Issuu on Google+

la Repubblica

GIORNO&NOTTE

MARTEDÌ 23 LUGLIO 2013

TORINO

■ XIV critico d’arte Angelo Mistrangelo e dagli scultori Osvaldo Moi e Salvatore Vitale.

Appuntamenti ARTE@LAVORO

Alle 17.30 nella sala mostre del Palazzo della Regione in piazza Castello 165 si tiene l’inaugurazione della mostra collettiva «Arte@Lavoro, sessanta artisti in mostra per il fondo vittime sul lavoro in Piemonte». selezionare le opere e a contattare gli artisti, una commissione formata dal

UN AMBIZIOSO SOGNO

Alle 19 nella biblioteca della Fondazione Giorgio Amendola in via Tollegno 52 si tiene la presentazione del volume «Democrat — L’ambizioso sogno del partito mai nato» (CentoAutori) di e con Massimiliano Amato. Info

www. fondazioneamendola. it IL MIGLIOR TEMPO

Alla Summerside del Circolo dei lettori, alle 18.30 nel cortile di via Giolitti 36, Guido Meda presenta il suo volume «Il miglior tempo» (Rizzoli) con Luca Beatrice e Stefano Fassone. Voce e volto del motomondiale sui canali Mediaset, Meda firma il suo ingresso in narrativa con la sua storia di un

Massimo Bernardini partecipa all’incontro a Palazzo Reale

T

elevisione impegnata o quella cosiddetta spazzatura? Informazione di massa o momento di approfondimento? Si parla di giornalismo e dei suoi “vestiti” questa sera al festival “Oltre i limiti”, alle 21 nel Cortile d'onore di Palazzo Reale, per l'incontro “La tv e la piazza” con il conduttore del programma tv “Talk” in onda su Rai 3, Massimo Bernardini, e il giornalista Paolo Del Debbio, conduttore di “Quinta Colonna”, su Rete 4. Durante la serata Dino Mascia, attore e drammaturgo torinese, leggerà un testo tratto da “Le leggi” di Platone e una parte di “Mi fa male il mondo” monologo teatrale di Giorgio Gaber. A moderare la conversazione sarà l'assessore comunale alla cultura Maurizio Braccialarghe. (mc.g.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

La pièce

Il “Mistero dei Tarocchi” alla Cittadella di Alessandria Una scena del “Mistero dei Tarocchi” un classico del Teatro della Tosse

FUORI DALLA GAM

Alle 14.30 alla Galleria d’Arte Moderna in via Magenta 31, nel corso di un’attività consigliata a bambini dai 6 agli 11 anni, si esplora il giardino osservando i lavori di artisti che propongono visioni ribaltate degli elementi naturali (l’«Albero sospeso» di Penone, i «Pianeti siti sul pavimento» di Paolini, la «Terra vista dall’alto» da Mainolfi). In laboratorio si crea una costruzione tridimensionale dalle inusuali prospettive.

Zoom

Alle 18.30 al K-Hole in via Sant’Agostino 17, nell’ambito del calendario «Aperidoro con… « il collettivo curatoriale a. titolo si racconta agli artisti ospiti di viadellafucina2013 per dare vita a

SIX WAYS A SUPERGA

Per la rassegna chitarristica «Six Ways», alle 21.15 alla Basilica di Superga è di scena il musicista Michele Di Filippo. Info www. sixways. it

Alle 21.30 per «Martedì Ensemble. Apericene d’autore», al Jazz Club Torino in piazzale Fusi, Silvano Borgatta presenta «Mister Volare, un tributo a Domenico Modugno». Lo spettacolo è preceduto alle 19.30 da Pro Voice: concerto finale degli allievi del corso di perfezionamento on stage condotto da Elisabetta Prodon, con Fabio Gorlier al pianoforte e Flavio

La dama

Buena Vista

del

“Canto Cuba da oltre mezzo secolo e in Italia mi sento un po’ a casa”

FESTA POPOLARE

Alle 18.30 al Cecchi Point in via Antonio Cecchi 17 «Festa popolare Hub Cecchi Point» per famiglie in collaborazione con caccia al tesoro (primo premio un’anguria); dalle 20 cena/grigliata popolare con griglia, tavoli e sedie a disposizione; alle 21 lettura dei tarocchi con Silvia ed esibizione di danze del sud Italia con La Paranza del Geco e degli allievi del corso; a seguire teatro di strada con Slip. Info 011/19714416.

n’ambientazione perfetta per un classico del Teatro della Tosse: la Cittadella di Alessandria ospita da oggi a giovedì alle 21 “Il Mistero dei Tarocchi”. Una pièce itinerante, alla scoperta dei 22 Arcani Maggiori incarnati da altrettanti attori impegnati in 22 monologhi; dopo ogni storia gli spettatori ricevono una carta disegnata da Emanuele Luzzati, assistendo a tutte le scene si compone un intero mazzo. Scritto da Giampiero Alloisio e Tonino Conte, che aveva diretto la prima edizione del 1990, “Il Mistero dei Tarocchi” ha ora la regia del figlio Emanuele Conte. Un’occasione rara per conoscere sia uno spazio sia uno spettacolo speciali, nell’ambito della rassegna «L’Altro Monferrato». (mau. se.)

Fino a fine luglio, dalle 10.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 20, appuntamento per le famiglie con bambini alla Corte dei Giochi dell’8Gallery del Lingotto dove sono a disposizione i gonfiabili di «Gonfialopoli», le avventure dell’»Anthares World» e la minipista di macchine a pedali. Info www.8gallery. it (g.c.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il festival/1

UN APERIDORO CON…

DOMENICO, MISTER VOLARE

Omara Portuondo questa sera a Monfortinjazz con Eliades Ochoa e l’orchestra del Social Club “I miei amici scomparsi? Sempre con noi...”

Bambini

8GALLERY X BIMBI

U

un momento informale e conviviale di confronto, aperto a tutti. Dopo l’aperitivo a base di pomodoro la serata prosegue, con party e sonorizzazioni, fino alle 2.

L’intervista

L’incontro

La tv “Oltre i limiti” tra impegno e spazzatura

uomo che, cresciuto giocando con le automobili, da sempre cammina in bilico tra donne e motori. Info www. circololettori. it

ALBERTO CAMPO

T

ERZO appuntamento dei cinque in programma quest’anno a “Monfortinjazz”. All’auditorium Horszowski è oggi (ore 21.30) il turno dell’Orquesta Buena Vista Social Club, ramificazione del successo cinemato-

Il programma

Canteremo i nostri ‘grandi successi’ ma anche brani nuovi o tradizionali eseguiti da noi per la prima volta La patria

Com’è cambiata la vita sull’isola? Io mi occupo di musica e di cultura e lascio la politica ai politici grafico e discografico che a fine anni Novanta svelò al mondo il talento nascosto dei “super abuelos”. Conferisce valore a questa particolare riedizione del Club la presenza di due tra i protagonisti dell’esperienza originaria, Eliades Ochoa e Omara Portuondo, gran dama della musica cubana. Spetta a lei il compito di rispondere alle nostre domande. Il concerto attuale è ancora imperniato sulle canzoni del film di Wim

Wenders e del disco con Ry Cooder? «Ovviamente c’è un’ampia selezione dei nostri “grandi successi”, perché di sicuro il pubblico si irriterebbe con noi se non li includessimo in repertorio. Ma abbiamo anche qualche canzone “nuova”, nel senso di brani tradizionali che però noi proponiamo dal vivo per la prima volta, ad esempio “El Amor De Mi Bohio”, o pezzi scritti dal mio compagno di palco Eliades Ochoa. Sono certa che il pubblico li apprezzerà». Quanto pesa l’assenza in scena degli scomparsi Ibrahim Ferrer, Compay Segundo e Rubén González? «Mancano a tutti, non solo a me, e comunque non mi stancherò mai di ripetere che continuano a essere accanto a noi in ogni concerto e in molti altri momenti delle nostre vite. Quando viaggiamo nel tour bus, ad esempio, capita sovente che tiriamo fuori aneddoti e ricordi che riguardano quei nostri grandi amici e compagni di vita». Lei ha cantato con tutti o quasi i più grandi artisti cubani: Orquesta Aragón, Los Van Van, Chucho Valdés… Quale tra queste partnership ricorda con maggiore piacere? «Non posso sceglierne una soltanto: ciascuna ha avuto un significato particolare e ogni artista con cui ho collaborato è stato importante per me, così come credo io per lui. Ogni canzone è frutto di una combinazione fra scrittura, interpretazione e scambio emotivo». Fanno 50 anni dai tempi di Las d’Ai-

da, il quartetto con cui ebbe la possibilità di esibirsi per la prima volta fuori dall’isola… «Si tratta di ricordi che porto sempre con me: sono stati momenti determinanti nella mia vita, sia umanamente sia professionalmente». Di quale premio od onorificenza dei tanti ricevuti va più fiera? «Il “cariño” del pubblico. Vedere che in qualsiasi parte del mondo la gente conosce le canzoni, viene ai concerti e ci copre d’affetto: questo è il premio di cui vado più fiera». Ci sono giovani musicisti cubani che considera suoi eredi? «Cuba è piena di giovani musicisti di valore: molti proseguono nel solco della nostra tradizione musicale e altrettanti sviluppano invece, come in qualsiasi altro paese, i linguaggi dei giovani, dal rap al reggaeton. Personalmente apprezzo gli uni e gli altri». Com’è cambiata la vita dei cubani dopo la recente liberalizzazione delle procedure di espatrio? «Dico sempre nelle interviste che il mio ruolo consiste nel trasmettere la musica e un po’ della cultura che fa parte della mia vita. Preferisco lasciare la politica ai politici.» Che rapporto ha col pubblico italiano? «Gli italiani sono simili a noi, calorosi e latini: perciò da voi ci sentiamo un po’ come se fossimo a casa». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Dal 3 al 24 agosto la tradizionale kermesse a Bardonecchia, Susa e Chiomonte: tra gli ospiti Vecchioni, Gambarotta e... Gaber

Teatro & Letteratura sulle vette del Tangram MAURA SESIA

V

A CONTROCORRENTE il Tangram Teatro. Trasforma il suo abituale festival estivo, giunto alla XVI edizione, sterzando ancor di più verso la cultura, quella pura. Dal 3 al 24 agosto soprattutto a Bardonecchia, ma anche a Chiomonte e Susa, è di scena “Teatro Festival & Letteratura”. Un progetto realizzato con la “connivenza” del sindaco di Bardonecchia Roberto Borgis, già insegnante di italiano il quale, preso atto del successo di iniziative come l’Orlando Furioso a puntate in piazza, ha pensato di potenziare il versante poetico e letterario di una rassegna che non ha mai neppure disdegnato

la comicità, tant’è che anche nel 2013 «una nota di bassezza al programma» l’ha garantita Bruno Gambarotta, protagonista, con Giorgio Conte, di “Non è tutt’oro quel che cola/non è tutto grasso quel che luccica”, il 14 agosto al Palazzo delle Feste. E dai 430 posti della sala teatrale di Bardonecchia, in buona parte esauriti perché è trapelato il nome inaugurale prima della presentazione ufficiale, si parte sabato 3 agosto alle 21 con un appuntamento unico: c’è Roberto Vecchioni, non in veste di cantautore bensì di professore appassionato di letterature. Si intitola “Roberto Vecchioni racconta la sua poesia tra parole, suoni, canzoni” ed è la cornice in cui l’artista milanese rispon-

Roberto Vecchioni apre il 3 agosto

derà alle domande del giornalista Paolo Ferrari e, zigzagando tra i ricordi di libri, canterà qualche vecchio brano, a supporto del dialogo, arricchito anche da letture scelte da Ivana Ferri. Vecchioni pare davvero entusiasta di questa imminente e curiosa esperienza. In piazza De Gasperi il 10 e l’11 agosto alle 17.45 il professore Vincenzo Jacomuzzi e l’attore Bruno Maria Ferraro cercheranno di condensare “Le avventure di Don Chisciotte”. L’ingresso è libero, mentre il 12 agosto si paga (poco) per “La gabbianella e il gatto” di Assemblea Teatro al Palazzo delle Feste: è un’apertura verso il pubblico dei ragazzi, con un classico diretto da Renzo Sicco. Il 13 agosto si

esce da Bardonecchia per un suggestivo “L’Inferno di Dante” curato da Ivana Ferri, nella cattedrale di San Giusto a Susa, per valorizzare le chiese storiche dell’alta valle. Il 17 agosto si tiene l’anteprima montana di “Qualcuno era... Giorgio Gaber”, pièce commissionata da MiTo al Tangram e che debutterà al Teatro Carignano di Torino a settembre, quando si comincerà a pensare alla XVII edizione del festival, la quale per la prima volta coinvolgerà anche il Forte di Exilles su esplicita richiesta dell’assessore alla cultura della Regione Michele Coppola. Il programma completo del festival su www.tangramteatro.it © RIPRODUZIONE RISERVATA


la Repubblica

MARTEDÌ 23 LUGLIO 2013

GIORNO&NOTTE

TORINO Brio alla chitarra. Info www. jazzclub. torino. it SKUNK ANANSIE LIVE

Per gli amanti del rock, alle 21.30 al Gru Village in via Crea 10 a Grugliasco è di scena il concerto degli Skunk Anansie. Guidata dalla cantante Skin, la band propone i pezzi di «Black Traffic», quinto album ufficiale della band, il secondo dalla reunion con la quale

■ XV Skin è tornata a cantare insieme a Ace (chitarra), Cass Lewis (basso) e Mark Richardson (batteria). Biglietto 25 euro; info www. gruvillage. it PERTURBAZIONE IN CORTILE

Rimandato lo scorso giovedì 18 per condizioni meteo avverse, alla Summerside del Circolo dei Lettori in via Bogino 9, alle 22 è in programma il concerto dei

Perturbazione che presentano l’album «Musica X» pubblicato da Mescal, con la produzione artistica di Max Casacci. La serata è organizzata in collaborazione con Blah Blah e Spazio211. Ingresso 10 euro; info 011/4326837. THE PINK SUBARU

Alla Casa del Quartiere in via Morgari 14 per la nuova edizione di «Porto Franco Summer Night» alle

21.45 si proietta il film «Pink Subaru» di Kazuya Ogawa del 2009. Sul grande schermo, il sogno di Elzober, cuoco improvvisato in un sushi bar di Tel Aviv, che è quello di aiutare la sorella a preparare un matrimonio favoloso. Per facilitare spostamenti e trasporti, rompe il salvadanaio e con i risparmi di vent’anni decide di comprare una macchina, una Subaru Legacy nera che sarà poi rubata.

ARRIVANO I DEPECHE MODE

carriera, i Depeche Mode tornano dal vivo in Europa con il «Delta Machine Tour» che farà solo tre tappe in Italia e sarà sotto la Mole al Palaolimpico, il 18 febbraio 2014. I biglietti sono in vendita sul circuito TicketOne www. ticketone. it e nelle prevendite autorizzate. Infoline 011/6164971. Infoweb www. setuplive. com (gabriella crema)

Per celebrare oltre tre decenni di

© RIPRODUZIONE RISERVATA

IL CINEMA IN PIAZZA

Per la rassegna «Cinema in Piazza», giunta alla sedicesima edizione, alle 21.30 al Piccolo Cinema di via Cavagnolo 7, alle 21.30 sarà proiettato il film «Scialla», scritto e diretto nel 2011 da Francesco Bruni. Info solariacoop@libero. it

L’apertura

La rassegna

Musica Nuda in Vallée aspettando Nile Rodgers

P

RECEDUTA a giugno dalla ghiotta anteprima costituita dalla data zero del nuovo tour di Mario Biondi, comincia ufficialmente oggi l’edizione 2013 del festival Aosta Classica, che dal 1996 offre nel capoluogo della Vallée una programmazione “crossover” e uno sguardo davvero a 360 gradi sul mondo musicale. A inaugurare la rassegna, alle 21.15 nel nuovo Teatro Splendor, in via Bonifacio Festaz, è il duo Petra Magoni-Ferruccio Spinetti con il suo ormai storico progetto “Musica Nuda”, ma questa volta in una insolita versione per orchestra con l’ensemble Synfonia diretto dal polistrumentista Daniele Di Gregorio, arrangiatore di Paolo Conte e autore dei nuovi arrangiamenti di “Musica Nuda”, capaci di esaltare l’apporto collettivo mantenendo centrali la voce e il contrabbasso (ingresso 15-20 euro). Il programma di Aosta Classica continua poi, sempre sul palco dello Splendor, con una serie di concerti molto diversi tra loro. Domani alle 18 (entrata gratuita) si esibisce la Jazz Sfom Orchestra diretta da Manuel Pramotton, mentre venerdì alle 21.15 va in scena un evento, con il “Babilonia e

Petra Magoni e Ferruccio Spinetti inaugurano “Aosta Classica” con un recital in versione sinfonica

Musei MUSEO EGIZIO

Da oggi a San Salvario la nuova biblioteca civica

Via Accademia delle Scienze 6, martedìdomenica 8.30-19.30. Visite anche guidate a gruppi e individuali. 011/5617776.

La nuova biblioteca che apre al pubblico oggi in via Lombroso

PALAZZO REALE

Piazzetta Reale, martedì-domenica 8.30-19.30 (ultimo ingresso alle 18.20), 011/4361455. Visite agli appartamenti. Si entra con un unico biglietto nei 5 musei del Polo Reale. PALAZZO MADAMA

Piazza Castello, martedì-sabato 1018, domenica 10-19, 011/4429911. Nella Sala del Senato mostra sull’”Ermitage di Basilewsky”, nella Corte Medievale retrospettiva di Elliott Erwitt. MAO

Via San Domenico 9/11, martedìdomenica 10-18. Visite alle collezioni di arte orientale, 011/4436927.

F

esteggiata durante l’ultima edizione del Salone del Libro da un concerto dei Kachupa, simbolo della cultura e della musica meticcia delle quali il quartiere San Salvario è un eloquente esempio, apre al pubblico oggi la nuova biblioteca civica “Natalia Ginzburg” di via Lombroso 16, che sarà inaugurata ufficialmente in autunno. Fino al 2 agosto, ultimo giorno di apertura prima delle vacanze, i lettori dei quartiere potranno prendere in prestito i libri da leggere durante agosto. La biblioteca è aperta il lunedì dalle 15 alle 19.45, martecì e mercoledì dalle 14 alle 19.45, giovedì e venerdì dalle 8.15 alle 14. Dal 7 settembre comincerà anche l’apertura al sabato dalle 8.15 alle 14. (r.t.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il film

Virzì chiude CineComedy con “La prima cosa bella” Il regista Paolo Virzì nuovo direttore del Torino Film Festival

IL DUO GAM

Il contrabbassista Ferruccio Spinetti e la cantante Petra Magoni allo Splendor di Aosta

LA PASIONARIA Omara Portuondo, gran dama della musica cubana e voce tuttora ammaliante del Buena Bista Social Club

Il festival/2

poesia tour” degli Africa Unite nella primigenia formazione con la partecipazione di Max Casacci, leader dei Subsonica (ingresso 18-23 euro). Sabato, alla stessa ora, Bruno Canino si esibisce con il New Art Ensemble diretto da Maurizio Bortolo (biglietti 25-30 euro), domenica tocca ai 2 Cellos, brillante duo di violoncellisti di formazione classica divenuti un fenomeno del web con le loro esecuzioni di brani moderni arrangiati per i loro strumenti (ingresso 12-18 euro). Gli ultimi tre concerti di Aosta Classica hanno come protagonisti la Glenn Miller Orchestra (30 luglio, biglietti 12-18 euro), Nile Rodgers & Chic (31 luglio, unico concerto italiano, in diretta su Rai Radio1, ingresso 25-30 euro) e i cantanti lirici Bruno Praticò e Marco Bussi con I Fiati Associati (2 agosto, ingresso 10-15 euro). (p.v.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Via Magenta 31, martedì-domenica 10-18, 011/4429518. Al primo piano personale di De Maria, in Wunderkammer Manzù. PINACOTECA AGNELLI

Lingotto, via Nizza 230/103, 011/0062713, martedì-domenica 10-19. Prosegue la mostra “Una passione per Jean Prouvé”. NUMERO VERDE

Per altre informazioni su musei e mostre 800.329.329

S

i conclude con Paolo Virzì, il regista livornese da pochi mesi direttore del Torino Film Festival, la rassegna “outdoor” CineComedy, dedicata dal Museo del Cinema alla commedia cinematografica europea. Virzì, ospite d’eccezione dell’appuntamento, presenterà il suo film “La prima cosa bella”, pellicola del 2010 con Valerio Mastandrea, Micaela Ramazzotti, Stefania Sandrelli e Claudia Pandolfi, storia del rapporto intenso e conplicatotra una madre e i suoi due figli dagli anni 70 ad oggi. Appuntamento alle 21.30 alla Casa del Parco di Mirafiori (via Panetti 1 angolo via Artom). La serata sarà introdotta dal corto “Parapapà” del Laboratorio dell’Immagine di via Millelire e dal videoblog “Scena madre”. Ingresso libero. (e.v.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Grandi nomi nell’evento che da domani allieta le sere dell’outlet alessandrino: sul palco anche Galliano, Stansfield e Molinari

Da Corea a Tania Maria, tante stelle a Serravalle E’

UN fatto: nella geografia della musica dal vivo sono entrati a pieno titolo i centri commerciali. Non che sia una novità, ma in tempi di crisi – con festival e rassegne ridimensionati, quando non addirittura cancellati – il dato diviene appariscente. Se in area torinese una parte consistente dell’offerta estiva gravita intorno al GruVillage di Grugliasco, altrove spicca nei giorni a venire il programma del “Summer Music Festival”, ospitato – e siamo alla nona edizione – dal Designer Outlet di Serravalle Scrivia. Cinque appuntamenti da domani a domenica, col dettaglio assai rilevante che si tratta sempre di spettacoli gratuiti. L’impronta è vagamen-

te jazzistica, come al solito nel senso lato del termine, e a conferirla è anzitutto la serata inaugurale, che propone nientemeno che Chick Corea. Personaggio bisognoso di poche presentazioni, essendo in scena praticamente da mezzo secolo e potendo sfoderare un curriculum impressionante. Basti dire che a metà maggio ha avuto l’onore di essere celebrato con una settimana di iniziative al Lincoln Center di New York: onore toccato in passato solamente a Charlie Parker, John Coltrane e Miles Davis. Nell’occasione si presenta sul palco in perfetta solitudine: condizione ideale per ammirarne il raffinato e sapiente linguaggio pianistico.

Chick Corea, domani a Serravalle

In ordine di apparizione, ecco poi mercoledì Richard Galliano: il fisarmonicista originario di Cannes si esibisce in formato inedito, accompagnato dagli archi dell’Orchestra Classica di Alessandria. Terza stella in cartellone è venerdì la cantante brasiliana Tania Maria, appena tre mesi fa nel cast del “Torino Jazz Festival”: voce potente, temperamento da vendere e duttilità stilistica, grazie alla quale si disimpegna con grazia fra tradizione nazionale, rhythm’n’blues e – appunto – jazz. Dopo di che, sabato, si svolta bruscamente in direzione pop: sotto i riflettori va infatti Lisa Stansfield, diva ai tempi di “Affection” e “Real Love”, ossia tra fine anni Ottanta e inizio

Novanta, quasi un’era geologica fa, considerati i ritmi del ricambio generazionale in hit parade. Suscita così maggiore curiosità la presenza al suo fianco di un figlio di papà come James McCartney, ora in apparenza emancipatosi dall’ingombrante tutela di babbo Paul e da poco artefice del primo album a suo nome, “Me”, alla fine neanche disprezzabile. Unica esponente nostrana è Simona Molinari, a cui spetta domenica il compito di concludere la rassegna con le sue canzoncine al profumo di jazz, a cominciare dalla sanremese “La felicità” con Pter Cincotti. (a.c.) © RIPRODUZIONE RISERVATA


La repubblica 23 luglio perturbazione