Page 1

ISOLINA BONDI BARBARA PALADINI

5 84 63 97

C. M .5

61

80

Su pe Il m GI Ita r qu io 55 UN lia ad E no er - I TI SB SC 2 no N U 97 O 88 L A

Questo volume, privo del talloncino stampato a fianco, è da considerarsi saggio-omaggio e perciò non può essere posto in commercio. Esente da Iva (D.P.R. 26/10/72 n.633 art.2 sub.D). Esente da bolla di accompagnamento (D.P.R. 6/10/78 n.627 art.4 n.6)

Una nuova collana di quaderni di lavoro per l’alunno caratterizzata da tante attività graduali e mirate, per una solida formazione matematica e linguistica. Un percorso motivante che tiene conto dei descrittori di competenza valutati nelle prove Invalsi.

Con attività e verifiche di preparazione alle

classe - pagine classe - pagine classe - pagine classe - pagine classe - pagine

ISBN 978-88-09-76384-5 MS

9 788809 763845

56155E

e 6,90

MS

Prove Nazionali


Direzione editoriale: Tullia Colombo Coordinamento editoriale: Daniela Fabbri Progetto didattico: Laura Valdiserra Realizzazione editoriale

è anche digitale! Scoprilo sul sito www.giuntiscuola.it Troverai anche giochi, esercizi interattivi e tante sorprese!

Redazione: Maria Grazia Iarlori (capoprogetto), Elena Falco Progetto grafico e copertina: Elisabetta Giovannini, Filippo Delle Monache Impaginazione: Nina Peci Illustrazioni: Lia Frassineti I personaggi-guida sono disegnati da Laura Crema

Per esigenze didattiche ed editoriali alcuni brani sono stati ridotti e/o adattati. Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa, con qualsiasi mezzo, compresa stampa, copia fotostatica, microfilm e memorizzazione elettronica, se non espressamente autorizzata dall’editore, salvo per specifiche attività didattiche da svolgere in classe. L’editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti.

www.giuntiscuola.it © 2012 Giunti Scuola S.r.l., Firenze Prima edizione: luglio 2012 Ristampa 6 5 4 3 2 1 0

Il libro digitale consente di sfogliare le pagine del volume come se fosse un vero libro, navigare attraverso l’indice, compiere ricerche nelle pagine, ingrandire testi e immagini e inserire note.

Anno 2015 2014 2013 2012

Stampato presso Giunti Industrie Grafiche S.p.A. Stabilimento di Prato, azienda certificata PEFC™


PRONTI, PARTENZA... VIA!

Riordina le sillabe e scopri il messaggio dei pesciolini.

RE

LO Ăˆ

Tuffati con noi nel mondo delle parole!

IM BEL

SIE RA ME

PA

IN


ORTOGRAFIA

1

SUONI SIMILI

V o F? Leggi e completa con la lettera giusta.

Per la ……esta della ……ata ……anessa le ……ate ……icine, ……estite di ……eli, portarono ……avolosi ……unghi, .....erdi foglie e ……iori ……iola. Alla ……ine colorate ……arfalle suonarono un ……iolino di ……etro.

2

3

2

Occhio alla lettera giusta! Foglia non è voglia, feste non è veste.

D o T? Completa le parole con la lettera giusta.

me……usa

se……ia

pon……e

pesca……ore

lampa……ario

sen……iero

pan……oro enda

……

pa……ella

P o B? Scrivi i nomi dei disegni sui puntini.

ente

……

orta

……

sol……ato


ORTOGRAFIA

ALTRI SUONI SIMILI 1

R o L? Completa le parole con la lettera giusta.

pu……cino ca……za cope……ta fo……chetta

po……po ba……ba a……ancione co……ona

Aiuta Zorro ad arrivare da Tornado! Traccia con la matita il percorso. Segui le parole che contengono il suono Z.

naso

rosa

o

o

zebra

za in

2

ca……cio ca……darrosta ca……colo po……to

Soldi non è sordi, salto non è sarto.

ca

l

so

soldi

zucca

t da

sa

zoccolo benzina

zio

Ora scrivi le parole con Z nello zaino, le parole con S nel sacco.

Z

3

S

S o Z? Completa le parole con la lettera giusta.

ucchero mar……o ……an……ara ……

aino pin……e sal……a ……

ra……oio ……ucca ……acco

cal……e can……one bor……a

3


ORTOGRAFIA

MB o MP? 1

Leggi le parole e cerchia MB e MP con due colori diversi.

bambola campagna

zampa bambino

gamba rombo

computer tempesta

Ora scrivi le parole con MB nel tamburo e quelle con MP nella campana.

MP

MB

2 Completa le parole con MB o MP. te ba

orale ca ina ca

anile co iare za

agno tro a o

one rello

3 Leggi le definizioni e scrivi le parole nel cruciverba. 1) Dove giocano i calciatori.

1

2) Contenitore per confetti.

2

3) Gioco da tavolo con 90 numeri.

3

4) Spegne gli incendi. 5) Illuminano le strade di notte. 6) Fa invecchiare cose e persone. 7) Serve per ripararsi dalla pioggia. 8) Il gatto ne ha quattro.

4

C

B

E

T

L

4

R

5

L

6

T

7

8

A

O

E

R

A


ORTOGRAFIA

SUONI DIFFICILI 1

Leggi e impara a memoria gli scioglilingua.

PR

Sopra la panca la capra campa sotto la panca la capra crepa.

TR

Tre tigri contro tre tigri.

Se li scrivi diverse volte sarà più facile memorizzarli... Buon divertimento!

2 Scopri gli animali nascosti: completa le parole con i gruppi di lettere nelle stelle.

FR

GR ca coli

3

a ì

TR

CR

uco iceto

BR illo omedario

PR

DR

inguello ana a

Leggi le frasi e completa le parole. Usa i gruppi di lettere nelle stelle.

• Per essere elegante Marco ha messo la

avatta.

• C’era tanto

affico e ho rischiato di perdere il eno. • Per cacciare i bisonti gli Indiani d’America usavano l’arco e le ecce. • In giardino il ato è ricoperto di fiori. • La ti e è un animale che rischia l’estinzione. • Per il mio compleanno la mamma mi ha regalato un accialetto. • Ho letto una bellissima storia di aghi e cavalieri. Ora scrivi le parole completate. .......................................................................................................................................................................................................... ..........................................................................................................................................................................................................

5


ORTOGRAFIA

ANCORA SUONI DIFFICILI 1

Inserisci i gruppi di lettere nelle nuvolette e forma le parole. Poi copiale nel foglietto giusto.

SF

SB

ST

SV

anza

aglio

ivale

adiglio

ella

agliato

eglia

ogliare

itare

ortuna

ogliato

orzo

ST

SV

SB

SF

................................................

................................................

................................................ ................................................

................................................

................................................

................................................ ................................................

................................................

................................................

................................................ ................................................

2 Quale gruppo di lettere manca?

Scrivilo nel riquadro e completa le parole.

Il ro o Prospero ama Sbirulina. Dopo aver litigato, corre da lei e era di fare la pace. Vuole chiederle di diventare sua osa.

3

Leggi le frasi e completa con SL, SQ, SM.

• L’uovo di Pa ua era uisito. • etti di parlare di fanta i. • Ieri sono caduto dallo ittino e mi sono

6

ogato una caviglia.


ORTOGRAFIA

SUONI DAVVERO STRANI 1

Leggi la filastrocca e cerchia i gruppi di lettere indicati a fianco.

SCR SPR

Con gli occhi puoi scrutare, con la bocca puoi spruzzare,

SBR SGR

se ti arrabbi puoi sbraitare, con i denti puoi sgranocchiare,

STR SDR

con il corpo puoi strisciare, se sei stanco ti puoi sdraiare,

SFR

se hai fretta puoi sfrecciare!

2 Completa le parole con i gruppi di lettere: SCR, SPR, SDR.

3

igno

ivania

emuta

aio

Scrivi i nomi. Attenzione! In tutte le parole c’è il suono STR.

4 Leggi le frasi e completa le parole con i gruppi di lettere giusti. SBR

SPR

SCR

SGR

SDR

SFR

• Ho le labbra

epolate dal vento. • Mi sono aiato sul prato. • I biscotti si sono tutti iciolati. • La emuta di arancia è piena di vitamine. • Faccio una corsa per anchirmi le gambe. • Devi uttare il tempo in modo migliore.

7


ORTOGRAFIA

CA, CO, CU, CIA, CIO, CIU 1

Scegli le lettere giuste e completa le parole.

Panca non è pancia!

CA o CIA mbella

di

bar

ssette

CO o CIO ra

pe

llana

tto

di

CU o CIU bo

scino

ccio

2 Leggi le frasi e completa le parole con le lettere giuste. CU o CIU

ccia. • Il cane dorme nella • La stode osserva chi entra. • Il riccio ha gli a lei. • Mi piace la pizza senza ac ghe

CO o CIO

lazione. • Prima di andare a scuola fac • A carnevale si lanciano i riandoli. • Mi piace il ba della buonanotte. • Per il mio mpleanno mi hanno regalato il

CA o CIA

8

Ricco non è riccio!

• Butta la

rta nell’apposito contenitore. • Greta è una grande ami . • Mi sono avvicinato al fuoco e mi sono bru • Ho lan to la palla oltre il muro.

to.

mputer.


ORTOGRAFIA

GA, GO, GU, GIA, GIO, GIU 1

Colora di giallo gli spazi delle parole che contengono GA, GO, GU. Colora di blu gli spazi delle parole che contengono GIA, GIO, GIU. giallo

giugno

giubbotto drago gabbia

giornale

giudice

magia

ago

giacca

giornale

tto ga

giovedì

fagiolo

gorilla

gioco

lago

gambero riga

orologio

giugno giostra

valigia giornata

Che cosa appare? Una

2 Completa le frasi con GA, GO, GU o GIA, GIO, GIU. • briella è una ra molto brava.

zza

3

arito dall’influenza.

• Dopo il mercoledì viene il

• Ho già preparato la vali per le vacanze. • Dopo maggio viene

• Sono

• È il gno.

vedì.

cattolo che desideravo!

• Sono loso del gelato al pistacchio.

Osserva il disegno e scrivi il nome.

9


ORTOGRAFIA

LE DOPPIE 1

Raddoppia la consonante evidenziata e scrivi le nuove parole.

rosa ..................................................................... sete .................................................................... cane .................................................................. peli ......................................................................

capello ................................................................... nono ........................................................................ casa ........................................................................... caro ..........................................................................

2 Leggi gli indovinelli, scopri che animale è e scrivi il nome nelle caselle. • Ogni giorno è sicuro del buon latte ti procuro. • Per far scorta di banane mi lancio dalle liane. • Volo sull’erba e sui fiori, sono vestita di tanti colori. • Cerco il cibo dentro il legno, a ogni colpo lascio un segno.

3 Per ogni insieme scrivi almeno quattro parole con le doppie. OGGETTI PER LA SCUOLA

righello

10

PARTI DE L CORPO

orecchio

OGGETTI CHE SI TROVANO IN CUC IN

A

piatto


ORTOGRAFIA

ANCORA DOPPIE 1

Scrivi nei cartellini il nome giusto.

2 Cambia la doppia e scrivi le parole. pa llll a pa nn a

o o

ca ca

e e

o o

o o

ga ga

o o

go go

a a

ca ca

3

po po

ello ello

ca ca

etto etto

Scrivi il nome degli animali e cerchia quelli con due doppie.

11


ORTOGRAFIA

PAROLE SPEZZATE 1

Dividi le parole in sillabe.

RICORDA! La s sta con la consonante che viene dopo di lei: pe-sca-re.

Batti le mani a ogni sillaba!

casa topo sole rosa bagno quadro

palestra cestino custode minestra maschera finestra

RICORDA!

2 Riscrivi le parole nelle fette di

cocomero dividendole in sillabe! Occhio alle doppie!

12

tazza

macchina

gatto

piselli

stella

ruscello

gomma

farfalla

mucca

Pinocchio

Le doppie si separano sempre: gat-to.


ORTOGRAFIA

ANCORA SILLABE 1

Trova le parole e inseriscile nelle giuste colonne. Segui gli esempi.

PEN GAL CAN COL TOR FRED

NA PENNA

TE TAR COL CAN ZAM CAR VOL

LO

RE

DO

GALLO

PO

DI TARDI

TO

2 Dividi le parole in sillabe, come nell’esempio.

PA

PE

RICORDA!

Le lettere l, m, n, r c al/z a p orta pa le t t a si staccano c artellina mand arin o s e m a f oro dalle consonanti che vengono dopo: c hitarra tro nco ga m ba cal-do cam-po f antasma fu metti c oc c ine lla pon-te bar-ca. Inserisci ora le parole nella casa giusta.

2 SILLABE

3 SILLABE

4 SILLABE

cal-za ..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

..................................................

13


ORA SO FARE!

SUONI SIMILI, SUONI DIFFICILI, SUONI DOLCI E SUONI DURI

1 Occhio ai suoni simili! Inserisci la lettera giusta. V o F? R o L? P o B?

• Ho dormito ino a tardi. • Per fare il ino occorre l’u • Per a ore orrei una • Non po

to le ca

• Mi

iace quella fosforescenti.

T o D?

• Mi sono feri

S o Z?

• Nel me

o al

e di mar

ze pe

a. etta di

ché ho caldo.

icicletta

ito in

ormaggio.

lu e

ianca con i

edali

ice.

o mi regaleranno uno

aino ro

2 Completa con MB o MP. • Ho ca • Il mio co

iato la la adina. agno è un ca ione di ta

urello.

3 Scrivi i nomi dei disegni.

14

Ortografia: discriminare i suoni simili: V/F, R/L, P/B, T/D, S/Z, MP/MB; completare con PR, BR, CR, GR, DR, TR, FR.

a.


VERIFICA DI COMPETENZA

4 Completa le parole con SCR, SDR, SPR, SFR, STR, SBR, SGR. • La maestra ive. • La ega ha uno igno pieno di gioielli. • Ho voglia di una emuta d’arancia. • Devo igarmi perché è tardi. • Sull’autostrada le macchine ecciano velocemente. • Mi sono aiata sul divano a guardare la tv. • La mamma ha idato i bambini perché stavano litigando. 5 Completa le parole con CA, CIA, CO, CIO, CU, CIU. to la palla al mio ne. • Ho lan • terina ha una llana con un bel ndolo. • Il ccio che cercavi era sopra il scino. 6 Per ciascuno dei suoni indicati scrivi una parola. GA

GIA

GO

GIO

GU

GIU

7 Osserva i disegni e scrivi i nomi.

Ortografia: completare e scrivere parole con i suoni difficili: SCR/SDR/SBR/SPR/SGR/SFR/STR; CA/CO/CU; CIA/CIO/CIU; GA/GO/GU; GIA/GIO/GIU; scrivere parole con le doppie.

15


ORTOGRAFIA

CE-CI, CHE-CHI 1

Cerchia di rosso CE-CI, di blu CHE-CHI.

Suoni dolci come le ciliegie

Una civetta di Civitavecchia guarda la luna che in mare si specchia. Di luna piena ce n’entra parecchia negli occhi tondi di questa civetta.

Suoni duri come i chiodi

T. Scialoja, Tre chicchi di moca, Lapis

2 Completa le frasi con le parole date. Poi sottolinea di rosso quelle con il suono dolce e di blu quelle con il suono duro.

cinque • circo • chilometri • amiche • Le mie mi aiutano sempre. • Le dita di una mano sono . • Abbiamo percorso diversi • Stasera andrò al

. .

3 Cerchia le parole nascoste: di rosso quelle con il suono dolce, di blu quelle con il suono duro.

CHI CI CE LE STE CE FOR MI CHE CHI CI NE MA CHE CHI CE CRI CE TO CI CHI VE LO CE CI CE BAR CHE CHI CI CI CHI RIC CHI CHE CHE FI CHI CHE CI Riscrivi le parole che hai cerchiato al posto giusto.

CE-CI

16

CHE-CHI


ORTOGRAFIA

CE-CI, CHE-CHI 1

Scrivi CE o CHE nelle nuvole e leggi le parole.

2 Scrivi CI o CHI nelle nuvole e leggi le parole.

pac

stra

pul

no

or

tto

ba

no

lan

llo

tac

na

uc

tta

mac

no

3

Completa con CE o CHE.

lis goc sac pan mani

tas lu tto a

rtola rniera to rvello

luc ma for rino or

tto donia tta ronte stra

can ac mac pa

llo so roni rimonia

4 Scrivi i nomi. Occhio a CI e CHI!

17


ORTOGRAFIA

GE-GI, GHE-GHI 1

Leggi la filastrocca e sottolinea con i colori indicati le parole che contengono i suoni scritti nelle pentole.

SUGHETTO PROFUMATO In tutta fretta la strega Ughetta

GI

GE

GHI

GHE

preparò un sughetto per un grande banchetto. Mischiò: funghi giganti tartarughe volanti ginepri speciali girini con le ali due spighe dorate tre ghiande sgusciate asparagi lunghi e piccoli funghi. Per profumare aggiunse: gerani appena nati girasoli da poco sbocciati. Il profumo inondò la foresta e tutti quanti fecero festa.

2

Scrivi le parole trovate nel contenitore giusto.

GE-GI

18

suoni dolci

GHE-GHI

suoni duri


ORTOGRAFIA

GE-GI, GHE-GHI 1 a ta

sin la

dra pun

3

2

Completa con GI o GHI.

accio glione

ma pu

Completa con GE o GHE.

ozzo gante a le

nerale rita

mar lattu

somini nto

ar

in al spa

pardo melli gnere tti

Scrivi i nomi. Occhio a GI e GHI!

4 Completa la tabella. Segui l’esempio.

UNA strega spiga riga piega ruga alga aringa acciuga targa

5

Scrivi i nomi. Occhio a GE e GHE!

PIĂ™ DI UNA streghe

19


ORTOGRAFIA

CIE e GIE 1

Inserisci le parole nella torre giusta.

insufficiente • cieco • celeste • cetriolo • aceto crociera • sufficiente • veloce • cervo superficie • pace

Parole con CE

La parola cielo e poche altre si scrivono con cie. La parola igiene e poche altre vogliono la i.

Parole con CIE

2 Inserisci le parole nella colonna giusta della tabella. raggiera • igiene • genitore • gennaio • gentile • valigie • igienico gelato • genio • bugie • pagella • gesto • effigie PAROLE CON GE

PAROLE CON GIE

3 È igienico o non è igienico? Scrivilo sui puntini. • Lavarsi le mani prima di mangiare .......................................................................................................... • Mangiare senza essersi lavati le mani................................................................................................... • Lavarsi i denti dopo mangiato......................................................................................................................

20


SCE, SCI, SCIA, SCIO, SCIU 1

ORTOGRAFIA

Leggi le parole e cerchia SCE, SCI, SCIA, SCIO, SCIU.

• ascensore • moscerino • scintilla

• prosciutto • sciroppo • camoscio

• striscia • ruscello • asciugamano

• guscio • sciocco • fascia

Leggi nuovamente le parole e trova la rima. Segui l’esempio.

• bambino • uccello • camilla

moscerino .................................................. ..................................................

• biscia • asciutto

2 Completa con SCI e SCE. • Nel ru llo ho visto due pe a stri . • Una mmia nde dall’albero.

.................................................. ..................................................

3 Completa con SCIA, SCIO, SCIU. • Mi piace il pro tto crudo. • Lo tore ha una rpa un po’ pata. • Il gu di quest’uovo è rotto.

4 Osserva il disegno e scrivi il nome.

5

Completa le tabelle. DAL PLURALE AL SINGOLARE

strisce

striscia

DAL SINGOLARE AL PLURALE

ascia

bisce

coscia

fasce

liscio

camosci

pesce

gusci

uscio

21


ORTOGRAFIA

SCIE, SCE 1

Trova nel blocchetto le seguenti parole nascoste: cerchia di rosso quelle con SCIE, di azzurro quelle con SCE.

Scienza e coscienza e altre parole che derivano da queste si scrivono con scie.

A R Q Q S L C S A U U E

coscienza • scientifico • scienza • fantascienza incosciente • scienziato • scenetta • ramoscello pesce • nascere • ascensore • scegliere

S O U U C P H I P R T K

C P I P I A I M I A S O

I N C E F S K U N T C S

E A O S A C S R C S E C

N S S C N E C A O C N I

Z C C E T N I M S E E E

A R S S T S C E E R E R S C E R I E N Z A F S P H H L L O P P R A S C I E N Z A S O R E L P X O E N Z I A T O H O S C E L L O R C I E N T E R T G L I E R E S S T T A E K O Z Z N T I F I C O A

2 Completa le frasi con SCIE o SCE. • Attraversare la strada senza guardare è da inco nti. • Siamo tutti contenti quando andiamo nel laboratorio di • Sono appassionato di film di fanta • Ho lto il pe rosso.

nze.

nza.

3 Scegli una parola con SCIE e una con SCE e per ognuna scrivi una frase. SCIE............................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

SCE................................................................................................................................................................................................. ...........................................................................................................................................................................................................

22


SCA, SCO, SCU, SCHI, SCHE 1

ORTOGRAFIA

Leggi e inserisci nella filastrocca i gruppi di lettere giusti.

Muscolino il pe tore va a pe re a tutte le ore. Oggi il fiume è assai inquinato con la uma han ricato una ma ra ggiata una chitarra ormai rdata due fi etti arrugginiti e tre di loriti. C’è anche un ca da ciclista due lpelli da marmista. C’è di tutto nel retino ma nemmeno un pesciolino!

SCA

SCO SCHI

SCU SCHE

2 Completa con l’azione giusta. • Se una buca devi fare non ti resta che • Se il regalo vuoi usare non ti resta che • Se in cima vuoi arrivare non ti resta che • Se per primo vuoi arrivare non ti resta che

3

vare. rtare. lare. ttare.

Osserva i disegni e scrivi i nomi.

23


ORTOGRAFIA

GLI o LI? 1

Leggi e cerchia le parole con GLI o LI.

Sotto l’ombra di un bel tiglio si riposa Elio il coniglio. Sopra l’acqua non c’è l’olio ma una macchia di petrolio. In una conchiglia, insieme alla famiglia abita mamma Delia la triglia. Ora scrivi le parole cerchiate al posto giusto.

LI

GLI

2 Completa le parole con GLI o LI. sa

era

venta

o

Ita

a

fo

o

gi

o

fo

a

ci

egia

Sici

a

mi

one

quadrifo

ma

one

bi

sba

o o

evito

a

meda

3 Completa. Sul tavolo vedo una botti

24

a, una sa

era e un’o

era.

a


ORTOGRAFIA

GN o NI? 1

RICORDA!

Leggi le frasi e inserisci GN o NI.

• Torna dal bosco il giardi • Dall’interno del casta

Si scrive niente non gnente!

ere con i funghi nel pa o sbuca fuori un grosso ra

ere. o.

2 Completa le parole con GN o NI.

3

gera cri pru ci

giu o o pu o le a campa

compa o ale se o ge one riu

nio era a o

Scrivi una frase per ognuna delle seguenti parole.

giugno: sogna: niente: macedonia:

4 Risolvi il cruciverba. E C

I

R

R

A

M M

L

O

A B T

I

S

S

C

R V

E

A

Quale parola appare nella colonna evidenziata di giallo?

La possiedono il cavallo e il leone: la

25


ORTOGRAFIA

QU o CU? 1

Cerchia di rosso le parole con QU e di blu quelle con CU. Poi copiale nello spazio giusto.

RICORDA! Dopo qu c’è sempre una vocale, dopo cu una consonante.

• Ho visto un documentario sull’aquila. • Mio cugino è goloso di caramelle alla liquirizia. • Mamma orsa allatta i suoi quattro cuccioli. • Gli inquilini si sono riuniti per discutere su alcune questioni.

PAROLE CON QU

PAROLE CON CU

2 Completa le frasi con le parole adatte. Devono contenere QU o CU. • I coccodrilli sono ricoperti di

me

• Mi è caduto il • Lorenzo gioca con il suo • Non trovo più il mio

di legno di matematica.

• Per entrare in piscina devi indossare la

3 Scrivi i nomi. Contengono tutti CU.

In alcune parole dopo cu c’è una vocale.

I O 26


ORTOGRAFIA

PAROLE CON CQ 1

Acqua e tutte le parole della sua famiglia si scrivono con cq.

Completa le parole nelle barchette.

a

anna

a

a

ua

uerelli

uare

uolina

anna

uato

scia

uare

a

uario

a

uoso

a

a

uazzone

suba

a

uamarina

uedotto

ueo

a

uaio

2 Scegli tre parole dell’esercizio sopra e per ognuna scrivi una frase.

3

Completa queste parole. Vogliono tutte CQ! Poi utilizzale per completare le frasi.

na

ue

a

uisti

a

uistato

• Ieri la mamma e la nonna sono andate in centro a fare . • Quando mio nonno in poche case c’era la televisione. • Il papà ha un nuovo casco per la moto.

27


ORA SO FARE!

SUONI DOLCI, SUONI DURI, DIGRAMMI E TRIGRAMMI

1 Scrivi la parola nella colonna giusta.

28

Parole con CI

Parole con CE

Parole con CHI Parole con CHE

Parole con GI

Parole con GE

Parole con GHI Parole con GHE

Ortografia: discriminare e scrivere parole con suoni dolci e duri: CI/CE, CHI/CHE, GI/GE, GHI/GHE.


VERIFICA DI COMPETENZA

2 Scrivi il nome.

3 Completa le parole con i gruppi di lettere: SCI, SCE, SCIA, SCIO, SCIU; SCHI, SCHE, SCA, SCO, SCU.

a

ndere rzare gamano do

cquare ppare modo ogliere

prire tola volo uma

letro ena mmia ntro

4 Completa con GLI o LI. a c’è l’o era, la sa era e una te a piena di a • Sulla tova • Il bruco Emi o dorme sulla fo a di un ci egio. • Sul venta o della nonna è disegnato un ve ero.

.

5 Completa con GN o NI. • Lo • Anto • Euge

omo ha un pa ere pieno di pru e. o è goloso di casta e e di macedo a. o ha un so o: andare a vivere in campa

a.

6 Completa con QU, CU o CQ. aderno scino cin e

li s a

ido adra uistare

a

oco lla uario

s

ore ola rva

Ortografia: discriminare e scrivere i suoni: CA/CO/CU; GA/GO/GU; SCI/SCE, SCIA/SCIO/SCIU, SCHI/SCHE, SCA/SCO/SCU; GLI/LI, GN/NI, CU/QU/CQ.

29


ORTOGRAFIA

L’ACCENTO 1

Sottolinea le parole con l’accento e riscrivile nel cuscino.

IL DORMIGLIONE Lunedì si svegliò martedì sbadigliò mercoledì si stirò giovedì si allungò venerdì si riposò sabato si addormentò domenica russò. G. Rodari, Prime fiabe e filastrocche, Einaudi Ragazzi

2 Leggi e inserisci le parole nella frase adatta. casco/cascò

• Quando vai in bicicletta indossa il • Ieri Laura dall’altalena.

.

. ho ancora sonno.

pero/però

• Il contadino è salito sul • Ho dormito molto

faro/farò

. • Dal mare il capitano ha avvistato il • Domani la verifica di matematica.

3

Metti l’accento dove occorre.

citta • onda • verita • chissa • caffe • paese • venerdi • cosi • letto • puo • percio • ando • vedrai • costrui • tribu • piu • gnu • giu • gru

4 Completa. Segui l’esempio.

30

IERI

ORA

DOMANI

ascoltò

ascolta disegna parla pensa gioca

ascolterà


ORTOGRAFIA

L’APOSTROFO RICORDA!

1

Lo e la vogliono l’apostrofo davanti ai nomi che iniziano per vocale: l’uccello, l’anatra…

Osserva i disegni e scrivi i nomi preceduti da L’.

l’orologio

2 Metti l’apostrofo solo quando occorre e riscrivi in modo corretto. • lo orsetto

• la altalena • la aquila • la lampada • la lumaca

• lo arcobaleno • la ombra • la estate

3 Completa con la parola adatta. • Mi sono punta con • Ho fatto il bagno nel • Noi pranziamo verso • Stanotte c’è la

Lago non è l’ago Luna non è l’una.

. . . piena.

4 Completa con nomi adatti. • l’ • l’ • l’ • l’

• l’ • l’ • l’ • l’

31


ORTOGRAFIA

ANCORA APOSTROFO 1

In ogni riga cerchia l’espressione corretta.

• un asino

un’asino

uno asino

• una oca

un’oca

un oca

• un imbuto

un’imbuto

uno imbuto

• un arco

uno arco

un’arco

• un’unghia

un unghia

una unghia

• un’indiana

una indiana

un indiana

RICORDA! Una vuole l’apostrofo davanti ai nomi che iniziano per vocale: un’amica.

2 Completa inserendo UN o UN’. amica un po’ affamata ha mangiato uccello su castagno guarda

• •

insalata. oca

che fa

bagno. • In giardino c’è coniglio che si è nascosto sopra

3

tiglio.

Completa.

Esempio: dallo albero

dall’albero

sulla altalena di argento sotto acqua nello orto della isola

Occhio all’esempio!

Scegli, fra quelle che hai scritto sopra, le espressioni giuste per completare le frasi.

• Mi hanno regalato un braccialetto • Il subacqueo nuota • Ho raccolto l’insalata • Mattia spinge Lisa • Ho trovato la mappa

32

. del nonno. . dei pirati.


E o È ? (1) 1

ORTOGRAFIA

Osserva i disegni e rispondi alle domande.

• Che cos’è? È..................................................... ..............................................................................................

• Com’è? .................................................................. ..............................................................................................

• Dov’è? .................................................................. ..............................................................................................

• Chi è?....................................................................... ..............................................................................................

• Com’è? .................................................................. ..............................................................................................

• Dov’è? .................................................................. ..............................................................................................

2 Chi è? Scrivilo sui puntini. Esempio:

• scalda: è

il sole

• gracida: • miagola:

3

RICORDA! È dà informazioni. E unisce, congiunge.

• cinguetta: • abbaia:

Leggi e completa con E.

• La coccinella la farfalla volano. • Per ottenere il verde devo mischiare il giallo il blu. • Mi piace il gelato alla cioccolata alla fragola. • Il giallo il rosso sono colori caldi. • Io mio cugino siamo appassionati di cartoni animati • La tromba il violino sono strumenti musicali. • Il cane il gatto sono animali domestici.

di fumetti.

33


ORTOGRAFIA

E o È ? (2) 1

Completa le frasi con È, poi uniscile con E. Segui l’esempio. Esempio:

• La mia amica è simpatica. La mia amica è generosa. La mia amica è simpatica e generosa. • L’aquilone L’aquilone • Il vetro Il vetro • La piuma La piuma • Il limone Il limone • Il miele Il miele • L’acqua L’acqua

colorato. L’aquilone

leggero. .

fragile. Il vetro

trasparente. .

leggera. La piuma

soffice. .

giallo. Il limone

aspro. .

dolce. Il miele

nutriente. .

dissetante. L’acqua

limpida. .

2 Completa con È o con E. • Il gelato buono gustoso. • Oggi il cielo non sereno. • La mia maestra paziente simpatica. • La torta con fragola crema deliziosa. • Mi piacciono soprattutto le caramelle alla fragola all’arancia. • Il mio gatto molto curioso mette il muso dappertutto. • L a mia bicicletta gialla rossa, proprio quella che desideravo! • Ho comprato una penna rossa una blu. • Il mio cane

34

un cucciolo

abbaia spesso.


C’È, C’ERA, C’ERANO 1

ORTOGRAFIA

Inserisci C’È e rileggi la filastrocca.

CHE COSA C’È INTORNO A TE? un tramonto da ammirare un bambino da baciare un prato per saltare un mare per nuotare un mare un po’ inquinato la guerra in qualche Stato la voglia di studiare per un mondo da cambiare.

2 Completa le coppie di frasi come nell’esempio. • Prima c’era un prato. • Prima c’erano le uova. • • • • • •

Ora c’è una città. Ora ci sono i pulcini.

il pancione. un girino. i bruchi. i fiori. il Sole. i semi.

3 Inserisci C’ERA o CERA.

un bambino. una rana. le farfalle. i frutti. la Luna. le piante.

C’è anche la cera!

• La candela è fatta di . • Ieri il pavimento scivoloso perché avevano passato la .

35


ORTOGRAFIA

RICORDA! Ho, hai, hanno si scrivono con H quando significano avere.

1

HO

Completa con HO.

Mi chiamo Francesca e sette anni. un fisico agile e scattante. un fratellino più piccolo che combina guai. sempre voglia di correre. Non mai freddo neppure in inverno. Non mai sonno e faccio i capricci per andare a letto. Quest’anno imparato a scrivere senza errori.

2 Completa le frasi con HO e NON HO. • • • Prima • • • •

terminato il disegno ma ancora letto il libro. compiuto sette anni e ricevuto molti regali. bevuto il succo, poi mangiato la pizza. freddo e voglia di andare a casa. i brividi, ma la febbre. ascoltato la lezione, però capito tutto. partecipato alla tua festa e ti fatto gli auguri.

3 Scrivi quattro frasi riferite a te stesso/a con HO o NON HO. • ....................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

• ....................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

• ....................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

• ....................................................................................................................................................................................................... ..........................................................................................................................................................................................................

36


HAI

1

ORTOGRAFIA

Completa con HAI la lettera di Luca a Bubù.

Caro Bubù, sai perché ti ho scelto? Perché un pelo morbidissimo, due occhi dolci, un naso a patata che mi piace mordere. sette anni come me. un buon odore e sempre un sorriso tutto per me. LUCA

2 Completa con HAI oppure NON HAI. • È tardi! Perché ancora preparato lo zaino? • finito i compiti? • Bravo! fatto un bel disegno. • Tu molte figurine, ma ancora l’album. • tanto sonno perché stanotte dormito.

3

Scrivi tre frasi riferite a un amico o a una amica con HAI o NON HAI.

• ....................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

• ....................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

• ....................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

37


ORTOGRAFIA

HA 1

Completa con HA.

Ho un amico che... voglia di imparare cose nuove. sempre idee geniali. costruito una clessidra con due bicchieri. riparato la mia vecchia bicicletta. Mi aiutato a imparare le tabelline. Non mi mai preso in giro.

2

Che strano tipo! Completa con HA o NON HA la descrizione del marziano.

un corpo piccolo, rotondo e peloso. orecchie, ma due lunghe antenne sulla testa. due, ma quattro braccia. le gambe corte e due grossi piedoni. delle macchie colorate su tutto il corpo.

3 Completa. Scrivi quattro frasi con HA. • Il gatto . • La gallina . • La mucca . • Il coniglio .

38


ORTOGRAFIA

HANNO 1

Osserva il disegno e completa con HANNO.

• • • • • •

il corpo ricoperto di pelo. la coda. quattro zampe. paura dei tuoni. un olfatto molto migliore del nostro. denti canini molto sviluppati.

Chi sono?

2 Guarda i disegni e scrivi che cosa hanno fatto i due bambini sulla spiaggia. Devi usare hanno.

• Con il secchiello

• Con le mani

.............................................................

.............................................................

...........................................................

.

...........................................................

.

• ......................................................... sulla porta................................. ............................................................ .

3

Di quali animali si parla? Inserisci HANNO e scrivi il nome dell’animale.

due zampe e cinguettano:...................................................................................... quattro zampe e miagolano:................................................................................ sei zampe e il pungiglione:............................................ le zampe e nuotano:........................................................................................

• • • Non

4 Pensa ad alcuni animali e scrivi due frasi con HANNO. • •

39


ORTOGRAFIA

IL PUNTO (.) 1

Osserva il disegno e scrivi alcune frasi. Separale con il punto.

IN MONTAGNA • Sul prato due mucche pascolano. • Sul fiume..................................................................................

RICORDA! Il punto indica una pausa lunga. Dopo il punto ci vuole la maiuscola.

................................................................................................................ ................................................................................................................ ................................................................................................................ ................................................................................................................ ................................................................................................................ ................................................................................................................

2 Leggi e metti i punti in modo che le frasi corrispondano ai disegni.

• Il giardiniere taglia la siepe in giardino la mamma pianta i fiori

• Il gatto dorme sul tappeto Giulia gioca con le costruzioni

3 Osserva il disegno, leggi e metti i punti. Riscrivi sul quaderno e ricordati di mettere la maiuscola dopo il punto.

PER LA STRADA Con il semaforo rosso le macchine si fermano i bambini attraversano sulle strisce pedonali sul marciapiede una signora passeggia con il suo cane.

40


LA VIRGOLA (,)

ORTOGRAFIA

RICORDA! La virgola separa le parole di un elenco e indica una breve pausa.

1

Elenca i dolci che vedi nella vetrina. Metti la virgola quando occorre.

Nella vetrina vedo caramelle,............................................................................................................................. ...........................................................................................................................................................................................................

2 Elenca i cibi che preferisci. Ricordati di mettere la virgola. ........................................................................................................................................................................................................... ........................................................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

3

Leggi e separa con la virgola le azioni che compie Luca.

Luca la mattina si alza si lava i denti fa colazione va a scuola. Il pomeriggio fa i compiti fa merenda va fuori a giocare. La sera cena guarda la tv si lava va a letto si addormenta.

4 Leggi e collega con una freccia il disegno alla frase corrispondente.

• Un pescatore pesca, a riva un bambino fa il bagno.

• Un pescatore pesca a riva, un bambino fa il bagno.

41


ORTOGRAFIA

ALTRI PUNTI (?) (!) 1

Trascrivi le frasi nei fumetti giusti.

Che bella la tua bicicletta! Verresti domani alla festa del mio compleanno?

Vuoi provarla? Grazie! Verrò molto volentieri!

2 Leggi la risposta e scrivi la domanda. Ricorda di mettere il punto interrogativo.

• Domanda:.......................................................................................................................................................................... Risposta: Ho otto anni. • Domanda: ........................................................................................................................................................................ Risposta: Mi chiamo Chiara. • Domanda:.......................................................................................................................................................................... Risposta: Sono stata al mare.

3 Metti nel cerchietto il punto interrogativo ? o il punto esclamativo ! Oh, che brutta ferita Come hai fatto a farti male Ho una sete Hai qualcosa da bere Perché non sei venuto con noi Cos’è successo Non vedi che c’è una macchina Stai attento Sei pronto Bisogna andare, è tardi

42


ALTRI SEGNI (:) (“ “) 1

ORTOGRAFIA

Leggi i fumetti, poi trascrivi il dialogo dei personaggi. Usa i due punti (:) e le virgolette (“ “)

Buona sera, che cosa desideri?

Vorrei un biglietto per l’autoscontro.

Va bene, ma stai attento!

Certamente, non è la prima volta!

• Il bigliettaio domanda: “Buona sera, che cosa desideri?” • Il ragazzo risponde: ................................................................................................................................................ • Il bigliettaio aggiunge: ........................................................................................................................................ • Il ragazzo risponde: ................................................................................................................................................ Ciao Erica, che sorpresa!

Ciao Andrea, immaginavo di trovarti!

Saliamo sulla stessa macchina?

Volentieri! So che sei un campione.

• Andrea saluta l’amica: “Ciao Erica, che sorpresa!” • Erica risponde al saluto: .................................................................................................................................... • Andrea chiede: ............................................................................................................................................................ • Erica risponde: .............................................................................................................................................................

43 43


ORA SO FARE!

ACCENTO, APOSTROFO, E È, C’È C’ERA C’ERANO, PUNTEGGIATURA

1 Leggi le frasi, sottolinea le parole che vogliono l’accento e mettilo tu. Poi scrivile sotto.

• Il giorno di Natale Claudia potra scartare molti regali. • Che felicita! Domani verra a trovarmi lo zio Niccolo. • Livia abita in citta, pero le piace di piu la campagna. •U  n anno fa mio cugino ando in Peru e arrivato laggiu visito molte localita. ......................................................................................................................................................................................................... .........................................................................................................................................................................................................

2 Metti l’accento quando occorre. venerdi • bugia • strega • strada • perche • laggiu • citta • paese • verita caffe • felicita • amicizia • giochero • porta • partiro • su 3 Metti l’apostrofo quando occorre. • un idea • un ape • un occhio • un unghia • un ancora • un uccello un elefante • un estate • un abito • un aereo • un elicottero • un ombra 4 Metti l’apostrofo quando occorre e togli la vocale.

44

Esempio: la estate • lo inverno • la primavera • lo aereo • la lucciola

l’estate

Esempio: sotto olio • sulla tavola • nello orto • di aria • alla amica

sott’olio

• la anatra • lo ombrello • lo struzzo • la luce

Ortografia: usare l’accento e l’apostrofo.

• allo infinito • della artista • di estate • dello elefante


VERIFICA DI COMPETENZA

5 Leggi le frasi e completa con E o È. • La tigre il leone sono animali feroci. • Il vetro trasparente. • Il mio cagnolino piccolo curioso. • La mia amica simpatica brava. • Il bagnino in acqua nuota. 6 Completa le frasi con C’È, C’ERA, C’ERANO. • Prima • Prima • Prima

la candela, il seme, i bozzoli,

ora ora ora

la lampada. la pianta. le farfalle.

7 Leggi e metti il punto dove occorre. • La nonna legge il nonno pesca nel lago. • Lorenzo unisce le assi con la colla Marco sega un legno. • Era un bel mattino d’estate Giada si diresse verso la spiaggia mentre camminava incontrò la sua compagna di banco le due amiche si abbracciarono e trascorsero insieme una giornata indimenticabile. 8 Leggi e metti la virgola dove occorre. • Le stagioni sono quattro: primavera estate autunno inverno. • In giardino possiamo correre saltare giocare e divertirci. • La mia casa è nuova grande luminosa e molto vicina alla scuola. • Nell’orto abbiamo raccolto pomodori zucchine cetrioli cipolle e patate. 9 Metti il punto esclamativo ! o interrogativo ? Dai corri

Dove corri

Evviva, abbiamo vinto

Come stai

Lo hai saputo che abbiamo vinto

Perché sei triste

Quanti anni hai

Ortografia: usare e distinguere E/È; C’È/C’ERA/C’ERANO; usare i fondamentali segni di punteggiatura: punto, virgola, punto interrogativo e punto esclamativo.

45 45


MORFOLOGIA

I NOMI

1

Colora gli elementi del disegno e inserisci il nome di ognuno nel contenitore giusto.

NOMI DI COSA

46

NOMI DI ANIMALI

NOMI DI PERSONA


NOMI COMUNI E PROPRI 1

MORFOLOGIA

Collega il nome comune al corrispondente nome proprio.

cane

Lunedì

giorno

Firenze

mese

Inter

paese

Febbraio

città

Flip

squadra

Arlecchino

maschera

Montepulciano

2 Completa con nomi propri. Scrivi in corsivo e ricordati la maiuscola. • Mi chiamo.............................................................................................................................. • Abito a....................................................................................................................................... • Sono nato nel mese di.............................................................................................. • Il mio amico preferito si chiama..................................................................... • La mia squadra preferita è.................................................................................... • Se avessi un cane lo chiamerei.........................................................................

3 Inserisci i nomi al posto giusto. Metti la maiuscola se necessario. maestra • gianni • rana • italia • febbraio • martedì • natale • pasqua scrittore • canarino • diana • uccello • acqua • quadro • pinocchio • amica

NOMI COMUNI

NOMI PROPRI

47


MORFOLOGIA

NOMI MASCHILI E FEMMINILI 1

Colora di giallo i nomi femminili e di verde i nomi maschili.

batteria

organo

fisarmonica

tromba

violino

chitarra

pianoforte

trombone

tovaglia

forchetta

tovagliolo

cucchiaio

coltello

bicchiere

piatto

scodella

bottiglia

brocca

fiasco

maschera

2 Trasforma i nomi dal maschile al femminile. • alunno • maestro • direttore

• amico • dottore • infermiere

3 Trasforma i nomi dal femminile al maschile. • gallina • leonessa • pittrice

• scrittrice • professoressa • gatta

4 Completa le tabelle. Segui l’esempio. NOMI DI COSA MASCHILI FEMMINILI

zaino

48

matita

NOMI DI PERSONA MASCHILI FEMMINILI


MORFOLOGIA

NOMI SINGOLARI E PLURALI 1

Singolare S o plurale P ? Scegli con ✗.

cielo cappelli occhi lavagna alberi

S S S S S

P P P P P

2 Trasforma dal singolare

al plurale. Segui l’esempio.

SINGOLARE

banco

S S S S S

stelle finestra macchine strada astuccio

PLURALE

banchi

3

P P P P P

bosco giornali figlio alunni scolaro

S S S S S

P P P P P

Trasforma dal plurale al singolare. Segui l’esempio.

SINGOLARE

mosca

PLURALE

mosche

mago

cerchi

strega

gamberi

torre

nastri

scopa

sacchetti

lumaca

giraffe

4 Osserva le cose che si trovano nella tua aula e scrivi. NOMI SINGOLARI cestino

NOMI PLURALI pennarelli

...............................................................................

..............................................................................

...............................................................................

..............................................................................

...............................................................................

..............................................................................

...............................................................................

..............................................................................

...............................................................................

..............................................................................

49


MORFOLOGIA

COME CAMBIA! 1

Trasformando al maschile e al femminile alcuni nomi, succedono cose strane!

Osserva e completa.

banco

banca

foglio

gamba

colla

manico

cartella

velo

pizzo

arco

2 Leggi le frasi e cancella il nome sbagliato. • Sono caduto e ho battuto il mento / la menta. • Il mio nuovo compagno di banco / banca si chiama Ettore. • La sposa aveva un velo / una vela in testa.

3 Scrivi una frase con ciascuna di queste parole. • collo.......................................................................................................................................................................................... • colla.......................................................................................................................................................................................... • porto........................................................................................................................................................................................ • porta........................................................................................................................................................................................

50


GLI ARTICOLI DETERMINATIVI 1

MORFOLOGIA

Osserva il disegno e colora: il fungo sotto l’albero, lo scoiattolo sul ramo, la farfalla più grande.

RICORDA! Il, lo, la, i, gli, le, sono articoli determinativi. Indicano un elemento preciso e non uno qualsiasi.

2 Completa le tabelle. Segui l’esempio.

3

SINGOLARI

PLURALI

Il cane

I cani

SINGOLARI

PLURALI

Gli zaini

Lo scolaro

Le bambine

La strada

I palloni

Completa con l’articolo giusto. Scegli tra: IL, LO, LA, L’.

uovo specchio autunno

estate mare spago

stampante lampada uccello

RICORDA! Lo e la vogliono l’apostrofo davanti ai nomi che iniziano per vocale: l’uomo, l’aria…

4 Per ciascun articolo scrivi tre nomi. IL

.........................................................

I

.........................................................

LA

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

LO ......................................................... GLI......................................................... L’ ......................................................... .........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

LE .........................................................

.........................................................

.........................................................

51


MORFOLOGIA

GLI ARTICOLI INDETERMINATIVI 1

Osserva il disegno e colora: una farfalla, un fungo, uno scoiattolo.

RICORDA! Un, uno, una sono articoli indeterminativi. Indicano una cosa qualsiasi.

2 Metti l’articolo indeterminativo adatto. Scegli tra: UN, UNO, UNA. conchiglia scheletro scudo

dromedario scivolo poltrona

scoiattolo struzzo acquazzone

3 Completa con l’articolo giusto. Scegli tra: UN, UNO, UNA. Sta per iniziare la scuola. Sono andato in cartoleria e ho comprato: zaino, album da disegno, scatola di pennarelli e quaderno a quadretti.

4 Metti UN o UN’ davanti a questi nomi.

5

uomo ombrello

estate anguria

arco orma

anatra armadio

RICORDA! ombra albero Un amico (è maschile): senza apostrofo. osso Un’amica amaca (è femminile): con apostrofo.

Per ciascun articolo scrivi tre nomi.

UNO

.........................................................

UN

.........................................................

UNA

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

.........................................................

UN’ .........................................................

52

.........................................................

.........................................................


MORFOLOGIA

QUALITÀ O AGGETTIVI QUALIFICATIVI 1

Osserva. Collega con una freccia il disegno alla qualità adatta.

aspro

alto

leggera RICORDA! Le parole che indicano una qualità del nome si chiamano aggettivi qualificativi.

2 Leggi e cerchia le qualità o gli aggettivi qualificativi.

Faccio il bagno nel mare trasparente. Faccio il bagno nel mare inquinato.

3

Osserva la tabella e per ogni nome colora solo gli aggettivi qualificativi adatti.

vista

tatto

olfatto

gusto

udito

piuma

variopinta

soffice

gradevole

saporita

assordante

limone

viola

rugoso

profumato

dolce

silenzioso

rosa

rossa

vellutata

profumata

aspra

rumorosa

musica

colorata

ruvida

nauseante

salata

ritmata

4 Collega il nome all’aggettivo qualificativo adatto. aereo

agile

leone

malvagia

scoiattolo

variopinta

farfalla

veloce

strega

feroce

53


MORFOLOGIA

ANCORA AGGETTIVI 1

?

Che cos’è? Leggi tutte le qualità e indovina il nome.

indispensabile dissetante incolore

profondo salato azzurro

caldo scoppiettante acceso

bianca soffice gelata

2 Scrivi accanto a ciascun nome almeno tre aggettivi adatti. Esempio: • strada: lunga, corta, asfaltata, sterrata, pericolosa, rettilinea. • casa: ........................................................................................................................................................................... • esercizio: ................................................................................................................................................................ • foglia: ........................................................................................................................................................................ • gatto: ........................................................................................................................................................................ • amico: ....................................................................................................................................................................... • leone: ........................................................................................................................................................................

3 Scrivi l’aggettivo corrispondente. Segui l’esempio. generoso Chi aiuta gli altri è:....................................................................................................................................................... È loquace chi parla molto... Chi ha tanti anni è:...................................................................................................................................................... Chi ha poco denaro è:.............................................................................................................................................. Chi non dice la verità è:.......................................................................................................................................... Chi non mette in ordine è:.................................................................................................................................. Chi parla sempre è:...................................................................................................................................................... Chi capisce subito è:...................................................................................................................................................

54


MORFOLOGIA

AZIONI O VERBI 1

Osserva ogni vignetta e cerchia l’azione che vedi rappresentata.

mangia dorme guarda

scrive corre nuota

piange dorme ride

2 In queste frasi i verbi (le parole che indicano le azioni) hanno cambiato posto. Leggi con attenzione poi scrivi ciascun verbo al posto giusto.

Il leone guida

Il cavallo dipinge

L’aereo scrive

L’autista ruggisce

Il pittore nitrisce

La maestra decolla

• Il leone • L’aereo • Il pittore

• La maestra • L’autista • Il cavallo

3 Quali azioni puoi compiere con questi oggetti?

Scrivi accanto a ciascun disegno un verbo adatto.

cancellare

55


MORFOLOGIA

TANTE AZIONI, TANTI VERBI 1

Collega con una freccia ogni frase al verbo corrispondente.

baciare fare uno sbaglio

fare un pacchetto disegnare

dare un bacio

incollare

attaccare con la colla

regalare fare un regalo

sbagliare

fare un disegno

impacchettare

2 Indovina e scrivi chi compie queste azioni. • Nasce, sboccia, appassisce: ........................................................................................................................... • Scalda, illumina, asciuga: ................................................................................................................................ • Ronza, vola, punge: .............................................................................................................................................. • Morde, abbaia, lecca: ......................................................................................................................................... • Legge, scrive, impara: ......................................................................................................................................... • Vola, cinguetta, plana: .......................................................................................................................................

3 Scrivi quattro azioni che puoi compiere in questi luoghi. A SCUOLA POSSO

56

AL MARE POSSO

IN MONTAGNA POSSO


ANCORA VERBI O AZIONI 1

MORFOLOGIA

Scrivi le azioni contrarie.

• perdere................................................................. • piangere.............................................................. • cominciare........................................................ • sporcare............................................................... • andare...................................................................

• apparecchiare................................................ • uscire...................................................................... • donare.................................................................. • rompere............................................................... • scendere.............................................................

Qual è l’azione contraria di urlare?

A. gridare B. sussurrare

C. strillare D. parlare

2 Per ogni nome scrivi tre verbi adatti. Il delfino

Il fiore

3

Il fuoco

La pioggia

Nelle seguenti frasi cerchia il verbo. Poi scrivilo sui puntini.

• I pesci nuotano con le pinne......................................................................................................................... • La neve imbianca i tetti delle case........................................................................................................... • Sul ramo dell’albero alcuni passeri cinguettano....................................................................... • Nel prato giocano alcuni bambini........................................................................................................... • La Luna illumina la notte................................................................................................................................... • La maestra corregge i compiti degli alunni.................................................................................... • Agnese legge un libro di scienze.............................................................................................................. • Il Sole abbaglia gli occhi dei bagnanti.................................................................................................

57


MORFOLOGIA

LE AZIONI NEL TEMPO 1

Leggi con attenzione e completa le frasi con: prima, adesso, dopo.

Esempio: PASSATO

PRESENTE

Prima ho fatto i compiti.

Adesso mangio .

FUTURO

Dopo giocherò .

• vedrò il cartone animato.

• ho scelto il dvd.

• metto il cd nel lettore.

• Giulia ha preso l’arancia.

• Giulia berrà la spremuta.

• Giulia spreme l’arancia.

Ora inserisci i verbi delle frasi al posto giusto nella tabella.

PASSATO

PRESENTE

FUTURO

............................................................... ............................................................... ...............................................................

............................................................... ............................................................... ...............................................................

2 Scrivi davanti ai verbi: prima, adesso, dopo. Poi colora di rosso i

verbi al passato, di blu quelli al presente e di verde quelli al futuro.

58

mangiò

giocheremo

pranzerò

sbadiglia

scriviamo

hai letto

partirono

ho sentito


PASSATO, PRESENTE, FUTURO 1

MORFOLOGIA

Leggi le frasi. Segna con una ✗ in quale tempo avvengono le azioni evidenziate.

PASSATO PRESENTE FUTURO

Stamattina ho fatto una corsa. Ora ti aiuto a terminare il compito. Domani verrò a casa tua. Ieri telefonai ai nonni. Un anno fa imparai a nuotare. Tra due anni frequenterò la quarta.

2 Cancella dall’insieme l’azione con il tempo sbagliato. PRESENTE

• mangio • guardo • osservo • riderò • dormo

3

PASSATO

• visiterò • giocai • ho pensato • dissi • ho imparato

FUTURO

• guiderò • nuoterò • ho scritto • suonerò • telefonerò

Completa ogni frase con il verbo adatto. Scegli tra quelli scritti sotto.

• Ora Serena ............................................................................................................. con gli amici gioca

giocò

giocherà

• Tanto tempo fa sulla terra ........................................................................... i dinosauri vivevano

vivranno

vivono

• Il prossimo anno ......................................................................................... la classe terza. frequento

frequenterò

ho frequentato

59


ORA SO FARE!

NOMI, ARTICOLI, AGGETTIVI, VERBI

1 Scrivi i nomi al singolare e trasformali al plurale. SINGOLARE nomi di cosa

panca

PLURALE

nomi di

nomi di

animale

persona

cerbiatto

insegnante

nomi di

nomi di

animale

persona

cerbiatti

insegnanti

nomi di cosa

panche

2 Inserisci questi nomi nella tabella. cielo • sole • lavatrice • maestro • maestra • nuvola • torta • computer caramella • foglia • sedia • uccello • spiaggia • telefono • sacco • trattore NOMI FEMMINILI

NOMI MASCHILI

3 Metti l’articolo determinativo davanti a questi nomi. • • •

60

zucchero bosco luce

• • •

aereo stivale passeggiate

Morfologia: classificare i nomi in base al numero e al genere.

• • •

fragole tavoli scherzi


VERIFICA DI COMPETENZA

4 Completa con l’articolo indeterminativo giusto. • • •

istrice zaino scoglio

• • •

uccello mattina scala

• • •

alba altalena struzzo

5 Sottolinea di rosso i nomi, di blu gli articoli indeterminativi, di verde gli articoli determinativi.

• Gli zii di Caterina sono arrivati con il treno. • La mamma e il papà di Luca insegnano inglese in una scuola. • Ho comprato un regalo per i nonni. 6 Sottolinea i verbi. Ricordi? I verbi • La rana salta nel fosso. indicano le azioni! • Cade la pioggia. • Il cameriere apparecchia la tavola. • Il gatto insegue il topo. 7 Sottolinea gli aggettivi qualificativi. • La neve è bianca e soffice. • La nonna ha preparato una torta squisita. • La bicicletta nuova di Matteo è rossa. • I miei compagni sono simpatici, insieme facciamo giochi divertenti. 8 Segna nella tabella con una ✗ in quale tempo avvengono le azioni. PRESENTE

PASSATO

FUTURO

ho guardato andrò scrivo telefonai ho mangiato nuoterò penso Morfologia: riconoscere e usare gli articoli determinativi e indeterminativi; riconoscere il verbo in una frase; riconoscere il tempo dei verbi; riconoscere gli aggettivi in una frase.

61


LESSICO

I SINONIMI 1

Collega le parole che hanno lo stesso significato.

maestra

alunna

fune

calzoni

scolara

sbaglio

pantaloni

abito

errore

dono

vestito

faccia

regalo

insegnante

viso

corda

2 Leggi le parole e scrivi nelle tabelle le coppie che hanno lo stesso significato. Segui l’esempio.

scintillante • contento • splendente • felice • scolorito • quieto distante • lontano • divertente • tranquillo • sbiadito • spassoso paziente

tollerante

3 In ogni gruppo di parole, cancella con una ✗ quella che ha un significato completamente diverso dalle altre.

• demolire – abbattere – distruggere – smarrire • dipingere – pitturare – chiarire – colorare • noioso – luminoso – brillante – splendente • chiedere – domandare – interrogare – dormire

62


LESSICO

I CONTRARI 1

Ecco la descrizione di una fata: gli aggettivi sono in rosso.

La fata era una donna giovane e bella. Aveva gli occhi chiari come il mare. I suoi capelli erano lunghi, lisci e biondi. Indossava vestiti nuovi e leggeri. Scrivi il contrario di ogni aggettivo. Esempio: giovane – vecchia bella – .............................................................................. chiari – .......................................................................... lunghi – .........................................................................

biondi – ......................................................................... nuovi – ............................................................................ leggeri – ........................................................................

Con gli aggettivi che hai scritto completa la descrizione di una strega.

La strega era una donna Aveva gli occhi I suoi capelli erano Indossava vestiti

e come il carbone. e e .

. .

2 Completa con l’aggettivo adatto: luminosa • piena • sereno • Se la bottiglia è vuota non è.......................................................................................................................... • Se la stanza è buia non è................................................................................................................................... • Se il cielo è nuvoloso non è.............................................................................................................................

3

Completa con il nome contrario.

• Se c’è la pace non c’è la..................................................................................................................................... • Se c’è la salita non c’è la.................................................................................................................................... • Se c’è la luce non c’è il.........................................................................................................................................

63


LESSICO

NOMI GENERALI E PARTICOLARI 1

Leggi il nome generale e metti nelle scatole altri nomi particolari.

STRUMENTI MUSICALI

MEZZI DI TRASPORTO

tazza

fisarmonica

treno

COLORI

SPORT tennis

2 Collega il nome

STOVIGLIE

particolare al nome generale.

giallo

pantaloni

fiori

papaveri

mestieri

insegnante

bevande

aranciata

indumenti

3 Scrivi sui puntini il nome generale che può raggruppare i nomi particolari.

mucca lucertola trota mosca

64

palla yo-yo bambola peluche

peperone cetriolo insalata pomodoro

arancia pesca mela ananas


FRASI O NON FRASI? 1

SINTASSI

Osserva i disegni, ordina le parole e scrivi le frasi.

• in pallavolo a i giocano bambini palestra

• sulla spegne Lorenzo di torta le compleanno candeline

2 Ordina le parole e scrivi le frasi. • con mare al giugno a andrò un’amica • a amici nascondino gli con giocare piace mi

• cielo aquiloni nel molti volano variopinti

3 Quale frase ha significato? A. Abbiamo giocato della scuola nel giardino. B. Nel giardino abbiamo giocato della scuola. C. Della scuola abbiamo giocato nel giardino. D. Abbiamo giocato nel giardino della scuola.

65


SINTASSI

TITOLETTO

NON TUTTE LE FRASI HANNO SIGNIFICATO 1

Leggi le frasi, osserva i disegni e cancella la frase che non ha significato.

La maestra indossa i fiori con un vestito. La maestra indossa un vestito con i fiori.

Un signore legge un libro su una panchina. Una panchina legge il libro su un signore.

Una lucertola ha afferrato il gatto per la coda. Il gatto ha afferrato per la coda una lucertola.

2 Leggi le “frasi pazze” e riordinale in modo che abbiano significato. • Un grosso ciclamino si è posato sul calabrone. ...........................................................................................................................................................................................................

• Una pianta con la proboscide ha abbattuto un elefante. ...........................................................................................................................................................................................................

• La ciambella nuota in piscina con Anita. ...........................................................................................................................................................................................................

3

Che confusione! Cancella le azioni sbagliate e metti quelle giuste.

striscia • atterra • respira • scava • ha vinto L’aereo ha vinto Il serpente scava La talpa respira La nostra squadra striscia Il pesce atterra

66

sulla pista. nell’erba. gallerie. la partita. con le branchie.


SINTASSI

FRASI A PEZZETTI 1

Ordina le parole e scrivi la frase in modo che abbia significato.

il pittore

di campagna

di montagna

il traguardo

dipinge

sono arrivati

di tutti

un paesaggio

gli alpinisti

al rifugio

con l’ammirazione

tagliò

il ciclista

2 Dividi queste frasi e inserisci i pezzi nei cartellini. • Ho comprato il pallone nel negozio di giocattoli.

• Il cuoco prepara una torta di mele.

3

Scrivi tu due frasi divise in quattro pezzi. Segui l’esempio.

• Esempio: La maestra ha spiegato il significato delle frasi

67


SINTASSI

ACCORDO TRA LE PAROLE 1

Cerca le frasi nascoste! Collega le parole con le frecce.

Le

maiale

migrano

Il

rondini

grugnisce

La

aereo

bela

L’

pecora

decolla

Le

gufi

si ricava

dal cielo

La

pioggia

sbocciano

sul palcoscenico

La

primule

danza

dal grano

I

ballerina

scende

in primavera

La

farina

cacciano

di notte

2 Cerca e sottolinea le parole che non si accordano tra loro. Poi scrivi le frasi in modo corretto.

• L’arbitro fischiano il calcio di rigore. ..........................................................................................................................................................................................................

• Gli abeti sono pianta sempreverdi. ..........................................................................................................................................................................................................

• In autunno gli alberi perde le foglie. ..........................................................................................................................................................................................................

• Lo istrici hanno gli aculei per difendersi. ..........................................................................................................................................................................................................

• Il cane insegue un gatto per le strada. ..........................................................................................................................................................................................................

• In giardini i bambini gioca. ..........................................................................................................................................................................................................

68


DI CHI SI PARLA? CHE COSA SI DICE? 1

SINTASSI

Leggi e rispondi.

Le farfalle volano. Di chi si parla in questa frase?

Il vigile fischia. Di chi si parla?

..............................................................................................

..............................................................................................

..............................................................................................

..............................................................................................

Che cosa si dice?............................................

Che cosa si dice?............................................

..........................................................................................

..........................................................................................

2 Di chi si parla? Completa con un nome adatto. Segui l’esempio. • Esempio: Il leone ruggisce. soffia. è un insetto. strisciano.

3 • • • •

insegnano. è una maschera. è piccolo.

Di chi si parla? Leggi che cosa si dice e scrivilo tu.

è liquida, pulisce, bagna. è un quadrupede, graffia, miagola. cade, è fredda e imbianca. taglia, pettina, colora.

4 Di chi si parla in queste frasi? Cerchialo di rosso. • Il cane abbaia. • L’arancia è un frutto. • Cade la grandine.

• Bolle l’acqua. • Squilla il telefono. • Il fiume scorre.

69


SINTASSI

CHE COSA SI DICE? 1

Che cosa fa? Completa.

• Il medico..................................................................... • Lo scolaro.................................................................. • L’autista....................................................................... • Il calciatore...............................................................

Che cosa si dice?

Che cosa fa? Che cos’è? Com’è?

• Il fiore............................................................................. • L’aereo..........................................................................

2 Com’è? Osserva i disegni e completa le frasi. La fata................................................

L’elefante........................................

..................................................................

..................................................................

La strega..........................................

Il mostro...........................................

..................................................................

..................................................................

3 Che cos’è? Osserva l’esempio e completa. • Esempio: Il grano è un cereale. • La mela è un............................................................. • La margherita........................................................ • La bambola ............................................................... • L’insalata..................................................................... • Il leone ........................................................................... • Il tennis .......................................................................

4 Completa la tabella. Osserva l’esempio. DI CHI SI PARLA?

CHE COSA FA?

COM’È?

CHE COS’È?

Il portiere

para

è scattante

è un giocatore

L’ape La rosa La rana La sciarpa

70


DALLE FRASI LUNGHE ALLE FRASI CORTE 1

SINTASSI

Osserva le immagini e leggi le frasi.

Di notte Marco dorme nel suo lettino con l’orsacchiotto.

Di notte Marco dorme nel suo lettino.

Marco dorme.

Di notte Marco dorme.

Che cosa hai notato? La frase iniziale si è

sempre di più.

2 Osserva le immagini e riduci la frase iniziale.

Al circo il pagliaccio balla con la scimmia.

3

Riduci al minimo le frasi, poi colora l’azione. Osserva l’esempio.

in estate il papà

sulla spiaggia ogni sera

saluta

a colazione

Erica

in giardino

dalla fessura

con velocità

i bambini

mangia

il nuotatore

giocano

con un il pane

del muro si tuffa

bacio

con la sabbia i figli

con la marmellata è uscita

una lucertola

dal trampolino

nella piscina

71


SINTASSI

DALLE FRASI CORTE ALLE FRASI LUNGHE 1

Osserva le immagini e leggi le frasi.

Anita corre.

Anita corre nel parco.

Anita corre nel parco vicino al laghetto.

Anita corre nel parco vicino al laghetto con Antonio.

2 Arricchisci le frasi con l’aiuto delle domande. • Gli alunni leggono (che cosa?)................................................................................................................... • Il cane abbaia (a chi?)........................................................................................................................................... • Le stelle brillano (quando ?)...................................................... (dove?)................................................. • Serena partirà (con chi?)............................................................... (quando?)......................................... • Gli amici hanno regalato (che cosa?)..................................... (a chi?)....................................................... • Il pittore dipinge (che cosa?).................................................... (con che cosa?)........................... ................................................................................................................................. (dove?).................................................

3 Scrivi le domande che hanno permesso di arricchire la frase. • Elisabetta gioca (....................................?) con le amiche (....................................?) a scuola. • Il musicista suona (....................................?) la chitarra. • La mamma legge (....................................?) un libro (....................................?) di fiabe (....................................?) a Marina. • I nonni arriveranno (....................................?) giovedì (....................................?) da Roma. • I bagnanti leggono (....................................?) sotto l’ombrellone.

3 Copia la frase e arricchiscila a tuo piacere. Il gatto mangia. ..................................................................................................................................... ................................................................... ..................................................................................................................................... ...................................................................

72


FRASI NEGLI SCHEMI 1

SINTASSI

Osserva l’esempio e completa gli schemi.

• Il cane rosicchia un osso con i dentini nella sua cuccia. Di chi si parla?

Che cosa si dice?

Il cane

rosicchia

Che cosa?

Con che cosa?

Dove?

un osso

con i dentini

nella sua cuccia

• La maestra ha scritto i compiti alla lavagna. Di chi si parla?

Che cosa si dice?

Dove?

Che cosa?

• In vacanza Paola ha scritto una cartolina a Gianni. Di chi si parla?

Che cosa si dice?

Quando?

Che cosa?

A chi?

73


ORA SO FARE!

SINONIMI, CONTRARI, NOMI GENERALI, NOMI PARTICOLARI, FRASI

1 Scrivi il contrario. dietro ....................................................... partire ...................................................... attento .................................................... bagnato ..................................................

largo ............................................................ scendere .................................................. facile ............................................................ alto ...............................................................

2 In ogni riga cancella la parola che ha un significato completamente diverso dalle altre.

• bello, piacevole, grazioso, delizioso, verde. • brutto, spiacevole, leggero, orribile, orrendo. • grande, enorme, gentile, gigantesco, colossale. • piccolo, soffice, minuscolo, microscopico. 3 Per ciascun gruppo di nomi particolari scrivi il nome generale.

basket calcio pallavolo nuoto

rosa tulipano margherita papavero

cucchiaio coltello forchetta cucchiaino

4 Quale frase ha significato perché è in ordine? A. di paura un racconto ho letto B. ho di paura letto un racconto C. ho letto un racconto di paura D. di paura ho letto un racconto

74

Lessico: contrari; sinonimi; nomi particolari e generali.

Leggi con attenzione!


VERIFICA DI COMPETENZA

5 Rimetti in ordine i pezzetti di ogni frase. Scrivi “1” nella casella del pezzetto che va per primo, scrivi “2” sotto il pezzetto che va per secondo e così via.

a.

un racconto

Maria

di paura

ha letto

1 b.

i bambini

di fine anno

c.

a una zampa

ha trovato

d.

della scuola

e. e il suo fratello

le rondini

sono andati

una festa

hanno organizzato

un gattino

ferito

hanno fatto

Leo

mio fratello

sotto il tetto

della nonna

il nido

a casa

6 Dividi la frase nei pezzi che la compongono. Poi sottolinea di rosso “di chi si parla”, di blu “che cosa si dice”.

a. Nel cielo di notte brillano le stelle. b. I nonni sono arrivati nel pomeriggio. c. Il cane di Giacomo dorme sotto un albero. d. Nella casa del vicino squilla il telefono. e. La tana del topolino è in soffitta. f. Nel giardino del nonno sono sbocciate le rose. Sintassi: ordinare i sintagmi per costruire una frase con significato; riconoscere il soggetto e il predicato.

75


IL TESTO

DALLE IMMAGINI ALLA STORIA 1

Osserva le vignette e scrivi.

Ăˆ il compleanno di Francesca............ ..........................................................................................

Spero che ti piaccia!

La festeggiata scarta il regalo di ......................................................................................... .........................................................................................

A un certo punto arriva........................... .......................................................................................... .......................................................................................... ..........................................................................................

Tutti sono curiosi ............................................................................................................................................. ............................................................................................................................................................................................ ............................................................................................................................................................................................

Quale titolo daresti alla storia?

76

A. Un regalo desiderato B. Uno scherzo divertente

Comprensione testuale e produzione: leggere, interpretare vignette e scrivere; scegliere un titolo adeguato.


DESCRIVERE UN OGGETTO 1

IL TESTO

Osserva il disegno e lo schema, poi descrivi la bicicletta.

1.

Che cos’è?

3. desivi? a i l g e d a H ? presentano p a r a s o c Che

2.

lori è? Di quali co

4. Che

cosa c’è sul port apacchi? E dietro al sellin o? Che cosa c’è su l manubrio?

1. È una.................................................................................................................................................................................. 2. È di colore..................................................................................................................................................................... .................................................................................................................................................................................................

3. Ha tanti............................................................................................................................................................................ .................................................................................................................................................................................................

4. Sul portapacchi........................................................................................................................................................ ................................................................................................................................................................................................. ................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................

Comprensione testuale e produzione: descrivere un oggetto seguendo uno schema.

77


IL TESTO

1

DAL DISEGNO ALLA DESCRIZIONE

Osserva bene il disegno e completa la descrizione.

In primo piano

• A sinistra vedo............................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

• A destra vedo................................................................................................................................................................. ...........................................................................................................................................................................................................

In riva al mare

• Al centro.............................................................................................................................................................................. ...........................................................................................................................................................................................................

• Sulla destra....................................................................................................................................................................... ...........................................................................................................................................................................................................

In mare

• Vicino alla riva a sinistra...................................................................................................................................... • Vicino alla riva a destra........................................................................................................................................ • In lontananza al centro........................................................................................................................................ • In lontananza a destra..........................................................................................................................................

78

Competenze: descrivere un ambiente usando i descrittori spaziali.


UN ELEFANTE DISPETTOSO 1

IL TESTO

Arricchisci la storia seguendo le indicazioni.

L’elefantino Martino è un gran dispettoso e non perde occasione per fare scherzi ai suoi amici. Descrivi l’elefantino Martino. ......................................................................................................................................................................................................... ......................................................................................................................................................................................................... .........................................................................................................................................................................................................

Un giorno mentre è al fiume a fare il bagno, Martino vede arrivare la zebra Carolina assetata per il caldo. Subito a Martino viene un’idea per spaventare Caterina e s’immerge nell’acqua. Descrivi il fiume e quello che c’è intorno. .......................................................................................................................................................................................................... .......................................................................................................................................................................................................... ..........................................................................................................................................................................................................

Che cosa viene in mente a Martino? .......................................................................................................................................................................................................... .......................................................................................................................................................................................................... ..........................................................................................................................................................................................................

La zebra salta indietro per lo spavento. Questa volta Martino ha davvero esagerato. Che cosa ha combinato Martino? ......................................................................................................................................................................................................... ......................................................................................................................................................................................................... .........................................................................................................................................................................................................

Che cosa fa allora Carolina? ......................................................................................................................................................................................................... ......................................................................................................................................................................................................... .........................................................................................................................................................................................................

Comprensione testuale e produzione: ampliare le diverse sequenze di una breve storia letta.

79


IL TESTO

1

L’OMBRELLO STRAORDINARIO

In questo racconto manca il finale. Leggi con attenzione e rispondi.

Era un ombrello straordinario, che riparava da tutto: dai raggi del sole, dal vento, dalla grandine, dai vasi che cadevano dai balconi fioriti, dai fulmini e, all’occasione, persino dai colpi di pistola e di fucile. Era un ombrello che non aveva paura di nulla. Solo una cosa temeva. Il proprietario se ne accorse la prima volta che uscì col cielo nuvoloso. Appena caddero le prime gocce di pioggia, l’ombrello, inumidendosi, cominciò a starnutire, chiudendosi e riaprendosi di scatto. – Incosciente! – gridava l’ombrello – Vuoi farmi prendere la polmonite? Proprio così: l’ombrello temeva la pioggia! Allora il suo proprietario... Adatt. da M. Argilli, Menù di 100 storie, Editori Riuniti

Disegna tu l’ombrello!

Vero o falso? Scegli con ✗.

L’ombrello riparava dai fulmini.

V F

riparava dai colpi di pistola. non riparava dai vasi. aveva paura di tutto. aveva paura solo della pioggia. non riparava dalla pioggia.

V F V F V F V F V F

Nel racconto si legge che l’ombrello riparava «persino dai colpi di pistola». Con quale parola puoi sostituire “persino”?

A. Addirittura

B. Neppure

C. Nemmeno

D. Soltanto

2 Adesso rileggi il racconto e scrivi tu il finale. Allora il suo proprietario......................................................................................................................... ............................................................................................................................................................................................ ............................................................................................................................................................................................ ............................................................................................................................................................................................

80

Comprensione testuale e produzione: individuare informazioni esplicite, riconoscere il significato dei connettivi, scrivere un finale attinente.


LA BAMBINA DI BURRO 1

IL TESTO

Questa è una storia con l’inizio e la fine. Manca la parte centrale. Leggi con attenzione e rispondi.

La bambina di burro era carina, con la pelle chiara chiara, e non poteva mai stare al sole perché altrimenti si scioglieva. La sua mamma le aveva fatto una bellissima camera dei giochi, con la casa delle bambole, i binari del trenino e la bicicletta. Però la mamma continuava a dirle: – Non sudare, non fare questo e non fare quello – perché aveva paura che si sciogliesse. La bambina di burro schiacciava il naso contro la finestra ungendo un po’ il vetro, guardava i bambini non di burro che giocavano giù nel cortile e voleva andare con loro. La mamma non voleva. La bambina sì. Così un giorno che la mamma era uscita, la bambina di burro aprì la porta, scese di corsa i quattro piani di scale, spalancò il portone e corse fuori nel cortile. ........................................................................................................................................................................................ ........................................................................................................................................................................................ ........................................................................................................................................................................................

La mamma vide la sua bambina di burro ancora intera e fu molto tranquillizzata e da quel giorno le diede il permesso di andare a giocare con i bambini non di burro. B. Masini, La bambina di burro e altre storie, Einaudi Ragazzi

Perché la bambina non poteva stare al sole? ...........................................................................................................................................................................................................

La bambina schiacciava il naso alla finestra per:

A. ungere il vetro.

B. divertirsi.

D. vedere meglio.

Un giorno la bambina andò fuori: A. con la mamma. B. da sola, senza permesso. C. da sola, con il permesso della mamma.

2 Adesso rileggi la storia, immagina la parte che manca e scrivila sui puntini.

Comprensione testuale e produzione: individuare informazioni esplicite, fare inferenze, scrivere la parte centrale formulando un’ipotesi possibile per risolvere il problema.

81


IL TESTO

IL SALVAGENTE DI FAUSTINO 1

Leggi il testo almeno due volte.

Faustino l’ippopotamo aveva paura dell’acqua. Entrava nel fiume, ma solo fin dove toccava. Quando l’acqua gli arrivava alla bocca, cominciava a gridare: – Aiuto mamma, prendimi! Mamma ippopotama arrivava di corsa e lo spingeva con il muso verso l’acqua bassa. Poi lo sgridava: – Ma Faustino, perché non provi a nuotare invece di gridare? – Io ho paura, mamma! – strillava Faustino, che non aveva nessuna voglia di fare esperimenti rischiosi. Poi un giorno venne Olivia, una scimmia amica di mamma ippopotama, con una bella idea: costruì con liane e noci di cocco un salvagente, che regalò a Faustino. – Con questo – gli disse – potrai andare anche dove l’acqua è alta, perché le noci di cocco ti terranno a galla. Il piccolo ippopotamo indossò lo strano salvagente, un po’ preoccupato: ma davvero quel coso gli avrebbe impedito di affondare? Poi si accorse che era proprio così: galleggiava benissimo.Tutto contento iniziò a zampettare nell’acqua alta seguendo sua madre. Il nuovo gioco gli piaceva così tanto che continuò a nuotare avanti e indietro per il fiume. Si divertiva talmente che non si accorse che le liane del suo salvagente si allentavano. Le noci di cocco si staccarono una dopo l’altra e in poco tempo del suo salvagente non restò nulla. – Guarda mamma, come sono bravo! – gridò Faustino. – Sei bravissimo! – gli gridò lei di rimando. – Ora sai nuotare anche senza salvagente. S. Bordiglioni, Un attimo prima di dormire, Einaudi Ragazzi

82

Comprensione testuale: leggere e comprendere un brano riordinando le sequenze. Sintetizzare scrivendo le frasi relative alle sequenze ordinate.


IL TESTO

2 Ordina le scenette e per ognuna scrivi una breve frase. Segui gli esempi.

1

Faustino aveva paura dell’acqua alta.

Un giorno arrivò

2

La mamma lo aiutava a tornare a riva, ma poi

83


IL TESTO

MICHELE E MARGHERITA 1

Leggi il testo poi rispondi alle domande.

L’estate è quasi finita. È sera e il gatto Michele aspetta fiducioso, seduto sul davanzale. L’istinto gli dice che la sua padrona Margherita sta per tornare dalle vacanze. Il gatto Michele ha trascorso un lungo periodo tutto da solo: ha dormito sul letto, è salito a curiosare sopra gli armadi, ha scavato nella terra delle piante senza che nessuno gli dicesse niente. La vicina gli portava da mangiare ogni giorno scatolette speciali per gatti: un giorno pollo, un altro pesce, proprio come ai gatti della televisione (molto meglio degli avanzi di pastasciutta lasciati da Margherita!). Ma ora Michele è contento che le vacanze siano finite, perché ha molta nostalgia della sua padrona. Michele guarda là dove sa che si fermerà l’autobus, un autobus arancione un po’ scrostato. Ecco che arriva... si ferma... Prima scende una signora piena di pacchi, poi scendono due ragazzini che si spingono, e finalmente... eccola, è lei, Margherita, con un cappellaccio di paglia calcato sulla testa, lo zaino in spalla e un sacco di borse a tracolla. Margherita scende faticosamente dall’autobus, ancora pochi passi ed è a casa. Il gatto Michele non sta più nella pelle dalla gioia; miagolando a squarciagola le va incontro e comincia a strusciarsi affettuosamente sulle sue gambe. Margherita si siede sul divano: il gatto le dà un paio di leccatine ruvide dietro un orecchio, poi si stende sulle sue ginocchia, ben deciso a non spostarsi di là. “Che pace!” pensa il gatto socchiudendo voluttuosamente i suoi occhi gialli. N. Costa, Margherita maestra dormigliona, Emme

84

Comprensione testuale: leggere un racconto, fare inferenze dirette, ricavare informazioni esplicite, cogliere relazioni di coesione, riconoscere i significati di parole e di modi di dire, ricostruire la successione di azioni.


IL TESTO

2 Michele è un gatto: A. abbandonato in un cortile. B. lasciato a casa per le vacanze.

3

Hai letto: «Il gatto Michele ha trascorso un lungo periodo tutto da solo». Secondo te, quanto è durato questo periodo?

A. Qualche giorno. B. Almeno un mese. C. Qualche anno. D. Cinque mesi.

4 Durante l’assenza di Margherita, Michele ha mangiato: A. poco perché i cibi non erano buoni. B. ogni giorno e cibi migliori del solito. C. solo quando riusciva a trovare il cibo.

5

Quando torna la padrona, Michele è contento perché potrà finalmente:

A. mangiare ciò che gli piace. B. avere tante “coccole”. C. rientrare in casa.

6 Hai letto: «Ma ora Michele è contento che le vacanze siano finite». Con quale parola puoi sostituire “ma”?

A. Perciò B. Perché

C. Almeno D. Però

7 Chi scende dall’autobus prima di Margherita? A. Una signora e un ragazzino. B. Nessuno, perché scende per prima. C. Tre persone: una signora e due ragazzini.

85


IL TESTO

8 Margherita è: A. una bambina amante dei gatti. B. una ragazza vestita alla moda. C. una persona che non dà importanza al vestire.

9 “Scrostato” è una qualità adatta a: A. un fiore. B. un dolce. C. un muro.

10 L’espressione “un sacco di borse” significa che aveva: A. borse a forma di sacco. B. molte borse. C. un sacco e alcune borse.

11 Per dimostrare il suo affetto verso Margherita, Michele fa molte azioni. Qual è l’ordine giusto?

A  . Miagola, si struscia, lecca il suo orecchio, si distende sulle ginocchia. B  . Lecca il suo orecchio, si struscia, miagola, si siede, si addormenta.

86

Le risposte sono tutte nel testo! Se hai dubbi, rileggilo!


IL TESTO

LE ALI DELLA FARFALLA 1

Leggi il testo poi rispondi alle domande.

In una città lontana, piena di automobili e di palazzi, c’era un giardino con una grande vasca, e al centro della vasca una statua, e attorno alla vasca un’aiuola piena di fiori. Un giorno, dopo un violento temporale, apparve in cielo un arcobaleno che avvolse la città in un nastro pieno di colori. Ma nessuno ci fece caso e l’arcobaleno lentamente si spense: il sole si nascose dietro le nuvole, la pioggia ricominciò a cadere e tutto si fece grigio. Rimase solo, nell’aria, un raggio di luce che aveva perduto la strada. Questo raggio vagò per la città alla ricerca dell’arcobaleno: attraversò le piazze, scavalcò i palazzi, salì anche sul campanile senza poterlo ritrovare. Alla fine, stanco, arrivò al giardino e si posò sul calice di un fiore bagnato di pioggia. Meraviglia! Le gocce si misero a brillare, di giallo, di rosso, di violetto; dal fiore salì una polvere colorata che si sparse tutt’attorno e lentamente si riunì. Un attimo, e come per un incantesimo apparvero due ali di farfalla. Si avvicinarono, si aprirono, tremarono un poco; poi la farfalla si staccò dal fiore e volò via. A. Nanetti, Venti... e una storia, Einaudi Ragazzi

2 La statua era al centro: A. della città.

3

B. della vasca.

Quando apparve l’arcobaleno?

C. del palazzo.

D. del giardino.

..............................................................................................................

4 Che cosa fece l’arcobaleno? A. Si spense all’improvviso. C. Attraversò i palazzi.

5

B. Si spense piano piano. D. Salì sul campanile.

Che cosa cercava il raggio di luce?

A. La farfalla.

B. L’arcobaleno.

C. Un fiore.

D. Il giardino.

6 Alla fine la farfalla: A. si tinse di violetto.

B. si mise a brillare.

C. volò via.

Comprensione testuale: individuare informazioni esplicite, fare inferenze dirette, comprendere il significato di parole.

87


IL TESTO

1

LA SAVANA

Leggi il testo con attenzione e rispondi.

Siamo nelle vaste distese d’erba dell’Africa centrale. Qui vivono moltissimi animali, erbivori e carnivori. Per tradizione, il leone è il loro re: questo grosso felino ama gli spazi aperti dove può riposare tranquillo scrutando lontano in cerca delle prede. Sono soprattutto le femmine ad andare a caccia. Il maschio dalla folta criniera, nella maggior parte dei casi, aspetta che la preda sia stata uccisa e poi partecipa al banchetto. Tra le vittime preferite dal leone ci sono antilopi, gazzelle, giraffe, zebre e struzzi. Anche l’elefante vive qui. Questo animale gigantesco è erbivoro. Pensate a quante foglie ci vogliono per nutrire un simile colosso! Per fortuna ha la proboscide, con cui stacca interi rami dagli alberi. Le grosse zanne servono a difenderlo dai nemici e, nei periodi di siccità, a scavare nel terreno in cerca di acqua. Adatt. da T. Wolf, Il libro degli ambienti, Dami

2 La savana è: A. un vasto bosco con fitti alberi. C. un deserto roccioso.

B. un prato poco esteso. D. una grande distesa d’erba.

3 Il leone è un felino; un felino domestico che conosci è: 4 Vero o falso? Scegli con ✗. V F Di solito è il leone che caccia. V F La leonessa ha una folta criniera. V F Il leone è un erbivoro. V F D  i solito il leone si ciba delle V F Il leone è un carnivoro. prede cacciate dalla leonessa.

5

L’elefante è:

A. erbivoro.

88

B. carnivoro.

C. onnivoro.

Comprensione testuale: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo, individuare le funzioni, fare inferenze e deduzioni.


LA PARTITA 1

IL TESTO

Leggi il testo. Poi rispondi alle domande.

È l’ultimo giorno di scuola e la maestra della classe seconda C porta i bambini in giardino a giocare a calcio. Giocano tutti, maschi e femmine, con il pallone che Luca ha portato.

• Che cosa fa la maestra?

Mentre giocano Luca dà un calcio troppo forte al pallone che finisce sul ramo più alto di un albero. La partita cessa di colpo nel silenzio di tutti. Luca prima diventa rosso dalla rabbia, poi comincia a piangere.

• Che cosa succede a un certo punto?...............................................................................

La maestra si avvicina a Luca, lo rassicura e chiede a una compagna di andare a informare Giacomo, il custode. Dopo un po’ Giacomo arriva con una scopa e una scala. Sale sulla scala e, con l’aiuto della scopa, riesce a far cadere giù il pallone. I bambini tutti contenti applaudono e la partita ricomincia.

• Che cosa fa la maestra?...............................

.................................................................................................. .................................................................................................. ..................................................................................................

• Quando?.................................................................... ..................................................................................................

.................................................................................................. ..................................................................................................

• Come reagisce Luca?.................................... .................................................................................................. ..................................................................................................

.................................................................................................... ....................................................................................................

• Chi risolve il problema?................................ ....................................................................................................

• In quale modo?..................................................... ....................................................................................................

• Come si conclude l’episodio? ............... .................................................................................................... ....................................................................................................

Comprensione testuale: comprendere e sintetizzare le parti fondamentali di un brano (inizio/svolgimento/conclusione) rispondendo a domande guida.

89


ORA SO FARE!

LA TARTARUGA GIGANTE

Leggi il testo e rispondi alle domande indicando la risposta con una ✗. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29

90

C’erano una volta due topolini che avevano deciso di costruirsi una casetta e che vagavano per la campagna in cerca del posto adatto. La nuova casa doveva sorgere sopra una collina, su que­ sto erano assolutamente d’accordo. Doveva esserci un lago nelle vicinanze e la zona doveva essere silenziosa e accogliente. Erano in giro già da due settimane e avevano visto molti bei po­ sticini, ma nessuno li aveva pienamente soddisfatti. Finalmente adocchiarono una collina vicina a un laghetto e d’un tratto deci­ sero che lì sarebbe sorta la loro dimora! La collina era ricoperta di cespugli e alberi, e offriva una splendida vista sul lago. I topolini si misero a lavorare di buona lena. La collina era molto ripida e dovettero faticare moltissimo, ma dopo qualche mese d’intensa attività la casetta era pronta. Un giorno i due topolini uscirono di casa ed ebbero la più grande sorpresa della loro vita! Il lago era scomparso e tutt’intorno il paesaggio era cambiato nell’arco di una notte! La collina si trovava ora in mezzo a una pianura e per giunta la terra stava tremando! Spaventati i topolini corsero a gambe levate giù per la collina. Ma ebbero una sorpresa ancora più grande quando si accorsero che avevano costruito la loro casa in cima al guscio di una tartaruga gigante! – Buongiorno, topolini! – li salutò la tartaruga ridendo – Ho dor­ mito per tutto questo tempo nella mia corazza. Quando ieri sera mi sono svegliata dal mio lungo sonno e ho visto la vostra casetta, credetemi, sono rimasta sorpresa anch’io! In realtà mentre dor­ mivo avevo sentito che stava accadendo qualcosa di strano ma ero troppo stanca per uscire a vedere. Comunque niente pau­ ra, potete tranquillamente continuare a vivere sulla mia corazza!

Comprensione testuale: individuare informazioni esplicite (1, 3, 4, 9); comprendere il significato di parole e di espressioni (2, 5); cogliere rapporti di causa-effetto (8); fare inferenze (6, 7, 11);


VERIFICA DI COMPETENZA 30 31 32 33 34 35 36

Mi fa piacere avere un po’ di compagnia quando sono sveglia. Vedendo che la tartaruga era davvero molto simpatica, i due topolini si tranquillizzarono. In seguito si resero conto che non avrebbero potuto scegliere un posto migliore per la loro caset­ ta! La tartaruga gigante avanzava lentamente per la campagna e così tutti i giorni i topolini potevano godersi nuovi paesaggi senza nemmeno muoversi da casa. E. Moser, La barca dei sogni. Storie della buonanotte, Einaudi Ragazzi

1 I due topolini volevano costruire la loro casa: A. sulla riva di un lago. B. su una collina.

C. in pianura. D. sopra un albero.

2 Alla riga 8 hai letto «adocchiarono una collina». La parola “adocchiarono” significa:

A. videro. B. scelsero.

C. cercarono. D. scalarono.

3 La ricerca del luogo adatto durò: A. poche ore. B. diversi mesi.

C. due settimane. D. più di due settimane.

4 Quanto tempo impiegarono i due topolini per costruire la casa?

5 Alla riga 11 hai letto: «si misero a lavorare di buona lena». L’espressione “di buona lena” significa:

A. dopo un serio allenamento. B. di buon accordo.

C. con molta energia. D. appena spuntò l’alba.

6 Costruirono la casa con fatica perché: A. erano piccoli e deboli. B. scelsero materiali troppo pesanti.

C. la strada era in salita. D. dovettero abbattere alcuni alberi.

cogliere il carattere dei personaggi (10); ricostruire il significato globale (12).

91


7 I topolini furono sorpresi perché: A. la casa era crollata improvvisamente. B. il lago si era prosciugato.

C. vedevano per la prima volta una tartaruga. D. la casa si era spostata.

8 Che cosa fece tremare la casa? A. Un treno che passava vicino. B. Il movimento della tartaruga.

C. Un terremoto improvviso. D. La frana del terreno.

9 La tartaruga non aveva avvertito i topolini perché: A. il guscio aveva attutito i rumori. B. dormiva ed era stanca.

C. i topolini avevano lavorato in silenzio. D. era molto sorda.

10 La tartaruga si mostrò subito: A. arrabbiata. B. impaurita.

C. contenta. D. meravigliata.

11 I topolini alla fine erano contenti perché: A. avevano ritrovato l’amica del cuore. B. potevano ammirare paesaggi sempre nuovi. C. si sentivano protetti dal guscio. D. potevano spostarsi velocemente. 12 Quale altro titolo ti sembra adatto al racconto? A. Una tartaruga dormigliona. B. Storia di un’amicizia.

92

C. Due topolini sfortunati. D. Una casa viaggiante.


VERIFICA DI COMPETENZA

GOCCIOLINA Leggi il testo e rispondi alle domande indicando la risposta con una ✗. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Era una caldissima giornata d’esta­te e nello stagno tutti dormivano. All’improvviso... pafft! Un colpo sul muso, secco e preciso, e Rirì, la ra­nocchia, si sveglia. Chi è? Cos’è stato? Ecco come Gocciolina arrivò allo sta­gno. Secondo Rirì, che di queste cose s’intendeva, il fatto era misterioso, perché in cielo c’era solo una nu­voletta bianca, ma così piccola che sembrava una virgola in un mare di az­zurro. Possibile che venisse da là? – Chi sei? Da dove vieni? Tutto il popolo dello stagno era lì, a fare domande, ma Gocciolina non sa­peva cosa rispondere: un momento prima stava giocando a nascondino e per trovare un posto sicuro si era tuffata nel fondo della nuvola, e adesso era qui, dopo un salto pauroso, a galleggiare su questa strana cosa trasparente. – Da lassù – disse sospirando. – E voi chi siete? E da dove venite? – Noi non veniamo da un bel nien­te – rispose la salamandra, che era permalosa. – Noi abitiamo qui, e questa è casa nostra. – Ora anche tua, visto che ci sei arrivata – disse la libel­lula, saltando da una foglia all’altra. – Già – brontolò la sa­lamandra – ma dicci almeno come ti chiami. – Goccia e Lina. Lassù un giorno mi chiamano in un modo, un giorno in un altro. – Goccia e Lina? – disse Rirì grattandosi la testa. – Che com­ plicazione! Be’, io sono Rirì e preferisco chiamarti Gocciolina. Ti va? – Per me... Purché diventiamo amiche. E infatti lo diventarono, ma così amiche che non si separavano mai. Intanto Gocciolina imparava molte cose dello stagno, e Rirì del cielo: e più impara­va, più le veniva una voglia irresistibile. (continua)

93


31 32 33 34 35 36 37 38

– Come mi piacerebbe salire su una nu­vola! – diceva a Gocciolina. – Potresti provare con un salto, – ri­spondeva lei. E Rirì saltava, saltava. Ma ri­cadeva sempre in acqua. – Insegnami tu – diceva allora a Gocciolina. Però, per quanto lei cercasse, non so­lo non riusciva a saltare come Rirì, ma nem­meno ad allontanarsi dall’acqua. Si sentiva legata. Guardava in alto e un po’ le dispiaceva di non poter ritornare, un po’ era contenta di essere nello stagno con la sua nuova amica. Adatt. da A. Nanetti, Venti... e una storia, Einaudi Ragazzi

1 La ranocchia si chiama 2 La rana viene svegliata da: A. un rumore lontano ma forte. B. un colpo sulla testa.

C. uno scroscio d’acqua improvviso. D. una goccia sul muso.

3 La rana considera il fatto misterioso perché: A. in quel luogo non piove mai. C. è estate ed è molto caldo. B. il cielo è quasi tutto sereno. D. non ha mai visto una goccia. 4 Quella «strana cosa trasparente» (riga 15) è: A. lo stagno. C. il lago. B. la gocciolina. D. la nuvoletta bianca. 5 La goccia entra nella nuvola perché: A. sta giocando a nascondino. C. così può scendere a terra. B. vuole nascondersi dai nemici. D. correndo, si è persa nel cielo. 6 Quale animale risponde in modo sgarbato? A. La libellula. C. La rana. B. La salamandra. D. Nessuno.

94

Comprensione testuale: individuare informazioni esplicite (1, 2, 10, 12); fare inferenze anche sulle caratteristiche e sulle azioni del personaggi (3, 5, 8, 11, 13); comprendere il significato di parole ed espressioni anche figurate (4, 7, 9);


VERIFICA DI COMPETENZA

7 “Permalosa” (riga 18) è una persona che: A. si offende per un nonnulla. B. si dà tanta importanza.

C. permane sulle proprie posizioni. D. vuole sempre ragione.

8 In che modo la libellula dimostra alla goccia la sua gentilezza? A. Salta e l’abbraccia con le sue ali. C. Le dice che lo stagno è diventato la sua casa. B. Le chiede di diventare soltanto sua amica. D. Le domanda subito come si chiama. 9 Rirì si gratta la testa perché: A. ha prurito. B. sente qualcosa di strano.

C. deve trovare una soluzione. D. è nervosa.

10 Quando è in cielo la goccia come viene chiamata? A. Gocciolina. B. A volte Goccia, a volte Lina.

C. Rirì. D. In cielo le gocce non hanno nomi.

11 La goccia, pur di diventare amica della rana, accetta di: A. imparare a saltare. B. cambiare nome.

C. imparare a nuotare. D. non tornare più in cielo.

12 Alla fine della storia la goccia: A. impara a saltare. B. rimane nello stagno.

C. torna in cielo. D. esce dallo stagno.

13 Alla fine Gocciolina è un po’ triste perché: A. ha perso l’amica. B. non ha imparato a saltare. cogliere l’aspetto di un personaggio (6).

C. non può tornare in cielo. D. non conosce il nuovo ambiente.

95


INDICE ORTOGRAFIA Suoni simili, difficili, dolci, duri, doppie, sillabe, digrammi e trigrammi, accento, apostrofo, H e punteggiatura 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 16 18 20 21 22 23 24 25 26 27 28 30 31 32 33 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44

Suoni simili Altri suoni simili Mb o mp? Suoni difficili Ancora suoni difficili Suoni davvero strani Ca, co, cu, cia, cio, ciu Ga, go, gu, gia, gio, giu Le doppie Ancora doppie Parole spezzate Ancora sillabe Verifica di competenza Ce-ci, che-chi Ge-gi, ghe-ghi Cie e gie Sce, sci, scia, scio, sciu Scie, sce Sca, sco, scu, schi, sche Gli o li? Gn o ni? Qu o cu? Parole con cq Verifica di competenza L’accento L’apostrofo Ancora apostrofo E o È?M C’è, c’era, c’erano Ho Hai Ha Hanno Il punto (.) La virgola (,) Altri punti (?) (!) Altri segni (:) (“ “) Verifica di competenza

MORFOLOGIA Nomi, articoli, aggettivi, verbi 46 I nomi 47 Nomi comuni e propri

48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60

Nomi maschili e femminili Nomi singolari e plurali Come cambia! Gli articoli determinativi Gli articoli indeterminativi Qualità o aggettivi qualificativi Ancora aggettivi Azioni o verbi Tante azioni, tanti verbi Ancora verbi o azioni Le azioni nel tempo Passato, presente, futuro Verifica di competenza

LESSICO Tanti nomi

62 I sinonimi 63 I contrari 64 Nomi generali e particolari

SINTASSI La frase 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74

Frasi o non frasi? Non tutte le frasi hanno significato Frasi a pezzetti Accordo tra le parole Di chi si parla? Che cosa si dice? Che cosa si dice? Dalle frasi lunghe alle frasi corte Dalle frasi corte alle frasi lunghe Frasi negli schemi Verifica di competenza

IL TESTO Comprensione e produzione 76 77 78 79 80 81 82 84 87 88 89 90

Dalle immagini alla storia Descrivere un oggetto Dal disegno alla descrizione Un elefante dispettoso L’ombrello straordinario La bambina di burro Il salvagente di Faustino Michele e Margherita Le ali della farfalla La savana La partita Verifiche di competenza


LA DIVISIONE IN SILLABE La divisione in sillabe serve per andare a capo. pe-ra

te-le-fo-no

ATTENZIONE! • Le doppie si separano pal-la • l, m, n, r si separano dalle consonanti che vengono dopo den-te • Le altre consonanti non si separano: pe-sce, ma-ghi, tre-no • La s segue la consonante che viene dopo

te-sta

I SUONI QU, CU, CQ • QU è sempre seguito da una vocale quadro • CU è sempre seguito da una consonante cuscino

ECCEZIONI:  cuoco, cuocere, cuore, scuola, scuotere, innocuo, circuito, evacuare… • Il suono doppio CQ si usa con le parole che derivano da acqua e altre come: tacque, piacque, nacque, acquistare, acquisire… UNICHE DOPPIE: taccuino e soqquadro

L'APOSTROFO Gli articoli lo, la, una vogliono l’apostrofo davanti a parole che iniziano per vocale. l’aereo, l’ape • La e lo diventano l’ • Una diventa un’ un’amica

ATTENZIONE! Un’ si usa solo per i nomi femminili. Si apostrofano anche nell’orto, d’inverno, dell’anno...


I NOMI possono essere

COMUNI

PROPRI

PERSONA

ANIMALE

COSA

PERSONA

ANIMALE

COSA

maestra alunno

gatto cane

città fiume

Agnese Mohamed

Bobi Nerino

Venezia Tevere

FEMMINILI

MASCHILI bambino

bambina

PLURALI (più di uno)

SINGOLARI (uno) stella

stelle

GLI ARTICOLI possono essere

INDETERMINATIVI

DETERMINATIVI

il lo la l’ i gli le

un uno una un’

MASCHILI

FEMMINILI

singolari plurali

singolari plurali

il lo l’

i gli

la l’

le

MASCHILI

FEMMINILI

un

una un’

uno


I VERBI indicano un’azione

CHE COSA FA?

EVA NUOTA QUANDO? PRIMA PASSATO

ORA PRESENTE

DOPO FUTURO

poco tempo fa, ieri, tanto tempo fa

in questo momento

tra poco tempo, domani, fra un mese, fra molto tempo

• Eva nuota

• Eva ha nuotato,

• Eva nuoterà

nuotava, nuotò

IL VERBO AVERE può significare

POSSEDERE

• Il cane ha un osso

SENTIRE

• Luca ha sonno

AVER FATTO UN’AZIONE

• Il gatto ha mangiato


GLI AGGETTIVI QUALIFICATIVI aggiungono una qualità al nome

COM’È? COME SONO?

• Il palloncino è verde

• I bambini sono allegri.

• L’orso è grosso

e leggero.

e goloso.

L’aggettivo, come il nome, può essere: maschile, femminile, singolare e plurale

MASCHILE

FEMMINILE

SINGOLARE

PLURALE

SINGOLARE

PLURALE

lungo

lunghi

lunga

lunghe

LA FRASE

Il

piccolo

articolo

aggettivo

Luca

nome proprio

abbraccia

l’

verbo

articolo

orsetto

nome comune


Direzione editoriale: Tullia Colombo Coordinamento editoriale: Daniela Fabbri Progetto didattico: Laura Valdiserra Realizzazione editoriale

è anche digitale! Scoprilo sul sito www.giuntiscuola.it Troverai anche giochi, esercizi interattivi e tante sorprese!

Redazione: Maria Grazia Iarlori (capoprogetto), Elena Falco Progetto grafico e copertina: Elisabetta Giovannini, Filippo Delle Monache Impaginazione: Nina Peci Illustrazioni: Lia Frassineti I personaggi-guida sono disegnati da Laura Crema

Per esigenze didattiche ed editoriali alcuni brani sono stati ridotti e/o adattati. Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa, con qualsiasi mezzo, compresa stampa, copia fotostatica, microfilm e memorizzazione elettronica, se non espressamente autorizzata dall’editore, salvo per specifiche attività didattiche da svolgere in classe. L’editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti.

www.giuntiscuola.it © 2012 Giunti Scuola S.r.l., Firenze Prima edizione: luglio 2012 Ristampa 6 5 4 3 2 1 0

Il libro digitale consente di sfogliare le pagine del volume come se fosse un vero libro, navigare attraverso l’indice, compiere ricerche nelle pagine, ingrandire testi e immagini e inserire note.

Anno 2015 2014 2013 2012

Stampato presso Giunti Industrie Grafiche S.p.A. Stabilimento di Prato, azienda certificata PEFC™


ISOLINA BONDI BARBARA PALADINI

5 84 63 97

C. M .5

61

80

Su pe Il m GI Ita r qu io 55 UN lia ad E no er - I TI SB SC 2 no N U 97 O 88 L A

Questo volume, privo del talloncino stampato a fianco, è da considerarsi saggio-omaggio e perciò non può essere posto in commercio. Esente da Iva (D.P.R. 26/10/72 n.633 art.2 sub.D). Esente da bolla di accompagnamento (D.P.R. 6/10/78 n.627 art.4 n.6)

Una nuova collana di quaderni di lavoro per l’alunno caratterizzata da tante attività graduali e mirate, per una solida formazione matematica e linguistica. Un percorso motivante che tiene conto dei descrittori di competenza valutati nelle prove Invalsi.

Con attività e verifiche di preparazione alle

classe - pagine classe - pagine classe - pagine classe - pagine classe - pagine

ISBN 978-88-09-76384-5 MS

9 788809 763845

56155E

e 6,90

MS

Prove Nazionali

il mio superquaderno 2 italiano  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you