Diego Donati - SUONARE LA CHITARRA JAZZ - Pagine campione

Page 1


introduzione Questo libro è una guida per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della chitarra jazz. Nonché un valido strumento per l’insegnante che vuole un metodo strutturato da applicare con i propri allievi. Il libro tratta gli argomenti cardine della chitarra jazz come triadi, scale, accordi ed è strutturato in 4 capitoli. Il primo capitolo è dedicato alle varie tipologie di accordi della musica jazz ed è finalizzato alla loro memorizzazione tramite studi specifici. Il secondo capitolo è una diretta conseguenza del primo e si andranno ad applicare gli accordi sui giri armonici e sulle strutture jazz più comuni. Attraverso un percorso dettagliato, lo studente sarà già in grado di accompagnare un brano in perfetto stile jazzistico. Il terzo capitolo tratta le triadi nell’improvvisazione. Quando si parla di jazz si fa quasi sempre riferimento alle scale modali, dimenticando però che la maggior parte delle frasi musicali terminano su una nota della triade. Di conseguenza le triadi hanno un potenziale enorme che bisogna saper sfruttare per rendere credibile un improvvisazione. Il quarto capitolo tratta le scale e il loro utilizzo, partendo dalla scala maggiore, passando per le scale minori, fino ad arrivare alla scala blues. Alla fine di ogni capitolo sono presenti esercizi da applicare sulle strutture armoniche più comuni che, a mio avviso sono, la forma canzone, il blues e il rhythm changes. Tramite queste strutture armoniche si ha la possibilità di praticare tutto il materiale proposto in tutte le sue varianti. Il metodo richiede una conoscenza base dell’armonia, come la costruzione degli accordi e delle scale.

Buon divertimento, Diego Donati

Donati Chitarra Jazz INT.indd 3

28/06/2021 11:42:05


indiCe CAPITOLO 1: ACCORDI DI SETTIMA

Pag.

1.1

Cos’è l’accordo di settima? ..................................................................................................... 6

1.2

I Drop .......................................................................................................................................... 7

1.3

Memorizzare gli accordi di settima ...................................................................................... 9

1.4.

Il Circolo delle quinte o delle quarte ...................................................................................... 10

1.5

Studi sugli accordi di settima................................................................................................. 12

1.6

Figure ritmiche .......................................................................................................................... 16

CAPITOLO 2: LE STRUTTURE JAZZISTICHE PIÙ COMUNI 2.1

II V I maggiore ........................................................................................................................... 18

2.2

II V I minore................................................................................................................................ 19

2.3

Il Turn Around maggiore ......................................................................................................... 20

2.4

Il turn around minore ............................................................................................................... 20

2.5

La forma canzone .................................................................................................................... 21

2.6

La struttura del blues maggiore ............................................................................................ 22

2.7

La struttura del blues minore ................................................................................................. 24

2.8

Il rhythm changes..................................................................................................................... 26

2.9

Accompagnare la forma canzone......................................................................................... 28

2.10

Accompagnare il blues............................................................................................................ 30

2.11

Accompagnare il rhythm changes ........................................................................................ 32

CAPITOLO 3: LE TRIADI NELL’IMPROVVISAZIONE 3.1

Le triadi ....................................................................................................................................... 34

3.2

Diteggiatura delle triadi ........................................................................................................... 35

3.3

Diteggiatura orizzontale della triade maggiore................................................................... 36

3.4

Diteggiatura orizzontale della triade minore ....................................................................... 37

3.5

Diteggiatura orizzontale della triade diminuita ................................................................... 37

3.6

Diteggiatura orizzontale della triade aumentata ................................................................ 38

3.7

Studi sulle triadi orizzontali .................................................................................................... 39

3.8

Diteggiatura verticale della triade maggiore ....................................................................... 40

3.9

Diteggiatura verticale della triade minore ............................................................................ 42

3.10

Diteggiatura orizzontale della triade diminuita ................................................................... 43

3.11

Diteggiatura orizzontale della triade aumentata ................................................................ 44

3.12

Studi sulle triadi verticali ......................................................................................................... 45

3.13

Improvvisare con le triadi ....................................................................................................... 47

3.14

Le triadi sulle strutture jazzistiche più comuni ................................................................... 48

Donati Chitarra Jazz INT.indd 4

08/06/2021 09:58:40


CAPITOLO 4: LE SCALE

Pag.

4.1

La scala maggiore .................................................................................................................... 53

4.2

La scala minore naturale ........................................................................................................ 55

4.3

La scala minore armonica ...................................................................................................... 56

4.4

La scala minore melodica ...................................................................................................... 58

4.5

Studi sulle scale ........................................................................................................................ 60

4.6

Modi della scala maggiore ..................................................................................................... 64

4.7

Modi della scala minore armonica e melodica................................................................... 66

4.8

Studi sui modi della scale maggiori, minori armoniche e minori melodiche ................ 70

4.9

Le scale sulle strutture jazzistiche più comuni................................................................... 71

4.10

La scala pentatonica ............................................................................................................... 77

4.11

La scala blues ........................................................................................................................... 78

4.12

Studi sulla scala pentatonica e scala blues ........................................................................ 80

VIDEO

TUTORIAL

O NLINE

VIDEO TUTORIAL ONLINE

VIDEO ONLINE

Donati Chitarra Jazz INT.indd 5

08/06/2021 09:58:40


DIEGO DONATI - SUONARE LA CHITARRA

VIDEO

TUTORIAL

ON LI N E

VIDEO TUTORIAL ONLINE

2.3 - Il “turn around” maggiore

VIDEO ONLINE VIDEO VIDEO ONLINE ONLINE

è un’altra sequenza di accordi molto utilizzata nel jazz. Quello maggiore viene ricavato dalla scala Il turn around maggiore ed è composto da quattro accordi. La sequenza degli accordi è I VI II V.

I

II

III

IV

• Il primo accordo della scala maggiore è un IMaj7

• Il sesto accordo della scala maggiore è un VI-7 • Il secondo accordo della scala maggiore è un II-7 • Il quinto accordo della scala maggiore è un V7

VI V VII

2.4 - Il “turn around” minore Il turn around minore, come per il II V I, è formato dagli accordi della scala minore armonica I III II IV V VI VII • Il primo accordo della scala minore armonica è un I-Maj7 • Il sesto accordo della scala minore armonica è un VIMaj7 • Il secondo accordo della minore armonica è un II-7b5 • Il quinto accordo della minore armonica è un V7b13

20

Donati Chitarra Jazz INT.indd 20

08/06/2021 09:58:55


DIEGO DONATI - SUONARE LA CHITARRA

Nelle prossime pagine ci dedicheremo ad alcuni esempi di accompagnamento delle principali strutture Jazz. Prima però è opportuno riproporre le principali figurazioni ritmiche che abbiamo visto nel capitolo 1 e che si possono utilizzare nell’accompagnamento:

Figurazioni ritmiche

59

3

59

& & 63 & 6763 59 & & & 59

63 59

6763 59 67 71

V V V V V V V V V V V V V V Œ Ó VV VV Œ V Ó V Œ Ó VVV VVVV VV Ó V VV VV VŒ V ÓÓ V V VÓV ‰VV VVV V‰Œ VV ÓÓ J J V‰ VV V‰ VV ÓÓ V‰ JV ‰Œ J ÓÓ VV VVJ‰ VV VVJŒ Ó V ‰ V‰ ‰J VŒ Ó V J VJ V V V‰ VJ VŒ Ó ‰‰V VVJ V‰VJ VJV Ó VŒ J V‰ ‰ VJ Œ VŒ ‰ VJV V‰ VV Ó J Œ ‰ J V VJ‰ VVJ ŒV V ‰ V V V Œ J V ‰ VJ Œ V ‰ V V V Œ J

& & & 63 & 67 71 & & 71 7563 & & 67 & 71 75 & & 79 75 & 67 71 & & 79 75 & & 79 & 71 75 & & 79 & & 75 & & 79 83 & & & & 83 79 & 83 & & & 83 & & 83 & ‰ VJ V V Œ & 83

&

V ‰ VJ Ó V ‰ VJ Ó VŒ ‰ VJ Ó Ó V V ‰ VŒ V VJ V Ó Ó Œ Ó ŒV V‰ VVVJ VVÓ V Œ Œ Œ V VV VV ÓV Œ VŒ ‰ VJ Ó Œ ŒŒ V ‰VV VV ‰ÓV Œ V V Œ Œ V ‰ V J V ‰V JŒ Œ Œ V VJV Ó VJ Œ Œ V‰‰ V VJ V‰‰V VJŒ Œ V V VJ VJ V Œ ‰ ‰ Œ VŒ V ‰ VJVJ ‰ VJ VJŒV V‰ V V‰ V Œ V‰ V ‰Œ VJV +‰ VJ V VŒ VJ J J ‰ ‰ V‰ V Œ VJ + VJ V Œ VJ ‰ V ‰ V Œ ‰ ŒJ+ J V VVJ ‰ VJ ‰ VJ V ‰ V Œ + J V V ‰ VJ ‰ VJ V ‰ V Œ + J ‰ V Œ J

+

Œ Œ Œ Ó ŒÓ

V ‰ VJ Œ V ‰ VJ Œ V ‰ VJ ŒŒ V V V V‰ VVJ ŒŒ Ó Œ ÓŒ V V V‰V VVVJ VŒ Œ V V ÓÓ Œ V V ‰V VV VŒ J ÓÓ Ó V VV‰ VVV VŒ‰ Ó Ó V V‰ VJ V‰ VJ Œ Ó V V ÓŒ Ó ‰ V V‰‰ VVJ V‰Œ VJ VJ Ó Œ ‰ V ‰‰ VJV ‰Œ Ó J J Œ Ó ‰ VV V‰‰ VV V‰Œ Œ V V J‰ VVJJ Œ Œ ‰ ‰J Œ Œ V V VJ‰ V VJ Œ Ó ‰J ‰ Œ Œ V ‰V ‰ ‰ VVJ Œ Œ VJ J VJ ∑ Œ V V ‰ V Œ ∑ Œ ‰ V ‰J V Œ Œ∑ V V J‰ V J Œ J ∑ Œ V V ‰ V Œ J ∑

Ó Ó Ó Ó ÓÓ

V V ŒV ŒV

‰ ‰ ‰ V ‰ V V‰‰

VJ VJ V VJ VVJ

Ó Œ Œ Ó V V VV V VVJV J Ó Œ V V Œ V V V V ‰ V Ó ‰ VJ V Œ Ó V V VŒ V ‰ JV VJ ‰ VJ Œ ÓV VJ Œ ‰ VJ Ó ‰V VJV VŒŒ V Ó VJ V V VJ Œ ‰V VJV‰ VŒ V Ó ‰ Œ V V V VJ V J VJ V ‰V VJ‰ ŒV VÓ Œ Œ V V VJ V ‰ V ‰ ŒV VÓ Œ J ‰ V V VJ Œ ‰ VJ V JŒ ‰ V ‰J ŒJ Œ V V‰ V VJŒ V ‰ V VJ Œ ‰ ‰ VJ J Œ Œ Ó‰ J V V ‰VJ VJ V Œ VJ Œ ‰ V Œ ‰ V J J V V ‰ VJ V Œ Œ ‰ V Œ ‰ V J J Œ

‰ V Œ J

3 3 3

3

3

‰ V J

Per quanto riguarda gli accordi facciamo riferimento alle posizioni del capitolo 1.2.

27

Donati Chitarra Jazz INT.indd 27

08/06/2021 09:58:57


DIEGO DONATI - SUONARE LA CHITARRA

3.13 - Improvvisare le triadi con

Le triadi sono fondamentali per controllare la risoluzione delle frasi musicali. Anche nella trattazione delle scale, vedremo che la risoluzione di una frase musicale si appoggia quasi sempre sulle note della triade.

Se pensiamo ai grandi artisti del passato come Louis Armstrong, Django Reinhardt, Charlie Parker, o artisti moderni come ad esempio Pat Metheny, si può notare che il loro fraseggio è basato moltissimo sulle triadi.

Quindi analizzare in maniera approfondita gli esempi che seguono è di fondamentale importanza per comprendere il giusto utilizzo di questo materiale musicale.

La concezione è semplice ma inizialmente potrebbe risultare complicata da applicare.

Prendiamo come esempio il II V I in Do maggiore

Quello che si deve fare è utilizzare le triadi di ogni rispettivo accordo. Sul Rem7 usiamo la triade di Re minore, sul Sol7 la triade di Sol maggiore e infine sul DoMaj7 la triade di Do maggiore.

La difficoltà è cambiare triade su ogni accordo come nel seguente esempio.

Donati Chitarra Jazz INT.indd 47

47

08/06/2021 09:59:05


DIEGO DONATI - SUONARE LA CHITARRA

4.6 - Modi sulla scala maggiore

VIDEO

TUTORIAL

VIDEO TUTORIAL ONLINE

ON LI N E

VIDEO ONLINE VIDEO VIDEO ONLINE ONLINE

Una scala maggiore comprende sette note o comunemente chiamati anche gradi. Ad ogni grado corrisponde un nome. Do - tonica Re - sopratonica Mi - mediante o sensibile Fa - sottodominante Sol - dominante La - sopradominante Si - sensibile

64

hanno le Se prendiamo ogni grado della scala e lo pensiamo come tonica otteniamo sette scale differenti, che il nome di modi. Ogni modo può essere note stesse ma con intervalli diversi. Queste scale prendono armonizzato della scala ad intervalli di terza creando anche qui sette accordi differenti. Di seguito abbiamo l’elenco dei modi accordo che si costruisce su ognuno. maggiore con il relativo

Donati Chitarra Jazz INT.indd 64

08/06/2021 09:59:13