello C.da Pietrapollastra snc  091 7036210 Tutti i giorni prefestivi e festivi dalle ore 10.00 alle ore 20.00 U.O.S. Educazione alla Salute - Via Aldo Moro, 1  091 7035721 091 7035722 Fax 091 7035724 d33uoesa@asppalermo.org Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 U.O.S. Socio Sanitaria - C.da Pietrapollastra snc  091 7036213

sociosanitariods33@asppalermo.org Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Servizio ADI - C.da Pietrapollastra snc  091 7036214 sociosanitariods33@asppalermo.org Da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 U.O.S. Assistenza Specialistica Ambulatoriale Interna ed Esterna - C.da Pietrapollastra snc  091 7036227 convenzionamentods33@asppalermo.org Ufficio Specialistica Ambulatoriale Interna C.da Pietrapollastra snc  091 7036206 Fax 0921 920241 convenzionamentods33@asppalermo.org Prenotazioni allo sportello Da Lunedì a Venerdì 8.00 alle ore 13.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Cassa Ticket Da Lunedì a Venerdì 8.00 alle ore 13.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

CUP Centro Unico di Prenotazione

2

Prenotazioni Visite

C

ome funzionano le prenotazioni? Attraverso il Cup Provinciale, Centro unico di prenotazione, è possibile prenotare le visite o riscuotere i ticket e i crediti, ad esempio per i controlli non effettuati oppure per le esenzione che non sarebbero dovute essere applicate. La richiesta del paziente riporta una priorità assegnata dal medico, in base alla patologia e all’urgenza. La priorità da assegnare è: Urgente (entro 72 ore); Breve (entro 10 giorni); Differita (entro 30 giorni per le visite e entro 60 giorni per le prestazioni) e Programmata (180 giorni).

Cosa fare per prenotare o disdire una visita?

I

modi per poter prenotare una visita sono tanti. Ma attenzione, nel caso in cui non fosse possibile recarsi all'appuntamento fissato per una visita o per un esame, è necessario disdire la prenotazione almeno 3 giorni lavorativi prima (a meno che non si tratti di una causa di forza maggiore improvvisa e in questo caso occorre giustificare l’assenza con certificato medico), pena una multa pari all’importo della prestazione, anche se si è esenti. Lo spirito è quello di scoraggiare il malcostume di prenotare una prestazione senza poi presentarsi, togliendo in tal modo spazio ad altri utenti e allungando le liste di attesa.

Come prenotare una visita Per prima cosa bisogna avere la richiesta del medico di medicina generale o del pediatra o di altro medico prescrittore, la tessera sanitaria (in alternativa il codice fiscale) e l'eventuale attestato di esenzione ticket. Per alcune branche specialistiche (odontoiatria, ostetricia e ginecologia, psichiatria, visus) è possibile l'accesso diretto, cioè senza la richiesta del medico di famiglia, sempre previa prenotazione.

[6


TRA I TANTI MODI, È POSSIBILE EFFETTUARE UNA PRENOTAZIONE TRAMITE WHATSAPP AL NUMERO: 331 6104326 per gli utenti del Distretto metropolitano di Palermo che hanno la residenza a lato monte del Viale Regione Siciliana 337 1456735 per gli utenti del Distretto metropolitano di Palermo la cui residenza a lato mare del Viale Regione Siciliana 337 1456730 per gli utenti residenti negli altri Comuni della Provincia di Palermo. In questo caso basta inviare la fotografia della ricetta e si verrà contattati dall’operatore per concordare la data. In alternativa è possibile prenotare attraverso lo sportello online dell'Asp di Palermo http://sportello.asppalermo.org - ed indicare nell'apposita sezione il numero di ricetta e il tipo di prestazione richiesta. È possibile anche prenotare attraverso il Numero Verde: 800 098739 dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 - 13.00 e il Martedì e il Giovedì dalle 15.00 alle 17.00. é POSSIBILE EFFETTUARE VISITE A DOMICILIO per i pazienti non deambulanti e non trasportabili con i comuni mezzi. NON BISOGNA UTILIzzARE TALE SERVIzIO, per i pazienti deambulanti e per i pazienti che possono muoversi accompagnati.

Come disdire una visita La disdetta deve essere effettuata almeno tre giorni lavorativi prima del giorno dell'appuntamento direttamente agli sportelli del CUP, cioè presso il Poliambulatorio, oppure al numero di FAX 091 7482016 o alla casella email: disdettacup@asppalermo.org. ATTENZIONE: FAX ed E-mail sono entrambi dedicati ESCLUSIVAMENTE alle disdette di prenotazioni già effettuate. Per disdire una prenotazione è necessario trasmettere la seguente documentazione: •foglio di promemoria prenotazione •ricetta del medico prescrittore con la richiesta della prestazione a suo tempo prenotata •copia del documento di riconoscimento in corso di validità dell'intestatario della ricetta •recapito telefonico •documentazione giustificativa (solo in caso di disdetta effettuata nei tre giorni lavorativi prima del giorno dell'appuntamento) I medici del Distretto 33 lanciano una raccomandazione a tutti i pazienti: “RISPETTATE LA FASCIA D’ORARIO DEL VOSTRO APPUNTAMENTO” Presso il Cup, Centro unico di prenotazione, è possibile prenotare anche alcune discipline intramurarie.

Cosa significa? Significa che i medici possono esercitare visite private al di fuori dell'orario di lavoro, all’interno della struttura sanitaria, dunque: Azienda Sanitaria Locale, Dipartimenti funzionali. Le prestazioni sono gestite da un tariffario specifico. Quest’esercizio della professione è denominato Attività Libero Professionale Intramoenia, abbreviato ALPI.

[7


ambulatorio ORARI DI APERTURA CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE (CUP) e ORARI DI APERTURA CASSA TICKET Da Lunedì a Venerdì 8.00 alle ore 13.00 Martedì e Giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00

PRENOTAZIONE TELEFONICA CON IL NUMERO VERDE  800 098739 da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e martedì e giovedì anche dalle ore 15,00 alle ore 17,00

Riepilogo degli Orari ambulatoriali BRANCA

INDIRIZZO

SPECIALISTI

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

D.ssa Dalila Fernandez

telefono 091 703 6222

CARDIOLOGIA Dottor Francesco Cannioto D.ssa Eleonora Ribaudo Dottor Giuseppe Aletto Salita S. Antonio Castelbuono D.ssa Eleonora Ribaudo

DERMATOLOGIA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

Dottor Giuseppe Bordieri

091 703 6226

D.ssa Daniela Oliva

091 703 6225

Salita S. Antonio Castelbuono C.da Pietrapollastra snc Cefalù

3

orari Ambulatoriali

DIABETOLOGIA

D.ssa M.Rosaria Vitellaro Salita S. Antonio Castelbuono

D.ssa M.Rosaria Vitellaro

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

D.ssa Giuseppa Meli D.ssa Angela Schembri

ENDOCRINOLOGIA Salita S. Antonio Castelbuono

D.ssa Giuseppa Meli

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

Dr. Bernardo Chiaramonte

Salita S. Antonio Castelbuono GERIATRIA Gratteri Isnello Collesano

[8

091 703 6225

091 703 6225


DISTRETTO N. 33 CEFALÙ PRENOTAZIONE CON E-MAIL

PRENOTAZIONE CON WHATSAPP inviando la foto della richiesta al 331 6104326 per gli utenti del Distretto metropolitano di

inviando la foto della richiesta alla casella di posta elettronica: prenotazionecup@asppalermo.org

Palermo con residenza a lato monte del Viale Regione Siciliana 337 1456735 per gli utenti del Distretto metropolitano di Palermo con residenza a lato mare del Viale Regione Siciliana 337 1456730 per gli utenti residenti negli altri Comuni della Provincia di Palermo martedì

mercoledì

giovedì

venerdì

I giorni e gli orari indicati nel prospetto potrebbero subire delle modifiche

lunedì

14.30- 17.30

8.00-14.00 8.00-13.00

8.00-13.00 14.30-18.30 14.30-17.30 8.00-13.00 (settimana alterna con Castelbuono)

8.00-14.00

8.00-13.00 (a settimane alterne)

8.00-13.00

8.00-13.00 8.00-14.00 8.00-13.00 8.00-13.00;14.30-17.30 14.30-18.30 solo il 1° martedì di ogni mese 8.00-14.00 9.00-13.00 solo il 1° martedì di ogni mese 8.00-14.00 15.00-18.00 8.00-12.00 12.30-13.30 9.00-11.00

[9

3

11.30-13.30


BRANCA MEDICINA dello SPORT e DIABETOLOGIA

INDIRIZZO

SPECIALISTI

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

Dottor Pietro di Fiore

Via S. Giuseppe, 1 Lascari

Dr. Tambone MarioReyes

telefono 091 703 6226

MEDICINA INTERNA Salita S. Antonio Castelbuono NEFROLOGIA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

NEUROLOGIA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

Dottor Francesco Runfola

091 703 6223

Dottor Giovanni Scola

091 7036223

D.ssa Diega Russo Dr Corrado Ajovalasit OCULISTICA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

091 703 6228

Dr. Anonino Berlingheri D.ssa Silvana Giunta

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

Dr. Renato Solaro

091 703 6221

Dr. Miichele Liberto

091 703 6230

ORTOPEDIA Salita S. Antonio Castelbuono

ODONTOIATRIA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù Dr. Giuseppe Guiglia C.da Pietrapollastra snc Cefalù

Dr. Sergio Damiani

091 703 6229

3

orari Ambulatoriali

OTORINO Dr. Boccadutri REUMATOLOGIA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

D.ssa Pietra Vitale

091 703 6221

UROLOGIA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

Dr. Abed R. Samid

091 703 6223

PNEUMOLOGIA

C.da Pietrapollastra snc Cefalù

D.ssa Giusy Crimi

091 703 6226

UFFICIO SPECIALISTICA AMBULATORIALE ESTERNA

Via Aldo Moro,1

091 703 5710

U.O.T. Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza

Via Aldo Moro,1

091 703 5731 091 703 5761

U.O.T. SERT

Via Aldo Moro,1

091 703 5709 091 703 5735 091 703 5732

U.O.T. CONSULTORIO FAMILIARE

Via Aldo Moro,1

091 703 5757 091 703 5756 FAX 091 703 5740


martedì

mercoledì

giovedì

venerdì

8.00-14.00 8.00-14.00 15.00-19.00 8.00-14.00 solo il 1° venerdì di ogni mese 15.00-19.00 15.00-18.00 8.00-14.00 8.00-12.00

8.00-13.00

8.00-14.00 15.00-18.00 8.00-14.00

I giorni e gli orari indicati nel prospetto potrebbero subire delle modifiche

lunedì

8.00-13.00 8.00-13.00 8.00-13.30

8.00-14.00 14.30-18.30

8.00-13.30

8.00-14.00 8.00-13.00

8.30-13.30

8.30-13.30

8.00-14.00 14.30-17.30 8.00-14.00

8.00-12.00 8.30-14.00 8.30-13.30

8.30-14.00 9.00-13.00 14.30- 18.30

convenzionamentods33@asppalermo.org

npia3@asppalermo.org

3

consfamcefalu@asppalermo.org


PRESIDIO TERRITORIALE DI EMERGENZA dalle 20.00 dei giorni feriali alle 8.00 del giorno successivo; dalle 10.00 del sabato o di un giorno prefestivo alle 8.00 di lunedi o del giorno successivo al festivo. PPIP, Punto di Primo Intervento Pediatrico per urgenze di basso livello e medio livello c.da Pietrapollastra snc  091 7036210 Giorni Prefestivi e Festivi 10.00 - 20.00 Invalidi Civili  091 7036124 - 091 7036125 U.O. di Neuropsichiatria Infantile – NPI dipartimento strumentale indipendente dall’Asp sia nell’operato che negli operatori

 091 7035721 U.O. Farmacia giorni e orari di ricevimento: Venerdì dalle 08.30 alle 13.00 - Martedì dalle 08.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00  091 7036120 Centri di Vaccinazione giorni e orari di ricevimento: tutti i giorni dalle ore 09.00 alle ore 12.30, il Martedì e il Giovedì anche nelle ore pomeridiane dalle ore 15.00 alle ore 17.00  091 7035723

4

Presidio territoriale di emergenza

SERVIZIO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE (EX GUARDIA MEDICA) domiciliari che territoriali, su proprio giudizio, quando per l'utenza risulti impossibile, a causa dello stato di salute, recarsi di presenza presso la sede del servizio di continuità assistenziale.

Prescrizioni farmaceutiche Il medico di guardia compila, nei limiti delle norme in vigore, anche prescrizioni farmaceutiche per terapie d'urgenza e comunque per una durata massima di 48/72 ore. In tali casi il cittadino deve esibire il codice fiscale (oltre che l'eventuale certificazione di esenzione dal pagamento della quota ticket, anche nel caso sia esente per patologia).

Quali sono i compiti?

Certificazioni

Il Servizio di continuità assistenziale, precedentemente chiamato Guardia medica, notturno e festivo, è quel servizio organizzato dall'Asp di Palermo con l'obiettivo di garantire le prestazioni solitamente fornite dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, al di fuori dei giorni e degli orari di lavoro di questi ultimi. Il servizio dunque non è da confondere con il pronto soccorso.

Il medico di guardia, dopo apposita visita e su richiesta dell'interessato, rilascia anche certificati medici per giustificazione dell'assenza dal lavoro, per un massimo di tre giorni.

Le prestazioni erogate Il personale medico effettua visite ed interventi, sia

[12

Proposte di ricovero Nei casi di urgenza, e su personale valutazione del caso, il medico di guardia può proporre o disporre il ricovero.


Il servizio di continuità assistenziale non esegue:  certificati necroscopici - il medico, se chiamato per un'urgenza, può soltanto constatare l'avvenuto decesso.  esami chimico-clinici-diagnostici - se li ritiene urgenti, nel corso di una visita, il personale del servizio di Continuità Assistenziale può soltanto inviare l'utente al più vicino Pronto Soccorso.  interventi di emergenza - la continuità assistenziale non è un servizio di emergenza, tali interventi possono essere richiesti al Servizio di Emergenza Sanitaria telefonando al numero gratuito 118.

Guardia Medica Campofelice di Roccella

Guardia Medica Lascari

Piazza Garibaldi, 3  0921 428607

Via Ugo La Malfa, 12  0921 427275

Guardia Medica di Castelbuono

Guardia Medica di Pollina

Via S. Antonino  0921 672796

C.da Aricella  0921 425019

Guardia Medica di Cefalù

Finale di Pollina

Via Mazzini, 8  0921 423623

Via Boccaccio, ang. Via V. E. Orlando  0921 426233

Guardia Medica di Collesano Via A. Amedeo  0921 661301

Guardia Medica di Gratteri Piazza Monumento  0921 429498

Guardia Medica di Isnello Via Roma  0921 662364

Guardia Medica di S.Mauro Castelverde Corso Umberto, 111  0921 674076


CARDIOLOGIA Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Specialista: Dottoressa Dalila Fernandez Visite: Lunedì dalle 8,00 alle 14,00 Giovedì dalle 14,30 alle 17,30 Specialista: Dottor Francesco Cannioto Visite: Martedì dalle 8,00 alle 13,30 Specialista: Dottoressa Eleonora Ribaudo Visite: Giovedì dalle 8,00 alle 13,00 Dove:

Salita S. Antonino - Castelbuono

Specialista: Dottor Giuseppe Alletto Visite: Martedì dalle 14,30 alle 18,30 Specialista: Dottoressa Eleonora Ribaudo Visite: Giovedì dalle 14,30 alle 17,30 Contatti:

 091 7036222

•Secondo l’OMS, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori possono essere evitati grazie a una equilibrata e sana alimentazione

5

specialisti

U

n’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute. Un’alimentazione inadeguata, infatti, oltre a incidere sul benessere psico-fisico, rappresenta uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di numerose malattie croniche. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati grazie a una equilibrata e sana alimentazione. DI COSA ABBIAMO BISOGNO L’organismo umano ha bisogno di tutti i tipi di nutrienti per funzionare correttamente. Alcuni sono essenziali a sopperire il bisogno di energia, altri ad alimentare il continuo ricambio di cellule e altri elementi del corpo, altri a rendere possibili i processi fisiologici, altri ancora hanno funzioni protettive. Per questa ragione l'alimentazione deve essere quanto più possibile varia ed equilibrata. Cereali Grano, mais, avena, orzo, farro e gli alimenti da loro derivati (pane, pasta, riso) apportano all’organismo carboidrati, che rappresentano la fonte energetica principale dell’organismo, meglio se consumati integrali. Contengono inoltre vitamine del complesso B e minerali, oltre a piccole quantità di proteine.

[14

(dal sito del Ministero della Salute)

Frutta e ortaggi Sono una fonte importantissima di fibre, un elemento essenziale nel processo digestivo. Frutta e ortaggi sono inoltre ricchi di vitamine e minerali, essenziali nel corretto funzionamento dei meccanismi fisiologici. Contengono, infine, antiossidanti che svolgono un’azione protettiva. Carne, pesce, uova e legumi Questi alimenti hanno la funzione principale di fornire proteine, una classe di molecole biologiche che svolge una pluralità di funzioni. Partecipano alla “costruzione” delle diverse componenti del corpo, favoriscono le reazioni chimiche che avvengono nell’organismo, trasportano le sostanze nel sangue, sono componenti della risposta immunitaria: forniscono energia “di riserva”, aiutano l'assorbimento di alcune vitamine e di alcuni antiossidanti, sono elementi importanti nella costruzione di alcune molecole biologiche. Un insufficiente apporto di proteine può compromettere queste funzioni (per esempio si può perdere massa muscolare), ma un eccesso è altrettanto inappropriato: le proteine di troppo vengono infatti trasformate in depositi di grasso e le scorie di questa trasformazione diventano sostanze, che possono danneggiare fegato e


reni. Le carni, in particolare quelle rosse, contengono grassi saturi e colesterolo. Pertanto vanno consumate con moderazione. Vanno consumati con maggior frequenza il pesce, che ha un effetto protettivo verso le malattie cardiovascolari (contiene i grassi omega-3) e i legumi, che rappresentano la fonte più ricca di proteine vegetali e sono inoltre ricchi di fibre. Latte e derivati Sono alimenti ricchi di calcio, un minerale essenziale nella costruzione delle ossa. E' preferibile il consumo di latte scremato e di latticini a basso contenuto di grassi.

Acqua Circa il 70% dell’organismo umano è composto di acqua e la sua presenza, in quantità adeguate, è essenziale per il mantenimento della vita. L’acqua è, infatti, indispensabile per lo svolgimento di tutti i processi fisiologici e delle reazioni biochimiche che avvengono nel corpo, svolge un ruolo essenziale nella digestione, nell’assorbimento, nel trasporto e nell’impiego dei nutrienti. È il mezzo principale attraverso cui vengono eliminate le sostanze di scarto dei processi biologici. Per questo, un giusto equilibrio del “bilancio idrico” è fondamentale per conservare un buono stato di salute nel breve, nel medio e nel lungo termine.


A.R.E.S.S. Fabiola onlus

DAL 1997 RIVOLGIAMO LA NOSTRA ATTENZIONE AL MONDO DELLA DISABILITÀ Il Centro convenzionato con l’ASP di Palermo, progetta e realizza le attività mirate al sostegno e al miglioramento della qualità della vita degli utenti e delle loro famiglie

T

ADV Lime Edizioni srl

utte le attività vengono realizzate secondo i principi legislativi vigenti, perseguendo obiettivi e finalità che prevedono l’assistenza e la cura, la riabilitazione, il raggiungimento della massima autonomia possibile e l’integrazione socio familiare della persona, nel pieno rispetto della dignità e dei diritti civili e sociali. Il nostro Ente, sin dall’inizio, ha interagito con i servizi socio assistenziali, sanitari e scolastici, sia pubblici che privati, presenti nel territorio, collaborando attivamente alla presa in carico globale della persona e della sua famiglia in situazione di svantaggio sociale e diventando negli anni, un punto di riferimento significativo nel territorio locale, a favore delle politiche di sostegno della disabilità e dello svantaggio. Dal 2001 l’ARESS Fabiola Onlus è convenzionata con l’ASP 6 di Palermo per la Riabilitazione Domiciliare e Ambulatoriale. La nostra Associazione al fine di migliorare e arricchire la tipologia delle prestazioni offerte, ha attivi i seguenti servizi: • Rieducazione Equestre: l’Associazione è dotata di struttura equestre/maneggio con personale specializzato per poter eseguire l’attività riabilitativa con il mezzo del cavallo. • Progetti di Servizio Civile: il Nostro Ente è accreditato in I classe per la progettazione e gestione di volontari in Servizio Civile a supporto di tutte le attività avviate. • Servizio di Assistenza Igienico Personale nelle Scuole di ordine primario e secondario nel territorio provinciale. Nel corso degli anni, ha realizzato anche: Centri Socio Educativi e Ricreativi per disabili e ragazzi svantaggiati, Centri Socio Ricreativi per anziani, gestione Comunità Alloggio per disabili “Dopo di noi”, gestione Casa di Riposo per anziani, Attività di pre-sport con il cavallo per ragazzi difficili, Progetti di Inclusione Sociale, Servizio di Assistenza alla Comunicazione nelle scuole, Bonus socio-sanitario.

L’ARESS Fabiola Onlus inoltre è iscritta all’Albo Regionale ai sensi della L. 22/86 alle seguenti sezioni: Assistenza Domiciliare Anziani, Inabili e Minori. L’Associazione è altresì accreditata presso la Regione Sicilia come sede orientative e formativa e presso il Ministero della Sanità come sede formativa per i corsi ECM.


MODALITA’ DI ACCESSO AI SERVIZI RIABILITATIVI AMBULATORIALI E DOMICILIARI Per poter accedere ai Servizi erogati dal nostro Centro di Riabilitazione bisogna rivolgersi allo Sportello Handicap del Distretto Sanitario 33 di Cefalù – Contrada Pietra Pollastra, snc presso Ospedale Nuovo, con la seguente documentazione: •Verbale Legge 104/92, in corso di validità. •Prescrizione medico specialista convenzionato (neurologica o fisiatrica o neuropsichiatrica infantile), con indicazione del piano terapeutico da effettuare, con specifica di tipologia di prestazioni e durata dell’intervento. •Copia dei documenti personali (carta d’identità e codice fiscale) sia dell’utente e sia del richiedente, se diverso dall’assistito.

SEDE OPERATIVA DELL’ASSOCIAZIONE, VIA MOLA, TRAVERSA DI VIA TAORMINA. LA STRUTTURA È FORNITA DI AMBULATORI E DI SPAZI ADEGUATI ALLA FRUIZIONE DELLE PRESTAZIONI ESEGUITE DAGLI OPERATORI

SERVIZI DI RIABILITAZIONE DOMICILIARE E AMBULATORIALE Il servizio, convenzionato con l’ASP 6 di Palermo per la Riabilitazione Domiciliare e Ambulatoriale, è rivolto a soggetti che presentano disabilità motorie, psichiche e sensoriali, senza limiti di età, riconosciute ai sensi della Legge 104/92 art. 3, comma 1 o 3, residenti in tutti i Comuni appartenenti all’ASP 6 di Palermo.

Il Centro opera attraverso un’ Equipe pluridisciplinare formata da: Medici Specialisti (Neurologi e Neuropsichiatri Infantili), Assistenti Sociali, Psicologi, Terapisti della Riabilitazione (Fisioterapisti, Logopedisti, Neuropsicomotricisti), Personale Osa. L’Equipe elabora, fin dalla presa in carico dell’utente, il progetto riabilitativo individualizzato, in considerazione delle potenzialità e delle risorse di ciascun utente tenendo conto del suo contesto di vita e stabilendo obiettivi, tempi e modalità di valutazione in itinere e finale. Alle prestazioni riabilitative di cui sopra, l’equipe supporta le seguenti consulenze: mediche, di sostegno psicologico e psicoeducativo e di segretariato sociale.

Le prestazioni riabilitative possono essere erogate sia in regime Ambulatoriale che Domiciliare: -RIABILITAZIONE AMBULATORIALE: prestazioni neuromotorie, logopediche e neuro psicomotorie. -RIABILITAZIONE DOMICILIARE: prestazioni neuromotorie domiciliari. Convenzioni e Certificazioni I NOSTRI CONTATTI:  091 8112787• 091 8115288 • 388 9479796 091 6197473 SEDE LEGALE: PIAZZA DELLE TERME N. 16/A – TERMINI IMERESE (PA) SEDE OPERATIVA : VIA MOLA SN (TRAV. VIA TAORMINA) – TERMINI IMERESE (PA)

www.aressfabiola.it info@aressfabiola.it aressfabiola@docucert.it


dermatologia Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Specialista: Dottor Giuseppe Bordieri Visite: Mercoledì dalle 8,00 alle 13,00 (settimana alterna con Castelbuono) Venerdì dalle 8,00 alle 14,00 Dove:

Salita S. Antonino - Castelbuono

Specialista: Dottor Giuseppe Bordieri Visite: Mercoledì dalle 8,00 alle 13,00 (a settimane alterne) Contatti:

 091 7036226

I

l melanoma cutaneo è un tumore maligno che origina dalle cellule che producono la melanina, dette melanociti. Può insorgere su una pelle integra, oppure da nei (o nevi) preesistenti, ovvero agglomerati di melanociti che possono essere presenti fin dalla nascita o comunque dalla prima infanzia (congeniti) oppure comparire durante tutto il corso della vita (acquisiti). Fino a pochi anni fa il melanoma era considerato una neoplasia rara, addirittura rarissima fino all’adolescenza,

mentre negli ultimi 20 anni l’incidenza è aumentata di oltre il 4% all’anno in entrambi i sessi. Negli ultimi anni si è avuto un aumento di casi di melanoma tra gli uomini e una riduzione tra le donne. Il melanoma cutaneo ha un incidenza in Italia di 14,3 casi per 100.000 uomini e 13,6 casi per 100.000 donne ed è al terzo posto per numero di nuovi casi nella fascia di età da 0 a 44 anni.

•Controllo nei, il ministero della Salute detta le regole

SPECIALISTI

per una corretta prevenzione Una diagnosi precoce fa salire al 90% la probabilità di guarigione dai tumori maligni della pelle. La presenza di nei sulla pelle rappresenta un fattore di rischio per il melanoma. Per una diagnosi precoce del melanoma è bene seguire queste quattro semplici azioni: 1. esegui con metodo e regolarità l’autoesame attraverso la regola dell’ABCDE (Asimmetria, Bordi, Colore, Dimensioni ed Evoluzione) 2. se noti un neo sospetto richiedi un consulto al tuo

(estratto dal sito del Ministero della Salute)

medico di medicina generale 3. se il medico di medicina generale individua un "neo a rischio", consulta un Centro di riferimento specialistico 4. esegui la visita dal dermatologo con valutazione dei nei attraverso l’esame dermoscopico Controlli periodici e mirati In generale, devono effettuare l'autoesame e controllo dermatologico periodico e programmato, almeno una volta l'anno o secondo le indicazioni del dermatologo,


le persone che presentano le seguenti caratteristiche: • uomini con più di 50 anni • familiarità per melanoma • storia personale di melanoma • melanomi multipli • tumori cutanei non melanocitici (cheratosi attinica e carcinomi)

• elevato numero di nevi melanocitici comuni o atipici • fototipo chiaro • occhi azzurri o verdi • capelli biondi o rossi La diagnosi certa può basarsi solo su un riscontro istologico. Pertanto è sempre consigliabile fare asportare i nei che il dermatologo considera dubbi e farli analizzare.

DIABETOLOGIA Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:  091 7036225

Specialista: Visite: Specialista: Visite:

Dottoressa Daniela Oliva Lunedì e Mercoledì dalle 8,00 alle 13,00 Dottoressa Maria Rosaria Vitellaro Venerdì dalle 8,00 alle 14,00

Dove:

Salita S. Antonino - Castelbuono

Specialista: Dottoressa Maria Rosaria Vitellaro Visite: Martedì dalle 8,00 alle 13,00

ENDOCRINOLOGIA Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:  091 7036225

Specialista: Dottoressa Giuseppa Meli Visite: Martedì dalle 8,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 17,30 solo il primo Martedì di ogni mese dalle 14,30 alle 18,30 Specialista: Dottoressa Angela Schembri Visite: Venerdì dalle 8,00 alle 14,00 Dove:

Salita S. Antonino - Castelbuono

Specialista: Dottoressa Giuseppa Meli Visite: solo il primo Martedì del mese dalle 9,00 alle 13,00

geriatria Dove: Specialista: Visite: Dove: Visite: Dove: Visite: Dove: Visite: Dove: Visite:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:

 091 7036225

Dottor Bernardo Chiaramonte Giovedì dalle 8,00 alle 14,00 e dalle 15,00 alle 18,00 Salita S. Antonino - Castelbuono Mercoledì dalle 8,00 alle 12,00 Gratteri Mercoledì dalle 12,30 alle 13,30 Isnello Venerdì dalle 9,00 alle 11,00 Collesano Venerdì dalle 11,30 alle 13,30

[19


medicina Dove:

dello

sport

Contrada Pietrapollastra snc

e

diabetologia

Contatti:

 091 7036226

Specialista: Dottor Pietro Di Fiore Visite: Martedì dalle 8,00 alle 14,00

medicina interna Dove: Specialista: Visite: Dove: Visite:

Via S. Giuseppe, 1 - Lascari Dottor Tambone Mario Reyes Martedì dalle 8,00 alle 14,00 e dalle 15,00 alle 19,00 Salita S. Antonino - Castelbuono solo il primo Venerdì del mese dalle 8,00 alle 14,00

nefrologia Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:

 091 7036223

Contatti:

 091 7036223

Specialista: Dottor Francesco Runfola Visite: Martedì dalle 15,00 alle 19,00

neurologia Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Specialista: Dottor Giovanni Scola Visite: Martedì dalle 15,00 alle 18,00 Specialista: Dottoressa Diega Russo Visite: Mercoledì dalle 8,00 alle 14,00


oculistica Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Specialista: Dottor Corrado Ajovalasit Visite: Lunedì dalle 8,00 alle 12,00 Martedì dalle 8,00 alle 14,00 Venerdì dalle 8,00 alle 13,00 Specialista: Dottor Antonino Berlinghieri Visite: Martedì dalle 15,00 alle 18,00

Contatti:

 091 7036228

Specialista: Dottoressa Silvana Giunta Visite: Giovedì dalle 8,00 alle 14,00

Il glaucoma è una malattia degli occhi molto frequente: si calcola che nel mondo ne siano affette circa 55 milioni di persone. In Italia ne risultano colpite circa mezzo milione di persone che, in genere, hanno più di 50 anni. Il glaucoma è una delle cause più frequenti di cecità e ipovisione ma, se diagnosticata in tempo utile, può essere curata e controllata. I danni rilevabili sono: - alterazioni della papilla ottica (cioè dell'origine del nervo ottico); - riduzione del campo visivo ; Esistono numerose forme di glaucoma. Le più frequenti e importanti sono tre: - il glaucoma cronico semplice: è la forma più frequente, dovuto a una difficoltà dell’umor acqueo a defluire dall’interno verso l’esterno dell’occhio; - il glaucoma acuto si manifesta in maniera improvvisa e imprevedibile. È dovuto a un’ostruzione totale delle vie di deflusso; - il glaucoma congenito si può manifestare già alla nascita, è dovuto ad alterazioni o a malformazioni delle vie di deflusso dell’umor acqueo. Il glaucoma è una malattia che trae massimo vantaggio dalla diagnosi precoce. Una semplice visita oculistica è sufficiente a diagnosticare un glaucoma

in fase iniziale o ancora non grave. È necessario, pertanto, sottoporsi con regolarità a controlli oculistici. I tre principali fattori di rischio sono: - tono oculare oltre i limiti normali; - l’età; - precedenti familiari: Una volta diagnosticato il glaucoma, il paziente deve curarsi per tutta la vita, sottoponendosi a frequenti controlli. Esistono varie terapie: - instillazione di uno o più colliri, - laserterapia; - terapia chirurgica. È compito dell’oftalmologo stabilire caso per caso la terapia da eseguire, dopo averne discusso con il paziente. (estratto dal sito del Ministero della Salute)


odontoiatria Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:

 091 7036230

Specialista: Dottor Michele Liberto Visite: Lunedì e Mercoledì dalle 8,00 alle 13,30 Martedì dalle 8,00 alle 14,00 e dalle 14,30 alle 18,30 Venerdì dalle 8,00 alle 14,00 Specialista: Dottor Giuseppe Guiglia Visite: Giovedì dalle 8,00 alle 13,00

•Carie, non solo in Italia. Il disturbo è in aumento. ma il rimedio c’è (estratto dal sito del Ministero della Salute)

L

a prevenzione delle malattie dei denti e delle gengive si fonda sull'adozione e la pratica quotidiana di precise norme di comportamento legate a pratiche di igiene orale e igiene alimentare. Periodiche visite specialistiche permettono il precoce intercettamento di eventuali processi patologici. Una buona igiene orale prevede innanzitutto il corretto spazzolamento dei denti, che deve avvenire almeno tre volte al giorno (dopo i pasti principali), e l’uso quotidiano del filo interdentale. Tali manovre hanno lo scopo di eliminare meccanicamente la placca batterica dalle superfici dei denti allontanando eventuali residui di cibo. Per quanto riguarda invece le abitudini alimentari, è stato dimostrato che un abbondante apporto di zuccheri con la dieta determina, da parte dei batteri cariogeni, la formazione di sostanze acide responsabili della demineralizzazione della componente inorganica dello smalto e della dentina. Le visite a cadenza periodica, invece, oltre a creare

una consapevolezza del proprio stato di salute, servono a far conoscere i mezzi oggi a disposizione per una buona prevenzione e a intercettare precocemente eventuali patologie. Per una corretta igiene orale è indispensabile lavarsi i denti con spazzolino e dentifricio dopo ogni pasto, quindi, almeno tre volte al giorno e utilizzare quotidianamente il filo interdentale in maniera corretta. In particolare, si consiglia di: •spazzolare i denti dopo ogni pasto per un tempo di almeno 2-3 minuti •usare uno spazzolino dalla testina medio-piccola in modo da arrivare in tutte le zone della bocca; è preferibile che sia provvisto di setole artificiali di durezza media •sostituire lo spazzolino almeno ogni due mesi •spazzolare accuratamente tutti i denti sia quelli anteriori che quelli posteriori •completare la pulizia dei denti mediante l'uso regolare del filo interdentale. L'uso del filo non è consigliato in età evolutiva •usare possibilmente un dentifricio a base di fluoro


•Le principali malattie della bocca...non solo carIE (dal sito del Ministero della Salute)

malattie paradontali Gengiviti e parodontiti sono malattie molto frequenti che interessano i tessuti di sostegno del dente (parodonto). Sono causate dalla placca batterica e dal tartaro (placca calcificata).

Fratture e traumi Piccole e grandi fratture possono essere causate da incidenti o da altri traumi. A volte il dente è irrecuperabile, ma spesso è possibile riattaccarlo se il primo soccorso è avvenuto adeguatamente: frammenti e denti caduti devono essere raccolti senza lavaggio e subito conservati in soluzione fisiologica o in bocca nella saliva (o anche in un po’ di latte) fino al controllo medico entro le due ore successive al trauma. La prevenzione è sicuramente basata sull’educazione alla sicurezza e sulla protezione con paradenti in caso di sport a rischio.

Edentulie

da parte di uno specialista in ortodonzia (termine che significa “denti dritti"). La causa di molte malocclusioni è ereditaria, ma altre si sviluppano a causa di una cattiva respirazione a bocca aperta e per il protrarsi di abitudini viziate come il succhiamento del dito o del succhiotto di gomma.

Bruxismo È l’abitudine di digrignare e serrare i denti in modo perlopiù involontario. È una disfunzione talmente diffusa nella prima infanzia da ritenersi normale. Dopo la permuta può essere segno di malocclusione e di ipertono muscolare. Assottiglia lo smalto dei denti per usura, determina dolore ai muscoli masticatori e disfunzioni dell’articolazione della mandibola.

L’edentulia è la mancanza di uno o più denti. Le cause più frequenti della perdita dei denti sono i traumi dentali o le parodontiti. Spesso si sottovaluta l’importanza di rimpiazzare i denti mancanti. Quando manca anche un solo dente, i denti migrano negli spazi liberi e si possono creare disarmonie nelle arcate dentali. Per tali ragioni è necessario consultare un odontoiatra per riabilitare eventualmente i denti mancanti con delle protesi.

Possono essere estremamente variegate sia nell’aspetto che nella gravità: vanno da patologie semplici e frequenti (come le afte e gli herpes) fino a lesioni tumorali. Se in bocca vedi una lesione sospetta, non la trascurare, fai una visita!

Malocclusioni

Alitosi

La malocclusione (chiusura sbagliata) è una disarmonia delle arcate dentali e/o delle ossa mascellari. Le varie mal posizioni che i denti possono avere (rotazioni, affollamenti, inclinazioni errate, spaziature, ecc.) causano problemi di contatto tra i denti dell'arcata superiore e quelli dell'arcata inferiore, con conseguenze estetiche e di masticazione, che necessitano di cura

Anche l'alito cattivo può procurare disagio nella vita di relazione. L'alitosi può essere causata semplicemente da cibi contenenti molecole volatili, come la cipolla e l'aglio, ma anche da patologie della bocca (sia dei denti che delle gengive) o dell’organismo (spesso gastrointestinali).

lesioni della mucosa



ortopedia Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:  091 7036221

Specialista: Dottor Renato Solaro Visite: Mercoledì dalle 8,00 alle 13,00 Dove: Visite:

Salita S. Antonino - Castelbuono Lunedì dalle 8,00 alle 13,00

•Cos’è l’artrosi?

L

’artrosi è un’alterazione degenerativa di un'articolazione nel suo complesso, caratterizzata da lesioni progressive della cartilagine articolare e dell’osso sottostante, che provoca un grado variabile di limitazione funzionale e ha un impatto negativo sulla qualità di vita. La cartilagine è un tessuto lucido e levigato che permettere lo scorrimento tra i due capi articolari. Quando la cartilagine viene usurata, fino a scomparire, le ossa nel movimento articolare fanno frizione una sull’altra e vengono danneggiate. Questo provoca dolore, tumefazioni e rimodellamento delle ossa stesse e dei legamenti articolari. L'artrosi può essere classificata come idiopatica, cioè senza causa nota, o secondaria ad eventi traumatici, a malattie endocrino-metaboliche o

(dal sito del Ministero della Salute)

a patologie reumatiche. È una delle principali cause di dolore cronico e di disabilità (definita come bisogno di aiuto per camminare o salire le scale). A essere colpite sono soprattutto le ginocchia, le anche, le piccole articolazioni delle mani, la colonna cervicale e lombare. Questa condizione, che colpisce milioni di persone in tutto il mondo, tende a peggiorare nel corso degli anni. Si prevede un marcato aumento della prevalenza nei prossimi anni a causa dell’invecchiamento della popolazione e dell’incremento dell’obesità. Non esiste una cura, ma una serie di trattamenti farmacologici e chirurgici possono alleviare il dolore e migliorare la funzionalità articolare.

SPECIALISTI

3

[25


•Bambini e postura corretta, ecco il decalogo del ministero della Salute (dal sito del Ministero della Salute)

5

specialisti

A dettare le regole e a dare i giusti consigli sulla corretta postura durante la scuola dell’infanzia e primaria è il Ministero della Salute. Cattive abitudini ed errori, come zaini troppo pesanti o posture scorrette durante lo studio e il gioco, possono creare, si legge sul sito, problemi alla schiena dei nostri ragazzi. E’ durante gli anni della scuola, infatti, in cui si svolge la crescita principale del nostro corpo. Una cattiva postura può contribuire a uno sviluppo inadeguato della muscolatura che sostiene la colonna vertebrale, con conseguente minor elasticità, dolore e a volte atteggiamento di dorso curvo. È peraltro in questo periodo che si possono presentare patologie della colonna vertebrale come la scoliosi. La protezione della schiena del bambino come la corretta gestione del peso dello zaino e la postura durante lo studio e il gioco devono essere collocati all’interno di una più ampia educazione alla salute e alla promozione di corretti stili di vita, soprattutto una sana alimentazione e una buona attività fisica. Controlli “globali” della crescita del bambino e del suo apparato muscolare e scheletrico, dai denti ai piedi, contribuiscono a proteggere la schiena e alla diagnosi e trattamento precoce delle malattie della colonna. Vediamo insieme il decalogo, dettato dal ministero della Salute. Infatti è importante, si legge, insegnare ai bambini ad assumere una corretta postura appena iniziano ad andare a scuola, sia in posizione eretta che da seduti. Quando il bambino è seduto, deve mantenere una posizione dritta della colonna vertebrale Banchi e sedie devono essere di altezza adeguatamente proporzionata al bambino che li usa, per evitare una posizione forzatamente curva della colonna vertebrale. Correggere la postura al bambino anche quando utilizza apparecchi elettronici e videogiochi L’uso sempre più frequente di monitor, videogiochi, Ipad, ecc., anche al di fuori delle ore scolastiche, può favorire una prolungata posizione scorretta e inadeguata.

[26

Sport e bambino, diamoci una mossa L'attività fisica, fuori e dentro la scuola, è importante, perché nella fase della crescita (in altezza e peso) contribuisce ad allenare la muscolatura del dorso, che sostiene la colonna vertebrale del bambino. Alleggerire zaini e maxi zaini Il peso dello zainetto non dovrebbe superare il 1015 per cento del peso corporeo dell’alunno che lo indossa. Scegliere un modello adeguato all’età e al peso del bambino, con bretelle ampie e imbottite, con un rinforzo schienale e una cintura addominale. Indossare lo zaino in maniera corretta Far sì che il carico venga ripartito simmetricamente sul dorso e non su un solo lato: un carico asimmetrico comporta un carico aumentato per la colonna in atteggiamento posturale non fisiologico. Lo zaino deve aderire alla schiena, bisogna perdere un po’ di tempo per regolare bene le bretelle. Non portare mai lo zaino su una spalla sola o con la parte inferiore troppo scesa sul bacino.


Non sovraccaricare i "trolley" Spesso il carico è eccessivo “perché ci sono le ruote”, ma il peso rende necessari movimento bruschi e sollevamenti, anche per brevi tratti, di carichi eccessivi per un bambino, che possono provocare strappi e contratture lombari. Educare a un corredo scolastico essenziale I docenti sono parte attiva nella promozione della salute e della sicurezza dei bambini, anche attraverso l’organizzazione delle didattica. Già da qualche anno, le case editrici hanno iniziato a stampare i testi scolastici in fascicoli, proprio per consentire di alleggerire il peso degli zaini scolastici, in attesa degli e-book Prestare attenzione a segnali di possibili problemi alla schiena

Nel periodo tra la quinta elementare e la prima media i ragazzi si trovano in quella fase dell’età evolutiva in cui possono manifestarsi alcune patologie della colonna vertebrale. Si tratta principalmente della scoliosi idiopatitica, del dorso curvo, del mal di schiena (causato a volte da spondilolistesi). Sono patologie poco frequenti, per esempio la scoliosi idiopatica può interessare 2-2,5% della popolazione, per le quali è però necessaria una diagnosi precoce e corretta. Considerare le insidie di un’età "critica" L’ingresso nell’adolescenza può rendere difficile da parte dei genitori e degli insegnanti l’individuazione del problema alla schiena. Spesso una deformità in ipercifosi della colonna vertebrale viene erroneamente scambiata per una postura assunta per timidezza.


otorino Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:

 091 7036229

Specialista: Dottor Sergio Damiani Visite: Martedì e Mercoledì dalle 8,30 alle 13,30 Giovedì dalle 8,00 alle 14,00 e dalle 14,30 alle 17,30 Specialista: Dottor Boccadutri Visite: Venerdì dalle 8,00 alle 14,00

Le allergie respiratorie

5

specialisti

L

'allergia ai pollini o pollinosi è caratterizzata prevalentemente da lacrimazione, starnutazione e talvolta tosse e asma con ricorrenza stagionale. Con l'alternarsi delle stagioni e nei diversi periodi di fioritura delle piante, in particolare in primavera, si verifica un evento naturale di fondamentale importanza per il regno vegetale: invisibili nubi di polline, seguendo le correnti aeree, si riversano nell’atmosfera diffondendosi in altezza e a distanza anche per diversi chilometri dalla sorgente. I pollini, quindi, si depositano un po' ovunque, anche sulle mucose della congiuntiva, del naso e dei bronchi delle persone che vivono nelle zone interessate. Queste persone, se sensibilizzate alle proteine allergeniche liberate dai pollini, reagiscono con i caratteristici sintomi clinici. Le allergie respiratorie rappresentano la forma più diffusa di allergie in Europa e nel mondo. Inoltre, la diffusione delle malattie allergiche sta aumentando in Europa e, anche a causa del cambiamento climatico, non e più limitata a stagioni o ambienti specifici. La rinite allergica (con o senza congiuntivite) colpisce il 60% della popolazione europea: dal 15% al 20% di tali pazienti soffre di una forma grave della malattia. Si stima che l’asma allergico colpisca il 5%-12% della popolazione europea.

[28

CONSIGLI UTILI In presenza di sintomatologia che possa far sospettare un’allergia respiratoria, la prima cosa da fare è rivolgersi al medico curante e/o allo specialista per la corretta diagnosi e l’identificazione dell’allergene (o degli allergeni) a cui si è sensibilizzati, per stabilire un corretto programma preventivo-terapeutico da mettere in atto prima dell’inizio della stagione pollinica. A scopo preventivo possono essere anche consigliati, quando è possibile, brevi soggiorni in clima marino durante il periodo della pollinazione, dato che al mare la concentrazione atmosferica dei pollini è relativamente bassa. Inoltre la persona con diagnosi di pollinosi dovrebbe osservare le seguenti precauzioni generali:  consultare i calendari pollinici

(dal sito del Ministero della Salute)

i viaggi in macchina o in treno con i finestrini aperti. Se si viaggia in macchina, usare preferibilmente un impianto di aria condizionata, munito di filtri di aerazione anti-polline le attività all’aperto nelle ore centrali della giornata, soprattutto nelle giornate soleggiate e ventose e respirare attraverso il naso che filtra l'aria in entrata o indossare una maschera antipolvere. Evitare inoltre le strade trafficate e le aree verdi  lavare con più frequenza i capelli,

in quanto i pollini presenti nell’aria possono finire tra i capelli e poi depositarsi sul cuscino durante il sonno fare attenzione agli eventi temporaleschi

per conoscere il periodo di fioritura  in casa tenere chiuse le finestre delle piante responsabili delle mani- durante le ore centrali della giornata. festazioni allergiche o i bollettini dei pollini per conoscere effettivamente quali e quanti pollini siano diffusi nell’aria  durante i periodi di pollinazione

evitare: le uscite nelle ore di maggiore concentrazione pollinica, preferendo le uscite in prima mattina o tarda serata le gite in campagna, soprattutto se è presente vento e, in special modo, non passeggiare nei prati dove sia stato fatto di recente il taglio dell'erba



reumatologia Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:

 091 7036221

Contatti:

 091 7036223

Specialista: Dottoressa Pietra Vitale Visite: Martedì dalle 8,00 alle 12,00

urologia Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Specialista: Dottor Abed R. Samid Visite: Martedì e Giovedì dalle 8,30 alle 14,00

pneumologia Dove:

Contrada Pietrapollastra snc

Contatti:

 091 7036226

SPECIALISTI

Specialista: Dottoressa Giusy Crimi Visite: Lunedì dalle 8,30 alle 13,30 e Giovedì dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 18,30


fonte: www.asppalermo.org Servizi Interdistrettuali Centro di Psicologia per la Cura dei Legami Familiari Psicologia per la cura della fragilità genitoriale e dei traumi da abuso e maltrattamento Responsabile Dott. Massimo Santoro Palermo presso l'ex Ospedale "Albanese", in via Papa Sergio I n.5. uofg@asppalermo.org

I

l Centro di Psicologia per la Cura dei Legami Familiari, è tra i servizi definiti “interdistrettuali” e costituisce una risorsa – si legge sul sito dell’Azienda- istituita dall'Asp di Palermo per promuovere le iniziative più idonee nell'ambito della prevenzione e della cura del maltrattamento psicologico nei confronti di minori, coinvolti in fenomeni disfunzionali che attraversano le loro famiglie in relazione a separazioni caratterizzate da un alto livello di conflitto, mettendo a rischio il loro armonico sviluppo psichico. Se la conflittualità, a seguito di tali eventi, appare fisiologica ed è gestita da numerosi strumenti che la società ha messo in campo (giudici, avvocati, CTU, mediatori familiari, consulenti familiari...), in alcune situazioni, si cronicizza determinando un livello di alta distruttività che si riverbera in modo drammatico sullo sviluppo delle nuove generazioni. L'attività del Centro, avviata dal 2003 in via sperimentale, è stata stabilizzata e implementata dall'Asp nel 2008 rispondendo ad una specifica richiesta del Tribunale per i Minorenni. Il Centro opera per ridurre i rischi evolutivi conseguenti agli aspetti disfunzionali specifici • valutando, su richiesta del Tribunale per i Minorenni e/o del Tribunale Civile, i funzionamenti familiari, di coppia, individuali (sia per gli adulti che per i minori); • proponendo e realizzando i progetti di intervento più

idonei per garantire lo sviluppo dei minori nel rispetto e nella cura dei loro legami affettivi; • sostenendo i minori attraverso interventi individuali e/o di gruppo; • coinvolgendo i genitori in interventi volti a rafforzare le capacità genitoriali; • sviluppando le collaborazioni necessarie con le Istituzioni operanti nell'area, al fine di concordare e condividere le procedure per la Cura dei Legami Familiari nelle situazioni già compromesse. Il Centro opera attraverso una equipe di psicologi che interviene sulle diverse componenti del sistema familiare, minori e genitori, con la possibilità di coinvolgere le famiglie d'origine, per far emergere risorse utili a sostenere i minori e rafforzare le capacità genitoriali, ove possibile. L'intervento del Centro si sviluppa quindi su diversi livelli: • livello individuale; • livello relazionale; • sostegno psicologico e psicoterapico ai minori; • livello familiare allargato (famiglie d'origine); • livello del percorso giudiziario (analisi e gestione delle refluenze relazionali dei passaggi giudiziari sul conflitto in atto); Al fine di ampliare la consapevolezza dei rischi per lo sviluppo psicologico di minori coinvolti in contesti familiari disfunzionali conseguenti alle separazioni, il Centro è disponibile a sviluppare interventi formativi e/o informativi sui temi specifici della cura delle relazioni affettive dei minori coinvolti nelle separazioni, in collaborazione con Istituzioni e associazioni.


DIRITTI E DOVERI

6

Diritti

Doveri

Art. 1 - Il paziente ha diritto di essere assistito e curato con premura ed attenzione, nel rispetto della dignità umana e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose. Art. 2 - In particolare, durante la degenza ospedaliera ha diritto ad essere sempre individuato con il proprio nome e cognome anziché secondo una prassi che non deve essere più tollerata, col numero o col nome della propria malattia. Ha, altresì, diritto di essere interpellato con la particella pronominale “Lei”. Art. 3 - Il paziente ha diritto di ottenere dalla struttura sanitaria informazioni relative alle prestazioni dalla stessa erogate, alle modalità di accesso ed alle relative competenze. Lo stesso ha il diritto di poter identificare immediatamente le persone che lo hanno in cura. Art. 4 - Il paziente ha diritto di ottenere dal sanitario che lo cura informazioni complete e comprensibili in merito alla diagnosi della malattia, alla terapia proposta e alla relativa prognosi. Il paziente ha diritto di stabilire quali informazioni relative alle cure debbano essere fornite ai familiari o ad altre persone e in quali circostanze. Art. 5 - In particolare, salvo i casi di urgenza nei quali il ritardo possa comportare pericolo per la salute, il paziente ha diritto di ricevere le notizie che gli permettano di esprimere un consenso effettivamente informato prima di essere sottoposto a terapie od interventi; le informazioni debbono concernere anche i possibili rischi o disagi conseguenti al trattamento. Art. 6 - Il paziente ha, altresì, diritto di essere informato sulla possibilità di indagini e trattamenti alternativi, anche se eseguibili in altre strutture. Ove il paziente non sia in grado di determinarsi autonomamente le stesse informazioni dovranno essere fornite alle persone di cui all’articolo “4”. Art. 7 - L’articolato che segue costituisce espressione ed integrazione dei principi contenuti nei sottoindicati documenti, elaborati alla luce di norme di diritto internazionale: • “Carta dei diritti del paziente”, approvata nel 1973 dalla American Hospital Association; • “Carta dei diritti del malato”, adottata dalla CEE in Lussemburgo dal 6 al 9 maggio 1979; • “Carta dei 33 diritti del cittadino”, redatta nella prima sessione pubblica per i diritti del malato, in Roma il 29 giugno 1980; • Art. 25 della “Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo”Art. 11 e 13 della “Carta sociale europea 1961”; • Art. 12 della “Convenzione internazionale dell’ONU sui Diritti economici, sociali e culturali”, 1966; • Risoluzione n. 23 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, 1970, che trovano piena corrispondenza nei principi della Carta Costituzionale (art.2-3-32). Il paziente ha diritto di ottenere che i dati relativi alla propria malattia ed ogni altra circostanza che lo riguardi, rimangano segreti. Art. 8 - Il paziente ha diritto di proporre reclami che debbono essere sollecitamente esaminati, ed essere tempestivamente informato sull’esito degli stessi. La diretta partecipazione all’adempimento di alcuni doveri è la base per usufruire pienamente dei propri diritti. L’impegno personale ai doveri è un rispetto verso la comunità sociale e i servizi sanitari usufruiti da tutti i cittadini. Ottemperare ad un dovere vuol dire anche migliorare la qualità delle prestazioni erogate da parte dei servizi sanitari della propria Azienda USL.

Il cittadino malato quando accede in una struttura sanitaria della USL è invitato ad avere un comportamento responsabile in ogni momento, nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli altri malati, con la volontà di collaborare con il personale medico, infermieristico, tecnico e con la direzione della sede sanitaria in cui si trova. L’accesso in ospedale o in un’altra struttura sanitaria esprime da parte del cittadino-paziente un rapporto di fiducia e di rispetto verso il personale sanitario, presupposto indispensabile per l’impostazione di un corretto programma terapeutico e assistenziale. È un dovere di ogni paziente informare tempestivamente i sanitari sulla propria intenzione di rinunciare, secondo la propria volontà, a cure e prestazioni sanitarie programmate affinché possano essere evitati sprechi di tempi e risorse. Il cittadino è tenuto al rispetto degli ambienti, delle attrezzature e degli arredi che si trovano all’interno della struttura ospedaliera, ritenendo gli stessi patrimonio di tutti e quindi anche propri. Chiunque si trovi in una struttura sanitaria della USL (ospedale, poliambulatorio ecc..) è chiamato al rispetto degli orari delle visite stabiliti dalla Direzione Sanitaria, al fine di permettere lo svolgimento della normale attività assistenziale terapeutica e favorire la quiete e il riposo degli altri pazienti. Si ricorda inoltre che per motivi igienico sanitari e per il rispetto degli altri degenti presenti nella stanza ospedaliera è indispensabile evitare l’affollamento intorno al letto. Per motivi di sicurezza igienico-sanitari nei confronti dei bambini si sconsigliano le visite in ospedale dei minori di anni dodici. Situazioni eccezionali di particolare risvolto emotivo potranno essere prese in considerazione rivolgendosi al personale medico del reparto. In situazione di particolare necessità le visite al degente, al di fuori dell’orario prestabilito, dovranno essere autorizzate con permesso scritto rilasciato dal Primario o da persona da lui delegata. In tal caso il familiare autorizzato dovrà uniformarsi alle regole del reparto ed avere un rispetto consono all’ambiente ospedaliero, favorendo al contempo la massima collaborazione con gli operatori sanitari. Nella considerazione di essere parte di una comunità è opportuno evitare qualsiasi comportamento che possa creare situazioni di disturbo o di disagio agli altri degenti (rumori, luci accese, radioline con volume alto, ecc..). È dovere rispettare il riposo sia giornaliero che notturno degli altri degenti. Per coloro che desiderino svolgere eventuali attività ricreative sono disponibili le sale soggiorno ubicate all’interno di ogni reparto. In ospedale è vietato fumare. Il rispetto di tale disposizione è un atto di accettazione della presenza degli altri e un sano personale stile di vivere nella struttura ospedaliera. L’organizzazione e gli orari previsti nella struttura sanitaria nella quale si accede, devono essere rispettati in ogni circostanza. Le prestazioni sanitarie richieste in tempi e modi non corretti determinano un notevole disservizio per tutta l’utenza. È opportuno che i pazienti ed i visitatori si spostino all’interno della struttura ospedaliera utilizzando i percorsi riservati ad essi, raggiungendo direttamente le sedi di loro stretto interesse. Il personale sanitario, per quanto di competenza, è invitato a far rispettare le norme enunciate per il buon andamento del reparto ed il benessere del cittadino malato. Il cittadino ha diritto ad una corretta informazione sull’organizzazione della struttura sanitaria, ma è anche un suo preciso dovere informarsi nei tempi e nelle sedi opportune.

[32


Numeri Utili EMERGENZA

SALUTE

GUARDIA MEDICA

CARABINIERI 112

PRONTO SOCCORSO 118

Cefalù 0921 423623

Comando Stazione 0921 421105 - 0921 421412 Comando Compagnia 0921 926400

POLIZIA DI STATO 113 Commissariato di Pubblica Sicurezza 0921 926011 Polizia Ferroviaria 091 8141049 Polizia Stradale 0921 933776

VIGILI DEL FUOCO 115 Distaccamento VVF 0921 420066

POLIZIA MUNICIPALE Comando Polizia Municipale 0921 420104

GUARDIA DI FINANZA 117 Tenenza di Cefalù: 0921 421148

PROTEZIONE CIVILE

Istituto San Raffaele G. Giglio Centralino 0921 920111 Pronto Soccorso 0921 920680 SALUTE PUBBLICA 1500 C.U.P. CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE WhatsApp 337 1456730 Numero Verde 800.098.739

Castelbuono 0921 672796 Collesano 0921 661301 Gratteri 0921 429498 Isnello 0921 662364 Lascari 0921 427275

Pollina TELEFONO DONNA Numero Verde 800.39.73.63 0921 425019 Finale di Pollina 0921 426233 San Mauro Castelverde 0921 674076

0921 420173

lime

Campofelice di Roccella 0921 428607

COMUNICAZIONE e GRAFICA

Progetto grafico e impaginazione e grafiche inserzionisti Lime Edizioni srl Testi Ministero della Salute, Francesca Fiorucci Fotografie Banca Immagini 123 RF ©FreePick Le fotografie inserite all'interno delle pubblicità sono fornite dagli inserzionisti Responsabile Commerciale Salvatore D’Apolito Segretaria di Redazione Diana Cairati

Ringraziamenti • Direttore ASP Palermo Distretto 33 di Cefalù

Dottor Gaetano Buccheri

• Si ringrazia inoltre la Segreteria del Direttore, in particolare le signore Maria Anna Battaglia e Lucia Glorioso • Un particolare ringraziamento a tutti gli inserzionisti che con la loro collaborazione hanno reso possibile la realizzazione della presente pubblicazione

Nessuna parte della presente Guida può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico, chimico o meccanico, copie fotostatiche incluse, senza l’autorizzazione scritta di Lime Edizioni S.r.l. che se ne riserva tutti i diritti. Le informazioni contenute nella presente Pubblicazione sono state meticolosamente aggiornate alla data di pubblicazione. Malgrado ciò dati quali ubicazioni, orari, numeri telefonici possono essere soggetti a cambiamenti. L’Editore non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità di quanto dichiarato dalle ditte committenti, sui marchi e sulle immagini da queste utilizzate, né per qualsiasi conseguenza derivante dall’uso della presente Pubblicazione. Lime Edizioni sarà lieta di ricevere osservazioni e suggerimenti nonché comunicazioni di eventuali errori dei quali si scusa anticipatamente. L’Editore garantisce che i dati forniti dagli inserzionisti non vengono ceduti a terzi per alcun motivo. Lime Edizioni s.r.l. Via A. Capecelatro, 31 • 20148 Milano • [T] +39 02 36767660 • info@limedizioni.com • www.limedizioni.com finito di stampare gennaio 2019