Page 1

pagina 1

TITOLO: scontorno di immagini bitmap LIVELLO: medio ARGOMENTI PRINCIPALI: gli strumenti di mascheratura più opportuni in relazione all’immagine fotografica originale STRUMENTI / AZIONI: parte I: maschera bacchetta magica e maschera ritaglio - maschera colore; parte II: tracciato - strumento ritaglio - altre soluzioni E’ questo il primo esercizio dedicato all’applicativo principale Corel PHOTO-PAINT 11, incluso nella nuova Suite Grafica CorelDRAW 11; è nostra intenzione dedicare anche le future “Dispense d’Uso” con i relativi esercizi ai vari applicativi della nuova Suite, ma sempre permettendo di eseguire gli stessi anche con versioni più datate. Questo esercizio si propone principalmente di illustrare la corretta procedura d’uso di alcuni strumenti di mascheratura e, pur se con maggiore difficoltà, può essere eseguito integralmente con le versioni 8, 9 e 10 . Per garantire uniformità nell’esecuzione dell’esercizio stesso, è opportuno l’utilizzo dei file allegati a questa Dispensa d’Uso.

Molto spesso l’utilizzo di immagini fotografiche costringe ad accurati lavori di mascheratura, talvolta difficili, talvolta tediosi, ed è importante conoscere i principali strumenti e metodi di mascheratura messi a disposizione dal software che si utilizza. Le varie procedure di scontorno si basano appunto sull’uso di maschere che proteggono parte dell’immagine originale da qualsiasi modifica (variazione cromatica, applicazione di effetti, ecc.) permettendone al contempo l’estrapolazione per il successivo riposizionamento. L’immagine di base da utilizzare è spiaggia.jpg, foto sulla quale inseriremo e adatteremo parti di altre immagini fino a realizzare la composizione finale; apriamo dunque questa immagine. Come già accennato, di seguito riporteremo passo a passo le corrette procedure con riferimento a Corel PHOTO-PAINT 11; facciamo presente che alcuni strumenti per le versioni 8, 9 e 10 possono essere posizionati in differenti menu e/o bandierine. Maschera bacchetta magica e maschera ritaglio. Apriamo ora la foto castello.jpg: il castello, scontornato e ridotto di dimensioni, andrà posizionato sulla sommità della collina di destra nella foto spiaggia.jpg Questa immagine ha uno sfondo (cielo) sufficientemente uniforme e diverso dal castello, per cui, pur se apparentemente complessa, detta immagine può essere facilmente mascherata con lo “strumento maschera bacchetta magica”. Apriamo la bandierina “strumenti maschera” e scegliamo lo “strumento maschera bacchetta magica”; nella barra delle proprietà clicchiamo su modalità normale e impostiamo una tolleranza 10. Con un solo clic sul cielo avremo ottenuto la mascheratura del cielo; invertiamo ora la maschera dal


pagina 2

menu maschera > inverti (CTRL+MAIUSC+I) ed otteniamo la selezione del castello abbarbicato sul colle. Usiamo ora il comando copia (CTRL+C), spostiamoci poi sulla foto spiaggia.jpg ed incolliamo (CTRL+V) il castello, ridimensionandolo e posizionandolo come mostrato nell’immagine a fianco (ricordiamoci di premere il tasto invio per rendere effettivo il ridimensionamento).

Abbiamo ora l’esigenza di integrare il castello nel paesaggio sottostante, per lo più riducendo la boscaglia originale che deve essere sostituita da quella presente nella foto della spiaggia. Lo facciamo cliccando con il tasto destro del mouse sul castello, poi maschera ritaglio > crea > da trasparenza oggetto. Selezioniamo ora un pennello di colore nero e cancelliamo a mano libera le parti della boscaglia che sono in eccesso (dalla “finestra mobile oggetti” controlliamo, prima di applicare l’effetto, che sia selezionata la maschera ritaglio dell’oggetto castello, non il castello e neppure lo sfondo).


pagina 3

Maschera colore. Apriamo l’immagine foglie.jpg: in questo caso abbiamo l’esigenza di ottenere un’accurata selezione del fogliame; non possiamo però utilizzare lo strumento maschera bacchetta magica, in quanto gran parte della foto contiene vari colori diversi fra loro (cielo, mare, nuvole, scogli, persone...). Optiamo dunque per l’uso della maschera colore, che permette di selezionare uno o più colori origine presenti in tutta l’immagine. Dal menu maschera > maschera colore clicchiamo sul “contagocce” e poi catturiamo le varie tonalità di verde e marrone delle foglie e dell’albero cliccandovi sopra (nel caso, effettuiamo uno zoom preventivo per lavorare meglio con il contagocce). Prima di cliccare su OK, clicchiamo sul pulsante di anteprima (occhio) per vedere se la scelta dei colori che abbiamo effettuato con il contagocce sia valida. Dal menu a tendina, a fianco al pulsante di anteprima, selezioniamo scala di grigi: vediamo ora visualizzate in bianco le aree modificabili ed in nero quelle protette. Applichiamo ora la maschera colore cliccando su OK.


pagina 4

Per eliminare le varie impurità e parti di selezione che non ci interessano (parti della barca, persone, ecc.) utilizziamo lo “strumento maschera mano libera”. Dalla barra delle proprietà selezioniamo la “modalità sottrattiva” (-) e delimitiamo le aree da eliminare, fino ad ottenere il risultato desiderato. Tr a s f e r i a m o o r a q u e s t a p a r t e dell’immagine nella foto che stiamo componendo spiaggia.jpg, posizionandola nel lato in alto a sinistra.

In base a come abbiamo lavorato con la maschera colore, potrebbero esserci delle parti di selezione indesiderate attorno al fogliame, che non permettono una naturale integrazione con lo sfondo. In questo caso, dalla bandierina “strumenti interattivi / trasparenza” selezioniamo lo “strumento trasparenza colore”. Effettuato uno zoom molto elevato (quasi al pixel) per meglio visualizzare i bordi del fogliame, clicchiamo sui colori che vogliamo rendere trasparenti. Ancora, dal menu oggetto > morbidezza applichiamo una morbidezza all’oggetto (con valori 1 - lineare), per ottenere una migliore integrazione con lo sfondo. Ovviamente all’aumentare del valore di larghezza aumenterà l’effetto... regoliamoci sempre in base alle dimensioni dell’immagine ed alla consistenza del risultato che vogliamo ottenere.


pagina 5

Infine, per rendere ancora più realistica l’integrazione del fogliame, creiamone l’ombra sulla spiaggia: duplichiamo l’oggetto, riflettiamolo verticalmente, spostiamolo in basso e, dalla finestra mobile oggetti, applichiamo una trasparenza di tipo sottrattivo al 13%. Di tanto in tanto ricordiamoci di salvare sempre il nostro lavoro, man mano che procediamo con le varie modifiche ed integrazioni di altre parti di foto. Per mantenere oggetti e livelli di lavoro è opportuno salvare il file in formato proprietario CPT, nominandolo appunto spiaggia.cpt

11/10/2002


Sontorno bitmap (parte1)  

Vari strumenti per scontornare bitmap di diversa natura

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you