Page 1


ALEX CAVUOTO Accademia Belle Arti di Urbino NTA / Proggettazione Multimediale III 2012/2013


INDICE 7 Introduzione 8 Alberi 12 Lavoro 18 Forze motrici 20 Libro/Lettera 28 Artista/Designer 36 Electa 50 Bios 78 Epilogo


INTRODUZIONE 1. piccoli pensieri volanti

Dopo tre anni passati in accademia a Urbino, s’inizia a fare i conti delle esperienze vissute, degli amici incontrati e a guardare in faccia il domani. Sicuramente in questo tempo sono cresciuto come studente, come uomo, come lavoratore proprio come ha fatto la mia pianta di limone nel corso dei tre mesi in cui me ne sono preso cura. Ecco spiegato la foto a molteplice esposizione in copertina in cui ci sono io alla fine della mia carriera universitaria sovrapposto al mio limone, sperando che io possa, un giorno, dare dei buoni frutti.

7


ALBERI 1. disegna un albero come te lo immagini.

Mi sono immaginato l’albero in silhouette, ma che ancora non è del tutto riempito del colore nero, perché l’immagine dell’ albero che voglio raccontare è quella di come si forma l’immagine nella mia mente. Appena ho sentito la parola “albero” (un’immagine figurativa), ho subito fissato l’idea di albero, cioè le il tronco e la chioma di un comune albero stilizzato; quindi è il congelamento del primo momento di quando si forma il pensiero e di conseguenza non è definito e colorato.

8


ALBERI 2. disegna un albero che ti rappresenti.

L’ albero che mi rappresenta è arancione, il colore della passione e dell’impegno, lo stesso impegno che ci metto nel costruire il mio percorso formativo e di vita. È alto, perché sta a simboleggiare che la strada da percorrere è molto lunga, ed è piena di bivi che sono appunto le ramificazioni, poiché ogni decisione della mia vita è una nuova strada ma anche l’abbandono di qualcos’altro. Poi in questa immagine ho voluto rappresentare anche me stesso e l’ho fatto attraverso il muschio che si arrampica lungo l’albero e che prende sempre una via rispetto ad un’altra.

10


LAVORO 1. viaggio nel futuro; rispondi a 3 domande su come sei arrivato fin qui quali scelte hai fatto e quali sacrifici.

“Cosa ho fatto per ottenere questo?”

“Che tipi di sacrifici ho dovuto fare?”

Per ottenere questo ho inizialmente finito gli Ovviamente tutto questo comporta dei studi, arricchendo il mio bagaglio culturale sacrifici che sono il duro lavoro, senza però di esperienze personali e dei miei compa- strafare e farsi trascinare da esso perché gni di corso assorbendo come una spugna potrei perdere qualche momento piacevole tutto quello che potevo contenere; poi in della vita ( i quali secondo me sono abbaun secondo momento dare qualcosa di mio stanza importanti). attraverso quello che ho imparato dai miei professori, dai miei compagni e dalla vita. “Quali scelte ho attuato?” Le scelte fatte sono le strategie comportamentali che mi sono state insegnate, ovvero quello di essere sempre puntuale nelle consegne e di essere seri sul lavoro, rispettare le gerarchie ma allo stesso tempo farsi notare. Rimanere sempre umili nel proprio lavoro e cercare di capire quali sono gli aiuti e le opportunità che ti vengono offerte e saperle cogliere.

12


LAVORO 2. dopo aver stilato un elenco, raggruppa tutte le parole emerse e fai uno schema.

13


LAVORO IMPEGNO

PASSIONE

PAZIENZA

PROFESSIONALITÀ

COMPETIZIONE

TEMPO

SICUREZZA AUTOCOSCENZA

VIAGGIARE

RICERCA

INDIPENDENZA

CONDIVISIONE

COMPROMESSI STABILITÀ

14

FELICITÀ


LAVORO 3. da queste parole tieni solo le 4 più importanti per te.

LAVORO PASSIONE

COMPROMESSI

FELICITÀ

15


LAVORO 4. scegli una parola dalle 4 selezionate e realizza un manifesto A3 verticale.

La parola è “lavoro”. Il lavoro è un’atti- con la realtà; una luce dura nella foto e colori vità produttiva che implica il dispendio di un po’ desaturati per dare quella sensazione energie fisiche o intellettuali per raggiun- di durezza che è intrinseca del lavoro. Il font gere uno scopo preciso, per procurarsi beni è duro e compatto e del color del cemento. essenziali attraverso un compenso. Oggi nel Il soggetto scelto per la foto è un muratore, mondo moderno la professione o il mestiere un duro lavoratore, preso dopo una lunga ha lo scopo di soddisfare i bisogni indivi- giornata di lavoro, e di molto impatto sono duali o collettivi. Nella costituzione italiana la tenuta da lavoro, le mani grosse da lavoil lavoro è al centro del discorso, tant’è che ratore e il viso stanco. Anche se il soggetto compare negli articoli 1, 4, 35, 36, 37, 38, rimane anonimo, assieme a tutti gli elementi 40, 41, 46. Inizio a lavorare, ho dei diritti e detti in precedenza si capisce che è un lavoottengo una retribuzione che mi permette ratore serio e affaticato dal lavoro in sé. di vivere (mangiare, bere, beni essenziali,

Il messaggio è “lavorare per vivere

ecc...). Però senza cibo non posso lavorare e vivere per lavorare”, perché mangiare è perché il cibo mi da la forza. Ecco trovato un un’attività primaria per la sopravvivenza, binomio tra lavorare e mangiare che dipen- e nel mondo capitalista di oggi lavorare è dono l’uno dall’altro. Ecco l’immagine di altrettanto necessario, soprattutto in questo un lavoratore che mangia la parola “lavoro” momento di crisi in cui la povertà è al 11% e (titolo del manifesto). Di conseguenza ho la disoccupazione è al 10,8%. optato per una fotografia per l’attaccamento

16


lavoro

ALEX CAVUOTO ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI URBINO NTA/PROGETTAZIONE MULTIMEDIALE III 2012/2013


FORZE MOTRICI 1. rappresenta tridimensionalmente delle forze motrici di varia densità a struttura alterna con progressiva e/o crescente densità. Armonia e bellezza.

La struttura da noi realizzata consiste in una molla trattenuta da un filo, tre libri in fila, un piano poggiato su un oggetto più piccolo a creare una catapulta, alla cui estremità si trova una gmma da cancellare. La serie di forze motrici viene innescata dal taglio del filo, il quale libera la molla, che spinge il primo libro che con un effetto domino fa cadere gli altri due libri. L’ultimo libro cade sull’estremità libera della catapulta che fa sfrecciare l’oggetto all’altra estremità, vereso le mani di colui che ha tagliato il filo. Armoniosa e di grande effetto risulta la composizione seppur limitate dalla mancanza di materiale, sono state effettuate con il preciso intento di renderlo gradevole esteticamente. Scelta che maggiormente ha contribuito a ciò, è stata l’utilizzo di libri tutti uguali e di una copertura sull’intera impalcatura che sostiene la molla.

18


19


LIBRO/LETTERA 1. scrivi una lettera a te stesso con gli obiettivi e i traguardi che vuoi raggiungere; sii onesto, sincero e coraggioso.

Caro Alex, quest’ anno si prospetta padre la settimana scorsa (4/11/2012): “Non duro e stessante, quindi il primo obiettivo importa cosa tu faccia nella vita, ma se vuoi è tenere duro, non farsi abbattere e andare creare qualcosa devi essere prima di tutto avanti sempre a testa alta. Da quello che un’ intellettuale.” so in quest’anno accademico ci sono molte materie interessanti che ti piacciono, come video e animazione, quindi cerca di imparare il più possibile per poi un giorno poter fare qualcosa di tuo, originale e innovativo. Ricorda bene di non essere testonte e prepotente, ma capire che se sei in difficoltà ci si può anche farsi dare una mano e essere umili. Se alla fine farai tutto quello che c’è scritto in questa lettera, non te ne pentirai, non solo per l’esito degli esami ma anche per il resto della tua vita. Per concludere porta sempre nel cuore due cose: - la prima è l’Accademia e le sue esperienze da portare sempre nel cuore; - la seconda è quella frase che ti disse tuo

20


LIBRO/LETTERA 2. dalla lettera esporta 3 azioni concrete

1- Tornare a studiare musica per migliorare il modo di suonare la batteria; 2- Fare un bel video ad una band e che si veda in tv; 3- Ascoltare di pi첫 i consigli di mio padre.


LIBRO/LETTERA 2. dalla lettera esporta 3 azioni concrete 3. realizza in formato A5 un libricino con le 3 azioni concrete.

1- Tornare a studiare musica per migliorare giace tutto sullo stesso piano. Le campiture il modo di suonare la batteria;

del colore sono piatte, imprecise, pasticciate

2- Fare un bel video ad una band e che si e allo stesso modo ho cercato di fare io con veda in tv;

i pennarelli a spirito che sono solitamente i

3- Ascoltare di più i consigli di mio padre.

colori più usati in una scuola materna. Di conseguenza sono a rappresentare in questa

La frase più importante per me, tra le maniera una batteria, una tv e la figura di tre, è quella su mio padre; quindi ho voluto mio padre. Dopo di che con lo stesso stile cercare di rappresentare la visione di fami- sono andato a scrivere con un pennarello glia di quello che ha un bambino dell’ asilo a spirito su un foglio il carattere handwrie come questo bambino può tradurre in ting del mio libretto. I colori utilizzati sono immagini i concetti di quelle frasi.

stati l’arancione, il colore che usavo di più in

Andando a ricercare i disegni della assoluto da bambino, e l’azzurro, il colore del mia infanzia, sono andato a studiare come cielo e dei vestiti. si approccia un bambino di 4 anni al dise-

La rilegatura di questo libretto è stata

gno e ho concluso che preferisce tracciare fatta pensando a come potrebbe farla un una forma ideale che si avvicina alla realtà bambino che non vada in tipografia spenma del tutto stilizzata, per esempio un sole dendo denaro, quindi ho usato la colla stick è una palla colorata con dei raggi; non esi- per incollare una pagina all’altra. ste una tredimensionalità o uno scorcio ma

22


23


24


25


ARTISTA/DESIGNER 1. divisione in gruppi e definire cosa fa, cosa non fa, con chi si relaziona, kit di strumenti/riferimenti/collegamenti ecc, definizione, motto/slogan. Presentazione a video, A3 orizzonatale. Ai fini della consegna abbiamo analizzato diverse opzioni per poi andare a riassumere il discorso nelle slide che seguono nelle pagine a fianco.

28


ARTISTA DESIGNER che cosa fa? Utilizza sensibilità e materiali per creare opere d’arte, il cui scopo è fine a se stesso. Seguendo il suo intuito e gusto personale ha l’intento di emozionare.

Osserva, analizza e studia per realizzare prodotti coerenti con la propria linea progettuale, che soddisfi la committenza e l’utenza.

ARTISTA DESIGNER che cosa non fa? Non sempre scende a patti con il committente. Da poca rilevanza all’utenza.

Non lavora nella libertà assoluta perché vincolato dalla richiesta della committenza e da interessi commerciali.


ARTISTA DESIGNER con chi si relaziona ? committenza galleristi discografici registi ambiente pubblico critici d’arte

committenza imprenditori aziende art director enti pubblici e privati utenza del suo prodotto

ARTISTA DESIGNER kit di strumenti/collegamenti/riferimenti FILM E VIDEO Linklater, R. Waking Life Rybczynski, Z. Imagine

Anderson, W. Moonrise Kingdom


ARTISTA DESIGNER kit di strumenti/collegamenti/riferimenti AUTORI Gabriele Salvatores Paolo Sorrentino Quentin Tarantino Bjork Ludwig van Beethoven Wassily Kandinsky

Johann Strauss II Richard Wagner The Dave Brubeck Quartet

ARTISTA DESIGNER kit di strumenti/collegamenti/riferimenti RIVISTE, LIBRI E POESIE AA. VV. Flash Art AA. VV. Inventario AA. VV. Manuali di Storia dell’Arte Ungaretti, G. Mattina

Maeda, J. Le Leggi della Semplicità Munari, B. Da Cosa Nasce Cosa AA. VV. Data Flow Alighieri, D. Inferno


ARTISTA DESIGNER kit di strumenti/collegamenti/riferimenti CITAZIONI ARCHITETTURA Calvino, I. ”La fantasia è un posto dove ci piove dentro.”

Giardini Zen Egg Tower Teatro dell’opera di Sidney Bauhaus

ARTISTA DESIGNER definizione e slogan L’artista è passione ed emozione che scaturiscono nel bisogno di creare opere d’arte.

Il designer è metodo e coerenza progettuale per un prodotto efficace per sé e per gli altri.

DENTRO, FUORI E DENTRO

FUORI, DENTRO E FUORI


ARTISTA/DESIGNER 2. realizza due manifesti A3 verticale.

il designer e l’artista sono abbastanza colore più legato alla passione; blu ciano per simili e si differenziano per poco. Quindi il designer, colore più legato alla sfera della in entrambi i manifesti ci deve essere uno progettazione e dell’ingenieria. stesso elemento o materiale, ma di forma diversa e che trasmettano sentimenti diversi analoghi all’artista e al designer. Ho deciso che l’origami è l’elemento comune perché è legato alla manualità che è di entrambe le categorie solo che nel manifesto dell’artista è un unicorno perché è più legato alla sfera dell’astratto ma soprattutto perché in natura non esiste ed un’immagine più legata all’estetica, alla passione e ad una certa abilità che è proprio dell’artista. Nel designer è una barchetta, la quale non è meno importante, ma è più legata alla realtà (esiste), alla progettazione e al design industriale, e si rivolge alla massa. I colori sono legati a quelli della presentazione: un grigio al 18%; rosso magenta per l’artista,

33


ARTISTA

DENTRO, F U O R I E DENTRO

34


DESIGNER F U O R I , DENTRO E F U O R I

35


scheda tecnica casa editrice Electa Testo in esame: “abecedario� di Sergio Paolano e Pierpaolo Vetta

Accademia Belle Arti Urbino Progettazione Multimediale III Daria Di Fiore, Alex Cavuoto, Arianna Miti 2012/2013

36


37


ELECTA 1. realizzare una scheda tecnica a presentazione video, 528x297 mm.

Abbiamo analizzato il testo “abecedario” casa editrice “Electa”. Le prime tre pagine sono introduttive, dopo di che inizia l’analisi del libro in maniera più attenta. Ogni slide della presentazione è divisa in tre parti, quella di destra dove sono riportati tutti i dati relativi ai testi presenti nella pagina analizzata (carattere, peso, corpo, interlinea, colore e allineamento) e alle immagini; nella parte centrale c’ è una riproduzione in scala 1:1 della pagina analizzata con le misure a lato in millimetri; a sinistra, la stessa pagina ma descritta attraverso campiture monocromatiche per far vedere all’ utente l’ingombro dei testi e delle immagini nella composizione della pagina. Abbiamo analizzato ogni tipologia di pagina del libro il quale è stato costruito con un certo ritmo e varietà.

38


Descrizione Formato: 17X24 cm Legatura: brossura con alette Contenuti: una ragionata selezione tra i tanti testi di taglio storico e intento spesso divulgativo che Sergio Polano ha scritto negli ultimi dieci anni. Nella prima parte l’autore sintetizza i principali problemi che un progettista nel campo della grafica deve sapere affrontare. Segue una serie di capitoli, in cui vengono trattate le figure dei maggiori grafici del 900, da Peter Behrens a Tibor Kalman, da El Lisickij a Max Huber, da Alexandr Rodcenko a Ed Fella. L’apparato iconografico e didascalico a cura di Pierpaolo Vetta integra e illustra le argomentazioni dei testi.

regole

Struttura Compositiva

equilibrio proporzioni

Analizzando il volume Abecedario della collana Electa mondadori, è stata rilevata una struttura compositiva equilibrata e rigorosa. Infatti i contenuti dei capitoli sono tutti strutturati secondo regole precise e geometriche come la sezione aurea o margini fissi di riferimento per posizionare le immagini di opere d’autore che affiancano i capitoli del volume. Quando non è possibile ciò, a causa di differenti dimensioni dell’immagine come nelle pagine 86 e 87 o diversa tipologia di testo come nelle pagine dell’acrostico e del sommario, il testo o l’immagine viene posizionata lasciando lo stesso spessore nei margini laterali per evitare di sbilanciare il peso complessivo della pagina. È possibile notare questo nella rappresentazione dei moduli. Pur seguendo la struttura dei capitoli, le immagini degli autori sulle pagine che ne descrivono la biografia, sono ingabbiate da margini orizzontali e da pagina 72 da due margini dello stesso spessore.


pagina 1 misure in mm | scala 1:1

170

170

*Sezione Aurea In questo caso il rapporto tra i lati è di 34:21 e l’ingombro del testo e le proporzioni delle immagini sono determinate da quelle della pagina di partenza 17X24.

240

Ritmo Compositivo

dinamicità enfasi

Tuttavia la rigidità delle regole viene smussata dal ritmo. Infatti le strutture delle pagine seppure della stessa tipologia si riflettono prima a destra e poi a sinistra. I colori complessivamente sono nero, rosso e poi giallo, verde e blu nelle immagini. Si è notato che le lettere utilizzate per enfatizzare le biografie degli autori sono diverse cromaticamente l’una dall’altra e si susseguono nelle pagine a random in due o tre diverse gradazioni di rosso.


copertina misure in mm | scala 1:2

48

60

30

158

12 6

6 10

16

140

60

5 3

*Titolo : News Gothic Std ,Medium,alto36 pt/42,2pt Allineamento a sinistra,C0/M0/Y0/K100

83

*Sottotitolo: News Gothic Std, Oblique,alto 14 pt/16,8pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Autori: News Gothic Std, Medium, alto 14pt/18 pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

128 21

9

*Casa editrice: Akzidenz Gr, Bold, alto 14 pt/18pt Allineamento a sinistra Colore = C16/ M94/ Y94/ K10 *Colore di fondo Copertina C2/ M2/ Y4/ K0 *Biografia News Gothic Std, Medium,alto 9 pt/10,8pt C0/M0/Y0/K100 *Nome autore News Gothic Std, Bold,alto 9 pt/10,8pt C0/M0/Y0/K100 *Colore di fondo C=37 M=34 Y=40 K=10

pagina 1 misure in mm | scala 1:1

159

11

31

*Capitolo della collana: Akzidenz Gr, Regular, alto 12pt/14,4pt Allineamento a destra, C0/M0/Y0/K100 *Numero: Akzidenz Gr, Bold, alto 12pt/14,4pt Allineamento a destra, C0/M0/Y0/K100 Avvicinamento +10 mem

209


pagina 2 misure in mm | scala 1:1

18

31

*Titoli della produzione grafica: News Gothic Std, Oblique,alto 8pt/9,6pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Nome dei grafici: News Gothic Std, Medium,alto 8pt/9,6pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Sito web: News Gothic Std, Medium,alto 8pt/6pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Edizione+copyright News Gothic Std, Medium,alto 8pt/9,6pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

28

pagina 3 misure in mm | scala 1:1

31

29

abecedario la grafica del novecento

*Titolo : News Gothic Std ,Medium,alto36 pt/42,2pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Sottotitolo + autori: News Gothic Std, Medium,alto 14 pt/14pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

sergio polano pierpaolo vetta

*Casa editrice: Akzidenz Gr, Bold, alto 14 pt/18pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

Electa 28


sommario misure in mm | scala 1:1

8

61

2

60

31

*Titolo sommario Akzidenz Gr, Bold, alto 14 pt/18pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

31

*Contenuti News Gothic Std, Medium,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Numeri News Gothic Std, Bold,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a destra, C0/M0/Y0/K100 Avvicinamento a sinistra +10 mem

¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶

150

¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶

28

sommario misure in mm | scala 1:1

69

2

60

31

*Numeri News Gothic Std, Bold,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a destra, C0/M0/Y0/K100 Avvicinamento a sinistra +10 mem

¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶

169

¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶ ¶

12

¶ ¶ ¶

*Contenuti News Gothic Std, Medium,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

28


prefazione misure in mm | scala 1:1

31

86

8

31

*Contenuti News Gothic Std, Medium,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 Avvicinamento -25mem *Numero pagina News Gothic Std, Bold,alto 7pt/8,4pt Allineamento a destra, C0/M0/Y0/K100

135 61 13

articolo della prefazione misure in mm | scala 1:1

8

45

86

31

31

*Contenuti News Gothic Std, Medium,alto 9 pt/10,8pt Giustificato con ultima riga allineata a sinistra C0/M0/Y0/K100 *Titolo Paragrafo News Gothic Std, Bold,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

*Numero pagina News Gothic Std, Bold,alto 7pt/8,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

19 13


articolo della prefazione misure in mm | scala 1:1

8

31

*Immagine Centrata nella pagina ma con allineamento sul margine destro Nella stampe della foto in bianco e nero è stata aggiunta una punta di rosso per renderle più calde.

13

capitolo sui progetti misure in mm | scala 1:1

8

161

30

*Titolo Paragrafo Akzidenz Gr, ExtraBold,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

31

*Sottotitolo Akzidenz Gr, Regular,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Immagine Appoggia sul margine superiore Nella stampe della foto in bianco e nero è stata aggiunta una punta di rosso per renderle più calde.

179


capitolo sui progetti misure in mm | scala 1:1

31

86

9

36

8

31

*Contenuti News Gothic Std, Medium,alto 9 pt/10,8pt Giustificato con ultima riga allineata a sinistra C0/M0/Y0/K100 *Titolo Paragrafo News Gothic Std, Bold,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 Altezza variabile coincidente con il capoverso *Numero pagina News Gothic Std, Bold,alto 7pt/8,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

178 13

capitolo sui progetti misure in mm | scala 1:1

8

82

19

28

27

30 31

*Sottotitolo Akzidenz Gr, Regular,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100 *Contenuti News Gothic Std, Medium,alto 9 pt/10,8pt C0/M0/Y0/K100

¶ ¶ ¶

*Lettere News Gothic Std, Bold,alto 9 pt/10,8pt Allineamento a destra, C0/M0/Y0/K100

¶ ¶

128

*Titolo Paragrafo Akzidenz Gr, Bold,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

¶ ¶ ¶ ¶ ¶

*Numero pagina News Gothic Std, Bold,alto 7pt/8,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

38 13


capitolo sui progetti misure in mm | scala 1:1

8

10

29

*Autore Akzidenz Gr, Bold,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

32

*Sottotitolo Akzidenz Gr, Regular,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

9

*lettera “g” Akzidenz Gr, ExtraBold,alto 108pt C8/ M88/ Y100/ K2 Sovrastampa *Immagine Appoggia sul margine superiore e di sinistra Nella stampe della foto in bianco e nero è stata aggiunta una punta di rosso per renderle più calde.

15 13

capitolo sui progetti misure in mm | scala 1:1

8

20

25

35

28

30

*Didascalia opera News Gothic Std, Bold,alto 7pt/8,4pt Allineamento a destra, C0/M0/Y0/K100 *Immagine Appoggia sul margine superiore ed è centrata rispetto ai margini della pagina

164 27 13


capitolo sugli autori misure in mm | scala 1:1

8

6 5


30

*Autore Akzidenz Gr, ExtraBold,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

31

*Sottotitolo Akzidenz Gr, Regular,alto 12 pt/14,4pt Allineamento a sinistra, C0/M0/Y0/K100

10

*lettera “b” Akzidenz Gr, ExtraBold,alto 108pt C16/ M94/ Y94/ K10 Sovrastampa *Immagine Appoggia sul margine superiore Nella stampe della foto in bianco e nero è stata aggiunta una punta di rosso per renderle più calde.

45 13


BIOS 1. Racconta una forma di vita animale o vegetale, sotto fotma di analisi, biologica, chimica, organica formale ed estetica... Confrontala con altre forme di vita simili e su come si rapporta con il proprio ambiente o le forme “sociali” con cui entra in relazione. Racconta come si rapporta con l’essere umano. Studiala e analizza mentre cresce, documentane gli sviluppi e le azioni. Il limone. In primo luogo è giallo come mente rappresentati nei fumetti e al cinema, il sole e mette allegria, in secondo luogo è così ho voluto legare l’utilizzo della fotograpiccolo ma grazie alle sue grandi proprietà fia a quello dei pennelli. Ecco il nome “the organolettiche è uno dei frutti migliori in amazing lemon”.Poi ho sempre cercato di assoluto. Infatti contiene acido citrico, ciò integrare la figura umana per i motivi elenche da al limone il suo sapore aspro, ma se cati prima legati al suo molteplice utilizzo in disassemblato e riutilizzato con altri prodotti diversi campi. fa molto bene perché da sollievo da alcune patologie, e anche usato spesso in cosmetica e in cucina per il suo buon aroma. Da tutto questo si deduce che seppur il limone sia un frutto così piccolo e acido allo stesso tempo è nulla in confronto alle sue altre mille qualità benefiche, per cui è un piccolo super-eroe che ci aiuta a vivere meglio. Ecco spiegato su cosa si basa la mia strategia di comunicazione. Gli eroi sono principal-

50


BIOS 2. crea un sistema di comunicazione della seguente tipologia: -editoria > un manuale di presentazione della forma di vita, dei suoi aspetti principali (spiegare). 210x210 mm Attraverso lo studio di libri, articoli, siti web, ho raccolto abbastanza informazioni sul limone e su come esso faccia bene non solo alla salute ma anche alla bellezza sia oggi che in tempi passati, quindi ricercando tutte quelle notizie utili sui benefici del limone nei diversi campi. Il manuale è diviso in diversi capitoli e s’inizia l’itinerario giallo partendo dalla sua forma estetica e formale; si prosegue scoprendo le sue componeti chimiche e biologice, passando per le sue misteriosi origini (degne di ogni super-eroe che si rispetti). Il manuale si completa con due infografiche sugli utilizzi per la cura personale e la bellezza. Infine c’è la bibliografia.

52


THE

AMAZING

LEMON


IL LIMONE Il limone  (Cit r us×limon) è un  albero  da  frutto appartenente al genere Citrus, alla  famiglia  delle  Rutaceae. Il nome comune limone si può riferire tanto alla pianta quanto al suo frutto. È un antico ibrido, forse tra il pomelo e il cedro, ma da secoli costituisce specie autonoma che si propaga per talea e innesto. Come suggerisce il nome è molto ricco di acido citrico, caratteristica che gli conferisce il suo gusto tipicamente aspro.

DOMINIO REGNO SOTTOREGNO SUPERDIVISIONE DIVISIONE CLASSE SOTTOCLASSE ORDINE FAMIGLIA SOTTOFAMIGLIA GENERE SPECIE

EUKARYOTA PLANTAE TRACHEOBIONTA SPERMATOPHYTA MAGNOLIOPHYTA MAGNOLIOPSIDA ROSIDAE SAPINDALES RUTACEE AURANTIOIDAE CITRUS CITRUS x LIMON

7


COME È FATTO Il limone è un albero che raggiunge che favorisce una raccolta sistematica. dai 3 ai 6 metri di altezza. I germo- La fioritura primaverile produce i frutti gli e i petali sono bianchi e violetti. migliori, la cui raccolta dura poi tutto Il frutto è giallo all’esterno e quasi inco- l’inverno, da novembre ad aprile o maglore all’interno, di forma sferica fino gio. La seconda fioritura, a volte forzata ad ovale, spesso con una protuberanza nelle piantagioni commerciali, avviene all’apice e appuntito all’altra estremità. in agosto e settembre, i frutti si possono La buccia può essere da molto ruvida raccogliere da maggio in poi, subito a liscia, più o meno foderata all’in- dopo quelli invernali. In condizioni terno con una massa bianca spugnosa favorevoli, un albero adulto può dare detta albedo. Solitamente i limoni si da 600 a 800 frutti all’anno. coltivano per la produzione di frutti ma la pianta può essere coltivata in vaso a scopo ornamentale, le quali non raggiungono le spropositate dimesioni elencate prima, ma restano più minute. Per le coltivazioni in vaso è consigliata terra specifica per agrumi e il rinvaso annuale prima del ricovero invernale in serra. In clima favorevole, il limone fiorisce e fruttifica due volte l’anno. La fioritura dura almeno due mesi e il frutto maturo può attendere altri due mesi sull’albero prima di venir colto, il 8


9


LE ORIGINI Il limone è originario dell’lndia e poraneamente e si scoprì che il limone della Cina, infatti le origini del nome previene e cura lo scorbuto. Si iniziò derivano dal persiano līmū. Per molto cosi a utilizzarlo in gran quantità sulle tempo si è pensato che i Romani non navi e a dilfonderlo ovunque. Nel Nord lo conoscessero fino a quando nel 1951 Europa era considerato un prodotto di a Pompei è venuta alla luce la Casa del gran lusso. Frutteto, magnificamente affrescata con

Gli impieghi in cucina inizia-

piante di agrumi tra i quali appunto il rono molto tardi, nel XVII secoloolo. limone. Gli utilizzi originari del frutto Da allora il limone non ha smesso di sono a scopo terapeutico, nella farma- essere considerato un toccasana, un copea antica aveva un posto di tutto frutto d’oro. Solo negli anni Trenta rilievo; gli usi in cucina sono arrivati del Novecento si scopre il vero segreto molto dopo. I primi resoconti degli del limone: l’alta quantità di vitamina impieghi risalgono al filosofo e scien- C. Contemporaneamente vengono ziato greco, Teofrasto nel 310 a.C., nel anche dimostrate anche le proprietà suo Le Storie delle piante ne descrive i antisettiche e antibatteriche. Da questo molteplici utilizzi terapeutici: dall’ ali- momento Il limone viene impiegato tosi, all’uso come antiveleno. Sono stati in preparazioni farmacologichee in però gli Arabi, eccellenti nelle scienze, a cosmetìci. Agli inzi del XXI secolo la divulgarne in pieno le qualità farmaco- sua fortuna non solo non declina ma logiche. Fra il Trecento e Quattrocento aumenta anche grazie a nuove sensianche i medici italiani iniziarono a con- bilità per i prodotti naturali, che siano sigliarne l’uso come con gli altri agrumi, efficaci nel rispetto dell’ ambiente. da Cristoforo Colombo: quasi contem10


11


IL SUCCO La parte del frutto più comu- rotolare sul piano di lavoro della cucina piatti e bibite. E il succo? Basta versarlo nemente utilizzata è il succo che perché il succo esca più facilmente dalla negli stampini del ghiaccio per poi rappresenta fino al 50% del suo peso, polpa. Per spnemere il limone, evitate aggiungerlo a bevande o cocktail. contiene 50-80 grammi/litro di acido materiali come plastica, metallo e allucitrico, che conferisce il tipico sapore minio perché ne alterano le proprietà, aspro e diversi altri acidi organici tra cui preferite legno, vetro e materiali natul’acido malico, l’acido ascorbico o vita- rali. Bevete il succo di limone subito mina C) (0,5 g/l). Il succo pastorizzato si dopo averlo spremuto, la vitamina C mantiene senza conservanti per almeno è molto volatile e rischia di perdersi un anno e viene usato come ingrediente al contatto con l’aria. In alternativa di vari alimenti e bevande. Il succo alla tradizionale spremuta, tagliate il concentrato viene invece sottoposto limone a fettine sottili e mettetele in ad ulteriore lavorazione e consumato un bicchiere d’acqua a temperatura nell’industria conserviera. Dal succo ambiente (mai gelata o bollente), tra un del limone si produce la  limonata, sorso e l’altro spremete le fette con le una bevanda a base di succo di dita. Nel caso vi servissero solo poche limone, acqua e zucchero.

gocce di succo, potete forare il limone

Preferite i limoni biologici e non con uno stuzzicadenti e riporre il frutto trattati, in ogni caso lavate bene la fino al successivo utilizzo. in alternativa superficie del frutto per eliminare even- incidete il limone in profondità con un tuali lucidature e pesticidi. Se il limone coltello. Le fette di limone con o senza è destinato a essere spremuto, potete buccia possono essere conservate in immergerlo in acqua calda per far freezer negli appositi sacchettini per defluire più facilmente il succo o farlo alimenti, potete usarle per decorare 12


13


L’OLIO ESSENZIALE L’ olio essenziale del limone è un liquido etereo e volatile con un colore che va da giallo a verde, una volta estratto per pressione meccanica mantiene l’odore della scorza, è quasi completamente solubile in alcol etilico a 96° ed è costituito prevalentemente da  limonene  e  pineni  (beta-pinene, alfa pinene, gamma terpinene). Occorrono circa tremila limoni per ottenere almeno 1 kg di essenza, e in genere i frutti verdi ne forniscono maggiori quantità. L’ olio essenziale  viene industrialmente deterpenato sia per distillazione sottovuoto che con l’impiego di solventi (CO2 supercritica). È impiegato principalmente nell’industria alimentare  per il suo potere aromatizzante ed in quella profumiera. Nella produzione di detersivi vengono spesso impiegati i suoi sottoprodotti .

16


USI PER LA CURA E LA BELLEZZA Anche in farmacologia il limone è a far diminuire il  glucosio  nel  san- arteriosa, utile per eliminare  verrumolto apprezzato e le sue parti utiliz- gue). Era reputato indispensabile nella che,  calli, gengive infiammate, per zate sono il succo e la scorza. Il suo uso cura dello  scorbuto, cosa ben nota curare artrite e reumatismi, vene varicome farmaco era consolidato quando tra i marinai che non mancavano di cose, raffreddore, influenza. Per avere ancora non si sapeva nulla delle vita- approvvigionarsi di limoni prima di una concezione più dettagliata su tutte mine. Innanzi tutto ne veniva apprezzato ogni viaggio. Nell’aromaterapia viene le proprietà curative e di bellezza del il succo quale antiemorragico, disinfet- indicato come rinfrescante, tonico per limone, leggere le infografiche nelle tante, diminuzione consistenza di feci la  circolazione,  battericida,  antiset- pagine seguenti. (diarrea) e ipoglicemizzanti (tende tico, valido per abbassare la pressione

17


BIOS 3. crea un sistema di comunicazione della seguente tipologia: -mappe infografiche > la forma di vita in numeri e relazioni (elencare).

Ho creato due mappe infografiche.. Sono molto simili tra di loro e raccontano “cura personale con succo e olio essenziale di limone” e “cure di bellezza con il succo e olio essenziale di limone”. Queste hanno in una sezione la fotografia di un ragazzo in salute dove sono state riportate sul suo corpo, con un brush, diverse zone interessate, che riguardano o patologie curabili con olio essenziale o succo di limone o prodotti per la cura di queste zone con gli stessi prodotti. Queste zone sono affiancate da un nome e se si vuole scoprire in maniera approfondita come debellare certe patologie, o semplicemente avere dei buon consigli si deve andare nella pagina a fianco e cercare il nome in ordine alfabetico.

65


18

66


CURA PERSONALE CON SUCCO E OLIO ESSENZIALE DI LIMONE Acidità gastrica: l’acido citrico di cui il frutto è ricco, si ossida una volta ingerito, facendo del limone un toccasana per l’acidità gastrica. In particolare è consigliato bere un infuso di camomilla è limone a ogni pasto. Acne: il limone è utile contro queste impurità della pelle per le sue proprietà antisettiche e battericide; infatti per contrastare brufoli e punti neri basta versare alcune gocce di succo di limone su un batuffolo di cotone e frizionare delicatamente la pelle. Aerofagia: per combattere questo disturbo basta preparare un infuso a basse di sedano e limone, oppure 2-3 gocce al giorno di olio essenziale con un poco di miele diluito in acqua a temperatura ambiente. Afte: queste fastidiose ferite all’interno della bocca possono essere contrastate sciacquandovi la bocca con un bicchiere d’acqua e 5 gocce di olio essenziale di limone per almeno 5 minuti, 5 volte al giorno. Anemia: la vitamina C contenuta naturalmente nel limone, aumenta del 30% l’assorbimento del ferro presente nei cibi, perciò condite il vostro pasto spremendo del succo di limone direttamente su questi cibi. Arteriosclerosi: il consumo regolare di agrumi, come il limone, aiuta a mantenere sano il vostro sistema cardiovascolare, dunque per regolare il livello di colesterolo nel sangue e per proteggere le arterie è bene bere un bicchiere d’acqua con il succo di 3 limoni, alla mattina per 7 giorni per 3 mesi. Bruciature: subito dopo essersi bruciati, mettere subito la zona interessata sotto l’acqua corrente e poi applicate delicatamente il succo di 3 limoni diluito in una ciotola d’acqua. Circolazione: il limone aiuta ad abbassare la pressione e migliora il flusso sanguigno del corpo, rafforzando le pareti delle vene. Per favorire la circolazione è bene massaggiarsi i

piedi, gambe e caviglie con una miscela di 10 ml di olio essenziale di limone e 100 ml di olio vegetale di Calophylla. Diarrea: grazie alle virtù astringenti e antisettiche del limone, questo è veramente un toccasana in caso di diarrea. Bevete il succo di un limone in un bicchiere d’acqua. Febbre: per abbassare la febbre spremere 2 limoni in un tè caldo. Fegato appesantito: per depurare il fegato in maniera preventiva potete spremere 3 limoni in un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente, addolcendolo con un cucchiaino di miele e un rametto di rosmarino. Bevete il tutto a stomaco vuoto almeno mezz’ora prima di fare colazione. Ferite piccole: se vi siete fatti male, potete strofinare qualche goccia di limone e disinfettare la ferita sulla cute in maniera del tutto naturale. Gastroenterite: per le proprietà antisettiche e antivirali preparate un tè. Gengivite: sciacquare la bocca per qualche minuto con il succo di limone. Gonfiore: nel caso vi capitasse di sentirvi gonfi, preparate un infuso a base di limone e camomilla, preferibilmente a stomaco vuoto. Mal di gola: se si ha la gola infiammata basta mescolare un cucchiaio di miele e uno di succo di limone. Mal di mare: per combattere il mal di mare e i leggeri disturbi da movimento, prendete una zolletta di zucchero o un pezzettino di pane, e versarci 5 ml di olio essenziale di limone e menta peperita. Assumetelo ogni ora finchè i sintomi non scompaiono. Mal di testa: se avete mal di testa dovuto a particolari momenti di tensione, provate ad aggiungere alcune gocce di succo di limone al caffè, vi aiuteranno ad alleviare il dolore. Nausea: per combattere una leggera nausea, aggiungete 2 gocce di olio essenziale di limone per uso alimentare su un cubetto di zucchero e

lasciare che si sciolga in bocca. Occhi arrossati: in questo caso sappiate che il limone è un ottimo decongestionante naturale, quindi fate bollire 50 ml di acqua a cui aggiungerete 5-10 gocce di olio essenziale di limone, poi tamponare gli occhi con un batuffolo di cotone. Ecco il vostro collirio. Otite: tamponate l’esterno dell’orecchio con del cotone imbevuto di limone più volte al giorno. Potete anche instillare nell’orecchio 2-3 gocce di limone. Sangue dal naso: in caso di sangue dal naso inserite nelle narici un batuffolo di cotone imbevuto nel limone, premete il dito sul lato del naso e rimanete qualche minuto con la testa rovesciata all’indietro. Sinusite: un rimedio naturale per alleviare i classici fastidi della sinusite è quello di far bollire un pentolino d’acqua e versarci dentro il succo di limone. Copritevi la testa con un asciugamano e mettetevi sopra la ciotola, inalando profondamente. Tosse: un rimedio naturale contro la tosse è mescolare il succo di un paio di fettine di limone con un cucchiaio di miele d’acacia (lentivo) e dell’altro succo di limone un cucchiaio di miele di tiglio (espettorante). Prendete i 2 cucchiai prima di andare a letto. Vermi: il limone può aiutarvi a combattere i vermi intestinali, tritando tutto e aggiungendo acqua e miele e lasciare che il composto maceri per almeno 2 ore. Filtrate e bevete la soluzione prima di andare a dormire. Verruche: se vi accorgete che sta spuntando una verruca, prima di passare alle maniere fotri e ai prodotti chimici, provare a contrastarla con una pasta a base di succo di limone (qualche goccia) e bicarbonato. Apllicatelo tutti i giorni, più volte al giorno.

19

67


CURE DI BELLEZZA CON SUCCO E OLIO ESSENZIALE DI LIMONE Alitosi: l’alito cattivo è spesso caussato da batteri e da una cattiva digestione, e al posto della solita gomma da masticare, preparate la seguente miscela fatta di 1 ml di olio essenziale di basilico, 1 ml di menta piperita e 3 ml di olio essenziale di limone. Dopo di che assumetene 2 gocce prima di ogni pasto su una zolletta di zucchero o un pezzo di pane. Antiforfora: il limone può aiutarvi a contrastare la forfora in maniera naturale: frizionate i capelli basgnati con un dischetto di cotone imbevuto un po’ nel succo di limone. Applicare la lozione ogni 2 o 3 giorni e l’effetto si vedrà dopo circa 3 applicazioni. Burro cacao: per labbra screpolate, fate sciogliere a bagnomaria 15g di cera d’api o di burro di Karitè in 10 ml di olio di Jojoba (o di mandorle dolci), aggiungete poi una goccia di olio essenziale di limone; mescolate il tutto e versate il tutto ancora caldo in un pentolino e applicate il composto più volte al giorno. Cellulite: preparate una lozione a base di olio di mandorla dolce e di succo di limone, frizionando con il composto le parti più delicate come cosce, glutei e pancia. Denti: il limone può aiutarvi a eliminare queste fastidiose macchie gialle causate da fumo, caffè o tè. Si consiglia di preparare una pasta sbiancante a base di scorza di limone tritata e bicarbonato, poi strofinate normalmente i denti con uno spazzolino. Fatelo al massimo 2 volte a settimana. Deodorante: strofinate semplicemente mezzo limone sotto le ascelle. Gel doccia: per aggiungere un po’ di freschezza alla vosta docccia quotidiana, versate 8 gocce di olio essenziale di limone e una goccia di olio essenziale di menta nel vosto docciaschiuma e mescolate bene. Inappetenza: il limone non aiuta solo a digerire ma anche a stimolare l’appetito. Un rimedio 20

68

semplice e facile (per gli adulti) è quello di preparare un semplice drink come aperitivo che si ottiene lasciando macerare in un barattolo ermetico per 10 giorni la scorza di limone con un litro di vino rosso, poi bere il drink prima dei pasti. Mani screpolate: per avere delle mani naturalmente morbide preparate un composto di succo di limone e glicerina in parti uguali, strofinate le mani screpolate e le zone della pelle più dure tipo i gomiti. Maschera per capelli: se avete capelli spenti potete preparare una maschera per capelli rinvigorente ed economica. Mescolate un tuorlo d’uovo con 2 cucchiai di olio d’oliva e 2 cucchiai di succo di limone. Applicate il composto sulla testa e lasiate agire per qualche minuto. Risciacquate con abbondante acqua tiepida. Maschera per il viso: se avete la carnagione del viso un po’ spenta, preparate questa maschera a base di limone e argilla verde, nota fin dall’antichitò per le sue proprietà battericide e purificanti. Infatti la vitamina C stimola la microcircolazione del sangue e l’acido di limone è un esfoliante naturale che aiuta a ringiovanire la pelle. Per prepararla mettere in una ciotola 2 cucchiai di argilla verde per uso esterno e aggiungete del succo di limone. Dopodiche amalgamate il composto con un cucchiao eliminando i grumi (la consistenza nn deve essere ne troppo solida ne troppo acquosa). Applicatelo su viso e collo, sciacquate con acqua tiepida e poi con acqua fredda per tonificare la pelle del viso. Il trattamento non va ripetuto per più di una volta al mese. Pelli grasse: una semplice lozione per pulire pelli particolarmente grasse è quella di applicare ina miscela di acqua calda e limone sulla zona interessata, poi frizionare con dei dischetti cosmetici di cotone. Il calore permette ai pori di dilatarsi e al limone di penetrare in profon-

dità; l’acidità del limone consente di riequilibrare il fattore acido-basico della pelle. Lasciare asciugare per qualche minuto e applicare una crema idratante. Rossetto: strofinate una fetta di limone seulle labbra per riattivare la circolazione del sangue e avere labbra rosso fuoco in maniera totalmente naturale. Smagliature: per prevenire smagliature su parti delicate del corpo come cosce e seno, mescolate 10 gocce di olio essenziale di limone con 25 ml di olio di avocado e massaggiate con cura il tutto sulle zone interessate: la pelle sarà più elastica e ben nutrita. Saranno necessarie settimane di trattamento per vedere i primi risultati. Unghie deboli: strofinate le unghie con la polpa di limone dopo averla spremuta e in questo modo le vostre unghie si rafforzeranno.


21

69


BIOS 3. crea un sistema di comunicazione della seguente tipologia: -cartoline > (sensibilizzare). 100x150 mm.

Ho creato due tipi di cartoline, fronte-retro, entrambi con lo scopo di sensibilizzare e informare come il limone faccia bene alla salute partendo dai suoi contenuti. Il primo tipo di cartolina è il paragone del limone con altri due agrumi molto famosi che sono l’arancia e il pompelmo; quindi ho creato messo a confronto i diversi frutti come se stessero lottando tra di loro per decidere chi è il più forte (in questo caso quello che fa più bene). Ho trasformato così il limone in un pugile, il pompelmo in un lottatore di sumo e l’arancia in un karateka. Il secondo tipo di cartolina si basa sullo stesso principio ma esposto in modo diverso, ovvero quello di far intendere che il limone sia una bomba “energetica” per il corpo umano. Per questo motivo è stato impugnato come un detonatore.

70


BIOS 3. crea un sistema di comunicazione della seguente tipologia: -poster > (sensibilizzare). A3 verticale; -video e/o animazione > un racconto inusuale (emozionare). Full HD. Come ogni eroe che si rispetti esiste una versione cinematografica, e io a mio modo ho voluto raccontare una storia su come il limone faccia bene e sia energetico. Esistono due poster che introducono il film basati sempre sulla tecnica fotografica e il brush, poiché anche il cortometraggio è una miscela di realismo e animazione in rotoscope per gli effetti speciali. La storia racconta di questo giovane che si sveglia la mattina e che non trovando niente per fare colazione prende l’unica cosa rimasta in frigorifero, un limone, dal quale ne farà una limonata. Dopo averla bevuta si risvegliano in lui poteri nascosti che solo il limone è in grado di dare, e così il nostro giovane eroe inizia a pulire casa in modo vigoroso e veloce con ottimi risultati.

74


THE

AMAZING

LEMON


THE

AMAZING

LEMON


77


EPILOGO 1. piccole parole importanti

“Cogliam d’amore la rosa; amiamo or quando Esser si puote riamato amando.” ( T. Tasso, Gerusalemme Liberata) Ora che si è giovani si deve sfruttare ogni occasione buona per imparare, amare e con umiltà saper restituire tutto nel modo migliore possible. Senza questa passione e senza cultura non si sarà mai in grado di creare niente; per cui è proprio adesso il momento migliore per potere saper cogliere la rosa e portarla con se nel domani.

78


Alex Cavuoto Accademia Belle Arti di Urbino NTA / Proggettazione Multimediale III 2012/2013

Portfolio 2013  

Progettazione Multimediale III Accademia Belle Arti Urbino NTA a.a 2012/2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you