Issuu on Google+

Aut. Trib. Venezia n. 929 del 18.4.1988 - Iscr. Reg. Naz. Stampa n. 06170 - R.O.C. n. 5276

Spedizione in abbonamento postale 70% - DCB Venezia

anno XIX n. 8 - Ottobre 2010 - Distribuzione gratuita

Per ricevere la rivista a casa vostra per un anno (9 numeri) inviate un vaglia postale di € 15,00 con la dicitura “RIMBORSO SPESE POSTALI” intestato a CAORLEMARE Magazine - Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Ve editore Associazione Culturale DOGE STAMPA sede e redazione Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Venezia - Tel. 333.2983338 direttore responsabile FlaVIO INESCHI collaboratori DANIELE BARBARO, DONATELLA BRENTEL, MIRCO GRANDIN, MATTEO GUBITTA, JESSICA GUSSO, MILENA ROMAGNOLI, SILVIA TRAUNERO, GIORGIA VALENTE traduzioni EMMA RIMMELE, CATERINA ORLANDI stampa PERUZZO Industrie Grafiche SpA-Via M.Polo 10/12-Mestrino (Pd) Ai sensi della Legge 675/96, art. 10 questa copia Le viene spedita per conto dell'editore, nei confronti del quale potrà esercitare i diritti di cui all’art. 13 della suddetta Legge

Il documento di pianificazione del territorio comunale

Adottato il PAT

Prevista la chiusura del Campeggio Comunale di Santa Margherita di procedere al trasferimento e P rima inaugurazione del nuovo Municipio in

Via Roma (vedi a pag.8) sabato 2 ottobre, l’Amministrazione comunale nella seduta consigliare del 15 settembre ha adottato il PAT, ossia il nuovo strumento di pianificazione del territorio. Sono previsti 2 milioni e mezzo di metricubi, darsene, ponti e sottopassi, un campeggio in Brussa e perfino la possibilità di fare un albergo in luogo del Campeggio Comunale. (a pag. 9)

L’

e-mail: redazione@caorlemare.it per la vostra pubblicità

In 150 mila alla quinquennale Festa della Madonna dell’Angelo La città addobbata, il corteo di pescherecci con il Patriarca Scola

LA PROCESSIONE PIÙ GRANDE E BELLA

Foto di Rudi Gobbato

apoteosi di gioia e soddisfazione. Caorle è stata veramente “Felix” nelle giornate che hanno preceduto e culminate nella grandiosa festa quinquennale della Madonna dell’Angelo, e in particolare domenica 12 settembre quando un tripudio di persone - più di 150 mila - innumerevoli folle di pellegrini e turisti, si sono mescolate ai Caorlotti per portare in solenne processione per le vie del centro - in una città addobbata e imbandierata all’inverosimile - e per mare l’effige della Madonna dell’Angelo, cara ai pescatori e a ciascuno, credente o meno. Soddisfazione per la perfetta organizzazione di un evento che, anche a distanza di settimane, rimane negli

occhi e nel cuore di tutti coloro che hanno accompagnato, dal mare o da terra, il corteo e la splendida caorlina grande. Un seguito il quale partendo dal porto peschereccio, lungo il canale dell’Orologio costellato di fedeli assiepati sugli argini, dalla foce del fiume Livenza è giunto in mare, dove l’attendeva una teoria di pescherecci carichi di gente e addobbati a festa, che l’hanno salutata e accompagnata fino allo sbarco nella Sachéta, dove il cielo del tramonto si è aperto lasciando che un “ultimo raggio di sole” illuminasse l’effige sacra e i pescatori che la riportavano alla sua casa. Agenzie (anche domenica)

Bibione Spiaggia Tel. 0431 43306 bibione.spiaggia@lampo.it Bibione Lido del Sole Tel. 0431 43303 bibione.lido@lampo.it

Sede: Portogruaro - Via M. Libertà, 63 Tel. 0421 72409 Fax 0421 73802

info@lampo.it

(333 298 33 38

Poi, la sera, un incendio di fuochi colorati nel cielo e nel mare, per salutare e ringraziare tutti di aver onorato questa giornata memorabile. E nell’anima rimangono le parole di Mons. Giuseppe Manzato e del Cardinal Patriarca Angelo Scola, egli stesso concittadino, che hanno invo-

Caorle Tel. 0421 84059 caorle@lampo.it

Caorle Lido Altanea Tel. 0421.299683 altanea@lampo.it

Porto S. Margherita Tel. 0421 260053 porto@lampo.it Lido di Jesolo Tel. 0421 381352 jesolo@lampo.it

C O M P R AV E N D I T E - A F F I T TA N Z E

L’Agenzia delle Spiagge Venete www.lampo.it

cato per la nostra comunità la benedizione del Signore, consacrata alla benevolenza di Maria, “ricordandosi della sua Misericordia”, che guardi alle famiglie, ai giovani e tutti i suoi abitanti, per primi quei pescatori i cui avi ne rinvennero la sacra effige nel nostro mare quindici secoli fa. (alle pagg. 2 e 3)


2

n. 8 - ottobre 2010

Il significato spirituale di un grande evento religioso e le sue componenti organizzative

L’entusiasmo sincero di un’intera città È

di Donatella Brentel

L’organizzazione della grande Festa

stata enorme la partecipazione dei Caorlotti, dei pellegrini, dei semplici turisti, ad una festa religiosa che ha entusiasmato e commosso. Da secoli la Città di Caorle è legata al culto della Madonna dell’Angelo. Le vicende liete e tristi hanno sempre avuto in Maria la propria confidente e la propria “Signora”. Cerchiamo di capire con Mons. Giuseppe Manzato i sentimenti che si sono rivelati in una giornata così intensa di gioia religiosa. Foto di Pierluigi Marchesan /Central Photo - A qualche giorno dai festeggiamenti della Madonna dell’Angelo, secoli, cosa può significare ai giorni nostri così difficili? come pensa sia andata? “Avevo puntato molto, e qualificato Perché festeggiare ancora la come criterio di accettazione la pro- Madonna? “ La Festa innanzitutto è posta “Ricordandosi della sua Misericordia”(Luca , 1,54) sulla Peniten- la Festa di Maria; Lei stesziale. Dal momento che viviamo di un sa gioisce di poter inconimpoverimento etico, di un progres- trare i suoi Figli e dimosivo egoismo ed individualismo, mi strare loro il suo amore sono chiesto come si porrebbe Gesù di materno. Ma è pure la Fefronte a coloro che scelgono la via del sta dei Figli, per avere una male, della corruzione e dello sfascio. madre così vicina e piena Ed è Lui stesso a porre la Misericor- di attenzioni per loro. Lo dia e il perdono a ciascun uomo e dimostra la straordinaria donna. Devo dire che vedere il Duo- presenza: un và e vieni mo così gremito di cittadini e ospiti continuo nell’adorazione per la Penitenza Comunitaria sia sta- della Vergine Santissima, to un momento così unico nella storia la preghiera e durante la del Concilio di Caorle, il mio cuore veglia notturna, qualcosa di straordinario, un lavoro non poteva che gioire.” - Questo rapporto, cresciuto lungo i della Grazia di Dio nel cuo-

I Caorlotti emigrati non hanno mancato di partecipare

Tornati da ogni parte del mondo ogni angolo del mondo sono tornati i Caorlotti

Da emigrati, per partecipare, come da tradizione, al

ricongiungimento nella loro città e nella celebrazione quinquennale della Madonna dell’Angelo. Da tutti i continenti, da distanze e condizioni disparate; emigrati per lavoro, viaggiatori e sportivi, missionari. Tra quest’ultimi, l’esempio forse più significativo è il ritorno di suor Amelia, al secolo Giancarla Sarto, dell’ordine Rosarie di Udine, missionaria nel deserto di Atacama nel nord del Cile, il luogo più secco della terra, dove piove ogni 25 anni. “La mia Madonnina, la mia città, i miei familiari sono un costante pensiero nella vita di ogni giorno in questa parte sfortunata del mondo, anche se la natura qui offre esempi di estrema bellezza e grandiosa provvidenza divina” - dice suor Amelia, che nelle settimane scorse ha vissuto a diretto contatto con gli sfortunati 33 minatori cileni per più di due mesi intrappolati nelle viscere della montagna. “La sede della nostra casa è a pochi chilometri da questa miniera. Ogni giorno abbiamo celebrato con il vescovo una messa per loro”. E come da tradizione, lunedì 13 settembre è stata celebrata alla Madonnina una messa di ringraziamento dei pescatori di Caorle con i rappresentanti della Guardia Costiera.

re delle persone. La domenica del 12 settembre ci ha sorpresi, durante i vespri un affollamento di genti, un evento che non ha eguali.” - Cosa può dirci sulla partecipazione durante la processione via terra e mare? “Molta partecipazione e devozione, un vero e proprio pellegrinaggio, molti gli ospiti arrivati con i pullman da vari luoghi d’Italia, accorsi per l’evento e sorpresi dal folklore religioso e culturale e non di una sagra. In tanti ad accogliere l’effige con rispetto e preghiera, consci che quello è stato un evento di fede, riflessione, comunione e unione.” - Consacrazione, una parola importante, perché? “Abbiamo il dovere di mantenere questa entità religiosa, la città è stata Consacrata alla Madonna, questa è una grazia sovrabbondante diventa una responsabilità conservare i doni e l’impegno di far camminare la città e la comunità verso la fede. Come ha detto il Patriarca Angelo Scola la “Fede Popolare” mantiene vive le tradizioni ed è indispensabile sempre di più abbinare il turismo alla cultura, è una base da non scordare. “Onoriamo Maria” solo con le preghiere potremmo avvalerci della sua opera di Misericordia.”

La parola passa ora al comitato organizzativo. Cerchiamo di capire come ha funzionato l’organizzazione di un così grande evento; è una curiosità di molti e noi ne parliamo con il presidente del Comitato festeggiamenti, l’ingegner Giovanni Padovese. - Come funziona tutta l’organizzazione, e quanto tempo prima iniziano i preparativi? “Dal 2008 è nato il Comitato, per i festeggiamenti della Madonna dell’Angelo. E’ costituito da una quindicina di persone che ogni 15 0 20 giorni si trovava per discutere di cosa era bene o più consono fare per la migliore riuscita di una festa così importante, senza uscire dall’etica della tradizione. L’attività è stata divisa in tre settori: organizzazione per ciò che riguarda appuntamenti e percorsi via terra, che comprende l’impostazione delle messe, gli addobbi della città e l’ordine degli avvenimenti. L’organizzazione per la processione a mare, la cornice e tutto l’interno che va a far sì che tutto funzioni dal folklore alla sicurezza. E meno spirituale, ma non meno importante, l’organizzazione finanziaria, ricerca logistica di raccolta fondi, senza i quali l’opera sarebbe impossibile.” - Da professore qual è, dovesse dare un voto alla riuscita dell’evento, che voto darebbe? “Sicuramente positivo, la città ha risposto con entusiasmo per quanto riguarda la preparazione, gli addobbi, tutti si sono offerti ed esposti senza riguardo. L’enzima messo è stato sicuramente dagli incontri fatti e voluti da don Giuseppe da marzo a giugno, hanno aiutato a diffondere e trasmettere la storia e la tradizione della cultura caorlotta. Riscontro assai positivo delle processioni e la sosta dell’effige della Madonna dell’Angelo nei vari paesi limitrofi appartenenti al Vicariato di Caorle.” - Se dovesse rivolgere un grazie, a chi andrebbe? “A tantissimi, sicuramente alla cittadinanza che ha partecipato numerosa e operosa, al volontariato che al costo effettivo dell’evento va la loro manodopera gratuita; all’Amministrazione comunale che ha dato la disponibilità di 10.000 euro, a tutti i funzionari istituzionali e militari, un doveroso grazie per l’assistenza e la sicurezza in mare da parte delle Guardie costiera e Finanza. Un ringraziamento generale; solamente con la forza di tutti si possono ottenere i massimi risultati e ben vengano le critiche che servono per correggere gli eventi futuri.”.


n. 8 - ottobre 2010

3

Madre di Misericordia “Proteggi Caorle”. Il respiro della nostra vita oggi è più pieno

«In Gesù cerchiamo il Bello, il Buono, il Vero» Ritrovare il giusto equilibrio famiglia/lavoro anche nell’impegno stagionale. Spalancati a tutti i Figli di Dio CARDINALE PATRIARCA ANGELO SCOLA

tutta la facciata di una casa recitava oggi, in sintesi, un’invocazione bellissima “PROTEGGI CAORLE”... proteggi Caorle ! Ma io allargo: proteggi le nostre terre, proteggi il nostro Veneto, proteggi la nostra Italia... la nostra Italia che cambia. Maria non farci aver paura dei cambiamenti, aiutaci ad essere sempre meglio ciò che siamo sempre stati: abbiamo imparato dalla povertà, dal lavoro e dalla famiglia ad accogliere tutti. Dobbiamo essere spalancati, secondo un ordine, ma spalancati; il Veneto è di tutti perché ogni terra è di tutti, perché la famiglia umana è la famiglia di Dio, siamo tutti figli di Dio. Con equilibrio, con leggi giuste, con criteri giusti, ma bisogna che ognuno di noi ci metta la sua responsabilità, perché la nostra società civile, che a Caorle è ricchissima, torni ad essere la forza del nostro popolo italiano: unito ed articolato, articolato ma unito. E per fare questo, chi ci ha chiamati così numerosi oggi, chi ci ha chiamati? La fede dei nostri padri in Maria che ci porta a Gesù. Nessun uomo può prescindere da Dio; si può fare una società senza Dio...il problema è domandarsi se non sarà contro l’uomo, quando Dio non c’è. Allora, adesso tutti noi consacreremo la nostra Città, la consacreremo a Maria; non è un gesto fuori dal tempo, è un gesto di libertà. E’ il modo con cui noi facciamo un passo verso Dio, nostro Padre; è il modo con cui il desiderio di Bello, di Bene e di Vero, che oggi abbiamo toccato con mano, mette radici nel nostro cuore, e il nostro cuore va via allargato, il respiro della nostra vita questa sera è più pieno. Di questo diciamo di cuore: grazie alla Madonna dell’Angelo. Amen.»

a conclusione della celebrazione della Madonna dell’Angelo 12 Settembre 2010

«A

mici. Giunti al termine di questo gesto di bellezza, il sole sta scendendo alle nostre spalle; lo vediamo dietro quegli alberi; e chiude nella bellezza di questa nostra terra una giornata di cui tutti abbiamo avuto godimento: il sole, il mare, l’entroterra di questa Città stupenda, così ricca di storia, così piena di segni di arte, così accogliente nei suoi abitanti e nelle sue lunghe tradizioni; nella grande civiltà della pesca e della terra, e ora nella civiltà del turismo che guarda verso la cultura e verso il futuro (...). E perché ora abbiamo nel cuore la gioia? Perché abbiamo goduto di una bellezza. La bellezza è Maria, che ci ha portato qui secondo la bella tradizione di questo santuario così originale; questa Madonna venuta dal mare che ci ha riportato sul mare nell’unità della comunità cristiana e nell’unità del popolo. Perché così numerosi (qualcuno del servizio d’ordine diceva forse più di 120 mila persone lungo tutto il percorso), perché?... Perché il bello ci attira. Ma il bello non è un’idea: il bello è una Persona. La Persona che Maria ha accolto nel suo grembo, che ha tenuto tra le braccia, a cui si è rivolta come un bimbo, come nostra madre ha fatto con noi; e con tenerezza e con forza lo ha accompagnato lungo il suo cammino. E lui che è Dio, si è abbassato, come il Padre - quel che ci ha detto l’Esodo stamattina - si è pentito del castigo. Allora la bellezza ha un nome e un volto, ed è Gesù. E Maria è il tramite che ci conduce a questa bellezza. Ma allora, cosa possiamo imparare da questa stupenda giornata ? Non dobbiamo stare alla superficie. Perché noi un desiderio di bellezza di questo tipo, il poter godere di questo, noi lo vorremmo tutti i giorni. E questo desiderio rispunta sempre dentro le mille difficoltà della vita, dentro le circostanze avverse, dentro l’esperienza del dolore e del-

la malattia, della morte, delle incomprensioni reciproche, dentro l’esperienza dei nostri tradimenti, dentro l’esperienza del nostro peccato... Alla fine c’è un punto ultimo che non affonda dentro di noi, come le nostre barche sapientemente guidate dai pescatori oggi: è il volto di Dio, che noi desideriamo, lo vogliamo nella nostra vita. E lo desideriamo in mille modi; anche quelli che dicono che non c’è, che non gli interessa, anche questi lo vogliono nel modo con cui guardano la realtà, con cui conoscono le cose, con cui godono delle scoperte della scienza, nel modo con cui si rapportano agli altri, nel modo con cui desiderano essere liberati dal peso che talvolta zavorra la nostra vita. Noi desideriamo Dio in tutti questi modi e Gesù, figlio di Dio, vero Uomo, è venuto in mezzo a noi per essere la via alla Verità e alla Vita. Ma noi siamo un po’ come quel popolo di cui parlava Mosè: un popolo di dura cervice. Resistiamo, vogliamo tentare sempre e solo le nostre strade, vogliamo una libertà a buon mercato, senza più mettere in rapporto le scelte che facciamo al Bene, perché noi aspiriamo al bene, ma abbiamo come rotto il filo che lega la nostra scelta al bene: perché amo, perché è un bene questo amore?, perché lavoro, perché è un bene questo lavoro?, perché riposo, perché è un bene questo riposo?... Amici, per godere della bellezza bisogna ritrovare questo rapporto del bello con il bene, e del bene con il Vero. Nessuno di noi ce la fa da solo; ecco perché siamo un popolo qui

riunito, e riunito secondo la nostra tradizione secolare, riunito dalla Vergine santissima che ci porta a Gesù, che ci porta al Padre, a Dio. E allora, io dico a me stesso, per avere il coraggio di dirlo a voi, a ciascuno di voi personalmente: facciamo come Paolo, facciamo un passo verso questo Dio che ci viene incontro. Facciamolo nelle nostre famiglie, impariamo che l’amore fedele è il bell’amore, il vero amore (...). Così dall’interno del nostro lavoro; che il lavoro non sia solo in funzione del guadagno, ma che il giusto guadagno, il giusto spazio dato ai giovani, il lavoro dato a tutti soprattutto in questo momento di crisi, non faccia perdere il senso della misura. Anche qui, dobbiamo in questa terra riequilibrare l’iperlavoro dell’estate, ritrovando un gusto equilibrato di rapporto tra famiglia e lavoro, come sempre è stato nella nostra terra. E così dall’interno del nostro modo di riposare, che sia la ricerca della bellezza nel volto di Dio. Dio non è mai lontano da ciascun uomo, Dio non lo puoi cacciar fuori dalla tua vita, perché lui è lì silenzioso e fedele. Allora la Madre di Dio, la Madre della Misericordia, è colei che bussa alla tua porta e Disponibile presso AZ Video ti invita a fare un passo verso questo Dio: fallo stasera, non il filmato della Processione rinviare, perché ciò che camA.Z. Video di Caorle ha ripreso tutte le bia ora non cambia più; non fasi della processione della Madonna dell' Angelo, e verso la metà di novembre rinviare, fallo stasera prima di sarà pronto il Dvd della celebrazione del 12 chiudere gli occhi nel sonno, settembre 2010. Sono nel frattempo disponiripensa a Maria, ripensa alla bili le immagini video delle precedenti Progiornata di oggi, affidati a Macessioni ed altre celebrazioni religiose di ria. Caorle, presso il negozio in via Pineda,10. Un grande striscione sopra

L’


4

6ª GIORNATA DELLA SOLIDARIETÀ A SAN GIORGIO

n. 8 - ottobre 2010

Cantù vince il 4° Quadrangolare di Caorle battendo in finale Lottomatica Roma. Nella finalina Benetton Treviso supera Armani Jeans Milano

Basket stellare: gran successo

Più di 500 persone hanno partecipato domenica 3 ottobre alla 6ª Giornata della Solidarietà, organizzata a San Giorgio di Livenza per sostenere l’attività dell’associazione A.B.C. di cui Silvano Borin è referente per il Triveneto. Centinaia i collaboratori: persone grazie alle quali è stata possibile questa grande festa della solidarietà ma anche del divertimento e della convivialità. Il programma prevedeva in mattinata una partita di calcio fra Vecchie Glorie di Caorle e Carabinieri di Santo Stino di Livenza presso il campo sportivo di San Giorgio; la santa messa presso la chiesa del centro sociale, con la presidente nazionale dell'associazione A.B.C. Maura Masini per il consueto gemellaggio fra Comuni. L'A.B.C. Associazione Bambini Cri du Chat è un'associazione Onlus no-profit che si occupa di una malattia genetica molto rara, la sindrome del Cri du chat, causa di grave ritardo dello sviluppo psicomotorio, mentale e del linguaggio dei bambini che ne sono colpiti. Gli scopi dell'associazione A.B.C., che ha sede a San Casciano in Val di Pesa (Firenze), sono quelli di promuovere la ricerca scientifica per la quale sono già stati impegnati più di dieci anni di studio, promuovere l'indagine sulle terapie riabilitative nonché favorire lo scambio di conoscenze fra le famiglie. La giornata è continuata con il pranzo sotto un comodo tendone attrezzato, presso il centro sociale di San Giorgio di Livenza, allietata dalla musica e dalla voce di Arianna Bergamin e Conte Vasco, che ha presentato il suo recente Cd.

riscosso il previsto e crescente - succesHa so il 4° quadrangolare di Ba-

sket “Città di Caorle” con formazioni di livello nazionale ed europeo, disputatosi il 17 e 18 settembre al PalaMare. La Bennet Cantù conserva il titolo vincendo la finalissima sulla Lottomatica Roma: i detentori del torneo, organizzato da EDSPort e dal Comune di Caorle, partono fortissimo nel primo quarto con un super Mike Green (12 punti nel primo quarto con 3/4 da tre). La squadra di Trinchieri va al primo riposo con un meritato 21-16. Nel secondo periodo la Bennet schizza sul 33-20 e sembra mettere le mani sul match: Washington ricuce lo strappo con 4 punti in fila e Tourè completa il parziale di 0-7 con cui la Lottomatica rientra in partita. A due minuti dall’intervallo si infortuna Tourè (non rientrerà più) e Mazzarino ne approfitta per mettere la tripla del 40-31: al riposo lungo il

punteggio dà sempre ragione a Cantù (42-34). Altra accelerata canturina in apertura di terzo periodo (48-34), il massimo vantaggio arriva con le triple del “vecio alpin” Mian e del concreto Leunen (55-34). La Virtus si riporta a -13 con la bomba di Dedovic (55-42),

Crosariol con uno schiaccione e Washington da sotto completano il parziale di 013 per il 55-47. L’MVP del torneo Green mette la tripla che riporta Cantù in doppia cifra di vantaggio e il quarto si chiude con il punteggio di 58-47. I brianzoli si mantengono in doppia cifra di vantaggio in apertura di ultimo quarto, a 6’ dalla fine arriva la tripla strappa-applausi di Mar-

koishvili al 24° secondo (6552), poi Marconato e Markoishvili (dalla lunetta) ricacciano Roma a -16 (6852), margine che viene ribadito da uno spettacolare duetto Green-Leunen (assist in contropiede e schiacciata). L’ultimo acuto capitolino arriva da Vitali che ne mette 5 in fila (72-59), ma è tardi perché siamo entrati negli ultimi due minuti di gara. La gara termina sul punteggio di 78-61 e la squadra di Trinchieri alza meritatamente la Coppa per il secondo anno consecutivo. Nel match per il 3° e 4° posto, la Benetton torna al successo con l’Armani Jeans (74-65). La gara si è svolta sui binari della sostanziale parità fino ai minuti finali, quando il massimo vantaggio dei colori uniti arriva a 1’30” e possono così partire i titoli di coda di questa “classica” del basket nostrano. Con l’appuntamento all’anno prossimo per un altro avvincente Quadrangolare.

Soddisfazione lusinghiera dagli utenti dell'arenile Consorzio Arenili ha recentemente una promosso campagna di rendicontazione della soddisfazione per i servizi offerti e della qualità percepita dagli utenti della spiaggia di Caorle. A partire dal mese di Agosto sono stati resi disponibili, ed anche distribuiti agli utenti che avessero piacere di esprimere la loro opinione, le schede precompilate con tre categorie di quesiti, inerenti la soddisfazione per i servizi di spiaggia, i regolamenti

IL

insistenti sull'arenile ed una sezione per suggerimenti o commenti. A fronte delle domande poste si sono complessivamente riscontrati alti tassi di gradimento dei servizi offerti in spiaggia e dei regolamenti in essa vigenti. Questo esito, anche se per il momento è da ritenersi indicativo in quanto allo stato iniziale, attesta una sostanziale smontatura di certe critiche superficiali che spesso si sentono relativamente all'arenile di

Caorle. Tali facili polemiche, che compaiono nei mesi estivi sulla base di radicali “aspettative di eccellenza”, trovano quindi una risposta concreta e spostano invece l'attenzione verso l'esigenza di una mag-

giore efficacia per le attività di sorveglianza e repressione delle attività illegali in spiaggia, che anche quest'anno hanno diffusamente macchiato il gradimento degli innumerevoli ospiti della nostra località.


Eventi Culturali IN VENETO E DINTORNI

Le principali manifestazioni a Caorle e dintorni

5

PORTOGRUARO - Teatro Russolo: cominciata la nuova stagione del Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro. Sette cartelloni per un totale di trentatrè spettacoli: tanti bravi interpreti per validi autori. Autori del passato, autori di ieri e autori di oggi. Autori veneti, italiani, europei ed extra-europei. Il primo appuntamento è fissato per giovedì 14 ottobre con l’opera lirica, che quest’anno vedrà impegnati l’Orchestra di Padova e del Vento e i giovani cantanti del Laboratorio di lirica della Fondazione Santa Cecilia diretto da Claudio Desderi nel Don Giovanni di Mozart.

Dopo di che sarà davvero un viaggio lunghissimo e dalle mete imprevedibili: dal Goldoni di Toni Servillo all’Almodovar di Elisabetta Pozzi, da Simone Cristicchi al Beethoven del pianista Howard Shelley, dalle canzoni dell’anarchico dissidente russo Vysotsky interpretate da Eugenio Finardi alle musiche per il film muto Sangue e Arena composte ed eseguite dal Marco Tamburini trio. Anche quest’anno si riderà “con classe”: Ale e Franz, Manera, Bergonzoni e la coppia Gianfranco D’Angelo ed Eleonora Giorgi. In punta di piedi passeremo da Massimo Dalla Mora e i ballerini della Scala, allo Schiaccianoci per giungere ad un mix irresistibile tra le canzoni di Ligabue e le coreografie di Bigonzetti nello spettacolo Certe Notti dell’Aterballetto. E ancora vedremo Iachetti e Covatta impegnati, insieme, in un testo divertente e profondo di Francesco Brandi che ha vinto il Premio Flaiano. Poi voleremo nella Napoli di Aldo Giuffrè e lo con-

Domenica 17 e domenica 24 CAORLE UN MARE DI SAPORI Tradizioni venete tra cultura e gastronomia

fronteremo col dialetto veneziano di Gino Rocca e il suo capolavoro “Se no i xe mati…” interpretato da Virginio Gazzolo. Avremo anche un grande poeta in scena, Erri De Luca che allestirà dal vivo, attraverso un originale gioco drammaturgico, il suo capolavoro “In nome della madre”.

Questo e tanto altro ancora con grande attenzione alle famiglie e alle giovani generazioni, fin dalla più tenera età: anche quest’anno non mancheranno il cartellone “Giovanissimi”, con gli spettacoli della domenica pomeriggio , il cartellone “Teatro Scuola” e i progetti “Scopriamo il teatro” e “Operina Corale”, iniziative pensate per alunni e insegnanti di scuole di ogni grado. I prossimi giorni saranno dedicati alla prelazione degli abbonamenti: 14 e 15 settembre per confermare il posto dell’anno scorso, 16 e 17 settembre per cambiarlo. I nuovi abbonamenti partono invece dal 18 settembre per Lirica e concertistica, Danza e balletto e Prosa e dal 25 settembre per Cabaret, Altra Musica e Giovanissimi. Attenzione anche al periodo da sabato 9 a giovedì 21 ottobre: in questi giorni sarà attivo “Il mio abbonamento”. Attraverso una nuova formula, sarà possibile creare un abbonamento personalizzato, scegliendo a prezzi vantaggiosi almeno quattro tra tutti gli spettacoli della stagione (ad esclusione del cartellone “Giovanissimi”). Grande vitalità e fermento quindi per il nuovo teatro portogruarese, che nella scorsa stagione aveva registrato ben quattordicimila spettatori, a conferma di una grande attenzione del pubblico nei confronti dello spettacolo dal vivo; un’attenzione che, anche grazie alla varietà di spettacoli proposti, arriva da ogni fascia d’età, bambini compresi…perché per il teatro “non è mai troppo presto”!

Veranstaltungen - Events

È

Iniziata la Stagione 2010/11

22 , 23 e 24 ottobre CAORLE Palasport CAMPIONATO ARTI MARZIALI cat. Cadetti e Juniores

16 e 17, 30 e 31 ottobre PORTOGRUARO SAPORI E COLORI Profumo del bosco, castagne e funghi Degustazione, musica, giochi, attrazioni

13 novembre PORTOGRUARO Centro Storico MERCATINO DELL’ANTIQUARIATO Mostra mercato di oggetti di antiquariato e modernariato

21, 27 e 28 novembre PORTOGRUARO FIERA DI SANT’ANDREA Antica Sagra Mercato delle Oche e degli Stivali Appuntamento con la Fiera mercato, l’enogastronomia locale e le tradizioni di una città da vivere e gustare

il presente calendario può subire variazioni.

ItinerARTE: a novembre musica al Gatto Nero e Enoteca Enos

P

artirà a novembre ItinerArte live, il nuovo progetto di Eventi Su Marte, che vedra' presenti in due locali di Caorle, il Gatto Nero ed Enoteca Enos un originale programma che prevede l'esibizione di gruppi in versione inedita del panorama musicale italiano. I locali partecipanti promuoveranno i dischi nelle settimane antecedenti i concerti, che si svolgeranno a due settimane di distanza favorendone l'attento ascolto e creando un circuito musicale che

speriamo diventi una bella abitudine per il paese. Eventi Su Marte parteciperà per tutto l'inverno alle programmazioni musicali delle serate jazz all'Enoteca Enos e agli aperitivi del Gatto Nero!


6 fotografo Pierluigi Marchesan tel. 333.9059429

pierluigimar@tiscali.it

Corso Risorgimento 37 - S. Giorgio di Livenza - Caorle/Ve tel/fax 0421.290024

n. 8 - ottobre 2010

Tra le cause anche le nuove limitazioni alla pesca a strascico

PESCA: palombi spiaggiati a Jesolo strano caso dei venti squaloidi piaggiati

Lo lungo la costa di Jesolo in soli cinque

giorni a fine agosto, aveva creato preoccupazione, oltre che curiosità. Ma le analisi confermano che non c’è stata alcuna anomalia. Dopo l'interessamento dei biologi della Shark Expo Andrea Tomei e Francesco Bondi, e l'Università di Bologna facoltà di ittiopatologia, non è stato riscontrato nessun parassita e quindi nessun problema inerente malattie varie. L'unica tesi che può giustificare questi episodi di spiaggiamento, è quella della nuova normativa di pesca a maglie larghe; in pratica, essendo la rete a maglie larghe, i piccoli pesci riescono a scappare e i piccoli squali predatori li raggiungono a riva, trovandosi in difficoltà per rientrare, a volte anche a causa della gente che invece di rimetterli in acqua li ha più volte tolti, facendoli chiaramente morire”. Si trattava di squaloidi della specie Palombo, detta anche “cagnoletto”, della dimensione variabile tra i 50 ed i 70 centimetri. “Da ricordare – concludono i gestori della Shark Expo – che questa specie di squalo non è assolutamente pericolosa per l'uomo e non rappresenta nessun problema per i bagnanti”.

Ripopolamento dei fiumi con le tinche

ono stati seminati nei corsi d’acqua delle

S province di Treviso e di Venezia rispettiva-

mente 6.500 e 53.400 esemplari di avannotti di tinca della misura di 6-8 cm. La semina, a cura di Veneto Agricoltura, rientra nel programma relativo all’assolvimento degli Obblighi Ittiogenici cui sono tenuti i conces-

sionari di derivazioni di acque pubbliche in ambito regionale. In provincia di Treviso le operazioni di ripopolamento vengono effettuate grazie alla collaborazione della Amministrazione Provinciale – Servizio Caccia e Pesca, degli agenti del Corpo di Polizia Provinciale e degli agenti di vigilanza ittica volontaria. In Provincia di Venezia le operazioni di semina si svolgono in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale – Ufficio Pesca, e con i volontari della Fips (Federazione Italiana Pesca Sportiva). Nella provincia di Treviso sono interessati i canali Bidoggia (Cessalto), Piavon, FormosaPeressina (Chiarano) e Grassaga (Salgareda). Nella provincia di Venezia, i corsi d’acqua Fiume Muson Vecchio (Mirano), Canale Brentelle (Camponogara), fiume Tagliamento (San Michele al Tagliamento - San Mauro), Naviglio Brenta (Fiesso d'Artico, Dolo, Strà, Mira e Malcontenta), Canale Nuovissimo (Camponogara), Sile-Fossa d'Argine (Quarto d'Altino), Zero (Marcon), fiume Adige (Cavarzere e Chioggia), fiume Sile, Cavetta, Piave Vecchia, canale Vela, Fossetta (Caposile, Jesolo, Meolo). La tinca è un tipico pesce di fondo che vive acquattato sui fondali fangosi; si nutre prevalentemente di larve di insetti, vermi, piccoli crostacei e bivalvi. E' un pesce di taglia medio grande che arriva fino a 50 cm di lunghezza totale e 2 kg di peso. E’ uno dei pesci d'acqua dolce più conosciuti in Italia, una specie di particolare importanza sia per la pesca sportiva che professionale. In particolare un tempo molto impiegata nell’allevamento di tipo estensivo nelle risaie in associazione con la carpa. Attualmente a livello regionale la specie è in fase di contrazione numerica dovuta a molteplici cause tra cui la scomparsa della vegetazione acquatica che penalizza questa specie sia a livello riproduttivo che alimentare.


7

n. 8 - ottobre 2010

Alla ripresa dell’attività dopo il fermo estivo (non retribuito) durato 7 mesi

Vongole e fasolari: crisi inesorabile inesorabile lo stato di crisi del

È settore molluschi della pesca

di Caorle. Una crisi che coinvolge tutto l’Alto Adriatico, nei comparti di Chioggia, Venezia e Friuli. 25 le barche di Caorle, su 160 di tutto il Veneto. Una carenza di prodotto che sta mettendo in ginocchio i pescatori a fronte di investimenti anche notevoli che vanno onorati nei confronti della banche, ma prima ancora per il sostentamento di numerose famiglie. “La situazione delle vongole ci spiega Lucio Dalla Bella, presidente della cooperativa D.B. Mar - alla ripresa dell’attività dallo scorso 17 agosto, dopo 7-8 mesi di fermo pesca volontario e non retribuito, per favorire il ripopolamento e la risemina in zone comprese tra Bibione e Chioggia con novellame di vongola da mare prelevate da Punta Maistra alle foci del Po, non ha dato alcun risultato. Abbiamo invece riscontrato che è morto anche ciò che è stato seminato. Questo dimostra che la moria di vongole non dipende dal sistema di pesca ma da altri fattori, che i biologi dovrebbero spiegarci con precisione per individuare le responsabilità. Vogliamo sapere chi e cosa è la causa di questo disastro ambientale che colpisce tutto il settore della pesca tra Bibione e Chioggia.

A Punta Maistra, dove pescano 100 barche, questo invece non succede. Allora, la colpa è di chi? Certo non dei pescatori.” Anche per i fasolari è in corso una moria preoccupante nella zona compresa tra Faro Piave e Chioggia, tra 5 e 10 miglia dalla costa. In queste settimane la protesta degli equipaggi, che sono praticamente fermi senza riuscire a pescare, è diretta verso le autorità competenti per ottene-

re al più presto garanzie di lavoro. “La situazione attuale è decisamente grave - insiste Dalla Bella. Con i nostri consorzi di gestione, che hanno in concessione l’area, avevamo deciso di salvaguardare e favorire la riproduzione con la sospensione volontaria temporanea della pesca; dopo 4-5 mesi nelle stesse zone stiamo trovando tutto morto. Ciò deve avere una spiegazione, e noi prima di tutto vogliamo sapere il perché, se di-

pende dall’inquinamento o da altri fattori. Certamente non può dipendere dalla nostra attività di pesca, visto che negli ultimi 15 anni abbiamo cercato di attuare una gestione mirata e compatibile delle risorse nel mare, e se un tempo esisteva la pesca libera, negli anni il quantitativo pescabile è stato fissato prima in 24 q.li al giorno, poi 12 q.li e via via fino agli attuali 3 q.li, pescando uno o due giorni alla settimana. Abbiamo creato, alcuni anni fa, anche un marchio di qualità per i fasolari pescati in Alto Adriatico con una specie di indicazione geografica di provenienza e la qualità della filiera commerciale, visto che è un prodotto molto richiesto in tutta Italia, specialmente al Sud. Ora ci troviamo in questa insostenibile situazione, dovuta forse al poco rispetto del mare da parte di chi vi scarica residui di ogni genere, compresi diserbanti e pesticidi”. Ma a Venezia, vengono fatte richieste di maggiore sensibilità e tutela anche nel contesto dei lavori straordinari di rifacimento e difesa della costa, che viene operato con movimento di sabbia proveniente dagli “scani” situati a 8-9 miglia al largo di Cortellazzo, in cui vivono i fasolari e altre specie ittiche. Flavio Ineschi

Come sta andando IN VERITÀ il mercato turistico ? Pochi giorni fa sono ricominciati, sulla stampa, gli articoli di valutazione sull'andamento della stagione turistica con relative analisi delle presenze e degli arrivi e, come sempre, il giudizio che ne deriva è relativamente positivo se si tiene conto delle condizioni atmosferiche, del calo degli italiani, del recupero dei tedeschi, della tenuta degli austriaci... Sorprende però che tutte le analisi si basino su un solo dato: le presenze turistiche che poi non sono altro, per l'industria turistica, che “i pezzi prodotti” da un'azienda operante nel settore che consideriamo. Ma le aziende valutano i propri risultati sui numeri prodotti o sul margine economico effettivamente raggiunto ? Che forse nessuno si chiede più se per produrre quei pezzi si è speso di più di quanto si è guadagnato?

Sembra più corretta una valutazione sulla ricchezza effettivamente prodotta dalla nostra località se si considera che questa significa reddito per le aziende del settore, per le famiglie degli addetti, per la capacità di reinvestire e quindi di essere competitivi. Ebbene se si prendono in considerazione questi dati, il segno -0,78% registrato dalle presenze complessive di Caorle nel periodo da gennaio ad agosto 2010 assume un significato ben diverso. La minore spesa giornaliera di chi fa vacanza al mare (meno giorni di permanenza della vacanza media) si traduce in minori introiti per tutta la località soprattutto se si considera che molte aziende hanno dovuto garantire stabilità dei prezzi di vendita o politiche di sconti a fronte di un tendenziale aumento dei costi di produzione dello stesso servizio.

Il quadro generale del settore evidenzia infatti una tendenziale difficoltà di tutte le aziende a tenere il mercato. Le dichiarazioni di amministratori e politici si sprecano nell'affermare che il turismo è al centro delle strategie nazionali e regionali. Noi vogliamo chiedergli di persona in quali azioni concrete questo si dimostra. Noi A.C.A. lo faremo assieme a tutti gli operatori della costa veneziana nel prossimo incontro che in collaborazione con Federalberghi, Associazione Jesolana Albergatori, Associazione Bibionese Albergatori stiamo organizzando nel prossimo mese di novembre. Vogliamo capire quali sono le effettive strategie della pubblica amministrazione affinché il turismo ottenga il riconoscimento di colonna portante dell'intero sistema economico regionale e locale.


8

Il turismo di Altanea NEWS turismo a Caorle offre proposte. Quella di Altanea è una proposta decisamente moderna, rivolta ad una clientela internazionale che diventa sempre più esigente e richiede sempre più attenzione. Ancora una volta vediamo che non è per niente sufficiente aprire le porte al primo maggio e aspettare che arrivi il cliente. Ancora una volta vediamo che chi investe sulla struttura e sul proprio organico ha una migliore e maggiore risposta. Il villaggio al confine di Porto Santa Margherita, di fronte alla piscina comunale, ha lavorato dal 24 aprile fino al 2 ottobre senza sosta. L’occupazione media è stata di 16 settimane con picchi di 23 settimane. Gli ingredienti che portano a questo successo sono semplici: appartamenti e villette immersi nel verde, arredati con materiali moderni e di buon gusto, aria condizionata in ogni stanza, accesso internet gratuito in ogni casa e addirittura con telefono che permette al cliente di chiamare la rete fissa gratis in tutta Europa. Una piscina grande con lettini e ombrelloni e la spiaggia a due passi. Due bar, un ristorante, una pizzeria al taglio e un negozio alimentare. Non dimentichiamo il lato umano. Uno staff preparatissimo per accogliere i clienti in 5 lingue, pronti per rispondere a qualsiasi bisogno tutti i giorni. “Noi siamo amati all’estero perchè il nostro vil-

IL molte

laggio è bello e sicuro. Un italiano per esempio quando va in ferie in Egitto non prenota un vecchio appartamento senza aria condizionata nel centro storico di Cairo ma va volentieri in un moderno Villaggio turistico e poi prende il pullman per visitare un giorno il centro o le Piramidi. Qui da noi è uguale. Caorle e Venezia sono a portata di mano ma per il soggiorno scelgono qualità e maggiori servizi.” spiega Gilbert Kalisch, uno degli responsabili del villaggio che vive da ormai 10 anni a Caorle ed essendo di origine tedesca conosce bene il mercato turistico internazionale. Il Villaggio conta attualmente 92 proprietari, in tendenza crescente visto che i prezzi d’acquisto sono inferiori a quelli di Caorle ma i servizi offerti sono superiori. Dopo una stagione di ottimi risultati nelle affittanze cresce anche l’interesse di chi acquista immobili per investimento. Ora ci prepariamo per l’estate 2011 e l’agenda invernale è piena di appuntamenti fieristici, corsi di aggiornamento, ma anche lavori di manutenzione e ampliamento. Con l’inizio stagione al 16 aprile apre per la prima volta le sue porte il Villaggio Laguna Blu, frontemare vicino allo stabilimento balneare “Baia Blu”. L’ufficio informazioni è aperto da lunedì a venerdì ma anche sabato e domenica su appuntamento per chi gradisce conoscere meglio.

n. 8 - ottobre 2010

Inaugurato il 2 ottobre. Era in Via del Passarin dall’autunno 1993

Il Municipio torna in Via Roma Municipio di Caorle è di

IL nuovo in Via Roma. L’i-

naugurazione del nuovo edificio, operata nel contesto di un molto discusso intervento di riqualificazione dell’intero ambito di Via Roma con l’edificazione di due nuovi condomini, si è celebrata sabato 2 ottobre. Numerosi i cittadini presenti al taglio del nastro, compiaciuti per la nuova casa che dà prestigio sia alla zona del centro storico, sia al lavoro del personale che quotidianamente opera nell’amministrazione della nostra città. Sacrificato in spazi angusti e decentrati, ricavati in uno dei due nuovi condomini, è l’ufficio Anagrafe, ma nel complesso il Municipio risulta elegante e per certi aspetti anche sfarzoso e affascinante nelle terrazze panoramiche ricavate sul frontemare.

Per celebrare l’insediamento nella nuova sede municipale l’Amministrazione comunale ha divulgato un opuscolo in cui si ripercorre per sommi capi la vicenda della ristrutturazione, iniziata nel 1995 e alla quale hanno concorso numerosi elementi programmatori e progettuali. Una vicenda che più di tutte ha caratterizzato il dibattito popolare assumendo anche toni polemici inediti per Caorle, e non ancora sopiti (né si possono trascurare i danni strutturali subiti dalle vicine abitazioni nel corso dei lavori). In definitiva, l’intervento va a riqualificare un ambito che rimane alquanto delicato. Intanto, si rendono disponibili i locali di Via del Passarin, dove il Municipio venne trasferito 17 anni fa, tra agosto e novembre 1993, su decisione dell’allora Commissario prefettizio

Cosimo Zagordo, per inagibilità della vecchia struttura. In questi locali (aule, per la precisione) dovrebbe il prossimo anno essere trasferita la Scuola Alberghiera “Giovanni XXIII”, che attualmente svolge la sua attività didattica in una colonia a Duna Verde.


9

n. 8 - ottobre 2010

«Appello a chi ama Caorle» di Flavio Ineschi

Amministrazione comunale L’ ha adottato il PAT - ossia il nuovo piano regolatore del terri-

torio. Un atto tecnico che però pianifica non solo urbanisticamente ma anche socialmente e culturalmente il futuro di Caorle per i prossimi 20-30 anni. Le polemiche intorno al PAT in questi ultimi tempi sono cresciute progressivamente, mettendone in discussione anche la legittimità formale, e politica, stante una inesistente informazione pubblica su contenuti che sono variati rispetto al primo documento preliminare. Restano le previsioni di realizzazione di 4 nuove darsene: una in area Ca’ Corniani, una in Sesta Presa, una in area Palangon e una a Ottava Presa; restano le previsioni di una nuova viabilità di collegamento e accesso al capoluogo che prevede 4 nuovi ponti e 4 sottopassi. Resta la previsione di una maxi campeggio da 6000 posti a Brussa, affacciato sulla Laguna di Caorle, con attracchi per imbarcazioni (in pratica un’altra darsenetta). Una nuova funesta previsione riguarda il Campeggio Comunale, che potrebbe essere chiuso e sostituito da alberghi / motel. “Il PAT - ha spiegato il consigliere Giovanni Comisso - indica il Campeggio Comunale di «Area di riqualificazione a preminente riconversione» ed in particolare lo descrive come «complesso ricettivo all'aperto che per la natura obsoleta delle strutture e l'evoluzione della domanda del turismo sociale è interessata da processi di trasformazione fisica e funzionale». Le Norme di Attuazione (art. 15, comma 24) che ammettono, in questa area unicamente attrezzature turistiche alberghiere limitatamente alle tipologie «albergo» e «motel». Il Campeggio comunale è attualmente gestito (con un contratto alquanto discutibile) dalla Caorle Patrimonio srl, società totalmente di proprietà del Comune di Caorle cui versa un canone di locazione di Euro 60.000 e che a fronte di spese complessive di

4 darsene, 4 ponti, 4 sottopassi, un maxi campeggio in Brussa, 2.500.000 nuovi metri cubi...

Adottato il PAT Ammessa anche la chiusura del Campeggio Comunale circa Euro 480.000 incassa annualmente circa Euro 720.000, realizzando quindi un margine di circa Euro 240.000. Si tratta perciò di un attività turistica redditizia e sicuramente migliorabile. Da questo occorre ripartire per una valorizzazione dell'area di Santa Margherita attraverso una riqualificazione del Campeggio che sola può portare beneficio a tutte le attività circostanti.

Pur essendo caldi sostenitori del supporto necessario alla fondamentale, per l'economia complessiva, attività alberghiera riteniamo tuttavia che il campeggio non debba essere privatizzato per trasformarlo in albergo o motel; riteniamo questa eventualità una vera e propria sciagura ingiustificabile.” Ma un altro elemento di fondo, assolutamente il più grave, suscita preoccupazione: il PAT prevede 2 milioni e mezzo di nuovi metricubi, di cui una parte minimale riservati alla residenzialità e per la maggior parte a nuovi insediamenti turistici, spalmati in un’area diffusa da est a ovest (esclusa la Laguna), da Falconera a Duna Verde.

Per i nuovi residenti si prevedono significative edificazioni a Ottava Presa e San Giorgio di Livenza, solo in parte nelle aree di levante e ponente del capoluogo e nulla nel centro storico, dove attualmente risiedono appena 370 persone. La prospettiva insediativa nel cuore di Caorle è Zero. E questo stride, a fronte di nuovi condomini già eretti in Riva dei Bragozzi, Via Roma e prossimamente in Fondamenta Pescheria (realizzati in collaborazione con l’Amministrazione comunale, trattandosi di Piruea) dove nessuna famiglia caorlotta andrà a risiedere dati i costi. Quindi i Caorlotti, dopo essere stati espulsi dalla laguna (vedi la vicenda dei casoni sottoposti a sequestro giudiziario) e dalla Pescheria (rasa al suolo per far posto a condomini, uffici e negozi), adesso verranno espulsi anche dal cuore della loro città ? «Riteniamo che nel progettare il futuro del territorio di Caorle, si ponga al centro l’uomo, cioè la persona umana, in particolare quella più bisognosa; che si promuova la solidarietà e l’integrazione tra soggetti; che si miri ad aggregazioni territoriali compatibili con le esigenze fondamentali della vita. (...) ». Questo chiedevano due anni fa i sacerdoti delle Parrocchie del Vicariato di Caorle e San Giorgio di Livenza con un documento rivolto all’Amministrazione comunale in vista dell’elaborazione definitiva del PAT. Inascoltati. flavioineschi@gmail.com


10

n. 8 - ottobre 2010

Tra gastronomia, tradizione ed eventi. Tutto per la Beneficenza

La September Fest 2010 di Jessica Gusso

radizione caorlotomaggio alla teutonica festa della birra ed un elogio a Bacco. Così si potrebbe riassumere la tre giorni organizzata dall’Associazione onlus Bakà, che prende il nome di September Fest. Quest’edizione si è svolta da venerdì 24 a domenica 26 settembre in una tendostruttura al coperto in zona stadio accanto al lato nord del Palaexpomar. La manifestazione si è aperta venerdì sera in orario serale per la Festa del Pesce con pesce fritto e alla griglia e antipasti freddi misti offerti dal Gruppo “Ristorazione Tipica Caorlotta”. Durante la serata si sono esibiti i Giulia Trio. Purtroppo, causa maltempo, i giochi tra le contrade caorlotte che erano in programma non si sono potuti fare. Si sarebbero dovuti sfidare

T ta,

i rioni Brian, Sansonessa, Santa Margherita, Centro e Brussa al tiro alla fune, dama umana, corsa dei sacchi e gioco delle pignatte. Sabato 25 invece, grande festa della birra con costa e salsiccia, vari piatti tipici tedeschi e i Pretzel. Alle 20:30 hanno allietato la serata “Quella sporca mezza dozzina”, e alle 23 invece hanno dato il cambio i “Califfo de Luxe”. In piazza del Mercato si sa-

giudicante i suoni più potenti e le luci più forti, conferendo premi ai vincitori. La domenica è partita presto, dalle 7 di mattina con gli stand enogastronomici, anche per la bella giornata e la contigua manifestazione delle auto e moto d’epoca al Palaexpomar. A seguire il terzo Vespa incontro “Vespe di mare” che ha organizzato un tour di 35 km e ritorno a Caorle alle ore 13 con pranzo a base di “Broetto de seppe coa poenta”. La sera musica e ballo con Igor Amadio. Tutta la manifestazione è stata possibile grazie al patrocinio di Caorle, della Pro-

rebbe dovuto tenere il Tuning notturno, rimandato alla settimana successiva, sempre causa pioggia; una competition di macchine elaborate a livello estetico, sonoro e luminoso, valutate da una giuria

Tre Tini celebra i 25 anni di attività

Musica, birra e... una Miss La

birreria “Tre Tini”, oramai storico locale di Rio Terrà, lo scorso 19 settembre ha festeggiato i 25 anni dalla fondazione. La festa è stata allestita dai titolari Luana, Eddy, Alex e Nicola (nella foto di Alberto Benatelli) come avrebbe voluto Angelo, presente nel cuore di tutti, per celebrare una delle attività più conosciute del Rio Terrà. Porchetta per tutti, birra offerta dal fornitore Eredi Nicora, musica dei Kill Joy, trio acustico che ha animato la serata che ha avuto anche un simpatico intermezzo: l’elezione di Miss Tre Tini, con fascia d’onore assegnata a Betty, commessa ed ex cameriera del locale.

vincia e della Regione e dagli sponsor che supportano l’organizzazione. Il September Fest ha inoltre avuto rilievo nelle stazioni radiofoniche di Bella e Monella, Birikina e Peterpan. Tutto il ricavato verrà devoluto in beneficenza all’associazione onlus Shalom di Caorle, che si occupa del trasporto dei malati ad opera di volontari.


NEWS - Anche nella Pallavolo... MBT Store Caorle Volley Team Club

Se piove... MBT!

P

iù di una moda, più di un toccasana, più di una scarpa. Lo store MBT di Caorle, in Callelunga n.40, sponsorizza la squadra di pallavolo di Caorle che quest'anno si chiamerà MBT STORE CAORLE Volley Team CLUB e parteciperà al campionato Regionale di serie C. La nuova collezione autunno - inverno delle famose anti-scarpe non teme etichette o dress code. Oltre alle tre

Dicono di noi:

«Con queste scarpe mi trovo benissimo»

consolidate linee Casual, Athletic e Work, completa l'offerta del brand MBT l'importante ampliamento del segmento Dress con una linea elegante e raffinata, realizzata esclusivamente con pellami italiani e appositamente concepita per le occasioni più formali. Tutti gli appassionati delle calzature dalla suola rivoluzionaria potranno quindi indossare le proprie MBT in ogni momento della giornata, per lo sport come in ufficio. Nessun compromesso: anche l'uomo dal look formale potrà così prendersi cura di sé senza rinunciare ad una calzatura dal design classico e ricercato. Nello Store è già arrivata tutta la collezione, eccezionali gli scarponcini Rafiki in Gore-Tex e gli stivali donna Wia High (in foto)! Con le nuove MBT non avrai paura della pioggia! Vieni a provarli e visita il sito internet www.caorlestore.com


12

n. 8 - ottobre 2010

L’Hotel di Lido Altanea votato dai clienti della TUI Service

Olimpus nei primi 100 al mondo con grande soddisfa« È zione - anche mia personale - che consegno questo

importantissimo riconoscimento all’Hotel Olimpus. Rientrare tra i primi 100 alberghi segnalati dai nostri clienti in tutto il mondo, è un evento prestigioso e pieno di significato per tutti voi e per Caorle.» Con queste parole il dott. Robin Wilbertz, capo manager per l’Italia, Francia, Belgio e Paesi Bassi della TUI Service il più importante tour operator della Germania e d’Europa - affiancato dai rappresentanti TUI nella costa veneziana, ha consegnato a Giorgio Mazzarotto e al personale dell’Olimpus il diploma che attesta la soddisfazione espressa dagli ospiti che hanno soggiornato nell’Hotel di Lido Altanea e nella nostra città. «Aggiungo che la soddisfazione è ancora più grande se si considera che tra gli 8000 alberghi segnalati, per diversi anni l’Italia non ha avuto nessuno tra i primi 100 e quest’anno invece le strutture indicate sono due: l’Hotel Olimpus e un hotel di Bardolino

La

PREMIO G. MAZZAROTTO IL BANDO 2010

sul Lago di Garda». Wilbertz ha sottolineato che questa segnalazione non è in alcun modo pilotata ma è espressa direttamente dai turisti nella somma delle segnalazioni di gradimento che assegnano il Premio TUI Holly a strutture certificate nell’eccellenza della qualità e nell’ottimo servizio del personale, la cui cortesia e simpatia è sempre chiave di successo.

Il Lions Club Caorle, apre nel mese di ottobre 2010, la richiesta di segnalazione per l’assegnazione del Premio Giovanni Mazzarotto, che verrà consegnato con una cerimonia pubblica il 18 Dicembre. Il Premio è aperto alla partecipazione di tutte le persone, imprese, associazioni ed enti che hanno contribuito in modo significativo alla crescita dell’economia, dell’immagine e del prestigio del territorio di Caorle, rispecchiando con la propria intraprendenza, creatività, ingegno, impegno e dedizione al lavoro. Il Regolamento è consultabile presso il sito internet www.lionsclubcaorle.com

UN’ESTATE VISSUTA CON L’APPRENSIONE DELLA CRISI stagione balneare appena conclusa ha lasciato sul campo più di un motivo di delusione e di riflessione. Le ripercussioni della crisi internazionale si sono sentite fortemente anche sulle nostre strutture ricettive e della ristorazione, che a fine anno registrano bilanci con pesanti riduzioni nelle entrate. Il potere di acquisto degli ospiti di Caorle (ma anche di tutto il litorale dell’Alto Adriatico) si è dimostrato, quest’anno, particolarmente esiguo e i prezzi contenuti delle nostre strutture non sempre hanno

incontrato la domanda di un turista più “povero” rispetto agli anni precedenti. Le nostre aziende, soprattutto quelle di più piccola dimensione, sono obbligate ad applicare i prezzi di vendita non sempre tenendo conto di costi crescenti non soltanto delle merci e dei prodotti ma soprattutto dei costi di personale e spese fisse. Le imposte crescono senza tregua, così come le tariffe su servizi (asporto rifiuti, acqua, gas, ecc...) e le tasse su plateatico, concessioni demaniali, formazione e così via. Purtroppo, il timore è che questa

discrasia tra disponibilità economica della domanda e dell’offerta continui anche nei prossimi anni, causando situazione di passività crescente nelle nostre aziende. A tutto questo va pure aggiunta - e non è un fatto trascurabile ma altrettanto significativo - l’opera di controllo esercitata dagli enti competenti, sia sotto l’aspetto igienicosanitario che amministrativo-fiscale. Questi controlli, legittimi e necessari al fine di scongiurare casi di mala gestione nell’offerta turistica e nell’immagine complessiva della città, sono sovente operati con metodi che possono mettere in seria difficoltà l’azienda. I tempi e modi dovrebbero invece essere pensati non solo per permettere agli enti preposti di operare con ef-

ficacia ma parimenti per tutelare l’azienda, evitando di arrecare un disagio organizzativo che si traduce quasi sempre in un danno economico. Si deve sempre tenere conto che una pesante sanzione per un' impresa potrebbe anche significare la sua chiusura, con la conseguenza di impoverire il tessuto economico, lavorativo e sociale di una località. E’ dunque necessario, già da subito, approntare un tavolo di concertazione per individuare correttivi che rendano più “sostenibili” gli interventi degli enti pubblici nei confronti di un sistema commerciale che dal canto suo deve aumentare la propria professionalità ed unione tra le categorie.

30021 CAORLE (VE) – Via del Leone, 12 – Telefono e Fax 0421.81712 – e.mail : consorziocasa@confcom.it


n. 8 - ottobre 2010

CITTÀ&CITTADINI

Nuovo Comandante alla Guardia Costiera abato 18 settembre nel Centro civico si è

S tenuta la cerimonia ufficiale di passag-

gio di consegne nel Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Caorle tra l’uscente T.V. (CP) Marcello Monaco ed il subentrante T.V. (CP) Mirko Crociati. Monaco, che dopo i due anni trascorsi a Caorle ha assunto nuovo incarico presso la Direzione Marittima di Ancona. Crociati, originario di Cesenatico, proviene dalla Capitaneria di Porto di Rimini, dove ha ricoperto l’incarico di Capo Sezione Tecnica – Sicurezza e Difesa Portuale. Nel saluto di commiato, il Tenente di Vascello Marcello Monaco ha ringraziato le autorità e i collaboratori, tracciando anche un significativo bilancio dell’attività svolta in questi due anni di mandato. I nudi dati sono così riassunti: - 11.350 controlli; - 4.320 miglia nautiche percorse; - 4.960 chilometri percorsi; - 300 sanzioni amministrative in materia di Diporto, Codice della Navigazione, violazioni alle Ordinanze Balneari, filiera pesca, tutela dell’ambiente e altre materie rientranti nei servizi d’istituto; - 85 sequestri amministrativi; - 1.406 controlli in materia di pesca; - 2.117 controlli in materia ambientale ed antinquinamento. Sono state complessivamente erogate sanzioni amministrative per 156 mila euro. In quanto all’attività giudiziaria, la Guardia Costiera è intervenuta con notizie di reato 15 volte per frode in commercio – art .515 C.P.; 21 per abusiva occupazione di aree demaniali marittime; 1 in materia di sicurezza della navigazione; 2 in materia ambientale; 2 per cattivo stato di conservazione di prodotto ittico. 50 gli interventi di assistenza in

mare per salvare persone in difficoltà. Ma al di là dei numeri, Monaco ha sottolineato la collaborazione ottenuta da tutte le comunità di Caorle, San Michele e Eraclea, dai rappresentanti dei Comandi delle forze dell’ordine e di polizia, e soprattutto dai pescatori, in diverse situazioni “calde” come l’introduzione delle nuove direttive sulla pesca a strascico o in occasione della processione quinquennale per mare. “Ringrazio in generale la comunità tutta ha concluso Monaco - per i riscontri positivi che ho avvertito sia da un punto di vista personale che professionale, per il rispetto sempre dimostrato nei confronti del personale e dell’attività svolta e per l’accoglienza riservata alla mia famiglia che ha condiviso con me l’esperienza apprezzando i servizi offerti, stringendo legami ed amicizie che certamente non cesseranno con il congedo da Caorle”. Anche CaorleMare Magazine formula i migliori auguri a entrambi.

Borse di studio di Banca San Biagio anca San Biagio del Veneto Orientale,

B come ogni anno, istituisce le borse di

studio a favore degli studenti soci o figli di soci (ammessi alla compagine sociale da almeno due anni) che nel corso dell’ultimo anno scolastico o accademico abbiano conseguito la massima votazione, con importi di 150, 300 e 600 euro a seconda del grado di studio completato. Le domande dovranno essere presentate entro il 31 ottobre alla sede centrale di Banca San Biagio, mentre la consegna avverrà con una cerimonia pubblica a fine anno. Informazioni possono essere richieste a tutti gli sportelli della Banca oppure nel sito www.bancasanbiagio.it

13


14

n. 8 - ottobre 2010

Hotel DORIANA Festeggiati numerosi ospiti affezionati Hotel Doriana ha organizzato il 25 agosto una serata di festa con brindisi e musica in onore dei suoi clienti più affezionati. L’occasione era quella di omaggiare la fedeltà di sette coppie che ormai da 10, 15, 20 e 25 anni scelgono Caorle e l’Hotel Doriana affacciato sul Lungomare Trieste, per trascorrere le loro vacanze estive.

L’

*** Hotel Doriana möchte sich bei Ihren Gästen herzlich bedanken fur Ihre Treue mit einen Abend voller Musik von Arianna Bergamin. Sieben Paare sind geehrt worden mit einem Zertifikat mit Ihren Namen und den Jahren die Sie hier in Caorle verbracht haben. - Zehn Jahre feiern Hochleitner Reinhard und Waltraud, Horn Klaus und Zita und die französische Massilier Harry und Christiane. - Fünfzehn Jahre jedoch für Diettrich Franz, Petra und Alexander und Ziegler Hubert und Angelica. - Zwanzig Jahre für Holzknecht Herta und Otto aus Österreich.

S W E N

- Fünfundzwanzig Jahre für Bachauer Josef und Elfriede die aus Hallein kommen in der Nähe von Salzburg; Josef übt noch mit 82 jahren den Beruf des Friseurs aus und wünscht sich noch mindestens zehn Jahre in diesem Hotel zu verbringen Alle Gäste des Hotels Doriana sind sehr begeistert und zufrieden und alle fühlen sich in der familiären Atmosphäre sehr wohl. Nicht zu vergessen die hervorragende Küche von Doriana.


15

n. 8 - ottobre 2010

Causa maltempo la manifestazione si è svolta all’interno della palestra Fermi

Corto comico: risate e applausi Vincitore assoluto “Buongiorno” di Melo Prino: miglior Corto e Regia pubblico non si è fatto spa-

IL ventare dalla tanta pioggia

scesa ed è accorso numeroso a vedere film e spettacolo di Corto Comico in Veneto. Caorle ha ospitato la finalissima della prima edizione della manifestazione lanciata dal Consorzio di promozione Turistica del Veneto Orientale con il contributo della Regione del Veneto. Vincitore assoluto il cortometraggio di Melo Prino “Buongiorno” prodotto dal padovano

Francesco Pappalardo per Beka Films che si è aggiudicato sia il premio come miglior regia che come miglior corto comico. Successo derivato sia dal voto unanime della giuria (tra i giurati anche i registi di Zelig e Paperissima) ma anche dagli applausi a scena aperta ad un’ope-

ra che ha già ottenuto più di 60 riconoscimenti. A ritirare i premi, Domenico Lannuti cabarettista, protagonista assoluto del film con un risveglio molto particolare! “Buongiorno” si è aggiudicato oltre ad un compenso in denaro, la possibilità di essere trasmesso sulla rete 7 Gold e nello spazio dedicato alla Regione del Veneto alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2011. Il premio come miglior Corto Comico per l’identità veneta è andato a “Vita Sopressa” di Antonio Pegoraro, film che esalta in forma comica la Sopressa Vicentina Dop. Un altro premio speciale è stato assegnato ad un cortometraggio fuori concorso “La sorpresa”, realizzato da un gruppo di tredicenni di Caorle che hanno realizzato la pellicola giocando sul tema del cibo, soprattutto il moscardin di Caorle e il radicchio rosso di Treviso. A intrattenere il pubblico tra risate e applausi i comici in giuria, Carlo & Giorgio, Gigi Sammarchi, Carlo Bianchessi, Sergio Vastano e direttamente del palco di Zelig Giovanni Cacioppo, che hanno riscosso un grande successo. Il tutto accompagnato dalla conduzione di Franco Oppini e Elisabetta Del Medico. Ma Corto Comico non è solo cinema e comicità: il pubblico

infatti è stato accolto dell’aperitivo comico, momento di degustazione di prodotti tipici veneti offerti da nu-

merose associazioni e consorzi per la tutela e la promozione dei prodotti enogastronomici.


16

n. 8 - ottobre 2010

A Ca’ Corniani ospite il Maestro pasticciere Fabrizio Galla

Una serata ...al Cioccolato S

di Donatella Brentel

uggestiva la serata di venerdì 17 settembre organizzata presso le cantine dell’Azienda Generali a Cà Corniani. Luca Faraon, titolare del ristorante “Il Carro”, si è reso promotore di una serata enogastronomica che aveva come ospite d’onore Fabrizio Galla, maestro e campione mondiale pasticcere, il quale per l’occasione ha curato il dessert. A deliziarne nel dopocena anche gli eccellenti ospiti del Corto Comico: Oppini, Vastano, Sammarchi, Fontana e la regista Ruffini. Per Galla è stata un’occasione per presentare il suo libro “Virtuosismi del Cioccolato”. Il maestro vive a San Sebastiano Po’ nel Torinese, figlio d’arte nella ristorazione da oltre trent’anni. Da una decina di anni innamorato dell’arte pasticcera, maturando un’accurata esperienza in vari laboratori in tutta Italia, incontrando e imparando da eccellenti professionisti come Iginio Massari e il caorlotto Danilo Freguja. Nell’arco degli anni ottiene i massimi risultati partecipando a concorsi naziona-

li e internazionali, fino all’ottobre 2005, quando ottiene il secondo posto al “World Chocolate Master” di Parigi, un appuntamento al top della categoria pasticcera. Da quel momento una carrellata di successi: bronzo per cucina e pasticceria, argento per sculture in cioccolato e ancora nel 2006 a Parigi 2° per la mi-

“ La felicità passa anche attraverso le strade dei dolci, che hanno una segreta simmetria coi percorsi dell’amore” (Iginio Massari)

gliore pralina al cioccolato del mondo, e poi medaglia di bronzo come migliore torta del mondo. Nel 2010 ha fatto brillare la medaglia d’argento con la squadra Italiana Pasticceri in America al “WPTC” (World Pastry Team Championship) per il miglior cioccolatino su stampo. Il suo grande maestro e amico Danilo Freguja dice di

Fabrizio: ha la capacità dell’ascolto e una giusta dose di genialità e passione che lo ha fatto innamorare dell’arte pasticcera, di cui ne ha fatto il motore della sua esistenza. Nel suo libro si capisce il vero profilo del maestro. Ha un sogno Galla, come maestro pasticcere: partecipare al “Relais Dessert International”; vorrebbe dire essere uno dei 100 pasticceri più grandi al mondo. Forse il suo “ingrediente segreto”è aver conservato la stessa spinta di miglioramento e interesse dei primi giorni in cui si è innamorato della “dolce arte”.

A Caorle le telecamere di Rete 4

Pianeta Mare con le nostre barche a vela abato 31 luglio e domenica 1 agosto nella Sspiaggia della Madonnina

a Caorle, sono giunte le telecamere della trasmissione di Rete 4 “Pianeta Mare”, ospiti della Società Velica Caorle con il patrocinio del Comune di Caorle. Una trasmissione televisiva in onda tutte le domeniche mattina, condotta dalla bellissima Tessa Gelisio, in cui si parla di ecologia, viaggi, pesca, sport e cucina.

gazzi della squadra agonistica Optimist si è cimentata nell’apprendimento dell’arte dei nodi marinari; non sono mancati i momenti di comicità durante le lezioni di apprendimento tecnico. Fortunati gli spiaggianti della “Sacheta” che si sono ritrovati spettatori di uno spettacolo a sorpresa. L’indomani, la Gelisio, è riuscita a partecipare alla regata con decine di derive e regatanti professionisti. Alla conduttrice, il presidente della SVC Massimo Modenese ha consegnato una coppa simpatia in ri-

Ed è proprio a Caorle che lo staff ha fatto tappa per ben 5 giorni, per parlare dello sport della vela e di pesca. In occasione della “Festa delle Derive” organizzata dalla SVC, c’è stata la partecipazione della Gelisio come allieva di deriva, guidata dal pluricampione campione nazionale ed europeo in classe Laser Francesco Dal Bon; invece con i ra-

cordo dell’esperienza vissuta. Lo staff ha continuato le riprese per altri tre giorni, in un palcoscenico diverso, il mare e la laguna di Caorle assieme ai pescatori, seguendo varie tipologie di pesca e facendo riprese anche in profondità. Donatella Brentel

NE WS - Scuola Alberghiera “Giovanni XXIII” - CAORLE

L’AVVIO DELL’ANNO SCOLASTICO 2010/2011

nizia con la lettura di un ... I passo della Bibbia da parte di un’allieva della Scuola Alberghiera

Giovanni XXIII. La Direttrice, il Parroco di Caorle Don Giuseppe Manzato, tutto il personale docente, di segreteria, ausiliario e di convitto; tutti gli allievi e molti genitori, il 27 Settembre hanno inaugurato l’avvio delle attività formative. “La scuola quest’anno apre con classi prime più numerose rispetto alle previsioni, questo è un segnale positivo per il nostro Centro, - spiega la Direttrice Valentina Bellacima - avere più allievi ci consente di ottimizzare l’impiego del personale coinvolto nell’insegnamento, di poter ampliare l’offerta formativa ed essere più efficienti nella risposta alle molteplici richieste

provenienti dal mondo del lavoro. Una classe prima per problemi logistici; ovvero per la mancanza di posti letto in convitto, è stata attivata nella sede di Motta di Livenza. Questo dimostra che la scuola Alberghiera di Caorle sta crescendo e diventa sempre più una valida opportunità per i giovani del nostro territorio”. Si respira un ulteriore clima di en-

Corsi di Formazione Iniziale Area Giovani approvati con DDR 765 del 28/07/10, DDR 483 del 19/05/10 e DDR 484 del 19/05/10

tusiasmo in prospettiva del trasferimento della scuola nel capoluogo di Caorle, nei locali adiacenti le scuole medie, lasciati liberi grazie al trasferimento nel nuovo Municipio. Alcune novità: da quest’anno è stato introdotta la materia di religione cattolica nelle classe prime nell’ottica della conoscenza delle nostre radici culturali. Da quest’anno la ditta fornitrice delle divise utilizzate nei laboratori di sala, bar e cucina sarà la stessa che serve la Federazione Italiana Cuochi, la manifattura è ben curata come anche i tessuti che risultano essere di buona qualità. Infine una grande opportunità per gli allievi già qualificati: da Novembre sarà attivato un quarto anno integrativo presso la Scuola Alberghiera Lepido Rocco con sede operativa a Caorle,

SCUOLA ALBERGHIERA “Giovanni XXIII”

Via Selva Rosata, 87 30021 Duna Verde – CAORLE (VE) tel e fax 0421.299269 e-mail:capalg@tin.it

il titolo del corso sarà “Operatore ai servizi di ristorazione”. Questo corso di formazione specializzata darà un valore aggiunto alle conoscenze e professionalità già acquisite durante i tre anni di qualifica. All’interno del corso verranno approfonditi alcuni insegnamenti come: Cucina Creativa, Finger-Food, Enologia, Snack, Lavorazioni alla Lampada, Pasticceria e Gelateria ed un breve corso sul Cioccolato che si terrà presso l’Azienda Bigatton di Portogruaro. Non ci resta che augurare un buon anno scolastico a tutti gli allievi, insegnanti, direzione e tutto il personale della scuola della Scuola Alberghiera di Caorle.


17

n. 8 - ottobre 2010

Giornata nazionale del cane di pubblica utilità

Cani con le stellette

di Jessica Gusso

ane amico dell’uomo ma soprattutto alleato e risorsa del cittadino. Il premio nazionale “Cani con le stellette ” è un evento che mira a premiare il miglior binomio cane-addestratore, che si svolgerà a Roma in ottobre durante la cerimonia celebrativa del 188° anniversario del Corpo Forestale dello

C

Stato. In merito è stata istituita la "Giornata internazionale del cane di pubblica utilità", che si è tenuta a Caorle con una due giorni di dibattiti e dimostrazioni tecnico-operative dei gruppi cinofili, il 24 e 25 settembre. Venerdì mattina si è potuta ammirare una sfilata per le vie cittadine del Reparto d'Onore a cavallo del Corpo Forestale dello Stato che dal Comando della Polizia locale è arrivato fino in centro storico. Alle 15 in sala consiliare, aperto dal sindaco Marco Sarto, sono state presentate le relazioni di Umberto

D’Autilia, Capo del Servizio Centrale Scuola Corpo Forestale dello Stato, Fabrizio Bardanzellu, Capo del Servizio Centrale di Polizia Ambientale, Forestale, Agro-alimentare e di Protezione Civile, Renzo Piccin e Nicola Fiumara, rispettivamente medico veterinario e dirigente del settore centrale specializzazioni polizia penitenziaria, Marco Pirondi e Federica Barbieri. con l’intervento conclusivo del Capo del Corpo Forestale dello Stato Cesare Patrone. Il sabato invece alle 10:30 si è tenuta una dimostrazione di abilità

HOTEL SARA - Il 2° simposio con Ospiti, Amici, Personalità

to hanno proposto ai commensali una rivisitazione di piatti della tradizione veneta, sia del mare con il saor di scampetti o i tagliolini al nero di seppia e il baccalà alla vicentina, che della terra con i risi e bisi, la faraona in pevarada. Il tutto accompagnato da vini BepinDeEto, Felluga e Rebuli. Per l’occasione l’artista caorlotto Dario Dorigo Zaba ha realizzato un quadro commemorativo in ricordo di Toni Gusso con nodi in corda e simboli marinari.

S La Cucina tra tradizione W E N

cultura e turismo

è ripetuta, lo scorso Si sabato 25 settembre la “Cena in Famiglia” pro-

posta da Giuseppe Gusso all’Hotel Sara per esaltare i valori tradizionali e culturali della cucina tradizionale, uniti ai valori dell’ospitalità alberghiera caorlotta. Motivazione di fondo, il ricordo del fondatore dell’Hotel Sara, Antonio Gusso. Convocare intorno al tavolo, assieme agli ospiti dell’albergo, amici e per-

sonalità, tra i quali l’on. Giorgio Holzmann di Bolzano, membro della Prima Commissione affari costituzionali, due atleti olimpionici quali il campione italiano del getto del peso Paolo Dal Soglio e il ciclista Claudio Gosetto, entrambi di Schio; lo scrittore bellunese Mauro Corona, il veterinario del Corpo Forestale Renzo Piccin, il caporedattore di Rai3 Veneto Beppe Gioia, e il collega Enrico Borella

di TeleVenezia, infine Graziano Manzatto, presidente dell’Unione Nazionale Cuochi del Veneto e consigliere nazionale FIC. I due chef Fabio Cattapan e Massimiliano Tren-

Ha suscitato grande ammirazione la sfilata del Reparto d'Onore a cavallo del Corpo Forestale dello Stato. Normalmente questo Reparto, formato da cavalli e cavalieri che provengono da tutta Italia (soprattutto Feltre, Celarda e Follonica, dove si trova il centro di addestramento equino) sfila solo a Roma per il cambio della guardia al Quirinale, oppure in occasione del 2 giugno festa della Repubblica e alla festa del corpo, che quest'anno si svolge il 16 ottobre. Per la prima volta sono usciti dalla capitale in Reparto d'Onore e ciò è stato motivo d'orgoglio per Caorle.

nel tratto di spiaggia antistante la Madonnina, dei gruppi cinofili dei Corpi di Polizia, delle Forze Armate, dei Corpi Nazionali di Protezione Civile e delle Associazioni di volontariato, presentati dal Comandante regionale del Veneto del Corpo Forestale dello Stato Alberto Colleselli. La dimostrazione, che prevedeva delle operazioni di salvataggio in mare è stata annullata causa maltempo, ma si è comunque tenuta la prova a terra con simulazioni di ricerca di dispersi, esplosivi e stupefacenti, al termine della quale sono state conferite delle targhe per i salvataggi di quest'estate operati dai cani e relativi addestratori.


18

n. 8 - ottobre 2010

Numerose iniziative e incontri di arte, musica, salute e benessere

Le proposte culturali del Centro Pertini

ottobre prende il via la stagione culIn turale 2010 – 2011 del

Centro “Sandro Pertini”, circolo ricreativo e culturale rivolto ad over 60 e pensionati, gestito dall’Amministrazione Comunale. La stagione di incontri e conferenze si presenta davvero ricchissima e si aprirà mercoledì 20 ottobre, alle ore 16.00 presso la Sala Geromin (stabile che ospita anche la Sede AVIS, angolo F.ta Pescheria e via dei Bragozzi), con la presentazione dell’intero cartellone da parte di uno dei dipendenti del Centro, il dott. Francesco Fontana. A seguire, già il giorno giovedì 21, presso la medesima Sala alle 15.30, ci sarà una sorta di “recital” che alternerà la lettura di brani di narrativa ebraica a commenti storici. Ma poi la stagione proseguirà fino al mese di aprile in moltissimi pomeriggi durante i quali si alterneranno docenti di grande prestigio, professio-

nisti, accademici, in alcuni casi membri stessi del Centro Pertini, i quali ragioneranno di arte sacra, di musica, di benessere psicofisico, con un’area dedicata esplicitamente alla prevenzione, e ancora di storia (con particolare attenzione al Risorgimento e al 150° anniversario dell’Unità d’Italia), di nature e ambiente (in particolare i “nostri” ambienti veneti dal mare alle Alpi) e di costume e civiltà (con un occhio quest’anno all’ebraismo inteso come cultura e come religione).

Si tratta di argomenti selezionati e scelti dai membri stessi del Centro, in particolare da chi nel corso di questi anni si è dedicato proprio alla promozione culturale. E da questo fermento cultu-

rale è scaturita anche l’idea di una sorta di “cenacolo”, che inizierà mercoledì 27 ottobre pomeriggio presso la sede del Centro Pertini e che quest’anno si propone riflessioni e letture sulla narrativa ebraica del ‘900. A conclusione di questa serie di appuntamenti sono previste, per il periodo primaverile, due uscite turistico-ricreative, una al Ghetto ebraico di Venezia e una presso le Prealpi bellunesi. Ricordiamo che l’iscrizione al Centro Pertini è aperta a ogni cittadino di Caorle che abbia compiuto i 60 anni o sia comunque pensionato, e che il sito informatico del Centro è consultabile da chiunque alla pagina www.comune.caorle. ve.it link “Centro anziani”.


19

n. 8 - ottobre 2010

Sulle spiagge dell’Asl 10 si è misurato quanto l’organismo sia inquinato dal fumo di tabacco e dall’ambiente quotidiano

Quanto fumo hai nei polmoni ? Ti misuro in spiaggia SALUTE - Con l’impiego del “piCOmetro” in dotazione al Ser.D - Servizio per le dipendenze allo scorso mese di agoè possibile sapere quanto il proprio organismo sia intaccato dal fumo di tabacco o dall’inquinamento atmosferico che ci circonda quotidianamente.

D sto

Il tutto con il “piCOmetro”, in dotazione al Ser.D (Servizio per le Dipendenze) dell’ULSS10, usato dagli operatori del progetto di prevenzione “Off Limits”. Si tratta di uno strumento

in grado di misurare la quantità di monossido di carbonio presente nei polmoni. Per attivarlo è sufficiente soffiare nel boccaglio dello strumento: entro pochi secondi il display fornirà

un codice numerico che indica la concentrazione di CO in ppm (parti per milione). “La scala dei valori va da 1 a 80 ppm -spiega Tiziano Sartor, operatore del Ser.D-. Una persona che fuma potrà avere, a seconda delle sigarette consumate nella giornata, valori che vanno da 20 a 78 COppm, nel caso dei fumatori più incalliti, che hanno gravi dipendenze da nicotina” “Anche i non fumatori fanno tuttavia registrare molto spesso valori non trascurabili - continua Sartor - ad esempio chi ha tabagisti in famiglia, chi risiede o lavora in ambienti inquinati, può arrivare o superare il valore di 10 COppm”. A seconda del risultato ottenuto, e sulla base di una specifica tabella, gli operatori di “Off Limits” cercano di sensibilizzare giovani e meno giovani a smettere di fumare, oppure segnalano che la maggior parte della propria vita trascorre in ambienti inquinati. Il test con il piCOmetro veniva eseguito all’interno di un camper che sostava nelle

piazze più frequentate e all’esterno di discoteche e discobar di Jesolo, Caorle, Bibione.

Giornata mondiale dell’Alzhaimer 21 settembre si è celebra-

IL ta la 17ª giornata mon-

diale Alzheimer, avente come slogan “It’s time for action!” lanciato da Alzheimer’s Disease International. Tra gli eventi atti a sensibilizzare la popolazione in merito a questa patologia sempre più presente nelle nostre famiglie, il direttore del Centro per il Decadimento Cognitivo e dell’Unità Valutativa Alzheimer dell’Asl 10, dott. Sebastiano D’Anna, ha presentato un bilancio dell’attività. Nel bacino territoriale di competenza, 43.136 persone hanno superato i 65 anni di età (al 31/12/2009) e l’epidemiologia fornisce una stima di prevalenza di demenza senile, nelle sue molteplici categorie, in circa 1.200 persone, colpite da deficit e deterioramento intellettivo e comportamentale. L’incidenza è calcolata sulla base di circa 180-200 casi nuovi ogni anno.


PRA’ DELLE TORRI S Dedicato al personale e ai gestori NE W Il tradizionale convivio di fine estate 20

n. 8 - ottobre 2010

nche quest’anno si è riAconvivio petuto il tradizionale di fine stagione riservato al personale e ai gestori delle attività commerciali e servizi del Centro Vacanze Pra’ delle Torri. Una autentica serata di gala, venerdì 24 settembre: una enorme tavolata per oltre 100 persone è stata allestita al ristorante Gabbiano, con gli chef che hanno deliziato il palato dei commensali con una entrée tradizionale di lesso con cipolla, segui-

ta da un sorprendente risotto alle fragole e a seguire una maxi grigliata dove campeggiava lo stinco di maiale, sia fresco che affumicato, e poi

salsicce, costa, polenta e verdure grigliate ai ferri; vino e birra a fiumi (escluso chi poi avrebbe guidato), dessert e caffè. Ma non finisce qui: sia durante che dopo cena, ha suscitato grande entusiasmo l'esibizione di Massimiliano Pilotto, in arte “Bitols”, musicista cabarettista e intrattenitore trevigiano, con un repertorio amplissimo, che spaziava dal jazz-blues al rock, alle musiche latinoamericane, al revival italiano e internazionale. Tra gli ospiti invitati al banchetto dalla direzione del Centro vacanze, anche i titolari del villaggio Scarpi, struttura open air di Cavallino Treporti, a riprova che

quello dei villaggi turistici e centri vacanze è un segmento omogeneo e molto ben consolidato e strategico delle spiagge veneziane; una rete di strutture ricettive in grado di accogliere ogni estate milioni di turisti da tutta Europa. Si pensi solo al fatto che il Pra’ delle Torri da solo conta un numero si presenze stagionali ben superiore a quante ne registri l’intera Eraclea Mare; E Pra delle Torri, il più vasto centro vacanze di tutta Europa come estensione,

compete come presenze con altri due grandi villaggi a 4 stelle quali l’Union Lido e il Marina di Venezia, entrambi sul litorale di Cavallino.


21

n. 8 - ottobre 2010

LA LETTERA - Si chiede alle banche di tenere le luci accese di sera

Luci e ombre in Via Roma uci e ombre sulla sistemazione del nuovissimo Rio Terrà. La strada in parola è quella di fronte alla scuola Bafile, che si estende fino ad incrociare via Roma, anche quest'ultima nuova di zecca. La prima è conosciuta come il salotto di Caorle; la seconda è in predicato di diventare una nuova passeggiata commerciale. Nei progetti dei costruttori dovrebbe raggiungere lo scopo di attirare una parte del flusso pedonale estivo e decongestionare l'affollamento, a volte fastidioso, di Rio Terrà. Per ora gli effetti sperati dagli urbanisti e dai lottizzatori non si sono concretizzati: Rio Terrà è sempre pieno da scoppiare. Per contro Via Roma è deserta. C'è da dire che, a lavori finiti, Via Roma e Rio Terrà sono contrassegnate più da ombre che da luci. Fuor di metafora c'è da rimarcare che l'illuminazione delle due strade è scarsissima. L'effetto è reso ancora più evidente dallo sfavillante brillio dell'illuminazione predisposta attorno al municipio e all’adiacente urbanizzazione. La sua illuminazione è un po' troppo carica rispetto al contesto, tanto che per questo e per i suoi colori e per lo stile architettonico a molti ricorda i centri commerciali "outlet". Ritornando ad analizzare i buchi di buio, al loro oscuramento contribuiscono anche le tre banche che operano dove le due strade si incrociano. Gli istituti bancari, dopo aver incassato i risparmi dei cittadini e il frutto del lavoro di alberghi e negozi, si dimostrano insensi-

L

bili che a Caorle d’estate si lavori fino alle unici di sera e anche oltre. Le filiali continuano ad osservare scrupolosamente l'orario ministeriale. Magari, se tenessero le luci accese migliorando l'aspetto urbano, sarebbero più visibili e potrebbero favorire anche qualche loro cliente. In definitiva averne dei vantaggi. Ma non esiste ragione. Gli orari sono orari sia a Caorle come a Corbolone. Per spronare le banche a tener accese luci e lampioni basterebbe mettere sulla piazza qualche concorrente in più. Ossia gli imprenditori dovrebbero disseminare Caorle di postazioni di bancomat indipendenti, di banche straniere od operanti in altri ambiti del territorio nazionale. Questo per far comprendere a qualche illuminato direttore di banca che si può essere sarebbe essere partner al contesto economico di Caorle giorno e notte, al 100%, anche con gesti semplici. Gino Trevisan

«Mio papà... è stupido ?...» chiamo Francesca, ho 6 anni a frequento la scuola A. Palladio a Caorle. Mi ricordo bene che prima delle ferie estive c’erano degli agenti della Polizia municipale in classe nostra per fare un’ora di educazione stradale e più che altro per farci conoscere il corretto comportamento nel traffico

Mi

quotidiano. Ora ke la scuola è ricominciata vedo tanti genitori in macchina senza cintura di sicurezza ke parlano tranquillamente al cellulare e portano i miei amici a scuola. Mi fa abbastanza paura vedere ke poi anke questi miei amici sono in macchina senza cintura o seggiolino oppure sono seduti sul sedile davanti. E mi fa venire i brividi quando un paio di genitori (ke sono sempre in ritardo) si lanciano in folle corsa superveloce per arrivare alle 8 e 5 invece di partire per tempo. Benedetto ki va in pullmino..., non hanno la cintura neanke loro ma il pullmino è molto grande, stabile e soprattutto è giallo cosi si nota meglio. Anke io vorrei sedermi davanti come i grandi ma mio papa dice ke il codice stradale la prevede soltanto dai 12 anni. Mio papa tiene molto a rispettare le regole. Lui dice sempre ke deve attenersi alle regole. Ma se quasi tutti gli altri le infrangono e rischiano la vita dei miei amici, ke devo pensare? Che forse mio papà è stupido? A Natale chiederò a Babbo Natale ke porti più soldi al comune, ke li dà alla Polizia municipale e ke loro fanno più controlli. Perkè quando sei bambino ti insegnano all’asilo come si fa la raccolta differenziata e alle elementari come si comporta correttamente nel traffico, ma quando sei grande chi ti aiuta ? Francesca

NE WS - Associazione Proprietari Porto Santa Margherita

IL

IL PROGRAMMA DELL’ASSOCIAZIONE

nuovo direttivo dell’Associazione Proprietari Por- internet dell’associazione e un altro dei rapporti con la to Santa Margherita – Destra Livenza, consta oggi stampa. Naturalmente, si tratta di un primo programma, sudi 14 consiglieri. L’intenzione è di arrivare a 15 persone, giungendo, così, al numero massimo consentito dallo scettibile di modifiche e ampliamenti, qualora dovessero emergere nuove e diverse necessità. statuto e deliberato dall’assemblea dei soci . Le segnalazioni potranno pervenire da tutti i soci, La ragione di tale ragguardevole numero di soci coinvolti in prima linea, risponde ad una precisa scelta, che che sono soggetti attivi rispetto alle esigenze dell’assoè quella di creare vari gruppi di lavoro ai quali assegna- ciazione e il cui numero ci si augura venga incrementare specifici incarichi. Nel corso della riunione tenutasi to. Dopotutto, è la copiosa adesione che costituisce la forl’11 settembre 2010, su proposta del neo Presidente, dott. za primaria dei Proprietari Porto Santa Margherita. Lo scopo della creazione di gruppi di lavoro doGiorgio Granato, il Consiglio Direttivo ha individuato alcuni compiti di cui dovrà occuparsi, assegnando l’in- vrebbe rendere più snello l’operato dei vari consiglieri, senza creare dispersioni. carico a 3 o 4 consiglieri per ciascuna incombenza. Sempre nel corso della riunione tenutasi a settemIn particolare, un gruppo dovrà occuparsi dei rapbre, sono già stati fissati gli appuntamenti successivi del porti con l’amministradirettivo, che si terranno con cadenza mensile. zione comunale e con alUna preventiva calendarizzazione delle riunioni tri enti pubblici, un altro consentirà la programmazione del lavoro assegnato a dei rapporti con le associascun gruppo ed è già stato richiesto un incontro con il ciazioni operanti nella Sindaco, in ordine al quale, tuttavia, si sta ancora attenzona destra Livenza, indendo la conferma di disponibilità del Primo Cittadino. cludendo anche Duna L’associazione intende perseguire gli Verde, un altro ancora obiettivi che ancora costituiscono dei tradello sviluppo del sito www.aportosantamargherita.it

guardi da raggiungere per Porto Santa Margherita. Il riferimento è, in particolare, alle seguenti opere: completamento dei pennelli di difesa a mare; apertura di un varco di accesso alla spiaggia libera dopo il condominio “Margherita 70”, sfruttando la viabilità preesistente dalla piscina comunale; trasformazione di uno dei tre lastroni di cemento in pista ciclabile e ciò a partire dal condominio “Margherita 70” verso il campeggio “Mare Lago”; dotazione di panchine il cui costo potrebbe essere in parte sostenuto dall’Associazione Proprietari; installazione nella spiaggia di servizi igienici. Anche in ordine al programma appena citato, si è consapevoli che si tratta di un elenco non esaustivo e forse neppure soddisfacente, ma è altrettanto vero che i lavori descritti sono tutti realizzabili o improcrastinabili. L’associazione, in linea con la politica fin qui intrapresa, non intende farsi portatrice di impraticabili chimere, ma preferisce adoperarsi per delle concretezze, per dei lavori che possano vedere la luce in un imminente futuro. La finalità, ovviamente, non è quella di contenere la frustrazione dei consiglieri o di appagare il loro insopprimibile impulso filantropico, ma piuttosto quella di realizzare il benessere per Porto Santa Margherita. Una prosperità che sarebbe appropriata godere in questa vita.

p. Associazione Proprietari P.S.M.. Sandra Bortoluzzi


22

n. 8 - ottobre 2010

Iniziativa presentata all’Agriturismo Maranghetto dalla DP Lubrificanti

L’olio fritto diventa biodiesel Energia rinnovabile, pulita, biodegradabile: e si impara a scuola nche dall’olio fritto si può creare energia

A pulita sotto forma di biodiesel. L’idea -

anzi il progetto già ampiamente avviato da alcune aziende tra cui la DP Lubrificanti con sede a Genova e stabilimento ad Aprilia (Latina) - è stato presentato da Susanna Regis nel corso di un incontro sul tema delle bioenergie tenutosi di recente all’Agriturismo Maranghetto di Caorle. Il biodiesel è un biocarburante rinnovabile prodotto a partire da oli vegetali, che viene addizionato al diesel fossile in ragione del 3,5 (2010), 4% (2011), 4,5% (2012). I vantaggi ambientali che presenta sono diversi: no emissioni di CO2; no metalli pesanti; no Zolfo; no IPA (idrocarburi policiclici aromatici); riduzione del particolato; ma soprattutto, è completamente biodegradabile. “La DPL produce biodiesel, ma a differenza degli impianti tradizionali, non utilizza gli oli vegetali raffinati che sono destinati prevalentemente all'alimentazione umana (soia, colza, girasole) ma olio fritto e residui di lavorazione/raffinazione dell’industria agroalimentare. L'utilizzo di questi oli usati, per i quali la società dispone di tecnologie avanzate, impedisce che gli stessi siano sversati nell’ambiente senza con-

trollo, e così destinati a raggiungere fiumi e mare con carichi inquinanti di notevole entità. Non tutti sanno che in Italia si consumano annualmente 600-700 mila tonnellate di olio di oliva e 600-700 mila tonnellate di olio di semi per un totale di 1.400.000 tonnellate di oli vegetali. Attraverso un procedimento definito “reazione di transesterificazione”, questo l’olio vegetale esausto viene trasformato in biodiesel. La DPL è nata nel 2001 ed ha iniziato a produrre nel 2005. Lo stabilimento di Aprilia ha una potenzialità di 160.000 Ton/anno e produce 150 tonnellate di biodiesel /24 ore, che viene venduto in Italia ed esportato in Germania, Francia, Grecia, Inghilterra Croazia ed altri paesi europei”. - Allora, cosa bisogna fare ? “La raccolta dell’olio fritto è obbligatoria per legge in ristoranti, pubblici esercizi e aziende che ne fanno uso, ed è effettuata da ditte o consorzi speciali (DPL collabora tra l’altro con l’ASM di Rovigo), ma non basta. Serve allargare la raccolta anche alle utenze domestiche con la collaborazione delle Amministrazioni locali (isole ecologiche, condomini, aree commerciali, supermercati, scuole, parrocchie). E poi bisogna sensibilizzare la gente e soprattutto i giovani in età scolare: dopo due anni di esperienza con le scuole ne siamo sempre più convinti! DPL può mettere a disposizione delle Amministrazioni locali dei raccoglitori , ma anche conoscenze ed esperienze per partire insieme, per un paese più pulito!”.

Agenzia ROSSELLI VENDITA APPARTAMENTI E AFFITTANZE

1) A SANSONESSA Villa bifamigliare, 3 camere, doppi servizi, ampia cucina e soggiorno con scoperto privato. Riscaldamento autonomo. Prezzo: Euro 640.000,00. 2) A Ottava Presa RESIDENCE FORTUNA, villa a schiera su tre piani, tre camere più mansarda abitabile, tre servizi, soggiorno sala da pranzo/cucina, garage e piccolo scoperto. Prezzo: Euro 248.000,00.

Via G. Da Verazzano, 74 PORTO SANTA MARGHERITA - CAORLE/Ve tel. 0421.260701 fax 0421.269014 www.agenziarosselli.com rosselli@alfa.it 3) A CAORLE Casa singola, tre camere da letto, soggiorno, cucina, doppi servizi e negozio al piano terra. Prezzo: Euro 400.000,00.

4) A CAORLE a 250 m dal mare bel bivano di 65 mq, soggiorno, angolo cottura, camera da letto, bagno, ripostiglio, ampio terrazzo con chiusura invernale e garage. Riscaldamento autonomo. Prezzo: Euro 200.000,00.


23

n. 7 - settembre 2010


24

n. 8 - ottobre 2010


n. 8 - ottobre 2010

25


Vacanze, ora tocca a noi...

26

n. 8 - ottobre 2010

D o p o l a f i n e d e l l a s t a g i o n e e s t i v a : CHIUSO PER FERIE

ttobre e Novembre per i O caorlotti sono mesi di vacanza. Infatti, dopo un’intensa

e lunga stagione di lavoro, è tempo di staccare un pò la spina; ed è facile trovare questo cartello sulle porte di negozi e locali pubblici. Durante l’estate erano tutti concentrati nell’accoglienza dei turisti, ma nelle pause di riposo sognavano e ipotizzavano già le destinazioni più remote. Ebbene, ora è tempo di realizzare i proprio sogni. Solitamente i più giovani sono i primi a partire, la scuola o l’università cominciano presto perciò bisogna fare in fretta. Le destinazioni più gettonate sono le spiagge mediterranee ancora “calde”: Spagna (una su tutte Ibiza), Croazia e Grecia ma anche il sud Italia con Sardegna, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. I più sofisticati, invece, organizzano viaggi culturali nelle città europee. Si parte insieme agli amici

e ci si gusta un pò di movida. Altro must per i giovani è andare a Monaco per l’Oktober Fest a gustare per giorni interi dell’ottima birra accompagnata dalle tipiche pietanze tedesche, infatti capita spesso di sentire che è stato organizzato un viaggio in

camper noleggiato appositamente per l’occasione. Per i meno giovani in cerca di relax assoluto le scelte sono innumerevoli, dalla classica crociera sul Mediterraneo alle cure termali in Austria passando per il resto del mondo (basta un pò di fantasia). Si viaggia spesso con la famiglia e la vacanza può essere anche un momento per imparare nuove

cose ed eventualmente “importare” le idee migliori arric-

chendo l’offerta locale. Per i più tradizionalisti che amano viaggiare in comitiva Fiera di Primiero si conferma come una delle destinazioni più apprezzate, l’ideale per gustarsi il paesaggio di montagna in autunno. Ma c’è anche chi fa scelte più estreme: andarsene fino a primavera. Sono infatti sempre molti coloro che per scelta personale passano l’autunno e l’inverno in Brasile, in Centro America o in Asia. Il clima estivo ed il basso costo della vita fanno bene a portafoglio e salute.

BassoVolume, secondo ciak

uova avventura per i BassoVolume. Dopo un’eN state di grandi concerti è stato realizzato il secondo videoclip, questa volta la canzone scelta è stata “Tranquillo Abbandono”, uno dei testi più pro-

fondi dell’ultimo album. Girato dalla Pighi Brothers Production, il videoclip documenta (in bianco e nero) l’esibizione sul palco del Venice DOC Festival (Rock&Doc), avvenuta in occasione del concerto de “Le Vibrazioni”. La band locale ha aperto la serata e ha scaldato gli animi delle numerose persone accorse, le quali

Matteo Gubitta

però non hanno potuto assistere all’esibizione degli headliner a causa di un’improvvisa tempesta che ha interrotto il concerto. I BassoVolume, coadiuvati dal nuovo manager Nicola Casagrande di EventisuMarte, hanno recente mente “ampliato gli orizzonti”. Anche grazie all’innesto del giovane batterista Marco Battiston, stanno sviluppando un suono più rock e aggressivo. La band “che viene dal mare” si sta facendo conoscere in giro per il Veneto, ha aperto una serie di concerti del famoso gruppo irlandese “The Chapters”ed entro fine anno, per festeggiare i 15 anni di attività del gruppo, registrerà un cd di vecchie canzoni risuonate con il - MG nuovo stile.


tendenza

n. 8 - ottobre 2010

Oggi... Quasi certamente,io

Celebrità: nuovo disco unplugged di Maria Dal Rovere n progetto nato per riproporre le più belU le canzoni pop italiane, con qualche incursione nella musica inter-

nazionale, il tutto in chiave acustica, con raffinati arrangiamenti e spazio ad improvvisazioni soliste. Si intitola “Oggi… quasi certamente, io” il nuovo lavoro di Maria Dal Rovere, giovane artista caorlotta, molto conosciuta in Italia per aver cantato il singolo “To ne mai” in versione dance. Maria, ancora venticinquenne, vanta già una carriera invidiabile con numerose apparizioni in TV e un’esperienza live da grande professionista.

Concerti Azalea

27

Il Cd, al quale hanno partecipato Paolo Prizzon (alla batteria), Francesco Boldini (alle chitarre) e Lello Gnesutta (al basso e al contrabbasso elettrico), contiene: La mia banda suona il rock; L’appuntamento; Io canto; Parole, Parole, Parole; La voglia, la pazzia;, Il pescatore; Quando, quando, quando; Ho un sassolino nella scarpa; Hoy; Prendila così; Oggi sono io. Undici brani, tutti da ascoltare, gustandosi la stupenda voce di Maria Dal Rovere. Per acquistare il disco visita il sito www.mariadalrovere.com Matteo Gubitta

MAL a Caorle

Avvistato al Ristorante “La Baia” in Valle Altanea il mitico cantante britannico naturalizzato italiano MAL dei Primitives. Paul Bradley Couling (il vero nome) ha gustato gli squisiti “spagheti coi zotoi”.

Sei libri da leggere.. alla Libreria Cornaro

Il presente oroscopo non ha alcun fondamento scientifico.

# Ballerini di Ballando Caorle Via L. Dal Moro, 31 - tel. 0421.212912 sotto le Stelle, 28/10 1. P. COELHO - Le valchirie - Bompiani Palazzo del Turismo-Jesolo 2. M. MURGIA - Accabadora - Einaudi # Litfiba, 27/11 3. P. GRILLO - Prendiamoci il futuro - Rizzoli Palazzo del Turismo-Jesolo 4. MAYER-ORLANDINI -La grande storia della Bibbia-Cairo ed. 5. W. DORN - La psichiatra - Corbaccio # Ligabue, 16/12 PalaTrieste-Trieste 6. E. BERSELLI - Economia giusta - Einaudi

O R O S C O P O

Ariete

La cautela è di rigore: segui la routine, aspetta a lanciarti in imprese rischiose. Il prossimo mese sarà diverso. Toro Lavoro e professione sono al riparo dalle ostilità del periodo. L’amore nuota fra onde agitate, ma il sesso è il tuo salvagente!

Bilancia

Nonostante qualche difficoltà superabile, te la cavi bene. Cerca di mostrarti cordiale con i familiari e i parenti anziani: puoi vivere un periodo felice.

Scorpione

Periodo eccezionale per l’amore, per l’eros, lo sviluppo economico, professionale. Le noie in famiglia, puoi Gemelli scansarle. In famiglia mostrati presente, più partecipe ai proble- Via libera al lavoro, alla professione.Sagittario saldi in fami di tutti. Lavoro e professione promettono bene, la miglia e in amore: niente è perduto,Nervi dipende da te, carriera segna il passo. dalla tua volontà di andare avanti.

Cancro

Cielo sereno o quasi: se ti mostri più presente in famiglia, hai fatto bingo! Il resto? Alla grande nel lavoro, nella professione e pure in amore. Leone Ti muovi su un terreno minato: evita i passi falsi, non andare su tutte le furie. La routine e la pazienza sono le tue armi migliori.

Vergine

Capricorno

Le nuvole nel cielo del mese non ti spaventano: hai grinta, gli atout necessari per scansare ogni ostacolo. Eros e amore ti consolano. Acquario Periodo difficile da affrontare in amore, in famiglia. Calano le energie, la salute presenta qualche conticino da pagare.

Pesci Pochi gli ostacoli: questioni che puoi gestire col buon senso. Hai il vento alle spalle nel lavoro, nella profes- Parti in sordina ma strada facendo recuperi. Procedono il lavoro, la professione. In amore sei il più amato sione, sul piano erotico. dello Zodiaco.

Pare, xè ben!

Detti Popolari Veneti

Compare, tutto bene!

Espressione di gioia e serenità rivolta ad un amico o conoscente (detto“pare”). In qualche caso significa anche che ci si può accontentare di quanto fatto.

SUDOKU sotto l’ombrellone 4

9

5 6 1

5

9

1

3 7 6

8 2 7

3 6

2

3

2 9

8 6 5

2

5

1 9 9

3

DIABOLICO - In ogni riga, colonna e riquadro inserite una sola volta i numeri da 1 a 9.


28

n. 8 - ottobre 2010

CNSM, SVC e OYC : le manifestazioni tra Caorle, Lignano e Trieste

Vela: le regate d’autunno ccoci arrivati in coda alla sta-

E gione velica 2010. Dopo il

www.suriannautica.com surian.nautica@libero.it

novità010 2 r a b che CAORLE (Ve) - Strada Nuova, 56-64 tel. 0421/ 81315 - 81579

successo della seconda edizione del Trofeo Città di Caorle, organizzato il 5 settembre dal CNSM in collaborazione con Darsena dell'Orologio, il sodalizio di Caorle è ora impegnato nell'organizzazione del Campionato Autunnale. I migliori equipaggi veneti e friulani, che dopo la pausa estiva si sono ritrovati numerosi per questa bella regata che ha consentito loro di rimettere a punto barche e vele in vista dell'intensa stagione agonistica, sono ora impegnati con il Campionato Autunnale del Circolo Nautico Santa Margherita e quello della Società Velica Caorle, che seguono all’importante e affollata Barcolana di Trieste che si svolge dal 2 al 10 ottobre. Il campionato CNSM è patrocinato dalla Fondazione culturale Panathlon e gemellata per il quarto anno con il Campionato Autunnale di Lignano: insieme danno vita alla Coppa delle due Lagune, con avvio il 24 ottobre nelle acque friulane per approdare il 13 novembre in quelle venete tramite una regata costiera di trasferimento. La Coppa della due Lagune è nata proprio per consentire agli equipaggi ASSISTENZA e delle regioni vicine di conCOMMERCIO frontarsi ai massimi livelli IMBARCAZIONI e MOTORI MOTORI MARINI su campi di regata diversi e officina autorizzata in condizioni meteo marine HONDA variabili secondo le specifi-

cità dei territori e delle coste. Il Campionato Autunnale del CNSM organizzato in collaborazione con Marina 4 e Darsena dell'Orologio, aperto ad imbarcazioni dai 7,50 ai 20 metri, ai Meteor ed ai Minialtura che costituiranno classe a sè, sarà corso in IRC e in Libera. La prima prova si disputerà domenica 14 novembre alle ore 11.00 ed il percorso sarà visibile anche dalla passeggiata a mare di Caorle. Le regate proseguiranno il 20, 21 e 28 novembre. Nella giornata finale del 28, al termine delle

prove presso la Club House del CNSM, si terranno le premiazioni e sarà assegnato anche il prestigioso Trofeo Panathlon, un challenge che spetta al circolo i cui iscritti hanno ottenuto le migliori prove assolute con i tempi compensati IRC, da due anni è vinto dal CNSM, i cui soci daranno battaglia per poterselo assicurare nuovamente. Il Campionato Autunnale della Società Velica Caorle invece, vede confrontarsi una trentina di barche in quattro regate, divise tra le domeniche del 17 e del 24 ottobre in classe Open, aperte cioè a tutti i tipi di imbarcazione. L’evento è organizzato per i soci, ma la partecipazione è allargata a chiunque sia interessato. Jessica Gusso

Barca recuperata a Eraclea

Intervento di due pescherecci di Caorle L’intervento di recupero da parte dei due pescherecci “Elisa” e “Alessandro C.” dei fratelli Canta, si è reso necessario il 22 settembre scorso al largo della costa di Eraclea Mare per riportare a Caorle una barca a vela impegnata nella regata lunga della Settimana Velica Triestina, intercettando lo scafo andava alla deriva dalla costa istriana, portato dal forte vento di bora. Alla barca si era improvvisamente staccato il bulbo di chiglia e il peso dell’alberatura ne aveva provocato il semi affondamento, senza comunque alcuna conseguenza per l’equipaggio.


SPORT

29

EUROMOBIL BASKET CAORLE - Tutti in campo con i Gialloblu

Cominciata la nostra Serie B mento dei play off, finalmente è

arrivata la tanto agognata promozione in Serie B. Caorle riparte da una categoria che per l’attuale

Il Presidente Tamai accoglie in gialloblu Samuel Deguara, 19enne maltese in prestito dalla Benetton, esordiente in un campionato senior.

struttura societaria, il vivaio e il Palazzetto che abbiamo è sicuramente quella piu’ consona. Ci siamo preparati al meglio per affrontare questa avventura in una categoria piena di insidie e con squadre molto attrezzate sia dal punto di vista fisico che tecnico. Il roster allestito dalla società è di assoluto valore ma non ci siamo accontentati ed abbiamo voluto dare allo staff tecnico un arma in piu’; è di questi giorni infatti la notizia che riguarda l’accordo con la Benetton Treviso per il prestito del “Gigante Maltese” Samuel Deguara classe 1991 che ha già esordito con i “verdi” nei tornei pre season di settembre. Si tratta di un centro puro di 224 centimetri e 140 kg di peso che per la B dovrebbe rappresentare un autentico crack. Il giovane maltese ha iniziato ad allenarsi con i nuovi compagni a partire dai primi giorni di ottobre ed il

opo una vita in serie C con il

D quasi sistematico raggiungi-

SCUOLA ITALIANA PIZZAIOLI

Impara un mestiere bellissimo che non conosce disoccupazione. Ottime possibilità di lavoro in Italia e all’estero.

SEDI DEI CORSI: CAORLE tel. 0421/83148 ROMA, MILANO, NAPOLI, BARI, LECCE, TORINO, CAGLIARI,VERONA,VICENZA, BERGAMO, BRESCIA, PESCARA, OSTIA, MODENA, CATANIA, FOLLONICA, SCALEA,VIAREGGIO, BENEVENTO, TERAMO, MONTPELLIER/Francia, SAN FRANCISCO/Usa

suo inserimento in squadra sarà facilitato dalla presenza di Valesin, un altro nostro giovane (classe 1992) di belle speranze, con il quale ha condiviso 3 anni di percorso giovanile in quel di Treviso. La prima partita di campionato ci ha visto sbancare il Forum di Pordenone con una vittoria netta che ha messo in evidenza le qualità dei singoli ma soprattutto la forza di un gruppo che pur rinnovato per 8/10 sembra già molto unito. Purtroppo, nella gara di esordio casalingo, siamo stati superati di due punti sul filo della sirena da un ostico Villafranca (53 falli fischiati da una squinternata coppia arbitrale) con un risultato finale da minibasket: 47-49 !! La strada per raggiungere la salvezza è evidentemente molto lunga e irta di ostacoli, ma i nostri ragazzi e il coach Mauro Seno sapranno dimostrarsi un team all’altezza della Serie B. Massimo Corbetta

PROSSIME GARE:

9.10 17.10 24.10 31.10 7.11 14.11 28.11 5.12 8.12

Cavriago - BVO Caorle BVO Caorle - Corno R. Marostica - BVO Caorle Ravenna - BVO Caorle BVO Caorle - Rovereto BVO Caorle - Bassano BVO Caorle- Fortitudo Bo Albignasego - BVO Caorle BVO Caorle - Castelnovo

GRETO ERIBILE E S n u a h za iz p ta s IG Que ROCCANTE e D C A N O U B iù p la rende

anche a CAORLE

che

“ P I Z Z A N E W ” PIZZE al trancio PIZZE d’asporto classiche e maxi

in PIAZZA PAPA GIOVANNI XXIII

è al vostro servizio dal

giovedì alla domenica prenotate le vostre pizze telefonando al n. 0 4 2 1 . 8 3 4 3 9

troverete PIZZA NEW anche a: PADOVA “Le Buone Voglie” - 5 MANIAGO (Pn) PORDENONE BASSANO (Vi) NOVENTA PADOVANA (Pd) LIGNANO SABBIADORO (Ud) PORTO S. MARGHERITA (Ve) ROSA’ (Vi) CATANZARO ROSOLINI (Sr) DAMASCO (Siria) - 8 IRLANDA

SACILE (Pn) LATISANA (Ud) GORIZIA TREVISO-SAN GIUSEPPE TRIESTE LIGNANO PINETA (Ud) MESTRE (Ve) PISTOIA CATANIA REGGIO CALABRIA - 2 DUBAI

DIVENTA TITOLARE !

Apri una pizzeria con noi. Per saperne di più telefona al n. 0421.83148


SPORT

30

TENNIS - Esibizione dei campioni d’Italia del New Team Treviso

Abilissimi sulla terra rossa

U

na spettacolare esibizione tennistica di doppio con atleti su sedia a rotelle si è tenuta presso i campi dello Sporting il 18 agosto sera per due ore, da parte del “New Team” di Tennis di Treviso, detentore del titolo campioni d’Italia a squadre dal 2008. Tra gli atleti tricolori, anche il caorlotto Francesco Trevisiol, Gerotto Mirco di Eraclea, Moretto Antonio di Treviso e Cia Paolo di Pramaggiore, rispettivamente numero 15, 10, 3 e 6 della classifica italiana. Questa manifestazione è stata fortemente voluta dall’ atleta Francesco Trevisiol che si è stupito della folla di gente accorsa a vederli giocare, e dal gestore dell’impianto sportivo Roberto Filippi il quale dice che in trent’anni di tennis non si è mai emozionato così tanto. Il New Team di Treviso è una società nata nel 2006 ed è campione d’Italia da tre anni consecutivi. Hanno disputato l’ultimo torneo a Forlì e il prossimo a Livorno. Il 15 settembre hanno organizzato il torneo nazionale a Jesolo sperando per il prossimo anno di portarlo a Caorle dove se ne sente il bisogno; e non si è

consci della richiesta che c’è di questa variante del tennis, che a parte avere l’agevolazione del doppio rimbalzo risulta essere più difficile ed impegnativo per gli atleti ma allo stesso tempo più appassionante per il pubblico.

Jessica Gusso

TRIATHLON - Importanti impegni estivi nel Triveneto, Francia e Austria

L’estate di Olimpicaorle appuntamenti e ottime prestazioni per I mportanti

Caorle vs Ceska Lipa Gli ospiti vincono sia a calcio che a tennis nche quest’anno, come ormai da tradizione, si è rinA novata la doppia sfida sportiva tra Over 40 di Caorle e Ceska Lipa, segno di un’amicizia che si consolida di anno in anno tra atleti locali e ospiti guidati da Vladimir Solin, storico tour operator con sede nella cittadina a nord di Praga. La sfida calcistica, disputatasi lunedì 20 settembre, ha visto prevalere i ceki per 2-0 nonostante una relativa suprema-

zia delle Vecchie Glorie del Calcio Caorle, apparse però ancora a corto di condizione tecnico-atletica dopo la pausa estiva. Al termine, incontro conviviale offerto dalla gestione dell’Hotel Gabriel. La sfida tennistica con il Tennis Club Caorle, disputatasi il giorno seguente sui campi dello Sporting Orologio, ha sancito anche in questo caso la supremazia dei ceki che hanno vinto 8 gare a 7.

gli atleti dell'Olimpicaorle nel pieno della stagione sportiva. La squadra di triathlon ha presentato atleti alla partenza in tutte le gare del triveneto e negli appuntamenti più importanti del nord Italia e dell'Austria. A luglio le gare di maggior rilievo sono state due Ironman (3,8Km di nuoto, 180Km di ciclismo e 42Km a piedi) con Brussolo e Moro a Nizza (Francia) e Cialdella, Bellomo e Fabbro a Klagenfurt (Austria). Non meno importate il “70.3” (mezzo Ironman) ben disputato da Baccioli a Como. Innumerevoli le gare su distanza olimpica con l'onnipresente Valter Ferro che ha stupito i sui compagni disputando senza timore il campionato italiano di categoria al lago di Tarzo (TV). Anche dal punto di vista dei risultati ci sono stati due acuti con Baccioli, che alla mezza maratona di Scorzè ha vinto nella propria categoria, e Brussolo, che si conferma specialista dei crono triathlon, classificandosi nuovamente al primo posto di categoria nella gara delle Bandie (TV). La stagione si chiuderà a ottobre con le ultime gare di Duathlon, e poi l’affascinante stagione delle maratone in giro per il mondo. - F.B.


NUMERI UTILI

(

TELEPHON-NUMMER

CARABINIERI 112 - 0421.81002-83686 POLIZIA DI STATO 113 - 0421.71777 VIGILI DEL FUOCO 115 - 0421.72222 0421.275700 POLIZIA STRADALE VIGILI URBANI 0421.81345 GUARDIA di FINANZA 0421.81069 CAPITANERIA di PORTO 1530 - 0421.210290 SOCCORSO NAVALE 0421.211630 0421.219111 MUNICIPIO TRAGHETTO Caorle-Porto S. Margherita 0421.83887 SOCCORSO STRADALE 803803- 803116 UFFICIO POSTALE 0421.219911 ENEL 1678 46001 0421.4811 ACQUEDOTTO A.T.V.O. stazione autocorriere 0421.383675

9 EMERGENZA SANITARIA PRONTO SOCCORSO CAORLE

118 0421.219829 0421.219814 0421.7641 0421.227111

MEDICO TURISTICO CAORLE OSPEDALE PORTOGRUARO OSPEDALE S. DONA’

FARMACIE: MONTANARI - Caorle, Rio Terrà 35 0421.81044 BORIN - Caorle, Viale S. Margherita 68 0421.210059 SCABBIO - P. S. Margherita - Via Pigafetta 11 0421.260060 ZAGO - S.Giorgio di L., Via Risorgimento 46 0421.80143

iA.P.T. CAORLE

0421.81085-81401 0421.260230 0421.81251 0421.84207 0421.260469 0421.81193 0421.84272 0421.82029 041.2606111

A.P.T. P.S. MARGHERITA ASSOCIAZIONE ALBERGATORI DARSENA OROLOGIO DARSENA MARINA 4 ASCOM CONSORZIO ARENILI TAXI PUBBLICO AEROPORTO MARCO POLO

( INESCHI ( IVANO GIOVANNI Caprulae MANUTENZIONI ( tel. 0421.211054 cell. 329.3555288 (

(

(ONORANZE FUNEBRI

S T E . B I . s.a.s. di Stefanutto C. e Biancon S.

SERVIZIO SERVIZIO 24 ORE RECUPERO SALME TRASPORT TRASPORTO INTERNAZIONALE Via Traghete, 120/5 - 30021 CAORLE Viale Buonarroti, 10 - CAORLE

Tel. 0421/84170 - Fax 0421/83662 cell. 348/4915434 - 348/4915435

(IMPRESA PULIZIE

STE.BI. PULITER

s.a.s.

di Stefanutto C. e Biancon S.

PULIZIE CIVILI E INDUSTRIALI

Via Traghete, 120/5 - 30021 CAORLE

Tel. 0421/84170 - Fax 0421/83662 cell. 348/4915434 - 348/4915435

(ARTIGIANO EDILE SANGION ROBERTO ristrutturazioni manutenzioni finiture di pregio rifacimento bagni riparazioni

VIA DEI CALAMARI, 21 - CAORLE tel-fax 0421.83452

E-mail: roberto@sangionroberto.191.it

IMPIANTI ELETTRICI ( ( ONORANZE FUNEBRI ( RENT BIKE autorizzazione Legge 46/90

CAORLE - Via della Triglia, 10

s.n.c.

di Braida R. & C.

SERVIZI FUNEBRI NAZIONALI ED ESTERI SERVIZI CIMITERIALI Strada Traghete, 128/2B CAORLE/Ve-Tel. 0421/211547 cell. 335.7056879

OFFERTE SPECIALI SETTIMANALI

VIALE SANTA MARGHERITA, 17 CAORLE tel. 338.9629364

www. caorlebike.it CAORLE Venezia

COMMERCIO AL MINUTO BEVANDE CON CONSEGNA A DOMICILIO

VIA TRAGHETE, 14 Tel. 0421.81275 0421.210018

INGROSSO

BIRRA - BIBITE - ACQUE VINI - LIQUORI - CAFFE’ - ALIMENTARI delle migliori marche

RISERVATO:

AFFILIATO

RIVENDITORI e GRANDI UTILIZZATORI

ristoranti - alimentaristi - drogherie - spacci e mense aziendali - comunità - salumerie bar - alberghi - pizzerie - convitti - aziende commerciali - possessori partita I.V.A.

ORARIO DI APERTURA da Lunedì a Sabato mattina 8.30-12.30 pomeriggio 15.00-19.00

DOMENICA MATTINA APERTO

Tel. 0421.210195

Elicon

elaborazione

s.r.l.

informazioni contabili

Via Madonna dell’Angelo,12

30021 CAORLE (Ve)

Tel 0421/83500-81212 Fax 0421/218273



CaorleMare Magazine Ottobre 2010