Page 1


Testi: Carlo Carzan e Sonia Scalco Pubblicato con l‘accordo di Caminito S.a.s. Agenzia Letteraria

Illustrazioni: Ignazio Fulghesu Progetto grafico: Ignazio Fulghesu e Alessandra Zorzetti www.editorialescienza.it www.giunti.it © 2018 Editoriale Scienza srl via Bolognese, 165 – 50139 Firenze – Italia via Beccaria, 6 – 34133 Trieste – Italia Prima edizione: settembre 2018

Stampato presso Lito Terrazzi srl Stabilimento di Iolo

Illustrazioni di Ignazio Fulghesu


PENSA COME

ALBERT EINSTEIN C O R A G G I O

R I C E R C A

S C I E N Z A

F A N T A S I A

P A S S I O N E

Carlo Carzan Sonia Scalco

E=m

c2


INDICE IN VIAGGIO CON ALBERT ......... 6 Ora tocca a te!

L’inventagiochi.......................................... 6 Gli enigmi di Jakob.................................... 7 La guerra dei... palloncini........................ 8 Speaker’s corner....................................11 Charlie Einstein.......................................12

SCUOLA LUDENS ............................ 14 Ora tocca a te!

Tutto a posto!..........................................31 Happy birthday, Albert!.........................32 Luci e ombre............................................32 A casa di Albert.......................................33

ALLENA LA RICERCA ................ 34 Ora tocca a te!

La mappa del tesoro..............................34 Il dizionario di Albert..............................35 Cerca e ricerca........................................36 Detective antibufale..............................39

Il test di Einstein......................................17

ALLENA LA FANTASIA . . ........... 40 ALLENA LA PASSIONE . . ........... 20

Ora tocca a te!

La regola del tre......................................21 Super connessioni.................................22 La macchina del tempo........................25 Ci vedremo fra cent’anni......................27

Carte allenacreatività............................41 Un viaggio immaginario........................42 Il sasso nello stagno di Gianni.............43 Siamo la coppia più bella del mondo...45 Il tuo Gedankenexperiment: Homo apis................................................47

LA PRIMA PALESTRA DI EINSTEIN ...................................... 28

LA SECONDA PALESTRA DI EINSTEIN ...................................... 48

Il foglio strappato....................................28 Numeri, che passione!..........................28 Una penna al mese................................29 Albert, dove sei?.....................................29 Un’invenzione inventata.......................30 Una gita in bicicletta..............................30 Il violino di Albert.....................................31

Non aprite quella porta.........................48 La libreria..................................................48 Un quadrato magico poco magico....49 Medaglia d’oro.........................................49 Puzzle numerico.....................................50 Boom!........................................................50 Da 1 a 9.....................................................51

Ora tocca a te!


Calcoli mentali.........................................51 Diamo i numeri........................................52 Teletrasporto..........................................52 Piramide di numeri.................................53 Il mistero dei tre......................................53 Scienziati detective...............................54 Geometria spaziale...............................54 Un fisico da Nobel..................................55

ALLENA IL CERVELLO SCIENTIFICO.. ..................................... 56 Ora tocca a te!

S.C.I.E.N.Z.A.............................................56 L‘enigma della velocità..........................57 Il primo esperimento di fisica..............59 Grazie fisica!.............................................60 Teoricamente.........................................63 Era previsto!.............................................64

ALLENA L'ERRORE ..................... 66 Ora tocca a te!

Il tesoro degli errori................................66 Errori ad arte............................................68 Lo studio di Albert..................................69 Scienziato alla moda..............................71

ALLENA IL CORAGGIO . . ............ 72 Ora tocca a te!

Le scatole del coraggio.........................73 Un minuto di coraggio...........................74 Chi è chi?..................................................76 Trappole mentali.....................................77 Lotta non violenta..................................78 Buoni e cattivi..........................................79

LA TERZA PALESTRA DI EINSTEIN ...................................... 80 Mi gira la testa..........................................80 Un bicchiere d’acqua.............................80 Un cielo stellato......................................81 Con quale mano scrivi?.........................81 Numeri in successione.........................82 Simmetricamente..................................82 Einstein vs Bohr......................................83 Tuoni e fulmini.........................................83 Torri di libri................................................84 Non vedo un cubo..................................84 Domino al quadrato...............................85 I gatti di Schrödinger..............................85 Numerino.................................................86 Il quadrato di Dudeney..........................87 Ma quanti sono?.....................................87 Contare al cubo......................................88 Il dado mancante....................................88 Che confusione......................................89 È tutto un rebus......................................89

SOLUZIONI ......................................... 90


ALLENA LA FANTASIA LA FANTASIA È PIÙ IMPORTANTE DELLA CONOSCENZA. LA CONOSCENZA È LIMITATA MENTRE LA FANTASIA COMPRENDE IL MONDO INTERO.

La fantasia è una meravigliosa dote che noi tutti possediamo; ci permette di immaginare mondi diversi, di sognare e anche di costruire il nostro futuro. I neuroscienziati hanno identificato una rete di collegamenti neurali distribuita su gran parte del cervello che è responsabile della nostra attività immaginativa, cioè la capacità di creare immagini nella mente e farle interagire tra loro. Un buon allenamento di questa capacità rende il cervello più preparato a risolvere i problemi e più aperto all‘apprendimento. Scienziati ed artisti hanno sempre avuto consapevolezza dell‘importanza della fantasia nei processi mentali; Einstein pensava che la fantasia fosse la più scientifica delle capacità mentali. Sembra strano, ma questa affermazione è confermata dal fatto che l‘immaginazione ebbe un ruolo fondamentale quando il grande scienziato formulò le sue teorie sulla relatività.

Ora ti sfido con una riflessione: osserva le tre parole qui sotto, e prima di andare avanti prova a rispondere a queste domande: Che cosa hanno in comune? Sono sinonimi? Avresti una definizione differente per ognuna di loro?

FANTASIA 40

CREATIVITÀ

IMMAGINAZIONE


LA MENTE CREATIVA EINSTEIN ERA IN GRADO DI IMMAGINARE MONDI NUOVI, IDEE STRAVAGANTI, ASSURDE E SPESSO IRREALIZZABILI. Tutto questo non basta però a formulare delle teorie, a trasformare le immagini che vediamo nella nostra mente in azioni concrete e in un uso pratico; per fare ciò abbiamo bisogno della creatività, quella capacità che ci permette di mettere insieme degli ingredienti conosciuti mescolati in modo da dare vita a qualcosa di nuovo, di sconosciuto. La creatività si basa su quattro principi fondamentali : Il processo creativo dipende dal bagaglio di idee e di conoscenze che si possiede.

2

La creatività deve essere supportata da strategie cognitive, che contribuiscono a trovare soluzioni a problemi pratici o teorici.

3

La creatività ha bisogno di tempo per valutare e ordinare le idee, affinché queste siano allo stesso tempo originali e utili.

4

Per allenare la creatività bisogna sperimentare e indagare l‘ignoto.

CARTE ALLENACREATIVITÀ Realizza un mazzo di 40 carte raffiguranti una serie di oggetti, personaggi, luoghi.

Ora tocca a te!

1

• Poniti un problema da risolvere (ad esempio svegliarsi la mattina senza sveglia), mischia le carte e pescane quattro. • Disponile scoperte dinanzi a te e prova a trovare una soluzione al problema, naturalmente facendoti guidare dalle immagini delle quattro carte e collegandole assieme. • Coinvolgi gli amici in questo gioco, scoprirai che quello che riuscirete a realizzare insieme è sempre superiore a ciò che si produce individualmente.

41


E L'IMMAGINAZIONE? ATTENZIONE! SPESSO SI USANO FANTASIA, IMMAGINAZIONE E CREATIVITÀ COME SINONIMI, INVECE HAI APPENA SCOPERTO CHE IN REALTÀ SI TRATTA DI CAPACITÀ DIVERSE TRA LORO. Se la fantasia è la facoltà più libera, quella che ci fa pensare anche cose irrealizzabili, e la creatività ci permette di realizzare nuovi percorsi mischiando ingredienti esistenti, l‘immaginazione è invece la capacità di vedere nella mente ciò che abbiamo pensato con la fantasia e la creatività.

Il punto di forza di Einstein è che il suo cervello riesce a utilizzare tutte e tre queste facoltà per formulare le sue incredibili teorie. Una delle frasi più famose di Einstein è:

“LA LOGICA TI PORTERÀ DA A A B, L‘IMMAGINAZIONE TI PORTERÀ DAPPERTUTTO.”

UN VIAGGIO IMMAGINARIO Per partire dovete essere almeno in tre.

Ora tocca a te!

Mentre tutti tengono gli occhi chiusi, uno di voi legge o racconta una storia che parla di un viaggio, dettagliando i paesaggi e i personaggi. Mentre ascoltate la storia, dovete rappresentarvi mentalmente ciò che state sentendo. Appena il racconto sarà terminato

42

aprite gli occhi e raccontate quello che avete visto nella vostra mente. Scoprirete che la vostra immaginazione vi fa creare mondi diversi uno dall’altro.


LA GRAMMATICA DELLA FANTASIA ESISTE UNA GRAMMATICA DELLA FANTASIA? OVVERO POSSONO ESISTERE DELLE REGOLE CHE DANNO ORDINE A QUALCOSA CHE PER DEFINIZIONE NON HA LIMITI? LA RISPOSTA È SÌ! Per allenare il tuo cervello a immaginare e fantasticare devi seguire delle regole, ovvero un preciso metodo di lavoro. Il grande scrittore e pedagogista Gianni Rodari ha provato a fissare un insieme di regole per la costruzione di un percorso tra i sentieri dell‘immaginazione in un libro chiamato

Grammatica della fantasia. Si tratta di una serie di giochi linguistici e narrativi che alimentano la capacità del nostro cervello di creare storie; con il suo metodo, Rodari ne ha scritte a centinaia.

IL SASSO NELLO STAGNO DI GIANNI Fai una lista di parole, in modo che ognuna sia collegata a un’altra, per un’associazione logica, per un anagramma, per uno scambio o aggiunta di lettere. Infine mischia le parole e sfida i tuoi amici a trovare la sequenza esatta. Intanto allenati con questo elenco:

Ora tocca a te!

“Una parola, gettata nella mente a caso, produce onde di superficie e di profondità, provoca una serie infinita di reazioni a catena.” metti in ordine, per associazione logica, le seguenti parole sapendo che la prima è sasso e l’ultima è bicicletta; le altre sono automobile, preziosa, macchina, masso, pietra, tempo, prezioso.

CONFRONTA LE TUE SOLUZIONI CON QUELLE DI P. 91

43


INTELLIGENZA PER IMMAGINI È stato ipotizzato che il grande genio della fisica fosse dislessico. Ovviamente non vi è certezza di questo dato perché le notizie circa la sua infanzia sono contraddittorie. Sicuramente è vero che iniziò a parlare e poi a leggere un po‘ più tardi rispetto ai suoi coetanei; Einstein stesso ha più volte detto che prima di esprimere a parole un concetto, il suo cervello visualizzava le immagini di ciò che stava pensando.

EINSTEIN AVEVA QUINDI UN‘INTELLIGENZA VISUALE, PROPRIA DEI DISLESSICI, CHE DIVENNE IL PUNTO DI FORZA NELLA FORMULAZIONE DELLE SUE TEORIE.

PREVEDERE IL FUTURO LA CAPACITÀ DEL NOSTRO CERVELLO DI PREVEDERE E PIANIFICARE IL FUTURO CI PERMETTE DI IPOTIZZARE LE CONSEGUENZE DELLE NOSTRE AZIONI ED EVITARE PERICOLOSI ERRORI. Einstein applicava questa capacità al suo lavoro di ricerca, riuscendo a prevedere e a immaginare come si sarebbero manifestati gli effetti delle sue teorie nella realtà.

44

Il nostro cervello prevede continuamente ciò che potrebbe accadere, altrimenti le nostre azioni sarebbero superficiali e prive di consapevolezza. Ad esempio, se devi scegliere un libro per una ricerca, il tuo cervello ti aiuta a prevedere quale potrà esserti più utile, altrimenti finiresti per riempire la tua libreria di testi inadatti. Pensa che se non prevedessi che uno scalino può farti inciampare, ti troveresti costantemente per terra e a gambe all‘aria!


Questa capacità di prevedere è connessa alla capacità di apprendere: infatti il cervello crea aspettative rispetto a ciò che dovrebbe accadere,

e le confronta con quello che accade realmente; da questa continua comparazione, il cervello apprende.

SIAMO LA COPPIA PIÙ BELLA DEL MONDO 12 12

Ora tocca a te!

Per giocare dovete essere almeno in tre. 4 4

32 GB 32 GB

3 3

1 1

5 5

7 7

6 6

• Osservate queste immagini e componete quattro coppie, in modo che le carte abbiano qualcosa in comune. Trascrivetele su un foglio di carta, senza che ognuno veda quelle che ha scelto l‘altro.

8 8

• Quando tutti avete completato questa fase, dichiarate le vostre coppie e guadagnate un punto per ogni giocatore che ha fatto la vostra stessa scelta; se siete in tre ad avere composto la stessa coppia, conquistate tre punti e così via; potete realizzare altri turni di gioco utilizzando altre immagini.

45


CAVALCANDO UN RAGGIO DI LUCE Sin da ragazzo Albert era un vero maestro nell‘arte di visualizzare mentalmente le sue teorie: a soli 16 anni cercò di immaginare che effetto avrebbe fatto muoversi alla velocità della luce “a cavallo di un raggio luminoso”, cioè cercava di capire il comportamento fisico della luce, ponendo le basi della teoria della relatività ristretta.

GEDANKENEXPERIMENT

è una parola tedesca che significa

ESPERIMENTO MENTALE È il nome che Einstein diede al suo modo di visualizzare nella mente le sue teorie. Riusciva a formarsi un‘immagine mentale di come le equazioni che concepiva si riflettessero nella realtà. Questo metodo lo aiutava soprattutto quando non poteva avere conferme empiriche delle sue teorie, cioè quando non poteva dimostrarle con degli esperimenti o in laboratorio. L‘intuizione visiva più conosciuta di Einstein è forse quella in cui immagina di sentire gli effetti della forza di gravità stando in un ascensore in caduta.

ORA PROVIAMO AD ALLENARE LA TUA CAPACITÀ DI REALIZZARE UN ESPERIMENTO MENTALE! 46


IL TUO GEDANKENEXPERIMENT: HOMO APIS Ora tocca a te!

Immagina il nostro cervello come un caleidoscopio: forma e combina infinite immagini mentali, che sono determinate da associazioni logiche e fantastiche che si creano nella nostra mente. L‘esperimento che ti propongo prende spunto da una situazione non realizzabile nella pratica; il tuo obiettivo è quello di esplorare la situazione nella tua mente, in modo da mettere in luce gli aspetti divergenti e innovativi del tuo pensiero. • Che effetto fa essere un‘ape? • Prova a immaginare di essere un uomo con le caratteristiche e le capacità di un‘ape, come ti comporteresti? • Saresti una persona migliore? • Come si trasformano le abilità di un‘ape se le applichiamo all‘essere umano? • Allora sei pronto a immedesimarti e trasformarti in un Homo apis?

47

Profile for Editoriale Scienza

Pensa come Albert Einstein  

di C. Carzan e S. Scalco, ill. di I. Fulghesu | Una raccolta di giochi per la mente dove allenare le capacità cognitive sulla scia di Albert...

Pensa come Albert Einstein  

di C. Carzan e S. Scalco, ill. di I. Fulghesu | Una raccolta di giochi per la mente dove allenare le capacità cognitive sulla scia di Albert...

Advertisement