Page 1

s w

e n

N u m e ro 3 6 - G i u g n o 2 0 1 4

w w w. d i a n o v a . i t - n u m e ro v e rd e 8 0 0 . 0 1 2 7 2 9 - i n f o @ d i a n o v a . i t

Cari amici, come di consueto anche quest’anno Dianova ha realizzato il suo 15° bilancio sociale, un documento che vuole trasmettere ai suoi interlocutori tutte le informazioni necessarie per comprendere come e cosa è stato fatto sia in termini di attività sociale che economica. Il 2013 è stato un anno fitto di cambiamenti innovativi per quanto concerne l’attività sociale di Dianova. È stato sviluppato concretamente l’ambito legato all’educazione e all’intervento a favore di minori svantaggiati con l’inaugurazione, lo scorso settembre, de “LA VILLA”, struttura residenziale a Palombara Sabina (Rm) per minori e adolescenti. Sono inoltre state sviluppate le attività di prevenzione e informazione sulle dipendenze e il SOCIAL CAMP, parco educativo a Garbagnate Milanese (Mi), ha avviato le sue attività a favore dei giovani e delle loro famiglie. Per quanto riguarda invece le dipendenze, nelle nostre comunità terapeutiche sul territorio nazionale, sempre nel 2013, abbiamo offerto 480 prestazioni residenziali a donne e uomini provenienti da tutta Italia con problemi di dipendenza sia da alcol che da droghe attraverso programmi individuali. Il problema delle dipendenze resta per Dianova una priorità. Il 26 giugno è la giornata mondiale contro la droga indetta dall’ONU; l’ultima relazione europea sulla droga del 2014 segnala che il “quadro dei consumi di sostanze stupefacenti è in costante evoluzione: accanto alle droghe tradizionali, il cui consumo risulta stabile, si assiste ad una crescita di interesse verso le droghe sintetiche, le nuove droghe ed i medicinali. Il mercato delle droghe è quindi complesso e mutevole.” Da ciò si percepisce come sia necessario continuare a tenere alta l’attenzione e a lavorare sia sugli aspetti preventivi che di cura. Il 6 settembre del 2014 Dianova celebrerà trent’anni di attività in Italia, un’attività che ha sempre avuto presente la complessità e la necessità di offrire risposte alternative per la riabilitazione di persone tossicodipendenti. Un impegno costante che ci assumiamo sin dal 1984 con l’obiettivo di offrire possibilità di cambiamento da una condizione di dipendenza verso l’autonomia. Per celebrare questo importante traguardo stiamo promuovendo la campagna “REAGISCI”, uno spot video che vuole sensibilizzare le persone sugli effetti e le conseguenze dell’abuso di droghe e alcol su se stessi e nella società, offrendo un’alternativa al problema. Trent’anni di storia di un’organizzazione che ha visto cambiare e modificare il problema della dipendenza, che ha raccolto successi e sconfitte cercando di tenere sempre al centro la persona e i suoi problemi. In questi trent’anni abbiamo avuto una grande responsabilità verso le persone che abbiamo accolto, responsabilità che continua e cresce con il tempo. Una responsabilità che è stata e sarà condivisa con tanti amici, sostenitori, volontari e collaboratori dei quali non possiamo fare a meno. Grazie a tutti voi che continuate a credere in Dianova! Ombretta Garavaglia

RICORRENZE SOLIDALI: condividi con noi i tuoi momenti speciali

Pag. 3

Speciale “SOCIAL CARE”: un progetto per i giovani al SOCIAL CAMP

Pag. 6

“LA VILLA”: i primi mesi di attività con i minori

Pag. 9

anno XII - Newsletter semestrale dell’Associazione Dianova Onlus - Spedizione in abbonamento postale Art.2 comma 20/C legge 662/96 Milano, copia gratuita


IN PRIMO PIANO “NON OLTREPASSIAMO LA LINEA GIALLA”: gli incontri di PREVENZIONE con il mondo ADULTO Dianova, a partire da novembre 2013, ha tenuto una serie di incontri dal titolo “Non oltrepassiamo la linea gialla” con l’intento di coinvolgere il mondo adulto, attraverso momenti di confronto e scambi di esperienza, sulle tematiche connesse ad una fase critica come l’adolescenza. Il progetto vuole fornire a insegnanti e genitori strumenti per entrare in relazione con gli adolescenti e svolgere al meglio il proprio ruolo educativo. Non si intende offrire un'esperienza di formazione con programmi prestabiliti, ma si vuole piuttosto coinvolgere gli adulti in un percorso comune, sistematico ed attivo, riconoscendo il loro "saper-fare" e rispettando ed attivando le loro risorse e le loro capacità di cambiamento e di sviluppo. Gli incontri di prevenzione, tra il 2013 e il 2014, hanno coinvolto i Salesiani di Sesto San Giovanni, le Canossiane di Como e Monza, l’Istituto Pastor Angelicus di Milano, l’oratorio San Luigi di Cornate d’Adda, l’Istituto Prevenzione di Sesto San Giovanni, l’oratorio San Luigi di Garbagnate Milanese (nell’ambito dell’iniziativa “Autostima e Prevenzione”), l’Istituto De Filippi di Varese e la Biblioteca Centrale di Bollate (nell’ambito dell’iniziativa "A maggio la scuola... Ti aspetta fuori"). Al termine di ogni incontro, i genitori presenti in aula sono stati invitati ad annotare su cartoncini a loro distribuiti le impressioni relative all’intervento e molti hanno acquistato i manuali di Dianova, presentati in precedenza, contribuendo così alla realizzazione di attività educative rivolte ai giovani. L’iniziativa di prevenzione Impressioni dei ha coinvolto complessivapartecipanti al mente 436 adulti. Un momento dell’intervento di prevenzione a Cornate D’Adda (MB) progetto prevenzione Lo SPOT della campagna “REAGISCI” della rete adulti

DIANOVA sulle TV ITALIANE “Incontro interessante che ci ha portato a riflettere sull'importante ruolo del genitore” “Utile ed efficace. Nessun allarmismo ma molta realtà”

2

Dianova Italia ha lanciato la campagna di comunicazione sociale della rete Dianova dal titolo “REAGISCI”. L’obiettivo della campagna è quello di sensibilizzare le persone sugli effetti e le conseguenze dell’abuso di droghe e alcol su se stessi e nella società. Tra i sostenitori della campagna “REAGISCI” il campione olimpico Jury Chechi, l’attore, doppiatore, dialoghista, e direttore del doppiaggio italiano Roberto Chevalier e la comica, imitatrice e attrice italiana Lucia Ocone. Lo spot è attualmente in programmazione su diverse emittenti nazionali e regionali. Nelle prime due settimane di giugno è andato in onda su ESPANSIONE TV (Lombardia) ed è attualmente in programmazione su TVRS (Marche), VERA TV (Marche e Abruzzo), TELE VCO 2000 (Piemonte), PRIMANTENNA (Piemonte), RETESETTE (Piemonte), TOP CALCIO 24, NAPOLI TIVU’ e UMBRIA TV. Dal 13 luglio lo spot sarà trasmesso anche su ITALIA 7 GOLD (Lombardia) e ad agosto su LA7. La campagna “REAGISCI” dimostra come l’abuso di alcol o droghe possono portare alla totale scomparsa di tutto ciò che permette alla persona di realizzare se stessa (lavoro, famiglia, amicizie relazioni, ecc.); non vuole diffondere un messaggio pessimistico o tragico, ma offrire un’alternativa; se una persona dipendente ha volontà e motivazione sarà capace di reagire e superare il problema, e Dianova sarà presente per accompagnarla ed aiutarla a prendere decisioni responsabili. Un fermo immagine dello spot


IN PRIMO PIANO Ricorrenze SOLIDALI: condividi con DIANOVA i tuoi MOMENTI più BELLI Matrimoni, anniversari, una laurea o qualsiasi altro momento speciale della tua vita possono diventare l’occasione giusta per aggiungere ancora più valore alla tua ricorrenza e sostenere i progetti di solidarietà sociale di Dianova. Tra i vari prodotti, le bomboniere solidali in pasta di mais realizzate nella Comunità di Ortacesus all’interno di un laboratorio che ha un’importante valenza terapeutica nello svolgimento del programma riabilitativo degli utenti e l’olio extra vergine di oliva prodotto nelle Comunità Dianova di Montefiore e Palombara. Condividere le gioie più grandi insieme alle persone più care è bellissimo ed è ancora più bello se si sceglie di farlo sostenendo le nostre attività educative. Fai un gesto di solidarietà, sostieni Dianova!

Bomboniere e pergamene solidali

JURY CHECHI in visita nella COMUNITÀ DIANOVA di MONTEFIORE A febbraio il campione olimpico Jury Chechi ha fatto visita alla Comunità Dianova di Montefiore per la gioia e la soddisfazione di tutta l’equipe terapeutica e dei ragazzi della comunità. Il ginnasta, medaglia d’oro agli anelli ad Atlanta 1996 e di bronzo ad Atene 2004, si è intrattenuto con i ragazzi e con gli operatori per quasi un’ora, dimostrando grande disponibilità, simpatia ed un sincero interesse verso le attività svolte dall’Associazione; oltre alla presentazione delle mansioni svolte dall’equipe terapeutica, infatti, Jury Chechi, ha interloquito personalmente con tutti gli utenti della struttura che hanno raccontato la loro esperienza personale in Dianova e la loro voglia di riprendere in Jury Chechi in visita nella Comunità di Montefiore mano la loro vita a tutti gli effetti. Chechi ha poi trasmesso un messaggio di speranza a tutti i ragazzi presenti, sottolineando che nella vita, così come nello sport, le motivazioni e la forza interiore possono davvero fare la differenza, permettendo alle persone in difficoltà di superare anche gli ostacoli apparentemente insormontabili ed essere così dei “vincenti”. L’equipe di Dianova Montefiore ha omaggiato il “Signore degli Anelli” regalandogli i manuali sulla droga e sull’educazione e un libro contenente tutte le poesie scritte dagli utenti in occasione della festa “Dianova-Art”, svoltasi sempre nella Comunità di Montefiore lo scorso settembre. Jury Chechi, infine, a testimonianza della bella giornata Una foto di gruppo: utenti e operatori insieme a Jury Chechi trascorsa a Montefiore, si è ripromesso di tornare a fare visita alla Comunità per passare nuovamente del tempo insieme ai ragazzi e aiutarli anche negli allenamenti in palestra, scegliendo inoltre di prestare il proprio nome a sostegno della campagna internazionale della rete Dianova “REAGISCI”.


IN PRIMO PIANO ANCHE DIANOVA tra le strade di LATINA per la GIORNATA CONTRO LA MAFIA Lo scorso marzo Dianova ha partecipato alla giornata contro la mafia promossa dall’Associazione Libera di Don Luigi Ciotti. Insieme alle Comunità Dianova di Montefiore e Palombara hanno preso parte al corteo anche i giovani utenti del gruppo appartamento “LA VILLA”, i quali hanno sorretto un enorme bandiera della pace che ha dato colore e vitalità alla manifestazione. Momento clou della giornata, oltre agli interventi dei relatori che hanno preceduto il saluto finale di Don Ciotti, la lettura, in un silenzio surreale rotto solo dagli applausi della folla, dei nomi e cognomi delle oltre 900 vittime della mafia: da Giovanni Falcone a Paolo Borsellino fino ad arrivare a Peppino Impastato. Con la sua presenza, Dianova ha voluto ribadire il Un momento della manifestazione proprio contributo alla crescita di una società che possa evolvere grazie a progetti formativi che mettano l’educazione al centro di ogni intervento. La nuova legalità, infatti, deve partire dalle scuole, in cui educatori, insegnanti e genitori devono promuovere la consapevolezza che ciascuno ha diritti e doveri e che le leggi esistono per essere rispettate. Impressioni dei La scelta della legalità si compie ogni giorno e anche Dianova, con i suoi progetti edupartecipanti al cativi, si pone l’obiettivo di valorizzare i giovani e le loro risorse, orientandoli verso stili progetto di vita sani e corretti. prevenzione giovani

“È un’iniziativa molto interessante, perché oltre ad informarci sulle sostanze e dipendenze ci aiuta a capire come prevenire/ combatterle” “È stato utile perché ci ha permesso di conoscere un mondo a noi sconosciuto. GRAZIE ^-^”

4

INFORMAZIONE e PREVENZIONE delle DIPENDENZE, il progetto rivolto ai GIOVANI

In continuità con gli interventi e le attività proposte nell’anno scolastico 2012/2013, Dianova, anche quest’anno, ha promosso il progetto di prevenzione delle dipendenze con l’intento di sensibilizzare le nuove generazioni sui rischi connessi all’uso e abuso di sostanze. Il progetto di prevenzione si suddivide in 3 step: pre-indagine conoscitiva dei bisogni con la somministrazione di un questionario anonimo rivolto agli studenti; elaborazione e analisi dei dati raccolti e conseguente costruzione di un intervento mirato in aula; informazione e prevenzione con gli adulti di riferimento (insegnanti, genitori ed educaGli alunni del Liceo Sacro Monte in visita a Garbagnate tori). Il progetto ha coinvolto l’oratorio San Martino di Bollate, il Centro Formazione Professionale Salesiani di Milano, l’oratorio Casbeno di Varese, le classi medie dell’istituto Matilde di Canossa di Como, il liceo scientifico Banfi di Vimercate, l’istituto superiore Greppi di Milano, l’oratorio di Legnano (Parrocchia S.S. Martiri) e il liceo Sacro Monte di Varese. I ragazzi e le ragazze coinvolte nel progetto, di età compresa tra i 13 e i 17 anni, sono stati in totale circa 1.100 (344 per l’A.S. 2012/2013 – 810 per l’A.S. 2013/2014)


VITA ASSOCIATIVA CORSI di PANIFICAZIONE e ORTOTERAPIA nella COMUNITÀ di COZZO Tra febbraio e marzo sono stati avviati nella Comunità Dianova di Cozzo i corsi di panificazione e ortoterapia finanziati dalla Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia e tenuti da docenti dell’Istituto Ciro Pollini di Mortara. Entrambe le iniziative sono nate per fornire un’opportunità di lavoro qualificato o il reinserimento lavorativo per gli ospiti della struttura e i giovani del territorio. Il corso di panificazione ha coinvolto otto utenti, di cui uno della Comunità di Garbagnate, un educatore e un supervisore di progetto. I partecipanti hanno imparato a La festa dei diplomi del corso di panificazione sfornare sfiziose pizzette e focacce divertendosi tutti insieme e scoprendo i segreti di una perfetta lievitazione direttamente dalla voce del loro maestro panificatore, nonché rinomato chef vincitore del premio “Cuoco dell’anno 2014” del concorso nazionale di cucina a RistorExpo, Antonio Danise. Il corso si è concluso a fine marzo con la cerimonia di consegna dei diplomi. Anche il corso di ortoterapia coinvolge otto utenti, un educatore e un supervisore di progetto. Nel corso, che sta tenendo l’agronoma Laura Fusani, viene introdotta anche la tematica della floricoltura, una delle lezioni teoriche è stata svolta presso l’azienda agricola “Costanzo Savio e Doriano” di Casale Monferrato (Al) che ha anche donato materiale utile per la realizzazione del progetto. Un ringraziamento va anche all'Azienda Tirsi srl di Cascina Gallona a Ferrera Erbognone (Pv) per la donazione di un'enorme quantità di terriccio necessario per la creazione dell'orto. Ecco il pensiero dei ragazzi che stanno partecipando al corso: “Abbiamo iniziato il progetto di ortoterapia creando un buon gruppo, migliorando la percezione di noi stessi e rafforzando così la nostra autostima. Abbiamo avuto modo di constatare e capire che, come ci si prende cura delle piante e le si vede crescere sane, la stessa cosa possiamo farla con noi stessi". Le attività del corso di ortoterapia proseguiranno per tutta l’estate e si concluderanno il prossimo autunno.

CORSO di FOTOGRAFIA per gli UTENTI della COMUNITÀ di ORTACESUS A metà aprile nella Comunità Dianova di Ortacesus è stato avviato il corso di fotografia finanziato dalla Pro Loco del paese. Il corso di fotografia si avvale della collaborazione del maestro Alessandro Galimberti, docente del centro di formazione fotografica “La bottega della luce”, e coinvolge sette utenti della Comunità che, così come il loro maestro, si sono dimostrati davvero molto entusiasti di questa iniziativa che ha consentito loro di imparare da zero le tecniche di fotografia e scattare con piena consapevolezza per ottenere immagini di qualità. Il corso di fotografia si pone l’obiettivo di aiutare gli utenti a diventare maggiormente consapevoli di alcuni aspetti del proprio carattere e del proprio modo di essere; una fotocamera suscita molta meno soggezione rispetto a strumenti come la scrittura, la scultura e la pittura, ispirando una maggiore familiarità e una maggiore socializzazione. La fotografia, pensandoci, possiede davvero grandi potenzialità: è capace di rilevare aspetti istantanei della quotidianità ai quali non prestiamo più la minima attenzione, ci consente di osservare le cose da differenti punti di vista e a differenza dell’occhio umano non è selettiva, ritraendo in modo molto più oggettivo ciò che vede. Le lezioni del corso si concluderanno a fine giugno con una mostra conclusiva in cui saranno esposti gli scatti più belli dei sette partecipanti. Un momento di pratica del corso


SPECIALE PROGETTO “SOCIAL CARE” PROGETTO SOCIAL CARE: un progetto per i GIOVANI al SOCIAL CAMP Cos’hanno in comune scalare una parete artificiale, svolgere esercizi bendati insieme al proprio gruppo e ripeterli in modo riflessivo, dormire la notte in tenda in un bosco, trascorrere una giornata a contatto con la natura, costruire un riparo con materiali di recupero e fare orienteering in bici nei sentieri di un parco? Sono tutte esperienze che coinvolgono le persone in situazioni caratterizzate da azione, partecipazione diretta e alto coinvolgimento emotivo. “Fare” esperienza significa trasformare i fatti quotidiani in apprendimenti; l’esperienza diventa così un fattore significativo che può generare cambiamento a partire da una trasformazione di quanto vissuto singolarmente e con il gruppo. Il SOCIAL CAMP attraverso le proprie attività outdoor e indoor, le small techniques e i laboratori esperienziali offre a bambini, giovani e adulti una concreta opportunità per sviluppare i propri talenti e rinforzare le proprie abilità per costruire un progetto di vita gratificante e concretamente possibile. L’esperienza 2013 ha evidenziato come le attività giornaliere/residenziali del SOCIAL CAMP rivolte a minori inseriti in Servizi come CAG (Centri di Aggregazione Giovanile), CD (Centri Diurni), CG (Centro Giovani), Comunità, ecc. siano difficilmente sostenibili dai Servizi invianti stessi e dalle famiglie. Nasce così il progetto SOCIAL CARE per dare la possibilità ai minori in carico ai Servizi Sociali territoriali di accedere ai programmi del SOCIAL CAMP gratuitamente e al CAMP di coprire i costi per lo svolgimento delle proprie attività. Sostieni il progetto SOCIAL CARE! Con il tuo contributo potrai realmente migliorare la condizione sociale di tanti ragazzi che vivono in situazione di disagio donando loro un’esperienza educativa dinamica e a contatto con la natura, in cui è possibile essere parte di un processo creativo e protagonisti di quanto si sta vivendo.

IL SOCIAL CAMP Social Camp è un parco educativo che, attraverso le proprie attività, offre a chi vi accede la possibilità di sperimentarsi in un terreno relazionale che ne favorisce lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale. Situato a Garbagnate Milanese (Mi), all’interno del Parco delle Groane, il SOCIAL CAMP, gestito da personale qualificato, offre ai partecipanti differenti attività immerse nella natura; gli spazi hanno strutture ed allestimenti adatti a piccoli e grandi gruppi. Tutti i programmi sono progettati in base alle esigenze e agli obiettivi di ciascun gruppo: • sessioni indoor: durata 1 giorno; • sessioni outdoor: presso la sede del SOCIAL CAMP a Garbagnate Milanese (Mi); durata da 1 a 5 giorni.

6

Per vivere l’esperienza al SOCIAL CAMP contattaci al numero 392/9542451 o alla mail socialcamp@dianova.it


SPECIALE PROGETTO “SOCIAL CARE” Il PROGETTO SOCIAL CARE in pillole SOCIAL CARE è un progetto a favore di giovani in condizioni di difficoltà che prevede la sponsorizzazione di un programma residenziale del SOCIAL CAMP (2 giorni e una notte in tenda) per uno o più ragazzi di un Servizio Minori. Le attività del SOCIAL CAMP offrono la possibilità a bambini, adolescenti e giovani di sperimentarsi in attività e percorsi che favoriscono lo sviluppo delle life skills (competenze di vita), valorizzando il loro potenziale creativo per crescere nel presente e scegliere per il futuro. Le attività del nostro parco educativo consentono inoltre di intervenire in situazioni di disagio psicologico e sociale, contrastare i fattori di rischio, promuovere quelli protettivi e lavorare su comportamenti “devianti” come il bullismo e l’uso e abuso di sostanze. Il progetto è condotto da un facilitatore che stimola l’esplorazione di alternative attraverso il “fare” e il “fare insieme”. Questi sono alcuni dei programmi proposti durante la permanenza al SOCIAL CAMP. An!mAzione - Percorsi animativi che promuovono lo sviluppo di competenze relazionali ed emozionali, i processi di negoziazione e risoluzione dei problemi e l’educazione al conflitto. Il tetto di stelle - Il programma offre la possibilità di vivere un’esperienza intensa e continuativa di tipo residenziale in contesti relazionali alternativi alla quotidianità. L’appiglio - È una parete di arrampicata da esterno in cui è possibile ampliare non solo il proprio repertorio gestuale e le proprie capacità fisiche, ma anche quelle mentali. Orto.Pop - Il programma prevede un percorso di ortoterapia. Giro su 2 ruote - Percorsi ciclabili all’interno del Parco delle Groane con il servizio di BIKESHARING della ciclofficina “DianovaByke”.

COME PUOI AIUTARCI Per contribuire al progetto SOCIAL CARE è possibile: • sostenere attraverso una donazione di 80€ un minore svantaggiato per un programma residenziale (due giorni e una notte) in cui sperimentarsi nelle attività del SOCIAL CAMP; • sostenere attraverso una donazione di 400€ un gruppo di 5 minori svantaggiati; • sostenere attraverso una donazione di 4000€ dieci gruppi di 5 minori svantaggiati. Ogni contributo è importante, 20, 50, 100 € o qualsiasi somma deciderai di donare dimostrerà la tua fiducia nell’attività di Dianova e ci permetterà di regalare questa esperienza ai nostri giovani. Grazie. Dona tramite bonifico Intestato a Dianova Banca Prossima SPA - filiale di Milano IBAN IT 57L0335901600100000008274 Causale Progetto “SOCIAL CARE”

Dona online www.dianova.it

Dona tramite bollettino postale Intestato a Dianova CCP n.13546239 Causale Progetto “SOCIAL CARE”

Per informazioni contattare Ombretta Garavaglia – ombretta.garavaglia@dianova.it – 0161.240950


VITA ASSOCIATIVA “PROGETTO CAIRN”: riprende l’attività di MONTAGNATERAPIA nella COMUNITÀ DIANOVA di GARBAGNATE Riprendono a distanza di un anno, nell’ambito del “Progetto Cairn-Dall’escursionismo alla montagnaterapia”, finanziato dalla Fondazione Comunitaria Nord Milano Onlus, le attività di montagnaterapia di Dianova Garbagnate per favorire l’integrazione sociale attraverso lo sport e il “fare insieme”. Da dicembre 2013, Dianova è tra i protagonisti del gruppo “Passaggio Chiave”, rete di servizi per la dipendenza e la montagna. Il gruppo “Passaggio Chiave”, che come Dianova utilizza la montagna come strumento educativo nel lavoro con persone dipendenti, prenderà parte a fine giugno all’ultima uscita del progetto di montagnaterapia nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Alle attività di montagnaterapia partecipano 34 utenti di Dianova, 4 esperti di alpinismo (di cui due del CAI Alpiteam della Lombardia) e quattro operatori delle Comunità di Garbagnate e Cozzo. Le escursioni sono iniziate giovedì 17 aprile e si concluderanno il 25 giugno, per un totale di quattro uscite.

L’uscita del 2014 del progetto Cairn sul Monte Grona

IL VALORE terapeutico degli ANIMALI al centro del PROGETTO della comunità DIANOVA di ORTACESUS

8

Nella Comunità Dianova di Ortacesus è attivo il progetto di attività terapeutica con gli animali. Questa attività è una terapia dolce, già da tempo in atto nel centro, che affianca quelle tradizionali e che si basa sull'interazione uomo-animale; attraverso questa interazione, l’equipe si prefigge l’obiettivo di stimolare la partecipazione attiva dell'utente per implementare e rafforzare gli elementi psico-comportamentali più importanti. In generale, ogni singola azione messa in opera da questo percorso educativo risulta essere un movimento di apertura verso il mondo esterno; tramite le cure rivolte agli animali, infatti, gli utenti possono sperimentare l’attenzione nelle relazioni, e il risultato finale è il miglioramento delle condizioni fisiche, cognitive, sociali ed emotive dei soggetti coinvolti osservabile nel cambiamento degli atteggiamenti e del pensiero. E ad allietare le attività degli utenti da qualche mese a questa parte c’è anche Gaia, bellissima asinella bianca di razza albina nata lo scorso gennaio proprio nella Comunità di Ortacesus. Il suo nome è stato scelto dopo una votazione in rete. Gaia, l’asinella albina nata a Ortacesus


VITA ASSOCIATIVA I primi NOVE MESI del GRUPPO APPARTAMENTO Dianova “LA VILLA” per minori/adolescenti Educazione come percorso verso l’assunzione di responsabilità in una società libera, con uno spirito di pace, tolleranza, uguaglianza tra i sessi e amicizia tra i popoli, nel pieno rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema. Da questa premessa la volontà di Dianova di impegnarsi concretamente in un nuovo progetto per l’educazione degli adolescenti e dei giovani. Il gruppo appartamento “LA VILLA” è una struttura residenziale nata per rispondere alle crescenti situazioni di minori in difficoltà. La struttura è stata inaugurata il 19 settembre 2013 a Palombara Sabina (Rm) e i ragazzi ospiti in questo momento sono sette, tutti maschi, di varie età e nazionalità: italiana, romena, bulgara, brasiliana e somala. Le prime attività sono iniziate a dicembre al palaghiaccio di Mentana, dove i ragazzi, per Un momento dalla visita dei minori a Villa d’Este tutto l’inverno, sono scesi in pista divertendosi tutti insieme nonostante qualche piccola caduta. A febbraio, invece, i ragazzi hanno trascorso due bellissime giornate a contatto con la natura sui Monti Lucretili, in particolare nel Parco Naturale Regionale. A marzo c’è stata la partecipazione, insieme alle Comunità Dianova di Montefiore e Palombara, alla giornata contro la mafia svoltasi a Latina, mentre a Pasquetta i ragazzi sono stati invitati ad una festa ad Ariccia da Don Antonio Scigliuzzo, che si era già recato in visita nel gruppo appartamento. Per continuare a favorire momenti di crescita e confronto, a fine marzo e a maggio, l’equipe de “LA VILLA” ha messo a disposizione la propria competenza invitando diversi capi scout del territorio che hanno trascorso due giornate in compagnia dei giovani utenti. Tra le varie attività, infine, anche la cura dell’orto domestico interno alla struttura per sensibilizzare i ragazzi sull’educazione ambientale e, nell’ambito delle giornate culturali, la visita a Villa d’Este, il capolavoro del giardino italiano inserito nel contesto paesaggistico e culturale di Tivoli. Le attività e le escursioni proseguiranno per tutto il corso dell’estate.

Le comunità DIANOVA di ORTACESUS e PALOMBARA alla manifestazione IN MARCIA per la VITA Nelle scorse settimane due delegazioni formate da utenti e operatori delle Comunità Dianova di Ortacesus e Palombara hanno partecipato alla manifestazione “In marcia per la vita - LIFE 2014” organizzata dall'Associazione Sport e Comunità (Benemerita del C.O.N.I.). La staffetta ha attraversato l'Italia in bicicletta con due partenze, una da Udine e l'altra da Olbia e si è ricongiunta a Roma a fine maggio dopo aver percorso 3500 km; per la prima volta l’iniziativa ha fatto tappa in Sardegna, e Dianova Ortacesus ha percorso il tratto Costa Rey (Muravera) Lungo mare Poetto (Cagliari). Dianova Palombara, invece, ha partecipato alla tappa conclusiva percorrendo in bicicletta 12 Km. Questa manifestazione ha avuto come obiettivo quello di "aprire" le comunità terapeutiche al territorio invitando così le persone a non ignorare e stigmatizzare i problemi legati alle dipendenze.

Il gruppo di Ortacesus alla manifestazione


UNA DOCENTE RACCONTA Una lettera della Dott.ssa Laura Fusani, agronomo presso l’Istituto “Ciro Pollini” di Mortara, la quale ha voluto dedicare un pensiero all’equipe della comunità di Cozzo e agli utenti che hanno preso parte al corso di ortoterapia del 2013. Pensieri sul percorso orto terapico svolto presso il centro Dianova di Cozzo Vorrei iniziare questa breve riflessione sul percorso ortoterapico svolto presso la comunità di Cozzo, citando un proverbio cinese: "se vuoi essere felice per un'ora, inebriati; se vuoi essere felice per tre giorni, prendi una donna; se vuoi essere felice per tre mesi, macella un maiale e mangialo in tre mesi; ma se vuoi essere felice per una vita, fatti giardiniere". Perché il giardino è terapeutico? Perché, nel caso del malato, lo aiuta a stemperare lo stress, a distrarsi, ad acquistare un controllo attivo sul suo stato di salute, a convivere con la malattia e nel caso delle persone sane, le aiuta a prevenire le malattie da civiltà, comprese quelle legate allo stress. Viene spostata l'attenzione dai propri problemi alla cura di un altro essere vivente, si acquista la coscienza di saper fare e di poter fare ancora qualcosa, ci si sente integrati in un gruppo e viene ripristinato il senso di controllo e di autonomia. Per quanto concerne l'esperienza fatta, devo solo complimentarmi con i ragazzi del gruppo di "giardinaggio", perché sono sempre stati attenti alle lezioni e attivi nella parte pratica. Dalle semine in serra nel periodo di marzo, all'allestimento dell'orto in Maggio, i ragazzi hanno sempre dimostrato entusiasmo e voglia di fare e non è forse già questo un primo passo verso la riappropriazione di una dignità di vita? Ho sempre vissuto in modo marginale la realtà delle persone che arrivano in una comunità, come la maggior parte delle persone che vive con pregiudizi preconfezionati. Ho lavorato con bambini e disabili ma mai con persone affette da dipendenze e credo che la prima persona che ne ha tratto beneficio sia stata proprio io. Ho avuto modo di aprire la mente verso altre realtà, ho conosciuto ragazzi e persone splendide che con semplicità e dignità mi hanno fatto partecipe delle loro difficoltà e delle loro gioie. Solitamente la gente pensa che siano tutti ragazzi "sbandati", in realtà ti rendi conto che ci sono un sacco di padri di famiglia che stanno lottando per "tornare" a vivere e rimediare all'errore fatto, che pensano al futuro e a cui brillano gli occhi se parlano dei loro figli che li aspettano a casa. Ringrazio quindi i responsabili del centro per avermi dato questa possibilità e ringrazio i miei "studenti" per avermi seguita in questo percorso fidandosi di me. Se all'inizio dovevo dar loro tutte le indicazioni per lavorare, verso la fine del corso le miei indicazioni erano limitate a degli imput perché ormai autonomamente erano in grado di prendere decisioni sulla realizzazione dell'orto e i lavori da fare. Il mio augurio più grande è che possano vivere l'esperienza fatta con me, come metafora per la loro vita futura: le comunità ti possono far vedere qual’è la strada giusta da percorrere ma alla fine sei tu che autonomamente dovrai fare le scelte giuste per la vita. Laura Fusani

A come Autonomia Da “Non oltrepassiamo la linea gialla”: I come Impegno

10

Accompagnare all’autonomia significa non lasciare i ragazzi e le ragazze soli nella fase di passaggio alla vita adulta, sostenendoli e aiutandoli a progettare le scelte della propria vita, a imparare a convivere con le incertezze e gli ostacoli dell’esistenza, a riconoscere l’importanza dei legami e delle relazioni. Verso l’autonomia, i genitori di adolescenti provano emozioni ambivalenti: sono orgogliosi delle conquiste e dell’indipendenza dei figli e nello stesso tempo soffrono perché sanno che non potranno più proteggerli, che non saranno più il centro del loro universo, che cominceranno a sentirsi esclusi dalla loro vita. Sono incerti e preoccupati per gli esiti che la riorganizzazione adolescenziale porterà nella vita di tutti i familiari. Si sentono spaesati perché l’autonomia del giovane lascia vuoto lo spazio che prima era dedicato alla sua crescita e su cui hanno sempre investito molto. Ma il giovane deve diventare autonomo e autoregolarsi nell’organizzare i propri comportamenti.


DALLA RETE DIANOVA TURISMO RESPONSABILE: il tour DIANOVA in NICARAGUA nel rispetto ECONOMICO, SOCIALE e AMBIENTALE

L’Hotel Europeo gestito da Dianova Nicaragua

Arcipelago delle Perle

Città di Leon: rovine del Leon Viejo

Lo sviluppo del turismo internazionale offre sempre più possibilità per esplorazioni, scambi e incontri. Ma questo sviluppo, se selvaggio, può portare a gravi conseguenze per le comunità locali. A tal proposito, Dianova International e Rutas Escondidas, un’agenzia di turismo responsabile spagnola e nicaraguense, hanno siglato un accordo di cooperazione sociale che intende promuovere viaggi in Nicaragua nel rispetto della sua natura, della sua biodiversità e della sua cultura, e all’insegna della cooperazione tra i visitatori e la popolazione autoctona. L'accordo mira anche a favorire la promozione dell’Hotel Europeo a Managua, gestito dalla Fondazione Dianova del Nicaragua. La raison d'etre dell’Hotel Europeo è quello di devolvere tutti i suoi profitti per finanziare la scuola Esther del Río, Las Marías, nel dipartimento di Carazo, che accoglie ogni anno 200 alunni provenienti da zone rurali molto povere sia in regime diurno che residenziale. Il tour Dianova prevede un viaggio di 10 giorni/9 notti per Managua, la capitale, Granada, León, Carazo, Rotta del Caffè, Arcipelago delle Perle e Paesi Bianchi. Il Nicaragua, situato tra due oceani e coperto da laghi e vulcani, è un Paese pacifico e caldo, dove si intrecciano tra di loro storia, cultura, poesia e natura. È inoltre un Paese multiculturale. La sua storia e il suo passato coloniale nelle zone Nord, Centrali e del Pacifico si uniscono alla Costa Atalantica, dove confluiscono diverse popolazioni dell’etnia Garifuna, Miskito, Creola, Rama, Sumu e Meticci; questo mix di culture e influenze indigene, europee e africane conferiscono alla repubblica centro-americana quel tocco esotico e caraibico che la rendono davvero misteriosa e affascinante. A breve tutte le informazioni del tour Dianova disponibili sul nostro sito http://www.dianova.it/ Depliant promozionale

LE NOSTRE SEDI Sede Legale e Amministrativa Viale Forlanini, 121 - 20024 Garbagnate Milanese (Mi) Tel. 02.99022033 - Fax 02.99022452 - contabile@dianova.it Ufficio comunicazione Villa Teresina snc - 13034 Desana (Vc) Tel. 0161.240950 - info@dianova.it Centri di Ascolto Centro di Ascolto Pier Francesco Aretusa Via Pietro Calvi, 29 - 20129 Milano Tel/fax 02.39523102 - info@dianova.it Centro di Ascolto di Napoli Tel./fax 081.8040785 - centroascolto.pozzuoli@dianova.it Struttura per minori Gruppo Appartamento “LA VILLA” Strada di Colle Falasca, 32 - 00018 Palombara Sabina (Rm) Tel./fax 0774.359597 - minori@dianova.it Autorizzata al funzionamento dal Comune di Palombara Sabina (Rm) con Protocollo N° 15461 – autorizzazione 1/2013.

Comunità Terapeutiche Comunità di Cozzo Cascina la Cascinazza - 27030 Cozzo (Pv) Tel. 0384.74737 - Fax 0384.74747 - cozzo@dianova.it Accreditata presso la Regione Lombardia DGR VIII/N° 010159 del 16.09.2009

Comunità di Garbagnate Milanese Viale Forlanini, 121 - 20024 Garbagnate Milanese (Mi) Tel. 02.99026314 - Fax 02.99592101 - garbagnate@dianova.it Accreditata presso la Regione Lombardia DGR N° 1993 del 13.07.2011

Comunità di Montefiore dell’Aso Contrada Mennocchia, 149 - 63062 Montefiore dell’Aso (Ap) Tel./fax 0734.938450 - montefioredellaso@dianova.it Accreditata presso la Regione Marche DGR N° 205 del 09.10.2003

Comunità di Ortacesus Loc. Gutturu Turri - 09040 Ortacesus (Ca) Tel./fax 070.9804080 - ortacesus@dianova.it Accreditata presso la Regione Sardegna con determina N° 198 del 27.02.2012

Comunità di Palombara Sabina Località Salvia - 00018 Palombara Sabina (Rm) Tel./fax 0774.66809 - palombara@dianova.it Accreditamento provv. Regione Lazio con determina N° 2409 del 04.08.2006


CHI SIAMO Dianova è un’associazione Onlus, nata in Italia nel 1984, sviluppa programmi e progetti innovativi negli ambiti della prevenzione e del trattamento delle tossicodipendenze, dell’educazione, della gioventù e nelle aree di sviluppo socio-comunitario. Dianova Italia aderisce a Dianova International, un network presente in 11 paesi del mondo, "membro consulente speciale" per l’ONU in materia di educazione, giovani e tossicodipendenze e con "Statuto Consultivo" dell’UNESCO.” “Dianova basa la sua azione nella convinzione che, con l'aiuto adeguato, ogni persona può trovare in se stessa le risorse necessarie per il proprio sviluppo personale e l'integrazione sociale”

DIANOVA RINGRAZIA Area Archeologica Villa Adriana (Rm), Calzificio Piccinelli Srl (Bs), Catacombe di Priscilla (Rm), Cave Riunite Srl (Rm), Certosa Trisulti Collepardo (Fr), Convento San Bernardino (Aq), Diocesi di Ales Terralba (Ss), Diocesi di Alghero Bosa (Nu), Diocesi di Cagliari (Ca), Diocesi di Iglesias (Ci), Diocesi di Lanusei (Og), Diocesi di Nuoro (Nu), Diocesi di Oristano (Or), Diocesi di Ozzieri (Ss), Diocesi di Tempio Ampuria (Ot), Diocesi di Sassari (Ss), Dott. Riccardo Pezzi (Rm), Dott.ssa Concetta Barbieri Guidonia (Rm), F. Divella Spa (Ba), Farmacia D'Eramo Avezzano (Aq), Fassa Bortolo Spa (Tv), Fonte Santafiora Spa (Ar), Frabosk Casalinghi Sas (Bs), Giaguaro Spa (Sa), Gimi Spa (Pd), Hostbook Spa (Fm), Ind. Al. Co. Spa (Cb), Indesit Company Srl (An), Istituto Famiglia Spirituale L'opera (Rm), Istituto Suore Apostolato Cattoliche (Rm), Mapei Spa (Mi), Missionari della Carità (Rm), Museo Napoleonico (Rm), Orto Botanico Univ. Sapienza (Rm), Parrocchia Gesù Maestro Tor Lupara di Fontenuova (Rm), Parrocchia San Giuseppe Anagni (Fr), Parrocchia Sant'Anna (Rm), Parrocchia Santa Croce Cerveteri (Rm), Parrocchia Santa Maria Assunta in Cielo Ariccia (Rm), Siggi Group Spa (Vi), Svelt Spa (Bg), Spa (Bo), Vetrerie Riunite Spa (Vr), Villa D'este (Rm)

SEGUICI SUI SOCIAL FACEBOOK

TWITTER

YOUTUBE

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO! Per portare avanti le nostre attività abbiamo bisogno anche della generosità di privati e di aziende. Ci sono diversi modi per aiutarci, puoi: • effettuare una donazione in denaro libera o finalizzata ad un progetto, tramite: - c/c postale, utilizzando il bollettino allegato al notiziario (ccp n. 13546239) - c/c Bancario - Banca Prossima SPA - fil. Milano IBAN IT 57L0335901600100000008274 • promuovere l’attività di prevenzione e sensibilizzazione parlandone ai tuoi amici e presentandoci persone interessate a diventare sostenitori • ospitarci nell’ambito di Sante Messe, eventi e incontri con i giovani per offrire la nostra esperienza Ogni donazione a favore di Dianova Onlus gode di benefici fiscali in base all’art. 13 del D.Lgs. 460/97 e alla L.80/05. Per questo è necessario conservare la ricevuta di versamento. Per avere maggiori informazioni sui progetti e sui relativi costi è possibile contattare l’ufficio comunicazione allo 0161.240950 o alla e-mail: info@dianova.it

RICHIEDI I NOSTRI MANUALI! Puoi richiedere i nostri manuali al prezzo di € 10/15 (più € 6 di spese postali). Informazioni per ordinarli sul nostro sito www.dianova.it o inviandoci una e-mail a: info@dianova.it

IL TUO 5x1000 A FAVORE DEI

GIOVANI C.F. 97033640158

Newsletter semestrale dell’Associazione Dianova Onlus Redazione e coordinamento editoriale: Viale Forlanini, 121 - 20024 Garbagnate Mil.se (Mi) e-mail: info@dianova.it Direttore responsabile MAURO LUCCARDINI Comitato Redazione OMBRETTA GARAVAGLIA, VLADIMIRO TORRESANI Foto ARCHIVIO DIANOVA Stampa e fotolito A.G.BELLAVITE SRL Via I Maggio, 41 Missaglia (LC) Tel.: 039.9200686.3 Fax: 039.9200688 Registrazione Tribunale di Milano al n° 693 del 19 ottobre 1998. Dianova News viene pubblicata esclusivamente per l’informazione sulla tossicodipendenza, l’Aids e le relative problematiche sociali, e per divulgare le iniziative dell’Associazione Dianova Onlus. Si evidenzia in maniera esplicita che trattasi di EDIZIONE FUORI COMMMERCIO di cui è VIETATA LA VENDITA. Informativa ai sensi del D. Lgs 196/03. Impegno di riservatezza. Dianova, titolare del trattamento, informa che i dati forniti saranno trattati manualmente ed elettronicamente, nel rispetto della massima riservatezza, per l’invio della presente pubblicazione semestrale nonché per promuovere e far conoscere le iniziative di Dianova. I dati forniti non saranno né comunicati né diffusi. Ai sensi del D. Lgs 196/03 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare e cancellare i dati scrivendo al responsabile dati - Dianova - Villa Teresina- S. S. per Trino, s/nc - 13034 - Desana (Vc).

Dianova news è stampata su carta riciclata al 100% prodotta senza sbiancanti e senza coloranti; per realizzarla non è stato necessario abbattere nessun albero.

Dianews 36  

News letter semestrale dell'Associazione Dianova Onlus

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you