Issuu on Google+

LA SIAE E LA REGOLARIZZAZIONE FISCALE DEL MUSICISTA. Bentrovati, vi scrive Daniele Pavignano, musicista e consulente musicale.! Il matrimonio è un giorno speciale dalla cerimonia al ricevimento, e con la musica sicuramente si ha un aiuto in più per legare tutti gli invitati alla vostra festa ed essere il braccio destro degli sposi per tutto ciò che concerne l'intrattenimento, animazione e gestione logistica.! La musica e tutto ciò che contiene o riproduce elementi protetti da diritto d’autore però ha un vincolo preciso, il pagamento della SIAE.! Cos’è la SIAE?! La SIAE è la società che tutela il diritto d’autore e che rilascia le autorizzazioni per l'utilizzazione di ogni opera, corrispondendo i diritti musicali agli degli autori dell'opera.! Uno dei principali luoghi comuni dei nostri clienti è correlare il pagamento della SIAE al musicista o pensare che siano due cose unite, in realtà è più corretto pensarla come un tributo da pagarsi dal datore del lavoro così come per il canone RAI e L'IMU.! Ci tengo a precisare questo punto perché molti musicisti offrono nei loro preventivi la gestione della pratica SIAE però spesso il prezzo viene rincarato e dovreste firmare una delega che consente l'uso dei vostri dati personali. ! Un altro fruente luogo comune è di valutare il budget per la musica in funzione della SIAE. ! Questa decisione può limitare la scelta del musicista in funzione della spesa SIAE, il mio consiglio è quello di considerarla già da subito così come l'IVA da pagarsi su ogni fornitore ed acquisto, destinando quindi un budget svincolato per l’intrattenimento così da non limitarne la scelta.! L'unico legame con il musicista è la compilazione di un foglio chiamato bordereau da parte del musicista o dj elencando quali brani vengono suonati.! Non vi sono differenze di costo in base al numero di musicisti ma solo se si tratta di un dj che beneficerà di un altro listino e un bordereau di colore verde anziché rosso..! Come fare per il pagamento?! Il primo passo da farsi è recarsi nell’ufficio SIAE competente, ovvero il più vicino al luogo dove si svolge il ricevimento. Se non potete farlo voi, è possibile delegare un’altra persona che si occupi di tutte le pratiche, ma solo dopo aver compilato un apposito modulo.! Dopo aver mostrato il documento di identità, vi consegneranno il permesso, previa cauzione, una serie di istruzioni utili per non incorrere in errori e il bordereau, il modulo per la dichiarazione del programma musicale da far compilare al musicista e poi da riconsegnare a voi sposi.! Una volta riconsegnato il bordereau entro la settimana successiva al giorno del ricevimento, vi verrà riconsegnata la cauzione.!

! La SIAE e gli altri oneri fiscali inerenti alla musica

1


Quanto costa?! Chiariamo subito un punto essenziale: la SIAE NON viene pagata in base alla professionalità o al numero dei musicisti, bensì sulla base di tre fattori fondamentali:! 1. Categoria di appartenenza del locale! 2. Numero degli ospiti! 3. Se ci sarà o meno il ballo degli invitati.! Normalmente le location dei matrimoni sono quasi tutte inquadrate come categoria lusso, il che prevede una spesa superiore rispetto ad un normale evento.! Il numero degli invitati ha una certa valenza, si ha un primo scaglione 0-100 invitati e poi scatta un aumento ogni 50 invitati fino a 200 ospiti che prevede un forfait fisso; se prevedete di far ballare i vostri invitati conviene dichiarare anche questo fattore all'ufficio SIAE che proporrà un listino maggiorato di circa 100 €.! Troverete quindi molta differenza di spesa tra un ristorante ed un castello così come tra un piccolo matrimonio di 60 invitati ad uno di 300.! Per ulteriori informazioni sulle tariffe vi alleghiamo due link con i prezzi SIAE peri il matrimonio divisi i categoria CON BALLO o SENZA BALLO cui aggiungere IVA e diritti amministrativi.! Altre valutazioni fiscali sui musicisti! Insieme alla SIAE accertatevi che il musicista (o tutti i musicisti) che avete ingaggiato siano iscritti all’ENPALS (l’Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo) e che richiedano l'agibilità per la vostra data.! L'agibilità in realtà è il documento che attesta la corretta posizione contributiva e che certifica il corretto versamento pari al 33% su qualsiasi cifra corrisposta che va divisa come il 22% a carico del datore del lavoro e l'11% a carico del musicista.! Alcuni musicisti possono esserne esentati e quindi emettervi regolare fattura fiscale con o senza IVA o ritenuta d’acconto con altre aliquote tributarie.! Preciso che la ritenuta di acconto può essere versata dal musicista stesso se il datore del lavoro è un privato, altrimenti se il cliente è una ditta o un professionista sarà lui a farsi carico del versamento; accertatevi quindi con il musicista in quale inquadramento si trova essendoci svariate possibilità ed eccezioni.! Spero di esservi stato d' aiuto al fine di scegliere meglio il professionista con cui condividere il vostro giorno più bello e sapere come muovervi nei confronti della SIAE e messa in regola della parte musicale.! A presto, Daniele.! TARIFFE SIAE CON BALLO 2013! TARIFFE SIAE SENZA BALLO 2013 La SIAE e gli altri oneri fiscali inerenti alla musica

2


la-siae-e-gli-altri-oneri-fiscali