Page 1

in questo numero trimestrale 2008 - V. 2 (1) gennaio 2008

notizie dell’ultima ora

CROnews Direttore responsabile Dr. Paolo De Paoli

PARLIAMO DI...

Relazione Clinico Scientifica 2006

Screening Cervico-Carcinoma

sostegno al malato 16

2

Una pubblicazione del CRO ha meritato la copertina di Molecular & 2 Cellular Biology Identificata una proteina che caratterizza le forme piu’ aggressive 2 di leucemia linfatica cronica La ricerca delle interazioni tra farmaci per ottimizzare la terapia antitumorale

3

SPECIALE Paolo De Paoli nominato Direttore Scientifico del CRO

34 18

L’ANGOLO DELLA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI Il Bibliobus … finalmente un po’ di novità

Letture di svago per grandi e piccini

20

7

FLASH ON...

23

Un aiuto per la ricerca sul cancro 40

26

28

AREA GIOVANI 12

Presentazione del Mobetron: una nuova opportunità di cura dei 14 tumori

La geografia della solidarietà per l’Area Giovani

38

il cinque per mille alla ricerca

URP E ARTE COME SUPPORTO TERAPEUTICO Mostre d’arte al CRO

35

ORGANIZZAZIONI NO-PROFIT Sono attivi al CRO

VIDEOTECA Un film per stare insieme

HIGHLIGHTS

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Le Associazioni si raccontano...: ASSOCIAZIONE GIULIA

4

I tumori nel Friuli Venezia Giulia: dati di incidenza dal Registro tumori 6

49° Congresso Nazionale della Società Italiana di Cancerologia

Convegni

Gli Alpini di Aviano in visita al CRO

RECENSIONI LIBRI DI SVAGO

attualità

Dipartimento Senologico

ATTIVITÀ FORMATIVA AL CRO

Due nuovi mezzi per la Fondazione 34 Biasotto

30


AREA GIOVANI

anche in questa occasione non possiamo non ricordare alcuni avvenimenti che si sono susseguiti durante gli ultimi tre mesi del 2007, eventi volti a sostenere il progetto e a ricordare ancora quanta solidarietà si compie a favore dei giovani degenti che affluiscono nel nostro Istituto

La geografia della solidarietà per l’Area Giovani Ad Aviano (PN) cena di beneficenza con Toni Capuozzo “Qui per la prima volta. Prometto di tornare a trovarvi. Un abbraccio” Queste sono le parole che Toni Capuozzo, giornalista vicedirettore del Tg5, ha dedicato ai giovani degenti del CRO durante una visita all’Istituto avvenuto lo scorso autunno. Nella giornata del 25 ottobre 2007, infatti, il giornalista ha presenziato ad una cena presso la scuola alberghiera IAL di Aviano, condotta dall’enogastronomo Fabrizio Nonis volto noto della rubrica “Gusto” del Tg5, e promossa da Soroptimist International Italia - Club di Pordenone, al fine di raccogliere fondi da destinare al progetto Area Giovani del CRO. Prima di partecipare all’incontro, Toni Capuozzo ha deciso di venire a dare un saluto ai giovani ricoverati. Così come di fronte ai ragazzi il giornalista si è mostrato sicuro, forte, e protettivo, tanto si è rivelato sensibile, attento

A sinistra Fiorella Mattiuzzo, presidentessa del SOROPTIMIST Club di Pordenone, e i ragazzi della Scuola Alberghiera IAL di Aviano

30

CROnews

AREA GIOVANI

e, in un certo senso fragile, durante la cena: in quel contesto, infatti, ha raccontato le sue esperienze come inviato in zone di guerra e ha svelato timori e paure connesse agli ambienti ospedalieri e alle esperienze di malattia. Insomma… è stata una serata ricca di testimonianze e di solidarietà!

Toni Capuozzo, giornalista e vicedirettore del Tg5, con Lisa, Stefano e Bruno


... si occupa di far divertire i bambini malati: organizza gite, eventi, feste e tutto ciò che può contribuire a mantenere un bambino nelle sue condizioni di umore e serenità migliore. Infatti i bambini malati sono prima di tutto bambini e quindi vogliono divertirsi e stare in mezzo ai loro coetanei. Operativamente la Fondazione Magica Cleme crea dei programmi di svago che vengono esposti nella bacheca presente all’interno del Day Hospital e della Cascina Vallera (struttura attigua all’Ospedale San Gerardo che ospita le famiglie dei bambini in terapia lunga), dove tutte le famiglie possono iscriversi, prenotandosi per i vari eventi infrasettimanali e del week end. http://www.magicacleme.org/html/home.html

Gita a Venezia Nel mese di novembre è stata rinnovata la disponibilità della Fondazione Magica Cleme ad estendere alcune delle loro attività di “svago” ai ragazzi del nostro Istituto. La Fondazione, infatti, ha concesso ad una ventina di ragazzi/familiari in trattamento presso il CRO, di partecipare ad un gita giornaliera a Venezia, città tipicamente conosciuta per il fenomeno “dell’acqua alta” e per il suo importante patrimonio culturale ed artistico, che in quell’occasione, si è resa “speciale” per altri motivi. Una giornata particolare, quella del 4 novembre, in cui i ragazzi si sono recati in laguna ed hanno potuto visitare i locali della nave Silver Whisper: imbarcazione di 186 metri di lunghezza, 24,8 metri di larghezza e con una stazza lorda di 28.258 tonnellate, i cui spazi interni si sviluppano su sette differenti ponti, gestita da uno staff di circa 295 elementi. Insomma… da far mancare il fiato. La giornata ha permesso ai giovani pazienti in trattamento al CRO di in-

I ragazzi dell’Istituto con il capitano della nave

contrare altri ragazzi, provenienti dal San Gerardo di Monza, e di poter godere di un momento di incontro al di fuori dell’Ospedale, momento ricco di divertimento, alimentato dagli spettacoli offerti dagli artisti della nave, ma anche di socievolezza, apertura e disponibilità. Tutto questo in linea con la volontà di porre attenzione non solo alle cure mediche, rivolte ai giovani pazienti, ma anche agli aspetti di carattere assistenziale: non va infatti dimenticato che, le relazioni fra coetanei sono tra le esperienze più importanti soprattutto in età adolescenziale. Il gruppo dei pari viene infatti a corrispondere allo spazio in cui trova possibilità di espressione il desiderio di autonomia, di confronto e di condivisione. Una malattia come quella oncologica può modificare il modo di stare tra coetanei: se da una parte può rendere più difficile i rapporti amicali, dall’altra può invece rappresentare un motivo ulteriore di vicinanza. Contiamo che esperienze come queste possano configurarsi all’interno di quest’ultima possibilità!

Silver Whisper, nave che ha ospitato i ragazzi del nostro Istituto

Silvia Lefebvre D’Ovidio presidente della Fondazione Maruzza Lefebvre D‘Ovidio e Bill Niada presidente della Fondazione Magica Cleme con la moglie Emilia

Momento di animazione all’interno del teatro della nave

I partecipanti del CRO all’evento con Bill ed Emilia Niada

AREA GIOVANI

CROnews

31


Parigi… un regalo particolare Parigi, città romantica ma allo stesso tempo viva, stimolante, invitante. Chi non vorrebbe visitarla? È infatti questo il desiderio che si è realizzato per uno dei ragazzi trattati dal nostro Istituto. Tutto è nato casualmente da una conversazione tra Scherdi, questo è il nome del ragazzo, e un fotografo che ha lavorato per il CRO pochi mesi fa. Proprio quel fotografo, Attilio Rossetti, ha riportato alla Fondazione Magica Cleme il desiderio di Scherdi e… nel giro di poche settimane Scherdi è partito per Parigi in compagnia del fratello. Questa è la sua testimonianza…

Scherdi Petriti

Il 29 di settembre 2007, in compagnia di mio fratello, sono partito per Parigi: un viaggio per me particolare per motivi diversi… …perché mi è stato concesso di farlo grazie alla solidarietà della Fondazione Magica Cleme, grazie alla sensibilità del fotografo Rossetti che avevo conosciuto qui al CRO e grazie all’appoggio del personale dell’Istituto… non è di certo una cosa comune riscontare tanta disponibilità! …perché ho avuto la possibilità di godere di privilegi che solitamente non mi sono concessi. A chi di voi è mai capitato di viaggiare in un aereo privato di un noto imprenditore italiano? E si, perché il viaggio è stato ricco di dettagli che lo hanno reso davvero speciale: ad esempio, oltre al viaggio in aereo privato, la possibilità di avere un autista per un intera giornata che ci ha accompagnato a visitare le zone più caratteristiche della città (la Tour Eiffel, Notre Dame, Versailles, ecc). …perché ho potuto festeggiare il mio compleanno in una città piena

32

CROnews

di vita, ricca di stimoli e di attrattive, in un tempo in cui le mie condizioni di salute me lo hanno permesso. Oggi sono in isolamento e la possibilità di ricordare quei momenti mi tiene compagnia e mi permette di ri-vivere quei giorni speciali. Grazie alla Fondazione, a Rossetti e all’Area Giovani! Scherdi Petriti

Mercatino dei giocattoli dei bambini di Barcis, Montereale, Cavasso e Fanna Grazie al contributo del mercatino dei giocattoli usati promosso la scorsa estate dai bambini di Barcis, Montereale, Cavasso e Fanna e dal sostegno del consigliere regionale Maurizio Salvador, sono state acquistate alcune apparecchiature utili per il monitoraggio delle situazioni critiche riguardanti i pazienti e i bambini in cura presso il CRO. L’utilizzo di tali attrezzature è stato oggetto di formazione degli operatori di progetto, all’interno di un percorso di Educazione Continua in Medicina avviato lo scorso ottobre. Il 27 novembre 2007 una rappresentanza dei bambini si è recata presso il locali dell’Area Giovani per conoscere il personale di progetto e vedere il frutto del loro mercatino. La visita si è conclusa con un brindisi che ha coinvolto, oltre che i bimbi e lo staff, anche i giovani degenti presenti in Area Giovani.

Dono Ecografo Associazione Luca ONLUS (UD) e Coro Alpino (San Vendemiano) L’Associazione Luca ONLUS (Associazione Genitori di Udine che fornisce sostegno ai bambini affetti da tumore), insieme al Coro Alpino di San Vendemiano (TV), ha donato al Reparto di Oncologia Radioterapica del CRO un Ecografo di ultima generazione. Lo scopo della donazione è stato quello di fornire al clinico uno strumento versatile e semplice per il monitoraggio dei pazienti durante la terapia. L’ecografo è facilmente trasportabile e quindi può essere utilizzato oltre che per i pazienti ambulatoriali, anche per i ragazzi in isolamento che non possono uscire dalle stanze di degenza. È fornito di sonde per lo studio del collo nei pazienti ORL, dei tessuti molli, dell’addome e di sonde pediatriche. In particolare per i pazienti ORL permetterà uno studio più accurato delle stazioni linfonodali del collo durante il trattamento radiante, permettendo di discriminare meglio la malattia dagli effetti collaterali secondari alle terapie.

Il consigliere regionale Maurizio Salvador e alcuni bambini di Barcis che con il loro contributo hanno permesso l’acquisto di nuove apparecchiature

AREA GIOVANI


Torneo di calcio Memorial Dario Bobbato Il 10 maggio 2007 si è svolta a Castello di Godego (TV) la ottava edizione del Memorial Dario Bobbato. La manifestazione, promossa dagli amici di Dario, dalla famiglia Bobbato, dalla Società Sportiva Godigese e dal Comune di Castello di Godego intende ricordare Dario, un giovane e promettente calciatore, curato nel 2000 presso il CRO di Aviano. Questa manifestazione ha fatto da capofila a molte altre sia in ambito regionale che extraregionale che insieme hanno permesso la realizzazione dell’Area Giovani. La manifestazione ha visto quest’anno la partecipazione degli allievi nazionali 1991 di FC Internazionale (nella foto), AS Cittadella, Pro Sesto, Calcio Montebelluna, Calcio Padova, US Godigese.

Dono di un respiratore dalla famiglia Jelich Davide La famiglia Jelich, con il supporto ed aiuto dell’AGMEN (Associazione Genitori Malati Emato-Oncologici di Trieste), ha donato un nuovo respiratore al reparto di Anestesia e Rianimazione del CRO. Questo regalo al nostro Istituto è stato fatto per ricordare Davide, un giovane ragazzo scomparso nel gennaio 2006 a causa di una grave problema respiratorio. Davide, dopo aver eseguito una parte delle terapie presso il Burlo di Trieste, era stato seguito presso l’Oncologia Radioterapica e successivamente ricoverato per un lungo periodo nella Terapia Intensiva

del CRO, rimanendo per diversi giorni attaccato ad un respiratore. Caro Davide, anche quando eri seriamente ammalato, non ti sei mai trattenuto dal trasmettere a tutti la tua allegria, il tuo sorriso accattivante che travolgeva e attirava anche persone a te sconosciute. Sono felice che anche i medici e gli infermieri del CRO si siano accorti di che ragazzo splendido eri. Non ti lamentavi per la sofferenza, consapevole di ogni cosa con una gran voglia di vivere e superare questo tremendo male conservando la dignità e il rispetto di te stesso, proiettandoti con il pensiero verso un futuro pieno di vita e speranza, con degli obiettivi da raggiungere La Mamma

La mamma di Davide mentre riceve un ringraziamento istituzionale dal Direttore Generale del CRO, Giovanni Del Ben, per aver donato un respiratore. In quell’occasione erano presenti anche il Dr. De Cicco e il Dr. Mascarin

calendario della solidarietà mese di dicembre Brevemente riassumiamo: • 8 dicembre 2007: festa del pane a Ranzano, a cura dell’Associazione Organizzatori Ranzano. • 9 dicembre 2007: accensione dell’albero a Vigonovo di Fontanafredda, organizzata dal gruppo “le rose blu di Anita” con il patrocinio del Comune di Fontanafredda. • 16 dicembre 2007: mercatino di Natale organizzato dalla ProLoco di Aviano a cui hanno partecipato i bambini dell’Istituto Comprensivo di Aviano (Scuola Primaria). • 22 dicembre 2007: mercatino della solidarietà in piazza a Portogruaro organizzato dal Comune. • Dicembre 2007: donazione degli Amici della Contrada di Prata di Pordenone. • Dicembre 2007: donazione di uno stereo, utile a far sentire musica ai bimbi durante il trattamento radiante, da parte del Gruppo Anziani di Tamai. • Oltre a questi eventi vi sono state tante altre spontanee donazioni da parte di coppie di sposi, di genitori e privati cittadini che hanno voluto aiutare, ciascuno a proprio modo, l’attività dell’Area Giovani.

AREA GIOVANI

CROnews

33

5_CROnews_gennaio-marzo_08_Area Giovani  

Una pubblicazione del CRO ha meritato la copertina di Molecular & Cellular Biology Il Bibliobus … finalmente un po’ di novità La ricerca...