Page 1


Informazioni utili Cos'ĂŠ un self drive I veicoli

5 6 7

SELF DRIVE Namibia in breve Emozioni namibiane Namibia e natura Perle nascoste

8 9 10 11

GLI SPECIALI NOTTI DA SOGNO Luna di miele

12

La namibia si prende cura di te Namibia con charme

13

SPORT, NATURA ED EMOZIONE 14 Namibia bike tour 15 Trekking

Informazioni utili ITINERARI Botswana classico Il regno degli animali

Informazioni utili

17

18 19

21

SOGGIORNI MARE Pemba Quirimbas e Bazaruto

22 23

ITINERARI Natura e mare Luna di miele in Mozambico

24 25

GLI SPECIALI BRICOLAGE AFRICANO Namibia, Botswana e Zimbawe Botswana e Mozambico

26

Sudafrica e Mozambico Zambia e Malawi

27


ha sempre rappresentato, fin dai tempi più lontani, la Terra misteriosa, selvaggia, fantastica e ricca di mistero e di straordinarie possibilità ed incontri, ed in realtà nei secoli nulla è cambiato! L’obiettivo di Afrozapping é quello di rendere reale un sogno, organizzando e pianificando itinerari in Namibia, Botswana e Mozambico. Mettiamo a disposizione la nostra professionalità sia per clienti individuali o per piccoli gruppi che desiderano gestire autonomamente la propria vacanza, e per chi lo desidera guide professionali ed esperte capaci di trasmettere l’entusiasmo, la curiosità e la passione non solo per l’Africa ma per il viaggio stesso.


La Namibia racchiude ed offre tutto quello che questo continente ha da offrire: il deserto più antico del mondo con le sue dune maestose, la Skeleton Coast che esercita un misterioso fascino, l’etnia Himba, gli uomini rossi che vivono in alcune zone del Kaokoland legati alle ancestrali tradizioni, affascinanti panorami nel Fish River Canyon e le dolci vallate del Damaraland, dove gli elefanti del deserto si sono adattati a condizioni estreme. Parlando di animali, non può mancare il parco Etosha che offre degli incontri mozzafiato con tantissime specie animali, la regione del Caprivi, ancora poco visitata ed estremamente ricca di vegetazione e ancora molti sono i luoghi incantevoli e di interesse. La Namibia offre sorprese, ovunque sia rivolto il vostro sguardo, ma la particolarità di questo paese, è la “varietà”: al termine del viaggio, vi sembrerà di aver visto non uno, ma molti Paesi, tornerete a casa con una sensazione speciale e meravigliosa e sarete stregati e sotto l’effetto di quella magia che si chiama AFRICA.

E’ possibile individuare sostanzialmente due stagioni, una secca ed una delle piogge. La stagione umida va normalmente da novembre ad aprile (i primi mesi sono caratterizzati da “piccole piogge”, mentre da dicembre ad aprile le precipitazioni sono decisamente intense). La stagione ideale quindi per visitare il Paese, corrisponde all’inverno, ovvero da maggio ad ottobre. In questi mesi dell’anno le temperature diurne sono decisamente gradevoli, aggirandosi intorno ai 25°C, mentre la notte le temperature sono decisamente rigide, a volte sfiorano anche lo zero.

Per entrare nel Paese per turismo non è richiesto nessun visto per soggiorni che non superano i 90 giorni di permanenza. E’ però necessario per i cittadini italiani, come per tutti gli stranieri, essere in possesso di un passaporto con almeno 6 mesi di validità considerando la data di ritorno del viaggio. E’ opportuno che i passeggeri non in possesso di un passaporto italiano, si rivolgano alle autorità competenti per avere informazioni precise relative all’ingresso nel Paese. Ovviamente si, proprio per poter partire alla scoperta di un paese meraviglioso in totale autonomia. Esistono numerosi noleggiatori, alcuni di questi sono presenti direttamente in aeroporto, altri invece sono in città, e quindi prevedono un trasferimento gratuito dall’aeroporto ai loro uffici, dove verrà consegnata l’auto. Per poter noleggiare un veicolo è necessario presentare la patente INTERNAZIONALE che occorre richiedere in Italia presso la motorizzazione della propria città o all’Aci . Inoltre per noleggiare un veicolo é necessario essere in possesso di una carta di credito (l’American Express non è sempre accettata).

La rete stradale in Namibia è realmente ottima. Numerose sono le strade asfaltate che sono le maggiori direttrici che tagliano in modo verticale tutto il Paese con dei rami che toccano anche centri minori. La maggior parte sono strade non asfaltate, ma si presentano quasi sempre in buone condizioni, decisamente ampie con un fondo di pietrisco battuto costantemente. I cartelli stradali con le segnalazioni sono estremamente visibili e ben presenti. Questo discorso si può estendere a quasi tutta la Namibia, eccezione fatta per la regione remota del Kaokoland (escluso Epupa Falls, raggiungibile con facilità), dove si parla di piste e di passi di montagna, non consigliabili da affrontare senza una guida esperta. Durante la stagione delle piogge, la condizione delle strade potrebbe ovviamente non essere particolarmente buona, a causa delle abbondanti precipitazioni, in modo particolare nel nord e nella regione del Caprivi.

5


dalla lizzata i t u e o in t nemen che si recan u m o c i rmula giator stire il E’ la fo arte dei viag rmette di ge rò tutti or p do pe nto pe maggi in qua nomia, aven rtenza. , a i b i Nam auto la pa totale ma del i n r i p o i i t g a t viag i preno i serviz

Dopo aver stabilito un itinerario in base alle singole esigenze e al tempo a disposizione, fare un self drive significa avere un veicolo a noleggio e tutti i pernottamenti prenotati. Questo permette di potersi gestire le giornate in modo totalmente autonomo e di effettuare le soste e le escursioni che si preferiscono, con l’unica “preoccupazione”, se così si può definire, di raggiungere la struttura prenotata per la notte. Le tappe del viaggio vengono studiate in modo scrupoloso, dando la possibilità ai viaggiatori di poter effettuare delle soste nei punti di interesse durante gli spostamenti con una discreta calma.

Le possibilità di scelta che la Namibia offre sono molteplici, a seconda delle esigenze e del budget a disposizione. Le sistemazioni più comuni che si possono trovare sono le seguenti: HOTELS: si trovano principalmente nei grandi e medi centri abitati ed includono solo la prima colazione. Quelli più lussuosi dispongono, al proprio interno, di un ristorante, dove gli ospiti possono fruire dei pasti principali. LODGES: sono molto diffusi in tutta la Namibia e sorgono in grandi spazi aperti, in concessioni o ranch privati. La scelta è ampia: da quelli a gestione familiare fino alle strutture lussuose che offrono un servizio superbo. Alcuni tra i più apprezzati e fa-

6

mosi sono costituiti da campi tendati fissi, situati su piattaforme di legno e con pareti tendate mobili (con chiusure a zip), in modo da poter offrire agli ospiti un maggiore contatto con la natura. Offrono comunque un grande comfort e in alcuni casi un vero e proprio lusso. E’ consigliabile, quando e dove possibile, fermarsi due notti consecutive presso la stessa struttura, per poter fruire al massimo di ciò che hanno da offrire. Una classica giornata in lodge, ammesso che si decida di acquistare le escursioni che propongono, normalmente comincia con un’uscita guidata all’alba, preceduta da una leggera colazione. La durata delle escursioni è variabile, ma al ritorno viene comunque servita la colazione vera e propria (continentale). Il pranzo è costituito da uno spuntino leggero, magari un sandwich o un’insalata. Prima del tramonto, normalmente viene proposta un’altra uscita che fa ritorno al lodge poco prima dell’ora di cena. In casi particolari, alcuni lodge offrono anche brevi escursioni notturne. GUESTFARMS: si tratta di fattorie quasi sempre a gestione familiare, con poche camere, posizionate in zone rurali e che dispongono di appezzamenti di terreno molto vasti. Sono sistemazioni semplici ma curate. BED AND BREAKFAST E GUESTHOUSE: anche in questo caso si trovano in grandi e medi centri abitati e sono più semplici ed economici degli hotels. Nel prezzo è compresa solo la prima colazione e quasi sempre non dispongono del ristorante, quindi è bene prevedere di uscire per pranzo e per cena. RESTCAMPS: si trovano all’interno dei parchi nazionali. Possono essere soluzioni piuttosto semplici (bungalows in legno) oppure di medio e alto livello. E’ assolutamente necessario prenotare in anticipo in quanto molto richiesti grazie alla posizione privilegiata che vantano. In genere, si trovano anche le aree attrezzate per il campeggio, dove è necessario riservare il posto per le tende e per i veicoli. CAMPSITES: non sono altro che campeggi privati situati in molte zone del Paese, che dispongono di servizi di base, dove normalmente non esiste un luogo di ristoro, quindi è necessario arrivare ben forniti di cibo e bevande e di tutta l’attrezzatura per cucinare (quest’ultima è in dotazione delle auto attrezzate a noleggio, oltre a tutto quanto serve per campeggiare).


La rete stradale in Namibia si presenta in buono stato e non è quindi obbligatorio noleggiare un veicolo 4x4. Le due ruote motrici, possono essere adatte e sufficienti per percorsi non troppo lunghi ed itinerari standard. Altamente sconsigliate nel periodo delle piogge. Alcuni esempi delle vetture più utilizzate per i self drive: DAHIATSU TERIOS o similare: omologata per 4 persone. E’ un SUV con bagagliaio abbastanza spazioso, ed è adatta a percorrere le strade asfaltate e quelle principali sterrate (quindi battute e in buono stato). NISSAN X- TRAIL 2x4 o similare: omologata per 4 persone. Non si tratta di un fuoristrada, ma è adatto a qualsiasi tipo di strada ed itinerario, in quanto si presenta leggermente più alta da terra e con le ruote più grandi e robuste rispetto alle berline. Esiste anche la versione 4X4.

Questi veicoli, sono adatti a qualsiasi tipo di itinerario e percorso. Nonostante le caratteristiche dell’auto agevolino il guidatore (in quanto molto più alte da terra e decisamente più robuste rispetto alle due ruote motrici), è comunque necessaria sempre molta prudenza nella guida, in modo particolare se non si ha nessuna dimestichezza con questa tipologia di autovetture. 4x4 SINGLE CAB o DOUBLE CAB (TOYOTA O NISSAN ) o similare: omologata per il trasporto di 2 o 4 passeggeri. Adatta a qualsiasi tipo di strada e itinerario. Bagagliaio vetrato o cabinato molto grande. 4x4 SINGLE CAB o DOUBLE CAB EQUIPAGGIATE (TOYOTA O NISSAN ) o similare: omologata per il trasporto di 2 o 4 persone, è la scelta adatta per chi decide di improntare il proprio viaggio in campeggio. Ogni veicolo è equipaggiato con tutta l’attrezzatura necessaria: tavolo, sedie, stoviglie, coolbox, tanica per l’acqua e per il carburante, lampada a gas, frigo a 12 volt e sacchi a pelo (consigliamo comunque di portare con se i propri). Adatta per qualsiasi tipo di strada e itinerario.

Non è raro, ed anzi decisamente piacevole, fare un viaggio insieme ad un gruppo di amici, o magari avere una famiglia numerosa. I due veicoli che seguono, sono la soluzione adatta per poter far viaggiare un cospicuo numero di passeggeri sullo stesso mezzo, per poter condividere ogni momento della vacanza. VW KOMBI T5 o similare: omologato per 8 persone, ma sconsigliamo vivamente la massima capienza, in quanto lo spazio sarebbe sacrificato. Consigliamo pertanto questo veicolo a gruppi di massimo 6 persone. I finestrini sono apribili (a scorrimento) e in alcuni casi i vetri si possono presentare oscurati per proteggere i passeggeri dai raggi del sole (ciò ovviamente non compromette la visuale). Adatto a strade asfaltate e a quelle principali sterrate (quindi battute e in buono stato). TOYOTA QUANTUM o similare: omologato per 14 persone, ma sconsigliamo vivamente di sfruttarlo con la massima capienza. Pertanto suggeriamo questa soluzione per un massimo di 9 persone. I vetri si presentano oscurati per proteggere i passeggeri dai raggi del sole (ciò ovviamente non compromette la visuale). Non tutte le postazioni dispongono del finestrino apribile (a scorrimento). Adatto a strade asfaltate e a quelle principali sterrate (quindi battute e in buono stato).

IMPORTANTE: le immagini dei veicoli sono assolutamente indicative, per poter comprendere le dimensioni e a la tipologia del veicolo. E’ importante tener presente che lo stesso potrebbe variare di marca, modello e/o cilindrata a seconda della compagnia di noleggio.

7


Ci permettiamo di suggerire alcuni itinerari che potrebbero essere di aiuto per capire e per indirizzare correttamente i propri interessi. Suggerimento di carattere generale: è consigliato soggiornare la prima notte a Windhoek, per riposare e godersi l’arrivo in un luogo nuovo, in modo da cominciare il viaggio il giorno seguente con il giusto spirito e la giusta energia. Le proposte sono ovviamente degli itinerari di massima che possono essere modificati o studiati ex novo in base alle esigenze del viaggiatore. Tutti gli itinerari suggeriti sono adatti sia per viaggi self drive che per tour con guida

Parco Ethosa

Damaraland Otjiwarongo

Swakopmund

uesto è un itinerario classico per chi non ha a disposizione molti giorni. Permette di vedere le principali bellezze che il Paese ha da offrire.

Q

1° giorno: OTJIWARONGO AREA – la zona offre numerosi lodge e guestfarm dove trascorrere un tranquillo primo giorno 2° e 3° giorno: ETOSHA NATIONAL PARK - Il Parco Nazionale per eccellenza della Namibia, una delle prime aree al mondo dedicate alla conservazione naturale, un vero “scrigno” di biodiversità animale e vegetale 4° giorno: DAMARALAND - La regione offre paesaggi di rara bellezza. Esistono escursioni proposte dai lodge alla ricerca degli elefanti del deserto, piuttosto che siti dove è possibile osservare le pitture ed incisioni rupestri di Twyfelfontein 5° e 6° giorno: SWAKOPMUND Dirigendosi verso la costa, una tappa simpatica è Cape Cross che ospita una numerosa colonia di otarie. La cittadina di Swakopmund offre escursioni ed attività interessanti. Quella che consigliamo è a Sandwich Harbour, a 56 km a sud di Walvis Bay. Molte altre sono le attrattive della zona, come le saline di Walvis Bay ed i fenicotteri rosa, così come i quad, escursioni in barca, surf sulla sabbia, escursioni a cavallo e in bici, sorvoli panoramici e lanci con il paracadute 7° e 8° giorno: NAMIB DESERT / SESRIEM - Il mitico Deserto del Namib, il più antico del mondo è un vero e proprio “deserto vivente”. La famosa Sossusvlei, dove ci si addentra in uno

8

scenario fantastico di dune via via sempre più alte, dove i morbidi e caldi colori della sabbia contrastano con un cielo limpidissimo 9° giorno: WINDHOEK – La capitale della Namibia che sorge a circa 1600 metri di altitudine 10°giorno: VOLO DI RIENTRO

Windhoek

Namib desert


Epupa Parco Ethosa

Epuwo

Kamanjab

Damaraland

n itinerario che percorre i punti più emozionanti del Paese, sia dal punto di vista naturalistico che umano. La natura gioca un ruolo importante, toccante è la zona del Kaokoland, popolata dagli Himba, misteriosi, affascinanti e saggi.

U

1° giorno: OTJIWARONGO AREA – la zona offre numerosi lodge e guestfarm dove trascorrere un tranquillo primo giorno 2° e 3° giorno: ETOSHA NATIONAL PARK - Il Parco Nazionale per eccellenza della Namibia, una delle prime aree al mondo dedicate alla conservazione naturale, un vero “scrigno” di biodiversità animale e vegetale 4° giorno: KAMANJAB AREA - Si lascia il parco per dirigersi verso Kamanjab. Il viaggio è gradevole, ma si tratta sostanzialmente di una “tappa” di spostamento 5° e 6° giorno: EPUPA – la regione è il Kaokoland e le giornate sono dedicate alla popolazione Himba, legata alle loro splendide ed ancestrali tradizioni e alla visita dei loro villaggi e delle cascate 7° giorno: OPUWO - La meta è la piccola cittadina di Opuwo, che si trova sempre nella regione del Kaokoland 8° e 9° giorno: DAMARALAND - La regione offre paesaggi di rara bellezza. Esistono escursioni proposte dai lodge alla ricerca degli elefanti del deserto, piuttosto che siti dove è possibile osservare le pitture ed incisioni rupestri di Twyfelfontein 10° e 11° giorno: SWAKOPMUND Dirigendosi verso la costa, una tappa simpatica è Cape Cross che ospita una numerosa colonia di otarie. La cittadina di Swakopmund offre escursioni ed attività interessanti. Quella che consigliamo è a Sandwich Harbour, a 56 km a sud di Walvis Bay. Molte altre sono le attrattive della zona, come le saline di Walvis Bay ed i fenicotteri rosa, così come i quad, escursioni in barca, surf sulla sabbia, escursioni a cavallo e in bici, sorvoli panoramici e lanci con il paracadute

12° e 13° giorno: NAMIB DESERT / SESRIEM - Il mitico Deserto del Namib, il più antico del mondo è un vero e proprio “deserto vivente”. La famosa Sossusvlei, dove ci si addentra in uno scenario fantastico di dune via via sempre più alte, dove i morbidi e caldi colori della sabbia contrastano con un cielo limpidissimo 14° giorno: WINDHOEK - La capitale della Namibia che sorge a circa 1600 metri di altitudine 15°giorno: VOLO DI RIENTRO

Otjiwarongo Swakopmund Windhoek

Namib desert

9


Parco Ethosa

Damaraland Otjiwarongo

Cape Cross

olti sono gli amanti della natura, che in Namibia si presenta in tutta la sua grandezza e diversità, dal canyon al deserto, dal mare ai parchi. Questo è un itinerario sostanzialmente classico, che predilige l’aspetto naturalistico del Paese

M

1° giorno: WINDHOEK – La capitale della Namibia che sorge a circa 1600 metri di altitudine 2° giorno: MARIENTAL – Ultimo avamposto prima deIl’inizio del deserto del Kalahari, il quarto deserto al mondo per estensione che copre il 70% del territorio del Botswana e parte dello Zimbabwe, della Namibia e del Sudafrica 3° e 4° giorno: FISH RIVER CANYON – E’ il secondo canyon del mondo dopo il Gran Canyon degli Stati Uniti. Misura 160 km di lunghezza e ben 27 di larghezza. Le cifre però non aiutano ad immaginarsi questa meraviglia, che prende forma esclusivamente davanti ai propri occhi 5° e 6° giorno: LUDERITZ - Questa città è una reliquia coloniale dall’atmosfera surreale, stretta tra la costa ventosa atlantica ed il deserto del Namib. Imperdibile la visita della ‘città fantasma’ di Kolmanskop 7° giorno: HELMERINGHAUSEN – Durante lo spostamento si può visitare il Duwisib Castle, che è una struttura barocca costruita intorno al 1909 da un barone di origine tedesca 8° e 9° giorno: NAMIB DESERT / SESRIEM - Il mitico Deserto del Namib, il più antico del mondo è un vero e proprio “deserto vivente”. La famosa Sossusvlei, dove ci si addentra in uno scenario fantastico di dune via via sempre più alte, dove i morbidi e caldi colori della sabbia contrastano con un cielo limpidissimo 10° giorno: SWAKOPMUND - La cittadina offre escursioni ed attività interessanti. Molte altre sono le attrattive della zona, come le saline di Walvis Bay ed i fenicotteri rosa, così come i quad, escursioni in barca, surf sulla sabbia, escursioni a cavallo e in bici, sorvoli panoramici e lanci con il paracadute

10

11° giorno: CAPE CROSS - Ospita una delle colonie di otarie più numerose di tutta l’Africa australe. Il lodge di Cape Cross è l’unico della zona, adagiato direttamente sulla spiaggia, offre un’atmosfera romantica e di relax 12° giorno: DAMARALAND - La regione offre realmente paesaggi di rara bellezza. Esistono escursioni proposte dai lodge alla ricerca degli elefanti del deserto, piuttosto che siti dove è possibile osservare le pitture ed incisioni rupestri di Twyfelfontein 13° e 14° giorno: ETOSHA NATIONAL PARK - Il Parco Nazionale per eccellenza della Namibia, una delle prime aree al mondo dedicate alla conservazione naturale, un vero “scrigno” di biodiversità animale e vegetale

Swakopmund

Windhoek Namib desert

Mariental

Helmeringhausen

Luderitz Fish River Canyon

15° giorno: OTJIWARONGO AREA Altro piccolo parco, dove però, a differenza dell’Etosha, non è possibile spostarsi con i propri veicoli 16°giorno: VOLO DI RIENTRO


Mudumu e Mamili Parco Ethosa

Rundu Mahango

Damaraland

n itinerario inconsueto, che rivolge l’attenzione ad una zona poco conosciuta del paese: il Caprivi. Spettacolare regione che offre piccoli parchi a misura d’uomo; è la regione dei grandi fiumi, che scandiscono il ritmo della vita. Viaggio adatto agli amanti della natura.

U

1° giorno: WINDHOEK - La capitale della Namibia che sorge a circa 1600 metri di altitudine 2° e 3° giorno: NAMIB DESERT / SESRIEM - Il mitico Deserto del Namib, il più antico del mondo, è un vero e proprio “deserto vivente”. La famosa Sossusvlei, dove ci si addentra in uno scenario fantastico di dune via via sempre più alte, dove i morbidi e caldi colori della sabbia contrastano con un cielo limpidissimo 4° e 5° giorno: SWAKOPMUND - La cittadina offre escursioni ed attività interessanti. Quella che consigliamo è a Sandwich Harbour, a 56 km a sud di Walvis Bay. Molte altre sono le attrattive della zona, come le saline di Walvis Bay ed i fenicotteri rosa, così come i quad, escursioni in barca, surf sulla sabbia, escursioni a cavallo e in bici, sorvoli panoramici e lanci con il paracadute 6° giorno: DAMARALAND - Dirigendosi verso il Damaraland, una tappa simpatica è Cape Cross, che ospita una numerosa colonia di otarie. La regione offre paesaggi di rara bellezza. Esistono escursioni proposte dai lodge alla ricerca degli elefanti del deserto, piuttosto che siti dove è possibile osservare le pitture ed incisioni rupestri di Twyfelfontein 7°, 8° e 9° giorno: ETOSHA NATIONAL PARK - Il Parco Nazionale per eccellenza della Namibia, una delle prime aree al mondo dedicate alla conservazione naturale, un vero “scrigno” di biodiversità animale e vegetale 10° giorno: RUNDU - Gode di una splendida posizione e rappresenta la porta di ingresso per la regione del Caprivi, una vera e propria”striscia” di terra

Grootfontein

Otjiwarongo lunga 500 chilometri situata nel nordest Swakopmund della Namibia 11° e 12° giorno: MUDUMU & MAWindhoek MILI NATIONAL PARK – Sono due parchi nazionali poco turistici e non troppo conosciuti. Il Mamili si può definire Namib l’equivalente namibiano del delta deldesert l’Okavango, anche se di dimensioni ben ridotte, che offre piccole isole ricche di fauna, canali fluviali e splendide paludi 13° giorno: DIVUNDU / MAHANGO NATIONAL PARK - Nei pressi di Bagani, il fiume Okavango si getta verso valle con una serie di cascate chiamate Popa Falls. Imperdibile la visita al Ma15° giorno: OTJIWARONGO AREA hango Game Park che occupa una - Altro piccolo parco, dove però, a diffevasta pianura alluvionale renza dell’Etosha, non è possibile spo14° giorno: GROOTFONTEIN - La starsi con i propri veicoli strada è quella del ritorno, per avvici16°giorno: VOLO DI RIENTRO narsi nuovamente alla capitale

11


Afrozapping ha studiato tre itinerari con formula SELF DRIVE davvero “speciali” curati nei minimi particolari, che regalano atmosfere incantevoli e da sogno!

Se esistesse una definizione per l’amore, forse non sarebbe tanto speciale; é la sua unicità che lo rende stravolgente, definirlo è impossibile: è qualcosa che fa palpitare e galoppare il cuore, che offusca i sensi, che fa sorridere, sognare, sperare, soffrire e piangere. E tutte queste sensazioni è in grado di regalarle anche l’Africa! Abbiamo pensato ad un itinerario speciale dove le sistemazioni scelte sono particolarmente romantiche; un’indimenticabile esperienza capace di emozionare e di sorprendere, ma soprattutto un’occasione condivisa da due cuori che si sono appena uniti, in modo che possano nuovamente farsi un’altra promessa di amore eterno, ancor più speciale, della quale l’Africa sarà testimone per sempre! GIORNI

ITINERARIO

SISTEMAZIONI

1

Windhoek

Olive Grove

2

Erindi Private Reserve

Old Traders Lodge

3-4

Etosha National Park

Okaukuejo Restcamp

5-6

Damaraland

Mowani Mountain Camp

7-8

Walvis Bay

Egumbo Lodge

9

Namib Desert

Le Mirage

10-11

Namib Rand Reserve

Wolwedans

12

Windhoek

Olive Grove

13

Windhoek – volo di rientro

12


Abbiamo deciso di proporvi un itinerario con sistemazioni esclusive, ubicate in luoghi rilassanti e meravigliosi, ma con la particolarità di avere un centro benessere. La scelta di un viaggio di questo genere permette di avere il tempo e la possibilità di prendersi cura del proprio corpo, e soprattutto del proprio spirito. Sarà sconvolgente accorgersi che prendendosi cura di se stessi si è in grado di ascoltare una voce normalmente inudibile; sarà chiara, forte, questa è la voce dell’Africa e noi vi aiuteremo a sentirla!

GIORNI

ITINERARIO

1

Windhoek

SISTEMAZIONI Olive Grove

2

Erindi Private Reserve

Old Traders Lodge

3-4

Etosha National Park

Epacha Game Lodge

5-6

Damaraland

Huab Lodge Swakopmund Boutique Hotel

7-8

Swakopmund

9-10

Namib Desert

Le Mirage

11

Windhoek

Gocheganas

12

Windhoek – volo di rientro

Questo è senza mezzi termini un viaggio da sogno... con sistemazioni decisamente al di sopra della media, che conferiscono al viaggio un tocco speciale, raffinato. Si tratta di una scelta tra i lodge più spettacolari della Namibia, definirli di lusso non ci piace, perché i parametri di valutazione sono sempre molto soggettivi, ma possiamo garantire che sarà un costante sogno ad occhi aperti! GIORNI

ITINERARIO

SISTEMAZIONI

1

Windhoek

Heinitzburg Castle

2

Otjiwarongo

Okonjima Bush Camp

3-4

Etosha National Park

Little Ongava Desert Rhino Camp

5-6

Damaraland

7-8

Walvis Bay

Egumbo Lodge

9

Namib Desert

Sossus Dune Lodge

10-11

Namib Rand Reserve

Wolwedans

12

Windhoek

Gocheganas

13

Windhoek – volo di rientro

13


Per gli amanti della bicicletta, un meraviglioso viaggio che offre un “punto di vista” diverso e la possibilità di “vivere” realmente le varie tappe a bordo della propria mountain bike. Un viaggio “speciale” che rappresenterà una vera e propria esperienza… che oltre alla passione per la bicicletta farà nascere un forte amore per l’Africa!

GUIDA PARLANTE INGLESE - PERNOTTAMENTI IN TENDA E GUESTHOUSE E VEICOLO D’APPOGGIO GIORNI 1 2 3 4

ITINERARIO Arrivo a Windhoek

facoltativo

Windhoek - Spreetshoogtepass 40 Km / 150 mt Spreetshoogtepass – Namib Desert: Sesriem 40-50 Km / 150 mt Namib Desert: Sossusvlei 10 km / 50 mt

30 Km 200 Km 60 Km 120 Km

5

Sesriem – Blutkoppe

40-50 Km / 450 mt

100 Km 100 Km

6

Blutkoppe – Swakopmund

15-30 Km / 200 mt

7

Swakopmund

----

60 Km

8

Swakopmund – Spitzkoppe

55 Km / 200 mt

150 Km

9

Spitzkoppe – Brandberg – Ugab River

30-40 Km / 200 mt

150 Km

10

Ugab River – Skeleton Coast Area

50 Km / 700 mt

----

11

Twyfelfontein Area

60 Km / 400 mt

----

12

Etosha National Park

----

Game Drive

13

Etosha National Park

----

Game Drive

14

Etosha NP – Okonjima: Africat Foundation

25 Km / 100 mt

260 Km

15

Rientro a Windhoek

----

250 Km

16

Volo di rientro

ALTRI ITINERARI DI DIVERSA DURATA E GRADO DI DIFFICOLTA’ SU RICHIESTA

14


Per gli amanti del trekking le possibilità sono molteplici e presentano diversi gradi di difficoltà. Per fare una vera e propria vacanza a piedi è possibile combinare tra loro una serie di itinerari in alcune zone della Namibia che in modo perfetto si prestano a questo tipo di esperienza, come per esempio il Fish River Canyon, la zona del Brandberg oppure il Naukluft . Si possono anche abbinare ad un self drive per scoprire il resto del Paese. GUIDA PARLANTE INGLESE - PERNOTTAMENTI IN TENDA

GIORNI 1

Trasferimento al Fish River

2

7-8 ore

3

7-8 ore

4

7-8 ore

5

7-8 ore

6

4-5 ore

7

Trasferimento a Windhoek

GIORNI 1

Trasferimento nel Naukluft

2

6-8 ore

3

7-9 ore

4

6-7 ore

5

7-8 ore

6

Trasferimento a Windhoek

GIORNI 1

Trasferimento nel Namib Desert 2-3 ore

2

4-5 ore

3

3-4 ore

4

6-7 ore 2-3 ore Trasferimento a Windhoek

5

15


Un viaggio totalmente all’insegna della natura, dove si instaura un contatto con la “Madre Terra”. I ritmi ancestrali scanditi dal sorgere e dal calare del sole e la legge della natura e della sopravvivenza con la quale gli animali si confrontano quotidianamente, la fanno da padroni. Grandi spazi, fitta vegetazione, immensi deserti che sorgono in luoghi dove prima c’era la vita…e dove la vita, tutt’ora continua. Il Botswana offre qualcosa di unico, come il delta del fiume Okavango, incantevole luogo e senza pari in tutto il mondo. Infiniti spazi, gradazioni di colori che contraddistinguono il cielo di questo paese, terra degli elefanti, degli ippopotami e dei grandi predatori. Visitare il Botswana non è un semplice viaggio, ma un’esperienza meravigliosa, nella quale confrontarsi con grandi silenzi, tanto impressionanti da fare un gran rumore, e da portare ogni individuo a riflettere su cosa realmente è l’Africa, e su cosa è in grado di regalare agli occhi e soprattutto al cuore di chi lo visita.

Il Bostwana si trova nella fascia tropicale del Capricorno, ed il clima è quindi regolato da due stagioni ben distinte. Il periodo migliore per recarsi in Bostwana, corrisponde all’inverno australe, ovvero alla stagione secca che va da maggio ad ottobre. In questa stagione le temperature diurne sono gradevoli, ma durante la notte il termometro si abbassa notevolmente, offrendo delle notti fredde. L’estate australe è invece la stagione delle piogge, va da novembre ad aprile ed è ovviamente sconsigliata, in quanto le abbondanti precipitazioni, oltre che fastidiose, impediscono l’avvistamento di animali.

Per entrare nel Paese non è richiesto nessun visto per soggiorni che non superano i 30 giorni di permanenza, che possono essere prorogati fino ad un massimo di 90 giorni in totale. E’ però necessario per i cittadini italiani, come per tutti gli stranieri, essere in possesso di un passaporto con almeno 6 mesi di validità considerando la data di ritorno del viaggio. Consigliamo di verificare di avere alcune pagine libere dove le autorità possano apporre senza problemi i timbri necessari, in modo particolare se si desidera visitare anche lo Zimbabwe (Victoria Falls) e/o lo Zambia. E’ opportuno che i passeggeri non in possesso di un passaporto italiano, si rivolgano alle autorità competenti per avere informazioni precise relativo all’ingresso nel paese. Si tratta di una meta poco turistica, il che è dovuto a svariate ragioni, che hanno però contribuito a preservare il Paese, lasciando intatto e incontaminato il fascino che esercita. Esistono diversi modi per visitare questo luogo incantevole, utilizzando per esempio degli aeromobili leggeri per gli spostamenti tra un

lodge e l’altro, affidandosi poi alle guide locali esperte che tutte le strutture mettono a disposizione, per effettuare tutte le escursioni. Oppure si può scegliere di fare un’esperienza più avventurosa e a contatto con la natura, dormendo in tenda (campi tendati fissi o mobili) con la presenza di una guida per tutto il viaggio. Invece per affrontare un viaggio in totale autonomia (self drive) è necessaria una grande esperienza: esistono delle strade asfaltate che tracciano il perimetro del Paese, ma le aree di maggiore interesse, sono raggiungibili soltanto attraverso delle vere e proprie piste, quindi è indispensabile sapersi destreggiare con mappe o gps e soprattutto essere dei guidatori esperti e capaci di affrontare degli imprevisti. Inoltre se si sceglie di affrontare un self drive in Botswana, bisogna partire dal presupposto di essere disposti ad adattarsi e quindi di prevedere la maggior parte dei pernottamenti in tenda, e spesso in aree non attrezzate. Questo perché il Botswana non offre grandi capacità ricettive, e quelle che offre sono sostanzialmente dei campi tendati, generalmente di lusso, che possono ospitare un numero molto ristretto di persone, che vanno prenotati con grande anticipo.

17


Kasane

Okavango Delta

Savute Chobe N.P. Moremi Game Reserve

Livingstone Victoria Falls

Maun

ese te ingl n a l r a p ti Guida i tenda p m a c in azioni odge Sistem + 2 notti in l mobili

n viaggio scandito da ritmi ancestrali dove la natura regala incredibili panorami, paesaggi e forti emozioni.

U

1° giorno: ITALIA – MAUN - Arrivo a Maun e trasferimento al lodge. Al vostro arrivo, lo staff vi accompagnerà a fare la spesa per quel che riguarda le bevande per la prima parte del tour. Pasti non inclusi, pernottamento al lodge 2° e 3° giorno: MAUN – OKAVANGO DELTA (300 km circa – 4 ore) - Si lascia Maun per raggiungere il punto in cui un’imbarcazione a motore sarà pronta per trasferire l’attrezzatura da campeggio ed anche voi, naturalmente! Durante il trasferimento si potranno osservare splendidi paesaggi con alti papiri e una serie di stagni con miriadi di affascinanti ninfee. Si raggiungerà così il cuore del delta. Da qui si partirà a bordo delle tipiche imbarcazioni (non a motore), chiamati “mokoro” per raggiungere l’isola che rappresenterà il campo base 4° giorno: OKAVANGO DELTA – MAUN (300 km circa – 4 ore) - La giornata non prevede attività organizzate, ma il consiglio ed il suggerimento è quello di effettuare un sorvolo, con aeromobili leggeri sul delta. Pernottamento in campeggio 5°, 6° e 7° giorno: MAUN – MOREMI GAME RESERVE (150 km circa – 6 ore) - Si tratta di una riserva destinata ufficialmente dal 1963 alla tutela della fauna, che alterna paludi vaste e sconfinate a isole costituite da terreni aridi che affiorano tra distese erbose. Pernottamenti al campo 8° giorno: MOREMI GAME RESERVE

18

– SAVUTE (120 km circa – 5 / 6 ore) - Il parco nazionale del Chobe è il terzo più grande parco del Botswana, si raggiunge una zona del parco, chiamata Savute: colori e paesaggi tipicamente e meravigliosamente africani. Pernottamenti al campo 9° e 10°giorno: SAVUTE – CHOBE RIVER AREA (170 km circa – 5 ore) Scoperta del Chobe River Front: si estende lungo il corso del fiume Chobe, ed

offre incontri emozionanti quasi garantiti con i branchi più numerosi di elefanti del continente. Pernottamenti al campo 11°giorno: CHOBE RIVER AREA - LIVINGSTONE (100 km circa – 2/3 ore) Si lascia il Botswana, attraversando con un battello il fiume Zambezi si arriva via terra a Livingstone, nel lato dello Zambia delle cascate Victoria. Pernottamento in lodge. 12° giorno: LIVINGSTONE – VOLO DI RIENTRO - Trasferimento e volo di rientro

Il viaggio proposto è un tour con guida parlante INGLESE e può avere un minimo di due partecipanti fino ad un massimo di 12 partecipanti. Per poter affrontare questo viaggio ci vuole un discreto spirito di adattamento, in quanto è richiesta la collaborazione dei partecipanti per allestire il campo tendato nel quale si pernotterà ogni notte. Si tratta di tende tipo igloo molto semplici, con dei materassini all’interno. Nel caso in cui non si tratti di campeggi attrezzati con servizi igienici, è importante considerare che ci si dovrà adattare con una tenda doccia e con dei servizi igienici non propriamente in muratura, anzi tutt’altro.


Kasane

Victoria Falls Okavango Delta

Chobe N.P. Moremi Game Reserve

Maun

to anizza

rg semi-o a o i g g Via guid i senza ati fiss d n e t i p i in cam n o i z a Sistem

plendido viaggio con la formula FLY-IN che utilizza per gli spostamenti piccoli aeromobili. Una proposta adatta a chi preferisce il comfort unito a pernottamenti in campi tendati fissi totalmente integrati con la natura e che offrono atmosfere incantevoli. Una volta arrivati nei vari campi, le attività sono tutte incluse ed accompagnate da esperte guide locali parlanti inglese.

S

– MOREMI GAME RESERVE – Questo trasferimento può essere effettuato in volo o in barca, per raggiungere il Moremi che si trova nella zona nord orientale del Delta. Pernottamento presso il Moremi Crossig, dove si svolgeranno numerose attività tra le quali uscite in barca a motore, in mokoro, passeggiate, game viewing 9° e 10° e 11° giorno: MOREMI GAME RESERVE – KASANE: CHOBE NATIONAL PARK + VICTORIA FALLS – Sempre in volo si raggiunge Kasane,

Nxai Pan N.P.

Central Kalahari Desert

punto di partenza per visitare il Chobe National Park. Pernottamento presso il Chobe Safari Lodge dove sono inclusi una uscita in barca pomeridiana sul magnifico fiume Chobe, e due game drive. Il 10° giorno è prevista l’escursione di una giornata intera alle Cascate Victoria ed al Craft Market, accompagnata da un’esperta guida locale parlante inglese 12° giorno: KASANE – VOLO DI RIENTRO – Trasferimento all’aeroporto e volo di rientro

1°e 2° giorno : ITALIA – MAUN CENTRAL KALAHARI DESERT - Arrivo all’aeroporto di Maun e volo per il Tau Pan Camp situato nel Kalahari. Giornate dedicate alle attività proposte dal lodge, come game drives , villaggi San, e passeggiate alla scoperta del territorio e dei suo abitanti 3° e 4° giorno: CENTRAL KALAHARI – NXAI PAN NP – Si parte in volo per raggiungere un altro parco nazionale, quello dello Nxai Pan e si soggiorna allo Nxai Pan Camp. Le giornate sono dedicate a game drives, village walk, passeggiate e la visita dei celeberrimi Baine’s Baobas 5° e 6° giorno: NXAI PAN NP – MAUN – OKAVANGO DELTA – Dallo Nxai Pan NP si rientra in volo a Maun, per proseguire per il mitico delta dell’Okavango. Si pernotterà presso il Pom Pom Camp o il Gunn’s Camp. Le giornate saranno dedicate alla scoperta del meraviglioso ecosistema unico al mondo, con uscite in mokoro, game viewing e molto altro ancora 7° e 8° giorno: OKAVANGO DELTA

19


Il Mozambico è ancora uno dei paesi meno conosciuti del continente africano, nonostante incantevoli spiagge, isole da sogno ed un patrimonio culturale incredibilmente ricco, probabilmente anche a causa di un logorante conflitto, che ha finalmente trovato il suo epilogo nel 1992. Il Paese è stato infatti artefice di una grandiosa rinascita, grazie anche all’incredibile ottimismo ed allegria diffusa tra la popolazione. Il segreto del Mozambico consiste in un ritmo di vita del tutto singolare, legato ad una civiltà secolare che si è miscelata con la cultura latina, dando vita a qualcosa di quasi perfetto: danza, folklore, religione e buon umore sono parte integrante della cultura e della vita quotidiana. Il tutto con un paesaggio che spazia da grandi riserve nel nord, fino ad arcipelaghi di isole incantevoli e forse anche incantate!!!

Le ragioni per scegliere questa destinazione sono moltissime e molto diverse tra loro, proprio per questo in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Non è una destinazione classica, non va intesa in questo modo, ma adatta a tutti coloro che per esempio adorano il mare, le spiagge bianche e le acque coralline, o per chi ama il fascino delle città coloniali e vedere come diverse culture sono in grado di fondersi e di diventare qualcosa di speciale ed inimmaginabile; adatta a chi ama la natura incontaminata, offrendo un entroterra ricco di parchi con natura rigogliosa, ed adatta a chi ama fondere tutti questi aspetti, rendendo un viaggio unico e completo. Come per tutta l’Africa Australe, anche in questo caso esistono due stagioni facilmente individuabili. Il periodo migliore per visitare il Mozambico, corrisponde alla stagione secca, ovvero da maggio a novembre, dove le temperature diurne sono gradevoli e non troppo afose. La stagione delle piogge va invece da dicembre ad aprile, e a partire dal mese di febbraio le precipitazioni raggiungono il culmine e si possono verificare allagamenti ed alluvioni; questo periodo è pertanto assolutamente sconsigliato.

E’ necessario per i cittadini italiani essere in possesso di un passaporto con almeno 6 mesi di validità, considerando la data di ritorno del viaggio nonché un visto d’ingresso per entrare nel paese. Esistono due possibilità per ottenerlo: la prima è in arrivo in Mozambico, direttamente in loco in aero-

porto, pagando all’incirca USD 25,00 ad entrata singola per un soggiorno di massimo 20 giorni. Diversamente, per evitare file ed attese all’aeroporto, è possibile ottenere il visto, rivolgendosi prima della partenza, con largo anticipo, all’ambasciata del Mozambico.

La lingua ufficiale parlata nel paese è il portoghese. L’inglese non è particolarmente diffuso, se non nelle aree turistiche.

21


Il Mozambico offre una costa incantevole che si affaccia direttamente sull’oceano Indiano e che offre numerose possibilità di soggiorni mare, che si adattano ad ogni esigenza e ad ogni possibilità economica. PEMBA: è il capoluogo della provincia di Cabo Delgado e si presenta come una graziosa cittadina che ospita uno dei più gradi porti naturali del mondo. Offre infinite spiagge di sabbia bianca, un sole caldo ed un cielo di un blu intenso che fa da cornice alla vostra vacanza. Inoltre Pemba rappresenta un ottimo punto di partenza per fare numerose escursioni, che includono l’Arcipelago delle Quirimbas.

E’ un resort a cinque stelle che si affaccia direttamente sul mare e che offre ogni tipo di comfort, compreso un fantastico centro benessere, una piccola piscina di acqua salata, un centro attività per gli sport motorizzati e non, il centro fitness, l’accesso a internet. Inoltre si possono praticare diverse attività (snorkeling, immersioni subacquee, avvistamento delle balene da agosto a ottobre, crociere al tramonto, ed altro ancora). Per chi desidera trascorrere invece un soggiorno davvero ESCLUSIVO…..

Un lussuoso lodge posizionato sul lato settentrionale di Pemba Bay, raggiungibile in circa 10 minuti di barca a motore. Questa magnifica struttura mette a disposizione degli ospiti sei lussuose ville che si affacciano direttamente su un mare fantastico, che offre sfumature di colore inverosimili. Molti sono gli sport acquatici che si possono praticare, così come safari e passeggiate nel bush circostante. Il lodge mette a disposizione dei propri ospiti un fantastico centro benessere. Ideale per chi ama la privacy e per le coppie in viaggio in nozze.

22


Per chi desidera passare qualche notte da sogno è possibile scegliere di soggiornare in uno dei due arcipelaghi presenti in Mozambico. Quello più a nord, delle Quirimbas proprio di fronte a Pemba, mentre l’altro a sud, di fronte a Vilanculos è quello di Bazaruto. E’ possibile soggiornare nei resort presenti sulle molte isole, tutte lambite da uno splendido mare trasparente, con soffice ed impalpabile sabbia bianca ed una cornice naturale costituita da splendide palme che piegano verso il mare.

Si tratta di un luogo incantevole e di rara bellezza, forse uno dei posti più belli e suggestivi che si possono trovare lungo la costa settentrionale del Mozambico ed è l’isola di VAMIZI. Il resort, che sorge su una spettacolare insenatura di spiaggia incredibilmente bianca, ospita circa una ventina di persone che possono alloggiare in deliziosi chalet sulla spiaggia, arredati finemente e con grande cura per i dettagli. Un reale angolo di paradiso, raffinato e speciale, raggiungibile in volo da Pemba o da Dar Es Salam.

Il Marlin Lodge si trova in una delle maggiori isole dell’arcipelago di Bazaruto. Con un trasferimento in barca da Vilanculos o in volo, è possibile raggiungere questo angolo di paradiso che offre 17 bungalows tutti vista mare e con accesso diretto alla spiaggia. Una struttura pensata nel totale rispetto dell’ambiente, curata nei minimi particolari in grado di rendere un soggiorno indimenticabile.

23


Un “mix” perfetto che rende una vacanza speciale, varia e ricca di emozioni. Il Mozambico è rinomato e conosciuto per lo splendido mare e per la deliziosa atmosfera, grazie al buon umore ed alla cordialità della sua popolazione, ma c’è un aspetto che in pochi conoscono, ma che il Paese svela e rivela con piacere e si tratta della natura imponente che è ritornata ad “occupare” il suo spazio, flagellato dai molti anni di guerra del passato. Questo viaggio combina spiagge incantevoli e da sogno, con una riserva che si trova nel nord del Paese, proprio al confine con la Tanzania. Suggeriamo un minimo di 10 notti, per vedere due perle.

la più grande area protetta del Mozambico che misura il doppio dell’estensione del Kruger National Park. E’ degna di nota per i suoi elefanti, le antilopi nere, bufali, zebre, leopardi, gnu, antilopi, ippopotami e potremmo continuare con un lungo elenco. Grazie al suo relativo isolamento la riserva offre un’atmosfera selvaggia ed incontaminata. Per il soggiorno abbiamo scelto l’incantevole LUGENDA WILDERNESS CAMP totalmente immerso nella natura.

E dopo la natura, per un totale relax, proponiamo una piccola isoletta adagiata nell’oceano Indiano, nell’arcipelago delle Quirimbas.

si tratta di una piccola e romantica isola della larghezza di circa 500 metri, davanti alla costa nord del Mozambico, raggiungibile in volo da Pemba, che offre innumerevoli calette e una splendida barriera corallina. Il resort è composto da 13 villette direttamente sul mare arredate in modo semplice ma con stile e dove sono presenti tutti i confort. L’atmosfera è assolutamente rilassante ed estremamente romantica.

GIORNI

ITINERARIO

SISTEMAZIONI

1

Arrivo a PEMBA e sistemazione in hotel - 1 notte

Pemba Beach Hotel

2-4

Trasferimento in volo per la RESERVA DO NIASSA - 3 notti Trasferimento in volo per Pemba + trasferimento in volo per l’ARCIPELAGO DELLE QUIRIMBAS - 6 notti Trasferimento in volo per Pemba in tempo per il volo di rientro

Lugenda Wilderness Camp

5-10 11

24

Medjumbe Private Island


Il Mozambico è sicuramente una destinazione ideale per trascorrere un’indimenticabile LUNA DI MIELE. In modo particolare l’arcipelago delle Quirimbas e di Bazaruto offrono delle sistemazioni assolutamente intime, romantiche e speciali. Nelle pagine precedenti abbiamo nominato una serie di strutture e ci teniamo a precisare che tutte offrono dei prezzi scontati ed interessanti per le coppie in VIAGGIO DI NOZZE, per dare loro la possibilità di trascorrere e di festeggiare in modo assolutamente speciale, con cene a lume di candela sulla spiaggia, con uscite private in barca al tramonto e con tante altre piccole sorprese, ma soprattutto in un ambiente raffinato e ricercato. Innumerevoli sono le combinazioni possibili. Ne abbiamo scelte due che rappresentano quanto detto finora, ma ovviamente la scelta è molto più ampia.

GIORNI

ITINERARIO

SISTEMAZIONI

Dal giorno 1 al giorno 7

Pemba

Londo Lodge (honeymoon villa)

Dal giorno 8 al giorno 13

Quirimbas

Medjumbe Private Island (beach chalet)

GIORNI

ITINERARIO

SISTEMAZIONI

Dal giorno 1 al giorno 5

Vilanculos

Vilanculos Beach Lodge (beach chalet)

Dal giorno 6 al giorno 13

Benguerra

Marlin Lodge (luxury beach suite)

25


Per chi desidera scoprire e visitare più Paesi in un unico viaggio, Afrozapping suggerisce e propone delle combinazioni speciali che ben si sposano tra loro e che danno vita ad un “bricolage” tutto Africano!

Consigliato a chi ha già fatto un viaggio in Namibia, ma che non ha avuto modo di vedere alcune zone. Il viaggio si può effettuare con una formula “self drive” in partenza da Windhoek, dirigendosi verso la poco conosciuta regione del Caprivi, che ospita piccoli “gioielli” come il Mahango National Park, il Mudumu ed il Mamili National Park. Ma non volendo limitarci a questo, con il proprio veicolo è possibile passare la frontiera con il Botswana e visitare il Delta dell’Okavango, con il suo unico ecosistema, il Chobe National Park, terra degli elefanti, e terminare questo fantastico viaggio del quale sarete gli assoluti protagonisti alle cascate Victoria in Zimbabwe.

26

Un viaggio in Botswana per gli amanti della natura è un’esperienza indimenticabile, che può essere affrontata in modo più spartano in tenda, oppure in modo confortevole facendo un suggestivo viaggio Fly-In, visitando i luoghi più conosciuti come l’imperdibile Delta dell’Okavango, oppure il Chobe National Park, o ancora la Riserva del Moremi. Qualsiasi sia la vostra preferenza, potrebbe essere assolutamente fantastico terminare il viaggio con un soggiorno mare in Mozambico, per potersi rilassare e riposare. Le combinazioni per il soggiorno balneare sono davvero molte, a partire dalla costa con le famose località di Pemba o Vilanculos, fino ad arrivare alle più esclusive isole degli arcipelaghi di Bazaruto e delle Quirimbas.


Questa combinazione rappresenta un “mix” ideale che può prevedere alcune notti nel parco nazionale per eccellenza del Sudafrica, ovvero il Kruger National Park, avendo la possibilità di fare dei fantastici game drive alla scoperta di questo territorio meraviglioso, che così bene si presta all’avvistamento di una serie infinita di animali. Con nel cuore questa fantastica esperienza, dall’aeroporto di Nelspruit è possibile raggiungere con un volo diretto la città di Vilanculos, in Mozambico, dove poter scegliere di passare 7 o più notti in un fantastico lodge sulla costa, o perché no, decidere di raggiungere l’arcipelago di Bazaruto e soggiornare in una delle isole dal paradisiaco mare e dalla rilassante atmosfera.

Si tratta di due Paesi poco turistici ma splendidi! Offrono una natura rigogliosa, incontaminata e sconvolgente che renderà possibile osservare una serie infinita di animali. Nei parchi dello Zambia, come ad esempio il Lower Zambesi o il South Luangwa, o ancora il Kafue National Park, non si può non restare sorpresi dai numerosi branchi di elefanti, di bufali, di antilopi, ippopotami! I felini non mancheranno in tutta la loro eleganza e possenza. Ed il Malawi sarà ad attendervi con le scintillanti rive dell’omonimo lago (il Lago Malawi) che vi ospiterà e vi offrirà un angolo di paradiso lontano dalle mete turistiche, dove potersi rilassare e pensare a quanto l’Africa sia meravigliosa e varia!

27


Safaris and Tour Operator CC P.O. Box 1748 Windhoek - NAMIBIA

realizzazione grafica MaPa

info@afrozapping.com www.afrozapping.com

Profile for Barbara Gangi

AFROZAPPING - Catalogo viaggi  

Tour operator namibiano specializzato in viaggi in Namibia, Botswana e Mozambico, in particolare per self drive, safari, soggiorni mare e vi...

AFROZAPPING - Catalogo viaggi  

Tour operator namibiano specializzato in viaggi in Namibia, Botswana e Mozambico, in particolare per self drive, safari, soggiorni mare e vi...

Advertisement