Page 1


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 2


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 1

%#/-!&)! 

LE STORIE E I NUMERI DELLA CRIMINALITg AMBIENTALE


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 2


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 3

OSSERVATORIO AMBIENTE E LEGALITÀ

ECOMAFIA 2010 LE STORIE E I NUMERI DELLA CRIMINALITÀ AMBIENTALE A N N UA R I


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 4

%#/-!&)!



LE STORIE E I NUMERI DELLA CRIMINALITg AMBIENTALE ! CURA DELL/SSERVATORIO .AZIONALE !MBIENTE E ,EGALITÍ DI ,EGAMBIENTE 3EBASTIANO 6ENNERI %NRICO &ONTANA !NTONIO 0ERGOLIZZI &RANCESCO $ODARO ,AURA "IFFI

.UNZIO #IRINO 'ROCCIA 3TEFANO #IAFANI 0EPPE 2UGGIERO HANNO COLLABORATO

&RANCESCO "ARBAGALLO .UCCIO "ARILLÍ 0IERO "ARONTI 3ERGIO #ANNAVÏ $ANILO #HIRICO !SSOCIAZIONE $A3UD 2AFFAELE $EL 'IUDICE -IMMO &ONTANA %LISABETTA 'ALGANI

4IZIANO 'RANATA 3ALVATORE 'RANATA &RANCESCO ,OIACONO 2AFFAELE ,UPOLI 4ONI -IRA

.INO -ORABITO !NTONIO .ICOLETTI 3ABRINA 0ISU #LAUDIO 2ANCATI &EDERICA ,O -ORO

,UCA 3ALICI 0AOLA 4ARTABINI &RANCESCO 4ARANTINI ,UCIA 6ENTURI 6ALENTINA 2OMOLI

!LESSIO -AGRO !SSOCIAZIONE 3TOP NDRANGHETA ,E FORZE DELLORDINE !RMA DEI #ARABINIERI #ORPO FOR ESTALE DELLO 3TATO E DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE A STATUTO SPECIALE 'UARDIA DI FINANZA 0OLIZIA DI 3TATO  LE #APITANERIE DI POR TO L!GENZIA DELLE DOGANE LE POLIZIE PR OVINCIALI L)STITUTO DI RICERCHE #RESME #ONSULTING

3ANDRO 0OLCI E 2OBERTO -OSTACCI LA $IREZIONE )NVESTIGATIVA ANTIMAFIA IL DIRETTORE !NTONIO 'IRONE 0ER LA PREFAZIONE DI 2OBERTO 3AVIANO Ú 2OBERTO 3AVIANO!GENZIA 3ANTACHIARA REALIZZAZIONE EDITORIALE %DIZIONI !MBIENTE SRL n WWWEDIZIONIAMBIENTEIT COORDINAMENTO REDAZIONALE $IEGO 4AVAZZI PROGETTO GRAFICO 'RAF#O -ILANO IMPAGINAZIONE !GENZIA 8 -ILANO

Ú  %DIZIONI !MBIENTE VIA .ATALE "ATTAGLIA   -ILANO TEL  FAX  )3".      &INITO DI STAMPARE NEL MESE DI MAGGIO  PRESSO 'ENESI 'RUPPO %DITORIALE n #ITTÍ DI #ASTELLO 0G 3TAMPATO IN )TALIA n 0RINTED IN )TALY 1UESTO LIBRO Þ STAMPATO SU CAR TA RICICLATA   %COMAFIA  RIPORTA VICENDE NOMI DI AZIENDE E DI PERSONE CHE COMPAIONO NELLE INCHIESTE GIUDIZIARIE NEI DOCUMENTI ISTITUZIONALI NEI RAPPOR TI DELLE FORZE DELLORDINE E NELLE CRONACHE DEGLI ORGANI DI STAMPA 0ER QUANTI VENGONO CITATI SALVO I CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA VALGONO LA PRE SUNZIONE DI INNOCENZA E I DIRITTI INDIVIDUALI GARANTITI DALLA #OSTITUZIONE  ,E NOTIZIE RACCONTATE IN %COMAFIA  SONO RACCOLTE DA ATTI GIUDIZIARI AR TICOLI DI STAMPA E ALTRE FONTI GIORNALISTICHE FINO ALLA DATA DEL  APRILE  )L CAPITOLO h3HOPPING DI MAFIA CRIMINALITÍ ORGANIZZATA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE v Þ AGGIORNATO AL  APRILE  )L CAPITOLO h)L CALCESTRUZZO DEPOTENZIATO LA GRANDE TR UFFAv Þ AGGIORNATO AL  APRILE


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 5

SOMMARIO

PREFAZIONE



INTRODUZIONE



PRESENTAZIONE



PREMESSA



,AZIONE DELLE FORZE DELLORDINE E DEGLI ALTRI ORGANI DI 0OLIZIA GIUDIZIARIA )L CICLO ILLEGALE DEI RIFIUTI 4RAFFICI ILLECITI DALLE INDAGINI ALLE SENTENZ E ,O SCANDALO DEL CALCESTRUZZO DEPOTENZIATO -ATTONE ILLEGALE E SHOPPING DI MAFIA ) BUONI ESEMPI ,E ARMI DELLA CULTURA 5NA SFIDA GLOBALE ,E PROPOSTE DI ,EGAMBIENTE 0ER NON DIMENTICARE

         

 L´ILLEGALITg AMBIENTALE IN ITALIA

,A CLASSIFICA DELLILLEGALITÍ AMBIENTALE

 

 IL BUSINESS DELL´ECOMAFIA



 IL CICLO DEI RIFIUTI NUMERI E STORIE



2OBERTO 3AVIANO 0IETRO 'RASSO

6ITTORIO #OGLIATI $EZZA %NRICO &ONTANA E 3EBASTIANO 6ENNERI

 LA ±RIFIUTI SPA²

     

 LE BONIFICHE FANTASMA

 

,A hCATENA MONTUOSAv DEI RIFIUTI SCOMPARSI ,ECOMAFIA NEI DOCUMENTI ISTITUZIONALI -ICHELE :AGARIA IL CAPO DEI CAPI DELL ECOMAFIA ,ANALISI DELLA $IREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA $IA )L RACKET DEI RIFIUTI )L CASO AMIANTO


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 6

 LE NAVI A PERDERE



 IL CICLO DEL CEMENTO NUMERI E STORIE

   

 CALCESTRUZZO DEPOTENZIATO LA GRANDE TRUFFA

      

 L´ITALIA CHE FRANA

 

!BUSIVISMO EDILIZIO IN ITALIA .UMERI E STORIE ,AFFARE EOLICO

3ICILIA IL REGNO DEL CEMENTO #ALABRIA LINCHIESTA h"ELLU LAVURUv E LE SCUOLE PERICOLANTI #AMPANIA GLI AFFARI DELLA CAMORRA -OLISE LA STATALE DAI hPIEDI DARGILLAv )L TERREMOTO IN !BRUZZO ,E RICHIESTE DI ,EGAMBIENTE )L CASO 6IBO 6ALENTIA ABUSIVISMO KILLER  LO SHOPPING DI MAFIA CRIMINALITg ORGANIZZATA NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

!SSALTO AL TERRITORIO ,A 3ICILIA LELDORADO DEI PARCHI COMMERCIALI 'LI AFFARI DELLA @NDRANGHETA E LA COLONIZZAZIONE DEL PR OFONDO .ORD ) SUPERMARKET DELLA CAMORRA

    

 ABRUZZO OBIETTIVO ±RICOSTRUIRE PULITO²

) CROLLI DOLOSI 2ICOSTRUIRE PULITO

  

 L´ARCHEOMAFIA



 IL RACKET DEGLI ANIMALI

  

 L´AGROMAFIA

      

,A TECNOLOGIA CONTRO I hCRIMINALI DEL CAVALLOv ) NUMERI DELLILLEGALITÍ 3ETTORE AGRICOLO ) MERCATI ORTOFRUTTICOLI E ITTICI -ERCATO DEL PESCE 4RUFFE A TAVOLA 2OSARNO LE ARANCE INSANGUINATE ,A MAFIA DEI BOSCHI  UN PAESE IN FUMO




00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 7

 L´ECOMAFIA GLOBALE

5N RINNOVATO IMPEGNO A TUTELA DELLA SALUTE E DELL AMBIENTE ) TRAFFICI GLOBALI DI RIFIUTI )L TRAFFICO INTERNAZIONALE DI SPECIE ANIMALI E V EGETALI -ALEDETTO AVORIO

    

 IL NETWORK DEI COLLETTI BIANCHI



 I CLAN DELL ´ECOMAFIA



LA RETE DI LEGAMBIENTE CONTRO LA CRIMINALITg AMBIENTALE



FONTI



RINGRAZIAMENTI




00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 8


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 15

INTRODUZIONE

0IETRO 'RASSO PROCURATORE NAZIONALE !NTIMAFIA

'IÍ DA TEMPO LE STRATEGIE DELLA CRIMINALITÍ ORGANIZZATA SI SONO ADEGUATE ALLE PIÂ MODERNE ATTIVITÍ IMPRENDITORIALI CONDIZIONANDO LECONOMIA E I MERCATI ATTRAVERSO UN SISTEMATICO INSERIMENTO IN QUALSIASI TRAFFICO PUR CH£ SIA REDDITIZIO E CONSENTA DI INVESTIRE FLUSSI DI DENARO DI PROVENIENZA LECITA O ILLECITA ,ATTUALE CRISI ECONOMICA POI HA FAVORITO LESPANDERSI DEI GRUPPI CRIMI NALI IN NUOVI MERCATI OLTRE A QUELLI TRADIZIONALI DI STUPEFACENTI E ARMI

CHE CONSENTONO NOTEVOLI PROFITTI CON MINORI RISCHI DI RESPONSABILITÍ IL TRAFFICO DI RIFIUTI PERICOLOSI LA CONTRAFFAZIONE DI MER CI IL TRAFFICO DI BENI CULTURALI LA TRATTA DI ESSERI UMANI E COSÖ VIA ¥ QUESTO IL PIÂ R ECENTE VOLTO DEL CRIMINE ORGANIZZATO SEMPR E PIÂ SIMILE A UN IMPRESA COMMERCIALE TRANSNAZIONALE CHE ATTUA STRATEGIE OPERATIVE FACILMENTE ADATTABILI AL MUTA MENTO DELLE CONDIZIONI ECONOMICO SOCIALI POLITICHE CONSISTENTI IN TRAFFICI E FORNITURE DI DIVERSE TIPOLOGIE DI BENI E DI SER VIZI ILLECITI ,ALTRETTANTO GRAVE CRISI DEL SISTEMA LEGALE DEL CREDITO FAVORISCE LUSURA E

COSA ANCOR PIÂ PREOCCUPANTE LA POSSIBILITÍ DELLE MAFIE DI RILEVARE ATTRA VERSO UNA GRADUALE PARTECIPAZIONE FINANZIARIA IMPRESE PICCOLE E MEDIE ANCHE DEL SETTORE RIFIUTI CHE COSTITUISCONO LA BASE DEL SISTEMA PR ODUTTI VO ITALIANO 0RECISI SEGNALI LASCIANO POI PREVEDERE CHE LE MAFIE STANNO CERCANDO DI INSERIRSI NEL MERCATO IMMOBILIARE DEI BENI ALIMENTARI DELLA DISTRIBUZIONE DEI TRASPORTI DELLE TELECOMUNICAZIONI DELLO SFRUTTAMENTO DELLENERGIA PULITA SENZA DISDEGNARE ATTRAVERSO LA PARTECIPAZIONE OCCULTA A RAGGRUPPAMENTI DIMPRESA SUBAPPALTI E NOLI LASSEGNAZIONE DI APPALTI DI GRANDI OPERE PUBBLICHE GIÍ IN PROGRAMMAZIONE PER I PROSSIMI ANNI

ANCHE IN CAMPO AMBIENTALE .ON BISOGNA TRASCURARE POI IL FATTO CHE PER LE MAFIE AI FINI DELLOCCULTAMEN TO DEI PROVENTI ILLECITI RISULTA VANTAGGIOSO ANCHE UN INVESTIMENTO IMPRODUT TIVO O IN PERDITA FINO ALLA PERCENTUALE   RICHIESTA DAGLI INTERMEDIA RI FINANZIARI PER IL RICICLAGGIO DEL CAPITALE NEL SISTEMA FINANZIARIO LEGALE


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 16



ECOMAFIA 

) CICLI DEL CEMENTO E DEI RIFIUTI RAPPR ESENTANO OGGI DUE AMBITI DI ATTIVITÍ PER LE QUALI NEL NOSTRO PAESE CRESCE LALLARME SOCIALE PROPRIO PERCH£ COSTI TUISCONO IL CAMPO DAZIONE PRIVILEGIATO DELLE COSIDDETTE ECOMAFIE ,INI ZIALE COINVOLGIMENTO DI GRUPPI DI CRIMINALITÍ ORGANIZZATA DI TIPO MAFIOSO CHE AVEVANO A DISPOSIZIONE NEL TERRITORIO CAV E TERRENI NONCH£ MANODOPE RA A BASSISSIMO COSTO HA FAVORITO IL RAPIDO DECOLLO DI UN VERO E PROPRIO MERCATO ILLEGALE IN MANO SOPRATTUTTO IN #AMPANIA E NELLE ALTR E REGIONI DEL 3UD ALLE RISPETTIVE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE TRADIZIONALI CHE CONTROLLA NO IN MANIERA ESCLUSIVA LA MAGGIOR PARTE DELLE ATTIVITÍ ECONOMICHE SUL LORO TERRITORIO DI ORIGINE /SSERVANDO PERÏ LEVOLUZIONE DI QUESTO MERCATO NOTIAMO GIÍ DA QUALCHE ANNO CHE ACCANTO AGLI ESPONENTI DELLE FAMIGLIE MAFIOSE IL MONDO DEI RIFIU TI SI Þ ANDATO POPOLANDO SEMPRE PIÂ DI UNA VARIETÍ DI SOGGETTI CHE NELLA GRAN PARTE DEI CASI NON HA UN PRECEDENTE CRIMINALE MA SI COLLEGA CON I CRIMINALI )N GENERALE SI TRATTA DI IMPRESE LEGALI RISPETTABILI UOMINI DAF FARI FUNZIONARI PUBBLICI OPERATORI DEL SETTORE DEI RIFIUTI MEDIATORI FAC CENDIERI TECNICI DI LABORATORIO IMPRENDITORI NEL SETTORE DEI TRASPORTI 4UT TI QUESTI SOGGETTI SONO INSERITI NEI GANGLI ESSENZIALI DEL MER CATO LEGALE MA INIZIANO A FARE DELLILLEGALITÍ DELLA SIMULAZIONE DELLEVASIONE SISTEMATICA DI QUALSIASI REGOLA E DELLA CORRUZIONE LE NORME ISPIRATRICI DELLA PROPRIA CONDOTTA ,IMPRESSIONE GENERALE SUGGERISCE CHE IL GR OSSO AFFARE DELLEMERGENZA RIFIU TI SIA LEGATO A UN PRECISO ORIENTAMENTO DI ALCUNI SETTORI DEL MONDO PRO DUTTIVO DESIDEROSI DI RIDURRE I COSTI ATTRAVERSO UNA COSTANTE VIOLAZIONE DELLE REGOLE DEL GIOCO E DI CONSEGUENZA DI AUMENTAR E I PROPRI PROFITTI ) METODI UTILIZZATI PER LA GESTIONE DEL TRAFFICO ILLEGALE DEI RIFIUTI PERICOLOSI SONO TRA I PIÂ VARI )N MOLTI CASI VENGONO ABBANDONATI IN ZONE POCO FRE QUENTATE O NASCOSTE SCARICATI IN MARE O IN CORSI DACQUA UTILIZZATI COME FERTILIZZANTI O MISCHIATI AI RIFIUTI URBANI E DI CONSEGUENZA TRATTATI COME DEI RIFIUTI NORMALI 1UESTO HA COMPORTATO DEI RISCHI ENORMI PER LAMBIEN TE MA ANCHE PER QUELLE PERSONE CHE DEL TUTTO INCONSAPEV OLMENTE SI TRO VANO A VIVERE IN PROSSIMITÍ DI AREE ALTAMENTE INQUINATE QUINDI FORTEMEN TE NOCIVE PER LA SALUTE 3I Þ POI NOTATO CHE MOLTE IMPRESE DI MOVIMENTO TERRA FIUTATO IL GRANDE AFFARE DELLEMERGENZA RIFIUTI SI TROVANO TRA QUELLE ISCRITTE ALLALBO DEI TRA SPORTATORI DI RIFIUTI /VVIAMENTE QUESTE IMPRESE TRATTANO I RIFIUTI COME TRATTAVANO IL PRODOTTO CHE LAVORAVANO IN PRECEDENZA SENZA ALCUN TIMORE DELLE GRAVI CONSEGUENZE PER LAMBIENTE E LA SALUTE ,E ASSOCIAZIONI TEMPO


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 17

INTRODUZIONE

RANEE DI IMPRESE !TI CHE SI AGGIUDICANO GLI APPALTI IN GENERE OPERANO ATTRAVERSO UNIMPRESA DI RILEVANZA NAZIONALE QUALE CAPOGRUPPO AFFIANCATA DA PICCOLE E MEDIE IMPRESE LOCALI n SPESSO MAFIOSE COME AVVIENE IN #AM PANIA O QUANTO MENO VICINE AD AMBIENTI MAFIOSI CHE SI OCCUPANO POI DELLO SMALTIMENTO EFFETTIVO DEI RIFIUTI ANCHE PERICOLOSI COME SE FOSSERO RIFIUTI NORMALI 3UL PIANO LEGISLATIVO SIAMO FERMI ALLA PREVISIONE DEL DELITTO DI hATTIVITÍ ORGANIZZATA PER IL TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTIv EX ART  BIS DEL DECRETO 2ON CHI ATTUALE ART  DEL $LGS  INTRODOTTO NEL  CHE CON SENTE IN QUALCHE MODO DI DISPORRE DEGLI STRUMENTI LEGALI PER POTER CON TRASTARE IL FENOMENO DELLINQUINAMENTO IN QUANTO DETTO REATO ESSENDO PUNITO CON UNA PENA FINO A SEI ANNI CONSENTE ATTUALMENTE LE INTER CETTA ZIONI TELEFONICHE CHE SI SPERA NON VENGANO VANIFICATE DALLA NUOVA DISCI PLINA IN FASE DI DISCUSSIONE IN 0 ARLAMENTO 4UTTAVIA UNA NORMATIVA PIÂ SPECIFICA SUL TEMA DELLAMBIENTE SAREBBE ANCOR PIÂ UTILE PREVEDENDO FRA LALTRO LINTRODUZIONE NEL CODICE PENALE DI UN 4ITOLO 6) BIS RELATIVO AI DELITTI CONTR O LAMBIENTE E CONTENENTE FRA GLI ALTRI ANCHE UNA NUOVA FIGURA DI DELITTO ASSOCIATIVO )NFATTI LATTUALE FENO MENOLOGIA DELLA CRIMINALITÍ AMBIENTALE SEMPRE PIÂ CRIMINALITÍ DIMPRESA E DI PROFITTO CONSIGLIA LINTRODUZIONE DI UNA FATTISPECIE DI ASSOCIAZIONE A DELINQUERE MODULATA SULLA BASE DI TALE SPECIFICA FINALITÍ $ A PORRE IN RAC CORDO CON LATTUALE DISPOSIZIONE DI CUI ALLART  h!TTIVITÍ ORGANIZZATE PER IL TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTIv DEL $LGS  APRILE  N  TIPIZZAN DO PERÏ GLI SPECIFICI RUOLI DEI COMPARTECIPI DEL GRUPPO CRIMINALE E ANCHE PREVEDENDO UNAGGRAVANTE PER IL CASO DI PAR TECIPAZIONE ASSOCIATIVA DEL PUBBLICO UFFICIALE O INCARICATO DI PUBBLICO SER VIZIO AL QUALE SIANO DEMAN DATI COMPITI IN MATERIA AMBIENTALE )NOLTRE I COLLEGAMENTI TRA LA CRIMI NALITÍ AMBIENTALE E SODALIZI DI TIPO MAFIOSO GIUSTIFICANO LINTRODUZIONE DI UNAGGRAVANTE A EFFETTO SPECIALE 3AREBBE POI INDISPENSABILE ATTRIBUIRE LA COMPETENZA IN ORDINE A TALE FATTI SPECIE ASSOCIATIVA ALLA $IREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA CON IL CONSEGUEN TE COORDINAMENTO DELLA $IREZIONE NAZIONALE ANTIMAFIA ANALOGAMENTE A QUANTO GIÍ ACCADE PER ALTRE FORME DI CRIMINE ORGANIZZATO QUALI IL TRAFFICO DI DROGA LASSOCIAZIONE FINALIZZATA AL CONTRABBANDO DI TABACCHI E LA TRATTA DEGLI ESSERI UMANI ! LIVELLO NORMATIVO SAREBBE PARTICOLARMENTE IMPORTANTE SECONDO LA NOSTRA ESPERIENZA UN SISTEMA REPRESSIVO PREMIALE CHE FAVORISCA LA DEFLAZIONE DEL




00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 18



ECOMAFIA 

PROCEDIMENTO PENALE IN RELAZIONE AGLI INTERVENTI DI RIPRISTINO AMBIENTALE POSTI IN ESSERE DALLINDAGATO 3OVENTE LA STRATEGIA DEGLI UFFICI INQUIRENTI CHE HO AVUTO LA POSSIBILITÍ DI REALIZZARE COME PROCURATORE DELLA 2EPUB BLICA DI 0ALERMO Þ PROPRIO QUELLA DI PROMUOVERE GLI INTERVENTI DI BONIFI CA MEDIANTE IL RIPRISTINO E LA RIPULITURA DELLE AREE DEI SITI INQUINATI DA PAR TE DEI SOGGETTI COINVOLTI NEL PROCEDIMENTO OVVERO A OPERA DELLE AMMINI STRAZIONI PUBBLICHE SOLLECITATE IN TAL SENSO  .ON PUÏ NON SOTTOLINEARSI LINERZIA SOVENTE COLPEVOLE DA PARTE DI MOL TE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DI FRONTE A SITUAZIONI DI PARTICOLARE ALLAR ME AMBIENTALE #IÏ SORPRENDE PERCH£ LA NORMATIVA CONSENTE LINTERVEN TO DIRETTO DA PARTE DELLAMMINISTRAZIONE COMPETENTE IN CASO DI OMISSIO NE DEL PROPRIETARIO DELLAREA INTERESSATA DA FENOMENI DI INQUINAMENTO

PER LA BONIFICA E LA R EMISSIONE IN PRISTINO CON LA SUCCESSIV A AZIONE DI RISARCIMENTO DELLE SPESE SOSTENUTE IN DANNO DEL PROPRIETARIO ANCHE IN FORMA SPECIFICA SULLIMMOBILE )L PROBLEMA FONDAMENTALE Þ IN QUESTO CASO BONIFICARE LAMBIENTE 0ER RAGGIUNGERE QUESTO RISULTATO SI POTREBBE PREVEDERE UNA SORTA DI RAVVEDIMENTO OPEROSO CHE STABILISCA ALCUNI EFFET TI PREMIALI PER LE CONDOTTE POST DELICTUM COMPIUTE DALLAUTORE DEL REATO UNA CONSISTENTE DIMINUZIONE DI PENA PER CHI SI ADOPERA PER EVITAR E CHE IL DELITTO SIA PORTATO A CONSEGUENZE ULTERIORI E COLLABORA ANCHE CON LAU TORITÍ DI 0OLIZIA O GIUDIZIARIA AI FINI DI AGEV OLARE LACCERTAMENTO DEL REATO E DI INDIVIDUARE I RESPONSABILI DELLO STESSO 5NALTRA DIMINUZIONE DI PENA

DI MINORE CONSISTENZA E SEMPRE SUCCESSIVA RISPETTO ALLA REALIZZAZIONE DEL FATTO DELITTUOSO POTREBBE ESSERE INDIVIDUATA NELLE CONDOTTE VOLONTARIE DI MESSA IN SICUREZZA BONIFICA E OVE POSSIBILE RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUO GHI PURCH£ POSTE IN ESSERE PRIMA DELLAPERTURA DEL DIBATTIMENTO 1UESTA PREVISIONE DI CARATTERE PREMIALE ASSUMEREBBE UNA CONSISTENTE RILEVANZA

ATTESO CHE LA BONIFICA E IL RIPRISTINO SONO COMUNQUE OBBLIGHI AGGIUNTIVI PER LAUTORE DEL REATO AI QUALI DOVRÍ ESSERE DATA OTTEMPERANZA A SEGUITO DELLORDINE DEL GIUDICE EMESSO CON LA SENTENZA DI CONDANNA O DI PATTEG GIAMENTO 0ER RAGGIUNGERE LOBIETTIVO DELLA DEFLAZIONE SUL VERSANTE DEL PROCEDIMENTO PENALE POTREBBE VALUTARSI LOPPORTUNITÍ DI PREVEDERE n SOLTANTO NELLE IPO TESI IN CUI NON RICORRANO DELITTI ASSOCIATIVI IL FATTO R EATO SIA DI LIEVE ENTITÍ E LAUTORE ABBIA PROVVEDUTO ALLA COMPLETA MESSA IN SICUREZZA ALLA BONIFI CA E ALLA RIMESSA IN PRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI n L IMMEDIATA DEFINI ZIONE DEL PROCEDIMENTO CON LIRROGAZIONE DI SANZIONI PECUNIARIE 5NA RIFORMA LEGISLATIVA ORMAI ASSOLUTAMENTE IMPROCRASTINABILE CHE VOGLIA


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 19

INTRODUZIONE

AVERE CARATTERE DI COMPLETEZZA DOVREBBE INOLTRE CONTEMPLARE QUESTE PRE VISIONI s )L DELITTO DINOSSERVANZA COLPOSA DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA AMBIEN TALE PER IL CASO IN CUI LE CONDOTTE DELITTUOSE ABBIANO PR OVOCATO UN GRA VE DANNO ALLECOSISTEMA s ,A hFRODE IN MATERIA AMBIENTALEv CON LA QUALE SI PREVEDE UNA FATTISPE CIE PUNITA PIÂ SEVERAMENTE NEL CASO IN CUI LA FALSITÍ IN DOCUMENTI SIA FUNZIONALE AL DELITTO AMBIENTALE !LLATTO FALSO DOVREBBE ESSERE EQUIPA RATO IL DOCUMENTO ILLECITAMENTE OTTENUTO OSSIA FR UTTO DI CORRUZIONE OVVERO RILASCIATO A SEGUITO DI UTILIZZAZIONE DI MEZZI DI COER CIZIONE FISICA O MORALE NEI CONFRONTI DEI SOGGETTI PUBBLICI DEMANDATI AL SUO RILASCIO  s -ISURE SANZIONATORIE CHE COLPISCANO I PATRIMONI MEDIANTE IL SEQUESTRO E LA CONFISCA DEI PROFITTI DEL REATO QUESTULTIMA PREVISTA COME OBBLIGA TORIA ANCHE NEL CASO IN CUI IL PR OCEDIMENTO PENALE SI CONCLUDA CON LAP PLICAZIONE DELLA PENA SU RICHIESTA DELLE PAR TI COSIDDETTO PATTEGGIAMEN TO PREVISTA DALLARTICOLO  DEL CODICE DI PROCEDURA PENALE !L MEDE SIMO FINE DI COLPIRE UNA CRIMINALITÍ SEMPRE PIÂ DI IMPRESA E DI PROFITTO

DOVREBBE RISPONDERE LA COSIDDETTA CONFISCA hPER EQUIVALENTEv QUALORA SIA IMPOSSIBILE CONFISCARE I PROVENTI DI REATI DI TIPO AMBIENTALE NONCH£ LA CONFISCA PREVISTA DALLART  SEXIES LEGGE  AGOSTO  N  NEI CONFRONTI DEI PATRIMONI SPROPORZIONATI RISPETTO AL REDDITO ACCUMULATI PER EFFETTO DELLE CONDOTTE CRIMINALI s ,INTRODUZIONE DELLA RESPONSABILITÍ AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDI CHE PER I DELITTI AMBIENTALI IN OTTEMPERANZA AGLI IMPEGNI EUROPEI E INTER NAZIONALI SUL SISTEMA DEL $LGS  GIUGNO  N  AL FINE DI PR O MUOVERE UN VERO E PROPRIO MUTAMENTO CULTURALE NEL MONDO IMPRENDI TORIALE PERSUADERE LE IMPRESE CHE INVESTENDO IN ECOLOGIE PULITE IN ADE RENZA CON IL PROGRESSO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO INVESTONO ANCHE IN UN FUTURO SOCIALE ED ECONOMICO CHE NE POTRÍ ACCR ESCERE LA COMPETITIVITÍ s ,UTILIZZO DI SPECIALI TECNICHE INVESTIGATIVE GIÍ SPERIMENTATE NELLE INDA GINI IN MATERIA DI CRIMINE ORGANIZZATO CONSISTENTI NELLA POSSIBILITÍ DI DIFFERIRE OD OMETTERE GLI ATTI DI CATTURA ARR ESTO E SEQUESTRO DI INFILTRARE AGENTI SOTTO COPERTURA NATURALMENTE SOTTO IL CONTROLLO DELLAUTORITÍ GIU DIZIARIA IN MODO DA ADEGUARE LE STRATEGIE INVESTIGATIVE ALLA DIMENSIONE ORGANIZZATA DEI FENOMENI ILLECITI IN MATERIA AMBIENTALE #ON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLE INVESTIGAZIONI NON SI PUÏ OGGI TRASCURARE LIMPORTANTE AUSILIO FORNITO DALLIMPIEGO DI NUOVE TECNOLOGIE ,E TECNICHE GEOFISICHE PER ESEMPIO COSTITUISCONO DEI V ALIDI STRUMENTI




00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 20



ECOMAFIA 

PER LESPLORAZIONE DEL SOTTOSUOLO SOPRATTUTTO IN CAMPO AMBIENTALE %SSENDO METODI NON INVASIVI CONSENTONO DI OSSERVARE DALLA SUPERFICIE ALCUNI FENOMENI DINQUINAMENTO SOTTERRANEO E DI INDIVIDUARE STOCCAG GI ILLECITI DI FUSTI E DI RIFIUTI IN GENER E SENZA DOVER EFFETTUARE LUNGHI E COSTOSI SCAVI PER LE INDAGINI 1UESTI ULTIMI INFATTI VENGONO ESEGUITI SOLO DOPO LE INDAGINI GEOFISICHE LADDOVE QUESTE ABBIANO EVIDENZIATO DISO MOGENEITÍ O ANOMALIE NEL SOTTOSUOLO .EGLI ULTIMI TEMPI LIMPIEGO DI QUESTE METODOLOGIE ELETTRICHE MAGNE TICHE ED ELETTROMAGNETICHE SI Þ MOLTO DIFFUSO ANCHE GRAZIE AI NOTEVOLI SVILUPPI DELLELETTRONICA E DEI SOFTWARE PER LELABORAZIONE DEI DATI CHE CONSENTONO DI REALIZZARE MODELLI DEL SOTTOSUOLO RECENTEMENTE ANCHE IN TRE DIMENSIONI ,E TECNICHE DI INDAGINE IMPIEGATE DALLA GEOFISICA AMBIENTALE SONO MOLTO SPESSO IN GRADO DI DELINEAR E UN QUADRO GENERA LE E SUFFICIENTEMENTE PRECISO DELLE CARATTERISTICHE DI UN SITO INQUINATO A PARTIRE DALLA MISURA DI ALCUNI PARAMETRI FISICI DEI TERR ENI INTERESSATI ,E SECUZIONE DI SONDAGGI E IL PRELIEVO DEI CAMPIONI PER LE ANALISI DI LABO RATORIO POSSONO ESSERE QUINDI ESEGUITI NELLE AREE DI MAGGIORE INTERESSE RIDUCENDO COSÖ IL NUMERO DEGLI STESSI E OTTENENDO UNA MAGGIORE SIGNI FICATIVITÍ DEL DATO ,A #AMPANIA RISULTA LA PRIMA R EGIONE ITALIANA IN RELAZIONE ALLE INFRAZIO NI ACCERTATE E AI SEQUESTRI OPERATI ,A PR OVINCIA DI #ASERTA Þ IL TERRITORIO SU CUI SI Þ PIÂ CONCENTRATO LINTERESSE DELLA CAMORRA IN QUESTO SETTORE #ONTEMPORANEAMENTE VIENE CONFERMATA LA PREVISTA INFILTRAZIONE NELLA REALIZZAZIONE E NELLA GESTIONE DELLE OPER E DI BONIFICA DEI SITI CONTAMINA TI A OPERA DI V ARI CLAN TRA CUI QUELLO DEI #ASALESI 0 ARTICOLARE ATTENZIONE Þ STATA INOLTRE RISERVATA ALLE CAVE E ALLA NECESSITÍ DI ACQUISIZIONE DEI R ELA TIVI DATI CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLA PR ESENZA DELLE STESSE SU DETERMI NATI TERRITORI ,A CONFERMA DELLINFILTRAZIONE DELLA CRIMINALITÍ ORGANIZZATA CAMPANA NEGLI ILLECITI AMBIENTALI RISULTA CHIARAMENTE ANCHE DAI DATI STATISTICI PRODOTTI DALLUFFICIO CHE DIRIGO LA $NA DAI QUALI RISULTA CHE LA MAGGIOR PAR TE DEI PROCEDIMENTI IN MATERIA CONCERNE LA DIR EZIONE DISTRETTUALE DI . APOLI !PPARE OPPORTUNO PERÏ PRECISARE CHE ESSI CONCERNONO ESCLUSIVAMENTE I PROCEDIMENTI NELLAMBITO DEI QUALI SI PROCEDE IN ORDINE A UNO O PIÂ DELIT TI COSIDDETTI DI MAFIA CONTESTUALMENTE A UN REATO AMBIENTALE PREVISTO DAI DECRETI LEGISLATIVI N  O N  4ALE PRECISAZIONE GIUSTIFICA LESIGUA CONSISTENZA DEI DATI RILEVATI DI FRONTE A UN FENOMENO DILAGANTE


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 21

INTRODUZIONE

ATTESO CHE MOLTO SPESSO I PR OCEDIMENTI CONNESSI A ILLECITI AMBIENTALI RIMANGONO DI COMPETENZA DELLE COSIDDETTE PROCURE ORDINARIE I CUI DATI SFUGGONO ALLINSERIMENTO NELLA NOSTRA BANCA DATI 0ER OVVIARE A QUESTO INCONVENIENTE SI Þ STIPULATO IN DATA  OTTOBR E 

UN PROTOCOLLO DINTESA TRA IL -INISTERO DELL!MBIENTE E LA $IREZIONE NAZIO NALE ANTIMAFIA PER UN RECIPROCO SCAMBIO DI DATI NOTIZIE E INFORMAZIONI SUI REATI AMBIENTALI PER LUTILIZZO DI PARTICOLARI STRUMENTI DI RILEVAMENTO AD ALTA TECNOLOGIA SIA SULLA TERRAFERMA SIA A MARE I CUI RISULTATI POSSANO INCROCIARSI CON LA BANCA DATI DELLA $NA E PER L ISTITUZIONE DI UN hGRUPPO OPERATIVOv COMPOSTO DA PERSONALE SPECIALIZZATO DELLA STESSA $NA DEL -INI STERO DELL!MBIENTE DELL)STITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE DEL #OMANDO CARABINIERI TUTELA AMBIENTE DEL #ORPO FOR ESTA LE DELLO 3TATO DELLA 0OLIZIA DI 3TATO E DELLA 'UARDIA DI FINANZA 5N PROTO COLLO CON LE MEDESIME FINALITÍ OPERATIV E CI SI APPRESTA A FIRMARE CON LA #OMMISSIONE PARLAMENTARE DINCHIESTA SUL CICLO DEI RIFIUTI 2ECENTI INVESTIGAZIONI CHE HANNO PORTATO AL SEQUESTRO NELLAREA PORTUALE DI 'IOIA 4AURO 2C DI  CONTAINER DIR ETTI IN #INA E AI SEQUESTRI NEI PORTI DI 6ENEZIA ,ECCE 4ARANTO DI TONNELLATE DI RIFIUTI PERICOLOSI CON DESTINAZIONE (ONG +ONG GLOBALMENTE VALUTATE FANNO PREVEDERE CHE LE MAFIE STANNO ANTICIPANDO LE TENDENZE DEL MONDO CHE VERRÍ LA SCOPERTA DELL/RIENTE LA #INA OVE SI INTERSECANO STRAORDINARIAMENTE FATTORI GEO POLITICI ED ECONOMICI FUNZIONALI AGLI INTER ESSI MAFIOSI 5N NUOVO SISTEMA CRIMINALE INTEGRATO DA UN LATO I PRINCIPALI MERCATI DI BENI ILLECITI GLI 3TATI 5NITI E L%UROPA DALLALTRO LE MAFIE TRANSNAZIONALI

MOSSE DALLIMPELLENTE ESIGENZA DI LAVARE E INVESTIRE I PROVENTI DEI LORO TRAF FICI !L CENTRO LA #INA DISPOSTA A UNA GRANDE TOLLERANZA VERSO GLI ILLECITI ECONOMICI COME PREZZO TUTTO SOMMATO ACCETTABILE A FRONTE DI UNA SPRE GIUDICATA INARRESTABILE CRESCITA ECONOMICA CONSEGUENTE ALLA CAPACITÍ DI ASSORBIMENTO DI MERCI LECITE E ILLECITE ALLA VASTA DISPONIBILITÍ DI LIQUI DITÍ AL VOLUME DIMPORTAZIONI ED ESPORTAZIONI CHE VANIFICA QUALSIASI PUR ATTENTO CONTROLLO 3I HA NOTIZIA CHE NEL PORTO IN TERRITORIO CINESE DI FRONTE A (ONG +ONG VENGONO IMPIEGATI OLTRE CINQUEMILA AGENTI DOGANALI SOPRAT TUTTO PER IMPEDIRE LINGRESSO IN #INA DI MASSE ENORMI DI RIFIUTI PERICOLOSI CHE DOPO ESSERE STATI TRATTATI E CONVERTITI IN MATERIE PLASTICHE E IN MER CI

VENGONO RESTITUITE AI PAESI DELL%UROPA 4ALI TRASFERIMENTI COME QUELLI DELLE MERCI CONTRAFFATTE SECONDO QUANTO GIÍ ACCENNATO RISULTER EBBERO COLLEGATI AL TRAFFICO DI STUPEFACENTI E AL R ELATIVO RICICLAGGIO PER CUI ANCHE




00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 22



ECOMAFIA 

DA PARTE CINESE ANDREBBERO SVOLTI PIÂ ACCURATI CONTROLLI SUI TRASFERIMENTI BANCARI E SULLE ESPORTAZIONI VERSO LA #INA )N LINEA GENERALE VA OSSERVATO CHE NON SI PUÏ SUPPLIR E ALLE ATTIVITÍ DI CON TROLLO E PREVENZIONE CON LE SOLE INDAGINI DELLE FORZE DI 0OLIZIA DI SINGOLI PAESI NEI CONFRONTI DI ORGANIZZAZIONI CRIMINALI TRANSNAZIONALI CHE OPERA NO IN TUTTO IL MONDO SFR UTTANDO AL MASSIMO LA GLOBALIZZAZIONE E LE INNO VAZIONI TECNOLOGICHE OLTRE CHE I FENOMENI GEOPOLITICI E LE OPPOR TUNITÍ DELLA CONTINGENZA ECONOMICA 3UL FRONTE NAZIONALE UNAZIONE PRIMARIA DI FILTRO DI PREVENZIONE E DI ACCERTAMENTO VA SVOLTA INNANZITUTTO DAGLI ENTI LOCALI CHE IN CERTE REGIONI SOPRATTUTTO DEL 3UD RISULTANO ANCORA CARENTI NELLA TUTELA AMBIENTALE 0ER FORTUNA ABBIAMO IN )TALIA ,EGAMBIENTE CHE SI Þ ASSUNTA QUESTI COM PITI DI SEGNALAZIONE E DI DENUNCIA E CHE OGNI ANNO CI FORNISCE QUESTO RAP PORTO DETTAGLIATO COMPLETO ESAUSTIVO CHE METTE IN MORA TUTTE LE ISTITU ZIONI DELEGATE AL RISPETTO E ALLA TUTELA DEL NOSTRO COSIDDETTO "ELPAESE ,EN COMIABILE OPERA POSTA IN ESSERE DA ,EGAMBIENTE DI MONITORAGGIO DI TUTTO IL TERRITORIO ITALIANO E DI TUTTE LE ATTIVITÍ E I COMPOR TAMENTI CRIMINALI CHE NE COMPROMETTONO LA VIVIBILITÍ E CHE METTONO IN PERICOLO LA SALUTE DEI CITTADINI I DIFFUSI PROGRAMMI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ATTUATI NEI CON FRONTI DEI GIOVANI FORMATI A UNA CULTURA DI RISPETTO E DI DIFESA DEL PRO PRIO TERRITORIO LA SEMPRE PIÂ STRETTA SINERGIA OPERATIVA DI ,EGAMBIENTE CON IL .UCLEO OPERATIVO ECOLOGICO DEI CARABINIERI CON LA PROCURA NAZIO NALE ANTIMAFIA n CHE CONDUCE AGGIORNATI STUDI SULLE ECOMAFIE n E CON TUT TE LE PROCURE D)TALIA DEVONO COSTITUIRE STIMOLO E IMPULSO AFFINCH£ TUTTE LE ISTITUZIONI MOSTRANDO LA MASSIMA ATTENZIONE AL TEMA DELL AMBIENTE

DIANO UN SOSTEGNO FORTE E CHIARO ALLE ATTIVITÍ AI PROGETTI E ALLE INIZIATIVE DI SENSIBILIZZAZIONE E INFORMAZIONE SU QUESTI ARGOMENTI 0ER FAR CRESCERE SEMPRE DI PIÂ NEI CITTADINI E NEI GIOVANI LA CONSAPEVOLEZZA DEI PROPRI DIRIT TI PRIMO FRA TUTTI QUELLO DI VIVERE IN UN AMBIENTE SANO E IN UNA SOCIETÍ FONDATA SUL RISPETTO DELLA LEGALITÍ $UNQUE SI TRATTA DI COALIZZARE TUTTE LE ISTITUZIONI CHE HANNO IL DOVERE DI FARLO E I CITTADINI CHE DEV ONO SENTIRE QUESTO SPIRITO DI COLLABORAZIONE CONTR O I MAFIOSI E CONTR O CHIUNQUE IMBRATTI DETURPI E INQUINI LA NOSTRA MERAVIGLIOSA TERRA #OOPERIAMO TUTTI INSIEME CONTRO COLORO CHE PRIVANO NOI I NOSTRI FIGLI E I NOSTRI NIPOTI DEL DIRITTO ALLA VITA


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 23

PRESENTAZIONE

6ITTORIO #OGLIATI $EZZA 0RESIDENTE NAZIONALE ,EGAMBIENTE

,A LUNGA GUERRA CONTRO LE ECOMAFIE PROSEGUE IN UN PAESE IN CUI QUALCUNO PENSA CHE LA LEGALITÍ SIA A GEOGRAFIA VARIABILE 2ECENTEMENTE INFATTI AL 3ENATO LA MAGGIORANZA HA RECLAMATO UN REGIME SPECIALE PER LA #AMPANIA

PER LA QUALE PROPONE CON DECRETO LEGGE LA RIAPERTURA DEI TERMINI DEL CON DONO EDILIZIO DEL  SPALANCANDO LE PORTE A UNA SANATORIA EDILIZIA GENE RALIZZATA #ON LA SCUSA DI QUALCHE DECINA DI FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI R EALE BISOGNO SI VUOLE DARE NUOVO OSSIGENO AL BUSINESS DEL CEMENTO NELLA R EGIO NE IN CUI LEDILIZIA ILLEGALE Þ FONTE PRIORITARIA DI RICICLO DEI CAPITALI SPORCHI DELLA CAMORRA .ON Þ CERTO QUESTO IL FEDERALISMO CHE SER VE ALL)TALIA ,A GUERRA PROSEGUE MENTRE LOMBRA LUNGA DEL DISEGNO DI LEGGE SULLE INTER CETTAZIONI INCOMBE PERICOLOSAMENTE SUL FUTURO DELLAZIONE DELLE FORZE DEL LORDINE E DELLA MAGISTRATURA 1UESTO NONOSTANTE GLI APPELLI GIUNTI DALLA SOCIETÍ CIVILE A FARE DIETROFRONT A PARTIRE DA QUELLO DI ,EGAMBIENTE E LE RICHIESTE DI MOLTI PARLAMENTARI ANCHE TRA LE FILA DELLA MAGGIORANZA COME LEMENDAMENTO BIPARTISAN 2EALACCI 'RANATA E LA VOCE CONTRARIA DELLON 0ECORELLA PRESIDENTE DELLA #OMMISSIONE DINCHIESTA SUL CICLO ILLEGALE DEI RIFIUTI .ONOSTANTE QUESTI INACCETTABILI SEGNALI IN CONTROTENDENZA LAZIONE DI CON TRASTO ALLECOMAFIA NON ARRETRA !NZI SI FA PIÂ INCISIVA #RESCONO GLI ARRE STI   E LE DENUNCE    SUL FR ONTE DEI REATI AMBIENTALI CON VERE E PROPRIE IMPENNATE NEL RACKET DEI RIFIUTI DA  NEL  A  INFRAZIONI NEL  E NELLILLEGALITÍ CONTRO LA FAUNA DA  A 

 MENTRE NON ACCENNANO A CALARE LE AZIONI A DANNO DEL PATRIMONIO STORICO CULTURALE LA PESCA DI FRODO GLI SCARICHI ILLEGALI LABUSIVISMO EDILI ZIO E PIÂ IN GENERALE IL CICLO ILLEGALE DEL CEMENTO SU CUI SI STA ALZANDO UN ALTRO INQUIETANTE VELO QUELLO DEL CEMENTO DEPOTENZIATO CHE IN STR UTTURE PUBBLICHE E PRIVATE METTE A R EPENTAGLIO LA SICUREZZA DI TUTTI 4ENDENZE PREOCCUPANTI CONFERMATE NEI PRIMI TRE MESI DEL  CON  INCHIESTE

 ARRESTI E  DENUNCE PER IL SOLO REATO DI hATTIVITÍ ORGANIZZATA PER IL


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 24



ECOMAFIA 

TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTIv CHE Þ ANCHE A TUTTOGGI LUNICO DELITTO AMBIEN TALE RICONOSCIUTO DAL NOSTRO ORDINAMENTO GIURIDICO 3E LEFFICACIA DELLAZIONE DINDAGINE E REPRESSIONE CRESCE DALLINSIEME DEI DATI RACCOLTI EMERGONO ANCHE LE NOVITÍ DEL FENOMENO CHE DISEGNANO NUO VI CONTESTI E FANNO CAPIRE QUALI SARANNO LE SFIDE DA AFFR ONTARE NEI PROSSI MI ANNI )NNANZITUTTO STA CAMBIANDO LA GEOGRAFIA DELLILLEGALITÍ A LIVELLO SIA NAZIO NALE SIA INTERNAZIONALE .EL SETTORE DEI RIFIUTI SONO BEN  LE PROCURE COIN VOLTE OMOGENEAMENTE DISTRIBUITE TRA .ORD #ENTRO E 3UD MENTRE IL ,AZIO RUBA LA SECONDA PIAZZA NELLA CLASSIFICA REGIONALE DELLILLEGALITÍ AMBIENTALE SCAVALCANDO TUTTE LE R EGIONI A TRADIZIONALE PR ESENZA MAFIOSA TRANNE LA #AMPANIA E LA PIAGA DEL CEMENTO DEPOTENZIATO SI DIFFONDE DAL 4RENTINO AD !GRIGENTO )L SEGNALE Þ CHIARO LE ECOMAFIE SI AVVICINANO ANCHE FISICAMENTE AL CUOR E PRODUTTIVO IL .ORD E AL CUORE POLITICO DEL PAESE .ON Þ UN CASO CHE LA MANIFESTAZIONE ANNUALE IN MEMORIA DELLE VITTIME DI MAFIA PR OMOSSA DA ,IBERA QUESTANNO SI SIA TENUTA A - ILANO E LA PRESIDENTE DI #ONFINDUSTRIA ABBIA ALLARGATO AL TERRITORIO NAZIONALE LA MERITORIA OPERA DI CONTRASTO AVVIA TA DA )VAN ,O "ELLO IN 3ICILIA )N QUESTA LENTA MA INCONTROVERTIBILE EMIGRAZIONE VERSO NORD SI DISEGNANO NUOVI ASSETTI CHE RICHIEDONO CON URGENZA EFFICACI FORME DI COOR DINAMEN TO TRA LE PROCURE E LA MESSA A PUNTO DI SISTEMI PIÂ SOFISTICATI DI INDAGINE ¥ EVIDENTE INFATTI CHE OLTRE ALLA COLLUSIONE DI UNA PARTE DEL SISTEMA PRO DUTTIVO n LA #ALCESTRUZZI 3PA DI "ERGAMO NON Þ AFFATTO UN CASO ISOLATO n

STA EMERGENDO CON EVIDENZA LA FUNZIONE CENTRALE DEI COLLETTI BIANCHI 3 IA NEL RUOLO DI DIREZIONE DELLE COSCHE COME NEL CASO DELL ARCHITETTO 'IUSEP PE ,IGA ARRESTATO A 0ALERMO IN UNA SORTA DI CAMBIAMENTO ANTROPOLOGICO DEI CLAN TRADIZIONALI 3IA SOPRATTUTTO IN QUEL SETTORE COSTITUITO DA FUNZIO NARI DI BANCA E DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CHE NON FANNO DOMANDE SCOMODE SI ACCONTENTANO DI RISPOSTE POCO V EROSIMILI E CHE STANNO DIVEN TANDO LA SPINA DORSALE DEL SUCCESSO DEI NUO VI BUSINESS ILLECITI #OME AVVIENE PER ESEMPIO INTORNO AI CENTRI DI STOCCAGGIO DEI RIFIUTI ATTRAVERSO IL SISTEMA DEL hGIROBOLLAv CHE CONSENTE LA SISTEMATICA FALSIFICA ZIONE DEI DOCUMENTI CHE ACCOMPAGNANO I CARICHI / PPURE NELLALTERAZIO NE DELLE PROCEDURE DI CONTROLLO DELLA CONSISTENZA DEL CALCESTR UZZO )NTANTO EMERGONO NUOVI SCONCERTANTI SCENARI ANCHE A LIVELLO INTERNAZIO NALE 5NA NUOVA ATTENZIONE DEGLI INQUIRENTI HA CONSENTITO DI ACCENDERE I RIFLETTORI SULLA SCALA GLOBALE DEI TRAFFICI ILLECITI DI RIFIUTI IN PARTENZA DAI


00_ecomafia_00_ecomafia 19/05/10 13.02 Pagina 25

PRESENTAZIONE

NOSTRI PORTI SONO STATE SEQUESTRATE  TONNELLATE DI RIFIUTI NEL 

CONTRO LE  DEL  DESTINAZIONE %UROPA !SIA E !FRICA E SOPRAT TUTTO #INA )N UN QUADRO IN COSÖ FORTE EVOLUZIONE LASCIA PERPLESSI LASSENZA DI ALTRET TANTO DINAMISMO SU ALMENO DUE FR ONTI ISTITUZIONALI 2ECENTEMENTE L)SPRA HA PRESENTATO I DATI ANNUALI SUL SISTEMA RIFIUTI ) TALIA

CHE REGISTRA PER LA PRIMA VOLTA UN CALO NELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI URBANI PROPORZIONALE AL CALO DEI CONSUMI MA NON FORNISCE ALCUN DATO SUI MILIO NI DI TONNELLATE DI RIFIUTI SPECIALI SCOMPARSI ,ULTIMO DATO DISPONIBILE Þ QUELLO DEL   MILIONI DI TONNELLATE CORRISPONDENTI A CIR CA  MILIAR DI DI GUADAGNI ILLECITI 5N BUCO INFORMATIVO DIFFICILMENTE GIUSTIFICABILE

CHE NON CI PUÏ ESENTARE DAL PENSARE CHE IN QUESTI QUATTRO ANNI IL VOLUME DEL TRAFFICO ILLEGALE DI VELENI ABBIA CONTINUATO A CRESCERE )L SECONDO BUCO NERO Þ RAPPRESENTATO DALLIRRISOLTA QUESTIONE DELLE hNAVI DEI VELENIv AFFONDATE INTORNO ALLE COSTE DELLA #ALABRIA E IN CUI TUTTO FA PEN SARE SOSPETTO CONDIVISO ANCHE DALLA #OMMISSIONE PARLAMENTARE SUI RIFIU TI A UN SIGNIFICATIVO COINVOLGIMENTO DEI SERVIZI SEGRETI 5NA VICENDA CHE SE PUÏ ACCENDERE QUALCHE LUCE SU EPISODI INQUIETANTI COME LA MORTE DEL CAPITANO $E 'RAZIA PONE QUESTIONI PER NULLA RASSICURANTI SIA SUL SISTEMA DI SMALTIMENTO ILLEGALE DEI RIFIUTI SIA SULLO STATO DI SALUTE DEL NOSTRO MARE 3ULLO SFONDO A CONFERMARE LE NOSTRE PREOCCUPAZIONI LA DERIVA CHE HA ASSUN TO IL DIBATTITO PUBBLICO SULLA LEGALITÍ NEL NOSTRO PAESE .ONOSTANTE LA SCA DENZA IMPOSTA DALL5NIONE EUROPEA PER FINE  LA DISCUSSIONE SULL INSE RIMENTO DEI REATI AMBIENTALI NEL CODICE PENALE LANGUE MENTRE CHI OGGI Þ IMPEGNATO IN PRIMA LINEA SU QUESTO FRONTE SI ASPETTA SEGNALI PRECISI #HE METTANO A DISPOSIZIONE DEGLI INQUIRENTI ANCHE NUOVI STRUMENTI n PER FAVO RIRE PER ESEMPIO LA COLLABORAZIONE E IL RAVV EDIMENTO OPEROSO n IN MODO DA INNESTARE IL CIRCOLO VIRTUOSO DELLA LOTTA ALLA CRIMINALITÍ E DELLA BONIFICA DEI SITI INQUINATI CON LE STESSE RISORSE SOTTRATTE ALLE MAFIE ! NOI DI ,EGAMBIENTE SPETTA IL COMPITO DI NON FAR ABBASSAR E LATTENZIONE SOCIALE SU QUESTI TEMI #ONTINUANDO A CONDURRE UNA BATTAGLIA DI CIVILTÍ CHE SIAMO CONVINTI SI POSSA VINCER E NELLINTERESSE DI TUTTO IL PAESE




Rapporto Ecomafia 2010  

Rapporto Ecomafia 2010, le storie e i numeri della criminalità ambientale. Prefazione di Roberto Saviano.