Page 1

A.A.A. giornAle dellA

458 G

ennaio

2012

M.C. CORBELLI SRL ASSISTENZA MACCHINE UTENSILI • REVISIONE MECCANICA ED ELETTRONICA • SPOSTAMENTO • COSTRUZIONE MACCHINE SPECIALI SU ESIGENZE DEL CLIENTE • RETROFITTING • REALIZZAZIONE IMPIANTI AUTOMATICI. Via Togliatti, 103 - 47826 Villa Verucchio (RN) Tel 0541 / 679500 Fax 0541 / 670803 www.mccorbelli.eu info@mccorbelli.eu

Tel. 051 784711 Fax 051 784700 40055 CASTENASO (BO) Via XXV Aprile, 46

info@utensilnova.it Qualità SGQ CERTIFICATO UNI EN ISO 9001

AC

C

H

IN

E

J-LIVINGSTON

Associazione

AJL

La certificazione si riferisce alle attività ed alle sedi di cui al certificato n. 190

M IA

Anno XXIV - n° 458 - Tariffa R.O.C.: “Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art. 1, comma 1, DCB ATTENZIONE! In caso di mancata consegna inviare a ufficio Bologna C.M.P. per la restituzione al mittente che si impegna a versare la dovuta tassa CONTIENE I.P.

U

TE

N

SI

LE

R

ORGANO UFFICIALE DI:

GUIDA AL COMMERCIO DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI PER L’INDUSTRIA E ALLE AZIENDE DI LAVORAZIONI INDUSTRIALI CONTO TERZI

Va Provinciale Est, 14 - 40053 Bazzano (BO) tel. 051 831284 fax 051832884 e-mail: utensileriabazzanese@yahoo.it

SCOPRI

le ultimissime offerte

w w w. u t e n s i l n o v a . c o m up RI I Gro TO IAL er IMC A NE ES EC emb IO AL I SP M AZ OLO T E L I R ES SI PO UC FR TEN AS TR U

A E RI RE SARULA ND ALEOD A D’ STEMI M TE TE S SI

OI I IC H EL SC E MA T N E PU ALI D

TI EN A M UR U S I R ST I M D

IG FR RE RO B LU

T AN ER

I

FORNASARI MACCHINE UTENSILI Macchine Utensili e Revisioni VISITATE IL NOSTRO SITO

www.fornasarimacut.it fornasari@fornasarimacut.it Via S.Pertini, 5 - 42044 Gualtieri (RE) -Tel e Fax 0522/82.83.98 SI ACQUISTANO MACCHINE USATE

Officina meccanica di precisione con C.N.C. * lavorazione di rettifica e lappatura di particolari meccanici di medie e grandi dimensioni: canotti, assi mandrino, carri, ingranaggi, utensili, pignoni, cilindri, pistoni in aisi e materiali con riporto ecc.,per escavatori, carrelli sollevatori, turbomacchine, macchine agricole , macchine utensili, carrelli di aerei, ecc. * controllo ND magnetoscopico sui particolari dopo lavorazione per la rilevazione di difetti superficiali, con rilascio di certificati di conformità. Anche su particolari lavorati da terzi * impiego di macchinari tecnologicamente avanzati * sofisticata sala collaudo dotata di una macchina di misura a coordinate ZEISS, rotondimetro, rugosimentri, durometri per durezze HV, HB, HRA-HRB-HRC, proiettore di profili, Trimos per azzeramento di micrometri, alesametri e rilascio certificati di collaudo, anche su particolari lavorati da terzi.

I-40054 Budrio (BO) Italy - Via Mori, 6 tel.+39 051 800862 - fax +39 051 803769 www.teknox.net • info@teknox.net

AZIENDA SETTORE LAVAGGIO METALLI

Cerca Agenti Mono e Plurimandatari e Collaboratori di vendita Zone libere Italia Inquadramento ENASARCO info@teknox.net

Azienda Certificata UNI EN ISO 9001-2008

Via Francia, 5 35010 VIGONZA (PD) Tel. 049.8930194 r.a. Fax 0498932191 www.rettificanord.net tecnico@rettificanord.com

COSTRUZIONE E AFFILATURA BROCCE DI TUTTI I TIPI Piazza A. Moro, 15-16-17 - 40069 ZOLA PREDOSA (BO) Tel. 051/750436 - FAX 051/758735 www.utilbrocce.it - E.Mail: utilbrocce@utilbrocce.it

Per il vostro lavoro questo è il giusto contenitore! CONTENITORI INDUSTRIALI S.A.I. srl SEDE COMMERCIALE E PRODUTTIVA

commerciale@sabecontenitori.it

www.sabecontenitori.it

40051 Altedo - Frazione Malalbego (BO) Viale 11 Settembre 2001, 10/A Tel. 051 870 007 - Fax 051 660 81 13


PAG.

2

MACCHINE UTENSILI

MOVIMENTAZIONE

NOVITA’ RULMECA IN MOSTRA AD IPACK-IMA 2012 Rulli Rulmeca presenterà ad IpackIma l’intera gamma di prodotti dedicati alla movimentazione industriale di materiali e colli. In particolare focalizzerà l’attenzione su due prodotti emergenti: il Motorullo RollerDrive e la novità del Mototamburo con motore sincrono. La novità della gamma RollerDrive in mostra è rappresentata dal nuovo Motorullo “potente e versatile” EC310 Rulmeca/Interroll. Il nuovo EC310 apre la strada ad una nuova generazione di prodotti caratterizzati dall’alta affidabilità e prestazioni. Equipaggiati con motore Brushless con controllo interno, offrono ampia versatilità con una estesa gamma di velocità e coppie. Con le sue alte prestazioni e la facilità di utilizzo il Motorullo EC310 trova collocazione anche nelle più severe condizioni, portando il più alto grado di tecnologia fin ora applicabile ad un convogliatore a rulli, grazie alle schede di comando DC20 e DC54 e Zone Control per la gestione degli accumuli. Un favorevole rapporto qualità/prezzo fa di questo Motorullo una facile scelta in grado di soddisfare i clienti più esigenti, unendo il concetto di prestazioni ad un nuovo design Interroll al fine di innalzare ulteriormente lo standard dei convogliatori realizzati. Progetto sensibile al risparmio energetico, l’EC310 è equipaggiato con un sistema

d i recupero dell’energia durante la fase di frenatura del collo. Per la prima volta in Italia inoltre viene lanciato, in occasione di Ipack-Ima, il nuovo Mototamburo dotato di motore sincrono a magneti permanenti Rulmeca/Interroll, novità assoluta sul mercato. Questo prodotto offre le prestazioni tipiche dei servomotori, in unione alla flessibilità d’utilizzo ed alto rendimento, tutte caratteristiche già consolidate del Mototamburo oggi migliorate ulteriormente. Alti valori di coppia, ampi range di velocità, con o senza retroazione, permettono la movimentazione con assoluta precisione , nel settore alimentare come in quello della logistica, dell’imballo e della pesatura dinamica. La combinazione del motore sincrono a magneti permanenti e la trasmissione altamente efficiente del nuovo riduttore planetario in acciaio assicurano un altissimo rendimento alla motorizzazione dei trasportatori a nastro e non solo. L’applicazione del Mototamburo sincrono comporta quindi indubbi vantaggi rispetto ai

sistemi tradizionali con motoriduttori e servomotori. In abbinamento al nuovo sistema IFI-IP55 (Interroll Frequency Inverter) è ora possibile ottenere le alte prestazioni del Mototamburo sincrono ma in configurazione sensorless, in modo da abbattere drasticamente i costi generali. Pre-configurato con grado di protezione IP55, dimensioni contenute ed interfaccia ASi Bus, sono solo alcune delle caratteristiche di questo Inverter in grado di decentrare controlli e comandi del Mototamburo direttamente sulla struttura del trasportatore. Presso Ipack-Ima inoltre Rulli Rulmeca sarà orgogliosa di aprire ufficialmente la celebrazione del 50° anniversario dalla fondazione (1962-2012) festeggiando 50 anni di esperienza, qualità ed innovazione nella produzione di rulli e componenti per la movimentazione.

MANUALI

Saldatura dell’alluminio: qualità ed esperienza

MACCHINE UTENSILI

MACCHINE UTENSILI USATE 25064 GUSSAGO (BS) Via Mandolossa, 142d

Tel. 030/37.33.780 - Fax 030/32.29.132

E-mail: info@mimu.com www.mimu.com - ultimi arrivi e video su: mimu.blogspot.com Macchine utensili usate delle migliori marche - Esposizione di 3300mq Specializzati settore rettifica,lappatura piani e fori. Revisione e retrofit CNC su ns macchine. IN ARRIVO - APPENA ARRIVATE (ALTRI DATI: VEDI SOTTO) - CENTRO DI LAVORO ORIZZONTALE MANDELLI M10 2 PALLET 1500X1000, ISO 50 … SEGUE SOTTO - RETTIFICATRICE SENZA CENTRI MIKROSA KRONOS LX CNC 7 ASSI VISIBILE COLLEGATA - RETTIFICATRICE SENZA CENTRI MONZESI 1500 ANNO 2003 - RETTIFICATRICE A PIANI CONTRAPPOSTI GIUSTINA R236 CNC PER BIELLE, CARICATORE ROTATIVO - AFFILATRICE DECKEL S11 ACCESSORIATA (FOTO E VIDEO SU VIDEO SU HTTP://MIMU.BLOGSPOT.COM) CENTRI DI LAVORO ORIZZONTALI - (2) MANDELLI M10, 2 PALLET 1500X1000, ISO 50, TESTA BIROTATIVA U25 0/90°, X=2200, 60 UTENSILI, CNC SIEMENS 840D – VISIBILE RIMONTATO NEL NS MAGAZZINO - (FMS) MCM CLOCK 1000, 18 PALLET 630X630, 1998, - MANDELLI M5, 6 PALLET 500X630, ISO 50, MANDRINO 6000 GIRI, 1995, ANCORA INSTALLATO CENTRI DI LAVORO VERTICALI: - STAMA MC331 TWIN BIMANDRINO, CNC FANUC 18IM, 2 MANDRINI 10500 GIRI, 2 PALLET, 48 UTENSILI, 1999 - N.2 STAMA MC 325S, ROTOPALLET, N.4 DIVISORI (QUARTI ASSE) LEHMAN SU OGNI MACCHINA, REFRIGERANTE DAL CENTRO, 1996 E 1997 - CHIRON FZ15W HIGHSPEED, DOPPI QUARTI ASSE, ALTA PRESSIONE, RAPIDI 60M, 1G ACCEL., 2001 - CHIRON FZ08S 4 ASSI, 12 UTENSILI HSK32, 4° ASSE PEISLER AWVP100, CNC FANUC 21M, 1999 - CHIRON FZ18W MAGNUM, DOPPI QUARTI ASSI, 20 UTENSILI, ISO40, FANUC 0M, 1995 - CHIRON FZ18W MAGNUM, 20 UTENSILI ISO 40 - (3) CHIRON DZ18W MAGNUM HIGHSPEED, ISO 40, 10.500 GIRI, 2X12 UTENSILI, 1996 - CHIRON FZ12W MAGNUM, 2000, ISO 40, 10500 GIRI, CNC FANUC 21IM - CHIRON FZ12W MAGNUM, 1997, ISO 40, 10.500 GIRI, RAPIDI 40M, CENTRALINA IDRAULICA RETTIFICATRICI SENZA CENTRI - MIKROSA KRONOS LX, FASCIA MOLA 650MM, CNC SIEMENS 840D 6 ASSI, 2001, CENTRO FISSO VISIBILE COLLEGATA E FUNZIONANTE PRESSO NS MAGAZZINO - MIKROSA SASL 5/1, FASCIA MOLA 500MM, 1999, MONOASSE CON PLC ORIGINALE MIKROSA, CENTRO FISSO - MIKROSA SASL 200 CNC (REVISIONE E RETROFIT), MOLA 500MM DI FASCIA, MOTORE 45KW, CENTRO FISSO, COMPLETAMENTE REVISIONATA, IMPIANTO ELETTRICO NUOVO, CNC E MOTORI DIGITALI FAGOR. - MIKROSA SASL 125, MOLA 250X600MM, ANNO 1993 CON CARICATORE A PORTALE - MONZESI 1500, MOLA 350X610, ANNO 2003, TUFFO AUTOMATICO, CON CARICATORE - MONZESI 500, FASCIA MOLA 250MM - MONZESI 300, FASCIA MOLA 300MM, CONTROLLATA, FUNZIONANTE, CON TUTTO AUTOMATICO - GHIRINGHELLI M500 SP610, FASCIA MOLA 500MM - GHIRINGHELLI M400 SP610, FASCIA MOLA 400MM CON PLC, CON CARICATORE PER INFILATA - GHIRINGHELLI M300 SP610 CNC 6 ASSI CON CARICATORE A PORTALE - GHIRINGHELLI M2250 SP500 DI + MIA - GHIRINGHELLI VARI MODELLI: M200, M2200, M120, M100 CON MIA ANCHE CON MISURATORE LASER - GIUSTINA R125 CNC 6 ASSI, 500X600MM, CENTRO FISSO

- GIUSTINA R100 SC, FASCIA 250X610, 1980 - LIDKOPING CL46, FASCIA MOLA MAX 650MM CARICATORE PER BARRE (CENTERLESS) FINO A 6 METRI PER RETT SENZA CENTRI, MOTORIZZATO, OCCASIONE! RETTIFICATRICI A MOLE CONTRAPPOSTE: GIUSTINA R236 CNC, DIA 760MM, CNC RETROFIT 2000 CON NUM1060, CARICATORE A DISCO, ATTREZZATA PER BIELLE / SET UP FOR CONRODS RDC DIA 900MM, CNC NUM 1060, ANNO 1995, DIA 760MM, CARICATORE A DISCO, ATTREZZATA PER BIELLE / SET UP FOR CONRODS GARDNER 84B, DIAM MOLE 1100MM, VISUALIZZATA, RECENTEMENTE REVISIONATA TORNI (2) TORNI CNC A MANDRINO ROVESCIO FAMAR PRONTO 5, ANNO 2001 SCHAUBLIN 102N VM REVISIONATO FORATRICI PER FORI PROFONDI: 1MAI MGA 250X6000, PROFONDITÀ MASSIMA DI FORATURA 6 METRI (FOTO E VIDEO SU VIDEO SU HTTP://MIMU.BLOGSPOT.COM) RULLATRICI PER FILETTI RULLATRICE PER FILETTI ORT RP20, 2 RULLI, 20 TON, TESTE INCLINABILI HAHN & KOLB, 2 RULLI, 15 TON, CONTROLLATA E FUNZIONANTE WMW UPW 25, 2 RULLI, 25 TON, REVISIONATA, QUADRO ELETTRICO E POMPA NUOVA, MOTORE 11KW CON INVERTER VETTORIALE (NUOVI) LEVIGATRICI PER FORI (LAPPATRICI) SUNNEN MBC 1805 CON MISURATORE SUNNEN MBC 1804 E 1802 N.2 SUNNEN ECA-3500 CON VIBRATORI E BRACCI PER CARICO/SCARICO AUTOMATICO, MISURATORE ETAMIC N.3 SUNNEN EC-3500 AUTOMATICHE CON PLC, MISURATORE, COME NUOVE SUNNEN MHS-802 (LEVIGATRICE PROGRESSIVA), 4 MANDRINI, 8 STAZIONI SUNNEN 1660 (MANUALE) SEMINUOVA LAPPATRICI PER PIANI (1 PIANO) MELCHIORRE SP3/600, 4 ANELLI, PIANO IN GHISA MELCHIORRE SP3/600, 3 ANELLI, PIANO IN GHISA MELCHIORRE SP3/600 CON PIANO IN RAME NUOVO STAEHLI 400, 3 ANELLI, DIA 400MM ABRALAP 15, 3 ANELLI, DIA 380MM, SEMINUOVA LAPMASTER 24, DIA 600MM LAPMASTER 36, DIA 900MM SPEEDFAM 48, DIA. 1200, 4 ANELLI CON PRESSORI SPITFIRE 36, DIAM. 900MM, 3 ANELLI CON PRESSORI SPITFIRE 84, DIAMETRO 2100MM, PIANO A SETTORI LAPPATRICI PER PIANI (2 PIANI CONTRAPPOSTI) MELCHIORRE SP3/800 2P, DIA. 800MM, A PIANI CONTRAPPOSTI LAPMASTER 24-2 A PIANI CONTRAPPOSTI, DIAM. 600MM, ANCHE PER LAPPATURA CILINDRICA (CERAMICA AD ES.) N.2 PETER WOLTERS AL2 A PIANI CONTRAPPOSTI, DIAM. 800 E 900MM AFFILATRICI UNIVERSALI AFFILATRICE DECKEL S11 ACCESSORIATA LIZZINI CORSA 600MM SEMINUOVA TACCHELLA 6P, TACCHELLA 4LS, TACCHELLA 4M ANCHE CON BARASENO E MOTORIZZAZIONE AFFILATRICI PER PUNTE BREDA: MODELLI AFP30, AFP50 E N.2 AFP 80 FINO A DIAM. 80MM CHRISTEN 1-32 101A, OSCILLAZIONE AUTOMATICA, 1991, COME NUOVA

RETTIFICATRICI PER PIANI (TANGENZIALI): JONES & SHIPMAN 540X, ANNO 1988 CON PLC; QUOTE VISUALIZZATE SUL DISPLAY, DIAMANTATURA E RECUPERO USURA MOLA A MEZZO ENCODER ALPA RT450, COMPLETAMENTE REVISIONATA E RIVERNICIATA E ALPA RTL 1000 FAVRETTO RTF 1500X400 CON PIANO MAGNETICO, PREZZO MOLTO INTERESSANTE LODI RV 600 (LAPIDELLO) MOLA A SETTORI, PIANO MAGNETICO ROTANTE DIA 600MM RETTIFICATRICI IN TONDO PER ESTERNI E UNIVERSALI (FOTO E VIDEO SU VIDEO SU HTTP://MIMU.BLOGSPOT.COM) STUDER S20, ALTEZZA PUNTE 100, 500MM TRA LE PUNTE, PLC, CON TAGLIO IN ARIA, REVISIONATA STUDER RHU 500, 100X500, CON PLC, CONTROLLATA E FUNZIONANTE (2) GIORIA RU/P 1000, H P.TE 200X1000, MOTORE C.C. SU MOLA E FANTINA TACCHELLA 1018U, H. PUNTE 180X1000MM, REVISIONE MECCANICA RETTIFICATRICE IN TONDO TACCHELLA A CNC 1600MM TRA LE PUNTE, OCCASIONE! TACCHELLA 1606 CNC, OCCASIONE RIBON UTGA-1500, 1500 TRA LE PUNTE, IDRAULICA LIZZINI RUL 70 700X170 CON INTERNI / LIZZINI RUL 60 MZ , 600X150 MORARA MICRO-E MORARA REU 650 CON APPARECCHIO PER INTERNI N.2 TOS BUB 40/1000, 1000X400, ANCHE CON APPARECCHIO PER INTERNI, DA ANNO ’89, MOLTO BELLE TSCHUDIN: N.1 HTG 400 MOLTO BELLA N.2 TSCHUDIN HTG600 SCHAUDT RH 500 SCHAUDT RH 500 FRESATRICI A BANCO FISSO: N.2 SECMU CN “ECS 2001”, CORSE DA 1500, OTTIMO PREZZO, IDEALE PER RETROFIT CNC VARIE: N.2 TRAPANI RADIALI MAS CON SBRACCIO DA 1600-2000 DUROMETRI CON CARICO FINO A 3000 KG – PROVA TRAZIONE FINO A 50KN – PROIETTORI PER PROFILI CON SCHERMO FINO A 1 METRO DI DIAMETRO (MICROTECNICA CYCLOP

… e ancora torni, fresatrici, presse, rettifiche ecc.

Acquistiamo macchinari usati.

Aperti anche il sabato mattino. Contattateci senza impegno.

Dear overseas buyer, feel free to contact us for all machine-tool requirements!

ESAB è il maggior produttore al mondo di fili in alluminio per saldatura, guida lo sviluppo di fili MIG e barrette TIG di grande qualità e rendimento ed offre la gamma più completa di prodotti. Con ESAB, gli utilizzatori possono contare su un supporto ineguagliabile fornito da un produttore di materiali e impianti per saldatura con esperienza globale dei processi e delle applicazioni e presente capillarmente in tutto il mondo. Per saldare l'alluminio con successo occorre innanzitutto scegliere il miglior materiale d'apporto disponibile, per ottenere saldature che superino l'esame ai Raggi-X e per evitare irregolarità di alimentazione del filo, causa di costosi difetti. Alla ESAB, la produzione inizia con la scelta di materie prime con il contenuto più basso possibile di idrogeno, principale causa di porosità. In produzione, applichiamo un esclusivo processo di sbarbatura per rimuovere la pellicola di ossido e produrre una superficie priva di anomalie che possono intrappolare elementi contaminanti, possibile causa di porosità. Al termine, una finitura superficiale con un microscopico strato brevettato di lubrificante privo di idrogeno garantisce qualità eccezionali di scorrimento e riduce l'entità dei fumi. Queste qualità rendono i materiali d'apporto ESAB particolarmente adatti ai procedimenti sensibili alla porosità, come la sal-

datura laser beam o electron beam. L'utilizzo di fili di alluminio in fusti di grande capacità ESAB Marathon Pac (da 25, 80 e 141 kg) consente di saldare per lunghi periodi senza interruzioni con il procedimento MIG o TIG a filo freddo, perché vengono evitati i fermi-macchina per la sostituzione delle convenzionali bobine da 7kg, con un conseguente incremento della produttività. ESAB Marathon Pac è il sistema di confezionamento più sicuro ed ecologico disponibile oggi sul mercato globale. La facilità di alimentazione del filo è ulteriormente migliorata dalla speciale tecnologia di avvolgimento del filo nel fusto Marathon Pac, che evita attorcigliamenti e torsioni nel filo e consente il deposito di lunghi tratti di saldatura, anche con leghe tipo 5000. Il sistema di raddrizzamento del filo del Marathon Pac consente di utilizzare guaine molto lunghe (>30m), permettendo di collocare i fusti Marathon Pac sul pavimento anzi-

ché sui portali. Utilizzando questi fili e curando la manutenzione del sistema saldante con la sostituzione puntuale di guaine e boccole di contatto, si ottiene un processo di saldatura senza problemi per lungo tempo. ESAB ha recentemente pubblicato un manuale di 12 pagine, contenente tutte le informazioni sui materiali d'apporto e le loro applicazioni.

INTERNET

La EPTDA presenta Product Locator, il motore di ricerca prodotti specializzato per il settore PT/MC La European Power Transmission Distributors Association (EPTDA), organizzazione paneuropea leader nel settore dei prodotti di trasmissione di potenza e controllo del movimento, è lieta di annunciare la presentazione del suo nuovissimo strumento on-line: il "Product Locator". Questa recente aggiunta alla gamma già esistente di strumenti EPTDA on-line destinati ai soci rappresenta un'ulteriore affermazione del valore e dei vantaggi concreti legati all'affiliazione. Il Product Locator di EPTDA è un motore di ricerca per prodotti unico nel suo genere, poiché consente di favorire l'accessibilità ai prodotti offerti dalle imprese di distribuzione e di produzione associate alla EPTDA: all'interno del motore sono infatti inserite gratuitamente soltanto queste ultime e le loro linee di prodotti. Con questo servizio alle aziende elencate viene fornito uno strumento in grado di garantire una migliore presenza in rete del loro marchio, indispensabile per qualsiasi impresa operante nel settore PT/MC. La ricerca nel Product Locator di EPTDA - che può essere eseguita mediante testo libero, tipologia dell'impresa (distribuzione/produzione), paese e prodotto - rende in tal modo un servizio utile a fornitori, rivenditori e clienti. Grazie a questo nuovo strumento, unito a una corretta attività di ottimizzazione del

motore di ricerca, la EPTDA riuscirà a convogliare un crescente numero di professionisti e clienti del settore PT/MC verso i soci EPTDA durante le operazioni di ricerca dei prodotti. Hans Hanegreefs, Vicepresidente esecutivo di EPTDA, ha commentato: "Questa piattaforma costituisce un nuovo strumento che va ad aggiungersi al ventaglio di vantaggi concreti offerti dalla EPTDA ai propri membri. Il motore permetterà ai soci di dare un forte impulso alla visibilità dei rispettivi marchi nei settori della trasmissione di potenza e del controllo del movimento nonché della distribuzione industriale, in un'epoca in cui Internet, i social media e il commercio elettronico sono divenuti fondamentali. Grazie alla costante attività di revisione e di rinnovamento dei propri strumenti strategici, la EPTDA sostiene i propri soci nelle sfide poste da un contesto di business in rapida evoluzione e nella creazione di vantaggi competitivi all'avanguardia." Il motore Product Locator, unito al modulo Member Locator, alla banca dati on-line dei soci, ai sondaggi on-line, al banner contenente il logo personalizzato e al Blue Book elettronico (il repertorio ufficiale dei soci), offre alle aziende associate alla EPTDA una gamma completa di strumenti digitali utili a dirigenti, rappresentanti e dipendenti. Per ulteriori

informazioni sul motore Product Locator di EPTDA, è possibile collegarsi all'indirizzo http://www.eptda.org/Product-locator NOTE SULLA EPTDA La EPTDA è l'associazione leader per il canale della distribuzione industriale in Europa e stabilisce i più elevati standard commerciali, ambientali, sociali ed etici. La sua missione è quella di favorire il progresso della distribuzione e aumentare la forza dei propri membri al fine di ottenere successo, profitti e competitività in un mercato in mutamento. EPTDA sostiene con orgoglio i propri valori che si traducono nell'obiettivo di dare vita a una comunità preminente per membri qualificati, perseguito attraverso un dialogo aperto e il rispetto reciproco e agendo con integrità, onestà e correttezza in un percorso di crescita e formazione continua. Attualmente la EPTDA associa oltre 200 società leader nel settore con sede in 28 paesi del mondo, che rappresentano 24 miliardi di euro in termini di volumi di vendita annuali e 245.000 dipendenti. In caso di ulteriori domande, non esiti a contattarci, a visitare il nostro sito www.eptda.org o a seguirci su Twitter -


PAG.

3

APPROFONDIMENTO

2012 PENSARE ED AGIRE PER UN NUOVO MODELLO ECONOMICO E' dal 2008, anno di inizio di questa crisi, che ci si interroga sulla sua natura. Il dibattito, che ad alcuni potrà sembrare noioso, è necessario per capire e quindi ad avere gli elementi per decidere metodi e strategie da attuare; nella società, come nelle famiglie e nelle aziende. Di certo la crisi non è soltanto finanziaria. Alla creazione di quantità di denaro immense, basate sul debito e quindi inesistenti, vanno aggiunti il cambiamento del clima, che ha sempre più un impatto sull'economia e il picco di produzione del petrolio , che causa il costante aumento del prezzo dell'energia. La crisi quindi coinvolge la finanza, l'ambiente, e l'energia. Tutto fa pensare che siamo alla fine di un'epoca o almeno della nostra società della crescita infinita, basata sul debito. Non saranno le manovre finanziarie dei singoli Governi, o qualche trattato sulla riduzione della CO2 nell'atmosfera , frutto di faticosi compromessi che ne minano l'efficacia fin dall'inizio, o ancora peggio, una nuova guerra di proporzioni più o meno vaste, a rilanciare questo modello economico economico o a salvare la nostra civiltà. Serve una grande e nuova visione politica. Va ripensato tutto. Servono nuovi politici che pensino alle nuove gene-

razioni e non alle prossime elezioni! Le basi su cui si regge la nostra società stanno crollando a partire dall'energia. Il picco della produzione petrolifera è stato raggiunto e di conseguenza, il prezzo del petrolio è esploso. Nel 2011 il prezzo medio al barile, sarà il più alto di tutti i tempi e supererà i 100 dollari su base annua. Il trend del prezzo del petrolio , è previsto in costante e continuo aumento per gli anni a venire. Questi aumenti ricadranno su tutto, perché in tutti i processi

produttivi, dall'agricoltura all'industria, dai servizi ai trasporti, vengono consumati prodotti di origine petrolifera

ed energia, prodotta in gran parte da fonti fossili. Inoltre la domanda di petrolio è stimata in costante aumento, a causa

della fortissima crescita di economie emergenti come Cina, India e Brasile. In questo quadro, le emissioni di Co2 aumentano invece di diminuire e l'aumento di temperatura dovuto all'effetto serra è costante. Nel 2010 ci sono stati 950 disastri nel mondo con danni stimati per 130 miliardi di dollari. Miliardi di dollari, che andranno nel computo dell'aumento del PIL, con buona pace delle vittime e soddisfazione dei “potenti”.

La necessità di pensare ed adottare un nuovo modello di società, è sempre più pressante. Eliminare il superfluo, tornare ad essere “liberi di non consumare”, riprendere il possesso della nostra vita e la piena consapevolezza delle nostre azioni. Possedere di meno, ma essere di più. Ormai non si tratta più di una stravagante scelta di vita, ma di un modello di sopravvivenza. Fino ad oggi per avere cose inutili, abbiamo fatto debiti. Lavoriamo, quando il lavoro lo abbiamo ancora, per pagare i debiti contratti e se non cambiamo, lo faremo fino alla morte o alla pensione, per quei pochi privilegiato che ancora ne avranno diritto. Da qualche parte bisogna pur incominciare. Iniziamo a “pensare” prima di comprare. Valutiamo con attenzione cosa ci serve veramente e cosa è solo un “bisogno indotto” dalla pubblicità . Consumare meno, significa anche avere meno bisogno di reddito e quindi poter lavorare meno. Riprendere il controllo del proprio tempo, ci renderà più liberi e disponibili. Il tempo della propria vita e non il denaro , è la risorsa più preziosa che ha ogni uomo. (Silvano Ventura) A-J.L

Segna 4104 sul fax richiesta info a pag. 19

SERVIZI

Per abbonarti a “A.A.A. Giornale della MeccanicA” e “MeccatronicA good news” compila il coupon a pagina 5.


PAG.

4

INFORMAZIONI PER I LETTORI

Via F. Santi, 4 40055 CASTENASO (BO) Tel. 051/6061070 r.a. Fax 051/6061111 Edibit s.r.l. è inscritta al registro degli Operatori della Comunicazione al n. 2289 del 28/09/2001. Ex RNS n. 4123 del 23/03/1993 Registrazione Tribunale di Bologna n. 5797 del 26/10/89 Stampa: Centro Stampa delle Venezie Via Austria,19 - Padova Grafica e impaginazione: Nanni Morena - Budrio (BO) Edibit Via F. Santi, 4 Castenaso (BO) Redazione: Via F. Santi, 4 40055 CASTENASO (BO) Tel. 051/6061070 r.a. Fax 051/6061111 www.edibit.com e mail: info@edibit.com HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO: Graziella Armaroli, Eugenio Bianchi, Barbara Agus, Arianna Ceccaroni.

Informativa ai sensi dell’Art. 13 del D.lgs. 196/2003 sul trattamento dei dati personali EDIBIT S.r.l. – Titolare del trattamento – ha estratto i Suoi dati personali dall’archivio abbonati elenchi telefonici e da altre banche dati proprie e acquistate da terzi.I dati, di cui non è prevista la diffusione, sono trattati con procedure automatizzate e manuali solo dai dipendenti incaricati del trattamento, per fini promozionali e commerciali. Tali dati possono essere comunicati, in Italia e all’estero, ad aziende o professionisti che li richiedono a EDIBIT S.r.l. per le stesse finalità. Potrà rivolgersi a EDIBIT S.r.l. Via F. Santi, 4 – 40055 Castenaso – BO per avere piena informazione di quanto dichiarato, per esercitare i diritti dell’Art. 7 del D.lgs. 196/2003, e perciò consultare, modificare e cancellare i dati od opporsi al loro utilizzo nonché per conoscere l’elenco dei Responsabili del trattamento.

Pubblicità:

Forven sas Tel. 051 0566060 Tutti i marchi sono registrati dai rispettivi proprietari A.A.A. offre esclusivamente un servizio, non riceve tangenti, non effettua commerci, non é responsabile della qualità , veridicità, provenienza delle inserzioni. La redazione si riserva, a suo insindacabile giudizio, di rifiutare un’inserzione. L’editore non risponde di perdite causate dalla non pubblicazione dell’inserzione. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto da essi dichiarato nelle inserzioni. A.A.A. Giornale della Meccanica si riserva il diritto di rimandare all’uscita successiva gli annunci per mancanza di spazi e declina ogni responsabilità sulla provenienza e la veridicità degli annunci stessi.

A.A.A. giornAle dellA

Direttore Responsabile Massimo Fortuzzi Direttore Editoriale Silvano Ventura

Copia per gli abbonati - Valore copia € 0,10

ASSOCIATO ALL’USPI UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA

CHIUSO IN TIPOGRAFIA IL 23/12/2011 ORGANO DIREZIONALE AJL: J-LIVINGSTON: Eco, Industria, Cultura, Ambiente

ANNUNCI ECONOMICI

ANNUNCI GRATIS per i Soci (vedi pag. 5)

ATS commercia e fornisce assistenza tecnica su saldatrici a resistenza, refrigeratori a circuito chiuso, saldatrici per prigionieri a scarica di condensatori. Tutti i tipi di prigionieri e boccole filettate. Tel.0542/670427 Rullatura e rettifica S.C. Bavieri srl (BO) Tel. 051/758268 Altre informazioni nell’inserto “Subfornitura Italiana”.

1 LAVORAZIONI CONTO TERZI OFFERTA

Taglio automatico c.to terzi Sghinolfi e Ravaglia (BO) Tel. 051/963143 Altre informazioni nell’inserto “Subfornitura Italiana”.

2 LAVORAZIONI E PRODUZIONI SPECIALI B&B METALWORK snc officina meccanica di precisione fornisce i seguenti servizi: lavorazioni meccaniche di precisione, tornitura e fresatura di piccole e medie dimensione Tel 0445 315168 Fax 0445 315968 Off. Borsari di Cavezzo (MO) esegue taglio tubi ø max 150x150x6 in automatico, ø min 10x10. Inoltre si eseguono lavoarazioni di carpenteria medio/leggera conto terzi. Tel 0535 58763 - Fax 0535 59713

La ditta "O.R.M.U." s.a.s. di Modena esegue la rettifica tangenziale di superfici piane, e prismatiche per conto terzi, quali piastre, tavole, traverse, guide, lame, bancali e montanti fino a mm. 7000x1800x1500, con l’utilizzo di rettificatrici “FAVRETTO” a due montanti con motore universale e di lapidelli “ATHENA”. Esegue inoltre la revisione parziale e la riparazione di macchine utensili ed attrezzature per conto terzi. Visitate nostro sito www.ormumodena.com Tel 059/251304

3

OFFICINA TASSINARI DECENZIO & C. snc esegue lavorazioni e costruzioni meccaniche, tornitura alberame a Bevilacqua - Renazzo (Fe) Tel. 051 900132 Fax 051 6852336.

LAVORO OFFERTA RICHIESTA

D&D di Dall’Olio Daniele & C. officina meccanica di precisione fornisce i seguenti servizi: tornitura tradizionale e CNC, fresatura tradizionale e CNC, rettifica, marcatura compiuterizzata sui pezzi, saldature speciali, brunitura. Tel. 051/697.06.06

HITACHI TOOL - ricerca per l’Emilia Romagna personale qualificato da inserire nel proprio organico. Si richiedono esperienza nella fresatura CNC e relative strategie di lavorazione. Offriamo stipendio adeguato e vari benefict compresa auto. Inviare il proprio curriculum a: jobs.italia@hitachitool-eu.com

EMMETI lavori di ossidazione anodica specializzatain minuterie, burattatura di alluminio, ottone, ferro, rame, PVC decapaggio in soda, ossido duro fino 40 micron. Tel. 051/681.42.25 fax 051/681.42.23

Servizio notturno e diurno di custodia aziende con cani addestrati e conduttori qualificati. Anche nei fine settimana e nei giorni festivi. Contattateci per preventivi al numero 347/0559259 (chiedere di Massimo).

BRUNETTI UTENSILERIA - CENTERGROSS (BO) Ricerca perito meccanico o persona proveniente da settore metalmeccanico con attitudine uso computer. Si richiede età inferiore 30 anni. Inviare curriculum al fax n° 051/6646928 - info@brunettiutensileria.it Cercate un agente o un rivenditore? Con un piccolissimo investimento potete trovarlo, pubblicando un annuncio economico in questa rubrica. Approfittate subito di questa opportunità compilando la cedola a pag.4. Per ogni ulteriore informazione tel. 051/6061070 UTENSILNOVA - UTENSILERIA MACCHINE Castenaso -BO- ricerca per proprio interno perito meccanico o persona proveniente dal settore metalmeccanico, con attitudine uso computer. Si richiede: età inferiore 30 anni - militeassolto - residente in zone limitrofe. Faxare cv al n. 051/784700 Azienda metalmeccanica S. Lazzaro (BO) cerca addetto macchine carpenteria cesoia/piegatrice punzonatrice. Conoscenza disegno, si richiede esperienza Tel. 051 6256111 ore ufficio

4

Per cessata lavorazione VENDESI segatrice automatica alluminio IMET nod, VELOX 350 AF/E come nuova. Tel 348 5709040 Silvio VERA OCCASIONE. P451

5 FIERE, ESPOSIZIONI, OPEN HOUSE Internet per le aziende meccaniche: www.expomec.it, per info: fax 051/6061111 oppure compila la cedola a pag. 5. Esponete in fiera? Organizzate un'Open-house? Informate i clineti e tutti gli interessati inserendo un annuncio in questa rubrica o pubblicando un Vs. spazio pubblicitario per informazioni 051/6061070

6 COMPRA-VENDITA AZIENDE, RICERCA SOCI

7 IMMOBILI

8 AGENTI DI COMMERCIO OFFERTA / RICHIESTA

MACCHINE, ATTREZZATURA, UTENSILI, OFFERTA

Piemonte - Agente con esperienza ventennale introdotto aziende meccaniche di produzione esamina proposte mandati settore meccanico/metallurgico. Inviare mail a: almetal@live.it

Vendesi sabbiatrice ad umido ITF modello “ PP3U” anno “99 ottimo stato.In grado di sparare sui particolari una miscela acqua-abrasivo a pressione. Pressione lancia 6/8 BAR - costruita in AISI 304 - potenza elettrica KW 4 - alimentazione QE. V. 380/50 Hz + T.N. AUSIL. V.24 ca - alimentazione H2O di rete pressione min. 1,5 BAR - alimentazione aria compressa min. 6 BAR Tel. 051 800902 Fax 051 6922356

Agenzia commerciale di servizi e consulenza, che opera nel comparto metalmeccanico da oltre 13 anni in tutta Italia utilizzando i più moderni sistemi di marketing, valuta mandati di agenzia per prodotti e servizi rivolti alle aziende di produzione, di subfornitura del comparto metalmeccanico. Per essere contattati: inviare una breve presentazione a ventura@mecweb.com oppure telefonare allo 051/6061070

Ritagliare, compilare e inviare via Fax allo 051/6061111 (per chiarimenti 051/6061070) EDIBIT: ESPERTI DELLA COMUNICAZIONE NEL SETTORE MECCANICO

CEDOLA ANNUNCI ECONOMICI COME UTILIZZARE GLI ANNUNCI • Compilare il testo dell’annuncio e completarlo con i dati aziendali

2 Uscite € 96,00 I.V.A. 20% compresa

• Effettuare il pagamento con CCP o Assegno

Per fare pubblicare testi redazionali e comunicati stampa sulle nostre testate:

Fax 051/6061111 e mail: info@edibit.com Per informazioni sulle nostre testate: Linea diretta Pubblicità

Indirizzo

Fax 051/6061111 Città

Prov.

Per richiesta preventivi pubblicitari

e mail: info@edibit.com

Persona responsabile P. I.V.A.

4 Uscite € 126,00 I.V.A. 20% compresa

COME CONTATTARCI:

Tel. 051/6061070 (Seg. Tel.)

Rag. sociale

Cap

• Selezionare il numero di uscite

GLI SPECIALISTI DEL SETTORE MECCANICO

C.F

Tel.

Fax

E-mail

LE NOSTRE TESTATE A.A.A. giornAle dellA

Sito

Attività azienda

Versamento CCP 23385404 intestato a EDIBIT s.r.l. (allego fotocopia bollettino CCP)

Data

Firma

B a r r a re l a c a s e l l a c o r r i s p o n d e n t e a l l a r u b r i c a

Allego assegno bancario non trasferibile intestato a EDIBIT s.r.l. , da inviare a EDIBIT Via F. Santi, 4 - 40055 CASTENASO (BO) • Verrà emessa regolare fattura quietanzata dell’importo pagato • Se qualcosa non Vi fosse chiaro,chiedete informazioni allo 051/6061070 COME FARCI PERVENIRE I VOSTRI ANNUNCI

VIA FAX 051/6061111

1 - Lavorazioni conto terzi OFFERTA

5 - Fiere,esposizioni, open house

2 - Lavorazioni e Produzioni Speciali

6 - Compra-Vendita Aziende,Ricerca Soci

3 - Lavoro OFFERTE/RICHIESTA

7 - Immobili

4 - Macchine/attrezzatura/utensili OFFERTA

8 - Agenti di commercio Offerta/Richiesta

Il testo dell’annuncio é il seguente:

(Scrivere in stampatello max.24 parole compreso il numero telefonico)

PER POSTA

Indirizzato a EDIBIT Via F. Santi, 4 - 40055 CASTENASO (BO)

I N T E R N E T ®

www.expomec.it

C O M P I L AT E E S P E D I T E S U B I T O !

n° 458

L’annuncio verrà pubblicato dal 1° numero raggiungibile per il numero di uscite richiesto

www.mecweb.com


PAG.

5

INTERNET

Servizi gratuiti di marketing e comunicazione, per le PMI del settore meccanico

SERVIZI RISERVATI AI SOCI DEL CLUB, per usufruire di speciali supporti di marketing orientati a migliorare la tua comunicazione ed ad acquisire nuovi clienti.

Obiettivi Come imprenditore del settore meccanico, stai inseguendo il nostro medesimo obiettivo: operare con successo in questo mercato trainante da decenni, per l'economia del nostro Paese. Allora perché non unire le nostre forze? La tue capacità e le qualità della tua azienda e dei prodotti e servizi che realizzi, insieme alla consolidata professionalità e l’esperienza di EDIBIT, acquisita in quasi 30 anni di sviluppo ed innovazione nel marketing “Business To Business “, sono la garanzia di un sicuro successo. La concorrenza nel settore meccanico cresce continuamente. Nuove sfide come la crescente internazionalizzazione e nuove opportunità come le nuove energie, sono realtà con le quali la tua azienda si confronta ogni giorno. Questo rende necessario avvalersi di brillanti strategie di marketing per riuscire ad operare con successo nel mercato. Tuttavia, l’ideazione e la realizzazione di campagne di pubblicità e di attività di marketing tradizionale e webmarketing , dedicati al settore meccanico, si dimostrano spesso molto dispendiose in termini di tempo, costi e risorse. La soluzione a tutto ciò è il MecWeb Club, lo speciale programma sviluppato da “EDIBIT Marketing per la Meccanica” che ti offre servizi di marketing professionali e consulenza dedicata, per aiutarti a promuovere la tua azienda e acquisire nuovi clienti in Italia ed all'Estero.

SERVIZI RISERVATI AI SOCI DEL MECWEB CLUB: 1. Abbonamento annuale alle riviste di settore: Meccatronica, Meccanica & Subfornitura. 2. Stand Gratuito della tua azienda su www.expomec.it consultabile in tutto il mondo. 3. Pubblicazione gratuita di articoli dedicati alla tua azienda e dei tuoi annunci di compra-vendita o di ricerca personale, ecc. sulle riviste di settore: Meccatronica, Meccanica & Subfornitura.  4. Pubblicazione gratuita di articoli e annunci nel portale informativo della meccanica www.mecweb.com consultabile in tutto il mondo e tradotto nelle principali lingue dal sistema. 5. Possibilità di DISTRIBUIRE NELLE FIERE DI SETTORE IN ITALIA il tuo materiale pubblicitario. 6. Consulenza gratuita su: fiere di settore in Italia ed estero; marketing tradizionale, web-marketing, direct marketing, campagne pubblicitarie, ecc. 7. Sconti e agevolazioni particolari agli iscritti al Mecweb Club su prodotti e servizi di grafica, stampa, brochure, cataloghi, siti web. I Servizi del Club sono altamente personalizzati e sono stati studiati appositamente per promuovere al meglio la competitività della tua azienda.

www.mecweb.com/club

Per avvalerti dei servizi riservati ai Soci

iscriviti Per iscrivere la tua azienda e diventare membro del MeCWeB Club e per consentire le comunicazioni necessarie, compila questo coupon e invialo al Fax 051 606 11 11 Voglio aderire al costo di € 108,90 IVA inclusa contAttAtemI qualcosa non mi è chiaro nome dell’azienda Persona responsabile nome Cognome Partita iva indirizzo Città

CAP

Telefono email

Iscrizione annuale a mecWeb club € 90,00 + IVA 21% totale € 108,90 Bonifico Bancario: iBAn iT55Q0508036760CC0070004197 intestato edibit srl Conto Corrente Postale n.23385404 intestato edibit srl


PAG.

6

PARTI COMPONENTI ATTREZZATURE

SOFTWARE - HARDWARE

UN NUOVO CONCEPT PER L’ATTUATORE ELETTRO-IDROSTATICO DI MOOG PRESENTATO ALLA FIERA SPS/IPC DRIVES 2011 DI NORIMBERGA

Una tecnologia ibrida affidabile, per una nuova soluzione a risparmio energetico destinata ad un’ampia gamma di applicazioni industriali Moog Industrial Group, una divisione di Moog Inc. (NYSE: MOG.A e MOG.B), ha presentato all’ SPS/IPC Drives Show 2011, tenutosi a Norimberga dal 22 al 24 novembre, il prototipo del nuovo attuatore elettro-idrostatico (EHA). Questo concept avveniristico, che unisce la tecnologia idraulica ed elettrica in un sistema autonomo, utilizza prodotti Moog ad alte prestazioni, come servomotori, pompe idrauliche, valvole idrauliche, collettori, accumulatori, controller e software. Il know how nel settore elettrico ed idraulico degli ingegneri Moog ha consentito lo sviluppo di un sistema ottimizzato, affidabile e ad alta efficienza energetica. Moog da oltre 18 anni fornisce sistemi EHA all’avanguardia per il controllo di volo ed ora ha iniziato a collaborare con costruttori di macchine industriali per trasferire l’esperienza acquisita nelle applicazioni che richiedono forza elevata, ridotti consumi energetici, maggiore compatibilità aziendale e eliminazione delle tubazioni oleodinamiche. “Noi di Moog ci definiamo “neutrali” in fatto di tecnologie: infatti progettiamo soluzioni sia elettriche che idrauliche”, ha dichiarato il dott. Sherif El Henaoui di Moog Industrial. “Questo ci ha permesso di comprendere a fondo i vantaggi e gli svan-

taggi di entrambe le tecnologie per ogni specifica applicazione. Questa nuova soluzione si avvale delle conoscenze che abbiamo accumulato nel corso degli anni per creare un design ibrido all’avanguardia, che unisce il meglio di questi due mondi in un unico sistema compatto, affidabile ed estremamente efficiente". A differenza degli attuatori elettrici, la tecnologia elettro-idrostatatica non richiede né viti né ingranaggi. Inoltre si distingue dagli attuatori idraulici poiché non necessita di tubazioni oleodinamiche: questo permette di ridurre i costi e di aumentare l’affidabilità. Si tratta di un sistema completamente autonomo, poiché tutti i componenti idraulici ed elettrici sono altamente integrati nell’attuatore stesso. Gli attuatori elettro-idrostatici sono alimentati elettricamente, ricevono un segnale elettronico di comando che trasformano in movimento mediante una trasmissione oleodinamica. I motori ruotano solamente quando è necessario il movimento, risparmiando energia e riducendo l’usura. Le applicazioni che possono maggiormente avvantaggiarsi dall’utilizzo del sistema EHA sono quelle con ridotto duty cycle o ad elevata intensità di forza impulsiva come nei sistemi idraulici, L’EHA comprende i componenti idraulici ed il fluido, integrati all’interno dell’attuatore, eliminando così il rischio di perdite e di contaminazione ambientale. Questa soluzione ibrida consente di sfruttare contempora-

neamente i vantaggi sia della tecnologia elettrica che di quella idraulica. In tal modo è possibile ottenere ridotti consumi energetici di un sistema elettrico alimentato solo quando è necessario, uniti alla semplicità di immagazzinamento dell’energia per il movimento failsafe e all’alta affidabilità di un sistema idraulico. Inoltre l’EHA offre numerosi altri vantaggi a livello di sistema e consente un notevole risparmio economico. Il design EHA di Moog offre ai costruttori di macchine grande affidabilità ed efficienza energetica, ingombro ridotto, minore usura dei componenti e un peso inferiore anche del 40%. Grazie alla sua struttura indipendente, l’EHA elimina l’utilizzo di lunghi tubi idraulici e giunti girevoli, consentendo un notevole taglio dei costi nelle applicazioni nel settore del gas, del petrolio e della generazione di energia. Grazie ad un approccio integrato, che riduce il numero dei singoli componenti, il cliente può godere di una maggiore affidabilità unita ad una riduzione dei costi e dei tempi di fermo. Anche la ridondanza e le caratteristiche di failsafe sono completamente integrate, per rendere il sistema più economico, leggero e compatto ed incrementarne al contempo l’affidabilità. L’EHA rappresenta la scelta ideale per tutte quelle applicazioni che necessitano di una forza elevata e di sistemi ridondanti o failsafe avanzati, e offre al contempo notevoli vantaggi in termini di risparmio energetico, minori costi e attenzione all’ambiente. Tra le sue applicazioni tipiche figurano i dispositivi per la generazione di energia, quelli per il gas e il petrolio e i macchinari industriali. “L’industria del motion control è alla ricerca di nuove tecnologie che siano in grado di offrire una maggiore efficienza energetica e affidabilità con un peso ed un ingombro ridotti”, conclude il dott. El Henaoui. “Sistemi intelligenti come la tecnologia ibrida EHA offrono soluzioni innovative utilizzabili in una vasta gamma di applicazioni”. Moog Industrial Group è un’azienda dalla presenza globale, attiva nel campo della progettazione, produzione e integrazione di componenti e sistemi per il controllo di precisione. L’Industrial Group di Moog progetta e costruisce soluzioni di controllo del movimento altamente performanti utilizzando tecnologie elettriche, idrauliche e ibride e fornisce una consulenza altamente specializzata a clienti operanti in vari settori, quali ad esempio le materie plastiche, il metal forming, la produzione di energia, il mercato dell’energia eolica, i collaudi e le simulazioni. Collaboriamo con le aziende più dinamiche alla progettazione e allo sviluppo di macchine di ultimissima generazione. L’industrial Group di Moog, che nell’anno fiscale 2011 ha registrato un fatturato di 629 milioni di dollari, ha oltre 40 sedi operative nel mondo e fa parte di Moog Inc. (NYSE: MOG.A e MOG.B), che ha raggiunto un fatturato globale di 2,3 miliardi di dollari. Per ulteriori informazioni visitare www.moog.com/industrial.

BALDOR ESTENDE LA SUA GAMMA AVANZATA DI MOTORI AC A MAGNETI PERMANENTI

Baldor ha esteso la sua gamma di motori AC denominati RPM ad altissimo rendimento basati su magneti permanenti, fino alla potenza di 900 kW. La linea dei motori AC RPM ha prestazioni comparabili con quelle dei servomotori di elevata potenza a bassa inerzia rotorica e ad alta densità di potenza, ed è ora disponibile nelle taglie IEC 112, 132, 160, 180 e 280 con una costruzione del rotore a magneti permanenti. L'aggiunta della taglia 280 alla famiglia RPM AC fa aumentare in modo significativo la gamma di potenze con prestazioni a velocità sincrona. L'ultima aggiunta alla grandezza 280 laminata e alettata - la DL280 - estende il limite superiore di potenza di uscita a 600 kW in costruzione TEBC IP55 (completamente chiusa, raffreddata da ventilatore) e a 900 kW usando la costruzione IP23 aperta a

ventilazione forzata. I motori a magneti permanenti Baldor RPM AC dimostrano rendimenti elevati che superano quelli previsti dai livelli IE3. Questi vengono ottenuti in virtù dell'elevata densità di potenza, della progettazione con basse perdite rotoriche dove i magneti permanenti sono attualmente integrati all'interno dei lamierini del rotore. Questo accorgimento permette al motore di funzionare più freddo dei motori a magneti permanenti convenzionali dove I magneti sono applicati alla superficie esterna del rotore. Questo vantaggio permette anche una riduzione della taglia in confronto ai motori a magneti permanenti convenzionali. La tecnologia del rotore con magneti permanenti offre un rendimento migliorato che si traduce in una densità di potenza aumen-

tata con dimensioni fisiche minori per unità di potenza di uscita e prestazioni con controllo di velocità come motore sincrono senza scorrimento. Questi motori sono stati tutti progettati per offrire prestazioni continuative a coppia costante da velocità zero fino alla velocità di base per l'uso con drive AC ad anello chiuso. La tecnologia del rotore a magneti permanenti consente al motore di operare a velocità molto basse, evitando la necessità di inserire una riduzione a ingranaggi nella trasmissione, tuttavia permette anche il raggiungimento di velocità di funzionamento molto elevate, fino a 12.000 giri al minuto, permesse dalla combinazione con drive AC Baldor opportunamente selezionati. Le applicazioni tipiche per I motori RPM AC riguardano banchi prova per l'automotive, estrusori, avvolgitori e svolgitori, macchinari per la formatura e piegatura dei metalli, macchine utensili e applicazioni su mandrini, e sostituzione di motori a corrente continua a cassa quadra. Un'altra area specifica di applicazione è rappresentata dalle torri di raffreddamento, dove un motore a magneti permanenti più compatto può azionare il ventilatore direttamente dalla parte inferiore, rimpiazzando tutti i componenti della trasmissione di potenza tra motore e ventilatore che sono normalmente richiesti nelle soluzioni convenzionali. La gamma di motori a magneti permanenti RPM AC è disponibile attualmente sia nelle taglie IEC che NEMA (grandezze 180, 210, 250, 280 e 440). I motori RPM AC sono tenuti normalmente a magazzino negli USA nelle forme TEBC fino a 112 kW con retroazione a resolver. Per altre informazioni accedere a http://www.baldor.com

SIEMENS PLM SOFTWARE E LOCAL MOTORS FIRMANO UNA PARTNERSHIP SU SOLID EDGE CON UN APPROCCIO RIVOLUZIONARIO ALLA PROGETTAZIONE IN CROWDSOURCING Local Motors, citata anche dalla Presidenza degli Stati Uniti d’America per la sua velocità, adattabilità e flessibilità nello sviluppo di veicoli, ha scelto Solid Edge come strumento CAD preferenziale da mettere a disposizione della propria community di progettazione Siemens PLM Software, business unit di Siemens Industry Automation Division e leader nella fornitura di software e servizi per la gestione del ciclo di vita dei prodotti (PLM), ha annunciato una nuova partnership con Local Motors, azienda automobilistica americana che adotta un approccio unico alla progettazione, detto “co-creazione”, abbinato a un sistema rivoluzionario di assemblaggio e vendita su base locale. La cocreazione permette di sfruttare il principio del crowdsourcing per progettare e sviluppare veicoli in maniera collaborativa con il coinvolgimento di una community aperta, nel caso specifico costituita da 13.000 persone, inclusi i potenziali clienti del veicolo stesso. Dal primo progetto collaborativo è nato Rally Fighter, il primo veicolo al mondo realizzato in modalità “open source”. In base all’accordo, Local Motors ha adottato il software Solid Edge® come strumento di progettazione a computer (CAD) per il progetto dell’Open Electric Vehicle e sta promuovendo l’utilizzo del software in tutta la community. “Dobbiamo lavorare con aziende e singoli individui che capiscono e apprezzano il nostro business model unico nel suo genere e, per fare questo, ci serve uno strumento CAD avanzato, facile da usare, flessibile e adattabile, che consenta di sfruttare tutta la creatività e la capacità di innovazione della nostra community vasta e articolata,” afferma Jay Rogers, presidente, CEO e cofondatore di Local Motors. “Abbiamo valutato diverse opzioni e siamo stati unanimi nell’individuare in Siemens PLM Software e nel loro applicativo

Solid Edge la soluzione migliore. Solid Edge è facile da apprendere e utilizzare e, in particolare, la sua esclusiva tecnologia sincrona consente alla nostra community di realizzare l'intento progettuale in modo più intuitivo e condividere facilmente le geometrie in 3D con altri software CAD.” Grande apprezzamento per i risultati di Local Motors Prima e unica casa automobilistica ad adottare questa filosofia, Local Motors invita tutti coloro che sono interessati a entrare nella propria community per partecipare al processo di progettazione e sviluppo di una nuova automobile secondo la modalità della co-creazione. L’azienda ha appena realizzato il primo veicolo con questo metodo e ha già avviato molti altri progetti. Uno dei primi risultati della partnership con Siemens PLM Software sarà il progetto Open Electric Vehicle, che punta alla creazione di un telaio “open source” riutilizzabile destinato alla fabbricazione di auto elettriche. Siemens PLM Software fornirà gli strumenti di progettazione e sviluppo a supporto di questa attività, in particolare il software CAD 3D Solid con Synchronous Technology, una funzionalità esclusiva che unisce la velocità e la flessibilità della modellazione diretta al controllo accurato della progettazione parametrica. Local Motors ha ottenuto diversi riconoscimenti per il suo approccio pionieristico allo sviluppo di automobili, con articoli apparsi su riviste come Popular Science, Wired e Popular Mechanics. Inoltre, in un discorso sull’industria manifatturiera tenuto lo scorso 24 giugno

2011 alla Carnegie Mellon University, il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama ha riconosciuto il merito di Local Motors per aver progettato e costruito un nuovo veicolo da combattimento destinato alla U.S. Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) in meno di quattro mesi. Il presidente ha riconosciuto a Local Motors la capacità di comprimere i tempi di sviluppo, che ha permesso non solo di consegnare il veicolo “in anticipo”, ma anche di “far risparmiare miliardi di dollari ai contribuenti” e di “salvare vite” grazie all’introduzione più rapida del nuovo mezzo nel teatro di guerra. Il prossimo progetto di Local Motors è lo sviluppo di “Local Forge”, una piattaforma co-creativa per la progettazione di mezzi di trasporto che verrà messa a disposizione delle case automobilistiche e dei costruttori di accessori e ricambi. “Siamo entusiasti di questa partnership con una realtà innovativa e proiettata al futuro come Local Motors, e orgogliosi che abbiano scelto Solid Edge sia per il progetto Open Electric Vehicle, sia come strumento CAD raccomandato alla loro vasta community di progettazione,” ha dichiarato Karsten Newbury, Senior Vice President and General Manager of Solid Edge and Velocity Series, Siemens PLM Software. “La capacità di Local Motors di gestire configurazioni di progetto sofisticate, tempistiche strette e standard qualitativi elevati grazie a questo approccio innovativo contribuirà a consolidare la crescita sul mercato di Solid Edge con tecnologia sincrona.”

LA FAMIGLIA DI ADC A DUE CANALI A 14BIT E 310MSPS SUPPORTA LA LINEARIZZAZIONE DI LARGHEZZE DI BANDA DI TRASMISSIONE FINO A 60MHZ CON FUNZIONI DI PRE-DISTORSIONE DIGITALE Linear Technology Corporation presenta la famiglia di convertitori analogico-digitali a due canali (LTC2158-14) e a canale singolo (LTC2153-14), a 14bit e 310Msps, per il campionamento di alte frequenze IF, progettata per le applicazioni di linearizzazione con pre-distorsione digitale ad elevata larghezza di banda (DPD). La predistorsione digitale è un sistema di feedback a loop chiuso che esegue la campionatura della larghezza di banda di distorsione sull'uscita del trasmettitore della stazione base e regola il segnale in ingresso per eliminare i sistemi anti-distorsione di intermodulazione dell'amplificatore di potenza. Ciò consente al trasmettitore di funzionare alla massima efficienza, con un punto di compressione di 1 dB, dove la risposta dell'amplificatore di potenza (PA) non è lineare. A causa dei limiti di prestazioni degli ADC finora disponibili sul mercato, le larghezze di banda per la trasmissione si attestavano tra i 20 e i 40MHz a seconda dell'implementazione di un'architettura DPD per la campionatura IF o la campionatura I/Q. Per linearizzare una banda di trasmissione di 20MHz, il loop di ritorno dell'algoritmo di linearizzazione deve acquisire prodotti di intermodulazione di quinto ordine con frequenza fino a 100MHz (cinque volte la larghezza di banda di trasmissione). Ciò richiede l'utilizzo di un ADC a 12bit con frequenza di campionatura minima di 200Msps per la campionatura IF o di 100Msps per la campionatura I/Q. La crescita della domanda di dati da parte degli utenti di dispositivi mobili sta portando allo sviluppo di stazioni base di nuova generazione progettate per supportare larghezze di banda di trasmissione molto più elevate, fino a 60MHz. Per linearizzare una larghezza di banda di trasmissione di 60MHz sono necessari un ADC con risoluzione minima di 14 bit e un'architettura per la campionatura I/Q con frequenza di campionamento minima di 300Msps. Inoltre, all'algoritmo DPD a loop chiuso serve una bassa latenza nel percorso di ritorno per ottenere migliori livelli di efficienza nel PA. L'LTC2158-14 è il primo ADC a due canali a 310Msps disponibile sul mercato che supporta la linearizzazione delle larghezze di banda di trasmissione fino a 60MHz con campionatura I/Q e che offre una bassa latenza sul pipeline, appena 5 cicli di clock per un adattamento rapido. L'LTC215314, il modello a un canale, è ideale per architetture di campionamento IF con larghezze di banda di trasmissione fino a

30MHz. LTC2158-14, che funziona con una sola alimentazione di 1,8V, consuma 362mW su ciascuno dei due canali a 310Msps e offre prestazioni SNR (Signal-to-Noise Ratio) di 68,8dB e SFDR di 88dB in banda base con un range in ingresso di 1,32Vpp facilmente regolabile. L'LTC2158 e l'LTC2153 fanno entrambi parte di una famiglia di convertitori analogico‑digitali a due canali e a canale singolo, compatibili a livello di pin, con frequenza compresa tra 170 e 310Msps e risoluzioni a 14bit e a 12bit. La larghezza di banda analogica a piena potenza di 1,25GHz e il jitter ultrabasso di 0,15psRMS supportano la sottocampionatura di frequenze IF, offrendo eccellenti prestazioni audio. Gli ADC sono dotati di uscite digitali LVDS DDR (Double Data Rate) e offrono anche una corrente in uscita LVDS programmabile e una terminazione opzionale da 100ohm. Disponibili in package QFN compatti di 9x9mm (modello a due canali) e di 6x6mm (modello a canale singolo), i convertitori ADC supportano le temperature di esercizio tipiche delle applicazioni commerciali o industriali. Schede demo e campioni possono essere già richiesti ai rivenditori Linear Technology locali. L'LTC2158-14 a due canali, 14bit e 310Msps è offerto al prezzo di $168,30/cad. per 1.000 unità. Per informazioni sull'intera famiglia di prodotti, visitare la pagina www.linear.com/ad/highspeedADC.jsp Riepilogo delle caratteristiche: LTC2153/LTC2158

• Convertitori ADC a uno/due canali a 14/12bit e 310Msps • SNR: 68,8dB; SFDR: 88dB (a 14bit) • 724mW (362mW su ciascun canale) • Alimentazione singola a 1,8V • Uscite LVDS DDR • Range in ingresso di 1,32Vp-p facilmente regolabile • S/H larghezza di banda a piena potenza a 1,25GHz • Stabilizzatore opzionale per il duty cycle del clock • Modalità Sleep e Nap a bassa potenza • Porta SPI seriale per la configurazione • Valutazione semplice con il software di analisi PScope™ Linear Technology Linear Technology Corporation, una delle 500 principali aziende pubbliche dell'indice S&P, progetta, produce e commercializza da trent'anni un'ampia gamma di circuiti integrati analogici e ad alte prestazioni per aziende leader in tutto il mondo. I prodotti Linear Technology rappresentano un "ponte" tra il mondo analogico e l'elettronica digitale per le soluzioni del settore industriale, automotive e delle comunicazioni, i dispositivi di rete, i computer, la strumentazione medicale, i prodotti di largo consumo e i sistemi militari e aerospaziali. Linear Technology produce anche sistemi di power management e condizionamento dei segnali, convertitori di dati, circuiti integrati RF e per interfacce, nonché sottosistemi “Module”.


PAG 7

SALDATURA - MECCHINE E ACCESSORI

VISITATE il sito www.ormumodena.com

O.R.M.U. di Caiti Luciano e Franco s.a.s. Via Salvador Allende, 20 - MODENA

Tel. 059/25.13.04 Fax 059/25.59.837

Rettifica tangenziale c/terzi di piani e guide Affilature lame per Cesoie e Piegatrici Dimensioni max rettificabili mm 7000x1800x1500 Revisione macchine utensili Riparazione e revisione parziale di macchine utensili ed attrezzature

La più grande fiera della metalmeccanica on-line

LAVORAZIONI MECCANICHE

www.expomec.it

®

ATTREZZATURE

ORGANIZZAZIONE DI VENDITA FIORENTINI WELDING

SOTFWARE

Sede e Uffici: • Villanova di Castenaso Bologna 40055 Via Cà Dell’ Orbo, 15/2 Tel. 051/78.20.00 (3 linee r.a.) - Fax 051/78.20.90 • Filiale (FE): Argenta (FE) - Via Cristo, 14/b - 44011 Tel. 0532/80.53.15 - Fax 0532/85.22.43 • Filiale (FO): Forlì - Via Keplero, 2 - 47100 Tel. 0543/72.46.71 - Fax 0543/ 72.36.39 • Filiale (MO): Modena - Via Emilia Est, 1420/13 - 41100 Tel. 059/ 28.22.00 - Fax 059/ 28.00.99 • Filiale di PARMA: NOCETO (PR) - Via f. lli Canvelli, 16 - 43015 Tel. 0521/62.85.42 - Fax 0521/62.13.30

Problemi con la nuova IVA al 21%? Troppo tempo perso per la compilazione dei documenti?

Vuoi una gestione più fluida? La soluzione è

Il gestionale…che va “controcorrente”

Sistemi automatici di saldatura Posizionatori standard Impianti speciali Isole robotizzate Saldatura Taglio-puntatura Inseguimento giunto al laser

Antitesi Gestionale rappresenta la soluzione informatica ideale per tutte le aziende che si affidano a risorse esterne per la gestione contabile (commercialisti e associazioni di settore), ma che hanno la necessità di una gestione semplice e precisa dell'attività documentale e di magazzino. Semplice da utilizzare per un avviamento veloce, costi limitati uniti alla completezza dei contenuti: il nostro biglietto da visita per aiutarti a svolgere meglio il tuo lavoro. Funzioni principali: • Gestione anagrafiche • Gestione magazzini e ubicazioni • Ciclo attivo (Doc. vendita) • Ciclo passivo (Doc. acquisto) • Conto lavoro

novità ESCLUSIVISTA PER L’ITALIA

• Evasione automatica documenti • Documenti interni manuali • Listini personalizzati • Scadenzari pagamenti • Gestione effetti

Torce TIG-MIG e ricambi Deposito FORLÌ - Via Keplero, 2 - 47100 Tel. 0543/723679 - Fax 0543/ 774743

e-mail: info@fiorentiniwelding.it http: www.fiorentiniwelding.it Presenti in Expomec Pad. 37

SALDATRICI - PERMUTA - VENDITA USATO CON GARANZIA

Contattaci per una dimostrazione e una prova gratuita del programma! di Guidetti Fabio P.za Guido Rossa, 5 - 41126 Modena - Tel: +39-338-3767157 ABBONAMENTO A

info@fg-soluzioni.it www.fg-soluzioni.it Skype: fabio.guidetti

“M ECCANICA & S UBFORNITURA ” GRATIS

PER I

S OCI

MECWEB

C LUB ,

VEDI A PAG .

5


paG. 8

eco-industria ec o-industria inserto redazionale dedicato a : • prodotti • tecnologia • ambiente • Energia • Ecologia • infrastrutture

eco-industria ec o-industria

ECO-apprOfOndimEntO

IL PICCO DEL PETROLIO Seppur forse non sufficientemente qualificato per approfondire l'argomento, mi sembra che sia indispensabile dedicare un capitolo ad uno dei principali fattori , legati allo sviluppo economico degli ultimi cento anni ed alla sua attuale decadenza. Il problema di non avere abbastanza petrolio a disposizione per andarsene in giro, vi potrebbe fare pensare, in un primo momento, a noiosi pomeriggi costretti a casa con i suoceri, piuttosto che a faticosi viaggi in treno con valige e bambini a seguito. In realtà il problema è più serio. Ormai, economisti, geologi, ambientalisti, ecc. concordano universalmente che il picco del petrolio, è reale. E' un fatto innegabile e piuttosto inquietante, che dovrebbe farci riflettere tutti su alcune domande : come potremmo modificare la nostra vita per prepararci ad una Società con molto meno petrolio disponibile? Quali potrebbero essere i vincoli e le opportunità di un più attento utilizzo delle risorse disponibili? Quali saranno i prodotti dei quali avremo “veramente” bisogno? E quali quelli dei quali potremmo e dovremmo fare a meno, magari fin da oggi ? Nota per il lettore; se sei convinto che il nostro stile di vita occidentale andrà avanti per sempre, non andare oltre nella lettura, ma per te, sarà un brutto risveglio... Lo studio sul Picco del Petrolio, databile all'incirca alla fine degli anni '60 del secolo scorso, detto anche “Picco di Hubbert” , prende nome dal suo autore, M. King Hubbert che fu un geofisico dei laboratori di ricerca della compagnia petrolifera Shell Oil Company . Secondo Hubbert, la produzione di una risorsa minerale segue una “curva a campana”. Il picco di questa curva è il punto di massima produzione: al di là del quale la produzione comincia inesorabilmente a diminuire. Si parla molto oggi di Hubbert e della sua teoria, ma in Italia se ne sa ancora poco. Cos'è quindi il cosiddetto picco del petrolio? In realtà è una cosa semplice ed intuitiva. Premesso che il petrolio è una risorsa naturale quindi, per definizione, limitata e di fatto non rinnovabile in tempi “umani”, la quantità di petrolio "prodotto" (cioè estratto, raffinato e immesso sul mercato) è rappresentabile, nel tempo, da una curva a “campana” che come una montagna sale verso un picco, per poi precipitare . Il picco, detto "picco del petrolio" o anche "picco di Hubbert" è all'incirca a metà, cioè quando sostanzialmente una metà del petrolio estraibile è stato estratto.

Detto così, non si vede il problema; oppure non è poi così evidente.. Analizziamo ora un'altra curva: quella dei consumi della nostra società capitalistica. La nostra società è stata basata, negli ultimi 50 anni, su una crescita economica quasi continua, intervallata solo da cicliche crisi congiunturali che finivano sempre per ridare slancio a nuove fasi di crescita dei consumi. La curva dei consumi, all'ombra della quale noi “baby boomer “, siamo nati e cresciuti, è quella di una crescita costante che tende all'infinito.

eco-industria ec o-industria

Una volta superato il picco di Hubbert iniziano per la nostra società i problemi, perché il petrolio che può essere estratto e immesso sul mercato diminuisce sempre più rapidamente, mentre la domanda da consumi tende a crescere. Il petrolio è una risorsa importante nell’economia mondiale. Rappresenta oggi quasi il 40% dell’energia primaria generata e circa il 90% dell’energia usata nei trasporti. Senza petrolio avremmo delle grosse difficoltà a mandare avanti il pianeta nel modo in cui siamo abituati a vederlo funzionare. Molto di ciò che ci circonda è prodotto con derivati del petrolio e/o è costruito grazie all'energia a basso prezzo derivata dal petrolio. Tuttavia niente panico! Maya e 2012 permettendo, non è ancora la fine del mondo, ma è semplicemente la conseguenza della combinazione di fattori geologici, tecnologici ed economici. E’ un fenomeno naturale, osservato già altre volte, che deve essere gestito e guidato come si deve. E' anche bene specificare che quando si prende in considerazione la produzione di petrolio bisogna chiarire esattamente di cosa si parla. Esistono diversi tipi di risorse fossili dalle quali si possono estrarre combustibili liquidi. In primo luogo esiste il petrolio cosiddetto “convenzionale”, ovvero quello che si estrae in forma di liquido poco viscoso dai pozzi. In aggiunta, abbiamo il petrolio cosiddetto “non convenzionale” che include diversi tipi come il greggio da “acque profonde” e l’ ”olio pesante”. Un ulteriore aggiunta e quella dei gas condensabili. Esiste anche il petrolio che si può estrarre dalle sabbie bituminose. Se si considera qualsiasi tipo di combustibile liquido, c'è anche la possibilità di ottenerlo dal gas naturale o dal carbone mediante vari tipi di trattamenti. Molti dei combustibili fossili qui elencati, hanno un impatto ambientale e sociale pesantissimo. Basta pensare alle conseguenze sulla salute dell'inquinamento prodotto da una centrale a carbone; magari sia noi che la Terra, potremmo risparmiarceli Sul picco del petrolio, esistono molte risorse disponibili. Ne citerò una sola, la più significativa ed illuminante sull'argomento, tra quelle che io conosco. Si tratta di una risorsa web; il sito www.aspoitalia.it dal quale estrapolo questa spiegazione della curva di Hubbert: Le ragioni della curva. Inizialmente, la curva a campana della produzione era stata proposta da Hubbert come un modello puramente empirico. Più tardi, è stato possibile chiarificare quali erano le ragioni che generano questo comportamento. Il ciclo di Hubbert è il risultato logico di come i fattori economici operano quando si trovano ad avere a che fare con una risorsa fisicamente limitata, il che è il caso normale per una risorsa minerale non riciclabile come il petrolio. Data questa caratteristica, la curva a campana di Hubbert è inevitabile in un economia di mercato. Possiamo distinguere diverse fasi del ciclo di Hubbert: • La prima fase: espansione rapida. Inizialmente, la risorsa è abbondante e bastano modesti investimenti per estrarla. In questa fase, la crescita della produzione è esponenziale. • La seconda fase: inizio dell’esaurimento. Le riserve “facili”, ovvero quelle meno costose, sono quelle estratte per prime. Con l’esaurimento delle risorse facili, comincia a essere necessario sfruttare risorse più difficili e questo richiede investimenti sempre più consistenti. La produzione continua a crescere, ma non più esponenzialmente come nella prima fase. • La terza fase: il picco e il declino. A un certo punto, il graduale esaurimento rende talmente elevati gli investimenti necessari che non sono più sostenibili. La produzione raggiunge un massimo (il picco di Hubbert) e poi comincia a declinare. • La quarta fase: il declino finale. In questa fase, normalmente non si fanno più investimenti significativi. La produzione continua, ma il declino procede fino a che non diventa talmente ridotta da cessare completamente.

che consideriamo. Ad esempio il picco di produzione negli USA, si è verificato all'inizio degli anni '70. In Russia, agli inizi degli anni '90 e nel mare del nord alla fine dello stesso decennio. Il picco segnala la necessità di un cambiamento, che sia esso geografico, tecnologico o di risorsa.. Un esempio di cambiamento geografico, si è verificato agli inizi degli anni '70 quando il picco del petrolio negli USA spostato il grosso della produzione mondiale in Medio Oriente. Questo tipo di cambiamenti sono inevitabili, ma spesso non indolori. La crisi petrolifera degli anni '70 ha causato una serie di instabilità geopolitiche, recessione economica, inflazione a due cifre, disoccupazione e altri sconvolgimenti. Comunque, col tempo, tutto ha ricominciato a funzionare e noi abbiamo ripreso a girare in auto, dimenticandoci presto delle domeniche a piedi... Oggi, però, ci manca la possibilità di risolvere il problema andando a sfruttare un altro Medio Oriente, semplicemente perchè non c'è ! Ottimo motivo per prepararci a una transizione tecnologica, economica e sociale di qualche tipo. Al posto del petrolio, abbiamo sorgenti di energia di vario tipo: altri combustibili fossili (principalmente gas naturale e carbone), energia nucleare e fonti rinnovabili. In questo momento, nessuna di queste è in grado di rimpiazzare perfettamente il petrolio, e molte di queste possono proporre problemi molto grossi , da evitare. Fra queste basti pensare ai problemi legati alla sicurezza ed allo smaltimento dei combustibili , delle centrali nucleari. Sicuramente dovremo rinunciare a qualcuno dei nostri giocattoli energivori e dovremo anche cambiare qualche brutta abitudine. Ma abbiamo davanti una bella sfida, dove si potranno creare nuovi prodotti e tecnologie più rispettose dell'uomo e dell'ambiente. Se non ci facciamo prendere dal panico o guidare dall'avidità e dall'egoismo, la transizione sarà un grande periodo positivo riducendo, fra le altre cose, la quantità di gas serra emessi nell’atmosfera e allontanando il rischio del riscaldamento globale. (Silvano Ventura) A-J.L.

Segna EO300

Ora rimane solo da capire a che punto della montagna siamo. Sappiamo di certo che il momento del picco varia anche in funzione dell'area geografica del Pianeta

sul fax richiesta info a pag. 19

ECO-EvEntO

EnerSolar+ 2011 si chiude oggi con un grande successo. Risultati molto positivi per l’edizione 2011 di EnerSolar+, l’evento dedicato all’energia solare fotovoltaica e termica, alle tecnologie fotovoltaiche (PV Tech) e agli inverter (Invex), che si è concluso il 19 novembre a fieramilano, Rho. La manifestazione, insieme a HTE (tecnologie innovative) e Robo-

eco-industria ec o-industria

tica (robotica umanoide e di servizio), che si sono svolte in contemporanea, è stata visitata da 31.400 operatori (+7% rispetto all’anno scorso) provenienti da 75 Paesi e ha visto la presenza di oltre 500 espositori (+25% rispetto al 2010). Notevole interesse hanno suscitato le

50 sessioni congressualialle quali sono intervenuti ben 350 qualificati relatori e che sono state seguite da 2.460 operatori. Tra i temi affrontati, ad esempio, come progettare e installare il fotovoltaico a regola d’arte, il fotovoltaico come solution provider, il progresso tecnologico e lo sviluppo

del mercato del solare termico. Grande successo anche per MyPartnering, l’applicazione web creata da Artenergy Publishing che ha consentito lo svolgimento di oltre 100 incontri di business one-to-one nei giorni della manifestazione. L’appuntamento con la prossima edi-

zione di EnerSolar+ è dal 7 al 9 novembre 2012, sempre nel quartiere espositivo di fieramilano, Rho.

Segna EO301 sul fax richiesta info a pag. 19

ECO-impianti

CONTINUA LA CRESCITA DI ENFINITY IN ITALIA: NOVE GRANDI IMPIANTI CONNESSI ENTRO IL 31 AGOSTO 2011. Il player internazionale delle rinnovabili miete ulteriori successi, questa volta nel sud Italia. Enfinity, annuncia la connessione, avvenuta entro l’agosto di quest’anno, di nove parchi solari a terra: SESMA: tre parchi per complessivi 2,9 MW, a San Martino in Pensilis (CB), DELEDDA, tre parchi solari per complessivi 2.88 MWp, a Rignano Garganico (FG), DCF, due parchi solari per complessivi 1,98 MWp, a Foggia e SUNWAY– LA ROSA un parco da 966 kWp, a Brindisi. Enfinity, grazie a questi nuovi successi, prosegue il suo percorso di crescita, confermandosi tra i principali player del fotovoltaico nel mercato italiano, divenendo, grazie alla sua esperienza con-

solidata in sviluppo, progettazione e finanziamento di importanti impianti ad energia rinnovabile, vero e proprio punto di riferimento per il settore. Nove nuovi parchi solari che godranno degli incentivi dell’agosto 2011 del IV Conto Energia, in quanto accedono direttamente alle tariffe incentivanti senza l’iscrizione al registro Grandi Impianti, necessaria invece per le installazioni connesse successivamente al 31 agosto 2011. Allacciamenti in tempi record per Enfinity, che, con il suo impegno, ha garantito ai propri clienti di beneficiare del massimo dei ricavi economici senza

essere soggetti alle graduatorie a cui devono sottostare le istallazioni connesse dopo il 31 agosto. Per SESMA, impianto a terra che vede come sponsor il gruppo bancario ABN AMRO, Enfinity ricopre il ruolo di developer ed EPC Contractor, e si occuperà della gestione e manutenzione dell’impianto per i 20 anni successivi, attraverso un contratto di Operation & Maintenance. Grazie a questa installazione sarà possibile una riduzione delle emissioni di CO2 di circa 1,948 tonnellate all’anno e verranno prodotti, sempre su base annua, circa 3.670.000 kWh, ossia l’equivalente di

circa 1.200 famiglie. DELEDDA, per cui Enfinity ha sviluppato il progetto ed è EPC Contractor, è stato realizzato per una società di investimenti italiana ed è costituito da 3 impianti a terra della potenza di circa 966 MWp ciascuno. Garantirà una riduzione delle emissioni di CO2 di circa 2,113 tonnellate all’anno, con una producibilità stimata complessiva di circa 3.980 MWh annuali, cioè il corrispettivo del consumo annuo di 1.350 famiglie circa. Il progetto DCF è costituito da 2 impianti a terra per i quali Enfinity è EPC Contractor. Consta di due installazioni da

circa 988 e 990 kWp l’una nella provincia di Foggia. Garantirà una produzione annua di circa 2.800.00 KWh, ossia il consumo annuale di circa 950 famiglie, riducendo le emissioni di CO2 di circa 1.486.000 Kg. SUNWAY – LA ROSA, è un impianto a terra di cui Enfinity è proprietario, che occupa una superficie di circa 50.000 m2 e produrrà circa 1.320.000 KWh/anno, il consumo di circa 460 fa-

miglie, ed eviterà l’emissione in atmosfera di circa 700.920 kg CO2 all’anno. Sunway – La Rosa fa parte di un progetto più ampio che prevede la realizzazione di 7 parchi fotovoltaici per la producibilità complessiva di circa 9,430 MWh l’anno.

Segna EO295 sul fax richiesta info a pag. 19

continua a pag. 17 <

eco-industria ec o-industria e

Servizi GRATUTI di comunicazione e marketing: • Pubblicazione redazionali • Annunci • Abbonamenti ai nostri periodici (vedi pag. 5)


n° 179

• METALMECCANICA • PLASTICA • TRATTAMENTI-FINITURA • ELETTROMECCANICA • STAMPI

GENNAIO

PAG.

9

2012

GUIDA ALLE AZIENDE DI LAVORAZIONI INDUSTRIALI CONTO TERZI l'elenco delle rubriche alle quali ogni singolo redazionale viene associato serve per facilitare la consultazione di Subfornitura italiana.

Guida all’uSO E alla lEttura

Elenco delle rubriche •

A FONDERIA, FUCINATURA, TRAFILATURA, STAMPAGGIO E FORGIATURA

G STAMPI PER METALLI E PLASTICHE, PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE

B ASPORTAZIONE TRUCIOLO E LAVORAZIONI MECCANICHE

H REVISIONE, RIPARAZIONE, MANUTENZIONE MACCHINE E IMPIANTI

C CARPENTERIA, SALDATURA, TAGLIO, STAMPAGGIO, LAVORAZIONI DELLA LAMIERA

I ELETTROMECCANICA, ELETTROTECNICA, ELETTRONICA L STAMPAGGIO E LAVORAZIONI DELLA PLASTICA E DELLA GOMMA

D TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI, FINITURA E VERNICIATURA INDUSTRIALE

SOmmariO

Il pallino a fianco della rubrica indica la presenza, in questo numero, di articoli redazionali relativi alla rubrica stessa.

E ASSEMBLAGGIO E MONTAGGIO DI PARTI MECCANICHE , FLUIDICHE, ELETTRICHE

M SERVIZI ALLE IMPRESE - QUALITÀ, SICUREZZA, PROVE E ANALISI, RICERCA E SVILUPPO, RICICLAGGIO, ALTRI SERVIZI

F INGRANAGGI, MINUTERIE METALLICHE, SEMILAVORATI

N LOGISTICA E MAGAZZINO SERVIZI, ASSISTENZA, NOLEGGIO

• ELENCO DELLE RUBRICHE • FONDERIA, FUCINATURA,TRAFILATURA, STAMPAGGIO E FORGIATURA

STAMPAGGIO E FORGIATURA

PAG. 9-10

• ASPORTAZIONE TRUCIOLO E LAVORAZIONI MECCANICHE

PAG. 10-11

• CARPENTERIA, SALDATURA, TAGLIO, STAMPAGGIO, LAVORAZIONI DELLA LAMIERA

PAG. 11-12

• TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI FINITURA E VERNICIATURA INDUSTRIALE

PAG. 12

• ASSEMBLAGGIO E MONTAGGIO DI PARTI MECCANICHE FLUIDICHE, ELETTRICHE

PAG. 12

• INGRANAGGI MINUTERIE METALLICHE, SEMILAVORATI

PAG. 12

• ELETTROMECCANICA, ELETTROTECNICA, ELETTRONICA

PAG. 12

•STAMPAGGIO E LAVORAZIONI DELLA PLASTICA E DELLA GOMMA

PAG. 13

• SERVIZI ALLE IMPRESE - QUALITÀ, SICUREZZA, PROVE E ANALISI, RICERCA E SVILUPPO, RICICLAGGIO, ALTRI SERVIZI

PAG. 15

eseguire manutenzione ordinaria e straordinaria . Il reparto controllo qualità segue le lavorazioni dalla materia prima al prodotto finito.

FONDERIA, FUCINATURA, TRAFILATURA,

PAG. 9

Disponiamo di un ampio magazzino per lo stoccaggio delgli stampi.

Segna S1610 sul fax richiesta info a pag. 19

BRESCIA

Pressofusione alluminio

TORINO

La fonderia Metalfond S.r.l. viene fondata nel 1967 e da subito opera nella pressofusione delle leghe non ferrose, prevalentemente ottone. Metalfond S.r.l. esegue lavorazione di pressofusione alluminio, selezionando e coordinando i fornitori per conto del cliente effettua progettazione stampi come un vero e proprio capo-commessa. Un unico interlocutore con un solo obiettivo: la soddisfazione e la sicurezza del cliente, in ogni fase di lavorazione. La fonderia è servita da due forni fusori che garantiscono, dopo un attento degasaggio, la qualità del materiale inviato nei forni fusori a bordo macchina. Metalfond S.r.l. dispone di presse a funzionamento completamente automaticoda un minimo di 170 t. ad un massimo di

Fusioni sotto pressione e costruzione stampi

1000 t. che permettono di realizzare pezzi di svariate dimensioni con la possibilità di applicare agli stampi il sottovuoto e la termoregolazione. La clientela si è progressivamente diversificata per settori di attività, con un’importante concentrazione nell’automotive. Il fatturato è generato per il 40% in Italia e per il restante 60% in Europa, con alta concentrazione verso il mercato tedesco. La spinta verso l’esportazione è forte e costante. L'organico è composto da 50 dipendentied i reparti produttivi coprono un'area di circa 8000 mqsviluppati su un territorio di circa 14000 mq. Il ciclo produttivo completo si compone di diverse fasi e prevede una grande versatilità di lavorazioni e

Segna P02489 sul fax richiesta info a pag. 19

produzione. Metalfond S.r.l., fonderia specializzata nella pressofusione alluminio, è in grado di fondere un’amplissima varietà di leghe leggere per soddisfare le più diverse richieste da parte dei clienti: EN AB 46.000 - EN AB 46.100 - EN AB 46.500 - EN AB 47.100 - EN AB 44.100 - EN AB 43.400 - SILAFONT

21 - SILAFONT 36 - MAGSIMAL 59 - PANFOUNDAL 43 Le lavorazioni di fonderia comprendono: FUSIONE ALLUMINIO – PRESSOFUSIONE ALLUMINIO – TRANCIATURA – FINITURA. Progettiamo e costruiamo gli stampi su richiesta dei clienti. La nostra attrezzeria ci permette di

Segna P34083 sul fax richiesta info a pag. 19

La METALPRES S.r.l leader nel settore della pressofusione in lega di alluminio e di zinco, vanta ad oggi oltre 30 anni di esperienza nella produzione e lavorazione, di media e grande serie di prodotti, aventi elevati standard qualitativi. L’azienda è in grado di soddisfare esigenze produttive oltre le 800 Ton. di materiale, di componenti per il settore automobilistico, dei veicoli industriali e serrature di sicurezza ottenuti mediante presse che variano da 180 a 700 Ton.La METALPRES S.r.l. si estende su di una superficie di 10000mq di cui 5000mq coperti. L’ufficio tecnico è costituito da personale altamente

specializzato e qualificato con pluriennale esperienza nel settore , in grado di offrire un ampio supporto al cliente, contribuendo al co-design del particolare, la progettazione degli stampi e delle attrezzature, avvalendosi dei sistemi software di simulazione e progettazione 3D. PRESSOFUSIONE - La materia prima (Lega di alluminio UNI EN 46000) fornita in pani, viene trasformata con l'utilizzo del forno fusorio FERGAL da 10000Kg. Mediante le siviere preventivamente degasate, vengono alimentati i forni di mantecontinua a pag. 10 <

Segna P47959 sul fax richiesta info a pag. 19

I-40054 Budrio (BO) Italy - Via Mori, 6 tel.+39 051 800862 - fax +39 051 803769 www.teknox.net • info@teknox.net

Per la tua pubblicità su

S U B F O R N I T U R A I TA L I A N A te lef ona al num ero 051 606 10 70


PAG.

10

Segna P03721 sul fax richiesta info a pag. 19

¯ continua da pag. 9

macchine: • seghetto a nastro taglio diam. 250 x 1000 • centrointestatrice a frese tovaglier diam. 125 x 1500 • fresa universale iso 40 • fresatestata veloce iso 40 • trapano radiale cono morse 5 • parallelo "cmt" diam. 400 x 1500 • retifica per esterni "fortuna" diam. 300 x 1500 • tornio a cnc padovani diam. 500 x 1500 con lunetta

GULINELLI

Di Mancino Davide

• • • •

• Trattamento superficiale metalli • Elettrolucidatura

Decapaggio Vibrofinitura Brillantatura Burattatura

• Micropallinatura • Lavaggio sgrassaggio

Burattatura - Vibrofinitura Alluminio Ottone Rame Inox Ferrosi in genere Abbattimento rugosità (fino a RA 0,05 - 0,03

• tornio a cnc padovani diam. 400 x 1500 con lunetta • tornio a cnc padovani diam. 400 x 1000 • tornio a cnc padovani diam. 500 x 1500 con lunetta + utensili motorizzati isola di lavoro composta da: • tornio a cnc daewoo • robot rr robotica puma 300** utensili motorizzati autom 50

Segna S0617 sul fax richiesta info a pag. 19

MODENA nimento delle macchine di pressofusione, che variano da 180 a 700Ton. La METALPRES s.r.l. produce particolari di peso che vanno da 4gr. a 3000gr. Inoltre sono disponibili 15 presse oleodinamiche per eseguire la tranciatura dei vari particolari. L’officina costruzione stampi è attrezzata con elettroerosioni a tuffo e centri di lavoro CNC oltre che rettifiche tangenziali. Le lavorazioni meccaniche sono gestite dai software CAD-CAM. LAVORAZIONI: Lavorazione meccanica - L’impiego di macchine automatiche e semiautomatiche nella filettatura e fresatura garantiscono la realizzazione delle perfette esigenze del cliente.

Elettrolucidatura Impianto automatico per elettrolucidatura e decapaggio dell’acciaio inox ad alta produttività, progettato per gestire piccole e grandi serie, dalla minuteria a particolari di grandi dimensioni

Brillantatura Brillantatura meccanica con inserti in acciaio inox su alluminio, rame, ottone e acciaio inox

Via dell’Artigianato, 16 - 18 40050 - Calderino di Monte S.Pietro (BO)

Tel 051 6760271 - Fax 0516761581 www.gulinelli.it gulinellidm@libero.it

Segna P50609 sul fax richiesta info a pag. 19

La METALPRES S.r.l. considera la qualità un punto fondamentale per ogni processo produttivo. Assicurare il miglior standard qualitativo è possibile solo con rigorosi controlli. In produzione vengono eseguiti controlli programmati su tutti i pezzi prodotti, con l’ausilio di strumentazioni speciali e non, quali la macchina di misura tridimensionale, proiettore di profili, radioscopia, durometro, calibri, tamponi. Sabbiatura-barilatura - L’impiego delle sabbiatrici e delle barilatrici assicurano un grado di finitura superficiale conforme alle esigenze del cliente.

Lavorazioni di fresatura e rettifica di parti di macchine utensili

Segna S1614 sul fax richiesta info a pag. 19

ASPORTAZIONE TRUCIOLO E LAVORAZIONI MECCANICHE

FERRARA

Lavorazione e costruzione macchine - tornitura alberame L’azienda nasce nel 1977 da una decennale esperienza del fondatore Tassinari Decenzio nel campo della meccanica in generale. Alla fine degli anni ‘70 sono entrati a far parte della società il Sig. Gilberto e il Sig. Paolo, attuali titolari, i quali hanno voluto creare nel tempo un’azienda sempre attenta alle nuove tecnologie nel campo dell’asportazione del truciolo. La TASSINARI DE CENZIO & C. S.N.C., ha iniziato con la lavorazione di perni per gru e scavatori, fino ad oggi, dove si è specializzata nella lavorazione di alberi e semiassi facenti parte del gruppo cambio e differenziale per autocarri. Il nostro parco

Segna P02443 sul fax richiesta info a pag. 19

O.R.M.U. di Caiti Luciano e Franco s.a.s. Via Salvador Allende, 20 - MODENA

Tel. 059/25.13.04 Fax 059/25.59.837

Rettifica tangenziale c/terzi di piani e guide Affilature lame per Cesoie e Piegatrici Dimensioni max rettificabili mm 7000x1800x1500 Revisione macchine utensili Riparazione e revisione parziale di macchine utensili ed attrezzature

Segna P03848 sul fax richiesta info a pag. 19

BAVIERI ALFEO OFFICINA DI RULLATURA, RETTIFICA S.C., LAPPATURA E NASTRATURA s.r.l.

Azienda Certificata UNI EN ISO 9001-2008

40056 CRESPELLANO (BO) - Via 2 Agosto 1980, 14 (z.i. Via Lunga)

DA OLTRE 30 ANNI PROGETTA E COSTRUISCE BROCCE DI TUTTI I TIPI PER LE PIÙ SVARIATE LAVORAZIONI MECCANICHE INTERPELLATECI PER LE VOSTRE NECESSITÀ Piazza A. Moro, 15-16-17 - 40069 ZOLA PREDOSA (BO) Tel. 051/750436 - FAX 051/758735 www.utilbrocce.it - E.Mail: utilbrocce@utilbrocce.it

Tel. 051/969787 Fax 051/6720218 info@bavierialfeo.190.it

Per la tua pubblicità su

vorazioni di fresatura e rettifica di parti di macchine utensili di grandi dimensioni ( basamenti, montanti, tavole ecc….) e si rivolge a tutte quelle aziende che necessitano di lavorazioni meccaniche di precisione. Esegue revisioni parziali di macchine utensili, inoltre, avvalendosi di collaboratori fidati, è in grado di fornire particolari finiti, in ghisa o carpenteria, su disegno del cliente. L’esperienza acquisita in quarant’anni di attività, la continua ricerca della soddisfazione del cliente e l’estrema flessibilità che di solito contraddistingue la piccola industria, fa di quest’azienda il partner ideale per le ditte che operano nel settore dalla macchina utensile sia a livello nazionale che internazionale. Parco macchine: RESATRICE A MONTANTE MOBILE FPT mod. AREA-EV8 M180 - CENTRO DI LA-

Segna P46354 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P32308 sul fax richiesta info a pag. 19

VISITATE il sito www.ormumodena.com

L’azienda ha iniziato la sua attività nel 1967 in un locale di 150 mq. nel cuore di Modena con lo scopo di produrre particolari meccanici di alta precisione. Il desiderio di crescere e di migliorare, non ché quello di accontentare sempre la clientela adeguandosi al mercato, ha portato l’azienda ad investire sia nell’organizzazione che nei processi produttivi utilizzando tecnologie all’avanguardia e risorse umane qualificate e motivate. Oggi la LUNGARI GIUSEPPE SRL, occupa una sede di 7500 mq. di cui 2400 coperti, dispone di 4 carri ponte per il sollevamento di pezzi fino a 300 q. , di un vasto parco macchine utensili che vanno dalle più tradizionali alle più moderne a C.N.C., nonché apparecchiature elettroniche all’avanguardia per il controllo di tutte le lavorazioni. La LUNGARI GIUSEPPE SRL è specializzata nelle la-

www.bavierialfeo.it

www.tassinari-decenzio.com

Lavorazioni e Costruzioni Meccaniche Tornitura alberame Via della Repubblica, 21 Tel. 051.90.01.32 Fax 051.68.52.336 RENAZZO (Fe) - Località: BEVILACQUA info@tassinari-decenzio.com

S U B F O R N I T U R A I TA L I A N A t elef ona al num ero 051 606 10 70


PAG.

11

Segna P35778 sul fax richiesta info a pag. 19 VORO A PORTALE MOBILE PFG C.N. a 5 assi - RETTIFICATRICE A DUE MONTANTI WMW - RETTIFICATRICE A DUE MONTANTI WMWSZ - RETTIFICATRICE A DUE MONTANTI FAVRETTO-TUP- RETTIFICATRICE A DUE MONTANTI FAVRETTO-FR - RETTIFICATRICE WMW CON TAVOLA GIREVOLE RETTIFICATRICE FAVRETTO CON TAVOLA GIREVOLE - RETTIFICATRICE ATHENA. Il reparto di qualità può contare su di una strumentazione di alta precisione: ALTIMETRO MICRO HITE II COMPLETO DI TASTATORE E STAMPANTE - AUTOCOLLIMATORE RANK TAYLOR HOBSON DA 400 - AUTOCOLLIMATORE JENA mod. AKF 0,5 LIVELLA ELETTRO-

NICA TALYVEL 4 RANK TAYLOR LIVELLA ELETTRONICA NIVELTRONIK - RUGOSIMETRO M4PI COMPLETO DI UNITA TRASLATRICE PFK E TASTATORE NHT6100 - Serie complete di micrometri per interni 140/1250 - Serie complete di blocchetti di riscontro JHONSON fino a 1000 - Piano di riscontro in granito nero 2500 X 2000 mm. - Piano di riscontro in granito nero 2000 X 1000 mm. - Righe e squadre in DIABASE nero assoluto Su richiesta del cliente lavoriamo in free-pass fornendo tutta la documentazione che certifica i controlli fatti sia di processo sia finali.

Segna S1616 sul fax richiesta info a pag. 19

LECCO

Lavorazioni meccaniche di precisione dei metalli

s.n.c. opera in collaborazione con aziende impegnate nel settore aeronautico per la costruzione di componenti di vario genere di alta precisione. L’obiettivo primario è quello di dare la massima soddisfazione al Cliente e di incrementare quindi la presenza sul mercato. Tutto il personale è mobilitato quindi per raggiungere il traguardo delineato. L’efficacia del sistema viene controllato attraverso verifiche ispettive interne affidate a personale qualificato ed attraverso i dati di ritorno dal mercato che vengono sottoposti ad opportune analisi. Il sistema di qualità viene periodicamente revisionato allo scopo di valutarne l’adeguatezza e di individuare opportunità di miglioramento. La costante attenzione alle richieste del Cliente e l’elevata capacità di personalizzazione del prodotto, la flessibilità nel servizio e la qualità ad un prezzo fortemente concorrenziale fanno della Meccanica Muttoni s.n.c. un partner di assoluta affidabilità per tutti quei Clienti che intendono operare in un Sistema di garanzia della qualità e del servizio. Operiamo nel settore della meccanica di precisione, svolgendo le seguenti attività: Costruzione di attrezzature varie, prototipi e pezzi singoli su macchine tradizionali e CNC; Lavorazioni meccaniche di piccoli e medi lotti su macchine utensili a controllo numerico; Lavorazione di fusioni; Lavora-

zione di leghe leggere, acciai speciali, acciai inossidabili, superleghe, leghe non ferrose, materiali temprati, materiali plastici etc.; Manutenzioni. Parco macchine: Centro di lavoro CNC verticale OKUMA MC-40-VA corse utili 764 x 412 - Centro di lavoro CNC verticale OKUMA MX- 55-VB corse utili 1052 x 562 - Centro di lavoro CNC verticale OKUMA MB- 56VA corse utili 1052 x 562 alta velocità Con 4 asse in continuo KITAGAWA 15.000 giri/min 30 HP - Centro di lavoro CNC verticale OKUMA MB-46VA corse utili 764 x 412 alta veloc Tornio CNC OKUMA LB 300-MY-BB ø 400 x 1000 passaggio barra ø 65 Tornio CNC OKUMA LB 15 II ø 400 x 1000 passaggio barra ø 65 - Tornio CNC OKUMA LB 15 II-M ø 400 x 500 pass. barra ø 65 con utensili motorizzati - Tornio CNC OKUMA LB 400 ø 600 x 675 passaggio barra ø 95 - Fresatrici universali visualizzate - Torni paralleli visualizzati - Rettifica interni/esterni – Cesoia – Piegatrice – Trapani - Segatrice a nastro - Saldatrici varie – Puntatrice – Pressa - Sistema CAD-CAM PEPS V7-3D Strumenti di misura vari dai calibri ai tamponi elettronici Marposs. Su richiesta forniamo certificati dei materiali, dei trattamenti, schede di controllo etc.

Segna S1615 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P03696 sul fax richiesta info a pag. 19

N.T.F.M. s.r.l. Nuova trattamenti finiture metalli

CARPENTERIA, SALDATURA, TAGLIO, STAMPAGGIO, LAVORAZIONI DELLA LAMIERA MODENA

Carpenteria Meccanica di Precisione - Taglio laser Tubo e Tubolare

Ditta specializzata in smerigliatura, satinatura, lucidatura, a.c.n. e manuale Per tutte le leghe metalliche di qualsiasi forma più lamiere, tubi tondi, quadri ed ellittici

estremamente importante in un contesto ambientale ove gli insediamenti produttivi sono in fase di sviluppo ed espansione e diventa quindi un punto di riferimento per l’economia locale. L’azienda è specializzata nella costruzione di attrezzature e di particolari in piccole serie destinati prevalentemente ai settori dell’automotive, delle apparecchiature radiografiche e delle telecomunicazioni, oltre che della componentistica per le industrie del packaging. Attualmente Meccanica Muttoni

La nostra azienda vanta un’esperienza pluriennale nella lavorazione meccanica di precisione dei metalli ed a tale scopo dispone di un parco macchine di riguardo, prevalentemente a controllo numerico. La sede produttiva si sviluppa attualmente su un’area totale di circa 800 m2 dei quali almeno 700m2 sono coperti e adibiti a reparti di produzione, uffici e magazzini e vi trovano occupazione oltre 10 dipendenti. La realtà industriale costituita da Meccanica Muttoni s.n.c. diventa

Segna P32652 sul fax richiesta info a pag. 19

Applicazione d’acciaio su ceramica

Nel 1977 con il marchio CBM partiva la prima produzione di carpenteria e da allora l'evoluzione della nostra azienda è

stata graduale e continua. Oggi, la OFF. BORSARI S.r.l. , con la variazione dell'assetto continua a pag. 12 <

Sede amministrativa: Via G. Deledda, 13 - 40050 Monteveglio (BO) Sede legale: Via Claudia, 76 - 41053 Maranello (MO)

Tel 051 960250 - Fax 051 960712 info@ntfm.it • www.ntfm.it Segna P03363 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P22722 sul fax richiesta info a pag. 19

Sghinolfi e Ravaglia s.a.s. di Di Giacinto Piero & C.

TAGLIO AUTOMATICO PER CONTO TERZI

•Ossidazione anodica specializzata in minuterie •Burattatura di: Alluminio, Ottone, Ferro, Rame, PVC •Decappaggio in soda •Ossido duro

TAGLIO LASER LAMIERA TAGLIO LASER TUBO E TUBOLARE

Via San Lorenzo 28 40010 Calcara di Crespellano (BO)

Tel. 051 963143 - fax 051963449

Sala Bolognese (Bo) - Via Labriola, 23

Diamo un “taglio” ai vostri tubi

www.sr-2000.com e-mail: info@sr-2000.com

Tel. 051/681.42.25 - Fax 051/681.42.23 www.emmeti-srl.it

emmeti@emmeti-srl.it

Segna P27783 sul fax richiesta info a pag. 19

s.n.c.

C. i Marco & di Poluzz

by TUBEMATIC ...I NOSTRI "NUMERI" : MATERIALE LAVORABILE FE; INOX; AL;TITANIO SORGENTE 3200 W SPESSORE MINIMO0.5 mm SPESSORE MASSIMO 10mm Fe - 8mm Inox 5mm Al - 3mm Titanio PESO MAX BARRA 150 Kg LUNGHEZZA BARRA

6500 mm Diam. MIN Diam. MAX Diagonale MAX PER PROFILI

10 mm 220 mm 211 mm

PLANARITÀ TAGLIO SU Diam. 219 0.1 mm QUADRO MAX 150 x 150 x 6 RETTANGOLO MAX 180 x 80 x 6

41032 CAVEZZO (MO) - Via F. Santi 333/a - Tel. 0535-58763 - Fax 0535-59713

e-mail: offborsari@virgilio.it

http:www.off.borsari.it

SALDOBRASATURA SALDATURA SEMIAUTOMATICA A FILO, A TIG E AD ARCO PULSATO

SU TUTTI I METALLI CARPENTERIA IN FERRO E COSTRUZIONI METALMECCANICHE CONTO TERZI

Scrittura e loghi su metalli

40010 S. Matteo Decima (BOLOGNA) - Via Sardegna,32

Tel

P ER PUBBLICARE GRATUITAMENTE

e Fax

051 682 6036

Taglio automatico per conto terzi Taglio a disco La precisione ottenibile mediante questo tipo di taglio è compresa tra ± 0,2 mm per la lunghezza di taglio e riporta ad un errore max di perpendicolarità rispetto alla generatrice principale della barra di circa 0,25 mm. Taglio a nastro Ideale per il taglio di barre di grande diametro o per il taglio a pacco multibarra, presuppone un grado di lavorazione più grossolano , tale da richiedere nella maggioranza dei casi una successiva rilavorazione dei particolari. Lo spessore dell’utensile utilizzato (2,2 mm) consente però di compiere una notevole economia in termini di materiale impiegato limitando lo sfrido di lavorazione. Attualmente siamo in grado di tagliare a misura barre con diametro sino a 520 mm (500 mm per sezioni quadre) di qualsiasi tipo di materiale commerciale. La lunghezza massima di ogni singolo taglio è di mm. 1.000.

e-mail:metgp3000@libero.it

UN

A RTICOLO R EDAZIONALE

SULLA

T UA A ZIENDA : informazioni a pag. 5


PAG.

12

¯ continua da pag. 11

societario, i nuovi investimenti tecnologici e la nascita del nuovo marchio aziendale, siamo pronti per affrontare il terzo millennio ... I nostri clienti operano nei più vari settori industriali, naturale quindi che presentino richieste estremamente differenziate, soprattutto nel "servizio" che dobbiamo aggiungere al prodotto. Abbiamo strutturato l'azienda in modo da offrire sempre la massima flessibilità di risposte: cicli automatici per i grandi volumi e un'ampia gamma di cicli di lavorazione manuale per gestire piccoli lotti e campionature. Produciamo carpenteria medio-leggera per conto terzi con l'utilizzo di taglio laser, lavorazioni di punzonatura, piegatura, calandratura, saldatura

robotizzata e manuale, ulteriori lavorazioni meccaniche, trattamenti superficiali di verniciatura, zincatura, foresi e montaggi. Dal disegno all'assemblaggio finito fino alla fornitura completa di imballaggio pronto per la gestione a magazzino del cliente, ogni passaggio è seguito con attenzione e controllo della qualità, con la consapevolezza che oggi, per essere scelti ed apprezzati non è sufficiente essere competitivi soltanto nel prezzo, ma occorre soddisfare sempre più e sempre meglio la clientela. Gli obiettivi raggiunti ci dimostrano che questo rappresenta in assoluto, per noi e per i nostri clienti che ci hanno scelto, l'investimento più redditizio.

fornire un prodotto funzionale collaudato in ogni sua parte. Parazza s.rl. esegue: - Dentature esterne diritte da M 0,5 a M 45 con Diametri da 10 a 5000 - Dentature esterne elicoidali da M 0,5 a M 45 con Diametri da 10 a 5000 - Dentature interne diritte da M 0,5 a M 30 fino a fascia 550 con Diametri da 20 a 5000 - Dentature interne elicoidali da M 0,5 a M 16 con Diametri da 200 a 5000 - Ingranaggi con dentature bombate - Ingranaggi con dentature bielicoidali - Dentature di rotori per compressori di varie dimensioni secondo il vs. disegno

- Alberi scanalati di qualsiasi tipo: DIN,UNI,SAE, ... - Viti senza fine da M 0,5 a M 25 o con profilo Trapezoidale (TPN) - Corone per viti senza fine tagliate anche con ferro a mosca. - Puleggie per cinghie dentate - Ruote dentate per catene a rullo - Cremagliere a denti diritti/elicoidali da M 0,5 a M 25, anche rettificate - Lavorazioni di brocciatura - Stozzatura di qualsiasi tipo con controllo sui 4 assi per un'altezza utile di 800/1.100

Segna S0372 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna S0700 ELETTROMECCANICA,

sul fax richiesta info a pag. 19

ELETTROTECNICA, ELETTRONICA TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI, FINITURA E VERNICIATURA INDUSTRIALE BOLOGNA

Tempra sotto pressa

La TT srl è un’azienda che si occupa esclusivamente di trattamenti termici conto terzi da oltre 20 anni ed è certificata ISO da 15 anni. Questo trattamento innovativo viene realizzato su un nuovo impianto completamente automatico e robotizzato garantendo una precisione estrema ed una ripetibilità costante dei cicli per rispondere alle esigenze del mercato. La lavorazione di Tempra sotto Pressa viene effettuata dopo Trattamento di Cementazione e serve a mantenere invariata la geometria dei particolari trattati con tolleranze minime, che con una tempra classica non sono ottenibili. Si possono lavorare corone coniche, piane, manicotti ed anelli con diametri fino ad un massimo di 650 mm. I nostri Tecnici sono in grado di fornire ulteriori delucidazioni per soddisfare qualsiasi richie-

sta mettendo al servizio del Cliente esperienza e competenza nel campo dei Trattamenti Termici. La TT srl fa parte di un gruppo di Aziende ed insieme alle consociate è in grado di eseguire tutte le tipologie di trattamento termico dei metalli e delle leghe di alluminio che possiamo riassumere in: Cementazione / Tempra – Tempra sottovuoto di acciai speciali – Rinvenimento – Carbonitrurazione – Bonifica in Atmosfera – Ricottura isotermica e bonifica in olio su grezzi– Bonifica Alluminio – Solubilizzazione – Invecchiamento – Nitrurazione morbida e gassosa– Normalizzazione – Tempra Induzione in alta e media frequenza – Raddrizzatura – Sabbiatura – Magnetoscopia.

Segna S1289

s.n.c ha a disposizione del personale qualificato che opera nel reparto di assemblaggio PTH manuale. Per offrire un servizio sempre più completo ai suoi clienti operiamo anche nel campo del cablaggio di fili elettrici. Tali operazioni sono effettuate mediante l'utilizzo di due macchine: Komax GAMMA 333PC - Schleuniger Power Strip 9500 . Per poter far fronte anche a lavorazioni di vecchio tipo e/o che tutt'ora ne richiedano l'utilizzo, effettuiamo anche saldature con piombo grazie ad una Essepi S/300 s. Per tenere il passo con i tempi e poter operare a 360 gradi disponiamo di macchine in grado di effettuare saldature senza l'utilizzo di piombo. Questo rappresenta le ultime novità nel campo della saldatura di materiali elettronici. La macchina utilizzata è una Folungwin FL-MD450 LeedFree. Per offrire prodotti sempre perfetti l'ultima tappa delle schede prodotte dalla Montel s.n.c. consiste in una scrupolosa revisione da parte di operai specializzati e di appositi macchinari di ultima generazione. Dopo un riscontro positivo della revisione si passa al collaudo in-circuit in modo da testare l'effettivo buon funzionamento del prodotto.

La Montel s.n.c. tra i tanti reparti di cui è composta ne inuno mirato clude all'assemblaggio su plastiche e meccaniche; consiste nel montare direttamente in fabbrica i componenti elettronici prodotti su altri prodotti forniti dal cliente (siano essi di materiale plastico che metallico) in modo da poter fornire alla fine di tutto il processo un prodotto finito. Da ditta affermata nel settore nel quale opera la Montel s.n.c. collauda e controlla minuziosamente tutti i prodotti risultati dalle proprie operazioni produttive, con il fine di offrire al cliente solo prodotti funzionanti in tutte le loro parti. Operiamo anche nel settore della meccanica pesante, più nel dettaglio nella realizzazione e nell'assemblaggio di componenti quali motori elettrici destinati all'automazione di strutture meccaniche, come ad esempio motori per cancelli elettrici ecc. Per far fronte ad improvvisi ordini che necessitano anche di essere consegnati rapidamente al cliente, teniamo un magazzino per i componenti e utilizziamo un mezzo per il trasporto dei prodotti.

Segna S1611

INGRANAGGI MINUTERIE METALLICHE, SEMILAVORATI BOLOGNA

Costruzioni ingranaggi

sul fax richiesta info a pag. 19

MECCANICHE, FLUIDICHE, ELETTRICHE TERAMO

Assemblaggio componenti elettronici e cablaggio nel settore del cablaggio di cavi elettrici. Nel reparto SMD avviene il montaggio dei componenti SMD (Surface Mouting Device) attraverso l'uso di macchinari automatici di ultima generazione che hanno bisogno di personale specializzato per la loro programmazione. Il processo si articola in 3 fasi: serigrafia SMD - posizionamento dei componenti SMD passaggio nel forno SMD. Per dove le macchina non possono operare la Montel

Parazza è un’azienda specializzata nella lavorazione e costruzione completa per conto terzi di ingranaggi di piccole e grandi dimensioni. L’esperienza acquistata ci permette di soddisfare qualsiasi esigenza sulla base di disegni e/o campioni forniti dal cliente, e l’esecuzione di ingranaggi di

P ER PUBBLICARE GRATUITAMENTE

UN

Progettazione e costruzione di apparecchiature elettroniche

sul fax richiesta info a pag. 19

ASSEMBLAGGIO E MONTAGGIO DI PARTI

La MONTEL S.n.c. inizia la sua esperienza in Svizzera negli anni settanta. Dal 1985 comincia la sua attività in Italia operando nel settore elettronico, dall'assemblaggio di componenti elettronici al montaggio degli stessi su parti plastiche e meccaniche fino ad ottenere un prodotto finito; tutte queste lavorazioni vengono eseguite per conto terzi. In seguito, sempre per fornire un servizio migliore e completo alla nostra clientela, ci siamo specializzati anche

RAVENNA

più svariati tipi in struttura, dimensione e materiale, garantendone la qualità e la precisione. Ogni ingranaggio viene infatti sottoposto ad accurato controllo grazie a personale specializzato, attraverso operazioni gestite elettronicamente e sistemi computerizzati al fine di

A RTICOLO R EDAZIONALE

SULLA

G.R. elettronica nasce nel 1979 quale impresa di progettazione e costruzione di apparecchiature elettroniche di tipo Custom. Attualmente può contare su un' area di oltre 1000 mq di cui oltre 600mq per la parte produttiva e 120 mq per uffici. Abbiamo la capacità di gestire il prodotto durante tutte le fasi del suo sviluppo, dal progetto al prodotto finito. Effettuiamo il coordinamento diretto di tutte le fasi produttive che concorrono alla realizzazione di un prodotto: analisi tecnica per la definizione delle specifiche in stretta collaborazione con il Cliente; supporto per la stesura della manualistica, il rispetto delle normative e l'applicazione di marchi; progettazione di schemi elettrici e realizzazione di master per circuiti stampati (PCB - Printed Circuit Board); sviluppo di software per microcontrollori; assistenza per la progettazione delle parti meccaniche e plastiche; ingegnerizzazione e realizzazione della preserie; verifiche di precompatibilità EMC; industrializzazione del prodotto per ottimizzare la produzione; creazione di grafiche personalizzate; doppia linea per le produzioni elettroniche in tecnologia tradizionale TH (con e senza piombo in base alle richieste del cliente e alle normative europee); linea di produzione con tecnologia di montaggio superficiale (SMT); collaudi e verifiche funzionali sul 100% della produzione; assem-

blaggio della scheda elettronica con parti meccaniche e plastiche; cablaggi di parti elettriche con il supporto di macchinari per il taglio e la lavorazione dei cavi compreso aggraffature di terminali; finitura del prodotto, identificazione ed imballo; tracciabilità produttiva delle azioni effettuate e dei materiali critici. G.R. elettronica opera da tempo nel campo della Grande Distribuzione. Alcuni dei maggiori clienti sono fornitori di allestimenti per supermercati: dagli arredi ai banchi cassa, dagli impianti elettrici alle soluzioni di illuminazione. In questo settore la funzionalità e la sicurezza degli impianti è associata a soluzioni innovative del punto di vista del design e rivolte al consumatore finale. Tra i punti di forza di G.R. elettronica in questo settore si hanno: Progettazione e Costruzione di Quadri Elettrici per il controllo dei Banchi Cassa dei Supermercati Cablaggio e Assemblaggio di Plafoniere a Neon per l'Illuminazione di Scaffali ed Espositori - Insegne luminose ed illuminazione con tecnologie elettroniche a LED - Allarmi e controlli accessi e vetrine espositive. Il nostro Ufficio Tecnico e' a vostra disposizione per consigliarvi la tecnologia piu' adatta alle vostre esigenze.

Segna S1612 sul fax richiesta info a pag. 19

T UA A ZIENDA : informazioni a pag. 5


PAG.

Segna P45959 sul fax richiesta info a pag. 19

STAMPAGGIO E LAVORAZIONE

TORINO

DELLA PLASTICA E DELLA GOMMA

Produzione di serie e su campionatura di articoli stampati in materia plastica.

BOLOGNA

Stampaggio materie plastiche

EMILPLASTICA è stata costituita nel 1990 come naturale proseguimento della Ditta ZANICHELI RINALDO che da oltre 30 anni stampava materie plastiche. L'azienda ha ottenuto la certificazione del proprio sistema di qualità (ISO 9001:2008) dal 1997. Attualmente possediamo un parco macchine di 13 presse (Negri & Bossi, Battenfeld; Engel) che vanno dalle 25 alle 165 ton. Le presse sono tutte abbastanza recenti (dall'anno 2008 a oggi) e tutte già dotate di controllo a microprocessore. Siamo inoltre in grado di progettare e portare alla realizzazione di stampi dal prototipo allo stampo definitivo sia per piccole serie che per produzioni più consistenti. Tra i vari articoli che produciamo realizziamo anche le catene d'orientamento e distanziatici a clip per tende tecniche e zanzariere. La nostra azienda ha oltre 35 anni di esperienza nello stampaggio di articoli tecnici con tecnopolimeri e gomme da stampaggio in vari settori: Settore automotive (stampaggio di articoli con o senza inseri-

mento di inserti o supporti, valvole, passacavi, boccole in genere) Edilizia (supporti, guarnizioni, rondelle sottotesta e sigillanti in gomma) - Nautica (ingranaggi, bloccaggi) - Microelettronica (supporti per cellule fotoelettriche, passacavi, portafotoelementi, ecc.) Ruote, ingranaggi e carter in genere anche co-stampati. Siamo produttori diretti di catene per tende verticali, a pacchetto, plissettate, zanzariere, ecc. Produciamo catene di orientamento passo 6 e 12 mm e catene distanziatici per contrappesi passo 90 e 127 mm. Abbiamo diversi clienti nel settore odontotecnico in quanto abbiamo maturato una buona esperienza nello stampaggio di particolari calcinabili, barre, sfere, perni, cappette ritentive con o senza inserimento di elementi in titanio, oro, platino, ceramica, ecc). Stampiamo contenitori, membrane, particolari per macchine per imballaggio di prodotti alimentari.

Segna S1613 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P23653 sul fax richiesta info a pag. 19

Fondata nel 1986 la Ditta Brasola Lino, dai primi anni '90 si è affermata nei settori della componentistica ad alto contenuto tecnologico quali auto, sportivo, edile, promozionale, ecc... Grazie al titolare, la nostra azienda dispone di un elevato Know-how tecnologico in grado di elargire consulenze sull'intero ciclo di vita di un nuovo prodotto. L'Azienda lavora su una superficie coperta di oltre 2.500 mq ed occupa 15 dipendenti. Lo STAMPAGGIO viene anche effettuato con tecnologia GIT(Gas Injection Technology). In questo modo è possibile ottenere pezzi cavi con sezioni uniformi, maggiore leggerezza e risparmio di materia prima. Le PROVE STAMPI effettuate da personale altamente specializzate e la lunghissima esperienza tecnica del Titolare sono garanzia di qualità assoluta. La REALIZZAZIONE dei pezzi viene effettuata con un costante monitoraggio deiparametri di progettazione. Il CONTROLLO della Qualità avviene in Azienda con sistemi e strumenti avanzati: Strumenti di misurazione tridimensionale - Strumenti di misurazione bidimensionale - Durometro - Misuratore digitale di profondità - Dinamometro Elettronico. La forza della Brasola Lino sta nella capacità di riuscire ad ideare e mettere in produzione, in modo

13

semplice e funzionale, attrezzature complesse e con un elevato livello di difficoltà. In particolare per il settore auto, la Brasola Lino è anche in grado stampare anche su tessuto. L'azienda lavora inoltre per importanti Clienti del settore della componentistica auto ed elettrodomestico. La nostra azienda produce direttamente i componenti plastici per i nostri Clienti utilizzando gli stampi di proprietà cliente o da definirsi secondo le varie necessità. La Brasola Lino può vantare tra i propri Clienti: Primarie aziende nazionali e multinazionali del settore della componentistica auto, Primarie marche internazionali specializzate nella realizzazione di attrezzature per l'edilizia, Aziende leader a livello mondiale nella fornitura di attrezzature sportive (in particolare per importantatissimi brand dello SCI), Grandi aziende europee per il settore dell'hobbistica e del bricolage. La Brasola Lino offre ai propri Clienti un servizio altamente tecnologico a quotazioni competitive. Si propone pertanto a qualsiasi Cliente che voglia instaurare un rapporto consolidato e basato sulla Qualità, Tecnologia edEfficienza.

Segna P12477 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna S1618 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P02451 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P17089 sul fax richiesta info a pag. 19

Officina meccanica di precisione con C.N.C. * lavorazione di rettifica e lappatura di particolari meccanici di medie e grandi dimensioni: canotti, assi mandrino, carri, ingranaggi, utensili, pignoni, cilindri, pistoni in aisi e materiali con riporto ecc.,per escavatori, carrelli sollevatori, turbomacchine, macchine agricole , macchine utensili, carrelli di aerei, ecc. * controllo ND magnetoscopico sui particolari dopo lavorazione per la rilevazione di difetti superficiali, con rilascio di certificati di conformità. Anche su particolari lavorati da terzi * impiego di macchinari tecnologicamente avanzati * sofisticata sala collaudo dotata di una macchina di misura a coordinate ZEISS, rotondimetro, rugosimentri, durometri per durezze HV, HB, HRA-HRB-HRC, proiettore di profili, Trimos per azzeramento di micrometri, alesametri e rilascio certificati di collaudo, anche su particolari lavorati da terzi.

Via Francia, 5 35010 VIGONZA (PD) Tel. 049.8930194 r.a. Fax 0498932191 www.rettificanord.net tecnico@rettificanord.com

Per la tua pubblicità su

S U B F O R N I T U R A I TA L I A N A te lef ona al numero 051 606 10 70


PAG.

14

A MECSPE 2012 l’automazione è la protagonista d’eccellenza Promuovere ricerca e innovazione, favorendo lo scambio di know how tra gli operatori del settore manifatturiero: questi gli obiettivi di MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione organizzata da Senaf, che tornerà dal 29 al 31 marzo 2012 a Fiere di Parma. L’area espositiva conterà otto saloni tematici - per mostrare il meglio delle produzione in termini di meccanica, controllo e automazione, logistica, stampi e stampaggio, lavorazione delle materie plastiche, subfornitura e applicazioni nell’automotive - che verranno affiancati per il terzo anno consecutivo da Impianti Solari Expo, l’unico evento B2C dedicato alle energie rinnovabili per l’industria. Per permettere ai visitatori di orientarsi al meglio, il layout di manifestazione è stato definito con una precisa ripartizione delle zone merceologiche “i quartieri tematici” - la cui segnaletica sarà caratterizzata da una differenziazione cromatica e da strumenti di visual

design studiati ad hoc ai quali si affiancheranno le isole di lavorazione spazi in cui le aziende daranno prova del funzionamento dei loro macchinari, sviluppando un particolare tema di lavorazione e le cinque Unità dimostrative dal Progetto all’Oggetto, che metteranno in scena la creazione di un oggetto originale e realizzato ad hoc, dalla sua progettazione sino alla sua realizNell’area zazione. Logistica, in tema di unità dimostrative, si potrà poi ammirare il prototipo di un fashion store, realizzato dal Rfid Lab dell’Università degli Studi di Parma, che mostrerà i vantaggi di avere un punto vendita interamente gestito tramite tecnologia Rfid e la Kart Factory® di Jmac, un’area dimostrativa di un percorso di formazione basato sulla Lean Production e sul principio dell’esperienza, dell’errore e del gruppo. Tornerà anche l’appuntamento con le piazze dell’eccellenza, l’iniziativa che - attorno al prodotto finito – ripropone l’intera filiera che ha con-

Per la tua pubblicità su

tribuito alla sua realizzazione, esaltando l’eccellenza industriale delle imprese italiane e dei loro subfornitori. L’automatizzazione dei sistemi di produzione sarà al centro della Piazza dell’eccellenza della Meccatronica, progetto realizzato con la collaborazione di MESAP, Polo di Innovazione della Meccatronica e dei Sistemi Avanzati di Produzione della Regione Piemonte, nella quale verranno presentati progetti di eccellenza di applicativi di meccatronica per l’industria manifatturiera. Automazione protagonista anche nella Piazza della Logistica avanzata che vedrà un ciclo di conferenze, incontri e dibattiti inerenti la presentazione di applicativi della tecnologia Rfid, realizzata in colla-

borazione con Rfid Lab e case history di Lean Production di aziende provenienti dai diversi settori industriali tra cui aerospaziale, motorsport e alimentare a cura del Ledell’Università anclub LIUC di Castellanza. Ampio spazio sarà poi dato alla sostenibilità ambientale con la Piazza della tecnologia eolica e la Piazza della mobilità sostenibile e del veicolo elettrico: nella prima Enatek, start-up livornese, presenterà in esclusiva il progetto di una turbina eolica orizzontale, giunto ora alla fase di industrializzazione; mentre nella seconda, all’esposizione di tecnologie dedicate al settore e veicoli elettrici di diversa natura (cicli – motocicli – vetture) si affiancheranno di momenti di dibattito a cura degli

espositori e di prestigiosi centri di ricerca e università. L’offerta espositiva si completa con una serie di appuntamenti formativi d’alto livello. Oltre alla proposta di convegni pensati per l’aggiornamento degli operatori e organizzati dalle associazioni di categoria, con la collaborazione delle riviste del Gruppo editoriale Tecniche Nuove, di centri di ricerca e Università, si aggiungono cicli di speech. All’interno delle Piazze dell’Eccellenza, verranno organizzati da aziende e associazioni, brevi momenti di approfondimento che spieghino e contestualizzino quanto proposto a livello espositivo. Fiore all’occhiello di MECSPE 2012, il Premio Leonardo da Vinci un riconoscimento assegnato ogni anno dall’Associazione Italiana Progettisti Industriali e ideato per valorizzare la figura del Progettista Industriale, ovvero di colui che abbia portato un valido contributo all’interesse comune mediante notevoli realizzazioni innovative nel campo tecnico.

Gli otto saloni di MECSPE: MECSPE - la città della meccanica specializzata ; Eurostampi e Plastix Expo - il mondo degli stampi e dello stampaggio -; Subfornitura - la più grande fiera italiana per le lavorazioni in conto terzi ; Motek Italy – l’automazione, la robotica e le trasmissioni di potenza -; Control Italy – la metrologia e la qualità -; Automotive – i materiali, le tecnologie e la subfornitura per l’industria dei trasporti -; Logistica – i sistemi per la gestione della logistica , le macchine e le attrezzature.

I numeri dell’edizione 2011 50.000 mq, 1.091 aziende espositrici, 26.174 visitatori (+ 15% rispetto all’edizione 2010), 10 delegazioni di buyer provenienti da Paesi Esteri, 36 isole di lavorazione con macchine funzionanti, 14 viali tematici, 8 piazze dell’eccellenza

S U B F O R N I T U R A I TA L I A N A t ele fo na al nume ro 051 606 10 70


PAG.

15

Segna P31137 sul fax richiesta info a pag. 19

SERVIZI ALLE IMPRESE - QUALITÀ, SICUREZZA, PROVE E ANALISI, RICERCA E SVILUPPO, RICICLAGGIO, ALTRI SERVIZI BOLOGNA

BERARDI BULLONERIE – LEE SPRING: EFFICIENZA PER VOCAZIONE

Dal 1919 Berardi Bullonerie si pone sul mercato come azienda leader per la distribuzione di viteria , bulloneria e prodotti speciali torniti o stampati fatti secondo i dise-

gni dei clienti .La sede di Castel Guelfo (BO) può contare su un magazzino oltre 6.000 metri quadrati, con 35 mila articoli a stock oltre a un’efficiente rete di undici tra filiali e

depositi presenti su tutto il territorio nazionale. Dal 2011 Berardi Bullonerie è partner dell'azienda americana Lee Spring leader nella fornitura di molle a disegno e molle di precisione a catalogo che gestisce 20.000 codici di molle tutte disponibili nel magazzino europeo. La flessibilità nella realizzazione di molle a disegno del cliente, la rende utile a risolvere i problemi incontrati da chi opera nella parte tecnica, produttiva e acquisti. La capacità produttiva di Lee Spring parte dal diam. filo di 0.127 mm. fino a 15.88 mm e propone il prodotto comprensivo di pulizia ad ultrasuoni, passivazione, verniciatura a polvere, trattamento termico e lucidatura . I materiali utilizzati vanno dall’acciaio armonico ad una serie di leghe tra cui l'acciaio inossidabile 316 e 17-7, Inconel 600, fosforo bronzo, rame berillio e Hastelloy.

Segna 4107 sul fax richiesta info a pag. 19

CLUB DI PRODOTTO EXPORT BOLOGNA

KAZAKISTAN - BULGARIA - ROMANIA Poichè il rilancio della filiera meccanica e ad alta tecnologia passa anche dallo spostamento del baricentro commerciale dai mercati saturi a quelli emergenti, la strategia dell'aggregazione fra Pmi eccellenti diventa il modello più sostenibile, efficace, immediato. Edibit Srl, in collaborazione con la società di consulenza Cesa International Srl, promuove la costituzione di CLUB DI PRODOTTO settoriali mirati a precisi mercati obiettivo. Promossi e gestiti direttamente dalle imprese per le imprese, al fine di promuovere veri e propri club di filiera sui mercati a più alto potenziale. Il gruppo di lavoro, già operativo sui mercati di Federazione Russa, Stati Uniti, Comunità degli Stati Indipendenti, adotta strumenti operativi beneficiari dei contributi pubblici per le aggregazioni fra imprese e la promozione delle esportazioni (legge 83/89 e legge 99), permettendo:

l’abbattimento del 40% dei costi di marketing estero attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto. • l'ulteriore sensibile abbattimento dei costi di marketing estero grazie all'azione congiunta fra imprese in filiera • la maggiore efficacia competitiva sui mercati esteri grazie all'appartenenza ad una filiera referenziata (solitamente 8 imprese per progetto) rispetto alla promozione singola su mercati ad alta crescita e per questo insicuri e complessi

l’uniOnE fa la fOrza A.A.A.

giornale della

2 1 IN

la PIÙ grande rivista di informazioni e annunci per il commercio dei prodotti e dei servizi per l’industria meccanica e delle lavorazioni conto terzi

+ lettori + copie + visibilità

UNICA RIVISTA

• il supporto costante in materia di finanziamento delle esportazioni e gestione dei pagamenti internazionali Per quanto sopra e sulla base di ulteriori finanziamenti disponibili sui mercati a seguire e valevoli sui settori di mercato dell'edilizia, della sostenibilità energetica e dell'innovazione tecnologica,

EDIBIT SRL e CESA INTERNATIONAL SRL PROMUOVONO 3 diverse aggregazioni mirate a promuovere la filiera meccanica, ecoindustriale e infrastrutturale-edile in: 1. 2. 3.

KAZAKISTAN BULGARIA ROMANIA

Segna S1617 sul fax richiesta info a pag. 19

Per avere informazioni sulle pubblicità e sui redazionali pubblicati compila il FAX RICHIESTA INFO a pagina 5


PAG.

16

Segna P39368 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P51753 sul fax richiesta info a pag. 19

Segna P47107 sul fax richiesta info a pag. 19

Per avere informazioni sulle pubblicitĂ e sui redazionali pubblicati compila il FAX RICHIESTA INFO a pagina 5


¯ continua da pag. 8

paG. 17

eco-industria ec o-industria inserto redazionale dedicato a : • prodotti • tecnologia • ambiente • Energia • Ecologia • infrastrutture

eco-industria ec o-industria

eco-industria ec o-industria

ECO-EnErGia

SOLARE TERMICO: ITALIA SECONDA IN EUROPA "Nel solare termico, l’Italia è il secondo mercato in Europa dopo la Germania, con una capacità totale installata di 2,7 milioni di metri quadri, pari a quasi 2,0 GWth, e un volume d’affari di mezzo miliardo di euro (+3% nel 2010 rispetto all’anno precedente). Gli occupati nel settore sono circa 15.000". È quanto ha dichiarato oggi Valeria Verga, segretario generale di Assolterm, l’Associazione Italiana Solare Termico, intervenuta a un convegno di EnerSolar+ 2011, l’evento dedicato alle energie rinnovabili che proseguirà fino a domani, sabato 19 novembre, a fieramilano, Rho. "Il dato è importante, ma se consideriamo l'installato pro capite il panorama cambia, a indicare significativi margini di sviluppo che più che dal sole, di certo non scarso nel nostro Paese, dipendono da un quadro legislativo finora poco favorevole a un adeguato sviluppo del solare termico - ha proseguito Valeria Verga - La densità di impianti solari termici installati in Italia, infatti, è ancora al di sotto della media europea, nonostante le grandi potenzialità. Insomma, molto è stato fatto, ma resta ancora tanto da fare". Per avviare il pieno sviluppo del settore in Italia sarebbe infatti necessario prevedere un adeguato sistema di incentivazione, che copra le diverse tecnologie e applicazioni, e bisognerebbe adottare altri provvedimenti quali, ad esempio, l’integrazione architettonica e la semplificazione amministrativa, unite a una sempre maggiore informazione, formazione e ricerca. "La nostra è un'industria comprendente grandi aziende termoidrauliche e piccole e medie imprese specializzate nel solare, che ha raggiunto un notevole livello di sviluppo, crea occupazione e ricchezza in Italia e ha concentrato molti dei suoi sforzi, nonostante una scarsa attenzione da parte delle istituzioni, nella qualità dei prodotti e dei processi produttivi, nella professionalizzazione dei servizi offerti e nell'innovazione tecnologica", ha concluso il segretario ge-

eco-industria ec o-industria

nerale di Assolterm. Al convegno è intervenuto anche Marco Calderoni del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano, che si è soffermato sulla tecnologia del raffrescamento solare. "Il solar cooling ha da sempre destato molto interesse da parte tanto degli utenti finali, quanto del legislatore, nonché di quelle realtà, pubbliche e private, che a vario titolo si occupano di energie rinnovabili - ha affermato Calderoni - Alla base di questo interesse ci sono diverse ragioni: da una parte il solar cooling rappresenta una soluzione affascinante sul piano tecnologico, se si pensa che sfrutta il calore solare per produrre freddo; dall'altra contribuisce a risolvere l'annoso problema del carico delle reti elettriche in estate che, negli ultimi anni, è aumentato significativamente proprio a causa del crescente utilizzo di sistemi di climatizzazione dell'aria alimentati da energia elettrica. A oggi, tuttavia, il solar cooling non ha conosciuto lo sviluppo che ci si attendeva alcuni anni fa - ha proseguito Calderoni - principalmente a causa di costi d'investimento piuttosto elevati e della mancanza, soprattutto in ambito residenziale, dove il solare termico è maggiormente diffuso, di impianti di distribuzione del freddo all'interno degli edifici. Oggi si presenta però una nuova, interessante opportunità per questa tecnologia: la direttiva europea rinnovabili e il recepimento italiano tramite il decreto legislativo 28/11, infatti, estendono gli obblighi di utilizzo di impianti ad energie rinnovabili anche alla climatizzazione estiva, dove a tutt'oggi scarseggiano le soluzioni rinnovabili. Grazie anche agli sviluppi di mercato degli ultimi anni, con la nascita di molti prodotti di nuova concezione, è quindi lecito attendersi un interessante sviluppo del solar cooling in Italia e in Europa". Oggi, nell’ambito di Greenergy Expo, evento che rientra in EnerSolar+ 2011, si è discusso anche delle potenzialità e del contributo alle rinnovabili della geo-

termia, un’energia che suscita grandi aspettative e ha notevoli potenzialità. Se comparata ad altre fonti, infatti, offre diversi vantaggi, dovuti al fatto che il calore contenuto nella crosta terrestre è una fonte inesauribile e continua di energia. Secondo i dati del Manifesto della Geotermia da Associazione Termotecnica Italiana, Consiglio Nazionale dei Geologi e Ugi (Unione Geotermica Italiana) entro il 2020 il nostro Paese dovrebbe raggiungere una potenza installata di 1.500 MWe, con una generazione di 10 miliardi di kWh/anno, pari al fabbisogno elettrico di nove milioni di abitanti. A questo va aggiunto che il previsto sviluppo della geotermia al 2020, eviterà di scaricare in atmosfera dalle otto alle dieci tonnellate di CO2 all’anno. Le buone prospettive del settore sono state confermate anche da un rapporto della società di ricerca americana Pike Research, secondo cui entro il 2012 a livello globale si registrerà un aumento del 134% del totale della capacità geotermica. Se queste previsioni si dovessero avverare significheranno il raddoppio dell'attuale capacità di 10,7 GW, che potrebbe arrivare fino a 25 GW. Molto interessante è stato inoltre il dibattito sui biocarburanti che, come ricordato da Maria Rosaria Di Somma, direttore generale di AssocostieriUnione Produttori Biocarburanti,"contribuiscono in maniera significativa all’abbattimento delle emissioni sia in termini di CO2 che di polveri sottili nel settore dei trasporti". Da quanto è emerso oggi il settore è in espansione e le prospettive sono ottime, anche per l’apporto che i biocarburanti possono fornire allo crescita complessiva delle energie rinnovabili e per l'importanza strategica del settore, primario per centrare gli ambiziosi obiettivi di sviluppo delle rinnovabili al 2020.

ECO-prOdOttO

MASSIME PRESTAZIONE E DURATA NEL COLLETTORE SOLARE SOTTOVUOTO UT 10/1.8 FIRMATO SOLARKEY È firmato Solarkey il collettore sottovuoto UT 10/1.8 che, grazie all’esclusiva tecnologia direct-flow, assicura all’utente massima prestazione e massima durata. Efficacia ed efficienza sono garantite rispetto alla tecnologia tradizionale U-Type, tradizionale proposta del catalogo Solarkey. Il nuovo sottovuoto a flusso diretto coassiale (direct-flow) si distingue infatti per il nuovo meccanismo di funzionamento che avviene all’interno delle tubature: l’acqua fredda, mentre scorre nel tubo di discesa da 8 mm, si pre-riscalda a contatto con quella che sta risalendo esternamente. La consistente larghezza di ben 15 mm di diametro del tubo coassiale di risalita - caratteristica specifica del collettore Solarkey – consente di ottenere una bassa velocità in una superficie di scambio molto elevata. La prestazione è inoltre amplificata dall’ottimo isolamento termico consentito dal maggior spessore del tubo. Ciò si traduce in maggiore scambio di calore e risultati eccezionali di prestazione a vantaggio dell’utente. La massima durata è garantita dalla qualità dello scambiatore in rame oltre che dalla resistenza della stessa tecnologia direct-flow e dalla regolarità di funzionamento, quest’ultima assicurata dall’alto contenuto di fluido (circa

eco-industria ec o-industria

3,5 litri per collettore). Inoltre, i tubi sottovuoto sono estremamente resistenti alla grandine perché dotati di spessore maggiorato di 2,2 mm (su diametro esterno di 58 mm). Semplicità e velocità di installazione sono assicurate dal telaio di supporto progettato per ogni tipologia di copertura.

Al sottovuoto può essere infine applicato uno specchio riflettore parabolico CPC che garantisce massima resa anche in presenza di climi freddi e irraggiamenti scarsi.

Segna EO297 sul fax richiesta info a pag. 19

ECO-fiErE

Segna EO302 sul fax richiesta info a pag. 19

ECO-riSparmiO

GRANDI POTENZE E MASSIMO RISPARMIO ENERGETICO NEI NUOVI COMPRESSORI FIRMATI REFCOMP. La realtà di Lonigo (VI) progetta un range di prodotti riconosciuti internazionalmente per le migliori tecnologie in termini di potenza. Grandi potenze, massimo risparmio energetico: sono le prerogative del vasto range di compressori a vite RefComp, specifici per il condizionamento nel settore industriale e ottimizzati per refrigerante ecologico R 134a. Potenza del motore elettrico fino a 390 Hp e spostamento volumetrico oltre 1300 m3/h: ecco i numeri dei compressori RefComp, riconosciuti oggi tra le migliori tecnologie sul mercato internazionale in termini di potenza. Progettati per rispondere in modo funzionale alle più specifiche esigenze applicative, i compressori a vite possono essere ottimizzati per applicazioni: condensate ad acqua e/o evaporatore allagato nella versione 134-S(W) con motore elettrico , geometria interna e rapporto volumetrico intrinseco Vi=2,2; - condensate ad acqua / aria nelle versioni 134-S(L) e 134-S con motore elettrico , geometria interna e rapporto volumetrico intrinseco Vi=2,6 o 3,2; condensate ad aria in pompa di calore o con elevate temperature dell’ambiente, in grado di raggiungere 70°C di condensazione, nella versione 134-S(R) con motore elettrico , geometria interna e rapporto volumetrico intrinseco Vi=4,4). Per migliorare ancora efficienza e ri-

sparmio, tutta la serie di compressori 134-S può essere equipaggiata con inverter integrato (serie 134-I) per ottenere in assoluto il più efficiente controllo della capacità frigorifera presente sul mercato internazionale. Perdite di carico inferiori sono assicurate dalla velocità di passaggio del gas all’interno dei condotti del compressore. I compressori RefComp inoltre consentono maggiore silenziosità ai carichi parziali e accolgono una migliorata separazione dell’olio. Le soluzioni possono essere integrate, inoltre, con l’innovativo dispositivo Vi che permette di ottimizzare la geome-

eco-industria ec o-industria e

tria interna. Ciò consente di ottenere esattamente il rapporto di compressione richiesto eliminando sprechi energetici non necessari. Il Vi, infatti, permette di variare la geometria interna del compressore in funzione delle possibili diverse condizioni operative che determinano rapporti di compressione diversi, ad esempio, massimo carico e carico parzializzato, diverse temperature ambienti, applicazioni con doppio set point.

Segna EO298 sul fax richiesta info a pag. 19

Servizi GRATUTI di comunicazione e marketing: • Pubblicazione redazionali • Annunci • Abbonamenti ai nostri periodici (vedi pag. 5)


PAG.

18

FIERE - EVENTI - NOTIZIE

L'industria dei sistemi di trasmissione e potenza traina la ripresa

SIGLATO L’ACCORDO TRA CEU-CENTRO ESPOSIZIONI UCIMU E BANCO POPOLARE A SOSTEGNO DEL PROGETTO ‘PIATTAFORMA INDIA”

Nel terzo trimestre 2011 fatturato a +12,3% Secondo i dati dell’associazione di categoria Assiot l’anno si chiuderà con un probabile +13,6% In crescita anche export (+10,5%) e il mercato interno (+15%) Le imprese dei sistemi di trasmissione, movimento e potenza si dimostra in crescita e pronta ad affrontare le sfide del futuro, anche quando soffiano forti venti di crisi. È quanto emerge dall’indagine trimestrale Assiot, l’associazione di categoria che riunisce i costruttori di organi di trasmissione e ingranaggi. «I dati del terzo trimestre 2011 sono positivi su tutti i fronti conferma il presidente di Assiot Tomaso Carraro: +12,3% per il fatturato, +10,5 per l’export e +15% per le consegne sul mercato interno. La chiusura dell’anno per il settore è prevista sempre in positivo: ci aspettiamo un +13,6% come dato globale, che si vedrà aumentato di circa un punto percentuale per le consegne sul mercato interno e ridotto di un punto per l’export». Confrontando l’andamento trimestrale del 2011 con quello del 2010 emergono dal mercato europeo segnali di rallentamento, da collegare con il contesto particolarmente incerto e delicato. In particolare, si prevedono lievi incrementi nell’ultimo trimestre, in controtendenza con le normali dinamiche economiche.

«Già nel 2010 c’erano stati evidenti segnali di ripresa del comparto rispetto al 2009 e quest’anno continua il trend positivo -continua Carraro-. Tuttavia è da notare che nonostante questi ottimi incrementi i livelli del 2008 sono ancora lontani. Per affrontare le sfide del futuro occorre fare sistema e investire sui giovani e sulla ricerca. I dati, comunque, confermano che il nostro settore è tra le eccellenze dell’economia italiana che, nonostante la forte crisi attuale, ha la forza e le capacità per ritornare a crescere». Assiot – Associazione Italiana Costruttori Organi di Trasmissione e Ingranaggi nasce nel 1971 per iniziativa di alcune fra le più importanti aziende del comparto. Oggi conta un centinaio di iscritti che rappresentano il 60% circa della produzione italiana e quasi il 70% dell’export del settore, per un giro d’affari di oltre 6 miliardi di euro. Dall’inizio del 2011 Assiot fa parte di Confindustria ANIE – Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche.

Marcegaglia: “Continuare a fare rete e avere fiducia” Il presidente degli industriali alla festa per i 40 anni di Assiot Assiot, l’associazione di categoria che riunisce i costruttori di organi di trasmissione, movimento e potenza, ha festeggiato i suoi 40 anni di attività con una due giorni di eventi e celebrazioni. Al Centro Congressi Ville Ponti di Varese Tomaso Carraro, presidente di Assiot, ha accolto i rappresentanti di imprese che, ha ricordato «giocano un ruolo chiave nell’industria italiana, ma sanno di non poter competere da soli con realtà solide e forti come la Germania, o emergenti come Brasile e Cina. La soluzione è puntare sull’eccellenza della qualità e dei prodotti. Questo significa innovare e investire, e per farlo è fondamentale stare insieme e fare sistema». Alle celebrazioni per i 40 anni di Assiot è intervenuta, con un videomessaggio, anche il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, che ha ribadito che in un momento difficile come quello attuale è fondamentale unire le forze per obiettivi chiari e condivisi: «Chiediamo a gran voce che il nostro governo faccia le riforme necessarie perché l’Italia recuperi credibilità sui mercati internazionali; d’altra parte chiediamo all’Europa di fare un passo avanti verso l’integrazione e una governance equilibrata, in grado di tenere in piedi la moneta unica. A voi imprese chiediamo di non perdere la fiducia e di continuare a fare rete». Con l’occasione Assiot ha anche consegnato le benemerenze alle personalità che hanno fatto la storia di Assiot: fondatori, past presidents e soci emeriti. «Le nostre virtù portanti sono

quattro: positività, passione, determinazione e ambizione –ha ricordato il presidente Tomaso Carraro-. Consegniamo perciò altrettanti premi in ricordo di quattro persone che hanno incarnato questi valori: Clementino Bonfiglioli, Natale Casagrande, Remo Scolari e Luigi Galbiati». Inoltre Assiot, insieme alle principali aziende italiane del comparto, ha premiato le tesi di laurea legate all’industria dei sistemi di trasmissione, movimento e potenza. Dieci sono stati gli ambiti applicativi individuati, e dieci i vincitori, che ricevono 3.000 euro ciascuno. «Particolare attenzione abbiamo riservato agli elaborati che valorizzano i concetti di efficienza, ecocompatibilità e interdisciplinarietà -commenta Carraro-. Per Assiot è fondamentale il rapporto università/azienda per valorizzare i nostri talenti migliori e per contribuire alla formazione di persone preparate ad affrontare le sfide del futuro». Assiot – Associazione Italiana Costruttori Organi di Trasmissione e Ingranaggi nasce nel 1971 per iniziativa di alcune fra le più importanti aziende del comparto. Oggi conta oltre cento aziende associate che rappresentano il 60% circa della produzione italiana e quasi il 70% dell’export del settore, per un giro d’affari di oltre 6 miliardi di euro. Dall’inizio del 2011 Assiot fa parte di Confindustria ANIE – Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche.

REDAZIONALI

CEU-CENTRO ESPOSIZIONI UCIMU, società di servizi di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, ha stretto un accordo di collaborazione con Banco Popolare volto alla promozione del made in Italy di settore in India, mercato di particolare interesse per le imprese italiane del bene strumentale. L’accordo, appena sottoscritto, si aggancia al progetto PIATTAFORMA INDIA che vede coinvolta insieme a UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, ASSOCOMAPLAST, l’associazione che rappresenta i costruttori italiani di macchine per la lavorazione della plastica e gomma. Pensato per sostenere la penetrazione e lo sviluppo del presidio del mercato indiano da parte delle imprese italiane dei due comparti, il progetto, avviato a inizio 2011, ha già portato i primi risultati concreti. A partire da un’analisi approfondita delle caratteristiche e delle potenzialità dell’area, è stato organizzato uno Study Tour nella zona di Pune con l’obiettivo di verificare le opportunità di business per le imprese delle due associazioni. Il tour, cui ha partecipato una decina di aziende e che ha goduto della sponsorizzazione del Banco Popolare, è dunque il secondo step dell’iniziativa. PIATTAFORMA INDIA arriverà, infatti, nel prossimo futuro, a strutturarsi con un funzionario in loco che opererà da facilitatore tra imprese italiane e il sistema India, affiancando le aziende del comparto direttamente sul posto. La collaborazione, derivante dall’accordo sottoscritto tra le parti e focalizzato sulle attività dedicate al mercato indiano, fa seguito a una serie di iniziative che ha visto UCIMU-SISTEMI PER PRO-

DURRE e il Banco Popolare operare attivamente a sostegno delle imprese della macchina utensile nella loro attività di internazionalizzazione. In particolare, UCIMU e l’istituto organizzano incontri formativi incentrati sull’analisi dei rischi commerciali e dei regolamenti vigenti in quei mercati, ritenuti di particolare interesse per i costruttori italiani di sistemi di produzione quali, per esempio, Brasile e Cina. Il contributo prestato dal Banco popolare alle imprese associate a UCIMU comprende inoltre, in occasione delle manifestazioni fieristiche internazionali di riferimento, l’affiancamento delle stesse durante le trattative con i clienti. “Particolarmente votate all’attività di export, cui destinano oltre la metà della propria produzione – afferma Giancarlo Losma, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE - le imprese italiane costruttrici di macchine utensili e di macchine per la lavorazione della plastica guardano al mercato indiano con particolare interesse. Per facilitare l’attività di penetrazione delle associate a UCIMU e ASSOCOMAPLAST nell’ex-colonia britannica – prosegue Losma abbiamo siglato questo accordo che permetterà alle aziende di operare in modo più fluido appoggiandosi alla consulenza di un partner, Banco Popolare, che ben conosce regolamenti e rischi tipici dell’area”. “Il Banco Popolare conferma la propria vicinanza ai bisogni della Piccola e Media impresa nell’ambito della crescita internazionale – commenta Fausto Perlato, responsabile Estero e Attività Internazionali del Banco Popolare – settore in cui, in questo momento, il bisogno di assistenza è particolarmente sentito”. “Sempre più spesso – conclude Perlato - poter esplorare un mercato estero per produrre o semplicemente per esportare la tecnologia richiesta in quel paese rappresenta per le piccole imprese dei nostri territori una opportunità irrinunciabile”.

E’ tempo di lavorare alla sorveglianza del mercato: l’industria dei beni strumentali dà impulso al sostegno dell’azione pubblica

BRUXELLES, 24 Novembre 2011 - Oggi, in occasione della conferenza2 sulla sorveglianza del mercato dei beni strumentali ospitata della Commissione Europea, è stata lanciata una piattaforma1 a supporto del settore. Specificatamente concepita per i macchinari (il mercato dei beni strumentali), la piattaforma consiste in un database per la valutazione della conformità di macchinari e attrezzature con i requisiti pertinenti al regolamento dell’Unione Europea. Iniziativa congiunta di sette associazioni europee3 del settore, la piattaforma riflette l’impegno dell’industria a giocare un ruolo attivo per il miglioramento della sorveglianza dei mercati: il progetto è chiarito dal manifesto4, firmato durante la conferenza², che propone 10 raccomandazioni chiave per l’effettiva sorveglianza del mercato. La conferenza, centrata sui beni strumentali, ha evidenziato una lacuna nel mercato interno – spesso citato come completo – in cui troppo spesso sono i beni di consumo a essere protagonisti. Il sistema di sorveglianza del mercato è interpretato prevalentemente in termini reattivi piuttosto che preventivi: il risultato é un numero significativo di macchine non conformi nel mercato comunitario. I relatori, in rappresentanza dei diversi comparti, hanno evidenziato come un sistema deficitario di sorveglianza abbia impatto negativo su concorrenza, protezione am-

bientale, innovazione, occupazione e su salute e sicurezza dei lavoratori che operano sul macchinario, tema che trova industria e sindacati al passo con i tempi. La conferenza è stata, inoltre, occasione per considerare le soluzioni volte a migliorare la situazione. DG TAXUD ha illustrato il ruolo centrale che devono avere le autorità doganali al fine di prevenire l’importazione di prodotti non conformi. In aggiunta, sono stati presentati alcuni esempi di buona norma sia in ambito comunitario che nei paesi vicini (EFTA); alcuni di questi esempi vedono una partecipazione attiva da parte dell’industria dell’Unione Europea. L’industria ha ripetutamente sottolineato l’importanza della sorveglianza di mercato. Benché, da un punto di vista legale, spetti agli stati membri sorvegliare che i prodotti sul mercato europeo rispettino norme e regolamenti definiti, l’industria dei beni strumentali si impegna a collaborare con le autorità e a fornire assistenza, sia sotto forma di supporto tecnico (come previsto dalla piattaforma), sia, per esempio, allertando le autorità sull’ingresso o la circonel mercato lazione domestico di macchinari non conformi. Solo grazie alla collaborazione tra stati membri, Unione Europea e industria si potrà ottenere un’efficiente sorveglianza del mercato e, quindi, alto grado di sicurezza e parità di condizioni nell’Unione Europea.

In esenzione IVA i corsi per Coordinatori ed Ispettori di saldatura dell’Istituto Italiano della Saldatura Dopo un lungo iter, è stata finalmente accolta dall’Agenzia delle Entrate l’istanza presentata dall’IIS di svolgimento dei propri corsi di qualificazione per Coordinatori di saldatura (Engineer, Technologist) e per Ispettori (livello Comprehensive) in regime di esenzione IVA ai sensi dell’art. 10, n. 20 del Decreto del Presidente della Repubblica, 26 Ottobre 1972, n. 633. Il provvedimento presenta una valenza particolarmente significativa per chi partecipa ai corsi suddetti a ti-

tolo individuale e si inserisce in una con-suetudine consolidata per l’IIS, che fino a pochi anni fa godeva di analogo privilegio per i propri Corsi di Specializzazione per Ingegneri e Periti Indu-striali. Nel corso degli anni, la crescente partecipazione di privati ai corsi di qualificazione ha suggerito di tornare sulla questione, per ridurre gli oneri com-plessivi a carico di questa tipologia di partecipante, di fatto impossibilitato a recuperare l’imposta, come invece succede per le

Aziende in possesso di partita IVA. In un periodo particolarmente critico per il mondo del lavoro, poter agevo-lare l’ottenimento di qualificazioni internazionali riconosciute è motivo di soddisfazione per l’IIS, che ancora una volta ha cercato di agire in perfet-ta sintonia con i propri obiettivi statutari. Gli interessati che nulla devono fare per godere di questa possibilità, che sarà applicata automaticamente a tutti i Laureati e Diplomati che parteci-peranno ai Corsi di qualificazione. Ulte-

riori info: Divisione Formazione IIS, Paola Banchero (010.8341.20358, paola.banchero@iis.it).

a pagina 5 Servizi GRATUITI, per trovare nuovi clienti, riservati alle PMI del settore meccanico

GRATIS

PER I

S OCI

MECWEB

C LUB ,

VEDI A PAG .

5

N

À T VO I


PAG.

19

FIERE

CALENDARIO FIERE 2012

MOTORSPORT EXPOTECH: ISTITUZIONI, AZIENDE E UNIVERSITA’ DISCUTONO LE FRONTIERE DELLA RICERCA E DELL’INNOVAZIONE

FIERE DEL MESE

METALMECCANICA

ENERGIE RINNOVABILI

FIA, ACI CSAI, FIF e FICR, insieme a ingegneri e tecnici di Ferrari, Ducati, Lamborghini, Tatuus e altri autorevoli brand del motorsport internazionale, oltre ai docenti della Facoltà di Ingegneria "Enzo Ferrari" di Modena, si ritrovano il 2 e 3 febbraio a Motorsport ExpoTech 2012 per dar vita a un intenso programma di convegni, presentazioni, premiazioni e incontri

www.expomec.it La più grande fiera della meccanica in internet 24 ore su 24, 365 giorni all’anno

FORNITORE OFFRESI 27-28 GENNAIO 2012 LECCO Il luogo ideale per incontrare le imprese della filiera metalmeccanica.

SAMUMETAL 1-4 FEBBRAIO 2012 PORDENONE Salone delle tecnologie e degli utensili per la lavorazione dei metalli.

ECO DESIGN & PRODUCTION EXPO 17 - 19 FEBBRAIO 2012 PIACENZA

4°MOTORSPORT EXPOTECH 2-3 FEBBRAIO 2012 - MODENA Mostra convegno internazionale di materiali innovativi, tecnologie, prodotti e servizi per veicoli, motori da competizione ed alte prestazioni per auto, moto, kart, nautica e avio.

Mostra Convegno su Automazione, Elettronica, Energie rinnovabili Building Automation, Eco Racing e lavorazioni dell'alluminio

SEATEC - 8-10 FEBBRAIO 2012 CARRARA Rassegna internazionale tecnologie, subfornitura e design per imbarcazioni, yacht e navi. COMPOTEC - 8-10 FEBBRAIO 2012 CARRARA Rassegna internazionale compositi e tecnologie correlate.

MECSPE 29-31 MARZO 2012 - PARMA La fiera internazionale della meccanica specializzata

AFFIDABILITÀ & TECNOLOGIE 18-19 APRILE 2012 - TORINO La manifestazione specialistica dedicata all’innovazione

Modena, dicembre 2011 – Veicoli ad alte prestazioni, aerodinamica, materiali innovativi, futuro delle competizioni attraverso l'analisi dei diversi sistemi di propulsione alternativa, sicurezza: sono solo alcuni dei temi che verranno affrontati il 2 e 3 febbraio a ModenaFiere, nel corso della quarta edizione di Motorsport ExpoTech. Gli appuntamenti della due giorni modenese si articoleranno su quattro aree tematiche, per approfondire gli aspetti puramente tecnici, l’ambito sportivo e le problematiche legate all’organizzazione di competizioni e alla gestione di autodromi. Infine, nell’area educational, sarà previsto un focus specifico sulla formazione. AREA TECNICA Come vengono progettati i veicoli da corsa ad alte prestazioni? Risponderanno, tra gli altri, Ferrari, Ducati e Bilstein Motorsport, OZ e Pirelli - tra i massimi esperti del settore - mentre la Facoltà di Ingegneria "Enzo Ferrari" di Modena avrà il compito di sottolineare il ruolo fondamentale della ricerca in un percorso di miglioramento continuo. Il convegno “Veicoli ad alte prestazioni” apre giovedì 2 febbraio la quarta edizione di Motorsport ExpoTech: un momento di approfondimento e di incontro tra il mondo delle aziende e quello dell’Università, coordinato dal preside della Facoltà di Ingegneria prof. Giuseppe Cantore. Altro tema che finirà sotto la lente di studiosi e tecnici sarà quello dell’aerodinamica. Nel convegno “Aerodinamica”, moderato dal professor Talamelli dell’Università di Bologna, si affronteranno i temi dei carichi aerodinamici e dell’aerodinamica applicata alle vetture da competizione, con Ferrari e Tatuus. Venerdì 3 febbraio i lavori prenderanno il via con il convegno dal titolo “Le competizioni di domani”, in cui prospettive e

IMPIANTI SOLARI EXPO 29-31 Marzo 2012 PARMA Soluzioni fotovoltaiche per tetti industriali

nuove tecnologie verranno messe a confronto con il parere delle Istituzioni sportive. I sistemi di propulsione alternativa elettrici di Microvett – CRP, quelli a gas di B.R.C. Gas Equipment, le soluzioni legate all’ibrido, saranno alcuni dei temi affrontati in un incontro tra tecnici, ingegneri e istituzioni, rappresentate da ACI CSAI e FIA. Chiuderà la due giorni di lavori l’incontro “I Materiali nel motorsport”. In collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell'Ambiente dell’Università degli Sudi di Modena e Reggio Emilia, si ragionerà di leghe di titanio insieme ad Akrapovic, di alluminio con Enginsoft, di materiali compositi con Saati Composites e di materiali frenanti con Ferodo Racing. AREA SPORTIVA Protagonisti dell’area sportiva della quarta edizione di Motorsport Expotech saranno ACI CSAI e FIA. I lavori inizieranno giovedì 2 con le presentazioni e le premiazioni del Campionato Italiano e del Trofeo Velocità Montagna a cura di ACI CSAI. La giornata proseguirà con le premiazioni FIA dell’International HillClimb Challenge e dell’European HillClimb Cup. Venerdì 3 verrà dedicato alla presentazione dei Campionati e Trofei Italiani, di pista e di rally, a cura di ACI CSAI. La giornata proseguirà con altre presentazioni e premiazioni di promotori e organizzatori privati, tra i quali l’Official Rally Series e l’Italian Radical Trophy. Avrà inoltre luogo il primo Forum Nazionale dei preparatori e l’incontro dal titolo “Le

nuove discipline del Motorsport: il Drifting”, dedicato a questa specialità. Evento clou della due giorni saranno le Premiazione dei Campioni dell’Automobilsmo 2011, che avranno luogo nella serata di venerdì. La cerimonia - dedicata ai Campioni Italiani delle competizioni a quattro ruote - rappresenta l'evento principale della stagione agonistica ed è organizzato direttamente dalla Commissione Sportiva Automobilistica dell'Automobile Club d'Italia, alla presenza di tutto il mondo dell’automobilismo tricolore. AREA ORGANIZZATORI COMPETIZIONI E AUTODROMI Nell’ambito di quest’area si dibatteranno i temi legati alla sicurezza, nel contesto del convegno “Sicurezza nelle competizioni motoristiche”, partendo dalle problematiche legate alla progettazione di un impianto, alla messa in sicurezza delle competizioni, ai sistemi antincendio, per giungere al delicato tema della responsabilità degli organizzatori. Altro protagonista della giornata la Federazione Italiana Cronometristi, che dibatterà delle novità normative in applicazioni web e mobile per consultare i risultati delle competizioni. AREA EDUCATIONAL Nel corso della quarta edizione di Motorsport ExpoTech non mancheranno momenti dedicati alle proposte formative, con presentazione di corsi di alta specializzazione in meccanica e management del motor sport per laureati e diplomati, oltre a vere e proprie lezioni in cui le Aziende presenti alla manifestazione incontreranno i protagonisti di domani. Tra gli attori della giornata la MT School Scuola Tecnica nel Motorsport. Per maggiori informazioni consultare il sito www.motorsportexpotech.com

Servizi gratuiti del “Giornale della Meccanica & Subfornitura Italiana”

Invia la Richiesta INFO al FAX 051/606.11.11

METEF - FOUNDEQ 18-21 APRILE 2012 - VERONA L’expo nr 1 nel mondo dei metalli: metef – expo internazionale dell’alluminio foundeq - expo internazionale della fonderia

se desideri maggiori informazioni puoi chiamare il numero tel. 051/606.10.70 A.A.A. giornAle dellA

F A X INFO R ICHI ESTA

458

Sui redazionali pubblicati

FLUIDTRANS COMPOMAC 8-11 MAGGIO 2012 - MILANO Biennale Internazionale della Fluidotecnica, Trasmissioni di Potenza e Movimento, Comandi, Controlli, Progettazione

Inserisci i dati aziendali negli appositi spazi. Scrivi i dati della tua azienda (in stampatello) Rag.Sociale ......................………………………..............…………………………..

LAMIERA 9-12 MAGGIO 2012 - BOLOGNA Rassegne internazionali del comparto produttore di macchine lavoranti per deformazione

BIEMH 28 MAGGIO - 2 GIUGNO 2012 BILBAO Biennale Spagnola delle Macchine - Strumenti

Indirizzo .........................……………….........................………………………….. Città

ZERO EMISSION 5-7 SETTEMBRE 2012 ROMA

...........................………………………..........................…………………..

C.A.P. .....................……………….......................…………Prov........................…

Energie rinnovabili, sostenibilità ambientale, lotta ai cambiamenti climatici ed emission trading.

Persona Resp. .....................………………………..............……………………….. Attività azienda ........................………………………........................................... ........................................................……………………….............................. Telefono ………..........………..............…........FAX: ……….…..…………………... E-mail: …….......................………………………..……………................................ Web: ………….……………..............................………………………......................

MAKTEK EURASIA 2-7 OTTOBRE 2012 - ISTANBUL Machine Tools, Metal Processing Machines, Welding, Cutting, Drilling Technologies, Quality Control and Test Equipment Fair

Desidero avere maggiori informazioni sui redazionali identificati dal numero (segna nelle caselle sottostanti)

HTE 7-9 NOVEMBRE 2012 MILANO-RO BI-MU/SFORTEC 2-6 OTTOBRE 2012 - MILANO BI-MU/SFORTEC si conferma appuntamento irrinunciabile per gli operatori dell'industria manifatturiera, richiamati a Milano da ogni parte del mondo

L’evento delle tecnologie innovative

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

.....................

•Inoltreremo la Vs. gentile richiesta all’azienda di riferimento, la quale provederà ad integrare le informazioni da Voi richieste. La Edibit non risponde di qualsiasi disguido o ritardo in merito.

MIDEST 6-9 NOVEMBRE 2012 - PARIGI Il salone n°1 al mondo della subfornitura industriale

Data: ...........................

ENERSOLAR+ 7-9 Novembre 2012 MILANO

Firma ...............................................

Il mondo dell’energia solare REDAZIONALI

GRATIS

PER I

S OCI

MECWEB

C LUB ,

VEDI A PAG .

5


PAG.

20

FIERE - EVENTI - NOTIZIE

"LINEE GUIDA PER LA MARCATURA CE" CECIMO, associazione europea delle industrie della macchina utensile, ha pubblicato le "Linee guida per la marcatura CE per le segatrici a nastro per la lavorazione del metallo". Questa è la prima pubblicazione di una serie di linee guida volte a supportare le autorità doganali e di vigilanza del mercato e gli operatori economici nel valutare la conformità delle macchine ai regolamenti dell'Unione Europea. Dag Jacobson, direttore del Technical Commitee di CECIMO afferma: "L'iniziativa proviene dall’industria stessa. Desideriamo contribuire ad assicurare posti di lavoro più sicuri e parità di condizioni per i costruttori nel mercato unico". Accrescere la credibilità e l'efficienza del mercato unico attraverso una concorrenza leale Le macchine utensili per la lavorazione del metallo che sono utilizzate negli impianti di produzione in diversi settori dell’Europa sono soggette a strette normative stabilite a livello europeo, per garantire la sicurezza degli operatori sul posto di lavoro e un elevato livello di tutela della loro salute. Inoltre, l’attività di regolamentazione a livello europeo ha

l’obiettivo primario e impellente di mantenere al minimo l'impatto della produzione industriale sull'ambiente. La legislazione comunitaria sulla libera circolazione, che determina i requisiti dell’immissione sul mercato per i macchinari industriali, stabilisce che solo le macchine che soddisfano questi requisiti minimi essenziali possono essere immesse sul mercato unico. Il controllo dopo l’immissione sul mercato, in forma di sorveglianza del mercato, è quindi importante per assicurare un efficace applicazione della legislazione comunitaria. L’efficacia e l’applicazione uniforme delle normative in tutta l'Unione Europea garantisce la credibilità e l'efficienza del mercato unico. Ogni anno, i costruttori europei di macchine utensili investono una grande quantità del loro tempo e denaro per assicurare la conformità delle loro macchine ai regolamenti dell'Unione Europea. Pertanto, essi chiedono che venga riconosciuta una parità di condizioni che incoraggi la concorrenza focalizzata su un alto livello degli standard di salute e sicurezza, piuttosto che una corsa verso il basso a scapito

di questi standard. Una sorveglianza del mercato efficace è la chiave per fornire il giusto contesto per una concorrenza leale. Tuttavia, mentre la sorveglianza del mercato unico si è concentrata in gran parte sui beni di consumo e sulla tutela dei consumatori, i beni capitali sono stati poco considerati. Il New Legislative Framework (NLF – Nuovo Quadro Legislativo)¹, in vigore da gennaio 2010, mira a fissare un quadro potenziato per la sorveglianza del mercato, sia per il consumatore che per i beni strumentali, aumentando le risorse destinate alla sorveglianza del mercato negli stati membri e migliorando la collaborazione a livello amministrativo. Questo è un significativo passo in avanti rispetto alla situazione attuale; tuttavia, l'implementazione ha finora dimostrato di essere lenta. CECIMO invita gli stati membri a

prendere sul serio l'implementazione del NLF. La concorrenza leale nel mercato unico incoraggia l'innovazione e la competitività, due obiettivi chiave sanciti nella Europe 2020 Strategy per migliorare la crescita economica. tech.dept@ucimu.it L’impegno del settore delle macchine utensili per la sicurezza sul lavoro e la tutela ambientale Jacobson afferma: "Noi crediamo che l’industria possa anche giocare un ruolo nel sostegno del processo verso una maggiore attuazione e applicazione della legislazione sul mercato interno, che è stato avviato con l'entrata in vigore del nuovo quadro legislativo. E ora CECIMO se ne sta assumendo la responsabilità. Un’efficace sorveglianza del mercato richiede una stretta cooperazione tra le autorità doganali e di controllo e l'industria; inoltre, richiede una

maggiore capacità amministrativa. Pertanto, abbiamo deciso di condividere la nostra esperienza con gli stakeholder attraverso la pubblicazione da parte di CECIMO di linee guida per la marcatura CE". CECIMO si aspetta che tali linee guida aumentino la consapevolezza tra gli stakeholder pubblici e privati relativamente ai requisiti essenziali su salute, sicurezza e ambiente (che si applicano alle macchine utensili) e in merito alla marcatura di conformità CE. Questo dovrebbe incoraggiare i costruttori all’interno e fuori dall'Europa a conformarsi alle normative dell’Unione Europea. Sicurezza e prestazioni ambientali sono in cima ai principi cui si attengono i costruttori europei. CECIMO promuove l'uso di macchine utensili moderne ed efficienti, che garantiscono alti livelli di sicurezza e compatibilità ambientale, secondo le norme europee armonizzate. Chi utilizzerà le linee guida della marcatura CE di CECIMO e come? Le guide non si limitano ad informare gli stakeholder circa i requisiti essenziali; esse sono principalmente progettate

per fornire istruzioni pratiche che consentono di effettuare una valutazione preliminare della conformità. Le guide di CECIMO forniscono una rapida lista di controllo per verificare se la macchina in esame è conforme alle disposizioni comunitarie, secondo le norme per l'apposizione e l'uso della marcatura di conformità CE. Gli stakeholder appartenenti a diversi ambiti potranno beneficiare di queste guide in vari modi. Le autorità doganali e di sorveglianza del mercato possono far riferimento alle guide di CECIMO durante i loro controlli, mentre gli enduser di macchine utensili possono servirsi delle guide durante il processo di acquisto. Inoltre, gli importatori e i distributori saranno in grado di verificare la conformità dei beni che commercializzano nel mercato unico. Infine, i costruttori di macchine utensili avranno parità di accesso alle informazioni sulla marcatura CE. UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE ha contribuito alla stesura della guida e ne ha curato la traduzione e diffusione sul territorio nazionale.

"Un visionario tra i costruttori di macchine": il Dr. Manfred Wittenstein è stato nominato "Imprenditore dell'Anno 2011" Giunto alla sua 15a edizione tedesca, il premio "Imprenditore dell'Anno" ha scelto ancora una volta i migliori imprenditori, proclamando il Dr. Manfred Wittenstein vincitore nella categoria "Industria" e selezionandolo per rappresentare la Germania al premio internazionale "World Entrepreneur of the Year 2012". Il 23 settembre 2011, il rinomato premio "Imprenditore dell'Anno", alla sua 15a edizione in Germania, è stato conferito ai migliori imprenditori. Il Dr. Manfred Wittenstein, presidente del consiglio di amministrazione di WITTENSTEIN AG con sede a Igersheim, nel Baden-Württemberg, è stato proclamato vincitore nella categoria Industria e scelto come candidato tedesco per l'edizione internazionale "World Entrepreneur of the Year 2012", che si terrà nel mese di giugno 2012 a Montecarlo. La giuria è rimasta particolarmente colpita dalla capacità del Dr. Wittenstein di guardare lontano: "l'imprenditore ha trasformato la piccola impresa di macchine da cucire ereditata in una società leader nel mercato delle trasmissioni e degli azionamenti. Wittenstein è sicuramente un visionario tra i costruttori di macchine". La cerimonia di gala per il conferimento

del premio si è tenuta presso l'Alten Oper di Francoforte, alla presenza di personalità illustri del mondo della politica e dell'economia, che hanno reso omaggio ai vincitori per il loro eccezionale impegno imprenditoriale. Tra i criteri per l'assegnazione del premio sono stati valutati anche l'attenzione verso i collaboratori, la capacità di innovazione e la politica di crescita responsabile. "Gli imprenditori dell'anno 2011 sono imprenditori fuori dal comune. Sono pionieri nei rispettivi settori, capaci di realizzare le proprie visioni con determinazione, senza dimenticare tuttavia le loro responsabilità di imprenditori", ha spiegato Wolfgang Glauner, organizzatore e project leader del premio. "I vincitori hanno conquistato i membri della giuria per gli alti tassi di crescita delle loro imprese, ma anche per il loro impegno in progetti sociali ed ecologici", ha aggiunto Glauner. Dai 300 candidati iniziali erano stati selezionati 65 finalisti. I vincitori e gli ospiti alla cerimonia hanno trovato quella sera stessa nuovi stimoli per future strategie vincenti. Nel suo discorso "Sentimenti, denaro, anima e cervello", che ha rappresentato il punto di più alto della serata di festa all'Alten Oper, il Professor Manfred Spitzer - rinomato neuroscienziato tedesco - ha infatti sottolineato

con argomenti convincenti l'importanza della ricerca sulle neuroscienze, specialmente per le imprese. Il Premio "Imprenditore dell'Anno" Ernst & Young organizza il premio "Imprenditore dell'Anno" a livello mondiale, in oltre 50 paesi. In Germania il premio è giunto nel 2011 alla sua 15a edizione. Una giuria indipendente sceglie il vincitore per ciascuna delle cinque categorie. Questo prestigioso riconoscimento intende evidenziare e premiare l'eccellenza imprenditoriale. Il Premio è sostenuto e patrocinato da importanti enti e media, tra cui DZ BANK, la Frankfurter Allgemeine Zeitung e Manager Magazin. Composizione della giuria indipendente: • Prof. Dr. h.c. Lothar Späth, ex Presidente del Land Baden-Württemberg • Prof. Dr.-Ing. habil. Prof. e.h. mult. Dr. h.c. mult. Hans-Jörg Bullinger, Presidente della Fraunhofer-Gesellschaft • Prof. Dr. Dr. h.c. mult. Wolfgang Franz, Presidente del ZEW Zentrum für Europäische Wirtschaftsforschung GmbH • Prof. Dr. Dr. h.c. mult. August-Wilhelm Scheer, fondatore della IDS

Scheer AG • Dr. Patrick Adenauer, amministratore delegato di Bauwens GmbH & Co. KG WITTENSTEIN: tutt'uno con il futuro Con oltre 1400 collaboratori in tutto il mondo e un fatturato consolidato di 197 milioni di euro nell'esercizio fiscale 2010/11, WITTENSTEIN è sinonimo di innovazione, precisione ed eccellenza nel settore della meccatronica, in Germania e in tutto il mondo. Il Gruppo comprende otto innovative Business Unit, ciascuna con proprie consociate, attive nei seguenti campi: servoriduttori, servosistemi elettromeccanici, tecnologie biomedicali, servo-unità miniaturizzate, ingranaggi innovativi, attuatori rotativi e lineari, componenti elettronici e software per le trasmissioni e servomotori per il posizionamento di precisione nel campo delle nanotecnologie. Con i propri sistemi di azionamento elettrici, WITTENSTEIN è inoltre un nuovo partner per un'elettromobilità efficiente. Con oltre 60 filiali e uffici di rappresentanza in 40 paesi, WITTENSTEIN è presente in tutti i più importanti mercati tecnologici e commerciali del mondo.

Martin Kapp nuovo presidente dell’associazione europea delle industrie della macchina utensile BRUXELLES, 17 Novembre 2011 – L’assemblea generale CECIMO, riunitasi il 12 novembre 2011 a Zurigo, ha eletto Mr Martin Kapp alla presidenza di CECIMO per il prossimo biennio. A Mr Kapp è stata affidata la responsabilità di guidare l’associazione europea che rappresenta il 33% della produzione mondiale di macchine utensili. Mr Kapp succede a Mr Michael Hauser, amministratore delegato di Tornos S.A. e presidente di SWISSMEM – settore macchine utensili e tecnologie di produ-

zione. Durante la sua presidenza, Mr Hauser ha lavorato alla creazione di una nuova immagine di CECIMO che riflette il carattere innovativo dell’industria della macchina utensile. Ha evidenziato alle autorità europee e all’opinione pubblica il ruolo strategico che l’industria della macchina utensile ricopre per incentivare la competitività dell’economia europea, e la necessità di assicurare lo sviluppo della base manifatturiera europea. Mr Hauser si è prodigato per stimolare l’innovazione, per promuovere il libero

scambio e per sostenere un settore determinante a livello globale. Nel ringraziare Mr Hauser per l’eccellente lavoro svolto, Mr Kapp ha confermato il suo impegno a mantenere lo slancio di progresso creatosi all’interno di CECIMO.

Priorità della nuova presidenza Dopo la sua elezione, Mr Kapp ha affermato: “dobbiamo concentrarci su come incrementare la competitività dell’industria europea della macchina utensile affrontando le sfide della globalizzazione, la lotta contro i cambiamenti climatici, la

salvaguardia dell’ambiente, il rafforzamento della sorveglianza del mercato, i bisogni specifici delle PMI e la mancanza di forza lavoro specializzata. C’è bisogno di incoraggiare una strategia per la ricerca e l’innovazione per rispondere alle necessità, presenti e future, del mercato”. Principale obiettivo di Mr Kapp é evidenziare agli stakeholders europei l’importanza delle macchine utensili per la produzione industriale in Europa. Secondo Mr Kapp: “ la produzione è il cuore dell’economia, è origine di valore

economico e sociale reale. L’industria della macchina utensile offre grande potenziale per il rilancio della economia e la creazione di nuovi posti di lavoro. L’Europa ha ancora costruttori di macchine utensili che possono competere a livello mondiale e che producono sulla base di comprovata competenza tecnica, con prestazioni uniche e manodopera altamente qualificata. É giunto il momento di ridare impulso ai punti di forza strategici dell’offerta europea e alle risorse per rilanciare l’economia continentale”.

UCIMU: POSITIVO IL BILANCIO 2011 PER L’INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT E AUTOMAZIONE (+19,6%). CRESCITA RALLENTATA NEL 2012. Si chiude positivamente il 2011 per l’industria italiana costruttrice di macchine utensili, robot e automazione che registra incrementi a doppia cifra per tutti i principali indicatori economici. Si consolida, dunque, la ripresa avviata nel 2010 ma il trend positivo rischia di affievolirsi nel 2012, complice il quadro internazionale ancora particolarmente instabile. Questo è quanto emerso questa mattina durante la conferenza stampa di fine anno di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione e prodotti ausiliari, cui sono intervenuti Giancarlo Losma, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, e Alfredo Mariotti, direttore generale dell’associazione. Come emerge dai dati di preconsuntivo elaborati dal Centro Studi & Cultura di Impresa di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, nel 2011, la produzione italiana

di settore è cresciuta a 5.019 milioni di euro, segnando un incremento del 19,6% rispetto all’anno precedente. Il risultato è stato determinato dall’ottima performance delle esportazioni che, cresciute del 29,3%, hanno raggiunto quota 3.367 milioni di euro. Secondo l’elaborazione del Centro Studi UCIMU sui dati ISTAT, nei primi otto mesi dell’anno, paesi di destinazione dell’export italiano di macchine utensili sono risultati: Cina, Germania, Stati Uniti, Brasile, Francia, India, Russia, Turchia, Polonia, Spagna. Nel corso dell’anno, monitorando gli aggiornamenti mensili, si evidenzia il testa a testa tra Germania e Cina che si contendono il vertice della classifica delle aree di sbocco. In particolare, secondo l’ultima rilevazione, sono cresciute le vendite in Germania (+62,9%) a 228 milioni, Stati Uniti (+99,4%) a 170 milioni, Brasile (+84,1%) a 115 milioni, Francia (+23,2%) a 105 milioni, India (+19,7%), Russia (+15%), Turchia (+85,1%); Polonia (+55,3%), Spagna (+14%). In controtendenza le vendite in Cina (-0,4%)

che, con 240 milioni di euro, è comunque primo mercato di acquisizione di made in Italy di settore. Differente è invece l’andamento del mercato domestico. Il consumo, pur in crescita dell’11,9%, si è attestato a 2.761 milioni di euro, valore che denota la debolezza della domanda espressa dagli utilizzatori italiani. Il modesto incremento della domanda interna si riflette nella timida ripresa delle consegne dei costruttori sul mercato interno che, cresciute del 3,8%, non sono andate oltre quota 1.652 milioni. Più marcato l’incremento delle importazioni (+26,7%) il cui valore assoluto resta comunque appena sopra i 1.100 milioni. D’altra parte, dall’analisi relativa al periodo 2008-2011, emerge che la quota di import su consumo cresce meno di un punto percentuale, passando da 39,9% a 40,2%. Al contrario, il rapporto export su produzione guadagna dieci punti percentuali, passando dal 57% del 2008 al 67,1% del 2011. Pur non essendo direttamente collegati, i due indicatori evidenziano la capacità dei costruttori di mantenere il

presidio del mercato interno pur intensificando, in modo deciso, l’attività oltre confine. Le previsioni 2012, pur di segno positivo, evidenziano una “crescita rallentata”. In particolare, la produzione, attesa in crescita del 3,4%, si attesterà a quota 5.190 milioni di euro. A fronte del buon andamento del mercato estero, come testimoniato dal dato di export che crescerà, del 4,8%, a 3.530 milioni di euro, il mercato interno frenerà la sua corsa: i consumi saliranno a 2.820 milioni di euro, il 2,1% in più rispetto al 2011. Stazionarie le consegne dei costruttori sul fronte domestico che si fermeranno a 1.660 milioni di euro (+0,5%). Per contrastare la debolezza della domanda interna, i costruttori italiani intensificheranno maggiormente l’attività di export incrementando ulteriormente la quota di produzione destinata oltre confine che arriverà al 68%. Giancarlo Losma presidente UCIMUSISTEMI PER PRODURRE ha così commentato: “ nel 2011 l’industria italiana costruttrice di macchine utensili, robot e automazione ha consolidato la

ripresa avviata l’anno precedente. La positiva performance messa a segno dalle imprese del comparto è però, nel complesso, frutto dell’ottimo andamento delle esportazioni che continuano a crescere, premiando coloro i quali investono in internazionalizzazione”. “A questo proposito - ha continuato Giancarlo Losma - manifestiamo grande soddisfazione per la decisione del nuovo Esecutivo di ripristinare ICE. Dopo la soppressione dell’Istituto avvenuta nello spazio di un mattino, l’associazione – insieme a numerose altre rappresentanze – aveva espresso ripetutamente il proprio dissenso verso una scelta giudicata miope e dunque pericolosa. Il ripristino dell’Agenzia è senza ogni dubbio uno dei migliori provvedimenti compresi nella Manovra Salva Italia appena varata, poiché è lo strumento più adatto per supportare le imprese nell’attività di internazionalizzazione. Ora ci attendiamo che le autorità di governo estendano lo sguardo all’operatività di SIMEST i cui fondi sono ancora a no-

stro avviso scarsi, considerata la mole di attività che le imprese italiane stanno svolgendo sui mercati stranieri”. “D’altra parte - ha continuato il presidente di UCIMU - i costruttori italiani di macchine utensili robot e automazione giudicano positivamente la nuova finanziaria, soprattutto considerando il contesto economico particolarmente critico. Certo le misure sono in generale pesanti ma non depressive nel complesso. Accogliamo con favore la completa deducibilità dell’IRAP sul costo del personale che faciliterà, tra l’altro, l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Stessa valutazione per l’introduzione di ACE, il pacchetto di interventi di aiuto alla sviluppo economico dell’impresa che comprende l’incentivo fiscale alla ricapitalizzazione funzionale alla crescita dimensionale e all’accesso al credito delle aziende. Infine è confortante il piano di finanziamenti studiato per sostenere interventi infrastrutturali che, necessari per rendere più efficiente in nostro sistema paese, saranno certamente stimolo a nuove attività di impresa”.


PAG.

21

TORNITURA ISO

Ă&#x20AC; T I V O N

Rivenditore partner per Bologna e Ferrara: F.E.R. MENETTI srl

Segna 4065 sul fax richiesta info a pag. 19


PAG.

22

PRESSE

PRESSA DI COMPATTAZIONE AUTOMATICA PER SCARTI METALLICI FERROSI E NON

L’oscillazione dei prezzi delle materie prime e la costante e crescente richiesta che di esse proviene dai paesi in via di sviluppo induce le aziende manifatturiere ad essere sempre più sensibili a logiche di recupero e riciclaggio. Politiche ambientali Comunitarie spingono ulteriormente verso investimenti in apparecchiature ad esse finalizzate, contribuendo alla realizzazione di importanti economie di scala ed allo sviluppo di una coscienza del risparmio sempre più diffusa. Settori quali il recupero dei fili in acciaio da copertoni e pneumatici usurati, quello dell’alluminio o scarti metallici ferrosi o non ferrosi, possono rappresentare una fonte di reddito non trascurabile, oltre ad un mezzo per riciclare materie prima fondamentali e sempre più richieste.

Sensibile a tali aspetti, Violi Srl ha messo a punto una pressa di compattazione interamente automatica, in grado di realizzare blocchi di metallo di dimensioni costanti grazie ad un sistema di pesatura brevettato dei materiali con celle carico. I vantaggi che derivano dall’impiego di VM/PCFA20 sono: • Estrema riduzione del volume dei materiali da trattare; il rapporto può arrivare a 6:1/8:1 a seconda della tipologia di prodotto. I blocchi così ottenuti richiedono uno spazio di stoccaggio decisamente più contenuto, fino all’80% in meno, liberando superfici da destinare ad attività produttive o a più alto valore aggiunto. • Maggiore valorizzazione

dei materiali di scarto. I blocchi vengono venduti alle società di smaltimento o a fonderie ad un prezzo superiore rispetto ai semplici scarti. • Riduzione dei costi di trasporto. - Grazie ad un minor volume, i blocchi possono essere spediti a costi decisamente più contenuti. L’impianto è costituito principalmente da: − un primo nastro trasportatore opportunamente dimensionato rispetto all’area di lavoro ed agli strumenti di carico, capace di veicolare i residui all’imboccatura di un secondo nastro. − un secondo nastro trasportatore opportunamente dimensionato sulla base del peso finale del blocco da compat-

tare, corredato di celle di carico e capace di condurre gli scarti all’imboccatura della camera. − una camera di compattazione nella quale agiscono 4 diversi pistoni idraulici: chiusura sportello, pre-compattazione, compattazione, apertura portello di scarico. − un pannello di controllo con PLC per la gestione del ciclo di lavoro e delle celle di carico. − una centralina idraulica completa di pompa a portata variabile ad alta pressione e serbatoio di contenimento dell’olio. Il ciclo di lavoro è completamente automatico, gestito da PLC; due nastri trasportatori convogliano il materiale da compattare all’interno della camera in acciaio. Il riempimento di quest’ultima avviene in modo omogeneo grazie alla

movimentazione orizzontale del secondo nastro che, in una prima fase, avanza fino all’estremità della camera e, successivamente, retrocede lentamente fino allo scarico completo del materiale. Il quantitativo depositato è programmabile e ripetibile poiché il carico viene pesato, ad ogni ciclo, da celle posizionate sotto il secondo nastro trasportatore. Completata la prima fase inizia il ciclo di compattazione che prevede quattro momenti: chiusura della camera con sportello azionato da cilindro idraulico, avanzamento del secondo pistone idraulico di pre-compattazione, avanzamento del terzo pistone idraulico di compattazione, espulsione automatica. Il risultato finale è un blocco di materiale perfettamente compattato grazie ad una spinta massima di 550

kg/cm2; le dimensioni del cubo sono 200x200 mm con lunghezza variabile a seconda del volume del materiale da trattare. Anche la capacità produttiva è variabile; nel caso di fili in acciaio, per esempio, è di 600 kg/h per cubi da circa 10/12 kg. Violi VM/PCFA20 rappresenta il perfetto connubio tra applicazione di forza e tecnologia, un impianto industriale in grado di sviluppare potenze rilevanti, grazie all’impiego di un circuito idraulico alimentato da una pompa a portata variabile con pressioni superiori a 300 bar, ed un controllo di processo fine, attraverso un sistema di determinazione dei pesi di compattazione assicurato da celle di carico.

Segna 4101 sul fax richiesta info a pag. 19


PAG.

CATALOGHI

FIERE

IL CATALOGO DENIOS 2012 ANCHE SU INTERNET - TUTTO NEL SETTORE DELLO STOCCAGGIO E MOVIMENTAZIONE DELLE SOSTANZE PERICOLOSE Recentemente è stato pubblicato (anche sul sito web www.denios.it) il catalogo 2012 che presenta su 330 pagine circa 2.500 articoli tutti mirati al settore specifico: dalle vasche di raccolta in acciaio al carbonio o in polietilene ecologico alle scaffalature per interni, dagli armadi di sicurezza ai contenitori omologati per il trasporto, dalle pompe ai vari sistemi di manipolazione dei fusti, dai box o container per lo stoccaggio all’esterno di fusti in versione standard, a quelli per liquidi infiammabili, a tenuta di fiamma REI 120, riscaldati o climatizzati. Alle pagine di presentazione dei prodotti si aggiungono alcune interessanti schede tecniche che illustrano aspetti normativi molto utili nella scelta della soluzione più adatta alle singole esigenze. Anche questo conferma la vocazione della DENIOS a essere un partner nella soluzione di ogni problema concernente lo stoccaggio e fa del nuovo catalogo 2012 uno strumento di sicuro interesse per chiunque si occupi professionalmente di ambiente e sicu-

rezza. Inoltre la DENIOS ha stipulato una polizza Assicurativa di Responsabilità civile prodotto con primaria compagnia, che include anche i danni da inquinamento ac-

cidentale e il danno all’ambiente, in modo da far sì che il cliente risulti ancor più tutelato nella sua attività

Segna 4105 sul fax richiesta info a pag. 19

NOTIZIE

FOCUS EXPORT STATI UNITI COMPONENTISTICA NAUTICA & SPARE PARTS MOTORCYCLES

Gli Stati Uniti rappresentano uno dei principali mercati per il motorbike e la nautica. Lo Stato della Florida è lo snodo commerciale primario per le produzioni italiane sul mercato Usa. Un pool di aziende emiliane, ai vertici di mercato nella componentistica, sono prossime ad insediare una joint venture produttiva tutta italiana nella contea di Miami-Dade, Florida (USA). Dal 16 al 20 febbraio 2012 il pool svolgerà una missione preparatoria collettiva a Miami, FL, in concomitanza del Boat Show più importante del continente americano. La collettiva visiterà siti industriali e incontrerà cantieri nautici americani e retailers, col fine di programmare le fasi dell’investimento produttivo. Il piano prevede altresì la disponibilità di spazi per la logistica commerciale di aziende italiane, non parteci-

panti alla joint venture industriale ma parimenti attive negli Usa.

Pertanto, il pool di investitori INVITA Le Aziende italiane produttrici di spare parts motorbike e nautica a valutare la partecipazione alla missione preparatoria negli Usa. La proposta prevede: • Partecipazione all’agenda

23

colloqui con i partners Usa (cantieri nautici, retailers di spare parts automotive, distributori commerciali) preselezionati dall’Ufficio Usa a supporto della missione) • Valutazione circa il coinvolgimento diretto dell’Azienda invitata alla Joint Venture oppure indiretta a carattere logistico e finalizzata al supporto commerciale sul mercato Usa. La missione sarà coordinata da Cesa International Srl

(www.cesainternational.com) e supportata da IACCSE (Italy-American Chambre of Commerce South East – www.iacc-miami.com) Per ulteriori informazioni, prego contattare la Redazione Edibit Srl

Segna 4102 sul fax richiesta info a pag. 19


PAG.

24

PARAZZA

s.r.l.

INGRANAGGI DI PICCOLE E GRANDI DIMENSIONI:

ATTREZZATURE

• Ingranaggi con Dentature Esterne • Diritte e Elicoidali da M 0,5 a M45. Con Ø da 10 a 5000 • Ingranaggi con Dentature Interne • Diritte da M 0,5 a M 30 fino a Fascia 550. Con Ø da 20 a 5000 • Elicoidalida M0,5aM16.Con Ø da 200 a5000 • Ingranaggi con Dentature Bombate • Ingranaggi con Dentature Bielicoidali • Dentature di Rotori per compressori di varie dimensioni secondo Vs. disegno • Alberi scanalati di qualsiasi tipo: DIN, UNI, SAE,... • Viti senza fine da M 0,5 a M 25 o con profilo Trapezoidale (TPN) • Corone per viti senza fine tagliate anche con ferro a mosca • Pulegge per cinghie dentate • Ruote dentate per catene a rullo • Cremagliere a denti diritti/elicoidali da M 0,5 a M 25, anche rettificate • Stozzature di qualsiasi tipo, con controllo sui 4 assi, per un'altezza utile di 800 • Lavorazioni di brocciatura

SE AVETE PROBLEMI INTERPELLATECI!

MACCHINE PER FINITURA E LAVAGGIO

Per avere maggiori informazioni sui redazionali pubblicati, compila il fax richiesta info a pag. 5

COSTRUZIONI INGRANAGGI e CREMAGLIERE

ATTREZZATURE

Meccanica & Subfornitura  

Meccanica & Subfornitura Gennaio 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you