Page 1

Poste Italiane s.p.a. / Spedizione in Abb. Postale / D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) Art. 1, comma 1, DCB/CN - In caso di mancato recapito restituire al mittente che si impegna a soddisfare il diritto di restituzione

PPPPPPP

n. 4 - ANNO 68 - 1 - 15 marzo 2014

1


50 MILIONI E 400 MILA

ETTARI DI MAIS RACCOLTI

WWW.DELTADOC.EU - WWW.NOEMIBALBO.COM

SENZA SPRECARE NEMMENO UN CHICCO

FIERA NAZIONALE DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA DI SAVIGLIANO

STAND: J39-40-41-42

WWW.CAPELLO.IT

DAL 1965 SPECIALISTI NELLA RACCOLTA DEL MAIS.


PPPPPPP

1

Poste Italiane s.p.a. / Spedizione in Abb. Postale / D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) Art. 1, comma 1, DCB/CN - In caso di mancato recapito restituire al mittente che si impegna a soddisfare il diritto di restituzione

n. 4 - ANNO 68 - 1 - 15 marzo 2014

Foto da archivio Il Coltivatore Cuneese “Il Coltivatore Cuneese” Editore: Federazione Provinciale Coldiretti Cuneo 1 copia euro 2,00 Abbonamento annuo euro 40,00 Direttore Amministrativo Enzo Pagliano Direttore Responsabile Michelangelo Pellegrino Coordinamento di redazione Chiara Serra Grafica e impaginazione Mara Chiardola Hanno collaborato: Mariangela Abbà, Rosanna Ariaudo, Roberto Bianco, Elena Bono, Silvia Bosco, Gianluca Bruno, Alberto Burzio, Laura Calcagno, Marcella Cavallo, Marcello Cavallo, Mara Chiardola, Simona Daniele, Nicola Fontana, Cesare Gallesio, Roberto Giobergia, Rosangela Giordana, Rosanna Giraudo, Giulia Marinari, Laura Occelli, Sabrina Palazzeschi, Franco Parola, Luisa Peano, Marcello Pellegrino, Nadia Olivero, Franco Ramello, Fabrizio Rapallino, Elisa Rebuffo, Davide Roà, Redazione ed amministrazione: Piazza Foro Boario, 18 – 12100 CN Tel: 0171.447211 • Fax: 0171.447300 E-mail: ilcoltivatore.cn@coldiretti.it Sito Internet: Il Coltivatore Cuneese è interamente pubblicato e scaricabile dal sito www.cuneo.coldiretti.it Registrazione del tribunale di Cuneo n. 3296 del 7/12/55 40.000 Copie Concessionaria esclusiva della pubblicità: TEC arti grafiche Via dei Fontanili 12 12045 Fossano (CN) Tel. 0172.695770 • Fax 0172.695898 E-mail: adv@tec-artigrafiche.it

MALTEMPO: NEI CAMPI E’ ALLARME DOPO FEBBRAIO CON +4 GRADI E’ allarme maltempo per alberi da frutto e ortaggi con il brusco abbassamento della temperatura dopo che il mese di febbraio ha fatto registrare temperature minime superiori di oltre 4 gradi alla media di riferimento delle prime due decadi, facendo partire il processo di fioritura di molte varietà di piante con i mandorli, gli albicocchi e alcune varietà di peschi che sono già molto avanti rispetto al normale. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’arrivo del freddo sulla penisola con pioggia e neve in certe aree. Nei prati sono spuntate le margherite, le piante da frutto hanno iniziato a fiorire con il rischio concreto che la discesa della colonnina di mercurio possa provocare danni irreparabili alle coltivazioni “risvegliate” dal caldo. L’andamento anomalo del mese di febbraio conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense e un maggiore rischio per le gelate tardive.

Sommario

Per Coldiretti occorre rilanciare l’economia reale ....................... 4 Il nuovo Governo italiano................................................................................ 5 PAC, collegato agricolo ed Expo: le priorità del neo ministro Martina ...................................................... 6 “Buon lavoro a Martina e all’Esecutivo”............................................... 7 Nuovo Governo: il piu’ giovane e con la maggiore presenza femminile............ 7 Antonio De Concilio nuovo direttore di Coldiretti Piemonte................................................ 8 Maria Letizia Gardoni alla guida di Giovani Impresa Coldiretti............................................................................... 9 Quanto si paga il latte in Piemonte?.................................................. 10 Contratti d’affitto quote latte: si stipulano anche nel mese di marzo............................................... 11 Il Corsivo del Coltivatore.........................................................................12 Storie di vita........................................................................................................ 13 La posta del Coltivatore....................................................................... 14-16 Luzi presidente di Epaca................................................................................ 17 Le infrastrutture cuneesi sono indispensabili per la ripresa dell’economia ...................................................................... 18 Un risultato importante grazie all’impegno di Coldiretti e Con.Al.Pi.................................................................................. 19 Campagna cerealicola: le opportunità dei contratti di filiera........................................ 20-22 Molto seguiti gli incontri di Condifesa sul territorio............. 22 La viticoltura “ripensata” per la sostenibilita’ e il mercato............................................................. 23-24 Corsi per la viticoltura sostenibile......................................................... 25 Sistri, slittano ancora le sanzioni ......................................................... 27 Consorzio parmigiano: serve una svolta ........................................ 28 Allevatori polli da carne: in programma il 2° corso di formazione..................................................................... 30-31 Cooperazione: Losapio presidente Uecoop, mezzo milioni di associati.................................................................. 32-33 Uecoop: presentato il codice etico alla prima assemblea elettiva ........................................................ 34-35 L’alleanza delle cooperative e’ muta sullo scandalo del parmigiano................................................................. 35 Uecoop: nuova giunta esecutiva e modifiche allo statuto................................................................................ 36 Confermata la salubrità e la qualità del miele di origine italiana...................................................................... 37 L’associazione Terranostra ha incontrato gli agriturismi del territorio........................................................................ 38 Frutticoltura biologica: studiosi e ricercatori a convegno.39

Incontro tecnico sugli impianti antigrandine .................. 42-43 La 33ª Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola.44-45 Coldiretti Ceva: attività formativa per le aziende agricole .................................................................................. 48 Contributi per le imprese.................................................................... 50-53 Il progetto sociale di Coldiretti negli incontri dellAassociazione Pensionati e Donne Impresa....................................................... 54 Consiglio Provinciale Pensionati coldiretti cuneo: iniziative e obiettivi per il 2014............................................................... 55 No alle importazioni di carne da paesi che non soddisfano i requisiti.................................................................. 56 Grande afflusso di pubblico il convegno “donna e lavoro” a Ceva................................................................................ 57 Dal vino alla moda, il Made in Italy vola in Cina ................. 58 Coalvi, nocciole Piemonte e ovini delle langhe su Mela Verde......................................................................... 59 Terramica presenta i contratti sulla filiera cerealicola bio 2014 frumento tenero e enkir ................. 60-61 L’Italia si conferma leader del biologico ......................................... 62 Diamo il via alla campagna per il diritto al cibo dopo l’appello del Papa .............................................................. 63 Giornate del ringraziamento........................................................... 64-66 Si è riunito il consiglio direttivo di “Buono & Conveniente”......................................................................... 67 Vuoi diventare un’Agritata? Sono aperte le iscrizioni al terzo corso di formazione! ..................................... 69 Varato il “Farm Bill”: mille miliardi di dollari all’agricoltura USA .................................................................... 70 No agli OGM da Francia e Germania................................................. 71 Nuovo sistema di classificazione per le carni suine italiane ..................................................................................... 72 Corsi di informatica per le aziende agricole....................... 76-77 La piemontese protagonista sui mercati del Medio Oriente........................................................................... 78 E’ nato un nuovo circolo Acste.............................................................. 79 “Un Borgo di Cioccolato” ............................................................................ 80 “Carta vantaggi” per i Pensionati Coldiretti.................................. 82 Epaca: Malattie professionali .................................................................................... 83 “Legge di stabilità” prosecutori volontari - incremento dei potenziali salvaguardati ................................... 83 Con o.N.A.Frut. al mercato di Cairo Montenotte...................... 84 Scadenze aziendali ........................................................................................85I l Mercatino del Coltivatore .........................................................87-90

Ricambi Agricoli Punto vendita: S.S. laghi di Avigliana, 51/A S. Chiaffredo - Tarantasca (CN) tel. 0171 937197 • e-mail: garelli.ricambi@libero.it

ATTUALITÁ

3


ATTUALITÁ

4

PER COLDIRETTI OCCORRE RILANCIARE L’ECONOMIA REALE

A

Sidney è finito il G20 finanziario dove i capi delle banche centrali dei 20 Paesi hanno individuato un accordo per accelerare la crescita mondiale del 2% annuo attraverso una serie di riforme strutturali. Il tutto si tradurrebbe in una spinta all’economia globale di 2.000 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni. L’accordo mette sotto pressione l’Europa e l’Italia in particolar modo. Nell’Eurozona si prevede una crescita per quest’anno e il prossimo dell’1%, mentre il trend italiano è previsto per il 2014 intorno allo 0,7%. In questa situazione economica il Governo, guidato da Matteo Renzi, si appresta a muovere i primi passi. Per ora abbiamo notato qualche segnale positivo: la volontà di ridurre la pressione fiscale sui redditi più bassi (fino a 15.000 euro) e sul costo del lavoro. In ogni caso queste diminuzioni di entrate dovranno essere compensate pur ammettendo che le stesse potrebbero riportare l’Italia a livelli di crescita dell’Eurozona. Il problema è che, a fronte di un minor gettito, o si riducono le spese oppure si debbono imporre nuove tasse. La prima soluzione, ovvero la riduzione delle spese, passa inevitabilmente dal documento del Commissario della Revisione della Spesa Carlo Cottarelli, secondo il quale, i tagli possibili già nel 2014 potrebbero raggiungere i 4,5 miliardi di euro, 12 nel 2015, 20 nel 2016 per poi andare a regime nel 2017 con una riduzione di 30 miliardi rispetto ad oggi. Ma siamo anche consapevoli che il nostro è un Paese di tagli annunciati e quasi mai realizzati. Secondo Cottarelli una fonte di enormi sprechi si annida nella voce del bilancio statale “consumi intermedi”. Una voce su cui si potrebbe ri-

sparmiare è quella dei “sussidi alle imprese” che in definitiva altro non sono che interventi pubblici sulle Ferrovie dello Stato, sulle Poste, sull’Anas o sull’industria della difesa. Infine nei costi della politica negli stipendi dei funzionari pubblici, nelle auto blu e nella formazione professionale sono possibili concreti risparmi. In particolare il taglio che sta scatenando il panico ai piani alti delle burocrazie ministeriali è quella della riduzione degli stipendi dei direttori generali, dirigenti e capi di gabinetto. Uno studio recente dell’Oxe sui dati 2011 ha calcolato che i dirigenti pubblici italiani sono i meglio pagati al mondo con uno stipendio triplo rispetto alla media dei 34 Paesi più ricchi. Relativamente alle maggiori entrate, è di questi giorni la voce, secondo la quale, potrebbero essere tassati i Bot, i Cct, i Btp e gli altri titoli emessi dal Tesoro scampati dall’ultima riforma della tassazione delle rendite finanziarie. La ritenuta sui redditi da capitale era passata dal 12,5 al 20% nel 2012 con il governo Monti. Secondo alcune stime un riallineamento della tassazione dei titoli di Stato al 20% porterebbe all’Erario circa 1

miliardo di gettito in più. Si tratta però di tassare i risparmi delle famiglie e degli anziani, in modo particolare, o comunque il piccolo risparmiatore. Immediata la risposta del Governo che, nello smentire l’arrivo di una nuova patrimoniale (l’IMU è ancora ben presente tra gli italiani), ha anche precisato che si tratterebbe di tassare non tutti i titoli di Stato, ma solamente portafogli di una certa entità (si vocifera superiore ai 100 mila di euro). “Per un’Organizzazione come la Coldiretti, dicono Marcello Gatto (foto sotto) ed Enzo Pagliano, (foto in alto) presidente e direttore di Coldiretti Cuneo, è importante evidenziare che la diminuzione del costo del lavoro rappresenta un modo per tornare ad essere competitivi con il resto dei Paesi europei. L’obiettivo per Coldiretti deve essere quello di rilanciare l’economia reale che non passa attraverso le alchimie finanziarie, ma con un sostegno reale al sistema agricolo ed agroalimentare del Paese dove le distintività rappresentano un modo per qualificare ulteriormente il Made in Italy nell’economia mondiale”.


IL NUOVO GOVERNO ITALIANO Matteo Renzi, presidente del Consiglio incaricato, al termine di due ore e mezzo di colloquio col presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha letto la lista dei nuovi ministri. Sono sedici e per metà donne. Età media della squadra 46 anni. La più giovane è Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento, 33 anni compiuti da appena un mese, il 24 gennaio scorso. Tra le giovanissime un’altra donna, Marianna Madia, nominata ministro per la Pubblica Amministrazione e semplificazione, appena un anno in più di Boschi. Sottosegretario alla presidenza del Consiglio un fedelissimo di Matteo Renzi, l’ex presidente dell’Anci Graziano Delrio Di seguito la composizione del nuovo governo: Economia e finanze

Pier Carlo Padoan (Roma, 1949). Vicesegretario generale dell’Ocse e presidente dell’Istat,. Interno Angelino Alfano (Agrigento, 1970). Ministro dell’interno e vicepresidente del consiglio dei ministri nel governo Letta. Difesa Roberta Pinotti (Genova, 1961). Sottosegretaria al ministero della difesa nel governo Letta. Esteri Federica Mogherini (Roma, 1973). Responsabile per l’Europa del Pd. Lavoro e welfare Giuliano Poletti (Imola, 1951). È presidente nazionale di Legacoop. Istruzione Stefania Giannini (Lucca, 1960). Rettore dell’università per stranieri di Perugia dal 2004

al 2013. Sviluppo economico Federica Guidi (Modena, 1969). Imprenditrice, è stata presidente dei giovani imprenditori di Confindustria. Giustizia Andrea Orlando (La Spezia, 1969). Ministro dell’ambiente nel governo Letta. Agricoltura e politiche forestali Maurizio Martina (1978). È stato sottosegretario al ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali nel governo Letta. Cultura e turismo Dario Franceschini (Ferrara, 1958). Ministro per i rapporti con il parlamento nel governo Letta. Ambiente Gianluca Galletti (Bologna, 1961). Sottosegretario all’istru-

zione nel governo Letta. Trasporti e infrastrutture Maurizio Lupi (Milano, 1959), . Ministro ai trasporti e alle infrastrutture nel governo Letta. Salute Beatrice Lorenzin (Roma, 1971). Ministra della salute nel governo Letta. Riforme e rapporti con il parlamento Maria Elena Boschi (Montevarchi, 1981). Deputata e responsabile della segreteria del Pd per le riforme. Semplificazione e pubblica amministrazione Marianna Madia (Roma, 1980). Deputata dal 2008. È responsabile per il lavoro della segreteria del Pd. Affari regionali Maria Carmela Lanzetta (Mammola, 1955). Ex sindaco di Monasterace.

ATTUALITÁ

5


ATTUALITÁ

6

PAC, COLLEGATO AGRICOLO ED EXPO: LE PRIORITÀ DEL NEO MINISTRO MARTINA

N

ato a Calcinate il 9 settembre del 1978 è stato scelto da Matteo Renzi al Ministero delle Politiche Agricole. Martina è stato sottosegretario alle Politiche agricole, alimentari e forestali nel Governo Letta. Sulle potenzialità dell’agroalimentare italiano, il neo Ministro non ha dubbi: “Sappiamo di dover giocare una partita molto ambiziosa e vogliamo giocarla tutta”, puntando sin da subito su alcuni passaggi centrali, quali in particolare tutte le scelte riguardo alla nuova Pac, il lavoro sul collegato agricolo alla legge di stabilità, presentato con Enrico Letta, e le tematiche legate all’expo 2015. Martina ha evidenziato che quello agroalimentare è un settore fondamentale per l’economia nazionale: “L’ambizione unica è disegnare un piano strategico per l’agricoltura e l’agroalimentare italiano nei prossimi anni”. Martina ha sottolineato l’importanza di un “progetto coerente, organico, non legato solo alle scelte del presente, ma anche ad una visione di lungo termine. “Saremo ambiziosi, ma con i piedi per terra”, cercando di essere “all’altezza delle aspettative del mondo agricolo”. La nostra ambizione è “tenere l’attenzione puntata sul quotidia-

no, offrendo al contempo una visione ed una strategia d’insieme. “Possiamo irrobustire una serie di interventi a sostegno dell’occupazione giovanile, in particolare nel settore agricolo”. Etichettatura, tracciabilità e riconoscibilità delle produzioni italiane sono i temi centrali e fondamentali nell’agenda dei lavori. Quanto agli OGM, la posizione del Ministro è netta: “In Italia il solco è tracciato ed il Parlamento si è pronunciato. Sono consapevole della delicatezza della discussione in campo europeo, ma l’Italia ha detto chiaramente qual e’ la sua rotta” e noi “andiamo avanti partendo da questo. il rapporto con le regioni e con i sistemi territoriali è “cruciale”. Martina ha annunciato che a breve verrà convocato un incontro con gli assessori regionali all’agricoltura per

Tubi in cemento Pozzetti irrigui Canali per irrigazione Vasche raccolta acqua

fare il punto della situazione e lavorare in squadra sulle partite importanti. “Le istanze dei territori vanno condivise e coordinate in un disegno strategico nazionale”, ha ribadito Martina, spiegando che su questo, si possono fare passi in avanti importanti, partendo da quanto già è stato fatto riguardo all’accordo sui Psr. alla vigilia dell’Expo e del semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea, Il neo Ministro ha sottolineato la necessità che l’Italia definisca un suo piano strategico di visione, poiché “ci sono tantissime ottime linee progettuali parcellizzate distanti che non si amalgamano in un progetto organico, come invece dovrebbero fare”. Martina si definisce “innamorato della sfida di Expo” e ringrazia tutti quelli che ci stanno lavorando con grande slancio e capacità.

Fosse IMHOFF Separatori Olio e Grassi Nicchie per contatori i acqua (marmotte) Present in Fiera

CARAGLIO (CN) • Via Paschera S. Carlo 42/B • Tel. 0171 817110 • Fax 0171 610707 • info@manufattisancarlo.it


7

D

al presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo, l’augurio di buon lavoro al Governo di Matteo Renzi ed in particolare al neoministro delle Politiche Agricole Martina “di cui, ha sottolineato Moncalvo, abbiamo avuto già modo di apprezzare passione, capacità ed impegno nel suo ruolo di sottosegretario”. Una buona premessa è stata la scelta di individuare anche l’agricoltura e il cibo tra i sette settori prioritari di intervento del Job Act elaborato dal premier Matteo Renzi, ha evidenziato Moncalvo.

I migliori auguri di buon lavoro all’intero esecutivo guidato da Matteo Renzi E’ l’augurio del presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo

Roberto Moncalvo

Un importante riconoscimento del fatto che l’agricoltura e l’alimentazione italiana possiedono quegli elementi di

distintività e di valore aggiunto per far tornare a crescere l’Italia nella competizione globale. “Su questo obiettivo – ha concluso il presidente di Coldiretti - siamo disponibili ad offrire tutto il nostro contributo di idee ed esperienze in un momento di cambiamento epocale”.

NUOVO GOVERNO: IL PIU’ GIOVANE E CON LA MAGGIORE PRESENZA FEMMINILE

U

n’analisi di Coldiretti evidenzia che il nuovo Governo è più giovane rispetto a quelli che lo hanno preceduto e con la maggiore presenza di donne, che alla guida dei Dicasteri rappresentano il 50 per cento. Il nuovo Presidente del Consiglio, Matteo Renzi è di circa 9 anni più giovane del suo predecessore Enrico Letta ed ha trentadue anni in meno di Mario Monti e

trentanove anni in meno di Silvio Berlusconi, ma soprattutto IL GOVERNO APPENA VARATO DA MATTEO RENZI È GIOVANE, SNELLO ED HA IL PREMIER PIÙ GIOVANE DELL’UNIONE EUROPEA. è l’unico degli attuali leader dei 27 Paesi dell’Unione europea a non aver ancora compiuto i 40 anni. Il nuovo Governo è

in sintonia con il Parlamento piu’ giovane della storia repubblicana con una età media dei parlamentari di 48 anni al momento del suo insediamento. Il Ministro più giovane è il ministro delle Riforme: Maria Elena Boschi che ha compiuto 33 anni lo scorso 24 gennaio, mentre il più anziano è il ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan di 65 anni.

ATTUALITÁ

“BUON LAVORO A MARTINA E ALL’ESECUTIVO” I migliori auguri di buon lavoro all’intero esecutivo guidato da Matteo Renzi. E’ l’augurio del presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo


8 ATTUALITÁ

ANTONIO DE CONCILIO NUOVO DIRETTORE DI COLDIRETTI PIEMONTE

A

ntonio De Concilio è il nuovo direttore di Coldiretti Piemonte. Lo ha nominato il consiglio regionale della Organizzazione su indicazione della Confederazione Nazionale. Presenti al Consiglio il presidente Roberto Moncalvo, il segretario generale Vincenzo Gesmundo, il capo area organizzazione e servizi Bruno Rivarossa, già direttore di Coldiretti Piemonte, che ha ricevuto l’incarico di delegato Confederale. Moncalvo ha ricordato l’attività dei prossimi mesi: una serie di incontri territoriali per condividere con gli associati di tutto il Paese le strategie di Coldiretti, nei quali si dibatterà sul nuovo P.S.R. che dovrà portare linfa nuova per gli investimenti nelle imprese agricole in un ottica di valorizzazione del made in Italy e di integrazione dell’agro alimentare italiano con le politiche europee. De Concilio, consapevole di essere chiamato alla direzione di una Federazione regionale importante per il Paese, forte di una lunga e concreta esperienza di direttore in molte federazioni Coldiretti, ha raccolto con pragmaticità le indicazioni degli interventi precedenti evidenziando la sua volontà di continuare a realizzare in Piemonte la

Antonio De Concilio

progettualità nazionale che ha fatto di Coldiretti l’unica organizzazione che passando per la valorizzazione del Made in Italy ha dato in questi anni risultati concreti alle imprese e al Paese. Antonio De Concilio nasce a Salerno il 14 febbraio 1957, è sposato ed ha tre figli ed un nipote. Ancora studente universitario, presso la Facoltà di Medicina dell’Università Federico II° di Napoli, agli inizi dell’anno 1979 entra in Coldiretti presso la Federazione di Avellino dove, in forza al Patronato EPACA, si dedica ai problemi previdenziali ed infortunistici del lavoro agricolo. Si dedica alla costituzione del Servizio di Assistenza fiscale-tributaria della Coldiretti di Avellino. Nel 1983 partecipa al primo corso/concorso residenziale, indetto dalla Confederazione

Nazionale, divenendo Vice Direttore della Coldiretti Irpina. Nel 1987 è nominato Direttore della Federazione Provinciale di Frosinone e nel 1988 è nominato membro della Giunta Camerale della stessa provincia. Nel maggio 1994 viene nominato Direttore della Coldiretti di Benevento. Nell’aprile del 2001 è Direttore della Coldiretti di Caserta, divenendo anche Consigliere della locale Camera di Commercio. A febbraio del 2004 è nominato Direttore della Coldiretti di Foggia. Dopo qualche mese è nominato Consigliere della CCIAA ed assume la vicepresidenza del Patto Territoriale. A novembre del 2007 assume la direzione regionale di Coldiretti Puglia. Dal 27 marzo 2009 diviene Amministratore Delegato di Creditagri Puglia Mediazione Creditizia S.r.l.. Il 10 settembre 2010 entra a far parte della Giunta esecutiva della Fondazione Istituto Tecnico Superiore per l’Agroalimentare, di cui Coldiretti Puglia è tra gli enti promotori. È del 2012 la nomina a Consigliere Delegato di Impresa Verde Puglia SRL, nata dalla unificazione delle Società di Servizi provinciali. Dal febbraio del 2013 è Componente del Consiglio della Confederazione Nazionale Coldiretti.

www.rinaldomuratore.it

Mondovì

info@rinaldomuratore.it

Cuneo

Torino

Alassio

www.tec-artigrafiche.it

Per poter consigliare... bisogna conoscere... L’esperienza si acquisisce nel tempo... non si inventa


MARIA LETIZIA GARDONI ALLA GUIDA DI GIOVANI IMPRESA COLDIRETTI

Maria Letizia Gardoni al centro riceve le congratulazioni del ministro Martina e del Presidente di Coldiretti Moncalvo

E

’ Maria Letizia Gardoni il nuovo leader dei giovani agricoltori italiani. Venticinque anni di Osimo, Ancona, dove coltiva ortaggi con metodo macrobiotico, è stata eletta dall’Assemblea di Coldiretti Giovani Impresa, composta da rappresentanti provenienti dalle campagne di tutte le Province e Regioni italiane, in rappresentanza di oltre 40mila giovani. La neodelegata, che ha ricevuto le congratulazioni “in diretta” dal nuovo ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, presente all’Assemblea, guiderà un esecutivo nazionale composto per il 50 per cento da donne e per il 50 per cento da uomini. Il Piemonte entra nell’esecutivo nazionale, con la delegata regionale Valentina Binno. Fanno parte dell’esecutivo anche: Maria Serena Minunni, Erika Pedrini, Elena Tortoioli, Ignazio Gibiino, Paolo Giorgi, Daniele Perrone, Andrea Barbetta. Un esempio dei tanti ragazzi che hanno scelto la professione di agricoltori portando nel lavoro quel contributo di innovazione che rappresenta oggi la chiave del successo imprenditoriale. Maria Letizia Gardoni, che ha raccolto il testimone di Vittorio Sangiorgio, chiamato alla guida di Giovani Impresa il 24 marzo

2010, ha iniziato la sua avventura nel 2008. I suoi genitori sono entrambi funzionari pubblici, ma fin da piccola aveva l’idea di fare l’imprenditrice agricola. A 19 anni ha coronato il sogno acquistando un terreno facendo un mutuo e aprendo la sua azienda, nove ettari nelle campagne di Osimo. All’inizio ha provato a coltivare ortaggi per l’industria, ma si è resa conto che non era questa la sua “dimensione”. La svolta è arrivata poco dopo, grazie a un’autentica folgorazione per la “Policoltura ma-pi”, dal nome di Mario Pianesi, l’uomo che ha portato il macrobiotico in Italia. Ha iniziato così a coltivare cavoli, insalata, carote, finocchi coi quali oggi rifornisce i punti

macrobiotici della provincia di Ancona. Un mercato in crescita tanto che Maria Letizia sta aumentando la produzione. Nel frattempo si è laureata in Scienze e tecnologie agrarie all’Università Politecnica delle Marche, con una tesi sullo spopolamento degli alveari. Il prossimo obiettivo è aprire un centro agricolo di ippoterapia, sviluppando un progetto di agricoltura sociale. Luca Beltrando, nella foto delegato Giovani Impresa Cuneo, commenta: “All’orgoglio della neodelegata nazionale si unisce quello dei giovani agricoltori cuneesi, come dice la stessa Gardoni, un orgoglio che nasce dalla consapevolezza che Coldiretti Giovani Impresa rappresenta lo spaccato di società più bello dei nostri tempi. Una società che è la prova di un’Italia che c’è la fa e che si rimbocca quotidianamente le maniche, per vivere un presente migliore e per costruire le basi per un futuro più roseo”.

L’agricoltura sociale è stata protagonista dell’open space su “Il lavoro possibile nel tempo della crisi”, realizzato nell’ambito dell’assemblea elettiva Giovani Impresa. L’open space ha evidenziato il grande spazio alla creatività che offre il settore agricolo, dove, nel 2014, ben il 46% dei giovani andrebbe a lavorare, se avesse la disponibilità di un terreno, secondo l’indagine Coldiretti/Ixé. Tra le nuove opportunità lavorative, spicca “l’agritata”. Sara Beccaria, agritata di Montelupo Albese, ha portato la sua esperienza diretta al convegno: “Diventare “agritata”significa offrire un servizio di alta qualità per le famiglie, valorizzando gli aspetti della ruralità, con l’accoglienza dei bambini nel contesto dell’azienda agricola. L’affidamento esclusivo ad un’unica agritata consente di offrire percorsi educativi personalizzati per ogni bimbo, nei modi e nei tempi più giusti.

ATTUALITÁ

9


ATTUALITÁ

10 IL PREZZO INDICIZZATO COMPRAL LATTE È DI FATTO IL RIFERIMENTO REGIONALE

QUANTO SI PAGA IL LATTE IN PIEMONTE? Indice Piemonte reg 2014 1 Pesi:

Estero Grasso

33 35%

Costi Proteine

Prezzo in €cents per litro, Iva esclusa Base: gen 2011 = Pz Lomb (70%); Pz Bav (30%) standard grasso, g/litro standard proteine, g/litro

feb-10 mar-10 apr-10 mag-10 giu-10 lug-10 ago-10 set-10 ott-10 nov-10 dic-10 gen-11 feb-11 mar-11 apr-11 mag-11 giu-11 lug-11 ago-11 set-11 ott-11 nov-11 dic-11 gen-12 feb-12 mar-12 apr-12 mag-12 giu-12 lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 mag-13 giu-13 lug-13 ago-13 set-13 ott-13 nov-13 dic-13 gen-14

38 33

indice base apr-giu 2007 estero costi totale prodotti 83,192 113,199 108,686 101,807 83,498 114,891 109,275 102,678 89,148 116,847 109,374 105,240 98,393 119,714 109,482 109,302 100,352 115,942 110,400 108,968 99,515 103,542 111,790 104,935 98,401 110,544 114,418 107,815 98,672 115,132 118,171 110,703 97,113 119,788 120,038 112,388 95,718 123,202 121,605 113,605 97,847 131,145 122,442 117,285 101,069 141,931 124,761 122,780 108,375 145,451 126,383 126,923 109,503 145,174 129,376 128,189 103,769 146,662 130,159 127,061 103,879 146,812 130,309 127,198 105,418 139,339 130,275 125,154 103,969 135,830 130,034 123,403 102,048 133,878 129,255 121,849 101,807 130,123 129,255 120,492 102,242 126,721 128,200 119,131 101,522 128,786 129,255 119,944 99,189 131,631 128,734 119,969 98,150 134,731 127,899 120,405 95,404 138,680 126,701 120,446 92,400 141,277 125,884 120,068 87,949 143,362 124,078 118,712 85,582 142,751 121,904 117,006 87,174 136,487 121,424 115,243 88,651 151,042 120,936 120,518 91,763 159,663 120,465 124,321 97,590 161,157 120,465 126,752 101,700 158,067 120,268 126,992 102,424 156,897 119,984 126,740 101,831 158,354 119,676 126,938 101,580 157,281 119,395 126,397 100,027 158,709 118,895 126,205 101,108 156,513 118,895 125,815 109,829 156,920 118,895 128,832 114,585 152,445 119,184 128,975 115,649 160,465 118,784 131,921 116,718 147,655 118,624 127,866 120,910 146,253 119,772 129,151 122,430 149,053 123,335 131,781 120,323 150,137 124,159 131,726 120,556 152,762 124,319 132,748 121,527 153,525 124,789 133,483 120,478 151,745 124,896 132,567

34 65%

base: gen 2011 Lomb 70% - Bav 30% Prodotti

33

37,30 €cents/litro standard grasso, g/litro standard caseina, g/litro

39 26,5

indice b. 1/11

prezzo simul

g/litro grasso

g/litro proteine

g/litro grasso

g/litro caseina

82,918 83,628 85,714 89,022 88,751 85,466 87,812 90,163 91,536 92,527 95,524 100,000 103,374 104,405 103,487 103,598 101,933 100,507 99,241 98,137 97,028 97,690 97,710 98,065 98,099 97,791 96,686 95,297 93,861 98,157 101,254 103,234 103,430 103,225 103,386 102,946 102,789 102,472 104,929 105,045 107,444 104,142 105,189 107,330 107,286 108,118 108,717 107,970

30,925 31,190 31,968 33,202 33,100 31,875 32,750 33,627 34,139 34,509 35,627 37,296 38,555 38,939 38,596 38,638 38,017 37,485 37,013 36,601 36,187 36,434 36,442 36,574 36,587 36,472 36,060 35,542 35,007 36,609 37,764 38,502 38,575 38,499 38,559 38,395 38,336 38,218 39,134 39,178 40,072 38,841 39,231 40,030 40,013 40,324 40,547 40,269

0,285 0,287 0,294 0,306 0,305 0,294 0,302 0,310 0,314 0,318 0,328 0,344 0,355 0,359 0,355 0,356 0,350 0,345 0,341 0,337 0,333 0,336 0,336 0,337 0,337 0,336 0,332 0,327 0,322 0,337 0,348 0,355 0,355 0,355 0,355 0,354 0,353 0,352 0,360 0,361 0,369 0,358 0,361 0,369 0,369 0,371 0,373 0,371

0,609 0,614 0,630 0,654 0,652 0,628 0,645 0,662 0,672 0,680 0,702 0,735 0,759 0,767 0,760 0,761 0,749 0,738 0,729 0,721 0,713 0,718 0,718 0,720 0,721 0,718 0,710 0,700 0,690 0,721 0,744 0,758 0,760 0,758 0,759 0,756 0,755 0,753 0,771 0,772 0,789 0,765 0,773 0,788 0,788 0,794 0,799 0,793

0,278 0,280 0,287 0,298 0,297 0,286 0,294 0,302 0,306 0,310 0,320 0,335 0,346 0,349 0,346 0,347 0,341 0,336 0,332 0,328 0,325 0,327 0,327 0,328 0,328 0,327 0,324 0,319 0,314 0,329 0,339 0,346 0,346 0,346 0,346 0,345 0,344 0,343 0,351 0,352 0,360 0,349 0,352 0,359 0,359 0,362 0,364 0,361

0,759 0,765 0,784 0,814 0,812 0,782 0,803 0,825 0,837 0,846 0,874 0,915 0,946 0,955 0,947 0,948 0,932 0,919 0,908 0,898 0,888 0,894 0,894 0,897 0,897 0,895 0,884 0,872 0,859 0,898 0,926 0,944 0,946 0,944 0,946 0,942 0,940 0,937 0,960 0,961 0,983 0,953 0,962 0,982 0,981 0,989 0,995 0,988

ALL’INDICIZZATO COMPRAL-LATTE VANNO INOLTRE AGGIUNTE LE SEGUENTI PREMIALITÀ: • premio di 0,4 €cents/litro viene dato al produttore se resta sotto i limiti di 30.000 per ml per la carica batterica e sotto le 250.000 per le cellule somatiche per ml (per legge è sufficiente rimanere <= 100.000/ml di carica batterica e <= 400.000/ml di cellule somatiche.); • premio per la “filiera” di 3 €cents/litro per chi ha aderito al piano dei controlli APA e si impegna al conferimento per le prossime 3 campagne. Compral-latte ha pagato medio, già al netto delle spese, è stato di 45 €cents/litro, mentre a gennaio è stato di 44,3 €cents/litro.


11 ATTUALITÁ

SLITTA LA CONSUETA SCADENZA DEL 28 FEBBRAIO

CONTRATTI D’AFFITTO QUOTE LATTE: SI STIPULANO ANCHE NEL MESE DI MARZO

G

ià da alcuni anni il Ministero ha provveduto a emanare dei provvedimenti che consentono ai produttori di latte di stipulare contratti d’affitto di quote latte, oltre la normale scadenza del 28 febbraio. Visto l’andamento produttivo delle ultime campagne, rimaste fino all’ultimo sempre molto vicine al rischio di sforare la quota nazionale (QNG - Quantitativo Nazionale Garantito), la proroga da ulteriore tempo ai produttori per le opportune valutazioni aziendali. Anche per la campagna in corso, giunta ormai alla conclusione, i produttori potranno beneficiare di qualche giorno di tempo per stipulare eventuali contratti d’affitto nel mese di marzo, purché l’iter autorizzativo sia definito entro il 31 marzo. Perciò si invitano tutti i produttori interessati a stipulare i contratti al più entro i primi 15-20 giorni di marzo, in modo

da consentire agli Uffici della Provincia di poter concludere l’istruttoria. Precisazione Nell’articolo sulla produzione lattiero casearia sullo scorso numero de “Il Coltivatore” avevamo riportato erroneamente che la campagna lattiero casearia 2013/2014 era l’ultima regolata dal cosiddetto regime delle “Quote latte”. Precisiamo che si tratta della penultima, mentre l’ultima sarà la prossima che andrà dal 1 aprile 2014 al 31 marzo 2015. Con l’occasione comunichiamo che gli ultimi dati produttivi diffusi da Agea, aggiornati alle consegne del mese di dicembre (9 mesi della campagna), indicano che la produzione nazionale rettificata cumulata (aprile/ dicembre) è stata di 7.893.303 tonnellate. Confrontata con lo scorso anno l’attuale campagna risulta inferiore dell’1,45%, quando invece si erano rag-

giunte i 8.007.827 tonnellate. A novembre il calo, sempre confrontato con lo scorso anno era dell’1,7%. Analizzando invece i dati produttivi piemontesi la produzione cumulata aprile/dicembre è stata di 700.441 tonnellate, raggiungendo sostanzialmente quello dello scorso anno, essendo solamente inferiore dello 0,07% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (700.946 tonnellate). A novembre il calo rispetto al 2013/2014 era stato dello 0,5%.

di Chiabrando Daniele

enti s e r P iera in F

TRINCIA INTERFILARE PER FRUTTETI BIOLOGICI

via Senaude Bastie, 1 - 12036 Revello (Cn) - tel. 339 8017198 - www.tecnofruit.it


12 BASTIAN CONTRARI

I L C O R S I V O D E L C O LT I V ATO R E DI CHI È LA COLPA?

U

n tempo si diceva. “Per cause indipendenti dalla nostra volontà...” e si credeva, con questo, di quietare gli animi. Le scorse settimane, “per cause...” non si è acceso uno dei cerchi olimpici nella cerimonia di inaugurazione dei giochi di Sochi e non si è alzato il sipario del palco dell’Ariston a Sanremo, in occasione dell’apertura del festival. Sempre per cause..(in questo caso indipendenti dalla “sua” volontà), Letta ha fatto le valigie, Renzi ha dovuto rinunciare a tante candidature di possibili ministri, un aereo con un gran numero di italiani fra i passeggeri è atterrato in Svizzera anziché a Malpensa, l’ex deputato Luxuria è finito in carcere in Russia e l’udienza indiana sui

marò ha subito il trentesimo rinvio. Si può dire che l’espressione “per cause indipendenti...” abbia perso, nel tempo, buona parte del suo presenzialismo. In pratica, è diventata inutile, superflua, ridicola. Ormai è sottintesa, non c’è nemmeno bisogno di pronunciarla. Chi mai si arrischierebbe a dire “ per cause dipendenti dalla mia volontà...” e vai con l’autoaccusa, con l’assunzione di colpa e con l’autodistruzione?! L’Enpam, l’ente previdenziale dei medici, ha visto svanire 250 milioni. Questo perché il gruppo dirigente ha effettuato giochi spericolati in borsa ed oggi “per cause...” ci si ritrova con un bel malloppo in meno. Quanti sono i campioni del

gioco “scaglia il sasso e nascondi la mano”? Ogni giorno è una pioggia di dichiarazioni. “Io non c’entro, non ne so nulla, non ero al corrente, non ho alcuna responsabilità”. Sembra che l’economia, la politica e, in qualche caso, anche la cultura, sia in mano a chi presenta la straordinaria capacità di defilarsi al momento opportuno. La crisi? Non dipende dalle scelte operate a livello politico ed economico. L’alluvione? Anche quella è determinata da “Cause indipendenti...”. Il disastro della scuola italiana? Idem come sopra. Se solo ci si sofferma, la sera, su uno dei tanti scontri televisivi, piovono i rimpalli. L’aumento della spesa pubblica? Ma è “per cause...Noi non c’eravamo, non

abbiamo deciso noi, la colpa è dei protagonisti delle precedenti legislature, ecc ecc. Ormai l’assunzione di responsabilità è un requisito da premio Nobel. Ci agitiamo, facciamo il bello e il brutto tempo, prendiamo decisioni che poi ci rimangiamo regolarmente. Il tutto “a scanso di responsabilità”, cioè parandoci il fianco da eventuali problemi e mettendo le mani avanti per non avere grane. Ecco. Il mio sfogo quindicinale è concluso. Meglio mettere fine alle esternazioni, onde evitare che, “ per cause indipendenti...”, qualcuno mi indichi la porta di uscita, invitandomi ad andare a cantare in un altro pollaio. Bastian Contrari

POSSIBILITÀ FINANZIAMENTI 2/3/5 ANNI

L75DT cab. CV 75 anno 1998

JOHN DEERE 7710 cv 170 -con freni aria- ponte sospeso-anno 2001

GASPARDO 6 file a dischi

Giroandanatore POTTINGER EURO 461N

T6020con freni aria ponte e cab sospeso cv 143 anno 2012

NEW HOLLAND TD5050-95 cv anno 2012 - ore 310

NEW HOLLAND TL 80 DT anno 2002 cv 80

NH FORD 7740 con Pala DG anno 1996 - omologata

Rimorchio SILVER CAR 140 Q.LI frenatura idraulica

SAME ANTARES 130 anno 1995 - freni aria

FIAT 65-56 cab - anno 1996

www.tec-artigrafiche.it

CLASS LEXION 430

www.racca.it Via Roma, 87 • tel. 0172 742344 • MARENE

O GARANTITO USAT

1 ANNO


G

iuseppe Biga è nato il 2 maggio 1920 a Savigliano: “I miei genitori lavoravano la terra ed avevano una trentina di bestie”. LE BESTIE DA GUARDARE A scuola dove è andato? “A Santa Maria di Genola. Ho frequentato fino a 14 anni, ho fatto due volte la quarta Elementare perché non c’era la quinta, il maestro era un prete. Si chiamava don Tarditi, era uno preciso e severo”. Ha patito la fame? “Per fortuna no”. Ha iniziato a lavorare presto? “Andavo a guardare le bestie al pascolo, avevo sei anni”. Come era la vita di una volta? “Era completamente diversa da oggi. Non c’erano tutte le comodità di oggi, prima dell’arrivo dei trattori la terra si lavorava con i buoi e a mano”. Il primo trattore? “Un “Balilla”, andava bene. Siamo stati fra i primi nel 1938 a comprare un trattore. Le macchine hanno tolto grandi fatiche al lavoro dei campi”. Le veglie nelle stalle? “Ci trovavamo quasi tutte le sere nelle stalle di uno o dell’altro. Recitavamo insieme il Rosario. Le donne lavoravano a maglia, gli uomini raccontavano tante storie. Anche sulle masche… così i ragazzi di sera non uscivano per la paura!”. Lei credeva alle masche? “Io no! Ma c’erano diverse persone che credevano alla loro presenza”. I MENDICANTI C’erano personaggi particolari che arrivavano in campagna? “Passavano diverse persone a chiedere l’elemosina. Uno arrivava di mattina presto e chiedeva sempre del vino, noi gli davamo quello che bevevamo, la “pusca”… E lui ci diceva. “E’ un po’ brusco, ma è buono”. Poi arrivava “Marieta”, che chiedeva sempre qualcosa da mangiare. E le davamo sempre un mestolo di

D I

V I TA

RITRATTI

S TO R I E

13

a cura di Barba Bertu info@barbabertu.com

GIUSEPPE, PRIGIONIERO DEGLI AMERICANI: PRIMA IN SICILIA E POI IN ALGERIA

Giuseppe Biga, classe 1920, una mente lucida

farina”. Ne ricorda altri? “C’era uno che chiedeva un pezzo di pane… un modo elegante per poi chiedere un bicchiere di vino! Qualche mendicante a volte si fermava a dormire nella stalla. Poi dopo la guerra non è arrivato più nessuno, chissà perché”. Che lavori ha fatto nella sua vita? “Ho lavorato in campagna, ho fatto il meccanico. Poi sono andato a lavorare alla Piscina di Savigliano, dal 1980 al 1985. Trasportavo gli studenti”. VICINO ALLA MORTE La parola “guerra” cosa le fa venire in mente? “Tanti ricordi! Ho fatto l’artigliere, ero a Cuneo agli inizi, poi sono andato ad Acceglio, quando è scoppiata la guerra con la Francia nel giugno 1940, che è durata pochi giorni…Poi ci hanno trasportati in Sicilia, come artiglieria antisbarco, per combattere gli americani”. E poi? “Mi hanno preso prigioniero a Trapani, nel golfo di Castellamare. Sono stato prigioniero degli americani per due anni,

per fortuna non ci hanno fatto patire la fame! Ci facevano lavorare e scaricare viveri ed armi per il fronte. Eravamo all’aperto in campagna, dormivamo sotto le stelle, non c’erano baracche. Quando pioveva cercavamo di coprirci”. Il mangiare era buono? “Tante scatolette. Io poi mi sono ammalato, ma gli americani non avevano ospedali in Sicilia. Così con l’aereo mi hanno trasportato in Algeria, in un loro campo, dove mi hanno curato. Ho viaggiato con alcuni soldati americani feriti. Ho avuto per tre mesi la febbre alta a 40 gradi, alla fine i medici hanno capito che avevo preso il tifo. Ho rischiato di morire e pregavo, l’ho vista brutta! Quando avevo la febbre alta, due infermiere statunitensi mi coprivano di ghiaccio. Poi mi sono salvato, e devo dire grazie agli americani, che sono persone civili (non come le SS)”. Quando è tornato a casa a Savigliano? “Sono tornato a casa nel settembre del 1945, da sei anni non avevano più mie notizie. Quando sono arrivato in cascina, il cane mi ha riconosciuto e non ha abbaiato. Mia madre mi ha subito

visto, ci siamo abbracciati ed abbiamo pianto”. Cosa pensa della guerra? “E’ una gran porcheria!”. TROPPE INGIUSTIZIE Sua moglie come si chiama? “Domenica abitava qui da noi, aiutava mia mamma. Siamo stati fidanzati sei mesi, ci siamo sposati il 5 marzo 1946. Il prete era don Marengo, non abbiamo fatto il viaggio di nozze. Abbiamo fatto una cena semplice, con una ventina di familiari”. Lei crede in Dio? “Sì, tanto. Penso che Dio ci sia. Il Rosario lo recitiamo sempre, di sera”. Come passa le sue giornate? “Fino ad un anno fa ero molto attivo e coltivavo l’orto, mi piaceva tanto. Oggi mi sono un po’ fermato”. Quanti figli avete? “Abbiamo due figli, Elio e Margherita”. Oggi quando vedete che tanti giovani che si separano, cosa pensate? “Pensiamo che è cambiato tutto, ci stiamo male, soprattutto se ci sono dei bambini di mezzo”. Signor Beppe, l’idea della morte la sfiora, alla sua bella età? “Ogni tanto la invoco, quando i tanti dolori mi fanno un po’ tribolare. Credo che sia una cosa naturale, ma non so cosa ci aspetta. Spero di poter riabbracciare i nostri cari, sarebbe davvero molto bello!”. Il mondo di oggi come lo vede? “Vedo troppe ingiustizie. Non ho grande fiducia nella nostra classe politica”. E la campagna? “Gli aiuti arrivano a chi ha già, i piccoli sono dimenticati”. Il segreto per far durare i matrimoni? “Lasciar correre, a volte. Rispettarsi e venire incontro all’altro. Risposerei di nuovo mia moglie, non ho dubbi”. La moglie Domenica sorride: “Anch’io risposerei Beppe!”


ATTUALITÁ

14

LA POSTA DEL COLTIVATORE

IL CINGHIALE IN COMMISSIONE EUROPEA Egr. Direttore, Ho presentato una interrogazione alla Commissione europea, con risposta scritta, sul problema della gestione dei danni in agricoltura provocati dalla fauna selvatica, con particolare riferimento al cinghiale, per sapere quali provvedimenti la Commissione intenda adottare con urgenza al fine di provvedere all’accertamento dei danni riscontrati e quali aiuti possano essere disposti per essere di supporto alle istituzioni locali. Inoltre nell’interrogazione chiedo se la Commissione intenda promuovere uno strumento diretto a favore delle imprese agricole, vista l’evidente sproporzione tra i danni subiti e gli strumenti finanziari messi a disposizione dall’Unione Europea a loro protezione, tutela ed eventuale indennizzo. Infine se la Commissione intenda proporre uno strumento ad hoc per la prevenzione dei danni causati dal cinghiale e se intenda prevedere che la problematica dei danni all’agricoltura arrecati dalla fauna selvatica diventi una priorità nell’agenda politica dell’Unione. In questa interrogazione alla Commissione europea, ho messo in evidenza i punti critici di questa problematica. I danni arrecati all’agricoltura dalla fauna selvatica ha ragtmc bozza1:Layout 1 24-11-2008 16:59 Pagina 1 giunto negli anni una dimensione notevole in quanto a impatto

• Tubi autoportanti • Tubi normali • Pozzetti irrigui • Elementi a completamento TMC s.r.l C.so Giovanni XXIII, 61 12022 Busca (Cn) tel. 0171.94.52.35 fax 0171.94.44.14 www.tmcmanufatticemento.it

negativo sulle attività economiche delle imprese agricole e zootecniche, oltre ai riflessi negativi sulla conservazione della biodiversità. Per far fronte a questi danni, provocati in particolare dai cinghiali, le strategie impostate a livello nazionale si sono rivelate inefficaci e/o comunque non sufficientemente adeguate. Questa problematica deve essere ricondotta nell’ambito di una strategia comune per la conservazione della biodiversità, nell’interesse comunitario (previsto nella Direttiva 92/43/CEE, agli artt. 2,11,14 e 16, ribadito recentemente dal programma generale di azione dell’Unione in materia di ambiente fino al 2020), in grado di superare gli strumenti nazionali e locali di programmazione, in quanto gli impatti negativi subiti da un ecosistema si riversano inevitabilmente su quelli vicini. L’ultima considerazione è quella che, all’interno della fauna selvatica, evidenzia l’impatto negativo della sovra diffusione del cinghiale (Sus Scrofa), che rende

questa specie la più pericolosa per gli equilibri ecosistemici e per le attività agricole e zootecniche. Tutto ciò rende necessario un approccio tecnico scientifico specifico e la definizione di un accurato piano che consideri gli impatti sul sistema agricolo e sulle biocenosi locali che vanno a costituire l’ecosistema. Gli agricoltori e gli imprenditori agricoli attendono una risposta dalla Commissione europea. Franco Bonanini Deputato al Parlamento europeo Nel ringraziare l’Eurodeputato, per l’intervento e nel rimanere in attesa di conoscere la risposta del Commissario Europeo, riteniamo che sarebbe opportuno da parte del parlamentare integrare l’interrogazione, citando anche gli enormi danni causati dai caprioli nelle zone di collina, dai cervi nelle zone montane, dalle nutrie per i terreni in prossimità dei corsi d’acqua, dai ghiri sui noccioleti. Tutte problematiche generate da uno squilibrio ambientale, al quale occorre aggiungere la presenza del lupo, che è devastante per la zootecnia delle nostre aree montane. Non è più sufficiente parlare di cinghiali ed evidenziare i danni da questo causati. Occorre una strategia di contenimento complessivo delle specie selvatiche che, spesso, sono ostacolate, da norme eccessivamente protezionistiche di livello europeo.


OCCHIELLO

A A

ATTUALITÁ

15


16 ATTUALITÁ

LA POSTA DEL COLTIVATORE RANDAGISMO CANINO Egr. Direttore, Con la presente, in riferimento al DPR 320/1954 “Regolamento di Polizia Veterinaria” e L.R. 34 del 1993 in qualità di Presidente dell’Ambito Territoriale di Caccia ATC-CN2 Savigliano Saluzzo, chiedo cortesemente di porre l’attenzione delle Amministrazioni comunali al problema del randagismo e dei cani vaganti. In questi ultimi anni, nonostante numerose campagne di sensibilizzazione in merito al problema, non si è verificato il dovuto controllo, in quanto la situazione riguarda pressoché tutta la fascia abitativa rurale distribuita a macchia di leopardo sul territorio del nostro Ambito e dei comuni. Purtroppo comprendo appieno che i costi in merito allo svolgimento del controllo e della sensibilizzazione del problema siano estremamente onerosi sui già scarni bilanci comunali, ma si deve evitare l’insorgere di problemi ancora più gravi. Si precisa infatti che oltre l’ impatto devastante che tali cani vaganti possono avere sulla fauna selvatica, possono insorgere e si sono verificati numerosi problemi di sicurezza stradale non-

ché eventuali mezzi di propagazione di malattie dannose alla salute animale ed umana, quali la brucellosi e la rabbia silvestre. Specifico che il problema non è solo circoscritto ai cani randagi (abbandonati), ma soprattutto a quelli che sono mal custoditi cioè che sono detenuti nelle abitazioni e cascine rurali, che purtroppo per la maggior parte sono inoltre sprovvisti di microchip e relativa iscrizione all’ anagrafe canina. Certe realtà da noi conosciute infatti hanno evidenziato che la maggioranza di questi animali ne è sprovvista. Considerato che non è mia volontà eccedere in allarmismi sterili ma costruire insieme un’effettiva collaborazione ed azione congiunta in merito al controllo dei cani vaganti si spera che tale richiesta venga rece-

    REALIZZAZIONE DI MANUFATTI PREFABBRICATI   ‐ Cabine elettriche prefabbricate in cemento 

     

pita favorevolmente. Bartolomeo Alloa presidente ATC-CN2 Francamente, non ci risulta che il problema del randagismo canino sia così accentuato come traspare dalla lettera che è stata scritta a molte amministrazioni comunali. Relativamente agli incidenti stradali, ci risulta che siano in aumento quelli causati dai cinghiali e dai caprioli, mentre non sono stati rilevati incidenti che vedono coinvolti cani randagi. L’apposizione del microchip è una pratica ormai risaputa e va attuata nell’interesse degli stessi detentori dei cani. Nel caso di quelli posseduti da agricoltori, va detto che eventuali incidenti sono coperti dall’assicurazione aziendale, solo se il cane è provvisto dell’apposito tatuaggio e microchip.

IMPRESA EDILE

‐ Vasche prefabbricate in cemento armato su misura  ‐ Pannelli prefabbricati rivestiti in pietra, in paramano  ‐ Manufatti in calcestruzzo su misura  ‐ Cuccette per stabulazione bovina  ‐ Canali prefabbricati in cemento 

                 

  edilGIARA s.r.l ‐ Via Raffaello, 4 • 12049 Trinità (CN) ‐ Tel. +39 0172/637127 • Fax +39 0172/631520 ‐ www.edilgiara.com • info@edilgiara.com   


17

G

iannalberto Luzi è il nuovo presidente dell’Epaca, il patronato della Coldiretti per i servizi alla persona. Primo Patronato in Italia nel mondo del lavoro autonomo e per l’assistenza Inail, Epaca è una realtà che conta oltre tre milioni di contatti annui. Garantisce informazioni, consulenze e servizi in materia di previdenza e assistenza, diritto di famiglia e successione, mercato del lavoro, assistenza sanitaria, prestazioni sociali legate al reddito. Sposato con un figlio, laureato in lettere CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

classiche, Giannalberto Luzi da sempre attento alle problematiche sociali dal 2001 è presidente regionale di Coldiretti Marche, un periodo durante il quale ha vissuto da protagonista il progetto di rigenerazione che ha cambiato profondamente il volto dell’agricoltura marchigiana. Ma Luzi è stato anche membro del Consiglio di Presidenza del Cnel e presidente nazionale del Consorzio 5R per la valorizzazione delle carni bovine e delle razze bianche pregiate e, dal 1988 al 2002, della Bovinmarche, con COMITATO ESECUTIVO

la quale ha avviato il primo sistema elettronico di tracciabilità delle carni “dalla stalla alla tavola”. “Un impegno per il quale mi sento di ringraziare la Coldiretti e che si lega al rafforzamento di un percorso di successo del patronato nel quale accoglienza, per conoscere i bisogni; orientamento, per indirizzare i soci e i cittadini tutti verso la migliore soluzione ai problemi; consulenza, per dare riposte efficaci alle nuove esigenze rappresentano lo stile operativo proprio della nostra area sociale”.

ATTUALITÁ

LUZI PRESIDENTE DI EPACA

Giannalberto Luzi

COLLEGIO DEI SINDACI

Giannalberto LUZI – Presidente

Giannalberto LUZI

Giovanni BIAGI - Presidente

Antonio BISO - Vicepresidente

Antonio BISO

Giacomo BERTOLINI - Effettivo

Natale CARLOTTO

Raffaele GRANDOLINI

Stefano MELCHIORRI - Effettivo

Rosanna CLOCCHIATTI

Gennaro MASIELLO

Massimo NARDI - Supplente

Raffaele GRANDOLINI

Piergiorgio QUARTO

Riccardo SALVATORI - Supplente

David GRANIERI Antonio MANSUETO Gennaro MASIELLO Piergiorgio QUARTO

Concessionario per il Piemonte

Presenti in Fiera

VeNDItA RIcAmbI e ASSISteNZA SU tUttI I cARRI cON SeRVIZIO DI pRONtO INteRVeNtO

RAScHIAtORI

www.tec-artigrafiche.it

Vasto assortimento di RIcAmbI ORIgINALI tRASpORtA-LetAme di tutte le marche

Via Sebastiano Gaido, 111 • VILLANOVA SOLARO (CN) • tel. 0172 99183 • fax 0172 922970 www.ambrogiogroup.com e-mail: ambrogio.cla@libero.it


18 ATTUALITÁ

LE INFRASTRUTTURE CUNEESI SONO INDISPENSABILI PER LA RIPRESA DELL’ECONOMIA

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le condizioni contrattuali ed economiche sono indicate nei fogli informativi a disposizione presso le filiali BANCA CRS e sul sito www.bancacrs.it.

E’ arrivata la concessione ventennale per l’aeroporto di Levaldigi, ma occorre completare l’autostrada CuneoAsti, realizzare il raddoppio del tunnel del Tenda. Sul fronte Sanità, continuano a mancare i servizi in periferia. Determinante apporto di Coldiretti.

La concessione ventennale dell’aeroporto Cuneo-Alpi del Mare a Geac, società che gestisce lo scalo, è stata rilasciata grazie all’approvazione definitiva del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. L’approvazione è giunta nei giorni scorsi in seguito alla formulazione dell’ultimo parere favorevole mancante, quello espresso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, permettendo così la sottoscrizione del decreto di concessione. Per lo scalo cuneese si aprono nuove prospettive, come richiesto dalle categorie economiche ed interpretate dalla Camera di Commercio di Cuneo, con il suo presidente Ferruccio Dardanello. Accanto all’aeroporto, in

questi anni di crisi e di difficoltà economiche complessive, occorre rimarcare la necessità, affinché sia completata anche l’autostrada Cuneo – Asti, da troppo tempo parzialmente incompiuta. Il tratto mancante rende monca l’opera ed aumenta in modo ingiustificato i costi di trasporto delle merci. Inoltre, vi è la necessità che parta al più presto il raddoppio del tunnel di Tenda, quale momento di collegamento tra il Sud Piemonte e la Costa Azzurra. Infrastruttura particolarmente attesa, in condizione di rilanciare il turismo di territorio. Preoccupazione è invece manifestata da Coldiretti per la gestione della sanità. L’ospedale di Alba-Bra rischia

di rimanere una cattedrale nel deserto, quelli minori stanno per essere chiusi. Sono stati notevolmente ridotti i servizi di base ai cittadini soprattutto nelle zone periferiche e montane. Tutto questo contribuisce ad alimentare il senso di incertezza tra la gente e a generare ulteriore malcontento, soprattutto tra le persone anziane, che si sono ritrovate in meno di un anno, a dover affrontare percorsi chilometrici per un prelievo di sangue o per il ritiro di una diagnosi. In questo senso, ben si colloca l’iniziativa di Coldiretti, che in accordo con le Asl Cuneesi, ha già messo a disposizione degli sportelli presso le sedi di Ceva e Mondovì e presto amplierà il progetto all’albese.


19

I

l Piemonte è la seconda regione italiana per importanza nel settore cunicolo, contando quasi quattrocento allevamenti e più di ottocentomila capi riproduttori allevati, concentrati soprattutto in provincia di Cuneo. L’allevamento è caratterizzato da una prevalenza di strutture di medie/piccole dimensioni. Sin dagli albori la cunicoltura nazionale ha trovato nel Piemonte una delle zone più idonee e recettive per svilupparsi. Inoltre, a fianco dell’allevamento, a livello regionale si sviluppa una filiera che comprende, tra operatori diretti e indotto, un migliaio di addetti superando i 35 milioni di euro di fatturato annuo. Gli allevatori piemon-

tesi hanno da sempre posto la massima attenzione alla qualità delle loro produzioni, attenti al rispetto delle regole sanitarie. E proprio a rafforzamento e ulteriore miglioramento degli standard qualitativi degli allevamenti hanno reso possibile l’attuazione di un piano di monitoraggio regionale, proposto dall’Assessorato regionale alla sanità, il quale ha permesso ai Servizi veterinari delle ASL di poter avere una maggiore conoscenza del comparto, sia in termini di gestione aziendale, sia su aspetti di carattere più strettamente epidemiologico. Oltre a questo importante progetto, un’altra importante novità è stata l’eliminazione dei certificati sanitari a carico

degli allevamenti. Infatti, dopo oltre due anni di intenso lavoro portato avanti da Coldiretti e CON.AL.PI., gli allevamenti cunicoli non saranno più gravati dal costo dei certificati ante mortem per i capi destinati al macello. Si tratta di un risultato notevole che ha permesso di uniformare la normativa regionale a quella nazionale in materia di certificati, oltre ad ottenere un risparmio economico alle imprese ed uno sgravio burocratico. A fronte di un minore costo gli allevamenti saranno tenuti alla compilazione di un apposito registro di allevamento, prassi già pressoché in uso nella maggior parte delle aziende.

ATTUALITÁ

UN RISULTATO IMPORTANTE GRAZIE ALL’IMPEGNO DI COLDIRETTI E CON.AL.PI. Settore cunicolo: eliminati i certificati ante mortem a carico degli allevatori

Guido Monge

C.E.A. di Cornaglia e C. s.n.c. Via Marene, 17 - 12045 FOSSANO (CN) Tel. +39 0172 692677 Fax +39 0172 692097 www.cea-agrimix.com info@cea-agrimix.com

... e tanto altro ancora


20 ATTUALITÁ

IN COLLABORAZIONE CON IL CAP NORD OVEST

CAMPAGNA CEREALICOLA: LE OPPORTUNITÀ DEI CONTRATTI DI FILIERA

A

nche per l’attuale campagna cerealicola Coldiretti e Agenzia 4A, in collaborazione con il CAP Nord Ovest, hanno proposto diverse tipologie di contratti di filiera, con l’obiettivo di consentire alle imprese agricole una maggiore remunerazione dal mercato e, soprattutto, di poter conoscere quali saranno i parametri qualitativi e i riferimenti che andranno a definire il prezzo. Dopo la definizione di importanti contratti di filiera per i cereali autunno vernini, soprattutto frumento e orzo, vediamo nel dettaglio i contratti di filiera proposti per il mais e la soia.

CONTRATTI MAIS 2014 CAP NORD OVEST I contratti di filiera del mais si dividono in 2 differenti tipologie: A. contratti convenzio nali; B. contratto mais qualità Requisiti essenziali per poter aderire ad uno dei differenti contratti sono: • essere soci del CATAC; • sottoscrivere i contratti con i tecnici CATAC entro il 31 marzo 2014 (coloro che non osserveranno le disposizioni tecniche, non potranno usufruire delle agevolazioni dell’accordo); • i mezzi tecnici necessari per la coltivazione del granoturco dovranno essere acqui-

stati esclusivamente presso il CAP NORD OVEST; • l’umidità della granella “verde” sarà determinata al momento della consegna con l’apposita strumentazione presente presso i centri di essiccazione del CAP. La strumentazione sarà tarata in base ai dati della stufa del laboratorio Impresa Verde Coldiretti; • specificare sulle bolle, prima del conferimento, il numero del contratto stipulato. A. Contratti convenzionali I contratti mais convenzionali si dividono a loro volta in 3 differenti categorie (o alternative), oltre alla possilità del conto

Presentia in Fier

TECNOLOGIE IN VITICOLTURA ATTORNO AL NOSTRO PALO I MIGLIORI VIGNETI

• Pali in cemento vibrato • Pali in cemento precompresso • Canne in PVC antigelive • Pali in acciaio zincato • Pali in legno trattato • Pali in castagno • Tutori per barbatelle • Filo CRAPAL OPTIMUM e CRAPAL 2 • Filo INOX e tripla zincatura • Tracciamento e realizzazione vigneto • Fornitura materiale per “Metodo Grimaldi”

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

TECNOCEMENTEDIL

COSTRUZIONE, RIPARAZIONE E VENDITA MACCHINE AGRICOLE tel. 0171 772423 • fax 0171 771289 e-mail: info@dalmassodanilo.it www.dalmassodanilo.it Il nostro usato è visibile sul sito

TECNOCEMENTEDIL di Genesio Pierangelo • Località BUSSIA, 11 MONFORTE D’ALBA (Cn) • tel. 0173 787101 • fax 0173 240024 www.tecnocementedil.it - e-mail: info@tecnocementedil.it / tecnocementedil@wmail.it


21 meno 0,70 €/q + IVA (22%) per spese di magazzino; „„ Mais conto lavorazione: Potrà essere richiesto esclusivamente da quegli agricoltori che abbiano effettuato i trattamenti contro la piralide e per la trasformazione del prodotto in farina sarà applicata una tariffa di 2 €/q + IVA (22%) per merce resa franco arrivo Zona di Fossano. B. Contratti mais qualità Vediamo ora nel dettaglio il contratto mais di qualità. Occorre:  osservare le disposizioni secondo il disciplinare di produzione con trattamento obbligatorio nei confronti della piralide;  il granoturco dovrà essere consegnato presso il Consorzio Agrario di Cussanio Fossano che provvederà all’essiccazione;  la vendita del granoturco dovrà avvenire entro e non oltre il 31 marzo 2015;  il prezzo del prodotto sarà

determinato assumendo a riferimento la quotazione media del listino della Borsa Merci di Torino, alla voce granoturco nazionale, conosciuta al momento della vendita + 0,5 €/q + IVA (4%);  seminare esclusivamente i seguenti ibridi:

ATTUALITÁ

lavorazione „„ Alternativa 1: pagamento al 31/12/2014; media dei prezzi massimi dei bollettini di TORINO dal 02/10/2014 al 27/11/2014 + IVA (4%) alla voce mais nazionale, con addebito di 0,20 €/q.le + IVA (22%) per contributo spese; „„ Alternativa 2: vendita a discrezione del socio entro il 31/01/2015; pagamento a 30 giorni dalla data di fissazione del prezzo; prezzo massimo del bollettino di Torino della settimana successiva alla richiesta che il venditore, a sua discrezione, potrà inoltrare al compratore consorzio agrario (richiesta da effettuarsi entro le ore 10,00 del venerdì della settimana precedente) + IVA (4%) meno 0,30 €/q + IVA (22%) per spese di magazzino; „„ Alternativa 3: pagamento al 31/5/2015; media dei prezzi massimi dei bollettini di Torino dal 02/10/2014 al 30/04/2015 + IVA (4%)

DITTA

IBRIDO

CLASSE

GIORNI

DEKALB

DKC 5830

500

127

DEKALB

DKC 6728

600

130

KWS

KORIMBOS

500

125

KWS

KALIPSO

600

130

LIMAGRAIN

AGRISTER

500

125

LIMAGRAIN

ABGARO

600

130

MAISADOUR

MAS56.E

500

125

MAISADOUR

MAS57.R

500

127

NK

SYSINCERO

500

125

NK

NKFAMOSO

500

127

PIONEER

P0722

500

120

PIONEER

P1547

600

130

PIONEER

LOLITA

600

130

SEMILLAS FITO

CALGARY

600

130

SCAVINO E SCAVINO SRL dal 1975 SERRAMENTI IN ALLUMINIO E CARPENTERIA IN FERRO INOLTRE FABBRICHIAMO ED INSTALLIAMO, TELAI DI PROTEZIONE PER QUALSIASI TIPO DI TRATTORE Borgata Molino, 26 12060 VERDUNO (CN) tel. 0172 470160 info@scavinoescavino.com www.scavinoescavino.com

IMPIANTI STOCCAGGIO CEREALI E PRODUZIONE MANGIMI

Via Langhe 17 - 12061 CARRÙ (CN) tel. 0173 75160 - fax 0173 779700 - nanni_b@virgilio.it ARTICOLI TECNICI - ATTREZZATURE SALDATRICI - COMPRESSORI - FERRAMENTA ELETTROUTENSILI - RICAMBI AGRICOLI


CONTRATTO SOIA 2014 CAP Il contratto soia prevede la coltivazione, nel quadro del “Progetto Soia ad uso mangimistico NO OGM”, delle seguenti varietà di soia: • (gruppo 0+): FELIX; ONYX; PR91M10; • (gruppo 1): PR92M22; IKA; • (gruppo 1-): WALLACE. Per poter aderire occorre inoltre: –– acquistare il seme ed i mezzi tecnici presso i punti vendita

del CAP; –– adottare la tecnica colturale prevista dal disciplinare; –– conferire il prodotto presso i centri di stoccaggio che saranno successivamente indicati dal Consorzio prima della raccolta; –– sottoscrivere il contratto entro e non oltre il 15 marzo 2014; –– da parte sua, il CAP Nord Ovest si impegna a retribuire la granella di soia con riferi-

mento alla media dei listini massimi della Borsa Merci di Bologna alla voce “Soia Produzione Nazionale” in uno dei seguenti periodi a scelta dell’azienda agricola venditrice:  dal 2/10/2014 al 18/12/2014;  dal 2/10/2014 al 27/11/2014;  dal 2/10/2014 al 30/10/2014; • a tale quotazione sarà aggiunto un premio di 1,2 €/q; • il prezzo finale è da considerarsi con IVA INCLUSA.

Molto seguiti gli incontri di Condifesa sul territorio Il Condifesa, che assicura in provincia di Cuneo oltre 200 milioni di valore delle produzioni agricole contro gli eventi atmosferici, in vista dell’imminente inizio della campagna assicurativa ha organizzato alcuni incontri aperti a tutti i produttori agricoli, agenti di assicurazione e loro collaboratori. Nelle immagini, Lorenzo Bergese, presidente Condifesa Cuneo, Roberto Bernardi, direttore Condifesa Cuneo e Claudio Sacchetto, assessore regionale all’Agricoltura, e la platea che ha seguito l’incontro organizzato sabato 8 febbraio, a Cuneo presso la Sala Incontri della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Equ a do r c a l d a i e a l e g n a e c onomic he - se mp lic i - p ra t ic he serie ECONOMIC 2000

Permette un risparmio di oltre il 50% rispetto ai combustibili tradizionali SISTEMA A CIPPATO

www.tec-artigrafiche.it

ATTUALITÁ

22

CALdIE A LEGnA

SERIE CUbICA

Sono sufficienti 3 kg. di legno per fare l’equivalente calorie di un litro di gasolio, con 2,2 kg. le stesse prodotte da 1 mc. di gas metano, con 1,7 kg. l’equivalente ottenuto da 1 lt. di GPL.

BOFFANO CLAUDIO snc • termOIDrAULICA CeVA strada Prione, 45/A • tel. 0174 721895 • cell. 335 7154558 claudio.boffano@tin.it • www.termoidraulicaboffano.it

RISCALDARE LA CASA RISPARMIANDO IL 50% SI PUò

prima

dopo

TeTTi in legno - manuTenzione coppi e Tegole - pensiline - porTicaTi - soppalchi - scale coibenTazioni - recinzioni - linea viTa - risTruTTurazioni in genere bra (cn) - Tel. 338.4653318 www.arte-in-legno.it - e.mail: nota-matteo@virgilio.it


23

C

ontinuano le iniziative di Coldiretti Cuneo per diffondere i principi alla base di una conduzione agronomica del vigneto sostenibile. Il principio di sostenibilità racchiude molti significati, tra questi sicuramente la rinnovata attenzione all’ambiente, la riduzione delle sostanze chimiche per la salute e l’economia della coltura. Partendo dall’anno scorso, Coldiretti ha nuovamente avviato la campagna “viticoltura ripensata”, realizzando alcuni incontri sul territorio. Quest’anno l’attività si è intensificata, riproponendo la continuazione dei corsi e organizzando convegni di approfondimento. Dopo la convention di Mango del 20 gennaio incentrata su conoscenza del suolo e le

lavorazioni ideali per mantenerlo fertile; la lotta moderna alle principali fitopatie; metodologie di potatura innovative, mercoledì 19 febbraio a Neive in una sala gremita di produttori vitivinicoli si sono presentate nuove

relazioni di straordinaria attualità e sempre di diretto interesse per le aziende del settore. Sempre seguendo il percorso della “sostenibilità”, le tematiche del 20 gennaio hanno toccato argomenti inerenti il controllo delle tignole e tignolette e dell’insetto vettore della flavescenza dorata (scafoideo) mediante l’impiego di metodologie diverse dal trattamento chimico e prove in campo condotte dai tecnici Coldiretti per dare risposte sempre in materia di flavescenza. Merita attenzione quella che ormai non è più una prova, ma un dato certo sull’impiego della “confusione sessuale” mediante l’impiego di feromoni per evitare le progenie delle tignole. Sono infatti 250 gli ettari di vi-

CI.EMME di Murialdo Arturo & C.

ATTUALITÁ

LA VITICOLTURA “RIPENSATA” PER LA SOSTENIBILITA’ E IL MERCATO ÂÂ Numerose iniziative di formazione e divulgazione ÂÂ Dal Convegno di Neive :attese novità nella lotta contro la flavescenza dorata

(continua alla pagina successiva)

S.N.C.

PRODUZIONE PALI IN ACCIAIO PER VIGNETI, FRUTTETI E RECINZIONI CAD + IVA

DISPONIBILI IN TUTTE LE ALTEZZE E SPESSORI

CAD + IVA

MAGAZZINO E PRODUZIONE:

€ PALO IN ACCIAIO ZINCATO A CALDO SEZ. 33X52 SP 1.2 H 2.50

LOC. GALLI 5, FRAZ. SAN GIUSEPPE 12040 SOMMARIVA PERNO (CN) TEL: 0172 450004 FAX: 0172 270022 CELL: 335 470018 E.MAIL: info@ciemmepali.it www.palipervigneti-ciemme.com

REALIZZAZIONE VIGNETI E RECINZIONI SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI GRATUITI

€ SHELTER RIPARO BARBATELLE


ATTUALITÁ

24 gneto - quindi un comprensorio - nel comune di Barbaresco, dove non si è fatto uso di insetticida. In due anni la superficie è più che raddoppiata e, per il terzo, la cre-

scita è attesa ancora più intensa. E’ ancora a livello sperimentale (quindi non si hanno ancora dati in vigneto), l’esperienza di alcuni ricercatori trentini che potrebbe dare una svolta alla battaglia contro la flavescenza dorata. Il vettore potrebbe essere ridotto anche in questo caso senza l’aspersione di prodotti chimici, ma diversamente dalla tignola, attraverso emettitori di vibrazioni che captate dall’insetto, lo inducono a perdere la ricerca del partner e quindi a non moltiplicarsi. Le prove di laboratorio sono

incoraggianti e pertanto i tecnici Coldiretti staranno molto attenti all’evoluzione, pronti a testarne l’efficacia e diffonderne le notizie ai produttori appena ciò sarà possibile. Sempre in ambito di prove di flavescenza dorata, Coldiretti ha avviato alcuni test per vedere il comportamento delle barbatelle termo trattate rispetto quelle tradizionali, la possibilità di indurre resistenza alle piante tramite vari sistemi di conduzione del vigneto e la reazione della pianta ad alcune sostanze testate per curarle dalla suddetta fitopatia.

• Impianti di riscaldamento a legna, pellet e biomasse • Impianti idrici e di ventilazione per allevamenti zootecnici Impianti di irrigazione per giardini • • Impianti termoidraulici • Impianti di riscaldamento a pavimento • Condizionamento - Lattoneria Tel./Fax 0173.797216 - e-mail: revelli.dario@alice.it

INCUBAZIONE UOVA GALLINA VENDITA PULCINI NOSTRANI (su prenotazione)

SCAVINO Matterino CHERASCO PAVIMENTI E RIVESTIMENTI IN LEGNO, SCALE ARREDAMENTI ARTIGIANALI, LAMINATI PAVIMENTI PER ESTERNO

Via Beinette, 19 - Peveragno (Cn) - Tel. e Fax 0171 339799 - 0171 339552 Cell. 340 7857442 - Cell. 348 7676086 - par.pavimenti@libero.it

www.parpavimenti.eu

Località Barali, 102/B tel. 0172 474449 cell. 333 1851110

io a giugno! a r b b fe a d O APERT


25

conduzione sostenibile sotto il profilo ambientale, ma anche economico. Forse in un recente passato abbiamo concentrato le nostre attenzioni alla parte aerea della vite, trascurando troppo la radice e il suo habitat, preoccupandoci solo di nutrire il terreno chimicamente, anche troppo, senza pensare invece a mantenerlo fertile e quindi “vivo” . Ci insegnano i tecnici, per esempio, che le erbe definite ieri infestanti è meglio considerarle spontanee. Ma la differenza non sta nel termine come scritto, quanto nel suo significato e quindi nell’azione agronomica che ne deriva: se sono considerate infestanti o malerbe, il pensiero va nella direzione di eliminarle; se sono invece ritenute spontanee, allora, dobbiamo interrogarci perché esse si sviluppano in quantità e qualità differenti, a seconda delle condizioni che trovano. Possono quindi da un lato essere lette come indicatore di salute o viceversa di squilibri o malesseri del terreno e dalla’altro

Nessuna rivoluzione o nuova etichetta, ma solo ripensare al modo di condurre un vigneto, lasciando poi al produttore la scelta del protocollo da seguire, per una viticoltura “sostenibile”.

Fiera nti in Prese nd A9

sta

Velocità, Concretezza,Trasparenza Finanziamenti agevolati per l’acquisto di attrezzature agricole Credito Agrario • Leasing Agrario

I mIGLIorI TAssI per IL TUo InVesTImenTo

noVITÀ noLeGGIo LUnGo TermIne

www.tec-artigrafiche.it

I

n tema di viticoltura, sono ormai all’ordine del giorno (come in passato succedeva per le tecniche di cantina) i confronti tra sostenitori del convenzionale, del biologico, del biodinamico ed al proliferare di vari protocolli ed altrettanti marchi, con campagne di marketing e promozione a vari livelli. Un dato di fatto da prendere in seria considerazione resta la cresciuta attenzione del consumatore verso prodotti sempre più naturali e garantiti e delle politiche Comunitarie alle tematiche annesse ad ambiente e salute. La linea del progetto di Coldiretti per tutela del made in Italy, della certezza d’origine e della “naturalità” per sintetizzare con una sola parola diversi valori e significati, sta dando i frutti attesi, e non solo sul vino. La massiccia adesione ai corsi che già dall’anno scorso abbiamo voluto chiamare “viticoltura ripensata” è la prova che i produttori stanno guardando avanti al futuro con il giusto approccio, senza preconcetti, verso una

adoperate per riequilibrare le situazioni compromesse, fungendo da soluzione del problema, quasi sempre provocato dall’intervento umano errato o sovente, solo eccessivo. Lavorare meno per produrre meglio? Sono questi solo alcuni dei temi affrontati negli incontri e nei corsi “viticoltura ripensata” ai quali vi invitiamo a partecipare. I viticoltori che vorranno poi applicare i principi appresi, potranno farlo potendo usufruire dell’assistenza dei tecnici Coldiretti nella fase produttiva e potendo scegliere di mantenere la coltura secondo criteri di agricoltura convenzionale, oppure secondo il regolamento biologico o secondo protocolli personalizzati, gestiti anche in forma di distretto o comprensorio/macroarea, sicuramente più efficaci sotto vari punti di vista, come già ampiamente sperimentato e quindi comprovato. Tutti gli uffici di Zona possono fornire migliori approfondimenti.

ATTUALITÁ

CORSI PER LA VITICOLTURA SOSTENIBILE

Agente di zona: Giuseppe Ullo cell. 338.3090133 - e-mail: info@agenzialeasing.com via Bra, 64 • 12062 CherAsCo • Fraz. Roreto (Cn) • tel. 0172 054547 • fax 0172 054793

www.agenzialeasing.com


SISTRI, SLITTANO ANCORA LE SANZIONI

S

litta ancora la decorrenza delle sanzioni in materia di Sistri, il sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti. Nell’ambito della conversione in legge del decreto legge Milleproroghe (decreto legge 30 dicembre 2013, n.150) è stato approvato alla Camera dei deputati l’emendamento che dispone un rinvio al 31 dicembre 2014 della decorrenza delle sanzioni previste per la violazione delle disposizioni in materia. Fino a tale data, continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di tenuta del registro di carico e scarico, di compilazione del formulario di trasporto e di invio della comunicazione annuale al catasto, secondo quanto previsto dal codice ambientale, nel testo previgente alle modifiche apportate dal

PRESENTI IN

FIERA A

SAVIGLIANO

decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205. La norma di proroga, che interviene a pochi giorni dall’avvio dell’operatività del Sistri per le imprese che producono rifiuti (previsto per il 3 marzo), consente agli operatori ed alle Istituzioni di beneficiare ancora di uno spazio temporale per poter testare e disciplinare adeguatamente il sistema. Parallelamente, il Ministero dell’Ambiente sta ultimando i lavori del decreto previsto dall’articolo 188 ter, comma 3 del decreto legislativo 152/06, con cui, nella specificazione delle categorie di soggetti obbligati all’adesione al Sistri, dovranno essere previste le fasce di esonero per le diverse categorie di imprese, tra cui le imprese agricole che producono i propri rifiuti pericolosi.

In tale contesto, per poter comprendere con esattezza le categorie di imprese soggette agli adempimenti informatici di tracciabilità è indispensabile attendere l’approvazione definitiva delle disposizioni in discussione e la definizione del quadro giuridico di riferimento, che presuppone, la completa revisione del Regolamento n.52/2011.

ATTUALITÁ

27


28 ATTUALITÁ

CONSORZIO PARMIGIANO: SERVE UNA SVOLTA

S

erve una decisa svolta nella gestione del Consorzio del Parmigiano Reggiano dopo l’arresto del direttore Riccardo Deserti che è stato scelto dall’attuale dirigenza, la quale cerca di far passare sotto silenzio una vicenda a dir poco “opaca”. Lo sottolinea Coldiretti, dopo il provvedimento disposto dalla magistratura che ha colpito i vertici del Consorzio. “Se il Parmigiano Reggiano è il prodotto italiano più falsificato nel mondo denuncia l’organizzazione -, il motivo forse va cercato all’interno dello stesso Consorzio di tutela, che più che difendere la tipicità del formaggio alfiere del made in Italy sulle tavole mondiali, manca di trasparenza al suo interno verso le aziende associate ed i consumatori. Occorre fare subito chiarezza su quanto sta succedendo esattamente nel

LA IDRAULICA LATERMO TERMO IDRAULICA BELTRANDO & DURANDA BELTRANDO & DURANDA

consorzio del Parmigiano Reggiano con la complicità delle centrali cooperative, sulle scelte poco trasparenti della dirigenza, ma anche sui legami oscuri con i produttori di formaggi di imitazione, cosiddetti similgrana, che fanno concorrenza sleale ma che sono presenti nel Consorzio e che attaccano Coldiretti quan-

do difende il vero Parmigiano. Dopo aver assistito all’appoggio della governance del Consorzio alla costruzione di un mega-magazzino di formaggi, tentativo strisciante di creare una centrale di stagionatura di similgrana proprio nel regno del Parmigiano Reggiano, adesso ci troviamo di fronte al silenzio dei dirigenti

SNC

SNC

Vendita, assistenza e installazione a legna legnaeepellet pelletdelle dellemigliori migliori marche: Vendita, assistenza e installazionecaldaie caldaie a marche: UNICAL UNICAL Pannelli acqua Pannellisolari solari per per produzione produzione acqua ARCA ARCA calda conimpianti impianti ICIICI caldasanitaria sanitaria ee compatibili compatibili con STEP STEP riscaldamento a pavimento. didiriscaldamento pavimento.

BomboloniGpl Gpl a norma norma di Bomboloni dilegge. legge. Impiantiaa gas gas civili civili ee industriali Impianti industriali PREVENTIVI gRATUITI! gRATUITI! PREVENTIVI

Sede Piasco Tel. 0175.79508 - 347.5417067

Sede Piasco Tel. 0175.79508 - 347.5417067 Tel. 0175.86760

Tel. 0175.86760

Saluzzo

Tel. 348.0053487

Saluzzo

Tel. 348.0053487

RIPARAZIONI IMMEDIATE PROTESI FISSE E MOBILI Presa e consegna a domicilio, presso Case di Riposo, Ricoveri per anziani e non autosufficienti

www.tec-artigrafiche.it

DENTAL STUDIO Laboratorio

MARENE via Colonnello Gay, 1 - cell. 333 4282998

MECCANIFER

enti Presiera in F

Costruzione stufe e termostufe a legna a fiamma inversa www.tec-artigrafiche.it

Verzuolo

Verzuolo

Monticello d’Alba (fraz. Casà, 3) • tel. 0173 64395 www.meccanifer.it info@meccanifer.it


per ortaggi, fiori, antigrandine, ricovero attrezzi, macchine agricole, paglia e voliere. Coperture per ogni esigenza.

Fraz. San Bernardo, 8 - Monteu Roero (Cn) tel./fax 0173 99155 - cell. 338 8593305 www.serresurra.it - e-mail: info@serresurra.it

Pneumatici

GHIBAUDO BOVES

Gomme sezione ristretta per diserbo e semina Consulenza e servizio presso la Vostra azienda Via Peveragno, 81 tel./fax 0171 389249

www.tec-artigrafiche.it

“I Piemontesi invisibili. Il caval donato degli emigranti” è l’ultima fatica letteraria del professor Donato Bosca (254 pagine, con una ricca appendice fotografica, Cooperativa culturale l’Incontro, 24 euro), scritto con la collaborazione di John Bongiovanni. Scrive Donato Bosca: “Persino il Papa. Persino il nuovo Pontefice è figlio di emigranti piemontesi. Ce sono tanti altri, meno fortunati di lui, o più ricchi materialmente, uomini di business e di finanze, sul conto dei quali si sa poco o nulla. Specie dei piemontesi che hanno trovato la Merica, che si sono persi nelle strade “alla fine del mondo”.Sono invisibili questi piemontesi e di due categorie diverse. Da una parte i discendenti degli emigrati dimenticati, sovente protagonisti di storie non a lieto fine. Dall’altra i discendenti degli emigrati che ce l’hanno fatta… Pagina dopo pagina, prende corpo la sorprendente analogia tra le situazioni vissute dai nostri connazionali negli Stati Uniti e quelle degli immigrati giunti in questi anni nel nostro Paese, da un Terzo mondo sempre più vicono…”. Bosca dedica questo suo lavoro “ a tutte le persone che ogni giorno guardano alla vita come ad un cammino”.

COMPRATE DIRETTAMENTE DAL COSTRUTTORE SERRE SU MISURA

Serbatoi omologati per aziende agricole, cave, cantieri ed autotrazione in genere

di Viglione Alessandro

Vendita macchine agricole forestali per giardinaggio e motoseghe professionali, pellets e legna da ardere su bancali CONSEGNA A DOMICILIO - APERTO la domenica mattina Via Roma, 1/g - 12060 Dogliani (CN) tel. 0173.742122 - fax 0173.721121- cell. 338.1788183 e-mail: alessandro.viglione@tiscali.it

www.tec-artigrafiche.it

“I piemontesi invisibili”, l’ultimo libro di Donato Bosca

SURRA GIUSEPPE www.tec-artigrafiche.it

prese decisioni che gettano discredito sulla tipicità del ‘Re dei Formaggi’. Solo nell’ultimo anno le importazioni di formaggi similgrana dall’Ungheria hanno raggiunto ben 2,7 milioni di chilogrammi, pari al 10% del totale delle importazioni: proprio in Ungheria opera la Magyar, industria casearia, di proprietà di una società italiana a sua volta partecipata da Itaca Società Cooperativa il cui presidente è stato fino all’inizio dell’anno scorso proprio Giuseppe Alai, presidente del Consorzio Parmigiano, che si è dimesso dopo la denuncia di Coldiretti.

www.tec-artigrafiche.it

che nascondono agli associati le indagini della magistratura sul direttore generale”. I vertici del Consorzio, massimi esponenti delle centrali cooperative (ad esempio: il presidente Giuseppe Alai è presidente di Confcooperative di Reggio Emilia) dovrebbero avere il dovere morale di assicurare la massima trasparenza a tutela del buon nome del prodotto e delle centinaia di imprenditori che con il loro lavoro assicurano la qualità del vero Parmigiano Reggiano. Purtroppo tutto viene poco eticamente gestito nelle segrete stanze dove vengono

ATTUALITÁ

29


30 ATTUALITÁ

AL TERMINE L’ESAME FINALE PER OTTENERE L’ABILITAZIONE

ALLEVATORI POLLI DA CARNE: IN PROGRAMMA IL 2° CORSO DI FORMAZIONE

C

oldiretti Cuneo organizzerà, nel mese di marzo, un corso di formazione rivolto agli allevatori di polli da carne. Si tratta di un secondo momento formativo dopo l’ottimo riscontro ottenuto dal primo corso svolto a ottobre presso l’Ufficio Zona Coldiretti di Fossano. Anche questo nuovo corso verrà organizzato per permettere agli allevatori di conseguire il certificato di formazione, qualora non ne fossero ancora provvisti, così come previsto dal Decreto legislativo 27 settembre 2010 n.181 e attuato dal successivo decreto del Ministero della salute del 4 febbraio 2013. Anche in questo caso, conclusa la parte

Carro Falcia Autocaricante Mega

Avvolgitore Balle

formativa gli allevatori dovranno sostenere un esame finale per poter ottenere l’abilitazione. In realtà, il nuovo percorso formativo sarà della durata di 8 ore, anziché le 4 del modulo precedente, in quanto è rivolto

Impagliatrice Trainata

principalmente a tutti gli allevatori che hanno iniziato l’attività successivamente al 30 giugno 2010. Tuttavia precisiamo che il titolare, se era in attività anche come coadiuvante prima di tale data, è esentato dall’obbligo di

Carro trincia miscelatore semovente a 2 coclee verticali

Pressa Big Baler A E ESS OPR ABIL ROT A VARI R E M CA

0

R 17

RACCOLTA

DISTRIBUZIONE

Supertino s.r.l. - Via Cuneo, 8 - SALUZZO - 12037 (CN) - ITALY Tel +39.0175.43.736 - Fax +39.0175.43.637 - info@supertino.it - www.supertino.com


31 potranno prendere parte anche solamente all’esame finale. Si ricorda che, in generale, sono esclusi dagli adempimenti sul benessere, e quindi anche dall’avere il certificato di formazione, le seguente tipologie:

allevamenti con meno di 500 polli; i riproduttori; gli incubatoi; quelli biologici, quelli estensivi al coperto e all’aperto. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi agli Uffici Zona Coldiretti di competenza.

ATTUALITÁ

frequenza delle 8 ore di formazione e potrà sostenere direttamente l’esame finale. L’iniziativa, organizzata da INIPA PIEMONTE, si avvarrà nuovamente della collaborazione del Servizio Veterinari dell’ASL CN1 – Area C, la quale metterà a disposizione il proprio personale veterinario sia in veste di docente per la prima parte formativa, sia come esaminatori per la prova finale. Argomento della prova finale sarà l’allevamento di polli da carne e benessere, mentre la modalità dell’esame rimarrà la medesima: 20 domande a risposta multipla a cui occorrerà rispondere correttamente ad almeno l’80% delle risposte. Agli allevatori che avranno superato la prova, l’ASL CN1 rilascerà l’apposita attestazione finale di superamento del corso. Al nuovo corso di formazione, potranno iscriversi e partecipare eventuali ritardatari che già svolgevano l’attività al 30 giugno 2010, ma che non avevano preso parte all’esame di ottobre. Come già detto, nel loro caso,

La cena dei contadini Il 1° febbraio 2014 si è svolta alla “Trifula” di Bene Vagienna l’VIII° Cena dei Contadini. “Ogni anno aumenta sempre di più la partecipazione – commentano gli organizzatori - quest’anno siamo arrivati a 180 presenze. Come da tradizione alla fine della cena si è svolta la lotteria che ha assegnato un premio per tutti. Ringraziamo per il grande lavoro e entusiasmo che mettono nella preparazione e nell’organizzazione di questa grande cena Carla Marengo, Antonella Manassero e Michela Sanino”.

* Esempio di leasing su Nuovo Transit Connect L1 Entry 1.6 TDCi 95 CV con garanzia estesa 5 anni/100.000Km Ford Protect: prezzo di vendita € 13.464,75 (IPT, messa su strada e IVA esclusa); anticipo € 3.809,37 (comprensivo di prima quota leasing € 175,00, spese gestione pratica € 350 e imposta di bollo in misura di legge); 47 quote da € 175,00 (IVA e spese incasso Rid € 3,00 escluse); opzione finale di riscatto € 3.272,95; Importo totale del credito di € 11.192,86 comprensivo dei servizi Guida Protetta, Assicurazione vita e invalidità; Totale da rimborsare € 11.816,95; TAN 2,95%, TAEG 4,33%. Salvo approvazione FCE Bank plc. Per informazioni sulle condizioni generali del finanziamento fare riferimento alla Brochure Informativa disponibile sul sito www.fordcredit.it. Nuovo Ford Transit Connect consumi da 4 a 8 l/100 km, emissioni CO2 da 105 a 184 g/km. Offerta valida fino al 31/01/2014. Solo per veicoli in stock, grazie al contributo dei Ford Partners. I veicoli in foto possono contenere accessori a pagamento.

NUOVO TRANSIT CONNECT

2014

I costi di gestione più bassi della categoria Ford Transit Connect 1.6 TDCi 95CV

€ 175

da al mese con Garanzia Ford Protect 5 anni Clima - Radio con Bluetooth® - ESC TAN 2,95% TAEG 4,33%*

Alba Alba

Asti Asti Asti

Alessandria Alessandria Alessandria

Pozzolo Formigaro Tortona Pozzolo Formigaro Tortona Tortona Pozzolo Formigaro

C.so C.so Asti, Asti, 24/M 24/M tel. tel. 0173.311711 0173.311711

C.so dell’Artigianato, 10 10 - Zona Ind.Ind. D 3 D 3Strada Alessandria 4ª 4ª C.soAlessandria, Alessandria,461 461 V.leV.le dell’Artigianato, - Zona Strada Alessandria tel. tel.tel. 0131.244901 tel. 0143.418418 tel.0141.470386 0141.470386 0131.244901 tel. 0143.418418

Bra Bra Bra

S.S. 10 per10Voghera - Reg. -Villoria Via Cuneo, - Fraz.57Roreto Cherasco S.S. per Voghera Reg. Villoria Via57 Cuneo, - Fraz.diRoreto di Cherasco tel. 0131.822424 tel. 0172.499179 tel. 0131.822424 tel. 0172.499179


ATTUALITÁ

32

COOPERAZIONE: LOSAPIO PRESIDENTE UECOOP, MEZZO MILIONI DI ASSOCIATI

G

ianpietro Losapio di 43 anni impegnato professionalmente da oltre 15 anni nel mondo della cooperazione sociale è stato eletto dall’Assemblea nazionale presidente di UECOOP, l’Unione Europea delle Cooperative che rappresenta oltre 4.000 cooperative che operano in tutti i settori cooperativi (agricoltura, pesca, produzione lavoro, sociale, abitazione, cultura, turismo, sport, ecc.) alla quale fanno capo oltre mezzo milione di soci presenti in tutte le regioni. Losapio ricopre attualmente il ruolo di presidente della Coop. Soc. Comunità Oasi 2 San Francesco onlus, attiva in Puglia sin dal 1986 e di direttore del Consorzio nazionale di coop. sociali NOVA onlus, una delle realtà

il presidente di UeCoop Gianpietro Losapio eletto dall’Assemblea nazionale dell’Unione europea delle Cooperative italiane maggiormente impegnate sui temi dell’innovazione nel campo delle politiche sociali

e del welfare comunitario. Sposato con due figli ha ricoperto incarichi come fundraiser in primarie organizzazioni nazionali e come project manager di azioni comunitarie, nazionali e regionali sui diversi temi del sociale, con esperienze anche nel campo della gestione di servizi pubblici locali. Rivoluzionare una rappresentanza fatta tutta di quantità, numeri, crescita a tutti i costi, con l’ansia di occupare e coprire spazi per l’auto mantenimento che ha spesso dimenticato i principi alla base della mutualità e della cooperazione”. E’ questo uno degli obiettivi del neo presidente di UECOOP Gianpietro Losapio enunciati al momento dell’elezione nell’ annunciare la promozione di

Dall’avorio al titanio: la nuova era dell’implantologia È dai tempi dei Maya e degli Egizi che l’uomo cerca di sostituire i denti mancanti con manufatti mirati a rimpiazzare gli elementi persi senza dover ricorrere a protesi mobili. Dalle conchiglie o dall’avorio a cui si è ricorso a tale scopo nell’antichità, si è arrivati all’utilizzo del titanio, materiale in grado di integrarsi fisicamente e chimicamente con l’osso. La ricerca ha migliorato le naturali caratteristiche del titanio, permettendo attualmente di inserire impianti che possono essere sottoposti a carico protesico il giorno stesso in cui vengono inseriti. Gli interventi implantari sono inoltre diventati rapidi, sicuri e, per quanto si tratti sempre di chirurgia, confortevoli. Grazie all’ausilio della sedazione cosciente praticata da un anestesista, il paziente può infatti affrontare gli interventi di implantologia semplici e complessi eliminando completamente l’ansia che affligge molte persone di fronte alle cure del dentista, specialmente quelle chirurgiche. Gli standard di qualità dei moderni impianti, unitamente alla crescente consapevolezza da parte dei clinici della necessità di operare rispettando livelli di sterilità elevati e protocolli operativi ben codificati, garantiscono percentuali di integrazione degli impianti che si avvicinano al 100%*; gli impianti dimostrano di funzionare molto bene a 12 anni di distanza**.

All’evoluzione degli impianti si è affiancata quella nella rigenerazione dei volumi ossei per i casi in cui non ci sia osso sufficiente ad inserire correttamente un impianto. A tale scopo, esistono oggi svariate tecniche che permettono di ricostruire letteralmente intere arcate senza dover ricorrere ad invasivi interventi in anestesia totale. Con le dovute eccezioni e senza voler generalizzare, si può affermare che attualmente sia possibile garantire una dentatura fissa a quasi tutte le persone che abbiano la volontà di intraprendere un percorso di riabilitazione orale con lo specialista di fiducia. In certi casi sarà possibile effettuare interventi che arrivano a restituire una dentatura fissa in un solo giorno, in altri si dovrà affrontare un percorso più impegnativo, che può durare anche un anno, ma certamente di grande soddisfazione finale. Un’attenta visita mirata ad indagare sullo stato di salute orale e a stabilire la tipologia di intervento idonea per arrivare a restituire una dentatura fissa, estetica e funzionale è il primo passo per arrivare a riavere la sicurezza di poter mangiare e sorridere senza problemi! *Annibali S, J Clin Parodontol. 2012. **Van Steenberghe D, J Clin Parodontol. 2001.

Via Cascina Colombaro, 37 - CUNEO Tel. 0171.619210 - info@studiosalzanotirone.it - www.studiosalzanotirone.it


nettersi alle nuove generazioni. Il passaggio dal welfare state al welfare community di questi anni, che ha tagliato del 75 per cento le risorse, si è consumato – ha denunciato Losapio - a suon di tagli del governo centrale, sulla pelle degli enti locali e in ultima grave violenta battuta sulla pelle dei cittadini, in particolare di quelli esclusi e in povertà che sono saliti a 5,8 milioni. Cade di fatto l’universalità dei diritti costituzionalmente sanciti (scuola di qualità, sanità, sicurezza, tutele, assistenza), mentre esistono varchi enormi di spreco e inefficienza dei sistemi, pubblico e privato. Ciascuno dovrà predisporsi a fare la sua parte (Istituzioni pubbliche, mercato, società, non profit) perché il come si sostiene il welfare del futuro sarà la cifra della tenuta del tessuto democratico e del futuro stesso del nostro paese. UE.COOP ha il dovere di costruire un pensiero lungo su questo e disegnare possibili scenari per ricostruire

il filo della fiducia sociale, senza la quale alcuna attività è possibile (economica, politica, sociale, ecc.). UE.COOP, Unione Europea delle Cooperative, si è costituita il 21 febbraio 2013 ed è stata riconosciuta e autorizzata in data 24 aprile 2013 con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, quale Associazione nazionale di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo ai sensi dell’articolo 3 del decreto legislativo 2 agosto 2002, n.220. www.tec-artigrafiche.it

un Codice Etico di autoregolamentazione, ispirato al rigoroso rispetto dei principi costituzionali e normativi alla base della mutualità, sarà la barra cui ancorare l’agire di UE.COOP. “L’etica che si chiede alla politica e alla Pubblica Amministrazione deve essere innanzitutto etica di impresa - ha precisato Sapio – nel sottolineare che la brutta cooperazione non ha fatto male a se stessa meno di quanto non ne abbia fatto al sistema intero”. La cooperazione deve fare dell’innovazione una pillar strategy non semplicemente con l’introduzione di nuove tecnologie, ma introducendo nei processi organizzativi un approccio permanente di apertura a ciò che è nuovo, “in altre parole - ha precisato Losapio fare cooperazione deve significare saper fare cose antiche in modo nuovo”. La cooperazione a cui penso – ha continuato Losapio - è quella che neanche si concepisce al di fuori del rapporto col suo territorio di riferimento e che sa ri-con-

• IMPIANTI ELETTRICI CIVILI ED INDUSTRIALI • SISTEMI DI ANTIFURTO E VIDEOSORVEGLIANZA • MANUTENZIONI IN GENERE • ASPIRAZIONI CENTRALIZZATE • AUTOMAZIONI Via Cuneo,19, • 12084 Mondovì (CN) Tel. e fax 0174 670731 • Cell. 338 5377928 • 380 1434890 e-mail: piemmesrl.impianti@libero.it

ATTUALITÁ

33


34 ATTUALITÁ

UECOOP: PRESENTATO IL CODICE ETICO ALLA PRIMA ASSEMBLEA ELETTIVA

E

amministratori e rappresentanti che rimangono sempre al loro posto nel maneggiare anche risorse pubbliche. Una situazione preoccupante che ha portato la nuova centrale cooperativa ad adottare il primo codice etico di autoregolamentazione per guidare tutti i comportamenti delle associate e di quanti sono chiamati a svolgere funzioni dirigenziali nel rispetto dei principi fondatori della cooperazione. L’augurio è che il rigore etico rivendicato da UECOOP sia condiviso anche dalle altre centrali cooperative dimostrando di voler concretamente prendere le distanze da condotte riprovevoli. Purtroppo il vergognoso lavaggio all’aperto dei migranti o il fatto che venga ritenuto eti-

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

’ crisi etica oltre che economica nella cooperazione italiana, dalla vergogna di Lampedusa con i migranti trattati da una cooperativa di accoglienza come prigionieri di un campo di lavoro del Nordcorea fino al secondo arresto del direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano. E’ quanto è emerso dalla prima Assemblea elettiva della nuova centrale e cooperativa UECOOP a cui aderiscono oltre quattromila cooperative con circa mezzo milione di associati, dalla quale è stato annunciata la presentazione di un libro nero sulla cooperazione, dallo spreco dei finanziamenti pubblici alla vendita dei marchi storici del Made in Italy, dal mancato rispetto dei diritti di soci e lavoratori fino ai guai giudiziari di

Ospiti a tavola ?

m! n o p r o b le

... Battesimi, Cresime, cene tra amici a casa vostra? FON TA NE

E LL

u ic

ci

• Costruzione prefabbricati in ferro • Impianti asporta-letame • Impianti raschiatori • Vari tipi di rastrelliera fissa • Rastrelliera autocatturante • Cancelli su misura • Box tori • Divisori cuccette zincate • Box interni per vitelli e vitellini • Portoni e finestre zincati

www.tomatisnc.it tomlagu@tiscali.it

w. t

or r vt o i

No

Serra a Tunnel di varie misure con colmo a punta per facilitare lo scorrimento della neve

BOVES - ww

!

circonvallazione per Borgo S. Dalmazzo

DI

re.it yte on

via Vermenagna,12

Tappeti per camminamenti e grigliati

camente normale che il presidente di un Consorzio partecipi anche indirettamente a società che producono imitazioni del prodotto che dovrebbe tutelare, non sono gli unici casi di mancato rispetto dei valori della cooperazione. La nascita di UECOOP rappresenta un elemento di discontinuità per rilanciare in Italia un sistema cooperativo che rispetti le regole fondamentali di mutualità, solidarietà e trasparenza al servizio dei soci e della comunità in cui le cooperative operano quotidianamente. Con l’adozione del codice, ogni soggetto aderente a UE Coop si impegna a conformare la propria condotta al rispetto dei diritti fondamentali degli individui in conformità con la Dichiarazione Universale

ni

c mue sppe a o cni n a n ùad am te scaldate o, Voi ritira e servite come

tel. 0171 387871 info@tonytere.it

appena fatto!


dei Diritti Umani dell’ONU, dei lavoratori e dei consumatori, astenendosi dal compiere azioni che possano minare la credibilità, l’etica e l’immagine del movimento cooperativo. UECOOP ha posto il divieto di conferire cariche amministrative o incarichi gestionali a coloro che abbiano riportato condanne definitive o patteggiate con ammissione di colpa, tra l’altro, per reati di mafia o contro la pubblica amministrazione ponendo altresì il divieto di elargire attribuzioni economiche, regali o altre utilità a partiti,

movimenti o gruppi politici ovvero a candidati a qualsiasi elezione, per poter concretamente garantire l’indipendenza del movimento cooperativo dalla rappresentanza politica. Il codice etico regolamenta nel segno della trasparenza anche i rapporti con la Pubblica Amministrazione. Ogni soggetto aderente a Ue Coop si deve astenere dal promettere, richiedere, offrire o ricevere a/ da pubblici ufficiali, incaricati di pubblico servizio o dipendenti in genere della Pubblica Amministrazione o di soggetti co-

munque concessionari di servizi pubblici o partecipati, in qualsiasi misura, da soggetti pubblici, vantaggi sotto qualsiasi forma. E’ fatto divieto, nei rapporti con pubblici ufficiali e/o incaricati di pubblico servizio, di attribuire regali o beneficio gratuito, promesso, richiesto, offerto o ricevuto, che possa essere interpretata come eccedente le normali pratiche commerciali o di cortesia, o comunque rivolta ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di ogni operazione riconducibile all’attività sociale.

L’ALLEANZA DELLE COOPERATIVE E’ MUTA SULLO SCANDALO DEL PARMIGIANO Ci aspettavamo un atteggiamento responsabile mentre dall’Alleanza delle cooperative arrivano solo chiacchiere generiche, ipocrisie e dissimulazioni per non rispondere nel merito a scandali veri come quelli del Parmigiano Reggiano !! E’ quanto afferma UECOOP che, grazie al codice etico contro la mala cooperazione approvato in Assemblea, non potrà mai permettersi il “lusso” e la sfrontatezza di avere come qualche centrale cooperativa un vicepresidente vicario che è stato arrestato per poi patteggiare la condanna. Ma con questi precedenti - chiede UECOOP - è possibile mantenere una carica nazionale e forse eventualmente maneggiare ingenti risorse di denaro pubblico?

i Vuo

CS MARINA

sansa

su iare

arm

risp

NUOVO MODELLO Disponibile in kit di montaggio

pellet

VENDITA E ASSISTENZA CALDAIE - STUFE A LEGNA - PELLET Generatore d’aria per riscaldare officine, magazzini, capannoni, serre, allevamenti. Camera di combustione interamente in acciaio. Cinque anni di garanzia. Alimentata da combustibili solidi triti, provenienti da fonti di energie rinnovabili, quali segatura, pellet, sansa, gusci di mandorle, pistacchio, nocciole e pinoli.

Puntocasa

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

Caldaia per riscaldamento e produzione di acqua calda. Utilizza combustibili solidi triti, provenienti da fonti di energie rinnovabili, quali pellet, sansa, gusci di mandorle, pistacchio, nocciole e pinoli.

nocciolino mais

nel?

l tun

Produce energia a basso costo e assicura un risparmio di circa il 50% rispetto ai combustibili classici.

i iament finanz lati o V e ag anni! Da 1 a 5

coperture strutturali e strutture certificate neVe e Vento larghezze utili fino a 15 mt. riVenDitore autorizzato tecnoengineering

di Brusco Silvio

Località Manere, n. 6 SERRAVALLE LANGHE (CN) tel. 0173 748286 / 348 3936529 e-mail: silvio.brusco@gmail.com

carrù (Cn) • Strada Trinità, 32/C tel. 0173 750788 • fax 0173 217658 • www.roccaalbino.it

ATTUALITÁ

35


36 ATTUALITÁ

UECOOP: NUOVA GIUNTA ESECUTIVA E MODIFICHE ALLO STATUTO

L

’Assemblea Nazionale UECOOP, tenutasi a Roma il 19 Febbraio 2014, presso l’Ergife Palace Hotel, oltre alla nomina del nuovo Presidente Nazionale Gianpietro Losapio, ha deliberato sui punti previsti dall’Ordine del Giorno. PARTE ORDINARIA dell’ASSEMBLEA Nomina della Giunta Esecutiva Nazionale L’Assemblea ha deliberato che la Giunta Esecutiva Nazionale sia composta da 8 Membri più il Presidente Nazionale. Sono stati quindi eletti all’unanimità in Giunta Esecutiva Nazionale di UECoop Roberto

Moncalvo, Bruno Rivarossa, Daniela Pallisco, Gianluca Lelli, Mauro Tonello, Aldo Mattia, Piergiorgio Quarto e Pietro Molinaro. Nomina del Collegio Sindacale e dei Probiviri Sono stati eletti all’unanimità i componenti dei due Organi. PARTE STRAORDINARIA DELL’ASSEMBLEA Approvazione del nuovo Statuto della Associazione Come già illustrato nella Convention Nazionale di Roma dell’8 Ottobre 2013 e nell’Adunanza Regionale del Piemonte del 24 Gennaio 2014, sono state apportate alcune modifiche sta-

tutarie volte a facilitare la futura articolazione delle sezioni/associazioni regionali e l’introduzione del Codice Etico di Comportamento di cui si doterà a breve UECoop. Il nuovo Statuto di UECoop, è stato approvato all’unanimità dall’Assemblea. Nella foto la nuova Giunta Nazionale UECoop, eletta dall’Assemblea nazionale dell’Unione Europea delle Cooperative: da sinistra, Bruno Rivarossa, Piergiorgio Quarto, Mauro Tonello, Gianpietro Losapio (Presidente), Roberto Moncalvo, Daniela Pallisco, Aldo Mattia, Pietro Molinaro e il Coordinatore Nazionale UECoop Vincenzo Sette.

SOLUZIONI EFFICACI

PER LA MANUTENZIONE INVERNALE Presentia in Fier


DA UN’INDAGINE DELLA CAMERA DI COMMERCIO

CONFERMATA LA SALUBRITÀ E LA QUALITÀ DEL MIELE DI ORIGINE ITALIANA

S

tando ai dati pubblicati dall’Osservatorio Nazionale Miele il 2013 sarà ricordato come un’annata particolarmente difficile per le produzioni italiane, sopratutto per quanto riguarda il miele di acacia. Il clima sfavorevole ha pesato in modo consistente sulla produzione, con medie di molto inferiori rispetto a quelle degli anni precedenti. La situazione si è rivelata particolarmente difficoltosa in Piemonte per cause dovute soprattutto al ritardo della fioritura rispetto alle medie degli ultimi anni, al clima freddo e fortemente perturbato che ha caratterizzato quasi tutto il mese di maggio e giugno. Al danno diretto derivante dalla scarsa produzione locale, si aggiungono quelli derivanti dalla conseguante crescita di importazioni di prodotto, la cui qualità non di rado desta dubbi in ragione anche del livello dei prezzi con cui vengono proposti. Alla luce di tali considerazioni, su richiesta formulata anche dalla Coldiretti, la Camera di Commercio ha pertanto svolto un accurato studio, supportato da rigorose analisi di laboratorio, su un significativo numero di campioni, volto

a valutare il livello qualitativo del prodotto, la veridicità della provenienza e della rispondenza della denominazione botanica dichiarata. L’attività di campionamento condotta nel 2012 ha comportato la raccolta di campioni sia di mieli uniflorali che multiflorali, di provenienza piemontese, nazionale ed estera. I parametri ricercati sono stati quelli relativi alla determinazione dell’umidità, dell’acidità, del contenuto in idrossimetilfurfurale, del contenuto di zuccheri, dell’origine botanica e geografica, del numero assoluto di granuli pollinici oltre l’analisi sensoriale e la determinazione di residui di acaricidi, fitofarmaci, sulfamidici, tetracicline e tilosina. Tra le valutazioni eseguite vi è stata anche la determinazione

del rapporto isotopico 13C/12C che permette l’individuazione di sofisticazioni ottenibili con l’aggiunta di zuccheri prodotti da alcune piante tra cui la canna e il mais. L’indagine melissopalinologico permette invece di verificare il contenuto pollinico e da questo risalire alla reale provenienza del miele e quindi di verificare la correttezza delle indicazioni riportate in etichetta. Quelli ottenuti sono stati risultati confortanti dal momento che non è stato possibile individuare nessun illecito, mentre per molti prodotti piemontesi si è potuto registrare la sussistenza di caratteristiche qualitative ed organolettiche tali da suggerirne una possibile valorizzazione attraverso idonee politiche di marchio.

SOLUZIONI EFFICACI

PER LA MANUTENZIONE INVERNALE

Presentia in Fier

ATTUALITÁ

37


38 ATTUALITÁ

L’ASSOCIAZIONE TERRANOSTRA HA INCONTRATO GLI AGRITURISMI DEL TERRITORIO

L

unedì 10 febbraio, si è svolto presso Coldiretti Zona di Fossano un momento di incontro dell’associazione Terranostra – Agriturismi di Campagna Amica con le aziende associate e gli agriturismi del territorio. Si è

fatto il punto sulle progettualità e sul recente accordo per l’accesso al portale Booking Piemonte: sono stati illustrati i vantaggi legati all’adesione a questo portale e le particolari condizioni di favore, riconosciute agli associati

di Terranostra. Nella fotografia, da sinistra, Stefania Grandinetti, presidente Terranostra Piemonte, Maria Chiara Bellino, segretaria Terranostra Piemonte, Giuseppe Buttieri, presidente Terranostra Cuneo.

www.tec-artigrafiche.it

INDUSTRIAL MEC ABBRIATA MARIO srl Via Frascara 5 • SEZZADIO (AL) • Tel. 0131 703177 • www.industrialmecabbriatamario.it

FALCIATRICI • FALCIACONDIZIONATRICI • RANGHINATORI STELLARI • GIROANDANATORI •

i Presenta in Fier

MACCHI NE AGRICOLE

Via Frabosa, 35 VillanoVa MondoVì (Cn) VENDITA • ASSISTENZA • RICAMBI Tel./Fax 0174 699186 e-mail: marenchinosnc@libero.it

IL NOSTRO USATO GARANTITO

CS 2234 IN PROMOZIONE A:

199,00 euro

www.tec-artigrafiche.it

Nuovo Concessionario

Presentia in fiera ano Savigli

• Trattore LANDINI ALPINE DT 65 GT CABINA ORIGINALE, HI-LO, PIASTRA VOMERO GARNERO OMOLOGATA - ANNO ’07-H 1650 • Trattore LANDINI REX DT 70 F, INVERSORE ELETTROIDRAULICO, H 1900, CABINA TORINCAB RISCALDATA, SUPERIDUTTORE • Trattore FORD DT 4600, IDROGUIDA, CABINA, CARICATORE FRONTALE • Trattore LAMBORGHINI DT 603 - IDROGUIDA • Trattore FIAT FRUTTETO DT 35-66 , INVERSORE, H1700 • Trattore VALPADANA FRUTTETO DT 4040, INVERTITORE, H 760 • Trattore FERRARI SYSTEM 75 RS/REVERS. con CABINA LOCHMAN-H370 • Trattore GOLDONI 1040RS/SC, IDROGUIDA CON FRESA MASCHIO, CM 125 • Sabbiatore GARNERO AUTOCARICANTE INOX SA 2300 • Vomero FRESIA TB 280 con RASCHIANTI NUOVE-CE • Lama LIVELLATORE POST. REVERSIBILE mt. 2,50 con doppio spostamento • Motocariola YANMAR MCG 8 - TURBONEVE TORO HP 10 - AVV. ELETTRICO • Turboneve STIGA SNOW FOX ex prove • Motocoltivatori, Motofalciatrici, Motozappe e Trattorini rasaerba


FRUTTICOLTURA BIOLOGICA: STUDIOSI E RICERCATORI A CONVEGNO

L

o scorso 27 febbraio, presso il CReSO – Centro ricerca per la frutticoltura di Manta, si è tenuto il convegno sulla Frutticoltura biologica: hanno partecipato ricercatori e tecnici che hanno presentato gli studi sulle pratiche colturali. La frutticoltura biologica in Piemonte è diffusa su 650 ettari, il 4-5% della superficie a frutta fresca. Melo, pero, actindia, ma anche pesco e frutti di bosco. Senza conteggiare le frutta secca; con il castagno e altre specie “in guscio” si raggiungono 1.300 ettari. Frutticoltura biologica e integrata condividono gran parte degli obiettivi che stanno a cuore al consumatore, ma anche all’agricoltore e all’opinione pubblica: sicurezza alimentare e sostenibilità ambientale. Il biologico, supportato da una normativa chiara ed identificabile, gode di un consolidato appeal tra i consumatori. L’applicazione del metodo biologico in frutticoltura è più impegnativa rispetto ad altri settori. Nonostante questo, la superficie è in crescita anche in Piemonte, supportata dalla domanda dei consumatori. Un’opportunità per le aziende piemontesi già certificate e un invito per le nuove. L’actinidia, fino alla diffusione della Psa, era la specie

più coltivata. Oggi sono il melo e il pero le specie più rappresentate nel biologico. Il CReSO, attraverso il coordinamento dei tecnici frutticoli, trasmette ai frutticoltori una linea specifica di avvisi bio, che insieme a newsletter, comunicati e altre forme divulgative, fornisce le indicazioni pratiche per la difesa e la tecnica colturale. Il 27 febbraio è stato fatto il punto su due avversità chiave: ticchiolatura e carpocapsa delle pomacee, coinvolgendo ricercatori del Trentino e del Sud Tirolo. Graziano Vittore del CReSO ha presentato la situazione e le sfide della frutticoltura biologica in Piemonte, oltre agli indirizzi operativi per la stagone incipiente. Luisa Mattedi, della Fondazione Mach di San Michele all’Adige (Tn),ha illustrato le strategie di difesa adottate in Trentino per il contenimento dei principali patogeni e insetti del melo. Claudio Casera, del Centro sperimentale di Laiburg (Bz), ha presentato i risultati della ricera in corso in Sud Tirolo. Di particolare interesse l’utilizzo dell’impianto di irrigazione sovrachiama nella prevenzione della ticchiolatura. Ai risultati sperimentali, sono segui-

Reti anti-insetto in sostituzione degli insetticidi

te considerazioni più ampie sull’insieme degli interventi di tecnica colturale che contribuiscono al mantenimento dell’equilibrio naturale della pianta e dell’ecosistema frutteto.

Sfalcio meccanico dell’interfila in sostituzione del diserbo

di AGR. Ivon Disderi Servizio Fitosanitario Nazionale Passaporto delle piante Cee Servizio Fitosanitario Regionale del Piemonte

www.tec-artigrafiche.it

Codice Produttore : 02603970043 Cod. Iscr. Reg. Nazionale Fornitori CN 0004

Micropropagazione di potinnesti ibridi cac - virus e nematodi esenti

GF 677 - MRS 2/5

ISHTARA FERCIANA® - CADAMAN AVIMAG®

Disponibili in florpak - vaso e innestati - epoca di impianto no stop Selezione di

ACTINIDIA HAYWARD e ToMURI

NovITÀ

MIRTIllI DUKe

Micro Plant - Revello - tel. 0175 259049 - fax 0175 259991 - 333 8686366 www.micro-plant.it

e-mail: microplant@gmail.com

ATTUALITÁ

39


ATTUALITÁ

40

NUOVO ERPICE ALLA FIERA DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA DI SAVIGLIANO

E

’ con piacere che comunichiamo a tutti i nostri clienti che in occasione della 33^ Fiera della Meccanizzazione Agricola a Savigliano sarà presentato un nuovo modello di erpice che va ad implementare la già vasta gamma di macchine da noi prodotte. In questo ultimo progetto, abbiamo riversato tutto il nostro know-how nella costruzione di macchine per la lavorazione del terreno, ponendoci come obiettivo la realizzazione di un erpice con

struttura leggera ma robusto e di facile adattabilità ai trattori delle serie frutteto e vigneto. Prodotto in diverse misure per poter soddisfare tutte le esigenze, è destinato alla lavorazione in noccioleti, frutteti, vigneti, ecc…, per sminuzzare, ossigenare e livellare il terreno, e particolarmente adatto ad aziende agricole di piccole e grandi dimensioni situate in zone collinari. Tutte le parti meccaniche dell’erpice sono costruite in-

teramente nelle nostre officine, con professionalità, impiegando macchine utensili ad alta tecnologia e utilizzando materiali e componenti di alta qualità per garantire un prodotto duraturo, di minima manutenzione e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Per ogni ulteriore informazione tecnica e commerciale siamo lieti di poterVi incontrare presso il nostro stand in fiera dove oltre al nuovo erpice saremo presenti con l’intera gamma di macchine da noi prodotte. I.R.


41

G

em Chimica inaugurerà il 26 marzo (appuntamento in Piazza Dompè,1, Foro Boario, dalle ore 11) il nuovo ufficio a Fossano. L’ubicazione nelle vicinanze del Foro Boario rappresenta il desiderio della società di offrire nuovi servizi nell’ambito del settore zootecnico, diventando un riferimento dal punto di vista tecnico, normativo ed ambientale. Da più di trent’anni Gem Chimica si occupa di analisi chimiche e microbiologiche, impianti e prodotti per il trattamento delle acque e per il dosaggio di chemicals, prodotti per la detergenza e il benessere animale con una particolare attenzione al settore agroalimentare.

Ad oggi Gem Chimica, grazie all’inserimento di personale esperto e qualificato, può offrire servizi di consulenza riguardanti: • Autorizzazione Integrata Ambientale (IPPC) • Verifica e Valutazione Impatto Ambientale (VIA) • Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) • Autorizzazione unica per impianti a fonte rinnovabile (387/03) • Allevamenti zootecnici (benessere animale e problematiche ambientali) • Gestione impianti biogas: controllo di processo, piani di alimentazione, valutazione di potere metanigeno • Stesura piani di autocon-

ATTUALITÁ

GEM CHIMICA PER IL SETTORE ZOOTECNICO AL FORO BOARIO DI FOSSANO trollo per aziende agricole • Analisi chimiche e microbiologiche (mangimi, acque, ricerca salmonelle per allevamenti avicoli) • Piani di derattizzazione Per appuntamenti contattare il numero 0171.944722. I.R.

Con voi, dal 1980

INAUGURAZIONE NUOVO UFFICIO A FOSSANO P.zza Dompè, 1 (F or MERCOLEDÌ 26 M o Boario) ARZO 2014 DALLE ORE 11.00

Chemicals per la detergenza

Igiene ambientale

Industrie alimentari, comunità

Disinfestazione, derattizzazione

Trattamento acque

Primarie, tecnologiche e reflue

Laboratorio analisi

Alimenti, acque, mangimi, terreni

Dosaggio prodotti chimici Zootecnia e fertirrigazione

Sicurezza

Laboratorio analisi accreditato ACCREDIA

Medicina del lavoro, consulenza e formazione

Servizio consulenza

Energie rinnovabili e biogas

HACCP, Qualità, Ambiente

Prodotti chimici

Acidi, basi, sali, specialità

Analisi e consulenza di processo

Piscine

Impianti e prodotti

“Consulenti al vostro servizio”

GEM CHIMICA S.R.L • Via Maestri del Lavoro, 25 • BUSCA (CN) • Tel. +39.0171.94.47.22 • www.gemchimica.com


ATTUALITÁ

42

INCONTRO TECNICO SUGLI IMPIANTI ANTIGRANDINE

L

o scorso 18 febbraio, si è svolto l’ Incontro tecnico “La tenuta strutturale degli impianti antigrandine – materiali e progettazione”, curato da CreSO di Manta. “I frutticoltori cuneesi- evidenziano Michele Quaglia e Silvio Pellegrino, presidente e direttore del CReSO - non dimenticheranno facilmente il 19 agosto 2013. Una bufera di vento e grandine interessò il territorio a nord del capoluogo, con epicentro nei comuni di Busca, Tarantasca, Centallo, fino a toccare alcune frazioni di Cuneo e Fossano”. Effetto Katrina per decine di ettari di frutteto. 14 impianti di reti antigrandine montati a copertura di meleti, ma non solo, sono collassati sotto una tempesta con folate di vento superiori a 100 km/h. Perdita completa non solo della

Michele Quaglia

produzione, ma dell’intero impianto, come documentano le immagini allegate. Le ricognizioni dei giorni seguenti hanno consentito di individuare caso per caso i limiti strutturali degli impianti collassati. Palificazioni con materiali inadeguati, o semplicemente usurati, ma più spesso difetti di progettazione statica. Un po’ come succede dopo i terremoti, si è ricostruito rispettando regole più strin-

genti. L’impianto viene progettato per reggere non solo in condizioni normali, ma anche a in situazioni limite che si possono verificare nell’arco di vita di un frutteto (14 – 20 anni). “In prossimità della nuova stagione vegetativa, e quindi anche della realizzazione dei nuovi impianti, il Creso e l’Agenzia 4A di “Coldiretti Cuneo hanno organizzato questo incontro tecnico sulla corretta progettazione degli impianti anti-grandine – continua Quaglai. Il reddito di un frutteto è dato dalla qualità/quantità delle produzioni e dalla durata nel tempo, anche in caso di eventi grandinigeni e tempeste di vento. In quest’ottica, la corretta progettazione delle strutture di sostegno e scelta dei materiali risultano determinanti per la tenuta nel tempo dell’impianto”.

Desilatori portati Impianti completi per mangimifici e stoccaggio cereali WWW.GIORDANOSAS.IT Via Laghi di Avigliana, 1 - Fraz. S. Chiaffredo - BUSCA (CN) Tel. 0171.940001 info@giordanosas.it


ATTUALITÁ

43

Si tratta di scegliere i materiali adatti: pali, ancoraggi, fili, reti, etc. Ma soprattutto di progettare correttamente gli impianti, effettuando i calcoli statici per dimensionare e posizionare correttamente tutti gli elementi. Obiettivo: frutteti a tenuta sicura, anche in presenza di tensioni da venti eccezionali. Andrea Armando e Massimo Testa dell’Agenzia 4A hanno presentato una ricognizione delle criticità emerse nel corso degli ultimi anni. Graziano Vittone, responsabile tecnico del CReSO, ha illu-

strato le soluzioni tecniche più corrette e avanzate in fatto di materiali e impiantistica. L’ing. Stefano Coalova, cui il Creso ha commissionato un apposito studio, ha confrontato

i calcoli statici per i diversi materiali utilizzabili (pali in legno o cemento, diverse essenze di legno, etc.), le diverse tipologie di impianto: altezza delle piante, ancoraggio al suolo, etc.).

GENUS10 PERFECT

Ideale per la realizzazione di edifici civili e industriali, si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di struttura sottostante. Questo particolare profilo consente di non avere punti di fissaggio all’esterno eliminando qualsiasi possibile infiltrazione. Il montaggio, oltre ad essere molto facile e rapido esclude l’uso di qualsiasi accessorio. Pinza portabarra

fermaneve 1 foro

CARATTERISTICHE PRINCIPALI:

piastra di fissaggio piastra di contrasto con 1 foro diam. 36 nr. 2 viti testa esagonale M8 inox

impermeabilita’ fissaggio nascosto alta pedonabilita’ facilita’ di montaggio

autocentinante realizzazione di falde in tratta unica

vista frontale

lunga durata in assenza di manutenzione

fermaneve 2 fori piastra di fissaggio piastra di contrasto con 2 fori diam. 36 nr. 4 viti testa esagonale M8 inox

Vite

asola di dilatazione

sezioni: particolari di ancoraggio: B A

C

Torre San Giorgio - CN Tang. Torino uscita La Loggia S.S. per Saluzzo Km.30


ATTUALITÁ

44 DAL 14 AL 16 MARZO A SAVIGLIANO

LA 33ª FIERA NAZIONALE DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA

T

orna a Savigliano la Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola che celebra, dal 14 al 16 marzo, la sua 33a edizione. Una vetrina di tre giorni dedicata alle tecnologie in agricoltura con un’esposizione presso l’area fieristica di Borgo Marene

31.03.14

di 46 mila metri quadrati e appuntamenti di approfondimento sulle novità del settore e l’evoluzione delle tecniche agricole. Anche quest’anno, saranno presenti più di 350 espositori di attrezzature e macchinari agricoli nuovi e usati, per la pianura, la collina, la montagna, il giardinaggio. La provincia di Cuneo rappresenta a livello nazionale un panorama di realtà produttive di indiscussa eccellenza in campo agroalimentare. Nel contesto piemontese, con tutte le virtuose ricadute a livello nazionale, Cuneo si conferma la provincia a maggior vocazione agricola, ruolo di primo piano attestato non solo dai numeri delle impre-

se (ben 22.623 alla ultima rilevazione disponibile), ma ancor di più dalle superfici utilizzate e dalla relativa produzione, in diversi comparti: dalla frutticoltura al cerealicolo fino alla zootecnia. Numeri che godono di un lusinghiero supporto, quello delle certificazioni agroalimentari, perché Cuneo vanta tra le sue eccellenze riconosciute a livello internazionale 37 vini Doc, 7 vini Docg, 8 prodotti Dop e 3 Igp. Su questo formidabile ceppo si innesta un primato che indica come l’agricoltura di un territorio antico guardi al futuro con ferma convinzione: la provincia di Cuneo è infatti prima in Italia per numero fatturato di costrut-


tori di attrezzature agricole. Innovazione e applicazione della ricerca caratterizzano queste imprese ad ogni livello nella loro “mission” di sostenibilità. Un aspetto di primissimo piano nella Fiera Nazionale della Meccanizzazione Agricola di Savigliano, che si concretizza nell’”AgreenCulture”, il rapporto sulle tecnologie agricole verdi mirate alla sostenibilità curato dalla Fondazione Symbola per le qualità italiane, in collaborazione con Coldiretti, l’Ente Manifestazioni di Savigliano e con il patrocinio morale del Ministero dell’Ambiente. Le aziende vincitrici verranno premiate sabato 15 marzo alle ore 10.00 presso la Crusà Neira ma di sostenibilità si parlerà anche venerdì 14 marzo alle ore 21.30 quando, sempre presso la Crusà Neira, Ermete Realacci dialogherà con Alessandro Cecchi Paone di green economy in agricoltura. Un atteggiamento, quello della cura della terra e di produzioni di maggiore qualità, che sembrerebbe garantire maggiore

reddittività su lungo termine. La Fiera della Meccanizzazione Agricola di Savigliano diventa ogni anno sempre più una vetrina di rilievo su scala nazionale per il settore e infatti aumentano gli espositori, la superficie ad essa dedicata, i consensi delle istituzioni e dei media e gli eventi ad essa collegati. Una Fiera che, anno dopo anno, ha saputo rinnovarsi, adattarsi ai cambiamenti, alle evoluzioni ed innovazioni del settore, pur mantenendo un forte legame con la tradizione a cui il mondo agricolo è collegata. I NUMERI DELL’AGRICOLTURA … E DELLA FIERA Con un valore di esportazioni pari a 248 miliardi di euro l’ agricoltura rimane la spina dorsale economica del nostro sistema Paese ed ecco perché una manifestazione come quella di Savigliano, con un’esposizione di 46 mila metri quadrati e appuntamenti di approfondimento sulle novità del settore, rappresenta

un importante punto di incontro tra l’industria che produce strumenti di lavoro e il singolo operatore che li utilizza con la consapevolezza di dover affrontare le sfide del mercato e l’evoluzione delle tecniche agricole, specie quelle che vanno nella direzione della sostenibilità. Ed è un agricoltore sempre più “manager” e meno bucolico quello che emerge dal settimo rapporto dell’ Osservatorio sull’ innovazione nelle imprese agricole: il 75% degli imprenditori ha tra trenta e cinquantanove anni, il 55% ha un diploma superiore o è perito agrario, il 20% è laureato e soprattutto sa che , per battere la crisi, deve puntare proprio sull’ innovazione in un quadro di sostenibilità , cura del territorio e biodiversità. Un tema, quest’ultimo, al quale la Fiera di Savigliano dedica ampio spazio offrendo agli operatori la possibilità di tenersi aggiornati sulle modalità di un approccio produttivo che sappia difendere la salubrità dell’ ambiente.

   Via G. Abbate, 189 14054 Castagnole delle Lanze (AT) Italy tel. +39 0141 878582, fax +39 0141 877108 www.dragoneweb.org info@dragoneweb.org

ATTUALITÁ

45


Dove c’è agricoltura... Crosetto c’è.

rosetto... C e t n e li c u t e Diventa anch elity Card! ... r ichiedi la Fid

el 5% sui d to n o c s o n u Vale li Crosetto! a in ig r o i b m a ic r

AGRIMEC di Crosetto Elio & C. snc · Via Roma, 126 · Marene (CN) ITALY · Tel. +39 0172 742118


LA SCE LTA VINCENTE , DAL 1936

Fax +39 0172 743735 路 commerciale@rimorchicrosetto.com

www.rimorchicrosetto.com


ATTUALITÁ

48

COLDIRETTI CEVA: ATTIVITÀ FORMATIVA PER LE AZIENDE AGRICOLE

I

nipa Piemonte, l’agenzia formativa di Coldiretti, organizza due serate di formazione presso l’ufficio Zona della Coldiretti di Ceva. Martedì 18 marzo dalle ore 20 alle 23: “Condizionalità” Si tratteranno le norme sulla condizionalità: prescrizioni di carattere ambientale e tecnico

che ogni azienda agricola deve rispettare in caso di adesione a domande di aiuto PAC e PSR per evitare di incorrere in sanzioni che inciderebbero negativamente sul premio finale. Tali norme si articolano in una serie di atti, chiamati criteri di gestione obbligatoria (C.G.O.) e di norme definite di buone condizioni agronomiche ed ambientali (B.C.A.A.). Martedì 25 marzo dalle ore 20 alle 23: “Sviluppo delle tecniche di coltivazione di nocciolo, patata e castagno” Grazie alla combinazione di fattori pedoclimatici e di pratiche di coltivazione sempre più sofisticate, le coltivazioni della nocciola e della patata risultano essere sempre più affermate e importanti per il territorio in

termini economici, paesaggistici e colturali. Durante la lezione, si analizzeranno le innovazioni e le tecniche colturali per poter coltivare in piena sostenibilità queste colture. Nel corso della serata, si affronterà anche il tema del castagno da frutto, analizzando nuove prospettive di coltivazione per combattere le avversità che in questi ultimi anni hanno messo in difficoltà il settore. I corsi sono rivolti ai titolari, coadiuvanti e ai dipendenti delle aziende agricole. La frequenza del corso è gratuita, ma è obbligatoria l’iscrizione prima dell’inizio del corso. Per adesioni ed informazioni, contattare l’ufficio Coldiretti Ceva al numero 0174 701103 (Amerio Elisabetta – Bertino Cristina).


o

RA

in FIE

an

Sia

e o pr sent i m

WWW.CEA-AGRIMIX.COM

a Sav i g l i

s

QU ALI TĂ&#x20AC;

Tutto in

ver

25i o n i

ver

18i o n i s

GAM MA EGNA S N O C Vastissima

ial i z a prezz n e r r i conco

PRONTA

3

s

6 ver

ver

80i o n i

si o n i


ATTUALITÁ

50 FINANZIAMENTI CAMERA DI COMMERCIO - BANDI 2014

CONTRIBUTI PER LE IMPRESE

L

a Camera di Commercio di Cuneo, recependo le indicazioni di Coldiretti Cuneo e delle altre categorie produttive, ha promosso per il 2014 lo stanziamento di 1.870.000 Euro a supporto delle diverse aree di attività e di interesse delle imprese. Attraverso bandi di semplice impostazione verranno erogati contributi a fondo perduto che, seppur di importo contenuto e concessi con le modalità e i

criteri del “de minimis” per gli aiuti pubblici, risultano essere un’importante opportunità e un concreto supporto alle imprese per investimenti in risposta ai bisogni che il contesto attuale rende sempre più difficili da affrontare. Di seguito vengono descritti in sintesi i vari bandi, ma per maggiori informazioni è possibile rivolgersi direttamente agli uffici zona Coldiretti dove

è stato strutturato un servizio completo di assistenza per supportare l’azienda in tutto l’iter di gestione: dalla formulazione della richiesta alla rendicontazione finale, che per tutti i bandi dovrà avvenire con procedura telematica. Il testo integrale dei Bandi può essere consultato sul sito www.cn.camcom.gov.it nella sezione Finanziamenti e contributi - Bandi camerali.

BANDO IN MATERIA DI SICUREZZA, CERTIFICAZIONI, AMBIENTE FINALITA’ Il bando è finalizzato all’erogazione di un supporto economico alle imprese impegnate in interventi per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, per il conseguimento e mantenimento di certificazioni volontarie e/o obbligatorie e per azioni di sostenibilità ambientale nell’ambito dello svolgimento delle attività produttive. TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO Contributo a fondo perduto nella misura del 30% delle spese ammissibili al netto di IVA, fino a un massimo di Euro 2.000,00 Importo minimo sostenuto: Euro 700,00 Dotazione finanziaria: Euro 1.000.000,00 BENEFICIARI Imprese aventi sede o unità locale cui è riferita l’attività oggetto di contributo in provincia di Cuneo SPESE AMMISSIBILI Sicurezza • consulenze per la redazione del documento di valutazione dei rischi (art. 28 D.Lgs. 81/2008), comprese le misure strumentali e/o campionamenti e consulenza per la normativa antincendio (DPR 151/11); • consulenze professionali per incarico di Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione “esterno”; • consulenze professionali per incarico di Medico Competente (partecipazione riunione periodica, visita degli ambienti di lavoro), con esclusione dei rimborsi chilometrici e indennità di trasferta; • visite mediche per un massimo di Euro 350. Certificazioni • Conseguimento e mantenimento, mediante l’intervento di un Organismo Notificato, e l’eventuale consulenza necessaria al superamento dell’audit di conformità per le certificazioni, tra cui: • sistemi di gestione qualità o ambiente: certificazione secondo la norma UNI EN ISO 9001, UNI EN ISO 14001 e marchio EMAS; • marcatura CE di attrezzature, macchine ed impianti secondo la Direttiva 2006/42/CE e D.Lgs. 17/2010; • sicurezza alimentare: sistemi HACCP – certificazioni UNI EN ISO 22000/2005, UNI EN ISO 22005/2008, BRC e IFS, Standard Global-GAP, certificazioni su controllo biologico. Ambiente • la predisposizione della pratica autorizzativa alle emissioni in atmosfera e alle emissioni diffuse ai sensi del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.; TEMPI E SCADENZE Periodo di ammissibilità delle spese: 01/10/2013 – 08/09/2014 Termine per la rendicontazione: 19/09/2014


BANDO SULLE TECNOLOGIE E I SISTEMI INFORMATICI PER I SERVIZI ALL’AGRICOLTURA

BANDO SVILUPPO FILIERA CORTA FINALITA’ Il bando propone un supporto agli investimenti sostenuti dalle imprese agricole per lo sviluppo della cosiddetta “vendita diretta” sia per la partecipazione a fiere e mercati, sia per l’allestimento di punti aziendali appositamente attrezzati.

FINALITA’ Favorire lo sviluppo e l’utilizzo delle tecnologie informatiche in agricoltura. Questo è l’obiettivo del bando che prevede un’azione specifica rivolta alle imprese agricole per investimenti finalizzati alla dotazione di copertura a banda larga satellitare per la connessione internet.

TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO Contributo a fondo perduto nella misura del 40% delle spese ammissibili al netto di IVA, fino a un massimo di Euro 1.000,00. Importo minimo sostenuto: Euro 280,00 Dotazione finanziaria: Euro 30.000,00 BENEFICIARI Imprese agricole aderenti a circuiti e consorzi di valorizzazione delle produzioni locali (Q Qualità, Consorzi di tutela, Consorzi di valorizzazione, ecc.) aventi sede o unità locale cui è riferita l’attività oggetto di contributo in provincia di Cuneo SPESE AMMISSIBILI • allestimenti e attrezzature finalizzate alla vendita in punti aziendali (con esclusione delle spese per manutenzione impianti); • allestimenti e attrezzature finalizzate alla vendita in mercati e fiere; • dotazione segnaletica e cartellonistica aziendale. TEMPI E SCADENZE Periodo di ammissibilità delle spese: 01/01/2014 – 30/09/2014 Termine per la rendicontazione: 10/10/2014

TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO Contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili al netto di IVA, fino a un massimo di Euro 400,00. Importo minimo sostenuto: Euro 400,00 Dotazione finanziaria: Euro 30.000,00 BENEFICIARI Imprese condotte da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali e società agricole (IAP o coltivatore diretto), aventi sede legale e/o unità operativa in provincia di Cuneo SPESE AMMISSIBILI • l’acquisto, l’installazione e l’attivazione di decoder e/o parabole necessarie per l’impianto, vincolato alla sottoscrizione di un contratto di servizio per la fruizione di un collegamento a banda larga satellitare; • canoni di servizio. TEMPI E SCADENZE Periodo di ammissibilità delle spese: 04/11/2013 – 30/04/2014 Termine per la rendicontazione: 31/05/2014

no Saviglia in Fiera a TEC ti n e s re O P R lione EU nel Padig

COSTRUZIONI

NORD OVEST FF

srl

di Fino geom. Valerio

www.tec-artigrafiche.it

REALIZZAZIONI IN CEMENTO ARMATO

IDEATORI DEL PRIMO DIGESTORE POSTESO IN ITALIA

EDILIZIA INDUSTRIALE, CIVILE, AGRICOLA, REALIZZAZIONE DI SERBATOI PER BIOGAS IN C.A. TRADIZIONALE O CON SISTEMA DI POSTENSIONE COSTRUZIONI NORD OVEST di Fino geom. Valerio - COSTRUZIONI NORD OVEST FF srl Via Bodoni, 2B • VERZUOLO • Cell. 320 9526687 • Fax 0175 289761 • info@costruzioninordovest.it

ATTUALITÁ

51


ATTUALITÁ

52 BANDO RETI DI IMPRESA FINALITA’ Le Reti di Impresa rappresentano forme innovative di coordinamento tra imprese che, per superare l’eccessiva frammentarietà e la difficoltà a competere sui mercati si aggregano senza doversi fondere o unirsi sotto il controllo di un unico soggetto. Il bando prevede l’erogazione di contributi alle aziende per le spese sostenute nella fase di costituzione di una Rete di Impresa. TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO Contributo a fondo perduto nella misura del 40% delle spese ammissibili al netto di IVA, fino a un massimo di Euro 5.000,00. Importo minimo sostenuto: Euro 2.000,00 Dotazione finanziaria: Euro 20.000,00 BENEFICIARI Raggruppamenti di imprese, con capofila e maggioranza delle imprese aderenti aventi sede legale e/o unità operativa nella provincia, costituiti in forma di contratto di rete. Tutte le imprese aderenti al “contratto di rete” dovranno essere regolarmente iscritte al Registro Imprese, in regola con il pagamento del diritto annuale. SPESE AMMISSIBILI • servizi consulenziali e professionali finalizzati alla costituzione delle reti; • costi iniziali di promozione (sito internet, materiale promozionale, ecc.): TEMPI E SCADENZE Presentazione domanda prenotazione delle risorse: 31/03/2014 Stesura graduatoria domande ammesse: 30/04/2014 Periodo di ammissibilità delle spese: 01/10/2013 – 30/09/2014 Termine per la rendicontazione: 10/10/2014


BANDO TECNOLOGIE DIGITALI PER L’ INFORMATICA E LA COMUNICAZIONE (ICT) FINALITA’ Il bando propone un supporto agli investimenti sostenuti dalle imprese per l’introduzione di nuovi strumenti e tecnologie dell’informazione e comunicazione volti a sviluppare l’efficienza della gestione, dell’organizzazione e della produzione aziendale. A titolo di esempio si va dall’utilizzo delle soluzioni wireless all’acquisto di smartphone e tablet, dall’adozione di soluzioni per la fatturazione elettronica alla realizzazione di siti per l’e-commerce. TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO Contributo a fondo perduto nella misura del 30% delle spese ammissibili al netto di IVA, fino a un massimo di Euro 3.000,00 Importo minimo sostenuto: Euro 700,00 Dotazione finanziaria: Euro 550.000,00 BENEFICIARI Imprese aventi sede o unità locale cui è riferita l’attività oggetto di contributo in provincia di Cuneo SPESE AMMISSIBILI L’impresa richiedente potrà realizzare l’investimento in una sola delle seguenti misure: • adozione di soluzioni che utilizzano tecnologie wireless; • gestione flussi documentali e soluzioni di business process management; • adozione di soluzioni SaaS, Cloud e Open Source; • soluzioni di Business on-line s; • soluzioni di Business Intelligence; • consolidamento infrastrutture informatiche; • sistemi di comunicazione multimediali. TEMPI E SCADENZE Presentazione domanda prenotazione delle risorse: 31/03/2014 Stesura graduatoria domande ammesse: 30/04/2014 Periodo di ammissibilità delle spese: 01/12/2013– 30/09/2014 Termine per la rendicontazione: 10/10/2014

Per tutti i bandi, la Camera di Commercio di Cuneo, si riserva la possibilità di disporre la chiusura anticipata in caso di esaurimento delle risorse a disposizione. L’erogazione dei contributi concessi sarà effettuata nel rispetto delle disposizioni comunitarie sugli aiuti in regime “De Minimis”; tale regime prevede che le aziende che svolgono solo attività agricola di produzione primaria (coltivazione di piante, allevamento animali o miste) non possano ricevere più di 15.000 € di contributi in un triennio; il limite è elevato a 200.000 € se i contributi sono erogati per attività diverse da quella della produzione primaria ad esempio agriturismo, commercializzazione diretta dei prodotti, trasformazione dei prodotti, servizi ad altre imprese ecc.

BANDO MARCHI E BREVETTI FINALITA’ Il bando propone un supporto agli investimenti sostenuti dalle imprese per i servizi di gestione della proprietà intellettuale che vanno dalla decisione di adottare un marchio aziendale alla sua registrazione, dalla consulenza per la brevettabilità di un prodotto fino all’ottenimento del brevetto stesso. TIPOLOGIA DI FINANZIAMENTO Contributo a fondo perduto nella misura del 30% delle spese ammissibili al netto di IVA, fino a un massimo di Euro 1.500,00 per i marchi e Euro 3.000,00 per i brevetti. Il contributo è cumulabile per un massimo di Euro 3.000,00. Importo minimo sostenuto: Euro 700,00 per i marchi e Euro 1.500,00 per i brevetti Dotazione finanziaria: Euro 60.000,00 BENEFICIARI Imprese aventi sede o unità locale cui è riferita l’attività oggetto di contributo in provincia di Cuneo SPESE AMMISSIBILI • progettazione del marchio; • ricerche di anteriorità e assistenza per il deposito; • assistenza per la concessione in licenza del marchio; • assistenza per l’estensione comunitaria o internazionale del marchio nazionale; • analisi sulla brevettabilità di un prodotto o di un modello o di un design; • consulenza e assistenza per la brevettazione; • assistenza per l’ottenimento di brevetti nazionali e per l’estensione internazionale di un brevetto nazionale, di un modello di utilità o di un design; • tasse di deposito marchi e brevetti nazionali, internazionali e comunitari. TEMPI E SCADENZE Periodo di ammissibilità delle spese: 01/10/2013 – 30/09/2014 Termine per la rendicontazione: 08/10/2014

ATTUALITÁ

53


54 ATTUALITÁ

IL PROGETTO SOCIALE DI COLDIRETTI NEGLI INCONTRI DELL’ASSOCIAZIONE PENSIONATI E DONNE IMPRESA Sono terminati gli incontri rivolti ai Dirigenti dell’Associazione Pensionati e Donne Impresa organizzati dai rispettivi Coordinamenti provinciali per illustrare la progettualità nel sociale, le iniziative e i servizi. Il “Progetto Sociale” di Coldiretti Cuneo offre risposte concrete alle esigenze della popolazione nelle aree rurali, creando un valore economico per le imprese del territorio. Cuneo - 5 febbraio 2014

Mondovì - 29 gennaio 2014

Saluzzo - 12 febbraio 2014

Ceva - 3 febbraio 2014

Brucia il legno della tua montagna dal cippato al pellet a km Ø

IL VOSTRO FOTOVOLTAICO MERITA LE NOSTRE CURE

www.tec-artigrafiche.it

FORNITURA MANUTENZIONE PULIZIA GESTIONE REMOTA BUSCA - Tel. 340.9060459 www.alpiforest.it - info@alpiforest.it

PROGETTI ED INSTALLAZIONI PER OLTRE 8.000.000 kWh

PELLET DI LEGNO VERGINE NON TRATTATO Prodotto conforme alla norma UNI-TS 1123 Classe “A” senza additivi

FORNITO: SFUSO 1000 KG - 15 KG

VERDENERGIA GRUPPO AUTOGAS NORD

DISTRIBUZIONE GARANTITA SU TUTTO IL TERRITORIO

OmNIlINE BUSCA -

tel. 349.7355990

commerciale.ve@autogasnord.it - www.verdenergia-gan.it


55

U

n consiglio direttivo dell’Associazione provinciale Pensionati molto partecipato e ricco quello che si è tenuto il 26 febbraio presso la “Casa Regina Montis Regalis” di Vicoforte, al cospetto del celebre Santuario mariano che quest’anno, il 12 Giugno, ospiterà la Festa regionale dell’Associazione Pensionati Coldiretti Piemonte. Di questo e di altri importanti argomenti si è trattato durante il consiglio provinciale al quale hanno partecipato anche il presidente regionale dell’Associazione Bruno Porta e la segretaria regionale Maria Chiara Bellino. Il presidente provinciale Lorenzo Bergese e la responsabile di Donne Impresa Delia Revelli hanno condiviso con i presenti la soddisfazione per la riuscita degli incontri congiunti intorno al tema “Dal Sociale al Sanitario: servizi innovativi per i cittadini”, tenutisi tra fine dicembre 2013 e i mesi di gennaio e febbraio 2014 in

tutte le zone e nei principali centri della provincia, coinvolgendo i rappresentanti delle Asl e dei Consorzi socio-assistenziali oltre ai 300 dirigenti. È stata illustrata la presa di posizione che l’Associazione Pensionati ha tenuto, a mezzo stampa, per denunciare gli squilibri nella ripartizione del Fondo Sanitario regionale tra le ASL di Torino e le altre ASL del Piemonte, in particolar modo quelle della provincia di Cuneo che, dei 30 milioni di Euro complessivi, ha ricevuto poco più di 29.000 €. Al centro del dibattito del consiglio si è inoltre parlato dell’incontro con il neo prefetto di Cuneo, Giovanni Russo, tenutosi il 13 febbraio, nel quale sono state portate all’attenzione le criticità dovute alla carenza di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei corsi d’acqua e dei bacini fluviali e l’emergenza criminalità che colpisce soprattutto la popolazione, in special modo anziani, delle aree

ATTUALITÁ

CONSIGLIO PROVINCIALE PENSIONATI COLDIRETTI CUNEO: INIZIATIVE E OBIETTIVI PER IL 2014

periferiche. Quindi ha avuto il dovuto spazio la Festa regionale dei Pensionati e Donne Impresa Coldiretti, che quest’anno accoglierà oltre un migliaio di persone al Santuario di Vicoforte e alla quale sarà dato il giusto risalto nei prossimi mesi. La nutrita partecipazione dei consiglieri provinciali dell’Associazione Pensionati rafforza e avvalora il senso delle iniziative che l’Associazione promuove sul territorio e rinnova il forte il senso d’appartenenza alla nostra organizzazione da parte di tutti gli associati.

ENERGIA ELETTRICA + TERMICA = TECNOLOGIA DI COGENERAZIONE www.tec-artigrafiche.it

A PELLET

GARANTISCE OLTRE 7.500 h/annue con rimborso della mancata produzione di energia

OmNILINE BUSCA www.verdenergia-gan.it commerciale.ve@autogasnord.it

120

oltre impianti funzionanti!!!

tel. 349.7355990

in collaborazione con:

VERDENERGIA GRUPPO AUTOGAS NORD


56 ATTUALITÁ

NO ALLE IMPORTAZIONI DI CARNE DA PAESI CHE NON SODDISFANO I REQUISITI

L

a Commissione europea sta tradendo i consumatori e i produttori europei per quanto riguarda i principali standard di sicurezza alimentare dando il via libera alle importazioni di carni bovine verso il mercato europeo da paesi terzi in cui l’uso di promotori di crescita, ractopamina e cereali geneticamente modificati, vietati nella UE, sono utilizzati nei loro sistemi di produzione senza limitazioni da parte dell’Unione europea”, ha detto Pierre Chevalier, presidente della FNB, principale associazione francese di allevatori di bovini, a seguito delle riunioni che hanno riunito a Madrid i principali lea-

ERRATA CORRIGE CATAC DI FOSSANO Sullo scorso numero del nostro giornale nell’illustrare il progetto della raccolta differenziata nelle aziende agricole ad opera del CATAC di Fossano abbiamo erroneamente pubblicato la foto di Francesco Bodrero che è il presidente del CATAC di Centallo. Chiediamo scusa a Raffaele Tortalla, presidente del CATAC di Fossano ed ai lettori per il refuso.

ders nella produzione di bestiame nell’Unione europea, per cercare di arginare i danni che infliggerebbero sul settore delle carni bovine gli accordi che Bruxelles sta chiudendo con il Mercosur (Argentina, Brasile, Uruguay, Paraguay e Venezuela) e Stati Uniti. I produttori temono che venga triplicata la cifra del contratto sottoscritto con il Canada alla fine del 2013, che autorizza l’ingresso di 50.000 tonnellate di carne senza tariffe doganali e che rappresenta circa il 20% delle importazioni totali annuali nel 2012. Carne che non ha i requisiti per soddisfare le severe norme europee in materia di tracciabilità, sicurezza alimentare, salute degli animali, benessere e norme ambientali. Alcune tra le più importanti associazioni di produttori di carne bovina, la spagnola Asoprovac, l’Irish Farmers Association, la Federazione Nazionale bovini francese e il Consorzio Italia Zootecnica accusano la direzione generale Salute e tutela dei consumatori della Commissione eu-

ropea (DG SANCO), rigoroso custode della sicurezza alimentare nel mercato interno, di venire meno al proprio ruolo di garante della sanità pubblica e sicurezza alimentare. Risulta inaccettabile che migliaia di tonnellate di carne che non soddisfano i requisiti minimi in questi ambiti critici e a cui si applicano solo controlli documentali, finiscano sulle tavole dei cittadini spagnoli e di tutta Europa. Il disequilibrio di regole si rivela ingiusto per la produzione europea, i cui costi sono molto più alti per essere oggetto di restrizioni sanitarie, ambientali e di salute pubblica, che non sono obbligatorie in altri paesi. Come se non bastasse il Consiglio Europeo del 28 gennaio 2014 ha autorizzato gli Stati Uniti ad esportare in Europa carne bovina “non trattata con ormoni”, con la possibilità di etichettarla come ‘carne di alta qualità’, un marchio di cui non possono fregiarsi gli stessi tagli prodotti in Europa, essendo contro la normativa comunitaria.

Vanara Rimorchi Agricoli www.tec-artigrafiche.it

DAL 1975 RIMORCHI AGRICOLI E CARPENTERIA IN FERRO

VANARA & C. s.n.c. di VANARA Giancarlo e Prospero Via Case Sparse 15 - Piea d’Asti (AT) - tel. 0141 901247 - fax 0141.901720 info@vanararimorchi.it www.vanararimorchi.it


57

V

enerdì 7 febbraio si è svolto con ottimo afflusso di pubblico il Convegno “Donna e Lavoro” organizzato a Ceva dalla Comunità montana AltoTanaro-CebanoMonregalese. Numerosi interventi hanno focalizzato il ruolo fondamentale della donna nel lavoro e nella famiglia; estremamente interessanti sono state le testimonianze di tre imprenditrici di settori diversi che hanno portato un sostanziale e visivo esempio di chi ogni giorno rischia in proprio e si mette in gioco in quanto donna lavoratrice autonoma. In rappresentanza del mondo agricolo è intervenuta Roberta Adami, Dirigente

Provinciale Donne Imprsa Coldiretti dell’azienda agricola/ agrituristica Cascina Raflazz di Paroldo, che ha messo in risalto quanto sia importante nel mondo del lavoro per una donna la passione e la formazione continua. Un’azienda agricola su tre in provincia di Cuneo è al femminile e in questi anni, in agricoltura, il ruolo della donna è profondamente cambiato. In moltissimi casi da coadiuvante famigliare la donna è diventata coimprenditrice, curando lo sviluppo di alcuni rami d’azienda come il marketing, la comunicazione aziendale, il contatto con gli uffici e le istituzioni. Inoltre, non dimentichiamo

ATTUALITÁ

GRANDE AFFLUSSO DI PUBBLICO IL CONVEGNO “DONNA E LAVORO” A CEVA

il ruolo storico svolto dalla donna nelle nostre famiglie. In moltissimi casi, prima ancora di occuparsi dell’impresa, la donna è rimasta un saldo punto di riferimento per la tenuta delle famiglie e per la crescita e l’educazione dei figli.

INV

ITO

30 MARZO PORTE APERTE

CARRÙ


58 ATTUALITÁ

DAL VINO ALLA MODA, IL MADE IN ITALY VOLA IN CINA

D

opo l’agroalimentare, con il vino Chianti, i cinesi mettono le mani anche sulla moda con l’acquisto del marchio Krizia, nuova operazione di acquisizione dei gioielli del Made in Italy che trovano in questi settori le loro espressioni migliori. Coldiretti commenta la cessione della storica maison italiana alla Shenzhen Marisfrolg Fashion Co., azienda leader nel mercato asiatico del pret-a-porter. Operazione che segue l’acquisto da parte di un imprenditore cinese della farmaceutica di Hong Kong dell’azienda agricola Casanova - La Ripintura, a Greve in Chianti, nel cuore della Docg del Gallo Nero. Un fenomeno, quello della vendita di marchi storici del tessuto produttivo italiano, che interessa tutti i settori, dall’agroalimentare fino ai trasporti, ma anche la moda. Prima di Krizia era stata la volta della Poltrona Frau, passata all’americana Haworth, e di Loro Piana al gruppo francese LVMH per 2 miliardi di euro. Alla fine del mese di giugno 2013 la stessa multi-

nazionale del lusso LVMH aveva acquisito una partecipazione di maggioranza nel capitale sociale della pasticceria Confetteria Cova proprietaria della società Cova Montenapoleone Srl, che gestisce la nota pasticceria milanese. La Lvmh di Bernard Arnault aveva già in portafoglio Bulgari ed è proprietario di Fendi, Emilio Pucci e Acqua di Parma mentre la sua rivale francese Ppr di Francois-Henry Pinault controlla Gucci, Bottega Veneta e Sergio Rossi. Il colpo più grosso nell’alimentare i francesi lo hanno messo a segno nel 2011 con la Lactalis che è stata, invece protagonista dell’operazione che ha portato la Parmalat a finire sotto controllo transalpino, dopo aver già acquisito in passato la Galbani, la Locatelli e l’Invernizzi. Se nella moda gli emiri del Qatar si sono assicurati lo scorso anno lo storico marchio Valentino, assieme alla licenza Missoni, sempre nel 2013 si sono verificate la cessione da parte della società Averna dell’intero capitale dell’azienda piemontese Pernigotti al grup-

MOBILIGALLO GRANDE

Falegnameria Serramenti Porte interne ESPOSIZIONE

in oltre 2000 mq.

www.tec-artigrafiche.it

Via Fossano, 20 - TrInITà (Cn) tel. 0172 66166 - fax 0172 66579

info@mobiligallo.it

po turco Toksoz, e il passaggio di mano del 25 per cento della proprietà del riso Scotti ceduto dalla famiglia pavese al colosso industriale spagnolo Ebro Foods. Nel 2012, la Princes Limited (Princes), una controllata dalla Giapponese Mitsubishi, aveva siglato un contratto con AR Industrie Alimentari SpA (ARIA), leader italiana nella produzione di pelati, per creare una nuova società denominata “Princes Industrie Alimentari SrL” (PIA), controllata al 51 per cento dalla Princes, mentre il marchio Star passa definitivamente in mano spagnola con il gruppo Agrolimen che ha aumentato la propria partecipazione in Gallina Blanca Star al 75 per cento. Nel 2011 il 49 per cento di Eridania Italia Spa operante nello zucchero è stato acquisito dalla francese Cristalalco Sas e la Fiorucci salumi è passata alla spagnola Campofrio Food Group, la quale ha ora in corso una ristrutturazione degli impianti di lavorazione a Pomezia che sta mettendo a rischio numerosi posti di lavoro.

CEnTrO DEL rIPOSO

via Circonvallazione, 73 tel. 0172 66433

www.mobiligallo.it


SU MELAVERDE IL MEGLIO DELL’AGRICOLTURA PIEMONTESE

COALVI, NOCCIOLE PIEMONTE E OVINI DELLE LANGHE SU MELA VERDE

A

distanza di poche settimane dalla trasmissione della straordinaria puntata di Mela Verde dal titolo “Fattoria Bio”, registrata presso una delle aziende storiche del Coalvi, la Cooperativa Agricola il Frutto Permesso, un’azienda vocata al Biologico dalla produzione di frutta e trasformati all’allevamento, il Coalvi e la Razza Piemontese, sono stati nuovamente protagosti, su Canale 5, di una puntata di Mela Verde dal titolo “Oro Rosso”. Domenica 2 marzo, nel contesto “le storie di Mela Verde”, Edoado Raspelli è stato in Piemonte, a Rivoli, presso l’Azienda di Graziano Scaglia, vicepresidente del Coalvi, uno dei tre fratelli, insieme a Paolo e Mauro, che conducono l’Azienda Agricola Scaglia F.lli. Una famiglia di allevatori che da generazioni alleva la Razza Piemontese, secondo il disciplinare del Consorzio di

Tutela della Razza Piemontese, che offre una carne tra le più pregiate per le sue qualità eccezionali, e non solo. Uno spaccio aziendale, da sempre a marchio Coalvi, dove vengono prodotti in vendita esclusivamente prodotti aziendali e tre Agrihamburgerie, anche loro rigorosamente a marchio Coalvi, situate a Rivoli e Torino, dove il consumatore può gustare non solo i prodotti aziendali, ma anche i prodotti della selezione di qualità e della linea Oro Rosso Coalvi e tutte le specialità tradizionali e stagionali della zona, servite in un ambiente insolito come il Fast Food. Una puntata golosa ed interessante, in cui non sono mancati consigli utili in cucina e ricette gustose. Tra le produzioni eccellenti del Cuneese, in primo piano nella rubrica settimanale firmata da Edoardo Raspelli ed Hellen Hiddings, la Nocciola IGP Piemonte, an-

data in onda nel mese di gennaio, e l’Ovino delle Langhe, che sarà protagonista nelle prossime puntate. La nota trasmissione, ideata e prodotta dall’agronomo Giacomo Tiraboschi, per Rete 4 prima e Canale 5 ora, è al suo tredicesimo anno di ininterrotta produzione. Molta attenzione è stata dedicata all’agricoltura cuneese e piemontese ed fortemente incentrata alla valorizzazione delle tipicità locali.

CARMAGNOLA (To) - Via C. Luda, 25/27 - tel. 011.9773703 / 9773724 - fax 011.9715546 - www.agricambio.it - agricambio@agricambiosnc.it

ATTUALITÁ

59


60

Società Agricola Cooperativa

A

nche per il 2014 l’Associazione Produttori Biologici Terramica ripropone interessanti contratti di filiera per il settore della cerealicoltura biologica. Lo scopo è quello di offrire alle aziende associate delle importanti opportunità economiche volte a valorizzare la produzione biologica cuneese dei cereali. Questi importanti accordi sono stati sottoscritti con due dei principali mulini biologici piemontesi: il Mulino Marino di Cossano Belbo e il Mulino Sobrino di La Morra. I contratti sono stati stipulati da Terramica in collaborazione con la Cooperativa 7 Vie del Belbo che essendo certificata biologica ha la possibilità di garantire,

7 VieBelbo del

Società Agricola Cooperativa

alle aziende agricole interessate a sottoscrivere i contratti, condizioni vantaggiose relativamente alla remunerazione del prodotto. La campagna cerealicola biologica 2013 si è caratterizzata per un andamento climatico avverso con abbondanti e prolungate piogge concomitanti con le fioriture dei cereali determinando nei raccolti dei diversi areali del cuneese una

MARENE

di Testa Massimo

via Torino, 54 fax 0172 1804990 e-mail: testacoperture@tiscali.it TESTA Massimo TESTA Enrico 347 4900280 347 3105684

• Coperture tetti agricoli e industriali • Rimozione e smaltimento amianto con rilascio di formulario • Lattonerie d’ogni tipo • Installazione linee vita • Coperture per alloggiamento fotovoltaico

riduzione dei parametri qualitativi insieme a quotazioni di mercato inferiori rispetto al 2012 a discapito dei prezzi di vendita. Da sottolineare che le aziende che hanno aderito ai contratti di filiera stipulati da Terramica hanno potuto beneficiare di premi supplementari rispetto alle quotazioni delle Borse Granarie nazionali che hanno determinato interessanti guadagni per le aziende quantificabili fino a un 20% in più rispetto ai prezzi medi di mercato. Anche quest’anno, tutti i contratti sono stati strutturati con la volontà di premiare la qualità prodotta dalle aziende. Le quotazioni stabilite sulla base della

PRIMA

www.tec-artigrafiche.it

ATTUALITÁ

TERRAMICA PRESENTA I CONTRATTI SULLA FILIERA CEREALICOLA BIO 2014 Vie FRUMENTO TENERO E ENKIR del Belbo

DOPO

Via Circonvallazione, 42 - TORRE SAN GIORGIO (Cn) tel. 0172.96104 - cell. 337.212165 - info@rubiano.it


61 garanzia di vedersi riconosciuto dal punto di vista economico l’impegno quotidiano profuso. Ora l’obiettivo è quello di aumentare i volumi produttivi in quanto è il mercato che, riconoscendo la qualità dei cereali biologici locali, continua a richiedere quantitativi superiori di queste produzioni. Per rispondere alla crescente domanda auspichiamo una sempre maggiore adesione da parte delle aziende ai nostri contratti con la prospettiva che nuove

aziende si avvicinino al biologico iniziando il percorso della conversione che per i seminativi è di due anni”. Per tutte le aziende interessate è a disposizione il servizio tecnico nelle diverse Zone di riferimento presso il quale sarà possibile sottoscrivere le adesioni ai contratti che quest’anno verranno tassativamente raccolte entro il 20 di Marzo. Per qualsiasi ulteriore informazione è a disposizione Marcello Pellegrino al numero 0171/447349.

ATTUALITÁ

borsa granaria di Milano alla voce agricoltura biologica riconoscono una premialità in base agli aspetti qualitativi espressi dai parametri P/L e W oltre al riconoscimento di un premio aggiuntivo per sopperire i costi di trasporto. “L’adesione delle aziende biologiche a questi contratti, afferma Marcello Pellegrino responsabile provinciale di Terramica, permette di valorizzare appieno la capacità di produrre cereali biologici di qualità con la

Officina Meccanica e Oleodinamica

TRAVAGLIO DIEGO

• MACCHINE E IMPIANTI PER SGUSCIATURA NOCCIOLE • LAME SGOMbRANEvE • ATTREZZATURE AGRICOLE

SGUSCIATRICE PER NOCCIOLE

Costruzione e riparazione cilindri, terzi punti e braccetti laterali idraulici Sostituzione perni e boccole alle catenarie, riparazione trattori e costruzione attrezzi agricoli

IN FIERA PRESENTI GLIANO A SAVI

MONTELUPO ALBESE (CN) • Via Torretta, 37 Tel. 0173 617417 • Cell. 347 7935441

DIANO ALBA - via Alba Cortemilia, 44 - Tel./Fax 0173 363914 diego.travaglio@virgilio.it www.officinatravaglio.com

e-mail: info@fratellitorrengo.com • www.fratellitorrengo.com

ra ti in Fie Presenigliano v a aS

COSTRUZIONE MACCHINE AGRICOLE

Botti collaudate fino a 200 q. a partire da 3.000 a 30.000 lt. Carri spandiletame - Revisione cisterne - Spandisale e sabbia Carri botte per abbeveraggio bestiame omologati su strada

AUTOL I P E R V I VELLANTE GNETI

Concessionari POMPE e MISCELATORI SISTEMI PER IL TRATTAMENTO DEI LIQUAMI

S.A.C. di Arduino Claudio s.a.s. Via Savigliano, 4 - VOTTIGNASCO (Cn) - tel. 0171.941084 - fax 0171.941270 Claudio cell. 335.5625659 - Stefano cell. 347.8798009 - www.sac-vottignasco.it - sacdis@libero.it

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

di Lorenzo e Francesco


Fondo europeo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

L’ITALIA SI CONFERMA LEADER DEL BIOLOGICO

S

ulle produzioni agricole biologiche, la fotografia che scaturisce da Bioreport 2013, appena pubblicato da Inea con la Rete Rurale Nazionale, è nitida e di ottima qualità: l’Italia si conferma tra i primi 10 paesi su scala globale per estensione della superficie agricola dedicata al biologico, pari a 1.251.732 ettari; ma anche per numero di aziende (oltre 45.000) e percentuale di biologico sul totale (9 per cento) come suolo. Oltre il 61 per cento degli oltre 8.000 comuni italiani vanta almeno una azienda agricola biologica. Con lo sguardo rivolto al futuro e alle nuove prospettive, il settore bio è il più giovane, mediamente (il 22,2 per cento contro il 9,9 per cento delle aziende agricole ordinarie è gestito da giovani fino a 39 anni), più istruito (con il 16,8 per cento

di laureati, contro il 6,2 per cento delle aziende convenzionali), più “tecnologico e connesso” (le aziende informatizzate sono il 15,6 per cento delle bio e il 3,8 per cento delle ordinarie). Nell’ultimo anno, le aziende bio sono cresciute del 3 per cento, mentre addirittura del 12 per cento quelle zootecniche. Le aziende biologiche presentano una superficie agricola utilizzata (Sau) di 47,5 ettari, contro i 33 di quelle convenzionali ed un reddito migliore. Il segreto? Costi correnti più bassi (32 per cento sulla produzione lorda vendibile, contro il 38 per cento delle aziende normali) e ricavi maggiori (67,9 per cento contro 61,8 per cento). In definitiva, un modello che risparmia sia sull’ambiente che sul portafogli, diventando una fonte non solo di reddito aggiuntivo, ma pure di minori costi. E sono le aziende biologiche a utilizzare “meglio” i finanziamenti

pubblici, buona parte dei quali infatti sono costituiti da misure di sviluppo rurale (secondo pilastro) e non da pagamenti della Politica agricola comune (Pac). Segnale quindi che stanno camminando su obiettivi di sviluppo sostenibile e che un domani cammineranno con le proprie gambe. Ma anche i canali di vendita bio hanno visto dal 2005 una vera e propria esplosione: raddoppiate le aziende che vendono direttamente i propri prodotti, o ancora le mense e gli agriturismi; addirittura quadruplicati i Gruppi di acquisto solidale (Gas). Una rinascita che viene da lontano, e che grazie all’impegno di Coldiretti, si è consolidata, raggiungendo traguardi importanti che hanno permesso al consumatore di poter scegliere in modo consapevole il prodotto certificato biologico, garanzia di qualità e di concreta valorizzazione del territorio.

REALIZZAZIONE STRUTTURE AGRICOLE “CHIAVI IN MANO” VASCHE STOCCAGGIO FORNITURA DI CALCESTRUZZO IMPIANTO CERTIFICATO PANNELLI PER RECINZIONI E TRINCEE

12044 CENTALLO (Cn) Reg. Brignola, 28 Tel. 0171.214412 . Fax 0171.214516 ariaudo@ariaudo.net

www.tec-artigrafiche.it

ATTUALITÁ

62

ENTI PRES SIAMO A R IN FIE NO IGLIA A SAV


DIAMO IL VIA ALLA CAMPAGNA PER IL DIRITTO AL CIBO DOPO L’APPELLO DEL PAPA

“U

na sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro” è il titolo della campagna nazionale di sensibilizzazione e formazione elaborata dalle organizzazioni, dalle associazioni e dai movimenti cattolici italiani per rispondere unitariamente all’appello del Papa «a dare voce a tutte le persone che soffrono silenziosamente la fame, affinché questa voce diventi un ruggito in grado di scuotere il mondo». L’evento di lancio della campagna si è tenuto il 28 febbraio a Roma, presso l’Hotel Torre Rossa, nell’ambito del seminario di approfondimento e formazione organizzato da Caritas Italiana. Coldiretti e Fondazione Campagna Amica su questo sentono l’obbligo di stare in prima linea dato anche il grande impegno che in questi anni hanno profuso per portare nella

società civile, in modo dirompente, il tema del buon cibo, del rispetto

cibo giusto per tutti, una finanza al servizio dell’uomo, relazioni di

dell’ambiente e per il superamento delle ingiustizie legate ad un modello di sviluppo poco attento ai più deboli ed ai lavoratori. Aspetto centrale della campagna è l’elemento educativo, mentre tre sono i filoni tematici in cui si articola:

pace. Nell’ambito della campagna saranno elaborate precise richieste alla politica: a livello internazionale, europeo e italiano. L’iniziativa è destinata in primo luogo a favorire lo sviluppo di una consapevolezza attiva delle associazioni e dei

ASTESANA S.p.a. 12020 VILLAFALLETTO (CN) Tel. 0171 942008 - fax 0171 942023 e-mail: astesana@astesanaspa.it

gruppi che aderiranno alla campagna in tema di diritto al cibo, e a tradurre questa consapevolezza in impegno sociale e politico nei singoli territori; rappresenta un’occasione di impegno comune a livello nazionale e locale di numerosi enti ed organismi di ispirazione cattolica. Promotori e aderenti: Caritas Italiana, Focsiv, Azione Cattolica, Acli, Aimc, Apg, Coldiretti, Fondazione Campagna Amica, Ctg, Cts, Cvx, Masci, Mcl, Pax Christi, Rinascita Cristiana, Salesiani, Ucid, Confcoop, Federcasse, Cem Mondialità. Insegnanti, educatori ed animatori sono le categorie protagoniste della campagna, ma anche giovani imprenditori presenti nei diversi settori produttivi in grado di interpretare una dimensione economico-produttiva responsabile e sostenibile specie nel settore agricolo.

ATTUALITÁ

63


64

GIORNATE DEL RINGRAZIAMENTO 1 2

4

3

5

6

4. Tarantasca - 24 novembre 2013 5. Rivalta - 24 novembre 2013 6. Marene- 24 novembre 2013

www.tec-artigrafiche.it

1. Tetti di Dronero - 3 novembre 2013 2. Occa di Envie- 17 novembre 2013 3. Sanfré - 10 novembre 2013

CHERASCO (CUNEO)

Fiera Presenti ino a Saviglian

C.so Luigi Einaudi, 40 • tel. 0172 488599 • fax 0172 487905

VASTO ASSORTIMENTO DI ATTREZZATURA PER NOCCIOLE E CASTAGNE Pulitore per nocciole doppia ventola

Macchina attacco a 3 punti per raccolta nocciole e castagne

Sgusciatura manuale

Pulitore per nocciole 4 tubi di aspirazione. Capacità oraria 3.500 kg Essicatoio per nocciole e castagne

Pulitore industriale capacità 30 QL/H

Cassone ribaltabile per raccolta nocciole con sistema a muletto adattabile a qualsiasi trattore

info@chianchia.it • www.chianchia.it


GIORNATE DEL RINGRAZIAMENTO 8

7

9 10

7. Gaiola - 24 novembre 2013 8. CigliĂŠ - 24 novembre 2013

9. San Giovanni perucca - 24 novembre 2013 10. Tarantasca - 24 NOVEMBRE 2013

65


66

GIORNATE DEL RINGRAZIAMENTO 11 12

14 13

15 16

www.tec-artigrafiche.it

11. S. Mauro di Busca - 1 dicembre 2013 12. Tetti Pesio - 1 dicembre 2013 13. Torre S. Giorgio - 1 dicembre 2013

14. Sampeyre - 8 dicembre 2013 15. Dogliani - 8 dicembre 2013 16. Chiusa Pesio - 21 dicembre

PRODUZIONE E INSTALLAZIONE TENSOSTRUTTURE A NORMATIVA EUROPEA COPERTURE E STRUTTURE PER OGNI ESIGENZA

Nervesa della Battaglia (Tv) • via Granze, 14 • tel. 0422 885523 info@tlmsrl.com • www.tlmsrl.com


SI È RIUNITO IL CONSIGLIO DIRETTIVO DI “BUONO & CONVENIENTE”

L

o scorso 24 febbraio 2014, si è riunito il Consiglio Direttivo di “Buono & Conveniente”, l’associazione dei gruppi di acquisto presieduta da Enrico Bertello. Nel 2013, sono aumentati gli iscritti, che usufruiscono del servizio, ed è cresciuto il volume d’affari fino ad arrivare a movimentare circa 32.000 Kg di prodotti. “Buono & Conveniente” ha finalità etiche, sociali e di so-

stenibilità ambientale: vuole favorire il consumo e la diffusione di prodotti stagionali e del territorio, nel rispetto della stagionalità e a sostegno di un consumo consapevole, a prezzi equi e convenienti. I prodotti maggiormente richiesti sono quelli ortofrutticoli, ma anche latte, uova, pane, pasta, etc. Tra i prodotti orticoli, spiccano le carote di San Rocco, le patate della Bisalta, insieme

• TELAIO: INTEGRALE OSCILLANTE ACTIOTM - REVERSIBILITÀ RGSTM • MOTORE: 71 CV - CILINDRATA 3300 CM3 - 4 CILINDRI, 16 VALVOLE • TRASMISSIONE: CAMBIO SINCR. A 32 MARCE CON INVERTITORE SINCR. • PTO: POSTERIORE, INDIPENDENTE 540/540E E SINCRONIZZATA • FRENI: SULLE 4 RUOTE A DISCO IN BAGNO D’OLIO A COMANDO IDR. • CABINA (OPT): CON ARIA CLIMATIZZATA MONTATA SU SILENT BLOCK COLMUTO TM

alle altre produzioni: la garanzia è la freschezza, la stagionalità e la qualità. E i prezzi? Interessanti!!! Le persone interessate a fare acquisti tramite “Buono & Conveniente”, possono rivolgersi all’Ufficio Zona Coldiretti di riferimento oppure all’ufficio provinciale al numero 0171.447348. Per diventare socio, è necessario versare la quota di € 5,00 una tantum

PRODUTTIVI SOLIDI ROBUSTI DUREVOLI

Via Neive 16/A, 12050 CASTAGNITO (CN) - Tel: 0173 211986 - colmutotm@libero.it

ATTUALITÁ

67


ATTUALITÁ

68

LE MEMORIE DI GIULIO, ALPINO DI COSTIGLIOLE SALUZZO

M

emorie di un Caporal Maggiore – storia di un anti eroe sui fronti della seconda guerra mondiale – è il libro di un alpino di Costigliole Saluzzo, Giulio Parizia, che ha militato nella Cuneense tra il 1937 e il 1943. Nel diario Giulio racconta il periodo di addestram e n t o prima, e di permanenza al fronte poi, descrivendo in modo semplice ma p a r t i c o l a re g giato eventi, luoghi e tempi che scandivano la vita all’interno del

Battaglione. A contorno della vita militare, Giulio riprende anche gli episodi di vita quotidiana, dal lavoro dei campi nel Saluzzese, ai momenti trascorsi insieme alla famiglia. La chiave di lettura del diario che Giulio non tenta mai di nascondere durante tutta la narrazione e che si palesa nelle ultime battute del diario è la sua posizione assolutamente contraria alla guerra e giustamente non in grado di comprenderne le assurde ragioni, percepita fin da subito come un “bisticcio tra potenti”, in cui il popolo non ha potuto mettere bocca ma suo malgrado vi si è trovato immischiato in prima persona e in prima linea. Proprio per questo “Memorie di un Caporal Maggiore” riveste una importanza

storica fondamentale: il diario è ricco di foto e immagini inedite e dettagli, come ad esempio, la descrizione attenta e completa dei movimenti della Cuneense sul fronte Greco, piuttosto che la descrizione del viaggio in tradotta degli Alpini da Cuneo al Don in Russia, ed offre uno spaccato dell’Italia della prima metà del novecento, il tutto con gli occhi semplici e la penna felice di un lavoratore e uomo comune come tanti che andarono al fronte e che al contrario del nostro anti eroe, non ebbero la fortuna di tornare. “Memorie di un Caporal Maggiore” è disponibile in versione cartacea nelle principali librerie della Provincia di Cuneo oppure nella versione ebook nei principali negozi online.


69 ATTUALITÁ

VUOI DIVENTARE UN’AGRITATA? SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL TERZO CORSO DI FORMAZIONE!

C

oldiretti, insieme alla Cooperativa Sociale Linfa Solidale, riapre le iscrizioni al terzo Corso di Formazione Agritata, il servizio di assistenza all’infanzia in ambito domiciliare e rurale. Avviato nell’ambito di un progetto sperimentale della regione Piemonte, il servizio Agritata è già pienamente operativo, sia nel cuneese sia sul territorio piemontese; si rivolge alle imprenditrici agricole e rappresenta una preziosa opportunità di integrazione al reddito. Dice Marcello Gatto presidente di Coldiretti Cuneo: “Il progetto mira a rispondere ad una richiesta di assistenza infantile, fortemente sentita sul territorio. In provincia di Cuneo, il servizio delle Agritate è già in funzione da più di un anno. L’Agritata è una persona adeguatamente prepa-

rata, che dopo aver seguito un corso di formazione e aver superato un esame abilitativo, acquisisce le conoscenze pedagogiche per offrire un adeguato servizio di educazione e di cura per i bambini, dai 3 mesi ai 3 anni per un massimo di 5 in compresenza, a casa propria, nel contesto di una azienda agricola”. “Coldiretti non dimentica la sua connotazione sociale e attraverso servizi innovativi alla

persona, cerca di sostenere nuove opportunità di integrazione al reddito per le imprenditrici agricole - continua Marcello Cavallo, Capo Area Organizzazione e Sociale di Coldiretti Cuneo. Il servizio Agritata è un nuovo modo di collocare il ruolo dell’agricoltura, soprattutto nelle zone che non garantiscono sufficienti servizi all’infanzia”. La peculiarità del servizio, che garantisce la personalizzazione e la flessibilità dll’orario, conciliando i tempi della vita familiare e lavorativa, è quella di dare valore educativo al contesto domestico e a quello rurale; l’Agritata elabora un progetto educativo per ogni bambino, per promuoverne la progressiva autonomia nel rispetto dei suoi tempi e favorirne la socializzazione all’interno di un piccolo gruppo, in un ambiente familiare, alla scoperta dell’agricoltura attraverso il contatto con la natura.

Le aspiranti candidate possono rivolgersi all’Ufficio Organizzazione - Area Sociale della Coldiretti, ovvero ai numeri di tel. 0171.447.245 e 0171.447337 per presentare l’iscrizione e ricevere ulteriori informazioni.

Dal mese di marzo prenderanno nuovamente il via le selezioni volte ad individuare le candidate idonee a prestare questo innovativo servizio alla prima infanzia. Il Corso di formazione, riconosciuto dalla Regione Piemonte, prevede una prova di accesso iniziale ed una attenta valutazione finale, avrà durata di 400 ore suddivise in 260 ore di teoria e 140 ore di tirocinio da frequentare presso una struttura per la prima infanzia.

NON SBAGLIARE STRADA, SCEGLI NOI

Prezzo competitivo Realizzazione opere a regola d'arte Produzione propria dell'asfalto certificato CE Esperienza quarantennale Azienda certificata Uni En Iso 9001:2008

SICAS ASFALTI s.r.l. di Allasia e Chiavassa Via Scarnafigi 26 - 12030 Monasterolo di Savigliano (CN) Tel: 0172373115 - Fax: 0172373185 - e-mail: info@sicasasfalti.it

REALIZZAZIONE PAVIMENTAZIONI PER CORTILI, SILOS, STRADE VICINALI SCAVI E TUBAZIONI - FRESATURA E RIPRISTINO ASFALTI AMMALORATI DEMOLIZIONE E FRANTUMAZIONE DI FABBRICATI ANCHE IN LOCO


70 ATTUALITÁ

VARATO IL “FARM BILL”: MILLE MILIARDI DI DOLLARI ALL’AGRICOLTURA USA

V

F.LLI GIACOSA

legge una forma di protezionismo potenzialmente contrario alle stesse regole mondiali sul commercio. L’altro sostegno è rappresentato da sussidio assicurativo sulle entrate per compensare gli agricoltori in caso di perdite superficiali o di perdite sul reddito subite prima che le loro assicurazioni sul raccolto diventino operative. Il Farm Bill introduce anche un tetto sugli aiuti che ogni agricoltore può ricevere, stabilito in 125.000 dollari l’anno su tutti i pagamenti e prestiti. Previsti tagli agli aiuti alimentari, con una diminuzione di 800 milioni all’anno sul totale (sempre annuo) di 80 miliardi di dollari. I cosiddetti “food stamps” rappresentano comunque oltre i quattro quindi della dotazione finanziaria della legge. www.tec-artigrafiche.it

ELETTROMECCANICA

nella commercializzazione dei propri prodotti all’estero. Una delle novità del Farm Bill è rappresentata dalla fine dell’aiuto disaccoppiato, ovvero i fondi erogati agli agricoltori indipendentemente dalla produzione. In totale si tratta di circa 4,5 miliardi di dollari all’anno. Il taglio viene compensato dall’istituzione di due nuovi sistemi di sussidio. Il primo è legato al problema della volatilità delle quotazioni delle materie prime sui mercati internazionali, che mettono a rischio il reddito degli agricoltori. In pratica, se i prezzi crollano oltre un valore predeterminato, gli agricoltori si vedranno “rimborsare” la differenza. Un vero e proprio “paracadute” che è stato esteso anche all’ortofrutta e al lattiero caseario e che rappresenta per i critici della nuova

www.tec-artigrafiche.it

ia libera al nuovo Farm Bill, la versione Usa della nostra Pac, che definisce programmi e modalità per il sostegno all’agricoltura a stelle e strisce e che distribuirà finanziamenti per quasi mille miliardi di dollari in dieci anni. La legge varata dal Congresso dopo oltre un anno di discussioni è stata firmata da Barack Obama. “Questo Farm Bill include cose come l’assicurazione sui raccolti – ha dichiarato il presidente Usa - così quando un disastro colpisce i nostri agricoltori, loro non perdono nulla”. Ma Obama ha annunciato una nuova iniziativa “Made in Rural America” ovvero “Prodotto nell’America Rurale”, che dovrebbe aiutare le imprese rurali

s.n.c.

VENDITA E RIPARAZIONE di: • motori elettrici • pompe sommerse da pozzo e da drenaggio • pompe e miscelatori sommersi per acque scure Savigliano (CN) • Via Cordoni, 12 tel. 0172 715152 • fax 0172 725699 info@elettromeccanicagiacosa.it www.elettromeccanicagiacosa.it

REG. N. 457-A UNI EN ISO 9001:2008

IMPIANTI CIVILI E INDUSTRIALI, AUTOMAZIONI, ANTIFURTI CABLATI, INSTALLAZIONE E ASSISTENZA AUTORIZZATA RADIOCOMANDI

Via Roata Gollè, 18/C • BUSCA (CN) • tel. 335.6109550 • fax 0171.940989 www.effeti.cn.it - e-mail: info@effeti.cn.it


dimento, e la Commissione Europea ha annunciato di essere giuridicamente obbligata ad approvarlo. Spagna, Gran Bretagna, Svezia, Finlandia ed Estonia hanno votato a favore. Il Parlamento Europeo aveva gia’ votato contro (385 a 201), con 35 astensioni. Lylian Le Goff, membro dell’organizzazione ambientalista France Nature Environnement, ha accolto positivamente l’annuncio di Le Foll. “Lo chiedevamo da anni e l’annuncio costituisce un passo nella giusta direzione”, ha dichiarato a RFI. “Incoraggiamo il ministro a prendere una posizione ferma sulla questione, e a essere un portavoce convincente, a livello europeo, e anche in Germania. Se la Germania concordera’ con la Francia sul tema degli Ogm, allora si puo’ sperare che anche l’Europa accolga con favore la sua posizione”. Quattro Ogm sono stati approvati all’interno dell’Unione Europea, ma solo uno di questi viene, oggi, coltivato, il MON810 della Monsanto. Giovedi’, Le Foll ha annunciato che il governo presentera’ subito una legge che vieta, sia il MON810, sia il TC1507, con l’avvio del dibattito al Senato.

Assistenza in sede o a domicilio vasto assortimento usato garantito www.tec-artigrafiche.it

F

rancia e Germania proporranno una nuova legge europea per consentire agli stati membri di vietare gli Ogm, sebbene la loro coltivazione sia stata autorizzata dall’Unione Europea. Lo rivela un articolo apparso sul portale transalpino rfi.fr dopo quanto accaduto in Consiglio dei Ministri Ue, in cui è stata votata una disposizione normativa che autorizza la coltivazione del mais TC1507. L’Italia e altri 11 Paesi membri avevano chiesto formalmente alla Commissione Ue di ritirare la proposta di direttiva che autorizza la coltivazione del nuovo mais transgenico denominato “Ogm Pioneer 1507”, ma avevano ricevuto un netto “no” da parte dell’esecutivo europeo: “Nessun nuovo argomento, si va avanti”. Il piano per l’approvazione della nuova europeo legge è stato annunciato, dal ministro dell’Agricoltura francese, Stephane Le Foll, dopo che sono trapelate le notizie sul voto dell’Unione Europea. Grazie alle astensioni di Germania, Belgio, Portogallo e Repubblica Ceca, gli stati contrari al mais TC1507, che è stato sviluppato dall’americana Pioneer, non sono riusciti a raccogliere i voti necessari a bloccare il provve-

Idropulitrici - Generatori aria calda Spazzatrici e Lavasciuga Aspiratori e lavapannelli fotovoltaici

Via Torino, 55 b • 12084 Mondovì tel. 0174.43118 / 551979 • fax 0174.564502 www.idrocleansnc.it info@idrocleansnc.it

allemano dal 1962 nUovo E UsaTo vEndITa, assIsTEnZa RIPaRaZIonI MondovÌ - via Rosa Govone, 4/E Fossano - via S. Giuseppe, 32/A cell. 335 6748521 e-mail: allemano-fossano@libero.it

Bilance, affettatrici tritacarne Confezionatrici e buste sottovuoto Impastatrici carne e pane Affilatura e vendita coltelleria

www.tec-artigrafiche.it

NO AGLI OGM DA FRANCIA E GERMANIA

ATTUALITÁ

71


72 ATTUALITÁ

NUOVO SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PER LE CARNI SUINE ITALIANE

S

ono stati autorizzati nuovi metodi per la classificazione delle carcasse suine in Italia. Il via libera comunitario è arrivato con la Decisione 2014/38/UE del 24 gennaio 2014 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 28 gennaio 2014, L 23). Su richiesta del nostro Paese, la Commissione ha concesso l’autorizzazione all’impiego dei seguenti metodi di classificazione e delle relative formule per il calcolo del tenore di carne magra: Fat-O- Meater II (FOM II); AutoFOM III; CSB-ImageMeater; 4. Metodo manuale ZP (per questo strumento saranno diramate apposite linee guida per regolamentarne l’utilizzo). Sono state sostituite la formu-

Benessere delle scrofe, allevamenti a buon punto

www.tec-artigrafiche.it

Buone notizie dagli ultimi dati divulgati dal Ministero della Salute relativi allo stato di adeguamento degli allevamenti suinicoli italiani alle norme dell’allevamento in gruppo delle scrofe, imposte dalla Direttiva 2008/120/Ce. Dall’analisi risulta che le aziende zootecniche tricolori adeguate alla norma del “group housing” sono il 99,6 per cento. Una percentuale che esclude l’attivazione di procedure d’infrazione da parte dell’Ue nei confronti del nostro Paese.

costRuzioni telai antiRibaltamento omologati peR tRattoRi agRicoli sollevatoRi anteRioRi spazzatRici e spazzolatRici agRicole e inDustRiali

Racconigi (Cn) - Via Stramiano, 35 - tel. 0172.86576 / 335 5299113 e-mail: corimamet@alice.it - www.corimamet.it

le per la stima del tenore di car- litiche agricoIe, annunciando ne magra utilizzate per i metodi la pubblicazione della Decisiodi classificazione già autorizzati ne comunitaria, ha invitato le con la Decisione 2001/468/CE: strutture di macellazione ad “Fat-O-Meater I (FOM I)”; “Hen- installare i datalogger (scatole nessy Grading Probe 7 (HGP 7)”. nere), ossia i dispositivi che racLe caratteristiche tecniche e le colgono e registrano i dati oriequazioni di stima per ciascuno ginari di rilevazione del peso e strumento (distintamente per degli spessori di grasso e carne suini leggeri e pesanti) sono ri- magra. La Circolare ministeriale portate nell’allegato della Deci- precisa che l’utilizzo di questi dispositivi diverrà obbligatorio sione comunitaria. La Decisione autorizza l’Italia con la prossima revisione del ad adottare una presentazione DM 12 ottobre 2012. Nella stesdella carcassa suina diversa da sa Circolare, il Mipaaf ha sotquella tipo definita dalla nor- tolineato la necessità che ogni mativa comunitaria ed ammette impianto di macellazione si doti che nel nostro Paese le carcasse di un sistema di verifica di taradi suino possano essere presen- tura della bilancia, da utilizzare tate “senza asportare il diafram- almeno quattro volte nel corso ma e la sugna prima della pesa- della giornata di macellazione (inizio lavorazione, fine mattitura e della classificazione”. Con Circolare del 9 gennaio nata, ripresa pomeridiana, fine  scorso, il Ministero delle Po- lavorazione).

   

          


COMMERCIO ESTERO, AGROALIMENTARE IN CONTROTENDENZA CON CRESCITA E RECORD

I

n controtendenza rispetto al calo generale crescono le esportazioni dei prodotti agricoli ed alimentari che nel 2013 fanno segnare un aumento del 5 per cento con il record storico nel valore delle esportazioni vicino a 33 miliardi di euro. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al commercio estero nel 2013. I risultati positivi di dicembre sia per le esportazioni agricole (+3,3 per cento) che per quelle alimentari (+5,9 per cento), anche per la forte domanda di Made in Italy nel mondo sulle tavole del Natale, hanno contribuito a realizzare un risultato storico per l’agroalimentare italiano nell’intero 2013. I 2/3 del

fatturato realizzato all’estero si ottiene con l’esportazione di prodotti agroalimentari verso i paesi dell’Unione Europea, ma il Made in Italy va forte anche nelle Americhe e nei mercati emergenti, come quelli asiatici. Il prodotto Made in Italy più esportato è il vino è il vino che nel 2013 secondo l’analisi della Coldiretti fa segnare il record storico delle vendite che per la prima volta raggiungono un valore attorno ai 5 miliardi di euro ma rilevanti sono anche le spedizioni all’estero di ortofrutta, quelle di pasta e di olio di oliva. Con questi risultati sul commercio estero l’agroalimentare si conferma una leva competitiva determinante per far uscire l’I-

talia dalla crisi. All’estero, il vero nemico sono le imitazioni low cost dei cibi nazionali che non hanno alcun legame con il sistema produttivo del Paese.

TOSAERBA INNOVATIVO STUDIATO E BREVETTATO PER LA CURA E LA GESTIONE DELL’INERBIMENTO DEI VIGNETI

L'unica macchina brevettata così veloce e affidabile che ti fa risparmiare carburante e tempo! BORGATA VALDOISA, 28/B - 14015 SAN DAMIANO D’ASTI (AT)

GIUSEPPE CELL 339.80.12.596 - E-mail: beppe.sacchetto@libero.it SACCHETTO www.giuseppesacchetto.it

ATTUALITÁ

73


ATTUALITÁ

74 +14% ALLARMI VENDITE IN AUMENTO NEI DISCOUNT ALIMENTARI

COMMERCIO AL DETTAGLIO: SALE SOLO IL LOW COST

A

umentano solo gli acquisti di prodotti alimentari low cost nei discount (+1,6 per cento) nel 2013, ma in parallelo salgono anche a 534 gli allarmi alimentari in Italia, in crescita del 3 per cento rispetto all’anno precedente e soprattutto del 14 per cento superiori a quelle prima della crisi nel 2008, quando erano appena 468, sulla base del numero di notifiche nazionali al sistema di allerta comunitario per la prevenzione dei rischi alimentari. E’ quanto emerge da una analisi presentata all’Assemblea dei Giovani della Coldiretti, sulla base dei dati Istat relativi al commercio al dettaglio nel 2013 che a partire dagli anni della crisi ha visto un vero boom delle vendite nei discount in netta controtendenza con l’andamento generale del commercio al dettaglio che fa segnare il terzo calo consecutivo, per effetto della riduzione delle vendite negli ipermercati, nei supermercati e nei piccoli negozi, sia alimentari che non. La crisi che porta a dire addio al negozio di fiducia: quasi la metà degli italiani (47%) si reca in diversi esercizi commerciali per acquistare il prodotto che cerca dove costa meno, magari aiutati da internet e volantini sui quali è guerra nel pubblicizzare

offerte speciali e sconti, secondo l’indagine Coldiretti/Ixè. Il 71 per cento dei consumatori dichiara di confrontare con più attenzione rispetto al passato i prezzi, gli italiani sono costretti a trasformarsi in veri detective della spesa: il 62 per cento va a caccia delle offerte speciali 3 per 2 e degli sconti e il 42 per cento cerca sempre e comunque i prodotti che costano meno. Il risultato è stata la crescita delle vendite dei prodotti low cost nei discount alimentari con circa sei famiglie italiane su dieci che hanno tagliato quantità e qualità degli alimenti privilegiando nell’acquisto prodotti offerti spesso a prezzi troppo bassi per essere sinceri, che rischiano di avere un impatto sulla salute. A differenza di quanto è accaduto per tutti gli altri settori, dall’abbigliamento alle automobili, in cui gli italiani

hanno rinunciato agli acquisti, per l’alimentare, che va in tavola tutti i giorni, questo non è possibile, almeno oltre un certo limite, ma si è verificato un sensibile spostamento verso i prodotti a basso costo per cercare comunque di risparmiare. Dietro questi prodotti spesso si nascondono infatti ricette modificate, l’uso di ingredienti di minore qualità o metodi di produzione alternativi. Il consiglio al consumatore è quello di verificare sempre gli ingredienti e la provenienza in etichetta, preferire l’acquisto di prodotti freschi o comunque poco elaborati e che non devono aver subito lunghi trasporti magari nei mercati degli agricoltori di campagna Amica, diffidare dei prodotti che costano troppo poco come certi extravergini che non coprono neanche il costo della raccolta.


STRUTTURE PREFABBRICATE STRUTTURE PREFABBRICATE agricole, e industriali industriali dal dal 1976 1976 agricole, artigianali artigianali e

Contattaciper per valutare valutare la soluzione Contattaci ottimale alle alle tue tue esigenze! esigenze! ottimale

S.r.l. S.r.l.

STRUTTURE PREFABBRICATE DAL 1976 STRUTTURE PREFABBRICATE DAL 1976


76 ATTUALITÁ

CORSI DI INFORMATICA PER LE AZIENDE AGRICOLE

I

internet. Il motivo di esclusione totale o parziale dall’accesso al web è dato prevalentemente dalla qualità delle infrastrutture e dalla diffusione delle tecnologie a livello di rete, notoriamente meno sviluppata nelle zone rurali; le attività per la riduzione del digital divide sono quindi principalmente quelle volte alla riduzione del gap tecnologico tra centro e periferia. Anche il livello di istruzione e di formazione, però, influisce e cambia le possibilità di accesso facilitato alla rete. In considerazione di questo e della forte rilevanza dal punto di vista competitivo data da una adeguata fruizione delle tecnologie di comunicazione informatica per una azienda, Coldiretti ha organizzato, con il supporto tecnico di INIPA Piemonte, le 4 iniziative formative rivolte ai titolari, coadiuvanti e dipendenti di aziende agricole che hanno potuto partecipare

gratuitamente ai corsi grazie ad un finanziamento previsto dal Piano di Sviluppo Rurale. Le sedi dei corsi sono state Dronero, Cuneo, Saluzzo ed Alba, sulla base delle richieste pervenute alla sede provinciale di INIPA Piemonte. A Dronero e Cuneo i corsi sono stati svolti in collaborazione con AFP che ha messo a disposizione degli iscritti la docenza qualificata di Laura De Maria docente che già in passato aveva collaborato con la nostra organizzazione. Su Saluzzo, INIPA ha collaborato per la realizzazione del corso con CNOS FAP che ha fornito la docenza di Massimo Pascoli, collaboratore nuovo ma che si è subito messo a disposizione della classe e ha saputo venire incontro alle esigenze specifiche del gruppo all’interno del quale esistono esperienze e età diverse e quindi una diversa capacità di entrare in contatto con

www.tec-artigrafiche.it

NIPA Piemonte, l’agenzia formativa di Coldiretti accreditata presso la Regione Piemonte, ha organizzato quest’anno sul territorio della provincia 4 corsi di avvicinamento all’utilizzo del computer sulla provincia. Queste iniziative formative vanno ad unirsi ad altre attuate nel nostro territorio da altri enti e da altre istituzioni in favore di una riduzione del digital divide nelle zone rurali, tra cui il recente workshop organizzato recentemente a Cuneo dalla Camera di Commercio che ha riscosso un forte interesse tra le piccole e medie imprese del territorio. Il concetto di “digital divide” è divenuto sempre più familiare con la diffusione delle tecnologie informatiche e dei mezzi di comunicazione telematica; in italiano “divario digitale”, con esso si intende la diversa possibilità nell’accesso alle tecnologie telematiche e, in particolare, alla rete

CENTALLO - Via Piave, 2 (CN) - Tel. 0171.214152 - Cell. 335.215014 e-mail: securitysys.allochis@libero.it


77

la materia. Su Alba, prosegue la ormai consolidata collaborazione tra INIPA e i professionisti di APRO Formazione che mettono sempre a disposizione dei corsi organizzati da INIPA le loro docenze qualificate. Su Alba è stato organizzato un corso di base perché le richieste erano in numero superiore, ma è possibile che in autunno si possa organizzare anche una edizione di livello più avanzato perché molti sono gli imprenditori interessati. L’interesse e la preparazione in merito alle tecnologie informatiche risulta uno strumento fondamentale per

l’azienda che voglia confrontarsi nei nuovi mercati ed è anche mezzo importante di possibilità di conoscenza e comunicazione

ATTUALITÁ

personale. Chi fosse interessato a frequentare corsi in materia di informatica può segnalarlo ad INIPA tramite gli uffici territoriali di Coldiretti. Le richieste verranno tenute in considerazione per l’impostazione della programmazione formativa futura. Segnaliamo inoltre l’apertura di alcuni bandi della Camera di Commercio di Cuneo rivolti alle piccole e medie imprese che prevedono la possibilità di ottenere finanziamenti per l’aggiornamento tecnologico delle aziende per i quali si possono ottenere informazioni presso le sedi Coldiretti.

SILOFORCE

SISTEMI E PLASTICHE AGRICOLE PER L’INSILAMENTO E LA FIENAGIONE GALAXY 2000

SUPERTEX INFORMAZIONI

Matteo Vinai Marco Colombo Mario Olivero Giacomo Vinai Paolo Chiecchio

339.3719590 349.2254583 333.6604633 339.1130291 329.1549814

DEPOSITO

via Langhina, 2 Loc. Ceriolo 12040 Sant’Albano Stura (CN) Tel/fax 0172.670040 coltivalleva@alice.it Armando Vinai 335.5410433

VI ASPETTIAMO ALLA FIERA DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA DI SAVIGLIANO 14-15-16 marzo STAND G 43-45


78

L

ho ripreso dalle analisi svolte negli ultimi anni da Giampaolo Fabris, sociologo di fama e grande esperto di consumi. Nella postmodernità la fame è un concetto superato. A far premio sono di gran lunga il piacere di mangiare qualcosa di particolare, e lo stato d’animo del consumatore, che parlando di carne vuole qualcosa di assolutamente speciale”. A questo riguardo uno dei riferimenti va ai grandi macellai e chef, che sanno offrire al cliente lo straordinario “pezzo” di carne, delizia unica da ricercare. “Dobbiamo lavorare molto su questi concetti di particolare, di speciale, di unico – dice Bovetti – legando il consumo della nostra eccel-

lente carne alla voglia di provare un’emozione, che sia data dalla battuta al coltello o da un bollito fatto alla moda risorgimentale”. Tutti gli studi recenti attestano questa “verità”. Conclude Bovetti: “Gli economisti parlano di consumo in termini di razionalità, mentre si sta affermando il primato delle emozioni nelle scelte di consumo. Vale per il cibo in generale, e nello specifico per la carne Piemontese. Che sarà ogni volta di più una scelta di soddisfazione da parte del consumatore convinto di essere attore della filiera dal campo alla tavola, tutta compresa in un ambiente di fascino come il nostro Piemonte delle vigne e delle cascine”.

PRESENTI IN FIERA A SAVIGLIANO

www.tec-artigrafiche.it

a carne piemontese, grazie alla cooperativa Compral, sta conquistando i mercati internazionali: tra le altre mete ambiziose, in Medio Oriente, sta entrando nei migliori ristoranti di Hong Kong: in Italia, come nel mondo, il consumatore gusta il prodotto e sa giudicare in base al sapore e alla genuinità. Per seguire lo sviluppo sui mercati, la cooperativa Compral tiene periodicamente incontri con i vertici dell’Apa e gli esperti di mercato incaricati. Un aspetto importante, annota in merito Bartolomeo Bovetti, direttore di Apa e Compral, è che essendo arrivati alla saturazione, oggi i bisogni lasciano gradualmente il passo ai desideri. “E’ un’osservazione – spiega Bovetti – che

12030 MANTA (CN) - Via Gerbola, 28 Tel. 0175.85391 - Fax 0175.88589 e-mail: paschettasnc@alice.it www.paschettamacchineagricole.it

www.tec-artigrafiche.it

ATTUALITÁ

LA PIEMONTESE PROTAGONISTA SUI MERCATI DEL MEDIO ORIENTE

Info: Via Torino, 187 12038 Savigliano (Cn) Tel. 0172 21383 studio@stp-progetti.com www.stp-progetti.com


PPPPPPP NOTIZIE DAL MONDO DEI CAVALLI

79 79

E’ NATO UN NUOVO CIRCOLO ACSTE

È

con piacere, cari soci, che vi comunichiamo la nascita di un nuovo Circolo Acste:

“I CAVALIERI DELLA VALLE GRANA”

Il Circolo ha sede a San Giorgio di Montemale (CN) caratteristica frazione della Valle Grana con la seguente organizzazione: • Presidente Donadio Michele; • Vicepresidente Tardivo Andrea; • Segretario Barbero Lorena; • Consiglieri Donadio Valerio, Revelli Zaira. L’ACSTE augura al nuovo Circolo un felice inizio e soprattutto Buon Lavoro!!!! Per informazioni sull’attività del Circolo potete telefonare al numero:3280152568

sua qualità della vita e il reale rispetto dei sui bisogni. La Dr.ssa Emanuela Valle, medico veterinario specialista in nutrizione animale (ECVCN diplomante), ha trascorso un periodo come visiting researcher

Contattate il vostro Circolo e rinnovate la tessera! Stiamo programmando il giornalino Manifestazioni ACSTE 2014 chi è interessato a pubblicizzare la propria attività può contattare la segreteria e inviare via mail il proprio logo!

Comunicate le date dei Raduni, delle passeggiate e dei Trekking entro il 15 marzo Dr.ssa Emanuela Valle

SERATA INFORMATIVA: Alimentazione e gestione del cavallo Giovedì 3 aprile sarà organizzata, presso il Circolo Ricreativo di San Biagio di Centallo, la terza serata informativa a cura della Dr.ssa Emanuela Valle medico veterinario; l’intervento proporrà alcuni spunti e riflessioni su quali effettivamente siano le esigenze relative al benessere fisico, mentale ed emozionale del cavallo. L’obiettivo è dare informazioni a riguardo le esigenze reali del cavallo secondo esperienze e considerazioni scientifiche, fornendo spunti per l’attuazione i semplici regole e comportamenti utili per migliorarne la

presso il Virginia Tech (USA). Il suo principale interesse e’ lo studio della laminite e della sindrome metabolica equina. E’consulente nutrizionistica specializzata per il cavallo presso la Facolta’ di Medicina Veterinaria di Torino ed e’ autore di numerose pubblicazioni di interesse scientifico riguardanti l’alimentazione, la fisiologia dell’esercizio ed il benessere del cavallo su riviste equestri nazionali ed internazionali. L’Acste invita i soci a partecipare numerosi, gli argomenti relazionati dalla Dr.ssa Valle daranno un valore aggiunto alla già buona conoscenza del cavallo .

Per informazioni segreteria ACSTE

3394243330 – 3387049109


80 ATTUALITÁ

“UN BORGO DI CIOCCOLATO”

I

l 22 e 23 marzo 2014 si svolge a Borgo San Dalmazzo, nell’area espositiva di Palazzo Bertello, e per le vie del centro storico la quattordicesima edizione di “Un Borgo di Cioccolato”, manifestazione ad ingresso gratuito organizzata dal comune di Borgo e dall’Ente Fiera Fredda in collaborazione con Confartigianato Cuneo e l’Associazione Amici del cioccolato.

La manifestazione più golosa dell’anno, dedicata al cioccolato, al cacao, a l l e prelibatezze dolciarie ed alle eccellenze del territorio, aprirà i battenti sabato 22 marzo ed osserverà i seguenti orari: sabato 22 marzo dalle 14 alle 22, domenica 23 marzo dalle 10 alle 20. “Un Borgo di cioccolato” ha avuto negli anni un successo costantemente in crescita, così come testimoniato sia dal numero di espositori, che dall’affluenza di pubblico. Come per la passata edizione, quest’anno sarà presente il Mercato di

Campagna Amica con i prodotti a KM 0 delle aziende associate al circuito. Sarà l’ occasione per assaporare e acquistare direttamente dai produttori una vasta gamma di prodotti agricoli, freschi e trasformati, quali ortaggi, frutta, formaggi, vino, pasta e nocciole.

cavallinoservice.it

DIVISIONE MACCHINE FORES TALI

Al tuo fianco, lavoratori affidabili e robusti

CARICATORI FORESTALI, CARICATORI FRONTALI, RETROESCAVATORI, PINZA PER TRONCHI

I SENT

PRE SAVIGLIANO

F

I IERA D

DANIELE&GIRAUDO È ANCHE DIVISIONE NEVE: LAME E VOMERI SGOMBRANEVE, SPARGISALE.

Daniele&Giraudo snc - Costruzioni meccaniche - Macchine per l’agricoltura via Levaldigi 9 - Vottignasco (CN) - tel 0171 941020 - fax 0171 941263 danielegiraudo@cheapnet.it - www.danieleegiraudo.com


CUNEO

Sede provinciale: Cuneo – piazza Foro Boario, 18 – tel. 0171447211 fax 0171447300 – tutti i giorni* – direttore: Bruno Rivarossa *Orario apertura al pubblico: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12.30 martedì e mercoledì pomeriggio dalle 14 alle 17

ALBA

Corso Matteotti, 7 - tel. 0173292711, fax 0173292777 tutti i giorni* Segretario di zona: Cesare Gilli Canale - Via B.Fenoglio,2 - mar. 8.30-12 e 14-17 - tel. 0173978333 apertura straordinaria da gennaio a giugno il giovedì 8.30-12 Lequio Berria - Piazza Roma (palazzo Protezione Civile) mercoledì 9-11.30 - tel. 0173522017 Mango - Palazzo Comunale, P. XX Settembre, piano secondo lunedì 9-11.30 - tel. 014189704 Monforte Alba – Sala parrocchiale - 2° e 4° lunedì 9-11.30 Montà – Piazza Vittorio Veneto (vic. uff. post.) - giovedì 9-11.30 Neive – Via XX Settembre, 10 - merc. 8.30-12 - tel. 0173677137 Niella Belbo – Municipio - 2º e 4º giovedì 9-11.30 Santo Stefano Belbo – Largo IV Novembre 33 merc. 8.30-12 e 14-17 - ven. 8.30-12 - tel. 0141840635 apertura straordinaria da gennaio a giugno il lunedì 8.30-12

BRA

Via A. Mathis, 3 - tel. 0172429411 - fax 017244920 - tutti i giorni* Segretario di zona: Giorgio Bergia Ceresole Alba – Municipio - 1º e 3º mercoledì 14.30-16.30 Cherasco - C.so L. Einaudi, 1/A giovedì 8.30-12 - tel. 0172489465 La Morra – Via V. Emanuele, 29/31 - lun. 8.30-12 - tel. 0173509794 Sommariva Bosco - Ex-Scuole Elementari - martedì 8.30-11 Sommariva Perno – Piazza Torino, 8 - mercoledì 14.30-16.30

CEVA

Piazza Cappuccini - tel. 0174701103 - fax 0174700203 - tutti i giorni* Segretario di zona: Elio Gasco Garessio – Piazza Bava, 5 - giovedì 8.30-12 Monesiglio – Municipio - martedì 8.30-12 Murazzano – Via Roma, 34 (c/o Municipio) venerdì 8.30-12 - tel. 0173791611 Ormea – Piazza Romita, 6 - 2º e 4º sabato 9-12 Saliceto – Municipio (piano terra) - 2º e 4º venerdì 9-11.30

CORTEMILIA

Via Alfieri, 15/a - Cond. Viola, 2 Segretario di zona: Cesare Gilli tel. e fax 017381153 - ogni martedì 8.30-12 e 14-17 - venerdì 8.30-12 apertura straordinaria da gennaio a giugno il mercoledì 14-17

Piazza Foro Boario, 18 - tel. 0171447227 - fax 0171447400 - tutti i giorni* Segretario di zona: Massimo Meineri Bernezzo – Sala Polivalente Comunale, 1º mercoledì 9 -12 Borgo San Dalmazzo – Via Lovera, 50 - giovedì 8.30-12 Boves – Via Moschetti, 8 - merc. 8.30-12 - tel. 0171387441 Busca - C.so Giolitti,10 - c/o CAP - merc./ven. 8.30-12 - tel. 0171944567 Caraglio - V. Roma, 201/b (davanti posta) merc. 8.30-12 - tel. 0171618532 Chiusa Pesio - P. Cavour, 14 - venerdì 8.30-12 - tel. 0171734125 Demonte – Via Martiri e Caduti Libertà, 20 giovedì 8.30-12 - tel. 0171955079 Dronero – Via Garibaldi, 16 - lun./ven. 8.30-12 - tel. 0171905551 Limone Piemonte – Municipio - 2º giovedì 9,00-11.30 Margarita – Municipio - 1º giovedì 9.30-11.00 Peveragno - Via Piave, 23 - lunedì 8.30-12 - tel. 0171339785 Robilante – Sala parrocchiale - 2º venerdì 8.30-10.00 Roccavione – Via Barale, 38 - mercoledì 8.30-12 Tarantasca – Municipio - 1º e 3º lunedì 8.30-12 Vernante – Sala parrocchiale - 2º venerdì 10.30-12 Villafalletto – V. Roma, 28 - martedì/giovedì 8.30-12 - tel. 0171938650

ATTUALITÁ

Gli uffici di

81

FOSSANO

Via Foro Boario, 3 - tel. 0172698711 - fax 0172698777 - tutti i giorni* Segretario di zona: Corrado Bertello Benevagienna - Via G. Marconi, 21 venerdì 8.30-12 - tel. 0172654884 Centallo – Via Ospedale - c/o Cassa di Risparmio lunedì, martedì, giovedì e sabato ore 8.30-12 - tel. 0171214814

MONDOVÌ

Via Biglia, 5 - tel. 0174560211 - fax 0174560300 - tutti i giorni* Segretario di zona: Elio Gasco Carrù - P. Mercato, 6 - lun./giov. 8.30-12 - tel. 0173759130 Dogliani -P. Umberto I, 21 - mar./ven. 8.30-12 - tel. 0173721269 Morozzo – Via Marconi, 40 - lunedì 8.30-12 - tel. 0171772285

SALUZZO

Via Circonvallazione, 25/h - tel. 0175210211 - fax 0175210300 - tutti i giorni* Segretario di zona: Mario Dotto Bagnolo P. - Via Einaudi 1 - mercoledì 8.30-12 - tel. 0175348340 Barge – Piazza S. Giovanni martedì/giovedì 8.30-12 - tel. 0175343337 Casteldelfino – Municipio - penultimo giovedì 10-12 Lagnasco – Saletta CRS (entrata cortile Municipio) - martedì 9-11 Martiniana Po – Municipio - penultimo martedì 10-12 Melle – Municipio - penultimo mercoledì 10-12 Moretta – Via della Crociata (sopra ASL) - ultimo lunedì 8.30-12 Paesana – Via Roma, 35 - venerdì 8.30-12 - tel. 0175987299 Revello – Municipio - ultimo mercoledì 8.30-12 Sampeyre – P.zza della Vittoria, 45 - venerdì 8.30-12 - tel. 3398427526 Sanfront – Piazza Statuto - lunedì 8.30-12 - tel. 0175986214 Venasca – Via G. Marconi, 2 - lunedì 8.30-12 - tel. 0175567109 Verzuolo – Municipio - ultimo martedì 8.30-12

SAVIGLIANO

Piazza Schiaparelli, 10 - tel. 0172727000 - fax 0172715903 - tutti i giorni* Segretario di zona: Danilo Todini Caramagna Piemonte – Municipio - venerdì 9-12 Casalgrasso – Municipio - 2º lunedì 15-16.30 Cavallermaggiore – Via Roma, 112 - lunedì 8.30-12.30 - tel. 0172389306 Racconigi – Piazza Vitt. Emanuele - giovedì 8.30-12.30 - tel. 0172820705


ATTUALITÁ

82

“Carta vantaggi” per i pensionati Coldiretti

Un’«albeisa» in mostra a Mondovì

A fine 2013 l’Associazione Regionale Pensionati Piemonte ha presentato la “Carta Vantaggi”, un’idea nata in collaborazione con Coldiretti Pensionati Cuneo e riservata esclusivamente ai Soci pensionati di Coldiretti. La carta permette di avere accesso ad una serie di convenzioni stipulate, a livello locale, con diversi fornitori. Nello specifico, i Soci che la richiederanno potranno usufruire di riduzioni o condizioni agevolate in diversi settori: sanità, negozi agroalimentari, agenzie viaggi, consorzi agrari, etc. Tra le convenzioni sono presenti vari Punti di Campagna Amica, della provincia e non, che offrono sconti sull’acquisto di prodotti freschi e locali direttamente in azienda, oltre che Agriturismi e Botteghe (tra cui Localmente, la Bottega di Fossano) sempre del circuito di Campagna Amica. Anche se la gamma proposta risulta molto interessante, continuano i contatti con altri erogatori di servizi in maniera da garantire un’offerta sempre più ampia. Eventuali altre convenzioni saranno pubblicate sui prossimi numeri de Il Coltivatore Cuneese. I pensionati possono ritirare la “Carta Vantaggi” direttamente negli Uffici Zona Coldiretti. La Carta è gratuita.

La Fondazione CRC è promotrice per il triennio 20142016 del progetto culturale Il cuNeo gotico, a cura di Enzo Biffi Gentili, dedicato al tema del neogotico nelle arti, un argomento molto radicato nel patrimonio locale. Nel primo appuntamento in calendario si darà risalto, con un doveroso omaggio, anche ad un’ eccellenza cuneese: la viticoltura e la vinificazione. La mostra personale di Titti Garelli Le regine neogotiche, allestita a Mondovì da sabato 12 aprile a domenica 11 maggio 2014 nella Chiesa di Santo Stefano e dedicata ad una particolare rappresentazione della figura femminile in età fanciullesca e vesti regali, si apre infatti con l’immagine di una regina che richiama la cultura materiale del vino, portando in mano un’inconfondibile bottiglia Albeisa. Questa particolare bottiglia risale agli inizi del Settecento, quando fu scelta dai produttori dell’Albese per contraddistinguere la propria produzione dalle altre. Date e orari di apertura: 12 aprile – 11 maggio 2014; ven./sab./dom. ore 10-12.30 / 15.30-19. Ingresso: libero


MALATTIE PROFESSIONALI

P

uò capitare a volte di sentire alcuni lavoratori autonomi lamentarsi per delle problematiche fisiche che nel tempo sono peggiorate, soprattutto in relazione ed a causa del lavoro svolto in ambito professionale. Non tutti sanno che questa situazione particolare potrebbe rientrare, a buon diritto, nel riconoscimento della malattia professionale da parte dell’INAIL; sono in molti a pensare che questo tipo di indennizzo sia riservato solo ai lavoratori dipendenti, mentre anche i lavoratori autonomi, versando regolarmente la loro quota di contributi infortunistici, hanno titolo ad ottenere, in determinate situazioni, tale risarcimento.

PATOLOGIE TUNNEL CARPALE

TENDINITI

ERNIA AL DISCO

ASMA BRONCHIALE

Infatti, a differenza dell’infortunio che viene causato da un evento causale improvviso, violento ed inatteso, la malattia professionale viene definita come una patologia che si realizza in funzione di una causa o concausa lenta nel tempo che sia riconducibile ad una o più attività svolte e ripetute su più anni. Il Patronato EPACA della Coldiretti, attraverso una qualificata consulenza medica gratuita, sta sviluppando in questi ultimi tempi un’attenta analisi di queste casistiche in modo da garantire, a coloro che ne potrebbero avere diritto, un’assistenza immediata con la possibilità di erogazione da parte dell’INAIL di indennizzi e rendite. Secondo la vigente normati-

va, qualora venga riconosciuta la malattia professionale (tunnel carpale, tendinite ecc…) e dalla stessa derivi una percentuale di invalidità permanente, verrà erogato un indennizzo una tantum per i danni dal 6 al 15 per cento ed una rendita mensile per i danni cui venga riconosciuta una percentuale superiore al 15. E’ importante che tali patologie siano denunciate all’INAIL tempestivamente al fine di poter ottenere, dimostrato in nesso con l’attività agricola, il giusto indennizzo. A titolo esemplificativo si elencano nella sottostante tabella alcune patologie che potrebbero essere ricondotte a malattie professionali in agricoltura:

LAVORAZIONI la Sindrome del tunnel carpale può essere riconosciuta a chi è impegnato in lavorazioni, svolte in modo non occasionale, che comportano movimenti ripetuti, mantenimento di posture incongrue e impegno di forza; le tendiniti della spalla del gomito del polso, della mano per chi è occupato in lavorazioni, svolte in modo non occasionale, che comportano movimenti ripetuti, mantenimento di posture incongrue e impegno di forza; chi ha contratto ernia discole lombare in quanto impegnato in lavorazioni di movimentazione manuale dei carichi svolte in modo non occasionale in assenza di ausili efficaci o in lavorazioni svolte con macchine; le tabelle delle malattie a presunzione di origine professionale includono l’asma bronchiale contratta per esposizione a polveri, funghi, acari, ecc. in ambiente lavorativo.

“Legge di stabilità” prosecutori volontari incremento dei potenziali salvaguardati La legge n. 147 del 27 dicembre 2013 (legge di stabilità 2014) ha introdotto diverse disposizioni di rilievo previdenziale. Tra le varie novità presenti, che saranno oggetto di successive pubblicazioni, si evidenzia che, con effetto sulle pensioni decorrenti dall’anno 2014, viene incrementato di 6.000 unità il contingente numerico dei salvaguardati già previsto dalla Terza salvaguardia (salvaguardia dei 10.000). L’incremento numerico dei potenziali aventi diritto alla salvaguardia è destinato esclusivamente ai soggetti che si trovino nelle seguenti condizioni: - soggetti autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione entro il 4 dicembre 2011; - con almeno un contributo volontario accreditato o accreditabile al 6 dicembre 2011; - perfezionino i requisiti utili a comportare la decorrenza del trattamento pensionistico entro il 6 gennaio 2015; - qualora abbiano svolto una attività lavorativa dopo la data di autorizzazione ai VV e successivamente al 4 dicembre 2011, abbiano conseguito un reddito annuo lordo complessivo riferito a tali attività non superiore a euro 7.500. Gli Uffici del Patronato EPACA di Coldiretti sono a disposizione per le informazioni in merito

EPACA

83


ATTUALITÁ

84

CON O.N.A.Frut. AL MERCATO DELLA TERRA DI CAIRO MONTENOTTE

L

o scorso 8 febbraio, in occasione del Mercato della Terra di Cairo Montenotte che da 5 anni si svolge nell’omonimo paese ogni secondo sabato del mese, si è tenuto un evento didattico-ricreativo rivolto ai ragazzi delle scuole elementari della Val Bormida con alcuni dei Maestri Assaggiatori di O.N.A.Frut. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Frutta): il presidente Giovanni Quaglia, il vice presidente Luca Castellino, Cesare Gallesio e Marilena Sellarione. Scopo dell’incontro, tenutosi presso l’area eventi allestita in Piazza della Vittoria, è stato quello di contribuire alla diffusione del concetto di “frutta di qualità” e di favorirne un “consumo consapevole”, avvicinando

bambini e genitori ai concetti di filiera produttiva, stagionalità delle maturazioni, corretta alimentazione e attenzione al gusto, introducendo le tecniche di analisi sensoriale per imparare a conoscere la qualità della frutta e a gustarla. Durante la mattinata, le attività sono state riproposte in due turni della durata di un’ora ciascuno nel corso dei quali è stata alternata una parte didattica (biologia del frutto, importanza della frutta nell’alimentazione, piramide alimentare, i colori della frutta, stagionalità e territorialità) con attività ludicoricreative (giochi sulla stagionalità, sul colore, sui sensi). Alla fine di ognuno dei due turni, è stata svolta un’attività di assaggio vero e proprio tramite un

laboratorio di analisi sensoriale guidato da un esperto Maestro Assaggiatore, che ha visto come protagonisti i bambini, ai quali è stato insegnato, attraverso la degustazione di un campione di mela, come stabilire la qualità della frutta utilizzando al meglio le potenzialità dei cinque sensi. Notevoli l’affluenza, l’interesse e la curiosità dei bambini, che sono stati coinvolti in modo attivo durante l’incontro. O.N.A.Frut. ringrazia per la collaborazione e la disponibilità: l’Associazione Mercati della Terra, il presidente dell’Associazione Mercato della Terra di Cairo Montenotte Paolo Baldo, Cristina Enrile dell’Agenzia di Comunicazione Delfino&Enrile e i collaboratori Walter Orsi e Daniela Orsi.


SCADENZE AZIENDALI 17 MARZO (essendo il 16 marzo festivo) VERSAMENTO IVA DICHIARAZIONE ANNUALE Scade il termine per effettuare il versamento relativo alle dichiarazioni annuali IVA 2013 senza maggiorazione. IMPOSTA VALORE AGGIUNTO MESE DI FEBBRAIO Annotazione di liquidazione per il mese di febbraio e versamento dell’eventuale imposta da parte dei contribuenti che esercitano l’attività agricola d’impresa o di lavoro autonomo che nell’anno 2013 hanno realizzato un volume d’affari superiore a euro 400.000, se prestazione di servizio o di euro 700.000 per le altre attività. Devono inoltre effettuare la liquidazione tutti i soggetti con volume d’affari inferiore al limite suddetto che non hanno effettuato l’opzione ai sensi dell’art.66 legge 427/93. IVA COMUNICAZIONE DEI DATI CONTENUTI NELLE DICHIARAZIONI D’INTENTO Entro tale data deve essere trasmessa telematicamente la comunicazione dei dati riportati nella dichiarazione d’intento , ricevuta dai contribuenti mensili IVA, in cui confluiscono le operazioni realizzate senza Iva nel mese di febbraio 2014. Sono obbligati a tale adempimento le ditte Iva che emettono fatture nei confronti degli esportatori abituali ai sensi dell’art.8 lettera c) del D.P.R. 633/72. VERSAMENTO RITENUTE FISCALI IRPEF Scade il termine per i versamenti diretti, delle ritenute effettuate nel mese di febbraio sui redditi di lavoro autonomo e di lavoro dipendente CONTRIBUTI INPS DATORI DI LAVORO AGRICOLI I datori di lavoro che hanno assunto alle proprie dipendenze operai agricoli a tempo determinato e/o indeterminato nel 3 trimestre 2013 devono effettuare entro tale data il versamento della relativa rata dei contributi. 25 MARZO ACQUISTI , CESSIONI INTRACOMUNITARI E PRESTAZIONI DI SERVIZI

RESE O RICEVUTE Entro tale data scade il termine per i contribuenti mensili per la trasmissione in via telematica, all’Agenzia delle Dogane, dell’elenco riepilogativo degli acquisti e delle cessioni intracomunitarie di beni e servizi resi e ricevuti nel mese di febbraio. 31 MARZO IVA ESPORTATORI I contribuenti che si avvalgono della facoltà di acquistare o importare beni e servizi senza pagamento dell’imposta devono annotare nei registri di cui agli art.23 o 24 ovvero 39, secondo comma, entro ciascun mese, l’ammontare di riferimento dell’esportazione e quello degli acquisti effettuati senza pagamento dell’imposta. Il tutto risulta dalle fatture e bollette doganali registrate entro il mese precedente. IVA REGISTRAZIONE FATTURE Per le fatture di vendita il termine per effettuare la registrazione è stabilito in 15 giorni dal momento in cui sono state emesse. Le fatture d’acquisto devono essere annotate in apposito registro entro l’anno nella cui dichiarazione viene esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta. ELENCHI CLIENTI E FORNITORI “BLACK LIST”: SOGGETTI MENSILI Invio telematico della comunicazione relativa ai contribuenti mensili che abbiano effettuato operazioni attive e passive (beni e servizi) con soggetti economici con sede o domicilio fiscale in Paesi “black list” registrate o soggette a registrazione nel mese di febbraio 2014 di importo superiore a 500 euro. PROSECUZIONE VOLONTARIA CONTRIBUTI I soggetti autorizzati dall’Inps a proseguire volontariamente nel pagamento dei contributi devono, entro questa data, versare i contributi relativi al quarto trimestre 2013. il versamento deve essere effettuato utilizzando gli appositi bollettini di conto corrente postale rilasciati dall’Inps.

SPECIALISTI DEL RISPARMIO E DELL'EFFICIENZA ENERGETICA

NON PERDERE GLI INCENTIVI! 

ADEGUA IL TUO IMPIANTO FOTOVOLTAICO  ENTRO IL 30 GIUGNO 2014

!

CONTATTACI PER MAGGIORI  INFORMAZIONI 

TROVIAMO L’IMPIANTO  GIUSTO PER TE CON  l’80% IN MENO  DEI CONSUMI                                                       BIOMASSA                                   POMPA DI CALORE            CALDAIA A CONDENSAZIONE  IMPIANTO RADIANTE      SOLARE TERMICO         FOTOVOLTAICO  SCOPRI GRATIS CON NOI  LA SOLUZIONE ENERGETICA  PIÙ EFFICIENTE PER TE 

VIA GRAMSCI, 3 ROCCAVIONE (CN) - UFF. 0171264126 - CELL. GIRAUDO L. 335-6629864 PARTNER UFFICIALE KWB  info@newtecenergy.com - www.newtecenergy.com

SCADENZE ATTUALITÁ AZIENDALI

85


ANO

GLI I V A S

PR

RA A

N FIE

TI I ESEN


• www.ermesgomme.com • ermesgommista@tiscali.it

VENDO „„Spaccalegna idraulico, Ford Major, spandiconcime da 5 q.li, bivomero Moro e compressore ad aria Tel. 0172381169 ore pasti „„Caricaballe Guima 104, rastrellina Fella, elevatore fieno e rotofalce Galfrè 165 Tel. 3338008390 „„Spandiletame Crosetto, ottime condizioni, gommato seminuovo Michelin Tel. 3495634821 „„Semovente Rosatello piattaforma fissa, idrostatico, a Euro 2600,00 Tel. 3331649722 „„Caldaia legna Marengo uso allevamento vitelli Kw. 87 cal. 75.000 Tel. 0171902402 „„Pompa irrigua Carnevali diam. 150 mm., 50 m. tubo con carrello, carro legno antico, voltafieno Fella, sega circolare con motore elettrico monofase Tel. 011974502 „„Botte da 2500 l. Tel. 0174345301 „„Tubi irrigazione diam. 10 cm. con pompa Caprari e 3 getti Tel. 3333519613 „„Elevatore fieno e legna, macchina pigiauva, rimorchio piccolo 2 ruote Tel. 017461591 „„Autocaricante 2 ruote Supertino per cessata attività Tel. 017544751 „„Nucleo api Tel. 3492941151

„„Rincalza mais con distribuzione concime a 5 file, seminuovo Tel. 3386648296 „„Botte vino sempre pieno in acciaio da l. 400 Tel. 3337785975 „„Catena letame m. 100 più gruppo, desilatore portatile Supertino e carro antico per agriturismo Tel. 3406994366 „„Cingolo Same Solar 60 con lama anteriore m. 2 e aratro monovomero cm. 70, con pattini, a Euro 12.000 (zona Feisoglio) Tel. 3492860054 „„Autocaricante Supertino, rimorchio Acciaiotermica 4 ruote e disco da 25 Tel. 3313945702 „„Coclea m. 10 circa, diam. 12 cm. con carrello e ruote sterzanti per spostamento laterale Tel. 3297905093 „„Vino Barbera, Dolcetto, Nebbiolo e Arneis Tel. 3381276171 3358219503 „„Rotopressa Morra Jumbo 1500, collaudata, funzionante a rete e a spago Tel. 3395604051 „„Pedane in pallets di legno cm. 120x80 a 3 Euro caduna, trattabili Tel. 3388808480

Da 50 anni lavoriamo dentro il mondo del pneumatico

„„Pali in cemento per frutteto o recincizioni Tel. 0173266029 3471181751 „„Mietitrebbia New Holland TX30, barra 3,60 m., parti interne mais Tel. 3343994731 ore serali „„Generatore di aria calda SIAL Kid 40 automatico, come nuovo, ideale per riscaldamento di serre Tel. 0175230586 335269641 „„28 titoli Pac a suo valore, media 82,00 Euro per ettaro Tel. 3385777035 „„Pompa antibrina Caprari, come nuova più impianto, per cessata attività Tel. 3497057852 „„Trattore frutteto 40 cc. 4RM omologato, prezzo interessante Tel. 3331362272 „„Atomizzatore portato da 300 l. per frutteto Tel. 3473085452 „„Barra falciante per Valpadana, puliscifossi cm. 80, elevatore fieno e girello Tel. 3395313185 „„Macchina piantacanne e fagioli, no legatura e mulino 16 martelli, prezzo interessante Tel. 3334081030

„„Trincia Meritano m. 2,20, spostamento idraulico con 20 ore di lavoro Tel. 0173615047 ore pasti

„„Tiro freni ad aria, contrappeso posteriore, compressore mungitrice con pompa, rincalzatore per fresa, tino in legno Tel. 3334099576

„„Nastro trasportatore a tapparelle per sacchi, lungh. 6 m. Tel. 3294449005

„„Silos per mais/mangimi in vetroresina da circa 80 q.li Tel. 017294354

Concessionaria Ufficiale Distributore

VENDITA - ASSISTENZA RICAMBI VASTA ESPOSIZIONE

NUOVO E USATO GARANTITO! Vezza D’Alba (Cn) - Tel. 0173.65054

• Coperture d’occasione nuove e usate • Trasformazione ruote strette • 3 furgoni attrezzati per assistenza a domicilio Daremo una svolta ai vostri pneumatici!

„„Sega a nastro, diametro cm. 80, ottimo stato e paglia balle rotonde Tel. 0171401863 3479241208 „„Rotofalce, girello, jumbo, mulino, miscelatore, botte liquami, per cessata attività Tel. 3209547156 „„Diritti reimpianto vigneti 1200 mq. e tino in legno, torchio e damigiane Tel. 0171902179 „„2 trattori, 1 rimorchio e attrezzature varie per cessata attività Tel. 3272257524 „„Box in acciaio inox e gabbie vitelli Tel. 3493923425 „„Dolcetto in bottiglie da 1 l. causa esubero, carro, erpice trazione animale Tel. 3396520626 „„Forca con lama, per trattore Tel. 3495328076 „„2 silos vetroresina q.li 70 per cessata attività Tel. 3664345099 „„Caldaia a legna Unical, discrete condizioni Tel. 3382817538 „„Motore Iveco tipo 8065, 6 cilindri, iniezione diretta e pompa verticale P10F/6/30/4B portata 4000 l./minuto Tel. 3357193100 „„Elevatore letame, frigolatte quintali 7,30, elevatore, asporta erba Supertino e 2 ventole per stalla Tel. 3286548755

Produzione e vendita di legna da ardere per stufe caminetti e pizzerie, sfusa e su bancali Acquisto lotti boschivi - Lavori forestali Camia Luca - Borg. Piancerreto 24/B Dogliani (Cn) cell. 339 7424161 fax 0173 721121 e-mail: luca.camia@gmail.com

PROPOSTE DI AFFARI

Via Carmagnola, 5 - POIRINO (TO) tel. 011 9450558 - fax 011 9451972

Il mercatino del Coltivatore

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

87


VENDO „„Vasca per trasporto uva in acciaio, capacità 28/30 q.li Tel. 014188410 „„Transpallet a batterie, alzata m. 2,80 e gruppo asportaletame monofase Tel. 0173971254 3389865569 „„Seminatrice mais a 4 file Pigoli, ben tenuta e spandiconcime Tel. 3386377121 „„Attrezzatura per piccolo mangimificio, pompa sollevamento acqua diam. 300, scavafossi, motocoltivatore 18 CV con attrezzi Tel. 337762165 „„Trattore Deutz D7206 CV 80, fuorisolco Scalmana, erpice da 29, pompa diserbo largh. m. 12 quintali 6 Tel. 0172268266 3276531540 dopo le 13 „„Autocaricante C60 omologato, girello 520 idraulico, trattore 65, 2 ruote ristrette per diserbo Tel. 3337890860 „„1000 balle piccole di fieno maggengo primo taglio e 300 di secondo taglio Tel. 0171719242 ore pasti „„2 carrette spandiconcime in plastica per fagioli e mais 100,00 Euro totale Tel. 3400521815 3926131943

AV V I S O A G L I I N S E R Z I O N I S T I Gli annunci per Il Coltivatore Cuneese, esclusi quelli strettamente personali (matrimoniali ecc.), si ricevono attraverso l’apposito tagliando da inviare a: “Il Mercatino del Coltivatore” Piazza Foro Boario, 18 12100 – CUNEO Oppure telefonando ai seguenti Uffici Zona Coldiretti: 0173.292703 Ufficio Zona di ALBA 0172.429404 Ufficio Zona di BRA 0174.701103 Ufficio Zona di CEVA 0171.447227 Ufficio Zona di CUNEO 0172.698701 Ufficio Zona di FOSSANO 0174.560215 Ufficio Zona di MONDOVÌ 0175.210211 Ufficio Zona di SALUZZO 0172.727012 Ufficio Zona di SAVIGLIANO 0171.447277/447260 Segreteria Provinciale CUNEO

„„Patate biologiche di montagna, zona Valgrana (anche da seme) Tel. 017198216 „„Trattore Fiat 880/5 DT, caricatore frontale, rimorchi ribaltabili m. 4,5, omologati Tel. 017377249 3349593856 „„Diritti reimpianto vigneto 600 mq. Tel. 3285627320 „„Trattore gommato Fiat 640 DT con cabina, ottime condizioni e cerco damigiane da 34 l. Tel. 3391422795 „„Trattore Same Minotauro 60 attrezzato da neve con lama idraulica e catene, 7500 Euro trattabili Tel. 0174323141 „„Loietto nostrano perenne Tel. 0171946941 3492758026

„„Miele d’ acacia Tel. 3397341737 3333027088

„„Spandiletame Supertino m. 4,50 omologato Tel. 3388653934

„„Fieno maggengo in rotoballe, trifoglio pratense nostrale e rimorchio ribaltabile metri 4x2 Tel. 3461030666

„„Spandiletame come nuovo Annovi 60 q.li di portata e sgranatrice mais Tel. 0173791331

„„Diritti reimpianto Langhe Barbera mq. 2497 Tel. 3388416345

„„Macchina pigiatrice manuale antica, buone condizioni e torchio Tel. 3337967676

„„Diritti reimpianto vigneto per 0,1400 ha. Tel. 3336735866

„„Minitauro 60 trazionato, provvisto di roll ball, prezzo interessante Tel. 3478600098

„„Scalza - rincalzatrice mais tre file e coclea lungh. m. 10 diam. cm. 12 Tel. 3334884691

„„Macchina pianta canne idraulica Catma, botte diserbo e contenitore cereali Tel. 3384598306

„„Trattore Lamborghini 956 DT pinza per legno, attacco neve e trattore Fiat 355 cingolato, trincia, aratro, rimorchio e fresa Tel. 3343337983 „„Tornio professionale e pialla trifase Tel. 3347188762

RIPARAZIONE, REVISIONE, MODIFICHE, MAGGIORAZIONI E RICOSTRUZIONE DA CAMPIONE, RADIATORI ACQUA, OLIO, INTERCOOLER E ARIA CONDIZIONATA PER: TRATTORI, MACCHINE AGRICOLE, MIETITREBBIE, TRINCE, MOTO POMPE, GRUPPI ELETTROGENI, ECC. SERBATOI RIPARAZIONE E RICOSTRUZIONE RADIATORI PER AUTOVETTURE E TRATTORI D’EPOCA. CARMAGNOLA • VIA LANZO, 9/11 TEL. 011.9723434 • CELL. 338.9675159 mail: bongioanniradiatori@tiscali.it

AZIENDA AGRICOLA•VIVAISTICA

BARBERIS p.a. LUIGI • progettazione e realizzazione aree verdi e giardini • produzione e vendita piante ornamentali, fruttifere, noccioli (d.d.c.) 12062 CHERASCO (cn) • via Stura, 7 • tel./fax 0172 489276 www.vivaibarberis.it info@vivaibarberis.it

ASSISTENZA TRATTORI E MACCHINE AGRICOLE VENDITA NUOVO E USATO Via Cuneo, 16/D - CERVASCA (Cn) tel. 0171.85401 - cell. 335.6055676 335.7184103 / 335.7184104 e-mail: offbramardi@tin.it

· RIFACIMENTO TETTI E NUOVE COPERTURE DI OGNI GENERE · RIMOZIONE E SMALTIMENTO AMIANTO A NORMA DI LEGGE · LATTONERIA

Problemi con il tuo tetto? CHRISTIAN CAPORGNO REVELLO (CN) Cell. 339.8894696 - christian_capo@libero.it

www.tec-artigrafiche.it

www.tec-artigrafiche.it

BONGIOANNI FRANCESCO

www.tec-artigrafiche.it

ATTUALITÁ

88


VENDO „„Dumper Crosetto 140 q.li freni ad aria come nuovo, carrellone porta attrezzi con rampe 140 q.li De Filippi Tel. 3406463605 „„Ranghinatore Slam GR 350/9 in buono stato e rotofalce lungh. m. 1,90 Tel. 0174698015 „„Togliletame Ascai seminuovo, scivolo e gruppo, per cessata attività, ottimo affare Tel. 3332884164 „„Convogliatrice laterale per spandiconcime, candele antibrina per frutteto, raccoglifrutta Blosi Tel. 0175759441 3288057562 „„Trattore Fiat 640 omologato Tel. 3346206625 „„Erpice a dischi trainabile e girello Fahr mod. Rosso Tel. 3387577389 „„Rotopressa Deutz ottimo stato, rastrella Deutz largh. 2,5 m. a 1500 Euro, spandifieno a 500 Euro e botte abbeveraggio Tel. 3358014104 ore pasti „„Estirpatore 3 m., coclee, mangiatoie ed abbeveratoi per polli Tel. 3389584866 „„Botte diserbo Caffini 400 l., barra m. 10, trattore Fiat 411 anno 1963, falciatrice Deering trazione animale, mietilega Aktiv anni 60, attrezzi collez Tel. 3386512764 „„Cassoni in legno usati Tel. 3494649285 3381345943 „„Piante di nocciolo certificate “Tonda Gentile delle Langhe trilobata” di 2 anni Tel. 017358639 „„Vendo caldaia a legna fiamma rovesciata. Occasionissima Tel. 3480053487 „„Trattore Fiat 35 CV, rimorchio m. 3 x 1,60 omologato Tel. 0171260307 „„Generatore di corrente 150 170 kw, zona Centallo Tel. 3356981519

„„Retro escavatore Olmi completo di attacchi idraulici, pari al nuovo prezzo Euro 3000 trattabili Tel. 0173560503 „„20 caprette nane e meticce e girello da fieno Tel. 3664918682 „„Nuclei di api forti e sani Tel. 0171383473 ore serali „„Pony di 1 anno Tel. 3388494728 „„Alcune famiglie di api con arnia, regine 2013 Tel. 3338446483 „„Nuclei di api Tel. 3395967201 „„Agnello con orecchino bianco registrato Tel. 3472168747 „„Cavalla di 8 anni sempre alpeggiata con mandria Tel. 3294959166 „„Puledro Avellinese incrocio Merens Tel. 3498137233 „„Cuccioli Pastore Tedesco, genitori visibili Tel. 3421573608 „„Cavalla portabasto abituata all’alpeggio di 15 anni. Aratro fuorisolco, buono stato Tel. 3391291567 „„Terreno agricolo a prato, castagneto, con pioppi, larici ed acacia Tel. 3332617220 „„Casa semiristrutturata in Benevagienna CE G, 335,0662 Kwh/mq., 5 G.te P.si terreno irriguo in Benevagienna, trattore da 50 CV e attrezzatura varia Tel. 3479064189 „„Vigneto Dolcetto quattro Giornate Piemontesi, su strada provinciale, 2 Km. dalla cantina sociale, sette anni di produzione, Dogliani Doc alta gradazione, 120 q.li/Ha. Tel. 0174787223 „„Noccioleto di 3 anni zona Clavesana, G.te P.si 1,5 e terreno adiacente libero Tel. 3347048649

„„Terreno di 3220 mq., tettoia e garage, zona di Scarnafigi Tel. 3358026758 „„Autocarro Mitsubishi L200, 2 porte, anno 1999, Km. 220.000 a 6000 Euro trattabili Tel. 3395083445 „„Panda Hobby del 2003 123.000 Km. adatta ad utilizzo in campagna, gomme termiche nuove, 1600 Euro trattabili e lama livellatrice per terra e neve Tel. 3471476186 „„Opel Corsa 1200 benzina, Km. 113.000, collaudata a maggio 2012 Tel. 017375668 „„Coppi vecchi e travi in rovere, gruppo trasportaletame Tel. 3479458901 „„Autocaricante Supertino CA anno 2008, collaudato, ottimo stato Tel. 3336740383 „„Cisterna per irrigazione in acciaio inox, capacità lt 2500 e otto elettrovalvole diametro 63 Tel 3475254552

CERCO „„Cassoni frutta in legno di 1,201,30 m. di altezza Tel. 3389480081 „„Terreno in affitto per fienagione, zona Busca/Dronero Tel. 3396840503 3385008877 „„Imballatrice balle piccole funzionante e a modico prezzo Tel. 3336539306 „„Motofalciatrice BCS con legatore o legatore separato Tel. 3355864204 „„2 gomme usate per trattore 42070-30 Tel. 3395908116 „„Posti da tartufi bianchi e neri da trifolau a fine attività. Vicinanze Alba e Bra, ottima ricompensa Tel. 3383088572 „„Trattore OM 615 e vendo erpice a dischi da 29 non a sollevamento Tel. 0171682177 ore pasti

AMICIZIE & MATRIMONIALI

a cura di Anna & Anna - Carmagnola - tel. 011 9626940 „„ Abita in campagna, molto carina, sensibile, 32enne, nubile, ha sani principi morali, bruna, occhi chiari, bel fisico, ama la montagna, dolcissima, operaia, cerca compagno serio per formare famiglia. Tel. 3487860687 „„ Seria, femminile, passionale, bellissima, 40enne, senza figli, fotografa naturalista, è una donna con una grande spiritualità, riservata, timida, incontrerebbe un uomo affidabile per unione duratura. Tel. 3296412763 „„ Affascinante, semplice, bella signora, 50enne, vedova, imprenditrice, elegante, distinta, gioca a golf e scrive libri per bambini, vorrebbe incontrare uomo di cui innamorarsi. Tel. 3453150519 „„ E’ molto carina, vedova senza figli, 60enne, giovanile, in pensione, ex ristoratrice, ama la cucina piemontese, soffre di solitudine, canta nella corale della chiesa e fa volontariato, sarebbe anche disponibile a trasferirsi qualora incontrasse un uomo onesto. Tel. 3661935726

„„ Laureato in agraria, ha una grossa azienda vitivinicola, 39enne, celibe, è un bel ragazzo, ex pallavolista,. Ama stare in compagnia, aperto al dialogo, vive da solo, nella sua vita manca solo una donna a cui dedicare sè stesso, e con cui formare famiglia. Tel. 3421341538 „„ Volontario come medico senza frontiere per dare il suo contributo ai bisognosi, è un uomo generoso, positivo, 49enne, dentista. Ha un bel fisico, pratica sport, divorziato da tempo, sta cercando una lei che non guardi le apparenze, ma che sappia vivere in maniera semplice. Tel. 3403148881 „„ Funzionario commerciale, azionista in Borsa, 60enne. Alto, brizzolato, occhi azzurri, aspetto giovanile, uomo galante, nobile d’animo. Solo da tempo, è alla ricerca di una donna intelligente, ironica, che completi la sua vita. Tel. 3451744397

RICOSTRUZIONE VENDITA ASSISTENZA

NON BUTTATELI! SI RIPARANO!

RIPARIAMO E RICOSTRUIAMO TUTTI I TIPI DI PNEUMATICI ANCHE QUELLI RIEMPITI CON MATERIALE ANTIFORATURA VENDITA PNEUMATICI NUOVI DI TUTTE LE MARCHE E TRASFORMAZIONI DISERBO

San Rocco di Bernezzo (CN) Via Valle Grana, 86 Tel 0171/85402 Fax 0171/857921 www.valgesso.it

ATTUALITÁ

89


ATTUALITÁ

90 CERCO „„Lamiere zincate per copertura tettoia e vendo trattore Landini Multitrac 85 CV Turbo, reversibile con le 4 ruote uguali in buone condizioni Tel. 3385775009 „„Estirpatore 3,5 m. fisso o pieghevole e generatore di corrente a cardano 20 Kw. Tel. 3290771239 „„Pompa verticale diametro 30 con spostamento laterale Tel. 3470099381 „„Rimorchio porta attrezzi, lungh. minima 5 m. Tel. 3382597356 3395427338 „„Bottiglie Barolo e Barbaresco, vecchie annate, prezzo ragionevole, massima serietà, per collezione Tel. 3357311627 „„Trattore da collezione OM prima serie, funzionante, spesa massima 1500 Euro Tel. 3484467702 „„Terreni in affitto possibilmente per frutta Tel. 3488743462

AFFITTO „„O vendo capannone per uso agricolo, con attrezzature idonee per cereali, 750 mq. a Genola Tel. 3402420286 „„Magazzino/garage in Centallo, mq. 37, altezza porta 2,15 m. Tel. 3356981519 „„Stalla con terreno a Narzole e vendo sega a nastro, stufe a legna e cherosene, aratro fuorisolco Tel. 3319218760

REGALO „„Grigliati e box in cemento per bovini Tel. 3403395815 „„Cuccioli meticci piccola taglia, disponibili subito Tel. 3356594380 „„Cuccioli taglia media meticci, madre da tartufi, zona Dogliani Tel. 3382070749

VARIE „„65enne piemontese cerca lavoro come badante, assistenza persone anziane anche non autosufficienti a Euro 1300, anche dormire, automunita Tel. 3319446824 „„Cedo in asservimento 120 G.te P.si di terreno, zona Benevagienna Tel. 3337895129 „„20enne piemontese, diploma agrotecnico, automunito, cerca lavoro, disponibile subito Tel. 3336677225 „„Ditta artigiana piemontese esegue lavori di rifacimento tetti, ristrutturazioni e nuove costruzioni, Durc regolare Tel. 3408473220 „„Fratelli piemontesi trabucant eseguono lavori di intonacatura e rasatura di ogni genere e qualità, la nostra esperienza al Vostro servizio Tel. 3407751772 „„Pierin l’ imbianchin piemunteis esegue lavori di tinteggiature e decorazioni, per interni ed esterni, da 36 anni al Vostro servizio Tel. 3342323917 „„Cedo in asservimento liquami 8 G.te P.si a Scarnafigi Tel. 3482529741

GRUPPO CN - 334 3354847 A U O M I N I V E R A M E N T E I N T E R E S S AT I Offriamo l’immediata possibilità d’incontrare la persona giusta per un serio legame sentimentale Leggi le nostre proposte nella rubrica ‘Matrimoniali’ del Mercatino • UNICA

SEDE A CUNEO • Aperto anche il sabato tutto il giorno

Si prega di scrivere in STAMPATELLO .............................................. .............................................. .............................................. Tel . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Codice associato Socio: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Comune . . . . . . . . . . . . . . . Data . . . . . . . . . . . firma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

„„Potatura, abbattimento piante, estirpo ceppi, smaltimento, preventivi gratuiti Tel. 3357016070 „„Cedo in asservimento 40 G.te P.si di terreno per spandimento liquami Tel. 3384650370 „„Si eseguono lavori di potatura, abbattimento piante (anche in fune), pulizia rive, manutenzione e creazione aree verdi Tel. 3393374736

MATRIMONIALI a cura di Gruppo CN 334.3354847 „„ Rachele, 34 anni, figlia unica, diplomata scuola Alberghiera, buon carattere, piemontese, cuoca presso trattoria, alta 1,62 capelli castani, aspetto gradevole. A causa del mio lavoro non ho molte possibilità di uscire la sera, cerco per fidanzamento ragazzo che sappia comprendere tale situazione. Tel. 3457167869 „„ Sono badante di circa 60 anni. Sono libera dal lavoro solo due giorni alla settimana. Non sono mai stata sposata, sono orfana, arrivata dall’Albania da diversi anni. Qui non conosco nessuno e mi trovo sola. Il mio desiderio è farmi una famiglia. Io sono corretta e cerco un uomo sincero come me. Tel. 3275783405 „„ Il mio nome è Marika, nativa della provincia di Cuneo, nubile. Faccio l’operaia, 36 anni. Ho una lieve invalidità dovuta ad infortunio sul lavoro. Sono economicamente autosufficiente, mi piacciono gli animali e la vita all’aria aperta. Cerco uomo possibilmente non bevitore per futuro matrimonio. Tel. 3282033607 „„ Lavoro come magazzinera presso concessionaria auto. Sono della provincia di Cuneo, semplice, ordinata e purtroppo molto timida. Cerco un uomo serio per sposarci e continuare ad abitare nel mio paese. Sono del 1973. Chiamare solo se disponibile a conoscenza immediata. Astenersi maleducati. Tel. 3290324126

„„ Residente in vicinanze Fossano, signora di oltre 65 anni. Simpatica ed espansiva, automunita, frequenta il centro anziani, non fumatrice, impegnata nel volontariato, attualmente in buona salute. Casa propria, due figlie già sistemate, ricerca uomo di 65-75 anni purchè piemontese e dal carattere mite. Tel. 3297461203 „„ Signora vedova, anni 49 ex cassiera sala cinematografica, buoni valori morali. Senza figli, veramente molto leale e di serie intenzioni, ottima presenza. Intendo conoscere uomo interessato a riformare famiglia. Ho abitato a Saluzzo per diversi anni, da quando sono vedova mi sono trasferita a Fossano. Tel. 3311677184 „„ Vedova, anni 55 anni, di poche parole. Proveniente famiglia di agricoltori, cerca marito. Tel. 3664225058 „„ Sono signora sola di 63 anni, vedova. Vorrei conoscere un signore di non oltre 75 anni per sincero affetto. Non posso trasferirmi perchè devo assistere una sorella molto più anziana che abita vicino a me. Spero di fare conoscenza con un uomo onesto, possibilmente ex agricoltore come me. Tel. 3341254839

Per rispondere alle richieste degli associati la Coldiretti di Cuneo destina uno spazio de Il Coltivatore Cuneese agli associati che intendono pubblicare avvisi di vendita, scambio od acquisto di attrezzature, prodotti od altro. A) La rubrica è gratuita qualora l’annuncio sia inerente l’attività agricola per i soci della Coldiretti di Cuneo in regola con il versamento della quota associativa. B) L’avviso economico deve essere contenuto in un max di 10 parole; articoli, preposizioni, sigle e numeri compresi. L’indirizzo od il recapito telefonico sono conteggiati a parte. C) Dell’annuncio e della sua veridicità risponde direttamente l’interessato attraverso la pubblicazione del recapito telefonico o dell’indirizzo personale. D) Si precisa che l’art. 6 c.2 - quater, d. lgs. 192/05 nel caso di annunci di vendita o locazione di fabbricati, rurali compresi, impone venga indicato l’indice di prestazione e classe energetica, a pena di una sanzione da 500 a 3000 Euro. E) Sono esclusi dal Mercatino gli annunci strettamente personali (matrimoniali, ecc.). F) Ogni socio ha diritto alla pubblicazione di un solo annuncio economico nell’arco dell’anno solare (come da punto A); eventuali altri annunci, o quelli non attinenti l’attività agricola, saranno pubblicati, compatibilmente con lo spazio, al costo di Euro 20 cadauno. Il pagamento potrà essere effettuato presso gli Uffici della Coldiretti. G) Tutti gli annunci devono pervenire sull’apposito tagliando che deve essere spedito a: “Il Mercatino del Coltivatore” P.zza Foro Boario, 18 – 12100 Cuneo. H) La Coldiretti, oltre a non rispondere del contenuto degli annunci e della qualità della merce proposta, si riserva il diritto di non pubblicare eventuali inserzioni.


www.tec-artigrafiche.it

il nuovo concessionario


GRUPPO SERVICE

raCCa

marene (cn) • Via Roma, 87 • Tel. 0172.742344 • 0172.742306 • www.racca.it

Coltivatore Cuneese n.4 - marzo 2014  

Quindicinale edito da Coldiretti Cuneo

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you