Page 1

SETTEMBRE 2012 | NUMERO 37 | BIMESTRALE

LA NATURA

ALLA BASE DI TUTTO CORSO DI CUCINA

PERCHÉ HO SCELTO BIO

CULTURA E SOCIETÀ

Fornelli che passione. Strumenti e idee culinarie.

Marco Bianchi. Il cuoco scienziato.

Anche quest’anno torna

semi


DELIZIE DI CIOCCOL ATO DELL A MIGLIORE QUALITÀ

 croccante e fruttato  prodotto con gli ingredienti della qualità migliore  senza emulsionanti, senza aggiunta di aromi naturali  100% biologico

 al latte con croccanti e pezzi di mirtilli e lamponi

 fondente con pezzi di cranberries (cacao min. 70 %)

EcoFinia GmbH · 32020 Herford/Germany Phone +49(0)2305/33030 · Fax +49(0)2305/540202 info@vivani.de · www.vivani.de


NOVITÀ IN CASA

NATURASÌ il produttore consiglia  6 Biodinamica: la natura alla base di tutto

Giò Gaeta

progetto angola 

responsabile progetto informarsì

Diario di viaggio

In un caldo pomeriggio d’estate ho partecipossono portare a grandi cambiamenti, se pato a un evento organizzato dal Comune di condivise con altri. Isola del Piano (PU) presso la Fattoria della È proprio allora che emerge la forza delle Legalità, un edificio con terreno agricolo idee e delle azioni dei pochi che non molespropriato alla mafia e gestito da “Libera lano mai, che credono in ciò che fanno, che terra”. Tra i relatori don Tonio Dall’Olio, seminano aspettando con pazienza i frutti, responsabile del settore internazionale di accontentandosi anche di risultati non “Libera”, e Filippo Mondini, psicologo. Molta così eclatanti da finire sui giornali, ma che partecipazione locale e non, giovani con sommati tra loro muovono ostacoli apparenbambini, persone più grandi e qualche testa temente insormontabili. canuta. Intensa l’emozione. In silenzio, si Noi di InformarSì ci siamo chiesti cosa fare sono ascoltati i racconti per sostenere e diffondere di vite difficili e drammapiù attenzione per il futuro Il futuro appartiene tiche in particolari zone della terra. Ci proviamo a coloro che credono del nostro bel Sud Italia. migliorando la comualla bellezza dei propri nicazione tra il mondo Mi ha particolarmente sogni colpito l’intervento dello della produzione e chi psicologo di Castelvolacquista il cibo nei nostri E. Roosevelt turno, un paese fatto negozi, tra associazioni, di 26 km di strada in cui convivono realtà gruppi che hanno cura dell’ambiente e chi si contraddittorie: abitanti del posto, lavoratori preoccupa della salute dei propri figli. Così stranieri, mafie locali e nigeriane, normalità abbiamo voluto arricchire il nostro magazie degrado ai confini della realtà. Mondini ne, trasformandolo in un contenitore di idee cerca di dare una luce di speranza a chi vive e proposte pratiche con ricette, informazioni solo l’oggi senza sogni, nè progetti. Senza e condivisioni di stili di vita autentici. futuro. Troverete questo numero cambiato, nell’imLe sue attività fatte di niente, con pochi postazione grafica, nell’approfondimento mezzi e sostegni, si alimentano con fatica, di alcune rubriche, nella copertina con il a piccoli passi, accontentandosi di risultati restyling del logo, ma soprattutto il nostro minimi, ma unici. La sua determinazione lo InformarSì diventa bimestrale! Oltre che fa somigliare ad un don Chisciotte modernei negozi NaturaSì potrai trovare il numero no, più lucido e consapevole, con i piedi per di settembre alla terza edizione del Festival terra e in lotta con problemi e questioni così vegetariano a Gorizia (dal 31 agosto al 2 grandi da dare scoramento solo ad ascoltarsettembre), alla 24ma edizione della Fiera lo. I commenti erano proprio di questo tono: internazionale del biologico e del naturapoveretto ..., lotta contro i mulini a vento ..., le “Sana” di Bologna, (8-11 settembre), e non ce la farà mai ..., non c’è speranza ..., non all’evento a noi caro, Seminare il futuro, che potrà cambiare nulla ... si svolgerà in molte aziende agricole italiane In altro modo e con altro pathos, gli stessi domenica 14 ottobre. commenti emergono riguardo al biologico, alla difesa dell’ambiente, a scelte precise che Buona lettura 3 –INFORMARSÌ

10

corso di cucina  12 A scuola di cucina. Fornelli che passione! la pagina del riuso  Da ombrello a borsa della spesa

14

tendenze  Cittadini del mondo

16

cultura e società  Seminare il futuro!

18

novità dal bio  Mense scolastiche: il bio è di casa

20

perché ho scelto bio  Marco Bianchi il cuoco scienziato

22

il lunario di casa 

24

ricette di stagione  Gusti e colori d’autunno

26

a casa di altromercato 

28

pianeta bambino  Il buongiorno si vede dal mattino

30

consumatori responsabili 

34

a casa di weleda  Calendula biologica

36

ecoturismo  Benvenuti a Shewula, ecoturismo e solidarietà

38

bio&thecity  Benessere naturale

40

novità dal bio  Il vino è biologico... anche in cantina!

42

a casa di baule volante  Buon compleanno, Baule Volante!

44

speciale sana 

46

Ottobre equopertutti

Chiedilo a NaturaSì

Sana 2012

Editore: EcorNaturaSì Spa, via De Besi, 20/c (Vr) tel. 045.8918611, www.naturasi.it, info@naturasi.com Direttore responsabile: Luigi Speri. Restyling: CB’a Brand Vision and Design Solutions Redazione e realizzazione grafica: EcoComunicazione.it progetti di comunicazione ecologica. Stampato su carta ecologica 100% riciclata da: MediaPrint (Vr) Pubblicazione bimestrale registrata presso il Tribunale di Verona in data 30/12/2003 n. 1575.


notizie in pillole

APPUNTAMENTI

Festival Vegetariano

Torna a Gorizia, dal 31 agosto al 2 settembre, l’appuntamento con la cultura, la gastronomia vegetariana e il mondo green. Numerose le novità di questa terza edizione: cambia la location del festival, dalla periferia al centro storico della città, e aumentano le giornate dedicate al mondo vegetariano & green. Quest’anno, inoltre, il festival punta tutto sulla cultura considerata come l’unico veicolo in grado di trasmettere un messaggio di attenzione e cura che muove dalle piccole azioni quotidiane. Da non perdere anche la rassegna “No Impact Cinema” che presenterà le opere di alcuni registi che si sono misurati con l’arduo compito di portare sugli schermi gli argomenti fondamentali dell’iniziativa, quali l’inquinamento, lo sfruttamento dei mari, il consumismo e le scelte sostenibili. www.festivalvegetariano.it

Fuori dalla crisi

Domenica 9 settembre al Sana 2012 In occasione di Sana, 24° salone internazionale del biologico e del naturale, che si terrà a Bologna (8-11 settembre), Probios in collaborazione con Coscienze in Rete, organizza il convegno Fuori dalla crisi. L’appuntamento è per domenica 9 settembre alle ore 15.00 presso la sala Notturno. Interverranno al convegno: Lorenzo Diana (movimenti anti-racket ed anticorruzione), Alfonso Pecoraro Scanio (presidente Fondazione Univerde), Lisa Bortolotti (Presidente di Arcipelago Scec per l’Emilia Romagna), Fausto Carotenuto (Presidente Coscienzeinrete), Fernando Favilli (Presidente Probios srl). IN EVIDENZA

Valore Alimentare autunno

La pasta è da sempre uno degli alimenti principe sulla tavola degli italiani. Ma come distinguere tra una buona e una “cattiva” pasta? Scoprilo nel numero d’autunno di Valore Alimentare magazine, insieme a tante curiosità, notizie e approfondimenti su alimentazione, salute e biologico. • Conoscete Franco Becchis, l’economista di strada? La sua storia e le sue riflessioni all’interno di Dialoghi di Valore. • Come affrontare la menopausa, una delle stagioni più difficili nella vita di una donna: le risposte in Alimenti e Salute. • I segreti del sonno dei bambini e di quello degli anziani in A misura di bambino e Le risorse della Terza Età. • Mettere insieme salute e buona cucina: con le ricette di Giovanni Allegro è possibile, senza rinunciare al gusto. • La dermatite seborroica colpisce molte persone: per scoprirne cause e rimedi seguite la rubrica Salute e bellezza. 4 –INFORMARSÌ

Dal 13 a 28 ottobre

fai la spesa giusta con il commercio equo certificato Fairtrade Dal 13 al 28 ottobre dai valore alle tue scelte con i prodotti del commercio equo e solidale certificati Fairtrade: acquistando caffè, cacao, banane e molti altri prodotti potrai fare una spesa di qualità e sostenibile. Fairtrade, infatti, è il sistema di certificazione internazionale che garantisce un prezzo stabile e condizioni di lavoro durature ai produttori del Sud del Mondo e assicura loro un margine di guadagno aggiuntivo da investire per lo sviluppo delle comunità, promuovendo il rispetto per l’uomo e per l’ambiente. Come ogni anno, NaturaSì aderisce all’iniziativa evidenziando all’interno dei suoi punti vendita i prodotti Fairtrade e invitando all’acquisto attraverso promozioni su alcuni prodotti che ne riportano il bollino. Per ulteriori informazioni visita il sito www.fairtradeitalia.it www.naturasi.it • La nostra alimentazione può influenzare l’attività muscolare? Come migliorarla in Alimentazione e sport. • Prevenire le tarme si può: ne Gli insetti questi sconosciuti i consigli del nostro entomologo. Ed altro ancora su valorealimentare.it/mag5.

Fondazione Le Madri specificando nella causale “pro Al Granaio”. Per info: www.fondazionelemadri.it

Novità da ecor

È online il nuovo sito www.naturasi.it, con una veste grafica più dinamica, in armonia con il nostro nuovo logo, e con tante pagine nuove e interessanti. Potrete scoprire le ultime news dal mondo NaturaSì, avere nuove informazioni dall’Angola, conoscere meglio i produttori ed essere sempre aggiornati su tutte le promozioni attive nei negozi NaturaSì.

Per dare maggiori informazioni a tutti coloro che scelgono i suoi prodotti a marchio, ecor ha ideato una collana di opuscoli che potrete trovare all’interno del nostro magazine InformarSì. Da staccare e conservare, contengono interessanti approfondimenti sui prodotti insieme a ricette originali e curiose. Si comincia con l’opuscolo frutta secca e semi: cercatelo all’interno di InformarSì.

Terremoto e solidarietà

A Mirandola, uno dei centri più colpiti dal sisma dell’Emilia, Roberto Baraldi e la moglie Sonia avevano il loro negozio biologico “Al granaio”, distrutto dopo la prima scossa del 20 maggio. Decisi a ripartire subito in un locale adiacente, dopo la forte scossa del 29 maggio hanno visto sfumare questa possibilità perché anche la nuova struttura è stata giudicata inagibile. Il negozio NaturaSì di Carpi ha offerto un lavoro a Roberto, in attesa che lui e Sonia, costretti in tenda con i due figli, possano ripartire con la loro attività. Per chi volesse aiutarli è attiva la raccolta fondi della fondazione Le Madri di Reggio Emilia, il cui ricavato verrà interamente usato per la ricostruzione del punto vendita. Fino al 31 ottobre potrete contribuire tramite bonifico bancario alla

NOTIZIE DI CASA

Nuovo sito NaturaSì

Salva la Spesa da NaturaSì

Dal 27 agosto 2012 al 6 gennaio 2013 torna in tutti i negozi NaturaSì la promozione Salva la Spesa che vi propone oltre 50 prodotti che fanno parte della vostra spesa quotidiana, come pasta, composte e olio, ad un prezzo più conveniente con sconti fino al 20%.

In arrivo la terza monografia dell’InformarSì

Non perdere l’uscita a metà ottobre della terza monografia dell’InformarSì: Speciale Alimentazione e Stili di vita. Chiedilo al tuo negoziante NaturaSì di fiducia.

VISITA IL SITO PER LE ULTIME NEWS WWW.NATURASI.IT


xxxxxxxxxxxx

Le bevande vegetali di Soia Soja Drink Naturale è un alimento vegetale ottenuto per estrazione da semi di soia integrali, senza zucchero né altri ingredienti aggiunti. Il suo gusto neutro e delicato lo rende versatile e adatto sia come bevanda sia come ingrediente in cucina per preparare gustose ricette. Disponibile anche la nuova versione Light con solo l’1,1% di grassi. Il Soja Drink con Calcio è preparato con estratto di soia arricchito con calcio e dolcificato con zucchero d’uva. Un’ottima alternativa per chi è intollerante al latte o al lattosio. Il suo sapore leggermente dolce lo rende particolarmente indicato come bevanda.

Buoni per natura. NATURATTIVA - Tel. +39 051 6086800 - info@naturattiva.com 5 –INFORMARSÌ


Momenti della raccolta delle mele alla Cooperativa Osiris

il produttore consiglia

BIODINAMICA: LA NATURA ALLA BASE DI TUTTO Parte dal cuore dell’Alto Adige, dalla valle che accoglie i comuni di Termeno, Egna e Ora, l’idea di alcuni agricoltori che da coltivatori tradizionali al seguito del padre, hanno voluto (e hanno trovato) ricercare un modo alternativo di lavorare la terra. Un metodo che non gli apparisse più come una lotta impari contro le forze della natura e del mercato, ma che di queste sapesse farsi alleato e amico. Con il tempo quest’idea è diventata una cooperativa che porta il nome della dea della fertilità, Osiris, e che oggi rappresenta una delle più significative realtà nazionali ed europee nell’ambito della coltivazione biodinamica. 6 –INFORMARSÌ

di Marzia Sandri


All’inizio furono pere e mele, poi si sono aggiunti patate, kiwi, piccoli frutti che danno origine anche a prodotti trasformati, come il succo concentrato di mele. La direttiva, però, è da sempre la stessa, quella definita lungo i confini di una visione biodinamica. Infatti vengono messi a disposizione tutti i mezzi per gestire autonomamente il prodotto fresco che arriva dalla campagna e viene immagazzinato, scelto, calibrato e confezionato totalmente in proprio e nel pieno rispetto dell’ambiente e del consumatore. Oltre che dagli Organismi di controllo autorizzati, la cooperativa è certificata dalla Demeter Italia, l’associazione di produttori, trasformatori e distributori di prodotti agricoli e alimentari biodinamici che segue e verifica ogni fase lungo tutto il percorso, dalla produzione alla vendita. Un regolamento interno prevede il rispetto di altre norme particolarmente rigide come, ad esempio, il divieto di utilizzare il rame durante la fase vegetativa. La Cooperativa Osiris, fondata nel 1988 da un piccolo gruppo di agricoltori, ha cominciato ben presto a raccogliere intorno a sé altri produttori – attualmente in numero crescente – insoddisfatti dei metodi di coltivazione tradizionali. La struttura, così, si è via via ampliata, polarizzando intorno a sé l’operosa attività di numerosi agricoltori, tutti biodinamici, il cui lavoro asseconda l’azione degli elementi della natura che concorrono alla nascita e alla crescita di frutta e verdura, senza trascurarne nessuno. Nemmeno l’effetto dei corpi celesti, tanto che, nell’eseguire le operazioni agricole più comuni e fondamentali quali le semine, la potatura e la spruzzatura dei preparati biodinamici, si tiene conto dei cicli astronomici e lunari. La terra: un laboratorio vitale L’azienda biodinamica è considerata un organismo vivente dove la produzione vegetale si integra con l’allevamento degli animali che a loro volta forniscono il concime per le coltivazioni in una logica di conservazione dell’equilibrio biologico generale. Il terreno diventa, allora, una sorta di enorme laboratorio la cui vitalità e difese sono attivate e incrementate con preparati a base di sostanze naturali in modo che i nutrienti possano essere liberati e assimilati

dalle piante nella misura ad esse necessaria. Alla cura dell’organismo aziendale concorrono anche la piantumazione di siepi e la creazione di stagni, l’inserimento nel ciclo produttivo di animali, la rotazione delle colture, l’attenzione verso la concimazione attuata con un compost che contribuisce alla formazione dello strato umico del terreno, l’individuazione del materiale di riproduzione biodinamico o, in carenza di esso, biologico. Il tutto dà forma ad un ambiente “naturalmente ordinato” in cui la guida viene lasciata alla natura che si può esprimere liberamente, senza che la mano dell’uomo intervenga a porre limiti o correzioni. La natura alla base di tutto Rigoroso rispetto dei ritmi naturali, intervento umano ridotto al minimo, ricorso a fertilizzanti e antiparassitari ecologici realizzati dagli stessi produttori, conferiscono a frutta e verdura maggior gusto e ricchezza di qualità nutrizionali, favorendo l’assorbimento da parte del terreno di tutto il meglio necessario a uno sviluppo e a una crescita ottimali. Scelte che garantiscono la qualità della produzione e che stanno alla base del successo ottenuto dai prodotti biodinamici di Osiris. “Fin dai primi anni la nostra esigenza è stata quella di offrire un prodotto assolutamente pulito e qualitativamente eccellente – spiega il presidente Dezini – per questo è stato inevitabile decidere di lavorare ogni fase in autonomia dotandosi di infrastrutture adeguate, così da non rischiare di contaminare il prodotto e da garantire trasparenza al consumatore. In seguito, abbiamo sviluppato la parte commerciale”. E in questa fase è stato cruciale l’incontro con partner attenti e disposti a riconoscere e valorizzare il lavoro del gruppo di biodinamici. “Abbiamo trovato persone che hanno saputo concordare un giusto corrispettivo per il nostro impegno – continua l’agricoltore – senza cercare di spuntare il prezzo più basso e questo ci ha aiutato molto. Giocare sempre a carte scoperte cercando di garantire la massima qualità ci ha ripagati anche nei momenti di maggior difficoltà”. Un impegno anche nel sociale Rientra in questa visione aziendale ➥ 7 –INFORMARSÌ

di riso integrale

inale ig r o a m m a g a Un iette ff o s i d ta le p m e co Provale tutte! di riso con sale di riso multicereali

con

di riso

sesamo

di riso a basso contenuto di sale

di mais con sale

Ottime da spalmare con marmellate o creme, come alternativa al pane o come sfizioso snack LA FINESTRA SUL CIELO S.p.A. a socio unico Via Rondissone 26. 10030 Villareggia (TO) Tel. 0161 45 55 11 - Fax 0161 45 55 95 www.lafinestrasulcielo.it - servizio.clienti@lafinestrasulcielo.it


anche la decisione, adottata negli ultimi anni, di aprire l’organico della cooperativa alle persone diversamente abili. “Con l’aiuto e il sostegno della Provincia di Bolzano – racconta Huber Dezini – abbiamo incontrato l’associazione di promozione sociale Pastor Angelicus grazie alla quale abbiamo inserito sette persone affette da handicap fisico e psichico nella sede in cui già lavoravano altre otto persone coinvolgendole in ogni fase della produzione e lasciando loro la libertà di gestione degli incarichi. Una scelta che ha cambiato radicalmente la nostra prospettiva e il nostro modo di accostarci al lavoro, che ci arricchisce ogni giorno e che ha portato questi nostri colleghi speciali a migliorare le loro abilità e ad accrescerne l’autonomia”. Ma l’impegno nel sociale del gruppo di lavoratori di Osiris va anche oltre e ogni anno la cooperativa contribuisce ad una manifestazione che raccoglie fondi per una comunità alloggio destinata a persone disabili in provincia di Treviso. Mele biodinamiche Ma cosa distingue un frutto ottenuto con coltivazione biodinamica? Le mele, ad esempio, presentano notevoli differenze dalle convenzionali. Innanzitutto la forma, che nel frutto biodinamico appare tonda e un po’ allungata, mentre il colore presenta tonalità spesso non uniformi e dovute alla differente esposizione al sole nel corso della giornata. A colpire, però, sono il gusto e l’aroma più intensi, e la lunga conservabilità. L’agricoltore tiene in grande considerazione il miglior rapporto possibile tra luce e 8 –INFORMARSÌ

calore, provvedendo a fornire alla pianta l’esposizione più adeguata, elemento essenziale per ottenere un risultato eccellente. Le potature vengono effettuate proprio tenendo conto di questi elementi, ma soprattutto cercando di assecondare il più possibile lo sviluppo naturale della pianta, lasciando spazio alla crescita e diffusione anche della vegetazione spontanea e degli insetti che svolgono una parte importante nel processo produttivo. Le mele Osiris, poi, vengono raccolte a un ottimo stadio di maturazione e conservate in cella ad atmosfera controllata, dove si attua solo una riduzione dell’ossigeno, senza far ricorso a trattamenti post raccolta. Nel nome della biodiversità La coltivazione biodinamica è la risposta alla monocultura e favorisce l’incremento, tramite il lavoro agricolo, della biodiversità. Ogni albero è differente dall’altro e in esso l’agricoltore riconosce un organismo vivente alla cui crescita ed evoluzione prendono parte tutti gli elementi che appartengono ai diversi regni della natura, da quello minerale, a quelli vegetale e animale. La pianta viene fatta attecchire in un terreno ricco di humus, su cui vengono utilizzati preparati biodinamici, lavorati e messi a maturare nel rispetto del calendario lunare, per dare vita a veri e propri concentrati di energia. Tutto questo, unito all’esperienza, garantisce al consumatore un prodotto ottimo, sano e di elevata qualità.


sui nostri scaffali TERRE DI SANGIORGIO

La passata di pomodoro

Appena colto il pomodoro è già “Passata”, resa unica dalla sua inconfondibile densità e dal sapore estivo, risultato della sintesi di qualità genuina e rispetto della tradizione. L’azienda Terre di Sangiorgio produce passate e sughi di pomodoro le cui materie prime vengono scelte accuratamente per soddisfare le esigenze dei consumatori.

CRUDIGNO

Shoyu e Tamari

Condimenti a base di soia, frumento e sale, ottenuti attraverso un processo di fermentazione naturale: 12-18 mesi per la salsa Shoyu e 3 anni per la salsa Tamari. Utilizzati in tutto il mondo per insaporire legumi, cereali, carne, pesce, verdure e piatti della cucina tipica cinese quali “noodles” e riso. Possono essere utilizzati sia in cottura che a crudo.

BAULE VOLANTE

Olio di semi di lino “da frigo”

L’olio di semi di lino Baule Volante è caratterizzato da un alto contenuto di Omega3 e Omega6. Essendo molto sensibile al calore, Baule Volante lo mantiene in frigo in tutta la filiera di distribuzione, dalla produzione fino al negozio. Per beneficiare al meglio delle sue prezione qualità, l’olio di semi di lino deve essere consumato a crudo, nella quantità raccomandata di 2 cucchiaini al giorno. Disponibile nei formati 250 e 100 ml.


sui nostri scaffali

progetto angola

ECOR

Arrivano in tavola “I subito pronti” biologici

DIARIO DI VIAGGIO

di Susanna Finardi

Resp. Fund Raising di Cospe

Da oggi sono sufficienti 15 minuti per gustare il meglio di legumi e cereali biologici, anche integrali. ECOR propone quattro alternative precotte: grano duro integrale, orzo, farro integrale e soia. Utili alle mamme che lavorano, perfetti per i single impegnati, insostituibili per una cena con un ospite improvviso. Preziosi alleati per chi non ha molto tempo in cucina ma non vuole rinunciare a preparare pietanze gustose. ACQUA PLOSE

In vetro è meglio

Da sempre la Fonte Plose imbottiglia la sua acqua minerale, leggerissima, di alta montagna, nell’unico contenitore valido e inerte: il vetro. Infatti, il vetro non rilascia all’acqua molecole di plastica o altre sostanze e quindi mantiene inalterata la sua struttura e composizione originale, inoltre non trasferisce alcun odore estraneo. Bere acqua Plose ogni giorno vi aiuta a preservare in buono stato la vostra salute. AGRIVERDE

Natum: Trebbiano d’Abruzzo

Prodotto in località Rogatti nelle colline abruzzesi questo vino monovitigno viene da vigne allevate nella tradizionale forma a pergola abruzzese. Di colore giallo paglierino intenso con sfumature dorate e brillanti, si abbina perfettamente a primi piatti di terra con funghi e tartufo, secondi piatti di mare, formaggi stagionati ed erborinati a pasta molle.

Finalmente sono in Angola a visitare le tante comunità del Namibe dove lavoriamo da anni. Arrivando, guidata da Giovanni Barbagli, coordinatore del progetto per la promozione dei diritti umani in Angola, capisco da subito perché si chiamano così: definirle veri e propri villaggi infatti non si può. Le abitazioni (costituite da capanne di legno, fango e paglia) sono a mezz’ora a piedi di distanza una dall’altra e le persone si incontrano al rio, il fiume, per bere, per lavarsi e per parlare delle feste, delle cerimonie e, appunto, delle questioni comuni che le legano. Da un anno le persone si incontrano anche all’orto che Cospe, grazie al supporto di NaturaSì e dell’Unione Europea, ha creato insieme a loro. Siamo nella stagione secca e l’orto dà pochi frutti; qui la malnutrizione si fa sentire, soprattutto tra i bambini. Da quando è stato fatto l’orto, le cose vanno meglio ma non è abbastanza. Le 20 donne che  gestiscono l’orto della comunità di Nkondo, per esempio, ci hanno chiesto un trattore con cui portare la verdura al mercato e rivenderla per ricomprare le sementi utili alla stagione successiva. Giovanni, che segue il progetto da due anni, dice di essere contento di queste pianificazioni a lungo termine, un anno fa sarebbero state impensabili, ma il progetto non prevede questo finanziamento. Intanto 10 –INFORMARSÌ

si è consegnata una motopompa, finanziata da NaturaSì, che servirà a rifornire d’acqua l’orto anche nella stagione secca: queste persone vivono alla giornata, si svegliano, vanno a prendere l’acqua, trovano frutti nel bosco, hanno qualche magra bestia che pascola e si dedicano ad altre attività legate all’associazione e alla vita familiare. Un nuovo forno a Munhengo La mia visita è poi continuata nelle comunità di Munhengo dove abbiamo appena inaugurato un forno e dove ho mangiato in esclusiva il pane che verrà venduto al pubblico, per poi passare a Katuvo, una comunità lontana da tutto, in mezzo alla foresta con gli immancabili sacchi di carbone nascosti tra gli alberi: le comunità rurali dell’Angola non avendo altro introito economico, bruciano la foresta per fare carbone e rivenderlo o scambiarlo con prodotti utili alla loro sussistenza come sapone, riso, bevande, vestiti e medicine. Creare attività generatrici di reddito e alfabetizzare le persone di queste comunità significa renderle meno vulnerabili dando loro gli strumenti per comprendere e valutare la modernità, difendersi e coabitare con i cambiamenti climatici e sociali. Intanto la mia visita continua tra mille emozioni e nuovi incontri di comunità in comunità…  


11 –INFORMARSÌ


sui nostri scaffali

corso di cucina

RONDANINI

Bresaola bio atm

A SCUOLA DI CUCINA Il salumificio Rondanini produce dal 1925 insaccati quali: salami da taglio e regionali tipici, prosciutti cotti e crudi, spalle cotte, mortadelle, pancette, bresaole, speck e coppe. Tra questi, la bresaola “Bio” si distingue per il suo particolare sapore, allo stesso tempo dolce e delicato e per le sue caratteristiche. Perfetta con succo di limone, un filo d’olio e qualche scaglietta di grana. BIO PAN

FORNELLI CHE PASSIONE! Appassionati, esperti o principianti, sull’attenti! Da questo numero inizia un percorso a puntate tra pentole, ingredienti, strumenti e idee culinarie curiose e originali, per conoscere meglio la cucina integrale e naturale.

Formaggio greco originale Feta Dop della Kourellas

Formaggio da agricoltura biologica a base di latte di pecora 70% e capra 30% maturato, dopo salatura a secco, nella sua salamoia dalla quale assume il caratteristico sapore acidulo. Formaggio indicato per gli intolleranti al latte vaccino. La Feta ha il 25% di materia grassa ed una durata di 9 mesi dalla produzione. Fresca nell’insalata greca d’estate, si consuma anche d’inverno sulla pasta, al posto del formaggio grattugiato, o alla piastra. ARRIGONI

Gorgonzola DOP bio

Formaggio erborinato, molle, a pasta cruda, prodotto con latte di vacca intero certificato biologico. Il nome proviene da una cittadina lombarda dove si dice sia nato nel XII secolo. Prima del consumo, è consigliabile lasciare questo formaggio a temperatura ambiente per almeno mezz’ora: in tal modo se ne esalteranno il gusto e le caratteristiche organolettiche.

di Sara Cargnello Gli strumenti giusti Avere i giusti strumenti, in qualunque campo di applicazione, è sempre molto importante. Ancor più importante è in cucina, perché se è vero che buona parte delle ricette si può tranquillamente realizzare disponendo solo di un paio di buoni coltelli affilati, un cucchiaio per mescolare e un paio di pentole di misure diverse, è anche vero che lo strumento giusto per l’occasione giusta rende il lavoro decisamente più semplice, godibile e ci regala un esito migliore. L’attrezzatura di base prevede, dunque, oltre a dei buoni coltelli affilati e ad almeno un paio di misure e forme diverse di pentole e padelle, anche un tagliere, cucchiai, spatole e una bilancia. A questa strumentazione iniziale possiamo aggiungere alcuni dettagli. Ad esempio, il coltello può essere seghettato per il pane, a lama di acciaio con manico pesante e lunghezza di 20 cm per tritare e di circa 10 cm per lavorare frutta e verdura. Ottimi anche quelli in ceramica che non perdono il filo e non ossidano i vegetali e le erbe aromatiche tritate. Il tagliere può essere in legno o plastica e dovrebbe misurare circa 30x40 cm per una maggiore comodità. Pulitelo, dopo ogni uso, con aceto o limone e sale per eliminare odori e batteri. Per amalgamare, ridurre a purea, 12 –INFORMARSÌ

omogeneizzare e molto altro, un frullatore è molto utile se non indispensabile. Un robot da cucina o mixer è ideale per tritare, affettare e mescolare velocemente gli ingredienti tra loro e un frullatore è necessario per frullati e puree. In alternativa possiamo acquistare una mandolina che grattugia e affetta e un frullatore a immersione, più piccolo e pratico. E ora prepariamo qualche piatto Come ti cucino la zuppa Corroboranti in inverno e nutrienti ma leggere d’estate, le zuppe e le minestre sono piatti unici che forniscono all’organismo il nutrimento di cui necessita, oltre a una buona idratazione per l’alto contenuto di acqua. Si trovano in tutte le tradizioni culinarie e ne esistono infinite ricette. Il bello è che non serve essere molto precisi con le misure, che si possono utilizzare le verdure di cui si dispone e che difficilmente riescono male. L’importante è che gli ingredienti siano freschi e, con un po’ di fantasia, potremo creare minestre per ogni stagione. Crema di verdura, perché no? Le creme di verdura si possono realizzare combinando una o più verdure a seconda


DAL CUORE DELLA TOSCANA LA PASTICCERIA BIOLOGICA DI ALTA QUALITÀ

La storia della famiglia Corsini è una storia di qualità, che inizia in Toscana negli anni ‘20 come forno artigianale, per poi trasformarsi in Azienda di rinomata pasticceria già negli anni ‘80. L’azienda ha mantenuto inalterati nel tempo i canoni caratteristici dei propri sistemi di produzione, per rispettare le regole della migliore tradizione e ottenere quei sapori che rendono i prodotti Corsini unici e speciali. Tutto ciò supportato da un qualificato Sistema di Controllo Qualità in linea con le migliori esigenze del mercato.

della stagione, in generale sempre con una base di cipolla o porri per dare sapore. Le verdure si tagliano a dadini e la cipolla a fettine. Si fa rosolare la cipolla nell’olio o nel “burro” di soia, si aggiungono le verdure e si fanno “sudare” per alcuni minuti. A questo punto possiamo aggiungere il brodo vegetale, preparato da noi oppure di dado, e si fa cuocere circa 20 minuti. La minestra potrà venire ridotta in crema o vellutata utilizzando un frullatore, anche uno a mano, oppure passando le verdure con un passaverdura (ideale per le verdure fibrose a foglia) ma possiamo anche schiacciare la polpa delle verdure attraverso le maglie di un colino, usando la spatola. Così si eliminano le bucce, come quelle dei peperoni o dei pomodori. La minestra, quando riscaldata, si può arricchire con un po’ di “panna” di soia o di riso, per darle più cremosità. Le nostre minestre acquisteranno un tocco in più se decorate, prima di servirle, con erbe aromatiche fresche finemente tagliate, crostini di pane, filetti di peperone o rondelle di carote. Possiamo anche usare un trito di semi oleosi (mandorle, sesamo, girasole). Il brodo vegetale: base fondamentale Il brodo vegetale è la preparazione di base delle zuppe. Le verdure base del brodo sono

carota, sedano, cipolla e un mazzetto di erbe aromatiche miste, ma si possono aggiungere altre verdure stagionali. 500 gr di verdure, erbe aromatiche miste (alloro, salvia, rosmarino...), 2 lt di acqua. Far sobbollire le erbe e le verdure tagliate a pezzi nell’acqua, per circa un’ora. Filtrare il composto con un colino e conservare in frigo per non più di due giorni, oppure congelare. Un pizzico di esotico: la zuppa di miso La zuppa di miso (una pasta di soia fermentata, ricca di enzimi vitali), corroborante e remineralizzante sia in estate che in inverno, è tipica della cucina giapponese. La ricetta di base si può variare all’infinito aggiungendo verdure stagionali o tofu tagliato a cubetti. 4 tazze di acqua, 2 cucchiai di miso, 1 pezzo di alga Wakame (8 cm), 1 pezzetto di zenzero, 1 cipollina fresca o porro. Far bollire l’acqua con la cipollina tagliata sottilmente e l’alga a piccoli pezzetti. Preparare un cucchiaino di succo di zenzero grattugiandolo e spremendolo con una garzina. Sciogliere il miso in poca acqua tiepida. Quando l’acqua bolle, spegnere il fuoco, aggiungere il succo di zenzero ed il miso, che non va mai fatto bollire, e servire.

L’ingresso nel mondo del biologico è conseguenza naturale, in quanto la semplicità degli ingredienti e la purezza del territorio di origine si sposano perfettamente con le esigenze del settore biologico. La nuova Collezione biologica Corsini Bio comprende i prodotti per la prima colazione, come i Biscotti fatti con ingredienti caratterizzanti come farina di farro, farina di mais e gocce di cioccolato Fairtrade; ci sono inoltre le Crostate, la Focaccia dell’Amiata ed i Cornetti di pasticceria. Fiore all’occhiello della Collezione Corsini Bio sono i prodotti lievitati da ricorrenza, come Panettone, Pandoro e Colomba, fatti secondo le antiche regole, ingredienti selezionati, la paziente e accurata lavorazione dei nostri maestri pasticceri. Infine la collezione si completa con i prodotti tipici toscani, dai classici Cantuccini alla Mandorla ed i Croccoli alle Nocciole, fino alla Dolce Polendina, l’esclusivo dolce Corsini creato con farina di castagne.

Corsini Biscotti s.r.l.

E ora subito ai fornelli! 13 –INFORMARSÌ

via Cellane ,9 - 58033 Casteldelpiano Monte Amiata (GR) tel. 0564.956787 www.corsinibiscotti.com info@corsinibiscotti.com


sui nostri scaffali

la pagina del riuso

RAAB VITALFOOD

Goji in succo e in bacche

DA OMBRELLO Il Goji (Lycium barbarum L.) noto anche come “pianta della giovinezza” è un arbusto che cresce spontaneo o coltivato in Cina, Tibet e Mongolia. Il frutto, simile a una piccola ciliegia allungata di un acceso colore rosso, è un autentico scrigno di proprietà benefiche. Lo si può consumare fresco, essiccato, in aggiunta a muesli e dessert o come succo.

A BORSA DELLA SPESA di Edi Saccomani

TECNICHE NUOVE

L’economia del bene comune

I periodi di crisi sono eventi drammatici e infelici, ma proprio in queste circostanze spesso si generano idee e concetti nuovi. L’economia del bene comune è un modello economico alternativo, concreto e applicabile nel quale le imprese rispettano un codice etico condiviso: un approccio nuovo. Christian Felber ne parla ampiamente in questo testo di grande respiro ideale. Christian Felber, 14,90 €. LAVERA

My age: crema contorno occhi intensiva

Preziosi ingredienti come nutriceramide e sepilift assicurano un’intensa idratazione alla pelle delicata del contorno occhi, lasciandola visibilmente liscia. Particolarmente efficace grazie all’azione tonificante della caffeina bio in combinazione con l’olio di jojoba e di mandorle bio.

Possiamo rovistare tra gli oggetti dimenticati o rotti, chiedere agli amici o svuotare il garage alla ricerca di materiali riutilizzabili. Spesso, però, basta aprire gli occhi per trovare, tra gli oggetti comuni buttati via, materiali da reimpiegare e reinventare. Qualche semplice operazione è sufficiente per ottenere articoli di uso quotidiano, utili oltre che originali. Oggi trasformeremo un vecchio parapioggia in una borsa per la spesa Riutilizzando la tela di vecchi ombrelli, possiamo ottenere una sacca per la spesa robusta e molto pratica che, una volta vuota, occuperà pochissimo spazio. Per farlo, abbiamo bisogno solo di una macchina da cucire, spazio, tempo e la predisposizione al recupero. Primo passo: recuperare un ombrello ormai inutilizzabile, ricavarne la stoffa e scucirla per ottenere dei triangoli separati. Secondo passo: stirare i triangoli e ricucirli a macchina in modo che la parte a punta del primo corrisponda con la parte larga del secondo e così via fino ad esaurire tutti i pezzi disponibili. 14 –INFORMARSÌ

Terzo passo: cucire insieme i due lati sbiechi del lungo rettangolo così ottenuto e formare un abbozzo di sacco molto lungo. Quarto passo: eseguire un’ulteriore cucitura su quello che diventerà il fondo della sacca. Quinto passo: rovesciare il lavoro fin qui ottenuto in modo che le cuciture finiscano all’interno. Ci si può aiutare con il ferro da stiro, tenendo conto che, per la natura del materiale impiegato, il manufatto non sarà mai perfettamente dritto. Sesto passo: tagliare una fetta di almeno 5 cm nella parte alta rimasta scucita. Servirà sia per pareggiare il lavoro che per ottenere due strisce di stoffa, che diventeranno i manici della borsa. Settimo passo: cucire la parte rimasta aperta. Ripiegare ulteriormente il rettangolo ottenuto in modo da avere un sacco che sarà doppio, cioè ci si troverà con un doppio strato di stoffa per ogni lato. Ottavo passo: sistemare il più regolarmente possibile la stoffa rimasta e applicarla in modo da ottenere le maniglie. Et voilà, la sacca è pronta per accompagnarvi al supermercato... ... NaturaSì ovviamente!


C'È UN PO' DI ALCE NERO IN OGNUNO DI NOI. NOI CHE RISPETTIAMO I RITMI DELLA NATURA, LE STORIE E LE MANI CHE LA LAVORANO. NOI CHE CREDIAMO NELLA TERRA E CHE PREFERIAMO PROTEGGERLA PER MANTENERLA FORTE E RICCA PER IL DOMANI. NOI CHE SCEGLIAMO DI MANGIARE SANO PERCHÈ VOLERCI BENE CI FA STARE BENE. NOI SIAMO ALCE NERO, IL BIOLOGICO DA OLTRE 30 ANNI.

15 –INFORMARSÌ

www.alcenero.it


tendenze

CITTADINI DEL MONDO Pubblichiamo volentieri, e in versione integrale, questa lettera arrivata in redazione. L’autrice è una ragazza di 12 anni che si interroga su cosa il diverso rappresenti nella nostra società e sul contributo che tutti possiamo dare per combattere l’intolleranza e la discriminazione nei confronti di chi non è come noi. Crediamo che le sue parole, semplici e dirette, possano costituire un interessante spunto di riflessione.

Egregio Signor Direttore, le scrive una ragazza dodicenne con la passione di evidenziare le ingiustizie che le accadono intorno. Il motivo di questa mia lettera è di denunciare le discriminazioni e umiliazioni che ogni giorno subisce chi è “diverso” da noi. 16 –INFORMARSÌ

In tutto il mondo e in tutti gli ambienti, si manifestano atti di razzismo che portano a scontri e incomprensioni. La nostra vita di tutti i giorni è caratterizzata da atti violenti e irrispettosi. A scuola, vedo bulli che insultano, disturbano e stuzzicano ragazzi più piccoli e deboli di loro, troppo spaventati per difendersi.


sui nostri scaffali Camminando per le strade del mio paese, sento barzellette offensive su ebrei, africani, cinesi e sulle donne. Ai telegiornali raccontano di incendi appiccati nei campi del popolo Rom, di venditori ambulanti picchiati e di ragazze straniere violentate. Perfino i politici non hanno rispetto per gli altri popoli: il ministro francese ha proposto di sterilizzare le donne Rom, in modo che non possano più avere figli. La nostra intolleranza verso chi è diverso ha raggiunto livelli estremi: anche gli animali vengono trattati con maggior rispetto! Perché, nelle aziende, le donne vengono pagate meno degli uomini? E perché gli africani sono tutti considerati dei ladri e dei saccheggiatori? Il razzismo è in ognuno di noi, confinato in un angolino della nostra mente: siamo talmente condizionati da programmi televisivi e da racconti sentiti a scuola o negli ambienti di lavoro, che sobbalziamo se vediamo un mendicante che ci chiede qualche soldo o pensiamo male se un venditore straniero ci passa accanto. Abbiamo costantemente paura del diverso perché non lo conosciamo. È come un vuoto buio e ignoto, di cui non sappiamo nulla. Tutto ciò che non procede secondo la normalità viene considerato come un pericolo da eliminare. Invece dovremmo considerarci fratelli di tutti e “cittadini del mondo”. Anche se abbiamo la pelle, la religione e i costumi diversi, avremo sempre qualcosa che ci accomunerà tutti: la stessa forza generatrice che ci ha creati e l’amore per la libertà. Se noi ragionassimo avendo questa ottica, forse le guerre e i conflitti che imperversano nel pianeta cesserebbero e renderemmo il nostro mondo un posto più felice per tutti. So di essere solo una ragazza con gli orizzonti troppo idealizzati, ma spero che condivida e accolga le mie idee, creando una rubrica sul suo giornale che cerchi di sensibilizzare i giovani al concetto della libertà e della tolleranza. Con la speranza di essere ascoltata, distinti saluti

Diletta Ceccarelli

LUPINO

ACHILLEA

Il lupino, un legume altamente proteico, rappresenta una valida alternativa alla carne e ai prodotti a base di proteine vegetali. I prodotti “Lupino”, 100% vegetali e biologici, stanno riscontrando sempre maggiore interesse nel mercato vegetariano e tra i consumatori attenti a diversificare la propria alimentazione.

La gamma si compone di otto prodotti in formato 750 ml, sei succhi puri di frutta (mela, pera, prugna, uva, ananas, arancia) un succo puro di verdura-carota e la bevanda a base di rosa canina e mirtillo: un delizioso e innovativo infuso per prendersi cura di sé. Alle virtù delle bacche di rosa canina e di mirtillo si uniscono le bacche di sambuco e le foglie di lampone.

NATUR COMPAGNIE

LA FINESTRA SUL CIELO®

I preparati per zuppa Natur Compagnie contengono solo ingredienti selezionati e hanno un sapore delizioso. Con questi prodotti avrete la possibilità di scegliere tra molti gusti: troverete sicuramente la vostra zuppa preferita! Particolarmente sfiziose per l’inverno sono la Crema di cipolle e la Crema di lenticchie. Per voi e la vostra famiglia, una squisita zuppa pronta in pochissimi minuti, buona come fosse fatta con ingredienti freschi.

Per iniziare la giornata con l’energia di un “BuongiornoBio®” e per una colazione classica, dal sapore della tradizione, la Finestra sul Cielo propone i Novellini, biscotti di sola farina di frumento, con ricetta senza zucchero (saccarosio). Da inzuppare nella tua bevanda vegetale preferita per il massimo del gusto.

BIOLAB

LA GALVANINA

Più gusto al benessere con bistecche e cotolette di lupino

... qual è la tua zuppa preferita?

Il seitan a pezzettoni cambia formato

Da oggi, trovi il seitan a pezzettoni di Biolab in una pratica confezione ermetica da 200 g e non più a peso variabile. Pronto da scottare velocemente alla piastra, può essere utilizzato come base per un sugo vegetale, per un ottimo spezzatino vegano o per piatti di fantasia con verdure. Disponibile nel banco frigo assieme agli altri prodotti della linea Basic Biolab costituita da tofu o seitan. 17 –INFORMARSÌ

Succobene: la vitalità nella frutta

I Novellini BuongiornoBio®

Bio cranberry e melagrana

Il mirtillo rosso, nativo del Nord America e già apprezzato dagli Indiani, è un frutto ricco di vitamina C che, abbinato alle eccezionali qualità del succo di melagrana, entrambi provenienti da coltivazioni biologiche, unite alle proprietà benefiche dell’acqua minerale Galvanina, dà vita a un’eccellente bevanda.


sui nostri scaffali

cultura e società

ALMACABIO®

Nuova formula crema abrasiva

La nuova formula è più concentrata, per garantire maggior potere abrasivo, ma allo stesso tempo è delicata e arricchita di glicerina vegetale. Specifico per ceramica, piastrelle, superfici smaltate, plastica, piani di lavoro, piani di cottura e superfici in vetro-ceramica. Non contiene allergeni, enzimi, fosfati, sbiancanti ottici, ingredienti di origine animale.

ANCHE QUEST’ANNO TORNA

SEMINARE IL FUTURO! di Silvia Valentini

YARRAH

Senior dog food senza glutine

Tutti gli alimenti secchi Yarrah sono privi di qualsiasi additivo chimico, ormoni, conservanti o organismi geneticamente modificati; non contengono zuccheri aggiunti e utilizzano i migliori ingredienti. Le crocchette Senior sono un pasto salutare e completo, composto dal 21% di pollo e il 4% di pesce certificato MSC. Senior è particolarmente adatto a cani di età superiore ai 7 anni. Disponibile in sacchi da 2 kg. YARRAH

Adult cat food senza glutine

Il seme è l’origine della vita: il suo incontro con la fertilità del terreno genera una nuova piantina che lentamente cresce, traendo il suo nutrimento dalla terra che la ospita. Il gesto concreto della semina porta in sé tutto il mistero di una nuova vita che nasce e infonde a chi lo compie una sincera emozione. Un’emozione che ha coinvolto tutte le persone che lo scorso ottobre hanno partecipato alla prima edizione di Seminare il futuro! Dal Piemonte al Molise, nelle dieci aziende agricole biologiche e biodinamiche che hanno aderito all’iniziativa, sono accorse più di 1800 persone, arrivate da tutta Italia per rinnovare il primordiale atto della semina con l’antico metodo a “spaglio”, cioè

All’età di 12 settimane potete già svezzare i vostri gattini con le crocchette Yarrah. La combinazione di carne di pollo (23%), di manzo (5%), di pesce (certificato MSC) e cereali garantisce che il cibo per gatti Yarrah con carne è altamente digeribile e diminuisce le probabilità di reazioni allergiche o complicazioni intestinali e di stomaco. Disponibile in buste da 800 g. 18 –INFORMARSÌ

con le mani. Attraverso questa esperienza unica e molto sentita, tutti i partecipanti hanno potuto toccare la terra che, con il suo nutrimento, permette al seme di generare una nuova pianta, e hanno conosciuto gli agricoltori che tutti i giorni con fatica, amore e passione coltivano i campi. Hanno infine lasciato il segno del loro passaggio firmando uno striscione usato per contraddistinguere la porzione di terreno che avevano seminato: per un anno poi, fino alla raccolta, chiunque ha potuto vedere i cereali che aveva contribuito a far crescere. La semina è un’azione diretta che unisce il cuore alla terra. È questo il significato delle parole di Peter Kunz, fondatore insieme a Ueli Hurter dell’iniziativa Seminare il


14 OTTOBRE 2012 WWW.SEMINAREILFUTURO.IT

futuro!, nata in Svizzera nel 2006: “Noi siamo tra il cielo e la terra, tra questi dobbiamo creare la comunicazione; l’atto della semina, infatti, inizia da un gesto che parte fisicamente con la mano vicino al cuore. Questa semina è l’origine di quello che poi per noi sarà il nutrimento, sarà il pane. Non è una cosa banale, ma un atto importante che va al cuore dell’uomo. Tante persone che hanno partecipato all’evento del 2011 durante l’anno sono andate a vedere cosa è cresciuto. Questa responsabilità che ci prendiamo verso la terra e il seme è il nostro modo di dire no alle multinazionali delle sementi”. Un contributo anche sociale Seminare il futuro è dunque un’iniziativa importante anche dal punto di vista sociale; è un modo per contribuire alla tutela di tutte le piccole realtà agricole che ogni giorno si scontrano con la realtà di una produzione delle sementi concentrata nelle mani di poche grandi imprese che, decidendo cosa produrre, finiscono col condizionare le nostre scelte alimentari. Attraverso eventi come questo viene sancita l’importanza della sovranità alimentare locale e la consapevolezza che i semi biologici costituiscono la più valida alternativa agli Ogm. Tutte le sementi impiegate nella nostra semina sono biologiche e biodinamiche, provenienti da un processo di selezione

che mira ad ottenere piante sane, robuste e riseminabili rinunciando all’uso di ibridi e alla manipolazione genetica. “Quando si pensa a un cibo non contaminato si pensa al biologico, ma molto spesso non si riflette abbastanza sulla qualità del seme. Invece qualsiasi prodotto è il risultato di due componenti: come lo coltiviamo, ossia il fatto che non utilizziamo pesticidi chimici di sintesi, e l’alta qualità della semente, che è importante sia il frutto di una selezione effettuata dagli agricoltori, come avveniva un tempo”. Queste le parole con cui Fabio Brescacin, presidente di EcorNaturaSì, ha aperto la semina lo scorso anno alla Fattoria Di Vaira, una delle aziende agricole che hanno partecipato alla passata edizione di Seminare il futuro! Essenziale è anche il rispetto della biodiversità. Per questo, per la semina è stata scelta un’ampia gamma di varietà di grano, tra cui Gentil Rosso, Senatore Cappelli, Bologna e Gold Corn. Alcune varietà, inoltre, sono state selezionate tra le più antiche, spesso dimenticate a favore di specie meno ricche dal punto di vista nutrizionale, ma più produttive e dunque più redditizie. Seminare il futuro torna il 14 ottobre 2012: vi aspettiamo numerosi! C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

Per iscrivervi o avere maggiori informazioni sull’evento visitate il sito www.seminareilfuturo.it 19 –INFORMARSÌ


sui nostri scaffali

novità dal bio

PROBIOS

Rice&rice: specialità di riso integrale, senza glutine

Da campi biologici italiani nasce questa specialità 100% di riso integrale Probios. Ottima tenuta in cottura, gustosa e garantita dal simbolo della spiga barrata, che indica l’assoluta assenza di glutine. Mutuabile e rimborsabile dal Sistema Sanitario Nazionale. Il prodotto è ricco di fibre, indispensabili per il benessere dell’organismo. BIOAPPETÌ

MENSE

SCOLASTICHE: IL BIO È DI CASA

di Roberto Pinton

Seitan al naturale

Tradotto dal giapponese significa “è proteina”. Naturalmente privo di colesterolo e altamente proteico, il seitan BioAppetì si ottiene partendo dalla lavorazione della farina di frumento. Il risultato è un seitan pregiato, ottimo nel gusto e nella consistenza, adatto per rinnovare sia ricette tradizionali (arrosti, spiedini, cotolette, ragù), ma anche per creazioni totalmente nuove e sorprendenti. INTEGRALIMENTI

Crocchette di miglio e tofu

Alimento nutriente e leggero: il miglio e il riso sono amalgamati con le verdure fresche, carote e cipolle, e arricchiti con l’apporto proteico del tofu e dal tamari, prelibata salsa giapponese. Le crocchette si possono considerare un vero e proprio piatto pronto, infatti basta semplicemente scaldarle in forno o in un tegame antiaderente e servirle con un contorno a piacere.

In principio era la legge n. 488 del 23 dicembre 1999: “Per garantire la promozione della produzione agricola biologica e di qualità, le istituzioni pubbliche che gestiscono mense scolastiche e ospedaliere prevedono nelle diete giornaliere l’utilizzazione di prodotti biologici, tipici e tradizionali nonché di quelli a denominazione protetta, tenendo conto delle linee guida e delle altre raccomandazioni dell’Istituto nazionale della nutrizione”. Con un linguaggio più tecnico, precisava poi che gli appalti dei servizi di ristorazione vanno aggiudicati “attribuendo valore preminente all’elemento relativo alla qualità dei prodotti agricoli offerti”. Il criterio della gara, in altre parole, non può essere quello del massimo ribasso (che, di solito, porta a una qualità delle derrate e del servizio ridotta all’osso), ma quella dell’offerta più vantaggiosa, cioè con il miglior rapporto qualità/prezzo, con punteggio più elevato (in media da 60 a 70 punti) agli elementi qualitativi rispetto a quelli solo economici (da 30 a 40 punti). Questa legge non impone di utilizzare soltanto prodotti bio, ma ne richiede comunque l’uso quotidiano. Sono seguite numerose leggi regionali (Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Marche, Basilicata, Veneto) che in qualche caso prevedono contributi ai Comuni che utilizzano quote consistenti di 20 –INFORMARSÌ

prodotti biologici, in altri li vincolano all’uso di ben determinate quantità (in Emilia Romagna, per esempio, dai nidi d’infanzia alla fine delle scuole elementari devono essere forniti soltanto prodotti bio). Numerose sentenze dei Tar ribadiscono che a questa norma non sono ammesse deroghe (secondo i giudici sardi la legge è “volta a consentire a categorie particolarmente meritevoli di cura di beneficiare di cibi di prima qualità” e quindi la disposizione deve “trovare la massima applicazione possibile”). Nell’autunno scorso, poi, in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il documento “Criteri ambientali minimi per il servizio di ristorazione collettiva e la fornitura di derrate alimentari” nell’ambito del “Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione”. Queste linee guida stabiliscono che almeno il 40% di ortofrutta, legumi, cereali, pane e prodotti da forno, pasta, riso, farina, trasformati del pomodoro, formaggio, latte, yogurt, uova, olio extravergine, almeno il 15% della carne e almeno il 20% del pesce devono essere biologici. Non si scappa: il Comune che non dà prodotti bio in mensa è fuorilegge, richiamate il sindaco all’ordine! www.sportellomensebio.it


HAUTE NATURE

No compromessi. No proteine animali, solo di origine vegetale. No ingredienti geneticamente modificati. No zucchero raffinato. No pesticidi. Perché? Perché siamo anti-tutto? No. Perché sappiamo che tu sei pro-salute, pro-alimenti naturali, pro-gusto e pro-sapori puri. È semplice. Scopri tutti i pro su www.provamel.com.

21 –INFORMARSÌ


perchè ho scelto bio

MARCO BIANCHI

IL CUOCO SCIENZIATO

In poco tempo, Marco Bianchi, cuoco scienziato, è diventato un volto molto popolare. La sua missione? Diffondere una sana alimentazione! di Giò Gaeta

I Gelati Gildo Rachelli Bio Free From, disponibili nel barattolo da 350 gr - nei gusti Vaniglia e Cioccolato - e nella pratica confezione da 6 Mini Gelati al Cioccolato ricoperti con cioccolato finissimo al latte e filetti di mandorle o al Lampone con un cuore di squisito sorbetto ricoperto di cioccolato fondente, si distinguono per il gusto inconfondibile garantito dalle materie prime biologiche di alta qualità. Naturali, e allo stesso tempo invitanti e golosi, sono completamente privi di glutine e prodotti esclusivamente con latte fresco, italiano e pastorizzato. I gusti Vaniglia e Cioccolato sono inoltre a ridotto contenuto di lattosio (<0,1%). Il risultato? Gelati per tutti, prelibati e raffinati, firmati Gildo Rachelli, il noto marchio milanese della gelateria italiana fondato nel 1935 che da sempre sceglie di puntare sulla qualità dei propri prodotti.

www.rachelli.it

La tua attività di chef è nota a tutti, ma come sei riuscito ad unire scienza e cucina? Io sono ricercatore tecnico di ricerca biochimica e da 12 anni svolgo la mia professione presso l’IFOM (Istituto FIRC di Oncologia Molecolare) di Milano, dove si studiano i tumori sul nascere. Scienza e cucina sono le mie passioni fin da bambino e per me la cucina è scienza. Mi sono limitato a unire due cose che non sono poi così lontane. Nel corso dei miei studi, inoltre, ho capito l’importanza di una sana alimentazione per prevenire alcune patologie, come i tumori dovuti all’accumulo di mutazioni all’interno del DNA, mutazioni legate anche agli alimenti e al loro accostamento. Organizzi corsi di cucina in collaborazione con due istituti per la ricerca sul cancro: ti va di parlarcene? Volentieri. Il primo corso è organizzato con lo IEO, Istituto Europeo di Oncologia, e prevede una lezione di cucina al mese nelle cucine dell’ospedale. Aperto al pubblico come prevenzione, si rivolge agli adulti, uomini e donne, malati e non malati. L’altro corso, invece, è pensato per mamme e 22 –INFORMARSÌ

bambini (ed è organizzato con la Fondazione Umberto Veronesi). Si chiama “Bimbi in cucina, mamme in classe” e prevede una lezione al mese presso il Mondadori Multicenter di piazza Duomo. Mentre i bambini cucinano, le mamme seguono una lezione della nutrizionista Lucilla Titta. Bisogna curare l’alimentazione dei bambini, soprattutto di quelli più piccoli che “si stanno costruendo” e che devono imparare che non bisogna mangiare tanto, ma mangiare bene. Spiegaci che cosa vuol dire per te “mangiare bene”. Mangiare bene significa scegliere gli alimenti giusti, saperli abbinare, mangiarli nelle giuste dosi, tenere presente che ogni alimento ha le sue calorie e i suoi grassi e che una corretta alimentazione deve essere accompagnata da uno stile di vita sano. Come scegli le attività da promuovere o alle quali prendere parte? Io mi “regalo” ovunque si possa parlare di sana alimentazione: conta che il messaggio sia quello e che sia buono per tutti. Si può dire la stessa cosa in 300 lingue e formati, ma l’importante è comunicare a tutti.


lci delle Ve

198

.st www

am p

Italy

5

ie nez

Do

Frollini

ofvenice.com

“Dolci delle Venezie”

Tu lavori spesso con bambini e adolescenti: non dev’essere facile suscitare la loro curiosità. Come ci riesci? La curiosità parte dall’assaggio perciò, dopo ogni conferenza, organizzo laboratori per far assaggiare i cibi: punto sull’aspetto ludico e sulla sperimentazione per far nascere in loro la passione. Cosa pensi del biologico? Io sono favorevole al bio che deve accompagnarsi a uno stile di vita sano. Il biologico vuole bene alla natura, sposa la filosofia del vivere più in salute e, secondo me, significa rispettare tutto l’ecosistema. Attraverso i prodotti biologici fai un carico di vitamine, sali minerali, oligoelementi e molecole funzionali che sono molto più attivi e presenti rispetto ai prodotti convenzionali. Dal punto di vista organolettico, tra i prodotti biologici e quelli non biologici c’è una grande differenza. Per quanto riguarda la carne poi, è bene scegliere quella da allevamenti biologici perché ci forniscono maggiori certezze circa il trattamento e l’alimentazione degli animali. C’è grande differenza tra bio e non bio anche per quanto riguarda i cereali.

Hai girato una puntata della tua trasmissione “Tesoro, salviamo i ragazzi” nel negozio NaturaSì di Cornaredo: che impressione hai avuto? È stata una bella occasione per me e per il mio staff. Finita la registrazione è partita la spesa per tutti. Seguendo i miei consigli, hanno sperimentato prodotti che non avevano mai visto prima o che non avevano mai acquistato perché non sapevano come utilizzarli. Per concludere, hai una ricetta in particolare da consigliarci? Sì, certo, vi consiglierei un piatto semplicissimo ma gustoso: farro condito con pesto di pistacchi, pinoli, basilico e rucola, cui magari aggiungere del quartirolo lombardo e dei pomodorini pachino. È un piatto completo e funzionale e davvero facile da realizzare.

Marco Bianchi è autore di: “Tesoro, salviamo i ragazzi”, Ed. Kowalski “Il talismano del mangiar sano”, Ed. Skira “I magnifici 20”, Ed. Ponte alle Grazie “Le ricette dei magnifici 20”, Ed. Ponte alle Grazie. 23 –INFORMARSÌ

farro

segale e avena kamut®

Leggeri e ben tollerati i frollini in sacco “Dolci delle Venezie” sono deliziosi biscotti da agricoltura biologica per rispondere alle esigenze dell’alimentazione moderna. Nella stessa linea “Dolci delle Venezie” sono disponibili i biscotti decò frumento, i biscotti decò farro e riso, i biscotti di kamut®, i biscotti petit frumento, i biscotti petit di farro e riso, i gustosi frollini di segale e avena, i frollini di farro e i nuovi frollini di kamut®.

www.stampofvenice.com


sui nostri scaffali ALCE NERO

Pasta di Gragnano

IL LUNARIO DI CASA CONSIGLI PRATICI PER LA VITA QUOTIDIANA SECONDO IL CALENDARIO BIODINAMICO SETTEMBRE in cucina

La pasta di Gragnano Alce Nero è prodotta con grano duro italiano delle varietà tradizionali, tra cui Senatore Cappelli e Saragolla. La lavorazione avviene secondo un processo completamente artigianale, con trafilatura ruvida al bronzo, cui segue una lenta essicazione a una temperatura mai superiore ai 45 °C che può durare anche fino a 48 ore. La gamma comprende anche i paccheri, le linguine e le penne rigate integrali. ANTICO MOLINO ROSSO

Farina di farro integrale

Farina integrale ottenuta dalla macinazione a pietra di 100% Farro spelta biologico selezionato. Grazie alla macinazione e alla limitata setacciatura questa farina è particolarmente adatta a chi desidera una dieta ricca di fibre. Profumata e fragrante, vi permetterà di ottenere il massimo dai vostri pani e prodotti da forno; è adatta sia per uso domestico che professionale. www.molinorosso.com I GENUINI

Fette di farro al cioccolato

Soffici e fragranti delizie che potete offrire accompagnate da un buon tè o caffè, come gradita merenda oppure in un invitante dolce da proporre dopo cena; la creazione di tutti i prodotti a marchio I Genuini vede la massima cura nella ricerca delle materie prime di alta qualità e prodotte in Italia. Queste fette sono fatte a mano e confezionate appena sfornate per mantenere la fragranza.

1 sab 2 dom 3 lun 4 mar 5 mer 6 gio 7 ven 8 sab 9 dom 10 lun 11 mar 12 mer 13 gio 14 ven 15 sab 16 dom 17 lun 18 mar 19 mer 20 gio 21 ven 22 sab 23 dom 24 lun 25 mar 26 mer 27 gio 28 ven 29 sab 30 dom

LUNA

cura persona

IN CUCINA:

piena nuova

24 –INFORMARSÌ

il pane lo yogurt le conserve

OTTOBRE piante di casa

in cucina 1 lun 2 mar 3 mer 4 gio 5 ven 6 sab 7 dom 8 lun 9 mar 10 mer 11 gio 12 ven 13 sab 14 dom 15 lun 16 mar 17 mer 18 gio 19 ven 20 sab 21 dom 22 lun 23 mar 24 mer 25 gio 26 ven 27 sab 28 dom 29 lun 30 mar 31 mer

CURA DELLA PERSONA:

taglio ritardante capelli/unghie massaggi attività fisica giornata di relax

cura persona

piante di casa

PIANTE DI CASA:

rinvaso potatura concimazione


sui nostri scaffali

xxxxxxxxxxxx

LA MANDORLE

Bevanda di mandorle solubile

La Mandorle propone la classica bevanda di mandorle. Si prepara solo con acqua e si consuma fredda o calda, a piacere. Senza latte vaccino, un’alternativa istantanea ricca di mandorle e fonte di nutrimenti indispensabili: proteine, calcio, magnesio e ferro. Naturalmente priva di lattosio, glutine e colesterolo.

LA CITTÀ DEL SOLE

I Buoni Biscotti con farro, cacao e mandorle

Ci trovi anche su facebook

Un impasto di base fatto con il 50% di farina di farro e arricchito da una dolce alternanza di cacao magro e mandorle tostate. Questo prodotto fa parte della linea “I Buoni Biscotti” di Città del Sole, un gruppo di ricette appositamente studiate per offrire a ciascuno una dolce e gustosa alternativa. Scoprile una a una in tutti i negozi NaturaSì! BARNHOUSE

Granola al cioccolato fondente

Dato il successo della granola al cioccolato, Barnhouse, azienda tedesca che dal 1979 lavora con l’obiettivo di produrre cereali e granole gustose, innovative e con ingredienti di qualità, propone la granola con fiocchi d’avena con aggiunta di cioccolato fondente e il 6% di nocciole; un mix ideale di gusto ed energia per iniziare al meglio la giornata. Fatta con il 100% di ingredienti biologici! Con pura cioccolato fondente!


ricette di stagione

GUSTI E COLORI

D’AUTUNNO L’autunno, così come la primavera, è la stagione dei grandi cambiamenti: si modificano le temperature, viene ripristinata l’ora solare, il paesaggio e la natura si spogliano dell’aspetto e dei colori di cui si erano vestiti fino a quel momento e le giornate si fanno più corte e meno luminose. Anche il nostro organismo, come tutto il resto, si adegua alle variazioni che si manifestano intorno e muta il ritmo del metabolismo. L’autunno, dunque, per il suo carattere di periodo transitorio, richiede il consumo di menù che siano leggeri e dolci, capaci di aiutare il nostro corpo a predisporsi all’arrivo della stagione invernale sfruttando le delizie che la natura ci offre in questo periodo dell’anno, come la zucca, l’uva e tutta la famiglia dei cavoli. Oltre alle ricette tipiche di questa stagione, vogliamo proporvi in questo spazio anche alcune idee che si dimostreranno particolarmente semplici da realizzare e molto utili per aiutarvi a preparare in modo rapido, ma non per questo meno sano, un pranzo e una cena, oppure degli spuntini nutrienti e leggeri, perfetti in particolare per gli studenti che, a partire dal mese di settembre, dovranno ritornare sui banchi di scuola. Queste ricette possono essere utilizzate anche da vegetariani e vegani.

26 –INFORMARSÌ

di Sara Cargnello

GNOCCHI DI ZUCCA UN PRIMO PIATTO COLORATO PER CELEBRARE LE PRIME ZUCCHE DELLA STAGIONE AUTUNNALE INGREDIENTI: 1 kg di zucca mantovana 1 kg di patate 250 g di farina pepe arcobaleno o pepe nero

sale Soia&Fantasia salvia noce moscata lievito alimentare (facoltativo)

Il segreto per ottenere degli gnocchi più saporiti e sodi è quello di cuocere la zucca in forno e non al vapore, per non farle assorbire troppa acqua. Pulire quindi la zucca da buccia e semi, e infornarla a 150° per circa 20 minuti finché non risulta morbida. Cuocere nel frattempo le patate a vapore, sbucciarle ancora calde e schiacciarle assieme alla zucca con l’apposito strumento. Aggiungere all’impasto un pizzico di sale e della noce moscata

(a seconda del gusto) ed amalgamare la farina un poco alla volta, finché il composto risulterà sodo e lavorabile: meno farina metteremo, più morbidi risulteranno gli gnocchi. Stendere un po’ di farina su una spianatoia, formare dei salsicciotti con l’impasto e tirarli a mano, quindi con un coltello tagliare gli gnocchi ogni due centimetri. Portare a ebollizione una pentola con abbondante acqua salata quindi gettare nell’acqua bollente gli gnocchi. Quando vengono a galla sono pronti: trasferirli nei piatti con una schiumarola. Soffriggere alcune foglie di salvia nel prodotto Soia&Fantasia, quindi versare il condimento sugli gnocchi scolati, pepare con pepe arcobaleno, oppure pepe nero, quindi spolverare di lievito.


COLESLAW

SUGO DI MOSTO

UNA RICETTA ANGLOSASSONE PER SPERIMENTARE LA VERZA CRUDA, UNA VERDURA TRA LE PIÙ SALUTARI

DALLA TRADIZIONE CONTADINA, UN DELIZIOSO DOLCE AL CUCCHIAIO DEL PERIODO DELLA VENDEMMIA

INGREDIENTI: 300 g di cavolo verza 2 carote 1/2 cipolla 6 cucchiai di maionese di tofu 2 cucchiai di aceto bianco

INGREDIENTI: 400 ml di mosto di uva nera (oppure 1 kg di uva fragola e una stecca di vaniglia)

1 cucchiaino di senape 1 cucchiaino di zucchero un pizzico di aglio in polvere olio, sale e pepe

2-3 cucchiai di farina 00 1 cucchiaino di zucchero di canna

Con l’ausilio del coltello, o meglio ancora della mandolina, affettare sottilmente la verza e la cipolla, tagliare le carote a julienne e mescolare le verdure tra loro. In una ciotola unire la maionese, la senape e l’aceto insieme allo zucchero e all’aglio. Coprire con la salsa le verdure precedentemente tagliate e mescolare bene; poi aggiustare sale e pepe, se necessario.

Preparate il mosto mettendo a cuocere a fuoco basso 1 kg di chicchi di uva fragola in una pentola coperta aggiungendo un paio di cucchiai di acqua e la vaniglia. Quando gli acini sono cotti e pronti a sfaldarsi, schiacciateli con un colino o con un passaverdura per ricavarne il succo. Fate stemperare la farina nel succo, aggiungete lo zucchero e fate cuocere a fuoco dolce fino a bollore. La farina farà addensare il composto che andrà versato nelle ciotole o negli stampini fino a raffreddamento.

CRACKERS

MAIONESE DI TOFU

DI SEMI DI LINO ALLE VERDURE INGREDIENTI: 1/2 tazza semi di lino 1 tazza semi di sesamo 1 tazza semi di girasole pomodori secchi 1 peperone rosso

olive verdi, capperi spezie aromatiche miste semi di papavero

Mettere a bagno i semi di lino per almeno 4 ore, fino a renderli morbidi. Tagliare il peperone a pezzettini, i pomodori secchi a quadrettini, sminuzzare le olive e i capperi. Mescolare assieme tutti gli ingredienti e aggiungere acqua se necessario: il composto dovrà risultare morbido. Stendere il composto su una placca con carta da forno, cospargere di semi di papavero e cuocere la sfoglia per un’ora a 130°. Una volta asciutto e croccante, rompere la sfoglia a pezzetti e conservare i crackers in un contenitore.

INGREDIENTI: un panetto di tofu naturale 1 cucchiaino di malto di mais o grano 1 cucchiaino di senape sale

3 o 4 cucchiaini di succo limone mezza tazza di olio di semi spremuto a freddo

Sbollentare il tofu in acqua salata per qualche minuto. Frullarlo assieme al limone, al sale, al malto e alla senape, aggiungendo l’olio a filo come nella maionese tradizionale, sempre continuando a frullare, fino ad ottenere una crema liscia. Aggiustare il sapore e usare come la maionese classica.

27 –INFORMARSÌ


sui nostri scaffali

a casa di altromercato

AGRICOLA MORINI

Uova di casa nostra

OTTOBRE Quotidianamente AGRIMO è sinonimo di genuinità garantita, perché le galline sono costantemente controllate e nutrite esclusivamente con alimenti biologici a base vegetale, di propria produzione e lavorati nel mangimificio aziendale. La gestione degli animali è completa dalla nascita e la cura del loro benessere attenta e costante. Questo è AGRIMO, sinonimo di alimenti naturali, sani, biologici. Con questa premessa potete essere certi di consumare uova davvero “ruspanti”.

EQUOPERTUTTI di Daniele Caldon

ASOLO BIO

Cantuccini e amaretti

Prodotti tipici “toscani”, dal sapore dolce, intenso e fragrante al palato, da agricoltura biologica, senza conservanti e coloranti. I cantuccini tradizionali, quelli al cioccolato e gli amaretti sono adatti a qualsiasi tipo di consumo e a qualsiasi ora del giorno.

BIOVEGAN

Polvere lievitante

La polvere lievitante Biovegan ha tra gli ingredienti il cremor tartaro, ottenuto durante il processo di lavorazione del vino. Il prodotto, certificato biologico, non contiene fosfati, è “senza glutine” e adatto anche a chi segue un’alimentazione vegana. Per utilizzarlo al meglio è sufficiente mescolare una bustina a 500 g di farina di qualsiasi tipo (bianca, semintegrale e integrale) e poi procedere secondo la ricetta preferita. Consiglio: usatelo anche per la preparazione di meringhe soffici e compatte.

Dal 13 al 28 ottobre torna in tutti i supermercati NaturaSì Equopertutti di Altromercato: due settimane per apprezzare ancora di più tutti i prodotti del commercio equo della maggiore organizzazione italiana del settore ad un prezzo speciale, scontato del 20%. Alla sua quarta edizione, Equopertutti di Altromercato ribadisce ancora una volta come il commercio equo sia un modello economico concreto, pensato per rispondere ai diritti e alle esigenze di tutti, dai produttori marginalizzati del sud del mondo ai consumatori. Il nome dell’evento infatti vuole sottolineare come, scegliendo i prodotti Altromercato, si garantisca ai produttori l’accesso al mercato e un prezzo equo per il loro lavoro, un premio per le coltivazioni biologiche e i progetti di sviluppo sociale, in modo che essi possano godere di una vita più dignitosa, insieme alle loro comunità. Allo stesso tempo i consumatori, sempre più attenti alla qualità e all’impatto ambientale delle loro scelte, hanno la possibilità di acquistare prodotti buoni, di qualità e provenienti da filiere eque e trasparenti. E oggi, che si trovano a fare i conti con un potere d’acquisto ridotto dalla crisi, attraverso Equopertutti, Altromercato 28 –INFORMARSÌ

viene incontro alle loro esigenze con uno sconto del 20%, senza che il compenso dei produttori subisca alcuna riduzione. Quale miglior occasione quindi per godere degli ottimi prodotti di Altromercato a partire dalla colazione: i caffè, miscele o monorigini, dall’aroma intenso e profumato; un’ampia gamma di zuccheri di canna integrali provenienti da Ecuador e Filippine, e gallette di cereali al riso, mais, sesamo e quinoa per iniziare con leggerezza la giornata. Con le sue proposte Altromercato accompagna anche le pause pomeridiane dell’autunno: perfetti i tè dallo Sri Lanka e le golose tavolette di cioccolato per gli amanti del latte e per gli appassionati di fondente, con le linee “Compañera” e “Mascao”, fatti solo utilizzando burro di cacao e zucchero di canna integrale proveniente dalle Filippine. Altromercato propone un’alternativa interessante per chi segue una dieta ricca di proteine vegetali, con la quinoa e con la pasta alla quinoa, nei formati penne, fusilli e spaghetti: ottima da accompagnare con tutti i tipi di verdure. Altromercato ti aspetta nei supermercati NaturaSì dal 13 al 28 ottobre per scoprire tutti i suoi prodotti.


Pionieri nel bologico dal 1974

Tesori soleggiati dalla Turchia

www.rapunzel.de

La frutta secca a marchio RAPUNZEL viene coltivata ed essiccata al sole della Turchia, da contadini del Progetto in Turchia, portato avanti dall‘azienda tedesca. Quello che ti proponiamo è un vero tesoro di energia. Utilizzala come semplice spuntino, in aggiunta al muesli o per arricchire pani e focacce di tutti i tipi.

Wir machen Bio aus Liebe. 29 –INFORMARSÌ


sui nostri scaffali HOLLE

Omogeneizzati con carne Demeter

Omogeneizzato di manzo e omogeneizzato di tacchino Holle da 80 g con carne Demeter. Questi omogeneizzati sono adatti per l’alimentazione dopo il 4° mese, come aggiunta alle pappe di verdura o al purè di patate. Come tutti i prodotti Holle questi omogeneizzati sono senza sale e, in accordo alla legge, senza aromi artificiali e senza coloranti. ALLOS

Barrette frutta secca

Queste squisite barrette a marchio Allos sono lo snack ideale da portare sempre con sé in ogni momento della giornata. Disponibili nelle tre versioni miele e mandorle, miele e anacardi, miele e nocciole, e senza uvetta, sono perfette anche per chi pratica attività sportiva e per chi studia. ECOR

Fette biscottate

Da farcire o inzuppare con tutto quello che vi pare! Per accompagnare una tazza di latte o di tè, da spalmare con una composta di frutta o con una più golosa crema al cioccolato. Due ricette basiche, con farina di frumento classica o integrale, per chi nella spesa ricerca l’essenziale, ma con tutta la qualità e le garanzie di materie prime certificate bio.

pianeta bambino

IL BUONGIORNO

SI VEDE

DAL MATTINO Una buona colazione è il segreto per cominciare bene una giornata di scuola e una merenda varia e di qualità può dare energia senza appesantire. Scegliere i prodotti migliori per i propri figli è sempre difficile; orientarci verso alimenti biologici offre l’opportunità di sperimentare nuovi gusti e abbinamenti. Scopriamo cosa ci offre la natura,  in  alternativa alle merendine convenzionali, e come rendere partecipi i bambini nel cambiamento di stile di vita. 30 –INFORMARSÌ

di Giò Gaeta


Esperienze dei genitori Qualche giorno fa, a casa di una coppia di conoscenti, ho notato in cucina un banco di scuola, di quelli un po’ vecchi, su cui, invece di quaderni e penne, c’erano piccoli cestini con frutta fresca e secca. Niente di strano, visto che nella casa vivono anche bambini in età scolare, ho pensato ritornando nella sala da pranzo; ma la cosa mi ha messo comunque curiosità. “Ah il banchetto? È un’idea che ci è venuta dopo un viaggio in Germania, qualche anno fa. È il libero accesso al cibo: i bambini, quando hanno fame, possono servirsi da soli, mangiando però cose sane: frutta, ma anche verdura come carote, finocchi ecc. basta tagliarle in modo che ne possano mangiare una alla volta, senza lasciare lì il resto masticato!” risponde ridendo la mamma Graziella. Tutti gli adulti presenti, molti alle prese con il problema delle merendine e simili, increduli hanno spalancato gli occhi: “Ma così non mangiano troppo? Non arrivano a pranzo o a cena senza appetito? E come mai ti mangiano frutta secca? I miei la snobbano, e pure quella fresca: una fatica per fargliela mangiare …”. La cosa più divertente, però, è stata vedere dopo un po’ i figli dei presenti mangiar insieme, prendendo dal “banchetto” cose che a casa propria non avrebbero mai mangiato, e poi correre a giocare. “L’esperienza mi ha portato a capire che l’attività più importante per i bambini è giocare e non mangiare. Se non sono annoiati, a merenda, ma anche a pranzo e cena, si cibano della giusta quantità, regolandosi sul proprio senso di fame. Perciò non avendo divieti, ma nemmeno merendine convenzionali nascoste da qualche parte, si autogestiscono, prendendo quello che serve per il momento della fame”. Mamma Graziella tiene molto all’alimentazione di tutta la famiglia: pranzo e cena sono momenti importanti per tutti loro. Non è stato facile, racconta, cambiare le abitudini alimentari del marito, convincerlo che è l’esempio quello che conta per i figli. “Se noi non mangiassimo bene, equilibrato e con frutta e verdura, cereali, pane integrale ecc. perché dovrebbero farlo i bambini? Magari mentre noi ci abbuffiamo di cibo spazzatura?” aggiunge Mario, il marito.

Buonsenso e creatività Si può riuscire a far seguire un tipo di alimentazione diversa, naturale e sana, basta cominciare con un po’ di buonsenso e creatività. A questo punto, considerata l’esperienza di Mario e Gabriella e la loro grande disponibilità, ho deciso di coinvolgerli, mettendo a disposizione dei lettori dell’InformarSì i loro consigli per l’annosa questione legata all’inizio della scuola: che colazione fare al mattino e che merenda portare a scuola? Sappiamo che è molto importante abituare i bambini a non mangiare sempre gli stessi cibi e offrire loro delle valide alternative ai prodotti confezionati; innanzitutto, per motivi di salute (l’obesità tra i bimbi cresce in modo preoccupante), ma anche perché bisogna fornire loro la giusta energia per lo studio e lo sport. Inoltre la stagione in arrivo porterà probabilmente malattie da raffreddamento che, con un buon sistema immunitario, potrebbero essere evitate o perlomeno “addolcite” nel loro decorso. Per sostenerlo è indispensabile non eccedere in zuccheri semplici e dare spazio ad alimenti meno elaborati e ricchi di vitamine. È vero, i genitori non sempre hanno il tempo per preparare cibi alternativi e, quindi, il prodotto già pronto diventa un valido aiuto, una soluzione veloce che soddisfa anche il bambino. In questo caso, però, scegliamo prodotti adeguati, con ingredienti biologici e con ricette equilibrate nella preparazione. Il mattino ha l’oro in bocca Da un’indagine effettuata in Italia su 100 bambini, è emerso che 10 non fanno proprio colazione, 25 mangiucchiano qualcosa oppure bevono solamente (latte, succo, tè) e 65 fanno colazione associando qualcosa di solido a una bevanda (fonte “Il mio bambino pesa troppo” di B. Asprea, ed. Tecniche Nuove). Si sa che, dopo il digiuno notturno, l’organismo è “affamato” dei nutrienti consumati durante il sonno e necessita di energie, soprattutto se si deve affrontare un’impegnativa mattinata che richiede concentrazione. Ma il risveglio spesso coincide con emozioni e stati d’animo che tendono a far chiudere lo stomaco: c’è il bambino che si alza con un umore intrattabile; quello che corre in bagno ➥ 31 –INFORMARSÌ

BIO Torinesi


sui nostri scaffali

pianeta bambino

ORTIS

Frutta&Fibre Delicato

Frutta&Fibre Delicato in sciroppo è l’alternativa al Frutta&Fibre Classico. Una soluzione naturale che aiuta a regolarizzare il transito intestinale per chi ha un intestino sensibile, bambini compresi. Gusto delizioso, dal sapore di mele, senza zuccheri aggiunti a quelli naturalmente presenti nei suoi componenti, quali il fico, la prugna, il tamarindo, le fibre di acacia e il sale di Rochelle. LES ANIS DE FLAVIGNY

I deliziosi confetti francesi

Semi di anice ricoperti da sottili strati di zucchero, fino a formare un delizioso confetto. Realizzati all’interno di un’antica abbazia francese da un gruppo di 25 persone che da generazioni si trasmettono il know-how della produzione. I semi d’anice sono selezionati in Siria, Turchia o Spagna e lavorati secondo la ricetta originale. Disponibili in pratici cofanetti nei gusti zenzero, menta, mandarino o liquirizia, oltre al classico anice. Nel 1940 furono tra le prime caramelle vendute nei distributori automatici della metropolitana parigina. BJOBJ

Dentifricio Aloe - Gel

L’uso quotidiano di questo dentrifricio, ideale per tutta la famiglia, garantisce una corretta igiene orale aiutando a mantenere la bocca sana. Contiene succo di aloe vera, estratto di malva e olio essenziale di eucalipto da agricoltura biologica. Tutti i prodotti bjobj sono dermatologicamente testati e sottoposti a nichel test per garantire la massima tollerabilità, sono certificati “Eco Bio cosmesi” e “Stop ai test su animali” dalla LAV (Lega Anti Vivisezione).

e quello che dorme in piedi, mentre mamma e papà lo sollecitano a muoversi per non arrivare tardi a scuola. Se aggiungiamo l’ansia per la scuola, l’interrogazione o il compito, ecco il risultato: nessuna voglia di mangiare. Consigli per una colazione ideale Uno sforzo per tutti: preparare la tavola apparecchiandola già la sera prima, mettere a bagno i cereali (meglio in fiocchi o direttamente il muesli) nello yogurt o in altre bevande, in modo tale da aver meno cose da fare il mattino. Poi sforzarsi di anticipare almeno di un quarto d’ora il momento della colazione cercando di essere tutti presenti. Ecco alcune proposte in alternativa tra loro: • mezza tazza di fiocchi di cereali (ottima l’avena), o di muesli, con l’aggiunta di yogurt al naturale o latte, o bevande vegetali (miglio, avena, orzo, riso), aggiungendo uvetta o altra frutta a pezzettini. A piacere aggiungere come dolcificante si può utilizzare dello sciroppo di acero o del malto di riso; • 2 fette di pane integrale a lievitazione naturale con confetture di mirtilli o frutti di bosco, o miele di acacia o crema di sesamo o di mandorle bianca; • centrifugato di mela e carota, con un pizzico di zenzero o spremuta di arance e limoni; • 10 mandorle o nocciole (o gli ottimi mix di frutta secca già pronti) accompagnato da uno yogurt o da una bevanda di cereali; • polpa di frutta accompagnata da una fetta di pane integrale a lievitazione naturale. Consigli per una merenda ideale da portare a scuola È da considerare che gli spuntini non devono essere pasti completi e quindi troppo robusti e vicini all’ora di pranzo o cena. Perciò valutate le seguenti situazioni: • se la colazione è particolarmente abbondante, lo spuntino a scuola sarà più leggero; • se il bambino mangia malvolentieri alla mensa scolastica, allora puntiamo su una merenda rafforzata verso le 15. Alcune idee: • un frutto grande e due piccoli (circa 200 32 –INFORMARSÌ

g in tutto; se banana o uva, circa 150 g. Variare i tipi di frutta durante la settimana in base alla stagionalità; • 30 g di mirtilli essiccati o di mix di frutta secca (nocciole, mandorle, uvetta e anacardi), albicocche o fichi secchi (se non già mangiati a colazione); • pane integrale con in mezzo, per esempio, una crema di nocciole e cacao; • 1 yogurt alla frutta o ai cereali. In caso di necessità, prima dell’attività sportiva, se lontana dai pasti, si può ricorrere alle barrette di frutta secca, già pronte e altamente energetiche. Provare per credere: • far capire ai bambini che per sapere se qualcosa piace o non piace è necessario assaggiarla, cercando di superare la diffidenza di fronte alla novità; • quando un figlio è abituato a vedere i genitori che allontanano un piatto con smorfie o esprimendo verbalmente il loro disappunto, non aspettatevi che accolga sempre con entusiasmo i cambiamenti a tavola; • sostenere i figli all’assaggio di cibi nuovi li aiuta ad aprirsi, anche simbolicamente, al buono e al bello che c’è nel mondo a partire dai pasti in famiglia. Perciò non molliamo, offriamo piccole porzioni cercando di sperimentarle insieme, magari giocando “agli assaggiatori di corte” (scrivendo poi se dolce, salato, piccante, a cosa assomiglia, ecc.) o coinvolgendo il bambino nella preparazione dei piatti, così da farlo sentire più partecipe alle scelte alimentari della famiglia. Qualche libro da consultare e che puoi trovare nei negozi NaturaSì • Speciale InformarSì “Bambini, adolescenti e alimentazione” (gratuito, chiedi al negoziante); • “Il mio bambino pesa troppo?” di Barbara Asprea, edizioni Tecniche Nuove; • “Cuciniamo insieme” di Linda Zucchi, edizioni Red; • “Piccoli chef in cucina” di Paola Riverso e Maria Chiara di Palo, edizioni Tecniche Nuove.


33 –INFORMARSÌ


consumatori responsabili

Chiedilo a Paola Bigliani

SU INFOGA AL ATH! M KLA

Resp. Uff. Controllo Qualità

www.naturasi.it • info@naturasi.com

Complimenti per la vostra rivista. Ho visto che avete a scaffale l’alga klamath: potete darmi qualche informazione in più?

Il pediatra ha ordinato al mio bambino il coniglio. Lo posso trovare nei NaturaSì? È biologico?

Grazie. DEBORAH (LODI)

CATERINA (TORINO)

Carissima Deborah la ringrazio per i complimenti per la nostra rivista alla quale ci dedichiamo con impegno. Venendo alla sua richiesta le klamath sono delle microalghe verdi-azzurre commestibili che crescono selvatiche nel lago Klamath, tra i più incontaminati e ricchi di depositi minerali vulcanici sul pianeta, all’interno del parco naturale protetto delle Cascade Mountains, negli Stati Uniti. Queste alghe, la cui raccolta è attentamente regolamentata, sono alla base di tutta la catena alimentare e vitale, essendo in realtà cianobatteri, cioè i più primordiali e fondamentali fotosintetizzatori, ai quali dobbiamo l’80% dell’ossigeno del pianeta. Hanno una completezza nutrizionale eccezionale, resa unica dalle condizioni ideali in cui crescono: acqua pura, sole per 300 giorni l’anno, rifornimento continuo di materiali di origine vulcanica e inverni freddi. Grazie alle loro pareti cellulari prive di cellulosa queste alghe, sono completamente digeribili; inoltre le proporzioni ottimali di tutti i nutrienti le rendono perfettamente assimilabili.

Gentile Caterina, la normativa vigente nella UE sull’agricoltura biologica (il regolamento n. 834 del 2007) non prevede norme per l’allevamento del coniglio, che attualmente non è quindi certificabile a livello europeo. Lo stesso regolamento, però, prevede che per gli animali “scoperti” gli Stati membri possano adottare degli

34 –INFORMARSÌ

OLIO DI

CANAPA

?

Perché non trovo l’olio di canapa nei vostri negozi? Eppure so che c’è quello biologico. Grazie per la vostra rubrica che leggo sempre volentieri. RODOLFO (FIUMICINO)

L’olio di canapa si estrae dai semi di Cannabis Sativa; una normativa europea dettaglia le varietà di canapa a basso tenore

LIO G I CONR I PIÙ PE CCINI! PI

standard nazionali (o riconoscerne di privati). In Italia il ministero per le Politiche agricole, alimentari e forestali sta elaborando il quadro normativo specifico; nel frattempo, la carne di coniglio che può trovare nei negozi NaturaSì è certificata come conforme al disciplinare privato dell’Associazione italiana per l’agricoltura biologica: niente gabbie, alimentazione biologica e azienda interamente biologica.

di tetraidrocannabinolo (THC, la sostanza psicoattiva) che si possono coltivare. In Italia, a differenza di altri paesi europei, la destinazione della canapa non può essere alimentare. La sua stessa coltivazione è vietata (artt. 28 e 73 DPR 309/90) se non si è in possesso di apposita autorizzazione (art. 17). Anche se quest’olio viene normalmente prodotto in altri Paesi europei (in particolare in Germania) e, quindi, per il criterio della libera circolazione delle merci, dovrebbe esserne consentita l’importazione in Italia, in questo quadro di normativa restrittiva e di possibili contestazioni, la scelta di NaturaSì è, al momento, quella di non commercializzarlo.


sui nostri scaffali

xxxxxxxxxxxx

LA FATTORIA DI ROMIGNANO

Il Meriggio

- Anacardio/Olive - Capperi/Peperoni DE-ÖKO-007 EU/Nicht-EU Landwirtschaft

Vino bianco prodotto con uve di Malvasia e Trebbiano Toscano. Si ottiene vinificando in bianco il mosto ottenuto con una soffice spremitura. Semplice, con un bel colore giallo paglierino, delicato, fruttato dal gusto pieno e morbido. Il Meriggio si abbina bene ai formaggi freschi, ai primi piatti ed al pesce. Da servire a 12 °C. PERLAGE

Altan, BioBollicine rosa... by Perlage

Gli snacks di tofu dal sapore italiano per un antipasto raffinato!

Nuovo !

www.taifun-tofu.de

Altana coniuga la piacevolezza di un vino di qualità, la naturalezza di un prodotto biologico, la modernità di una bottiglia unica e di un’immagine accattivante. Altana è un vino giovane, vivace, di profumo fruttato, tenue e delicato, con un sapore asciutto, morbido, armonico: un fresco aperitivo, ottimo anche abbinato a carni bianche, piatti freddi e formaggi teneri. Salute! TABURNI DOMUS

Aglianico Dop Sannio bio

Prodotto nelle colline della valle Vitulanese, nel Sannio, in provincia di Benevento, da uve Aglianico 100%raccolte a mano è di colore rosso intenso. Denso ed equilibrato, con un fondo aromatico e persistente, ricorda il profumo delle more e dei frutti di bosco. Vino da tutto pasto, con predilezione per carni rosse e formaggi stagionati.


EcoComunicazione.it

a casa di weleda

Plum-Cake, Muffin, Tortine soffici e gustose bontà per grandi e piccini

CALENDULA

BIOLOGICA Lo straordinario ingrediente della Linea Baby Weleda

di Susi De Agostini

La linea “Le Piumette” prodotta dall’azienda Dino Corsini, fondata a Porretta Terme nel 1935, si caratterizza per la scelta attenta degli ingredienti con l’intento di trovare sempre un buon equilibrio tra proteine, carboidrati e grassi. Questa ricerca ha portato a prediligere l’uso esclusivo dell’olio di girasole e materie prime fresche e di primissima qualità.

La calendula deve il suo nome al termine latino “calendae” per indicare che può fiorire in ogni mese dell’anno, a seconda delle condizioni climatiche, dalla primavera all’autunno inoltrato, persino in inverno, se il clima è mite. Nota pianta officinale cui la tradizione erboristica attribuisce proprietà cicatrizzanti, lenitive e antisettiche, mostra una vitalità singolare: il rigoglioso fogliame è espressione della sua esuberante forza vitale, mentre il fiore è manifestazione di ordine. Queste due polarità denotano la sua peculiare caratteristica: aiuta l’organismo umano a ristabilire l’equilibrio. I suoi fiori sbocciano al sorgere del sole e ne seguono il corso, rivolgendosi da est verso ovest (eliotropismo positivo: dal greco helios=sole e tropos=direzione); al tramonto,

La linea “Le Piumette” è composta da: plum-cake allo yogurt, plum-cake di farro, plum-cake di kamut, plum-cake di farro al cacao, muffin con gocce di cioccolato e tortine margherita.

Dino Corsini S.r.l. Industria Dolciaria Via Giacomo Brodolini, 4 40056 - Crespellano (BO) Tel. 051969072 • www.dinocorsini.it

36 –INFORMARSÌ

invece, si chiudono, trattenendone tutto il calore. Weleda ha sempre avuto grande cura per la coltivazione della calendula, da oltre 80 anni la coltiva direttamente con metodo biodinamico a Schwäbisch Gmünd, in Germania, nel giardino più grande d’Europa di sua proprietà. Per permettere alla pianta di sviluppare al meglio le sue qualità, che sono poi usate in molti prodotti, è richiesto un lavoro molto accurato e attento che inizia con la scrupolosa selezione della semina biodinamica e continua con la regolare cura delle piante nei campi. I fiori vengono selezionati e raccolti manualmente all’alba, non appena il sole ha asciugato la rugiada, così da poter trasferire tutto il calore da essi conservato direttamente nei prodotti e nei preparati che


verranno successivamente realizzati. Questo richiede un’attenta scelta delle piante: solo le migliori, infatti, vengono raccolte nei cesti. Una parte di esse, poi, viene fatta seccare immediatamente per essere in seguito utilizzata per l’estrazione di caldi oli. Per molte altre applicazioni, invece, viene raccolta l’intera pianta con le foglie e lo stelo, per essere lavorata come tintura. Il concetto di agricoltura biodinamica si basa sul principio del riconoscimento della terra come organismo vivente che deve pertanto essere rispettato con cura. Compostaggio, concimazione e controllo dei parassiti sono realizzati utilizzando le risorse dell’azienda stessa. Gli agricoltori, inoltre, per la semina, la rotazione delle colture e la raccolta, studiano

e seguono i naturali ritmi del sole, della luna e dei pianeti. Questo è ciò che Weleda fa ancora oggi per la coltivazione di piante, erbe e fiori, ingredienti primari dei suoi prodotti. L’efficacia dei prodotti deriva da ingredienti naturali e quindi da terreni sani: per questo motivo vengono tenuti lontani prodotti chimici e pesticidi, proteggendo la vitalità delle piante e l’ambiente. Proprio da questa cura, amore, attenzione e rispetto che Weleda ha nei confronti della terra e della natura nascono i prodotti della Linea Baby, realizzati con sostanze naturali e puri oli vegetali, ottenuti da semi maturati al sole, per offrire calore e protezione fin dai primi giorni di vita del piccolo. Diversamente dagli oli minerali, gli oli vegetali non ostruiscono i pori della pelle e non ostacolano il naturale assorbimento dei prodotti né la respirazione cutanea. Tutti i prodotti sono studiati in collaborazione con medici e ostetriche e sono dermatologicamente testati; le formulazioni risultano sicure ed efficaci anche per il trattamento delle pelli sensibili e con tendenza allergica. La Linea Baby Weleda è di recente stata insignita dai consumatori italiani del prestigioso Premio Natura 2012, perché attenta all’ambiente e all’ecologia e per la qualità e naturalezza degli ingredienti utilizzati. Una conferma per Weleda di un percorso iniziato sin dalle origini e portato avanti con serietà nel tempo. 37 –INFORMARSÌ

SCO FINONTI AL

DAL 27 AGOSTO 2012 AL 6 GENNAIO 2013

www.naturasi.it


sui nostri scaffali

ecoturismo

ANDECHSER NATUR

Dessert ai piccoli frutti

Questo yogurt naturale cremoso con il 3,7% di grassi viene prodotto con le colture di L.acidophilus e B.bifidum, che formano in prevalenza acido lattico L(+) destrogiro. Grazie a una preparazione accurata e all’elevato contenuto di squisiti frutti, questa fresca combinazione convince tutti gli amanti dello yogurt. Non perdete i tre gusti principali frutti rossi, mirtillo-ribes nero e fragola-menta nel vasetto da 150 g.

BENVENUTI A SHEWULA

ECOTURISMO E SOLIDARIETÀ di Marzia Sandri

SOJADE

Sojade mela e melograno 400 g

Squisita e particolare, fondente al palato e arricchita con deliziosi pezzetti di mela, questa è una delle ricette esclusive dell’ampia gamma Sojade. Il gusto deciso del melograno è armonizzato da quello più dolce della mela, frutto prezioso e noto per le sue qualità. Sojade Mela e Melograno fa parte delle ricette “speciali” che Sojade offre in alternativa a quelle più consuete come la fragola o la ciliegia. BERGERIE

Yogurt di capra al naturale e alla vaniglia

Queste 2 ricette da 125 g, compatte e morbide al palato, fanno parte della linea di prodotti freschi Bergerie di capra: la variante al naturale è indicata per i puristi amanti del gusto caratteristico di questo latte, mentre quella alla vaniglia, raffinata e deliziosa, rappresenta un vero e proprio dessert goloso.

Prima del progetto in Angola, con la sua raccolta punti, NaturaSì è stata impegnata con il COSPE (Cooperazione per lo sviluppo dei paesi emergenti) in Swaziland (Africa). Nomsa Mabila ha collaborato al progetto fin dall’inizio: dal 2005 è manager dello Shewula Mountain Camp, il primo esempio nel paese di turismo sostenibile ora completamente gestito dalla comunità locale. L’abbiamo incontrata in occasione della sua visita in Italia e le abbiamo chiesto qualche informazione in più su questa iniziativa ecologica e sostenibile, resa possibile grazie anche al sostegno dei consumatori NaturaSì. Sostegno e speranza “Il progetto ha preso il via nel 1999 – spiega Nomsa Mabila, marketing manager – per riunire la popolazione di 13.000 unità che 38 –INFORMARSÌ

viveva dispersa in un territorio di una quindicina di piccole regioni, accogliere i profughi provenienti dalle vicine zone tormentate dalla guerriglia e dare un sostegno e una speranza alla porzione debole della comunità afflitta dalla povertà e dal flagello dell’HIV, rendendola autosufficiente sotto tutti i punti di vista”. Il campo, infatti, è totalmente gestito dalla comunità locale e rappresenta una fonte vitale di reddito e di occupazione per gli abitanti, che ne condividono i profitti. Dotato di tutte le strutture necessarie per l’accoglienza, dà la possibilità ai turisti amanti della natura, di trascorrere un periodo durante il quale interagire a tutti i livelli con la popolazione, a stretto contatto con l’ambiente, le tradizioni, le attività, la cucina e la cultura locale in un’ottica di turismo sostenibile e solidale.


Vacanze ecologiche, ma non solo Incantato dal sole africano, affascinato dalla musica e dalle danze, contaminato dalla bellezza della natura incorrotta, il visitatore può condividere le attività produttive avviate dal programma realizzato, tra gli altri, grazie al contributo del Cospe e di realtà anche italiane quali Legambiente e l’Ospedale Sacco di Milano. Ma non manca di trovare il tempo per passeggiate verso il fiume, alla gola Mbuluzi, per ascoltare le fiabe antiche, per conoscere il Sangoma, il guaritore tradizionale o per imparare la danza Sibhca con i costumi tradizionali. Attraverso un percorso guidato in bicicletta può visitare il centro artigianale, le zone umide e numerosi altri punti panoramici della comunità.

&

Per un’agricoltura sostenibile “Sono stati attivati – continua Nomsa Mabila – tanti progetti che vanno dalla realizzazione di scuole e asili, ai programmi sanitari, allo sviluppo delle attività artigiane per i giovani e le donne, ai piani di sviluppo agricolo per l’autosufficienza alimentare”. Per questa parte del progetto un supporto importante è quello che è stato donato da NaturaSì attraverso la fornitura di sementi, strumenti e tecniche in grado di rendere la popolazione esperta e indipendente, permettendole di fruire di sementi naturali e non modificate geneticamente. “Sono state introdotte – continua la responsabile – colture di prodotti locali tra cui mais, fagioli, sorgo, e un piano di sviluppo basato sulla riproduzione naturale dei semi e sugli scambi per consentire agli agricoltori di autogestire le colture senza affrontare ulteriori costi”. “Shewula Camp – conclude Nomsa – può essere un progetto pilota capace di coniugare turismo consapevole e aiuto alle popolazioni in difficoltà nel loro paese e secondo la loro cultura. Speriamo che, in futuro, possa essere un esempio per altre comunità africane”.

FORNITORE UFFICIALE

Per informazioni: www.shewulacamp.com Shewula Mountain Camp P.O. Box 139, Simunye SWAZILAND Tel: +268 76051160 /+268 76031931 info@shewulacamp.com 39 –INFORMARSÌ


sui nostri scaffali VICTOR PHILIPPE

Biomarseille: per un’igiene intima fresca e delicata

Detergente intimo ecobiocertificato con ottime proprietà lenitive, rinfrescanti e deodoranti. La particolare formulazione, a base di sostanze lavanti esclusivamente di origine vegetale e con aggiunta di aloe vera, agisce delicatamente, rispettando il naturale equilibrio fisiologico delle parti intime. Adatto a tutta la famiglia, disponibile con dispenser nel pratico formato da 250 ml. NATURE’S

La detersione del viso più delicata è B(io)

bio&thecity

Verde sotto tutti gli aspetti, dalla formulazione al packaging, il latte tonico 2 in 1 della linea B(io) di Nature’s, certificata EcoCert, svolge una doppia azione: rimuove delicatamente trucco e impurità e tonifica la pelle del viso. Contiene acqua di elicriso, la cui alta percentuale di flavonoidi aiuta a prevenire gli effetti dell’invecchiamento, camomilla e olio di girasole, noti per le proprietà addolcenti e nutrienti. HELAN

Crema mani profumata magnolia stellata!

Melograno, vite rossa e semi d’uva, olii di oliva e vinaccioli e infine “burro” di oliva per ottenere una Crema mani profumata dalla fragranza della magnolia stellata. Una formula che rende morbida e idratata la pelle senza lasciare untuosità, naturalmente priva di petrolati, olii minerali e lanoline, senza coloranti e parabeni. Il risultato: elasticità, tono e un’insuperabile morbidezza con una nota elegante e unica!

BENESSERE NATURALE di Greta Giaretta

Lunedì, ore 8.15.

Mercoledì, ore 21.00.

FERIE FINITE, RIPRENDE IL TRAN TRAN

PAROLA D’ORDINE: RESTYLING TOTALE

Le vacanze sono finite, sono ritornata al lavoro e alla solita vita, in città. Finite le passeggiate e le nuotate, le dormite sotto l’ombrellone e le notti a guardare le stelle cadenti. Ecco il programma delle attività per l’autunno delle mie amiche. Silvia: pilates e ballo latino. Carlotta, lei sempre più originale, tango… Chissà, forse è la volta che imparerà a camminare sui tacchi: visto che la sua tenuta è sempre sneakers e pantaloni, non sia mai che possiamo ammirarla con un vestito nero, o magari rosso, tutto pizzi e satin, e scarpe tacco 12! Ci siamo date appuntamento in una spa per raccontarci l’estate trascorsa, ma gli impegni sono tanti: lavoro, casa, famiglia o amici. E Martina ha anche le lezioni di giapponese (non le bastavano inglese, spagnolo e tedesco). Quindi per ora non si è fatto niente. 40 –INFORMARSÌ

Ho veramente bisogno di aiuto: pelle a chiazze, spellatura, pressione sotto i tacchi, gambe gonfie, capelli stopposi. Insomma sono un mostro! L’ho urlato anche poco fa al telefono a Martina, e lei mi ha risposto: “Allora fai qualcosa! Scusa devo andare a preparare il sushi con wasabi e tonno… ciaooo!” Grazie tante... Bene, allora questo fine settimana mi chiudo in casa e la trasformo in spa. Non voglio sentire né vedere nessuno: due giorni a rilassarmi e a prendermi cura di capelli, piedi ecc. Ritorno nuova e splendente, alla facciaccia di quelle “galline” che parlano, parlano e non fanno mai nulla.. :((( Venerdì, ore 22.30. UN PO’ DI MISTERO NON GUASTA

Alle domande curiose delle mie amiche,


faccio la misteriosa. Mi sa che hanno mangiato la foglia..

tempo di sciacquarmi faccia e capelli e mi addormento, beata e contenta…

Sabato, ore 7.30.

Domenica mattina…

IN MISSIONE AL NEGOZIO NATURASÌ

MAI TRASCURARE LA COLAZIONE

Mi mancano due o tre prodotti per il mio progetto! Un’idea fantastica: vado da NaturaSì a fare il pieno di creme e consigli, e poi mi dedico al benessere!

Svegliata non prestissimo: colazione con succo di betulla. Faccio una piccola corsetta dietro casa. Poi colazione con yogurt Andechser al sambuco, muesli, frutta e ancora acqua.

Ore 16.00. NUOVA DAI PIEDI AI CAPELLI

Sono in bagno con crema peeling per il corpo ai fiori di Bach, scrub viso, olio sbiancante per il viso. Andiamo ad incominciare... Intanto metto i piedi in ammollo, con acqua e bicarbonato, e poi applico il balsamo per i piedi: che freschezza! Un velo di Hydra Argan sul viso per un’idratazione intensa. E i capelli? Sui capelli una delle tinte Villa Lodola, per dare nuova vita al mio colore ormai sbiadito dopo il sole e il mare, poi una bella maschera ristrutturante. Intanto, bevo la linfa di betulla con acqua tiepida per disintossicare… Ore 21.00. E INFINE IL MERITATO RELAX

Dopo aver applicato Latte d’Argan emulsione corpo idratante mi rilasso sul divano e mi guardo il mio film preferito, “Come eravamo”, mentre mi bevo una tisana. Il

Ore 11.00. IL MISTERO DI BELLEZZA È SVELATO

Suona il campanello: le mie amiche! Non l’hanno bevuta ed eccole qui, a farmi un sacco di domande: ma che pelle, che capelli, cos’hai usato? Anch’io, anch’io! Insomma, dopo qualche minuto tutte in bagno a provare almeno le maschere viso e capelli. Un po’ di musica, un brunch improvvisato e ci troviamo sedute per terra con gli asciugamani attorcigliati sulla testa a mo’ di sultano, le facce bianche per la maschera rigenerante a chiacchierare a perdifiato. Altro che spa… ci voleva casa mia, la voglia di stare insieme e qualche prodotto naturale! Martina tira fuori dalla borsa i trucchi per tutti: mascara ed eyeliner, una crema colorata alla carota. Stasera saremo bellissime, anzi naturalmente belle.

• Scrub viso

(Bjobj) • Hydra Arg an Crema idra tazio intensa (Esp ne rit Equ

lista della spesa...

• Olio sbiancante per il viso (Argital)

o)

• Fiori di Bach cr ema peeling corpo (Natural Remedie s)

one

lsi an Emu g r ’A d e • Latt ratante corpo id uo) Eq (Esprit lla di Betu • Linfa ell) n (Linfas

te • Maschera ristrutturan ) all’avena (Bjobj • Tinte (Villa Lodola)

iedi o per i p m a s l a • B a) (Weled Eyeliner ra e a • Masc e) il c l (Ita h tiv Crema alla nsi e s s i • Bas Lavera) carota (

41 –INFORMARSÌ


sui nostri scaffali

novità dal bio

BAUCKHOF

Purè di patate

Scordate il pelapatate e rilassatevi; il preparato per purè di patate Bauckhof è semplicissimo da preparare: dovete solo aggiungere acqua e latte, mescolare e servire. Non contiene additivi, ma solo erbe aromatiche e spezie che ne arricchiscono il sapore. Per un piatto ancora più gustoso potete aggiungere verdure a dadini, formaggio gratinato, cipolle fritte e semi di girasole.

IL VINO È BIOLOGICO... ANCHE IN CANTINA!

di Roberto Pinton

SAPORI DALLA NATURA

I preparati per brodo italiani

L’azienda trevigiana Zangrando presenta i dadi vegetali Sapori dalla Natura da 110 g. Sono adatti a tutti coloro che cercano prodotti di qualità. Li puoi usare per ottenere un brodo di verdure molto gustoso oppure come pratico condimento in fase di cottura. Hanno un grande successo e sono sempre più apprezzati dai consumatori, provali anche tu! BIONATURÆ

Composte di frutta

Le composte di frutta in vaschetta monouso sono l’ultima specialità presentata da Bionaturæ. Una comoda confezione contenente 2 vaschette da 100 grammi. Snack sano e naturale, composto al 100% da frutta da agricoltura biologica, ideale da gustare in ogni momento della giornata: colazione, merenda o dopo i pasti. Ottimo anche da assaporare insieme a dello yogurt bianco. Un’innovazione che Bionaturae dedica al suo pubblico di grandi e piccini. Disponibile nei gusti mela, mela-banana, mela-pera.

Chi legge attentamente le etichette avrà notato qualche differenza sulle bottiglie di vino. Da marzo il regolamento n. 230/2012, finalmente, concede il passaporto (e il marchio europeo) al “vino biologico”. Finora, “vino biologico” era solo un soprannome: la definizione ufficiale era meno immediata “vino da uve da agricoltura biologica”. Dove stava la differenza? La normativa europea dettagliava con precisione le tecniche per la coltivazione delle vigne, ma si fermava alla porta della cantina, senza definire le pratiche cui ricorrere per la trasformazione dei grappoli in vino. In teoria, con le uve bio, sarebbe stato possibile usare tutto l’ambaradan di pratiche, additivi e coadiuvanti tecnologici ammessi nella vinificazione convenzionale. Di fatto, ciò non accadeva: le cantine seguivano i disciplinari, che elencano le “buone pratiche”: dalla vendemmia alla pigiatura, dalla pressatura alla macerazione, dai lieviti 42 –INFORMARSÌ

alle fermentazioni, dalla conservazione al confezionamento (entrando pure nel merito di tappi e capsule copritappo): tutto è chiaramente dettagliato, raccomandando di ridurre al minimo l’uso di anidride solforosa. I disciplinari ne consigliano sia per bianchi che per rossi e rosati una quantità inferiore ai 20 milligrammi per litro, ma ne tollerano, nella media, 60 e 80, contro i 160 e 210 ammessi nella produzione di vino convenzionale. Questa sostanza si usa tradizionalmente perché inibisce lo sviluppo di lieviti dannosi, seleziona quelli più utili, impedisce lo sviluppo di microrganismi nocivi (tipo i batteri acetici) e dà vini più serbevoli. Dato, però, che può disturbare intolleranti e allergici, le organizzazioni bio stimolano le imprese a lavorare uve di eccellente qualità in cantine di igiene ineccepibile, per ridurre l’uso di solfiti. Il nuovo regolamento europeo ne prevede 100 mg/litro per i rossi e 150 per bianchi e rosati: troppi per italiani, spagnoli e greci, ma per avere una norma comune europea va tenuto conto dei climi e delle necessità tecniche diverse di tedeschi e austriaci. In ogni caso, i disciplinari continuano a “tagliare” le dosi utilizzabili: è un punto d’onore delle cantine biologiche, tant’è che non mancano quelle che propongono vini “senza” la minima aggiunta dei solfiti. Unica indicazione: una volta stappati vanno bevuti in giornata (essendo buoni, non è davvero difficile!).


xxxxxxxxxxxx

sui nostri scaffali FORNO DI CAMPAGNA

Rustici di farro alle mandorle

Tutti gli ingredienti di questo prodotto vengono sapientemente amalgamati con una particolare lavorazione artigianale che non prevede l’utilizzo del latte e della margarina. Alla farina di farro macinata a pietra uniamo zucchero di canna, malto di riso, uova fresche, olio di girasole, una qualità di mandorle molto pregiata, gli aromi naturali di limone. Una versione raffinata dei classici cantucci. MULINO DEL BORGO

Sfogliata di Kamut®

Il Kamut® è un cereale antichissimo uscito indenne dalle selezioni moderne, riscoperto e valorizzato per le sue interessanti proprietà nutrizionali. La sfogliata di Kamut® Mulino del Borgo, prodotta dalla Commerciale Europa, ha un ottimo sapore e si abbina in modo ideale a zucca, zucchine, pomodori e carciofi. Mangiata da sola è un ottimo snack. LEEB VITAL

Yogurt biologico di latte di capra Natur

Prodotto con ingredienti biologici al 100%, senza additivi o aromi aggiunti. Durante la stagione estiva le nostre capre si nutrono di erba, trifoglio ed erbe aromatiche, rendendo il nostro yogurt cremoso e delicato. Il latte raccolto direttamente dai nostri contadini è lavorato in giornata. Con l’aggiunta di miele e frutta fresca si trasforma in un delizioso e salutare dessert.


a casa di baule volante

BUON COMPLEANNO,

BAULE VOLANTE! 1987-2012: 25 anni di attività vissuti con la convinzione che le coltivazioni biologiche rappresentino l’unica scelta sostenibile per salvaguardare ambiente e salute. È questo (e tanto altro) che Baule Volante festeggia quest’anno, allo scoccare del suo primo quarto di secolo. 25 anni che hanno consolidato la notorietà del marchio di una promettente impresa familiare nata per distribuire in Italia la griffe tedesca di prodotti bio Rapunzel, già leader europea. Nel tempo, l’azienda ha promosso lo sviluppo e la diffusione del biologico, interpretando le esigenze di un pubblico in espansione e contribuendo all’affermazione del bio nel nostro paese. Baule Volante – che si rifà ad una favola di Andersen, per una sorta di riconoscenza verso il marchio Rapunzel che rievoca i Fratelli Grimm – è un’azienda orientata ai negozi di alimenti biologici e alle erboristerie, apprezzata da farmacie e parafarmacie, capace di soddisfare le crescenti richieste della ristorazione collettiva, bar e hotel. Vincente è la sua attenzione al cliente e la libertà da vincoli distributivi, nel rispetto di economie di scala che rendono i prodotti accessibili e i prezzi fortemente competitivi. A questo si aggiungono il rigore delle scelte biologiche, la severa selezione delle materie prime e la costante ricerca di nuovi prodotti coerenti con l’ideale. Caratteristiche che fanno del marchio, uno dei più conosciuti nel mercato biologico italiano, un riferimento di alta qualità e di innovazione. In questi 25 anni Baule Volante si è imposto nel 44 –INFORMARSÌ

mercato specializzato italiano e oggi conta oltre 3000 clienti, per lo più del settore dell’alimentazione naturale e delle erboristerie, e un fatturato annuo di oltre 18 milioni di euro, cui si affiancano le 2000 referenze, tra alimenti biologici e prodotti non food, di cui 500 a proprio marchio e tutti rigorosamente biologici certificati: freschi (formaggi, proteine vegetali, yogurt, gastronomia pronta), confezionati (bevande vegetali, succhi di frutta, cereali, legumi, oli, pasta, prodotti per la prima colazione), cosmetici ed ecodetergenti. Per festeggiare il compleanno l’azienda ha rinnovato l’immagine dei prodotti e ha avviato una nuova selezione qualitativa dei produttori, premiando l’artigianale, il bio-dedicato e la filiera corta, e altri investimenti sono previsti nell’area logistica. Ottimi frutti sta dando anche la Linea Benessere: 13 prodotti (cracker, biscotti, pane integrale e azzimo) cui se ne aggiungeranno altri, per rispondere a quel concetto di “benessere” inteso come nuovo stile di vita che coniuga il semplice “star-bene” fisico con l’“esistere-bene”.


TUTTI I PUNTI VENDITA

TRENTINO ALTO ADIGE Trento Via Brennero, 138

0461/402158

FRIULI VENEZIA GIULIA Pordenone Via G. Galilei, 17 Udine Viale Papa Giovanni Paolo II, 5

0434/542422 0432 /485159

VENETO Castelfranco V. (TV) Cazzago di Pianiga (VE) Mestre (VE) Mestre (VE) Padova Padova Portogruaro (VE) Roncaglia (PD) San Donà di Piave (VE) Verona Verona Verona Vicenza Villorba (TV)

Via dei Carpani, 13/G 0423/720140 Via Monte Verena, 7 041/5100438 Via Torino, 86 041/976008 Largo Rotonda Garibaldi, 10/A 041/5351431 Via C. Callegari, 52 049/8648114 Via Vicenza, 12 049/8711568 Viale Trieste, 61 0421/394730 Via G. Parini, 2b 049/8023827 Via Como, 59 0421/221085 Via Ca’ di Cozzi, 2 (angolo via Quinzano) 045/ 8348111 Via C. Pisacane, 2/A 045/8034470 Via F. Torbido, 11/A 045/8403767 Via Divisione Acqui, 15 0444/966253 Via Roma, 261/5 0422/444611

LOMBARDIA Bergamo Brescia Buccinasco (MI) Busto Arsizio (VA) Cinisello Balsamo (MI) Como Cornaredo (MI) Desenzano (BS) Gallarate (VA) Lecco Lodi Milano Milano Milano Milano Milano Milano Milano Milano Pavia Solaro (MI) Varese Vedano al Lambro (MB)

Via Borgo Palazzo, 114 Via Foro Boario, 46 Via della Resistenza, 121 Via per Fagnano, 2 Viale Fulvio Testi, 111 Via P. Paoli, 80 Via Milano, 54 Via Marconi, 133 Via R. Sanzio, 16 Viale Montegrappa 12/G Viale Milano, 71 Corso Indipendenza Via Andrea Costa, 33 Via G. Fara, 35 Viale Cassala, 61 Via Petitti, 6 Viale Umbria, 3 Via Millelire, 14 Via Melzo, 15 Viale dei Partigiani, 84 Via Varese,177/B Viale Borri, 132/A Via C. Battisti ang. via Rimembranze, 2

035/219199 030/2303779 02/45707627 0331/632325 02/66041124 031/5001268 02/93563789 030/9127121 0331/798996 0341/497129 0371/411396

PIEMONTE Alessandria Biella Novara Torino Torino

Piazza Perosi, 6/7 Via Tripoli, 6 Via G. Marconi, 12 C.so Orbassano, 248 C.so Moncalieri, 194/D

0131/288037 015/2491019 0321/628227 011/3097746 011/6613779

LIGURIA Genova Genova Genova Savona

Via Barabino, 90/R Corso Europa, 315 Via delle Casaccie, 74 Via Nizza, 32 R

010/5705180 010/3742608 010/585987 019/862614

EMILIA ROMAGNA Bologna Bologna Bologna Carpi (MO)

Via Montefiorino, 2/D Via Po, 3 V.le della Repubblica, 23 Via Bruno Losi, 16/A

051/6144011 051/6241205 051/503902 059/657010

SUPERMERCATI ALL’ESTERO NATURASÌ ESPANA • MADRID • Calle Doctor Fleming, 1 • Calle Guzman El Bueno , 28

02/28381868 02/66984281 02/58100567 02/39273077 02/54118028 02/40091806 02/29518703 0382/470994 02/9691028 0332/239584 039/4989060

EMILIA ROMAGNA Casalecchio di R. (BO) Ferrara Fiorano M. (MO) Forli Modena Modena Parma Piacenza Ravenna Ravenna Reggio Emilia Reggio Emilia S. Gio. in Persiceto (BO)

Via Porrettana, 388 Via Bologna, 296 Via S. Giovanni Ev., 7 Viale Italia, 22 Via Bonacini, 315 Via P. Giardini, 642 Via La Spezia, 72/A Via Emilia Pavese, 88 Via Faentina, 121 Via Panfilia, 66 Via Montefiorino, 13 Via Edison, 6/D Via Bologna, 15/B

051/0494944 0532/902905 0536/920859 0543/36560 059/375267 059/2929094 0521/944782 0523/609769 0544/502490 0544/66658 0522/284065 0522/268138 051/825832

TOSCANA Firenze Firenze Firenze Firenze Livorno Lucca Prato Siena

Via Masaccio, 88/90 Viale Corsica, 19/23 Via Baccio da Montelupo, 81 Via Kassel, 30 - Zona V.le Europa Via D. Cimarosa, 23 Viale C. Del Prete, 347 Via V. Da Filicaia, 38 Via Mentana, 10

055/2001068 055/366024 055/7251329 055/6533081 0586/863453 0583/495519 0574/606161 0577/222655

MARCHE Ancona Civitanova Marche (MC) Fano (PU)

Via Gen. Pergolesi, 13/18 Via Martiri di Belfiore, 109 Via Roma, 113

071/2800800 0733/770971 0721/802777

UMBRIA Perugia Terni

Via Piccolpasso, 119 Viale C. Battisti, 161

075/9975149 0744/306993

LAZIO Latina Ostia Roma Roma Roma Roma Roma Roma Roma Roma Roma Roma Roma Fiumicino

Via Don Carlo Torello, 80 Via Algajola, 8/20 Via del Foro Italico, 501 Via Portuense, 540 Via Luigi G. Marini, 20 Via Tardini, 68 Via dell’Arcadia, 71 Via Oderisi da Gubbio, 66 Via Toscanini, 5 Via Trionfale, 13992 Via F. Fiorentini, 78/86 Via dell’Oceano Pacifico, 251 Via Bettolo, 44 Via della Torre Clementina, 160

0773/266060 06/56304445 06/8073238 06/65745352 06/7802506 06/6636205 06/5416699 06/5578692 06/50918228 06/30311300 06/43251297 06/52272308 06/3204977 06/65047989

CAMPANIA Napoli

Via Cintia Parco S. Paolo isolato, 14

081/7672609

PUGLIA Bari Lecce Taranto

V.le Papa Giovanni XXIII, 159 Via San Cesario, 153 Via Medaglie d’oro, 124

080/5615645

SICILIA Palermo Palermo Ragusa

Via G. Di Marzo, 23/B Largo Cavalieri del Lavoro, 66-72 Via Dell’Olivo, 106/108

091/6255036 091/6709645 0932/642272

099/333021

Prossime aperture Trasferimento dal 20/09 del negozio di via Albergotti

RISTORANTI

dai Pascoli Biologici

MILANO Via De Amicis, 45 • Tel. 02 36699215 VERONA Via De Besi, 20 • Tel. 045 8905576 BOLOGNA Via Po, 3 • Tel. 051 6241984

MACELLERIA

VERONA Via Magellano, 11/C Tel. 045 8303317 45 –INFORMARSÌ

NaturaSì servizio clienti Verona - Tel 045 8918611 e-mail: info@naturasi.com www.naturasi.it


speciale sana

SANA 2012! IL MEGLIO DEL MONDO BIO DALL’8 ALL’11 SETTEMBRE A BOLOGNA

Ufficio Stampa Sana

Sì, a Natura t r a c la sto a cassa nna il co ando all t lo n o e c s e a r t P s ndo que a € 15 o ritaglia to verrà ridotto et del bigli

Puoi acquistare e stampare il biglietto direttamente sul sito

www.sana.it

per l’ingresso alla manifestazione

Tutte le novità e le eccellenze nel campo del biologico e del benessere naturale, i prodotti più innovativi, le nuove opportunità e i servizi per i consumatori. Il meglio del mondo bio italiano e internazionale si dà appuntamento alla Fiera di Bologna dall’8 all’11 settembre, per Sana, la più importante manifestazione espositiva nazionale del settore, organizzata da BolognaFiere (ingresso 15 euro online su www.sana.it, 20 euro alle casse, gratuito per gli operatori). Vastissima la gamma dei prodotti alimentari bio certificati: dai cereali alle farine, ai legumi secchi; dai prodotti da forno (dolci e salati) alle paste; dalle confetture e marmellate al miele; dalle bevande ai preparati a base di frutta e ortaggi; dai prodotti lattiero caseari ai gelati e surgelati; dalle carni ai pesci conservati e trasformati; dagli oli e grassi vegetali e animali agli alimenti per l’infanzia. Ma non mancheranno prodotti e consigli in materia di piante officinali, fitoterapia, agopuntura, cosmesi naturale per un benessere all’insegna della natura e del rispetto dell’ambiente; e ancora tessuti naturali e articoli per il tempo libero e l’hobbystica, e proposte per l’abitazione ecologica, con mobili in legno naturale e non trattato con prodotti di chimica di sintesi, e innovativi materassi in materiale naturale per un riposo sano e rigenerante. Chi vuole saperne di più sulla certificazione bio e le garanzie per i consumatori troverà a Sana i principali enti certificatori attivi in Italia: CCPB, ICEA-Istituto Certificazione Etica Ambientale, Bioagricert, Bios, IMC, Ecocert e Demeter, storicamente legato al settore dell’agricoltura biodinamica. 46 –INFORMARSÌ

Saranno inoltre presenti gli stand di AVI, l’Associazione Vegetariana Italiana e di Vegan ok, la più diffusa associazione vegana italiana, che fornisce informazioni anche su come effettuare acquisti crueltyfree. Nel ricco programma di eventi, workshop e convegni dedicati ai prodotti biologici e alla sostenibilità in agricoltura, da segnalare un corso sulla consapevolezza alimentare, e la presentazione, con degustazione, di vini biologici privi di solfiti dei Castelli Romani, a cura di Federbio. Altri incontri riguarderanno i nutraceutici e gli alimenti funzionali, l’effetto antiossidante e antiage o di stimolo delle difese immunitarie delle piante, l’integrazione tra agopuntura cinese e medicina tradizionale (il programma dettagliato sarà pubblicato su www.sana.it). I visitatori potranno anche votare il loro preferito tra i prodotti innovativi segnalati nell’AREA NOVITÀ.


47 –INFORMARSÌ


Efficacia e purezza della Natura

Dall’Elicriso italico, la nuova linea Nature’s viso e corpo certificata Bio. Interamente pensata secondo una visione green, dalle formulazioni al packaging, la linea B(io) sfrutta le straordinarie proprietà dell’Elicriso italico. L’azione rinfrescante, lenitiva e protettiva, efficace nella prevenzione dell’invecchiamento cutaneo, è racchiusa in texture incredibilmente vellutate, che lasciano sulla pelle una delicata e piacevole profumazione.

Cosmetici Naturali e Biologici certificati da Ecocert GreenLife secondo il disciplinare Ecocert disponibile su http://cosmetics.ecocert.com

natures.it

48 –INFORMARSÌ

InformarSi37  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you