__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

Aut. Trib. Venezia n. 929 del 18.4.1988 - Iscr. Reg. Naz. Stampa n. 06170 - R.O.C. n. 5276

Spedizione in abbonamento postale 70% - DCB Venezia

anno XXVIII n. 4 - Giugno 2019 - Distribuzione gratuita

Per ricevere la rivista a casa vostra per un anno (9 numeri) inviate un vaglia postale di € 15,00 con la dicitura “rimborso spese postali” intestato a CAORLEMARE Magazine - Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Ve

editore CAORLEMARE sede e redazione Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Venezia - Tel. 333.2983338

e-mail: redazione@caorlemare.it direttore responsabile Flavio INESCHI collaboratori Donatella BRENTEL, Riccardo COPPO, Mirco GRANDIN, Corrado GUBITTA, Michele INESCHI, Veronica MARCHESAN, Ester C. NARDO, Milena ROMAGNOLI traduzioni: Emma RIMMELE stampa: PERUZZO Industrie Grafiche SpA-Via M.Polo 10/12-Mestrino (Pd)

Ai sensi della Legge 675/96, art. 10 e del Regolamento Europeo 2016/679/UE art. 10, questa copia Le viene spedita per conto dell'editore, titolare del trattamento dei dati personali, nei confronti del quale potrà esercitare i diritti previsti dal Garante della Privacy.

per la vostra pubblicità

(

333 298 33 38

Artikel in Deutscher Sprache Your news in English

Seiten 42-44 Page 44-45


3

attualita’

n. 4 - giugno 2019

Dovrebbe iniziare a fine ottobre il primo stralcio, da Piazza Sant’Antonio (esclusa) a Via Gozzi. Costo 1,6 milioni

Viale S. Margherita: cantieri dopo l’estate Via i pini domestici, senso unico verso Santa Margherita, pista ciclabile e marciapiedi ampi di RICCARDO COPPO

V

iale Santa Margherita: dopo l’approvazione del progetto definitivo, a metà giugno via libera anche al progetto esecutivo. Sta per volgere al termine il lungo iter che porterà all’avvio dell’intervento di riqualificazione urbanistica ed architettonica del principale asse viario di Ponente. Se nelle scorse settimane il Comune ha approvato in linea tecnica tutti gli elaborati che compongono il complesso piano di riqualificazione, nelle prossime settimane dovrebbe ricevere il disco verde anche il progetto esecutivo. Se così fosse, a metà luglio potrebbe essere avviata la procedura per la gara d’appalto. Questo significa che entro la fine di ottobre potrebbe aprirsi il cantiere del primo stralcio dell’opera che l’Amministrazione comunale finanzierà con 1.650.000 euro recuperato dall’avanzo di amministrazione. Il primo stralcio riguarderà tutto il tratto di viale Santa Margherita compreso tra Piazza Sant’Antonio (esclusa) e l’incrocio con Via Gozzi. In questo tratto di strada

verrà ricavata una pista ciclabile a doppio senso, verranno realizzati nuovi marciapiedi ed aree verdi e saranno rimossi i pini domestici per far spazio (a margine della carreggiata) ad essenze arboree diverse, meno dannose per il manto stradale. Verrà anche modificata la viabilità: in questo primo tratto di strada, infatti, sarà introdotto un senso unico di marcia con direzione dal centro storico verso il rione di Santa Margherita. Contemporaneamente, sarà modificato il senso unico di marcia della parallela Viale Marconi che

Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia, mentre i nulla osta degli Enti gestori dei sotto-servizi presenti in zona, già comunque interpellati dal Comune, dovrebbero essere concessi in sede di Conferenza di servizi. Per quanto riguarda, invece, i futuri stralci dell’opera di riqualificazione dell’asse viario è previsto che da via Gozzi in avanti il viale rimanga a doppio senso di marcia, con nuovo arredo

Gasperi e Piazza Sant’Antonio. Con riguardo a quest’ultima piazza, la sua sistemazione sarà eseguita dalla società partner del Comune di Caorle nell’accordo pubblico-privato che riguarda la ristrutturazione dell’Hotel Caorle. Secondo le stime degli uffici comunali, la riqualificazione di Piazza Sant’Antonio non partirà prima dell’inverno 2020 o comunque entro i primi mesi del 2021: l’accordo prevede che

urbano e spazi per pedoni e ciclisti. Nel progetto (del valore complessivo di 6,1 milioni di euro) sono state inserite anche la realizzazione di una rotatoria in corrispondenza con Largo dei Venti e le riqualificazioni di Piazza De

venga data precedenza alla ristrutturazione dell’immobile e che in seguito si proceda alla costruzione del nuovo volto di Piazza Sant’Antonio in linea con quanto stabilito nel progetto validato dall’Amministrazione comunale.

Rendering del progetto

sarà indirizzato verso il centro storico. Prima dell’approvazione del progetto definitivo da parte della giunta Striuli, quest’ultima si era già premurata di incassare il parere favorevole della Soprintendenza Archeologica, Belle


4

politica

n. 4 - giugno 2019

Risultati sorprendenti dal voto del 26 Maggio. L’astensionismo italiano tocca il 44%. Lega “pigliatutto”

Europee: Italia e Caorle dicono Lega Il nuovo Europarlamento si insedierà il prossimo 2 Luglio di RICCARDO COPPO

N

el 2014 fu il Pd di Renzi a fare “cappotto” alle elezioni europee. Nel 2019, invece, è la Lega di Matteo Salvini a far registrare una clamorosa affermazione elettorale. Il Carroccio ha ottenuto infatti il 34,33% delle preferenze degli italiani seguito, a notevole distanza, dal Partito democratico con il 22,69% e dal Movimento 5 Stelle, fermo al 17,07%. Accedono ai seggi dell’Europarlamento anche Forza Italia (8,79%) e Fratelli d’Italia (6,46%). Fuori dagli emicicli di Strasburgo e Bruxelles tutti gli altri partiti che non hanno superato lo sbarramento del 4% a cominciare da Più Europa (3,09%), Europa Verde (2,29%), La Sinistra (1,74 %) e via via tutti gli altri partiti minori. Un seggio anche alla Svp (Südtiroler Volkspartei), grazie all’accordo stipulato prima delle elezioni con Forza Italia. Quanto all’affluenza, in Italia meno elettori si sono recati ai seggi rispetto al 2014: la flessione è stata del 2,6% essendo passati dal

58,69% del 2014 al 56,09% del 26 maggio di quest’anno. Dato in controtendenza questo rispetto a tutto il resto d’Europa dove l’affluenza è mediamente cresciuta dell’8%, anche se gli italiani confermano la propria propensione al voto rispetto all’astensione visto che la media europea dei votanti è stata del 50,5% (la più alta degli ultimi vent’anni). Qual è, dunque, lo scenario politico che ci hanno consegnato le urne? Il voto ha confermato lo spostamento a destra dell’elettorato italiano, con la Lega che ormai ha definitivamente conquistato il ruolo di partito leader del centrodestra, raddoppiando il numero dei consensi ottenuti rispetto alle politiche del 2018. Le urne hanno inoltre dimostrato ancora una volta le difficoltà di Forza Italia: neanche l’impegno diretto in campagna elettorale di Silvio Berlusconi, fino a qualche anno fa catalizzatore delle preferenze degli italiani, ha risollevato le sorti degli azzurri. Bene, invece, Fratelli d’Italia che rispetto alle europee 2014 quasi raddoppia il proprio bacino di voti, riuscendo così a portare in Europa per la prima volta i suoi esponenti.

A Caorle ha votato il 58,76% così suddiviso: Lega (59,51%) PD (12,49%) M5S (8,88%) Forza Italia (7,15%) Fratelli d’Italia (5,89%) Secondo le ultime simulazioni post elezioni, se si fosse votato per le politiche anziché per le europee, un’ipotetica alleanza “sovranista” tra Lega e FdI avrebbe permesso ai due partiti di ottenere la maggioranza in entrambe le camere del Parlamento: il tutto, senza nemmeno dover coinvolgere Forza Italia. A sinistra, il Pd ha aumentato i consensi rispetto alla catastrofe del 2018 quando alle politiche ottenne solamente il 18,8%. Alle Europee la percentuale è stata del 22,8%, quanto basta per superare il Movimento 5 Stelle che ha subito la più sonora batosta dalla sua fondazione: rispetto alle politiche dello scorso anno si è registrato un crollo dal 32,7% al 17%, con una perdita complessiva di circa 6 milioni di

voti. È vero che ha pesato l’astensione nel Sud Italia, dove il partito di Luigi Di Maio aveva sbancato solamente un anno fa, ma il dato conferma quanto i sondaggi avevano ipotizzato, ovvero che il Carroccio, dopo un anno di governo, ha sostanzialmente “cannibalizzato” il consenso che precedentemente gli italiani avevano manifestato per i pentastellati. E a Caorle com’è andata? Il nostro Comune, come da tradizione, conferma di essere un feudo del centrodestra: la Lega ha sfiorato quasi il 60% delle preferenze (59,51%), terzo miglior risultato in tutto il veneziano. Il Pd si ferma invece al 12,49% mentre il Movimento 5 Stelle all’8,88%. Forza Italia ha raggiunto il 7,15%, mentre Fratelli d’Italia il 5,89%. Chiamati alle urne erano 9.314 caorlotti: hanno effet-

tivamente votato in 5.473 pari al 58,76%. Nel 2014 alle Europee il voto a Caorle vide il Pd al 31,39%, FI al 23,32%, i 5 stelle al 21,49% e la Lega (Nord) al 13,44%. Il nuovo Parlamento Europeo: ad un mese dal voto, il 25-26 Giugno, si terrà una seduta del Consiglio europeo per decidere sui deputati ai quali spetterà il rinnovamento delle cariche ai vertici delle istituzioni: Presidente della Commissione, Presidente del Consiglio Europeo, Presidente della Bce e Alto rappresentante Ue. La legislatura si concluderà ufficialmente il 1 luglio 2019. Il giorno dopo si insedierà il nuovo Parlamento Europeo con l’elezione dei deputati che ricopriranno le cariche di Presidente, 14 vicepresidenti, 5 questori dell’Assemblea; verranno inoltre stabiliti anche numero e composizione delle Commissioni parlamentari permanenti.


5

n. 4 - giugno 2019

Entro il 1° luglio il verdetto da parte della Corte di Cassazione

Rosanna Conte sarà eletta Eurodeputata ? spetta il telegramma di conferma.» Pare che siano queste le parole che Matteo Salvini ha rivolto a Rosanna Conte in occasione dell'incontro che si è tenuto martedì 28 maggio a Roma tra il leader della Lega e tutti gli eletti del Carroccio al Parlamento Ue. A quell'incontro è stata invitata anche la consigliera comunale di Caorle, ma, alla data di stampa di questo numero di “CaorleMare Magazine”, ancora non è stata confermata ufficialmente la sua nomina. Il “giallo” legato ai conteggi dei voti ha tenuto banco nelle giornate immediatamente successive al voto. Le prime stime del lunedì post-elettorale attribuivano al Carroccio sei seggi tra quelli disponibili per la circoscrizione Nordest: con la scontata rinuncia di Salvini al seggio da europarlamentare, sui banchi del parlamento di Strasburgo e Bruxelles si sarebbe dovuto sedere il friulano Marco Dreosto, settimo in ordine di preferenze tra i candidati della Lega nella nostra circoscrizione, con Rosanna Conte, ottava per preferenze, prima tra i non eletti.

«A

Nella serata di lunedì, invece, il portale dedicato alle elezioni europee attivato dal Ministero dell'Interno (e soprattutto i criteri annunciati dalla Corte di Cassazione) ribaltavano i conti: la Lega a Nordest avrebbe ottenuto sette seggi e, quindi, con la rinuncia del vicepremier Salvini, già dal 1 luglio (data di apertura della nuova legislatura europea) per la caorlotta Conte si sarebbero dovute spalancare le porte del Parlamento Europeo. L'alba di martedì 28 maggio ha però portato un ennesimo colpo di scena con un'altra lista diffusa dall'Osservatorio elettorale presso il Consiglio Regionale del Veneto secondo la quale Conte si sarebbe potuta sedere tra gli europarlamentari solamente a Brexit avvenuta e, quindi, dopo la redi-

stribuzione dei seggi spettanti al Regno Unito tra gli altri Stati membri dell’Ue. Tre seggi saranno, infatti, assegnati all'Italia ed uno di questi proprio alla circoscrizione Nordest e, nello specifico, alla Lega che qui ha incassato il 41% delle preferenze. La consigliera comunale di Caorle (che alle europee ha ottenuto 19.424 preferenze di cui 10.309 nella provincia di Venezia, 3.360 a Treviso, 1.148 a Verona, 1.048 a Padova, 656 a Pordenone) ha quindi scelto di aspettare, come consigliato da Salvini, il telegramma di conferma dell'elezione, preferendo non rilasciare dichiarazioni fino all'ufficialità, ovvero entro il 1° luglio, giorno dell’insediamento del nuovo Parlamento Ue. Nel frattempo i parlamentari veneziani del Carroccio Giorgia Andreuzza, Alex Bazzaro, Ketty Fogliani, Sergio Vallotto e Nadia Pizzol hanno comunque emanato un comunicato congiunto per celebrare l'elezione della Conte come se fosse già certa e definitiva. La parola fine a questo “giallo” la potrà però mettere solamente il verdetto, in campo elettorale, della competente Corte d'Appello.

- RICCARDO COPPO


7

Cinema d’estate sotto le stelle n. 4 - giugno 2019

Proiezioni di film all’aria aperta

CAORLèMOVIE > Proiezione del film per 15 tutta la famiglia “Ferdinand” | Caorle, Piaz-

sabato giugno

za Veneto ore 21:00

CINEMA SOTTO LE STELLE > Proiezione 17 del film per tutta la famiglia “Capitan Mutan-

lunedì

giugno

da” | Caorle | Duna Verde, Piazzale Madoneta ore 21:00 CINEMA SOTTO LE STELLE > Proiezione 23 del film per tutta la famiglia “L’isola dei ca-

domenica giugno

ni” | Caorle | Duna Verde, Piazzale Madoneta ore 21:00 CINEMA SOTTO LE STELLE > Proiezione 30 del film per tutta la famiglia “Power Ran-

domenica giugno

gers” | Caorle | Duna Verde, Piazzale Madoneta ore 21:00 Il presente calendario può subire variazioni.

Gazega (o Ganzega?)

Porto Santa MargherIta - Festeggiamenti dell’estate

13

da giovedì a domenica 16 giugno “GAZEGA”, Porto Santa Margherita, Piazzale Darsena

orto Santa Margherita. Per rimettersi in gioco, serve un programma fitto di appuntamenti letterari, culinari, senza tralasciare gli spettacoli dedicati ai bambini. Primo appuntamento del mese da segnare sul calendario, oltre la festa delle Ciliegie di sabato 1° Giugno è “Gazega”: una vera e propria inaugurazione della stagione estiva organizzata oltre che dal Comitato PSM e dall’ Associazione Proprietari destra Livenza, da molte attività commerciali locali, che intendono metterci la faccia. Quattro giorni di festeggiamenti con musica, locali aperti e attività dedicate ai più piccoli e le immancabili casette dello Street Food, ma non solo. Tutti i giorni dalle 18:00 alle 24:00 Piazzale Darsena sarà popolato da musica e Dj Set, attività e laboratori per i più piccini come baby dance e trucca bimbi. Domenica mattina verranno invece proposte le attività per riscoprire come giocavano i nostri genitori e i nostri nonni, quando lo stare in strada e all’aria aperta era la normalità. Non ci resta che attendere il sole, il

P

caldo e la bella stagione per festeggiare l’estate! Il video promozionale è online: vale la pena di conoscere gli organizzatori di questo primo circuito enogastronomico e commerciale.

Il programma in breve:

14

venerdì giugno APERITIVO con i Blue Jazz, Jazz ore 18:00.

A seguire: LIVE CONCERT Tritolo Acustico dalle 22:00

15

sabato giugno ANIMAZIONE e LABORATORI per BAMBINI > dalle 18:00

16

domenica giugno INTRATTENIMENTO PER BAMBINI CON “I GIOCHI DI UNA VOLTA” > Giochi di strada come si usava un tempo. Rinfresco a Buffet per bambini | Dalle 11:00 alle 15:00


8

eventi

n. 4 - giugno 2019

CAORLESTATEATRO Il Gruppo Teatrale Caorlotto presenta...

Grandi concerti e Colonne sonore

Concerto della Banda Cittadi13 na “MARAFA MARAFON” | Lido Al-

giovedì giugno

tanea, ore 21:00

Il sabato sera, anche il teatro è sotto le stelle: appuntamenti a Caorle, a Porto Santa Margherita e a Duna Verde ad ingresso libero e gratuito.

8

sabato giugno

Concerto del Coro Diocesi di 22 Venezia “MARIA CAPOLAVORO DI

UNA SBERLA DI FORTUNA di “Tuttinscena” > Parco Giochi Santa Margherita | ore 21:00

Concerto “LIRICA E JAZZ” > 29 Concerto della soprano Carlotta

teatrale “La Calandra” di Dueville (VI) > Duna Verde Piazzale Madoneta|ore

sabato giugno

DIO” | Caorle Piazzetta Marchesan ore 21:00

sabato giugno

Melchiori | Caorle, Piazza Vescovado, ore 21:00 Concerto “OLTRE L’EDEN” > 29 Rino and Friends | Porto Santa

sabato giugno

Margherita, Piazzale Portesin, ore 21:00

... il prossimo mese...

FESTIVAL SHOW > 20ª edizio25 ne del festival itinerante della mu-

giovedì luglio

sica. Condotto da Anna Safroncik | Spiaggia della Sachéta, ore 21:00

15LA BOTTEGA DEL CAFFÈ di Carlo Goldoni presentata dalla compagnia sabato giugno

21:00

29

sabato giugno

GIRO GIRO MONDO di Emanuele Pasqualini presentata dalla compagnia “Stabilimento teatrale” di Caerano San Marco (TV) > Parco Giochi Santa Margherita | ore 21:00

29

sabato giugno

IL CLAN DELLE VEDOVE di Ginette Beauvais Garcin (traduzione di Luca Barcellona) presentata da “Tarvisium Teatro” di Villorba (TV) > Porto Santa Margherita Piazzale Darsena | ore 21:00

6

sabato luglio

a cura di Veronica Marchesan veronica.marchesan@gmail.com

Festeggiamenti

Ballo Liscio e Balletti tipici bielorussi presso l’Arena del Parco Giochi Santa Margherita, organizzati da APAT

13

giovedì giugno

BALLO LISCIO CON IL FISARMONICISTA “FABIO” > Parco Giochi Santa Margherita | ore 20:30

16

domenica giugno

BALLETTO COREOGRAFICO GIOVANILE BIELORUSSO “ROVESNIK”> Parco Giochi S. Margherita | ore 20:30

20

giovedì giugno

BALLO LISCIO CON IL MUSICISTA “IGOR AMADIO” > Parco Giochi S. Margherita | ore 20:30

26

mercoledì giugno

BALLO LISCIO CON IL MUSICISTA “ENZO MONTAGNER” > Parco Giochi S. Margherita | ore 20:30

SE EL MONDO XÈ SORDO di Italo Conti presentata da “Asolo Teatro” di Casella d’Asolo (TV) > Duna Verde Piazzale Madoneta| ore 21:00

Dì Berg

Il Centro Culturale Bafile è Galleria d’Arte

14

venerdì giugno | ore 20:00 - 23:00 “DEGUSTAZIONI OLFATTIVE” by Maison B. Il Comune di Caorle insieme a Maison B. inaugura un nuovo ed unico percorso emozionale, olfattivo e sensoriale. Tre nasi famosi a livello internazionale, nonché chef olfattivi e un designer, arredatore d’interni creeranno all’interno delle sale espositive Bafile un mondo ricco di emozioni, dove partendo dalle radici e l’intimità di una casa gli ospiti verranno portati fi-

no alla libertà, al respiro, alla luce; il tutto avvolti da esperienze tattili, visive e olfattive capaci di farvi percorrere un bellissimo sogno. Maison B. assieme a Teatro Fragranze Uniche, Les Ottomans, Nasomatto, Orto Parisi e Step Aboard saranno lieti di condividere il loro Mondo per tutta l’estate.

Allestimento permanente fruibile dal venerdì alla domenica dalle ore 20 alle ore 23. Ingresso gratuito. Info: +39 348 151 8986


9

Gli appuntamenti di giugno n. 4 - giugno 2019

7

da venerdì a domenica 9 giugno Gara Internazionale di Aeromodellismo > Maggiori informazioni Club “Volo al Mare”|Caorle, via Tezzon 30

7

venerdì giugno SPECIALMENTE ABILI > Attraverso lo sport, oltre la disabilità. A seguire concerto del gruppo musicale Onde Anomale | Caorle, Piazza Matteotti ore 20:30

7

venerdì giugno ROSA DEI VENTI WORLD CUP > Gara Nazionale di ginnastica artistica e ritmica | PalaMare Vicentini

8

da sabato al 16 giugno PERSONALE DI MIAN MARINA > Mostra pittorica intitolata “La laguna di Ernest Hemingway” | Centro Civico sala inferiore

14

da venerdì a domenica 14 giugno BASKIN > Torneo di basket inclusivo | PalaMare Vicentini

giugno e 22 VENETO BONTÀ e BENESSERE > Mercati15 no di prodotti artigianali | Duna Verde, Corso Rovigno

sabato

dalle 11:00 alle 23:00

20

da giovedì a martedì 25 giugno MOSTRA COLLETTIVA GRUPPO CILIUM CEGGIA | Caorle, Centro Civico sala inferiore

19

mercoledì giugno RASSEGNA DI DANZA > Spettacolo di danza “Balletto Italiano” | Caorle, piazza Matteotti ore 21:00 Il presente calendario può subire variazioni.

22

sabato giugno

115 JUNIOR > Una giornata da pompiere | Caorle, Piazza Papa Giovanni XXIII dalle 18:00 alle 23:00

25

martedì giugno

MINICUCCIOLI SHOW > Spettacolo per bambini a cura del Gruppo Alcuni | Caorle, Piazza Matteotti ore 21:00

29

sabato giugno

DUNA VERDE IMMAGINANDO > Le forme i colori e i profumi. Mercato espositivo | Duna Verde, Corso Rovigno dalle 18:00

giugno al 7 luglio 28 MOSTRA COLLETTIVA El Rio > Espongono gli artisti Corazza Lucia, dal

Gusso Alessandra, Maran Micaela, Borin Donino, Bragato Dino, Barbaro Daniele | Caorle, Centro Civico sala inferiore

19

mercoledì giugno

FESTA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA > Concerto all’alba | Spiaggia di Levante “Sachéta”


10

Turismo sicurezza & servizi

I

ondebeach

n. 4 - giugno 2019

Installate moderne “mobile-home” al posto delle obsolete strutture dismesse

DUE NUOVI PRONTO SOCCORSO IN SPIAGGIA

Personale infermieristico presterà le prime attenzioni a chi ne abbia necessità

mportante azione di miglioramento strutturale dei servizi nelle spiagge di Caorle. Il Consorzio Arenili - Caorlespiaggia ha provveduto alla dismissione dei due vec-

chi presìdi di Pronto Soccorso - allocati in dei container in ferro oramai obsoleti e divenuti disagevoli sia per il personale di servizio che per gli utenti, e sono state installate due moderne strutture tipo “mobilehome”. I due nuovi moderni edifici hanno finiture ben diverse dalle precedenti, in linea con le norme area edificio civile, e quindi con pavimento in piastrelle, pareti lavabili, serramenti a taglio termico e in PVC, condizionamento d’aria. L’utilizzo, come in passato, è quello di un punto di primo soccorso, dove vengono prestate le prime attenzioni a chi ne abbia necessità; cure approfondite vengono invece svolte successivamente al Pronto Soccorso urbano dell’ULSS4 di Riva dei Bragozzi. Nei due punti di Pronto Soccorso in spiaggia opera personale infermieristico

qualificato gestito della ditta Security, che si occupa del

salvataggio e primo soccorso in mare e a terra, con

NASCE GREEN OASIS AL COMPARTO 8P Con la prima piscina in spiaggia dell’Alto Adriatico 28 Giugno 2019 inaugureremo il nuovo comparto 8P nella spiaggia di Ponente che prenderà il nome di ‘Green Oasis’. Un nome scelto non a caso, dato che la nuova spiaggia si inserisce in una scenografia unica, tra il mare e l’oasi della pineta del Campeggio Comunale. Sorge infatti quest’ultimo su una Duna originaria, di immenso valore paesaggistico, il cui attraversamento è il punto di partenza progettuale del nuovo comparto. Un asse curiosamente obliquo ‘buca’ la Duna, mettendo in relazione il Parco di Santa Margherita con l’altro ‘parco urbano’ di Caorle, l’Arenile. Questo segno viene riproposto nella

IL

spiaggia con l’inserimento di una teoria di pali illuminati, le ‘bricole’, che idealmente prosegue nel mare senza soluzione di continuità: è la relazione spaziale tra la Città e la Spiaggia. Qui inizia l’altro grande impegno del Consorzio Arenili per la realizzazione di una Spiaggia che offra servizi nuovi e di qualità, in un’ottica di rispetto e promozione dell’Identità del Luogo. Sono tanti gli ambiti, e ognuno ha delle potenzialità che meriterebbero un approfondimento. Grande protagonista sarà la prima Piscina in spiaggia dell’Alto Adriatico: uno specchio riscaldato di

100mq con solarium in legno, immerso nel verde. Un progetto pilota tanto atteso, che ci auguriamo potrà essere reiterato nel nostro arenile. Il soggiorno all’ombra vedrà accanto agli ombrelloni, otto grandi Gazebi equipaggiati con lettini e arredi: per es-

si abbiamo introdotto due filari di Tamerici, piante ecocompatibili con l’ambiente dunoso. Il godimento della vista mare da qui è indescrivibile. Ci sarà un nuovo chiosco ristorante, che fino alle ore serali offrirà l’esperienza sempre unica di gustare le tipicità di Caorle in un modo informale in spiaggia. E poi grandi giochi per i bambini, un teatro informale e la ‘selva’ delle amache: installazioni suggestive con lo scopo di generare e stimolare negli ospiti la ‘loro’ esperienza di vacanza. Insomma un grande sforzo e lavoro di squadra, merito del sostegno degli operatori consorziati, della lungimiranza di un Consiglio coeso e dalla collaborazione con amministrazione comunale ed enti competenti.

- Francesco Perissinotto

Presidente Consorzio Arenili Caorle


11

n. 4 - giugno 2019

un’organizzazione unitaria in rete, dotata quindi di personale di salvataggio e paramedico, imbarcazioni e mezzi segway efficienti per un intervento rapido sull’arenile. I due nuovi Pronto Soccorso di Spiaggia sono collocati in posizione più adeguate alle esigenze di organizzazione della spiaggia. A Ponente si trova all’altezza di Piazzale Cristoforo Colombo, quindi in posizione più baricentrica rispetto al precedente, visto che la spiaggia si è allungata verso foce Livenza con il comparto 8p. A Levante rimane alla stessa altezza di Lungomare Trieste, ma avvicinato all’area ombrelloni. “Andiamo a sostituire i due Pronto Soccorso di spiaggia ha detto il Presidente

del Consorzio Arenili, Francesco Perissinotto - con due moderne strutture che renderanno agevole e confortevole il lavoro svolto dal nostro sistema di sicurezza che opera in rete dal mare alla spiaggia, con l’ausilio di personale qualificato e certificato per garantire sempre un intervento pronto ed efficace, a tutela dei nostri ospiti, e coordinato con il Primo Intervento dell’Ulss4 e del servizio 118. Le due nuove strutture si inseriscono nel progetto di “Turismo Inclusivo” dell’Ulss4 stessa e che il Comune di Caorle ha affidato a Caorlespiaggia, e che prevede diverse attività e azioni in grado di garantire l’inserimento del disabile in tutta la spiaggia senza principi di limitazione. Quest’anno, infatti, presenteremo anche il servizio di accompagnamento in mare del disabile, seguito da personale preparato e certificato”. L’inaugurazione dei due nuovi Pronto Soccorso di Spiaggia si è tenuta lo scorso giovedì 16 Maggio presso la struttura sita sulla spiaggia di Ponente, alla presenza del Sindaco di Caorle Luciano Striuli, del direttore generale dell’Ulss4 Carlo Bramezza, del Parroco mons. Danilo Barlese, nonché di rappresentanti delle autorità militari competenti per l’arenile.


13

turismo

n. 4 - giugno 2019

TASSA DI SOGGIORNO - Nel 2018 incassati 830mila euro in più nonostante la perdita di 200mila presenze

Nelle casse comunali 2,3 milioni di euro Publiphoto ©

di RICCARDO COPPO

I

mposta di soggiorno: oltre 830mila euro di maggior gettito dopo gli aumenti approvati nel dicembre 2017. A fronte di 4.356.176 presenze registrate nel 2018, il Comune di Caorle ha incassato complessivamente 2.395.324 euro, ovvero circa 830 mila euro in più rispetto

G20 - Seconda edizione Il Summit delle spiagge italiane Lo scorso 8 maggio a Roma, presso il Palazzo Madama, sede del Senato, è stata presentata alla stampa in sala Nassirya la seconda edizione del G20s “Il summit delle spiagge italiane” che si terrà dal 18 al 20 settembre 2019 a Castiglione della Pescaia (Grosseto). Il tavolo permanente del G20s ha deciso di far diventare il Summit un appuntamento annuale e itinerante (la prima edizione si è tenuta nel 2018 proprio a Bibione), prospettandosi come un momento d’incontro imprescindibile per i soggetti, pubblici e privati, che abbiano a cuore lo sviluppo strategico del turismo balneare italiano. A firmare il protocollo per la Città di Caorle il Vice Sindaco Giovanni Comisso.

a quanto venne incamerato al 31 dicembre 2017 (1.565.266 euro), quando però le presenze turistiche complessive furono superiori, attestandosi a quota 4.533.563. Se quindi il gettito nel 2018 è salito del 53% rispetto all’anno precedente in seguito agli aumenti approvati dalla Giunta comunale guidata da Luciano Striuli, le presenze nel sistema turistico locale di Caorle sono diminuite di circa il 4 %. Buona parte del gettito dell’imposta di soggiorno arriva dal settore alberghiero che nel 2018 ha permesso al Comune di Caorle di recuperare quasi un milione di euro (982.301,80 euro), di cui 648mila dagli alberghi a tre stelle e circa 200mila dagli alberghi a 4 stelle. Poco meno di 70mila euro è stato il gettito per gli alber-

ghi a 2 stelle (69.174 euro) e circa 37mila quello per gli alberghi di categoria inferiore (37.267 euro). Ammontano a 12 e 14mila gli incassi rispettivamente delle Residenze Turistiche Alberghiere a 2 e 3 stelle. Queste cifre sono il frutto di 1.258.391 presenze complessive (803.782 da stati esteri e 454.609 dell’Italia) per tutto il comparto alberghiero; 291.742 sono stati gli arrivi (169.602 estero, 122.140 Italia). Quanto alle locazioni turistiche, l’incasso complessivo per l’Amministrazione comunale è stato pari a 645.079,70 euro, su un totale del settore extralberghiero pari a 673.187,20 euro: a fini statistici in questa categoria sono compresi anche ostelli (201,50 euro), agriturismi (3.964 euro), bed & breakfast (944 euro) e case per ferie

(22.998 euro). Per quanto riguarda la categoria del turismo “all’aperto”, che comprende campeggi e villaggi turistici, la parte del leone la fanno ovviamente questi ultimi che lo scorso anno hanno permesso alle casse comunali di incamerare 587.644 euro. La tassa di soggiorno derivante dalle presenze nei campeggi a due stelle è stata pari a 39.724,50 euro, mentre quella relativa alla pre-

senze nei campeggi a tre stelle è stata pari a 112.446,60 euro. Complessivamente il settore all’aperto ha quindi garantito un gettito pari a 739.835,10 euro. Il saldo presenze del settore non alberghiero (contando quindi sia extralberghiero che turismo all’aperto) è stato pari a 3.097.785 (2.125.369 estero e 972.416 Italia); gli arrivi sono stati 385.912 (253.882 estero e 132.030 Italia).

Miglior Camping Sport by KoobCamp

Primeggia il Pra’ delle Torri il Centro Vacanze Pra’ green e la Golf Academy. Molto rinomato è anche Èaggiudicarsi delle Torri di Caorle ad il titolo nazio- il Centro fitness che mette nale di “Miglior Campeggio Sport 2019”, assegnato nell’ambito della 4ª edizione dei Certificati di Eccellenza KoobCamp come riconoscimento ai camping specializzati nelle vacanze attive per i turisti sportivi. Annesso al Centro Vacanze c'è lo splendido Golf Club, rinomato percorso di 110 ettari con vista mare nato nel 1991. Ideale per gli appassionati di golf, è un sea-course 18 buche, con campo pratica con postazioni coperte e scoperte, putting green, pitching

a disposizione degli ospiti un’ampia area attrezzata. Qui avrete la possibilità di praticare sport acquatici come, ad esempio, Kayak, Windsurf, Catamarano a vela e sci nautico, e di sfruttare l’area sportiva per i giovani.


14

n. 4 - giugno 2019

turismo

Un Maggio disastroso !! Un intero mese di maltempo, pioggia e mareggiate

di FLAVIO INESCHI

B

en venga Giugno. E questo Maggio finisca pure in malora! Pioggia, pioggia e ancora pioggia; pesanti nuvoloni gravidi di acqua sulle nostre teste, ed anche mareggiate da sciroccale sulle spiagge. Un mese di Maggio estremamente piovoso, accompagnato da temperature al di sotto della media, ha causato a Caorle come in tutto il Veneto ed Emilia Romagna una situazione di calamità naturale, tanto per il turismo quanto per l’agricoltura. La mareggiata di sabato 18 maggio ha eroso lembi di arenile soprattutto a Jesolo. Ma anche a Caorle Ponente il mare si è mangiato quattro file di ombrelloni, che si sono poi dovuti ripristinare con ulteriori lavori di ripascimento (che si sono aggiunti ai precedenti dovuti alle mareggiate autunnali ed invernali, con un pesante costo economico per il Consorzio Arenili che ha operato il ripristino). Basta dare uno sguardo ai dati forniti da ARPAV - Servizio Meteorologico di Teolo per comprendere la gravità della situazione: nel corso dei primi 19 giorni di maggio nel Veneto sono caduti mediamente 161,7 mm di pioggia, contro una precipitazione media registrata nel periodo 1994-2018 nell’intero stesso mese di 120 mm. Stiamo dunque parlando di un +30%, percentuale che sale addirittura al +50% se il calcolo della media lo fermiamo al 19 maggio (83,4 mm). Le precipitazioni più abbondanti sono state registrate nell’area compresa tra le Prealpi e la pianura settentrionale della regione, dove sono caduti dai 200 ai 360 mm di pioggia. Per quanto riguardano invece le temperature, quelle registrate dal 1° al 19 maggio risultano essere le più basse dal 1992, ovvero da quando l’ARPAV effettua questo servizio. Da un primo riscontro di Veneto Agricoltura, Regione e CREA i vigneti, le piantagioni da frutto, cereali, ecc. hanno subito gravi danni. Ricordiamo le impressionanti immagini delle “fiaccole” di bidoni di gasolio infiammato per riscaldare le piantagioni pedemontane quando è caduta abbondante la neve (fino a 50cm sulle Prealpi) e le temperature erano scese sotto lo zero. Anche l’ortofrutta sta pagando un prezzo altissimo dovuto alle abbondanti precipitazioni e alle basse temperature di

Una calamità naturale per l’economia del turismo. Alberghi, campeggi, ristorazione e commercio colpiti dalla totale mancanza di clienti

questa strana primavera. Ma la situazione più grave è pagata dall’industria del turismo. A spanne, si può pensare ad un mese totalmente perso;

perso per le aziende che devono comunque pagare i costi di esercizio, ma perso anche per moltissimi dipendenti stagionali e per le loro famiglie, dato che le assunzioni sono state di conseguenza rimandate di 30 giorni (e per una famiglia a ciò consegue una inattesa situazione di ristrettezza economica). Per quanto riguarda la ricettività alberghiera, si è assistito al conosciuto (e deplorevole) fenomeno del “ribasso di prezzo” praticato da alcune grosse strutture frontemare, che ha provocato un pernicioso squilibrio concorrenziale a discapito delle strutture più piccole e di seconda o terza fila. Aggiungiamoci che anche il

mese di Aprile ha registrato la “falsa partenza” di quello che doveva essere un avvio straordinario, con la Pasqua altissima, seguita da numerosi “ponti” del 25 Aprile e 1° Maggio, intervallati da weekend per complessive due settimane. Eppure, tolto il giorno di Pasqua e il 1° Maggio, anche in questo caso il maltempo ha flagellato i nostri litorali (vedi l’articolo in CMM dello scorso Aprile a pag. 14). Ora, a ben poco serve dire che l’avevamo previsto con largo anticipo. Si sapeva che Maggio non presentava festività o “ponti” per le vacanze. Né eventi di particolare richiamo. Eppure, si poteva contare sui weekend, se fossero state giornate almeno soleggiate. E invece niente: alberghi desolatamente semivuoti, ristoranti con pochissimi avventori, idem bar e gelaterie. E per i negozi, neanche la voglia di aprire bottega, data la quasi totale assenza di acquirenti. Piangere sul latte versato, non serve a nulla; serve invece prendere contromisure per il futuro. Si chiede da diverso tempo di rafforzare la stagionalità prolungata. Allora, bisogna mettere in chiaro che non ha senso prolungare verso l’autunno, perché la gran parte degli alberghi chiude a metà/fine settembre (per motivi di economia e di limitata disponibilità del personale). Ha invece senso pensare di costruire una pre-stagione nei mesi di Aprile e Maggio, sviluppando quelle che possono essere le iniziative di richiamo (che ad oggi non esistono) rivolte alle fasce di clientela che siano interessate a questi mesi. E quindi non le famiglie che abbiano figli che frequentano la scuola, ma piuttosto gli anziani pensionati, gli atleti, le persone con disabilità, i turisti dai paesi dell’Est Europa, degli Usa e dell’Asia. Insomma, bisogna fare qualcosa, perché contare sul turismo dei soli 100 giorni da Giugno a metà Settembre non basta affatto.


16

eventi

Aquathlon nazionale alla Madonnina n. 4 - giugno 2019

Alla rassegna hanno partecipato 200 atleti da tutta Italia. 1 km a nuoto e 5 a piedi tra le vie del Centro

S

ono Sara Papais (TD Rimini) e Marco Corrà (Project Ultraman) i campioni di Aquathlon classico. Lo scorso sabato 11 maggio, in una giornata dalle sfavorevoli condizioni meteo con pioggia e vento, si è svolta a Caorle la rassegna tricolore organizzata da Silca Ultralite Vittorio Veneto, a cui hanno partecipato quasi 200 atleti da tutta Italia. Spettacolari le due gare, maschile e femminile, che hanno visto i partecipanti affrontare un chilometro a nuoto nel tratto di mare antistante la Madonna dell’Angelo, e 5 chilometri a piedi, tra la spiaggia di Levante e il centro storico, con arrivo in piazza Vescovado.

Ad aprire il Campionato ita- (foto credit: Bolgan) liano, la gara femminile. Ad uscire per prima dall’acqua, dopo la prima frazione di 1 km a nuoto, è stata Chiara Magrini (Cus Torino Triathlon), che nella frazione di 5 km a piedi è stata recuperata e superata da Sara Papais, che ha conquistato il gradino più alto del podio. “Il mare era mosso e il tratto a nuoto è stato difficoltoso - racconta Papais, 25enne di Gruaro - ma nel tratto a piedi ho recuperato e sono molto soddisfatta.” Subito dopo si è svolta la gara ma-

schile. Una combattuta frazione a nuoto ha visto in testa Marco Barison (Liger Team Keyline), che è stato raggiunto e superato da Marco Corrà nella frazione di corsa a piedi. “Sono veramente felice - dice il 24enne veronese - perché dopo tanti titoli giovanili finalmente ho vinto il mio primo titolo assoluto. Caorle mi porta fortuna”. Soddisfazione per la buona riuscita dell’evento sia da parte dell’Amministrazione comunale che per la Fitri. “Sono orgoglioso di aver ospitato questa importante rassegna tricolore in Veneto, anche se ormai possiamo dire di essere abituati a sostenere, come comitato Veneto, eventi di tale portata grazie all’impegno organizzativo di Aldo

Zanetti e di Silca Ultralite - riferisce Vladi Vardiero, Presidente del comitato Veneto Fitri - per la prima volta abbiamo ospitato questa specialità particolare, in una città, come Caorle, che ha dato un valore aggiunto. Gli atleti hanno apprezzato il bel percorso e anche il calore ricevuto durante la gara”. “L’Aquathlon di oggi ci ha regalato un grande spettacolo tra le vie del capoluogo - dichiara l’Assessore allo Sport di Caorle Giuseppe Boatto nonostante il tempo, gli atleti sono riusciti a dare il loro meglio regalando emozioni anche ai nostri ospiti.”


17

n. 4 - giugno 2019

In una Comunità educante che ruolo gioca lo sport ?

Quando Sport è educazione

L

di DONATELLA BRENTEL

o scorso giovedì 9 maggio presso il Palazzetto dello Sport “Valter Vicentini” di Caorle, l’Amministrazione comunale con la presenza dell’Assessore allo sport Giuseppe Boatto - ha organizzato un incontro rivolto alle associazioni sportive del territorio per discutere l’importanza dell’educazione dei giovani all’interno del mondo dello sport. Relatori della serata i due pedagoghi all’Istituto Comprensivo “A. Palladio”: il dott. Andrea Neri - psicologo clinico, pedagogico e formatore, e il dott. Matteo Pasqual - educatore pedagogico e formatore sociale. Inoltre, sono intervenuti anche la dott.sa Antonella Berardo (preside dello stesso istituto fino allo scorso anno) e il neo Parroco della Collaborazione pastorale di Caorle Mons. Danilo Barlese. È un obbiettivo che parte da una base concreta, perché a Caorle già esiste un tavolo composto dall’Amministra-

zione comunale, dalla chiesa, dalla scuola, dai genitori e dagli psicologi stessi, che discute e si interessa delle problematiche sociali attuali che si trovano ad affrontare i ragazzi. Risalgono ad un paio di mesi fa le due serate svolte nella Sala Parrocchiale Giovanni XXIII, denominate “Responsabilità Social”, dove si è discusso del rapporto dei giovani ragazzi con il mondo della tecnologia e dei social network (vedi CMM Aprile 2019 - art. pag. 17).

Tornando alla serata del 9 maggio, le problematiche che si presentano all’interno del mondo dello sport sono molteplici, e il progetto sport si propone come educazione e crescita per i ragazzi, specialmente all’interno di una comunità. Quattro sono i contenitori: i ragazzi, gli

educatori, i diri- Nella foto: genti sportivi e i Il gruppo sportivo genitori. Ogni sin- ASD NovaGym. gola categoria ha la propria responsabilità nell’accompagnare il mento, la bambino che sarà poi adole- competizione ed emozioni scente ad una crescita positi- positive o negative, di gioia o va e a una relazione di quali- di ansia (paura). In qualità di adulti abbiatà. Sono queste alleanze edu- mo tutti la stessa responsabicative, che nello sport si svi- lità educativa, e spiegare ai luppano in opportunità di fa- nostri figli che successo equire esperienze in continua vale sempre a sudore, fatica e sacrificio. Trovare una forma crescita di rapporti sociali. È stato chiesto ai ragazzi di lavoro orizzontale dove cosa dà a loro lo sport: questi tutti siamo allo stesso livello, ultimi hanno identificato nel- tutte le cose belle nascono lo sport l’amicizia, il diverti- dal basso.

In conclusione, Mons. Danilo Barlese ha sottolineato quanto sia necessario incontrarci, condividere e sfruttare con gli altri ogni occasione per confronti costruttivi per la propria vita e il proprio futuro, ed ammettere i fallimenti, riconoscerli e correggerli al fine di portare l’attenzione alla realizzazione di un progetto per una comunità educante.


19

ambiente

n. 4 - giugno 2019

Raccolta differenziata in continua crescita

Dopo l’introduzione del porta-a-porta a Levante si avvicina l’obiettivo del 65% di differenziato

Aumentano gli accessi all’Ecocentro in Piazzale Olimpia e scende il tasso di secco non riciclabile di RICCARDO COPPO

Amministrazione coL’ munale lo ha dichiarato in tutte le salse: l’obbiettivo è

arrivare (prima o poi) a raggiungere quota 65% di raccolta differenziata dei rifiuti. Per la prima volta sembra che questo risultato sia a portata di mano: probabilmente non nel 2019, ma nel giro di un paio d’anni Caorle potrebbe davvero essere una delle poche località turistiche italiane ad entrare di diritto nel novero dei Comuni italiani “ricicloni”.

Se solo si pensa che a fine 2008 la raccolta differenziata a Caorle era ferma al 40%, si può comprendere quanto fondamentale sia stata l’adozione della raccolta porta a porta dei rifiuti nella quasi totalità del territorio comunale: solamente a Duna Verde, Porto Santa Margherita e Lido Altanea ci sono ancora i cassonetti stradali che, purtroppo, nel corso degli anni si sono rivelati inefficaci. Senza un’adeguata cultura del riciclo, che né i turisti né i residenti sembrano sempre possedere, i cassonetti stradali per plastica, vetro, carta non bastano a diminuire la frazione di rifiuti che finisce in discarica, con conseguenti e notevoli costi di smaltimento in termini economici ed ambientali. Il porta a porta, invece, ha “costretto” la popolazione a differenziare: i dati dell’ultimo biennio sono illuminanti. Con l’introduzione del porta a porta nelle zone di Ponente e Levante a Caorle, la raccolta differenziata è cresciuta sensibilmente: da aprile 2018 a marzo del 2019 la percentuale di differenziata è salita al 57,22%, rispetto al 52,11% dei dodici mesi precedenti. Se il confronto viene fatto sul biennio, l’incremento è di quasi il 10%. Andando invece a guardare il dato del solo mese di marzo di quest’anno (e quin-

di dopo l’attivazione del porta a porta a Levante), la raccolta differenziata è salita al 61,3%, rispetto al 54,8% del marzo del 2018. Anche il dato di aprile 2019 vede un aumento rispetto allo stesso mese del 2018 di circa 8 punti percentuali, passando dal 50 al 58%. Il dato leggermente inferiore di aprile rispetto a marzo si spiega con l’arrivo dei primi turisti: durante la stagione turistica è più difficile per Caorle riuscire a mantenere il trend invernale, ma i segnali positivi ci sono comunque. Altri dati confortanti relativi all’ultimo periodo riguardano il sempre maggior numero di accessi registrati dagli ecocentri comunali, che sono raddoppiati negli ultimi 12 mesi rispetto a quelli dei 12 mesi precedenti, e la costante diminuzione della frazione secca non riciclabile, scesa del 10% alla fine di febbraio di quest’anno e di oltre il 20% sia a marzo che ad aprile rispetto ai dati raccolti negli stessi mesi del 2018. Per far crescere ancora questi dati si dovrà prima o poi pensare all’attivazione del porta a porta anche nelle ultime frazioni del territorio comunale che ne sono ancora prive. Se ciò dovesse succedere e se dovessero essere incrementate le aperture degli ecocentri, cesserebbero finalmente anche i “viaggi” verso Porto Santa Margherita dei caorlotti che ancora

in qualche misura “si oppongono” alla novità rappresentata dal porta a porta. In maggio sono stati segnalati alcuni casi di residenti del

capoluogo che sono stati sorpresi dagli ispettori ambientali di Asvo a gettare nei cassonetti dell’indifferenziato rifiuti che avrebbero potuto essere riciclati. Il caso più eclatante riguarda un residente “beccato” a gettare una decina di grossi sacchi contenenti rifiuto verde nei cassonetti. Si è però appreso che sono in aumento le segnalazioni dei cittadini ad Asvo e Polizia Locale degli incivili che non riciclano correttamente o che si rendono protagonisti di ab-

bandoni di rifiuti: anche questo è un segnale positivo di quanto stia diventando sempre più comune la presa di coscienza dell’importanza di differenziare e riciclare i rifiuti.


20

turismo

n. 4 - giugno 2019

Rivolto agli operatori per conoscere e informare sul nostro territorio

Il Patentino dell’Ospitalità di ESTER C. NARDO

S

ta prendendo piede sulle nostre spiagge un’interessante iniziativa, che ha lo scopo di fornire uno strumento mirato alla formazione e alla conoscenza del territorio del nostro litorale. Nato con il nome di “Patentino dell’Ospitalità”, questo progetto offre una serie di seminari e corsi gratuiti rivolti principalmente agli operatori del settore turistico, ma più in generale a tutta la cittadinanza, mirati all’approfondimento di tematiche e argomenti che affrontano gli aspetti principali del mondo del turismo. Il Comune di Cavallino-Treporti ha già avviato l’iniziativa che è giunta quest’anno alla sua quarta edizione, riscuotendo un considerevole successo, con oltre 1000 iscritti e 150 docenti e vantando collaborazioni con importanti Enti quali il CISET- Ca’ Foscari (Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica), l’EBT (Ente Bilaterale Turismo Provincia di Venezia), solo per citarne alcuni. Ogni anno il programma viene ampliato con corsi e seminari legati ad argomenti di diverso interesse; tra quelli proposti per l’edizione 2018-2019

troviamo una vasta scelta che spazia dall’area naturalistica, legata quindi alla scoperta del territorio, al settore informatico, con la gestione dei social media nella promozione del turismo locale, ai corsi di lingua straniera; fondamentali sono poi le uscite didattiche che hanno lo scopo di integrare e valorizzare quello che si apprende in aula, mettendolo in pratica, confrontandosi con l’ambiente locale. Tra i patentini proposti nelle ultime edizioni del progetto troviamo il “Patentino Smile”, che rappresenta una sorta di modulo di preparazione di base, il “Patentino Promozione Ospitalità”, pensato principalmente come approfondimento nelle materie e nei temi correlati alla profes-

sione turistica per gli operatori del settore, il “Patentino Promotore Turistico”, che consente di acquisire la formazione necessaria alla promozione turistica del litorale, il “Patentino Social Media”, che fornisce conoscenze sull’utilizzo e sulle potenzialità dei Social Network, e molti altri. Il conseguimento di ciascun patentino presuppone la frequenza di un determinato numero di corsi e lezioni legate al tema del patentino stesso. A conclusione del progetto, viene rilasciato ai partecipanti un vero e proprio attestato che testimonia da un lato il percorso svolto durante i vari seminari, mentre dall’altro certifica i risultati ottenuti e che, in un mondo come quello del turismo, in cui la preparazione del lavoratore sta diventando sempre più importante, assume sicuramente un valore significativo. I dati raccolti nel corso delle ultime edizioni testimoniano infatti l’importanza dell’iniziativa: il 60% delle persone che hanno partecipato al patentino nel 2015, hanno continuato il percorso formativo anche negli anni successivi; il 50% dei datori di lavoro considera la partecipazione al Patentino un valore aggiunto; il 15% dei giovani partecipanti ha trovato una nuova opportunità di occupazione.


21

n. 4 - giugno 2019

Guido e Antonia : le Nozze di Diamante Famigliari di Papa Giovanni XXIII in Vaticano. Ricevuti da Papa Bergoglio

G

uido Gusso e Antonia Marin hanno festeggiato i 60 anni di matrimonio. Come si suol dire: le Nozze di Diamante. La loro storia è uno spaccato di particolare rilievo nelle vicende umane ed ecclesiastiche dell’epoca. I nostri due concittadini, il 6 maggio 1959 si erano sposati nella chiesa della Madonnina dell’Angelo. Il rito venne celebrato dallo zio materno di Guido, mons. Felice Marchesan, già parroco di Caorle. Era presente, come testimone di nozze, il comm. Giuseppe Scacchi di Como, divenuto in seguito Cameriere Segreto di Spada e Cappa e mantello d’appartenenza all’Ordine dei Cavalieri del Santo Sepolcro. Guido era stato assunto dal Patriarca di Venezia card. Roncalli il 23 marzo 1953 e, pertanto, ha seguito il suo cardinale anche nel conclave insieme al segretario mons. Loris Capovilla. Già a Venezia il Patriarca Angelo Roncalli aveva manifestato l’intenzione di celebrare il matrimonio personalmente nella cappella del Patriarcato. Una volta divenuto Papa confermò l’impegno che aveva preso con i due novizi. Purtroppo, quando la notizia si diffuse in Vaticano, intervenne l’allora Segretario di Stato card. Tardini il quale convinse mons. Capovilla sul fatto che, in Curia, non ritenevano decoroso che il Pontefice celebrasse le nozze del suo maggiordomo. Don Loris riuscì a convincere Guido a non insistere con la promessa che sa-

rebbe venuto lui a celebrare il matrimonio a Caorle ma, alla fine, per i troppi impegni, non riuscì a mantenere l’impegno. E così fu lo zio mons. Felice Marchesan ad avere l’onore di congiungere i novelli sposi. Il seguito è storia. Guido seguì Angelo Roncalli a Roma per il conclave che lo elesse Papa Giovanni XXIII; divenne Aiutante di Camera di Sua Santità e Decano di Sala dell’Anticamera Pontificia. Il tutto è mirabilmente narrato nel suo libro autobiografico “Il Santo che ha cambiato la mia vita”. Il lavoro svolto da Guido al servizio

dei pontefici si riassume così: Maggiordomo e Aiutante di Camera per 10 anni con Papa Giovanni XXIII (5 anni a Venezia e 5 in Vaticano); Decano della Sala Pontificia per 15 anni sotto il pontificato di Papa Paolo VI. I pochi giorni di Albino Luciani Papa Giovanni Paolo I e 20 anni con Papa Giovanni Paolo II. Lo scorso 30 aprile, nell’approssimarsi del 6 maggio, e quindi della ricorrenza del 60° anniversario di matrimonio, Guido e Antonia hanno avuto il privilegio di partecipare alla Celebrazione Eucaristica di Papa Francesco nella Casa di Santa Marta. Dopo il rito, Papa Francesco si è voluto intrattenere con gli sposi e quando Guido ha raccontato di come il suo matrimonio non venne più celebrato da Papa Giovanni XXIII, Papa Francesco, informato sui fatti a suo tempo accaduti, con una bella risata gli ha detto: “la Curia… la Curia… che potenza!”. A questo punto Papa Francesco gli ha detto: “bravo!… Ma vuole ritornare ancora in servizio?”. Rivolgendosi

attualita’

al suo Aiutante si è fatto dare delle corone particolari del suo pontificato, quelle riservate agli ambasciatori, e ne ha fatto dono agli sposi. Nel congedarsi Guido gli ha anche confidato: “… Padre Santo Lei somiglia tanto a Papa Giovanni”. Ed il Pontefice, salutando, ha sussurrato: “…magari…”.


22

n. 4 - giugno 2019

eventi

La manifestazione che esalta i sapori della nostra cucina

Sardèe in Grèa al Rio

ultura, intrattenimento e cucina Cgredienti alla caorlotta - sono questi gli inche costituiscono l’oramai

di MICHELE INESCHI

popolare “Sardèe in Grèa”, manifestazione dove i cuochi si sfidano ai fornelli preparando uno dei più celebri piatti di pesce della nostra tradizione, le sardine alla griglia. La manifestazione, che per due anni si è svolta durante il mese di settembre nel contesto della Festa del Pesce presso la spiaggia della Madonnina - suscitando moltissimo interesse quest’anno è stata anticipata a venerdì 24 maggio, in occasione dei tre giorni di “Gusta la 500” al Porto Peschereccio. La nuova ubicazione, lungo la banchina del Rio, ha comportato l’organizzazione di una “Sardèe in Grèa” a ranghi ridotti: sono state messe a disposizione 20 griglie (metà rispetto allo scorso settembre), e i cuochi - tra pescatori caorlotti e velisti della regata, e dotati del kit con t-shirt rossa e grembiule - hanno preparato in coppia il loro piatto originale di sardine alla griglia.

Gli ottimi profumi emanati dalle griglie allineate hanno attratto comunque molti spettatori, che hanno assistito a questa simpatica sfida e gustato le nostre sardèe, presentate nei modi più svariati e saporiti. Infine, la giuria ha assaporato i piatti in gara, per decretare i tre vincitori della competizione, in base a quattro criteri di votazione: cot-

tura alla caorlotta, gusto, creatività e presentazione del piatto. Ecco i vincitori: 1) Griglia n. 6 - Riccardo Montino e Roberto Mazzarotto (Premio: weekend a Plan de Corones); 2) Griglia n. 1 - Angelo Gallo e Giulia Genovese (Premio: cesta di prodotti tipici locali); 3) Griglia n. 2 - Diego Marchesan e Luca Gusso (Premio: confezione degustazione di birra).

Si conferma il successo di questa popolare manifestazione, arrivata alla terza edizione, e che - anche se non ci sono notizie ufficiali - potrebbe essere riproposta nuovamente nel mese di Settembre (se ci saranno le condizioni), per dare ancor più visibilità a “Sardèe in Grèa” - nome che potrebbe diventare anche un brand - il cui obiettivo è proprio quello di promuovere l’autenticità della cucina caorlotta.


23

n. 4 - giugno 2019

Dal 15 giugno a fine agosto il parco attrazioni riqualificato. Viabilità più razionale e nuovi impianti igienici

Restyling al Luna Park con una nuova entrata ancora in corso i lavoSParkono ri di restyling del Luna di Caorle, che aprirà a

metà giugno, ma già la nuova insegna collocata all’entrata del parco divertimenti serale fa presupporre sviluppi importanti. L’intervento di riqualificazione si è reso necessario non solo per motivi di innovazione, ma soprattutto per l’allargamento del Parco Aquafollie (di cui abbiamo riferito nel numero scorso di CMM), che ha previsto un generale piano di ristrutturazione. Per il Luna Park dunque si tratta di una sistemazione con riqualificazione dell’area, ridotta nella superficie ma resa più funzionale, che prevede oltre all’insegna luminosa la quale farà bella mo-

stra nelle sere d’estate, ci saranno anche nuovi servizi igienici, più razionale viabilità interna, pozzetti a norma per l’allacciamento all’energia elettrica. Insomma, una riqualificazione generale, che invoglierà tutti a ridare slancio a questa proposta, con tutte le sue tradizionali attrazioni, alle quali si aggiungeranno, come ogni anno, delle novità. A cantiere concluso, il Luna Park di Caorle funzionerà dal 15 giugno a fine agosto.

COMINCIA LA STAGIONE TURISTICA

Nuovi lavori al Campeggio Comunale IL

Campeggio Comunale Santa Margherita si presenta ai nastri di partenza della stagione estiva con una serie di piccoli, ma comunque interessanti miglioramenti. Dopo aver dotato la struttura di un defibrillatore e dopo aver formato tutti gli operatori del campeggio sulle modalità di impiego dell’apparecchio salvavita, l’azienda speciale “Don Moschetta” che gestisce la struttura si è dedicata alla copertura wi-fi. Rispetto allo scorso anno, quando solamente in un’area limitata del “Santa Margherita” si poteva usufruire di questo servizio, da quest’estate tutto il campeggio godrà di copertura wi-fi per l’accesso ad internet. Sono stati terminati anche una serie di interventi sui diversi bagni del campeggio, oggi tutti dotati di pavimentazione esterna. Sempre con riguardo ai bagni, si sta avviando la procedura

per poter dotare anche il bagno posto all’ingresso della struttura di un wc per disabili: gli altri quattro gruppi di bagni del campeggio sono invece già stati attrezzati per rispondere alle esigenze degli ospiti con disabilità. Si tratta non solo di un piccolo intervento di riqualificazione, ma anche di un segnale di civiltà, volto a rendere la struttura sempre più in linea con la filosofia del turismo inclusivo. Quanto al decoro del camping, gli amministratori hanno deciso di sacrificare una delle piazzole poste in prossimità dell’ingresso della struttura per ricavare un’aiuola dove sono stati piantumati fiori ed essenze arboree, con l’obbiettivo di rendere più gradevole l’accoglienza degli ospiti. Sono state anche cambia-

te le aste delle bandiere: oggi sono 16 le bandiere di diverse nazioni che sventolano per accogliere i turisti. Altra novità riguarda l’accordo stretto tra Campeggio Comunale e Consorzio Arenili di Caorle: non solo gli ospiti della struttura dispongono di una spiaggia attrezzata con ombrelloni e lettini compresi nel prezzo di accesso al camping, ma da quest’anno 15 ombrelloni posti all’interno della “Bau Beach” della spiaggia di Ponente sono riservati ai turisti che soggiornano al “Santa Margherita”. Complessivamente, quindi, gli ombrelloni a disposizione del campeggio sono 300. - R. C.


25

CaorleFilmFestival

n. 4 - giugno 2019

Un evento ancora giovane ma già di prestigio nel panorama internazionale della cinematografia

CAORLE FILM FESTIVAL : LA FESTA DEL CINEMA INDIPENDENTE Italiani, Americani, Cinesi, Neozelandesi, Canadesi: partecipanti da tutto il mondo di FLAVIO INESCHI

S

ono stati tre giorni straordinari. Tre giornate piene di condivisione, di incontro, di scambio, di proiezioni, di conoscenza, di divertimento, di familiarità e partecipazione. Tutto all’insegna della settima arte: il cinema. Sembra strano, in una città come Caorle che una sala cinema nemmeno ce l’ha (ma ne aveva ben cinque, 50 anni fa). E il merito di tutto ciò va in primis ai fratelli

Malpighi della CaorleFilm, e a pari merito all’Amministrazione comunale che fin da subito ha creduto nel Caorle Film Festival del Cinema Indipendente, che già alla seconda edizione ha marcato una tappa mirabile. Questo, in definitiva, è stato il commento di soddisfazione espresso da tutti i partecipanti giunti al Caorle per le serate conclusive: dagli Usa, dalla Cina, Canada, Nuova Zelanda, tutta Europa e naturalmente molti italiani, con complessivi 82 film in competizione, selezionati sugli oltre 160 pervenuti. E se l'anno scorso all'edizione di esordio abbiamo titolato in gergo cinematografico "buona la prima", quest'anno possiamo dire "ancora meglio la seconda"! Caorle la città che non ha un cinema-teatro, ha invece un già meraviglioso Indipendent Film Festival grazie all’encomiabile lavoro svolto da tutta la CaorleFilm, con i suoi collaboratori volontari, che hanno allestito un evento destinato - se avrà il giu-

sto e necessario supporto della Città e della Regione - a far diventare Caorle un punto di richiamo mondiale. Impossibile raccontare in poche righe tre giorni così speciali. Lasciamo il compito alle parole di Cristina Malpighi, pubblicate nella sua pagina fb. « Ieri sera si è conclusa la seconda edizione del #CaorleFilmFestival. Lo scorso anno abbiamo lavorato sodo per portare a Caorle una "cosa" nuova, diversa, avevamo delle aspettative che sono state superate, abbiamo nel cuore le

Questa edizione è stata faticosa, avevamo aspettative ancora più alte, ma è stata un'esperienza bellissima, abbiamo incontrato tante persone e conosciuto tante persone speciali, tanti nuovi amici, Sidartha Murjani, che con la sua energia e simpatia si è fatto voler bene da subito, Jim Warne, un gigante buono, discendente delle

Sopra: Foto celebrativa per i partecipanti e gli organizzatori del Caorle Film Festival 2019. Sotto: I partecipanti pronti per la gita in Laguna a bordo della M/n Arcobaleno di Daniel Rossetti.

emozioni di quelle giornate e le tante persone incontrate e i nuovi amici conosciuti. Quest'anno avevamo un po' di esperienza in più, ma dovevamo comunque fare in modo che le persone che hanno partecipato e che sono venute da ogni parte del mondo a Caorle per partecipare al Festival tornassero a casa, aldilà del premio, con un bel ricordo da tenere nel cuore.

tribù dei nativi americani, con un carisma unico, una grande fierezza nelle sue origini e un grande cuore, Gerry Pass che si è emozionato raccontando come è nata una grande amicizia da cui è poi nato il cortometraggio che ha presentato

al festival, Tracy Wang e Sindy Wang, con i loro sorrisi e i loro bellissimi occhi in cui traspariva una dolcezza infinita (grazie ragazze anche per i dolci, buonissimi, e per la rosa... mi dispiace non avervi visto ieri sera dopo le premiazioni e non essere riuscita a salutarvi), Matteo Taietti, Lorenzo Schiavo e Matteo, giovani, ma con una grande maturità e una grande forza, la voglia di far conoscere quello che è successo ai nostri nonni durante la Seconda Guerra Mondiale, una storia familiare simile che ci

ha avvicinati tantissimo. Gli occhi felici dei bambini delle scuole che hanno partecipato quest'anno ci hanno dato altre grandi emozioni. Non me ne vogliano tutti gli altri se non li nomino, ma ogni persona che abbiamo incontrato ha trovato un posto nel mio/nostro cuore. GRAZIE!! GRAZIE a tutti i ragazzi, tutte le persone che ci hanno aiutato a far sì che tutto andasse per il meglio, un grazie speciale a Guido Laurjni per la splendida conduzione del Festival e a tutti voi che avete partecipato e che "ci avete fatto festa" a cena dopo la premiazione. Alla prossima!» Sì, alla prossima. Perché piacevolissime sono state anche le serate dopo-festival nei locali che hanno proposto musica e intrattenimento per tutti, in particolare il ristorante Il Postaccio e il Bafile Gran Caffè. Bravissima anche la Banda musicale cittadina Marafa Marafon che ha allestito, per la serata del red carpet (purtroppo condizionata dal maltempo) un repertorio tratto dalle colonne sonore di famosissimi film. Insomma, un clima di grande condivisione e amicizia, che ha entusiasmato: infatti, più o meno tutti i partecipanti hanno garantito che l’anno prossimo torneranno a Caorle. Davvero è stato un gran bel Film Festival !


26

CaorleFilmFestival

n. 4 - giugno 2019

Sei awards per “Échappé”

Caorle IFF AWARDS

CAORLE IFF : THE WINNERS

CAORLE FILM AWARD ÉCHAPPÉ BEST FEATURE FILM THE WRITER BEST SHORT FILM ÉCHAPPÉ BEST WEB SERIES ALONE BEST COMEDY THE MAN FOR YOUR SINS BEST DRAMA DEPARTURES BEST THRILLER X BEST SCI-FI / FANTASY THE WISH AND THE WISP BEST DOCUMENTARY 7TH GENERATION BEST ANIMATION ANGIÒ BEST PILOT FLIGHT69 PEOPLE’S JURY AWARD SECOND ACTS

Il corto di Allison Mattox narra la fuga negli Stati Uniti di due giovani ballerini russi negli anni ‘70

BEST ACTOR Giorgio Colangeli -

DEPARTURES -

BEST ACTRESS Michael Learned -

SECOND ACTS -

BEST SUPPORTING ACTOR Gianni Bissaca -

CABU CABU 011 -

BEST SUPPORTING ACTRESS Mae Claire - THE

BEST WAY TO MURDER -

BEST DIRECTING Allison Mattox -

ÉCHAPPÉ -

BEST CINEMATOGRAPHY Beth Napoli -

ÉCHAPPÉ -

BEST FEATURE FILM SCREENPLAY

THE FOREST

BEST SHORT FILM SCREENPLAY Allison Mat-

tox - ÉCHAPPÉ -

BEST WEB SERIES SCREENPLAY Daniel Rimon / Susana Mercado - ALONE BEST STORY Hadley Hillel - CALAMITY FALLS BEST PRODUCTION DESIGN Marc de Bertier CALAMITY FALLS BEST EDITING Oliver Goetzl - WHITE WOLVES: GHOSTS OF THE ARCTIC BEST SOUND DESIGN Alison Gregory ÉCHAPPÉ BEST SOUNDTRACK Eugenio Vicedomini IL POLO OPPOSTO BEST MAKE-UP Ricardo Graça - X BEST VISUAL EFFECTS Harshit Poddar SIEGE -

*** SPECIAL MENTIONS *** BEST MESSAGE THE INTERVIEW BEST DEBUT FILM PER MEMORIA BEST PRODUCTION L'ALTRA AMERICA

DI WOODIE GUTHRIE BEST LOW BUDGET HANNO UCCISO L'UOMO RAGNO

IL

premio è semplicemente un passaggio, un riconoscimento, un alzare l’asticella della qualità, con la quale tutti gli altri possono confrontarsi. Ma in realtà tutti i partecipanti sono meritevoli di un award per la loro passione, il loro impegno artistico, la loro qualità tecnica espressa. Queste sono state le parole di Guido Laurjni, conduttore del Caorle IFF, al momento di assegnare i premi indicati dalle due giurie, quella principale tecnica, e quella popolare. Come da titolo, il corto “Échappé”, ossia “sfuggita”, scritto e diretto dall’americano Allison Mattox, ha fatto cappotto, con ben 6 riconoscimenti. La storia è quella di due grandi ballerini del Bolshoi di Mosca, fratello e sorella, che negli anni ‘70 intraprendono una tournée negli Stati Uniti, sotto stretta sorveglianza degli uomini del Kremlino. Ammirati dalla libertà americana, emuli delle fughe dei vari Balanchine e Nureyev, prima il fratello - senza riuscirvi poi la sorella mettono in atto la fuga dalle strette maglie dell’Unione Sovietica. Non meno vibrante è stato “Second Acts”, anch’esso corto di produzione Usa (precisamente dalla Chrome Entertainment di Hollywood), che ha ottenuto unanimemente il Pre-

mio della Giuria popolare. Diretto da Anya Adams, per la produzione di Gerry Pass e Kerry Mondragon, narra l’incontro fortuito in un teatro di Chicago di due anziani, lei bianca, lui nero, che riscoprono essere stati innamorati quando erano due ragazzini in uno sperduto paesino dell’Illinois dal quale il padre di lei, razzista bianco, si trasferì proprio per contrastare questo amore, che poi risorge a distanza di decenni. Attori protagonisti John Welsey e la famosa Michael Learned, già titolata di tre Grammy Awards e quattro nominations al Golden Globe come migliore attrice negli anni ‘70, oltre a numerosi altri premi. Annunciandole al telefono il premio di Caorle, il commosso Gerry Pass, ha ottenuto da lei la promessa di partecipare al Caorle Film Festival il prossimo anno.


27

n. 4 - giugno 2019

Prodotto e interpretato da Jim Warne, Oglala Lakota, racconta l’identità etnica e culturale degli indiani dopo lo sterminio del 1890

BEST DOCU-FILM : 7TH GENERATION

Sometimes you come across a film which is not just a good film: but it’s a great film! A film which moves you, informs you, makes you want to change your life. And this is this film. Please, catch 7th Generation: it’s one of the best things I’ve ever seen. » Con queste parole Michael Lane, regista, produttore inglese di Leicester, membro della giuria tecnica, ha acclamato Jim Warne vincitore del miglior documentario presentato al Caorle IFF. 7th Generation, per la regia di John-L Voth, in 45 minuti, racconta la vita di oggi dei discendenti degli indiani, o meglio i Nativi Americani, di quella regione oggi chiamata Stato del South Dakota, dove risiedeva il cuore pulsante della cultura indiana, le sacre Black Hills (Paha Sapa), scenario dei più atroci massacri operati dai bianchi dell’esercito federale americano con una tremenda logica di sterminio, un genocidio pianificato, fino al massacro finale, quello di Wounded Knee, quando 300 Oglala Lakota, in gran parte donne, bambini, i pochi uomini rimasti al villaggio, furono trucidati da centinaia

«

di soldati con mitragliatrici, fucili e squartati con le sciabole, poi sepolti in una fossa comune nel ghiaccio e la neve. Era il 29 dicembre dell’anno 1890. 7 generazioni dopo, Jim Warne esplora quel che rimane di quella cultura, di quell’identità, di quello spirito, di quella lingua, e dei bisonti che davano sostentamento alle tribù del nord America. Suo trisnonno fu uno dei 17 capi indiani invitati a Washington dal Presidente Grant per firmare i trattati di pace; suoi discendenti per parte materna sono sepolti con gli altri 300 a Wounded Knee. Warne, che in gioventù è stato anche giocatore professionista di footbal americano e di wrestling, per oltre 20 anni è stato docente educatore alla San Diego State University - California e ora all’Università del South Dakota; a Pine Ridge ha un ranch in cui alleva bisonti. Ma la sua vocazione, anzi la sua missione, è quella di trasmettere ai suoi studenti e al mondo, attraverso la cinematografia, la cultura Lakota e idealmente lo spirito e le radici di un popolo che rischia di perdere la propria lingua e con essa la propria identità antropologica. Dopo essere stato premiato in numerosi festival negli Stati Uniti, 7th Generation proprio a Caorle ha ottenuto un award per la prima volta in Europa, e la settimana successiva ha vinto anche in Francia all’International

Filmmaker Festival and Market di Nizza. 7th Generation si trova disponibile su Amazon, e anche se per il momento non sia sottotitolato, è un film assolutamente da vedere. - F.I.


28

n. 4 - giugno 2019

mare nostro

Rubrica a cura di V. Emanuele Dalla Bella per conoscere il mare e i pescatori Caorlotti

di V. EMANUELE DALLA BELLA

D

a centinaia di anni, in tutta a zona litoranea del Veneto, dell’Emilia Romagna e del Friuli Venezia Giulia, la pesca del pesce novello è stata per migliaia di famiglie una delle fonti di sostentamento più importanti che la pesca lagunare celava e cela tuttora nelle sue acque salmastre. Per pesce novello “noveàme” s’intende quelle specie da seminare nelle valli; Orae (Orate) Rugnoi (Branzini) e pesce bianco (Cefali). Questa pesca si svolge prevalentemente nel mese di aprile con una rete chiamata in gergo “téa” (tela), nome dovuto alle maglie strettissime, necessarie per fermare i piccoli avannotti. Nelle lagune di Caorle, fino ai primi anni sessanta, circa un centinaio di “tée” effettuavano questo tipo di pesca, principalmente nel canale dei Lovi, nella palude del Merlo ed in Valle Vecchia, le zone migliori, visti i bassissimi fondali e le lunghe “velme” (Rive) dove questi piccoli

La pesca del pesce novello e le Compagnie da Tratta

pesci amano stare. I casoni diventavano quindi in quel mese, le dimore non solo dei titolari degli stessi, ma anche dei molti pescatori di mare che si aggregavano alle famose “Compagnie de Tratta”. Con la pesca del pesce novello, decine di famiglie potevano finalmente pagare i debiti accumulati durante l’inverno, riportati nei famosi “libretti”, ovvero notes che venivano usati

da tutti i commercianti per scrivere per l’appunto le spese delle famiglie, ma che al termine di questo breve periodo di pesca venivano quasi sempre azzerate. Erano diverse le Compagnie che davano lavoro ai molti pescatori che non possedevano dei casoni e che quindi si apCefalo poggiavano a queste. Una delle più importanti nonché una delle più numerose era quella dei “Ciosoti” Dalla Bella, seguita dai “Bronsa” Gallo, dagli “Osche” Rossetti, “Ustro” Dorigo, “Soga” David, “Neo” Vianello, “Bepo” Benatelli, “Anguea” Marchesan, “Zan Maria” Marin, “Simoni” Martinazzi, “Colonna” Penso, “Scampoo” Branzino (Rugnol) Sarto e varie altre. Ad oggi, delle decine di “tée” che in quegli anni hanno sostentato migliaia di persone, ne sono rimaste a Caorle solamente due. Una formata da Gianfranco Dalla Bella “Ciosoto” e da Dionisio Crosera, l’altra da Lucio Dalla Bella “Ciosoto” e da Giovanni Marchesan “Gata”. Le molte bonifiche e l’av- Oratina vento della pesca in mare, hanno quasi azzerato questo tipo praticata in passato, rimarrà una deldi pesca ultra centenaria, ma per le pesche più dure ma affascinanti tra chi la pratica ancora e per chi l’ha tutte quelle effettuate in laguna.


29

n. 4 - giugno 2019

SAPORI del Mare e della Terra

Per il futuro semina anche di capelonghe

S

In Alto Adriatico vongole certificate e marchio-bio L’O.P. BIVALVIA rinnova le cariche associative

rano ben al di sotto dei prelievi consentiti (mei sono svolte lunediamente una dì 27 maggio imbarcazione pe2019 le operaziosca 900 kg alla ni di rinnovo delle carisettimana contro che sociali dell’O.P. Bii 2.000 kg autovalvia Veneto S.C. per il rizzati dalla norprossimo triennio, in mativa) nel pieno una gremita assemblea rispetto della risoci tenutasi nella sede a sorsa in mare, Caorle. praticando una L’Organizzazione di Propesca responsabile duttori di Molluschi Bivalvi e realizzando in tal del Veneto è un’importante senso un ulteriore realtà produttiva veneta fermo biologico riche annovera in un unico produttivo, atto a organismo circa un centifavorire l’accrescinaio di imprese di pesca mento ed il ripopovenete, con 300 addetti lamento naturale impegnati quotidianamendei molluschi. Prete nella raccolta dei molluciso, inoltre, che schi bivalvi, tutte appartemediamente il FERnenti al Compartimento MO BIOLOGICO VOMarittimo di Venezia e di Chioggia. Le temati- LONTARIO negli ultimi anni si attesta che in agenda sono state discusse ed affrontate attorno ai 4/5 mesi NON RETRIBUITI. in piena condivisione e sintonia tra i parteci- Nonostante ciò, non possiamo essere panti, lanciando un forte segnale di coesione. più soddisfatti. A luglio 2018 abbiamo Tutto questo allo scopo di tutelare la filosofia ottenuto la prestigiosa certificazione della pesca sostenibile, in pieno rispetto del MSC, grazie al nostro metodo di pesca mare per essere pronti ad affrontare quotidia- sostenibile, primi nel mondo. Subito namente i numerosi problemi legati a questa dopo la certificazione BIO per le vonimportante attività. Il Consiglio d’amministra- gole allevate a Caorle al largo della zione è stato formato con un principio di rap- Brussa. Da Novembre 2018 fino ad presentanza del territorio e delle varie marine- Aprile 2019 abbiamo seminato le norie venete. Di fatto, con votazione unanime, è stre vongole in tutta l’area del comstato riconfermato presidente per il sesto man- partimento marittimo veneto. A setdato Gianni Stival; i consiglieri eletti sono Tioz- tembre verrà inaugurato il nuovo cenzo Benvenuto, Salvagno Fiorello, Boscolo Mi- tro di trasformazione di prodotti ittici chele, Enzo Mirco, Ghezzo Massimo, Scarpa locali, nativi del mare veneto e infine Michele, Tiozzo Norge, Boscolo Mirco, rappre- abbiamo riscontrato un notevole sucsentanti ognuno le imprese di pesca delle von- cesso delle vongole surgelate al natugole nelle marinerie di Caorle, Jesolo, Burano, rale, proposte in confezione pronte all’uso, a S. Pietro in Volta-Pellestrina, Chioggia e Pila. marchio “I PescaOri” ed a marchio “La Vene“Cercherò in questo ulteriore triennio di im- xiana”. Visto il buon risultato, stiamo stupegnarmi al meglio per risolvere le innumere- diando inoltre, altri molluschi o altre eccelvoli problematiche nel settore della Pesca, che lenze della pesca locale, da proporre appena in questo momento si ritrova in enorme diffi- pescati e surgelati nel pieno rispetto di un coltà economica” - ha detto il Presidente Gianni prodotto di prima qualità, ma soprattutto di Stival. “Ricordo che normalmente le imprese filiera corta, offerto direttamente dai pescache pescano le vongole di mare (pevarasse) ope- tori a miglia zero. A luglio, con la ripresa della pesca, le nostre vongole biologiche surgelate saranno presenti anONDI PER LA PESCA che nella linea Bofrost e NaturaSì. Inoltre stiamo cercando di sviluppare il mercato estero con market test già avviati in Australia, Hong Kong, Canada e Nord Europa. Per quanto ubblicati dal FLAG Veneziano i bandi che porteranno riguarda il presente abbiamo avviato fondi da destinare alla pesca nel territorio della costa una interessante partnership con un veneziana. 827.550€ è il totale del finanziamento bandi importante marchio della grande FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pedistribuzione, interessato al nostro sca), che il FLAG Veneziano ha pubblicato in questi giorni. prodotto proveniente da pesca soDestinatari sono: pescatori, imprese e cooperative di stenibile ed a marchio MSC. Tra le pesca, organizzazioni di produttori, organismi scientifici novità invece desideriamo rivoluzioo tecnici di diritto pubblico, enti locali, imprese vallive. nare l’utilizzo dei sacchi in rete del I bandi riguardano la “Riqualificazione degli ambienti fresco, sostituendo quelli attualvallivi"; “Valorizzazione della maricoltura e incentivo ai mente impiegati in materiale plastiprocessi i innovazione"; “Gestione dello spazio marittimo co con quelli di fibra naturale biodea tutela delle risorse”; “Pianificazione e gestione in relagradabili: un passo in avanti nel piezione alla realizzazione di infrastrutturali”; “Tutela delle no rispetto per l’ambiente. Infine, principali risorse target della fascia costiera”; da lunedì 27 maggio fino a tutto il “Ridurre/gestire la produzione di rifiuti da attività di acmese di giugno, sperimenteremo per quacoltura e pesca in ambiente marino”; “Potenziare e la prima volta in assoluto in tutta sviluppare la sinergia fra la pesca e l'acquacoltura con il Italia, la semina delle cappelunghe turismo fluviale”; “Integrare il settore pesca con le altre nel compartimento di Venezia, nello realtà produttive del territorio”; “Adeguamento strutture specifico nelle aree di Caorle, Jesolo, ittiturismo e pescaturismo”. Punta Sabbioni e Pellestrina”.

VEGAL - F

827mila euro per l’area veneziana

P

il pesce di caorle


30

n. 4 - giugno 2019

enogastronomia

Azienda agricola “La Fagiana” - Tra paesaggi rurali e prodotti artigianali

Tour in bicicletta tra le risaie Visite esperienziali guidate, show-cooking con degustazioni di ESTER C. NARDO

L’

azienda agricola “La Fagiana”, nata negli anni ’20, rappresenta da sempre un punto di riferimento del mondo agroalimentare della nostra zona, essendo l’unica realtà della provincia di Venezia che conserva e tramanda l’arte della coltivazione e trasformazione del riso, creando prodotti la cui qualità viene regolarmente certificata dalle realtà ristorative più importanti della zona. Situata a una decina di chilometri da Caorle in località Brian, è facilmente raggiungibile dai principali punti d’interesse del turismo del nostro Litorale. Negli ultimi anni, grazie anche al meraviglioso

paesaggio in cui è immersa, l’azienda ha saputo unire allo sviluppo e alla ricerca delle più innovative tecniche di lavorazione della terra e produzione del riso, un progetto parallelo, con lo scopo di avvicinare consumatori e turisti a questa realtà unica nel suo genere. Grazie ai suoi giardini curati, al verde, alla tranquillità che si “respira”, e a un moderno centro aziendale, che ha mantenuto la giusta atmosfera rurale, l’Azienda agricola “La Fagiana” si presenta come l’ambiente perfetto per accogliere tutti quei visitatori e curiosi che vogliono scoprire in prima persona la storia dei prodotti che

giungono sulle loro tavole. A questo scopo è stato avviato un progetto di visite guidate in bicicletta, tra le strade sterrate della tenuta, dove nei mesi estivi le risaie contribuiscono a creare dei paesaggi estremamente pittoreschi, abitati da flora e fauna di diverso genere. La tenuta si trova sull’itinerario ciclabile I3 (Via del mare) e sull’itinerario ciclabile GiraLagune (lungo la Litoranea Veneta e l’itinerario EuroveloAdriatico). La durata del tour è di circa 3 ore, in gruppi da 15-25 persone, con partenza presso lo spaccio aziendale ogni mercoledì, venerdì e sabato alle ore 10:30. Il tour in bicicletta (messe a disposizione dall’azienda), durante il quale viene dettagliatamente spiegata la coltivazione e la lavorazione del riso, e che viene effettuato anche il lingua inglese, è seguito da delle degustazioni di due tipi: un piccolo buffet di prodotti locali, tra cui salumi, formaggi, gallette di riso, noci, accompagnati da vini e birre artigianali; e uno show-cooking con l’assaggio di risotti preparati al momento dagli chef dell’agriturismo Coda di Gatto. Il prezzo dei biglietti per l’escursione è di 18 euro il venerdì e 13 euro il mercoledì e sabato. Info: Bike Tour www.lafagiana.com


32

n. 4 - giugno 2019

PARCO

della Laguna

MARE DI CAORLE

Quanta plastica c’è nel nostro Mare ?

Con lo skipper Felice Gusso analizziamo la concentrazione di inquinamento a livello locale e globale

P

di MICHELE INESCHI

lastiche e microplastiche in mare: un problema mondiale che permane da decenni, ma che negli ultimi anni sta diventando sempre più insostenibile per il nostro pianeta Terra. Questa tipologia di inquinamento è provocata nella sua totalità dall’essere umano, il quale molto spesso fatica a concepirne la sua drammaticità, perché ciò che finisce in mare sono semplici oggetti che nella nostra vita utilizziamo quotidianamente: sacchetti di plastica, cotton fioc, bottigliette e tappi... Ci spiega dettagliatamente il problema Felice Gusso, esperto velista e navigatore, che con il mare ci vive come in simbiosi: “È così triste per me navigare in mare e imbattermi sempre più frequentemente in accumuli di plastica. Ben vengano i sistemi di differenziazione e di raccolta rifiuti domiciliare, ma dobbiamo andare oltre, non basta la nostra sensibilità personale.

Ben vengano anche le raccolte di rifiuti, hanno un buon fine, perché educano e ci fanno realizzare cosa ci rimanda indietro il mare. Tutto è nato quando si sono accesi i riflettori sull’isola di plastica nel Pacifico, il “Pacific Trash Vortex”, che ricopre una superficie tre volte più grande della Francia; quella grandissima isola non presenta plastica solo in superficie, ma anche decine di metri di spessore sotto acqua. Oggi arrivano notizie sempre peggiori: nei fondali delle piane oceaniche a 4-5 mila metri ci sono depositi di plastica che non si sono ridotti a microplastica. Sì, perché tutti sanno che la plastica non si decompone mai, esisterà per sempre. E nel mare la maggior parte della plastica, negli anni, si spezzetta in microplastiche, a volte visibili in minuscoli pezzettini, a volte diventa liquido invisibile ai nostri occhi, ma è comunque presente. Ed è questo un dramma per i pesci nei mari, perché le microplastiche (o plastiche liquide) entrano nella loro catena alimentare: chi di noi non ha mai visto foto di pesci pieni di plastica al loro interno? Capodogli spiaggiati (anche in Italia) con chili di plastica nello stomaco? Tutto questo comporterà, e sta già comportando, dei cambiamenti nelle conformazioni e nelle abitudini dei pesci. Ma non c’è solo questo: c’è un ulteriore problema, dovuto alle correnti oceaniche. Queste masse di plastica rendono l’acqua spessa, gelatinosa e pesante, e creano delle ostruzioni alle correnti, che per forza di cose si modificano. Inoltre, le correnti subacquee di risalita (up-

welling) non portano su solo sabbia, ma anche depositi plastici, che quindi anche da migliaia di metri di profondità risalgono grazie a questo gioco di correnti. Anche qui nel nostro Mar Adriatico ci sono “rasi” di acqua pieni di plastica. I rasi sono quelle fasce schiumose (larghi anche decine di metri) che separano due correnti diverse (che non si mescolano per differenza di salsedine, temperatura, densità) in mezzo al mare; lungo questa schiuma si accumulano moltissimi rifiuti plastici. Ricordo che una volta a largo di Ancona ho trovato una tartaruga molto grande. E avvicinandosi, la tartaruga anziché fuggire immergendosi sotto acqua, galleggiava e veniva verso la nostra barca, come se cercasse aiuto: quando l’abbiamo recuperata abbiamo trovato un grosso blocco di catrame, che le impediva di immergersi, perché il catrame galleggia. Ecco un esempio che dimostra un cambiamento attitudinale comportato dall’inquinamento umano. Purtroppo il nostro Mar Adriatico, per concentrazione di microplastiche, non è messo affatto bene. Ogni mareggiata (che negli ultimi tempi abbiamo visto anche qua a Caorle), la quantità di plastica che arriva in terraferma è impressionante. È necessario che ognuno di noi si impegni nel suo piccolo a dare attenzione ai propri comportamenti, e non lasciare rifiuti a terra, in spiaggia, lungo le strade... Anche quando si va in vacanza bisogna fare attenzione e cominciare ad essere sensibili su questo tema. Le località turistiche sono i luoghi dove si presenta la maggior quantità di rifiuti abbandonati; alle Canarie questo inverno c’è stata una grossa mareggiata che ha portato a galla tantissimi pezzetti di microplastica, e le spiagge a Nord-Ovest delle isole sono rimaste chiuse per settimane, perché era necessario pulirle (in foto art. Tgcom24). La questione è globale, e certo non sarò io che se raccolgo qualche rifiuto a terra risolvo il problema, ma ognuno di noi può impegnarsi nelle piccole abitudini quotidiane. C’è da sottolineare che se in giro per il nostro paese ci fossero dei cestini più grandi e differenziati (come sono presenti in tutti gli altri Paesi ormai) si incoraggerebbe sicuramente la gente a cestinare correttamente il rifiuto. Non è possibile vedere durante le domeniche e durante le sere d’estate tutti i cestini stracolmi, e tutto mescolato e buttato là - bisogna dare un segnale anche in questo senso. Cominciamo a metterci del nostro, perché cambiare si può.”


33

LAGUNA DI CAORLE

n. 4 - giugno 2019

PARCO

della Laguna

«D

Hemingway dipinto

Una mostra della pittrice Marina Mian Dall’8 al 16 Giugno in Centro civico

edico questa mostra personale alla mia terra e allo scrittore americano Hemingway.» Questo è infatti il tema della personale che Marina Vian, pittrice di San Gaetano, dedica ad uno dei più grandi romanzieri del Novecento, mostra che si terrà dall’8 al 16 giugno nella sala inferiore del Centro civico di Piazza Vescovado. Ernest Hemingway, nato a Oak Park nell'Illinois il 21 luglio 1899 e Nobel per la letteratura nel 1954, innamorato dell’Italia e del Veneto in particolare, amava trascorrere le sue giornate a San Gaetano, un piccolo villaggio rurale ai bordi della laguna di Caorle. Qui arrivò per la prima volta nell'inverno del 1948, ospite del Barone Raimondo Nanuk Franchetti, al quale era legato dalla passione per la caccia e da una profonda amicizia. Alla laguna di Caorle Hemingway dedicò alcune delle sue pagine più belle del libro “Di là dal fiume e tra gli alberi”, pubblicato nel 1950, in cui si racconta, tra l’altro, dell’amore del protagonista, il cinquantenne colonnello americano Richard Cantwell, per Renata, una nobile ventenne veneziana. Marina Mian, nativa di Ca’ Cottoni e ora residente a San Gaetano, opera tra Venezia e Roma. La passione per il disegno l'ha portata ad ampliare ed incrementare le proprie conoscenze artistiche. Ha così intrapreso ricerche personali su diversi supporti e sulle tecniche dei fondi, così da sperimentare e affi-

nare varie tecniche (olio, acrilico, inchiostro, pigmenti e affresco) con la frequentazione di vari corsi di perfezionamento. Collabora con vari studi d'arte romani ed espone con frequenza dal 2012 in mostre personali e collettive, sia in galleria che in manifestazioni. Di rilievo le sue partecipazioni a Spoleto International Art, a Mostre Internazionali al Palazzo Bernabei di Assisi (Con Urbis et Artis), al Festival Internazionale dell'arte dell'Ambasciata della Repubblica dell'Iraq presso la Santa Sede, a L'Arte e il Tempo in Expo Verona alla Loggia del Palazzo del Podestà, e alla Biennale d' Arte Contemporanea nel Veneto a Villa Badoer di Fratta Polesine. «La natura è uno degli elementi fondamentali dei miei lavori più recenti. Il risultato è la visione di un mio mondo interiore immaginifico, in bilico tra realtà, sogno e fantasia. Un’armonia che lega l’uomo e la natura in un modo perfetto e che purtroppo sembra ormai essere un’utopia. Dipingo la sensibilità degli esseri e delle cose che mi circondano unendo tutta la purezza e la bellezza che li descrivono. Dipingere per me è una necessità per cercare di mantenere in vita idee e valori.»


35

info

A Duna Rossa lezioni di cucina italiana n. 4 - giugno 2019

NEL BORGO VACANZE OGNI MARTEDÌ MATTINA SI IMPARA A CUCINARE CON LA CHEF CHIARA CANZONERI

nteressante iniziativa al Borgo Vacanze “Duna Rossa”, che si propone come uno dei primi resort tu-

I

Ogni Martedì mattina, dalle 10.00 alle 12.30, presso l’ottimo ristorante a bordo piscina, la qualificata chef incontrerà i partecipanti per sviluppare le conoscenze in me-

ristici del territorio a promuovere lezioni di cucina per chi è in vacanza al mare, grazie alle quali si potrà imparare a cucinare primi piatti della tradizione veneta e italiana. Questo, grazie alle lezioni tenute dalla chef Chiara Canzoneri, già protagonista alla trasmissione Top Chef Italia.

rito alla preparazione di Spaghetti al Pomodoro (- dal pomodoro alla salsa conservata e metodo di preparazione - la scelta della pasta per la cottura - la ricetta con il pomodoro fresco e basilico); Spaghetti

alle Vongole (- scelta e lavorazione delle vongole - scelta della pasta e la cottura - la ricetta gourmet); La Carbonara (- gli ingredienti da non sottovalutare - scelta della pasta e la cottura - la ricetta gourmet); Pennette alla Busera (- pulizia e cottura degli scampi - scelta della pasta e la

cottura - la ricetta gourmet). A bordo piscina, adiacente il Ristorante del resort, verrà allestito un gazebo con cucina attrezzata per lo svolgimento pratico delle lezioni, una sorta di “Masterchef al Mare”. Per ogni lezione è previsto un contributo di partecipazione di 15 euro a persona.

“ Vogliamo coinvolgere non soltanto i nostri ospiti - ha detto Marzia Mazzon - ma tutti i turisti che abbiano piacere di conoscere i segreti dell’arte culinaria italiana e veneta, con questa ed altre iniziative che proporremo nel nostro Borgo Vacanze Duna Rossa durante tutta l’estate.


36

n. 4 - giugno 2019

di MICHELE INESCHI

L

a Piazza Vescovado che noi tutti vediamo oggi, restaurata nel 2000 in occasione del Grande Giubileo, si presenta molto diversa da come era nel passato. Se avrete notato, sul sagrato del duomo, proprio a fianco del Campanile, marmi bianchi delimitano un’area rettangolare, tracciando un disegno molto curioso. Ebbene, si tratta della pianta di una chiesetta-battistero, le cui fondamenta sono state riportate alla luce durante gli scavi archeologici per la sistemazione della Piazza di vent’anni fa. Il battistero in questione era denominato “chiesa di Santa Maria delle Grazie”, e venne demolito nel 1818, così come tutto il porticato che circondava la Cattedrale, con le

I TESORI DEL DUOMO

... Quel particolare tracciato sul sagrato del Duomo Le fondamenta della chiesa di Santa Maria delle Grazie demolita nel 1818 assieme a tutto il Porticato tre Porte di Santa Maria, Sant’Angelo e Santo Stefano (vedi foto n.3). Come si può leggere nel libro “Caorle Sacra” di Paolo Francesco Gusso e Renata Candiago Gandolfo (editore Marcianum Press): “[...] la chiesa-battistero di Santa Maria delle Grazie era larga esternamente circa 9 metri e lunga poco più di 12, con un orientamento perfettamente ortogonale a quello della cattedrale. Le tre navate si concludevano verso il mare con tre absidi, e quella centrale, sviluppandosi esternamente per circa 3 metri, con buona probabilità penetrava fin dentro il muro del campanile, proprio al centro del grande arco cieco del quale oggi, senza la chiesa, non si capisce la funzione. La spiegazione più accettabile è che, fin da quando è nata la chiesa di Santa Maria delle Grazie, l’arco ab-

bia avuto la funzione strutturale di scaricare il peso murario superiore della torre ai lati dell’abside maggiore che andava a compenetrare lo spessore, come dimostra la protuberanza interna del muro ben visibile ancor oggi nel primo e nel secondo piano del campanile stesso. [...] Dopo la demolizione di Santa Maria delle Grazie, 2) nel secondo decennio dell’800, la concavità lasciata dall’abside maggiore nello spessore murario del campanile è stata chiusa con laterizi di varia pezzatura (esternamente in prevalenza con antinelle) comprendendo quindi la fascia inferiore, che per questo non è in conci di pietra d’Istria come nella rimanente circonferenza della torre.” Ecco quindi la spiegazione del tracciato sul sagrato 3) del Duomo, e dell’arco ben visibile nel campanile, con quella fascia di laterizi che si distaccano completamente da tutto il resto della bassa circonferenza del campanile, costituita da pietre bianche d’Istria.

1)

Nelle foto:

1) - Il tracciato del battistero sul sagrato e l’arco sul Campanile. 2) - Gli scavi archeologici del 1999. 3) - Ipotesi di ricostruzione del complesso in età altomedievale (da “Caorle Sacra”).


37

n. 4 - giugno 2019

ITINERARIUM

58ª Esposizione d’arte della Biennale a Venezia La rassegna internazionale rimarrà aperta fino a novembre ai Giardini e all’Arsenale

di ESTER C. NARDO

allo scorso 11 maggio e fino al 24 novembre sarà aperta al pubblico la 58esima Esposizione Internazionale d’Arte organizzata dalla Biennale di Venezia. L’edizione 2019, curata da Ralph Rugoff, attuale direttore della Hayward Gallery di Londra, è intitolata “May You Live In Interesting Times” (“Che tu possa vivere in tempi interessanti”), un titolo già di per sé emblematico, che si pone come invito a riflettere sul presente e sui temi più caldi con cui quotidianamente ci confrontiamo. In quest’ottica, gli artisti, attraverso le loro opere più e meno innovative, si pongono come portavoce delle più preoccupanti tematiche contemporanee, dalla crisi ambientale, segnata da un sempre più irreversibile cambiamento climatico, a quella politica, caratterizzata da pericolosi squilibri interni. La mostra è divisa in due parti, la sezione A dell’Arsenale e la proposta B, al Padiglione Centrale ai Giardini e i 79 artisti coinvolti, provenienti da tutto il mondo, partecipano a entrambe le mostre, esponendo però lavori diversi in ciascuna sede. Le opere degli artisti coinvolti sono affiancate da 89 Partecipazioni nazionali nei Padiglioni allestiti ai Giardini, all’Arsenale e nel centro della città; Ghana, Madagascar, Malesia e Pakistan sono presenti alla Biennale per la prima volta. Il Padiglione Italia, intitolato “Né altra né questa: La sfida al Labirinto”, è un progetto curato da Milovan Farronato, ed è ispirato dal saggio di Italo Calvino “La sfida al labirinto”, in cui l’autore suggerisce un lavoro culturale in grado di descrivere la complessità di un mondo che ha perso ogni riferimento; dal Padiglione i visitatori escono confusi, dopo essersi smarriti tra le vie del labirinto, una confusione voluta, che si ricollega appunto al tema principale della mostra, portavoce del caos attuale che caratterizza la nostra società. Come ogni anno, numerosi sono gli eventi collaterali che affiancano la Biennale durante tutti i mesi dell’esposizione. Uno dei più interessanti è sicuramente l’installazione creata presso il deposito veneziano, i Magazzini del Sale, e intitolata “Living Rocks: A Fragment of the Universe”, in cui gli artisti James Darling e Lesley Forwood cercano di rappresentare il nostro pianeta com’era tre miliardi di anni fa. Intitolata invece “Artists Need to Create on the Same Scale that Society Has the Capacity to Destroy: Mare Nostrum”, la mostra curata da Phong Bui e Francesca Pietropaolo e allestita presso il Complesso della Chiesa di Santa Maria delle Penitenti, Fondamenta di Cannaregio, seleziona una seria di opere che invitano il visitatore a riflettere e a prendere

D

consapevolezza della fragilità dell’ambiente in cui viviamo e, come conseguenza, dell’impatto che i cambiamenti climatici hanno sul nostro pianeta, in particolare sul Mediterraneo. I padiglioni presso i Giardini e l’Arsenale sa-

ranno aperti ogni giorno, escluso il lunedì, dall’11 maggio al 24 Novembre 2019, dalle 10:00 alle 18:00 (il venerdì e il sabato, l’Arsenale fino alle 20:00). Maggiori info: www.labiennale.org


38

n. 4 - giugno 2019

Amatori rossoblu ai vertici SPORT

CALCIO - Le due formazioni nei campionati AIAC e Over40

Fermati solo in finale dagli jesolani del Ca’ Fornera randi soddisfazioni G per il calcio amatoriale caorlotto.

Il gruppo Amatori Calcio Caorle quest’anno si è impegnato con ben due formazioni in due diversi campionati: quello ufficiale AIAC e l’Over40. Potendo contare su un numero cospicuo di atleti oltre quaranta gli iscritti in totale, la compagine presieduta da Maurizio Heissl e guidata in campo da Stefano Mian, ha disputato nel campo neutro di S. Stino di Livenza, giovedì 30 maggio, la finale del 37° Campionato AIAC (prevista in un primo tempo per sabato 18 maggio e in un secondo per lunedì 27 maggio, ma rinviata entrambe le volte causa maltempo) contro gli jesolani A.C. Ca’ Fornera. Il risultato ha premiato gli jesolani per 3-0; si conclude dunque a un passo dalla coppa il cammino dei rossoblù. La formazione Over40, dal canto suo, raggiunge il terzo posto in classifica, fermata dal Drago Cappelletta. Quindi un secondo e un terzo posto, che riempiono d’orgoglio i rossoblù caorlotti al termine di una bellissima annata di sport e amicizia. Per chi volesse unirsi

La formazione Amatori Campionato AIAC

La formazione Over40

al gruppo Amatori o avere le ultime news, può seguire e contattare la pagina Facebook Amatori Calcio Caorle. Infine, il gruppo Amatori ricorda che la 6ª edizione del Torneo dei Quartieri, rinviato per il maltempo a maggio, sarà organizzato per il mese di Settembre.

Nasce il Centro estivo sportivo

TENNIS CLUB PORTO SANTA MARGHERITA - Via dei Greci

B

rillante iniziativa del Tennis Club Porto Santa Margherita, ossia creare un Centro Estivo ricreativo, nei tre mesi d’estate, dedicato alle attività sportive e ludiche e rivolto ai bambini e giovani di età compresa tra i 6 e i 16 anni. Si sa che i mesi estivi sono generalmente dedicati ad attività lavorative molto intense ed impegnative, per i residenti, e a giornate di relax in riva al mare o in piscina per i vacanzieri. Così, i giovani hanno bisogno da un lato di svolgere attività motorie sportive e ludiche, dall’altro di essere accuditi almeno per il tempo in cui i genitori sono impegnati. Ecco quindi l’idea di Andrea Giulio Nocentini - titolare dell’attiguo Ristorante “Da Andrea”

e docente chef presso la Scuola alberghiera Lepido Rocco di Caorle e Pramaggiore - che ha organizzato la proposta di un Centro Estivo Sportivo. Sportivi della zona, in particolare maestri di tennis qualificati (anche B2) scelti nei migliori Circoli veneti, affiancati da animatori qualificati, saranno coordinati da Tiziano Nocentini, presidente del Tennis Club di Porto Santa Margherita di Via dei Greci 3 e fondatore della storica

attività di Porto Santa Margherita ben 48 anni fa. I programmi giornalieri si svolgeranno nelle mattine dalle 8.30 alle 13.00 dal Lunedì al Venerdì, e prevedono l’accoglienza, il Corso di tennis base, pre agonistico e agonistico, il corso intensivo, quindi merenda sotto gli alberi del parco. Dopo le 11.00 avrà inizio l’animazione con parco giochi e gonfiabili, ping pong ed altre attività ludiche. Poi ancora tennis personalizzato e dalle 12.00 calcio, pallavolo e basket, fino alle 13.00, orario di fine attività. E’ possibile partecipare anche per una sola giornata, oppure per una settimana o per anche un periodo più lungo. Per info: 348 333 5697.


39

Basket Caorle fermato dal Mestre SPORT

n. 4 - giugno 2019

BVO - La stagione dei gialloblu si conclude ai play-off

a stagione agonistica del BVO Lconclude Basket Caorle Gruppo SME si al primo turno dei play-off promozione. Troppo forte la capolista assoluta Mestre che nel doppio confronto ha dimostrato forza imponente e tecnica superiore.

Per i nostri gialloblu è stata una stagione altalenante, ma comunque soddisfacente. Il primo a dichiarare la soddisfazione della società è stato il presidente del BVO Basket Veneto Orientale, Masimo Corbetta, con un post nella sua pagina fb. «Quando perdi una partita di 29 punti e vieni eliminato dei play-off momento clou della stagione - un po’ di delusione ti investe. Eppure hai voglia invece di fare i complimenti ai ragazzi per non aver mai mollato e aver onorato la partita fino alla fine contro un avversario diventato ormai una cima invalicabile. Avremmo sicuramente voluto dare e fare di più, ma purtroppo il periodo di appannamento e la sfortuna sono arrivate tutte insieme proprio alla vigilia delle partite più importanti, quelle da dentro o fuori. Per questo e con molta serenità

BASKET 3VS3

U13

CAMPIONI D’ITALIA ______________________________________________

VO Caorle San Stino ha vinto la finale nazionale maschile - cat. U13 del Torneo 3vs3 “Join The Game”, domenica 19 maggio a Jesolo. Complimenti ai quattro giovani atleti Elia, Giammy, Leo e Matteo, guidati da Alberto Zorzi.

B

voglio fare le mie congratulazioni a tutti giocatori e a tutto lo staff del BVO per la stagione che ormai volge al termine per l’impegno e la serietà con cui tutti hanno interpretato il campionato, un difficile campionato di C Gold con una qualità di squadre che forse non si era mai vista. L’obiettivo che la società aveva richiesto è stato raggiunto e di ciò dobbiamo essere soddisfatti. Negli ultimi anni eravamo abituati ad andare oltre le nostre possibilità raggiungendo obiettivi ancora più prestigiosi, ma ogni stagione può essere più o meno fortunata. E dobbiamo proprio dire che le ultime stagioni in C Gold del Basket Caorle sono state piene di soddisfazioni e di risultati positivi. Perciò voglio ringraziare ad uno ad uno tutti gli attori di questa ennesima annata da protagonisti a cominciare da i nostri giocatori più esperti Damian Buscaino, Luca Bovolenta, Giovanni Infanti, Daniele Masocco, Pranas Skurdauskas e Francesco Rizzetto che hanno costantemente condotto i nostri giovani nella non facile impresa di partecipare a un campionato senior duro e competitivo come la Gold. Voglio ringraziarli tutti per l’impegno e la determinazione negli allenamenti e nella gestione dello spogliatoio. Con loro sempre presenti e con grande spirito di sacrificio, voglio sperare che i nostri giovani under si siano anche divertiti a partecipare ad un campionato così importante da protagonisti. Quindi un grazie immenso a Luca Pauletto, Simone Trevisan, Edoardo Battiston, Mihajlo Jerkovic, Giuseppe Rascazzo e Emir Ajdinoski per la splendida prestazione complessiva e soprattutto per essere così migliorati durante quest’ultimo anno. Con loro voglio fare un grosso ap-

plauso al condottiero, il nostro coach Nicola Ostan, tecnico dalle grandi capacità ma soprattutto dotato di passione incommensurabile per il basket, per me e per i ragazzi anche un grande amico, coadiuvato da due grandissimi assistenti come Umberto Visentin e Alberto Zorzi che assieme al preparatore fisico Andrea Dotto e al massaggiatore Marco Piazza hanno formato uno staff tecnico di altissima qualità e competenza. Assieme a loro ringrazio di cuore tutti coloro che hanno “assistito” squadra e giocatori con compiti dirigenziali e senza i quali il campionato di C Gold del Gruppo SME BVO Caorle non si sarebbe potuto svolgere. Quindi senza ordine e distinzione di ruoli ringrazio con un grosso abbraccio Flavio Baruzzo, Gianfranco Defendi, Massimo Pauletto, il Doc Fabio e la Doc Paola, Fabio Corbetta e Ruggero Toffoletto, la Magda e Franco, Bepi Ostan, l’Anna, Massimo Da Re, Denise Dazzan e Nadia Betti, Fabio Coldebella e tutti gli sponsor che hanno voluto essere al nostro fianco, il Comune di Caorle e Giuseppe Boatto per l’appoggio che non ci fa mai mancare. Per ultimo, ma senza dubbio perché il più importante, colui che mi appoggia ed è sempre al mio fianco e mi sorregge e sostiene in questa avventura da ormai parecchi anni, il mio amico Raffaele Valesin, struttura portante della nostra società. Se ho dimenticato qualcuno me ne scuso ma saprò ringraziarlo personalmente. Un ringraziamento al direttivo del BVO e a tutti i tifosi e simpatizzanti per aver sostenuto la squadra».


40

societa’

n. 4 - giugno 2019

“Specialmente abili”, assieme agli atleti con disabilità

Lo sport per persone Speciali o Sport come mezzo per superare la disabilità e godere del beL nessere psicofisico che sovente una

forma di handicap porterebbe a rinunciare. Lo sport nelle sue varie discipline può essere particato - e con brillantissimi risultati - in qualsiasi condizione di disabilità. Ce lo hanno insegnato negli anni tutti coloro che si sono cimentati in primis nelle discipline alla Paralimpiadi o agli Special Olympic Games, ma anche nella pratica non agonistica. L’inclusività delle persone con disabilità, anche sulla spiaggia di Caorle, è fortemente stimolata dal programma del Turismo Inclusivo predisposto dall’Ulss4 con il Comune di Caorle e il Consorzio degli Arenili, ma anche la Fondazione Caorle città dello Sport e le associazioni sportive operano in questo senso. In particolare, una serata pubblica di sensibilizzazione è proposta dalla Società Velica Caorle per il prossimo Venerdì 7 Giugno alle ore 21.00 in Piazzetta Matteotti, dove interverranno non solo gli esponenti delle istituzioni e del mondo associativo, ma anche alcuni tra gli atleti protagonisti, siano essi non vedenti o in genere affetti da disabilità psicofisiche, ma tutti determinati a dare il meglio di sé nella pratica dello sport. E’ prevista la proiezione di video filmati che mostrano varie attività

sportive, e un talkinterview tenuto dai giornalisti Mauro Zanutto e Flavio Ineschi, affiliati a Stampa Veneta Insieme che supporta la manifestazione assieme al Lions Club e con il patrocinio del Comune di Caorle. Tra i protagonisti è annunciata la presenza del campione di triathlon Bernardo Bernardini, che parlerà del suo libro “Finalmente corro”, il maratoneta Frau, i velisti Colinetti e Salvador, il nuotatore Enrico Giacomini, autore della traversata dello Stretto di Gibilterra. Vi sarà anche un intrattenimento musicale a cura del gruppo rockpop “Onde Anomale”.


41

n. 4 - giugno 2019

ASVO per l’Ambiente

_______________________________________________________________

Spettacolo teatrale mercoledì 19 giugno ore 21.00 – Teatro Russolo di Portogruaro

voluzione. Riflessioni postume di un Australopiteco” è il titolo del monologo teatrale offerto da A.S.V.O. S.p.A. in collaborazione con Achab Group, rete nazionale di comunicazione ambientale. A.S.V.O. da anni offre al proprio territorio progetti di educazione ambientale rivolti a tutti i target di utenza negli undici Comuni soci serviti. Tali iniziative hanno lo scopo di favorire lo sviluppo di una coscienza ambientale e sociale, proponendo comportamenti e stili di vita sostenibili. Oggi come non mai i temi dell’economia circolare necessitano di essere divulgati attraverso tutti i media. A tal proposito, si è pensato di adottare un importante mezzo di comunicazione senza tempo: il Teatro. “Evoluzione. Riflessioni postume di un Australopiteco” è la rappresentazione che si terrà il giorno mercoledì 19 giugno 2019, alle ore 21.00, nel prestigioso Teatro Luigi Russolo di Portogruaro. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. Per la prenotazione è possibile contattare l’ufficio comunicazione di ASVO ai seguenti recapiti: Selena Galasso tel. 0421.705720 mail ufficiocomunicazione@asvo.it da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 14.00.

“E

Disabili lavoratori

_____________________________________________________________

Opereranno in spiaggia tutta l’estate

uest’estate una cinquantina di persone con Q disabilità potranno lavorare nelle nostre spiagge. L’iniziativa è resa possibile grazie alla Regione Veneto, ai responsabili del Servizi di Inserimento Lavorativo (SIL) delle Ulss del Veneto, e i datori di lavoro (albergatori, titolari di campeggio, di attività turistiche) che hanno aderito al progetto. Sabato 1 giugno, alla Residenza Santo Stefano di Bibione (Ve), è stato dato avvio al progetto “Turismo Sociale ed Inclusivo nelle Spiagge Venete” che per l’edizione 2019 ha messo a disposizione 50 borse di lavoro volte a dare occupazione alle persone con disabilità, le quali sono poi partite verso le località dove lavoreranno a giugno e a luglio, e saranno anche riconoscibili grazie ad una maglia e cappellino del progetto “Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete”.

______ Caorle in tv

_________________________________________________

Nella trasmissione Ricette all’Italiana icette all’Italiana, il noto programR ma condotto da Davide Mengacci e Anna Moroni, in onda su Mediaset Rete 4, ha girato di nuovo a Caorle. Le puntate, registrate la prima settimana di maggio, sono andate in onda sabato 18 maggio e martedì 21 maggio. Nella prima puntata si è parlato di vongole con un’intervista a Mauro Vio, direttore dell’O.P. Bivalvia, e di casoni assieme al pescatore Sandro Bozza. La seconda puntata Tommaso Favero, gestore del bàcaro Al Batèo, ha presentato il Mercato Ittico Comunale, mentre Alice Padovese, laureata in Conservazione dei Beni Culturali, ha presentato la storia e cultura di Caorle.

Le due puntate sono on line su www.mediasetplay.mediaset.it.


Aquafollie “XXL”

42

n. 4 - giugno 2019

Für unsere deutschsprachigen Gäste

Touristen aus dem Ausland: 208 M

Mit der 30. Saison vergrössert sich der Park um einen halben Hektar Italien bleibt das beliebteste Urlaubsziel der Europäer

G

rosse Veränderungen sagen sich an für die 30. Saison von Aquafollie – The family Waterpark. Alle Formalitäten zwischen der Verwaltung von Aquafollie und der Gemeinde Caorle zur Genehmigung der geplanten Erweiterung sind erledigt. Es gibt wesentliche und wichtige Neuigkeiten, die dem Park ein neues Gesicht verleihen werden. Ein halber Hektar Fläche mehr kommt zur Gesamtfläche des Parks. Zwei neue Grünflächen mit Serviceleistungen und ein Feld für BeachSoccer sind die ersten Arbeiten, die in Angriff genommen werden, zusammen mit einer Neuorganisierung verschiedener bereits bestehender Attraktionen, wie z.B. Jumping und der Platz für Video Arcade und Baby Cars. Auch die Restaurant-Terrasse Burger-Follie wird erneuert: neuer Zement-Fussboden mit Sandeffekt und neue Tische mit Hawaii-Sonnenschutz. All diese Erneuerungen sind Vorläufer zur Realisierung neuer ThemaFlächen, wo Family-Attraktionen mit Plätzen für die kleinen Gäste (aber auch Relax für die Eltern) geschaffen werden sollen, sowie neue Wasserflächen und Lagunen. All dies wird das Vergnügungsangebot im Park im Rahmen des neuen mehrjährigen Masterplans erweitern. Wichtige Neuigkeiten auch beim Wohnmobil-Platz “Ai Parchi” (der Aquafollie Srl. gehört), wo die Stellplät-

B

ze im Frühjahr sowie im Herbst/Winter erhöht werden sollen, indem Teile des wiederhergestellten Luna Parks dazu genommen werden. Dort wurden nämlich neue WC-Anlagen geschaffen die gesamte Fläche aufgemöbelt, die auch den Luna Park attraktiver machen. Der neue Master Plan will nach dem Motto von Walt Disney handeln: “wenn du von etwas träumst kannst du das auch machen!” Der Park wird vom 1. Juni bis 10. September geöffnet sein, Kartenverkauf ist bereits seit dem 20. April im Internet möglich.

stouristen angeht, wird es immer wichtiger auch weniger bekannte Ziele in Italien zu fördern, um einzigartige und persönlich gestaltete Erfahrungen anzubieten. Unser Kunst- und Kulturgut bietet unbegrenzte Möglichkeiten und gibt einen Grund, den Touristen der unsere Orte besucht zu einem treuen Touristen zu machen. Die Deutschen bilden den grössten Anteil bei den Ausländern (+ 30,7% in den letzten 10 Jahren) und sind diejenigen, die am meisten ausgeben: 5,8 Milliarden (+ 6,7 %) zwischen Januar und September letzten Jahres. Und immer mehr orientieren sie sich gegen gezielte Wege, reich an landschaftlichen und gastronomischen Vorschlägen sowie wichtige kulturelle Angebote (wie z.B. die Ausstellung über Canaletto und Leonardo in Venedig, oder wie Matera, europäische KulturHauptstadt 2019. Wenn auch die Wirtschaft in Deutschland nicht gerade boomt - wir erwarten alle mit offenen Armen!

Parkplätze in der blauen Zone

Parkplatz vorbestellen und bezahlen mit “Easy Park”

Unsere blauen Fahnen

Anerkennung durch FEE der Strände von Caorle

I

m Mai werden die Blauen Fahnen von FEE (Foundation for Environmental Education) verliehen. Bereits 12 mal hintereinander erhält Caorle diese wertvolle Auszeichnung durch FEE, die damit unseren Stränden eine hohe Qualität an Sauberkeit, Serviceleistungen, Information/Erziehung sowie eine gute Wasserqualität zum Baden anerkennt. Diese wichtige Anerkennung wurde am 3.Mai in Rom bei CNR (Nationales Forschungszentrum) von Bürgermeister Striuli abgeholt. Im Veneto wurden ausser Caorle auch Bibione, Cavallino-Treporti, Eraclea, Jesolo, Lido di Venezia, Rosolina und Sottomarina prämiert; in Friuli Venezia Giulia sind es Lignano Sabbiadoro und Grado. Auch der Sporthafen Darsena dell’Orologio in Caorle wurde ausgezeichnet wegen seiner guten Struktur und seiner hohen Qualität der Dienstleistungen. Insgesamt sind es 183 Gemeinden in ganz Italien (acht mehr als letztes Jahr), mit 385 Stränden und 72 Sporthäfen.

ei der ITB – weltweite Touristikmesse in Berlin – hat ENIT (Italienisches Touristikamt) wichtige Zahlen bereitgestellt. Der Zustrom ausländischer Touristen, die 2018 Italien als Urlaubsziel wählten hat sich um 1,8 % erhöht und die stattliche Zahl von 208,5 Millionen Anwesenheiten (Übernachtungen) erreicht. Spanien schlägt uns dabei, dort sind es 287,8 Millionen, jedoch mit einer Verringerung von 1,6 % im Vergleich zum Vorjahr. Dann kommt Frankreich mit 134,7 Millionen (+ 5,7% zum Jahr 2017). Die Berliner Messe gilt als eine der wichtigsten dieses Sektors mit mehr als 180.000 Besuchern und 10.000 Ausstellern aus 180 Ländern. Giorgio Palmucci, neuer Vorstehender von ENIT, bestätigte bei diesem Anlass, dass die Gesundheit des italienischen Touristiksektors auch von anderen Anzeichen bestätigt wird, wie z.B. des Transitverkehrs in unseren Flughäfen , welcher um 7,2 % angestiegen ist und 121 Millionen Passagiere erreicht, mit einer Zunahme, die über dem europäischen Durchschnitt liegt und im Vergleich zu 2018 um 2,8 % angestiegen ist (während Spanien ein minus 7,6 % verzeichnet). Um auf den deutschen Markt einzugehen, der insbesondere unsere Strände betrifft was den Anteil an Ausland-

Unter den italienischen Regionen sind 2019 in erster Reihe Ligurien mit 30 Orten, Toscana mit 19, Campania 18 und Marche 15. Des Weiteren Sardinien (14), Apulien (13), Kalabrien (11), Abruzzo (10), Lazio (9), Veneto (8), Emilia-Romagna und Sizilien (7), Basilicata (5), Friuli Venezia Giulia (2) und Molise (1).

A

b diesem Jahr werden die Parkplätze in der blauen Zone mit “Easy Park” organisiert, dem am meisten in Italien und Europa verbreiteten Service von Mobil Parking, bereits in 320 italienischen Städten und in 14 ausländischen Staaten zur Verfügung. Mit der App EasyPark, der mit iOs, Android und Windows Phone heruntergeladen werden kann, können Autofahrer das Parken leicht und schnell aktivieren und beenden. Sehr viele Vorteile: der Nutzer spart Zeit beim Parken, kann die Parkdauer direkt mit dem Handy verlängern, wo immer er auch sein mag, oder vorzeitig abbrechen bei der Rückkehr zum Auto und so den Parkpreis auf die effektiv genutzte Parkzeit beschränken, unter Berücksichtigung der von der Gemeinde erhobenen Parkgebühren. Das Aktivieren mit EasyPark ist sehr einfach und leicht verständlich: 2 Minuten zur Installierung der App und dem Beginn des Gebrauchs! Dazu muss man sich mit der App EasyPark oder bei der Web-Seite www.easyparkitalia.it einloggen und einen Park-Kredit bezahlen, welcher aufgeladen werden kann, entweder mit Kreditkarte Visa oder Mastercard oder durch PayPal. Die abgefragten Informationen zum Parken sind: Code des Parkplatzes, welcher automatisch

bei der App EasyPark erscheint, wenn die Geo-Lokalisierung aktiviert wird und bei den Parkuhren angezeigt ist, die Daten des Nummernschildes des Fahrzeugs, die nach der ersten Eingebung automatisch erscheinen und das voraussichtliche Ende der Parkzeit, was immer verlängert oder vorzeitig beendet werden kann. In Caorle muss der Coupon EasyPark nicht an der Windschutzscheibe angebracht werden, da die Verkehrspolizisten die korrekte Aktivierung der Parkzeit durch Kontrolle des Nummernschildes überprüfen können. Weitere Informationen bei: www.easyparkitalia.it, oder beim Telefonservice EasyPark-Kunden unter der Nummer 089 92 60 111.


43

n. 4 - giugno 2019

Für unsere deutschsprachigen Gäste

Die Livenza wurde gesäubert Chöre aus aller Welt in Caorle G A Gemeinsinn und Umweltbewusstsein am Livenza-Ufer

emeinsinn und Umweltbewusstsein hat jemanden aus La Salute di Livenza inspiriert, sich des Livenza-Ufers anzunehmen. Am ersten April trafen sich dann viele Freiwillige, die den in den Jahren angespülten Müll einsammelten. Alles begann damit, dass ein Mann mittleren Alters, den alle in La Salute kennen, der aber anonym bleiben will, bei seinen Spaziergängen am Ufer entlang ständig Müll und Unrat zwischen Schilf und Wasser sah. Der Fluss bringt während den Hochwasserperioden jede Art von Unrat mit, was in Caorle allgemein bekannt ist, wo die Livenza ins Meer mündet. Der Mann begann täglich Müll einzusammeln und in schwarze Säcke zu füllen, bis die Überwachungsorgane eingegriffen haben und zusammen mit der Müllabfuhr die Sache organisierten. Nach einiger Zeit schlossen sich weitere Freiwillige dieser Initiative an und langsam kehrte der Fluss zu seiner natürlichen Schönheit zurück.

Leonardo, das absolute Genie

Feierlichkeiten zum 500. Todesjahr

G

enau dieses Jahr fällt das 500. Todesjahr des Mannes, der von allen als das Genie der Rennaissance bezeichnet wird: Leonardo da Vinci. In ganz Italien werden Events, Ausstellungen und Kunst-Begegnungen veranstaltet, insbesondere in der Stadt Mailand, wo im Palazzo Reale vom 5. März bis 7. Juli eine wichtige Ausstellung unter dem Titel “Il meraviglioso mondo della Natura” läuft, welche die Beziehung des Künstlers mit der Lombardei ins Licht rückt. Am 16. Mai wurde der Asse-Saal des Sforza-Schlosses in Mailand nach längeren Restaurierungsarbeiten wieder geöffnet, wo ein Teil von vorbereitenden Zeichnungen von Leonardo ausgestellt werden. In Florenz, im UffiziMuseum, Palazzo Strozzi und in Palazzo Vecchio sind ebenfalls interessante Ausstellungen und Begegnungen auf dem Programm. Aber auch in Venedig, bei Gallerie dell’Accademia, gibt es vom 19. April bis 14. Juli eine Ausstellung unter dem Titel “Leonardo da Vinci. L’uomo è modello del mondo”(Der Mensch ist Modell der Welt). Im Museum sind 25 Blätter von Leonardo ausgestellt, Dokumente die seine Arbeit und Studien belegen, die Entdeckungen des Genies der Rennaissance, insbesondere was den menschlichen Körper betrifft, die Botanik, Optik, Mechanik und eine

Venedig in Musik – 18. Internationaler Wettbewerb

m Samstag 4. Mai wurde die Veranstaltung “Venezia in Musica” abgeschlossen. Vier Tage mit Festival internationalen Chören aus aller Welt in Caorle, um dort der Leideschaft für die Musik zu frönen, zwischen Konzerten und ausserordentlichen Auftritten, als Symbol der Einheit zwischen den Völkern trotz verschiedener Kulturen. Diese 18. Ausführung wurde von Direktorin Piroska Horvath geleitet und hatte als Mitarbeiter Gabor Hollerung und Battista Pradal. Wie immer war das Event für alle Begeisterten eine Gelegenheit, die vielen Auftritte verschiedener musikalischer Art live zu erleben. In den vier Tagen gab es Konzerte im Dom und in der Kirche von Porto S. Margherita, an denen Musikgruppen aus aller Welt teilgenommen haben. Trotz des schlechten Wetters gab es am Samstag auch einen Umzug in der Altstadt bis Piazza Vescovado und abends dann das Abschlusskonzert im Dom und darauffolgende Prämierung. Unter anderen trat das italienische Ensemble Incontrà auf mit Dirigent Roberto Brisotto, und eine Frauenformation aus Tschechien, die am Ende den ersten Preis und eine Zuwendung von 2000 Euro erhielt.

Ein sehr schöner Abend, der in den Worten von Piroska Horvath Ausdruck fand: “Wir alle werden von der Zeit und den Gegebenheiten beeinflusst. Was hat sich jedoch in all diesen Jahren nicht verändert? Die Begeisterung der Chöre, der familiäre Zusammenhang und die Freundschaft, die entsteht und sich verbreitet, wenn die Menschen sich in der Musik begegnen. Dies ist etwas was im Herzen bleibt, in den zukünftigen Tagen und Jahren.” Auf Wiedersehen also.

Festival Show Casting A

Zum fünften Mal hintereinander in Caorle der Musik-Contest

Reihe von Skizzen für einige seiner wichtigsten Gemälde, wie z.B. die Heilige Anna mit der Jungfrau und dem Kind. Insgesamt werden 70 Werke ausgestellt, der Brennpunkt ist der berühmte Uomo Vetruviano, Sinnbild und Symbol der Rennaissance (auf dem italienischen 1 Euro-Stück auf der Rückseite abgebildet). Dazu kommen weitere Zeichnungen aus der Royal Collection von Schloss Windsor, aus der National Gallery Washington, aus dem Fitzwilliam Museum Cambrige und aus der Morgan Library & Museum New York. Zur Feier dieses wichtigen Anlasses war Staatspräsident Sergio Matarella am 15. April in Vinci in der Toscana, dem Geburtsort Leonardos, wo er bei seiner Rede die fondamentale Rolle der Institutionen der Kultur gegenüber hervorgehoben hat.

m dritten, vierten und fünften Mai war in Caorle wieder die End-Selektion Festival Show Casting 2019 zu Festival Show, die italienische Musiktour im Sommer, die dieses Jahr auf 20 Jahre zurückblicken kann. Dazu kamen junge Talente aus ganz Italien nach Caorle, die bei den verschiedenen Auditionen ausgewählt wurden. Seit Beginn der Anmeldungen im Dezember 2018 in ganz Italien waren es etwa 30 Etappen mit mehr als 500 Teilnehmern, mehr bei der letzten Veranstaltung, und mit Vertretern aller italienischen Regionen. Nur 12 dieser jungen Leute (auf dem Foto oben) werden auf der Bühne des Festival Show auftreten, in einer Reihe von Etappen, die von Radio Bella & Monella und Radio Birikina veranstaltet werden. Es geht los am 30.Mai in Padova und wird am 7. September in Piazza Unità Italia in Trieste enden. Eine Etappe dieser Tour wird, wie seit 2 Jahren, in Caorle am Strand bei der Madonnenkirche stattfinden. Dieses Jahr konnten die Kandidaten bei der Auslese auch die Musiklehrer der Jury treffen und so wertvolle Anregungen von ihnen bekommen. Zum

zweiten gab es auch einen Wettbewerb “Prime Voci” für Kinder von 8 bis 14 Jahren, um auch den jüngsten Talenten eine Teilnahme zu ermöglichen. Die ersten drei qualifizierten dürfen bei der Etappe Mestre am 23. August singen. Bei der Pressekonferrenz wurde auch die Etappe dieser Sommertour in Caorle festgelegt, und zwar auf den 25. Juli, am Strand bei der Madonnenkirche, wo zahlreiche Zuschauer erwartet werden.


Veranstaltungen - Events

n. 4 - giugno 2019

Veranstaltungen - Events

Von Samstag bis Freitag 14. Juni Caorle, PalaExpomar - von 9:00 Uhr

8. SOFT DART - MEISTERSCHAFT

Samstag und Sonntag 9. Juni Caorle, PalaMare - von 10:00 Uhr

8. GYMNASTIK - NATIONAL WETTBEWERB

Von Samstag bis Sonntag 16. Juni Caorle, Centro Civico - von 17:00 Uhr

8. GEMÄLDE “DIE L AGUNE VON HEMINGWAY”

Donnerstag Juni Caorle, S. Margherita Spielplatz - 20:30 Uhr

13. TANZABEND MIT FABIO CORAZZA KONZERT DER S TADTKAPELLE

Caorle, Lido Altanea - 21:00 Uhr

Von Donnerstag bis Sonntag 16. Juni Porto Santa Margherita - von 9:00 Uhr

13. “GAZEGA” - MUSIK, SPIELE, U NTERHALTUNG

From Saturday to Friday 14. June Caorle, PalaExpomar - from 9:00

8. SOFT DART - CHAMPIONSHIP

Saturday and Sunday 9. June Caorle, PalaMare - from 10:00

8. GYMNASTIC - NATIONAL COMPETITION From Saturday to Sunday 16. June Caorle, Centro Civico - from 17:00

8. E XPOSITION “THE L AGOON OF H EMINGWAY”

Thursday June Caorle, S. Margherita Playground - 20:30

13. DANCING EVENING WITH FABIO CORAZZA

CONCERT OF THE TOWN B AND Caorle, Lido Altanea - 21:00

From Thursday

13.

to Sunday 16. June Porto Santa Margherita - from 9:00

“GAZEGA” - M USIC, GAMES, E NTERTAINMENT

Von Freitag bis Sonntag 16. Juni Caorle, PalaMare - von 9:00 Uhr

From Friday to Sunday 16. June Caorle, PalaMare - from 9:00

Samstag und 22. Juni Duna Verde, Corso Rovigno - von 11:00 Uhr

Saturday and 22. June Duna Verde, Corso Rovigno - from 11:00

Freitag Juni Caorle, Sachéta Strand - 6:15 Uhr

Friday

14. “B ASKIN” - BASKETBALL TURNIER

15. MARKT MIT GASTRONOMISCHEN P RODUKTEN 21. MUSIKFESTIVAL IM MORGENGRAUEN

14. “B ASKIN” - BASKETBALL C HAMPIONSHIP 15. MARKET WITH GASTRONOMIC P RODUCTS June 21. Caorle, Sachéta Beach - 6:15 SWEET M USIC AT SUNRISE

Samstag Juni Caorle, Piazza Papa Giovanni XXIII - 18:00 Uhr

Saturday June Caorle, Piazza Papa Giovanni XXIII - 18:00

Samstag Juni Caorle, Piazza Vescovado - 20:30 Uhr

Saturday June Caorle, Piazza Vescovado - 20:30

22. EIN TAG ALS F EUERWEHRMANN 29. LYRISCH & JAZZ KONZERT

22. A DAY AS A F IREFIGHTER 29. LYRIC & JAZZ CONCERT

Montag Juli Caorle, Piazza Matteotti - 21:15 Uhr

Monday July Caorle, Piazza Matteotti - 21:15

Donnerstag Juli Caorle, Piazza Vescovado - 21:00 Uhr

Thursday July Caorle, Piazza Vescovado - 21:00

Samstag und Sonntag 14. Juli Caorle, Piazza Vescovado - 21:30 Uhr

Saturday and Sunday 14. July Caorle, Piazza Vescovado - 21:30

1. LEKTÜRE F ESTIVAL

4. CAORLE OLTREMARE - MUSIK

13. BELEUCHTUNG DES GLOCKENTURMS

1. LECTURE F ESTIVAL

4. CAORLE OLTREMARE - MUSIC 13.

B ELL TOWER ON FIRE

This schedule may vary

Dieser Zeitplan kann verändern

44


45

n. 4 - giugno 2019

For our English-speaking Guests

The Waterpark is half a hectare wider

AQUAFOLLIE "XXL"

T

here will be big changes for the 30th season of Aquafollie - The Family Waterpark. Half a hectare of surface increases the surface of the Park. Two new large green areas equipped to give more space to guests and the construction of a beach soccer field are the first works realized, together with a redistribution of some historical attractions such as Jumping, Video Arcade and Baby Cars. The BurgerFollie terrace-restaurant was renovated with a new sand-effect concrete floor and new tables with Hawaiian coverage. These operations are preparatory to the creation of new thematic land dedicated to younger guests (but also to parents' relaxation). Big news also for the “Ai Parchi” motorhome parking area with the possibility of increasing the number of pitches available in spring and autumn / winter using the redeveloped amusement park area. In this area, a new toilet facility, a new glamor sign and new infrastructures has been set up: that will make the adjacent area of the amusement “Luna Park” more welcoming. The Park's management has worked a lot in the recent years to get the chance to expand the Park with the knowledge that Caorle deserves an Aquatic Park of even greater importance. Aquafollie Waterpark is open from 1 June to 10 September.

______________________________________________________________________

Book and pay directly from your smartphone

PAY FOR PARKING WITH EASYPARK

F

rom this year in Caorle you can manage the parking on paid parking (blue lines) with "EasyPark", the most widespread mobile parking service in Italy and Europe, available in 320 Italian cities and in 14 countries abroad. Through the EasyPark app, which can be downloaded for iOS, Android and Windows Phone, the driver can easily activate and end his / her stop, with extreme ease and speed. Many advantages: the user saves time in parking operations, can extend the duration of the stop directly from his mobile phone, wherever he is, or interrupt it early when returning by car, limiting the cost of parking to the parking actually consumed, respecting the rates established by the Municipal Administration. Finally, the service can be used in Italian and foreign cities, where it is available. For more information: www.easyparkitalia.it.

______________________________________________________________________

The beaches in Caorle have been awarded

OUR BLUE FLAGS

M

ay was the month of the Blue Flags awarded by FEE Foundation for Environmental Education. For the 12th consecutive year Caorle gets the prestigious recognition that FEE (international non-governmental and non-profit organization founded in 1981, based in Denmark) recognizes to our beaches - Levante, Ponente, Porto S. Margherita, Duna Verde, Brussa - a high quality of cleaning, services, information / education and the quality of bathing water. FEE, in addition to recognizing the best beaches, also rewards the best tourist landing places and has confirmed the Blue Flag to Darsena dell'Orologio, a recognized efficient structure and a high quality standard for the services provided. In total, 183 municipalities throughout Italy were awarded with 385 beaches and 72 tourist landing places.

______________________________________________________________________

The Beautiful Country is the second top destination

FOREIGN TOURISTS: 208 MILLION PRESENCES IN ITALY

A

t ITB Berlin - World's Leading Travel Trade Show - ENIT (Italian Tourist Board) has provided really important numbers. With regard to the influx of foreign tourists who chose Italy for their holiday in 2018, there was an increase of 1.8%, with the remarkable figure of 208.5

million presences (nights spent). Spain beats us, which touches 287.8 million (which, however, falls by 1.6% compared to the previous year). France follows with 134.7 million (+ 5.7% compared to 2017). Speaking specifically about the German market, the one that most interests our beaches, it is increasingly necessary to promote Italy's lesser-known destinations, in order to offer unique and personalized experiences, which are certainly a great opportunity thanks to our artistic and cultural heritage. Indeed, the Germans are the most numerous foreign tourists (+ 30.7% in the last 10 years). And more and more they are moving towards targeted paths, rich in environmental and gastronomic proposals, as well as towards fundamental cultural initiatives. And even if Germany is going through an unfavorable economic phase, we can only wait for them with open arms!

______________________________________________________________________

Civic and environmental sensitivity

CLEANED UP THE LIVENZA RIVER

C

ivic sense and lots of environmental awareness. These are the values that led a person living in La Salute di Livenza to take care of cleaning the Livenza river banks. In early April, he was joined by numerous other volunteers, who started a collection of waste deposited along the banks over the years. Having got off to a good start, every day the man in question started his own cleaning work, collecting in black bags how much more garbage he could recover, but also creating small symbolic trestles of materials to indicate that someone was doing ecological work. As is well known in these cases, the supervisory authority has quickly intervened, which has obviously understood and supported the good faith of man, allowing also a connection with waste collection companies. Moreover, after weeks of activity, in the past few days other volunteers have joined to carry out a commendable work "in strength", which is giving back to the natural beauty a river environment of great landscape value.

Leonardo, the absolute Genius

Celebrating the 500th anniversary of his death

______________________________________________________________________

T

his year (1519-2019) falls the five-hundredth anniversary of the death of the one who is considered by all the Genius of Renaissance: Leonardo da Vinci. The calendar to celebrate this important anniversary is extremely rich, with events, exhibitions and art meetings in the coming months from North to South of Italy. Particular interest was reserved for the occasion by the city of Milan. Among the numerous events, the setting up at Palazzo Reale of an important exhibition called "The marvelous world of Nature", from 5 March to 7 July, which brings together the relationship of Leonardo with the territory of Lombardy. In Florence, on the other hand, the Uffizi Gallery, Palazzo Strozzi and Palazzo Vecchio will be home of many important exhibitions and numerous meetings dedicated to the Genius of Vinci. Instead, in Venice, at the Gallerie dell'Accademia from 19 April to 14 July, the exhibition entitled “Leonardo da Vinci. Man is a model of the world " is set up and open to public. The museum has in fact 25 sheets of Leonardo, documents that testify the activities, studies, discoveries of the Renaissance genius, and a series of preparatory sketches for some of his most important paintings, such as “Sant'Anna with the Virgin and Child”. In addition, the centerpiece of the exhibition is the famous “Vitruvian Man”, an icon and symbol of the Renaissance period.


(

NUMERI UTILI TELEPHON-NUMMER

112 NUMERO UNICO EMERGENZA CARABINIERI 112 - 0421.81002-83686 POLIZIA DI STATO 113 - 0421.71777 115 - 0421.72222 VIGILI DEL FUOCO POLIZIA STRADALE 0421.275700 VIGILI URBANI 0421.81345 GUARDIA di FINANZA 0421.81069 CAPITANERIA di PORTO 0421.210290 1530 - 0421.210290 SOCCORSO NAVALE MUNICIPIO 0421.219111 TRAGHETTO Caorle-Porto S. Margherita 0421.83887 SOCCORSO STRADALE 803803- 803116 UFFICIO POSTALE 0421.219911 1678 46001 ENEL ACQUEDOTTO 0421.4811 A.T.V.O. stazione autocorriere 0421.383675

✙ EMERGENZA SANITARIA PRONTO SOCCORSO CAORLE

GUARDIA MEDICA OSPEDALE PORTOGRUARO OSPEDALE S. DONA’ POLIAMBULATORIO CAORLESE

118 0421.219829 0421.484500-int.4 0421.7641 0421.227111 0421.210091

FARMACIE: MONTANARI - Caorle, Rio Terrà 35 BORIN - Caorle, Viale S. Margherita 68 SCABBIO - P. S. Margherita - Via Pigafetta 11 ZAGO - S.Giorgio di L., Via Risorgimento 46

iI.A.T. CAORLE

ASSOCIAZIONE ALBERGATORI DARSENA OROLOGIO DARSENA MARINA 4 ASCOM CONSORZIO ARENILI TAXI PUBBLICO AVIOSUPERFICIE ALICAORLE AEROPORTO MARCO POLO

0421.81044 0421.210059 0421.260060 0421.80143

0421.81085-81401 0421.81251 0421.84207 0421.260469 0421.81193 0421.84272 0421.82029 0421.81351 041.2606111

(

(IMPRESA PULIZIE

STE.BI. PULITER di Stefanutto C. & C.

s.a.s.

PULIZIE CIVILI E INDUSTRIALI

Via Traghete, 120/5 - 30021 CAORLE

Tel. 0421.84170 - Fax 0421.83662 cell. 348.4915434 - 348.4915436

( ONORANZE FUNEBRI

STE.BI.

s.a.s.

di Stefanutto C. & C.

SERVIZIO 24 ORE RECUPERO SALME TRASPORTO INTERNAZIONALE

Via Traghete, 120/5 - 30021 CAORLE Viale Buonarroti, 10 - CAORLE

Tel. 0421.84170 - Fax 0421.83662 cell. 348.4915434 - 328.9765450

(

(

Mappe storiche

Museo del Mare

Esposizione in Municipio

Strada Nuova - ex Az. Chiggiato

Presso il Municipio di Caorle, esposizione permanente di mappe storiche del territorio caprulano. Orari di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 - martedì e giovedì dalle 16 alle 17.

Orari di apertura: periodo estivo aperto nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle 15.00 alle 23.00. Nel periodo autunno/inverno rimarrà aperto, sempre il venerdì, sabato e domenica dalle 9.00 alle 17.00.

Caprulae

( OnORAnzE FUnEbRi

s.n.c.

di braida R. & C.

SERVizi FUnEbRi nAziOnALi ED ESTERi SERVizi CiMiTERiALi Strada Traghete, 128/2b CAORLE/Ve-Tel. 0421/211547 cell. 335.7056879


Profile for CaorleMare Magazine

CaorleMare Magazine Giugno 2019  

Notizie da Caorle... nel mondo !

CaorleMare Magazine Giugno 2019  

Notizie da Caorle... nel mondo !

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded