Issuu on Google+

LA DIREZIONE

Gentile Signora/e,

La cartella che Le viene presentata costituisce la “Carta dei Servizi” dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona “S. Spirito - Fondazione Montel” di Pergine Valsugana. Si tratta di un documento che Le permetterà di conoscere la nostra struttura, i servizi offerti e gli obiettivi che l’Azienda persegue al fine di rispondere in modo attento e mirato alla Sue aspettative. La Carta dei Servizi non è solo un documento informativo, ma uno strumento utile affinché Lei e i Suoi familiari possiate contribuire allo sviluppo del nostro progetto socio-sanitario e assistenziale. A Lei ed ai Suoi familiari è attribuito un ruolo importante all’interno della nostra A.P.S.P., La invitiamo, quindi, ad offrirci i suoi consigli e a segnalarci eventuali carenze e/o disservizi. A tale scopo è a Sua disposizione il modulo “Reclami, suggerimenti e apprezzamenti” da utilizzare quando lo ritenga opportuno. La nostra struttura farà tutto il possibile per comprendere le Sue esigenze e garantirLe prestazioni socio-sanitarie e assistenziali adeguate, oltre ad un soggiorno confortevole. Confidiamo nella Sua preziosa collaborazione per migliorare il benessere di tutti gli Utenti della struttura e poiché crediamo fortemente in ideali di solidale convivenza e rispetto della identità e dignità dei nostri utenti vogliamo offrire loro un soggiorno sereno con l’aiuto di operatori attenti ad ogni necessità.

dott. Giovanni Bertoldi


Servizi residenziali Servizi semiresidenziali Servizi ambulatoriali Servizi domiciliari ed alberghieri Servizi informativi e consulenziali Servizi di supporto

CARTA DEI SERVIZI


GUIDA ALLA LETTURA Al fine di rendere il documento facilmente fruibile, le informazioni sono state divise per tipologia di servizio utilizzando un codice colore.

Informazioni generale Servizi residenziali (Casa Soggiorno - R.S.A.) Servizi semiresidenziali (Centro Diurno) Servizi ambulatoriali Servizi domiciliari e alberghieri Servizi informativi e consulenzialti Servizi di supporto

validitĂ  La presente Carta dei Servizi verrĂ  revisionata e aggiornata periodicamente per migliorare gli standards di qualitĂ . Aggiornata il 15 febbaio 2017


LA CARTA

Nasce da una disposizione del Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri al fine di tutelare i diritti degli utenti dei servizi pubblici. Attraverso la Carta dei Servizi gli enti erogatori di servizi pubblici, e in questo caso l’A.P.S.P. “S. Spirito - Fondazione Montel”, si impegna a: PRESENTARE LA STRUTTURA E LA PROPRIA ORGANIZZAZIONE ILLUSTRARE L’OFFERTA DEI SERVIZI ADOTTARE STANDARD DI QUANTITÀ E DI QUALITÀ ED A GARANTIRNE IL RISPETTO INFORMARE IL CITTADINO/UTENTE.

La Carta dei Servizi orienta l’attività dell’Azienda verso l’obiettivo di fornire al cittadino un servizio di qualità.

riferimenti normativi Legge 07.08.1990, n. 241

“Diritto di accesso ai documenti amministrativi”

DPR 27.06.1992, n. 352

“Regolamento sul diritto di accesso ai documenti amministrativi”

DPCM 22.12.1989

“Atto di indirizzo e coordinamento dell’attività amministrativa delle regioni e provincie autonome concernente la realizzazione di strutture sanitarie residenziali per anziani non autosufficienti non assistibili a domicilio o nel servizio semiresidenziale

DPCM 27.01.1994

“Principi sull’erogazione dei servizi pubblici”

DM Funzione Pubblica 31.03.1994

“Codice di comportamento dipendenti pubblici”

LP 28.05.1998, N. 6

“Interventi a favore degli anziani e delle persone non autosufficienti o con gravi disabilità”

DM 21.05.2001, n. 308

“Regolamento concernente i requisiti minimi strutturali ed organizzativi per l’autorizzazione all’esercizio dei servizi e delle strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale a norma dell’art. 11 della L. n. 328/2000

Del. G.P. 21.12.2001, n. 3467

“Direttive per l’assistenza agli Ospiti in RSA e conseguente finanziamento della spesa per l’anno 2002”

UNI EN ISO 9001:2015

“Sistema di gestione per la qualità”

UNI 10881:2013

“Assistenza residenziale agli anziani - requisiti del servizio” LA CARTA Scheda nr. 1 - rev. 00


VALORI eguaglianza L’erogazione del servizio è ispirata al principio di eguaglianza dei diritti dei Clienti, garantendo parità di trattamento a parità di condizioni del servizio prestato. L’eguaglianza è intesa come divieto di qualsiasi discriminazione non giustificata e non come uniformità di trattamento che si tradurrebbe in superficialità nei confronti dei bisogni dei Clienti. L’Azienda fa proprio tale principio considerando ciascun Cliente come unico e programmando le attività in modo personalizzato mediante piani assistenziali e terapeutici individualizzati.

imparzialità L’Azienda ispira i propri comportamenti nei confronti dei Clienti, a criteri di obiettività, giustizia e imparzialità, garantendo che il personale in servizio operi con trasparenza ed onestà.

continuità L’erogazione del servizio è continua, regolare e senza interruzioni. L’Azienda garantisce un servizio di assistenza continuativo, 24 ore su 24.

diritto di scelta Il Cliente ha diritto di scegliere tra i diversi soggetti erogatori – ove ciò sia consentito dalla legislazione vigente – in particolare per i servizi distribuiti sul territorio. L’Azienda fa proprio questo principio rispettando e promuovendo l’autonomia del Cliente. Le diverse figure professionali hanno pertanto il compito di favorire e stimolare il diritto all’autodeterminazione del cliente e il diritto alla cura.

partecipazione Il Cliente ha diritto di accesso alle informazioni che lo riguardano in possesso dell’Azienda. Il Cliente può formulare suggerimenti per il miglioramento del servizio. L’Azienda facendo proprio tale principio coinvolge e responsabilizza lo stesso nella realizzazione dei piani individualizzati, informando i familiari sugli obiettivi di salute, creando in tal modo i presupposti affinché tra Clienti (familiari e clienti in senso stretto) ed Istituzione si sviluppi un rapporto di crescita reciproca. Il tutto nel rispetto della riservatezza dei dati personali dei Clienti, tra operatori e professionisti da un lato e ospiti e famigliari dall’altro.

efficacia ed efficienza Il servizio pubblico è erogato in modo da garantire efficacia ed efficienza . L’Azienda fa propri sia il principio di efficacia, verificando periodicamente se gli obiettivi di salute relativi all’ospite siano stati o meno raggiunti, sia quello di efficienza, verificando costantemente che si operi in base al miglior utilizzo delle risorse disponibili per il raggiungimento degli obiettivi di salute. L’Azienda, inoltre, mira ad accrescere il livello qualitativo delle prestazioni socio-sanitarie ed assistenziali.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 1 - rev. 00


CARTA D’IDENTITA’ nome “S. Spirito - Fondazione Montel”

status A.P.S.P. - Azienda Pubblica di Servizi alla Persona

data di nascita Secolo XIV L'Ospedale Ricovero di S. Spirito ebbe origine per volontà della Società dei Lavoratori delle Miniere

data istituzione 1 gennaio 2008

servizi erogati residenziali, semiresidenziali, ambulatoriali, domiciliari e alberghieri, informativi e consulenziali, di supporto

mission “Presa in carico dei bisogni socio-sanitari in maniera integrata, partecipata e sostenibile finalizzati al ben-essere della persona”

OBIETTIVI STRATEGICI  APPROPRIATEZZA: continuità dalla presa in carico mediante l’offerta di servizi residenziali,

semiresidenziali, ambulatoriali, domiciliari, informativi/consulenziali e di supporto  ECONOMICITA’: equilibrio economico di bilancio e applicazione sistematica di un controllo di

gestione  RETE: partnership con altre APSP e con istituzioni, organizzazioni e associazioni pubbliche e

private presenti sul territorio  PROFESSIONALITA’: formazione continua ed innovativa del personale  BENESSERE: analisi e valutazione del benessere organizzativo in un contesto in grado di

conciliare famiglia-lavoro  PARTECIPAZIONE: personalizzazione del servizio attraverso il coinvolgimento della famiglia;  APERTURA: coinvolgimento della comunità  SODDISFAZIONE: implementazione di sistema di rilevazione della customer satisfaction anche

attraverso focus group  INNOVAZIONE: realizzazione di progetti assistenziali innovativi e sostenibili Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 2 - rev. 00


Car ta d’identità

LA STORIA secolo XIV

L'Ospedale Ricovero di Santo Spirito ebbe origine per volontà della Società dei Lavoratori delle Miniere

1508

L’Ospedale Ricovero fu elevato con bolla del Pontefice Giulio II a pubblico nosocomio e aggregato al grande ospedale Santo Spirito di Roma, da dove ebbe il nome

1959

La Signora Montel Luisa in Gentilini lasciò con testamento a favore del Comune di Pergine Valsugana il Palazzo Montel sito in Pergine Valsugana Via Fabio Filzi n. 1, che diventa la nuova sede della Casa di Riposo

1975

L'Ospedale fu dotato dell'attuale struttura di via Pive costruita nel vasto orto-giardino annesso al Palazzo Montel, negli anni ‘80 la struttura subì diversi interventi di ristrutturazione e ammodernamento (sala polivalente, 4° piano, ...) L’Ospedale Ricovero S. Spirito, fino allora amministrato dall’Ente Comunale di Assistenza, fu

1986

dotato di nuovo Statuto e l’istituzione viene denominata “Casa di Riposo S. Spirito -

Fondazione Montel” 2002

Viene inaugurata e aperta la nuova struttura residenziale di via Marconi dotata di moderne tecnologie e maggiormente rispondente ai più recenti e moderni standard strutturali.

2005

Viene attivato il Centro Diurno per anziani al piano terra della struttura di via Marconi

2008

Attivato il nucleo Alzheimer al 4° piano della struttura residenziale di via Pive

2010

Aperta la nuova Palazzina Servizi dove trovano spazio gli uffici amministrativi, la cucina centralizzata e i locali guardaroba lavanderia. Collegata alle RSA di via Pive e di via Marconi con dei sottopassi pedonali. Viene inoltre attivato il nucleo Alzheimer “Sorgente”

2015/2016

Avvio dei lavori del Centro Servizi e nuovo nucleo Alzheimer ed alloggi protetti

“Attività di assistenza e beneficenza in favore di persone anziane di ambo i sessi residenti nel Comune di Pergine Valsugana sia in condizioni di autosufficienza fisica e psichica che di non autosufficienza e di provvedere alla loro assistenza in modo adeguato alle condizioni socioeconomiche e culturali della comunità locale nonché ospitare persone inabili o in comprovate situazioni di bisogno sanitario e socio assistenziale” (legato testamentario) Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 2 - rev. 00


GOVERNANCE E STRUTTURA ORGANIZZATIVA CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I componenti sono 5, come previsto dallo Statuto dell’Ente e sono nominati dalla Giunta Provinciale

Diego Pintarelli

Presidente

Maria Cristina Andreaus

Vicepresidente

Luciano Biasi

Consigliere

Claudio Eccher

Consigliere

Daria Zampedri

Consigliere

REVISORE DEI CONTI E’ deputato alla verifica contabile dell’Ente Revisore unico: Dott.ssa Martina Tomio

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 3 - rev. 01


G ove r n a n c e

IL COMITATO ETICO Si configura come spazio di riflessione autonoma e interdisciplinare per la promozione della qualità e l’umanizzazione dell’assistenza. Assume la prospettiva etica come dimensione fondamentale. E’ composto secondo criteri ed esigenze di multidisciplinarità, al fine di garantire al suo interno l’esperienza e le qualifiche necessarie per la valutazione degli aspetti etico - deontologici, bioetici, tecnicoscientifici, amministrativi e organizzativi. Il Comitato svolge funzione formativa, con iniziative che promuovono la riflessione, la sensibilizzazione, l’aggiornamento in campo etico, nei confronti sia degli operatori sia dei cittadini-utenti dei diversi servizi (sanitari, socio-sanitari e sociali) alla persona. Svolge altresì funzione consultiva in relazione a questioni etiche connesse agli aspetti assistenziali, fornendo ed elaborando indicazioni e pareri su problematiche che investono scelte operative di natura etica e deontologica connesse ad attività assistenziali. Nell’espletamento della sua attività il Comitato si propone la tutela dei diritti, della dignità, dell’integrità, del benessere fisico, psicologico e sociale dei cittadini-utenti dei servizi alla persona. Le indicazioni ed i pareri espressi dal Comitato sono elaborati in piena indipendenza e libertà di coscienza, senza alcun condizionamento proveniente dall’istituzione/struttura interessata, dagli operatori, dai cittadini-utenti, dai loro familiari o da altri soggetti esterni. I pareri sono di carattere consultivo, non sostituiscono la responsabilità morale e legale di chi ha il compito di prendere le decisioni. Il Comitato è il punto di riferimento del Consiglio di Amministrazione per tutte le questioni etiche che riguardano la gestione dei servizi alla persona. Il Comitato è composto da un minimo di cinque ad un massimo di otto componenti, nominati dal Consiglio di Amministrazione. I componenti del Comitato, tra cui il Direttore Generale quale membro di diritto con funzioni di Presidente, sono scelti tra il personale e i professionisti operanti nei servizi socio-sanitari e, per la parte restante, tra esperti “esterni”, in modo da assicurare la presenza di competenze almeno in: etica e bioetica, medicina generale, geriatria e gerontologia, psicologia/ psichiatria, aspetti giuridici, scienze infermieristiche, assistenza alla persona, servizi sociali. I componenti del Comitato durano in carica tre anni. COMPONENTI INTERNI Maria Cristina Andreaus

Consigliere

Alberto Galuppi

Medico R.S.A.

Monica Pedrotti

Coordinatrice R.S.A.

Giovanna Meneghini

Animatrice R.S.A.

PRESIDENTE Giovanni Bertoldi Direttore Generale R.S.A.

COMPONENTI ESTERNI Paola Maria Taufer

Psicologa

Claudio Tasin

Avvocato

Paolo Dordoni

Filosofo

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 3 - rev. 01


I SERVIZI OFFERTI

Servizi residenziali

Rispondono al bisogno, primario e indispensabile, di vivere in un luogo protesico che sia al tempo stesso accogliente, efficiente e sicuro. La struttura fornisce il massimo comfort assistenziale e sanitario alla persona che si trova in una condizione di non autosufficienza temporanea o permanente. La struttura è dotata di servizi specifici di natura sociale e sanitaria e di personale qualificato per l’assistenza diretta e per le attività di tempo libero e di animazione.

Servizi semiresidenziali

I servizi semi-residenziali sono diretti a garantire la permanenza della persona nella propria casa tramite l’erogazione di prestazioni ed attività diurne volte ad integrare e sostituire funzioni proprie del nucleo familiare. In relazione alla tipologia degli utenti, essi possono realizzare attività riabilitative, attività socio-educative, attività di addestramento, formazione e lavoro finalizzato all'acquisizione di competenze ed abilità atte a garantire l'integrazione sociale.

Servizi ambulatoriali

I servizi ambulatoriali promuovono l'integrazione della nostra Azienda nel tessuto sociale della comunità. Tra i servizi forniti alla comunità ci sono la fisioterapia per utenti esterni e il servizio di assistenza odontoiatrica. E' presente, inoltre, un progetto di prevenzione sanitaria, denominato "Occhio alla salute", con l'obiettivo di promuovere l'opera di prevenzione delle complicazioni legate all'ipertensione arteriosa e al diabete e di nuova attivazione nel 2013 lo sportello psicologico.

Servizi domiciliari e alberghieri

Sono servizi destinati a persone anziane autosufficienti o con un parziale grado di compromissione, che vivono a domicilio. L'APSP offre un servizio di mensa per i familiari, per i dipendenti e per persone esterne alla Residenza ed un servizio domiciliare (attività infermieristiche e riabilitative integrate fra loro).

Servizi informativi e consulenziali

Sono un utile sportello al cittadino. Vengono fornite importanti informazioni legate a tematiche socialmente sensibili. L’APSP si apre verso il territorio e fornisce informazioni riguardanti gli aspetti della legalità, dell'assistenza, della formazione.

Servizi di supporto

Hanno la finalità di fornire al cittadino la possibilità di fruire di spazi della nostra struttura. Agli enti pubblici o privati, alle associazioni con o senza fini di lucro e ai privati cittadini viene data la possibilità di utilizzare gli attrezzati spazi delle strutture, che si prestano a numerose iniziative culturali, sociali e formative.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 4 - rev. 00


COME SCEGLIERE: LE CARATTERISTICHE SERVIZI OFFERTI

SU APPUNTAMENTO

LIBERO

C.U.P.

193

14

R.S.A. - posti letto nucleo

20

20

R.S.A. - posti sollievo

2

2

Casa Soggiorno

8

8

12

Centro Diurno

20

 Servizio di presa in carico diurna continuativa

A.P.S.P.

179

R.S.A. - posti letto base

CRITERI DI ACCESSO

U.V.M.

NR. ORE SERVIZIO

POSTI A NON CONCENZIONATI

POSTI CONVENZIONATI

POSTI AUTORIZZATI

DI SUPPORTO

CONSULENZIALI

ALBERGHIERO E DOMICILIARI

AMBULATORIALI

SEMIRESIDENZIALI

RESIDENZIALI

Descrizione

TIPOLGIA OFFERTA

8

2

2

Fisioterapia per esterni

18

Odontoiatria per esterni

8

Occhio alla Salute

2

Sportello psicologico

3

Centro Ascolto Alzheimer

3

 

   

Servizio infermieristico

Servizio fisioterapico

Servizio pasti

Il notaio informa

 

2

Utilizzo sale polivalenti

Provider ECM

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 4 - rev. 00


SERVIZI RESIDENZIALI CASA SOGGIORNO E R.S.A. I servizi residenziali sono stati creati per garantire le funzioni proprie del nucleo famigliare. Rispondono al bisogno, primario e indispensabile, di vivere in un luogo che sia al tempo stesso accogliente ed efficiente. Le nostre strutture forniscono il massimo comfort assistenziale e sanitario alla persona che si trova in una condizione di non autosufficienza temporanea o permanente. La salvaguardia dei bisogni fondamentali dell'individuo è obiettivo di primaria importanza della nostra azienda. I nostri servizi soddisfano queste necessità con cura ed attenzione, rispondendo a requisiti di personalizzazione, rispetto e umanizzazione. Le strutture sono dotate di servizi specifici di natura sociale e sanitaria e di personale qualificato per l’assistenza diretta e per le attività di tempo libero e di animazione. All’interno della nostra azienda vengono rispettate le abitudini, la cultura, le scelte dei residenti e sono favoriti i contatti con le famiglie e con la comunità locale per raggiungere le finalità dell'autorealizzazione e della socialità. L'Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Santo Spirito offre un servizio di carattere assistenziale e sanitario, destinato a persone anziane, non autosufficienti, non assistibili a domicilio e richiedenti trattamenti continui, affetti da patologie cronico-degenerative a tendenza invalidante che non necessitano di ricovero ospedaliero. All'interno della R.S.A. possono essere ospitate persone che necessitano di uno standard assistenziale e sanitario superiore rispetto a quello normalmente richiesto per Ospiti non autosufficienti. Questi Ospiti appartengono a 3 categorie: con forme patologiche severe, con alimentazione enterale tramite PEG o sondino nasogastrico e affetti da gravi disturbi comportamentali.

Mission e vision della Casa Soggiorno e R.S.A. La R.S.A. garantisce l’accoglienza di persone non autosufficienti che necessitano di trattamenti ed assistenza continui e non possono essere assistite a domicilio. Tutela e promuove il rispetto dei principi di autonomia e libertà delle persone accolte, si impegnano a mantenere un significato esistenziale alla loro vita, assicurano una gestione dell’organizzazione che ne tuteli la dignità e ne rispetti i ritmi di vita abituali. La R.S.A. persegue le seguenti finalità:  mantenere/migliorare le capacità funzionali, comportamentali, cognitive, affettiverelazionali in coerenza con il Piano assistenziale individualizzato (PAI) elaborato dall’équipe multidisciplinare con l’apporto e la condivisione della persona e della famiglia, attraverso un’assistenza qualificata e personalizzata;  sostenere i familiari dei residenti, assicurare la conoscenza del livello di assistenza garantito, la loro partecipazione all’organizzazione ed alla valutazione delle attività erogate;  accompagnare la persona e la famiglia in fase avanzata di malattia e di fine vita;  promuovere l’integrazione con la comunità, facilitando la partecipazione degli utenti alla vita comunitaria, anche attraverso la valorizzazione della presenza dei volontari;  collaborare, quale nodo fondamentale, al funzionamento ed al rafforzamento della rete dei servizi presenti sul territorio. Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 1 - rev. 00


Servizi residenziali

MODALITA’ DI ACCESSO ALLA CASA SOGGIORNO L’A.P.S.P. dispone di n. 8 posti letto per persone autosufficienti. L’ammissione in Casa di Soggiorno è disposta dal Direttore Generale secondo i criteri stabiliti dal Regolamento Interno.

POSTI LETTO CASA SOGGIORNO

SOGGETTO GESTORE

A.P.S.P.

SOGGETTO RICHIEDENTE

Utente - Familiare

A CHI RIVOLGERSI

Ufficio Ospiti dell’A.P.S.P.

CRITERI DI ACCESSO

Data di presentazione richiesta

PRIORITA’ ACCESSO

Data di presentazione richiesta

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Domanda di ammissione Quadro clinico

TEMPI

Valutazione immediata da parte della R.S.A. Gestione della lista d’attesta secondo quanto stabilito dal Regolamento Interno

GESTIONE DELL’ACCESSO

Ufficio Ospiti individua l’utente, contatta il referente e fissa la data per il colloquio pre-ingresso

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 1 - rev. 00


Servizi residenziali

MODALITA’ DI ACCESSO ALLA R.S.A. L’A.P.S.P. dispone di n. 215 posti letto come Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.), di cui n. 201 accreditati e convenzionati con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari. I 201 posti letto sono quindi a disposizione del Servizio Sanitario Provinciale per le necessità di ricovero di persone non autosufficienti (A); i restanti n. 14 posti letto risultano direttamente gestiti dall’A.P.S.P. (B). POSTI LETTO CONVENZIONATI (A)

POSTI LETTO NON CONVENZIONATI (B)

SOGGETTO GESTORE

U.V.M. - Distretto Sanitario

A.P.S.P.

SOGGETTO RICHIEDENTE

Medico di Medicina Generale - Medico Ospedaliero - Assistente Sociale Utente - Familiare

Utente - Familiare

A CHI RIVOLGERSI

Medico di Medicina Generale Responsabile dei Servizio Socioassistenziali territoriali Unità Ospedaliere

Ufficio Ospiti dell’A.P.S.P.

CRITERI DI ACCESSO

Esito della valutazione multidisciplinare (elenco dinamico)

Data di presentazione richiesta

PRIORITA’ ACCESSO

Gravità (punteggio SVM)

Data di presentazione richiesta

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Procedura a carico del Soggetto richiedente

Domanda di ammissione Quadro clinico

TEMPI

Valutazione immediata da parte della Valutazione da parte U.V.M. R.S.A. Entro 15 gg. dalla data di presentazione Gestione della lista d’attesta secondo della richiesta quanto stabilito dal Regolamento Interno

GESTIONE DELL’ACCESSO

UVM individua il nominativa dell’utente da accogliere (entro 72 ore dalla disponibilità del posto letto) Ufficio Ospiti contatta la persona di riferimento e fissa la data per il colloquio pre-ingresso

Ufficio Ospiti individua l’utente, contatta il referente e fissa la data per il colloquio pre-ingresso

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 2 - rev. 00


Servizi residenziali

NUCLEO ALZHEIMER “SORGENTE” La RSA comprende fra i vari servizi un nucleo Alzheimer, il nucleo “Sorgente”; destinato a persone affette da demenza associata a disturbi comportamentali rilevanti. Tutte le attività svolte nel nucleo hanno come obiettivo primario la tutela del benessere della persona. Tale obiettivo viene raggiunto adottando modalità di “cura” basate sulle reali capacità residue del singolo e sulla sua storia di vita. Per far questo sono stati individuati i seguenti obiettivi:  strutturare un ambiente protetto, personalizzato e ricco di stimoli;  valutare e verificare costantemente le abilità cognitive e funzionali dei residenti;  progettare e realizzare attività occupazionali e interventi di stimolazione cognitiva per il mantenimento delle abilità residue ed il rallentamento del processo di deterioramento;  monitorare i disturbi comportamentali e ricercare strategie di gestione;  ridurre la contenzione fisica e farmacologica.

Criteri di ammissione e di dimissione Si è stabilito che per l’accesso e il mantenimento al nucleo sono necessari i seguenti requisiti:  diagnosi di demenza;  grado di malattia moderato-severo;  presenza di disturbi comportamentali o psichici clinicamente rilevanti;  autonomia nella deambulazione. Visti i posti letto limitati, l’accesso al nucleo sarà stabilito in base alle priorità cliniche dei vari Ospiti.

Procedura di ammissione Prima dell'ingresso nel nucleo "Sorgente", per illustrare l’organizzazione dei servizi offerti, viene effettuato un colloquio di condivisione tra i familiari/referenti e l’equipe di cura. Il familiare è informato dettagliatamente delle modalità organizzative e viene stretta un’alleanza terapeutica a tutela del benessere del residente e del perseguimento degli obiettivi fissati. Durante la permanenza del residente nel nucleo i familiari sono messi a conoscenza dei programmi assistenziali e di cura, in modo da rendere efficace la loro collaborazione con il personale di assistenza.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 2 - rev. 00


LE STRUTTURE RESIDENZIALI Sede di via Pive L’edificio di via Pive può ospitare n. 150 ospiti ed è strutturato su cinque piani:  piano seminterrato: entrata principale, salone parrucchiera, palestra di fisioterapia. officina e magazzini, locali tecnologici, spogliatoi personale, cappella e camera ardente;  primo piano: nucleo di assistenza (nr. 16 stanze per nr. 30 posti letto), sala polivalente, ufficio animazione, ufficio coordinatore, ambulatorio medico, ambulatorio odontoiatrico, ambulatorio podologico, zona bar e telefono pubblico;  secondo piano: nucleo di assistenza (nr. 21 stanze per nr. 40 posti letto), locale barberie;  terzo piano: nucleo di assistenza (nr. 21 stanze per nr. 38 posti letto);  quarto piano: nucleo di assistenza (nr. 17 stanze per nr. 31 posti letto), nucleo Alzheimer (nr. 5 stanze per nr. 11 posti letto),

Tutti i reparti di assistenza sono dotati di un ambulatorio infermieristico, dei vari servizi di supporto (vasca clinica), di sale da pranzo e di soggiorni di piano per le varie attività ricreative. In ogni piano sono disponibili stanze da uno, due o tre letti rispettosi della privacy (tende) tutte dotate di proprio servizio igienico, di balcone esterno e con la possibilità di collegamento del proprio apparecchio telefonico e/o televisivo, in modo da soddisfare tutte le esigenze dell’Ospite. La struttura è dotata di ampi spazi dove l’Ospite può appartarsi per parlare con parenti, amici e visitatori.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 3 - rev. 00


Le strutture residenziali

Sede di via Marconi L’edificio di via Marconi può ospitare n. 73 Ospiti ed è strutturato su sei piani:  piano interrato: magazzini, garage, locali tecnologici, spogliatoi del personale, accesso coperto per mezzi di soccorso, locale guardaroba, cappella e camera ardente;  piano terra: palestra di fisioterapia, ambulatorio medico, Centro Diurno e telefono pubblico;  primo piano: nucleo di assistenza (nr. 18 stanze per nr. 24 posti letto);  terzo piano: nucleo di assistenza (nr. 18 stanze per nr. 25 posti letto);  quarto piano: nuclei di assistenza (nr. 18 stanze per nr. 25 posti letto), e ufficio coordinatore.  secondo piano: sala polivalente, aula didattica, cucina, terrazze coperte, salone parrucchiera, ufficio animazione e zona bar. In tutti i reparti di assistenza si trovano l’ambulatorio infermieristico, i vari servizi di supporto (vasca clinica), la sala da pranzo e il soggiorno di piano per le varie attività ricreative. I reparti sono dotati di stanze da uno e da due letti rispettosi della privacy (tende), con proprio servizio igienico, con balcone esterno e con la possibilità di collegamento del proprio apparecchio telefonico e/o televisivo, in modo da soddisfare tutte le esigenze dell’Ospite.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 3 - rev. 00


LA PRESA IN CARICO Inserimento All’atto dell’inserimento, al fine di accompagnare l’Ospite nel delicato passaggio dal proprio ambiente familiare alla R.S.A., l’A.P.S.P. provvede ad erogare le seguenti prestazioni:  pulizia e sanificazione stanza;  rifacimento letto;  etichettatura capi vestiario e inventario beni personali;  colloquio pre-inserimento, consegna documentazione e visita alla struttura;  disbrigo pratiche amministrative (cambio medico, cambio residenza, rinnovo carta identità, eventuale domanda accompagnamento, eventuale nomina amministratore di sostegno, …). Eventuali spese (marche da bollo, diritti di segreteria, …) saranno a carico dell’Ospite;  consegna e custodia beni e denaro. Documenti da presentare all’atto dell’ingresso: carta d’identità, codice fiscale, tessere sanitaria, verbale d’invalidità ed elenco terapia in atto.

Dal curare al prendersi cura Il ritmo di vita dell’ospite deve essere rispettato in tutti gli atti di vita quotidiana, un’attenzione particolare è riposta nelle potenzialità dell’ospite, nell’ottica di lasciar fare o aiutare a fare, prevenendo così la dipendenza, stimolando l’ospite nei semplici quotidiani. Nel colloquio pre-inserimento viene ripresa la storia dell’ospite al fine di adattare il più possibile la presa in carico ai suoi bisogni e alle sue potenzialità, si tratta, cioè di raccogliere:  la storia in collaborazione con l’ospite o con la sua famiglia (luoghi di vita, gli studi ed i lavori; la vita familiare: il coniuge, i figli, luoghi di vita, hobby, momenti eccezionali della vita; le amicizie e la rete sociale; il vissuto familiare e la situazione familiare attuale).  la storia clinica: anamnesi medica e chirurgica ed eventi che hanno modificato la sua vita, ciò che ha determinato l’istituzionalizzazione, i rischi attuali.  le abitudini di vita: il ritmo, le occupazioni quotidiane, i gusti e le preferenze alimentari, le abitudini estetiche e quelle nell’abbigliamento. Le abitudini degli ospiti sono conservate nei limiti delle regole della vita in collettività.

progetto assistenziale individualizzato Al momento dell’ingresso dell’Ospite l’equipe di nucleo, composta dal Medico, dall’Infermiere Professionale, dall’Animatore, dal Fisioterapista, dall’OSS e dalla Responsabile dei Servizi, prende in carico il soggetto analizzando, non solo la sua condizione di salute fisica, ma anche i suoi bisogni sociali, animativi ed assistenziali in genere. Con le valutazioni così raccolte, entro 21 giorni dall’ingresso, viene redatto il Progetto Assistenziale Individualizzato (P.A.I.). Lo stesso viene periodicamente (almeno ogni 6 mesi) verificato ed aggiornato. Alla redazione del PAI viene coinvolto l’Ospite, se in grado, il familiare o il referente dello stesso.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 4 - rev. 01


La presa in carico

Dimissioni L’Ospite ed i suoi familiari, potranno decidere in qualsiasi momento di interrompere la permanenza presso l’A.P.S.P., presentando all’Ufficio Ospiti esplicita domanda scritta di dimissione, secondo quanto indicato nel Regolamento Interno. Il medico della R.S.A. provvederà a predisporre la lettere di dimissione che verrà consegnata al familiare di riferimento al momento stesso delle dimissione. L’ufficio Ospiti consegnerà tutti i documenti personali dell’Ospite (carta d’identità, tessere sanitaria, …) e provvederà a richiedere le coordinate bancarie per la restituzione del deposito cauzionale.

Rientro al domicilio Al fine di mantenere opportuni contatti e legami con le famiglie, gli Ospiti possono assentarsi dall’A.P.S.P., su richiesta scritta propria o dei familiari previa autorizzazione del Coordinatore Sanitario, conservando la titolarità del posto letto. I primi 7 giorni nel corso dell’anno di soggiorno esterno, da usufruire non consecutivamente, saranno contabilizzati in totale esenzione dalla retta residenziale. Per i successivi 7 giorni, da usufruire non consecutivamente, sarà applicata una scontistica sulla “Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio”. Oltre i primi 14 giorni, da usufruire non consecutivamente, sarà possibile assentarsi previa autorizzazione del Coordinatore Sanitario, dietro corresponsione della relativa tariffa (Tariffa mantenimento posto letto), stabilita di anno in anno dal Consiglio di Amministrazione dell’A.P.S.P. Per i posti letto accreditati e non convenzionati la “Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio” verrà applicata dal 1° giorno di soggiorno esterno. Per tale periodo la scelta medica rimane quella della RSA e verrà garantita la fornitura di farmaci e presidi da parte dell’A.P.S.P. Durante l’assenza cessa ogni responsabilità dell’A.P.S.P. per eventuali danni subiti o provocati dall’Ospite a qualsiasi titolo.

Decesso Qualora le condizioni dell’Ospite diventassero critiche, il medico della R.S.A. provvederà ad avvisare i famigliari, o la persona di riferimento, in modo da condividere con loro il percorso di accompagnamento. In ogni altra circostanza, i famigliari saranno tempestivamente informati dal medico della R.S.A. o dal personale infermieristico dell’avvenuto decesso. L’Ospite verrà portato nella Camera Ardente della R.S.A. Alla famiglia spetta la scelta dell’impresa funebre che dovrà attivare tutte le pratiche previste dalla legge. L’ufficio Ospiti consegnerà tutti i documenti personali dell’Ospite (carta d’identità, tessere sanitaria, …) e provvederà a richiedere le coordinate bancarie per la restituzione del deposito cauzionale.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 4 - rev. 01


I SERVIZI OFFERTI Il servizio medico viene garantito da medici dipendenti o da medici di medicina generale convenzionati con la struttura, nel rispetto dei parametri assistenziali previsti dalle Direttive per l’assistenza sanitaria ed assistenziale a rilievo sanitario nelle R.S.A. definite annualmente dalla Giunta Provinciale. La loro attività è rivolta alla promozione e al mantenimento dello stato di salute degli Ospiti che si estrinseca in compiti preventivi, diagnostici, terapeutici, riabilitativi e di educazione sanitaria. Il servizio medico è coordinato da un Coordinatore sanitario. Nelle ore notturne, nei giorni prefestivi e festivi il servizio viene svolto dalla guardia medica dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari. La R.S.A. si avvale di consulenze specialistiche messe a disposizione dall’APSS.

servizio medico

servizio infermieristico

servizio fisioterapico

Il servizio infermieristico è garantito da una équipe che fornisce un'assistenza continua nell'arco delle 24 ore secondo turni prestabiliti. Le prestazioni infermieristiche con attinenza sanitaria vengono svolte su indicazione del servizio medico. E’ un punto di riferimento per quanto riguarda tutta l'assistenza all'Ospite in quanto mantiene i contatti con i medici interni, i medici specialisti dell'APSS, i fisioterapisti e gli operatori di piano garantendo nel contempo continuità all'intervento sanitario e il perseguimento degli obiettivi assistenziali che l’équipe di nucleo ha definito. I compiti dell'infermiere oltre ad essere quelli strettamente legati al profilo professionale comprendono anche:  compilazione del menù e delle diete personalizzate;  supervisione nella distribuzione del pasto;  collaborazione nell’équipe multiprofessionale per l'elaborazione e la revisione del P.A.I. Il servizio di fisioterapia è assicurato da fisioterapisti dipendenti o liberi professionisti convenzionali con la struttura, il cui operato ha come obiettivo il mantenimento dell’autonomia, la stimolazione delle capacità residue per migliorare la qualità della vita e assicurare il benessere globale dell’anziano. Il servizio si occupa anche della valutazione, della scelta e della verifica di carrozzine, di ausili per la deambulazione (girelli, bastoni), di scarpe ortopediche, di ausili per l’alimentazione. Il servizio si avvale della consulenza del medico fisiatra e/o quando richiesto del medico ortopedico. I fisioterapisti svolgono attività di formazione sul campo a favore del personale in materia di movimentazione e mobilizzazione nell’ottica di operare in sicurezza tutelando la salute dei lavoratori e degli Ospiti.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 5 - rev. 00


I s e r v i z i o f fe r t i

servizio di assistenza

servizio di animazione

servizio odontoiatrico

servizio podologico

servizio di logopedia

servizio psicologico

coordinamento

Le attività quotidiane a diretto contatto con l’Ospite sono curate dagli operatori socio-sanitari, secondo precise procedure operative volte a garantire adeguati livelli di qualità. L’assistenza, sempre presente nell’arco delle 24 ore, viene garantita da personale qualificato che ha il compito di assistere l’Ospite in tutte quelle attività che non è in grado di svolgere autonomamente. Il servizio animazione opera per dare valore a bisogni e desideri dell’Ospite e favorire la qualità della quotidianità: agevola la socializzazione, valorizza competenze, capacità , facoltà decisionale, ricordi, esperienze, favorisce l’interscambio di informazioni, stimola il mantenimento dell’autonomia fisica e psicologica, lo sviluppo della creatività e della espressività. Propone attività strutturate ed occasionali, rivolte a singoli Ospiti, piccoli e grandi gruppi. Il servizio, nello svolgimento delle proprie attività, pone molta attenzione all’apertura sul territorio, coinvolgendo i familiari, i volontari, l’associazionismo locale, le istituzioni scolastiche, ed altri enti che con un lavoro di rete favoriscono l’inserimento nella Comunità e il mantenimento dei rapporti sociali. La R.S.A. è dotata del servizio odontoiatrico svolto da parte di un medico odontoiatra convenzionato. Il servizio garantisce le seguenti prestazioni: visita odontoiatrica; programmazione igiene orale e detartraggio e cure dentali urgenti. La R.S.A. è dotata del servizio podologico interno svolto da parte di un medico podologo convenzionato con la struttura, per la cura e la prevenzione di patologie dermatologiche del piede, ed in particolare per pazienti diabetici, reumatici e arteriopatici. L’accesso al servizio può avvenire anche su richiesta dell’Ospite, in questo caso sarà addebitata la relativa tariffa. La R.S.A. garantisce prestazioni specialistiche da parte di un logopedista con accessi mensili commisurati sulla base dei bisogni socio-sanitari degli Ospiti. La R.S.A. garantisce un’assistenza psicologica degli Ospiti che si trovano in situazioni di minima responsività (SLA - stati vegetativi) e ai loro famigliari sulla base delle indicazioni previste dalla normativa provinciale. L’APSP programma consulenze psicologiche agli Ospiti, ai famigliari e al personale al fine di contribuire al benessere e alla qualità della vita. Considerando l’articolazione dei servizi erogati complessivamente dalla struttura, l’organizzazione interna prevede la presenza di Coordinatori responsabili dei servizi sanitari e socio-assistenziali.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 5 - rev. 00


I s e r v i z i o f fe r t i

La struttura residenziale è dotata di propria cucina interna che garantisce il confezionamento dei pasti all'Ospite nel rispetto delle norme igienico - sanitarie vigenti. Il servizio si basa sui seguenti principi qualificanti:  acquisto di materie prime di ottima qualità;  stagionalità e genuinità dei prodotti e dei menù;  varietà del menù;  diete personalizzate in caso di prescrizione medica;  utilizzo di strumentazioni moderne per il trattamento e la conservazione dei cibi e degli alimenti e per il rispetto delle temperature;  costante rivisitazione del menù da parte della direzione sanitaria interna e nel rispetto delle particolari esigenze degli Ospiti. Il menù della struttura prevede, con rotazione settimanale (di norma ogni 5 settimane) una vasta possibilità di scelta, tenendo conto della stagionalità e della cultura culinaria e gastronomica locale. In caso di bisogno è possibile la consumazione del pasto nel rispetto di diete personalizzate o con particolari grammature. Nell'arco dell'intera giornata è garantita dal servizio di assistenza al piano la distribuzione di bevande calde e fredde anche nel rispetto della stagionalità. La struttura è dotata di proprio personale dipendente adibito alla manutenzione ordinaria degli edifici e delle attrezzature, affinché tutto possa funzionare al meglio ed in piena sicurezza per gli Ospiti e per il personale La struttura è dotata di propria lavanderia interna per quanto riguarda il lavaggio, la riparazione e la stiratura del vestiario degli Ospiti Per quanto riguarda il noleggio e il lavaggio della biancheria piana la struttura si avvale di ditte esterne. La struttura, attraverso il servizio di guardaroba di piano:  tiene in ordine l'armadio e i capi personali dell'Ospite;  ritira e distribuisce la biancheria al piano;  tiene i contatti con i familiari per eventuali richieste di integrazione del guardaroba;  controlla che tutto il vestiario dell'Ospite sia contrassegnato ed eventualmente ne provvede direttamente.

servizio di ristorazione

servizio manutenzione

servizio lavanderia

Le pulizie ambientali sono appaltate ad una ditta esterna che garantisce giornalmente un'accurata pulizia di tutte le superfici con disinfezione dei servizi igienici e periodicamente una sanificazione di tutti i locali. Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 6 - rev. 00

pulizie ambientali


I s e r v i z i o f fe r t i

La struttura dispone di due pulmini per il trasporto degli Ospiti. L’utilizzo dei mezzi è destinato sia a garantire le prestazioni di natura sanitaria (visite specialistiche, ricoveri ospedalieri, approvvigionamento farmaci) sia ad effettuare le uscite richieste dall’organizzazione generale (gite, acquisti, accompagnamento a domicilio e altre attività).

servizio trasporti

servizio parrucchiera

Effettuazione a favore degli Ospiti le seguenti prestazioni:  taglio capelli;  messa in piega;  permanente;  tinta e manicure. Svolgimento delle seguenti prestazioni a favore degli Ospiti di sesso maschile:  servizio barba giornaliero;  taglio capelli. La R.S.A. si impegna al rispetto delle diversità culturali e del credo religioso dei propri Ospiti. Per i cattolici il servizio viene garantito dai Frati Francescani sulla base di una convenzione, che assicura la SS. Messa nelle cappelle interne e l’assistenza spirituale agli Ospiti. Gli aderenti a religioni diverse da quella cattolica, possono liberamente ricevere assistenza spirituale dei ministri di culto di riferimento.

servizio religioso

servizio amministrativo

Al servizio amministrativo è affidata la gestione amministrativa, la programmazione e la gestione contabile. L’ufficio Ospiti è a disposizione anche per il disbrigo di pratiche amministrative a supporto e facilitazione dei famigliari e degli Ospiti (con rimborso costi di cancelleria/postali). Metodica di tipo assistenziale e socio-sanitaria che utilizza l’animale (cane, gatto, …) per influire positivamente sul benessere della persona, sulla socializzazione, sul tono dell’umore e su alcuni parametri cognitivi.

Pet-therapy

deposito valori e denaro

L’Azienda offre il servizio di custodia di beni di valore e/o di denaro presso l’Ufficio Ospiti o presso il proprio Tesoriere previa richiesta allo stesso servizio.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 6 - rev. 00


INFORMAZIONI GENERALI personalizzazione della stanza È data la possibilità di personalizzare la stanza portando degli oggetti personali (soprammobili, fotografie, quadri, lampade, televisore, radio). Qualora le dimensioni della stanza lo permettano è altresì possibile portare dei piccoli mobili, che a giudizio della Direzione non siano incompatibili con le norme di sicurezza vigenti, con le caratteristiche dell’ambiente e con le comuni norme di convivenza. È consentito l’uso di apparecchi radiotelevisivi. Tali apparecchi dovranno essere dotati di auricolari o di altro sistema per l’ascolto individuale, onde non arrecare disturbo agli altri ospiti. In tutte le stanze è possibile installare apparecchio telefonico privato.

accesso di animali in struttura Agli Ospiti è consentito portare con se animali domestici previa autorizzazione. I familiari e/o visitatori possono entrare in struttura con animali domestici nel rispetto della libertà altrui, delle norme igienico-sanitarie e garantendo le normali regole di convivenza. Qualora l’animale arrechi disturbo o si renda responsabile di danni a persone e/o cose ne risponderà il legittimo proprietario e l’animale verrà immediatamente allontanato dalla struttura.

mance e doni Il personale dell’A.P.S.P. non può ricevere regali in denaro o altra forma per prestazioni inerenti al proprio servizio.

assistenza privata In particolari e documentate situazioni per espressa volontà e su iniziativa dei familiari, è consentita l’assistenza specifica da parte di persone esterne nel rispetto dell’organizzazione interna. All’assistenza privata è consentito, per il periodo di tempo necessario, la consumazione del pasto all’interno della struttura utilizzando il servizio mensa. Per tale prestazione è dovuto, dagli utenti, il corrispettivo fissato di anno in anno dal Consiglio di Amministrazione.

volontariato L’A.P.S.P. favorisce e promuove la presenza del volontariato, sia in forma associata che individuale. L’A.P.S.P. provvede al coordinamento dei volontari ed alla loro copertura assicurativa. I volontari sono tenuti a rispettare la privacy dell’Ospite nonché all’osservanza delle norme previste dal regolamento. I volontari presenti nella struttura e le assistenze private degli Ospiti, nello svolgimento del loro servizio, non possono prendere autonome iniziative nella somministrazione di cibi, bevande o terapie, per le quali è indispensabile rivolgersi al personale dell’A.P.S.P. Non possono inoltre interferire, in alcun modo, nell’organizzazione del lavoro dei nuclei, nei programmi di assistenza, né utilizzare, senza autorizzazione, beni, ausili e attrezzature dell’A.P.S.P.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 7 - rev. 00


I n fo r m a z i o n i g en e r a l i

fumo È vietato fumare nel locali della struttura ed in particolare nelle stanze degli Ospiti, nelle sale e soggiorni di nucleo, nelle sale da pranzo, negli ambulatori, nei cucini di nucleo, negli uffici e nei corridoi. Una saletta fumatori è prevista al secondo piano della struttura di via Pive.

assicurazione L’Azienda è coperta da assicurazione Responsabilità Civile Terzi (R.C.T.) per danni causati agli Ospiti e/o agli effetti personali degli stessi derivanti da una responsabilità diretta dell’A.P.S.P. Qualsiasi danno causato a terzi dall’Ospite o da altro soggetto estraneo all’organizzazione, nell’ambito della sua autonomia e libertà personale, non implica né comporta alcuna responsabilità presente o futura per l’A.P.S.P.

norme di sicurezza e antincendio Al fine della prevenzione degli incendi gli Ospiti sono tenuti ad adeguarsi alle disposizioni previste in materia, ed in particolare:  non fare uso di fiamme libere, come fornelli o stufe di qualsiasi tipo;  non gettare nei cestini mozziconi di sigarette e materiali infiammabili;  non utilizzare apparecchi riscaldanti, quali termocoperte, fornelli e ferri da stiro e ogni altro utensile potenzialmente pericoloso. In caso di emergenza (presenza di fumo o incendio in atto) l’Ospite deve immediatamente avvisare il personale in servizio. Gli Ospiti sono tenuti a collaborare ai fini dell’applicazione delle norme di sicurezza e prevenzione incendi rispettando le indicazioni e le direttive stabilite dalla procedure antincendio.

visite L’A.P.S.P. è struttura aperta. Per necessità organizzative e di sicurezza l’orario di apertura è fissato dalle ore 7:00 alle ore 20:00. Eventuali visite fuori orario potranno essere di volta in volta autorizzate dall’Infermiere del nucleo di appartenenza dell’Ospite stesso.

Regolamento: Presso gli uffici amministrativi dell’A.P.S.P., o sul sito aziendale www.apsp-pergine.it, è disponibile il “Regolamento interno”. )

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 7 - rev. 00


STRUMENTI DI COMUNICAZIONI

È possibile ricevere telefonate dall’esterno direttamente al nucleo. In tutte le stanze è possibile installare apparecchio telefonico privato. Al piano terra della struttura di via Marconi ed al primo piano della struttura di via Pive è presente un telefono pubblico.

La posta in arrivo agli Ospiti sarà recapitata presso la stanza dal personale della struttura, o previo accordo, ritirata presso gli uffici amministrativi. Gli Ospiti che intendono spedire della corrispondenza possono consegnarla al personale di animazione o alla Responsabile Gestione Clienti.

La struttura mette a disposizione di tutti gli Ospiti i giornali quotidiani ed alcuni periodici settimanali.

In ogni nucleo è installato un apparecchio televisivo accessibile da tutti gli Ospiti; inoltre, è possibile installare un proprio apparecchio televisivo in ogni stanza.

Al fine di agevolare la comunicazione Amministrazione-famiglia e famiglia-Amministrazione l’A.P.S.P. attiva una casella di posta elettronica personalizzata per ogni famigliare/referente dell’Ospite

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 8 - rev. 00


ASCOLTO, PARTECIPAZIONE E COMUNICAZIONE comitato familiari ospiti/rappresentanti degli ospiti È istituito un comitato degli Ospiti e dei familiari avente funzione di collaborazione, partecipazione, informazione e promozione per il miglioramento della qualità della vita all’interno dell’A.P.S.P. I rappresentanti degli Ospiti sono nominati come previsto da apposito regolamento approvato dal Consiglio di Amministrazione.

La Casa informa … in pillole L’A.P.S.P. pubblica “La Casa informa … in pillole” quale strumento di comunicazione per rispondere alla necessità di informare in modo tempestivo di tutto quello che succede nella struttura. La pubblicazione viene inviata a tutti i famigliari con e-mail ed esposta nelle bacheche di nucleo.

focus group (gruppi discussione) Periodicamente l’A.P.S.P. propone ai famigliari degli Ospiti degli incontri, gestiti dalla Responsabile Qualità dell’Ente, tali momento sono uno strumento importante per l'acquisizione di riscontri, in particolare permettono all’A.P.S.P. di raccogliere informazioni sulla percezione del “Cliente”.

questionario di soddisfazione Al fine di valutare il grado di soddisfazione dei servizi offerti, l’A.P.S.P. propone annualmente a tutti i famigliari degli Ospiti un questionario. L’analisi di tali informazioni permette all’amministrazione di valutare eventuali interventi correttivi. Del risultato dell’analisi viene data comunicazione attraverso incontri oppure in sintesi sulla pubblicazione “La Casa informa … in pillole”.

questionario di valutazione dell’accoglienza Al fine di valutare il momento della presa in carico, entro il primo mese viene inviato alla persona di riferimento un questionario, nel quale il compilatore è invitato ad esprimere il suo giudizio in merito alla fase di inserimento-accoglienza offerta dalla struttura.

questionario di valutazione Pranzo di compleanno Il giorno del Compleanno è un momento molto speciale, l’A.P.S.P. già da molti anni invita in tale occasione i famigliari a pranzare con il loro caro. Alla fine del pranzo, al fine di poter valutare il grado di soddisfazione del servizio ristorazione, viene proposto al famigliare/referente un questionario di gradimento. Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 8 - rev. 00


RETTE E TARIFFE I SERVIZI RESIDENZIALI Le rette e le tariffe sono determinate annualmente dal Consiglio di Amministrazione con apposita deliberazione, in base a quanto disposto dalle Direttive Provinciali, approvate con deliberazione della Giunta Provinciale di Trento n. 2.414 dd. 20/12/2016.

L E R E T T E R E S ID E N Z IA L I — C A S A S O G G I O R N O Rette e tariffe

giornaliera

Retta alberghiera

45,30

mensile

€ 1.359,00

Prenotazione posto letto

giornaliera

Tariffa prenotazione posto letto - dal 2° giorno successivo alla chiamata da parte dell’Ufficio Ospiti

Mantenimento posto letto

giornaliera

Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio (fino a 7 gg. nell’arco dell’anno)

40,80

gratuito

Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio (dal 8° gg. al 14° nell’arco dell’anno)

20,40

Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio (oltre il 14° gg. nell’arco dell’anno)

40,80

Tariffa mantenimento posto letto per ricovero ospedaliero

40,80

100,00

Dimissione posto letto Penale per mancato preavviso entro 72/ore dalla data di dimissione

L E R E T T E R E S ID E N Z IA L I — R . S . A . ( p . l . c o n v e n z i o n a t o ) Rette e tariffe

giornaliera

Retta alberghiera

45,30

mensile

€ 1.359,00

Prenotazione posto letto

giornaliera

Tariffa prenotazione posto letto - dal 2° giorno successivo alla chiamata da parte dell’Ufficio Ospiti

Mantenimento posto letto

giornaliera

Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio (fino a 7 gg. nell’arco dell’anno)

113,23

gratuito

Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio (dal 8° gg. al 14° nell’arco dell’anno)

20,40

Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio (oltre il 14° gg. nell’arco dell’anno)

40,80

Tariffa mantenimento posto letto per assenza continuativa (oltre il 30° giorno)

77,00

Tariffa mantenimento posto letto per ricovero ospedaliero

40,80

Tariffa mantenimento posto letto per ricovero ospedaliero (oltre il 30° giorno continuativo)

77,00

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 9 - rev. 01


Ret te e t a r i f fe

Dimissione posto letto Penale per mancato preavviso entro 72/ore dalla data di dimissione

100,00

L E R E T T E R E S ID E N Z IA L I — R . S . A . ( p . l . n o n c o n v e n z i o n a t o ) Residenti nel comune di Pergine Valsugana e nei comuni della Comunità Alta Valsugana e Bersntol

Rette e tariffe

Residenti negli altri comuni della provincia di Trento o provenienti da fuori Provincia/ Regione

€ 82,40

€ 117,73

€ 2.472,00

€ 3.531,90

€ 113,23

€ 113,23

Tariffa mantenimento posto letto per rientro al domicilio

€ 74.15

€ 105.95

Tariffa mantenimento posto letto per assenza continuativa (oltre il 30° gg.)

€ 113,23

€ 113,23

Tariffa mantenimento posto letto per ricovero ospedaliero

€ 74,15

€ 105,95

Tariffa mantenimento posto letto per ricovero ospedaliero (oltre il 30° gg. continuativo)

€ 113,23

€ 113,23

Retta alberghiera (giornaliera) Retta alberghiera (mensile)

Prenotazione posto letto Tariffa prenotazione posto letto - per ritardato ingresso su richiesta dell’Ospite/ familiare (la tariffa decorre dal 2° giorno successivo alla chiamata da parte dell’Ufficio Ospiti)

Mantenimento posto letto

Dimissione posto letto Penale per mancato preavviso entro 72/ore dalla data di dimissione

€ 100,00

M A G G IO R A Z IO N I E R I D U ZI O N I giornaliera

€ 5,00

Maggiorazione stanza singola

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 9 - rev. 01


Ret te e t a r i f fe

C O S A CO M P R EN D E L A R ET T A P.L.

P.L.

P.L. NON

CASA SOGGIORNO

CONVENZIONATO

CONVENZIONATO

Servizio medico

non previsto

APSS/PAT

C

Servizio infermieristico

non previsto

APSS/PAT

C

Servizio riabilitativo

non previsto

APSS/PAT

C

STD

STD

STD

Servizio psicologico

C

C

C

Servizio di logopedia

C

APSS/PAT

C

Servizio podologico

P

P

P

Servizio di assistenza

C

APSS/PAT

C

Servizio di animazione

C

APSS/PAT

C

Servizio di ristorazione

C

C

C

Servizio di lavanderia-guardaroba

C

C

C

Servizio trasporto (escl. Visite sanitarie prenotate dall’APSP)

P

P

P

STD

STD

STD

Servizio amministrativo

C

C

C

Pranzo di compleanno

C

C

C

Tipologia di servizio offerto

Servizio odontoiatrico

Servizio parrucchiera

P.L. casa soggiorno: per persone autosufficienti P.L. convenzionato: per persone non autosufficienti gestiti dall’APSS/UVM P.L. non convenzionato: per persone non autosufficienti gestiti direttamente dalla struttura

Legenda: P.L. = posto letto C = servizio compreso nella retta APSS/PAT = servizio a carico della Provincia STD = servizio gratuito (come definito da standard) P = servizio a pagamento

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 10 - rev. 00


Ret te e t a r i f fe

L E T A R I FF E Tutte le tariffe sono da considerarsi già comprensive di IVA se dovuta Tariffe servizio mensa Pasto compleanno (massimo 2 persone)

gratuito

Pasto consumato presso la mensa

€ 10,60

Pasto consumato presso la mensa in occasione di festività (Natale e Pasqua)

€ 21,20

Sconto bambini (età inferiore ai 10 anni)

30%

Tariffe parrucchiera (esclusa prestazione mensile gratuita di taglio e piega): Piega

€ 10,74

Taglio e piega

€ 20,13

Permanente

€ 26,84

Tinta

€ 26,84

Tariffe servizio trasporto privato mediante utilizzo dei mezzi dell’A.P.S.P. (escluso festivi) Tariffa trasporto al chilometro

€ 2,00

Accompagnamento per trasporti sanitari in caso di assenza e/o indisponibilità dei famigliari (es. visite, …)

€ 50,00

Tariffa trasporto per visita invalidità

€ 50,00

Tariffa podologo Ticket prestazione podologica

€ 5,00

Tariffe odontoiatra Vengono applicate le tariffe previste dalla L.P. 22/2007 con uno sconto del 50%. Sono escluse dalla scontistica le prestazioni di ortodonzia, implantologia e protesica fissa e mobile.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 10 - rev. 00


SERVIZI SEMIRESIDENZIALI CENTRO DIURNO Il Centro Diurno “il GIRASOLE” è una struttura semiresidenziale a carattere diurno in cui sono erogati servizi socio-assistenziali a favore di persone anziani. Il servizio è diretto a garantire la permanenza della persona al proprio tramite prestazioni ed attività volte ad integrare funzioni proprie del nucleo familiare. In relazione alla tipologia degli utenti, il Centro offre attività terapeutiche e riabilitative, attività socio-educative atte a garantire l'integrazione sociale, prestazioni di cura ed igiene della persona, servizio ristorazione e servizio di trasporto. Tali servizi possono integrare gli interventi di assistenza domiciliare ed essere luogo di incontro sociale, culturale, ricreativo e di ristoro. Per ogni utente è prevista la definizione di un Piano Assistenziale Individualizzato.

Mission e vision del Centro Diurno L’A.P.S.P. gestisce un Centro Diurno per anziani integrato (un Centro con spazi utilizzati in promiscuità con la R.S.A.), nonché un Servizio di presa in carico diurna continuativa (un inserimento diurno all’interno della R.S.A. sino ad un massimo di 2 posti convenzionati). Il Centro Diurno ha queste finalità:  promuovere la domiciliarità favorendo il mantenimento del soggetto al proprio domicilio;  offrire alla persona un’alternativa alla vita a domicilio provvedendo alla miglior vita quotidiana possibile;  mantenere/migliorare le capacità funzionali, comportamentali, cognitive, affettive-relazionali in coerenza con il Piano assistenziale individualizzato (PAI), attraverso un’assistenza qualificata e personalizzata;  sostenere i familiari nella gestione della cura e assicurare la loro partecipazione all’organizzazione delle attività e la conoscenza al tipo di assistenza erogata;  valorizzare la presenza dei volontari per coadiuvare e qualificare l’attività, per favorire i rapporti dell’utente con l’esterno e per una più efficace integrazione con la rete dei servizi e con le risorse del territorio;  assicurare una flessibilità organizzativa che consenta di rispondere in maniera efficace alle diverse richieste;  costituire un nodo della rete dei servizi presenti sul territorio;  promuovere l’integrazione con la comunità, facilitando la partecipazione degli utenti alla vita comunitaria. Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 11- rev. 00


MODALITA’ DI ACCESSO AL CENTRO DIURNO L’A.P.S.P. dispone di n. 20 posti come Centro Diurno, di cui n. 12 convenzionati con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari. I n. 12 posti sono quindi a disposizione del Servizio Sanitario Provinciale per le necessità di ricovero di persone autosufficienti e parzialmente non autosufficienti; i restanti n. 8 posti risultano direttamente gestiti dall’A.P.S.P. POSTI CONVENZIONATI

POSTI NON CONVENZIONATI

NUMERO POSTI

12 posti

8 posti

SOGGETTO GESTORE

U.V.M. - Distretto Sanitario

A.P.S.P.

SOGGETTO RICHIEDENTE

Medico di Medicina Generale Assistente Sociale

Utente - Familiare

A CHI RIVOLGERSI

Medico di Medicina Generale Responsabile dei Servizio Socioassistenziali territoriali

Ufficio Amministrazione dell’A.P.S.P.

CRITERI DI ACCESSO

Esito della valutazione multidisciplinare (elenco dinamico)

Data di presentazione richiesta

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Procedura a carico del Soggetto richiedente

Domanda di ammissione Quadro clinico

TEMPI

Valutazione da parte U.V.M. Entro 15 gg. dalla data di presentazione della richiesta

Valutazione immediata da parte della A.P.S.P.

GESTIONE DELL’ACCESSO

Comunicazione da parte dell’A.P.S.P. del posto

Ufficio individua l’utente, contatta il referente e fissa la data per il colloquio pre-ingresso

APERTURA CENTRO

Dal lunedì al venerdì con orario 08.30 - 17.30

Tutti i giorni con orario 08.30 - 19.00

Secondo quanto stabilito dal Piano MODALITA’ DI ACCESSO Assistenziale Individualizzato definito dall’U.V.M.

COSTO DEL SERVIZIO

L'utente compartecipa alla spesa con una quota stabilita dalla Comunità Alta Valsugana e Bersntol in base al coefficiente ICEF

Secondo quanto concordato dal Piano Individualizzato tra l’A.P.S.P. e l’utente L’utente è chiamato al pagamento di tariffa stabilita di anno in anno dal Consiglio di Amministrazione

Servizio di presa in carico diurna continuativa demenza con gravi disturbi del comportamento

per

persone

affette

da

L’A.P.S.P. ha attivato dal mese di gennaio 2016 nr. 2 posti al nucleo “Sorgente” per l’accoglienza diurna di utenti con demenza grave. L’attivazione del servizio è a carico dell’U.V.M.. Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 11- rev. 00


CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO OFFERTO Agli anziani parzialmente autosufficienti e a quelli non autosufficienti ma non allettati.

A chi si rivolge

Il Centro offre direttamente i seguenti servizi socio-assistenziali:  prestazioni di cura ed igiene della persona;  attività terapeutiche e riabilitative per il mantenimento e/o miglioramento delle capacità funzionali, comportamentali, cognitive e affettivo-relazionali;  possibilità di riposo e sonno nel corso della giornata;  attività di socializzazione ed animazione;  ristorazione (pranzo, merenda e cena) ed aiuto nell'alimentazione;  servizio di trasporto (casa-Centro-casa) per chi non è in grado di provvedervi autonomamente. In base al bisogno specifico delle singole persone il Centro può chiedere la collaborazione dell'Azienda Sanitaria a svolgere le prestazioni infermieristiche e fisioterapiche.

Che servizi offre

Farmaci, presidi e ausili sanitari (pannoloni, girello, carrozzina…) sono a carico dell'utente.

Cosa non offre

Il Centro è ubicato al piano terra della struttura di via Marconi n. 55. Il servizio è dotato di sala pluriuso, sala da pranzo, sala riposo, servizi e ampia veranda con accesso diretto al giardino. I trasporti dall’abitazione al Centro e viceversa sono garantiti con apposito servizio di trasporto.

Sede

La giornata viene organizzata da personale dedicato. Le proposte sono programmate per offrire attività di vario interesse con particolare attenzione alla manualità, nonché ad attività specifiche definite nel Piano Assistenziale Individualizzato. Su richiesta dell’utente è possibile effettuare la doccia o il bagno assistito e usufruire di prestazioni di parrucchiere-barbiere e del servizio podologico.

Caratteristiche

Servizio ristorazione

Il confezionamento dei pasti viene garantito dalla cucina dell’A.P.S.P. nel rispetto delle norme igienico - sanitarie vigenti. Il menù della Centro prevede una vasta possibilità di scelta, tenendo conto della stagionalità e della cultura culinaria e gastronomica locale. In caso di necessità possono essere gestite diete personalizzate o con particolari grammature.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 12 - rev. 00


RETTE E TARIFFE I SERVIZI SEMIRESIDENZIALI Le rette e le tariffe sono determinate annualmente dal Consiglio di Amministrazione con apposita deliberazione, in base a quanto disposto dalle Direttive Provinciali, approvate con deliberazione della Giunta Provinciale di Trento n. 2.416 dd. 20/12/2016.

CENTRO DIURNO Tariffa per i posti convenzionati con l’A.P.S.S. l'utente compartecipa alla spesa con una quota stabilita dalla Comunità Alta Valsugana e Bersntol in base al coefficiente ICEF. Tariffa per i posti non convenzionati (a pagamento) Tariffa oraria

€ 2,95

Tariffa giornata intera (8.30 - 17.30)

€ 26,40

Dalle tariffe sono esclusi i servizi di mensa e di trasporto

L E T A R I FF E Tariffe servizio mensa Pasto consumato presso la mensa

€ 10,60

Tariffe parrucchiera Piega

€ 10,74

Taglio e piega

€ 20,13

Permanente

€ 26,84

Tinta

€ 26,84

Tariffa podologo Tariffa a prestazione

€ 16,20

Tariffe bagno e doccia Tariffa doccia assistito

€ 16,00 Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 12 - rev. 00


Ret te e t a r i f fe

Tariffe servizio trasporto Tariffa trasporto al chilometro (nelle giornate dal lunedì al venerdì) Tariffa trasporto (nelle giornate del sabato, domenica e festivi)

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 13 - rev. 00

€ 2,20 a preventivo


SERVIZI AMBULATORIALI RIEDUCAZIONE E RIABILITAZIONE FUNZIONALE L'apertura di alcuni servizi di carattere ambulatoriale all'esterno mira all'integrazione della nostra Azienda nel tessuto sociale della comunità. La nostra struttura si apre anche agli utenti esterni e fornisce alcuni preziosi servizi in convenzione con l'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari. Tra i servizi forniti alla comunità ci sono quello di recupero e rieducazione funzionale, che si esplicita nella fisioterapia per utenti esterni e il servizio di assistenza odontoiatrica. Le prestazioni vengono effettuate rispettivamente dai fisioterapisti dipendenti dell'APSP e da personale medico/ odontoiatrico convenzionato.

MODALITA’ DI ACCESSO AL SERVIZIO SERVIZIO IN CONVENZIONE

SERVIZIO A PAGAMENTO

NUMERO ORE

18 settimanali

SOGGETTO GESTORE

Distretto Sanitario

A.P.S.P.

SOGGETTO RICHIEDENTE

Utente

Utente

A CHI RIVOLGERSI

Ufficio dell’A.P.S.P.

Ufficio dell’A.P.S.P.

CRITERI DI ACCESSO

Data di presentazione richiesta

Data di presentazione richiesta

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Impegnativa del fisiatra

Impegnativa del fisiatra

GESTIONE DELL’ACCESSO

Gestione della lista d’attesta secondo quanto stabilito dal Regolamento

Gestione della lista d’attesta secondo quanto stabilito dal Regolamento

APERTURA SERVIZIO

Dal lunedì al venerdì (escluse festività infrasettimanali)

Dal lunedì al venerdì (escluse festività infrasettimanali)

Ticket

L’utente è chiamato al pagamento di tariffa stabilita di anno in anno dal Consiglio di Amministrazione.

COSTO DEL SERVIZIO

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 13 - rev. 00


RETTE E TARIFFE S E R V IZ IO D I R EC U P E R O E R I A B I L I T A Z I O N E F U N Z I O N A L E Codice

Descrizione della prestazione

Tariffa

93.11.2

RIEDUCAZIONE MOTORIA INDIVIDUALE IN MOTULESO GRAVE SEMPLICE; incluso: Biofeedback; per seduta di 30 minuti (ciclo di dieci sedute)

€ 27,35

93.11.4

RIEDUCAZIONE MOTORIA INDIVIDUALE IN MOTULESO SEGMENTALE SEMPLICE; incluso: Biofeedback; per seduta di 30 minuti (ciclo di dieci sedute)

€ 27,35

93.19.2

ESERCIZI POSTURALI – PROPRIOCETTIVI: per seduta collettiva di 60 minuti max 5 pazienti (ciclo di dieci sedute)

€ 22,20

93.22

TRAINING DEAMBULATORI E DEL PASSO; incluso: addestramento all’uso di protesi, ortesi, ausili e/o istruzione dei familiari; per seduta di 30 minuti (ciclo di dieci sedute)

€ 25,80

93.39.4

ELETTROTERAPIA ANTALGICA Diadinamica; per seduta di 10 minuti (ciclo di dieci sedute)

€ 8,80

93.39.5

ELETTROTERAPIA ANTALGICA Elettroanalgesia transcutanea (TENS, alto voltaggio); per seduta di 30 minuti (ciclo di dieci sedute)

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 14 - rev. 00

€ 15,50


S e r v i z i a m b u l a to r i a l i

ODONTOIATRA L’A.P.S.P. “S. Spirito - Fondazione Montel” è stata autorizzata e accreditata per l’erogazione delle prestazioni odontoiatriche a favore dell’utenza esterna. Il servizio assistenza odontoiatrica per utenti esterni è effettuato dal dott. Franco Pellegri, medico odontoiatra. Il servizio è regolato secondo le modalità indicate dal Nomenclatore delle prestazioni di assistenza odontoiatrica L.P. 22/2007.

MODALITA’ DI ACCESSO AL SERVIZIO SERVIZIO IN CONVENZIONE (L.P. 22/2007)

SERVIZIO A PAGAMENTO

NUMERO ORE

23 settimanali

SOGGETTO GESTORE

Distretto Sanitario

SOGGETTO RICHIEDENTE

pazienti in “età evolutiva” da 0 a 18 anni pazienti appartenenti a “categorie vulnerabili” (nuclei familiari a bassa Utente condizione economica/patrimoniale, soggetti anziani e donne in gravidanza)

A CHI RIVOLGERSI

C.U.P. - Ufficio dell’A.P.S.P.

Ufficio dell’A.P.S.P.

CRITERI DI ACCESSO

In base al calendario attivato

Data di presentazione richiesta

DOCUMENTI DA PRESENTARE

ICEF

ICEF

APERTURA SERVIZIO

Dal lunedì al giovedì

Dal lunedì al giovedì

In base al coefficiente ICEF

Vengono applicate le tariffe previste dalla L.P. 22/2007 per gli utenti in possesso di ICEF valida compresa tra 0,20 e 0,25.

COSTO DEL SERVIZIO

A.P.S.P.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 14 - rev. 00


S e r v i z i a m b u l a to r i a l i

OCCHIO ALLA SALUTE L'A.P.S.P. in collaborazione con CooperAzione Reciproca, ha attivato il progetto denominato "Occhio alla salute". Il progetto, che gode anche del patrocinio del Comune di Pergine Valsugana e della Comunità di Valle Alta Valsugana e Bernstol, nasce dalla consapevolezza dell'importanza della prevenzione sanitaria, specie nelle persone meno giovani. Vi sono alcune patologie, come l'ipertensione e il diabete, che interessano quote molto elevate della popolazione. L'obiettivo è offrire la possibilità di avere gratuitamente a Pergine interventi di prevenzione con cadenza periodica. Tale iniziativa consiste in un servizio di “prevenzione sanitaria”, specialmente nelle persone meno giovani. Riguarda alcune patologie che interessano fasce molto elevate della popolazione, come l'ipertensione e il diabete.

A chi si rivolge

Il servizio prevede la misurazione gratuita di pressione arteriosa e glicemia almeno una volta al mese e se ritenuto opportuno, l'effettuazione dell'elettrocardiogramma, avvalendosi della disponibilità del dottor Lino Beber o di un altro specialista.

Che servizi offre

Modalità di accesso

Sarà quindi possibile, gratuitamente, accedere al servizio di misurazione della pressione e dei parametri glicemici a cui seguirà, se ritenuto necessario, anche l'elettrocardiogramma. Il medico è disponibile ogni 1° venerdì del mese dalle ore 09.00 alle ore 11.00

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 15 - rev. 00


S e r v i z i a m b u l a to r i a l i

SOSTEGNO E CONSULENZA PSICOLOGICA PER ANZIANI L'A.P.S.P. in collaborazione con CooperAzione Reciproca e SIPAA Società italiana Psicologia dell’Adulto e dell’Anziano, hanno attivato un progetto denominato “SPORTELLO DI SOSTEGNO E CONSULENZA PSICOLOGICA PER ANZIANI”. Lo sportello si propone come punto di riferimento per tutti i disagi legati all’invecchiamento proprio o di un familiare, a sofferenze in seguito a separazioni o lutti, a difficoltà di comunicazione con familiari e amici, al sostegno psicologico nell’ambito dell’insorgenza o dell’evoluzione di malattie (es. demenze).  all’anziano: come intervento di sostegno, di psicoterapia,

A chi si rivolge

valutazioni neurologiche e interventi di riabilitazione e stimolazione cognitiva;  al familiare: interventi di sostegno psicologico al singolo o

all’intera famiglia, interventi psico-educazionali, in particolare in presenza di demenze o altre situazioni di deterioramento. Lo sportello si propone come punto di riferimento per tutti i disagi legati all’invecchiamento proprio o di un familiare, a sofferenze in seguito a separazioni o lutti, a difficoltà di comunicazione con familiari e amici, al sostegno psicologico nell’ambito dell’insorgenza o dell’evoluzione di malattie (es. demenze).

Che servizi offre

Modalità di accesso

La prenotazione è possibile contattando direttamente la Psicologia telefonicamente al 3484147480 oppure tramite indirizzo e-mail a paolataufer@sipaa.it. E’ inoltre possibile compilare il modulo di richiesta disponibile presso la sede del servizio o scaricabile dal sito dell’Azienda www.apsp-pergine.it (servizi ambulatoriali/sportello/documenti allegati). La Psicologa è disponibile ogni 1° mercoledì del mese dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 15 - rev. 00


S e r v i z i a m b u l a to r i a l i

CENTRO ASCOLTO ALZHEIMER L’attività del Centro di ascolto Alzheimer istituito presso la RSA di Pergine Valsugana, grazie al contributo di CooperAzione Reciproca, è rivolta a coloro che si prendono cura dei malati di Alzheimer e più in generale di Demenza. Le attività svolte presso il Centro di Ascolto Alzheimer hanno lo scopo di offrire un sostegno globale al familiare nella sua funzione di caregiver. In particolare presso il Centro di Ascolto i familiari trovano:

Accoglienza che consiste nell’ascolto e nella lettura dei bisogni del familiare, al fine di organizzare delle risposte concrete alle richieste espresse dalla persona. Orientamento per la cura del malato, l’organizzazione e la scelta dei servizi;

 

Consulenza specialistica di tipo medico, medico legale, di servizio sociale, giuridica ed etica;

Ricerca di Assistenti familiari privati.

Sostegno psicologico individuale e di gruppo, per la valorizzazione e la protezione delle risorse personali;

Attività rivolte ai familiari: Informazione e orientamento: incontri individuali di informazione e orientamento sulla malattia e sui servizi. Consulenza: medica, medico legale e di servizio sociale. Sostegno psicologico: individuale e di gruppo, per la valorizzazione e la tutela delle risorse personali. Selezione e ricerca: di Assistenti familiari privati. Formazione: per familiari nel loro ruolo di caregiver. Attività rivolte a operatori e comunità: Informazione e sensibilizzazione: sulla malattia di Alzheimer Formazione/Aggiornamento: di operatori addetti all’assistenza o ai servizi sociali.

A chi si rivolge

Consulenza: Il Centro di Ascolto offre ai familiari l’opportunità di incontri individuali con consulenti nel campo della Medicina, del Diritto e dell’Organizzazione dei Servizi. Sostegno Psicologico: Poiché i membri della famiglia costituiscono il cardine della cura al malato di Alzheimer, il Centro offre ai familiari la possibilità di incontri di sostegno psicologico individuali e di gruppo, finalizzati a valorizzare e proteggere le risorse personali. Ricerca di Assistenti familiari privati: Il Centro aiuta le famiglie nella selezione di personale di assistenza privato adeguato e, contemporaneamente, si offre come punto di riferimento per le persone che si offrono per questo tipo di professione organizzando specifici percorsi formativi. In questo modo il Centro intende facilitare l’inserimento e la permanenza di un assistente privato nella famiglia, partendo dalla valutazione dei bisogni delle persone coinvolte.

Che servizi offre

Modalità di accesso

L’accesso è gratuito e libero preferibilmente su appuntamento da richiedere presso la segreteria dell’A.P.S.P. “S. Spirito – Fondazione Montel” di Pergine Valsugana. Tel n. 0461/531002 e-mail amministrazione@apsp-pergine.it

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 16 - rev. 00


SERVIZI DOMICILIARI L’assistenza domiciliare costituisce un insieme di attività infermieristiche e riabilitative integrate fra loro, per la cura della persona nella propria casa dove può mantenere il legame con le proprie cose, le abitudini e le persone che le sono care.

Possono usufruire di tale servizio persone non ambulabili affette da malattie invalidanti acute o croniche, parzialmente o totalmente non autosufficienti e che, a causa della malattia, non possono recarsi presso gli ambulatori e/o strutture territoriali.

A chi si rivolge

Servizio infermieristico:  collaborare con i Medici di Famiglia per l’assistenza ai malati a domicilio;  promuovere la deospedalizzazione,  contribuire al mantenimento della persona malata nel proprio ambiente;  dare supporto educativo e/o di sostegno al malato e alla famiglia.

Che servizi offre

Servizio fisioterapico:  collaborare con i Medici di Famiglia per l’assistenza ai malati a domicilio;  promuovere la deambulazione;  contribuire al mantenimento dell’autonomia funzionale della persona malata nel proprio ambiente;  dare supporto educativo e/o di sostegno al malato e alla famiglia.

Modalità di accesso

L’accesso al servizio avviene su presentazione di apposita domanda, disponibile presso l’Ufficio Amministrativo dell’A.P.S.P. L’Infermiere/fisioterapista domiciliare nel momento in cui prende in carico il cliente/utente esegue la valutazione infermieristica/ fisioterapica dei bisogni assistenziali della persona, attraverso una raccolta dati strutturata che si conclude nell’identificazione del problema assistenziale. La pianificazione assistenziale prevede la definizione di obiettivi da attuare per risolvere i problemi dell’utente e la valutazione delle performance attese.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 16 - rev. 00


RETTE E TARIFFE S E R V IZ IO I N F E R M I E R I S T I C O A D O M I C I L I O TERAPIA INTRAMUSCOLARE, CALCIPARINA, INSULINA E STICK

€ 10,00

FLEBO

€ 40,00

PRELIEVI EMATICI (ORDINARI ed URGENTI)

€ 25,00

ESAMI MICROBIOLOGICI (urinocoltura, tamponi di ferite, raccolta escreto, ecc)

€ 25,00

RILIEVO PRESSIONE ARTERIOSA

€ 10,00

GESTIONE NUTRIZIONE ENTERALE TOTALE/STOMIE

€ 45,00

CLISTERE EVACUANTE

€ 35,00

MEDICAZIONI SEMPLICI

€ 30,00

MEDICAZIONI COMPLESSE

€ 40,00

POSIZIONAMENTO CATETERE A PERMANENZA

€ 45,00

RIMOZIONE CATETERE VESCICALE A PERMANENZA

€ 30,00

S E R V IZ IO F I S I O T E R A P I C O A D O M I C I L I O VALUTAZIONE FUNZIONALE DEL PAZIENTE

€ 50,00

VALUTAZIONE PROTESICA

€ 40,00

TRATTAMENTI FISIOTERAPICI (TARIFFA ORARIA)

€ 45,00

PACCHETTI ASSISTENZIALI SUPPORTO POST-SOLLIEVO (cambio pannolone, sistemazione del letto, somministrazione terapia, controllo generale dell’utente e rilievo pressione arteriosa e polso)

€ 30,00

ASSISTENZA DOMICILIARE PROGRAMMATA (medicazioni, somministrazione farmaci, gestione cateteri, rilievi parametri vitali, esami ematici/urinoculture e controllo generale dell’utente)

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 17 - rev. 00

€ 50,00


SERVIZI ALBERGHIERI SERVIZIO PASTI

A chi si rivolge

Ai familiari, ai dipendenti e a soggetti esterni quali istituzioni, associazioni, cooperative sociali e singoli privati cittadini. La struttura è dotata di propria cucina interna che garantisce il confezionamento dei pasti all’utente nel rispetto delle norme igienico - sanitarie vigenti. Il servizio di ristorazione si basa sui seguenti principi qualificanti:  acquisto di materie prime di ottima qualità;  stagionalità e genuinità dei prodotti e dei menù;  varietà del menù;  diete personalizzate in caso di prescrizione medica;  utilizzo di strumentazioni moderne per il trattamento e la conservazione dei cibi e degli alimenti e per il rispetto delle temperature;  costante rivisitazione del menù da parte della direzione sanitaria interna e nel rispetto delle particolari esigenze degli utenti;  In caso di bisogno è possibile la consumazione del pasto nel rispetto di diete personalizzate o con particolari grammature.

Che servizi offre

Modalità di accesso

Per i familiari e i dipendenti l’accesso al servizio avviene su presentazione di buono pasto, da ritirarsi presso l’Ufficio Amministrativo. Per i soggetti esterni l’accesso al servizio avviene mediante stipula di idonea convenzione con l’A.P.S.P. da parte dell’istituzione interessata.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 17 - rev. 00


RETTE E TARIFFE S E R V IZ IO M E N S A Tutte le tariffe sono da considerarsi già comprensive di IVA se dovuta Pasto consumato presso la mensa

9,63

Pasto asportato con apposito contenitore

8,90

Pasto per esterni consegnato a domicilio

€ 10,60

Pasto completo personale dipendente

4,10

Pasto ridotto personale dipendente (primo con contorno o in alternativa secondo con contorno)

2,30

Pasto esterni convenzionati

6,00

SERVIZI DOMICILIARI Scheda nr. 18 - rev. 00


SERVIZI CONSULENZIALI IL NOTAIO INFORMA L'A.P.S.P. unitamente al Comune di Pergine ed in collaborazione con CooperAzione Reciproca, hanno attivato anche a Pergine la lodevole iniziativa promossa dal Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Trento e Rovereto, denominata "IL NOTAIO INFORMA".

A chi si rivolge

Ai familiari, ai dipendenti e a singoli privati cittadini.

Tale iniziativa consiste in un servizio di “informazioni notarili” gratuite riguardanti tutte le tematiche che possono interessare i cittadini, con particolare riguardo a:  successioni, testamenti, donazioni ed eredità;  acquisto prima casa e il mutuo bancario.

Che servizi offre

I professionisti non stipuleranno rogiti o atti ufficiali ma saranno di grande aiuto nel chiarire ogni dubbio in materia e potranno inoltre indirizzare al meglio i cittadini nel percorso, spesso non facile, dei vari adempimenti normativi, sia dal punto di vista civilistico che fiscale.

Modalità di accesso

La prenotazione è possibile sia direttamente all’Ufficio Segreteria/U.R.P. dell’A.P.S.P. “S. Spirito - Fondazione Montel”, sia telefonicamente che tramite fax o e-mail. Il Notaio è disponibile ogni 1° lunedì del mese dalle ore 9.00 alle ore 11.00.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 18 - rev. 00


SERVIZI DI SUPPORTO UTILIZZO SALE POLIVALENTI E MULTIUSO L’A.P.S.P. mette a disposizione per scopi sociali e formativi i seguenti locali:  sala polivalente - struttura di Via Pive;  sala polivalente - struttura di Via Marconi;  aula didattica- struttura di Via Marconi. L’utilizzo degli spazi è disciplinato con apposito Regolamento.

I locali possono essere concessi in utilizzo ad enti, pubblici o privati, ad associazioni con o senza finalità di lucro e a privati così come previsto dall’art. 2 del “Regolamento di utilizzo delle Sale Polivalenti e Multiuso dell’A.P.S.P. per scopi sociali”.

A chi si rivolge

Valutata l’entità della richiesta di utilizzo, in termini di tempo e di occupazione degli spazi, il Direttore Generale potrà chiedere un rimborso spese sulla base delle tariffe approvate annualmente dal Consiglio di Amministrazione con propria deliberazione.

Spese di utilizzo

Modalità di accesso

I richiedenti possono presentare la domanda di utilizzo con la compilazione e la sottoscrizione del modulo “Richiesta utilizzo sale polivalenti e multiuso”, che può essere ritirato presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Via Marconi o l’Ufficio Animazione delle due strutture oppure scaricandolo dal sito dell’Azienda.

PROVIDER ECM L'A.P.S.P. ha ottenuto l'accreditamento provvisorio come provider di formazione da parte della Giunta Provinciale di Trento Determinazione del Dirigente n. 104 dd. 15/04/2013. Tale accordo ha ridefinito i principi e i capisaldi per l'accreditamento dei provider ECM, autorizzando la Regione e la Provincia ad emanare leggi in questo ambito, purché nel pieno rispetto delle più ampie e generali linee nazionali. L’A.P.S.P. è quindi autorizzata a realizzare attività formative residenziali e sul campo. Enti o Aziende che hanno la necessità di accreditare dei percorsi formativi.

A chi si rivolge

Modalità di accesso

I richiedenti possono presentare la domanda di accreditamento di un corso con la compilazione e la sottoscrizione del modulo “Richiesta accreditamento corso”, che può essere ritirato presso l’Ufficio Relazione con il Pubblico o scaricandolo dal sito dell’Azienda.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 19 - rev. 00


Ret te e t a r i f fe T A R I F FA R I M B O R S O S P ES E U T I L I Z Z O S A L E P O L I V A L E N T I - M U L T I U S O Tariffa utilizzo Sala Polivalente - struttura di Via Pive

€ 15,25/ora

Tariffa utilizzo Sala Polivalente - struttura di Via Marconi

€ 15,25/ora

Tariffa utilizzo Aula Didattica - struttura di Via Pive

€ 14,76/ora

Tariffa utilizzo Aula Didattica - struttura di Via Marconi

€ 14,76/ora

A C C R ED IT A M EN T O C O R S I E C M Tariffa accreditamento corsi ECM per altri Enti - attivazione

€ 305,00

Tariffa accreditamento corsi ECM per altri Enti - ulteriore edizione

€ 122,00

T A R I F FE C O R S I Tariffa oraria corso di formazione

€ 10,00/ora

R I C H I ES T A C O P IA D O C UM E N T A Z I O N E A copia (A4)

€ 0,12

Tutte le tariffe sono da considerarsi già comprensive di IVA se dovuta

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 19 - rev. 00


GUIDA AI SERVIZI ACCESSI E ORARI DI APERTURA

orario di apertura della struttura L.’A.P.S.P. è struttura aperta. Per necessità organizzative e di sicurezza l’orario di apertura è fissato dalle ore 7.00 alle ore 20.00

orario di ricevimento Il Presidente riceve su appuntamento Il Direttore Generale riceve tutti i giorni su appuntamento

orario di apertura al pubblico degli uffici amministrativi dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 12:30 e dalle ore 13:30 alle ore 16:00

consultate il nostro sito Per rimanere in contatto con l’A.P.S.P., conoscere le iniziative, oltre che scaricare i documenti resi disponibili nell’apposita sezione consultate il nostro sito. www.apsp-pergine.it

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 1 - rev. 01


LE STRUTTURE: COME ORIENTARSI

Struttura di via Marconi

Struttura servizi generali

Struttura di via Pive

Ufficio coordinatrice

4

Archivio

2

Nucleo “Sorgente”

4

Nucleo

4

U.R.P.

1

Nucleo

4

Nucleo

3

Uffici amministrativi

1

Nucleo

3

Sala polivalente

2

Il notaio informa

1

Nucleo

2

Sala TV

2

Sale mensa

0

Nucleo

1

Parrucchiera

2

Lavanderia-guardaroba

0

Ufficio coordinatrice

1

Ufficio animazione

2

Cucina

-1

Ufficio animazione

1

Aula didattica

2

Collegamenti pedonali

-1

Sala polivalente

1

Nucleo

1

Cappella

0

Centro Diurno

0

Camera mortuaria

0

Palestra

0

Parrucchiera

0

Servizio fisioterapia

0

Laboratorio

0

Occhio alla salute

0

Palestra

0

Centro di Ascolto Alzheimer

0

Servizio odontoiatrico

CS

Ambulatorio medico

0

Servizio podologico

CS

Cafè Alzheimer

CS

Cappella

-1

Camera mortuaria

-1 Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 1 - rev. 01


GUIDA AI SERVIZI Ufficio/servizio Ufficio/Servizio

Responsabile Responsabile

Orario di di ricevimento ricevimento Orario

Direzione e Segreteria

Bertoldi dott. Giovanni

Riceve su appuntamento

Fontana Alessia

dal lunedì al venerdì 8:30-12:30 e 13.00-16.00

Faifer Lucia

dal lunedì al venerdì 8:30-15:30

Bebber Claudia

dal lunedì al venerdì 8:00-12:30 e 13:30-16:00

Zampedri Sandra

dal lunedì al venerdì 8:00-12:30 e 13:30-16:00

Bolgia Cristina

dal lunedì al venerdì 8:00-12:30 e 13:30-16:00

Galuppi dr. Alberto

lunedì, mercoledì e venerdì 11:00-12:00 nel altri giorni od orari su appuntamento

Coordinatore dei servizi socio -sanitari ed assistenziali

Moser Sandra

Riceve previo appuntamento

Coordinatore dei servizi socio -sanitari ed assistenziali

Pedrotti Monica

Riceve previo appuntamento

Segreteria Generale/U.R.P.

Ospiti

Personale

Economato, contabilità e bilancio

Qualità, innovazione e formazione

Coordinatore medico

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 2 - rev. 01


CONTATTI Presidente:: dr. Diego Pintarelli Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 - Fax: 0461/532971 E-mail: amministrazione@apsp-pergine.it

Presidenza

Direttore Generale:: dott. Giovanni Bertoldi Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 - Fax: 0461/532971 E-mail: giovanni.bertoldi@apsp-pergine.it

Direzione

Referente: dr. Alberto Galuppi Indirizzo: Via Pive n. 7 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 - Fax: 0461/532971 E-mail: alberto.galuppi@apsp-pergine.it.

Coordinatore medico

Il servizio è disponibile a fornire informazioni sui servizi erogati e le modalità di accesso e di accoglienza. Presso l’ufficio possono essere fatte pervenire per iscritto: reclami, suggerimenti e segnalazioni. Referente:: Alessia Fontana Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 250 - Fax: 0461/532971 E-mail: amministrazione@apsp-pergine.it E-mail: amministrazione@pec.apsp-pergine.it

Segreteria

Qualità, innovazione e formazione

Il servizio si occupa della gestione del Sistema Qualità posto in essere dall’Azienda. È prevista una formazione continua per le varie figure professionali operanti nella struttura. Referente:: Cristina Bolgia Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0245 - Fax: 0461/532971 E-mail: cristina.bolgia@apsp-pergine.it Il servizio si occupa della gestione finanziaria e controlla la programmazione contabile dell’APSP. Referente:: Chiara Corradi Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0252 - Fax: 0461/532971 E-mail: chiara.corradi@apsp-pergine.it

Contabilità e bilancio

Il servizio si occupa della gestione amministrativa del personale (gestione del contratto, controllo presenze, paghe, …). Referente:: Claudia Bebber Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0295 - Fax: 0461/532971 E-mail: claudia.bebber@apsp-pergine.it

Risorse umane

Contratti, appalti e forniture

Il servizio si occupa della gestione delle risorse economicofinanziarie Referente:: Sandra Zampedri Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0256 - Fax: 0461/532971 E-mail: sandra.zampedri@apsp-pergine.it

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 2 - rev. 01


RIFERIMENTI Sandra Moser

Coordinamento

Coordinatore dei servizi sociosocio-sanitari ed assistenziali

Indirizzo: Via Pive n. 7 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0218 - Fax: 0461/532971 E-mail: sandra.moser@apsp-pergine.it Monica Pedrotti Coordinatore dei servizi sociosocio-sanitari ed assistenziali

Indirizzo: Via Marconi n. 55 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0209 - Fax: 0461/532971 E-mail: monica.pedrotti@apsp-pergine.it Referente:: Lucia Faifer Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0251 - Fax: 0461/532971 E-mail: lucia.faifer@apsp-pergine.it

Servizi residenziali

Servizi semiresidenziali

Referente:: Alessia Fontana Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0250 - Fax: 0461/532971 E-mail: amministrazione@apsp-pergine.it

Servizi ambulatoriali

Referente:: Alessia Fontana Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0250 - Fax: 0461/532971 E-mail: amministrazione@apsp-pergine.it

Servizi domiciliari e alberghieri

Referente:: Alessia Fontana Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0250 - Fax: 0461/532971 E-mail: amministrazione@apsp-pergine.it

Servizi consulenziali

Servizi di supporto

Referente:: Alessia Fontana Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0250 - Fax: 0461/532971 E-mail: amministrazione@apsp-pergine.it

Referente:: Cristina Bolgia Indirizzo: Via Marconi n. 4 - 38057 – PERGINE VALSUGANA Telefono: 0461/531002 int. 0245 - Fax: 0461/532971 E-mail: cristina.bolgia@apsp-pergine.it

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 3 - rev. 00


INFORMAZIONI GENERALI

reclami, suggerimenti e apprezzamenti Il Cliente e/o familiare può presentare reclamo, suggerimenti e/o apprezzamenti attraverso le seguenti modalità:  compilazione e sottoscrizione del modulo predisposto “Reclami, suggerimenti e apprezzamenti”, che può essere ritirato presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, negli appositi contenitori presenti in entrambe le strutture o scaricando il modello dal sito internet;  lettera in carta semplice, fax o e-mail indirizzata al Direttore, o anche consegnata a mano all’Ufficio Relazioni con il Pubblico;  segnalando direttamente, o telefonicamente, il disservizio. Il Responsabile Gestione Qualità raccoglie il reclamo e lo indirizza alle funzioni interne. Il Responsabile di Area coinvolto, valuta la pertinenza del reclamo, quindi definisce la risposta da dare al Cliente o al suo familiare sottoponendola al vaglio del Direttore Generale.

indagini Con cadenza periodica, l’Azienda procede ad effettuare un indagine sul grado di soddisfazione dei Clienti rispetto alle prestazioni erogate dall’A.P.S.P.. L’analisi delle risposte fornite ai questionari, da parte dei Clienti, saranno sottoposte all’attenzione della Direzione. In questo modo è possibile individuare i servizi di cui l’Utente si ritiene meno soddisfatto e si provvede alla pianificazione di azioni volte all’eliminazione delle eventuali fonti di disservizio e delle insoddisfazioni più significative.

tutela della privacy Tutto il personale è tenuto a mantenere la massima riservatezza sulle informazioni riguardanti le condizioni di salute degli Ospiti; i medici forniscono notizie esclusivamente all’Ospite stesso o ai familiari più stretti se ed in quanto persone delegate. La struttura garantisce il trattamento dei dati personali nel rispetto dei diritti, dalle libertà fondamentali e dalla dignità della persona, con particolare riferimento alla riservatezza ed all’identità personale, in osservanza a quanto previsto dal Codice sulla privacy (D.Lgs. 196 del 30/06/2003). A tal fine, al momento dell’accoglimento, viene fornita informativa circa il trattamento dei dati sensibili e si richiede dichiarazione di consenso.

sito internet Il sito aziendale dell’A.P.S.P. è www.apsp-pergine.it. Il sito vuole facilitare la conoscenza della struttura, trovare informazioni e documenti. È possibile reperire informazioni di carattere generale, riguardanti la storia, l’organizzazione, i servizi offerti, le modalità di accesso ai diversi servizi, le attività proposte. Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 3 - rev. 00


QUALITA’

accreditamento istituzionale L'accreditamento è il momento centrale di un procedimento tecnico amministrativo complesso che il decreto legislativo n. 229 del 1999 ha definito in quattro distinte fasi: autorizzazione alla realizzazione delle strutture sanitarie, autorizzazione all'esercizio delle attività sanitarie, accreditamento e accordi contrattuali. L’A.P.S.P. ha ottenuto l’accreditamento da parte della Provincia Autonoma di Trento per tutti i servizi erogati con determinazione del dirigente n. 165 dd. 13/12/2013.

certificazione Dal 2004 l'allora IPAB (Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza) ha incominciato ad interrogarsi sulla necessità di intraprendere percorsi di miglioramento che portassero alla definizione di un sistema di gestione per la qualità. Nel 2005 ha ottenuto la certificazione ISO con l'obiettivo di arrivare all'accreditamento istituzionale. Negli anni il sistema si è consolidato anche grazie all'apporto di tutto il personale. L’A.P.S.P. ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9001 nel 2005 e nel 2013 la certificazione UNI 10881:2013. Annualmente l’ente certificatore verifica il mantenimento della conformità rispetto ai requisiti delle norme succitate.

q&b - qualità e benessere Nell’ottica del miglioramento continuo dei servizi offerti, l’A.P.S.P. ha aderito al modello “Q&B - qualità e benessere”, quale strumento in grado di orientare e rilevare il livello della qualità della vita ed il benessere degli anziani residenti in struttura. La costruzione del modello è state effettuata attraverso il coinvolgimento diretto di anziani residenti ancora cognitivamente orientati, direttori ed amministratori, professionisti all’interno delle RSA, favorendo l’emersione di fattori di qualità e benessere che caratterizzano la qualità di vita nelle RSA. Questo percorso, iniziato nel 2005, ha prodotto una struttura composta da 12 aree/fattori: ogni fattore è stato poi scomposto in aspetti specifici.

standard di qualità Gli standard di qualità dei Servizi sono utilizzati per dare dimostrazioni concreta che gli impegni presi attraverso la Carta dei Servizi sono stati soddisfatti. Di conseguenza, gli standard di questa Carta dei servizi vanno a prendere in esame le dimensioni generali della qualità del servizio, tempestività e altri fattori di qualità legati al tempo (puntualità, regolarità, etc.), semplicità delle procedure di accesso e amministrative, comprensibilità e completezza delle informazioni, aspetti legati all'orientamento e all'accoglienza nella struttura, aspetti legati alle strutture fisiche, come il comfort e la pulizia, aspetti legati alle relazioni sociali e umane e, in primo luogo, la personalizzazione e l'umanizzazione del trattamento. Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 4 - rev. 00


qu a l i t à

family audit Con l'adesione al processo "Family Audit", promosso dalla Provincia Autonoma di Trento, l'A.P.S.P. "S. Spirito Fondazione Montel" è tra gli enti che hanno ottenuto la certificazione base secondo le Linee Guida provinciali con provvedimento n. 330 dd. 4 novembre 2016.

Grazie ad un'indagine ampia all'interno dell'organizzazione, sono stati individuati obiettivi ed iniziative che consentono di migliorare le esigenze di conciliazione famiglia e lavoro dei dipendenti dell'Azienda, il tutto definito in un Piano delle Attività. Il nostro Piano delle Attività prevede tra le azioni con maggior impatto:  definizione di linee guida per la gestione del tempo di lavoro (es. orari personalizzati, gestione delle festività e ferie, telelavoro, ...);  formalizzazione dell'attenzione alla conciliazione come valore aziendale;  programmazione di incontri, seminari, convegni sulle tematiche della conciliazione e la salute psicofisica nell'ottica di un miglior invecchiamento;  aderire al Distretto famiglia.

Cosa è Family Audit è uno strumento manageriale che promuove un cambiamento culturale e organizzativo all’interno delle organizzazioni, e consente alle stesse di adottare delle politiche di gestione del personale orientate al benessere dei propri dipendenti e delle loro famiglie. Grazie ad un'indagine ampia all’interno dell’organizzazione, si individuano obiettivi e iniziative che consentono di migliorare le esigenze di conciliazione tra famiglia e lavoro dei dipendenti. La partecipazione dei collaboratori dell’organizzazione diventa un valore fondamentale al momento di stabilire i bisogni in materia di conciliazione e di proporre soluzioni ad essi. Lo strumento Family Audit può essere usato da qualsiasi organizzazione, di qualsiasi natura giuridica, dimensione e prodotto o servizio fornito. L’organizzazione che utilizza il Family Audit innesca un ciclo virtuoso di miglioramento continuo, introducendo al proprio interno soluzioni organizzative innovative e competitive relativamente alla flessibilità del lavoro e alla cultura della conciliazione. Si realizza attraverso un processo di valutazione sistematica e standardizzata che permette alla fine di ottenere una certificazione. Il Family Audit mira ad accrescere il benessere aziendale, nella convinzione che lo strumento consente di creare valore economico per le organizzazioni, di rafforzare la propria immagine, di migliorare la propria identità aziendale, di aumentare i livelli di produttività e la soddisfazione dei propri dipendenti. La conciliazione rappresenta non solo una questione etica, riconducibile alla responsabilità sociale dell’impresa, ma anche un obiettivo di business aziendale e d’interesse pubblico. Le risorse umane sono un elemento sempre più strategico per il successo delle organizzazioni, ma il potenziale conflitto tra vita professionale e vita privata è una minaccia alla salute ed al benessere delle persone e allo sviluppo stesso dell’organizzazione.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 4 - rev. 00


GLOSSARIO AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO Sistema con il quale la Provincia garantisce le condizioni di sicurezza, i requisiti di qualità e l'idoneità a fornire prestazioni per conto del servizio sanitario provinciale dei soggetti erogatori dei servizi sanitari e socio-sanitari. APSP Azienda Pubblica di Servizi alla Persona BEST PERFORMER Titolo conferito da parte del team di audit del modello “Q&B - Qualità e Benessere”, il quale indica l’ottenimento, in uno o più fra i 12 fattori del marchio, di un punteggio che pone la struttura in una fascia di eccellenza BILANCIO Documento in cui si riassume la situazione contabile dell’ente BILANCIO SOCIALE Documento redatto dalle organizzazioni non profit a garanzia della coerenza tra la missione perseguita, i risultati raggiunti e le azioni svolte per raggiungerli CAREGIVER Indica “colui che si prende cura”, si riferisce ai famigliari ma anche a coloro che assistono CONVENZIONATA L'erogazione di prestazioni sanitarie e socio-sanitarie a carico del servizio sanitario provinciale da parte di soggetti accreditati è subordinata alla stipulazione di accordi contrattuali con l'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Negli accordi sono definite la tipologia e la quantità delle prestazioni necessarie al servizio sanitario provinciale che i soggetti accreditati sono tenuti a garantire. CUP Centro Unico Prenotazione CUSTOMER SATISCFACTION La soddisfazione del cliente è , in economia, l'insieme di tecniche e strategie volte alla massimizzazione della soddisfazione della clientela. CR Cooperazione Reciproca CSS Cartella Socio Sanitaria FAMILY AUDIT Strumento per la certificazione di percorsi programmati ed attuati dalle organizzazioni pubbliche e private, su base volontaria, per rispondere alle esigenze di conciliazione tempi di vita lavorativa e tempi di vita personale e familiare degli occupati FOCUS GROUP Forma di coinvolgimento di un gruppo di persone rispetto ad un particolare concetto o argomento. I partecipanti sono liberi di comunicare la loro opinione o la loro percezione ed è anche un modo per confrontarsi GOVERNANCE Governo d'impresa o governo societari o si riferisce all'insieme di regole, di ogni livello (leggi, regolamenti etc.) che disciplinano la gestione e la direzione di una società o di un ente, pubblico o privato.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 5 - rev. 00


… glossario

IPAB Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficienza MISSION Insieme degli obiettivi di un’azienda, di un ente o di un’organizzazione NAMIR Nuclei di Accoglienza Minima Responsività PA Pubblica Amministrazione PAI Piano Assistenziale Individualizzato PAT Provincia Autonoma di Trento PFC Progetto Formativo sul Campo PROVIDER ECM è il riconoscimento da parte di una istituzione pubblica (Commissione Nazionale per la formazione continua o Regioni/ Province Autonome direttamente o attraverso organismi da queste individuate) che un soggetto è qualificato nel campo della formazione continua in sanità e dunque può realizzare attività formative idonee attribuendo direttamente i crediti agli eventi formativi e rilasciando il relativo attestato ai partecipanti. RSA Residenza Sanitaria Assistenziale UVM L’Unità di Valutazione Multidisciplinare è parte fondamentale del processo di presa in carico globale della persona. Nell’UVM sono valutate le persone con bisogni sociosanitari complessi dove è necessaria una presa in carico integrata. Dell’UVM fa parte il personale sanitario e sociale a cui spetta l'accertamento dello stato di bisogno, l’elaborazione di un progetto personalizzato di intervento e l’accompagnamento e il monitoraggio dello stesso, nelle aree di cui al comma 1 dell'articolo 21 della L.P. 16/2010: materno – infantile, anziani, disabilità, salute mentale e dipendenze

Per quanto non espressamente descritto nella presente Carta dei Servizi si fa rimando ai Regolamenti interni.

Carta dei Servizi “A.P.S.P. - S. Spirito - Fondazione Montel” Scheda nr. 5 - rev. 00


Il logo dell’A.P.S.P. rappresenta in modo stilizzato un abbraccio. L’abbraccio non solo come gesto d’affetto, ma anche come gesto di accoglienza, dedizione e difesa.


S. Spirito - Fondazione Montel Azienda Pubblica di Servizi alla Persona

Sede legale: Via Marconi n. 4 - 38057 Pergine Valsugana (TN) Tel. 0461/53 10 02 Fax 0461/53 29 71 www.apsp-pergine.it E-mail: amministrazione@apsp-pergine.it

Sedi operative: Struttura Via Pive Via Pive n. 7 - 38057 Pergine Valsugana (TN) Struttura Via Marconi Via Marconi n. 55 - 38057 Pergine Valsugana (TN)


Carta dei servizi 2017