Geografia classe 5

Page 1


Scopri le guide e i progetti laboratoriali

Didatticafacile sfogliando le nostre vetrine! Ogni vetrina è un’anteprima. Il numero delle pagine è limitato. Sono state selezionate solo alcune pagine delle unità di apprendimento che danno l’idea di come ogni guida sia strutturata.

N.B. Tutte le proposte editoriali di Didatticafacile possono essere acquistate anche con l’utilizzo del Bonus di 500 euro per l’aggiornamento e la formazione del docente (D.P.C.M. del 23/09/2015) Per ogni acquisto viene emessa la fattura con indicazione del codice fiscale.

2

didatticafacile


Mappa di geografia: classe5 GEOGRAFIA

Programmazione

Prove d’ingresso

Il lessico della geografia

Progetto informatico-stampabile Ø Programmazione annuale Ø Attività di inizio anno e prove d’ingresso Unità didattiche: a. programmazione particolareggiata; sono indicati: obiettivi, percorsi, verifiche, tempi b. indicazioni metodologiche c. schede didattiche-esercizi d. verifiche e. griglie in Excel in cui registrare le valutazioni

PRESENTAZIONE

EXCEL

La geografia L’ Italia nel mondo

Nord e Sud nel mondo

Le regioni climatiche La popolazione italiana I settori economici L’Italia fisica L’Italia politica

Unione Europea

Le regioni amministrative

3

didatticafacile


Presentazione “La geografia studia i rapporti delle società umane tra loro e con il pianeta che le ospita. È la disciplina “di cerniera” per eccellenza poiché consente di mettere in relazione temi economici, giuridici, antropologici, scientifici e ambientali di rilevante importanza per ciascuno di noi.” “La presenza della geografia nel curricolo contribuisce a fornire gli strumenti per formare persone autonome, critiche, che siano in grado di assumere decisioni responsabili nella gestione del territorio e nella tutela dell’ambiente, con consapevole sguardo al futuro”.” dalle Indicazioni Nazionali

La Guida di Geografia Didatticafacile dedicata alla classe quinta, in continuità con le precedenti, è una guida operativa che propone un percorso, completo ed esaustivo, finalizzato a fornire “gli strumenti per formare persone autonome, critiche e in grado di assumere decisioni responsabili…” Punta all’’acquisizione di un metodo di studio e all’apprendimento, consolidamento e potenziamento delle competenze e degli obiettivi relativi all’ area storico-geografico-sociale, previsti dalle Indicazioni Nazionali. È un valido strumento, frutto di quasi trenta anni di insegnamento, capace di supportare gli insegnanti nella quotidiana pratica didattica. Attraverso numerose attività attentamente programmate, numerosi esercizi e approfondimenti è capace di stimolare l’interesse degli alunni. Ogni percorso si chiude con delle verifiche che mirano a rilevare i livelli di apprendimento, conoscenze, abilità e competenze raggiunti dagli alunni. Gli esercizi presenti nella guida, sono semplici ed efficaci “giochi didattici” che, utilizzati nella pratica didattica quotidiana, costituiscono un metodo di insegnamento efficace, capace di catturare l’attenzione di tutti, portarli al conseguimento di buoni risultati e di motivarli all’apprendimento. Didatticafacile intende sollecitare nell’alunno un atteggiamento attivo nei confronti dell’apprendimento. I numerosi esercizi graduati e diversificati, sono stati progettati per far apprendere senza fatica, divertendosi. La guida è organizzata in unità di apprendimento provviste di: - programmazioni

-

indicazioni metodologiche chiare, semplici, sintetiche ed efficaci esercizi di memorizzazione, di riflessione, di consolidamento verifiche con sistema di valutazione integrato tavole in Excel per la registrazione delle verifiche.

L’intero progetto digitale, costituito da file collegati informaticamente tra loro, è facilmente visionabile attraverso mappe interattive e stampabile da supporto elettronico. N.B. Tutte le proposte editoriali di Didatticafacile possono essere acquistate anche con l’utilizzo del Bonus di 500 euro per l’aggiornamento e la formazione del docente (D.P.C.M. del 23/09/2015) Per ogni acquisto viene emessa la fattura elettronica con indicazione del codice fiscale.

Didatticafacile, Geografia classe 5, 222 pagine

4

didatticafacile


PROGRAMMAZIONE:

GEOGRAFIA

Classe quinta

COMPETENZE Orientarsi nello spazio circostante e sulle carte geografiche utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali

Utilizzare il linguaggio della geograficità per interpretare carte geografiche e globo terrestre. Osservare, descrivere e confrontare paesaggi geografici con l’uso di carte e rappresentazioni. Progettare percorsi e itinerari di viaggio.

Ricavare informazioni geografiche da una pluralità di fonti. Organizzare ed esporre in modo chiaro, corretto e completo, utilizzando il linguaggio specifico della disciplina, le conoscenze. Riconoscere e denominare i principali “oggetti” geografici (fiumi, colline, laghi, monti, pianure…)

obiettivi 1.Capire la necessità di punti di riferimento convenzionali e non, per orientarsi. 2.Conoscere alcuni modi per orientarsi (moto apparente del sole, stella polare) e alcuni tipi di strumenti (rosa dei venti, bussola, ecc.). 3.Conoscere i punti cardinali per orientare sé stessi e gli elementi appartenenti al proprio contesto. 4.Estendere le proprie carte mentali al territorio italiano attraverso strumenti di osservazione indiretta (documenti, filmati, foto…)

1.Individuare le principali caratteristiche di una carta: la riduzione in scala. 2.Riconoscere la differenza tra elementi naturali e antropici. 3.Individuare gli scopi per cui l’ambiente è stato modificato. 4.Decodificare la simbologia delle carte geografiche.

1.Esporre oralmente l’argomento studiato attraverso l’ausilio di schemi, mappe, grafici… 2.Esporre in modo chiaro, completo ed esauriente l’argomento studiato, in un testo espositivo, seguendo una traccia data.

5.Conoscere i diversi tipi di carte (fisica, politica, stradale, tematica…) e le loro funzioni. 6.Acquisire il concetto di regione geografica (fisica, climatica, socioculturale, amministrativa) e utilizzarlo a partire dal contesto italiano. 7.Individuare problemi relativi alla tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, proponendo soluzioni idonee nel proprio contesto di vita.

Contenuti: l’Italia fisica, amministrativa 5

didatticafacile


Griglie per la registrazione degli apprendimenti con media integrata

6

didatticafacile


La geografia

OBIETTIVI DIDATTICI • •

Conoscere il linguaggio specifico della geografia. Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato.

PERCORSO DIDATTICO • Conversazione guidata, riflessione sul significato della parola “geografia” (spiegazione, domande guida, esercizi) • Le carte geografiche (spiegazione, domande guida, esercizi) • L’orientamento (spiegazione, domande guida, esercizi) • Il reticolo geografico (spiegazione, domande guida, esercizi) • Arricchimento lessicale

• Ripasso generale, su mappa, prima della verifica (con l’insegnante e individualmente).

VERIFICA 1. Ob. Conoscere le carte geografiche e le loro caratteristiche 2. Ob. Conoscere i punti cardinali. Sapersi orientare nello spazio e sulle carte geografiche

TEMPI 8 ore circa

7

didatticafacile


Un po’ di ripasso per incominciare Che cos’è la geografia La geografia è la scienza che studia e descrive l’aspetto della superficie terrestre dei fenomeni fisici, biologici e umani che in essa si verificano.

LE CARTE GEOGRAFICHE

Ø Che cosa sono le carte geografiche Le carte geografiche sono la rappresentazione, cioè il disegno, della Terra o di una sua parte su una superficie piana. Servono per orientarsi e studiare un territorio.

Ø Le caratteristiche delle carte Tutte le carte sono: - RIDOTTE: lo spazio rappresentato sulle carte è rimpicciolito rispetto alle sue dimensioni reali; - APPROSSIMATE: le carte non riportano tutti gli elementi presenti nella realtà; - SIMBOLICHE: gli elementi presenti sul territorio sono rappresentati attraverso i simboli.

Ø La scala di riduzione Per rappresentare un territorio sulla carta, il cartografo deve ridurlo, cioè deve disegnarlo un certo numero di volte più piccolo di quello che è nella realtà. Per farlo usa la SCALA DI RIDUZIONE. Essa può essere: - numerica, se è espressa in numeri (es. scala 1:1000) - grafica, se è espressa con un segmento diviso in parti uguali (es. )

Ø La legenda La legenda è un elenco in cui sono raccolti e spiegati i simboli utilizzati nelle carte geografiche. Serve per leggere una carta geografica.

Ø Diversi tipi di carte Possiamo classificare le carte in base: a. alle informazioni che danno in: - FISICHE, rappresentano le forme del terreno (rilievi, colline, pianure, mari, fiumi ...) - POLITICHE, rappresentano gli elementi introdotti dall’uomo (confini, regioni, province, stati...) - TEMATICHE, rappresentano carte legate a un solo tema (terremoti, clima, industria...) b. alla scala utilizzata in: - PIANTE O MAPPE (scala grande) - CARTE TOPOGRAFICHE (scala media) - CARTE COROGRAFICHE O REGIONALI (scala piccola) - CARTE GEOGRAFICHE (scala piccolissima) 8

didatticafacile


Indicazioni... Alla fine di ogni spiegazione, aiutare i bambini a formulare le domande guida per lo studio. Dopo averle trovate e scritte con la guida dell’insegnante, gli alunni risponderanno oralmente più volte alle domande. Eseguiranno il compito di formulare le risposte scritte a casa per la volta successiva.

Cosa devo sapere

1. 2. 3. 4. 5. 6.

Cosa studia la geografia? Cosa sono le carte geografiche? Quali sono le loro caratteristiche? Cos’è la legenda? Come può essere la scala? In base a quali criteri è possibile classificare le carte e come possono essere?

9

didatticafacile


Un mondo di carte Scrivi sotto a ognuna di che tipo di carta si tratta In base alle ___________________________

_______________________

_________________________

______________________

In base alla ___________________________

________________________________ ……………………………………………………scala

________________________________ ……………………………………………………scala

________________________________ ……………………………………………………scala

________________________________ ……………………………………………………scala 10

didatticafacile


Vero o falso?

Le carte geografiche sono simboliche, approssimate, ingrandite. Sulla carta geografica sono rappresentati tutti gli elementi presenti nella realtĂ . Le carte geografiche rappresentano un territorio nelle sue dimensioni reali. La legenda serve per conoscere il significato dei simboli. Il cartografo decide quale riduzione usare. Le carte geografiche sono costruite in modo che il Nord si trovi sempre in basso.

Numerica o grafica? Collega in modo opportuno.

NUMERICA

GRAFICA

1:50000

11

didatticafacile


L’orientamento Orientarsi significa individuare una posizione rispetto ai punti di riferimento fissi: i punti cardinali. I punti cardinali e i loro nomi

EST OVEST NORD SUD

ORIENTE, LEVANTE OCCIDENTE, PONENTE SETTENTRIONE, MEZZANOTTE MERIDIONE, MEZZANOTTE

Di giorno... Per orientarci di giorno osserviamo la posizione del sole: - EST, il sole sorge (si leva) - OVEST, il sole si pone (tramonta) - SUD, il sole è alto nel cielo a mezzogiorno. - NORD è opposto al Sud. SUD: alto nel cielo

OVEST: tramonta

EST: sorge NORD: opposto al Sud

Di notte... Di notte ci orientiamo osservando la Stella Polare che indica sempre il Nord (settentrione-mezzanotte).

12

didatticafacile


La bussola... Uno strumento inventato dall’uomo per orientarsi è la bussola. In essa un ago calamitato indica sempre il Nord. Cerchia il punto cardinale indicato dall’ago calamitato della bussola.

Nel bosco... Un modo per trovare il Nord in un bosco è di cercare il muschio alla base degli alberi. Oppure basterà ricordare che la corteccia è più spessa a Nord, mentre i fiori e le foglie si rivolgono a Sud. Osserva l’immagine e posiziona i punti cardinali

La Rosa dei Venti La Rosa dei Venti è una specie di stella a molte punte, rappresenta schematicamente i principali punti cardinali, quelli intermedi e la provenienza dei venti. Fu chiamata così nel passato dai marinai che, veleggiando nei mari, si accorsero che certi venti provenivano sempre dalla stessa direzione. Posiziona i punti cardinali e i punti intermedi sulla Rosa dei venti

13

didatticafacile


Sulle carte geografiche Il Nord (settentrione- mezzanotte) è in alto Il Sud (meridione-mezzanotte) è in basso L’Est (oriente-levante) è a destra L’Ovest (occidente-ponente) è a sinistra Posiziona i punti cardinali sulla carta dell’Italia

Posiziona i punti cardinali sul planisfero

14

didatticafacile


Cosa devo sapere...

1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8.

Cosa vuol dire orientarsi? Quali sono i punti cardinali? (impara tutti i nomi) Come ci si orienta di giorno? Come ci si orienta di notte? Come ci si orienta nel bosco? Che cos’è e come funziona la bussola? Che cos’è la Rosa dei Venti? Dove si trovano i punti cardinali sulle carte geografiche?

15

didatticafacile


Planisfero e reticolo geografico

La superficie terrestre viene rappresentata su un particolare tipo di carta che si chiama PLANISFERO.

Nel planisfero, come su tutte le carte geografiche, è tracciato il RETICOLO GEOGRAFICO, un insieme di linee immaginarie ideate dai cartografi per stabilire con precisione la posizione di ogni singolo punto della superficie terrestre. Il RETICOLO GEOGRAFICO è formato da: - linee verticali meridiani - linee orizzontali paralleli Meridiani o paralleli? Completa i cartellini

16

didatticafacile


I PARALLELI Scrivi i nomi dei paralleli principali sulle frecce; colora l’Emisfero settentrionale e l’Emisfero Meridionale, usando i colori indicati nella legenda. Disegna la LATITUDINE.

LEGENDA Emisfero Boreale Emisfero Australe LATITUDINE

I paralleli sono 180. L’ Equatore è il parallelo (circonferenza massima) che divide la Terra in due parti uguali: - Emisfero Settentrionale o Boreale (si trova a Nord) - Emisfero Meridionale o Australe (si trova a Sud) Altri paralleli importanti sono: -

Circolo Polare Artico Tropico del Cancro Equatore Tropico del Capricorno Circolo Polare Antartico

EMISFERO SETTENTRIONALE o BOREALE

EMISFERO MERIDIONALE o AUSTRALE

RICORDA: la distanza di un punto della superficie terrestre dall’Equatore si chiama LATITUDINE, può essere a NORD o a SUD di esso; si misura in gradi.

17

didatticafacile


I MERIDIANI Ripassa tutti i meridiani. Scrivi il nome del meridiano fondamentale sulla freccia; disegna la LONGITUDINE

LONGITUDINE

I meridiani sono 360. Passano per i POLI e dividono la Terra in spicchi. Il meridiano fondamentale è quello di GREENWICH e passa per Londra. RICORDA: la distanza di un punto della superficie terrestre dal meridiano di GREENWICH, si chiama LONGITUDINE, può essere a EST o a Ovest di esso; si misura in gradi.

18

didatticafacile


Cosa devo sapere...

1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8.

Che cos’è il PLANISFERO? Che cos’è il RETICOLO GEOGRAFICO? A cosa serve? Quanti sono i paralleli e quali sono i più importanti? Quanti sono i Meridiani? Come si chiama quello fondamentale? Come si chiama la distanza dall’Equatore e come si misura? Come si chiama la distanza dal meridiano di Greenwich e come si misura?

19

didatticafacile


Prima della verifica... ripassa tutto!

La mappa legenda

Cosa sono

Elenco in cui sono raccolti e spiegati i simboli.

Rappresentazione di un territorio

Le carte geografiche

caratteristiche

scala

Ridotte Simboliche approssimate

- numerica - grafica Diversi tipi di carte popoli

In base alla scala: - piante o mappe - topografiche - corografiche o regionali - geografiche

In base alle informazioni: - fisiche - politiche - tematiche

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La mappa Come ci si orienta

Definizione di orientarsi

- Di giorno: il sole - Di notte: la Stella Polare - Nel bosco: il muschio, la corteccia, i fiori, le foglie - Sempre: la bussola.

Individuare una posizione rispetto ai punti cardinali

L’orientamento Sulle carte

Punti cardinali

- Nord: in alto - Sud: in basso - Est: a destra - Ovest: a sinistra

- Nord Settentrione mezzanotte - Sud Meridione Mezzanotte - Est Oriente Levante - Ovest Occidente Ponente

20

didatticafacile


La mappa

Che cos’è Insieme di linee immaginarie orizzontali e verticali funzione

planisfero

Stabilire con precisione la posizione di ogni singolo punto della superficie terrestre.

Rappresentazione della superficie terrestre.

Reticolo geografico

meridiani

paralleli

Sono 360 (linee verticali) Il principale: GREENWECH.

Sono 180. (linee orizzontali) I principali: - Circolo Polare Artico - Tropico del Cancro - EQUATORE - Tropico del Capricorno - Circolo Polare Antartico

LONGITUDINE: distanza da Greenwich.

LATITUDINE: distanza dall’Equatore.

Ripeti tante volte

21

didatticafacile


Verifica di geografia: l’orientamento e le carte geografiche Completa il testo con quanto hai studiato Le carte geografiche sono ____________________________________________________________________________ ________________________________________________________________________________.

Tutte le carte sono:

1. __________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________ 2. __________________________________________________________________________ _________________________________________________________________________ 3.

__________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________

( 4 punti)

Su tutte le carte geografiche c’è la LEGENDA ________________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________ ( 1 punto) Per rappresentare un territorio, il cartografo utilizza la scala che può essere: _______________________________________________________________________________. ________________________________________________________________________________

(1 punto)

È possibile classificare le carte in base: (4 punti, 2+2))

a) __________________________________________________________________________ possono essere:

1. _______________________________________________________________________ _______________________________________________________________________ 2. _______________________________________________________________________ _______________________________________________________________________ 3. _______________________________________________________________________ _______________________________________________________________________ b) __________________________________________________________________________ possono essere:

1._________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________ 2._________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________ 3._________________________________________________________________________ __________________________________________________________________________ 1. Ob. Conoscere le carte geografiche e le loro caratteristiche .....\ 10

22

didatticafacile


ORIENTARSI ... Rifletti e completa (7 punti) I punti cardinali sono _______ . Per individuarli di giorno si osserva la posizione _________________ . Per individuarli di notte si osserva la posizione _______________________________ . Il sole sorge a _________ e tramonta a ____________ La Stella Polare si trova a ______________ . L’ago calamitato della bussola indica sempre il __________ . Posiziona i punti cardinali principali e quelli intermedi sulla Rosa dei Venti (1 punto)

Posiziona i punti cardinali sulla carta geografica della Lombardia (1 punto)

Scrivi tutti i nomi dei punti cardinali (2 punti)

_______________

____________________________

____________________________

_______________

____________________________

____________________________

_______________

____________________________

____________________________

_______________

____________________________

____________________________

23

didatticafacile


Tutta la superficie terrestre viene rappresentata su una carta chiamata

0,5 punti

_________________________________

il reticolo geografico è formato da un insieme di______________________________________ _______________________________________________________________________________________ _______________________________________________________________________________________

Il meridiano fondamentale si chiama _________________________________________________ _______________________________________________________________________________________

Il parallelo fondamentale è ___________________________________________________________ _______________________________________________________________________________________ 3 punti

Scrivi il termine giusto accanto a ogni definizione e rispondi alle domande Linee immaginarie che passano per i poli, dividendo la Terra in spicchi.

Sono _________________________

______________________

2 punti

Linee immaginarie parallele all’Equatore.

Indica la distanza di un luogo dall’Equatore.

Indica la distanza di un luogo da Greenwich.

Sono _________________________

______________________

Si misura in: _________________________

______________________

Si misura in: _________________________

24

______________________

didatticafacile


Osserva e completa indicando i paralleli fondamentali e la latitudine

0,5 punto

(distanza dall’____________________________________________________________________)

2,5 punti

Osserva e completa indicando la longitudine (distanza dal______________________________________________________________) 0,5 punto

2. Ob. Conoscere i punti cardinali. Sapersi orientare nello spazio e sulle carte geografiche .....\ 20

25

didatticafacile


Per la valutazione 1. Ob. Conoscere le carte geografiche e le loro caratteristiche .....\ 10

10\10 9\10 8\10 7\10 6\10 5\10.

voto voto voto voto voto Voto

10 9 8 7 6 5

2. Ob. Conoscere i punti cardinali. Sapersi orientare nello spazio e sulle carte geografiche .....\ 20

20\20 18\20 16\20 14\20 12\20 10\20

voto voto voto voto voto voto

10 9 8 7 6 5

26

didatticafacile


L’Italia nel mondo

OBIETTIVI DIDATTICI • • • • •

Conoscere e leggere e usare le carte geografiche Conoscere e denominare in modo corretto continenti, oceani, stati Conoscere il linguaggio specifico della geografia Ricavare informazioni da testi, carte geografiche, grafici, mappe Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato

PERCORSO DIDATTICO • • • • • •

Il pianeta Terra Oceani e terre emerse L’Italia nel mondo L’Italia in Europa (posizione geografica). I confini politici Ripasso generale prima della verifica (con l’insegnante).

VERIFICA OB: Conoscere leggere e completare una carta geografica recuperando i contenuti studiati

TEMPI 6 ore circa

27

didatticafacile


APPROFONDIMENTI

IL pianeta TERRA La Terra è il terzo pianeta in ordine di distanza dal Sole.

Colora il Sole di giallo; colora la Terra di azzurro; ripassa la sua orbita dello stesso colore.

È il pianeta su cui vivono tutte le specie viventi conosciute, l'unico corpo planetario del Sistema Solare adatto a sostenere la vita. Sulla sua superficie, infatti, si trovano l’acqua in tutti e tre gli stati e un’atmosfera composta in prevalenza da azoto e ossigeno. La formazione della Terra è datata a circa 4,5 miliardi di anni fa. Essa possiede un satellite naturale: la Luna. La Terra vista dallo spazio appare in gran parte di colore blu perché i due terzi del suo territorio sono coperti dagli oceani, ecco perché viene chiamato “il Pianeta azzurro”

28

didatticafacile


Completa la carta di identità della Terra

NOME ---------------------------

SOPRANNOME DATA DI NASCITA:

-------------------------------

SATELLITI

SEGNI PARTICOLARI

MOTO DI ROTAZIONE

MOTO DI RIVOLUZIONE

FAMIGLIA: POSIZIONE: RESIDENZA GALATTICA:

29

didatticafacile


ESEMPIO

Completa la carta di identità della Terra

NOME TERRA

SOPRANNOME PIANETA AZZURRO

DATA DI NASCITA: 4,5 MILIARDI DI ANNI FA

SATELLITI

LUNA

SEGNI PARTICOLARI

COLORE BLU (2/3della sua superficie è ricoperta dagli oceani)

MOTO DI ROTAZIONE

Intorno al suo asse in 24 ore

MOTO DI RIVOLUZIONE

Intorno al Sole in 365 giorni

FAMIGLIA: SISTEMA SOLARE POSIZIONE: è il 3 pianeta in ordine di distanza dal Sole RESIDENZA GALATTICA: Via Lattea

30

didatticafacile


Lezione da dettare

OCEANI E TERRE EMERSE

Circa il 71% della superficie del nostro pianeta è coperta da OCEANI: - Oceano Pacifico - Oceano Atlantico - Oceano Indiano Il restante 29% è rappresentato dai continenti: - America - Europa - Africa - Asia - Oceania L’Antartide, che comprende il Polo Sud, non è un vero continente in quanto la sua superficie è quasi completamente ricoperta di ghiaccio. Osserva il planisfero e ricava la legenda. Inserisci il nome degli oceani.

LEGENDA AMERICA

ASIA

OCEANIA

EUROPA

AFRICA

ANTARTIDE

Inserisci il nome dei continenti e degli oceani nei cartellini. 31

didatticafacile


32

didatticafacile


Continua‌

33

didatticafacile


L’Italia e le regioni climatiche OBIETTIVI DIDATTICI • • • •

Conoscere, leggere, usare, completare la carta geografica Conoscere le caratteristiche climatiche di un territorio Conoscere il linguaggio specifico della geografia. Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato

PERCORSO DIDATTICO • • •

Tempo meteorologico e clima Le regioni climatiche italiane e le loro caratteristiche (posizione geografica) Arricchimento lessicale

Ripasso generale (con l’insegnante).

VERIFICA 1.Ob. conoscere il tempo meteorologico, il clima e gli elementi che li determinano 2.ob. Conoscere e individuare le fasce climatiche e le loro caratteristiche

TEMPI 6 ore circa

34

didatticafacile


Tempo meteorologico e clima

In meteorologia si definisce tempo atmosferico o anche tempo meteorologico l'insieme di tutti i fenomeni che avvengono nell'atmosfera in un determinato momento temporale. Il tempo meteorologico è determinato da: - la temperatura dell’aria - l’umidità che provoca le precipitazioni - la pressione atmosferica che determina i venti. Le previsioni del tempo meteorologico si effettuano con alcuni strumenti speciali: - il termometro per misurare il tempo - l’igrometro per rilevare l’umidità - il barometro per misurare la pressione atmosferica - il pluviometro per misurare la quantità di pioggia caduta.

Gli strumenti usati per le rilevazioni meteorologiche

35

didatticafacile


Il clima è l’insieme delle condizioni atmosferiche di un territorio per un lungo periodo. Nella descrizione del clima si tengono presenti: - la lunghezza delle stagioni - le temperature - di quanta pioggia cade e per quanto tempo nei vari periodi - di fenomeni particolari come afa, vento, nebbia, siccità. Il clima è influenzato da: 1. la posizione di un luogo rispetto all’Equatore (latitudine), più ci si avvicina all’Equatore e più il clima diventa caldo; 2. l’altezza sul livello dl mare, più ci si alza e più fa freddo, l’aria tende a rarefarsi e a trattenere meno calore; 3. la posizione geografica - vicinanza al mare o a grandi laghi, in estate l’acqua assorbe calore e in inverno lo restituisce; - esposizione ai venti, a Nord quando soffia il Fohn il clima è più caldo quando soffia il Tramontana il clima è più freddo; - la disposizione dei rilievi, una catena montuosa fa da barriera ai venti - l’esposizione al sole, il versante di una montagna che è per più tempo esposto al sole è più caldo di quello opposto.

Gli uomini hanno individuato sulla Terra cinque zone climatiche che sono determinate dalla latitudine. Sono: - una zona tropicale, compresa tra il Tropico del Cancro (a nord) e il Tropico del Capricorno (a sud); ha un clima molto caldo perché i raggi del sole arrivano perpendicolari; - due zone temperate che si estendono tra il Tropico del Cancro e il Circolo Polare Artico a nord, tra il Tropico del Capricorno e il Circolo Polare Antartico a sud; hanno un clima temperato: non fa né troppo caldo né troppo freddo; - due zone polari che sono comprese tra i Circoli Polari e i Poli; hanno un clima gelido. 36

didatticafacile


Metodo di studio 1. Dopo aver letto e spiegato i paragrafi, gli alunni con la guida dell’insegnante formulano le domande guida. Per ognuna si trova una “parola chiave” che riassume la risposta.

ESEMPIO 1. Domande guida

1.Che cos’è il tempo meteorologico? definizione 2.Quali sono gli elementi che lo determinano? elementi 3.Quali sono gli strumenti usati per le rilevazioni meteorologiche? strumenti 4.Che cos’è il clima? definizione 5.Da quali fattori è influenzato? fattori 6.Quante sono le zone climatiche della Terra? zone climatiche

2. Gli alunni sottolineano e trovano autonomamente le risposte nei testi, poi rispondono alle domande. 3. Si procede alla correzione collettiva delle risposte. 4. Si schematizza quanto appreso in uno schema riassuntivo. 5. Si Ripete tante volte

37

didatticafacile


ESEMPIO Definizione

Il tempo meteorologico è l’insieme dei fenomeni che avvengono nell’atmosfera.

Elementi

Gli elementi che lo determinano sono: - la temperatura - l’umidità (precipitazioni) - la pressione atmosferica (venti)

Strumenti

Gli strumenti usati per le rilevazioni quotidiane sono: - il termometro (temperatura) - il barometro (pressione atmosferica) - l’igrometro (umidità) - pluviometro (pioggia caduta)

Definizione

Il clima è l’insieme delle condizioni atmosferiche di un luogo per un lungo periodo.

Fattori

È influenzato da: - la latitudine, la distanza di un luogo dall’Equatore - l’altitudine, l’altezza sul livello del mare - la posizione geografica: vicinanza al mare o ai grandi laghi esposizione al sole esposizione ai venti disposizione dei rilievi

Zone climatiche

Le zone climatiche della Terra sono: zona polare tra il Polo Nord e il Circolo Polare Artico (clima gelido) zona temperata

tra il Circolo Polare Artico e il Tropico del Cancro (clima né troppo caldo, né troppo freddo)

zona tropicale

tra il Tropico del Cancro e il Tropico del Capricorno (clima caldo)

zona temperata

tra il Tropico del Capricorno e il Circolo Polare Antartico (né troppo caldo, né troppo freddo)

zona polare

tra il Circolo Polare Antartico e il Polo Sud (gelido) 38

didatticafacile


Continua‌

39

didatticafacile


La popolazione italiana OBIETTIVI DIDATTICI • • • • •

Leggere e ricavare informazioni a un testo Leggere, ricavare informazioni e completare carte geografiche, grafici, mappe Conoscere le caratteristiche della popolazione italiana Conoscere il linguaggio specifico della geografia Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato

PERCORSO DIDATTICO •

La popolazione italiana e le sue caratteristiche (leggere un testo e ricavare le informazioni)

Faccio il geografo (leggere un grafico e, completare una cartina)

Comprensione del testo letto (segnare la risposta esatta; completare un istogramma)

Tante lingue, tanti dialetti (leggere un testo, comprendere, formulare domande guida, trovare le risposte, rispondere studiare ed esporre un argomento studiato)

Arricchimento lessicale

Ripasso generale

VERIFICA 1.Ob. Conoscere la popolazione italiana e le sue caratteristiche

TEMPI 4\6 ore circa

40

didatticafacile


La popolazione italiana Secondo i dati ISTAT (Istituto nazionale di ricerca che si occupa di fare censimenti sulla popolazione, sull’industria, sull’agricoltura, sui servizi…), in Italia oggi vivono circa 60 milioni di abitanti: negli ultimi 100 anni la popolazione è quasi raddoppiata (100 anni fa erano circa 33 milioni). Oggi le persone vivono più a lungo perché le condizioni di vita sono migliori e la medicina ha fatto passi da giganti nel curare le malattie. Le caratteristiche della popolazione italiana - La popolazione italiana è costituita per la maggior parte da femmine. Questo fenomeno è dovuto al fatto che le donne in generale vivono più a lungo degli uomini. - Un’ altra caratteristica importante della popolazione italiana è la sua composizione per età: diminuiscono gradatamente le nascite, mentre la presenza di anziani è sempre maggiore. Si può pertanto definire una “popolazione vecchia”. Questo fatto è dovuto al miglioramento delle condizioni di vita: ci si ammala di meno, si è più assistiti, si mangia meglio e di più, c’è più igiene e sicurezza nelle case e sui posti di lavoro, e per questo si muore in età più avanzata. - Altra caratteristica della popolazione italiana è che risulta essere multietnica. È ormai importante, infatti, la presenza di persone immigrate da tutte le parti del mondo (Africa, Asia, Europa dell’Est, America) per motivi di lavoro e studio.

In Italia, tra i 60 milioni di abitanti, ci sono tanti che lavorano, producono ricchezza e ricevono stipendi: queste persone compongono la popolazione attiva. Quelli che invece studiano, sono disoccupati o sono in pensione costituiscono la popolazione non attiva. La popolazione non è distribuita in modo omogeneo in tutto il territorio nazionale; la densità della popolazione è maggiore al Nord, nelle città e nelle zone industriali, è alta nelle pianure vicino ai grandi fiumi, in modo particolare nella Pianura Padana, mentre è bassa in montagna, in collina e in alcune zone del Sud. PAROLE DELLA GEOGRAFIA. Censimento/indagine demografica: studio della popolazione che serve a conoscere le dimensioni e le caratteristiche di una popolazione e dei gruppi che la compongono. ISTAT = Istituto nazionale di ricerca che si occupa di fare censimenti sulla popolazione, sull’industria, sull’agricoltura, sui servizi…

41

didatticafacile


FACCIO IL GEOGRAFO Leggi la tabella della densità di popolazione in Italia (ab./km2) e colora le regioni secondo la legenda. Valle d’Aosta

38 Umbria

102

Piemonte

170 Lazio

306

Liguria

294 Abruzzo

120

Lombardia

394 Molise

73

Trentino- Alto Adige

72 Campania

426

Veneto

256 Calabria

Friuli- Venezia Giulia

153

Emilia-Romagna

188 Puglia

210

Toscana

156

195

Marche

157 Sardegna

Basilicata

Sicilia

133 60

68

= fino a 99 ab/km2 = da 100 a 199 ab./km2 = da 200 a 299 ab./km = oltre i 300 ab./km2

42

didatticafacile


Indica con una X se le affermazioni sono vere o false 1. Negli ultimi 100 anni la popolazione in Italia è aumentata molto.

V

F

2. La popolazione italiana è costituita per la maggior parte da uomini perché vivono più a lungo.

V

F

3. La popolazione italiana è una popolazione vecchia perché ci sono meno nascite e si vive più a lungo.

V

F

V

F

5. La popolazione è distribuita allo stesso modo su tutto il territorio nazionale.

V

F

6. Nelle città italiane e nel Nord dell’Italia vivono più persone che in montagna e nel Sud.

V

F

V

F

4. La popolazione italiana è multietnica perché negli ultimi anni sono arrivati molti emigranti stranieri, soprattutto dagli stati dell’Europa centro-orientale e dall’Africa.

7. “Oggi le condizioni di vita sono migliori” perché l’alimentazione, l’igiene sono migliorate e la medicina ha fatto passi da gigante.

LA POPOLAZIONE ITALIANA Colora l’istogramma: in grigio la situazione di 100 anni fa, in verde la situazione di oggi

Milioni di abitanti

60

50

40 100 anni fa

oggi

30 43

didatticafacile


TANTE LINGUE, TANTI DIALETTI

Gli italiani si possono comprendere perché parlano la stessa lingua. La lingua ufficiale del nostro Paese è l’italiano, che viene parlato da quasi tutti i cittadini della nostra Repubblica. Esso deriva dal latino, che mescolandosi con le lingue esistenti prima della conquista romana, ha dato origine ai dialetti. Ogni regione e città ha il proprio dialetto. In Italia vivono gruppi di persone che parlano lingue diverse dall’italiano e dai dialetti: sono le minoranze linguistiche. Le più numerose si trovano lungo l’arco alpino e parlano lingue “imparentate” con quelle degli Stati vicini. Tra queste, il gruppo più ampio è quello dei sud-tirolesi della provincia di Bolzano, che parlano il tedesco. Nella penisola e nelle isole vivono altre piccole minoranze: per esempio gli albanesi, che vivono in diverse regioni meridionali; i greci, presenti in Calabria e in Puglia; i ladini, che vivono in provincia di Bolzano; i catalani ad Alghero, in Sardegna. Ma ormai puoi sentire parlare altre lingue diverse dagli immigrati: arabo, lingue africane, ucraino, rumeno, albanese, cinese ecc,

Rifletti e rispondi

44

didatticafacile


Continua‌

45

didatticafacile


L’Italia e i settori economici OBIETTIVI DIDATTICI • Conoscere e leggere, usare, ricavare informazioni e completare carte geografiche, grafici, mappe • Conoscere le caratteristiche dell’economia di un territorio • Conoscere il linguaggio specifico della geografia • Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato

PERCORSO DIDATTICO •

I settori economici: settore primario, secondario, terziario (completare grafici)

Il settore primario in Italia

(leggere un testo, comprendere, formulare domande guida, trovare le risposte, rispondere, completare grafici, studiare ed esporre un argomento studiato) •

Il settore secondario in Italia

(leggere un testo, comprendere, formulare domande guida, trovare le risposte, rispondere, completare grafici, studiare ed esporre un argomento studiato) •

Il settore terziario in Italia

(leggere un testo, comprendere, formulare domande guida, trovare le risposte, rispondere, completare grafici, studiare ed esporre un argomento studiato)

Arricchimento lessicale

Ripasso generale, su mappa, prima della verifica (con l’insegnante) Domande guida

VERIFICA 1.Ob. Conoscere i settori dell’economia del territorio italiano 2.Ob. Conoscere e usare il lessico specifico della disciplina

TEMPI 8\10 ore circa

46

didatticafacile


I settori economici Le varie attivitĂ lavorative si raggruppano in tre principali settori: - il settore primario comprende tutte le attivitĂ che ricavano le materie prime direttamente dalla natura (agricoltura, pesca, allevamento, sfruttamento delle miniere, sfruttamento dei boschi...) - il settore secondario che trasformano le materie prime (legno, metalli pomodori...) in prodotti finiti (mobili, automobili, passata di pomodoro...) - il settore terziario comprende tutte le attivitĂ che offrono servizi alle persone e rendono migliore la loro vita (commerciali, sanitarie, trasporti, istruzione...

I settori dell’economia Inserisci sulle righe di quale settore si parla

47

didatticafacile


Leggi l’aerogramma sulle attività lavorative in Italia, poi registra i dati

Il settore che oggi dà maggior lavoro alla popolazione italiana è il settore terziario, dei servizi. I lavoratori nei servizi sono il 64,9% della popolazione. Il 30,7% della popolazione lavora nel settore secondario e solo il 4,4 % lavora nel settore primario.

48

didatticafacile


Fotocopiare per gli alunni

Leggi l’aerogramma sulle attività lavorative in Italia, registra i dati ricavati

I settori economici

lavoratori nei servizi 64,9% lavoratori nell'industria 30,7% lavoratori nel settore primario 4,4%

Leggi l’aerogramma sulle attività lavorative in Italia, registra i dati ricavati

49

didatticafacile


Il settore primario AGRICOLTURA - ALLEVAMENTO - PESCA

Colora la parte dell’aerogramma riguardante il settore primario

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGRICOLTURA Chi occupa, cosa serve, cosa si coltiva, dove

Oggi in Italia l’agricoltura occupa la minoranza della popolazione. Per coltivare i campi servono: - macchine agricole: trattori, trebbiatrici... per rendere il lavoro più rapido e meno faticoso; - diserbanti e pesticidi per liberare le piante da insetti ed erbacce che rovinerebbero il raccolto; - concimi e fertilizzanti per rendere il terreno più ricco di sostanze nutritive - sistemi di irrigazione per garantire la quantità di acqua necessaria - sistemi di riscaldamento e protezione delle colture dagli agenti atmosferici. Oggi esistono sistemi di coltivazione biologica che fanno uso solo di prodotti naturali (letame, estratti di erbe ecc. ...) 50

didatticafacile


Dal lavoro degli agricoltori dipende la nostra alimentazione. Con l’agricoltura si produce:

frutta: mele, per, pesche, kiwi...

verdura: pomodori, zucchine, peperoni, cipolle...

cereali: frumento, mais, riso...

legumi: piselli, lenticchie, fagioli...

Si coltivano anche barbabietola da zucchero, girasole, olive... che verranno trasformate dall’industria alimentare in zucchero, olio.

FORAGGIO

per l’allevamento

Questi prodotti sono coltivati in campi, serre, sui terrazzamenti e lungo i pendii delle colline. 51

didatticafacile


ALLEVAMENTO Cosa si alleva, dove, cosa forniscono gli animali allevati

bovini (mucche e bufali) in pianura, dove abbonda il foraggio, in stalle meccaniche o sulle montagne nei pascoli di alta quota;

suini (maiali) nelle aree in cui si allevano i bovini;

ovini (pecore e capre) nelle zone collinari e sui pascoli del Centro - Sud;

volatili (polli e galline) che forniscono carne e uova.

Anche per l’allevamento sono diffuse aziende agricole biologiche che utilizzano per gli animali alimenti naturali non trattati chimicamente. 52

didatticafacile


Continua‌

53

didatticafacile


Attività da eseguire con la guida dell’insegnante -

leggere il testo con attenzione (contemporaneamente l’insegnante spiega) formulare delle domande guida individuare le parole-chiave sottolineare le risposte nel testo con colori diversi rispondere per iscritto costruire uno schema riassuntivo ripetere tante volte

ESEMPIO Domande guida

1. In quanti e quali settori è possibile classificare le attività economiche? Settori economici 2. In Italia qual è il settore economico che occupa la maggior parte della popolazione attiva? Settore terziario

3. 4. 5. 6. 7. 8.

Che cosa serve per coltivare? Mezzi e sostanze Cosa si coltiva? coltivazioni Dove? luogo Cosa si alleva e dove? allevamento Cosa si pesca e dove ? pesca Quali attività si svolgono vicino ai porti? Attività

Schema riassuntivo Settori economici

Settore terziario

Mezzi e sostanze

coltivazioni

Continua… 54

didatticafacile


L’Italia fisica OBIETTIVI DIDATTICI • • • • •

Conoscere, leggere, e usare la carta geografica Conoscere le caratteristiche fisiche e antropiche di un territorio Conoscere e denominare in modo corretto catene montuose, colline, pianure, fiumi, laghi, mari Conoscere il linguaggio specifico della geografia. Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato

PERCORSO DIDATTICO • • • • • •

L’Italia in Europa (posizione geografica). L’ ambiente fisico Completare\leggere grafici Leggere e completare le carte geografiche per ritrovare i contenuti studiati. Arricchimento lessicale Ripasso generale prima della verifica (con l’insegnante).

VERIFICA 1.Ob. Conoscere leggere e completare una cartina geografica recuperando i contenuti studiati 2. Ob. Conoscere l’aspetto fisico dell’Italia

TEMPI 8 ore circa

55

didatticafacile


L’Italia fisica Posiziona i punti cardinali

56

didatticafacile


Dove si trova L’Italia si trova in Europa cui è saldata attraverso la catena delle Alpi. Cos’è È una penisola circondata su tre lati dal mare. Si estende nel mar Mediterraneo da Nord-Ovest a Sud-Est per circa 1200 Km. I mari che bagnano l’Italia sono: - mar Ligure a Nord-Ovest - mar Tirreno a Ovest - mar Ionio a Sud-Est - mar Adriatico a Est. Le coste Ha circa 8000 Km di coste, alcune sono alte, frastagliate, rocciose e piene di insenature naturali, altre sono basse, sabbiose e rettilinee. Isole e arcipelaghi Ha molte isole e arcipelaghi Le due isole maggiori sono: Sicilia e Sardegna Gli arcipelaghi sono: - Arcipelago Toscano - Arcipelago Campano - Isole Eolie - Isole Egadi - Isole Pelagie - Isole Tremiti

57

didatticafacile


I RILIEVI Il 42% del territorio italiano è ricoperto di colline, il 23% di pianure e il restante 35% di montagne.

Monti e catene montuose L’ Italia ha due importanti catene montuose: le Alpi e gli Appennini. Le Alpi si suddividono in: - Alpi Occidentali: Marittime, Cozie, Graie - Alpi Centrali: Pennine, Lepontine, Retiche - Alpi Orientali: Dolomitiche, Retiche, Noriche, Giulie Le cime più alte si trovano nella parte occidentale, superano i 4000 m di altezza: M. Bianco, M. Rosa, Cervino, Gran Paradiso. Ai piedi delle Alpi ci sono le Prealpi con cime arrotondate che non superano i 2500 m di altezza. Gli Appennini si dividono in: - Appennino Settentrionale: Appennino Ligure, Appenino Tosco-Emiliano - Appennino Centrale: Appennino Umbro-Marchigiano e Abruzzese - Appennino Meridionale: Appennino Campano, Lucano, Calabrese, Siculo. Tra i monti più alti ricordiamo: - la Maiella e il Gran Sasso nell’Appennino Centrale - il monte Pollino, il monte Volturno, La Sila, L’ Aspromonte nell’Appennino Meridionale. L’Italia ha due importanti vulcani: il Vesuvio nell’Appennino campano, l’ Etna nell’Appennino siculo. 58

didatticafacile


Continua‌

59

didatticafacile


L’Italia politica - le Istituzioni dello Stato OBIETTIVI DIDATTICI • • • • • • •

Conoscere e leggere e usare le carte geografiche Conoscere le caratteristiche fisiche e antropiche di un territorio Conoscere e denominare in modo corretto regioni e stati enclave Conoscere le Istituzioni dello Stato e funzioni e caratteristiche Conoscere il linguaggio specifico della geografia Ricavare informazioni da testi, carte geografiche, grafici, mappe Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato

PERCORSO DIDATTICO • • • • • • •

L’Italia in Europa (posizione geografica). I confini politici Le Istituzioni e le loro funzioni Arricchimento lessicale Le regioni amministrative e le nazioni enclave Gli Enti locali Ripasso generale

VERIFICA 1.Ob. Conoscere le caratteristiche amministrative del territorio italiano 2.Ob. Conoscere individuare e denominare in modo corretto le regioni 3.Ob. Conoscere e individuare le regioni a Statuto speciale e gli stati enclave 4.Ob. Conoscere e usare il lessico specifico della disciplina

TEMPI 8 ore circa

60

didatticafacile


L’Italia politica, le Istituzioni dello Stato, le Regioni amministrative

61

didatticafacile


L’Italia, situata nell’Europa meridionale, confina: - a nord-ovest con la Francia - a nord con la Svizzera e l’Austria - a nord-est con la Slovenia - a est, ovest e sud, essendo una penisola, il territorio italiano è delimitato dai mari Tirreno, Ionio, Adriatico. In Italia vivono circa 60 milioni di persone in un territorio di circa 300.000 chilometri quadrati, suddiviso in 20 regioni. È il quarto Paese dell’Unione Europea per popolazione dopo la Germania, la Francia e il Regno Unito con una densità di circa 200 abitanti per chilometro quadrato, concentrati nelle pianure e nelle città. La capitale è Roma dove si trovano le istituzioni che governano la Repubblica.

62

didatticafacile


L’ Italia è una REPUBBLICA DEMOCRATICA PARLAMENTARE cioè uno stato in cui il Parlamento è il principale organo. Il potere non è in mano a una o a poche persone, ma al popolo che lo esercita attraverso le istituzioni descritte nella Costituzione: il Governo e la Magistratura. - Il PARLAMENTO propone e approva le leggi dello Stato (esercita il potere legislativo) controlla l’operato del Governo. È composto da due camere: la Camera dei deputati e il Senato i cui rappresentanti vengono eletti dai cittadini ogni 5 anni attraverso le elezioni. - Il GOVERNO applica le leggi (esercita il potere esecutivo) è composto dal presidente del Consiglio (capo del Governo), e dai ministri che si occupano dei singoli settori in cui opera lo Stato: istruzione, sanità, rapporti con gli altri Stati… Il Governo per governare deve avere la fiducia (l’approvazione) delle due camere; quando viene a mancare il Governo decade e bisogna farne un altro. - La MAGISTRATURA fa rispettare le leggi (esercita il potere giudiziario), giudica e punisce chi non rispetta le leggi. È composta da giudici e magistrati. Secondo la Costituzione è autonoma dal Parlamento e dal Governo. - A controllare queste istituzioni (organi) c’è il Presidente della Repubblica che firma tutte le leggi e verifica che queste rispettino la Costituzione.

Arricchimento lessicale

Cerca e scrivi la definizione di Costituzione _______________________________________________________________________________________ _______________________________________________________________________________________ _______________________________________________________________________________________ ___________________________________________________________

63

didatticafacile


Completa e collega in modo opportuno

L’Italia è una ______________________________________________________ Gli organi dello Stato italiano sono:

PARLAMENTO

Potere giudiziario

GOVERNO

Potere legislativo

MAGISTRATURA

Potere esecutivo

A controllare questi organi c’è il ________________________________________ che _______________________________________________________________

64

didatticafacile


Domande guida

1. 2. 3. 4.

Dove si trova l’Italia? Cosa vuol dire che è una Repubblica Democratica Parlamentare? Quali sono gli organi fondamentali della nostra Repubblica e le loro funzioni? Qual è il compito del Presidente della Repubblica?

65

didatticafacile


Approfondimenti

L’Italia una REPUBBLICA PARLAMENTARE

Votano tutti i maggiorenni

CITTADINI ITALIANI

Vota solo chi ha più di 25 anni

ogni 5 anni eleggono 630 DEPUTATI (devono avere più di 25 anni) COMPONGONO LA

CAMERA DEI DEPUTATI

Esercita il POTERE LEGISLATIVO

DEPUTATI e SENATORI FORMANO IL

PARLAMENTO

Elegge ogni 7 anni il

315 SENATORI (Devono avere più di 40 anni) COMPONGONO IL

SENATO DELLA REPUBBLICA

Dà la fiducia al

GOVERNO

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Presiede

Esercita il POTERE ESECUTIVO

Deve avere più di 50 anni

Le forze armate

Nomina il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO e su suo suggerimento i MINISTRI

La MAGISTRATURA

Formano il

Esercita il POTERE GIUDIZIARIO

66

didatticafacile


Dopo aver osservato e studiato bene la mappa, scegli l’affermazione esatta

¨Il Parlamento è formato dai Ministri e dal Presidente del Consiglio. ¨Il Parlamento è formato dai Deputati e dai Senatori. ¨Il Governo è formato dai Ministri e dal Presidente del Consiglio. ¨Il Governo è formato dai Deputati e dai Senatori. ¨Il Presidente del Consiglio sceglie i ministri e li guida nel loro lavoro. ¨Il Parlamento elegge il Presidente della Repubblica. ¨Il Governo elegge il Presidente della Repubblica. ¨Il Presidente che viene eletto deve avere meno di 50 anni. ¨Il Presidente che viene eletto deve avere più di 50 anni. ¨Tutti i cittadini maggiorenni votano ogni 5 anni per eleggere i deputati. ¨Solo i cittadini che hanno più di 25 anni eleggono i deputati. ¨Tutti i cittadini maggiorenni votano ogni 5 anni per eleggere i senatori. ¨Solo i cittadini che hanno più di 25 anni eleggono i senatori. ¨Il Presidente della Repubblica presiede la Magistratura, le Forze Armate,

nomina il Presidente del Consiglio e (su suo consiglio) i Ministri, esercita il potere esecutivo.

¨Il Presidente della Repubblica presiede la magistratura, le Forze Armate, nomina il Presidente del Consiglio e (su suo consiglio) i Ministri.

¨La Magistratura esercita il potere legislativo. ¨La Magistratura esercita il potere giudiziario. ¨Il Parlamento esercita il potere legislativo. ¨Il Parlamento esercita il potere esecutivo. ¨Il Governo esercita il potere legislativo e giudiziario. ¨Il Governo esercita il potere esecutivo. ¨Il presidente della Repubblica è anche il Capo dello Stato italiano e rappresenta tutti i cittadini.

67

didatticafacile


Continua‌

68

didatticafacile


Le regioni amministrative OBIETTIVI DIDATTICI • • • • •

Conoscere, leggere, e usare la carta geografica Conoscere le caratteristiche fisiche e antropiche di un territorio Conoscere e denominare in modo corretto catene montuose, colline, pianure, fiumi, laghi, mari, isole Conoscere il linguaggio specifico della geografia Esporre in modo chiaro e completo un argomento studiato

PERCORSO DIDATTICO • • • • • • • • • • •

Osservare, individuare e colorare la regione interessata sulla cartina dell’Italia. Posizionare i punti cardinali sulle carte geografiche, collocare la regione indicandone posizione e confini Individuare il capoluogo e le città più importanti Colorare, completare, leggere i grafici relativi al territorio e ai settori economici Trovare e sottolineare gli elementi fisici più importanti Costruire una mappa Completare testi/ rispondere alle domande, recuperando i contenuti studiati Cercare informazioni, curiosità foto sulla regione e sulle sue caratteristiche. Ripetere tante volte Arricchimento lessicale Ripasso generale prima della verifica

VERIFICA Ob. Utilizzare la carta geografica; organizzare le conoscenze; esporre un argomento studiato utilizzando il linguaggio specifico della disciplina.

TEMPI 14 ore circa

69

didatticafacile


Un territorio di nome Italia Posiziona i punti cardinali sulla cartina politica dell’Italia. Scrivi accanto a ogni numero il nome della regione corrispondente

1. _______________________ 2. _______________________ 3. _______________________ 4. _______________________ 5. _______________________ 6. _______________________ 7. _______________________ 8. _______________________ 9. _______________________ 10. ______________________ 11. ______________________ 12. ______________________ 13. ______________________ 14. ______________________ 15. ______________________ 16. ______________________ 17. ______________________ 18. ______________________ 19. ______________________ 20. ______________________

Quali sono le regioni a statuto speciale? Usa lo stesso colore per colorarle ________________________________________________

70

didatticafacile


Osserva, leggi e ricava le informazioni dai seguenti grafici Colora il grafico usando il marrone per le montagne, il giallo per le colline Il verde per le pianure

Conformazione del territorio

35% montagne 42% colline 23% pianure

Lunghezza dei fiumi 650 550 450 350 250 Po

Adige Tevere Adda

Oglio

Tanaro

Il territorio dell’Italia è prevalentemente ___________________________________ infatti le _________________________________ occupano il ________________________ della sua superficie. Il fiume più lungo d’Italia è il ___________________. Le regioni in cui ci sono aree più densamente popolate sono ______________________________________ e __________________________________________________ .

71

didatticafacile


Metodo di lavoro Per ogni regione 1. Osserva, individua e colora la regione sulla cartina dell’Italia. 2. Posiziona i punti cardinali sulle carte geografiche, poi indica in quale parte dell’Italia si trova, con quali stati/regioni confina, da quali mari è bagnata 3. Individua il capoluogo e le città più importanti 4. Colora il grafico del suo territorio 5. Trova e sottolinea gli elementi fisici più importanti 6. Dopo aver letto le informazioni sul tuo sussidiario, costruisci una mappa 7. Cerca informazioni, curiosità foto sulla regione e le sue caratteristiche. 8. Ripeti tante volte avvalendoti dell’aiuto della mappa.

72

didatticafacile


La mappa di ogni regione Costruisci sul tuo quaderno la mappa di ogni regione studiata. Per capire cosa scrivere in ogni riquadro aiutati con le domande guida o che ti aiuteranno a organizzare le informazioni. TERRITORIO § La regione è situata (Italia settentrionale, centrale, meridionale)?

POPOLAZIONE E INSEDIAMENTO

§ Con quali regioni/stati confina e da quale mare è bagnata? § Quanto è estesa? § Ha uno statuto speciale o ordinario? § Qual è il suo capoluogo? § Quali sono le sue province?

§ Qual è la popolazione complessiva? § Qual è la densità media? § La distribuzione della popolazione e da cosa è condizionata (clima, morfologia del terreno)? § Quali tipi di insediamento ci sono? § Ci sono minoranze linguistiche? § Se c sono flussi migratori

CURIOSITÀ

§ Un po’ di storia…? § Feste tradizionali? § Cibi tipici? § Monumenti…?

REGIONE ………………………..

ATTIVITÀ ECONOMICHE

AMBIENTE

§ Quali sono le attività più praticate? § Quali sono i prodotti più caratteristici? § Quale percentuale della popolazione è occupata in ogni settore? § Qual è la relazione tra attività economiche e distribuzione della popolazione?

§ Quali sono i suoi elementi fisici più importanti (catene montuose-monticolline-pianure- fiumi- laghi-mariisole…)? § In quale regione climatica si trova la maggior parte del suo territorio?

VIE DI COMUNICAZIONE

§ Quali vie di comunicazione sono presenti? § Ci sono passi-valichi? § Ci sono porti, aeroporti ferrovie? 73

didatticafacile


Ø Utilizza la carta geografica e organizza le conoscenze Ø Posiziona i punti cardinali sulle cartine Ø Colora la Valle D’Aosta sulla cartina dell’Italia

Valle D’Aosta

La Valle D’Aosta è la più piccola regione italiana e con il minor numero di abitanti. Confina con due nazioni straniere ha due lingue ufficiali: l’italiano e il francese. Si trova in mezzo alle Alpi. Conta circa 130 castelli: inizialmente avevano scopo difensivo, più avanti divennero un segno della ricchezza del proprietario.

74

didatticafacile


Completa il testo

La Valle D’Aosta è la più …………………………………………………. regione italiana. Si trova nell’Italia ………………………………… , confina con ............................................... …………………………………………………………………………………………………………………………………… …………………………………………………………………………………………………………………………….. Il suo territorio è interamente …………………………………………., infatti, è per la maggior parte occupato dalle ………………………. . Il fiume che attraversa la regione è la ………………………………………….. . Passi e …………………………….. la mettono in comunicazione con le regioni e gli Stati europei. La più importante risorsa di questa regione è il ……………………………………………. . La Valle D’Aosta attira molti appassionati di ……………………….. come lo sci, l’alpinismo, il trekking. Il capoluogo è ……………………………………. . È una regione a statuto………………………………….. . Colora il grafico del territorio:

Montagna 100%

Collina

Pianura

Quali animali è possibile vedere nel Parco Nazionale del Gran Paradiso? …………………………………………………………………………………………………………………………………… ……………………………………………………………………………………………………………………………… Cerca alcune curiosità caratteristiche sulla regione, arricchisci il tuo lavoro con qualche immagine

75

didatticafacile


Esempio di mappa

TERRITORIO

§ La regione è situata nell’ Italia settentrionale, § confina con La Francia a Ovest, la Svizzera a Nord, a Est e a Sud con il Piemonte. § Ha una superficie di 3263 Km2 § Ha uno statuto speciale § Il suo capoluogo è Aosta, non ci sono altre province

POPOLAZIONE E INSEDIAMENTO

§ Ha una popolazione complessiva di 122.868 abitanti § Con una densità media di 38ab./Km2 § La distribuzione della popolazione è condizionata dal clima e dalla morfologia del terreno. § Sono presenti piccoli paesi e località; in alcune di esse si parla il francese che è la 2° lingua della regione.

CURIOSITÀ

§ È ricca di bellezze naturali: Il Parco nazionale del Gran Paradiso § Cibi tipici? § Monumenti…?

regione

VALLE D’AOSTA

ATTIVITÀ ECONOMICHE

§ La produzione di energia idroelettrica ha favorito lo sviluppo delle industrie chimiche siderurgiche e tesili. § Si coltivano: patate, segale, mele, foraggio, viti; si produce legname. § Si allevano bovini. § Il 70 % circa della popolazione lavora nel settore terziario, il 25% nel settore secondario e solo il 5% nel primario popolazione è occupata in ogni settore? § Qual è la relazione tra attività economiche e distribuzione della popolazione.

AMBIENTE

§ Il suo territorio è montuoso. Le cime più elevate sono: § il Monte Bianco § il Monte Cervino § il Monte Rosa § il Gran Paradiso § Si trova nella regione alpina. § È attraversata dal fiume Dora Baltea

VIE DI COMUNICAZIONE

§ L’autostrada di fondovalle, i valichi alpini, le gallerie del Monte Bianco e del Gran San Bernardo collegano la regione al resto dell’Europa occidentale.

76

didatticafacile


TERRITORIO

POPOLAZIONE E INSEDIAMENTO

§ La regione è situata ______________________ § confina ________________________________ § è estesa________________________________ § ha uno statuto

ordinario

§ la popolazione complessiva è di __________________________

§ la densità media è di

___________________________

§ La distribuzione della popolazione è condizionata da: clima morfologia del terreno

speciale

§ il suo capoluogo _________________________

§ tipi di insediamento:

______________________________ ________________________

§ le sue province__________________________ § ____________

§ Ci sono/ non ci sono minoranze linguistiche quali:

CURIOSITÀ

§ Se ci sono flussi migratori

§ Un po’ di storia § Feste tradizionali § Cibi tipici § Monumenti…

REGIONE ………………………..

ATTIVITÀ ECONOMICHE

AMBIENTE

Settore primario _______________________________ _________________________

§ catene montuose-monti _______________________

Settore secondario ___________________________ ___________________________

§ fiumi _______________________________________

Settore terziario ___________________________ ___________________________

§ colline _____________________________________ § pianure_____________________________________ § laghi________________________________________ § la maggior parte del suo territorio si trova nella regione climatica _____________________________

VIE DI COMUNICAZIONE

Autostrade Passi-valichi Gallerie Porti e/o aeroporti ferrovie 77

didatticafacile


Ø Utilizza la carta geografica e organizza le conoscenze Ø Posiziona i punti cardinali sulle cartine Ø Colora il Piemonte sulla cartina dell’Italia

Piemonte

Le colline piemontesi sono coperte di vigneti da cui si ricavano ottime uve per la produzione di vini esportati in tutto il mondo. Torino, il suo capoluogo all’origine era un accampamento militare romano, la pianta a scacchiera della città con strade parallele ne testimonia l’origine. Città maestosa ed elegante oggi è meta di molti turisti. 78

didatticafacile


Il Piemonte si trova nell’Italia ……………………………………………………………… , confina con ………………………………………………………………………………………………………………………………….. ………………………………………………………………………………………………………………………………….. Il fiume ………….. attraversa la regione; nasce dal ……………………………………. Il capoluogo è ……………………………… …………………. Le province sono: …………………………………………………………………………………………………….. …………………………………………………………………………………………………………………………………. Colora il grafico del territorio:

Montagna 43%

Collina 30%

Pianura 27%

Indica se è V (vero) o F (falso)

1. Il Piemonte è noto per la produzione di vino, riso, cioccolato. 2. Il settore dell’economia più sviluppato è l’industria. 3. La collina e la pianura sono scarsamente popolate. Il Piemonte e la Valle D’Aosta hanno in comune un grande parco nazionale, quale?

___________________________________________________________________ Da dove deriva il nome del Piemonte? ___________________________________________________________________ Cerca alcune curiosità caratteristiche sulla regione, arricchisci il tuo lavoro con qualche immagine

79

didatticafacile


TERRITORIO

POPOLAZIONE E INSEDIAMENTO

Mappa da completare

§ La regione è situata ______________________ § confina ________________________________ § è estesa________________________________ § ha uno statuto

ordinario

§ la popolazione complessiva è di __________________________

§ la densità media è di

___________________________

§ La distribuzione della popolazione è condizionata da: clima morfologia del terreno

speciale

§ il suo capoluogo _________________________

§ tipi di insediamento:

______________________________ ________________________

§ le sue province__________________________ § ____________

§ Ci sono/ non ci sono minoranze linguistiche quali:

CURIOSITÀ

§ Se ci sono flussi migratori

§ Un po’ di storia § Feste tradizionali § Cibi tipici § Monumenti…

ATTIVITÀ ECONOMICHE

Settore primario _______________________________ _________________________ Settore secondario ___________________________ ___________________________ Settore terziario ___________________________ ___________________________

REGIONE ……………………….. AMBIENTE

§ catene montuose-monti _______________________ § colline _____________________________________ § pianure_____________________________________ § fiumi _______________________________________ § laghi________________________________________ § la maggior parte del suo territorio si trova nella regione climatica _____________________________

VIE DI COMUNICAZIONE

Autostrade Passi-valichi Gallerie Porti e/o aeroporti ferrovie

80

didatticafacile


Ø Utilizza la carta geografica e organizza le conoscenze Ø Posiziona i punti cardinali sulle cartine Ø Colora la Lombardia sulla cartina dell’Italia

Lombardia

Milano, capoluogo lombardo è l seconda città dopo Roma per popolazione. Fondata dalla popolazione italica degli Insubri nel VI secolo a.C. fu conquistata dai Romani nel 222 a.C. che la chiamarono Mediolanum. Area economica importante dell’Italia è considerata la capitale economica e finanziaria del nostro Paese. Oggi è anche sede di importanti università. 81

didatticafacile


La Lombardia si trova nell’Italia ……………………………………………………………, confina con …………………………………………………………………………………………………………………………………. La Pianura …………………………. Occupa a sud la regione. Il capoluogo è …………………………………………………. . Le province sono: ………………………………………………………………………………………………........ ………………………………………………………………………………………………………………………………….. Colora il grafico del territorio:

Montagna 41%

Collina 12%

Pianura 47%

In Lombardia scorre un fiume molto importante, quale? ___________________________________________________________________ Sono presenti quattro grandi laghi: di forma allungata quindi di origine glaciale di forma totonda quindi di origine vulcanica Quali? ______________________________________________________________ Due di essi __________________________ e _____________________________ si estendono anche in altre regioni. Cerca alcune curiosità caratteristiche sulla regione, arricchisci il tuo lavoro con qualche immagine

82

didatticafacile


Continua‌

83

didatticafacile


Ø Utilizza la carta geografica e organizza le conoscenze Ø Posiziona i punti cardinali sulle cartine Ø Colora l’Emilia-Romagna sulla cartina dell’Italia

Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna si allevano bovini e suini. La carne di questi animali dà notevole impulso all’industria alimentare. Con la carne dei suini si producono il prosciutto, la mortadella il salame… Con il latte dei bovini si producono molti formaggi, alcuni conosciuti in tutto il mondo, come il Parmigiano Reggiano.

84

didatticafacile


L’Emilia-Romagna si trova nell’Italia ………………………………………………….. , confina con ……………………………………………………………………………………..…………………………………………… ……………………………………………………………………………………………….…………………………………. Il capoluogo è …………………………………………… . Le province sono: …………………………………………………………………………………………............. …………………………………………………………………………………………………………………………………. Colora il grafico del territorio:

Montagna 25%

Collina 27%

Pianura 48%

In Emilia c’è la più grande pianura d’Italia. Quale? ___________________________________________________________________ Completa il cruciverba 1. È il suo capoluogo. 2. Famosa casa automobilistica fondata

1.

a Maranello, in provicia di Modena.

2.

3. Famoso prosciutto emiliano. 4. Involtino di pasta all’uovo di forma circolare, e piatto tipico bolognese.

3.

5. Il formaggio più famoso prodotto

nella regione: il ………………………… Reggiano. 5.La pianura Padana è attraversata da questo fiume e da diversi suoi affluenti.

5.

Cerca alcune curiosità caratteristiche sulla regione, arricchisci il tuo lavoro con qualche

85

didatticafacile

4.


TERRITORIO immagine

POPOLAZIONE E INSEDIAMENTO

Mappa da completare

§ La regione è situata ______________________ § confina ________________________________ § è estesa________________________________ § ha uno statuto

ordinario

§ la popolazione complessiva è di __________________________

§ la densità media è di

___________________________

§ La distribuzione della popolazione è condizionata da: clima morfologia del terreno

speciale

§ il suo capoluogo _________________________

§ tipi di insediamento:

______________________________ ________________________

§ le sue province__________________________ § ____________

§ Ci sono/ non ci sono minoranze linguistiche quali:

CURIOSITÀ

§ Se ci sono flussi migratori

§ Un po’ di storia § Feste tradizionali § Cibi tipici § Monumenti…

REGIONE ………………………..

ATTIVITÀ ECONOMICHE

AMBIENTE

Settore primario _______________________________ _________________________

§ catene montuose-monti _______________________

Settore secondario ___________________________ ___________________________ Settore terziario ___________________________ ___________________________

§ colline _____________________________________ § pianure_____________________________________ § fiumi _______________________________________ § laghi________________________________________ § la maggior parte del suo territorio si trova nella regione climatica _____________________________

VIE DI COMUNICAZION

Autostrade Passi-valichi Gallerie Porti e/o aeroporti ferrovie

86

didatticafacile


Ø Utilizza la carta geografica e organizza le conoscenze Ø Posiziona i punti cardinali sulle cartine Ø Colora la Toscana sulla cartina dell’Italia

Toscana

La Maremma è una pianura costiera che si affaccia sul mar Tirreno. In passato era paludosa. Oggi è stata bonificata, i suoi terreni sono stati cioè prosciugati e resi fertili dall’uomo. Il grande Parco Regionale della Maremma protegge e ospita numerose piante e tanti animali selvatici come lepri, daini, cinghiali, istrici, bovini maremmani e cavalli maremmani. 87

didatticafacile


La Toscana si trova nell’Italia ………………………………………, confina con …..………………….. …………………………………………………………………………………..……………………………………………… ………………………………………………………………………………………………………………………………….. L’ Arcipelago toscano è composto da 7 isole tra cui ………………………………………………….. Il capoluogo è ………………………………………. . Le province sono: ……………………………………………………………………………………………………… ………………………………………………………………………………………………………………………………….. Colora il grafico del territorio:

Montagna 25%

Collina 67%

Pianura 8%

Come si chiama la celebre riviera sabbiosa toscana? ___________________________________________________________________ Indica se le affermazioni sono Vere o False

1. 2. 3. 4.

In Toscana ci sono le Alpi Apuane e l’Appennino Tosco-Emiliano. Il suo territorio è prevalentemente montuoso. A Pisa c’è la torre pendente . A Firenze si svolge il Palio.

Cerca in ogni direzione e cerchia con colori diversi i nomi delle località Siena, Firenze, Pisa, Volterra, San Gimignano, Lucca, Livorno, Arezzo, Massa, Carrara, Pistoia, Grosseto, Prato

S P B O L I K O

I R I D E A R G

E T G S H G T H

N G H S T R Y I

A F N A R O H L

P D B N E S I C

C S I G O S Q A

D A E I U E R R

F L A M N T T R

G H U I L O Y A

P G O G Z R P R

I F E N E R I A

S T M A S S A Z

88

A Y Z N C E X C

X U R O C T P F

C I A L A O R O

V P E H F N A R

B T I C I P T L

L I V O R N O U

K Q O U E Z Z C

A A L V N Q X C

R D T Y Z U M A

E F E V E A P J

Z G R E N P J K

Z H R R G A K X

didatticafacile

O M A R P U T W


TERRITORIO

POPOLAZIONE E INSEDIAMENTO

Mappa da completare

§ La regione è situata ______________________ § confina ________________________________ § è estesa________________________________ § ha uno statuto

ordinario

speciale

§ il suo capoluogo _________________________ § le sue province__________________________

§ la popolazione complessiva è di __________________________

§ la densità media è di

___________________________

§ La distribuzione della popolazione è condizionata da: clima morfologia del terreno

§ tipi di insediamento:

______________________________ ________________________

§ ____________

§ Ci sono/ non ci sono minoranze linguistiche quali:

CURIOSITÀ

§ Se ci sono flussi migratori

§ Un po’ di storia § Feste tradizionali § Cibi tipici § Monumenti…

REGIONE ………………………..

ATTIVITÀ ECONOMICHE

AMBIENTE

Settore primario _______________________________ _________________________

§ catene montuose-monti _______________________ § colline _____________________________________ § pianure_____________________________________ § fiumi _______________________________________ § laghi________________________________________ § isole________________________________________ § la maggior parte del suo territorio si trova nella regione climatica _____________________________

Settore secondario ___________________________ ___________________________ Settore terziario ___________________________ ___________________________

VIE DI COMUNICAZIONE

Autostrade Passi-valichi Gallerie Porti e/o aeroporti ferrovie 89

didatticafacile


10 buoni motivi per acquistarla La guida Didatticafacile è: PROGETTUALE: nasce da una progettualità intenzionale PIACEVOLE E DI FACILE APPROCCIO: è in grado di coinvolgere gli alunni con diverse potenzialità e abilità. OPERATIVA: richiede azioni precise degli alunni, attività concrete con risvolti pratici e operativi COMPLESSA: mette in gioco e attiva competenze molteplici FUNZIONALE ED EFFICACE: le schede semplici e accattivanti possono essere utilizzate proficuamente per recuperare e consolidare in modo divertente gli obiettivi prefissati. COMPLETA ED ESAUSTIVA: è portatrice di apprendimenti metodologici, strategici e metacognitivi AUTOCONSAPEVOLIZZANTE: genera spunti di autovalutazione attraverso la contestualizzazione e la condivisione sociale delle informazioni PRATICA: tutto a portata di un clic, si naviga al suo interno attraverso delle mappe

ORDINATA, BEN ORGANIZZATA E STRUTTURATA: ogni unità didattica di apprendimento ha una precisa collocazione nella guida e nel percorso di insegnamentoapprendimento secondo una logica metodologica ben definita IN POCHI MINUTI SUL TUO PC/TABLET: può essere acquistata con diversi sistemi di pagamento, anche con l’utilizzo del BONUS di 500 euro per l’aggiornamento e la formazione del docente (D.P.C.M. del 23/09/2015) Soprattutto è un TUTOR che supporta e guida gli insegnanti nella quotidiana pratica didattica. É il risultato di quasi 30 anni di insegnamento nella Scuola Primaria.

Prima edizione SETTEMBRE 2019 Progetto editoriale di Piera Civello Per i passi antologici, le riproduzioni grafiche, fotografiche e cartografiche, inseriti in quest' opera, l ' Editore è a disposizione degli aventi diritto non potuti reperire.

Pagine visualizzate 90 di 222 90

didatticafacile