QE-MAG@ZINE N°8 - NOVEMBRE 2021 by AMP Monaco

Page 1


* vous inscrire sur le circuit ou via le site internet www.childrenandfuture.com en récupérant une puce qui omptabilisera vos tours sur le circuit habituel situé à Fontvieille, en mode connecté via l’application No Finish Line. Vous pourrez courir et marcher en tous lieux.


Monaco Pocket dopo la lente d'ingrandimento che web radio: Diciamo che è un programma compare in alto dei vostri smartphone. dovrebbe radiofonico in cui vengono presentati, con la del Principe che quella Nazionale di Monaco, quest'ultima chiamata anche così già nel 1923, quando apparse sul Journal de Monaco, comparirvi, come canale pubblico, Monaco Pocket formula del talk-show o infotainment, per la prima volta il termine "Fête Nationale". Infatti, secondo gli annali monegaschi, con la scomparsa del principe Luigi II (9 con l'icona illustrata qui di fianco. Per iscriversi argomenti e tematiche raccontati da maggio 1949) è l'erede Ranieri a salire al trono il 19 novembre 1949, giorno della sua "incoronazione". Le celebrazioni, però, si basta fare tap e premere sulla voce 'Unisciti'. In selezionati protagonisti delle eccellenze questo modo è possibile accedere al canale e italiane del made in Italy. Ed è accessibile svolsero, per volontà del Sovrano, l'11 aprile 1950, in occasione della Festa Nazionale corrispondente alla festa del Santo che portava il leggere le notizie che vengono pubblicate gratuitamente ma solo via web e sui profili suo nome. Tuttavia, è solo con l'Ordine Sovrano n° 465 del 27 ottobre 1951 che, rinviando definitivamente la Festa Nazionale al 19 regolarmente. e condividerle dove volete! social @madeinitalyradio

novembre, ( l'11 aprile 1952 si festeggiava il Venerdì Santo), nello stesso giorno si è celebrato il suo onomastico. Con l'avvento di S.A.S. il Principe Alberto II, invece, è stata stigmatizzata la data del 19 novembre preferita al 15 novembre, giorno di Sant'Alberto. La sua scelta, coerente con la voglia di rendere questo piccolo Stato al passo con i tempi, ha permesso di fare di questa giornata un momento di condivisione soprattutto per i cittadini monegaschi a cui sono comunque o ferti concerti e spettacoli che permettono di mantenere viva la tradizione in nome del Principato di Monaco che esibiscono anche sul passaporto oltre che sul documento d'identità. Benché tutti i residenti si sentano coinvolti in queste celebrazioni è soprattutto sulla piazza del Palazzo, che si vive questo senso di appartenenza, in particolare quando, dopo il Te Deum celebrato alla Cattedrale, l'intera famiglia Grimaldi, con il Principe e la consorte, circondati dai figli, fratelli, sorelle, nipoti, partenti ed alcuni rappresentanti istituzionali, si a facciano alla finestra del Salone degli specchi per ringraziare la folla acclamante che sbandiera il vessillo monegasco distribuito poco prima dall'amministrazione. Inutile dire che quest'anno tutti gli occhi, ma soprattutto gli obbiettivi dei fotografi e delle telecamere, saranno puntati sulla Principessa Charlène se sarà (forse) già di ritorno nel Principato, da cui è assente dal mese di marzo, ossia da quando si è recata in Sudafrica per assistere alle esequie di Goodwill Zwelithini, il re degli Zulu, tenutesi a Nongoma il 18 marzo 2021. E così, mentre in queste ore la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021 (COP26) è in corso a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre 2021, sotto la presidenza del Regno Unito ed in partenariato con l'Italia, il Principe Alberto II di Monaco , fervente sostenitore delle cause ambientali - tanto da aver sottoscritto il Protocollo di Kyoto per ridurre del 100% le emissioni di gas a e fetto serra del suo Paese entro il 2050 rispetto al 1990 - oltre a partecipare agli incontri previsti, fa il papà modello portando con se i due gemelli, dopo aver concluso con successo le celebrazioni dei 15 anni della Fondazione eponima. Parleremo di questo e molto altro in questo nostro numero di QE-MAGAZINE. Speriamo piaccia anche a voi come è piaciuto a noi.



Imperatrice Eugenie: un busto in suo onore, anche a Monaco // sfogliabile in italiano ma anche un sito d'informazione con post giornalieri pubblicati su ww.qemagazine.com. La versione cartacea in PDF, invece, è distribuita solo agli abbonati e gli inserzionisti PAG. 8 Cav. Eugenio Benede i Gaglio: "Una le era immaginaria al mio discendente che ne facciano richiesta. Attualmente offerto agli uffici dell'Ambasciata d'Italia a Monaco e al CREM, sconosciuto" QE-MAGAZINE si propone come medium per servizi video - YOUTUBE MonteCarloBlog, podcast ed interviste audio diffusi sulla pagina SoundCloud di AMP Monaco. PAG. 15 Principato di Monaco, elezioni COM.IT.ES. 2021: la lista più rosa di tu e, QE-MAGAZINE è presente anche sui Facebook, Instagram e Twitter. ITALIANI MONACO // L'incontro: Benede a Brache i Pere i Tutti i QE-MAGAZINE pubblicati fino ad ora sono sfogliabili sulla piattaforma dedicata issuu.com/ ampmonaco. Per maggiori informazioni scrivere a: ampmonaco@ampmonaco.com. PAG. 22 MOiTO: Ingredienti di questa pozione: che ne dite, ci illuminiamo

d'immenso con il naso all'insù? I social media e la comunicazione a Monaco: il Dossier du Rocher ed il fenomeno del data breach PAG. 26 Fondazione Principe Alberto II: 15 candeline celebrate in grande stile

PAG. 28 I funghi e le loro proprietà // 19° Aesthetic Anti-Aging Medicine World Congress PAG. 36 Kart, il primo campionato ele rico al debu o nel Principato di Monaco // BeKING: a Monaco, per un giorno, regnano i campioni del ciclismo mondiale PAG. 38 CREM: un percorso gastronomico del 'Made in Italy' d'eccezione // Arte Aborigena a Monaco, tra citazioni e scoperte psichedeliche PAG. 40 6 dicembre, è tempo dei NASI ROSSI...//La tombolata missionaria di beneficenza


naugurate le barriere coralline artificiali steau, noto a Monaco per essere stato a capo del Museo Oceanografico per 30 anni, 1957 al 1988, è stato pronunciato frequentemente e citato più volte nelle cronache el complesso del Larvo o li. Questo è accaduto non tanto perché si celebrasse una ricorrenza particolare

nto, invece, per i ricordi e l'eredità che ha lasciato a tutti noi. A parlarne, prima tra tutti, ata la nipote, Alexandra, recentemente ospite in un dibattito organizzato dal Monaco ss Club. E' lei, infatti, che si è lasciata andare raccontando dei momenti passati sulla ypso, con il nonno che gli ha insegnato a fare immersioni a 7 anni; o del suo progetto ans 2050. Poi, nemmeno una settimana dopo, il 27 ottobre, è stata la volta di un nto organizzato in memoria di Albert Falco (1927-2012), che ha lavorato per anni come al fianco di Cousteau, di cui è stato pure Comandante in seconda a bordo della ypso. La cerimonia si è svolta sulla spiaggia del Larvotto, in presenza di S.A.S. il cipe Alberto II, che proprio a questo marsigliese ha voluto intitolare oltre la placca mmemorativa (posata sulla diga Sud) anche la barriera artificiale, immersa a 18 metri di ondità al largo, posizionata all'entrata della baia della riserva marina del Larvotto, che ova a poche centinaia di metri dall'area Mareterra, dove sono in costruzione palazzi e tte super-lussuose. All'immersione, effettuata anche dal Sovrano, ha assistito yvonn, moglie del defunto Albert Falco, S.E. Pierre Dartout, ministro di Stato, Céline on-Dagioni, Consigliere di governo - Ministro delle infrastrutture, dell'ambiente e urbanistica, così come i principali protagonisti di questo progetto. In particolare la va barriera corallina artificiale, si aggiunge ad altri cambiamenti strutturali ed hitettonici realizzati ad opera dello studio dell'archistar Renzo Piano che ha firmato


recentemente, nel 2017, in partenariato artificiale, come indicato dal comunicato stampa, comprendiamo che si compone di sette moduli stampati e assemblati tutti insieme, è alta 3 metri e pesa oltre 10 tonnellate. Il suo con l’Association Monégasque pour la design è stato affidato a Pierre Frolla (monegasco, che di professione è istruttore Protection de la Nature. Pertanto subacqueo e recordman di apnea), in collaborazione con il Dipartimento dell'Ambiente di possiamo dire che l'impiego di questa Monaco e la società francese specializzata nelle stampe in 3D, mentre l'installazione nella struttura si avvale anche dei risultati riserva del Larvotto è stata realizzata da una azienda monegasca. Il materiale usato per ottenuti nel tempo dalle installazioni costruire la barriera è un cemento inerte per l'ambiente marino. La sua rugosità, specifica biocompatibili realizzate in passato in sempre lo stesso comunicato stampa del Governo di Monaco, potenziata dalla tecnologia collaborazione della società Boskalis e di stampa 3D, dovrebbe poter accogliere varie specie marine in quanto il design del reef dei laboratori ECOMERS (Université fornisce un gran numero di cavità di diverse profondità e dimensioni, tra cui una piccola Nice Sophia-Antipolis, CNRS), per grotta di circa 1 metro di altezza e 60 centimetri di larghezza. Il tutto è stato progettato per quanto l'invenzione vera e propria sia fornire un habitat adatto a molte specie marine, come pesci, crostacei, murene e polpi. Per dell'Ing Enrico Dini, ossia talento 100% completezza d'informazione però, dobbiamo ricordare che il primo ad aver impiegato made in Italy. barriere marine stampate in 3D nel Principato di Monaco è stato un italiano, l'ing. Enrico Dini, che ha portato questa tecnologia sui fondali monegaschi, grazie all'intervento della


mperatrice Eugenie: un busto in suo onore, anche a Monaco


di amicizia. Inoltre la posizione del busto, in particolare dello sguardo dell'Imperatrice, non Cap Martin, nell'ambito dell'edizione 2014 della manifestazione ART BRE, il busto dedicato alla memoria è casuale: infatti è rivolto verso il luogo dove ha dimorato Eugenia quando veniva a dell' l'imperatrice Eugenia fa il bis ed ora si trova anche nel soggiornare in Costa Azzurra. Stiamo parlando di Villa Cyrnos, attualmente appartenente Principato di Monaco. La cerimonia che ha svelato l'opera ad un privato, immobile che si trova immerso in un parco secolare di Cap Martin. Questo anche questa è una copia dell'opera di George DIEBOLT giorno di commemorazione è stato anche l'occasione per il pubblico di conoscere un po' (1816 - 1861), il cui originale è esposto al Palazzo Imperiale meglio il destino dell'imperatrice Eugenia e i suoi legami con il Principato in quanto, poco di Compiégne, n.d.r. - attualmente accolta nei giardini sopra dopo, è stata organizzata una interessante conferenza a lei dedicata. Fort Antoine, si è svolta lo scorso sabato 9 ottobre in presenza di S.A.S. il Principe Sovrano e di S.A.I. il Principe Jean-Christophe Napoleon, Capo della Casa Reale di Bonaparte. Ma perché erigere un monumento in memoria della moglie di Napoleone III? Semplice, questa inaugurazione fa parte di un doppio anniversario: il centenario della morte della sua morte avvenuta nel 1920 e


ncano mai. Ma questa, a dirla tutta, cludono le belle e tiepide giornate unnali monegasche, ci siamo ritrovati in rattutto per l'impatto emotivo che ha ti a viaggiare nel tempo, enato, è riuscita a lasciare il segno solo nell'animo dei presenti ma pettatamente, assistendo ad un evento babilmente anche nella storia, quella brativo di grande spessore culturale, ersale, fatta da uomini coraggiosi e tato al teatro Des Variétés, la cui onari, di quelli che per le loro gesta cita è dovuta anche all'intrigante mpiute a beneficio di tutta l'umanità, ttacolo musicale diretto dal maestro cono a cambiare le sorti di intere erto Fuccelli, con la partecipazione ordinaria del trombettista jazz Fabrizio iglie e paesi. Ad aver immaginato ed anizzato con dovizia di particolari so. Siamo a Monaco, dicevamo e, qui,

immaginaria al mio discendente sconosciuto"


residente a Monaco, noto anche perché è lui che permette l'organizzazione del 'Salone del immaginaria' è un uomo assolutamente fuori dal comune, benché i suoi meriti siano Libro' promosso da 'Les Rencontres Littéraires Fabian Boisson'. Visti i risultati della sua già stati ampiamente riconosciuti dalle più lunga carriera professionale, è evidente che la indiscussa capacità di questo uomo di alte autorità istituzionali: è infatti Cavaliere creare legami e situazioni commerciali innovative, fondate su un originale approccio al di Gran Croce dell'Ordine al Merito della business, aperto e senza discriminazioni, è tutto ciò a cui ambiscono i più titolati Repubblica Italiana (onorificenza diplomatici. Perché riuscire a costruire con profitto relazioni internazionali tra l'Occidente e conferitagli il 16 settembre 2014 dal l'Oriente, passando per l'Egitto, pur facendosi scudo della discrezione tipica dei siciliani, è Presidente Giorgio Napolitano); nonché talento davvero per pochi eletti. Inoltre, data la sua personalità forte e carismatica, e vincitore del "Mercurio d'Oro" ricevuto nel fedele al suo credo - la condivisione dei risultati per realizzare progetti impossibili - non è 1980 a Mosca per aver costruito fino ad poi un caso se, nel preambolo al suo ultimo libro il cui titolo ha dato origine alla serata, il allora oltre cento fabbriche in U.R.S.S. nostro abbia voluto citare Einstein quando scrive che 'l'immaginazione può portare Inoltre negli anni '60, è stato colui che Mao dovunque'. E così, una volta salito sul palco di questo teatro, come una vera rockstar, non Zedong ha descritto come "il nuovo Marco ha esitato un attimo a lanciare davanti al parterre, affollato di amici e estimatori, la sfida Polo" tanto da aver avuto l'incarico, da alle generazioni future, in particolare dichiarando di voler passare il testimone ai figli Nehru a Chou En-lai, di sviluppare il "Great Marble Plan", grazie a importanti contratti commerciali e l'apertura di 33 miniere di marmo (privilegio consentito solo all'Imperatore, fino ad allora), realizzando così l'allestimento di decine di fabbriche "chiavi in mano" costruite con tecnologia italiana importata per l'occasione. Insomma, il nostro si chiama Eugenio


seguire il suo cammino intriso di valori, e blicato da E.D.P. in due lingue) la ui l'eredità intellettuale altro non è che ifica penna raffinata del nostro perienza secolare sedimentata nel suo aliere di Catania gli ha permesso di A proveniente dai saggi antenati ai quali blicare questo volume, raggiungendo la voluto ispirarsi per tutta la sua vita. In ta di 9 libri ma il primo in assoluto dalla va casa editrice monegasca icolare, più di tutti, a stimolarlo a rcare sempre nuove ispirazioni, ha curseur'. Per quanto tutti coloro che lo contato lui stesso, sono state le gesta oscono bene sapessero dell'impegno mpiute da un suo trisavolo illuminato, uso insieme alla sua 'musa ispiratrice', moglie Anna Maria, nelle attività cenzo, la cui complessa storia personale uore a soli 42 anni, il 30 ottobre 1777, per tropiche e assistenziali svolte dalle sue dazioni e associazioni che portano il elenamento - ha giustificato la scrittura e nome (di cui una a Monaco) ecco che, zione di questo volume presentato nel so di questa serata, il cui pretesto ha curato il partenariato triennale che messo anche di celebrare l'emissione di sente di sostenere (finanziariamente) l' rancobollo monegasco (emesso il 7 ego dell'arte-terapia sui giovani meno embre 2021, n.d.r.) dedicato ai 60 anni (come li chiama lui) ricoverati al arto psichiatrico dell'ospedale a morte di Carl Gustav Jung, uno dei ri della psicoanalisi nonché mentore per cipessa Grace di Monaco, ma anche anni, in Svizzera, del professor Gaetano gli adulti presi in carico presso l'Unité Psychiatrie et de Psychologie Médicale edetti Gaglio, fratello del nostro Eugenio. PM) della Roseraie (a Fontvieille), il 'Lettera immaginaria' o 'Lettre


possiedono grazie alla curiosità, lo studio, la spettacolo, ha dato prova di essere anche un ottimo oratore giacché il suo intervento lettura, e l'impegno costante che muove la ha catalizzato l'attenzione di tutti gli passione per la vita, così forte e vigorosa da spettatori, soprattutto mentre narrava con far sembrare facile imprese personali e nonchalanche dei misteri e delle varie professionali invece ricche di ostacoli. Del ipotesi che ancora avvolgono la resto, fino ad oggi solo lui, Eugenio Benedetti scomparsa del trisavolo Vincenzo, Gaglio, ha il merito di aver agevolato non solo intellettuale illuminato del Settecento il gemellaggio tra Viterbo e la città di Luoyang siciliano, avvenuta stranamente il giorno - così, per dire - ma anche di essere stato successivo alla redazione di un testamento omaggiato per i suoi 70 anni, direttamente dal nuncupativo. Ma di lui, senza voler Governo cinese, di una scultura in marmo ripercorrere la genesi delle sue gesta, in bianco che riproduce in scala 1:3 le fattezze questo volume di 341 pagine, Eugenio è della Barca Imperiale Cinese, realizzata in riuscito a farne ben altro, memoria di Ci Xi, Pu Yi , Chou En-lai e dei contestualizzando ad oggi le intuizioni del grandi protagonisti della storia della Cina, suo antenato in quanto 'fu capace di intesa anche come opera che simboleggia la riprendere quel filo rosso che già gli pace e la collaborazione tra i popoli imperatori del Sacro Romano Impero d'Occidente e d'Oriente. Il manufatto, che avevano intessuto con la Cina''. Così, tra dotte e colte citazioni, il Cavaliere ha sfoderato in poche battute l'asso nella manica e, dopo aver accennato ad un altro suo libro (C'era una volta il KGB), ha citato il 'Sarcofago di Fedra', oggetto di studio di Vincenzo che, per i risvolti e le intuizioni svelate, non intendiamo spoilerare per non perdere il gusto della scoperta narrata nel capitolo centrale del volume, il quinto. In fondo aver scritto un libro prendendo spunto da vicende familiari realmente avvenute con l'artificio di una ipotetica lettera indirizzata ai posteri non è nuova. Ma non è questo il punto. Infatti è quantomeno innovativo volersi riappropriare pubblicamente del proprio passato remoto citando in ogni sua opera i principali episodi personali e professionali, riuscendo a dimostrare chiaramente che


nellate, si trova almente sulle dici sul Monte ino, all'interno a tenuta di t'Egidio, a ano, e nello to del suo prietario, è essibile al blico. Perché, a, le belle cose ondividono: mma come lui, suno!




Italiani il Residenti con 75% dei all'Estero, rappresentanti che hanno di manifestato sesso la volontà di votare. Per sapere chi femminile. sono gli altri Stiamo candidati parlando vi invitiamo della lista a cliccare ITALIANI sul sito dell'Ambasciata d'Italia a Monaco. MONACO, candidata come le altre per il rinnovo Solo per la cronaca, alla elezione, avvenuta nel 2014, sono state validate 2125 schede delle cariche in seno al COM.IT.ES del elettorali, ed il più votato (nominato d'ufficio Presidente) ha totalizzato 182 preferenze. Principato di Monaco. A conquistare i dodici seggi, però, saranno solo coloro che riceveranno il maggior numero di preferenze. A decidere chi saranno, democraticamente, saranno AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

lista più rosa di tu e, ITALIANI MONACO


L'incontro: Benede a Brache i Pere i

naco. ntuosa artista del vetro che idents A Étrangers parlarcene de la Monaco nostra frizzante resta una (come sfera sempre) di cristallo, Alba La Calce che l'ha ontrata per noi nel corso del vernissage di lancio della sua mostra monegasca. otica enedetta Brachetti Peretti ed elegante, omaggio dell'artista Benedetta Brachetti ebbe stata forse una hippy etti che, proprio nel Principato di Monaco, a sette mesi dalla mondo figlia dei fiori, come mparsa dell'amata zia Elsa (Peretti),nota disegnatrice di elli tessa, sorridendo, ci per Tiffany & Co, ha avuto l'onore di inaugurare il AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA fessa. Ed in fondo, AAAAAAAAAAAAAAAAAAA st’ultima giocosa gestione non si allontana po dalla realtà di st’artista che si nutre di azioni lontane, della grazia fiori che adornano le sue azioni di vetro e cristallo, di parenza, dell’equilibrato ange di fragilità e tempra emana dalle opere come a sua allure. Fortissima pparenza, ma ricca di mature in controluce, proprio me gli incantevoli bassorilievi il silicio scava e disegna sui vasi. Certamente unica, me ogni suo pezzo.

guaggio segreto dei fiori, di racconta d’essersi amorata a seguito della


il suo punto di partenza e d’arrivo, nel complesso lavoro di realizzazione di ogni singola Murano è ormai la sola custode in Europa e di cui al mondo esiste una sola scuola in opera perché, ci spiega, la sovrabbondanza barocca non può coniugarsi con la natura Massachusetts -, raffinate forme di vetro e essenziale e pulita del vetro. cristalli si adornano di motivi stilizzati ispirati alle raffigurazioni floreali dell’antico Egitto, alle trame orientali di arazzi e tappeti o alle canne di bambù, steli e petali che ci trasportano in Cina o al debutto del secolo passato. Con entusiasmo e precisione, Benedetta ci spiega come, dopo aver rivestito gli oggetti di fogli di carta su cui sono ricalcati i suoi disegni, il getto di silicio, dentro una stanza isolata, scava in profondità il vetro, realizzando motivi che sembrano muoversi


sentono di giocherellare con le dita piuttosto che cedere alla tentazione démodé di una ose dentro le rotondità parenti delle forme e che retta ». atto si sentono ruvide o bide, più piatte o più cave, ondo la mano sapiente artigiano. averso questa rara nica, appresa dal suo estro Cesarini Couvre, ha realizzato tutti i 25 pezzi osti al CREM in occasione a « XXI Settimana della gua Italiana nel Mondo » u commissione, la gner realizza richieste ed e dei suoi estimatori.

nterno della collezione, ci iscono, accanto alle gnifiche coppie di vasi con iri e di vasi porta-ghiaccio, he i preziosi doppi calici, nti dalle spire di un


farfalle luminose e stemmi nel cristallo e abbiamo scoperto che la nostra artista si diverte a stabile ed ogni materiale, ci spiega, richiede un approccio diverso e, talora, la tecnica più lineare del laser deve pure venire in soccorso per ottenere l’effetto desiderato. girare l’Europa per recuperare i preziosi resti di gioiellerie o negozi di d’antiquariato dismessi, com’è avvenuto a Parigi, dove ha acquistato un’importante partita di piccoli ed Proprio di cristallo nero sono le famose scatole-scrigno di Benedetta, impreziosite da autentici tesori. intarsi e gemme, diamanti e piccoli cristalli colorati incastonati come mosaici, a dar vita a disegni raffinati e pieni di charme. Scatole gioiello per custodire gioielli, queste di Benedetta e, forse, non è un caso, visto lo stretto legame familiare con l’illustre Elsa Peretti, sua zia di parte materna, che, com’è noto, e’ stata la più grande creatrice di gioielli per Tiffany & Co. Di lei ci racconta la fascinazione subita da ragazza, le grandi valige straripanti di ogni meraviglia possibile provenienti dalla Cina o dal Giappone ; ci racconta di una donna eccentrica e creativa, libera e difficile, figlia di un’epoca iconica che ormai non c’è più. Benedetta, radicata a Roma con la sua famiglia ed il suo atelier a due passi da Villa


ottobre 2021), in omaggio a Dante Alighieri, di cui si celebra la memoria a 700 anni a sua scomparsa, ha però realizzato un pezzo molto speciale: una sfera dentro cui mbrano fluttuare i celeberrimi versi, incisi in corsivo, del Poeta : « l’amor che move il e l’altre stelle».


dentro lo spazio Creatività che non si arresta e che, per quanto attiene al suo prossimo futuro, come ci cosmico evocato anticipa, mirerà ad esplorare nuovi materiali, quali l’argento e la ceramica, da plasmare, nelle famose quest’ultima, in prima persona con le mani e tutta la passione dell’esuberante designer. E terzine, fluttuano a noi, dopo tutto, del nostro incontro non restano che i ricordi di queste tre giornate come la luce che monegasche immortalate in queste foto che condividiamo con voi lettori di QEtaglia gli intarsi MAGAZINE. (Foto by AMP Monaco/Salvatore Rugolo) del vetro e li fa vibrare in riflessi sempre nuovi. Fluttuano, come la nostra Benedetta Brachetti Peretti, nel suo abito cobalto, tra la


te, ci illuminiamo d'immenso con il so all'insù?


atmosfera pre-natalizia nonostante siamo ancora a novembre. La colpa, o la fortuna, è che a contribuire ad alimentare questa suggestione è sufficiente camminare con il naso all'insù e godersi uno spettacolo fruibile appena il cielo imbrunisce. Si tratta delle note installazioni intitolate ' LUCI D'ARTISTA 2021-2022 - XXIV EDIZIONE' che, dal 29 ottobre fino al 9 gennaio, illumineranno 25 luoghi della capitale sabauda. Ed in effetti questo è il primo appuntamento del cartellone Contemporary Art 2021 che consente a Torino di trasformarsi magicamente in un museo a cielo aperto, a beneficio del pubblico e dei visitatori che potranno così apprezzare le varie e diverse opere dislocate nell'area urbana Torinese. In effetti, però, queste luminarie non sono semplici impianti decorativi bensì vere e proprie creazioni luminose, di cui 14 sono allestite nel Centro città e 11 nelle altre Circoscrizioni. Volete sapere dove sono? Semplice, basta cliccare qui per godersi queste meraviglie che non smettono mai di stupire non solo i turisti ma gli stessi torinesi che di opere d'arte se ne intendono per davvero. Enjoy!


o resa conto che Facebook è diventato definitivamente il mezzo scelto dal Governo di ket, creato la scorsa estate su

u Rocher ed il fenomeno del data breach naco per pubblicare foto e comunicati stampa, materiali cioé che poi vengono distribuiti EGRAM, è stato lanciato,

me editore e giornaliste (chi cessivamente alle testate accreditate del Principato. Così, se per caso non apro le mie ail ma scrollo i post del social media ribattezzato recentemente dal suo fondatore Meta ve è Maria BOLOGNA) ho minutivo di metaverso) riesco già a capire se vale o meno la pena di approfondire ttuto seriamente se andonare altri social media omento per scrivere un pezzo sulle attività delle associazioni no profit locali, per mpio, o dell'amministrazione ma anche del Comune o del Consiglio Nazionale di dedicarmi esclusivamente a naco, benché quest'ultimo sia più attrezzato di altri visto che spesso usa la propria lli emergenti. Pensavo di farlo solo per il mio lavoro, ma ina per trasmettere in diretta le assemblee plenarie dell'emiciclo. In realtà però, in he per il resto, visto che il sato erano i cinguettii di Twitter, con tanto di foto annesse più o meno pertinenti, a dare ensazione che ci fosse una immediatezza nelle comunicazioni istituzionali e, viste le cipato di Monaco si è ettato sul digitale a tutti i uzioni di questo intrigante strumento dove vale più il contenuto con tanto di # che li, pure per informare i e, credevo sarebbe stato sempre più utilizzato dagli opinion leader di Monaco. Ed ce mi sono sbagliata. Nonostante l'introduzione di una nuova estensione di Twitter ces, molto utilizzato all'estero ed in Italia in ambito giornalistico, l'utilizzo dei post mite l'uccellino blu nel Principato, nonostante tutto, si limita a riproporre quello già blicato su Facebook. A onor del vero, neanche durante la recente Buckmesse di ncoforte, Twitter è stato impiegato a dovere. A pensarla diversamente, però, sono stati nonimi fondatori del profilo LE DOSSIER DE MONACO che, da settembre di st'anno, avevano iniziato a collezionare una serie di testate da seguire, per poi inviare,


libri aperti dislocati ovunque, consultabili da chi riesce ad infrangere barriere di sicurezza. i messaggi non letti poco tempo fa. Il testo, scritto due volte, non era però indirizzato al mio profilo professionale Ma senza una legge imposta dal diritto internazionale che mira alla difesa dei dati, in (AMP Monaco) bensì proprio a me. In breve l'autore grado di sanzionare lo Stato che ospita server asserviti ad operazioni illeciti, è impossibile chiedeva di condividere dei documenti segreti avuti contrastare il fenomeno del data breach, anche nel blindatissimo Principato di Monaco. fortuitamente, e faceva riferimento ad un club segreto creato da più di 10 anni, composto da personaggi influenti del Principato di Monaco il cui obiettivo mirerebbe a 'servire i propri interessi politici e finanziari'. Non so gli altri ma non avendo dato seguito a questa richiesta, ricevuta il 5 ottobre scorso, non mi ha sorpreso vedere come la vicenda si sia sviluppata e, ovviamente, non è mancata nemmeno la reazione del Principe Alberto II di Monaco, resa pubblica solo attraverso una dichiarazione pubblicata il 28 ottobre scorso sul quotidiano Monaco Matin. Non è la prima volta che la credibilità dell'amministrazione del Paese retto dai Grimaldi vacilli di fronte a vicende di corruzione controverse. Correva il 2010 e Robert Eringer, già allora, aveva reso pubblici alcuni documenti in cui si evidenziavano strane connessioni tra individui vicine al Principe Alberto II di Monaco e affari poco nobili, diciamo così. Questo per dire che, per quanto la giustizia sia chiamata a dare corso a denunce e ricorsi, in questo mondo digitale così fluido, diffondere informazioni di qualunque sorta potrebbe destabilizzare rapidamente qualunque governo che non abbia strategie di difesa preparate con largo anticipo. L'unica soluzione logica, a mio avviso, è immaginare l'impiego dell'AI nell'intercettare la liceità di certi siti invece di ignorarli, perché a posteriori invocare la privacy, quando anche le app sono aperte ad ogni sorta di infiltrazione sui nostri telefonini, non serve a granché. Va bene la libertà di espressione ma serve sempre ricordare che, come già affermava William Shakespeare, “Due persone possono serbare un segreto


Fondazione Principe Alberto II: 15 candeline ortanti ONG mondiale per le sue attività a favore della protezione dell'ambiente. Merito e di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco, paladino 'green' che, ad un anno dal suo celebrate in grande stile

diamento al Palazzo come Capo di Stato e regnante, ha cercato di promuovere con o anticipo rispetto ai tempi un nuovo rapporto con la natura e le varie specie con cui dividiamo la nostra Terra. La FPA2 è diventata pure riferimento per coloro che si upano di preservazione dell'ambiente e di educazione allo sviluppo sostenibile su scala ndiale. Fino ad ora ben 700 progetti, dedicati su tre aree principali (cambiamento atico, biodiversità e acqua) sono stati realizzati. Quelli che quest'anno sono stati nuti meritori hanno ricevuto l'ambito premio questo 29 ottobre 2021, al Grimaldi Forum Monaco, di fronte ad una platea gremita ma 'safe' visto che l'accesso, per quanto uito, era consentito ai solo possessori di Green Pass o con esiti negativi di PCR o genici in corso di validità. "Ho creato questi premi per mostrare il mio sostegno a mini e donne eccezionali che si impegnano a salvare il nostro pianeta" ha affermato il rano nel corso di questa 14a cerimonia annuale dei Planetary Health Awards, giacché al 2008 che questa cerimonia è organizzata per rendere omaggio a personalità e anizzazioni di spicco per il loro profondo impegno nella conservazione del nostro neta. La cerimonia è stata seguita dall'attribuzione di borse di studio agli studenti IPCC a sostegno delle loro ricerche sul cambiamento climatico e sui suoli viventi. In


gestione delle risorse Principe Alberto II di Monaco, la serata si è accompagnato durante questo percorso. "Quello che ho sentito in questi quindici anni, è la chiusa con l'esclusiva performance a tema misura in cui tutte queste persone dipendono da un destino comune, che si chiama idriche, e che sono: ambientale "The Way of the Rain - Hope for Pianeta Terra. È per loro che agiamo, è grazie a loro che progrediamo ed è con loro che - 2021 Water Award: Earth" creata da Sibylle Szaggars Redford e avremo successo. Perché la protezione dell'ambiente riguarda sempre gli uomini e le Autumn Peltier, attivista con la partecipazione speciale dell'attore donne". Il Principe Sovrano ha poi attribuito i Premi Salute Planetaria della Fondazione dell'acqua pulita hollywoodiano Robert Redford. "È Principe Alberto II di Monaco in ciascuno dei titolari selezionati nei tre campi d'azione - Premio Cambiamento emozionante pensare che dietro i settecento prioritari della sua Fondazione: la lotta contro il cambiamento climatico, la conservazione Climatico 2021: progetti diretti o sostenuti in questi anni, grazie GreenWave rappresentata ai 90 milioni di euro impiegati, abbiamo potuto da Bren Smith, cofondatore proteggere più efficacemente decine di specie, - 2021 Premio Biodiversità: contribuito a salvaguardare centinaia di IPBES rappresentato da ecosistemi e aiutato migliaia di nostri Dr. Anne Larigauderie, contemporanei" ha sottolineato S.A.S. il segretario esecutivo Principe Alberto II di Monaco prima di rivolgere Foto: ©Axel Bastello/Palais Princier // ©Jean-Charles Vinaj/










mo Campionato di Monaco E-Kart, nato da sette anni di esperienza acquisita durante la Indoor Monaco. Allestita sul circuito del Parking des Pêcheurs, a concretizzare questa a è il 37enne pilota monegasco Clivio Piccione e il team MEKC che lanciano il mpionato di Monaco E-Kart dal 13 al 28 novembre. Tre le categorie e 12 le gare che si geranno a partire dal 2022, in 12 città individuate tra la Francia e l'Italia. Con il 1° mpionato Monaco E-Kart esordisce anche il Team Monaco, una squadra sportiva gettata per promuovere la pratica del karting per tutti; e il concetto di Kart Indoor naco già basato sull'uso del kart alimentato da motori che variano da 7kW a 25kW a onda della categoria. I tre fine settimana dedicati alle selezioni sono sabato 13 e menica 14 Novembre per la categoria EK3 Mini (candidati dai 7 anni agli 11 anni); 20 e Novembre per la EK2 Junior, (da 10 anni a 14 anni massimo); ed infine 27 e 28 embre 2021 per la EK1 Senior, dai 14 anni in su). Su un massimo di 100 candidati a saranno forniti sia il casco che il collare, ben 12 saranno i finalisti selezionati ed invitati areggiare. Il vincitore potrà poi partecipare gratuitamente a tutte le gare previste in ndario. Per iscrizioni ed informazioni: www.MEKC.org.

Principato di Monaco


(Copyright f Eric Mathon / palais princier)

Princesse Charléne di Monaco. A volerlo sono stati proprio loro, gli sportivi che vivono nel e tenetevi liberi perché, per un intero giorno, il Principato di Monaco si trasforma nella capitale internazionale del Principato, desiderosi di condividere la propria esperienza professionale e di offrire un ciclismo accogliendo i protagonisti assoluti di questa punto di incontro tra il ciclismo come disciplina sportiva e il ciclismo come stile di vita. Tra i disciplina, i campioni mondiali che scendono sul piazzale leader e promotori Matteo Trentin, attivo da anni nel perseguire le pratiche da applicare per del Porto Ercole per insegnare ai bambini ed ai giovani la sicurezza stradale, che proprio a Monaco intende sensibilizzare i bambini ad amare l'utilizzo corretto e sicuro della bicicletta. Ma non solo. questo sport a 360°. A lui si sono associati altrettanti campioni e colleghi tra cui Sonny L'iniziativa, organizzata da AWE International Group UK, Colbrelli, Elia Viviani, Tadej Pogacar, Primoz Roglic,Philippe Gilbert, Tim Wellens, Michael Valgren, Matej Mohoric, Lizzie Deignan, Geraint Thomas e molti altri che, proprio domenica 28 novembre, si dichiarano pronti a schierarsi alla partenza fissata su circuito cittadino più glam del mondo, per una kermesse unica ed emozionante, inserito tra l'altro nel calendario ufficiale UCI 2021. Previsto anche un Criterium che invita i partecipanti a sfidare i più grandi campioni del momento su un percorso cittadino tracciato per l’occasione. Il programma prevede inoltre lo svolgimento della Pro/Am Charity race nella quale, 5 team composti ognuno da un ciclista professionista, da un Ambassador della (FPC) e da due ciclisti paganti, possono gareggiare. Per l'occasione l'area riservata alla manifestazione consente inoltre, chi lo vuole, di pedalare senza la presenza di vetture sulla strada. L'obiettivo degli organizzatori è chiaro: creare un evento che si possa ripetere ogni anno, individuando di volta in volta - sempre sotto l'egida della Principessa Charlene di Monaco e della fondazione eponima - progetti di beneficenza da sostenere e finanziare attivamente attraverso l'evento, coniugando i valori dello sport con quelli della solidarietà. Inoltre dopo il Criterium è prevista pure una conferenza dedicata ai temi della soft mobility e sull’educazione stradale, oltre l'occasione per ricordare Michele Scarponi, vincitore del Giro d’Italia 2011, scomparso nel 2017 a causa di un incidente in allenamento. Infatti è proprio alla Fondazione a lui intitolata, che sarà destinata una parte del ricavato di questa prima edizione di BeKING. L'altra parte, invece, è per le attività della FPC. L’evento si conclude con un Charity Cocktail Party e un’asta benefica imperdibile.

del ciclismo mondiale

Per saperne di più: www.bekingevents.com


CREM: un percorso gastronomico del 'Made in Italy' d'eccezione

aperitivo rinforzato con prodotti ornie di stagione che ci invitano ad approfittare di un momento conviviale per a tradizione di qualità potrebbe dividere tra amici momenti in cui il gusto si esalta con gli odori ed i sapori di stagione. ere occasione, anche nel cipato di Monaco, di scoprire ed rezzare quello che all'estero, più utti, ci invidiano: la buona cucina de in Italy'. E' così che è nata a, un format confezionato ad hoc associazione Monaco Italia b, realizzato in collaborazione il gruppo Gusti Italiani BALU e Comptoir de Nicole. Si tratta di un inale 'Itinéraire gourmand avec duits italiens d'exception' stito mercoledì 17 novembre, e 18h30 alle 21h00, presso la e del prestigioso Club des idents Etrangers de Monaco. I mbri del CREM ed i loro invitati o i principali fruitori di questa ata gastronomica. Ma sono ponibili ancora alcuni ticket. saperne di più scrivere a: @monacoitaliahub.com


Arte Aborigena a Monaco, tra citazioni e abituati ad esposizioni discrete ma sempre straordinarie. Merito del suo titolare che sceglie cosa ospitare nei suoi spazi ma forse, ancora di più, della sua curatrice che dal scoperte psichedeliche

suo profilo Instagram illustra, commentandole con minuziosità, le opere che questa volta sono un omaggio ai grandi maestri contemporanei della pittura aborigena. I capolavori, minuziosi mosaici puntiformi, costituiti da gocce di colore impressi con le dita sulla tela, compongono colorate immagini ipnotiche, alternandosi a sculture e composizioni ricordano le immagini più moderne delle grafic novel, fondendo immaginari personaggi manga provenienti dalle leggende millenarie ad artefatte atmosfere futuristiche e coinvolgenti. Sembra quasi che ogni singola opera esposta in questa collettiva monegasca sia la testimonianza di come i simboli, a cui fanno riferimento le culture religiose preziosamente conservate nella cultura popolare aborigena, possano ritrovare splendore in forma cromatiche diverse, dove ogni dettaglio nasconde un messaggio e l'insieme racconta storie la cui trama è tutta da interpretare. Tra tutti gli artisti, chi più riesce a riscrivere antropologicamente questo folclore intriso di miti e leggende della società contemporanea, è l'artista che ha interpretato il concetto psichedelico del 'Dreamtime', con maggiore enfasi. Si chiama Brice Poircuitte e a Monaco espone per la prima volta. 'LES GRAND MAITRES DE LA PEINTURE ABORIGENE'. PRIVATE GALLERY fino al 21 gennaio. Entrata libera. Telefonare per appuntamento: 00377 92.05.23.21.


elmente dal 2007, è anche la EFG Private Banking'', che si unisce all'iniziativa dei Nasi o Patronato di S.A.S. il cipe Alberto II, l'attesa e si, giunta quest'anno alla sua 17a edizione. izionale "Journée RCHÉ PARTECIPARE A QUESTA AZIONE? négasque des Nez uistando con 2 euro una pallina di gommapiuma (il famoso naso rosso che spesso uges", ideata ed amo svettare sulle antenne delle auto, l'associazione di Frankie s'impegna ad aiutare anizzata dall'associazione mbini malati, disabili e/o nuclei familiari di Monaco e della regione PACA che sono in s enfants de Frankie". coltà. Chi lo fa anche quest'anno è invitato a esporre la pallina, anche quest'anno nei ento, da 6 anni reso ri del Principato ma decorata con un nuovo emoticon, sul proprio veicolo esattamente sibile con la collaborazione dicembre, il giorno in cui si celebra San Nicola, Santo patrono dei bambini. a Smiley World Limited, è VE TROVARE IL TUO NASO ROSSO 2021? izzata per raccogliere Principato: di utilizzare per sostenere ermercato Carrefour: dal 29 ottobre al 19 novembre 2021 incluso mbini che hanno bisogno di sponibile per l'acquisto nel Principato e nelle città vicine dal 2 novembre al 6 dicembre,

anche uffici postali, farmacie e aziende partner. La lista esaustiva è disponibile su w.lesenfantsdefrankie.mc. ociation « Les enfants de Frankie »

occupa dello sviluppo dei bambini assistiti dall'associazione, circa 4000, attraverso te educative, culturali e terapeutiche

uta anche a migliorare la loro vita quotidiana finanziando progetti personalizzati come quisto di attrezzature mediche o di trasporto, la creazione di spazi adattati alle loro enze. Il tutto grazie a generosi donatori ed i tanti volontari che dedicano tempo e nzioni alle varie attività organizzate dall'associazione durante l'anno.




pluriennale esperienza nel settore dell'editoria, per la vendita di spazi ed inserzioni pubblicitarie La rivista di riferimento è un periodico digitale dedicato al lifestyle, cultura e società, con articoli multimediali realizzati e centrati sull'attualità del Principato di Monaco e della Costa Azzurra, attraverso interviste a personaggi di spicco. Idealmente, il candidato è un agente plurimandatario, già in possesso di un portafoglio clienti selezionati per serietà ed affidabilità. In esclusiva offriamo la possibilità di promuovere in Italia i servizi offerti sia da AMP Monaco che dall'associazione MIH. E' richiesta la conoscenza della lingua francese. Per informazioni: info@qe-magazine.com.





Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.