Page 1

&

Europa Mediterraneo

Settimanale dell’Antenna Europe Direct- Carrefour Sicilia sui programmi e bandi dell’U.E. Direttore Responsabile Angelo Meli

Previsioni economiche d'inverno

Spediz. in abb. Postale — Art. 2 comma 20/c — Legge 662/96—Filiale PA

2012-2014 Nonostante il notevole miglioramento registrato nella situazione dei mercati finanziari dell'UE dall'estate 2012, secondo le ultime previsioni della Commissione, il ritorno alla crescita sarà più graduale del previsto. Dopo un secondo semestre 2012 deludente, per il 2013 si prevede una lenta crescita economica pari solo allo 0,1% nell'intera UE. L'economia della zona euro dovrebbe registrare invece una contrazione pari a -0,3%. Il miglioramento della situazione dei mercati fi nanziari non si è ancora tradotto in una crescita più forte e le prospettive per il 2013 rimangono deboli. Tuttavia, poiché gli squilibri precedenti alla crisi continuano a ridursi, nel 2014 si dovrebbe avere una ripresa della crescita, che si attesterà all'1,6% nell'UE e all'1,4% nella zona euro. Disoccupazione A causa della debole attività economica, quest'anno i tassi di disoccupazione dovrebbero aumentare all'11,1% nell'UE e al 12,2% nella zona euro. Inflazione L'inflazione nell'UE dovrebbe ridursi gradualmente nel corso del 2013 e stabilizzarsi il prossimo anno all'1,7% circa nell'UE e all'1,5% nella zona euro. Finanze pubbliche Numerosi paesi dell'UE stanno attuando misure di risanamento delle finanze pubbliche; nel 2013 i disavanzi di bilancio dovrebbero quindi ridursi al 3,4% nell'UE e al 2,8% nella zona euro. Nuove previsioni economiche d'inverno Queste proiezioni sono contenute nelle prime "previsioni economiche d'inverno " pubblicate dalla Commissione il 22 febbraio per la zona euro e per l'UE nel suo complesso. Rientrano tra le misure messe in campo dall'UE, a seguito della crisi economica e finanziaria, per monitorare più da vicino le economie nazionali e le finanze pubbliche. Le previsioni riguardano la crescita del PIL, l'inflazione, l'occupazione e le finanze pubbliche per il periodo 2012-2014. http://ec.europa.eu/news/economy/130222_it.htm http://ec.europa.eu/economy_finance/publications/european_economy/2013/pdf/ ee1_en.pdf Potete trovare il bollettino anche nel sito:www.carrefoursicilia.it e nella pagina Facebook del CarrefourSicilia .Questo l’indirizzo: http://www.facebook.com/groups/103301113040335/#!/profile.php? id=100000918225841

ANNO XV N. 08/13 26/02/13

Sommario Biocarburanti d'origine non alimentare

2

L'agenda della Commissione europea 25 febbraio - 3 marzo

3

Tabacco nell'UE: cala l'esposizione al fumo passivo

3

Questa settimana al PE

5

Europa da Oscar

5

Crescita e coesione sociale priorità per la U.E.

6

Ingresso della Crozia all’U.E.

7

Sette anni in più per l'Agenzia europea di cyber-sicurezza

8

Appalti UE: la riforma presentata in anteprima a Bruxelles

8

Nuova faccia nazionale delle monete in euro destinate alla circolazione

8

Inviti a presentare proposte

10

Concorsi

12

Manifestazioni

17

Presidenza della Regione Siciliana


AGRICOLTURA Avvisi Ass.to Agricoltura Regione Sicilia AVVISO: OCM Vino misura "Ristrutturazione e Riconversione Vigneti" - Proroga termini al 30 Aprile 2014 per l'estirpazione dei vigneti per le ditte in scorrimento graduatoria del bando 2012" (inserire il link al file Proroga diritti reimpianto 2013). "AVVISO: OCM Vino misura "INVESTIMENTI" - Invito alla presentazione delle domande, entro il 31 Marzo 2013, relative a progetti annuali per l'ammissione ai finanziamenti previsti per la campagna 2012/2013." "AVVISO: OCM Vino misura "INVESTIMENTI" - Invito alla presentazione delle domande, entro il 31 Marzo 2013, relative a progetti annuali per l'ammissione ai finanziamenti previsti per la campagna 2012/2013." (il presente invito sostituisce INTEGRALMENTE quello pubblicato in data 20/02/2013)

Nuovo disciplinare per il conferimento di incarichi e di collaborazioni esterne presso il Dipartimento Regionale degli Interventi Strutturali per l'Agricoltura. http://www.regione.sicilia.it/Agricolturaeforeste/Assessorato/index.htm#

La Cia provinciale di Siracusa ha un nuovo presidente: Luciana Vermiglia Produttrice di olio biologico e vicepresidente vicaria di Donne in Campo Sicilia, subentra a Fabio Moschella che da qualche mese presiede la Cia siciliana Luciana Vermiglia, imprenditrice agricola, titolare dell’azienda olivicola Ariazzae, è il nuovo presidente della Confederazione Italiana Agricoltori di Siracusa. E’ stata eletta all’unanimità dall’assemblea provinciale, subentra a Fabio Moschella, eletto lo scorso dicembre, Presidente regionale della Cia isolana. E’ la prima donna, nella storia della Confederazione siciliana, a rivestire tale carica, mentre ricopriva la carica di vicepresidente vicaria di Donne in Campo Sicilia, l’associazione regionale delle imprenditrici agricole promossa dalla Cia. Vice presidente è stato eletto Nino Di Marco, viticoltore, enologo, titolare dell’azienda agricola Terre di Noto. Nel corso dell’assemblea sono stati affrontati i temi della PAC, del fisco, del rapporto con il nuovo governo regionale. La CIA di Siracusa esprime profonda preoccupazione per le condizioni in cui versa l’agricoltura del territorio tuttavia ritiene che il settore possa dare un importante contributo alla crescita, allo sviluppo, all’occupazione. L’assemblea ha riconfermato Enzo Aglieco nell’incarico di direttore provinciale. I lavori sono stati conclusi da Mario Bosco nuovo vice presidente regionale di CIA Sicilia.

AMBIENTE

Biocarburanti d'origine non alimentare: una risposta alla deforestazione? La domanda crescente di colture per produrre dei biocarburanti può portare alla conversione delle foreste in zone agricole. Tale processo aumenta le emissione di CO2, che sarebbero assorbite da sempre meno alberi. Che fare? L'UE vuole passare ai biocarburanti prodotti da materie prime non alimentari, come i rifiuti. Il 20 febbraio, le commissioni all'Ambiente e all'Energia si sono confrontate sui limiti dei biocarburanti d'origine alimentare. "Spero che in futuro non dovremo scegliere tra mangiare e condurre delle macchine" ha dichirato la deputata liberale francese Corinne Lepage, relatrice per la commissione all'Ambiente, durante il workshop dedicato ai biocarburanti. Perché i biocarburanti d'origine alimentari sono meglio? "Siamo coscienti che i biocarburanti, come ogni fonte di energia, presentano degli inconvenienti. Il cambiamento indiretto di destinazione dei terreni è da tenere in conto - ovvero i potenziali effetti indiretti che potrebbero derivare dalla coltivazione di biomassa per la produzione di bioenergia, biocombustibili o biomateriali su terreni che in precedenza erano utilizzati per altri raccolti " ha sottolineato il deputato spagnolo di centro destra, Alejo Vidal-Quadras, relatore della commissione all'Energia. "Sostenere i biocarburanti di seconda generazione minimizzerebbe questo rischio". Questo fenomeno si produce quando le aree agricole europee sono utilizzare per produrre delle colture destinate ai biocarburanti. Nonostante ciò, la domande di prodotti agricole non diminuisce, i paesi europei sono costretti a importarli dall'estero, in zone in cui la produzione è poco costosa. Ma il rischio di questo processo è la deforestazione e l'aumento di emissioni di CO2. I biocarburanti di seconda generazione sono disponibili? La Commissione europea considera che i biocarburanti provenienti da riufiuti e residui agricoli hanno un impatto limitato sul clima. E nessuno sul prezzo dei prodotti alimenari. Nonostante ciò non sono ancora disponibili sul mercato, come ricordato da Raffaello Garofalo, rappresentante del comitato europeo dei produttori di carburanti. La loro commercializzazione potrebbe essere accelerata unicamente grazie ad un intervento pubblico, dopo il 2020. http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+IM-PRESS+20120921STO51991+0+DOC+XML+V0//IT Europa & Mediterraneo n. 08 46del 47 20 21 22 23 25 26 27 28 29 30 31 32-33 34 35 36 37 38 39 41 43-44 45 46 02 04 06 07 del30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 2


ATTUALITA’ L'agenda della Commissione europea 25 febbraio - 3 marzo L'agenda della Commissione europea si apre lunedì con il vertice UE- Ucraina che esaminerà lo stato delle riforme in Ucraina, presupposto per l'eventuale firma dell' accordo di associazione UE-Ucraina e la creazione di una zona di libero scambio . Un insieme di misure rivolte alla semplificazione delle formalità di verifica per l'attraversamento delle frontiere da parte dei cittadini dei paesi terzi che si recano spesso nell'Unione europea costituirà l'oggetto del pacchetto "Confini UE intelligenti: migliorare la mobilità e la sicurezza" che la Commissione presenterà mercoledì 27 febbraio. Attraverso l'utilizzo di tecnologie, il pacchetto consentirà ad alcune categorie di frequenti viaggiatori provenienti dai paesi terzi (ricercatori, studenti, uomini e donne d'affari, cittadini aventi stretti legami familiari con cittadini dell'Unione o residenti nelle regioni vicine dell'Unione) di entrare nel territorio dell'UE a seguito di procedure di controllo semplificate. Nella stessa giornata la Commissione europea presenterà la Comunicazione " Un livello di vita dignitoso per tutti entro il 2030", nella quale espliciterà la sua posizione sull'agenda per lo sviluppo e sulle azioni da mettere in atto in risposta alle due sfide globali: eliminazione della povertà e sviluppo sostenibile, obiettivi strettamente connessi. Altro punto nell'agenda della Commissione per la settimana è l'incontro del Commissario Hahn con i sindaci delle capitali UE. Obiettivo della riunione è stabilire un dialogo diretto e regolare tra la Commissione europea e le capitali dell'Unione in quanto attori essenziali per la realizzazione degli obiettivi di crescita della strategia Europa 2020. Venerdì 1 marzo la strategia europea per la competitività sostenibile del settore delle costruzioni e delle sue imprese sarà al centro del Convegno organizzato a Perugia dalla Regione Umbria e da SEU Servizio Europa. http://ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/comunicazione/agenda_25febbraio_3marzo2013_it.htm

Tabacco nell'UE: cala l'esposizione al fumo passivo, ma non abbastanza, secondo la Commissione La protezione dal fumo passivo è migliorata notevolmente nell'UE, come risulta da una relazione pubblicata oggi dalla Commissione Nel 2012 il 28% dei cittadini europei è risultato esposto al fumo passivo nei bar rispetto al 46% che si registrava nel 2009. La relazione si basa su relazioni autonome presentate dai 27 Stati membri dando seguito alla raccomandazione del Consiglio del 2009 relativa agli ambienti senza fumo (2009/C 296/02), che sollecitava i governi ad adottare e attuare leggi volte a proteggere appieno i loro cittadini dall'esposizione al fumo di tabacco negli ambienti pubblici chiusi, sul posto di lavoro e nei trasporti pubblici. La relazione dissipa le preoccupazioni quanto al fatto che il divieto di fumare si ripercuota negativamente sulle entrate dei bar e dei ristoranti ed indica anche che l'impatto economico è stato limitato, neutro e persino positivo col passare del tempo. Tuttavia, la relazione rileva anche i ritardi di alcuni Stati membri nel varare e applicare una normativa globale volte a proteggere la salute pubblica. Tonio Borg, Commissario europeo responsabile per la Salute e la politica dei consumatori, ha affermato: "La relazione pubblicata oggi indica che gli Stati membri hanno compiuto costanti progressi per proteggere i loro cittadini dal fumo passivo. L'esposizione dei cittadini al fumo, tuttavia, varia ancora notevolmente tra i diversi paesi dell'UE e c'è ancora una lunga strada da percorrere per trasformare in realtà lo slogan "Europa senza fumo". Sollecito tutti gli Stati membri a intensificare gli sforzi per far rispettare la legislazione, lodo quelli che hanno adottato leggi ambiziose contro il fumo e invito gli altri a seguire il loro esempio". L'esposizione al fumo passivo è una fonte diffusa di mortalità, morbilità e disabilità nell'UE. Secondo stime prudenziali[1]nel 2002 più di 70 000 adulti sono morti nell'UE a causa dell'esposizione al fumo di tabacco e molti di essi erano non fumatori o lavoratori esposti al fumo ambientale sul posto di lavoro. La convenzione quadro dell'OMS per la lotta contro il tabagismo sollecita tutti i firmatari (176 parti) ad assicurare un'efficace "protezione dall'esposizione al fumo di tabacco in tutti i luoghi di lavoro chiusi, nei trasporti pubblici, nei luoghi pubblici chiusi e, se del caso, negli altri luoghi pubblici". Nel 2007 sono stati adottati orientamenti per aiutare le parti a far fronte ai loro obblighi. È su tale sfondo che la Commissione ha adottato nel 2009 una raccomandazione del Consiglio relativa agli ambienti senza fumo in cui sollecita gli Stati membri a introdurre entro il novembre 2012 misure atte a fornire una protezione efficace contro l'esposizione al fumo di seconda mano. Altre risultanze principali della relazione:  Tutti gli Stati membri segnalano di aver adottato misure per tutelare i cittadini dall'esposizione al fumo di tabacco.  Le misure nazionali variano notevolmente in termini di entità e portata. Circa la metà degli Stati membri ha adottato o rafforzato la propria legislazione anti-fumo a partire dal 2009. Molti, tra cui l'Italia, hanno iniziato anche prima.  L'aspetto dell'enforcement (applicazione delle norme) sembra essere un problema in certi Stati membri. Unalegislazione complessa (ad esempio, una legislazione comprendente esenzioni) risulta particolarmente difficile da far rispettare.  Gli attuali tassi di esposizione dei cittadini dell'UE sono calati complessivamente tra il 2009 e il 2012 (ad esempio, per i cittadini che frequentano bar e mescite il tasso di esposizione è passato dal 46% al 28%). Vi sono però differenze estremamente rimarchevoli tra gli Stati membri.  Il Belgio, la Spagna e la Polonia sono esempi di paesi in cui l'adozione di una legislazione globale ha portato e riduzioni estremamente significative dei tassi di esposizione entro un breve lasso di tempo.  Gli effetti positivi per la salute derivanti dalla legislazione anti-fumo sono immediati e includono la riduzione dell'incidenza degli infarti cardiaci e il miglioramento della salute respiratoria. Il sostegno pubblico alla legislazione anti-fumo è estremamente alto in Europa. Da un'indagine del 2009 è emerso che la maggior parte dei cittadini europei è a favore. Ciò è anche corroborato dalle indagini nazionali da cui risulta che il sostegno della popolazione è aumentato a seguito dell'introduzione di misure efficaci. http://ec.europa.eu/health/tobacco/smoke-free_environments/index_en.htm Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 3


ATTUALITA’ Toolkit EESC su “Essere un cittadino UE responsabile” Il kit del Comitato Europeo Economico e Sociale è un’illustrazione di cosa significhi essere cittadino europeo. Comprende dieci tavole didattiche che mostrano le dimensioni economiche, sociali, politiche e culturali della cittadinanza responsabile e sostenibile nell’Unione Europea. La tavola educativa sulla cittadinanza attiva è disponibile in tutte le lingue UE. http://www.eesc.europa.eu/?i=portal.en.citizens-2013-toolkit

Come la Primavera araba si è trasformata in un incubo per i rifugiati siriani Centinaia di migliaia di rifugiati sono scappati dal regime siriano e si trovano oggi nel deserto della Giordania. Il deputato socialista Juan Fernando López Aguilar ha guidato la delegazione organizzata per conoscere meglio la situazione: "Queste persone sognano solo di poter tornare a casa e ci chiedono di aiutarli". Cosa pu`fare il PE? Come vivono i rifugiati? È stato un incontro molto toccante con persone che vivono in condizioni difficili. Per loro la Primavera si è trasformata in un incubo. La guerra civile in Siria è già costata la vita a 70.000 persone e ha messo in fuga milioni di siriani costretti a scappare nei paesi vicini. Il 65% sono donne e bambini. Minacciati di morte, perseguitati e maltrattati. Molti sono stati feriti dalle pallottole dell'esercito siriano. Parlando con queste persone, risulta chiaro che la situazione deve cambiare. Quello che chiedono è di poter tornare a casa, l'intervento delle autorità internazionali per portare un cambiamento politico e la fine del regime del Baath. Cosa può fare il PE? L'UE deve rafforzare le proprie misure politiche e il sostegno, tentando di raggiungere un cessate il fuoco e una soluzione politica. E la cosa più importante rimangono gli aiuti umanitari: gli investimenti per i richiedenti asili e i rifugiati non devono essere tagliati, ma aumentati. Al momento sosteniamo le ONG che lavorano sul posto e le azioni dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani. Una crisi umanitaria di questa entità può provocare un'instabilità politica maggiore... Dovremmo chiedere l'intervento dell'Unione europea in tutti i modi possibili: attraverso la diplomazia condotta dal vice presidente della Commissione Catherine Ashton e del Servizio europeo per l'azione esterna. Dobbiamo anche stabilire una politica europea per i nostri richiedenti asilo e rifugiati. Tutti gli Stati membri devono partecipare al processo attraverso le istituzioni europee. Non solo in termini di aiuti umanitari, ma anche dal punto di vista politico e diplomatico. Possiamo avere un'influenza determinante per un cambiamento politico in Siria e per mettere fine al regime. http://www.europarl.europa.eu/news/it/pressroom/content/20130211IPR05808/html/Syrian-refugees-in-Jordan-EP-delegation-calls -for-EU-to-continue-support

Crisi: perché le donne hanno bisogno di politiche sul lavoro Disoccupazione, lavoro part time e tagli ai servizi sociali: la crisi economica ha avuto delle conseguenze pesanti sulle condizioni di lavoro delle donne in Europa. La ripresa economica dipende non potrà essere possibile senza la loro partecipazione: cosa intende fare l'UE per facilitare questo processo? Martedì il 19 febbraio, la commissione dei Diritti delle donne ha approvato una relazione sul miglioramento della vita delle donne in Europa. Se le donne sono generalmente meno pagate e hanno meno garanzie sul lavoro, sono anche le più esposte durante un periodo di crisi. La deputata francese di centro destra Elisabeth Morin-Chartier, relatrice per il PE del dossier sulle conseguenze della crisi sulle donne, ha sottolineato: "All'inizio della crisi economica gli uomini sono stati le prime vittime, ma oggi le donne si trovano di fronte ad una crisi silenziosa che peggiora le condizioni di lavoro". Il numero di donne che lavorano part time è di gran lunga superiore rispetto agli uomini. E sono anche le prime vittime dei tagli agli aiuti sociali, perché si addossano solitamente le responsabilità familiari: sono le prime a dover lasciare il lavoro per occuparsi dei figli. Per non parlare delle donne donne single. Lo scarto medio dei salari tra uomini e donne rimane del 17%. Come uscire dall'impasse? La relazione adottata martedì include una serie di pratiche per migliorare la situazione delle donne lavoratrici: - gli Stati membri dovrebbero incoraggiare le donne imprenditrici; - gli asili aziendali dovrebbero essere una priorità; - l'uguaglianza tra generi dovrebbe essere integrata in ogni politica economica e di lavoro della Commissione europea, ed anche nel piano finanziario pluriennale. http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//NONSGML+COMPARL+PE-500.651+02+DOC+PDF+V0// IT&language=IT Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 4


ATTUALITA’ Questa settimana al PE: direttiva sul tabacco, permessi di emissione delle compagnie aeree, carne equina A due settimane dalla prossima plenaria, questa settimana i deputati inizieranno a lavorare sulla direttiva sul tabacco e voteranno sulla sospensione del settore aereo dal mercato europeo dei crediti di CO2. A seguito dello scandalo di carne equina, il commissario Borg illustrerà il piano d'azione previsto. Segui le audizioni in diretta! Avvisi più grandi sui pacchetti di sigarette e il divieto di aromatizzare il tabacco (per esempio al mentolo). Ecco alcune delle nuove proposte della direttiva sul tabacco presentata durante un'audizione pubblica lunedì. I deputati si confronteranno con il commissario alla Salute Tonio Borg, il ministro della salute James Reilly e alcuni rappresentanti della società civile. Le compagnie aeree dovrebbero essere temporaneamente sospese dal sistema per lo scambio di quote di emissione dei gas a effetto serra? A seguito delle reazioni negative a livello internazionale, la commissione all'Ambiente vota martedì una proposta di congelare l'estensione dei permessi di emissione di CO2 alle compagnie aeree. La speranza rimane che l'Organizzazione per l'aviazione civile internazionale possa trovare un accordo a livello internazionale nel 2013. La Lettonia dovrebbe adottare l'euro dall'1 gennaio 2014. Il ministro delle Finanze Andris Vilks e il governatore della Banca Centrale Ilmārs Rimšēvičs discuteranno la situazione martedì in commissione agli Affari economici. Martedì la commissione agli Affari economici discuterà la riforma del settore bancario dell'UE. Il PE prepara infatti le raccomandazioni sul rapporto sulla riforma del sistema bancario Ue, detto anche relazione Liikanen. L'accordo raggiunto sul quadro finanziario pluriennale arriva in PE. Mercoledì il presidente Schulz incontrerà a Dublino il premier Enda Kenny e José Manuel Barroso. Lunedì, Schulz incontrerà il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble. Lo scandalo della carne di cavallo e la sicurezza alimentare. I deputati a confronto con il commissario alla Salute Borg, giovedì mattina. Martedì si terrà un seminario sulla legislazione relativa ai dispositivi medico-diagnostici e agli aspetti etici dei test sul DNA. Mercoledì alle ore 16 il presidente della commissione ai Trasporti Brian Simpson rispondrà alle domande relative ai diritti dei passeggeri. Le relazioni tra UE e paesi dell'Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) saranno discusse giovedì in commissione al Commercio internazionale con gli ambasciatori di Vietnam, Malesia e Singapore http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/content/20130225STO06010/html/Questa-settimana-al-PE-tabacco-emissionedelle-compagnie-aeree-carne-equina

Europa da Oscar: con "Amour" e "Searching for Sugar Man" vince anche il programma MEDIA La commissaria europea Androulla Vassiliou si è complimentata con i registi di "Amour" e "Searching for Sugar Man", i due film finanziati dall'UE premiati alla cerimonia per l'85ª edizione degli Academy Awards a Hollywood Il regista austriaco Michael Haneke ha conquistato l'Oscar per il miglior film straniero con Amour, commovente ritratto di una coppia di anziani prossimi all'epilogo della loro vita. Searching for Sugar Man, la storia vera del chitarrista Sixto Rodríguez, scomparso nel nulla verso la metà degli anni '70, ha vinto invece la statuetta come miglior documentario. Gli autori si sono messi sulle sue tracce e l'hanno rintracciato, scoprendo che abbandonò la musica per lavorare come manovale. I film vincitori facevano parte dei sei candidati all'Oscar sostenuti dal programma MEDIA per il cinema, finanziati complessivamente per 2 milioni di euro. La commissaria Vassiliou, che aveva assistito alla prima di Amour al Festival del cinema di Cannes, dove vinse la Palma d'oro, ha dichiarato: "È una serata memorabile per l'industria cinematografica europea e per il programma MEDIA. Amour è un capolavoro del cinema europeo, mirabilmente scritto e interpretato. Le mie più vive congratulazioni a Michael Haneke." La commissaria ha anche reso omaggio al duo di registi-produttori Malik Bendjelloul e Simon Chinn per il loro successo:"Searching for Sugar Man è una storia incredibile e sono certa che d'ora in poi avrà ancora più successo", ha commentato. Il programma MEDIA ha come obiettivo promuovere la diversità e la competitività del settore audiovisivo europeo attraverso il finanziamento per lo sviluppo, la promozione e la distribuzione di film europei al di fuori del loro paese di origine. MEDIA passerà a far parte del nuovo programma Europa creativa a partire dal 2014. Contesto I sei film finanziati dal programma MEDIA in gara per gli Oscar (con i rispettivi finanziamenti ricevuti finora) erano: Amour di Michael Haneke (Francia, Austria, Germania), candidato all'Oscar come miglior film, miglior attrice protagonista, miglior regia, miglior film straniero e miglior sceneggiatura originale: ha ricevuto un milione di euro dal programma MEDIA per la distribuzione. A Royal Affair (En Kongelig Affaere) di Nikolaj Arcel (Danimarca), candidato all'Oscar come miglior film straniero (850 000 EUR). Kon-Tiki di Joachim Rønning ed Espen Sandberg (Norvegia/Svezia/Danimarca/Regno Unito), candidato all'Oscar come miglior film straniero (150 000 EUR). The Impossible di Juan Antonio Bayona (Spagna), candidato all'Oscar per la miglior attrice protagonista (Naomi Watts) (65.000 EUR). Searching for Sugar Man di Malik Bendjelloul (Svezia/Regno Unito), candidato all'Oscar come miglior documentario (20.000 EUR). The Gatekeepers di Dror Moreh (Francia/Israele), candidato all'Oscar come miglior documentario (110.000 EUR). Il finanziamento che i distributori ricevono dal programma MEDIA si basa su vari criteri, tra cui le vendite di biglietti registrate per i film stranieri. Il finanziamento è reinvestito in costi di distribuzione futuri e per aiutare a compensare i rischi. I film possono inoltre ricevere finanziamenti per lo sviluppo in fase di preproduzione. MEDIA [acronimo francese per "Mesure pour le Développement de l'Industrie Audiovisuelle" (Misure di incoraggiamento per lo sviluppo dell'industria audiovisiva)] è il programma dell'Unione europea per il periodo 2007-2013 a sostegno dell'industria cinematografica europea e del settore audiovisivo. Per il periodo 2014-2020, la Commissione ha proposto un budget di 1,8 miliardi di EUR per il programma "Europa creativa", oltre 900 milioni dei quali saranno destinati al programma MEDIA. http://ec.europa.eu/culture/media/index_en.htm Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 5


ATTUALITA’ Per la Commissione UE priorità a crescita e coesione sociale La Commissione europea ha esortato gli Stati membri a porre in cima alle priorità gli investimenti sociali e a modernizzare i propri sistemi di protezione sociale. Ciò implica strategie di integrazione attiva più produttive e un uso più efficiente ed efficace delle risorse destinate al sociale. Tale invito è esposto in una comunicazione sugli Investimenti sociali finalizzati alla crescita e alla coesione appena adottata dalla Commissione. La comunicazione fornisce inoltre orientamenti agli Stati membri su come utilizzare al meglio il sostegno finanziario dell’UE, in particolare quello offerto dal Fondo sociale europeo, per realizzare gli obiettivi prefissati. Nel contesto del semestre europeo, la Commissione provvederà a un attento monitoraggio del funzionamento dei sistemi di protezione sociale dei singoli Stati membri e formulerà all'occorrenza raccomandazioni specifiche ad uso dei paesi interessati. "Gli investimenti sociali sono fondamentali per emergere dalla crisi più forti, più coesi e più competitivi. Nel rispetto degli attuali vincoli di bilancio è opportuno che gli Stati membri rivolgano la loro attenzione al capitale umano e alla coesione sociale. Tale azione è di importanza decisiva per compiere reali progressi verso il conseguimento degli obiettivi della strategia Europa 2020. Investire oggi nel sociale ci aiuta a evitare che gli Stati membri sostengano costi finanziari e sociali molto più alti in futuro," ha dichiarato László Andor, commissario per l’occupazione, gli affari sociali e l’integrazione. Le conseguenze sociali dell’attuale crisi finanziaria sono molto gravi. Il pacchetto Investimenti sociali, appena presentato dalla Commissione, offre agli Stati membri orientamenti per perseguire politiche sociali più efficienti ed efficaci in risposta alle problematiche attuali, che comprendono gravi difficoltà finanziarie, aumento della povertà e dell’esclusione sociale, nonché livelli record di disoccupazione, in particolare tra i giovani. A ciò si aggiunge il problema dell’invecchiamento della società e della contrazione della popolazione in età lavorativa, che mette a prova la sostenibilità e l’adeguatezza dei sistemi sociali nazionali. Il pacchetto Investimenti sociali comprende anche una raccomandazione della Commissione in tema di lotta alla povertà infantile, che esorta ad applicare un approccio integrato agli investimenti sociali a favore dei bambini. Investire nei bambini e nei giovani è un modo particolarmente efficace di spezzare il circolo chiuso intergenerazionale della povertà e dell’esclusione sociale, nonché di migliorare le loro opportunità più avanti nella vita. Il pacchetto Investimenti sociali costituisce un quadro integrato di interventi che prende in debita considerazione le differenze sociali, economiche e di bilancio tra gli Stati membri. Esso prevede: - La garanzia che i sistemi di protezione sociale soddisfino i bisogni delle persone nei momenti critici della loro vita. È necessario fare di più per ridurre il rischio di disgregazione sociale ed evitare in tal modo una spesa sociale più elevata in futuro. - La semplificazione delle politiche sociali e la concentrazione sugli effettivi destinatari in modo da fornire sistemi di protezione sociale adeguati e sostenibili. Alcuni paesi riportano risultati migliori per la società rispetto ad altri Stati pur disponendo di risorse simili o inferiori, il che dimostra che esistono i margini per una spesa più efficiente in interventi sociali. - Il perfezionamento delle strategie di inclusione attiva negli Stati membri. Cura dell’infanzia e istruzione sostenibili e qualitativamente valide, prevenzione dell’abbandono scolastico, formazione e aiuto nella ricerca del lavoro, agevolazioni sulla casa e accessibilità dell’assistenza medica sono tutti settori di intervento con forti caratteristiche di investimento sociale. Contesto Il pacchetto Investimenti sociali si fonda sull’analisi dei dati e delle pratiche esemplari esistenti, da cui emerge che gli Stati membri fermamente impegnati negli investimenti sociali (agevolazioni e servizi che potenziano le abilità e le competenze della popolazione) mostrano tassi inferiori di popolazione a rischio di povertà o di esclusione sociale, migliori risultati nell’istruzione, un tasso di occupazione più alto, minori deficit e un PIL pro capite più elevato. Il pacchetto Investimenti sociali si compone di una Comunicazione che espone il quadro strategico, di azioni concrete che vanno adottate dagli Stati membri e dalla Commissione nonché di una serie di orientamenti sull’impiego dei fondi UE a sostegno delle riforme. Inoltre contiene:  Una raccomandazione della Commissione intitolata "Investire nell’infanzia: spezzare il circolo vizioso dello svantaggio" comprendente un quadro integrato di interventi volti a migliorare la condizione dei bambini;  Un documento di lavoro della Commissione che riporta dati relativi alle tendenze demografiche e sociali e al ruolo delle politiche sociali nel fornire risposte ai problemi sociali, economici e macroeconomici dell’UE;  Un documento di lavoro della Commissione che fa seguito alla propria raccomandazione del 2008 relativa all’inclusione attiva delle persone escluse dal mercato del lavoro;  La terza relazione biennale sui Servizi sociali di interesse generale, mirata ad aiutare le autorità pubbliche e gli stakeholder a comprendere e porre in atto la normativa UE riveduta in fatto di servizi sociali;  Un documento di lavoro della Commissione sull’assistenza di lungo periodo che illustra le problematiche e le possibilità di intervento;  Un documento di lavoro della Commissione su come affrontare il problema delle persone senza fissa dimora, che illustra lo stato attuale di tale realtà nell'Unione europea e le strategie possibili;  Un documento di lavoro della Commissione dedicato agli investimenti nella salute, contenente strategie volte a migliorare l'efficienza e l’efficacia dei sistemi sanitari in un contesto di bilanci per la sanità pubblica sempre più contenuti, unitamente a una disamina di come buone condizioni di salute possano contribuire a migliorare il capitale umano e l’inclusione sociale; e  Un documento di lavoro della Commissione che delinea in quali forme il Fondo sociale europeo contribuirà all’attuazione del pacchetto Investimenti sociali. Il pacchetto Investimenti sociali continua l’opera già iniziata con la Piattaforma europea contro la povertà e l’esclusione sociale e si aggiunge ad altre iniziative recenti della Commissione in risposta ai problemi sociali ed economici dell’Europa, ossia il pacchetto Occupazione, il pacchetto Occupazione Giovanile e il Libro bianco sulle pensioni. Tali iniziative hanno fornito agli Stati membri altri orientamenti sulle riforme nazionali indispensabili per rispettare gli impegni relativi agliobiettivi concordati della strategia Europa 2020. http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-13-118_en.htm Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 6


ATTUALITA’ Occupazione: la Commissione propone di destinare cinque milioni di euro agli ex lavoratori della Antonio Merloni S.p.A. in Italia La Commissione europea ha proposto di assegnare all'Italia 5 milioni di EUR del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) per facilitare il reinserimento professionale di 1 517 ex lavoratori della Antonio Merloni S.p.A. La proposta passa ora all'esame del Parlamento europeo e del Consiglio dei ministri dell'UE per approvazione. László Andor, Commissario UE responsabile per l'occupazione, gli affari sociali e l'inclusione ha dichiarato: "La crisi ha avuto un forte impatto sul mercato degli elettrodomestici, soprattutto a causa di una riduzione delle esportazioni. Se approvata, questa proposta di stanziamento di 5 milioni di EUR del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione aiuterà oltre 1 500 lavoratori in esubero a prepararsi per nuove opportunità di lavoro in altri settori nei quali le prospettive sono più promettenti." L'Italia ha chiesto il sostegno del FEG per 1 517 lavoratori posti in esubero dalla Antonio Merloni S.p.A., produttore italiano di elettrodomestici. Si prevede che tutti i lavoratori in esubero beneficeranno delle misure. Il pacchetto aiuterà i lavoratori offrendo loro un orientamento professionale, un orientamento mirato per gli ultracinquantenni, assistenza nella ricerca del lavoro, formazione professionale, riqualificazione e promozione dell'imprenditorialità. Queste misure saranno integrate da incentivi all'assunzione, da un'indennità per la ricerca di un lavoro e da un contributo alle spese di viaggio e di trasferimento. Il costo totale stimato del pacchetto è di circa 7,7 milioni di EUR, 5 dei quali saranno stanziati dal FEG. Contesto Per conservare la sua quota di mercato a fronte della concorrenza di paesi a basso costo del lavoro come la Cina e la Turchia, la Antonio Merloni S.p.A., quinto produttore di elettrodomestici dell'UE nel 2002, ha modificato la strategia di vendita e nel 2006 ha iniziato a vendere i suoi prodotti direttamente con i propri marchi. Con lo scoppio della crisi economica e finanziaria mondiale, la società si è trovata in una situazione di difficoltà finanziaria, ulteriormente aggravata dall'improvvisa stretta delle condizioni di accesso al credito finanziario. Nel 2007, con un fatturato di quasi 900 milioni di EUR, la Antonio Merloni aveva debiti e passività per circa 500 milioni di EUR. Il calo della produzione, che ha seguito la tendenza al ribasso registrata a livello europeo, e parallelamente i vincoli finanziari hanno condotto alla presentazione di una richiesta al ministero dello Sviluppo economico per l'ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi e successivamente alla cessazione delle attività della Antonio Merloni S.P.A. In totale sono stati dichiarati in esubero 2 217 lavoratori, 700 dei quali sono stati assorbiti dalla QS Group S.p.A. La presente domanda riguarda quindi i 1 517 lavoratori rimasti senza lavoro a causa della chiusura della Antonio Merloni S.p.A. I territori interessati dagli esuberi sono le regioni Marche e Umbria, in particolare le province di Ancona e Perugia, dove sono ubicati gli stabilimenti di produzione della Antonio Merloni S.p.A. Dall'inizio del suo funzionamento nel 2007, il FEG ha ricevuto 105 domande. Sono stati chiesti 454 milioni di EUR a sostegno di circa 94 500 lavoratori. Le domande di intervento del FEG riguardano lavoratori in esubero in un numero sempre maggiore di settori e sono presentate da un numero crescente di Stati membri. La maggiore apertura degli scambi commerciali con il resto del mondo si traduce, nel complesso, in vantaggi in termini di crescita e di occupazione, ma può anche causare la perdita di un certo numero di posti di lavoro, soprattutto nei settori vulnerabili e a danno dei lavoratori meno qualificati. Per questo motivo il Presidente della Commissione Barroso ha, per primo, proposto l'istituzione di un fondo per aiutare quanti devono adeguarsi alle conseguenze della globalizzazione. IL FEG è stato creato alla fine del 2006 con l'obiettivo di dimostrare la solidarietà di coloro che beneficiano dell'apertura dei mercati nei confronti dei pochi che devono affrontare il trauma improvviso della perdita del posto di lavoro. Nel giugno 2009, le norme del FEG sono state riviste per rafforzarne il ruolo come strumento di intervento rapido nel quadro della risposta europea alla crisi economica e finanziaria. Il regolamento FEG rivisto è entrato in vigore il 2 luglio 2009 ed è stato applicato a tutte le domande ricevute tra il 1º maggio 2009 e il 31 dicembre 2011. Sulla base dell'esperienza acquisita con il FEG dal 2007 e considerato il suo valore aggiunto per i lavoratori assistiti e le regioni interessate, la Commissione ha proposto di mantenere il Fondo anche nel periodo coperto dal quadro finanziario pluriennale 2014 -2020, migliorandone nel contempo il funzionamento. http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/andor/

Ingresso della Crozia all’U.E. Il Comitato degli Affari Esteri del Parlamento Europeo considera la Croazia pronta a diventare il 28° stato membro dell’Unione Europea. Durante una votazione il 19 febbraio, il Comitato ha affermato che la Croazia potrebbe accedere all’UE dal 1 Luglio. Il Comitato ha sottolineato la fiducia nella forza e la maturità della democrazia del paese, l’economia del mercato sociale e la capacità di adempiere agli obblighi legati all’appartenenza all’UE. La Croazia, tuttavia, deve sostenere lo sforzo delle sue riforme a prescindere dal suo accesso alla UE, per il bene dei suoi cittadini, afferma la risoluzione presentata da Libor Rouček (S&D, CZ) e passata con 60 voti contro 2, con 4 astensioni. Il Parlamento Europeo aveva dato il suo consenso all’accesso della Croazia il 1 Dicembre 2011. Ad oggi, 24 stati membri hanno ratificato il trattato di accesso della Croazia, che tuttavia necessita dell’approvazione di tutti gli Stati membri. Pertanto, i membri del PE hanno sollecitato i tre Stati membri mancanti a provvedere all’approvazione al più presto. La votazione della risoluzione è programmata per la sessione plenaria dell’11-14 Marzo a Strasburgo. http://www.europarl.europa.eu/news/en/pressroom/content/20130218IPR05916/ html/Croatia-ready-to-become-28th-member-state-say-MEPs Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 7


ATTUALITA’ Sette anni in più per l'Agenzia europea di cyber-sicurezza Il mandato dell'Agenzia europea incaricata della sicurezza delle reti e dell'informazione (ENISA) sarà rinnovata per altri sette anni, a seguito del voto il 20 febbraio della commissione all'Industria, alla Ricerca e all'Energia. Secondo il relatore Giles Chichester, l'agenzia dovrebbe essere spostata a Bruxelles. Al momento è basata a Candia, Creta. In una relazione per modernizzare l'agenzia creata nel 2004, il PE propone che l'ENISA assuma molte responsabilità supplementari diventando un attore fondamentale nella lotta alla cyber-criminalità, coniugando l'applicazione delle leggi e la protezione della vita privata. L'Agenzia europea di sicurezza on line dovrà assistere la Commissione europea nello sviluppo delle proprie politiche. Collaborerà anche con l'UE per riunire, analizzare e diffondere i dati sulla sicurezza delle reti e dell'informazione. http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/content/20130215STO05858/html/Sette-anni-in-pi% C3%B9-per-l'Agenzia-europea-di-cyber-sicurezza

Nuova faccia nazionale delle monete in euro destinate alla circolazione Faccia nazionale della nuova moneta commemorativa da 2 euro emessa dalla Spagna e destinata alla circolazione Le monete in euro destinate alla circolazione hanno corso legale in tutta l’area dell’euro. Per informare i cittadini e quanti, nell’esercizio della loro professione, si ritrovano a maneggiare monete, la Commissione pubblica le caratteristiche dei disegni di tutte le nuove monete in euro . Conformemente alle conclusioni adottate dal Consiglio il 10 febbraio 2009 , gli Stati membri dell’area dell’euro e i paesi che hanno concluso con la Comunità un accordo monetario relativo all’emissione di monete in euro sono autorizzati a emettere monete commemorative in euro destinate alla circolazione a determinate condizioni, in parti- colare che si tratti unicamente di monete da 2 euro. Tali monete presentano le stesse caratteristiche tecniche delle altre monete da 2 euro, ma recano sulla faccia nazionale un disegno commemorativo di alta rilevanza simbolica a livello nazionale o europeo. Paese di emissione: Spagna. Oggetto della commemorazione: sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO — Monastero di San Lorenzo del Escorial. Descrizione del disegno: nella parte interna della moneta è incisa l’immagine del monastero di San Lorenzo del Escorial. In alto, con scritta circolare e in maiuscolo, figura il nome del paese di emissione «ESPANA». Sul lato destro sono riportati l’anno di emissione «2013» e il marchio della zecca. Sull’anello esterno della moneta figurano le dodici stelle della bandiera dell’Unione europea. Volume di emissione: 8 milioni di monete. Data di emissione: febbraio 2013. GUUE C 50 del 21/02/13

Appalti UE: la riforma presentata in anteprima a Bruxelles La Camera di Commercio Belgo-Italiana presenta il nuovo corso di specializzazione sugli appalti europei Al momento é all’esame la proposta legislativa della Commissione europea che, se approvata, rivoluzionerebbe il mondo degli appalti pubblici in Europa. Con questa nuova “legge europea” partecipare ad un appalto sarebbe molto più facile. Procedure più semplici, meno burocrazia e soprattutto una grande apertura alle PMI che sarebbero incoraggiate a rispondere ai bandi. Questa importante riforma avrebbe un forte impatto sull’economia europea, poiché ben il 18% del PIL viene speso ogni anno dalle autorità pubbliche in beni, servizi e lavori, rendendo così gli appalti uno strumento strategico per favorire la crescita e la creazione di posti di lavoro. Con l’obiettivo di accompagnare le PMI italiane verso le opportunità di business offerte dall’UE, la Camera di Commercio BelgoItaliana organizza il Corso di specializzazione sugli appalti europei che si terrà a Bruxelles dal 20 al 22 marzo 2013. La vicinanza alle Istituzioni europee, e il monitoraggio continuo dell’iter legislativo della direttiva, hanno consentito l’ideazione di un corso dagli aspetti molto pratici e concreti. Il programma, suddiviso in due moduli, verrà sviluppato in tre giorni di formazione. Si comincerà dalle principali novità che verrebbero introdotte dalla nuova direttiva sugli appalti per poi analizzare gli strumenti più idonei e le modalità più congeniali per poter partecipare con successo ad una gara d’appalto. Un focus particolare verrà dedicato agli appalti pubblici banditi dalle Istituzioni europee, che si occupano non solo della fornitura di beni o della realizzazione di lavori, ma possono interessare anche attività come organizzazione di eventi, sviluppo di piattaforme elettroniche, gestione di corsi di formazione, realizzazione di studi e ricerche, campagne di comunicazione e così via. Le lezioni verranno supportate da esercitazioni guidate su bandi aperti che prevedono la compilazione dei documenti di gara, la redazione dell’offerta tecnica e la preparazione del buget. Tutto questo verrà sviluppato tenendo conto dei punti di forza che da sempre caratterizzano questa tipologia di corsi: l’approccio teorico-pratico delle lezioni, le esercitazioni guidate su bandi aperti, un corpo docente esperto e altamente qualificato, un accesso privilegiato alle diverse opportunità di finanziamento europeo grazie alla consulenza offerta al termine dell’esperienza. Le iscrizioni sono aperte sino al 27 febbraio 2013. Tutte le informazioni dettagliate sul programma, i docenti e le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito www.masterdesk.eu oppure contattando la dott.ssa Lucia Sinigaglia al numero 0032 260.900.81 o all’indirizzo appalti@masterdesk.eu. Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 8


ATTUALITA’ PIÙ SCUOLA MENO MAFIA, POTENZIATO ANSA-LEGALITA' IL MINISTRO PROFUMO: DA DIFFONDERE TRA I GIOVANI «Più scuola meno mafia». Con questo slogan il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Francesco Profumo sintetizza le iniziative promosse dal suo dicastero per favorire la diffusione della cultura della legalità tra gli studenti. Una di queste riguarda il canale ANSA Legalità (www.ansa.it/legalita) il cui restyling è stato realizzato grazie al sostegno del ministero dell'Istruzione. Il nuovo canale di ANSA.it è stato presentato al ministro presso la sede dell'ANSA dal presidente dell'Agenzia Giulio Anselmi, dall'Amministratore delegato Giuseppe Cerbone e dal Direttore Luigi Contu. Profumo ha sottolineato il valore dell'iniziativa. «Il Canale Legalità dell'ANSA - ha osservato - sarà una piattaforma ideale per la diffusione attraverso il web di tutte i progetti che il ministero sta portando avanti. Con strumenti come questo sarà possibile avviare un processo all'interno della scuola e tracciare un percorso di formazione 'attraentè per i giovani». Il ministro dell'Istruzione ha ricordato a questo proposito le diverse iniziative promosse su questi temi, a cominciare dalla manifestazione che, come ogni anno, si svolgerà il 23 maggio prossimo, in occasione dell'anniversario della strage di Capaci, con l'arrivo a Palermo di migliaia di ragazzi provenienti da tutta Italia a bordo delle «navi della Legalità». Nel corso dell'incontro il ministro Profumo ha anche lanciato una proposta concreta: «Sarebbe un'operazione importante - ha detto - se si trovasse una modalit… per cui una parte dei beni confiscati alla mafia potesse essere conferita al nuovo Fondo immobiliare per l'edilizia scolastica e poi convertita in nuove scuole». Il canale ANSA Legalità si presenta ora con nuovi contenuti e veste grafica: ricco di foto, video e contributi degli studenti, con aggiornamenti in tempo reale e sezioni specifiche sul contrasto alla criminalità, come le sezioni dedicate alla lotta al racket e al pizzo o ai beni confiscati. Il restyling consentirà una maggiore interazione con i navigatori e con le numerose associazioni che operano in questo campo. Sul canale anche alcune interviste video e immagini della mostra fotografica dell'ANSA «Falcone e Borsellino vent'anni dopo», inaugurata il 23 maggio scorso dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al palazzo Branciforte di Palermo. Apprezzamenti per il canale ANSA Legalità e per i suoi contenuti sono stati espressi anche dai ministri della Giustizia, Paola Severino, e dell'Interno Anna Maria Cancellieri, dal capo della Polizia Antonio Manganelli, dal vice presidente del Csm Michele Vietti e dal procuratore di Napoli, Giovanni Colangelo.

A SCUOLA NIENTE MAMMONI, +25% STUDENTI ALL'ESTERO CON INTERCULTURA 'Mammonì e con poca voglia di uscire dalla quotidianità. La classica immagine dei ragazzi italiani sembra smentita dai 6.300 studenti (+25% rispetto allo scorso anno) che hanno chiesto di partecipare alle selezioni per uno dei 1.800 posti messi a bando per studiare all'estero. Un migliaio staranno lontano dai genitori e dal loro ambiente per l'intero anno scolastico, gli altri per periodi più brevi. Numeri ben diversi da quelli del 2000, quando a partire furono 682 e la maggioranza diretti verso gli Stati Uniti. Una meta che oggi non è più un mito se il 22,1% (+1,1% rispetto al 2012) sceglie un Paese latino-americano, il 13,7% (+2%) l'Asia, il 22,1% Canada e Usa e il 34,6% Paesi europei. Numeri che sono confermati dai dati Ipsos, raccolti per il Rapporto dell'Osservatorio sull'internazionalizzazione: nel 2011 all'estero con un programma di studio individuale c'erano 4.700 studenti (3.300 per un anno) con un +34% rispetto agli ultimi due anni. Dai numeri dell'Associazione Intercultura sui giovani 'globetrotter' italiani si scopre una realtà dalla quale emergono ragazzi «propositivi, attivi, fiduciosi nel futuro» che credono «nel valore dell'educazione scolastica e nell'apertura internazionale», e l'obiettivo non è più solo quello di imparare una lingua, ma si va fuori dai confini perchè convinti che l'esperienza aiuterà ad avere una marcia in più nel mondo professionale e nelle relazioni interpersonali. E ci credono da nord a sud: tra quanti partecipano alle selezioni, la maggioranza sono studenti di terza e quarta superiore, non c'è grande distinzione tra le regioni di provenienza anche se il 19,8% è lombardo, il 10,9% partirà dal Lazio e più dell'8% da Veneto e Emilia Romagna. Anche la Puglia fa segnare un buon 7% e la Sicilia è al 6,4%. Da questo studio emerge invece la conferma che le femmine hanno una 'marcià in più tanto che fanno la parte del leone: il 64,2% degli iscritti sono ragazze e il 35,8% ragazzi. Su questo dato emerge una differenza più marcata tra le regioni con il Molise e la Val d'Aosta dove i maschi sono rispettivamente il 46,2% e il 46,7%. La maggioranza di coloro che ha deciso di provare viene dal liceo scientifico (44,5%) e il 24,7% dal classico. Con il 14,9% sono però in crescita gli istituti tecnici in particolare per la possibilità di apprendere direttamente nei laboratori in Italia ancora poco presenti. Tre quarti di coloro che partono lo fanno con una borsa di studio, parziale o totale, grazie anche alla collaborazione con aziende, banche, fondazioni e enti locali. Di questi e di altri numeri si parlerà a Firenze in un convegno internazionale su 'Il Corpo e la Rete: strumenti di apprendimento culturalè, in programma dal 28 febbraio al 2 marzo, organizzato dalla Fondazione Intercultura, con esperti provenienti da tutto il mondo. Saranno loro a cercare di comprendere anche l'uso, talvolta «contraddittorio», dei nuovi strumenti informatici e dei social network che, pur creando una rete virtuale di interazioni planetarie, sembrano quasi rendere più difficile il distacco dal proprio ambiente. Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 9


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE INVITO A PRESENTARE PROPOSTE — EACEA/07/13

MEDIA 2007 — Sviluppo, distribuzione, promozione e formazione Sostegno alla distribuzione transnazionale dei film europei Sistema di sostegno «agente di vendita» 2013 Il presente avviso di invito a presentare proposte si basa sulla decisione n. 1718/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 novembre 2006, relativa all’attuazione di un programma di sostegno al settore audiovisivo europeo (MEDIA 2007). Uno degli obiettivi del programma è favorire e sostenere una maggiore distribuzione transnazionale di recenti film europei fornendo fondi ai distributori in funzione dei risultati da loro ottenuti sul mercato, per altri reinvestimenti in nuovi film europei non nazionali. Il sistema mira altresì a promuovere i collegamenti tra i settori della produzione e della distribuzione aumentando così la quota di mercato dei film europei e la competitività delle società europee. La proposta della Commissione relativa al programma «Creative Europe» non è ancora stata adottata dal legislatore europeo. L’Agenzia ha tuttavia deciso di pubblicare il presente invito a presentare proposte per consentire una rapida attuazione del programma dopo l’adozione da parte del legislatore europeo e per- mettere ai beneficiari potenziali dei finanziamenti comunitari di preparare al più presto dette proposte. Il presente invito a presentare proposte non è legalmente vincolante per l’Agenzia. Può infatti essere annullato e potranno essere pubblicati altri inviti a presentare proposte di diversa natura e con scadenze di presentazione adeguate. Più in generale, l’attuazione del presente invito è subordinata al rispetto della seguente condizione: — adozione del programma di lavoro del programma «Creative Europe» in seguito a consultazione del relativo comitato responsabile. Il presente avviso è destinato a qualsiasi società europea che funga da agente intermediario per il produttore, specializzata nello sfruttamento commerciale di un film mediante commercializzazione e concessione di licenze a distributori o ad altri acquirenti per territori stranieri, e le cui attività contribuiscano al consegui- mento dei suddetti obiettivi del programma MEDIA, così come descritti nella decisione del Consiglio. I candidati devono avere la loro sede in uno dei seguenti paesi: — i 27 paesi dell’Unione europea, — paesi SEE, — la Svizzera, — la Croazia, — la Bosnia-Erzegovina (a condizione che il processo di negoziazione sia ultimato e la partecipazione di tale paese al programma MEDIA sia formalizzata). Il sistema di sostegno «agente di vendita» consta di due fasi: — creazione di un fondo potenziale, che sarà calcolato in funzione dei risultati ottenuti dalla società sul mercato europeo durante il periodo di riferimento (2008-2012), — reinvestimento del fondo potenziale: così generato da ogni società il fondo deve essere reinvestito in 2 moduli (2 tipi di azione) entro il 2 marzo 2015; 1) nei minimi garantiti pagati per i diritti di vendita internazionale di nuovi film europei non nazionali; 2) e/o nella promozione, nel marketing e nella pubblicità di nuovi film europei non nazionali. Perché il film sia ammissibile, il primo diritto d’autore (copyright) non deve essere stato rilasciato prima del 2008. La durata massima delle azioni è di 18 mesi dalla data della firma del contratto di vendita internazionale. Le azioni di reinvestimento del fondo potenziale generato dal presente invito a presentare proposte devono rispettare le scadenze di seguito indicate: il contratto/ l’accordo di vendita internazionale stipulato con il produttore non deve essere stato sottoscritto prima del 18 giugno 2013. Le domande di reinvestimento devono essere presentate all’Agenzia entro 6 mesi dalla firma del contratto/ dell’accordo di vendita internazionale con il produttore e comunque entro e non oltre il 2 marzo 2015 (farà fede il timbro postale). Un fondo potenziale sarà attribuito agli agenti di vendita europei ammissibili in base alle loro performance sui mercati europei (ovvero aziende che partecipano al programma MEDIA). Il sostegno avverrà sotto forma di un fondo potenziale (il «fondo») a disposizione di agenti di vendita per ulteriori investimenti in recenti film europei non nazionali. Qualora, nell’ambito del presente invito a presentare proposte, l’importo dei fondi generati dovesse eccedere la cifra di 1,5 milioni di EUR, ciascun fondo potenziale verrà ridotto in proporzione. Il fondo può essere reinvestito: 1) per finanziare il minimo garantito o gli anticipi pagati per i diritti di vendita internazionali di nuovi film europei non nazionali; 2) per coprire i costi della promozione, del marketing e della pubblicità di nuovi film europei non nazionali. Il bilancio complessivo disponibile è pari a 1 500 000 EUR. Il contributo finanziario assegnato avviene sotto forma di sovvenzione. Il sostegno finanziario non può superare il 50 % del totale dei costi ammissibili. Non è previsto un importo massimo. L’Agenzia si riserva il diritto di non attribuire l’intero ammontare di fondi a disposizione. Le proposte per la «creazione» di un fondo potenziale devono essere inviate entro e non oltre il 18 giugno 2013 (farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Agenzia esecutiva per l’educazione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) Sari Vartiainen MEDIA Programme BOUR 3/66 Avenue du Bourget/Bourgetlaan 1 1140 Bruxelles/Brussel BELGIQUE/BELGIË Saranno ammesse unicamente le domande presentate mediante il modulo ufficiale, debitamente firmato dalla persona autorizzata ad assumere impegni vincolanti a nome dell’organizzazione richiedente. Le buste devono indicare chiaramente: MEDIA programme — Distribution EACEA/07/13 — Sales agent Le domande inviate via fax o posta elettronica saranno scartate. Le linee guida dettagliate, unitamente al modulo di domanda, sono disponibili al seguente indirizzo Internet: http://ec.europa.eu/culture/ media/fundings/distribution/support-to-sales-agents/index_en.htm Le domande devono essere presentate utilizzando gli appositi moduli e devono contenere tutte le informa- zioni e gli allegati richiesti. GUUE C 54 del 23/02/13 Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 10


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE OSSERVATORIO EUROPEO DELLE DROGHE E DELLE TOSSICODIPENDENZE

Invito a manifestare interesse a partecipare al comitato scientifico dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze Il presente invito è rivolto a esperti in campo scientifico che desiderino essere considerati ai fini di una loro partecipazione in veste di membri del comitato scientifico dell’OEDT. L’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT), con sede a Lisbona, in Portogallo, è stato istituito per fornire all’Unione europea e ai suoi Stati membri «informazioni fattuali, obiettive, affidabili e comparabili a livello europeo sul fenomeno delle droghe e delle tossicodipendenze, nonché sulle loro conseguenze» . Per ulteriori informazioni sull’OEDT si rimanda al sito web: http://www.emcdda.europa.eu Comitato scientifico dell’OEDT Il comitato scientifico dell’OEDT è previsto dall’articolo 13 del regolamento (CE) n. 1920/2006 del Parla- mento europeo e del Consiglio relativo all’istituzione di un Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (rifusione) . Il compito del comitato scientifico è assistere il consiglio di amministrazione e il direttore dell’OEDT emettendo un parere su qualsiasi questione scientifica relativa alle attività dell'Osservatorio sottopostagli dal consiglio di amministrazione o dal direttore. Inoltre la valutazione dei rischi delle nuove sostanze psicoattive è effettuata sotto gli auspici del comitato scientifico, conformemente alle disposizioni dell’articolo 6 della decisione 2005/387/GAI del Consiglio, del 10 maggio 2005, relativa allo scambio di informazioni, alla valutazione dei rischi e al controllo delle nuove sostanze psicoattive . Il comitato scientifico è composto da un massimo di quindici scienziati di chiara fama nominati, in ragione della loro eccellenza scientifica e della loro indipendenza, dal consiglio di amministrazione. I membri del comitato scientifico sono nominati a titolo personale e forniscono il loro parere in piena indipendenza rispetto agli Stati membri e alle istituzioni dell’Unione europea. I membri nominati rappresentano gli ambiti scientifici più pertinenti rispetto ai problemi della droga e della tossicodipendenza, vale a dire: — ricerca biologica, neurobiologica e comportamentale di base (comprese la ricerca eziologica e la ricerca su comportamenti che favoriscono le dipendenze), — ricerca basata sulla popolazione ed epidemiologia (compresi indagini di siti e studi etnografici) — riduzione della domanda (compresi prevenzione, trattamento, riduzione dei danni e reinserimento), — offerta, riduzione dell’offerta e criminalità, — politica in materia di droghe (comprese norme, questioni economiche e strategie). Ai candidati nominati membri del comitato scientifico sarà richiesto di dichiarare eventuali interessi con- trastanti e di firmare una dichiarazione di indipendenza e di impegno rispetto alle attività del comitato scientifico dell’OEDT. Informazioni più dettagliate, unitamente ai moduli di candidatura, sono disponibili in inglese sul sito web dell’OEDT (http://www.emcdda.europa.eu/calls/2013/sc). Le candidature devono pervenire tramite posta elet- tronica all’indirizzo scicom.call2013@emcdda.europa.eu o mediante lettera raccomandata all’indirizzo indi- cato di seguito. I moduli per la presentazione delle candidature in formato cartaceo possono essere richiesti all’indirizzo seguente: OEDT Att. Selezione del comitato scientifico Cais do Sodré 1249-289 Lisboa PORTUGAL Il termine ultimo per la presentazione delle candidature è il 15 aprile 2013 alle ore 17.00, ora di Lisbona (fanno fede il timbro postale o la data e l’ora del messaggio di posta elettronica). L’OEDT si riserva il diritto di escludere le candidature pervenute successivamente a tale data. GUUE C 51 del 22/02/13

Invito a presentare proposte nell'ambito del programma di lavoro per il Artemis Joint Undertaking Si avvertono gli interessati della pubblicazione di un invito a presentare proposte nell'ambito del programma di lavoro per il Artemis Joint Undertaking Si sollecitano proposte per il seguente invito: Artemis-2013-1. La documentazione relativa all'invito, in cui si precisano le scadenze e la dotazione finanziaria, è disponibile sul seguente sito internet: http://ec.europa.eu/research/participants/portal/page/calls GUUE C 56 del 26/02/13

Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 11


CONCORSI Concorso nazionale “Scuola facendo…conoscere, volere, partecipare: 3 modi per essere cittadini in Italia, in Europa, nel mondo “. L'Associazione Non Governativa Scuola Strumento di Pace E.I.P. “Ecole Instrument de Paix” Italia, riconosciuta dall’UNESCO e dal Consiglio d'Europa promuove il 41 ° Concorso nazionale “Scuola facendo…conoscere, volere, partecipare: 3 modi per essere cittadini in Italia , in Europa, nel mondo “. SEZIONI del CONCORSO La journée mondiale poésie-enfance: TAMBURI PER LA PACE- Progetto per studenti e docenti delle Scuole primarie e secondarie statali e paritarie e Enti Locali. UNA FRATERNITÀ PER TUTTI I COLORI – giovedì 21 marzo 2013. Suoni e poesie per una primavera di pace nelle scuole, nelle piazze, nei giardini, nei parchi. Questa azione si svolge in numerosi paesi del mondo nello stesso momento con lo stesso scopo.www.drumsforpeace.org -PREMIO “E.I.P Poesia giovane Michele Cossu” XXIII EDIZIONE per lavori di giovani sulla pace e i diritti umani. -Premio E.I.P I Ricordi della memoria Salvo D’ Acquisto per progetti e lavori sul tema della memoria. -PREMIO E.I.P. Luigi Petacciato “SICUREZZA A SCUOLA” III EDIZIONE. -PREMIO “E.I.P. FIDIA” per le arti figurative e plastiche sul tema: “Rappresenta il diritto umano alla cultura”. -PREMIO “ E.I.P SPORT come strumento di pace” per il rispetto del principio di legalità espresso nelle regole sportive del “fair play”. -PREMIO “E.I.P. CISS - Centro Incontri Stampa Scuola- MARISA ROMANO LOSI "Il mio giornale scolastico. SCADENZA: 20 aprile 2013. http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/a2c14c67-2eb6-46a6-8a3d-4ee33e9876b2/ guido_graziani.pdf

Progetto Employability 2.0 Un percorso interaziendale di formazione e lavoro rivolto a 100 giovani laureati e laureandi, che potranno vivere due significative esperienze professio nali retribuite, di un anno ciascuna, in grandi imprese italiane ed internazionali. Il progetto Employability 2.0 mira all’inserimento di 100 giovani laureati nelle imprese del Consorzio ELIS attraverso la realizzazione di una nave scuola consortile che consenta l’assunzione di giovani offrendo loro un percorso di sviluppo basato su job rotation interaziendale e investimento formativo. Il percorso è rivolto a laureati e laureandi (con particolare riguardo ai laureati in ingegneria, economia, statistica, informatica e matematica) con i seguenti requisiti: età non superiore a 27 anni; ottima conoscenza della lingua inglese (upper intermediate); cittadinanza UE (facoltativo). Ai laureati è richiesto: voto di laurea non inferiore a 107; esperienza di studio o lavoro all’estero di almeno 3 mesi anche non continuativi (facoltativo). Ai laureandi è richiesto: media degli esami minima del 27; massimo 3 esami e sei mesi mancanti alla laurea. Per il secon do intake, con partenza a marzo 2013, saranno selezionati 34 giovani. Occorre candidarsi tramite il modulo online entro il 28 febbraio e le selezioni si terranno a Roma e Milano. http://www.employability20.it/

Offerte di lavoro e opportunità di studio per neodiplomati da LIDL

Concorso grafico pittorico sulla disabilita Si tratta di concorso grafico pittorico destinato a tutti gli studenti delle

scuole secondarie di primo e secondo grado di tutto il territorio nazio“Vi piacerebbe poter studiare in un’università internazionale. La finalità è riuscire a comprendere in quali modalità gli studenti nale e contemporaneamente percepire un regolare stivedono e vivono la tematica dell’integrazione delle persone disabili, pendio per gettare le basi della vostra futura carriera”? È nonché accertare in che modo si confrontano con essa. La tecnica così che la compagnia di discount Lidl si appella giovani in procinto di ottenere un ottimo voto di diploma. La cate- grafico-pittorica, i materiali e gli strumenti utilizzabili sono a discrezione degli studenti partecipanti al concorso. Essa può essere ad esempio in na di supermercati intende formare, infatti, i futuri Capo Settore/Retail Manager presso una delle Direzioni Gene- forma di pittura o di fotomontaggio, di disegno, di collage, a mano liberali in Europa. Quindi mette in palio un’alternativa al con- ra o realizzata con i comuni programmi di grafica al computer. La tecnica e il mezzo devono essere i più consoni alla libera ricerca espressiva sueto percorso universitario: la possibilità di conseguire dello studente e i più efficaci a trasmettere l’idea/messaggio espressi una laurea triennale ad indirizzo Commercio Internazionel proprio elaborato. La “scheda di adesione al concorso” deve essenale o Commercio dei beni di Consumo. Per tutta la dure compilata in tutte le sue parti e inoltrata via mail , mezzo posta o a rata del percorso formativo Lidl offrirà un regolare stipenmano entro e non oltre il giorno 13 Aprile 2013. dio. I moduli teorici, che si svolgeranno presso le Univerhttp://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/ sità di Mosbach o Heilbronn e si alterneranno a quelli SpacesStore/2075dcb8-3b2b-4cae-aaf0-1f52bfea1610/ pratici ogni 3 mesi. Quali sono quindi i requisiti dei prosconcorso_graficopittorico_disabilita.pdf simi neodiplomati? È richiesto un ottimo rendimento scolastico, soprattutto in matematica, tedesco ed inglese (parte delle lezioni si svolgeranno in queste due lingue); impegno e ottime capacità d’apprendimento; autonomia, intraprendenza e capacità di organizzazione; flessibilità, perseveranza e determinazione; mobilità; interesse per le lingue straniere e apertura verso le altre culture. La data di inizio del percorso formativo è prevista per ottobre 2013 e le candidature rimarranno aperte fino al 31 marzo 2013. Maggiori informazioni http://www.lidl.it/cps/rde/xchg/SID-0CC5D866-66A55BD3/lidl_it/hs.xsl/4193_24857.htm http://www.lavoroeformazione.it/news/lavoro/offerte-di-lavoro-e-opportunita-22-02-2013,4813 Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 12


CONCORSI CORSI DI ALTA SPECIALIZZAZIONE “EURO” COME FUNZIONANO I FONDI EUROPEI EURO 1 TECNICHE E STRUMENTI DI PROGETTAZIONE IN AMBITO EUROPEO - EURO 2 BUDGET, RENDICONTAZIONE E GESTIONE DEL PROGETTO - EURO 3 Destinatari: Dirigenti, funzionari, operatori del settore pubblico e privato. Settore privato: PMI, Imprese, Associazioni di categoria, Ordini professionali; consulenti, liberi professionisti; erogatori di servizi alle Imprese. Settore pubblico: Enti Locali, Enti pubblici, dirigenti e ricercatori universitari. Terzo settore: ONP, ONG, erogatori di servizi al Terzo settore. Propedeuticità: i corsi EURO 2 ed EURO 3 sono aperti a chi abbia una conoscenza generale del funzionamento dei programmi di finanziamento europei, o abbia già frequentato i corsi EURO di Alta Specializzazione precedenti. EURO 1 - 2 giorni da 7 ore; 18-19 marzo 2013 Obiettivi: Fornire competenze di base sul funzionamento del sistema di finanziamenti europei, attraverso conoscenze specifiche relative alla definizione dei programmi di finanziamento e al ruolo delle Istituzioni europee nella adozione e nella gestione dei finanziamenti; alle fonti di informazione e loro utilizzo efficace; ai principi di funzionamento dei finanziamenti europei e delle altre opportunità di lavoro con le Istituzioni europee (appalti europei). Il corso si concentra sui programmi di finanziamento gestiti in maniera diretta dalle Istituzioni europee, che costituiscono il complemento ai finanziamenti dei Fondi Strutturali gestiti invece a livello regionale e locale. Focus particolare del corso è costituito dalla programmazione 2014-2020. Contenuti: Il quadro finanziario europeo: fondi disponibili e suddivisone tra le opportunità di lavoro. Il ruolo delle Istituzioni europee nella definizione e gestione dei finanziamenti. I principi di funzionamento dei programmi europei a gestione diretta. Documentazione per l’accesso ai programmi di finanziamento. Le fonti di informazione comunitaria e loro utilizzo efficace. Elementi distintivi dei progetti europei: innovazione, valore aggiunto europeo, transnazionalità. Il ciclo di vita del progetto europeo. EURO 2 - 3 giorni da 7 ore: 17-18-19 aprile 2013 Obiettivi: Trasmettere metodologie e strumenti per una efficace progettazione in ambito di programmi europei a gestione diretta. I docenti hanno esperienza ventennale nello sviluppo e redazione di progetti europei. Il programma approfondisce tutti gli elementi che costituiscono un progetto di successo, illustrando la metodologia per lo sviluppo dei contenuti della proposta secondo i criteri richiesti dalla Commissione europea. Il programma prevede una sezione di workshop, per lo sviluppo in piccoli gruppi della strutturazione di un’idea progettuale. Contenuti: Il ciclo di vita del progetto europeo e le fasi di sviluppo e redazione della proposta. La documentazione di base e la struttura dei formulari. Lo sviluppo delle diverse sezioni della proposta: contesto; obiettivi; risultati; ruolo dei partner. Definizione del partenariato e struttura del consorzio transnazionale. La WBS, le fasi del progetto. Grafici di supporto alla progettazione. Il budget di progetto: costi ammissibili e quantificazione. Workshop di progettazione in gruppi. EURO 3 - 2 giorni da 7 ore: 7-8 maggio 2013 Obiettivi: Approfondire le capacità di progettazione relativamente alla definizione del budget di progetto, alla gestione tecnica e finanziaria dei progetti e alla rendicontazione. Il contesto di riferimento è esclusivamente quello dei programmi di finanziamento a gestione centralizzata e non dei Fondi Strutturali. Il programma analizza ed approfondisce gli elementi relativi alla definizione e al calcolo del budget di progetto; alla gestione del progetto da un punto di vista finanziario e tecnico, con riferimento alle relazioni con la Commissione europea e tra i partner del consorzio e ai report tecnici; alla rendicontazione tecnica e finanziaria dei progetti. Il programma è completato con esercitazioni di simulazione. Contenuti: La definizione del budget: costi ammissibili e costi non ammissibili: natura e misura. Il calcolo del budget di progetto e la sua relazione con le attività pianificate. Relazioni finanziarie tra i partner. Gestione del progetto: relazioni con la Commissione europea e tra partner; elementi di Project Management applicati ai progetti europei; meeting di progetto; report. Rendicontazione tecnica e finanziaria: tempi, modalità, documentazione. Docenti: esperti di tematiche comunitarie e progettazione europea operanti in Italia, a Bruxelles e in ambito internazionale dal 1991. Quote di partecipazione: Le quote di partecipazione individuale sono pari a: COME FUNZIONANO I FONDI EUROPEI - EURO 1 330,00 euro, oltre ad IVA se dovuta. TECNICHE E STRUMENTI DI PROGETTAZIONE IN AMBITO EUROPEO - EURO 2 430,00 euro, oltre ad IVA se dovuta. BUDGET, RENDICONTAZIONE E GESTIONE DEL PROGETTO - EURO 3 330,00 euro, oltre ad IVA se dovuta. Sono previste agevolazioni (vedi scheda di iscrizione) Informazioni e contatti: Informazioni su programmi di dettaglio, quote di partecipazione e modalità di iscrizione possono essere richieste per e-mail a giulia.satariano@cerisdi.org o allo 091.6379929. Attestati di partecipazione: A conclusione di ciascun corso gli iscritti riceveranno un attestato di partecipazione. Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 13


CONCORSI VISITE DI STUDIO Il 28 MARZO è la scadenza per candidarsi per partecipare ad una Visita di Studio. Tale attività permette di compiere brevi mobilità individuali in uno dei paesi europei al fine di esaminare un particolare aspetto dell’apprendimento permanente. Le visite sono rivolte nello specifico a specialisti e decisori impegnati nel campo dell'istruzione e/o della formazione professionale, ovvero a candidati che abbiano a che fare sia con il mondo della scuola sia con quello della formazione professionale. Alcuni profili eleggibili sono : Rappresentanti di autorità locali, regionali e nazionali Direttori della formazione in azienda Rappresentanti di camere di commercio/industria/artigianato Rappresentanti delle parti sociali imprenditoriali Rappresentanti dei sindacati Direttori di istituti, centri o enti di IFP (istruzione e/o formazione professionale) Direttori di centri di orientamento Direttori di centri di convalida o accreditamento Capi di dipartimento di enti locali, regionali o nazionali formatori di insegnanti Ispettori nel campo dell’IFP Rappresentanti di reti e associazioni di istruzione e formazione Consulenti pedagogici o di orientamento Rappresentanti di servizi didattici, uffici di collocamento o centri di orientamento Direttori delle risorse umane Imprenditori/dirigenti di PMI (piccole e medie imprese) Ricercatori in ambito IFP I profili eleggibili appartenenti all'ambito della scuola sono: - dirigenti scolastici - direttori dei servizi generali amministrativi - docenti con nomina di funzione strumentale (allegare copia della nomina o dichiarazione del Dirigente relativa all'a.s. 2012/13) - docenti con incarico di formatori di insegnanti (allegare dichiarazione del Dirigente relativa all'a.s. 2012/13) - docenti con nomina a Capo dipartimento (allegare copia della nomina o dichiarazione del Dirigente relativa all'a.s. 2012/13) - consulenti pedagogici o di orientamento (allegare dichiarazione del Dirigente relativa all'a.s. 2012/13) Le informazioni necessarie per presentare una candidatura per partecipare ad una Visita di Studio sono disponibili alla seguente pagina del sito dell'Agenzia LLP Italia: http://www.programmallp.it/index.php?id_cnt=426 N.B.: I candidati che abbiano partecipato ad una visita dopo settembre 2011 NON sono eleggibili per questa selezione. E' utile leggere le sezioni dedidate alla presentazione della candidatura: - chi può candidarsi, - come viene valutata la candidatura, - catalogo visite (visite che si svolgono nel periodo settembre 2013/febbraio 2014) - come partecipare, - sostegno finanziario, - strumenti utili, - domande frequenti Infine la registrazione online sarà possibile alla seguente pagina http://www.programmallp.it/box_contenuto.php? id_cnt=2352&id_from=126&style=trasversale&pag=1 Sperando che questo tipo di attività possa essere di vostro interesse, vi invitiamo a presentare la vostra candidatura entro il 28 marzo 2013. Per ulteriori informazioni contattare l'Agenzia LLP - Visite di Studio al seguente indirizzo email: visitestudio@indire.it Agenzia Nazionale LLP (Comenius, Erasmus, Grundtvig e Visite di Studio) – Italia Sede legale: Via Buonarroti, 10 - 50122 Firenze Sede operativa: Via Magliabechi, 1 - 50122 Firenze tel: +39 055 2380 387 (marmer-ven 10.30/12.30) fax: +39 055 2380 399 / 343 email: visitestudio@indire.it web: http://www.programmallp.it/index.php? id_cnt=126

Oltre le quinte Per Esempio Onlus ti offre l’opportunità di partecipare al progetto “Oltre le quinte” finanziato dal Programma Gioventù in Azione (azione 1.2). Le attività rivolte a giovani tra i 18 ed i 30 anni partiranno nel mese di marzo, avranno una durata di cinque mesi (150 ore), e saranno completamente gratuite. Il piano di lavoro prevede la formazione di una compagnia teatrale itinerante che, con le sue performance, promuoverà sul territorio regionale valori e prassi utili al rafforzamento sociale e allo sviluppo in senso interculturale della nostra isola. I partecipanti al progetto, in un clima di assoluta libertà di espressione e di condivisione di esperienze, realizzano una serie di laboratori e di spazi creativi al fine di promuovere il dialogo, la solidarietà e la collaborazione come valori e stili di vita per costruire una società interculturale. Il teatro e la recitazione diventano strumenti di conoscenza e di sviluppo della realtà interiore, strumenti attraverso i quali rappresentare l’oppressione quotidiana e coinvolgere i cittadini nella condivisione di buone pratiche. I laboratori espressivo-teatrali saranno gestiti dall’attrice e regista Valeria Sara Lo Bue. E’ possibile scaricare la scheda di iscrizione dal nostro sito www.peresempionlus.org Per ulteriori informazioni scrivere all’indirizzo info@peresempionlus.org oppure contattare l’associazione ai numeri: 3339685574 (Guido) o 3288184800 (Luisa). Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 14


CONCORSI Concorso nazionale "CLASSE TURISTICA. Festival del turismo scolastico", Il Touring Club Italiano, con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, indice e la sesta edizione del Concorso nazionale "CLASSE TURISTICA. Festival del turismo scolastico", che si svolgerà a Trieste dal 17 al 19 ottobre 2013. Il Festival nasce dalla consapevolezza del valore formativo del viaggio d'istruzione, quale momento di arricchimento conoscitivo, culturale, umano e professionale, e del contributo fondamentale che esso può dare allo sviluppo di un’adeguata cultura del viaggio, rispettosa delle identità locali e protesa alla conoscenza, valorizzazione e tutela del patrimonio culturale e ambientale. Il Concorso, nella sua edizione speciale, si articola in quattro sezioni competitive: Un viaggio di classe - per le Classi che descriveranno il viaggio d’istruzione svolto; Vie ni da noi - per le Classi che promuoveranno la loro città presso i coetanei; Vieni a conoscere Fiume, l’Istria e la Dalmazia, per le Classi residenti in quei territori; Viaggio nella civiltà Istriano – Dalmata, per le Classi che sceglieranno quei luoghi come meta dei loro viaggi d’istruzione. Possono partecipare al concorso: le prime 4 Classi delle Scuole Secondarie di II grado, statali e paritarie di tutta Italia; le prime 4 Classi delle Scuole Medie Superiori delle minoranze italiane di Croazia e Slovenia. Ogni Scuola può partecipare con più Classi, ognuna delle quali potrà concorrere con un solo elaborato. Al concorso saranno ammessi gli elaborati che metteranno in evidenza la programmazione, lo svolgimento e il conseguimento delle finalità didattiche del viaggio realizzato, oppure saranno finalizzati alla promozione della città sede della scuola e del territorio circostante quale possibile meta di turismo scolastico. Per partecipare al Concorso la Classe dovrà inviare entro il 15 Marzo 2013 il modulo di iscrizione http://www.classeturistica.it/

Corsi di lingua e cultura araba del 2013: CORSO DI LINGUA ARABA LIVELLO PRINCIPIANTI quando: ogni mercoledì (Il corso prevede un incontro di cultura mensile “Al Aziz”, il mercoledì pomeriggio dalle 18.00 alle 20:00) ore: 16:00-18:00 data inizio: 6 marzo luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17

CORSO DI LINGUA ARABA LIVELLO INTERMEDIO quando: ogni lunedì (Il corso prevede un incontro di cultura mensile “Al Aziz”, il mercoledì pomeriggio dalle 18.00 alle 20:00) ore: 18:00-20:00 data inizio: 4 marzo luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17

CORSO DI LINGUA ARABA LIVELLO AVANZATO quando: ogni lunedì (Il corso prevede un incontro di cultura mensile “Al Aziz”, il mercoledì pomeriggio dalle 18.00 alle 20:00) ore: 16:00-18:00 data inizio: 4 marzo luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17 Sono aperte le iscrizioni. Per ulteriori informazioni chiamare il numero 0916520297 dal lun al ven dalle 16:00 alle 20:00 o scrivere una mail all'indirizzo officreaintercultura@gmail.com

Corsi di lingua e cultura inglese del 2013: CORSO DI LINGUA INGLESE PER BAMBINI “One little finger”(3-4 anni) quando: ogni giovedì (Il laboratorio prevede un incontro mensile “English Together”, con bambini e adulti insieme) ore: 16:00-17:30 data inizio: 28 febbraio luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17

CORSO DI LINGUA INGLESE PER BAMBINI “One little finger” (5-6 anni) quando: ogni martedì (Il laboratorio prevede un incontro mensile “English Together”,con bambini e adulti insieme) ore: 17:0018:30 data inizio: 26 febbraio luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17

CORSO DI LINGUA INGLESE PER BAMBINI “Walking in the jungle” (7-10 anni) NEW! quando: ogni mercoledì ore: 16:00-17:30 data inizio: 6 marzo luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17

CORSO DI LINGUA INGLESE PER ADULTI (Principianti) quando: ogni martedì (Il corso prevede anche incontri di cultura mensili “English Corner”, il mercoledì pomeriggio dalle 18 alle 20) ore: 18:00-20:00 data inizio: 5 marzo luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17

CORSO DI LINGUA INGLESE PER ADULTI (Preparazione alla certificazione FIRST) quando: ogni giovedì (Il corso prevede un incontro di cultura mensile “English Corner”, il mercoledì pomeriggio dalle 18 alle 20) ore: 19:00-21:00 data inizio: 7 marzo luogo: Casa-Officina piazza Zisa n.17

Casa-officina inoltre promuove i servizi di DOPOSCUOLA per gruppi di studenti di scuole primarie e secondarie di I grado e RECUPERO SCOLASTICO per singoli studenti o gruppi di studenti di scuole secondarie di IIgrado nelle materie Lingue e Letterature Italiana, Latina, Greca e Inglese; Storia; Geografia; Storia dell'arte; Filosofia; Geografia Astronomica Pensati all'insegna dello scambio e della collaborazione, per constatare l'importanza della continuità e dell'impegno, i servizi mirano a supportare e incoraggiare gli studenti nello studio delle discipline scolastiche. Perché per imparare ci vuole tanta cura. I servizi saranno attivi tutti i pomeriggi, dal lunedì al venerdì, dalle ore 15 alle ore 17 con frequenza settimanale da concordarsi. Per ulteriori informazioni chiamare il numero 0916520297 dal lun al ven dalle 16:00 alle 20:00 o scrivere una mail all'indirizzo officreaintercultura@gmail.com Associazione di promozione sociale "Officina Creativa Interculturale" Piazza Zisa,17 90135 Palermo +39 0916520297 (lun-ven, 16-19.30) www.casaofficina.it http://www.facebook.com/officinacreativa.interculturale Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 15


CONCORSI Pubblicazione nuovi bandi di Esperti Nazionali Distaccati (END) presso le Istituzioni Europee. Si comunica che sul sito del Ministero degli Affari Esteri (www.esteri.it, percorso: Ministero > Servizi > Italiani > Opportunità studio e lavoro per italiani > Unione Europea > Nelle Istituzioni UE > Esperti Nazionali Distaccati> Posizioni aperte) sono stati pubblicati i bandi per le seguenti posizioni disponibili di Esperti Nazionali Distaccati: - n.1 END c/o il Servizio Europeo per l'Azione Esterna (SEAE) - Crisis Management and Planning directorate–Integrated Strategic Planning Division Scad. 26 febbraio 2013 - n.1 END c/o il Segretariato Generale del Consiglio dell’U.E Scad. 13 marzo 2013 - n.1 END c/o il Servizio Europeo per l'Azione Esterna (SEAE) - Delegation of the European Union to Kuala Lumpur, Malaysia Scad. 9 aprile 2013 - n.1 END c/o il Servizio Europeo per l'Azione Esterna (SEAE) - Fyrom, Skopje Scad. 23 aprile 2013 Gli interessati che ritengano di possedere i requisiti richiesti dovranno far pervenire la propria candidatura, tramite l'Ufficio competente della propria Amministrazione di appartenenza, al Ministero degli Affari Esteri, Direzione Generale per l'Unione Europea Ufficio IV, entro la data indicata dal bando. Per la trasmissione della candidatura è necessario attenersi alle indicazioni specificate nella pagina del sito sopra indicata, utilizzando i facsimili presenti. Le candidature dovranno comprendere: curriculum vitae in formato europeo in lingua inglese o francese e nulla osta dell'Amministrazione o Ente di appartenenza, redatto dall'ufficio competente al rilascio, e trasmesse all'indirizzo di posta elettronica dgue.04-candidature@cert.esteri.it . Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.esteri.it nella sezione "Domande Frequenti (http://www.esteri.it/MAE/IT/ Ministero/Servizi/Italiani/Opportunita/Nella_UE/Nelle_Istituzioni/EspertiNazionaliDistaccati/DomandeFrequenti/) che raccoglie le risposte ai quesiti più frequenti. E’ inoltre possibile inviare una richiesta scritta avvalendosi del modulo “Quesiti on line”, accessibile dalla finestra “Approfondimenti”. Eventuali contatti telefonici: Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) tel. n. 06-3691 8899, dal lunedì al venerdì (ore 9.00-13.00).

Pubblicazione nuovi bandi di Esperti Nazionali Distaccati

(END) presso la Commissione Europea Si comunica che sul sito del Ministero degli Affari Esteri (www.esteri.it) sono stati pubblicati i bandi per le seguenti posizioni disponibili di Esperti Nazionali Distaccati presso la Commissione Europea , con scadenza 20 marzo 2013 :

Istituzione

Ufficio

Codice posto

COMMISSIONE

DG Affari economici e finanziari - Unità D3

ECFIN D3

COMMISSIONE

DG Affari economici e finanziari - Unità R5

ECFIN R5

COMMISSIONE

DG Imprese e industria - Unità H3

ENTR H3

COMMISSIONE

DG Affari interni - Unità A3

HOME A3

COMMISSIONE

Centro comune di ricerca - Unità A4

JRC A4

COMMISSIONE

Centro comune di ricerca - Unità D3

JRC D3

COMMISSIONE

DG Mercato interno e servizi - Unità G2

MARKT G2

COMMISSIONE

DG Mobilità e trasporti - Unità B3

MOVE B3

COMMISSIONE

DG Mobilità e trasporti - Unità D1

MOVE D1

COMMISSIONE

DG Ricerca e innovazione - Unità C3

RTD C3

COMMISSIONE

DG Fiscalità e unione doganale - Unità C4

TAXUD C4

Gli interessati che ritengano di possedere i requisiti richiesti dovranno inoltrare la propria candidatura, tramite l'Ufficio competente della propria Amministrazione di appartenenza, al Ministero degli Affari Esteri, Direzione Generale per l'Unione Europea - Ufficio IV, entro la data indicata dal bando. Per la trasmissione della candidatura è necessario attenersi alle indicazioni specificate nella pagina del sito sopra indicata, utilizzando i facsimili presenti. Le candidature dovranno comprendere: curriculum vitae in formato europeo in lingua inglese o francese e nulla osta dell'Amministrazione o Ente di appartenenza, redatto dall'ufficio competente al rilascio, e trasmesse all'indirizzo di posta elettronica dgue.04-candidature@cert.esteri.it . Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.esteri.it nella sezione "Domande Frequenti (http://www.esteri.it/MAE/IT/ Ministero/Servizi/Italiani/Opportunita/Nella_UE/Nelle_Istituzioni/EspertiNazionaliDistaccati/DomandeFrequenti/) che raccoglie le risposte ai quesiti più frequenti. E’ inoltre possibile inviare una richiesta scritta avvalendosi del modulo “Quesiti on line”, accessibile dalla finestra “Approfondimenti”. Eventuali contatti telefonici: Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) tel. n. 06-3691 8899, dal lunedì al venerdì (ore 9.00-13.00).

Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 28 29 30 31 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 16


MANIFESTAZIONI VENT'ANNI DI MERCATO UNICO: OPPORTUNITA' PER USCIRE DALLA CRISI GENOVA, 1 MARZO Venerdì 1° marzo alle ore 10 si svolgerà il seminario sui vent'anni del mercato unico. L'evento è in programma all'Università degli Studi di Genova, Dipartimento di Economia. Maggiori dettagli sulla prossima newsletter.

Il 16 marzo la Giornata della memoria e dell’impegno per le vittime di mafia Si svolgerà a Firenze il prossimo 16 marzo la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, giunta alla sua XVIII edizione, promossa da Libera e Avviso Pubblico. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti Andrea Campinoti, presidente di Avviso Pubblico, don Luigi Ciotti, presidente di Libera, Gianni Salvadori, Assessore alla Regione Toscana, Andrea Barducci, presidente della Provincia di Firenze e don Andrea Bigalli, referente regionale di Libera in Toscana. «Il prossimo 16 marzo saremo in questa terra per ricordare Giampaolo Meucci, Antonino Caponnetto, Pier Luigi Vigna, Gabriele Chelazzi, le vittime della strage di via dei Georgofili e le tante vittime di mafia - ha spiegato don Luigi Ciotti - la Giornata della memoria e dell’impegno non è un evento né una cerimonia, ma un momento importante per ricordare le persone che sono morte per la democrazia del nostro Paese. Leggere i loro nomi è un segnale forte, un dovere che tutti noi abbiamo, prendendo l’esempio dagli stessi famigliari delle vittime che hanno trasformato il loro dolore in impegno. Ai giovani dobbiamo offrire cose concrete, una politica pulita, delle buone leggi e un’etica dell’economia, per costruire un modo alternativo, onesto e pulito. Non dobbiamo essere cittadini ad intermittenza, ma dobbiamo essere cittadini veri». «Ospitare la Giornata della memoria e dell’impegno a Firenze – ha affermato Gianni Salvadori, assessore della Regione Toscana - sarà un modo per il nostro territorio di prendere coscienza della vera forza delle mafie e di come fare per contrastarle. La Toscana non è immune dal rischio delle infiltrazioni mafiose, abbiamo ben 61 beni confiscati alle mafie, 11 in più rispetto al 2010». Andrea Campinoti, presidente di Avviso Pubblico, ha continuato: «Ringraziamo le istituzioni toscane per aver accettato con orgoglio la proposta di organizzare a Firenze la Giornata della memoria e dell’impegno. Sarà un momento di memoria ma anche un’occasione per tutti noi di mettere in campo un maggior impegno e un’opportunità per vedere cosa è stato fatto e cosa invece si deve ancora fare in questa Regione nella lotta alle mafie». Europa & Mediterraneo n. 08 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 27 28 29 30 31 32-33 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 30/08/12 12/11/12 21/12/12

Pagina 17


Programmi comunitari 2007-2013 Apprendimento permanente Programma d'azione nel campo dell'apprendimento permanente - DECISIONE n. 1720/2006/ CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 novembre 2006. CIP - Programma quadro per la competitività e l'innovazione. Decisione n. 1639/2006/CE del 24 ottobre 2006 che istituisce un programma quadro per la competitività e l'innovazione (2007-2013) CIP. Europa per i cittadini DECISIONE N. 1904/2006/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 12 dicembre 2006 che istituisce, per il periodo 2007-2013, il programma «Europa per i cittadini» mirante a promuovere la cittadinanza europea attiva Gioventù in azione 2007-2013 Programma «Gioventù in azione» per il periodo 2007-2013 - DECISIONE N. 1719/2006/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 novembre 2006 Marco Polo II Regolamento n. 1692/2006 che istituisce il secondo programma «Marco Polo» relativo alla concessione di contributi finanziari comunitari per migliorare le prestazioni ambientali del sistema di trasporto merci («Marco Polo II») e abroga il regolamento (CE) n. 1382/2003. MEDIA 2007 Programma di sostegno al settore audiovisivo europeo MEDIA 2007 - DECISIONE N. 1718/2006/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 novembre 2006 Progress DECISIONE n. 1672/2006/CE PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 24 ottobre 2006 che istituisce un programma comunitario per l'occupazione e la solidarietà sociale — Progress. Programma di lavoro 2008 del 7° Programma Quadro CE di azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione e del /° P.Q. Euratom

GUUE 327 del 24 novembre 2006

GUUE L 310 del 9 novembre 2006

GUUE L378 del 27 dicembre 2006

GUUE L 327 del 24 novembre 2006

GUUE L 328 del 24 novembre 2006

GUUE L 327 del 24 novembre 2006

GUUE L 315 del 15 novembre 2006

GUUE C 288 del 30 novembre 2007

7° Programma Quadro CE di azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione

GUUE C 290 del 04 dicembre 2007

Programma “Gioventù in azione” 2007-2013- Pubblicazione della Guida al programma valida dal 1° gennaio 2008

GUUE C 304 del 15 dicembre 2007

Programma Operativo “Mediterraneo” 2007-2013

Www.programmemed.eu

Programma Media Mundus COM 892 del 09/01/09

L'elenco di tutti gli inviti é disponibile alla nostra pagina web http://www.carrefoursicilia.it/tabella-ordina/pronosca.htm Europa & Mediterraneo n. 08 48del 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 25 26 27 28 29 30 31 32-33 34 35 36 37 38 39 40 41 43 43-44 45 46 47 49-50 02 03 04 06 07 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 30/08/12 12/11/12 21/12/12

Pagina 18


Regolamenti della Commissione Europea Decisione di esecuzione della Commissione, del 19 febbraio 2013, sulla concessione di deroghe ad alcuni Stati membri in merito alla trasmissione di statistiche a norma del regolamento (CE) n. 1338/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche comunitarie in materia di sanità pubblica e di salute e sicurezza sul luogo di lavoro per quanto riguarda le statistiche basate sull’indagine europea sulla salute (EHIS) [notificata con il numero C(2013) 784] GUUE L 48 del 21/02/13 Decisione di esecuzione della Commissione, del 19 febbraio 2013, concernente un contributo finanziario dell’Unione a favore di un piano coordinato di controllo volto a stabilire la prevalenza di pratiche fraudolente nella commercializzazione di determinati prodotti alimentari [notificata con il numero C(2013) 1035] GUUE L 48 del 21/02/13 Regolamento (UE) n. 147/2013 della Commissione, del 13 febbraio 2013, che modifica il regolamento (CE) n. 1099/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche dell’energia per quanto riguarda l’introduzione di aggiornamenti per le statistiche mensili e annuali dell’energia GUUE L 50 del 22/02/13 Raccomandazione della Commissione, del 9 ottobre 2009, sull'uso delle tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni per agevolare la transizione verso un'economia efficiente sotto il profilo energetico e a basse emissioni di carbonio GUUE L 51 del 23/02/13

Settimanale dell’Antenna Europe Direct - Euromed Carrefour Sicilia Occidentale Direttore responsabile: Angelo Meli. Redazione: Maria Rita Sgammeglia – Maria Oliveri - Desiree Ragazzi — Marco Tornambè Gianluca D’Alia – Simona Chines – Rosaria Modica – Maria Tuzzo — Dario Cirrincione Iscrizione Tribunale di Palermo n. 26 del 20/21.10.1998 — Stampato in proprio Sede legale: via Principe di Villafranca, 50 - 90141 – Palermo Studenti e gruppi superiori a n. 4 persone, devono prenotare e concordare giorno e orario della visita telefonando al n. 091-335081 Tel. 091/335081 Fax. 091/582455. Indirizzo e-mail: carrefoursic@hotmail.com Sito Internet: www.carrefoursicilia.it n. verde 00800 67891011 servizio La tua Europa http://europa.eu/youreurope Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle 17:00 Si ringraziano per la disponibilità i Carrefour Italiani. La riproduzione delle notizie è possibile solo se viene citata la fonte

Europa & Mediterraneo n. 08 44del 45 48 1 2 3 5 6 7 8 10 11 12 13 19 20 21 23 25 26 27 31 32-33 34 35 38 40 41 43 43-44 47 49-50 02 03 04 06 07 del22/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 del 16/11/11 23/11/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 03/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 26/02/13 21/12/11 30/08/12 12/11/12 21/12/12

Pagina 19

Europa Mediterraneo n 08 - 2013  
Europa Mediterraneo n 08 - 2013  

settimanale dell'Euromed Carrefour Sicilia, antenna d'informazione Europe Direct, sui programmi e bandi dell'UE

Advertisement