Page 1

News crossing

Direttore Christian Zurlo

Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - DL 353/2003 (conv. in L 27/02/04 n. 46) art 1, comma 1 NE/TV

il quotidiano online del triveneto Quotidiano indipendente di informazione - Reg. Tribunale Trento n. 1352 del 15.02.2008

Te s t a t a

iscritta

Smog record a NordEst

A lanciare l’allarme è il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato, al termine dei suoi 45 giorni di monitoraggio sull’inquinamento atmosferico e acustico

Primato negativo a Vicenza dove le analisi del laboratorio mobile dell’istituto sperimentale di Legambiente hanno rivelato dati oltre ogni limite P 11

■ Belluno è fuori dalla Giunta Veneta Nelle otto legislature regionali, che si sono succedute dal 1970 a qualche settimana fa, tra palazzo Ferro Fini e palazzo Balbi si sono avvicendati diciannove rappresentanti della provincia di Belluno, sette dei quali assunsero incarichi diversi di giunta. In quarant’anni è la prima volta che la provincia di Belluno non ha rappresentanti in giunta. Ma Zaia ha garantito la specificità al Bellunese entro l’anno. Nel Pdl locale è bufera e Paniz si dimette  P4

■ REPORTAGE

«Saudade do Brasil»

Ultima parte del viaggio da Zortéa a Rio, con il Brasile nel cuore P9

■ Trentino, nonostante la crisi l’economia tiene  P 10 ■ Speciale Lavoro Il Mobbing: cos’è e le strategie per difendersi P 13 Selezioni e concorsi  P 13

■ Il Palio e i Donatori

■ SPECIALE

AMMINISTRATIVE

Tutti i nomi e le liste nel Primiero Vanoi. Le principali sfide in Trentino, si vota il 16 maggio P 6-7

■ Calore ed energia

nel salotto di casa  ■ Gli stambecchi

News crossing

Edizione Quotidiana Aggiornata su www.lavocedelnordest.it

o 80ent € 0, m 10 € bonao a u ab nn a

Leggi il nostro giornale e poi lascialo dove altri lo possono ritrovare!

Anno III - N° 4 Aprile 2010

arrivano dal cielo 

P8

P5

Ciclone Zaia, Flop Brunetta I risultati alle pagine 3-4

La Voce del NordEst.it è su

e su

di sangue insieme La tradizione incontra la solidarietà a Feltre 

ViviNordest 

P 12

P 14

■ Appuntamenti in

Triveneto

■ I vostri annunci sulla

Piazza del Nordest

.com/lavocedelne


2

LaVocedelNordEst.it Aprile 2010

Redazione 0439.725.106

fax 178.226.02.55

skype lavocedelnordest.it

AFRICA e dintorni

Il Mondo in 5’

Microcredito in Africa

Tupolev si schianta in Russia, Muore presidente polacco

SMOLENSK (RUSSIA) - Sciagura aerea senza precedenti per la Polonia nel giorno del ricordo dei 70 anni della strage di Katyn: il presidente polacco Lech Kaczynski e’ morto nell’aereo presidenziale con il quale stava per atterrare a Smolensk, in Russia, da dove poi avrebbe dovuto proseguire in auto verso Katyn per commemorare gli oltre 22.000 ufficiali e soldati polacchi massacrati dai sovietici nel 1940. Nella sciagura, la cui dinamica non e’ ancora chiarita, non vi sono superstiti: 96 le vittime del Tupolev 154 schiantatosi al suolo alle 10:50 locali (8:50 in Italia) durante l’atterraggio all’aeroporto di Smolensk in mezzo ad una fitta nebbia. Assieme al capo dello Stato e alla moglie Maria e’ stata decimata una grossa fetta della classe dirigente polacca: il governatore della banca centrale Slawomir Skrzypek, il capo di stato maggiore Franciszek Gagor, il capo dell’Istituto per la memoria nazionale, Janusz Kurtyka, il capo dell’Ufficio per la sicurezza

Devastante alluvione in Brasile, centinaia di morti e migliaia di dispersi Rio de Janeiro (BRASILE) – Città pressoche’ paralizzata. Le principali arterie di circolazione sono state chiuse. Le imprese pubbliche e private hanno chiesto ai dipendenti di rimanere a casa e il sindaco ha esortato a evitare spostamenti non strettamente necessari. Il presidente Lula ha ordinato l’intervento dell’esercito. Il bilancio in termini di morti della

e-mail redazione@lavocedelnordest.it

nazionale Aleksandr Szczyglo, il capo della cancelleria presidenziale Wladyslaw Stasiak, il segretario di stato alla presidenza Pawel Wypych e il sottosegretario Mariusz Handzlik, piu’ numerosi deputati del partito del presidente, Pis (Diritto e Giustizia, conservatore). Non era invece a bordo, contrariamente a voci circolate in un primo momento, il leader del Pis, l’ex premier e fratello gemello del presidente, Jaroslaw Kaczynski. Della delegazione che acccompagnava il presidente a Katyn facevano anche parte personalita’ storiche, come l’ultimo presidente del governo polacco in esilio a Londra, Ryszard Kaczorowski, morto anch’egli con gli altri. Il ministro degli esteri Radoslaw Sikorski ha avuto, come ha egli stesso detto, ‘’il triste dovere’’ di informare della sciagura il premier Donald Tusk, il presidente del Sejm (parlamento) Bronislaw Komorowski e il fratello del presidente, Jaroslaw Kaczynski. Tusk ‘’ha pianto’’ quando ha appreso la notizia, ha precisato Sikorski. ‘’E’ morta l’elite del nostro Paese’’: e’ stato il commento dell’ex presidente polacco e leader di Solidarnosc, Lech Walesa. ‘’E’ una disgrazia simile a quella di Katyn’’, ‘’una grande perdita per il popolo al di la’ delle differenze che ci distinguevano’’, ha aggiunto il Premio Nobel per la pace 1983. Il Tupolev 154 con a bordo la delegazione polacca si e’ schiantato durante la manovra d’atterraggio resa particolarmente difficile dalla forte nebbia: dopo due o tre tentativi il pilota ha ripreso quota e pare abbia toccato la cima di un albero. Dopodichè lo tragica alluvione che ha colpito lo Stato di Rio de Janeiro si sta facendo ogni giorno piú grave. Centinaia di vittime, ma il numero é destinato a salire se verranno confermate le previsioni piú nere riguardo ai corpi ancora sotterrati nel Morro do Bumba, presso Niterói. Il governatore Sérgio Cabral ha dichiarato che non é il momento delle polemiche, tuttavia un reportage della «Folha de São Paulo» ha lanciato gravi accuse nei confronti del Comune di Niterói, che da tempo sarebbe stato a conoscenza dell’alto rischio idrogeologico dell’area colpita. Tra l’altro – riporta l’articolo – giá nel 2004 l’Instituto de geociência da Universidade federal fluminense aveva consegnato una ricerca

schianto e l’aereo in fiamme. MEDVEVED, COMMISSIONE INCHIESTA - Il presidente russo Dimitri Medvedev ha nominato una commissione d’inchiesta sull’incidente aereo in cui è precipitato a Smolensk, nell’ovest della Russia il Tupolev 154 con a bordo il presidente polacco Lech Kaczynski. Medvedev ha designato il presidente Vladimir Putin a capo della stessa Commissione. Lo riferisce Irar-Tass ricordando che l’accesso alla zona e’ particolarmente difficile in quanto si tratta di un’area paludosa. PORTAVOCE GOVERNO, PRESIDENZIALI ANTICIPATE -  Komorowski presidente ad interim. La Polonia indira’ elezioni presidenziali anticipate dopo la morte del presidente Lech Kaczynski nell’incidente aereo di Smolensk, Lo ha detto un portavoce del governo. Le elezioni presidenziale erano previste per ottobre. ‘’In linea con la costituzione terremo elezioni presidenziali anticipate’’, ha detto Pawel Gras. ‘’Per il momento il portavoce della Camera Bassa del parlamento Bronislaw Komorowski e’ automaticamente il facente funzioni’’, ha aggiunto, Secondo i costituzionalisti, la data delle elezioni deve essere annunciata entro due settimane e le elezioni si devono svolgere entro due mesi. FRATTINI, PROFONDO DOLORE - Il Ministro degli Esteri Franco Frattini ha appreso con «profondo dolore» la notizia del tragico incidente occorso in Russia all’aereo del Presidente polacco Kaczynski. affidatagli dal Ministero delle Aree metropolitane: vi si attestava che l’insediamento irregolare del Morro do Bumba era ad alto rischio di smottamento, e necessitava di monitoraggio costante.

KENYA - Uno strumento innovativo che sta guadagnando terreno, in particolare in tempi di crisi mondiale: favorire la creazione di istituti di microcredito rappresenta la prossima tappa dello sviluppo dell’Africa. Microcredito non significa soltanto lotta alla povertà: basti pensare che è stato lo strumento di finanziamento della campagna elettorale del presidente Barack Obama» ricorda Sophia Koros, presidente di un istituto di microcredito in Kenya intervenendo al 14° vertice in corso a Nairobi. Un’altra esperienza positiva è quella del Kenya post-violenze elettorali (del 2008) «che si è ricostruito con l’accesso delle popolazioni più povere a prestiti preferenziali» dice il presidente del vertice, Sam Delay-Harris, rivelando che i fondi concessi agli ex-capi delle bande responsabili delle violenze per ricostruire negozi e mercati distrutti «ha rappresentato per loro l’inizio di una nuova vita». A sottolineare il ruolo vitale della micro finanza è stato lo stesso presidente del Kenya, Mwai Kibaki, che ha chiesto «il pieno potenziamento dello strumento finanziario per rilevare le sfide socio-economiche e dare nuovo slancio allo sviluppo del paese» dove sono in 6,5 milioni ad usufruire del servizio erogato da 43 istituti. ................................................................ CACAO ALLE STELLE COSTA D’AVORIO - La domanda mondiale del cacao è in crescita e i prezzi sui mercati sono ai livelli più alti della storia: l’occasione però non è stata colta da due grandi produttori africani, la Costa d’Avorio e il Ghana. A Marzo i porti ivoriani di San Pedro e Abidjan hanno ricevuto quantità delle fave marroni inferiori del 10% rispetto al 2009, uno degli anni più deludenti per il settore in Costa d’Avorio. Piogge insufficienti, alberi malati, tasse che scoraggiano i produttori e instabilità politica diffusa sarebbero secondo il sito d’informazione locale ‘Abidjan. net’ le cause del calo produttivo. Stessi risultati negativi nell’ex-Costa d’oro,

iPad, boom negli USA NEW YORK (USA) - Pesa poco più di 600 grammi ed è spesso meno di un centimetro e mezzo l’apparecchio con cui Apple promette di ‘rivoluzionare’ il modo in cui usiamo i computer per leggere libri, giocare e vedere i video. Presentato in pompa magna il 27 gennaio allo Yerba Buena Center di San Francisco, con

dove la ‘Ghana Cocoa Board’ denuncia la vendita clandestina di cacao ai paesi vicini e prevede una riduzione della produzione annuale dell’1,4%. Una tendenza inversa si sta registrando in Nigeria e in Camerun, rispettivamente quarto e quinto produttore mondiale, dove si preannunciano aumenti produttivi tra il 2,5% e il 7%. Un’opportunità da cogliere per i due produttori africani visto che i concorrenti asiatici, Indonesia e Vietnam su tutti, subiscono anche loro le conseguenze di una siccità che blocca la crescita degli alberi.

................................................................ MUSICA PER LA VERITA’ NIGERIA - La musica è un mezzo privilegiato di conoscenza, soprattutto quando si rivolge ai giovani: è la considerazione alla base del progetto «Slamofonia» che sta attraversando numerosi paesi dell’Africa occidentale. Attraverso una nuova tecnica di espressione musicale, che viene presentata come «poesia urbana», e con grande libertà di linguaggio artisti ribelli e amanti del genere rap si propongono di «svelare la realtà» sensibilizzando i cittadini ai grandi temi di attualità..

Steve Jobs in persona, l’iPad disponibile negli Stati Uniti, a un prezzo base di 499 dollari, nei modelli Wi-Fi, mentre a fine aprile arriverà anche la versione Wi-Fi + 3G. Per quanto riguarda la vendita in Italia non ci sono ancora notizie sul prezzo, ma bisognerà aspettare la fine del mese, quando tutti i modelli del tablet saranno disponibili nei mercati di Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Spagna, Svizzera e Gran Bretagna.

Periodico di informazione distribuito in abbonamento postale e nei principali locali e centri commerciali del Triveneto. Direttore responsabile Christian Zurlo

Ideazione grafica Viviana Fontanari

Redazione Via Nazionale, 40 - Imèr (TN)

Pubblicità pubblicita@lavocedelnordest.it Tel. 0439/725106

Editore/Proprietario Vanoi GlocalNews Factory Reg. Tribunale Trento n. 1352 del 15.02.2008 Iscrizione al R.o.c (Registro Operatori di Comunicazione) n° 17361 Sede Piazza Marconi, 15 - Prade (TN)

Stampa

c se

CENTROSTAMPA

e

DITORIALE

srl

Via del Lavoro, 18 - Grisignano di Zocco (VI)

Durata dell’abbonamento 2010: inizio in qualsiasi periodo dell’anno dal primo numero raggiungibile a euro 10, Sostenitori: euro 20, tramite versamento sul CCP 99156416 intestato a Vanoi GlocalNews Factory Agenzia di Comunicazione Estero a richiesta. Impegno di riservatezza informativa sul trattamento dei dati personali: I dati personali (generici e non sensibili) forniti dagli abbonati, verranno utilizzati solamente per inviare il giornale al richiedente. Titolare del trattamento dei dati è Vanoi GlocalNews Factory. con in P.zza Marconi, 15 Prade (Trento). Per ogni comunicazione e per esercitare i suoi diritti può scrivere a info@lavocedelnordest.it – Tel. 0439/725106. Il responsabile della normativa sulla Privacy è Christian Zurlo. Tutti i testi e tutti gli articoli firmati dai giornalisti e dai collaboratori di Vanoi GlocalNews Factory, nonché tutte le pubblicità pubblicate su «La Voce del NordEst.it», sono coperti da copyright che sarà tutelato anche per vie legali.


Redazione 0439.725.106

fax 178.226.02.55

skype lavocedelnordest.it

e-mail redazione@lavocedelnordest.it

3

Anno III - N°4 www.LaVocedelNordEst.it

Focus Regionali 2010 Candidati Presidente e Liste

Veneto

Zaia vara la sua Giunta: vice Zorzato VENEZIA - Sei assessori della Lega, sei del Pdl e Marino Zorzato (Pdl) vicepresidente: il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha presentato la nuova  giunta regionale di cui fanno parte due donne, Isi Coppola ed Elena Donazzan, entrambe del Pdl. Tutti gli assessori resteranno anche consiglieri in un’ottica di risparmio delle spese, che è uno dei punti cardine del programma per i prossimi cinque anni del nuovo governo regionale. Zaia ha sottolineato che adesso si apre la stagione delle riforme. Questa la squadra dei 12 assessori, guidata da Zaia, con le rispettive deleghe: vicepresidente  Marino Zorzato, Pdl, con deleghe a Cultura, Istruzione e Urbanistica;  Renato Chisso (Pdl), Viabilità, Infrastrutture e legge speciale per Venezia;  Roberto Ciambetti (Lega), Bilancio; Luca Coletto (Lega), Sanità; Maurizio Conte (Lega), Ambiente; Isi Coppola (Pdl), Lavori Pubblici, Energia,

Manzato (Lega), Sviluppo economico;  Daniele Stival (Lega), Protezione civile, Caccia e Identità Veneta; Remo Sernagiotto (Pdl), Sociale.

LE REAZIONI

E’ questo il commento del consigliere regionale della Lega Nord, Matteo Toscani, alla presentazione della nuova squadra di governo regionale: facciamo squadra. BELLUNO - «Non posso nascondere la mia amarezza per l’esclusione di Belluno dalla nuova giunta regionale: non è apparentemente un segnale positivo per il territorio. Allo stesso tempo, però, questa scelta deve servire da stimolo, e non da scusante, per rimboccarsi le maniche e lavorare sodo in consiglio regionale. Come dimostrano i risultati ottenuti da Giampaolo Bottacin, non è fondamentale essere in giunta: l’importante è avere idee, progettualità e determinazione. La Lega Nord, oltre che essere un movimento, è una squadra coesa che, proprio per questo, saprà cogliere risultati storici per la nostra gente». E’ questo il commento del consigliere regionale della Lega Nord, Matteo Toscani, alla presentazione della nuova squadra di governo regionale. «Ho parlato personalmente con Luca

Zaia – afferma Toscani – che mi ha dato ampie rassicurazioni per il territorio bellunese. L’assenza di un nostro rappresentante in giunta non inciderà negativamente sulle decisioni, anzi: la montagna e la nostra provincia avranno comunque un’attenzione particolare». «E’ comprensibile – dice ancora il consigliere del Carroccio – che in questo momento prevalga la delusione. Ma sarebbe un errore strumentalizzare questa situazione, alimentando inutili e dannose polemiche, rendendo ancora più debole una provincia che ha già l’handicap dello scarso peso demografico. Chi riveste ruoli di responsabilità politica deve comportarsi più da pompiere che da incendiario. Siamo alla vigilia di un periodo di rivoluzionarie riforme, a cominciare dal federalismo fiscale. Aspettiamo prima di emettere sentenze: giudichiamo i fatti, i risultati che il nuovo governo regionale otterrà anche a vantaggio dei bellunesi». Poi un’ultima considerazione: «L’esclusione dei bellu-

Tutti i numeri delle elezioni  Elettori  3.962.272 Votanti  2.631.570 (66,41 %) Sezioni scrutinate presidente  4.760 su 4.760 Sezioni scrutinate liste circoscrizionali 4.760 su 4.760 Totale voti candidati presidente  2.540.735 Totale voti liste circoscrizionali  2.243.043 Schede bianche  24.401 (0,92 %) Schede nulle  66.033 (2,50 %) Schede contestate e non assegnate  401 (0,01 %) Seggi regionali attribuiti  7 Seggi circoscrizionali attribuiti  53 Totale seggi attribuiti  60

nesi dalla giunta deve essere un motivo in più per fare squadra, per unire le forze a favore della nostra terra. Insieme, senza atteggiamenti da prime donne».

(Fonte Regione Veneto)

Alla lista contrassegnata con * è stato detratto un seggio a favore del candidato presidente della collegata lista regionale

«Sono amareggiato, ma ancora più motivato»

%

Seggi

Zaia Luca Listino Regionale 2010

1.528.382

Lega Nord

788.581

Il Popolo Della Liberta’

555.006

24,74

13

Alleanza Di Centro Democrazia Cristiana

18.115

0,80

-

1.361.702

60,70

31

Bortolussi Giuseppe Bortolussi Presidente

738.763

29,07

1

Partito Democratico *

456.309

20,34

14

Di Pietro Italia Dei Valori

119.396

5,32

3

Rifond.Com. - Sin.Europea - Com.Italiani

35.028

1,56

1

Sinistra Ecologia Liberta’Psi

27.578

1,22

-

Idea-Nucleare No Grazie

15.097

0,67

-

Liga Veneto Autonomo

4.390

0,19

-

Totale

657.798

29,32

18

De Poli Antonio - Alleanza Veneto

162.236

6,38

Unione Di Centro

110.417

4,92

3

Unione Nord Est

34.697

1,54

1

Totale

145.114

6,46

4

Borrelli David - Movimento 5 Stelle Beppegrillo.It

80.246

3,15

Totale

57.848

2,57

-

Polo Silvano Veneti Independensa

12.891

0,50

-

Totale

7.879

0,35

-

Caratossidis Paolo Forza Nuova

9.151

0,36

-

Totale

6.476

0,28

-

Panto Gianluca Partito Nasional Veneto

9.066

0,35

-

Totale

6.226

0,27

-

Totale

Patti territoriali;Elena Donazzan (Pdl), Personale, Lavoro, Formazione; Marino Finozzi (Lega), Turismo; Massimo Giorgetti  (Pdl), Agricoltura;  Franco

Voti

60,15

35,15

6

18


4

LaVocedelNordEst.it Aprile 2010

Focus Comunali Venezia 2010 Risultati Comunali di VENEZIA Candidato Sindaco GIORGIO ORSONI

Voti

Percentuale

75.403

51,13%

  

      

RENATO BRUNETTA

VENEZIA - Il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, si è insediato l’8 aprile a Ca’ Farsetti. L’insediamento è stato preceduto dalla notifica della proclamazione ufficiale della elezione, comunicata al segretario generale del Comune, Rita Carcò, dal presidente dell’Ufficio centrale, e dalla verifica straordinaria di cassa, effettuata con il segretario generale e con il ragioniere generale, Piero Dei Rossi.

  

62.833

  

Orsoni mette Brunetta a tappeto

      42,61%

  

  

  

 

MARCO GAVAGNIN

4.608

3,12%

MICHELE BOATO

1.677

1,14%

ALFREDO SCIBILIA

1.272

0,86%

ENRICO BRESSAN

552

0,37%

ENZO TATARANNI

513

0,35%

ALBERTO GARDIN

387

0,26%

I COMUNI BELLUNESI AL VOTO ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI BORCA DI CADORE Totale voti validi 442 1 SALA Bortolo INSIEME PER BORCA  330 (74,66%) 112 (25,34%) 2 OLIVOTTO Cinzia CIVETTA 

COMUNE DI VODO DI CADORE Totale voti validi 457 1 MASOLO Gianluca Verso il Futuro 457 (100,00%)

COMUNE DI VALLE DI CADORE Totale voti validi 1.176 1 PIAZZA Marinella PER IL CAMBIAMENTO  375 (31,89%) 2 SAVARIS Bruno IDENTITA’ SVILUPPO AMBIENTE VALLE VENAS CIVICA  801 (68,11%)

COMUNE DI GOSALDO Totale voti validi 546 1 DE MARCO Angelo ANCORA INSIEME PER GOSALDO  2 DALLE FESTE Giocondo GOSALDO OGGI PER DOMANI 

COMUNE DI Colle Santa Lucia Totale voti validi 203 1 TROI Oscar LAURA’ PER COL - LAVORARE PER COLLE 203 (100%)

COMUNE DI Zoppè di Cadore Totale voti validi 102 1 SAGUI Ivo INSIEME PER ZOPPE’  2 BORTOLOT Renzo I SCARPET 

  147 (26,92%) 399 (73,08%)

19 (18,63%) 83 (81,37%)

FRANCESCO MARIO d’ELIA

220

  

0,15%

  


Redazione 0439.725.106

fax 178.226.02.55

skype lavocedelnordest.it

e-mail redazione@lavocedelnordest.it

Anno III - N°4 www.LaVocedelNordEst.it

NEWS in breve

Il Triveneto in 5’ Val Venosta, Il Dolore dell’Alto Adige CASTELBELLO (BOLZANO) - L’Alto Adige piange le sue vittime dopo la tragedia del treno deragliato in Val Venosta. I responsabili del consorzio ammettono il guasto a una valvola a monte del terreno franato sul treno: «Ma – precisano - quella perdita non può aver provocato da sola lo smottamento». Accuse alla Sad: «Nessuno fa più controlli sulla linea». Nominati due periti, mentre sono otto gli avvisi di garanzia per omicidio colposo, disastro ferroviario e procurata frana. Nella zona del disastro ferroviario di Castelbello già nel passato c’erano state infiltrazioni d’acqua. ‘’Un guasto c’e’ forse stato, ma l’acqua eventualmente fuoriuscita non può, da sola, avere provocato lo smottamento’’. Lo ha detto il presidente del Consorzio irriguo della Venosta, Lothar Burger, tra gli indagati nel fascicolo aperto dalla procura. ‘’La perdita del nostri impianto può essere stata al massimo la goccia che ha fatto traboccare il vaso’’, ha detto. Burger ha ammesso che deve esserci stato un guasto ad un impianto idraulico sovrastante il punto della caduta della frana, ma ha sostenuto che una perizia dimostra che nella zona, oltre all’acqua delle tubazioni, c’era anche dell’altra acqua, proveniente - ha detto - da una vecchia infiltrazione ‘’con la quale il Consorzio -

ha sottolineato - non ha nulla a che fare’’. Due anni fa - ha aggiunto - un contadino gli aveva parlato di questa perdita. Burger ha detto che la pericolosità della zona era conosciuta sino dagli anni ‘20, quando fu realizzata la prima ferrovia, poi dismessa, sul tracciato della quale, cinque anni fa, è stata poi realizzata la moderna linea gestita dalla Sad, società della Provincia autonoma. Le nove vittime del disastro ferroviario Julian Hartmann, 1985 di Merano, il macchinista,  Judith Tappeiner, 1990 di

Alberto Valenti, comandante del corpo di Polizia locale di Primiero PRIMIERO (TN) - Alberto Valenti, nato a Roma il 28 marzo 1949, è stato individuato dalla Conferenza dei Sindaci quale Funzionario di Polizia Locale a cui è affidato l’incarico a tempo determinato di Comandante del Corpo di Polizia Locale di Primiero. Alberto Valenti ha prestato servizio in qualità di Agente di Polizia Locale dal maggio 1973 al maggio 1980 presso il Comune di Roma. Dall’aprile 1981 al febbraio 1998 in qualità di Funzionario di Polizia Municipale presso il Comune di Roma, dal febbraio 1998 al luglio 2003 ha svolto le

funzioni di comandante del Corpo di Polizia del Comune di Frascati. Dall’agosto 2003 ad oggi ha svolto il ruolo di Funzionario di Polizia Municipale presso il Comune di Roma. In qualità di capo della sezione studi ed applicazioni normative e condirettore della sezione di polizia stradale. Prenderà servizio il 1 giugno 2010.

Silandro, Michaela Kuenz Oberhofer, 1992 di Martello, Franz Hohenegger, 1937 di Silandro, Elisabeth Peer, 1988 di Silandro e residente a Malles, Michaela Zoeschg, 1976 di Prato allo Stelvio e residente ad Agumes, Regina Tschoell, 1937 di Lasa, Rosina Offner, 1974 di Silandro eresidente a Tubre, Francesco Rieger, 1943 di  Castelbello. La linea della Val Venosta - E’ una delle più moderne dell’Alto Adige. Realizzata su un tracciato preesistente, è stata inaugurata nel 2005. Parte da Malles, in cima alla

Scomparsi in Venezuela, Trovati morti in un burrone

Stambecchi dal Cadore sulle Pale

A PARTIRE DA 280.000 EURO IN ZONA PANORAMICA AI PIEDI DELLE PALE DI SAN MARTINO.

BELLUNO - Arriveranno dal cielo, trasportati dagli elicotteri della provincia di Trento, i venti stambecchi prelevati dal massiccio delle Marmarole per rinforzare la colonia delle Pale di San Martino, decimata dalla rogna sarcoptica. Prenderà avvio a breve, infatti, il progetto proposto dal parco naturale di Paneveggio-Pale di San Martino e autorizzato dall’Ispra (Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale) per il ripopolamento degli stambecchi del massiccio a cavallo fra Bellunese e Trentino.

Federalberghi, Turismo in ripresa a marzo

337/495793 e 0439/768 881

vallata, nei pressi del confine con l’Austria e la Svizzera e giunge a Merano. La mattina il servizio viene rafforzato, per far fronte alla maggior domanda di trasporto di lavoratori e studenti, mentre nei fine settimana i convogli circolano in gran parte in doppia trazione. In più ogni due ore c’è un collegamento diretto con i treni espresso regionali, che nel tratto dalla bassa val Venosta si fermano solo nelle località principali e permettono di spostarsi dall’alta val Venosta a Merano in tempi più rapidi. vanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi. Montesso è un volontario della comunità, Barbiero un missionario laico associato alla Giovanni XXIII. Erano andati a fare una passeggiata in montagna, ma non erano tornati. I loro telefoni cellulari risultavano irraggiungibili da giorni.

VENEZIA - Sono stati trovati morti il bolzanino Simone Montesso e il veneziano Massimo Barbiero, sulle montagne di Merida, in Venezuela. Lo hanno reso noto le autorità di Caracas, precisando che i cadaveri dei due volontari erano in fondo ad un burrone. I due erano a Merida per lavorare nelle case-famiglia dell’associazione comunità Papa Gio-

Vendesi splendidi appartamenti

I N F O R M A Z I O N I

5

NORDEST - Il mese di marzo, ha fatto registrare un forte recupero di arrivi e presenze alberghieri rispetto allo stesso periodo del 2009, che pur aprendo uno spiraglio concreto ad una ripartenza

del comparto non è tuttavia affiancato da una parallela ripresa del mercato del lavoro». A sostenerlo è il presidente di Federalberghi-Confturismo, Bernabò Bocca, alla lettura dei dati relativi al monitoraggio mensile effettuato dalla Federazione (l’inchiesta è stata svolta dal 1° al 6 aprile, intervistando con metodologia internet 828 imprese ricettive, distribuite a campione sull’intero territorio nazionale). «Dai dati in nostro possesso, -prosegue Bocca- appare evidente come la politica dei prezzi praticata dalle nostre imprese ricettive, stia producendo un recupero di turisti, anche se non ancora un recupero di fatturati. Recupero di fatturati che non ha consentito - sottolinea il presidente degli albergatori italiani - un parallelo recupero della forza lavoro, che continua in pratica per il quindicesimo mese consecutivo, a far data dal 1° gennaio del 2009, a registrare un dato complessivamente in flessione». «Le imprese, infatti, sono state e lo sono tuttora costrette a tagliare i costi fissi, dovuti per la massima parte dalla voce del personale, riducendo gli organici e perdendo loro malgrado della qualificata ed indispensabile manodopera.

L’orso Dino fa strage nel Vicentino VICENZA – In provincia di Vicenza è di nuovo allarme fra la gente alle pendici del Pasubio, vicino al confine col Trentino. M5, l’orso ribattezzato «Dino» giunto in Primiero l’anno scorso direttamente dalla Slovenia, per rifarsi dal digiuno invernale sta facendo strage di asini. Sono già tre gli animali caduti sotto le sue zampate. La «strage di animali» è iniziata a Contrà Leder di Sotto, nella vallata del Posina. «Dino» è entrato nel recinto di un’abitazione e ha squartato un’asina, cibandosi della carcassa. Poi, come hanno svelato gli spostamenti rilevati dal radiocollare messogli nell’ottobre scorso dai forestali trentini, se ne è tornato in montagna, verso il Passo della Borcola. L’orso è radiocontrollato a distanza e sotto stretta sorveglianza della Forestale. L’avventura di Dino era iniziata in Slovenia.

Su www.lavoce.tv il Video di ottobre della cattura di Dino a Primiero

.......................................................

Dal Nordest a Torino per la Sindone

NORDEST – E’ un vero e proprio «boom» in questi giorni dalle parrocchie di tutto il Triveneto per la Sindone che rimarrà esposta nella cattedrale di Torino fino al 23 maggio. C’è qualcosa che va oltre il fascino del mistero del Telo ritenuto sacro dalla Chiesa: c’è una riscoperta del pellegrinaggio come riscoperta del sacro. Solo dal Trentino, partiranno fedeli per Torino. Moltissime le iniziative anche in Veneto e Friuli Venezia Giulia. Se il mercato del turismo precipita, i pellegrinaggi hanno avuto un vero boom: da Lourdes, a Fatima, da Loreto fino alla Terra Santa. Nella società c’è una domanda di senso; di spiritualità non solo legata alla fede cristiana e cattolica.

Indennità in Trentino, quasi due milioni di euro TRENTO - I dati ufficiali forniti dall’assessorato regionale agli enti locali rivelano che il costo esatto degli aumenti è del 7,057% delle indennità dell’esercito di sindaci, vicesindaci, assessori comunali, presidenti di consigli comunali, presidenti delle circoscrizioni sommati al raddoppio delle indennità degli amministratori delle 15 Comunità di valle rispetto a quelli dei morituri 11 Comprensori si attesta in 1 milione e 772.751 euro in più all’anno. La spesa per gli amministratori locali, che è a carico dei bilanci comunali e delle Comunità di valle, e che dovrà essere sottratta alle altre esigenze della comunità arriva dunque ora a un totale di 16 milioni e 541.399 euro . In questa cifra, relativa alle sole indennità, non è compreso il costo dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali (variano dai 30 ai 120 euro) che va aggiunto. Per gli amministratori comunali dell’Alto Adige - anche per loro scatta l’aumento del 7% - la spesa totale è di altri 16.434.150 euro.


6

LaVocedelNordEst.it Aprile 2010

SPECIALE ELEZIONI PRIMIERO VANOI

Diciotto Sindaci per otto Comuni sagron Mis

CANAL SAN BOVO

Sono ufficiali le due liste presentate nel Vanoi. Per ricucire con la passata Amministrazione, si sta valutando inoltre la carta dell’assessore esterno.

Si conclude il periodo di governo di Valentino Guadagnini. Due le liste in corsa per il successore. Ecco tutti i candidati:

IL PROGRAMMA AGGIORNATO DELLA LISTA e il dibattito SU FACEBOOK

UNITI PER IL VANOI

CACCIA PESCA SPORTIVA

Candidato Sindaco MARIUCCIA CEMIN (40) Dipendente comunale

Beccalli Stefano (29) Bettega Irma (43) Bettega Narciso (36) Caser Andrea (28) Corona Fabrizio (61) Fabbris Renato (47) Furlan Daniele (24) Loss Corrado (36)

Orsingher Annamaria (42) Rattin Alessandra (27) Rattin Carlo (49) Rattin Giulia (21) Sperandio Daniela (26) Sperandio Sergio (44) Trotter Rosanna (42)

Bettega Claudio (34) Davide Caser (30) Silvana Caser (53) Claudio Dalprà (47) Marisa Di Nardo (41) Michele Gobber (26)

Marco Loss (24) Paride Parziale (30) Fermo Scalet (33) Bruno Sperandio (64) Stefano Stefani (50)

Depositate due liste. Esce di scena Bruno Simion, sindaco per ben dieci anni, che lascia il posto al fratello Paolo. A lui toccherà la sfida con il sindaco uscente Daniele Depaoli.

AMMINISTRARE CON IMPEGNO Candidato Sindaco PAOLO SIMION (55) Legale Libero professionista

Candidato Sindaco DANIELE DEPAOLI (42) Ingegnere Libero professionista (SINDACO USCENTE al terzo mandato) Broch Fiorella (52) Franceschi Francesca (47) Gilli Anna Maria (54) Lott Stefania (38) Trotter Lorenza (23) Boso Luigi (43) Cerchio Cesare (67) Crepaz Walter (38)

Debertolis Riccardo (52) Donazzan Italo (61) Filippi Gilli Ervino (51) Gubert Giuliano (46) Simion Giacomo (71) Simoni Manuel (32) Trotter Giuseppe (27)

Andreoni Giovanni (48) Baggetto Andrea (44) Brognara Daniela (35) Castagna Onorina (55) Cesari Gabriella (29) Crepaz Claudia (30) Crepaz Herman (33) Daldon Ana (24)

De Bona Cristian (38) Degiampietro Nicola (27) Gobber Bruno (41) Gubert Mauro (39) Loss Raffaella (44) Melchiori Sergio (61) Meneghel Daniele (23)

Mezzano

La novità a Mezzano è che le liste in questa tornata elettorale non sono più tre come nel passato ma due. Si ricandida il sindaco uscente Ferdinando Orler che sfida sul fronte opposto Giampaolo Cosner (vice sindaco dal 2000 al 2005). Esce di scena l’attuale presidente della Comunità di Primiero, Cristiano Trotter che si prepara per la corsa di ottobre in Comunità di Valle contro una formazione guidata dall’ex segretario generale del comune di Trento, Maurizio Gaio? E’ ancora presto per dirlo.

CIVICA UNITI PER MEZZANO

UNITI SI PUò Candidato Sindaco GIAMPAOLO COSNER (66) Pensionato

Candidato Sindaco FERDINANDO ORLER (44) Libero professionista (SINDACO USCENTE) Renzo Corona (45) Silvano Alberti (70) Alberto Bettega (36) Clara Bonat (28) Arcangelo Dalla Sega (41) Vanna Dalla Sega (52) Mirco Orsingher (45) Ivano Orsingher (52)

Ferruccio Pistoia (53) Ugo Pistoia (54) Anna Maria Ropele (25) Lino Zeni (53) Mirella Zugliani (40) Mario Zugliani (39) Nicoletta Zugliani (47)

Elena Bettega (30) Silvano Corona (40) Marco Dallasega (54) Carmen Corona (42) Maria Grazia Orler (33) Silvio Fedrizzi (33) Gianfranco Orler (60) Simonetta Scalet (41)

Margherita Simion (53) Paolo Rodolfo Orler (52) Floriano Svaizer (61) Haidy Soraruf (37) Martino Bond (43) Renzo Zeni (50) Robert Zortea (42)

UNITI PER CRESCERE INSIEME Candidato Sindaco LUCA GADENZ Libero professionista, Avvocato (40)

Candidato Sindaco GASPARE PEROTTO (60) Pensionato

FIERA DI PRIMIERO

Insieme per fiera

VIVI SAGRON MIS

Maurizio Brandstetter (59) Dolores Broch (57) Emil Broch (21) Marino Broch (61) Fiorenzo Marcon (45) Egle Maschio (38) Donella Masoch (41) Servilio Pongan (53)

Cinzia Renon (21) Sebastiano Renon (57) Gloria Salvadori (24) Manuela Salvadori (33) Martino Salvadori (33) Mauro Salvadori (33) Paolo Zasso (45)

Candidato Sindaco FEDELE PAGANIN Artigiano (58)

Cristiana Broch (42) Lodovico Broch (72) Stefano Farenzena (39) Marco Milanese (32) Massimo Ribaldo (49) Roberta Salvadori (26) Moreno Scalet (24)

Walter Broch (54) Elio Daldon (53) Vigilio Daldon (46) Oriano marcon (44) Antonella Pradel (46) Caterina Bressan (35) Alessio Broch (24) Bianca Broch (59)

siror

Fino a pochi giorni fa la lista in corsa sembrava una sola. Nei giorni scorsi ha ufficializzato però la propria candidatura anche Paola Toffol che sfiderà la formazione di Walter Taufer.

SIROR CON SAN MARTINO PER COSTRUIRE IL FUTURO

il nodo

Candidato Sindaco WALTER TAUFER (46) Dipendete Parco Area Comunicazione

Boghetto Andrea (45) Cemin Roberta (38) Daldon Willi (44) Di Lenardo Diana (49) Gubert Pierluigi (37) Longo Gianfranco (33) Loss Teresa (43) Lucian Ermes (37)

Moroni Monica (43) Partel Piergiovanni (39) Segat Marco (38) Segat Vittorio (45) Zanona Rosita (40 Zecchini Silvana (51) Zortea Giacobbe (36)

Candidato Sindaco PAOLA TOFFOL (50) Libera professionista

Carlo Boghetto (42) Natascia Cemin (30) Isabella Doff (32) Renzo Franceschinel (44) Enrico Longo (58) Cristian Marin (36) Loris Orsingher (42)

Ivan Salvadori (24) Ruggero Sartoretto (38) Roberta Secco (45) Marcello Soffiati (53) Nicola Svaizer (30) Sonia Zagonel (41) Loris Zanona (37)

transacqua

A Transacqua l’uomo da battere è Marino Simoni, sindaco uscente e alla guida dei Comuni trentini. Due le liste in corsa. Nei giorni scorsi era circolata la voce di una terza lista - guidata da Marco Scalet - che però non è stata presentata.

PER TRANSACQUA PER PRIMIERO

TRANSACQUA LIBERA Candidato Sindaco UBERTO MENEGUZ (46) Dipendente Comunale

Candidato Sindaco MARINO SIMONI (58) (SINDACO USCENTE) Segretario Comunale

Liliana Cerqueni (57) Lorenza Conte (43) Giovanna Debertolis (53) Giuseppina Debertolis (48) Ornella Debertolis (42) Lorenzo Debertolis (39) Claudio Lucian (49) Giuliano Mott (53)

Ivan Mott (60) Marco Nami (44) Pietro Pradel (60) Luciano Scalet (Nanin - 56) Simone Scalet (25) Michele Tavernaro (35) Flavio Zortea (38)

Marco Bettega (27) Lucia Gadenz (23) Sisto Mott (47) Daniele Pradel (45) Michele Pradel (39) Roberto Pradel (46) Martina Salvadori (27)

Albino Scalet (28) Daniela Scalet (42) Maria Antonietta Simon (53) Nicolò Simoni (23) Alessandro Tavernaro (32) Giuseppe Turra (65)


Redazione 0439.725.106

fax 178.226.02.55

skype lavocedelnordest.it

e-mail redazione@lavocedelnordest.it

Anno III - N°4 www.LaVocedelNordEst.it

7

lettere al giornale Il Sindaco su Facebook

Trentino Alto Adige

La carica dei 9500 in Comune TRENTO - Sono ben 434 - salvo sorprese - i candidati alla carica di Sindaco con ben 9500 sostenitori in corsa nelle municipalità della provincia di Trento. In 42 Comuni si attende solo il quorum, a Rovereto in sette sfidano Valduga, mentre ad Arco la partita è aperta. A Cis non si presenta nessuno. Infine a Bolzano i candidati alla carica di Sindaco sono 9.

Renato Loss lascia o rientra da Assessore esterno?

Si vota il 16 maggio, risultati in diretta sul nostro giornale online: www.lavocedelnordest.it.

Tonadico

IMèR

TONADICO - Sono tre le liste in corsa alle elezioni del prossimo 16 maggio. Accanto al sindaco uscente Fabio Bernardin, sono state ufficializzate anche le formazioni di Aurelio Gadenz e Daniele Gubert.

INSIEME PER TONADICO Candidato Sindaco FABIO BERNARDIN (56) Insegnante SINDACO USCENTE

Eugenio Brunet (44) Alberto Scalet (44) Pierantonio Cordella (40) Alessandro Scalet (34) Cristian Simon (37) Ugo Bettega (57) Carmen Bonat (35) Giacomo Broch (32)

Peter Nicola Cemin (40) Roberto Pezzato (37) Marzia Rattin (34) Nadia Salvadori (19) Olivia Sperandio (35) Gianmaria Turra (33) Maria Giuliana Turra (44)

Le Elezioni amministrative entrano ormai nel vivo. Ecco allora le tre liste con i relativi candidati alla carica di sindaco e le rispettive età. La vera novità è la lista costituita interamente da giovani. Lascia Pio Decimo Bettega, che nei giorni scorsi veniva dato come possibile nuovo membro dei vertici di ACSM SpA.

UNITI PER IMER Candidato Sindaco GIUSEPPE MENEGHEL (58) Dirigente Enel

Silvano Angelani (63) Enrico Bettega (26) Filippo Bettega (26) Maria Bettega (51) Martino Bettega (56) Stefano Boninsegna (36) Liliana Rosa Caterina Brandstetter (71)

Federica Della Putta (35) Dino Doff Sotta (62) Matteo Doff Sotta (33) Luca Gaio (43) Manuela Meneghel (29) Giuseppe Olivo (64) Marco Taufer (49) Hanna Marianna Wittmann (60)

CON VOI PER CAMBIARE Candidato Sindaco AURELIO GADENZ (62) Pensionato Ex-direttore di Banca

Paolo Iagher (42) Mattia Maranesi (19) Federica Borgogno (25) Oriana Casagrande (54) Debora Cemin (41) Donatella Iagher (38) Maria Stella Turra (37) Marco Bonfante (25)

Alessandro Brunet (25) Giovanni Depaoli (40) Graziano Gaio (70) Ivano Romagna (43) Silvano Sartena (44) Domenico Scalet (55) Giovanni Turra (34)

LA COMPAGNIA DELLA CRUSCA (*) PRIMIERO COMUNE UNICO Candidato Sindaco DANIELE GUBERT (37) Webmaster e Innovatore

Martino Simon (44) Marilena Nami (34) Mario Orler (39) Caterina Zannini (43) Martino Gubert (23) Antonia Corona (67)

Flavio Taufer (54) Monica Gadenz (49) Michele Scalet (38) Alessandra Pinto (39) Marco Ferdinandi (36)

(*) CRUSCA = Compagnia di Resistenza Umana alla Sacra Corona Alpina

VIVIMER Candidato Sindaco GIANNI BELLOTTO (54) Imprenditore

Antonio Loss (39) Camillo Bettega (54) Ennio Bettega (53) Luca Orsega (35) Cristiano Marinello (30) Flavio Bettega (30) Mauro Loss (32) Aaron Gaio(22)

Laura Zampiero (54) Sandra Jagher (49) Pierina Malacarne (48) Mariangela Brentaro (35) Francesca Loss (33) Eleonora Brugnolo (29) Vanna Bettega (26)

ALTERNATIVA IMER Candidato Sindaco CRISTIAN TOMAS (24) Studente

Giulio Bettega (28) Omar Angelani (29) Fabio Furlan (25) Daniele Bettega (28) Lorenzo Bettega (23) Giulia Doff Sotta (22)

Su www.lavocedelnordest.it

Francesca Doff Sotta (24) Alessandro Doff (24) Bruno Gobber (24) Isacco Pistoia (20) Fabio Dalla Riva (28) Margherita Gaio (26)

Tutti i risultati alle precedenti elezioni amministrative - Il 17 maggio risultati in diretta

Il Vice Sindaco di Canal San Bovo Renato Loss con la fascia tricolore, nel recente incontro con la Giunta provinciale di Trento guidata dal goveneratore Lorenzo Dellai.

Canal San Bovo (Trento) - E’ ancora presto per dire se il vice sindaco uscente potrà rientrare nella futura Amministrazione comunale. Certo è che dai palazzi di Trento, si fa pressante l’ipotesi di un posto da Assessore esterno per Renato Loss, destinato a ricucire lo strappo di questi giorni. Ecco la lettera inviata al nostro giornale dal vice sindaco uscente a pochi giorni dalla chiusura delle liste, dopo la rinuncia di Angelo Orsingher. «Rilevate le notizie ed affermazioni relativamente alle candidature alle prossime elezioni comunali di Canal San Bovo diffuse su facebook, e giornali vari, poiché si sembra tracciare degli scenari spesso non rispondenti alla realtà che mi vedono coinvolto in prima persona ritengo sia doveroso e corretto effettuare alcune precisazioni e chiarimenti. In quest’ultimo anno, dopo la tragica e prematura scomparsa del Sindaco assieme ai miei colleghi assessori e consiglieri ho stretto i denti e ho profuso tutto l’impegno possibile per portare a termine il mandato amministrativo cercando di terminare alcuni importanti progetti avviati che, in caso contrario, avrebbero avuto una probabile battuta di arresto a scapito della Comunità. Ho sempre affermato che, una volta terminata questa esperienza amministrativa non avrei dato la mia disponibilità a candidarmi in qualità di Sindaco ma, piuttosto, avrei messo a disposizione il mio impegno ed esperienza a servizio di qualche attuale assessore che avrebbe voluto raccogliere il testimone, individuando in particolare in Andreina Stefani il possibile futuro Sindaco di Canal San Bovo. Sperando in un ripensamento di Andreina, che ad onor del vero aveva sempre dichiarato la non disponibilità a candidarsi Sindaco ma a proseguire nel suo impegno intrapreso in Comunità, impegno ugualmente importante per la nostra Valle, mi sono mosso con discrezione cercando di contattare una persona da me ritenuta capace e valida che offra la sua disponibilità a candidare come sindaco e ho raccolto quindi la disponibilità in tal senso di Mariuccia Cemin. Ho partecipato con spirito propositivo alla serata del 26 marzo a Canale poiché in quello strumento vedevo la possibilità di stimolare la Comunità al fine di far uscire nuovi volti che avrebbero potuto mettersi in gioco. In quella sede non ho ritenuto utile accennare alla disponibilità di Mariuccia Cemin a candidare come Sindaco per non bloccare altre spontanee disponibilità che sarebbero eventualmente scaturite dalla serata.. A sorpresa poco dopo l’incontro tramite facebook ed i giornali locali Angelo Orsingher dichiarava la sua disponibilità a candidare a capo di un gruppo con la mia collaborazione , quella di Andreina e di Fabio Grisotto. Preciso che, pur condividendo con Angelo l’approccio di coinvol-

gere la comunità nelle elezioni comunali non gli ho mai dato la mia disponibilità a candidarmi al suo fianco qualora lui fosse stato il candidato Sindaco. Infatti pur riconoscendo la capacità ed esperienza di Angelo non condivido il fatto che il Sindaco di Canal San Bovo risieda fuori dal territorio. Facendo tesoro dell’esperienza degli ultimi anni posso affermare che Canal San Bovo ha bisogno di un Sindaco residente sul territorio che sia presente costantemente sullo stesso mantenendo un costante rapporto e prediligendo il dialogo con la comunità. La gente va ascoltata ed incontrata quotidianamente de visu, non basta dialogare raramente o a distanza solo con alcune persone magari attraverso facebook ed internet, utili ma sterili strumenti. Infatti, in tale situazione gli assessori dovrebbero supplire a questa assenza del Sindaco sobbarcandosi tali compiti a discapito della qualità complessiva dell’andamento amministrativo. Per questi motivi non ho dato la mia disponibilità a candidarmi con Angelo Sindaco. Nel frattempo Andreina mi ha riconfermato la sua non disponibilità a mettersi in gioco a livello comunale e gli scenari che si prospettano sono ora confusi e sempre meno chiari. In questo contesto ho effettuato alcune riflessioni. Negli ultimi sei anni ho passato momenti di sconforto per il troppo lavoro e questo non doveva succedere. Mi si potrà rimproverare di tutto ma non certo che io non abbia dedicato tutto il mio tempo disponibile al Comune, le 6600 ore di presenza in municipio lo testimoniano. Con l’aiuto dei miei colleghi di squadra ho voluto, con testardaggine, portare a fine mandato quest’Amministrazione augurandomi che l’eventuale altra mia collaborazione sarebbe stata per un «passaggio di consegne» o per un impegno molto più leggero, ma così sembra che non sia. Tutti dicono che bisogna fare, ma tutti quelli che potrebbero e sarebbero capaci, per vari motivazioni in realtà non ci sono o non ci stanno! Tutto ciò premesso io mi ritiro consapevole di aver fatto del mio meglio per il Vanoi e che sicuramente altri, compresi quelli che hanno visto sempre il bicchiere mezzo vuoto, saranno in grado di proseguire. Invito tutti coloro che desiderano dare la loro disponibilità per contribuire alla crescita del Vanoi a mettersi seriamente in gioco, abbandonando i commenti e le chiacchiere su facebook e scendendo in prima persona tra le strade e le piazze del Vanoi instaurando un dialogo franco e schietto con la nostra comunità. Sperando di essere riuscito a spiegare la situazione del momento e ringraziando quanti hanno avuto fiducia in me». Renato Loss è il Vice Sindaco uscente del Comune di Canal San Bovo


8

LaVocedelNordEst.it Aprile 2010

Aprile Mese della prevenzione

La Voce del NordEst Il Trentino rinnovabile

Calore ed energia nel salotto di casa, grazie all’innovativo progetto «Crisalide» MEZZOLOMBARDO (TRENTO) Generare calore ed elettricità direttamente nei luoghi domestici, con il vantaggio tra l’altro di ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. In termini sintetici è questo l’obiettivo a cui stanno lavorando gli uomini del progetto «crisalide» nel centro BIC di Mezzolombardo in Trentino. E’ il futuro della micro-cogenerazione, su cui SofcPower sta investendo con grande tenacia. La società, sviluppa celle a combustibile basate sulla tecnologia «Solide Oxide Fuel Cells» (SOFC). Alberto Ravagni, è l’amministratore delegato di SofcPower con cui collabora da qualche tempo anche il primierotto Michele Gubert. Proprio Ravagni, tiene a precisare che il progetto Crisalide si propone l’attivazione della filiera di cogenerazione distribuita nella Provincia di Trento. Dallo stabilimento di Mezzolombardo – tutela con la massima cura il suo lavoro – e assicura i visitatori sulle potenzialità della cogenerazione in termini ambientali ma anche in ottica di sviluppo internazionale del progetto. Il progetto Crisalide ha catalizzato una completa filiera provinciale attorno all’in-

novazione nel campo della micro-cogenerazione per dotare il Trentino di sistemi di riscaldamento innovativi, oggi facilmente applicabili senza pesanti cambiamenti strutturali degli edifici ma anzi con una riqualificazione degli stessi. Paesi come Giappone, Germania, Olanda e Danimarca hanno già da tempo scelto di sostenere filiere locali con programmi di sviluppo a sostegno della micro-cogenerazione. Anche l’Italia con il programma Industria 2015 ha finanziato progetti di sviluppo di questa tecnologia. Proprio a Roncegno in Valsugana, nascerà anche uno dei primi punti in Trentino, dove

la cogenerazione sarà visibile, utilizzabile e toccabile con mano, grazie alla lungimiranza del suo sindaco – Vincenzo Sglavo che di professione è docente universitario e nel settore vede grandi potenzialità per l’ambiente e il suo stesso territorio. Una piccola crisalide insomma, che molto presto si trasformerà in farfalla.

Guarda il video su www.lavoce.tv

Teleriscaldamento a Primiero: il programma dei cantieri Primiero (Trento) - Dopo la consegna lavori effettuata alla ATI vincitrice dell’Appalto, nei giorni scorsi sono iniziati i lavori per la costruzione dell’impianto di teleriscaldamento di Primiero. I lavori - Le varie attività sono state puntualmente pianificate temporalmente e organizzate in un programma lavori concordato con le varie Amministrazioni Comunali interessate. Nella stesura del programma si è cercato di tener conto di soluzioni che offrano il minor disagio possibile. In questa prima fase gli sforzi si sono concentrati nella costruzione della centrale, dove si sta attuando lo sbancamento necessario ad accogliere l’edificio che sarà realizzato nei prossimi mesi al fine di distribuire calore a fine 2010. Si procederà poi nei prossimi giorni a realizzare i primi segmenti di rete. Questa operazione verrà effettuata mediante tre fronti di scavo, ognuno affidato e gestito da una distinta squadra. Di seguito si riporta un programma indicativo e di massima della posa delle tubazioni:

Il programma delle opere

Dopo la metà di aprile: Transacqua, viale Piave (tratto dai VVF alla Sede ITAS) e Fiera di Primiero, via Montegrappa, Via Scopoli e Via San Francesco. Primi di maggio: Transacqua, via delle Fonti Dopo la metà di maggio: Transacqua, salita Negrelli (partendo dall’incrocio con viale Piave) Fine giugno: Transacqua, da via delle Fonti verso Via Fossi e in direzione Via Venezia. Inizio in viale Italia. Dopo la metà di luglio: Transacqua, via Marconi. Fine settembre: Transacqua, Via Venezia e Via Sass Maor Dopo la metà di ottobre: Fiera di Primiero, completamento Viale Italia. Novembre:  Transacqua, completamento Viale Marconi e località Isolabella, Fiera di Primiero, Via Guadagnini e Viale Sartori Coloro che sono proprietari di immobili nelle vie sopra indicate e che intendono allacciarsi alla rete di distribuzione di Ecotermica Primiero è importante che

procedano al più presto a sottoscrivere il contratto di fornitura. Se i contratti saranno stipulati dopo l’inizio della posa dei tubi l’aderente dovrà accollarsi gli interi costi di allacciamento anziché solo il contributo di allacciamento previsto nella fase preliminare ai lavori. E’ possibile pertanto sottoscrivere i contratti di adesione ed ottenere informazioni presso l’apposito sportello di ACSM S.p.A. a Fiera di Primiero, in via Guadagnini n. 31 aperto tutti i giorni feriali dalle 08.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.30 o al numero telefonico 0439-763400. Come previsto dal bando di gara d’appalto si è proceduto inoltre a far entrare nella Società Ecotermica Primiero S.p.A. il socio d’opera.

La nuova compagine societaria, risulta quindi così composta: Atzwanger S.p.A.  29,42% ACSM S.p.A.  29,40% Ecotermica San Martino S.p.A.  19,60% Consorzio Cooperative Costruzioni  11,38% Consorzio Lavoro Ambiente  10,20%

Il nuovo consiglio di Amministrazione è il seguente: Angelo Cazzetta: Presidente e Amministratore Delegato Martin Atzwanger: Consigliere e Amministratore Delegato Paolo Secco: Consigliere Paul Atzwanger: Consigliere Giorgio Benedetti: Consigliere

◄ Dopo San Martino di Castrozza, anche Fiera di Primiero avrà la sua Ecotermica

PRIMIERO (TRENTO) - Come noto, l’A.C.A.T (Associazione Clubs Alcolisti in Trattamento) costituisce, fin dal suo nascere, un importante punto di riferimento nei progetti delle politiche sociali e sanitarie per il controllo dei problemi alcol correlati. Tra i vari aspetti che impegnano la sua attività, un posto di rilievo è occupato dalle iniziative volte alla prevenzione di quello stile di vita che è diventato una vera e propria «piaga sociale». Gli effetti devastanti dell’alcolismo, infatti, sono ben visibili anche all’interno delle nostre comunità e coinvolgono fasce di età sempre più giovani. E’ nell’ambito di questa azione che il mese di aprile è stato indicato come «Mese della prevenzione»a livello nazionale. Anche l’A.C.A.T Primiero-Vanoi-Mis partecipa attivamente alla campagna di sensibilizzazione attraverso la distribuzione di un simpatico depliant informativo che illustra il ruolo dei Club, il loro funzionamento pratico e la ricaduta

sociale del loro operato. Chi in questi anni ha partecipato a qualche Interclub zonale dell’A.C.A.T. ha potuto rendersi conto, ascoltando le testimonianze dei membri dei Club o dei loro familiari, di quali ricchezze di solidarietà e di amicizia possano offrire i Club alle famiglie che vi partecipano. Ricordiamo che sul nostro territorio sono attivi quattro Club, i quali, nella massima riservatezza, sono sempre aperti a chiunque sia alla ricerca di una mano tesa in aiuto alla loro sofferenza: «CAURIOL» – Canal S. Bovo ( presso la Casa delle Associazioni): Venerdì, ore 20; «NUOVO FUTURO» – Imer (presso l’ex-Municipio): Martedì, ore 20; «FARFALLA» – Mezzano (presso la Scuola Materna): Lunedì, ore 20; «OASI» – Fiera di Primiero (presso ex-Azienda Elettrica, Via Terrabugio): Giovedì, ore 20. Il recapito ufficiale di zona è presso il Presidente Furlan Gianfranco Imer – Tel. 0439/67524

Primiero

Le delibere dell’Assemblea della Comunità di Valle L’ultima seduta dell’assemblea - In tema di variazioni, 180 mila euro riguardano le grandi manifestazioni su trasferimento dei Comuni, 60 mila euro concernono lo sviluppo della banda larga. Su questo specifico aspetto - come ha ricordato il Presidente, Cristiano Trotter - la Comunità è fortemente impegnata; infatti, dopo la firma il Protocollo di intesa, firmato nei giorni scorsi fra Provincia e Comunità, un apposito «gruppo di progettazione» verrà costituito a breve per progettare l’intera infrastrutturazione telematica del territorio. In questo quadro si inserisce l’attivazione di progetti nell’ambito della larga banda su tecnologie wireless (presenza di Hot-spot e impianti per il collegamento dei privati) miranti alla sperimentazione dell’uso di tali tecnologie ed alla diffusione fra i cittadini delle relative conoscenze e capacità di utilizzo. È stato poi approvato, attraverso una specifica Convenzione, il trasferimento volontario alla Comunità di Primiero di alcune funzioni proprie dei Comuni da esercitare in forma associata e coordinata. Si tratta di quelle funzioni che già il Comprensorio di Primiero gestiva attraverso la delega. Fra queste le grandi manifestazioni, i corsi dell’Università della Terza Età, il servizio di Biblioteca, le Politiche giovanili, la mobilità vacanze e trasporto urbano turistico. La Convenzione avrà una durata di cinque anni. Approvazione anche per il progetto esecutivo dell’opera ed adempimenti conseguenti riguardanti i lavori di manutenzione straordinaria e riqualificazione della piscina coperta. L’Assessore all’Urbanistica della Comunità, Luigi Boso, ha ricordato alcuni contenuti del progetto ed, in particolare, lo sviluppo di un’area wellness, prevista dopo lo svolgimento di un confronto con gli operatori turistici locali, la localizzazione di pannelli solari, e la rivisitazione di alcuni percorsi interni secondo quanto previsto dalla

normativa sulla sicurezza. I lavori previsti avranno la durata di un anno. Il costo previsto è di 1.780.000,00 euro, cifra che non prevede l’arredamento del Centro benessere che rientrerà in un successivo finanziamento. Nel corso della riunione si è parlato della «Commissione per la pianificazione territoriale e il paesaggio» della Comunità prevista dalla Legge provinciale sull’Urbanistica che sostituirà la «Commissione Tutela del Paesaggio». Tale nuova Commissione svolgerà un ruolo importante anche nella stesura del Piano della Comunità, previsto dalla Legge di riforma istituzionale. Sarà composta dal Presidente della Comunità e da 4 o 6 componenti esperti in materie urbanistiche e territoriali, di cui uno sarà nominato dalla Provincia e uno dalla Comunità. La nomina della Commissione è prevista nella prossima seduta dell’Assemblea della Comunità. Si è parlato dell’atto di concessione in comodato di «Casa Piazza» a Pieve, di proprietà del Comune di Transacqua, alla Comunità di Primiero. Sarà la casa - come ha spiegato l’Assessore alla Cultura della Comunità, Paolo Meneguz - dedicata alla Storia e alla Memoria di Primiero. La durata prevista per questo comodato è di vent’anni. È stato siglato un Protocollo di intesa fra la Comunità e la nuova «ESCo Primiero» che ha iniziato ad operare sul territorio in ambito energetico. Nel Protocollo è prevista la possibilità di sottoscrivere delle quote societarie e di stabilire degli obiettivi comuni concernenti nello specifico il risparmio e l’efficienza energetica, secondo la logica di uno sviluppo sostenibile. Claudia Scalet è stato nominata, quale rappresentante della Comunità di Primiero in seno all’Associazione l’Albero, che gestisce il nuovo servizio di asilo nido, dislocato a Tonadico e Canal San Bovo. Il Consiglio Direttivo dell’Associazione rimane in carica tre anni.


Redazione 0439.725.106

fax 178.226.02.55

skype lavocedelnordest.it

e-mail redazione@lavocedelnordest.it

Anno III - N°3 N°4 www.LaVocedelNordEst.it

9

Zortea abbraccia Zortéa (ultima parte)

Da Zortéa a Rio, con il Brasile nel cuore perativa Trento Trasforma, la Chiesa con i nomi delle 59 famiglie di Primiero arrivate fin qui nel 1878 e come di consueto gli amministratori si scambiano saluti e regali nel momento ufficiale, con la promessa di proseguire la collaborazione sulla strada intrapresa.

A Rio dos Cedros come in Trentino - La delegazione del Vanoi fa tappa

di Christian Zurlo

Da Zortéa a Rio de Janeiro

L`abbraccio tra Zortéa e il Vanoi ha segnato certamente la nascita di una nuova intensa amicizia che lega le due terre per la storia che hanno in comune. E’ solo l’inizio di una nuova amicizia che nei prossimi mesi coinvolgerà l’intera comunità del Vanoi su un progetto da condividere poco a poco, anche con chi non ha partecipato alla trasferta fino al gemellaggio ufficiale che dovrà essere firmato entro il 2011.

Una storia comune

- Fu infatti Antonio Zortea, figlio di Giacobbe (proveniente dal Vanoi), a fondare la piccola comunità brasiliana dopo una storia fatta di legno e caffè. Solo grazie alle ricerche di Joao Zortea, Albino Benacchio con la collaborazione di Lirio e Leila Zortéa, si e´arrivati pero`a far conoscere questa piccola grande storia al sindaco di Canal San Bovo, Luigi Zortea, che si reco´in Brasile nel 2009 per portare a termine questo gemellaggio. La comunita` del Vanoi si e` presentata in Brasile - cosi`come ha fatto Zortéa - illustrando la propria terra e le attività: dall´artigianato, all`agricoltura, dal volontariato ad un sistema sociale molto organizzato.

La visita a Luzerna - A breve di-

stanza da Zortéa, c’è invece Luzerna, dove abbiamo trascorso un pomeriggio segnato dai ricordi e dalla musica di giovani fisarmoniche. Ad accogliere il gruppo dal Vanoi, il prefetto della cittadina di circa seimila abitanti, Fiorin, di origine feltrine e il presidente del circolo trentino Iagher di origine primierotte. I giovani di Luzerna cantano una canzone dedicata ai tre: Rino, Gianni e Luigi. L`auspicio della comunita` brasiliana di Luzerna (il nome deriva da una particolare erba locale) e` di portare presto a termine un gemellaggio con il Trentino. La delegazione trentina del Vanoi lascia dopo pochi giorni – e con un meraviglioso «churrasco» in riva al lago - la comunita` di Zortéa in Brasile, con la promessa degli amici brasiliani, di recarsi presto in Italia per il gemellaggio ufficiale che seguirà il patto di amicizia. «Saudade do Zortea» è per noi un saluto emozionante alla gente della piccola comunita` brasiliana, con la nostalgia che ti assale e un groppo alla gola, quando il pullman lascia quella strada fatta di polvere rossa e salite improvvise.

Da Zortéa a Piraquara - Il passo è

breve per incontrare gli amici che da poco si sono gemellati con la Comunità di Primiero. Accompagnati dalle autorità locali, visitiamo la tenuta di Margherita e Lucia Gaio con origini di Imèr, visitiamo la coo-

anche a Rio dos Cedros. Doralice Panini, presidente del circolo trentino, ci accoglie con la sua solita grinta, consegnando un mazzo di fiori a Giuliana e Annalisa, moglie e figlia di Luigi Zortea. Si visitano la Prefeitura di Rio dos Cedros, la scuola e i laghi. Le emozioni non finiscono mai in Brasile, così è la volta della scuola «Giovani Trentini» che a luglio inviera` un gruppo di ragazzi per uno scambio culturale all`Istituto salesiano Santa Croce nel Primiero. Grazie alla collaborazione della nostra guida ufficiale, Alessandro Ventimiglia, si inviano e si ricevono lettere e pensieri su carta colorata, che rendono più vivace questa amicizia tra Trentino e Brasile. Non mancano alcune brevi visite al circolo trentino di Rodeio e a Timbo` per una cena tipica. Nei giorni successivi, la visita al Collegio salesiano di Ascurra (anche questo vicino ai Salesiani di Primiero) e a Madre Paulina nella zona di Nova Trento. Visitiamo la Grafica Odorizzi, la Prefettura e il circolo di Blumenau in una suggestiva atmosfera da Oktoberfest.

Il

dolore

di

Blumenau

E´pomeriggio quando la delegazione trentina del Vanoi incontra il vice prefetto della citta`con radici tedesche. Qui è ancora vivo il tragico ricordo dell`alluvione 2008. I tre trentini scomparsi: Zortea, Zandonai e Lenzi, arrivarono in Brasile proprio per sostenere le popolazioni colpite da questa tragedia di portata storica. Significativa era stata la tappa di Gaspar dove vennero consegnati 22.375 euro frutto della «Campagna di solidarietà» in favore delle popolazioni di origine trentina.

L’orgoglio trentino - Durante il nostro viaggio, scopriamo l’orgoglio trentino a Rio dos Cedros, nella bottega di Cesar Busarello che realizza prodotti in Vime (vimini), ma anche nei mattoni di Adir Lenzi con la sua fornace, fino alla moderna azienda grafica Odorizzi con Saulita e il marito Americo Odorizzi . Con una grande festa in stile brasiliano, nel cuore della città di Blumenau, termina anche la nostra permanenza a Rio dos Cedros, anche in questo caso con gli occhi lucidi e una grande nostalgia per degli amici ritrovati. Ci rimane in mente la frase del vice prefetto che ricorda al gruppo alla fine del viaggio: «Non dimenticate che le case dei

vostri nonni sono sempre aperte, venite a trovarci e ricordatevi di noi».

L’acqua del Vanoi - A Rio de Janei-

ro – ultima tappa della trasferta - è invece il momento del ricordo: il sole è ormai basso sulla spiaggia di Copacabana, quando i trentini partiti dal Vanoi, fanno visita al monumento dedicato alle vittime del volo AF447. Siamo nel parco di Leblon, un luogo unico per la sua bellezza. Il silenzio è rotto solo dalle lacrime per i trentini Luigi Zortea, Giovanni Battista Lenzi e Rino Zandonai. L’emozione è forte e con un gesto simbolico l’acqua portata dal Vanoi si unisce alla grandezza dell’oceano, nel quale sono scomparsi gli amici trentini e tutte le altre persone provenienti da tutto il mondo. E’ l’ultima tappa del viaggio partito il 10 marzo da Canal San Bovo e terminato il 21 marzo con il rientro in Trentino. Il grazie più sincero va a chi ha reso possibile questa iniziativa: alla Provincia di Trento, al Comune di Canal San Bovo e alla Trentini nel Mondo. Ma l’ultimo pensiero è per i trentini del Brasile, che ancora una volta ci hanno insegnato il vero significato dell’amicizia: «SAUDADE».

GUARDA I VIDEO E TUTTE LE FOTO ONLINE SU:

www.lavocedelnordest.it


10

LaVocedelNordEst.it Aprile 2010

Economia

Trentino, L’economia tiene TRENTO - Il Trentino, come registrano sia i dati quantitativi che qualitativi, ha retto meglio di altri territori gli effetti della recessione mondiale, grazie in particolare alla manovra anticrisi straordinaria varata dalla Provincia autonoma, incentrata sul sostegno alle imprese, piccole e grandi, al settore delle costruzioni (lavori pubblici e ristrutturazioni edili), all’occupazione e al reddito delle famiglie. La fase di ripresa, pur evidenziando un contesto migliore rispetto all’area del Nord-est, mostra una situazione di attesa nell’imboccare un chiaro percorso di crescita.

La situazione nazionale

L’economia italiana, dopo aver raggiunto a maggio 2009 il punto più basso della crisi economica e finanziaria, ha iniziato ad evidenziare segnali di ripresa che, però, stentano a delineare un chiaro percorso di crescita e il ritorno ai livelli di benessere precedenti alla crisi. Le analisi degli istituti di ricerca prevedono il ritorno a valori pre-crisi non prima del 2013 se l’Italia avrà la forza di crescere stabilmente quanto l’area euro e come minimo su livelli di 1,5 punti percentuali annui. La crisi si è manifestata con un crollo della domanda estera e la ripresa si avvia dalla domanda estera, trainata dall’economia cinese e del sud-est

asiatico. Infatti, queste aree, assieme al Brasile, saranno la locomotiva della fase espansiva dell’economia mondiale. L’Italia ha risentito pesantemente della crisi in parte per proprie condizioni peculiari quali il periodo di bassa crescita dell’economia e l’elevato debito pubblico e in parte per caratteristiche economiche tipiche anche di altre grande economie, come Germania e Giappone, quali il peso significativo dell’industria manifatturiera e delle esportazioni. Nella fase di ripresa l’Italia evidenzia una certa fragilità e difficoltà nell’agganciare la fase espansiva anche a causa delle limitate possibilità di intervento dello Stato italiano derivanti dall’elevato debito pubblico e della composizione dell’export e dei paesi verso i quali sono orientati i flussi di esportazione.

La situazione in Trentino nel 2009

Il Trentino, come registrano sia i dati quantitativi che qualitativi, ha retto meglio alla crisi, grazie: • alla manovra straordinaria anticrisi della Provincia, incentrata sul sostegno alle imprese, al settore delle costruzioni (lavori pubblici e ristrutturazioni edili), all’occupazione e al reddito delle famiglie; • alle minori difficoltà di accesso al credito, sia per la presenza capillare del credito cooperativo, sia per gli strumen-

ti straordinari promossi dalla Provincia per la ristrutturazione finanziaria delle imprese; • alla minor propensione alle esportazioni; • al peso meno rilevante dell’industria manifatturiera. La fase di ripresa, pur evidenziando un contesto migliore rispetto all’area del Nordest, mostra una situazione di attesa nell’imboccare un chiaro percorso di crescita. Nel 2009 i lavori pubblici aggiudicati mostrano una crescita pari al 19%, con un incremento vicino al 31% per i lavori pubblici al di sotto dei 150.000 mila euro, che sono affidati per la quasi totalità ad imprese locali. La manovra anticrisi della Provincia si rileva anche nei lavori edili per le abitazioni dei privati dove i contributi provinciali hanno sostenuto le autorizzazioni a ristrutturare con un aumento pari al 12% che in parte ha controbilanciato la performance negativa delle nuove edificazioni residenziali. Infatti, le concessioni per nuove abitazioni sono diminuite di oltre il 20% rispetto al 2008. Questo ha comportato che i lavori edili sul residenziale in Trentino sono per oltre un 50% legati alle ristrutturazioni. Il settore produttivo nel 4° trimestre del 2009, rispetto a quello precedente, ha visto un deciso incremento di produzione, fatturato ed ordinativi pur presentando valori

La manovra anticrisi in Trentino TRENTO - La manovra complessiva è stata definita, per il biennio 2009 – 2010, in un importo complessivo pari a 1.250 milioni di euro, di cui 135 milioni destinati al sostegno delle fasce sociali in difficoltà, 338 agli aiuti alle imprese, 78 al miglioramento della produttività e competitività del sistema, 699 alla realizzazione di investimenti in funzione anticongiunturale. Delle risorse, stanziate per il 2009, pari a 967 milioni di euro, quasi 929 milioni sono state impegnate entro la fine del 2009 e, di queste, circa 511 milioni di euro risultano già pagati a fine marzo 2010.

Poveri in Provincia TRENTO - A dispetto della negativa congiuntura economica, e grazie anche agli interventi della Giunta provinciale

volti a sostenere i redditi e i posti di lavoro dei trentini, i dati al momento disponibili (derivanti da varie ondate dall’Indagine sulle condizioni di vita delle famiglie trentine) consentono di affermare che in Trentino la percentuale di individui poveri (vale a dire di quanti possiedono un reddito disponibile reso equivalente inferiore alla metà di quello mediano della popolazione trentina) sia rimasta sostanzialmente stabile dal 2004

al 2009 (8,8% nel 2004; 8,7% nel 2005/06; 9,0% nel 2007; 8,2% nel 2008; 8,2% nel 2009). Complessivamente, nel 2009, risultavano poveri circa 43 mila individui. Passando al tasso di povertà familiare, si può dire che, sempre nel 2009, esso (8,7%) non si scostasse granché da quello individuale. Ne deriva che poco più di 17 mila famiglie si trovavano in condizione di povertà da carenza di reddito.

per gli stessi aggregati chiaramente negativi nel 2009 (rispettivamente -13,5%, -13,2% e -9,4%); si tratta comunque di valori migliori di circa quattro/cinque punti percentuali rispetto a quelli del resto dell’Italia. La ripresa degli investimenti industriali, sopratutto quelli in macchinari ed attrezzature, conferma il riavviarsi dell’economia. Infatti questa tipologia di spesa ha registrato una variazione positiva pari al 7,4% nel 3° trimestre 2009 rispetto al trimestre precedente e di oltre il 40% sullo stesso trimestre dell’anno 2008. Nel complesso i finanziamenti delle banche alle imprese per gli investimenti sono positivi e in crescita evidente, in particolare se si confrontano con lo stesso trimestre del 2008 (di oltre 10 punti percentuali). Positiva nel 2009 è stata la dinamica del credito in Trentino che, pur presentando un rallentamento rispetto all’anno precedente, riflette una situazione in controtendenza rispetto all’ambito nazionale. In provincia i prestiti alle imprese a fine 2009 crescono dell’1,9% (7,6% a fine 2008) rispetto ad una contrazione del 3,0% a livello italiano (6,8 a fine 2008). Le sofferenze sui prestiti bancari raggiungendo un importo una volta e mezza rispetto all’anno precedente danno luogo a preoccupazioni nel settore del credito, anche se sono molto contenute (circa al 2% dei prestiti) e più basse rispetto all’Italia. Una dinamica simile a quella della produzione e del fatturato si ritrova nelle esportazioni che vede il 4° trimestre del 2009 ritornare a crescere con un incremento pari al 7,5%, grazie alle esportazioni in Germania che sono aumentate congiunturalmente di oltre il 7%. L’Italia ha una ripresa meno marcata con un valore positivo pari al 5,6%. Nel 2009 le esportazioni trentine hanno segnato una pesante flessione riducendosi di circa il 20%. I Paesi significativi per le esportazioni trentine sono anche quelli che maggiormente hanno risentito della crisi, quali la Germania e gli Stati Uniti. Questi due Paesi costituisco circa il 30% dell’export provinciali. Le economie che sono già uscite dalla crisi e registrano previsioni positive del proprio PIL dell’ordine dei 10 punti percentuali annui, quali ad esempio la Cina, non sono le aree di riferimento per le esportazioni del Trentino. Anche il comparto turistico, in controtendenza con quanto avvenuto in Italia, ha chiuso l’anno 2009 con un incremento di presenze pari al 2,4%, aumento che è stato determinato principalmente dai

turisti italiani. Le prime stime sull’andamento del periodo invernale mostrano una stagione sostanzialmente stabile rispetto a quella dell’anno precedente. Sul fronte occupazionale gli strumenti presenti a livello nazionale e le innovazioni in tale campo introdotte dalla Provincia (quali reddito di garanzia, cassa integrazione in deroga, aggiornamento professionale, integrazione del sussidio) hanno permesso di salvaguardare il reddito disponibile delle famiglie e di contenere la disoccupazione nel 2009 al 3,5% rispetto al 3,3% del 2008, distante sia dai valori del Nordest (4,7%) che quelli dell’Italia (7,8%). Il lavoro è l’ambito di maggior attenzione in questa fase della ripresa perché le ripercussione sull’occupazione di una crisi del sistema produttivo si verificano, di norma, con uno sfasamento temporale. Infatti si può osservare che alcuni dati significativi per il mercato del lavoro, quali la cassa integrazione, gli iscritti al collocamento con precedente occupazione e quelli in mobilità, evidenziano segnali di peggioramento. Bisogna ricordare, per un’analisi corretta dell’occupazione, che i lavoratori in cassa integrazione figurano ancora come occupati nelle rilevazioni ufficiali. Una stima degli occupati a tempo pieno in cassa integrazione, effettuata attraverso le ore utilizzate nel 2009, rileva che sono circa 1.000 i posti di lavoro/anno a rischio la cui stabilità è correlata alla ripresa dell’economia. Le indagini di sentiment, sia della Confindustria provinciale sia della Camera di Commercio di Trento, comunque indicano che gli imprenditori trentini, se sono ancora titubanti sull’andamento prossimo dell’economia, non mostrano preoccupazione sulla tenuta dell’occupazione. Le famiglie nel 2009, anche in conseguenza delle rete di aiuti approntata dalla Provincia, non sembrano aver registrato difficoltà nel mantenere il livello del proprio reddito disponibile, come dimostrano gli andamenti positivi (2,6% nel 2009) delle vendite al dettaglio (grocecy) e dei depositi bancari (17% nel 3° trimestre 2009 sullo stesso trimestre del 2008). Le preoccupazioni che possono intravedersi sul mercato del lavoro in presenza di una situazione di ripresa fragile potrebbero contenere i consumi privati e rallentare la fase di ripresa dell’economia.


Redazione 0439.725.106

fax 178.226.02.55

skype lavocedelnordest.it

e-mail redazione@lavocedelnordest.it

Anno III - N°4 www.LaVocedelNordEst.it

11

Primo Piano

Inquinamento record a Nordest Grave anche la situazione relativa al monitoraggio dell’inquinamento acustico. I livelli di decibel riscontrati in tutte le città superano i limiti di tolleranza

NORDEST – Nel Nordest le città più a rischio inquinamento sono Padova e Vicenza. In Italia invece, a tre mesi dall’inizio del 2010 e’ Torino la citta’ che registra il maggior numero di superamenti di polveri sottili consentiti per legge, aggiudicandosi con 59 sforamenti il triste primato italiano. Seguono Frosinone, con 57 superamenti, e Padova con 56 giorni di sforamento. Ma il limite medio giornaliero di polveri sottili consentito per legge - 50 microgrammi su metro cubo da non superare per oltre 35 giorni all’anno - e’ gia’ stato raggiunto da un lungo elenco di capoluoghi italiani: il 35% degli 88 capoluoghi di provincia, monitorati da Legambiente. A lanciare l’allarme e’ il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato, al termine dei suoi 45 giorni di monitoraggio sull’inquinamento atmosferico e acustico. Smog e decibel sono stati ‘’osservati speciali’’ della campagna itinerante che si e’ fermata in nove citta’ d’Italia - Messina, Crotone, Potenza, Latina, Ancona, Ravenna, Vicenza, Milano e Genova - dove sono stati compiuti monitoraggi sulla qualita’ dell’aria e sui livelli di ru-

more, grazie alle analisi effettuate dal Laboratorio mobile dell’Istituto sperimentale di RFI (Rete Ferroviaria Italiana). Secondo le analisi effettuate, si conferma alto l’allarme per smog, con elevate concentrazioni di polveri sottili. Sulle nove citta’ monitorate, infatti, in quattro si sono registrati valori superiori del limite medio giornaliero di PM10. Il primato negativo va a Vicenza dove le analisi del laboratorio mobile dell’istituto sperimentale di RFI hanno rivelato addirittura 215 mg/m3 su un limite massimo consentito di 50mg/ m3. Seguono Ancona, Milano e Messina, dove un rilevamento su tre supera di oltre il doppio il limite di legge. I livelli critici delle polveri sottili di Milano emergono anche dai rilevamenti effettuati dall’equipaggio del Treno Verde, con valori per due volte oltre il doppio del limite, cui si affiancano gli sforamenti di Potenza, oltre il limite due volte su due. Situazione meno grave per Ravenna e Crotone anche se restano critiche le condizioni dell’aria in alcune zone delle citta’. Grave anche la situazione relativa al monitoraggio dell’inquinamento acustico. I livelli di decibel riscontrati in tutte le

Lo smog visto dall’alto

citta’ superano i limiti di tolleranza, in particolare in citta’ come Messina e Genova dove, nonostante la presenza di piani di zonizzazione acustica per la tutela del territorio, sono presenti situazioni di evidente violazione dei limiti e dei piani d’intervento volti al risanamento. Una situazione che si allinea al trend negativo registrato negli altri capoluoghi italiani. Nonostante gli effetti negativi sulla salute e sulla qualità della vita riscontrati in seguito ad un’esposizione prolungata al rumore, secondo il rapporto ISTAT Indicatori Ambientali Urbani 2008, nel 2008 su 110 capoluoghi di provincia in

Venezia punta sul controllo delle caldaie L’accordo con 33 compagnie di navigazione e con le industrie di Porto Marghera per limitare le emissioni (già crollate del 20%, l’obiettivo è un -40%), mentre Verona vieta di tenere il motore acceso ai bus al capolinea e a tut ti i mezzi in sosta per carico e scarico, al semaforo o al passaggio a livello, dice no ai fuochi all’aperto, alla climatizzazione di cantine, garage e ripostigli, invi ta a tenere un massimo di 19˚ di riscaldamento negli

uffici, di 17˚ nei capannoni industriali e di 20˚ nelle case, offre incentivi per passare dal diesel al gas e, per le caldaie, dal gasolio al metano. Stanziati inoltre dalla Regione Veneto 500 milioni in cinque anni per il ricambio degli autobus obsoleti, altri 90 per la riqualificazione dell’area delle concerie, incentivi per il passaggio al metano delle caldaie a gasolio, controllo delle emissioni industriali e uso di certi prodotti in agricoltura.

Italia solo 68 comuni hanno approvato un piano di zonizzazione acustica, solo 15 hanno promosso una relazione biennale sullo stato acustico, 21 si sono dotati di un piano di risanamento e solo 11 hanno predisposto centraline permanenti per il rilevamento del rumore (elaborazione Legambiente, Mal’aria di città 2010). A supporto di queste considerazioni, anche l’OMS ha lanciato l’allarme: nel 98% delle aree urbane del Paese ci sarebbe un livello di rumorosità notturna pericoloso per la salute umana.

Il Veneto come la Lombardia Nel 2009 sei capo­luoghi su sette (Belluno escluso) hanno superato la soglia d’al­larme per le polveri sottili di 50 microgrammi quotidiani per metro cubo d’aria molte più volte delle 35 concesse in un anno dalla legge. Verona conta 90 sforamenti, Padova 83, Venezia 82, Vicenza 75, Rovigo 70, Treviso 61. In compenso, il totale annua le di 40 microgrammi è sotto i parametri, ma per un soffio: 39,8 a Padova; 38,6 a Verona; 38 a Vicenza; 36,9 a Rovigo; 34,5 a Venezia e 34,4 a Treviso.


12

LaVocedelNordEst.it Aprile 2010

Cultura e Società Il Palio e i Donatori di sangue insieme a Feltre

FELTRE (BELLUNO) - Anche l’associazione Palio di Feltre contribuirà a far fare bella mostra di sé alla città. La storica rievocazione feltrina, attraverso le sue principali espressioni, e cioè i Quattro Quartieri e il Gruppo Sbandieratori «Città di Feltre», offrirà un assaggio delle sue potenzialità alle migliaia di donatori di sangue delle FIDAS nazionali che il 2 maggio prossimo sfileranno in corteo lungo le vie del Centro Storico e attorno alle mura cittadine. Tamburini, figuranti e sbandieratori si posizioneranno nelle piazze della cittadella: Trento e Trieste, De Boni, Odoardi e Piazza Maggiore, e fuori mura in Largo Castaldi. Soddisfatti sia il presidente del sodalizio feltrino Stefano Antonetti, per il coinvolgimento nell’iniziativa che porterà a Feltre dalle 15 alle 20mila persone da tutta Italia, che il presidente dell’Associazione Feltrina Donatori Volontari di Sangue Saverio Marchet. Per Antonetti sarà uno «splendido veicolo promozionale non solo per la città, ma anche per le sue più importanti manifestazioni, proprio nell’anno che ci vede tutti pro-

tagonisti con la rievocazione dei 500 anni della distruzione e inizio della ricostruzione di Feltre, avvenuta nel lontano 1510». La collaborazione con l’associazione Il Palio di Feltre dimostra anche che istituzioni, enti e associazioni di volontariato sanno fare sistema quando serve. «La FIDAS-Feltre – dichiara il suo presidente – non sta organizzando questi eventi solo per promuovere la donazione del sangue, quanto per mettere la città, con le sue peculiarità e ricchezze, sotto i riflettori grazie alle migliaia di visitatori che la raggiungeranno il 2 maggio. E i protagonisti del Palio contribuiranno a valorizzare la storia e le tradizioni di Feltre proprio nei suoi salotti migliori». In attesa della prossima edizione 2010 della rievocazione storica - il cui appuntamento è previsto per i giorni 6, 7 e 8 agosto – il direttivo dell’associazione non si lascia sfuggire questa importante occasione per richiamare l’attenzione di potenziali visitatori sulla manifestazione cittadina più attesa dell’anno.

Rally, Orler torna a correre dal Bellunese

PRIMIERO (TRENTO) Dopo sei anni di inattivita’ e gli ottimi risultati del passato, Manuel Orler, pilota trentino di Imèr di Primiero toglie il casco dal chiodo e rientra nel mondo dei rally. Lunedi 29 marzo, primo test ufficiale con l’auto da gara nel feltrino, prima dell’uscita ufficiale al 25° Rally del Bellunese. Il pilota trentino ha scelto la potente renault clio super 1600 ex ufficiale preparata dal team francese Barroso e gestita in gara dal team RT Racing. L’evento più

atteso però per lui, così come per gli altri piloti primierotti e trentini, sarà il 16/17 luglio con il 30° Rallye di San Martino di Castrozza e Primiero. Per la cronaca, il responso cronometrico, al termine della 25. edizione del Rally Bellunese ha incoronato la coppia formata da Sandro Giacomelli e Francesco Orian su Peugeot 207. Tra le curiosità, la presenza del presidente della Provincia, Gianpaolo Bottacin, nella vettura «apripista» e per Manuel Orler un quarto posto di classe e un 26° assoluto causa problemi gomme. Info: orler.racing@alice.it

19° Incontro Italo – Austriaco della Pace a Ricordo dei Caduti e delle Vittime Civili della Grande Guerra

Feltre, 11 luglio 2010 ore 10.30 Cimitero Militare Austroungarico e Sacrario Militare Italiano FELTRE - Dopo decenni dall’inizio della Grande Guerra sono numerose le iniziative che intendono ricordare ed onorare i Caduti. Anni fa è nata però un’iniziativa particolare, gli Incontri italo-austriaci della Pace a ricordo dei caduti e delle vittime civili della Grande Guerra, divenuti ormai una tradizione e noti anche a livello internazionale. Ideatore ed organizzatore instancabile è Mario Eichta, figlio di un importan-

te esponente della comunità trentina di allora, Luigi Eichta, che il 26 maggio 1915 venne arrestato a Merano dai gendarmi austro-ungarici e internato quale sospetto politico irredentista nel famigerato Campo di internamento di Katzenau, nella periferia di Linz, e poi confinato a Hollabrunn. Il figlio Mario Eichta ha sentito l’esigenza e l’impegno del ricordo di tutte le Vittime della Grande Guerra, sia militari che civili. Gli Incontri italo-austriaci della Pace iniziarono nel 1992 presso l’Ossario al Passo del Tonale (Comune di Vermiglio) con la presenza degli allora Ministri degli Esteri di Italia ed Austria, Emilio Colombo ed Alois Mock, per poi proseguire nel 1993 con il Ministro Mock al Forte di Luserna, nel 1994 al Cimitero Militare di Fucine, frazione del Comune di Ossana, nel 1995 al Cimitero Militare di S. Giuliana nel Comune di Vigo di Fassa, nel 1996 al Cimitero Militare di Slaghenaufi nel Comune di Lavarone, nel 1997 al Cimitero Militare di Bondo e nel 1998 al Cimitero Militare di S. Rocco nel Comune di Pejo. Gran parte del Trentino, allora denominato Tirolo italiano, era stato forzatamente evacuato dalle imperial-regie autorità militari austro-ungariche e le popolazioni delle vallate interessate vennero smistate in varie sperdute località all’interno dell’ex Im-

pero austro-ungarico, circa 70.000 persone tra donne, anziani e bambini. Insieme ai Trentini furono allontanati anche altri sudditi imperiali di lingua italiana come le popolazioni dell’Ampezzano, del Friuli Orientale, dell’Istria, del territorio di Fiume e della Dalmazia.

Programma

Sabato 10 luglio Ore 17.00 Cimitero Militare Germanico a Feltre(località San Paolo) - deposizione corone Ora 18.30 Presentazione del libro di Hubert Frankauser , tradotto dal prof. Marco Rech,, « Le termopili dell’Austria 1809-1918il fronte dimenticato della Val Canale da Napoleone fino a fine guerra del 1918». Sarà presente l’autore. Domenica 11 luglio Ore 10.30 S. Messa nel Duomo Ore 11.30 Partenza della sfilata verso il monumento ai Caduti del Comune di Feltre Ore 11.45 Sosta e deposizione delle corone davanti al monumento Ore 12.00 Cerimonia al Cimitero Militare A.- U. e al Sacrario Militare Italiano


Redazione 0439.725.106

fax 178.226.02.55

skype lavocedelnordest.it

e-mail redazione@lavocedelnordest.it

Sportello Lavoro

Anno III - N°4 www.LaVocedelNordEst.it

13

Consulta le nostre offerte di Lavoro su: www.lavocedelnordest.it nella Rubica SERVIZI► LAVORO

Mobbing, se lo conosci ti tuteli

Un milione e mezzo di lavoratori su 21 milioni di occupati in Italia sono vittime del mobbing (monitoraggio Ispesl). In Europa le persone vittime di vessazioni sul posto di lavoro sono circa 12 milioni pari all’8% degli occupati (sondaggio Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro). Per questo, in occasione della Festa del Lavoro il Movimento Difesa del Cittadino

Tipi di Mobbing Mobbing dal basso o down-up:

Il mobber è in una posizione inferiore rispetto a quella della vittima. Accade quando l’autorità di un capo viene messa in discussione da uno o più sottoposti, in una sorta di ammutinamento professionale generalizzato. Mobbing dall’alto:

Il mobber è in una posizione superiore rispetto alla vittima: un dirigente, un capo reparto, un capoufficio, un collega di anzianità o di mansioni superiori.

(Mdc) inaugura lo Sportello Mobbing a Roma: è la prima volta che un’associazione di consumatori promuove uno sportello dedicato a coloro che nel posto di lavoro devono subire attacchi ripetuti nel tempo dal datore di lavoro o dai colleghi. «Il lavoratore mobbizzato, provato emotivamente e fisicamente, rischia di commettere passi falsi che possono compromettere maggiormente il suo benessere - spiega Marilena Panariello, responsabile dello Sportello Mobbing del Movimento Difesa del Cittadino - La prima cosa da fare è quella di non prendere decisioni irreversibili. Qualunque decisione (dimissioni per disperazione o accettazione di prepensionamenti forzati, ecc.) si intenda assumere sotto la spinta dell’emozione, si rivelerà in futuro insoddisfacente. È importante, inoltre, che il mobbizzato ponderi attentamente i provvedimenti che intende adottare, magari facendosi preventivamente aiutare da un medico e da strutture di consulenza legale come il nostro Sportello». Ecco il Decalogo anti-mobbing del Movimento Difesa del Cittadino (Mdc) con i consigli sui comportamenti che dovrebbeBossing o mobbing strategico:

E’ una forma di mobbing che viene usata strategicamente dalle imprese per promuovere l’allontanamento dal mondo del lavoro di soggetti in qualche modo scomodi. Mobbing tra pari o orizzontale:

Il mobber e la vittima sono allo stesso livello: due colleghi con pari mansioni e possibilità. Normalmente si assiste tra colleghi a piccole invidie, pettegolezzi, conflitti che serpeggiano sotto la superficie; anche se rivalità ed antipatie personali tra colleghi superano per aggres-

ro adottare i lavoratori vittime di mobbing per tutelare al meglio i loro diritti: 1. Non abbandonare il posto di lavoro, soprattutto se non si ha ancora una valida alternativa di occupazione. 2. Reagire agli attacchi. È utile rispondere ai tentativi di violenza in modo calmo, ma chiaro e deciso a far notare all’aggressore e ai testimoni che la via intrapresa si identifica con un termine specifico, cioè mobbing o molestia morale. 3. Raccogliere tutte le prove possibili del presunto mobbing: note scritte con ordini di servizio (con eventuale demansionamento, trasferimenti ecc.), e-mail con i colleghi e i propri responsabili, registrazioni (di presunte molestie sessuali, minacce di trasferimento o licenziamento, ecc.) e qualsiasi altro mateconto dei sintomi psichici e fisici accuriale scritto che attesti una determinata sati e imputabili al presunto mobbing. situazione. Anche una mancata risposta 6. Recarsi tempestivamente presso strutad una domanda fatta per iscritto può ture pubbliche per la diagnosi e le cure essere una prova della degenerazione del caso (in molte città ci sono centri dei rapporti. di salute mentale - divisione mobbing 4. Annotare le date delle situazioni e dei presso policlinici universitari). comportamenti mobbizzanti. 7. Raccogliere qualsiasi documentazione 5. Fare un dettagliato e cronologico resomedica, preferibilmente proveniente da strutture pubbliche, possa essere utile in un eventuale giudizio. sività ed emotività quelle tra superiori 8. Evitare di prolungare le assenze per e sottoposti. malattia oltre il periodo di comporto Doppio mobbing: contrattualmente previsto, onde evitare L’energia distruttiva con cui la vittima è di dare al datore di lavoro una buona caricata e che trova in famiglia la posscusa per intimare il licenziamento. sibilità di scaricarsi, può giungere ad un 9. Un periodo di cura e di riposo può livello tale da comportare la saturazione essere utile, anche perché permette di delle riserve familiari. allentare la tensione psicologica. Tuttavia un’assenza dal lavoro prolungata può aggravare le persecuzioni e rendere ancora più tesi i rapporti con l’azienda. 10. Rivolgersi a un legale già durante la vigenza del rapporto di lavoro per la

tutela preventiva della propria posizione lavorativa.

Come difendersi

Il lavoratore mobbizzato, provato emotivamente e fisicamente, rischia di commettere passi falsi che possono compromettere maggiormente il suo benessere. La prima indicazione da dare è quella di non prendere decisioni irreversibili. Qualunque decisione, infatti, egli intenda assumere sotto la spinta dell’emozione, si rivelerà in futuro insoddisfacente. Insomma dimissioni per disperazione o accettazione di prepensionamenti forzati e via dicendo. E’ importante che sia guidato a seguire un certo comportamento e a prendere alcuni provvedimenti in prima persona per aiutarsi ed agevolare le azioni di chi lo potrà assistere. Quelli che seguono sono una serie di suggerimenti da fornire al mobbizzato per affrontare la sua situazione. Ovviamente non si tratta di dati scientifici, ma elementi tratti dall’esperienza di chi ha già affrontato il mobbing.

SELEZIONI E CONCORSI offerte di lavoro Inviateci le Vostre a: redazione@lavocedelnordest.it Trentino Alto adige PROVINCIA DI BOLZANO CONCORSO (scad. 3 maggio 2010) Concorso pubblico, per titoli ed esami, presso il Comprensorio sanitario di Bolzano, per un posto di dirigente medico presso il servizio di anestesia e rianimazione, due con indirizzo rianimazione - disciplina di anestesia e rianimazione, riservato al gruppo linguistico italiano. E’ indetto pubblico concorso per titoli ed esami, presso il Comprensorio sanitario di Bolzano, per un posto di dirigente medico presso il Servizio di anestesia e rianimazione, due con indirizzo rianimazione - disciplina di anestesia e rianimazione, riservato al gruppo linguistico italiano. Il termine per la presentazione delle domande redatte su carta semplice e corredate dai documenti prescritti, scade alle ore 12 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica. Il concorso, il quale estratto e’ stato pubblicato nel Bollettino ufficiale della regione Trentino Alto Adige n. 42/IV del 2 novembre 2009 e’ disponibile in versione integrale nel sito internet del Comprensorio sanitario

di Bolzano www.asbz.it N.B. Requisito essenziale: attestato di conoscenza delle lingue italiana e tedesca, conseguito a seguito di specifico esame ai sensi del D.P.R. n. 752/1976, indipendentemente, dall’appartenenza linguistica. Per ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio assunzione e stato giuridico del Comprensorio sanitario di Bolzano (tel. 0471/908231).

FRIULI VENEZIA GIULIA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA «S. MARIA DELLA MISERICORDIA» DI UDINE CONCORSO (scad. 29 aprile 2010) Avviso di pubblica selezione per il conferimento dell’incarico quinquennale di direttore di struttura complessa disciplina di neonatologia. E’ indetto il seguente avviso di pubblica selezione per il conferimento dell’incarico quinquennale di direttore di struttura complessa disciplina di Neonatologia. Il termine per la presentazione delle domande (con il consenso del trattamento di dati personali), redatte su carta semplice e corredate dei documenti prescritti e della ricevuta di versamento di € 3,87 da versarsi con vaglia postale o con bollettino di c/c postale n. 12408332

intestato alla tesoreria dell’Azienda ospedaliero-universitaria «S. Maria della Misericordia» di Udine, scade il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica - 4ª serie speciale. Il testo integrale del bando, con l’indicazione dei requisiti e delle modalita’ di partecipazione al concorso, e’ pubblicato all’Albo Ufficiale dell’Azienda - P.le S. Maria della Misericordia n. 15, 33100 Udine e sul sito internet www. ospedaleudine.it Per ulteriori informazioni e per ricevere copia integrale del bando, gli aspiranti potranno rivolgersi alla S.O.C. Gestione risorse umane, Ufficio concorsi dell’Azienda ospedaliero-universitaria «S. Maria della Misericordia» di Udine - telefono 0432554709-05-06, oppure consultare il sito internet www. ospedaleudine.it

per titoli ed esami, per la copertura di un posto di assistente tecnico geometra - cat. C. Il termine per la presentazione delle domande, redatte su carta semplice e corredate dei documenti prescritti, scade il trentesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica. Qualora detto giorno sia festivo, o un sabato, il termine e’ prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. Il testo integrale del concorso e’ stato pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 22 del 12 marzo 2010. Il bando integrale ed il modello della domanda di partecipazione sono inseriti nel sito aziendale - sezione concorsi: www.ulss7.it. Per ulteriori informazioni rivolgersi al Servizio Personale dell’U.L.S.S. n. 7 - via Lubin n. 16 - 31053 Pieve di Soligo (Treviso) - Tel. 0438/664303 - 425 - 500.

VENETO REGIONE VENETO CONCORSO (scad. 29 aprile 2010) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di assistente tecnico geometra - cat. C, presso l’azienda U.L.S.S. n. 7 di Pieve di Soligo. E’ indetto concorso pubblico,

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA DI VERONA CONCORSO (scad. 26 aprile 2010) Avviso per l’attribuzione di un incarico di direttore di struttura complessa - disciplina di geriatria, servizio di III geriatria

dell’Ospedale Civile Maggiore . E’ indetto avviso per l’attribuzione di un incarico di direttore di struttura complessa - disciplina di geriatria - da assegnare al Servizio di III geriatria dell’Ospedale Civile Maggiore - Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona. Il termine per la presentazione delle domande, redatte su carta semplice e corredate dei documenti prescritti, scade alle ore 12,00 del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica. Gli aspiranti all’avviso di cui sopra dovranno far pervenire la domanda all’ufficio protocollo dell’Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona, p.le A. Stefani n. 1 - 37126 Verona. Il testo integrale e fac-simile della domanda di partecipazione all’avviso di cui sopra e’ pubblicato nel sito ufficiale dell’Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona: www.ospedaleuniverona.it nella sezione «concorsi». Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Ufficio procedure selettive e concorsuali del Servizio sviluppo e gestione risorse umane dell’Azienda ospedaliera di Verona o consultare il sito aziendale: www.ospedaleuniverona.it


14

LaVocedelNordEst.it Aprile 2010

Ogni fine settimana sul nostro giornale online gli appuntamenti aggiornati per il weekend

Vivinordest TRENTINO ALTO ADIGE dal 30/04/2010 al 02/05/2010 Bolzano (BZ) Festa dei fiori 122^a edizione

....................................................

dal 30/04/2010 al 02/05/2010 Arco (TN) 25° Convegno, Mostra e Mercato di Bonsai

................................................... . dal 01/05/2010 al 02/05/2010 Caldonazzo (TN) Mercatino dei rigattieri ....................................................

17/18 Settembre

2010

1° Historic Rallye San Martino di Castrozza

Segnalate i vostri eventi e le vostre iniziative a: redazione@lavocedelnordest.it

dal 29/05/2010 al 30/05/2010 Siusi, Fiè allo Sciliar e Castelrotto (BZ) Cavalcata Oswald von Wolkenstein

....................................................

derato assolutamente giusto ed equo. La mia tesi, che contraddice qualsiasi tesi precedente, è che si tratta del metodo più ingiusto che esista al mondo, perché privilegia un solo tipo di intelligenza, quella che io chiamo logico-linguistica. Chi ha un’intelligenza di questo tipo a scuola va bene, chi vi si discosta e ha un altro tipo di intelligenza è automaticamente un somaro.»(da un’intervista ad H. Gardner) L’applicazione di questi studi ai processi educativi, ci ha incuriositi e motivati a trattare questo argomento al convegno Intelligenze e Educazione. La partecipazione di relatori, tra i più importanti studiosi nazionali in questo campo, permetterà di approfondire e discutere le teorie ma anche di conoscere interessanti esperienze fatte in Italia nell’ambito scolastico. Grazie ai «magnifici» relatori, al coordinatore scientifico prof. Cesare Cornoldi, ai convegnisti e a quanti, anche quest’anno, ci hanno diversamente «aiutati» rendendo possibile questo importante evento.

Tel. 366 3111792 • 346 6872250

28 Festa delle rane ....................................................

FRIULI VENEZIA GIULIA il 25/04/2010 - Pordenone (PN) Festa di San Marco e Fortajada ....................................................

Inviate i vostri annunci gratuitamente alla nostra redazione o via mail all’indirizzo: info@lavocedelnordest.it

Abbigliamento

Vendo abito da sposa mai usato, ottimo prezzo.  Cell. 3312819462

Lavoro Impiegato con esperienza decennale in contabilità generale (banche, fatturazione attiva/ passiva, intrastat, iva), redazione bilanci Cee, dichiarazione annuale iva, sostituti d’imposta ( modello 770 ), redditi, provvigioni agenti, ici, buona conoscenza lingua inglese/francese, pacchetto office, ricerca lavoro fra Segusino, Pederobba, Valdobbiadene, Vidor, Farra e Pieve di Soligo, Moriago e Sernaglia della Battaglia,  Tel. 0423.868185

........................................................

........................................................

SCARPE D&G ORIGINALI, DA DONNA VERAMENTE BELLE, NR. 37/37,5, USATE 1 VOLTA, VERAMENTE NUOVE. CAUSA NR. SBAGLIATO SVENDO A € 60,00. VERA OCCASIONE!!  Cell. 346 435 8783

APPM CERCA PER LAVORO COME EDUCATORE A TEMPO DETERMINATO NELLO SPAZIO GIOVANI DI FIERA DI PRIMIERO E/O AL CENTRO DIURNO DI CANAL SAN BOVO PERSONA DISPONIBILE CON TITOLO DI BASE SCUOLA MEDIA SUPERIORE E DI ETA’ SUPERIORE AI 23 ANNI. PER INFORMAZIONI TELEFONARE AL N. 0461/829896 O E-MAIL ALL’INDIRIZZO: associazioneminori@appm.it

........................................................

Animali

Vuoi liberare il tuo garage da auto, moto e bici ormai vecchie? Se sei in possesso di auto, furgoni , moto, bici, etc. etc.,CONTATTACI, verremo subito a ritirare. E-mail : dellecurti.giovanni@gmail.com Cell: 329/3964862 ........................................................

........................................................

Eseguo graffiti e murales su commissione, da solo o in gruppo, raffiguranti praticamente qualsiasi soggetto. 14 anni di esperienza nel campo, sia a livello nazionale che internazionale. Prezzo da concordare a seconda del soggetto, della complessita e delle dimensioni del lavoro proposto. : www.style1.org

Ad Ariano nel polesine vendo uova o pulcini colore nero di gallina razza Polverara Cell. 3498387151 e chiedere di Massimo

Bicicletta elettrica tipo freesbe, pari al nuovo usata veramente pochissimo, svendo a 700 € causa inutilizzo. Completa di nr.1 batteria supplementare oltre la sua originale, cestino e bauletto, gomme nuove,(nessun graffio o necessità di manutenzione) velocità max 20 km/h.  ........................................................ Cell. 3313669427

salute FASCIA RASSODANTE E ANTICELLULITE NUOVA MAI USATA, COMPLETA DI TELECOMANDO, MANUALI E CUSTODIA, CAUSA DOPPIO REGALO, SVENDO A € 30. PREZZO ACQUISTO € 120,00. VERA OCCASIONE!! ZONA TRENTO. Cell. 346 435 8783 ........................................................

Collezionismo Vendo diverse collezioni di soldatini di piombo, con i loro espositori, a veri collezionosti, o appassionati del genere, trattative in privato, tel ore pasti e anche serali, Piero Cell. 347 5167742 ........................................................ Flipper elettromeccanico anni ‘70 completamente revisionato e funzionante, dotato di luci e bellissima illustrazione Sito web: www.jokerunderground.it Per il prezzo contattare il venditore. Vendo collezione vinili 33 giri dei Pooh, tutti prime versioni originali, ad eccezione di una ristampa: OPERA PRIMA, 1971

Libri

Labrador Retriever di colore biondo, 2 anni maschio ottima genealogia vendo ad appassionati della razza.  ........................................................ Cell. 334 754 1897

VEICOLI

.........................................................

........................................................

Gli organizzatori La bottega dell’Arte www.labottegadellarte.eu

La Bottega dell’Arte • Via Fiume 7 38054 Fiera di Primiero (TN)

dal 20/05/2010 al 30/05/2010 Santa Lucia di Piave (TV)

Vendo, Compro, Cerco, Messaggi personali e Iniziative

INFO: Segreteria San Martino Corse - Via Val di Roda, 4 - 38054 San Martino di Castrozza (TN) - Tel. 0439 68383 - Fax 0439 767315 Cell. Michele 392 1801051 Cell. Antonio 347 5914977 www.rallyesanmartino.com

Siamo abituati a pensare che ci sia una singola intelligenza con la quale si nasce e che non si può cambiare di molto. La Psicologia invece ha sempre parlato di un’intelligenza che si articola in varie forme; alcune teorie moderne parlano di Intelligenze Multiple. Howard Gardner in Frames of Mind (1983) afferma che ognuno di noi è dotato di almeno sette intelligenze (linguistica, musicale, logico-matematica, spaziale, corporeocinestetica, personale e interpersonale), ne aggiunse più tardi un’ottava (naturalistica) e poi una nona (esistenziale). Nel ‘94 Robert J. Sternberg elaborò invece «La teoria triarchica del pensiero» secondo cui l’attività intelligente è di tre generi fondamentali (analitica, creativa e pratica) e si combina con la capacità di saggezza dell’individuo. Per cui «Non esiste un modo giusto di insegnare o di imparare che funzioni per tutti gli studenti. Bilanciando i generi di istruzione e di valutazione si raggiungono tutti gli studenti e non solamente alcuni» (Le tre intelligenze, R. Sternberg, ’96) «Una delle idee su cui mi sono speso moltissimo è quella dell’istruzione centrata sull’individuo. Finora tutti hanno appreso le stesse cose, che sono state insegnate nello stesso modo, verificate e valutate con gli stessi sistemi e criteri. E tutto questo è sempre stato consi-

dal 17/04/2010 al 02/05/2010 Nervesa della Battaglia (TV) Mostra del Vino del Montello e dei Colli Asolani .................................................... dal 23/04/2010 al 02/05/2010 Candelù di Maserada sul Piave (TV) Sagra del 1° de Majo .................................................... dal 15/04/2010 al 02/05/2010 Biancade (TV) Sagra di primavera ....................................................

il 16/05/2010 - Biancade (TV) 8^ Fiera Artigianato Artistico ...................................................

La Piazza del NordEst

5° Revival Rallye - San Martino di Castrozza Intelligenze e Educazione

VENETO

Vendo 1 guida turistica del Perù, il volume è edito da Edt, prezzo di listino complessivo 50 euro. Prezzo di vendita 25 euro. Preferisco il ritiro in zona, ma se necessario ci si può mettere d’accordo per la spedizione. Per informazioni Cell. 3933751004 - Acquario2008@gmail.com

- ALESSANDRA, 1972, PARSIFAL, 1973 FORSE ANCORA POESIA, 1985 RISTAMPA UN PO’ DEL NOSTRO TEMPO MIGLIORE, 1975 POOHLOVER, 1976 ROTOLANDO RESPIRANDO, 1976 BOOMERANG, 1978 VIVA, 1979 STOP, 1980 BUONA FORTUNA, 1981 TROPICO DEL NORD, 1983 ALOHA, 1985 ASIA NON ASIA, 1985 GIORNI INFINITI, 1986 IL COLORE DEI PENSIERI, 1987 OASI, 1988 UOMINI SOLI, 1990 IL CIELO E’ BLU SOPRA Cell. 329 0074959 LE NUVOLE, 1992 


Redazione 0439.725.106

fax far conoscere skype Vuoi il tuo ristorante sule-mail nostro giornale? Stiamo realizzando i video delle migliori ricette da pubblicare su redazione@lavocedelnordest.it 178.226.02.55 lavocedelnordest.it

Accadde ad Aprile 1 aprile 1929 - nasce lo scrittore Milan Kundera 1 aprile 1969 - Lin Biao designato delfino di Mao 1 aprile 1984 - ucciso il musicista Marvin Gaye  4 aprile 1909 - nasce Leone Ginzburg  4 aprile 1934 - muore il poeta Salvatore Di Giacomo  4 aprile 1949 - firmato a Washington il Patto Atlantico  4 aprile 1979 - impiccato il politico pakistano Zulfikar Ali Bhutto  4 aprile 1989 - muore l’architetto Andrea Busiri Vici  4 aprile 1984 - muore Attilio Marzollo, protagonista di un famoso crack  4 aprile 1984 - muore il progettista di aerei sovietico Oleg Antonov  5 aprile 1969 - Cooley innesta a un paziente un cuore di plastica  5 aprile 1969 - muore l’attore Alberto Bonucci  5 aprile 1984 - muore l’orientalista Giuseppe Tucci  5 aprile 1989 - muore il regista Karel Zeman  5 aprile 1999 - muore l’editore Giulio Einaudi  6 aprile 1909 - Peary raggiunge il Polo Nord  6 aprile 1959 - nasce il calciatore Pietro Vierchowod  7 aprile 1979 - arrestato Toni Negri  7 aprile 1984 - muore il senatore americano Frank Church  8 aprile 1929 - nasce il cantautore Jacques Brel  8 aprile 1929 - nasce lo storico Renzo De Felice  8 aprile 1959 - nasce il filosofo Edmund Husserl  8 aprile 1984 - muore lo scienziato Piotr Kapitsa, Nobel per la fisica  9 aprile 1929 - nasce il magistrato Vittorio Occorsio 

9 aprile 1959 - muore l’architetto Frank Lloyd Wright 10 aprile 1919 - ucciso Emiliano Zapata 10 aprile 1929 - nasce l’attore Max von Sydow 10 aprile 1979 - muore il musicista Nino Rota 12 aprile 1984 - muore il regista televisivo Daniele D’Anza 12 aprile 1984 - costituita la Lega Lombarda 12 aprile 1989 - muore il pugile Sugar Ray Robinson 14 aprile 1949 - l’Irlanda si proclama Repubblica 14 aprile 1759 - muore il musicista Georg Friedrich Haendel 14 aprile 1984 - muore l’ industriale Luigi Vismara 14 aprile 1999 - Nicola Trussardi muore in un incidente stradale 15 aprile 1959 - nasce l’attrice Emma Thompson 15 aprile 1989 - muore il politico cinese Hu Yaobang 15 aprile 1989 - 95 morti allo stadio di Sheffield 16 aprile 1859 - muore Alexis de Tocqueville 16 aprile 1984 - muore l’ex calciatore Pietro Andreoli 17 aprile 1969 - Husak sostituisce Dubcek 17 aprile 1969 - Bernadette Devlin eletta in Parlamento 17 aprile 1979 - muore il calciatore Paolo Barison 17 aprile 1984 - muore il gen Mark Clark, liberatore di Roma 18 aprile 1999 - referendum per abolire la quota proporzionale, manca il quorum per poco 19 aprile 1929 - nasce il pugile Duilio Loi 19 aprile 1989 - esplosione corazzata Iowa

19 aprile 1989 - muore la scrittrice Daphne Du Maurier 20 aprile 1949 - nasce il politico Massimo D’Alema 20 aprile 1949 - nasce l’attrice Jessica Lange 20 aprile 1999 - strage alla Columbine High School a Littleton 22 aprile 1909 - nasce Indro Montanelli 22 aprile 1909 - nasce Rita Levi Montalcini 22 aprile 1979 - muore il calciatore Amedeo Biavati 22 aprile 1989 - muore il fisico Emilio Segre 23 aprile 1969 - muore il regista Camillo Mastrocinque 24 aprile 1979 - muore suicida lo scrittore Lucio Mastronardi 25 aprile 1959 - nasce Francesca Mambro 25 aprile 1984 - muore l’ economista Epicarmo Corbino 26 aprile 1984 - muore il musicista jazz Count Basie 26 aprile 1989 - muore l’attrice Lucille Ball 27 aprile 1969 - il gen.Ciglieri muore in incidente auto sospetto 27 aprile 1969 - De Gaulle si dimette 27 aprile 1989 - muore Raul Sendic, fondatore dei tupamaros 28 aprile 1969 - nasce Pier Silvio Berlusconi 28 aprile 1979 - muore il filosofo Ugo Spirito 28 aprile 1984 - muore l’ editore Amerigo Terenzi 28 aprile 1989 - muore l’attore Franco Parenti 28 aprile 1999 - muore Ramsey, ct inglese ‘mondiale’ nel ‘66 30 aprile 1989 - muore il regista Sergio Leone

VITA NEL VERDE, I CONSIGLI DEL MESE I lavori di aprile nell’orto..... In questo periodo le temperature sono sempre più calde, ma c’è sempre il rischio delle basse temperature notturne e delle gelate primaverili. Per questo motivo bisogna creare maggiore arieggiamento all’interno dei tunnel facendo fori di aerazione nella plastica, dimensionati in modo da non creare correnti fredde notturne. Aprile insieme a maggio è il periodo per eccellenza di semine e trapianti. L’attività è ormai quotidiana. Le annaffiature sono regolari e gli interventi sul terreno già coltivato sono tesi soprattutto a concimarlo e a togliere le infestanti.

Semine (luna calante) A dimora all’aperto: agretto, bietola da coste, cipolla colorata, lattuga da taglio, spinacio. In semenzaio all’aperto: cavolo cappuccio, tetragonia, indivia riccia, lattuga, bietola da coste, lattuga cappuccio, porro, scarola, sedano. In serra, ma solo nelle zone più fredde del centro-nord: agretto, bietola da coste, cavolo cappuccio, lattuga, indivia. Semine (luna crescente) A dimora all’aperto: anguria, basilico, bietola da orto, cardo, carota, cetriolo, coriandolo, fagiolo, fagiolino, fava, melone, peperone, pisello, melanzana, pomodoro,

prezzemolo, ramolaccio, ravanello, rucola, scorzanera, zucca e zucchina. In semenzaio all’aperto: basilico, pomodoro, melanzana, cetriolo In serra, ma solo nelle zone più fredde del centro-nord: acetosa, basilico, cetriolo, anguria, melanzana, melone, peperone, pomodoro, zucca e zucchina.

OROSCOPO ARIETE

Questo mese sarà all’insegna del divertimento: se avete avuto rimorsi per occasioni sprecate nel periodo appena passato non preoccupatevi perché ve ne si presenteranno tantissime di nuove.

Toro

Le scelte fatte non vi soddisfano ma non preoccupatevi perché Aprile per voi sarà un mese in cui ciò che vi pare più remoto ad avverarsi si potrà realizzare operando le giuste conclusioni.

Gemelli

Se il mese appena passato è stato un po’ difficile, Aprile porterà belle notizie sia in amore che in ambito lavorativo. Sta a voi solamente cogliere l’attimo. Diffidate da chi vi elogia in maniera smisurata.

Cancro

Se il mese appena passato è stato un po’ difficile, Aprile porterà belle notizie sia in amore che in ambito lavorativo. Sta a voi solamente cogliere l’attimo.

Leone

Se vi sembra che il 2010 sia iniziato male non preoccupatevi perché persone che non immaginereste mai potrebbero arrivare a tirarvi fuori dai guai, meritando in tal modo la vostra fiducia che voi gli dovrete garantire anche in futuro.

Vergine

Non è ancora arrivato il momento di far vedere veramente le persone stupende che siete: questo mese presenterà relativamente poche occasioni per mettervi in mostra ma con un po’ di astuzia potrete coglierle e farle vostre per il futuro.

Bilancia

Parola d’ordine: impegno! Non preoccupatevi se qualcuno non riconosce il vostro lavoro su cui avete sprecato tantissime energie perché le vostre opere fatte bene vi ripagheranno nel lungo periodo.

Scorpione

Non fidatevi delle apparenze. Persone a voi molto vicine per invidia delle vostre capacità potrebbero sfruttare la situazione per uscirne indenni.

Sagittario

L’amore non è certo un sentimento con cui scherzare e l’esperienza ve l’ha insegnato. Questo è il mese del riscatto che porterà quello che in passato vi è stato tolto. Sta a voi volerlo o meno.

Capricorno

Non sempre può essere tutto rose e fiori. Un po’ di salita vi aiuterà a diventare più forti e a temprare il vostro carattere che forse in questi mesi passati si è un po’ addolcito.

ACquario

Finalmente relax. Avete lavorato tanto e bene in tutti i campi dal lavoro all’amore. Adesso vi spetta solo godere di ciò che avete seminato.

Pesci

Non fatevi problemi per questioni che non meritano la vostra attenzione: Aprile forse vi sembrerà a vostro sfavore ma vi accorgerete che la soluzione è proprio dietro l’angolo e spesso è molto più banale di quanto pensate.

Anno III - N°4 www.LaVocedelNordEst.it

15

Le Ricette firmate dallo Chef Alessandro Bettega alessandrobettega@hotmail.it -

347/9782326

MILLEFOGLIE ALLE FRAGOLE CON COULIS ALLA VANIgLIA Ingredienti per 4 persone: un foglio di pasta sfoglia 200gr crema pasticcera 400 gr di panna montata - 200 gr di panna liquida 100 gr di fragole 40 gr di zucchero - 2 rossi d’uovo una stecca di vanilia Stendere bene la pasta sfoglia e metterla in una placca da forno, forellarla con una forchetta e infornare a 180° per 25 minuti. Togliere dal forno e far raffreddare. Per il coulis, mettere in un pentolino la panna liquida con la vaniglia e portare ad ebolizione. Versarci poi le uova battute con lo zucchero, rimettere sul fuoco e mescolare bene con la frusta finché comincia a sobbollire nei bordi (massimo 86° altrimenti coagula). Far quindi raffreddare per almeno tre ore in frigo.Prendere la panna montata e amalgamarla dolcemente alla crema pasticcera. Formare 12 stampi con la pasta sfoglia e stendere i primi 4 in un tagliere. Con un sac-à-poche decorarli con la crema e le fragole precedentemente tagliate a fettine, alternando una base di sfoglia e altro strato di crema e fragole. Terminare con la sfoglia e una spolverata di zucchero a velo. Mettere il coulis alla vaniglia sulla base del piatto e metterci sopra la mille foglie.   Vino consigliato: Moscato d’Asti

SFORMATINO DI RISO CON CARCIOFI E VELLUTATA ALL’ORTICA

Ingredienti per 4 persone: 200 gr di riso carnaroli 2 carciofi - mezza cipolla 30 gr di parmigiano 20 gr di burro - mezzo litro di brodo 100 gr di formaggio a dadini - 150 gr di besciamella 200 gr di ortica sale pepe e olio q.b. - un spicchio d’aglio

Riempire un pentolino con acqua leggermente salata e metterci i 2 carciofi precedentemente puliti, cuocerli e metterli a freddare. In un padellino mettere a soffriggere la cipolla tritata e aggiungerci il riso, farlo sfumare con poco vino bianco e proseguire la cottura con il brodo per 14 minuti, mantecare con il parmigiano e il burro, salare e pepare. Prendere 4 stampi monoporzione e imburrarli bene e passarli nel pan grattato e sulla base metterci i carciofi tagliati a fette e insaporiti con l’aglio, metterci dentro il riso precedentemente mescolato con il formaggio a dadini e schiacciare bene; infornare a 140 gradi per 10 minuti. Sbollentare leggermente le ortiche e frullarle assieme alla besciamella; mettere la vellutata sul fondo del piatto, adagiarci sopra lo sformato e servire. Vino consigliato: Sauvignon veneto

IL SITO DEL MESE : http://www.homelink.it Siate i benvenuti nella mia casa !! Scambiare casa è cultura a costo zero. Coinvolge: apertura mentale, disponibilità, correttezza, senza costi di alloggio ma non consideratela, per cortesia, una vacanza economica. Non è una vacanza per risparmiare anche se il risparmio, ovviamente, è considerevole. HomeLink ha un motore di ricerca di primo livello. Gli iscritti HomeLink producono un movimento di 250.000 persone all’anno. Hanno la possibilità di selezionare al massimo

le loro scelte attraverso una ricerca semplice ed avanzata. Le abitazioni che troveranno sono «vissute», calde, accoglienti, piene di giocattoli, racchette da tennis, biciclette. Non è una vacanza da «turisti», non ci si porta via la casa, come la chiocciola, si vive da residenti. Garanzie: Non ce ne sono ma si compila un accordo di scambio prima di ogni viaggio e si invia la valutazione al rientro.Tutto viene tenuto sotto controllo. In caso di reclamo si avverte la famiglia «contestata»di prestare più attenzione - quasi sempre sono reclami sulla pulizia - Due reclami producono la cancellazione dell’iscritto.


Numero 22 aprile 2010  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you