Page 1

19ÂŞ F i e r a Internazionale del Ciclismo Cesenatico 16 e 17 Maggio 2014


SOMMARIO

Siamo giunti alla diciannovesima edizione di “Ciclo & Vento” Fiera Internazionale di cicloturismo. Il 16 e 17 maggio 2014 a Cesenatico migliaia di ciclisti visiteranno la grande esposizione, oltre duemilacinquecento metri quadrati, che precede la gran fondo internazionale “Nove Colli” di domenica 18 maggio. Per tutti gli appassionati di questo bellissimo sport, che è la bicicletta, Piazza Costa, Viale Carducci e Viale Roma diventeranno una grande vetrina con tutte le novità per il cicloturismo; dalla tecnica, quindi biciclette e componentistica, all’abbigliamento, all’alimentazione e tutto ciò che è necessario per praticare questa disciplina preservando al massimo la salute fisica. Quest’anno l’expò è ancor più grande, ci saranno oltre 80 fra le più importanti aziende italiane a disposizione sia di professionisti che di ciclisti alle prime armi, comunque desiderosi di tenersi aggiornati rispetto alle tecnologie del settore. La Fiera, organizzata da Confesercenti e Confartigianato di Cesenatico, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale inaugura venerdì 16 maggio e rimarrà aperta sino le ore 23.00, riaprirà sabato 17 maggio alle ore 9.30 fino alle 22.30. Durante la fiera sono previste lezioni di spinning che si terranno venerdì sera ore 19.00 e sabato pomeriggio ore 18.00.

pag.4

Presentazione diciannovesima Edizione Ciclo&Vento

pag.5

L’ Area Espositiva della Fiera

pag.6

Tecnica: Piede e Pedale

pag.7

I Cicloriparatori consigliati

pag.8

La Cartina di Cesenatico

pag.9

Nove Colli: L’ Altimetria

pag.10

Nove Colli: Il Percorso

pag.11

Gli espositori: Scott

pag.12

Gli espositori: Sidi

pag.13/14 Itinerari

pag.15

Gli Hotel consigliati

PER INFO SULLA FIERA: Barbara Pesaresi Tel. 0547.78202 - Fax 0547.672726 barbarapesaresi@confesercenticesenate.com Mauro Moschini Tel. 0547.82096 - Fax 0547.83809 m.moschini@confartigianatofc.it Ciclo & Vento News - Realizzazione: PIGRECO s.r.l. Forlì - Tel. 0543 552121 Supplemento a DIOGENE n. 919 del 12/05/2014 Aut. Trib. Forlì n. 9/1988 Comitato di Redazione: Barbara Pesaresi, Mauro Moschini Si ringraziano per la collaborazione: Ufficio Turistico del Comune di Cesenatico Ufficio IAT di Cesena - Fondazione Marco Pantani Onlus - @GO Comunication di Andrea Agostini - Foto Studio 5 - Gruppo Ciclistico Fausto Coppi. Con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Cesenatico. L’editore nell’impossibilità di contattare direttamente tutti gli autori dei testi o delle immagini, si rende comunque disponibile ad assolvere eventuali obblighi di legge.

3


DICIANNOVESIMA EDIZIONE DI CICLO & VENTO

L

Il Saluto del Sindaco

a vocazione turistica di Cesenatico si è affinata soprattutto nell’ultimo secolo ed ha permesso alla città di divenire un’eccellenza della Riviera Romagnola. Gli eventi sportivi che caratterizzano il panorama primaverile ed estivo cittadino fanno da traino a migliaia di sportivi e turisti che vengono accolti dalle strutture ricettive con tutti i confort del caso. Il ciclismo, in questo, riveste un ruolo chiave: Cesenatico, infatti, fa parte dei percorsi cicloturistici della guida “Bici in Forlì – Cesena – Itinerari di fascino nel cuore verde della Romagna”. La possibilità poi di poter gustare le prelibatezze della gastronomia romagnola è la cornice ideale ai numerosi tracciati per passeggiate ed escursioni in bici. A Cesenatico il cicloturismo è un’attività consolidata e di qualità, come dimostrano ampiamente le statistiche: ogni anno circa 60mila

arrivi e oltre 300mila presenze in questo settore. A conferma di questo forte connubio fra Cesenatico e il ciclismo, la città è diventata sede di importanti eventi legati a questo sport. Le iniziative di punta sono la leggendaria Nove Colli, la gran fondo più famosa e partecipata d’Europa giunta alla 44esima edizione (domenica 18 maggio) e la fiera internazionale “Ciclo & Vento” (venerdì 16 e sabato 17 maggio) alla sua 19esima edizione. Collegati a questi eventi vi saranno il “Brevetto A.C.P. Randoneè by Night” – Memorial Dario Beltrambini- escursione amatoriale, riservata a cicloturisti regolarmente tesserati, che si svolge in notturna, e la “Nove Colli Running” gara podistica di 200 km, entrambe queste iniziative saranno svolte sullo stesso tracciato della gran fondo. Da segnalare poi la 3^ edizione della “Minigranfondo Nove Colli”, pedalata attraverso due percorsi, uno di 12 e l’altro di 4,3 km, per i ragazzi dai 7 ai 14 anni, organizzata sempre dal G.C. Fausto Coppi in programma sabato 17 maggio. Come non ricordare poi nel decennale dalla scomparsa del campione Marco Pantani il “Memorial Pantani”, gara riservata ai professionisti con partenza da Lugo di Romagna e arrivo a Cesenatico fissata per il 20 settembre e l'arrivo di una tappa del Giro Rosa Femminile in calendario il 9 luglio. Non mi resta che invitare tutti i lettori a venire a Cesenatico, anche solo qualche giorno, per gustarsi il calore della Romagna. Il Sindaco di Cesenatico Roberto Buda

4


L’AREA ESPOSITIVA - GLI ESPOSITORI + WATT Professional Sport Nutrition A.M.G. S.P.A. ADIDAS EYEWEAR ALE’-DMT Abbigliamento e scarpe da ciclismo AMBROSIO SRL AX Lightness BELTRAMI TSA SRL BICISUPPORT BIOTEX CAMPAGNOLO SRL Canyon Bicycles Gmbh CANNONDALE CARRERA BICICLETTE E PANTANI BIKES CASTELLI CHIMIART PRO-CYCLING CICLI BOGHETTA CICLI LIOTTO CICLI NERI CICLI ORLANDI – SASSUOLO CICLOTURISMO LA RIVISTA UFFICIALE DEI PRATICANTI CINELLI _ COLUMBUS DEDACCIAI DINAN Distretto IntegratoTuristico della provincia di Terni EDIDOSS Riviste GRANFONDO / Il Ciclofondista ELITE SRL E-NET Commerciale s.r.l. ENDURA Ltd ENERVIT F.I.V.E. BIANCHI S.p.A. FI’ZI:K FONDAZIONE MARCO PANTANI O.N.L.U.S. FSA-FULL Speed Ahead Vision FULCRUM WHEELS SRL GAERNE GARMIN ITALIA GEMIG GIST GIUSEPPE OLMO SPA GORE HAUTE ROUTE HICARI IN-BICI KEMO BIKES KTM BIKE INDUSTRIES La Bicicletta - GF - MOUNTAIN BIKE WORD LARM SPA LELLI BIKE MAVIC MERIDA MICHE MIC-SHIMANO NALINI NORTHWAVE NUNCAS ITALIA PROLOGO RADSPORT-CICLOPOINT ROSEBIKES RUDY PROJECT SRL SALICE OCCHIALI SRL SCOTT SELLE ITALIA SELLE SMP SESSANTALLORA SH+ SIDI SPORT SIXS SOMEC bicycles SPECIALIZED B.C. ITALIA SPORTFUL TREK BICYCLE S.R.L. VELOSYSTEM VITTORIA WWW.STUDIO5.COM X - Bionic

5


TECNICA

Piede e Pedale relazione fondamentale per ogni Granfondista di Fabrizio Fagioli – Responsabile Tecnico Velosystem®

I

n una gran fondo a un ritmo medio di pedalate al minuto di compreso fra 70 e 80 rpm, si eseguono oltre 20.000 cicli di pedalata in cui piede e pedale sono chiamati ad una interazione continua e sinergica finalizzata principalmente a trasferire l’azione propulsiva dalla gamba alla ruota tramite il sistema di trasmissione. Il tramite di questa interazione è costituito dalla scarpa comprensiva di soletta e dalla tacchetta la cui regolazione deve essere personalizzata alle caratteristiche anatomiche e posturali del ciclista. Ergonomia di scarpa e soletta e settaggio funzionale della tacchetta sono i passaggi fondamentali che ogni gran fondista, indipendentemente dal livello di pratica dovrebbe valutare con particolare cura al fine di garantire comfort e performance nel prolungato impegno di questa specialità. E’ facile immaginare che ogni ciclista dedichi particolare attenzione a questi aspetti, ma è altrettanto facile constatare che non sempre si possiede la conoscenza di alcuni elementi tecnici fondamentali, e ciò, nonostante il livello tecnologico dei componenti e degli accessori in gioco abbia raggiunto livelli molto evoluti rispetto al passato. Il primo elemento tecnico oggetto della valutazione è rappresentato dalla scelta della scarpa. Le caratteristiche che si devono ricercare, oltre alla immancabile leggerezza, sono buona corrispondenza della suola alle dimensioni di lunghezza e larghezza del piede e una buona avvolgenza del piede da parte della tomaia. Un piede a pianta larga dentro ad una scarpa con suola a pianta stretta andrà più facilmente incontro a tensioni mentre nella condizione opposta il piede non troverà la necessaria fermezza per la spinta. Un semplice accorgimento da adottare al momento dell’acquisto, è quello di estrarre la soletta inserita dal costruttore, ponendovi poi il piede sopra per verificarne la corrispondenza. La soletta, dovrebbe seguire il più possibile il perimetro del piede e rispettarne la lunghezza; do-

6

podiché, calzando la scarpa occorre verificare l’affinità del volume e dell’avvolgenza garantite sia dalla qualità dei materiali e sia dal sistema di chiusura, oggi sempre più evoluti. La maggiore componente di stress a carico del piede del gran fondista si verifica nella regione corrispondete alle teste metatarsali ( base delle dita) in quanto biomeccanicamente risulta la zona terminale di trasferimento della spinta del piede. Soprattutto in ambito amatoriale, dove risulta difficile trovare l’adattamento ai carichi prolungati tipico di un ciclista agonista, un accorgimento fondamentale è quello dell’introduzione all’interno della scarpa di una soletta ergonomica possibilmente personalizzata. Il vantaggio del suo utilizzo, consiste nella possibilità di sfruttare una superficie di appoggio più ampia e distribuita su tutto il piede compreso tutto l’arco plantare; oltre a ciò la soletta ergonomica garantisce un equilibrio dei tre punti di appoggio nella scarpa che sono tallone, metatarso esterno, metatarso interno e conseguentemente di stabilizzare e allineare caviglia e ginocchio con riduzione delle sollecitazioni alle articolazioni e aumento dell’efficienza della spinta. Dalla scarpa al pedale l’ultimo passaggio è costituito dalla regolazione delle tacchette di aggancio. Indipendentemente dal sistema pedale-tacchetta utilizzato, le regolazioni possibili della tacchetta sono in 3 direzioni: antero posteriore, in rotazione angolare, e in spostamento interno esterno. La regolazione antero posteriore deve essere effettuata in funzione del posizionamento della linea metatarsale (linea che unisce la parte terminale delle cinque ossa lunghe che compongono il metatarso, corrispondente alla base delle dita del piede), sopra all’asse del pedale. Questa rappresenta infatti la posizione che permette al piede di trasferire con efficienza l’impulso di spinta. E’ fondamentale perciò eseguire la regolazione delle tacchette in modo accurato e con il supporto di tecnici

competenti e di specifiche attrezzature al fine di ottenere il massimo comfort ed efficienza. La regolazione angolare, da 0° a 8° gradi + e -, deve permettere di assecondare le esigenze del piede di assumere una posizione di allineamento, apertura o chiusura rispetto all’asse longitudinale del pedale. In caso di mancato assecondamento piede e ginocchio sono le strutture che risultano esposte alle tensioni da sovraccarico soprattutto su distanze lunghe come quelle della gran fondo. A questo proposito risulta utile scegliere sempre una tacchetta che consenta un piccolo flottaggio di 2°-4° del piede durante i 360°; un blocco completo del fissaggio angolare può essere preso in considerazione per distanze brevi o da un velocista, sempre che le caratteristiche posturali del ciclista lo permettano. La regolazione interno-esterno deve essere nella prevalenza dei casi neutra; le condizioni che richiedono uno spostamento interno rispetto alla suola o esterno vengono di solito effettuate al fine di evitare un conflitto del piede con la pedivella o il forcellino posteriore o al fine di migliorare la verticalità della spinta sul pedale. Un ultimo consiglio prima della partenza: calzate la scarpa in modo corretto portando il piede in completo appoggio alla parte posteriore. Una volta inserito il piede nella scarpa battete il tallone per terra con piccoli colpetti (2-3) e successivamente stringere prima la chiusura anteriore e poi quelle superiori. In questo modo il piede troverà un’avvolgenza migliore della tomaia che impedirà il suo spostamento in avanti. Le dita in questo modo possono anche risultare staccate dalla punta senza che ciò comporti alcun problema e il piede risulterà più fermo durante la pedalata. Testa e piedi sui pedali e buona Nove Colli 2014 a tutti.


I CICLORIPARATORI CONSIGLIATI

B.R. Bike Research di Biondi Raffaele Via del Mare, 575 Cesena Tel. 0547/302097 CiBiCi cibi&bici ospitalità turistica e ciclistica con officina attrezzata e ampia cucina a uso esclusivo degli ospiti via L. C. Farini 339 Cesena Tel 366 2888060 Cicli Neri Via F. Parri, 641 Cesena Tel. 0547/600582

Lalbero delle Ruote s.r.l. Via Pitagora, 15 - Cesena Tel. 0547 645364 Lucchi Marcellino Via Romea, 119 - Cesena Tel. 0547/601775 Nanni William Via Pitagora, 4 V.le Carducci, 311 Villamarina di Cesenatico Tel. 0547/85065 Sport Bike di Morelli Davide & C. snc Via Negrelli, 8/P - Cesenatico Tel. 0547/673499

Torpedo Bike di Paride Pellegrino Via A. De Gasperi , 120 Gambettola, Tel. 328865594 Vicini Bici & Sport di Stambazzi Mauro Via Guarneri, 155 - Cesena Tel. 0547/646474 W.U.P. di Iaccarino Manlio via Negrelli,2 - Cesenatico Tel.339 2530012 Cicli Sport di Dall’ Ara Mario Via dell’ Orto 7/A e 7/B Mercato Saraceno tel. 333 2671171   

Cicli Battistini di Battistini Tarquinio Via Mazzini, 113 Cesenatico Tel. 0547/81088 Il Ciclo di Grassi Marcello Via L. Lama, 289 - Gambettola Tel. 0547/58456

La nuova sede di Confartigianato a Cesena

7


CESENATICO

1

4

3

2

1

Fiera Ciclo&Vento

2

Partenza Nove Colli

Via del Lavoro, 7 47030 Sant’Angelo di Gatteo (FC) Tel. 0541/818920 Fax 0541/804056 www.alexanderbikewear.com info@alexanderbikewear.com

8

3

Iscriz. Soc. Fausto Coppi

4

Palazzo Turismo


3cGcCesenatico 25cGcMartoranocbCesenau 32cGcDiegarocbCesenau 28cGcForlimpopoli 219cGcBertinoro 287cGcPolenta 65cGcFratta 59cGcMeldola 123cGcPiandispino

Dislivello 3840 m

Km. 0 17 22 27 32 37 42 47 56

1

www.alicebike.it R

486cGcCiola 134cGcMercatocSaraceno 507cGcBarbotto 536cGcS.M.cRiocPetra 336cGcSoglianocalcRubicone 163cGcPontecUso 394cGcMontecTiffi

2

397cGcPievecdicRivoschio 183cGcLinaro

65 71 80 86.5 91.1 103 107 112.8 121.8 127.5 141.5

3

4

R R

5

6

151.7 156

87cGcBiviocGorolo 349cGcGorolocbcolleu

208cGcSecchiano 414cGcPassocdellecSiepi

8

3cGcCesenatico

R

32cGcSavignanocsulcRubicone

R

791cGcMontecPugliano

R

253cGcBorghi

Assistenza Meccanica R Rifornimenti 1 Colli R

653cGcPerticara 376cGcBiviocSartiano

IL PERCORSO DELLA NOVE COLLI 44ª

7 R R

9

dal sito www.novecolli.it

172 176.4 183.7 192 205

alice@cesenabike.it

uso chi rtedì io ma erigg m po

VENDITA E ASSISTENZA TECNICA BICI & ACCESSORI Tel. 0547.481046 - Cesena - Via Cervese 2361

9


IL PERCORSO DELLA NOVE COLLI

10


ESPOSITORI

“Innovation, technology-Design”

queste tre parole racchiudono la filosofia di Scott, quella che ispira la creazione di ogni nuovo modello... Per il 2014 Scott ha presentato due grandi novità: la ADDICT e la SOLACE Nata per soddisfare i professionisti e la loro ossessione per il peso la ADDICT è la bici adatta alle competizioni grazie all‘ equilibrio perfetto di geometria aggressiva, controllo del peso e trasferimento di potenza alla pedalata. Il telaio originale Addict pesava 970 grammi, il peso più leggero mai raggiunto fino a quel momento. Il nuovo frameset pesa 100g in meno ed è l‘8% più leggero rispetto al modello precedente. La Addict è una bici impeccabile in salita, perfetta nelle corse e incredibilmente leggera. Naturalmente la leggerezza non va a discapito del comfort e dell’aerodinamicità che nella Addict mantengono livelli elevati.

Per raggiungere un peso così ridotto (frameset 995 grammi) Scott ha lavorato sul design: - Triangolo anteriore monoscocca: grazie al processo IMP molding è stato eliminato il materiale in eccesso senza danneggiare la struttura: -16g - Il drop out è stato perfezionato per la Addict. Abbiamo ottimizzato il design e ridotto il peso di 14g rispetto alla costruzione precedente - Grazie allo speciale design e alla parte inferiore del carro sottile il triangolo posteriore è più leggero di 12 g e pesa solo 70g La gamma della Addict comprende quattro modelli con prezzi che vanno da € 8.065 a € 2.479 La seconda grande novità della stagione è la bici SOLACE, pensata per il ciclista amante del grande confort. Il telaio, infatti, è il 40% più confortevole rispetto alla CR1 mentre il movimento centrale è il 17% più rigido rispetto alla CR1. Per ottenere questi incredibili risultati gli ingegneri Scott hanno “diviso” la bici in due parti a cui hanno lavorato in modo separato: la ”Power Zone” e la “Confort Zone”. La “Power zone“, che comprende il tubo sterzo affusolato; il tubo obliquo oversize, l’involucro del movimento centrale e la parte inferiore del carro asimmetrica, ha messo gli ingegneri SCOTT di fronte alla sfida di creare una struttura rigida solo nei punti in cui è necessario per permettere il trasferimento di potenza alla pedalata. Per quanto riguarda invece la “Confort

zone“ la parte inferiore del carro è stata realizzata in modo da „lavorare“ in modo armonico con il canotto sella. Queste due parti sono collegate nella parte laterale del tubo superiore invece che sul canotto sella e questo permette una miglior flessione nei dossi. Il telaio Solace è stato ottimizzato per i diversi pesi e altezze dei biker. Telai più grandi (generalmente utilizzati da biker più alti e pesanti) hanno tubi più lunghi. Ma tubi più lunghi sono più fragili. Per questo i tubi della Solace hanno sezioni diverse a seconda della taglia per avere una rigidità costante. La Solace è disponible in 7 taglie da uomo e cinque da donna. La gamma del modelli Solace è composta da 4 modelli con prezzi che variano da € 8.065 (Solace premium) a € 2.268 (Solace 30)

11


ESPOSITORI

SIDI WIRE …LA CALZATURA DEI CAMPIONI! Un mix perfetto di tecnologia, materiali all’avanguardia e design accattivante

I

l piede rappresenta il punto di unione tra l’atleta e la bicicletta, tra la performance e il mezzo meccanico. La calzatura per un ciclista diventa così fondamentale per trasmettere la forza dal corpo ai pedali, dall’atleta alla strada. I grandi campioni delle due ruote lo sanno bene e per questo hanno scelto Sidi Wire. Il re del Tour de France Chris Froome, gli assi del Team Lampre-Merida, così come Peter Sagan e tutti gli altri campioni del Team Cannondale Pro Cycling e poi ancora il vincitore del World Tour Joaquim Rodriguez e il 3 volte campione del mondo della cronometro Tony Martin…questi sono solo alcuni dei fenomeni delle due ruote che corrono e vincono “pedalando” con la calzature Sidi Wire. Il modello Wire rappresenta la punta di diamante della collezione Sidi Sport per il ciclismo su strada. Un vero gioiello dove tecnologia, soluzioni all’avanguardia e design si uniscono per garantire il massimo della performance e del comfort senza rinunciare mai alla sicurezza del piede del ciclista. Con il modello Wire Sidi Sport ha voluto fare un ulteriore passo avanti nell’evoluzione delle innovazioni targate Sidi. Innovazioni che stagione dopo stagione hanno ormai fatto la storia del ciclismo nel settore calzaturiero. Wire rispetto ai precedenti modelli si distingue in particolare per il sistema di chiusura. La scarpa infatti è dotata di Tecno-3 System, un nuovo meccanismo di ultima generazione

che deriva dal rivoluzionario sistema di chiusura mediante cavo regolato da una leva a rotore brevettato da Sidi già nel 1988. Dino Signori, il fondatore di Sidi tutt’ora alla guida dell’azienda con lo stesso entusiasmo di allora, come sempre si conferma pioniere nel varcare le nuove frontiere del settore calzaturiero dedicato ciclismo. Il meccanismo Tecno-3 System permette di chiudere la scarpa in tutta la sua lunghezza, adattando la tomaia alla forma del piede e ottenendo così una calzata personalizzata, tramite due rotori uno per la parte alta e l’altro per quella anteriore della scarpa. Tra i punti di forza di Wire spicca anche la suola. Vent Carbon è una suola ventilata, più rigida e leggera delle precedenti, si tratta di nuova tecnologia brevettata da Sidi. Una presa d’aria “mobile” inserita sulla punta della suola permette, una volta aperta, una buona aerazione all’interno della scarpa a vantaggio del confort del piede del ciclista. Con Wire le stesse soluzioni studiate appositamente per fare fronte alle esigenze dei campioni del gruppo diventano così disponibili anche al grande pubblico degli appassionati, degli amatori e dei cicloturisti. Wire è disponibile dal 38 al 48 in un ampia gamma di colori comprese le accattivanti ed eleganti versioni vernice. Prezzo consigliato al pubblico: Euro 350,00 iva inclusa. Info: www.sidisport.com Follow us on Twitter: @SidiSport

SIDI SPORT, DA OLTRE 50 ANNI NEL CUORE DEL GRANDE CICLISMO Sidi Sport nasce nel 1960 sulla spinta dello spirito imprenditoriale e la determinazione di Dino Signori. Nonostante le difficoltà iniziali la passione e le impegno di Dino Signori fanno crescere l’azienda che da piccolo laboratorio artigianale per la manifattura di calzature sportive da montagna si sviluppa sempre di più. Successivamente negli anni ’70 l'azienda si specializza nella produzione di stivali da moto e di calzature da ciclismo che diventano ben presto il core business del brand Sidi. Grazie alla passione, alla professionalità e alle innovative intuizioni del suo fondatore, ancora oggi alla guida dell’azienda con lo stesso entusiasmo di allora, Sidi ha saputo affermarsi come una delle aziende leader a livello mondiale del proprio settore. Sono proprio la fatica e i sacrifici fatti in bicicletta che hanno insegnato a Dino Signori a impegnarsi con la stessa determinazione anche nel mondo imprenditoriale trasmettendo questi valori a chi lavora al suo fianco. Tradizione, innovazione e impegno fanno di Sidi un'azienda in continua espansione presente in ogni parte del mondo grazie a una efficiente rete distributiva su tutti i mercati internazionali. Garanzia e sinonimo di qualità, Sidi sia con le scarpe da ciclismo che con gli stivali da moto, è la calzatura scelta da migliaia di persone in tutto il mondo per realizzare i propri sogni su due ruote. Contatti: SIDI SPORT S.R.L. Via Dei Rizzi 2/A 31010 Maser (Treviso – Italy) Tel.: +39 0423.9241 Fax: +39 0423.924101 Web: www.sidisport.com Info: sidisport@sidisport.com Follow us on Twitter: @SidiSport

12


ITINERARI

Il fascino della Nove Colli e prime luci dell’alba ridanno il L colore alle vele al terzo del museo della Marineria, sul leonardesco porto canale di Cesenatico; le piatte acque, nella loro immobilità, fungono da specchio alle multicolori maglie dei ciclisti, in attesa di incanalarsi lungo un percorso che lambisce confini e storia di una terra ricca di passioni e tradizioni che la fanno unica. Un itinerario che solca paesi dai nomi strani e incantevoli, pieni di rocche, castelli e chiese, in un paesaggio dove storia e leggenda si mescolano continuamente emanando quel fascino in grado di catturare anche il viaggiatore distratto e senza interessi particolari. Mentre il borgo marinaro sembra voler trattenere l’ultimo cicloturista, gli avamposti della lunga teoria, scorgono già l’ampia mole della Basilica della Madonna del Monte, in quel di Cesena, costruita attorno all’anno mille. La via Emilia, dall’antico sapore romano, offre il suo grigio manto, per l’apparire della massiccia rocca di Forlimpopoli, risalente alla seconda metà del ‘300, che amorevolmente invita alla svolta verso i dolci tornanti che portano all’eccezionale posizione panoramica di Bertinoro. Posizione che gli è valso l’appellativo di “balcone della Romagna”, la cui piazza principale (della Libertà), si apre sulla pianura spingendosi fino al mare; a margine della piazza si erge la colonna delle Anella, quale emblema della tradizionale ospitalità

romagnola. Dopo un fugace sguardo alla facciata della Pieve di San Donato, costellata di antichi stemmi e avere udito gli echi letterari del poeta Giosuè Carducci, si è assaliti dall’ebbrezza della discesa verso Meldola per ascoltare il rinfrescante rumore dell’acqua che scorre sotto l’antico Ponte dei Veneziani, per poi giungere a Mercato Saraceno, antico borgo disposto lungo il fiume Savio. Stanchi, ma non sazi, e ammaliati dall’inimitabile profumo del formaggio di “fossa”, si corre verso Sogliano al Rubicone, paese di origine medievale, il cui cuore è costituito da piazza Matteotti sulla quale sorge la zampillante “fontana delle farfalle”, da un’idea di Tonino Guerra. Proseguendo, la strada si raggomitola attorno al monte che porta all’abbazia benedettina di San Leonardo, a Montetiffi, posta sulla cima di uno sperone, in posizione dominante rispetto al minuscolo borgo dove, tuttora, si producono artigianalmente le teglie in terracotta per la piadina. Un volo a planare lungo la valle del fiume Uso per poi risalire verso il Montefeltro il cui capoluogo, Novafeltria, rinnova fasti antichi evidenziati dall’architettura degli edifici che contornano la piazza principale e dalla Chiesa romanica “Santa Marina” e dal caffè “Grand Italia” che si è mantenuto inalterato nel tempo per coloro che guardano al futuro, senza dimenticare il passato. Si sale ancora e mentre il sudore riga

il volto permeandolo di patina che sa di sale, ecco apparire la rinascimentale rocca di San Leo, costruita su di uno sperone roccioso, che ospitò Cagliostro, discusso personaggio del ‘700, per poi ritornare verso Sogliano al Rubicone e ridiscendere verso Borghi, paese protetto dalle mura Malatestiane, al cui interno celano l’elegante loggia della Cisterna. Un’ondulata discesa porta a Savignano sul Rubicone, sede della Rubiconia Accademia dei Filopatridi, fondata nel 1801, per poi prendere la direzione verso Gatteo accompagnati dallo scorrere delle acque del fiume Rubicone dove, Giulio Cesare, ebbe a pronunciare la storica frase “il dado è tratto” prima di guadarlo nella sua coraggiosa marcia verso Roma. Da lì verso Cesenatico, paese tradizionalmente legato a Leonardo Da Vinci, per spiccare il volo verso quel mare di folla plaudente che fa dell’ultimo chilometro un ricordo da tramandare. Al cospetto della “colonia dell’Agip”, primo edificio in cemento armato costruito in Italia, il sogno svanisce per lasciare posto alla realtà della “Grande Bellezza” andata in scena in una Nove Colli che ammalia e strega e, gli oltre 12.000 attori, hanno avuto la possibilità di lambire i lineamenti di una terra il cui fascino è ancora tutto da scoprire. Giovannino Fattori Assessore del Comune di Cesenatico e grande appassionato delle 2 ruote

Gruppo cicloturistico Fausto Coppi Presidente: Alessandro Spada Manifestazione più importante:Nove Colli Soci iscritti: 500 Costo tessere : Amico sostenitore euro 20,00 Socio cicloamatore-cicloturista euro 45,00 Info: tel. 0547 672156 - fax 0547 672186 Indirizzo: Cesenatico, Via Saffi C/O - Stadio Comunale Sito internet: www.gcfaustocoppi.it - info@gcfaustocoppi.it

13


ITINERARI

Pieve di Rivoschio: sulla strada della Nove Colli

S

i parte da Forlì, precisamente dalla rotonda fra via Campo di Marte, via Campo degli Svizzeri e via Decio Raggi: procediamo su quest’ultima verso Meldola. Per evitare il traffico, transitiamo per Carpena, voltando, dopo circa 2 chilometri, a destra su via Brandi e, successivamente, ancora a destra su via Balestra: la percorriamo per poi piegare a destra su via Crocetta e subito a sinistra su via Canaletto, alla cui fine ci immettiamo, a sinistra, su via Monda, ci conduce alle porte di Meldola, dove, giunti alla grande rotonda interna, giriamo a sinistra su via Roma e poi subito ancora a sinistra in via Mazzini, (poi via Giordano Bruno): procediamo fino al bivio sul Ponte dei Veneziani, dove imbocchiamo sulla destra, la Provinciale 48, che per lunghi tratti costeggia il rio Voltre. Giunti all’Osteria dei Tre Faggi, proseguiamo sull’asse stradale di fondo valle e dopo qualche chilometro ricco di piacevoli saliscendi giungiamo a Pian di Spino, da dove comincia l’ascesa di giornata. La salita, che misura quasi 5 chilometri con una pendenza media che si attesta sul 6%, si presenta, nella parte bassa, ricca di tornanti, che lasciano spazio salendo a brevi rettilinei sicuramente più impegnativi (con punte al 9%). Una curva a destra e il bivio sulla sinistra per Piavola ci indicano che l’ascesa è terminata: segue sul crinale un tratto di circa 3 chilometri in leggera discesa con ampi panorami sulle valli sottostanti. Di fronte a noi si presenta un bel crinale verde in cima al quale, leggermente a sinistra, emerge il campanile della chiesa di Pieve di Rivoschio, preannunciando l’avvicinamento al borgo: chi percor-

14

re per la prima volta questo classico percorso (inserito fra l’altro nella celebre Gran Fondo Nove Colli), pregustando la conquista della meta avrà una sorpresa, in quanto il crinale che stiamo percorrendo presenta un grande avvallamento, per cui, per riportarsi in quota, serve ancora sforzo per affrontare l’ultimo breve strappo con pendenze che superano il 10% e confluire nella Provinciale n. 68. Il nostro percorso, ora piegherebbe a sinistra verso S. Romano, ma vale la pena percorrere, sulla stessa provinciale, ma verso destra, il piccolo tratto (ancora in forte salita) che ci conduce al borgo di Pieve di Rivoschio, la cui risorsa principale è la coltivazione della castagna che culmina con la nota Sagra che si svolge ogni anno nel mese di ottobre. Al paese è legato anche il bustrengo, un dolce tradizionale i cui ingredienti sono noti solo in parte (circa 20 su 32) e la cui ricetta pare venga tenuta gelosamente segreta. Il nostro percorso, dunque, riabbraccia la provinciale 68 in direzione S. Romano: la discesa si presenta dolce per i primi 2 chilometri, per poi presentare un tratto centrale con decise pendenze attorno al 10% con punte

al 18%, che è bene affrontare con prudenza, da tenere anche nell’ultimo tratto, ricco di tornanti, verso il fondo valle nei pressi di S. Romano. Confluiamo, quindi sulla provinciale 29, girando a destra in direzione Borello, a fianco dell’omonimo torrente. Circa 7 chilometri in piacevole saliscendi ci separano da Borello stesso, dove tramite una piccola rotonda entriamo nel centro del paese. Il rientro verso Forlì avviene per la provinciale 7 che attraversa S. Carlo e S. Vittore, da cui si piega a sinistra sulla Provinciale 51 che ci conduce alla grande rotonda di Diegaro sulla via Emilia. Sarebbe più breve seguire la statale: noi consigliamo, invece, un percorso più lungo, ma con meno traffico. Attraversiamo l’Emilia e ci portiamo in via S. Giuseppe e alla successiva rotonda pieghiamo a sinistra verso S. Maria Nuova su via S. Cristoforo. Giunti alla cittadina che diede i natali a Spallicci, giriamo a sinistra su via Santa Croce e procediamo fino al bivio (a destra) con via Fonde (poi via Prati), che percorriamo fino all’abitato di Forlimpopoli: da qui rientriamo a Forlì percorrendo la circonvallazione interna (via Duca Amedeo d’Aosta – via De Gasperi) fino al bivio con via Togliatti, quindi pieghiamo a destra e, tramite due sottopassi ciclabili, giungiamo in via S. Leonardo, che percorriamo fino al bivio con via Mattei, dalla quale raggiungiamo il centro città. Tratto da Forlì e dintorni su due ruote di Gigi Mattareli ed. Grafikamente


GLI HOTEL CONSIGLIATI

HOTEL GIOIOSA *** - Viale Venezia 31, Cesenatico - Tel 0547 81401 - e-mail: info@hotelgioiosa.it HOTEL CONCORDE*** - via da Verazzano 1, Cesenatico - Tel. 0547 83130 - info@hotelconcorde.info HOTEL DONEGAL *** - viale Trento 44, Cesenatico - Tel 0547 82363 - info@donegalhotel.com HOTEL NIZZA *** - via Italia 15, Bellaria Tel 0541 346404 - info@nizzahotel.net HOTEL SOGNO *** - viale del Fortino 5, Cesenatico 0547 82092 - www.hotelsogno.biz HOTEL TREVI *** - Viale dei Mille 102, Cesenatico Tel. 0547 83722 info@hoteltrevicesenatico.com HOTEL ALEXANDER *** - P.zza della Libertà 5, San Mauro Mare Tel. 0541.346197 - alexander@hotelalexander.it HOTEL CRISTALLO *** - da Cesare Viale Carducci n. 98, Cesenatico  Tel 0547 81 111 - info@hotelcristallodacesare.it VILLA MARIA *** - Viale Carducci 96, Cesenatico - Tel.  0547.80052 - info@hotel-villamaria.com EUROHOTEL *** - Viale Carducci 227, Cesenatico - Tel. 0547.672284 - info@eurohotelcesenatico.it HOTEL LUX *** - Via A. Cà da Mosto n. 14, Cesenatico - 0547 81384 - info@hotelluxcesenatico.com HOTEL NUMI E MEDUSA*** - Viale Sassari 32, Cesenatico - Tel 0547.81424 - info@numimedusa.com HOTEL EUROPA*** - via Trieste 29, Gatteo mare tel 0547 86555- info@h-europa.net HOTEL VILLA BRUNA *** - via Vincenzi 4, San Mauro Mare Tel 0541 346387 - info@hotelvillabruna.com HOTEL VILLA GAIA *** - viale Dante 4, San Mauro Mare Tel 0541 346061 - info@hvillagaia.it HOTEL INTERNAZIONALE *** - via Vincenzi 23, San Mauro Mare Tel 0541 346475 - info@internazionalehotel.com HOTEL SORRISO *** - via Marina 74, San Mauro Mare Tel 0541 346311 - info@hsorriso.it HOTEL LIDO *** - via Carducci 51, Cesenatico tel 0547 672194 - info@pollinihotels.com HOTEL SAN PIETRO ****via G. Carducci Cesenatico tel 0547672194 info@pollinihotels.com HOTEL MIRAMARE***v.le Giulio Cesare 63 Gatteo Mare tel 054787313 info@pollinihotels.com HOTEL FARSAGLIA***via Carducci Cesenatico tel 054786016 info@pollinihotels.com HOTEL DANUBIO ***via Vincenzi 28 San Mauro Mare tel 0541413754 info@hoteldanubio.net HOTELSAYONARA***via città Gemellate 60 Cesenatico tel 054781877 info@sayonarahotel.it HOTEL AL RAGNO *** - viale N. da Recco 23, Cesenatico tel 0547 81339 - info@hotelalragno.it HOTEL ANTHOS *** - via G. Reni 23, Cesenatico tel 0547 87130 - anthoshotel@libero.it HOTEL BRAVO *** - via Bernini 17, Cesenatico Tel 0547 86412 - info@hotelbravo.it PARK HOTEL GRILLI *** - via Torricelli 12, Cesenatico Tel 0547 680480 - info@parkhotelgrilli.it HOTEL SAVOIA *** - via Bernini 32, Cesenatico tel 0547 87111 - info@savoiain.it HOTEL SETTEBELLO *** - via Michelangelo 5, Cesenatico tel 0547 680694 - hotelsettebello@inwind.it HOTEL SIRENA **** - via Zara 42, Cesenatico tel 0547 80548 - info@hotelsirena.it

La nuova Sede Confesercenti a Cesena

15


Cicloevento 2014  

19a Fiera internazionale del Ciclismo. Cesenatico 16 e 17 maggio 2014

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you