Page 1

&

Europa Mediterraneo

Spediz. in abb. Postale — Art. 2 comma 20/c — Legge 662/96—Filiale PA

Settimanale dell’Antenna Europe Direct- Carrefour Sicilia sui programmi e bandi dell’U.E. Direttore Responsabile Angelo Meli

Nasce la commissione antimafia europea Nominati i componenti: tre i siciliani

ANNO XIV N. 14/12

Malmstrom: impoveriremo i criminali con le confische

Sommario

Fuori dall’emiciclo di Bruxelles, pochi minuti dopo che il Parlamento Europeo ha stabilito quali sono i membri della Commissione Antimafia dell’Ue, molti deputati italiani si sono chiesti: “Ma come mai tra i nostri 6 c’è Clemente Mastella?”. La risposta è secca: “L’ha proposto il Ppe ed è stato accolto dall’Aula”. Però c’è chi storce il naso. In fondo l’ex ministro italiano della Giustizia Clemente Mastella, causa scatenante della caduta del Governo prodi nel 2008, nel luglio 2000 è stato testimone di nozze di Francesco Campanella: mafioso "pentito", ex braccio destro del boss di Villabate Nino Mandalà e tra coloro che aiutò a falsificare la carta d'identità che Bernardo Provenzano utilizzò per recarsi all'estero per ricevere terapie mediche. Mastella però ha sempre tenuto una linea non difensiva su questo. Non doveva giustificarsi perché, come scrisse in una lettera pubblicata dal Corriere della Sera, era stato “invitato da una persona all´epoca neppure sfiorata da soSonia Alfano spetti di mafiosità”. Avrà oggi un’occasione per rilanciare la sua immagine di uomo antimafia visto che insieme ad altri 44 deputati di 22 delle 27 nazioni che fanno parte dell’Ue, è membro della Commissione Antimafia Europea. Un organismo fortemente voluto dai deputati italiani e siciliani in particolar modo (Sonia Alfano, Rita Borsellino e Rosario Crocetta su tutti) che inizierà a lavorare alla fine del mese. Dalla Commissione restano fuori i rappresentanti di Estonia, Cipro, Lettonia, Lussemburgo e Finlandia. Il primo passo del nuovo organismo sarà nominare il presidente e tra i papabili c’è proprio Sonia Alfano, relatrice in Parlamento per i lavori della Commissione. “Questo – ha spiegato - sarà uno strumento per la prima volta in possesso delle istituzioni europee che hanno finalmente capito quanto tempo è stato perso nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione e che adesso non vogliono più perdere tempo. Il Parlamento Rita Borsellino Europeo ad ottobre ha dato un segnale preciso votando la mia risoluzione nella quale era anche contenuta l’istituzione della Commissione. Adesso partiranno una serie di audizioni non solo con magistrati e forze di polizia, ma anche con associazioni che nel sociale operano per contrastare la criminalità organizzata. L’obiettivo è quello non solo di collaborare con varie agenzie come interpol, Europol o corte dei conti europea; ma la missione è quella di consegnare entro un anno un piano di contrasto al crimine organizzato e alle mafie che possa essere finalmente utile al magistrato e alle forze di polizia. Oltre all’introduzione di un testo unico antimafia. Sappiamo già che non parliamo soltanto di mafia italiana, ma anche di quella nigeriana e delle mafie di area balcanica per troppo tempo sottovalutate e quindi in espansione. Rosario Crocetta Oggi è importante introdurre anche in Europa norme rigide che identifichino il reato di associazione mafiosa oltre, per esempio, al carcere duro. Solo in Italia c’è una legge antimafia che permette il sequestro dei beni e che riconosce il reato di associazione mafiosa. “

Continua a pag.4

Potete trovare il bollettino anche nel sito:www.carrefoursicilia.it

04/04/12

Hearth Hour 2012 3 Impianti fotovoltaici per le coop siciliane

3

Il calcio europeo contro la fame

5

Schulz: l'iniziativa dei cittadini è uno "strumento straordinario"

7

Euronest: stringere le relazioni con i paesi ad Est

7

Giro di vite contro la criminalità informatica

8

Rapporto OECD: le 10 nazioni migliori per lavorare

9

Regole più eque per gli appalti pubblici

10

Sull’Italia l’onta di 63 migranti morti in mare

10

Inviti a Presentare Proposte

11

Concorsi

13

Manifestazioni

16

Regione Siciliana


AGRICOLTURA DAL TRENTINO ALLA SICILIA, I VINCITORI DEL CONCORSO ERCOLE OLIVARIO .

Dalla Sardegna all'Emilia Romagna, passando per la Campania; e poi ancora Sicilia e Lazio: sono le regioni che si sono aggiudicate i primi posti nella 20/a edizione del concorso nazionale dell'Ercole Olivario, per la valorizzazione delle eccellenze olearie territoriali italiane. Al Lazio anche la menzione speciale per l'olio biologico, mentre approda in Trentino il premio Anphora Olearia per la confezione più bella e la migliore etichetta, andato all'azienda agraria Riva del Garda di Riva del Garda. Al concorso del ventennale hanno partecipato 275 oli extravergine di oliva, di cui 89 hanno raggiunto la finalissima. La cerimonia di premiazione si è svolta oggi a Spoleto. Di seguito i vincitori dell'edizione 2012: - Olio extravergine di oliva fruttato leggero: primo classificato olio extravergine dell'azienda agricola Fois Giuseppe di Alghero (Sassari); - Olio extravergine Dop fruttato leggero: primo classificato Olio extravergine Dop «Colline di Romagna» del frantoio Paganelli di Sant'Arcangelo di Romagna (Rimini); - Olio extravergine di oliva fruttato medio: primo classificato Olio extravergine dell'azienda olivicola Titerno di San Lorenzello, Benevento; - Olio extravergine Dop fruttato medio: primo classificato Olio extravergine Dop «Colline Pontine» dell'azienda agraria biologica Paola Orsini di Priverno (Latina); - Olio extravergine di oliva fruttato intenso: primo classificato Olio extravergine dell'azienda agricola Tenuta Piscoianni di Sonnino (Latina); - Olio extravergine Dop fruttato intenso: primo classificato Olio extravergine Dop «Monti Iblei-Monte Lauro» dell'azienda agraria Terraliva del frantoio Giuseppina di Siracusa. - Menzione speciale per l'olio biologico: Olio extravergine Dop «Colline Pontine» dell'azienda agraria biologica di Paola Orsini di Priverno (Latina). - Premio Lekythos: a Maurizio Ferreri che svolge in Bulgaria la sua attività di ristoratore e assaggiatore di olio extravergine italiano. «Da 20 anni - ha sottolineato Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di commercio di Perugia e del Comitato di coordinamento del concorso - l'Ercole Olivario si è fatto carico di una funzione di promozione e diffusione degli oli di qualità tutta italiana, che hanno peculiarità e pregi sensoriali, salutistici e nutritivi in grado di soddisfare anche i consumatori più esigenti ed attenti». «Quest'anno l'Umbria non ha avuto premi - ha aggiunto Mencaroni - ma la qualità dei nostri oli si è dimostrata comunque altissima: ciò conferma che alla finale dell'Ercole Olivario arrivano soltanto le vere eccellenze separate, le une dalle altre, non da punti, ma da decimi di punti, una inezia, che soltanto i 'sensì dei giurati riescono ad individuare».

Avvisi Assessorato Risorse Agricole e Alimentari Sicilia AVVISO: Errata corrige del bando OCM - Investimenti - campagna 2011/2012. Misura 121 “Ammodernamento delle aziende agricole” - Si comunica che è stato prorogato, al 6 aprile 2012, il termine di presentazione delle domande di aiuto 3^ sottofase del bando 2009-2011, pubblicato sul S.O. alla GURS (p. I) n. 28 del 19 giugno 2009 (n. 24) e s.m. e i. Ispettorato Provinciale dell' Agricoltura di Trapani: gli uffici della condotta agraria di Pantelleria (TP) rimarranno chiusi al pubblico Venerdì 30 Marzo per esigenze straordinarie. PROROGA TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DELLA MISURA INVESTIMENTI A seguito dell’emanazione della Circolare AGEA ACIU 2012.141 del 30/03/2012 , il termine per la presentazione delle domande del Bando Investimenti è prorogato al 23/Aprile/2012; conseguentemente il termine per la presentazione della copia delle domande a mano o a mezzo Raccomandata AR, agli Ispettorati Provinciali dell’Agricoltura competenti per territorio e degli allegati, è prorogato al 30 Aprile 2012. Misura 431 "Gestione dei Gruppi di Azione Locale, acquisizione di competenze e animazione" - Gruppo di Azione Locale "Terre del Nisseno". Emanati bandi per la selezione di personale. Misura 213 “Indennità Natura 2000” - Si comunica che con D.D.G. n. 758 del 16/03/2012, in corso di registrazione alla Corte dei Conti, sono state approvate le Disposizioni attuative della Misura 213 “Indennità Natura 2000”. A breve sarà pubblicato sulla G.U.R.S. l'avviso pubblico di attivazione della Misura, tramite procedura “bando a sportello valutativo”. Gli imprenditori agricoli singoli e associati richiedenti dovranno presentare la domanda d'aiuto on-line attraverso il portale SIAN, a partire dalla data di pubblicazione dell'avviso sulla G.U.R.S., che sarà tempestivamente resa nota tramite questo sito, ed, improrogabilmente, entro il 15 maggio 2012. AVVISO: approvazione elenco regionale degli operatori agrituristici autorizzati e delle aziende e fattorie didattiche accreditate al 31/12/2011. AVVISO: graduatorie provvisorie ed elenco delle ditte escluse relative all'invito Reg. CE 1234/07 "azioni dirette a migliorare la produzione e commercializzazione del miele". http://www.regione.sicilia.it/Agricolturaeforeste/Assessorato/index.htm Europa & Mediterraneo n. 14 12 del 04/04/12 13 21/03/12 28/03/12

Pagina 2


AMBIENTE Hearth Hour 2012: nel Pianeta, torna la luce ed è più green Si è conclusa l’Ora della Terra del WWF, la “maratona” globale per il pianeta che il 31 marzo, alle 20.30 locali in tutti i fusi orari, ha coinvolto la cifra mai raggiunta di 150 Paesi e oltre 6500 città in tutto il mondo, spegnendo in un’ondata di consapevolezza e attivazione contro i cambiamenti climatici e per un futuro sostenibile, i più bei monumenti e luoghi simbolo di tutto il pianeta, oltre a edifici pubblici, uffici, negozi e abitazioni private. Il giro del mondo ha preso il via il 31 mattina (ora italiana) da Samoa e nel giro di ventiquattr’ore ha spento icone mondiali come la Grande Muraglia cinese, il Giardino Sacro di Lumbini in Nepal, il “Gateway of India”, simbolo della città di Mumbai, il BurjKhalifa il grattacielo più alto del mondo in Dubai, la Table Mountain, la Tour Eiffel, la Porta di Brandeburgo, il Big Ben a Londra, la statua del Cristo Redentore di Rio, la CN Tower di Toronto, le Cascate del Niagara, la “Las Vegas Strip”, una delle vie più famose e illuminate del mondo, e poi Times Square, l'Empire State Building, la sede delle Nazioni Unite, i siti dell’UNESCO e molti altro ancora, fino al gran finale alle isole Cook, nel piccolo atollo di Aitutaki, gravemente minacciato dal cambiamento climatico e dall’innalzamento del livello del mare, che è stato l’ultimo a spegnere le luci ieri mattina.

Cosa significa un'Europa "green"? Le politiche dell'Unione europea sono sempre più sensibili al tema dell'ambiente e negli ultimi mesi il Parlamento europeo si è espresso in favore di una politica agricola comune (PAC) e di emissioni aeree sempre più "green". Ma cosa significa esattamente fare una politica verde? Lo abbiamo chiesto ai presidenti di alcune commissioni parlamentari. Energie verdi Amalia Sartori, presidente della commissione all'Industria, ricerca ed energia, indica che l'obiettivo è quello di abbassare le emissioni di CO2, e che tutti - industria, poteri pubblici e cittadini - hanno un ruolo importante. A seguito della catastrofe di Fukushima nel 2011, si è riscoperto l'interesse per le energie rinnovabili. "L'energia verde è il futuro e l'industria deve seguire questa tendenza, già realtà in Europa e nel mondo intero". Al momento il Parlamento sta lavorando sulla direttiva d'efficienza energetica e inizierà presto le negoziazioni con il Consiglio e la Commissione. Trasporti verdi Per quanto riguarda i trasporti, il deputato inglese Brian Simpson, presidente della commissione ai Trasporti, preferisce il termine "sostenibile". "È molto difficile creare un sistema verde in questo settore, ma è possibile incoraggiare un sistema sostenibile in equilibrio tra i bisogni dell'economia e l'impatto ambientale". Lavori verdi Secondo il deputato spagnolo Zalba Bidegain, vicepresidente della commissione agli Affari economici e monetari un'economia verde basata sull'energie rinnovabili stimolerebbe lo sviluppo tecnologico in Europa. Ha aggiunto: "L'economia verde ci permetterà di trovare nuovi modi di creare posti di lavoro, benessere e il rispetto dell'ambiente". Anche la deputata francese Pervenche‫‏‬Bères, presidente della commissione al Lavoro, ritiene che il settore "green" produrrà posti di lavoro. "Un impiego green può voler dire molte cose: ridurre l'inquinamento e il consumo di energia, o anche la difesa della biodiversità". Politiche verdi E non scordiamoci che i Verdi sono il quarto gruppo politico del Parlamento europeo (con 58 deputati su 754 membri). Rebecca Harms, copresidente del gruppo, ha sottolineato che '"i Verdi hanno sempre combattuto per una società onesta e l'uguaglianza dei diritti, possibilità e responsabilità. I Verdi hanno anche modificato il concetto tradizionale di equità che oggi include un'idea di giustizia tra generazioni. Ciò implica il rispetto dei limiti della natura e un utilizzo sostenibile delle risorse, materiali e finanziarie". http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/content/20120322STO41651/html/Cosa -significa-un%27Europa-green Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Impianti fotovoltaici per le coop siciliane‫‏‬ L’Ircac finanzierà la realizzazione , da parte di cooperative siciliane, di impianti fotovoltaici per la produzione dell’energia necessaria all’attività aziendale. “In questo modo- spiega il commissario straordinario dell’Istituto Antonio Carullo- l’Istituto intende venire incontro ai fabbisogni energetici delle cooperative siciliane contribuendo ad abbatterne i costi . L’Ircac , infatti- continua Carullo- concederà alle coop , per la realizzazione di impianti fotovoltaici, crediti a medio termine al tasso agevolato dello 0.90% da restituire in 10 anni di cui 1 di preammortamento.” L’energia prodotto dagli impianti realizzati deve essere principalmente utilizzata per gli scopi produttivi e lavorativi dell’azienda tramite il cosiddetto “scambio sul posto” mentre solo il 40% dell’eccedenza dell’energia prodotta potrà essere ceduta al gestore. Le cooperative che potranno essere ammesse al finanziamento dovranno avere avviato un’attività imprenditoriale da almeno 12 mesi e devono avere una adeguata capitalizzazione,mentre la superficie su cui verrà realizzato l’impianto non potrà essere frutto di locazione, comodato o altri strumenti contrattuali compresa la servitù. Il finanziamento da parte dell’Ircac di impianti solari fotovoltaici con moduli collocati a terra in aree agricole sarà possibile , come stabilito del d.l. n. 1/2012 del governo Monti, per “ una potenza nominale non superiore a 1 Mw e comunque per una superficie non superiore al 10% “ di quella appartenuta alla cooperativa. Pagina 3


ATTUALITA’ Continua dalla prima di copertina Dobbiamo riportare tutto a pari livello. Fortunatamente c’è un rapporto forte di condivisione con i commissari europei come Viviane Reding (commissario europeo per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, ndr) e Cecilia Malmstrom (commissario per gli affari interni, ndr)”. Proprio la Malmstrom aveva detto che “per far male alla criminalità organizzata non basta il carcere, ma servono le confische” e aveva anche parlato della necessità far tornare le cifre della criminalità organizzata (il fatturato della “mafie spa” in Italia nel 2011 è stato valutato in 150 miliardi di euro) nei circuiti legali. Credo che l’approvazione di questa commissione rappresenti un passo avanti molto importante – ha spiegato l’eurodeputata di S&D Rita Borsellino - Permetterà di ragionare per un anno su fatti gravissimi che non riguardano solo l’Italia. Un’occasione molto importante, ma bisognerà lavorare bene perché questo è solo un punto d’inizio. Quando con Don Luigi Ciotti facemmo la campagna di Libera per la confisca dei beni dei mafiosi sembrava un sogno, ma era subito dopo le stragi e sembrava facile raccogliere firme. Oggi la legge sull’uso sociale dei beni confiscati è una realtà bella e importante che sta dando risultati importanti. Quando arrivai al parlamento Europeo il mio primo pensiero fu quello che quest’attività potesse estendersi all’Ue e un mio emendamento è entrato nel programma di Stoccolma. Da lì devo dire che la strada non è stata certamente in discesa, però c’è stata un’attenzione da parte dei colleghi che hanno permesso di arrivare oggi non solo all’approvazione di questo rapporto, ma anche all’istituzione di questa commissione. Bisogna pensare che questo è un inizio e che da qui bisogna sviluppare queste tematiche che non riguardano solo l’Europa, ma anche il mondo intero. A me non interessa essere il primo o il secondo ad aver fatto questa proposta; l’importante è che si sia fatta con un impegno non solo del Parlamento europeo. C’è sicuramente un forte impegno italiano e un forte impegno siciliano perché noi chiaramente siamo quelli che abbiamo più esperienza: l’abbiamo fatta sulla nostra pelle e sul nostro territorio”. I membri della Commissione resteranno in carica per un anno e il loro mandato potrà essere rinnovato soltanto una volta. Ad oggi nel bilancio Ue, però, non c’è alcun capitolo di spesa dedicato all’Antimafia. “Vanno ancora definiti i limiti per l’azione della commissione – spiega Giovanni La Via, relatore del bilancio Ue in Parlamento - Una cosa però è certa, il bilancio dell’Unione Europea non prevede nulla in questa direzione, per cui le azioni che la commissione potrà fare saranno azioni di proposta o regolamentazione generale che poi dovranno sfociare in una proposta normativa della Commissione Europea”. Per Rosario Crocetta, ex sindaco di Gela da anni sotto scorta, è il momento di essere orgogliosi di essere italiani. “Una volta esportavamo la mafia, oggi esportiamo l’antimafia – ha spiegato - Quando nel luglio 2009 posi la questione di istituire una commissione antimafia in Ue per poco mi linciarono, perché dicevano che la mafia è un problema italiano. Poi grazie alla posizione della delegazione S&D e alla posizione dell’attuale presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, siamo riusciti a far cambiare idea a tedeschi, francesi e olandesi che pensavano che il problema fosse solo nostro”.

Questi i membri della commissione: PPE (17)

ALDE (5) BUSUTTIL Simon COELHO Carlos DÍAZ DE MERA GARCÍA CONSUEGRA

ALFANO Sonia NEWTON DUNN Bill SCHMIDT Olle SKYLAKAKIS Theodoros WEBER Renate

Agustín GALLO Marielle GIANNAKOU Marietta HANKISS Ágnes HOHLMEIER Monika IACOLINO Salvatore MACOVEI Monica Luisa MASTELLA Clemente MATHIEU Véronique MITCHELL Gay NEDELCHEVA Mariya PIRKER Hubert VOSS Axel ZÁBORSKÁ Anna ZWIEFKA Tadeusz

Verts/ALE (3) CANFIN Pascal STAES Bart TAVARES Rui ECR (3) FAJMON Hynek KIRKHOPE Timothy McINTYRE Anthea GUE/NGL (2) de JONG Cornelis SØNDERGAARD Søren Bo EFD (2) BORGHEZIO Mario PAKSAS Rolandas

S&D (12) BORSELLINO Rita BOZKURT Emine CASTEX Françoise CROCETTA Rosario ENCIU Ioan FAJON Tanja FLAŠÍKOVÁ BEŇOVÁ Monika IOTOVA Iliana Malinova LÓPEZ AGUILAR Juan Fernando MORAES Claude WEIDENHOLZER Josef WEILER Barbara

Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

NI (1) COLMAN Trevor

Pagina 4


ATTUALITA’ Il calcio europeo contro la fame La campagna “Il calcio professionistico contro la fame” sta diffondendo il messaggio in centinaia di stadi d’Europa: occorre agire senza perdere tempo per evitare un disastro umanitario nella regione africana del Sahel, dove milioni di persone sono minacciate da una carestia causata da siccità, povertà cronica, deportazioni e conflitti. Promossa dalla federazione europea delle leghe di calcio professionistico (Association for European Professional Football Leagues, EPFL), dalla Commissione europea e dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), il 30 marzo avrà inizio la più lunga “Giornata del calcio contro la fame” per portare negli stadi questo appello ad agire senza indugio. Quando si giocherà l’ultima partita, il 2 aprile, il messaggio della campagna avrà attraversato il continente, da Glasgow a Vienna, da Malaga a Novosibirsk, con la partecipazione di 300 società di calcio professionistiche facenti capo a 20 leghe in 16 paesi europei, raggiungendo milioni di appassionati di calcio. Kristalina Georgieva, Commissaria europea per la Cooperazione internazionale, gli aiuti umanitari e la risposta alla crisi, parteciperà all’evento intervenendo a Manchester durante Soccerex, principale forum e riunione annuale del settore calcistico a livello europeo. Oggi la Commissaria presenterà la campagna e la mostra ad essa collegata, "Il calcio professionistico contro la fame", insieme all’Ambasciatore di buona volontà della FAO Patrick Vieira e all’Ambasciatore dell’EPFL Steffan Freund (Bundesliga). “Le vittime più vulnerabili e più drammatiche della crisi nel Sahel sono i bambini, i cui sogni di diventare calciatori famosi, o di andare all’università, saranno infranti a causa delle conseguenze nefaste della malnutrizione sul corpo e sulla mente. Noi possiamo contribuire a salvare più bambini e aiutarli a realizzare i loro sogni: la campagna ha proprio questa finalità" ha dichiarato la Commissaria Georgieva. "Grazie all’abilità straordinaria del calcio di raggiungere milioni di persone possiamo, insieme, salvare moltissime vite nella regione del Sahel". “Occorre agire ora per mettere queste persone nelle condizioni di proteggersi da sole” ha dichiarato José Graziano da Silva, direttore generale della FAO. “Allo stesso tempo, dobbiamo rendere più resistenti le comunità locali affinché non passino da una crisi all’altra e per evitare che la siccità causi inevitabili carestie.” “Il calcio riunisce le persone a livello mondiale” ha dichiarato Sir David Richards, presidente dell’EPFL. “Le leghe calcistiche e i giocatori conoscono il potere e la popolarità di questo sport e noi siamo fieri di poter usare tale potere per gettare la luce su situazioni che altrimenti rimarrebbero sconosciute. Il calcio europeo servirà da megafono per questo messaggio, in modo che chi ha bisogno possa essere aiutato il prima possibile.” La campagna si basa sui propri Ambasciatori di buona volontà – campioni di calcio conosciuti a livello mondiale che si sono impegnati a trasmettere il messaggio a milioni di tifosi in tutta Europa. Il campione spagnolo Raúl González Blanco, Ambasciatore di buona volontà della FAO, ha dichiarato: “Abbiamo bisogno del sostegno della pubblica opinione per lottare contro crisi alimentari come questa. Nessuno come noi calciatori sa quanto sia importante avere tutto lo stadio dalla propria parte per vincere la partita.” Patrick Vieira, ex nazionale francese e Ambasciatore di buona volontà della FAO, è nato nel Senegal, uno dei paesi colpiti. “Abbiamo una responsabilità nei confronti di coloro che soffrano senza alcuna colpa,” ha dichiarato. “Il diritto a nutrirsi è uno dei diritti umani fondamentali, e nel mondo di oggi nessuno dovrebbe soffrire la fame”. Il bulgaro Hristo Stoitchkov, ex stella del calcio mondiale ed attualmente Ambasciatore FAO, l'anno scorso ha visitato il Burkina Faso per assistere sul terreno al lavoro congiunto della Commissione europea e della FAO. Stoitchkov ha dichiarato: “Ho assistito da vicino al loro lavoro: essi salvano e cambiano le vite di molte persone, aiutandole a nutrirsi da sole oggi ed a prepararsi al domani. È il giusto tipo di aiuto portato alla gente giusta.” “Quando qualcuno muore di fame in una qualunque parte del mondo è una sconfitta per noi tutti,” ha detto il campione brasiliano Roberto Carlos, aggiungendo: “E questo è ancora più tragico sapendo che si tratta di morti evitabili. Tutti uniti possiamo salvare moltissime vite nel Sahel.” Francesco Toldo, ex portiere della nazionale azzurra di calcio e Ambasciatore per conto della Serie A, ha sottolineato che “La gente del Sahel potrebbe pensare di essere stata dimenticata dal mondo. Durante questo fine settimana il calcio europeo sarà solidale con loro: sapranno di non essere soli.” Roberto Soldado, l'attaccante spagnolo che riveste il ruolo di Ambasciatore per i professionisti della Liga spagnola, ha dichiarato: “Tutti insieme possiamo impedire che questa crisi si trasformi in una catastrofe di proporzioni immani.” Felix Magath, ex nazionale tedesco e attualmente allenatore nella Bundesliga, ha osservato: “Chiederemo ai tifosi di unirsi a noi nel chiedere aiuti urgenti per il Sahel. Tutti uniti possiamo fare davvero la differenza”. Tra gli altri calciatori che hanno accettato il ruolo di Ambasciatori della campagna, ricordiamo Herbert Prohaska (Österreichische Fußball Bundesliga – Austria); Steffen Freund (DFL Deutsche Fußball Liga GmbH – Germania); Vidar Riseth (Norsk Toppfotball – Norvegia), Jerzy Dudek (Lega calcio professionistica polacca) e Alexey Medvedev (Lega nazionale calcio della Federazione russa). Informazioni supplementari Si stima che siano quasi 16 milioni le persone a rischio di fame nel Sahel, in gran parte componenti di nuclei familiari di agricoltori e pastori. La Commissione europea e la FAO intervengono a difesa della vita e della sussistenza, attraverso aiuti in denaro, generi alimentari, risorse di produzione agricola e formazione per coloro che ne hanno più bisogno, oltre a pianificare interventi a lungo termine per aiutare le persone ad autosostentarsi ed a combattere alle radici le cause delle ricorrenti crisi alimentari nel Sahel La Giornata del calcio europeo contro la fame è il culmine della campagna "Il calcio professionistico contro la fame" (Professional Football Against Hunger), lanciata nel 2008 dall’EPFL, che rappresenta le 30 maggiori leghe di calcio professionistico e quasi 800 società di calcio in Europa, insieme alla FAO, capofila degli sforzi internazionali per sconfiggere la fame. L'anno scorso la Commissione europea – che è uno dei maggiori donatori umanitari del mondo – si è unita al partenariato. Il fulcro della campagna si è quindi orientato sul lavoro della Commissione e della FAO volto a ripristinare l'autosufficienza delle persone colpite dal flagello della fame. Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 5


ATTUALITA’ La Commissione approva un finanziamento per il restauro del sito archeologico di Pompei, patrimonio storico europeo La Commissione europea ha approvato un finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale destinato a un importante progetto di restauro dell'area del sito UNESCO di Pompei, in Campania. Il progetto per la conservazione, la manutenzione e il miglioramento del sito archeologico di Pompei prevede l'investimento di 105 milioni di EURO a partire da fondi UE e nazionali. L'obiettivo è conservare il sito in quanto attrazione turistica sostenibile per la regione. A fine ottobre 2011 piogge torrenziali hanno gravemente danneggiato il sito archeologico di fama mondiale dove già nel 2010 violente tempeste avevano causato una serie di crolli. L'importante progetto approvato fa seguito a una domanda delle autorità italiane e a un piano d'azione concordato con la Commissione in cui si è accertata l'entità dei lavori necessari per la riabilitazione del sito. Pompei, uno dei principali siti storico-culturali europei, attira turisti da tutto il mondo ed è un importante fattore economico per l'intera Regione Campania. Commentando l'approvazione del finanziamento Johannes Hahn, Commissario responsabile per la politica regionale, ha dichiarato: "Abbiamo dato la nostra approvazione a questa importante opera di restauro non solo nell'interesse dell'Italia, ma dell'intero patrimonio storico europeo. Sono certo che questa iniziativa avrà un impatto positivo sul turismo e sull'economia della zona e quindi su tutti gli abitanti nella regione." L'investimento viene erogato tramite un programma denominato "Attrattori culturali, naturali e turismo" mirato a sostenere le attrazioni culturali, naturali e turistiche della Campania, della Puglia, della Calabria e della Sicilia nel periodo 2007-2013. Il programma è stato modificato per indirizzare gli investimenti su questo progetto. Nel 2000-2006 la politica regionale europea aveva già sostenuto 22 progetti di restauro nel sito di Pompei per un valore di 7,7 milioni di EUR a partire dai fondi del FESR (cofinanziamento al 50% del costo totale). Ulteriori informazioni Il progetto Pompei prevede di: - consolidare le strutture del sito archeologico, a partire dalle aree definite "ad alto rischio" sulla base della mappa del rischio archeologico; - costruire un sistema di canalizzazione e di drenaggio nell'area di proprietà statale non ancora scavata sotto la quale sono sepolti gli edifici antichi; - procedere a lavori di consolidamento, restauro e abbellimento in linea con le metodologie di conservazione programmata; - migliorare la formazione del personale della Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei (SANP) addetto al sito. Alcuni preparativi (reclutamento del personale, ecc.) sono già iniziati. 39 progetti individuali sono pronti a partire in sequenza una volta ricevuta l'autorizzazione finale. Entro fine aprile, di concerto con le autorità italiane, verrà deciso in quale luogo iniziare i lavori e definito il ruolino di marcia per il completamento del progetto. http://ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/pol_regionale/pompei_restauro_it.htm

Agenda digitale per l'Europa: raggiunto un primo accordo sulle nuove tariffe del roaming all'interno dell'UE Buone novità per tutti i cittadini europei: da luglio 2012, effettuare e ricevere chiamate e navigare in internet con il cellulare all'interno dei Paesi europei costerà meno. L'annuncio è stato dato dalla Presidenza danese dell'Unione. Parlamento europeo, Consiglio e Commissione europea hanno raggiunto un primo accordo sulla nuova regolamentazione del roaming all'interno dell'Unione. Sotto l'impulso della proposta che la Commissione europea aveva elaborato lo scorso anno, le nuove norme sul roaming consentiranno di risolvere il problema dei costi troppo elevati legati all'uso del cellulare mentre ci si sposta tra i Paesi dell'Unione. Lo scopo dell'intesa è quello di aprire il mercato delle tariffe telefoniche alla concorrenza per ottenere forti ribassi, fino ad equipararle a quelle nazionali entro il 2015, come previsto dall'Agenda digitale per l'Europa. Il Parlamento europeo approverà l'accordo nella sessione di maggio e la nuova regolamentazione dovrebbe dunque entrare in vigore il 1° luglio 2012. Da questa estate si spenderanno quindi 29 centesimi al minuto per chiamare in un altro Stato membro (contro gli attuali 35), 8 centesimi al minuto per ricevere una chiamata (11 ad oggi), 70 centesimi per ogni megabyte scaricato e 9 centesimi per un sms (attualmente non c'è tetto alla spesa per navigare in mobilità mentre l'invio di un sms costa 11 centesimi). A luglio 2014 le tariffe saranno destinate a scendere ulteriormente: 19 centesimi al minuto per chiamare, 5 centesimi al minuto per ricevere, 20 centesimi per scaricare un megabyte e 6 centesimi per inviare un sms. Ma non è tutto: dal 1° luglio 2014 i consumatori potranno stipulare contratti di roaming con operatori differenti da quelli nazionali senza cambiare numero. Ogni volta che si oltrepasserà la frontiera, quindi il cellulare si collegherà automaticamente al provider scelto e non, come avviene attualmente, a quello del partner estero del proprio operatore nazionale. Per quanto riguarda il traffico dati, gli operatori potranno offrire dei servizi di roaming che già lo includono e i clienti potranno selezionare il provider in anticipo o al momento dell'arrivo a destinazione, con la stessa semplicità con la quale ora si seleziona una rete wi-fi. I cittadini europei saranno inoltre tutelati anche quando viaggeranno oltre i confini dell'Unione: un sistema di allerta infatti, li avvertirà al superamento della soglia di 50€ di traffico dati oppure del tetto precedentemente stabilito. http://ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/informazione/roaming_ue_it.htm

Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 6


ATTUALITA’ Ue: impegno comune tra Commissione europea e avvocatura italiana sul diritto comune europeo dei contratti per uscire dalla crisi economica Impegno condiviso tra la Commissione europea e l’avvocatura italiana sulla creazione di un diritto comune europeo della vendita, per superare la crisi economica, favorire l’espansione degli investimenti, degli scambi commerciali e dei consumi e rafforzare la tutela dei consumatori e dei cittadini dei paesi Ue. Con questa intesa si è concluso a Roma l’incontro tra la Vicepresidente della Commissione europea nonché commissaria per la Giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, Viviane Reding, e il Vicepresidente del Consiglio nazionale forense, Ubaldo Perfetti. Oggetto dell’incontro la creazione del Common European Sales Law (Cesl) tramite il Regolamento comunitario su un diritto comune opzionale da applicare ai contratti di vendita nelle operazioni transfrontaliere, approvato dalla Commissione Ue in ottobre scorso. E un'overview sull’avvocatura in Italia. La Vicepresidente Reding ha dichiarato: " Una proposta come quella relativa a un diritto comune europeo della vendita aiuterà la ripresa riducendo le barriere per le imprese e aumentando la fiducia dei consumatori. Questo è importante soprattutto per il commercio elettronico. Solo il 4% dei consumatori italiani compra online da altri Paesi Ue. Questo dato è più basso rispetto alla media Ue del 7%. Un diritto comune europeo dei contratti potrà essere scelto liberamente da consumatori e imprese nei loro rapporti commerciali come alternativa al diritto nazionale quando loro vogliono comprare o vendere al di là dei confine nazionali. Il 75% degli imprenditori italiani ha dichiarato che userebbe un simile strumento." Il Vicepresidente del Cnf Perfetti ha assicurato il sostegno dell’avvocatura italiana allo sforzo della Commissione di creazione di un diritto europeo dei contratti: tanti sono stati i seminari organizzati dal Cnf e l’11 aprile si terrà un convegno organizzato insieme con la rappresentanza europea degli Ordini forensi (CBBE). “L’avvocatura italiana vuole fermamente cooperare al superamento della crisi economica e senza dubbio un quadro di regole certe ed uniformi per tutti gli operatori può facilitare questo scopo”. Per Perfetti in questo modo sarà rafforzata la tutela dei consumatori e dei cittadini, obiettivo proprio della missione costituzionale dell’avvocatura. Il Regolamento Ue, infine, stabilendo regole uniformi da applicare su base volontaria consentirà ai legali italiani di ampliare le loro potenzialità professionali in tutti i paesi Ue. Perfetti ha sottolineato che “gli avvocati potranno tanto più contribuire alla efficace applicazione delle regole Ue garantendo certezza e correttezza nei rapporti economici tra operatori, quanto più saranno autonomi e indipendenti e lontani da potenziali conflitti di interessi”. http://ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/giustizia_liberta/reding_avvocatura_italiana_it.htm

Schulz: l'iniziativa dei cittadini è uno "strumento straordinario" "È un grande giorno per la democrazia partecipativa", ha spiegato il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz a proposto dell'iniziativa dei cittadini, in vigore a partire dall'1 aprile 2012. Ha presentato questo nuovo strumento, voluto in seguito al Trattato di Lisbona, durante una conferenza stampa con il commissario Maroš Šefčovič e il ministro danese Nicolaï Wammen. Un milione di cittadini potranno richiedere alla commissione una proposta legislativa a livello europeo. "Conosco dei casi in cui delle firme hanno cambiato radicalmente l'orientamento della politica" ha spiegato Martin Schulz ai giornalisti. "L'iniziativa dei cittadini è qualcosa di meraviglioso. I cittadini possono manifestare le proprie preoccupazioni al centro del processo politico" ha aggiunto. Nonostante ciò, ha indicato che "non bisogna farsi delle speranze irreali". Rispondendo ad una domanda di un giornalista sull'intervento organizzato con le lobby, il Presidente ha sottolineato che il processo deve essere trasparente e che sarà piuttosto semplice sapere se ci sono degli interessi economici in gioco. http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/content/20120327STO41940/html/Schulz-l%27iniziativa-dei-cittadini-%C3%A8uno-strumento-straordinario

Euronest: stringere le relazioni con i paesi ad Est I deputati europei e i rappresentanti di Azerbaigian, Armenia, Georgia, Moldavia e Ucraina si riuniranno a Baku (capitale dell'Azerbaigian) dal 2 al 4 aprile. Sarà la seconda riunione dell'Assemblea parlamentare Euronest, creata nel 2011 per la promozione dell'integrazione politica ed economica con l'UE. Questa è la prima volta che un meeting di Euronest ha luogo fuori dall'UE. L'energia, il commercio e i diritti dell'Uomo faranno parte dei temi su cui si confronteranno i deputati durante i dibattiti, co-presieduti dall'europarlamentare bulgaro di centro sinistra Kristian Vigenin e l'ex-primo Ministro ucraino agli Affari esteri Borys Tarasuk. Kristian Vigenin spera che questa riunione, nonostante sia multilaterale, permetterà di sviluppare degli accordi bilaterali tra UE e gli altri paesi. Il deputato bulgaro mette l'accento sulle sfide per il futuro relative alla democrazia e, in particolare, all'indipendenza dei media. Sostenere la democrazia in Bielorussia Per delle ragioni politiche, la Bielorussia non è membro dell'Euronest. Un gruppo di lavoro si focalizzerà sul caso: è infatti necessario rilanciare un dialogo tra i rappresentanti bielorussi (in particolare dell'opposizione) e la società civile, ha sottolineato Kristian Vigenin Nonostante ciò , la piena partecipazione della Bielorussia all'assemblea Euronest non sarà possibile fino a quando non ci saranno delle elezioni libere nel paese. http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/content/20120322STO41650/html/Euronest-stringere-le-relazioni-con-i-paesi-adEst Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 7


ATTUALITA’

La Rappresentanza in Italia della Commissione europea partner istituzionale del Festival internazionale del giornalismo 2012 Per il secondo anno consecutivo la Rappresentanza in Italia della Commissione europea sarà partner istituzionale del Festival internazionale del giornalismo che si svolgerà a Perugia tra il 25 e il 29 aprile 2012. L'obiettivo, come sempre, è quello di parlare e far parlare d'Europa attraverso una serie di eventi e iniziative che saranno ospitate all'interno del programma dell'importante kermesse che è stata presentata oggi con una conferenza stampa presso lo Spazio Europa a Roma. Tra le iniziative più importanti, gli workshop su questioni attuali che riguardano noi tutti come l'energia, democraA Berlino l'Italia vince quattro zia e diritti fondamentali, la crisi e la disoccupazione giovanile, giornalismo e comunicazione e lo stand espositivo e interattivo. premi europei con eTwinning Una conferenza, organizzata in collaborazione dell'Associazione Importante riconoscimento Giornalisti Scuola di Perugia e con la partecipazione del Vice Preeuropeo per l’istruzione sidente della Commissione Antonio Tajani e di autorevoli giornaliitaliana nel campo sti e opinionisti rifletterà sul tema del futuro della politica in Eurodell’innovazione didattica. Sono quattro i progetti di gemellagpa. L'evento sarà anche l'occasione della cerimonia di premiaziogio elettronico attivati da scuole del Bel Paese che saranno ne della seconda edizione del Concorso Premio per i giovani ipremiati alla Conferenza europea eTwinning, in programma a scritti alle scuole di giornalismo italiane, realizzato insieme all'AsBerlino dal 29 al 31 marzo 2012, al cospetto dei rappresensociazione Giornalisti Scuola di Perugia e con il patrocinio del tanti istituzionali della Commissione Europea (Direzione IstruConsiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti. Media partner del zione e Cultura). L’evento rappresenta il principale appuntaConcorso e del Festival sono Euronews, Presseurop e Euranet. mento annuale per quanto riguarda le attività di eTwinning, Contesto La Rappresentanza della Commissione europea in Itaazione comunitaria cha ha dato vita al più attivo portale eurolia funge da voce dell'istituzione e misura il polso della pubblica peo per gemellaggi elettronici tra istituti scolastici, con semiopinione del paese. Inoltre favorisce il dibattito con il pubblico, alle nari e workshop di formazione e la premiazione dei migliori istituzioni e ai media sull'Unione europea con l'organizzazione e la progetti di partnership online attivati lo scorso anno. Attesi più promozione di eventi, campagne informative, mediante siti, di 500 insegnanti provenienti da tutta Europa. Quanto alle newsletter, eventi, opuscoli, volantini e altro materiale. Per sapercategorie dei progetti italiani premiati, i riconoscimenti sono ne di più e avere aggiornamenti sulle politiche e le iniziative della stati conferiti per le fasce di età di alunni dai 4 agli 11 anni, Commissione, contattare la Rappresentanza oppure visitate il con il 3° Circolo didattico di Chieti e a quella dai 12 ai 15 annostro sito internet: http://ec.europa.eu/italia ni , con il Liceo Classico "E. Duni" di Matera. Premiati nella categoria speciale dei gemellaggi in lingua il Liceo Statale "Niccolò Machiavelli" di Roma e l’Istituto “Ten. Col. G. Familiari” di Melito di Porto Salvo (Reggio Calabria). http://etwinning.indire.it/articolo.php?id_cnt=2432

Giro di vite contro la criminalità informatica

Il nuovo organo di vigilanza dell'UE segnalerà le minacce emergenti e aiuterà gli inquirenti a individuare gli autori di reati informatici. Ogni giorno un milione di persone subisce un reato informatico. Gli autori sono invisibili e spesso rimangono impuniti. L'UE intende affrontare il problema con un nuovo Centro europeo per la lotta alla criminalità informatica, che darà l'allarme ai paesi dell'Unione in caso di grave minaccia e segnalerà eventuali carenze nelle loro difese online. Dovrà inoltre identificare le reti criminali e gli autori di reati gravi, oltre a fornire sostegno alle indagini. Il centro utilizzerà le informazioni fornite da organismi pubblici, industria, forze di polizia e istituti accademici per assistere gli inquirenti, i pubblici ministeri e i magistrati. Chiunque può essere vittima di un reato informatico, tra cui:  furto d'identità online  frode informatica  frode con carta di credito  sfruttamento sessuale di minori Ecco il sito di “Generation Awake. Le tue scelte fanno un  sequestro di account web mondo di differenza”, la campagna della Commissione europea sull’efficienza delle risorse, che mira a sensibilizzare  attacchi a sistemi informatici pubblici o privati. l’opinione pubblica sul tema di un saggio utilizzo delle risorse È un fenomeno in aumento. naturali e a incoraggiare i cittadini a riflettere sull’impatto che Ogni giorno circa 600 000 account su Facebook devono essere le loro scelte d’acquisto hanno sul pianeta. bloccati in seguito a tentativi di accesso abusivo. Solo in Belgio il Dai un’occhiata alle iniziative dell’Unione Europea per vedere numero di frodi informatiche è passato da oltre 4 000 casi nel in che modo le tue scelte possono contribuire al benessere 2008 a più di 7 000 nel 2010. Nel Regno Unito, i casi di accesso tuo personale e a quello del pianeta. abusivo al conto bancario sono aumentati del 207% tra il 2008 e il http://www.generationawake.eu/it 2009. Un giro di vite contro questi reati contribuirà a rafforzare la fiducia nelle operazioni bancarie e le prenotazioni online, facendo risparmiare milioni di euro. Secondo uno studio condotto nel 2011 la criminalità informatica costerebbe a livello mondiale tra 85 e 291 miliardi di euro. Sfortunatamente, gli autori dei reati rimangono spesso impuniti. La natura paneuropea del centro garantirà una segnalazione tempestiva delle minacce a tutti i paesi dell'UE. Se qualcuno in Lituania denuncia un accesso abusivo al proprio conto bancario, il suo caso potrà essere rapidamente messo in relazione con altri casi analoghi dalla Grecia fino all'Irlanda. In tal modo si potranno allertare immediatamente tutti i paesi europei. Il centro risponderà inoltre alle domande tecniche e scientifiche poste da inquirenti, pubblici ministeri e magistrati. Avrà sede all'Aja, presso l'Europol (l'Ufficio europeo di Polizia), che dovrà prima approvare la proposta. http://ec.europa.eu/news/justice/120328_it.htm

Awake. Le tue scelte fanno un mondo di differenza

Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 8


ATTUALITA’

Lavoro: il 73% degli Italiani prevede un aumento dello stress nei prossimi 5 anni Rapporto OECD: le 10 nazioni Secondo il sondaggio dell’Agenzia‫‏‬europea‫‏‬ per la salute e la sicurezza sul lavoro, 9 Italiani su 10 considerano la tutela della sicumigliori per lavorare

rezza uno strumento utile a favorire le politiE' possibile conciliare perfettamente il che di innalzamento dell’età pensionabile e lavoro, la famiglia e la cura per se stesl’invecchiamento attivo si? A quanto pare sì e a confermarcelo è Il 73% degli Italiani prevede un aumento dello l'OECD (Organizzazione per la Coopestress sul posto di lavoro nei prossimi cinque razione Economica e lo Sviluppo)che ha anni. Di questi il 39% ritiene che tale aumento stilato una classifica sui paesi che persarà di misura. Questo il risultato del secondo mettono di avere questo eccellente consondaggio d'opinione paneuropeo sulla sicunubio tra lavoro e famiglia. Sono stai rezza e la salute nei luoghi di lavoro. L'indagipresi in considerazione vari parametri: ne, condotta da Ipsos MORI per conto dell'Ainnanzitutto i giorni di maternità concessi genzia europea per la salute e la sicurezza non solo alle madri, ma anche ai padri. sul lavoro (EU-OSHA), ha raccolto le opinioni Poi le ore medie lavorative annuali e i di oltre 35 000 cittadini di 36 paesi europei in giorni di vacanza retribuiti. relazione alle problematiche attuali sul posto I 10 paesi individuati dall’OECD sono: di lavoro, tra cui lo stress legato all'attività Germania, Danimarca, Brasile, Francia, lavorativa e l'importanza della sicurezza e Finlandia, Olanda, Bulgaria, Norvegia, della salute sul lavoro per la competitività euLituania e Svezia. ropea, anche nel contesto di un prolungamenhttp://www.studenti.it/lavoro/estero/ to della vita lavorativa. In Europa su dieci lavorare-e-avere-una-buona-qualitaintervistati in età attiva, otto (80%) pensano della-vita-privata-e-possibile-ecco-i-10che il numero di persone sottoposte a stress paesi-che-lo-permettono.php sul lavoro aumenterà nei prossimi cinque anNorvegia ni; di questi, il 52%‫‏‬è‫‏‬convinto‫‏‬che‫‏‬l'aumento‫‏‬sarà‫"‏‬marcato". Tali risultati riflettono quelli del sondaggio ESENER dell'EU-OSHA sui rischi nuovi ed emergenti sul posto di lavoro, dal quale era emerso che il 79% dei dirigenti ritiene lo stress un aspetto problematico per la propria azienda. Lo stress rappresenta quindi per le imprese un fattore tanto rilevante quanto gli infortuni sul lavoro. Lo stress legato all'attività lavorativa è una delle principali sfide con cui l'Europa deve confrontarsi nel campo della salute e della sicurezza. Comporta costi enormi in termini di disagio umano e performance economica. Inoltre, in base al sondaggio una grande maggioranza degli europei (86%) concorda sul fatto che, per mantenere la propria competitività‫‏‬economica, un Paese debba adottare buone prassi di salute e sicurezza sul lavoro, un fattore della cui necessità il 56% di queste persone è fermamente convinto. I lavoratori e le persone non occupate hanno espresso opinioni analoghe (rispettivamente, l'86% e l'85% degli intervistati sono concordi su questo punto). “La crisi finanziaria e i cambiamenti che si susseguono nel mondo del lavoro esercitano pressioni sempre maggiori sui lavoratori; non deve stupire, quindi, che lo stress legato all'attività lavorativa sia una delle principali preoccupazioni della gente” spiega Christa Sedlatschek, direttore dell'EU-OSHA. “Indipendentemente dall'età, dal genere e dalle dimensioni dell'organizzazione, una grande maggioranza della popolazione è del parere che lo stress legato all'attività lavorativa andrà aumentando. Nonostante ciò, si registrano interessanti variazioni a livello nazionale tra coloro che prevedono un aumento "marcato": per esempio, i norvegesi sono i meno preoccupati (16%), mentre i greci sono i più preoccupati (83%: "subirà un marcato incremento"). Fare fronte ai rischi psicosociali è uno dei principali aspetti delle attività dell'EU-OSHA per migliorare la vita dei lavoratori in Europa”. Rispetto al ruolo strategico delle politiche di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro il 72% del campione italiano ha inoltre affermato di ritenersi correttamente informato, a fronte di una media europea del 69%. 9 Italiani su 10 infine ritengono la‫‏‬tutela‫‏‬della‫‏‬salute‫‏‬e‫‏‬della‫‏‬sicurezza‫‏‬uno‫‏‬strumento‫‏‬utile‫‏‬a‫‏‬migliorare‫‏‬la‫‏‬competitività‫‏‬delle‫‏‬aziende‫‏‬e‫‏‬ad‫‏‬aiutare‫‏‬le‫‏‬persone‫‏‬a‫‏‬lavorare‫‏‬più‫‏‬a‫‏‬lungo, favorendo‫‏‬le‫‏‬politiche‫‏‬di‫‏‬innalzamento‫‏‬dell’età‫‏‬pensionabile. Un dato in linea con quello europeo che registra un 87% della popolazione convinta che l'adozione di buone prassi in materia di salute e sicurezza sul lavoro sia importante per aiutare le persone a lavorare più a lungo prima della pensione (di questi, il 56% è del parere che si tratti di un intervento "molto importante"). Un recente sondaggio di Eurobarometro mostra che molti europei non respingono l'idea dell'invecchiamento attivo, ma che le attuali condizioni di salute e sicurezza sul lavoro potrebbero non permettere loro di continuare a lavorare in un'età più avanzata. Rispetto alla possibilità di lavorare anche oltre l’età pensionabile, solo il 21% degli Italiani si dice d’accordo, a fronte di una media europea superiore al 30%. Sebbene in Europa l'età pensionabile sia in generale di 65 anni, secondo Eurostat nel 2009 l'età media di abbandono del mercato del lavoro è stata di circa 61,5 anni. In base al sondaggio di Eurobarometro, quattro europei su dieci (42%) sono convinti di potere continuare a svolgere la propria attività lavorativa fino all'età di 65 anni e oltre, mentre il 17% prevede di non essere in grado di proseguire oltre i 59 anni. L'EU-OSHA è attivamente impegnata nella promozione dell'Anno europeo dell'invecchiamento attivo 2012, al fine di promuovere la necessità di una buona salute e sicurezza sul lavoro in tutte le fasi della vita lavorativa. I risultati completi del sondaggio paneuropeo sono disponibili al seguente indirizzo: http://osha.europa.eu/it/safety-health-in-figures <http://osha.europa.eu/it/safety-health-in-figures> Pacchetto esaustivo per la stampa con i risultati relativi all'UE, le sintesi per paese e la metodologia. <http:// osha.europa.eu/en/safety-health-in-figures/eu-poll-press-kit.pdf> Per informazioni: SEC Relazioni pubbliche e istituzionali Fausta Tagliarini – tel +39 06 3222712; cell +39 347 6474513; tagliarini@secrp.it

Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 9


ATTUALITA’ Regole più eque per gli appalti pubblici Grazie alla nuova legge le imprese europee potranno competere sui mercati mondiali alle stesse condizioni previste per le aziende straniere in Europa. Un'azienda di qualsiasi parte del mondo può partecipare a quasi tutte le gare d'appalto indette dalle amministrazioni pubbliche nell'UE. Invece, un'impresa europea può offrire i propri beni o servizi soltanto in determinati paesi. Questa è una situazione ingiusta, che la Commissione europea spera di cambiare con una nuova legge sugli appalti pubblici. Le amministrazioni pubbliche acquistano beni o servizi mediante gli appalti pubblici, che a livello mondiale rappresentano circa 1 000 miliardi di euro all'anno. Nel 2010, nell'UE ammontavano a circa 420 miliardi di euro. L'84% circa di questi appalti era accessibile a imprese di tutto il mondo: soltanto nei settori dei servizi di pubblica utilità e della difesa si applicano restrizioni sui paesi che possono partecipare. Negli Stati Uniti, invece, le imprese straniere possono presentare offerte solo per il 32% dei 556,25 miliardi di euro disponibili, mentre la quota è ancora minore in Giappone (28%). Le restrizioni incidono sui settori in cui l'UE è altamente competitiva, fra cui le costruzioni, i trasporti pubblici, i dispositivi medici, la produzione elettrica e i prodotti farmaceutici. La Commissione propone che per i contratti di oltre 5 milioni di euro le autorità aggiudicatrici possano decidere di escludere dalla gara imprese di paesi extra UE se una quota significativa dei beni o servizi interessati non è coperta da accordi internazionali. Se un'amministrazione desidera agire in questo senso, deve informare la Commissione europea, che a sua volta avrà due mesi di tempo per decidere se la decisione è giustificata. La valutazione si baserà sul grado di apertura delle procedure di appalto del paese in questione nei confronti delle imprese dell'UE. Se un paese adotta ripetutamente una politica discriminatoria nei confronti di fornitori europei, la Commissione può cercare una soluzione negoziata. In caso di mancato accordo, può limitare l'accesso delle aziende del paese interessato agli appalti dell'UE, applicando per esempio restrizioni su un settore particolare o ammende sui prezzi delle offerte presentate da aziende extra UE. Vista la crisi economica, diversi paesi hanno introdotto misure protezionistiNorvegia che che sono discriminatorie nei confronti delle aziende europee. La proposta creerà un piano di parità e aumenterà le opportunità commerciali per le imprese europee nell'UE e nel resto del mondo, aiuterà le imprese più piccole a partecipare a gare internazionali e favorirà l'occupazione nell'UE. http://ec.europa.eu/index_it.htm

SULL' ITALIA L'ONTA DI 63 MIGRANTI MORTI IN MARE IL CONSIGLIO D'EUROPA RICOSTRUISCE L'AGONIA SUL BARCONE La morte per fame e sete di 63 migranti al largo della Libia in un barcone alla deriva diventato la loro tomba, ha molti colpevoli, ma l'Italia è un pò più colpevole di altri. «Come primo Stato ad aver ricevuto la chiamata di aiuto e sapendo che la Libia non poteva ottemperare ai propri obblighi, l'Italia avrebbe dovuto assumere la responsabilità del coordinamento delle operazioni di soccorso»: accusa il rapporto del Consiglio d'Europa, presentato a Bruxelles. Per quella tragedia - avvenuta a fine marzo 2011, in pieno conflitto libico - «siamo di fronte ad un catalogo di fallimenti e responsabilità collettive», ha denunciato la relatrice, l'olandese Tineke Strink, ricostruendo l'agonia del 'vascello lasciato morirè da navi e elicotteri sotto comando Nato e di singoli paesi, tra cui Francia, Italia, Spagna e Cipro. L'odissea comincia a Tripoli, dove 72 migranti sub -sahariani (tra cui 20 donne e due bebè) vengono costretti ad imbarcarsi dalle milizie di Gheddafi con contrabbandieri che presto si appropriano del cibo e dell'acqua a bordo. Dopo sole 18 ore di navigazione, il barcone va alla deriva. L'allarme viene dato dal 'capitanò che con un telefono satellitare chiama un prete eritreo che vive in Italia. Il messaggio è raccolto dal Centro italiano di coordinamento del salvataggio marittimo che per almeno dieci giorni lo rimanda in onda, avvisando le navi e gli aerei che stanno perlustrando quella zona di mare, interessata al momento dalla missione Unified protector, sotto comando Nato. «Nonostante la zona si trovasse sotto alta sorveglianza militare, nulla è successo», ha denunciato la Strink. «L'ipotesi più probabile è che tutti sapessero e che tutti abbiano voltato gli occhi da un'altra parte per non doversi accollare la responsabilità di dare un rifugio ai migranti». Di certo - è la tesi del Consiglio d'Europa - sapeva la Nato, così come la nave italiana Borsini che si trovava a 37 miglia dal barcone e la nave spagnola Mendez Nunez che era ancora più vicina, a sole 11 miglia. Entrambe provviste di elicottero. E sapeva l'elicottero dell'esercito francese che per primo si è avvicinato ai disperati del Mediterraneo lanciando loro biscotti e acqua, insieme alla promessa non mantenuta che sarebbe ritornato. Il Consiglio d'Europa - che discuterà il rapporto nella sua assemblea il 24 aprile prossimo - vuole giustizia. In particolare, sollecita la Nato a condurre un'indagine a tutto campo e a dare le risposte che ancora mancano per spiegare questo film dell'orrore. «Le loro navi potevano salvare queste persone e non l'hanno fatto: dobbiamo ancora capire perché», ha detto Judith Suderland, di Human right watch. A muoversi sarà anche la giustizia ordinaria: l'avvocato Stefane Maugendre ha annunciato che a nome di organizzazioni non governative presenterà a Parigi una denuncia contro l'esercito francese a nome dei nove sopravvissuti. Il primo risultato dell'inchiestalo sottolinea già Laura Boldrini, portavoce dell'Alto commissario per i rifugiati(Unhcr) secondo cui il Consiglio d'Europa ha ristabilito «il principio del salvataggio in mare», importante per «evitare che il Mediterraneo si trasformi nella terra di nessuno, dove vige l'impunità». «Serve ricordare, infatti - dice - che l'anno scorso, in un momento in cui il Mediterraneo era pieno di unità navali militari e commerciali, almeno 1.500 persone di varie nazionalità sono partite in Libia in fuga dalla guerra e non sono mai arrivate in Italia». Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 10


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE Azione preparatoria «Circolazione dei film nell'era digitale» — Invito a presentare proposte 2012 Il 26 ottobre 2011 il Parlamento europeo ha adottato un bilancio di 2 milioni di EUR per il primo anno di esercizio dell'azione preparatoria «Circolazione dei film nell'era digitale». Questa azione mira a sperimentare strategie innovative in materia di diffusione dei film europei (sale cinematografiche, DVD, video a richiesta, festival, stazioni televisive, ecc.). Si tratta in particolare di definire le condizioni suscettibili di aumentare la complementarietà tra i sostegni alla diffusione onde migliorare la circolazione transnazionale e l'audience globale dei film europei all'interno dell'Unione europea. L'azione preparatoria sosterrà progetti che propongano di sperimentare uscite simultanee o quasi simultanee sull'insieme dei supporti di diffusione e su diversi territori europei. Limitati alle opere cinematografiche europee e alla loro distribuzione all'interno dei paesi dell'Unione europea, i progetti dovranno coprire un numero sostanziale di film e di territori. Questo parametro dimensionale è essenziale per poter trarre insegnamenti significativi dall'azione preparatoria e imporla come sussidio al processo decisionale delle autorità pubbliche e degli operatori dell'industria cinematografica europea. In questa prospettiva, i progetti dovranno prevedere anche l'organizzazione, al termine dell'azione, di una riunione pubblica destinata a presentare agli operatori e ai poteri pubblici i principali risultati della sperimentazione e gli insegnamenti che se ne sono tratti. Per essere ammissibili, le proposte dovranno essere presentate da un gruppo che soddisfi i seguenti tre criteri: — il gruppo deve comprendere imprese o organizzazioni legale ai mercati audiovisivi (produttori, agenti di vendita, distributori, titolari di diritti, società di marketing, sale cinematografiche, piattaforme di video a richiesta ecc.), — l'insieme dei membri (coordinatori e partner) del gruppo candidato deve avere la propria sede sociale in uno Stato membro dell'Unione europea, — il gruppo candidato deve comprendere almeno due agenti di vendita. Il contributo richiesto dal gruppo candidato non può superare il 70 % dell'insieme dei costi ammissibili del progetto. Le candidature ammissibili riceveranno un punteggio su un totale di 100 punti in base alla seguente ponderazione: Criterio d'attribuzione n. 1: qualità del contenuto dell'attività, (50 punti) — numero, diversità e complementarietà dei film e territori coperti dall'azione (15 punti), — pertinenza della strategia di marketing (15 punti), — pertinenza delle strategie poste in atto per approfondire la questione della complementarietà tra i territori e i segmenti di diffusione (15 punti), — grado di innovazione dell'azione (5 punti). Criterio d'attribuzione n. 2: gestione del progetto (50 punti) — qualità del gruppo candidato (10 punti), — qualità del piano di gestione del progetto e del gruppo (15 punti), — qualità della metodologia proposta per la raccolta, l'analisi e la messa in prospettiva dei risultati ottenuti (15 punti), — analisi costi/benefici dell'azione proposta (10 punti). L'importo disponibile a titolo del presente invito a presentare proposte ammonta a 1 994 000 EUR. Il contributo finanziario della Commissione non può superare il 70 % del totale dei costi ammissibili. Il contributo finanziario è attribuito in forma di sovvenzione. Le domande devono essere inviate entro il 6 settembre 2012 a: Sig.ra Aviva SILVER Commissione europea Direzione generale dell’Istruzione e della cultura Direzione D — Cultura e media Unità D3 — Programma MEDIA ed educazione ai media Ufficio: MADO 18/68 1049 Bruxelles/Brussel BELGIQUE/BELGIË Il programma di lavoro, le linee guida e i formulari di candidatura possono essere ottenuti al seguente indirizzo: http://ec.europa.eu/media Le candidature devono essere conformi a tutte le istruzioni della guida, essere presentate mediante i formulari forniti e contenere tutte le informazioni e gli allegati indicati nel testo completo dell'invito a presentare proposte. GUUE C 93 del 30/03/12

Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 11


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE Invito a presentare proposte Indicatori periodici ad alta frequenza per gli scambi a livello mondiale e regionale L’obiettivo è elaborare una serie, sufficientemente omogenea e esaustiva, di variabili degli scambi regionali che insieme permettano di coprire il mondo intero. Tale serie deve essere disponibile in tempi brevi per segnalare ai responsabili politici europei possibili cambiamenti nella forza del contesto esterno o eventuali problemi di competitività di determinati Stati membri. La serie di variabili non può essere considerata statistica in senso stretto in quanto molti dati mancanti dovranno essere stimati. Ciascuna convenzione di sovvenzione riguarda la realizzazione di 12 serie mensili di indicatori. Lo stanziamento indicativo totale per i quattro periodi previsti per questa azione ammonta a 200 000 EUR o 50 000 EUR l’anno. Per gli anni successivi lo stanziamento potrebbe aumentare del 2 % circa l’anno, nei limiti delle risorse di bilancio disponibili. I criteri elencati qui di seguito saranno utilizzati per valutare le proposte e assegnare i punteggi (vedi in appresso) per classificarle, nonché stipulare una convenzione di sovvenzione con il proponente selezionato, tenendo conto dell’efficacia rispetto ai costi delle proposte e dello stanziamento di bilancio disponibile: — adeguatezza delle risorse assegnate per l’elaborazione di indicatori relativi agli scambi internazionali, ivi compresi il personale qualificato, le modalità del monitoraggio, le supervisioni e la gestione dei rischi (massimo 20 punti), — qualità della metodologia proposta, inclusi gli aspetti relativi alla destagionalizzazione e correzione per i giorni lavorativi, alla deflazione, all’aggregazione e alla metodologia di stima per i valori e i deflatori mancanti (massimo 60 punti), — efficienza organizzativa del proponente in termini di flessibilità, infrastrutture e strutture per lo svolgimento del lavoro, la comunicazione dei risultati e la cooperazione con la Commissione (massimo 20 punti). Le proposte devono contenere il modulo standard di domanda di sovvenzione compilato e firmato e tutti i documenti giustificativi indicati al punto 8.2. Le proposte devono essere suddivise in tre parti: — proposta amministrativa, — proposta tecnica, — proposta finanziaria. I moduli si possono scaricare dal seguente sito: http://ec.europa.eu/economy_finance/procurement_grants/ grants/proposals/index_en.htm Le proposte possono essere presentate: a) per posta o tramite un servizio di corriere, entro il 30 aprile 2012 (farà fede il timbro postale o la data apposta sul bollettino di spedizione del servizio di corriere), all’indirizzo seguente: Commissione europea Direzione generale degli Affari economici e finanziari Invito a presentare proposte rif. ECFIN/D/12/004 Unità ECFIN/R2 — Gestione finanziaria Ufficio BU24 — 4/13 Avenue du Bourget/Bourgetlaan 1-3 1140 Bruxelles/Brussel (Evere) BELGIQUE/BELGIË b) o mediante consegna al servizio postale centrale della Commissione europea (di persona o per mezzo di un rappresentante autorizzato del proponente, ivi compresi i servizi di corriere) al seguente indirizzo: Commissione europea Direzione generale degli Affari economici e finanziari Invito a presentare proposte rif. ECFIN/D/12/004 Unità ECFIN/R2 — Gestione finanziaria Ufficio BU24 — 4/13 Avenue du Bourget/Bourgetlaan 1-3 1140 Bruxelles/Brussel (Evere) GUUE C 93 del 30/03/12 Europa & Mediterraneo n. 14 45del 46del 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 12


CONCORSI CONCORSO (V edizione) “Diventare cittadini europei” Un’iniziativa promossa da: CONSIGLIO ITALIANO DEL MOVIMENTO EUROPEO (C.I.M.E) ASSOCIAZIONE DEL CONSIGLIO DEI‫‏‬COMUNI‫‏‬E‫‏‬DELLE‫‏‬REGIONI‫‏‬D’EUROPA‫(‏‬A.I.C.C.R.E.)‫‏‬in collaborazione con ASSOCIATION EUROPEENNE DES ENSEIGNANTS – SEZIONE ITALIANA (A.E.D.E) CENTRO ITALIANO DI FORMAZIONE EUROPEA (C.I.F.E.) MOVIMENTO FEDERALISTA EUROPEO (M.F.E.) DESTINATARI Il concorso è Sono aperte le iscrizioni per " riservato a tutti gli studenti delle scuole secondarie (di 1° e per la e 2° grado), di ogni parte d’Italia. OBIETTIVI DEL CONCORSO La casa-officina quest'anno sarà aperta anche le mattine di giugno e diven1.Invitare di riflettere gli stuterà L'OFFICINA DEL SOLE Settimane educative d’estate dai 3 ai 99 anni. denti su alcuni anniversari Inoltre, a partire da settembre il nostro progetto educativo si arricchisce relativi ad iniziative promosse e la Casa-officina diventerà un Centro educativo plurilingue quotidiano aperto ai bambini dai 3 dalle istituzioni europee, che ai 5 anni, per sperimentare insieme, a partire dalla pedagogia dell'ascolto e dall'educaziohanno fortemente influito sulla ne lenta, la crescita e‫‏‬la‫‏‬scoperta‫‏‬nel‫‏‬rispetto‫‏‬delle‫‏‬differenze‫‏‬e‫‏‬delle‫‏‬identità. Per informavita dei cittadini ed, in particozioni e iscrizioni, telefonate al numero 3297439670 oppure scriveteci all’indirizzo officreaintercullare, dei giovani. tura@gmail.com. Per scoprire le altre iniziative della casa-officina, visitate il sito 2. Sollecitare i giovani a docuwww.casaofficina.it e la pagina Facebook. mentarsi sul passato, l’attualità e il futuro del processo di integrazione dell’Europa e a riscoprirla come risposta ai loro bisogni e alle loro aspettative. MODALITA’‫‏‬DI‫‏‬PARTECIPAZIONE I partecipanti al concorso sono invitati a redigere un intervista (reale o immaginaria) sulla base di una delle seguenti tracce: - Nel 2012 ricorre il decimo anniversario della circolazione dell'euro. Si cerchi di fare un bilancio di questi 10 anni di moneta unica europea, caratterizzati da luci ed ombre, ma che indubbiamente hanno cambiato la nostra vita. - Nel 2012 ricorre il venticinquesimo anniversario del lancio del programma europeo ERASMUS di mobilità degli studenti. Si metta in evidenza la rilevanza e le conseguenze del fatto di potersi oggi formare e lavorare con maggiore facilità in uno Stato diverso da quello di origine. REGOLAMENTO · La partecipazione è libera, volontaria e completamente gratuita, ed è riservata a studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. · I concorrenti possono partecipare a titolo individuale oppure in forma di gruppo, classe, scuola, ecc… · I testi elaborati dovranno avere natura originale e una lunghezza massima di circa 5.000 caratteri (spazi inclusi). · I partecipanti al concorso dovranno fare pervenire i loro testi in busta chiusa (posta prioritaria) o via e-mail, spedendoli entro il 30 aprile 2012, al Consiglio Italiano Movimento Europeo (C.I.M.E) - Piazza‫‏‬della‫‏‬Libertà,‫‏‬13‫‏‬- 00192 ROMA e-mail: segreteria@movimentoeuropeo.it (prodotti pervenuti oltre il 3 maggio 2012 non potranno più essere presi in considerazione dal comitato valutatore). · Insieme all’elaborato dovranno essere inviati i dati essenziali relativi ai partecipanti (nome e cognome e/o classe e scuola di appartenenza) e i riferimenti necessari per stabilire un contatto (indirizzo, telefono, e-mail). · Il materiale inviato per la partecipazione al concorso non verrà restituito e i diritti di pubblicazione sono trasferiti ai promotori. · Sono previsti vari premi, tra cui attestati di merito per le scuole e per gli studenti partecipanti, targhe e libri. Agli elaborati selezionati, inoltre, verrà data massima visibilità attraverso la pubblicazione sui siti internet e le riviste curate dai promotori. · La cerimonia di premiazione avrà luogo in prossimità della festa dell’Europa, 9 maggio 2012. I vincitori verranno contattati dalla segreteria del concorso, anche per la comunicazione del luogo e orari della manifestazione. Per ulteriori informazioni rivolgersi a: CONSIGLIO ITALIANO del MOVIMENTO EUROPEO (C.I.M.E.) - Piazza della Libertà, 13 - 00192 ROMA Tel./fax 06 36001742 – e-mail: progetti@movimentoeuropeo.it Oppure Damiana Guarascio – A.I.C.C.R.E. Abruzzo – Viale Riviera, 283 – 65123 PESCARA Tel: 085 74720 - fax: 085 9432760 - e-mail: damiana.guarascio@tiscali.it

L'Officina del Sole" "Casa-officina Centro educativo plurilingue"

Concorso sullo sport per le scuole “Scrivi una Storia” Il Concorso per le scuole “Sport Contro Droga” si prefigge di promuovere la conoscenza e la diffusione dello Sport come parte attiva della vita dei ragazzi, facilitando la “costruzione” di un più consapevole approccio verso la prevenzione delle dipendenze, usando lo sport come un “vaccino” contro i vissuti negativi. “Scrivi una storia” si sviluppa nella scrittura di un racconto breve (solo testo integrato da disegni o da foto), ed è destinato ai ragazzi delle ultime due classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, dell’intero territorio nazionale. Le opere potranno essere individuali e/o di gruppo e dovranno essere trasmesse in via telematica. Gli autori dei racconti vincitori si aggiudicano i premi messi a disposizione dalle Federazioni Sportive a beneficio delle proprie classe. I materiali devono pervenire previa compilazione del Format online, tramite posta elettronica entro le ore 24.00 del 15 aprile 2012. http://www.sportcontrodroga.org/wp-content/uploads/2011/10/Scrivi-una-Storia-regolamento.pdf Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 13


CONCORSI Invito a presentare candidature per la nomina di membri del Consiglio di vigilanza dell’EFRAG esperti in politiche pubbliche L’European Financial Reporting Advisory Group (EFRAG) è stato istituito nel 2001 per fornire consulenza alla Commissione in sede di approvazione di principi contabili. Oltre alla funzione consultiva, l’EFRAG svolge anche un ruolo proattivo nel garantire che i punti di vista europei in materia di reporting finanziario siano espressi correttamente e chiaramente nel procedimento di formazione delle norme internazionali . L’EFRAG attualmente sta effettuando una revisione della sua governance. Il mandato dei membri del Consiglio di vigilanza scade nel 2012. Il nuovo Consiglio di vigilanza dell’EFRAG dovrà essere nominato nel mese di ottobre 2012 e sarà immediatamente operativo. Le principali responsabilità dell’attuale Consiglio di vigilanza dell’EFRAG comprendono: — approvare la strategia generale dell’EFRAG, — nominare i membri del Gruppo di esperti tecnici (TEG) e del Comitato della programmazione e delle risorse (PRC), — esaminare le questioni di bilancio e di finanziamento, — controllare l'indipendenza del TEG, l'efficienza della sua organizzazione e la qualità delle procedure, — assicurare il collegamento con le istituzioni europee e con i membri («Trustees») della fondazione IFRS e controllare la cooperazione con gli organismi nazionali di normalizzazione contabile. Il Consiglio di vigilanza è composto da personalità di alto livello interessate allo sviluppo mondiale del reporting finanziario e dovrà rappresentare un buon equilibri fra le varie componenti professionali, comprendente utenti, redattori e contabili. Tutti i membri del Consiglio di vigilanza agiscono a titolo individuale e devono impegnarsi formalmente ad operare nell'interesse pubblico europeo, indipendentemente dalla loro appartenenza a determinate attività o settori professionali. Il Consiglio di vigilanza è composto da 17 membri, di cui quattro hanno un profilo professionale basato su un'esperienza maturata in politica pubblica, a livello nazionale o europeo. Il Consiglio di vigilanza attualmente è presieduto dal signor Pedro SOLBES MIRA. La Commissione lancia un invito a presentare candidature, sulla base delle quali proporrà un elenco di candidati per la nomina dei membri del Consiglio di vigilanza esperti in politiche pubbliche. In sede di valutazione delle candidature la Commissione applicherà i seguenti criteri: — esperienza nelle politiche pubbliche a livello europeo o a livello internazionale, impegno ad agire nell'interesse pubblico europeo, — esperienza professionale svolta presso un’autorità pubblica, ente pubblico o università, — alto livello e integrità morale, — buona conoscenza della lingua inglese, — familiarità col settore della contabilità sarà considerato un fattore preferenziale, — necessità di una composizione equilibrata in relazione alla provenienza geografica, al sesso e all’esperienza professionale. La domanda di partecipazione, debitamente firmata, deve pervenire ai servizi della Commissione entro il 15 maggio 2012. Le candidature presentate dopo tale data saranno prese in considerazione dalla Commissione esclusivamente in caso di sostituzioni o avvicendamenti. Le candidature devono essere: — inviate per raccomandata o corriere privato all’indirizzo seguente: Commissione europea Direzione generale del Mercato interno e dei servizi All’attenzione del sig. Jonathan FAULL, Direttore generale Rue de Spa 2, 03/205 1049 Bruxelles/Brussel BELGIQUE/BELGIË — o inviate per posta elettronica al seguente indirizzo: MARKT-F3@ec.europa.eu indicando in oggetto: «EFRAG Public Policy Supervisory Board Members». Ciascuna candidatura deve essere redatta in una delle lingue ufficiali dell’Unione europea; deve essere indicata chiaramente la nazionalità del candidato e deve essere acclusa la necessaria documentazione. Le candidature contengono tutte le informazioni utili per la loro valutazione; tra cui un curriculum vitae che documenti l’esperienza professionale ed il livello di conoscenze del candidato, nonché una breve illustrazione delle ragioni della candidatura. Devono altresì essere fornite le seguenti informazioni in merito al candidato: — Per quali autorità/organizzazioni ha lavorato? Per quanto tempo? — Quali sono le sue competenze specifiche? — A quali progetti o compiti specifici ha partecipato? — Dove ha acquisito esperienza a livello UE e/o internazionale? — Ha interessi che potrebbero pregiudicarne l’indipendenza? I candidati selezionati saranno nominati a titolo personale e agiranno indipendentemente da qualsiasi influenza esterna. Non possono essere rappresentati da supplenti. I membri del Consiglio di vigilanza saranno nominati dall’Assemblea generale dell’EFRAG per un mandato rinnovabile di tre anni. Possono esercitare le loro funzioni per un massimo di 6 anni. L'elenco dei membri del Consiglio di vigilanza sarà pubblicato sul sito Internet dell’EFRAG e su quello della DG Mercato interno e servizi. I nomi dei membri saranno raccolti, elaborati e pubblicati in conformità al disposto del regolamento (CE) n. 45/2001 . Per ulteriori informazioni si prega di contattare il signor Ugo BASSI, Direttore, telefono +32 22953118, e-mail: Ugo.Bassi@ec.europa.eu, il signor Jeroen HOOIJER, Capo unità, telefono +32 22955885, e-mail: Jeroen.Hooijer@ec.europa.eu GUUE C 93 del 30/03/12 Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 14


CONCORSI

OFFERTE LAVORO

Gruppo‫‏‬Editoriale‫‏‬L’Espresso‫‏‬Spa:‫‏‬quattro borse di studio "Giuseppe D'Avanzo" dell’importo di € 10.000 ciascuna, per lo svolgimento di stage semestrali presso la Redazione del quotidiano “La‫‏‬Repubblica“,‫‏‬con inizio previsto il 3 settembre 2012. destinatari: studenti iscritti all’ultimo anno delle Scuole di Giornalismo riconosciute dall’Ordine, ai diplomati delle Scuole di Giornalismo da non più di dodici mesi alla data del 31/08/2012 e di età non superiore a 30 anni. Candidatura entro il 15 maggio http://www.repubblica.it/cronaca/2012/03/26/news/borse_di_studio_giuseppe_d_avanzo-32245003/ Avviso pubblico per la selezione di n° 17 unità part-time a tempo indeterminato La procedura è diretta a selezionare i seguenti profili professionali: a) 14 assistenti in sala da impiegarsi in ambito museale; b) 1 addetto alla biglietteria e prima accoglienza da impiegarsi in ambito museale; c) 2 addetti alla libreria da impiegarsi in librerie museale Candidatura entro il 21 Aprile. il bando - maggiori informazioni: sito web :http://www.zetema.it/lavora_con_noi UEFA - Unione Europea delle Federazioni Calcistiche (Union of European Football Associations). AREA Marketing della UEFA Events SA - un Assistente Amministrativo con una precedente esperienza, - un Junior Accountant, - un contabile (diploma di ragioneria e 2-3 anni di esperienza in ambito amm.vo) area Information Technology profili di ICT Digital Media Solution Manager e ICT Architecture Team Lead. Per tutti i profili è necessaria la conoscenza della lingua inglese e francese e la disponibilità a lavorare all’estero, in Svizzera. I contratti di lavoro sono a tempo determinato. Per candidarsi, inviare curriculum vitae online al sito web UEFA: www.job-UEFA.com ENI - Nuove offerte di Lavoro Profili richiesti: esp erti e junior consulta la pagina delle posizioni aperte:http://cvweb.eni.it/cvweb/cv/FormJP.asp?SiteId=1&lang=it

BANDO DI SELEZIONE GENERALE DIRETTORE EDITORIALE La Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro (la Fondazione), con sede a Dublino, Irlanda, intende assumere un direttore di redazione. Il direttore editoriale, che presterà servizio nell'unità Informazione e comunicazione, in stretta collaborazione con il responsabile dell'unità Informazione e comunicazione al quale dovrà riferire, sarà responsabile in particolare di quanto segue: elaborazione (in collaborazione con le équipe di ricerca) del programma annuale delle pubblicazioni in base alle priorità di comunicazione e ai risultati delle ricerche effettuate, coordinamento generale e attuazione del programma delle pubblicazioni, tra cui la scrittura di testi, l'affidamento di incarichi, la redazione, la revisione, la correzione di bozze, la traduzione, la digitazione e la stampa, elaborazione e redazione delle pubblicazioni della Fondazione, anche per il sito web dell'Agenzia, gestione di una piccola squadra addetta alle pubblicazioni, costituita tra l'altro da redattori e da altri addetti alle pubblicazioni, sostegno di alto livello al responsabile dell'unità Informazione e comunicazione nell'elaborazione delle attività di comunicazione, altre mansioni e responsabilità assegnate all'unità Informazione e comunicazione, secondo le indicazioni trasmesse. Possono partecipare alla selezione i candidati che: sono cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea, godono dei pieni diritti civili, sono in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi militari, hanno una conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell'Unione europea e una conoscenza soddisfacente di un'altra lingua dell'Unione. Poiché l'inglese è la principale lingua di lavoro della Fondazione, e considerata inoltre la natura del posto vacante, è richiesto un livello di conoscenza della lingua inglese molto elevato (almeno il livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue), hanno completato un ciclo di studi universitari o postuniversitari di almeno 4 anni sancito da una laurea in scienze sociali o in giornalismo scientifico o economico, hanno maturato un'esperienza professionale postuniversitaria minima di 4 anni . Il candidato prescelto sarà assunto nel gruppo di funzioni AD, grado 6, in qualità di agente temporaneo con contratto a durata indeterminata. L'elenco di riserva dei candidati creato al termine di questa procedura potrà anche essere utilizzato per la ricerca di personale a copertura dei posti vacanti di agente temporaneo a tempo determinato e di agente contrattuale [gruppo di funzioni (IV) con un profilo simile]. Per info: http://www.eurofound.europa.eu/about/vacancies/index.htm Tutte le candidature devono essere presentate tramite il modulo di candidatura ufficiale, anch'esso scaricabile dal sito Internet. Termine per la presentazione delle candidature: 3 maggio 2012 GUUE C 101 del 04/04/12 Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 15


CONCORSI Corso di specializzazione in finanziamenti europei per il Mediterraneo - Bruxelles 14-18 maggio 2012 L'obiettivo del corso è quello di fornire ai partecipanti gli strumenti utili per accedere ai finanziamenti europei collegati alla cooperazione nel Mediterraneo. Suddivisi in team di lavoro, i partecipanti svilupperanno le loro idee progettuali e avranno l'opportunità di incontrare esperti del settore. L'esperienza non si esaurisce nei cinque giorni di formazione: al termine del corso, infatti, l'Ufficio Europa della Camera di Commercio Belgo-Italiana rimarrà in stretto contatto con i partecipanti aggiornandoli sulle opportunità di finanziamento europeo e offrendo tre mesi di consulenza gratuita sui progetti europei. Le candidature potranno essere presentate fino al 13 aprile 2012. In allegato può trovare il modulo d'iscrizione al corso da inviare con tutta la documentazione indicata all'indirizzo info@euro-mediterraneo.eu oppure via fax allo 0032 22 30 21 72. Per maggiori informazioni sul corso (programma dettagliato, informazioni sui docenti, modalità di iscrizione) La invito a consultare il sito www.euro-mediterraneo.eu oppure a contattare la dott.ssa Lucia Sinigaglia al numero 0032 2 609 00 81.

Progetti “Scegli con il Cuore”: le associazioni contro la violenza giovanile In occasione della seconda edizione di Scegli con il Cuore, Enel Cuore invita le Associazioni a sviluppare e inviare un progetto che contrasti il fenomeno della violenza giovanile, che è diventato ormai una priorità sociale del nostro tempo che coinvolge la persona, la famiglia e l'intera comunità. Il tema della violenza tra i giovani e la crescita di comportamenti aggressivi, può essere letto da molte angolature. I minori compiono atti di violenza rivolti verso altre persone, contro se stessi, contro il territorio e la comunità in cui vive. Le forme che assumono questi atti violenti sono estremamente varie, tra quelle più ricorrenti e conosciute si possono elencare: il bullismo; il cyber bullismo; il tifo ultrà; gli atti vandalici; le baby gang; atti di autolesionismo; dipendenze da droghe / alcol; disturbi alimentari; discriminazione .Nei comportamenti violenti rientrano anche i reati: reati contro il patrimonio (rapine, estorsioni, furti ,ricettazione...); contro la persona (omicidi, percosse, lesioni personali, risse, violenze sessuali, prostituzione); contro l'incolumità, l'economia, la fede pubblica (violazione legge sugli stupefacenti, falso in atti e persone); contro lo Stato, le istituzioni e l'ordine pubblico; contro la famiglia, la moralità e il buon costume. Le motivazioni all'origine di una condotta violenta fanno riferimento essenzialmente alla famiglia, all'ambiente socioeconomico, al gruppo dei pari. I tre aspetti sono ovviamente intrecciati e spesso hanno un effetto moltiplicatore del rischio. La scadenza per la presentazione dei progetti è il 30 Aprile 2012. http://www.enel.com/enelcuore/it-IT/presentare_un_progetto/scegli_cuore_2012/

P r e m i o L e t t e r a r i o Web L’ECO on line 2012 con il patrocinio del COMUNE DI RAVANUSA “Città del Monte Saraceno” Il concorso letterario web è aperto a tutti i proprietari di domini internet in lingua italiana proposte specificamente ai propri indirizzi internet nonché le loro generalità, entro e non oltre il 30 Maggio 2012 all’indirizzo telematico: scrivi_eco@libero.it Girolamo La Marca www.girolamolamarca.it (Critico letterario e massmediologo), Maria Stella Filippini Di Caro (Poetessa), Lina Russo (Direttrice Biblioteca), Alfonsina Pelonero (Esperta in Servizio Sociale), Maria Belvedere (Animatrice culturale), Rossella Di Gregorio (Cantautrice), Daniele Arculeo (Comunicatore), M.Serena Milisenna (Giornalista pubblicista e poetessa), Lillo Massimiliano Musso (Avvocato e Pubblicista), Sandro Ficarra (Promoter intellettivo) a dei candidati al Premio. Successivamente si aggiungerà il web voto degli utenti. I risultati saranno resi noti sul nostro sito nel mese di Luglio 2012 La cerimonia di premiazione si svolgerà nel periodo ferragostano a Ravanusa (AG) presso la locale Biblioteca Comunale. Il bando di concorso è pubblicato sul sito internetwww.ecorav.it. Per ulteriori informazioni, e-mail: lilliparisi@tin.it oppure Biblioteca Comunale, C.so della Repubblica 103 – 92029 Ravanusa – (AG) – Tel. 0922.881059

Premio Daniele Vernon de Mars E’ ancora aperto fino al 21 APRILE 2012 il concorso Premio Daniele Vernon de Mars, rivolto ai giovani tra i 16 e i 30 anni, nell'ambito dell’iniziativa della Giornata‫‏‬Europea‫‏‬della‫‏‬Sostenibilità con l’intento di valorizzare idee, progetti e tesi di laurea sulla sostenibilità ambientale. Possono partecipare gli studenti degli ultimi tre anni delle Scuole Medie Superiori o i giovani singoli o in gruppo nella sezione GIOVANI IDEE e i giovani laureati presso la facoltà Cesare Alfieri di Firenze nella sezione TESI DI LAUREA MAGISTRALE. Maggiori informazioni su http://www.edfirenze.eu/2012/03/premio-daniele-vernon-de-mars/

Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 16


MANIFESTAZIONI Distretti europei creativi: Info Day a Bruxelles Nel quadro dell’invito a presentare proposte ‘Distretti europei creativi’, lanciato dalla DG Imprese e industria, si terrà a Bruxelles, il prossimo 12 Aprile 2012, un Info day nel corso del quale saranno fornite le informazioni in merito alle modalità di partecipazione al bando. L’invito supporterà due progetti dimostrativi su larga scala, con l’obiettivo di dimostrare il potere di trasformazione delle industrie creative per il rinnovamento di regioni ad industria tradizionale. Il modulo di registrazione deve essere inviato entro il 4 Aprile 2012, all’indirizzo email entr-cfp-12-34-crea-districts@ec.europa.eu.

PASQUA DI SOLIDARIETA' FORUM PALERMO: ACQUISTA LE UOVA DI CIOCCOLATO PER DONARLE AL REPARTO DI ONCOEMATOLOGIA PEDIATRICA DI PALERMO Sono centoventisei le uova di cioccolato, uno per ogni negozio del centro commerciale e uno di Forum Palermo, acquistate e distribuite in occasione della Pasqua, per regalare un sorriso ai bambini del reparto di oncoematologia dell'ospedale Civico di Palermo. Un'iniziativa di solidarietà quella del centro commerciale di Brancaccio nata in collaborazione con la Onlus‫“ ‏‬Liberi‫‏‬ di‫ ‏‬crescere”, l'associazione che raggruppa i genitori dei bambini affetti da malattie oncologiche, la somma ricavata dalla vendita delle uova verrà utilizzata per rinnovare l'arredamento della ludoteca che si trova all'interno del reparto. “La nostra è l'unica associazione che si occupa di oncologia pediatrica a Palermo – spiega Ilde Vulpetti, direttrice dell'Onlus – e non sempre è così semplice trovare interlocutori privati che possano darci una mano nella raccolta fondi. Con il centro commerciale Forum Palermo abbiamo instaurato immediatamente un bel rapporto di sensibilità e fiducia, la loro disponibilità – conclude ci incoraggia ad organizzare per il futuro altre iniziative di collaborazione per rendere più felice e piena di speranza la vita di tanti bambini”.

SFIDE DEMOGRAFICHE E SOLIDARIETÀ TRA LE GENERAZIONI 18 APRILE 2012 ORE 9:00 SALA POLIFUNZIONALE DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI VIA DI SANTA MARIA IN VIA, 37 - ROMA

Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 17


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE NON SCADUTI

Aprile 2012 BANDO VII PQ - PERSONE FP7-PEOPLE-2012-IAPP Innovazione-Ricerca - AZIONE MARIE CURIE - PARTENARIATI E PERCORSI PROFESSIONALI INDUSTRIA-UNIVERSITÀ (IAPP) EACEA/29/11 MEDIA 2007 - Sviluppo, promozione, distribuzione Invito a presentare proposte: Festival audiovisivi EACEA/21/11 MEDIA 2007 - Sostegno allo sviluppo di progetti di produzione: fiction, documentari di creazione e opere di animazione (progetti singoli) programma di lavoro per il ENIAC Joint Undertaking - ENIAC-2012-1 -NANOELETTRONICA - INIZIATIVA ENIAC: PUBBLICATO INVITO A PRESENTARE PROPOSTE nota : La presentazione delle proposte avviene attraverso il sistema elettronico di presentazione delle proposte EPSS Giustizia e Affari Interni PROGRAMMA " GIUSTIZIA CIVILE" DEL PROGRAMMA GENERALE " DIRITTI FONDAMENTALI E GIUSTIZIA" FORMAZIONE DEI GIUDICI NAZIONALI NEL DIRITTO COMUNITARIO DELLE CONCORRENZA E COOPERAZIONE GIUDIZIARIA TRA GIUDICI NAZIONALI

Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità LINEA DI BILANCIO 04.03.03.01 VP/2012/001 RELAZIONI INDUSTRIALI E DIALOGO SOCIALE Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità VP/2012/003 INFORMAZIONE, CONSULTAZIONE E PARTECIPAZIONE DEI RAPPRESENTANTI DELLE IMPRESE LINEA DI BILANCIO PROGRAMMA QUADRO PER LA COMPETITIVITA' E L'INNOVAZIONE - CIP (2007-2013)" 29/G/ENT/CIP/12/C/N05S00 PROMOZIONE DI SOLUZIONI TECNOLOGICHE NEI VEICOLI ELETTRICI Istruzione e Cultura - MEDIA 2007 EACEA/7/12 SOSTEGNO ALLA DISTRIBUZIONE TRANSNAZIONALE DI FILM EUROPEI - SOSTEGNO AUTOMATICO 2012 (2012/C 60/06) Istruzione e CulturaGP/RPA/ReferNet-FPA/001/12INVITO APERTO A PRESENTARE PROPOSTE - REFERNET - RETE EUROPEA DEL CEDEFOP NEL CAMPO DELL’ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Cooperazione Europeaid EuropeAid/132454/L/ACT/Multi EU Partnership for Peace Programme 2012

Giustizia e Affari Interni2011- JUST/2011/ISEC/DRUGS/AG Invito a presentare proposte mirato ad un sistema di cooperazione transfrontaliera tra le autorità di contrasto nel campo della riduzione del traffico illecito di droga "Action grants " INVITO A PRESENTARE PROPOSTE MEDIA 2007 — Sviluppo, distribuzione, promozione e formazione Imprese 28/G/ENT/CIP/12/E/N01C01 Invito a presentare proposte Formazione all’imprenditorialità Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

FONTE C307/8 DEL 19/10/2011 SITO WEB C274/06 del 17/09/2011

SCADENZA 19 aprile 2012 30 aprile 2012

C279/07 del 23/09/2011

13 aprile 2012

C64 del 5/03/2012

12 aprile 2012

C60/12 del 29/02/2012

17 aprile 2012

http://ec.europa.eu/social/ main.jsp? catId=630&langId=en&callId=334&f urtherCalls=yes

17 aprile 2012 04 settembre 2012

http://ec.europa.eu/social/ main.jsp? catId=630&langId=en&callId=338&f urtherCalls=yes

30 aprile 2012 04 settembre 2012

http://ec.europa.eu/enterprise/ newsroom/cf/itemdetail.cfm? item_id=5762&lang=it

30 aprile 2012

C60/9 DEL 29/02/2012

30 aprile 2012 1 ottobre 2012

C 71/06 del 9/03/2012

16 aprile 2012

/webgate.ec.europa.eu/ europeaid/online-services/ index.cfm? ADSSChck=1328005946526&do =publi.detPUB&searchtype=QS&orde rby=upd&orderbyad=Desc&nbPu bliList=15&page=1&aoref=13245 4

23 aprile 2012

http://ec.europa.eu/justice/ newsroom/grants/ just_2011_isec_drugs_ag_en.htm

25 aprile 2012

GUUE C 35 del 09/02/12

16 aprile 2012

http://ec.europa.eu/enterprise/ newsroom/cf/itemdetail.cfm? item_id=5711&lang=en

16 aprile 2012 Pagina 18


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE NON SCADUTI Aprile 2012 BANDO

FONTE

SCADENZA

Istruzione e Cultura ERASMUS MUNDUS II – 2009-2013 - Attuazione nel 2012 EACEA/42/11 AZIONE 1 - PROGRAMMI CONGIUNTI AZIONE 2 - PARTENARIATI AZIONE 3 - PROMOZIONE DELL’ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPEA

http://eacea.ec.europa.eu/ erasmus_mundus/notfound.php

30 aprile 2012

http://ec.europa.eu/justice/ newsroom/grants/ dpip_ag_2011_2012_en.htm

17 aprile 2012

C15/8 DEL 18/01/2012

18 aprile 2012

C15/9 del 18/01/2012

17 Aprile 2012

C233 del 9/08/2011

30 aprile 2012

Giustizia e Affari Interni JUST/2011-2012/DPIP/AG Invito a presentare proposte Action grants 2011- 2012 Ricerca e Innovazione VII PROGRAMMA QUADRO - PERSONE FP7-PEOPLE-2012-EURAXESS-IU COLLABORAZIONE TRANSNAZIONALE FRA I MEMBRI DI EURAXESS SUI TEMI CONNESSI ALL’UNIONE DELL’INNOVAZIONE Ricerca e InnovazioneVII PROGRAMMA QUADRO Cooperazione - FP7-ICT-2011- 9 TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE APPRENDIMENTO PERMANENTE EAC/27/11 INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2012 PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE (LLP)

Maggio 2012 BANDO

FONTE

SCADENZA

http://ec.europa.eu/enterprise/ newsroom/cf/itemdetail.cfm? item_id=5782&lang=en

2012/05/04 2012/08/03

Cultura (2007-2013) - Attuazione delle azioni del programma: progetti di cooperazione pluriennali; misure di cooperazione; azioni speciali (paesi terzi); sostegno agli organismi attivi a livello europeo nel campo della cultura - Bando 2011

C204/7 del 28/07/2010

03 maggio 2012 15 novembre 2012

Imprese "PROGRAMMA QUADRO PER LA COMPETITIVITA' E L'INNOVAZIONE - CIP (2007-2013 34/G/ENT/PPA/12/6483 DISTRETTI EUROPEI CREATIVI -

http://ec.europa.eu/enterprise/ newsroom/cf/itemdetail.cfm? item_id=5782&lang=en

4 maggio 2012 (pre-proposta) 3 giugno 2012 (proposta completa)

Ricerca e Innovazione - PROGRAMMA CONGIUNTO AMBIENT ASSISTED LIVING (AAL) CALL FOR PROPOSALS 2012 - AAL-2012-5

http://www.aal-europe.eu/ calls/call-5-2012

"PROGRAMMA QUADRO PER LA COMPETITIVITA' E L'INNOVAZIONE - CIP (2007-2013)"34/G/ENT/PPA/12/6483 DISTRETTI EUROPEI CREATIVI

VII PQ - Cooperazione : Nanoscienze, Nanotecnologie, Materiali e Nuove Tecnologie - Bando FP7-NMP-2012-LARGE-6

C213/24 del 20/07/2011

29 maggio 2012 03 maggio 2012

Ricerca e Innovazione FCH-JU-2012-1Invito a presentare proposte nell’ambito del piano di attuazione annuale 2012 dell’Impresa comune «Celle a combustibile e idrogeno»

C14/3 del 17/01/2012

Testo dell'invito e documentazione completa Ricerca e Innovazione PROGRAMMA QUADRO Idee ERC Proof of Concept Grant SOVVENZIONE CER PER LE PROVE DI CONCETTO - ERC-2012-PoC

C29/11 del 02/02/2012

3 maggio 2012 3 ottobre 2012

Imprese - Bando 2012 relativo al programma CIP-ICT PSP per il sostegno alla politica in materia di Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (ICT) 2012/05/15

ec.europa.eu/ information_society/activities/ ict_psp/index_en.htm

15 maggio 2012

Cooperazione Europeaid Programma IPA EuropeAid/132618/L/ACT/ MK GREECE – THE FORMER YUGOSLAV REPUBLIC OF MACEDONIA IPA CROSS -BORDER PROGRAMME" 2007-2013 2°

webgate.ec.europa.eu/ europeaid/online-services/ index.cfm =1&aoref=132618

16 maggio 2012

C74 del 13/03/2012

31 maggio 2012

C 75/04 del 14/03/2012

15 maggio 2012

Imprese - "ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI" 30-G-ENT-CIP -12-E-N01C051 ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI 2012 GIOVENTU' IN AZIONE AZIONE 3.2 EACEA/06/12 GIOVENTÙ NEL MONDO: COOPERAZIONE CON PAESI DIVERSI DAI PAESI LIMITROFI ALL’UNIONE EUROPEA Europa Europa& &Mediterraneo Mediterraneon.n.14 448del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 9 10 11 12 13 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 22/02/12 21/12/11

24 maggio 2012

Pagina 19


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE NON SCADUTI

Maggio 2012 BANDO

FONTE

SCADENZA

Programma di mobilità accademica INTRA-ACP Africa (Mwalimu Nyerere) nonché le regioni dei Caraibi e del Pacifico INVITO EACEA/11/12

C 37 del 10/02/12

10 maggio 2012

Cooperazione Europeaid Programma IPA EuropeAid/132716/L/ACT/HR IPA INFO 2011 CIVIL SOCIETY EU INFO NOTA : Le azioni devono aver luogo in Croazia

https://webgate.ec.europa.eu/ europeaid/online-services/ index.cfm? ADSSChck=1331217470647 &do=publi.detPUB&searchtyp e=QS&orderby=upd&orderby ad=Desc&nbPubliList=15&pa ge=1&aoref=132716

Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità VP/2012/004 AZIONI PER IL COORDINAMENTO DEI SISTEMI DI SICUREZZA SOCIALE

http://ec.europa.eu/social/ main.jsp? catId=630&langId=en&callId=34 7&furtherCalls=yes

08 maggio 2012

31 maggio 2012

Giugno 2012 BANDO

FONTE

SCADENZA

EACEA/24/11 MEDIA 2007 — Sviluppo, distribuzione, promozione e formazione - i2i Audiovisual

C321/08 del 4/11/2011

06 giugno 2012

C313/06 del 26/10/2011

1 giugno 2012

http://ec.europa.eu/ environment/funding/ finansup_12_best.htm

1 giugno 2012

EACEA 36/11 MEDIA 2007 - Invito a presentare proposte: Promozione/Accesso al mercato Programma di lavoro 2012 (en) AmbienteAZIONE PREPARATORIA BEST” ( SISTEMA VOLONTARIO PER LA BIODIVERSITÀ ED I SERVIZI ECOSISTEMICI NEI TERRITORI DELLE REGIONI ULTRAPERIFERICHE DELL’ EU E NEI PAESI E NEI TERRITORI D'OLTREMARE) Ambiente LIFE + LIFE + INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2012 Istruzione e Cultura MEDIA 2007 EACEA/10/12 SOSTEGNO PER L'ATTUAZIONE DI PROGETTI PILOTA Istruzione e Cultura - GIOVENTU' IN AZIONE 2011/C 374/08 EAC/01/12 Salute e Tutela del Consumatore POLITICA DEI CONSUMATORI (2007- 2013) EAHC/2012/CP/GPSD-EXO SCAMBIO DI FUNZIONARI DEL SETTORE DELLA SICUREZZA DEI PRODOTTI DI CONSUMO (NON ALIMENTARI) - GPSD Imprese "PROGRAMMA QUADRO PER LA COMPETITIVITA' E L'INNOVAZIONE - CIP (2007-2013)" 38/ENT/CIP/12/D/N02S001 SUSTAINABLE INDUSTRY LOW CARBON SCHEME (SILC) I - MISURE INNOVATIVE A BREVE TERMINE Salute e Tutela del Consumatore POLITICA DEI CONSUMATORI (2007- 2013) EAHC/2012/CP/GPSD-JA SPECIFICHE AZIONI DI SORVEGLIANZA CONGIUNTA NEL SETTORE DELLA SICUREZZA DEI BENI DI CONSUMO (NON ALIMENTARI) Cooperazione Europeaid - Programma IPAEuropeAid/132-796/L/ ACT/BA CIVIL SOCIETY FACILITY PROGRAMME 2012 NOTA: obbligatoria- per tutti i candidati e per i loro partner - la registrazionepreliminare nel sistema PADOR

Europa Europa& &Mediterraneo Mediterraneon.n.14 448del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 9 10 11 12 13 del del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 22/02/12 21/12/11

C 74/08 del 13/03/2012

26 giugno 2012 02 ottobre 2012

GUUE C 88 del 24/03/12

18 giugno 2012

C374/09 del 22/12/2011

01 maggio 2012 01 ottobre 2012

http://ec.europa.eu/eahc/ consumers/ consumers_calls.html#EoO_GPSD

29 giugno 2012

http://ec.europa.eu/ enterprise/newsroom/cf/ itemdetail.cfm? item_id=5811&lang=en

25 giugno 2012

http://ec.europa.eu/eahc/ consumers/consumers_calls. html#JSA_GPSD https://webgate.ec.europa.eu/ europeaid/online-services/ index.cfm? ADSSChck=1332933697283 &do=publi.detPUB&searchtyp e=QS&orderby=upd&orderby ad=Desc&nbPubliList=15&pa ge=3&aoref=132796

1 giugno 2012

29 giugno 2012

Pagina 20


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE NON SCADUTI

Luglio 2012 BANDO

FONTE

Cooperazione Europeaid - Programma IPAIPA EuropeAid/131893/ M/ACT/HR Migliorare l'accesso al mercato del lavoro di gruppi svantaggiati in Croazia

Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità LINEA DI BILANCIO 04.03.03.02 (VP/2012/002) INIZIATIVE DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE A FAVORE DELLE ORGANIZZAZIONI DEI LAVORATORI -

Cooperazione Europeaid EDULINK II PROGRAMMA DI COOPERAZIONE ACP -UE IN MATERIA DI ISTRUZIONE SUPERIORE

https://webgate.ec.europa.eu/ europeaid/online-services/ index.cfm? ADSSChck=1323247324013 &do=publi.detPUB&searchty pe=QS&orderby=upd&orderb yad=Desc&nbPubliList=15&p age=1&aoref=131893 http://ec.europa.eu/social/ main.jsp? catId=630&langId=en&callId=33 5&furtherCalls=yes https://webgate.ec.europa.eu/ europeaid/online-services/ index.cfm? ADSSChck=1332243725090 &do=publi.detPUB&searchty pe=QS&orderby=upd&orderb yad=Desc&nbPubliList=15&p age=2&aoref=132023

SCADENZA

03 luglio 2012

05 luglio 2012

30 luglio 2012

Agosto 2012 BANDO

FONTE

VII PROGRAMMA QUADRO Persone FP7-PEOPLE-2012-IOF AZIONE MARIE CURIE BORSE INTERNAZIONALI PER UN SOGGIORNO ALL’ESTERO (IOF) -

SCADENZA 16 agosto 2012

C74/10 del 13/03/2012

Ricerca e Innovazione VII PROGRAMMA QUADRO Persone FP7PEOPLE-2012-IIFAZIONE MARIE CURIE: BORSE INTERNAZIONALI DI ACCOGLIENZA

C74/10 del 13/03/2012

16 agosto 2012

Ricerca e Innovazione VII PROGRAMMA QUADRO Persone MARIE CURIE BORSE INTRAEUROPEE PER LO SVILUPPO DELLA CARRIERA

C74/10 del 13/03/2012

16 agosto 2012

Settembre 2012 BANDO Modifica delle date limite dell'invito aperto e permanente a presentare proposte nell'ambito del programma di ricerca del fondo di ricerca carbone e acciaio a norma dell'articolo 25 della decisione 2008/376/CE del Consiglio per gli anni 2012 e 2013

FONTE

SCADENZA

GUUE C 281 del 24/09/11

18 settembre 2012 17 settembre 2013

Ottobre 2012 BANDO

FONTE

SCADENZA

EACEA/01/11 MEDIA 2007 — Sviluppo, Distribuzione, Promozione e Formazione - Sostegno alla distribuzione transnazionale dei film europei — Sistema di sostegno «automatico» 2011 -

C121/66 del 19/04/2011

01 ottobre 2012

Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 46 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 16/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 21


Programmi comunitari 2007-2013 Apprendimento permanente Programma d'azione nel campo dell'apprendimento permanente - DECISIONE n. 1720/2006/ CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 novembre 2006. CIP - Programma quadro per la competitività e l'innovazione. Decisione n. 1639/2006/CE del 24 ottobre 2006 che istituisce un programma quadro per la competitività e l'innovazione (2007-2013) CIP. Europa per i cittadini DECISIONE N. 1904/2006/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 12 dicembre 2006 che istituisce, per il periodo 2007-2013, il programma «Europa per i cittadini» mirante a promuovere la cittadinanza europea attiva Gioventù in azione 2007-2013 Programma «Gioventù in azione» per il periodo 2007-2013 - DECISIONE N. 1719/2006/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 novembre 2006 Marco Polo II Regolamento n. 1692/2006 che istituisce il secondo programma «Marco Polo» relativo alla concessione di contributi finanziari comunitari per migliorare le prestazioni ambientali del sistema di trasporto merci («Marco Polo II») e abroga il regolamento (CE) n. 1382/2003. MEDIA 2007 Programma di sostegno al settore audiovisivo europeo MEDIA 2007 - DECISIONE N. 1718/2006/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 novembre 2006 Progress DECISIONE n. 1672/2006/CE PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 24 ottobre 2006 che istituisce un programma comunitario per l'occupazione e la solidarietà sociale — Progress. Programma di lavoro 2008 del 7° Programma Quadro CE di azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologio e dimostrazione e del /° P.Q. Euratom

GUUE 327 del 24 novembre 2006

GUUE L 310 del 9 novembre 2006

GUUE L378 del 27 dicembre 2006

GUUE L 327 del 24 novembre 2006

GUUE L 328 del 24 novembre 2006

GUUE L 327 del 24 novembre 2006

GUUE L 315 del 15 novembre 2006

GUUE C 288 del 30 novembre 2007

7° Programma Quadro CE di azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione

GUUE C 290 del 04 dicembre 2007

Programma “Gioventù in azione” 2007-2013- Pubblicazione della Guida al programma valida dal 1° gennaio 2008

GUUE C 304 del 15 dicembre 2007

Programma Operativo “Mediterraneo” 2007-2013

Www.programmemed.eu

Programma Media Mundus COM 892 del 09/01/09

L'elenco di tutti gli inviti é disponibile alla nostra pagina web http://www.carrefoursicilia.it/tabella-ordina/pronosca.htm Europa & Mediterraneo n. 14 46del 47 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 del29/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 del 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 22


Regolamenti della Commissione Europea Regolamento (UE) n. 258/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14 marzo 2012, che attua l’articolo 10 del protocollo delle Nazioni Unite contro la fabbricazione e il traffico illeciti di armi da fuoco, loro parti e componenti e munizioni, addizionale alla convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità transnazionale organizzata (protocollo delle Nazioni Unite sulle armi da fuoco), e dispone autorizzazioni all’esportazione, misure di importazione e transito per le armi da fuoco, loro parti e componenti e munizioni GUUE L 94 del 30/03/12 Decisione n. 281/2012/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 marzo 2012, che modifica la decisione n. 573/2007/CE che istituisce il Fondo europeo per i rifugiati per il periodo 2008-2013, nell’ambito del programma generale «Solidarietà e gestione dei flussi migratori» GUUE L 92 del 30/03/12 Regolamento di esecuzione (UE) n. 282/2012 della Commissione, del 28 marzo 2012, recante fissazione delle modalità comuni di applicazione del regime delle garanzie per i prodotti agricoli GUUE L 92 del 30/03/12 INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI, DAGLI ORGANI E DAGLI ORGANISMI DELL'UNIONE EUROPEA - OLAF Relazione di attività del comitato di vigilanza dell’OLAF (gennaio 2011 - novembre 2011) GUUE C 100 del 03/04/12 Decisione n. 1/2011 del Comitato misto istituito dall’accordo tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera, del 21 ottobre 2011, su alcuni aspetti relativi agli appalti pubblici GUUE C 97 del 03/04/12

TANTI AUGURI DI BUONA PASQUA DA TUTTO LO STAFF DI EUROMED CARREFOUR — ANTENNA EUROPE DIRECT !!!! Settimanale‫‏‬dell’Antenna‫‏‬Europe‫‏‬Direct‫‏‬- Euromed Carrefour Sicilia Occidentale Direttore responsabile: Angelo Meli. Redazione: Maria Rita Sgammeglia – Maria Oliveri - Desiree Ragazzi — Marco Tornambè – Gianluca D’Alia – Simona Chines – Rosaria Modica – Maria Tuzzo — Dario Cirrincione Iscrizione Tribunale di Palermo n. 26 del 20/21.10.1998 — Stampato in proprio Sede legale: via Principe di Villafranca, 50 - 90141 – Palermo Studenti e gruppi superiori a n. 4 persone, devono prenotare e concordare giorno e orario della visita telefonando al n. 091-335081

Tel. 091/335081 Fax. 091/582455. Indirizzo e-mail: carrefoursic@hotmail.com Sito Internet: www.carrefoursicilia.it n. verde 00800 67891011 servizio La tua Europa http://europa.eu/youreurope Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle 17:00 Si ringraziano per la disponibilità i Carrefour Italiani. La‫‏‬riproduzione‫‏‬delle‫‏‬notizie‫‏‬è‫‏‬possibile‫‏‬solo‫‏‬se‫‏‬viene‫‏‬citata‫‏‬la‫‏‬fonte Europa & Mediterraneo n. 14 44del 45 48 49-50 1 2 3 5 6 7 8 10 11 12 13 del22/02/12 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 del 16/11/11 23/11/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 21/12/11

Pagina 23

Europa e Mediterraneo n.14/2012  

settimnale dell'antenna Europe Direct - Carrefour europeo Sicilia - sui bandi e programmi dell'UE