Issuu on Google+

Integrazione Dietetica di Omega 3 nelle Spondiloartriti

PROGETTO INDIO-SP Risultati dopo 3 e 6 mesi Nicola Villanova Alma Mater Studiorum, UniversitĂ  di Bologna

Partecipanti: R Marzocchi, AS Sasdelli, E Stagni


Introduzione • Il ruolo dei fattori dietetici nelle affezioni immuno-mediate sta diventando sempre più evidente, in relazione ad alimenti “proinfiammatori” e alimenti “anti-infiammatori”


Premessa Il cambiamento dello stile alimentare può portare a: riduzione dei processi infiammatori aumento del livello di antiossidanti cambiamento del profilo lipidico cambiamento della flora intestinale


Diet of patients with ankylosing spondylitis

Abstract Diet in 77 patients with ankylosing spondylitis, among them 51 men (66%) and 26 women (34%), has been examined. All the patients use constantly or occasionally foodstuff which contains flour (bread and paste) and occasionally cakes, every day or occasionally they use meat and meat products, most frequently pork, chicken and beef. Majority of examinees use milk and milk products (tough cheese) every day. Further more, 38 out of 77 patients do not use butter, oil is used by 56 of them every day and by 19 of them occasionally. Only 1/3 of the patients use vegetables every day, while fresh fruit is used by only 55 of them every day and by 21 of the patients occasionally. It has not been noticed that our patients have any restriction in their diet because it is very much alike diet in other population. Therefore it would be useful to create and organize specific "menu" for the patients with ankylosing spondylitis.

Jajiċ, Reumatizam, 1991


Effetto della privazione di latticini sulla spondiloartropatia (SA) • 25 pz con SA + 10 pz con Artrite Reumatoide • Sintomi comuni: rigidità mattutina, dolore infiammatorio lombare, gonfiore articolare • Dieta: esclusione dei latticini (latte, formaggio, yogurt, gelato, burro) • Già dopo 6 settimane (→2aa): miglioramento del dolore e del gonfiore articolare, percezione di benessere, riduzione del consumo di FANS


Basi patogenetiche • Alcuni batteri Gram- sono ritenuti responsabili nel favorire lo sviluppo di SA (Calin, 1989) • Anche dopo pastorizzazione, i latticini possono contenere frammenti batterici, che possono avere un ruolo allergenico o di attivazione del sistema immunitario • Una dieta priva di latticini può modificare la flora intestinale e quindi ridurre la proliferazione di batteri patogeni


Acidi grassi Omega 3 • Gli acidi grassi omega-3, il cui capostipite è l'acido alfa-linolenico, sono precursori di molecole ad effetto anti-infiammatorio, e riducono la chemiotassi leucocitaria, la formazione di specie reattive dell'ossigeno e l'espressione di molecole di adesione • Sono contenuti nelle noci ( 2%), nell'olio di canapa (15-20%) nei semi di lino (23%) e nei semi di mirtillo rosso (49%)


Acidi grassi Omega 3 • I derivati metabolici dell'acido alfa linolenico (acido eicosapentaenoico o EPA e acido docosaenoico o DHA) si trovano invece nel pesce azzurro o nei pesci grassi, come aringhe, salmone, merluzzo, sgombro, sardine, alici e tonno, e l'integrazione di acido alfa linolenico può quindi essere sostituita da quella di questi acidi grassi • La supplementazione di acidi grassi omega-3 in pazienti con spondiloartrite anchilosante ha portato ad una significativa riduzione dell'attività della malattia; in tali pazienti il rapporto tra omega-6 e omega-3 che ha fornito risultati migliori è di 2:1


Gruppo A: 9 pazienti: 1.95g ω-3 Gruppo B: 9 pazienti: 4.55g ω-3 Nei pazienti del gruppo B si evidenziava dopo 21 settimane un significativo miglioramento (p=0.038) dell’attività della malattia, secondo il Bath Ankylosing Disease Activity Index, non rilevato nel gruppo A

Scand J Rheumatol, 2006


Studio INDIO-SP • L'obiettivo generale dello studio è stato fornire a pazienti affetti da spondiloartrite una dieta specifica con dosi fisse di acidi grassi omega-3 (rapporto omega-6/omega 3 = 2:1) di origine esclusivamente alimentare, per ottenere un miglioramento del quadro clinico mediante un intervento nutrizionale • Obiettivo secondario: perdita di peso nei casi sovrappeso o obesi, per migliorare ulteriormente il quadro clinico ed il sintomo dolore


Fasi dello studio • Arruolamento dei pazienti con diagnosi di spondiloartrite e valutazione dello stile alimentare (inchiesta nutrizionale quali-quantitativa) • Valutazione biochimica degli indici di flogosi e dell’assetto metabolico • Elaborazione di una dieta specifica con dosi fisse di acidi grassi omega 3 di origine alimentare • Valutazione del dolore percepito dai pazienti mediante questionari validati (VAS, SF-MGPQ, BASFI, INDICE FUNZIONALE DI DOUGADOS)


Fasi dello studio Lo studio è stato articolato in tre visite: • V1, visita basale: raccolta dei dati antropometrici, clinici e biochimici (peso, altezza, BMI, circonferenza vita, glicemia, insulinemia, HOMA-R, colesterolo, trigliceridi, HDLcolesterolo, LDL-colesterolo, GOT, GPT) • valutazione degli indici di flogosi (PCR, VES, fibrinogeno) • consegna dei questionari sul dolore (VAS, Short Form McGill’s Pain Questionnaire, BASFI, Indice Funzionale di Dougados) • valutazione del punteggio dei questionari • inchiesta alimentare e formulazione del programma dietetico personalizzato (come da progetto) • Raccolta degli esami ematochimici e strumentali pregressi


Fasi dello Studio V2, visita intermedia (dopo 3 mesi) • Verifica dei dati antropometrici, clinici e biochimici • Rivalutazione degli indici di flogosi • Ricompilazione dei questionari sul dolore • Rivalutazione del punteggio dei questionari • Valutazione dell’aderenza alla dieta


Fasi dello Studio V3, visita conclusiva (dopo altri 3 mesi) • Verifica dei dati antropometrici, clinici e biochimici • Rivalutazione degli indici di flogosi • Ricompilazione dei questionari sul dolore • Rivalutazione del punteggio dei questionari • Valutazione dell’aderenza alla dieta


Schema dietetico


Schema dietetico


Scala analogica visiva (VAS) • La percezione del dolore è raffigurata con una linea retta che si estende dall’ “Assenza di dolore” al “Dolore insopportabile” • Il paziente deve indicare sulla retta il livello del dolore percepito


Scala analogica visiva (VAS)


Short Form McGill’s Pain Questionnaire • La scala Short Form McGill’s Pain Questionnaire (SMGPQ) consiste in 15 espressioni che descrivono il dolore • Il paziente deve segnare con una crocetta l’aggettivo che gli sembra più appropriato a descrivere il proprio dolore con un valore che va da 0 a 3 (0=nessun dolore, 3= il massimo dolore) • L’intensità del dolore viene valutata dalla somma dei 15 punteggi


Short-Form McGill’s Pain Questionnaire

Melzack, Pain 1987


BASFI (Bath Ankylosing Spondylitis Functional Index) • Il BASFI (Bath Ankylosing spondylitis Functional Index) è un indice composto di 10 scale graduate da 0 a 100 nelle quali il malato indica il suo grado di limitazione funzionale • Vengono indagati aspetti della vita quotidiana, come la capacità di vestirsi, prendere oggetti, alzarsi dalla sedia, stare in piedi


Bath Ankylosing Spondylitis Functional Index

Mezack, Pain 1987


Indice Funzionale di Dougados • L’indice funzionale di Dougados è un’autovalutazione del malato delle difficoltà che incontra nella vita quotidiana. • Le domande sono relative alla capacità di mettersi la scarpe, salire le scale, sdraiarsi, raccogliere oggetti,…


Indice funzionale di Dougados

Mezack, Pain 1987


Popolazione dello Studio 51 pazienti reclutati (adesioni in numero sempre crescente), di cui: â—? 21 pazienti sono giunti al termine dello Studio (6 mesi di dieta) â—? 17 pazienti hanno concluso i primi 3 mesi di dieta (fine a dicembre p.v) â—? 13 pazienti sono ancora nella prima fase


Caratteristiche pazienti-1 Maschi

Femmine

Età

58.6±8.7

53.4±7.3

BMI (kg/m2)

26.7±3.9

33.1±9.0

CFR vita (cm)

96.8±11.7

108.4±23.2

Calorie/die (Kcal)

2232.8±285.8

2029.6±508.6

Alcool (Kcal/die)

73.1±84.3

3.6±8.1

Proteine Tot (%)

15.1±1.9

15.4±1.5

•Proteine animali (%)

53.9±9.3

54.6±12.4

•Proteine vegetali (%)

46.1±9.3

45.4±12.4

Lipidi tot (%)

29.0±6.3

32.4±3.7

Glucidi (%)

55.8±8.0

52.1±4.4

Fibre (g/die)

27.3±9.2

25.6±3.9


Caratteristiche pazienti-2

Maschi Formaggi (g/sett)

Femmine

V.N

252.6±112.5 340.2±150.2

<200

Latte/yogurt (g/die) 79.4±61.8

181.6±157.4

<230-390

Calcio (mg/die)

755.3±203.1 892.6±199.2

>800

Vit. D (mcg/die)

5.2±2.3

6.6±1.9

0-10

Vit. C (mg/die)

216.0±78.5

279.3±102.1

>60

Vit. E (mg/die)

12.5±3.2

15.1±4.8

8

Ω-3

1.05±1.6

0.2±0.2

1.5

Ω-6

8.94±2.9

11.7±7.3

6


Sintesi delle caratteristiche dei pazienti

Sovrappeso/obesitĂ  Eccessiva assunzione di latticini Scarsa assunzione di acidi grassi Ď&#x2030;-3 Eccessiva assunzione di acidi grassi Ď&#x2030;-6


Conclusioni: Peso dei pazienti

80

79,1

78 76 72,7

74 72

70,2

70

kg PRE kg 3 MESI kg 6 MESI

68 66 64

kg PRE

kg 3 MESI

kg 6 MESI

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi


Conclusioni: BMI (kg/m2)

28,5

28,3

28 27,5

27

27

26,4

26,5 26

BMI pre BMI 3 mesi BMI 6 mesi

25,5 25

BMI pre

BMI 3 mesi BMI 6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi


Conclusioni: Circonferenza vita (cm)

91 90,5 90 89,5 89 88,5 88 87,5 87

90,6

89 88,4

cm vita pre cm vita 3 mesi

cm vita 6 mesi

cm vita pre cm vita 3 mesi cm vita 6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi P<0.05 3 mesi vs 6 mesi


Conclusioni: Colesterolo totale (mg/dl)

196 194 192 190 188 186 184 182 180 178

195,9

185,8

184,6

colest pre 3 mesi 6 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi

colest pre

3 mesi

6 mesi


Conclusioni: Colesterolo LDL (mg/dl)

124,2 125 120 112,8

115

pre 3 mesi 6 mesi

107,7

110 105 100 95

pre

3 mesi

6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi


Conclusioni: Andamento infiammazione (PCR) 2,5

2,3

2 1,5

1,1

1,3

1

pre 3 mesi 6 mesi

0,5 0

pre

3 mesi

6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi


Conclusioni: Andamento infiammazione (VES)

30

26,1 22,3

25

19

20

pre 3 mesi 6 mesi

15 10 5 0

pre

3 mesi

6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi


Conclusioni Questionari: Scala analogico-visiva dei sintomi (VAS) 20 20 15 10,1 10

6,8

pre 3 mesi 6 mesi

5 0

pre

3 mesi

6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi P<0.05 3 mesi vs 6 mesi


Conclusioni Questionari: Short form McGillâ&#x20AC;&#x2122;s Pain Questionnaire 8,9 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

6,5 4,6

pre

3 mesi

6 mesi

pre 3 mesi 6 mesi P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi P<0.05 3 mesi vs 6 mesi


Conclusioni Questionari: Bath Ankylosing Spondylitis Functional Index (BASFI)

300

264,5 204,8

250 200

181,7 BASFI pre BASFI 3 mesi BASFI 6 mesi

150 100 50 0

BASFI pre

BASFI 3 mesi

BASFI 6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi P<0.05 3 mesi vs 6 mesi


Conclusione Questionari: Indice funzionale di Dougados (IFD)

12

10,5 8,7

10

6,9

8

IFD pre IFD 3 mesi IFD 6 mesi

6 4 2 0

IFD pre

IFD 3 mesi

IFD 6 mesi

P<0.05 pre vs 3 mesi P<0.05 pre vs 6 mesi P<0.05 3 mesi vs 6 mesi


What next: eat less & move more

A. Carracci – Il mangiafagioli (1583-4) – The beans eater


PROGETTO INDIO-SP. Risultati dopo 3 e 6 mesi” – dr. Nicola Villanova