Page 1

Anno XII - N. 08 - Maggio 2012

FVG

Periodico quindicinale - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, D.C.B. Udine - Bollettino degli Organi direttivi di Associazione Sindacale

Notiziario tecnico di Confartigianato Imprese Friuli Venezia Giulia

> Convertito in legge il decreto sulle semplificazioni fiscali > Nuovo apprendistato professionalizzante, l’accordo interconfederale di Confartigianato > Nuovo apprendistato professionalizzante, l’accordo per il settore autotrasporto > Autocertificazione dei rischi: proroga al 31 dicembre 2012


Annunci • Affitto capannone di mq. 200 con uffici , servizi e parcheggio, uso artigianale/commerciale località Cavolano, Sacile (PN) a 1 km. uscita autostrada sacile ovest. Per info tel. 0434 70969 cell. 339 4452819 e-mail: info@gfutensili.com

Licenze • Cedo causa malattia, attività di autorimessa con piazza (taxi) con venti anni di attività. Zona Cividale del Friuli (UD). Prezzo interessante. Tel. 0432.730701 (ore pasti) • Cedo licenza autotrasporto conto terzi illimitata. Per informazioni telefonare al numero 0432.573747

Automezzi

• Affitto Artigiano, età pensionabile, titolare azienda metalmeccanica prodotti in alluminio per serramenti e mobili arredamento, propone a ditta o cooperativa aggregazione o affitto d’azienda con riscatto. Redditività dimostrabile. Tel. 338.5770954 o 334.9026843

• Vendo per cessata attività licenza per trasporto conto terzi, senza limiti. Per informazioni: 336.525971, fax 0434.654349 • Vendo Fiat IVECO 35 q.li, anno 2001, km 93.000, cassone ribaltabile, ottimo stato; per informazioni tel. 3357060421

• Cedo a Mortegliano per raggiunta età pensionistica, avviatissima attività di vendita al dettaglio e ingrosso ricambi e accessori auto, camion, trattori, con portafoglio clienti, magazzino, ecc. Adatta a giovani intenzionati. Tel. 345.6611156 o 345.6610879

• Cedo contratto di noleggio a lungo termine per Fiat Panda 1.1 Active eco anno di immatricolazione 2010, durata residua 24 mesi. Per info 0481.76175 dalle 8.30-12.00 e 14.00-18.30. • Vendo Mercedes-Benz - 1831 L/54/TR/SKN (AXTROS) portata 180 quintali pieno carico con cassa centinata e telone ad altezza variabile nov. 99. lung. 10,910 mt., colore giallo. Tel. 3483680832.

• Cedo, causa ulteriori impegni, ben avviata attività di estetica e solarium sita in zona centrale a San Giorgio di Nogaro. Il centro, che si sviluppa in un’ accogliente reception e 6 attrezzate cabine, è situato al piano terra vetrinato e ben visibile di recente palazzina e vicino ad ampio parcheggio. Tutti i macchinari sono recentissimi e in ottimo stato. Prezzo interessante. Contattare il numero 3395357127.

Attrezzature / Materiali • Vendo 2 lavateste uso professionale, anche singolarmente, visione in loco. Tel. 0481.34688 cell. 349.4198621

Immobili / Proprietà

• Vendo lavatesta shiatzu wash Maletti colore beige lavabo bianco, in ottimo stato, procura un massaggio rilassante alla schiena della cliente. Per info tel. 0432 760637, prezzo da concordare dopo presa visione.

• Affitto magazzino 80 mq come nuovo, ben piastrellato in strada di Fiume, vicino alla Superstrada (TS). Telefono 333.6036298

• Vendo postazione trucco-acconciatura modello Angel Maletti, completo di poltrona in gel molto comoda e specchio ovale illuminato. Prezzo da concordare dopo presa visione, info tel. 0432 760637

• Vendo a Trieste locali d’affari al piano stradale di 100m2 circa, anche frazionabile in negozio + appartamentino, con progetto già approvato. Telefono 333.6036298

• Vendo microcamera Q-MED per tricologia e dermatologia ingrandimento 180x con piano ottico polarizzato (scompone il capello in colori e ne determina lo stato di salute) a corredo tv lcd 17”, mobiletto e manuali, prezzo 580 Euro fatturabili. Per info tel. 0432 760637.

• Vendo immobile commerciale recentissimo di 500 mq su terreno edificabile di mq 4700 con alloggio, negozio e magazzini a San Daniele del Friuli. Finiture di pregio, prezzo interessante. Tel 0432 940203 • Affitto centralissimo negozio con annesso laboratorio artigianale in via Mnain a Udine. Tel 335.5806472

• Vendo causa cessata attività elevatore Cinomatik k800, telescopica automontante 220 v, h max 16,5 mt. Gru usata da restauro usata pochissimo come nuova. Cell. 3383259839

• Offro corner in negozio zona Udine centro, prezzo interessante investimento minimo. Telefonare al.349.5826840

• Vendo ruote lamellari in carta vetrata grana 220 per carteggiatura. Telefonare ore ufficio 0432.957547.

Gli imprenditori associati interessati alla pubblicazione di annunci inerenti l’attività lavorativa, possono compilare questo tagliando ed inviarlo a: CONFARTIGIANATO IMPRESE FVG c/o Redazione Informimpresa - Via del Pozzo, 8 - 33100 Udine - Fax 0432 516765

FVG

Cognome

Periodico quindicinale di Confartigianato Imprese F.V.G. Autorizzazione del Tribunale di Trieste n. 1020 del 08/03/2001 Anno XII - N. 08 - MAGGIO 2012 Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, D.C.B. Udine Bollettino degli Organi Direttivi di Associazione Sindacale

Nome Ditta Indirizzo Cap Telefono

Comune

Direttore responsabile: BRUNO GAZULLI Comitato di redazione: Enrico Eva, Bruno Gazulli, Gian Luca Gortani, Gianfranco Trebbi Hanno collaborato a questo numero: Alberto Bianchi, Alfredo Cappellini, Flavio Cumer, Michele Feresin, Alessandro Ferreghini, Elena Del Giudice, Ketty Downey, Luca Matelich, Raffaella Pompei, Tiziana Sabadelli, Nicola Serio, Marinella Tolloi, Fabio Veronese Direzione, Redazione, Amministrazione: Via Coroneo, 6 - 34133 Trieste - Tel. 040 363938 Editore: Confartigianato Imprese del Friuli Venezia Giulia Via Coroneo, 6 - 34133 Trieste - Tel. 040 363938 Progetto grafico: Unidea Stampa: Cartostampa Chiandetti srl 33010 Reana del Rojale - Via Vittorio Veneto

Prov. E-mail

Vi prego di pubblicare gratuitamente il seguente annuncio:

2


FVG

In questo numero: Fisco _________________________________________________ pag.

4

Sgravio contributivo su E.E.T. e premi di risultato erogati del 2010

pag. 18

Scadenze del mese di giugno 2012 Convertito in legge il decreto sulle semplificazioni fiscali

pag.

5

Indice di rivalutazione T.F.R. aprile 2012

pag. 18

Calcolo del premio Inail

pag. 18

Categorie _________________________________________________

Sconto artigiani: pubblicato il decreto che conferma lo sconto Inail

pag. 18

Canone RAI per le imprese Chiarimenti da parte del Ministero

pag. 10

Autotrasporto, nuove riduzioni dei tassi Inail

pag. 18

Tabelle soccorso stradale 2012

pag. 10

Certificazione degli operatori che utilizzano gas fluorurati

pag. 11

Ambiente e Sicurezza _________________________________________________

Contratti _________________________________________________ Scadenze contrattuali del mese di giugno 2012

pag. 12

Legno, entro il 15 giugno versamento al Fondo Regionale di Categoria

pag. 13

Nuovo apprendistato: siglato l’accordo interconfederale di Confartigianato per l’apprendistato professionalizzante

pag. 13

Nuovo apprendistato: l’accordo per il settore autotrasporto

pag. 15

In arrivo semplificazioni del Testo Unico ambientale

pag. 19

Manuale illustrato per lavori in ambienti confinati

pag. 19

Intermediazione e commercio di rifiuti

pag. 19

Tutela da campi elettromagnetici: prorogati gli obblighi al 31 ottobre 2013

pag. 19

Sistri, proroga del contributo al 30 novembre

pag. 20

Autocertificazione dei rischi: proroga al 31 dicembre 2012

pag. 20

Trasporto transfrontaliero di rifiuti: soppresso l’obbligo dichiarazione dell’autorità nazionale

pag. 20

pag. 20

pag. 21

08

Normativa del lavoro _________________________________________________ Ferie non godute del 2010, pagamento contributi sul residuo al 30 giugno

pag. 16

Entro il 30 giugno richiesta agevolazioni per assunzioni disabili

pag. 16

Eco-contributo per gli pneumatici fuori uso: dall’11 maggio devono applicarlo anche gli autoconcessionari

Aggiornamento dei moduli per le comunicazioni obbligatorie “Adeline”

pag. 16

Macchine operatrici circolanti su strada con targhe gialle

Responsabilità solidale negli appalti, nuove norme

pag. 17

Contributi per l’assunzione di soggetti ad elevata qualificazione e di personale da impiegare in attività di ricerca

pag. 17

Dalle province pag. 22 _________________________________________________

Informimpresa è scaricabile anche dal sito internet www.confartigianatofvg.it 3


Fisco

Scadenze del mese di giugno 2012 Venerdì 15 giugno

Mercoledì 20 giugno

Ravvedimento: regolarizzazione degli omessi o insufficienti versamenti relativi alla scadenza del 16/05/2012 con sanzione ridotta al 3% degli importi non versati

Conai: presentazione dell’apposita dichiarazione relativa al mese di maggio Mod.730: Presentazione da parte del contribuente al C.A.F o professionista del mod. 730 e della busta per l’8 e il 5 per mille.

Mod.730: consegna al contribuente di copia della dichiarazione mod. 730 e del prospetto di liquidazione mod. 730-3 da parte del datore di lavoro/ente pensionistico che presta direttamente l’assistenza fiscale.

Lunedì 25 giugno Elenchi intrastat: presentazione, da parte degli operatori con obbligo mensile, degli elenchi delle operazioni intracee effettuate in maggio cedolare secca.

Lunedì 18 giugno Versamenti iva, ritenute e contributi previdenziali: versamento unitario:

Scadenze di sabato 30 giugno prorogate a lunedì 2 luglio

• dell’iva relativa al mese di maggio • della 4^ rata del saldo iva 2011 per chi ha scelto il pagamento rateale • delle ritenute alla fonte operate nel mese di maggio • dei contributi dovuti dai datori di lavoro sulle retribuzioni di competenza di maggio • dei contributi sui compensi corrisposti in maggio ai lavoratori parasubordinati e agli associati in partecipazione che apportano solo lavoro • dei contributi dovuti per i compensi corrisposti in maggio a venditori a domicilio e prestatori occasionali in caso di superamento della franchigia annua di € 5000 Unico 2012: versamento senza maggiorazione dello 0,40% relativo ai seguenti tributi: • IRPEF e IRES (saldo 2011 e primo acconto 2012) • IVA annuale società relativa al 2011 con la maggiorazione dell’1,20% (0,40 % per mese o frazione di mese successiva al 16/3); • IRAP (saldo 2011 e primo acconto 2012); • contribuenti minimi: rate successive alla prima relative alla rettifica IVA; • acconto del 20% dell’imposta sui redditi assoggettati a tassazione separata; • imposte sostitutive liquidate in dichiarazione dei redditi; • saldo 2011 e del primo acconto 2012 dei contributi INPS dovuti da artigiani e commercianti sul reddito eccedente il minimale e dai lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata • studi di settore: versamento iva su adeguamento • Diritto camerale: versamento senza maggiorazione dello 0,40% del diritto annuale alla CCIAA con modello F24 (codice tributo 3850 e periodo di riferimento 2012)

Sconto sul gasolio: presentazione dell’istanza da parte degli autotrasportatori (conto proprio e conto terzi) con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate per il riconoscimento del credito d’imposta per i consumi di gasolio 2011. Imposta sulla pubblicità: versamento della 3^ rata da parte dei soggetti che hanno scelto di versare l’imposta a rate trimestrali Locazioni: versamento imposta di registro sui contratti nuovi o tacitamente rinnovati con decorrenza 1/06/2012 in mancanza di opzione per la cedolare secca Mod. UniEmens: trasmissione telematica delle denunce contributive relative alle retribuzioni di maggio relative ai lavoratori dipendenti e a quelli iscritti alla gestione separata inps Unico 2012: presentazione in posta da parte dei soggetti non tenuti all’invio telematico che scelgono la presentazione su supporto cartaceo Mod.730: consegna al contribuente di copia della dichiarazione mod. 730 e del prospetto di liquidazione mod. 730-3 da parte del Caf o professionista Comunicazione operazioni con paesi black list: presentazione della comunicazione delle operazioni con operatori economici con sede negli Stati black list relativa al mese di maggio Comunicazione operazioni di leasing e noleggio: invio dati contratti stipulati nel 2011, da parte delle società di leasing, e nel periodo 21/11/2011- 31/12/2011, da parte degli operatori esercenti l’attività di locazione e/o di noleggio di autovetture, caravan, unità da diporto e aeromobili

IMU: pagamento dell’imposta dovuta per il 2012 (a seconda dei casi prima di due o tre rate)

Rivalutazione partecipazioni e terreni non aziendali: versamento della prima o unica rata di imposta sostitutiva per chi ha effettuato la rivalutazione al 1/7/2011(codici tributo 8056 per terreni e 8055 per partecipazioni non quotate).

Comunicazione dati dichiarazioni d’intento: invio dei dati delle dichiarazioni di intento ricevute e utilizzate per la prima volta nella liquidazione IVA in scadenza. 4


Fisco

Convertito in legge il decreto sulle semplificazioni fiscali Con la legge n.44 del 26 aprile 2012 è stato convertito il decreto legge n.16 del 2 marzo 2012 contenente disposizioni urgenti per l’introduzione di semplificazioni tributarie e per il potenziamento delle procedure di accertamento, di cui si segnalano le novità di maggior interesse.

la prima liquidazione periodica iva, mensile o trimestrale, in cui confluiscono le operazioni effettuate senza applicazione dell’IVA sulla base delle stesse lettere d’intento (prima il termine per tale comunicazione era il giorno 16 del mese successivo a quello di ricevimento della lettera d’intento).

Somme iscritte a ruolo

Responsabilità solidale negli appalti

La rateazione delle somme dovute all’Agente di riscossione (Equitalia) viene consentita anche in caso di ricevimento della cartella di pagamento in seguito a decadenza dal beneficio della rateazione già concessa dall’Agenzia delle Entrate per importi dovuti a seguito di comunicazione di irregolarità. Viene sempre prevista la possibilità di richiedere rate di ammontare crescente al posto delle rate costanti (prima era prevista solo successivamente alla richiesta di dilazione in caso di peggioramento della situazione di temporanea difficoltà). La decadenza dalla rateazione viene prevista solo in caso di mancato pagamento di 2 rate consecutive (prima si verificava anche in caso di mancato pagamento della prima rata ovvero di 2 rate successive alla prima, anche non consecutive). È introdotta la possibilità per chi si trova in una situazione di obiettiva difficoltà, di richiedere la rateizzazione delle somme dovute agli Enti pubblici dello Stato che non riguardino contributi previdenziali o sanzioni comunitarie. Viene previsto che l’Agente della riscossione possa ipotecare gli immobili del debitore solo in caso di mancato accoglimento o decadenza della richiesta di rateazione. Il blocco dei pagamenti di somme superiori a 10.000 euro da parte delle pubbliche amministrazioni, è stato limitato agli importi iscritti a ruolo non pagati da parte dell’impresa creditrice, prevedendo che quindi sia comunque dovuto il pagamento delle somme che eccedono l’ammontare del debito per cui si è verificato l’inadempimento.

Viene previsto che in caso di appalto, entro il limite di due anni dalla cessazione dell’appalto il committente è solidalmente responsabile con l’appaltatore e con ciascuno degli eventuali subappaltatori, per il versamento delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente e dell’iva relativa alle fatture inerenti alle prestazioni effettuate nell’ambito dell’appalto, ove non dimostri di avere messo in atto tutte le cautele possibili per evitare l’inadempimento. Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (elenchi clienti/fornitori) Per le operazioni registrate dal 2012, l’obbligo di comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle operazioni rilevanti ai fini IVA riguarda tutte le operazioni documentate da fattura e quelle per le quali non è obbligatoria l’emissione della fattura, se di ammontare pari o superiore a € 3.600 al lordo dell’IVA. Soggette al regime del margine le cessioni dei contratti di leasing Il regime del margine previsto per le cessioni di beni usati viene esteso anche alle cessioni di contratti di leasing acquistati da soggetti privati, da soggetti passivi per i quali l’IVA a credito è risultata interamente indetraibile oppure da soggetti passivi che hanno applicato il regime del margine.

Tardiva comunicazione per l’accesso a benefici fiscali o a regimi fiscali opzionali

Comunicazione operazioni con paesi black list L’obbligo di comunicare le operazioni effettuate nei confronti di operatori con sede in Paesi a fiscalità privilegiata viene limitato alle cessioni di beni / prestazioni di servizi, rese e ricevute, di importo superiore a € 500.

E’ introdotta la possibilità di sanare l’omessa comunicazione preventiva richiesta per fruire di benefici fiscali o accedere a regimi fiscali opzionali se il contribuente che ne possedeva comunque i requisiti, provveda, prima che siano iniziati controlli da parte dell’amministrazione finanziaria, a effettuare la comunicazione o l’adempimento richiesto entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile e a versare la sanzione di € 258 con il mod. F24, senza possibilità di compensare quanto dovuto con eventuali crediti disponibili.

Agenzie di viaggi Tra i casi in cui è previsto l’esonero dall’obbligo di emissione della fattura, salvo richiesta da parte del cliente, sono state aggiunte le prestazioni delle agenzie di viaggi e turismo relative all’organizzazione di escursioni, visite della città, giri turistici ed eventi similari.

Comunicazione delle lettere d’intento ricevute Incassi in contanti da turisti extraUE

La comunicazione dei dati delle lettere d’intento ricevute dagli esportatori abituali va effettuata entro il termine per

Per le vendite e le prestazioni effettuate da operatori eco5


Fisco nomici non obbligati all’emissione di fattura verso i soggetti privati extracomunitari il limite da cui parte il divieto di utilizzo dei contanti viene innalzato da 1.000 a 15.000 euro. Tale semplificazione non riguarda le operazioni effettuate nei confronti di imprese e professionisti, né quelle effettuate con privati di altri stati membri UE o dello Spazio economico europeo. Per poter incassare in contanti importi compresi tra 1.000 e 14.999 euro l’operatore economico non obbligato al rilascio di fattura e che quindi documenta normalmente le vendite o prestazioni con scontrino o ricevuta fiscale deve: • comunicare preventivamente in via telematica all’Agenzia delle Entrate su un apposito modello la volontà di avvalersi di tale possibilità; • acquisire, al momento dell’operazione, una fotocopia del passaporto del cliente e una sua autocertificazione con la quale attesti di non essere cittadino italiano né di uno dei Paesi dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo (Islanda Norvegia e Liechtenstein), e di non essere residente in Italia; • nel primo giorno feriale successivo a quello dell’operazione, versare il denaro incassato in un proprio conto corrente consegnando all’operatore finanziario copia dell’invio della comunicazione preventiva all’Agenzia delle Entrate; • comunicare all’Agenzia delle Entrate le operazioni con corrispettivi incassati in contanti di importo non inferiore a 1.000 euro. In sede di conversione in legge del decreto la disciplina è stata così modificata rispetto alla versione originaria sintetizzata sul n.7 di Informimpresa.

non possono essere oggetto di accertamento, iscrizione a ruolo e riscossione se il credito non deriva dalla ripetuta violazione degli obblighi di versamento relativi al medesimo tributo. Il limite di 30 euro va riferito a ciascun credito e per ogni periodo d’imposta. Sconto sul gasolio per gli autotrasportatori Il termine per la presentazione dell’istanza all’Agenzia delle Dogane per il rimborso delle accise sul gasolio da parte degli autotrasportatori non è più previsto a pena di decadenza. Deduzione delle spese di manutenzione Dal 2012 è stata soppressa la necessità di ragguagliare alla durata del possesso dei beni ammortizzabili la base di calcolo del limite di deducibilità immediata (5%) delle spese di manutenzione. Tale limite andrà quindi calcolato, come 5% del costo complessivo di tutti i beni materiali ammortizzabili risultanti dal registro dei beni ammortizzabili all’inizio dell’esercizio (o alla fine per le imprese di nuova costituzione) senza considerare acquisti e vendite avvenuti in corso d’anno. Imposta di pubblicità sulle gru e sulle macchine da cantiere L’imposta sulla pubblicità verrà applicata anche ai marchi apposti su gru e macchine utilizzate nei cantieri edili, sulla base della disciplina contenuta in un decreto ministeriale da emanare entro il 31/5/2012. A regime la proroga di ferragosto per adempimenti fiscali e versamenti con mod. F24

Importi che non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente

Gli adempimenti fiscali ed i versamenti delle somme da effettuare con modello F24, che hanno scadenza dal 1° al 20 agosto di ogni anno, possono essere effettuati entro il 20 agosto senza alcuna maggiorazione. Non è più quindi necessario uno specifico provvedimento annuale di proroga.

Tra gli importi non imponibili ai fini IRPEF ai fini della determinazione del reddito di lavoro dipendente, sono state aggiunte le somme e le prestazioni erogate dal datore di lavoro ai dipendenti per i loro familiari per la frequenza di asili nido e colonie climatiche o a titolo di borse di studio. Costi inferiori a 1.000 euro per le imprese in contabilità semplificata

Imposta sugli aereomobili Viene modificata l’imposta erariale sugli aeromobili privati introdotta dal Decreto 201/2011 prevedendo nuovi importi dovuti annualmente in base al peso massimo al decollo sia per gli aereomobili immatricolati nel Registro aeronautico nazionale che per quelli non immatricolati in detto registro che sostano nel territorio nazionale per più di 45 giorni in via continuativa.

Già con decorrenza dal periodo d’imposta 2011 i costi delle imprese in contabilità semplificata di ammontare non superiore a € 1.000 riferiti a contratti a corrispettivi periodici di competenza di 2 periodi d’imposta possono essere dedotti nel periodo di registrazione del documento comprovante il sostenimento della spesa. Prima di tale modifica era previsto che il costo dovesse necessariamente essere dedotto nell’esercizio in cui era stato ricevuto il documento.

Fidejussione locazioni immobiliari assoggettate a cedolare secca Viene previsto che non si applicano le imposte di registro e di bollo alla fidejussione prestata per il conduttore, con riferimento alle locazioni di immobili abitativi assoggettati a cedolare secca.

Crediti tributari fino a 30 euro Dal 1° luglio 2012 i crediti relativi ai tributi di importo non superiore a 30 euro , comprensivo di sanzioni ed interessi, 6


Fisco so dell’immobile o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini IMU, (oppure entro il 30/9/2012 per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dall’1/1/2012) ferme restando le dichiarazioni presentate ai fini ICI, se compatibili; • per il 2012 viene previsto che la prima rata da pagare entro il 18/6/2012 va calcolata: - come metà dell’importo ottenuto applicando le aliquote di base (il saldo con conguaglio sulla rata già versata va pagato entro il 17 dicembre 2012 tenendo conto dell’aliquote effettive stabilite dai comuni; - per l’abitazione principale e relative pertinenze tenendo conto dell’importo ottenuto applicando le aliquote e detrazione di base previste per l’abitazione principale e versando la metà dell’importo ottenuto, se si sceglie il versamento in due rate, oppure 1/3 dell’importo ottenuto, se si sceglie il versamento in tre rate (in tal caso la seconda rata, sempre pari a 1/3, va versata entro il 17 settembre 2012); il saldo con conguaglio sulla rata o sulle rate già versate va pagato in entrambi i casi entro il 17 dicembre 2012; - per i fabbricati rurali ad uso strumentale nella misura del 30% con applicazione dell’aliquota base e del saldo dell’imposta dovuta con conguaglio sulla prima rata. - per i fabbricati rurali da dichiarare al Catasto edilizio urbano entro il 30.11.2012 il versamento dell’imposta dovuta per il 2012 va effettuato in unica soluzione entro il 16.12.2012. • viene previsto che dal 1° dicembre 2012 il versamento dell’IMU possa essere effettuato anche tramite apposito bollettino postale (prima di tale data invece l’IMU può essere versata solo con il modello F24).

Modifiche alla disciplina IMU Sono state introdotte le seguenti novità relative alla disciplina dell’IMU: • le agevolazioni previste per l’abitazione principale e relative pertinenze vengono limitate a un solo immobile se i componenti dello stesso nucleo risiedono in immobili diversi siti nello stesso comune; • viene prevista la possibilità per i Comuni di considerare abitazione principale anche l’immobile non locato posseduto da cittadini italiani non residenti o da anziani / disabili che hanno la residenza in istituti di ricovero / sanitari; • viene previsto che, solo ai fini IMU, debba pagare l’imposta, applicando aliquota e detrazioni previste per l’abitazione principale, il coniuge cui con il provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione del matrimonio venga assegnata la casa coniugale, intendendo che tale assegnazione ai fini IMU sia effettuata a titolo di diritto di abitazione; • viene prevista l’esenzione per i fabbricati rurali ad uso strumentale ubicati nei Comuni montani o parzialmente montani; • viene prevista la riduzione al 50% della base imponibile IMU per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili in base a perizia o dichiarazione sostitutiva di atto notorio e di fatto non utilizzati e per i fabbricati storico – artistici; • il moltiplicatore per la determinazione della base imponibile dei terreni agricoli viene aumentato da 130 a 135 mentre viene ridotto a 110 per quelli agricoli o non coltivati posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola; • i terreni agricoli o non coltivati posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola sono assoggettati ad IMU solo per la parte di valore eccedente € 6.000, con le seguenti riduzioni: - del 70% dell’imposta sulla parte eccedente € 6.000 e fino a € 15.500; - del 50% dell’imposta sulla parte eccedente € 15.500 e fino a € 25.500; - del 25% dell’imposta sulla parte eccedente € 25.500 e fino a € 32.000; • è introdotta la dichiarazione ai fini IMU, da presentare entro 90 giorni dalla data in cui ha avuto inizio il posses-

Tassazione degli immobili di interesse storico e artistico Dal 2012 la tassazione degli immobili storico-artistici è così modificata: • se posseduti da persone fisiche il loro reddito, se locati, è pari ai canoni ridotti forfetariamente del 35% se superiori alla loro rendita catastale rivalutata del 5% (se non locati il loro reddito dal 2012, in seguito all’introduzione dell’IMU non è più soggetto a tassazione, come quello degli altri immobili posseduti da persone fisiche); • se posseduti da imprese e non sono beni strumentali o beni merce, la rendita catastale è ridotta del 50% e non è applicabile l’aumento di un terzo previsto per le unità immobiliari a disposizione, mentre se sono locati il reddito è pari ai canoni ridotti forfetariamente del 35% se superiori alla rendita catastale; • per i fabbricati posseduti da enti non commerciali, se non sono beni strumentali o beni merce relativi ad una attività commerciale, la rendita catastale è ridotta del 50% e non è applicabile l’aumento di un terzo previsto per le unità immobiliari a disposizione, mentre se sono locati e non sono beni d’impresa il reddito è pari ai canoni ridotti forfetariamente del 35% se superiori alla rendita catastale; 7


Fisco • nella determinazione degli acconti 2012 si assume, quale imposta del periodo precedente, quella che si sarebbe determinata applicando le suddette disposizioni.

Obbligo di registrazione telematica dei contratti di locazione per chi possiede almeno 10 unità immobiliari E’ stato previsto che l’obbligo di registrazione telematica dei contratti di locazione di beni immobili per i possessori di almeno 10 unità immobiliari (anziché 100), anche se non tutte affittate o locate e per gli agenti di affari in mediazione iscritti all’apposito Ruolo. La registrazione in forma telematica resta invece una facoltà per gli altri soggetti.

Imposta di scopo L’imposta di scopo, che in base alla legge n. 296/2006 i Comuni possono istituire con un proprio regolamento per finanziare la realizzazione di un’opera pubblica dal 2012 si applica, o continua ad applicarsi se già istituita, sulla stessa base imponibile prevista ai fini IMU, secondo la disciplina prevista per l’ IMU. Tassazione degli utili delle cooperative Viene posticipata dal 2012 al 2013 l’aggravio della tassazione delle cooperative a mutualità prevalente secondo le modalità introdotte dal DL 138/2011.

Riscossione in seguito ad accertamento esecutivo Viene previsto che l’agente di riscossione decorsi 30 giorni dal termine di pagamento dell’avviso di accertamento esecutivo (60 giorni dalla relativa notifica) deve informare con raccomandata il debitore di aver preso in carico le somme per la riscossione.

Irap anni pregressi relativa al costo del lavoro Un provvedimento dell’Agenzia entrate definirà le modalità di presentazione delle istanze di rimborso dell’IRAP sul costo del lavoro relativa a periodi d’imposta anteriori al 2012 per i quali sia ancora pendente il termine di 48 mesi previsto per il rimborso di versamenti diretti.

Imposta sugli immobili situati all’estero (IVIE) Viene previsto che l’imposta introdotta dal DL 201/2011 a carico delle persone fisiche sul valore degli immobili situati all’estero: • fino a 200 euro non è dovuta; • per gli immobili situati in Stati UE o aderenti allo Spazio Economico Europeo che garantiscono un adeguato scambio di informazioni è possibile dedurre dall’imposta le eventuali imposte di natura patrimoniale e reddituale pagate all’estero sullo stesso immobile, se non già utilizzate come credito d’imposta ai fini irpef e la base imponibile va individuata facendo riferimento al valore catastale (solo in mancanza di tale valore la base imponibile è data dal costo risultante dall’atto di acquisto o dai contratti e, in assenza, dal valore di mercato, come previsto per gli immobili situati negli altri stati) • per i cittadini che lavorano all’estero per lo Stato italiano (o una sua suddivisione politica o amministrativa o un ente locale) o presso organizzazioni internazionali cui aderisce l’Italia, l’imposta per l’abitazione principale va calcolata tenendo conto delle stesse agevolazioni (detrazioni e aliquota dello 0,4% anziché dello 0,76%) previste per l’abitazione principale ai fini IMU (per tali cittadini è inoltre previsto che il reddito di tali immobili non vada assoggettato ad irpef).

Deducibilità dei canoni leasing indipendentemente dalla durata del contratto I canoni di leasing relativi a contratti stipulati dal 29 aprile 2012 vanno dedotti dal reddito d’impresa o di lavoro autonomo in un periodo non inferiore ai 2/3 del periodo di ammortamento risultante dall’applicazione dei coefficienti ministeriali di riferimento, a prescindere dalla durata del contratto. Per gli immobili, se tale regola determina un periodo inferiore a 11 anni o superiore a 18 anni, la deduzione è ammessa per un periodo, rispettivamente, non inferiore ad 11 anni ovvero almeno pari a 18 anni. Per le autovetture e gli altri veicoli a deducibilità limitata, i canoni di leasing vanno dedotti in un periodo non inferiore a quello di ammortamento risultante dall’applicazione dei coefficienti ministeriali. Per i contratti stipulati fino al 28/4/2012 restano invece applicabili la regole previgenti. Accertamento in caso di omessa o infedele compilazione del modello per gli studi di settore Gli uffici potranno procedere all’accertamento induttivo per infedele compilazione del modello per gli studi di settore solo se tra i ricavi/compensi risultanti dal calcolo degli studi con dati corretti e quelli con i dati dichiarati vi sia uno scostamento superiore al 15% o comunque a € 50.000.

Imposta sulle attività finanziarie all’estero Si prevede che per i conti correnti e i libretti di risparmio detenuti in Paesi UE o aderenti allo Spazio economico europeo che garantiscono un adeguato scambio di informazioni, l’imposta sul valore delle attività finanziarie estere sia stabilita in misura fissa di € 34,20 anziché nella misura dell’1‰ annuo per il 2011 e 2012 e dell’1,5‰ a decorrere dal 2013.

Costi relativi a reati L‘indeducibilità prevista per i costi connessi ai reati viene limitata alle spese per beni e servizi direttamente utilizzati per i reati più gravi (delitti non colposi) per i quali il Giudice abbia esercitato l’azione penale o abbia emesso il relativo decreto. 8


Fisco azioni, quote e strumenti finanziari similari alle azioni e delle minusvalenze di importo superiore a € 5.000.000 derivanti dalla cessione di partecipazioni che costituiscono immobilizzazioni finanziarie è applicabile la sanzione pari al 10% delle minusvalenze stesse, con un minimo di € 500 ed un massimo di € 50.000 senza che le predette violazioni comportino l’indeducibilità della minusvalenza/differenza negativa.

Compensazione del credito iva Viene ridotto da 10.000 a 5.000 euro il limite del credito IVA annuale o trimestrale oltre il quale: • l’utilizzo in compensazione nel mod. F24 può essere effettuato solo dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione annuale o dell’istanza trimestrale, inviando il mod. F24 all’Agenzia delle Entrate almeno 10 giorni dopo la presentazione della dichiarazione o dell’istanza; • per la compensazione nel modello F24 è obbligatorio utilizzare esclusivamente i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline).

Ravvedimento breve La disposizione che consente di cumulare la riduzione della sanzione in caso di versamenti effettuati con ritardo non superiore a 15 giorni con le riduzioni ottenibili in caso di ravvedimento viene estesa anche alla regolarizzazione di errori e omissioni diverse dall’omesso versamento.

Prestazione di servizi sui beni immessi nei depositi iva

Sanzioni per violazioni doganali, relative alle accise o al trasferimento di denaro da o verso l’estero

Viene previsto che le prestazioni di servizi relative a beni consegnati al depositario di un deposito iva sono effettuate senza pagamento dell’IVA, senza tempi minimi di giacenza, né obbligo di scarico dal mezzo di trasporto.

Vengono pesantemente inasprite le sanzioni previste a presidio della correttezza e della completezza delle dichiarazioni doganali e delle dichiarazioni in materia di accise e quelle contro il trasferimento da o verso l’estero di somme superiori a 10.000 euro in violazione degli obblighi di dichiarazione all’Agenzia delle Dogane della somma trasferita.

Omessa comunicazione delle minusvalenze finanziarie Per l’omessa comunicazione delle minusvalenze e delle differenze negative di importo superiore a € 50.000 derivanti da

CONFARTIGIANATO UDINE

Claudio Castagnotto - Tel. 0432 516774 CONFARTIGIANATO PORDENONE

Cristina Zuccato - Tel. 0434 509212 CONFARTIGIANATO GORIZIA

Giulio Pappalardo - Tel. 0481 82100 (int. 581) REFERENTE ARTIGIANCASSA

Michele Borga - Tel. 366 6601920 Sede Regionale Veneto e Friuli Venezia Giulia michele.borga@artigiancassa.it

Visita il sito www.artigiancassa.it

9


Categorie

Canone RAI per le imprese – Chiarimenti da parte del Ministero Facendo seguito all’articolo di pagina 5 del numero 5/2012 di Informimpresa, comunichiamo che la RAI sta inviando alle aziende una nuova lettera rielaborata alla luce della nota interpretativa del Ministero dello Sviluppo Economico. Ricordiamo che è “prassi consolidata”, da parte della RAI, considerare ogni soggetto un “potenziale utente non abbonato”, quindi, presumendo il possesso di apparecchi soggetti al pagamento di tale tassa, sta inviando la nuova lettera a tutte le aziende creando di nuovo allarme. Ribadiamo che in base alla nota Ministeriale, sono esplicitamente esclusi dal pagamento dell’Abbonamento Speciale i PC senza sintonizzatore TV, nonché i monitor

per computer. Tale orientamento è stato ampiamente discusso e condiviso con RAI stessa durante l’incontro del 3 aprile u.s., al quale Confartigianato ha partecipato assieme ad altre organizzazioni confederate. L’indicazione che diamo quindi alle aziende è quella di rispondere (come richiesto nel terzo paragrafo della lettera RAI) attraverso la cartolina preaffrancata, specificando nello spazio “EVENTUALI ALTRE COMUNICAZIONI” di non essere tenuti al pagamento della tassa in quanto sprovvisti degli apparecchi ad essa soggetti. I referenti degli uffici provinciali di Confartigianato sono a disposizione per ogni ulteriore approfondimento.

Tabelle soccorso stradale 2012 Di seguito pubblichiamo le tariffe elaborate dall’ANC - Confartigianato relative al servizio di soccorso stradale per l’anno 2012.

10


Categorie

Certificazione degli operatori che utilizzano gas fluorurati Patentino frigoristi È stato recentemente pubblicato il DPR 43/2012 attuativo del regolamento europeo 846/2006 che reca disposizioni per la certificazione delle aziende e del personale che opera con taluni gas fluorurati. Il provvedimento contiene disposizioni per conseguire il cosiddetto patentino degli operatori, della certificazione delle aziende, nonché la definizione dei soggetti che certificheranno questi soggetti.

I soggetti assoggettati al Regolamento 303/2008 potranno inizialmente avvalersi di un certificato provvisorio che verrà rilasciato dalle Camere di Commercio sulla base di una apposita domanda di iscrizione e di una dichiarazione sostitutiva, depositata dal soggetto interessato, che attesta: • per il personale: che il richiedente possiede almeno due anni di esperienza professionale nelle attività previste dal Regolamento 303/2008 acquisita prima dell’entrata in vigore del decreto, nonché a precisare la categoria di certificato di cui all’art. 4 del Reg. 303/2008 per la quale l’esperienza professionale è posseduta;

Attraverso il DPR, il Ministero dell’ambiente prevede, dopo la sua entrata in vigore, l’istituzione di un “Registro nazionale delle persone e delle imprese certificate” la cui gestione verrà affidata alle Camere di Commercio del capoluogo di regione (Trieste nel caso del FVG).

• per le imprese: che l’impresa stessa impiega personale in possesso di un certificato provvisorio o definitivo per le attività in cui è richiesto il possesso di un certificato.

L’obbligo di certificazione riguarda le persone e le imprese che provvedono alla installazione, manutenzione o riparazione delle apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore nonché dei sistemi di protezione antincendio che utilizzano gas fluorurati.

I certificati provvisori rilasciati dalle Camere di Commercio avranno validità 6 mesi, trascorsi i quali le imprese ed il personale operanti su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra dovranno conseguire un certificato definitivo.

Le persone e le imprese assoggettate all’obbligo di certificazione sulla base del Regolamento della Commissione 303/2008, decorsi 60 giorni dall’istituzione del registro sono obbligate ad iscriversi al registro sopra indicato.

11


Contratti

Scadenze contrattuali del mese di giugno 2012 Le scadenze contrattuali del mese di giugno 2012 interessano i settori Area Tessili Moda, Area Legno-Lapidei ed Edilizia.

AREA TESSILE - MODA Accordo di rinnovo 03.12.2010 – Terzo aumento retributivo Settori: TAC, Pulitintolavanderie, Occhialerie SETTORE ABBIGLIAMENTO Livello Aumento 6S 34,18 6 32,00 5 29,32 4 27,12 3 26,00 2 24,87 1 23,52

SETTORE TESSILE CALZATURIERO Livello Aumento 6S 34,14 6 32,23 5 29,46 4 27,27 3 26,15 2 25,05 1 23,62

SETTORE LAVORAZIONI A MANO E SU MISURA Livello Aumento 6S 34,13 6 31,85 5 29,17 4 26,95 3 25,85 2 24,72 1 23,37 Livello 6 5 4

SETTORE PULITINTOLAVANDERIE Livello Aumento 6S 34,22 6 32,28 5 29,37 4 27,11 3 26,00 2 24,92 1 23,58

SETTORE OCCHIALERIA Aumento Livello 33,19 3 30,06 2 28,10 1

Aumento 26,39 25,44 24,39

EDILIZIA Accordo integrativo 16.12.2010 – Terzo aumento retributivo Livello 7 6 5 4

Aumento 54,08 47,48 39,57 36,67

Livello 3 2 1

Aumento 34,29 30,34 26,38

AREA LEGNO - LAPIDEI Accordo di rinnovo 27.01.2011 – Terzo aumento retributivo Settori: Legno Arredamento Mobili, Lapidei Escavazione Marmo SETTORE LEGNO, ARREDAMENTO, MOBILI Livello Aumento AS 20,41 A 19,01 B 17,39 C Super 16,63 C 15,88 D 15,00 E 14,20 F 13,35

SETTORE LAPIDEI, ESCAVAZIONE, MARMO Livello Aumento 1 21,71 2 20,36 3 17,73 4 16,63 5 16,00 6 15,26 7 14,19 12


Contratti

Legno, entro il 15 giugno versamento al Fondo Regionale di Categoria Il 15 giugno 2012 scade il termine per il versamento al Fondo Regionale di categoria del settore Legno per la quota dell’anno 2011. L’importo da versare deve essere così calcolato:

Si indicano le coordinate del bonifico:

IBAN IT 18 P 05040 12300 000001561463 intestato ad EBIART Fondo Regionale di categoria Legno Arredamento Largo dei Cappuccini, 1/C 33100 Udine acceso presso la BANCA ANTONVENETA SPA via Giuseppe Giusti, 14 33100 Udine

• € 36,00 per ogni lavoratore dipendente in forza al 31 maggio a carico dell’azienda • € 6,00 per lavoratore in forza al 31 maggio, a carico del lavoratore da trattenere direttamente dal datore di lavoro dalla retribuzione del mese di maggio È dovuto anche per i dipendenti assunti con contratto di apprendistato e con contratto di inserimento-reinserimento non deve essere riproporzionato per i contratti a tempo parziale.

(Fonti: art. 3 CCRL settore Legno Arredamento dd. 01.10.2008)

Nuovo apprendistato: siglato l’accordo interconfederale di Confartigianato per l’apprendistato professionalizzante Il 3 maggio 2012 è stato firmato l’Accordo Interconfederale per la disciplina transitoria per i contratti di apprendistato di cui al D.Lgs. n. 167/2011 tra CONFARTIGIANATO IMPRESE, CNA, CASARTIGIANI, CLAAI e le organizzazioni sindacali dei lavoratori.

Tipologia di apprendistato L’accordo ha disciplinato solamente l’apprendistato professionalizzante o di mestiere. Età di assunzione Soggetti di età tra i 18 e fino a 29 anni e 364 giorni. Per i soggetti in possesso di una qualifica professionale, conseguita ai sensi del D. Lgs. 226/2005 il contratto di apprendistato professionalizzante può essere stipulato a partire dall’età di 17 anni.

Con la firma dell’accordo le imprese del settore artigiano possono assumere con contratto di apprendistato professionalizzante. L’accordo: • definisce gli elementi normativi ritenuti essenziali per consentire ai datori di lavoro di assumere con contratti di apprendistato in una fase di prima applicazione, in attesa della relativa regolamentazione da parte della contrattazione collettiva di categoria • ha efficacia transitoria e comunque sussidiaria e cedevole della contrattazione collettiva, ferme restando le norme di legge che disciplinano l’istituto

Campo di applicazione L’accordo si applica ai rapporti di lavoro degli apprendistati instaurati: 1) da imprese rientranti nella sfera di applicazione dei contratti collettivi sottoscritti dalle associazioni firmatarie il testo in commento 2) da imprese artigiane dei settori privi di specifica copertura contrattuale; a tal fine la disciplina contrattuale applicabile sarà quella del CCNL Area Meccanica artigianato - Settore Metalmeccanica ed Installazione di Impianti 3) da Associazioni artigiane di qualsiasi livello e degli enti dalle stesse promossi e/o costituiti e/o controllati e/o delle strutture bilaterali, fatte salvi i ccnl eventualmente applicati; a tal fine le norme contrattuali di riferimento saranno quelle del CCNL Area Comunicazione.

Decorrenza L’accordo si applica ai rapporti di lavoro in apprendistato instaurati dal 26 aprile 2012 (giorno di entrata in vigore della nuova disciplina sull’apprendistato). I contratti di apprendistato stipulati prima continueranno ad essere disciplinati dal trattamento economico e normativo precedente. 13


Contratti B) finalizzata all’acquisizione di competenze di base e trasversali: - la formazione di tipo professionalizzante e di mestiere è integrata dall’offerta formativa pubblica (laddove prevista), interna o esterna all’azienda, finalizzata all’acquisizione di competenze di base e trasversali secondo quanto stabilito dalle regolamentazioni regionali (120 ore nel triennio, considerando 40 ore medie per 3 anni).

Definizione L’apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato all’acquisizione di una qualifica professionale ai fini contrattuali. Piano formativo individuale (PFI) Il piano formativo individuale: • definisce il percorso formativo dell’apprendista in coerenza con la qualifica da raggiungere e con le conoscenze e competenze già possedute dallo stesso • indica i contenuti e le modalità di erogazione della formazione aziendale • indica il nome del tutor • può essere redatto anche sulla base di moduli e formulari stabiliti dalla contrattazione collettiva o dagli enti bilaterali • dovrà essere definito entro 30 giorni di calendario dalla stipulazione del contratto di lavoro • potrà essere modificato a seguito di concordi valutazioni dell’apprendista e dell’impresa anche su istanza del tutor.

L’apprendista è tenuto a frequentare regolarmente e con diligenza le iniziative formative interne e/o esterne all’azienda. Registrazione della formazione e della qualifica La registrazione della formazione effettuata dall’apprendista e della qualifica professionale a fini contrattuali eventualmente acquisita, in attesa dell’operatività del “libretto formativo del cittadino”, potrà essere effettuata attraverso apposita dichiarazione dal datore di lavoro. Durata del periodo di apprendistato Le durate del periodo di apprendistato sono quelle stabilite dai contratti collettivi; tali durate laddove superiori ai 5 anni sono ridotte a 5 anni.

Sono fatte salve le disposizioni eventualmente previste negli accordi interconfederali regionali in materia di richiesta di parere di conformità all’Ente Bilaterale territoriale sul piano formativo individuale predisposto dall’impresa avente sede nel territorio interessato. L’accordo interconfederale allega al testo uno “schema tipo” di piano formativo individuale.

Retribuzione La retribuzione spettante è quella stabilita dai contratti collettivi nazionali. Relativamente ai soli semestri per i quali i contratti hanno previsto che la retribuzione venga determinata applicando il sistema del sottoinquadramento, fino ad un massimo di due livello rispetto a quello di destinazione finale, la retribuzione è determinata applicando la corrispondete percentuale.

Formazione dell’apprendista A) di tipo professionalizzante e di mestiere: - il datore di lavoro deve impartire all’apprendista la formazione di tipo professionalizzante e di mestiere necessaria perché possa conseguire la qualifica professionale ai fini contrattuali (tenuto conto dei profili formativi stabiliti dai contratti collettivi e, in assenza, delle declaratorie o dei profili professionali stabiliti nei sistemi di classificazione e inquadramento dei CCNL), anche avvalendosi di una struttura formativa esterna, accreditata dalla Regione, per l’assistenza e/o l’erogazione e/o l’attestazione della formazione di tipo professionalizzante e di mestiere - l’impresa dovrà erogare durante il periodo di apprendistato non meno di 80 ore medie annue di formazione (compresa la formazione in sicurezza prevista dall’Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011), al fine di garantire un’idonea formazione tecnico-professionale all’apprendista - è svolta sotto la responsabilità dell’impresa - potrà essere erogata utilizzando modalità quali l’affiancamento on the job, aula, e-learning, seminari, esercitazioni di gruppo, testimonianze, action learning, visite aziendali

Clausola di salvaguardia Per quanto non espressamente previsto dall’accordo (ad esempio al computo dei periodi di sospensione per eventi quali malattia, infortunio, sospensione involontaria del rapporto, il computo dell’apprendistato svolto presso altri datori di lavoro) si rinvia alle vigenti norme di legge, nonché a quanto previsto dai contratti collettivi. Nel caso in cui la riforma del lavoro dovesse riformare la normativa dell’apprendistato, le parti si incontreranno per esaminare eventuali modifiche da apportare. Scadenza L’accordo scadrà il 31 dicembre 2012; entro tale data i contratti collettivi nazionali dovranno disciplinare compiutamente l’istituto dell’apprendistato e i profili professionali per i quali la durata è fissata fino a 5 anni. Il testo dell’accordo interconfederale di Confartigianato è scaricabile dal sito www.confartigianatofvg.it. (Fonti: accordo interconfederale per la disciplina transitoria dell’apprendistato professionalizzante Confartigianato del 03 maggio 2012) 14


Contratti

Nuovo apprendistato: l’accordo per il settore autotrasporto Il 24 aprile 2012 è stato firmato da Confartigianato Trasporti, le altre Organizzazioni datoriali del settore Trasporto Merci e Logistica e le Organizzazioni sindacali dei lavoratori l’accordo che recepisce nel Contratto collettivo del settore la nuova normativa dell’apprendistato.

zienda, presso altra azienda del gruppo o presso una struttura esterna, mediante formazione in aula, on the job, formazione a distanza (FAD) e tramite strumenti di e‐learning. La formazione deve essere registrata nel libretto formativo del cittadino, quando diverrà operativo e, nel frattempo, potrà essere registrata anche attraverso supporti informativi e fogli firma conservati dall’azienda.

Decorrenza L’accordo si applica per le assunzioni di nuovi contratti di apprendistato stipulati dal 26 aprile 2012; agli apprendisti assunti prima di tale data continua ad applicarsi la precedente disciplina.

Percentuali di conferma Le Parti hanno concordato un obbligo in relazione al mantenimento in forza degli apprendisti assunti in precedenza per poter assumere nuovi apprendisti. Relativamente ai contratti di apprendistato stipulati per profili: • artigiani o equipollenti a quelli artigiani previsti nella Tabella B), le aziende non possano assumere apprendisti relativi agli stessi profili professionali qualora non abbiano confermato in servizio almeno il 90% dei contratti di apprendistato scaduti nei 12 mesi precedenti; tale disposizione non trova applicazione fino a 3 unità non confermate; • di cui alla Tabella A), le aziende non possano assumere apprendisti per detti profili qualora non abbiano confermato in servizio almeno il 70% dei lavoratori il cui contratto sia scaduto nei 12 mesi precedenti; tale disposizione non trova applicazione fino a 5 unità non confermate (e fermo restando tale limite, la conferma da parte dell’azienda di 3 contratti di apprendistato darà diritto al recupero di 1 unità) Nel computo, non devono essere considerati i lavoratori, il cui contratto sia terminato per le seguenti motivazioni: dimissioni del lavoratore; lavoratori licenziati per giusta causa; lavoratori che al termine dell’apprendistato non abbiano accettato la proposta di rimanere in servizio a tempo indeterminato; i contratti risolti nel corso o al termine del periodo di prova.

Tipologia di apprendistato L’accordo ha disciplinato solamente l’apprendistato professionalizzante o di mestiere. Durata La durata massima è stabilita in 3 anni. L’accordo individua i profili professionali operai dell’artigianato e delle figure equipollenti a quelle dell’artigianato per i quali la durata massima è elevata a 4/5 anni. Profili artigiani e profili equipollenti a quelli artigiani L’accordo ha stabilito per quali figure professionali dell’artigianato e equipollenti a quelle dell’artigianato è definita una durata dell’apprendistato superiore ai 3 anni, pari a 4 o 5 anni (specificatamente indicato nella tabella B allegata all’accordo): • autisti inquadrati nel 3° livello Super, 5 anni di apprendistato • autisti inquadrati nel 3° livello, 4 anni di apprendistato • altre figure operaie inquadrati nel 4° livello Senior e 4° livello Junior, come gli addetti al magazzinaggio, alla manutenzione veicoli e alla movimentazione, 4 anni di apprendistato. Tali durate possono essere applicate sia dalle imprese artigiane sia dalle imprese non artigiane in quanto l’accordo ha definito questi specifici profili come “equipollenti a quelle dell’artigianato”.

Retribuzione La retribuzione degli apprendisti è calcolata in percentuale sul minimo contrattuale previsto per il livello di riferimento, a seconda di quanto riportato nelle tabelle allegate all’accordo: • Tabella A) per la generalità apprendisti, esclusi i profili artigiani o equipollenti di cui alla tabella B • Tabella B) per i profili artigiani e profili equipollenti a quelli artigiani Per le percentuali da applicare e il testo dell’accordo si rimanda al testo pubblicato sul sito www.confartigianatofvg.it.

Formazione Il datore di lavoro dovrà erogare ad ogni lavoratore assunto con contratto di apprendistato la formazione tecnicoprofessionale pari ad 80 ore medie annue, comprese le 8 ore della formazione in sicurezza stabilite dall’Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2012 per i datori di lavoro che operano nel settore dell’Autotrasporto. Tale monte ore dovrà essere integrato dall’offerta formativa pubblica per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali. La formazione potrà essere erogata internamente all’a-

(Fonti: accordo apprendistato professionalizzante settore Autotrasporto del 24 aprile 2012) 15


Normativa del lavoro

Ferie non godute del 2010, pagamento contributi sul residuo al 30 giugno Il datore di lavoro è tenuto a versare la contribuzione previdenziale riferita ai compensi per ferie maturate nel corso dell’anno 2010 e non godute entro il 30 giugno 2012, o diverso termine come indicato in tabella: SCADENZA DELL’OBBLIGO CONTRIBUTIVO in assenza di regolamentazione contrattuale, aziendale o individuale in materia di termine ultimo per il godimento delle ferie (maturate nel 2010)

18° mese successivo all’anno di maturazione (30 giugno 2012)

in presenza di accordi e/o regolamenti aziendali o pattuizioni individuali che prevedono un termine ultimo per il godimento delle ferie (più ampio di 18 mesi)

termine fissato dall’accordo

regolamento o pattuizione individuale Si ricorda che in base alle vigenti norme, il lavoratore ha diritto ad un periodo minimo di ferie annuali di 4 settimane (per il periodo effettivo si rimanda ai CCNL applicato) di cui: • 2 dovranno essere godute obbligatoriamente nell’anno di maturazione • 2 potranno essere godute nei 18 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione. Il periodo minimo di 4 settimane non può essere sostituito dall’indennità per ferie non godute, salvo il caso di risoluzione del rapporto di lavoro. La versione integrale di questo articolo è scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it.

Entro il 30 giugno richiesta agevolazioni per assunzioni disabili Entro il 30 giugno 2012 i datori di lavoro possono presentare domanda alla Provincia per accedere alle agevolazioni contributive per le assunzioni di disabili. Per fruire delle agevolazioni devono essere state stipulate apposite convenzioni con il servizio per l’impiego della Provincia. Nelle convenzioni, che consistono nella determinazione di un programma volto al conseguimento degli obiettivi occupazionali di lavoratori disabili, devono essere definiti tempi e modalità delle assunzioni che il datore di lavoro si impegna ad effettuare. I presupposti per l’ammissione a contributo sono: • assunzione a tempo indeterminato

• avviamento al lavoro realizzato nell’anno antecedente all’emanazione del provvedimento di riparto delle risorse • permanenza del rapporto di lavoro o, qualora previsto, l’esperimento del periodo di prova con esito positivo e le agevolazioni sono previste nella misura previste del 25% o del 60% del costo salariale (a seconda della percentuale di riduzione della capacità lavorativa) o come rimborso forfettario parziale. La versione integrale del documento è scaricabile dal sito www.confartigianatofvg.it. (Font: art. 13 Legge n. 68/1999, Legge n. 247/2007)

Aggiornamento dei moduli per le comunicazioni obbligatorie “Adeline” Il ministero del lavoro ha aggiornato i moduli delle comunicazioni obbligatorie inviate dai datori di lavoro tramite ADELINE rese in caso di instaurazione, proroga, trasformazione e cessazione del rapporto di lavoro. Le novità di maggior rilievo attengono alle informazioni relative all’assunzione, proroga, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro di apprendistato a seguito dell’en-

trata in vigore del nuovo Testo Unico. Si rimanda pertanto alla lettura del documento “Modelli e Regole Aprile 2012” scaricabile al seguente percorso: sito www.cliclavoro.gov. it – Usa i servizi – CO – Area Download – Modelli Unificati – Modelli e Regole. (Fonti: decreto direttoriale del ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 59/2012, modelli e regole versione aprile 2012) 16


Normativa del lavoro

Responsabilità solidale negli appalti, nuove norme La recente legge sulle semplificazioni (n.35/2012) ha modificato l’art. 29 del Decreto Legislativo 276 del 2003 in materia di responsabilità solidale negli appalti. In base alla nuova norma (comma 2 dell’art.29), in caso di appalto di opere o di servizi, il committente imprenditore o datore di lavoro e’ obbligato in solido con l’appaltatore, nonche’ con ciascuno degli eventuali subappaltatori entro il limite di due anni dalla cessazione dell’appalto, a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi, comprese le quote di trattamento di fine rapporto, nonche’ i contributi previdenziali e i premi assicurativi dovuti in relazione al periodo di esecuzione del contratto di appalto, restando escluso qualsiasi obbligo per le sanzioni civili di cui risponde solo il responsabile dell’inadempimento.

(Fonti: Legge sulle semplificazioni n.35/2012)

Contributi per l’assunzione di soggetti ad elevata qualificazione e di personale da impiegare in attività di ricerca Al fine di favorire la ricerca, lo sviluppo e la diffusione dell’innovazione tecnologica, la Regione concede già a partire dal 2004 degli incentivi per i datori di lavoro che assumono soggetti ad elevata qualificazione e personale da impiegare in attività di ricerca. Si ritiene utile riepilogare sinteticamente quanto previsto dal Regolamento del 2009, tuttora in vigore.

di diploma di scuola secondaria di secondo grado, effettivamente impiegato in concrete attività di ricerca. Ammontare degli incentivi. Il contributo ammonta per ciascuna assunzione ed è previsto nelle misure indicate nella tabella:

Beneficiari. Possono beneficiare dei contributi le imprese, le associazioni e le fondazioni che perseguono la promozione, il sostegno e il rafforzamento dell’innovazione tecnologica.

Se uomini

Se donne

a tempo indeterminato

10.000 euro

12.000 euro

a tempo determinato

9.000 euro

10.800 euro

Domande. Per richiedere i contributi i beneficiari devono presentare domanda nel termine perentorio di 30 giorni dall’assunzione. È possibile scaricare la documentazione e la modulistica dal sito della Regione (www.regione.fvg.it – Formazione Lavoro – Occupazione – Incentivi per l’occupazione – Assunzione di soggetti ad elevata qualificazione e di personale da impiegare in attività di ricerca) o dal sito delle rispettive Provincie. La versione integrale di questo articolo è scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it.

Assunzioni finanziabili. Vengono incentivati l’assunzione con contratto di lavoro: • a tempo indeterminato pieno • a tempo determinato pieno di durata almeno di due anni di a) soggetti ad elevata qualificazione in possesso di laurea triennale o specialistica, di laurea conseguita secondo il vecchio ordinamento universitario o equipollenti, ovvero di altra laurea associata alla dimostrazione di avere frequentato un corso concernente il trasferimento tecnologico, la diffusione dell’innovazione, la trasmissione della conoscenza e dell’informazione b) personale da impiegare in attività di ricerca in possesso

(Fonti: Regolamento per la concessione di incentivi per favorire l’occupazione di soggetti al elevata qualificazione e di personale da impiegare in attività di ricerca DPReg. 23 ottobre 2009, n.299, pubblicato sul BUR n.50/2009) 17


Normativa del lavoro

Sgravio contributivo su E.E.T. e premi di risultato erogati del 2010 Domande entro il 3 giugno 2012 L’Inps ha rilasciato la procedura per l’acquisizione e la trasmissione delle domande relative allo sgravio contributivo per l’incentivazione della contrattazione di secondo livello, riferito agli importi corrisposti nell’anno 2010. Le domande da inviare telematicamente potranno essere trasmesse dalle ore 15 del giorno 07 maggio 2012 alle ore 23 del 3 giugno

2012 tramite l’applicazione disponibile sul sito www.inps.it - sezione Servizi on line - Servizi per Aziende e Consulenti. L’Inps nel proprio messaggio fornisce alcune specifiche precisazioni, riportate nella versione integrale di questo articolo e scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it. (Fonti: Messaggio INPS n.7597 del 4 maggio 2012)

Indice di rivalutazione T.F.R. aprile 2012 L’indice di rivalutazione del T.F.R. del mese di aprile 2012 è 1,725962%. L’indice è utilizzato per rivalutare il trattamento di fine rapporto accantonato al 31 dicembre 2011 di un dipendente che risolve il rapporto di lavoro nel periodo dal 15 aprile 2012 al 14 maggio 2012. (Fonti: www.istat.it)

Calcolo del premio Inail Aggiornati i minimali e i massimali per l’anno 2012 L’Inail ha aggiornato per l’anno 2012 gli importi dei minimali e massimali di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. Il provvedimento illustra i minimali e i massimali aggiornati per il calcolo del premio per: • la generalità dei lavoratori dipendenti • i lavoratori a tempo parziale

• i lavoratori parasubordinati (co.co.co. – lavoro a progetto – mini co.co.co) • i premi speciali unitari per gli artigiani • i familiari partecipanti all’impresa familiare non artigiana • tirocini formativi e di orientamento. La versione integrale di questo articolo è scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it. (Fonti: Circolare Inail n.16 del 27.03.2012)

Sconto artigiani: pubblicato il decreto che conferma lo sconto Inail L’Inail aveva anticipato che la riduzione dei premi Inail per l’anno 2011 per tutte le imprese artigiane nella misura del 7,01% in possesso di determinati requisiti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (articolo 1, commi 780 e 781, Legge n. 296/2006). Ora è stato pubblicato il Decreto che

conferma la riduzione del premio a favore delle aziende artigiane, e conferma quindi la misura dello 7,01% già applicato in sede di autoliquidazione alla regolazione 2011. (Fonti: Determinazione del Presidente INAIL n. 296/2011, Decreto interministeriale 27 gennaio 2012 pubblicato nella GU n. 99/2012)

Autotrasporto, nuove riduzioni dei tassi Inail vuti dalle imprese artigiane per le voci 9123 (classe di rischio 5°) e 9121 (classe di rischio 8°) per i titolari, soci, collaboratori familiari, associati in partecipazione. L’INAIL informa che è in corso di spedizione alle imprese interessate il modello 20 SM ai fini della comunicazione dei tassi rielaborati per l’anno 2012 e fornisce tutte le istruzioni operative per il calcolo e il recupero del credito. La versione integrale di questo articolo è scaricabile dal sito internet www.confartigianatofvg.it.

Grazie al rifinanziamento degli interventi a sostegno del settore dell’autotrasporto, l’INAIL rende note le nuove misure delle agevolazioni previste per le imprese del settore autotrasporto merci in conto terzi, sia per i dipendenti sia per i premi speciali unitari dovuti dai componenti il nucleo artigiano. Le modifiche approvate sono le seguenti: • riduzione dei tassi di tariffa per le voci 9121 e 9123 delle Gestioni Industria, Artigianato e Terziario da applicare alle retribuzioni dei lavoratori dipendenti • riduzione dell’11,90% dei premi speciali unitari do-

(Fonti: delibera INAIL n.123 del 30.03.2012 – Nota INAIL prot. n.2737 del 26.04.2012)

18


Ambiente

Sicurezza

In arrivo semplificazioni del Testo Unico ambientale Sfalci e potature parzialmente esclusi dai rifiuti, riciclo in situ dei materiali da scavo, semplificazione procedure per l’apertura di impianti di compostaggio di prossimità. Sono molte le modifiche al Dlgs 152/2006 nel disegno di legge approvato dal Senato il 9 maggio 2012. Il testo dovrà ora tornare alla Camera che aveva già licenziato il provvedimento il 16 febbraio 2012, ma in una versione più “snella”. Tra gli altri interventi di restyling del Codice ambientale si segnalano: il riconoscimento di un prezzo superiore per il conferimento di rifiuti al riciclo piuttosto che al recupero energetico; la previsione della natura non esclusivamente economica delle misure di compensazione ambientale a carico di chi realizza interventi; l’ingresso del criterio del “chi inquina paga” nella determinazione delle tariffe dei servizi idrici e di recupero dei costi ambientali. Infine prevista la delega al Ministero delle politiche agricole per l’utilizzo sostenibile dei pesticidi e l’ampliamento delle imprese beneficiare di misure di riduzione o eliminazione dei controlli già introdotte dal Dl 5/2012 (“Semplificazioni”).

Manuale illustrato per lavori in ambienti confinati Approvato dalla Commissione consultiva permanente il 18 aprile 2012 A seguito dell’emanazione del DPR 177/2011 recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, la Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha approvato un manuale pratico rivolto a quanti operano in tale settore, con particola-

re riferimento alle micro e piccole imprese che si occupano di bonifiche e/o manutenzione in ambienti confinati. Il manuale è scaricabile all’indirizzo: http://www.lavoro.gov.it/Lavoro/SicurezzaLavoro/Primo Piano/20120510_Manuale.htm

Intermediazione e commercio di rifiuti Modifiche ai criteri per l’iscrizione all’Albo Con la deliberazione 18 aprile 2012 n. 4 l’Albo Nazionale Gestori Ambientali ha stabilito, a modifica della precedente deliberazione 15 dicembre 2010 n. 2, che il responsabile tecnico delle imprese che intendono iscriversi nella categoria 8 (intermediazione e commercio di rifiuti) dell’Albo nazionale dei gestori di rifiuti può essere “d) un soggetto

esterno all’organizzazione dell’impresa che ricopra lo stesso incarico contemporaneamente per non più di quaranta imprese iscritte all’Albo, delle quali non più di cinque iscritte nella classe a), non più di dieci iscritte nella classe b), non più di venti iscritte nella classe c) e non più di trenta iscritte nella classe d)”.

Tutela da campi elettromagnetici: prorogati gli obblighi al 31 ottobre 2013 Con la nuova direttiva 2012/11/Ue è stata prorogata al 31 ottobre 2013 l’entrata in vigore delle disposizioni in materia di tutela dei lavoratori dai campi elettromagnetici previste dal titolo VIII - capo IV - del D.lgs. 81/2008. 19


Ambiente

Sicurezza

Sistri, proroga del contributo al 30 novembre Ci si avvia ad una vera revisione del sistema? A fine aprile il Ministero dell’Ambiente ha sancito, mediante comunicato, lo slittamento al 30 novembre 2012 della scadenza per il pagamento del contributo annuale. L’iniziativa si rende necessaria, secondo il Ministro Clini, per poter “valutare insieme (alle associazioni di categoria) le modalità per rendere finalmente operativo il sistema, senza aggiungere oneri amministrativi alle già complesse procedure cui le imprese sono sottoposte per rispettare gli adempimenti ambientali ed in particolare quelli in materia di rifiuti.” Quanto dichiarato nei comunicati ministeriali e negli articoli-inchiesta di recente pubblicazione conferma piena-

mente l’orientamento di Confartigianato nei confronti del Sistri e apre le porte ad una profonda revisione del sistema, che allo stato attuale non possiede i requisiti per essere operativo nei tempi previsti. Proprio in un recente comunicato stampa (11 maggio 2012) il Presidente Guerrini, citando i dati “negativi” del Sistri, ha sostenuto ancora una volta la necessità di sopprimere – non solo differire – un contributo versato per un sistema inesistente e ha ribadito la necessità di superare il sistema di tracciabilità come oggi concepito e di progettarne uno che risponda davvero ai requisiti di efficienza, economicità ed efficacia.

Autocertificazione dei rischi: proroga al 31 dicembre 2012 Il Decreto Legge 12 maggio 2012, n. 57 - Disposizioni urgenti in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro nel settore dei trasporti e delle microimprese - pubblicato in G.U. il 14 maggio 2012 ed entrato in vigore nella stessa data, ha prorogato al 31 dicembre 2012 il termine ultimo entro il quale le imprese che occupano fino a 10 lavoratori possono autocertificare l’effettuazione della valutazione dei rischi. Una volta superato questo termine, o in alternativa tre mesi

dopo l’emanazione delle procedure standardizzate di cui all’art. 29 comma 5 del D.Lgs. 81/2008, tutte le imprese dovranno essere munite di Documento di Valutazione dei Rischi (DVR). Si ricorda, a scanso di equivoci, che autocertificare la valutazione dei rischi non significa non effettuare la valutazione ma semplicemente non redigere, una volta concluso il processo valutativo, il documento di cui all’art. 29 comma 1 del D.Lgs. 81/2008.

Trasporto transfrontaliero di rifiuti: soppresso l’obbligo dichiarazione dell’autorità nazionale Con la legge di conversione del DL “Semplificazioni tributarie” (Legge n. 44 del 26 aprile 2012) è stato soppresso l’obbligo di accompagnare le spedizioni transfrontaliere di rifiuti con una dichiarazione dell’autorità del Paese di destinazione dalla quale risulti la presenza, nella legislazione nazionale, di norme ambientali equivalenti a quelle italiane ed europee. Tale disposizione era stata introdotta dalla legge di conversione del DL “Semplificazioni” n. 35 del 4 aprile 2012.

Eco-contributo per gli pneumatici fuori uso: dall’11 maggio devono applicarlo anche gli autoconcessionari A partire dall’11 maggio 2012 anche i concessionari e i venditori di autoveicoli, motoveicoli, ciclomotori, macchine operatrici, macchine movimento terra e rimorchi dovranno applicare, su ogni veicolo venduto sul mercato nazionale, l’eco-contributo per la gestione degli pneumatici fuori uso. Lo stabilisce il DM 26 aprile 2012 in attuazione dell’art. 7 del DM 82/2011. Il contributo andrà poi versato al Comitato PFU Pneumatici Fuori Uso previo iscrizione al sito www. pneumaticifuoriuso.it. L’adesione è obbligatoria e necessaria per poter adempiere a tutti gli obblighi previsti a carico dei venditori, di seguito riassunti: 20


Ambiente

Sicurezza

OBBLIGHI DEI VENDITORI DI VEICOLI

QUANDO

Iscriversi al sito www.pneumaticifuoriuso.it

Entro l’11 maggio 2012

Indicare su ogni fattura di vendita l’ammontare dell’eco-contributo così come determinato dal DM 26 aprile 2012 (vedi tabella sottostante)

Comunicare i dati di tutti i veicoli immatricolati nel mese precedente

NOTE Per registrarsi come “utente certificato” è necessario disporre di una casella postale Mail PEC (fornita anche dal sito)

A partire dall’11 maggio 2012 entro il 15 di ogni mese successivo al mese di immatricolazione (a partire dall’11 maggio 2012)

In fattura, in corrispondenza dell’ammontare dell’eco-contributo, dovrà essere inserita la dicitura “Contributo ambientale per il recupero dei pneumatici fuori uso ai sensi dell’art. 7 del DM 11 aprile 2011, n. 82” L’eco-contributo deve essere assoggettato ad IVA. Le informazioni da comunicare relativamente ad ogni veicolo sono: tipo veicolo; targa; identificativo del veicolo (targa); data immatricolazione; categoria contributo, importo fatturato. Per i veicoli immatricolati dall’11 al 31 maggio 2012, i dati dovranno essere dichiarati entro il 15 giugno 2012.

Di seguito sono riportati gli eco contributi così come determinati dal DM 26 aprile 2012: Tipologie di pneumatici (Allegato E del D.M. 82/2011)

Pesi min-max (Kg)

Veicoli utilizzatori (classificati secondo l’art. 47 del CdS)

Contributo ambientale (€/veicolo)

A Ciclomotori e motoveicoli (ciclomotori, motocicli, motocarri, ecc.)

A1 (2-8)

Categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e ed O1 (*)

1,30

B1 (6 -18)

Categorie M1, M2, O2, NI

5,25

C1 (20 - 40) C2 (41,-70)

Categorie M2, M3, N2, N3, O3, O4

27,00 49,85

Macchine agricole, macchine operatrici, macchine industriali.

4,10 7,30 19,05 41,55 62,30 121,15

B Autoveicoli e relativi rimorchi (autovetture, autovetture per il trasporto promiscuo, autocaravan, ecc.) C Autocarri, Autobus (autotreni, auto snodati, auto articolati, filoveicoli, trattori stradali, ecc.) D Macchine agricole, macchine operatrici, macchine industriali (trattori, escavatori, ecc.)

DO, D1 (< 20) D2 (21-40) D3 (41 -70) D4 (71-130) D5(131 -200) D6 (> 200)

(*) Modificato con Decreto Direttoriale 11 maggio 2012, n° 3289.

Il Comitato provvederà al prelievo del corrispettivo dichiarato dal venditore a mezzo RID (sulle coordinate bancarie dichiarate al momento della registrazione al sistema sul sito web). Il RID viene emesso il 1° giorno lavorativo del secondo mese successivo a quello delle immatricolazioni dichiarate. Tutti i chiarimenti del caso possono essere richiesti via mail a info@pneumaticifuoriuso.it

Macchine operatrici circolanti su strada con targhe gialle Limitazioni all’utilizzo A seguito di precisazioni fornite dalla Motorizzazione Civile e dal Compartimento della Polizia Stradale si rende noto che le macchine operatrici dotate di targa gialla possono circolare su strada e possono effettuare lo spostamento di cose connesse con il ciclo operativo della macchina stessa o del cantiere. Gli organismi di Vigilanza hanno precisato che lo spostamento di cose non deve intendersi quale trasporto di cose

in quanto viene ribadito che i veicoli citati non possono effettuare su strada alcun trasporto. Alla luce di tali interpretazioni non risulta conforme al codice della strada (nella fattispecie all’articolo 58) l’utilizzo di tali mezzi per il conferimento in discarica o presso centri di stoccaggio o di recupero dei rifiuti prodotti nei cantieri di lavoro in quanto l’operazione si configurerebbe come trasporto e non come spostamento di cose. 21


Dalle province Gorizia

ANAP: gita a Lussinpiccolo Ai soci dell’ANAP, agli artigiani e agli amici che vorranno partecipare, il Gruppo pensionati dell’ANAP di Gorizia organizza per l’anno 2012 le seguenti gite:

no essere lasciate libere alle ore 12. Pranzo in hotel, nel pomeriggio partenza per il rientro in Italia con arrivo in serata.

LUSSINPICCOLO 6 - 7 - 8 - 9 SETTEMBRE

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 320,00 a persona in camera doppia € 350,00 in camera singola bambini fino a 12 anni 50%, con 3° letto

2012

GIOVEDÌ 6 SETTEMBRE Incontro dei partecipanti ore 6.15 a Cormòns – via Ara Pacis 52/1 presso sede Confartigianato, partenza in pullman GT verso la Croazia, ore 6.30 ritrovo a Gorizia – parcheggio Expomego, ore 6.45 Gradisca d’Isonzo – fermata corriere in v.le Regina Elena, ore 7.00 Monfalcone – parcheggio ospedale S. Polo, colazione al sacco con bevande durante il viaggio (a carico dell’organizzazione), pranzo e cena in hotel.

COMPRENDE: viaggio in pullman GT andata e ritorno; n. 3 pernottamenti pensione completa, escluso bevande, all’hotel AURORA **** (bevanda di benvenuto – uso piscina interna ed esterna con acqua di mare – uso fitness – uso sdraie e parasole sulla spiaggia – uso asciugamani per spiaggia); colazione al sacco durante il viaggio di andata; n. 1 pranzo in hotel il giorno di arrivo; n. 1 pranzo in hotel il giorno della partenza.

VENERDÌ 7 SETTEMBRE Dopo la prima colazione, visita alla città con il pullman, in serata cena caratteristica a base di pesce al ristorante “DA EKI” in località Artatore (bevande escluse), partenza dall’Hotel alle ore 20.00.

PRENOTAZIONI: entro il 20 giugno 2012 versando un acconto di € 200,00 o l’intero importo (in caso di rinuncia verrà trattenuto l’importo di € 50,00 per il costo del pullman e del traghetto) telefonando a Gianfranco tel. 0481-82100 interno 583. Le prenotazioni si ricevono fino ad esaurimento dei posti, comunque non meno di 40. Ogni persona deve essere provvista di passaporto o carta d’identità validi (non è valida la carta d’identità).

SABATO 8 SETTEMBRE Giornata libera a disposizione DOMENICA 9 SETTEMBRE Mattinata libera per eventuali bagni, le camere dovran-

Camera di Commercio I.A.A. di Gorizia Magicamente imprenditrice – il Premio 3^ edizione Dal 07 maggio 2012 al 27 luglio 2012 sono aperti i termini per la presentazione delle domande alla 3^ edizione di Magicamente imprenditrice Il Premio - Concorso per l’assegnazione di premi in denaro alle imprese femminili della provincia di Gorizia, promosso dalla Camera di Commercio di Gorizia ed il Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile.

Il bando di concorso e la modulistica sono scaricabili dal sito della CCIAA www.go.camcom.gov.it. Per informazioni contattare la segreteria del Comitato Imprenditoria femminile ai numeri 0481-384261 0481384202 oppure via e-mail all’indirizzo spazio.impresa@ go.camcom.it

22


Dalle province Gorizia

MIDEST 2012 Salone mondiale della subfornitura Parigi, 06 - 09 novembre 2012 COSTI DI ISCRIZIONE QUOTA DI PARTECIPAZIONE: la partecipazione prevede una quota di iscrizione per ogni co-espositore pari a € 445,00 + IVA. La quota di iscrizione è obbligatoria per ogni azienda e non è inclusa nel costo della collettiva. LA QUOTA INCLUDE: assicurazione / iscrizione al catalogo cartaceo della fiera (ragione sociale ed indirizzo) / iscrizione al catalogo internet presso il sito www.midest.com con link attivo sull’e-mail e sull’indirizzo del sito web della Vostra azienda / scheda di presentazione dell’azienda su internet con 3 foto / comunicato stampa su www.midest. com / iscrizione alla guida del visitatore (pocket plan) / tessere d’ingresso espositori (3 per mq.) / N. 100 biglietti invito visitatori / Stickers per la corrispondenza / pulizia quotidiana del pavimento / Partecipazione all’iniziativa “Trofei Midest 2012” e al partner Club su www.midest.com / Accesso all’ufficio stampa e scaffale per il comunicato stampa / Ricordiamo che i costi di spedizione (andata/ritorno) e di movimentazione interna dei campionari saranno a totale carico degli espositori. Le aziende interessate alla partecipazione dovranno far pervenire alla scrivente ConCentro-Centro Regionale della Subfornitura del Friuli Venezia Giulia il modulo di adesione allegato, debitamente compilato, entro e non oltre il 29 maggio 2012, al numero di fax 0434 381637 o a mezzo e-mail subforint@pn.camcom.it. Le imprese aderenti della provincia di Gorizia, che ne abbiano i requisiti, possono fare domanda di voucher per l’internazionalizzazione, che su una spesa massima rendicontabile di 5.000,00 euro prevede il rimborso fino a 3.500,00 euro. Per ulteriori informazioni, invitiamo gli interessati a contattare il numero 0481384237.

L’edizione 2012 vedrà come di consueto ConCentro, tramite il Centro Regionale della Subfornitura del Friuli Venezia Giulia, in partenariato con le Camere di Commercio di Gorizia, Udine e Trieste e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, coordinare la partecipazione delle aziende subfornitrici interessate a “MIDEST” – Salone mondiale della Subfornitura. La partecipazione nella collettiva italiana prevede la scelta tra due formule: 1) Area collettiva e servizi comuni, formula “open space” con la possibilità di esporre i propri prodotti in una vetrina o su dei volumi espositivi. Per ogni azienda è previsto un proprio tavolo con sedie e nome dell’azienda su fascia. Costo € 3.550,00 + IVA 2) Stand individuale di circa 12mq con pareti separatorie tra le aziende, una o due vetrine, volumi espositivi, tavolo con sedie, proprio sgabuzzino (1m x 1m), nome dell’azienda su fascia. Costo € 5.320,00 + IVA (supplemento di € 450 + IVA per posizione angolare) L’edizione 2011 di “MIDEST” ha visto circa 1.724 espositori provenienti da 36 paesi, 42.769 visitatori provenienti da 65 nazioni appartenenti a tutti i settori d’attività (+ 5,8% rispetto al 2010), riconfermandosi così un evento molto attrattivo per i professionisti del settore della subfornitura. La specializzazione di MIDEST è chiaramente definita in distinte sezioni espositive: trasformazione e lavorazione dei metalli (fonderia, tornitura, deformazione, lavorazione lamiera, ecc.), prodotti semifiniti, meccanica di precisione, utensili e manutenzione per officine meccaniche, fissaggio industriale, plastica/gomma ed elettronica.

Attenzione alle truffe o alle e-mail ingannevoli imprese a visitare siti web dai quali è possibile acquistare on-line dei prodotti che, a loro dire, permettono di accedere agli archivi del Registro delle imprese. Suggeriamo di prestare la massima attenzione a richieste di questo tipo e di rivolgersi per un controllo agli uffici URP o Regolazione del Mercato delle Camere di Commercio di competenza.

Arrivano alle Camere di Commercio segnalazioni da parte di imprese che vengono invitate, dietro corrispettivo, ad iscriversi in un Registro non ben identificato generando volutamente una confusione con l’iscrizione nel pubblico Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di Commercio. In altri casi, vengono inviate alle imprese, prevalentemente via posta elettronica, proposte di vendita di “dati delle Camere di Commercio” o di programmi per “estrarre dati dalle Camere di Commercio”. Gli autori di queste iniziative, generalmente, portano le 23


Dalle province Gorizia

PEC – Posta Elettronica Certificata Modalità di rinnovo - aggiornamenti

Ad integrazione degli articoli pubblicati nei numeri precedenti di ”Informimpresa”, comunichiamo che Confartigianato ha convenuto nuove condizioni, ulteriormente migliorative, riguardanti il servizio PEC per le imprese associate. In particolare: • A partire dal 1° ottobre 2012, e fino al 31 ottobre 2012, sarà possibile provvedere al rinnovo delle PEC attivate; • Nel prezzo della convenzione, pari ad € 6,00 + IVA, è compreso un ulteriore anno di abbonamento al servizio, a partire dal mese di pagamento (e quindi da ottobre 2012), fino al mese di settembre 2013 (compreso). Le imprese che hanno attivato o attiveranno la PEC, saranno avvisate via PEC sulle modalità di pagamento , che saranno a mezzo carta di credito sul sito www.impresasemplice.it, oppure con addebito su contratto linea fissa Telecom Italia (se attivo) che dovrà essere autorizzato dall’interessato.

MODALITÀ DI INVIO AVVISO AUTOMATICO Per coloro i quali disponessero di una casella PEC già attiva con Telecom, ricordiamo che una volta effettuato il LOGIN nella propria area riservata, nella sezione in alto a destra OPZIONI è possibile abilitare le modalità di invio di avviso automatico (Gestione Forward Posta Elettronica Certificata o Gestione avvisi SMS): in caso di ricezione di un messaggio nella propria casella PEC, la procedura invierà in automatico un SMS al numero di cellulare o un’E-MAIL all’indirizzo e-mail impostati. Invitiamo tutte le imprese che abbiano attivato una casella PEC Telecom, a fare molta attenzione nel rispettare i termini di rinnovo entro ottobre, in quanto, oltre tale periodo, le PEC verranno automaticamente cessate. Per ulteriori informazioni ed approfondimenti, contattare l’ufficio categorie di Confartigianato Gorizia (rif. Michele Feresin – tel. 0481-82100 – int. 580).

Corso per addetti antincendio rischio basso Si svolgerà a Gradisca d’Isonzo il prossimo corso per R.S.P.P. (Responsabili Servizio di Prevenzione e Protezione) sui luoghi di lavoro, riservato ai titolari che hanno la responsabilità della sicurezza all’interno dell’azienda. Il corso è comprensivo della formazione prevista per la gestione delle emergenze in conformità a quanto previsto dal D. Lgs. 81/08 ed avrà la durata di 16 ore complessive. I posti disponibili sono al massimo 25. Il costo pro capite è di € 250,00 IVA compresa. Alle imprese non associate a Confartigianato sarà applicata una maggiorazione di € 60,00. Al termine del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione, valido a tutti gli effetti come prova della avvenuta formazione. Il corso si svolgerà nelle giornate ed orari di seguito specificati:

GRADISCA BORGO S.M. MADDALENA 2 lunedì 25 giugno 2012 lunedì 2 luglio 2012 lunedì 9 luglio 2012

Dalle 17.30 alle 21.30

lunedì 16 luglio 2012 Per ulteriori informazioni contattare l’ufficio ambiente e sicurezza di Confartigianato Gorizia (rif. Federico Colautti tel. 0481 82100 int. 526 - e-mail: federico.colautti@confartigianatoisontino.it). Invitiamo gli interessati a compilare la scheda di adesione allegata e restituita via mail o a mezzo fax al numero 0481-969595 entro e non oltre venerdì 15 giugno 2012.

SCHEDA DI ADESIONE da restituire entro il 15 giugno Ditta _____________________________________________

Cod. Fisc / P.IVA__________________________________

Tel. ______________________________________________

E-mail___________________________________________

❑ RSPP GRADISCA – 16 ORE – 25/6 e 2-9-16/7/2012 – dalle 17.30 alle 21.30 Partecipante/i _____________________________________ Data _________________________________

Luogo e data di nascita ___________________________

Firma _________________________________________________

Ai sensi della L. n.196/2003 Tutela della Privacy - Condizioni generali di adesione: La partecipazione al corso è subordinata al preventivo pagamento della relativa quota che dovrà essere versata prima dell’inizio della prima lezione. E’ possibile pagare tramite RID, RIBA;bancomat, contanti ed assegno. Si invitano pertanto gli interessati a presentarsi con un po’ di anticipo al primo incontro. Nel caso le adesioni superassero il numero massimo stabilito per ciascun corso si farà riferimento all’ordine cronologico di arrivo delle schede di iscrizione; Per accedere al test di valutazione finale e conseguire l’attestato di partecipazione al corso, è obbligatoria la frequenza all’intero corso. Nel caso di impossibilità a partecipare ad un incontro si potrà recuperare la frequenza nel corso successivo senza aggravi di spesa; alla fine del corso verrà rilasciato, a chi è in regola con le frequenze, l’attestato di partecipazione; L’abbandono del corso dopo l’inizio delle lezioni non da diritto al rimborso della quota.

24


Dalle province Trieste

Alcool e lavoro

Informazione e formazione per le mansioni a rischio (autisti, carrellisti, lavoratori dell’edilizia, ecc…) delibera, le “linee guida per la prevenzione dei problemi di sicurezza sul lavoro legati all’assunzione di alcool”. Tali linee guida, riprendendo quanto già previsto a livello nazionale, individuano per le attività a rischio (mansioni individuate dall’accordo stato regioni del 2006 e altre mansioni per le quali la valutazione dei rischi ha fatto emergere criticità in relazione all’assunzione di alcol), un percorso basato su: • informazione/formazione dei lavoratori; • considerazione del problema alcool in fase di valutazione dei rischi; • accertamenti del medico competente nell’ambito della sorveglianza sanitaria; • creazione di una rete territoriale per favorire un percorso di prevenzione, cura e riabilitazione. Al fine di dare attuazione al protocollo regionale è di fondamentale importanza attivare un percorso che vede al primo posto l’azione informativa e formativa sull’alcool nei confronti dei lavoratori a rischio, azione informativa e formativa resa peraltro obbligatoria dal D.Lgs. 81/2008. A tale scopo Confartigianato Trieste organizza nuovamente incontri informativi/formativi presso la propria sede affiancandosi così all’attività già messa in atto nelle singole aziende. Tali incontri, della durata di circa 2 ore, saranno tenuti dai medici del lavoro di Confartigianato Trieste. Tutte le imprese con lavoratori che esercitano mansioni a rischio e che non avessero già partecipato a tali corsi sono pertanto invitate a prendere contatto con l’Ufficio Ambiente e Sicurezza di Confartigianato Trieste (tel. 040 3735-258/208/209) per prenotare la partecipazione agli interventi informativi.

Da diversi anni legislatore e parti sociali hanno attivato un percorso, fondato su provvedimenti normativi e accordi di varia natura, teso a prevenire gli effetti che il consumo di bevande alcoliche può avere sulla sicurezza nel lavoro. Le attività, ovvero le mansioni, che comportano un elevato rischio di infortuni e conseguentemente risultano soggette alle disposizioni della Legge 125/2001 sono state individuate con Provvedimento Stato Regioni del 16 marzo 2006. Tra queste: • attività per le quali è richiesto un certificato di abilitazione per l’espletamento di lavori pericolosi (es. impiego di gas tossici, conduzione di generatori di vapore, manutenzione degli ascensori, vendita di fitosanitari, ecc.); • addetti alla guida di veicoli stradali per i quali è richiesto il possesso della patente di guida categoria B, C, D, E, e quelli per i quali è richiesto il certificato di abilitazione professionale per la guida di taxi o di veicoli in servizio di noleggio con conducente, ovvero il certificato di formazione professionale per guida di veicoli che trasportano merci pericolose su strada; • addetti alla guida di macchine movimento terra e merci; • lavoratori del comparto edile e delle costruzioni e tutte le mansioni che prevedono lavori in quota (oltre i 2 metri di altezza). Il D.Lgs. 81/2008 (Testo Unico in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro) ha da parte sua stabilito, all’art. 41, che gli accertamenti effettuati nell’ambito della sorveglianza sanitaria sono finalizzati anche alla verifica di assenza di condizioni di alcol dipendenza e di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti. La Regione Friuli Venezia Giulia ha emanato, con propria

Corsi di formazione per attività di bonifica dell’amianto Con la presente si intendono informare i Signori Soci che Edilmaster - la Scuola Edile di Trieste intende organizzare ulteriori corsi di abilitazione per operare nell’ambito delle suddette attività. I corsi da attivare saranno i seguenti: • corso per ADDETTI ALLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO AMIANTO: durata 30 ore, esami compresi, frequenza pomeridiana una o due volte la settimana; • corso per RESPONSABILI DI GESTIONE E DIREZIONE DELLE ATTIVITÀ DI BONIFICA AMIANTO: durata 50 ore, esami compresi, frequenza pomeridiana una o due volte la settimana;

I corsi potranno essere parzialmente finanziati dall’ente regionale; è prevista una quota di iscrizione variabile a seconda del numero dei partecipanti. Considerato inoltre che il numero massimo di iscritti al corso non potrà superare le 25 persone, invitiamo gli interessati a contattare la Scuola Edile di Trieste Edilmaster. La Segreteria della Scuola (Sig.ra Varin tel. 040 2822422 oppure avarin@scuolaedilets.it) rimane a disposizione per ogni ulteriore necessità di chiarimento dalle 09.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì. 25


Dalle province Pordenone

60 mila euro a sostegno delle imprese che puntano all’estero Il nuovo bando della CCIAA sarà aperto fino al 15 novembre 2012 Fino al 15 novembre 2012 le imprese pordenonesi potranno richiedere un aiuto in più per rilanciare il loro sviluppo verso i mercati esteri. La Camera di Commercio propone, infatti, la nuova edizione del bando per l’assegnazione di voucher per la promozione dell’internazionalizzazione delle imprese della provincia, con l’obiettivo di sostenere la loro competitività compensando parte delle spese sostenute per la partecipazione ad iniziative di internazionalizzazione. Dell’aiuto potranno beneficiare imprese, cooperative, consorzi e società consortili che parteciperanno ad una o più iniziative di internazionalizzazione – missioni, fiere, esposizioni estere - previste nel corso del corrente anno,

organizzate dalla CCIAA di Pordenone - Azienda Speciale ConCentro o da altre CCIAA e/o loro Aziende Speciali congiuntamente alla CCIAA di Pordenone. Le imprese potranno richiedere due tipi di voucher: il tipo “A”, dell’importo di 3.500 euro, a fronte di una spesa minima ammissibile da parte dell’impresa di 5.000 euro e il tipo “B”, dell’importo di 1.400 euro a fronte di una spesa minima ammissibile di 2.000 euro. Il bando e la modulistica sono su www.pn.camcom.it alla voce Agevolazioni e finanziamenti – bandi camerali 2012. Per informazioni contattare l’Ufficio Agevolazioni (tel. 0434.381241, agevolazioni@pn.camcom.it).

Aspetti pratici della partecipazione alle gare di lavori pubblici Il 13 giugno seminario di aggiornamento tecnico di Confartigianato Pordenone Confartigianato Imprese Pordenone, in collaborazione con l’avvocato Dania Benedet e il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e della Camera di commercio di Pordenone, organizza un seminario tecnico dedicato al sistema dei lavori pubblici nel codice dei contratti e nel suo regolamento di attuazione: aspetti pratici della partecipazione alle gare e dell’esecuzione dei lavori in subappalto ( D. Lgs. 163/06 e DPR 207/10). A CHI È RIVOLTO: il corso è rivolto a tutte le ditte impegnate nel mondo delle Opere Pubbliche. RELATORE: Avv. Dania Benedet ADESIONI E ISCRIZIONI: la partecipazione è gratuita ma l’iscrizione è obbligatoria. Si prega quindi di effettuarla o attraverso il sito internet www.confartigianato.pordenone.it, o inviando una mail a f.fani@confartigianato.pordenone.it Il seminario si terrà presso il Consorzio Universitario di Pordenone, via Prasecco 3/a Pordenone - AULA S4

PROGRAMMA DEL 13 GIUGNO 2012 ore 8,30

Ritrovo, saluti e presentazioni. Intervento: 1. I requisiti di partecipazione alle procedure di affidamento • Art. 38 D. Lgs. 163/06 ed i requisiti di ordine generale • ATI, consorzi, avvalimento e le qualificazioni SOA 2. Procedure di scelta del contraente • procedure aperte • procedure ristrette • procedure negoziate

3. Criteri di selezione delle offerte • prezzo più basso e verifica delle offerte anormalmente basse mediante esclusione automatica ovvero richiesta delle giustificazioni • offerta economicamente più vantaggiosa 4. Art. 118 D. Lgs. 163/06 e la disciplina del subappalto e del cottimo ore 12,30 Dibattito, scambio di esperienze e conclusioni. ore 13:00 Chiusura dei lavori.

26


Dalle province Pordenone

Sistemi innovativi per la posa di materiali lapidei Seminario tecnico il 21 giugno Confartigianato Imprese Pordenone, in collaborazione con Mapei SpA, azienda leader nella produzione di adesivi e prodotti chimici per l’edilizia a livello mondiale, e il sostegno della Camera di Commercio di Pordenone e della Regione Friuli Venezia Giulia, organizza convegno tecnico dedicato alla scelta, all’impiego, alla posa ed alla manutenzione delle pietre naturali in edilizia. A CHI È RIVOLTO: il corso è rivolto a tutte le ditte che operano nel settore dei marmi e materiali lapidei. ADESIONI ED ISCRIZIONI: la partecipazione è gratuita ma l’iscrizione è obbligatoria e si effettua compilando la scheda che trovate sul sito internet www.confartigianato.pordenone.it, o via mail a f.fani@confartigianato.pordenone.it, o contattando l’ufficio edilizia, ingegnere Flavia Fani, 0434.5091).

PROGRAMMA DEL 21 GIUGNO 2012 ore 18,00 Registrazione dei partecipanti e distribuzione del materiale tecnico illustrativo ore 18,30 Saluto di benvenuto e presentazioni. Intervento: 1. Fattori che influenzano la posa del materiale lapideo • Caratteristiche intrinseche dei materiali:

criteri di scelta del sistema di posa • Diagnosi dei problemi più frequenti e soluzioni tecniche più adeguate ore 19,30 Dibattito, dimostrazioni pratiche dei prodotti e conclusioni. ore 20:00 Chiusura dei lavori. A seguire cena a buffet

Nuove regole per la formazione A giugno partono i corsi di Confartigianato Pordenone

A gennaio 2012 sono entrate in vigore le disposizioni dell’Accordo Stato-Regioni sulla formazione dei lavoratori, che stabiliscono tempi, contenuti e modalità esecutive della stessa. I lavoratori, a secondo della tipologia di lavoro, (identificata, attualmente, in base al codice Ateco della ditta di appartenenza) dovranno frequentare corsi da 8 ore (rischio basso e impiegati), 12 ore (rischio medio) o 16 ore (rischio alto). La Confartigianato Imprese Pordenone organizza corsi rischio basso, medio e alto a partire da giugno 2012. Per ulteriori informazioni o per dare la vostra adesione, contattate l’Ufficio Formazione al numero 0434/509250/260/269 o l’Ufficio Ambiente e Sicurezza al numero 0434/509261.

Udine

Internazionalizzazione: contributi per reti d’impresa E’ aperto un bando della Camera di Commercio di Udine, con scadenza a luglio, che mette a disposizione 200mila euro di contributi alle aziende che intendono fare rete per creare e gestire insieme progetti di internazionalizzazione. I progetti, della durata compresa fra i 12 e i 24 mesi, devono identificare il settore e il Paese o i Paesi obiettivo dell’aggregazione, che può essere attuata con tre modalità: raggruppamento di piccole e medie imprese con forma giuridica di Contratto di Rete, ATI (Associazioni temporanee di imprese) e infine Consorzi con attività esterna e società consortili anche in forma cooperativa. Ogni raggruppamento deve essere costituito da almeno 4 imprese e sono ammissibili contributi per spese diverse: dalla consulenza per lo sviluppo del percorso di internazionalizzazione in rete a quello per l’organizzazione di b2b e visite aziendali, dalle spese per la partecipazione a fiere e manifestazioni economiche o per l’affitto di sale, show

room e uffici di rappresentanza della rete nonché i costi per i materiali promozionali e informativi sul progetto, per il sito internet di rete o ancora per spese notarili e di registrazione. Il contributo a fondo perduto è concesso per un massimo del 60% della spesa ammissibile. Sono esclusi i progetti con spesa ammissibile inferiore a 20mila euro e il contributo concedibile non può in ogni caso superare i 40 mila euro per progetto. L’agevolazione concessa non sarà comunque cumulabile con altri interventi agevolativi pubblici ottenuti per le stesse iniziative e per le medesime spese. Per partecipare al bando, gli interessati devono presentare una domanda in bollo utilizzando la documentazione scaricabile da sito camerale www.ud.camcom.it. Le imprese nostre Associate possono segnalare l’interesse a partecipare alla presente iniziativa all’Ufficio Affari Comunitari di Confartigianato Udine (ref. Flavio Cumer, tel. 0432.516743, email: fcumer@uaf.it) . 27


Dalle province Udine

Autotrasportatore di merci: a settembre i nuovi corsi per la capacità professionale Confartigianato Udine sta organizzando un corso finalizzato al conseguimento della capacità professionale per gli autotrasportatori di merci per conto di terzi, requisito indispensabile per coloro che intendano svolgere l’attività con veicoli superiori a 1,5 tonnellate di massa complessiva. Vi ricordiamo che tale requisito dovrà essere dimostrato entro il 7 aprile 2013 da tutte quelle imprese che si sono iscritte all’albo degli autotrasportatori successivamente al 4 dicembre 2011 e fino al 10 febbraio 2012 (data di entrata in vigore del Decreto legge in materia di semplificazione e

sviluppo), con veicoli di massa complessiva superiore a 1, 5 e fino a 3, 5 tonnellate. In questo caso, però, il requisito della capacità professionale si potrà dimostrare semplicemente frequentando l’apposito corso, senza sostenere il successivo esame. Il corso avrà inizio il prossimo mese di settembre e si svolgerà in orario serale, dalle 19,30 alle 22,30, dal lunedì al giovedì (l’iniziativa è subordinata ad una adesione minima di 15 partecipanti). Per iscriversi o per ulteriori informazioni contattare il sig. Bianchi, tel. 0432 516737.

Autotrasporto di merci: corso di formazione per conducenti di veicoli industriali e commerciali (sicurezza del carico trasportato) DOCENTE: Ing. Maurizio Tonutti - coordinatore dei docenti esperti di settore.

Il testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro prevede la formazione, l’informazione e l’addestramento dei lavoratori. Alle volte accade che comportamenti non adeguati durante lo svolgimento dell’attività lavorativa provochino incidenti con responsabilità civili e penali in capo all’azienda. Per formare il personale sulla sicurezza del carico trasportato sui veicoli industriali e commerciali, Confartigianato Udine sta organizzando uno specifico corso con le seguenti modalità:

MODALITÀ DI ISCRIZIONE: Compilare l’apposita scheda di adesione ed inviarla a Confartigianato Udine Servizi Srl, secondo le modalità indicate nella scheda stessa. QUOTA DI ISCRIZIONE: € 150 + IVA (sconto 10% per almeno due iscritti, sconto 20% per almeno 3 iscritti, con emissione di unica fattura). Il pagamento della quota di iscrizione dovrà essere effettuato prima dell’inizio del corso in contanti, assegno o bonifico bancario (Friuladria Credit Agricole IT05Q0533612304000035349486 – causale “Partecipazione corso sicurezza del carico trasportato”).

DESTINATARI: Autisti di autocarri, addetti a mansioni logistiche e di magazzino. FINALITÀ: Formazione del personale sulla corretta applicazione delle norme di sicurezza con particolare attenzione alle operazioni di movimentazione ed immagazzinamento delle merci, procedure di sganciamento e agganciamento veicoli rimorchiati, controlli e manutenzioni, norme di comportamento per gli autisti.

CERTIFICAZIONE: Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza. DATE DI SVOLGIMENTO: Nelle giornate di sabato, orario 8,30-12,30, con calendario da definire in base al numero dei partecipanti (min 15 - max 20 persone). Per informazioni contattare Alberto Bianchi dell’Ufficio Categorie – trasporti, tel. 0432 516737 e-mail abianchi@uaf.it

STRUTTURA DEL CORSO E SEDE: Il corso si svolgerà ad Udine ed è strutturato in due moduli di quattro ore ciascuno.

28


Dalle province Udine

Corsi sicurezza Per permettere ai datori di lavoro delle imprese associate di assolvere agli obblighi formativi in materia di sicurezza, Confartigianato Udine organizza i corsi sotto indicati. Per informazioni e adesioni contattare gli uffici Confartigianato Udine presenti sul territorio. CORSO

GIUGNO

LUGLIO

SETTEMBRE

Primo Soccorso

Udine

Udine

Aggiornamento di Primo Soccorso

Udine

Udine

Aggiornamento Ponteggi

Udine

Antincendio

Udine

Udine

Udine Udine

Formazione di base dei lavoratori (LAV)

Udine

CPA - Conduttore Piattaforme Aeree

Udine

Lavori in quota

Udine

RSPP - Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Udine Udine

Fai muovere il lavoro con te! Oltre i tuoi confini Per favorire la mobilitĂ e cercare nuove opportunitĂ  di lavoro fra Italia e Slovenia, ti offriamo gratuitamente progetti specifici e un servizio di consulenza mirato. In particolare ti diamo il nostro supporto per: tPSJFOUBNFOUP tJODSPDJPEPNBOEBPGGFSUB tJOGPSNB[JPOJTVMMFDPOEJ[JPOJEJWJUBFEJMBWPSP tSJTPMV[JPOFEJFWFOUVBMJQSPCMFNJBMQFOEPMBSJTNPUSBOTGSPOUBMJFSP  JOBNCJUPĂĽTDBMF QSFWJEFO[JBMF BTTJTUFO[JBMF OPSNBUJWBEFMMBWPSP FUD Contattaci:*OHSJE"7"/;0-*/*$POGBSUJHJBOBUP6EJOF 7JBEFM1P[[P6EJOFUFM GBY  FNBJMJBWBO[PMJOJ!VBGJUXXXFVSBESJBPSH

i3FBMJ[[BUPDPOJGPOEJEFMMB$PNNJTTJPOF &VSPQFB1SPHFUUP&VSBESJBw

29


Dalle province Udine

I nostri viaggi di gruppo www.natisoneviaggi.it

GIUGNO 2012

UDINE SERVIZI SRL

14-21

PORTOGALLO E SANTIAGO DE COMPOSTELA **ULTIMI POSTI**

Trasferimenti/Voli/sistemazione in hotel 3-4 stelle/ visite guidate/ pensione completa con bevande/minicrociera sul fiume Douro

€ 1420,00

23-29

FRANCIA - ALSAZIA CATTEDRALI GOTICHE, CASTELLI DELLA LOIRA (coll. Con ASS.NE IL VENTO DI GEMONA)

Viaggio in pullman, Trattamento di mezza pensione, i pranzi del II° e VI° giorno; sistemazione alberghiera hotel 3 stelle; Visite guidate.

Da € 850,00

7-14

MOSCA E SAN PIETROBURGO (coll. GRUPPO AMICI DI MARANO) **ULTIMI POSTI**

Trasferimenti/voli/sistemazione in hotel 4 stelle/ visite guidate/ pensione completa

€ 1580,00

8

SAURIS * FESTA ENOGASTRONOMICA*

Viaggio in pullman/assicurazione

€ 33,00

14-21

MOSCA E SAN PIETROBURGO (coll. PARROCCHIA TARVISIO) **ULTIMI POSTI **

Trasferimenti/voli/sistemazione in hotel 4 stelle/ visite guidate/ pensione completa

19-22

BUDAPEST

Viaggio in pullman/Hotel 3 stelle sup. - 4 stelle/Pensione completa/ € 280,00 visite guidate

26/07– 01/08

POLONIA

Viaggio in pullman/hotel 3-4 stelle/pensione completa/visite guidate

€ 830,00

LUGLIO 2012

€ 1580,00

AGOSTO 2012

4

VILLACH *KIRCHTAG*

Viaggio in pullman/assicurazione

€ 35,00

4-9

PARIGI

Viaggio in pullman/Hotel 3 stelle/pensione completa/visite guidate/bateau mouche

€ 790,00

Sconto del 5% sulla quota base per i soci di Confartigianato Udine e dell’ANAP.

30


Dalle province Udine

Le imprese di Confartigianato Udine a Casa Moderna 2012 Vorresti partecipare a Casa Moderna 2012? Ti piacerebbe aumentare l’impatto promozionale della tua presenza e al tempo stesso ridurre i costi espositivi? Se la risposta è sì ad entrambe le domande, Confartigianato Udine ti offre un’opportunità da non perdere: un posto da protagonista in uno stand collettivo appositamente ideato durante Casa Moderna in programma dal 29 settembre all’8 ottobre 2012. 200 mq di spazio allestito su misura per una selezione coordinata di imprese associate del settore casa e arredo: un ambiente creato apposta per valorizzare i tuoi prodotti. Se vuoi far parte di questo progetto, compila la richiesta di partecipazione che trovi sul sito www.confartigianatou-

dine.com ed inviala all’Ufficio Categorie di Confartigianato Udine (fax 0432 509127 / categorie@uaf.it / via del Pozzo, 8 - Udine) entro venerdì 15 giugno 2012 . Un’apposita commissione tecnica valuterà tutte le richieste pervenute e selezionerà le aziende partecipanti, fino ad un massimo di 15, costruendo ad hoc il progetto espositivo. Il costo di partecipazione sarà compreso tra 1.000 e 2.500 euro (+IVA) per impresa, in funzione degli spazi occupati e della tipologia di prodotto esposto. Per ogni ulteriore informazione contatta Luca Nardone dell’Ufficio Categorie al numero 0432.516748 o via mail lnardone@uaf.it.

3 corsi su le tecnologie del web e il business plan per imprese artigiane FARE BUSINESS GRAZIE INTERNET

DAL BUSINESS PLAN ALLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA QUANDO? Giovedì 28 giugno, dalle ore 9.00 alle 18.00 (per il settore servizi)

Giovedì 21 giugno, dalle ore 9.00 alle 18.00

Venerdì 29 giugno,dalle 9.00 alle 18.00 (per il settore manifatturiero)

DOVE? Confartigianato Udine, sala riunioni 1° piano, Viale Ungheria 71, Udine IL PROGRAMMA: • Cosa significa fare business con Internet • Progettare la relazione e la comunicazione aziendale in Internet • Software e hardware strategici per la crescita e lo sviluppo aziendali

• Strumenti e metodi di elaborazione di un business plan • L’idea di business e come funziona un business plan • La programmazione economico-finanziaria

IL DOCENTE: DIEGO CALZA’, eTour

GIUSEPPE MARZO, Edeos INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:

Rachele Francescutti - Confartigianato Udine UDINE - Via del Pozzo, 8 - tel 0432 716772 - rfrancescutti@uaf.it - www.confartigianatoudine.it

I seminari sono gratuiti perché rientrano nel progetto Imprenderò. A corollario della giornata di formazione verranno effettuate esercitazioni in aula e verrà fornito del materiale didattico, per i quali verrà richiesto un rimborso parziale delle spese. 31


AFFITTASI - VENDESI

Promotion Real Estate Development

La nostra sede in Friuli Venezia Giulia 33072 Casarsa della Delizia (PN) Via Valcunsat, 114/1 Fax 0434 870833 commerciale@gruppobasso.it

PER INFO CHIAMA LEFIM Stefano Pettenon

0434 869402

www.lefim.it

InformImpresa_n_8_2012  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you