__MAIN_TEXT__

Page 1

Cesena

w w w. i n m a g a z i n e . i t

Tariffa R.O.C.: Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - FILIALE DI FORLÌ - Contiene i. p. - Reg. al Tribunale di Forlì il 19/09/2002 n. 29 - E 3,00

Anno VII - N. 4/5 - dicembre 2010

I Nasi Rossi del

dottor Jumba Una risata ci guarirà

Gaetano Foggetti e Germano Pestelli Per gli altri Tradizioni di Natale Atmosfere magiche Feste golose I segreti di un cesto perfetto


Editoriale

I volti

Festa

della di Andrea Masotti

lontario in soccorso di alcune tra le popolazioni più povere della Terra: un impegno che ora lo vede tra gli esperti nominati dall’ONU per gestire gli interventi riabilitativi post terremoto nel mondo. E che dire dei Nasi Rossi del dottor Jumba, animatori volontari il cui compito è rendere più lieve la degenza in ospedale dei bambini e dei loro familiari? In altre occasioni ne avevamo parlato, ora i dottori clown nati all’interno dell’associazione L’Aquilone di Iqbal “conquistano” meritatamente la copertina dell’edizione cesenate. Perché mai come in questo caso, è doveroso

Un numero un po’ speciale, non potrebbe essere altrimenti, per le imminenti festività. Abbiamo cercato di raccontarle sotto tagli diversi. Una parte importante la dedichiamo alla solidarietà, in particolare con i due articoli di copertina, che raccontano importanti esperienze. Gaetano Foggetti, caporedattore alla redazione forlivese del “Corriere Romagna”, si racconta attraverso l’ormai decennale attività come presidente di AIL Forlì-Cesena, mentre con Germano Pestelli, ortopedico e fisiatra forlivese riconosciuto a livello nazionale, andiamo a scoprire la sua esperienza di vo-

Forlì

Cesena

w w w. i n m a g a z i n e . i t

w w w. i n m a g a z i n e . i t ®

Volontariato

Germano Pestelli e Gaetano Foggetti

I Nasi Rossi del dottor Jumba Una risata ci guarirà Tradizioni di Natale Atmosfere magiche Feste golose I segreti di un cesto perfetto

Ravenna

I Nasi Rossi del

dottor Jumba Una risata ci guarirà

Gaetano Foggetti e Germano Pestelli Per gli altri Tradizioni di Natale Atmosfere magiche Feste golose I segreti di un cesto perfetto

Faenza

w w w. i n m a g a z i n e . i t ®

Tariffa R.O.C.: Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - FILIALE DI FORLÌ - Contiene i. p. - Reg. al Tribunale di Forlì il 20/02/2006 n. 6 - E 3,00

Il nostro impegno nel

AnnoAnno V - N. - GIUGNO/LUGLIO/AGOSTO V 2- N. 3 - OTTOBRE/NOVEMBRE 2010

Anno VII - N. 4/5 - dIcembre 2010

Tariffa R.O.C.: Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - FILIALE DI FORLÌ - Contiene i. p. - Reg. al Tribunale di Forlì il 19/09/2002 n. 29 - E 3,00

Tariffa R.O.C.: Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - FILIALE DI FORLÌ - Contiene i. p. - Reg. al Tribunale di Forlì il 23/11/1998 n. 27 - E 3,00

Pesaro-Urbino

w w w. i n m a g a z i n e . i t

®

Anno XIII - N. 6 - DICEMBRE 2010

Silvia Valori in

Cecchi Eredità

Il volto elegante della Legge Maurizio Testaguzzi e Gianfranco Tonti

Economia dell’intuizione Federico Mondelci Una musica può fare Imprenditori “geniali” Le “spiagge” territorio fiume Valdel Tarugo Dove ilUn’estate... tempo si è al fermato Francesca PaoloPascucci Andreani

LaPresidente signora delle chiocciole a tutto tondo

Rimini

www.inmagazine.it ®

w w w. i n m a g a z i n e . i t ®

Anno X - N. 5 - NOVEMBRE 2010

Sul binario del successo

I

N

N

M

R

I

d

ER O

IN

I

IN

IM

SP EC

IA

LE

!

Alessandro Formica Il lavoro come valore Lidiana Biotti Bellezza senza tempo IN Magazine e Foschi L'editoria che cresce

U

Gianluigi Bambini “Capitano” d’impresa Dioscoride Dal Monte L’ambiguità dello sguardo Filippo Briccoli Una vita per la lirica

A

Lo sport è donna

Dioscoride Dal Monte L’ambiguità dello sguardo Filippo Briccoli Una vita per la lirica

Mauro

Moretti N

Cristina Bassi, Anna Maria Bernabè e Raffaella Reggi

Lo sport è

Donna

Cristina Bassi, Anna Maria Bernabé e Raffaella Reggi

10

“Capitano” d’impresa

Tariffa R.O.C.: Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - FILIALE DI FORLÌ - Contiene i. p. - Reg. al Tribunale di Forlì il 23/11/1998 n. 27 - E 3,00

Gianluigi

Bambini

Supplemento a “Ravenna IN Magazine” N. 5 - 2010

Tariffa R.O.C.: Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - FILIALE DI FORLÌ - Contiene i. p. - Reg. al Tribunale di Forlì il 16/01/2002 n. 1 - E 3,00

Tariffa R.O.C.: Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB - FILIALE DI FORLÌ - Contiene i. p. - Reg. al Tribunale di Forlì il 16/01/2002 n. 1 - E 3,00

Anno IX - N. 5 - NOVEMBRE 2010

non dimenticare che se una risata non farà guarire, può realmente aiutare ad affrontare tanti problemi, specialmente quelli di salute. Insomma, Natale non come occasione per fare i buoni, ma forse uno dei pochi momenti nell’anno per ricordarsi che possiamo essere persone migliori sempre. Anche senza “essere eroi”, magari scegliendo di acquistare i doni solidali presenti nella varie botteghe o mercatini del territorio, e che sostengono importanti Onlus attive in Romagna o in diverse parti del mondo: un consiglio d’acquisto che è anche un piccolo aiuto. Ma Natale è anche il momento in cui riscoprire la tradizione: tra le mura di casa come in ogni piccolo paese del nostro territorio. Dal mare alle colline, in tanti si illuminano di presepi, alberi e di tradizionali fuochi, accompagnati dai canti della festa. E Natale è anche viaggio nei sapori: abbiamo voluto consigliarvi su come “costruire” il cesto perfetto, aiutati da alcuni commercianti forlivesi, pronti a segnalarci il prodotto gastronomico che non deve mancare sotto l’albero. E per chi pranzerà fuori, ecco proposte da alcuni tra i locali più interessanti di Forlì e Cesena. Infine, Natale a teatro, che ovviamente riserva grande attenzione al pubblico dei più piccoli e alle famiglie. Queste le tante facce della festa, da (ri)scoprire tra queste pagine. Auguri e appuntamento al 2011.

IN Magazine | 3


Nuova BMW X3

www.bmw.it

Concessionaria BMW Lanzoni Giordano V i a D r a g o n i , 5 9 / A - F O R L I ' - T e l . 0 5 43 55 0 3 3 0

V i a l e O b e r d a n , 2 3 2 - C E S E N A - T e l . 0 54 7 2 2 3 3 2

Piacere di guidare


Sommario 3

Editoriale

6

Annotare | Brevi IN

18

Essere | Gaetano Foggetti e Germano Pestelli

26

Aiutare | I Nasi Rossi del dottor Jumba

32

Sostenere | Doni “solidali”

36

Leggere | Novità in libreria

40

Presentare | Altropalco al MEGA

26

18

60

42

Giocare | 52 domeniche di golf

44

Consultare | La nuova Guida ai ristoranti

48

Camminare | Tradizioni di Natale

52

Assaggiare | Feste golose

58

Assaporare | Natale a tavola

60

Abitare | Il rustico di campagna

64

Applaudire | Il teatro delle feste

66

Scegliere | Shopping

64

Edizioni IN MAGAZINE S.R.L. Redazione e amministrazione: Via Napoleone Bonaparte, 50 47100 Forlì tel. 0543.798463 fax 0543.774044

www.inmagazine.it inmagazine@menabo.com Stampa: Graph S.N.C. - San Leo (PU) Direttore Responsabile: Andrea Masotti. Redazione centrale: Mariavittoria Andrini, Andrea Biondi, Valeria Del Sordo, Francesca Renzi. Progetto grafico: Lisa Tagliaferri.

Controllo produzione e qualità: Isabella Fazioli. Ufficio commerciale: Gianluca Braga. Collaboratori: Annalisa Balzoni, Barbara Baronio, Roberta Brunazzi, Elide Giordani, Francesca Leoni, Ilaria Milandri, Matteo Ranucci, Giorgio Sabatini, Alessandra Segreto, Gianmaria Zanotti, Roberto Zoli. Chiuso per la stampa il 3/12/2010 Questo periodico è associato all’Unione Stampa Periodica Italiana

Impaginazione: Francesca Fantini.

IN Magazine | 5


Annotare | Brevi IN

Cittadinanza Onoraria a Paolo

Asirelli, ritorno in “Trattoria” Castrocaro Terme - Mentre il ristorante “La Frasca” festeggia anche per il 2010 le 2 stelle Michelin (ininterrotte dal 1985), uno dei suoi storici chef, Angelo Asirelli, dopo l’esperienza nel locale di Milano Marittima di Gianfranco Bolognesi, è ritornato a Castrocaro Terme, alla guida dei fornelli della “Trattoria Vecchi Sapori”, coadiuvato dai giovani Elia Gattella e Giovanni Merli. Nel menu della Trattoria vanno così a convivere, in perfetto equilibrio, ricette della tradizione romagnola assieme a piatti storici de “La Frasca” che Angelo ripropone mensilmente.

My Clima premiata a Ecomondo

Santa Sofia - Dal 30 ottobre, tra i cittadini del Comune bidentino c’è anche Paolo Baratta, nato a Milano da madre originaria di Santa Sofia. Qui Baratta ha trascorso le estati della sua infanzia e ha ricordato che proprio in quel periodo ha avuto modo di conoscere il fermento sociale e culturale del paese, a partire dalla Banda Roveroni fino al Premio Campigna, ideato 52 anni fa da Innocente “Cencino” Biserni, prozio di Baratta. “Mio nonno - ha detto il neocittadino - era un uomo politico, il mio prozio si occupava d’arte. Segni premonitori per me, mi hanno trasmesso energie non casuali. L’arte, così come l’impegno politico, nasce da un atto di generosità verso gli altri.” Baratta, nel suo soggiorno in Romagna, ha inaugurato anche il 52° Premio Campigna, aprendo un collegamento con la Biennale di Venezia, di cui è presi-

Baratta

dente. In merito alla vitalità del Premio, ha sottolineato che la “volontà di non essere isolati, questa ricerca continua con la civiltà che ci circonda, è segno proprio della civiltà di questi luoghi. Questa cittadinanza - ha concluso - significa ritrovare me stesso, le mie radici. Un momento alto della mia esistenza.” (F.R.)

ERF per la Cultura

Rimini - Dalla green economy una risposta alla crisi: tra le aziende italiane che hanno saputo coniugare qualità ambientale e competitività industriale, un recente e prestigioso riconoscimento è andato a My Clima, società del Gruppo Fiorini, a cui è stato assegnato il Premio Sviluppo Sostenibile 2010, istituito dall’omonima Fondazione in collaborazione con Ecomondo. All’azienda di Forlì è andata la medaglia d’oro del Presidente della Repubblica. My Clima è stata premiata per la realizzazione della pompa di calore geotermica Domus, che sfrutta l’energia nel terreno per riscaldare e rinfrescare l’abitazione e produrre l’acqua calda sanitaria per chi la abita. www.fiorinigroup.it

6 | IN Magazine

Bruxelles - Lo scorso 20 ottobre, presso la sede della Casa Europea per la Cultura, il presidente e direttore artistico di Emilia Romagna Festival Massimo Mercelli ha incontrato, insieme ai direttori dei principali festival europei, la nuova Commissaria a

istruzione, cultura, multilinguismo e gioventù, Androulla Vassiliou. L’incontro voluto dall’European Festivals Association ha ribadito il ruolo dei festival nel processo di integrazione europea. ERF è stato l’unico italiano presente, col Roma Europa Festival.


Vanity Fair 2010 Special Edition Per Natale abbiamo immaginato di fare un gesto speciale. Offrire un concreto aiuto a UNICEF per sostenere il progetto “Scuole per l’Africa” in Mozambico.

for

C’è un filo che unisce bellezza e solidarietà

Via Bertini 90 Forlì Tel. 0543 724163 Fax 0543 801739 info@oggettidautore.it

Unicef non raccomanda in particolare nessun prodotto e servizio.

Per questo abbiamo realizzato una poltrona Vanity Fair speciale a tiratura limitata: 300 pezzi unici, ciascuno con una parte di donazione all'UNICEF, che legheranno per sempre la bellezza all’istruzione dei bambini in Africa.


Cammino di San Vicinio, l’ Associazione

Confindustria e Cariromagna per le imprese Forlì - 200 milioni per sostenere il rilancio delle piccole e medie imprese romagnole e per agevolare crescita, innovazione e internazionalizzazione. Confindustria Forlì-Cesena e Cariromagna hanno sottoscritto a metà novembre un accordo che fa seguito a quello del 2009, e che mette a disposizione finanziamenti per assistere le imprese, nell’attuale fase congiunturale. L’accordo è stato presentato da Giovanni Torri, presidente Confindustria Forlì-Cesena, dal direttore Alberto Zambianchi, da Giuseppe Feliziani, direttore regionale Intesa Sanpaolo, da Sergio Mazzi, presidente Cariromagna e Franco Dall’Armellina, direttore generale dell’istituto. Il nuovo accordo prolunga gli strumenti attuati dal precedente, come la linea di credito aggiuntiva per la gestione degli insoluti, i programmi di ricapitalizzazione per il rafforzamento patrimoniale, l’allungamento fino a 270 giorni delle scadenze a breve termine e il rinvio rate su mutui e leasing. Attraverso questi strumenti si è potuto dare, in 12 mesi, riscontro positivo a oltre 50.000 richieste a livello nazionale e a quasi 1.000 localmente.

Wilma Vernocchi presidente della Zangheri Forlì - Il celebre soprano forlivese è stata nominata a fine ottobre alla guida dell’ente forlivese. È la prima donna alla guida, in oltre 120 anni di storia della casa per anziani. Pur continuando la sua attività concertistica per il mondo, Wilma Vernocchi trova da anni il tempo per dirigere il coro della casa di riposo, coinvolgendo molti degli ospiti in divertenti sessioni di canto.

8 | IN Magazine

Sarsina - Promuovere il “Cammino”, garantirne la manutenzione e offrire ai pellegrini un numero sempre maggiore di servizi: queste le finalità dell’Associazione il Cammino di San Vicinio, ufficialmente presentata al pubblico a novembre attraverso la voce del presidente Oscar Graziani, del consigliere Monsignor Gabriele Foschi e di William Rossi Vannini, curatore della Guida dedicata al Cammino edita in occasione del Millenario della Basilica di San Vicinio. Presente all’incontro Liviana Zanetti, presidente APT Servizi Emilia Romagna. Il turismo religioso, come ha

sottolineato la professoressa Fiorella Dallari, docente di Economia del Turismo a Rimini, sta richiamando un interesse sempre crescente: “per questo itinerari come quello di San Vicinio - hanno evidenziato Stefano Scozzoli e Andrea Masotti di Menabò, ideatrice di un piano marketing per l’Associazione - hanno bisogno di essere curati, mantenuti e divulgati.” Ecco entrare in gioco l’Associazione, di cui fanno parte anche i Comuni di Cesena e Sarsina e il Parco Naizonale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, oltre ad associazioni di volontariato e Pro Loco. (F.R.)

Leo Gullotta nel foyer del Fabbri Forlì - Successo di pubblico per l’incontro con l’attore e col cast de Le allegre comari di Windsor. È con un caloroso abbraccio che il pubblico ha accolto Leo Gullotta, ospite d’onore nell’ambito della rassegna “Artista Caffè”, assieme alla sua compagnia lo scorso 26 novembre nel foyer del teatro. L’interprete della commedia si è intrattenuto con il pubblico, svelando curiosità sullo spettacolo portato in scena nella stagione di prosa e simpatiche storie del “dietro le quinte”.


m o r e l l a t o

Dolce Sonno, una nuova dimensione del Riposo

C a s t r o c a r o Te r m e

viale Marconi, 7 • 0543.767305

B a u m e & m e r c i e r

Ph. Gianmaria Zanotti

c h i m e n t o

p i a n e g o n d a

h a m i l t o n

Cesena - Una costante ricerca e sperimentazione di tecnologie e innovazione nei materiali, tutte le ultime novità negli accessori per il letto, idee personalizzate in base alle diverse esigenze: tutto questo è Dolce Sonno Dorelan di Cesena. Il negozio, aperto nel 2000, è un vero e proprio centro specializzato nel riposo. Dal 2005 il punto vendita espone una vasta gamma di prodotti Dorelan, marchio d’eccezione e di grande affidabilità che da anni si impegna nella ricerca di tecnologie, materiali e soluzioni, per migliorare il benessere di ogni singolo individuo. I titolari, forti dell’esperienza quasi decennale, offrono alla clientela competenza e professionalità nell’orientare la scelta tra i vari modelli di materassi, reti e guanciali, di diverse densità e altezze, per individuare quanto è più adatto a migliorare la qualità del sonno e personalizzare il proprio dormire. La produzione Dorelan comprende un’ampia gamma di reti in diversi modelli e versioni, all’avanguardia nel design e nell’estetica, robuste e funzionali. In esposizione poltrone relax; letti in legno, in ferro battuto, imbottiti; biancheria in tessuti naturali e ipoallergici. E ancora: una vasta gamma di fodere, per favorire salute e benessere e una linea baby di letti, materassi e guanciali. Tutti i materiali sono atossici, anallergici e antibatterici, brevettati appositamente per garantire salute e igiene, per questo certificati Oeko Tex classe 1. (B.B.)


Slow Food al Mercato

Nuovo vescovo per la diocesi Cesena Sarsina

Cesena - Monsignor Douglas Regattieri è il nuovo vescovo della diocesi. Domenica 28 novembre si è tenuta nella Cattedrale di Carpi la cerimonia della sua ordinazione. Ha presieduto la celebrazione Elio Tinti, vescovo di Carpi, sono seguite l’imposizione delle mani sul suo capo da parte dei due cardinali (Carlo Caffarra e Agostino Cacciavillani) e dei vescovi tra cui lo stesso monsignor Tinti che gli ha posto sul capo il libro dei Vangeli e l’olio santo; poi gli è stato donato anello, mitra e pastorale. Alla cerimonia c’erano sedici vescovi, due cardinali e circa 150 sacerdoti. Tra questi anche l’arcivescovo Antonio Lanfranchi e l’emerito di Cesena Lino Garavaglia, l’arcivescovo di Ravenna Giuseppe Verucchi. Presenti autorità civili cesenati tra cui il vicesindaco Carlo Battistini e il presidente del Consiglio comunale Rita Ricci, il sindaco di Sarsina Malio Bartolini e il presidente della Provincia Massimo Bulbi. Domenica 12 dicembre il vescovo entra ufficialmente in diocesi. Dopo la prima sosta nella chiesa parrocchiale di Pievesestina, il vescovo alle 15,30 è davanti al teatro Bonci. Qui il saluto alla città e l’incontro con le autorità. Poi, in corteo, in Cattedrale per la Messa solenne a cui partecipano anche il vescovo Lanfranchi e altri della regione. (B.B.)

10 | IN Magazine

Forlì - Dopo il successo dello scorso anno torna, sabato 11 dicembre, al Mercato Coperto di Forlì la festa del cibo buono, pulito e giusto. L’evento a cura della Condotta di Forlì con il patrocinio del Comune parte dalla mattina alle 7, con il ricco programma di educazione al cibo rivolta ai bambini,

coperto

la visita guidata al Mercato per celebrare l’importanza del cibo locale, condotta dallo chef Vincenzo Cammerucci e, per tutti presenti, la degustazione di un piatto caldo locale preparato di volontari della Condotta Slow Food di Forlì. Un’iniziativa aperta a tutti. www.slowfoodforli.it

Custom Line, successo in Cina Sanya - Il Gruppo Ferretti, attraverso il proprio brand Custom Line, ha conseguito un altro successo in Cina: l’importante contratto di vendita per l’imbarcazione Ferretti Custom Line 112’ Next, con la società di real estate Xanadu South China Sea. L’ordine si è concretizzato in una cerimonia evento celebrato sull’isola di Hainan, a Sanya, alla presenza del Top Management del Gruppo, tra cui l’AD Salvatore Basile e Giuseppe Zecchin dell’Area Manager Asia Pacific del Gruppo forlivese, e ospiti di prestigio, tra cui il Console Generale Italiano a Guangzhou. Il 112’ Next andrà a costituire uno dei più esclusivi luxury service a disposizione degli ospiti del lussuosissimo complesso immobiliare e turistico di Xanadu South China

Sea, in costruzione sull’isola, e sarà uno dei maggiori motoryacht di cantieri europei a solcare le acque cinesi. www.customline-yacht.com


Vetrinista Nadia Zoffoli

Anna e Maurizio hanno il piacere di augurarvi Buone Feste

Complici del tuo sguardo FORLĂŒ C.so della Repubblica, 157 tel. 0543.34700 - info@otticagallery.it


Luminarie e alberi… a pedali

Forlì - Un albero di Natale a pedali, assolutamente ecologico quello di Piazza Saffi. Dopo l’accensione delle luminarie, a fine novembre, saranno le pedalate dei forlivesi a mantenere le luci accese dell’albero, dal 12 dicembre fino al giorno dell’Epifania. Un albero corale perché frutto dell’aiuto e del contributo di numerose persone e associazioni: l’abete è dono del Comune di Castrocaro Terme, le biciclette sono messe a disposizione da Technogym, i fiocchi che lo orneranno sono confezionati dai ragazzi di Anffas e la vigilanza assicurata dall’Associazione Nazionale Alpini, Sezione BologneseRomagnola, il progetto della Bandini Casamenti.(M.A.)

Mostra e convegno su Foglietta Santa Sofia - Resterà aperta fino al 7 gennaio (sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18), presso la Galleria “Vero Stoppioni” la mostra “Una vita sui tasti”, dedicata al giornalista santasofiese Luciano Foglietta, per anni “penna” de “il Resto del Carlino” e autore di numerosi libri. L’evento, voluto dal Circolo Tradizione, Identità e Futuro in occasione dell’88esimo compleanno di Foglietta e patrocinato dal Comune, dalla

Provincia e dalla Regione, è stato inaugurato con un convegno dedicato all’etica del giornalismo. Presenti colleghi, amici e allievi di Foglietta: da Giancarlo Mazzuca, già direttore del “QN” e cittadino onorario di Santa Sofia, a Pierluigi Visci, direttore de “il Resto del Carlino”, da Gerardo Bombonato, presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Bologna, fino all’amico e collega Marino Bartoletti. (F.R.)

Un Polo logistico in Romagna Cesena - L’ azienda di trasporti Tecnolog è stata acquista da Gf Group. Colosso mondiale della logistica, con questa operazione GF apre la strada alla nascita di un importante polo logistico in Romagna. Fanno parte della maxi operazione anche Apofruit di Cesena e Cpr Sistem di Ferrara, che sono entrate nella società. “Quello della logistica e dei trasporti - ha detto Antonio Orsero, titolare di GF - è un mondo frastagliato e composto da migliaia di operatori. Con Tecnolog abbiamo acquisito una ditta forte e organizzata che ci permetterà di creare un polo nello snodo viario fra importanti arterie di comunicazione.” GF è un gruppo internazionale con sede ad Albenga. Presente anche nel porto di Vado Ligure e in alcuni porti in Francia e Spagna, il gruppo ha un fatturato di oltre un miliardo di euro e 4000 dipendenti. (B.B.)

12 | IN Magazine

Dal Nespoli... a Fellini Roma - In occasione dell’inaugurazione della mostra-evento “Labirinto Fellini - Invenzioni di Dante Ferretti e Francesca Loschiavo/Mostra La Grande Parata” (nell’ambito del Festival Internazionale del Film di Roma) Poderi Dal Nespoli era presente con i propri vini, che sono stati degustati e apprezzati dai visitatori. Tra questi, il sindaco Gianni Alemanno, che ha apprezzato le proposte dell’azienda

vinicola romagnola, guidata da Fabio Ravaioli. www.poderidalnespoli.com


Mercedes-Benz è un marchio Daimler.

Il futuro appartiene a chi ha il coraggio di essere differente. Da 34.990 euro*. Classe GLK si rinnova, nella versione PREMIUM, con un design potente firmato AMG. Bixeno, Led, cerchi AMG da 20”, interni sportivi in pelle ecologica e Parktronic di serie. Nella versione SPORT sorprende per dinamismo ed eleganza, con cerchi da 19” e Sport Package. Nuova GLK 200 CDI BlueEFFICIENCY 2WD da 143 CV. Benvenuti nel futuro.

Consumo combinato (l/100km): da 5,8 (GLK 200 CDI BlueEFFICIENCY 2WD) a 10,8 (GLK 350 4MATIC). Emissioni CO2 (g/km): da 153 (GLK 200 CDI BlueEFFICIENCY 2WD) a 251 (GLK 350 4MATIC). *Prezzo riferito alla versione GLK 200 CDI BlueEFFICIENCY 2WD SPORT (chiavi in mano, IPT esclusa). La vettura raffigurata è una Classe GLK PREMIUM.


Un coro per chi non ha voce Forlì - Anche quest’anno la Sezione della Lega Nazionale per la Difesa del Cane Onlus organizza uno spettacolo di beneficenza per raccogliere fondi per le proprie attività a tutela degli animali e il mantenimento del rifugio per cani abbandonati a Villanova. Il 16 dicembre, alle 21 al Teatro Diego Fabbri ha luogo la quarta edizione di “Un coro per chi non ha voce” con protagonista il rinomato coro gospel “Intercity Gospel Train Orchestra”, diretto dal Maestro Valerio Mugnai. La locale Sezione della Lega del Cane opera da molti anni sul territorio e si è distinta per numerose attività a favore degli animali, gestendo, in completa autonomia e senza alcun contributo pubblico, il rifugio per cani abbandonati “La Pioppa”. All’ingresso del teatro, anche per chi non potesse fermarsi per lo spettacolo, è presente un tavolo dell’associazione in cui acquistare il calendario 2011 con le foto dei trovatelli dei Rifugi della Lega del Cane e altri gadget.

Nuovo presidente per l’Associazione del Sangiovese

Predappio - Stefano Berti è stato eletto, lo scorso 30 novembre, nuovo presidente dell’Associazione per la promozione del Sangiovese di Predappio e territori limitrofi. La nomina è scaturita dall’assemblea dei soci, che ha visto anche allargare il Consiglio Direttivo a tutti i membri del sodalizio. “Il nostro impegno - ha precisato Stefano Berti - sarà anche quello di far entrare nel sodalizio nuove cantine del territorio. Abbiamo già varie richieste e questo ci stimola ad andare avanti sulla strada di un proficuo lavoro comune.”

14 | IN Magazine

Arte in Luce da Venerom Forlì - La magia della resina si mette in mostra nello showroom dell’azienda, in via Costanzo II. L’inagurazione della rassegna d’arte è stato il 3 dicembre: in mostra le affascinanti opere di Vincenzo Baldini. Fino al 24 del mese l’artista presenta le sue originali interpretazioni della luce, attraverso resine giocate sulla trasparenza. Azienda da sempre interessata alla ricerca di nuovi linguaggi nel campo della resina, Venerom ha promosso questo progetto, “Arte in Luce”, il cui obiettivo è sondare le qualità estetiche della resina applicata all’arte figurativa e astratta, per dar vita a una

collezione di affascinanti vissuti luminosi, opere d’arte e d’arredo firmate da vari artisti italiani. Un secondo appuntamento presso Venerom è in programma per gennaio 2011, con l’artista ferrarese Alessandro Grassi.

Il palcoscenico in Cucina Longiano - Il lato artistico della gastronomia: l’11 e 12 dicembre, un weekend in cui Longiano si trasforma in capitale dell’alta cucina, con “Chef a Teatro”. Organizzato da Luca Comandini e dallo chef Francesco Fichera del ristorante Shakti, l’evento si svolge in diverse location. Dal Teatro Petrella, sul cui palco si sfidano alcuni tra i più rinomati chef d’Italia, tutti dall’Emilia Romagna. L’esibizione mette a confronto diverse cucine “giudicate” da un team di esperti del mondo enogastronomico e artistico. Il tutto moderato da Federico Quaranta e Tinto di Decanter. I vini sono abbinati ai piatti dai sommelier Giancarlo Mondini e Luca Gardini. Contemporaneamente la Sala San Girolamo, attigua al teatro, è aperta al pubblico per dare la possibilità agli intervenuti a teatro e ai passanti, di degustare i migliori vini dell’Emilia Romagna e prelibati prodotti tipici offerti dalle aziende agricole e vitivinicole del territorio in un momento

di esposizione-degustazione unico. Un momento di spettacolo diventato già realtà nelle pagine di un libro, un’esclusiva pubblicazione a cura di Elsa Mazzolini, direttore de “La Madia Travelfood”. Ma lo spettacolo prosegue presso il Shakti di Francesco Fichera. Ai fornelli due guest star: Carlo Cracco e Marco Bistarelli. “Chef a Teatro” è realizzato col patrocinio del Comune di Longiano, della Provincia, di APT Servizi Emilia Romagna e del Touring Club Romagna. I biglietti per il Teatro Petrella e per le cene presso il ristorante Shakti sono in prevendita. www.chefateatro.it


LOCMAN

ITALY

MONTECRISTO

Movimento meccanico automatico S.I.O. (Scuola Italiana di Orologeria) o cronografo al quarzo. Titanio e acciaio. Impermeabile fino a 10 atm.

PIAZZA SAFFI, 49 - TEL 0543 24026


Due novità per il Ceub

Forlì e Cesena - Una nuova Foresteria Docenti e una nuova sede per la formazione: sono le due recenti “aperture” gestite dal Centro Residenziale Universitario di Bertinoro. La Foresteria forlivese, in via Pisacane, recentemente ristrutturata, è un nuovo spazio in centro storico per chi insegna. Interni dallo stile sobrio e tradizionale, in linea con l’antica struttura dell’edificio, presta particolare attenzione alla tecnologia informatica, con montino al plasma e collegamenti wireless. Villa Bianchi a Cesena, invece, da questo autunno viene gestito completamente dal Ceub. Importante struttura per ospitare corsi ed eventi, l’edificio si trova in via Sorrisoli. Ad “inaugurare” la nuova “era” della villa, un corso promosso dalla Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica, sul tema “il regime dei contratti per forniture e servizi”. www.ceub.it

16 | IN Magazine

Passione da tre Generazioni Cesena - L’eleganza dell’A7, ultima nata in casa Audi, lo stile giovane dell’A1 e le nuove Golf United, Polo GTI e Passat, protagoniste della campagna Anteprima 2011: ecco alcuni degli ultimi gioielli in mostra da Gino Ricci s.r.l., concessionaria Audi e Volkswagen di Cesena, specializzata in vendita, assistenza e magazzino ricambi. Nel settore auto da tre generazioni l’azienda Gino Ricci, nata negli anni ’60, è un punto di riferimento importante in tutta la Romagna per il mar-

chio Audi e Volkswagen e conta una trentina di dipendenti. Inizialmente dedicata al mondo Audi a cui nel tempo si è affiancato anche il marchio Volkswagen la concessionaria nel suo grande showroom in via Ascari offre l’opportunità di prendere visione dell’intera gamma di vetture Audi e Volkswagen e di scoprirne novità, allestimenti ed equipaggiamenti. Inoltre un team di professionisti specializzati è in grado di offrire un service completo studiato per rispondere ad ogni esigenza. (B.B.)

Ph. Gianmaria Zanotti


Technogym, sbarco negli USA

Alla ricerca dell’eccellenza

New York - Si trova al 70 di Greene Street a Soho, la prima location nella “Grande Mela” in grado di offrire soluzioni complete per il benessere: stile di vita e non solo attrezzi. Tutto questo è il primo store Technogym negli Stati Uniti, inaugurato a novembre dallo stesso Nerio Alessandri, fondatore e presidente dell’azienda di Gambettola, leader mondiale nelle soluzioni per fitness e wellness. Oltre agli attrezzi, lo showroom propone una vasta gamma di servizi e soluzioni per sviluppare progetti su misura per il wellness in casa. Sviluppato su due livelli, il piano terra è dedicato all’esposizione dei prodotti e al wellness cafè. Il livello inferiore ospita invece la PT lounge, vera e propria palestra dove provare i prodotti sotto l’attenta guida dei personal trainer. La grande scala che collega i due livelli è immersa in un giadino verticale costituito da circa 900 piante che offrono un’atmosfera naturale e di grande impatto visivo. www.technogym.com

Concerti - Aperitivo al San

Domenico

Forlì - Pubblico numeroso per il primo appuntamento dei “Concerti-Aperitivo”, lo scorso 28 novembre presso i Musei. Gli eventi sono promossi dal Fondo per la Cultura, in collaborazione col Liceo Musicale “Angelo Masini”, i Musei forlivesi e la CCIAA di Forlì-Cesena. Ad aprire l’evento il trio composto da Spazzoli al flauto, Fantini all’oboe e Mazzoni al violoncello, con musiche di Vivaldi, Haydn e Stamitz. Gli appuntamenti proseguono a dicembre (dopo il secondo incontro, del 5 del mese), nella Sala del Refettorio del Museo, nel domeniche del 12 e del 19.

FORLì, via Monteverdi, 4 tel. 0543.473177 - fax 0543.781626 www.delorenziceramiche.it - delorenziceramiche@wind.it.net


Essere | Gaetano Foggetti e Germano Pestelli

18 | IN Magazine


Per

Altri

gli

testo Roberto Zoli foto Giorgio Sabatini

Gaetano Foggetti, giornalista e responsabile delle pagine forlivesi del quotidiano “Corriere di Romagna” e Germano Pestelli, medico ortopedico e fisiatra, raccontano il loro impegno nel volontariato.

Che cosa si intenda per volontariato lo sanno tutti e ne apprezza-

no le finalità, ma non tutti, forse, sono a conoscenza delle profonde motivazioni e del forte sentire che sta alla base di questa scelta di vita (perché di questo si tratta), che richiede dedizione, altruismo, tempo, sacrifici, abnegazione e a volte

ancor di più, fino al sacrificio della vita. Il volontariato può essere prestato individualmente in modo più o meno episodico, o all’interno di una organizzazione strutturata, che può garantire la formazione dei volontari, il loro coordinamento e la continuità dei servizi. Ed è proprio in questo contesto che si inserisce l’attività di due forlivesi noti: Gaetano Foggetti e Germano Pestelli.

IN Magazine | 19


A fianco, Gaetano Foggetti, giornalista e presidente provinciale dell’AIL dal 2001. La sezione Forlì-Cesena raggiunge quest’anno il quindicesimo anniversario dalla nascita.

gli capire che non è solo in questa battaglia. Ma è anche importante

Gaetano Foggetti è un giornalista

professionista, responsabile della sede di Forlì del “Corriere di Romagna”. La sua è un’esperienza che parte da lontano, quando ancora giovanissimo si accorse di essere ammalato di leucemia. “Era il 1992 - spiega Foggetti - e fui curato all’Istituto Seragnoli di Bologna, dove ho conosciuto la realtà AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie Linfomi e Mieloma,

L’AIL a Forlì-Cesena Come aiutare l’Ail? Partecipando alle sue numerose attività, prime fra tutte le iniziative “Stelle di Natale” e “Uova di Pasqua”. Un piccolo contributo, indispensabile per sostenere un’associazione impegnata, da anni, nella lotta contro una malattia che può colpire giovani e adulti indiscriminatamente. L’AIL ha sede a Forlì in via Balducci 38. www.ailforlicesena.it

20 | IN Magazine

ndr). Terminato il periodo di cure e una volta tornato a casa, sono stato contattato, nel 1995, da un ex paziente, l’imprenditore forlivese Paolo Mazzotti che, su indicazione del professor Sante Tura, allora direttore del Seragnoli, intendeva dare vita ad una sezione provinciale di Forlì Cesena dell’AIL. Con

un primo nucleo di altre persone realizzammo il progetto e, con lo stesso Mazzotti alla presidenza dell’associazione, cominciammo un percorso che ci ha portato a festeggiare quest’anno il quindicesimo anniversario di vita.” Sono numerose le iniziative realizzate fino ad oggi, molte delle quali sotto la diretta responsabilità di Foggetti, nominato nel 2001 presidente provinciale. “Essere volontario dell’Ail e nella fattispecie presidente è, innanzitutto portare un messaggio di solidarietà a chiunque si trovi a combattere con una qualsiasi malattia del sangue e far-

- continua Foggetti -, raccogliere fondi a livello locale e reinvestirli in progetti legati alla ricerca scientifica, unico modo per cercare di trovare nuove cure e terapie, sostenere, infine, i presidi ematologici del territorio, Bufalini di Cesena e Irst di Meldola, dove esiste una nutrita equipe di sei ematologi guidata dal dottor Paolo Fattori.” Sono diversi i giovani ematologi che l’Ail ha accompagnato in questi anni, finanziandone il lavoro, fino al loro inserimento in pianta organica. “Il mio lavoro, nello specifico, è far conoscere la nostra attività, passo indispensabile per far capire, a chi si deve confrontare con la malattia, che non è solo. E poi reperire e gestire i fondi che raccogliamo. Infine, debbo dire che ciò che mi spinge a questa attività di volontariato è il debito di riconoscenza che ho nei confronti delle persone che mi hanno curato

e, in modo particolare, di quelle persone che, purtroppo, non sono riuscite a vincere il male. In primo luogo Manlio Leoni, un ragazzo di Rocca San Casciano, simpaticissimo, giocatore di calcio, mio compagno di camera al Seragnoli, morto pochi mesi dopo il primo trapianto, lo stesso Paolo Mazzotti e tante persone che ho conosciuto in questi anni.”


Proposte che inquadrano ogni tuo desiderio.

aLEssi

Liste nozze

Casa

Thun

regali

swarovski

viLLEroY & BoCh

C.so Garibaldi, 16/64/232 - tel. (0543) 26353 - 33380 - 34435 - www.effeduefocacci.com


A fianco, Germano Pestelli. Di recente, l’Onu lo ha nominato referente italiano (in Europa sono stati nominati solo altri due fisiatri suoi colleghi) per gli interventi riabilitativi post terremoto nel mondo.

Sessanta primavere ben portate,

non governative, prevalentemente

originario di Predappio, medico

del mondo cattolico: in Albania per la Madonnina del Grappa di Galeata e Firenze e in Etiopia per gli Ospedali della Carità delle suore di Madre Teresa di Calcutta.” Germano Pestelli, proprio di recente ha ricevuto un prestigioso incarico da parte dell’Onu a dimostrazione della stima profonda che gode anche all’estero. “Il mandato conferitomi giunge alla fine di un percorso che parte con la mia nomina, nel 2008, a vice presidente della Simfer (Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa, ndr). All’interno della stessa, ho poi ricevuto la delega per la coo-

ortopedico e fisiatra, Germano Pestelli da anni dedica il suo tempo

Volontariato... e provvidenza Volontariato spesso viene coniugato con il termine provvidenza e Germano Pestelli, a questo proposito, ricorda un aneddoto. “Don Carlo Zaccaro aveva necessità di denaro per un suo progetto di volontariato in Albania e ne parla con me esordendo. ‘Speriamo che la provvidenza divina ci aiuti, altrimenti non so proprio come fare!’, disse. Ebbene neppure un’ora dopo arriva una telefonata da Firenze che annuncia una donazione alla Madonnina del Grappa di una villa a Fiesole, lascito di una nobildonna locale.”

22 | IN Magazine

al volontariato, avendo operato in Albania e in Africa. “Sono cresciuto con l’attenzione al volontariato - racconta Pestelli - nella Parrocchia di San Paolo, che negli anni ’70-’80 era una fucina di volontari. In quell’epoca raccoglievo carta e stracci per devolvere il ricavato ai paesi del terzo mondo e al Comitato per la fame del mondo di Forlì. Nel 1999 - continua - ho conosciuto don Carlo Zaccaro che mi ha portato con sé in Albania e di lì è iniziata la mia avventura di volontariato medico all’estero. La

perazione internazionale, che mi

mia attività consisteva nel fare for-

ha permesso di entrare nell’Inter-

mazione ai terapisti delle strutture

national Rehabilitation Forum , un


GORZA

BIOPAVIMENTI prodotti naturali costruiti e rifiniti a mano

made in Italy

GORZA WOOD PHILOSOPHY Show Room: Via Selva, 11 - Villa Selva - 47100 ForlĂŹ (FC)

0543 782824

BIO PRODUCT


gruppo di circa 80 fisiatri di tutto il mondo, che si occupa del miglio-

ramento dello stato sanitario nei paesi rurali in via di sviluppo. è stato durante il mio intervento all’Aquila per il terremoto - continua il medico -, che ho conosciuto il primario dell’ospedale, il dottor Giorgio Spacca e abbiamo entrambi convenuto che fossero necessari, nel post terremoto, interventi riabilitativi per coloro che, estratti dalle macerie, avessero subito fratture. Considerazioni che, al momento di scegliere il referente italiano per l’Organizzazione Mondiale della Sanità in merito agli interventi riabilitativi post terremoto nel mon-

do, hanno portato a far convergere la scelta sul mio nome. Nel comitato che si chiama Comity for Rehabilitation Relief in Natural Disaster in rappresentanza dell’Europa siamo tre fisiatri, un tedesco, un turco ed il sottoscritto.”

L’esperienza maturata in tanti anni ha portato anche ad interventi concreti e di spessore, come la tenda della solidarietà e della riabilitazione. “Si tratta di un’idea nata dalla Società Italiana di Riabilitazione per avere pronta una tenda, tra l’altro costruita da una ditta del territorio, che viene innalzata in circa dieci minuti, gonfiata e climatizza-

ta. Si ottiene così una postazione di circa 50 metri quadri che consente spazi per un medico e quattro o cinque terapisti. La tenda, del peso di 70 chili, quindi facilmente trasportabile, dovrebbe avere base a Forlì per essere poi trasferita là dove necessita la sua presenza, secondo le richieste della Protezione Civile.” Un’attività, quella del dottor Pestelli che si divide fra l’impegno professionale all’ospedale “Morgagni Pierantoni” e il volontariato in Albania e in Etiopia dove,

sottolinea, “manco da un paio d’anni, anche se ho potuto inviare alcuni miei collaboratori che mi hanno egregiamente sostituito.” IN

Qui sotto, a sinistra, Germano Pestelli durante le sue missioni all’estero. A destra, Gaetano Foggetti a un incontro dell’AIL.

24 | IN Magazine


Aiutare | I Nasi Rossi del dottor Jumba

26 | IN Magazine


Una risata

Guarirà

ci

testo Elide Giordani - foto Gianmaria Zanotti

I Nasi Rossi del dottor Jumba: volontari formati per aiutare a distrarre i piccoli pazienti dalla condizione di malattia. Ben più che semplici animatori, come spiegano dall’Aquilone di Iqbal, cooperativa cesenate all’interno della quale è nato il progetto.

La dottoressa Frittella ha il colorito olivastro delle donne mediterranee e un naso importante, eredità della sua origine greca, eppure non sono molti i bambini che lo sanno. La dottoressa Frittella, infatti, è un “naso rosso del dottor Jumba” e, dunque, quando entra in Pediatria scuotendo i capelli legati a codini e facendo volteggiare i suoi improbabili vestiti da “dottoressa”, il naso ce l’ha tondo, di un bel colore rosso vivo, così come virano al porpora le sue gote mediterranee. I bimbi non sanno un’altra cosa - ma a loro poco importa - ossia che quella strana dottoressa che canta, balla, ride, inciampa o piange in duetto o in terzetto con altri buffi tipi dal naso rosso, sa improvvisare e mettere a frutto la sua creatività e la sua fantasia ma, soprattutto, ha alle spalle una solida preparazione che, se le cose andassero come devono, darebbe

luogo a una vera a propria professione: quella dei “dottori clown” che curano stimolando il sorriso. “Eppure, ad oggi, solo la regione Toscana, l’ha riconosciuta come tale”, dice la dottoressa Frittella, che quando smette il naso rosso si chiama Azzurra Alexiadis, è laureata in Scienze Politiche con indirizzo sociale e ha frequentato corsi di alta formazione con lo specifico indirizzo dell’animazione, volta a distrarre i bambini dal contesto ospedaliero, ad abbattere l’ansia sia dei piccoli che dei genitori per quella condizione che così poco si attaglia all’infanzia: la malattia. Che spesso porta con sé il dolore, la paura, la rabbia, la rivolta per essere costretti in un contesto estraneo e nemico. I Nasi Rossi del dottor Jumba operano in regime di volontariato (solo

rimborsi spesa sostenuti da qualche contributo pubblico e da cam-

IN Magazine | 27


In queste pagine e in apertura, alcuni “dottori clown” attivi negli ospedali romagnoli.

28 | IN Magazine

pagna di fund raising) al Bufalini di Cesena, al Pierantoni di Forlì, al Gozzadini di Bologna, all’Oncologia Pediatrica domiciliare di Faenza, ma sono stati presenti anche in situazioni d’emergenza sociale

e psicologica, come nel post terremoto in Abruzzo, a Gaza e in Bielorussia. I clown dottori, che hanno la loro base a Bagnile di Cesena, nascono da un progetto - coordinato dallo psicologo Roberto Flangini, dottor Collina Senz’Alberi, come grida il suo cranio a palla da biliardo - della cooperativa sociale l’Aquilone di Iqbal che si presenta così: “L’amore e la passione nel donare un sorriso alle persone, la costanza e la dedizione per consolidare valori e relazioni sono il firmamento che guida l’Aquilone di Iqbal nel suo impegno quotidiano.” Si chiama passione, dunque, come spesso capita nelle professioni incardinate sulle relazioni umane, il carburante dei Nasi Rossi del Dottor Jumba. Un combustibile addizionato con competenza. “Prima di entrare in reparto - spiega la dottoressa Frittella, che spesso opera con il dottor Fumetto (Massimo Sangiuliano) e il dottor Fiscalino (Gianni Ravaioli), solo per citarne alcuni - proviamo tra noi scenette e giochi in modo da creare sintonia


e cancellare tutto quello che abbiamo in testa. Insomma, entriamo nella parte e da quel momento siamo i Nasi Rossi.” Storie umane tante, per questi operatori dalla funzione singolare. Azzurra Alexiadis s’illumina mentre cerca (ma è un fiume in piena…) di sintetizzarne alcune. La sintesi più fulminante, tuttavia, è quel sorriso che fiorisce suscitando la sorpresa di un fiore raro - per vederlo basta visionare il filmato sui Nasi Rossi messo su YouTube - sul visetto di una bimba incorniciato da fasciature vistose. La piccola, drammaticamente ustionata, è già sul tavolo operatorio, ma ecco che fanno la comparsa questi amici giocherelloni e tanto buffi, la bimba dimentica la paura, il disagio, e sorride. Ed ecco che si compie la più azzeccata delle definizioni dei clown dottori: “Trasformatori di emozioni”.

Storia del progetto Il progetto “Nasi Rossi del dottor Jumba” è nato nel 1999 all’interno dell’Unità Operativa Pediatrica del Bufalini di Cesena. Attualmente sono una ventina gli operatori (giovani laureati in Psicologia, Medicina, Scienze dell’Educazione e Scienze Motorie, adeguatamente formati per utilizzare gli strumenti del clown integrandoli con conoscenze psico-socio-sanitarie) che fanno parte del gruppo, aderente, a sua volta, all’Associazione L’Aquilone di Iqbal di Cesena, che gestisce la segreteria della Federazione Nazionale Clown Dottori. I clown dottori operano principalmente in coppia, possibilmente maschio e femmina, secondo un meccanismo assai collaudato che consente sia di improvvisare sia di operare su più fronti (bambino/mamma, genitore o altro parente, comunità), sia di sostenersi vicendevolmente nei diversi momenti del loro interventi. www.aquiloneiqbal.it


“Entriamo negli ospedali e nei contesti in punta di piedi”, specifica, tuttavia, Azzurra, consapevole, come i suoi colleghi, che occorre sensibilità e intelligenza anche per collaborare con gli infermieri e i medici, alcuni dei quali - che così diventano dottori clown - non esitano a indossare il naso rosso. Ma spesso sono proprio gli operatori sanitari a chiedere aiuto ai “clown dottori.”

L’organizzazione ha un unico, vero, punto di fragilità: la necessità di risorse per continuare a sostenersi.

Infatti, soprattutto in questi ultimi anni, i Nasi Rossi hanno fatto capolino in numerose iniziative di ricerca fondi. A fine anno un libro da colorare, Bubba il bradipo veloce, venduto in varie location dove si sostengono i progetti dell’Aquilone di Iqbal, porterà fondi consegnando, nel contempo, un gioco crea-

tivo. Guardando verso il futuro, oltreché il riconoscimento di un ruolo professionale (una ricerca durata 8 mesi e attuata all’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì rivela scientificamente come la clown terapia funzioni sia sui bambini che sui genitori) i Nasi Rossi puntano a varcare i confini nazionali per portare la “terapia del sorriso” nelle situazioni più disparate, dove i bambini vivono condizioni di stress. IN A fianco, auguri per un Natale col sorriso da alcuni dei volontari del progetto.

Un caso emblematico Uno dei progetti più impegnativi dei Nasi Rossi del dottor Jumba è stato sicuramente quello di accompagnare una piccola paziente all’interno della Camera Iperbarica di Faenza. Il “Progetto Carlotta” ha avuto il compito di far sì che le manovre necessarie per usufruire della struttura, ossia uso del casco o della maschera, fossero meno traumatiche per la bimba. Carlotta, piccola faentina di 4 anni, è affetta dalla sindrome di Leigh, patologia neurologica che causa difficoltà motorie e cognitive. Tra i rischi che Carlotta corre nella Camera Iperbarica, le crisi convulsive ed è fondamentale che la piccola non pianga e non si agiti. Pupazzi, canzoni, carte buttate per aria, bolle di sapone sono stati i coadiutori dei clown dottori in questa particolare situazione.

30 | IN Magazine


quadrastudio - ph. dragoni

Flagship store DOUUOD

www.douuod.com

MILANO MARITTIMA Via Corsica, 23 48015 Milano Marittima +39 0544 993099

BOLOGNA Via Altabella 8/2a 40010 Bologna +39 051 270641

RICCIONE Via I.Nievo, ang. V.le Ceccarini 47838 Riccione +39 0541 694206

CESENA Via Strinati,10 47023 Cesena +39 0547 26580


Sostenere | Doni “solidali”

Volontari

Amore

per

testo Francesca Leoni - foto Giorgio Sabatini e Gianmaria Zanotti

Feste e solidarietà, per trasformare un dono in un aiuto concreto. Scopriamo le iniziative di alcune associazioni della Provincia, attive sul territorio e all’estero.

32 | IN Magazine

Dare una parte di sé agli altri, sen-

circa 400 le associazioni presenti

za avere in cambio un compenso

nel territorio, delle quali 160 as-

economico, bensì un arricchimento

sociate. Assiprov fornisce servizi che vanno da una semplice fotocopia alla consulenza fiscale e amministrativa. “Il volontariato è una parte importante dell’economia del territorio provinciale perché, oltre alla grande quantità di associazioni, possiamo contare anche sull’alta qualità dei servizi erogati - sottolinea Gugliemo Russo, vice

personale. è questa la definizione

di “volontariato” di Massimiliano Petrini, volontario e uno dei responsabili dei Vip Clown, un gruppo di clown dottori del nostro territorio. Secondo i dati di Assiprov, Associazione Interprovinciale per la Promozione del Volontariato, sono


presidente della provincia di Forlì Cesena con delega al volontariato. Le associazioni coinvolgono oltre 50 mila volontari, una fetta importante della popolazione e collaborano con l’amministrazione comunale e provinciale per contrastare i bisogni sociali quali l’integrazione o i servizi agli anziani.” Ovviamente i campi d’azione variano a seconda dell’associazione. Ce n’è per tutti i gusti: da quelle che forniscono servizi ai più bisognosi o che costruiscono scuole nei paesi in via di sviluppo, i clown dottori per gli ospedali o quelle che inseriscono persone diversamente abili all’interno delle aziende, sostegno ai malati ecc. Anche i volontari non seguono una categoria ben precisa, tra giovani e


Diventare volontari Per chi volesse diventare volontario, le porte delle varie associazioni della provincia sono sempre aperte. Nel sito di Assiprov si trovano le indicazioni per diventarlo oppure su come attivare un’associazione. Assiprov Forlì, via P. Maroncelli 60, tel. 0543.36327; Assiprov Cesena, via Serraglio 18, tel. 0547.612612 www.assiprov.it

anziani, scout o studenti, professionisti o casalinghe sono tutti accomunati da una grande voglia di fare per gli altri.

In vista del periodo natalizio molte di queste associazioni organizzano iniziative ad hoc puntando sul momento particolare e cercando di portare il consumo delle feste verso una linea consapevole e solidale. Una iniziativa speciale viene dall’associazione cesenate Apeiron, che lavora soprattutto in Nepal, dove mantiene una scuola di formazione professionale per donne. Questa associazione ha redatto una lista di regali solidali,

Una volontaria dell’Aquilone di Iqbal. In apertura, acquisti natalizi alla Bottega del Mondo di Cesena.

34 | IN Magazine

ossia articoli selezionati tra quelli che l’associazione utilizza nei suoi progetti rivolti alle donne nepalesi, come, ad esempio, un percorso di riabilitazione psicologica per tre mesi, al prezzo di 25 euro. Il Comitato per la Lotta Contro la Fame nel Mondo di Forlì invece organizza un mercatino dell’usato dall’8 al 12 dicembre nella sede in via Lunga. Si possono trovare vestiti, giocattoli, mobili e oggettistica e il ricavato andrà a sostenere i progetti in giro per il mondo. Sono circa 50 i volontari della Cooperativa Equamente che si alternano nella Bottega del Mon-


Fuori Salone Milano 2010 - Progetto Arch. Roberto Semprini - “quadri luminosi” di Vincenzo Baldini

SHOW ROOM

FORLÌ Via Costanzo II, 1 - tel. 0543.720605 fax 0543.751161 CESENA Via C. Cattaneo, 477 - tel./fax 0547.608328 www.venerom.it info@venerom.it


do, presente sia a Forlì che a Cesena. In vendita prodotti alimentari e artigianali provenienti da diversi paesi in via di sviluppo e pagati ai produttori ad un prezzo equo. A fine novembre la Bottega del Mondo ha portato un caravan in Piazza Saffi per vendere direttamente nel cuore della cit-

to per le persone che hanno più bisogno. All’interno della Parrocchia di San Paolo, a Forlì, per esempio, opera l’Associazione Paolo Babini che svolge una serie di attività durante l’anno, rivolte soprattutto a minori, giovani, adulti e ragazze madri. Il mercatino della solidarietà raccoglie abiti e giocattoli per la

400 le associazioni in Provincia tà i suoi prodotti equo solidali. Alcuni gruppi di volontariato portano avanti anche attività di animazione per bambini e adolescenti. L’esempio è l’Aquilone di Iqbal che, tra le sue attività, gestisce il Centro di Aggregazione Giovanile Garage rivolto agli adolescenti, per i quali organizza una serie di attività e iniziative per impegnare al meglio il loro tempo libero. A Natale l’Associazione propone, a chi voglia sostenerla, di mettere sotto l’albero le sue confezioni regalo. Infine, le parrocchie del territorio sono una grandissima fonte di aiu-

prima infanzia e li rivende in cambio di offerte che poi sosterranno le loro iniziative. I volontari che aiutano questa associazione sono circa 150, tra famiglie e persone fisiche. Un numero che permette il funzionamento della loro macchina solidale. “Il volontario è il valore aggiunto che fa la differenza - spiega Sara Barbieri, responsabile volontari dell’Associazione. Io infatti ho scelto di far volontariato per dare un senso alla mia vita e per dare qualcosa in più a me stessa e a chi riceve il mio aiuto.” IN

Aria di festa alla Caritas A Forlì realtà importante è la Caritas Diocesana, organismo che rivolge particolare attenzione agli “ultimi”: molte le strutture, come il Centro di Ascolto, a cui collaborano, regalando tempo e impegno, 70 volontari. Qui ci si può rivolgere per trovare supporto e iniziare un percorso insieme agli operatori: durante il periodo natalizio, svariate attività coinvolgeranno volontari e operatori allo scopo di regalare il calore delle feste agli ospiti del Centro, per la maggior parte stranieri lontani da casa. Tra queste, tre cene, in occasione di Natale, Capodanno e Befana, organizzate dalla mensa Caritas, saranno cucinate e servite dai volontari per ospiti e amici e seguite dalla tradizionale tombola. Infine, un nuovo progetto interessante è Recuperandia: laboratori creativi, tenuti da artisti e artigiani del territorio, per insegnare il recupero e la trasformazione di oggetti usati, da destinarsi a organizzazioni di utilità sociale o attività di raccolta fondi. www.caritas-forli.it (V.D.S.)

Dall’alto, mercatino della solidarietà curato dall’Associazione Paolo Babini presso la Parrocchia di San Paolo a Forlì; volontari della cesenate Apeiron mostrano alcuni regali solidali per sostenere le donne in Nepal.

IN Magazine | 35


Leggere | Novità in libreria

Libri d’autore

Albero

sotto l’

testo Alessandra Segreto - foto Ilaria Milandri

Romanzi “psico-noir” dagli inquietanti risvolti, o autobiografici, coi bilanci semi-seri di una quarantenne single. Saggi che sondano la psiche alla ricerca delle origini delle fobie infantili o della depressione. Oppure, le agende che ogni giorno accarezzano l’anima con pensieri filosofici o che ricordano gli appuntamenti della nostra terra. Le novità di fine anno di Foschi e IN Magazine.


Le presentazioni, a teatro e in libreria Sabato 11 dicembre, ore 18, Teatro Il Piccolo (via Cerchia, 98 a Forlì), aperitivo letterario per Ilaria Milandri che presenta il suo romanzo La visione cieca (Foschi Editore). Con l’autrice Ruggero Sintoni e Serena Focaccia, letture di Giampiero Bartolini e Lucia Vasini, scenografia sonora di Luciano Titi. Domenica 19 dicembre, ore 18, MEGAforlì, Sala MenoUno (c.so della Repubblica, 144 a Forlì), Annalisa Balzoni presenta il suo romanzo La mia metà della mela (Foschi Editore). Conversa con l’autrice il giornalista Roberto Zoli.

Per tutti coloro convinti che regalare un libro sia un gesto prezioso, questo Natale Edizioni IN Magazine e Foschi Editore rappresentano una bella fucina di idee. I romanzi La mia metà della mela (Foschi), di Annalisa Balzoni, con la prefazione di Ennio Cavalli e La visione cieca (Foschi), di Ilaria Milandri, con la prefazione di Eraldo Baldini, soddisferanno gli amanti della buona lettura. Chi si sente orfano delle avventure di Bridget Jones, troverà una valida alternativa ne La mia metà della mela, il diario di Antonia, una quarantenne single che prova a fare

un bilancio semi-serio della propria vita sentimentale, fra uomini impresentabili, amiche del cuore e proposte più o meno indecenti, mentre chi cerca il brivido del thriller sarà piacevolmente sorpreso dall’esordio letterario della Milandri: una storia caratterizzata da inquietanti risvolti psicologici che mettono in crisi le regole ovvie del vivere quotidiano. Chi ha paura del bambino cattivo? Alle origini delle fobie infantili, di Lucia Zancanella e Tra le pieghe dell’ombra. Capire la depressione, di Stefano Tugnoli, sono invece i nuovi titoli della collana “I saggi - La relazione

che cura” che Foschi Editore dedica a chi è affascinato dall’universo della psiche. IN Magazine rende piacevole la quotidianità con l’Agenda Filosofica e l’Agenda Romagnola, a cura una, di Rocco Ronchi, l’altra, di Pierluigi Moressa. L’anima, in tutte le sue sfaccettature, è il tema del taccuino filosofico 2011, per annotare gli impegni ispirati dalle parole dei maestri del Pensiero, mentre con la “Romagnola” sarà possibile condividere ogni settimana dell’anno con un personaggio, un evento o un ricordo della nostra tradizione.

IN Magazine | 37


Le copertine dei due nuovi volumi della collana “La relazione che cura” di Foschi e le due agende 2011 di IN Magazine. Sotto, Eraldo Baldini. In apertura, Ilaria Milandri e Annalisa Balzoni.

Con Eraldo Baldini, romanziere e autore teatrale, è invece in arrivo una nuova collana di narrativa

Una chiusura di anno all’insegna delle novità editoriali di qualità, in vista di un 2011 ancora più vivace. Eraldo Baldini , romanziere affermato in Italia e all’estero, ma anche sceneggiatore e autore teatrale, sarà direttore ed editor della nuova collana di narrativa della

Ph. Lidia Bagnara

38 | IN Magazine

Foschi. Una penna eccellente al servizio di nuovi autori, per dare forma e identità precise al talento letterario di una nuova generazione di autori. La collaborazione tra Foschi Edito-

re ed Eraldo Baldini ha, in realtà, origine con la nascita della casa editrice forlivese nel 2004. Infatti, proprio il primo titolo pubblicato per i tipi di Foschi fu Oltre la nebbia, una raccolta di racconti di vari autori a cura, appunto, di Eraldo Baldini. Fil rouge degli scritti, tra gli altri, di Andrea Cotti, Alessandro Fabbri, Carlo Lucarelli, Gianfranco Nerozzi e Giampiero Rigosi, l’atmosfera d’inquietudine ben rappresentata dalla “nebbia”, nella sua doppia valenza di elemento meteorologico e simbolo di ovattata ambiguità. Come dice Niccolò Ammaniti (su “Amica”, maggio


2000), “una delle più identificative caratteristiche di Eraldo Baldini è la sua capacità di portarvi per mano con sapienza, a scoprire le pieghe più oscure e inquietanti della normalità”. Forse anche questa è una delle ragioni per cui Foschi Editore gli affiderà la direzione di una seconda nuova collana: quella di saggistica locale. Antropologo culturale ed etnografo da sempre appassionato esperto delle tante sfaccettature del territorio, Baldini approfondirà, in sinergia con saggisti e studiosi locali, la storia, la geografia e le tradizioni delle nostre terre, con la cifra stilistica che lo contraddistin-

gue, unendo il rigore dello studioso alla pennellata noir dello scrittore. IN

Dalla Romagna, in libreria Medicina, saggistica, poesia. E ovviamente narrativa. Quattro diverse tematiche per altrettante proposte di autori ed editori locali. In Fegato sano (Edizioni Età dell’Aquario), Salvatore Ricca Rossellini, medico epatologo all’ospedale di Forlì e specialista in Gastroenterologia, spiega come conoscere e proteggere questo essenziale organo, che l’attuale stile di vita e una scorretta alimentazione rischia di “ammalare”. Contro la letteratura (Il Saggiatore) è il provocatorio titolo del pamphlet di Davide Rondoni. Il celebre poeta forlivese vuole andare oltre mere nozioni e facili scorciatoie, arrivando a proporre di rendere facoltativo l’insegnamento della letteratura a scuola, in assenza di una classe docente motivata e formata a trasmettere i valori dei testi. Marino Monti pubblica per Pazzini Stasòn (Stagioni), liriche romagnole. L’autore, di San Zeno di Galeata, è alla quinta raccolta, sempre in dialetto. Infine, per Il Ponte Vecchio, Edmondo Mazzoni pubblica Incroci pericolosi, una “cascata” di racconti che insieme vogliono comporre una sorta di arazzo cittadino, rappresentando Forlì nella sua quotidianità e nella policromia di ambienti e abitanti. (A.B.)

FORLÌ via Copernico, 4/A - tel. 0543.751714 - rada@rada.it Orari: da lunedì a sabato: 9,30 - 12,30 / 15,30 - 19,30


Presentare | Altropalco al MEGA

Comici

Vetrina

in

testo Alessandra Segreto - foto Giorgio Sabatini

Un letto, e Anna Maria Barbera in vetrina, per mettere l’uomo in “desabbignè” e il “graffio” di Alberto Patrucco. I nuovi autori Foschi ospiti al MEGAforlì.

Metti un sabato pomeriggio di novembre, metti un letto in vetrina e Sconsy che presenta il suo nuovo libro Caro amico diLetto (Foschi Editore), ed ecco un evento di grande successo. Non una semplice presentazione, ma un vero e proprio momento di spettacolo che sabato 6 novembre ha visto l’attrice Anna Maria Barbera, in arte Sconsy, prima alla Libreria Mondadori su un grande letto e poi da MEGAterra, il bar del MEGAforlì, per incontrare i

40 | IN Magazine

lettori e i numerosissimi fan. L’autrice ha inoltre recitato alcune delle cinquantuno lettere che compongono il libro. Lettere dedicate alle donne, ma rivolte ai protagonisti maschili a cui sono destinate, che ritraggono, attraverso lo sguardo intenso di un’inedita Anna Maria Barbera, il desiderio d’incontro e

platea con alcuni degli epitaffi e dei

la sua difficoltà nel costruirsi, nel

coccodrilli dedicati ai personaggi

rapporto di coppia.

più celebri (o ingiustamente cele-

Ironia e satira le protagoniste di sabato 13 novembre sempre al MEGA. Alberto Patrucco, attore

brati) dei nostri anni, contenuti nel libro con le preziose vignette di Sergio Staino. IN

di teatro comico, noto al grande pubblico per alcune trasmissioni televisive, tra cui “Zelig”, ha presentato NECROlogica. Un libro lapidario (Foschi Editore). L’autore, convinto che la satira offra una valida ed efficace chiave di lettura della società, ha scaldato la


Giocare | 52 domeniche di golf

Tra golf

Turismo

e

testo Francesca Renzi - foto Ilaria Milandri

Una guida dedicata al golf, ma con un taglio completamente innovativo: con questo spirito Mariavittoria Andrini, giornalista golfista e autrice del libro, ha realizzato 52 domeniche di golf in Emilia Romagna, per Edizioni IN Magazine, che si aggiunge alla ormai collaudata collana “52”. La nuova guida

raccoglie i 23 Club della regione af-

colare attenzione è riservata all’e-

filiati alla Federazione Italiana Golf

nogastronomia, con l’indicazione

e li descrive in maniera dettagliata, mostrando la mappa del campo, gli score, i servizi offerti e le buche più belle, complete dei consigli di gioco dei maestri del Golf Club di riferimento. In questo libro, pensato per il giocatore e tutta la sua famiglia, questo sport diventa lo spunto per scoprire l’intero territorio che circonda il circolo, dal punto di vista artistico, culturale ed enogastronomico. Così, di fianco alle dettagliate pagine dedicate ai Golf Club e alla parte puramente tecnica, si apre un capitolo interamente riservato agli itinerari turistici nei dintorni, tra città d’arte, piccoli borghi, parchi naturali, stabilimenti termali, parchi divertimento. Infine, parti-

dei piatti tradizionali, i ristoranti dove assaggiarli e le cantine dove degustare i vini prodotti nel territorio. Questi i numeri della guida: 23 i Golf Club a 9, 18 e 27 buche; 23 le mappe dei campi; 58 le buche con piantina e consigli di gioco; 23 gli score; 20 i Golf Club - campi pratica; 91 i siti turistici descritti; 60 gli alberghi e b&b; 48 i ristoranti e le trattorie; 44 le cantine vinicole. IN

Quattro declinazioni per una guida La guida cartacea è disponibile in due versioni: in italiano, in vendita nelle migliori librerie nazionali, acquistabile on line e nei golf club della regione; in inglese, utilizzata da APT ed Emilia Romagna Golf per la promozione turistica nelle fiere di tutta Europa. www.52domenichedigolf.it è invece il sito web collegato alla guida, dove trovare notizie interessanti sul mondo del golf. Ultima novità, la realizzazione di un applicativo per iPhone, per scaricare completamente il volume.

42 | IN Magazine

La guida al MEGA, un giorno col golf Domenica 12 dicembre, dalle 17.15, al MenoUnoMega, Mariavittoria Andrini presenta 52 Domeniche di golf in Emilia-Romagna. Una grande festa del golf forlivese con rappresentanti del Golf Club I Fiordalisi di Forlì e proiezione di diapositive inerenti al mondo del golf. Inoltre, dalle 16.30, è allestita una particolare pedana in galleria per provare a giocare con un vero maestro. In anteprima la collezione junior di abbigliamento da golf della The Littlest Golfer. Attrezzatura di Blu & Green.


Consultare | La nuova Guida ai ristoranti

Due territori

Tavola

a testo Andrea Biondi

Una guida diversa, che non dà voti, non “incensa” o “castiga” gli chef,

non esprime giudizi insindacabili, ma vuole mettere il lettore nelle condizioni di essere egli stesso recensore del locale, andandolo a visitare per (ri)scoprire cucine ogni volta originali e diverse. Cucine che si esprimono nei 285 locali segnalati, dal territorio di Imola

Torna in libreria, con una nuova edizione, la Guida ai ristoranti “targata” Edizioni IN Magazine, dedicata alla Romagna e alla provincia di Pesaro-Urbino. 285 locali, dall’imolese fino ai confini della prima provincia marchigiana. Un viaggio nella cultura gastronomica di due aree la cui continuità geografica si conferma in cucina.

44 | IN Magazine

neità. Degli attori, dai patron agli chef, capaci ancora di accogliere con calore e semplicità. Degli ambienti, rispettati e valorizzati, recuperati con filologica pazienza e sacrificio. Infine, dei piatti, attraverso un costante richiamo al territorio, alla ricerca delle buone cose della terra, con qualche doverosa parentesi internazionale.

(confine “geografico” tra Romagna

Niente voti, cappelli o forchette,

ed Emilia) fino all’intera provincia

dunque. Il giudizio c’è, ovviamen-

di Pesaro-Urbino. Edizioni IN Ma-

te, ma si concentra sulle informazioni pratiche e più utili sul locale recensito: l’ambiente e l’atmosfera, a rappresentare gli elementi che rendono ogni posto diverso dall’altro, oltre alla presentazione dei principali “cavalli di battaglia” proposti in menù. Un valido aiuto per scegliere ogni volta il posto giusto dove trasformare un pranzo o una

gazine torna in libreria a dicembre con la nuova edizione della sua Guida ai ristoranti, che si concentra su Romagna e provincia di PesaroUrbino: separate dal punto di vista amministrativo, ma profondamente legate tra loro sotto l’aspetto storico e culturale. Quindi, anche “ territori enogastronomici ” profondamente affini. Curata da Davide Eusebi, giornalista enogastronomico de “il Resto del Carlino”, e da Otello Renzi, già presidente di AIS Marche ed esperto in marketing del territorio, la guida non vuole vergare giudizi irreversibili, ma esaltare la sponta-

cena in un’indimenticabile esperienza di gusto e convivialità. La

guida è in vendita nelle librerie di Bologna, Romagna e della provincia di Pesaro-Urbino, a 15,00 euro. È acquistabile on line sui siti della casa editrice: www.ristorantidellaromagna.it e www.inmagazine.it. IN


Savignano sul Rubicone (FC) - Tel. 0541 945235 w w w. m o n t e m a g g i d e s i g n e r. c o m m o n t e m a g g i @ m o n t e m a g g i d e s i g n e r. c o m

p r o g e t t i a m o a r r e d i a m o la vostra casa, i vostri spazi lavorativi

la vostra vita


IN Magazine | Special ADV

Ramilli: la boutique dei viaggi compie 50 anni Attenzione del pAssAto, ritmi moderni e continuA evoluzione.

Mezzo secolo di amore per i viaggi: l’avventura dell’agenzia Ramilli iniziò il 1° maggio 1960, quando Gabriele Ramilli, dopo aver girato l’Europa in autostop, decise di regalare le stesse emozioni a tutta la città, creando un luogo magico, che rendeva il mondo immediatamente raggiungibile. Ramilli Viaggi, prima agenzia nata a Forlì e seconda in Emilia Romagna, a distanza di 50 anni conserva ancora il calore e l’atmosfera di allora, mettendo nella cura del cliente l’impegno tramandato da Gabriele, ora in pensione. Oggi l’attività spazia a 360°, coprendo anche servizi non strettamente legati al turismo, per le aziende e per gli stranieri residenti in Italia. Un mosaico di attività diverse e complementari, che differenzia l’agenzia e fa emergere la grande professionalità acquisita: lo slogan che Gianluca Ramilli, figlio di Gabriele, entrato in agenzia nel 1987 e attualmente alla guida, ha coniato per la propria attività è UPG, una sigla che significa umiltà, professionalità e gentilezza e che racchiude la filosofia di una vita, secondo cui gli operatori si adoperano per offrire a ogni tipologia di cliente il servizio migliore: quindi anche viaggi low cost, hotel di ogni categoria, semplici biglietti aerei. “Per garantire un servizio eccellente e sicuro alla clientela– rivela Gianluca – non trascuriamo nulla:


Lo staff di Ramilli nella nuova proprio dna, fin dalla nascita: all’eabbiamo agenzie corrispondenti in tutti sede di piazza Saffi 51: l’attenpoca erano infatti poche le persone che i Paesi di destinazione, collaboratori di zione al cliente è uno dei punti viaggiavano, ma Gabriele ebbe l’intuiziofiducia selezionati, che conosciamo perdi forza dell’agenzia. sonalmente e con cui lavoriamo da molti ne giusta e seppe conquistare la fiducia anni. Allo stesso modo, la nostra storicità ci permette di della città, adattandosi al mercato forlivese, vendendo ottenere tariffe vantaggiose con i migliori e più affidabili biglietti per gli emigranti e trasmettendo lentamente la tour operator, come Alpitour e Costacrociere.” Innumesua grande passione. L’agenzia è oggi un punto di riferevoli le proposte originali dell’agenzia, che nel rimento a livello nazionale, grazie anche alla presenza tempo si è altamente specializzata in alcuni settosui principali motori di ricerca online e al sito internet ri strategici: i viaggi a tema, le vacanze sportive e costantemente aggiornato con spunti e informazioni. Due le novità più recenti: la prima è “l’incontro con il turismo religioso, vero fiore all’occhiello di Ramilli. l’esperto” del giovedì, durante il quale un Paese vie“Siamo leader incontrastati per l’ambito religioso: questo genere di turismo ci permette di portare le persone raccontato in una logica da “caffè letterario”; la sene in luoghi di straordinario interesse non solo religioso, conda è la prossima partecipazione di Viaggi Ramilli al ma anche storico e archeologico.” progetto Nectar: una carta gratuita per accumulare e spendere i punti in diverse esercizi. Una grande realtà a conduzione familiare, dove il rapporto col cliente e la cura dei particolari, tipiche delle piccole botteghe di un tempo, si sposano e si rafforzano Agenzia Viaggi Ramilli con l’uso delle moderne tecnologie, e con proposte semPiazza Aurelio Saffi, 51 47121 Forlì pre innovative. Un’agenzia che ha l’evoluzione nel


Camminare | Tradizioni di Natale

48 | IN Magazine


Atmosfere

Magiche testo Matteo Ranucci foto Giorgio Sabatini

Un percorso a ritroso nel tempo, per ritrovare tradizioni sacre e popolari del territorio di Romagna. Usanze di fuochi, presepi, alberi adornati, feste e cori, per salutare l’anno che finisce e festeggiare il nuovo che arriva.

Dalle città di pianura ai paesi di collina, fino ai borghi di montagna i giorni in bilico tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo anno sono da sempre magici, speciali, densi di eventi. Un vero e proprio viaggio nel fitto di tradizioni antiche, sacre, popolari che tramandano usanze di fuochi, presepi, alberi adornati, feste e cori per salutare il nuovo anno. Pare che la prima rappresentazione di presepio risalga a San Francesco nel 1223. Una tradizione che si tra-

manda da allora; splendidi presepi si possono ammirare nelle case, nelle chiese, a teatro, nelle piazze o all’interno delle strette stanze

di un castello misterioso, isolato, suggestivo come quello di Teodorano di Meldola, oppure nelle grotte nelle miniere di Zolfo di Predappio Alta o ancora nelle sale silenziose del Monastero di Santa Annunziata a Tredozio. Ci sono borghi che sembrano essere stati costruiti apposta, quasi essendo loro stessi dei piccoli presepi, fatti di case piccole, addossate le une alle altre e poco illuminate, di vecchi mestieri che resistono, di fuochi ancora accesi nelle cucine. Camminando per le selciate di Portico di Romagna, quelle che dal forte dei Conti Guidi scendono verso la parte bassa fino al Ponte

IN Magazine | 49


sale diretta a piazza Papa Pasquale II e alla Pieve dedicata a San Pietro, stretta fra le case e le poche botteghe, è la scena suggestiva per i presepi realizzati dagli abitanti.

In apertura, il presepe nel porto canale di Cesenatico. In alto, particolare dei presepi a Portico di Romagna. In basso, la Pasquella a Santa Sofia. Nella pagina a fianco, Mercatino di Natale in piazzetta della Misura a Forlì e “zoc ‘d Nadel” a Terra del Sole.

Ph. Roberto Nanni

romano, le immagini da conservare sono ad ogni angolo, sui davanzali, ai bordi delle scalinate che salgono verso minuscole imposte di legno. Sono le decine di presepi che trasformano il paese in una romantica rassegna all’aria aperta. Valicando due crinali, anche Corniolo, nell’alta valle del fiume Bidente, rappresenta uno di questi paesi. L’unica strada di pietra che

Le rappresentazioni create con legno, sassi e muschi addolciscono, assieme alla neve dei mesi invernali, la severità della pietra e l’isolamento di uno dei paesi più alti e appartati del territorio. Dai monti al mare, la tradizione del presepe sul porto canale di Cesenatico ospita il caratteristico presepe sulle imbarcazioni del Museo della Marineria, illuminato da migliaia di piccole luci. Anche Bertinoro si trasforma in una cittadina del Natale. Le figure del presepe a grandezza naturale ottenute con materiali riciclati, sono disposte ai bordi delle strade più belle del centro arroccato appena sopra la via Emilia. Passando per via Cavour, via Novelli, via Mazzini fino a Piazza della Libertà. Qui la capanna di

La Pasquella, un folclore ancora vivo nei paesi di montagna La notte tra il 5 e il 6 gennaio è tempo, in Romagna, per riti e credenze che scongiuravano malasorte e sfortuna. L’Epifania rappresentava l’autentico inizio del nuovo anno, dodici giorni esatti dopo il 25 dicembre. Nelle valli del Bidente, del Rabbi e nell’alto Savio, la pasquella veniva e viene festeggiata con canti di questua o augurio che uomini, e di recente anche donne, portavano di casa in casa. Ricostruzioni antiche identificano queste figure con i morti, i defunti ai quali, per evitare che questi portassero sventura, venivano elargite offerte e doni. I pasqualotti sono un folclore ancora vivo nei paesi di montagna, in particolare nei comuni di Santa Sofia, San Piero in Bagno e Premilcuore. Tra loro vi sono alcune maschere come la Befana, simbolo degli antenati, e il Befanotto, il marito della vecchia oppure i Re Magi che passano di casa in casa o nelle piazze, cantando antiche filastrocche o stornelli dedicati accompagnati da armoniche, fisarmoniche, violini e chitarre. Se, bussando alla porta, ottenevano risposta negativa, gli stornelli divenivano canzoni di scherno e sventura ma se le porte si aprivano i canti divenivano un allegro saluto e un augurio di fortuna per l’anno venturo. In cambio, agli stornellatori si offrivano pane e vino.

50 | IN Magazine


Nazaret è riprodotta di fronte alla Cattedrale, dedica-

ta a Santa Caterina, e al Palazzo Municipale, affacciata da uno dei più importanti “balconi” della Romagna. I fuochi sono la tradizione più antica del Natale. Risalgono al III secolo, quando a Roma si celebrava il giorno del Dio Sole appiccando grandi falò. Lo si fa anche oggi, tra dicembre e gennaio in piazza d’Armi nella fortificata cittadina di Terra del Sole, in piazza Buonincontro di Castrocaro e nella tranquilla Dovadola, sullo slargo Matteotti a Modigliana. I “zoc ‘d Nadel” bruciano per dodici giorni nei centri storici di questi paesi e sono un’altra occasione per ritrovarsi, per fare festa. Sono giunti a noi filtrati da usanze più recenti. Il ciocco, nelle case dei forlivesi, lo si accendeva la notte del 24 dicembre e di fronte al camino si pregava, si parlava, si vegliava, si producevano riti propiziatori perché al fuoco erano attribuiti poteri magici. Eventi ed iniziative si susseguono in un calendario denso che coinvolge tutto e tutti, anche la città. Il centro storico di Forlì si illumina con le luminarie e Piazzetta della Misura accoglie tutti i giorni il mercatino in cui poter acquistare dolciumi, luci, palle di Natale, libri, giochi. Piazza Saffi ospita il tradizionale albero di Natale. Le vetrine dei negozi rimangono accese anche di domenica, all’interno della Rocca sforzesca di Ravaldino si inaugura la rassegna dei presepi di Forlì. Fino alla notte dell’Epifania. IN

e organizzazione eventi di Patrizia Turroni Corso Diaz, 72 Forlì Si riceve su appuntamento 329.9025911

viale Marconi, 7 • 0543.767305


Assaggiare | Feste golose

I segreti

Cesto perfetto

del

testo Valeria Del Sordo - foto Giorgio Sabatini

I consigli degli “esperti” gourmet forlivesi ci aiutano a comporre un cesto natalizio goloso e unico, “a regola d’arte”. Per un regalo di sicuro successo.

52 | IN Magazine


Col Natale alle porte il cesto natalizio a base di prodotti enogastronomici è ormai un classico regalo, ma rischia di diventare banale se il contenuto non è scelto accuratamente. Ma se, invece del cesto preconfezionato, se ne volesse regalare uno davvero originale, si possono scegliere singolarmente alcuni prodotti artigianali di alta qualità per veri buongustai alla scoperta dei sapori autentici. Per “scovare” a Forlì prodotti sfiziosi e proposte succulente, ci siamo fatti guidare da sette proprietari di gastronomie, pasticcerie e negozi per creare un cesto a regola d’arte. Iniziamo, per costruire il nostro cesto ideale, da Massimo Mariani, proprietario del Caffè Casavecchia in via Papa Giovanni XXIII: “La pasta non può mancare, ma deve essere artigianale, di grande qualità e di grano duro, come quelle prodotte dal Pastificio Mancini di Fermo, che garantisce una filiera molto corta e dal Pastificio Caponi, azienda toscana di pasta all’uovo, che seleziona solo materie prime di altissima qualità. Per arricchire il cesto suggerisco un tocco di fantasia con gli originali segnacalici “Identity” dell’azienda Consecutio Temporum.” Per Renza Campagnoli, della omonima salumeria di viale Paolucci De Calboli, un prodotto speciale è sicuramente il Parmigiano delle Vacche Rosse, di latte crudo, prodotto da vacche di pura razza Reggiana, dalla produzione molto limitata. “Le caratteristiche di questo parmigiano - spiega la signora Renza - sono il tipico colore giallo paglierino e il sapore dolce non piccante. Un prodotto così

P.le Giovanni XXIII, 5/6 - 47100 Forlì tel. 0543 405417 - fax 0543 409058 Aperto dalle 6.45 alle 18.00 Chiuso il lunedì e la domenica pomeriggio


In apertura, i titolari di Caffè Casavecchia. Sopra da sinistra, Renza Campagnoli e le sue collaboratrici e i titolari della Baita del Buongustaio. Sotto, Lorella e Maurizio Grisolini di Re Sole e Leo Lorusso con Susy Guerri della Pasticceria Orchidea.

ricercato dà senz’altro un tocco in più alla tavola di Natale.” In corso Garibaldi si trova un’oasi di sapori per i palati più esigenti: la Baita del Buongustaio di Letizia e Franco Balestra. “Per Natale, nel cesto ideale - rivela Franco -, consiglio il salame di Mora romagnola, una carne particolare, profumata, gustosa, tenera e dal sapore dolce, prodotta dal consorzio di Brisighella. Filiera corta e controlli sono assicurati.” Nella rinomata gastronomia in centro storico Re Sole, Lorella e Maurizio Grisolini sono costantemente alla ricerca di produzioni pregiate. “Tra queste - sottolinea Lorella - ciò che non può mancare in un cesto perfetto è sicuramente un buon cioccolato. Qualcosa di più sfizioso della semplice tavoletta? La soluzione giusta sono i Boeri, fiore all’occhiello della ditta Bodrato: ciliegie di Vignola inte-

re, ‘ubriacate’ nelle grappe locali, ricoperte di zucchero di canna e cioccolato, fondente, al latte o bianco. Per pasteggiare consigliamo un vino eccellente e di grande

54 | IN Magazine

impatto: il Bolgheri Sassicaia Doc, annata 2006: uno dei più pregiati e antichi vini italiani, dal colore rosso rubino e dal profumo intenso di frutti rossi.” Il panettone è uno dei simboli del periodo natalizio. La Pasticceria Orchidea di via Gramsci, ne propone vari. “Il panettone tradizionale - raccontano Leo Lorusso e Susy Guerri - è il più ricercato dalla clientela, ma sono molto apprezzate anche le nostre varianti pere e cioccolato, solo gocce di cioccolato, albicocche e marron glacè, frutti di bosco.” Ma, se il panettone non incontrasse le vostre preferenze, ecco un dolce alternativo che arriva dall’Austria, della Pasticceria Fuzzi in corso Diaz: il Kranz. “La nostra versione è leggermente rivisitata - spiegano Anna e Floriano Fuzzi - perché la base di marzapane viene farcita con canditi, pinoli, uvetta, mandorle, nocciole e noci, preferibilmente di provenienza locale ma rigorosamente nazionali. è un classico dolce invernale della nostra pa-


sticceria, molto amato dai clienti.” Infine, in un cesto a regola d’arte non può mancare un buon caffè. Abbiamo chiesto la miscela perfetta a uno dei negozi specializzati di Forlì: Pianeta Caffè di via Cerchia, gestito dai fratelli Monica e Davide De Steinkuhl.

In questa boutique del caffè si possono trovare 25 diverse varietà provenienti dalle piantagioni di tutto il mondo. “Per il cesto sceglierei il miglior caffè al mondo: si chiama Jamaica Blue Mountain - spiega Davide - è un caffè dolce e leggero, equilibrato, profumatissimo, con sentori di vaniglia, cacao e mandorla.” Da ultimo, fondamen-

tale è la scelta del contenitore vero e proprio, quello che racchiude i prodotti e ne valorizza la presentazione. Per un effetto originale è meglio scegliere un oggetto che possa essere riusato, come una borsa, una scatola da guardaroba, o un po’ fuori dagli schemi. Noi, con l’aiuto di Tiziana, Francesca e Ivana del negozio Le Muse di via Solferino, abbiamo scelto un contenitore fatto di copertoni pneumatici recuperati e riciclati, prodotto da una ditta francese con metodo artigianale, che potrà poi essere usato come portariviste, portalegna, o semplice oggetto di arredamento. IN

Da sinistra, il Kranz, dolce proposta austriaca rivisitata dalla Pasticceria Fuzzi; Davide De Steinkuhl di Pianeta Caffè; Tiziana, Francesca e Ivana di Le Muse.

Aziende da… buongustai Oltre ai prodotti artigianali delle piccole botteghe, tra le realtà aziendali d’eccellenza del territorio si possono trovare vere e proprie chicche, prodotti pregiati, perfetti per i cesti natalizi. Tra queste ne segnaliamo tre. Per un formaggio da intenditori, La Buona Romagna di Sogliano al Rubicone, che fa parte anche di Co.Pro.Fo.S., il consorzio produttori formaggi stagionati. Tra le sue creazioni, due sono particolarmente indicate per Natale: gli “Affinati”, una serie di pecorini “affinati” in giare, nella variante saporita al peperoncino e in quella raffinata al tartufo, e la “Crema del Pastore”, prodotta con il tipico formaggio di fossa di Sogliano. Per un tocco di raffinato cioccolato, due le aziende locali. L’Artigiano dei fratelli Gardini, laboratorio artigianale forlivese, propone le Praline, un ampio assortimento in 40 gusti diversi, dalle spezie orientali ai sapori tipici di Romagna, come formaggio di fossa e albana passita, olio di Brisighella e sale dolce di Cervia, mostarda cesenate. Infine, Babbi, famosa azienda di Bertinoro, completerà il vostro cesto con classe con i Babbini: note di cioccolato e fragranti strati del classico wafer si fondono a deliziose creme, in sei varianti di gusto. Incartati singolarmente, i Babbini sono disponibili in varie confezioni: per Natale immancabile l’elegante confezione in latta “Millennium”, nelle versioni 300 e 600 gr.

56 | IN Magazine


Assaporare | Natale a tavola

Feste

Ristorante

al

testo Valeria del Sordo

Natale in famiglia, in casa ma anche al ristorante scegliendo fra le numerose offerte del territorio. Proposta sfiziosa, un misto di tradizione e fantasia, quella dell’Arquebuse di Carpinello, dove, grazie all’uso sapiente di ingredienti di stagione, lo chef Luca ha creato, per il pranzo di Natale, antipasti dalle note particolari e ricercate come la mousse di caprino fresco e mela verde con pane nero e petto d’anatra fumè, passatelli in brodo, faraona in crema di erbe. Al Vecchio Convento di Portico di Romagna si respirerà aria di festa “multiculturale” con ospiti che, ormai da anni, arrivano da ogni parte del mondo, per festeggiare insieme assaporando piatti elaborati, come tortino di capriolo e paté d’anatra, lasagnine al tartufo bianco, cappone arrosto con castagne (www.vecchioconvento.it).

58 | IN Magazine

La cucina semplice dell’osteria La Campanara di Pianetto di Galeata conquisterà, anche i palati più raffinati con i grandi classici dei menù di festa, a base di materie prime del territorio. A Natale: antipasti della tradizione, cappellettini in brodo di cappone con ricotta e tartufo bianco, coniglio all’ortolana e per finire il fiore all’occhiello, il tipico dolce Ramerone di Pianetto. Ma Natale e Capodanno sono anche all’insegna dell’opulenza come si può trovare nei Grand Hotel storici, che offrono ricchi menù e pacchetti “tutto compreso”. Al Grand Hotel Terme della Fratta, dopo una giornata di piacevole relax nelle piscine termali, gli ospiti potranno assaporare il vero pranzo di Natale con i piatti della tradizione e gli immancabili cappelletti in brodo. La notte di San Silve-

stro musica, balli e ricchi buffet (www.termedellafratta.it). A Castrocaro il Grand Hotel Terme propone a Natale un pranzo sontuoso a base di soufflé alla zucca, cappelletti in ristretto di cappone, tournedos di manzo lardellato. A Cesena, dalla Cerina di San Vittore, propongono, a Natale, i piatti della tradizione, come frittelle di semolino e cappelletti in brodo di cappone, lasagne verdi, tacchinella farcita alla frutta invernale (www.ristorantecerina.com). Chi ha scelto un menù estroso è la Locanda del Gambero Rosso a San Piero in Bagno. Giuliana ha saputo rivalutare i piatti poveri della tradizione contadina. A Capodanno si cena con la zuppa di zolfini con tartufo bianco e il cannolo al forno con ragù di pollo romagnolo, anatra di Romagna con orzo (www.locandagamberorosso.it). IN


IN Magazine | Special ADV

L’ELitE: antica bottEga di sapori e profumi

Un nEgozio chE RicoRdA Più gLi EmPoRi di PAEsE chE i modERni PUnTi vEndiTA, PERché non conoscE sPERsonALizzAzionE dEL RAPPoRTo commERciAnTE-cLiEnTE, sPEsA vELocE o PRodUzionE in sERiE.

Varcando la porta de “L’Elite” si ha davvero la La grande varietà di prodotti più dolce alla più robusta, provengono dalla torresensazione di accedere a un mondo parallelo, che conquista clienti sempre nuovi fazione veronese Pellini. Il miele e le confetture racconta di terre lontane, metodi di produzione del alla ricerca dell’eccellenza. sono prodotti artigianalmente dall’azienda agricola passato, aromi speziati, attenzioni dimenticate: “La via del colle” di Bertinoro, che realizza anche anche chi visita il negozio per la prima volta, ha la sensazione le “Delizie”, goloso incontro di miele e frutta. L’ampia scelta di di conoscere i proprietari da tempo. Renzo e Antonella Pieri, cioccolate, cioccolatini e creme spalmabili si articola tra le che hanno rilevato il negozio nel 2009, dopo tanti anni passati migliori marche del settore, tra cui Babbi, Majani, Lindt, Vestri, nel settore conoscono perfettamente il proprio mestiere: si sofAmedei e Venchi. Con l’avvicinarsi poi delle festività natalizie, fermano con ogni cliente, spiegando i prodotti, raccontandone la L’Elite propone panettoni artigianali, di Flamigni, Bonifanti e provenienza e i metodi di preparazione, orgogliosi di quello che Saline di Cervia, oltre ad alcuni dolci di Perbellini. Le confezioni hanno creato e certi della qualità che offrono, non mancando di vengono realizzate con cura e su richiesta dei clienti, che possono ingolosire gli interlocutori con qualche assaggio. Il sogno di Antocreare pacchi e cesti su misura con i prodotti scelti. nella e Renzo è dar vita a una piccola gastronomia: qui si trovano, infatti, non solo tè, tisane e caffè, ma anche oggettistica, pasta, riso, olio, miele, marmellate, cioccolata e vini di alta qualità. Il tè, nella 37 varietà presenti, e le tisane, di 23 tipi, arrivano tutti L’ELiTE dall’azienda fiorentina “La via del Tè”, che dal 1961 li importa Viale Roma 34 - 47121 Forlì Tel. 0543.68803 direttamente dai Paesi produttori, mentre le miscele di caffè, dalla


Abitare | Il rustico di campagna

Innamorati

Rovere

di una

testo Annalisa Balzoni - foto Ilaria Milandri

Un rustico a due passi da Castrocaro dove si respira passione ed eleganza. Una ristrutturazione che ha privilegiato il recupero di tutti i materiali originali e un arredo frutto di accurate ricerche nei mercatini d’antiquariato italiani ed esteri.

60 | IN Magazine

è nella campagna vicino a Castrocaro Terme che un vecchio casolare di fine ’600 ha ritrovato il suo splendore. Tutto nasce dall’innamoramento per una rovere secolare che si erge nell’aia, amore che

ha portato i proprietari vent’anni fa all’acquisto dell’immobile. Inizia così l’avventura per Ivana Battaini, per il marito Alessandro Donati e per la madre di Ivana,

Alba Tassani. Per quest’ultima è stato un ritorno alla Romagna, mentre per i Donati, a farli decidere di trasferirsi da Brescia, è stata la passione. Inizialmente doveva essere la seconda casa, quella delle vacanze, ma con gli anni sta diventando la sede principale della famiglia. La progettazione è stata studiata dallo stesso Alessandro Donati,


le muse Case d’atmosfera

Consulenza d’arredo, progettazione, mobili d’epoca e non, oggettistica e illuminazione. Via Solferino, 13 - Forlì, FC (di fronte al Duomo) Tel: 0543 26191


ingegnere e costruttore bresciano con una passione particolare per la Romagna, tanto da spingerlo ad investire sul nostro territorio. La ristrutturazione è avvenuta nel rispetto massimo delle preesistenze, ponendo attenzione anche verso la parte tecnologica. Peculiarità di

detta ristrutturazione durata cinque anni, è che, a parte la struttura del tetto, è avvenuta grazie all’intervento diretto degli stessi proprietari, affiancati solo da un paio di artigiani. Ci tengono in partico-

lar modo i signori Donati a sottolineare che le lavorazioni di pavimentazione, come la stesura degli intonaci, sia interni che esterni, sia avvenuta per loro stessa mano e che, per questi ultimi, hanno utilizzato una miscela di grassello di calce e polvere di marmo. Loro è anche la realizzazione di alcuni punti luce, delle scale in legno che portano ai soppalchi nella zona notte. Si nota come l’impianto della luce sia stato realizzato fuori traccia onde evitare di intaccare le murature.

Originali sono il bellissimo pavimento in cotto e le travi lignee di ogni ambiente. Ogni materiale recuperabile è stato riutilizzato. Ove

non vi è stata questa possibilità l’ingegnosità dei proprietari ha portato alla creazione comunque di un’opera di gran gusto, ad esempio la pavimentazione del grande salone e della sala da pranzo, originariamente la stalla, dove è stata utilizzata una pavimentazione in cotto fatto a mano della fornace San Lazzaro, posato al contrario. Così come nel reparto notte, dove

Ivana e Alessandro Donati (foto a destra) ci hanno aperto le porte del loro casolare fatto di ambienti caldi, di angoli suggestivi con gli originali pavimenti in cotto e travi lignee.

62 | IN Magazine


la pavimentazione è caratterizzata da cotto antico e perline in abete montato al rovescio e verniciato.

a entro t t fi o r App degli il 2011 ntivi! e ecoinc

L’arredo di ogni ambiente è il risultato della ricerca di mobili in arte povera provenienti da varie parti d’Italia e d’Europa, ove l’antico o semplicemente solo il vecchio hanno ritrovato una nuova armonia e vita. Bellissimo il mobile, ex espositore di pasta, presente nel salone principale, così come il lampadario in vetro e cristallo Maria Teresa della zona pranzo dei primi del ‘900. Curata finemente l’oggettistica sui mobili e sulle pareti ove spiccano cornici, quadri e specchi provenienti da varie parti d’Europa, scelti dalla stessa proprietaria che gestisce il negozio d’arredo di interni “Le Muse” di Forlì. Bellissime le porte, in gran parte del ’600, le altre realizzate artigianalmente dalla Falegnameria Sbaragli di Forlì su stesso disegno. Al piano superiore troviamo un altro grande salone che funge da disimpegno per le camere da letto padronali. Ogni angolo è affascinante, ricco di storia, di passione, di vissuto, di morbidezza e di colore, ci troviamo di fronte ad un rustico che possiamo liberamente definire “di sapore”. IN

FORLÌ via Edison, 15 - Tel. 0543.722255 - Fax 0543.801021 www.fallettaforniture.com / info@fallettaforniture.com


Applaudire | Il teatro delle feste

Favole

Cuccioli d’uomo

per

testo Roberta Brunazzi

Ph. Giorgio Sabatini

I teatri della Provincia si aprono, nel periodo natalizio e oltre, regalando ai più piccoli storie coinvolgenti e ricche di emozioni, da condividere con tutta la famiglia.

64 | IN Magazine

Non c’è festa come il Natale capace di scaldare i cuori dei bambini. Non solo per l’accozzaglia commerciale di pacchi sotto l’albero. C’è anche l’universale significato di nascita e rinascita, di speranza e aspirazione verso qualcosa di più alto, contenuti che l’intuito dei piccoli coglie meglio rispetto agli appannati sensi degli adulti. E c’è il fatto, non trascurabile, delle lunghe vacanze da scuola: come una manna il Natale arriva e chiude il primo trimestre, portandosi dietro l’antipatico fardello dei compiti a casa ma regalando una quindicina di giorni di assoluta libertà e di relativa vicinanza a genitori, fratelli, nonni. In questo contesto le iniziative natalizie rivolte alle famiglie non mancano, dalle tradizionali gite alla scoperta di strani presepi (nelle grotte, nei castelli, nelle piazze) agli spettacoli e alle feste. Il Teatro Testori, a Forlì in via Vespucci 13, il 29 dicembre (ore 18) propone un’interessante guida all’ascolto: Come bambini all’Opera, incentrata sul melodramma. Una visita al suggestivo presepe allestito sulle barche del Porto Canale di Cesenatico può invece trovare degno accompagnamento con uno degli spettacoli del Comunale

cesenaticense, nell’ambito della rassegna “A Teatro con Mamma e Papà”. Domenica 19, alle ore 16, in scena c’è la compagnia Nasinsù con lo spettacolo Crepi l’avarizia!. Il giorno della Befana, sempre alle 16, Mirko Alvisi presenta infine Il mistero del Boscodilaggiu.

Un’uscita nelle colline forlivesi può far tappa prima a Pianetto, per ammirare il grande presepe allestito dal locale Auser, poi al Comunale di Galeata dove, domenica 9 gennaio 2011 alle 16, va in scena lo spettacolo per famiglie Il pesciolino nel bicchiere. Al Piccolo di Forlì (via Cerchia 98) la rassegna dedicata alle famiglie prende il via subito dopo le vacanze natalizie, domenica 16 gennaio alle 16, per proseguire fino al 20 febbraio con sei spettacoli teatral-musicali. A Meldola il Teatro Dragoni alza il sipario sulla rassegna di “Teatro in famiglia” a febbraio 2011 (da sabato 5 a sabato 26), con quattro spettacoli ai quali è abbinata una promozione cena + spettacolo, al costo di soli 10 euro. Idea vincente che centra il vero obiettivo di ogni iniziativa - teatrale e natalizia - rivolta ai cuccioli: emozionarli con storie coinvolgenti, passando più tempo possibile assieme alle persone che amano. IN


Scegliere | Shopping

1

5

8

2

9 6

3

10

7 4

11

1 | Palace Living Gold. Versace Home by SALAROLI - v. Balzella, 4/e - Tel. 0543.794511 - Forlì 2 | Nokia C7. NEA STORE - v.le Manzoni, 14 - Tel. 0543.36600 - Forlì 3 | Collezione Tiffany&Co. OTTICA GHETTI - c.so della Repubblica, 124 - Tel. 0543.26008 - Forlì 4 | Anelli in oro bianco e platino con diamanti. GIOIELLERIA ORORÉ - c.so Diaz, 41 - Tel. 0543.36617 - Forlì 5 | J. Plus - Anteprima 2011. Solo da OTTICA GALLERY - c.so della Repubblica, 157 - Tel. 0543.34700 - Forlì 6 | Sacca da golf. DE STEFANI SPA - v. Ravegnana, 407 - Tel. 0543.811011 - Forlì 7 | Campanella Thun limited edition 2010. EFFE DUE - c.so G. Garibaldi, 16/64 - Tel.0543.33380 - Forlì 8 | Moments. Elementi e bracciali di Pandora. GIOIELLERIA CALONICI v.le Marconi, 7 - Tel. 0543.767305 - Castrocaro Terme 9 | Confettata di nozze. Semplicevento di Turroni Patrizia - corso Diaz,72 Forlì. tel. 329.9025911 10 | Accessori di... RADÀ - v. Copernico, 4/A - Tel.0543.751714 - Forlì 11 | Card Ethòs. SABBIONI - via Faentina, 118 - Tel. 0544.460461 - Ravenna.

Cover ADV 3,58% di rendimento netto.

chiavetta e 1 anno di internet veloce

Vitariv è per veri intenditori.

a partire da

99

2010

In un momento in cui l’economia ha risentito di un clima sfavorevole, Vitariv ha assicurato ai suoi investitori un’altra annata di eccellenza. Proteggi anche tu i tuoi risparmi, scegli la Gestione Separata di Allianz che:

66 | IN Magazine

• Restituisce sempre a scadenza il capitale versato • Garantisce un rendimento minimo del 2%annuo

Solo con Allianz, primo gruppo mondiale assicurativo, puoi sentirti sempre così sicuro.

Allianz. Soluzioni finanziarie dalla A alla Z. I vantaggi descritti sono disponibili per i Clienti che acquistano uno dei prodotti collegati alla gestione separata Vitariv e che restituiscono sempre a scadenza, ove prevista, il capitale investito. Il 4,22% è il rendimento medio realizzato nel periodo 01/10/09 – 30/09/10. Il 3,58% è il rendimento medio riconosciuto sul portafoglio di contratti cui la gestione separata si riferisce, al netto degli oneri gravanti sul meccanismo di partecipazione agli utili contrattualmente previsti. I valori sopra riportati sono al lordo degli oneri fiscali. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Allianz è il primo gruppo per ricavi e risultato operativo nel 2009 (Annual Report 2009, dato disponibile su www.allianz.com). Prima della sottoscrizione leggere il fascicolo informativo disponibile presso le nostre Agenzie e sul sito www.allianz.it.

Gino Ricci Srl

CHIEDI VITARIV AL TUO AGENTE DI FIDUCIA ALLIANZ RAS.

Moschini, Pierotti e Pratesi P.zza Falcone e Borsellino, 1 - Forlì - Tel. 0543 404101

Forlì - V.le Manzoni, 14 - tel. 0543 36600 - fax 0543 36605

www.noashoes.it

noA s.n.c. Via Matteotti, 16 B/C tel./fax +39 0543 743803 47034 FoRLIMPoPoLI (FC)

oUTLET Via Fratti, 8 tel./fax +39 0543 370551 47121 FoRLì (FC)

noA Forlì C.so Garibaldi, 71 tel./fax +39 0543 31608 47121 FoRLì (FC)

Via Ascari, 205 Cesena Tel. 0547 630056


www.noashoes.it

noA s.n.c. Via Matteotti, 16 B/C tel./fax +39 0543 743803 47034 FoRLIMPoPoLI (FC)

oUTLET Via Fratti, 8 tel./fax +39 0543 370551 47121 FoRLì (FC)

noA Forlì C.so Garibaldi, 71 tel./fax +39 0543 31608 47121 FoRLì (FC)


Gino Ricci Srl Via Ascari, 205 Cesena Tel. 0547 630056

Profile for Edizioni IN Magazine srl

Cesena IN Magazine 6/2010  

Cesena IN Magazine 6/2010

Cesena IN Magazine 6/2010  

Cesena IN Magazine 6/2010

Advertisement