Page 1

QE-MAGAZINE WEB #38 Anno 4 -5 dicembre 2019

principe Alberto II di Monaco con il Presidente francese Emmanuel Macron@ GaĂŤtan Luci / Palais Princier


QE-MAGAZINE #38 5 dicembre 2019

L' editoriale by Maria BOLOGNA

Come preservare la qualità della vita a Monaco? Se lo sono chiesti in tanti ma, si sa, a contare in contesti istituzionali sono solo dati certi e precisi. Per questa ragione l'incarico a fidato dal Consiglio Nazionale di Monaco ad una nota società di sondaggi francesi riveste un'importanza non trascurabile. E, grazie alla trasmissione in diretta sulla pagina Facebook dell'Emiciclo monegasco, lo scorso 3 dicembre, il responso è stato comunicato senza filtri e mediazioni. Del resto, per quanto il Principato di Monaco sia un piccolo Paese non può esimersi da critiche e polemiche quando da una parte si ha lo Stato/Governo che non ritiene necessario approntare una politica urbanistica di sviluppo, o meglio un piano regolatore in grado di evitare sovra follamenti di cantieri; e dall'altro si vive l'urgenza o meglio la necessità di proiettare verso il futuro una città che è resistente al cambiamento quando non ci sono benefici immediati. Ovvio che, nel complesso, vengano fuori i malumori causati da rumori assordanti con i noti disagi provocati dai numerosi cantieri e la conseguente circolazione stradale compromessa. I dati emersi che inquietano non © DR sono solo l'espressione dei monegaschi ma anche dei residenti ed i dipendenti che a Monaco si recano tutti i giorni a lavorare. La sintesi dell'indagine di opinione consegnata al Consiglio Nazionale monegasco va ben al di là delle previsioni. Già. E poi c'è pure una buona parte della popolazione che dimostra un certo scetticismo all'impiego del 5G per mancanza di informazioni chiare ed obiettive - oltre a una certa propensione al desiderio di una navetta marittima, parcheggi condivisi e mezzi di trasporto comuni gratuiti per tutti. Eppure l'eterna ricerca di vivere in una città ideale a cui si riferisce un modello sociale esemplare passa per la concessione, con matrimonio, della nazionalità monegasca non a dieci, come normato dal 2011, bensì a venti anni perché "nei prossimi 50 anni il numero dei monegaschi potrà aumentale di oltre il 60%, arrivando intorno ai 14500 individui, centinaio più, centinaio meno" dicono. Il tutto accade mentre il Governo di Monaco inneggia ed accoglie la normalizzazione di leggi che regolano la digitalizzazione prevista dal programma #extendedmonaco, con l'introduzione della firma elettronica, e l'armonizzazione all' IDAS, strumento atto a supervisionare l'identificazione elettronica ed i servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno dell'Unione Europea. Ecco, il Principato di Monaco non è ancora associata all'Europa ma ne utilizza già il sistema digitale. Tuttavia, ancora non esiste la possibilità di accedere al telelavoro per mancanza di convenzioni con la Francia ed ancora meno con l'Italia, per quanto questo sistema limiterebbe tra fico, numero di pendolari e la richiesta sempre crescente di spazi per u fici. E a noi non resta che attendere l'ennesima trasformazione urbana, la metamorfosi di Fontvieille che 2027, grazie all'impiego di 300 milioni rivoluzionerà tutto. Non ci resta che attendere fiduciosi, voilà! www.qe-magazine.com, unico settimanale digitale in italiano del Principato di Monaco (Facebook, Instagram e Twitter), propone anche una versione stampabile del magazine digitale, ma ESCLUSIVAMENTE agli abbonati che ne facciano richiesta. Per maggiori informazioni scrivere a ampmonaco@ampmonaco.com. Tutti i numeri di QE-MAGAZINE.COM sono sfogliabili sulla piattaforma gratuita issuu.com/ampmonaco

1


#38

2

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


QE#38 5 dicembre 2019 5 dicembre 2019

Sommario PAG. 4: A Parigi l'incontro tra il Principe Alberto II ed il Presidente

francese Macron: intese ed accordi a 360° // Cecilia Bartoli: dal 1° gennaio 2023 diventa la prima donna a dirigere l'Opera di Monte Carlo // Ordine di San Gregorio Magno: qua ro riconoscimenti assegnati da SAS il Principe Alberto II di Monaco PAG. 10: Esprit monegasco per la prossima esposizione AIAP dedicata

alla...scienza! // Le parole che curano...POLVERI SOTTILI (prima parte) IL PIZZINO

PAG. 14 OPINIONI E PENSIERI IN LIBERTÀ: Ammaccati, non frantumati,

Domenico Bini: l`influencer che non ti aspe i PAG.16 Il cardinale Ravasi: “Testimonio la vicinanza del Dicastero vaticano

della Cultura a Liana Marabini”// Prodo i di eccellenza: rilasciati i primi 4 certificati agli ex feudi dei Grimaldi // MADE IN ITALY: arte e economia PAG. 20 MO i TO: L’ingrediente di questa pozione: la magia dei balocchi e la

sapienza degli abbecedari dell'800 // INCONTRI: Jin Ju

PAG. 22 Giuseppe Mazza presenza la sua, unica, Monaco Nature

Encyclopedia

SALUTE & BENESSERE

PAG. 24 PHAM: occhio alle...calze!

PAG. 30: FIM: a Monaco per festeg iare i campioni 2019!

PAG. 33 Action Innocence di Monaco: quasi tu o pronto per l'asta di Natale

più royal di tu e...

PAG. 36 HEBDO-AGENDA DE MONACO

..................................................................................................................................................................................................... 3


#38

A Parigi l'incontro tra il Principe Alberto II ed il Presidente francese Macron: intese ed accordi a 360°

Foto: © Principe Alberto II di Monaco con il Presidente francese Emmanuel Macron@ Gaëtan Luci / Palais Princier

E' stata una visita di lavoro quella organizzata per la delegazione del Principe Alberto II di Monaco, lo scorso 29 novembre a Parigi al Palazzo dell'Eliseo. Nel corso dell'appuntamento tra il Sovrano monegasco con il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron è stata riaffermata la profondità dei legami che uniscono la Repubblica Francese ed il Principato di Monaco, due paesi legati da consolidate relazioni diplomatiche che affondano le radici nel passato, nel corso della loro comune storia ed arricchita dalla costante cooperazione tra i due Stati. Pertanto, il naturale sviluppo del pool di lavoro franco-monegasco, oltre l' asserzione di grandi ambizioni condivise, non poteva non riguardare tematiche come la protezione di ambiente, la lotta ai cambiamenti climatici, la difesa di biodiversità e la conservazione degli oceani. Secondo la nota di Palazzo "il presidente della Repubblica francese e il Sovrano di Monaco hanno quindi ribadito il loro impegno a lavorare insieme, nella maniera più ampia ed efficace possibile, con particolare riferimento all' accordo di Parigi, e nella prospettiva della COP 25". Istituiti fin da ora, quindi, alcuni gruppo di lavoro legati alle attività della Fondazione Albert I, a cui fanno riferimento, tra l'altro, anche l'Istituto Oceanografico di Parigi ed il Museo monegasco. Per 4

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

quanto riguarda le questioni internazionali, invece, il Presidente Macron ed il Principe Alberto II, in merito al recente forum dell'organizzazione della Francofonia tenutosi al Grimaldi Forum - hanno, di comune intesa, deciso di proseguire il loro impegno nella prospettiva del cinquantesimo anniversario dalla sua creazione, in programma nel 2020 a Tunisi. Tra gli altri punti affrontati, tre attività in particolare sono stati stabiliti nell'ambito della cooperazione di interesse condivisa tra i due stati: la negoziazione di un accordo di associazione tra Monaco e l'Unione Comunità europea, con particolare riferimento alle intese già vincolanti tra il Principato di Monaco e la Repubblica francese, con riferimento alla modalità di cooperazione adattata alle necessità poste in gioco nel 21° secolo, ma in grado di tener conto delle specificità di Monaco nelle relazioni bilaterali; l'evoluzione della situazione dei cittadini francesi residenti a Monaco dal generazioni, conosciuti come "enfants de pays" che contribuiscono alla storia, al società ed economia monegasca; ed infine la vita quotidiana dei dipendenti francesi che partecipano direttamente alla sua dinamismo economico, interessati alla particolare la questione del loro possibile accesso alloggiamento preferenziale nei comuni limitrofi. Infine, il Principe Alberto II di S.A.S. ha rinnovato ufficialmente l'invito al presidente Emmanuel Macron e sua moglie a visitare presto il Principato di Monaco.

.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

5


#38

Cecilia Bartoli: dal 1° gennaio 2023 diventa la prima donna a dirigere l'Opera di Monte Carlo

Da sinistra S.A.R. la cantante Cecilia Bartoli, SAR la Princesse de Hanovre, e l'attuale direttore dell'Opera di Monte Carlo © Direction de la Communication – Charly Gallo

Aveva già accettato il 4 giugno scorso, giorno del suo compleanno. Ma l'annuncio ufficiale, come un fulmine a ciel sereno, è arrivato sul palco della Salle Garnier, martedì 3 dicembre, in presenza di SAR la Principessa di Hannover particolarmente sorridente per l'occasione: la mezzo-soprano Cecilia Bartoli subentrerà all'attuale direttore Jean-Louis Grinda dell'Opera di Monte Carlo, a partire da gennaio 2023, diventando la prima donna a ricoprire questo incarico. A proporla è stato lo stesso direttore uscente, presente anche lui al momento dell'annuncio: "Nel marzo 2019, dopo attente riflessioni, ho comunicato al Sovrano il mio desiderio di abbandonare le funzioni di direttore dell'Opera di Monte-Carlo. Occupando questa posizione dal luglio 2007 ho pensato che fosse giunto il momento di pensare il testimone a qualcuno che avesse idee nuove". E la candidata migliore non poteva non essere la Bartoli, già coinvolta pienamente come direttrice dell'orchestra barocca "I musicisti del Principe" dall 2016. Accettando questo incarico la Bartoli potrà ampliare ulteriormente i suoi orizzonti e le competenze musicali facendo appello al suo pesante bagaglio di esperienze. Ovviamente, dopo la convalida del Sovrano e di tutto il CDA dell'Opera, presieduta da SAR la Principessa di Hannover, la Bartoli non si è lasciata sfuggire questa opportunità offertale grazie al suo mentore e maggior sostenitore. Ma se la virtuosa mezzo-soprano sarà ovviamente libera di continuare la sua eccezionale carriera di cantante, per lei l'impegno previsto con questa nuova missione è, senza dubbio, un riconoscimento del suo talento artistico :"È un grande onore e una grande responsabilità, e voglio ringraziare di cuore per la loro fiducia, il Sovrano Principe, la Principessa di 6

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

Hannover e il Consiglio di Amministrazione dell'Opera. Grazie anche a Jean-Louis Grinda per la sua amicizia, per aver pensato a me e per la sua promessa di rimanere al mio fianco come consigliere dell'Opera", ha affermato Cecilia con emozione. Inoltre la cantante, chiarendo il suo attaccamento al Principato, ha aggiunto: "Ho debuttato a Monte Carlo con 'Il barbiere di Siviglia' nel 1989: ero all'inizio della mia carriera, e da allora ho mantenuto una certa affezione per Monaco. La Salle Garnier è probabilmente uno dei teatri lirici più belli del mondo, le sue dimensioni e la sua acustica sono perfette - un vero gioiello. Nel 2016 abbiamo creato I Musicisti del Prince con Grinda: in pochissimo tempo questa orchestra ha eseguito oltre 70 concerti, registrazioni e spettacoli d'opera in tutta Europa. Il pubblico e la critica internazionale hanno unanimemente accolto con entusiasmo la nostra iniziativa elencandola tra le 'migliori ensemble strumentali degli ultimi tempi', permettendoci di portare il nome di Monaco anche al grande pubblico ed i melomani della musica classica ... ". Bartoli ha poi concluso, non senza entusiasmo, commentando questa sua nomina: "Prendere la direzione dell'Opera di Monte-Carlo costituisce una nuova tappa in questa carriera, ma è anche la realizzazione di un sogno. Sarò la prima donna a ricoprire questo incarico, nonché la prima artista d'opera dopo Guy Grinda, il padre di Jean-Louis. Questo illustra perfettamente il mio motto, cioé bisogna 'nutrirsi di tradizione e portare innovazione!' Come è accaduto al mio arrivo, anche adesso sono piena di idee ed è con immensa gioia che metterò la mia creatività e passione per la musica al servizio dell'Opera di Monte-Carlo! ". Cecilia Bartoli ora ha tre anni per prepararsi con calma alla sua prima stagione e tutte le nostre congratulazioni.

Jean Louis Grinda, SAR la Principessa di Hannover , Cecilia Bartoli ed il Principe Alberto II di Monaco in occasione dell'ufficializzazione de 'I Musicisti del Principe', 2015. Foto G.Luci/Palais Princier

.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

7


#38

Ordine di San Gregorio Magno: qua ro riconoscimenti assegnati da SAS il Principe Alberto II di Monaco

Foto: Jean-Pierre Debernardi - Diocesi di Monaco

Fondato da Papa Gregorio XVI mediante il breve Quod summis, l'Ordine equestre pontificio di San Gregorio Magno precede quello di San Silvestro e risulta essere uno dei cinque ordini della Chiesa cattolica di prima classe. La sua consegna è riservata indifferentemente a uomini e donne che professino principalmente la religione cattolica, per il loro servizio alla Chiesa, o per impieghi straordinari in supporto alla Santa Sede e per il loro buon esempio presso le comunità e nel paese. I decorati attualmente godono di precedenze durante le cerimonie. Da qualche giorno, tra gli aventi diritto a questi ed altri privilegi, si sono aggiunte altre 4 personalità invitate alla cerimonia ufficiale, organizzata nella cappella dell'Agorà, la casa diocesana del Principato di Monaco, per la rimessa delle insegne in presenza di SAS il Principe Alberto II, incaricato a finalizzare la cerimonia per nome e ordine di Papa Francesco. Sono dunque cavalieri nell'Ordine di San Gregorio Magno Mons. Bernard Barsi, Arcivescovo di Monaco; René Croési; Roland Mélan; e Patrice Pastor. 8

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

9


#38

Esprit monegasco per la prossima esposizione AIAP dedicata alla...scienza! Anche quest'anno il Comitato Monegasque dell'A.I.A.P.- U.N.E.S.C.O. presenta

una selezione di opere ispirate al tema : "Artisti + Scienza". A decorare le sale, fino al 22 dicembre, sono previsti disegni, dipinti, foto, video, sculture, installazioni realizzate da artisti di professione - e qualche amatore - residenti a Monaco o nelle immediate vicinanze. Per questa edizione, ad essere invitati, 12 creativi provenienti da New York, ma che con il Principato hanno comunque qualche legame. L'idea di trattare il tema della scienza nasce da un'osservazione empirica, ossia nell'osservare la produzione di Leonardo da Vinci o di Albrecht Dürer, dei costruttivisti Pevsner, Gabo fino a Damien Hirst e Tomas Saraceno: è evidente che ci sono sempre state tante connessioni tra il pensiero scientifico sull'universo e l'approccio creativo degli artisti. Dalla nota degli organizzatori si apprende inoltre che gli effetti di questa relazione Arte / Scienza si ritrova inoltre sia "nella pratica che nelle domande poste da molti artisti contemporanei che come tema che ha ispirato numerose mostre importanti allestite negli ultimi anni perché questi problemi sono più che mai al centro delle preoccupazioni del nostro tempo". Tra tutte le opere esposte segnaliamo COEUR, foto digitale, edizione limitata 1/10, tiraggio su carta Fine Art, 100 x 75 centrimetri, proposta da Rita Saitta, a cui chiediamo se esiste una relazione tra la sua opera ed il tema della 'scienza' proposto quest'anno dall'AIAP. Lei ci risponde: "Non è infrequente che l'arte racchiuda in sè spazi che riguardano la scienza. Il cuore ad esempio, rappresentato dagli artisti del passato, nelle opere di Leonardo da Vinci, è spesso presente. Ma il Cuore é anche un immenso campo magnetico che racchiude il sé la coscienza. Apparentemente lontani, in realtà esso collega due mondi che sono la scienza e l'arte, dove la bellezza (l'arte) e la verità (la scienza) insieme portano alla conoscenza...". Insomma, una rivelazione tutta da scoprire! 10

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

11


#38

Le parole che curano...

POLVERI SOTTILI (prima parte) a cura di Salvatore Dimaggio

E’ facile credere che generazioni cresciute all'ombra del ricatto occupazionale abbiano ormai l'abitudine alla schiena china, allo sguardo basso. Eppure Taranto, figlia (illegittima, come illegittimi erano i Partheni che la fondarono) di Sparta e più potente città della Magna Grecia, ha una storia che non finirà soffocata da un turbinio di polveri sottili.

Ogni tanto le cronache ci ricordano che Taranto è uno dei più clamorosi monumenti al fallimento della pianificazione industriale ed economica italiana, ma sarebbe sbagliato considerare questa città unicamente come l'immenso lutulento dormitorio di un’acciaieria di rapina. Questa città ha una forza tutta sua, che compila un vocabolario alternativo rispetto a quello delle clientele e delle “percentuali accettabili di morti”. Un vocabolario fatto di lemmi sorprendenti. E’ il caso di citare il Vicario alla Pastorale della Cultura della Diocesi di Taranto. Si chiama Don Antonio Rubino e con i suoi martedì culturali cerca di mettere a fuoco con profondità le aporie che sono alla base di problemi usualmente affrontati solo a colpi di slogan. Nei martedì culturali si tenta di chiarire il senso di quelle parole che possono essere tanto giardini quanto prigioni in cui noi stessi parlando ci chiudiamo,come scriveva Dolf Sternberger.Prendiamoci un momento per riflettere: cosa c’è di più importante di una parola? Lo spiegava col solito autocompiacimento sornione Fellini: “mio padre voleva che diventassi un ingegnere, mia madre un arcivescovo, ma ho fatto di tutto per diventare un aggettivo". Nei martedì si parte dal testo antico “Quale ricco si salva?”, di Clemente di Alessandria. “Il Salvatore non ti ha dato l’ordine di farti pregare né di attendere di essere importunato, ma di cercare tu stesso quelli a cui far del bene e che sono suoi degni discepoli”. Il ricco è protagonista della carità poiché non è il povero che ha “avuto l’ordine di ricevere, bensì sei tu (il ricco) che hai avuto quello di dare”. I padri della Chiesa offrono modelli virtuosi di vita comunitaria all’insegna della solidarietà e dello scorgere nel povero, il Cristo. In Alessandria la carità e la condivisione erano strumenti di crescita spirituale della comunità cristiana. Ed oggi? Tali esperienze di vita evangelica, scartando il semplicistico “zèle compatissant” di Robespierre, sono attualmente percorribili? Sia consentito allo scrivente tornare con la mente al Pasolini degli Scritti corsari che con aspra chiarezza sottolinea la difficoltà di confrontarsi con l’irreligiosità del mondo di oggi: “...la réclame non verbale, e meravigliosamente lieve, fatta ai prodotti e all’ideologia consumistica, col suo edonismo perfettamente irreligioso (macché sacrificio, macché fede, macché ascetismo, macché buoni sentimenti, macché 12

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

L'Ilva di Taranto: foto Wikipedia

risparmio; macché severità di costumi ecc. ecc.)”. Ma dobbiamo abbeverarci per forza a questo fatuo edonismo? Non possiamo essere un po’ apoti (come definiva Prezzolini quelli che non se la bevono)? Ecco che allora il percorso di Don Antonio e dei suoi ospiti si snoda da papa Leone XIII, che nella Rerum Novarum (1891) cala la Chiesa nel confronto tra comunismo e capitalismo, a Giovanni Paolo II, che con le encicliche Laborem exercens (1981), Sollicitudo rei socialis (1987) e ‘Centesimus annus’ (1991) mette in guardia dal pericolo di ritenere che l'uomo debba piegarsi alle istanze della produzione e del commercio. L’approdo non può che essere Papa Francesco, infaticabilmente attivo nell’edificazione di un mondo diverso. Da poco, ricevendo in Vaticano i membri della Fondazione Guido Carli, sottolineava, che “l’economia rende un servizio al bene comune solo se legata all’etica”. Il Prof. Cucculelli, uno degli ospiti dei martedì culturali, ha rilevato che spesso si parla delle disuguaglianze come questione che spetterebbe all’economia risolvere. Ciò spoglia la politica delle sue potestà e mina alla radice il sistema democratico che necessita, per la sua sopravvivenza, di essere protetto dalle sperequazioni estreme che alterano la serenità nei processi decisionali e nel dibattito collettivo. In questo senso, sono state numerose le riflessioni sull’evento di marzo 2020 ad Assisi, Economy of Francesco, nel quale Papa Francesco accoglie giovani economisti e imprenditori di tutto il mondo per promuovere un processo di cambiamento globale attraverso un patto comune.Non lontano da quella Concattedrale di Giò Ponti (sono quarant’anni che ci ha lasciato come ricorda la splendida mostra del MAXXI) che rappresenta magnificamente una vela che non può e non vuole essere incatenata al molo, i prossimi martedì saranno un portolano all’insegna del dialogo interreligioso tra le fedi del mediterraneo. .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

13


#38

IL PIZZINO

OPINIONI E PENSIERI IN LIBERTÀ

a cura di Riccardo Pizzi

Ammaccati, non frantumati, Domenico Bini: l`influencer che non ti aspe i

Se non sapete chi sia Domenico Bini non fatevene un cruccio. Lui é un prodotto del web, o meglio, della visibilità che il web è in grado di regalare ai suoi allievi più devoti. Classe 1960, ex agente di polizia penitenziaria,con una passione per i rock, anzi, per l`heavy metal, ha iniziato a pubblicare su Facebook i video delle sue estemporanee composizioni qualche tempo fa e in breve è diventato famosissimo “sul web e nel mondo” (come lui stesso dice accompagnando le proprie performances). I suoi brani sono assolutamente estemporanei e basici, suona la chitarra usando power chords e i testi, in italiano, spaziano dall`impegno sociale a quello blandamente politico. Il suo volto è impassibile e manifesta una fissità inquietante, tuttavia, nonostante qualche invidioso saputello, ha conquistato una grande fetta di fans trasversali, di tutte le età. Non ha concrete velleità discografiche ed é per questo che piace. A dispetto del suo abbigliamento che non é esattamente quello che ci si aspetterebbe da una rockstar e delle sue performances, il maestro Bini viene percepito come onesto e candido, Elon Musk al TED 2017 : copyright Steve Jurvetson in un mondo musicale dominato dal dio denaro. Ha migliaia di follower e può a pieno titolo essere definito un influencer, almeno rispetto a tanti wannabe che si limitano a postare foto posticce. Bini é vero ed é onesto con sé stesso, nonostante i suoi maglioncini a rombi. In tempi recentissimi ha ricevuto invito da Barbara d`Urso per partecipare a Pomeriggio 5, ma il maestro Bini ha comunicato con un lapidario status sul proprio profilo Facebook che ha declinato l`invito. Come si fa a non volergli bene? (Immagini dal profilo Facebook di Domenico Bini) 14

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


IL PIZZINO

#38

.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

15


#38

Il cardinale Ravasi: “Testimonio la vicinanza del Dicastero vaticano della Cultura a Liana Marabini”

10 anni di passione e di risultati sorprendenti, mossi da una unica e straordinaria idea: dare spazio e visibilità ai produttori e ai registi di film, documentari, docu-fiction, serie tv, cortometraggi e programmi film che promuovono valori morali universali e modelli positivi. Per questa ragione, con la cerimonia di premiazione presso la Terrazza degli Aranci dell’Hotel Cavalieri, organizzata alla presenza dei finalisti provenienti da 11 Paesi diversi, in un respiro sempre più internazionale, la X edizione l’International Catholic Film Festival “Mirabile Dictu” è stato un vero trionfo. Il format, ideato nel 2010 dalla regista e produttrice Liana Marabini, quest'anno si è svolto dal 25 al 29 novembre ed ha contato, tra i suoi ospiti, personalità straordinarie. Tra queste il cardinale Ravasi che, durante il suo saluto introduttivo alla premiazione, ha desiderato testimoniare, una volta di più, la vicinanza del Dicastero che presiede, il Pontificio Consiglio per la Cultura, a Liana Marabini riconoscendo la sua capacità, "attraverso questi 10 anni e anche recentemente, di allargare l’arcobaleno delle arti: ha cominciato dal cinema, ma ha anche interessi nel mondo del libro. Quest’anno poi ha iniziato un nuovo percorso con la Biennale d’Arte Sacra…". Del resto, non è un mistero che il Festival, fin dalla prima edizione, gode dell’Alto Patronato del Pontificio Consiglio per la Cultura. Seguendo il filo conduttore, ossia la tematica a cui era ispirata questa edizione, l'eroismo dei sacerdoti, tra le migliaia di produzioni inviate (1500 pellicole esaminate, n.d.r.), si è distinto e ricevuto il Premio per il miglior film la pellicola “Otto Neururer, Hope Through Darkness” di Hermann Weiskopf 16

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

(Austria); miglior regista Derick Cabrido con il film “Clarita” (Filippine); miglior cortometraggio “Faces” di Ernő Zoltán Balogh (Ungheria); miglior documentario “J.R.R. Tolkien. An Unexpected Friend” di Ricardo del Pozo (USA). A decretare i vincitori una severa giuria presieduta dalla principessa Maria Pia Ruspoli, e composta dall’attore inglese Rupert Wynne-James, dalla produttrice televisiva italiana Oriana Mariotti, dal distributore e produttore austriaco Norbert Blecha, dal distributore francese HubertHenri de la Valière – ai quali è stato consegnato il Pesce d’Argento, ispirato al primo simbolo cristiano. Infine, assegnato anche il Premio speciale per l’Evangelizzazione della Capax Dei Foundation al film “Joseph Freinademetz, The First Saint to Ever Serve in Hong Kong” di Lai Nor Ngan (Hong Kong), pellicola in cui si narra della figura di Joseph Freinademetz, sacerdote austriaco, membro della Società del Verbo Divino, missionario in Cina a fine Ottocento, e proclamato santo da Giovanni Paolo II nel 2003. .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

17


#38

Prodo i di eccellenza: rilasciati i primi 4 certificati agli ex feudi dei Grimaldi

I primi certificati dell'etichetta Sites Historiques Grimaldi de Monaco sono stati consegnati lo scorso week-end a quattro artigiani che hanno partecipano alla 24a Fiera della gastronomia di Monte Carlo. Albert Croesi, Amministratore delegato di Monaco Inter Expo (MIE) e Thomas Fouilleron, Direttore degli Archivi e della Biblioteca del Palazzo del Principe, hanno sviluppato la carta e i termini e le condizioni per questa etichettatura di prodotti locali e del territorio, con l'obbiettivo di far scoprire e valorizzare le tradizioni e il know-how degli antichi feudi della famiglia Grimaldi. "Questa etichetta, che verrà apposta sui prodotti, è un'estensione naturale e logica dell'incontro dei siti storici dei Grimaldi di Monaco, la cui organizzazione ricade da due anni sugli uffici del il MIE. L'incontro dei siti storici dei Grimaldi di Monaco è, infatti, programmata per presentare ai visitatori la storia degli antichi "feudi" collegati alla dinastia Grimaldi e promuovere questi territori francesi e italiani, nonché i loro territori come patrimonio culturale ", ha affermato Albert Croesi. "La rete di siti storici Grimaldi di Monaco ha un potenziale di circa 150 comunità. I primi prodotti che abbiamo appena etichettato provengono da Valentinois e Matignon, territori con una raffinata tradizione gastronomica e legami secolari con il Principato", ha aggiunto Thomas Fouilleron. I prodotti certificati hanno soddisfatto criteri specifici: essere una produzione agroalimentare locale o artigianale in un territorio dei "Siti storici Grimaldi di Monaco"; ed essere un prodotto locale, una specialità gastronomica locale o un elemento di cultura immateriale, come ad esempio, potrebbe esserlo un gruppo musicale folcloristico. 18

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

MADE IN ITALY: arte e economia

“Made in Italy” non è una stazione radiofonica ma non è nemmeno una web radio. Potremmo definirlo un programma radiofonico settimanale in cui vengono presentati, con la formula del talk-show o infotainment, argomenti e tematiche raccontati da selezionati protagonisti delle eccellenze italiane del made in Italy. Ed è gratuito, per tutti: buon ascolto! Innovare l’impresa con l’arte. Il metodo della Fondazione Ermanno Casoli” è il titolo del

libro, edito da Egea, che si propone di diffondere buone prassi nell’organizzazione di interventi artistici nelle imprese attraverso l’applicazione, all’interno di importanti aziende italiane, del “metodo” messo a punto dalla Fondazione Ermanno Casoli. Per parlarcene oggi a “Made in Italy” uno degli autori del libro, Marcello Smarrelli, ospite di Marco Leone.

Ricordiamo a chi desidera ascoltare anche le altre interviste realizzate e diffuse in podcast da MADE IN ITALY, basta cliccare su www.madeinitalyradio.it

.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

19


#38

MO i TO: cocktail metafisico da gustare senza moderazione

a cura di Silvia Giordanino

L’ingrediente di questa pozione: la magia dei balocchi e la sapienza degli abbecedari dell'800

Cari lettori, per presentarvi questo MO i TO, vorremmo cercare di creare, come sempre, un'atmosfera sensoriale... Immaginiamo un Natale dei primi del '900 con anche gli stessi adulti rapiti dall'ingegno dei doni ricevuti dai bambini, magari mentre sorseggiavano un bicerin... E qui apriamo una parentesi su questa bevanda che prese piede proprio in quell'epoca. E' formata da tre ingredienti base: caffè, cioccolata e crema di latte, senza mescolare, ma lasciando che i vari componenti si fondano sul palato.

Con questa immagine negli occhi e dolcezza di gusto, vi portiamo ai giorni nostri presso il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia, a Palazzo Barolo (via Corte d’ Appello 20/c, Torino) dove vi aspettano circa settanta libri animati, illustrati, abbecedari e giochi in prevalenza Ottocenteschi e del primo Novecento che costituiscono l’affascinante percorso della mostra: “Tante teste tanti cervelli. Lanterna magica delle facce umane". Fra le curiosità anche un gioco ottocentesco progenitore dei moderni identikit ed un raro abbecedario del 1886, di grandi 20

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

dimensioni (50 x 62 cm), in cui si utilizza la fotografia al fine di cogliere in modo istantaneo il movimento delle labbra, collegandosi con molta probabilità alle esperienze avviate negli anni ’80 dell’Ottocento da Etienne-Jules Marey e Georges Demenÿ relative all’educazione dei sordomuti, prima dell’invenzione di qualche anno più tarda della cronofotografia. Tra i giochi, Le Jeu d’Ovide di fine Ottocento permette – attraverso un sistema di tiranti e rulli – di muovere striscioline di tela che rappresentano le varie sezioni del volto visto di profilo in silhouette, per costruire un identikit il più simile possibile a un dato ritratto o persona reale. Tra i materiali di inizio Novecento, un giocattolo mobile tedesco che rappresenta le diverse espressioni del volto dell’attore del cinema muto Harold Lloy. Sono presenti anche alcune postazioni multimediali dove è possibile visionare filmati o simulare il movimento delle figure attraverso applicativi sviluppati ad hoc. Sarà inoltre disponibile il Catalogo della mostra. La mostra rimarrà aperta fino all’estate del 2020 per poi confluire nel percorso stabile del Museo dedicato ai libri animati. In particolare, sarà visitabile ai partecipanti al Convegno Internazionale sul libro animato previsto a Palazzo Barolo nel febbraio 2020, che contestualmente darà l’avvio al Centro Studi Pop-App sul libro animato (promosso dalla Fondazione Tancredi di Barolo e dall’Università La Sapienza di Roma). Inutile dire che è un'esposizione da non perdere! .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

21


#38

INCONTRI: Jin Ju

di Silvia Giordanino

Sabato 23 Novembre gli AMICI DELLA MUSICA di Firenze al Teatro della Pergola hanno ospitato, per un pubblico di oltre 500 persone, delle vere e proprie star della musica Classica: Gabriele Pieranunzi al violino, i Philharmonia Chamber Players - Sara Oates, Fabrizio Falasca, Yukiko Ogura, Eric Villeminey - e Jin Ju al pianoforte.Il programma prevedeva musiche di Ravel, Franck e Chausson. L'incontro di QE magazine di questa edizione è con Jin Ju, considerata dalla critica internazionale una delle piÚ interessanti pianiste della sua generazione.

Foto: credito Alberto Mantegna 22

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

Nata a Shanghai, si è formata al Conservatorio Centrale di Pechino e all'Accademia Pianistica Internazionale di Imola. Molteplici sono i riconoscimenti e premi a lei attribuiti. Attualmente è Guest Professor al Conservatorio Centrale di Pechino, insegna presso l'Accademia Pianistica Internazionale di Imola e tiene Masterclass in Cina, Europa e Stati Uniti. Figlia di un musicologo, il suo amore per il pianoforte cominciò molto presto, all'età di quattro- cinque anni. La famiglia fece grandi sacrifici per farla studiare ma Jin,appena quattordicenne, ebbe un bruttissimo incidente in bicicletta. Si salvò, ma la funzionalità del braccio sinistro sembrava poter rimanere compromessa. I dolori erano insopportabili, ed i medici non le davano molte speranze... La giovane si rifugiava ad ascoltare Bach nel suo walkman.

Trova, ancora oggi, che Bach parli di Dio ed in questo modo così lei pregava tutto il giorno... piangeva sì, spesso da sola, forse perché, come diceva Marcel Proust: " le lacrime sono occupazioni che esigono una inviolabile solitudine." Ma i miracoli avvengono! Un giorno la madre di Jin riuscì a contattare un medico che usava la medicina tradizionale cinese. Si affidarono a lui e questa si dimostrò una scelta corretta, perché, dopo molto dolore, poco per volta, la mano di Jin cominciò nuovamente a muoversi... Ma veniamo ai giorni nostri...Al momento del concerto...Eccola in scena, esile ed aggraziata che prende il suo posto. Chi è solito andare ai concerti riconosce nel pianista quel momento magico e fuggevole quando le mani vengono alzate come ali di gabbiano per appropriarsi con maggiore o minore forza della tastiera. Basterebbe quel momento della nostra protagonista per renderla indimenticabile, per innamorarsi per sempre di lei...Ed ecco che produce quei suoni celestiali ben conosciuti da chi ha avuto la fortuna di sentirla in concerto. Noi spettatori ci ritroviamo a pregare che quella musica meravigliosa non smetta di fluire dalla nostra pianista a noi. Jin Ju, quanto conta la passione per un musicista? E' importante, certo, occorre avere tantissima passione e anche quel coraggio che ci viene trasmesso dai più grandi musicisti del passato, che spesso hanno avuto tanta sofferenza prima di arrivare al successo e...mai mancare di disciplina! Quanto e quali compositori studi? .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

23


#38

24

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

#38


Studio diverse ore al giorno e prima di un concerto tantissimo! Alla domanda su quale compositore studio maggiormente.. ascoltando la mia storia verrebbe spontaneo immaginare Johann Sebastian Bach. Invece no: eseguo Chopin ,Liszt, Beethoven, Brahms e tanti altri. Non mi sento ancora pronta per il mio sacro Bach. E per quanto riguarda i compositori del tuo paese? Amo anche compositori meno conosciuti come ad esempio Tan Dun, mio conterraneo: la sua musica è ricca di invenzioni timbriche , molto fresca e non convenzionale. in questo momento c'è una grande attenzione verso la musica cinese e questo per me è motivo di orgoglio. Quando tu suoni accade qualcosa di magico: c'è come una luce diffusa, un rapporto speciale tra te e il pianoforte. È vero, me l'hanno detto diverse persone, probabilmente quelle più sensibili …. ,quando io suono divento musica.... Beethoven diceva "da anima ad anima". Raccontaci un episodio particolarmente significativo della tua vita. Sicuramente, quando nel 2009 ho suonato in Vaticano per papa Benedetto XVI: c'erano oltre 5500 persone. Nella mia mente tutto sembrava quasi un film : tutta la mia vita, compreso l'incidente della mano.... lì, in quell'atmosfera, tutto sembrava rigenerarsi e rinascere! Ho riflettuto anche sulle coincidenze: nel 2009 io avevo 33 anni come Nostro Signore nell' anno della sua morte e resurrezione. Fu un grande onore essere arrivata in quel momento a quel livello... Dovevo dire grazie a molte persone, ma soprattutto a Dio. E parlando di premi? Ho vinto due premi prestigiosi con le mie registrazioni : uno con l’ attribuzione da parte della critica musicale tedesca di un " Echo Classic “consegnatomi a Berlino e un altro della prestigiosa" Chopin Society" a Varsavia. Quali sono i tuoi prossimi progetti? La incisione delle 32 sonate di Beethoven e l’esecuzione dei suoi Cinque concerti in Asia e in Italia. E la vita privata? Recentemente il Maestro Stefano Fiuzzi ( il marito n.d.r. ) ed io abbiamo celebrato il nostro quattordicesimo anniversario di matrimonio! Sappiamo che anche lui è nel mondo della musica: com'è la vostra relazione professionale? Bellissima, ma anche impegnativa: Stefano è il critico più severo delle mie esecuzioni. C'è qualcosa che ti rende particolarmente orgogliosa? Sì, insegnare sia a Pechino che a Imola, perché trasmettere la musica con molta passione è come trasmettere una una bella malattia contagiosa... Chiudiamo questa bella intervista con una domanda: lasciaci con un motto una frase, tua o che senti tale... "Fra Amore, Fede, Speranza, l'Amore è il più grande e quindi l'Amore vince sempre!" .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

25


#38

Giuseppe Mazza presenza la sua, unica, Monaco Nature Encyclopedia

di Daniela Nosenzo

26

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

E’ stata presentata giovedì 28 novembre all’auditorium Ranieri III l’enciclopedia in rete Monaco Nature Encyclopedia curata da Giuseppe Mazza, presidente dell’associazione e iniziatore dell’immenso lavoro di ricerca e classificazione. Insieme a lui hanno collaborato fotografi, scienziati e traduttori del mondo intero, per il piacere dei numerosissimi visitatori del sito. In presenza di numerose personalità del Principato, Giuseppe Mazza ha, nel corso di una breve conferenza, mostrato un “assaggio” dei tesori che il sito contiene: foto prese in tutto il mondo di esemplari del mondo degli animali, piante, funghi e altre forme di vita. Tra gli animali, dopo i primati, uno sguardo al mondo degli uccelli, tra cui spicca l’uccello del paradiso, ma anche il semplice passerotto. Ogni scheda contiene tutte le informazioni necessarie, e molte splendide foto. Alcune sono eccezionali, prese nel momento in cui gli animali si accoppiano, o mentre una coppia di rondoni pallidi cova le proprie uova. Di solito mentre un genitore cova, l’altro è a caccia di cibo. Altre sono foto quotidiane di animali che ci circondano, ma che hanno tutti particolarità ingegnose, concepite dalla natura per la continuazione della specie, e non del singolo individuo. Il mondo delle piante è vastissimo, le schede sono catalogate per famiglia, ma è anche bello navigare facendosi portare semplicemente dai colori, dalle forme. Molte piante, tra le quali anche i semplici cavoli, hanno forme che si sviluppano in base a formule matematiche, che si ritrovano anche nei disegni delle conchiglie. Molte foto sono prese qui , in Principato, in quei luoghi dove passiamo spesso, o sempre. E questa è la forza di Giuseppe, ha occhi da bambino, vede cose straordinarie e a colori, la dove noi intrappolati dalle convenzioni vediamo tutto in bianco e nero. Abitato da una infinita curiosità, ci invita a partire con lui alla scoperta del mondo che ci circonda. Esiste poi tutta una serie di foto panoramiche del Principato, tutte da guardare. Infine vale la pena ricordare che alcune delle foto piu belle sono state usate per concepire i meravigliosi francobolli del Principato. La presentazione è stata seguita da un cocktail. .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

27


#38

SALUTE & BENESSERE

PHAM: occhio alle...calze!

L'elastocompressione o contenzione elastica rappresenta, come è noto, un elemento fondamentale nella prevenzione cosÏ come nella cura dell'Insufficienza venosa cronica degli Arti inferiori e delle sue potenziali - a volte severe - complicazioni. Essa costituisce inoltre un utile presidio medico anche per individui che non soffrono di particolari problemi vascolari venosi ma che, in situazioni specifiche della loro vita ( lunghi viaggi in aereo,interventi chirurgici, gravidanza, parto e puerperio tra gli altri) vi fanno o dovrebbero farvi ricorso.

28

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


SALUTE & BENESSERE

#38

Allo scopo di fornirvi qualche precisazione in merito ecco una guida da utilizzare nel caso in cui il vostro medico vi abbia prescritto di utilizzare calze elastiche a) la prescrizione, la scelta di modello di calza e di classe di compressione risponde a precisi criteri medici; b) gambaletti, calze autoreggenti alla coscia e collant per ragioni preventive o terapeutiche NON sono intercambiabili o equivalenti; c) esistono calze RIPOSANTI , indirizzate piu' alla prevenzione e calze ELASTICHE, destinate sia alla prevenzione che alla cura; d) quando si trova sulla scatola delle calze la parola DENARI oppure la sua abbreviazione DEN, si ha a che fare con l'unita' di misura che indica il peso in grammi di 9000 metri del filo utilizzato per realizzare la calza stessa. Pertanto una calza di 70 DEN, ad esempio, corrisponde a un peso di 70 grammi equivalente ai 9000 metri del filato con cui è stata realizzata. Maggiori sono i DEN e piu' compressiva sarà la calza da indossare; e) le calze elastocompressive si indossano tendenzialmente durante la giornata e non la notte, ma in alcuni casi il Medico vi domanderà di utilizzarle 24 ore su 24; f) quando scegliete una calza elastocompressiva occorre conoscere o far rilevare in FARMACIA o nei negozi di articoli sanitari le misura delle vostre gambe. Le calze devono corrispondere alle vostre gambe, non devono fare pieghe e permettere il giusto equilibrio fra efficacia e portabilità; g) le calze vanno lavate regolarmente, e altrettanto regolarmente sostituite affinché assicurino la compressione voluta; h) fatevi piacere con materiali e colori che più si adattano al vostro stile e abbigliamento. Infine, per chiarezza, è interessante sapere quali siano le classi previste dall'organizzazione European Committee for Standardization. In tutto esistono 4 CLASSI DI COMPRESSIONE per le calze elastiche e le diverse compressioni alla caviglia si misurano in mm di Mercurio, ossia (mmHg), e sono: CLASSE 1 leggera 18-21 mmHG; CLASSE 2 moderata 23-32 mmHG CLASSE 3 forte 34-46 mmHG; CLASSE 4 molto forte > 49 mmHG. E' evidente che oggi la scienza ha fatto grandi passi avanti in tal senso nel mondo della contenzione elastica, sia per uomo, sia per donna: Salute, Confort e Estetica vanno, finalmente, sottobraccio.

Per maggiori delucidazioni sul tema o richieste di approfondimenti: Dott. Gianvittorio Tommasi (Chirurgo vascolare CHPG Monaco), Presidente dell'associazione monegasca PHAM www.pham-monaco.com .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

29


#38

FIM: a Monaco per festeg iare i campioni 2019!

©2019 FIM Awards - Ceremony by GoodShoot

Al FIM Gala 2019, organizzato lo scorso week-end a Monaco, c'erano praticamente il bel mondo del motociclismo, e non è mancato nemmeno Max Biaggi che, insieme ai più grandi piloti del mondo di motociclismo, ha contribuito a celebrare i campioni iridati del campionato appena concluso. Tra gli ospiti, accolti allo Monte Carlo Sporting, l’iridato della classe Moto2 Alex Marquez mentre il fratello Marc, che ha conquistato il campionato mondiale di moto GP, a causa della riabilitazione dopo l’operazione alla spalla, si è fatto rappresentato dal padre. Sorridente anche il vincitore della classe Moto3 Lorenzo Dalla Porta ed il suo omologo nella categoria junior, Jeremy Alcoba. Soddisfazione anche per il quattordicenne Valerio Lata (Campione del Mondo 85 cc), il campione più giovane della serata. Grande entusiasmo poi per i premiati delle altre categorie e delle derivate di serie, a testimonianza che per i motociclisti professionisti, di questo sport praticato con passione, ne hanno fatto anche un lavoro grazie al loro talento. Sul palco monegasco acclamati anche il CEO di Dorna Carmelo Ezpeleta come “FIM Promoter Legend”. La cerimonia dei FIM Awards 2019 ha coinvolto circa 600 ospiti, in rappresentanza di 111 Federazioni Nazionali. Per l'Italia, a rappresentare la Federazione Motociclistica Italiana, c'erano il Presidente Giovanni Copioli, il Segretario Generale Alberto Rinaldelli e il Consigliere Alessandro Maccioni. Ed ora, terminato l'entusiasmo, un po' di meritato riposo prima di ritornare in pista a Sepang, con la prima gara del 2020 30

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

31


#38

Inauguration Exposition Traite des Enfants ŠDirection de la Communication Michael Alesi

32

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


#38

Action Innocence di Monaco: quasi tu o pronto per l'asta di Natale più royal di tu e... Da non mancare, il prossimo 11 dicembre, l'appuntamento con la generosità a Monte Carlo, più

precisamente all'Hotel de Paris dove, ad accogliere visitatori, turisti e generosi donatori c'è una foresta incantata effimera, dai colori natalizi, che arricchisce l'atrio del prestigioso hotel addobbato a festa a partire dal 9 dicembre. Un tradizione, questa, che si ripete ormai da 15 anni, in occasione dell'asta di beneficenza organizzata a profitto di Action Innocence Monaco. A parlarcene la signora Louisette Azzoaglio, dal 2002 Presidente di questa importanza associazione monegasca: "Si tratta di una bella operazione collettiva che ci permette, in concreto, di dare la possibilità a chiunque di acquistare, come avviene per una vera asta - tra l'altro è possibile partecipare anche telefonicamente, n.d.r. - degli alberi di Natale offerti da prestigiosi marchi, ma anche da aziende ed entità non-profit monegasche che si uniscono alla nostra causa. Il ricavato della vendita prevista l'11 dicembre a partire dalle 18h00, sarà interamente devoluto al finanziamento di attività ed azioni preventive volte ad informare il grande pubblico e soprattutto le famiglie i cui giovani componenti potrebbero essere coinvolti in situazioni difficili generate dall'uso improprio del web. Tuttavia interveniamo anche a livello istituzionale presso le classi delle scuole di Monaco con iniziative mirate, in accordo con la Direzione dell'Educazione Nazionale", afferma la Presidentessa Azzoaglio. "Inoltre - aggiunge - grazie a questa iniziativa natalizia organizzata con l'Alto Patrocinio di SAS il Principe Alberto II di Monaco che ci onora ogni anno della Sua presenza, speriamo di riuscire a raccogliere fondi necessari per avvalerci, come ogni anno, di psicologi e professionisti dell'educazione e della salute, e poter acquistare strumenti educativi che ci permettono di lottare contro la pedo-criminalità e cyberbullismo, in stretta collaborazione con gli agenti della pubblica sicurezza, polizia e la gendarmeria in Europa. Come associazione, da anni, facciamo di tutto per proteggere ed informare al meglio bambini e adolescenti all'uso consapevole dei social media, sempre più presenti come mezzi di comunicazione tra i giovani. Ma perché si abbiano dei risultati bisogna insistere con la sensibilizzazione a tutti i livelli.". Quest'anno, ad arricchire l'asta di Action Innocence ci sono oltre una trentina di creazioni, tra cui anche un prezioso bonsai d'ulivo offerto dal Gruppo Giardini Monaco, sculture di cioccolata e vere e proprie opere d'arte. Ma anche voucher che regalano viaggi, cene lussuose e soggiorni nelle strutture alberghiere monegasche. Inoltre, per la prima volta, tra i partecipanti dei 'Sapin de Noel di Action Innocence' spicca anche la neo associazione Monaco Italia HUB che propone, ispirandosi al genio di Leonardo da Vinci, prodotti d'eccellenza messi a disposizione da aziende italiane e monegasche di gran prestigio. Tra questi, infatti, segnaliamo le delizie del gruppo Agrimontana; le specialità dell'azienda marchigiana Voglia di Tartufo; le sete di Como firmate dallo stilista Pierangelo Masciadri; i ricercati profumi di nicchia Perris; i preziosi regali Tuum della gioielleria Caffaro di Ivrea e diversi pass per recarsi alle mostre torinese offerte da Turismo Torino e Provincia. Infine, per chi riuscirà ad essere presente alla serata, le sorprese non mancheranno: infatti è previsto un mini concerto di canti natalizi interpretati dalle voci dei giovani studenti della International School of Monaco a cui segue, come da programma, l'asta battuta da Julien Vincent Brunie della maison di Christie's. Per informazioni e partecipare (anche solo telefonicamente) all'asta di beneficenza: 0033 (0)6 07 93 46 33 .................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

33


#38

Alessandro Sallusti è un giornalista italiano e, dal 2010, dirige la redazione del quotidiano il Giornale. Il 12 dicembre è l'atteso invitato al dibattito organizzato al CREM. In programma l'approfondimento sui principali fatti della politica italiana. L'appuntamento è fissato per il 12 dicembre alle 18:30 Clubhouse CREM Entrata libera. Prenotazione obbligatoria: info@crem.mc Tel : +377 97 98 01 77 CREM: Le Mirabeau 1, Avenue Princesse Grace, Monaco

AAA Ricerchiamo agenti commerciali con pluriennale esperienza nel settore dell'editoria, per la vendita di spazi ed inserzioni pubblicitarie La rivista di riferimento è un settimanale digitale dedicato al lifestyle, cultura e società, con articoli multimediali realizzati con particolare attenzione all'attualità del Principato di Monaco ed eventi della Costa Azzurra, personaggi eccellenti, prodotti del 'Made in Italy'. Idealmente, il candidato è un agente plurimandatario, già in possesso di un portafoglio clienti selezionati per serietà ed affidabilità. In esclusiva offriamo l'esclusiva della promozione della testata ed alte provvigioni. E' richiesta la conoscenza della lingua francese. Per informazioni: info@qe-magazine.com.

34

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


.................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019

35


#38

HEBDO-AGENDA DE MONACO Du jeudi 28 au samedi 30 novembre, de 10h à 17h30, Terrasses de Fontvieille : "MonacoPhil 2019", exposition Philatélique Internationale Renseignements : +377 98 98 41 41 Jeudi 5 décembre à 20h30, Théâtre Princesse Grace : "Les Caprices de Marianne" d'Alfred de Musset avec Pierre Azéma, Brock, Vanessa Cailhol, Séverine Cojannot, Pascal Faber et Frédéric Jeannot. Renseignements : +377 93 25 32 27 Jeudi 5 décembre à 20h30, Chapelle de la Visitation : Concert de musique baroque "De l'Avent à la Nativité : Un Noël baroque à Versailles" par Les Paladins, sous la direction Jérôme Correas, organisé par la Direction des A faires Culturelles. Renseignements : +377 98 98 83 03 Du jeudi 5 au dimanche 8 décembre, Baie de Monaco : Monaco Sportsboat Winter Series (Act II) - J/70 & Melges 20, organisé par le Yacht Club de Monaco. Renseignements : +377 93 10 63 00 Vendredi 6 décembre : 15e Journée monégasque des Nez Rouges organisée par l’Association Les Enfants de Frankie en faveur des enfants malades et défavorisés. Balle en mousse jaune en vente à partir du 5 novembre à apposer sur votre véhicule. Renseignements : +377 93 30 08 00 Du vendredi 6 au dimanche 22 décembre, de 13h à 19h, Salle d'Exposition du Quai Antoine Ier : Exposition "Artistes + Science", (dessins, peintures, photos, vidéos, sculptures, installations...), organisée par le Comité National Monégasque de l’Association Internationale des Arts Plastiques auprès de l’UNESCO. Invités d’honneur : des artistes américains. Renseignements : +377 97 70 26 72 Du vendredi 6 décembre au dimanche 5 janvier 2020, Port de Monaco : Village de Noël, organisé par la Mairie de Monaco. Renseignements : +377 93 15 06 02 Du vendredi 6 décembre au dimanche 1er mars 2020, Port de Monaco : Patinoire à ciel ouvert. Renseignements : +377 93 30 64 83 Samedi 7 décembre à 20h, Stade Louis II : Championnat de France de Football de Ligue 1 : Monaco - Amiens. Renseignements : +377 92 05 74 73 Samedi 7 décembre, Espace Fontvieille : Kermesse de l’Œuvre Œcuménique. Renseignements : +377 93 30 71 06 Samedi 7 à 20h30 et dimanche 8 décembre à 15h, Salle des Princes du Grimaldi Forum Monaco : Spectacle "Cirque Phénix - Le Roi des Singes". Renseignements : +377 99 99 30 00 Théâtre des Variétés, samedi 7 décembre à 20h30 : Concert au profit du Téléthon avec le Chœur des 3 corniches et la participation des enfants de l’International School of Monaco et du Centre de la Jeunesse Princesse Stéphanie. Renseignements : + 377 97 77 36 37 Dimanche 8 décembre, de 8h à 12h, Port de Monaco : Activité modélisme : circuit de voitures radioguidées. Renseignements : +377 93 30 64 83 Dimanche 8 décembre à 9h30, Stade Louis II : 26e Tournoi International de Judo de Monaco. Renseignements : +377 92 05 40 74 Dimanche 8 décembre à 18h, Auditorium Rainier III : Série Grande Saison : récital de piano par Ivo Pogorelich, organisé par l'Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo. Au programme : Jean Sébastien Bach, Frédéric Chopin, Ludwig Van Beethoven et Maurice Ravel. Renseignements : +377 98 06 28 28 Mardi 10 décembre à 12h15, Médiathèque de Monaco - Sonothèque José Notari : Picnic Music. Renseignements : +377 93 30 64 48 Mardi 10 et mercredi 11 décembre, Théâtre des Variétés : XIIe Colloque de scénographie du Pavillon Bosio : "L'exposition comme jardin, le jardin comme exposition", organisé par l'Ecole Supérieure d'Arts Plastiques de la ville de Monaco. Renseignements : +377 93 30 18 39 Mercredi 11 décembre de 14h à 16h, Bibliothèque Caroline : Petits yogis (14h - 15h pour les 4/6 ans et 15h - 16h pour les +6 ans). Renseignements : +377 93 15 22 72 Mercredi 11 décembre à 19h, Médiathèque de Monaco - Sonothèque José Notari : Ciné pop-corn : Absolutely anything de Terry Jones (2015). Renseignements : +377 93 30 64 48 Du mercredi 11 au vendredi 13 décembre, One Monte Carlo : Forum International Peace and Sport 2019. Renseignements : +377 97 97 78 00 Jeudi 12 décembre, de 19h à 21h, Théâtre Princesse Grace : Les Rencontres Philosophiques de Monaco propose une conférence sur le thème "Que le temps passe - Temps, vieillissement et mort", avec Eric Fiat, Véronique Le Ru, Frédéric Worms, philosophes, présentée par Robert Maggiori, membre fondateur. Renseignements : +377 99 99 44 55 Jeudi 12, vendredi 13 et samedi 14 à 20h30, dimanche 15 décembre à 14h30 et 17h, Théâtre des Muses : Comédie "Signé Dumas" de Cyril Gély et Eric Rouquette. Renseignements : +377 97 98 10 93 Vendredi 13 décembre, de 18h à 21h30, le Sporting Monte-Carlo - Salle des Etoiles : Soirée de Gala pour enfants "Kids Nite" (Jeux/ Animations, Dîner de Noël, Spectacle) au profit de l’Association Les Enfants de Frankie. Renseignements : +377 93 30 08 00 Vendredi 13 décembre de 21h à minuit, Jimmy'z Monte-Carlo : Première Soirée pour adolescents "Teens Nite" au profit de l'Association Les Enfants de Frankie. Renseignements : +377 93 30 08 00 Du vendredi 13 au dimanche 15 décembre, Espace Fontvieille : Grande Braderie de Monaco. Renseignements : +377 93 30 59 66

36

..................................................................................................................................................................................................... 5 dicembre 2019


Profile for AMP Monaco

QE-MAG@ZINE N° 38 by AMP Monaco  

QE-MAG@ZINE: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZINE // Notizie e approfondimenti dal Principato di Monaco by AMP Monaco...

QE-MAG@ZINE N° 38 by AMP Monaco  

QE-MAG@ZINE: les news en Principauté de Monaco by AMP Monaco QE-MAGAZINE // Notizie e approfondimenti dal Principato di Monaco by AMP Monaco...

Profile for ampmonaco
Advertisement