Page 1

Anno 3 - Numero 2 - Marzo / Maggio 2018

PRIMAVERA SENZA OSTACOLI

Consigli per affrontare al meglio il cambio di stagione

TRUCCO AL NATURALE

Eyeliner e sopracciglia bold: si punta sullo sguardo!

CITTÀ FIORITE

Da Londra a Bruxelles: si celebra l’arrivo della primavera


04. FOCUS La salute e l’ambiente 06. SALUTE Il risveglio dell’organismo 08. ALIMENTAZIONE La depurazione 10. CELIACHIA Consigli per i più piccoli Anno 3 - N°2 Marzo/Maggio 2018 Testata Giornalistica Reg. Trib. di Napoli n. 2016/00000467 Direttore Responsabile Simona De Falco Ufficio Abbonamenti 081 3982790 Editore Farvima Medicinali S.p.a. Promozione e pubblicità marketing@farvima.it Redazione, grafica e impaginazione VOX s.r.l. Stampa ACM S.p.A. Foto Shutterstock

È primavera: arrivano le belle giornate e tante ore di luce che ci invogliano a stare più tempo all’aria aperta. Il cambio del clima ha molte conseguenze sul nostro organismo perché influenza svariati ormoni: per esempio l’intensità della luce e le temperature calde aumentano i livelli di dopamina, una sostanza che influenza l’umore, la soddisfazione e la motivazione. Ma il cambio di stagione può portare con sé anche risvolti sgradevoli e avere ripercussioni fastidiose per alcune persone: stanchezza, spossatezza e svogliatezza che, in alcuni casi, possono addirittura tradursi in sintomatologie più gravi. Il torpore dell’inverno va allontanato attraverso una corretta alimentazione e seguendo un valido programma di disintossicazione. I nostri organi, il fegato in particolare, che ha accumulato tossine, ma anche reni, milza e stomaco, richiedono una rivitalizzazione. In questo numero approfondiamo come stare bene dentro ma anche fuori, andando alla scoperta dei trattamenti che si prendono cura della nostra pelle e la rendono più luminosa, per toglierci di dosso il grigiore dell’inverno. Focus su come eliminare le cellule morte con i classici trattamenti esfolianti: lo scrub, il peeling, il gommage, ma anche con un’assoluta novità: creme basate sulla ridensificazione dermica, dedicate al collo e al décolleté, con una speciale formulazione che prevede un effetto antiossidante e anti-invecchiamento. Per una pelle fresca e luminosa le nuove tendenze suggeriscono trucco naturale e autenticità: spazio solo all’eyeliner per esaltare il viso nella sua totalità.

12. DIETA Come mangiare in primavera 14. MAKE-UP Si punta sullo sguardo 16. PERSONAL CARE Trattamenti di bellezza 18. SPORT Il Fit-walking in gravidanza 20. VETERINARIA La Pet Therapy 22. VIAGGI Fioriscono le città 24. NEWS 2.0 Un Personal Trainer in tasca

Nella rubrica dedicata alla tavola consigli per trovare un giusto equilibrio senza appesantirci nel cambio di stagione e per scegliere cibi adatti a risvegliare quell’energia di cui abbiamo bisogno per affrontare questo nuovo periodo dell’anno. Particolare attenzione ai bambini celiaci che mangiano di meno in primavera e estate: tante idee per nutrirli in modo adeguato e senza particolari carenze. Vedremo soprattutto come rendere simpatiche e appetitose frutta e verdura, alimenti già normalmente non molto apprezzati dai più piccoli. Per il mondo dello sport l’attenzione è puntata su una disciplina di ultima diffusione, il fit-walking: pratica sportiva non competitiva, in cui si cammina velocemente. È adatta a tutti: giovani, anziani, persone obese e anche alle donne in gravidanza. Ed è proprio su queste ultime che ci concentreremo, evidenziando pro e contro per praticare il fit-walking in tutta sicurezza, per comprendere come questa disciplina possa giovare anche nei mesi che mettono più a dura prova l’aspetto fisico e talvolta lo stato di salute delle donne. Nelle pagine dedicate alla veterinaria scopriremo come la compagnia di animali domestici può diventare una terapia a tutti gli effetti consentendo di guarire le ferite della psiche umana, con grandi e soddisfacenti risultati. L’approfondimento tecnologico presenta una nuova applicazione per gli smartphone: Endomondo. Si tratta di un vero e proprio personal trainer da portare in tasca, che offre la possibilità di interagire, condividere e competere con persone di tutto il mondo. Provare per credere!

SaluteStyle - 3


FOCUS

LA SALUTE PASSA ATTRAVERSO LA QUALITÀ DELL’AMBIENTE INTERVISTA alla Farmacia Pane come esempio di polo della salute nella terra dei fuochi.

La Farmacia Pane è attiva dal 1972 a Boscoreale, in provincia di Napoli. Grazie alla professionalità del Dottor Filippo Pane e del figlio Luigi, la Farmacia ha sempre fornito risposte adeguate alle esigenze dei cittadini, rappresentando un valido esempio del fondamentale ruolo svolto come intermediario tra territorio e cittadino.

4 - SaluteStyle


Gentile Dottor Pane, cosa ne pensa della relazione tra l’individuo e l’ambiente che lo circonda? Il rapporto con l’ambiente è una delle determinanti fondamentali dello stato di salute della popolazione umana: dalla città inquinata alla foresta incontaminata, la relazione tra l’individuo e i diversi fattori ambientali può risultare rilevante in diversi stati di benessere o di malattia. Boscoreale negli ultimi anni ha dovuto affrontare le conseguenze dei danni ambientali provocati dallo smaltimento illecito di rifiuti. Infatti, nel 2016 sono state sequestrate due discariche abusive di rifiuti speciali nei comuni di Boscoreale e nel comune confinante Terzigno e in quest’area è stato riscontrato un incremento delle malattie oncologiche, in particolare, delle patologie tumorali al seno, ai polmoni e al pancreas. In contesti come i comuni della provincia di Napoli e Caserta, tristemente noti come terra dei fuochi per lo smaltimento illegale di rifiuti, quale è il compito dei Farmacisti? I Farmacisti devono preservare il ruolo della Farmacia come polo della salute: queste rappresentano il primo presidio sanitario sul territorio e costituiscono un punto di riferimento capillare e di fiducia per la cittadinanza e le famiglie, perchè in grado di rispondere in maniera immediata alle loro domande. Le Farmacie sono un importante punto di contatto con i cittadini, rappresentando il primo luogo dove ricevere aiuto e consigli per restare in buona salute e per acquisire una cultura della salute corretta. Diventa cruciale, quindi, la necessità di mantenere e rafforzare quegli elementi che rendono la Farmacia il servizio più accessibile per offrire assistenza ai pazienti. Quali sono, secondo lei, gli elementi che rendono la Farmacia uno dei servizi più accessibili per i pazienti? La grande capillarità sul territorio e la prossimità. Le Farmacie, infatti, non hanno bisogno di prenotazioni e consentono l’accesso a un gran numero di persone che forse non si recano regolarmente da altri operatori sanitari; il concetto di “prossimità”, quando si parla di Farmacia, deve essere inteso non solo come la capillare dislocazione fisica sul territorio ma anche e soprattutto come la sua vicinanza al paziente. Il Farmacista quindi assolve una funzione comunicativa? Il Farmacista utilizza un linguaggio semplice, cerca di mettersi dal lato del cittadino e ha una grande propensione all’ascolto: non deve essere considerato un professionista distaccato ma un esperto della salute, un sanitario qualificato che risponde in maniera competente, esauriente e riservata ai problemi dei cittadini.

In particolare, assumiamo la connotazione di “confidenti” che rivolgono una grande attenzione ai bisogni del paziente, offrendo sostegno morale e conforto. La parola chiave per combattere molte malattie è prevenzione e la Farmacia riveste un ruolo significativo e centrale nell’educare i cittadini in tal senso. Le Farmacie sono il posto ideale per uno screening iniziale, un obiettivo che si deve perseguire con determinazione e forza, per esempio ormai si è consapevoli che la diagnosi precoce di una patologia oncologica è fondamentale nella lotta contro la malattia. La Farmacia risulta quindi essere il luogo ottimale dove effettuare un lavoro educativo profondo per diffondere la cultura della prevenzione, perchè crea un contatto diretto con la cittadinanza offrendo assistenza completa, dalla A alla Z. Lei è un nuovo affiliato Farmà , uno dei principali value in cui crede il network è che la salute passi attraverso la qualità dell’ambiente. Lei pensa che la Farmacia abbia anche il compito di educare la cittadinanza sui temi della sostenibilità ambientale? Certo. In particolare c’è la necessità di istruire la collettività sul corretto svolgimento della raccolta differenziata, perchè rappresenta un'attività fondamentale per uno stile di vita sostenibile. La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali, per noi, per il territorio in cui viviamo, ma soprattutto per le generazioni future: riusare, riutilizzare e valorizzare i rifiuti, dalla carta alla plastica, dal vetro al legno, dai medicinali alle pile esauste, contribuisce a restituirci e conservare un ambiente "naturalmente" più ricco. Lei crede, quindi, che stia diventando sempre più concreta e solida l’immagine di una Farmacia sociale? Assolutamente sì. La Farmacia si sta occupando sempre più, oltre che della tutela della salute, del rispetto per l’ambiente in cui l’uomo vive, coinvolgendo direttamente la cittadinanza in progetti etici sui temi della salute, del territorio e della responsabilità sociale. I Farmacisti oggi hanno il dovere di consolidare e potenziare questo sistema; è in atto un riposizionamento della Farmacia, impegnata quindi non solo nella distribuzione e nella consulenza per la scelta del farmaco, ma anche nell’attenzione alla salute del cittadino e ai servizi socio-sanitari a 360 gradi, con particolare riguardo agli aspetti sociali, culturali e ambientali.

Dott. Filippo Pane Farmacia Pane

Via Sottotenente E.Cirillo, 208/210 Boscoreale (NA) SaluteStyle - 5


SALUTE

IL RISVEGLIO DEL NOSTRO ORGANISMO Il nostro corpo ha bisogno di tempo per abituarsi ai nuovi ritmi stagionali La primavera porta con sé tante variazioni che hanno molteplici effetti sull’organismo, influendo sulla produzione di alcune sostanze e ormoni, responsabili di molte funzioni del nostro corpo. Il fenomeno più importante è legato, ovviamente, alla maggiore quantità di luce che si verifica in primavera e quindi al maggior numero di ore di esposizione al sole. I cambiamenti ormonali sono spesso positivi, come ad esempio nel caso della dopamina: questa sostanza prodotta dal cervello gioca un ruolo molto importante nei meccanismi d’umore, soddisfazione e motivazione. 6 - SaluteStyle

Con il cambio di stagione i livelli di dopamina tendono ad aumentare e ne consegue un’accelerazione cardiaca, un aumento del desiderio sessuale e tendenzialmente anche del buonumore e della voglia di stare all’aria aperta e di muoversi. Tuttavia gli ormoni prodotti dal nostro sistema nervoso possono causare anche reazioni negative sull’organismo. Per una cospicua percentuale di persone l’arrivo della primavera e la maggiore durata delle giornate può risultare un fattore sgradevole e avere ripercussioni ed effetti molto fastidiosi. L’intensità della luce viene infatti percepita non solo dai nostri occhi, ma anche, in maniera profonda e determinante, dall’ipotalamo, quella piccola porzione del sistema nervoso che regola il ritmo di fame, sete, sonno e veglia. Si ha come effetto una maggiore produzione di melatonina, l’ormone che regola il sonno, con conseguente difficoltà ad addormentarsi o a svegliarsi in anticipo.


La maggiore quantità di luce, i repentini cambiamenti del tempo e l’aumento delle temperature possono avere ripercussioni anche sul nostro fegato, provocandoci una conseguente sensazione di stanchezza. Gli ormoni prodotti infatti determinano anche un aumento del metabolismo e di conseguenza il fegato, il nostro organo spazzino, è costretto a fare gli straordinari e a lavorare più del dovuto per depurare l’organismo. In primavera sarebbe dunque opportuno adeguare l’alimentazione e seguire alcuni accorgimenti per non appesantire troppo il corpo e ridurre la produzione di tossine. Dunque, se per alcuni il cambio di stagione si traduce in una ventata di energia, per molti altri rappresenta un momento di squilibrio, carico di disagi e complicazioni. Si è spesso stanchi, spossati, svogliati, il nostro ciclo produttivo subisce un arresto e, dal punto di vista neuroendocrino e ormonale, si vivono quotidiani problemi e fastidi. In molti casi subentrano episodi di asma, eruzioni cutanee, bruciore agli occhi, mal di testa e, nei soggetti più sensibili, si può arrivare a sintomatologie ben più gravi come ulcere, disturbi gastrointestinali e ipertensione. Tutto questo è causa di stanchezza, irritabilità, disturbo del sonno e mancanza di forze. Per fortuna nella maggior parte dei casi i sintomi sono più lievi e non presentano implicazioni patologiche, quindi questi squilibri che incidono sul nostro orologio biologico si affievoliscono velocemente man mano che l’organismo, con il passare del tempo, comincia ad abituarsi ai nuovi ritmi stagionali.

La maggiore quantità di luce ma anche i repentini cambiamenti del tempo e l’aumento delle temperature possono avere ripercussioni anche sul nostro fegato, con conseguente sensazione di stanchezza.

SaluteStyle - 7


ALIMENTAZIONE

PRIMAVERA: IL PERIODO MIGLIORE PER DEPURARSI Durante il lungo periodo invernale si tende a condurre uno stile di vita meno curato e ad avere un’alimentazione spesso molto calorica, che ci porta ad accumulare una quantità di tossine di gran lunga superiore rispetto al resto dell’ anno. I nostri organi sono quindi sottoposti a un maggiore sforzo determinato dal grande lavoro che devono compiere quotidianamente: il fegato, in particolare, ma anche reni, intestino, stomaco e milza, richiedono una sana disintossicazione nel periodo in cui il freddo cede finalmente il posto alla primavera. Seguire una dieta regolare ed equilibrata diventa il primo passo da compiere per dare sollievo al nostro organismo e ritrovare uno stato di benessere generale. La maniera più semplice e naturale per cominciare a correggere la nostra alimentazione e purificarci dall’interno è sostituire lo snack mattutino e pomeridiano con centrifugati di frutta e verdura.

8 - SaluteStyle

Sono tantissime le combinazioni da provare per un effetto detox ed energizzante immediato, mix che ci forniscono vitamine, sali minerali ed enzimi, che non richiedono particolari processi digestivi. Dunque, quella dei centrifugati, non sembra essere una semplice tendenza ma un vero e proprio toccasana per la nostra salute. Nessuna scusa anche per i più pigri: è ormai consueto trovare anche nel bar sotto casa un menù con un lungo elenco di centrifughe. Tra le verdure, le carote forniscono un grande aiuto al fegato in termini di disintossicazione, essendo ricche di vitamine A, B e C, di ferro, calcio e potassio; hanno anche effetti antiossidanti e diuretici e, unite a un pò di rosmarino, sono particolarmente indicate per una pausa fresca e gustosa.


In questo periodo la scelta della frutta comincia a essere più ampia, con un pò di fantasia e l’utilizzo delle spezie, si possono ottenere gusti interessanti. Nel caso di problemi intestinali possiamo orientarci sulle pere da abbinare alla cannella oppure allo zenzero e al succo di limone: la pera è ricca di vitamina C, potassio e calcio e ha un’azione emolliente, rinfrescante e depurativa. La cannella è una spezia dalle proprietà antibatteriche e antisettiche che aiuta a combattere la fame nervosa; lo zenzero invece favorisce l’espulsione delle tossine e stimola la digestione. Il limone è antitossico e particolarmente ricco di vitamina C, che rafforza il nostro sistema immunitario, si consiglia di iniziare la giornata spremendone metà in un bicchiere di acqua tiepida, da bere a stomaco vuoto circa mezz’ora prima della colazione, per riequilibrare il livello naturale del pH, purificare, idratare e remineralizzare l’ organismo.

È buona abitudine cercare di prefissarsi sempre un’alimentazione leggera per non appesantire gli organi deputati alla digestione e all’eliminazione delle scorie. Questo compito può essere favorito riducendo i grassi saturi della carne, in maniera particolare quelli cotti, e i grassi vegetali idrogenati, che sono presenti in tutti i cibi industriali e confezionati. Anche il lavoro del nostro intestino, definito da molti il nostro secondo cervello, il cui benessere si ripercuote sul resto del corpo, può essere alleggerito con una corretta idratazione e una ragionevole assunzione di fibre, ad esempio, preferendo i prodotti integrali. Insomma, disintossicando il corpo dagli eccessi dell’inverno, tutto l’organismo acquisisce maggiore regolarità ed equilibrio, sia internamente che esternamente, colorandosi delle mille sfumature della primavera.

SaluteStyle - 9


CELIACHIA

PILLOLE DI CREATIVITÀ PER STIMOLARE L’APPETITO AI PIÙ PICCOLI. Come sappiamo il bisogno di cibo varia nei diversi periodi dell’anno, del clima e delle temperature. Con i primi caldi infatti il corpo necessita di una minore quantità di energia da bruciare e cala anche il nostro appetito. I bambini, come gli adulti, riescono ad autoregolarsi sul bisogno alimentare in base alle stagioni e alle richieste del proprio corpo. È dunque naturale che con l’inizio della primavera e l’aumento delle ore di luce, si abbiano influenze non solo sull’ umore ma anche sull’appetito.

Come nutrire i bambini senza particolari carenze.

Non si tratta di inappetenza, ma di una normale conseguenza fisica, non c’è niente per cui allarmarsi, anche quando sembra che i nostri piccoli non mangino abbastanza. Tuttavia quando, oltre che di bambini, parliamo anche di casi celiaci, il discorso può risultare leggermente più complicato. Per fortuna al giorno d’oggi il mercato offre una gamma sempre più fornita di prodotti tra cui scegliere per accontentare le esigenze di questa fetta di pubblico particolare che, né direttamente né indirettamente può assumere glutine. La cosa migliore è sempre quella di scegliere e alternare i prodotti seguendo la loro stagionalità. In questo periodo cominciano a essere disponibili molte più tipologie di frutta e verdura, anche di provenienza locale, a filiera molto corta, in modo da fare bene all’ambiente oltre che alla propria salute. E se i bambini esprimono scarso entusiasmo nel dover mangiare frutta e verdura, si può sempre ricorrere a qualche stratagemma per addolcire la “pillola”.

10 - SaluteStyle


Con un pò di pazienza e neanche troppo tempo si possono preparare in casa deliziose tortine alle carote, utilizzando farina di riso e farina di fecola di patate, in alternativa alla farina di grano che è vietata. La loro dolcezza e il gusto delicato renderanno felici i bambini e ancor più le loro mamme, che riusciranno in maniera semplice e creativa a far mangiare ai loro piccoli una buona porzione di carote che, probabilmente, presentate in maniera diversa, non sarebbero state accolte con lo stesso entusiasmo. Fantasia e originalità possono infatti incidere davvero tanto e permettere di camuffare tanti ingredienti in modo che i piccoli possano nutrirsi in maniera corretta senza glutine, scongiurando qualsiasi tipo di carenza alimentare. Largo dunque a orsi, mostri buffi e faccine d’ogni sorta. Sarà un gioco da ragazzi disegnare una bocca con i fagiolini o le sopracciglia con altre striscette di verdura, i bambini apprezzeranno questi cibi dal loro punto di vista difficili da mangiare, ma tanto importanti perché ricchi di vitamine e sali minerali, indispensabili per il corretto funzionamento del loro organismo.

La primavera, portando con sé un maggior numero di ore di luce, un clima mite e belle giornate di sole, fa aumentare la voglia di uscire all’ aria aperta per giocare e rincorrersi. C ’è quindi bisogno di un carico maggiore di energie che, come sempre, parte dalla tavola e dalla corretta alimentazione che svolgiamo e che facciamo svolgere ai nostri figli. Ricordiamoci di evitare i cibi grassi e le creme spalmabili, anche se sono più comodi e veloci, il consiglio è sempre quello di prenderci un pò di tempo in più per la preparazione, soprattutto per la salute dei nostri bambini che, seppur celiaci, hanno una grande varietà di alimenti da poter mangiare: prodotti a base di riso, carne, pesce, verdure, formaggi, latte e latticini. I prodotti senza glutine sono tanti e combinati tra lo possono dare vita a piatti stravaganti e ricchi di tutto ciò che serve ai bambini per una corretta crescita, trovate tante ricette sul portale www.mondoceliachia.it. Educhiamo da subito i nostri piccoli alle corrette abitudini, non solo alimentari; con un sano stile di vita non si avranno carenze, da nessun punto di vista.

Libera la tua voglia di gusto

SaluteStyle - 11


DIETA

LA DIETA PER RISVEGLIARE LA NOSTRA ENERGIA In questo periodo dell’anno il termine cambio di stagione vuol dire anche risveglio: dal torpore dell’inverno, grazie a un maggior numero di ore di luce, risveglio soprattutto dal punto di vista della dieta, per ritrovare l’energia e affrontare al meglio il passaggio da una stagione all’ altra, senza appesantirci. Alla base di una sana abitudine alimentare dovrebbe esserci sempre la famosa massima che suggerisce “colazione da re, pranzo da principe e cena da povero”. Il passo successivo consiste nell’esaminare attentamente e con giudizio ciò che si mangia. Tanto per cominciare è possibile ridurre gli zuccheri, le proteine e i grassi, a beneficio di frutta e verdura.

12 - SaluteStyle

Le verdure e i cibi vegetali proteggono la salute attraverso molti meccanismi, il più importante è legato al loro contenuto di sostanze antiossidanti, tra cui vitamina C, vitamina E, polifenoli, beta carotene e altri carotenoidi, composti solforati che contribuiscono alla difesa della struttura delle nostre cellule e del DNA dall’aggressione delle sostanze ossidanti, disinnescando anche l’attivazione di tantissime sostanze cancerogene. Nello specifico, ci sono alimenti che più degli altri riescono a farci superare al meglio la sindrome del cambio di stagione, che in alcuni soggetti si manifesta attraverso uno stato di spossatezza e stanchezza, ma che con una giusta alimentazione si può superare facilmente, per permettere a tutti di apprezzare in pieno gli aspetti della stagione primaverile.


Per esempio il ginseng, e in particolare il ginseng rosso coreano, ha rinomate proprietà energizzanti. Combatte la stanchezza sia fisica che mentale, aiutando a migliorare riflessi e concentrazione e contribuendo ad alleviare la fatica. I carciofi riescono a dare, grazie alla presenza dei fitonutrienti (nutrienti vegetali contenuti in frutta e verdura), un grande apporto energetico, inoltre proteggono il fegato e favoriscono la diuresi e la secrezione biliare, mantenendo sotto controllo il livello di colesterolo. Anche i pomodori garantiscono un grande apporto energetico al nostro corpo e la loro ricchezza di licopene li fa rientrare tra gli alimenti antiossidanti. Tra la frutta da preferire troviamo senz’altro le fragole, tipiche della primavera, che hanno una miniera di proprietà utili al nostro corpo. Sono ricche di acido folico (sulla carta Vitamina B9), potassio, vitamina C e flavonoidi che rappresentano dei potenti antiossidanti capaci di gestire il sistema immunitario proteggendo l’organismo dalle infezioni. Anche le banane rappresentano un alimento energizzante per eccellenza, ricche di fibre e di potassio, sono una grande fonte di vitalità per il corpo; contengono un buon quantitativo di ferro, utile a combattere l’anemia, stimolando la produzione di emoglobina e sono molto semplici da assimilare. Un altro potente energizzante è senz’altro il caffè, da assumere però in quantità moderate e senza eccessi, la caffeina stimola l’organismo e agisce sul sistema nervoso centrale determinando un miglioramento nel rendimento sia del corpo che della mente. Se non siete amanti del caffè, una piacevole pausa di mezza mattinata o pomeridiana, può essere rappresentata anche da una barretta di cioccolata. Il cacao è rinomato per la sua capacità di regolare il buonumore e fare bene al cervello e per le proprietà energizzanti: l’importante è che la percentuale di cacao presente sia almeno del 60%. Un altro grande classico è rappresentato dalla frutta secca: contiene una grande quantità di minerali, come magnesio e potassio, e acidi grassi Omega3 e Omega6, capaci di sostenere il benessere del corpo e della mente.

SaluteStyle - 13


MAKE UP

SPRING LOOK: SI PUNTA SULLO SGUARDO! Con la primavera alle porte il nostro make-up deve seguire inevitabilmente un cambiamento di tendenza. E ogni donna sa quanto sia importante stare al passo con la moda dell’ultimo momento. Sul web possiamo scoprire le nuove tendenze mondiali con un semplice click o addirittura seguire le preferenze delle nostre star preferite in maniera istantanea sui social network, anche attraverso il nostro smartphone, per cui restare al passo con i nuovi trend risulta anche più facile. Quest’ anno le parole d’ordine per il make-up sono naturalezza e autenticità. Il trend da seguire è molto semplice: essere sé stessi senza troppi artifizi, esprimersi con semplicità e apparire quanto più naturali possibile. Il trucco naturale è adatto a tutte le occasioni e, se ben fatto, anche se non si vede in maniera evidente, conferisce un aspetto curato e preciso.

14 - SaluteStyle

Chiamato dagli esperti del settore “make up nude”, regala un sapiente gioco di luce e ombre ben dosate che caratterizzano in maniera naturale i tratti delle donne di ogni età. Ovviamente ottenere un perfetto make up nude richiede praticità ed esperienza. Occorre dosare bene e con cura il fondotinta, la cipria, la terra e il correttore: ogni elemento deve avere il suo giusto peso e il corretto mix per un risultato perfetto. Questa primavera il viso nella sua totalità sarà dunque caratterizzato da uno stile naturale e semplice, solo agli occhi sarà concesso qualcosa in più, osando soprattutto attraverso l’utilizzo dell’eyeliner, in modo da enfatizzare lo sguardo e rendere la zona occhi il fulcro di tutto. In fondo basta un suo tratto, una sua linea perfetta, e lo sguardo appare più intenso e ammaliante, all’inizio non è facile da applicare, ma sono sufficienti un pò di prove per ottenere buoni risultati.


Molte vip hanno fatto dell’eyeliner un must del loro trucco, utilizzandolo tutte le volte che si mostrano in pubblico, con un tocco di sensualità ed eleganza. Le donne alla moda in questa primavera 2018 avranno anche un altro dettaglio predominante, caratterizzato da sopracciglia bold, piene e ben visibili. Per ottenere un buon risultato occorre innanzitutto portare le sopracciglia verso l’alto con un pettinino adeguato, successivamente è necessario disegnarne il contorno con una matita dal colore simile alle sopracciglia. In ultimo basterà colorarle con l’ombretto in polvere scegliendo la stessa tinta delle sopracciglia e della matita, poi pettinarle ancora una volta per perfezionare il lavoro e compattare il tutto, proprio come insegnano i migliori make-up artists!

parole d’ordine: trucco naturale e autenticità, con spazio solo per l’eyeliner e sopracciglia bold SaluteStyle - 15


PERSONAL CARE

TRATTAMENTI DI BELLEZZA PER RINASCERE IN PRIMAVERA È il momento di togliersi di dosso il grigiore dell’inverno, detossinare, tonificare e ridensificare la pelle, eliminare le cellule morte e le impurità con lo scrub, il gommage per il viso, il peeling e il drenaggio dei liquidi con massaggi e creme ad hoc. È il momento di sbocciare come le nuove fioriture in giardino, rinnovate e rinvigorite. Il clima più mite contribuisce al risveglio del nostro corpo ma occorre effettuare dei programmi mirati per rivitalizzare la pelle opaca e ingrigita dal torpore invernale. Innanzitutto è buona abitudine esfoliare la pelle in profondità con un peeling, per favorire il ricambio delle

16 - SaluteStyle

cellule ed eliminare quelle morte che rappresentano la causa principale del suo aspetto spento e opaco. Questo trattamento è consigliato per tutto il corpo ed è un vero e proprio scrub che viene reso possibile da piccolissimi granuli presenti nelle creme utilizzate durante i trattamenti, spesso a base di acidi di frutta. L’ effetto scrub, oltre alla pulizia profonda dell’epidermide, determina una migliore ossigenazione dei tessuti, una maggiore luminosità e idratazione. Un trattamento simile, ma con un’esfoliazione più profonda, attraverso un prodotto con un numero maggiore di grani, è rappresentato dal gommage, particolarmente indicato per le pelli più provate. Per l’applicazione è sempre preferibile una buona dose di


prodotto sul viso o sul corpo, precedentemente esposti al vapore in modo da ottenere pori ben dilatati, da massaggiare con movimenti circolari. Dopo il risciacquo, una corretta idratazione permetterà di ottenere risultati soddisfacenti, quasi come se fossimo dall’ estetista. Ci sono invece alcuni trattamenti che è bene praticare presso centri specializzati per farli effettuare da persone competenti nel settore, come nel caso dei massaggi, dove sono richieste tecnica e professionalità. Per la tonificazione e la remise en forme è il caso di porre l’attenzione sul massaggio drenante, un tipo di manipolazione particolare in grado di aiutare a smaltire la ritenzione idrica in eccesso nel corpo. La vita frenetica, le molte ore che trascorriamo seduti o in piedi, l’alimentazione scorretta e il poco movimento costituiscono abitudini errate che ci fanno accumulare tante tossine e scorie, un buon massaggio drenante, attraverso lo scollamento dei tessuti e l’impastamento, che ne riattiva la circolazione sanguigna e linfatica, è un valido aiuto per smaltirle. In questa fase si possono abbinare al trattamento anche delle specifiche creme in modo da ottenere maggiori risultati, particolarmente adatte quelle che contengono ingredienti attivi che aiutano a migliorare la circolazione e a combattere la cellulite, come ad esempio il tè verde, lo zenzero, la caffeina, i sali del Mar Morto e la centella. Questi principi, grazie alla loro particolare attività sono in grado di ridurre l’accumulo di stasi linfatiche favorendo il drenaggio dei liquidi. Tra i benefici che si ottengono da questi trattamenti quelli più apprezzati sono la diminuzione della cellulite, lo sgonfiore delle gambe, la disintossicazione del corpo e la riduzione del grasso localizzato. Un prodotto tutto nuovo, che sta spopolando e che rappresenta ormai la scelta di nove donne su dieci è rappresentato dalle creme basate sul principio della ridensificazione dermica. Si tratta di una formulazione a base di vitamina B6, amminoacidi, minerali e antiossidanti, i componenti naturali presenti nella struttura di sostegno cutaneo, che permettono di ridensificare il derma e ottenere una forte azione antiossidante, cioè anti-invecchiamento, attraverso l’attenuazione delle rughe cutanee, in particolar modo sul collo e sul décolleté.

La vita frenetica, le molte ore che trascorriamo seduti o in piedi, l’alimentazione scorretta, il poco movimento costituiscono delle abitudini errate che ci fanno accumulare tante tossine e scorie.

v\


SPORT

FIT-WALKING IN GRAVIDANZA Uno strumento valido solo per le donne già sportive? Quali sono i pro e i contro dell’attività? Il Fit-walking è una pratica sportiva non competitiva, in cui si cammina velocemente seguendo una precisa tecnica che prevede l’appoggio del tallone, la rullata del piede (proprio come se volessimo imprimere un tampone o un timbro) e la successiva spinta da dietro fino alla punta dell’alluce, il tutto accompagnato dalla oscillazione delle braccia, che possono restare piegate al gomito oppure stese lungo il corpo.

18 - SaluteStyle

Il Fit- walking va eseguito con concentrazione e costanza e chi lo pratica si accorge sin da subito che rappresenta una disciplina affascinante, che offre una marcia in più verso il proprio benessere. È adatto a tutti, giovani, anziani, persone obese e addirittura donne in gravidanza. Ed è proprio su queste ultime che ci concentreremo per comprendere come questa disciplina possa giovare anche nei mesi che mettono più a dura prova l’aspetto fisico e lo stato di salute delle donne. Il Fit-walking non è affatto traumatico e allena la totalità delle fasce muscolari, compresa la schiena che, nei mesi che precedono il parto, e anche subito dopo, è tra le parti del corpo più doloranti e delicate. La camminata, eseguita nel modo corretto, sempre adeguato alle personali esigenze, ha il pregio di apportare dei benefici sia fisici che psicologici, conferendo una condizione di benessere alle donne con il pancione, che


crescendo doventa sempre più ingombrante e difficile da gestire. Qualsiasi attività fisica potrebbe risultare infatti difficile, ma il fit-walking si impone come valido alleato, prima, durante e dopo il parto. Non dimentichiamo infatti quanto sia difficile rimettersi in forma dopo il parto: senza grandi sforzi e con i dovuti adattamenti, la camminata veloce può essere praticata anche con il bambino dopo la sua nascita, affrontando così il post partum in maniera positiva e propositiva. Per una corretta pratica di fit-walking esistono alcuni accorgimenti da seguire. Innanzitutto la costanza: è del tutto inutile eseguire camminate lunghissime ma sporadiche, è consigliato optare per sedute brevi ma quotidiane e di adeguare il tempo in base alla gestazione, allenandosi tutti i giorni nei primi due trimestri e riducendo nell’ultimo trimestre anche a sole 2/3 sessioni. L’approccio deve essere graduale, senza grandi sforzi iniziali che possono soltanto danneggiare la muscolatura. A fine camminata si deve avvertire un piacevole stato di benessere e non eccessiva stanchezza.

Grande importanza va data anche all’abbigliamento, che deve essere pratico e adatto all’attività sportiva, scegliete capi traspiranti e calzature leggere e comode.

Occhio poi alla postura! È buona abitudine mantenere il busto eretto per non sovraccaricare troppo e in maniera errata le articolazioni e tutto l’apparato muscolo-scheletrico. È preferibile scegliere percorsi prevalentemente pianeggianti e, nei periodi più caldi, evitare zone troppo assolate.

Nei casi di buona salute invece lo stato interessante non è certo uno stato di passività e di stasi. Il movimento può solo fare bene, a mamma e bambino.

Da non tralasciare il risvolto positivo dato dal fatto stesso di dedicarsi del tempo: ritagliarsi anche solo una mezz’oretta, ci permette di ritrovare un sano equilibrio che la vita moderna spesso ci toglie a causa dei ritmi troppo frenetici che viviamo. Una sana passeggiata può essere un momento di raccoglimento e di scarico delle tensioni quotidiane, da fare anche sole con sè stesse, per ritrovare la giusta energia. C’è invece chi preferisce camminare con accanto un’amica e approfittare della seduta di allenamento per rivivere insieme vecchi e nuovi racconti di vita: da sole o in compagnia, l’importante è camminare e muoversi. Naturalmente il discorso non vale in caso di minacce di aborto, parto prematuro, placenta previa: tutte condizioni che richiedono assoluto riposo a letto.

SaluteStyle - 19


VETERINARIA

PET THERAPY Il potere terapeutico dei cani e dei gatti su bambini e adulti Che il cane sia il migliore amico dell’uomo è storia antica. Da sempre l’uomo può contare su questo animale che gli resta fedele a vita e con amore incondizionato, senza chiedere nulla in cambio. Gli animali sono così, semplici, spontanei, generosi e poco esigenti. Gli ultimi studi del settore hanno confermato un vero e proprio potere terapeutico dei cani e anche dei gatti sull’uomo. In periodi particolari, per esempio una malattia, un divorzio, un lutto importante in famiglia o quando i figli vanno via per intraprendere la loro vita, un animale domestico riesce a sanare le nostre ferite e a colmare 20 - SaluteStyle

una sofferenza psicologica o sentimentale con lo stesso beneficio della medicina, se non in maniera migliore. Interagire con i nostri amici animali ci consente, in modo del tutto naturale, di essere positivi e di ricostruire la fiducia talvolta smarrita per colpa dei problemi o delle sventure. Accade spesso che si attribuisca all’animale un forte significato emotivo, tanto che il cane o il gatto diventano inseparabili compagni di vita, costituendo una continua scoperta di emozioni, che tante persone non avrebbero neanche mai immaginato di poter provare. Una vera e propria terapia insomma, denominata Pet therapy, una crescita personale che si basa sulle emozioni scaturite dalla presenza di un animale per guarire le ferite della psiche umana. Il percorso terapeutico è naturale e graduale, ma efficace sin da subito, proprio perché riguarda strettamente la sfera emotiva, l’individuo riesce a superare con più serenità e determinazione le sue difficoltà, caricato da


La Pet therapy viene spesso usata nella prevenzione dei fenomeni di bullismo, purtroppo sempre più frequenti nella nostra società moderna. Anche nella terza età il rapporto con l’animale può diventare davvero insostituibile. L’animale non si rifiuta mai, non giudica, si dona in maniera totale, contribuisce a socializzare, non ha pregiudizi e stimola sorrisi. Dalla sua compagnia mente e corpo traggono benefici emotivi, ma anche fisici: diminuisce il battito cardiaco, calano le ansie e le paure. Addirittura alcune case di cura, considerata l’ importanza di questo particolare rapporto, si stanno attrezzando per accogliere i cani e i gatti all’interno delle strutture e utilizzare il loro potere terapeutico. Una terapia indolore ma dai grandi e soddisfacenti risultati. Provare per credere!

Crescere con un animale vuol dire stimolare e coltivare concetti importanti come fiducia, rispetto e reciprocità.

una maggiore autostima e fiducia, non solo in sé stesso ma verso il resto della famiglia e di tutta la società. Questo legame profondo tra uomo e animale può instaurarsi fin dall’infanzia e non è affatto trascurabile l’influenza positiva che un animale può avere nella crescita dei bambini. I migliori esperti sottolineano i grandi benefici che hanno i più piccoli a vivere con un amico a quattro zampe: l’interazione permette di sviluppare il processo di apprendimento in maniera più rapida e abitua a prendersi cura di qualcuno diverso da sé stesso, un aspetto davvero importante per uno sviluppo sano e equilibrato, valido in maniera particolare per bambini difficili o con disabilità. Crescere con un animale vuol dire stimolare e coltivare concetti importanti come la fiducia, il rispetto, la reciprocità. Già il solo accarezzarli e coccolarli provoca un piacevole contatto fisico e stimola la capacità di osservazione, reazione e anche una certa creatività. SaluteStyle - 21


VIAGGI

FIORISCONO LE CITTÀ Dal Chelsea Flower Show di Londra a Floralia di Bruxelles La primavera fa sbocciare e rifiorire tutta la vegetazione che, dopo aver affrontato i periodi più freddi dell’anno, finalmente è esposta a temperature più miti e favorevoli e riesce, con una sferzata di energia, a risvegliarsi e colorarsi delle tinte più belle che solo la natura sa fornire. In questo periodo abbiamo anche più voglia di uscire e trattenerci all’esterno, così i comuni si adoperano come possono per sistemare le proprie aree destinate al verde, alle piante ed ai fiori. Ci sono alcune città che sono diventate famose in tutto il mondo, meta di viaggi e visite organizzate perchè diventano dei veri e propri musei a cielo aperto, attirando turisti da ogni parte del mondo. È il caso di Londra, che nel famoso quartiere di Chelsea, ogni anno in primavera, rinnova l’appuntamento al Royal Hospital, che si trasforma nella più grande e importante esposizione floreale di tutta la Gran Bretagna.

22 - SaluteStyle

L’evento si chiama Chelsea Flower Show e conta ogni anno circa 150.000 visitatori che accorrono ad ammirare un insieme di piccoli e grandi giardini d’esposizione, con vivaci assortimenti di orticoltura, per la mostra dei fiori più celebre del mondo. Grande fonte di ispirazione per tutti gli appassionati del settore, lo show offre senz’altro tutti gli spunti per i nuovi trend del giardinaggio, in bella mostra tante novità ma anche le varietà di fiori più rare e storiche. Protagoniste assolute sono le rose preziose come le Austin, particolarmente note a livello mondiale per la loro bellezza e la grande varietà; i tulipani e i delphinium, dai bellissimi fiori blu e rosa, quest’ultimi difficilmente coltivabili in quasi tutta la nostra penisola in quanto richiedono ventilazione, umidità e temperature contenute anche nel periodo estivo. A questo proposito lo spettacolo delle bordure anglosassoni fa quasi invidia! Un evento simile a quello inglese è il Floralia che si tiene a Bruxelles, in Belgio, quest’anno giunto alla sua 15° edizione. L’ormai consolidata Mostra Mercato di Primavera che si svolge nei giardini e nelle serre del Castello di Groot-Bijgaarden ottiene sempre un grande riscontro di pubblico. Anche qui, allo sbocciare della primavera, oltre un milione e mezzo di tulipani, giacinti e narcisi invadono i giardini del castello, dove sono stati piantati dai


giardinieri ai piedi di alberi molto antichi, e creano uno spettacolo unico, degno di una visita. All’interno dell’area, che nel complesso misura 14 ettari, è presente una serra dove vengono realizzate prestigiose composizioni floreali che non passano certo inosservate agli occhi dei visitatori. La mostra dura quattro settimane e permette di ammirare circa 500 varietà di tulipani: alcune così nuove che non hanno ancora un nome ben definito. Durante questi eventi di gardening, il visitatore rimane folgorato dall’insieme di composizioni create per l’occasione e da tutto quello che ruota intorno all’evento in sé. Tutto è addobbato e preparato per essere inserito nel contesto floreale e per attirare l’attenzione di chi vuole allargare i propri orizzonti e carpire qualche idea innovativa: macchine, vetrine, interi palazzi tutti a tema green. Tante scenografie enfatizzano un paesaggio che è già di per sé uno spettacolo e rendono la città un museo floreale. Persino il packaging diventa un motivo trendy e di design: una semplice busta o una scatola contenente una piantina o dei fiori non rappresentano solo un imballaggio, ma vengono studiate e realizzate con grande attenzione per stupire il visitatore che le conserverà e riutilizzerà volentieri. Tra i viaggi di primavera appunteremo senz’altro queste destinazioni colorate, floreali e ispiratrici di nuove idee.

SaluteStyle - 23


NEWS 2.0

ENDOMONDO:

UN PERSONAL TRAINER NELLE PROPRIE TASCHE

Scaricare l’applicazione Endomondo sul proprio smartphone vuol dire avere un vero e proprio personal trainer a portata di mano, quasi fosse nella propria tasca proprio come un telefono cellulare. Questa nuova applicazione permette di monitorare gli allenamenti, seguire un costante programma sportivo e restare in forma, e allo stesso tempo interagire con persone di tutto il mondo. Andare in bici, in kayak, correre o semplicemente camminare sarà particolarmente divertente poiché non si sarà da soli, ma con circa 25 milioni di utenti, con cui competere, sfidarsi, confrontarsi e comunicare in tempo reale. L’applicazione permette di monitorare la propria forma fisica attraverso i parametri di durata, velocità, distanza, calorie e tutto quello che riguarda ciascun sport praticato. Inoltre analizza la performance in base all’ allenamento effettuato nelle varie giornate, offrendo la possibilità di impostare degli obiettivi personali: una vera e propria sfida con sé stessi per migliorare sempre più.

24 - SaluteStyle


Con la nuova App Endomondo monitora i tuoi allenamenti e resta in forma. Poi condividi, interagisci e competi con persone di tutto il mondo.

Gli amici hanno la possibilità di commentare, consigliare ed entrare in competizione. Il tutto poi può essere condiviso su Facebook e Google+. Ecomondo consente anche di raccogliere foto degli allenamenti, hashtag, tag di amici, funzionalità ormai alla portata di tutti e fondamentali nelle abitudini giornaliere di ognuno di noi. L’insieme dei dati viene poi raccolto in maniera automatica e salvato sul proprio profilo personale sul sito web www.endomondo.com dove è possibile approfondire le statistiche, monitorare i progressi, analizzare tutti i dati e competere con persone di tutto il mondo. Non resta che mettersi a lavoro e cercare di sentirsi sempre spronati e invogliati ad effettuare una sana attività fisica in maniera quotidiana, per stare bene dentro e fuori!

SaluteStyle - 25


KIDS

26 - SaluteStyle


Salute e style marzo maggio  
Salute e style marzo maggio  
Advertisement