Page 20

EVENTI

Strategie di sviluppo d’impresa

P

Stratégies de développement des entreprises

ur facendo parte dell’Eurozona, il Principato non è membro

dell’Unione Europea, ma questa particolarità non gli

impedisce di fare la sua parte nello sviluppo del continente e di

C

e n’est pas un hasard si plus de 1700 entreprises italiennes

sont enregistrées à Monaco en tous les domaines d’ac-

tivité et environ 4000 travailleurs frontaliers italiens se rendent

intessere stretti legami con numerosi Paesi europei, ad iniziare dai

chaque jour en Principauté pour travailler dans les différents sec-

suoi vicini più prossimi. In particolare, Italia e Principato di Monaco

teurs de l’économie et des métiers.

sono sempre stati molto legati per storia e cultura. Già nel 1950

Le Made in Italy, l’entrepreneuriat et l’esprit d’initiative transalpin

infatti, il principe Ranieri III, appena salito al trono, rendeva visita al

sont le cœur économique de beaucoup d’activités à Monaco. La

presidente della Repubblica Italiana, Luigi Einaudi, con un cordiale

collectivité italienne représente un cinquième de la population et

incontro al Quirinale e successivamente, assieme alla principessa

augmente considérablement chaque jour avec les frontaliers et

Grace, visitò spesso l’Italia spinto da interessi culturali e turistici,

les touristes. Ainsi, le rôle des Italiens est important et il le sera

dovuti all’estrema vicinanza, e mantenendo rapporti di profonda

encore plus grâce à la signature de l’accord bilatéral historique du

amicizia.

2 mars 2015 en matière d’échange de renseignements fiscaux,

Oggi, anche il principe Alberto II è particolarmente vicino all’Italia e

qui ouvrira de nouvelles perspectives.

la visita assiduamente, prestando molta attenzione ai suoi sviluppi

Cette présence économique italienne, forte et traditionnelle, a

economici, politici e culturali e promuovendo i legami artistici,

été l’objet d’un débat sur le thème ‘Les stratégies de dévelop-

turistici e tradizionali della cultura italiana, parlandone peraltro

pement d’entreprises en Principauté de Monaco’, avec l’objectif

anche la lingua, affine al monegasco.

d’analyser la compétitivité des petites et moyennes entreprises

Non a caso, oltre 1700 aziende italiane si trovano registrate a

italiennes, porteuses des valeurs d’excellence du Made in

Monaco in ogni campo di attività lavorativa e circa 4500 lavoratori

Italy, à travers la réalisation d’un network à Monaco, en tant

frontalieri italiani vi giungono ogni giorno per lavorare nei diversi

que plate-forme de dimension européenne et internationale.

settori dell’economia e delle professioni. Del resto, il Made in Italy

Cette ‘table ronde’ a été organisée, pour la deuxième année

e l’imprenditoria italiana, la laboriosità e l’intraprendenza dei nostri

consécutive, par le magazine mensuel italien Espansione, en

connazionali, rappresentano il fulcro economico di molte attività

collaboration avec l’association monégasque Sportello Italia,

nel Principato. La collettività italiana rappresenta infatti circa un

dans les nouveaux bureaux de la Banque BSI à Monte-Carlo.

quinto della popolazione e con i pendolari e i turisti durante l’estate,

A ce débat - modéré par Angela Maria Scullica, directeur des

aumenta. Dunque, il posto dei nostri connazionali è importante e lo

magazines italiens Espansione, BancaFinanza et Giornale delle

sarà ancor di più grazie alla firma dello storico accordo del 2 marzo

Assicurazioni, et coordonné par la journaliste Chiara Osnago

2015 in materia di scambio di informazioni ai fini fiscali tra l’Italia e il

Gadda - ont participé : Umberto Alonzo, directeur général de

Principato di Monaco, che libererà definitivamente i cittadini italiani

BSI Monaco; Fabrizio Carbone, président de Sportello Italia;

dall’incrostazione del sospetto che, anche se oramai obsoleta e

Sergio Camoletto, président de Afim Real Estate; Giovanni

superata, sopravviveva nell’immaginario collettivo.

Cianferoni, président de Retalco; Emilio Colantuoni, dirigeant

Di questa tradizionale e forte presenza economica italiana nel

de BSI Monaco; Daniele Fanteria, directeur général de Sportello

Principato - con l’obiettivo di accrescere la competitività delle piccole e medie imprese italiane, portatrici dei valori dell’eccellenza del Made in Italy, attraverso la realizzazione di un network di imprese nel Principato di Monaco, piattaforma di respiro europeo e internazionale – si è a lungo parlato nel corso della tavola rotonda ‘Strategie di sviluppo d’impresa nel Principato di Monaco’, organizzata per il secondo anno consecutivo, dal mensile italiano Espansione, a Monte-Carlo, in collaborazione con l’associazione monegasca Sportello Italia, e ancora una volta ospitata dalla Banca BSI nella sua nuova prestigiosa sede. Al dibattito, moderato da Angela Maria Scullica, direttore di Espansione, BancaFinanza e del Giornale delle Assicurazioni, e organizzato e coordinato dalla giornalista Chiara Osnago Gadda, hanno partecipato: Umberto Alonzo, direttore generale di BSI Monaco; Fabrizio Carbone, presidente di Sportello Italia; Sergio Camoletto; presidente di Afim Real Estate; Giovanni Cianferoni, presidente di Retalco; Emilio Colantuoni, general manager di BSI

18

De gauche à droite: Fabrizio Carbone, Rosanna Fommei, Giovanni Cianferoni

MonacoImprese

Monaco Imprese n. 32  

Monaco Imprese, la rivista dell'Associazione degli imprenditori italiani nel Principato di Monaco.

Monaco Imprese n. 32  

Monaco Imprese, la rivista dell'Associazione degli imprenditori italiani nel Principato di Monaco.

Profile for aiim
Advertisement