Issuu on Google+

&

Europa Mediterraneo

Settimanale dell’Antenna Europe Direct- Carrefour Sicilia sui programmi e bandi dell’U.E. Direttore Responsabile Angelo Meli

Si terrà il 3 Aprile prossimo a Palermo dalle ore 15.30 alle18.30, presso l’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza via Maqueda, 172 l’evento:

“Dibattito sul Futuro dell'Unione”

Spediz. in abb. Postale — Art. 2 comma 20/c — Legge 662/96—Filiale PA

Quali sono le competenze dell’UE? Voto europeo: identità politiche o identità nazionali? La velocità dell’integrazione europea Programma: Saluti Prof. Giuseppe Verde Dip. Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, Facolta' di Giurisprudenza Nelli Scilabra - Assessore Regionale Istruzione e Formazione Professionale Facilitatori/Stimolatori Prof. Aldo Schiavello Dip. Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, Facolta' di Giurisprudenza Prof. Lina Di Carlo - Presidente Casa d'Europa Altiero Spinelli Ing. Sergio Ortoleva Movimento Federalista Europeo Dott. Marco Armanno Ricercatore Diritto Costituzionale Facolta' di Giurisprudenza Dott.ssa Enza M. Tramontana Ricercatore Diritto Internazionale Facolta' di Giurisprudenza Prof. Paolo Inglese - Facoltà di Agraria, Università degli Studi di Palermo Dott. Elio Sanfilippo Presidente Legacoop Sicilia Moderatore Nino Tilotta Presidente Euromed Carrefour Sicilia - Antenna Europe Direct Palermo E’ prevista l'attribuzione di 1 CFU per gli studenti di Giurisprudenza Unipa Il dibattito è aperto a tutti i cittadini. I partecipanti possono registrarsi compilando il form disponibile online su www.dialogocittadini.it nella sezione Iscrizione. Organizzazione Euromed Carrefour Sicilia - Antenna EUROPE DIRECT via P.pe di Villafranca 50, Palermo - Tel 091 335081 - carrefoursic@hotmail.com Facebook: euromedcarrefour.europedirect Potete trovare il bollettino anche nel sito:www.carrefoursicilia.it e nella pagina Facebook del CarrefourSicilia .Questo l’indirizzo: http://www.facebook.com/groups/103301113040335/#!/profile.php? id=100000918225841

ANNO XVI N. 12/14 26/03/14

Sommario La Coca Cola

Foundation guarda agli agrumi di Sicilia

2

L’agricoltura familiare

5

Ampliare e migliorare la produzione Biologica

6

L’UE sfata la paura del grande freddo russo

6

Sai quali sono le competenze dell’UE?

7

Questa settimana al PE

9

Parte la Campagna New Deal 4 Europe

10

La sanità online: a che punto siamo?

11

Quattro progetti italiani tra i vincitori del premio UE/ Europa Nostra

12

Al via i progetti presentati dal Distretto turistico Sicilia occidentale

13

Inviti a presentare proposte

14

Concorsi

15

Manifestazioni

20

Regolamenti U.E.

22

Presidenza della Regione Siciliana


AGRICOLTURA

Avvisi Ass.to Agricoltura Regione Sicilia .Reg. CE n° 1234/2007 modificato con Reg. CE n° 491/2009 e Reg. CE n° 555/2008 - Piano regionale di ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Avviso modifiche Bando campagna 2013/2014. http://www.regione.sicilia.it/Agricolturaeforeste/Assessorato/index.htm#

La Coca Cola Foundation guarda agli agrumi di Sicilia Per L’Assessore Cartabellotta: “Un matrimonio tra la globalizzazione e le identità territoriali che non vede nella globalizzazione una scomparsa delle identità ma un’opportunità perché queste possano affermarsi”. Ha preso il via questa mattina, presso l’Università degli studi di Catania, un progetto di ricerca, finalizzato allo studio sull’agro-energia da pastazzo di agrumi, finanziato dalla Coca Cola Foundation (per un importo complessivo pari ad euro 380.000,00) al Distretto degli Agrumi ed all’Università di Catania. Si tratta di un esperimento innovativo coordinato dal Distretto che ha lo scopo di valorizzare lo scarto della trasformazione degli agrumi, il pastazzo appunto, da rifiuto a fonte di energia. Il Progetto si comporrà di due parti: una prima fase di studio e ricerca ed una seconda parte che vedrà invece la realizzazione dell’impianto pilota. Ritengo che l’intervento e l’interesse di una multinazionale privata come la Coca Cola sia una grande opportunità per la Sicilia, oltre che l’esempio di una sintesi perfetta tra la globalizzazione e l’identità. Finalmente si va verso una strada che non vede nella globalizzazione una scomparsa delle identità ma un’opportunità perché le identità possano affermarsi. Gli agrumi peraltro ci consentono di mettere insieme diverse identità di Sicilia: il mandarino tardivo di Ciaculli, l’arancia di Ribera, l’arancia rossa, il limone interdonato, il limone di Siracusa, dove si ritrovano tutta una serie di identità che vengono fuori da valori colturali e culturali. Sono molto soddisfatto per quest’accordo con la Coca Cola Foundation, grazie al quale è stato possibile mettere insieme un soggetto privato, il mondo produttivo, il mondo della ricerca ed il mondo imprenditoriale e che vuole essere foriero di nuove intese finalizzate sempre di più a stringere e saldare l’economia globale con le identità territoriali. Questo sarà anche lo spirito con cui ci presenteremo ad Expo 2015, dove un mondo intero verrà in Italia per scoprire il valore delle identità dei territori.

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 43 44 45 46 05 06 08 10 del30/11/11 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 05/02/14 12/02/14 26/02/14 12/03/14 26/03/14 46del 47 29 30 32-33 41 43-44 02 04 07 19 20 21 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 2


AGRICOLTURA

Sul nostro sito: “agricoltura in rete� con link ai siti siciliani, nazionali ed europei di maggiore interesse: http://www.carrefoursicilia.it/agricoltura_inrete.htm Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 43 44 45 46 05 06 08 09 10 11 del30/11/11 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 05/02/14 12/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 46del 47 29 30 32-33 41 43-44 02 04 07 19 20 21 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 3


AGRICOLTURA Arancia di Ribera - terra d’incontro e scambi culturali. Interesse tra i tecnici e agricoltori francesi in visita alla filiera agrumicola di Ribera. Non solo arance, ma anche terra d’incontro e di scambi culturali quello del territorio dei quattordici comuni dell’areale di coltivazione dell’arancia di Ribera in Sicilia. Un territorio ricco di storia e tradizione, un ambiente incantevole ed incontaminato, una produzione unica che trovano un particolare interesse da parte dei gruppi di studio provenienti dai diversi paesi europei. Dopo i ciprioti, i tedeschi è la volta del gruppo di studio dell’Association National des stagiares a l’etranger”, formato da dodici tra tecnici ed agricoltori francesi. Un occasione di scambio sulle diverse problematiche legate al mondo dell’agricoltura, visite agli agrumeti e ai centri di lavorazione, ma anche un occasione per ampliare le opportunità di mercato delle aziende associate al Consorzio di tutela dell’arancia di Ribera DOP. Ed infine l’immancabile degustazione di arance e spremute.

NASCE “TAVOLO” SU AGROPIRATERIA IN SICILIA Si è insediato all'assessorato Agricoltura il tavolo tecnico per la lotta alla contraffazione e all'agropirateria. «La volontà - spiega l'assessore Dario Cartabellotta - è quella di porre la Sicilia al centro del Mediterraneo come presidio nella lotta alla contraffazione. Si punterà su una serie di accertamenti ispettivi e analitici nei mercati, nella aree portuali e lungo le filiere, per la tutela dei consumatori e l'innalzamento della sensibilità dei cittadini che talvolta, a vantaggio di un risparmio economico, finiscono per cedere ad una qualità scadente». I laboratori regionali, attraverso un'azione sinergica, faranno da supporto all'attività di vigilanza e ispettiva operata dai funzionari dei vari enti.

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 43 44 45 46 05 06 08 09 10 11 del30/11/11 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 05/02/14 12/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 46del 47 29 30 32-33 41 43-44 02 04 07 19 20 21 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 4


AGRICOLTURA L’agricoltura familiare Le Nazioni Unite hanno dichiarato il 2014 Anno internazionale dell’agricoltura familiare, con l'obiettivo primario di promuovere, sviluppare e rafforzare tutte le forme di agricoltura di tipo familiare come modello socialmente utile e sostenibile in termini economici e ambientali. L’agricoltura familiare costituisce le fondamenta su cui l'agricoltura in Europa ha prosperato nel corso dei secoli. Questo numero della Rivista rurale dell'UE, che è stato lanciato alla conferenza della Commissione europea L’agricoltura familiare: un dialogo verso un'agricoltura più sostenibile e resiliente in Europa e nel mondo, tenutasi il 29 novembre 2013, guarda al modello di agricoltura familiare nel contesto della politica agricola e di sviluppo rurale europea, prendendo atto nel contempo degli aspetti internazionali rilevanti. Nell'Unione europea, l'agricoltura è da tempo al centro di un quadro strategico forte e ambizioso. In termini di sviluppo rurale, la riforma della PAC offre molte opportunità rilevanti per le aziende agricole a conduzione familiare, come ad esempio il sostegno per i servizi di consulenza agricola e le misure volte a promuovere la diversificazione, la ristrutturazione, la modernizzazione, la formazione e il trasferimento di conoscenze delle aziende agricole. La pubblicazione si concentra sul contributo che il modello di agricoltura familiare apporta alla crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. http://enrd.ec.europa.eu/app_templates/enrd_assets/pdf/publications-and-media/eu-rural-review/ PublicationENRDperiodical-17_it.pdf

AMBIENTE L'UE sostiene il diritto all'acqua pulita e ai servizi igienico-sanitari A seguito del successo della prima iniziativa dei cittadini europei, la Commissione moltiplicherà gli sforzi per migliorare la qualità dell'acqua, delle infrastrutture idriche e dei servizi igienico-sanitari. Right2Water è la prima iniziativa dei cittadini europei in assoluto che sia giunta a buon fine. Il diritto d'iniziativa, introdotto nell'aprile 2012, consente ai cittadini europei di invitare la Commissione a proporre una legislazione in settori di competenza dell'UE. Gli organizzatori dell'iniziativa hanno raccolto 1,89 milioni di firme in diversi paesi europei a sostegno del loro obiettivo di garantire che tutti i cittadini dell'UE possano godere del diritto all'acqua pulita e ai servizi igienico-sanitari. Hanno inoltre chiesto: di escludere l'approvvigionamento idrico e la gestione delle risorse idriche dalle logiche del mercato interno e dalla liberalizzazione di intensificare gli sforzi per assicurare un accesso indiscriminato all'acqua e ai servizi igienico-sanitari in tutto il mondo. Interventi a livello dell'UE Sebbene abbia deciso di non proporre una nuova normativa, la Commissione ha individuato una serie di problematiche da affrontare, che hanno una rilevanza diretta per l'iniziativa e il raggiungimento dei suoi obiettivi. Si è infatti impegnata a: intensificare gli sforzi per una piena attuazione della legislazione dell'UE da parte dei governi nazionali migliorare la gestione dei dati e la divulgazione delle informazioni ai cittadini valutare le migliori pratiche e promuovere il dialogo e la collaborazione nel settore idrico migliorare la trasparenza e la responsabilità dei fornitori di servizi idrici difendere l'accesso universale all'acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari lanciare una consultazione pubblica a livello europeo in merito alla direttiva sull'acqua potabile per valutarne i margini di miglioramento. No alla privatizzazione dei servizi Le modalità di gestione dei servizi idrici competono attualmente alle autorità pubbliche dei paesi dell'UE, e la Commissione ha affermato che intende rimanere neutrale e garantire il rispetto delle decisioni adottate a livello nazionale, regionale e locale. Conformemente agli obiettivi dell'iniziativa Right2Water, la distribuzione e la fornitura dell'acqua continueranno ad essere escluse dalle norme sul mercato interno e dalla liberalizzazione. Lo scorso anno la Commissione ha affermato espressamente che avrebbe escluso i servizi idrici dalla direttiva sull'aggiudicazione dei contratti di concessione, per fugare i timori di una possibile privatizzazione indiretta delle risorse idriche. Diritto d'iniziativa dei cittadini europei Finora oltre 5 milioni di cittadini dell'UE hanno già firmato più di 20 iniziative diverse. Per poter invitare la Commissione a proporre nuove norme, occorre ottenere il sostegno di almeno 1 milione di persone in almeno un quarto dei paesi europei. http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-277_it.htm

Alleanza per il Clima: a maggio Conferenza Internazionale Si terrà a Lussemburgo dal 7 al 10 maggio 2014, la Conferenza internazionale annuale dell’Alleanza per il Clima. Si discuterà su temi interessanti e soluzioni sostenibili: economia e solidarietà, economia bene comune, progetti basati sul cittadino energia, la prospettiva globale dei consumi, la partecipazione alla Pianificazione Urbana (trasporti) e adattamento ai cambiamenti climatici in cui si favoriscono i valori umani ed etici, un’alternativa per l’economia della maggioranza degli Enti locali. A queste domande risponderanno i vari relatori e colleghi di altre città e comuni http://www.climatealliance.org/ Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 43 44 45 46 05 06 08 09 10 11 del30/11/11 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 05/02/14 12/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 46del 47 29 30 32-33 41 43-44 02 04 07 19 20 21 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 5


AMBIENTE Proposta della Commissione per ampliare e migliorare la produzione biologica La Commissione europea ha pubblicato nuove proposte per un nuovo regolamento relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici. Le preoccupazioni dei consumatorie dei produttori sono al centro di queste proposte, che intendono ovviare ad alcune carenze del sistema attuale. Nell’ultimo decennio il mercato UE dei prodotti biologici ha quadruplicato la sua estensione; le norme devono essere pertanto aggiornate e adeguate per consentire al settore di svilupparsi ulteriormente e di far fronte alle sfide future. Dacian Cioloș, Commissario europeo per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, ha dichiarato oggi: “Il futuro del comparto biologico nell’Unione dipende dalla qualità e dall’integrità dei prodotti venduti con il logo biologico europeo. La Commissione intende ampliare e migliorare l’agricoltura biologica nell’UE consolidando la fiducia dei consumatori nei prodotti biologici ed eliminando gli ostacoli allo sviluppo di questo tipo di agricoltura. Il nuovo pacchetto di misure risulta favorevole sia per i consumatori che per gli agricoltori. I consumatori avranno maggiori garanzie sugli alimenti biologici prodotti e venduti nell’UE e gli agricoltori, i produttori e i dettaglianti avranno accesso a un mercato più ampio sia all’interno che all’esterno dell’Unione.” La proposta si concentra su tre obiettivi principali: mantenere la fiducia dei consumatori, mantenere la fiducia dei produttori e facilitare il passaggio degli agricoltori alla produzione biologica. L’intento è di far sì che l’agricoltura biologica resti fedele ai suoi principi e obiettivi, in modo da soddisfare le richieste del pubblico in termini di ambiente e qualità. La Commissione propone in particolare di:  rafforzare e armonizzare le norme, sia all’interno dell’Unione europea che con riguardo ai prodotti importati, sopprimendo molte delle attuali eccezioni in materia di produzione e controlli;  rafforzare i controlli basandoli sul rischio;  facilitare il passaggio dei piccoli agricoltori all’agricoltura biologica introducendo la possibilità di aderire a un sistema di certificazione di gruppo;  tener conto in modo più adeguato della dimensione internazionale degli scambi di prodotti biologici con l’aggiunta di nuove disposizioni in materia di esportazioni; e infine  semplificare la legislazione per ridurre i costi amministrativi a carico degli agricoltori e migliorare la trasparenza. Per aiutare agricoltori, produttori e dettaglianti del comparto biologico ad adeguarsi alla proposta di riforma delle politiche e ad affrontare le sfide future, la Commissione ha inoltre approvato un piano d’azione per il futuro della produzione biologica in Europa. Il piano prevede una migliore informazione degli agricoltori sulle iniziative in materia di sviluppo rurale e di politica agricola dell’UE a favore dell’agricoltura biologica, un rafforzamento dei legami tra i progetti di ricerca e innovazione dell’UE e la produzione biologica nonché incentivi all’uso di alimenti biologici, ad esempio nelle scuole. http://ec.europa.eu/agriculture/organic/index_en.htm

ATTUALITA’ L’Unione europea sfata la paura del grande freddo russo Bruxelles vara il piano di indipendenza dal gas di Mosca Non ancora paura, ma un «certo grado di incertezza». È quella che circola nelle cancellerie europee e nei corridoi di Bruxelles, che nel risiko con Mosca e Kiev potrebbero ritrovarsi dall'oggi al domani con i rubinetti del gas russo chiusi, da cui dipendono per il 27%. L'Ue accelera così la corsa ai ripari, iniziata con la grande crisi del 2009 quando i paesi dell'Est rimasero al freddo, e punta sulla Commissione europea perché entro giugno presenti un piano per ridurre la dipendenza energetica del Vecchio continente. Nessuno ha veramente chiaro quali siano le intenzioni della Russia e sino a dove l'escalation del conflitto potrà arrivare, ma è Mosca a tenere il coltello energetico dalla parte del manico. Anche se, fanno notare a Bruxelles, senza il mercato europeo il gas russo resterebbe in buona parte inutilizzato nelle pipeline. A dare il tono della situazione è stata la cancelliera tedesca Angela Merkel, il cui paese dipende per circa il 35% dal gas di Mosca. «Finora non abbiamo avuto nessuna esperienza negativa, e anche durante la Guerra Fredda non ci sono mai stati problemi», però «se guardo alle discussioni di alcuni colleghi c'è un certo grado di incertezza» sulle forniture di gas, ha detto al termine del vertice Ue, dove la crisi ucraina e la questione energetica hanno tenuto banco. Unica “exit strategy” sicura, accelerare la riduzione della dipendenza energetica europea dalla Russia, su cui ha martellato il premier britannico David Cameron, che ha interesse a puntare sullo sfruttamento dello shale gas europeo. «Abbiamo deciso - ha dichiarato - di accrescere i nostri sforzi per ridurre la dipendenza energetica dell'Europa dalla Russia». L'Europa ha quindi deciso di «accelerare» soprattutto «alla luce dell'attuale contesto» internazionale, ha spiegato il presidente Ue Herman Van Rompuy, ricordando che, se non si correrà ai ripari, nel 2035 la dipendenza energetica dell'Europa sfonderà il tetto dell'80%. La strategia Ue punta su riduzione dei consumi, aumento dell'efficienza, avanzamento delle grandi reti energetiche transeuropee, miglioramento delle interconnessioni tra stati membri, completamento del mercato interno dell'energia e apertura allo sfruttamento delle “risorse indigene” europee (leggi shale gas), ma anche accordi con paesi terzi, in particolare con gli Usa, sul gas liquefatto. E proprio quest'ultimo punto sarà in agenda al vertice Ue-Usa che si terrà mercoledì a Bruxelles. Intanto la scorsa settimana c'è stata una riunione in videoconferenza del Gruppo Ue di coordinamento sul gas, creato dopo la crisi del 2009: «Nessuno stato membro - ha riferito la portavoce del commissario Ue all'energia Guenther Oettinger - ha riferito di interruzioni nei flussi, che dalla Russia restano a livelli normali su tutte le rotte di approvvigionamento», mentre le riserve sono ancora piene al 50% con 36 miliardi di metri cubi di gas. «In caso di cambiamenti drammatici nelle forniture attraverso una qualsiasi delle principali rotte di approvvigionamento un altro incontro ad hoc del Gruppo può essere convocato con breve preavviso». Intanto ogni stato membro – ha ricordato Bruxelles - ha un piano di emergenza nazionale per poter continuare a fornire energia. Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 43 44 45 46 05 06 08 09 10 11 del30/11/11 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 05/02/14 12/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 46del 47 29 30 32-33 41 43-44 02 04 07 19 20 21 del 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 6


ATTUALITA’ Sicurezza dei consumatori: si celebra il 10° anniversario del sistema europeo d'informazione rapida sui prodotti pericolosi RAPEX è il sistema d'informazione rapida dell'UE in materia di prodotti diversi da quelli alimentari che, da dieci anni, assicura l'interazione tra gli Stati membri e la Commissione. a 10 anni il sistema unionale di informazione rapida sui prodotti pericolosi (RAPEX) tutela i consumatori dai prodotti non sicuri diversi dai prodotti alimentari. Nel 2013 gli Stati membri hanno adottato complessivamente 2 364 provvedimenti. Questa cifra indica un aumento del 3,8% delle notifiche rispetto al 2012 e conferma la tendenza incrementale che è una costante sin dalla creazione di RAPEX nel 2003. "RAPEX indica che l'Europa è vigile e si prende cura della sicurezza dei suoi 500 milioni di cittadini. Questa è una storia di successo nel campo della cooperazione tra le autorità nazionali e le istituzioni dell'UE a vantaggio dei cittadini. Il 10° anniversario di RAPEX testimonia la crescente importanza che le autorità di contrasto attribuiscono alla cooperazione al fine di assicurare un mercato unico sicuro.” ha affermato Neven Mimica, Commissario UE responsabile per la politica dei consumatori. RAPEX è il sistema d'informazione rapida dell'UE in materia di prodotti diversi da quelli alimentari che assicura l'interazione tra gli Stati membri e la Commissione. Il suo ruolo è diffondere celermente le informazioni sui prodotti potenzialmente pericolosi e assicurare un intervento correttivo a livello nazionale. Ne conseguono l'identificazione precoce e la rimozione tempestiva dai mercati dell'UE dei prodotti che presentano un pericolo per i consumatori. Dalla sua istituzione nel 2003 RAPEX ha registrato una continua e costante espansione in termini di notifiche ricevute e di azioni di follow up intraprese in risposta a tali notifiche. Rispetto alle circa 200 notifiche del 2003 RAPEX riceve ora e distribuisce più di 2000 notifiche annualmente. Quali prodotti presentano rischi? Nel 2013 gli indumenti, i prodotti tessili e gli articoli di moda e i giocattoli (entrambe le categorie con il 25%) erano le due principali categorie di prodotti in relazione alle quali si è proceduto a interventi correttivi. Tra i rischi segnalati più di frequente in relazione a questi prodotti vi erano rischi chimici, rischi di strangolamento, rischi di lesioni e di soffocamento. I rischi chimici sono presenti sia negli indumenti che nei giocattoli (ad esempio il cromo VI nelle scarpe e nei pellami, gli ftalati nei giocattoli). Il rischio di strangolamento o di lesioni a causa della presenza di lacci e cordini è all'origine del maggior numero di notifiche in relazione agli indumenti. Altri esempi di prodotti vietati nel 2013 comprendono gli articoli di puericoltura (bagnetti non stabili per neonati, carrozzine che si ripiegano inaspettatamente) e gli inchiostri per tatuaggi contenenti diverse sostanze chimiche proibite. Le imprese dovrebbero assicurare che i rischi noti vengano presi in conto prima della produzione e, in caso di criticità, è importante che esse ritirino o richiamino i prodotti. Da dove provengono questi prodotti pericolosi? La Cina è il paese numero uno per quanto concerne l'origine dei prodotti che scatenano le notifiche. L'anno scorso il 64% del numero totale di notifiche riguardava prodotti pericolosi provenienti dalla Cina. Per informare e sensibilizzare i produttori cinesi sui requisiti da rispettare l'UE lavora a livello bilaterale con la Cina per assicurare lo scambio d'informazioni tra le autorità e svolgere attività di comunicazione. Nell'ambito di questo dialogo la Commissione europea ribadisce anche l'importanza di migliorare la tracciabilità dei prodotti notificati. Uno studio effettuato di recente da un gruppo di esperti con il sostegno della Commissione europea ha formulato raccomandazioni sia in merito al modo per migliorare la tracciabilità sia sulla sensibilizzazione dei consumatori affinché questi sappiano a cosa è bene prestare attenzione. http://ec.europa.eu/consumers/safety/rapex/ reports/index_en.htm

Sai quali sono le competenze dell’UE? Mettiti alla prova consultando questa interessante#infografica! Maggiori info su: http://europa.eu/ legislation_summaries/ institutional_affairs/treaties/ lisbon_treaty/ai0020_it.htm

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 7


ATTUALITA’ Una ricerca più intelligente grazie agli identificatori La società Okkam, nata per commercializzare le tecnologie sviluppate nell'omonimo progetto finanziato anche dall'UE, lavora sugli identificatori, un codice univoco che permette di scoprire una quantità di informazioni sugli oggetti di tutti i giorni. Il futuro dell'informatica si basa sui dati di grandi dimensioni. L'enorme quantità di informazioni disponibili sul web e nella nuvola potrebbe aiutare a prevenire la prossima crisi finanziaria, oppure dirvi quando esattamente passerà l'autobus. La chiave sta nell'assegnare a tutto - che si tratti di una persona, di un'azienda o di un prodotto - un identificatore univoco. Immagina se tutto ciò che possiedi o utilizzi avesse un codice univoco, attraverso la cui scansione potresti scoprire una quantità di informazioni. Creare una base dati di miliardi di identificatori univoci potrebbe rivoluzionare il nostro modo di pensare gli oggetti. Ad esempio, se ogni prodotto che si acquista potesse essere rintracciato in ogni fase della catena di fornitura, sarebbe possibile verificare se il nostro cibo provviene davvero da una Fino ad 1 miliardo per la crisi dell'Ucraina grazie al programfattoria biologica o se la nostra auto è oggetto di un richiamo di ma di assistenza macrofinanziaria, che si aggiungono ai 610 emergenza. Ma non solo i consumatori potranno beneficiare di un mondo di identificatori univoci, anche i governi e le aziende li stan- milioni di euro già previsti fin dal 2010. La Commissione europea ha proposto un nuovo intervento di assistenza macrofino usando. La società Okkam cataloga gli identificatori unici per la nanziaria (MFA) per l'Ucraina attraverso un sistema di prestiti grande quantità di dati disponibili online. Okkam srl è stata creata a medio termine per un importo fino a 1 miliardo di euro. Il per commercializzare le tecnologie sviluppate nell'ambito del pronuovo programma MFA dovrebbe essere approvato dal Congetto di ricerca OKKAM, finanziato dall'UE. Uno dei principali siglio dei ministri dell'Unione nelle prossime settimane, nel clienti è l'amministrazione regionale del Trentino, che utilizza dati quadro del pacchetto di aiuti all'Ucraina. Il sostegno previsto di grandi dimensioni - come quelli elaborati da Okkam srl - per aiuterà l'Ucraina in questo periodo di indebolimento della bimigliorare le sue attività di raccolta fiscale. "Stiamo lavorando con lancia dei pagamenti e della situazione fiscale. l'amministrazione regionale del Trentino per raccogliere i dati sui "E' nell'interesse dell'Ucraina e dell'Unione mantenere la pace contribuenti", dice Paolo Bouquet, presidente di Okkam srl. "Li e la stabilità politica e finanziaria nel nostro continente" ha usiamo per aiutare a scoprire l'evasione fiscale, che è, come potedichiarato Olli Rehn, vicepresidente della Commissione rete immaginare, un argomento molto caldo in Italia". La società sta sponsabile per gli Affari economici e monetari e per l’euro. inoltre lavorando con il settore dei servizi finanziari per aiutare a "Questo sostegno economico, aiuterà a stabilizzare la situaprevenire un aggravarsi della crisi finanziaria. Raccogliendo dati zione finanziaria dell'Ucraina e conseguentemente sarà una sui singoli clienti di banche, società di rating e il web, i creditori parte importante per raggiungere una soluzione della crisi." possono identificare i soggetti ad alto rischio e modificare di conIl piano MFA proposto dall'UE è pensato per aiutare l'Ucraina seguenza le proprie decisioni sui prestiti. In questo modo, sarà più a coprire parte dei suoi bisogni finanziari attuali all'interno del facile evitare gli elevati tassi di insolvenza che hanno portato alla piano complessivo di riforme in preparazione con il sostegno recente crisi finanziaria globale. del Fondo Monetario Internazionale. Il finanziamento sarà Usare gli identificatori per indicizzare il mondo erogato solo in caso di sottoscrizione di un accordo di finanOkkam srl fornisce un repertorio centrale di dati di identificatori (o ziamento tra le autorità ucraine e il FMI e di rispetto delle conetichette) per le persone, le organizzazioni e le cose. Chiunque dizioni specifiche di politica economica che la Commissione può utilizzare queste etichette per indicizzare tutto ciò che potrebeuropea concorderà con l'Ucraina. Attraverso questa propobe essere di interesse online o nelle raccolte private. sta di finanziamento la Commissione intende sostenere le La difficoltà nell'utilizzo dei dati di grandi dimensioni sta nel fatto che una persona o azienda nominata in una determinata base dati politiche del paese tese al consolidamento fiscale e alla stabilizzazione esterna, oltre che le riforme strutturali volte a mipotrebbe avere un nome completamente diverso da qualche altra gliorare la gestione macroeconomica globale, al rafforzamenparte. Ad esempio, i notiziari parlano di Barack Obama, il presito della governance economica e della trasparenza al fine di dente degli Stati Uniti, e della Casa Bianca in maniera intercamagevolare le condizioni per una crescita sostenibile. La propobiabile. Per una persona è facile sapere che questi nomi si riferista di aiuti per 1 miliardo di euro si affianca al programma di scono alla stessa cosa, ma i computer non sono in grado di fare sostegno già esistente di 610 milioni di euro, disponibile dal queste connessioni. Per affrontare il problema, Okkam ha creato il 2010 ma non ancora erogato. sistema aperto globale di denominazione (Global Open Naming Cos'è l' MFA System): essenzialmente un indice di entità univoche quali persoL'MFA (Assistenza macro-finanziaria) è uno strumento eccene, organizzazioni e prodotti, che permette alle persone di condizionale a disposizione dell'Unione europea per aiutare i paesi videre dati. "Forniamo un modo molto veloce ed efficace per scopartner confinanti ad affrontare complicate crisi della bilancia prire i dati relativi alle stesse entità attraverso una varietà di fonti. dei pagamenti. Complementare rispetto al supporto del FMI, è Lo facciamo molto rapidamente", dice Paolo Bouquet. "E lo facciamo in un modo che è incrementale, in modo da non sprecare il finanziato attraverso prestiti all'interno del mercato dei capitali. I fondi sono quindi prestati ai paesi beneficiari a condizioni lavoro già fatto. Il sistema di denominazione di entità di Okkam finanziarie simili. http://ec.europa.eu/economy_finance/ consente di condividere gli stessi identificatori tra diversi progetti, eu_borrower/macro-financial_assistance/index_en.htm aziende e insiemi di dati. È sempre possibile costruire su ciò che

La Commissione propone un miliardo di euro per l'Ucraina

si è già fatto in passato". I vantaggi di un nome univoco per tutto Non sono soltanto i dati a beneficiare del registro di no mi univoci di Okkam. Anche oggetti del mondo reale, come le fermate degli autobus e i giornali, vengono sottoposti al trattamento identificatore univoco. Utilizzando tecnologie semplici come i codici QR (il codice a barre simile a una "scacchiera disordinata") e la Near Field Communication (una frequenza radio che consente ai dispositivi mobili di scambiarsi informazioni), Okkam ha permesso l'etichettatura di oggetti reali con i dati aggiornati online. Ad esempio, la provincia di Trento ha dotato ogni sua fermata dell'autobus di codici univoci QR, permettendo ai passeggeri di ottenere le ultime informazioni sulle linee o di scaricare gli orari, attraverso la scansione del codice. Il futuro "Internet delle cose" fa un passo avanti grazie a questa tecnologia. OKKAM ha ricevuto finanziamenti per la ricerca nell'ambito del Settimo programma quadro dell'Unione europea (7° PQ). http://www.okkam.org Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 8


ATTUALITA’ Questa settimana al PE Questa settimana l'attenzione dei deputati europei si concentra sui risultati del summit europeo della settimana scorsa e sulle relazioni con gli Stati Uniti, comprese le negoziazioni sugli accordi commerciali e una linea comune sulla Russia. All'ordine del giorno anche: un seminario per i giornalisti sulle elezioni europee e le delegazioni parlamentari in Polonia e Qatar, per valutare l'adozione dell'euro e la situazione dei lavoratori. Una conferenza dei presidente straordinaria con Herman Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo, e aperta a tutti i deputati europei è prevista mercoledì. L'obiettivo è quello di discutere i risultati del summit europeo della settimana scorsa e le decisioni relative alle sanzioni contro la Russia. Il ruolo dei servizi finanziari nella partnership transatlantica per il commercio e gli investimenti (TTIP) e la lottta contro l'evasione fiscale sono i principali temi che saranno discussi a Washington dal 24 al 26 marzo. In questa occasione una delegazione parlamentare della commissione agli affari economici incontrerà i membri del Congresso americano, del Tesoro e delle autorità di sorveglianza. Dal 24 al 25 marzo, una delegazione della commissione agli Affari economici incontrerà le autorità polacche per valutare i progressi del paese per l'adozione dell'euro. Una delegazione della sottocommissione dai Diritti dell'uomo e della commissione agli Affari esteri si renderà in Qatar per valutare la situazione dei lavoratori migranti. Il Parlamento europeo organizza un seminario per giornalisti sulle elezioni europee il 25 e 26 marzo. Il contesto politico delle elezioni, il ruolo dei partiti politici europei, le tendenze, le sfide e il futuro dell'Unione europea sono all'ordine del giorno.

Mille Consigli per l’Europa: arriva patrocinio della Commissione europea La Commissione europea ha dato il proprio patrocinio alla Campagna dell’AICCRE “Mille Consigli per l’Europa”. La Campagna si svilupperà in una duplice iniziativa: la convocazione dei Consigli comunali, provinciali e regionali aperti per discutere le questioni europee nell’anno delle elezioni e della Presidenza italiana dell’Unione che dovrebbero approvare documenti e ordini del giorno e la raccolta, da parte della struttura dell’AICCRE, di proposte, consigli alle Istituzioni europee da parte di singoli cittadini, scuole, organizzazioni della società civile. Inoltre, l’Associazione ha scelto il logo ufficiale della Campagna (nell’immagine). A breve sul nostro sito una sezione interamente dedicata alla Campagna con informazioni su tutte le iniziative ed uno spazio dove potrete lasciare i vostri consigli.

Conclusioni del Consiglio europeo di primavera, il 20 e 21 marzo a Bruxelles Il Consiglio europeo ha tenuto una discussione approfondita sulla situazione in Ucraina. Ha adottato un messaggio forte a sostegno dell'Ucraina ed ha convenuto una serie di misure concrete al riguardo. L'Unione europea e i suoi Stati membri hanno firmato le disposizioni politiche dell'accordo di associazione con l'Ucraina. Il Consiglio europeo condanna fermamente l'annessione della Crimea e di Sebastopoli alla Federazione russa e non la riconoscerà. In assenza di misure volte ad allentare la situazione di crisi, il Consiglio europeo ha deciso un ampliamento del divieto di rilascio del visto e del congelamento dei beni e ha annullato il prossimo vertice UE-Russia. Il Consiglio europeo, pur restando aperto al dialogo, non ha escluso altre e profonde conseguenze per le relazioni con la Russia in caso di eventuali ulteriori iniziative da parte della Federazione russa per destabilizzare la situazione in Ucraina ed ha chiesto alla Commissione e agli Stati membri di preparare possibili misure mirate. Ha anche deciso di anticipare la firma degli accordi di associazione con la Georgia e la Moldova. L'Europa sta uscendo dalla crisi economica e finanziaria. Dopo diversi anni di crescita limitata, o addirittura negativa, l'economia europea si sta riprendendo e, per quest'anno, è previsto un rafforzamento di tale ripresa. Il Consiglio europeo ha avuto uno scambio di opinioni sulla situazione economica e sociale e sulle prospettive al riguardo. In particolare ha discusso in merito alla risposta politica più adeguata nel breve e medio termine. Ha concluso la prima fase del semestre europeo ed ha tenuto una discussione iniziale sull'attuazione della strategia Europa 2020, prima del riesame intermedio che sarà effettuato dal Consiglio europeo della primavera 2015. Si è anche concentrato su una competitività dell'industria europea più forte, quale motore della crescita economica e dell'occupazione. Ha avuto un primo dibattito orientativo sul quadro per le politiche dell'energia e del clima per il periodo dal 2020 al 2030 ed ha stabilito la strategia futura. Ha sottolineato il nesso importante tra la strategia Europa 2020, la competitività industriale e le politiche in materia di clima ed energia. Il Consiglio europeo ha accolto con favore l'accordo raggiunto sul regolamento relativo al meccanismo unico di risoluzione delle crisi che aprirà la strada al completamento dell'unione bancaria. Si tratta di un altro passo fondamentale verso un'unione economica e monetaria più forte e resiliente. Infine, ha spianato il cammino all'adozione della direttiva sulla tassazione dei redditi da risparmio. Consiglio europeo – cos'è? I compiti del Consiglio, sono quelli di definire gli orientamenti e le priorità politiche generali dell'Unione europea. Con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona nel dicembre 2009, il Consiglio europeo è diventato un'istituzione ufficiale, attualmente presieduta da Herman Van Rompuy. Il Consiglio europeo è composto dai capi di Stato e di governo degli Stati membri, dal suo presidente e dal presidente della Commissione; partecipa ai lavori anche l'Alto rappresentante dell'Unione per gli Affari esteri e la politica di sicurezza. A seconda dell'ordine del giorno, ciascun membro può decidere di farsi assistere da un ministro e il Presidente della Commissione da un Commissario. Il Consiglio europeo non ha funzioni legislative. Si riunisce due volte a semestre ma in caso di situazioni particolari può essere convocata una riunione straordinaria. Le decisioni vengono prese per consenso e, a seconda dei casi, vengono adottate all'unanimità o a maggioranza qualificata a seconda di quanto previsto dal trattato. Il Presidente viene eletto a maggioranza qualificata e il suo mandato dura due anni e mezzo. http://www.consilium.europa.eu/uedocs/cms_data/docs/pressdata/it/ec/141767.pdf Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 9


ATTUALITA’ Martin Schulz: è necessario evitare una escalation progressiva del conflitto La crisi in Crimea deve scuoterci e indurci a riconsiderare la politica europea di vicinato e i nostri rapporti con la Russia, ha ricordato Martin Schulz. Il Presidente del PE si è rivolto al Consiglio all'inizio del summit del 20 marzo organizzato sul tema dell'Ucraina. Schulz ha sottolineato la crisi in Crimea sia "una gravissima minaccia per il nostro sistema di sicurezza", aggiungendo che "le persone temono nuovamente la Guerra fredda". Il presidente ha denunciato l'utilizzo della forza da parte della Russia per l'annessione di un altro Stato. "La Russia ha violato il diritto internazionale. Questo è inaccettabile". Schulz ha sottolineato che è necessario evitare una escalation progressiva del conflitto. "Il Parlamento europeo deve pensare il conflitto rispetto alle conseguenze future e fare in modo che i canali di dialogo con la Russia restino aperti". Il popolo ucraino ha bisogno del sostegno dell'UE, sia dal punto di vista politico che finanziario, ha indicato Martin Schulz. "Dobbiamo aiutare questo Paese a rimettersi in piedi economicamente e a superare le sue spaccature sociali, per evitare radicalismi e rotture. Il Parlamento europeo farà di tutto perché il previsto contributo di tre miliardi di euro a carico del bilancio UE sia messo a disposizione al più presto possibile". Concludendo il presidente del PE ha ricordato l'importanza della firma per un accordo di associazione con l'Ucraina, "un accordo che offre una chiara prospettiva europea e un segnale di solidarietà e di rispetto per il popolo di Piazza Maidan”.

Parte la Campagna New Deal 4 Europe Il 24 marzo e' stata lanciata dalla società civile europea nelle principali capitali europee (Roma, Bruxelles, Atene, Parigi, Barcellona, Praga, Lussemburgo), l'Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) per un Piano straordinario europeo per lo sviluppo sostenibile e l'occupazione. Questa azione si rivolge alla Commissione europea, al futuro Parlamento europeo, e quindi ai partiti europei impegnati nella campagna elettorale, per chiedere loro un impegno a rilanciare l'economia e l'occupazione a livello Ue. Promotori di questa azione sono i Federalisti europei, i sindacati (in Italia Cgil, Cisl e Uil), le Associazioni della società civile (in Italia Acli-Fai, Aede, Altramente, Arci, Asege, Cesi, Cife, Cime, European Alternatives, Libera - Flare, Gfe, Legambiente, Libertà e Giustizia, Mfe), sindaci (Anci, Aiccre), personalità del mondo della cultura europea (Manifesto di sostegno). I promotori ritengono che il Piano debba essere finanziato con un bilancio di almeno il 2% del Pil europeo, alimentato dalla tassa sulle transazioni finanziarie e dalla tassa sulle emissioni di CO2, nonché dall'emissione di un prestito europeo in euro project bonds. I promotori chiedono inoltre il varo immediato di un cospicuo Fondo europeo per l'occupazione, soprattutto dei giovani. Alla presentazione dell'iniziativa, ospitata nella sede nazionale dell'ANCI, sono intervenuti i membri del Comitato italiano promotore dell'ICE, nelle persone di Simonetta Paganini (ANCI), Grazia Borgna (coordinatrice Comitato europeo), Paolo Ponzano (Mfe - Presidente Comitato italiano ICE), Gianni Bottalico (Presidente Acli), Virgilio Dastoli (Presidente Cime), Raffaella Bolini (Arci), Emilio Gabaglio (gia' segretario generale della Ces), Maurizio Gubbiotti (Legambiente), Antonio Morandi (Cgil), Andrea Costi (Uil), Andrea Mone (Cisl). "Dalla riunione di oggi - dice Borgna - e' emersa la ferma intenzione di tutte le organizzazioni promotrici a impegnarsi per suscitare un movimento dal basso che coinvolga i cittadini europei e per raccogliere il milione di firme necessario, in almeno sette Paesi dell'Ue. I veri protagonisti di questa azione - conclude Borgna - saranno i cittadini europei che si battono per un Europa diversa, democratica e federale, in contrasto con il crescente euroscetticismo e la disaffezione nei confronti del progetto europeo". Tutte le informazioni utili a promuovere la campagna per l'ICE si trovano nel sito http://www.newdeal4europe.eu/it

PRESENTATO AL CENTRO REGIONALE PER IL RESTAURO IL REIS (REGISTRO DELLE EREDITA’ IMMATERIALI DELLA REGIONE SICILIANA) INTERVENUTA L’ASSESSORE REGIONALE AI BENI CULTURALI MARIA RITA SGARLATA E’ Stato presentato il 20 marzo scorso, a Palazzo Montalbo, sede del centro per il Restauro della regione Siciliana, il nuovo Registro Eredità Immateriali della Sicilia (REIS), istituito dall’assessore regionale ai beni culturali, Mariarita Sgarlata con decreto N° 571 del 5 marzo 2014 che prevede anche la pubblicazione online, in un apposito spazio web, delle risorse digitali relative ai beni iscritti nei libri. Nella nuova versione, il registro denominato adesso REIS (Registro Eredità Immateriali della Regione Siciliana) si articola in sei libri: dei Mestieri, dei Saperi e delle Tecniche, delle Celebrazioni, delle Feste e delle Pratiche rituali, dei Dialetti, delle Parlate e dei Gerghi; delle Pratiche Espressive e dei Repertori Orali, dei Tesori Umani Viventi, degli Spazi simbolici. Il risultato è stato raggiunto grazie al lavoro della commissione consultiva per la costituzione del REI, ricomposta dall’assessore il 30 luglio 2013, frutto di uno stretto coordinamento tra il Dipartimento dei beni culturali e il Centro regionale per il Catalogo. “Esiste una Sicilia – ha affermato l’assessore regionale Mariarita Sgarlata, intervenuta all’incontro - che conoscevo molto bene, quella del patrimonio materiale e dei nostri beni monumentali, cioè il nostro patrimonio archeologico e storico-artistico. Esiste anche un’altra Sicilia, quella del patrimonio immateriale che io conoscevo molto meno- ha proseguito l’assessore Sgarlata – una Sicilia da valorizzare non diversamente da come avviene in altre parti d’Europa, anche attraverso siti web specializzati nel repertorio del patrimonio intangibile. In attesa del sito web specifico, che è in costruzione, è già attiva una canalizzazione del Registro sul portale web Arca dei Suoni, che consente di conoscere ogni bene iscritto. E’ per me motivo di orgoglio sapere che nel rendere operativa l’esperienza del Rei in Sicilia abbiamo anticipato nei tempi le azioni del Ministero dei Beni Culturali”. “Siamo cresciuti – ha aggiunto il dirigente del Centro per il Catalogo Marco Salerno - nella formazione professionale facendo riferimento alla cultura materiale. Una cultura cosiddetta “minore” ha preso spazio intorno agli anni Settanta nel quadro giuridico legislativo con una maturata concezione del patrimonio culturale. Il centro regionale per la catalogazione possiede una potente banca dati con materiale iconografico, audiovisivo di estrema importanza. Stiamo caricando nel nostro portale e in altri gran parte del patrimonio immateriale che entro l’anno sarà fruibile al grande pubblico”. Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 10


ATTUALITA’ La sanità online: a che punto siamo? "L'Europa sta affrontando una crisi di assistenza sanitaria a causa dell'invecchiamento della popolazione. Utilizzando al meglio la tecnologia digitale possiamo ridurre i costi, ridare il controllo al paziente, rendere più efficiente la sanità e aiutare i cittadini europei ad essere attivi nella società più a lungo". Dobbiamo continuare a prendere il polso della situazione", ha dichiarato Neelie Kroes. Qual è la diagnosi? Secondo due indagini svolte nelle unità ospedaliere di cura intensiva (dedicate cioè alle cure mediche o chirurgiche a breve termine) e tra i medici generici d'Europa, l'utilizzo della sanità online ha iniziato a prendere piede: il 60% dei medici generici utilizzava gli strumenti di assistenza sanitaria online nel 2013, con un aumento del 50% rispetto al 2007. Ma occorre fare molto di più. Tra i principali dati che le indagini hanno messo in luce: i paesi nei quali si registra la maggiore diffusione della #sanità online sono la Danimarca (66%), l'Estonia (63%), la Svezia e la Finlandia (entrambe al 62%). I profili completi per paese sono disponibili qui. I servizi di sanità online sono ancora utilizzati perlopiù per la registrazione e la trasmissione tradizionale, anziché per scopi clinici, come le visite online (solo il 10% dei medici generici svolge visite online). In fatto di digitalizzazione delle cartelle cliniche dei pazienti, i Paesi Bassi si piazzano primi con una percentuale di digitalizzazione dell'83,2%; in seconda posizione troviamo la Danimarca (80,6%) e in terza il Regno Unito (80,5%). Tuttavia, appena il 9% degli ospedali in Europa permette ai pazienti di accedere online alla propria cartella clinica e la maggior parte di essi dà solo un accesso parziale. Quando adottano la sanità online, gli ospedali e i medici generici si scontrano con numerosi ostacoli che vanno dalla mancanza di interoperabilità alla mancanza di un quadro normativo e di risorse. Nel commentare l'indagine, la Vicepresidente della Commissione @NeelieKroesEU ha dichiarato: "Dobbiamo intervenire per cambiare la mentalità nel settore sanitario in tempo brevi. Il fatto che sei medici generici su dieci utilizzino gli strumenti di sanità online indica che incominciano a prenderci la mano, ma a noi serve un'impennata! È assurdo che appena il 9% degli ospedali in Europa permetta ai pazienti di accedere online alla propria cartella clinica. Auspico che i governi, gli innovatori nel campo dell'alta tecnologia, le compagnie di assicurazioni, le aziende farmaceutiche e gli ospedali uniscano le forze per dare vita a un sistema di assistenza sanitaria innovativo ed efficiente sotto il profilo dei costi, con maggiore controllo e trasparenza per il paziente." Il Commissario per la Salute, Tonio Borg, ha aggiunto: "Le soluzioni basate sulla sanità online possono portare a cure migliori per i pazienti e a sistemi sanitari più efficienti. Le indagini indicano che alcuni Stati membri sono chiaramente in testa nell'uso delle prescrizioni elettroniche e delle cartelle cliniche digitalizzate e possono essere fonte di ispirazione per gli altri. Mi aspetto che tutti gli Stati membri comprendano il potenziale delle soluzioni basate sulla sanità online e collaborino a tale riguardo nell'ambito della nostra rete europea di sanità online." Perché le lunghe attese? Alla domanda sul perché non utilizzino di più i servizi di sanità online, i medici generici hanno addotto come motivo la scarsa remunerazione (79%), le conoscenze informatiche insufficienti (72%), la mancanza di interoperabilità dei sistemi (73%) e la mancanza di un quadro normativo sulla riservatezza per le comunicazioni per e-mail tra medico e paziente (71%). Contesto Gli studi hanno valutato l'utilizzazione degli strumenti e dei servizi digitali nella sanità: uso e accesso alle cartelle cliniche digitalizzate, telemedicina, scambio di informazioni tra professionisti, ecc. Questi servizi, se dispiegati pienamente, forniscono ai pazienti un'informazione più completa e li coinvolgono maggiormente nelle proprie cure sanitarie. Inoltre permettono un accesso migliore alla consulenza e all'assistenza sanitaria e migliorano l'efficienza dei sistemi sanitari nazionali. Tra gli strumenti di sanità online si annoverano: a) le cartelle cliniche digitalizzate; b) lo scambio di informazioni sanitarie; c) la telemedicina e d) le cartelle sanitarie personali. Scambio di informazioni sanitarie: Nell'Unione europea il 48% degli ospedali condivide per via elettronica alcune informazioni mediche con medici generici esterni e il 70% degli ospedali le condivide con operatori sanitari esterni. I migliori risultati si registrano in Danimarca, in Estonia, in Lussemburgo, nei Paesi Bassi e in Svezia (il 100% dei loro ospedali pratica lo scambio di informazioni ad un qualche livello). I medici generici fanno un uso limitato delle prescrizioni elettroniche e delle interazioni con i pazienti per e-mail (32% e 35% rispettivamente). I tre paesi in vetta alla classifica per le prescrizioni elettroniche sono l'Estonia (100%), la Croazia (99%) e la Svezia (97%), mentre per quanto riguarda l'uso dell'e-mail troviamo la Danimarca (100%), l'Estonia (70%) e l'Italia (62%). Meno dell'8% degli ospedali dell'UE condivide informazioni mediche per via elettronica con operatori sanitari stabiliti in altri paesi dell'UE. Telemedicina Appena il 9% degli ospedali offre ai pazienti la possibilità di essere seguiti a distanza, il che ridurrebbe la necessità di degenze in ospedale, permettendo così ai pazienti di vivere autonomamente in condizioni di maggiore sicurezza. Meno del 10% dei medici generici svolge visite online con i pazienti e meno del 16% consulta altri specialisti medici online. https://ec.europa.eu/digital-agenda/en/news/european-hospital-surveybenchmarking-deployment-ehealth-services-2012-2013 http://ec.europa.eu/digital-agenda/en/eu-policy-ehealth http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/kroes/en/content/transforminghealthcare-i-meet-people-making-it-happen Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 11


ATTUALITA’ Quattro progetti italiani tra i vincitori del premio UE/Europa Nostra per il patrimonio culturale Proclamati i vincitori dell'edizione 2014 del premio per il patrimonio culturale dell'Unione europeaEuropa Nostra. Ci sono quattro progetti italiani tra i 27 vincitori dell'edizione 2014 del Premio dell'Unione europea/ Europa Nostra per la conservazione del patrimonio culturale. Ai vincitori, selezionati tra quasi 200 progetti candidati in provenienza da trenta paesi, viene assegnato tale riconoscimento per i risultati raggiunti in quattro ambiti: conservazione, ricerca, contributi esemplari, nonché istruzione, formazione e sensibilizzazione. Tre sono i progetti italiani premiati nella categoria "Conservazione": riguardano rispettivamente la Basilica Palladiana di Vicenza, il Teatro Sociale di Bergamo e le case a tronchi di antica cultura Walser di Alagna Valsesia (Piemonte). L'associazione "Iubilantes" di Como che si occupa di recuperare e restaurare antiche strade, percorsi dimenticati, ha ottenuto invece il riconoscimento nella categoria "Contributi esemplari". La cerimonia di premiazione avrà luogo il 5 maggio al Burgtheater di Vienna sotto gli auspici del Presidente dell'Austria, Heinz Fischer. Androulla Vassiliou, Commissaria europea per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, e Plácido Domingo, il cantante d'opera e presidente di Europa Nostra, consegneranno assieme i premi. Sei dei vincitori saranno insigniti del gran premio ed uno dei vincitori riceverà il premio della giuria popolare decretato a seguito di una votazione online svolta da Europa Nostra. Oltre a celebrare l'eccellenza dei lavori per la tutela del patrimonio culturale, il premio dell'UE intende anche promuovere competenze e standard elevati nel campo della conservazione. "Desidero congratularmi con i vincitori dell'edizione di quest'anno e con le loro equipe, la cui passione e dedizione sono esemplari. Il patrimonio culturale dell'Europa è uno dei nostri asset più preziosi. Esso costruisce ponti tra il passato e il presente, promuove la crescita, incoraggia l'inclusione sociale e attira il turismo. Ma molte di queste opere d'arte e di ingegno umano, che hanno irradiato bellezza nel corso dei secoli, sono sempre più fragili. La loro sopravvivenza dipende da un investimento di lungo periodo per conservarle e mantenerle in buono stato. Sono lieta che il nostro nuovo programma "L'Europa creativa" continuerà a sostenere questo premio come anche altre iniziative transnazionali e che il patrimonioculturale continuerà a beneficiare di finanziamenti sostanziali da parte dell'UE a valere su diverse fonti tra cui i fondi regionali e quelli della ricerca" ha dichiarato la CommissariaVassiliou. "I risultati di quest'anno dimostrano che, anche in circostanze economiche difficili, i progetti nel campo del patrimonio culturale possono mobilitare persone d'ingegno e passione e attirare un sostegno da fonti pubbliche e private. Grazie alle loro competenze, al loro impegno e alla loro generosità diversi siti storici sono stati rivitalizzati e le vite di molte persone sono state abbellite e arricchite. Mi auguro che il nostro partenariato con la Commissione europea continui a rafforzarsi ed abbia un impatto sempre più grande, dando ancor maggiore diffusione all'eccellenza europea nel settore del patrimonio culturale” ha aggiunto Plácido Domingo. Contesto I vincitori di quest'anno del premio dell'Unione europea/Europa Nostra per la conservazione del patrimonio culturale vanno ad infoltire la schiera dei 360 vincitori che hanno ricevuto il premio dalla Commissione europea e da Europa Nostra a partire dal 2002. Giurie specialistiche di esperti indipendenti di tutta Europa valutano i progetti presentati per le quattro categorie: conservazione, ricerca, contributi esemplari, nonché istruzione, formazione e sensibilizzazione. Tutti i vincitori ricevono una targa o un trofeo. I sei vincitori del gran premio ricevono anche una somma di 10 000 euro ciascuno. I premi beneficiano del sostegno del programma Cultura dell'UE, che tra il 2007 e il 2013 ha investito quasi 40 milioni di euro nel cofinanziamento di progetti relativi al patrimonio culturale. Intervengono anche altri programmi dell'UE: nello stesso periodo il Fondo europeo di sviluppo regionale ha stanziato 6 miliardi di euro per la protezione e la conservazione del patrimonio culturale, lo sviluppo dell'infrastruttura culturale e il sostegno a servizi culturali come la formazione professionale, l'istruzione nel campo artistico e della tutela del patrimonio. Altri 150 milioni di euro rappresentano il contributo dei programmi quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico dell'UE dal 1998. Il nuovo programma L'Europa creativa che ha una dotazione di circa 1,5 miliardi di euro nell'arco dei prossimi sette anni (9% in più rispetto ai livelli precedenti) continuerà a sostenere i progetti di cooperazione transnazionale nel campo del patrimonio culturale. Oltre al suo valore intrinseco, il patrimonio culturale reca un contributo significativo alla crescita e alla creazione di posti di lavoro. La spesa per la conservazione del patrimonio culturale ad opera di enti pubblici e privati ammonta a circa 5 miliardi di euro all'anno. Dalle cifre pubblicate dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE) emerge che il 40% del turismo mondiale ha una dimensione culturale. Il patrimonio culturale è anche una risorsa essenziale per lo sviluppo sostenibile e la coesione sociale. Europa Nostra - la voce del patrimonio culturale in Europa – è un movimento di cittadini in costante espansione che si prefigge la salvaguardia del patrimonio culturale e naturale europeo. Con la sua vasta rete paneuropea di membri (organizzazioni e soci individuali), associati e partner, Europa Nostra è una lobby estremamente influente a tutela del patrimonio culturale. Essa si batte anche per salvare i monumenti, i siti e i paesaggi europei in pericolo. Nel 2013 Europa Nostra ha celebrato il suo 50° anniversario. La cerimonia di premiazione 2014 che si tiene a Vienna si situa nella cornice del Congresso annuale di Europa nostra sul patrimonio europeo che si svolge sotto il patronato del Presidente dell'Austria, Heinz Fischer. La Commissione europea, la sua rappresentanza in Austria, il Ministero federale delle Arti e della cultura, la fondazione Fürst Liechtenstein, la fondazione Erste e l'emittente pubblica nazionale austriaca ORF sono tra i partner del congresso del 2014. http://www.europanostra.org/ Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 12


ATTUALITA’ AL VIA I PROGETTI PRESENTATI DAL DISTRETTO TURISTICO SICILIA OCCIDENTALE Sono stati approvati tutti i progetti presentati dal Distretto Turistico Sicilia Occidentale sul bando per il “Cofinanziamento dei progetti di sviluppo proposti dai Distretti Turistici Regionali” a valere sui fondi comunitari del P.O. P.E.S.R. 2007/2013. Con una nota ufficiale, l’Assessorato Regionale del Turismo ha formalmente comunicato l’ammissibilità dei quattro progetti che, a questo punto, non appena sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con la graduatoria, entreranno nella fase attuativa. Il bando, emanato dalla Regione Siciliana - Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, aveva quale obiettivo il miglioramento delle performance, con particolare riferimento all'incremento delle presenze, dei pernottamenti e della spesa media pro capite, da conseguire tramite la creazione di nuova offerta turistica o il miglioramento di quella in atto, in termini di azioni di marketing, promozione, commercializzazione e servizi. “È un risultato rilevante, quello che abbiamo raggiunto – dichiara Salvatore Castiglione, Presidente del Distretto Turistico Sicilia Occidentale – frutto della serietà e rapidità del lavoro portato avanti e che rappresenta un punto di partenza per dare un impulso forte al settore. I Distretti rappresentano senza dubbio il nuovo modello possibile di integrazione territoriale che in concomitanza con lo scioglimento degli enti provinciali, dovrà assicurare il raccordo tra i Comuni e gli operatori del settore turistico per le attività di sviluppo e di promozione del territorio. Da questo momento sarà necessario concentrare tutte le risorse possibili per la realizzazione dei programmi e per riuscire a rendere tangibili i risultati di questo lavoro di progettazione messo a punto dal nostro Comitato Tecnico, rilanciando immediatamente su tutte le possibili integrazioni per rendere più efficace possibile la spesa attivata”. I quattro progetti presentati, il cui importo complessivo ammonta a quasi 900.000 euro, sono connessi tra loro, sebbene si sia preferito diversificare le azioni in modo da semplificare le procedure di realizzazione degli interventi e garantire una maggiore competenza specifica. Qui di seguito i PROGETTI PRESENTATI: 1. “AZIONE DI DIVERSIFICAZIONE DELL'OFFERTA TURISTICA TRAMITE LA CREAZIONE DI PRODOTTI TURISTICI TEMATIZZATI DELLA SICILIA OCCIDENTALE” 2.“ATTIVITÀ DI PROMO/COMMERCIALIZZAZIONE DELLA DESTINAZIONE SICILIA OCCIDENTALE” 3. “SISTEMA INTEGRATO DI INFOMOBILITÀ DEL DISTRETTO TURISTICO SICILIA OCCIDENTALE” 4. “ATTIVAZIONE DEI PROCESSI PARTENARIALI E AGGIORNAMENTO DEL PIANO DI SVILUPPO TURISTICO IN OTTICA DI DESTAGIONALIZZAZIONE E DIVERSIFICAZIONE” E-mail: distrettoturistico@confindustriatp.it

Parco archeologico di Leontinoi Presentato il decreto di perimetrazione E’ una realtà il Parco Archeologico di Leontinoi, il cui riconoscimento è avvenuto con un decreto, datato 20 marzo, dell’assessore ai Beni Culturali della Regione, Mariarita Sgarlata. Lo ha comunicato stamani nella sala del Comune di Lentini lo stesso assessore Sgarlata ai sindaci di Lentini Alfio Mangiameli e di Carlentini Pippo Basso, consegnando la copia del decreto in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Anche per questo territorio inizia così il percorso che darà al parco, una volta istituito, una sua autonomia finanziaria per la gestione e la valorizzazione. “Si tratta del settimo parco decretato da quando è iniziato il mio incarico- afferma l'assessore, testimonianza concreta dell'impegno di questi pochi mesi per quel diffuso patrimonio culturale siciliano, così diverso dagli altri italiani ed europei ma così unico e straordinario. E' per me, e per quelli che lavorano quotidianamente al raggiungimento di obiettivi mai centrati, motivo di orgoglio aver impresso concretezza all'attuazione di quel sistema dei parchi archeologici stabilito dalla legge 20 del 2000 che, oltre al Parco Archeologico di Agrigento, non ha ancora visto la luce in Sicilia. E’ stato, come sempre, un percorso condiviso - ha detto la Sgarlata- con i sindaci, con la Soprintendente di Siracusa Beatrice Basile e con la responsabile dell'unità operativa archeologica Rosa Lanteri, ma soprattutto con le associazioni e la cittadinanza attiva che non ha abbassato la guardia sul “bene comune” parco. Perimetrare un parco significa tutelarlo, salvaguardare il paesaggio dentro e fuori dal parco e metterlo, tra l'altro, al centro di progetti di valorizzazione, che potranno intercettare la prossima programmazione europea”. “Ringraziamo l'assessore Sgarlata per il salto di qualità che ha assicurato alla nostre città - hanno commentato i due sindaci Mangiameli e Basso - e ancora per l’attenzione e l’interesse costante per un territorio come il nostro. Il riconoscimento del parco di Leontinoi porterà alla migliore salvaguardia dei nostri beni culturali perché garantirà una autonomia finanziaria e di gestione sganciata dalla burocrazia regionale a cui finora era destinato il 70 per cento degli introiti. Tale percentuale sarà gestita dal Parco stesso come sta già avvenendo ad Agrigento con la Valle dei Templi". “Da qui a qualche mese, quando l'iter si concluderà - ha commentato la soprintendente - sarete voi ad essere i soggetti interessati a gestire e valorizzare il parco. In un momento di crisi, dovranno essere messe in campo tutte le forze e le sinergie in grado di assicurare una vita nuova al parco archeologico di Leontinoi, capaci di renderlo un attrattore culturale unico del vostro territorio”.

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 13


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE INVITO A PRESENTARE PROPOSTE EACEA/13/14 Nell’ambito del programma Erasmus+ «Autorità nazionali per l’apprendistato» L’obiettivo dell’invito a presentare proposte è sostenere l’introduzione o la modernizzazione degli apprendistati all’interno dei sistemi iniziali di istruzione e formazione professionale (IFP). L’invito a presentare proposte incoraggia lo sviluppo di schemi di formazione all’apprendistato di alta qualità e di schemi di eccellenza nell’apprendimento sul posto di lavoro nel quadro dell’IFP attraverso partenariati tra autorità nazionali responsabili dell’istruzione, dell’occupazione e degli affari economici, parti sociali, organismi intermediari competenti (tra cui camere di commercio, industria e artigianato, organizzazioni professionali e settoriali), erogatori di IFP e altre parti interessate. Il presente invito è rivolto alle autorità nazionali responsabili dei sistemi di apprendistato integrati nei sistemi iniziali di istruzione e formazione professionale (IFP) in ogni paese partecipante al programma Erasmus+, o a un’organizzazione da questi designata. Il coinvolgimento diretto delle autorità nazionali competenti ha lo scopo di assicurare che i progetti possano effettivamente contribuire alle riforme nazionali, attraverso la creazione di schemi di apprendistato di alta qualità, e possano essere collegati alle attività dell’Alleanza europea per l’apprendistato nonché al seguito dato al comunicato di Bruges. Ogni progetto farà tesoro delle prassi in uso presso uno o più altri paesi partecipanti al programma Erasmus+, beneficiando in tal modo del trasferimento di conoscenze ed esperienze. Il coinvolgimento attivo delle parti interessate al programma di apprendistato a livello nazionale, come le parti sociali (organizzazioni di datori di lavoro e lavoratori), gli istituti IFP, le singole aziende e le organizzazioni intermediarie, garantirà una maggiore qualità della proposta. Il presente invito, che rappresenta una delle azioni a sostegno dell’Alleanza europea per l’apprendistato, fornisce sostegno alle iniziative di riforma delle politiche in corso negli Stati membri in questo settore. Il presente invito è rivolto alle autorità nazionali responsabili dei sistemi di apprendistato integrati nei sistemi iniziali di istruzione e formazione professionale (IFP) presenti in ogni paese partecipante al programma Erasmus+ e che desiderino riformare tali sistemi. Le richieste di sovvenzionamento devono essere presentate da almeno due soggetti di almeno due diversi paesi partecipanti al programma. Il richiedente ammissibile con funzioni guida (coordinatore) deve essere un’autorità nazionale o un’organizzazione designata dall’autorità nazionale responsabile dell’IFP nonché della definizione, del monitoraggio e della potenziale revisione del qua dro legislativo per l’apprendistato; il richiedente, inoltre, deve essere situato in un paese partecipante al programma. I co-richiedenti ammissibili possono essere ministeri e altre parti interessate, tra cui parti sociali, imprese, camere di commercio, erogatori di IFP, ecc. Se il richiedente con funzioni di guida (coordinatore) è un’organizzazione designata da un’autorità nazionale, l’autorità nazionale designatrice deve essere menzionata nella domanda, come co-richiedente, soggetto collegato o partner associato che prende parte all’attuazione senza partecipare alle spese. Non sono ammesse le domande presentate da persone fisiche. I Le attività realizzate nell’ambito del progetto devono avere un chiaro collegamento con le riforme (in corso o pianificate) volte alla costituzione o al rafforzamento di schemi di apprendistato, ed essere solidamente inquadrate in esse. Le attività devono coinvolgere le parti interessate a livello nazionale, oltre che beneficiare della consulenza e dell’esperienza di pari appartenenti a uno o più paesi partecipanti al programma Erasmus+ dotati di sistemi di apprendistato ben consolidati o nei quali siano in corso pr ocessi di riforma analoghi. La durata prevista per i progetti è di 24 mesi. Non saranno accettate le domande relative a progetti pianificati per avere un a durata inferiore o superiore a quella specificata nel presente invito. Il bilancio complessivo assegnato al cofinanziamento di progetti è stimato in 4 milioni di EUR al massimo. L’importo di ogni sovvenzione è compreso tra 100 000 e 300 000 EUR. L’Agenzia prevede di finanziare circa 16 proposte. La sovvenzione dell’UE è limitata a una percentuale massima di cofinanziamento del 75 % delle spese ammissibili. L’Agenzia si riserva il diritto di non distribuire tutti i fondi disponibili. Le domande devono essere inviate entro e non oltre le ore 12:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) del 26 giugno 2014. Si noti che saranno esaminate soltanto le domande inviate online utilizzando il modulo elettronico. Il mancato rispetto di tali condizioni comporterà il rigetto della domanda. Le linee guida per la presentazione delle domande e il relativo modulo sono reperibili al seguente indirizzo Internet: http://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus_en GUUE C 87 del 26/03/14

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 14


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE Invito a presentare proposte 2013 EAC/S11/13

Programma Erasmus+ Proroga del termine ultimo per la presentazione delle domande (Azione chiave 1 Mobilità individuale nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù) (Gazzetta ufficiale dell'Unione europea C 362 del 12 dicembre 2013) A causa di problemi tecnici incontrati dai richiedenti, la scadenza per la presentazione delle candidature all'«Azione chiave 1 — Mobilità individuale nel settore dell'istruzione, della formazione e della gioventù» del 17 marzo 2014 (punto 6 dell'invito a presentare proposte) è stata prorogata fino al 24 marzo 2014, ore 12.00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles. GUUE C 82 del 21/03/14

CONCORSI Concorso Nazionale "Onesti nello Sport" III edizione "Sport e pari opportunità" Il C.O.N.I. e la Fondazione "Giulio Onesti", in collaborazione con il MIUR, bandiscono la III edizione del Concorso Nazionale "Onesti nello Sport", con l’obiettivo di diffondere la cultura sportiva in genere e della legalità sportiva in particolare attraverso un approccio basato sul rispetto e la condivisione dei valori sportivi, valorizzando lo sport come divertimento e la cultura del fairplay come stile di vita, educando i giovani ad una cittadinanza attiva, alla conoscenza delle regole, combattendo ogni forma di violenza e di discriminazione connesse allo sport. “Sport e pari opportunità" il titolo di questa edizione: nello sport esiste la parità tra generi? Il Concorso è rivolto a tutti gli studenti degli istituti secondari di II grado, statali e paritari, e ha come oggetto la produzione di un elaborato in due macro-aree di genere: SETTORE CREATIVO, che prevede la produzione di un elaborato che adotti una forma di comunicazione visuale (manifesto, fotografie, allestimenti grafici, etc.) SETTORE ESPRESSIVO, che prevede la produzione di un elaborato che adotti una forma di comunicazione visuale dinamica e/o interattiva (spot, brani musicali originali, video, video per brani musicali, cortometraggi e mini-storie, applicazioni interattive per dispositivi mobili, siti web innovativi, etc.) I singoli studenti, i gruppi o le classi che intendono partecipare al concorso dovranno inviare, entro il 30 Aprile 2014, gli elaborati su supporto digitale. Per informazioni contattare il numero 06 58493337 (direzione generale per lo studente). http://www.fondazionegiulioonesti.it/

Premio nazionale “Gianfranco Martini” L’AICCRE, attraverso la propria consulta nazionale gemellaggi e cittadinanza europea, ha lanciato un concorso per la creazione di un oggetto simbolo del Premio nazionale “Gianfranco Martini”. Con questo concorso, l’AICCRE vuole creare un simbolo (targa, medaglia, statuetta, quadro o qualsiasi altro oggetto) che possa rappresentare il Premio da consegnare ogni anno ai Comuni vincitori. Il concorso, la cui partecipazione è gratuita, è riservato agli studenti delle Accademie di Belle Arti, dei Licei artistici e Istituti d’Arte. Le proposte dovranno pervenire, a mezzo plico raccomandato, alla sede nazionale AICCRE – Piazza di Trevi n. 86 – 00187 Roma, indicando sulla busta chiusa “proposta per il premio Gianfranco Martini”, entro e non oltre il 31 maggio 2014. Il vincitore, selezionato da apposita Commissione, riceverà il premio di euro 2.500,00 – (duemilacinquecento/00). Gianfranco Martini (1925-2012) è stato uno dei massimi dirigenti dell’AICCRE, tra i promotori del federalismo europeo e dell’Europa dei popoli. È stato Sindaco di Lendinara e Assessore provinciale di Rovigo. La sua storia è stata ispirata ai principi dell’umanesimo integrale di Jacques Maritain: la persona umana prima di tutto. Quella di Martini è stata una storia di impegni per la costruzione di una Unione europea federale, fondata sulle autonomie locali e regionali. Il Premio dell’AICCRE a lui intitolato è riservato ai Comuni italiani aderenti all’AICCRE gemellati secondo le regole europee, per esaltare e riconoscere le migliori pratiche di gemellaggio con il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini al fine di promuovere e favorire la cittadinanza europea. www.aiccre.it

Posti per partecipanti italiani a corso in Ucraina A causa di alcune cancellazioni dell'ultimo momento, la nostra associazione partner SVIT dell'Ucraina, sta cercando dei partecipanti italiani per il corso di formazione "Intercultural, in a nutshell", che si svolgerà a Lviv dal 6 al 12 aprile. I costi di viaggio dall'Italia sono coperti al 70% dall'organizzazione e i costi di ospitalità sono limitati ad un totale di 35 euro a persona. Tutte le informazioni sul corso e il modulo di candidatura sono allegati. Le candidature vanno inviate direttamente all'Associazione SVIT all'indirizzo info@svit-ukraine.org e saranno valutate in tempo reale con risposta entro 24 ore. Bancadatigiovani@ufficistampa.org http://mail.ufficistampa.org/mailman/listinfo/bancadatigiovani_ufficistampa.org Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 15


CONCORSI "Lascia il segno in Europa" La campagna "Lascia il segno in Europa", che fra aprile e maggio accompagnerà ed inviterà i giovani al voto per le elezioni europee, si fa sempre più vicina e ricca di strumenti. E' ora online il video introduttivo in LIS - Lingua italiana dei segni - per Erasmus+ (http:// youtu.be/axxZyhHuuIc) e stiamo raccogliendo le richieste di materiale informativo. Il materiale conterrà, un fumetto sui principali programmi Europei (Erasmus+, Cosme, Creative Europe, Europa per i cittadini), una cartolina e una piccola brochure sugli stessi programmi. Chiunque può ricevere il materiale GRATUITAMENTE compilando il modulo di richiesta disponibile all'indirizzo https://docs.google.com/forms/d/1fN-m3Wf-TpxrZyk_vDSz6xxSVTFeu2tZPh9vqTAiUtg/viewform

AGGIORNAMENTI ERASMUS+ ERASMUS+, ARE YOU READY? Si svolgerà il 10 aprile alla presenza della commissaria Europea Androulla Vassiliou, il lancio ufficiale nel nostro Paese del programma Erasmus+. L’occasione darà modo a chi vorrà partecipare di assistere al varo del Programma per mano della sua “ideatrice” in ambito Europeo e delle più alte cariche istituzionali che in Italia si occupano delle materie di istruzione, formazione e gioventù. Spazio prioritario sarà dato ai testimoni delle opportunità che l’Unione europea offre ai suoi cittadini. Il programma Le organizzazioni che nel 2014 desiderano trasmettere una candidatura per ottenere un finanziamento attraverso Erasmus+, il nuovo programma dell’Unione europea a favore dell’istruzione, della formazione, dei giovani e dello sport, possono iniziare fin da subito a preparare le domande di sovvenzione. La Guida del nuovo programma Erasmus+, che fornisce informazioni dettagliate su come presentare la domanda, è disponibile qui. Il programma è aperto ad organizzazioni che operano nel settore dell’istruzione, della formazione, dei giovani o dello sport. Le candidature per il finanziamento possono essere presentate online a partire dalla fine di gennaio. Le persone fisiche non possono presentare direttamente una domanda di sovvenzione, sono le loro università, i college o gli organismi di vario genere, che effettueranno la domanda per ottenere un finanziamento in Erasmus+. Nel 2014 Erasmus+ disporrà complessivamente di 1 miliardo e 800 milioni di euro per finanziamenti volti a promuovere opportunità di mobilità per: - studenti, tirocinanti, insegnanti e altro personale docente, giovani per gli scambi di giovani, animatori giovanili e volontari - creare o migliorare partenariati tra istituzioni e organizzazioni nei settori dell’istruzione, della formazione e dei giovani e il mondo del lavoro - sostenere il dialogo e reperire una serie di informazioni concrete, necessarie per realizzare la riforma dei sistemi di istruzione, formazione e assistenza ai giovani I termini per la presentazione delle domande relative a tutte le attività Erasmus+ sono disponibili alla pagina Scadenze del sito. I consorzi, le organizzazioni e i gruppi di coordinamento possono presentare un’unica candidatura a nome di più organizzazioni. Per la prima volta saranno concessi finanziamenti non solo ad università e istituti di formazione, ma anche a nuovi partenariati innovativi, le cosiddette “alleanze della conoscenza” e “alleanze delle abilità settoriali”, che costituiranno sinergie tra il mondo dell’istruzione e quello del lavoro consentendo agli istituti d’istruzione superiore, ai formatori e alle imprese di incentivare l’innovazione e lo spirito imprenditoriale nonché di elaborare nuovi programmi e qualifiche per colmare le lacune a livello delle abilità. In ambito sportivo, il programma si concentra su progetti transnazionali volti a sostenere gli sport amatoriali e ad affrontare le sfide transfrontaliere quali le partite truccate, il doping, la violenza e il razzismo, nonché promuovere il buon governo, la parità di genere, l’inclusione sociale e l’attività fisica per tutti. Per info più dettagliate sull’evento e sulla partecipazione, potete consultare il sito unico nazionalewww.erasmusplus.it

APPUNTAMENTI APRILE Info Day - Reggio Calabria 03 aprile 2014 Info Day - Sarezzo (BS) 09 aprile 2014 Evento di lancio nazionale programma Erasmus Info Day - Capo d’Orlando (ME) 11 aprile 2014 Info Day - Sassari 15 aprile 2014 Seminario interregionale di formazione Erasmus+:Gioventù in Azione - Ascoli Piceno15 aprile 2014 Info Day - Cefalù 28 aprile 2014 Per info più dettagliate sull’evento e sulla partecipazione, potete consultare il sito unico nazionalewww.erasmusplus.it

ANG con MTV per il progetto New generation Campus L’Agenzia Nazionale per i Giovani sostiene il progetto di MTV “New Generation Campus”, che intende offrire visibilità a giovani talenti della musica italiana attraverso le piattaforme e gli eventi firmati MTV. Un’occasione concreta per artisti emergenti ed esordienti per mettersi in gioco. Per scoprire i dettagli del progetto consultate il sito newgeneration.mtv.it

Come presentare proposte progettuali in Erasmus+:Gioventù in Azione Erasmus+ entra davvero nel vivo: chiusa la prima scadenza di presentazione dei progetti nella KA1, il nuovo Programma prevede ora per il settore Gioventù altre due scadenze, che saranno 30 aprile e 1 ottobre. Per agevolarvi nella presentazione di progetti l’Agenzia ha realizzato una serie di strumenti informativi che trovate sul nostro sito: http://agenziagiovani.it/erasmusplus.aspx

I concorsi pubblicati nello scorso numero li potete trovare nel nostro sito : www.carrefoursicilia.it o sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/euromedcarrefour.europedirect Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 16


CONCORSI BANDO DI CONCORSO GENERALE EPSO/AD/277/14 AMMINISTRATORI (AD 5) NEL SETTORE L'Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza un concorso generale per esami al fine di costituire elenchi di riserva per l'assunzione di amministratori Requisiti: Titolo di studio Un livello di istruzione corrispondente a un ciclo completo di studi universitari della durata di almeno tre anni, certificato da un diploma di laurea attinente alla natura delle funzioni da svolgere o una formazione/qualifica professionale attinente alla natura di dette funzioni e di livello ad esse equivalente. Gli studenti all'ultimo anno di studi possono partecipare al concorso a condizione che conseguano il diploma di laurea entro il 31 luglio 2014. Esperienza professionale Non è richiesta esperienza professionale Lingua principale conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell'Unione europea Seconda lingua (obbligatoriamente diversa dalla lingua 1) conoscenza soddisfacente del francese, dell'inglese o del tedesco Termine ultimo (compresa la convalida): 23 aprile 2014 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles . http://blogs.ec.europa.eu/eu-careers.info/ GUUE C 81 del 20/03/14

Concorso “Carta Giovani, l’Europa in tasca”. Carta Giovani lancia un concorso per trovare il nuovo volto per il suo spot. Possono partecipare tutti i giovani in possesso della tessera, presentando un video di massimo 30 secondi in cui mostrano cosa fanno, o vorrebbero fare, con la loro Carta Giovani. Nel video ci si può esprimere come si crede (con il linguaggio dei segni, un cartone animato, una storia originale), basta che alla fine si pronunci la frase “Carta Giovani, l’Europa in tasca”. Tutti i video verranno pubblicati sul sito www.cartagiovani.it e sulla pagina Facebook, dove saranno votati. I migliori 10 compariranno su Instagram per l’ultima selezione, e l’autore del video vincitore diventerà il nuovo volto dello spot Carta Giovani. Per partecipare bisogna inviare il proprio video per email all’indirizzo contafinoa30@cartagiovani.it, indicando come oggetto “Spot Carta Giovani” e dando il proprio nome e numero di tessera.

Diventare cittadini europei: settima edizione Anche quest’anno le scuole da ogni parte d’Italia possono partecipare con propri elaborati. Quest’anno, che si preannuncia particolarmente strategico per un rilancio del progetto europeo e in cui ci aspettano gli importanti appuntamenti delle elezioni per il Parlamento europeo ed il semestre italiano di Presidenza del Consiglio dell’Unione europea, puntare ad una sensibilizzazione dei giovani e ad un coinvolgimento diretto attraverso il concorso“Diventare cittadini europei” appare particolarmente rilevante. Saranno richieste quindi riflessioni legate proprio prevalentemente agli appuntamenti e le sfide che caratterizzeranno le scelte europee dei prossimi mesi. Come nelle precedenti occasioni, il concorso è diretto a tutte le scuole secondarie italiane, di primo e secondo grado e prevede forme di partecipazione di tipo misto; sia a titolo individuale, che in forma di gruppo, oppure di classe, scuola, ecc… In particolare, i partecipanti al concorso sono invitati a redigere/realizzare, un articolo (anche in forma di intervista), un saggio breve, un manifesto o un video sulla base di una delle seguenti tracce: 1. Il 2014 sarà l’anno delle none elezioni per il Parlamento Europeo. L’Unione europea è l’unica organizzazione internazionale che dispone di un’assemblea parlamentare eletta direttamente dai cittadini, eppure l’importanza di questa dimensione democratica non sembra essere ancora sufficientemente percepita dagli europei. Riflessioni su quali siano ancora i principali ostacoli da rimuovere e le riforme da avviare per dare maggiore rilievo a questo particolare appuntamento di democrazia rappresentativa sovranazionale. 2. Cosa significa essere oggi giovani cittadini europei attivi. Come immaginare il passaggio dalla fase dell’esercizio delle opportunità offerte a quella dell’affermazione concreta dei diritti riconosciuti dell’Unione, fino alla partecipazione concreta alle scelte politiche europee. 3. Nella seconda metà del 2014, l’Italia assumerà la presidenza semestrale di turno del Consiglio dell’Unione. Si rifletta sul ruolo che il nostro paese ha avuto e che dovrebbe e potrebbe avere nell’ulteriore sviluppo del processo d’integrazione europea. Termine entro il quale spedire la documentazione, è il 11 aprile 2014 e la premiazione è prevista tenersi in una data vicina al 9 maggio. In parallelo a questo concorso, saranno promossi tutta una serie di altri eventi legati alla Festa dell’Europa in quasi tutti i Paesi dove è attivo il Movimento Europeo. Anche quest’anno le varie attività saranno sostenute dal Programma “Europa per i Cittadini” della Commissione europea. www.aiccre.it

I concorsi pubblicati nello scorso numero li potete trovare nel nostro sito : www.carrefoursicilia.it o sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/euromedcarrefour.europedirect Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 17


CONCORSI Stage al Parlamento Europeo per laureati. 1200 euro al mese L’Unione Europea è dotata di una moneta unica, ma non di una lingua comune: sono infatti numerose le lingue parlate dai cittadini degli stati membri, e i rispettivi parlamentari si trovano costretti a ricorrere a intensi servizi di traduzione durante il loro lavoro. Per facilitare le operazioni di traduzione e di comunicazione, il Parlamento Europeo offre opportunità di stage formativi retribuiti a laureati con ottime conoscenze linguistiche. Il Parlamento Europeo è l’istituzione europea eletta direttamente dai cittadini e costituisce una delle due camere che esercitano il potere legislativo dell’Unione Europea. Svolge funzioni di controllo e di assemblea legislativa, e viene rinnovato ogni cinque anni attraverso elezioni contemporanee in tutti gli stati membri. Istituito nel 1979, il Parlamento Europeo dispone di sedi a Bruxelles, Strasburgo e Lussemburgo; approva il bilancio annuale dell’Unione, istituisce le commissioni d’inchiesta e approva i procedimenti proposti dalla Commissione Europea. Sono numerose le opportunità di lavoro e di tirocini formativi offerte dal Parlamento Europeo attraverso i suoi organismi e il suo Segretariato. L’opportunità di cui vi parliamo oggi si riferisce a un progetto di stage formativi per laureati nell’ambito della traduzione, da svolgersi presso la sede delLussemburgo. Attraverso questo progetto i tirocinanti avranno l’opportunità di entrare a contatto con le attività del Parlamento Europeo e di approfondire i meccanismi di funzionamento dell’Unione Europea, facilitando le attività di traduzione tra le varie lingue degli stati membri. I tirocinanti interessati all’opportunità formativa devono possedere i seguenti requisiti: Cittadinanza di uno stato membro dell’Unione Europea; Età superiore ai 18 anni; Perfetta conoscenza di almeno una lingua ufficiale dell’Unione Europea e ottima conoscenza di almeno altre due lingue europee; Non aver già beneficiato di una borsa di studio o di uno stage formativo per più di quattro settimane consecutive da parte dell’Unione Europea; Aver conseguito almeno una laurea triennale presso un istituto accademico riconosciuto all’interno dell’Unione Europea. Gli stage formativi presso il Parlamento Europeo hanno una durata massima di cinque mesi, a partire dal prossimo ottobre, e non prevedono rinnovi nè estensioni. I tirocini prevedono una copertura assicurativa a tutti i partecipanti e un compenso mensile che ammonta a 1.213,55 euro. La procedura concorsuale prevede il superamento di un test preselettivo, l’analisi dei titoli presentati e dei titoli accademici conseguiti, oltre ai necessari test per accertare la conoscenza delle lingue europee. Per candidarvi a queste opportunità, visitate il sito web del Parlamento Europeo. Raggiungete la sezione “Traineerships” e selezionate dall’elenco l’annuncio “Translation traineerships for university graduates” per ottenere maggiori informazioni sul ruolo da ricoprire. Potete scaricare tutta la modulistica necessaria, quindi caricate il curriculum e i vostri titoli accademici attraverso l’apposito form online per inviare la candidatura, entro e non oltre il 15 Maggio 2014. http://www.circuitolavoro.it/64304/parlamento-europeo-stage-per-laureati

Expo 2015 Milano, Offerte di Lavoro Marzo 2014 Gli eventi internazionali come l’Expo 2015 che si sta preparando a Milano portano sempre fiumi di denaro nel Paese, ma soprattutto nella città che ospita l’evento. È successo anche a Londra in occasione delle Olimpiadi appena concluse: Londra ha visto raddoppiarsi i soldi nelle casse della Regina, alcune città locali che hanno ospitato i giochi all’aperto (nel Galles) hanno acquistato nuova notorietà. Questi eventi portano anche nuove spese e soprattutto posti di lavoro temporanei e che dipendonoobre dalla durata dell’evento. Ritornando al caso inglese, per esempio, sono stati spesi più di un miliardo di sterline, per non parlare dei posti di lavoro per hotel, animatori, responsabili, hostess, ecc. Le stesse opportunità di lavoro che si presentano per l’Expo 2015 di Milano. L’evento, di respiro internazionale, mostra tutte le produzioni dei vari Paesi del mondo (ogni Paese ha un padiglione per mostrare ciò che sa fare). L’Expo 2015 attirerà a Milano non soltanto i soliti turisti, ma anche imprenditori da tutto il mondo, appassionati di design e chiunque intende investire nei Paesi che hanno gli stand nell’Expo 2015. Per questo, Milano si sta attrezzando alla grande e gli organizzatori dell’evento stanno cercando personale di altissimo livello per dare la migliore accoglienza possibile a questi turisti speciali. Ecco le offerte di lavoro aggiornate per il mese di Dicembre 2013, tenendo conto anche dell’accordo siglato con i sindacati confederali e i rappresentanti delle Categorie del Commercio per l’anno 2014-2015: PARTICIPANTS & VISITOR SERVICES SPECIALIST ADDETTO TESORERIA TICKETING SYSTEM IMPLEMENTATION MANAGER FOOD & BEVERAGE SPECIALIST Per maggiori informazioni e per inviare il tuo curriculum visita la pagina Lavora con noi di Expo2015 –> expo2015.hrweb.it/ index.php

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 18


CONCORSI SEND promuove 1 nuovo progetto di mobilità Leonardo da Vinci VETPRO Mobilità per professionisti nell’ambito dell’istruzione e della formazione professionale all’interno del programma settoriale Leonardo da Vinci SCADENZA 11 APRILE 2014 TOSKA TOurism SKills Alliance n 2013-1 - IT1 - LEO02 - 03718 1 settimana di apprendimento all’estero sul tema della formazione professionale, l'occupabilità e lo sviluppo territoriale in ambito turistico Le borse disponibili sono 22, così distribuite per destinazione: Malta 6 borse partenza maggio 2014 Lipsia (DE) 6 borse partenza maggio 2014 Siviglia (ES) 10 borse partenza settembre 2014 Chi può partecipare? Richiesta urgente ricevuta da parte di un'associazioBeneficiari di TOSKA sono 22 collaboratori e/o dipendenti di organizzazione partner dalla Serbia per un corso di formazione ni e/o istituzioni impegnate in ambito turistico. sullo sport e l'educazione non formale. Chi fosse Possono partecipare al progetto cittadini italiani residenti su tutto il territointeressata/o, può contattare direttamente loro all'inrio nazionale. dirizzo indicato in basso. In particolare: Dear partners and friends, the training course: "Youth dirigenti scolastici e personale amministrativo di istituti tecnici e/o profesSports Workers in action" will be held in Novi Sad, sionali nel settore turistico/alberghiero Serbia in March/April 2014. We hereby kindly ask responsabili e formatori appartenenti a enti di formazione professionale nel you to recruit participants from your organizations settore turistico/alberghiero that will be able to participate at the training course dirigenti di Assessorati regionali, provinciali e/o comunali nel settore dell'iand give back their knowledge and skills in the topics struzione e della formazione professionale of the training course. The training course will take dirigenti di Assessorati regionali e provinciali e/o comunali nel settore turiplace in Serbia (Novi Sad) from 25th March (arrival in stico e della promozione territoriale the afternoon) to 2nd April (departure in the morning imprenditori e/o manager e/o dipendenti e/o collaboratori di PMI e associaafter the breakfast) 2014. Attached, please find the zioni di imprese operanti in ambito turistico (Tour operator/Agenzie di call for participants, draft programme and the applicaviaggi/Alberghi/b&b/osservatori turistici/agenzie di marketing turistico ecc) tion form for the training course. Deadline for applicaresponsabili, dipendenti e/o collaboratori di federazioni di imprese operanti tions was on the 24th of January but we got less apin ambito turistico, enti bilaterali, associazioni di categoria in ambito turistiplications from January 2014, but who ever sends it co /alberghiero. even earlier will get the answer immediately and will Cosa offre il progetto? get the detailed infosheet for the project. Applications 1. Attività preparatorie: are to be sent by e-mail to the following e-mail adcorso di preparazione linguistica. dress: amuse.pancevo@gmail.com Looking forward attività di informazione e orientamento alla partenza to hearing from you soon! 2. Attività di formazione all'estero. Una settimana di mobilità all'estero, articolata in seminari, incontri e visite di studio presso organizzazioni / istituzioni / imprese operanti nel settore turistico. I temi attorno a cui potranno essere strutturati gli incontri sono: Politiche regionali e fondi europei per lo sviluppo del settore turistico La formazione professionale in ambito turistico/alberghiero L'alternanza scuola/lavoro in ambito turistico Le nuove professioni nel turismo Start up e imprese turistiche innovative Turismo e sostenibilità La Rete di Studenti 3. Alloggio in stanza singola presso Hotel 3 stelle e/o B&B e/o Guest House Erasmus, nel quadro del progetto STORY, ha lan4. Contributo forfettario per le spese di vitto e trasporti locali ciato una serie di sondaggi. Il progetto STORY 5. Contributo per pick up da e per aeroporto di destinazione (Strengthening the Training Opportunities for Inter6. Viaggio A/R national Youth) intende migliorare l’accessibilità e 7. Assicurazione rischi e responsabilità civile contro terzi la qualità dei tirocini internazionali ed accrescere la 8. Monitoraggio e assistenza da parte di un partner intermediario nel paese consapevolezza di tali opportunità per i giovani. I ospitante. sondaggi sono aperti a studenti, istituti di istruzione Per partecipare: superiore, agenzie nazionali, aziende o organizzacompilare entro l'11 aprile 2014 la scheda di candidatura on line, scaricabile zioni di accoglienza. dal sito di SEND o a questo link: Per completare il sondaggio sono necessari 15 miwww.sondaggio-online.com/s/808d1ae nuti. Gli studenti che risponderanno ai sondaggi inviare una mail all'indirizzo PEC di SEND (send@pec.it) di conferma di avranno l’opportunità di ricevere dei premi. iscrizione al bando allegando: 1) il proprio curriculum vitae, formato Eurohttp://esn.org/article/story-questionnaires-are-online pass (scaricabile dal sito europass.cedefop.europa.eu), redatto in lingua inglese; 2) una lettera motivazionale in inglese relativa alla partecipazione al bando e 3) una dichiarazione del proprio datore di lavoro che autorizzi alla partecipazione al progetto. Per saperne di più: info@sendsicilia.it

Corso di formazione

Sondaggio Story

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del30/11/11 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 47 29 30 32-33 43-44 19 20 21 23/11/11 30/11/11 07/12/11 16/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 23/10/12 21/11/12 27/11/12 16/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 30/08/12 12/11/12

Pagina 19


MANIFESTAZIONI Si terrà il 3 Aprile prossimo a Palermo dalle ore 15.30 alle18.30, presso l’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza via Maqueda, 172 l’evento:

“Dibattito sul Futuro dell'Unione Quali sono le competenze dell’UE? Voto europeo: identità politiche o identità nazionali? La velocità dell’integrazione europea” Programma: Saluti Prof. Giuseppe Verde | Dip. Scienze Giuridiche,della Società e dello Sport, Facolta' di Giurisprudenza Nelli Scilabra | Assessore Regionale Istruzione e Formazione Professionale Facilitatori/Stimolatori Prof. Aldo Schiavello | Dip. Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, Facolta' di Giurisprudenza Prof. Lina Di Carlo | Presidente Casa d'Europa Altiero Spinelli Ing. Sergio Ortoleva | Movimento Federalista Europeo Prof. Paolo Inglese | Facoltà di Agraria, Università degli Studi di Palermo Dott. Elio Sanfilippo | Presidente Legacoop Sicilia Moderatore Dott. Nino Tilotta | Presidente Euromed Carrefour Sicilia Antenna Europe Direct Palermo I partecipanti possono registrarsi compilando il form disponibile online su www.dialogocittadini.it nella sezione Iscrizione Organizzazione Euromed Carrefour Sicilia - Antenna EUROPE DIRECT Facoltà di Giurisprudenza via P.pe di Villafranca 50, Palermo - Tel 091 335081 - carrefoursic@hotmail.com - Facebook: euromedcarrefour.europedirect

Mission for Growth, nuova tappa in Sicilia il 27 e 28 marzo Il 27 e 28 marzo le "Missioni per la crescita" fanno tappa in Sicilia. Organizzate dalla Commissione europea, su iniziativa del Vicepresidente Antonio Tajani, sono finalizzate ad aiutare le imprese europee, in particolare quelle piccole e medie, a trarre profitto dai mercati internazionali, in rapida crescita grazie al rafforzamento della cooperazione economica e delle riforme. L'economia europea non può sopravvivere in modo sostenibile senza una base industriale forte e competitiva. Negli ultimi 20 anni le nuove tecnologie hanno radicalmente cambiato la nostra economia e sono emersi nuovi protagonisti nel mercato. Questo vento di cambiamento soffia nuove opportunità che devono essere colte. L'obiettivo complessivo delle missioni per la crescita è incentivare la crescita e la competitività dell'industria europea meglio sfruttando le potenzialità di crescita nei paesi terzi, ad esempio Cina, Brasile, Israele, Tailandia, Vietnam e altri, contribuendo concretamente ad assistere le piccole e medie imprese nel superamento delle difficoltà attuali. Dopo il successo della tappa napoletana del 13 e 14 marzo, Mission for Growth fa tappa in Sicilia il 27 e 28 marzo. La due giorni di Palermo vedrà la presenza del Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l'Industria, Antonio Tajani, del Presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, e di rappresentanti del mondo istituzionale e imprenditoriale. Obiettivo principale: informare le imprese sulle opportunità di business e di investimento esistenti a livello internazionale e locale. Le due missioni si articoleranno inoltre in una conferenza per vagliare le opportunità locali e un forum di business-to-business per consentire alle imprese europee di incontrare potenziali partner locali. Potenziali settori chiave scelti per gli incontri business-to-business a Napoli saranno quello aerospaziale, i beni culturali, le ecocostruzioni, le biotecnologie, l'energia, i trasporti, il settore automobilistico, quello agroalimentare, la moda e il turismo. In Sicilia invece si punterà in particolare sul settore agroalimentare, l'industria marittima e la pesca, l'energia intelligente, il turismo e i beni culturali, l'artigianato, l'industria tessile, l'abbigliamento e la moda, il settore biomedico e delle biotecnologie, tecnologie dell'informazione e della comunicazione, edilizia e edifici verdi, industria creativa. http://ec.europa.eu/enterprise/initiatives/mission-growth/missions-for-growth/index_en.htm

MILANO, 8 APRILE 2014 EURAXESS European Roadshow Arriva a Milano, dopo la tappa a Trieste del 7 aprile, lo show itinerante “EURAXESS-Ricercatori in movimento". Obiettivo: aiutare i ricercatori a ottenere informazioni e trovare un posto di lavoro. Alle ore 9, presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi in via Festa del Perono, si svolgerà il seminario "EURAXESS European Roadshow" che presenterà le opportunità di finanziamento europee per i ricercatori e dei servizi attualmente esistenti a supporto della mobilità degli scienziati di tutte le discipline in Europa. Verranno, tra l’altro, presentati i nuovi bandi Horizon 2020 nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie. Iscrizioni on-line http://users2.unimi.it/iscrizione-online/ entro il 28 marzo. http://ec.europa.eu/euraxess/

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del29/02/12 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 13 14 15 16 17 18 29 30 43-44 47 49-50 19 20 21 del 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 20


MANIFESTAZIONI Agenda della settimana europea dal 24 al 31 marzo Nei prossimi giorni due importanti appuntamenti si svolgeranno in Italia. Il 27 e 28 marzo in Sicilia secondo appuntamento con le missioni per la crescita, mentre il 31 marzo a Napoli IV tappa di Politically.eu. Il 24 e 25 marzo si terrà il Consiglio sull'Agricoltura e la Pesca con i ministri responsabili del settore. Dal 25 al 27 marzo a Lussemburgo si svolgerà un Seminario europeo informativo sulla Sicurezza nucleare. Obiettivo del seminario organizzato dalla DG Energia è trasmettere ai partecipanti una conoscenza migliore degli aspetti del trattato EURATOM in particolare relativamente alla sicurezza del nucleare. Mentre il 25 marzo la Commissione dovrebbe presentare una proposta per revisionare le norme in materia di agricoltura biologica. Mercoledì 26 marzo si svolgerà a Bruxelles l'incontro tra Europa e Stati Uniti, sarà la prima visita a Bruxelles e alle istituzioni UE del Presidente Obama. Il 27 marzo la Commissione adotterà il Libro verde dà avvio alla consultazione pubblica di tre mesi sui modi per promuovere l'offerta di finanziamenti a lungo termine e migliorare e diversificare il sistema dell'intermediazione finanziaria per gli investimenti a lungo termine in Europa. Sempre il 27 marzo sarà adottato il Pacchetto di politica estera e nello specifico dei paesi confinanti con l'UE, che comprende una comunicazione congiunta della Commissione e dell'alto rappresentante per l'Azione esterna Dopo il successo in Campania, il 27 e il 28 marzo il Vicepresidente della Commissione Antonio Tajani guiderà la secondamissione per la crescita nel Mezzogiorno d'Italia, stavolta in Sicilia. Venerdì 28 marzo la Commissione adotterà il suo pacchetto mensile di infrazioni. Il 31 marzo a Napoli la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, presenta la IV tappa dell'iniziativa Politically.eu, “Conoscere per deliberare ”, incentrata su "Europa e politiche di migrazione" con il coordinamento scientifico del Migration Policy Centre, European University Insitute. Il 31 marzo ci sarà a Bruxelles la cerimonia di Premiazione delle RegioStars per identificare buone pratiche e progetti innovativi regionali che possano aiutare anche altre regioni.

Dibattito in diretta sul futuro dell’UE il 27 marzo Il 27 marzo oltre 150 cittadini europei si riuniranno a Bruxelles per discutere del futuro dell’Europa su invito dell’UE. Per partecipare al dibattito potete postare le vostre domande ed osservazioni su Facebook https://www.facebook.com/ EuropeanCommissione Twitter - #EUdeb8. Il dibattito fa seguito ai dialoghi con i commissari europei organizzati in tutti i paesi dell’UE da settembre 2012. Questi incontri, cui hanno partecipato oltre 15 000 persone, hanno consentito ai cittadini di esprimere il loro parere sul futuro sviluppo economico e politico dell’Europa in vista delle elezioni europee di maggio. L'UE ha ora invitato tre partecipanti di ciascuno di questi dialoghi a prendere parte alla giornata di dibattiti a Bruxelles. I temi all'ordine del giorno: diritti dei cittadini superare la crisi cambiamenti climatici problemi quotidiani dei consumatori. Tutti gli invitati parteciperanno al dibattito finale con il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso dalle 16.00 alle 17.00 (CET - ora dell'Europa centrale). È possibile assistere all'evento in diretta web streaming e partecipare attraverso i social media.

Vernissage del 1 aprile alla galleria Falzone Vernissage Martedì 1 aprile dalle ore 18 alle 20 Presso Galleria Sabrina Falzone di Milano. Programmazione: Photoart di Anna Koudella. Fragranza di donna. Esposizione di Fotografia Dal 1 al 14 aprile 2014 Salone Bernini Dario Ferrante. Entelechìa Esposizione di Pittura Dal 1 all’11 aprile 2014 Sala Europa Fuori Salone Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea Dal 1 all’11 aprile 2014 Sala Mirò Falsi d’Autore Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea Dal 1 all’11 aprile 2014 Saletta Guttuso Info: Spazio Museale Sabrina Falzone, Via Giorgio Pallavicino 29 - 20145 Milano – Italy Orari di apertura: mart-ven h.16-19; sabato h.10-12 Chiuso lunedì e festivi Ingresso gratuito www.galleriasabrinafalzone.com

APERITIVO MULTICULTURALE venerdì 28 marzo, alle ore 21 in via Cuba 46 (traversa di Corso Calatafimi). Quattro persone provenienti da GRECIA,GERMANIA,PORTOGALLO e OLANDA raccontano MITI E LEGGENDE D'EUROPA. Per partecipare è necessario prenotare entro giovedì 27 marzo, telefonando al numero 0916520297 o inviando una mail a officreaintercultura@gmail.com. Contributo: 3 euro Casa -Officina Via Cuba,46 90129 Palermo +39 0916520297 www.casaofficina.it http://www.facebook.com/ officinacreativa.interculturale Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del29/02/12 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 13 14 15 16 17 18 29 30 43-44 47 49-50 19 20 21 del 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 21


Regolamenti della Commissione Europea Regolamento (UE) n. 274/2014 della Commissione, del 14 marzo 2014, che rettifica la versione in lingua lituana del regolamento (UE) n. 432/2012 relativo alla compilazione di un elenco di indicazioni sulla salute consentite sui prodotti alimentari, diverse da quelle facenti riferimento alla riduzione dei rischi di malattia e allo sviluppo e alla salute dei bambini GUUE L 83 del 20/03/14 Decisione di esecuzione della Commissione, del 18 marzo 2014, relativa all’organizzazione di una sperimentazione temporanea che prevede alcune deroghe per la commercializzazione di popolazioni delle specie vegetali frumento, orzo, avena e granturco a norma della direttiva 66/402/CEE del Consiglio [notificata con il numero C(2014) 1681] GUUE L 82 del 20/03/14 Decisione di esecuzione della Commissione, del 19 marzo 2014, che istituisce un programma specifico di controllo e ispezione delle attività di pesca che sfruttano gli stock di tonno rosso nell’Atlantico orientale e nel Mediterraneo e di pesce spada nel Mediterraneo, e delle attività di pesca che sfruttano gli stock di sardine e acciughe nel Mar Adriatico settentrionale [notificata con il numero C(2014) 1717] GUUE L 85 del 21/03/14 Regolamento di esecuzione (UE) n. 288/2014 della Commissione, del 25 febbraio 2014, recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca per quanto riguarda il modello per i programmi operativi nell'ambito dell'obiettivo Investimenti in favore della crescita e dell'occupazione e recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1299/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio recante disposizioni specifiche per il sostegno del Fondo europeo di sviluppo regionale all'obiettivo di cooperazione territoriale europea per quanto riguarda il modello per i programmi di cooperazione nell'ambito dell'obiettivo di cooperazione territoriale europea GUUE L 87 del 22/03/14 Decisione di esecuzione della Commissione, del 20 marzo 2014, che modifica la decisione 2006/594/CE per quanto riguarda le dotazioni complementari a titolo del Fondo sociale europeo per alcuni Stati membri nell’ambito dell’obiettivo «Convergenza»[notificata con il numero C(2014) 1707] GUUE L 87 del 22/03/14 Decisione di esecuzione della Commissione, del 20 marzo 2014, che modifica la decisione 2006/593/CE per quanto riguarda le dotazioni complementari a titolo del Fondo sociale europeo per alcuni Stati membri nell’ambito dell’obiettivo «Competitività regionale e occupazione» [notificata con il numero C(2014) 1708] GUUE L 87 del 22/03/14 Decisione del Consiglio, del 3 marzo 2014, che autorizza gli Stati membri a ratificare il trattato sul commercio di armi nell’interesse dell’Unione europea GUUE L 89 del 25/03/14 Informazione concernente l'entrata in vigore del protocollo che modifica l'accordo sugli appalti pubblici GUUE L 89 del 25/03/14

Settimanale dell’Antenna Europe Direct - Euromed Carrefour Sicilia Occidentale Direttore responsabile: Angelo Meli. Redazione: Maria Rita Sgammeglia – Maria Oliveri - Desiree Ragazzi — Marco Tornambè – Simona Chines – Maria Tuzzo — Dario Cirrincione - Angela Visconti Iscrizione Tribunale di Palermo n. 26 del 20/21.10.1998 Stampato in proprio Sede legale: via Principe di Villafranca, 50 - 90141 – Palermo Studenti e gruppi superiori a n. 4 persone, devono prenotare e concordare giorno e orario della visita telefonando al Tel. 091/335081 Fax. 091/582455. Indirizzo e-mail: carrefoursic@hotmail.com Sito Internet: www.carrefoursicilia.it n. verde 00800 67891011 servizio La tua Europa http://europa.eu/youreurope Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle 17:00 I numeri precedenti della nostra newsletter sono scaricabili dal nostro archivio online, alla pagina: http://www.carrefoursicilia.it/ArchBoll/Arch.Bollettini.htm Si ringraziano per la disponibilità i Carrefour Italiani. La riproduzione delle notizie è possibile solo se viene citata la fonte

Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 del29/02/12 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 23/10/13 30/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 05/02/14 12/02/14 19/02/14 26/02/14 05/03/14 12/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 46del 48 1 2 3 5 6 7 8 9 13 14 15 16 17 18 29 30 43-44 47 49-50 19 20 21 del 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 23/11/11 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 21/12/11 12/11/12 21/12/12

Pagina 22


INVITI A PRESENTARE PROPOSTE NON SCADUTI fonte

invito

scadenza

APRILE 2014 GUUE C 330 del 14/11/13 Invito a presentare proposte nell’ambito del programma di lavoro «Capacità» del 7° http://cordis.europa.eu/fp7/ programma quadro di azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostradc/index.cfm zione

15/04/2014

MAGGIO 2014 GUUE L 371 del 18/12/13

EACEA 24/13 - Invito a presentare proposte 2013 per progetti di mobilità comune (JMP) e progetti di laurea comune (JDP)

15/05/2014

<http://eacea.ec.europa.eu/ bilateral_cooperation/ EU ICI-ECP Programme - Joint Degree projects (JDP) e Joint Mobility projects eu_ici_ecp/funding/ (JMP) call_2013_en.php

15/05/2014

http://ec.europa.eu/ enterprise/contracts-grants/ calls- for-proposals/ index_en.htm

Invito a presentare proposte «Rete Enterprise Europe

15/05/2014

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE — EACEA/10/14 Programma Erasmus+

20/05/2014 02/10/2014

GUUE C 51 del 22/02/14

SETTEMBRE 2014 GUUE C 43 del 14/02/14 http://eit.europa.eu/ kics/2014-call-for-kics/

ISTITUTO EUROPEO DI INNOVAZIONE E TECNOLOGIA Invito a presentare proposte concernenti le comunità della conoscenza e dell’innovazione 2014

10/09/2014

OTTOBRE 2014 C 394/14 del 20/12/2012 Media Program - pagina invito

EACEA 25/2012 MEDIA 2007 - invito a presentare proposte - Sviluppo, distribuzione, promozione e formazione - Sostegno alla distribuzione transnazionale di film europei - Sistema di sostegno «automatico»

2014/10/01

DICEMBRE 2020 http://www.media-italia.eu/ news/447/nuovo-bando-perNUOVO BANDO PER ESPERTI ALL’ AGENZIA ESECUTIVA esperti-all-agenziaPER L’ISTRUZIONE, AUDIOVISIVI E CULTURA esecutiva-per-l-istruzioneaudiovisivi-e-cultura.htm Europa & Mediterraneo n. 12 22 23 24 25 26 27 28 31 32 33 34 35 36 37 38 41 42 43 44 45 46 47-48 01 02 03 04 06 07 09 11 del29/02/12 del 04/06/13 11/06/13 19/06/13 26/06/13 03/07/13 10/07/13 16/07/13 29/08/13 05/09/13 11/09/13 17/09/13 25/09/13 02/10/13 10/10/13 16/10/13 06/11/13 13/11/13 20/11/13 27/11/13 04/12/13 11/12/13 08/01/14 15/01/14 22/01/14 29/01/14 12/02/14 19/02/14 05/03/14 19/03/14 26/03/14 20/12/13 48del 1 2 3 5 6 7 8 9 10 13 14 15 16 17 18 29 30 32-33 39 40 43-44 47 49-50 08 19 20 21 05/01/12 11/01/12 18/01/12 01/02/12 08/02/12 15/02/12 22/02/12 30/11/11 07/12/11 06/12/11 14/12/11 07/03/12 14/03/12 21/03/12 28/03/12 04/04/12 12/04/12 18/04/12 27/04/12 02/05/12 11/05/12 16/05/12 23/05/12 22/05/12 29/05/12 06/06/12 19/06/12 27/06/12 04/07/12 11/07/12 18/07/12 24/07/12 02/08/12 01/08/12 06/09/12 12/09/12 18/09/12 26/09/12 03/10/12 10/10/12 18/10/12 23/10/12 09/11/12 21/11/12 27/11/12 05/12/12 16/01/13 23/01/13 30/01/13 12/02/13 20/02/13 27/02/13 15/05/13 22/05/13 28/05/13 21/12/11 30/08/12 12/11/12 21/12/12

31/12/2020

Pagina 23


Europa mediterraneo n 12 del 26 03 14