Page 1


La leggenda degli uomini straordinari … Anche se non parliamo di uno tra i più famosi “fantastici” del grande schermo di sicuro la prima edizione del “Trofeo Io sono leggenda” ha regalato delle belle emozioni fino a questo momento, emozioni degne di un pubblico di alto livello, e sperando di regalare ancora grandi emozioni i piloti, i bolidi di gruppo B e di gruppo A, i commissari e i cronometristi dell’ organizzazione e le assistenze varie si spostano per continuare a dare vita ad una formula di scontro insolita per il mondo dei rally. L’ottavo round decreta e conferma i nomi dei piloti che andranno alla seconda fase del trofeo, ovvero “l’eliminazione diretta”, quindi nei i trentanove iscritti solo i primi sedici continueranno l’avventura, mentre per gli altri rimarrà un po’ il ricordo di averci provato, purtroppo alcuni controlli a regime di parco chiuso hanno ritardato un po’ le normali operazioni di svolgimento della manifestazione, ma accertata la regolarità nello svolgimento delle prove da parte dei concorrenti verificati, la grande macchina che organizza questo “singolare” trofeo può rimettersi in moto e continuare a lavorare per lo spettacolo dei tanti tifosi che si riversano continuamente per le strade del trofeo. Tra i piloti che passano il turno alcuni avevano dimostrato di stravincere con qualche round di anticipo, come i grandi Sandro e Cristian Crotti, Matteo Vistalli, Santino Lisa e Mauro Comelli che hanno superato quota 200 punti in classifica finale, mentre hanno dovuto lottare fino alla fine Stefano Cocco, Simone Berengan, Mario Carletti e Gabriele Lellem, che entrano per pochi punti tra i sedici che passano il turno, complice anche il fatto che alcuni dei loro diretti avversari come Roberto Fois, Walter Costanzo, Vincenzo Cusenza o Giovanni Torrisi non sono riusciti a rientrare nel gruppo per qualche assenza pagata a caro prezzo. Ma andiamo nel dettaglio del round otto per poi passare alle


considerazioni finali. Il rally che componeva l’ottavo round era caratterizzato da stradine tortuose e particolarmente guidate dove dominare i tanti cavalli a disposizione non era facile per i piloti, nella prima speciale a Castrezzato è Sandro Crotti che fa registrare il miglior tempo, seguito alla seconda posizione da un sorprendente Luca Raia, un nuovo volto nelle vesti di pilota privato che promette di far parlare di se e che sicuramente ha attirato l’attenzione dei vari team manager, mentre terzo seguirà l’ oramai consueto Santino Lisa, tutti a bordo di potentissime Lancia Delta S4. Nella seconda ps sarà Cristian Crotti però a imporre il suo ritmo a bordo della sua Peugeot 205 T16 che collezionerà ben cinque vittorie nelle successive prove speciali portandosi da questo punto in poi in testa alla classifica assoluta, Federico Di Vito su Lancia Delta 16v e Stefano Cocco su Peugeot 205 T16 saliranno sul podio della ps.2 mentre Sandro Crotti e Luca Raia seguiranno nella classifica assoluta rispettivamente secondo e terzo per parecchie prove speciali. Nelle prove speciali successive a dominare la scena sarà sempre Cristian Crotti attaccato da diversi piloti che si avvicenderanno nelle classifiche parziali, ma la classifica assoluta vede sempre Cristian Crotti in testa, seguito da Sandro Crotti e Luca Raia. Il colpo di scena arriva ad Aragona che si presenta come ps.5, mentre i due “Crotti” continuano a dominare la classifica Luca Raia commette un’ errore pagando con un tempo imposto e precipitando in nona posizione assoluta, da qui in poi passerà in terza posizione Carlo Daprà su Ford Sierra Cosworth 4x4 che non sarà mai autore di una vittoria di prova speciale ma la sua guida pulita e costante lo premierà con la terza posizione assoluta,


sicuramente degne di nota sono le due vittorie di prova speciale da parte di Mauro Comelli su Mitsubishi Lancer Evo VI nella ps.6 “Il ciocco”, e Matteo Vistalli su Mitsubishi Carisma GT nella ps.8 S. Martino. La classifica finale dunque vede Cristian Crotti in prima posizione seguito da Sandro Crotti e Carlo Daprà, che confermeranno nella classifica a punti del trofeo di che pasta sono fatti. Andiamo a dare uno sguardo ai piloti che hanno passato il turno alle fasi ad eliminazione: Per il team Valserina passano il turno Sandro e Cristian Crotti insieme a Matteo Vistalli, per il team Emmebi Rally Mates passano il turno Santino Lisa, Giuseppe Gaetani, Antonio Marzi, Paolo Bonin, Stefano Cocco e Federico Di Vito, mentre Mauro Comelli, Carlo Daprà e Gabriele Lellem passano il turno per Nordest Racing, a difendere i colori di DR Racing resta da solo Riccardo Cardoni, mentre per Trussound Racing andranno alle eliminatorie Alessandro Trusso Zirna, Simone Berengan e Mario Carletti. Ci hanno provato fino alla fine e non sono passati per una manciata di punti Roberto Fois e Walter Costanzo della DR Racing e Vincenzo Cusenza della Emmebi. L’appuntamento è fissato adesso per mercoledì 18 Giugno dove verrano dati al via le eliminatorie per gli ottavi del trofeo. Ed ora come al solito spazio ai commenti a parco chiuso. Cristian Crotti: Sono arrivato al traguardo con le braccia distrutte la t16 è indomabile . Penso di aver fatto un ottima gara ,sono stato fortunato sulla ps 6 il pubblico mi ha


spinto fuori da un canale e la mia t16 è partita ancora .Ringrazio gli organizzatori per la stupenda gara e mi miei grandi amici compagni di team SANDRO E TEO. Stefano Cocco: Terminato anche questo ottavo ed ultimo round del Trofeo "Io sono Leggenda" dove stavolta, alla guida di quell'imprevedibile e potentissima auto che è la Peugeot 205 T16 Evo2 mi ero ripromesso principalmente di riuscire a portare a termine tutte le ps badando più alla continuità e al risultato utile invece che a far emergere l'istinto di spingere oltre i limiti per non compromettere le ultime possibilità di qualifica. Al termine dell'ultima prova, stanchissimo ma abbastanza soddisfatto credo di potermi sbilanciare affermando che forse, malgrado le mie tre pesantissime assenze nei round precedenti, sia riuscito comunque a recuperare l'accesso alla seconda fase, seppur la classifica finale mi penalizzerà dal punto di vista degli accoppiamenti.

Per esserne certo occorrerà attendere i risultati definitivi di tutti gli altri partecipanti ma la sensazione è quella... almeno di risultati eclatanti da chi non t'aspetti. Quindi ora resto a vedere cosa faranno gli altri, all'interno del parco chiuso... sorseggiando intanto una birra fresca (ora che son sceso dall'auto posso! ).


Sandro Crotti: giunti a questo ultimo round delle selezioni, per poi passare a scontri diretti, come promesso, salgo su di un'auto tutta Italiana...la "spaventosa S4"... bellissime prove, ma con questo bolide...che sudare...comunque son riuscito a finire senza danni, non avendo potuto preparare assetti, ho provato a modificare un pochino quello della T16, anche se quella, a confronto della S4, si guida con una mano...comunque mi son divertito un sacco, tutti i tornanti fatti in seconda marcia, senza freno a mano e solo di potenza, che libidine...complimenti agli organizzatori di questo magnifico campionato...de ora aspettiamo di vedere cosa ci aspetta...ciao a tutti!!!!!!!!!! Alessandro Trusso: Questa volta abbiamo avuto a che fare con una Celica veramente "Monella", l'assetto ben presto si è rivelato errato per strade cosÏ tortuose, e nelle

curve molto chiuse tendevamo a ribaltarci, sulla ADAC a pochi metri dalla partenza per evitare il ribaltamento do una correzione secca e schiaccio le ruote a terra, col risultato di perdere la campanatura al posteriore, portare al termine la ps è stata un' impresa, non contenti ad Aragona sempre con le ruote storte per l'ennesima perdita di assetto picchiamo in uno dei tornantini col risultato di finire la ps in prima marcia, come se non bastasse la connessione non comunicava bene i tempi e mi sono ritrovato con quattro imposti, che a poco a poco il sistema sta recuperando. Penso che piÚ disastrato di cosÏ un rally non si potesse fare, auguro un grande in bocca al lupo a tutti !!


Santino Lisa: finito l ultima tappa del trofeo... dopo aver spaccato la coppa dell’ olio nella 2 ps ritirandomi decido di finire la tappa senza correre altri rischi.... facendo due conti dovrei trovarmi 2 in classifica generale complice anche dei risultati sfortunati di Matteo e Mauro quindi non posso che essere soddisfatto complimenti al vincitore Sandro che non ha mollato mai dominando queste 8 tappe del trofeo..... alla prossima Antonio Marzi: Molto male!!! questa Ford Escort rs Cosworth è fatta di pasta frolla!!!! 3 toccate leggerissime è la macchina è andata a farsi benedire! molto bella è divertente da guidare ma con danni troppo eccessivi!

Magazine round 8  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you