Page 1

Aut. Trib. Venezia n. 929 del 18.4.1988 - Iscr. Reg. Naz. Stampa n. 06170 - R.O.C. n. 5276

Spedizione in abbonamento postale 70% - DCB Venezia

anno XXII n. 4 - Giugno 2013 - Distribuzione gratuita

Per ricevere la rivista a casa vostra per un anno (9 numeri) inviate un vaglia postale di € 15,00 con la dicitura “RIMBORSO SPESE POSTALI” intestato a CAORLEMARE Magazine - Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Ve

editore CAORLEMARE sede e redazione Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Venezia - Tel. 333.2983338 e-mail: redazione@caorlemare.it direttore responsabile Flavio I N E S C H I collaboratori: Daniele B A R B A R O, Donatella B R E N T E L, Elisa C O T I N I, Mirco G R A N D I N, Matteo G U B I T T A, Jessica G U S S O, Milena R O M A G N O L I, Enrico S A R T O , Ruggero T O F F O L E T T O traduzioni: Emma R I M M E L E, Aurora I N E S C H I stampa: P E R U Z Z O I n d u s t r i e G r a f i c h e SpA-Via M.Polo 10/12-Mestrino (Pd) Ai sensi della Legge 675/96, art. 10 questa copia Le viene spedita per conto dell'editore, nei confronti del quale potrà esercitare i diritti di cui all’art. 13 della suddetta Legge

Assegnata a Caorle dalla FEE

BANDIERA BLU ANCHE PER IL 2013 ha ottenuto la Bandiera Blu anche CÈaorle per l'anno 2013. l'ottava volta (la

sesta consecutiva) che la Città di Caorle si vede assegnata da parte della FEE Italia, la Foundation for Environmental Education, la Bandiera Blu, che va ad appannaggio dei comuni costieri italiani che valorizzano i fondamentali servizi al cittadino e al turista tra i quali i principali sono: qualità delle acque, qualità della costa, servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale: tutti standard di qualità della vita nel rispetto dell'Ambiente. La Bandiera Blu, ormai da numerosi anni, viene assegnata anche alle Darsene dell'Orologio e Marina4 per le attrezzature e i servizi diportistici.

SALVATE IL SOLDATO APT

Interpellanza - - - - - - - - - - - - -al- -Sindaco ------------

a pag. 4

L’AVANA È IN SPIAGGIA A CAORLE Musica - - - - - - -e- -ballo - - - - -latino-americano -------------

a pag. 8

FERMATE IL DEGRADO DEI CASONI Ecco - - - - -il- -“Progetto - - - - - - - - -Casoni” - - - - - - - -di- -Caorle -

a pag. 14

Artikel in Deutsche-Sprache

... Seite10-12

News in English

... Page 13

per la vostra pubblicità

(

333 298 33 38

Sarà realizzato dalla Società Villaggio dell’Orologio nell’area di Sansonessa e servirà il diportismo di tutto l’Alto Adriatico

AL VIA IL NUOVO POLO NAUTICO S

ono passati cinque anni, da quando in queste pagine, nell’agosto 2007, fu presentato il progetto di nuovo Polo Nautico promosso dalla Società Villaggio dell’Orologio, con la Valutazione ambientale e lo studio idraulico eseguito all’Università di Trento dai proff. Bertola e Tubino. Lo scorso 24 maggio, con un simposio presso il ristorante Sporting (dove tutt’ora sono visibili i pannelli illustrativi) presenti le autorità di rango regionale e i sindaci di Caorle e Portogruaro, l’arch. Guido Impallomeni ha ufficializzato l’ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie e l’imminente via ai lavori. I numeri di questo futuro centro di riferimento per la cantieristica da diporto del Veneto e dell’intero Alto Adriatico sono significativi: il Polo Nautico, che si aggiunge al già operativo Cantiere Navale, interesserà una superficie di 140.000 mq, di cui 50.000 di bacino acqueo collegato al mare con una “porta vinciana”

che si apre direttamente sul Livenza. E poi 1.600 mt. di banchine e 500 mt. di pontili galleggianti, ai quali potranno ormeggiare 400 imbarcazioni, anche di notevoli dimensioni e pescaggio, che attualmente non trovano posto nelle darsene.

Qui saranno ubicati i cantieri per la costruzione, la manutenzione delle imbarcazioni e le attività complementari alla nautica. E si avranno anche spazi per esposizioni, eventi e incontri tecnici e culturali. Una location estremamente favorevole, lungo la Via Litoranea Veneta che collega Venezia a Trieste per canali interni, ma soprattutto sulla foce del Livenza, ottimamente protetta dai due lunghi pennelli di imbocco che servono tanto il diportismo quanto i moto-pescherecci della locale marineria. Insomma, il futuro di Caorle guarda al passato, alla sua storia marinara nel cuore dell’Adriatico.


2

n. 4 - giugno 2013

attualità

Anche il mese di Giugno si preannuncia difficile per la ricettività

Maggio: un meteo disastroso mese di Maggio da cancellare. Un Non si ricorda a memoria d'uomo un così prolungato periodo di condizioni meteorologiche avverse in questo mese, che è il più atteso perché introduce l’estate e la stagione turistica balneare. Certo, ci sono stati anni in cui a maggio è persino nevicato, ma si trattava sempre di 2-3 giorni di maltempo, che passavano in fretta per lasciare posto al sole e al caldo. Quest’anno invece no. Freddo, freddo e ancora freddo, poi precipitazioni diffuse anche forti e mareggiate che hanno sconquassato litorali e spiagge. Bravi gli operatori degli arenili, di tutto l’Alto Adriatico, che indomiti in poco tempo hanno rimesso in ordine ed efficenza le attrezzature di spiaggia. Nondimeno i problemi al turismo sono stati pesanti, perché molte sono state le disdette alle prenotazioni, già di per sé scarne rispetto agli anni precedenti. Poi si sa che dopo un paio di giorni di pioggia i turisti se ne scappaCONCORDIA - CinemaC no a casa, aspettando magari di ritornare in periodi meteorologicamente più favorevoli. Ma omenica 2 giugno alle ore per l’economia turistica è 21.00 presso il Cinema C a Concordia Sagittaria, si disputa “7x15”, ovvero la 4ª edizione del Concorso nazionale per brani di teatro, nel quale sette compagnie provenienti da tutta Italia presentano estratti di opere teatrali della durata di 15 minuti ciascuna. Le performance saranno valutate dal pubblico in sala e da una giuria di esperti.

Concorso teatrale “7x15”

D

come in amore: ogni lasciata è perduta. E le conseguenze si sentono pesantemente nei bilanci di alberghi, negozi e ristoranti. Insomma, se questo mese di Maggio era atteso perché concentrava in sé tutte le tradizionali festività turistiche dell'Ascensione e Pentecoste, dobbiamo dire che la delusione è stata grande per tutti. Non è mancata nemmeno la polemica legata ai servizi di previsioni meteorologiche, che hanno pesantemente fuorviato quei turisti, anche pendolari della domenica, che avrebbero volentieri raggiunto le nostre spiagge ma invece sono stati scoraggiati da previsioni erratamente catastrofiste. E non si presenta meglio il mese di Giugno, che a parte la festa del Corpus Domini, non offre motivi di richiamo a turisti, specialmente gli italiani, i quali non sembrano avere né smania di vacanza, né budget di spesa. Insomma, l’estate comincia soltanto adesso, sperando che possa continuare bene fino a settembre.

foto: Roberto Rossetti

Banca San Biagio De Luca neo Presidente cambio al vertice di Banca San Sannitorico Biagio del Veneto Orientale. Dopo 17 di presidenza, Franco Anastasia lascia il timone. Al suo posto è stato eletto Luca De Luca, 48 anni fossaltese geometra libero professionista. A nominarlo il consiglio direttivo eletto nell'assemblea dei soci di domenica 12 maggio con l'unanimità dei presenti al palacongressi della fiera di Pordenone. Vicepresidente è Gigliola Arreghini, imprenditrice portogruarese unica donna nel Consiglio direttivo che è composto anche dai nuovi eletti Massimo Tiziano Bozzetto ed Angelo Faloppa, e dai riconfermati Marco Battiston, Giuseppe Covre, Alberto Faggion, Paolo Re, Gianni Scodellaro Giovanni Striuli, Giovanni Paolo Tamai. L'assemblea ha poi approvato il Bilancio 2012 che chiude con un utile di esercizio di 3,49 milioni di euro, in crescita rispetto al 2011, una raccolta diretta presso i propri clienti di 588,19 milioni.,una attività di impiego prestiti di 634,88 milioni, ed un patrimonio di vigilanza in aumento per 83,13 milioni di euro. La Banca San Biagio, che ora ha una base sociale di 9.200 soci, opera con i suoi 139 dipendenti nel veneziano, nel trevigiano e nel vicino Friuli attraverso 17 filiali. - Luciano Sandron


3

n. 4 - giugno 2013

ULSS10 - I certificati disponibili anche sul sito internet

Esenzione del ticket per reddito allo scorso mese di maggio non è più neD cessario recarsi agli sportelli per ritirare i certificati di esenzione per reddito o di riduzione della quota fissa. I certificati validi dall’1 giugno 2013 sono già disponibili e scaricabili sul sito internet dell’ULSS10, cliccando sul link “Certificati di esenzione on-line”, sulla home page. Per accedere al servizio è necessario essere muniti della tessera sanitaria e del codice fiscale. I certificati riguardano i cittadini che, per

OPERE DI CARLO PECORELLI

SCULTURE IN CENTRO

all'1 giugno al 15 settembre il centro D storico di Caorle ospita le sculture di Carlo Pecorelli, artista che vive e lavora a Jesolo. Le opere saranno esposte in vari luoghi: in via Roma (La vergine), Rio Terrà delle Botteghe, all'incrocio con via Francesconi (Sibille), in piazza Vescovado (L'emigrata), nel portico Vescovado (Birth) ed in Piazzetta Felice Marchesan (Black Jesus). La finalità è quella di dare vita ad un percorso di arte urbana nel modo più spontaneo e quasi inconsapevole con l'opera d'arte. Nelle sculture si intersecano linee e figure, come il cerchio. La ciclicità del cerchio è il tempo, il suo trascorre eterno, immortale e infinito, quasi a contrastare il tempo della vita, finito, limitato le linee danno vita a profili astratti, sinuosi e liberi dalla greve plasticità per librarsi libere nell'aria come intende essere lo spirito dell'artista.

reddito, appartengono alle categorie contraddistinte dai codici 7R2 (bambini di età inferiore ai 6 anni o anziani di età superiore a 65 anni), 7R3 (disoccupati e familiari a carico), 7R4 (cittadini di età superiore ai 65 anni titolari di assegno sociale e familiari a carico), 7R5 (cittadini di età superiore ai 60 anni con pensione al minimo e familiari a carico) e 7RQ (riduzione parziale della quota fissa sulla ricetta rossa). Chi non preleva il certificato di esenzione mediante internet lo riceverà comunque per posta, da fine maggio in poi. Chi invece ritiene di aver diritto all’esenzione, e non ha la possibilità di prelevare il certificato su internet o non lo ha ricevuto per posta, potrà presentarsi all’anagrafe sanitaria dei distretti a decorrere dal mese di giugno. I certificati di riduzione dalla quota fissa saranno scaricabili dal sito e disponibili agli sportelli. Si ricorda che è responsabilità dell’assistito, in possesso del certificato, avvalersi del diritto solo se la situazione economica dell’anno precedente lo consente e se i requisiti non siano nel frattempo decaduti (superamento dell’età, uscita dal nucleo familiare, ecc.). I redditi di riferimento sui quali basarsi per l’autocertificazione sono invariati all’anno precedente alla data di erogazione delle prestazioni (per una prestazione effettuata nel 2013 si considerano i redditi del 2012).


4

n. 4 - giugno 2013

Dalla Provincia di Venezia solo tagli e centralizzazione

Salvate il soldato APT di_ _Flavio _ _ _ _Ineschi _____

arafrasando famoso film “Salvate il soldato Ryan” di Spielberg, serve un’azione congiunta e decisa per dare all’Azienda di Promozione Turistica non una mera sopravvivenza, ma una ragione strategica per il turismo di Caorle. Le condizioni in cui versa l’APT di Caorle (riassunte nell’interpellanza presentata dal consigliere comunale Giovanni Comisso - vedi riquadro sotto) assomigliano proprio allo sbando in cui vennero a trovarsi gli alleati sulla spiaggia della Normandia, sotto il fuoco nemico. Metaforicamente, come abbiamo già scritto, l’Apt rappresenta la nostra punta

P il

avanzata nel mercato dell’economia turistica nazionale ed europeo, sottoposto alla concorrenza di altre località e di altri bacini turistici di tutto il mondo. L’Apt è anche la nostra “reception”, che va potenziata nelle funzioni e non, come adesso, svilita e degradata nell’inedia. Il nemico è la Provincia di Venezia, che sta togliendo identità alla “Destinazione Caorle” centralizzando in un callcenter quella che è la ragione organizzativa del nostro turismo. Ricordiamo brevemente la storia dell’AAST, Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, che negli anni ‘70’80 gestiva la promozione e l’assistenza ai turisti di Caorle. Poi, nel 1985, l’Aast fu incorporata dalla Regione Ve-

neto, che istituì 38 Aziende di Promozione Turistica su base regionale, che però nel 1994 furono accorpate e ridotte a 14: Caorle e Portogruaro furono inglobate in quella principale di Bibione. Vari tentativi di restituire autonomia all’Apt di Caorle furono sempre cassati dalla Regione, che in seguito affidò le Apt alla gestione unica provinciale. Oggi ci si chiede se l’Apt abbia ancora senso o non sia un inutile spreco. Ma è come chiedersi se accendere le luci in un negozio o ripitturare i muri di un locale pubblico, o rinnovare i mobili nelle camere d’albergo o in appartamento, abbia senso e sia utile oppure sia

INTERPELLANZA DI GIOVANNI COMISSO AL CONSIGLIO COMUNALE - SINTESI

uno spreco. O anche se sia necessario per un’azienda assumere personale qualificato, o se invece si possa fare senza. In un’epoca di comunicazioni veloci via internet e di sviluppo dei social-network, rinunciare al potenziale costituito dall’Apt corrisponde a “tagliarsi gli attributi”... Insomma, la funzione dell’APT è stata e rimane strate-

OSCURATA LA DESTINAZIONE E IL SITO INTERNET « Caorle, 26 marzo 2013 Io GIOVANNI COMISSO lista AMA CAORLE Interpello il Sindaco di Caorle affinché prenda adeguate misure per contrastare e impedire la progressiva soppressione delle destinazioni a vocazione turistica e oscuramento degli Uffici IAT del mare da parte della Provincia di Venezia. Il turismo è diventato un fenomeno rilevante nelle località di mare all’indomani degli anni ’50. Negli archivi storici dell’allora AAST (Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo) leggiamo che già nel 1973 il ricettivo ufficiale vedeva oltre 250 alberghi, 3.400.000 presenze e 100.000 arrivi, fino ad oggi dove Caorle realizza 4 milioni e mezzo di presenze su quasi 700.000 arrivi. Uno dei principali attori preposti alla gestione del turismo sono state appunto le Aziende di Promozione e Accoglienza Turistica ( allora AAST poi APT). Queste aziende erano state istituite con legge dello stato solo nelle località a vocazione turistica, ovvero dove il ricettivo realizzava grandi numeri e le attrattive erano tali da costituire un richiamo continuo e crescente per il turismo. Nel 1985, a seguito del trasferimento di competenze dallo stato alle regioni (artt. 117-118 costituzione) in materia di turismo, le AAST divengono APT e passano sotto la giurisdizione delle regioni. Le Aziende turismo allora si occupavano degli uffici informazioni, dell’intrattenimento -organizzando manifestazioni ed eventi-, dell’accoglienza dei turisti e dei tour operator, delle relazioni con tutti gli operatori del turismo, locali e stranieri, partecipando ed organizzando fiere o altre

iniziative in Italia ed all’estero e della raccolta dei dati statistici del flusso turistico. Attraverso l’analisi delle statistiche venivano individuati i bacini di utenza, target della località, e in quei luoghi si organizzavano delle animazioni come l’allestimento di un infostand nei Kaufhof, banda cittadina la sera, mostra di quadri di un pittore locale nelle banche, pranzo negli asili e cena nelle case di riposo con prodotti e cuochi nostrani. Nell’arco di una settimana venivano estratti dei soggiorni gratuiti sulla raccolta di schede compilate da migliaia di utenti i cui dati rimanevano dopo come mailing list. In un’unica azione si presentava il prodotto “destinazione Caorle” toccando tutte le attrazioni presenti nella nostra località e nell’entroterra: spiaggia, ricettivo, enogastronomia, arte, ospitalità, musica, ambiente ecc. Con la legge della Regione Veneto n. 33 del 1996/2002 l’informazione e accoglienza è stata scissa dalla promozione, assegnando quest’ultima ai neo consorzi di promozione turistica e trasferendo la prima alle province, (...) La situazione attuale. Il Veneto nel 2012 ha realizzato 62.351.000 presenze e 15.818.000 arrivi, di cui oltre la metà (55%) nella sola provincia di VE, ovvero 34.037.000 presenze (l’intera Emilia Romagna ne fa poco più 38.000.000) e 8.207.000 arrivi (metà del turismo Veneto). Non era possibile per la Provincia di Venezia gestire una mole di attività così grande senza avvalersi delle preesistenti APT. Così queste ultime, in veste di srl, hanno continuato a svolgere il loro compito con l’alta professionalità del personale presente e tutto il know-how accumulato in

anni di esperienza e lavoro. Questo fino al 4 Novembre 2009 quando i “registi” provinciali del turismo cambiano negli attuali assessore al turismo, presidente e direttore della nuova APT consortile (65% Provincia 30% Camera Commercio e qualche comune tra cui Concordia Sagittaria con piccole quote). Dall’insediamento dell’attuale direzione supportata dalla politica dell’attuale assessore al turismo, le APT del Mare hanno subito una progressiva mutilazione. Ad esempio i siti caorleturismo.it e bibioneturismo.it (come gli altri del mare) sono stati oscurati per confluire in maniera anonima sotto l’unico portale turismovenezia.it. In questo portale non è nemmeno prevista la voce “Destinazioni” per cui il turista tedesco o austriaco (oltre il 50% delle presenze in provincia) che volesse cercare un albergo in internet, dovrebbe capire che una volta entrato in turismovenezia deve scegliere l’ambito (un’altra aberrazione amministrativa che non ha nulla a che vedere con le destinazioni) Bibione-Caorle e poi scegliere Caorle ecc. ecc. Nessun portale sul turismo è privo delle destinazioni, sono presenti ovunque. Tutto questo scoraggia il navigante nel web che vuole massima celerità e chiarezza senza dover rispondere ad inutili indovinelli amministrativi. Infatti se guardiamo i cataloghi della TUI o dell’ADAC il macrocontenitore è l’OBERE ADRIA, ovvero l’alto Adriatico, addirittura senza distinzioni di regioni, poiché questi grossi Tour Operator vendono indistintamente Lignano, Grado, Bibione e Caorle che nell’immaginario del turista tedesco e austriaco appartengono ad un’unica area geografica: il Mare Adriatico, non importa se Friu-

gica, e mutilarla anziché potenziarla, significa arrecare un danno all’economia portante della nostra città. Certo si può anche pensare di farne senza, ognuno può fare da sé. Ma questo costituirebbe un ulteriore indebolimento per le stesse aziende, costrette a sopportare nuovi costi per promuovere la nostra “Destinazione Caorle”.

li Venezia Giulia o Veneto. Come se non bastasse, le mail per la richiesta di informazioni info.caorle@turismovenezia.it e info.bibione@turismovenezia.it da poco sono state completamente oscurate (infatti chi scrive riceve un messaggio di indirizzo inesistente: Mail failure destination ) con grave danno del turista e della credibilità del servizio informazioni. Non solo: sono stati oscurati tutti i recapiti telefonici e fax presenti nel sito che rimandavano alle destinazioni. Tutto questo per dare spazio a un fantomatico servizio di Omniservice che avrebbe il compito (molto velleitario) di rispondere a tutte le richieste di informazioni sul turismo della provincia. (...)E comunque, al di là della velleità del Call Center provinciale, l’oscuramento di tutti i recapiti della località è un insulto alla città e ai suoi cittadini che vengono cancellati come attori del turismo, tanto più che per affermare il marchio CAORLE è stato necessario un incessante lavoro di operatori, pubblici e privati, per oltre 50 anni, creando una sinergia e una competenza che ora si vuol annientare a favore della sola visibilità del vertice provinciale. Se ancora non fosse sufficiente, nel 2012 non sono stati stampati gli elenchi alberghi per la distribuzione gratuita, oltre il 70% delle richieste front-office ai nostri IAT. (...) A questo si è aggiunta prima la chiusura degli uffici stagionali di P.S.Margherita e Duna Verde e poi dell’ufficio di Via Strada Nuova. (...) Il risultato di questa politica è che la dignità del territorio e delle località del mare è stata totalmente calpestata e le destinazioni sono state cancellate a scapito della visibilità della provincia di Venezia, ribaltando il presupposto che vorrebbe quest’ultima come coordinatrice e valorizzatrice dei comuni che rappresenta. E’ inammissibile che organi pubblici preposti alla tutela e valorizzazione del territorio operino invece per affossarlo a favore del tornaconto della centralità. (...).»


A NORDEST

ODERZO/PORTOGRUARO - Musica CAORLE - FluSSidiVersi dal 7 al 9 Giugno venerdì 7 a domenica 9 rande stagione musicale a G Oderzo (Tv), con le Opere Da giugno si terrà la 6ª ediin Piazza - Festival 2013 Giusep- zione di "Flussidiversi", il festival pe Di Stefano. Si comincia domenica 7 luglio con “Sul bel Danubio blu” di Strauss e l’Operetta Viennese, in Piazza Foro Romano. Martedì 9 luglio, al Castello di Conegliano la “Messa da Requiem” di Giuseppe Verdi. Sabato 13 luglio, in Piazza Grande a Oderzo, il Kolossal “Carmina Burana” di Karl Orff, seguito da “Bolero” di Maurice Ravel e “Va’ Pensiero”, da Nabucco di Giuseppe Verdi. A fine estate, precisamente sabato 19 ottobre, al Palateatro verrà proposta “The Mission”, spettacolo su musiche di Ennio Morricone Nino Rota. Infine, ultimo appuntamento domenica 1 dicembre, in Duomo, “Note di stelle”, con musiche natalizie e classiche di autori vari. www.operainpiazza.it venerdì 7 giugno a Portogruaro, presso Arhena 5, si terrà il 17° BeatlesDay, happening rievocativo promosso da Fonofusioni, sulle note degli indimenticabili baronetti di Liverpool, ridai visitati musicisti che saliranno sul palco dalle ore 21.00. Da non perdere.

V

di poesia che si tiene annualmente a Caorle. Ospite d'onore di questa edizione sarà Vivian Lamarque. "La Poesia non cerca seguaci...cerca amanti". La celebre frase di Federico Garcia Lorca delinea perfettamente l'edizione 2013 di Flussidiversi, che popolerà calli e il lungomare di Caorle. La formula di Flussidiversi non muta: tre giorni pieni di poesia e

Le principali manifestazioni a Caorle e dintorni

da Venerdì 31 Maggio a Domenica 2 Giugno

CA M PION AT O MO ND IA L E D I DANZA Tanz Weltmeisterschaft Dance World Championship

Veranstaltungen - Events

Eventi & Spettacoli

5

CAORLE - PalaMare

Sabato 1 e Sabato 8 Giugno Caorle - Spiaggia Madonnina, ore 10,00-16,00 D IM OST RAZ IO NE GR AT UIT A D I V EL A Kostenlose Vorführung des Segelns Free demonstration of sailing

Dal 3 al 9 Giugno Canale Brian CA MPIO NAT O D EL MO ND O D I PESCA PER CL UB 2013 Weltmeisterschaft Fishing Club für das Jahr 2013 World Championship Fishing Club for 2013 Sabato 8 Giugno Caorle - Spiaggia di Levante, ore 15.00 C A ORL E AI R SHO W - C LU B VO L O A L MA RE Flugschau - Air show Sabato 8 Giugno Caorle - Piazza Matteotti, ore 18.00 PRE MIAZIONI R EGATA VELICA 500X 2 C A OR LE -S ANS EGO -IS OL E T REM ITI Segelregatta 500x2 - Auszeichnungen Sailing Race 500x2 - Awards

incontri-confronti, un ospite d'onore e il rito finale sulla scogliera di Caorle dove una poesia appositamente creata dal poeta ospite si scolpisce sul masegno. Versi di pietra che andranno a porsi accanto a quelli qui lasciati da Andrea Zanzotto, Christoph Wilhelm Aigner, Patrizia Valduga, Géza Szocs, Ferdinando Bandini (nella foto sopra), ospiti d'onore delle edizioni precedenti. A scriverli quest’anno sarà Vivian Lamarque, poetessa trentino-milanese ma anche autrice di affascinanti fiabe. Una doppia veste che qui calza a pennello, dato che il non Festival di Poesia è da sempre gemellato con la Mostra Internazionale di Illustrazione per l'Infanzia di Sarmede (Tv). Flussidiversi è promossa dalla Regione del Veneto, dalla Città di Caorle, in collaborazione con la Comunità di lavoro Alpe Adria.

Domenica 9 Giugno Lido Altanea - Tennis Club T AP P A NA ZIO NA LE TO UR B EA C H TE NNIS E MA S TER FI NAL E VEN ETO GR A ND PR IX JUNI OR 20 13 Schauspiel von Tennis - Tennis exibition Da Venerdì 14 a Domenica 16 Giugno Duna Verde - Corso Rovigno M ERCA TIN O L A V AND A DI VE NZ ONE Lavender Markt - Lavender market

Domenica 16 Giugno Porto Santa Margherita - Corso Pisa FE STA DEI FIORI E DELLA BIR RA Blumen u. Bier Fest - Flowers and Beer fest

Venerdì 21 Giugno Ca’ Corniani - Campo Procurative, ore 21.00 CO NCERT O BA ND A M USICAL E “M ARA FA M ARA FON ” Musikverein Konzert - Music band concert Sabato 22 Giugno Caorle - Piazza Veneto, ore 21.00 CA O RL E STA T EA T RO : “ O CIO AD A , VA RD A ID A ” Amateurtheater - Show of amateur theater Sabato 29 Giugno Caorle - Piazza Matteotti, ore 21.00 CO NCERT O DE L CORO A RCOBA L ENO Kinderchor Konzert - Children's choir

Il presente calendario può subire variazioni.


6

n. 4 - giugno 2013

Dall’Ungheria, diretta da Lóránt Réz, soprano Anikó Kóródi

In Duomo la Corale di Jászapáti iovedì 23 maggio 2013 il G Duomo di Caorle ha ospitato la corale di Jászapáti, cittadina dell'Ungheria centro-orientale, invitata da mons. Giuseppe Manzato. Il coro era diretto da Lóránt Réz, importante organista e musicologo ungherese che già aveva avuto modo di visitare Caorle. Le musiche dell'organista Levente Kovács erano accompagnate dal soprano Anikó Kóródi; si è trattato di un concerto importante durante il quale sono state eseguiti brani di Vivaldi, di Bach e di altri noti compositori oltre a canzoni tradizionali un-

importante pittore ungherese gheresi. A Caorle la corale era ac- Vágó Pál (1853 - 1928) mencompagnata dal Sindaco della tre il Sindaco Luciano Striuli città magiara e deputato go- ha ricambiato con il volume vernativo János Pócs che ha "Caorle Sacra". incontrato il Sindaco di Caor- - (Uff. Stampa Comune di Caorle) le Luciano Striuli. Nel rituale scambio di saluti il Sindaco di Jászapáti ha Parco S.ta Margherita proposto un gemellaggio della sua città con Caorle, argomento questo che il Sindaco di Caorle porterà all'attenzione della APAT, associazione di Santa MarGiunta; è quindi seguito gherita, promuove le serate di inuno scambio di doni, il trattenimento al parco Giochi di SanSindaco János Pócs ha la- ta Margherita, da giugno ad agosto. Questo il calendario per il prossisciato a Caorle un bel limese: bro con le opere di un mo- 20 giugno: Ballo Liscio con il mu-

Serate di ballo e intrattenimento

L’

sicista “ SAULO BALDUIT ” - 22 giugno: Concerto di musica Lirica – sacra Comitato Pro Bielorussia - 23 giugno: Concerto finale allievi della scuola di musica P. JEFFREY - 25 giugno: Spettacolo circense di “PARIDE ORFEI” - 28 giugno: Concerto della Banda Musicale Cittadina “M. MARAFON” - 2 luglio: Concerto Cantanti scuola di musica P. JEFFREY - 4 luglio: Ballo Liscio con il Fisarmonicista “ FURLAN MASSIMO ” - 6 luglio: CINEMA SOTTO LE STELLE - 9 luglio: Spettacolo circense di “PARIDE ORFEI” - 11 luglio: Ballo Liscio con il Fisarmonicista “ FABIO ”

Chi si ferma è perduto violenta mareggiata che ha colpito il litorale, non ha trovato impreparato il Consorzio Arenili di Caorle, che per allestire la spiaggia in occasione delle festività di Ascensione e Pentecoste ha investito notevoli risorse finanziarie ma soprattutto profuso impegno di personale e mezzi, che si è unito all’intervento operato dei gestori dei comparti più colpiti nelle spiagge di Levante e Ponente. Questo, per le nostre casse, significa un imprevisto ulteriore costo straordinario; si pensi che nella sola spiaggia di Levante ogni anno, a inizio stagione, dopo i maltempi invernali, il nostro

La

intervento prevede un costo di circa 200 mila euro, tra opere sull’arenile e raccolta dello spiaggiato. Opera, tra l’altro, soltanto di effimero maquillage, perché ben conosciamo la necessità di un intervento strutturale, per il quale non abbiamo però né competenza, né risorse adeguate. E’ indispensabile, ora, che la pubblica amministrazione di Caorle si attivi al più presto per formulare assieme alla Regione Veneto una convenzione sul ripascimento ordinario annuale, cosa che a Bibione, Jesolo ed Eraclea avviene già da anni, e porta alle casse di quelle spiagge qualche milione di euro.

Conseguenza di questi interventi straordinari, stante proprio la mancanza di fondi, quest’anno il Consorzio Arenili non avrà la possibilità di contribuire economicamente al rinforzo del corpo di Polizia Municipale con personale stagionale per il contrasto all’abusivismo commerciale in spiaggia, né al pagamento delle manifestazioni, quali i fuochi di Ferragosto. Difficoltà che sarà ancor più evidente nell’immediato futuro: già per il 2014 il Piano arenili comunale (sul quale il Consor-

zio Arenili di Caorle ha presentato eccezioni e ricorsi al Tar avverso le assegnazioni ritenute improprie, ricorsi poi accolti dal Tar stesso) obbliga a investimenti eccezionali, già nel prossimo biennio, per oltre 3 milioni di euro. Questo impegno estremamente gravoso ci impone di valutare con attenzione il piano finanziario, per il quale si prospettano probabili rinunce nell’acquisizione dei comparti più marginali.


7

NEWS - By AUTO DAVANZO - La mobilità delle aziende e dei privati n. 4 - giugno 2013

CaoRle RENT è anche trasporto merci ! giro di boa della terza ACAoRle L candelina, l'autonoleggio RENT si consolida

prie commesse, aumentando o diminuendo rapidamente i propri autoveicoli. con la possibilità del trasporCaoRle RENT conta autoto merci e vengono soddisfat- veicoli di diversi segmenti, te anche le esigenze di coloro dalle citycar ad auto di rapche devono spostare articoli presentanza e solamente alvoluminosi. cune delle stesse sono riconoCaoRle RENT crede molto scibili dai simpatici “stickers”, in questa tipologia di mezzi, molte sono “anonime”, come poiché spesso sia i privati sia se risultassero di proprietà del le aziende si trovano ad effet- conducente stesso. Con questa flotta CaoRle RENT è equipaggiata ad affrontare la sua seconda stagione, forte di un call center attivo 7 giorni su 7, disponibile in ben 5 lingue: oltre all'italiano, l'inglese, il tedesco, il Per maggiori informazioni si può consul- francese e lo spagnolo! Tutte le intare il sito www.autodavanzo.com. formazioni attratuare dei trasporti ingom- verso l'innovativo sito web branti e poterli garantire in www.caorlerent.com . Fondamentale successo totale sicurezza e a buon mercato è l'obiettivo che si è po- dell'autonoleggio CaoRle sta, e gli imprenditori, attenti RENT è il supporto dell' Auall'economicità del proprio tofficina specializzata Auto parco veicoli, riescono a ge- Davanzo, che ha determinato stire più efficacemente le pro- l'affidabilità totale della flotta,

per garantire la sicurezza e la tranquillità su strada di chi viaggia, il primo obiettivo di CaoRle RENT. Auto Davanzo è anche rivenditore autorizzato Alfa Romeo dal 1975 e specializzato nei marchi FIAT, Lancia ed Abarth, e punto di riferimento per la vendita e l'assistenza per tutti i marchi di automobili presenti nel territorio. Auto Davanzo è Centro Revisioni e Centro Gomme, servizio climatizzatori, preparazioni sportive e altri servizi ancora sono a disposizione dei clienti, anche con innovative possibilità di pagamento per le stesse riparazioni. Il reparto vendite di Auto Davanzo segue con professionalità e competenza le esigenze dei clienti per l'acquisto di auto nuove, usate, km 0 o aziendali, tutte certificate e coperte da garanzia, con diverse soluzioni per l'acquisto, dal finanziamento senza anticipo al leasing o addirittura NLT (Noleggio a Lungo Termine).

PRENOTAZIONI SEMPRE PIÙ ON-LINE mese di Maggio ci ha lasciaI L to una situazione molto difficile, palesando tutti gli effetti di una crisi economica e politica, a cui si è aggiunta una sfavorevole condizione meteorologica. Un intero mese di avverse condizioni atmosferiche non si ricorda a memoria d’uomo. Questo si è tradotto in un calo pesantissimo di arrivi e presenze degli ospiti stranieri, che dimostrano di non sentire più come in passato l’attrazione delle vacanze festive dell’Ascensione e Pentecoste. Purtroppo, questo significa una pesante contrazione dell’economia generale e di riflesso anche dell’occupazione, azione necessaria per le imprese, volta al contenimento dei costi di esercizio. Ma è in atto anche un radicale e rapido cambiamento di abitudini da parte dei nostri ospiti tradizionali. Se fino a qualche anno fa la promozione si faceva “a mano”, a mezzo depliant e mai-

ling, oggi i sistemi informatici hanno radicalmente cambiato il nostro mercato: oggi chiunque, con un semplice telefonino di ultima generazione, può ricevere proposte ed offerte in tempo reale, decidere dove trascorrere la propria vacanza e soprattutto PRENOTARE ON LINE. Adeguando le proprie strategie ad un mercato in veloce e continua evoluzione, l’ACA ha sviluppato, in collaborazione con Caorle.it, il progetto ACA Booking, studiato appositamente per la nostra realtà e fornito prima ai propri associati e poi allargato a tutto il ricettivo di Caorle, consci che non possiamo permetterci di consegnare la nostra località a ditte lontane che stanno diventando padroni del nostro destino. Caorle quindi deve unirsi e fare sistema sotto l’egida di ACA Booking, che rimane in mano agli albergatori di Caorle e gli utili prodotti non se ne vanno nelle tasche di imprenditori stranieri ma ri-

mangono qui a casa nostra, venendo reinvestiti parte nell’implementazione del sistema stesso, parte in progetti di promozione della stessa ricettività locale. E più il sistema produce prenotazioni, più crea beneficio per il singolo albergatore, più l’associazione riesce a produrre risorse, attivando un circolo virtuoso che sostiene Caorle e la sua ricettività alberghiera ed extralberghiera. Si pensi che ad oggi, stagione 2013, più di 40 tra strutture alberghiere e agenzie immobiliari sono già associate a ACA Booking, producendo oltre 200 prenotazioni, che vanno dalla singola notte a soggiorni di una o due settimane, e questo nonostante le difficoltà del momento. La proiezione, entro fine stagione, è di almeno triplicare il volume di prenotazioni. A chi si associa ad ACA Booking viene fornita anche un’assistenza formativa per entrare in rete con questo sistema, che è il nostro futuro. Il Presidente - Gianpiero Zanolin


8

n. 4 - giugno 2013

Le numerose iniziative del Chiosco Havana in Lungomare Trieste

L’Avana è in spiaggia a Caorle accio un salto a «F L'Avana!»; recita così il titolo di un fa-

indiscussa regina della notte; si parte con l'aperitivo, conmoso film. Ma non serdito nelle domenive far poi tanta strada che da qualche pasper ritrovare la calda so di macumba, sulatmosfera caraibica... le orme di Helene noi l' HAVANA ce l'abpresenza fissa dalla biamo qui! passata stagione. Caorle, spiaggia di Dal 1 luglio e fino al Levante, comparto 4, 30 agosto il un angolo di paradiso dopo cena hatropicale il chiosco di Alberto Franzo e banero è un Laura. Da mattina a notte fonda è meta di vero tuffo nel turisti, residenti ed affezionatissimi che caribe, un modecidono di iniziare la giornata con una saico vivente ricca colazione fronte mare, cullati dalla di artisti che brezza e coccolati dallo staff sempre allietano le calattento ed efficiente. de notti a ritDa Alberto il primo ingrediente è mo di balli e il sorriso, la cortesia e il clima famispettacoli. liare; ti fanno sentire davvero a casa. Jackson Cabezas, il maestro Luis Camino A pranzo si possono gustare sfiziosi de Cuba saranno anche quest'anno protasnacks, primi piatti, pizze, insalato- gonisti delle notti danzanti, così come il gruppo dei Lover Boiz, musicisti dal repertorio ‘70-‘80-’90 che fanno cantare e ballare il pubIl Gruppo Nautico Livenza organizza per il giorno blico sempre numeroso. 9 giugno la risalita del fiume Livenza con partenza da New entry della staCaorle e destinazione Motta di Livenza. La partecipazione è gradita e libera a tutti. gione 2013 è il maestro La partenza avrà luogo alle ore 7.15 dal ponte leAlessandro Zanella Alevatoio “Delle Bilance” di Caorle, che verrà appositajandro, conosciuto e stimente aperto per la manifestazione, consentendo il mato professionista, inpassaggio delle imbarcazioni. segnante di salsa, balli Quindi il Gruppo si avvierà lungo il percorso del caraibici e zumba. Un fiume Livenza, rispettando le regole della navigaziovolto noto a Caorle, per ne fluviale, contando sul buon senso personale di tutla quale nutre un profonti i partecipanti affinché la giornata si svolga al meglio. do e ricambiato affetto, Intorno alle 11.30 è previsto l’arrivo a Motta di Liche più volte ha fatto venza, con entrata al porticciolo nei pressi del Ristodanzare, non ultimo al rante Disarò, dove alle 12.30 ci sarà il pranzo (facoltrascorso Capodanno in tativo, al prezzo di 20 euro a persona) dei partecipiazza, riscaldando con panti. Alle 15.00 inizierà il ritorno a Caorle, raggiunla sua grinta ed il suo gendo intorno alle 18.00 il Ponte delle Bilance, che collaudato gruppo la geverrà riaperto per il passaggio delle imbarcazioni. lida notte di festa. Del Gruppo Nautico Livenza fanno parte persone unite dalla passione per la nautica e non solo. Il loro Alejandro ed i Latino intento è di stare insieme, incontrarsi, condividere Project saranno presenti idee e obiettivi comuni. all'Havana ogni lunedì e Per informazioni potete scrivere alla mail mercoledì sera con spetinfo@grupponauticolivenza.it oppure contattare teletacoli caraibici, brasiliani fonicamente Aned animazione. drea Vernier I cocktails preparati ad 347.1662436 oparte rinfrescheranno e pure Carlo Toneldelizieranno anche i palo 348.7048779. lati più esigenti in questa estate che da Alberto si prospetta davvero ne e... chi più ne ha, più ne metta! All'imbrunire poi, l'Havana in- “caliente”... «No te lo pierdas!». _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Elisa Cotini dossa il suo abito migliore e diviene

Risalita nautica della Livenza


9

n. 4 - giugno 2013

Lions Club Caorle promuove il Concorso “Un Poster per la Pace”

NEWS - Nel centro di Caorle

Germogli di Pace tra i giovani Panificio & Caffetteria Si è tenuta domenica 12 maggio nel Centro civico di Caorle la cerimonia di consegna del premio istituito dal Lions Club di Caorle, in associazione con i colleghi Lions di S. Stino e delle altre città dell’entroterra, con il significativo sostegno economico di Alìper e Banca San Biagio, intitolato “Un Poster per la Pace” e rivolto agli studenti delle scuole medie degli istituti scolastici, giunto alla 10ª edizione. Il tema di quest’anno era “Immagina la Pace”, ed ha avuto un prologo a livello interregionale sabato 13 aprile a Treviso, dove sono state premiate anche le opere di due giovani di Caorle e La Salute di Liv. A Caorle, la cerimonia è stata condotta dall’officer Roberto Gnan con il collega di S. Stino Giannino Biasotto, e la presidenza di Adriana Soliman (nella foto sotto).

I giovani premiati sono: Alessandra Ineschi, Marilin Baba e Arianna Sarto (Caorle); Francesca Colosso, Giulia Basso, Margherita Falcomer (Ceggia); Keila

Vianello, Selly Presotto, Giada Rossi (Torre di Mosto); Sirio Brichese, Jacopo Smitti, Edoardo Bortolussi (Annone Veneto); Alessandro Castagnotto, Stella Berlato, Elisa Bernardo (Cinto Caomaggiore); Simone Vincoletto, Michela Villardi, Michelle Cicuto (La Salute di Liv.); Leonardo Mattiuzzo, Alessia De Munari, Alberto Michielin (S. Stino di Liv.). Alla premiazione hanno partecipato anche insegnanti degli istituti partecipanti e rappresentanti delle amministrazioni comunali. “Questo concorso è stato creato 25 anni fa in ambito internazionale - ha spiegato Roberto Gnan - per stimolare i giovani adolescenti a riflettere sull’importanza della pace tra i popoli e ad esprimere così in modo creativo attraverso un elaborato grafico tutto ciò che nasceva in loro, dopo un’attenta riflessione con gli insegnanti su questo tema. La pace intesa come diritto essenziale dell’uomo, una pace con giustizia, una pace che sia premessa indispensabile per la ricerca della felicità; una pace che deve cominciare con l’accettazione di se stessi, con i propri pregi e difetti, per poi coltivare la tolleranza e la comprensione degli altri”. Quest’anno hanno preso parte ben 250 ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 13 anni. L’edizione dell’anno prossimo del concorso avrà per tema “Il nostro Mondo, il nostro Futuro”.

ta sempre più prendendo piede l’idea di “Pane & SCaffè”, il panificio fuori dal

coro che diventa bar nell’arco di tutta la giornata. A questo ha pensato la famiglia De Bernardo: Lucio, Carla e la figlia Sara; le radici del loro panificio risalgono al 1951 quando i nonni Decio e Maria Rosa decisero di coltivare la tradizione del pane fatto in casa, creando un piccolo laboratorio a Valdobbiadene (TV). Mantenendo i vecchi principi artigianali,

il figlio Lucio ha proseguito nella tradizione del padre puntando all’uso di ingredienti naturali, utilizzando farine e materie di alta qualità che danno vita a vezzose specialità dolci e salate nel laboratorio in Porto S. Margherita e poi vendute nel negozio di Corso Pisa.

Si affianca ora la nuova apertura in via Roma a Caorle, in una meravigliosa posizione a ridosso del mare. Un locale dal design romantico con i colori degli arredi che variano sui toni del rosa e del bianco in un delicato stile provenzale. Uno spazio del

tutto innovativo: una decina di posti a sedere all’interno ed un’ampia terrazza esterna arredata con eleganza dalla ditta “Green Style” studio e progettazione a P.to S.Margherita di Enrico Gaetani. Oltre ai prodotti del pane il laboratorio De Bernardo produce dolci sfiziosità legate alla semplice e buona pasticceria da forno. Quale Italiano rinuncia ogni giorno al pane e ad un buon caffè? Eccoli insieme: “De Bernardo Panificio e Caffetteria”. Contatti: FB- cell.333.4248300 alim.debernardo@libero.it

NEWS - L’AZIENDA DI DENIS VARRIALE PRESENTA NUOVE TECNOLOGIE PER RIVESTIRE OGNI TIPO DI SUPERFICIE, PAVIMENTI, BAGNI, SCALE, PER ARREDARE E VALORIZZARE GLI SPAZI ABITATIVI CIVILI ED INDUSTRIALI

PRISMART: UN ANNO DI SUCCESSI

stato un anno particolarmente importante per Prismart di Dennis Varriale, che ha presentato con successo una vasta gamma di materiali adatti per ricoprire e arredare qualunque superficie dall’industriale al civile.

È

« Ormai da nove anni mi occupo di materiali per la bio-edilizia - si presenta Denis Varriale - avendo frequentato le scuole

“Villa Fabris” a Thiene (Vicenza) per apprendere tecniche antiche quali il marmorino tradizionale, stucco marmo e tutti i prodotti naturali a base di calce. Mi sono poi rivolto a mondo delle resine, con 5 anni di studio a Milano presso diverse aziende (Gobetto, Tecnai, Nord Resine, Idealwork, Electa) per imparare ad usare questo tipo di prodotto, molto complesso, laborioso trattandosi di un materiale sintetico che necessita professionalità e competenze avanzate. Ho acquisito la Certificazione ICMQ, e nel nostro territorio ho già eseguito interventi importanti, quali la zona wellness alle Terme di Bibione,

con sistemi in resina a pavimento e a parete tipo gel decorato; a Caorle rivestimenti sui banconi bar frontemare e reception all’Hotel Delle Nazioni, banco buffet all’Hotel Eden, la reception dell’Hotel Fabris su cartongesso rivestito in resina, e diversi lavori in case private a Caorle e Porto Santa Margherita». Prismart opera con successo anche all’estero: a Lubiana il rifacimento di pavimenti in un hotel, e perfino nel lontano Kazakistan, su commissione di aziende internazionali, per lavori di rifacimento terme con vasche, piscine e vari rivestimenti. Insomma, Prismart si conferma leader su questi innovativi sistemi di rivestimento.

Per ulteriori informazioni si può inviare una e-mail a prismartvarriale@gmail.com oppure chiamare al cell. 340 72 29 682 - o visitare il sito internet www.prismartvarriale.it “.

PRISMART - sede: Via della Meridiana 65/A 30021 Caorle/Ve - tel. 0421.83653 prismartvarriale@gmail.com


10

Für unsere deutschsprachigen Gäste n. 4 - giugno 2013

Glänzender Auftritt im Theater “Pascutto” in S. Stino am 26. April

Taverna spielte für den Lions Club

Ein grossartiger und aufregender Auftritt, der von Alessandro Taverna im Theater „Pascutto“ in S. Stino di Livenza, im Rahmen eines Wohltätigkeitskonzerts des Lions Club Caorle und Leo Club Jesolo. Der Erlös war für sozialschwache Schichten sowie zur Forschung neuer Therapien bei krebskranken Jugendlichen bestimmt. Alessandro Taverna hat sein künstlerisches Talent diesem wohltätigen Zweck zur Verfügung gestellt und eine Reihe von

Klavierstücken ausgeführt, u.a. das romantische „Notturno“ von Respighi, die „Kammerfantasie über Car-

men“ von Busoni, die spritzige „Tarantella di bravura“ von Liszt sowie „Trois mouvements de Petrouchka“, das Igor Strawinsky für den berühmten Pianisten Rubinstein umgestaltet hat. Taverna hat alle Zuhörer in seinen Bann geschlagen, die ihm am Schluss mit grosser Begeisterung applaudierten. Es war wirklich ein Privileg, diesem jungen und bereits berühmten Pianisten aus Caorle zuhören zu dürfen, der seit einiger

Lepido Rocco – Hotelfachschule “Giovanni XXIII” Caorle

Zeit in wichtigen Konzerthallen und Theatern auf der ganzen Welt auftritt und schon einige Male auf internationalem Niveau Auszeichnungen erhalten hat. Bereits ein Jahr im Voraus wurde Alessandro vom berühmten Dirigenten Lorin Maazel und den Münchnern Philharmonikern eingeladen, im Februar 2014 im Gasteig von München und im Musikverein in Wien das 3. Konzert von Prokofiev dort zu spielen.

Das Mittelalter kommt auf den Tisch

Erneuerung der Strassenbeleuchtung in Via L.Dal Moro und Viale Santa Margherita

Das Thema Mittelalter wurde von den kleinen Schülern im Laufe des Schuljahres behandelt. Sie konnten so das Rittertum und das tägliche Leben in der Burg kennenlernen. Die Schüler aus Biverone kamen nach Caorle in mittelalterlicher Kleidung und wurden zuerst vom Bürgermeister von Caorle empfan-

Eine wichtige Neuheit bei der Strassenbeleuchtung im Zentrum. Die Gemeinde hat sich für ökologische Led-Lampen entschieden und ersetzt die alten Laternen in Rio Terrà, Via L.Dal Moro und Viale Santa Margherita. Dasselbe ist ebenfalls auch in Ottava Presa, San Giorgio di Livenza, Porto S.Margherita, Duna Verde und Brussa geplant. Es handelt sich dabei um eine bedeutende Anschaffung, mit Led-Laternen in Rio Terrà, während in den Strassen mit vielen Touristen wie Via Dal Moro und S.Margherita, aber auch bei Lungomare Trieste und in den Seitenstrassen Laternen mit hoher Effizienz und Leuchtkraft installiert werden sollen. Man kann bereits den Effekt beobachten: bessere abendliche Beleuchtung und Verschönerung des Stadtbilds durch die

Ein Essen mit den Grundschülern von Biverone/S.Stino di Livenza Am Freitag den 19. April ein grosses mittelalterliches Essen in der Hotelfachschule „Giovanni XXIII“ Caorle. Die Schüler der Klassen 3A und 3B, unter Mithilfe einiger freiwilligen Helfer der 4. Klasse, haben ein Essen für 108 Grundschüler aus Biverone zubereitet.

gen und gingen dann zur Hotelfachschule, wo jede der fünf Klassen einen Tanz nach mittelalterlicher Musik ausführte. Nach einem Aperitif setzten sich die Kinder an die gedeckten Tische und es kamen mittelalterliche Gerichte: Gemüsefladen, Griesnocken mit Käsecreme, gebratene Truthenne, Spanferkel, Erbsen- und Karottenkörbchen und frittierte Apfelküchlein. Dazu Wasser und Apfelmost. Am Essen hat auch der Bürgermeister von Caorle, Luciano Striuli und der von S.Stino, Luigino Moro, teilgenommen. Ein Riesenapplaus für Schüler und Lehrer der Lepido-Rocco-Schule, die nicht nur das Essen zubereitet und serviert haben, sondern den kleinen Gästen in jeder Weise entgegengekommen sind.

Eco-Laternen in Caorle

Ersetzung der alten Stadtlaternen durch neuere Modelle. Auf mittel- bis langfristige Sicht bringt die Erneuerung auch Ersparnis im Energieverbrauch. Die Kosten belaufen sich auf ca. 400.000 Euro und werden durch eine Konvention mit „Consip Luce 2“ getragen. Man rechnet mit einer Ersparnis von einem Drittel im Vergleich zu den bisherigen Kosten. Bei Saisonbeginn werden die Arbeiten unterbrochen, um dann bei Saisonende insbesondere im Levantebereich, Viale Pompei, Via San Giuseppe, Viale Falconera und dann auch bei Ponente bis Riva del Varrogio und Rione Santa Margherita wieder aufgenommen zu werden.


Für unsere deutschsprachigen Gäste 11

n. 4 - giugno 2013

Ein Foto mit dem ersten Gemeinderat nach dem Krieg

Die erste Stadtverwaltung

Am Samstag den 27. April wurde im Rathaus in Via Roma ein historisches Foto aufgehängt und feierlich vorgestellt. Da sind die Gemeinderäte der ersten Stadtverwaltung, die nach Ende des zweiten Weltkriegs in Caorle gewählt worden sind, abgebildet. Es sind die Gemeinderäte, die Caorle vom 30. März 1946 bis zum 27. Mai 1951 verwalteten: Amadio Irma, Bisconcin Elia, Brichese Angelo, Carnieletto Santo, Carrer Contrano, Casonato Olindo, Culos Riccardo, Grandin Stefano, Lionello Stefano, Marsicano Valerio, Martin Severino, Meneghello Giuseppe, Miorin Narcisio, Montagner Alessandro, Polo Giovanni (Bürgermeister), Salvadego Ugo, Savian Tomaso, Valente Giorgio, Vincoletto Pietro, Zoppelletto Primo und Vendrame Davide. Die Feier wurde vom früheren Gemeinderat Giovanni Carrer organisiert (er stellt z.Z. dokumentarisches Material für ein Buch zusammen), der vor Kindern und Enkeln dieser ersten Vertreter der Gemeinde Caorle, dem aktuellen Gemeinderat und Schülern über die damalige Zeit gesprochen hat. „Was mich dazu führte diese Feier zu organisieren waren verschiedene und tiefe Gründe sozialer, kultureller und politischer Art. Was mich jedoch neugierig machte war zu verstehen, wie diese Leute, nach dem Krieg, mit einer Gemeinde in tiefster Notlage - Landwirtschaft und Fischerei mit den ärmsten Mitteln betrieben – wie sie die Kraft gefunden haben, Caorle zu verwalten, das damals 13.650 Einwohner zählte, darunter 1500 auf der Liste der absoluten Armen. Hunderte von Bürgern hatten keine Wohnung und waren in öffentlichen Lokalen oder Schulen, Bunkern, Baracken oder ärmlichsten Behausungen untergebracht. Es darf auch nicht vergessen werden, dass die Schulbildung unserer ersten Gemeindeverwalter recht gering war, meistens hatten sie nur die Grundschule bis zur 3. Klasse besucht, manche bis zur 5. Klasse. Aber sie hatten den Mut, das Geschick ihrer Gemeinde in die Hand zu nehmen und einen sozialen und wirtschaftlichen Aufschwung anzubahnen. Sie waren Bauern, Landarbeiter, kleine Geschäftsleute, Arbeiter und Handwerker, von soliden inneren Werten angetrieben, die auch in der Verfassung unserer Republik ausgedrückt wurden.

Nach kalten und regnerischen Ostertagen begann am 25. April die Saison 2013. Dieses Jahr fielen Himmelfahrt und Pfingsten in den Mai

Mit den Feiertagen beginnt der Tourismus

D

er Saisonbeginn 2013 steht unter einem guten Stern. Obgleich die Osterfeiertage (sehr früh dieses Jahr) nicht viel eingebracht haben, wenn man von den jungen Athleten aus dem Ausland absieht, haben die ersten schönen Sonntage im April tausende von italienischen Pendlertouristen in die Stadt gelockt. Die Wochenenden von San Marco (25.April) und dem ersten Mai bestätigten dann, dass unsere Mitbürger wegen der Wirtschaftskrise vielleicht auf teuere Auslandsreisen verzichten müssen, jedoch nicht auf einen Kurzurlaub an den nahen Stränden. Nach den Feiertagen im Mai wird es im Juni wieder etwas ruhiger werden, da die Schulferien erst Mitte Monat beginnen.

Dann, so hoffen alle, werden die Monate Juli, August und September neue Impulse bekommen durch die Schulferien in den verschiedenen Bundesländern Deutschlands. In Niedersachsen mit Bremen und Hamburg gehen die Ferien vom 27.Juni bis zum 7. August; in Rheinland-Pfalz und in Hessen vom 8. Juli bis zum 16.August; in Thüringen vom 15. Juli bis zum 23. August; in Nordrhein-Westfalen vom 22. Juli bis zum 3. September; in Baden-Württemberg vom 25.Juli bis zum 7. September und in Bayern vom 31. Juli bis zum 11. September. In Österreich (Wien Stadt, Niederösterreich und Burgenland) gehen die Schulferien vom 29. Juni bis zum 31. August, während sie in der Steiermark, in Kärnten, Tirol, Salzburg und Oberösterreich vom 6. Juli bis zum 7. September dauern. Bleibt nur noch zu wünschen, dass das Wetter mitmacht!


12

Für unsere deutschsprachigen Gäste n. 4 - giugno 2013

Casoni – Von Österreich bis Italien, der jahrhunderte alte Streit der “Mappe 23”

Aber wem gehört die Lagune?

fotografo Pierluigi Marchesan www.pierluigimarchesan.it

CAORLE Perle der Adria

Zum Kennenlernen der Stadt mit ihrer Geschichte und Traditionen

In den Buchhandlungen

tel. 333.9059429 info@pierluigimarchesan.it Corso Risorgimento, 43 San Giorgio di Livenza-Caorle/Ve tel/fax 0421.290024

Die Gerichtsbegebenheiten der letzten 20 Jahre, die Beschlagnahmungen und Gerichtsprozesse als Folge hatten, zum Schaden vieler Casoni-Besitzer von Caorle (siehe Maxi-Prozess vom 28. Februar 2011 beim Gericht in Venedig mit 55 Angeklagten, alle freigesprochen, da der Tatbestand nichtig war) haben antike Wurzeln. Grundlage dazu ist die Voraussetzung, dass es sich um Privatbesitz und staatliche Enteignung eines Teils der Lagune von Caorle handelt, dem Teil der von der Mündung des „Canalon“ bis zur Fischerinsel geht, d.h. die „Mappe Nr. 23“. Wir haben versucht, die Geschichte im Groben aufzuzeichnen, dank der Gutachten, die bei Gericht vorgelegt wurden. Im August 1909 spricht der österreichische Staat der Familie Arrigoni aus Oderzo ein breites Gebiet von Ländereien zwischen dem Strand und den westlichen Ufern der Lagune (insgesamt 102 ha) zu. Im Jahr 1911 kauft Giovanni Chiggiato diese Ländereien von Arrigoni.

Im Jahr 1929 geht das österreichische Katasteramt auf das italienische über und viele Überschreibungen (aufgrund verschiedener Masse und unexakter Arbeit auf den Ämtern) werden regelwidrig vorgenommen. Im selben Jahr entsteht auch der „Consorzio di Bonifica Sansonetta-Sesta Presa-Palangon“ (Genossenschaft zur Trockenlegung). Es werden Trockenlegungen vorgenommen, Strassen, Dämme und Kanäle auf privatem Grundbesitz gebaut, zu deren Verwirklichung Enteignungen vorgenommen werden. Diese Enteignungen werden nicht deshalb vorgenommen, weil kein Geld da ist, sondern im Jahr 1942 fordert der Chef des Katasteramts den „Consorzio“ auf, die Enteignungen mit gerichtlichem Akt vorzunehmen, um das Land (wenig mehr als 12 ha) korrekt aufzuzeichnen, welches die „Mappe Nr. 23“ wird. Im Jahr 1952 nimmt der „Consorzio“ eine reguläre Enteignung mit Notarakt vor, jedoch nur von einem Teil, 156 qm, der die „Mappe 23B“ wird.

Konzert des Musikvereins am 11. Mai in Caorle

Musikkapelle Kottweiler-Schwander

Sie kam wieder nach Italien, die Musikkapelle KottweilerSchwander, nach einer Tournee im letzten Jahr im Nordosten (Venedig, Sacile, Pordenone und Portogruaro). Dieses Jahr hielt die Kapelle ein Konzert in Caorle am 11. Mai, in Piazzetta Matteotti. Es gab deutsche Volksmusik, aber auch berühmte internationale Stücke wie Argentinischer Tango sowie moderne Pop- und Jazzmusik. Die Musikkapelle kommt aus Rheinland-Pfalz, Kreis

Kaiserslautern, und besteht aus 25 Musikern, dirigiert von Zija Bejleri. Sie will die Musik aktiv pflegen und meint: „Unsere Liebe zur Musik ernährt

die Liebe zur Kultur und erfreut unsere Herzen. Hier wie auch in unserer Gemeinde, bei Veranstaltungen in der Nähe wie auch in der Ferne.“


For our english-speaking Guests n. 4 - giugno 2013

______________________________________________________________________

13

______________________________________________________________________

from 25th April season 2013 has begun

A lunch for the pupils of the elementary school

Touristic beach season 2013 has begun with good expectation. Even if Easter hasn't given great outcomes, with the first sunny Sundays many pendular tourists have arrived in Caorle's beaches. The most Italians, showing that our compatriots - despite the economic crisis and the low budget which keep them from abroad holidays - are still interested in a stay in nearer beaches. Last month includes the great celebrations of foreign tourism, all concentrated in May. The most important dates have been Ascension from 6th to 9th May, Pentecost on 19th and 20th May, Saint Trinity on 26th May, and Corpus Domini on Sunday 30th May. In June it's expected a drop, because of domestic tourism's difficulties with school holidays which will begin from the month's half. So, the season begins and we wish the weather will be favourable.

A great medieval lunch was proposed to Hotel School "Giovanni XXIII" of Caorle. Pupils of classes 3^A and 3^B, with some volunteers, prepared a medieval menu for the 108 pupils of the elementary school of Biverone. The Middle Ages were learned by the little pupils during the school year; they learned knights and life in the castles. The menu included vegetable focaccia, "gnocchi" with cheese cream, roast pork, carrots and beans, apple pancakes, water and apple cider. Also Caorle's Major Luciano Striuli and S. Stino di alivenza's Major Luigino Moro participated at the lunch.

TOURISM CELEBRATIONS

______________________________________________________________________

Amazing performance at Teatro Pascutto in S. Stino

TAVERNA PLAYS FOR LIONS CLUB

Spectacular and emotional performance of Alessandro Taverna at Teatro Pascutto in S. Stino di Livenza, for the Benefit Concert organized by Caorle's Lions Cub and Jesolo's Leo Club, on Friday 26th April. The chiarity object was about poverty, social economic hardship, and research on youth's tumour. Alessandro Taverna enjoyed the initiative performing in a repertory of piano's tracks like Notturno by Respighi, Kammerfantasie über Carmen by Busoni, Tarantella by Liszt and finally Trois mouvements de Petrouckha that Igor Stavinsky adapted for the great pianist Rubinstein. Taverna's talent inspired a long admired applause. It was an honour to have the possibility to admire the young and famous pianist from Caorle, who is already performing in the theatres of the whole World, in prestigious musical seasons and receiving important prizes. Alessandro has already been invited by the leggendary conductor Lorin Maazel and Münchner Philharmoniker to play the Concert n.3 by Prokofiev at Gasteig of München and at Musikverein of Wien next February 2014.

MIDDLE AGES LEARNED EATING

______________________________________________________________________

Renewed the illumination in some town areas

ECO-LAMPS IN CAORLE

Important renewal of the illumination in the central streets of Caorle. They have been installed some ecological LED lamps, with low energy consumption, which replace the old lamps of Rio Terrà, Via L. Dal Moro and Viale Santa Margherita. While in Rio Terrà lamps are low energy consumption, in the main turistics street like Via Dal Moro, S. Margherita and Lungomare Trieste, lamps are high efficiency. Effects are already visibile: more visibility by night and better look thanks to the replacement of the old street lamps, which were difficult to maintain. This work will also involve a saving of one third of the current expense. ______________________________________________________________________

New prices for the "Multipiano"

PARKS

It has been decided by the manager, Caorle Patrimonio, to reduce the ticket price of the Park "Multipiano" in Viale dei Tropici (Orologio area), which includes over 500 car places, most of them rentable for the whole season or less. Pices are: for one hour 1,50 Euro and 1,00 Euro for one day. Some riductions are provided for online booking: Car place for one day 9,00 Euro instead of 10,00 Car place + beach place for one day 20,70 Euro instead of 23,00 Euro.


14

n. 4 - giugno 2013

LAGUNA - Dalle aule giudiziarie un appello per consentire le necessarie manutenzioni

«Fermate il degrado dei casoni» vicende giudiziarie Le che hanno coinvolto ormai da alcuni anni una

no sorti da secoli questi tipici allestimenti. E’ stato così che i primi pro-

cinquantina di possessori di casoni e cavane della Laguna di Caorle, della quale stiamo parlando ormai da qualche tempo, hanno un deprecabile risvolto: il degrado in cui sono cadute buona parte delle strutture poste prima sotto sequestro, e che ancora non possono essere oggetto di intervento di manutenzione a causa della mancanza di strumenti normativi adeguati. Un appello viene dalle stesse aule giudiziarie dove nel febbraio 2011 si è svolto il “maxi” processo (risolto con l’assoluzione di tutti in in via prevalente perché il fatto non sussiste) e dove potrebbe profilarsi un nuovo iter processuale in gradi successivi. “La vicenda dei Casoni di Caorle, orgoglio e croce di ogni caorlotto - dichiara l’avvocato Francesco Mazzoleni, difensore di un casonante - sta attraversando in questo ultimo lustro un periodo cruciale. Nei decenni passati, nessuno si era mai preoccupato veramente di chiarire definitivamente la titolarità dell’area in Falconera ove so-

cessi, celebratisi a fine anni ’80 ed inizio anni ’90, videro quasi sempre gli imputati - di volta in volta tratti singolarmente a giudizio perché si riteneva che l’area fosse demaniale - venivano assolti dall’accusa perché gli imputati non avevano la consapevolezza di occupare un’area pubblica. In effetti, nessuno si era mai seriamente preoccupato di verificare la natura giuridica di questo sito: non gli occupanti, che pure si sono prima di tutto preoccupati di fare i dovuti interventi manutentori del singolo bene; non le diverse Amministrazioni pubbliche, convinte che si trattasse di una area pubblica in base ad un addebito d’ufficio che si sarebbe rivelato essere, per bocca dei funzionari pubblici di alto livello,

una presunzione basata sul ‘si dice’. L’occasione per tracciare una linea di confine rispetto al passato si è creata a partire dal 2004 allorché, a seguito di indagine del Corpo Forestale, l’Autorità giudiziaria veneziana ha sottoposto ad una sorta di maxiprocesso una sessantina di persone, i cui casoni vennero in buona parte sequestrati, addebitando sempre l’abusiva occupazione di un’area pubblica: il processo celebratosi presso il Tribunale di Portogruaro è stata la prima, vera occasione in cui si è cercato di andare a fondo sulla storia dei casoni. Alla fine il Giudice - assolvendo ancora una volta tutti gli imputati - ha affermato la natura pubblica dell’area ove si trovano i casoni, restituendo quasi tutte le aree dei casoni “agli enti rispettivamente proprietari”. Malgrado gli appelli proposti da molti - pare ci sia un ricorso in Cassazione - la sentenza ha posto un punto fermo che va ad oggi rispettato, quanto meno perché ha chiarito la proprietà ‘pubblica’ dell’area. L’aver sancito - per ora l’appartenenza dell’area al


15

n. 4 - giugno 2013

demanio pubblico, tuttavia, non sembra aver risolto i problemi, semplificato il futuro dei casoni, e men che meno il presente: per poter anche solo occupare legalmente ogni area pubblica è necessaria una concessione, il cui organo competente al rilascio è diverso a seconda dei casi. E cominciano i dubbi: l’area dei casoni, con le immancabili ‘cavane’, sono nel demanio idrico o in quello marittimo ? Non solo: per realizzare opere manutentive, anche di relativa entità, è necessario un titolo, che può essere chiesto solo da chi abbia già ottenuto prima la concessione.

Ma quali interventi sono oggi possibili ? La risposta sembra facile: quelli previsti dalla normativa ! Arrivano altri dubbi : nella zona dei casoni, sito di interesse comunitario al confine con uno specchio acqueo (sul quale sboccano le cavane) ed oggetto del P.A.T. oggi in itinere, quale è in questo momento la normativa applicabile alla zona dei casoni ? Intanto questi antichi allestimenti per la pesca vivono una situazione quasi paradossale: c’è chi giustamente si preoccupa della manutenzione, ma non potrebbe farlo sino a che non disporrà di un titolo per

occupare il casone; c’è chi giustamente vorrebbe farlo, ma si preoccupa di avere prima il permesso per fare le opere. Ci sono gli enti statali e locali, che si interrogano sulle norme da applicare per poter concedere l’uso dei casoni e realizzare gli interventi dovuti: qualcosa si muove, va detto, ma il pericolo è il tempo. Il tempo non si ferma ad attendere la burocrazia. Ma c’è anche chi, vinto dalla stanchezza di tutto questo, ha rinunciato al casone, lasciandolo al suo destino: basta percorrere oggi la zona per vedere qua e là casoni crollati su se stessi, vinti dal tempo”.

Il Piano Paesaggistico: la normativa che metta al riparo i casonanti

Ecco il “Progetto Casoni”di Caorle - 1 I passaggi principali vengono riportati nell’Allegato B.

V uno strumento normativo adeguato a tueramente il Comune di Caorle non ha

telare e valorizzare i casoni della nostra laguna, mettendo al riparo da grane giudiziarie e burocratiche i nostri casonanti? A quanto pare, nei cassetti nell’Amministrazione regionale, uno strumento di legge c’é. Si tratta del “Piano Paesaggistico di Dettaglio La Laguna di Caorle”, redatto ai sensi dell’art. 143 D.L. 22.1.2004, n. 42 e art. 6 L.R. 10.8.2006, n. 18. L’Allegato B - “Disciplina dei Beni Storico-Culturali”, che offrirebbe una normativa davvero preziosa. Con delibera di Giunta Regionale n. 2023 del 27.6.2006, la Regione Veneto stabiliva di partecipare con 40 mila euro (altri 30 mila euro erano invece a carico del Comune di Caorle, per complessivi 70 mila) alla sottoscrizione di una intesa con il Ministero dei Beni e le Attività Culturali per la predisposizione del Piano paesaggistico di dettaglio “La laguna di Caorle”, che veniva ritenuto concluso sotto il profilo tecnico il 30 settembre 2009, ma non potè completare però il suo iter formativo e di confronto per l’approvazione da parte del Consiglio Regionale, nonostante fosse già stata definita, con la L.R. 10 agosto 2006 n. 18 art. 6, una prima disciplina per l’approvazione di tali piani paesaggistici.

punto 4: Casoni Lagunari A) AREE TIPICHE per l‘insediamento dei casoni lagunari A1. Le “aree tipiche” per l’insediamento dei casoni lagunari comprendono sia le aree nelle quali sono presenti attualmente gruppi di casoni o singoli casoni, che quelle nelle quali si rinvengono solo tracce di casoni, o che a memoria storica sono state utilizzate per l’insediamento temporaneo dei pescatori di laguna, nonché buona parte delle aree interessate alla presenza di approdi e cavane. Le aree tipiche sono individuate nella Tav. P4 - Carta degli Ambiti di Paesaggio e delle Azioni. A2. Riguardano quasi esclusivamente barene ed aree emerse esterne agli argini della bonifica e delle valli, spesso circondate da acque e delimitate verso terra da “ghebi” o paludi. Esse affiancano i principali canali lagunari e le acque navigabili, sulle quali si svolgono principalmente le operazioni di pesca. A3. La valorizzazione dell’attività della Pesca tradizionale in Laguna si presenta come unica possibilità di conservazione dei valori attribuibili al manufatto “casòn” nella sua forma più autentica e nella quale ancora si riconosce la popolazione di Caorle, anche se ora praticata più per hobby che per necessità. A4. Nelle aree tipiche individuate nella Tav. P4, fatti salvi comunque gli interventi necessari alla difesa idrogeologico-idràulica da parte della competente autorità, sono ammessi, in conformità al presente piano paesaggistico, esclusivamente interventi in funzione dell’attività della “pesca in laguna” praticata con tecniche tradizionali. (1 - continua nel prossimo numero)


17

n. 4 - giugno 2013

CULTURA - Il Club dei Lettori si presenta con una applaudita performance open-air

Happening letterario in centro storico _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _di_Elisa _ _ _ _Cotini ____

appuntamento di “LettuI11L primo re a cielo aperto” era per sabato maggio alle 16.30 in Campo Sponzetta. Coraggiosamente i membri del Club dei Lettori e la rappresentante della Biblioteca civica, Martina Marafon, si sono ritrovati nel luogo stabilito, nonostante la pioggia battente che dal mattino non aveva smesso di cadere neanche per un minuto. Ma prima che l'entusiasmo per l'insolita esperienza (inserita nell'ambito del progetto nazionale “Il maggio dei libri” ) scemasse e che si decidesse di rinviare il tutto a data da destinarsi, è cessato di piovere, così, all'improvviso, quasi profeticamente. Per prudenza, il gruppo dei lettori e di spettatori, incuriositi quest'ultimi per la novità, si è spostato sotto il tendone della Casa del Gelato. E sono iniziate le letture, non più come azione solo privata, quindi, ma come momento condivisibile, con semplicità, senza spettacolarizzazione, senza, soprattutto, barriere tra chi leggeva e chi ascoltava. Con umiltà e coraggio i lettori si sono messi in gioco, convinti che la

letteratura non sia qualcosa di avulso dalla vita quotidiana, ma anzi ne è spesso lo specchio, a volte volutamente distorto, altre crudamente rivelatore. I primi brani in Campo Sponzetta avevano come ambientazione il bar, un qualsiasi bar di provincia o di quartiere dove prima o poi si finisce col conoscere l'umanità variegata che lo frequenta, con le sue peculiarità, i suoi tic, le sue manie ed suoi sogni. Sono stati letti brani scelti da “Caffè sport” e “Caffè sport 2000” di Stefano Benni, e da “Livello di Guardia” di Natalino Balasso. Lettori di questa prima fase Raffaella Striuli, Gabriella Benatelli, Gabriella Penso, Milena Romagnoli, Luciana Ferrari. La seconda parte della manifestazione si è svolta sul sagrato della chiesetta Madonnina dell'Angelo, dove lettori ed ascoltatori si sono spostati verso le 17.30. Il mare, scuro ed agitato, ha fatto da suggestivo

I TESORI del DUOMO IL

PALIOTTO

di Papa Leone XIII

È

cosa risaputa che ben pochi Caorlotti conoscono il valore storico-artistico dei tesori conservati nell’antico duomo cattedrale di Santo Stefano (1038), il quale con il suo famoso campanile cilindrico (1070) è considerato uno tra i più preziosi complessi architettonici del Mille. L’intento di questa rubrica, realizzata in collaborazione con Antonio Dorigo, Cav. di San Marco, già sacrestano della Parrocchia Santo Stefano, da qualche mese in quiescenza, è di

fornire un piccolo elenco-vademecum delle più preziose testimonianze che si possono ammirare durante la visita al duomo, durante le celebrazioni solenni, oppure visitando il Museo Liturgico. Iniziamo dal Paliotto cosiddetto di Papa Leone XIII (1878-1903), giunto alla Parrocchia di Caorle, così come diversi altri paramenti e addobbi di provenienza vaticana, grazie ai fratelli Guido e Paolo Gusso, Camerieri personali di Papa Giovanni XXIII e dei successori.

sfondo alle letture che lo avevano come filo conduttore. Il pubblico, attento e silenzioso, è stato ancora una volta generoso di applausi. Abbiamo ascoltato Michela e Martina Carnio, Monica Malocco, Yeugeniya Kapuschak, Sandro Dorigo e Barbara Rossi. I brani erano tratti da “Vita di Pi” di Yann Martel,

Claun Icselle In visita al CEOD di Ottava Presa Dorigo, in arte “Claun IcSte andro selle”ha dedicato la sua divertenperformance ai giovani del CEOD (Centro educativo occupazionale diurno per giovani con disabilità) di Cà Cottoni il 19 marzo scorso in occasione della Festa del Papà. Una bellissima mattinata, con canti, micromagie, giochi vari. I ragazzi sono stati felicissimi, anche perchè non sono stati spettatori ma protagonisti, aiutando Claun Icselle nelle magie più esilaranti.

foto: Alberto Benatelli

“L'attesa” di Carla Vangelista, “L'isola del tesoro” di Stevenson, “Moby Dick” di Herman Melville e “Perché piangi mamma” di Francesca Bottaini. A leggere quest'ultimo pezzo, sono state Ginetta Gusso ed Irene Brichese, quest'ultima di soli 8 anni, che ha offerto un momento di vera commozione. Un plauso a tutti i lettori perché hanno saputo suscitare nell'animo degli ascoltato-

In collaborazione con Antonio Dorigo Formato in lamé argentato bianco e lavorato in oro, il Paliotto di Leone XIII conteneva in origine gli stemmi del pontefice Vincenzo Gioacchino Pecci, ma trovandosi in condizioni piuttosto deteriorate, è stato restaurato e successivamente personalizzato con gli stemmi di San Pio X (a sinistra) e del Beato Giovanni XXIII (a destra), intervento eseguito personalmente da Paolo Gusso e Antonio Dorigo con tecnica di antico restauro di addobbi sacri. Le parti pregiate, forse le mi-

ri una miriade di sentimenti, dall'ilarità alla commozione più profonda. L'esperienza di “Letture a cielo aperto” è stata innovativa, piacevole e gradita, auspichiamo ripetibile con un cielo meno minaccioso e ...veramente aperto! Per seguire le attività del Club dei Lettori è sufficiente cliccare “mi piace” alla pagina facebook della Biblioteca civica di Caorle.

gliori dal lato artistico e meglio conservate, sono le bande laterali, che presentano le immagini dei quattro Evangelisti e due Profeti; anch’esse sono lavorate a mano con colore e bordi in oro. Il Paliotto Leone XIII viene usato solo alle solenni celebrazioni del Natale, della Pasqua e della quinquennale Festa della Madonna dell’Angelo, collocato alla base dell’altar maggiore. -1


18

Associazione Proprietari Pagina a cura dell’ Porto Santa Margherita n. 4 - giugno 2013

Ricomincia la stagione estiva a Porto Santa Margherita

Oggi vogliamo parlarvi ... di TARES !! stagione estiva 2013 è alLdeiAProprietari l’inizio e l’Associazione di PSM e del Destra Livenza è lieta di dare il benvenuto a tutti gli associati e agli ospiti delle località con l’augurio che la stagione 2013 sia calda e lunga. Con l’inizio della stagione e la ripresa della frequenza delle nostre abitazione estive si rico-

mincia però anche a fare i conti con i costi e con i sacrifici che l’acquisto delle case di villeggiatura comporta. Come abbiamo già evidenziato in altre occasioni purtroppo pare esservi un insanabile discordanza di interessi tra l’amministrazione comunale e i proprietari di casa non residenti. In questo nostro articolo non

ASSEMBLEA ordinaria dell’Associazione A tutti gli Associati e simpatizzanti, con la presente si informa che il Consiglio Direttivo ha convocato l’assemblea ordinaria dell’Associazione in prima convocazione alle ore 9 di sabato 6 luglio 2013, presso la sede sociale, e in caso di mancanza del quorum, in seconda convocazione, per le

ore 9,30 di domenica 7 luglio 2013 presso la sala parrocchiale della Chiesa di Porto Santa Margherita con il seguente ordine del giorno: - Comunicazioni del Presidente; - Rendiconto finanziario ed economico dell’esercizio 1.6.2012 – 31.5.2013 e relazione sull’attività svolta nell’esercizio e nella stagione in corso; - Relazione del Revisore sulla passata gestione; - Determinazione del numero e nomina dei componenti il Consiglio direttivo; - Intervento delle autorità del Comune di Caorle sulle aspettative della località; - Interventi dei presenti con loro proposte ed osservazioni; In considerazione che in tale occasione è previsto il rinnovo delle cariche sociali, gli associati sono invitati a comunicare la loro candidatura, dandone comunicazione tramite mail ovvero con comunicazione depositata alla nostra sede sociale, entro giovedì 4 luglio 2013. Il Presidente - Dott. Giorgio Granato Si ritiene che l’assemblea sarà valida solo in seconda convocazione.

staremo a tediarvi nuovamente con le problematiche legate all’applicazione dell’odiata IMU. Come si sà, in una località turistica, l’imposta sugli immobili pesa soprattutto sulle tasche di coloro che la località la godono per poche settimane all’anno, che di fatto finanziano il costo dei servizi pubblici di cui invece beneficiano i residenti (i quali se proprietari solo di una casa l’IMU quest’anno non la pagheranno affatto). Oggi invece vogliano parlavi di TARES. Il nome sopra riportato sta ad indicare “TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI. E’ opportuno soffermarsi sul nome di questa tassa in quanto, è sempre utile prestare attenzione ai nomi che indicano i balzelli che ci vengono imposti e ciò al fine di capire se effettivamente vi sia corrispondenza tra quanto si paga ed il servizio che si riceve. Il tributo TARES si articola di due componenti: - componente rifiuti, destinata a finanziare i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento; - componente servizi, destinata a finanziare i costi dei servizi indivisibili del Comune, determinata sotto forma di maggiorazione della tariffa della componente rifiuto del tributo, come disciplinata dall’art. 14, comma 13, del D.L. 201/2011 e dal successivo art. 16 del presente regolamento. Ebbene, pare che anche nel caso della Tares per soddisfare le solite “esigenze di cassa” del Comune non vi sia una precisa corrispondenza tra il “tributo” che pagheremo ed il servizio che ci verrà offerto e ciò per una molteplicità di ragioni. In primis, la Tares che graverà sulle tasche dei proprietari di case-vacanza della località di Caorle, Porto Santa Margherita, Altanea e Duna Verde sarà determinata tenendo conto della capienza presunta dell’alloggio preso in considerazione; vale a dire che se l’abitazione è frequentata in media da due persone ma potenzialmente potrebbe ospitarne fino a 5 (per esempio le abitazione di dimensioni comprese tra 50,01 e 80 mq), il proprietario pagherà la tassa come se l’al-

S W E N

loggio venisse sempre frequentato da 5 occupanti. A nulla importerà se il nucleo familiare del proprietario di casa riporta un numero inferiore di partecipanti in quanto l’unico criterio preso in considerazione sarà quello delle dimensioni dell’abitazione e delle sue potenzialità recettive. In secondo luogo, perché questo tributo verrà addebitato al proprietario ritenendo che questo lo utilizzi per 6 mesi l’anno. Anche questo criterio si presta evidentemente a molteplici critiche visto che probabilmente nessuno dei proprietari di casa-vacanza frequenta le località turistiche del comune di Caorle per così lungo tempo. In effetti anche per quei pochi che avrebbero il tempo libero per restare presso le varie località del litorale così a lungo, tale permanenza sarebbe alquanto difficoltosa visto che la maggioranza delle abitazione non hanno la possibilità di essere riscaldate, i negozi e le attività commerciali aperte sono davvero ridotte “all’osso” ed in generale perché la località appaiono davvero desolate. Riguardo alla componente “servizi” del tributo va anche detto che al termine della stagione estiva gli operatori dell’azienda che si occupa dell’asporto dei rifiuti provvede a sigillare mediamente la metà dei cassonetti presenti sul territorio e ciò evidentemente per non doversi trovare a svuotare cassonetti in cui si trovano pochi sacchetti ed inoltre per evitare di provvedere al lavaggio di quegli stessi cassonetti. E’ evidente che tale comportamento, pur comprensibile, rappresenta un effettivo ridimensionamento del servizio con notevoli risparmi per l’amministrazione e però anche con qualche disagio per coloro che invece, pur pagando vedono largamente ridotto il servizio reso. In conclusione possiamo riferire che l’associazione proprietari sta lavorando per verificare se vi sono i presupposti per contestare nelle sedi giudiziarie l’applicazione di quello che appare essere l’ennesimo balzello contro i proprietari di casa – vacanza. _________ Ass. Proprietari PSM


19

n. 4 - giugno 2013

Si celebra quest’anno il 50° anniversario della nascita di una delle località-gioiello dell’Alto Adriatico

1963: Nasceva Porto Santa Margherita _ _ _ _ _ _di_ _Donatella _ _ _ _ _ _ _Brentel _____

orto Santa MargheP rita è pronta a festeggiare i suoi 50 anni di urbanizzazione. Una storia legata allo sviluppo turistico-imprenditoriale avvenuto nella lontana primavera del 1963, concentrato e sviluppato intorno alla Darsena del Marina 4, un grande bacino artificiale tra i più grandi d’Europa con la capacità di ospitare al suo interno ben 800 imbarcazioni a vela e motore, e 80 ormeggi a terra. L’ideatrice di un così grande progetto fu la “Porto Santa Margherita Spa” con sede amministrativa a Rivignano (Ud); una schiera di imprenditori friulani fiuta e punta in alto. Là dove non esisteva altro che una valle lagunare, la Valle Altanea, che per raggiungerla si doveva traghettare con la barca, là dove c’era, per quelli che ancora ricordano, la “casetta rossa” che serviva sia come ufficio d’impresa sia come deposito per gli utensili degli operai. Il traghetto ancora oggi esistente, sarà acquistato in un secondo momento quando ormai la stazione balneare si aprirà al turismo. All’interno della valle, fra canneti e verde paludoso, si vedevano soltanto i camion e gli escavatori che servivano per la bonifica del territorio. A raccontarci la storia di un momento tanto importante, che determinava anche lo sviluppo per Caorle, è Carlo Mussoi (nella foto in alto a destra, davanti alla prima planimetria generale) di-

rettore sovraintendente dell’allora Porto S. Margherita Spa, il quale ha avuto l’onere e il privilegio di seguire passo passo l’opera in corso. Mussoi ci ricorda che dopo lo scavo e l’ultimazione dei lavori della darsena iniziano i lavori di urbanizzazione, venne realizzata

la costruzione del primo albergo, il “Caravella 1”, e poi un susseguirsi di affari che vedranno le famiglie degli Anzil e dei Romiati a dare un’impronta di sviluppo per ospitare i turisti; verranno quindi costruiti il Miramare e Hotel Florida. Tutto si riproduce con intensità, iniziano anche i lavori delle porte vinciane che daranno la calma marina all’interno del bacino artificiale, così da rendere la darsena una delle più interessanti per facilità di accesso

dell’Alto Adriatico; un posto ideale e ottimo punto di passaggio per coloro che arrivano da Trieste e dalla Jugoslavia per Venezia o viceversa. Ma quando tutto sembrava per-

fetto, con ottime prospettive per il futuro, qualcosa di tremendo blocca e distrugge: l’alluvione del 1966 mette tutti in ginocchio. Ma la PSM Spa non si arrende. Si riparte da zero e con la nascita dei terramare e la vendita degli appartamenti, la costruzione dei pontili in darsena suscita un forte richiamo per gli armatori di grandi yachts: il privilegio del primo ormeggio sarà del veliero “Bate-Giufa” di Bepi Anzil. Aprono un primo negozio alimentare di “Sante e Armida”, un negozio di nautica, per dare servizio ai diportisti; il primo cantiere nautico situato allora in via Gritti di cui era socio il proprietario della famosissima firma motoristica “Laverda”. Poi il Circolo nautico, con primo presidente Ignazio Samperi, una conseguenza per la vita marinaresca che si veniva creando. E poi nascono i campi da tennis, il minigolf, la piscina olimpionica del Portesin che serviva anche da deposito per i materiali per la prima spiaggia attrezzata, dove verrà costruito un piccolo chiosco, il “Pagoda”, e con la costruzione dei pontili in legno di larice la zona prendisole era assicurata e subito affollata di bagnanti nei mesi estivi, dotata - a differenza di oggi - anche di Pronto Soccorso in spiaggia. Verrà costruita anche la chiesetta in legno vicino ai campi da tennis. Il primo parroco fu don Giorgio Bastianetto. Gli anni ‘70-80 raggiungono l’apice del successo per Porto Santa Margherita. L’arrivo dei turisti-proprietari dall’entroterra di Padova, Vicenza, Treviso, Milano e un grande afflusso da parte di tedeschi e austriaci segnerà l’alto livello di benessere e ricchezza; un momen-

to magico da vivere in fretta e fino in fondo, un decennio ricco di immagini proiettate in avanti sulle basi di tanta ricchezza e splendore… sarà la Porto Santa Margherita del lusso e degli sfavillanti yacht, delle belle sfilate nei locali d’intrattenimento e nei ristoranti alla moda... Ma questo ve lo raccontiamo nel prossimo numero. - ©

Info Point a Porto S. Margherita

iapre l’Ufficio Informazioni di PorRlo gestito to Santa Margherita. E non è queldall’APT e quindi dalla Provincia di Venezia ma di un privato, secondo il concetto che dove non arriva la Pubblica Amministrazione arriva l’imprenditore. È Martina Muthwei‚ cittadina tedesca ma amante del litorale caorlotto, ad aprire in collaborazione con Marco Sibilia un nuovo Ufficio Informazioni in Corso Genova 19, sostituendo l’ex sede dell’APT chiusa per mancanza di fondi. Oltre alle informazioni l’agenzia propone servizi e proposte a favore dei turisti; e quindi gite in laguna o nelle vicine città storiche e tutti quei lavori di pronto intervento nelle abitazioni (quali idraulica, muratura ecc.) che possono capitare all’improvviso e disturbare l’agognata vacanza. Libri a carattere locale, stampe varie ed altro materiale pubblicitario completano un’offerta destinata ad arricchirsi nel tempo, a seconda delle esigenze dei turisti che arrivano a Porto S. Margherita “perché – commenta Martina – bisogna pur attivarsi per risollevare questa nostra bella località balneare”. - G.P.


20

NEWS -

n. 4 - giugno 2013

Il parco acquatico internazionale di Jesolo con nuove attrazioni

Aqualandia 2013 si presenta ato nel 1989, AqualanN dia è il Parco a tema acquatico N° 1 in Italia. A due passi da Venezia, riproduce una vera Isola Caraibica: un’oasi di divertimento di ben 80.000 mq dove si sposano relax, allegria, sport estremi e attrazioni per ogni fascia d’età (dai bimbi, ai giovani, alle famiglie). Il Parco di Aqualandia è una realtà unica e speciale con: 7 aree tematizzate (tra le quali Shark Bay, l’unica piscina ad onde al Mondo con sabbia sia fuori che dentro l’acqua), 26 attrazioni acquatiche e non acquatiche (tra le quali lo scivolo più alto del Mondo e la torre di bungee jumping più alta d’Europa), 6 spettacoli appassionanti ed altamente professionali, 5 attività di animazione (immersi nelle palme e tra migliaia di specie di piante e fiori, molteplici sono gli appuntamenti di ballo, sportivi, di gioco e di fitness). Nelle ore serali e nottur-

ne, sono poi Adventure Golf noncuranti delle leggi di grae la Discoteca Vanilla a dare vità, spiccheranno il volo per una continuità a quest’inno- entusiasmarvi con evoluzioni vativo Polo del Divertimento. aeree e piramidi umane stuIl Parco Aqualandia è un diate per dare vita a sensaziooasi di divertimento sull’ac- nali coreografie. qua che, con le sue attrazioni vi permetterà di LAVORO trascorrere una giornata all’insegna dell’emozioProposte all’Informagiovani ne. Da soli, o in compausica Globale s.n.c ricerca: operagnia dei vostri amici, sotori fitness, acquagym, balli di no numerosissimi gli gruppo per animazione in spiaggia; acquascivoli dove potre- luogo di lavoro: spiaggia di Ponente e di Caorle (VE). Requisti rite assaporare il brivido Levante chiesti: esperienza nel settore; diplodell’alta velocità e la for- ma di scuola superiore;conoscenza za travolgente della na- ottima della lingua italiana e conoscenza della lingua inglese o tedesca( tura. requisito preferenziale la conoJungle Show - Novità sarà scenza di entrambe le lingue). E’ nedel 2013, è uno spetta- cessario avere un indirizzo di posta colo incentrato sulle elettronica(visionato abitualmente). Rappresenta requisito preferenziaperformance acrobatiche dei Kenya Boys che, le il possesso della patente B e di es-

M

sere automuniti. E’ importante assicurare la massima puntualità e affidabilità. Se interessati, contattare il 348. 4746637 o inviare il Cv al fax 0422. 1830247 o inviarlo alla mail segreteria@musicaglobale.com Gira e Rigira di Altanea Cmohiosco Caorle ricerca: snackista con minidi esperienza. Età compresa dai 20 ai 30 anni; periodo di lavoro da maggio a settembre 2013. Non si dà alloggio. Se interessati, contattare il n 349 1482264 o inviare una mail con il proprio cv a zanettemichela@gmail. com FB InformaGiovani Veneto Orientale


22

n. 4 - giugno 2013

SCUOLA - Una commovente mostra artistico-letteraria sull’identità e la Memoria

«Quei “volti”... siamo noi tutti» nterrogarsi sull’identità di ciascuna persona, interrogarsi sulla diversità, sul significato della Memoria e dello sterminio del “diverso”. Riuscire, alla fine, a togliersi dal volto la maschera che ciascuno di noi è indotto ad indossare dall’ignoranza e dal pregiudizio. “Il volto, i volti, quei volti... i nostri volti” è il titolo di un lavoro culturale prodotto dalla Scuola

media di Caorle e presentato con un allestimento artistico-letterario sul tema dell'integrazione razziale/ culturale, della denuncia dei genocidi. La dirigente Antonella Berardo, i docenti e gli studenti delle classi terze, protagonisti dell'evento culturale, hanno ac-

I

VOGA CAORLE

REGATE FINALI DEGLI STUDENTI on la regata finale, si è conC cluso il corso di voga per circa 60 studenti delle classi terze della Scuola media di Caorle, organizzato dalla Voga Caorle nell’ambito “Sport a Scuola 2013”. Una mattinata soleggiata ben-

ché ventosa, quella di sabato 18 maggio, che ha dato ai giovani di Caorle di confrontarsi con la forza delle proprie braccia nell’antica arte della voga alla veneta, accompagnati dagli atleti biancorossi della Voga Caorle, che li hanno per un paio di mesi istruiti sulla tecnica di voga sia a bordo di caorline che di batee. “Un’esperienza molto bella anche per noi appassionati” - ha commentato il presidente di Voga Caorle, Alessandro Malpighi.

“In questo modo auspichiamo di aver avvicinato i giovani alla spettacolare e salutare attività sportiva del remo, e in futuro anche alla nostra associazione, che per crescere ha bisogno di buone giovani braccia”.

compagnato gli intervenuti (genitori e autorità) nel percorso prima letterario con la declamazione di poesie scelte, e poi figurativo nell'allestimento installato in un'aula, dove si è rappresentato il campo di sterminio (rievocando in questo modo la visita didattica compiuta lo scorso anno nel lager di Dachau) dove gli studenti hanno dipinto i loro autoritratti quali prigionieri internati, e proiettato in fotogrammi i loro volti liberati dalla maschera che simbolicamente cancella l'identità di ciascuno. “La democrazia, le Costituzioni, la scuola hanno dato l’opportunità a tutti noi di poterci liberare dalle “maschere” e mostrare liberamente il nostro Volto...”, affermano gli studenti nella presentazione. Una mostra emotivamente sorprendente e artisticamente ineccepibile, che merita essere visitata da tutti e che diventerà itinerante nel prossimo anno scolastico. Un piccolo commovente capolavoro dei nostri giovani e dei loro docenti.


24

n. 4 - giugno 2013

A Mestre gli chef offrono il pesce di Caorle

Alla Mensa dei Poveri Ca’ Letizia persone speA ciali hanno avuto la caritatevole opportunità di gusta-

Promotori del contatto i Servizi sociali del Comune di Venezia, i quali hanno proposto la serata speciale con la collaborazione dall’Associazione Cuochi di Venezia, per dare un contributo vero in un momento tanto difficile.

In cucina gli chef Luca Faraon, Franco Favaretto e Stere la cena di grandi chef. fano Alberghetti rispettivaLe persone dal grande cuomente segretario e presidente re sono sempre in prima linea dell’Ass. Cuochi Venezia e il nel momento del bisogno. pasticcere padovano Antonio Anche Luca Faraon del ristoMezzalira; al servizio ai tarante “Il Carro” di Duvoli Edoardo Raspelli. Un na Verde ha risposto alICORDANDO team di classe che per l’ocl’appello fatto dalla chef casione ha preparato e serLjubica Komlenic per vito un menù a base di peoffrire solidarietà ai po- Raccolti 2.600 euro devoluti all’acquisto di sce tutto caorlotto: per antiveri. Il 22 aprile alcuni attrezzature per il Centro Diabetici chef del veneziano, ai abato 4 maggio si è tenuta la cerimonia pasto un’insalatina di mare, quali si è unito il noto di consegna delle offerte raccolte in primo piatto un risotto di critico enogastronomi- occasione della fiaccolata in memoria della mare con asparagi, secondo piatto pesce San Piero al co Edoardo Raspelli, si giovane architetto Michela Dorigo. Sono stati in totale raccolti 2.650 euro, cartoccio, e come dessert il sono ritrovati tra i for- consegnati all’Associazione Diabetici del nelli e ai tavoli della Basso Piave, impiegati per l’acquisto di un gelato, un dolce e caffè. A fine cena cuochi e commensa dei poveri “Ca’ proiettore, un holter glicemico che permetLetizia” della S. Vincen- te di monitorare il valore della glicemia mensali hanno trascorso h24x7gg, e un computer e relativo software. qualche ora assieme per zo di Mestre. Alla cerimonia, presenti i familiari, il sin- una normale e bella chiacLa solidarietà ha dato daco Caorle Luciano Striuli, mons. Manvita ad una cena specia- zato, di il presidente dell’ADBP Mario Ferra- chierata. “E’ stata per me le per 140 persone me- ro, il direttore dell'Asl10 Carlo Bramezza, un’ esperienza fantastica” no fortunate, non sol- la dott.ssa Milena Zanon, ha dato la propria dice Luca Faraon, che non è tanto extracomunitari adesione anche il musicista Alessandro Ta- certo nuovo, assieme alla moglie Luisa, ad iniziative disoccupati, ma anche verna, amico di Michela. “L'evento è stato una cosa straordinaria e benefiche. “Ho provato persone con gravi diffi- molto emotiva, partecipato da tanta gente, coltà economiche che ringrazio tutti di cuore” - ha detto il papà di grande ammirazione per i fino a ieri avevano una Michela, Marco Dorigo. “Ci siamo ripro- volontari, principalmente vita dignitosa, un tetto, messi di ripetere altre iniziative a scopo be- pensionati, per il lavoro e l’impegno che ci mettono un lavoro mentre oggi nefico in ricordo di Michela”. quotidianamente. Con il si ritrovano, a causa sorriso sono lì ogni giorno, della crisi economica, a per servire una colazione ed non riuscire ad assicuuna cena a coloro che vivorarsi neppure un pasto no ai margini di una società al giorno, e sono così messa a dura prova dalla costretti a ricorrere alla crisi”. _ _ Donatella Brentel mensa dei poveri.

R

S

MICHELA


25

n. 4 - giugno 2013

Al Galà Fedelissimi Rossoneri il “Golden Boy” assieme a Prati, Anquilletti, Villa, Pasinato e Buffon evocando Nereo Rocco

Gianni Rivera ritrova il suo Grande Milan supplementari, segnò il gol del definitivo 4-3. Ma l’occasione ha subito evocato il mitico “Paron” Nereo Rocco, l’allenatore di quel grande Milan. Ne ha parlato subito Lorenzo Buffon, portiere di Milan, Inter e della Nazionale; a ruota, Rivera ha ricordato quel fatidico tratto, nel pullman dei rossoneri, verso il Bernabeu di Madrid per la finale di E’ stata una Coppa Campioni, serata di partiil 20 maggio 1969, colare cordiavinta per 4-1 sullità, dato che, l’Ajax con tre gol di come ha detto Prati e uno di SorPrati, è occamani. sione rara riIl Galà, ottimatrovarsi assiemente organizzato me a Rivera, il con la collaboraquale, dopo la zione di Paolo carriera calciFrancescato, Flavio stica, ha intraNovello e l’ospitaliLa formazione del Milan: 1 Cudicini, 2 Anquilpreso l’impe- letti, tà di Romolo ed 3 Schnellinger, 4 Rosato, 5 Malatrasi, 6 Tragno politico, pattoni, 7 Hamrin, 8 Lodetti, 9 Sormani, 10 Ri- Enzo Molena, aved i v e nt a n d o vera (c), 11 Prati. All. Rocco. va finalità di beneParlamentare ficenza ed ha proe dal 2010 anche presi- ne d’Oro (primo italiano) posto ai convenuti un ecdente del Settore Giovani- nel 1969. cellente menù, arricchito le e Scolastico della FIGC. E per non dire della dal dessert del gelatiere Esordiente in A a 16 an- “Partita del Secolo”: quel- campione del mondo ni con la sua Alessandria - l’Italia-Germania Ovest Antonio Mezzalira. al suo fianco giocò per un di semifinale al Mondiale Infine un saluto a tutti, anno anche Lino Inferre- 1970 in Messico, nella con l’auspicio di ritrovarra - e a 18 anni in Nazio- quale Rivera, nei tempi si presto, ancora a Caorle. nale; vent’anni di carriera con la maglia del Milan, 12 da capitano, conquistando tre Scudetti (1962, 1968 e 1979), quattro Coppe Italia (1967, 1972, 1973 e 1977), due Coppe dei Campioni (1963 e 1969), una Coppa Intercontinentale (1969) e due Coppe delle Coppe (1968 e 1973); Pallo-

Rivera, l'icona del calcio italiano, stoGricoianni capitano del Milan, ha presenziato al 2° Galà Fedelissimi RossoNeri di Caorle assieme ai colleghi Pierino Prati, Angelo Anquilletti, Lorenzo Buffon, Gino Maldera, Giancarlo Pasinato, Silvano Villa e a diversi tecnici e responsabili dell’area tecnica e settore giovanile rossonero. La serata, a scopo benefico, si è tenuta all'International Beach Hotel mercoledì 8 maggio, con un centinaio di simpatizzanti di Caorle e dell'entroterra. Tra gli ospiti di riguardo, anche Graziano Nardi, figlio del vicepresidente del Milan, da poco scomparso.

Una Speranza per Vittorio Menditto

tifoso milanista davvero speciale Un è Vittorio Menditto, 23enne concordiese; nel 2006 fu vittima di un incidente motociclistico che lo ha reso tetraplegico. Vittorio dipinge con la testa, grazie ad un apposito caschetto. Ai grandi ex campioni Rossoneri, Vittorio ha voluto fare dono di una sua opera. La sua speranza è di poter sostenere un intervento chirurgico, come spiega nella sua pagina Facebook/Una speranza per Vittorio. Un intervento in una clinica privata di Zurigo da parte dello specialista dott. Possover, che si basa sull’impianto di un dispositivo elettrico nella zona bassa dell’addome il quale stimolando la parte nervosa del corpo favorisce anche la rigenerazione dei tessuti nervosi, così da riottenere un giorno almeno una minima autonomia. Il costo dell’intervento è molto alto: 95.730 Franchi Svizzeri (circa 80mila euro), che si sta cercando di raccogliere assieme a tutte le persone che affiancano questa speranza, tramite eventi, concerti, cene, serate ecc. Al momento la somma raccolta è di 40 mila euro, la metà del necessario. Chi volesse aiutare, può effettuare una donazione presso la Cassa di Risparmio di Venezia con codice Iban IT57 N063 4536 0701 0000 0002 907, intestato a Tamai Maurizio, presidente dell’associazione che lo sta aiutando.


26

n. 4 - giugno 2013

CCIITTTTÀÀ&eCCIITTTTA D I NI

65 anni di Matrimonio per Albina e Rito Gusso opo aver raggiunto l’ambito traguardo D delle nozze di diamante, dopo esser diventati bisnonni nel gennaio 2012, il 22 maggio 2013 i coniugi Gusso hanno festeggiato i 65 anni di matrimonio. Sposatisi a Caorle nel 1948, Gusso Rito (classe 1927) e Benatelli Claudia - per gli amici Albina - (classe 1929) hanno festeggiato assieme ai figli Gianfranco, Leonardo e Renzo, nonché assieme ai nipoti e pronipoti l’importante traguardo. Quando chiamato a rispondere alla domanda se sposati in regime di separazione o comunione, Rito risponde scherzosamente: “Par

quanto go sempre pagà tuto mi, a parona xe sempre stada éa!”. Il prossimo appuntamento è stato fissato fra cinque anni, per il solenne festeggiamento delle “nozze di ferro”.

Mezzo secolo insieme

rantendo che il loro amore sarà per sempre insieme. - D.B.

Celestina e Annibale Battistutta

altra coppia di Caorle festeggia il Un’ mezzo secolo di vita insieme. Celestina Mior e Annibale Battistutta detto "Gigio" il 24 aprile 1963 sono convolati a nozze; nel 2013 sono qui a festeggiare le nozze d'oro, attorniati dalla bellissima famiglia di figli e nipoti custodita con tanto amore in 50 anni di vita insieme. Celestina e "Gigio" sono intenzionati ad essere pronti a festeggiare altri anniversari, ga-

Biglietti ATVO in aereo Ed anche nei treni del turismo

biglietti del bus? Si comprano in aereo o in treno. L’Atvo ha sottoscritto un importante Iaccordo di collaborazione con Air One, attraverso il quale le migliaia di turisti che quotidia-

namente arrivano all’aeroporto Marco Polo di Venezia, possono acquistare i ticket per Jesolo, Treviso e la stessa città lagunare, direttamente in aereo. E’ un di servizio che già viene svolto da una paio d’anni con Ryan Air e Wizz Air. L’Atvo ha inoltre sottoscritto un accordo con le ferrovie austriache OBB che garantirà, dal 16 giugno al 31 agosto, i collegamenti da Mestre per Lido di Jesolo e viceversa.


music&arts

n. 4 - giugno 2013

ARTE - ESPOSIZIONE DI OPERE IN CENTRO “GIOVANNI XXIII” DAL 14 AL 16 GIUGNO

27

GLI “SPAZI IN-VISIBILI” DI MIRKA BERGANTIN enerdì 14 giuV gno alle ore 18,00 presso il Cen-

“RIDI PAIASSO!” OLIVER SKARDY IN TOUR Il 7 giugno inizia la tournèe estiva di Sir Oliver Skardy, con i fidati Farenheit 451. Dopo il primo posto del nuovo disco “Ridi paiasso!” nella classifica di iTunes Top Album World, Skardy propone un tour estivo che farà vibrare i palchi delle principali rassegne e festival. Queste le date confermate del “Ridi paiasso! Tour” (una produzione di Attilio Perissinotti per Virus Concerti): 7 giugno - Premaore di Camponagara (Ve) 16 giugno - Golosine (Vr) - Festival 21 giugno - San Donà di Piave (Ve) Soundgarden Park Festival 29 giugno - Vascon (Tv) - Festa d’Estate 20 luglio – Mestre (Ve) - Reggae Sunsplash 25 luglio - Sottomarina (Ve) - Festival 17 agosto - Cavallino (Ve) 23 agosto - Ferrara Music Park - Ferrara L’icona del reggae veneziano sarà affiancato dai Fahrenheit 451 composta da Roberto "Sciubert" Pettenello alle tastiere e voce, Andrea "Andyman" Manzo alla chitarra e voce, Alessandro "Baby" Numa al sax e voce, Christian "Chris" Enzo alla batteria, e Giorgio “Giorgis” Ciatara al basso.

tro Pastorale “Giovanni XXIII” di piazza Vescovado, si terrà l’inaugurazione di “SPAZI IN-VISIBILI”, una esposizione dei dipinti di Mirka Bergantin. Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Venezia e docente d’arte presso la scuola media di Eraclea, la pittrice esporrà una quindi-

cina di tele di grandi dimensioni che sono frutto di una ricerca stilistica recente. Inizialmente si ispira al pittore astratto Mark Rothko, artista russo ma statunitense d’adozione, che prediligeva contenuti fortemente spirituali. Poi la sua ricerca si sposta anche in altre direzioni; le sue superfici infatti si fanno più materiche e in alcuni casi si “aprono”

CMM SEGNALA

ROBIN MCKELLE & THE FLYTONES venerdì 14 giugno ex Abbazia Benedettina - Monastier KISS Monster Tour 2013 lunedì 17 giugno ENG Villa Manin - Codroipo

MANU KATCHÈ QUARTET venerdì 21 giugno ex Abbazia Benedettina - Monastier IRIO DE PAULA Samba Jazz Trio venerdì 28 giugno ex Abbazia - Monastier

lasciando “vomitare” materia cangiante. I suoi dipinti sono dei “paesaggi dell’anima” che sembrano indagare la sfera più interiore e spirituale di chi li guarda. La mostra rimarrà aperta anche sabato 15 dalle ore 17,30 alle 21,00, e domenica 16 giugno dalle ore 10,30 alle 12,30, il pomeriggio dalle ore 17,30 alle 21,00.

GLI SPETTACOLI

AZALEA

MARIO BIONDI Sun, il tour sabato 29 giugno Diga Nazario Sauro - Grado

GORAN BREGOVIC Guca sul Carso venerdì 5 Luglio Borgo Grotta Gigante - Trieste RAMMSTEIN Made In Germany giovedì 11 luglio ENG Villa Manin - Codroipo JOVANOTTI sabato 13 luglio Stadio Euganeo - Padova

1973: NASCE DARK SIDE OF THE MOON PINK FLOYD PRODUCONO IL PIÙ FAMOSO ALBUM DELLA MUSICA MODERNA ra il mese di marzo di 40 anni fa. Nel fertilissimo mondo delE la musica moderna nasce il suono

più sorprendente e bello, concettuale ed emozionale, innovativo e progressivo: “Dark Side of the Moon”prodotto dai Pink Floyd, che in Italia comincia a farsi conoscere solo nell’estate, grazie ai circuiti musicali più d’avanguardia. Era da poco passato sugli scenari internazionali il fenomeno Beatles e il loro posto veniva sostituito da Rolling Stones, Led Zeppelin, dai protagonisti di Woodstok. Ma a Cambridge stava nascendo la storia del pop psichedelico con i Pink Floyd, che dopo l’abbandono di Syd Barret, nel 1968, avevano inserito David Gilmour, le cui chitarre multieffetti (il mitico VCS3) hanno parlato e urlato al pianeta. Dopo una ricerca di pura psichedelia, tra cui si segnalano Ummagumma (‘69), Atom Earth Mother (‘70) e Meddle (‘71), vede dunque la luce nel 1973 Dark Side of the Moon. Il risultato, forse oltre ogni previsione, è di 50 milioni di copie vendute, 742 settimane nella classifica americana degli album più venduti, 15 dischi multiplatino negli States e 5 in UK, pri-

mo posto in USA, Canada, Nuova Zelanda, secondo in Norvegia, Italia, Regno Unito. Questo quando i dischi si facevano in vinile, poi in nastro magnetico, poi in cd-rom, e si vendevano. Ma oggi The Dark Side è un indelebile marchio dell’anima musicale, quasi un’anticipazione dell’età multitecnologica, della virtualità, dell’emotivo profondo. Suoni ancestrali, archetipi del suono, pulsazioni di Waters, ritmi e metriche di Mason, struggenti stringhe di moog sperimentato da Wright, sax (Dick Parry in Money e Us and Them) e voci liriche (Clare Torry, voce in The Great Gig in the Sky), sorretti e sormontati dagli inimitabili assolo di Gilmour. Nella profetica visione di un mondo oscurato ma prorompente, misterioso e intenso, arduo da decifrare e accettare, fino all’assoluta condivisione perfino emulazione adeptica. Dieci tracce unite da un unico filone, come se l’album fosse un tutt’uno di 42 magici minuti, mixati dal giovanissimo tecnico del suono Alan Parson. “Organicità e coerenza” - narra Andrea Viscardi in Europinio-

ne.it. “Stupisce ancora di più se si considera il fatto che, in realtà, i dieci brani presentano ognuno peculiarità proprie. E’ proprio questa organicità che rende il lavoro dei Pink Floyd incredibile. Difficilmente, nella storia, un album è capace di contenere dieci tracce di uguale spessore, così diverse ma così coerenti, senza che nessuna oscurasse le altre. Oltre ad un’attenzione maniacale per la musica e per i dettagli della registrazione, la band riesce a creare dei testi di una profondità disarmanti. Un esempio è proprio “Time“, una sorta di diserzione filosofica sulla concezione del tempo e del modo di considerarlo illimitato, quasi noioso. Sino a quando, poi, “one day you find ten years have got behind you”. Quindi, ciò che sembrava prima infinito, diviene ogni giorno più corto, tanto da non permetterti più di trovare il tempo, “shorter of breath and one day closer to the heart”. Un capolavoro, insomma, desti-

DEL

2013 :

BRIAN MAY & KERRY ELLIS mercoledì 16 luglio Diga Nazario Sauro - Grado

ZUCCHERO La Sesiòn Cubana WT venerdì 19 luglio Piazza Unità - Tarvisio DEEP PURPLE mercoledì 24 luglio ENG Area Festival - Majano

ELIO E LE STORIE TESE venerdì 26 Luglio Spiaggia Costa Azzurra - Grado

nato a passare alla storia e a influenzare generazioni di musicisti, ancora per moltissimi anni, che si ispirano metaforicamente allo sbarco sul lato oscuro della Luna di quattro artisti che hanno scandagliato l’abisso psichedelico della follia e dell’alienazione con un album iconico fin dalla storica copertina di Storm Thorgerson, con un prisma triangolare rifrangente un raggio di luce. Un monolite totemico di nome Dark Side Of The Moon. - F.I.


SPORT

n. 4 - giugno 2013

28

PORTO SANTA MARGHERITA - Il 2 giugno partenza della 500x2

Le grandi regate d’altura elene Alifax e BluS colombre sono le barche vincitrici dell’edizione 2013, la 19ª, de La Duecento, rispettivamente in equipaggio e x2, che si è conclusa domenica 12 maggio dopo tre giorni di regata sulla rotta CaorleSansego-Caorle, organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita. Edizione combattuta, caratterizzata da condizioni meteo estremamente variabili, specie nell’area di Sansego che hanno fermato molti dei regatanti più agguerriti. I tempi compensati IRC hanno decretato la vittoria assoluta In Equipaggio di Selene Alifax, Dehler 44 di Massimo De Campo. Seconda e terza posizione Overall rispettivamente per XSea Io regato x Emma di Veladriatico timonata da Mario Mantegazza, e Give me Five di Renato Codato, timonata da Silvio Sambo con Dario Malgarise alla tattica, che torneranno con la stessa barca anche alla 500x2. In IRCX2 vittoria di Blucolombre, First 40.7 che l’esperto Massimo Juris ha traguar-

BLUCOLOMBRE - Foto : Matteo Bertolin

Alberto Perin sull’IMX38 Black Angel. In classe Mocra dominio tedesco con la vittoria di Silver Chiller di Georg Kretz, Corsair 37R. E adesso il piatto forte delle regate d’altura: dal 2 giugno torna protagonista La Cinquecento Trofeo Phoenix Informatica, la prima regata in doppio ideata in Italia. Giunta alla XXXIX edizione, questa storica ed affascinante competizione si correrà X2 e XTutti lungo le cinquecento miglia marine del tragitto Caorle-Sansego-Tremiti-SansegoCaorle. SELENE - Foto : Matteo Bertolin Le classifiche provvisorie, l’elenco aggiornastini Paolo Tomsic e Nazare- to dei passaggi di Sansego e no Bait sul Millenium 40 Sa- degli arrivi in tempo reale soyonara Saiel e terza per l’equi- no disponibili nel sito paggio di casa Paolo Striuli e www.lacinquecento.com. dato alla seconda vittoria nella 200x2 con il giovane minista veneziano Pietro Luciani. Seconda posizione per i trie-

I giovani si impongono nei tornei di kata e kumite regionali e nazionali

Tanti successi per il Paci Karate Club karate è sempre più di Ia LSancasa a Caorle, così come Donà di Piave, grazie alla pluriennale attività svolta dal Paci Karate Club, società fondata nel 1993 succedendo alla storica Yung Club, e guidata da Paci Zefiro Gallo, maestro 7° dan, con i suoi collaboratori Marco Campagner, e Igor Battiston, maestri 4° dan, e gli altri istruttori. “Pur tenendo in considerazione la componente sportiva - spiega Paci Gallo - nostro scopo è mettere in risalto l’aspetto educativo che l’arte marziale può conferire a qualunque individuo”. E proprio grazie a questa attitudine, i risultati giungono copiosi soprattutto con gli atleti più giovani, come Alessia Perinetto, che si è aggiudica-

ta il 5° Trofeo “Pietro Memo” Città di Ceggia. A questo si aggiungono il Trofeo Sakura 2013 ad Annone Veneto, il 4° Campionato regionale veneto Kumite e Kata, il 4° Trofeo Veneto a Paderno del Grappa, il 9° Trofeo Giovani Samurai a Trivignano, il Torneo open per cinture marroni e nere cadetti/juniores, il 3° Internazionali d’Italia kata e kumite, dove si sono imposti con risultati da podio la stessa Alessia Perinetto, Gioele Cesca, Emanuele Cricchio, Aurora Marin, Ric-

cardo Greco, Giorgia Grandin, Tair Moussa, Alessandro Pasqualini, e i seniores Alessandro Drighetto e Giovanni Moro e altri giovani karateca.


SPORT

n. 4 - giugno 2013

29

2500 piccoli atleti a Caorle per la 3ª edizione delle “olimpiadi” regionali

Giochi del Veneto nella pioggia maltempo non ha risparIVeneto, L miato neanche i Giochi del la cui 3ª edizione si è svolta a Caorle dal 23 al 26 maggio. Un appuntamento importante per oltre 30 federazioni e circa 2.500 atleti: «Quando abbiamo lanciato la formula dei Giochi, nel 2009 – ha ricordato il presidente del CONI Veneto Gianfranco Bardelle – ci siamo riproposti di mettere assieme tutto il movimento sportivo regionale, il secondo in Italia. Era una sfida che abbiamo vinto, con la partecipazione anche di grandi federazioni come basket e calcio. Importanti eventi - come detto, limitati delle condizioni atmosferiche - hanno affiancato le manifestazioni sportive: giovedì 23 maggio la mostra “Maglia Azzurra”, curata dall’Associazione Azzurri d’Italia. Alla sera spettacoli in piazza, mentre sabato mattina un importante momento di riflessione con il

forum “Sport&Turismo” per parlare dell’impatto dello sport sul settore turistico. Lo sport infatti è gioco e divertimento, ma anche impatto economico, come hanno ben compreso i comuni che ospitano questo evento: Caorle, Eraclea, Ceggia, San Stino di Livenza, Fossalta di Portogruaro, Jesolo, Concordia Sagittaria e Torre di Mosto, che hanno messo a disposizione gli impianti sportivi. Una tre giorni in cui i giovani si sono potuti confrontare lealmente in discipline sportive ampiamente diffuse, e in altre meno note ma emergenti, con l’attesa partecipazione del Comitato paralimpico che ha dato spazio a manifestazioni dimostrative degli sport praticati da atleti disabili, perché lo sport è aperto a tutti. Ma questo evento giovanile non va visto solo dal punto di vista sportivo ma anche educativo sociale, con la massiccia presenza delle famiglie

a sostegno dei propri figli durante le gare, e di visitatori appassionati. Lo sport ha infatti la capacità di aggregare, ed è anche un motore di traino per l’economia turistica. Lo sport è inoltre un fenomenale strumento per promuovere il territorio. “Un simile evento - ha concluso Bardelle - rappresenta dunque una grande soddisfazione e un onore: da una parte vediamo l’impegno dei ragazzi nei vari sport, dall’altra abbiamo presentato con orgoglio la nostra meravigliosa provincia di Venezia. Un grazie al Coni e al Comune di Caorle che hanno saputo fare squadra e portare avanti un obiettivo importante per la nostra realtà veneziana”.

CJC - FESTEGGIAMENTI SCUDETTO

E LA PIAZZA DIVENTA BIANCONERA elli come lo scorso anno i conero grazie alla festa B festeggiamenti per lo scu- allestita dal Caorle Judetto della Juventus, il secondo ventus Club, che ha consecutivo per la squadra guidata da Antonio Conte. E anche quest’anno Piazza Papa Giovanni, domenica 19 maggio, ultima giornata di campionato, si è tinta di bian-

predisposto una sfilata per le vie di Caorle, palco per la musica e il gazebo enogastronomico per tutti i tifosi della Vecchia Signora, ai quali si sono aggiunti anche

diversi tifosi delle altre squadre in un clima di festa per una compagine molto ammirata.


SPORT

n. 4 - giugno 2013

30

Cosa fa bene ai giovani ? Ne parla il professor Giancarlo Brichese

Manca una vera cultura dello sport arlando in generaP le, possiamo dire che nel nostro paese la

chiodo, lasciando campo libero ai più dotati, o presunti tali. E il problema è proprio questo e riguarda una cultura dello sport (a livello nazionale, beninteso). Si sa che lo sport fa bene, al fisico e alla mente, alla crescita morfologica e all’educazione, all’autodisciplina e al rispetto sociale e di ruolo. Fatto sta che quasi tutti i genitori avviano i propri figli fin da bambini all’attività sportiva, in qualsiasi disciplina di squadra o individuale (che a Caorle viene anche favorita dalla proposta didattica Sport a Scuola). E quindi affidano i bambini alle società sportive auspicando per loro una sana attività e, perché no, anche una possibile carriera... E spendono parecchi Euro ogni

cultura dello sport si concentra nell’arco di una dozzina di anni: tra i 6 e i 18. In questa fascia d’età, scuole e società sportive sono attive nell’insegnamento delle più svariate discipline ai giovani; i genitori sono pronti a spendere cifre anche significative per mandare i figli a fare sport, attività salutare e che tiene “fuori dai pericoli”. Ma perché, allora, dopo i 18 anni (quando i “pericoli” si fanno più concreti) il 90% dei giovani non pratica più sport se non in maniera saltuaria? Abbiamo citato la carenza di strutture sportive accessibili alla pratica diffusa dello sport. Ma è soprattutto la mancanza di una cultura dello sport, del piacere di fare attività fisica e soprattutto “fare squadra”. Va poi affrontato anche un paradosso: se tutti i giovani che praticano sport di Il prof. Giancarlo Brichese con una delle squadra, dopo i 18- giovanili del Calcio Caorle da lui allenate. 19 anni proseguissero in una prima squadra, anno per iscrizione, abbigliaogni società sportiva locale si mento, trasporto, ecc. Il problema sorge quando i ritroverebbe con 2-300 atleti di età compresa tra i 20 e i 35 piccoli atleti si “stufano”. In anni a disposizione... E dove li molti l’entusiasmo si spegne quasi subito, dopo uno o due mette? Ovviamente, secondo il anni, e dopo aver provato con principio meritocratico/selet- sport alternativi, mollano del tivo, molti giovani smettono tutto. Altri, con maggiore codopo solo qualche anno di at- stanza e senso di sacrificio tività sportiva, e appendono (combinato alle fatiche e rimolto presto le scarpine al sultati nello studio), arrivano

Calcio Pulcini - Torneo 1° Maggio

I friulani del Cjarlins ai rigori IL

Trofeo 1° Maggio di calcio categoria Pulcini, che da 18 anni si svolge allo stadio di Caorle, va alla formazione friulana del Cjarlins-Muzane (Carlino e Muzzana del Turgnano, in provincia di Udine). Delle otto formazioni, suddivise in due gironi e impegnate per l’intera giornata in scontri di qualificazione, si è

alla fine composta la graduatoria con i seguenti risultati: per il 7° e 8° posto Sangiorgese batte Città di Musile 2-0; per il 5° e 6° posto Calcio Caorle batte SandonàJesolo Calcio 6-0; per il 3° e 4° posto Libertas Ceggia batte Nervesa ai rigori 3-2; per il 1° e 2° posto Cjarlins-Muzane batte Vedelago Calcio 3-2 ai rigori. I giovani friulani, di scuola calcio del pianeta Udinese, entrano così nell’albo d’oro della competizione, subentrando a Liventina-Gorghense che vinse l’edizione 2012 e Portogruarosummaga che si aggiudicò il Trofeo nel 2011.

anche all’età di 15-18 anni, ma poi, se non hanno maturato qualità adatte ad entrare nella “prima squadra”, devono necessariamente farsi da parte, perché non c’è quasi nulla al di là della pratica agonistica nei campionati che ben conosciamo. Sì, c’è il settore Amatoriale, ma comincia molto più tardi, almeno oltre i 25 anni d’età, e di solito è autogestito. E dunque, quello slogan per cui lo sport tiene lontani i giovani dai “pericoli”, intesi come cattive compagnie, droghe, stili di vita pericolosi, diventa una lettera morta. Praticamente un’ipocrisia. Allora, abbiamo parlato di questi problemi con il professor Giancarlo Brichese che è testimone di almeno quattro decadi di sport a Caorle. Già atleta di livello nazionale nel lancio del martello - con le Fiamme Gialle è stato campione universitario e militare, 2 volte nazionale disputando i Mondiali Militari - Brichese è anche Isef, formazioni diplomato professore di educazione fisica alle scuole medie, istruttore di nuoto e dagli anni ‘70 collabora con il Calcio Caorle e altre associazioni sportive in qualità di educatore nella fascia Piccoli Amici. “Da giovani - afferma Brichese - venivamo incoraggiati a fare sport grazie alle nostre famiglie che non ci imponevano nulla, grazie alle società che non lucravano, grazie a istruttori che ci educavano ai valori dello sport. Oggi è tutto capovolto: le famiglie vogliono campioncini, le società pensano al business, gli istruttori guardano più ai risultati agonistici personali più che ai giovani stessi. Ai genitori dico di avere pazienza, avvicinare i propri figli a più discipline e individuare gli educatori, non solo per i risultati ma anche per le loro qualità umane psico-pedagogiche. I genitori se possono, devono fare sport assieme ai figli, creando anche momenti di gioco in cui i genitori siano allenatori e arbitri, così da comprendere e condividere la funzione delle regole, valore che va rispettato da tutti assieme”. _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Flavio Ineschi


NUMERI UTILI

(

TELEPHON-NUMMER

CARABINIERI 112 - 0421.81002-83686 POLIZIA DI STATO 113 - 0421.71777 VIGILI DEL FUOCO 115 - 0421.72222 0421.275700 POLIZIA STRADALE VIGILI URBANI 0421.81345 GUARDIA di FINANZA 0421.81069 CAPITANERIA di PORTO 1530 - 0421.210290 SOCCORSO NAVALE 0421.211630 0421.219111 MUNICIPIO TRAGHETTO Caorle-Porto S. Margherita 0421.83887 SOCCORSO STRADALE 803803- 803116 UFFICIO POSTALE 0421.219911 ENEL 1678 46001 0421.4811 ACQUEDOTTO A.T.V.O. stazione autocorriere 0421.383675

9 EMERGENZA SANITARIA PRONTO SOCCORSO CAORLE

118 0421.219829 0421.219814 0421.7641 0421.227111

MEDICO TURISTICO CAORLE OSPEDALE PORTOGRUARO OSPEDALE S. DONA’

FARMACIE: MONTANARI - Caorle, Rio Terrà 35 0421.81044 BORIN - Caorle, Viale S. Margherita 68 0421.210059 SCABBIO - P. S. Margherita - Via Pigafetta 11 0421.260060 ZAGO - S.Giorgio di L., Via Risorgimento 46 0421.80143

iA.P.T. CAORLE

0421.81085-81401 0421.260230 0421.81251 0421.84207 0421.260469 0421.81193 0421.84272 0421.82029 0421.81351 041.2606111

A.P.T. P.S. MARGHERITA ASSOCIAZIONE ALBERGATORI DARSENA OROLOGIO DARSENA MARINA 4 ASCOM CONSORZIO ARENILI TAXI PUBBLICO AVIOSUPERFICIE ALICAORLE AEROPORTO MARCO POLO

( (INESCHI (ONORANZE FUNEBRI ( IVANO GIOVANNI Caprulae MANUTENZIONI ( tel. 0421.211054 cell. 329.3555288 ( IMPIANTI ELETTRICI

autorizzazione Legge 46/90

CAORLE - Via della Triglia, 10

(

ONORANZE FUNEBRI (

S T E . B I . s.a.s. di Stefanutto C. & C.

SERVIZIO SERVIZIO 24 ORE RECUPERO SALME TRASPORT TRASPORTO INTERNAZIONALE

Via Traghete, 120/5 - 30021 CAORLE Viale Buonarroti, 10 - CAORLE

Tel. 0421/84170 - Fax 0421/83662 cell. 348/4915434 - 348/4915435

(IMPRESA PULIZIE

STE.BI. PULITER di Stefanutto C. & C.

s.a.s.

PULIZIE CIVILI E INDUSTRIALI

Via Traghete, 120/5 - 30021 CAORLE

Tel. 0421/84170 - Fax 0421/83662 cell. 348/4915434 - 348/491543

(ARTIGIANO EDILE SA NG I ON ROBERTO ristruttur azioni manu ten zioni f initur e di pr egio rifacimen to bagni riparazioni

VIA DEI CALAMARI, 21 - CAORLE tel-fax 0421.83452

E-mail: roberto@sangionroberto.191.it

(

s.n.c.

di Braida R. & C.

SERVIZI FUNEBRI NAZIONALI ED ESTERI SERVIZI CIMITERIALI Strada Traghete, 128/2B CAORLE/Ve-Tel. 0421/211547 cell. 335.7056879

CAORLE Venezia

COMMERCIO AL MINUTO BEVANDE CON CONSEGNA A DOMICILIO

INGROSSO

VIA TRAGHETE, 14 Tel. 0421.81275 0421.210018

BIRRA - BIBITE - ACQUE VINI - LIQUORI - CAFFE’ - ALIMENTARI delle migliori marche

RISERVATO:

AFFILIATO

RIVENDITORI e GRANDI UTILIZZATORI

ristoranti - alimentaristi - drogherie - spacci e mense aziendali - comunità - salumerie bar - alberghi - pizzerie - convitti - aziende commerciali - possessori partita I.V.A.

ORARIO DI APERTURA da Lunedì a Sabato mattina 8.30-12.30 pomeriggio 15.00-19.00

DOMENICA MATTINA APERTO

Tel. 0421.210195


Caorlemaregiugno2013  

Attualità, eventi, turismo, sport da Caorle... nel mondo.

Advertisement