Issuu on Google+



Programma 2008 degli eventi estivi, curiositĂ  e aneddoti cortognesi




Caar


 Cortogno visto dal satellite

Ma chi lo dice che Cortogno e’ in una buca ? di Matteo Domenichini

con Commedie, Ballo, e ovviamente…. Tortelli e Polenta. Quest’anno abbiamo provveduto a rinnovare il consiglio della Pro Loco. Sono stati eletti: Grasselli Delio (confermato Presidente), Davoli Davide (nuovo Vice Presidente), Matteo Domenichini (Cassiere), Borghi

Visto dall’altro non sembrerebbe. Beh in effet-

Mario, Cocco Rossano, Costoli Davide, Do-

ti, se uno viene a Cortogno si accorge che tanto

menichini Luciano, Incerti Mirco, Magnani

in alto non è….. Pero’ a noi piace così !!.

Massimiliano, Magnani Michela, Torricelli

Ed è per questo che vi invitiamo, anche quest’anno, a condividere con noi momenti di tranquillità e serenità con le nostre feste e il nostro programma sempre ben fornito. Cominciamo, o meglio, abbiamo cominciato con un evento culturale ricordando il maestro Medardo Domenichini, procederemo successivamente con la nostra tradizionale Sagra della Beata Vergine del Monte Carmelo per poi arrivare al clou ferragostiano




Le operazioni di spoglio delle schede




In piedi da sinistra: Mario Borghi, Mirco Incerti, Michela Magnani, Massimiliano Magnani, Luciano Domenichini. Seduti da sinistra: Davide Davoli, Delio Grasselli, Piero Torricelli, Matteo Domenichini, Cocco Rossano e Davide Costoli.

Piero (tutti consiglieri).  E’ stato nominato,

del Capannone sotto il quale ogni anno si

inoltre, Mario Borghi quale responsabile di

svolgono le nostre attività e che per il 2008,

tutte le nostre attrezzature / strutture.

non so se ve ne siete accorti, si è ulterior-

Mario, insieme all’inossidabile e intramon-

mente allungato…..

tabile nonché “Saggio” della Pro Loco Piero

Siamo lieti, pertanto, di invitarVi a tutte

Torricelli, è anche il fautore del montaggio

le nostre iniziative dove troverete il nostro




paese ad accoglierVi con la passione e la disponibilitĂ  che credo ci abbia sempre contraddistinto.




Via Molise 24 - 20085 Locate di Triulzi (MI) Tel 02-9077840 / 02-90731472 - Tel. Amministrazione 02/90731476 Fax Magazzino 02/90470638 -Fax Amministrazione 02/9077537 Mail: info@ricambigs.it - www.ricambigs.it




Tutte le manifestazioni si terranno in un luogo coperto. Per informazioni: Piero Torricelli 0522 603117 info@cortogno.net www.cortogno.net

venerdĂŹ

4 luglio

Convegno in memoria del maestro Medardo Domenichi

domenica

6 luglio

ore 10: S. Messa in suffragio di Romano Filippi

domenica

20 luglio

Sagra della Beata Vergine del Monte Carmelo ore 11: S. Messa ore 12: pranzo comunitario sotto il tendone




Programma

Cortogno

Estate 2008 domenica

3 agosto XXXIIIª Marcia della Val Tassobbio

mercoledì

6 agosto

Ore 21: Spettacolo comico con Silvia Razzoli e Enzo Fontanesi

sabato

9 agosto

Tortellata dalle ore 19,30 prenotazione obbligatoria allo 0522 607150

martedì

12 agosto

ore 21: Spettacolo comico di Antonio Guidetti e Mauro Incerti: Mario l’Olga e le rotonde

venerdi

8 agosto

Tortellata dalle ore 19,30 prenotazione obbligatoria allo 0522 607150

mercoledì

13 agosto Balli latino americani con la scuola di ballo Mambo Diablo


10

giovedì

14 agosto ore 21: Serata danzante con orchestra Leonardi Maurizio

venerdì

15 agosto Ore 15: Giochi senza frontiere ore 21: Serata danzante con orchestra Roberto Scaglioni

sabato

16 agosto ore 21: serata danzante con l’orchestra di Castellina Pasi

domenica

17 agosto

Polentata dalle ore 19,30 prenotazione obbligatoria allo 0522 607150

venerdì

29 agosto

Cena della solidarietà a base di cacciagione organizzata dai cacciatori dalle ore 19,30 prenotazione obbligatoria allo 0522 607150

sabato

30 agosto

ore 21: commedia dialettalle della compagnia Qùi dal Bianè e du o tri ed San Bertlamè. Quand al donì van al mèr

domenica

12 ottobre

festa del Marrone del Faieto: Spettacoli, stand gastronomici, caldarroste, prodotti dell’Appennino e altro ancora.


11

Intorno a

Cortogno

Centro sportivo Proloco Cortogno

Il centro di

Cortogno

• Cortogno si raggiunge da Reggio Emilia (o da La Spezia) con la Statale 63 per Castelnovo Ne’ Monti – Passo Del Cerreto. All’altezza di Casina si seguono le indicazioni per Canossa/ Ciano d’Enza in corrispondenza della borgata il Carrobbio seguire le frecce per Cortogno • Da Ciano d’Enza seguire le indicazioni per Casina. passato Ceredolo dei Coppi e Vercallo, al secondo incrocio imboccare la destra.

Cortogno è adagiato sulle pendici digradanti del torrente Tassobbio e a quanto sappiamo la sua storia inizia sul monticello che sovrasta l’abitato di Faieto poco a monte di Cortogno dove è stato scoperto un villaggio della media età del bronzo (1500-1300 a.C., circa 3500 anni fa). Invece a valle del paese è stata riportata alla luce una fornace romana per laterizi di età tardo repubblicana (I sec.a.C., circa 100 a.C.), Lo stesso toponimo Cortogno deriva probabilmente da un nome proprio romano Cortonius forse uno dei coloni che si insediarono in questa valle. Il paese è nominato per la prima volta nel 1286 nella Cronica di Salimbene da Adam. La chiesa parrocchiale di S.Giorgio appare per la prima volta nel libro delle Decime del 1318. Il borgo, che comunque ha sempre seguito le sorti del feudo di Sarzano e poi del Comune di Casina, come lo vediamo oggi si sviluppa e si arricchisce sotto il dominio del ducato estense ferrarese (1428-1570), un periodo di relativa pace e floridezza dove gli abitanti di Cortogno cominciano a costruirsi case -torre in pietra comode e funzionali senza rinunciare a qualche decorazione a bassorilievo su commissione .

Raggiungere

Cortogno


12

A caccia di solidarietà di Rossano Cocco

Il 31 Agosto 2007 i cacciatori iscritti all’ATC RE 3 Collina e la Pro Loco Cortogno hanno dato vita ad un’iniziativa di carattere sociale per poter far meglio comprendere, ai cittadini in genere, che l’essere un cacciatore non comporta il solo predare ma anche l’avere coscienza del mondo in cui

Da sinistra, Domenico, Ass. Gennari, William, Delio, Mauro, Luigi.


13

Da sinistra, Michele Zini, William Landini, Dott.Amari, Rossano Cocco

vive e nel quale anche noi abbiamo il diritto

confinanti e di una numerosa cittadinan-

di esercitare la nostra passione. La “Cena

za proveniente da ogni comune del nostro

della Solidarietà” svoltasi nella struttura

ATC, il risultato ci ha permesso di donare

della Pro Loco Cortogno e con il contri-

al reparto di Pediatria dell’Azienda Ospe-

buto dei propri iscritti, ha dato seguito ad

daliera Santa Maria Nuova la ragguardevo-

un autentico evento a cui hanno partecipa-

le cifra di € 7265,00. Un plauso particolare

to i politici locali, l’assessore provinciale

per l’amico Bassi Ivan, che ha dato prova

alla caccia e pesca Gennari Alfredo con il

della sua abilità di pasticcere confezionan-

suo ufficio, il Presidente regionale della

do, per l’occasione, una torta con scena di

F.I.d.C. Paolo Pini, presidenti degli ATC

caccia e il logo della Pro Loco Cortogno


14 adesione a questa iniziativa di tutte le rappresentanze delle associazione venatorie, in quella unità che in tanti auspichiamo e speriamo un giorno di ottenere, ma che realizziamo solo in queste importanti

manifestazioni.

Come può il mondo venatorio pensare, nel terzo millennio di continuare ad ostacolarsi e contrapporsi e sperare nel contempo di poter ottenere il bene dei cacciatori, che è bene ricordare, spesso nelsuscitando la meraviglia dei presenti. Ciò che ha maggiormente compiaciuto gli organizzatori, è sta la totale partecipazione ed

l’ambito locale dimostrano d’essere assai più uniti e solidali di quanto non lo siano le associazioni istituzionali.

Valentini Donante cell. 335 5966893


15 Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che partecipando all’iniziativa hanno dimostrato quella sensibilità per quelle realtà che abbisognano del contributo d’ogni cittadino.

Vi aspettiamo

venerdì 29 agosto per la prossima cena della solidarietà in favore dell’Ospedale Sant’Anna di Castelnovo nè Monti


16


17

Quando eravamo Estensi di Davide Costoli

ti conquisti un posto nell’olimpo sei destinato ad essere dimenticato. Cortogno è sempre stato un paesello poco conosciuto, fatto di persone poco conosciute con storie ancora meno conosciute. Ma tra le pieghe della storia qualcosa è saltato fuori. Circa trecento anni dopo la morte di Matilde e dopo che il Comune di Reggio

Ci mancava solo che aprissero il casel-

aveva lasciato posto ai rissosi signorotti lo-

lo dell’A1 Campegine/Terre di Canossa...

cali, il territorio reggiano viene “conquista-

Tra rievocazioni matildiche, anni matildi-

to” dagli Estensi di Ferrara che instaurano

ci, convegni matildici, territori matildici,

per più di cento anni un periodo di relativa

parchi matildici, pievi matildiche, sentieri

pace e floridezza di cui i benefici si vedo-

matildici, mi sta venendo quasi voglia di

no ancora oggi. A quel tempo Cortogno era

passare ai ghibellini. Sembra passato in un

un villaggio fatto di case di legno con tetti

baleno il tempo che dai Canossa arriva fino

di paglia, probabilmente solo il basamento

ai giorni nostri e invece sono più di otto-

delle case e il primo metro di muro era in

cento anni, di oblio. Come al solito, se non

pietra e il resto delle pareti in legno, ter-


18 ra e paglia. All’interno di un economia di

costruirsi una dimora regale, fanno erigere

sussistenza regnavano la pastorizia e l’agri-

case-torre che ancora in parte vediamo oggi.

coltura, le bestie erano fatte pascolare nei

Le tre case-torre superstiti del centro di

terreni comuni come il bosco del Foresto

Cortogno, casa Orlandini, casa Domenichi-

al di la del torrente Tassobbio e nei piccoli

ni, ed ex Casa Vezzosi. Altre due o tre alla

terreni coltivati per il proprietario terriero,

Costa purtroppo capitozzate e quasi irrico-

pochi si potevano permettere un podere.

noscibili, e quella delle Costole. Appunto

La situazione cambia lentamente ma co-

da qui parto per parlarvi di una famiglia

stantemente, alcuni cortognesi riescono ad

che abitava la casa-torre alle fine del 1400

emanciparsi, e cercano subito di crearsi

e che dalle tracce archeologiche possiamo

uno status signorile, non avendo i mezzi per

dedurre fosse una famiglia benestante, che


19

La finestrella alle Costole

aveva rapporti con il mondo e la cultura cittadina. Nella finestrella al centro della casa a torre, compare un architrave fine-


20 mente rato,

decoda

un

a Monchio di Felina e tanti altri. In quello

che

delle Costole compare un calice, una ruo-

decorato

ta romanica e un rozzo simbolo che è chia-

altri architra-

ramente l’anello con diamante, impresa

vi nella zona,

araldica di

Quello murato

Ercole

nella canonica

d’Este

che

di

ha

scultore ha

L’architrave a Montata di Leguigno con il simbolo del diamante

rola, quello a Montata di Leguigno, quello

Cortogno,

quello

a

regnato

tra il 1471

Pietro di Ma-

e il 1505. L’impresa del diamante

Cri - Rommy - Fusy - Sara - Debora


21 Questo bolo

simusato

nelle dimore pubbliche, nelle monete, nei documenti

ufficiali,

Stemma su portale

Ceramica Graffita

nei vasi e nei

Moneta estense

piatti da ce-

rimonia. Ed è proprio di questi piatti che abbiamo trovato testimonianza, ovviamente solo frammenti, nelle

vicinan-

ze della casa a torre. Sono frammenti

di

piatti, ciotole e brocche realizzati con la tecPiatto con diamante

Frammenti di ceramica graffita e altre ceramiche seicentesche trovati alle Costole

di Agnesini Barbara e Elena

Forno Pasticceria ...la fabbrica delle cose buone Via Bologna, 12/a Canali - Reggio Emilia tel 0522 325242


22


23 nica della ceramica graffita e sono proprio

nella provincia reggia-

databili negli anni a cavallo del 1500.

na nel secolo prece-

Non sappiamo nient’altro di questa fami-

dente, abbiamo letto

glia che dopo aver fatto costruire la casa-

che un nostro paesano

torre (che al tempo non aveva altre case ad-

alla fine del ‘200 un

dossate se non recinti e baracche, e quindi

certo Guercio da Cor-

svettava come una vera torre) aveva anche

togna è stato con altri

provveduto a lastricare la strada che dalle

responsabile dell’agguato a di Guido e Bo-

Costole saliva fino alle strada maestra Ca-

nifacio figli di Guglielmo II da Bianello, un

nossa - Sarzano.

nobile reggiano. Narra la cronica che il 5 aprile del 1286 il nostro, insieme ad altri guidati da Scarabello Ca-

Il primo “assassino” di Cortogno

nossa

da

Gesso detto il Bastardo e

Azzolino

da Albareto, uccidono

di Davide Costoli

i sopraddetti mentre da Poco tempo fa abbiamo scoperto la citazio-

Reggio

ne più antica di Cortogno. Nella Cronica

recavano al

del Parmense Salimbene da Adam scritta

loro castel-

agli inizi del ‘300 che narra fatti avvenuti

Una pagina della Cronica

lo.

si


24


25 I nobili uccisi facevano parte dei “ superiori” che erano in lotta con gli “inferiori” ambedue guelfi che avevano il controllo del

Medardo Domenichini

ta erano in lotta con i guelfi “superiori”. In-

maestro di vita e di scuola

somma quasi anarchia nella Reggio dell’età

di Giovanna Caroli

Comune di Reggio Emilia e che a loro volta erano in lotta con i ghibellini che a loro vol-

dei comuni. Ora immaginatevi tutto quello che volete, non sappiamo che fine ha fatto

Ci sono maestri che non smettono mai di

Guercio, sappiamo solo che probabilmen-

insegnare, vite che conservano nel tempo

te fu cacciato ne l289 insieme ai ghibellini

il loro carattere

e ai guelfi “superiori” i più intransigenti e

esemplare, paro-

radicali. C’è da dire che, l’appartenenza a

le che rafforzano

guelfi e ghibellini era per i nobili del tempo

il loro significa-

dettata soprattutto da ragioni economiche e

to negli anni e

di convenienza....

in contesti total-

...e questo mi ricorda qualcosa.

mente nuovi. E Medardo

ci sono comunità


26 mo commiato o di riportare al centro dell’attenzione le

esistenze,

spesso

con-

temporaneamente illustri e dei

semplici, concit-

tadini che si sono distinti. La sera del 4 luglio, sotCortogno 1944

to il tendone

in grado di raccoglierne l’eredità facendo

estivo, il prof.

spazio all’ascolto. Come a Cortogno di Ca-

Giuseppe Giovanelli, l’ispettore Luciano

sina dove la memoria è una consuetudine,

Rondanini e l’on. Danilo Morini hanno il-

si tratti di ricostruire un antico oratorio o la

lustrato la figura di Medardo Domenichini,

fontana al centro del paese, di ripercorrere

“maestro di vita e di scuola” secondo l’ef-

vite e genealogie nel momento dell’estre-

ficace sintesi presa a titolo dell’iniziativa

Felina di Castelnovo nè Monti (RE) tel 0522 619464 cell. 328 4520870 - E-mail: volt.vannini@alice.it


27 promossa dal Comune di Casina e dalla Proloco di Cortogno e curata da Piero Torricelli e Davide Costoli, con la partecipazione di esponenti della comunità di Pantano, dove il nostro maestro fu condotto, già al finire della guerra, dall’insegnamento e dall’incontro con la collega Angela Predieri, divenuta ben presto la sposa adorata con cui, a Casigno prima e a La Quercia poi, ha cresciuto sei figli. Tratto da TuttoMontagna n.141 - giugno 2008 pag. 69.


28

QualitĂ , convenienza e cortesia


Proloco

29

a 2000 metri

e Muratori


30

Tonino e Angela,

due diamanti a Cortogno Auguri per i loro 50 anni insieme!


31

Tonino e Angela appena sposati davanti alla chiesa di Cortogno

il 25째 con Don Lugari, Angela, un amico, Tonino e Noemi


32

Officina

Meccanica Incerti & C. snc . Via S. D’Acquisto, 9 - 42034 Casina tel e fax 0522 609344


33

Fra tavoli,

tegami

e tortelli...

Marziano, Giulia e Angela

Giovanna e Silvia

Il tabellone magico

Franco, Rosco

La cena di fine stagione della proloco da Giovanni e Valentina


34


35

Stefano al braciere

Ivan, Ermes, Rina e Giovanna

Luigi, Santino, Michele

Davide e Davide

Ristorante Riserva del Re di Giovanni e Valentina

Circondato dalle verdi colline, lontano dal traffico cittadino, Il ristorante propone una cucina tradizionale. Giovanni prepara per voi ogni tipo di piatto. A seconda della disponibilitĂ  e delle stagioni potrete gustare cacciagione, funghi porcini ed altri prodotti della terra. La sera vi propone gnocco e tigelle. Il ristorante dispone di 50 coperti. Ampio parcheggio. Via Sarzano Le Braglie, 1 - 42034 Casina RE (sulla Strada Statale Vecchia) - Tel 0522 609589

FIDES snc Servizi Assicurativi di Bellini Yuri, Freschi Valter, Tasselli Gabriele Agenzia Generale F.A.T.A. Assicurazioni per la provincia di Reggio Emilia Sede centrale: Via F.Gualerzi 4 (centro fiere Mancasale) Reggio Emilia Telefono: 0522749210 fax 0522272919 Sede decentralizzata: Via Roma 35 Castelnovo nÊ Monti Telefono 0522614062 fax 0522614089 Sub agenzia: via Carrobbio n°4/B Casina


36


37

Silvo

Lidia

Stefano, Michela

Romano

Daniele e Silvo

Stefano alla griglia

I giovani camerieri

Luciano e Alessandro Lucio, Margherita, Adriana, Matteo, Piero, Davide

Pupi, Santino , ??? Zini

Davide e Davide


38

Lucia e Valentino sposi CANTINA SOCIALE ARCETO VIA 11 SETTEMBRE 2001, 3 - 42010 Arceto - Scandiano (RE) Tel. 0522 989.107 - cantinaarceto@libero.it

il 1째 settembre 2007. Oratorio s.Lucia

Auguri!!


39

Il presidente Delio con il suo “ponte di Cortogno” in croccante e gli sposi.

Lo scorso 29 giugno 2008 Fabrizio Fornaciari ha chiesto la mano della “nostra” Stefania Domenichini

La Proloco

ha approvato

con gioia. Auguri!!


40

Chiuso il lunedì sera e il martedì Via Sparavalle, 83/a Castelnovo ne’ Monti (RE) tel/fax 0522 812794 www.baitadoro.it e-mail:baitadoro@libero.it

IL PONTE Di Chiesi Marcello


41


42

TABACCHERIA LEURATTI Giornali • Profumeria Lotto • Articoli da regalo Via Roma, Casina tel. 0522 609066

Ricevitoria n° 474


43

L’anima della Proloco

va in pensione... ma non dalla Proloco

“Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo”. Alla Coldiretti lo sapevano benissimo e quindi se lo sono tenuti stretto per 43 anni. Silvano Domenichini, l’anima della Proloco, l’organizzatore di eventi, il guru delle feste paesane, il mastice tra noi e la proloco, l’agitatore, quello che ti chiama a qualunque ora, quello che se non ti chiama ti preoccupi, quello che si fa in otto mentre tu ti fai un quattro....finalmente smette di lavorare per dedicarsi ancor più anima e corpo alla Proloco e alla sua famiglia. Si è impegnato alla Coldiretti, prima per 28 anni a Castelnuovo e poi 9 a Scandiano come responsabile area. Acuto conoscitore della realtà contadina della collina, politico attento, interessato e profondamente umano...per tutto questo e per mille altri motivi, auguri ! auguri! auguri!


44

Per chi se la fosse persa ecco la ricostruzione in sezione di una fornace romana simile a quella rinvenuta a Cortogno e datata al 100 a.C.


45

Una altra architrave proveniente da una casa a torre del centro di Cortogno datata

29 dicembre 1492, e raffigurante uno sconosciuto stemma nobiliare rinascimentale.

1째 Piano


46

Bar - Birreria Via Caduti della Bettola 2/abc Casina Tel. 0522604052


47

I relatori del convegno, da sinistra: Danilo Morini, Carlo Fornili, Giovanna Caroli, Stefano Baldelli, Luciano Rondanini, Giuseppe Giovanelli, Piero Torricelli. (foto James Bragazzi)

Convegno su Medardo Domenichini, successo del binomio cultura e volontariato, con oltre duecento partecipanti. Un grazie al Comune di Casina, ai relatori, alla famiglia Domenichini e a tutti gli intervenuti.


48


49


50

La famiglia Domenichini intervenuta alla serata. (foto James Bragazzi)

La platea. (foto James Bragazzi)

Produzione propria di pecorino e ricotta e yogurt Bio

Azienda Agricola

La MaestĂ  di Silvia e Alessia Tarabelloni

Via Faieto - 42034 Casina (RE) tel 0522 608063 e-mail: lamaesta2003@libero.it


51

DISEGNO E PROGETTAZIONE MECCANICA INDUSTRIAL DESIGN ILLUSTRAZIONI E DOCUMENTAZIONE TECNICA GRAFICA E ANIMAZIONE

MEDIA DESIGN - STUDIO TECNICO GRAFICO Via Emilia Ovest, 49 - 42048 - Rubiera (RE) Tel. 0522 621160 - Fax 0522 262154 www.mediadesignstudio.it - E-mail: info@mediadesignstudio.it


52

Gra

Ringraziamo tutti quelli che hanno dedicato un poco del loro tempo per la Proloco. Ringraziamo gli sponsor e tutti quelli che credono nella Proloco. Ringraziamo di cuore tutte le nostre


53

! e i az

donne che, quest’anno ancora di piÚ, hanno contribuito a realizzare l’estate Cortognese....senza di voi nulla sarebbe possibile... tortelli, cappelletti, torte...ecc...


54


55


56


giornalino_2008