Page 1

APRILE-GIUGNO 2009

ETI&COD Etichettatura Codifica Rfid TracciabilitĂ

In questo numero 3 9 14 20

24

ETICHETTATURA Prodotti (etichette, sleeve, sigilli) Materiali, supporti e attrezzature Macchine (etichettatrici, print&apply, sleeveratrici) Panorama su produttori e distributori di sistemi CODIFICA Marcatori e codificatori (trasferimento termico, ink jet, laser)

28

Panorama su produttori e distributori di sistemi

32

TRACCIABILITĂ€ Soluzioni e tecnologia

35

LEGGI

36

AGENDA


CONSULENTI PER MARCATURA E TRACCIABILITÀ

RILASSATEVI…

alla vostra produzione pensiamo noi MARCATURA LASER MARCATURA INK JET SISTEMI DI VISIONE TRASFERIMENTO TERMICO ETICHETTATURA LOGISTICA MATERIALI DI CONSUMO

La più completa e professionale gamma di soluzioni per marcatura e tracciabilità Per una consulenza gratuita, contattateci ora al numero +39 051 6466296

Securjet S.r.l. Via Maccabreccia, 11 - Lippo di Calderara di Reno 40012 (BO) Tel +39.051.646.6296 - Fax +39.051.646.7572 www.securjet.com - info@securjet.com

Tel +39.051.646.6283 - Fax +39.051.642.6280 www.fb-consulting.it - info@fb-consulting.it


[ PRODOTTI | ETICHETTATURA ] 224 bottiglie in competizione, provenienti da 9 Paesi, per il 14° Concorso Internazionale di Packaging nell’ambito di Vinitaly. L’etichetta mantiene, ovviamente, un ruolo di primissimo piano: tecniche di stampa e materiali si rinnovano, mentre la grafica guarda sempre più alla provenienza regionale del prodotto.

ETILICO ED ELEGANTE

1

2

3

■ Categoria 1 - Confezioni di vini bianchi tranquilli a denominazione di origine e a indicazione geografica (insignito anche del premio speciale Immagine coordinata 2009 categoria vini) • Maremma Toscana Igt Vermentino “Prelius” 2008, Compagnia di Volpaia Srl, Radda in Chianti (SI). Grafica: Lumen, Milano (1) ■ Categoria 2 - Confezioni di vini dolci naturali e di vini liquorosi tranquilli a denominazione di origine e a indicazione geografica • Colli Orientali del Friuli Docg Picolit 2006, La Roncaia Spa, Nimis (UD). Grafica: Boscolo Design Partners, Udine (2)

D

4

5

6

■ Categoria 3 - Confezioni di vini rosati tranquilli a denominazione d’origine e a indicazione geografica • Veneto Igt Merlot e Cabernet Rosè “Cuvèe” 2008, Santa Margherita Spa, Fossalta di Portogruaro (VE). Grafica: Studio Idee Materia, Portogruaro, VE (3) ■ Categoria 4 - Confezioni di vini rossi tranquilli a denominazione d’origine e a indicazione geografica delle annate 2008 e 2007 • Cannonau di Sardegna Doc “Sincaru” 2007, Surrau Srl, Arzachena (OT). Grafica: Clab Comunicazione, Verona (4)

7

8

10

■ Categoria 6 - Confezioni di vini frizzanti a denominazione di origine e a indicazione geografica • Lambrusco di Sorbara Doc Frizzante 2007, Donelli Vini Spa, Gattatico (RE) (6)

■ Categoria 8 - Confezioni di distillati provenienti da uve, vinacce, mosto o vino • Grappa Riserva “1870”, Distilleria Bertagnolli G. Srl, Mezzocorona (TN). Grafica: Italstereo Srl Capezzano, Pianoro (LU) (8)

■ Categoria 7 - Confezioni di vini spumanti prodotti con fermentazione in autoclave (metodo charmat) e con fermentazione in bottiglia (metodo classico) • Trento Doc Spumante Extra Brut Metodo Classico “Perlé Nero” 2002, Ferrari F.lli Lunelli Spa, Trento. Grafica: Robilant Associati, Milano (7)

■ Premio speciale “Etichetta dell’anno 2009” (categoria vini) • Cabernet Sauvignon Napa Valley 2005 della Bucella Wines di Yountville (California, Usa. Grafica: Uxus Design, Amsterdam, NL (9)

■ Categoria 5 - Confezioni di vini rossi tranquilli a denominazione d’origine e a indicazione geografica dell’annata 2006 e precedenti (insignito anche del Premio speciale “Packaging 2009” per la categoria vini) • Isola dei Nuraghi Igt Rosso “Barriu” 2006, Surrau Srl, Arzachena (OT). Grafica: Clab Comunicazione, Verona (5)

ue premi al Trentino, due alla Sardegna, uno a testa per Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Veneto e Toscana. Ma per trovare il vino più “elegante” del mondo, quest’anno, bisogna andare nella Napa Valley, in California, dove la cantina Bucella Wines si aggiudica il premio Etichetta dell’anno 2009. Sono questi i risultati del 14° Concorso Internazionale di Packaging, il prestigioso premio organizzato dall’Ente Autonomo Fiere di Verona, con lo scopo di premiare il miglior habillage e la migliore comunicazione visiva di vini e distillati, le cui premiazioni sono avvenute nell’am-

9

bito della 43a edizione di Vinitaly (Verona, 2 - 6 aprile). Un’occasione per osservare da vicino l’evoluzione del gusto dei consumatori, i quali, oltre che alla qualità del prodotto, guardano con attenzione anche alla sua immagine. Una vera sfida per l’estro degli “stilisti del vino”, che puntano su nuovi materiali e soluzioni originali per attrarre l’attenzione e soddisfarne le aspettative estetiche ed emozionali. • Ecco dunque che le bottiglie si trasformano, affiancando alle classiche bordolesi e borgognone nuove silhouette uscite dalle matite dei designer del vetro. La carta dell’etichetta e dei collarini lascia il posto a materiali termoplastici e tecnologici,

■ Premio speciale “Etichetta dell’anno 2009” categoria distillati (insignito anche del Premio speciale “Packaging 2009” per la categoria distillati-liquori) • Acquavite di Uva “Aqua 21” della Acquavite Spa di Visnà di Vazzola, TV. Grafica: Quba, Conegliano (TV) (10)

che permettono inedite trasparenze e giochi di luce; le capsule, anziché incollate, sono adesso agganciate al collo della bottiglia, mentre ai tradizionali tappi in sughero si affiancano quelli in plastica, silicone, elastomeri, vetro o metallo. Cambiano anche il disegno e il messaggio visivo dell’etichetta. Se una volta era d’obbligo la rassicurante forma rettangolare, adesso etichette e controetichette giocano su figure scontornate e fustellature complesse. Ma al tempo stesso, il lavoro dei grafici, guarda con maggior attenzione alla provenienza del vino, a volte ricercando all’interno del repertorio tradizionale del territo-

APR-GIU/09 | ETI&COD | 3


[ ETICHETTATURA | PRODOTTI ] rispondente bordolese da 375 ml per i vini da meditazione, Picolit e Ramandolo, ma in vetro bianco per esaltare i colori dorati di questi vini inimitabili.

Focus su alcuni progetti • Lumen, agenzia internazionale di brand identity con sede a Milano, si è aggiudicata il premio Etichetta D’Oro nella categoria 1 per il Maremma Toscana Igt Vermentino Prelius 2008 e il premio speciale Immagine Coordinata 2009 per il lavoro svolto sull’immagine di Compagnia di Volpaia, produttore dello stesso Prelius. L'identità sviluppata da Lumen, che sintetizza visivamente la realtà storica del territorio su cui cresce la vigna, l'antico lago Prilus, ha risposto a un duplice obiettivo di comunicazione: legare l'identità a un concetto reale, esistente, sostenibile e quindi più forte; creare un key visual semplice, immediato e moderno, capace di mandare un segnale indelebile nella memoria. • L’agenzia udinese Boscolo Design Partners ottiene due riconoscimenti alle etichette de La Roncaia del gruppo vinicolo Fantinel: il Colli Orientali del Friuli DOC Friulano riceve la Menzione Speciale nella categoria 1, mentre il Colli Orientali del Friuli DOCG Picolit si aggiudica l’Etichetta d’Oro nella categoria 2.

Nel concept “Il prestigio di un’emozione”, poi eletto a payoff, sta la sintesi strategica dell’intervento effettuato da Boscolo Design Partners. Il caratteristico profilo del gheppio, da sempre simbolo della cantina, è stato ridefinito, ristilizzato e reso vero e proprio “segno” identificativo assieme al logotipo La Roncaia dove, nel lettering esclusivo dalle grazie particolari, si ritrova la forza dinamica e vitale del rapace. Questi elementi sono poi divenuti protagonisti di tutti gli strumenti di comunicazione, a iniziare dal packaging system, che si distingue per il forte contrasto cromatico dell’etichetta. Qui, nei toni caldi del bruno scuro della terra, nel gheppio realizzato in oro lamina e nel logotipo in rilievo, emergono, attraverso una particolare verniciatura, alcune linee che ricordano i segni altimetrici tipici del territorio collinare dove hanno sede i vigneti aziendali. Il risultato è una label line, stampata da Juliagraf di Premariacco, di forte impatto, anche grazie alla scelta di avere un’unica bottiglia per bianchi e rossi, una bordolese troncoconica molto slanciata, di colore verde scuro per la 750 ml e la cor-

rio un segno da elevare a icona, assegnando così all’etichetta il ruolo di ambasciatore della cultura vinicola del territorio. Anche quest’anno l’etichetta resta dunque non solo l’elemento più visibile della bottiglia, ma anche il più caratterizzante e quello decisivo sul piano della comunicazione e del marketing. La competizione e la giuria - Per contendersi le ambite Etichette d’oro, assegnate ai vini e distillati di nove categorie, sono scese in passerella 224 bottiglie (210 nel 2008) provenienti da Italia, Bulgaria,

• Due i progetti premiati presentati da RobilantAssociati Srl, azienda che offre consulenza per lo sviluppo del brand e la creazione e il restyling dell’immagine di prodotto, e che vanta nel settore del wine branding clienti illustri italiani e internazionali. Ferrari Perlè Nero ha vinto l’Etichetta d’oro nella categoria 7: RobilantAssociati ha individuato un rimando diretto tra la rarità della perla nera e delle sue cromie e l’unicità di questo prodotto, elaborando un’etichetta caratterizzata dalla ricercata combinazione di sfumature di nero e platino. Madreperla (Terre Cortesi Moncaro) è invece etichetta di bronzo nella stessa categoria. Il caratteristico colore, leggermente ramato, lo distingue dagli spumanti brut più tradizionali. Lo studio Robilant ha quindi effettuato una ricerca, per poterne esprimerne al meglio la morbidezza e la delicatezza, attraverso l’individuazione di una forma vetro sinuosa ed elegante. L’etichetta, dalla forma inusuale, è elemento di grande ricercatezza, in grado di dare l’adeguato rilievo a tutti gli elementi dell’identità e sfruttando al meglio il ridotto spazio etichettabile, che caratterizza la bottiglia dalla forma a clavetta.

Croazia, Germania, Malta, Portogallo, Spagna, Svizzera e Usa. Il crescente successo internazionale della competizione è significativo anche del ruolo sempre più decisivo giocato dal marketing nelle strategie commerciali delle aziende vitivinicole, in un mercato affollato e selettivo dove, prima ancora che attraverso la qualità del prodotto, bisogna essere in grado di comunicare con il consumatore “a una prima occhiata”. Ad assegnare i premi, la giuria presieduta da Gilda Bojardi, direttore della rivista Interni, e composta da un “panel” di esper-

ti di comunicazione visiva (Paolo Favaretto, designer; Pino Khail, giornalista; Lorenzo Lombardi, designer; Giuseppe Martelli, enologo; Dario Rossi, art-director; Lapo Sagramoso, art-director; Annibale Toffolo, giornalista). La giuria ha scelto tra le Etichette d’oro la vincitrice del premio speciale “Etichetta dell’anno 2009”, mentre il premio speciale “Immagine Coordinata 2009” è andato all’azienda che si è dimostrata maggiormente capace di evidenziare un proprio stile inconfondibile attraverso confezioni diverse. (www.vinitaly.it). ■

Etichette multipagina ■ Faubel & Co. Nachfolger GmbH (Melsungen, D) produce etichette multipagina e minibrochure per l’industria farmaceutica. Di recente, in occasione della fiera specializzata Pharmapack (Parigi, 21-22 gennaio 2009) ha presentato interessanti dettagli sul processo di produzione di un’etichetta tipo e di un’etichetta multipagina, nonché sulla sovrastampa e sul controllo delle informazioni computerizzate. Faubel ha inoltre illustrato, prendendo a esempio un caso-studio realizzato con un proprio cliente che, coinvolgendo tutte le parti interessate al progetto, si possono ridurre i tempi di lavorazione dell’intero processo.

4 | ETI&COD | APR-GIU/09


[ ETICHETTATURA | PRODOTTI ] Sigilli antieffrazione

Effetto retraibile senza pieghe

■ Bakers Self Adhesive Materials di Londra ha ampliato la propria offerta di prodotti di sicurezza con Flex secure Silver Void BF857, una nuova gamma di etichette antieffrazione di Fasson. I sigilli Flex secure Silver Void BF857 - realizzati in poliestere con rivestimento opaco color argento - sono facilmente pelabili e possono essere stampati con tutti i tradizionali metodi di stampa, incluso il trasferimento termico. Quando rimossi, i sigilli rilasciano sul substrato la scritta “void”, che si stacca dalla superficie del film. Possono essere utilizzati per varie applicazioni e su un’ampia gamma di supporti, inclusi carta e tessuto. Bakers Self Adhesive Materials collabora con HP Indigo ed è distributore ufficiale di Fasson, Madico, Arjobex e Tyvek. La società affiliata Baker Self Adhesive Label Co. Ltd. stampa e trasforma etichette utilizzando varie tecniche: flessografica, tipografica o digitale.

■ Il nuovo Styrolux® HS 70 di BASF è stato impiegato in una delle sue prime produzioni in serie in Europa da Axial, produttore di pellicole con sede a Vedano Olona (VA) che ha iniziato a produrre film retraibili utilizzando SBC (copolimero stirene butadiene), in grado di offrire una migliore retrazione rispetto alle miscele SBC/PS disponibili in commercio. Le pellicole realizzate col nuovo materiale di BASF raggiungono infatti una retrazione finale dell’80%, consentendo di avvolgere perfettamente anche contenitori di forma complessa. Axial ha iniziato quindi a distribuire i nuovi film realizzati con Styrolux® HS 70 ai principali converter e il produttore di detergenti Sutter di Borghetto Borbera (AL), ad esempio, le utilizza per decorare i suoi contenitori, in precedenza rivestiti con film retraibile di PET. «Impiegando la nuova pellicola - spiega Marco Ruspa, manager tecnico di Axial - Sutter è riuscita a eliminare il cosiddetto “effetto sorriso”, ossia le pieghe che spesso si creano nel collo delle bottiglie, quando si passa da una sezione ampia a una più piccola in oggetti con geometrie complesse. Inoltre, rispetto al PVC o al PET, questo materiale leggerissimo consente di utilizzare circa il 30% di pellicola in più per kg di plastica, e non necessita di pre-asciugatura durante la lavorazione (un vantaggio dal punto di vista economico ed energetico). Lo Styrolux® HS 70 di BASF, se utilizzato per produrre pellicole retraibili, consente di ottenere un’ottima combinazione di proprietà ottiche e meccaniche (eccezionale trasparenza e lucentezza unite a grande rigidità e resistenza).

Più dati, più lingue, più pagine ■ CCL Label (sede italiana a Concorezzo, MI) si attesta come uno dei maggiori produttori di etichette multipagina, ambito in cui ha un’esperienza consolidata. Per le sue caratteristiche, questa tipologia di etichetta è particolarmente apprezzata dal settore farmaceutico. Nei primi anni 80 veniva utilizzata per comunicare informazioni in due lingue, rispondendo alle necessità di quei produttori che vendevano farmaci in aree di

6 | ETI&COD | APR-GIU/09

confine. Scaduta l’obbligatorietà di legge, oggi, è considerata anche un ottimo strumento comunicativo oltre che un mezzo per valorizzare l’immagine del prodotto. Non esiste infatti alcuna soluzione di etichettatura diretta capace di veicolare un messaggio ampio e articolato su uno spazio ridotto come accade con l’etichetta multipagina. Sino ad ora sono state in prevalenza sviluppate le applicazioni del foglietto interno tipo booklet (ossia a libro), data la funzionalità quando la superficie da etichettare è tonda. Tuttavia anche le soluzioni a foglietto stanno “recuperando” terreno nei confronti del booklet. Da ultimo, il ricorso all’etichetta multipagina sta crescendo soprattutto nella sperimentazione farmaceutica: i progetti di “clinical trial” coinvolgono sempre più spesso diversi paesi europei e il sistema multipagina è il solo che permette, con una sola etichetta, di veicolare informazioni in più lingue.

VERSO IL SUD AFRICA - A marzo 2009 CCL Industries Inc. ha siglato un accordo per l’acquisto delle azioni della Ferroprint Western Cape (Pty), sussidiaria di Ferroprint (Pty) Ltd. di Durban, Sud Africa. La Ferroprint Western Cape cambierà immediatamente il nome in CCL Label, mentre la casa madre continuerà a operare come “Ferroprint”. «Il Sud Africa - ha commentato Geoffrey Martin, presidente e CEO di CCL Industries - è un mercato strategico per il nostro business mondiale nell’ambito del beverage, che attualmente serviamo attraverso una nostra società commerciale, che importa dai nostri stabilimenti europei e australiani. L’acquisizione ci consentirà presidiare l’area anche a livello produttivo, rafforzando la nostra posizione in un mercato strategico come il beverage». Con quartiere generale a Toronto (Canada) CCL Industries impiega attualmente circa 5.400 persone e dispone di 55 siti di produzione a livello mondiale.

Inoltre tali progetti richiedono una documentazione accessoria, che CCL Label è in grado di approntare in brevissimo tempo: si tratta dei Crf (Case Report Form) che vengono spediti ai vari centri di sperimentazione e consegnati ai medici che seguono il processo.


Un decoro per l’aceto ■ Eurolabel Srl - che dispone di dodici linee di produzione - realizza etichette autoadesive per il settore alimentare (tra i suoi clienti figurano nomi importanti come Nestlè, Buitoni, Carapelli, Parmacotto, Fresco, Arrigoni). La sua affermazione sul mercato italiano, soprattutto al servizio dei clienti con forte vocazione all’export, trova ragione soprattutto nella particolare attenzione alla qualità, che permette all’azienda milanese di realizzare con pari efficacia sia il progetto più semplice sia le sofisticate etichette combinate multi-processo. Grazie agli ultimi impianti installati - una linea combinata fino a 10 colori (offset, flexo, serigrafia, stampa a caldo e rilievo) e due linee serigrafiche - Eurolabel conta di proseguire nello sviluppo dell’offerta anche nel segmento alto di gamma come il settore enologico. Proprio utilizzando le tecniche combinate, Eurolabel ha realizzato di recente un’etichetta in materiale plastico che ben si presta alla decorazione di un’originale bottiglia di Aceto Balsamico. Per la grafica - di sicuro impatto - è stata eseguita una stampa in serigrafia a 4 colori, con l’aggiunta di oro a caldo e di una vernice opaca in perfetto registro col decoro.

A voi non resta che attaccare.

La gamma Wide Range di riavvolgitori e dispenser di etichette nasce dallo studio delle vostre esigenze e delle caratteristiche del vostro prodotto. Così, noi arriviamo a offrire soluzioni affidabili, durature e personalizzate, anche nel costo: apparecchiature

Un “vestito” dal valore aggiunto ■ Sutermeister Srl ha presentato a Ipack-Ima l’ampia gamma di sleeve termoretraibili e sigilli di garanzia realizzati con i principali materiali utilizzati oggi dal mercato, sia neutri che stampati. La potenzialità di stampa rinnovata, sia per fascia che per caratteristiche grafiche, ha consentito all’azienda di Paderno Dugnano (MI) di mostrare come sia possibile personalizzare e arricchire l’immagine dei prodotti attraverso una “veste” grafica capace di conferire valore aggiunto al prodotto. Sutermeister ha inoltre potuto mostrare la propria produzione di stampati su materiali poliaccoppiati per l’imballaggio flessibile, tra cui spiccano le buste monodose, per medie-basse tirature, stampate fino a 8 colori e con possibilità di laminazioni a freddo. Tale offerta si affianca alla storica produzione di etichette autoadesive.

elettroniche ad hoc, software, servizi di montaggio e collaudo. E a voi non resta che dare l’ultimo tocco. Wide Range: a voi la soluzione.

Soluzioni d’automazione per l’etichettatura

Wide Range s.r.l. Via Ferraris, 21 - 20090 Cusago (MI) - Tel. 02.90.193.66 Fax 02.90.192.67 widerange@widerange.it www.widerange.it


[ ETICHETTATURA | PRODOTTI ] Nuovo look per lo champagne

Blister anticontraffazione ■ Perlen Packaging propone Tristar ultra, un nuovo film ad altissima barriera al vapore acqueo e all’ossigeno che utilizza un coating in PVDC. Tristar ultra può essere combinato a Perlalux Identity, un film per blister con proprietà anticontraffazione (già in fase di produzione viene infatti utilizzato un sistema olografico di sicurezza). Si tratta del primo film, brevettato a livello mondiale, che arriva alle linee di confezionamento con elementi di sicurezza già all’interno del materiale.

Integrità e autenticazione dei prodotti ■ Void Silver TC è un film argentato di poliestere, appositamente sviluppato da UPM Raflatac per l’etichettatura di sicurezza. Quando si tenta di rimuovere l’etichetta, lo strato argentato si separa lasciando un disegno a scacchiera sul prodotto o sul packaging e intravedere invece un motivo trasparente sull’etichetta. Non essendo possibile riposizionare l’etichetta, Void Silver TC rivela immediatamente qualsiasi tentativo di manomissione del prodotto, soprattutto se utilizzato come sigillo di chiusura; può essere personalizzato con stampe per assicurare l’autenticità dei prodotti e - se stampato a trasferimento termico su superfici bianche - garantisce la leggibilità di codici a barre, numeri di serie e altre informazioni variabili.

8 | ETI&COD | APR-GIU/09

■ Sleever International è stata premiata nell’ambito del concorso “Pentawards 2008” grazie all’etichetta realizzata per Piper Heidsieck Rosé Sauvage collectible, bottiglia riprogettata per un’edizione esclusiva. La casa Piper Heidsieck ha affidato ai designer Viktor & Rolf, noti per il loro stile inconfondibile nel mondo della moda, il compito di reinventare, per un’edizione speciale, il packaging del Rosé Sauvage. Hanno così ideato una versione sorprendente, in cui la bottiglia di champagne è letteralmente capovolta: la base della bottiglia, ora al top (che riproduce in proporzione il famoso tappo di sughero dello champagne con la sua gabbietta metallica e il foil) viene impreziosita con una sleeve che riproduce un nastro rosa, nero e oro in cui viene stampato il logo Piper. Per questo progetto è stato utilizzato Thermosleeve®, le cui proprietà di retrazione consentono di mantenere stabile la custodia di plastica che accoglie il top della bottiglia. La sleeve è costituita da un film mono-orientato di OPS sviluppato da Sleever Technologies (SI-OPSTF-095/XB), scelto per la finitura di alta qualità al tatto, per la capacità di evidenziare la delicata “torsione” della gabbietta di metallo, ma anche per la sua abilità di adattarsi alle caratteristiche di due materiali (vetro e plastica).

UNA NOTA SUL CONCORSO - Patrocinato da Icograda, Pentawards è il primo concorso mondiale dedicato esclusivamente al packaging design. Vinto appunto da Piper Heidsieck il Diamond Pentaward, i Platinum Pentawards destinati al miglior packaging per le cinque categorie in concorso sono invece stati assegnati a: Turner Duckworth, USA, per Coca Cola Aluminum (bevande); Pemberton & Whitefoord, UK, per Tesco Tortilla Chips (prodotti alimentari); DesignBridge, Holland, per Schwarzkopf Professional OSiS+ (cura del corpo); Dentsu Kyushu, Japan, per Yaoki Sake (lusso); Aekyung, Korea, per Spark (altre categorie di mercato).

BRAILLE FORMATO SLEEVE - Già tradotta in legge in Germania e Italia, la direttiva europea 204/27/CE impone, dal 1° gennaio 2006, di scrivere anche in Braille i testi stampati sulle confezioni e gli imballaggi dei nuovi farmaci immessi sul mercato. Sleever International ha sviluppato una tecnologia di marcatura ad hoc, adatta a quel particolare tipo di etichetta che è la sleeve; la multinazionale ne garantisce la precisione e la durata nel tempo su tutti i film Sleever Technologies, e la possibilità di associarla a una stampa fronte-retro in flexo UV fino a 10 colori.

PENSARE IN-MOULD Presentiamo alcuni esempi di eccellenza di etichettatura in-mould su imballaggi di beni durevoli, premiati nel 2008 dall’americana IMDA Decorating Association (tra cui segnaliamo anche la soluzione dell’italiana Viappiani Printing).

1

6

2

3

7

8

1 - Best Part Design (Aspasie IML, Canada, Swatch Buttons) 2 - Best Thin Wall Packaging (North America IML Containers, CDN, Chapman’s YogurtPlus) 3 - Best Injection Mold Part (Polisport, P, Dirt Bike Spoilers) 4 - Best Blow Mold Part (Viappiani Printing, I, Seven Powers Perfume) 5 - Best IMD Durable Product (IGH Solutions, USA, Nescafé Lenticular Cup)

4

5

9 6 - Best Label Design (Spies Kunststoffe GmbH, D, Mövenpick Schätze der Welt) 7 - Best Label Design, menzione d’onore (Ropak Packaging, USA, Preen Garden Weed Preventer) 8 - Best Product Family (Smyth Companies, USA, P&G Olay Skin Care Products) 9 - Best Product Family, menzione d’onore (Gateway Plastics, USA, Maxx Scoop Litter da 7 kg)


[ MATERIALI_SUPPORTI_ATTREZZATURE | ETICHETTATURA ] Più efficienza con l’UV e meno consumi ■ Con il doppio intento di migliorare l’efficienza energetica dei propri impianti e progredire sulla strada della qualità, la londinese Baker Self Adhesive Labels Co. Ltd. ha attrezzato la sua macchina da stampa flexo Nilpeter FA2500 con un sistema di essiccazione VCP UV e con l’alimentatore elettronico e-Brick forniti da GEW (EC) Ltd. «Questa soluzione sostituisce il precedente e obsoleto sistema di raffreddamento ad acqua, dotato di un refrigeratore molto voluminoso e soggetto a frequenti interventi di manutenzione» afferma al riguardo Phil Bartlett, responsabile della produzione in Baker. E aggiunge «nella vecchia configurazione, inoltre, la vita dei ricambi era molto breve e le lampade UV si surriscaldavano, generando fermi di macchina».

Il sistema VCP di GEW raffredda le lampade con teste ad aria fredda, in grado di essiccare una vasta gamma di substrati sensibili al calore senza bisogno di un impianto di raffreddamento, il che rende l’intero sistema più compatto e semplice da mantenere. L’alimentatore elettronico della GEW è molto più compatto rispetto a quelli convenzionali, liberando quindi spazio per altri materiali e attrezzature. Inoltre, grazie alla riduzione dei consumi energetici del 30% si ottiene la conseguente riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera, con considerevoli risparmi anche di carattere economico. Grazie alla maggiore efficienza del sistema, la macchina da stampa risulta più veloce di un 10% circa, accelerando il susseguirsi dei lavori.

Stampa di etichette online ■ Prim’attore nel campo della stampa di etichette in brevi tirature, la britannica Mercian Labels Ltd ha lanciato un originale servizio online di stampa digitale. Rivolto ai rivenditori di etichette autoadesive di tutta Europa, si chiama MeTra Digital e risponde al crescente bisogno espresso dagli stampatori commerciali di sfruttare il modello di business “web to print”, per supportare a loro volta i clienti con servizi persona-

lizzati a elevato valore aggiunto. MeTra Digital, disponibile esclusivamente online (www.selfadhesivelabels.com/trade) per i rivenditori autorizzati di etichette, consente di ottenere una quotazione immediata di qualsivoglia combinazione di stampa digitale di etichette con le macchine messe a disposizione da Mercian Labels: stampanti Xeikon e attrezzature di trasformazione in linea. «Le soluzioni Xeikon per la stampa di etichette - afferma Adrian Steele, amministratore delegato di Mercian Labels - ci consentono non solo di offrire un servizio in tempo reale ma di gestire anche qualunque lavoro in qualsiasi tiratura».


[ ETICHETTATURA | MATERIALI_SUPPORTI_ATTREZZATURE ] Sistemi per il controllo di viscosità, pH, temperatura, colore dell’inchiostro e dell’adesivo. Gama ha studiato soluzioni per realizzare al meglio - e a minor costo - etichette, imballaggi e stampati commerciali. D.B.

Puntare sulla qualità ■ «Oggi più che mai il contenimento dei costi rappresenta un obiettivo primario in tutti i processi e comparti» dichiara Sante Conselvan, direttore commerciale di Gama e titolare di I&C. «Per questo Gama preme l’acceleratore sugli investimenti utili a supportare i clienti nella produzione di stampati di qualità con il massimo risparmio di inchiostro e solvente. I sistemi di controllo firmati dalla società di Robbiate sono, dunque, progettati all’insegna dell’affidabilità, della semplicità di utilizzo e della facilità di integrazione con le macchine da stampa (anche grazie al costante rapporto di collaborazione instaurato con i costruttori), in modo da minimizzare i costi di gestione e manutenzione». L’azienda ha presentato a Converflex le novità nate dall’esperienza di Gama nel packaging, accanto ai già collaudati sistemi di controllo di processo VIS G25 per inchiostri e VIS G23 per adesivi. • VIS G22 rappresenta una soluzione ergonomica e compatta per il controllo della viscosità degli inchiostri. • VIS G24 è specifico per il controllo della viscosità di inchiostri a doppio solvente, perché determina e rende disponibile l’esatta quantità di solvente A e B, necessaria per ottenere una miscelazione ottimale.

• Semplice, compatto e facile da usare, VIS G26 è integrato nel condotto per l’invio dell’inchiostro alla macchina da stampa. • VIS G75 è un controllo di processo che, tramite un’unità di lettura in linea (spettrodensitometro o telecamera), “legge” i valori relativi ai colori e invia i dati relativi al supervisore del sistema; al contempo il viscosimetro controlla viscosità e temperatura. Il supervisore è in grado di elaborare “on fly” la formula inchiostro-solvente e di modificare automaticamente la percentuale di solvente nell’inchiostro. Inoltre, il sistema può fornire all’operatore un rapporto su deviazioni di colore, viscosità, temperatura e quantità di solvente utilizzato. • L’innovativo VIS G95, che incorpora uno scambiatore di calore, effettua il controllo di viscosità, temperatura e pH. È stato progettato principalmente per gli inchiostri a base acqua dove la temperatura rappresenta un elemento critico; inoltre, un sofisticato software Gama permette di effettuare un controllo dell’inchiostro ogni 10”.

Carta d’identità Gama progetta e produce sistemi automatici per il controllo della viscosità di inchiostri, colle e adesivi, oltre a sistemi guidanastro e contaformati per i settori etichette, packaging e converting. La società di Robbiate (LC), che a oggi ha installato oltre 3.000 sistemi a livello mondiale, ha di recente consolidato la propria presenza sul mercato grazie alla partnership commerciale che la lega a I&C (Milano).

Più sicuri con un nastro ■ Si chiama Kodak Traceless ed è un sistema anticontraffazione che sfrutta le particolari caratteristiche del nastro a trasferimento termico con cui vengono stampati codici a barre, informazioni di prodotto e altri elementi da riprodurre in etichetta. Le resine che compongono il nastro, infatti, creano una stampa duratura, adatta a realizzare la tracciabilità e l’autenticazione dei prodotti, nell’arco dell’intero ciclo di vita. Ma, soprattutto, il sistema Kodak Traceless si basa su dei marcatori,

Booklet off-line ■ Dopo l’anteprima mondiale del 2008, presso il distributore britannico Global Print Service, Prati (macchine per la finitura di etichette autoadesive, Marradi, FI) ha presentato a Converflex 09 la Vega Plus LF330, nella nuova versione per etichette booklet. Si tratta di una linea con fascia fino a 330 mm, caratterizzata da struttura modulare e configurabile secondo le esigenze del cliente. Dotata di sbobinatore con carica-bobine motorizzato e di ribobinatore automatico a torretta, può essere attrezzata con più gruppi fustella, unità di stampa flexo o inkjet, unità di alimenta-

10 | ETI&COD | APR-GIU/09

rilevabili solo con appositi lettori Kodak, che il nastro a trasferimento termico riproduce automaticamente sull’etichetta durante la stampa. Si ottiene così un sistema non distruttivo di sicurezza, che vanta un’elevata resistenza a caldo, vapore, abrasione e agenti chimici, oltre a una qualità di stampa superiore su tutti i supporti e alla compatibilità con altre soluzioni anticontraffazione. Kodak Traceless viene adottato per contrastare la contraffazione di codici a barre ed etichette ID di ricambi automobilistici, cosmetici e profumi, elettronica di consumo e via dicendo. Opportunamente combinato con codici a barre 2D, rappresenta un ulteriore elemento di rilievo per la sicurezza di farmaci e documenti.

zione e di laminazione, sistemi di ispezione video. La nuova versione LF330 in mostra a Converflex è stata concepita specificatamente per la produzione off-line di etichette booklet. È dedicata soprattutto al settore farmaceutico e agro-chimico, ma può essere impiegata anche nell’industria alimentare che utilizza sempre più

spesso questo tipo di etichette per veicolare informazioni relative alle campagne promozionali. Oltre alla maggiore “capienza” di informazioni, il libretto permette infatti all’utilizzatore di mantenere invariati sia l’etichetta sia l’imballaggio di base, rinnovando i soli elementi variabili. Tra i vantaggi della produzione off-line, spiccano la velocità - fino a 48 m/min - la rapidità del cambio lavoro e una riduzione sensibile degli scarti. A Converflex Vega Plus LF330 era integrata con l’unità di alimentazione foglietti OS700 di Longford International, un’unità brevettata di laminazione GPS e il sistema di stampa a getto d’inchiostro Braillejet di Atlantic Zeiser.


[ MATERIALI_SUPPORTI_ATTREZZATURE | ETICHETTATURA ]

Prototipazione premiata ■ A Ipack-Ima Roland (sede italiana ad Acquaviva Picena, AP) ha presentato VersaUV LEC300, nuovo plotter stampa e taglio a inchiostri UV, insignito del premio EDP Award (assegnato dalla European Digital Press Association) come migliore periferica di stampa e taglio 2009 proprio durante la kermesse milanese. Le caratteristiche di VersaUV LEC-300 hanno attratto un nutrito numero di visitatori allo stand, fanno sapere con soddisfazione dalla Roland: quadricro-

Amici dell’ambiente ■ Fedele alla propria politica di sviluppo sostenibile, MACtac lancia MACtab Biodegradable: una carta bianca per etichette, ECF e senza legno, rivestita con adesivo acrilico MP 198 (conforme alle norme ISO 14855) e disponibile in rotoli di 2 metri di larghezza. L’attenzione alle ricadute ambientali dei prodotti e dei processi si riconosce anche negli ultimi sviluppi destinati al settore chi-

mia, bianco coprente, verniciatura lucida dimensionabile in altezza per particolari effetti sullo stampato, sagomatura della grafica, roll-to-roll o foglio singolo, versatilità di stampa su un numero elevato di materiali grazie agli inchiostri UV. LEC-300 è adatto per prototipazione di packaging, di etichette e anche per il proofing, grazie a una risoluzione di stampa fino a 1440 dpi e al sistema di gestione delle passate di stampa Roland Intelligent Pass Control, che consente rese colorimetriche perfette, sia nella qualità del dettaglio dello stampato che nei passaggi tonali. Molto apprezzata dagli operatori della grafica la possibilità di riunire in un’unica periferica diversi lavori di stampa, finitura e assemblag-

mico. Per l’etichettatura dei contenitori di olio lubrificante, infatti, la multinazionale offre un film di polietilene bianco lucido da 93 mm denominato MACthene, abbinato al nuovo adesivo hotmelt MP 201. Questo adesivo assicura prestazioni tecniche elevate e sostituisce il precedente MP 450, meno “verde”; sottoposto a due anni di test di laboratorio e prove sul campo, la struttura composta da MACthene 1029 e MP 201 ha ottenuto l’approvazione di Total Company.

gio di un prototipo, ottenendo un prodotto finito pronto per essere presentato al cliente. Tra le molte applicazioni realizzate ed esposte allo stand vi sono stati anche oggetti finiti con texture a rilievo, sia sulla superficie sia su zone scelte dello stampato, grazie agli effetti della lucidatura stampabile proprio come un normale inchiostro. • In dimostrazione, durante la manifestazione, Soljet PROIII XC-540, plotter da stampa e taglio da 137 cm di luce, disponibile in versione quadricromia estesa, in esacromia oppure con inchiostro bianco, completa di riavvolgitore per il materiale stampato. XC-540 è ideale per la creazione di etichette e grafiche adesive di qualsiasi forma e pezzatura, su materiali vinilici normali o trasparenti.

NUOVI EFFETTI PERLESCENTI - Sun Chemical Performance Pigments ha lanciato SunGEM, una nuova serie di pigmenti perlescenti dai colori brillanti che comprendono dieci nuove tonalità di colori intensi e dall’elevata lucentezza. Il mondo dei colori SunGEM offre tonalità intense, sfumature ricche, eccezionale opacità e brillantezza. Inoltre, le particolari proprietà di questi pigmenti conferiscono un accattivante effetto tridimensionale ai rivestimenti (tra le numerose applicazioni ricordiamo l’elettronica di consumo, gli oggetti di arredamento e molte altre ancora).


[ ETICHETTATURA | MATERIALI_SUPPORTI_ATTREZZATURE ]

Più varietà col digitale DOVE VA IL MERCATO È competitiva anche sulle tirature elevate, con una migliore gestione del colore, su un’ampia varietà di supporti e grammature, riduce gli sprechi… Ecco perché Euroadhesiv installa una seconda macchina per la stampa digitale di etichette e sceglie la nuova HP Indigo WS6000. E.P.

N

el 2008 Euroadhesiv ha incrementato la produzione in misura sensibile, soprattutto nell’area della stampa digitale, attestando il fatturato sui 5 milioni di euro. «Nel corso dell’anno - spiega al riguardo Nicola Motetta, direttore generale dell’etichettificio - è infatti aumentata la richiesta di lotti di etichette in versioni diverse e da consegnare in tempi ridotti. Si tratta di una tendenza particolarmente evidente fra i produttori di alimenti e cosmetici, ma si va generalizzando un po’ in tutti i settori». Aumenta, dunque, la complessità degli elementi da gestire, e si somma alla già notevole varietà dell’offerta Euroadhesiv, che comprende etichette autoadesive, multipagina e sleeve con funzione promozionale e anticontraffazione - prevalentemente adottate nei settori alimentare, chimico farmaceutico, cosmetico, industriale, vini e liquori - e tutti i prodotti e attrezzature complementari: nastri e stam-

UN’OFFERTA COMPLETA - Euroadhesiv (Crusinallo di Omega, VB) produce etichette autoadesive, multipagina e sleeve con funzione promozionale e anticontraffazione, prevalentemente adottate nei settori alimentare, chimico farmaceutico, cosmetico, industriale, vini e liquori. L’azienda piemontese opera sul mercato da quasi 30 anni su un’area di 5.176 m2 con 3 unità produttive, 10 linee e 35 addetti, e ha certificato il proprio sistema di qualità secondo gli standard UNI EN ISO 9001 e 14001. Attenta a offrire un servizio “su misura” e completo, integra la propria offerta con nastri e stampanti a trasferimento termico (per qualsiasi materiale e superficie, senza limiti di dimensioni, inchiostrazioni, tipologie di confezionamento o quantitativi) e con le complementari applicatrici automatiche.

12 | ETI&COD | APR-GIU/09

panti a trasferimento termico o termico diretto, in grado di riprodurre informazioni su qualsiasi materiale e superficie, e una linea di applicatrici automatiche di etichette e sleeve, realizzate in stretta collaborazione con imprese specializzate. La scelta di investire nel digitale - sinonimo di flessibilità - è derivata proprio dalla necessità di governare un crescente numero di elementi in tempi sempre più brevi, e la prima esperienza, avviata con una stampante HP cinque anni fa, è stata valutata molto positivamente: «È la tecnologia che va incontro alle esigenze dei nostri clienti - dichiara senza esitare Motetta - e, per questo, crediamo che oggi rappresenti una soluzione eccellente. Siamo partiti con una HP Indigo press WS4050 e siamo molto soddisfatti tanto delle prestazioni della macchina quanto dell’assistenza assicurata dal fornitore; per questo la decisione di acquistare la nuova WS6000 è stata facile e senza esitazioni». Euroadhesiv ha così potenziato la propria capacità di servizio (il parco macchine dell’etichettificio piemontese copre tutte le principali tecnologie di stampa: serigrafica, flessografica, offset e mista), indicando al contempo in quale area si prospettano i migliori sviluppi a breve. Le prestazioni della WS6000 «La precedente HP Indigo WS4050 a 7 colori si è rivelata produttiva ed economicamente vantaggiosa, consentendoci di soddisfare una richiesta sempre crescente di etichette e tubolari termoretraibili di qualità e in rapida consegna. La nuova WS6000 - che abbiamo messo in produzione subito dopo Grafitalia - mantiene la stessa qualità di stampa ma, a differenza di altri modelli, è competitiva anche sulle tirature elevate. Mette in campo, inoltre, una migliore gestione del colore, che consente di riprodurre quasi tutti i Pantone e un bianco ottimale sui supporti metallizzati e flessibili. Ma non solo: questa macchina è in grado di lavorare materiali con spessore variabile fra i 12 e i 450 micron, compresi dunque i supporti per il packaging fles-

sibile più sottile, con una maggiore produttività e minori sprechi». La WS6000 opera, dunque, in modo ottimale su tirature fino a circa 4.000 metri lineari, assicurando vantaggi economici particolarmente significativi con produttività medie da 300.000 metri al mese e oltre. Stampa fino a 7 colori e in quadricromia opera a una velocità di 30 metri al minuto, tanto sui supporti flessibili più sottili quanto sul cartone o su etichette e sleeve. Una delle sue caratteristiche più rilevanti è la lunghezza di ripetizione massima, che raggiunge i 980 mm e aumenta così la produttività, riducendo al contempo il costo unitario dell’etichetta. Inoltre, adotta l’ultima versione dello “SmartStream” per etichette e imballaggi fornito ad HP da EskoArtwork, con del front-end digitale dedicato, che mette in campo migliori funzionalità nell’elaborazione dei file, gestione del colore, duplicazione speciale (step-and-repeat) e riproduzione di dati variabili. Caratteristiche principali Le principali caratteristiche che distinguono la stampante digitale HP Indigo WS6000 possono così essere sintetizzate: • velocità da 30 metri/m in quadricromia e da 60 metri con due colori, con risoluzioni fino a 1.200 dpi, su una grande varietà di supporti con spessori compresi fra 12 e 450 micron; • qualità di immagine: 812 e 1200 dpi in risoluzione 8-bit, imaging ad alta definizione con indirizzabilità di 2400x2400; lineature da 144, 175 e 230 lpi; • formato immagine di grandi dimensioni (317 mm x 980 mm). Formati supportati: PS (con certificazione Adobe®), PDF 1.7, EPS, DCS 2, formato nativo EskoGraphics composto e preseparato; qualunque formato importabile in Adobe CS e inviabile a Esko come PS (TIFF, JPG, BMP, EPS); • operazioni automatiche, semplici e veloci di montaggio blanket, caricamento, sostituzione lastre PIP e lubrificazione; • riduzione dei cambi di inchiostro grazie all’adozione di bombolette di HP ElectroInk più grandi e alla funzionalità di sostituzione rapida del quinto, sesto e settimo colore; • nuova interfaccia utente con pannelli touch-screen per una maggiore facilità di utilizzo; manutenzione semplificata e tempi di esercizio massimizzati grazie agli strumenti on-press HP Indigo Print Care per la diagnosi e la risoluzione guidata dei problemi; • finissaggio in linea e near-line; • larghezza bobina 340 mm. ■


[ ETICHETTATURA | MACCHINE ] Testate in evoluzione ■ Altech - Advanced Labelling Technologies - è fra i più conosciuti produttori europei di applicatori di etichette autoadesive, con una vasta gamma di sistemi per l’etichettatura automatica, per la decorazione, la codifica e l’identificazione dei prodotti e dei materiali (sede a Bareggio, MI). Di recente ha rinnovato la serie di testate etichettatrici industriali ALritma attraverso il ri-disegno di molte parti meccaniche, con l’obiettivo di rendere il prodotto ancora più versatile, modulare e affidabile. È stata introdotta, ad esempio, la possibilità di dotare la macchina di porta-rotolo maggiorato, o di dispositivi di stampa di diversa tipologia, a seconda delle preferenze dell’utilizzatore. Si segnala a questo proposito la possibilità di montare il nuovo marcatore Markem serie 18, valida alternativa ai classici marcatori a caldo, per la stampa sulle etichette di dati variabili (lotto di produzione, data di scadenza…). A differenza dei marcatori a caldo che obbligano alla composizione della scritta con clichet metallici, questa stampante è completamente elettronica, e consente di introdurre i dati da stampare direttamente dal pannello di controllo a bordo macchina. Restano invece invariate le caratteristiche e le prestazioni che hanno fatto dell’etichettatrice ALritma un prodotto di successo, in particolare il pannello di controllo touch screen, oggi con software ulteriormente evoluto che semplifica l’impostazione dei parametri di etichettatura, rendendo intuitivo l’uso delle molteplici funzionalità della macchina.

VANTAGGI ASSICURATI CON IL LINERLESS - È stato presentato ufficialmente a Ipack-Ima 2009 anche sistema print/apply linerless, denominato ALcode LL, con cui Altech amplia la propria gamma di etichettatrici, offrendo un’alternativa efficace e competitiva in campo logistico per l’identificazione di scatole, fardelli, pallet… Lo sviluppo del sistema è il risultato di un accordo di licenza di sfruttamento della tecnologia, concesso da Irplast (pioniere e detentrice di brevetti) ad Altech appunto, ed è basato su una tecnologia che permette l’uso di materiale adesivo in continuo, senza supporto siliconato e senza fustellatura. «Ora, a noi, spetta il compito di ridisegnare i modelli secondo i nostri standard - spiega Piero Salvini, amministratore delegato di Altech - e nel rispetto della nostra tradizionale filosofia progettuale, che punta a realizzare macchine economiche, solide e produttive. Nel frattempo, però, ci siamo impegnati a dar corso agli ordini precedenti, oltre che a fornire un’assistenza adeguata a quanti hanno acquistato i sistemi linerless della Irplast in passato». Innumerevoli i vantaggi offerti già oggi dalla soluzione, a partire da quelli economici: rispetto al costo delle etichette autoadesive tradizionali, si ottengono infatti risparmi tra il 15% e il 30%. Grazie all’assenza del supporto siliconato e della fustellatura dell’etichetta, si usa tutto il materiale. Inoltre, grazie alla maggiore capacità della bobina, anche il costo di spedizione e di stoccaggio dei materiali viene ridimensionato. E poi ancora… Capacità della bobina (ovvero la quantità di etichette) più che doppia rispetto all’equivalente bobina di etichette autoadesive (900 m rispetto ai poco più dei 400 m di una bobina con la siliconata); riduzione dei fermi macchina pari al 53%, rispetto a una bobina di etichette autoadesive. Il gruppo taglio a bordo macchina, che consente di generare etichette adesive con formato definito dall’operatore al momento di iniziare il lavoro, assicura la massima flessibilità. Infine, da sottolineare, le ricadute positive in termini ambientali grazie all’eliminazione del supporto siliconato (causa di non pochi problemi di difficile gestione, in quanto non rientra tra i materiali riciclabili).

Alte velocità, anche per grandi dimensioni ■ Il nuovo sistema di etichettatura ALS 306 proposto da Avery Dennison è contraddistinto da alte velocità di lavoro, utilizzo di etichette di ampie dimensioni e facilità di integrazione nelle più svariate applicazioni industriali. In sintesi, le sue caratteristiche principali sono modularità e flessibilità: lo svolgitore può essere infatti montato in differenti posizioni sul corpo macchina, il modulo di riavvolgimento e il dispenser possono essere facilmente rimossi (velocizzando la manutenzione). La ALS 306 è così facilmente in-

tegrabile nelle linee di produzione, può essere montata in orizzontale o verticale ed è in grado di gestire anche applicazioni complesse (come l’etichettatura della parte laterale e inferiore del prodotto, oltre a quella superiore) ma anche l’applicazione di etichette decorative o di etichette di grandi dimensioni. Altri vantaggi: la velocità (60 m/min); l’ottimo grado di connettività (grazie a numerose interfacce); la produzione continua e la riduzione drastica dei fermi macchina grazie alla funzionalità opzionale Tandem.

Punto di forza? Il gruppo ■ Un gruppo adesivo modulare, corredato di supporti a tre o cinque assi, che si presta a soddisfare le più svariate richieste di applicazione. È il punto di forza delle macchine messe a punto da Packlab Srl (San Giorgio di Mantova, MN) per l’applicazione di etichette su contenitori cilindrici o sagomati, destinati ai settori alimentare, beverage, chimico, cosmetico e farmaceutico. La gamma di etichettatrici Packlab è in grado di operare su substrati rigidi e non, con una produzione oraria variabile fra le 1.000 e le 24.000 bottiglie all’ora. Le etichette possono essere applicate sia sulla parte verticale del contenitore sia sopra e sotto. Alla recente Ipack-Ima, l’azienda mantovana ha presentato un modello lineare autoadesivo denominato Wing Compact, in grado di applicare etichetta e retroetichetta su bottiglie di forma varia.

14 | ETI&COD | APR-GIU/09


[ ETICHETTATURA | MACCHINE ] Confezionare e applicare etichette in linea ■ Per Benco Pack, business unit del Gruppo Sacmi, specializzata nella produzione di macchine form-fillseal, il 2009 è iniziato sotto i migliori auspici. Uno dei grandi colossi statunitensi del settore homecare ha infatti scelto una nuova linea di confezionamento equipaggiata con Isa, il dispositivo per l’applicazione di etichette sleeve integrato con la termoforrmatrice orizzontale. Destinata agli stabilimenti colombiani e venezuelani dell’azienda americana, la linea è il risultato di un progetto condotto da Benco Pack, che ha messo a punto una linea completa non solo di applicatore di etichette sleeve - sviluppato da Sacmi Labelling ma anche di tappatore per coperchio di riuso, controllo peso in linea e sistema di visione (per un corretto posizionamento di etichette e coperchi, con eventuale espulsione automatica dei contenitori non conformi agli standard qualitativi). Non casuale, dunque, la scelta del cliente americano di puntare su Benco Pack, formalizzata dopo due anni di studi finalizzati alla scelta della migliore tecnologia disponibile sul mercato in termini di affidabilità e innovazione: un binomio che il Gruppo Sacmi ha saputo ancora una volta valorizzare, proponendo un sistema innovativo, anche in relazione al risparmio di materiale d’imballaggio, ottenuto grazie al processo di termoformatura, riempimento ed etichettatura in linea. Da oggi, infatti, gli utilizzatori non saranno più obbligati ad affidarsi a fornitori esterni per quanto riguarda i con-

tenitori plastici preformati, né a movimentare dal magazzino i contenitori vuoti per portarli nella linea di etichettaggio e, successivamente, alla linea di riempimento e chiusura. Con il sistema Benco Pack sarà infatti possibile gestire, su un’unica linea, 10.000 contenitori all’ora, con pesi variabili tra 250 e 500 g, etichettarli e sigillarli con coperchio e controllarne la qualità. NOTA - Ricordiamo che la linea, costruita ad hoc, è il frutto della collaborazione fra la Divisione Closures&Containers di Sacmi Imola - di cui Benco Pack, come abbiamo già detto, fa parte - Sacmi Labelling e la Divisione Automation&Inspection System. Il progetto inoltre offre innumerevoli opportunità di business, in quanto si presta a essere applicato ai comparti più diversificati, con particolare riferimento al lattiero-caseario.


[ MACCHINE | ETICHETTATURA ] Il futuro secondo Krones: un portale per l’assistenza, un nuovo concetto di sleeve per confezionamenti speciali e impianti compatti per il riciclo del PET da bottiglia a bottiglia.

Internet, sleeve e riciclo ■ Un momento ricco di novità e idee per il costruttore tedesco Krones AG di Neutraubling (Germania, sede italiana a Garda, VR). A Ipack-Ima, ha presentato il Lifecycle Service, un servizio di assistenza “globalizzato”, di cui i clienti europei hanno potuto sperimentare l’evoluzione fin dai primi mesi del 2009 grazie a un portale dedicato. Krones ha infatti reso evidenti, in questo nuovo portale interattivo, una serie di caratteristiche del Lifecycle Service già esistenti on-line. In una prossima fase il portale verrà ulteriormente ampliato e sarà disponibile anche per i clienti extraeuropei. Sleeve speciali - Allo stand era esposta anche un’etichettatrice Sleevematic Inline, con cui Krones ha reso accessibile e

vantaggiosa l’etichettatura con sleeve per realizzare confezioni speciali in svariati ambiti. La Sleevematic Inline si distingue per la compattezza della struttura e l’accessibilità, oltre che per il rendimento produttivo (può raggiungere le 27.000 bottiglie/ora), determinando un ottimo rapporto prezzo-prestazioni. Inoltre, consente di lavorare tutti i comuni formati di sleeve con un solo aggregato. Innovativo e d’impatto, il nuovo concetto di sleeveratura sviluppato in collaborazione con Plada (gruppo Heinz) per l’etichettatura con sleeve intere, tappo incluso, di alimenti per bambini Plasmon in recipienti in vetro.

Riuso del PET - In materia di sostenibilità e risparmio delle risorse, il riciclo dei recipienti di PET è argomento di grande attualità. A questo proposito Krones ha presentato a Ipack-Ima un impianto compatto per il riciclo del PET da bottiglia a bottiglia: destinato a produttori di bottiglie e imbottigliatori, il sistema consente di produrre PET idoneo al contatto con alimenti, utilizzando come base PET usato (l’impianto raggiunge una produttività di 500 kg/h e 1.000 kg/h di riciclato). Krones è l’unico costruttore a offrire un sistema completo di modulo di lavaggio e di modulo B2B.


[ ETICHETTATURA | MACCHINE ] Linerless

L’altra faccia dell’etichetta Ambiente e risparmio: un binomio vincente per Arca Etichette che, a Ipack-Ima, si è tradotto nella presentazione di etichettatrici “linerless” e di un nuovo materiale linerless adesivo. A dimostrazione di un impegno all’insegna dell’ecologia e dell’efficienza produttiva. Daniela Binario

AS Linerless Altamente flessibile, applica etichette in 5 formati senza necessità di girare le confezioni. Oltre all’etichettatura di prodotti di peso costante, la macchina offre un collegamento opzionale a una bilancia per articoli di peso variabile.

L

a AS Linerless, etichettatrice in grado di applicare etichette da decoro primario senza supporto siliconato, e la Bi Fuel linerless, macchina predisposta per l’integrazione di un modulo per la stampa digitale (a trasferimento termico o termico diretto) delle etichette logistiche: proposte con cui Arca Etichette è riuscita lo scorso marzo, a Milano, a suscitare vivo interesse in fiera. «La tecnologia linerless, peraltro già lanciata in altre parti del mondo - afferma Mauro Fadiga, sales & marketing director di Arca Etichette - porterà un grande cam-

Un partner unico… … per materiali e macchine. Arca Etichette SpA (Marcallo con Casone, MI) fornisce sistemi di etichettatura, marcatura e identificazione e relativi materiali di consumo. Realizza etichettatrici (per confezioni unitarie, multiple e pallet) e soluzioni per l’identificazione logistica (software ArcaLog per la tracciabilità, lettori di codici a barre, stampanti desktop, print-apply e nastri a trasferimento termico). E produce anche un’ampia varietà di etichette autoadesive destinate ai

18 | ETI&COD | APR-GIU/09

biamento nel mondo dell’etichettatura autoadesiva e ci consentirà di mettere a disposizione della clientela una soluzione conveniente e innovativa. L’etichetta linerless in materia plastica era stata già lanciata in Italia qualche anno fa - precisa l’imprenditore - mentre il linerless totalmente di carta, lo stiamo introducendo noi per la prima volta in Italia. Siamo convinti che, in futuro, le soluzioni linerless riscuoteranno sempre maggiori consensi, soprattutto nel mondo della logistica e del decoro primario, per i molti vantaggi che possono offrire a livello di costi, di efficienza produttiva ma anche di riduzione dell’impatto ambientale. Da questo punto di vista, infatti, forse non tutti sanno che in Italia milioni di metri quadrati di liner siliconato confluiscono in discarica, in quanto non esistono ancora sistemi adeguati per il suo riciclo. Le associazioni di categoria del settore si stanno muovendo, a livello mondiale, per trovare una soluzione allo spreco di materiale ma, al momento, tutti i progetti messi in campo per il recupero e il riciclo del liner sono sperimentali e presentano qualche limite». I vantaggi offerti dalla tecnologia linerless sono perciò innegabili. «Le ricadute positive - sottolinea Fadiga si avvertono non solo in termini di impatto ambientale (poiché consente di evitare che diverse tonnellate di carta finiscano in discarica) ma anche di costi: il supporto siliconato incide infatti per il 30% sul valore complessivo del materiale autoadesivo e, in ultima battuta, per il 10-15% sul prezzo dell’etichetta. Non va dimenticato poi, che a questi risparmi si aggiungono quelli indiretti, perché con un’etichetta senza supporto risultano dimezzati sia l’ingombro che il peso della bobina, diminuendo di

settori più disparati: food & beverage, farmaceutico, cosmetico ed enologico. L’azienda - che è in grado di offrire anche inchiostri omologati per il contatto con gli alimenti - realizza etichette “no-label look”, “apri e chiudi” salva freschezza, etichette multipack e per impieghi speciali. Dispone inoltre di un vasto assortimento di coupon e multipagina promozionali (fixa-form, auto-flag, auto-collar, arca-flash); etichette idrosolubili; etichette e sigilli antieffrazione e anticontraffazione.

Bi Fuel Linerless - Può essere integrata con un modulo per la stampa digitale delle etichette e di un applicatore pneumatico. Prevede un alloggiamento per bobine da 360 mm, mandrino centrale (per evitare la deformazione dei rotoli e facilitare il caricamento) e sistema opzionale per il controllo ottico di fine bobina.

conseguenza anche i costi di stoccaggio e di trasporto. Tra l’altro, il minor spessore - precisa Fadiga - offre un ulteriore beneficio: a parità di diametro, le bobine “raddoppiano” la capacità, riducendo della metà i cambi sulle linee di produzione». Liner “plus” e liner “less” Sebbene le etichettatrici linerless, rispetto alle macchine tradizionali, raggiungano velocità inferiori (180 colpi al minuto), gli sbocchi nel settore della logistica e del decoro primario sono di sicuro interesse. • Nel primo caso, il cliente stampa il codice a barre o i dati variabili su un’etichetta neutra prima di applicarla con macchine print & apply su scatole di cartone, vassoi termoretratti e pallet. • Nell’ambito del decoro primario si possono invece applicare etichette di carta o di plastica ma di tipo “striped liner”. Si riesce così a risparmiare anche sul costo dell’adesivo, in quanto non distribuito sul 100% della striscia. «Naturalmente - puntualizza Mauro Fadiga - l’etichettatura linerless non sostituirà in toto quella autoadesiva, perché la tecnologia presenta ancora alcuni limiti, in primis la forma delle etichette linerless, sempre rettangolari; il secondo limite è costituito dal fatto che, rispetto all’etichetta autoadesiva disposta sul liner e sulla quale possono essere eliminati con maggior facilità i tratti difettosi, il linerless è più complicato da gestire dal punto di vista grafico. Il mercato sta cambiando e certi trend non si possono ignorare… Basti pensare alle etichette colla, oggi in gran parte sostituite da quelle autoadesive, perché considerate più efficienti dal punto di vista produttivo». Per questo motivo “osiamo” concludere con la sfida, lanciata da Mauro Fadiga: «alla prossima edizione di Ipack-Ima la maggior parte dei produttori di macchine print & apply includerà nella propria offerta anche una soluzione linerless». ■


[ MACCHINE | ETICHETTATURA ] Sleeve+macchine+servizio & immagine ■ Una nuova generazione di film termoretraibili sempre più sottili, finiture esterne accattivanti e innovative, effetti speciali, codici promozionali random: queste e molte altre le possibilità che le sleeve possono offrire, come testimona Fuji Seal Group, che punta molto sul concetto di “System Service”, supportato da tre elementi fondamentali: sleeve, macchine e servizio. La 4500 Twin Head, con tecnologia di applicazione rotativa, rappresenta una delle più veloci sleeveratrici sul mercato europeo (applica sulle bottiglie 800 etichette al minuto). Questo modello viene proposto insieme al dispositivo di giunzione bobina Auto-Splicer AS6, che consente un’elevata autonomia di funzionamento in quanto la bobina finita viene incollata a quella nuova in modo completamente automatico. Un “pilastro” dell’azienda - Il servizio, per Fuji, implica tutto ciò che è necessario e determinante a completare i prodotti offerti, sviluppando sistemi logistici adeguati e in grado di assicura-

Fuji 4500 dual head

re sia una fornitura regolare delle sleeve sia un efficace servizio di manutenzione preventiva per le macchine vendute. L’organizzazione Fuji Seal Europe è in espansione e i tecnici sono a disposizione per aiutare gli utilizzatori a definire nuovi progetti e idee. Quando il look si rinnova Sono molti i clienti nel settore alimentare e delle bevande che hanno scelto di adottare etichette sleeve della Fuji Seal per il lancio di nuovi prodotti. • Tra questi vale la pena segnalare Schweppes che, per il mercato spagnolo, ha rinnovato il brand TriNa passando dal look tradizionale dell’etichetta wrap-around posizionata al centro di una bottiglia cilindrica di PET a una sleeve su un contenitore ergonomico e innovativo (1). Le sleeve - realizzate in SPET, una nuova genera-

zione di shrink film - sono applicate dalla macchina lineare Intersleeve 4300. La termoretrazione avviene molto gradualmente, assicurando la massima precisione di applicazione. • La Divisione Acqua di Compal per la gamma Frize ha invece lanciato una bottiglia di vetro, dal design ergonomico e creativo, su cui viene applicata una sleeve di PET da 40 micron (2). In questo caso è stata utilizzata la macchina Intersleeve 4500 a carosello e doppia testa con tunnel a vapore ST9. • Nato da un’antica ricetta veneziana, Monte Scroppino è un sorbetto - in precedenza confezionato in bottiglia di vetro verde ed etichetta di carta - che abbina vodka, “bollicine” e gelato al limone. Per donare alla bottiglia un’immagine elegante, l’azienda Monte Scroppino ha optato per una sleeve Fuji Seal applicata su una bottiglia di vetro blu munita della tipica capsula metallizzata (3). Dopo diversi test di stampa sono stati selezionati un nuovo inchiostro argento e una lacca effetto perlato. La sleeve in PET da 50 micron è applicata con una Intersleeve 4200 a doppia testa e termoretratta nel tunnel a vapore ST9.

La definizione? Altissima ■ Una risoluzione (o “definizione” che dir si voglia) di 4800 dpi, che permette di stampare etichette e cartellini con colori brillanti quando e dove si vuole: è la principale prestazione della stampante inkjet a colori per etichette Primera LX810e, presentata a Grafitalia 2009 da Print Media insieme alle altre macchine della stessa famiglia. Grazie alla robusta struttura di metallo e all’alloggiamento per il rotolo di etichette situato all’interno della stampante, a protezione da polvere e sporcizia, LX810e può essere utilizzata sia in ufficio sia in magazzino e nei reparti di produzione. La sua “sorella minore” LX-400e differisce essenzialmente per le dimensioni ridotte (264 x 180h x 389 mm di profondità contro i 432x 231x 394 mm della LX-810e) e la larghezza massima di stampa, che qui arriva a 101 mm mentre è di 210 mm nel modello più grande. Entrambe le macchine permettono di stampare su etichette autoadesive o cartellini fatti con supporti di varia qualità (patinato, opaco, semi-patinato, lucido ecc.) fotografie di prodotti con colori pieni e vibranti, illustrazioni, grafici, testi e codici a barre.

Digitale e accessori - Accanto ai già affermati inkjet, Print Media ha presentato a Grafitalia la nuova digitale a colori Primera CX1200e, progettata per stampa in quadricromia di etichette, a costi contenuti e a tirature basse o medie. La macchina adotta uno dei laser a maggior risoluzione oggi disponibili, raggiungendo così la stessa qualità, velocità e flessibilità delle stampanti digitali professionali e permettendo di produrre velocemente, a un costo molto competitivo, poche decine come diverse migliaia di etichette. Completano la gamma di proposte Primera i nuovi applicatori della serie AP (360e, 362e) - che permettono di utilizzare etichette autoadesive in rotoli su contenitori di forma cilindrica e conica - e il sistema per la stampa “laminato” FX400e, che conferisce alle etichette stampate con tecnologia ink-jet brillanti effetti metallici oro e argento. La FX400e lavora in linea con qualunque stampante Primera della serie LX e adotta un processo interamente digitale che permette di riprodurre disegni, bordi, grafici, caratteri, sfondi ecc. anche su materiali resistenti ad acqua, prodotti chimici, UV e altri fattori ambientali.

ETICHETTATRICE AUTOMATICA Wilux (Schio, VI) ha presentato a Ipack-Ima l’etichettatrice automatica ELS 310, dotata di nastro trasportatore. Si tratta di una macchina a costruzione modulare - che si distingue per velocità, precisione, ed efficienza - progettata per l’applicazione contemporanea e continua sul lato superiore e inferiore di prodotti e merci di varie forme e materiali.

APR-GIU/09 | ETI&COD | 19


Etichette, decorazioni e materiali di consumo Bollini autoadesivi Cartellini Decalcomania Decori in serigrafia Etichette a bandiera Etichette ad inclusione (in-mould) Etichette autoadesive di carta Etichette autoadesive di materia plastica Etichette autoadesive multipagina Etichette non adesive di carta Etichette non adesive di materia plastica fustellate Etichette non adesive di materia plastica in bobina Etichette RFID Etichette smart label Nastri decorativi Ologrammi e film olografici Sigilli di garanzia Sleeve estensibili Sleeve termoretraibili

Sistemi di etichettatura, codifica e marcatura Applicatori di ologrammi Applicatori per sigilli di garanzia Etichettatrici a colla con etichette di carta Etichettatrici con etichette autoadesive Etichettatrici con etichette autoadesive senza supporto Etichettatrici con etichette avvolgenti Lettori di etichette RFID Print & apply per colli Print & apply per etichette RFID Print & apply per pallet Rilevatori di difetti di etichettatura Sistemi anticontraffazione Sistemi di visione Sleeveratrici - etichettatrici con etichette tubolari Software di gestione per codificatori e/o etichettatrici Software per la tracciabilitĂ dei prodotti

Apparecchiature ausiliarie Applicatori di colla su etichette Macchine per applicare collarini

20 | ETI&COD | APR-GIU/09

DELES MATIC

DATASENSOR

CONTRACT ITALIA

COCOON

COATEM

CMI

CIESSE

CICRESPI

CCL LABEL

BIZERBA

ARCA ETICHETTE

ALTECH

ALFASERVICE

ALBERTO DIOTALLEVI

ACMA

Etichette e sistemi di etichettatura: chi fa cosa e dove

A.M.D. ELECTRONIC

Labeling

DIERRE ETICHETTE

[ ETICHETTATURA | PANORAMA ]


MATEC

MASTERPACK

MARKING PRODUCTS

MARKEM-IMAJE

MARCHESINI GROUP

MANIFATTURA CARTARIA

LANCIA

LABELPACK

LABEL ENGINEERING

KRONES

KOSME

KHS

IRPLAST

IMBALLAGGI P.K.

IMA

GRAPHICPOINT

GRAFICHE REKORD

GOGLIO

GEROSA GROUP

G.B. GNUDI BRUNO

FB CONSULTING

FAM FAVATA ADVANCED MARKING

EUROLABEL

EUROADHESIV

EURO PACK

ETIPACK

ERREZETA ENGINEERING

ERREGI AUTOMATION

EIDOS

[ PANORAMA | ETICHETTATURA ]

APR-GIU/09 | ETI&COD | 21


Etichette, decorazioni e materiali di consumo Bollini autoadesivi Cartellini Decalcomania Decori in serigrafia Etichette a bandiera Etichette ad inclusione (in-mould) Etichette autoadesive di carta Etichette autoadesive di materia plastica Etichette autoadesive multipagina Etichette non adesive di carta Etichette non adesive di materia plastica fustellate Etichette non adesive di materia plastica in bobina Etichette RFID Etichette smart label Nastri decorativi Ologrammi e film olografici Sigilli di garanzia Sleeve estensibili Sleeve termoretraibili

Sistemi di etichettatura, codifica e marcatura Applicatori di ologrammi Applicatori per sigilli di garanzia Etichettatrici a colla con etichette di carta Etichettatrici con etichette autoadesive Etichettatrici con etichette autoadesive senza supporto Etichettatrici con etichette avvolgenti Lettori di etichette RFID Print & apply per colli Print & apply per etichette RFID Print & apply per pallet Rilevatori di difetti di etichettatura Sistemi anticontraffazione Sistemi di visione Sleeveratrici - etichettatrici con etichette tubolari Software di gestione per codificatori e/o etichettatrici Software per la tracciabilitĂ dei prodotti

Apparecchiature ausiliarie Applicatori di colla su etichette Macchine per applicare collarini

22 | ETI&COD | APR-GIU/09

ROTOPRINT SOVRASTAMPA

ROBATECH ITALIA

RE CONTROLLI INDUSTRIALI

PUNTO PACK

PROGET SISTEM ITALIA

PRINT MEDIA

PILOT ITALIA

PHARMACONTROL ELECTRONIC

PACKLAB

OROPRESS

OCME

NEW. MEC.

MORC2

MELER ITALIA

Etichette e sistemi di etichettatura: chi fa cosa e dove

NIMAX

Labeling

NIMA ERRE.TI PACKAGING

[ ETICHETTATURA | PANORAMA ]


ZANASI

WIDE RANGE

VILLA L. & FIGLIO

VIDEOJET ITALIA

TUTTO PER L’IMBALLO

TRADEX

TOPJET

Indirizzi TOPCONTROL

TONUTTI TECNICHE GRAFICHE

SUTERMEISTER

STEBA

SOCIETÀ COOPERATIVA BILANCIAI

SISCODATA COMPUTER

SIS.MA

SICK

SECURJET

SAM MECCANICA

SALES

[ PANORAMA | ETICHETTATURA ]

A.M.D. ELECTRONIC ....................................................www.amdelectronic.com ACMA ...........................................................................www.acmagd.com ALBERTO DIOTALLEVI..................................................www.albertodiotallevi.it ALFASERVICE...............................................................www.alfaservice.biz ALTECH ........................................................................www.altech.it ARCA ETICHETTE .........................................................www.arca.it BIZERBA .......................................................................www.bizerba.it CCL LABEL...................................................................www.ccl-label.com/milan CICRESPI......................................................................www.cicrespi.com CIESSE .........................................................................www.ciesse-ri.it CMI...............................................................................www.cmiita.com COATEM.......................................................................www.coatem.it COCOON ......................................................................www.cocoon.it CONTRACT ITALIA .......................................................www.contract-italia.it DATASENSOR...............................................................www.datasensor.com DELES MATIC...............................................................www.deles.it DIERRE ETICHETTE ......................................................www.dierreetichette.it EIDOS ...........................................................................www.eidos.eu ERREGI AUTOMATION..................................................www.scaligerapackaging.it ERREZETA ENGINEERING.............................................www.errezeta.net ETIPACK .......................................................................www.etipack.it EURO PACK..................................................................www.europackit.com EUROADHESIV .............................................................www.euroadhesiv.com EUROLABEL..................................................................www.eurolabel.it FAM FAVATA ADVANCED MARKING ...........................www.famfavata.com FB CONSULTING..........................................................www.fb-consulting.it G.B. GNUDI BRUNO......................................................www.gbgnudi.it GEROSA GROUP...........................................................www.gerosagroup.com GOGLIO ........................................................................www.goglio.it GRAFICHE REKORD......................................................www.rekord.it GRAPHICPOINT............................................................www.graphicpointspa.it IMA...............................................................................www.ima.it IMBALLAGGI P.K..........................................................www.pkimballaggi.it IRPLAST .......................................................................www.irplast.it KHS ..............................................................................www.khs.com KOSME .........................................................................www.kosme.it KRONES........................................................................www.krones.it LABEL ENGINEERING ...................................................www.label-engineering.it LABELPACK..................................................................www.labelpack.it LANCIA.........................................................................www.lanciasrl.it MANIFATTURA CARTARIA ...........................................www.mancart.it MARCHESINI GROUP...................................................www.marchesini.com MARKEM-IMAJE ..........................................................www.markem-imaje.it MARKING PRODUCTS..................................................www.marking.it MASTERPACK ..............................................................www.masterpack.it MATEC .........................................................................www.matec.to.it MELER ITALIA ..............................................................www.meleritalia.com MORC2.........................................................................www.morc2.com NEW. MEC....................................................................www.newmecsas.com NIMA ERRE.TI PACKAGING..........................................www.nimaerreti.it NIMAX ..........................................................................www.nimax.it OCME ...........................................................................www.ocme.it OROPRESS ...................................................................www.oropress.it PACKLAB......................................................................www.packlab.it PHARMACONTROL ELECTRONIC ................................www.pharmacontrol.de PILOT ITALIA ................................................................www.pilotitalia.com PRINT MEDIA ...............................................................www.printmediasrl.com PROGET SISTEM ITALIA...............................................www.progetsistem.com PUNTO PACK ...............................................................www.puntopack.it RE CONTROLLI INDUSTRIALI.......................................www.re-spa.com ROBATECH ITALIA........................................................www.robatech.it ROTOPRINT SOVRASTAMPA .......................................www.rotoprint.com SALES...........................................................................www.salesspa.com SAM MECCANICA........................................................www.sammeccanica.com SECURJET ....................................................................www.securjet.com SICK .............................................................................www.sick.it SIS.MA .........................................................................www.sisma1990.com SISCODATA COMPUTER..............................................www.siscodata.com SOCIETÀ COOPERATIVA BILANCIAI ............................www.coopbilanciai.it STEBA...........................................................................www.steba.it SUTERMEISTER............................................................www.sutermeister.it TONUTTI TECNICHE GRAFICHE...................................www.grafiche-tonutti.it TOPCONTROL ..............................................................www.topcontrol.it TOPJET.........................................................................www.topjet.it TRADEX ........................................................................www.tradexsrl.com TUTTO PER L’IMBALLO ................................................www.tuttoimballo.it VIDEOJET ITALIA..........................................................www.videojet.com VILLA L. & FIGLIO .......................................................www.villamark.it WIDE RANGE ................................................................www.widerange.it ZANASI .........................................................................www.zanasi.it

APR-GIU/09 | ETI&COD | 23


[ CODIFICA | MARCATORI E CODIFICATORI ]

Dati variabili, qualità in crescita

Durante le dimostrazioni dal vivo di questi due sistemi viene presentato anche il dispositivo di essiccazione “ecologico” con LED UV a marchio Smartcure 72i. Realizzato impiegando tecnologia LED di ultima generazione, garantisce un risparmio di spazio ed energia rispetto ad altre soluzioni di essiccazione UV.

BANDA STRETTA A Grafitalia première italiana per i sistemi Atlantic Zeiser di stampa braille e ink jet digitale, passando per l’essiccazione con LED UV… Le novità del produttore tedesco (con sede italiana a Milano), leader nei processi industriali di personalizzazione e codifica ad alta sicurezza.

Piccoli lotti, in quadricromia - In fiera anche la Gamma 70 di sistemi per la personalizzazione di schede in quadricromia (presentata per la prima volta a Cartes 2008, verrà lanciata ufficialmente a maggio, al FESPA Digital 2009 di Amsterdam). Si tratta di soluzioni in grado di gestire in modo economico fino a 6.000 schede personalizzate all’ora in quadricromia, o 8.000 schede all’ora con colori spot. Grazie a una tecnologia flessibile e versatile, Gamma 70 è ideale per produrre in modo conveniente una quantità ridotta di lotti, ad esempio nella stampa di etichette e nella marcatura industriale di prodotti, anche a 4 colori.

come ottimale per una vasta gamma di applicazioni e caratterizzato da qualità e aderenza superiori. Supporta una larghezza di stampa fino a 72 mm con qualità di 360 x 360 dpi, lavorando a velocità massime di 60 m/min. Viene presentato insieme all’Omega 36 HD (High Definition), che stampa in posizione orizzontale, configurato per l’occasione come sistema a bobina per la stampa di etichette. Leggero e compatto, con una risoluzione di 720 dpi, garantisce una stampa chiara e nitida anche di caratteri piccolissimi, codici a barre, caratteri di lingue straniere, grafica e logo.

Braille - Braillejet è un sistema di alta qualità per la stampa della scrittura in rilievo per non vedenti, anch’esso presentato per la prima volta in Italia. Nella dimostrazione della stampa di dati variabili si può anche verificare come la nuova tecnologia a microvalvole consenta di stampare i caratteri con inchiostri UV essiccabili ad alta viscosità, e di ottenere il fissaggio immediato dei punti. Ne risultano una leggibilità e una chiarezza dei punti ottimali con, in più, la totale eliminazione degli elevati costi di configurazione associati alla stampa serigrafica o alla goffratura. ■

P

rima ssoluta per le ultime novità di Atlantic Zeiser nel campo della stampa digitale su banda stretta. Particolarmente attenta al mercato italiano, la multinazionale si è presentata al “cosmic event” milanese come leader nel suo settore e system integrator innovativo, per far toccare con mano gli ultimi sistemi ink jet, gli inchiostri proprietari e le unità di essiccazione e asciugatura. Ecco i più importanti. Per etichette e imballaggi - Omega 72i è un sistema a getto d’inchiostro con posizione di stampa verticale, proposto

Laser ad alta velocità ■ Linx Printing Technologies completa la linea di codificatori vettoriali con il marcatore laser SL501 da 50W. Basato sulla stessa piattaforma dei modelli precedenti, garantisce potenza supplementare ed è, quindi, particolarmente indicato per le applicazioni ad alta velocità - imbottigliamento in primis; inoltre, la protezione IP65 di serie lo rende adatto a operare in ambienti difficili. Di costruzione robusta, che ne agevola l’installazione, SL501 non richiede allacciamenti di acqua o aria compressa e può essere facilmente spostato all’interno dello stabilimento. A sua volta, la testa di stampa è dotata di un braccio articolato e può dunque essere posizionata anche in spazi ridottissimi. Fra le caratteristiche peculiari del nuovo Linx SL501 si

24 | ETI&COD | APR-GIU/09

segnalano il software in italiano e la migliore connettività, oltre alle superiori capacità grafiche per la stampa di codici alfanumerici, loghi, codici a barre e codici 2D comunque orientati. In particolare, questo modello dispone di un’interfaccia integrata di facile utilizzo e può essere dotato di tastiera remota dedicata; grazie alla porta Ethernet e al software LinxDraw per PC permette, inoltre, di controllare a distanza più codificatori da una sola stazione di lavoro. In Italia i laser Linx sono distribuiti in esclusiva da Ciesse Srl, che assicura anche la necessaria consulenza pre vendita (compresi campioni e prove in linea) e post vendita, e che offre anche un servizio di “rottamazione” dei marcatori laser vecchio modello (Linx, Xymark o di altra marca). Da segnalare, infine, la garanzia di due anni che copre il tubo laser.


[ MARCATORI E CODIFICATORI | CODIFICA ] Efficienza nella codifica

Barcode e date sui secondari

■ Plus è il nuovo logo Domino che identifica la gamma di codificatori progettata per limitare al massimo fermi linea, perdite di velocità o difetti, grazie al controllo centralizzato e in tempo reale dello stato della stampante e alla gestione dei messaggi di stampa. In un’ottica di miglioramento continuo dell’efficienza di tutte le apparecchiature, Nimax SpA (Bologna) presenta l’ultima versione della Serie A, che aggiunge nuove funzioni alle tradizionali prestazioni della Serie A. La Serie A Plus è dotata di porta Ethernet e Web Server integrati che ne consentono il controllo in rete da remoto senza software aggiuntivi; se connessa alla rete, la stampante può inviare messaggi mail all’utente. Si possono impostare, ad esempio, degli allarmi per segnalare l’arresto della linea, la necessità di sostituire i liquidi di consumo, la prossima manutenzione ecc. in modo da evitare interruzioni non pianificate. La Serie A Plus è dotata anche di porta USB per eseguire il backup e il ripristino dei messaggi, caricare le informazioni per la diagnostica e i dati di produzione, salvare la configurazione della stampante, spostare i messaggi e la configurazione da una stampante all’altra, eseguire gli aggiornamenti software. Comprende, come standard, tutti i formati di stampa ed è disponibile sia con tastiera a membrana sia in versione touch screen a colori. In questo caso è possibile selezionare l’alfabeto della tastiera e la lingua dell’interfaccia utente. I tempi di installazione e apprendimento sono ridotti al minino grazie alla nuova interfaccia utente, all’impiego di icone intuitive e alla procedura Wizard, che facilita la configurazione ottimale della stampante.

■ La serie di sistemi di marcatura ink jet ad alta risoluzione Aplink MR, messi a punto da United Barcode Systems, è pensata per stampare testi, immagini grafiche e codici a barre, seguendo la regolazione del GS1, su cartone e altre superfici porose, anche a velocità elevate, con una risoluzione di 180 dpi fino a 4 m di lunghezza. La nuova gamma, dedicata in particolare alla stampa della data sugli imballaggi secondari, è di facile installazione su ogni tipo di linea e ha capacità di stampa in entrambe le direzioni (da destra verso sinistra e viceversa) ma anche in alto e laterale.

VERIFICA BRAILLE - I sistemi di ispezione automatica di Global Vision consentono di eliminare eventuali errori contenuti nei testi e nella grafica in tutto il processo di produzione degli imballaggi e dei documenti. L’azienda canadese produce inoltre sistemi in grado di misurare l’altezza dei punti delle scritte in Braille, assicurando così la conformità alle norme EMEA.

JET STAMP REINER-VILLA 791 La marcatrice portatile e per linee di confezionamento - Materiali trattabili: carta, cartone, plastica porosa, legno, cuoio ed alcuni metalli - Marca su superfici irregolari, statiche, in lento movimento, in verticale, capovolto, con inchiostri normali o a rapida essicazione - Programmabile stand-alone, con 25 impronte comuni tra cui scegliere, più 4 impronte speciali personalizzabili - 2 righe, fino a 20 caratteri (solo alfanumerici) per riga - Altezza caratteri: 3,2 mm

Esempi reali di impronta

Marcatura su cartone Marcatura su plastica Marcatura su confezioni

Marcatura su uova

PIU’ SEMPLICE DI QUANTO AVETE MAI IMMAGINATO FINORA VILLA L. & FIGLIO S.r.l. SOLUZIONI DI MARCATURA E CODIFICA Via Statuto, 4 - 20121 MILANO Tel.: 02.65.99.562 - Fax: 02.65.90.889 www.villamark.it - info@villamark.it


[ CODIFICA | MARCATORI E CODIFICATORI ] Autentificazione in line LA NUOVA REALTÀ PER SISTEMI DI MARCATURA A GETTO DI INCHIOSTRO SOLUZIONI DI TRACCIABILITÀ E GESTIONE DATI IN PRODUZIONE Contract Italia S.r.l. Corso Martiri della Libertà 67 Ciriè (TO) Tel. 011.9206537 Fax 011.9226684 www.contract-italia.it info@contract-italia.it

■ AlpVision (Vevey, CH) propone Krypsos, una piattaforma di autentificazione in linea, che permette di gestire - senza costi aggiuntivi - le soluzioni a marchio Kryptoglyph e Fingerprint, approntate per la marcatura invisibile di imballaggi ed etichette e per la visualizzazione delle differenze “micro” fra originale e copia. Krypsos rappresenta il punto di contatto per l’insieme dei sistemi messi in campo per rilevare frodi e contraffazioni, permettendo così anche di scoprire eventuali pratiche di “mercato grigio” ovvero di distribuzione di prodotti su canali diversi da quelli autorizzati.

Tre modelli di laser ■ La tecnologia di marcatura laser che Marking Products (Settimo Torinese, TO) propone si articola su tre modelli, di potenza differente, e basati su laser CO2. Sono contenuti in un unico cabinet poco ingombrante, al cui interno vengono collocati il gruppo opto-meccanico, l’elettronica di controllo e il gruppo di alimentazione. Grazie a un’accurata progettazione, la struttura delle macchine risulta compatta e facilmente collocabile sulle linee di imbottigliamento. Si distinguono per la produttività sostenibile: il modello K1030 arriva a una produttività di 35.000 bottiglie/ora su una linea a 71 m/min mentre il modello K1060, a parità di condizione e con font vettoriale, tocca le 90.000 bottiglie/ora. La qualità della marcatura è dovuta a “Crystal Font”, specificatamente progettato per esaltare la chiarezza e nitidezza, indipendentemente dalla velocità. Il software in dotazione mette a disposizione un’interfaccia utente studiata con accuratezza, per consentire a qualsiasi operatore di controllare completamente la macchina ed ottenerne i migliori risultati. I laser possono marcare numerosi materiali (etichette, cartone, PET, vetro, legno e materiali ricoperti) con ottimi risultati.

Marcatore a getto d’inchiostro - Aps Alternative Printing Services (Montélier, F) presenta Aspolute V1: un marcatore industriale per supporti porosi e non, in grado di stampare più messaggi su 4 linee di produzione, a diverse velocità, con inchiostri differenti. Può essere impiegato per la marcatura diretta sul prodotto, sull’imballo primario e su quello secondario e vanta basso costo, assenza di manutenzione, massima pulizia, facilità di utilizzo.

26 | ETI&COD | APR-GIU/09

Oltre l’ink jet ■ Accanto ai consolidati sistemi a getto d’inchiostro continuo Z4000 Smart e Z5000, il produttore italiano Zanasi presenta i nuovissimi sistemi Z640 (tecnologia piezoelettrica ad alta definizione), Z3000, Z5000Pi (tecnologia CIJ) e Z402 (tecnologia DOD). • Il nuovo sistema di codifica ad alta definizione Z640 (1) è dotato di una consolle stand-alone, capace di pilotare contemporaneamente fino a due teste di stampa per una o più linee di produzione. Le teste di stampa sono disponibili in due versioni: il modello T768, con un campo di lavoro fino a 102 mm (4”) e il modello T384, con campo di lavoro fino a 51 mm (2”), per stampare fino a 32 righe per la versione da 4” e fino 16 righe per la versione da 2”, di caratteri alfanumerici con matrice a 7 punti. Z640 stampa codici a barre, date di produzione e scadenza, lotti, testi descrittivi e logotipi, con inchiostri brevettati ad alto contrasto su superfici assorbenti o semi assorbenti (carta, cartone, legno, stoffa). Il sistema è predisposto per la stampa dei 6 principali tipi di codice a barre e dispone di una versione aggiornata del GIS GraphJET (Graphic Interface Software) e di un display touch-screen da 12” SVGA a colori, che permette di creare e gestire in modo estremamente semplice i mes-

1

2

saggi da stampare. • Il modello Z5000Pi (2) realizza codifiche a elevato contrasto su superfici piane, curve e irregolari, con un’ampia gamma di inchiostri pigmentati. Il circuito idraulico, sviluppato appositamente, è dotato di un sistema di miscelazione gestito in automatico dal marcatore, che garantisce qualità di stampa costante e affidabilità. Inoltre, il doppio lavaggio automatico, assicura un’accensione rapida anche a seguito di fermi macchina prolungati. Il circuito di ricircolo totale dei vapori ne garantisce l’abbattimento totale oltre che consumi molto bassi. Infine, il sistema idraulico di ultima generazione non necessita di aria compressa esterna. • Il sistema Z3000 (3) è un’evoluzione del modello Z5000, dal quale eredita innumerevoli caratteristiche destinate ad applicazioni di base. • Il sistema Z101 (4) per la stampa macrocarattere riunisce elettronica e idraulica di ultima generazione in una struttura estremamente solida e compatta, dotata di un display touch-screen da 5,7” retroilluminato. La testa di stampa (risultato di tecnologia proprietaria a micro elettrovalvole) può essere ruotata per consentire cinque differenti altezze di stampa (da 7 a 24 mm). • Ricordiamo infine la nuova consolle di gestione delle 4 teste NZ Zanasi, modello Z402, presentata in esclusiva.

3


11-12/08 NOVEMBRE DICEMBRE 6,50€

10/08 OTTOBRE 6,50€

9/08 SETTEMBRE 6,50€

THE VOICE OF ITALIAN PACKAGING

THE VOICE OF ITALIAN PACKAGING

THE VOICE OF ITALIAN PACKAGING

the voice of italian packaging

ItaliaImballaggio is an independent magazine, published by Edizioni Dativo Srl, Milan, whose aim is to give voice to the Italian packaging industry in as capable and professional way as possible, while rejecting a conformism that all too often confuses information with advertising. The magazine is divided up into five basic sections - covering marketing and design, statistics and sector trends, management, environment and legislation and lastly, technological and product innovation - all of which including indepth features and news in brief. ItaliaImballaggio has another feature that has allowed it to stand out right from the outset: its graphics, painstaking in the way information is presented and in the visual impact, making the magazine more pleasurable to read and easier to consult. The cover, designed by well-known as well as up-and-coming packaging designers, communications experts, and - starting from 1999 - by worldwide well known artists ably represents the philosophy and the identity of the magazine.

Edizioni Dativo Srl Via Benigno Crespi 30/2, 20159 Milano Tel. +39 02 69007733 - Fax +39 02 69007664 www.packmedia.net - italiaimballaggio@dativo.it


Etichette, decorazioni e materiali di consumo Inchiostro per codificatori ink-jet Nastri per stampa a caldo Nastri per stampanti a trasferimento termico

Sistemi di etichettatura, codifica e marcatura Lettori di codici a barre Marcatori a inchiostro Marcatori laser Software di gestione per codificatori e/o etichettatrici Software per la tracciabilitĂ dei prodotti Stampanti a getto di inchiostro a macrocaratteri Stampanti a getto di inchiostro a microcaratteri Stampanti a trasferimento termico per etichette Stampanti a trasferimento termico su film Stampanti termiche dirette

Indirizzi A.M.D. ELECTRONIC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.amdelectronic.com ALBERTO DIOTALLEVI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.albertodiotallevi.it ALFASERVICE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.alfaservice.biz ALTECH . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.altech.it ARCA ETICHETTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.arca.it BIZERBA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.bizerba.it C.S.S. TECA PRINT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.csstecaprint.it CICRESPI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.cicrespi.com CIESSE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.ciesse-ri.it CMI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.cmiita.com CONTRACT ITALIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.contract-italia.it DATASENSOR . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.datasensor.com DELES MATIC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.deles.it

28 | ETI&COD | APR-GIU/09

DIERRE ETICHETTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.dierreetichette.it EIDOS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.eidos.eu ERREZETA ENGINEERING. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.errezeta.net ETIPACK . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.etipack.it EUROLABEL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.eurolabel.it FAM FAVATA ADVANCED MARKING. . . . . . . . . . . . . . www.famfavata.com FB CONSULTING . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.fb-consulting.it IRPLAST . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.irplast.it KRONES . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.krones.it LABEL ENGINEERING . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.label-engineering.it LABELPACK . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.labelpack.it MANIFATTURA CARTARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.mancart.it MARKEM-IMAJE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.markem-imaje.it

FAM FAVATA ADVANCED MARKING

EUROLABEL

ETIPACK

ERREZETA ENGINEERING

EIDOS

DIERRE ETICHETTE

DELES MATIC

DATASENSOR

CMI

CIESSE

CICRESPI

C.S.S. TECA PRINT

BIZERBA

ARCA ETICHETTE

ALTECH

ALFASERVICE

ALBERTO DIOTALLEVI

Sistemi di marcatura e codifica: chi fa cosa e dove

A.M.D. ELECTRONIC

Coding

CONTRACT ITALIA

[ CODIFICA | PANORAMA ]


MARKING PRODUCTS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.marking.it MATEC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.matec.to.it NIMAX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.nimax.it NUOVA DIZMA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.dizma.it OROPRESS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.oropress.it PAVAN . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.pavan.com PHARMACONTROL ELECTRONIC . . . . . . . . . . . . . . . . www.pharmacontrol.de PRINT MEDIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.printmediasrl.com PROGET SISTEM ITALIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.progetsistem.com SECURJET . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.securjet.com SICK . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.sick.it SIS.MA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.sisma1990.com SOCIETÀ COOPERATIVA BILANCIAI . . . . . . . . . . . . . . www.coopbilanciai.it

ZANASI

WIDE RANGE

VILLA L. & FIGLIO

VIDEOJET ITALIA

TUTTO PER L’IMBALLO

TRADEX

TOSH

TOPJET

TOPCONTROL

TODINI

STIAVELLI

SOCIETÀ COOPERATIVA BILANCIAI

SIS.MA

SICK

SECURJET

PROGET SISTEM ITALIA

PRINT MEDIA

PHARMACONTROL ELECTRONIC

PAVAN

OROPRESS

NUOVA DIZMA

NIMAX

MATEC

MARKING PRODUCTS

MARKEM-IMAJE

MANIFATTURA CARTARIA

LABELPACK

LABEL ENGINEERING

KRONES

IRPLAST

FB CONSULTING

[ PANORAMA | CODIFICA ]

STIAVELLI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.pavan.com TODINI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.todini-srl.com TOPCONTROL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.topcontrol.it TOPJET. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.topjet.it TOSH . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.tosh.it TRADEX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.tradexsrl.com TUTTO PER L’IMBALLO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.tuttoimballo.it VIDEOJET ITALIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.videojet.com VILLA L. & FIGLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.villamark.it WIDE RANGE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.widerange.it ZANASI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . www.zanasi.it

APR-GIU/09 | ETI&COD | 29


[ TRACCIABILITÀ ]

L’RFID per il fashion Presentati i risultati delle iniziative condotte dal RFID Lab dell’Università di Parma nell’ambito dell’industria della moda (tessile e abbigliamento). Ecco una sintesi.

S

i è concluso il primo anno di attività di ricerca del Board of Advisors Fashion di RFID Lab - Università degli studi di Parma, ovvero il comitato di aziende del comparto tessile e abbigliamento che indirizza le attività di ricerca del laboratorio e che beneficia del relativo trasferimento tecnologico. Due i risultati immediatamente evidenti. Da un lato, è stato completato lo studio “L’impatto della tecnologia RFID nella supply chain fashion”, che ha contribuito a determinare il ritorno dell’investimento derivante dalla gestione della supply chain fashion mediante tecnologia RFID ed EPC Network; a latere, sono stati condotti anche test tecnologici, per valutare le prestazioni dell’RFID applicato ai prodotti tessili. In secondo luogo, grazie alla collaborazione con un pool di partner tecnologici di riferimento, è stato realizzato il progetto “RFID fashion store”: un punto vendita “fashion” gestito tramite tecnologia RFID, in cui toccare con mano e valutare dal punto di vista quantitativo i benefici della tecnologia applicata a livello retail (lo standard di riferimento è l’UHF Class1 Gen2).

L’IMPATTO DELL’RFID NELLA SUPPLY CHAIN Il progetto Il progetto di ricerca “L’impatto della tecnologia RFID nella supply chain fashion” ha avuto come obiettivo quello di progettare e verificare la fattibilità tecnico-economica di una soluzione basata su tecnologia RFID per ottimizzare i principali processi logistici forward e backward e di punto vendita della catena logistica. La supply chain esaminata inizia con il ricevimento dei capi ai centri di distribuzione e coinvolge tutti gli attori fino al punto vendita (PV). L’analisi è stata inoltre estesa alla logistica di ritorno dei prodotti resi. La fattibilità è stata valutata in relazione a un’applicazione RFID a livello di pezzo singolo (item), imballo secondario e, dove presente, pallet. La progettazione ha riguardato aspetti tecnologici (supporti e dispositivi di lettura) e gestionali (BPR - business process reengineering). A supporto dell'intero progetto, e soprattutto della parte tecnologica e di reingegnerizzazione dei processi, è stata svolta un’estesa attività di testing della tecnologia applicata al prodotto/packaging, svolta presso RFID Lab, per quantificare numericamente le prestazioni. Mappatura, sperimentazione, modelli - Durante la prima fase del progetto (mappatura “AS IS”), sono state condotte 11 visite sul campo, tra Ce.Di. e punti vendita dei membri del BoA Fashion, corrispondenti a più di 40 ore di rilevazioni dei processi produttivi e logistici e interviste con i responsabili e gli operatori dei sistemi informativi, della logistica e dei punti vendita. L’analisi ha evidenziato una notevole eterogeneità tecnologica tra le realtà visitate. In parallelo si sono messe in luce le criticità connesse al sistema logistico produttivo attuale, che provocano inefficienze come incremento delle attività manuali, errori e conseguente aumento dei costi totali logistici del prodotto. Tali criticità hanno rappresentato il punto di partenza della seconda fase, la reingegnerizzazione “to be”. Lo scenario “to be” è emerso a seguito di una condivisione delle scelte tec-

32 | ETI&COD | APR-GIU/09

nologiche, informative e gestionali nell’ambito del gruppo di lavoro, e ha permesso di giungere a una soluzione rappresentativa del settore e oggetto di possibile implementazione sul campo. In particolare la progettazione ha contemplato precise scelte di natura tecnologica e gestionale. Le scelte tecnologiche effettuate sono state costantemente supportate dalla sperimentazione di laboratorio, per verificare in modo oggettivo le prestazioni ottenibili con la soluzione RFID ipotizzata. Sulla base dell’intenso lavoro sperimentale è stato possibile, per ogni processo, identificare una o più configurazioni capaci di garantire un’accuratezza del 100%. La terza e ultima fase ha visto la creazione di un modello di calcolo avanzato per la fattibilità economica, in cui lo scenario “to be” progettato è stato valutato criticamente, utilizzando tecniche quantitative e qualitative. L’analisi quantitativa si è basata sul rapporto costi cessanti/costi sorgenti, sia di impianto sia di esercizio, e ha permesso di determinare i principali indicatori di convenienza economica dell’investimento (ROI, VAN, TIR e PBP). L’analisi qualitativa ha invece ha messo in evidenza gli aspetti strategici connessi con la soluzione prospettata per ogni processo esaminato. I risultati e i costi • Sono stati coinvolti 15 processi di cui otto relativi al Ce.Di (ricevimento, storage, inventory, replenishment dell’area di picking, prelievo, packing & marking, spedizioni - loading e processi legati ai resi) e sette al punto vendita (ricevimento, operazioni di antitaccheggio, inventory, replenishment, riprezzatura, check out e processi legati ai resi). È importante sottolineare come l’impatto riscontrato sia funzione del livello tecnologico di automazione - molto eterogeneo - delle procedure informative di partenza. Sono stati poi analizzati in dettaglio due contesti - “the best” e “the worst” che rappresentano le configurazioni di partenza in cui la tecnologia RFID genera il massimo e il minimo impatto economico. Chiaramente, tanto più alto è il livello tecnologico di partenza, quanto più basso sarà l’impatto della tecnologia RFID e viceversa. • Il processo di reingegnerizzazione ha individuato come rappresentativa la filiera composta da un Ce.Di. e 20 punti vendita, attraversata da un flusso di 7.850.000 pezzi/anno, dove il tag, ingegnerizzato all’interno del cartellino, viene apposto su ogni capo dai fasonisti, così da essere presente al ricevimento presso Ce.Di. Per ogni processo sono state definite le eventuali soluzioni RFID necessarie, quali stampanti, terminali RFID brandeggiabili e wearable, varchi RFID, stampanti portatili RFID, postazione di check out per punto vendita e coperture RF. • Oltre all’hardware, sono state analizzate le voci relative al software e all’integrazione con il sistema informativo aziendale, per un investimento totale stimato in 1.370.000 o 1.590.000 euro, rispettivamente nel caso “best” e “worst” . In entrambi i casi, il 20%-25% del costo riguarda il Ce.Di. e il rimanente 75%-80% è relativo alla reingegnerizzazione dei 20 punti vendita. • In relazione ai flussi di cassa, i risultati appaiono estremamente interessanti sia nel caso di uno scenario AS IS ad alto livello tecnologico (417.000 euro/anno) sia a basso livello tecnologico (1.720.000 euro/anno). In entrambi i casi, la voce preponderante nella definizione dei costi è rappresentata dal costo di acquisto dei tag, che ammonta a 656.000 euro/anno. È però necessario sottolineare l’approccio cautelativo utilizzato per quantificare questa voce: il costo del tag è stato fissato a 0.08 euro/tag, ben al di sopra del recente record di 0.058 $/tag. I saving originati dalla implementazione della tecnologia RFID derivano principalmente dal risparmio di manodopera e dall’incremento delle vendite. Mentre il primo è chiaramente influenzato dal livello tecnologico di partenza (il saving varia da 1.300.000 nei contesti poco automatizzati a 88.000 euro/anno in quelli molto automatizzati), il secondo è costante nei due scenari e pari a 1.071.000 euro/anno (+7.5% delle vendite) . Anche in questo caso, peraltro, la percentuale ipotizzata è ben al di sotto dei risultati ottenuti dai progetti pilota implementati a livello internazionale. Sulla base delle precedenti considerazioni, la supply chain fashion trova convenienza nell’adozione della tecnologia RFID, indipendentemente dal livello tecnologico di partenza. In particolare, un VAN a 5 anni pari a 207.000 euro, un PBP di 5 anni, un TIR del 10.90% e un ROI del 9.09% sono i risul-


[ TRACCIABILITÀ ] tati ottenuti partendo dalla configurazione “worst”, mentre un VAN a 5 anni pari a 3.795.000 euro, un PBP di 3 anni, un TIR del 76.20% e un ROI del 76.35% sono ottenuti partendo dalla configurazione “best”. In un’ipotesi ancora più cautelativa che non consideri nessun incremento di fatturato dovuto alla maggiore efficacia dei processi logistici e di punto vendita - dunque in contrasto con le esperienze in corso - si ottengono comunque indicatori positivi di redditività dell’investimento. In particolare, nel caso the “best” si ha VAN a 5 anni pari a 585.000 euro, un PBP di 4 anni, un TIR del 10.90% e un ROI del 15%. • È infine importante sottolineare come non sia stato possibile quantificare in termini di impatto economico tutti i vantaggi strategici che l’implementazione della tecnologia RFID è capace di generare. Tra questi, la maggiore accuratezza di ricevimento e spedizione, la possibilità di effettuare controlli estensivi (non a campione) sui flussi di prodotto, la riduzione/eliminazione degli errori di allocazione merci, la possibilità di certificazione RFID del contenuto dei colli imballati, oltre che di effettuare inventari puntuali di riallineamento, la tracciabilità della merce lungo l’intera supply chain (in particolare quella presente nel retro negozio e sull’area espositiva) e, buon ultimo, la lotta alla contraffazione.

RFID FASHION STORE Come emerso dal lavoro di ricerca, il punto vendita è l’elemento della supply chain in cui i benefici della tecnologia RFID sono maggiori. Per questa ragione è stato avviato il progetto “RFID Fashion Store”, che ha previsto la realizzazione di un punto vendita retail in scala 1:1, da utilizzare come ambiente dimostrativo, in cui testare l’applicazione delle tecnologie RFID hardware e software e valutarne sul campo i relativi benefici quantitativi. Occupa una superficie di circa 30 m2 ed è ubicato fisicamente presso RFID Lab di Parma. I protagonisti tecnologici - I membri del Board of Advisors Fashion hanno fornito i capi di abbigliamento da utilizzare per le sperimentazioni, mentre un pool di partner tecnologici ha messo a disposizione l’infrastruttura e le risorse hardware e software necessarie. In particolare, Microsoft e Id-Solutions, spin-off dell’Università degli Studi di Parma, sono alliance partner dell’iniziativa: oltre ad averla finanziata, hanno realizzato un sistema RFID integrato, in grado di gestire i processi di filiera, a partire dalla preparazione dell’ordine e spedizione dei capi dal centro di distribuzione fino al check out sul punto vendita. La soluzione, sviluppata e integrata dal team di Id-Solutions, si basa su piattaforma Microsoft Biztalk RFID e integra i più avanzati dispositivi RFID forniti dagli altri partner tecnologici, citati di seguito (in ordine alfabetico). • ADT ha messo a disposizione uno smart shelf RFID, con il quale identificare direttamente i capi presenti sulle scaffalature. L’azienda ha inoltre for-

I PROCESSI REALIZZATI NEL FASHION STORE L’infrastruttura hardware e software installata ha permesso di ingegnerizzare e realizzare i seguenti processi di punto vendita: - ricevimento; grazie alla tecnologia RFID è stato automatizzato il controllo del ricevuto, i cui tempi sono stati drasticamente ridotti usufruendo dei dati disponibili in tempo reale mediante EPC network. Un dispositivo RFID fisso o brandeggiabile permette di identificare i capi ricevuti senza aprire i sovraccolli; - inventario, totalmente automatizzato, il che ha a portato ad aumentare l’accuratezza e ridurre il tempo necessario per svolgerlo. Grazie alla lettura con dispositivi brandeggiabili o antenne fisse (smart shelf ADT, Mojix) è possibile stabilire quali capi sono esposti e aggiornare l’inventario in tempo reale, garantire un riassortimento puntuale e accurato riducendo

conseguentemente lo stock out e aumentando il fatturato; - prevenzione furti; un monitoraggio continuo consente di creare nuove barriere tecnologiche con cui combattere il fenomeno del taccheggio; - marketing incrociato; dati più puntuali e precisi permettono di creare nuovi servizi automatici per il consumatore (smart shelf) e incrementare le informazioni disponibili agli assistenti alla vendita (disponibilità in retro-negozio); - customer service migliorato, anche con la riduzione dei tempi di attesa in coda alla cassa. Sfruttando attività non eliminabili, come la rimozione della spilla antitaccheggio, è possibile aggiornare il conto in modo più rapido. Durante il 2009, i membri del BoA Fashion avranno modo di utilizzare l’ambiente realizzato per testare e misurare sul campo le potenzialità della tecnologia RFID.

nito un sistema anti-taccheggio misto RFID magneto-acustico (distaccatore AMD-3050 Supert Tag Power Detacher, varchi Ultraexit 2M, contapersone CBC-4020 Ultralink) in cui si integra la tradizionale tecnologia magneto-acustica con l’innovativa tecnologia RFID; • Arema ha fornito la propria cassa elettronica di fascia alta (PC Touch Corios e Easy Zaphyr Lite) per effettuare il check out, integrata con lettori RFID; • Jamison Doors ha fornito un portale Gnome RFID, con cui è stato realizzato un varco anti taccheggio basato unicamente su tecnologia RFID; • Mojix ha installato il sistema per gestire in tempo reale l’inventario e localizzare i capi mediante tag passivi. Il sistema è formato da una Star (elemento ricevente) e da sei eNodes che coprono tutto il fashion store; • Tracient ha fornito il lettore brandeggiabile bluetooth Padl-R UF RFID Reader con cui effettuare letture manuali, particolarmente adatto per forma dimensioni e peso a un ambiente retail; • Avery Dennison, Follow me, Lab-Id, Smartres e UPM hanno fornito gli inlay e i tag RFID con cui vengono identificati i capi esposti nell’ambiente demo; • Label Store e SML hanno fornito una serie di tag appositamente convertiti per applicazioni in ambito tessile (etichette composizione, tag logistico in cartone, etichetta tessuto, etc.). ■ Il laboratorio RFID Lab dell’Università degli Studi di Parma è attivo da circa tre anni. È stato il primo centro nato in Italia per la ricerca, sperimentazione e sviluppo della tecnologia RFID e delle sue applicazioni ai processi aziendali, con particolare riferimento al Supply Chain Management e alla logistica industriale nel settore fashion e tessile abbigliamento in generale. Links: www.rfidlab.unipr.it; www.grfla.org


[ TRACCIABILITÀ ] Cilindri “smart”

Chi si rinnova…cresce

■ Flint Group Flexographic Products è il primo fornitore di maniche leggere a essere stato riconosciuto idoneo a produrre sleeve per il sistema “smartGPS” della Fischer & Krecke (F&K) di Bielefeld (Germania). Flint Group Flexographic Products - che ha maturato diversi anni di esperienza in campo RFId - da più di dieci anni fornisce le sleeve rotec® con questa tecnologia: sono dotate di chip RFId e sensori di registro, per cui informazioni importanti (come il diametro di stampa, il progetto del lavoro in corso, i materiali utilizzati...) possono essere registrate e immagazzinate durante la fase di montaggio delle lastre. I dati sono poi richiamati nell’unità di stampa, dove le sleeve vengono movimentate in modo completamente automatico per la messa a registro e la stampa. In questo caso, la difficoltà nella produzione delle sleeve sta nell’inserire il sensore con estrema precisione e con tolleranze minime. A tal proposito, F&K ha condotto diversi test con le rotec® Blue Light, che hanno provato di essere persino al di sotto delle tolleranze richieste. Le sleeve rotec® per il sistema “smartGPS” sono disponibili con pareti di spessore fino a 100 mm, in tutte le lunghezze fino 4.000 mm e tolleranza diametro garantita di 0,02 mm.

■ La varietà come risorsa, la diversificazione dei settori in cui operare come fattore di competitività. Questa la formula che ha consentito a Cicrespi (*), nel corso degli anni, di conservare il vantaggio acquisito, anche grazie alla capacità di conciliare le attività degli esordi con l’innovazione e la diversificazione delle proposte, evitando tra l’altro i rischi di una “monocultura” industriale. Fedele a questi principi, l’azienda di Liscate (MI) ha acquisito di recente la società Fiore 1967 Srl di Sesto San Giovanni (MI). Nata negli anni ’50 come produttore di presse da stiro e di macchine per la sala taglio dell’industria dell’abbigliamento, Fiore 1967 si è successivamente specializzata nell’identificazione, dapprima delle parti che compongono i capi e poi dei manufatti finiti. Oggi produce e commercializza etichette e cartellini, sistemi per la sovrastampa di dati variabili e di codici a barre destinati non più soltanto al comparto moda ma anche a settori affini. Storie parallele - Cicrespi e Fiore 1967 hanno storie simili, accomunate dalla volontà di incrementare l’efficienza e dalla capacità di erogare un servizio impeccabile; oggi, grazie alla complementarietà dell’offerta, i clienti potranno contare su un unico referente. Le due aziende collaboreranno infatti non solo a sviluppare nuove applicazioni nell’ambito delle tecnologie RFId, ma potranno coordinare al meglio le rispettive proposte per i settori consolidati, offrendo un’ampia gamma di soluzioni per l’identificazione, la tracciabilità e la sicurezza di capi e colli: etichettatrici, stampanti, metal detector, etichette, cartelli, nastri, film a trasferimento termico, software. Garantendo, ovviamente, un servizio efficiente di assistenza tecnica pre e post vendita. (*) Cicrespi progetta, produce, integra e garantisce assistenza nel settore dei sistemi per l’identificazione, la tracciabilità, la sicurezza e lo smistamento di prodotti e imballaggi per i settori food e non.


[ LEGGI & DECRETI ] Breve rassegna di provvedimenti e orientamenti espressi a inizio anno dai legislatori in materia di etichettatura. Con un obiettivo sopra tutti: tutelare sempre meglio la sicurezza dei consumatori e la qualità di merci e processi.

2009 all’insegna della sicurezza

Più chiarezza sui mangimi - Il 5 febbraio 2009 il Parlamento europeo ha adottato un regolamento che aggiorna e semplifica le condizioni di vendita dei mangimi, con l’intento di innalzare il livello di protezione della salute degli animali e di adeguare la relativa informazione. Direttamente coinvolta l’etichetta dove, fra l’altro, si fa obbligo di indicare, in ordine decrescente, l’elenco delle materie prime impiegate, tutelando al contempo il segreto delle “ricette”. Una volta completato l’iter, il regolamento entrerà in vigore un anno dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale comunitaria. Per un marchio di qualità UE - Indicazione obbligatoria in etichetta del luogo di produzione delle materie prime e introduzione di un marchio europeo di qualità, con la dicitura “prodotto nell’Unione europea”; maggiore tutela comunitaria e internazionale per Dop e Igp, e per le produzioni biologiche; informazioni più trasparenti in tema di Ogm; creazione di un’Agenzia europea per la qualità dei prodotti, che operi in stretta collaborazione con le autorità comunitarie per la sicurezza alimentare. Sono i principali contenuti della relazione dell’eurodeputata Maria Petre, approvata il 12 marzo 2009 dal Parlamento europeo.

Dentifrici “trasparenti” - Il 23 marzo scorso è ufficialmente entrato in vigore il Decreto 2 aprile 2008 (GU 125 del 29/05/08) che introduce alcune modifiche alle norme europee sulla produzione e la vendita dei cosmetici. Fra l’altro, viene esteso anche a dentifrici e tinture per capelli l’obbligo di etichettatura “trasparente”. Importanti le conseguenze: i dentifrici contenenti fluoruro in proporzioni comprese tra lo 0,1 e lo 0,15% devono riportare obbligatoriamente in etichetta la dicitura “Controindicato nei bambini”; inoltre, vanno ritirate dal commercio le tinture contenenti sostanze riconosciute come cancerogene. Cosmetici: contenuti in etichetta Nell’elenco degli ingredienti pubblicato sulle confezioni dei cosmetici dovrà figurare chiaramente la presenza di nanomateriali. Quanto alle etichette, dovranno riportare anche informazioni sulla funzione del cosmetico, la cosiddetta data di scadenza, le eventuali precauzioni da osservare durante l’uso e una lista degli ingredienti, elencati in ordine decrescente di rilevanza. Sull’etichetta, inoltre, non dovranno essere riprodotti diciture, denominazioni, marchi, immagini o altri segni, figurativi o meno, “che attribuiscano ai prodotti stessi caratteristiche o funzioni che non possiedono”. Sono alcuni dei contenuti del regolamento approvato in sede UE il 24 marzo scorso per aumentare la sicurezza dei cosmetici. Il regolamento stabilisce, inoltre, con maggiore chiarezza la responsabilità della persona - giuridica o fisica - che produce, controlla o distribuisce il prodotto cosmetico, a cui spetta anche la messa in atto di tutte le misure necessarie a impedire la circolazione di eventuali prodotti non conformi alle regole (regolamento approvato il 24 marzo 2009 dal Parlamento europeo).


[ AGENDA ] LABELEXPO EUROPE Torna a Bruxelles la più grande fiera dell’etichettatura del mondo e annuncia aggiornamenti su un comparto che continua a crescere sul piano dei numeri e della tecnologia.

Una mostra da non perdere Macchine per la produzione e l’applicazione di etichette, tecnologie di taglio, macchine per la stampa di materiali multistrato, stampanti digitali, taglio laser, etichette RFId e “smart”, pre-stampa e preparazione delle lastre di stampa, sistemi di decorazione in line, inchiostri, materiali per etichette, film, sleeve e avvolgimento… Questa l’ampia merceologia in mostra a Labelexpo Europe, che si svolgerà dal 23 al 26 settembre prossimo al quartiere espositivo di Bruxelles, organizzata da Tarsus Group. La fiera ha i numeri e l’autorevolezza per presentarsi come il più grande evento mondiale dedicato a produzione e trasformazione di etichette, decorazione, web printing: se, infatti, l’edizione precedente è stata animata da 511 espositori e 24.752 visitatori in rappresentanza di 114 Paesi, al momento in cui scriviamo (a quasi 6 mesi dall’apertura) già registra un aumento della superficie espositiva prenotata, in crescita ulteriore rispetto al 2007, già da record.

Ventennale a impatto zero Sarà l’ottocentesca Agenzia di Pollenzo (CN), già sede dell’Università delle Scienze Gastronomiche promossa da Slow Food, a ospitare l’assemblea annuale del Gipea. Sotto l’egida della buona tavola e delle bellezze del territorio (siamo alle porte delle Langhe), si annuncia un doppio evento di rilievo che, il 22 e 23 maggio 2009, riunisce i produttori di etichette autoadesive rappresentati da Assografici per festeggiare i primi vent’anni del Gruppo, fare “il pun-

Specchio dei tempi, questa edizione della fiera dell’etichettatura preannuncia, inoltre, una particolare attenzione a tutti gli aspetti che possono sostenere gli operatori nel contesto economico attuale: a partire dalle soluzioni che contribuiscono a incrementare produttività e flessibilità dei processi, aggiungere valore ai prodotti e ai servizi, aprire nuove prospettive d’affari in un mercato complesso, che bisogna imparare a interpretare. Ne è una riprova - argomentano al riguardo in Tarsus - l’aumento dello spazio espositivo occupato dalle tecnologie digitali, in crescita di un buon 15% rispetto al 2007 e universalmente considerate volano di efficienza. Per valorizzarle, e aiutare i visitatori a orientarsi nella varietà di proposte in mostra, quest’anno Labelexpo Europe vi dedica un’area specifica, chiamata Digital Printing Experience; qui sarà possibile raccogliere informazioni sugli ultimi sviluppi in fatto di stampanti, software di prestampa, preparazione delle lastre e processi di finissaggio, assistendo a dimostrazioni live e frequentando i molti seminari di approfondimento dedicati. Uno spazio ad hoc verrà inoltre riservato alle soluzioni in grado di migliorare l’impatto ambientale di processi e prodotti. Si chiamerà Green Park e ospiterà i fornitori di impianti, attrezzature e servizi, oltre che di materiali e dispostivi utili a realizzare etichette “verdi”.

to” sulle attività e i progetti, e assistere al XVIII Convegno Tecnico dove gli esperti approfondiranno temi d’attualità economica ed ecologica. L’ultima parte dell’incontro, infatti, è dedicato alle problematiche di ordine ambientale (efficienza energetica, lotta alle emissioni, i gas serra ecc.); con coerenza, Gipea ha progettato l’incontro di Pollenzo come evento “a impatto zero”, dove le quantità di CO2 immesse in atmosfera vengono compensate con la piantumazione di superfici di bosco e foresta.

ITALIANA LA PRESIDENZA FINAT - Durante il convegno Finat di Antalya (Turchia) del prossimo 10-12 giugno avverrà la nomina ufficiale di Andrea Vimercati alla presidenza della federazione internazionale dell’etichettatura autoadesiva. Titolare di Pilot Italia e membro attivo del Gipea, Vimercati ha accennato ai grandi temi su cui, prevedibilmente, concentrerà l’attenzione durante il triennio di “reggenza” (2009-2011). Sotto esame, inevitabilmente, la particolare congiuntura che l’industria di settore si trova ad affrontare, ma anche le opportunità di apertura culturale che la crisi offre e la necessità di formare nuove leve imprenditoriali, in grado di affrontare le sfide di un mercato in radicale mutamento. L’appuntamento di Antalya, organizzato da Finat in collaborazione con l’associazione turca di settore, è intitolato “Strategie di crescita in tempi di sfide”.

Gli appuntamenti da non perdere per approfondire la conoscenza su etichettatura e codifica, anticontraffazione, identificazione di merci e documenti, tracciabilità e gestione della supply chain. Printed RFID 2009 Printed & organic RFID 27/4/2009 Orlando, FL (USA) www.p-rfid.com Label Summit Latin America Label industry 28-29/4/2009 Sao Paulo (BR) www.labelsummit.com PostPrint Berlin Printing and post printing technologies 6-8/5/2009 Berlin (D) www.postprint.de Hispack Packaging machinery & equipment 11-15/5/2009 Barcelona (E) www.hispack.com China Print Printing 12-16/5/2009 Beijing (PRC) www.chinaprint.com.cn

36 | ETI&COD | APR-GIU/09

EmbaxPrint Packaging & Printing 19-22/5/2009 Brno (CZ) www.bvv.cz/embaxprint Ink Jet Technology Showcase Conference 2-3/6/2009 Zürich (CH) www.imieurope.com Finat World Congress Self adhesive labeling 10-12/6/2009 Antalya (TR) www.finat.com Rosupak Machinery, materials & technologies for packaging 15-19/6/2009 Moscow (RUS) rosupak.ru/eng PrintExpo Printing 18-21/6/2009 Chennai (IND) www.printexpo.in

Pisec Product and image security convention 22-24/6/2009 Athens (GR) www.pisec-world.com Labelexpo Europe Labeling 23-26/9/2009 Bruxelles (B) www.labelexpo-europe.com FachPack+PrintPack Packaging solutions 29/9-1/10/2009 Nurnberg (D) www.fachpack.de Printed Electronics Asia Conference & exhibition 30/9-1/10/2009 Tokyo (J) www.idtechex.com Pack Expo Las Vegas Packaging technologies 5-7/10/2009 Las Vegas (USA) www.packexpo.com

Radtech Europe 2009 UV/EB - Sustainable Technology 14-15/10/2009 Nice (F) www.european-coatings.com Smau Information & communication technologies 21-24/10/2009 Milano City (I) www.smau.it IMLCON & IMDCON North America In-mold labeling & decoration conference 28-30/10/2009 Phoenix, AZ (USA) www.awa-bv.com ICE Europe Paper, film and foil converting 24-26/11/2009 Munich (D) www.ice-x.com Labelexpo Asia Labeling industry 1-4/12/2009 Shanghai (PRC) www.labelexpo-asia.com


[

Inserzionisti

AGRA EDITRICE ....................................27 ALFASERVICE........................................37

[ COLOPHON ]

]

MARKING PRODUCTS..........................11 NIMAX ....................................................13

CICRESPI ........................................30-31 CONTRACT ITALIA ................................26

PROGET SISTEM ITALIA ......................33

FB CONSULTING ........................II COP.

SMAU 2009 ............................................17

GRUPPO DELES....................................15

TOPCONTROL ......................................34

HISPACK 2009 ......................................35

VILLA L. & FIGLIO ................................25

IMBALLAGGI P.K...................................16

WIDE RANGE ..........................................7 WILUX PACKAGING ..............................9

LABELEXPO EUROPE 2009 ......III COP.

Direttore responsabile

Stefano Lavorini

Condirettore

Luciana Guidotti

Servizi redazionali Collaboratori Segreteria Ufficio tecnico Progetto grafico e impaginazione

Daniela Binario, Elena Piccinelli Margherita Fusarini, Giulia Iannuzzi Leila Cobianchi, Filomena D’Addona Massimo Conti (conti@dativo.it) Studio Grafico Page - Novate Milanese (MI) Vincenzo De Rosa, R. Rossi, T. Bailini

Fotolito e stampa

Ancora S.r.l. - via B. Crespi 30, 20159 Milano ETI&COD è stampata su carta Paper Matt 90 g/m2

Numero

2-2009 aprile/giugno Pubblicazione iscritta al n. 162 del Registro di Cancelleria del Tribunale di Milano in data 14/03/2007 Iscrizione nel Registro degli Operatori della Comunicazione n. 4028

ZANASI ........................................IV COP.

[

Aziende citate

]

A.M.D. ELECTRONIC SRL ..........................20, 28 ACMA SPA ........................................................20 ALBERTO DIOTALLEVI RAPP.IND. ............20, 28 ALFASERVICE SRL ....................................20, 28 ALPVISION SA ..................................................26 ALTECH SRL ........................................14, 20, 28 APS S.A.R.L.......................................................26 ARCA ETICHETTE SPA ........................18, 20, 28 ATLANTIC ZEISER SRL ....................................24 AVERY DENNISON ITALIA SRL ..................14, 33 AWA BV............................................................36 AXIAL SRL ..........................................................6

MACTAC EUROPE SA ......................................11 MANIFATTURA CARTARIA ........................20, 28 MARCHESINI GROUP SPA ..............................20 MARKEM-IMAJE SRL..................................20, 28 MARKING PRODUCTS SRL..................20, 26, 28 MASTERPACK SPA ..........................................20 MATEC SRL ................................................20, 28 MELER ITALIA SRL ..........................................20 MERCIAN LABELS LTD ......................................9 MOJIX INC ........................................................33 MORC2 SRL ......................................................20 MVK ..................................................................36

BAKERS SELF ADHESIVE MATERIALS ..........6, 9 BASF INTERSERVICE SPA..................................6 BIZERBA SPA..............................................20, 28 BOSCOLO DESIGN PARTNERS SAS ................4

NEW. MEC.........................................................20 NIMA ERRE.TI PACKAGING SRL ....................20 NIMAX SPA ..........................................20, 25, 28 NUERNBERGMESSE GMBH ............................36 NUOVA DIZMA SRL - PAVAN GROUP ............28

C.S.S. TECA PRINT SRL ..................................28 CCL LABEL SRL............................................6, 20 CELLOGRAFICA GEROSA SPA........................20 CICRESPI SPA ......................................20, 28, 34 CIESSE SRL ..........................................20, 24, 28 CMI SRL ......................................................20, 28 COATEM SRL....................................................20 COCOON SRL ..................................................20 CONTRACT ITALIA SRL..............................20, 28 COREXPO ITALIA SRL......................................36 DATASENSOR SPA ....................................20, 28 DELES MATIC SRL......................................20, 28 DIERRE ETICHETTE SRL ............................20, 28 E.A. FIERE DI VERONA ......................................3 EIDOS SPA..................................................20, 28 ERREGI AUTOMATION SRL ............................20 ERREZETA ENGINEERING SAS ................20, 28 ESKOARTWORK ..............................................12 ETIPACK SPA..............................................20, 28 EURO PACK SRL ..............................................20 EUROADHESIV SRL....................................12, 20 EUROLABEL SRL....................................7, 20, 28 FAM FAVATA ADVANCED MARKING SRL 20, 28 FAUBEL & CO. NACHFOLGER GMBH ..............4 FB CONSULTING........................................20, 28 FINAT ..............................................................36 FIRA DE BARCELONA ......................................36 FLINT GROUP ..................................................34 FLINT GROUP ITALIA SPA ..............................34 FOLLOW ME TECHNOLOGY SRL ....................33 FUJI FILM ITALIA SRL ......................................19 G.B. GNUDI BRUNO SPA ................................20 GAMA SRL ........................................................10 GEW EC LTD ......................................................9 GIPEA................................................................36 GLOBAL VISION INC. ......................................25 GOGLIO SPA ....................................................20 GRAFICHE REKORD SPA ................................20 GRAPHICPOINT SPA ........................................20 HEWLETT PACKARD ITALIANA SRL................12 I&C SAS ............................................................10 IDEX EXHIBITIONS LTD....................................36 IDTECHEX LTD ................................................36 IMA SPA ............................................................20 IMBALLAGGI P.K. ............................................20 IMI EUROPE LTD ..............................................36 IN-MOLD DECORATING ASSOCIATION............8 INTEL TRADE FAIRS ........................................36 IRPLAST SPA ..............................................20, 28 KHS AG ............................................................20 KODAK SPA GRAP. COMM.GROUP ................10 KOSME SRL ......................................................20 KRONES SRL ........................................17, 20, 28 LABEL ENGINEERING SRL ........................20, 28 LABELPACK SRL ........................................20, 28 LANCIA SRL......................................................20 LINX PRINTING TECHNOLOGIES PLC. ..........24 LUMEN SRL ........................................................4 MACK BROOKS EXHIBITIONS LTD. ................36

OCME SRL ........................................................20 OROPRESS SPA ........................................20, 28 PACKLAB SRL ............................................14, 20 PAVAN SRL ......................................................28 PERLEN CONVERTING AG ................................8 PHARMACONTROL ELECTR. GMBH ........20, 28 PILOT ITALIA SPA ............................................20 PIRA INTERNATIONAL ....................................36 PMMI ..............................................................36 PRATI SRL ........................................................10 PRINT MEDIA SRL ................................19, 20, 28 PROGET SISTEM ITALIA SRL ....................20, 28 PROMOEVENTS................................................36 PROMOTOR ICT SRL ......................................36 PUNTO PACK SRL ............................................20 RADTECH EUROPE ........................................36 RE SPA CONTROLLI INDUSTRIALI ..................20 RFID LAB - UNI PARMA....................................32 ROBATECH ITALIA SRL U.S.............................20 ROBILANT & ASSOCIATI SRL ............................4 ROLAND DG MID EUROPE SRL ......................11 ROTOPRINT SOVRASTAMPA SRL ..................20 SACMI LABELLING SPA ..................................16 SALES SPA........................................................20 SAM MECCANICA SNC ....................................20 SECURJET SRL ..........................................20, 28 SICK SPA ..........................................................28 SIS.MA SAS ................................................20, 28 SISCODATA COMPUTER SRL..........................20 SLEEVER INTERNATIONAL ................................8 SOC. COOP. BILANCIAI A. R.L. ................20, 28 STEBA SRL........................................................20 STIAVELLI PAVAN GROUP ..............................28 SUN CHEMICAL GROUP SPA ..........................11 SUTERMEISTER SRL ..........................................7 SUTTER INDUSTRIES SPA ................................6 TARSUS GROUP PLC ......................................36 TODINI SRL ......................................................28 TONUTTI TECNICHE GRAFICHE SPA..............20 TOPCONTROL SRL ....................................20, 28 TOPJET SRL................................................20, 28 TOSH SRL ........................................................28 TRADEX SRL ..............................................20, 28 TUTTO PER L’IMBALLO SPA ......................20, 28 UNITED BARCODE SYSTEMS ......................25 UPM - KYMMENE SRL ........................................8 VELETRHY BRNO A.S.......................................36 VIAPPIANI PRINTING SRL ................................8 VIDEOJET ITALIA SRL ................................20, 28 VILLA L. & FIGLIO SRL ..............................20, 28 WIDE RANGE SRL ......................................20, 28 WILUX PACKAGING SRL..................................19 ZANASI SRL ..........................................20, 26, 28

38 | ETI&COD | APR-GIU/09

La riproduzione totale o parziale degli articoli e delle illustrazioni pubblicati su questa rivista è permessa previa autorizzazione della Direzione. La Direzione non assume responsabilità per le opinioni espresse dagli autori dei testi redazionali e pubblicitari

Redazione, Direzione Amministrazione, Diffusione

Edizioni Dativo S.r.l. Via B. Crespi, 30/2 - 20159 Milano Tel. 02/69007733 - Fax 02/69007664 eticod@dativo.it http://www.packmedia.net

Organizzazione commerciale:

sales@dativo.it Sales team (Italia): Bruno G. Nazzani 02 69007733 - b.nazzani@dativo.it Massimo Chiereghin 02 69007733 - m.chiereghin@dativo.it Paolo Fiorelli 02 69007733 - p.fiorelli@dativo.it Giuseppe Bonetti 347/2390201 Armando Lavorini 335/6266064 Mario Rigamonti 349/4084157

Sales Representatives

Germany P.Keppler Verlag GmbH & Co KG (VerpackungsRundschau) Industriestrasse 2 - 63150 Heusenstamm Tel.+49/6104/606322 - Fax +49/6104/606323 USA and Canada Summit Publishing Company (Packaging World) Joe Angel One IBM Plaza/Suite 2401 330 N. Wabash Avenue, Chicago, IL 60611 Tel. +1 312/222-1010 - Fax +1 312/222-1310TN9 1RW France, Benelux and Scandinavian Countries Annette Denys Communications, 23-C-10 Avenue de la Liberté F-59290 Wasquehal (Lille), F Tel +33 (0)320 981 710 - Fax +33 (0)320 981 709 adenys@nordnet.fr SOCIO EFFETTIVO

A.N.E.S.

ASSOCIAZIONE NAZIONALE EDITORIA PERIODICA SPECIALIZZATA

INFORMATIVA EX D.LGS.196/03 - Edizioni Dativo Srl, titolare del trattamento, tratta i dati personali liberamente conferiti per fornire i servizi indicati. Per i diritti di cui all’art.7 del D.Lgs.196/03 e per l’elenco di tutti i responsabili del trattamento rivolgersi al responsabile del trattamento, che è il direttore responsabile. I dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli abbonamenti, al marketing, all’amministrazione e potranno essere comunicati alle società del gruppo per le medesime finalità della raccolta e a società esterne per la spedizione della rivista e per l’invio di materiale promozionale. Il responsabile delle trattamento dei dati raccolti in banche dati a uso redazionale è il direttore responsabile a cui, presso la segreteria di direzione, via Benigno Crespi 30/2 20159 Milano, tel. 02 69007733, fax 02 69007664, ci si può rivolgere per i diritti previsti dal D.Lgs. 196/03.


LE PAROLE DEL PACKAGING GLOSSARIO RAGIONATO PER IL SISTEMA-IMBALLAGGIO

Il glossario intende far convergere e restituire, in una forma immediata e di facile fruizione, il complesso sistema di conoscenze inerente il packaging: dalle culture del progetto alle tecnologie, dalle tecniche di stampa, ai processi di confezionamento, dalle forme della distribuzione ai contenuti ambientali. Il volume rappresenta un modello di sistematizzazione della conoscenza e si pone come strumento di consultazione nel quale è possibile richiamare attraverso 1.600 lemmi i saperi sui quali, nel tempo, si è costruita la competenza del packaging designer. Gli autori Valeria Bucchetti - Ricercatore di Disegno industriale al Politecnico di Milano, dove insegna Design della comunicazione presso il corso di Laurea in design della comunicazione. È autore di: La messa in scena del prodotto (Milano, 1999), Design della comunicazione ed esperienze di acquisto (Milano, 2004), Packaging Design (Milano, 2005), Culture visive (2007). Erik Ciravegna - Dottore di ricerca in Disegno Industriale e Comunicazione Multimediale, svolge attività didattica e di ricerca presso il Politecnico di Milano su temi di design della comunicazione. Si occupa di packaging design, con un’attenzione alle qualità comunicative degli imballaggi. Come visual designer ha sviluppato strumenti comunicativi per l’identità di marca e di prodotto.

Con il patrocinio di Istituto Italiano Imballaggio Con la partecipazione di Ipack-Ima SpA Edizioni Dativo Srl via B. Crespi 30/2, 20159 Milano tel. 02 69007733 - fax 02 69007664 info@dativo.it - http://www.packmedia.net Finito di stampare nel mese di marzo 2009

Euro 22,00


Carattere dominante.

MADE IN ITALY

La nostra natura è quella di lasciare un segno indelebile sui vostri prodotti, siano essi un fragile uovo o una resistente piastrella. Nati nel 1978, siamo oggi l’azienda leader nel mercato italiano nella progettazione e nella costruzione di sistemi industriali di marcatura a getto d’inchiostro. La duttilità delle nostre soluzioni, unita alla nostra capacità di customizzarle sulle esigenze specifiche del cliente, risolvono ogni problema di marcatura industriale. La nostra storia è fatta di saggezza ed esperienza, il nostro futuro si basa sulla “ricerca e sviluppo”; il nostro presente vede l’affermazione dei nostri sistemi, in maniera capillare, in oltre 80 paesi al mondo. Sono questi i caratteri con cui dominiamo ogni materiale, ogni superficie, ogni forma.

Sistemi a microcarattere - Qualunque sia la sua dimensione,

rispettano l’imballo primario dei vostri prodotti nella sua estetica e funzionalità.

Sistemi a macrocarattere - In qualsiasi settore operiate, soddisfano

le vostre esigenze logistiche e contribuiscono a consolidare la vostra immagine aziendale garantendo alta qualità anche nella grafica.

www.zanasi.it Zanasi S.r.l. 41049 Sassuolo (MO) Italy Via Marche, 10 Tel. +39 0536 999711 Fax +39 0536 999765 www.zanasi.it - info@zanasi.it

Zanasi USA Brooklin Park, Minneapolis MN 55428 - USA 8601 73rd Avenue North, Suite 38 Tel. +1 763 5931907 Fax +1 763 5931941 www.zanasiusa.com - info@zanasiusa.com

Zanasi (Guangzhou) Co. Ltd Zhongcun KaiFaQu A Qu, Panyu 511495 Guangzhou, China Tel. +86 20 61962001 Fax +86 20 23833211 www.zanasichina.com - info@zanasichina.com

Eti&Cod Aprile/Giugno 2009  

La rivista di etichettatura, codifica, Rfid, tracciabilità

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you