Page 1

Banp Implant速 BONE ADVANCED NEW PLATFORM

Catalogo Prodotti

BA N P BANP NP BA BANP P N BA

BA NP

BANP

BANP

www.banpimplant.eu


INDICE MACRO MORFOLOGIA SUPERFICIE CONNESSIONE DECONTAMINAZIONE CERTIFICAZIONI CONFEZIONAMENTO SISTEMETICA IMPLANTARE IMPIANTI POSIZIONAMENTO DELL’IMPIANTO PROTOCOLLI STRUMENTARIO PROTESICA DIGITALE

Pag 5 Pag 7 Pag 8 Pag 9 Pag 11 Pag 12 Pag 13 Pag 14 Pag 15 Pag 17 Pag 20 Pag 24 Pag 29


La nostra storia Fondata nel 1985 è una società leader di forniture mediche, fornitura di attrezzature, materiali di consumo, componenti per la riparazione per piÚ di 4.000 studi medici e dentistici in Irlanda. Lavorando a stretto contatto con dentisti, medici, ospedali ed altri professionisti del settore, si è imposta di rivedere continuamente i prodotti sul mercato per portare sempre il meglio ai propri clienti.


Macro Morfologia La morfologia degli impianti BANP® ha di base caratteristiche particolari che rendono la sistematica implantare versatile e sicura.

Il colletto implantare si presenta lucido leggermente più stretto della base implantare ottenendo platform switching e previene l’accumulo di placca a livello della giunzione con la parte protesica L’impianto ha una struttura autofilettante con una geometria di spire variabili. Possiede solchi di scarico molto ampi che consentono sia lo scarico del coagulo durante la fase di avvitamento chirurgico, sia il deposito dei frustoli ossei. Un avanzato design della parte coronale dell’impianto con spire raggiate consente la massima conservazione dell’osso coronale intorno all’impianto.

Apice multifunzionale con effetto osteotomico e semplificazione dell’inclinazione dell’impianto

-5-


Macro Morfologia La morfologia degli impianti BANP® (Fig.1) ha di base caratteristiche particolari che rendono la sistematica implantare versatile e sicura. L’impianto ha una struttura autofilettante con una geometria di spire variabili. Osso Corticale garantito: un avanzato design della parte coronale dell’impianto con spire raggiate consente la massima conservazione dell’osso coronale intorno all’impianto. Il colletto implantare si presenta lucido leggermente più stretto della base implantare ottenendo platform switching e prevenendo l’accumulo di placca a livello della giunzione con la parte protesica.

Fig. 1

A livello apicale possiede solchi di scarico molto ampi che consentono sia lo scarico del coagulo durante la fase di avvitamento chirurgico, sia il deposito dei frustoli ossei, ricevendo un utilizzo clinico semplice e lineare

La connessione impianto moncone (Fig. 2) risulta fondamentale nel mantenimento dell’integrazione ossea stessa. 5,80 mm

I micromovimenti tra impianto e moncone irritano l’osso perimplantare determinando il riassorbimento nella regione della spalla dell’impianto, il cosiddetto rimodellamento osseo. La connessione BANP-CE® (Conica Esagonale - Fig.3) si differenzia dalle altre perché ha una geometria interna che, oltre ad avere un esagono, possiede una conometria di circa 10°, che permette la stabilità del moncone a prescindere dalla lunghezza o dal diametro dell'impianto.

La connessione conica esagonale assicura un aumento della resistenza meccanica al carico extra assiale, maggiore superfice di contatto, maggiore stabilità di connessione tra moncone ed impianto, grazie a una ridotta microcircolazione dei fluidi biologici al suo interno.

Fig. 2

Fig. 3

-6-


Superficie Superficie: è ampiamente dimostrato che la rugosità è in grado di influenzare il comportamento cellulare, inducendo una maggiore attivazione piastrinica rispetto ad una superficie liscia, aumentando ed accelerando il processo di riparazione e di osteo integrazione. L’impianto BANP® è realizzato in titanio puro di grado medicale 5, sabbiato e trattato con SLA*, a doppia incisione e decontaminazione finale con impiego di plasma in camera bianca Classe ISO 7.

*SLA: Banp Implant ha preteso per i propri impianti le lavorazioni più avanzate per la compatibilità ossea integrando armoniosamente i tre cicli che conducono al risultato finale, Sand-blasting, Large gritting, Acid-etching.

-7-


Connessione

www.banpimplant.eu

La connessione conica esagonale assicura un aumento della resistenza meccanica al carico extra assiale, maggiore superfice di contatto, maggiore stabilitĂ di connessione tra moncone ed impianto, grazie a una ridotta microcircolazione dei fluidi biologici al suo interno.

-8-


Decontaminazione Banp Implant Srl è fra le poche aziende che si avvale di procedure di decontaminazione di alto livello tecnologico qualitativo. La pulizia delle superfici degli impianti è un’operazione piuttosto complessa. I solventi utilizzati, anche se molto puri, possono lasciare tracce sulla superficie sottostante. Può capitare che le poche impurità presenti o le molecole stesse del solvente si combinino con i costituenti della superficie, specialmente nel caso di materiali reattivi come i metalli. Pertanto lo strumento di pulizia ideale dovrebbe essere chimicamente non in grado di reagire con il materiale del dispositivo e, allo stesso tempo, realizzare un’efficace azione nella rimozione dei contaminanti presenti. Attualmente il plasma di Argon è risultato essere tale.

www.banpimplant.eu -9-


Decontaminazione La sabbiatura e acidificazione Avvalendosi di ricercatori internazionali di comprovata esperienza nei processi di trattamento delle superfici implantari, Banp Implant Srl ha messo a punto l’esclusivo trattamento BioActive, in grado di ottenere una superficie a morfologia controllata. Esso implica l’utilizzo di una speciale apparecchiatura che permette la sabbiatura della superficie attraverso l’uso di ossido di allumina. Gli impianti al termine di questo processo vengono controllati, così da assicurarsi che siano stati uniformemente sabbiati e una volta ultimata questa fase si passa all’acidificazione, in modo da pulire anche la parte interna del filetto, nonché impedire la formazione di ossido superficiale sul titanio. Pertanto la superficie viene sottoposta a doppia mordenzatura tramite l’utilizzo di acidi minerali. Il trattamento BioActive mira ad ottenere, per sottrazione, una superficie implantare con una micro-rugosità controllata, che favorisce l’ancoraggio cellulare iniziale degli osteoblasti e quindi l’integrazione con il tessuto osseo, abbreviando i tempi di osteointegrazione. Tutti i processi vengono effettuati in macchine che garantiscono l’omogeneità delle superfici e contemporaneamente il mantenimento delle loro specifiche caratteristiche ricercate. Il trattamento al plasma di argon Il plasma di Argon è stato identificato come lo strumento di pulizia ideale perché non reagisce chimicamente con il materiale del dispositivo e, allo stesso tempo, risulta molto efficace nella rimozione dei contaminanti presenti sulle superfici implantari. Nello specifico, il gas Argon viene opportunamente introdotto all’interno di un reattore posto in una camera bianca, per evitare così ogni possibile inquinamento ambientale, e successivamente viene trasformato in plasma. Esso è costituito di ioni di gas pesanti che vengono bombardati sulla superficie dell’impianto e la sua azione pulente si concretizza appunto sfruttando l’energia di impatto delle sue particelle con gli eventuali contaminanti organici. In questo modo si evita qualsiasi contatto con solventi. Per il controllo finale dell’efficacia del processo, vengono utilizzate tecniche di analisi avanzate e specifiche per la superficie delle viti implantari, in particolare viene effettuata una spettroscopia fotoelettronica a raggi X (XPS o ESCA), indicata soprattutto per superfici ruvide e composte per il 95% di titanio. Questo tipo di analisi fornisce informazioni sulla composizione chimica di tipo qualitativo e quantitativo dei primi nanometri del materiale, quindi degli strati che più direttamente entrano in contatto con il tessuto osseo.

- 10 -


Certificazioni

- 11 -


Confezionamento Le confezioni hanno una pratica codifica colore, che consente una rapida individuazione del diametro degli impianti. Nella confezione troviamo in blister termosaldato, una ampolla di biopolimero sterilizzata, contentente l’impianto, la relativa vite tappo, istruzioni ed etichetta da applicare al passaporto paziente. Le ampolle sono sigillate in apposito blister che garantisce la sterilità del contenuto. Il bollino rosso è la prova dell’avvenuta sterilizzazione.

In dotazione con ogni impianto, il pratico ed utilissimo passaporto da lasciare al paziente, in cui vengono inserite le generalità ed il posizionamento degli impianti. Vi è una sezione ove applicare sticker QR Code (in duplice copia e presenti in ogni confezione) relativi agli impianti adoperati.

- 12 -


Sistematica Implantare Connessione Unica: tutti i diametri degli impianti incorporano la medesima connessione protesica. La gestione del profilo protesico del dente da restaurare è indipendente dal diametro dell’impianto.

La vite tappo assume colore diverso a seconda del tipo di impianto, pertanto risulterà estremamente semplice identificare il diametro degli impianti: -VERDE: -GIALLO: -BLU: -VIOLA:

Diametro 3,5mm Diametro 4,0mm Diametro 4,5mm Diametro 5,0mm

Altri vantaggi della Sistematica: -Preservazione dell’osso -Inserimento rapido -Condensazione ossea -Inserimento facilitato

- 13 -


Impianti Prodotto in titanio di grado medicale 5, di forma conica a vite. Superficie SLA* e connessione BANP-CE速. Forniti con il relativo tappo colorato di chiusura sigillante in titanio, confezionati in ampolla di biopolimero sterilizzata. Confezioni composte da: un impianto ed un tappo di chiusura. Impianto BANP 3,5 mm

Diametro

3,5 mm

3,5 mm

3,5 mm

3,5 mm

Lunghezza

8,5 mm

10 mm

12 mm

13,5 mm

Codice

IM3585

IM3510

IM3512

IM3513

Impianto BANP 4,0 mm

Diametro

4,0 mm

4,0 mm

4,0 mm

4,0 mm

Lunghezza

8,5 mm

10 mm

12 mm

13,5 mm

Codice

IM4085

IM4010

IM4012

IM4013

Impianto BANP 4,5 mm

Diametro

4,5mm

4,5 mm

4,5 mm

4,5 mm

Lunghezza

8,5 mm

10 mm

12 mm

13,5 mm

Codice

IM4585

IM4510

IM4512

IM4513

Impianto BANP 5,0 mm

Diametro

5,0 mm

5,0 mm

5,0 mm

5,0 mm

Lunghezza

8,5 mm

10 mm

12 mm

13,5 mm

Codice

IM5085

IM5010

IM5012

IM5013

- 14 -


Posizionamento Posizionamento Impianto 3.5 Fresa Lanceolata

Fresa 2.2

Fresa 2.8

Fresa Opzionale osso compatto

Impianto 3.5

Posizionamento Impianto 4.0 Fresa Lanceolata

Fresa 2.8

Fresa 3.4

Fresa Opzionale osso compatto

Impianto 4.0

BANP

- 15 -

Fresa 2.2


Posizionamento Posizionamento Impianto 4.5 Fresa Lanceolata

Fresa 2.2

Fresa 2.8

Fresa 3.4

Fresa 3.8

Fresa Opzionale osso compatto

Impianto 4.5

Posizionamento Impianto 5.0 Fresa Lanceolata

Fresa 2.2

Fresa 2.8

Fresa 3.4

Fresa 3.8

Fresa OpzionaleFresa Fresa 4.4 osso compatto Opzionale

Impianto 5.0

osso compatto

- 16 -


Protocolli Protocollo operativo per tecnica implantare a carico immediato 1. 2. 3.

4.

5. 6. 7. 8.

Incisione a spessore totale e scollamento del lembo. Preparazione del sito con manipolo 16:1 alla velocità minima 600 g/m al massimo di 1000 g/m. Seguire la sequenza delle frese iniziando dalla lanceolata che demarca il punto iniziale del sito implantare poi la Fresa pilota da 2.2 per preparare la lunghezza stabilita del solco implantare e successive frese per il diametro dell’impianto da 3.5 – 4.0 – 4.5 – 5.0. Attenzione alla densità ossea compatta che si riscontra per la maggior parte nel settore mandibolare anteriore, si richiede l’utilizzo della fresa opzionale osso compatto come fresa finale prima dell’inserimento dell’impianto. L’inserimento dell’impianto s’effettuato con il manipolo, la velocità deve essere di 20 g/m con un torque di max 55N-cm L’affondamento dell’impianto nel sito deve essere al massimo di 1mm Avvitamento del Moncone alla velocita di 10 g/m con un torque max di 30N-cm per monconi con connessione interna Avvitamento del Moncone alla velocità di 10 g/m con un torque max di 25N-cm per monconi con connessione esterna (MUA)

- 17 -


Protocolli Protocollo operativo per tecnica implantare sommersa (bifasica) 1. 2. 3.

4.

5. 6. 7.

Incisione a spessore totale e scollamento del lembo. Preparazione del sito con manipolo 16:1 alla velocità minima 600 g/m al massimo di 1000 g/m. Seguire la sequenza delle frese iniziando dalla lanceolata che demarca il punto iniziale del sito implantare poi la Fresa pilota da 2.2 per preparare la lunghezza stabilita del solco implantare e successive frese per il diametro dell’impianto da 3.5 – 4.0 – 4.5 – 5.0. Attenzione alla densità ossea compatta che si riscontra per la maggior parte nel settore mandibolare anteriore, si richiede l’utilizzo della fresa opzionale osso compatto come fresa finale prima dell’inserimento dell’impianto. L’inserimento dell’impianto s’effettuato con il manipolo, la velocità deve essere di 20 g/m con un torque di max 55N-cm L’affondamento dell’impianto nel sito deve essere al massimo di 1mm Fase finale avvitamento della vite tappo colorata al diametro dell’impianto.

Protocollo operativo per tecnica implantare non sommersa (monofasica) 1. 2. 3.

4.

5. 6. 7.

Incisione a spessore totale e scollamento del lembo. Preparazione del sito con manipolo 16:1 alla velocità minima 600 g/m al massimo di 1000 g/m. Seguire la sequenza delle frese iniziando dalla lanceolata che demarca il punto iniziale del sito implantare poi la Fresa pilota da 2.2 per preparare la lunghezza stabilita del solco implantare e successive frese per il diametro dell’impianto da 3.5 – 4.0 – 4.5 – 5.0. Attenzione alla densità ossea compatta che si riscontra per la maggior parte nel settore mandibolare anteriore, si richiede l’utilizzo della fresa opzionale osso compatto come fresa finale prima dell’inserimento dell’impianto. L’inserimento dell’impianto s’effettuato con il manipolo, la velocità deve essere di 20 g/m con un torque di max 55N-cm L’affondamento dell’impianto nel sito deve essere al massimo di 1mm Fase finale avvitamento della vite di guarigione.

- 18 -


www.banpimplant.eu

BA N P BANP NP

BA BA

NP

BANP P N BA

BANP

BANP

www.banpimplant.com

Banp Implant S.r.l. La nostra esperienza è la tua ricchezza!

- 19 -


Strumentario Chirurgico

Kit Chirurgico INSTRUMENTA BANP® PREMIUM KI1100

Il Kit Chirurgico INSTRUMENTA BANP® PREMIUM KI1100 è composto dai seguenti prodotti:

- Vaschetta in titanio: (codice ACVATI)

- Fresa Lanceolata: (codice ACFRLA)

- Preparatore di testa da 3.5: ( codice ACMA35)

- Fresa da 2.2: ( codice ACFN22)

- Preparatore di testa da 4.0: ( codice ACMA40)

- Fresa da 2.8: (codice ACFN28)

- Preparatore di testa da 4.5: ( codice ACMA45)

- Fresa da 3.4: (codice ACFN34)

- Preparatore di testa da 5.0: ( codice ACMA50)

- Fresa da 3.8: (codice ACFN38) - Fresa da 4.5: (codice ACFN45) - Fresa per Stop da 2.2: ( codice ACFR22) - Fresa per Stop da 2.8: (codice ACFR28) - Fresa per Stop da 3.4: (codice ACFR34) - Fresa per Stop da 3.8: (codice ACFR38) - Cricchetto Dinamometrico: (codice ACCRDM) - Adattatore da Cricchetto: (codice AD1000) - Montatore manuale corto: (codice ACMOMC) - Montatore manuale lungo: (codice ACMOML) - Montatore da manipolo corto: (codice ACMOCA) - Montatore da manipolo lungo: (codice ACMOCL) - Driver manuale girevole corto: (codice ACDRCO) - Driver manuale girevole lungo: (codice ACDRLU) - Driver da manipolo corto: (codice ACDRCA) - Estrattore manuale: (codice ACESTR) - Pin di parallelismo (2pz): (codice ACPIPA) - Prolunga da manipolo: (codice ACPROL) - Stop di lunghezza per frese (codice ACSL85) da 8.5mm - Stop di lunghezza per frese (codice ACSL10) da 10mm - Stop di lunghezza per frese (codice ACSL12) da 12mm - Stop di lunghezza per frese (codice ACSL13) da 13.5mm

- 20 -


Strumentario Chirurgico ACCESSORI BANP® HIGH DURABILITY TO TORSION

Prodotti in acciao AISI630 chirugico inossidabile con trattamento di indurimento H900 che rende il materiale molto più resistente all'usura ed alla torsione. Prepara il sito implantare con le tacche di profondità fino alla lunghezza dell’impianto scelto.

Fresa BANP 2,8 mm

Fresa BANP 2,2 mm

Diametro

2,2 mm

2,2 mm

Diametro

2,8 mm

2,8 mm

Tipologia

STD

PS

Tipologia

STD

PS

Codice

ACFN22

ACFR22

Codice

ACFN28

ACFR28

Fresa BANP 3,8 mm

Fresa BANP 3,4 mm

Diametro

3,4 mm

3,4 mm

Diametro

3,8 mm

3,8 mm

Tipologia

STD

PS

Tipologia

STD

PS

Codice

ACFN34

ACFR34

Codice

ACFN38

ACFR38

Fresa BANP 4,5 mm

Diametro

4,5

Tipologia

STD

Codice

ACFN45

Prolunga per frese BANP

Utilizzata per Descrizione aumentare la Prodotto lunghezza. Codice

ACPRFR

Fresa Lanceolata BANP

Demarca il punto Descrizione iniziale del sito Prodotto implantare. Codice

LEGENDA Il colore grigio identifica l’universalità di impiego con gli altri strumenti.

STD PS

- 21 -

ACFRLA

Fresa Standard priva di filettatura ad avvitare per Stop. Fresa con filettatura ad avvitare e fine corsa per Stop.


Strumentario Chirurgico

BANP

ACCESSORI BANP® HIGH DURABILITY STEEL TOOLS Cricchetti BANP

Descrizione Prodotto

Cricchetto Dinamometrico utilizzato per il controllo del torque durante l’avvitamento. Prodotto in acciao AISI630 chirugico inossidabile.Può essere sottoposto a migliaia di cicli di sterilizzazione in autoclave a temperature fino a 134° C senza alterare le sue caratteristiche di elevata resistenza meccanica.

Codice

ACCRDM

Cricchetto Manuale prodotto in acciao AISI630 chirugico inossidabile. Design, funzionalità, praticità e leggerezza rendono questo strumento unico nel suo genere. Può essere sottoposto a migliaia di cicli di sterilizzazione in autoclave a temperature fino a 134° C senza alterare le sue caratteristiche di elevata resistenza meccanica. ACCRMA

Montatore Manipolo BANP

Montatore da Descrizione manipolo corto: per il serraggio manuale e Prodotto da cricchetto degli impianti.

Codice

ACMOCA

Driver Manipolo BANP

Driver da manipolo Descrizione per il serraggio Prodotto protesico della vite passante. Codice

ACDRCA

Montatore Manuale BANP

Montatore da manipolo lungo: per il serraggio manuale e da cricchetto degli impianti

ACDRCL

Montatore manuale Descrizione corto: per il Prodotto serraggio manuale e da cricchetto degli impianti Codice

Adattatore da Descrizione cricchetto con Prodotto ingresso CA. Codice

AD1000

ACMOML

Driver Manuale BANP

Driver manuale Descrizione corto per il serraggio manuale Prodotto o da cricchetto della vite passante. Codice

Adattatore BANP

ACMOMC

Montatore manuale lungo: per il serraggio manuale e da cricchetto degli impianti

ACDRCO

Driver manuale lungo per il serraggio manuale o da cricchetto della vite passante. ACDRLU

Estrattore BANP

Estrattore manuale della Descrizione parte protesica Prodotto dall'impianto o dall'analogo Codice

ACESTR

- 22 -


Strumentario Chirurgico ACCESSORI BANP® HIGH DURABILITY STEEL TOOLS

Vaschetta in titanio BANP

Vaschetta in titanio Descrizione per raccolta dei residui ossei. ACVATI

Codice

Pin di parallelismo BANP

Pin di parallelismo per Descrizione la verifica dell’asse del sito implantare.

Bisturi circolare BANP

Bisturi circolare per Descrizione tecnica Flapless in acciaio chirugico. ACBICI

Codice

ACPIPA

Codice

Stop per frese BANP

Descrizione

Stop di lunghezza per frese. L'altezza di ciascuno Stop è ottimizzata per ottenere la profondità del fresaggio, l'altezza dello Stop è indicata sulla stesso.

Altezza

8,5 mm

10 mm

12 mm

13,5 mm

Codice

ACSS85

ACSS10

ACSS12

ACSS13

Preparatore di testa BANP

Descrizione

Preparatori di testa in acciaio AISI630 chirugico inossidabile con trattamento di indurimento H900 che rende il materiale molto più resistente all'usura ed alla torsione.

Diametro

8,5 mm

10 mm

12 mm

13,5 mm

Codice

ACMA35

ACMA40

ACMA45

ACMA50

- 23 -


Protesica PROTESICA BANP® UNIVERSAL NEW PLATFORM Viti Guarigione anatomica BANP

Viti guarigione BANP

Altezza Descrizione Codice

5 mm

3 mm

7 mm

VI3000

VI5000

Altezza

VI7000

3 mm

3 mm

VI5030

VI6030

4 mm

Angolo

15°

15°

MA1500

MA1540

2 mm

4 mm

25°

25°

Codice

VI30SV

VI50SV

MA2500

Altezza

4 mm

Descrizione Calcinabile CA1000

Tecnica Flat BANP

2 mm Calcinabile Titanio

Descrizione

Flat

Codice

MOFL00

CA10TI

MA2540

Viti Passanti BANP

4 mm

Moncone Anatomico MA1000

Codice

Codice

Monconi Dritti BANP

2 mm

5 mm

VI6050

Moncone Angolato

Descrizione

3 mm

Vite di guarigione con profilo di emergenza svasato.

Monconi Calcinabili BANP

2 mm

Descrizione

VI50AN

Descrizione

5 mm

Vite di guarigione con profilo di emergenza dritto.

Altezza

Altezza

Codice

Altezza

6 mm

6 mm

Monconi Angolati BANP

Codice

Descrizione

Vite di guarigione con profilo di emergenza anatomico.

Viti Guarigione svasata BANP

5 mm

Diametro

Codice

5 mm

Vite di guarigione con profilo di emergenza diretto

Viti guarigione BANP

Descrizione

Altezza

MA1040

2 mm

4 mm

Moncone Dritto MD1000

MD1040

Vite passante Descrizione per moncone flat Codice

VI5000

Vite passante universale

Vite passante dorata per laboratori

VPU000

VIPAD0

- 24 -


Protesica PROTESICA BANP® UNIVERSAL NEW PLATFORM Transfer BANP

Analogo BANP

Il design del transfer BANP garantisce la posizione e la ritenzione perfetta nel materiale da impronta: - senza vite passante: permette grazie alla Descrizione sua connessione BANP CE® la presa dell’impronta con la tecnica pick up indiretta; - con vite passante lunga: permette la presa d’impronta con cucchiaio individuale forato pick up diretta. Codice

Altezza

Fabbricato in acciaio inossidabile per un immediato utilizzo all’interno del modello Descrizione di gesso replicando perfettamente la posizione definitiva dei monconi Codice

Monconi Mua Angolati BANP

2 mm

1 mm

3mm

Angolo

4 mm

MU0001

MU0002

MU0003

17°

Descrizione

Mua Dritto

Descrizione Codice

AN1000

TR1000

Monconi Mua BANP

Altezza

5 mm

MU0004

Codice

Mua Angolato MU1700

Vite Passante Mua BANP

Torretta Mua BANP

Descrizione

Torretta MUA in titanio

Torretta MUA calcinabile

Descrizione

Torretta MUA in titanio

Codice

TT1000

TC1000

Codice

VPMU00

Driver Mua BANP

Transfer Mua BANP

Descrizione

Driver Manuale MUA

Driver da manipolo MUA

Codice

MU10AM

MU10AC

- 25 -

30°

Descrizione

Transfer MUA

Codice

MU10TR

Trasportatore

MU3000

Vite di guarigione Mua BANP

Descrizione

Vitte di Guarigione MUA

Codice

VPMU00

Analogo Mua BANP

Descrizione Analogo MUA Codice

MU10AN


Protesica Moncone a sfera BANP

Altezza

3 mm

1 mm

Descrizione

5 mm

Moncone a sfera per overdenture

Codice

MO0001

MO0003

MO005

Cappette BANP

Descrizione

Codice

Cappetta ritentiva standard trasparente

040CRN

Cappetta ritentiva soft rosa

Cappetta ritentiva in acciaio

O-Ring di ricambio per cappetta ritentiva

040CRNSN

CRME00

CRRING

- 26 -


Protesica BANP IMPLANT UTILIZZA SISYEMI OT EQUATOR

Rhein83 presenta OT Equator, la nuovissima linea a profilo ridotto,disponibile per tutte le marche di impianti o calcinabile. OT Equator è il più piccolo attacco sul mercato. L'ingombro totale in verticale (maschio + femmina e contenitore) è di soli 2,1 mm. La larghezza massima è di ø 4,4 mm. Questo sistema offre molte soluzioni, a seconda degli spazi, è possibile pianificare vari tipi di soluzioni su overdenture. Disponibile in due versioni, calcinabile e abutment prefabbricati in titanio nitrurati con TiN, vengono realizzati individualmente per tutti i tipi e diametri di impianti esistenti in commercio. L'altezza dell'abutment OT Equator viene realizzata in 7 misure differenti; l'altezza minima dell'abutment dipende dalla piattaforma dell'impianto, per un'altezza massima di 7 mm. Le cappette ritentive sono di 4 livelli di tenuta, a seconda del colore cambia il grado di ritenzione. Queste cappette ritentive devono essere sempre utilizzate con gli appositi contenitori, così da f acilitare l'utilizzo nello studio dentisico e in laboratorio. Per ottimizzare l'uso di questo sistema esiste una linea completa di kit ed accessori.

- 27 -


Protesica BANP implant utilizza sistemi OT EQUATOR OT Equator

OT Equator

You can do everything! Fix it in a Banp

www.banpimplant.eu

- 28 -


Digitale Convertitore da Incollaggio

- 29 -


Targa Gli utilizzatori che entreranno a far parte del gruppo BANP riceveranno la nostra targa Centro di Implantologia avanzata

Banp Implant Dott. Mario Rossi

Visita il nostro sito, compilando il modulo oppure inviandoci una mail riceverai la tua targa www.banpimplant.eu - 31 -


NPS


Modulo d’ordine Codice Prodotto

Descrizione Breve

Committente

Destinazione

www.banpimplant.eu

- 34 -

Data

Qt.Ă


Catalogo banp  

Il catalogo prodotti BANP

Advertisement