Page 1

Anno 2 n°1 (4°Pubb.) Aut. Tribunale Milano Editore: Lime Edizioni srl - Direttore responsabile: Manuela Portaluppi Realizzazione grafica e concessionaria esclusiva di pubblicità: Lime Edizioni srl - Via A. Capecelatro, 31 20141 Milano - Tel. 02 36767660 - www.limedizioni.com - info@limedizioni.com Tiratura: 10.500 copie

editoriale

Questo numero del giornalino comunale è anche l'ultimo di questa legislatura. Per questo motivo ci tenevo a ringraziare coloro che, in questi cinque anni, mi hanno dato fiducia e mi hanno permesso di essere il Sindaco della comunità in cui sono nato e cresciuto. Sono stati cinque anni di entusiasmo, di fatica, di confronto, di arrabbiature e di sorrisi. Fare il sindaco è un'esperienza incredibile: ci sono giorni in cui credi che tutto sia possibile e giorni in cui stringi i pugni per non farti prendere dallo sconforto. Tra i ricordi più belli ci sono sicuramente i momenti passati con i ragazzi delle nostre scuole, i loro sorrisi e i loro giochi sono in grado di far passare qualsiasi fatica. Nessuno ci ha regalato la bacchetta magica, certo, ma credo che insieme ai miei compagni di viaggio, lavorando come una squadra, abbiamo ottenuto risultati importanti.

(continua a pag.2)

Rendersi conto per rendere conto Il bilancio di fine mandato è un obbligo di legge per dare ai cittadini i risultati raggiunti sulla base degli impegni presi a inizio mandato. Uno strumento utile per la gente, per valutare quanto fatto dall'Amministrazione comunale, ma utile anche per l'Amministrazione, per auto valutarsi e verificare gli obiettivi raggiunti. Il bilancio di mandato della Giunta Santagostino è stato realizzato e pubblicato online. Si tratta di un documento di trasparenza, con l’obiettivo di rinforzare il dialogo con l’intera comunità. Si tratta però anche di un resoconto ricco della passione e delle competenze messe a disposidi fine zione dei cittadini da chi ha amministrato Corm inserto a n d at o naredo negli ultimi 5 anni. Nelle pagine censtaccab ile trali (staccabili) del nostro giornale ne proponiamo una sintesi. La versione integrale si può scaricare dal sito del Comune.

B I LA NC I O

Uno Sportello di ascolto e segnalazione con i Carabinieri Una nuova iniziativa in nome della sicurezza dei cittadini, nata dalla collaborazione tra il Comune e la stazione dei Carabinieri di Cornaredo. Si tratta di uno Sportello di ascolto e di segnalazione (non dove fare le denunce) attivato dal 4 febbraio per due mattine a settimana: il giovedì mattina dalle ore 11.00 alle 12.00 presso il Municipio di Cornaredo e il lunedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle 16.00 presso la delegazione di San Pietro all'Olmo.

Prima Pietra Residenza per anziani posa della prima pietra Si terrà sabato 30 marzo, alle ore 11, la cerimonia di “POSA DELLA PRIMA PIETRA” della Residenza sanitaria per anziani che sorgerà in via Adamello a San Pietro all’Olmo. L’Amministrazione Comunale invita la cittadinanza a partecipare.

(servizio a pag. 2)

(servizio a pag. 8)

all’inTerno

ALL'INTERNO Tariffa rifiuTi .............................................Pagina 2 Bilancio parTecipaTivo.................Pagina 4 Tavolo delle poverTà...................Pagina 7 Bilancio di previsione ..................Pagina 8 i consigli conTro le Truffe Pagina 19


2 sindaco Yuri santagostino deleghe: istruzione, sport, politiche giovanili, personale, ambiente, partecipate e servizi demografici, comunicazione

Ne cito tre su tutti: l’inaugurazione dell’Istituto Alberghiero Olmo che abbiamo recuperato e che oggi è una eccellenza del nostro territorio; l'impegno per avere un Comune più sostenibile, grazie agli interventi in campo energetico e alla prossima riqualificazione dell'illuminazione pubblica, l'emissione di CO2 si ridurrà di 950 tonnellate; gli investimenti dedicati alla ristrutturazione e all’ammodernamento dei nostri edifici scolastici che, in cinque anni, hanno superato i 3 milioni di euro. C'è ancora molto da fare e da migliorare ma sono certo che lasciamo un Comune migliore di come lo abbiamo trovato; spetterà alla prossima Amministrazione proseguire questo lavoro. Grazie a chi in questi anni ci ha supportato e ha condiviso la nostra attività, ma grazie anche a chi ci ha criticato nel rispetto reciproco, spronandoci a fare meglio. Grazie alle tante associazioni che ogni giorno si spendono in maniera generosa e altruista per tutti noi, ai tanti volontari che ci hanno supportato in tante nuove iniziative, sono degli esempi straordinari di attenzione verso il bene comune. Viviamo in una comunità meravigliosa, in cui la diversità e la molteplicità di opinioni è una ricchezza, una comunità di cui essere orgogliosi e in cui ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte. Per se stesso e per le generazioni future.

SI NDAC O

Tariffa rifiuti, facciamo il punto  Il 2018 si è appena concluso e sarà anche il secondo anno in cui verrà calcolata la tariffa puntuale dei rifiuti introdotta lo scorso anno. Il principio rimane sempre lo stesso: premiare con una riduzione della TARI chi è virtuoso e produce meno rifiuti indifferenziati.

tante anno nel 2020. Allo stesso tempo ogni anno si aumentano le risorse destinate alla pulizia delle tante aree verdi del nostro territorio per far fronte molto spesso alla maleducazione e al menefreghismo di una minoranza che non rispetta l'ambiente in cui viviamo.

L'introduzione del sacco rosso ha portato notevoli vantaggi in termini ambientali. La percentuale di raccolta differenziata è arrivata in 5 anni fino al 66,5% (supera il 70% con il nuovo sistema di calcolo di Regione Lombardia) mentre è diminuito notevolmente anche il dato relativo alla produzione di rifiuti che ogni singolo abitante di Cornaredo produce annualmente: siamo passati dai 542 kg/abitante anno del 2015 ai 454 kg del 2018.

Dal lato economico il Piano finanziario relativo ai servizi di igiene urbana, ha un leggero scostamento rispetto a quello del 2018 attestandosi a 2.909.403,97 euro (+ 2% rispetto all'anno precedente); questo a causa, principalmente, dell'aumento delle spese relative ai costi di smaltimento.

C'È ANCORA MOLTO DA FARE Nel 2019 si lavorerà per aumentare i controlli su coloro che ancora non utilizzano il sacco rosso, attraverso una campagna di comunicazione puntuale e riducendo alla fonte i rifiuti che produciamo con l'obiettivo di produrre meno di 450 kg/abi-

ECCO GLI SCOSTAMENTI REGISTRATI CONFRONTANDO IL DATO DEL 2018 CON QUELLO DEL 2015: • rifiuTo

• carTa: +11,3%

• uMido: + 26,34%

• plasTica e laTTine:

indifferenziaTo: -36,74% (- 1 milione kg/anno) (+ 400 mila kg/anno)

(+ 100 mila kg/anno)

+53% (+200mila kg/anno)

Le tariffe medie non subiscono però aumenti; grazie all'utile prodotto da ACSA e a dividendi straordinari dell'azienda, le stesse diminuiscono dello 0,51%. Ad aprile quindi, come lo scorso anno, l'Amministrazione comunale invierà a ogni utenza, l'acconto 2019 e il conguaglio riferito al 2018, calcolato sulla base dei sacchi rossi conferiti al servizio di raccolta.

Sportello ascolto

Un nuovo servizio con la Stazione dei Carabinieri di Cornaredo  una nuova iniziativa in nome della sicurezza nata dalla collaborazione tra il comune e la stazione dei carabinieri di cornaredo. si tratta di uno sportello di ascolto e di segnalazione (non dove fare le denunce) attivato dal 4 febbraio nella sede del Municipio di piazza libertà - 1° piano e presso la delegazione di san pietro all'olmo in piazza della chiesa 4. per due mattine a settimana, il giovedì mattina dalle ore 11.00 alle 12.00 presso il Municipio di cornaredo e il lunedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle 16.00 presso la delegazione di san pietro all'olmo, i cittadini potranno confrontarsi e fare segnalazioni al Maresciallo dei carabinieri della stazione di cornaredo, luca Tiraboschi.

“l'iniziativa – spiega il sindaco – è pensata per andare incontro alle esigenze dei cittadini, soprattutto dei più anziani e fragili che talvolta hanno timore ad andare in caserma per sporgere denuncia e che, magari, hanno bisogno solo di un conforto, di essere ascoltati e consigliati. si tratta anche di un modo positivo per avvicinare la cittadinanza alle forze dell'ordine e creare un luogo di confronto importante per fornire informazioni e ricevere segnalazioni”. l'iniziativa ha già altri precedenti in lombardia ed è approdata anche a cornaredo con l'obiettivo di rendere i cittadini più tranquilli e di rispondere sempre più concretamente ai bisogni delle persone.


3

S I NDACO

Serata della legalità con

Salvatore Borsellino e Marco Balzano ogni casa dell’acqua eroga circa 1.500 litri al giorno

SAN PIETRO ALL’OLMO Inaugurata la Casa dell'acqua Balzano e salvatore Borsellino hanno intrattenuto un pubblico numeroso con racconti commoventi, dando un forte messaggio contro la mafia

paolo Borsellino (1940-1992)

auditorium stracolmo per la serata sulla legalità che ha visto sul palco della filanda salvatore Borsellino e lo scrittore Marco Balzano. la serata si è aperta con la presentazione del video realizzato dai giovani del consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi sulla strage di pizzolungo in cui persero la vita tre innocenti (Barbara asta e i gemelli di 6 anni giuseppe e salvatore) che si trovavano nel posto sbagliato al momento sbagliato. un tributo che indica anche l’importanza di ricordare. a seguire, il coinvolgente intervento di salvatore Borsellino che ha ripercorso la storia della sua vita e quella della sua famiglia che, per molti aspetti, si è intrecciata con la storia

del nostro paese. un intervento appassionato, a tratti commovente, che ha affondato le proprie radici nella sicilia degli anni ottanta ed è arrivato f ino ai giorni nostri con le tante iniziative che si organizzano in molte città italiane per ricordare paolo Borsellino. “sono due i nemici che ci troviamo a combattere: la mafia e l'indifferenza – ha detto il sindaco. la prima difficile da riconoscere ma visibile, riconoscibile a un osservatore attento; la seconda più complessa da identificare ma ancora presente e altrettanto pericolosa. una serata che ha regalato entusiasmo per essere ogni giorno militanti della legalità”.

 Sabato 26 gennaio è stata inaugurata la casa dell'acqua di San Pietro all'Olmo, la seconda di Cornaredo, nella Piazza del mercato. Grazie a CAP Hoding, che ha provveduto alla realizzazione e penserà alla futura gestione, i cornaredesi potranno fornirsi di acqua naturale in maniera illimitata e di acqua frizzante con il limite di 12 litri alla settimana. L'acqua è però un bene prezioso per cui, anche se l'erogazione è illimitata, va gestita con cura. I Numeri Mediamente ogni casa dell'acqua della Città metropolitana di Milano eroga circa 1.500 litri al giorno

il taglio del nastro della nuova casa dell’acqua di san pietro all’olmo

e permette quindi di “risparmiare” 1.000 bottiglie di plastica.

“Si tratta di una ulteriore iniziativa - precisa il Sindaco - per rendere il nostro Comune un po' più sostenibile e per ridurre l'impatto ambientale delle nostre azioni. Segue altri progetti che vanno verso la sostenibilità come, in tema di rifiuti, l’introduzione della raccolta puntuale, grazie alla quale si producono 1 milione di kg in meno di rifiuto indifferenziato all'anno. Mentre in ambito energetico abbiamo provveduto alla sostituzione di tutte le caldaie dei principali edifici pubblici”.


4

PA RT ECI PA ZI ONE

Bilancio partecipativo

la prima fase si é conclusa con successo il 19 marzo Bilancio partecipativo, 9 i progetti finalisti su 18 presentati. Ha partecipato il 15% dei residenti, un dato che risulta superiore alla media nazionale. “Siamo molto soddisfatti del coinvolgimento dei cittadini – ha detto il sindaco Yuri Santagostino. i progetti presentati sono stati di qualità; adesso è la volta della fase dell’informazione e del voto”. assessore renzo airaghi urbanistica, legalità, pace, partecipazione e integrazione

Ma vediaMo i nuMeri Sono stati 2.668 i cittadini che hanno partecipato alla prima fase del Bilancio Partecipativo, pai al 15% dei residenti che hanno compiuto 13 anni nel 2018, contro una media delle esperienze nazionali che oscilla tra l’1-2% (Indagine Focus Lab) e l’8%. I progetti ricevuti sono stati 18 e su questi il Comune ha effettuato la verifica di fattibilità tecnica ed economica, individuando i finalisti che, lo ricordiamo, sono quelli che hanno ottenuto più preferenze e superato la verifica di fattibilità. Si apre ora la seconda fase della partecipazione, finalizzata a far conoscere i progetti finalisti a tutta la comunità, in modo che i cittadini possano scegliere in maniera informata e consapevole, come votare e destinare i 150mila euro stanziati dall’Amministrazione per il Bilancio partecipativo. I progetti sono stati presentati lo scorso martedì 19 marzo all’Auditorium della Filanda, con una serata molto partecipata di incontro per approfondire insieme i singoli progetti e valutarne i benefici per la Città.

Una presentazione dei progetti finalisti è disponibile anche online sul sito del Comune di Cornaredo. “Siamo alla terza edizione del Bilancio partecipativo di Cornaredo e possiamo, visto la buona partecipazione finora registrata, dire che è un risultato importante per la nostra società – ha detto l’Assessore Airaghi. È la conferma che il Bilancio Partecipativo, anche se si dovranno trovare azioni che riescano a coinvolgere non solo i cittadini associati ma anche i singoli, è diventato uno strumento reale per dare voce ai bisogni della Città e costruire soluzioni condivise. Ringraziamo dunque tutti i cittadini che nelle tre edizioni si sono attivati e hanno riscoperto il piacere della partecipazione e della condivisione. Grazie al loro esempio desideriamo che ogni cittadino si possa sentire orgoglioso di fare parte di questa comunità. Vogliamo che sempre più cittadini si sentano impegnati a contribuire anche nel loro piccolo a renderla migliore”. il prossiMo appuntaMento I cittadini potranno votare un progetto per ciascun tema durante la Giornata della Partecipazione che si terrà domenica 7 Aprile 2019, dalle 9 alle 19, con orario continuato.

Sarà possibile votare nei 5 seggi allestiti per l’occasione in diversi punti della Città:

❖Sala Mostre presso “La Filanda”, in p.zza Libertà, ❖Ufficio Tecnico, in via dei Mille 35, ❖Scuola Muratori, in via Da Vinci, ❖Delegazione Comunale di San Pietro all’Olmo, in p.zza della Chiesa Vecchia 4, ❖Spazio Famiglia, piazza Cascina Croce. Ciascun cittadino dovrà recarsi al seggio corrispondente alla propria sezione elettorale, così come indicato nel documento allegato. Potranno votare i cittadini residenti, muniti di documento d’identità. I cittadini di età compresa tra i 13 compiuti ed i 18 anni, così come gli stranieri residenti nel Comune potranno votare solo presso il seggio allestito in Sala Mostre, al Palazzo “La Filanda” in piazza Libertà. Per ogni tema saranno finanziate le proposte più votate fino al raggiungimento del relativo budget. I cittadini potranno seguire la realizzazione di progetti online sul sito del Comune. “Contiamo ancora sulla vostra partecipazione – conclude l’Assessore Airaghi”.

Torna la biciclettata della pace, giunta alla IX edizione “Vuoi la Pace? Pedala!” è ormai un appuntamento affermato, giunto alla sua IX edizione. Nel 2017 il numero dei partecipanti ha raggiunto le 10mila persone. La manifestazione prevede sette percorsi che hanno coinvolto le provincie di Milano, Monza Brianza, lodi e Pavia e un grande evento finale in piazza Duomo a Milano. Dopo l’attenzione ai temi della povertà, al diritto al cibo, allo sviluppo sostenibile e alle migrazioni, al centro della manifestazione di quest’anno, ci sarà l’Europa. “L’Europa che noi vogliamo – spiegano gli organizzatori - è quella che sa garantire la pace tra nazioni, la stabilità e la sicurezza economica, l’opportunità di lavoro e formazione. L’Europa dove vi sia la tutela e la garanzia dei diritti sociali, della sicurezza del lavoro, delle famiglie e dei minori. Dove è permesso ai cittadini di viaggiare liberamente, dove salvare vite umane non è reato, dove i diritti umani sono inviolabili. Un Europa che non discrimina per sesso, colore della pelle, religione. Questa è l’Europa che vogliamo, questa è l’Europa che difendiamo”. Anche quest’anno l’Amministrazione di Cornaredo aderisce alla manifestazione. Il percorso cittadino sarà quello contrassegnato come PERCORSO ROSSO che attraverserà questi Comuni: ➦Villa Cortese, Busto Garolfo, Canegrate, Legnano, Ossona, Settimo Milanese, Sedriano, Cornaredo, Arluno, Bareggio, Vanzago, Lainate, Pregana, Rho, Pero. ➦La partenza è prevista tra le 7:30 e le 8:00 in un punto ancora da definire. Come

l’anno scorso ci si muoverà per raggiungere Pregnana dove ci saranno i partecipanti pregnanesi e insieme si raggiungerà la tappa intermedia di Pero tra le 10:00/10:30 per essere in piazza Duomo alle 12.00. “Chiediamo – dice Airaghi - alle associazioni di volontariato e ai cittadini di Cornaredo di aderire con convinzione, dato il cruciale momento storico e politico che affrontiamo, e di impegnarsi per promuovere la riuscita dell’iniziativa. L’Amministrazione crede fermamente che le sfide del nostro tempo si possano vincere solamente mettendo in comune energie, risorse, idee e buone pratiche”. Iniziative territoriali e sette temi da approfondire. Pace, istituzioni, lavoro, economia e fiscalità, ambiente e migranti. Nel giorno della biciclettata questi temi e le motivazioni della manifestazione saranno richiamate durante le tappe intermedie e durante il grande evento finale in piazza Duomo che si colorerà con una grande bandiera della pace. L’evento di concluderà con il tradizionale stand up per l’Europa che vogliamo e con il lancio di palloncini colorati. Aderisci alla manifestazione “Vuoi la Pace? Pedala” 2019 promossa dal Coordinamento la Pace in Comune e dalle ACLI Milanesi prevista per il prossimo 5 maggio 2019 e collabora alla sua realizzazione. Per saperne di più: cultura@comune.cornaredo.mi.it


6

C ULT UR A

Quando la cultura fa spettacolo Concorso SuperElle 2019. lo Street Food a Cornaredo e gli spettacoli: dalle atmosfere medievali al tributo ai Queen

assessore christian angelo Maria citterio cultura, Tempo libero e Biblioteche

 Per festeggiare l’arrivo dell’estate, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cornaredo darà il via alla terza edizione di “Hop Hop Street Food”. La manifestazione, che avrà come scenario il parco di piazza Libertà, sarà inaugurata venerdì 7 giugno alle ore 19 e proseguirà sino alla mezzanotte di domenica 9 giugno. La manifestazione resterà aperta per tutto il weekend dal mattino fino a tarda sera. Ma in cosa consiste l’evento? Sarà un grande ristorante a cielo aperto, dove il tavolo è la strada, e i cittadini potranno gustare diverse specialità alimentari sia

italiane che internazionali, all’insegna del gusto e del divertimento. Le due precedenti edizioni hanno registrato un grandissimo successo di partecipazione e di iniziative, attirando non solo i cittadini di Cornaredo ma anche gli abitanti delle zone limitrofe. Parte integrante della manifestazione saranno i momenti di intrattenimento serali. Si inizierà venerdì 7 giugno alle ore 21.15 con il live show della band “The McChicken”, da molto tempo attiva in Lombardia e in altre regio-

ni. La loro proposta, nata tra i tavoli dell’Oktober Fest di Monaco e la provincia di Milano, è quella di ricreare il clima di spensierata amicizia, gioia e divertimento che i bavaresi sintetizzano con l’espressione “Ein prosit der gemütlichkeit”. Il pubblico potrà diventare parte integrante dello spettacolo. Si prosegue sulla scia del grande successo cinematografico del film "Bohemian Rhapsody” e dei quattro premi Oscar (tra cui quello del miglior attore), con il mito di Freddie Mercury che arriva anche a Cornaredo! Sabato 8 giugno, infatti, ci sarà il “MerQury Legacy Queen Tribute Show”, che ripercorre le canzoni di una delle band rock più famose del tempo. Ma gli intratteniMenti legati allo street Food non si esauriscono qui. Domenica 9 giugno, per tutta la giornata, andranno in scena le rievocazioni medievali. Nel centro cittadino grazie alla collaborazione con i commercianti e l’Assessorato al Commercio, ci saranno l’installazione di ludos e le bancarelle di arti e mestieri, con la possibilità per i negozianti di partecipare con installazioni di abiti e bancarelle (fornite dal Comune) di fronte al loro negozio. Per i negozi situati fuori dal centro storico, è prevista, invece, la possibilità di partecipare con le stesse modalità all'interno del viale Pagada del Parco di piazza Libertà. Le manifestazioni proseguono, alle ore 18, con il torneo medievale, uno spettacolo equestre fulcro di una coinvolgente rievocazione storica in costume. vediaMo in cosa consisterà cornaredo a.d. 1260. Una lite tra le nobili famiglie dei Visconti, Torriani, della Croce, Zavattari, Mantegazza, Balbi e Dugnani provocherà alleanze e rivalità tra le quattro fazioni in lotta tra di loro. Solo il vincitore del Grande Torneo Cavalleresco potrà riportare la pace e rinsaldare le vecchie alleanze. “Tra realtà storica e finzione scenica – commenta l’Assessore Citterio tutti i cornaredesi di vecchia data e di recente acquisizione avranno l’opportunità di conoscere da vicino le vicende storiche sul passato remoto della città, con la possibilità di partecipare all’evento indossando i vestiti dell’epoca”.

Fino al 25 maggio

 Dallo scorso 23 febbraio, nelle Biblioteche di Cornaredo e San Pietro all'Olmo, è iniziato il mitico Concorso SuperElle, che vedrà impegnati i bambini e le bambine delle scuole primarie in fantastiche letture fino al 25 maggio 2019. Il Concorso SuperElle è ormai una tradizione nelle biblioteche del CSBNO: nasce nel 1998 e coinvolge moltissime biblioteche e soprattutto moltissimi bambini di tutto il territorio. Rivolto agli studenti delle scuole primarie, dalla prima alla quinta, propone ogni anno un catalogo di libri selezionati dai bibliotecari ragazzi, che i partecipanti leggono e votano, in un'amichevole sfida per diventare SuperLettori. I libri tra cui scegliere sono inseriti nel catalogo 1,2,3 Libro e sono stati presentati direttamente dalle bibliotecarie e da due attori, in tutte le classi delle scuole del territorio. Ad ogni edizione, sulla base dei voti

espressi dai ragazzi, viene poi eletto un SuperLibro, ossia il libro che ha ricevuto le votazioni più entusiastiche: un momento di soddisfazione per i piccoli lettori che vedono valorizzata la loro opinione. “L'obiettivo del Concorso – spiega l’Assessore Citterio - è chiaramente quello di diffondere il più possibile il piacere della lettura e della libera scelta dei libri, in modo che i giovani possano poi esplorare la biblioteca e conoscere le magiche avventure che si possono vivere tra le pagine di un libro”.

per concludere Letture, votazioni, ma anche una grande festa finale. Si terrà sabato 21 settembre 2019 e consisterà principalmente nella premiazione di tutti i partecipanti che riceveranno un piccolo regalo per la loro partecipazione e il diploma di Superlettore 2019. Il regolamento completo, sul sito del Csbno al link http://webopac.csbno.net/superelle/

Musica in biblioteca con #BIBLIOINROCK 2019

 Ritorna la rassegna della musica in biblioteca, proposta negli anni 2016 e 2017, con gli esperimenti del Jazz, del Blues e del Rock. Per la primavera 2019 sono stati fissati tre appuntamenti imperdibili che prevedono la partecipazione del giornalista e conduttore radiofonico di Radio Popolare, Maurizio Principato. Sarà lui a proporre, in ogni serata, un percorso di altissimo livello attraverso letture, testimonianze e video musicali su grandi artisti internazionali. le date Il primo appuntamento si è svolto lo scorso 7 marzo e ha visto come protagonisti i Pink Floyd. Seguiranno il 4 aprile l’appuntamento con i Queen di Freddie Mercury e il 9 maggio il Boss Bruce Springsteen & the E-Street Band. per saperne di più Tutti gli appuntamenti si svolgeranno alle ore 21.00 in Sala mostre (il 4 aprile

sul soppalco della biblioteca) nel Palazzo Filanda. L’ingresso è libero. Si consiglia la prenotazione in biblioteca.


POLI T I CHE S OCI A LI

A Cornaredo c’è un TAVOLO delle POVERTA’  L’ispirazione è venuta dalle altre Amministrazioni che hanno già attuato questa buona prassi. Così nel febbraio 2016 l’Assessorato alle Politiche Sociali e Solidarietà ha proposto una serie di incontri di confronto e consultazione con l’associazionismo locale, enti caritativi, istituzioni pubbliche, privato sociale, gestovice sindaco ri di servizi e gruppi informali. daniela calvanese Lo scopo era valutare e delineare obiettivi, politiche sociali, casa, funzioni e modalità da porre alla base del politiche solidali, percorso per la costituzione del Tavolo famiglia e pari opportunità delle povertà. Così è stato definito un Atto d’Intesa triennale, approvato dalla Giunta a giugno 2017, che ha definito obiettivi e impegni dei 12 enti aderenti. Ecco chi sono i sottoscrittori, insieme al Comune: ACLI San Il commento Pietro all’Olmo, AFOL METROPOLITANA, dell’Assessore AUSER INSIEME CORNAREDO, CARITAS Cornaredo, CENTRO ITALIANO FEMMINILE, Cornaredo ha una grande GEMEAZ ELIOR S.p.A., ISTITUTO COMfortuna: i suoi abitanti sono PRENSIVO “IV Novembre”, ISTITUTO COMpersone sensibili, disponibili PRENSIVO “L. da Vinci”, Associazione TEMPO OPPORTUNO, FARMACIE COMUad aiutare chi non ce la fa, NALI, FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE gente generosa che si spende DOPO DI NOI – Onlus. in tante occasioni e per certi In poco meno di due anni si sono già attiversi anche…contagiosa. Il vati diversi progetti che vedono la collacontagio positivo è un virus borazione tra enti aderenti ma anche con meraviglioso al quale dobrealtà esterne, nell’ottica di ampliare e migliorare le azioni di solidarietà sociale biamo esporci senza paura! Molte di queste persone fanno nei confronti “delle” differenti povertà (non parte di associazioni del terri- solo economica ma anche la solitudine e l’isolamento sociale, la povertà educativa torio e di gruppi d’interesse e quella culturale). che, messi in sinergia, moltiplicano il valore della loro ope- I progetti messi in campo

»

rato producendo un’azione che nel gergo tecnico, o se volete in “socialese”, chiamiamo welfare di comunità. Ci siamo trovati diverse volte a dire che nella nostra Cornaredo possiamo farcela a non lasciare indietro nessuno, a partecipare alla vita di comunità, ad essere risorsa attiva, a promuovere relazioni di auto mutuo aiuto e di benessere, ad essere una città che si prende cura di sé stessa tutti insieme e nessuno escluso. il tavolo delle povertà è uno dei risultati di questo lavoro.

»

➦ Fondo sostegno aBitativo. Il primo progetto avviato

Avviato a luglio 2017, risponde a un problema di emergenza abitativa e vede la collaborazione tra Comune, Parrocchia e Caritas locale. Interviene per dare risposta a quelle situazioni di problematica abitativa che, attualmente, non possono essere prese in considerazione dalle isituzioni e che riguardano in modo trasversale i cittadini e la loro famiglia per la mancanza di stabilità lavorativa e per difficoltà a far fronte agli impegni presi per la casa in cui vivono. L’accesso al fondo riguarda, in particolare, chi non rientra nei requisiti previsti dai bandi della Regione Lombardia e del Regolamento comunale per l’erogazione di contributi economici ma che hanno un riconosciuto stato di bisogno abitativo emergenziale per il quale il Fondo può garantire la tempestività dell’intervento.

➦ pasti della solidarietà Dall’autunno 2017 è attivo un accordo siglato con Gemeaz Elior, gestore dei servizi mensa per il Comune di Cornaredo, che consente di fornire gratuitamente,

all’interno delle scuole del territorio, un numero definito di pasti a favore di alunni con famiglie in grave disagio economico. I pasti sono forniti in modo del tutto anonimo e indistinto grazie alla collaborazione della scuola. L’attivazione avviene su indicazione dei Servizi sociali.

➦ recupero eccedenZe aliMentari Nasce dalla collaborazione tra la Caritas locale, la Gemeaz Elior e l’istituto comprensivo IV Novembre. Vengono destinati, a beneficiari individuati dalla Caritas parrocchiale, alimenti non deperibili, risultati in eccedenza nella distribuzione dei pasti all’interno del contesto scolastico comunale. Il ritiro del cibo in più viene effettuato dai volontari della Caritas una volta alla settimana e riguarda il pane e la frutta, successivamente distribuite attraverso la “borsa alimenti”.

➦ teMpo salute Farmaco Opportuno

La collaborazione essenziale con le Farmacie comunali e la sensibilità dell’Associazione Tempo Opportuno hanno permesso di avviare questo progetto di sostegno alla salute che necessita di un livello organizzativo complesso. L’obiettivo è quello di individuare e rispondere al bisogno di cura nei confronti dei cittadini più fragili con forme di agevolazione all’acquisto di farmaci da banco e con la costituzione di un fondo per i farmaci. L’accesso avviene attraverso l’invio dell’assistente sociale, secondo fasce Isee e comprovato bisogno sanitario.

I Servizi sociali, da assistenza a welfare di comunità I Servizi sociali, come li abbiamo conosciuti, si sono molto modificati soprattutto in questi ultimi 10 anni. Un vero e proprio cambio di prospettiva che ha spostato il focus dall’offerta dei servizi erogati alla domanda, ovvero alla sfera dei bisogni della persona. Bisogni spesso molteplici che necessitano di una risposta complessiva e di una presa in carico globale, non più frammentata, dove la persona è al centro del progetto di vita come soggetto attivo. Anche la crisi, accanto alle modifiche sociali relative alla composizione della popolazione, all’aspettativa di vita e alle condizioni socio-economiche, ha avuto un forte impatto con conseguenze immediate sulle persone, a fronte di tempi molto più lunghi per le risposte, creando così quelle che sono state considerate le nuove povertà. Questa nuova dimensione impone alle politiche sociali di ripensare e riorganizzare la risposta ai nuovi bisogni. Ed è proprio in questi ultimi anni che nasce una nuova modalità di welfare sociale che sposta il concetto dall’intervento puramente assistenziale a quello di accompagnamento. Si comincia così a parlare di WELFARE di COMUNITÀ e della necessità di promuovere legami

➦ analisi sul disagio econoMico Il Tavolo delle Povertà ha avviato una ricerca/analisi per fotografare in modo oggettivo il contesto socioeconomico di Cornaredo. Alle varie fasi dell’indagine hanno collaborato a diverso titolo oltre agli Uffici dei Sevizi Sociali: l’Ufficio Tributi, l’Ufficio dei Sistemi Informativi di Regione Lombardia e l’Associazione Tempo Opportuno attraverso l’incarico ai ricercatori che hanno provveduto all’elaborazione dei dati. La ricerca ha determinato alcuni indicatori di riferimento utili alla programmazione di nuove e adeguate risposte.

adulti che si traducono in contributi economici per il sostegno al reddito delle famiglie o per l’alloggio, mentre risulta marginale e creare partecipazione attiva, la spesa per i servizi agli immidi deframmentare la rete dei ser- grati. vizi e di rigenerare la cultura del- * fonte ISTAT statistiche report l’inclusione e di molto altro anco- “La spesa dei Comuni per i servizi ra, senza ovviamente nulla sociali” 03.01.2019 togliere ai diritti acquisiti in fatto I SERVIZI SOCIALI A di servizi assistenziali di base. CORNAREDO. “Personalmente - dice l’Asses* Alcuni dati a livello nazionale: sore - considero la spesa sociale I Comuni nel 2016 hanno speso un investimento della comunità in media 116 euro per ciascun sulla comunità secondo un prinresidente e a livello territoriale cipio di equità sociale, che non le disparità passano da un mini- lascia indietro e non esclude mo di 22 euro in alcune regioni nessuno, portando così benesdel Sud ad un massimo di euro sere all’intera comunità e non solo al singolo beneficiario, del 517 nel Nord Italia. Rispetto alla media dei paesi resto nessuna persona in diffieuropei, l’Italia riserva una quota coltà vorrebbe mai essere condi spesa elevata per le pensioni siderata un costo”. In riferimento di anzianità e vecchiaia mentre al dato nazionale anche a Corper i servizi sociali siamo tra i naredo la spesa dei Servizi Sociali è stata in questi anni in paesi con i livelli più bassi. La principale fonte finanziaria dei progressivo aumento ed in terservizi sociali proviene da risorse mini di suddivisione delle risorse proprie dei comuni, dalle varie per target di popolazione non difforme associative fra comuni ferisce di molto dal quadro naziolimitrofi, dai fondi regionali e da nale, anche da noi infatti la spesa quelli nazionali che subiscono maggiore riguarda i minori e le persone con disabilità. variazioni e flessioni. La spesa maggiore riguarda Dal 2016 ad oggi si è perciò reso minori e persone con disabilità, necessario un ulteriore investiqueste ultime in progressivo mento sul sociale affinché potesaumento, mentre scende specu- sero essere assicurati tutti i serlarmente la spesa sociale rivolta vizi necessari a copertura delle agli anziani. In lieve aumento richieste che posiziona la spesa anche le risorse per il contrasto procapite nel 2018 a circa 78 alla povertà e il disagio degli euro.

Nella tabella a lato è evidenziato l’andamento delle richieste pervenute agli Uffici dei Servizi Sociali e illustra l’accesso e la presa in carico dal 2014 ad oggi.

➦ coMunità e resilienZa Il Tavolo delle povertà ha aderito e collaborato anche con il progetto “Verso una comunità resiliente” presentato da Koinè, cooperativa sociale onlus, all’interno del “Bando 2018.5 - Che bello essere noi” promosso dalla Fondazione Comunitaria Nord Milano. Il progetto ha preso avvio con il Festival della Re-silienza e richiama al ruolo di responsabilità che la comunità ha nei confronti dei soggetti più fragili e dei giovani.

7

Nel grafico a fianco sono indicati i principali servizi e il numero dei fruitori ovvero delle persone che ne beneficiano.

“E’ importante – conclude l’Assessore - che le politiche sociali possano individuare anzitempo le necessità dei cittadini fragili attraverso un monitoraggio costante e attento ai nuovi bisogni così che si possa impostare un ventaglio di risposte attuali, integrate e sinergiche”.


8

BI LA NCI O

Il Consiglio comunale ha approvato il

Bilancio di previsione 2019/2021

assessore Maria caterina vono Bilancio, lavoro, Trasporto, commercio

i bilanci sono oggetti concreti presupposti essenziali di ciò che sarà realizzato

 Nel Consiglio comunale del 18 febbraio è stato approvato l'ultimo Bilancio di previsione (2019-2021). E' stata anche l'occasione, per l'Amministrazione uscente, di ricordare quanto realizzato nei cinque anni di mandato. Ecco le parole dell'Assessore al Bilancio Maria Caterina Vono:

“I bilanci, a prima vista, sembrano non essere "oggetti concreti". Invece, sono il presupposto essenziale di ciò che sarà realizzato, del funzionamento della macchina comunale, del livello e della qualità dei servizi resi ai cittadini. Ecco perché nel corso di questi cinque anni l'approccio che personalmente ho tenuto è stato quello di massimo riguardo. RIGUARDO nel senso di guardare più volte ogni singolo aspetto, il guardare con tutta l'attenzione necessaria ogni particolare tematica, il costruire la cornice di riferimento dei conti pubblici con estrema cautela e prudenza. Tutto ciò ha rappresentato il filo conduttore, il leit motiv dell’agire politico.

E i risultati non sono mancati. Cinque di San Pietro all'Olmo anni caratterizzati da: ➦la sistemazione dei conti ricevuti in eredità che mostravano un disavanzo ➦una pressione tributaria invariata, di un milione e 200 mila euro (eredità della precedente Amministrazione a per i cittadini guida leghista – precisa Vono). ➦un livello dei servizi crescente ➦una costante diminuzione dei mutui, Il Bilancio di previsione dei prossimi senza necessità di accenderne di nuovi tre anni ha in pancia, in continuità, tutti ➦un recupero di risorse da evasione gli elementi positivi sopra descritti. per circa 2 milioni di euro ➦un esclusivo utilizzo degli oneri di La prossima Giunta e il Consiglio comuurbanizzazione per la manutenzione nale, dunque, troveranno un Bilancio del Paese e non per la copertura della per il 2019 che si chiuderà, alla fine, senza particolari problemi. Per il 2020 e spesa corrente ➦il pagamento corretto, entro i tempi, 2021, chi sarà alla guida del Comune, dei fornitori di materiale e prestatori di dovrà, invece, fronteggiare i nuovi fattoservizi pagati correttamente entro i ter- ri che hanno influenzato la redazione mini (in passato questi ritardi erano di questo documento di previsione. notevoli creando ovvi problemi a chi Mi riferisco alle difficoltà derivanti dalle lavorava con il Comune – rimarca la attuali decisioni del governo nazionale lega-pentastellato che chiede ai Comuni, Vono) ➦la gestione delle risorse per far fronte ad esempio, di accantonare cifre abnoragli aumenti contrattuali dei dipenden- mi come FONDI RISCHI per i crediti ritenuti difficili da incassare. Importi ti ➦la possibilità di effettuare acquisi- che, quindi, restano congelati e non utizioni in precedenza impensabili come lizzabili per la copertura della spesa corla sede della Polizia Locale e l'asilo nido rente e per effettuare attività utili ai

Murales colorati Sugli ediFiCi, per Fare più Bella la Città che è nel tempo in cui viene vissuta, ma che, grazie all’arte, resta nel tempo – ha detto l'Assessore Vono”. “E’ proprio così. E la Politica non deve In tale contesto si è “fatta strada” la dimenticarlo mai. Luoghi belli sono si- Street Art a Cornaredo. Interi quarnonimi di vita, di partecipazione, di tieri si diverse città sono stati valorizintegrazione e di sicurezza. Un conte- zati e riqualificati con l'intento di sto gradevole, ben tenuto, in grado di realizzare, in collaborazione con artisti far incontrare le persone, di far riscospecializzati in questo campo, opere prire loro l’essenza più profonda delle d’arte in grado di cambiare positivacose e l’energia che ne scaturisce, sono mente l’aspetto della città. sinonimi di benessere e di rispetto per sé e per gli altri. Tutto ciò passa anche Per questo l'Amministrazione sta indalla riqualificazione degli spazi pubcontrando le proprietà di immobili che blici che nel tempo si sono degradati. presentano facciate cieche e che ben si Una riqualificazione che trova nell’arte prestano alla realizzazione di questo un valido alleato. Una visione di città progetto. Sono già state raccolte l’ade“La bellezza salverà il mondo”. (Fëdor Dostoevskij)

sione della scuola Curiel, per dar vita a una delle facciate della scuola di via IV Novembre. Il progetto è anche stato condiviso con la Consulta del commercio e l’idea comune è di proseguire nella realizzazione di queste opere d’arte, immaginandole come la naturale evoluzione della mostra fotografica permanente che già da due anni è presente nel territorio. “Un progetto che, oltre che artistico, può essere innovativo – spiega l'Assessore. La tecnologia ci permette di veicolare contenuti in termini di immagini, parole, suoni e quindi di valori e sentimenti. Unire l’aspetto artistico a

quello tecnologico sarà uno degli obiettivi del progetto di Street Art sul nostro Comune. È una grande sfida, ma sono certa che i nostri cittadini sapranno farsi parte attiva di questo processo. E non è detto che un giorno, ristrutturando, le proprie abitazioni, non venga loro spontaneo pensare di poter rendere ancora più speciali i propri spazi, mettendoli visivamente a disposizione dell’intera comunità”. una città più bella passa anche dalla creatività dei suoi abitanti

nostri cittadini e al nostro territorio. O ancora, un governo nazionale, che non dà certezza sui TRASFERIMENTI che attualmente i Comuni ricevono, lasciandoli nel dubbio di poter far conto su quelle risorse nei prossimi anni. O che in tema sociale lascia sulle spalle dei Comuni spese notevoli da sostenere in proprio (ad esempio la tutela minori). Infine la tematiche del canone di concessione gas, revisione che potrebbe comportare una forte diminuzione di risorse per il Comune di Cornaredo. Elementi tutti che non dipendono dalla gestione comunale ma rappresentano, purtroppo, dei fattori esterni che potranno essere neutralizzati soltanto con la partecipazione dei cittadini e l'espressione di una volontà di reale decentramento a favore delle comunità locali in una logica di valorizzazione vera dell'autonomia e delle funzioni comunali. Esattamente il contrario della propaganda sterile e pregiudizievole dell'unità nazionale che porta avanti l'attuale governo”.


BILANCIO

STA INSE CC RTO AB ILE

d i f i n e m a n d at o

Il Bilancio di fine mandato è un obbligo normativo per fornire alla cittadinanza i risultati raggiunti sulla base degli impegni presi a inizio mandato. Uno strumento, quindi, utile da un lato ai cittadini, per valutare quanto fatto dall'Amministrazione comunale, dall'altro all'Amministrazione stessa per auto valutarsi e verificare gli obiettivi raggiunti. In queste pagine ci sono però anche la passione e le competenze messe a disposizione della nostra comunità in questi anni. Buona lettura! Yuri Santagostino Sindaco di Cornaredo

Il Bilancio di fine mandato è online Il Bilancio di mandato è uno strumento di trasparenza e rendicontazione adottato dall’Amministrazione per dare conto, in modo chiaro e verificabile, dell’attuazione degli impegni assunti all’inizio del man-

dato e dell’efficacia dell’azione amministrativa, con l’obiettivo di rinforzare il dialogo con i cittadini e l’intera comunità. Il Comune di Cornaredo ha deciso di realizzare il proprio Bilancio sociale completa-

Quanto abbiamo lavorato in 5 anni

635 delibere di Giunta dal 2014, 12 in media ogni mese 3,27€ il costo medio annuo a cittadino di Sindaco e Giunta

SOCIETÀ PARTECIPATE/CONTROLLATE 2014 2015 2016 2017 2018

N. di sedute 26 50 51 51 48

N. di delibere 74 157 138 126 140

-15.000€ la spesa annua complessiva per le indennità degli Amministratori rispetto al mandato precedente

ATTIVITÀ E COSTI 54 sedute di Consiglio Comunale dal 2014, 1 in media al mese 85% il tasso di partecipazione medio più di 5 delibere in media ogni mese

2014 2015 2016 2017 2018

Le politiche di Bilancio Oltre 1,1 mln di euro incassati dalla lotta all’evasione tributaria (IMU e TASI) -1,6 mln di euro l’indebitamento del Comune Nessun nuovo mutuo acceso 2,66% la TARI nel quinquennio 2014-2019 Invariata la spesa corrente tra 2014 e 2017 -38.500€ i costi per utenze (luce, gas acqua, telefoni) tra 2014 e 2018 3 edizioni del Bilancio Partecipativo realizzate, con un tasso di partecipazione medio del 15% 480.000€ complessivamente messi a disposizione per le proposte dei cittadini con il Bilancio Partecipativo

lanciosocialeonline.it/ troverete la versione integrale di quanto fatto in questi anni di governo cittadino. Nelle pagine che seguono, un estratto del lavoro compiuto.

Le attività delle aziende partecipate

ATTIVITÀ E COSTI 226 sedute di Giunta dal 2014, più di 4 in media ogni mese 92% il tasso di partecipazione medio

mente online, sviluppando un portale web per rendere conto e comunicare in modo innovativo, dinamico e sostenibile attività e risultati raggiunti in 5 anni di lavoro. All’indirizzo web http://cornaredo.bi-

N. di sedute CC 7 12 13 13 9

N. di delibere CC 41 74 71 60 38

SPESA SOTTO CONTROLLO Nel mandato il Comune ha lavorato costantemente per tenere sotto controllo la spesa corrente e le spese di funzionamento, anche mediante esternalizzazioni, ottenendo importanti risultati e garantendo le risorse necessarie per l’erogazione dei servizi, senza accendere nuovi mutui. FISCALITÀ PIù EquA Tra il 2014 e il 2019 è stata ridotta la TARI, in particolare la parte fissa della tassa per famiglie e attività produttive. Nel 2015 è stata introdotta l’esenzione dall’addizionale comunale IRPEF per i redditi fino a 10mila euro. Sono stati semplificati gli adempimenti per i cittadini con l’avvio dal 2015 della cartella unica del contribuente (oltre 7000 cittadini già

%

ACSA S.R.L.

100

CAP HOLDING S.P.A.

0,7489 Gestione del Servizio idrico integrato,

COMUNIMPRESE SOC. CONS. A.R.L. IN SCIOGLIMENTO

7,443

Agenzia di sviluppo dell'area nord-ovest della Provincia di Milano

E.E.S.C.O. S.R.L. IN LIQUIDAZIONE

2,458

Servizi energetico-ambientali

ATINOM S.P.A.IN LIQUIDAZIONE

Trasporto pubblico su gomma

AFOL METROPOLITANA

6,32 0,66

FARMACIE COMUNALI

100

la ricevono e il numero è in costante aumento). Sono state realizzate importanti azioni di recupero dell’evasione fiscale (1.100.000 euro nel corso del quinquennio), in particolare su IMU e TASI, ed è stata velocizzata la riscossione coattiva dei crediti, in particolare per la Polizia locale. COmuNE IN RETE E PIù EFFICIENTE Sono stati rivisti e razionalizzati i contratti dell’Ente, ad esempio per la gestione dei centri estivi comunali e per i servizi di stampa e fornitura del materiale di cancelleria. Sono state avviate collaborazioni a livello sovracomunale, tra le quali la realizzazione nel 2017 della Centrale Unica di Committenza (CUC), con risparmi economici e maggiore

Azienda Comunale Servizi Ambientali, svolge i servizi di raccolta dei rifiuti, spazzamento di strade parcheggi e parchi e cura la manutenzione e gestione del verde pubblico distribuzione dell’acqua potabile, fognatura e depurazione

Agenzia di Formazione e Orientamento al Lavoro Distribuzione medicinali e prodotti per la salute

efficienza nella gestione delle gare. È stato approvato il Bilancio in tempi sempre più rapidi, entro i primi mesi dell’anno e non più in ritardo come negli anni precedenti. IN SINTESI Il Comune ha lavorato costantemente per il controllo della spesa corrente e delle spese di funzionamento, verificandone l’andamento e cercando, ove possibile, di contenerle, tenendo conto delle esigenze dell’Ente. In particolare, nel quadriennio 2014/2018, si è lavorato su: efficientamento energetico e utenze (-38.500 euro), contenimento delle spese di funzionamento per automezzi, carburante, stampati, cancelleria, vestiario, assicurazioni, manifesti,

fotocopie, etc (-12%) e delle spese del personale (-6%), anche mediante l’esternalizzazione di alcune attività, indennità degli amministratori (-14.000 euro). In particolari le esternalizzazioni hanno riguardato:  il servizio di bus scolastico, la gestione del centro sportivo la gestione dell’asilo nido Non è stato acceso nessun nuovo mutuo ed è stato ridotto il debito residuo (-1.683.000 euro). Il monitoraggio delle spese di funzionamento e la buona gestione del Bilancio hanno permesso, tra le altre cose, di non sottrarre risorse da dedicare all’attivazione di nuovi servizi.


b i l an c i o d i fi n e   m an dato Le politiche del Lavoro Nel corso del mandato il Comune ha sviluppato progetti e iniziative per favorire l’occupazione dei propri cittadini. Ecco alcuni degli interventi principali

Le politiche Sociali 110 POSTI PREVISTI NELLA NUOVA RSA - Residenza Sanitaria Assistenziale, di cui 25 riservati ai residenti con tariffe agevolate APERTO IL NUOVO PUNTO PRELIEVI a San Pietro all’Olmo 3 EDIZIONI ANNUE REALIZZATE Job Cornaredo Job Edizione Donna Job Giovani

LA CITTÀ ChE SI PRENdE CuRA, uNA COmuNITÀ SOLIdALE Alla luce del bisogno espresso dai cittadini, dell’analisi del contesto e delle necessità degli anziani e delle loro famiglie, l'Amministrazione comunale, nel corso del mandato, ha portato avanti il percorso per la realizzazione di una RSA-Residenza Sanitaria Assistenziale sul territorio di Cornaredo. L'idea alla base del progetto è quella di una RSA aperta alle famiglie, capace di operare in sintonia con l'Amministrazione Comunale e con le associazioni di volontariato, integrandosi nella comunità. Per realizzare la struttura, come previsto nel PGT, è stato venduto il terreno, vincolando la costruzione dell’opera ad una convenzione per la successiva gestione che, seguendo le linee guida approvate dal Consiglio comunale, prevede rette accessibili a costi convenzionati e con priorità di accesso

È STATO RIAPERTO LO SPORTELLO LAVORO IN MUNICIPIO

SONO STATE REALIZZATE 3 EDIZIONI DELLA FIERA DEL LAVORO CON UNAPARTECIPAZIONE MEDIA DI 300 CITTADINI PER EVENTO, PER FAVORIRE L’INCONTRO TRA DISOCCUPATI E REALTÀ OCCUPAZIONALI DEL PUBBLICO E DEL PRIVATO.

È STATA APPROFONDITA LA CONOSCENZA DEL MERCATO DEL LAVORO DEL TERRITORIO TRAMITE MAPPE GEO-REFERENZIATE E MONITORAGGI COSTANTI REALIZZATI A CURA DI AFOL METROPOLITANA (AGENZIA DI FORMAZIONE, ORIENTAMENTO E LAVORO).

È STATA DATA ATTENZIONE A TUTTI GLI STRUMENTI NORMATIVI ESISTENTI LEGATI ALL’INSERIMENTO LAVORATIVO, COME GARANZIA GIOVANI, APPRENDISTATO, AZIONI VERSO SPECIFICI TARGET SPECIFICI (DONNE, OVER 40, GIOVANI)

È STATA AVVIATA LA RACCOLTA DI CURRICULA VITAE E MANTENUTA UN’INTERLOCUZIONE COSTANTE CON AGENZIE PUBBLICHE E PRIVATE.

È STATO SOTTOSCRITTO UN PROTOCOLLO DI INTESA CON CONFARTIGIANATO, CHE RAGGRUPPA MIGLIAIA DI PICCOLE E MEDIE AZIENDE ADERENTI, PER FAVORIRE L’INCONTRO TRA DOMANDA E OFFERTA DI LAVORO.

per i residenti, garanzie sulla sostenibilità complessiva della gestione e sui tempi di realizzazione, capacità d'integrazione con il territorio e i servizi già esistenti, dialogo con la comunità intera, i familiari e il volontariato. Sono state attivate convenzioni triennali con le Associazioni dei Centri anziani di Cornaredo e San Pietro per l’organizzazione di attività di animazione. Per l’attivazione dell’Alzheimer Cafè è nata la collaborazione con l’ASST Rhodense e Auser Insieme Cornaredo. Nel 2016 è stato attivato, con un atto di adesione formale, il Tavolo delle povertà che vede la partecipazione di 11 associazioni e realtà del territorio; il Tavolo realizza progetti e iniziative specifiche dedicate a persone che difficilmente vengono intercettate dai servizi “tradizionali”, in particolare per il contrasto dell’indebitamento incolpevole, come i pasti della solidarietà distribuiti - tutelando la privacy - agli alunni delle scuole le cui famiglie soffrono di un disagio economico che non permette loro di pagare la mensa. Si è costituito il Fondo emergenza abitativa per l’erogazione di contributi, attivato dall’Amministrazione con la Caritas locale e in collaborazione con Gemeaz Elior (soggetto della ristorazione) e le scuole il recupero delle eccedenze alimentari (pane e frutta) arricchendo la borsa della spesa distribuita da Caritas alle famiglie. È stato realizzato il progetto “Farmaco

opportuno”, un accordo tra Amministrazione, Farmacie comunali e associazioni di volontariato per la costituzione di un fondo destinato alle persone con grave disagio economico e che non hanno la possibilità di accedere a cure essenziali. Sono state avviate azioni di facilitazione e supporto alle famiglie. Nei centri estivi è previsto il supporto necessario per i disabili senza maggiorazioni sulle rette, con l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale, sono attive facilitazioni per l’iscrizione di fratelli. Sono state realizzate ogni anno 3 edizioni della carta dello studente per gli studenti delle scuole superiori: una per l’acquisto di libri di testo e due per le spese relative ai trasporti. Del contributo, erogato a fronte della rendicontazione delle spese, beneficiano in media quasi 40 famiglie, con circa il 50 % delle domande da donne sole con figli. Attraverso il NIL-Nucleo di Inserimento Lavorativo, sono stati incrementati gli inserimenti di disabili nelle imprese del territorio dell’ambito: 18 le persone seguite nel 2017 e 29 nel 2018, 4 assunzioni dirette e due dopo il tirocinio realizzate nel 2018. Sono stati avviati 5 tirocini a carico del Comune. Nel 2015 è stata attivata “Rete donna” che interviene con iniziative a contrasto della violenza di genere e per la cultura di parità. Sono stati stampati per la diffusione 4 “quaderni” che trattano differenti aspetti della parità di genere.

Le politiche Giovanili

Le politiche Territoriali

È stato riavviato il servizio di educativa di strada, con la presenza di educatori sul territorio che lavorano per intercettare gruppi di ragazzi e coinvolgerli in iniziative di partecipazione e protagonismo giovanile. È stato riaperto nel 2015 lo spazio giovani CPG-Centro protagonismo giovanile, uno spazio di socializzazione per i ragazzi e gli adolescenti che promuove progetti in rete con le scuole e le altre realtà del territorio. È stato avviato, in collaborazione con la Cooperativa Koinè, il percorso per giungere al Patto educativo di comunità, che prevede l’avvio di un osservatorio territoriale sui temi dei cambiamenti sociali, socio sanitari, culturali ed educativi.

100% gli edifici pubblici

3,5milioni di euro investiti su

senza amianto

strade, marciapiedi e per eliminare le barriere architettoniche

Nell’ambito del Patto sono stati previsti incontri e confronti con le realtà del territorio, ai quali si aggiungono iniziative che coinvolgono le scuole.

IL TERRITORIO: uNA RISORSA PER LA COmuNITÀ Sono 8 gli edifici scolasti del Comune ai quali, oltre all’asilo nido, è stata data grande attenzione con interventi di manutenzione straordinaria e nuove realizzazioni, sempre garantendo la continuità didattica. In totale sono stati investiti più di 3 milioni di euro nel quinquennio. Nel corso del mandato sono state realizzate nuove strutture pubbliche e sono stati realizzati importanti interventi su quelle esistenti: •Tensostruttura polifunzionale presso il Centro sportivo Sandro Pertini. •Biblioteca: è stato realizzato un progetto di massima per l’ampliamento della biblioteca e sono stati avviati, a inizio 2019, i lavori per la realizzazione della pavimenta-

JOB CORNAREdO Si caratterizza come un progetto di solidarietà sociale mirato ad accompagnare persone disoccupate verso nuove possibilità di collocazione tramite un percorso motivazionale e un periodo di tirocinio formativo. II percorso prevede incontri di gruppo e incontri individuali con operatori specializzati per riflettere sulle proprie potenzialità e per l'individuazione del settore in cui svolgere il tirocinio formativo. JOB CORNAREDO (2016), ha coinvolto 10 persone di età compresa tra i 40 e i 60 anni, 7 delle quali hanno portato a termine il percorso ottenendo proposte di continuità lavorativa. JOB DONNA, attivato nel 2017 con particolare attenzione alla conciliazione tra tempi di lavoro e famiglia, ha visto invece la creazione di un gruppo di 12 donne con l’avvio di 5 tirocini più 3 assunzioni dirette senza la necessità del tirocinio. JOB GIOVANI – attivato a settembre 2018, ha coinvolto nel percorso 8 giovani di età compresa tra 18 e 35 anni, per i quali è di grande importanza il tutoraggio per l'intero periodo di stage, in modo da supportare al meglio l’ingresso dei neo disoccupati nel mondo del lavoro.

30mila mq di strade e 6.300 mq

20% l’area di edilizia convenzio-

di marciapiedi manutenuti

zione esterna della zona a sud dell’edificio dell’ex-Filanda in modo da rendere possibile l’ampliamento delle attività della biblioteca anche all’esterno. •Cimiteri: il mantenimento decoroso delle strutture cimiteriali è importante per il rispetto verso i morti, per questa ragione sono stati realizzati interventi su entrambi i cimiteri cittadini. Cimitero di San Pietro all’Olmo: sono stati fatti il recupero della cappella dei Sacerdoti, la realizzazione del monumento destinato al nuovo ossario/cinerario comune e la sistemazione dei passaggi pedonali in autobloccanti lato cappella dei Sacerdoti. Cimitero di Cornaredo: si è provveduto alla sistemazione dell’ingresso principale con targhe “Pensieri” e “ Note storiche”, al recupero delle vecchie strutture a nuovi cinerari e ossari e alla realizzazione del monumento

nata prevista nel PGT per ogni ambito di trasformazione

destinato al nuovo ossario/cinerario comune oltre alla nuova pavimentazione per il passaggio pedonale a sinistra dell’ingresso principale •Edificio Ex-filanda: l’edificio, sempre più riferimento per le attività culturali e sociali del Comune, è stato oggetto di importanti interventi come la deumidificazione delle murature perimetrali con iniezione di resine siliconiche, il rifacimento della scala di emergenza, la realizzazione del passaggio pedonale in porfido con nuovo affaccio sul fontanile “Giardino” prima ostruito dalla vecchia recinzione, l’installazione di 20 porta biciclette di nuova generazione e la piantumazione di sei gelsi a ricordo dell’attività di bachicoltura che aveva luogo in filanda oltre all’ampliamento del parcheggio per automezzi lato piazza mercato.


b i l an c i o d i fi n e   m an dato Com’è cambiato il territorio Il PGT ha rivisto tutte le aree di trasformazione, in alcuni casi anche in modo evidente, con modifiche rispetto agli insediamenti precedentemente previsti. Nel Piano sono stati rivisti anche gli spazi pubblici, valutando il loro possibile sviluppo. Tra gli obiettivi delle modifiche, c’è quello di integrare le aree di trasformazione con il territorio in cui sono inserite, ottenendo più aree verdi per la cittadinanza, più servizi, piste ciclabili e rispondere all’esigenza di avere nuove abitazioni all’interno di abitati di qualità.

➦Area dismessa Ex Alemagna (inserita in contesto industriale): il PGT ha previsto la creazione di un condominio con la riqualificazione complessiva dell’area, con parcheggi, fotovoltaico e verde. La rivitalizzazione dell’area industriale per ora è prevista nel PGT, ma sarà necessario reperire i fondi necessari e avviare la realizzazione.

Il PGT, adottato a novembre 2018 e in approvazione a fine marzo 2019, non utilizza altre aree agricole ed è a zero consumo di suolo; non solo, rispetto al TRA LE AREE OggETTO dI REVISIONE: precedente PGT è previsto un “recupero ➦Area Colgar (ex-azienda produttiva in- di suolo”, con una riduzione del 20% riserita in un contesto residenziale): il PGT spetto a quanto deciso in precedenza. ha proposto una soluzione che da un lato Con un’analisi, all’interno del PGT sono cerca di tenere aperto un ambito industati censiti gli immobili dei centri storici e striale che si richiama all’industria 4.0, sono stati previsti incentivi per gli intercompatibile con il contesto residenziale venti di ristrutturazione nel centro stodove l’attuale azienda è inserita, dall’altro rico, con tagli dei contributi di costruzione consente uno sviluppo residenziale mofino al 90%, in modo da dare risposta alle derato che va a completare il quartiere, situazioni di criticità. aggiungendo qualità con più verde e una Il PGT prevede, per il recupero del centro viabilità migliore. storico, che l’Amministrazione si faccia

promotrice della creazione di condomini, cerchi mutui a tassi agevolati e definisca convenzioni con aziende di servizi per la riduzione dei costi di allacciamento. Anche per la sistemazione di aree dismesse sono previste riduzioni fino al 50% per i contributi di costruzione. A Cornaredo sono presenti 42 mq di verde pubblico per abitante ed è necessario garantire verde di qualità, a fronte di un aumento progressivo dei costi di gestione. In questa direzione, alcune rotatorie sono state sponsorizzate da aziende che ne curano la gestione e manutenzione. Sono state confermate le aree di edilizia convenzionata, dando una risposta generale all’esigenza di residenzialità, anche delle giovani coppie. Alcuni alloggi ERP sono stati venduti alle famiglie che vi risiedevano, utilizzando le risorse ottenute per acquistare 3 nuovi alloggi da destinare a famiglie in difficoltà. L’operazione è stata pensata con l’intento di modificare il parco abitativo del Comune che, a fronte delle richieste di abitazione, non era in grado di dare risposte ade-

guate. L’aver messo in vendita alloggi, offrendoli però ai cittadini che vi risiedevano, ha permesso a coloro in grado di farlo di diventarne proprietari, con un forte valore sociale, anche alla luce del fatto che i proventi sono stati rinvestiti in altri alloggi, dando così la possibilità di dare risposte ad altri cittadini in cerca di casa. Sempre nella logica di avere abitazioni per i cittadini, anche non definitive, è in corso una progettazione sul bene confiscato per creare, all’ultimo piano, dei locali dove sviluppare interventi relativi all’abitare di soggetti in stato di bisogno o in situazioni di emergenza. L’edificio di via Vanzago, sottratto alla criminalità organizzata, è passato di proprietà al Comune. Avrà un duplice utilizzo: alcuni spazi saranno destinati alla Casa delle associazioni e ad alloggi protetti, mentre altri manterranno la vocazione originaria e saranno assegnati a realtà imprenditoriali giovanili, con l’obiettivo che le attività insediate siano autonome e si sostengano da sole, dando nuova vita all’edificio.

cio, avviata nel 2017 con l’obiettivo di costruire iniziative e condividere le politiche, oltre che per far emergere, tramite il dialogo con i diversi soggetti, le esigenze e le criticità, valorizzandone sia il ruolo proattivo che di ascolto. ➦realizzazione di manifestazioni ed eventi come la Notte bianca, manifestazioni natalizie, Street Food, Concorso vetrine e una mostra fotografica permanente con l’installazione di foto storiche nelle vie commerciali - circa 150 pannelli in tutto sia di Cornaredo che di San Pietro;

➦rinnovo degli arredi urbani.

Le attività Commerciali Piuttosto che sulle facilitazioni in materia di affitti, per le quali non sono previste misure specifiche vista la mancata disponibilità da parte dei privati, l’Amministrazione ha lavorato per incentivare il commercio tramite altri strumenti, coinvolgendo attivamente i commercianti e condividendo con loro lo sviluppo di progettualità comuni. TRA LE INIZIATIVE MESSE IN CAMPO: ➦avvio del SUAP digitale, con l’adesione a “Impresa in un giorno”; ➦creazione della Consulta del Commer-

La “green economy”

La mobilità urbana

Sul territorio non sono direttamente presenti attività produttive legate alla green economy ma è stato definito un accordo con Coldiretti per la creazione, in via sperimentale, di un mercato contadino a km zero mensile, una volta al mese per due trimestri all’anno, con l’obiettivo di promuovere le produzioni locali, di Cornaredo e dei Comuni limitrofi. Il mercato si svolge nel centro storico del paese con buona adesione di pubblico. Inoltre sono stati riorganizzati e sistemati gli orti comunali, in modo da permettere una gestione più efficienti degli spazi.

La mobilità urbana è in tutta Europa oggetto di grande attenzione con l’obiettivo di definire una politica dei trasporti che sia competitiva e sempre più sostenibile, orientata a creare le condizioni per ridurre l’emissione di gas serra generati dalle attuali autovetture. Si sta cioè consolidando una nuova generazione di autovetture: quelle dotate di motori elettrici e in tal senso si stanno predisponendo reti infrastrutturali per la ricarica di veicoli elettrici. Anche il nostro Comune partecipa a questo nuovo corso. Nell’accordo con la società A2A per l’efficientamento della rete

Sono stati anche rivisti il regolamento delle aree pubbliche e l’organizzazione del mercato di Cornaredo, con una nuova assegnazione degli spazi e la definizione del piano di sicurezza collegato. Stessa sorte per gli spazi del mercato, rivisti sia per migliorare la gestione dei banchi che agevolare il passaggio dei mezzi di soccorso. È stato definito il Regolamento dehors, dando la possibilità di estendere l’attività dei pubblici esercizi anche all’esterno.

di illuminazione pubblica è stata prevista, a carico della società, l’installazione di tre stazioni per la ricarica elettrica che saranno collocate a San Pietro all’Olmo in piazza Mercato, a Cascina Croce nel parcheggio del Centro Famiglia e a Cornaredo nel parcheggio di via dell’Artigianato. Ma non è finita…. questa Amministrazione ha sottoscritto un protocollo d’intesa con un altro importante gestore di infrastrutture elettriche, Enel X Mobility S.r.l, che installa, a sue spese, sul nostro comune altre sei stazioni per la ricarica di automezzi con motore elettrico.

Le politiche ambientali Da 56,73% a 70,37% la raccolta differenziata tra 2014 e 2018

160mila euro risparmiati e 404ton di CO2 in meno immessi in atmosfera grazie all’efficientamento delle 24 centrali termiche di tutti gli edifici comunali (è lo stesso effetto di un bosco di 20mila alberi) Introdotta la pulizia annuale dei

fontanili

-65% il consumo di elettricità grazie alla sostituzione di tutte le lampade di illuminazione pubblica

- 540ton di CO2 immesse in atmosfera all’anno (è lo stesso effetto di un bosco di 25mila alberi)

TARIFFAzIONE PuNTuALE E AumENTO dELLA RACCOLTA dIFFERENzIATA L’introduzione della raccolta e tariffa puntuale hanno rappresentato un cambiamento di fondamentale importanza per il Comune di Cornaredo. A fronte di un maggior impegno da parte di quasi tutti i cittadini, è stato possibile raggiungere due risultati molto importanti: la raccolta differenziata è passata dal 56% del 2014 al 66% del 2018 (la percentuale supera il 70% con le nuove metodologie di calcolo introdotte da Regione Lombardia) mentre i rifiuti indifferenziati portati al termovalorizzatore Silla2 sono diminuiti di un milione di kg all’anno. La tariffa è stata calcolata in parte sulla base dei conferimenti di rifiuto indifferenziato, premiando quindi chi meglio si è comportato, mentre il Tributo sui Rifiuti (TARI) annuale addebitato alle utenze,

famiglie e attività, si è ridotto nel quinquennio 2014/2019 del 2,66%, ovvero una riduzione di 74mila euro. IL RISPARmIO ENERgETICO L’energia elettrica acquistata dal Comune è certificata al 100% da fonti rinnovabili. Nelle mense scolastiche vengono adottate soluzioni per garantire maggiore sostenibilità, come l’uso di acqua in brocca, piatti e bicchieri compostabili e stoviglie lavabili. Una parte degli acquisti delle scuole (arredi e cancelleria), segue i criteri previsti per gli acquisti verdi. Nei bandi per le pulizie delle strutture comunali e del centro polivalente Melograno, sono stati introdotti criteri per l’acquisto di prodotti ecocompatibili. Anche nel bando per la mensa saranno utilizzati come criteri di valutazione e merito i CAM (Criteri ambientali minimi).


b i l an c i o d i fi n e   m an dato Le scuole, il luogo dove crescono i nostri figli 94.200 euro destinati al finanziamento di progetti con le scuole per il Diritto allo studio Aperto l’istituto alberghiero Olmo

100% le classi delle scuole primarie e secondarie dotate di LIM Si è concluso nell’anno scolastico 2017/18 l’acquisto delle LIM-Lavagne interattive multimediali, che sono oggi presenti in tutte le classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. È stato realizzato fino all’anno scolastico 2017/18 il progetto FuoriClasse, che prevedeva la selezione di due o più tutor per il sostegno educativo degli studenti in orario pomeridiano nelle sedi scolastiche e in altri spazi comunali.

Con l’anno 2018/19 il progetto non è più stato realizzato direttamente, ma si è finanziata un’iniziativa delle scuole sullo stesso ambito di intervento. In collaborazione con l’oratorio è stato attivato uno spazio compiti curato dagli educatori del Centro per il protagonismo giovanile. È proseguita la messa a disposizione delle palestre scolastiche alle associazioni dopo le ore 17.00 e sono aumentati i finanziamenti per i progetti delle scuole, arrivati a 44mila euro assegnati nell'anno scolastico 2017/18. È stato incrementato il numero di progetti proposti dall'Amministrazione e le risorse destinate, pari a 50.200 euro per il 2017/18, e sono stati investiti inoltre 13mila euro per acquisto materiale di cancelleria, stampati e altro.

Le politiche Culturali

È stata inoltre ripensata l’organizzazione delle feste a San Pietro all’Olmo e sono staÈ stato valorizzato il patrimonio culturale te valorizzate le iniziative a Cornaredo, oltre della Città con 12 eventi nuovi, ripetuti ad aver mantenuto le tradizioni legate alle con diversa cadenza annuale o biennale origini contadine di Cornaredo, come la fiera zootecnica, giunta alla 27° edizione, che 50 eventi organizzati in totale beneficia del contributo del Consiglio regionei 5 anni nale lombardo. Sono passate da 20 a 32 le ore di apertura della biblioteca

CuLTuRA: RIATTIVIAmO LA CITTÀ Nel corso del mandato sono aumentati la qualità, il livello e il numero degli eventi culturali a San Pietro - organizzati non più in modo “spot”, ma inseriti in un programma condiviso che coinvolge anche le associazioni, i commercianti e le scuole.

FOCUS SUI NIDI È stato preso in gestione l’Asilo S. Pietro all´Olmo, che da privato è diventato comunale grazie all’adesione alla misura Nidi Gratis di Regione Lombardia. Sono state riviste le tariffe dei servizi e introduzione dell’ISEE. In particolare sono state riviste tutte le tariffe e le fasce ISEE dei servizi scolastici, aumentando la fascia più alta in modo da favorire l'accesso alle riduzioni e introducendo scontistiche particolari, ad esempio per l’iscrizione di più fratelli che usufruiscono dello stesso servizio. È stata introdotta, sempre su base ISEE, l’integrazione delle rette per le scuole dell’infanzia private.

coinvolgimento di pubblico e appassionati di Lego 7.International Team Challange-Torneo Wargame storico, manifestazione che coinvolge partecipanti di tutto il mondo giunta all’ottava edizione, patrocinata dal Comune e ospitata per la prima volta a Cornaredo. Inoltre sono state sviluppate attività in col-

ECCO ALCuNE dELLE PRINCIPALI INIzIATIVE INTROdOTTE duRANTE I 5 ANNI dI mANdATO: 1.Street food, con attività collaterali di musica, spettacolo e teatro di strada 2.Notti bianche della Cultura e del Commercio 3.Rassegna di Cinema all’Aperto itinerante, per valorizzare tutto il territorio comunale (Cornaredo centro, S.Pietro all’Olmo, Cascina Croce) 4.“Cornaredo Poesia Festival”, organizzata nel 2018 per la prima volta e replicata nel 2019, evento che coinvolge più spazi della città e promuove la poesia dando visibilità e occasioni per esprimersi anche ai poeti locali 5.Partecipazione alle celebrazioni per il centenario della Grande Guerra 6.“Mattoncino Festival”, evento con cadenza biennale organizzato in collaborazione con la Proloco, con grande

secondo un cartellone predefinito con l’obiettivo anche di valorizzare l’organo in Chiesa Vecchia”. Nel 2018, con la mostra “Mamma Lingua”, allestita presso le biblioteche comunali, è stato promosso l’incontro con le culture e le lingue presenti in Lombardia, tramite letture e attività per i bambini delle scuole materne. Tutti gli anni l’Amministrazione ha aderito alla marcia per la pace Perugia-Assisi e ha supportato le iniziative realizzate dalle scuole. Nel frattempo è stato presentato un progetto preliminare per l’ampliamento e la riorganizzazione degli spazi esterni a sud della Filanda, in attesa di approfondimenti e di finanziamento. Sarà possibile organizzare nuove attività culturali quando saranno a disposizione i nuovi spazi.

laborazione con l’associazione La Filanda, tra le quali spettacoli di teatro civile, ad esempio in occasione della Giornata contro le mafie, mostre su argomenti legati alla Pace, come la mostra di tappeti afgani “Calpesta la guerra”, e conferenze sui temi della Pace e della Solidarietà, anche in collaborazione con l’ANPI. Due sono le novità importanti inserite nel panorama culturale cornaredese: i “Cicli di lezioni sulla storia della musica” (“Invito all'opera” e “invito al concerto”) e gli “Eventi musicali organizzati

Lo Sport È in corso di realizzazione una tensostruttura polifunzionale presso il Centro sportivo, adibita a palestra, con tribuna e spogliatoi annessi. La nuova struttura permetterà di praticare calcio a 5, basket e pallavolo, con la possibilità di ospitare spettatori seduti su una tribuna regolamentare. Sarà possibile, inoltre, realizzare le tradizionali feste popolari in un ambiente rinnovato e allestito in modo permanente. Il campo da gioco sarà omologato secondo gli standard di federazione previsti per gli sport che saranno ospitati e sarà dotata di riscaldamento, in modo da poter essere utilizzata tutto l’anno. Ripristinata, con i criteri previsti dalla Federazione e dal CONI, la pista di atletica, prima dismessa, presso il Centro Sportivo “Sandro Pertini”, sarà in futuro omologata per lo svolgimento di gare agonistiche di livello regionale e nazionale. L’investimento complessivo è stato

di circa 400mila euro ed evidenzia l’attenzione dell’Amministrazione per tutti gli sport, compresa l’atletica, in un'ottica educativa e comportamentale. Inoltre è stata riqualificata totalmente

una delle tre tensostrutture presenti al Centro sportivo per il calcetto, sostituito il telo di copertura in PVC e elevate le strutture di testata in legno lamellare. È stato realizzato il campo per mini basket, presso via Mazzini, scuola secondaria di 1° grado “Curiel” mentre il Centro sportivo “Sandro Pertini” di viale

della Repubblica è dato in gestione ad un soggetto privato. Nell’ambito della gestione è stato realizzato un nuovo Parco avventura - con risorse interamente private – ed è stata riorganizzata la gestione dei campi da calcio così che il Centro rimanga un luogo di massima espressione dello sport.


b i l an c i o d i fi n e   m an dato Le frazioni 20.000 mq di parco pubblico, oltre a 6mila mq di connessione ecologica previsti nel PGT a Villa Dubini Installazione impianto di allarme al Museo della civiltà contadina in Cascina Favaglie

Installazione impianti wi-fi nel Centro di San Pietro all' Olmo

Nuovo semaforo

Esposizione di 10 pannelli con lacerti del periodo Ottoniano in Chiesa Vecchia (IX – X Sec.)

Nuove telecamere nelle vie:

Eliminazione barriere architettoniche presso le case comunali di via Adige

Catullo – Rossini - Pasubio (mercato) - parco Tien An Men – Brughiera - Repubblica - S.S.11 P.zza Cascina Croce (in corso)

pedonale S.S. 11 Realizzazione rotatoria tra via Copernico e via Galilei Salvaguardia Noce del Caucaso via San Siro.

San Pietro all’Olmo e Cascina Croce: due gioielli in cui vivere meglio Sono state sistemate le aree parcheggio

e la segnaletica di riferimento. Sono in corso i lavori per la sistemazione della roggia in via Cascina Croce; il termine è previsto entro primavera 2019.

Cimitero di San Pietro all' Olmo: allestimento attrezzato per nuovo campo sepolture, ossario/cinerario collettivo monumentale, eliminazione barriere architettoniche con nuovi viali in masselli autobloccanti, restauro Cappella per sacerdoti Inoltre si è realizzata la sistemazione di via Cascina Monza e via De Amicis con la creazione di marciapiedi nelle zone residenziali e sistemazione e messa in sicu-

rezza di tutta la sede stradale. È stata realizzata la sistemazione di via Cascina Monza e definito uno studio preliminare per la viabilità di via De Amicis.

I trasporti pubblici Il nuovo Sistema Tariffario Integrato dei Bisceglie e la stazione ferroviaria di Rho, con agevolazioni sugli abbonamenti finanziato dal Comune di Milano e Regione aumentare le corse verso l’ospedale di Rho, annuali, oltre alla possibilità di ritirare l’ab- Lombardia. Realizzato nel 2019 il capoBacini di mobilità – STIBm La nuova tariffa è pensata soprattutto per chi usa il trasporto pubblico con maggiore frequenza, lavoratori pendolari e studenti in particolare. Queste categorie sono quelle a cui spettano i vantaggi maggiori, un miglior servizio a parità di costo a Milano e un miglior servizio a un costo minore nel resto del territorio. Nella definizione delle nuove tariffe grande attenzione è stata data alle categorie più sensibili: i ragazzi delle scuole dell’obbligo che potranno viaggiare gratis (mentre oggi per non pagare devono essere accompagnati da un genitore fino a 14 anni), gli anziani over 65, i giovani fino a 26 anni che godranno di sensibili sconti (-40%) e le famiglie con redditi bassi (Isee inferiore a 6 mila euro). Sono previsti, infine, sconti per titoli con limitazione all'utilizzo, come gli abbonamenti Off peak, utilizzabili nei giorni feriali, escluse le ore di punta. L’insieme delle novità introdotte ribadisce l’importanza dell’utilizzo dei mezzi pubblici, il suo valore sociale e di tutela ambientale. Il Comune partecipa a tutti i tavoli dell’Agenzia del TPL e ha partecipato a tutte le occasioni di confronto in cui era possibile presentare osservazioni inerenti il territorio di Cornaredo. Un esempio sono gli incontri per la definizione del Piano di Bacino di Città Metropolitana e del PUMSPiano Urbano per la Mobilità sostenibile del Comune di Milano. L’accoglimento delle osservazioni presentate sul Piano di Bacino ha consentito di raggiungere importanti risultati, come ampliare le fasce orarie di fruizione dei mezzi pubblici in ore mattutine, serali e festive, incrementare le corse e le frequenze del TPL sulle direttrici più importanti di collegamento con le stazioni metropolitane di Molino Dorino e

istituire i nuovi collegamenti con il passante ferroviario di Pregnana Milanese e la fermata della metro MM5 Lilla a San Siro, oltre all’inserimento di Cornaredo in un’unica zona tariffaria con un biglietto unico, superando l’attuale presenza di 3 tariffazioni distinte. Convenzione con ATM, sottoscritta nel 2017 e ai cittadini delle aree extraurbane,

bonamento direttamente presso gli uffici comunali. L’Amministrazione ha lavorato a livello sovracomunale con tutti i Comuni dell’Asse del Magentino su vari temi, in particolare per quanto riguarda il Trasporto Pubblico Locale, dove è stata promossa anche una raccolta firme per il prolungamento della MM5 da Settimo a Magenta, sul quale è in corso uno studio di fattibilità,

La sicurezza cittadina: vivere meglio e senza preoccupazioni È stato raddoppiato il numero di telecamere di videosorveglianza attive in Città, a cui si aggiungono 7 telecamere leggi-targa sulle principali arterie di accesso al territorio

1.700 alunni delle Scuole dell’Infanzia, primaria e secondaria di primo grado, sono stati coinvolti nei corsi di educazione stradale e di educazione alla legalità

550 veicoli privi di assicurazione, sono stati sequestrati e tolti dalla circolazione, garantendo maggiore sicurezza stradale.

LA VIdEOSORVEgLIANzA dEL TERRITORIO La rete di telecamere di videosorveglianza è stata estesa, per un totale attuale di 56 telecamere di contesto, alle quali si aggiungono 7 telecamere “leggi-targa” installate agli accessi del territorio comunale. Ulteriori 9 telecamere, di cui 2 leggi-targa, sono in fase di installazione. Con le telecamere di contesto vengono presidiate le principali piazze e parchi della Città in modo che la Polizia locale abbia la possibilità di sorvegliare in tempo reale e mediante la registrazione delle immagini anche 24 ore su 24, le zone più “critiche”. Grazie a queste tecnologie sono già stati individuati gli autori di

alcuni reati e sono stati sequestrati e tolti dalla circolazione 550 veicoli senza assicurazione. EduCAzIONE ALLA SICuREzzA E ALLA LEgALITÀ Gli agenti di Polizia locale, in sinergia con gli insegnanti delle scuole hanno svolto ogni anno corsi di educazione stradale e di educazione alla legalità, che, nel quinquennio, hanno coinvolto 1.700

linea di alcune linee di trasporto pubblico a Cornaredo, che permette di razionalizzare alcuni percorsi e ottimizzare le linee, con migliori servizi a disposizione degli autisti e la gestione integrata di percorsi e orari. La seguente mappa rappresenta il lavoro svolto e la proposta finale avanzata alla Città metropolitana di Milano.

alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Gli obiettivi dei corsi, in funzione anche dell’età degli alunni, sono stati improntati a favorire l’apprendimento delle norme della circolazione stradale da parte degli alunni; a introdurre nozioni di Educazione civica portando, nel contempo, gli allievi a conoscere i luoghi del paese in cui vivono, le principali figure istituzionali e le funzioni che rivestono nonché a prendere coscienza del proprio ruolo di cittadini come fruitori di beni e servizi ma anche come protagonisti partecipi della vita della collettività. Inoltre il progetto è servito a instaurare un rapporto di collaborazione e di reciproco arricchimento con gli operatori di Polizia locale per avviare, sin dalla tenera età, un “filo diretto” cit-

tadino/istituzioni come fondamento di una partecipazione costruttiva alla vita della collettività. Un altro obiettivo è stato l’aumento della sicurezza dei cittadini mediante l’educazione a un uso corretto delle strade e dei parchi di Cornaredo, con la riduzione dell’incidentalità e l’abbattimento dei fattori di rischio. Per migliorare la vivibilità della Città e incrementare la sicurezza in generale, sono state realizzate, nel corso degli anni, molteplici iniziative e attività, tra le quali è utile ricordare la convenzione con Settimo Milanese per la sorveglianza in orario serale con turni dedicati e la partecipazione, dal 2014, all’attività SMART (Servizio Monitoraggio Aree a Rischio del Territorio) per il pattugliamento notturno del territorio.


Il giornale del Comune, dIrettamente nelle case Quattro numeri all'anno, 10 mila e 500 copie a numero, che vengono distribuite direttamente nelle case dei cittadini di Cornaredo. Siamo al QUARTO numero e il giornale QuiCornaredo, voluto dall'Amministrazione Comunale in carica. L'obiettivo del progetto è di promuovere, con un ulteriore canale di comunicazione a costo zero per l'Ente, una sempre maggior conoscenza e partecipazione dei cittadini all'attività di governo della città.

Per segnalazioni di mancata consegna

scrivere a: info@limedizioni.com

oppure telefonare a 02 36.76.76.60


TR A SPORTI

17

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, approvato il Piano di reti e servizi

il 10 gennaio 2019, l'a ssemblea dei soci dell’agenzia del trasporto pubblico locale (tpl) ha approvato il nuovo programma dei Servizi del Bacino di Milano, Monza e Brianza, lodi e pavia, ovvero, il principale strumento di programmazione delle reti e dei servizi in tema di trasporto pubblico locale. ISPEZIONI EDILIZIE E COMMERCIALI

Un'area che comprende 438 Comuni e una popolazione di oltre 4,5 milioni di abitanti dove sono attivi 20 contratti di servizio con 8 diverse aziende di trasporto pubblico a cui si aggiungono altri 23 servizi urbani per i comuni non capoluogo. Un programma partecipato, frutto anche delle oltre mille osservazioni provenienti da enti, associazioni, cittadini e soggetti portatori di interessi a vario titolo. Uno degli obiettivi assegnati all'Agenzia TPL è stato quello di realizzare un sistema di trasporto pubblico unitario per l'intero territorio analogamente a quanto accade nelle più importanti città europee e una riforma tariffaria all’altezza di ciò. Tale riforma comprende oggi i trasporti su gomma e metropolitana, ma in un prossimo futuro dovrà essere estesa anche ai servizi ferroviari. Il 13 febbraio 2019, il Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia ha, infatti, adottato la proposta del nuovo regolamento tariffario STIBM (Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità) ed entro la fine di marzo l’Assemblea si riunirà per l’approvazione definitiva.

LE RICHIESTE DEL COMUNE DI CORNAREDO

Anche il Comune di Cornaredo si è fatto promotore e ha presentato richieste specifiche di miglioramento del trasporto locale, in seguito a un incessante ascolto delle esigenze dei cittadini, della volontà di ricercare soluzioni, della consapevolezza che l’interlocuzione per ottenere

risposte andasse portata avanti presso tutte le sedi dedicate e a tutti i tavoli di livello sovracomunale. “E’ un impegno che portiamo avanti dal 2012 – spiega l’Assessore Vono – poiché, in tutte le occasioni che si sono presentate, non ho esitato a farmi portavoce dei cittadini di Cornaredo e di San Pietro all’Olmo in tema di trasporto pubblico. Oggi finalmente è possibile dichiarare che molte di queste richieste sono state accolte. L’inserimento del nostro Comune in un’unica zona tariffaria ci permetterà di avere un biglietto unico, superando l’attuale presenza di 3 tariffazioni distinte all’interno del medesimo territorio. La necessità di implementare i collegamenti con le frazioni vedrà l’incremento delle corse da e per Cascina Croce”. Ma aumenteranno anche e corse verso l’ospedale di Rho e l’Istituto superiore Majorana e verrà istituita una modifica di percorso e la creazione di una fermata nei pressi dell’Istituto Alberghiero Olmo di Cornaredo. Non meno importante è l’ottenimento dell’ampliamento delle fasce orarie (mattino presto e tarda sera) per i collegamenti Milano-Magenta. Quando le gare per l’affidamento del servizio saranno state completate, Cornaredo vedrà funzionanti i collegamenti con le 3 linee metropolitane: Molino Dorino M1, Bisceglie M1 e San Siro M5 e vedrà istituito il collegamento con la stazione ferroviaria di Pregnana Milanese. Il tutto grazie, anche, a una revisione di alcune linee che duplicavano dei percorsi (linee Z622-Z647). Infine, il

tema degli abbonamenti e della tariffazione in genere che, con il nuovo Stibm (Sistema Tariffario Integrato dei Bacini di Mobilità), subirà profonde modifiche.

COSÌ SI LEGGE NEI DOCUMENTI DELL’AGENZIA DEL TPL

La nuova tariffa è pensata in modo particolare per chi il trasporto pubblico lo usa sempre, lavoratori pendolari e studenti in prima fila. A questi vanno i vantaggi maggiori: miglior servizio a parità di costo a Milano e miglior servizio a un costo minore nel resto del territorio. Tutto questo con attenzione particolare alle categorie più sensibili: i ragazzi delle scuole dell’obbligo, che potranno finalmente viaggiare gratis (mentre oggi per non pagare devono essere accompagnati dalla mamma fino a 14 anni); gli anziani over 65 e i giovani fino a 26 anni che godranno di sensibili sconti (-40%); le famiglie con redditi bassi (Isee inferiore a 6 mila euro); infine la previsione di sconti per titoli con limitazione all'utilizzo (abbonamenti Off peak, utilizzabili nei giorni feriali escluse le ore di punta). Una rivoluzione, quella sopra descritta, per le periferie; una chiara affermazione circa l’importanza dell’utilizzo del mezzo pubblico, del valore sociale dello stesso, della tutela ambientale collegata. Per saperne di più: Tutta la documentazione è reperibile al seguente indirizzo: www.agenziatpl.it alla voce Osservazioni.

nella tabella sotto riportata, i confronti tra il sistema tariffario attuale e il nuovo stibm (il comune di cornaredo rientra nella fascia di comuni di iv corona).


18

assessore carlo Meregalli opere pubbliche, viabilità, verde, arredo urbano, energia, sicurezza e protezione civile

L AVOR I  PUBB LI CI

Prosegue la ristrutturazione delle parti esterne della primaria Nicolina Dugnani  Si è conclusa la gara per l’assegnazione dei lavori di recupero delle aree esterne della primaria Nicolina Dugnani in via 4 novembre, con l’assegnazione dei lavori alla ditta Riva di Osio Sopra. Dopo il rifacimento della recinzione sulla via 4 novembre, avvenuto due anni fa, e di quella posta all’interno, per la separazione dalle villette, è ora la volta dei cortili interni e dell’ingresso principale a essere oggetto di intervento. L’obiettivo è sempre lo stesso: creare le condizioni migliori per

svolgere le attività esterne, importanti per la didattica degli alunni e concordate con la direzione della scuola. Ma vediamo i nuovi lavori nel dettaglio. In corrispondenza del cortile interno verrà rifatta la pavimentazione, sostituita con una copertura in erba sintetica della migliore marca sul mercato. Si migliorerà l’ombreggiatura del cortile con la piantumazione di nuovi alberi e verrà rifatta l’uscita di emergenza dall’edificio scolastico.

La parete dell’edificio confinante verso sud sarà attrezzata per essere utilizzata come sede di un murales realizzato dagli alunni in collaborazione con un artista locale. In corrispondenza del cortile verso via 4 novembre, invece, si incrementerà la pavimentazione in autobloccanti per favorire l’ingresso dei genitori e degli alunni durante la sosta per la consegna e il ritiro dei figli o nipoti. Queste aree sanno tutte opportunamente delimitate e i lavori avranno inizio a scuola terminata.

Primavera al parco?

Liete sorprese per i più piccoli

Cimiteri di Cornaredo Nuova vita al parcheggio e San Pietro all’Olmo: in via Filanda a San Pietro nuovi lavori

 Continua l’attenzione verso i cimiteri sia con l’eliminazione delle barriere architettoniche che con gli interventi per renderli più vicini al “sentire” della gente, in quanto luoghi della memoria e dei cari che ci hanno preceduto. Sono queste le motivazioni che tengono alta l’attenzione dell’Amministrazione verso i cimiteri e per i quali sono stati avviati nuovi lavori. GLI ULTIMI INTERVENTI Nel cimitero di San Pietro è stata ultimata la sistemazione con autobloccanti del viale che fiancheggia la cappella dei sacerdoti, prima in ghiaia, e sono stati realizzati nuovi accessi per meno abili ai loculi limitrofi. È stato risolto, in questo modo, un problema più volte segnalato dai cittadini. Nel cimitero di Cornaredo è in via di realizzazione il monumento per l’ossario e cinerario comune (già realizzato nel cimitero di San Pietro) posto a destra dell’ingresso principale, la sistemazione con auto-bloccanti del viale che segue l’ingresso a sinistra del principale e la realizzazione di un nuovo cinerario. Inoltre, sono in rifacimento i contorni in cemento di loculi ammalorati e la protezione con copertine in alluminio del muro antico, sede di importanti lapidi che ricordano i cittadini di Cornaredo caduti per la Patria.

 Il parcheggio in via Filanda a San Pietro all’Olmo si trova in una posizione strategica sia per le attività religiose che commerciali che si svolgono nelle immediate vicinanze. È il riferimento per chi si reca alle funzioni religiose che si svolgono nella chiesa parrocchiale di San Pietro, ma anche per chi effettua acquisti nei negozi vicini. Per gli stessi motivi, la zona pedonale che fiancheggia il parcheggio è molto frequentata da pedoni e ciclisti con non pochi rischi, dovuti alle radici degli alberi che affiorano lungo tutto il percorso. Per risolvere questo grave inconveniente del dissesto dell’area pedonale e per ampliare i posti macchina dell’attuale parcheggio, in collaborazione con la Parrocchia e Curia milanese, si è progettata l’intera area. Il risultato? Un aumento dei posti macchina del 40%, passati da 31 a 43, e, attraverso la indispensabile sostituzione degli attuali alberi con

altri che non presenteranno radici affioranti, l’eliminazione del rischio per i pedoni. “È stata prestata molta attenzione all’uso dei materiali per valorizzare l’area dell’intervento – spiega l’Assessore Meregalli. In particolare verranno usati cordoli di granito, lampioni nuovi, l’area pedonale avrà una pavimentazione architettonica in levocell e il ligustro nella versione ad albero, come arredo verde”. I lavori verranno realizzati, compatibilmente con le attività religiose, del periodo primaverile.

Aziende del territorio

 I parchi gioco di Cornaredo e San Pietro sono un’oasi importante all’interno del territorio e riferimento per numerosi bimbi, in particolare nelle stagioni calde. Per renderli sempre più utilizzabili, l’Amministrazione comunale ha dato il via a interventi importanti che interesseranno, nel tempo, tutte le aree attrezzate. Si è iniziato l’anno scorso con il parco “Fantasia” in piazza Libertà, per passare ora al parco di via Sturzo dove è in fase di consegna un importante gioco dedicato allo sviluppo della motricità e dell’equilibrio dei bambini. Si passerà, poi, al parco giochi di via Aristotele. Qui l’area giochi verrà riorganizzata e recintata per una migliore gestione e saranno inseriti nuovi giochi con un’attenzione particolare per la scelta di quelli inclusivi e all’uso di materiali rispettosi dell’ambiente, come plastica riciclata e rigenerata. Il tappeto dei giochi sarà fatto con gomma colata. Sarà poi la volta del parco giochi di via San Siro. Qui verrà ampliata l’area recintata con inserimento di nuovi giochi destinati allo sviluppo della motricità e dell’equilibrio dei bimbi. Seguiranno gli interventi nelle rimanti aree giochi. Non solo parchi, però. Nei mesi scorsi, infatti, sono stati arricchiti di nuovi giochi anche le scuole materne delle vie Mazzini, Colombo e Sturzo. Comunicazione Casa Funeraria Ovest Milano

Casa Funeraria Ovest Milano, un servizio utile per la città di Cornaredo e per il territorio un’area adibita all’ospitalità diurna e notturna della salma, in un ambiente confortevole a disposizione dei familiari 7 giorni su 7, gestita da professionisti del settore funerario. Affrontare la perdita di un proprio caro non è mai semplice, e avere la possibilità di vegliare la persona scomparsa in un ambiente confortevole senza limiti imposti di orario può essere di grande conforto. Proprio per venire incontro alle esigenze di familiari e amici del defunto e accogliere quanti intendono rendergli l’estremo saluto è nata la Casa Funeraria Ovest Milano, un luogo austero e solenne ma che, allo stesso tempo, offre il massimo comfort.

 Al piano terra della Casa Funeraria

Ovest Milano ha sede la Sala del Commiato, che dispone di circa sessanta posti a sedere, ed è attrezzata in modo da offrire i servizi adeguati ad accogliere celebrazioni funebri civili o religiose, assemblee o riti di raccoglimento nel rispetto delle volontà del defunto e dei propri congiunti. L'intera area è climatizzata e fornita di locali di servizio e disimpegno.

 Le quattro salette mortuarie trovano posto al piano superiore: completamente indipendenti l'una dall'altra, garantiscono la possibilità di vegliare

il defunto nella discrezione e l'intimità dovuta ai propri congiunti. Ognuna è dotata di un divisorio interno scorrevole che, all'occorrenza, può essere utilizzato per separare il feretro da chi lo sta vegliando.

 Nella struttura è anche presente un angolo di ristorazione con distribuzione di bevande fredde e calde, messo a disposizione degli utenti. Inoltre, all'esterno dell'edificio è allestito un dehor con una fontana, il tutto monitorato da un efficiente servizio di video-sorveglianza. Gli standard della Casa Funeraria Ovest Milano sono alti per ogni tipo di servizio offerto. Le operazioni di composizione e tanatoestetica vengono svolte da personale esperto e qualificato e la refrigerazione avviene nell'apposita sala tecnica attrezzata, il tutto per offrire ai clienti un servizio di massima qualità, e che possa soddisfare ogni loro esigenza in un momento così delicato come quello dell'addio al proprio caro. Cornaredo, Via Sempione, 6 02 93561887 - 366 3457634 www.casafuneraria.org


SI CUR EZZA

Campagna informativa per la prevenzione dei furti e delle truffe a danno delle persone anziane  Anche quest’anno il Comune di Cornaredo vuole aiutare le persone sole, più fragili e, in particolare, gli anziani che potrebbero essere vittime di furti e truffe, promuovendo una campagna di sensibilizzazione finalizzata a

prevenire episodi spiacevoli e tutelare coloro che potrebbero esserne potenziali vittime, nella consapevolezza che la prevenzione è la miglior difesa dei cittadini. Di seguito i principali accorgimenti, ma il pri-

mo importantissimo consiglio per evitare le truffe e gli imbrogli è di non fare entrare nessun estraneo in casa. E per qualsiasi dubbio, prima di fare entrare uno sconosciuto, meglio chiamare la Polizia locale o i Carabinieri.

DIECI CONSIGLI PER EVITARE TRUFFE E FURTI 1.per brevi periodi di assenza rumori sospetti sul pianerotto- delle lettere chiedendo a un

lasciare qualche luce accesa, la radio o il televisore in funzione; 2.chiudere sempre gli infissi, il garage e la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti; 3.ricordarsi che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c’è nessuno; 4.se si hanno oggetti di valore in casa è utile suddividerli in più luoghi rendendo difficile il rinvenimento; 5.è utile fotografare quadri e oggetti preziosi perché in caso di furto saranno più facili da ricercare; 6.anche le armi, se detenute, vanno smontate ed i pezzi divisi e nascosti; 7.sensibilizzare i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a

lo o nell’appartamento, nonché all’individuazione di sconosciuti aggirarsi nei pressi di più immobili: in caso non esitare a chiamare la Polizia Locale o i Carabinieri;

8.se, tornando a casa, si doves-

se trovare la porta aperta o chiusa dall’interno, bisogna evitare di entrare per scongiurare la reazione istintiva del ladro che si vede scoperto e quindi un potenziale scontro letale: anche in tale situazione bisogna evitare soluzioni o iniziative “fai da te” chiamando prontamente la Polizia Locale o i Carabinieri;

9.per lunghi periodi di assenza,

non far sapere ad estranei i propri programmi di viaggi e vacanze, organizzandosi con parenti e amici nel controllare l’abitazione, evitando che si accumuli posta nella cassetta

vicino di ritirarla;

10.non divulgare la data del

rientro e non dare informazioni specifiche sull’assenza, neppure tramite segreteria telefonica; installare, se è possibile, dispositivi automatici di accensione, ovvero prese temporizzate digitali, di luci, radio e televisione, a intervalli di tempo, programmabili anche settimanalmente ad accensione casuale. Posizionare anche semplici cicalini magnetici sugli infissi più a rischio; questi, attivandosi al minimo tentativo di manomissione dall’esterno, rappresentano un utile sistema antifurto, economico e pratico. In particolare i cicalini magnetici, proprio per la loro insignificante presenza, hanno scoraggiato i ladri in molte occasioni proprio per il loro allarme acuto e persistente.

19 Zona a Traffico Limitato in via Cascina Monza. Un Primo bilancio

 Da 780 veicoli a 586. È questo il dato più significativo che risulta dal monitoraggio effettuato dall’Amministrazione per verificare i flussi di via Cascina Monza dopo che sono stati realizzati diversi lavori di finalizzati a migliorare la viabilità nella zona veicoli. Percentualmente significa un bel 25% in meno dei transiti complessivi. Ma vediamo da dove è partito il percorso. La ciclabile Come richiesto dai cittadini nella prima edizione del Bilancio Partecipativo, sono state apportate importanti modifiche alla via Cascina Monza: dal maggio 2017 il tratto di strada che congiunge le frazioni di Cascina Croce e San Pietro è infatti diventato un “itinerario ciclopedonale”, cioè un tratto di strada destinato prevalentemente alla percorrenza pedonale e ciclabile a tutela dell’utenza debole della strada (ciclisti e pedoni). Per migliorare la fruibilità della zona da parte di pedoni e ciclisti, il transito dei veicoli a motore è stato limitato solo ai residenti a Cornaredo. Sono inoltre state introdotte migliorie all’arredo urbano ed è stato previsto che, anche per i veicoli autorizzati al transito, la velocità massima resta molto contenuta (20 Km/h). Per verificare le caratteristiche dei flussi di traffico prima e dopo l’intervento, sono state effettuate varie rilevazioni che, come anticipato, hanno consentito di evidenziare una riduzione complessiva dei transiti di circa il 25%. Si è infatti passati da un Traffico giornaliero medio di 780 veicoli a uno di 586 veicoli. Il traffico proveniente da S. Pietro e diretto a Cascina Croce ha visto la maggior percentuale di riduzione (33%), passando da 453 a 304 veicoli. “Possiamo quindi ritenere di aver raggiunto il duplice obiettivo – dichiara l’Assessore Meregalli - di evitare che la via Cascina Monza continuasse ad essere utilizzata come una sorta di “tangenziale urbana” e di ridurre il numero delle automobili in transito. Tutto ciò anche per poter restituire l’intera zona alla sua vocazione agricola, essendo le aree intorno a via Cascina Monza inserite nel territorio del Parco agricolo Sud Milano”.


20

A SSO CI A ZI ONI

Attività all’aperto e immersioni nella natura con I pini di Aquilino  I pini di Aquilino è un Nature camp per attività outdoor inserito nel Parco Agricolo Sud, un piccolo bosco, dominato dal pino strobo, che ha aperto al pubblico nel 2014. Si trova nel Comune di Cornaredo in via Cascina Croce. Siamo un’associazione sportiva dilettantistica fondata e sviluppata da donne di tre generazioni diverse con la passione per la natura, lo sport outdoor e un forte desiderio di trasmettere ai bambini e ragazzi l’autoapprendimento all’aria aperta. L’Associazione è affiliata all’Asi e riconosciuta dal

Coni e le attività sono svolte sotto la guida di un team esperto e certificato FISSS (Federazione Italiana Sport Sperimentale Survival). Nel bosco si pratica l'osservazione di piante selvatiche come sorbi, ciliegi, biancospini e di animali come il picchio rosso, la volpe e lo scoiattolo rosso. I pini di Aquilino non è un parco divertimenti, eppure è un gioco continuo. Apertura da marzo a ottobre.

Italia Nostra fa il bilancio e presenta le nuove attività per l’anno 2019

Dream Dance, la nostra storia in città  Il 15 ottobre del 2006 nasce a Cornaredo la Dream Dance, una scuola di danza nata dalla passione per il ballo di due giovani amiche, oggi le direttrici della scuola, Caterina e Serena. La Dream Dance nasce come una casa della danza, da quella classica a quella moderna passando poi per il ballo latino americano e la danza del ventre. Lo staff aspetta tutti i lettori di Qui-

cornaredo per una prova gratuita e senza impegno. in qualsiasi momento dell’anno Per informazioni: Dream Dance via Brera, 25 20010 Cornaredo (MI) Tel. 02 9363292 www.dreamdance.it

"AAA ALPINI CERCASI"  Il gruppo Alpini di Bareggio invita gli Alpini di Cornaredo ad unirsi e collaborare per lo svolgimento di varie attività in occasione dell'ADUNATA DEL CENTENARIO che si svolgerà a Milano dal 10 al 12 Maggio 2019. Per informazioni: chiamare Luigi Santoro, tel. 380/1792590; Mail bareggio.milano@ana.it

CAI GEAM CORNAREDO. Perché la montagna?  Dopo l’articolo di presentazione della nostra realtà (ndr. numero 3 di novembre 2018 di QuiCornaredo) riteniamo utile far conoscere a tutta la cittadinanza quanto realizzato nel 2018 e previsto per il 2019.

IL 2018 Abbiamo provveduto alla sistemazione dell’area antistante la nostra sede e abbiamo ricostruito la “trumba”, caratteristica e monumentale pompa a mano presente, in passato, in tutte le corti di Cornaredo. La “trumba” è stata ricostruita davanti al museo contadino ed è perfettamente funzionante. Abbiamo dato corso a una nuova fase di restauri degli affreschi della Chiesetta di San Rocco, in accordo con la Sovrintendenza, e abbiamo finanziato, grazie anche al contributo dei nostri Soci, il restauro del pulpito della Chiesa Vecchia di San Pietro all’Olmo. Ricordiamo che, dall’inizio dei lavori, la nostra sezione collabora proficuamente con l’ufficio tecnico del Comune per il recupero di

questo storico bene. Raccogliendo l’invito dell’Amministrazione Comunale abbiamo partecipato alla giornata “Puliamo il mondo” per dare il nostro contributo alla buona manutenzione del territorio, purtroppo sempre più sporco e degradato, spesso per l’incuria dei cittadini. L’area museale ha registrato la presenza di numerosi visitatori ed ha ospitato alcuni eventi quali una serata di “Cinema all’aperto 2018” e la serata “Art is Not Dead” organizzata da giovani cornaredesi e incentrata su una performance musicale e sull’esposizione di opere quali sculture e quadri dislocate su tutta l’area. L’impianto di illuminazione ha contribuito a creare un’atmosfera molto particolare e suggestiva. Abbiamo organizzato le ormai tradizionali feste: del Pane, del Punto Parco e delle Castagne; a questi eventi hanno collaborato la Pro Loco di Cornaredo e i clown volontari dell’associazione Veronica Sacchi onlus. Per i Soci abbiamo organizzato due gite culturali, la pizzata di

settembre e la cena della “gioeubia”. Altra attività che ci gratifica particolarmente è il laboratorio del pane: circa 330 ragazzi delle scuole di Cornaredo, dopo esaustiva spiegazione, hanno manipolato il loro impasto e seguito le varie fasi di lievitazione e cottura delle pagnotte.

IL 2019 Il programma 2019 è altrettanto impegnativo; vogliamo solamente ricordare le date degli eventi:

8/12 aprile: Laboratorio del pane per i ragazzi 13/14 aprile: Festa del pane 11 maggio e 5 ottobre: Gite 26 maggio: 13° Festa Punto parco 14 settembre: Pizzata per i Soci 21/22 settembre: Festa del pane alla Curta Alberti di Cascina Croce organizzata dagli “Amici del Forno” 13 ottobre: Festa delle castagne

 A chi gli chiedeva perché volesse scalare l'Everest, George Mallory, rispondeva “Perché è lì”. Una risposta così, semplice, secca, che non ammette contradditorio, racchiude da sola tutti i nostri perché. Le montagne sono lì, da sempre, e da sempre accettano serene che noi le si percorra, con prudenza e rispetto, con ammirazione e fatica. Ognuno di noi porta con se la propria motivazione, oltre allo zaino, ognuno la montagna la affronta a modo suo, ma di certo, quello zaino se lo ritroverà più carico di cose positive ogni volta che ritorna. Ognuno ci va perché vi si trova bene, semplicemente per quello, perché è un luogo che ti offre ciò che cerchi, e ciò che cerchi lo trovi; provate anche voi. La montagna è un luogo di frontiera, dove le divinità scendono e gli uomini salgono ad incontrarle; e di uomini ce ne sono molti su per i monti, tutti solidali come un’unica famiglia, perché chi va in montagna porta lo stesso cognome. La montagna è anche fatica, è vero, ma è una fatica sana, una prova che ti aiuta a crescere, a formarti caratterialmente; la montagna è una scuola di vita. C’è sempre un momento, quando il tuo corpo è stanco, che ti chiedi chi te lo ha fatto fare, poi arrivi e capisci, capisci da solo perché sono tre ore che marci e sudi, sudi come un

becco, perché quello che vedi, quello che provi è un incanto. È in quel momento che capisci perché valeva la pena fare tutta la fatica del mondo per arrivare lì, perché tu sei sopra, e sopra è limpido e respiri il vento. Perché non provi a venire anche tu con noi? Andare in montagna è facile perché basta mettere un piede davanti all'altro, una mano sopra l'altra, un gesto dopo l'altro, è facile perché è di una bellezza straordinaria, è facile perché riesci a ritrovar te stesso come mai prima. Da noi troverai persone accoglienti, disponibili, preparate, organizzate, che ti aiuteranno a riconoscere il cammino, a vedere luoghi incantevoli, rifugi, sole, neve, cieli azzurri, nubi basse, luna piena, stelle. Cos’altro di più? Allora scarpe buone, attrezzatura idonea, fatica giusta, consapevolezza, e il risultato è garantito. Mi raccomando però, con prudenza e rispetto, prudenza e rispetto. Ti aspettiamo. Per informazioni CAI Geam Sezione di Cornaredo e S. Pietro all’Olmo Sede Piazzetta all’Olmo 2/A S. Pietro all’Olmo Apertura ogni venerdì, dalle 21 alle 23 Contatti: info@caigeam.it Cell. 3471130043


A S SOCI A ZI ON I

La Pro loco, iniziative e attività per far vivere Cornaredo  La Pro loco di Cornaredo è stata costituita nel gennaio1995 per promuovere lo sviluppo culturale, sociale e lo svago della città con l’organizzazione e la partecipazione a Feste e Sagre. Fra queste: il Falò di S. Antonio, il Carnevale, la Festa di Primavera e d’Autunno, le Feste di musica e ballo in piazza, la Festa di Cornaredo, le Sagre di Cascina Torrette e di Cascina Croce, l’Autunno Sanpietrino, i concerti di Natale e a San Pietro, le visite guidate del territorio. La Pro Loco è suddivisa in gruppi che si occupano di singole attività e hanno un responsabile e diversi collaboratori. Ricordiamo: il gruppo Ballo, con

serate danzanti il venerdì nell’ex aula consiliare; il gruppo Visite guidate che cura le visite a mostre e luoghi artistici; il gruppo Raku che crea oggetti artistici in ceramica poi esposti in varie mostre, e organizza corsi; il gruppo Modellisti che ha realizzato bellissimi plastici di trenini con paesaggi, alcuni esposti al museo di Volandia-Malpensa e all’Istituto Alberghiero di Cornaredo, e modellini statici e dinamici esposti alla Festa di Cornaredo; il gruppo Fotografico che organizza mostre alla Feste di Cornaredo e di Italia Nostra e all’Autunno Sanpietrino, oltre a corsi di base ed esercitazioni per principianti e

appassionati; il gruppo Mercatino hobbistica e curiosità che espone in piazza la terza domenica di ogni mese e in altre occasioni; il gruppo Arte che ha realizzato mostre collettive e individuali. La Pro Loco, inoltre, ha realizzato le targhe in cotto di 50 cortili col nome locale, ha pubblicato una guida turistica tascabile del territorio, con Bareggio, Settimo, Cusago e Pregnana, ha collaborato al libro di arte sacra dello scultore Gino Casanova, partecipa alla pubblicazione di un libro sui pittori Zavattari operanti anche a Cornaredo nel 1400 e organizza tour turistici da 1 a tre giorni.

21

PEr SAPErNE DI PIù

L’associazione ha circa 300 soci e una quota annua di adesione di 15 euro. Le iscrizioni si possono sottoscrivere sia nella sede di Via dei Mille 35, il lunedì e mercoledì, ore 10-12, che all’Info point nel Palazzo della Filanda al 1° piano il venerdì, ore 10-12. La tessera dà diritto a sconti su iniziative e su acquisti in vari negozi locali e nazionali (vedi il sito www.prolocornaredo.it). Per informazioni: info@prolocornaredo.it

L’Anpi guarda ai giovani e organizza incontri nelle scuole  L’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) è un’associazione riconosciuta dal Governo come ente morale durante la Resistenza e formalizzata definitivamente dopo la Liberazione. Ha come finalità fondamentale il mantenimento e lo sviluppo della democrazia e della libertà, nella consapevolezza che i cittadini sono realmente liberi se messi in condizione di autonomia tramite il lavoro e la solidarietà collettiva. Sono questi i valori fondanti della Costituzione italiana, ai quali è necessario uniformare le azioni personali e istituzionali, al fine di favorire una responsabile crescita sociale, culturale ed economica della nostra Nazione. Il nostro impegno associativo, quindi, non ha tempo e sebbene ancorato al ricordo e alla memoria di coloro che si sacrificarono per la nostra libertà, si sviluppa affinché il patrimonio ereditato non vada smarrito dinnanzi a spinte totalitaristiche. Le iniziative della nostra sezione cornaredese, intitolata a “Giulia Lombardi”, una giovane ragazza uccisa

dai fascisti a maggio 1944, a soli 22 anni, durante una caccia ai renitenti di leva, si ispirano a tale itinerario di scelte ideali e si articolano contro le diseguaglianze, le discriminazioni, le violenze, nonché per evidenziare come l’impegno e la partecipazione dei cittadini sia un forte antidoto alla deriva assolutistica. Ad ogni livello. Poiché è nella quotidianità della vita dei cittadini che si alimentano i comportamenti lesivi delle libertà e la violazione dei diritti individuali che poi, diffondendosi in modo contagioso, divengono sopraffazione, violenza e tirannia. Per questo, la cultura democratica e della libertà deve ridiventare patrimonio collettivo: a partire dalle

giovani generazioni. A tal fine ci siamo resi disponibili a specifici incontri con le scuole cornaredesi, come quelli svoltisi nel mese di febbraio presso la scuola “Muratori”. Qui, con gli studenti, abbiamo portato avanti un progetto sperimentale che ha trattato i temi del progresso della libertà, dei totalitarismi e della Resistenza attraverso la storia locale. Un’esperienza che si è dimostrata valida e ha suscitato molto interesse. Noi ci auguriamo possa proseguire. Per contattarci e partecipare: anpilombardi45@gmail.com www.facebook.com/ anpi.giulialombardi

SCRIVI ALLA REDAZIONE DEL GIORNALE Se sei un’associazione, mandaci la tua presentazione e alcune fotografie. Verranno pubblicate sul prossimo numero di QuiCornaredo. Per informazioni e per mandare i tuoi contributi scrivi a: redazione.quicornaredo@gmail.com * La pubblicazione degli articoli avverrà in base alla disponibilità dello spazio.

Riapre per la stagione 2019 il Parco Avventura

 Dopo il successo dell’inaugurazione dello scorso mese di ottobre, riapre per la stagione 2019 il Parco Avventura del Centro Sportivo Sandro Pertini. L’idea che ha portato alla realizzazione di questa nuova struttura, che si affianca alle molteplici altre possibilità offerte dal Centro sportivo per chi vuole praticare sport in un contesto sano e familiare, è la volontà di offrire ai cittadini di Cornaredo, e non solo, un nuovo modo di trascorrere una giornata all’aria aperta, abbinando divertimento ed esercizio fisico, in tutta sicurezza. Il Parco Avventura vuole anche porsi come punto di interesse per le scuole, rappresentando una meta per far vivere a bambini e ragazzi un’esperienza educativa all’insegna

dell’emozione, della dinamicità e della didattica inserita in un contesto totalmente naturale, per feste di compleanno e altre occasioni speciali, senza dimenticare la possibilità di organizzare eventi di Team Building, attività sempre più diffusa tra le aziende che cercano di instaurare un rapporto di fiducia e collaborazione tra i membri dello staff. Per chi vuole regalare un’esperienza unica ed indimenticabile all’insegna del divertimento è anche possibile acquistare un voucher presso la segreteria del Centro Sportivo. Per info: www.parcoavventuracornaredo.it


22

A SSO CI A ZI ONI

Solidainsieme, una casa al servizio della solidarietà

 Solidalinsieme nasce dal Comitato di Solidarietà costituito nel 1992 presso il Comune di Cornaredo per affrontare un grave problema di leucemia che aveva colpito un bimbo, Luigi. L’obiettivo iniziale si è andato, con il tempo, sempre più delineando, fino alla decisione, nel 1996, di costituire legalmente Solidalinsieme in associazione vera e propria, con la finalità di costruire una sede stabile per le attività e le diverse iniziative delle cooperative sociali e per le varie associazioni di volontariato che operano sul nostro territorio. Le associazioni che hanno aderito alla fondazione sono Acli, Agrd, Avis, Caritas, Ceba, Cif, GPII, GP2, InterClub, ItaliaNostra. In seguito si sono affiancate altre realtà di Cornaredo e San Pietro all’Olmo: gli Oratori, le Parrocchie, JuventusClub, Tempo Opportuno, Comit.Cernobyl, Geam, Sporting Club, Amici della Sardegna, Simpaty Ballet, Ateneo2000, Planet Dance. Poi sono arrivati i nuovi amici di Pregnana, Rho e Milano: La Sorgente, Gruppo Pescatori, il Gobbo, Gianchi, Spring Festival, Libera Caccia, Lions rho, Polisportiva Milanese.

MUSIC dance and MIMIC art

LA CASA DELLA SOLIDARIETA’

L’IMPEGNO FINANZIARIO

Abbiamo voluto costruire una casa della solidarietà, con l’ambizione di darci una struttura all’interno della quale svolgere attività di sostegno al bisogno sociale, dai giovani agli adulti, dal lavoro alla formazione, dal disagio all’handicap. Una struttura aperta a tutti, senza limiti territoriali. Abbiamo voluto riunire in questa nuova sede, le attività delle Cooperative Sociali G.P.I.I. (tipo B), che operano attraverso la terapia occupazionale usando il lavoro come strumento per una maggiore autonomia, e la GP2 Servizi (tipo A) che attua interventi di formazione alla persona per chi, uscito dal mondo scolastico, dai centri socio-educativi e/o dall’emarginazione non trova accoglienza nelle strutture istituzionali. Abbiamo pensato anche a spazi per attività ludiche… C’è una bellissima palestra, una cucina e un’ampia mensa. Spazi che naturalmente sono vivibili durante il giorno, ma anche alla sera e nei fine settimana.

Solidalinsieme dal 1994 raccoglie finanziamenti in vari modi: contributi, donazioni, offerte, raccolte, manifestazioni come la tradizionale “festa” annuale che si svolge ogni anno nel periodo estivo presso il Centro sportivo Sandro Pertini di Cornaredo. Oggi abbiamo raccolto 713 mila euro, che sono stati versati per la costruzione della “Casa della Solidarietà. Il valore complessivo della struttura è di 1.600.000 euro, di cui 713mila raccolti e versati da “Solidalinsieme”, 150mila da il terreno Comune di Pregnana, 50mila da oneri di urbanizzazione del Comune di Pregnana, 380mila dai due mutui accesi da G.P.I.I., 307mila da risorse di G.P.I.I. e GP2 (compresi 265mila del cinquexmille).

 La scuola di danza ‘Music Dance and Mimic art’, ha la sua sede cornaredese, da oltre 20 anni, presso il Centro il Melograno, in collaborazione con l’Amministrazione comunale. La direttrice Desirèe Motta festeggia quest’anno i 30 anni di insegnamento. I corsi sono tanti. Tutte le allieve prendono parte al saggio finale che si svolge, sin dal 1990, nel Teatro G. Pasta di Saronno e alla Festa delle associazioni, che tradizionalmente si svolge in settembre a Cornaredo. Alcuni eventi sono rivolti ai più grandi: tra questi la partecipazione a DANZAINFIErA, la più importante fiera della danza in Europa. Siamo appena rientrati e abbiamo avuto un grandissimo riconoscimento: il gruppo di hip hop ha vinto una borsa di studio per Los Angeles!!

Per darci una mano: Iban: IT 38 B 03359 01600 100000002658; Codice fiscale: 10146020150 (per il 5x1000)

Molte le nostre collaborazioni per eventi speciali: Festival resilienza, Rievocazione storica di villa Litta, Rete Donna, etc… Vi aspettiamo al Melograno!!!

GRUPP I CO NSI LI A R I I Gruppi consiliari che hanno inviato un articolo, sono stati inseriti in questa sezione: i contributi sono stati richiesti a tutti i Gruppi consiliari

La maggioranza

Il contributo del Partito Democratico attento, costante e connesso con il territorio: il nostro bilancio

“Io penso sempre al giuramento della Polis, in cui i politici giuravano di consegnare al termine del mandato un’Atene migliore di quella che avevano ricevuto” (Renzo Piano) Questo è lo spirito e l’impegno che hanno caratterizzato cinque anni di lavoro nell’esperienza amministrativa che ha visto il gruppo del PD in prima linea per la costruzione di una Cornaredo migliore. Anche l’ultimo Bilancio 2019/20, che abbiamo appena approvato, ha come unico obiettivo il bene di questa comunità: gli strumenti economici che il Governo ci ha messo a disposizione, infatti, sono stati utilizzati da questa Amministrazione di centrosinistra per rendere Cornaredo più bella, più vivibile, più curata e sicura. Cosa c’è di nuovo nel territorio? •In piazza Libertà la riqualificazione del Fontanile Giardino, riportato all’antico splendore, è il simbolo di questa legislatura. Un tesoro di inestimabile valore che si è era perduto nel tempo, custodito soltanto dalla memoria degli anziani e sconosciuto ai più giovani. Oggi è un bene comune. •Tutti gli edifici pubblici: scuole, asili nido, attrezzature e impianti sportivi hanno subito interventi sostanziali e mirati di riqualificazione strutturale ed energetica. Un esempio? I 3 milioni di

euro spesi in cinque anni per intervenire e migliorare gli edifici scolastici. •L’aggiornamento di tutte le centrali termiche, la realizzazione di cappotti termici sugli edifici, l’installazione di valvole termostatiche e impianti fotovoltaici, la sostituzione di serramenti, gli impianti di telecontrollo. Questi interventi hanno riguardato ben 24 edifici pubblici di proprietà comunale e hanno permesso di risparmiare, nel 2018, ben 189mila m3 di metano con una riduzione di 402 tonnellate di CO2. L’aria di Cornaredo è molto più pulita rispetto al passato. •L’impianto di efficientamento dell’illuminazione pubblica su tutto il territorio, che coprirà nei prossimi mesi tutto il territorio, permetterà di ridurre le emissioni di altre 543 tonnellate di CO2 all’anno per un totale di circa mille tonnellate di CO2. Lo stesso effetto di un bosco di 47mila alberi adulti: questo è essere lungimiranti e attenti all’ambiente. Potremmo dire che Cornaredo non ha solo un parco bellissimo ma anche…. un bosco che non ha bisogno di manutenzione del verde! Tutto il territorio ha avuto la cura che merita: dai parchi (troppo spesso maltrattati dagli stessi passanti) al verde pubblico - a partire dal viale di via Garibaldi con 5mila alberi catalogati e curati - alla

caserma dei Carabinieri ristrutturata, alla sede della Polizia locale ora di proprietà comunale e al parco di Villa Dubini, ancora non disponibile ma fortemente voluto e inserito nel nuovo PGR. E poi la Chiesa vecchia di San Pietro all’Olmo con la sua splendida piazza, luogo di incontri, cultura e arte, lustro e vanto per tutta la comunità. I lavori di restauro sono frutto di un lavoro costante, caparbio a volte, di chi ha lavorato perché venissero alla luce i tesori di cultura e di storia che nasconde. La zona di Cascina Croce è oggetto di un sostanziale lavoro di riqualificazione e ammodernamento della direttrice che collega il quartiere a Cornaredo. Le scuole sono uno dei fiori all’occhiello di questa Amministrazione che ha avuto il merito e il privilegio di contribuire a far nascere una Scuola superiore d’eccellenza, completata e funzionante: l’Istituto alberghiero Olmo, una vera ricchezza culturale intorno a cui costruire ulteriori sviluppi e poli di interesse. Una realtà che l’Amministrazione di centrosinistra ha voluto e la città ha accolto, coccolato e abbracciato. Le aliquote di IMU e TASI restano inalterate mentre la TARI è mediamente stabile (-0,51% medio per tutte le utenze rispetto allo scorso anno). Non è stata trascurata la Tutela dei cittadini che vivono situazioni di fragilità a cui va una larga fetta del

Bilancio: le famiglie in difficoltà, chi non ha il lavoro, chi non ha casa, i portatori di handicap, gli anziani, i giovani, gli studenti. Nessuno è stato lasciato solo. In tutto ciò, il supporto del gruppo consiliare del PD è stato attento, costante e continuamente connesso con il territorio. Restano due progetti avviati, al di là dei tanti che potrebbero essere pensati e attuati, che vorremmo poter realizzare nella prossima legislatura: la RSA, la residenza per anziani per i residenti di Cornaredo di cui a breve sarà posta la prima pietra, e il Bene confiscato alla mafia di via Vanzago il cui iter esecutivo è stato avviato e per il quale confidiamo nella conferma del progetto da parte del Governo. La CURA e la trasversalità degli interventi, dall’azione amministrativa alle scelte operative, hanno caratterizzato questi anni. La cura per le persone e per i beni della comunità, innanzitutto. Molte le cose fatte, tanto l’entusiasmo e l’impegno e la fatica. Molte le scelte coraggiose e tanti i momenti difficili, i dubbi e gli scoraggiamenti. Con la certezza e la soddisfazione di sapere che Cornaredo, oggi, è sicuramente migliore di quella che avevamo ricevuto. Gruppo Consiliare del Partito Democratico


23

A M MI NI ST RA ZI O NE LA GIUNTA COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE PARTITO DEMOCRATICO

SINDACO Yuri Santagostino Deleghe: Istruzione, Sport, Politiche giovanili, Personale, Ambiente, Partecipate e Servizi demografici, Comunicazione

ASSESSORE Christian Angelo Maria Citterio Deleghe: Cultura, Tempo libero e Biblioteche

ASSESSORE Renzo Airaghi Deleghe: Urbanistica, Legalità, Pace, Partecipazione e Integrazione ASSESSORE Carlo Meregalli Deleghe: Opere pubbliche, Viabilità, Verde, Arredo urbano, Energia, Sicurezza e Protezione civile

MAGGIORANZA

ASSESSORE Maria Caterina Vono Deleghe: Bilancio, Lavoro, Trasporto, Commercio

MINORANZA

VICE SINDACO Daniela Calvanese Deleghe: Politiche sociali, Casa, Politiche solidali, Famiglia e Pari opportunità

Vincenzo Salvatore Bongiorno

Francesco Caroccia

Susanna Dametti Presidente del consiglio

Mirko Gelsomni

Paolo Bugeia

FORZA ITALIA Sonia Maria Cagnoni

LEGA NORD

Flavio Ghezzi

Nadia Fasan

Anna Maria Sferruzza

Lia Grilli

Sabrina Zanconi

Christian Gambini

Emilio Sopracolle

Rosalba Antonia Locati

MOVIMENTO Marco Cardillo 5 STELLE

FRATELLI D’ITALIA

Dario Ceniti

Il giornale del Comune, dIrettamente nelle case. Quattro numeri all'anno, 10 mila copie a numero, che vengono distribuite direttamente nelle case dei cittadini di Cornaredo. Siamo al quarto numero del giornale QuiCornaredo, voluto dall'Amministrazione Comunale in carica. L'obiettivo del progetto è di promuovere, con un ulteriore canale di comunicazione a costo zero per l'Ente, una sempre maggior conoscenza e partecipazione dei cittadini all'attività di governo della città.

VUOI UNO SPAZIO PUBBLICITARIO PER LA TUA ATTIVITÀ SU QUESTO GIORNALE?

CONTATTACI 393 3533932

SCRIVI ALLA REDAZIONE DEL GIORNALE

Se sei un’associazione, mandaci la tua presentazione e alcune fotografie. Verranno pubblicate sul prossimo numero di QUICORNAREDO. Per informazioni e per mandare i tuoi contributi scrivi a: redazione.quicornaredo@gmail.com * La pubblicazione degli articoli avverrà in base alla disponibilità dello spazio.

QUICORNAREDO è il periodico della città di Cornaredo registrazione Tribunale di Milano Direttore responsabile: Manuela Portaluppi Redazione: Diana Cairati, Roberta Caccavo

Raccolta pubblicitaria, impaginazione e grafica clienti: Lime Edizioni Srl - Milano t. 02 36767660 - www.limedizioni.com Stampa: copie n. 10.500 Distribuzione gratuita a tutte le famiglie della città di Cornaredo Chiuso in redazione il 19/03/2019


Profile for Lime Edizioni Milano

QuiCornaredo di marzo 2019  

QuiCornaredo di marzo 2019  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded