{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1

High standards. No definition.

PROGRAMMA / DAY BY DAY

una produzione di


una produzione di

socio fondatore di

con il patrocinio di

con il contributo di

main partner

digital partner

sponsor ufficiali

partner

main media partner

special project partner

media partner

wu partner culturali

sponsor tecnico

accomodation e location partner

2

RICORRENTE SEZIONE


Coordinamento Redazione / Editorial Coordination Maddalena Limonta, Valeria Curseri

Redazione Testi / Contributors Francesca Acquati, Alessandro Beretta, Anna Bertoli, Aimone Bodini, Marco Cacioppo, Fabio Cambielli, Antonello Catacchio, Assila Cherfi, Roberto Cicogna, Valeria Curseri, Chiara De Giuli, Davide Giannella, Gabriele Gimmelli, Susanna Gustinetti, Andrea Lavagnini, Natalia Larovere, Maddalena Limonta, Elvio Manuzzi, Alfonso Mastrantonio, Greta Pelizzari, Marco Pepe, Valentina Piva, Matteo Saltalamacchia, Anna Spreafico, Boris Sollazzo

EDITORIALI p. 4 SALUTI ISTITUZIONALI p. 5 INFORMAZIONI UTILI p. 6 LA PIAZZA Un luogo di incontro p. 9 CONCORSO LUNGOMETRAGGI 8 nuovi talenti in anteprima p. 10 CONCORSO CORTOMETRAGGI 38 film di registi under 40 da tutto il mondo p. 12

MILANO FILM FESTIVALINO / VIDEOESPANSO / FOCUS ANIMAZIONE p. 24

THE OUTSIDERS Anteprime e novità nel cinema contemporaneo p. 14

IMMIGRATION DAY Una giornata di cinema e teatro per un nuovo racconto dei flussi migratori p. 25

OMAGGIO A MATTEO GARRONE Gli esordi e una masterclass p. 16 MY SCREEN Influencer e artisti, dai social alla sala per una passione p. 17 ULTRA REALITY Esperienze immersive tra 360° e interattività / L'acqua è di tutti / Fastweb Digital Academy p. 18 ART CINEMA Alterazioni Video, un nuovo Turbo Film montato dal vivo p. 22 MUSICA IN PIAZZA Concerti, dj set, ogni giorno dalle 19 p. 23

PROFUMO DI BRILLANTINA Grease torna sul grande schermo p. 27 EVENTI SPECIALI p. 28 NEVER-ENDING FESTIVAL ON CHILI Il meglio del Festival è online p. 31 PROGRAMMA DAY BY DAY p. 32 AZ FILM p. 52 GRAZIE A p. 59

3


Un festival sul cinema Gabriele Salvatores, Alessandro Beretta — direttori artistici

Non vogliamo fare un Festival di cinema, ma ‘sul cinema’. Un Festival internazionale che grazie al crossover tra cinema, musica, arti visive e teatro riesca a far nuovamente affezionare il pubblico non solo milanese, ma italiano, al cinema, ricreando con esso un contatto diretto. Grazie alla fiducia di istituzioni e partner in un progetto culturale, possiamo metterci in gioco, quindi mescolare le arti, per festeggiare il cinema come occasione sociale in un festival, ma anche per indagare cosa accade nelle visioni contemporanee, tra nuovi registi, punti fermi da omaggiare, nomi meno noti da segnalare, temi contemporanei da approfondire. Restituire centralità alle storie, ma anche a chi al cinema sembra andarci meno: i giovani che seguono l’arte in tante altre manifestazioni, dalla musica alla scrittura. Rimettiamo in gioco le prospettive, giochiamo sul paradosso, in fondo Milano Film Festival, che da 23 anni cerca nuove energie del grande schermo tra lungometraggi e cortometraggi, non è lontano da un talent show, ma coinvolge molte più persone su ogni set. Per seguirlo basta entrare in sala e discuterne in una piazza reale, come quella di XXV Aprile, che sarà il cuore per feste e incontri con gli ospiti. Milano sa accogliere e condividere, crediamo sappia anche illuminare al meglio l’idea di Festival che vi offriamo. Nel buio della sala, come tra le luci della sera.

It's been another year of arrivals, reappointments and

We don't want to make a

music to literature. Let’s put

festival of films, but on films.

perspectives to a test, let’s play

An international festival to

on the paradox. After all, Milano

make Italy’s (non just Milan’s)

Film Festival, which has been

audience fond of cinema

looking for new resources in the

again, by recreating a direct

film world among features and

contact with it, through the

shorts, is not far from a talent

combination of film, music,

show, but requires many more

visual arts and theatre.

people on each set. To follow

Thanks to the institutions

it, all you have to do is enter

and partners which put their

the cinema and talk about it in

trust in a cultural project, we

a real square, like piazza XXV

can take on this challenge of

Aprile, which will be the beating

mixing the arts, in order to

heart of the event, with parties

celebrate cinema as a social

and meetings with guests.

occasion with a festival, even to

Milan knows how to welcome

investigate what’s happening

and to share, and we believe

with today’s visions – new

it also knows how best to

directors, milestones to be

highlight the idea of Festival we

honored, lesser-known figures

are offering you. In the dark of

to be mentioned, contemporary

a cinema as well as in the lights

issues to be addressed.

of the night.

We aim at focusing on the stories, but also on those who

Gabriele Salvatores, Alessandro

seem less interested in films:

Beretta — artistic directors

young people who follow art in many other forms, from

Chi viene e chi va

goodbyes. But this year, they've been more significant

Beniamino Saibene — fondatore e presidente Milano Film Festival con i soci Nicolò Bini, Giacomo Faina, Carlo Giuseppe Gabardini

than ever. Milano Film Festival is still a collaborative project carried out by present and past members, in a whirlwind of creativity and mixtures in which everyone leaves their mark. A mark that today we are once

just recently joined us, and

again about to hit.

thanks to everyone else,

If we’re here, if you’re here

from last-minute volunteers

with us, it’s also thanks to

to long-time collaborators.

our founding partner Lorenzo

What we all share is a desire to

Castellini who chose to follow

observe and interpret the world

other paths after 23 years

through cinema and to be

together, thanks to the former

together, spending a whole year

artistic directors Vincenzo

thinking about how to turn the

Rossini and Carla Vulpiani,

experiences and acquaintances

and thanks to the selectors

you may be about to make into

and colleagues who are now

something unforgettable.

involved in other festivals around the world.

Goodbye and welcome then,

It’s thanks to our current team

enjoy our world-spanning show.

and to its overwhelming energy, thanks to the exciting arrival of

Beniamino Saibene — president

Gabriele Salvatores as artistic

of Milano Film Festival with

co-director with Alessandro

founding members Nicolò Bini,

Beretta, thanks to our historical

Giacomo Faina, Carlo Giuseppe

partners and to those who have

Gabardini

4

È stato un anno di nuovi arrivi, di conferme e di addii, come sempre succede, ma questa volta più significativi che mai. Milano Film Festival continua ad essere un progetto collettivo fatto da chi c'è e da chi è passato, in un turbine di creatività e mescolanze in cui ognuno lascia il proprio segno. Segno che oggi ancora una volta si sta trasformando in un sogno. Se siamo qui, se siete qui con noi, è anche grazie al socio fondatore Lorenzo Castellini che dopo 23 anni ha scelto di percorrere altre strade, grazie agli ex direttori artistici Vincenzo Rossini e Carla Vulpiani, grazie ai selezionatori e collaboratori oggi coinvolti in altri festival nel mondo. Ed è grazie all'attuale gruppo di lavoro e alla sua carica travolgente, grazie all'entusiasmante arrivo di Gabriele Salvatores in direzione con Alessandro Beretta, grazie ai nostri storici partner e a quelli che si sono da poco uniti e a tutti, tutti gli altri, dai volontari dell'ultimo minuto ai collaboratori di lunga frequentazione. In comune abbiamo la volontà di osservare e interpretare il mondo attraverso il cinema e lo stare insieme, pensando per tutto un anno a come rendere indimenticabili le esperienze e le conoscenze che forse state per fare. Arrivederci e benvenuti dunque, buona visione del mondo a tutti.

EDITORIALI


Milano che ama il cinema Giuseppe Sala — Sindaco Comune di Milano

Filippo Del Corno — Assessore alla Cultura Comune di Milano

Milano Film Festival è un appuntamento molto speciale per tutti gli amanti del cinema, dagli operatori agli spettatori. Ogni anno questo evento culturale molto apprezzato dai milanesi propone percorsi nuovi per immergersi in questa straordinaria arte, in termini di visione e lettura, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio. Non solo il grande pubblico, ma un’audience attenta ed esperta, esigente e desiderosa di novità, come sempre più spesso succede a Milano.

Milano Film Festival, che arricchisce da anni la città di proposte stimolanti per la divulgazione e la diffusione della cultura cinematografica giunge alla XXIII edizione: si allarga geograficamente sul territorio con una programmazione in diversi luoghi della città e si apre a innovative suggestioni, come in particolare le nuove tecnologie di visione “immersiva”.

Riguardo all’edizione 2018 condivido e apprezzo la scelta di diffondere gli eventi nei diversi quartieri della città, rivolgendo lo sguardo in particolar modo ai giovani e alle nuove tecnologie. Mi piace anche l’idea di una Milano che ama il cinema e che cresce a livello internazionale anche grazie alle sue manifestazioni culturali più riuscite. Auspico quindi che Milano Film Festival faccia il grande passo e si proponga come rassegna internazionale rafforzando l’attrattiva della nostra città, anche in questo ambito. Abbiamo tutte le carte in regola per competere e per avere un grande successo.

Il pubblico coinvolto, con un focus dedicato a quello più giovane, avrà la possibilità di confrontarsi con rassegne specifiche, incontri, masterclass. Tra i diversi appuntamenti sono presenti momenti di contaminazione tra il linguaggio del cinema e le altre arti, con un evento speciale all’Anteo Palazzo del Cinema – ed in piazza XXV Aprile, in dialogo con la musica, e con una mostra a Palazzo Litta. Attenzione alle altre “alte” maestranze che con la loro professionalità contribuiscono alla realizzazione dei film è data con il riconoscimento del premio Grazie Maestro!. Sono lieto che, Milano Film Festival, socio fondatore di Milano Film Network, partecipi attivamente anche alla prima edizione della Milano Movie Week portando come sempre idee per arricchire il dibattito pubblico sul ruolo sociale, culturale e civile della creatività multimediale nel tempo contemporaneo.

Milano Film Festival is a very special event for all film lovers, from the insiders to the viewers. Every year its program, much acclaimed by Milan's inhabitants, offers new ways of seeing and understanding this extraordinary

Milano Film Festival, which has enriched the city for years with stimulating

form of art and succeeds in involving an ever wider audience.

ideas to promote and spread film culture, has reached its 23rd edition: it

Not just a large, but a focused and expert audience, one that demands

broadens geographically over the city territory with a program distributed

and longs for innovation, as it often happens in Milan.

in different neighborhoods and opens up to innovative suggestions, such as

As far as this year's edition is concerned, I share and approve the choice

the new "immersive" technologies.

to spread the events in various districts of the city, with particular emphasis

The festivalgoers, and the younger audience in particular, will have the

on young people and new technologies. I like the idea of Milan as a city

opportunity to engage in specific events, talks and master classes. Among

that grows internationally also with the help of its most successful cultural

a number of such occasions, the program features moments of interaction

events.

between film language and other arts, such as a special event at Anteo

I therefore hope that Milano Film Festival will take a big step forward and

Palazzo del Cinema - and in piazza XXV Aprile, a dialogue with music,

establish itself as an international showcase, so as to strengthen the

and an exhibition at Palazzo Litta. Through the awarding of a new prize,

attractiveness of our city also in this field. We have what it takes to compete

Grazie Maestro!, attention is also given to the skilled workers who contribute,

and achieve great success.

with their expertise, to the creation of films. I am glad that Milano Film Festival, a founding partner of the Milano Film

Giuseppe Sala — Milan’s Mayor

Network, plays an active role in the first edition of the Milano Movie Week, to which it contributes with ideas and hints to widen the public debate on the social, cultural and civic role of multimedia creativity in contemporary times. Filippo Del Corno — City Councilor for Culture Milan City Council

SALUTI ISTITUZIONALI

5


Informazioni utili TICKETING Biglietti Biglietto intero da venerdì a domenica € 7,5 Biglietto intero da lunedì a giovedì € 5 Biglietto per una singola esperienza di Ultra Reality € 5 My Screen € 5 Maratona Animazione € 8 milano film festivalino € 5 Immigration Day € 5

INFOPOINT In piazza XXV Aprile. Dalle 10.00 alle 22.00. INFOPOINT In piazza XXV Aprile, from 10 am to 10 pm.

ACCREDITI STAMPA E INDUSTRY

I biglietti saranno acquistabili alle biglietterie delle relative sale. MFF Lover card € 49 Gli MFF Lovers •  avranno libero accesso a (quasi) tutto il programma •  riceveranno un credito di € 10 per vedere il meglio del cinema su CHILI (www.chili.com) •  potranno gustare un welcome drink al bar del Festival in piazza XXV Aprile •  avranno un posto riservato durante la cerimonia di premiazione del Festival, domenica 7 ottobre

Rivolgersi all’infopoint di piazza XXV Aprile. Quota di registrazione € 35. PRESS AND INDUSTRY PASSES Please refer to the infopoint in piazza XXV Aprile. Registration fee € 35.

La lista completa dei benefit è disponibile sul sito www.milanofilmfestival.it nella sezione Ticketing. La MFF Lover card è acquistabile all’infopoint di piazza XXV Aprile.

SERVIZI

TICKETING Tickets Full price ticket from Friday to Sunday € 7,5 Full price ticket from Monday to Thursday € 5 Ticket for a single Ultra Reality experience € 5 My Screen € 5 Animation Marathon € 8 milano film festivalino € 5 Immigration Day € 5

Cibo e bevande Caffè In piazza XXV Aprile, ogni giorno dalle 10.00 del mattino all'una di notte, degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! Acqua L’acqua al festival è gratuita. Naturale e frizzante, è distribuita dalla Casa dell’Acqua in piazza XXV Aprile grazie a Gruppo CAP. Bar In piazza XXV Aprile, dalle 10.00 alle 01.00.

Tickets can be purchased at the ticket office of each cinema. MFF Lover card € 49 MFF Lovers

SERVICES

•  have free access to the (almost) entire program •  receive a €10 credit to see top films on CHILI (www.chili.com)

Food and beverage

•  enjoy a welcome drink at the Festival bar in piazza XXV Aprile

Coffee

In piazza XXV Aprile, every day from 10 am to 01 am,

Water

Water at the festival is free for everyone.

•  have a reserved place at the Festival's awarding ceremony on Sunday, October 7

tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range. Natural and sparkling, it is distributed by the Casa dell'Acqua

The complete benefit list is available on the website www.milanofilmfestival.it in the Ticketing section.

in piazza XXV Aprile thanks to Gruppo CAP. Bar

In piazza XXV Aprile, from 10 am to 01 am.

The MFF Lover card can be purchased at the infopoint in piazza XXV Aprile.

6

INFORMAZIONI UTILI


Come arrivare How to get there #milanofilmfestival www.milanofilmfestival.it

PIAZZA XXV APRILE → MM2 MM5 Garibaldi FS – MM2 Moscova → Bus 94 (Largo La Foppa) 400 m → Bus 43 (P.le Principessa Clotilde) 550 m → Tram 10 / 33 (V.le M.Te Santo) 600 m → Tram 2 / 4 (P.le Baiamonti) 600 m E se piove?

ANTEO PALAZZO DEL CINEMA Piazza XXV Aprile, 8 → MM2 MM5 Garibaldi FS – MM2 Moscova → Bus 94 (Largo La Foppa) 400 m → Bus 43 (P.le Principessa Clotilde) 550 m → Tram 10 / 33 (V.le M.Te Santo) 600 m → Tram 2 / 4 (P.le Baiamonti) 600 m

Ci vediamo al cinema, perché quest’anno tutte le proiezioni sono programmate al chiuso. La piazza è comunque attiva.

What if it rains?

BASE MILANO Via Bergognone, 34 → MM2 Porta Genova – MM2 S.Agostino → Tram 14 (P.za del Rosario) 350 m → Bus 68 (Via Bergognone) 300 m → Bus 90 / 91 (P.le delle Milizie) 450 m

We' ll see you at the cinema, because this year all screenings are indoor. Piazza XXV Aprile will be running anyway.

CASCINA CUCCAGNA Via Privata Cuccagna, 2/4 → MM3 Porta Romana – MM3 Lodi TIBB → Bus 90 / 91 / 92 (V.le Umbria Via Muratori) 180 m → Bus 62 (via Tiraboschi) 350 m

CINETECA SPAZIO OBERDAN Via Vittorio Veneto, 2 → MM1 P.ta Venezia – MM3 Turati → Tram 1 (V.le Vittorio Veneto/Via Lazzaretto) 250 m → Tram 5 / 33 (P.ta Venezia V.le Tunisia M1) 350 m → Tram 9 (P.ta Venezia M1) 450 m

PALAZZO LITTA Corso Magenta, 24 → MM1 / MM2 Cadorna FNM → Tram 16 / 19 (L.go D’Ancona) 180 m → Bus 58 / 94 (L.go D’Ancona) 180 m → Bus 50 / 61 (Cadorna FNM) 300 m → Tram 1 (Cadorna FNM M1, M2) 300 m

PICCOLO TEATRO STUDIO MELATO Via Rivoli, 6 → MM2 Lanza → Tram 2 / 4 / 12 / 14 → Bus 57 / 61

INFORMAZIONI UTILI

7


ARMANDO TESTA


In collaborazione con / in collaboration with

La Piazza Un luogo di incontro di Natalia Larovere La Piazza per Milano Film Festival è sempre stata un luogo speciale. Già durante le prime edizioni, parte del nostro impegno nell’organizzazione di un festival di cinema si rivolgeva agli spazi pubblici. A quei tempi, fine anni ’90, non era chiaro a tutti il perché. Ma è così che crescevano esterni e insieme Milano Film Festival: occupando e reinventando luoghi, a volte comuni, altre sconosciuti. Per questa XXIII edizione siamo atterrati - assieme allo studio dotdotdot, Paolo Simeone e Johannes Klein - in piazza XXV Aprile. Nota a tutti i milanesi, recentemente rimessa a nuovo e divenuta crocevia pedonale per migliaia di persone ogni giorno. Crocevia appunto. La sfida oggi è quella di rallentare il traffico, incuriosire gli ignari passanti e metterli in contatto con la comunità del Festival: spettatori, addetti ai lavori, registi e attori, ospiti che avranno in piazza il loro punto di ritrovo quotidiano. Lavazza, nostro Main Partner, ha creduto come noi nella forza della condivisione e ci ha permesso di rivoluzionare uno spazio di passaggio ordinario trasformandolo in uno spazio straordinario.

The Piazza has always been

Well known to Milan's

a special place for Milano

inhabitants, this city square

Film Festival. Even in the first

has been recently renovated

editions, part of our efforts

and has become a pedestrian

to organize a film festival

crossroads for thousands of

was aimed at public spaces.

people every day. Precisely a

The reason wasn’t clear at the

crossroads. Today's challenge

time, at the end of the 1990s.

is to slow down traffic,

But that' s how esterni and

attract casual passers-by

Milano Film Festival have grown

and integrate them with the

together: by taking up and

Festival community: viewers,

reinventing both familiar

professionals, directors and

and unknown places.

actors, guests who hold the

For this 23rd edition we landed

square as their daily meeting

in piazza XXV Aprile, together

place.

with the dotdotdot studio,

Lavazza, our Main Partner,

Paolo Simeone and Johannes

believes like us in the power

Klein.

of sharing and allowed us to revolutionize an ordinary transient place, transforming it into an extraordinary space.

dotdotdot + Paolo Simeone e Johannes Klein

Per vivere la piazza

We’ll meet you at the Piazza

Dalle 10 all’1 di notte - Degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra!

Ore 19.00 - “Aperitivo Insonorizzato” Ore 21.00 - Live Concert Ore 23.00 (nei weekend) - Dj set 7 pm - “Soundproof Aperitivo” 9 pm - Live concert 11 pm (on the weekends) - Dj set

From 10 am to 1 am - Tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range

Dalle 10 di mattina all’1 di notte bar aperti per un pranzo, un aperitivo e una birra post concerto

Ore 18.00 - Incontro con gli ospiti della giornata all’Hot Corn Social Club

From 10 am to 1 am - Bars open for a lunch, an aperitivo or a post-concert beer

6 pm - Meeting with the day’s guests, curated by Hot Corn

E molte altre sorprese dell’ultimo minuto. And many other last-minute surprises.

Dalle 10 alle 22 - Infopoint aperto From 10 am to 10 pm - The infopoint is open

LA PIAZZA

9


Concorso Lungometraggi 8 nuovi talenti in anteprima

di Marco Cacioppo

Se la XXIII edizione di Milano Film Festival doveva essere uno spartiacque all’insegna del cambiamento e della sperimentazione di nuove formule, allora la sfida che ci si è proposti nel definire la rosa degli otto film che – tra le centinaia di opere prime e seconde visionate – hanno finito per comporre il Concorso Ufficiale, è stata la ricerca di una coerenza di intenti e di tematiche rintracciabile anche laddove sembra primeggiare una schizofrenica disomogeneità. Un cinema innovativo in grado di parlare tanto ai giovani quanto alle generazioni più mature di spettatori e cinefili non solo è possibile, ma esiste e va individuato nella commistione fra i generi. I generi, infatti, costituiscono il cromosoma del cinema e, in quanto tali, è dalla loro interazione che deriva la chiave per individuare, comprendere e apprezzare il cinema di domani. Solo così, film distanti fra loro, anche geograficamente, possono convivere e dialogare in armonia, coinvolgendo lo spettatore in un dibattito più ampio e universale capace di risvegliare la sfera intima e quella collettiva. In tutti gli otto film selezionati predominante è il tema della famiglia o un’idea di appartenenza: da quella allargata e calata all’interno della dimensione comunitaria di un kibbutz (The Dive) a quella più disfunzionale (Thunder Road) fino alla crisi dell’istituzione famigliare (Virus Tropical). Ma il ruolo e la scoperta del senso della famiglia possono diventare anche il viatico per una riflessione sull’identità, tanto individuale (Denmark e Crystal Swan) che di un’intera nazione (The Mercy of the Jungle, The Third Wife). E anche un film così all’apparenza lontano come LUZ, enigmatico horror di possessione demoniaca, finisce per rientrare perfettamente all’interno di

10

Crystal Swan, Darya Zhuk

quell’esperienza formativa, ugualmente fisica e mentale, di cui si fanno portavoce anche gli altri titoli proposti. Horror, erotismo in costume, saga famigliare, coming of age generazionale, tragicommedia, film bellico, eccessi giovanili, action movie, crime story, animazione… Questi e altri sono i geni che costituiscono il dna del Concorso Ufficiale della XXIII edizione di Milano Film Festival. Un concorso particolarmente variegato, ma estremamente compatto.

and appreciating tomorrow's cinema comes from their interaction. This is the only way for films that are so distant from each other, even geographically, to coexist and dialogue in harmony, thereby involving the viewer in a broader and universal debate which can reawaken both the intimate and the collective spheres. In all eight selected films, the main theme is the family or a sense of belonging: from the extended family that falls within the community dimension of a kibbutz (The Dive) to the more dysfunctional one (Thunder Road), up to the crisis of the family

Since the XXIII edition of Milano Film Festival

institution itself (Virus Tropical). But the role of the

had to be a watershed in the name of change

family and the discovery of its meaning can also

and experimentation with new formulas, the

become the starting point to reconsider identity,

challenge we set ourselves, in defining the list

both on an individual basis (Denmark and Crystal

of eight films that - among the hundreds of

Swan) and on a national level (The Mercy of the

debuts and second works examined – should

Jungle, The Third Wife). And even a film apparently

end up in the Official Competition, was to

as distant as LUZ, an enigmatic horror story about

achieve a coherence of intentions and issues

demonic possession, falls perfectly within the

that could be recognized even in an apparent

physically and mentally educational experience

schizophrenic lack of homogeneity. An innovative

offered by this and the other titles. Horror,

cinema, able to speak to both the young and the

costume eroticism, family saga, generational

older generations of viewers and film lovers, is

coming-of-age story, dramedy, war movie, youth

possible, in fact it does exist and must be found

excesses, action movie, crime story, animation...

in the mixture of genres. Genres, as a matter

These and others genes make up the DNA of the

of fact, represent the chromosomes of films,

23rd Milano Film Festival Official Competition. A

therefore the key to identifying, understanding

very diverse but extremely compact competition.

CONCORSO LUNGOMETRAGGI


Denmark, Kasper Rune Larsen

LUZ, Tilman Singer

The Mercy of the Jungle, JoĂŤl Karekezi

The Dive, Yona Rozenkier

The Third Wife, Ash Mayfair

Virus Tropical, Santiago Caicedo

Vivi il meglio del festival su / Live the best of the festival on

Thunder Road, Jim Cummings

CONCORSO LUNGOMETRAGGI

11


Aquathlon, Alexey Shabarov

Concorso Cortometraggi 38 film di registi under 40 da tutto il mondo

di Gabriele Gimmelli

Lo stato dell'arte: questo è ciò che abbiamo voluto delineare con il Concorso Cortometraggi di quest'anno. Nessuna pretesa di esaustività, ovviamente, ma "solo" con il preciso intento che i 38 corti selezionati andassero a comporre un panorama più vasto possibile (i paesi di provenienza sono una trentina), in grado di restituire l'immagine di un universo in continua evoluzione, com'è quello della produzione breve. Sul versante della fiction si usa spesso la struttura "forte" del genere, per omaggiarlo o rivisitarlo. Si passa così dalla commedia di The Seventh Continent, ai "romanzi famigliari" di Palookaville e Heimat, fino all'horror de La Persistente, diretto da una delle tredici registe scelte per il concorso. Ovviamente, c'è posto anche per sguardi più originali e stranianti: il mondo degli adulti da una prospettiva infantile (lo svedese Shadow Animals), la bizzarria del quotidiano svelata attraverso la quotidianità del bizzarro (il finlandese FUCKING BUNNIES), la rivoluzione come gioco di ruolo (il portoghese Bullet Points

12

for Revolution). Particolarmente ricca e vitale è l’animazione, sia per la varietà delle tecniche impiegate (dalla tradizionale del portoghese AUGUR alla stop motion dello statunitense Blind Mice), sia per la diversità di approcci e temi affrontati. Fra i tanti, segnaliamo Tracing Addai, documentario animato su un tema attuale: i giovani foreign fighters nel conflitto siriano. Quanto ai documentari veri e propri, la pattuglia è ristretta ma agguerrita. Si può ancora parlare di "cinema del reale", come qualche anno fa? In barba alle etichette, c'è chi guarda un po' "oltre" il reale, come il singolare Mountain Plain Mountain, e chi lo affronta di petto, come lo svizzero Hamama & Caluna, che tratta con delicatezza e senz'ombra di paternalismo la questione migratoria. Non mancano, infine, gli "inclassificabili", come la suite irresistibilmente postinternet di ESCE TUTTO, un titolo che, volendo, non stonerebbe come ironico viatico per l'intero concorso.

CONCORSO CORTOMETRAGGI


IN GIURIA: il Terzo Segreto di Satira A premiare il miglior cortometraggio dell’edizione 2018 sarà Il Terzo Segreto di Satira. I cinque autori del collettivo fondato nel 2011 – Pietro Belfiore, Davide Bonacina, Andrea Fadenti, Andrea Mazzarella e Davide Rossi – si conoscono alle Scuole Civiche di Cinema, Televisione e Nuovi Media di Milano nel 2009. Dopo i successi raccolti su YouTube, il collettivo satirico ha debuttato al cinema lo scorso maggio con il primo film, Si muore tutti democristiani.

Il Terzo Segreto di Satira makes up the 2018 Short Film Competition jury. The five authors of this collective founded in 2011 – Pietro Belfiore, Davide Bonacina, Andrea Fadenti, Andrea Mazzarella and Davide Rossi – met in 2009 at the Scuole Civiche di Cinema, Televisione e Nuovi Media in Milan. After their The state of the art: this is what we wanted to

success on YouTube, last May the satirical collective made its film debut with

represent with this year's Short Film Competition.

Si muore tutti democristiani.

We make no claim to completeness, of course, the "only" specific intention being that the 38 selected shorts should make up the widest possible picture (some thirty countries of origin are represented), so as to convey the image of a universe in continuous evolution, such as that of short films. On the fiction side, the "strong" structure is often used to pay tribute to or reinterpret this genre. This applies to the comedy The Seventh Continent, the "family novels" Palookaville and Heimat and the horror story La Persistente, directed by one of the thirteen competing female directors. Of course, there is also room for more original and disorienting views: the grown-up world as seen from a child's perspective (the Swedish Shadow Animals), the bizarreness of daily life revealed through the dailiness of the bizarre (the Finnish FUCKING BUNNIES) and the revolution conceived as a role-playing game (the Portuguese Bullet Points for Revolution). Animation is remarkably rich and vital, both for the variety of techniques (from the traditional style of the Portuguese AUGUR to the

Il Terzo Segreto di Satira

stop-motion technique of the American Blind Mice) and for the diversity of approaches and subjects. One of the many examples is Tracing Addai, an animated documentary on a current topic: young foreign fighters in the Syrian war. As for proper documentaries, the pack is small but tough. Can we still talk about "real cinema" like we did a few years ago? In spite of the labels, some of these works look a little "beyond" reality, like the unusual Mountain Plain Mountain, while some others face it head-on, like the Swiss Hamama & Caluna, which deals with the migration issue with sensitivity and without a hint of paternalism. And last but not least, we can't forget the "unclassifiable" films, like the post-internet suite ESCE TUTTO – a title that, theoretically, wouldn't be out of place as an ironic statement about the entire competition.

CONCORSO CORTOMETRAGGI

13


Una scelta di film dinamici e che fan saltare gli schemi, è con questo spirito che si compone il fuori concorso del festival, The Outsiders. Se tanti e diversi sono oggi i formati degli schermi da cui vediamo immagini in movimento, alcuni film, più di altri, puntano sull’esperienza della visione in sala. Due gli estremi del ragionamento. Il primo è The Image Book di Jean-Luc Godard, in anteprima italiana, Palma d’Oro Speciale a Cannes, presentato dalla produttrice e giurata del Festival Mitra Faharani. Un mosaico di scene rubate, tagli audio, citazioni che disorienta: un cinema come pensiero in diretta, attraverso il montaggio. Altrettanto diretto, ma fisico, è Climax di Gaspar Noé, regista virtuoso e discusso, in anteprima italiana, premiato in Quinzaine a Cannes, per un film performance che celebra l’estasi. Totalizzante, ma nel segno del panico, è U-July 22 di Erik Poppe, un unico piano sequenza sulla fuga di una ragazza nella strage che fece 69 vittime per mano di un estremista di destra. Giocare con il genere, ma d’autore, è il segno di The World is Yours di Romain Gavras, regista di videoclip controversi, da M.I.A. a Jay Z: un gangster movie scatenato con Vincent Cassel e Isabelle Adjani in anteprima italiana. Sopra le righe, in gioco tra paradosso e kitch, Diamantino di Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt, in cui il più grande calciatore portoghese, sosia fuori dallo schermo di CR7, rischia di diventare testimonial del nazionalismo (distribuito in Italia da I Wonder Pictures; uscita in sala 18 aprile 2019). Da Venezia 75, in collaborazione con BookCity Milano, Non-Fiction di Olivier Assayas, commedia con Guillaume Canet e Juliette Binoche tra editoria e lavoro culturale (distribuito in Italia da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection; uscita in sala 3 gennaio 2019). Italiani, infine, sono la riproposta dell’esordio della giurata Susanna Nicchiarelli, Cosmonauta, e una serie di Esperimenti di Francesco Ballo, filmmaker milanese che frammentando una stanza crea un universo.

Diamantino, Gabriel Abrantes, Daniel Schmidt

Non-Fiction, Olivier Assayas

The Outsiders

The Image Book, Jean-Luc Godard

A selection of dynamic films that break the mold – that's the spirit behind The Outsiders, the Festival out-of-competition program. There are many

Anteprime e novità nel cinema contemporaneo

different screen formats on which we can watch moving images today, but some films focus more than others on the big screen experience. There are two antipodal cases. One

di Alessandro Beretta

is The Image Book by JeanLuc Godard, winner of the Special Palme d'Or in Cannes, presented on this Italian preview by its producer and member of the Festival jury Mitra Faharani. A disorienting patchwork of stolen scenes, audio cuts and quotes: cinema as a live thought, through

14

THE OUTSIDERS


Climax, Gaspar Noé

editing. Equally direct, but physical, is Climax (Italian preview) by Gaspar Noé, a talented and controversial director. Awarded at the Directors' Fortnight in Cannes, it is a film performance celebrating ecstasy. Absorbing, but in a terrifying way, is U-July 22 by Erik Poppe, a one-shot film about a girl fleeing from the killing of 69 people by a right-wing extremist. Playing with genres, but with an auteur touch, is the hallmark of Romain Gavras, director of controversial video clips,

The World is Yours, Romain Gavras

from M.I.A. to Jay Z. The World is Yours, an Italian preview, is a wild gangster movie with Vincent Cassel and Isabelle Adjani. Tacky, poised between paradox and kitsch, Diamantino by Gabriel Abrantes and Daniel Schmidt tells the story of the greatest Portuguese footballer, identical to CR7, as he is about to become a spokesman for nationalism (distributed in Italy by I Wonder Pictures; it will be released in cinemas on April 18th 2019). From Venezia 75, in collaboration with BookCity Milano, Non-Fiction by Olivier Assayas, a comedy with Guillaume Canet and Juliette Binoche about publishing and cultural jobs (distributed in Italy by I Wonder Pictures and Unipol Biografilm Collection; it will be released in cinemas on January 3rd 2019). As far as Italy is concerned, Cosmonauta, the debut of the jury member Susanna Nicchiarelli, is back on the screen together with a series of Experiments by Francesco Ballo, a Milanese filmmaker who fragments a room and creates a universe.

THE OUTSIDERS

U – July 22, Erik Poppe

15


Omaggio a Matteo Garrone Gli esordi e una masterclass

In collaborazione con / in collaboration with

Today we know Matteo Garrone as one of the best Italian directors, but the screening of his first works is an opportunity to witness his independence. The tribute event presents, in rare

Matteo Garrone © Stefano Baroni

35mm prints, his first three feature films: Terra di mezzo (1996), Ospiti (1998), Estate romana (2000), which reveal a world of lives of insecure migrants

di Alessandro Beretta

and artists in crisis. Films created in Rome, poised between fiction and documentary, in which Garrone worked as a director, screenwriter,

Oggi conosciamo Matteo Garrone come uno dei migliori registi italiani, ma mostrare gli inizi del suo percorso è un’occasione per illuminarne l’indipendenza. L’omaggio presenta i suoi primi tre lungometraggi: Terra di mezzo (1996), Ospiti (1998), Estate romana (2000), in rare copie in pellicola 35mm, che rivelano un mondo di vite di migranti insicure e artisti in crisi. Film nati a Roma in bilico tra fiction e documentario, in cui Garrone è regista, sceneggiatore, produttore, operatore: un’indipendenza nello sviluppo dello sguardo premiata dal pubblico e da film produttivamente sempre più impegnativi. Lunedì 1 ottobre alle ore 20.00 Matteo Garrone, alla Cineteca Spazio

16

producer and operator: his independence in the development of his vision has been rewarded by the public and by increasingly challenging

Oberdan, dialoga con lo scrittore Antonio Scurati in un incontro su cinema e storie. A seguire, il regista introduce la proiezione di Estate romana, preceduta da un estratto di L’altro teatro, documentario sulla scena romana teatrale anni ‘70 cui collaborò il padre, il critico Nico Garrone, e che il regista ha visto da vicino nell’infanzia. Se Dogman, premiato a Cannes per l’interpretazione di Marcello Fonte, segna una svolta ed è una riflessione sulla propria poetica, ecco che Estate romana ne indica una prima, non meno importante, da scoprire in sala con lui.

productions. On Monday, October 1st at 8.00 pm, at the Cineteca Spazio Oberdan, Matteo Garrone discusses with writer Antonio Scurati about cinema and stories. The director then presents the screening of Estate romana, introduced by an excerpt from L’altro teatro, a documentary on theater in Rome in the '70s, in which his father Nico Garrone collaborated as a critic, and which the director witnessed in his childhood. If Dogman, awarded in Cannes for the performance of Marcello Fonte, marks a turning point and is a reflection on his own poetics, then Estate romana denotes a previous one, equally important, to be discovered in the theater with him.

OMAGGIO A MATTEO GARRONE


My Screen Influencer e artisti, dai social alla sala per una passione di Alessandro Beretta

Oggi si segue ciò che si vede, si clikka like a ciò che piace, ma musicisti, influencer, scrittori tanto amati dalle nuove generazioni non amano anche il cinema? Sì, spesso sì e per scoprirlo inaugura My Screen, nuova sezione di Milano Film Festival dedicata ai film preferiti da tanti protagonisti della scena artistica e social non strettamente legati al cinema. Quest’anno hanno accettato il nostro invito Francesco Lettieri, regista di video clip della scena indie italiana, da Calcutta a Motta, da Clementino a LIBERATO, Camihawke, speaker di Radio 2, brava stand-up comedian social coinvolta grazie alla collaborazione con ShowReel. Invece di un post o di una bacheca di un profilo social, si cambia schermo e si va in sala per vivere insieme – non solo nel virtuale – un’esperienza: vedere un film e, magari, perdersi in un festival di cinema. Con una regola-gioco: il film lo si scopre solo in sala, prima della proiezione, insieme agli ospiti che ci spiegheranno perché l'hanno scelto e quanto ha contato per loro. In diretta, dal vivo. Poi condivideremo online.

Today we follow what we

of a post or a board on a social

see, we click the thumb on

profile, let's switch our screen

what we like. But do the

and go to the cinema to share

musicians, influencers and

an experience, and not just on

writers – so popular within

the web: let’s watch a movie

the new generations – also

and maybe get lost in a film

love cinema? Yes, they often

festival. There is one rule to the

do, and to prove it Milano Film

game: the film is only revealed

Festival launches My Screen, a

inside the cinema by the

new section dedicated to the

special guests, just before the

favorite films of major figures

screening. They will explain the

of the artistic and social scene,

audience why they chose it and

even if they are not closely

what it means for them.

related to cinema. This year,

Live, on the spot. Then we'll

our invitation was accepted by

share it online.

Francesco Lettieri, a director of video clips for Italian indie artists, from Calcutta to Motta, from Clementino to LIBERATO; and by Camihawke, a Radio 2 speaker and a talented social

Francesco Lettieri © Glauco Canalis

stand-up comedian. Instead

Camihawke

MY SCREEN

17


prodotto da / a production by

Through the Masks of Luzia, Félix Lajeunesse, Paul Raphaël, François Blouin

In collaborazione con / in collaboration with

Con il supporto di / with the support of

Vestige, Aaron Bradbury

Ultra Reality Esperienze immersive tra 360° e interattività di Aimone Bodini

Ne abbiamo sentito parlare, qualcuno ha già avuto modo di provarla, altri ancora no. Pochi sono rimasti indifferenti di fronte alla sua incredibile capacità di produrre emozioni così profonde... così reali. Parliamo di Realtà Virtuale, tecnologia avveniristica, certo, ma anche nuovo medium con caratteristiche e peculiarità che vogliamo farvi conoscere meglio. Per questo nasce Ultra Reality la sezione di Milano Film Festival dedicata ai cosiddetti “contenuti immersivi”. Un’occasione per mettervi in diretto contatto con una selezione di “esperienze” di altissima qualità in grado di esprimere lo stato dell’arte di una vera e propria nuova forma di comunicazione. Uno spazio allestito ad hoc ospiterà 16 esperienze di vario genere (dalla fiction al documentario passando per il teatro), con diverse tecnologie e linguaggi, dai video a 360 gradi ai progetti interattivi realizzati con tecniche all’avanguardia. Opere provenienti da tutto il mondo, molte di loro saranno anteprime italiane, in cui autori e creatori hanno esplorato in maniera del tutto personale le possibilità offerte da questo nuovo mezzo espressivo. I risultati ottenuti sono a dir poco sorprendenti. Ultra Reality non è solo una selezione di contenuti di qualità, è un’occasione per sentirsi parte integrante di fatti realmente accaduti, storie emozionanti, sogni e meraviglie del nostro mondo.

18

We’ve heard about it, someone

A tailor-made space hosts

already had a chance to try it,

16 different experiences

someone not.

(from fiction to documentary

Hardly anyone remained

to theater), with different

indifferent to its incredible

techniques and languages,

ability to produce emotions

from 360° videos to interactive

that are so deep... so real.

projects carried out with

We’re talking about Virtual

cutting-edge technologies.

Reality, a futuristic technology,

The creators of these works

of course, but also a new

from all over the world, many

medium with characteristics

of which are Italian premieres,

and unique features that we

have explored the potential of

want you to know better.

this new expressive medium in

That's why Milano Film Festival

a very personal way.

has created Ultra Reality, a

The results are outstanding to

section dedicated to the so-

say the least.

called "immersive content". An

Ultra Reality is not just a

opportunity to get in touch

selection of quality contents,

with a selection of high quality

it is an opportunity to become

"experiences" which represent

an integral part of real events,

the state of the art of this new

exciting stories, dreams and

form of communication.

wonders of our world.

ULTRA REALITY


Innovazione tecnologica Proxima Milano, grazie all’innovazione tecnologica e la qualità dei suoi progetti, è da più di 15 anni uno degli studi di VFX e Post-produzione pubblicitaria/cinematografica più importanti in Italia. Diventare Cultural Partner di Milano Film Festival è quindi motivo di orgoglio oltre che un importante riconoscimento per il lavoro svolto negli anni da tutto il suo team. A ciò si aggiunge l’onore di essere curatori e co-produttori di Ultra Reality, la sezione del Festival dedicata alle esperienze “immersive” di Realtà Virtuale. Un impegno verso il pubblico, il mercato e le Istituzioni per diffondere la cultura e le caratteristiche di questo nuovo linguaggiodi comunicazione. L’obiettivo di Proxima Milano è duplice: rendere più consapevole il pubblico sul livello di qualità che si può ottenere oggi e dimostrare l’esistenza di un vero e proprio mercato per questo genere di contenuti. Grazie ad Ultra Reality si darà voce a quell’ecosistema di produttori, creatori e distributori che stanno rendendo possibili alcune delle più belle esperienze immersive attualmente in circolazione. Thanks to technological

experiences. We are committed

innovation and to the quality

to the public, the market and

of its projects, Proxima Milano

the institutions to spread the

has been one of the most

culture and the features of this

important VFX and advertising/

new communication language.

film post-production studios in

The goal of Proxima Milano

Italy for more than 15 years.

is twofold: raising public

Becoming a Cultural Partner

awareness on the quality that

of the Milano Film Festival

can be achieved today and

is therefore a cause for

showing the existence of a

pride and an important

real market for this kind of

acknowledgement of the work

content. Ultra Reality highlights

carried out over the years by

the ecosystem of producers,

the entire team.

creators and distributors who

Moreover, we are honored to

are giving life to some of the

curate and co-produce Ultra

most beautiful immersive

Reality, the Festival's section

experiences currently available.

Informazioni utili Good to know

Le esperienze sono prenotabili e acquistabili all’indirizzo: www.mailticket.it/rassegna-custom/177/ultrareality I visitatori devono presentarsi all’infopoint presso BASE Milano almeno 25 minuti prima della fascia oraria prenotata. Il ritardo rispetto all’orario di inizio dell’esperienza comporta l’annullamento del biglietto, senza possibilità di rimborso. Ai visitatori che portano occhiali da vista consigliamo di indossare lenti a contatto per la visione dell'installazione. I biglietti sono nominali e non cedibili. A causa della complessità delle tecnologie impiegate, le installazioni potrebbero necessitare interventi di manutenzione straordinari che potrebbero dare luogo a possibili ritardi o alla sospensione temporanea delle visite. The experiences can be booked and purchased at the address: www.mailticket.it/rassegna-custom/177/ultra-reality Visitors must register at the infopoint in BASE Milano at least 25 minutes before the scheduled time. Any delay will automatically result in the cancellation of the ticket, with no refund. Visitors with glasses are advised to wear contact lenses to see the installation. Tickets are non-transferable. Due to the complexity of the technologies used, the installations may require extraordinary maintenance that may result in possible delays or temporary suspension of visits.

dedicated to "immersive" VR

Space Explorers: New Dawn, Félix Lajeunesse, Paul Raphaël

ULTRA REALITY

19


L'acqua è di tutti Da 90 anni Gruppo CAP, il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, porta l’acqua nelle case di 200 comuni della grande metropoli milanese. Grazie all’uso delle tecnologie più avanzate e seguendo un approccio sempre sostenibile, CAP è all’avanguardia nella ricerca ambientale e nella concretizzazione dell’economia circolare, in cui l’acqua riveste un ruolo centrale. L’oro blu è infatti il propellente dell’innovazione delle nostre metropoli, sempre più intelligenti e sostenibili: è monitorata grazie alle tecnologie più sofisticate che ci permettono di dissetarci in sicurezza; gli scarichi delle nostre case finiscono in fognature e depuratori intelligenti che trasformano l’acqua di scarto in energia, in biometano che alimenta vetture ecologiche, in nuovi biofertilizzanti per concimare gli spazi verdi. L’innovazione tecnologica è alla base di una gestione sostenibile dell’acqua, che per Gruppo CAP è già oggi una realtà. A BASE Milano all’interno della sezione Ultra Reality potrete immergervi nello straordinario percorso che l’acqua fa dal rubinetto allo scarico, fino al ritorno nell’ambiente e potrete salire a bordo della Panda alimentata con il combustibile prodotto dagli scarti delle acque reflue. For 90 years Gruppo CAP, the manager of Milan's

vehicles, in new bio-fertilizers

integrated water service, has been bringing

that fertilize green areas.

water to homes in 200 municipalities in the vast

Technological innovation is

Milanese metropolitan area. Thanks to cutting-

the basis for a sustainable

edge technologies and a sustainable approach,

management of water, which

CAP is at the forefront of environmental research

is already implemented by

and of the implementation of a circular economy

Gruppo CAP. At BASE Milano,

in which water plays a central role. Blue gold is

inside the Ultra Reality section,

indeed the fuel of innovation in our cities, which

you can immerse yourself in

are increasingly smart and sustainable: water is

the extraordinary journey that

monitored by highly sophisticated technologies

takes water from the tap to

that allow us to drink safely and the drains

the drains, and back into the

from our homes end up in sewers and smart

environment, and you can

treatment plants that transform waste water

board a Panda car powered by

into energy, in biomethane that fuels ecological

fuel produced from sewage.

GUARDA QUI! Look here! Vivi con noi il viaggio dell’acqua a 360°. Experience the 360° journey of water with us.

Fastweb Digital Academy al Festival Fastweb Digital Academy, la nuova scuola per le professioni digitali, presenta Ultra Reality insieme a Milano Film Festival. La realtà virtuale apre un mondo di nuove possibilità in grado di rivoluzionare il settore dell'intrattenimento, dell'informazione, dell'educazione e dell'economia. Fastweb Digital Academy crede nelle potenzialità della realtà virtuale e nella sua capacità di coinvolgere le persone facendo loro vivere esperienze ed emozioni uniche, in prima persona. La visione a 360° si basa infatti su una tecnologia dalle enormi potenzialità a forte impatto non solo per l'industria dell'intrattenimento ma anche per lo sviluppo dell'intera economia in ottica digitale. Fastweb Digital Academy sta già esplorando le possibili applicazioni della realtà virtuale tramite corsi specifici, al fine di dotare i giovani degli strumenti e delle competenze digitali più richieste per lo sviluppo di nuovi mercati. www.fastwebdigital.academy

20

Fastweb Digital Academy, the new school for digital jobs, presents Ultra Reality together with Milano Film Festival. Virtual reality opens up a world of new possibilities that can radically change the entertainment, information, education and business sectors. Fastweb Digital Academy believes in the potential of virtual reality and in its ability to involve people by making them live unique experiences and emotions. 360° vision is based on a technology with enormous potential that has a strong impact not only on the entertainment industry but also on the digital development of the entire economy. Fastweb Digital Academy is already exploring possible applications of virtual reality through specific courses, so as to provide young people with the tools and the digital skills required for the development of new markets. www.fastwebdigital.academy

ULTRA REALITY


A breve sarĂ online la nostra nuova veste grafica progettata da Bellissimo

esterni - impresa culturale di place making, ovvero: lavoriamo dal 1995 per fare crescere il valore dei luoghi, attraverso la cultura, fra le persone. RICORRENTE SEZIONE

21


Art Cinema Alterazioni Video, un nuovo Turbo Film montato dal vivo di Davide Giannella

Alterazioni Video - il collettivo composto da Paolo Luca Barbieri, Alberto Caffarelli, Matteo Herenbourg, Andrea Masu e Giacomo Porfiri - torna per la terza volta a collaborare con Milano Film Festival, dopo la presentazione di Black Rain nel 2010 e la coproduzione di Hotel Milano nel 2012. Si tratta di un progetto inedito che si svolge in due momenti, fedele alla linea produttivo poetica, sviluppata da Alterazioni Video, del Turbo Film: genere cinematografico estremo, elaborato in costante emergenza, in cui le consuete regole di produzione cinematografica lineare vengono del tutto sovvertite in favore di uno sviluppo sincronico e circolare del film. Il primo è la produzione di un nuovo Turbo Film girato in Russia nei giorni precedenti il Festival e incentrato sul tema delle fake news. Il secondo è una performance laboratoriale presso Palazzo Litta in cui il Turbo Film verrà raccontato nei suoi retroscena e montato dal vivo alla presenza del pubblico prima della definitiva proiezione presso Anteo Palazzo del Cinema. Un’occasione per riflettere sulle potenzialità del cinema odierno in ambito artistico e sulla rarefazione del senso della verità nei media e nel mondo contemporaneo.

In collaborazione con / in collaboration with

Con il contributo di / with the contribution of

Alterazioni Video – a collective formed by Paolo Luca Barbieri, Alberto Caffarelli, Matteo Herenbourg, Andrea Masu e Giacomo Porfiri – collaborates with Milano Film Festival for the third time, after the presentation of Black Rain in 2010 and the co-production of Hotel Milano in 2012. The result is an unprecedented project that unfolds in two stages, as required by the poetic production line of Turbo Films, developed by Alterazioni Video: an extreme film genre, developed in constant emergency, in which the usual rules of linear film production are completely overturned in favor of a synchronous and circular development of the film. The first stage is the production of a new Turbo Film shot in Russia in the days before the Festival and focused on fake news. The second one is a workshop performance at Palazzo Litta in which the backstage of the Turbo Film is revealed and the film itself is edited live in front of the audience before its final screening at Anteo Palazzo del Cinema. An opportunity

Alterazioni Video

to investigate the potential of today's cinema in art and the rarefaction of the meaning of truth in the media and in today’s world.

22

ART CINEMA


Musica in piazza Concerti, Dj-set, ogni giorno dalle 19 La musica di Milano Film Festival torna in strada, in piazza XXV Aprile, all’ombra dell’Arco di Porta Garibaldi. Ispirati dalla direzione artistica di Gabriele Salvatores, abbiamo seguito tre parole d’ordine: crossover, perché attraversa generi e arti, weird, perché straniante, ed infine library, perché pesca da tutti gli archivi. Uno zingaro con i denti d’oro che suona folk su basi elettroniche (Himler), un duo punk mascherato con batteria e game boy (Arottenbit), funk-agangster (The Honolulu), torturatori di giradischi (DuoAnale), trucchi e strumenti auto-costruiti (OoopopoiooO), cut-up e manipolazioni elettroniche (Økapi, Rocchetti). Ma anche suoni più familiari: gli Elephant Claps, 6 voci a cappella come fossero un’orchestra, Davide Zilli, cantautore e pianista già applaudito a Milano Film Festival, e Raiz, voce degli Almamegretta, in concerto giovedì 4 ottobre prima della proiezione del film Ammore e malavita dei Manetti Bros. Tra i dj set, per citarne alcuni: Federico de Robertis, compositore di colonne sonore per Gabriele Salvatores (curatore della sigla ufficiale del Festival), Tommaso Toma - direttore di Playboy - con una selezione erotica, i dj dell’Atomic Bar per una serata a tema Grease, Luca Isabella, del collettivo Otolab, con Psichedelia ’60s, Joseph Tagliabue, dj e produttore di neo-disco lenta e sperimentale, Max Dj - da un club nigeriano dei raccoglitori di pomodori del ghetto di Borgo Mezzanone con la musica dei ragazzi che sbarcano, ed infine Steven Perri, esperto in Library con un archivio di 50.000 vinili. Non solo attraverseremo i generi, ma faremo musica che non si può dire che genere sia; per cui ancora oggi vengono inventati e riciclati nomi diversi, nessuno dei quali è affermato né diffuso. Sarà musica che arriva dal futuro per festeggiare, con i migliori auspici, il ritorno in strada del Festival.

The music of Milano Film

the screening of Ammore e

Festival is back on the street,

malavita by the Manetti Bros.

in piazza XXV Aprile, under the

The DJs include: Federico de

archway of Porta Garibaldi.

Robertis, score composer

Inspired by the artistic direction

for Gabriele Salvatores (and

of Gabriele Salvatores, the

curator of the official Festival

music choice came down to

theme), Tommaso Toma

three key words: "crossover",

– editor of Playboy – with

because it crosses genres

an erotic selection, the djs

and arts; "weird", because

of Atomic Bar for a Grease

it's disorienting; and "library",

themed evening, Luca Isabella,

because it fishes from every

from the Otolab collective,

archive.

with Psichedelia ’60s, Joseph

A gypsy with gold teeth playing

Tagliabue, a DJ and producer

folk music on electronic bases

of slow and experimental neo-

(Himler), a masked punk duo

disco, Max Dj - from a Nigerian

with drums and a Game Boy

club of tomato pickers from

(Arottenbit), funk-a-gangsters

the ghetto in Borgo Mezzanone

(The Honolulu), record player

- with the music of young

torturers (DuoAnale), self-

immigrants, and Steven Perri, a

made tricks and instruments

Library expert, with an archive

(OoopopoiooO), cut-ups and

of 50.000 records.

electronic manipulations (Økapi,

Not only will we cross genres,

Rocchetti). The list also includes

but we will also make some

more familiar sounds: Elephant

music whose genre cannot be

Claps, 6 a cappella voices

defined, except with invented

sounding like an orchestra,

or recycled names, none

Davide Zilli, a singer-songwriter

of which is established or

pianist well known at Milano

widespread yet.

Film Festival, and Raiz, singer of

Music coming from the future

the Almamegretta, in concert

to celebrate the return of the

on Thursday 4 October before

Festival to the street.

Dalle 19.00 → Aperitivo insonorizzato Dalle 21.00 → Concerto – a seguire dj set di chiusura* *venerdì, sabato, domenica fino alla 01.00 / in settimana fino alle 23.00 From 7:00 pm → Soundproof Aperitivo From 9:00 pm → Concert - Followed by a DJ set* * on Friday, Saturday, Sunday until 1 am / on weekdays until 11 pm.

Line up VEN 28 19 Federico DeRobertis Dj-set / 21 Davide Zilli Solo / 22 Chris Himler Live / 23 Federico DeRobertis Dj-set SAB 29 19 Isabella Psych'60s Dj-set / 21 Duna Live / 22 DadiEtro Live / 23 Joseph Tagliabue Dj-set DOM 30 19 Scarry on 20th Soundtracks / 21 OoopopoiooO Live / 22 The Box (Radio Popolare) Dj-set LUN 01 19 Velasco Dj-set / 22 Lavorazioni Carni Rosse Live MAR 02 19 Steven Perri Dj-set / 22 Elephant Claps Live MER 03 19 Aperitivo Grease → Atomic Loves MFF / 22 Arottenbit Live GIO 04 19 Raiz & Radicanto Live / 20 Dj Osteoporosi / 21 Jealousy Party Live / 22 Sistemi Audiofonici Burp Dj-set VEN 05 19 dBEETH Dj-set / 21 Claudio Rocchetti Live / 22 The Honolulu Live / 23 Makossa Dj-set SAB 06 19 Tommaso Toma Play-Boy Dj-set / 21 Økapi Live / 23 Dj Max DOM 07 19 Psychophono Dj-set / 21 DuoAnale Live / 22 Psychophono Dj-set

MUSICA IN PIAZZA

23


milano film festivalino

VideoEspanso

di Valeria Curseri

di Marco Pepe

Nel corso dei due weekend festivalieri, torna la rassegna dedicata ai bambini, che si svolge al Piccolo Teatro Studio Melato e in Cascina Cuccagna. La rassegna, aperta ai bambini di ogni età, raccoglie proiezioni di cortometraggi internazionali – selezionati dal curatore Andrea Lavagnini, e laboratori per bambini a cura di kiwilab, per esplorare in modo creativo i settori dell’autoproduzione, dell’handmade e dei linguaggi visivi, che si terranno sabato 6 e domenica 7 ottobre in Cascina Cuccagna.

Torna la consueta panoramica attraverso le evoluzioni del video musicale, con un omaggio a Romain Gavras e un focus su Francesco Lettieri. Mal sopportato da ogni ala dell’establishment, ogni inquadratura di Romain Gavras è densa e sensuale, distruttiva ed elegante. Di contro, Francesco Lettieri, regista dell’indie italiano e di LIBERATO, è riuscito a raccontare il sapore della strada e il romanticismo nostalgico degli anni Dieci. E forse il segreto di Gavras e di Lettieri sta nella capacità di sedurre non solo con la bellezza, ma anche con le contraddizioni delle tante sottoculture di questi anni.

On the two festival weekends,

for children on Saturday and

Piccolo Teatro Studio Melato

Sunday, October 6-7, in Cascina

and Cascina Cuccagna host to

Cuccagna. Curated by kiwilab,

The usual overview of the evolution of music videos is back,

the traditional children section.

their purpose is to explore

with a tribute to Romain Gavras and a focus on Francesco Lettieri.

The event, open to children of

self-production, handmade

Poorly appreciated by the establishment, every shot taken by

all ages, features screenings

solutions and visual languages

Romain Gavras is dense and sensual, destructive and elegant.

of international short films –

in a creative way.

Francesco Lettieri, a filmmaker on the Italian indie scene and

selected by the curator Andrea

director of LIBERATO videos, has managed to convey the mood

Lavagnini – and workshops

of the street and the nostalgic romanticism of the 2010s. The secret of Gavras and Lettieri lies perhaps in the ability to seduce not only with beauty, but also with the contradictions of these years' numerous subcultures.

Coucouleurs, Oana Lacroix

Focus animazione di Andrea Lavagnini L’animazione ha sempre avuto uno spazio privilegiato all’interno di Milano Film Festival e questa XXIII edizione testimonia, in maniera eclettica e consistente, l’attenzione verso il linguaggio animato. Da un lato la Maratona animazione è un momento unico che offre una radiografia completa di generi, scuole e stili, capace di mescolare, in oltre tre ore di programma, cortometraggi provenienti da oltre venti paesi diversi per una nottata che permette di alternare stop-motion ad animazione disegnata, puppetry e rendering digitale. Fuori concorso, in uno spazio privilegiato, si è deciso di celebrare il percorso originalissimo dei due animatori belgi Emma de Swaef e Marc James Roels. Verrà proiettato il loro ultimo lavoro, il mediometraggio This Magnificent Cake! – presentato in concorso alla Quinzaine di Cannes – preceduto da Oh Willy…, cortometraggio firmato dal duo di animatori nel 2012. Un momento unico per scoprire due degli interpreti più originali del panorama animato europeo.

24

This Magnificent Cake!, Emma de Swaef, Marc James Roels

Animation has always had a prominent place within Milano Film Festival and this twenty-third edition provides further proof of the attention towards animated language, in an eclectic and significant way. The animation Marathon is a unique moment that offers a comprehensive radiography of genres, schools and styles. By mixing short films from over twenty different countries, in over three hours it alternates stop-motion to traditional animation, puppetry to digital rendering. Also included is a special out-ofcompetition screening to celebrate the highly original work of two Belgian animators, Emma de Swaef and Marc James Roels. Their latest work, the medium-length film This Magnificent Cake! – in competition at the Directors' Fortnight in Cannes – will be screened together with Oh Willy… their previous short film shot in 2012. A one-off opportunity to discover two of the most original interpreters on the European animated scene.

MILANO FILM FESTIVALINO / VIDEOESPANSO / FOCUS ANIMAZIONE


Immigration Day

In collaborazione con / in collaboration with

Una giornata di cinema e teatro per un nuovo racconto dei flussi migratori

di Alessandro Beretta

Nato dieci anni fa al Festival, Immigration Day torna quest’anno in programma come evento necessario con un film e un monologo teatrale per dare attenzione al fenomeno dei flussi migratori, in collaborazione con Naga, associazione che segue e tutela i diritti di cittadini stranieri. La giornata di martedì 2 ottobre al Piccolo Teatro Studio Melato è dedicata a un fenomeno irrisolto in Europa, ma sempre più sfruttato politicamente, con toni spesso indegni, in un divario grave tra la realtà del problema e la percezione gonfiata dai media. Il cinema aiuta a cambiarne il racconto, come il documentario It Will Be Chaos - Sarà il caos di Lorena Luciano e Filippo Piscopo, prodotto dal canale statunitense HBO per il Word Refugee Day, che segue un eritreo sopravvissuto al tragico naufragio di Lampedusa nel 2013 e una famiglia siriana bloccata a Smirne che punta al corridoio balcanico. Due vicende per trovare una prospettiva umana su persone diverse, ma con un sogno comune: fuggire drammi nei paesi d’origine, raggiungere l’Europa. I due registi italiani saranno in sala per il dibattito coordinato da Naga. A chiudere la serata, l’autore e attore Massimiliano Loizzi recita Il matto 3 un monologo dedicato al naufragio del peschereccio partito dalle coste libiche, avvenuto al largo di Lampedusa nell’ottobre 2013. Prima che sia il caos, ripensiamo accoglienza e racconto.

It Will Be Chaos - Sarà il caos, Lorena Luciano, Filippo Piscopo

First launched ten years ago

produced by the US network

at the Festival, Immigration

HBO and broadcast on World

Day is back as a crucial event

Refugee Day. It follows an

featuring a film and a theater

Eritrean survivor of the tragic

monologue. Its aim is to draw

shipwreck in Lampedusa

attention to the migration

in 2013 and a Syrian family

phenomenon, in collaboration

stuck in Izmir, heading for

with Naga, an association that

the Balkan corridor. The two

monitors and defends the

stories provide a humane

rights of foreign citizens. On

perspective on different

Tuesday, October 2, at Piccolo

people sharing a common

Teatro Studio Melato, we will be

dream: reaching Europe.

focusing on this phenomenon,

The two Italian directors will

which is unsolved in Europe

attend the panel discussion

but increasingly exploited by

coordinated by Naga. Closing

politicians, often in disgraceful

the evening is author and

tones, as a result of a serious

actor Massimiliano Loizzi with

gap between the true extent

Il matto 3, a monologue about

of the problem and common

the shipwreck of a fishing boat

perception, fueled by the

off Lampedusa in October 2013,

media. Films contribute to

after sailing from the Libyan

changing the narrative, as does

coast. Before chaos comes,

the documentary It Will Be

let’s reconsider reception and

Chaos – Sarà il caos by Lorena

narrative.

Luciano and Filippo Piscopo,

IMMIGRATION DAY

25


Profumo di brillantina Grease torna sul grande schermo

On its 40th anniversary, Grease,

Viewers just have to register at

the most beloved musical of all

the stall in piazza XXV Aprile to

time, returns to the big screens

receive a free ticket and many

in a restored 4K copy, thanks to

other surprises.

Milano Film Festival and Logic. Film tradition meets innovation A special event with a special

for a multisensory experience.

format: the film will be

Thanks to Logic, the movie's

screened in odorama – with

irresistible music will leave a

fragrances released inside

memory... with the scent of

the cinema – to make us live a

grease!

unique immersive experience and identify with film icons Danny Zuko (John Travolta) and Sandy Olsson (Olivia NewtonJohn). An unforgettable vision.

In collaborazione con / in collaboration with

On October 2 and 3, Logic

di Natalia Larovere

offers the festivalgoers the opportunity to attend the event in prime time for free.

Grease, il musical più amato di tutti i tempi per i suoi quarant’anni si rinnova e ritorna sui grandi schermi grazie a Milano Film Festival e Logic in copia restaurata 4K. Un evento speciale con un formato speciale, infatti il film verrà proiettato in odorama – con l’erogazione di profumi in sala – per vivere un’esperienza unica completamente immersiva ed entrare nei panni delle icone del cinema Danny Zuko (John Travolta) e Sandy Olsson (Olivia Newton-John) per una visione indimenticabile. Il 2 e il 3 ottobre, Logic offre agli spettatori l’opportunità di partecipare all’evento in prima serata gratuitamente – basterà recarsi allo stand presente in piazza XXV Aprile per ricevere un biglietto omaggio e tante altre sorprese. La tradizione cinematografica incontra l’innovazione per un’esperienza multisensoriale che coinvolge anche l'olfatto. Grazie a Logic, la musica travolgente di Grease lascerà un ricordo… al profumo di brillantina!

Grease, Randal Kleiser

Come ottenere i biglietti per la proiezione di Grease How to get tickets for the screening Per partecipare alla proiezione in odorama di Grease presentatevi allo stand Logic in piazza XXV Aprile, registratevi e ritirate il vostro biglietto. Troverete tante altre sorprese! LE PROIEZIONI E LE ATTIVITÀ ALLO STAND SONO RISERVATE AD UN PUBBLICO MAGGIORENNE

To attend the odorama screening of Grease, just register at the Logic stall in piazza XXV Aprile and get your ticket. Many other surprises are waiting for you! SCREENING AND ACTIVITIES AT THE STALL ARE RESERVED TO AN ADULT AUDIENCE

PROFUMO DI BRILLANTINA

27


Eventi speciali Festa della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti (Mar 2) Serata ormai ricorrente all’interno delle diverse edizioni, la festa della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti ci permette ogni anno di creare un’occasione per i talenti di domani. Alle 16.30 di martedì 2 ottobre all’Anteo Palazzo del Cinema potrete vedere i film di diploma degli studenti, e partecipare ai festeggiamenti in piazza XXV Aprile.

A spasso tra cinema scomparsi (Gio 4) In collaborazione con l’associazione piedipagina, un itinerario alla scoperta delle sale cinematografiche della città, attraverso le parole e le storie dei protagonisti di una delle pagine più vivaci della vita culturale milanese con la partecipazione di Aldo Grasso. La passeggiata si svolgerà giovedì 4 ottobre con partenza dall’ex cinema Orchidea alle 18.30 e si concluderà un’ora e mezza più tardi all’Anteo Palazzo del Cinema, passando per l’ex cinema teatro Brera e l’ex cinema Obraz.

Tra cinema e musica con Raiz (Gio 4) La serata di giovedì 4 ottobre è interamente dedicata alla commistione tra cinema e musica: alle 19.00 Raiz, cantante e attore napoletano, storica voce degli Almamegretta, si esibisce in piazza XXV Aprile insieme a Radicanto in uno spettacolo a 4 mani dal titolo Musica Immaginaria Mediterranea. Alle 20.30 all'Anteo Palazzo del Cinema incontra Ernesto Assante, prima della proiezione di Ammore e malavita dei Manetti Bros.

28

PARTY OF THE LUCHINO VISCONTI FILM SCHOOL (TUE 2)

A recurring event in the different Festival editions, every year the party of the Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti allows us to create an opportunity for tomorrow's talents. At 4.30 pm on Tuesday, October 2, at Anteo Palazzo del Cinema the festivalgoers can watch the students' graduation films and attend the celebration in piazza XXV Aprile.

WALKING THROUGH LOST CINEMAS (THU 4)

In collaboration with piedipagina association, a tour of the city's cinemas, listening to the words and stories of the protagonists of one of the most vibrant pages of Milan's cultural life, with the participation of Aldo Grasso. The stroll takes place on Thursday, October 4, starting from the former Orchidea cinema at 6.30 pm, passing by the former Brera film theatre and the former Obraz cinema, and ending an hour and a half later at Anteo Palazzo del Cinema.

BETWEEN FILM AND MUSIC WITH RAIZ (THU 4)

On Thursday, October 4, an entire evening is dedicated to the fusion of film and music: at 7:00 pm Raiz, a Neapolitan singer and actor, historic singer of the Almamegretta, performs a show entitled Musica Immaginaria Mediterranea together with Radicanto in piazza XXV Aprile; at 8:30 pm he meets Ernesto Assante at Anteo Palazzo del Cinema, before the screening of Ammore e malavita by Manetti Bros.

EVENTI SPECIALI


Social Club tra pubblico e registi

Grazie a / thanks to hotcorn.com main media partner

Social Club for festivalgoers and directors

Il Festival porta in città ospiti e registi da tutto il mondo che, dal 28 settembre al 7 ottobre, presentano i loro film al pubblico in sala. Per incontrarli, fotografarli, scambiarci due chiacchiere, complimentarvi e criticarli, vi basta raggiungere piazza XXV Aprile: l’Hot Corn Social Club apre ogni giorno alle 18.00.

The Festival brings guests and filmmakers from all over the world to the city, where they present their films to the festivalgoers. From September 28 to October 7, if you want to meet, photograph, compliment or criticize them, or have a chat with them, just reach piazza XXV Aprile: the Hot Corn Social Club opens every day at 6 pm.

The Big Lebowski, Joel e Ethan Coen

Premio Grazie Maestro! (Gio 4)

GRAZIE MAESTRO! AWARD (THU 4)

Un nuovo premio si aggiunge ai riconoscimenti storici del Festival, dedicato alle maestranze imprescindibili della produzione audiovisiva. Giovedì 4 ottobre alla Cineteca Spazio Oberdan alle 20.00 omaggeremo Lamberto Caimi, classe 1930, storico direttore della fotografia e collaboratore di Ermanno Olmi di cui proietteremo I fidanzati, suo terzo film che indaga una relazione sentimentale negli anni del boom economico (in programma grazie al Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale), e Ona strada bagnada, cortometraggio di Lamberto Caimi dedicato all’anima dei Navigli. Il premio è un’illustrazione ispirata alle atmosfere dei film su cui ha lavorato Lamberto Caimi, realizzata da Gabriella Giandelli.

A new prize adds to the Festival's historical awards, dedicated to

The Big Lebowski. 20 anni dopo, in accappatoio (Ven 5)

AWARDING CEREMONY (SUN 7)

A vent’anni dal debutto, torna sul grande schermo il cult movie scritto e diretto da Joel e Ethan Coen. L’occasione è una proiezione molto speciale alle 22.00 di venerdì 5 ottobre all’Anteo Palazzo del Cinema organizzata in collaborazione con Hot Corn. Dress code: accappatoio.

On Sunday, October 7 at 7 pm don't miss the Festival's award ceremony

Cerimonia di premiazione (Dom 7)

THE BIG LEBOWSKI. 20 YEARS LATER, IN A BATHROBE (FRI 5)

Domenica 7 ottobre alle 19.00 all’Anteo Palazzo del Cinema non perdete la cerimonia di premiazione del Festival. L’occasione per rivedere insieme i lungometraggi e cortometraggi premiati e applaudire i vincitori in sala.

Twenty years after its debut, the cult movie written and directed by Joel

EVENTI SPECIALI

the skilled workers that are essential to audiovisual production. On Thursday, October 4 at the Cineteca Spazio Oberdan at 8.00 pm we pay tribute to Lamberto Caimi, born in 1930, the historical director of photography and collaborator of Ermanno Olmi, by screening his third film, I fidanzati, which investigates a relationship in the years of the Italian economic miracle, and Ona Strada Bagnada, a short film by Lamberto Caimi dedicated to the soul of Milan's canals, the Navigli. The prize consists in an illustration inspired by the atmospheres of the films on which he worked, made by Gabriella Giandelli.

at Anteo Palazzo del Cinema. It's an opportunity to watch the awardwinning feature and short films together again and to cheer the winners inside the cinema.

and Ethan Coen is back on the big screen for a very special screening at Anteo Palazzo del Cinema at 10 pm on Friday, October 5, organized in collaboration with Hot Corn. Dress code: bathrobe.

29


30

RICORRENTE SEZIONE


Never-ending Festival on CHILI Il meglio del Festival è online di Alessandro Beretta, Valentina Piva

Above and Below, Nicolas Steiner

Quest’anno Milano Film Festival, in collaborazione con la piattaforma di cinema CHILI, esce dai suoi confini materiali per arrivare online in un canale dedicato che raccoglie i titoli che hanno segnato la nostra storia e diffondendo su scala internazionale le migliori opere di questa edizione. Aumentano i modi di vivere un festival, dalle sale al virtuale, ma l’idea di cinema che da 23 anni portiamo in città rimane la stessa: nuovo e indipendente, con storie originali incontrate per il mondo. Quella con CHILI, impegnata dall’inizio ad arricchire la sua library di cinema d’autore, è una collaborazione che aiuta scambio e diffusione, in territori come Italia e Regno Unito. Da registi seguiti agli inizi e arrivati all’Oscar, come Ruben Östlund con Involuntary, a Oscar che incontrarono il nostro pubblico, come Jonathan Demme con Rachel Getting Married, fino a vincitori recenti del nostro concorso come Meteors di Gürcan Keltek, o gioielli come Above and Below di Nicolas Steiner. Quest’anno, Milano Film Festival esce dalle sale, e dura un anno in più. Fino al 2019, su www.chili.com la nostra selezione di opere, per un festival senza fine. This year Milano Film Festival, in collaboration with CHILI – the European digital entertainment platform – goes beyond its material boundaries and reaches the net through a dedicated channel displaying the titles that have marked our history and the best works of this edition on an international level. There are more and more ways to live a festival, from the theatres to the net, but the idea of cinema that we have been offering to the city for 23 years is still the same: new and independent films, with original stories from all over the world. The collaboration with CHILI, committed since its beginnings to expanding its library of auteur films, promotes their diffusion and circulation in areas like Italy and the United Kingdom – from the directors followed since their first steps and later

Meteors, Gürcan Keltek

awarded at the Oscars, like Ruben Östlund with Involuntary, to Oscar winners that met our audience, like Jonathan Demme with Rachel Getting Married, from recent winners of our competition like Meteors by Gürcan Keltek to gems like Above and Below by Nicolas Steiner. This time, after leaving its venues the Milano Film Festival will last for an extra year. Until 2019, on www.chili.com, film

In collaborazione con / in collaboration with

enthusiasts in Italy and in the UK can enjoy our selection of works, for a festival that never ends.

Il Festival non sarà solo in Piazza e nei cinema della città, ma potrete seguirlo (comodamente) anche da casa.

The Festival won’t only be in the Piazza and in the cinemas of the city,

Grazie a CHILI avrete la possibilità di vedere tutti i lungometraggi in concorso, e rivedere il meglio delle ventidue passate edizioni. Utilizzate il codice

Thanks to CHILI you will have the opportunity to watch all the

per ottenere subito uno sconto del 50% su un noleggio a scelta su www.chili.com

to get immediately a 50% discount on a rental of your choice on

but you can follow it (comfortably) even from home.

features in competition, and re-watch the best of the twenty-two previous editions. Use the code

www.chili.com

NEVER-ENDING FESTIVAL ON CHILI

31


Day by day

VENERDÌ

28/09

Highlights INAUGURAZIONE Saremo qui per i prossimi giorni, in piazza XXV Aprile, dalle 10 di mattina all’1 di notte. È la piazza della XXIII edizione. Punto di ritrovo e poi di partenza per le nostre location: Anteo Palazzo del Cinema (2 minuti a piedi), Cineteca Spazio Oberdan (16 min), Piccolo Teatro Studio Melato (14 min), Palazzo Litta (12 min), BASE Milano (20 min, con i mezzi). Oggi brindisi inaugurale e musica live!

THE OUTSIDERS – The World Is Yours Regista di videoclip scomodi e di successo, da M.I.A. a Jay Z e Kayne West, Romain Gavras firma con The World is Yours, alle 22.30 all’Anteo Palazzo del Cinema, un brillante gangster movie con Vincent Cassell e Isabelle Adjani. In anteprima italiana, inizia The Outsiders, il fuori concorso.

CONCORSO LUNGOMETRAGGI - Denmark Con Denmark di Kasper Rune Larsen, presente in sala alle 20 all’Anteo Palazzo del Cinema, si apre il Concorso Internazionale Lungometraggi con 8 titoli, opere prime e seconde, in anteprima italiana. Una vicenda di teenager, cruda per storia e regia in stile Dogma, che ruota intorno a uno scherzo crudele.

Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

32

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Excelsior

EVENTI SPECIALI

Piccolo Teatro Studio Melato

FOCUS E OMAGGI

MUSICA

venerdì 28/09

piazza XXV Aprile

10 10.30 11 11.30 12 12.30 13 13.30 14 14.30 15 15.30 16 16.30 17 17.30 18 18.30 19

19.00 MUSICA

INAUGURAZIONE con Federico DeRobertis Dj-set

19.30 20 20.30

20.00 LUNGOMETRAGGI

90'

FREE

di Kasper Rune Larsen 2017

20.30 CORTOMETRAGGI

Gruppo A

21.00 MUSICA FREE

22

23 23.30 24

22.00 MUSICA

The World is Yours

di Romain Gavras 2018

evento con ospite

77'

Davide Zilli Solo

21.30

22.30 THE OUTSIDERS

SYMBOLS

event with guest

Denmark

21

22.30

LEGENDA

100'

Chris Himler Live FREE

23.00 MUSICA

Federico DeRobertis Dj-set

cocktail cocktail FREE

evento gratuito free event ITA

in italiano

held in italian ENG

in inglese

held in english

FREE

DAY BY DAY

33


Day by day

SABATO

29/09

Highlights THE OUTSIDERS – Diamantino Cosa accade se il più grande calciatore del Portogallo – simile fuori dallo schermo a CR 7 - ha l’intelligenza di un bambino e c’è chi lo vuole sfruttare come testimonial nazionalista? Per scoprirlo ecco Diamantino, commedia in bilico tra paradosso, critica e kitch di Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt, all’Anteo Palazzo del Cinema alle 22.

CONCORSO LUNGOMETRAGGI – The Third Wife Vietnam, XIX secolo, una ragazza a 14 anni diventa la terza moglie di un ricco proprietario terriero. Tra le donne, si intreccia una storia di desiderio e peso delle tradizioni. L’esordio della regista Ash Mayfar, The Third Wife è in concorso alle 21.30 alla Cineteca Spazio Oberdan.

THE OUTSIDERS – Cosmonauta Susanna Nicchiarelli, premiata al David di Donatello quest’anno per Nico, 1988, è parte della giuria del Concorso Internazionale Lungometraggi. Per l’occasione, alle 15.30 alla Cineteca Spazio Oberdan, la regista presenta in sala Cosmonauta, suo film d’esordio nel 2009, storia della piccola Luciana che sogna la rivoluzione.

Hot Corn Social Club Tutti i giorni alle 18 in piazza XXV Aprile, Hot Corn, magazine online, incontra i protagonisti del Festival: registi, produttori, animatori e ospiti d’eccezione risponderanno alle domande dei giornalisti e del pubblico. Un club aperto a tutti, per conoscere il cinema di persona.

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

34

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

FOCUS E OMAGGI

Piccolo Teatro Studio Melato

Spazio Oberdan

MUSICA

sabato 29/09

piazza XXV Aprile

10 10.30 11 11.30 12

11.30 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 1

45’

14.00 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 2

45’

15.00 CORTOMETRAGGI

70'

17.00 CORTOMETRAGGI

65'

12.30 13 13.30 14 14.30 15 15.30

15.30 THE OUTSIDERS

85'

Gruppo H

Cosmonauta

16

di Susanna Nicchiarelli 2009

16.30

ITA

17 17.30

17.30 THE OUTSIDERS

27'

Gruppo E

Esperimenti

18

18.00

di Francesco Ballo 2018

18.30

Hot Corn Social Club

ITA

60'

FREE

19 19.30 20

19.00 MUSICA 19.30 LUNGOMETRAGGI

Isabella Psych'60s Dj-set

96'

Virus Tropical

FREE

di Santiago Caicedo 2017

20.30

20.30 CORTOMETRAGGI

Gruppo B

21

22.30 23 23.30

21.00 MUSICA

Duna Live

21.30 22

79'

21.30 LUNGOMETRAGGI 22.00 THE OUTSIDERS

Diamantino

92'

94'

FREE

The Third Wife

22.00 MUSICA

di Ash Mayfair 2018

di Gabriel Abrantes, Daniel Schmidt 2018

22.30 VIDEOESPANSO

distribuito in Italia da I Wonder Pictures

FREE

Romain Gavras

ITA

60'

DadiEtro Live FREE

23.00 MUSICA

Joseph Tagliabue Dj-set FREE

24

DAY BY DAY

35


Day by day

DOMENICA

30/09

Highlights THE OUTSIDERS – Non-Fiction Olivier Assayas è un maestro e con Non-Fiction, in concorso a Venezia, firma una commedia con Guillaume Canet e Juliette Binoche ambientata nel mondo dell’editoria e del lavoro culturale. Una proiezione in collaborazione con BookCity Milano, festival dei libri in città, alle 20 alla Cineteca Spazio Oberdan.

MY SCREEN - Francesco Lettieri Regista al centro della scena musicale indie italiana, Francesco Lettieri oggi alle 17 in Cineteca Spazio Oberdan presenta al pubblico il film che ha segnato il suo rapporto con il cinema. Il titolo verrà svelato in sala: per questa volta, il racconto è solo dal vivo.

THE OUTSIDERS – U - july 22 La strage di Utoya nel 2011, 69 vittime per mano di un estremista di destra, è stata terrificante. U – July 22 di Erik Poppe, alle 22 all’Anteo Palazzo del Cinema, mette in crisi lo spettatore seguendo la fuga di una ragazza in unico piano sequenza della durata della strage. In sala, per l’anteprima italiana, interviene Giuseppe Genna, autore di un romanzo sullo stesso tragico episodio, La vita umana sul pianeta terra.

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

36

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

FOCUS E OMAGGI

Piccolo Teatro Studio Melato

Spazio Oberdan

MUSICA

domenica 30/09

piazza XXV Aprile

10 10.30 11 11.30 12

11.30 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 2

45’

14.00 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 1

45’

17.00 CORTOMETRAGGI

77'

12.30 13 13.30 14 14.30 15 15.30 16 16.30 17

17.00-19.30 MY SCREEN

Gruppo A

Carta bianca a Francesco Lettieri

17.30 18

18.00

Hot Corn Social Club

ITA

18.30

60'

FREE

19 19.30 20 20.30

19.00 MUSICA 19.30 LUNGOMETRAGGI

The Mercy of the Jungle

20.00 THE OUTSIDERS

di Joël Karekezi 2018

di Olivier Assayas 2018 distribuito in Italia da I Wonder Picture e Unipol Biografilm Collection

21.30

22.30 23

FREE

108'

Non-Fiction

21

22

Scarry on 20th Soundtracks

91'

20.30 CORTOMETRAGGI

Gruppo C

in collaborazione con BookCity Milano 22.00 THE OUTSIDERS

72' 21.00 MUSICA

OoopopoiooO Live FREE

22.00 MUSICA

90'

The Box (Radio Popolare) Dj-set

U — July 22 di Erik Poppe 2018

a seguire incontro con Giuseppe Genna

FREE

23.30 24

DAY BY DAY

37


Day by day

LUNEDÌ

01/10

Highlights FOCUS ANIMAZIONE – Maratona animazione Questa sera doppio appuntamento, alle 20.30 e 21.30 con l’attesissima Maratona animazione che colorerà le sale dell’Anteo Palazzo del Cinema con oltre tre ore di programmazione di cortometraggi da tutto il mondo a testimoniare la costante evoluzione dell’universo animato.

OMAGGIO A MATTEO GARRONE – Incontro gratuito Oggi alle 20.00 in Cineteca Spazio Oberdan, Matteo Garrone incontra il pubblico in un dialogo con Antonio Scurati ad ingresso gratuito. A seguire, il regista inaugura l’omaggio a lui dedicato con la proiezione di Estate romana accompagnata da L’altro teatro, documentario sulla scena teatrale romana anni ’70 cui lavorò il padre.

CONCORSO LUNGOMETRAGGI - Crystal Swan Velya è una giovane DJ house negli anni ’90, nella Bielorussia post URSS, e sogna di andare in America. Non è facile avere il visto e sarà costretta a ritornare a casa, fuori città, dove il sogno lotta con le tradizioni. Crystal Swan, in concorso, esordio di Darya Zhuk, alle 21 al Piccolo Teatro Studio Melato, è il primo film bielorusso presentato agli Oscar.

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

38

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala President

EVENTI SPECIALI

Anteo sala Excelsior

FOCUS E OMAGGI

Spazio Oberdan

lunedì 01/10

MUSICA

Piccolo Teatro Studio Melato

piazza XXV Aprile

10 10.30 11 11.30 12 12.30 13 13.30 14 14.30 15 15.30 16 16.30 17

17.00 LUNGOMETRAGGI

90'

Denmark

17.30

di Kasper Rune Larsen 2017

17.00 CORTOMETRAGGI

79'

Gruppo B

18

18.00

Hot Corn Social Club

18.30

60'

FREE

19

19.00 MUSICA

Velasco Dj-set

19.30

FREE

20

20.00

20.30

20.30 217' FOCUS ANIMAZIONE

Maratona animazione

21 21.30 22 22.30 23 23.30

21.30 217' FOCUS ANIMAZIONE

Maratona animazione

Incontro con Matteo Garrone

60'

in dialogo con Antonio Scurati FREE

21.00 LUNGOMETRAGGI

93'

Crystal Swan 21.30 OMAGGIO A MATTEO GARRONE

118'

Estate romana di Matteo Garrone 2000 (87') —preceduto da

L'altro teatro

di Giuseppe Bartolucci, Maria Bosio, Nico Garrone 1980 (31')

di Darya Zhuk 2018

22.00 MUSICA

Lavorazioni Carni Rosse Live FREE

24

DAY BY DAY

39


Day by day

MARTEDÌ

02/10

Highlights IMMIGRATION DAY Come 10 anni fa torniamo a programmare Immigration Day, dalle 19 al Piccolo Teatro Studio Melato. In collaborazione con Naga, una serata sul tema dei flussi migratori, con la proiezione del documentario It Will Be Chaos – Sarà il caos di Lorena Luciano e Filippo Piscopo, presenti per un dialogo, e, a seguire, il monologo di Massimiliano Loizzi Il matto 3 dedicato al naufragio di Lampedusa, avvenuto il 3 ottobre 2013.

GREASE IN ODORAMA Grease ritorna al cinema, nella versione restaurata in occasione del suo quarantesimo anniversario, con una speciale proiezione in odorama, alle 20 all’Anteo Palazzo del Cinema. La serata è offerta da Logic: ingresso gratuito (ritiro biglietti allo stand Logic in piazza XXV Aprile) e gadget in stile anni ’50!

CONCORSO LUNGOMETRAGGI - The Dive Una riunione di famiglia inattesa, tre fratelli si ritrovano in un kibbutz perché uno di loro andrà sul fronte libanese. Il regista Yona Rozenkier recita con i suoi veri fratelli e dirige The Dive, in concorso lungometraggi alle 21.30 in Cineteca Spazio Oberdan, creando un lessico familiare coraggioso sulle contraddizioni di Israele.

FESTA DELLA CIVICA La tradizione confermata con il focus sui talenti di domani: ritorna l’appuntamento con gli studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti con un pomeriggio dedicato alla proiezione dei loro film di diploma (alle 16.30 all’Anteo Palazzo del Cinema).

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

40

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

FOCUS E OMAGGI

Piccolo Teatro Studio Melato

Spazio Oberdan

MUSICA

martedì 02/10

piazza XXV Aprile

10 10.30 11 11.30 12 12.30 13 13.30 14 14.30 15 15.30 16 16.30 17 17.30 18 18.30

16.30 EVENTO SPECIALE

92'

Festa della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti

96'

Virus Tropical

di Santiago Caicedo 2017

proiezione dei cortometraggi di diploma FREE

17.00 LUNGOMETRAGGI

18.00

Hot Corn Social Club

ITA

60'

FREE

19

19.00-23.00 EVENTO SPECIALE

19.30 20 20.30 21 21.30

19.30 CORTOMETRAGGI 20.00 EVENTO SPECIALE

111'

71'

Gruppo D

di Randal Kleiser 1978

21.30 * LUNGOMETRAGGI

The Dive

di Yona Rozenkier 2018

23

90'

di Tomaso Mannoni 2018 (10') —a seguire incontro con Lorena Luciano, Filippo Piscopo, Naga —a seguire

Il matto 3

spettacolo di Massimiliano Loizzi (60')

22.00 MUSICA

Elephant Claps Live FREE

In collaborazione con Naga

23.30 24

FREE

Six Years Old Needs a Mother

proiezione in odorama in collaborazione con Logic

22.30

It Will Be Chaos — Sarà il caos

Steven Perri Dj-set

di Lorena Luciano, Filippo Piscopo 2018 (92') —preceduto da

Grease

22

Immigration Day

19.00 MUSICA

ITA

* Logic è un prodotto

contenente nicotina, sostanza che crea un'elevata dipendenza. Uso sconsigliato ai non fumatori.

DAY BY DAY

41


Day by day

MERCOLEDÌ

03/10

Highlights CONCORSO LUNGOMETRAGGI - Thunder Road Jim Cummings è un one man band del cinema - scrive, recita, dirige – e firma con Thunder Road una commedia dolceamara sull’America di oggi partendo da un poliziotto e padre in crisi dopo la morte della madre e per la separazione dalla moglie. Cummings, a 31 anni, accompagna in sala alla Cineteca Spazio Oberdan alle 21 il suo esordio. Venite a conoscere una giovane promessa indie.

ART CINEMA - performance di Alterazioni Video Inaugura con una performance la mostra dedicata al lavoro di Alterazioni Video: oggi alle 18 a Palazzo Litta il collettivo, in dialogo con il pubblico, racconterà i processi che stanno dietro alla realizzazione di un Turbo Film, montando dal vivo i materiali appena raccolti a Mosca per la loro ultima opera prodotta per l’occasione da Milano Film Festival.

THE OUTSIDERS – Climax Un corpo di ballo, una festa, una sangria truccata, sono queste le premesse di Climax di Gaspar Noé, film performance, totalizzante, sull’estasi e la festa. Premiato alla Quinzaine di Cannes, alle 22 all’Anteo Palazzo del Cinema, un film che sposta l’esperienza dello spettatore. Un capolavoro.

VIDEOESPANSO - Francesco Lettieri Nella cornice del Piccolo Teatro Studio Melato, Francesco Lettieri alle 22 presenta una raccolta dei suoi lavori tra cui i videoclip di LIBERATO, Calcutta, TheGiornalisti e molti altri. Un dialogo aperto con il pubblico per scavare nell’estetica indie italiano.

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

42

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

Anteo sala President

FOCUS E OMAGGI

Piccolo Teatro Studio Melato

Spazio Oberdan

mercoledì 03/10

MUSICA

Palazzo Litta

piazza XXV Aprile

10 10.30 11 11.30 12 12.30 13 13.30 14 14.30 15 15.30 16 16.30

16.30 LUNGOMETRAGGI

91'

72'

Gruppo C

The Mercy of the Jungle

17

16.30 CORTOMETRAGGI

di Joël Karekezi 2018

17.30 18

18.00-21.00 ART CINEMA

Performance di Alterazioni Video

18.30 19

19.00 OMAGGIO A MATTEO GARRONE

19.30

68'

Terra di mezzo

FREE

di Matteo Garrone 1996

20

21

22 22.30 23

20.00 CORTOMETRAGGI

65'

22.00 VIDEOESPANSO

90'

Hot Corn Social Club

60'

FREE

19.00 MUSICA

Aperitivo Grease > Atomic Loves MFF FREE

Gruppo E

20.30

21.30

in collaborazione con Palazzo Litta Cultura

18.00

21.00 LUNGOMETRAGGI 21.30 EVENTO SPECIALE

Thunder Road

111'

Grease

di Jim Cummings 2018

di Randal Kleiser 1978

22.00 THE OUTSIDERS

proiezione in odorama in collaborazione con Logic

di Gaspar Noé 2018

*

90'

96'

Climax

Francesco Lettieri FREE

ITA

22.00 MUSICA

Arottenbit Live FREE

consigliato ad un pubblico adulto

23.30 24

* Logic è un prodotto

contenente nicotina, sostanza che crea un'elevata dipendenza. Uso sconsigliato ai non fumatori.

DAY BY DAY

43


Day by day

GIOVEDÌ

04/10

Highlights RAIZ TRA CINEMA E MUSICA Com’è una serata senza etichette, come si dice di “crossover”? Forse così. Visioni del mondo, suoni migranti e cinema cantato. Se avete già in mano il biglietto per Ammore e malavita, film dei Manetti Bros. che ha sbancato ai David di Donatello, potete prima godervi il concerto in piazza di Raiz, anima degli Almamegretta e attore nel film, per poi discutere del suo rapporto con musica e cinema in sala con lui e il giornalista musicale Ernesto Assante (alle 20.30 all’Anteo Palazzo del Cinema).

ART CINEMA - Turbo Film Alterazioni Video, collettivo di artisti, presenta in anteprima alle 22.30 ad Anteo Palazzo del Cinema il suo ultimo Turbo Film. Girato in Russia e incentrato sul tema delle fake news, il film, prodotto da Milano Film Festival, è il risultato del montaggio realizzato dal collettivo a Palazzo Litta davanti al pubblico del Festival.

GRAZIE MAESTRO! a Lamberto Caimi Lamberto Caimi ci ha regalato la sua professionalità e la sua passione per tanti anni, curando la fotografia di diversi capolavori di Olmi e di molti altri registi. Oggi alle 20 alla Cineteca Spazio Oberdan gli conferiamo un premio alla carriera, con un’illustrazione a tema di Gabriella Giandelli, dopo aver rivisto con lui I fidanzati e un suo corto del ’99, Ona strada bagnada. Una serata da Cineteca.

ULTRA REALITY Scoprite la sezione Ultra Reality: negli spazi di BASE Milano una selezione delle migliori esperienze in realtà virtuale provenienti dai più importanti artisti al mondo (a partire da oggi, dalla mattina alla sera: 10-22). Da non perdere la possibilità di vivere un’esperienza immersiva, con allestimenti scenografici ad hoc.

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

44

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

Anteo sala President

FOCUS E OMAGGI

Spazio Oberdan

giovedì 04/10

MUSICA

Palazzo Litta

10

BASE Milano

piazza XXV Aprile

10.00-22.00

ULTRA REALITY

10.30

informazioni a pagina 18 information at page 18

11

ENG

11.30 12

12.00-19.00 ART CINEMA

Omaggio ad Alterazioni Video

12.30

in collaborazione con Palazzo Litta Cultura

13 13.30

FREE

14 14.30 15 15.30 16

16.00 LUNGOMETRAGGI

94'

The Third Wife

16.30

di Ash Mayfair 2018

17 17.30 18

18.00 LUNGOMETRAGGI

93'

Crystal Swan

18.30

di Darya Zhuk 2018

18.00

Hot Corn Social Club

60'

FREE

19

19.00 Raiz & Radicanto Live Musica Immaginaria Mediterranea

19.30

FREE

20 20.30 21

20.00 EVENTI SPECIALI 20.30 LUNGOMETRAGGI

LUZ

di Tilman Singer 2018

21.30

23 23.30

20.30 EVENTI SPECIALI Incontro con Raiz in dialogo con Ernesto Assante —a seguire

Ammore e malavita

di Antonio Manetti, Marco Manetti 2017 (133')

22 22.30

70'

22.30 ART CINEMA

Turbo Film

di Alterazioni Video 2018

ITA

100'

I fidanzati

di Ermanno Olmi 1963 (77') —preceduto da

Ona strada bagnada

di Lamberto Caimi 1999 (23')

20.00 MUSICA

Dj Osteoporosi FREE

21.00 MUSICA

Jealousy Party Live FREE

a seguire cerimonia di premiazione Grazie Maestro! alla presenza di Lamberto Caini

22.00 MUSICA

in collaborazione con CSC — Cineteca Nazionale

FREE

Sistemi Audiofonici Burp Dj-set

ITA

in collaborazione con Palazzo Litta Cultura

24

DAY BY DAY

45


Day by day

VENERDÌ

05/10

Highlights THE BIG LEBOWSKI, 20 ANNI DOPO The Big Lebowski dei fratelli Coen festeggia 20 anni e Milano Film Festival, in collaborazione con Hot Corn, che anima gli incontri con i registi in piazza XXV Aprile, organizza una proiezione alle 22 all’Anteo Palazzo del Cinema per rivedere il capolavoro che ha segnato un mood mentale, in una nuova copia digitale, su grande schermo. Dress code per l’ingresso in sala: ovviamente accappatoio da Drugo, alla Jeff Bridges, o simili.

THE OUTSIDERS - The Image Book Jean-Luc Godard, a 88 anni, nei suoi film-essay usa il cinema come modo di pensare in diretta, grazie al montaggio, accumulando e facendo scontrare sequenze rubate, citazioni, voci. È meglio abbandonarsi alla visione, il messaggio sul mondo e la violenza è chiaro. Ecco The Image Book, Palma d’Oro Speciale a Cannes, in anteprima italiana alle 20 alla Cineteca Spazio Oberdan, accompagnato da una conversazione con Mitra Farahani, artista e produttrice del film, in giuria per il concorso lungometraggi.

OMAGGIO A MATTEO GARRONE - Ospiti Ultimo appuntamento della rassegna dedicata al cinema di Matteo Garrone, Ospiti (1998) viene proiettato in pellicola in Cineteca Spazio Oberdan alle 16. Opera seconda di Garrone, il film racconta di una Roma multietnica abitata da personaggi e storie di enorme attualità.

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

46

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

Anteo sala President

FOCUS E OMAGGI

Spazio Oberdan

venerdì 05/10

MUSICA

Palazzo Litta

10

BASE Milano

piazza XXV Aprile

10.00-22.00

ULTRA REALITY

10.30

informazioni a pagina 18 information at page 18

11

ENG

11.30 12

12.00-19.00 ART CINEMA

Omaggio ad Alterazioni Video

12.30 13

in collaborazione con Palazzo Litta Cultura

13.30

FREE

14 14.30 15 15.30 16

16.00 OMAGGIO A MATTEO GARRONE

16.30

66'

Ospiti

di Matteo Garrone 1998

17 17.30 18

18.00 CORTOMETRAGGI

71'

Gruppo D

18.30

18.00

60'

Hot Corn Social Club FREE

19

19.00 MUSICA

dBEETH Dj-set

19.30

FREE

20 20.30

20.00 CORTOMETRAGGI

20.00 THE OUTSIDERS

78'

Gruppo G

20.30 CORTOMETRAGGI

72'

Gruppo F

21

84'

The Image Book di Jean-Luc Godard 2018 a seguire incontro con Mitra Farahani

21.30

21.00 MUSICA

Claudio Rocchetti Live FREE

22 22.30 23 23.30

22.00 EVENTI SPECIALI

The Big Lebowski di Joel e Ethan Coen 1998 in collaborazione con Hot Corn

22.00 MUSICA

119'

The Honolulu Live 22.30 THE OUTSIDERS

105'

The World is Yours

di Romain Gavras 2018

FREE

23.00 MUSICA

Makossa Dj-set FREE

24

DAY BY DAY

47


Day by day

SABATO

06/10

Cascina Cuccagna

Highlights FOCUS ANIMAZIONE – This Magnificent Cake!

11.00 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 1

45’

La stand-up comedian e conduttrice radiofonica con più di 500.000 followers incontra il pubblico per presentare il film che più di ogni altro ha lasciato un segno nel suo rapporto con il cinema. Come per tutta la rassegna, il film verrà rivelato da Camihawke solo in sala, oggi alle 16.30 in Cineteca Spazio Oberdan. Oggi si segue dal vivo.

14.30 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 2

45’

MILANO FILM FESTIVALINO

15.30 120’ MILANO FILM FESTIVALINO Alle origini del cinema

Appuntamento con l’opera degli animatori belgi Emma de Swaef, Marc James Roels, protagonisti del focus animazione, e le loro animazioni puppetry che in This Magnificent Cake!, in anteprima italiana alle 22 all’Anteo Palazzo del Cinema, danno vita con pupazzi di lana a una brillante critica dell’Africa coloniale del diciannovesimo secolo, mentre in Oh Willy… entrano all’interno di una comunità nudista.

MY SCREEN - Camihawke

laboratorio per bambini a cura di kiwilab

Milano Film Festival dedica un weekend ai bambini con due proiezioni e due workshop. Il laboratorio (a cura di kiwilab) Alle origini del cinema alle 15.30 in Cascina Cuccagna farà esplorare ai più piccoli il magico mondo del precinema attraverso la costruzione di prototipi di giochi e macchine ottiche.

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

48

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

Anteo sala President

FOCUS E OMAGGI

Spazio Oberdan

sabato 06/10

MUSICA

Palazzo Litta

10

BASE Milano

piazza XXV Aprile

10.00-22.00

ULTRA REALITY

10.30

informazioni a pagina 18 information at page 18

11

ENG

11.30 12

12.00-19.00 ART CINEMA

Omaggio ad Alterazioni Video

12.30

in collaborazione con Palazzo Litta Cultura

13

FREE

13.30 14 14.30

14.30 LUNGOMETRAGGI

70'

LUZ

15

di Tilman Singer 2018

15.30 16 16.30

16.30-19.00 MY SCREEN

Carta bianca a Camihawke

17 17.30

in collaborazione con Showreel

18

ITA

18.00

Hot Corn Social Club

18.30

60'

FREE

19

19.00 MUSICA

19.30 20 20.30

19.30 LUNGOMETRAGGI 20.00 CORTOMETRAGGI

90'

The Dive

70'

FREE

di Yona Rozenkier 2018

Gruppo H

Tommaso Toma Play-Boy Dj-set

21.00 MUSICA

21

Okapi Live 21.30 22 22.30 23 23.30

FREE

22.00 60' FOCUS ANIMAZIONE

This Magnificent Cake! di Emma De Swaef, Marc James Roels 2018 (44')

Oh Willy...

22.00 THE OUTSIDERS

96'

Climax

di Gaspar Noé 2018 consigliato ad un pubblico adulto

di Emma De Swaef, Marc James Roels 2012 (16')

23.00 MUSICA

Dj Max FREE

24

DAY BY DAY

49


Day by day

DOMENICA

07/10

Cascina Cuccagna

Highlights ULTRA REALITY Chiude a BASE Milano la sezione Ultra Reality dedicata alla Realtà Virtuale. Ultimo giorno per immergersi nelle 16 esperienze, selezionate da Proxima Milano: dai video 360° ai progetti interattivi, un nuovo mondo di contenuti imperdibili.

11.00 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 2

45’

14.30 MILANO FILM FESTIVALINO Programma 1

45’

CERIMONIA DI PREMIAZIONE Milano Film Festival premia i vincitori della XXIII edizione alle 19 all’Anteo Palazzo del Cinema: oltre ai premi per i Concorsi Internazionali (miglior Cortometraggio e miglior Lungometraggio), l’Audience Award, il Premio dello Staff e il Premio Aprile.

15.30 120’ MILANO FILM FESTIVALINO Trucco & Parrucco laboratorio per bambini a cura di kiwilab

Social Club Seguiteci (anche) da casa! Grazie a CHILI (ri)vedete il meglio del Festival di oggi e del passato, solo su www.chili.com

Dalle 18.00 appuntamento con Hot Corn, il magazine digitale sul cinema, in Piazza, per incontrare gli ospiti di oggi al Festival.

Follow us (also) from home! Thanks to CHILI you could (re)watch the best of the Festival from today’s editions and from the past ones, only on www.chili.com

From 6.00 pm appointment with Hot Corn, the online magazine about cinema, in the Piazza, to meet today’s Festival guests.

Dalle 10 del mattino all’1 di notte in Piazza degustazione della nuova gamma Lavazza ¡Tierra! From 10 am to 1 am in the Piazza tasting of the new Lavazza ¡Tierra! Coffee range.

Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano e inglese (eccetto dove diversamente indicato) / All the screenings are in original version with subtitles in Italian and English (except where specified differently).

50

DAY BY DAY


CONCORSO

THE OUTSIDERS

Anteo sala Astra

EVENTI SPECIALI

Anteo sala Excelsior

FOCUS E OMAGGI

Spazio Oberdan

domenica 07/10

MUSICA

Palazzo Litta

10

BASE Milano

piazza XXV Aprile

10.00-22.00

ULTRA REALITY

10.30

informazioni a pagina 18 information at page 18

11

ENG

11.30 12

12.00-19.00 ART CINEMA Omaggio ad Alterazioni Video

12.30 13

13.00 CORTOMETRAGGI

78'

15.00 CORTOMETRAGGI

72'

17.00 LUNGOMETRAGGI

90'

FREE

Gruppo G

13.30

in collaborazione con Palazzo Litta Cultura

14 14.30 15 15.30 16

15.30 THE OUTSIDERS

Gruppo F

84'

The Image Book di Jean-Luc Godard 2018

16.30 17

Thunder Road

17.30

di Jim Cummings 2018

18

18.00

Hot Corn Social Club

18.30

60'

FREE

19

19.00 CERIMONIA DI PREMIAZIONE

19.30

60'

19.00 MUSICA

Psychophono Dj-set

FREE

20 20.30

Proiezione del lungometraggio vincitore del Premio della Giuria

21 21.30 22 22.30

FREE

20.00 LUNGOMETRAGGI

21.00 MUSICA

DuoAnale Live

21.30 CORTOMETRAGGI

21.30 LUNGOMETRAGGI

FREE

Proiezione dei cortometraggi vincitori

Proiezione del lungometraggio vincitore del Premio del Pubblico

22.00 MUSICA

Psychophono Dj-set FREE

23 23.30 24

DAY BY DAY

51


AZ FILM CONCORSO LUNGOMETRAGGI Crystal Swan (Khurstal) Darya Zhuk / Bielorussia, Stati Uniti / 2018 / 93’

Nella Bielorussia post-sovietica, la giovane Velya, DJ di musica house in città, sogna di andare in USA. Per avere il visto, deve dimostrare di avere una situazione stabile, e torna a casa in campagna, dove la libertà si restringe e l’alcol e la tradizione aumentano. Una kafkiana ricerca di libertà, per un brillante ritratto femminile. In post-Soviet Belarus, young Velya, a house music DJ living in the city dreams of going to the USA. To get her visa, she has to prove she is in a stable situation, and returns home to the countryside, where freedom is restricted and alcohol and tradition increase. A Kafkaesque search for freedom, a brilliant female portrayal. 01/10 h 09:00 pm, STUDIO MELATO 04/10 h 06:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Denmark (Danmark) Kasper Rune Larsen / Danimarca / 2017 / 90’

Dopo essere rimasta incinta nel corso di una notte brava, la sedicenne Josephine sceglie a caso e seduce un ragazzo più grande, incolpandolo dell’accaduto. Tra echi provenienti dal Dogma 95 e dal cinema di Larry Clark, un ritratto vero, sincero e commovente della gioventù danese. After getting pregnant during a late nightout, 16-year-old Josephine randomly chooses and seduces an older guy, so as to blame him for what happened. A true, sincere and moving portrait of Danish youth, with echoes of Dogma 95 and Larry Clark's cinema. 28/09 h 08:00 pm, ANTEO SALA EXCELSIOR 01/10 h 05:00 pm, SPAZIO OBERDAN

The Dive (Hatzilla) Yona Rozenkier / Israele / 2018 / 90’

Tre fratelli, una famiglia, un ritorno a casa inatteso perché il piccolo Avishai in pochi giorni andrà sul fronte libanese. Il nucleo familiare implode nelle sue contraddizioni, all’interno di un kibbutz. Il regista Yona Rozenkier, con sensibilità e coraggio, recita con i fratelli in un lessico familiare in bilico tra realtà e fiction. Three brothers, a family, an unexpected return home because young Avishai will reach the Lebanese frontline in a few days. Inside a kibbutz, the family implodes among its contradictions. Director Yona Rozenkier, with sensitivity and courage, acts with his brothers in a family scenario, poised between reality and fiction. 02/10 h 09:30 pm, SPAZIO OBERDAN 06/10 h 07:30 pm, SPAZIO OBERDAN

LUZ Tilman Singer / Germania / 2018 / 70’

Chi è e cosa ha fatto la tassista Luz? Per scoprirlo, si entra in un incubo popolato di personaggi dall’identità fluida e incerta. Un trip ipnotico e un’esperienza

52

sensoriale radicale, che trascende l’horror e rilancia il filone delle possessioni demoniache, mescolando Fassbinder e Friedkin. Who is taxi driver Luz and what did she do? To find it out, we enter a nightmare populated by characters with a fluid and uncertain identity. A hypnotic trip and a radical sensory experience, which transcends horror and revives the genre of demonic possessions, blending Fassbinder and Friedkin. 04/10 h 08:30 pm, ANTEO SALA ASTRA 06/10 h 02:30 pm, SPAZIO OBERDAN

The Mercy of the Jungle Joël Karekezi / Belgio, Francia / 2018 / 91’

In present-day Texas, police officer Jim Arnaud (played by Jim Cummings, also the screenwriter and director) must come to terms with his mother’s death and with his wife who wants a divorce, no matter what. He will jeopardize his career and relationships. A surprising feature debut of a director in his early thirties, awarded at Sundance in 2016, Thunder Road is a strong portrayal of Trump’s America.

in perenne movimento di un oceano invisibile. Un fulmineo viaggio sinestetico nel paesaggio. Clouds and hills, trees and farmlands, power towers and cattle herds are transformed, through a clever (and amused) use of pixilation, into the perpetual waves of an invisible ocean. A lightning synesthetic journey through the landscape.

O3/10 h 09:00 pm, SPAZIO OBERDAN 07/10 h 05:00 pm, SPAZIO OBERDAN

City of Tales

Virus Tropical Santiago Caicedo / Colombia / 2017 / 96’

Durante la Seconda Guerra del Congo, un coriaceo veterano e una giovane recluta vengono per errore lasciati indietro dal proprio battaglione. Soli nel bel mezzo della giungla, cercheranno di raggiungere i commilitoni. Non sarà facile. Al suo secondo lungometraggio, Joël Karekezi (classe 1985), firma una fiaba sull'amicizia virile insolita e potente, illuminata da bagliori di umorismo macabro e sorretta da una forte tensione morale. During the Second Congo War, a tough veteran and a young recruit are mistakenly left behind by their battalion. Alone in the middle of the jungle, they try to reach their comrades. It won’t be easy. With his second feature film, Joel Karekezi (born in 1985) creates a tale about an unusual and powerful male friendship, lit up by flashes of macabre humor and animated by a strong moral tension.

Quito, anni ’80, Paola è la più piccola di tre sorelle, suo padre ha abbandonato la sua famiglia. Paola cresce quindi in un mondo interamente al femminile, litigando con le sorelle maggiori e venendo a patti con le scelte della madre. Virus Tropical è l’adattamento della Graphic Novel omonima, un omaggio coraggioso alla femminilità, capace di raccontare le sfumature più contraddittorie della vita della sua protagonista sapendo bilanciare empatia e profondità. Quito, 1980s. Paola is the youngest of three sisters whose father has left the family. Therefore, Paola grows up in an all-female world, fighting with her older sisters, Patti and Claudia, and coming to terms with her mother's choices. Virus Tropical is the adaptation of the homonymous graphic novel, a brave tribute to femininity which depicts the most contradictory shades of the life of its protagonist, while balancing empathy and depth.

30/09 h 07:30 pm, ANTEO SALA ASTRA 03/10 h 04:30 pm, SPAZIO OBERDAN

29/09 h 07:30 pm, ANTEO SALA ASTRA 02/10 h 05:00 pm, SPAZIO OBERDAN

The Third Wife (Phuong Anh Nguyen) Ash Mayfair / Vietnam / 2018 / 94’

Vietnam, XIX secolo. May, 14 anni, diventa la terza moglie di un vecchio latifondista. In un patriarcato stanco e claustrofobico, tre donne, dolenti e bellissime cercano l’indipendenza. Soprattutto emotiva e fisica. Ash Mayfair firma un vibrante ritratto di sensualità ed emozioni che sa parlare a tutti. Vietnam, 19th century. May, 14 years old, becomes the third wife of an old landowner. In a tired and claustrophobic patriarchy, three sorrowful and beautiful women seek emotional and physical independence. Ash Mayfair gives a vibrant portrait of sensuality and emotions that speaks to everyone. 29/09 h 09:30 pm, SPAZIO OBERDAN 04/10 h 04:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Thunder Road Jim Cummings / Stati Uniti / 2018 / 90’

Nel Texas di oggi, l'agente di polizia Jim Arnaud (interpretato da Jim Cummings, anche sceneggiatore e regista) deve fare i conti con la morte della madre e con la moglie che vuole a tutti i costi il divorzio: rischierà di mettere a repentaglio carriera e affetti. Sorprendente esordio nel lungometraggio di un regista poco più che trentenne, già premiato al Sundance nel 2016, con un forte ritratto dell'America trumpiana.

CONCORSO CORTOMETRAGGI GRUPPO A

Arash Nassiri / Francia / 2017 / 21’

Il tempo di un’ibrida conversazione visiva e sonora, Los Angeles dialoga con Teheran in un trasmutazione di luoghi e linguaggi per proporre una nuova realtà. City of tales illumina le strade notturne di L.A. con delle scritte in persiano su pannelli luminosi psichedelici e fa parlare i suoi abitanti in lingua per ridare vita alla Persia così lontana. Just the time for a hybrid video-andsound conversation: Los Angeles dialogues with Tehran in a transmutation of places and languages to offer a new reality. City of Tales lights up the night streets of L.A. with Persian writings on psychedelic light panels and lets its inhabitants speak in another language, for one night, reviving a remote place.

AUGUR (AGOURO) David Doutel, Vasco Sá / Portogallo, Francia / 2018 / 15’

L’inverno spietato mette a durissima prova il rapporto tra un rude pastore e il suo inerme cugino, imprigionato dall’incantesimo di una folle speranza. Una parabola ancestrale tratteggiata, con pittura su vetro elaborata in grafica, sulla tela di un Portogallo rurale di bellezza e crudeltà primordiali. A harsh cold winter strains the relationship between a rude shepherd and his helpless cousin, trapped by the spell of a crazy hope. An ancestral parable sketched, with computer processed painting on glass, on the canvas of a beautiful yet cruel rural Portugal.

FUCKING BUNNIES (SAATANAN KANIT)

Shadow Animals (SKUGGDJUR) Jerry Carlsson / Svezia / 2017 / 22’

Marall segue i genitori a un cena tra amici e osserva confusa i rituali dei grandi. Li vede esibirsi in borghesi coreografie mentre tiene d’occhio un misterioso animale ombra che si è intrufolato senza invito. Un film danzante dal confortevole surrealismo che riflette sul carattere animale dei comportamenti sociali. Marall follows her parents to a dinner with friends, where she is perplexed by the grown-ups' rituals. She sees them indulging in bourgeois collective choreographies as she watches a mysterious shadow animal that sneaked in without an invitation. A dancing drama whose comfortable surrealism contemplates the animal nature of social rituals.

Waves (Vlnění) Vojtech Domlatil / Repubblica Ceca / 2017 / 3’

Nuvole e colline, alberi e campi coltivati, tralicci dell'alta tensione e mandrie di bovini si trasformano, con l'uso accorto (e divertito) della pixillation, nelle onde

AZ FILM

Teemu Niukkanen / Finlandia / 2017 / 17’

Cosa accadrebbe se nell’appartamento accanto al tuo si trasferisse un adoratore di Satana a capo di una setta sessuale? La risposta alla domanda è l’esilarante e bizzarra dark comedy del finlandese Teemu Niukkanen, che ci racconta l’incontro tra Raimo, un tranquillo signore di mezza età, e Maki, un gentile satanista dallo stile di vita deviato. What would happen if a Satan worshipper and leader of a sexual sect were to move into the apartment next door? The answer to this question can be found in this hilarious and bizarre dark comedy by Finnish director Teemu Niukkanen, which portrays the meeting between Raimo, a quiet middle-aged man, and Maki, a friendly satanist with a deviant lifestyle. 28/09 h 08:30 pm, STUDIO MELATO 30/09 h 05:00 pm, STUDIO MELATO


GRUPPO B Mountain Plain Mountain Araki Yu, Daniel Jacoby / Spagna, Giappone, Paesi Bassi / 2017 / 22’

Avete mai frustato un cavallo invisibile? Documentando il dietro le quinte della speciale gara di Ban’ei in Giappone, Mountain Plain Mountain si trasforma gradualmente in un loop di suoni, immagini, parole, che regalano un’esperienza cinematografica unica, poetica e sperimentale. Have you ever whipped an invisible horse? By documenting the backstage of an exceptional Ban’ei race in Japan, Mountain Plain Mountain gradually turns into a loop of sounds, images and colors offering a unique, poetic and experimental film experience.

A Short Film about Education (Un cortometraje sobre la educación) Sebastián Nemo Arancibia / Cile / 2017 / 18’

Un professore di matematica non alle prime armi e un nuovo liceo in cui lavorare noto per essere pieno di bulli. Gli adolescenti non tardano a scoprire un lato oscuro nel passato del professore, ricattandolo fino al limite. La tensione sale e l’educazione non è fatta solo di parole. First days of work for an experienced math teacher in a new high school which is known to be the ground of accomplished bullies. Tension grows as the students quickly discover a dark side of his past. Students and teacher will face a direct confrontation, questioning respect and moral sense.

Nevada Emily Ann Hoffman / Stati Uniti / 2017 / 12’

Una coppia giovane ed eterosessuale è tenuta ad avere dei figli? Questa animazione è una riflessione sulla libertà di scelta di una coppia di diventare genitori lontana da qualsiasi forma di estremismo, ma aprendo la discussione a tutte le sfumature possibili di questo tema tanto attuale senza nulla togliere all’amore. Is a young heterosexual couple supposed to have children? Devoid of any form of extremism, this animation is a meditation on a couple's freedom to decide whether or not to become parents. It opens a debate on all possible shades of this hot issue, without discrediting love.

Symphony of a Sad Sea (Sinfonía de un mar triste) Carlos Morales Mancilla / Messico / 2017 / 12’

Hugo fugge dalla violenza di Guerrero. Mentre osserva il nuoto delle balene nelle fredde acque della Bassa California, racconta dell’omicidio di suo fratello quattordicenne, che lo ha immerso in una profonda tristezza e solitudine. A sedici anni è sicuro di una cosa: vuole attraversare il confine con gli Stati Uniti per incontrare suo padre. Hugo runs from the violence of Guerrero, a Mexican region. As he watches the whales swimming in the cold waters of Baja California, he tells of the murder

of his fourteen-year-old brother which plunged him into deep sorrow and loneliness. At sixteen he is sure of one thing: he wants to cross the border with the United States to reach his father.

All these creatures Charles Williams / Australia / 2018 / 15’

Un adolescente assiste alla crescita esponenziale della malattia mentale del padre. Dell’uomo, rimangono familiari solo le sembianze fisiche. In un’atmosfera mistica, contornata da antiche leggende africane, la pazzia del padre si consuma trasformandolo in un mostro. Premiato a Cannes con la Palma d’oro. An adolescent witnesses the exponential growth of his father's mental illness, whose physical features are the only thing that still looks familiar. In a mystical atmosphere, surrounded by ancient African legends, his father’s madness turns him into a monster. Winner of the Short Film Palme d'Or in Cannes. 29/09 h 08:30 pm, STUDIO MELATO 01/10 h 05:00 pm, STUDIO MELATO

GRUPPO C Tracing Addai Esther Niemeier / Germania / 2018 / 30’

Una madre cerca di ricostruire gli ultimi anni di vita del figlio, unitosi a un gruppo salafita in Siria, per cercare di comprendere le cause della sua morte. Riuscirà l’incontro con Illias, amico di Addai e suo compagno di addestramento ad Aleppo a rispondere ad alcuni dei suoi interrogativi? A mother tries to figure out the last years of her son, who joined a Salafist group in Syria, as she tries to understand the causes of his death. Will some of her questions find an answer when she meets Illias, a friend of Addai's and his training partner in Aleppo?

Things and Wonders 2022 Anna Vasof / Austria / 2017 / 4’

Sketch e sorprese low budget, dalla partita a ping pong giocata tra audio e le pagine di un libro, alla Cappella Sistina che rivive su un parabrezza. Dagli oggetti nascono piccole meraviglie, ma serve uno sguardo divertito come quello di Anna Vasof, tra nonsense e risate, per cambiare il mondo intorno. Low budget sketches and surprises, from the ping-pong game between the audio and the pages of a book to the Sistine Chapel reproduced on a windshield. Objects perform small wonders, but you need a look as amused as that of Anna Vasof, poised between nonsense and laughter, to change the world around you.

Judgement Raymund Ribay Gutierrez / Filippine / 2018 / 15’

Joy, madre di una bimba di 4 anni, viene quotidianamente picchiata dal marito Dante Santos. In concorso a Cannes, Judgment conferma il talento del 25enne regista filippino Raymund Ribay Gutierrez, che racconta senza pregiudizi storie di emarginazione e brutalità quotidiana. Joy, mother to a 4-year-old girl, is beaten

AZ FILM

daily by her husband Dante Santos. After competing in Cannes, Judgment reaffirms the talent of 25-year-old Philippine Joy, mother to a 4-year-old girl, is beaten daily by her husband Dante Santos. After competing in Cannes, Judgment reaffirms the talent of 25-year-old Philippine director Raymund Ribay Gutierrez, who portrays stories of marginalization and daily brutality without any prejudice.

Blind Mice Nicholas D’Agostino / Stati Uniti / 2018 / 9’

Walter è appena uscito di prigione ed è già pronto per un ultimo colpo prima diritirarsi. Le cose non andranno però come previsto. Blind Mice è un’animazione ricca di atmosfera dove le suggestioni noir si fondono con un character design dai toni esoterici, un viaggio infernale nella New York degli anni ’20. Walter just got out of prison and is ready for his last job before retiring. However, things will not go as planned. Blind Mice is an animation full of atmosphere, whose noir features merge with a somewhat esoteric character design, an infernal journey into 1920s New York.

Kiem Holijanda Sarah Veltmeyer / Paesi Bassi / 2017 / 14’

I fratelli Andi e Florist vivono in un villaggio povero e desolato del Kosovo. Vendendo latte guadagnano quel tanto che basta per sostenere la famiglia. Andi cerca un telefono per guardare un film porno, Florist lo cerca per ben altro, forse un addio. The two brothers Andi and Florist live in a poor and desolate village in Kosovo and sell milk to support their families. Andi is looking for a phone to watch a porn movie, Florist for a complete different reason – a goodbye maybe. 30/09 h 08:30 pm, STUDIO MELATO 03/10 h 04:30 pm, STUDIO MELATO

GRUPPO D Ulysses Shu CAO / Cina / 2017 / 10’

Una voce misteriosa rilegge un vecchio diario d’infanzia e ritrova una persona che aveva dimenticato. I contorni del ricordo sono sfumati e quella presenza femminile non riesce a prendere forma. Il regista Shu CAO si interroga sulle memorie d’infanzia, giocando con una animazione 3D enigmatica. A mysterious voice re-reads an old childhood diary and finds a long forgotten person. The outlines of memory are blurred and that female presence cannot take shape. Director Shu CAO questions childhood's memories by playing with an enigmatic 3D animation.

Second Best Alyssa McClelland / Australia / 2017 / 20’

Dall’Australia arriva Second Best, dove la regia di Alyssa McClelland esplora le vicende di due incompatibili gemelle. Velika lavora senza entusiasmo nella ditta di famiglia, mentre Nouchka è una giovane promessa della ginnastica artistica idolatrata dalla madre. Tuttavia, tra vinti e vincitori, il peso cambia all’improvviso.

From Australia comes Second Best, whose director Alyssa McClelland investigates the lives of two conflicting twins. Velika works without enthusiasm in the family business, while Nouchka is a young talented artistic gymnast, worshipped by her mother. However, the balance between losers and winners suddenly changes.

Vanishing Point (Hei Vaan!) Jukka Silokunnas / Finlandia / 2017 / 1’

Un viaggio nel tempo alla velocità della luce per questa piccola perla sperimentale finlandese. Cosa cambia quando il mondo intorno a te non si rimpicciolisce più in prospettiva alla crescita dalla tua altezza ma al tuo invecchiamento? A journey through time at the speed of light is featured by this little Finnish experimental gem. What changes when the world around you doesn’t shrink anymore as you grow taller but as you grow older?

Our Song to War (Nuestro Canto a La Guerra) Juanita Onzaga / Belgio, Colombia / 2018 / 14’

Quando in occasione del “novenario” gli abitanti di Bojayà in Colombia si riuniscono per pregare e ricordare le vittime del terribile massacro che più di un decennio fa ha colpito il paese, i miti e le leggende del passato rivivono nell’immaginario della popolazione e delle nuove generazioni. When, on the occasion of the Novenario, the inhabitants of Bojayà, Colombia, gather to pray and remember the victims of the terrible massacre that hit the country more than a decade ago, the myths and legends of the past are revived in the imagination of the population and the new generations.

ALL OUT (ESCE TUTTO) Valentina De Zanche, Tommaso Dell’Anna / Italia / 2018 / 26’

Cosa significa essere un ventenne a Milano oggi? Esce tutto, il primo videomixtape di EL SORRIO, duo milanese composto dal trentunenne Tommaso Dell’Anna e dalla venticinquenne Valentina De Zanche, ve lo racconta in un flusso allucinato, tra hinterland, cavalli, risate e alienazione. What does it mean to be twenty in Milan today? Esce tutto, the first videomixtape by EL SORRIO, a Milanese duo composed by 31-year-old Tommaso Dell’Alba and 25-year-old Valentina De Zanche, explains it with a hallucinated flow, among suburbs, horses, laughter and alienation. 02/10 h 07:30 pm, SPAZIO OBERDAN 05/10 h 06:00 pm, SPAZIO OBERDAN

GRUPPO E Hector Malot: the Last Day of the Year (Ektoras malo: i teleftea tis chronias) Jacqueline Lentzou / Grecia / 2018 / 25’

Sofia, giovane figlia di una coppia divorziata, trascorre i giorni a cavallo di Capodanno tra amici, passeggiate in compagnia del cane e una festa non molto divertente. Un ritratto accorto e penetrante sui chiari scuri della femminilità e sulla confortevole universalità della solitudine e dell’irrisolto.

53


AZ FILM Sofia, the young daughter of a divorced couple, spends a few days around New Year's Eve with friends, walking with the dog and attending a party that is not very funny. A clever and insightful portrait of the lights and shades of femininity and the comfortable universality of loneliness and of the unresolved.

KNOCKSTRIKE Marc Torices, Pau Anglada, Genis Rigol Alzola / Spagna / 2017 / 5’

Il più classico degli scambi di valigia trascina un pavido impiegato in un delirante turbinio di avventure e incontri bizzarri, legati al contenuto di un misterioso videotape. Un flusso cangiante e fluorescente di invenzioni grafiche e paradossi narrativi, intriso di umorismo camp e modernariato pop. A typical suitcase swap drags a fearful employee into a delirious whirlwind of hallucinatory adventures and bizarre encounters, all linked to the content of a mysterious videotape. A changeable and fluorescent flow of graphic inventions and narrative paradoxes, full of camp humor pop and mid century modern.

Seventh Continent (Le septième continent) Noé Debré / Francia / 2018 / 22’

Emile viene ingaggiato da Thybald per trovare Claire Soares, la sua ragazza scomparsa, presumibilmente rapita da John Rapoport, un milionario che ha fatto la sua fortuna grazie ai sacchetti di plastica. In un flusso narrativo privo di apparente senso logico, tra bizzarri personaggi e palle di MDMA, Emile scoprirà il settimo continente. Emile is hired by Thybald to find Claire Soares, his missing girlfriend, presumably kidnapped by John Rapoport, a millionaire who made his fortune with plastic bags. In a seemingly illogical narrative flow, among bizarre characters and balls of MDMA, Emile will discover the seventh continent.

Tungrus

In Heimat, Emi Buchwald brings together five members of a family in an unusual place: the town police station, which turns into neutral ground during their ironic verbal complaint, allowing an unexpected dialogue between them. They will walk out changed.

Hypnodrom (Hypnodrome) Richard Wilhelmer / Austria / 2017 / 5’

La ripresa di una guida in strada, dalla campagna alla città, che sovverte la percezione, mandandola in rotazione continua a 360 gradi, rompendo l’abitudine. Un cortometraggio sperimentale che potrebbe risolversi in un gioco, ma una voce accompagna lo spettatore: ci si può rilassare senza equilibrio? The footage from a car drive from the countryside to the city upsets perception, as it keeps on rotating, breaking the habit. An experimental short film which could turn out being just a game, if it wasn’t for a voice talking to the viewers: can you relax without balance?

Warm Comedy about Depression, Madness and Unfulfilled Dreams (Hrejivá komédia o depresii, šialenstve a nesplnených snoch) Michal Ďuriś / Slovacchia / 2017 / 22’

Una commedia sulla sofferenza, un simpatico ritratto per episodi di una famiglia e della sua tranquilla routine del dolore. Con vignette che alternano la claustrofobia dei 4:3 ad ampie vedute di cieli tersi, il film prova come la depressione possa essere un ottimo soggetto per una commedia. A comedy about suffering, a playful episodic portrayal of a family and its quiet routine of sorrow. With cartoons that alternate claustrophobic 4:3 images with broad views of clear skies, the film shows how depression can be a perfect subject for comedy.

Solar Walk

Rishi Chandna / India / 2018 / 13’

Réka Bucsi / Danimarca / 2018 / 21’

Da re del pollaio a padrone di casa: Tungrus è un documentario ironico e irriverente che racconta la vita di un’agiata famiglia di Mumbai alle prese con un animale domestico molto particolare, un gallo. Non uno qualsiasi, ma uno che impone la sua incontrastata supremazia in casa. From ruling the roost to ruling the house: Tungrus is an ironic and irreverent documentary that depicts the life of a wealthy Mumbai family struggling with a very special pet – a rooster. And not just any rooster, but one that imposes its undisputed supremacy on the house.

Fluidi corporali, mostri fantastici, distanze siderali. Una missione spaziale su un pianeta vivente diventa uno spettacolo di colori e sensazioni che lascia smarriti. La nuova animazione di Réka Bucsi conferma l’autrice come una delle migliori artiste dell’intero panorama animato mondiale. Body fluids, fantastic monsters, sidereal distances. A space mission on a living planet turns into a disorienting show of colors and sensations. With her new animation, Réka Bucsi reaffirms herself as one of the best artist in the world animation scene.

29/09 h 05:00 pm, STUDIO MELATO 03/10 h 08:00 pm, STUDIO MELATO

GRUPPO F Heimat Emi Buchwald / Polonia / 2017 / 24’

In Heimat, Emi Buchwald riunisce i cinque membri di una famiglia eccentrica in un posto poco convenzionale: l’ufficio di polizia municipale che si trasforma, il tempo di una ironica denuncia verbale, in un luogo neutro che permette uno scambio reale tra i membri della famiglia. Ne usciranno cambiati.

54

05/10 h 08:30 pm, ANTEO SALA PRESIDENT 07/10 h 03:00 pm, SPAZIO OBERDAN

GRUPPO G La persistente Camille Lugan / Francia / 2018 / 22’

La Persistente è una motocicletta indissolubilmente legata al suo proprietario, Ivan, un giovane dall'aria misteriosa che lavora in una stazione sciistica da qualche parte sui Pirenei francesi. Quando un gruppo di giovani del

luogo gli ruba il mezzo, le conseguenze saranno imprevedibili. La Persistente is a motorcycle, inextricably linked to its owner Ivan, a mysteriouslooking young man who works in a ski resort somewhere in the Pyrenees. When a group of local youngsters steal his vehicle, the consequences unfold unpredictably.

in southern Italy. In Como they meet young director Andreas Muggli who sets out to follow them on their difficult journey to Switzerland through the Alps and chronicle their steps, nights and discoveries.

Bullet Points for a Revolution (Instruções para uma revolução)

GRUPPO H

Tiago Rosa-Rosso / Portogallo / 2018 / 11’

Danza, performance, giochi di parole per smontare l’idea della Rivoluzione, per farla vibrare secondo ritmi e idee nuove. Che ballo è il lumpen proletariat? La rivoluzione ha a che fare con il corpo? Un film sul parlare di idee e dargli movimento, vagando nel linguaggio per riscoprire una parola. Dance, performance, wordplay are used to demolish the Revolution idea, to make it vibrate according to new rhythms and ideas. What dance is the lumpen proletariat? Does the revolution have to do with the body? A film about discussing ideas and setting them in motion, about wandering through language to rediscover a word.

05/10 h 08:00 pm, ANTEO SALA ASTRA 07/10 h 01:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Mirage My Bros (Miragem meus putos) Diogo Baldaia / Portogallo / 2017 / 24’

Una scuola elementare senza insegnante, un contratto con una squadra di calcio importante e una festa di capodanno. Tre racconti tinti di aspirazione e desiderio di fuggire mostrano una gioventù assorbita dal potere dei sogni e dalla durezza della realtà. Una generazione che deve affrontare una crescita in lotta con il futuro. An elementary school without a teacher, a contract with an important soccer team and a New Year's eve party. Three tales of aspiration and desire to escape, which portray youth as marked by the power of dreams and the harshness of reality. A generation has to face growth while struggling with the future.

Wren Boys

Aquathlon (АKВАТЛОН)

Harry Lighton / Regno Unito / 2017 / 11’

Alexey Shabarov / Russia / 2018 / 16’

Un adolescente alto e taciturno viene iscritto dalla madre ad un corso di nuoto tenuto da un insegnate particolarmente aggressivo. Nonostante la resistenza al dolore e le prove di forza siano protagoniste di ogni lezione, il giovane sembra essere impassibile, immune dalle provocazioni del maestro e dei compagni. A tall, silent teenager is enrolled by his mother in a swimming course taught by a rather aggressive teacher. Although pain resistance and strength tests are key to every lesson, the young man seems unperturbed, unaffected by the challenges of his teacher and teammates.

(OO)

Nel suo sermone il Giorno di Santo Stefano Padre Conor ricorda l’antica tradizione irlandese della caccia allo scricciolo, poco prima di accompagnare il nipote in carcere a trovare un detenuto di sua conoscenza. In his sermon on Boxing Day, just before going with his nephew to visit an acquaintance in jail, Father Conor recalls the ancient Irish tradition of killing a wren. A clash between old and new is about to happen.

Caterpillarplasty David Barlow-Krelina / Canada / 2018 / 5’

Hamama & Caluna

Caterpillarplasty è un racconto ipnotizzante e meticolosamente elaborato di modificazioni del corpo, tecnologia medica e trascendenza; è una visione fantascientifica delle ideologie di bellezza, gonfiate a dismisura. In una società tecnologicamente avanzata in cui il bruco ha un significato speciale, la gente brama la metamorfosi. Caterpillarplasty is a hypnotizing and thoroughly elaborated tale of body modifications, medical technology and transcendence; it is a science-fiction view of the ideology of beauty at all costs, excessively inflated. In a technologically advanced society where the caterpillar has a special meaning, people crave metamorphosis.

Andreas Muggli / Svizzera / 2018 / 23’

Caroline

OH Seo-ro / Corea del Sud / 2017 / 6’

Si comincia con un pizzicorino al naso: un attimo dopo è tutto un lacrimare d'occhi e un gocciolar di nasi. Uno starnuto raccontato come un mini "disaster movie", con tanto di alluvioni e colate di lava, fino all'agognato lieto fine. Almeno fino al prossimo pizzicorino… It all starts with a tickle in the nose – in a few seconds it all comes to teary eyes and a runny nose. A sneeze turns into a miniature disaster movie, with floods and lava flows, up to the long-awaited happy ending. At least until the next tickle…

Hamama & Caluna sono due immigrati adolescenti che, dopo essere sbarcati nel Sud Italia, si stanziano a Como. Lì conoscono Andreas Muggli, il giovane regista che decide di seguirli nel loro faticoso viaggio verso la Svizzera attraverso le Alpi documentandone i passi, le nottate e le scoperte. Hamama & Caluna are two teenager refugees that settle in Como after landing

AZ FILM

Logan George, Celine Held / Stati Uniti / 2018 / 12’

Oggi la mamma è molto indaffarata, per questo ha chiesto a Caroline di far la brava e badare ai suoi fratellini per qualche minuto. Caroline ha 6 anni e ancora non lo sa, ma le cose possono complicarsi in fretta. 12 minuti di apnea che raccontano lucidamente come la quotidianità sappia trasformarsi in caos.


Today mum seems more busy than usual, that’s why she asked Caroline to be a good girl and take care of her little brothers for a few minutes. Caroline is only 6 years old and doesn’t know yet that things can get complicated very quickly. Twelve breathless minutes in which everyday life slips into chaos.

PALOOKAVILLE Sem Bucman, Pim Algoed / Belgio / 2018 / 18’

Palookaville è una black comedy su un uomo di quarant’anni che compensa il suo isolamento sociale con tanto lavoro e alcol. Quando vede la sua vita professionale scivolare dalle dita, decide di contrattaccare nella maniera più brutale. E allo stesso tempo vuole insegnare a suo figlio di sei anni, una cosa o due a proposito di cosa significhi essere un uomo. Palookaville is a dark comedy about a 40-year-old man who compensates for his social isolation with a lot of work and alcohol. When he sees his career slip through his fingers, he decides to fight back in the most brutal way. At the same time, he wants to teach his 6-year-old son a couple of things about what it means to be a man. 29/09 h 03:00 pm, STUDIO MELATO 06/10 h 08:00 pm, ANTEO SALA ASTRA

FOCUS ANIMAZIONE Oh Willy… Emma De Swaef, Marc James Roels / Belgio, Paesi Bassi, Francia / 2012 / 16’

Willy, pupazzo di lana animato, torna assieme alla madre malata nella comunità naturista in cui ha vissuto l’infanzia. Quando lei muore, tormentato dai ricordi, fugge nella foresta. Perdendo se stesso, troverà l’amore assoluto. La storia di Willy è la storia di tutti. Ma per lui, la soluzione è spiccare il volo nel vuoto dell’Universo. Willy, an animated woolen puppet, returns with his sick mother to the naturist community where he spent his childhood. When she dies, he flees into the forest haunted by memories. By losing himself, he will find absolute love. Willy's story is everyone's story. But for him, the solution is to fly into the emptiness of the Universe. 06/10 h 10:00 pm, ANTEO SALA PRESIDENT

This Magnificent Cake! (Ce Magnifique Gâteau !) Emma De Swaef, Marc James Roels / Belgio, Francia, Paesi Bassi / 2018 / 44’

Nell'Africa coloniale di fine '800, un’animazione in stop motion di pupazzi di lana tocca personaggi diversi: da un re tormentato, a un pigmeo che lavora in un hotel di lusso, a un disertore dell'esercito. Emma de Swaef e Marc James Roels firmano una dura critica al colonialismo con uno sguardo surreale per nulla scontato. Set in late 19th century colonial Africa, a stop motion animation with wool puppets portrays different characters: from a tormented king through a pygmy working in a luxury hotel to an army

deserter. Emma de Swaef and Marc James Roels sign a harsh critique of colonialism with a surreal look which is far from predictable. 06/10 h 10:00 pm, ANTEO SALA PRESIDENT

Augenblicke - A Blink of an eye (Augenblicke) Kiana Naghshineh / Germania / 2018 / 4’

Bacchus Rikke Alma Krogshave Planeta / Danimarca / 2018 / 5’

The Battle of San Romano (La bataille de San Romano) Georges Schwizgebel / Svizzera / 2017 / 2’

Between the Shadows (Entre sombras) Alice Guimarães, Mónica Santos / Portogallo, Francia / 2018 / 13’

Bloody Fairy Tale Tereza Kovandová / Repubblica ceca / 2018 / 8’

A Brief Spark Bookended by Darkness Brent Green / Stati Uniti / 2017 / 4’

Cat Noir O’Neil Bürgi / Svizzera / 2018 / 6’

Circuit

Inanimate Lucia Bulgheroni/ Regno Unito, Italia / 2018 / 9’

Intimity Elodie Dermange / Svizzera / 2017 / 5’

An Island Rory Byrne / Irlanda / 2017 / 13’

Island Max Mörtl, Robert Löbel / Germania / 2017 / 3’

Jedi Mind Tricks “Marciano’s Reign” Feat. Scott Stallone Bo Mathorne / Danimarca / 2018 / 3’

Living like Heta Bianca Caderas, Isabella Luu, Kerstin Zemp / Svizzera / 2017 / 6’

Love Nest Remus Buznea & Kiki Kyriakou / Regno Unito / 2018 / 1’

A Love Letter to the One I Made Up (‫)יתאצמהש רוחבל הבהא בתכמ‬ Rachel Gutgarts / Israele / 2017 / 6’

Parking Attendant (Cuidacoches) Dante Zaballa / Argentina, Germania / 2017 / 2’

Rem Artur Hanaj / Polonia / 2017 / 3’

Delia Hess / Svizzera / 2018 / 9’

Reverie

Coyote

Philip Louis Piaget Rodriguez / Danimarca / 2018 / 8’

Lorenz Wunderle / Svizzera / 2018 / 10’

Ricochet Splendid

Cyclists (Biciklisti)

Pablo Gostanian / Argentina / 2018 / 3’

Veljko Popovic / Croazia, Francia / 2018 / 7’

Robhot

A Daily Chat

Donato Sansone / Francia / 2017 / 6’

Cheng-Hsu Chung / Regno Unito, Taiwan / 2017 / 5’

A Day in the Park (Un día en el parque)

Shape of a Moving Idea (Forma di un’idea in movimento) Virginia Clara Gabrielli / Italia / 2018 / 4’

Diego Porral / Spagna / 2017 / 3’

Dolly.Zero Ugo Bienvenu / Francia / 2017 / 3’

Fest

The Velvet Underground Played at My High School Anthony Jannelli, Robert Pietri / Stati Uniti / 2017 / 7

Nikita Diakur / Germania / 2018 / 3’

Vermin (Vermine)

Floatland

Jérémie Becquer / Danimarca / 2018 / 6’

Victoria Vincent / Stati Uniti / 2018 / 3’

Vibrato

The Full Story

Sébastien Laudenbach / Francia / 2017 / 7’

Christopher Wilder, Daisy Jacobs / Regno Unito / 2017 / 7’

Guest (Gość)

Waldo’s Dream (El sueño de Waldo)

Aleksander Józefczyk / Polonia / 2017 / 2’

Santiago O Ryan, José Ignacio Navarro Cox, Jorge Campusano / Cile / 2018 / 3’

Icebergs

Weekends

Eirini Vianelli / Stati Uniti, Grecia / 2018 / 10’

AZ FILM

MARATONA ANIMAZIONE 01/10 h 08:30 pm, ANTEO SALA EXCELSIOR 01/10 h 09:30 pm, ANTEO SALA PRESIDENT

THE OUTSIDERS CLIMAX Gaspar Noé / Francia / 2018 / 96’

Un gruppo di ballerini, un edificio isolato, la disco music che rimbomba, un fiume di sangria corretta con un ingrediente misterioso. Oltre a essere il capolavoro di Gaspar Noè, Climax è anche una personalissima rivisitazione in acido di Suspiria di Dario Argento. A group of dancers, an isolated building, loud disco, a lot of sangria laced with a mysterious ingredient. Besides being Gaspar Noé's masterpiece, Climax is also a very personal reinterpretation of Dario Argento's Suspiria on acid. 03/10 h 10:00 pm, ANTEO SALA PRESIDENT 06/10 h 10:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Cosmonauta Susanna Nicchiarelli / Italia / 2009 /85’

Esordio di Susanna Nicchiarelli, regista anche dell’apprezzato Nico, 1988 e in giuria quest’anno al Festival, Cosmonauta è la storia, ambientata nel 1957 a Roma, di Luciana, bambina convinta che la rivoluzione comunista trionferà. Un’occasione per riscoprire una commedia al femminile che vinse Controcampo italiano a Venezia. Set in Rome in 1957, Cosmonauta is the film debut of Susanna Nicchiarelli, who also directed the acclaimed Nico, 1988 and is part of this year’s Festival jury. It tells the story of Luciana, a child convinced that the communist revolution will triumph. An opportunity to rediscover a female comedy that won the Controcampo Italiano Award in Venice. 29/09 h 03:30 pm, SPAZIO OBERDAN

Diamantino Gabriel Abrantes, Daniel Schmidt / Portogallo, Francia, Brasile / 2018 / 92’

Diamantino, identico a Cristiano Ronaldo, è il calciatore più forte di sempre, ma ha la maturità di un bimbo. Il Portogallo, dopo i mondiali, lo vuole sfruttare per una politica nazionalista, ma qualcosa rompe l’equilibrio. Kitsch e visivamente caleidoscopico, un film che racconta con ironia sfrenata l’Europa tra movimenti xenofobi, crisi dei migranti e culto della celebrità. Diamantino, who looks exactly like Cristiano Ronaldo, is the strongest footballer ever, but he has the maturity of a child. After the World Cup, Portugal wants to capitalize on him to promote nationalist politics, but something breaks the balance. Tacky and visually kaleidoscopic, with unrestrained irony the film depicts Europe amid xenophobic movements, the migration crisis and the cult of celebrity. 29/09 h 10:00 pm, ANTEO SALA ASTRA

Trevor Jimenez / Stati Uniti / 2017 / 15’

55


AZ FILM Esperimenti di Francesco Ballo Francesco Ballo / Italia / 2018 / 27’

Pensato e realizzato in collaborazione con lo stesso regista, un viaggio a ritroso nell'universo visivo di Francesco Ballo, studioso di Keaton e filmmaker: dagli ultimi Esperimenti - Raccolta 4 (2018) all'inedito Sposalizio, realizzato in super8 nel 1970, digitalizzato e rimontato da Ballo per il MFF. Quasi un diario filmato, testimonianza di un instancabile lavoro creativo che va avanti da quasi cinquant’anni. Conceived and realized in collaboration with the director himself, an upstream journey into the visual universe of filmmaker Francesco Ballo, an expert on Keaton, from the most recent Esperimenti - Raccolta 4 (2018) to Sposalizio, previously unreleased, shot in super8 in 1970 and digitized and re-edited by Ballo for the MFF. Almost a filmed diary, it is a proof of a tireless creative work that has been going on for almost fifty years. 29/09 h 05:30 pm, SPAZIO OBERDAN

The Image Book (Le livre d’image) Jean-Luc Godard / Francia / 2018 /84’

Abbandonarsi alle immagini e parole di Jean-Luc Godard è un gioco che dà un disorientamento inquieto. Quella sensazione è l’arte del tardo Godard, tra sequenze e frasi lanciate come amuleti. Il cinema è un mezzo per attraversare la Storia in diretta, dal tavolo di montaggio. Palma d’oro speciale a Cannes, in anteprima italiana. Surrendering to the images and words of Jean-Luc Godard is a game that causes a disturbing disorientation. That feeling is the art of the late Godard, between sequences and sentences thrown like amulets. Cinema is a means of crossing History live from the editing table. The winner of the Special Palme d'Or at Cannes in its Italian premiere. 05/10 h 08:00 pm, SPAZIO OBERDAN 07/10 h 03:30 pm, ANTEO SALA ASTRA

Non-Fiction (Doubles vies) Olivier Assayas / Francia / 2018 / 108’

Crisi esistenziali e tradimenti sullo sfondo del dibattito riguardante la crisi della carta stampata e la rivoluzione del digitale nel mondo dell’editoria. Con Non-Fiction Olivier Assayas chiude il cerchio iniziato con Personal Shopper e Sils Maria firmando una commedia stralunata con mistero annesso da risolvere. Existential crises and betrayals against the background of the print media crisis and the digital revolution in the publishing business. With Non-Fiction, Olivier Assayas closes the circle begun with Personal Shopper and Sils Maria and creates a comedy with a mystery to be solved. 30/09 h 08:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Turbo Film Alterazioni Video / Russia / 2018 / live 04/10 h 10:30 pm, ANTEO SALA ASTRA

U-22 July (Utøya 22. juli) Erik Poppe / Norvegia / 2018 / 90’

56

22 luglio 2011, sull’isola di Utøya in Norvegia un estremista di destra armato attacca 500 giovani in un campo estivo. Le vittime sono 69, una strage. Il regista Erik Poppe, in un solo piano sequenza, segue la giovane Kaja in fuga. Lo spettatore è messo in crisi, come il cinema rispetto alla tragedia reale. On July 22, 2011, on Utøya island in Norway, an armed right-wing extremist attacks 500 young people in a summer camp. A massacre with 69 victims. Director Erik Poppe, in a one-take shot, follows young Kaja on the run. The viewer lives a crisis, as does cinema in front of the real tragedy.

progressivamente invischiato in una complicata vicenda di debiti, rapimenti e riscatti. A vent'anni dal debutto, uno dei pochi cult movie d'inizio millennio, scritto e diretto da Joel e Ethan Coen. Jeffrey Lebowski, a.k.a. "The Dude", is a former hippie who spends his time between pot and bowling. When two guys mistake him for a homonymous billionaire and ruin his rug, The Dude finds himself entangled in a complicated story of debt, kidnapping and ransom. Twenty years after its debut, one of the few cult movies from the turn of the millennium, written and directed by Joel and Ethan Coen.

30/09 h 10:00 pm, ANTEO SALA ASTRA

05/10 h 10:00 pm, ANTEO SALA ASTRA

The World is Yours (Le monde est à toi)

I fidanzati

Romain Gavras / Francia / 2018 / 100’

Il terzo lungometraggio (1963) di Olmi ruota attorno al rapporto fra Giovanni, operaio specializzato, e la fidanzata Liliana, che entra in crisi quando lui è inviato dalla sua ditta a lavorare in Sicilia. Quasi un unicum nel cinema italiano dell'epoca, con la fotografia nouvelle vague di L. Caimi. Premio OCIC al Festival di Cannes. The third feature film by Olmi (1963) is centered on the relationship between Giovanni, a skilled worker, and his girlfriend Liliana, which enters a crisis when the man is sent to work in Sicily by his company. A one-of-a-kind film in Italian cinema at that time, with Caimi's nouvelle vague photography, I fidanzati was awarded the OCIC prize at the Cannes Film Festival.

François è un piccolo spacciatore squattrinato che vorrebbe aprire in Marocco un'attività. Putin, capo della banda locale, offre a François un ultimo lavoro sporco in Spagna, per fare soldi e ritirarsi. Un pessimo piano per la pensione, diretto da Romain Gavras, da cui nasce un brillante gangster movie europeo con Vincent Cassel, Isabelle Adjani. In anteprima italiana. François is a petty drug dealer with no charisma and no money. His dream is to set up an ice cream franchise in Morocco. Putin, the local gang leader, offers François one last job in Spain, in order to make some money before retiring. Since the ingredients are a paranoid ex-fatherin-law, a gambling mother and a couple of exalted kids, there’s no way things can go according to plan. 28/09 h 10:30 pm, ANTEO SALA EXCELSIOR 05/10 h 10:30 pm, ANTEO SALA PRESIDENT

EVENTI SPECIALI Ammore e malavita Manetti Bros. / Italia / 2017 / 133’

Napoli, Ciro (Morelli) e Rosario (Raiz) sono le “tigri” al servizio di don Vincenzo. Fatima (Rossi) è un’infermiera che ha visto troppo, ma eliminarla non è così semplice. Il film dei Manetti Bros., premiato con 5 David di Donatello, tra cui miglior film, miscela esplosivamente Musical e Gangster Movie. Naples, Ciro (Morelli) and Rosario (Raiz) are the "tigers" in the service of Don Vincenzo. Fatima (Rossi) is a nurse who saw too much, but killing her is not easy. The film by the Manetti Bros., awarded with 5 David di Donatello awards, including Best Film, is an explosive hybrid between a musical and a gangster movie. 04/10 h 08:30 pm, ANTEO SALA PRESIDENT

The Big Lebowski Joel e Ethan Coen / Stati Uniti / 1998 / 119’

Jeffrey Lebowski, alias "il Drugo" è un ex hippie che trascorre il proprio tempo fra uno spinello e una partita a bowling. Quando due tipacci lo scambiano per un miliardario suo omonimo e rovinano il suo tappeto, il Drugo si ritrova

Ermanno Olmi / Italia / 1963 / 77’

04/10 h 08:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Grease Randal Kleiser / Stati Uniti / 1978 / 111’

America, Anni 50, tra bande rivali a scuola, brillantina e sbruffoni, la storia d’amore tra Danny Zuko (Travolta) e Sandy Olsson (Newton-John) cerca la sua via, anzi, il suo ballo. Dopo 40 anni, ritorna in copia restaurata 4K per una proiezione esclusiva in odorama uno dei musical più amati sul grande schermo. America, 1950s. Among rival school gangs, grease and bullies, the love story between Danny Zuko (Travolta) and Sandy Olsson (Newton-John) is looking for its own path, or rather, its own dance. After 40 years, one of the most beloved musicals is back on the big screen in a restored 4K copy for an exclusive screening in odorama. 02/10 h 08:00 pm, ANTEO SALA ASTRA 03/10 h 09:30 pm, ANTEO SALA ASTRA

It Will Be Chaos (Sarà il caos) Lorena Luciano, Filippo Piscopo / Stati Uniti / 2017 / 93’

Al centro dell’Immigration Day, i due registi hanno seguito un eritreo sopravvissuto al tragico naufragio di Lampedusa nel 2013 e una famiglia siriana bloccata a Smirne che punta al corridoio balcanico. Due vicende per guardare da vicino i flussi migratori. Un sogno comune: arrivare in Europa. Ma il caos, senza accoglienza, è vicino. In their film, main focus of the Immigration Day, the two directors follow an Eritrean who survived the tragic shipwreck in Lampedusa in 2013 and a Syrian family stuck in Izmir, heading for the

AZ FILM

Balkan corridor. The two stories provi-de a closer look at migration flows. Reaching Europe is a common dream. But without welcoming policies, chaos is just around the corner. 02/10 h 07:00 pm, STUDIO MELATO

Ona strada bagnada Lamberto Caimi / Italia / 1999 / 23’

Un documentario poetico, girato da Lamberto Caimi, a lungo vicino a Ermanno Olmi, che ripercorre il valore simbolico e territoriale del Naviglio, lungo cui passavano i materiali del Duomo. In dialetto milanese – sottotitolato – è testimonianza del rapporto inatteso della città con l’acqua. A poetic documentary, shot by Lamberto Caimi, Ermanno Olmi's longtime collaborator, Ona Strada Bagnada (“a wet street”) is an account of the symbolic and local value of Milan's canal, the Naviglio, along which the materials used to build the Duomo were carried. It shows the unexpected relationship between the city and water. In Milanese dialect with subtitles. 04/10 h 08:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Six Years Old Needs a Mother… Tomaso Mannoni / Italia / 2018 / 10’

“Six years old needs the mother…” ripete Nour Al Alwan, donna trentenne fuggita dalla guerra in Siria con l’altra figlia di dieci anni. Dopo aver rischiato la vita attraversando l'Europa, cerca da tempo di ricongiungersi con suo figlio di 6 anni che vive a Londra. Tre anni fa, per salvargli la vita, lo ha affidato alla zia che l’ha portato in Inghilterra, lontano dalle bombe. "Six years old needs the mother..." repeats Nour Al Alwan, a 30-year-old woman who fled the war in Syria with her other 10-year-old daughter. After risking her life crossing Europe, she has been trying for some time to reunite with her 6-year-old son who lives in London. Three years ago, to save his life, she entrusted him to his aunt who took him to England, far from the bombs. 02/10 h 07:00 pm, STUDIO MELATO

OMAGGIO A MATTEO GARRONE L’altro teatro un progetto di Giuseppe Bartolucci e Nico Garrone con la regia di Maria Bosio / Italia / 1980 / 31’

Nato come documentario televisivo in tre puntate, Matteo Garrone l’ha rimontato come premessa a Estate romana, dove attori dell’epoca tornano decenni dopo. Un confronto con la memoria del padre, il critico teatrale Nico Garrone, e un omaggio alla scena del teatro delle “cantine” romane in cui è passato nell’infanzia. Originally a TV documentary in three episodes, the film was re-edited by Matteo Garrone as a prelude to Estate Ro-mana, where actors from the past reunite decades later. A face-to-face with his father's memory, theatre critic Nico Garrone, and a tribute to the experimental theatre scene he knew as a child. 01/10 h 09:30 pm, SPAZIO OBERDAN


Estate romana Matteo Garrone / Italia / 2000 / 87’

Una fiction che ritrova attori, decenni dopo, nati nella scena off del teatro anni Settanta a Roma. Uno scenografo svogliato lavora a uno spettacolo di teatrodanza per Guerre Stellari e ritroviamo miti undergroung come Rossella Or e Victor Cavallo. Un film che tocca di sghembo una scena culturale fondamentale nel percorso del regista. A fiction reunites actors from the ‘70s off-theater scene in Rome. A lazy set designer working on a Star Wars-themed dance-theatre show is the cue to gather underground legends like Rossella Or and Victor Cavallo. The film touches on a pivotal cultural scene in the director’s career.

MILANO FILM FESTIVALINO CORTI D’ANIMAZIONE Programma 1 29/09 h 11:30 am, STUDIO MELATO 30/09 h 11:30 am, STUDIO MELATO 06/10 h 11:00 am, CASCINA CUCCAGNA 07/10 h 11:30 am, CASCINA CUCCAGNA

CORTI D’ANIMAZIONE Programma 2 29/09 h 02:00 pm, STUDIO MELATO 30/09 h 02:00 pm, STUDIO MELATO 06/10 h 02:30 pm, CASCINA CUCCAGNA 07/10 h 02:30 pm, CASCINA CUCCAGNA

01/10 h 09:30 pm, SPAZIO OBERDAN

ULTRA REALITY

Ospiti

700 Sharks (700 Requins)

Matteo Garrone / Italia / 1998 / 66’

Due ragazzi albanesi, a Roma fine anni 90, lavorano in un ristorante. Grazie al proprietario, trovano alloggio presso un fotografo nel quartiere borghese dei Parioli. Uno dei due è difficile di carattere e vuole cambiare vita, ma finirà per coinvolgere anche l’altro, in un percorso dal finale aperto. Secondo film del regista, presentato a Venezia. At the end of the '90s, two Albanian boys work in a restaurant in Rome. Thanks to the owner, they find accommodation with a photographer in an upper-class neighborhood, the Parioli. One of them has a complicated character and wants to change his life, but he will end up involving the other one in a journey with an open ending. Ospiti, the director's second film, was presented in Venice. 05/10 h 04:00 pm, SPAZIO OBERDAN

Terra di mezzo Matteo Garrone / Italia / 1997 / 68’

Esordio di Garrone, che scrive, produce e fa da operatore, un film in tre episodi tra fiction e doc che tocca l’immigrazione. Prostitute nigeriane, lavoratori albanesi, un egiziano benzinaio: nel 1996 l’occhio si posa sui margini di Roma e trova poesia. Un episodio, Silhouette, vinse il Premio Sacher, assegnato da Nanni Moretti. Garrone's debut as a director, producer and operator is a three-part film, halfway between fiction and documentary, dealing with immigration. Nigerian prostitutes, Albanian workers, an Egyptian pump attendant: in 1996 the eye rests on the outskirts of Rome and finds poetry. One episode, Silhouette, was awarded the Sacher Prize by Nanni Moretti. 03/10 h 07:00 pm, SPAZIO OBERDAN

VIDEOESPANSO Romain Gavras ROMAIN GAVRAS / 60’ 29/09 h 10:30 pm, STUDIO MELATO

Francesco Lettieri FRANCESCO LETTIERI / 90’ 03/10 h 10:00 pm, STUDIO MELATO

Manuel Lefevre / Stati Uniti / 2018 / 6’

Contrariamente a quanto sostenuto finora dagli scienziati, gli squali non cacciano da soli. Sono organizzati con un capo, adottano varie strategie e collaborano tra loro. Vivi incredibili scene di caccia, dove cinquanta squali uniscono le forze per catturare un pesce, e dove a volte le prede riescono a superare gli squali in astuzia. Contrary to what science said up to now, sharks do not hunt alone. They are organized with a leader, have strategies and collaborate among one another. Discover incredible scenes of hunting, in which fifty sharks team up to capture one fish, and prey that sometimes manages to outsmart sharks.

After Solitary Cassandra Herrman, Lauren Mucciolo / Stati Uniti / 2017 / 10’

Questa innovativa esperienza giornalistica utilizza la fotogrammetria e la cattura video volumetrica per raccontare la storia di Kenny Moore, 39 anni, un detenuto rilasciato di recente dopo anni in isolamento. After Solitary allarga i confini dello storytelling immersivo, esplorando al contempo il potenziale contributo della realtà virtuale al giornalismo. This groundbreaking journalistic experience uses photogrammetry and volumetric video capture to tell the story of 39-year-old Kenny Moore, a recently released inmate who spent years in solitary confinement. After Solitary pushes the boundaries of immersive storytelling, while exploring what virtual reality can bring to journalism.

Blind Vaysha (Vaysha l’aveugle) Theodore Ushev / Canada / 2017 / 8’

La giovane Vaysha è nata con una vista insolita: il suo occhio sinistro può vedere solo il passato, il suo occhio destro può vedere solo il futuro, mentre il presente è un punto cieco. Chiamata "Vaysha la cieca" dalla gente del suo villaggio, la ragazza è tormentata dalle due realtà che non riesce a conciliare. Young Vaysha was born with unusual sight: her left eye can see only the past and her right eye can see only the future, while the present is a blind spot. Called "Blind Vaysha" by the people of her village, the girl is tormented by the two realities that she cannot reconcile.

AZ FILM

Extravaganza Ethan Shaftel / Stati Uniti / 2017 / 6’

Anziché essere consumatori, si ritrovano nel nuovo ruolo di "consumati", soggetti agli insulti del pubblico ed esposti a molti dei pregiudizi e delle lacune dell'intrattenimento mainstream. La tecnologia è in grado di migliorare la società, o si limita ad accentuare i nostri aspetti peggiori con nuovi strumenti? Instead of a consumer, they find themselves in the novel position of “consumed,” subjected to insults by their audience and confronted with many of mainstream entertainment’s blind spots and prejudices. Can technology change society for the better, or does it just magnify our worst traits in new ways?

Ex/Static Quba Michalski / Stati Uniti / 2017 / 4’

Creati in uno spirito di libero flusso di concetti e idee, gli spazi di Ex/Static rappresentano pensieri che attraversano la mente in cerca di modelli, connessioni e nuovi significati. L'opera è espressione della gioia pura di progredire e del rifiuto intrinseco di restare immobili. Created in a spirit of free flow of concepts and ideas, the spaces of Ex/Static represent thoughts racing through the busy mind looking for patterns, connections and new meanings. The work itself is an expression of pure joy of moving forward and inherent refusal to remain static.

Eyes in the Red Wind (붉은 바람 / Bulgeun baram)

Sngmoo Lee / Corea / 2017 / 12’

In questo live-action VR, una barca fende le acque di un lago idilliaco, mentre uno sciamano a bordo si fa veicolo dell'anima di un uomo annegato, per permettere al defunto di dire addio alla sua amata. Vengono però svelati desideri e segreti che trasformano la cerimonia solenne in una violenta tragedia. As a boat makes its way across an idyllic lake in this live-action VR, a shaman onboard channels the soul of a drowned man so that the deceased can say goodbye to his beloved. But lust and secrets are revealed that twist the solemn ceremony into a violent tragedy.

Nomads Félix Lajeunesse, Paul Raphaël / Canada, Stati Uniti / 2016 / 10’ - 3 episodi

La serie Nomads ti trasporterà in giro per la Terra, nell’intimità di alcune popolazioni nomadi. Sperimenta lo stile di vita dei pastori di yak nelle steppe mongole, dei masai in Kenya e dei nomadi del mare al largo delle coste del Borneo. The Nomads series brings you across the Earth into the intimate reality of several nomadic cultures. Experience the way of life of the yak herders in the Mongolian steppes, of the Maasai in Kenya, and of the Sea Gypsies living off the coast of Borneo.

The Real Thing (The Real Thing / Archi-Vrai) Benoit Felici, Mathias Chelebourg / Francia / 2018 / 16’

Il regista Benoit Felici riflette sulle repliche architettoniche nel mondo, sulla

vita reale in ambienti finti. The Real Thing è un viaggio in VR attraverso una copia del nostro mondo, alla scoperta delle storie di vita vera all'interno delle repliche cinesi di Parigi, Venezia e Londra. Director Benoit Felici brings his reflection to the world’s architectural replicas, the reality of life in fake surroundings. The Real Thing is a VR journey into a copy of our world, exploring real-life stories inside China‘s replicas of Paris, Venice and London.

Reframe Saudi Matteo Lonardi / Arabia Saudita, Italia, Regno Unito / 2018 / 14’

Reframe Saudi è un documentario in VR che ritrae una generazione pionieristica di artisti che hanno ideato uno spazio creativo in Arabia Saudita. Un viaggio nei loro atelier tra Gedda, Abha e Riad. Ogni artista, attraverso il suo lavoro, riflette su un aspetto diverso di quest’epoca di trasformazioni. Reframe Saudi is a VR documentary that sheds light on a pioneering generation of artists who have carved a creative space within Saudi Arabia. A journey inside the studios of artists between Jeddah, Abha and Riyadh. Each of them, through their work, reflects on a different aspect of this transformative historical time.

Space Explorers: New Dawn Félix Lajeunesse, Paul Raphaël / Canada, Stati Uniti / 2017 / 19’

Segui la vita degli astronauti della NASA mentre navigano tra le prove e i sacrifici del loro addestramento e delle loro missioni, scopri il cameratismo dei programmi spaziali in tutto il mondo e impara a conoscere il viaggio più ambizioso intrapreso dall'umanità per comprendere il nostro pianeta, il nostro universo e le nostre origini. Witness the lives of NASA astronauts as they navigate the trials and sacrifices of their training and missions, discover the camaraderie of space programs around the world, and gain insight into mankind’s most ambitious journey to understand our planet, our universe, and our origins.

Sun Ladies Celine Tricart, Christian Stephen / Stati Uniti / 2017 / 7’

Un documentario immersivo in cui ci si ritrova faccia a faccia con una truppa di combattenti donne Yazidi. Insieme, il loro obiettivo è riportare indietro le loro sorelle e proteggere l'onore e la dignità della loro gente. An immersive documentary bringing you face to face with a troop of Yazidi female fighters. Their goal is to bring back their sisters and to defend the honor and dignity of their people.

Tales of Wedding Rings (Kekkon Yubiwa Monogatari) Kaei Sou / Giappone / 2017 / 27’

Sato, uno studente di liceo, vive accanto a una compagna di classe, Hime. Un giorno, Sato riceve un messaggio da Hime che lo invita a incontrarsi dopo la scuola. Hime confida a Sato che deve trasferirsi e gli dice addio. Più tardi, Sato scoprirà che Hime è una principessa proveniente da un altro mondo e deciderà di seguirla.

57


Sato, an average high school student, lives next to his classmate, Hime. One day, Sato receives a message from Hime inviting him to meet up after school. Hime tells Sato that she is moving away and says good bye. He later finds out that Hime is a princess from another world and follows her back to her world.

guardian - The Thunder God. They attempt to straighten up his life, which turns out to be a big mistake… with hilarious consequences 04/10 from 10:00 am to 10:00 pm, BASE 05/10 from 10:00 am to 10:00 pm, BASE 06/10 from 10:00 am to 10:00 pm, BASE 07/10 from 10:00 am to 10:00 pm, BASE

Chinophile

Through the Mask of Luzia Félix Lajeunesse, Paul Raphaël, François Blouin / Canada / 2017 / 13’

Basata sul celebre spettacolo del Cirque du Soleil, questa esperienza è un viaggio attraverso mondi inquietanti di proporzioni mitiche: un semidio che attraversa le porte dell'aldilà dei Maya, un contorsionista che dà accesso alla natura selvaggia, una farfalla monarca danzante che evoca la celerità del popolo Tarahumara. Based on the acclaimed Cirque du Soleil show, this experience is a journey through uncanny worlds of mythical proportions: a demigod swings across the gateway to the Mayan afterlife, a contortionist grants you access to the awe-inspiring wildlife, a monarch butterfly dances, evoking the celerity of the Tarahumara people.

Vestige Aaron Bradbury / Regno Unito, Stati Uniti, Francia / 2018 / 12’

Un’esperienza creativa di non-fiction che sfrutta la multi-narrativa e la cattura volumetrica per viaggiare nella mente di Lisa, mentre ripensa al suo amore perduto, Erik. In uno spazio vuoto appaiono frammenti di ricordi della loro vita insieme, svelando la complessità della memoria e del dolore. This creative non-fiction experience uses multi-narrative and volumetric capture to journey through the mind of Lisa as she remembers her lost love, Erik. Within an empty void, fragments of past memories appear of their life together, revealing the complex world of memory and grief.

The Wedding at Cana (Les noces de Cana de Paul Véronèse) Joséphine Derobe, Carlos Franklin / Francia / 2017 / 8’

Un viaggio all’interno del famoso quadro “Le nozze di Cana” dipinto da Paolo Caliari detto il Veronese. La scena rappresentata è ricca di personaggi e dettagli che, attraverso a un nuovo medium come quello della Realtà Virtuale, è possibile apprezzare da un punto di vista senza precedenti. Il racconto dell’opera è narrato dallo stesso Veronese. A journey into the famous painting "Wedding at Cana" by Paolo Caliari, known as Veronese. The represented scene is rich in characters and details that can be admired from an unprecedented point of view through Virtual Reality. The story of the work is told by Veronese himself.

Your Spiritual Temple Sucks (全能元神宮改造王) Jhon Hsu / Taiwan / 2017 / 12’

Chang arriva al suo Tempio Spirituale, un luogo che rappresenta il destino delle persone. Per risolvere la sua crisi coniugale e i suoi problemi finanziari, evoca il suo guardiano, il Dio del Tuono. Insieme tentano di rimettere ordine nella sua vita, il che si rivela un grande errore, dalle conseguenze esilaranti. Mr. Chang arrives to his “Spiritual Temple,” a place that represents one’s destiny. To solve his marital crisis and financial problems, he summons his

58

Odette is a girl who can turn herself into a swan. As she follows a firefly, she comes across her own dark side and starts a magical dance that drags her through the most hidden places of her own unconscious. In order to recover the lost light from the abyss she has to face the terrifying aspect of her own fears.

FESTA DELLA CIVICA SCUOLA DI CINEMA LUCHINO VISCONTI 70+1 Abitare per vivere, abitare per esistere Aa. vv. / Italia / 2018 / 9’

Le esercitazioni di fotografia del 2018 realizzate dagli studenti del terzo anno del corso di Ripresa della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti già presentate nella mostra 70.1 Abitare per esistere hanno tratto spunto creativo dalla collaborazione con l’artista Davide Pizzigoni per confrontarsi con l’immagine e la fotografia. 2018 cinematography exercises carried out by the 3rd year students of the shooting course at the Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, presented in the “70.1 Abitare per esistere” exhibition, were inspired by the collaboration with the artist Davide Pizzigoni – a new approach with image and cinematography.

368 Marta Terzi / Italia / 2018 / 14’

Nel cinquantesimo anniversario delle contestazioni giovanili 368 unisce una attenta ricerca sulle fonti all’impiego di avanzate tecnologie contemporanee quali il video immersivo 360 e l’uso dei social media. Le interviste ai protagonisti di quei momenti, la ricerca sulle immagini e le registrazioni dell’epoca hanno permesso agli studenti, ventenni di oggi, di riportare al presente i ventenni di allora in una comunicazione tra pari Fifty years after the 1968 youth protest, 368 combines a careful research on primary sources to the use of advanced contemporary technologies, such as 360 immersive video and social media. The interviews with the protagonists of those events, the research on the images and the recordings of that period have allowed today's 20-year-old students to bring the 20-year-olds of that time back to the present, for a peer-to-peer communication.

Carmen la stella del Circo Siviglia Francesco Bolognesi / Italia / 2018 / 7’

Estratto delle riprese dello spettacolo dal vivo Carmen messo in scena per l’Aslico di Milano – Opera domani andato in scena nella stagione 2017/18 per la regia teatrale di Andrea Bernard. Live footage from the Carmen staged for Milan's Aslico - Opera domani organization in the 2017/18 season and directed by Andrea Bernard.

Chasing Light Ilaria Pozzi, Valentina Seghizzi / Italia / 2018 / 4’

Odette è una ragazza in grado di assumere le sembianze di un cigno. Inseguendo una lucciola, si scontra con il suo lato oscuro, in una danza magica che la trasporta attraverso i recessi del suo inconscio. Per riconquistare la luce smarrita nell’abisso, bisogna affrontare il volto terrifico delle proprie angosce.

Giulia Bianchi, Nicolina Sterbet / Italia / 2018 / 4’

Chinophile racconta la storia di un giovane circense condannato ad una solitaria vita di esibizioni ripetute dentro un tendone abbandonato in mezzo a un gelido deserto. In questo mondo desolato e senza vita, un uccellino, spinta di libertà e ricordo caldo d’amore, cambierà le sorti della sua esistenza. Chinophile tells the story of a young circus performer condemned to a lonely life in an arid and frozen place. In this desolate and lifeless world, a little bird – a symbol of freedom and a warm memory of love – will change his fate.

Daughterland Andrea Di Paola / Italia / 2018 / 15’

Il Signor P. affronta il compleanno della figlia; la distanza spalancatasi tra la propria capacità di costruire significati e l’impianto logico del nuovo mondo permea la sua ricerca di un dono. Se Lara sembra vivere appieno il nuovo mondo, per lui è difficile trovarvi spazi abitabili o parole comprensibili. Mr. P. faces his daughter's birthday; the gap between his ability to build meanings and the logical structure of the new world pervades his search for a gift. While Lara seems to enjoy the new world, it is hard for him to find living spaces or comprehensible words in it.

Into the Depths (Nel profondo) Francesca Gattanini / Italia / 2018 / 2’

Un ragazzo si fa un bagno dopo una serata strana, colmata da un’unica azione primordiale che lo ha tanto emozionato quanto momentaneamente e superficialmente placato. Certe superfici emozionali, però, somigliano all’acqua: sono trasparenti, penetrabili e sovrastano le più oscure profondità. A boy takes a bath after a weird evening, filled with a single primordial action that has moved him as well as momentarily and superficially appeased. Certain emotional surfaces, however, resemble water: they are clear, penetrable and tower above the darkest depths.

Monica Giovanni Soldino, Marta Bucciella / Italia / 2018 / 1’

Parte di una più ampia installazione multimediale immersiva che comprendeva un filmato per visore a 360° e un allestimento a tema, Monica è una graphic novel a scelta multipla che vuole coinvolgere il giocatore in un contesto affascinante dove si è obbligati a prendere alcune urgenti decisioni morali. As part of a larger immersive multimedia installation that included a 360° film and a themed installation, Monica is a multiple choice graphic novel that aims to engage the players in a fascinating context where they are forced to make some urgent moral decisions.

The Nigger (Il negro) Francesco Bolognesi / Italia / 2018 / 18’

Omar è un ragazzo diciottenne di colore che, dopo aver fatto a botte con un compagno di scuola, viene convinto dal

AZ FILM

professore Alfio, ex pugile, a partecipare a dei combattimenti di boxe clandestini. Omar diverrà così Il negro, lottatore protagonista di un agone giocato ai margini della società civile Omar is an eighteen-year-old black boy. After fighting with a schoolmate, he is convinced by professor Alfio, a former boxer, to take part in illegal boxing fights. Omar thus becomes The Nigger, a fighter in an arena on the margins of civil society.

Plastic not Fantastic Aa. vv. / Italia / 2018 / 4’

Campagna sociale di sensibilizzazione per un corretto uso e smaltimento della plastica, declinata in quattro spot e realizzata dagli studenti del 3° anno del corso di Cinema Televisione e Nuovi Media tutorati dai docenti Carlo Sigon, Carlotta Tessarolo e Arianna Preganoli; con le musiche curate dagli studenti di Musica per l’Immagine della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado. This social awareness campaign for the proper use and disposal of plastic, consisting of four videos, was carried out by the 3rd year students of the cinema, television and new media course together with their tutors Carlo Sigon, Carlotta Tessarolo and Arianna Preganoli. Music by the students of the Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

Valzer n° 4 Lucrezia Foletti / Italia / 2018 / 14’

Milano è una metropoli avanzata e internazionale che fronteggia lo stratificarsi di esigenze mutevoli e sempre crescenti, rinnovando costantemente aspetto e servizi. La linea M4 rappresenta l’ultimo passo strutturale di quest’anima metamorfica e l’epopea del suo sviluppo si nutre di sforzi tecnologici sorprendenti. Milan is an innovative and international city that tackles the stratification of mutable and ever-increasing needs by constantly renewing its appearance and services. The M4 metro line is the last structural step of this metamorphic soul and its epic development is nourished by surprising technological efforts. 02/10 h 04:30 pm, ANTEO SALA ASTRA


La grafica

La sigla

Si può guardare al passato liberi dalla nostalgia? Le cassette VHS sono la strada creativa individuata dallo studio creativo Bellissimo per rappresentare un evento in cui i film, la loro visione, riacquistano valore come esperienza. I film come momenti a cui prestare attenzione, oggetti personali da scegliere e custodire con cura.

Resonate! di Federico de’ Robertis con Emma Morton Registrato e prodotto presso gli Aldilà Studios - Lucca

GRAPHIC DESIGN

THE THEME

Can we look back to the past without nostalgia?

Resonate!

VHS tapes are the creative approach chosen by Bellissimo creative studio

by Federico de’ Robertis

to represent an event in which films and their vision turn into experiences

with Emma Morton

with regained value. Films are moments that deserve attention,

Recorded and produced

personal objects to be chosen and kept with care.

at the Aldilà Studios - Lucca

Grazie a Sanni Agostinelli Carlo Antonelli Simone Arcagni Alberica Archinto Alice Arecco Ernesto Assante Luca Ballarini Valentina Basciu Alberto Benedetto Paolo Benvenuto Germana Bianco Giulia Binazzi Giacomo Biraghi Stefano Boeri Alberto Bonanni Dario Bonazelli Emanuela Bosone Lamberto Caimi Chiara Camarra Valerio Castelli Daniela Cattaneo Nicola Cavallaro Maurizio Cavalli Lionello Cerri Jacopo Chessa Danila Chiesa Francesco Cilento Massimo Cilento Marco Cohen Mattia Costa

Giulia Cribellati Luca Cusani Lory Dall’Ombra Antonella Dell’Acqua Federico de'Robertis Ludovica Federighi Daniela Ferrarese Silvia Finotti Guendalina Folador Paolo Fornari Alessandro Gabardini Matteo Garrone Giuseppe Genna Gabriella Giandelli Aldo Grasso Claudio Grillone Federica Guerra Matteo Guerrini Lucy Hrvat Libreria Verso Stefano Losurdo Matteo Maggi Francesca Marchini Carla Martella Andrea Masera Cristiana Mazzoleni Marco Minoja Paolo Monaco Antonio Montesano Andrea Morandi

GRAZIE A

Luca Mosso Enrico Nosei Sergio Oliva Silvio Orlando Caterina Orsenigo Fabrizio Paschina Paolo Pia Emanuela Plebani Dante Plicato Oliviero Ponte Di Pino Jean Daniel Regna-Gladin Veronica Ricasoli Veronica Rocca Alberto Saibene Bartolomeo Saibene Paolo Saibene Sergio Scalpelli Antonio Scurati Salar Shahna Ranuccio Sodi Marita Spera Chiara Telarucci Luciano Ticozzi Federico Vagliati Francesco Virga Patrizia Wächter Laura Zagordi Guido Zucchini

59


Lo staff del Festival

Bellissimo

Presidente / Chairman Beniamino Saibene Direzione artistica / Artistic Direction Gabriele Salvatores, Alessandro Beretta Coordinamento generale / General Coordination Nicolò Bini, Giacomo Faina, Beniamino Saibene Marketing e Fundraising / Marketing and Fundraising Natalia Larovere con Chiara De Giuli Programma / Programming Valentina Piva con Greta Pelizzari e Susanna Gustinetti Comunicazione / Communications Maddalena Limonta e Valeria Curseri Art direction, grafica e identità visiva / Art direction, graphic design and identity Bellissimo Ufficio Stampa / Press Office Valentina Tua – Studio Sottocorno Ospitalità e Coordinamento volontari / Lodging and Volunteers Coordinator Roberta Lauria Digital Media Planning Francesca Papagni Traduzioni / Translations Elisa Dalgo Frontend Developing Valentina Rachiele Servizi IT / IT Support Giacomo Junginger e Fabio Spadea – Sinergo, Dante Plicato Bandi e progetti / Calls and projects Naima Comotti Comitato di selezione Concorso Internazionale Lungometraggi / Feature Film Selection Committee Gabriele Salvatores, Alessandro Beretta, Marco Cacioppo, Antonello Catacchio, Assila Cherfi, Gabriele Gimmelli, Andrea Lavagnini, Boris Sollazzo Comitato di selezione Concorso Internazionale Cortometraggi / Short Film Selection Committee Alessandro Beretta, Francesca Acquati, Anna Bertoli, Fabio Cambielli, Assila Cherfi, Roberto Cicogna, Gabriele Gimmelli, Natalia Larovere, Andrea Lavagnini, Elvio Manuzzi, Alfonso Mastrantonio, Greta Pelizzari, Valentina Piva, Anna Spreafico Movimento copie e Programma VideoEspanso / Print Coordination and VideoEspanso Programming Marco Pepe Programma concerti e dj set / Concert and DJ Set Programming Matteo Saltalamacchia – Buka Programma Ultra Reality / Ultra Reality Programming Aimone Bodini in collaborazione con World VR Forum Programma Art Cinema / Art Cinema Programming Davide Giannella Focus Animazione e milano film festivalino / Focus on Animation and milano film festivalino Andrea Lavagnini Laboratori per bambini / Children Workshops Michela Facchinetti – kiwilab Sottotitoli / Subtitles Barbara Viola, Jacopo Oldani, Giacomo Stella – Subhumans Coordinamento interpreti / Interpreting Coordinator Giulia Tremolada Architetture piazza XXV Aprile / Architectures in piazza XXV Aprile dotdotdot + Paolo Simeone e Johannes Klein Produzione piazza XXV Aprile / Production in piazza XXV Aprile Caterina Lana con Teresa Zabot, Niccolò Tramontana, Simone Crepaldi Produzione Ultra Reality / Ultra Reality Production Francesca Acquati, Matteo Martella - BASE Milano Autorizzazioni suolo pubblico / Municipal Authorizations Vincenzo Monte Assistenza ingegnerstica / Engineering Consultant Luca Colombo Bar del Festival / Festival Bar Turné eventi Service video / Video Service Altera Service audio e luci / Audio and Light Service Waterloo Capigruppo volontari / Group leaders volunteers Antonella Bambina, James Conrad Baker, Laura Bertoni, Rossella Calabretta, Arianna Clerici, Greta Fabbio, Alessio Ferrari, Ilaria Fondaci, Susanna Formenti, Davide Gatti, Ilaria Geraci, Giorgia Giacinti, Elina Karule, Micol Marsella, Linda Mazzi, Letizia Mazzoleni, Alessandra Montella, Elisa Peccatori, Francesca Rigato, Claudia Ripani, Cecilia Rizzuto, Alessio Sechi, Klaudio Shima, Chiara Soldi, Alice Trani, Marco Valentino, Eleonora Visintin, Eleonora Zappia Soci fondatori / Founding Members Nicolò Bini, Lorenzo Castellini, Giacomo Faina, Carlo Giuseppe Gabardini, Beniamino Saibene

Profile for aficfestival

Milano Film Festival - Catalogo 2018  

Milano Film Festival - Catalogo 2018  

Advertisement