Page 1

Inverno

N.

2015

14


2

INDICE

Jeans

Non gettate i vostri vecchi jeans, potete recuperarli per tanti progetti tutti nuovi.

24 pagina

Klavdija Zupanc

Nina Štajner La 27enne illustratrice di Lubiana ha una personalità solare e pacata, le sue risate sono delicate come le linee che lascia scorrere sulla carta. pagina 36

lavora nella sua soffitta. Il suo tratto è deciso, come d'altronde c'è da aspettarsi da un'appassionata di arrampicata e alpinismo. pagina 40

Il calendario dell'Avvento Si avvicina l'Avvento e per accompagnare i preparativi per il Natale possiamo realizzare un calendario dell'Avvento. Ecco le scatoline con il pizzo, un'idea versatile per tutto l'anno. pagina 16


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Ricette:

Ricette:

L'alberello puzzle pagina 20 La scatola a sorpresa con le praline al cocco 22

Mousse di cioccolato bianco ai lamponi pagina 64 Cavolini di Bruxelles con Crema di cocco con la zucca e castagne pagina 100 zucca 66 Torta salata di cavolini 102 Banoffee in bicchiere 68

3

Ricette:

I dolci di Mateja Dolci

Cavolini di Bruxelles

FAI DA TE:

I biglietti augurali Biglietti augurali con gli attrezzi pagina 90 Biglietti augurali da incollare e colorare 94

Fattoria Bajta

70 pagina

La fattoria carsica Bajta, dove Andrej Skerlj col padre ha dato vita ad un allevamento di suini diverso dal solito, è sempre più nota nel mondo dei gourmet per la qualità dei suoi prodotti. Noi siamo andati a vedere come è possibile raggiungere dei risultati eccellenti nel rispetto per gli animali.


4

INDICE

Le rape rosse Riscoprire una verdura che di solito arriva sulle nostre tavole tra l'autunno e l'inverno, e reinventarla.

44 pagina

Addobbare con gli attrezzi da giardinaggio

Il cotechino La nostra versione alleggerita di questo insaccato tipico dei mesi invernali, composto per metà da cotenne e per l'altra metà da altri tagli meno pregiati del suino. pagina 80

Un rastrello, delle forbici da giardino o vasi di varia natura possono trasformarsi in una decorazione carina e originale. pagina 132

Il giardino d'inverno Le giornate a cavallo delle festività sono molto brevi. Alla sera possiamo dedicare più tempo a noi stessi e a tutto ciò che ci rende felici. pagina 126


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

FAI DA TE:

FAI DA TE:

FAI DA TE:

Orecchini pagina 86 Custodia 87 Ciondoli 88

Lo steampunk è un filone della narrativa fantastica-fantascientifica, con ripercussioni sulla moda, feste a tema, foto particolari. pagina 34

... con gli accessori da cucito. pagina 58

Feltro

Steampunk

5

Confezioni regalo

FAI DA TE:

Il bancone ... in legno di recupero e resina. pagina 118

Favola invernale Dove rivivere una favola invernale, se non andando in montagna a Natale?

136 pagina

FAI DA TE:

Gli sci

... sci vintage che si trasformano in oggetti utili. pagina 114


6

EDITORALE

Editoriale

foto: Klemen Brumec

Nelle calde giornate autunnali durante le quali portavamo a conclusione i lavori per questa rivista, è stato difficile immedesimarsi nelle fredde notti invernali, immaginare i passi che fanno scricchiolare la neve, i regali di Natale. Per fortuna avevamo incominciato a preparare questo numero già lo scorso gennaio. Appena la neve ha imbiancato il paesaggio, ecco che ci siamo messi a rifare le ghirlande natalizie, addobbare l'albero, confezionare regali e infine portare tutto fuori in giardino. Così il mattino seguente abbiamo potuto scattare le foto che troverete su queste pagine. Anche l'autunno soleggiato ci è stato molto favorevole, infatti ci ha permesso di fare una bellissima gita sulle malghe della Velika Planina, dove abbiamo potuto preparare dolci, pietanze con i cavolini di Bruxelles e bevande calde, per poi fotografarli in allegra compagnia. Oltre a Saša, che ha preparato dei dolci molto interessanti, e Mateja, che si è dedicata alle decorazioni e ai dolci da regalare, abbiamo avuto il piacere di collaborare con Maja e Jernej che hanno preparato delle ricette molto interessanti con le rape rosse. Questa verdura, così ricca di ferro, può essere utilizzata anche per i dolci. Per quanto riguarda gli addobbi e i regali abbiamo cercato di proporvi dei progetti di riciclo con il jeans, dei vecchi sci e gli attrezzi da giardinaggio. Tra i personaggi che presentiamo ci sono anche Nina e Klavdija, due illustratrici che con il loro magico mestiere possono dare forma ai nostri sogni. Per i prossimi giorni vi auguro di trovare la pace nei momenti passati in compagnia dei vostri cari, tanta neve, notti chiare, l'allegria dei bambini e tanti bei momenti, da trascorrere con le idee della nostra rivista, preparando regali e pietanze secondo le nostre ricette. Tanti auguri di un felice e rassicurante 2016. Petra Slapar, redattrice

Autori

foto: Klemen Brumec

Jasna Simoneta Le feste sono un intreccio di rapporti, rendiamole ancora più belle e piacevoli con gli addobbi e i cibi che scaldano il cuore e l'anima. Vi auguro di passare delle buone feste, in cui ognuno possa sentirsi accolto in un abbraccio caloroso.

foto: Matej Ferfoglia

Tanja Tuta Il mio desiderio per voi è il vostro desiderio stesso. Realizzate un biglietto d'auguri e scriveteci un desiderio nascosto, quello per cui non c'è mai tempo. Dedicate al biglietto tanta cura e attenzione quanta ne riservereste per una persona che vi sta veramente a cuore. Poi speditevelo. Magari si avvera ;)

Caporedattore: Petra Slapar · Redazione: Jasna Simoneta, Tanja Tuta · Design: WOAF, Andraž Filač · Impaginazione: Sandra Pohole, K8 dizajn · Editore: PKDV d.o.o. · www.casaetrend.it · info.it@casaetrend.it · novembre 2015 · numero 14


foto: Matic Podržaj

Kaja Podržaj Velika planina, dove quest'anno abbiamo fatto le foto per la nostra favola invernale, risveglia in me una sensazione magica. Per queste feste vi auguro di provare le mie stesse emozioni e di farle durare lungo tutto l'anno.

Saša Drobnič Škrjanec Che cosa c'è di meglio della gioia di poter godere del cambio delle stagioni in cucina? L'anno prossimo potremmo andare a curiosare dai produttori locali, riscoprire la frutta di stagione e addolcire le giornate con pensieri che arrivano dal cuore.

sciamo sbigottiti i commessi dei negozi con le nostre richieste »fuori stagione«. Uno dei miei desideri, quello di visitare un prosciuttificio, si è già realizzato. Anche a voi auguro di vederne realizzato almeno uno altrettanto interessante.

foto: Mitja Maver

foto: Peter Irman

Mitja Škrjanec Piantate un albero! Un tiglio, un rovere, un melo o un noce. Che sia un albero per la nostra gente, il nostro paese o la nostra casa. Che nella sua ombra si possa mangiare e foto: Jerneja Podhostnik bere, parlare e ballare, baTeja Pintarič Vi auguro ciare e sparlare. Così come di trovare nelle pagine del- si faceva un tempo. la nostra rivista festiva l'ispirazione che riempirà di creatività le vostre lunghe serate invernali. Occhio ai vecchi jeans, non buttateli – potrebbero trasformarsi in qualcosa di interessante ;).

Mateja Dobravec Per rendere queste feste veramente uniche preparatevi per tempo e cercate le idee con cui addobbare la casa, preparare i biscotti per la prima volta o realizzare dei regali con le proprie mani. Vi auguro delle buone feste colme di creatività e un felice 2016!

foto: Klemen Brumec

foto: Klemen Brumec

foto: Klemen Brumec

Klemen Brumec La magia delle feste natalizie ha inizio - per noi che lavoriamo alle feste sin da luglio e agosto - quando tiriamo fuori luminarie e neve artificiale e la-

Vesna Vogrin Nelle fredde giornate d’inverno la cosa più bella è stare a casa con i propri cari, preparare tanti buoni biscotti, creare, dare vita ai vecchi jeans ed essere felici. Che l’anno a venire sia felice e pieno d’amore.


8

LA

NOSTRA

SELEZIONE

/

Eleonora Bosco, architetto e titolare del negozio Controtendenza design a Roma. Si occupa di vendita di arredo con pezzi unici e particolari e di progettazione e consulenza per interni ed esterni.

Zona

giorno

02 01

Zona giorno

La zona giorno può essere impreziosita con dettagli che rifiniscano meglio il carattere dell’ambiente. Il legno e il rame rappresentano un ottimo connubio per la creazione di angoli sofisticati e originali.

1. Lampada Riva (Lucide) in rame, da 114,00 €. Disponibile in 3 dimensioni (diametro 35cm, 50cm e 70 cm). Con il suo design semplice ed essenziale può essere facilmente inserita in qualunque stile. 2. Lettere in legno, (Magic-Bus), 10,00 €. Originali lettere dell’alfabeto colorate utili per comporre parole da attaccare poi alla parete.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

06

04

03 05 3. Lampada da tavolo (ILIUI), 40,00 €. Fatta a mano con i barattoli di pomodoro e legno naturale. Originale e disponibile in diverse colorazioni tenui, può essere un perfetto complemento da regalare. 4. Portacandela Lup in rame (Hay), 29,00 €. Una rivisitazione dei più comuni portacandela. Si tratta di un'unica linea che si contorce formando una pratica

impugnatura e un disegno curvilineo. 5. Orologio in rame (Karlsson), 37,00 €. Moderno orologio da parete in acciaio e rame, con una linea essenziale. La particolarità è proprio il materiale di cui è composto. 6. Tavolo Range (Josie Morrison), 140,00 €. Complemento in legno e rame, ideale come comodino o pratico tavolino al di-

vano. L’accostamento del rame con il calore del legno naturale crea un piacevole contrasto e un facile accostamento per ogni ambiente. Disponibile anche in versione tavolo.

9


10

LA

NOSTRA

SELEZIONE

/

Bagno

Simona Nurcato: nell’arredo bagno da 10 anni, ha portato esperienza e passione su bagnidalmondo.com, un blog su design e cultura della stanza da bagno.

02

01 Bagno

I dettagli come tessuti o accessori sono fondamentali per completare e arricchire un progetto d’arredo di una stanza da bagno. E possono essere un’idea molto apprezzata per i regali di natale, perlopiù originalissima visto che nessuno pensa mai ad un oggetto per il bagno, no?

03 1. Saponi naturali made in Salento Mirodìa – ca. €5/pezzo. Un’idea economica ma sempre apprezzata. I saponi sono realizzati a mano in Puglia da un giovane artigiano. 2. Tavolino CUBBO by CAbb Design: ca. €230 – Un regalo un po’ più importante, un’idea originale e


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

06

04

05 di design per avere sempre a portata di mano la rivista preferita (anche in bagno!) 3. Teli in spugna di cotone biologico by Coincasa: da 6,90€ asciugamani in puro cotone organico, una scelta green per ricordare che si può essere eco-sostenibili anche in bagno.

4. Set accessori da bagno in abs e silicone by Lineabeta (presso rivenditori speciali­z­ zati) – da 8 a 15€/pezzo – l’assenza di pompette metalliche assicura che ­ il sapone resti intatto nel tempo non ossidandosi mai. Un dettaglio non trascurabile!

5. Cesto portabiancheria Laudrybag by Seletti – €47,00 – perché anche la biancheria sporca merita un posto di design ;-) 6. Specchiera con appendiabiti Face di Ex.t - €222,00 – un utile specchio per il make up comodo per appendere anche vestiti o teli da bagno!

11


12

LA

NOSTRA

SELEZIONE

/

Cucina

Jasna Simoneta Da cinque anni alla guida del portale Casa e Trend, alla continua ricerca di idee e ispirazioni che possano rendere più bella la vita quotidiana.

02

01 03 Cucina

La cucina è l'ambiente in cui molti di noi sperimentano nuove ricette, tecniche di cottura e sfogano la propria creatività. Ma spesso è anche semplicemente il luogo in cui consumiamo i pasti con la nostra famiglia. La cucina è il cuore pulsante della casa, perciò un oggetto per la cucina è sempre gradito, specialmente se oltre all'utilità sfoggia anche un bel design.

1. Orto da cucina Plantui Moomin, 215,00 €. Plantui è un mini orto automatico, con tanto di lampada UV. Per non restare mai senza aromatiche fresche anche in mezzo all’inverno più rigido. 2. Portatutto Nests, Laru (Dawanda), 120,00 €. Contenitori morbidi da parete in cuoio rigenerato, in alternativa alle classiche mensole. Un tocco anticonformista per la cucina.


CASA

TREND

/

Inverno

06

04

05 3. Moka Fiammetta, Bialetti, 19,90 €. Una moka rossa dà una sferzata di energia anche alle mattine più assonnate. 4. Macinasale e macinapepe Plus, Muuto, Finnish-design.com, 59,00 €. Un macinapepe che oltre a essere utile è anche un oggetto scultoreo molto curioso. Da mettere in mostra. 5. Canovaccio, Jagababa, 10,00 €. I canovacci

E

sono un classico tra i regali di Natale, questo è opera di Jagababa, che attinge i propri motivi dalla natura che la circonda. Canovaccio natalizio va bene, ma con stile. 6. Sottopentola, Nodi (Dawanda) 6,50 €. Un sottopentola talmente bello da far venir voglia di incorniciarlo.

2015

13


14

LA

NOSTRA

SELEZIONE

/

Cameretta

Nina Štajner, u.d.i.a è architetto e la sua passione sono l'interior design e la scenografia, oltre al proprio blog Kitchy World cura anche l'organizzazione del progetto Vintage Vikend.

02

foto: Tilyen Mucik

01 Cameretta, colori e ludismo

Il senso estetico si sviluppa già dai primi anni di vita, perciò è importante dedicare dell'attenzione anche agli arredi della cameretta. Scegliamo dei mobili che crescano con il bambino – possibilmente di colori neutri, anche perché i bimbi tendono a stufarsi rapidamente di determinati colori. Dei mobili neutri possono essere facilmente ravvivati da una biancheria colorata, vari accessori o degli sticker mu-

rali. Non necessariamente la cameretta di un maschio deve essere azzurra e quella di una femmina rosa, evitiamo gli stereotipi e arrediamo la cameretta con tonalità vivaci. 1. Letto Stokke, 599 €. Il letto è il cuore di ogni cameretta, i bimbi ci passano molto tempo. Quando lo scegliamo facciamo attenzione affinchè si adatti alla crescita del bambino. Il letto a for-


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

04

06 03 05 ma di casetta è interessante perché possiamo appendere dei giochi alla sua struttura, mentre quando il bambino sarà grande potrà utilizzarla come casetta per i giochi. 2. Mensola e appendiabiti Maze, 50 €. Un complemento pratico e interessante. Possiamo riporci i libri illustrati preferiti oppure usarlo come appendiabiti. 3. Colori a lavagna Marabu, 8,22 €. Colorando

una parte della parete con il colore a lavagna eviteremo di arrabbiarci quando il bambino disegnerà i propri eroi sulla parete: si pulisce con un panno umido. 4. Scatole contenitore, Ikea, 2,99 €. Il mondo dei bambini è colmo di giochi e di piccoli oggetti che conviene tenere in ordine usando delle scatole colorate. 5. Tappeto Haba, 204,90 €. I bambini trascorrono molto

tempo per terra e nel caso il pavimento sia freddo, ciò può essere dannoso per la salute. Un morbido tappeto risolverà il problema e se sarà anche interessante, lo useranno come sfondo per i loro giochi. 6. Elefante, Vitra, 215,90 €. Il complemento a forma di elefante che può essere usato sia come giocattolo sia come decorazione rallegrerà grandi e piccini.

15


16

FAI

DA

TE

/

Il

calendario

dell’Avvento

Il calendario dell'Avvento

realizzazione: Teja Pintarič foto: Klemen Brumec


CASA

Preparate: cartoncino colorato matita righello pizzo sottotorta pennelli colori acrilici tavolozza colla filo ago

TREND

/

Inverno

2015

Per realizzare queste scatoline avrete bisogno di una sagoma per piramidi da ricopiare su cartoncino. Ritagliate la sagoma seguendo le linee tratteggiate e piegatela lungo le linee continue, aiutandovi con un righello e una matita.

01

02

E

03

17


18

FAI

DA

TE

/

Il

calendario

dell’Avvento

04

05

06

07

Tagliate a metĂ il pizzo sottotorta e fissatelo su di uno dei lati della piramide. Con un pennello applicate il colore

sulle parti forate del pizzo e ripetete il procedimento su tutte le facciate. Applicate la colla sui bordi e formate la piramide.

08

09

10

11


CASA

12

13

14

15

16 Con l'ago infilate il filo facendolo passare attraverso il lato apribile. Tirate i fili in modo che la scatolina si chiuda e formate un bel fiocco.

E

TREND

/

Inverno

2015

19


20

RICETTE

/

o r e b l L’a e l z z u p

L’albero

puzzle

Ingredienti: 300 g farina 220 g burro 120 g zucchero a velo 1 cucchiaino di bicarbonato 1 albume colore per alimenti limone

Impastate a mano o nel robot da cucina la farina, il burro, lo zucchero, l'albume e il bicarbonato. Dopodiché aggiungete il colore per alimenti e amalgamate bene. Lasciate l'impasto per almeno mezz'ora nel frigorifero. Stendete con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di 5 mm. Ritagliate un rettangolo di 10 x 15 cm, poi tagliatelo a vari pezzi in modo da formare un puzzle. Con delicatezza trasferite i pezzi su una teglia rivestita con carta da forno, facendo attenpreparazione: Mateja Dobravec foto: Klemen Brumec

zione a non deformarli. Mettete in forno a 180 °C per 15 minuti circa. Preparate la glassa: con lo sbattitore lavorate per 10 secondi l'albume e una goccia di limone, quindi aggiungete lo zucchero a cucchiaiate, fino ad ottenere un composto liquido molto denso. Versate la glassa in una sacca da pasticcere e disegnate sul rettangolo un motivo (un albero, un messaggio augurale …). Dividete i pezzi e lasciateli asciugare.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

21


22

RICETTE

/

la

scatola

a

sorpresa

con

le

praline

al

cocco

a l o t a La sc esa con r p r o s a


e n i l a r p le o c c o c l a Impasto: 370 g farina 250 g burro 130 g zucchero a velo 1 uovo 1 cucchiaino di bicarbonato zucchero vanigliato 2 cucchiai di cacao in polvere limone

CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Praline al cocco: 50 g burro 50 g farina di cocco 20 g zucchero a velo 100 g cioccolato bianco fuso pan di Spagna sbriciolato o biscotti 100 g cioccolato fondente fuso 50 g farina di cocco

Impastate tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio e mettete in frigorifero per almeno mezz'ora. Stendete con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di 5 mm e ritagliate 5 quadrati di 10 x 10 cm e uno di 6 x 6 cm che farà da coperchio. Ritagliate anche una maniglia per il coperchio. Trasferite i rettangoli sulla teglia rivestita con carta da forno facendo attenzione a non deformarli. Mettete in forno per 10-15 minuti a 180 °C. Fate raffreddare i biscotti e preparate la glassa. Glassa: con lo sbattitore lavorate per 10 secondi l'albume e una goccia di limone, quindi aggiungete lo zucchero a cucchiaiate, fino ad ottenere un composto liquido molto denso. Versate la glassa in una sacca da pasticcere con foro piccolo. Spalmate la glassa sui lati dei quadrati, in modo da poter comporre una scatola. Potete aiutarvi anche con dei sostegni, in modo che la glassa possa solidificare correttamente. Sempre con la glassa incollate anche il manico. Praline al cocco Amalgamate il burro e il cioccolato, aggiungete la farina di cocco e lo zucchero. Dopodiché aggiungete i biscotti sbriciolati o il pan di Spagna e lavorate fino a ottenere un composto denso. Mettete in frigorifero per fare solidificare. Quindi con i palmi delle mani formate delle palline. Passate metà delle palline nella farina di cocco e l’altra metà nel cioccolato fuso. preparazione: Mateja Dobravec foto: Klemen Brumec

23


24

1001

IDEA

/

Jeans

Ognuno di noi ha nell'armadio dei jeans che non indossa pi첫. Non gettateli, potete recuperarli per tanti progetti tutti nuovi.

realizzazione: Vesna Vogrin foto: Klemen Brumec


CASA

Per realizzarle potete scegliere la tecnica che preferite. Noi abbiamo deciso di cucire delle tasche per le posate e di aggiungere un tovagliolo con il bordo ornato di pizzo.

E

TREND

/

Inverno

2015

25


26

1001

IDEA

/

Jeans


CASA

E

Per realizzarla utilizzate le gambe, piÚ morbide della parte superiore dei pantaloni. Con diverse gambe dovete comporre due rettangoli che andrete a cucire lungo i lati lunghi e uno dei lati corti. Riempite il sacco con degli avanzi di stoffa, in questo caso il sacco sarà rigido e pesante. Nel caso vogliate utilizzare un granulato di polistirolo vi consigliamo di riempire prima un sacco di plastica o in un sacco di un altro tessuto e di inserirla poi nei jeans. Cucite l'altro lato corto, girando l'angolazione di 90° rispetto al primo. I due lati non devono essere paralleli, ma perpendicolari rispetto al primo lato, in modo da ottenere un cuscino triangolare. Broťkolinifini ha realizzato una carinissima balena di jeans.

TREND

/

Inverno

2015

27


28

1001

IDEA

/

Jeans

possono rivelarsi molto utili nel bagno, nello studio o nel guardaroba. Partendo dalle gambe potete realizzare dei rettangoli e applicarvi delle tasche. Sulla punta del rettangolo cucite due nastri portanti e le tasche sono pronte pronte per essere essere utilizzate. Potete usarle per avere sempre a portata di mano gli attrezzi che usate di pi첫, mentre in bagno potete infilarvi spazzole e pettini. All'interno del guardaroba potete usarle per le calze, i guanti oppure la bigiotteria.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

29


30

1001

IDEA

/

Jeans

Con il jeans potete ritagliare degli addobbi e fare solamente l'orlo oppure riempirli di ritagli, lana o lavanda.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Per realizzare della bigiotteria di jeans procuratevi del jeans in due tonalità di blu, delle forbici, due fermagli, delle monachelle, colla, pinze per la bigiotteria. Ritagliate dei nastri di jeans, sovrapponeteli e fissate su un'estremità i fermagli. Nel caso la stoffa sia troppo rigida, potete preparare i nastri ritagliando dei bordi arrotondati. Con il jeans dell'altra tonalità ritagliate dei nastri più corti e più sottili e attaccateli in modo simmetrico e obliquo sulla parte anteriore dei nastri con i fermagli, tagliandone via l'eccesso. Infine fissate sui nastri più corti anche le monachelle.

realizzazione: Teja Pintarič foto: Klemen Brumec

31


32

1001

IDEA

/

Jeans

I pantaloni si possono facilmente riciclare per farne dei cuscini, chiudendoli con una zip oppure con un risvolto, come nel caso delle federe per il letto.


Idee regalo • Oggetti d’artigianato • Fai da te

Entra nel nostro nuovo negozio!

http://shop.casaetrend.it

Stampe artistiche • Bigiotteria


34

CREATIVITĂ€

/

Steampunk

Lo steampunk è un movimento che è stato lanciato soprattutto da film e letteratura specifica, che ha dato origine a una moda tutta particolare di feste e foto a tema. L'ispirazione arriva da racconti fantastici sulla tecnologia mossa dalle macchine a vapore. Lo steampunk riunisce temi apocalittici, il Far west e la storia alternativa britannica dell'Ottocento. Nella moda uno dei motivi ricorrenti sono gli ingranaggi, solitamente quelli degli orologi, in dimensioni adatte alle applicazioni nella bigiotteria e gli accessori. Quest'anno abbiamo deciso di ispirarci a questi meccanismi per una della delle nostre decorazioni natalizie. Per realizzare questa ghirlanda preparate dei rettangoli di carta riciclata e formate dei rotoli. Incollateli su di una base rotonda, anche di cartone andrà bene. Addobbate ogni secondo rotolo con un nastrino di pizzo. Quindi realizzate un bel fiocco con il pizzo e decorate la ghirlanda con gli ingranaggi. Con del filo legate delle chiavi e appendetele sulla parte inferiore della ghirlanda. Impacchettate i regali con la carta riciclata. Decorateli con il pizzo e dei bei fiocchi. Legate gli ingranaggi con dei fiocchetti e incollateli in modo che sembrino appesi sul pizzo.

Steamp


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Per decorare una tavola romantica realizzate degli anelli di carta per i tovaglioli. Decorateli con il pizzo e degli ingranaggi. Anche l’albero di Natale può essere romanticamente addobbato in stile steampunk. Incollate gli ingranaggi formando degli anelli o dei fiocchi di neve. I colori caldi del metallo gli doneranno un velo di mistero.

punk

idea e realizzazione: Teja PintariÄ? foto: Klemen Brumec

35


36

ANIMI

CREATIVI

/

L’illustratrice

NINA

ŠTAJNER:

»Disegno

ciò

che

sono!«

L'illustratrice

Nina Štajner:

»Disegno ciò che sono!« testo: Mirjam Furlan Lapanjna foto: Klemen Brumec

Topolini, uccellini, coniglietti e altri animali in atteggiamenti umani e dall'aspetto tranquillo e felice sono uno dei tratti distintivi della mano che li ha creati. La 27enne illustratrice Nina Štajner di Lubiana ha una personalità solare e pacata, le sue risate sono delicate come le linee che lascia scorrere sulla carta.


CASA

»Disegno semplicemente ciò che sono«, racconta con un sorriso. Ha appena concluso la sfida di ottobre: anche quest'anno ha partecipato all'iniziativa Inktober dell'illustratore e creatore di cartoni Jake Parker, incominciata nel lontano 2009. Ogni partecipante a Inktober deve creare un disegno a inchiostro per ogni singolo giorno di ottobre e pubblicarlo sui social media. La sistematicità aiuta gli illustratori a migliorare la tecnica e le proprie abitudini lavorative. Il progetto di Nina prevedeva 31 illustrazioni che forse diventeranno anche un libro da colorare. Com'è andata? »Ce l'ho fatta, ma ci è voluta molta tenacia ...«

E

TREND

/

Inverno

2015

Sfogliando tra le sue creazioni su Facebook, Tumblr, Behance, Instagram o sul suo sito si ha una sensazione di leggerezza che tuttavia, come racconta, non contraddistingue affatto il processo creativo con cui sono nate: Nina „Nooo, prima di ottenere un risultato che mi soddisfi devo cestinare una montagna di bozzetti. Per quanto riguarda gli animali, ad esempio, prima cerco di disegnarli in maniera realistica. Quando ottengo l'effetto voluto, incomincio a togliere il superfluo e a stilizzarli per dare loro un proprio carattere. In questo modo creo qualcosa di mio e totalmente originale.« Nina amava molto disegnare già al liceo ma sentendosi ripetere che come illustratrice non avrebbe avuto di che vivere decise di studiare design.

37


38

ANIMI

CREATIVI

/

L’illustratrice

NINA

ŠTAJNER:

Nina „Ho studiato comunicazione visiva all’Accademia di Belle Arti di Lubiana. I docenti notarono subito che il disegno era il mio punto forte. Così preferivano farmi disegnare piuttosto che farmi progettare l’immagine coordinata di un’azienda. Sono un tipo tattile, mi piace sentire la matita tra le dita, amo gli acquerelli, il guache e gli acrilici, sebbene mi appassioni anche al lavoro con il computer.“ Tra l’altro Nina ha lavorato alle applicazioni per mobile Toonia, molto amate tra i bambini. Nina „Poi mi occupo anche di altre cose, ho creato dei motivi per pannolini e coperte, un libro illustrato per il mercato americano, biglietti augurali … Sono una freelance e non sopravviverei solo con le vendite dei miei disegni. In futuro mi vedo a lavorare per i mercati esteri.“ Che la sua ambizione sia stata alimentata anche dall’Erasmus al National College of Art and Design di Dublino? Nina ama viaggiare, ma soprattutto ama la natura. É lì che trova il materiale per le sue illustrazioni. Tra gli illustratori che ama prendere a

»Disegno

ciò

che

sono!«


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

39

modello c’è Beatrix Potter con il famoso coniglio Peter e tutta la sua allegra compagnia. Ma gli animaletti di Nina sono, se possibile, ancora più soffici, forse un pochino solitari ma sempre felici. In alcuni disegni si appallottolano su se stessi e qui si può notare come ogni pelo sia disegnato meticolosamente, nessun dettaglio è superfluo. E la Pollicina di Andersen è così fiabesca che ti pare di sentire il battito d’ali della rondine. Nina „Credo di aver bisogno di lavorare di più sui colori,“ dice con modestia. „Devo ancora crescere.“ Cinque domande veloci L’illustrazione migliore è: „Qualcosa di non digitale, disegnato senza scorciatoie. Ciò che richiede sforzo e impegno!“ Le mie illustrazioni sono come: „Piccoli animaletti batuffolosi!“ (ride) I miei idoli sono: „Gli illustratori di un tempo.“ La cosa che mi diverte di più: „Ah, ancora gli animaletti batuffolosi!“ Il mio oggetto preferito è: „Ovviamente la matita – sto ancora imparando a colorare, mentre la matita è letteralmente una prolunga della mia mano.“


40

ANIMI

CREATIVI

/

KLAVDIJA

ZUPANC

La

soffitta

creativa

Klavdija Zupanc: La soffitta creativa testo: Mirjam Furlan Lapanjna foto: Klemen Brumec

Klavdija Zupanc lavora nella sua soffitta. E il suo angolino virtuale su Facebook ne prende anche il nome, Ustvarjeno na podstrešju, ossia Creazioni in soffitta. Come descrivere una quasi pittrice (le manca solo la tesi all'accademia di belle arti, il suo motto è infatti: „Da grande sarò una pittrice!“) verso i trenta e una quasi ragazza di città? Beh, potremmo incominciare dagli studi di nudo in grande scala, dalle stampe in varie tecniche grafiche, fino ad arrivare ai piccoli disegni a china, perfetti per i piccoli regali oppure per la decorazione della casa.


CASA

E il suo stile? Il suo tratto è deciso, come d'altronde ci si aspetterebbe da un'appassionata di arrampicata e alpinismo. I suoi colori sono a volte puliti e brillanti, a volte sfumati e spenti. Nei suoi lavori non ci sono incertezze. Klavdija ha studiato pittura e grafica, nonostante in un primo momento avesse voluto studiare design. La grafica è diventata il suo grande amore, le piace scoprire tutte le sfumature di nero - „con i colori ho un rapporto in stile Picasso, ogni periodo ha il suo colore“, sorride. Dopo la conclusione degli studi vorrebbe tornare a vivere nel suo paese, in provincia.

E

TREND

/

Inverno

2015

Klavdija, com'è la vita di un'artista in campagna? Klavdija: „Una sfida. A casa in soffitta ho allestito il mio atelier in cui mi fanno compagnia un cagnolino e un gatto. Lì posso dedicarmi tranquillamente al mio lavoro creativo, ci passo delle giornate intere. A casa mia organizzo anche dei laboratori d'arte.“ D'estate prende parte a vari mercatini dell'arte. Klavdija: „Mi piace il contatto diretto con i miei clienti,“ dice, „mi piace instaurare un rapporto e farmi raccontare dove metteranno i miei lavori. Ho clienti di ogni età, ma tutti hanno in comune la preferenza per le immagini con messaggi chiari.“

41


42

ANIMI

CREATIVI

/

KLAVDIJA

ZUPANC

La

Vende solo grafiche originali, le stampe non fanno per lei, „perché i lavori grafici perdono tutto il loro fascino. Alcuni trovano i miei lavori alquanto semplici, decorativi, ma ognuno racchiude qualcosa di più,“ racconta. La maggior parte del ricavato delle vendite viene reinvestita nei materiali. Qual è stato il momento della sua vita in cui ha sentito il desiderio di dedicarsi all'arte? Klavdija: „Vi ricordate i monotipi che creavamo a scuola? Su una base si crea un collage di vari materiali, si stende il colore e poi si stampa. Quando ho realizzato la mia prima grafica di questo tipo, un arcobaleno, ho sentito di aver trovato me stessa! Sono sempre in cerca di questa sensazione. Ogni stampa è una sorpresa.“ Ah, la tesi di cui abbiamo parlato all'inizio! Con il prof. Milan Erič, che in molti conoscono

soffitta

creativa

in qualità di illustratore di divertenti libri per l'infanzia, illustrerà la propria autobiografia. Si prospetta una lettura molto movimentata, vero Claudia? Cinque domande veloci La stampa grafica migliore: »Quella che dopo averla stampata riesce a sorprendermi in senso positivo!« I miei lavori sono: »Espressione della mia personalità – sono come me!« I miei idoli … »No, non sono personalità dal mondo dell'arte, ma i miei genitori. Mi hanno dato tanto!« La cosa che mi diverte di più: »Il mio cane Blue con i suoi stiracchiamenti mattutini.« Il mio oggetto preferito: »Il blocco disegno! Non riesco a vivere senza.«


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

43


44

IL

MENĂ™

A

TEMA

/

Le

rape

rosse

Ra ros

I l menu`

preparazione e sviluppo delle ricette: Jernej Zver, Jernejs kitchen, www.jernejkitchen.com foto: Maja Galuf


CASA

ape sse

a t e ma

E

TREND

/

Inverno

Per queste feste abbiamo immaginato di utilizzare una verdura poco conosciuta, molto tipica per questo periodo dell'anno. Le rape rosse erano usate già ai tempi dell'antica Roma per curare gli stati febbrili e la stipsi, mentre Ippocrate e i suoi discepoli le utilizzavano anche per tamponare le ferite. Alla fine del Medio evo erano apprezzate nella cura dei disturbi digestivi e delle malattie del sangue. È da secoli che si tramanda la credenza che le rape rosse siano un alimento che fa bene al sangue e oggi ciò è confermato dalla scienza. Le rape rosse infatti sono ricche di ferro, potassio e acido folico, noto come vitamina B9. Il ferro è uno degli elementi di base nella produzione di globuli rossi, fondamentali nel trasporto dell'ossigeno verso tessuti e organi. Il potassio regola la pressione sanguigna e il battito cardiaco, mentre l'acido folico è importante nella prevenzione dell'anemia.

2015

45 45


IL

MENĂ™

A

TEMA

/

Le

rape

rosse

ingredienti per 4 persone Rape rosse marinate 300 g sciroppo di sambuco 150 g aceto bianco balsamico o di vino 1 cucchiaino di sale 2 rape rosse Rape crude 2 rape gialle 200 ml acqua 10 g sale Zucca 1/2 zucca hokkaido olio d'oliva sale, pepe

Rape rosse marinate In una ciotola mescolate bene lo sciroppo di sambuco, l'aceto balsamico e il sale. Con il mandolino oppure con un'affettatrice tagliate a fettine di 2mm le rape. Ritagliate dei dischetti di ca. 3 cm dalla parte centrale. Immergeteli nella miscela al sambuco e lasciateli riposare nel frigorifero per 2-12 ore. Rape crude In un tegame versate 200 ml di acqua fredda e aggiungete il sale. Mescolate bene in modo da fare sciogliere il sale. Tagliate le rape a fettine di 2 mm

Olio all'erba cipollina una manciata di erba cipollina fresca 300 ml olio vegetale sale Per completare il piatto 4 fette di pane bianco 120 g yogurt di capra 1 cucchiaio di bacche di sambuco sciroppate*

ANTIPASTO FREDDO

^

46

a c c u z n o c Rape rosse yogurt al forno e a di capr


CASA

E

TREND

/

Inverno

di spessore. Ritagliate dei dischetti di ca. 3 cm dalla parte centrale. Immergeteli nell'acqua salata e lasciateli riposare nel frigorifero per 2-12 ore.

Olio all'erba cipollina Sciacquate l'erba cipollina e sbollentate per 30 secondi nell'acqua salata. Filtrate attraverso un colino oppure un filtro di carta per il caffè.

Zucca Scaldate il forno a 190 °C. Rivestite la teglia con la carta da cucina. Lavate la zucca e tagliatela a fettine di 1 cm. Mettetela nella teglia e irroratela con l'olio d'oliva. Salate e pepate e fate cuocere nel forno per 1 ora. Lasciate raffreddare e mettete le fette di zucca una vicino all'altra e tagliatele a rettangoli di 8 x 4 cm. Mettete da parte nel frigorifero.

Impiattamento Tagliate le fette di pane a rettangoli grandi quanto quelli della zucca e fatelo tostare. Irroratelo con l'olio all'erba cipollina, adagiatevi la zucca, seguita dalle fettine di rape gialle e rosse. Servite con un cucchiaio di miscela di yogurt di capra, un cucchiaino di olio all'erba cipollina, un cucchiaino di marinata al sambuco, e se ne avete un cucchiaino di bacche di sambuco sciroppate.

2015

47


48

IL

MENĂ™

A

TEMA

/

Le

rape

rosse

Rape rosse al grano salmone a


CASA

E

TREND

/

Inverno

ingredienti per 4 persone Cipolla marinata 50 ml aceto bianco balsamico o di vino 50 g zucchero 50 ml acqua 2 piccole cipolle bianche sale Rape arrostite 6 rape rosse olio d'oliva sale, pepe Salsa di rape olio d'oliva 2 cipolle 1 carota 200 ml succo di rapa 200 ml brodo vegetale/acqua le bucce delle rape arrostite 1 cucchiaio di aceto balsamico 100 ml vino rosso

ANT IPAS TO CALD O

e croccanti o saraceno e affumicato

Olio al finocchio una manciata di foglie di finocchio fresco 300 ml olio vegetale sale Grano saraceno cotto 1/4 cucchiaio di olio d'oliva 200 g grano saraceno 1 cucchiaino di sale, pepe Per completare il piatto 200 g salmone o trota affumicati

2015

49


50

IL

MENĂ™

A

TEMA

/

Le

rape

rosse


CASA

Cipolla marinata In una ciotola emulsionate bene l'aceto balsamico, l'acqua, lo zucchero e un pizzico di sale. Mondate le cipolle, tagliatele a metà e dividete i singoli strati. Adagiateli nell’emulsione e lasciate riposare in frigorifero per 2-12 ore. Rape arrostite Scaldate il forno a 210 °C. Mettete qualche goccia di olio d'oliva sulle rape, salate, pepate e avvolgetele in un foglio di alluminio. Una volta cotte, pelate le rape e tagliatele a spicchi. Mettete da parte gli scarti e le bucce. Mettete in frigorifero gli spicchi. Salsa alle rape Sull'olio d'oliva rosolate le cipolle tagliate a quarti, la carota grattugiata, le bucce e le bucce e gli scarti delle rape. Bagnate con un cucchiaio di aceto balsamico e vino rosso. Fate cuocere per 40 minuti, finchè la salsa si addensa e prende sapore. Salate e pepate.

E

TREND

/

Inverno

Olio al finocchio Sciacquate le foglie di finocchio e fatele sbollentare in acqua salata per 30 secondi. Filtrate l'olio su un colino oppure con un filtro da caffè di carta. Grano saraceno cotto In una padella fate soffriggere sull'olio per 10 minuti il grano saraceno finchè diventa bruno e gonfio. Dopodiché versatelo in un mortaio e pestatelo, quindi salate e pepate. Per completare il piatto Saltate le rape rosse in una padella e passatela nella granella di grano saraceno. Fate scaldare una padella e scottate da un lato la cipolla marinata fino a farla imbrunire. Su un piatto distribuite casualmente le rape e i pezzetti di salmone affumicato. Aggiungete due cucchiai di salsa di rape e alcune gocce di olio al finocchio. Infine aggiungete 3-4 cipolle marinate e un altro cucchiaio di granella di grano saraceno.

2015

51


52

IL

MENĂ™

A

TEMA

/

Le

rape

rosse

ingredienti per 4 persone Risotto bianco 2 cipolle 3 cucchiai di olio d'oliva 300 g riso arborio 100 ml vino bianco secco 1 l brodo vegetale/acqua 60 g burro 80 g parmigiano grattugiato Risotto alle rape 250 g rape rosse cotte e pelate 100 g succo di rape brodo vegetale 1 cucchiaio di aceto balsamico vino bianco olio d'oliva sale, pepe burro parmigiano grattugiato Per completare il piatto 200 g formaggio caprino fresco 200 g dadini di rape rosse lessate e pelate 1 cucchiaio di miele millefiori 1 manciata di erbe fresche 2 cucchiaini di aceto balsamico

Nel frattempo frullate le rape rosse a dadini, il succo di rape, l'aceto balsamico, sale e pepe, in modo da ottenere una purea senza grumi.

Tritate finemente la cipolla. Scaldate il brodo vegetale. In una padella scaldate l'olio d'oliva e fatevi rosolare la cipolla a fuoco basso per 10 minuti, facendo attenzione che la cipolla non cambi colore. Aggiungete il riso e alzate il fuoco. Fate rosolare da 2 a 3 minuti in modo che il riso diventi lucente.

Dopo i 15 minuti di cottura aggiungete al riso la purea di rape e continuate la cottura per ulteriori 3-5 minuti, finchè il riso è cotto al dente. Mettete da parte. Aggiungete al risotto il burro e il parmigiano, mantecate bene e lasciate coperto per 2 minuti.

Bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare completamente. Versate un mestolo di brodo vegetale. Abbassate il fuoco e continuate la cottura aggiungendo il brodo per circa 15 minuti.

Per servire Servite il risotto con i dadini di rape rosse e di formaggio caprino. Irrorate con un cucchiaino di miele e mezzo cucchiaino di aceto balsamico. Decorate con le erbe.


CASA

E

TREND

/

Inverno

Risotto vellutato al formaggio caprino Pr im o pia tt o

2015

53


54

IL

MENĂ™

A

TEMA

/

Le

rape

rosse

Tar al


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

ingredienti per 4 persone Pasta frolla 240 g farina di saraceno 10 g cacao 2 uova 100 g burro 100 g zucchero la scorza di un limone 1/4 cucchiaino di chiodi di garofano 1/4 cucchiaino di noce moscata sale

De ss er t

Rape rosse 1 kg rape pelate 150 g zucchero 30 g acqua 1 cucchiaio di rhum 70 g burro sale

rte tatin di rape rosse l caramello e panna alla vaniglia

Per servire 200 ml panna fresca 1 bacello di vaniglia 2 cucchiai di yogurt greco 1 cucchiaio di zucchero

55


56

IL

MENĂ™

A

TEMA

/

Le

rape

rosse

Fate cuocere la farina di saraceno in una padella per 5-10 minuti in modo da farla imbrunire. Setacciatela in una ciotola medio grande e lasciatela raffreddare. Aggiungete il cacao e amalgamate bene con il burro fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungete lo zucchero, i chiodi di garofano, la noce moscata e la scorza di limone. Aggiungete le uova e il sale. Lavorate con le mani per ca. 30 secondi, facendo amalgamare grossolanamente. Formate una palla, avvolgetela in una pellicola e mettete in frigorifero per un'ora.

Rape rosse Preriscaldate il forno a 200 °C. In un tegame mettete 100 g di zucchero e l'acqua. Fate scaldare mescolando finchè lo zucchero si scioglie, smettete di mescolare e fate sobbolire fino a quando la miscela si scurisce. Mettete da parte e aggiungete il rhum e i dadini di burro. Mescolate fino a ottenere una consisteza liscia. Versate il caramello in uno stampo da torta con diametro di 20 cm rivestito di carta di forno. Tagliate le rape rosse a fettine sottili e disponetele a forma di cerchio nello stampo con il caramello. Cospargetele con lo zucchero rimanente e coprite con la carta da forno. Schiacciate il tutto, in modo che sia tutto ben compresso. Fate cuocere nel forno per 1 ora. Dopo un'ora togliete la carta da forno e cuocete per ancora mezz'ora, fino a quando le rape diventano tenere. Togliete dal forno e lasciate riposare per 30 minuti. Nel frattempo cuocete l'impasto.


CASA

La preparazione dell'impasto Abbassate la temperatura a 180 °C. Infarinate leggermente il piano di lavoro. Adagiatevi l'impasto e stendetelo con il mattarello fino a raggiungere uno spessore di mezzo centimetro. Spostatelo in uno stampo per crostate del diametro di 22 cm e rivestitelo. Forate la pasta con una forchetta, coprite tutto con della carta da forno e schiacciatela su tutti i lati. Riempite lo stampo con dei fagioli di ceramica per la cottura, dei fagioli secchi o del riso. Fate attenzione a ricoprire tutto il fondo dello stampo. Cuocete l'impasto per 15 minuti, verificate se la carta da forno è ancora attaccata all’impasto. Se si stacca, togliete i fagioli e cuocete per ulteriori 10 minuti.

E

TREND

/

Inverno

Per completare il piatto Levate le rape cotte dallo stampo e spostatele sulla pasta cotta, capovolgendole. Montate la panna con lo zucchero e i semi di vaniglia. Nella panna montata incorporate delicatamente lo yogurt greco. Servite a fette, accompagnate con un cucchiaio di panna.

2015

57


58

1001

IDEA

/

Le

confezioni

regalo

con

gli

accessori

per

il

cucito

Le confezioni regalo con gli accessori per il cucito

realizzazione e foto: Mateja Dobravec


CASA

Preparate: fili colorati rocchetti stoffa, nastri decorativi bottoni carta da pacco colla forbici

E

TREND

/

Inverno

2015

Le confezioni regalo possono essere addobbate con bottoni, scampoli e rocchetti. Per realizzare la busta potete utilizzare una sagoma, facilmente reperibile in rete. Ritagliate la stoffa seguendo la forma e incollatela sulla sagoma di cartone. Dopo aver composto la busta, decoratela con un addobbo e un sempreverde.

59


60

1001

IDEA

/

Le

confezioni

regalo

Avvolgete i regali rettangolari nella stoffa e legateli con uno spago bianco. Se la stoffa non vi basta, utilizzate della carta da pacco e decoratela con dei nastri di stoffa.

con

gli

accessori

per

il

cucito

Ritagliate dei segnapacco con i nomi, noi abbiamo scelto la forma delle bustine del the. Sagomate gli angoli e con una bucatrice realizzate il foro per lo spago.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

61

Formate un alberello con i bottoni e incollatelo sul biglietto col nome. Infilate i bottoni sul filo e utilizzatelo al posto del nastro da regalo. Per i pacchetti pi첫 piccoli potete legare con un nastro un bottone pi첫 grande e un biglietto segnapacco.


62

1001

IDEA

/

Le

confezioni

regalo

Avvolgete i regali in una carta dai toni neutri e legateli con dei grossi spaghi. Addobbateli con dei rocchetti di legno decorati con fili colorati. I tradizionali rocchetti di legno sono dei bellissimi addobbi per i regali.

con

gli

accessori

per

il

cucito


CASA

I BOTTONI IN AZIONE

E

TREND

/

Inverno

2015

63


64

RICETTE

/

Mousse

di

cioccolato

preparazione: Saša Drobnič Škrjanec foto: Klemen Brumec

bianco

ai

lamponi


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Mousse di cioccolato bianco ai lamponi Mousse 3 uova 300 ml panna fresca 250 g cioccolato bianco 180 g zucchero Lamponi caramellati 200 g lamponi freschi o un altro tipo di frutta 4 cucchiai di zucchero 5 ml vodka ai frutti di bosco 5 ml d'acqua la scorza di mezzo limone Lamponi caramellati Scaldate lo zucchero in un tegame in modo che si sciolga e cominci a scurire. Con prudenza aggiungete l'acqua e la vodka. Aggiungete i lamponi, fateli saltare velocemente e mettete in un recipiente freddo. Fate sciogliere la cioccolata a bagnomaria e mettete da parte. Sempre a bagnomaria con lo sbattitore lavorate i tuorli e lo zucchero per almeno 20 minuti, in modo da farli diventare molto schiumosi. In due recipienti diversi montate gli albumi e la panna senza far rassodare troppo. In questo modo la mousse sarĂ piĂš cremosa. Versate sui tuorli la cioccolata tiepida, amalgamate e aggiungete gli albumi a neve e la panna montata. Amalgamate delicatamente. In fondo ai bicchierini mettete i lamponi e aggiungete la mousse al cioccolato, potete decorare con un cucchiaio oppure con la sacca da pasticcere.

65


66

RICETTE

/

Crema

di

cocco

preparazione: Saša Drobnič Škrjanec foto: Klemen Brumec

alla

zucca


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Crema di cocco alla zucca

Ingredienti: 400 ml latte di cocco 200 g cioccolato fondente con il 70 % di cacao 2 cucchiai di zucchero 150 g zucca a dadini Dadini di zucca speziati 100 g zucca a dadini 1 cucchiaio di spezie (cannella, chiodi di garofano) 100 ml vino moscato 3 cucchiai di zucchero una manciata di scaglie di cocco e di mandorle

In un tegame fate scaldare lo zucchero, fatelo sciogliere e imbrunire. Con prudenza aggiungete il vino e mescolate, in modo da stemperare il caramello. Aggiungete la zucca a dadini e le spezie. Cuocete per ca. 5 minuti. Mettete da parte e fate raffreddare. Versate il latte di cocco in un tegame, aggiungete la zucca e lo zucchero. Fate bollire a fuoco lento. Quando arriva alla bollitura, aggiungete della cioccolata a pezzetti e mettete da parte. Mescolate fino a far sciogliere la cioccolata. Lasciate raffreddare. Quando è raffreddato, frullate con un frullatore a immersione e versate la crema nei bicchierini. Mettete in frigorifero per una notte. Tostate le scaglie di cocco (e/o delle mandorle a lamelle secondo piacimento) in una padella. Prima di servire aggiungete in ogni bicchierino un cucchiaio di zucca caramellata e le scaglie di cocco e di mandorle tostate.

67


68

RICETTE

/

Banoffee

in

bicchiere

preparazione: Saša Drobnič Škrjanec foto: Klemen Brumec


CASA

E

TREND

/

Inverno

Banoffee in bicchiere Ingredienti: 150 g farina bianca 120 g burro 50 g cacao 1 zucchero a velo 1 tuorlo 2 cucchiai d'acqua

Setacciate la farina e il cocco sul piano di lavoro, aggiungete lo zucchero, il burro a fiocchetti, il tuorlo e l'acqua. Lavorate l'impasto e sbriciolatelo sulla carta da forno. Mettete in forno a 180°C per 20 minuti. In alternativa potete sostituire questa frolla con le gallette: impastate 150 g di gallette al burro sbriciolate, 100 g di burro e un cucchiaio di cacao. Lasciate nel frigorifero per almeno mezz'ora per fare amalgamare bene.

Farcitura alla banana 2 banane 3 cucchiai di zucchero un barattolo di latte condensato zucchero vanigliato 150 ml panna fresca

Copertura di meringa 2 albumi 2–3 cucchiai di zucchero una spruzzata di succo di limone

Per la copertura di albumi lavorate gli albumi a neve assieme allo zucchero e al succo di limone. La neve deve risultare compatta e lucente. In un tegame fate scaldare lo zucchero a fuoco medio, in modo da farlo imbrunire. Togliete dal fuoco e aggiungete il latte condensato. Portate a bollitura a fuoco medio, lasciando raffreddare. Dopodiché aggiungete le banane a pezzetti e la panna montata. Mescolate con delicatezza. Nei ramequin mettete lo sbriciolato al burro, aggiungete il caramello alla banana e infine guarnite con la meringa. Cuocete per ca. 10 minuti a 180°C.

2015

69


70

REPORTAGE

/

La

fattoria

Bajta

La fattoria carsica Baj e il padre Slavko ha allevamento di suin è sempre più nota nel m la qualità delle sue ca Noi siamo andati a trov giornata autunnale, per raggiungere dei risultati il rispetto per

testo: Jasna Simoneta foto: Klemen Brumec


jta, dove Andrej Skerlj anno dato vita ad un ni diverso dal solito, mondo dei gourmet per arni e dei suoi salumi. varli in un'incantevole vedere come è possibile i eccellenti mantenendo r gli animali.

CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

71


72

REPORTAGE

/

La

fattoria

Bajta

01 01 Un fila di mani veloci e poche chiacchiere, qui tutto il lavoro viene svolto manualmente e i prodotti sono molteplici. 02 Andrej Skerlj. La Fattoria Bajta prende il nome da un toponimo del borgo di Sales. 03 I prosciutti freschi pronti per essere messi per 100 giorni nel sale.

Nel cortile della fattoria Bajta le attività procedevano a pieno ritmo, il mercoledì è infatti il giorno dedicato alla preparazione delle carni e dei salumi. Oltre ai tagli di carne fresca infatti vengono preparate anche le miscele per i vari insaccati: i wurstel, la mortadella, il salame e le salsic­ ce stagionate. Per quanto riguarda i salumi interi, vengono preparati pancetta, ossocollo, filetto e prosciutto. I loro prodotti sono in vendita nello spaccio della fattoria, aperto dal giovedì alla domenica e gestito dalla moglie di Andrej, Irena. I due coniugi mettono la genuinità davanti a tutto, evitando ogni volta che questo è possibile l'uso dei sali nitriti. Queste sostanze sono sempre più frequenti anche nelle carni fresche in quanto conferiscono loro un colore rosso vivo, molto apprezzato dalla clientela. Invece di inseguire le tendenze del mercato, alla fattoria Bajta preferiscono dare la precedenza ai sapori genuini, garantiti dall'allevamento all'aperto e dalle preparazioni tipiche del Carso, basate sul clima mite e ventilato. Spesso ad esempio i clienti lamentano l'assenza della colorazione rosata nel prosciutto cotto. „Basta ricordargli il colore grigiastro che assume la comune carne bollita e si convincono subito,“ racconta Andrej. Attraversando la cantina dei vini entriamo nei locali preposti alla stagionatura delle carni, tra cui regnano diverse file ordinate di prosciutti, pancette e altri salumi, fatta eccezione per i salami. Il clima carsico permette di stagionare queste carni senza la necessità di ricorrere all'affumicatura, rendendole facilmente digeribili e saporite.


CASA

02

03

E

TREND

/

Inverno

2015

73


74

REPORTAGE

/

La

fattoria

Bajta

„I prosciutti devono essere lasciati per 100 giorni nel sale, in modo che esso penetri fino all'osso e protegga la carne dal deterioramento. Dopo questo periodo i prosciutti vengono lavati, rivestiti con uno strato di grasso vegetale e spezie e lasciati stagionare in condizioni climatiche ottimali. „Questo locale è stato costruito appositamente con una finestra rivolta a nord est, la direzione da cui soffia la bora, mentre le pareti in pietra garantiscono un tasso di umidità stabile come anche di temperatura,“ racconta Andrej. „Dopo un anno i prosciutti vanno di nuovo lavati e spalmati. Allo scadere dei 18 mesi di stagionatura questo procedimento viene di nuovo ripetuto, stavolta preparando i prosciutti per la vendita.“


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

75


76

REPORTAGE

/

La

fattoria

01-02 Passando dai recinti con gli animali adulti ci avviciniamo a quello in cui vengono inseriti i cuccioli dopo lo svezzamento. Sono una cinquantina i musetti diffidenti che sbirciano intimoriti dal nostro arrivo. Dopo qualche minuto si tranquillizzano e preferiscono pensare a rifocillarsi alla mangiatoia, dimenticandosi di noi che continuiamo a guardarli inteneriti. 03 Il suolo è libero dalle sterpaglie, ormai diffuse invece ovunque sul Carso. 04 Dal recinto per le scrofe, dei maialini ci osservano incuriositi.

Bajta

Dopo aver lasciato la cantina ci avviamo verso il bosco. Seguendo le stradine di campagna ascoltiamo Andrej che ci illustra il suo approccio, contraddistinto da un grande entusiasmo e dal rispetto per le esigenze degli animali che gli permettono di condurre l'allevamento all'aperto e di poter vantare un ricambio completamente autonomo degli animali. Dopo aver varcato i recinti, si avvistano degli esemplari adulti intenti a pascolare tra l'erba autunnale oppure distesi sulle rocce affioranti dal suolo carsico. Gli animali non sembrano minimamente turbati dal nostro arrivo, tanto che non interrompono affatto le loro attività. La vegetazione carsica è tuttavia troppo povera per un branco di duecento capi di varie dimensioni, perciò è necessario integrare l'alimentazione anche con foraggi specifici. “Per organizzare al meglio questi spazi per le scrofe e i cuccioli dobbiamo appellarci a tutta la nostra esperienza. I piccoli recinti devono essere adattati secondo le esigenze degli animali: un recinto troppo grande risulta pericoloso per i cuccioli, mentre in un recinto piccolo la scrofa si crea la sua pozza fangosa, insalubre per i piccoli,” racconta Andrej indicandoci una femmina con i suoi maialini. Andrej ci elenca con orgoglio i suoi successi e i suoi progetti. Osservando attentamente le abitudini e le esigenze delle scrofe e dei cuccioli sono riusciti a raggiungere il record di mortalità perinatale pari quasi allo 0%. Considerando che questo tasso negli allevamenti tradizionali raggiunge normalmente anche il 22%, è chiaro che il suo successo è davvero notevole. Adottando le misure giuste riesce ad assicurare un ricambio naturale del numero degli animali, limitare un uso eccessivo di medicinali e garantire agli animali condizioni di vita ineccepibili. L'allevamento di suini dispone di uno spazio di un ettaro di landa carsica recintata, di cui la metà viene destinata al verro e alle scrofe in calore. “Per soddisfare le nostre esigenze produttive stiamo incrociando diverse razze suine: il Large White, il suino marrone Duroc e il suino cintato Krškopolje. Quest'ultima razza è nota per il suo accrescimento lento e l'alto tasso di grasso nelle carni. Si tratta tra l'altro di un grasso di tipo oleoso, molto apprezzato nell'arte culinaria contemporanea. Con queste tre razze ci stiamo avvicinando ad un ibrido ottimale che vorremmo registrare a breve, assieme ad un marchio che garantirà il nostro processo produttivo.”


CASA

01

02

03

04

E

TREND

/

Inverno

2015

77


78

REPORTAGE

/

La

fattoria

Bajta


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Dopo aver attraversato i locali destinati alle degustazioni siamo scesi nella cantina scavata accanto ad una grotta carsica, dove vengono stagionati i salami che nell'oscurità dell'ambiente sotterraneo paiono stalattiti. La temperatura e l'umidità sono stabili e garantiscono una buona stagionatura di questo salume così delicato. Questo speciale prodotto è quasi interamente venduto ad una gastronomia specializzata di Cormons, in Friuli. Il ciclo di produzione dei prosciutti dura quindi ben tre anni: un anno e mezzo dal momento della nascita e fino all'accrescimento, nonché un altro anno e mezzo per la stagionatura. Un prodotto di questo genere va gustato in buona compagnia, magari accompagnato da un bicchiere di vino rosso genuino, prodotto sempre da Andrej. La fattoria ha anche un ristoro agrituristico, gestito dal fratello di Andrej, Nevo, dov'è possibile gustare le carni e i vini della fattoria.

La Fattoria carsica Bajta si trova a Sales 108 (SP6 km 3VII) nel comune di Sgonico in provincia di Trieste. www.bajta.it

79


80

RICETTE

/

Il

cotechino

l I o n i h c e cot

preparazione: Jasna Simoneta foto: Klemen Brumec


CASA

Alla fattoria carsica Bajta abbiamo avuto modo di conoscere anche i loro cotechini, gli insaccati da consumare cotti, preparati con una miscela composta per metà da cotenne e per l'altra metà da altri tagli meno pregiati della carne di suino, con l'aggiunta di sale, pepe e cumino. Le massaie del Carso erano solite cuocere il cotechino nelle minestre oppure assieme alle

E

TREND

/

Inverno

rape o ai crauti, in modo da renderli più calorici. Per rendere questo insaccato più idoneo alla vita contemporanea, caratterizzata da poco movimento e ambienti riscaldati, abbiamo preferito cuocere i cotechini al forno, in una pentola di coccio senza smalto (il “romertopf”), in modo che si sgrassassero meglio rispetto alla bollitura tradizionale.

2015

81


82

RICETTE

/

Jota

con

aggiunta

di

cotechino

Jota


c oanggiunta di o n i h c e t co CASA

Preparate: 300 g rape acide (potete usare anche la brovada) 500 g patate 150 g fagioli borlotti secchi 50 g olio o strutto 2 spicchi d'aglio 1 cucchiaio di farina sale pepe cumino 1 foglia d'alloro

E

TREND

/

Inverno

2015

Mettete in ammollo i fagioli per una notte, scolate e portate a cottura. Aggiungete le patate pelate e l'alloro e fate cuocere finchĂŠ diventano tenere. A parte fate bollire le rape con un spicchio d'aglio e un pizzico di cumino. Schiacciate le patate e i fagioli, aggiungete le rape. In una padella fate rosolare l'aglio sull'olio o sullo strutto, quindi aggiungete la farina e mescolate. Bagnate con un mestolo di minestra e stemperate bene. Versate il tutto nella minestra. Se necessario allungate con un po' d'acqua, salate e pepate. Continuate con la cottura a fuoco basso per un'altra mezz'ora, mescolando di tanto in tanto. Nel caso vogliate preparare i cotechini secondo la ricetta tradizionale, aggiungeteli alla minestra durante la cottura, calcolando di cuocerli per almeno un'ora. Noi abbiamo deciso di aggiungere i cotechini cotti alla fine.

83


84

RICETTE

/

r e g r Bu

Burger

con

il

cotechino


con o n i h c e t o il c CASA

Ingredienti per 1 burger: 1 cotechino (piccolo) 1 panino di segala al cumino 100 g di cicoria fresca o di cavolo verza 1 cucchiaio di senape forte 1 cucchiaio di olio d'oliva 1 spicchio d'aglio Portate a cottura il cotechino (noi l'abbiamo cotto nella pentola di coccio chiamata “romertopf”) per un'ora a 180°C (il forno va acceso nel momento in cui ci mettete la pentola). Lessate a vapore la cicoria o la verza, quindi rosolatela sull'olio d'oliva con lo spicchio d'aglio. Tagliate a metà il pane e spalmatelo con la senape. Adagiatevi la verdura cotta e le fette di cotechino.

E

TREND

/

Inverno

2015

85


86

CREATIVITÀ

/

Feltro

Orecchini Preparate: un po' di lana oppure delle palline di feltro monachelle filo di nylon trasparente perline di vario tipo componenti terminali ago Con la lana realizzate due palline di feltro: dividete la lana in due parti uguali e mettete i singoli batuffoli di lana uno sopra l'altro, formando degli strati e girandoli ognuno nella propria direzione. Quindi bagnate ogni mucchietto di lana con acqua tiepida e sapone, poi sfregatelo delicatamente tra i palmi delle mani. Quando incomincia a formarsi una pallina procedete sempre più energicamente, finché non ottenete la consistenza desiderata e tutta la lana è ben compressa. In alternativa potete acquistare delle sferette di feltro già pronte. realizzazione: Janja Priveršek www.facebook.com/JanjaPdesign foto: Klemen Brumec

Quando le sferette sono asciutte potete procedere con la realizzazione degli orecchini. Inserite il filo di nylon elastico nell'ago e fatelo passare attraverso la sferetta di feltro. Inanellate delle sferette di varie dimensioni. Passate il filo nelle monachelle e quindi ritornate a passare attraverso le perline e la sfera di feltro. Lasciate un po' di filo per la parte inferiore della sferetta e infilatevi qualche piccola perlina e il componente terminale. Ripetete il procedimento in modo da ottenere due orecchini uguali. Metteteli in una bella scatolina regalo e fate una bella sorpresa alla mamma.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

Custodia Preparate: feltro filo colorato metro da sarta macchina per cucire forbici ago

Innanzitutto misurate lo smartphone per il quale realizzerete la custodia. Ritagliate un rettangolo di feltro (2 lunghezze x 1 altezza + 1 cm). Decorate la custodia con un motivo geometrico che disegnerete con una matita sulla parte frontale. Piegate

a metĂ il rettangolo, lasciando il diritto all'interno. Cucite i due orli laterali e girate a diritto. Dato che il feltro non si smaglia, potete lasciare l'orlo senza cuciture oppure realizzare un punto decorativo.

87


88

CREATIVITÀ

/

Feltro

Il ciondolo


CASA

E

TREND

/

Inverno

Preparate: feltro di vari colori forbici macchina per cucire filo di lana ago Con un bicchiere disegnate un cerchio su un pezzo di feltro e ritagliatelo. Da un feltro di un altro colore ritagliate due triangoli, un po' piÚ piccoli del cerchio. Appoggiate i due triangoli ognuno sul proprio lato del cerchio facendo attenzione a sovrapporli. Per fissarli potete utilizzare uno spillo, in modo che non si muovano. Con la macchina per cucire o a mano realizzate una cucitura al centro dei triangoli, passando attraverso tutti e tre gli strati. Infine annodate i fili in modo da poterli appendere. Questo ciondolo può essere utilizzato anche come addobbo natalizio.

2015

89


90

CREATIVITĂ€

/

I

biglietti

Realizzazione e foto: Vladka Serbinek

augurali

I bigliett


CASA

ti augurali con gli attrezzi

Preparate: cartoncino bianco e rosso un foglio di un vecchio libro o giornale tempera bianca un pezzetto di spugna un tampone marrone o della tempera marrone forbici e colla neve artificiale o glitter abeti, auto, fiocchi e scritte realizzate con le sagome (ne trovate su internet) La realizzazione di biglietti augurali può rappresentare un momento di divertimento per tutta la famiglia, soprattutto i bambini lo apprezzeranno moltissimo. Proteggete il piano di lavoro con della carta da giornale e incominciate. Tagliate il cartoncino rosso di formato A4 a metà e piegatelo in modo da ottenere due basi per i biglietti augurali. Ritagliate il cartoncino bianco in rettangoli che siano di poco piÚ piccoli della base rossa e spalmateli bene con la colla.

01

02

03

Incollate ogni cartoncino bianco sulle pagine di giornale o di libro e lasciate che la colla asciughi bene.

04

E

TREND

/

Inverno

2015

91


92

05

CREATIVITĂ€

/

I

biglietti

augurali

06

Girateli in modo che il testo sia rivolto verso di voi, con il cartoncino a riverso. Spalmate la superficie con abbondante tempera bianca con un pezzetto di spugna. Per ottenere un effetto piĂš grezzo tamponate la superficie con la spugna. Lasciate asciugare. Nel frattempo preparate una cioccolata calda e preparate i ritagli per continuare. Una volta asciutto, girate il cartoncino sul dorso e tagliate via la carta stampata in eccedenza, seguendo il bordo del cartoncino bianco. Girate di nuovo e sfrangiate il bordo con la punta delle forbici. Quindi sfumate il bordo con un tampone marrone. Potete utilizzare anche della tempera marrone e stenderla con un altro pezzetto di spugna che passerete sui bordi. Per un buon risultato conviene fare prima una prova su un altro pezzo di carta. Potete sfumare anche anche i bordi del cartoncino rosso, utilizzando la spugna e la tempera bianca. Per la decorazione utilizzate vari motivi in carta, da realizzare con gli stampi o delle fustellatrici. Questi motivi si possono colorare oppure utilizzare dei cartoncini colorati, oppure potete cercare dei motivi in internet, stamparli e ritagliarli. Nei negozi specializzati potreste reperire anche delle etichette a tema natalizio. Per un effetto ancora piĂš magico potete utilizzare della neve artificiale o dei glitter, da applicare con la colla. Oltre ai biglietti augurali potete realizzare anche dei segnapacco oppure realizzare delle decorazioni per l'albero di Natale.


CASA

07

08

E

TREND

/

Inverno

2015

93


94

CREATIVITĂ€

/

I

biglietti

augurali


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

95

I biglietti augurali da colorare e incollare Preparate: carta riciclata o da pacco carta bianca colore tempera o acrilico bianco pennello penna bianca filo decorativo bucatrice colla

Diluite il colore acrilico con l'acqua in modo che diventi liquido ma tuttavia coprente. Spruzzatelo sulla carta carta riciclata e aspettate che si asciughi. Strappate un nastro di carta bianca e incollatelo sulla base, realizzando un paesaggio innevato. Ritagliate un alberello dalla carta bianca. Con la bucatrice ritagliate le palline per decorare l'alberello. http://sarinedrobtinice.blogspot.si

01

02

03 realizzazione e foto: Sara Stojan


96

CREATIVITĂ€

/

I

biglietti

augurali

Incollate tutto sulla base marrone e con la penna bianca scrivete il vostro messaggio augurale e aggiungete il fiocchetto. Allo stesso modo potete decorare la carta da regalo e addobbare i regali con gli alberelli. L’idea in piÚ: in casa potreste trovare degli altri elementi decorativi: colori, perline, glitter ecc. 04

05

06


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

97


98

FAI

DA

TE

/

Da

ingrediente

a

decorazione

Cavolini di Bruxelles composizioni floreali: Kaja Podržaj stampe: Teja Pintarič foto: Klemen Brumec

Queste piccole verdure tornite si presentano sulle nostre tavole soprattutto in autunno e inverno. I cavolini di Bruxelles contengono una quantità di vitamina C tre volte superiore a quella delle arance, il doppio delle proteine e più carboidrati rispetto al cavolo cappuccio, motivo per il quale risultano anche più calorici. Contenendo anche degli importanti amminoacidi, sono indispensabili nelle diete dimagranti.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2015

99

Grazie alla loro forma, le dimensioni, le foglioline piccole e tornite, dal verde chiaro al verde scuro delle foglie esterne, stimolano la fantasia e rappresentano un magnifico elemento decorativo. Lasciati a fare da decorazione nel giardino, faranno la felicitĂ delle lepri. Per questo Natale abbiamo realizzato una ghirlanda di cavolini di Bruxelles, esaltati dalle ortensie, la peperomia e il cipresso. Per addobbare la tavola proponiamo di posizionare il

muschio al centro di un'alzata e di disporre i cavolini sull'esterno. Ravvivate la decorazione con un grande fiore, noi abbiamo utilizzato una rosa. Il fiore centrale va abbinato al resto della decorazione della tavola. Il cavolino di Bruxelles è composto da innumerevoli strati di foglioline, tagliandolo potrete utilizzarlo per realizzare delle stampe a forma di rosa per la vostra carta da regalo. Potete utilizzarla sia per i regali sia per i biglietti augurali.

DA INGREDIENTE A DECORAZIONE


100 R I C E T T E

/

Cavolini

di

Bruxelles

con

zucca

e

castagne

i d i n i l o v Ca on zucca c s e l l e x u r B e n g a t s a c e preparazione: Saša Drobnič Škrjanec foto: Klemen Brumec


CASA

E

TREND

/

Inverno

Preparate: 250 g cavolini di Bruxelles 100 g zucca 80 g castagne lesse o arrostite 100 g pancetta 1 cucchiaio di burro 1 rametto di salvia fresca sale, pepe il succo di un limone

Mondate i cavolini, sciacquateli e irrorateli con il succo di limone, quindi cuoceteli a vapore. Lessate le castagne e pelatele. Pulite la zucca e tagliatela a dadini. Sul burro rosolate la salvia e la pancetta a dadini. Aggiungete i cavolini, le castagne e la zucca. Mescolate e fate rosolare per alcuni minuti. Infine bagnate col vino bianco secco e fate evaporare l'alcool. Servite come contorno insieme all'arrosto.

2 0 1 5 101


102 R I C E T T E

a t a l a s a t r To cavolini i d /

torta

salata

di

preparazione: Saša Drobnič Škrjanec foto: Klemen Brumec

cavolini


CASA

Per la pasta: 250 g farina bianca tenera (o di farro) 125 g burro freddo 1 tuorlo 1 cucchiaio d'acqua sale q. b.

Setacciate la farina sul piano di lavoro, aggiungete il burro a fiocchetti e impastate. Con le dita formate un composto sabbioso. Aggiungete il tuorlo e l'acqua e formate un panetto. Impastate velocemente per non scaldare il burro o l'impasto diventerà appiccicoso. Schiacciate il panetto, copritelo con la carta da forno e spianatelo fino a formare un disco di cm di spessore. Rivestite una teglia da forno e schiacciate bene i bordi. Mettete in frigorifero per ca. mezz'ora.

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 103

Per il ripieno: 250 g cavolini di Bruxelles 400 g ricotta 3 uova noce moscata sale

Ripieno: Mondate i cavolini, sciacquateli e irrorateli con il succo di limone, quindi cuoceteli a vapore scolandoli a metà cottura. Alla ricotta aggiungete le uova, il sale e la noce moscata. Nel caso la ricotta fosse troppo secca, aggiungete un po' di latte. Versate il ripieno nell'impasto nella teglia e immergetevi i cavolini. Coprite con il parmigiano grattugiato e mettete in forno per 40-50 minuti a 180°C. Potete servire la torta salata come piatto unico insieme ad un’insalata oppure come contorno per un brasato.


104 F A I

DA

TE

/

Le

ghirlande

natalizie

Le ghirlande

natalizie Le ghirlande di Natale sono tradizionalmente verdi, quest'anno abbiamo scelto delle piante alternative al solito abete: alloro, muschio, edera e semprevivi renderanno speciale questo Natale.

creazione: Kaja PodrĹžaj foto: Klemen Brumec

L'echeveria è disponibile in diverse colorazioni, dal verde tenue al viola, perciò non avrete problemi a variare sui colori dei vostri addobbi per l'interno.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 105


106 F A I

DA

TE

/

Le

ghirlande

natalizie


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 107

Le mele e le pigne, usate all’esterno, oltre a essere decorative possono anche trasformarsi in nutrimento per gli uccelli.

Cipolle e pigne Sebbene le cipolle siano molto decorative grazie ai loro colori e alla loro lucentezza, trovano raramente impiego nelle decorazioni. Disponibili in colorazioni che vanno dal bianco al viola, potete abbinarle ai rami d’abete, che con i loro aculei scuri creeranno un interessante contrasto con le forme rotondeggianti delle cipolle.


108 G I A R D I N O

/

Un

gennaio

fiorito

Un gennaio fiorito

Nei paesi scandinavi è abitudine far germogliare vari fiori per le feste natalizie, ad esempio i giacinti. Dalle nostre parti è piÚ frequente vedere sulle finestre i fiori di ammarilis. Per poter godere delle piante fiorite sui vostri davanzali, magari proprio durante una bella nevicata, provate a far germogliare anche i tulipani. Ecco per voi qualche idea.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 109

idea: Kaja Podr탑aj foto: Klemen Brumec


110 C R E A T I V I T À

/

Le

gioie

dell’inverno

Le gioie dell'inverno

realizzazione: Kaja Podržaj foto: Klemen Brumec


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 111

Quando la neve ricopre il paesaggio, una sensazione di magia riempie il nostro cuore e il tempo pare fermarsi in mezzo a quei momenti fiabeschi. Le nevicate pi첫 belle sono quelle che ci sorprendono durante le feste.


112 C R E A T I V I T À

/

Le

gioie

dell’inverno

Che ne direste di fare l'albero fuori, in giardino? Per ricreare un'atmosfera tutta speciale potete sistemare sotto l'albero anche i regali.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 113


114 G I A R D I N O

/

Gli

sci

Oggetti utili dai

vecchi sci Forse in cantina avete dei vecchi sci di quando eravate giovani e non sapete cosa farne, ecco qualche idea per trasformarli in oggetti di uso quotidiano. realizzazione: Tomaš e Tomaž Slapar foto: Klemen Brumec


La casetta per gli uccelli Prendete la base per la casetta e incollate sulla parte anteriore e posteriore i pezzi di sci, tagliati seguendo le misure della casetta.

Lampada

Lampada – con un paio di sci potrete realizzare due lampade da tavolo. Nella parte curva degli sci realizzate un foro delle dimensioni corrispondenti ad un portalampade, collegato ad un cavo e un interruttore. La base della lampada è in legno e realizzando degli ulteriori fori potrete usarla come portapenne.

CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 115


116 G I A R D I N O

/

Gli

sci

Appendiabiti

L'appendiabiti con gli sci è estremamente semplice: per realizzarlo potete utilizzare un pezzo di sci che vi è avanzato dalla lampada. A pensarci bene le punte, messe in piedi, potrebbero essere utilizzate anche come rastrelliera per le scarpe. Molto utile nelle giornate di pioggia, basta infilarci le scarpe quando sono bagnate.


CASA

Il portalegna

E

TREND

/

Inverno

Nelle baite o nelle case di montagna un portalegna come questo sarĂ sempre utile. Per realizzarlo avrete bisogno di un paio di sci e di un pezzo di legno lungo 50 cm, largo 8 e alto 6 cm. Tagliate gli sci a metĂ  e fissateli sul legno formando due grosse X.

2 0 1 5 117


118 C R E A T I V I T À

/

Il

bancone

di

legno

recuperato

e

resina

Il bancone di legno recuperato e resina

Il legno di recupero e la resina epossidica diventano protagonisti di un progetto per la realizzazione di un bancone da bar.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 119

Durante lo scorso inverno abbiamo seguito la realizzazione di un bancone da bar per la Trattoria Suban, di cui abbiamo parlato sul nostro portale, che prevedeva il recupero di legno proveniente da un antico fienile. Per rendere il legno utilizzabile anche su di un elemento così esposto all'usura come un bancone da bar e dare un tocco contemporaneo a questi materiali così rustici è stata scelta la resina epossidica trasparente ad alto spessore. La resina epossidica è un materiale molto versatile e in continua evoluzione, ma per la complessità dell'applicazione necessita di un accurato approfondimento da parte dell'applicatore. La resina epossidica viene applicata in diversi cicli, in genere uno per giorno. I tempi di applicazione sono dunque di 5-7 giorni, durante i quali vengono preparate diverse mescole di materiale e applicate con cura. Nel caso della resina ad alto spessore vi è la necessità di definire gli


120 C R E A T I V I T À

/

Il

bancone

di

legno

spessori già al momento dell'ordine del materiale, al quale verranno aggiunti in fabbrica gli additivi idonei per una resa ottimale. Nel caso di questo bancone da bar il legno di recupero è stato inserito in una cornice di lamiera, in modo da conferirgli un aspetto più industriale e agevolare le operazioni nella fase della colata. La resina epossidica è andata a impregnare il legno di recupero, caratterizzato da numerose fessure e imperfezioni. Solitamente il legno viene impregnato con una o due mani di resina, in modo da evitare la formazione di bolle d'aria. In questo caso però si è scelto di lasciare le bolle all'interno della resina, in modo da renderne l'aspetto più organico. Per evitare che con gli anni la resina ingiallisse, è stata aggiunta qualche goccia di pigmenti blu, in modo che tale processo di invecchiamento fosse meno evidente.

recuperato

e

resina


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 121


122 C R E A T I V I T À

/

Il

bancone

di

legno

recuperato

e

resina

Alla fine è stato steso uno strato protettivo che tra qualche anno, se necessario, potrà essere rinnovato con un solo strato di finitura in resina applicata a rullo. A lavoro finito, la traslucenza della resina è stata esaltata con l'installazione di luci sopra e sotto il bancone, in modo da creare un effetto che è sempre oggetto di ammirazione e curiosità da parte degli ospiti.

realizzazione dei lavori in resina e delle decorazioni: Dejan Gruden foto: Jasna Simoneta Locale: Trattoria Suban, Ternova (TS) Anno di realizzazione: 2015 Resina: Rezina Lavori di falegnameria: Legno Bor Aurisina (TS)


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 123


Bagno

124 C R E A T I V I T À

/

Bagno

Un piccolo bagno grigio e cupo si trasforma per acquistare un aspetto più contemporaneo e soprattutto più luminoso. Il budget per questo progetto è stato basso, perciò è ancora più interessante come si sia potuto raggiungere un risultato soddisfacente senza spendere molto denaro. Innanzitutto è necessaria una buona idea e della buona volontà per l'esecuzione dei lavori.

PRIMA

archivio foto: Celovito, www.celovito.si testo: Petra Slapar, www.celovito.si

PRIMA: Un tipico bagno all'interno di un appartamento, senza finestre e perciò cupo. Il rivestimento era stato posato correttamente e le piastrelle avevano ancora una buona tenuta, ma il loro design lasciava a desiderare e le fughe avevano bisogno di essere rinfrescate. Il lavabo era incrinato e andava sostituito. Il silicone sul bordo del piatto doccia era in distacco e così via. Oltre alla mancanza di luce i committenti avevano bisogno di ulteriori superfici d'appoggio. DOPO: Le piastrelle grigio-beige con il motivo marmorizzato andavano di moda negli anni '80 e questo era il loro difetto principale. Nonostante fossero di buona qualità e posate in modo corretto, la stilista ha deciso di cambiare loro aspetto con la tecnica meno dispendiosa, utilizzando una vernice poliuretanica. In questo modo ha ottenuto due risultati importanti: la stanza è diventata più luminosa e di conseguenza anche visivamente più ampia. Non avendo dovuto demolire il rivestimento, il restauro è stato molto meno oneroso e invasivo, contemporaneamente è stato possibile risolvere anche il problema delle fughe. Il lavabo incrinato è stato sostituito con un elemento più contemporaneo, sotto di esso ha trovato posto una mensola per le salviette. Delle ulteriori superfici d'appoggio sono state ottenute nel


CASA

nuovo armadietto con lo specchio, un po' piÚ grande rispetto a quello vecchio. Per i piccoli oggetti verranno utilizzate le mensole dell'Ikea montate sopra la tazza WC. Un ulteriore spazio è stato ricavato sopra la lavatrice, dove hanno trovato posto delle ceste per gli shampoo e gli altri cosmetici da tenere a portata di mano. Ma sono stati gli accessori a definire lo stile scandinavo del bagno. Il restyling è stato ideato dal team di Celovito, mentre gli accessori sono stati acquistati nei negozi Formadoma, Ikea e Jysk.

dopo

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 125


126 G I A R D I N O

/

Rinfrescare

le

idee

‌

in

inverno

Rinfrescare le id A cavallo tra l'autunno e l'inverno le giornate cominciano ad accorciarsi. Alla sera finiamo di lavorare prima del solito prendendoci del tempo per noi stessi e per le cose che ci rendono felici. L'inverno è la stagione giusta per il giardinaggio. Soprattutto per quanto riguarda il giardinaggio mentale: preparare le aiuole per far crescere le idee nuove, dissodare il terreno delle novità , curare e concimare i nostri sogni.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 127

dee … in inverno

schema d’impianto: Mitja Škrjanec, paesaggista foto: www.ureditevokolice.si


128 G I A R D I N O

/

Rinfrescare

le

idee

‌

in

inverno


CASA

Anche voi in questi giorni state sognando il vostro giardino ideale? Forse sfogliate le riviste specializzate, seguite i portali sul giardinaggio e cercate le informazioni per produrre con le vostre mani la verdura di cui avete bisogno, seduti in poltrona con al fianco una cioccolata calda. E dalla finestra la vista si apre su di un prato nudo e una banale siepe. Una scarpata ribelle, un terrazzo sul tetto inutilizzabile, un cortile da sistemare, delle piante messe lì a caso, un terrazzo senza un filo di ombra, un orto da riprogettare, il composter del vicino davanti alla finestra della vostra cucina. Quando sentite la necessità di fare cambiamenti, prendete in mano la matita e lasciate da parte vanga e piccone finché le idee si chiariscono. Perché fare dei lavori in giardino? A volte le ragioni sono di natura estetica, perché ci piacciono le cose belle e vogliamo goderne anche in giardino, a volte è per il desiderio di esprimere la propria creatività. In altri casi è una questione funzionale, infatti è sempre più diffusa l'esigenza di produrre frutta e verdura in proprio per essere certi della provenienza e della produzione. Per alcuni di noi è più gratificante fare movimento con i lavori nell'orto e nel giardino piuttosto che frequentare la palestra. Un'ora di giardinaggio mediamente impegnativo può far bruciare fino a 400 calorie, mentre alcune ricerche americane confermano che il giardinaggio rallenta la comparsa dell'osteoporosi nella po-

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 129


130 G I A R D I N O

/

Rinfrescare

le

polazione femminile. Il giardinaggio è anche un momento sociale – incontriamo i vicini, discutiamo insieme sui rimedi contro le erbacce, scambiamo sementi e condividiamo il raccolto con gli amici. Per alcuni il giardino diventa oggetto di competizione. Per altri rappresenta una terapia contro lo stress. Il giardino di casa ci fa ricordare la torta di mele della nonna, un mazzolino di fiori regalato dal bimbo alla mamma, o le ciliege del vicino, proverbialmente più buone delle nostre. La vita contemporanea ci induce a portare a casa troppe cose all'interno dei sacchetti di plastica. I giardini ci servano da ispirazione. Un bell'orto rigoglioso ci induce a nutrirci in modo più sano, fornendoci un raccolto fresco e nutriente. Le aiuole fiorite risvegliano la curiosità dei bimbi e permettono di scoprire piante nuove e piccoli ecosistemi. Ci avvicinano al mondo dei profumi, dei colori, dei gusti e delle differenze tattili delle varie piante. I giardini ci fanno riscoprire la bellezza delle piccole cose. Quanto sono belli i ciliegi giapponesi quando aprono i loro rosati ombrelli fioriti? Che bello potersi fare i primi orecchini con le ciliege. Non ci sono parole per descrivere l'ondeggiare delle graminacee sotto l'impeto dei venti estivi. I giardini ci proteggono. Offrono numerosi vantaggi al nostro pianeta. Ricreano le condizioni per la nascita di habitat e quindi il cibo per svariate specie di animali. Sono un modo per produrre cibo localmente, risparmiare energia e usare

idee

in

inverno


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 131

in modo sostenibile i materiali. Spesso non ci accorgiamo che i giardini sono il modo più naturale per far defluire l'acqua piovana, nutrire le piante e continuare con il suo ciclo naturale. I giardini raccontano. A volte le storie incominciate nel passato perdurano fino ai nostri giorni e continueranno ancora per anni. Alcune si fanno scoprire da sole, altre hanno bisogno di essere scoperte, tante infine si perdono o restano nascoste per sempre. Ci sono però storie che non sbiadiscono mai. Non dimenticherò mai mia nonna che d'estate, ogni domenica mattina si dirigeva verso la rosa più profumata del suo giardino, ne raccoglieva un fiore, per poi avvolgerlo in un fazzoletto appena stirato e stringerlo nella sua mano rugosa. Le campane suonavano a messa e lei se ne andava svelta tra la rugiada del

mattino. Portava con sé il profumo più incantevole, che pochi tra di noi oggi possono permettersi. Il vostro giardino deve raccontare una storia personale, è questa la sua forza. Non importa se si tratta di un giardino composto da cinque fioriere sul terrazzo sospeso sopra il caos cittadino o di un paradiso incastonato tra le strade di campagna.


132 G I A R D I N O

/

Gli

addobbi

con

gli

attrezzi

da

giardinaggio

Gli addobbi con gli attrezzi da giardinaggio

idea e realizzazione: Mateja Dobravec foto: Klemen Brumec


CASA

Un rastrello, delle forbici da giardino e vasi vari possono trasformarsi in addobbi per l'esterno diversi dal solito, ma comunque carini e simpatici. Per realizzarli abbiamo utilizzato una scala, un albero di Natale fatto in casa e un rastrello.

Addobbate la scala con dei dischetti di legno decorati, disegnateci dei fiocchi di neve o dei motivi natalizi. Noi abbiamo deciso di abbinare il nero, il bianco e il rosso. Cercate di essere originali, scegliete i motivi che preferite e giocate con la disposizione degli addobbi. Per l'albero fatto in casa abbiamo scelto di fissare vari ganci e di appendervi gli attrezzi bianchi e rossi: forbici da giardino, spago, filo di ferro ecc. La decorazione è completata dall'innaffiatoio, dal secchiello per il latte, la lanterna e dei rami di abete. L'albero di legno può essere decorato anche con i regali o con le luminarie.

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 133


134 G I A R D I N O

/

Gli

addobbi

con

gli

attrezzi

da

giardinaggio


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 135

Addobbate il rastrello con le luminarie e decoratelo con degli addobbi rossi. Il colore principale è il rosso, per dare un tocco di calore all'insieme abbiamo aggiunto una cesta di legna e del pungitopo. Le decorazioni natalizie si possono realizzare anche con degli oggetti di uso comune, basta aggiugere loro un tocco natalizio.


136 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

favola

tra

i

monti

Una favola tra i monti

Quale migliore luogo per vivere la favola dell'inverno di una malga, magari con tanto di baita e messa di mezzanotte in alta montagna? Noi siamo andati sulla Velika planina, una malga sopra la cittadina di Kamnik, nei giorni prima di Natale e il 24, alla Vigilia, abbiamo preso parte alla messa di mezzanotte nella cappella di Santa Maria delle Nevi. La montagna innevata, la notte chiara e limpida, la fila di persone che arriva con le torce accese disegnano una scenografia incantata. Prima di avviarsi verso la cappella i fedeli se fermano nelle baite e attendono la mezzanotte.


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 137

foto: Ana PogaÄ?ar http://anapogacar.smugmug.com


138 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

favola

tra

i

monti


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 139


140 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

favola

tra

i

monti

La Velika planina offre dei magnifici panorami verso le cime alpine e la pianura con Lubiana, capitale della Slovenia. Le baite dei pastori hanno una forma ovale e i loro tetti, ricoperti di listelli di legno, arrivano fino al suolo. Meta di numerose escursioni lungo tutto l'anno, offre un'atmosfera romantica per passare qualche giorno a completo contatto con la natura.

styling: Kaja Podr탑aj, Petra Slapar foto: Klemen Brumec polsini: Sobazrazgledom


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 141


142 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

favola

tra

i

monti


CASA

Nelle giornate di sole, le escursioni di solito finiscono con una merenda davanti alle baite, mentre per scaldare gli animi consigliamo delle bevande calde, per sedersi in allegra compagnia attorno ai tavoli, raccontarsi storie, ridere e magari anche cantare. Promettendoci di fare presto ritorno in questo luogo incantato.

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 143


144 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

favola

tra

i

monti

Cioccolata calda Ingredienti: 500 ml latte 130 g cioccolato fondente sbriciolato (almeno 70 % cacao) 30 g zucchero 25 g budino di cioccolato A piacere: panna montata, vaniglia, cannella


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 145

Cacao – anche il caro vecchio cacao sarà gradito nelle fredde giornate invernali, ancora di più se lo decorerete con dello spago e dei simpatici fiocchetti.

In una padella scaldate a fuoco moderato il latte, aggiungete il cioccolato e fatelo sciogliere. Continuate a mescolare e fate sobbollire per 3 minuti, aggiungete lo zucchero e il preparato per il budino al cioccolato. Mescolate e infine aggiungete la vaniglia o la cannella. Per guarnire potete aggiungere dei pezzetti di cioccolata o la panna montata o altre guarnizioni. Il preparato per il budino darà la consistenza giusta alla cioccolata e non fa niente se strariperà un po' dalla tazza.


146 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

favola

tra

i

monti


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 147

Gli infusi – alcuni di noi durante l'estate preparano la propria scorta di erbe e frutta secca da usare per le tisane e gli infusi. Se non ne avete, andate in un negozio specializzato a scegliere la miscela che vi intriga di più. Per servire gli infusi potete usare anche dei bicchieri alti, serviteli quando sono tiepidi, d'inverno sono molto corroboranti. In montagna si usa „correggerlo“ con un'aggiunta di grappa.


148 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

Vino rosso brulé

Ad un litro di vino aggiungete 250 ml d'acqua, da 4 a 6 cucchiai di zucchero, chiodi di garofano e cannella, va benissimo anche della scorza di limone. La quantità di zucchero dipende dalla varietà di vino che utilizzerete, per un vino dolce aggiungete meno zucchero. Assaggiatelo – sul palato deve restare il gusto del vino, non quello dello zucchero.

favola

tra

i

monti


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 149

Scaldate il latte e aggiungete il cioccolato. Mescolate lentamente e fate sobbollire. Se desiderate ottenere una cioccolata particolarmente densa, mescolate bene per tre minuti durante la bollitura in quanto il latte tende a bruciarsi nei primi minuti di bollitura. Prima di mettere da parte aggiungete il liquore all'arancia o per una cioccolata senz'alcool, dell'essenza di arancia. Assaggiate ed eventualmente aggiungete dello zucchero.

Ingredienti: 500 ml latte 130 g cioccolato fondente con almeno 70 % di cacao zucchero liquore all'arancia, essenza di arancia arancia per decorare

Cioccolata calda con l'arancia


150 V I V E R E

INTENSAMENTE

/

Una

favola

tra

i

monti


CASA

E

TREND

/

Inverno

2 0 1 5 151


Ci vediamo in primavera!

Casaetrend natale 2015  

Idee per il Natale fai da te, regali di Natale, addobbi, Natale in montagna e tanti dolci da regalare. #holidayissuu #upcycling #DIY #christ...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you