Page 1


RIC - RIETI INVASIONI CREATIVE È LA PROPOSTA CULTURALE ESTIVA CHE LA REGIONE LAZIO E L ’ A . T . C . L . PROMUOVONO ATTRAVERSO UNA COMMISTIONE TRA LE DISCIPLINE ARTISTICHE E LE IDENTITÀ DEI LUOGHI , VALORIZZANDO E DISSEMINANDO IL TERRITORIO CON MOLTEPLICI INIZIATIVE AMBIENTATE NELLE ARCHITETTURE STORICHE E NEGLI STRAORDINARI SPAZI ALL ’ APERTO DELLA CITTÀ . TEATRO , MUSICA , LETTERATURA , INSTALLAZIONI E SPAZI DI RIFLESSIONE , PERCHÉ LA CULTURA NON SI RIDUCA ALLA SEMPLICE TRASMISSIONE D ’ IDEE DI DIBATTITO , MA SIA TERRENO OCCASIONE CRITICA , AMORE PER IL TERRITORIO E LA SUA STORIA . LA CULTURA È SOPRATTUTTO LA SOSTANZA DEL FUTURO , LA CAPACITÀ DI PROGETTARE , OSSERVARE LA REALTÀ , ESAMINARE IL PASSATO PER POTER DISEGNARE LE IPOTESI SU CUI COSTRUIRE IL DOMANI . OTTO GIORNI DI SPETTACOLI , CONCERTI , PERFORMANCE , LEZIONI , LABORATORI E TEATRO DI STRADA TRASFORMERANNO LA CITTÀ E I SUOI PERCORSI IN LUOGHI DI SCENA . DAL 27 LUGLIO AL 3 AGOSTO UNA COPIOSA INVASIONE DI ARTISTI OFFRIRÀ AL PUBBLICO UN DENSO PROGRAMMA DI FRUIZIONE DEI LINGUAGGI CONTEMPORANEI A . T . C . L . ASSOCIAZIONE FRA I COMUNI

DEL LAZIO

TEATRALE

.

“Le città, d’estate, acquistano un incanto particolare. Il caldo svuota le strade, la vacanza spazza via i percorsi abituali, le macchine, la fretta. E la sera, quando rinfresca, la gente scende in strada. Le piazze, le chiese, i palazzi diventano fondali, la città si fa teattro. Chi esce di casa o arriva bighellonando da fuori, ha finalmente tempo e testa per accogliere parole, suoni, corpi, luci... perché le giornate sono lunghe e un po’ di ozio è consentito, un po’ di legittimo vuoto. È il momento migliore perché lo spettacolo cominci, e continui. Ci sono molte piccole città molto belle nel Lazio, molti scenari da illuminare nelle notti d’estate. L’idea è di organizzare un grande festival estivo, animare di spettacoli tutto il territorio, trasformare ogni centro storico, ogni bellezza naturale in teatro. L’idea è di spargere palcoscenici dappertutto. RiCREAZIONI, è il titolo della rassegna. Ricreazioni: come gli “intervalli” a scuola, quando ci si può scatenare in cortile. Come i prodotti impalpabili della creatività che genera godimento e che ri-crea, cioè rimette al mondo. La prima cosa bella è una prova generale, un primo esempio, un ricco numero zero. Si chiama Ric Festival.

RIC Rieti Invasioni Creative.

La città di Rieti, che è bellissima, sarà invasa, occupata da spettacoli di teatro, musica, danza. Ma anche da seminari e laboratori, letteratura, lezioni magistrali e installazioni.


Sarà preso d’assalto il teatro Flavio Vespasiano, uno dei dieci teatri con la migliore acustica d’Europa, aprirà con “I giorni del buio” spettacolo diretto e ideato da Gabriele Lavia, scritto e interpretato da 19 neodiplometi dell’Accademia Silvio D’amico e chiuderà con “abitare.sottovetro”, di Palmetshofer, prima assoluta. Sarà invasa da danzatori e danzatrici e saranno prese d’assalto e animate da artisti di strada, attori attrici musicisti e ballerini il cortile Palazzo Vincenti Mareri, Palazzo Dosi, Palazzo Vecchiarelli, l’argine del fiume Velino, e poi ancora vicoli, piazze e scalinate. Ovunque ci sarà qualcosa da guardare e da ascoltare. Ci sarà un omaggio ad una grande attrice ed animatrice culturale scomparsa da poco, Franca Rame. Si intrecceranno e si stimoleranno a vicenda artisti già eccellenti e in formazione, maestri e allievi, gente di spettacolo e cittadini. Ogni sera, dal 27 luglio al 3 agosto, dalle sei di sera a mezzanotte. Saranno 66 eventi tra spettacoli, concerti, installazioni e mostre. E 250 presenze tra artisti, autori e musicisti. Rieti Invasioni Creative sarà un’invasione stimolante che ridisegnerà il tempo della vacanza perché evasione è pensare. Guardare. Capire. Lasciarsi trascinare nel gioco degli altri, concedersi la visione di una realtà finalmente possibile”

L IDIA R AVE R A – A SSESSO C U L TU R A R EGIONE L AZIO

R E A LL A

27

LUGLIO

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE

P ERSEO

SALTO NEL VUOTO teatro di strada di e con Hiram Meza Pastor

Spettacolo fantasy di ballo e giocoleria adatto ad un pubblico di bambini e adulti

12:00 C ENTRO

COMMER CIALE COO P FUTURA

G-FIRE

circo – teatro di strada di e con Irene Betti

Performance di contorsionismo caratterizzate dall’ eleganza e dalla morbidezza dei movimenti

18:00 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

IL GRANDE LEBUSKY SHOW teatro di strada di e con Gianluca Lebusky

Spettacolo comico con 5 anni di esperienza alle spalle nelle maggiori piazze italiane

19:00 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

G-FIRE

circo – teatro di strada di e con Irene Betti

Performance di contorsionismo caratterizzate dall’ eleganza e dalla morbidezza dei movimenti


21.30 V IA DEI P OZZI

22.00 TEATRO F LA V IO V ES P ASIANO

I GIORNI DEL BUIO

teatro

Gabriele Lavia Enzo Cosimi

d’Arte Drammatica Rosy Bonfiglio alentina Carli Italia, Massimiliano Aceti Flaminia Cuzzoli Valerio D’Amore Alessandra De Luca Nina, Arianna Di Stefano Desiree Domenici Carmine Fabbricatore -Lello, Giulia Gallone Francesco Sferrazza Papa Matteo Mauriello Marco Mazzanti - Giovanni, Ottavia Orticello Alessandra Gianluca Pantosti Eugenio Papalia Matteo Ramundo Gianluca Sbicca Paola Castrignanò assistente alla regia Tommaso Le Pera produzione Teatro di Roma, Accademia Nazionale d’Arte

Gabriele Lavia dirige gli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” in uno spettacolo tratto da interviste

e testimonianze che i giovani attori hanno raccolto fra gli homeless di Roma. 19 ragazzi per 19 storie di rifiuto e di emarginazione sociale che portano sul palcoscenico il racconto corale di un’umanità alla ricerca di un rifugio dove ripararsi nel tentativo di sopravvivere a condizioni ostili e al disagio esistenziale.

23.00 V IC OLI E P IAZZE C OM P RESI TRA IL TEATRO F LA V IO V ES P ASIANO E IL C ORTILE RETROSTANTE LA C HIESA S . F RAN C ES C O

ANGELI SULLA CITTÀ

installazione urbana itinerante direzione artistica e regia Pino Di Buduo Teatro Potlach interactive performance design Luca Ruzza / OpenLab Company video proiezioni Aesop Studio Stefano Di Buduo, Andrea Adriani consigliere letterario Raimondo Guarino attori, danzatori, musicisti, funamboli, trampolieri e artisti visivi: Teatro Potlach Daniela Regnoli, Nathalie Mentha, Zsofia Gulyas, Gaudi Tione Fanelli, Paolo Summaria, Livia Caputo Roberta Gentili, Giusi Anghelone, Simona Zanini ,Saori Kato, Conjunto Noites Cariocas Marcus Acauan e Antonio Pilato Vertical waves project Marianna Andrigo. e con Salima Balzerani, Benedetta Capanna e Oscar Bonelli, Silvia Kyra, Alexandra Mogos, Verdiana Nour e il corpo di ballo “Sabbia e seta”, Roberto Colasanti collaborazione artistica Gustavo Riondet consigliere artistico Antonio Sacco. tecnico luci Misha Snisarenko Zeno Ruzza organizzazione e amministrazione Benedetta Ruzza, Zsofia


Gulyas, Tina Ippolito comunicazione Carlotta Urbani, Andrea Adriani produzione Teatro Potlach e RIC – Rieti Invasioni Creative

Suggestivi attraversamenti negli spazi interni ed esterni si susseguono nel percorso compreso tra il teatro Flavio Vespasiano e il cortile retrostante la chiesa di San Francesco. L’ installazione Angeli sulla Citta’ a cura del teatro, con la direzione di Pino Di Buduo, trasformerà artisticamente i vicoli e le piazze del centro storico esaltandone la ricchezza e l’incanto, attraverso straordinari paesaggi di luce, scenografie aeree, proiezioni sospese e incontri con artisti che si esibiranno dal vivo presso le stazioni del percorso. Solo per una notte, le specificità architettoniche saranno restituite allo sguardo del pubblico e della cittadinanza di Rieti nelle sembianze di un territorio d’autore.

28

LUGLIO

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE

12:00 C ENTRO

COMMER CIALE COO P FUTURA

SALTO NEL VUOTO

teatro di strada di e con Hiram Meza Pastor

Spettacolo fantasy di ballo e giocoleria adatto ad un pubblico di bambini e adulti

17:00 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

G-FIRE

circo – teatro di strada di e con Irene Betti

Performance di contorsionismo caratterizzate dall’ eleganza e dalla morbidezza dei movimenti

18:00 L IBRERIA

N UO V A G ULLI

V ER

IMMAGINAZIONE E FIABE

lettura creativa e improvvisazioni sulla fantasia di Giovanni Leuratti per bambini dai 6 ai 13 anni

18:30 P ALAZZO V E CC HIARELLI P ERSEO

IL GRANDE LEBUSKY SHOW teatro di strada di e con Gianluca Lebusky

Spettacolo comico con 5 anni di esperienza alle spalle nelle maggiori piazze italiane

EHI!!!

teatro burattini un progetto di Ivan Franek spettacolo di immagini ad alta tensione poetica testo e regia Ivan Franek interpreti Andrea Trovato o Ivan Franek / Julien Lambert o Giulia De Canio / Valeria Bianchi o Simona Oppedisano scenografia Aurora Buzzetti e Ivan Franek costumi Sabrina Beretta


burattini artigianali Andrea Trovato, Ivan Franek, Julien Lambert, Giulia De Canio costruzione Castolet Massimo Troncanetti, Alessandra Solimene, Ivan Franek, Aurora Buzzetti foto Olimpia Nigris

Uno spettacolo di burattini, marionette ed attori che insieme attraversano il tempo ricostruendo immagini surreali della nostra insolita vita. EHI! nasce dal bisogno profondo di ritrovare uno sguardo naif, fantastico e poetico sul mondo attuale, mettendo in luce la bellezza delle cose che ci circondano a cui non diamo peso vivendo alla velocità frenetica di tutti i giorni. Lo spettacolo usa una lingua universale, quella delle emozioni, dei respiri e degli sguardi esprimendo le situazioni che anche attraverso la lunga strada dell’umanità non sono mai cambiate.

19:30 V IA S AN G IOR G IO

DIDJESTIVO

musica – installazione di e con Christian Muela

Suonatore di Didjeridoo dal 2003, è impegnato nella ricerca artistica tra strumenti antichi nella società di oggi e nella produzione di musica contemporanea con tecnologie primitive

21:30 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S AN G IOR G IO

V ARRONE –

TRI, QUATER!

teatro di strada compagnia Icircondati di e con Luciano Menotta e Diego Carletti costumi Icircondati scenografia Leonello Primavera musiche originali Icircondati produzione Icircondati

Musica, acrobalance, giocoleria, beat-box, pantomima, un vecchio baule e un secolare grammofono sono i giocattoli con cui li vedrete giocare…

22:00 TEATRO F LA V IO V ES P ASIANO

LA GUERRA DI KURUKSHETRA

teatro di Francesco Niccolini, ispirato al “Mahābhārata” regia Giorgio Barberio Corsetti con Ippolito Chiarello, Francesco Ferrante, Marco Grossi, Fabrizio Lombardo, Marcello Prayer, Fabrizio Pugliese, Barbara Ronchi, Silvia Rubino, Fabrizio Saccomanno, Maurizio Semeraro scene Giorgio Barberio Corsetti e Massimo Troncanetti costumi Francesco Esposito video design Igor Renzetti luci Mauro Marasà direttore di scena Roberto Bivona assistenza tecnica Fabrizio Valentini e Gianluca Cappelletti sarta Ginevra Danielli regista assistente Roberto Aldorasi collaborazione alla drammaturgia Davide Schinaia - musiche Alessandro Pipino produzione a cura di Antonio Massena,


Marta Morico e Ippolita Nigris Cosattini produzione esecutiva Paolo Monaci Freguglia - segreteria Sara Parzanese Beatrice Giongo, Giada Centofanti produzione L’Uovo Teatro Stabile d’Innovazione de L’Aquila, Fondazione Le Città del Teatro - Teatro Stabile delle Marche, Fattore K.

Tratto dal Mahābhārata, uno dei più grandi poemi epici dell’India, testo fondamentale della religione induista, La guerra di Kurukshetra racconta uno degli innumerevoli filoni dell’immensa trama di questo antico testo in sanscrito. È “la storia di tutte le storie” come dice il regista Corsetti, «ciò che qui c’è, lo si può trovare anche altrove; ma ciò che qui non si trova, non esiste in nessun luogo » (Mahābhārata, I,62, 53 ma anche XVIII,5,50). La guerra di Kurukshetra, testo di Francesco Niccolini, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti, nasce come co-produzione fra L’Uovo-Teatro Stabile di Innovazione, il Teatro Stabile delle Marche e la Compagnia Fattore K. Le tre strutture hanno messo insieme le proprie risorse creative, i propri artisti e tecnici, gli spazi e le idee, per questa grande e articolata impresa.

23:15 P IAZZA S AN R UFO

AVOID JASS BAND concerto Jazz Swing Bossa Samba Jazz

sax , flauto Alessandro Aureli chitarra Pierluca Cesarini contrabasso Pietro Cavallucci batteria Yuri Alviggi fisarmonica Matteo Marinelli Banda Musicale Città di Rieti

Un coinvolgente viaggio musicale da Ellington a Jobim, da Piazzolla al cantautorato italiano

29

LUGLIO

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE

P ERSEO

SALTO NEL VUOTO

teatro di strada di e con Hiram Meza Pastor

Spettacolo fantasy di ballo e giocoleria adatto ad un pubblico di bambini e adulti

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE C OO P FUTURA

IL GRANDE LEBUSKY SHOW

teatro di strada di Gianluca Lebusky

Spettacolo comico con 5 anni di esperienza alle spalle nelle maggiori piazze italiane

15:00 - 20:00 TEATRO F LA V IO V ES P ASIANO

laboratorio teatrale diretto da Giorgio Barberio Corsetti


17:30 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

SQUILIBRI

verticalismo e danza acrobatica di e con Irene Croce

In un’atmosfera irreale l’acrobata del circo si muove a mostrare cosa può un corpo quando si trova in equilibri precari

18:00 L IBRERIA

N UO V A G ULLI

V ER

IMMAGINAZIONE E FIABE

lettura creativa e improvvisazioni sulla fantasia di Giovanni Leuratti per bambini dai 6 ai 13 anni

18:30 P ALAZZO V E CC HIARELLI

EHI!!!

teatro burattini un progetto di Ivan Franek spettacolo di immagini ad alta tensione poetica testo e regia Ivan Franek interpreti Andrea Trovato o Ivan Franek / Julien Lambert o Giulia De Canio Valeria Bianchi o Simona Oppedisano scenografia Aurora Buzzetti e Ivan Franek costumi Sabrina Beretta burattini artigianali Andrea Trovato, Ivan Franek, Julien Lambert, Giulia De Canio costruzione Castolet Massimo Troncanetti, Alessandra Solimene, Ivan Franek, Aurora Buzzetti foto Olimpia Nigris

Uno spettacolo di burattini, marionette ed attori che insieme attraversano il tempo ricostruendo immagini surreali della nostra insolita vita. EHI! nasce dal bisogno profondo di ritrovare uno sguardo naif, fantastico e poetico sul mondo attuale, mettendo in luce la bellezza delle cose che ci circondano a cui non diamo peso vivendo alla velocità frenetica di tutti i giorni. Lo spettacolo usa una lingua universale, quella delle emozioni, dei respiri e degli sguardi esprimendo le situazioni che anche attraverso la lunga strada dell’umanità non sono mai cambiate.

19:30 B IBLIOTE C A F ONDAZIONE S ALA S . G IOR G IO

V ARRONE –

CARMEN DUO

danza contemporanea – CORE di Giovanna Velardi ideazione e coreografia Giovanna Velardi in collaborazione con Filippo Luna costumi Dora Argento luci Danila Blasi musiche G. Bizet. R.Schedrin e varie interpreti Giovanna Velardi - danzatrice, Filippo Luna - attore sostegni fc@pin.d’oc; Teatro Stabile di Napoli; Napoli Teatro Festival; Napoli Fringefestival; MIBAC; Regione Sicilia Assessorato al Turismo Sport Spettacolo, Benedetta Boggio


Carmen da sempre il personaggio femminile che più di ogni altro rappresenta la seduzione, che testimonia la pulsionalità, che porta in scena il Dionisiaco come carattere primo, che può essere assimilato solo al Don Giovanni come potenza seducente, come continua ricerca che sensuale e fascinatrice diviene carnale, che nella morte accettata consapevolmente accetta consapevole la propria finitezza come orizzonte di vita. Il coraggio di Carmen è un coraggio non epico, è un coraggio a-morale, un coraggio ancestrale e terreno, un coraggio di matrice biologica che nasce dalla sola consapevolezza d’essere un “corpo”. L’attualizzazione e la rilettura della Carmen segue proprio questa linea che rende vivo il personaggio e ne fa l’emblema di una rivoluzione costante; ne fa simbolo di una determinatezza esistenziale che vuole fino a scegliere la morte. L’esigenza della rappresentazione ad oggi parte dal voler indagare la profonda dignità dell’individuo in quanto tale, di una figura che trova in una umanità fatta di carne la propria ragione d’essere.

con Dante Antonelli, Vittoria Faro, Michele Lisi, Carlotta Mangione, Alessandro Marmorini drammaturgia per la scena Matilde D’ Accardi / Federico Perrone musica Francesco Leineri scena Giulio Bartolozzi luci Luca Febbraro costumi Carla Tagliaferri produzione Associazione Culturale 15 Lune - progetto inserito nell’ambito di limite orizzonte

21:00 O FFI C INE F ONDAZIONE V ARRONE E X C HIESA S . G IOR G IO

TUTTA CASA, LETTO E CHIESA

LA COCCIUTAGGINE di Rafael Spregelburd regia Dante Antonelli traduzione Antonella Caron

L’ultimo vizio capitale di Rafael Spregelburd (drammaturgo argentino di fama internazionale) è ambientato durante la Guerra Civile spagnola del 1939. Lo scocco delle “cinco de la tarde” segna l’inizio di questo atto agito nella stanza di Alfonsa, la figlia malaticcia: un gruppo “di innocui fascisti” che non nominano mai violenza e sterminio, immersi in un’atmosfera tesa e paranoica, si muovono in uno spazio temporale ossessivamente ripetitivo, come fantasmi condannati.

22:00 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S . G IOR G IO

V ARRONE -

Omaggio a Franca Rame

teatro di Franca Rame e Dario Fo regia Franca Rame con Marina De Juli


Lo spettacolo si compone di monologhi comico-grotteschi sulla condizione femminile: “Una donna sola”, “Il risveglio” e sulla tematica della sessualità, del rapporto di coppia “La parpaja topola”, “Lezione di sesso”. Un’opera questa tra il comico e il grottesco che si dipana fra un’’ironia sapiente e uno slancio alla riflessione, all’’impegno sociale, tra i tanti perché lasciati senza risposte. Tutto visto con gli occhi delle donne che non hanno perso la capacità di ridere guardandosi allo specchio. “Ho debuttato a Milano, alla Palazzina Liberty, nel 1977, in appoggio alle lotte del movimento femminista, poi l’ ho portato in quasi tutta Italia, organizzato da gruppi femministi, e il ricavato di molte serate è stato devoluto a favore del movimento per varie esigenze: fabbriche in occupazione, rifacimento del tetto della Casa della donna di via del Governo Vecchio a Roma, nascita di consultori, ecc. Siamo stati anche all’ estero: Europa (a Francoforte, ad esempio, lo spettacolo è stato rappresentato per raccogliere fondi per la difesa di italiani detenuti in Germania), Sud e Nord America. Quante repliche ho fatto? Più di tremila... Poi ho visto questa pièce recitata da grandi attrici, in Italia, al National Theatre di Londra, in Scandinavia, a New York e in altre parti del mondo, ma pur non togliendo nulla alla bravura di quelle

grandi interpreti, devo riconoscere che l’autenticità di Marina De Juli nel rappresentare i miei personaggi è stata raramente raggiunta. E’ un’occasione per voi vederla. Non perdetevela! Un bacio a tutti. Franca”

23:00 O FFI C INE F ONDAZIONE V ARRONE E X C HIESA S . G IOR G IO

INTERRUZIONI VOLONTARIE

teatro uno studio di e con Claudia Salvatore con inserzioni liberamente tratte dalle opere di Sarah Kane aiuto regia Sergio Proto luci e supervisione Francesco Piotti scenografia Valeria Galluzzi produzione RIC – Rieti Invasioni Creative

PRIMA ASSOLUTA Lui si sentiva una ferita sulla guancia, la ferita non c’era, ma lui la sentiva così tanto che alla fine se l’è procurata da solo. Lei si ricordava di quando da piccola aveva visto i nonni che facevano l’amore, ma in realtà non era successo a lei, era successo alla madre. Margherita aspetta, registra messaggi degli altri, guarda gli spazi aperti attendendo che ci capiti dentro qualcosa che la riguarda. Margherita per metà c’è e per metà non sa dov’è. C’è qualcosa che interrompe ogni incontro, ogni tentativo di costruire, ogni possibilità, e c’è qualcosa che lo vuole ripristinare.


Margherita scappa da persone e da situazioni ma inevitabilmente poi non fa altro che tornare, per riprendersi, per ricominciare quello che aveva interrotto, per rovinarlo in continuazione, non ci sono altro che fratture evidenti ed evidenti intervalli di tempo in cui cerca di ricordare come fare ad andare avanti, in cui cerca di capire, di eliminarsi o di darsi un’altra possibilità, l’ennesima. Lo studio teatrale “Interruzioni Volontarie” prende forma dall’analisi dei testi di Sarah Kane, David Foster Wallace ed Ugo Cornia, da un’indagine sulle figure che li attraversano trasversalmente, alla ricerca di una rappresentazione che permetta di approfondirne la tematica comune: la presenza episodica.

23:45 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

TRI, QUATER!

teatro di strada compagnia I circondati di e con Luciano Menotta e Diego Carletti costumi Icircondati scenografia Leonello Primavera musiche originali Icircondati produzione Icircondati

Musica, acrobalance, giocoleria, beat-box, pantomima, un vecchio baule e un secolare grammofono sono i giocattoli con cui li vedrete giocare…

00:15 C ORTILE P ALAZZO V IN C ENTI M ARERI IN P IAZZA S AN R UFO

DIDJESTIVO

musica – installazione di e con Christian Muela

Suonatore di Didjeridoo dal 2003, è impegnato nella ricerca artistica tra strumenti antichi nella società di oggi e nella produzione di musica contemporanea con tecnologie primitive

30

LUGLIO

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE

P ERSEO

IL GRANDE LEBUSKY SHOW

teatro di strada di e con Gianluca Lebusky

Spettacolo comico con 5 anni di esperienza alle spalle nelle maggiori piazze italiane

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE C OO P FUTURA

SALTO NEL VUOTO

teatro di strada

Spettacolo fantasy di ballo e giocoleria adatto ad un pubblico di bambini e adulti

15:00 - 20:00 TEATRO F LA V IO V ES P ASIANO

laboratorio teatrale diretto da Giorgio Barberio Corsetti


17:30 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

TRI, QUATER!

teatro di strada compagnia I circondati di e con Luciano Menotta e Diego Carletti costumi Icircondati scenografia Leonello Primavera musiche originali Icircondati produzione Icircondati

Musica, acrobalance, giocoleria, beat-box, pantomima, un vecchio baule e un secolare grammofono sono i giocattoli con cui li vedrete giocare…

18:00 L IBRERIA

N UO V A G ULLI

V ER

IMMAGINAZIONE E FIABE

lettura creativa e improvvisazioni sulla fantasia di Giovanni Leuratti per bambini dai 6 ai 13 anni

18:30 P ALAZZO V E CC HIARELLI

LE TRE-MENDE

teatro burattini di Coppelia Theatre con Dolores e Lilli Amadei

Un duo musicale comico tra una violinista umana e una marionetta violoncellista che suonano le musiche di Thelemann e Händel. C’è poco da dire d’una storia senza parole. Allora lasciamo che a parlare sia altro...Una marionetta al violoncello ed una violinista si

stremano nel cercare un punto d’incontro. E si divertono, ovvero volgono in un’altra direzione: quella Comica, Poetica,Tragica, Perturbante? Amano le contraddizioni.

19:00 B IBLIOTE C A F ONDAZIONE S ALA S . G IOR G IO

V ARRONE –

SPORT

danza contemporanea di Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci Gruppo Nanou con Rhuena Bracci Roberto Rettura scene in collaborazione con Città di Ebla un ringraziamento particolare a Fabio Sajiz produzione de production (Marsiglia,Francia) co-produzione L’anima a l’esquena e Cra’p (Spagna), Indisciplinarte (Italia), El Teatro (Tunisia), Haraka (Egitto) con il sostegno della Commissione Europea nell’ambito del programma cultura 2007-2013, parte Cooperazione con i paesi terzi per gli anni 2010 e 2011. of the European Commission within the program Culture “Cooperation with the Third countries”

Portiamo in scena un’atleta, colta nell’intimità dei preparativi per l’esecuzione dell’elemento ginnico, per esporre un corpo nella sua fragilità e diametralmente opposta forza. L’attimo prima di tutte le possibilità di cambiamento, di tutte le potenziali direzioni. Cogliere il pensiero dell’atleta prima della vertigine per capirne il silenzio.


Sonorizzare una soggettiva, che non sia quella privata dell’atleta ma una nuova, che ha sicuramente a che vedere con quella solitudine, ma che accoglie anche la visione, individuale e collettiva allo stesso tempo, degli spettatori.

20:30 P ALAZZO D OSI

DIDJESTIVO

musica – installazione di e con Christian Muela

Suonatore di Didjeridoo dal 2003, è impegnato nella ricerca artistica tra strumenti antichi nella società di oggi e nella produzione di musica contemporanea con tecnologie primitive

21:30 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S . G IOR G IO

V ARRONE

ARTEM GOSPEL CHOIR

coro diretto dal M° Alessandro Nisio

Questo coro è una delle formazioni operative dell’Accademia Reatina Teatro e Musica – A.R.T.e M., uno degli strumenti tecnici attraverso i quali l’ARTeM vuole mostrare le proprie capacità progettuali ed esecutive; nello specifico quindi la valorizzazione della tradizione musicale afroamericana spiritual e gospel. Il gruppo, di recente formazione ma con radici antiche, si compone di circa venti elementi, già attivi da tempo nel panorama della coralità spiritual – gospel

ed ha già al suo attivo una ricca attività concertistica riscuotendo sempre ampi apprezzamenti e segnalandosi come una delle realtà in costante evoluzione, più interessanti della scena corale operanti nell’ambito musicale territoriale.

22:00 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S . G IOR G IO

V ARRONE -

CLAREL

POEMA E PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA teatro

versione italiana e adattamento Valter Malosti concerto per voce, oud, chitarre e live electronics interpretato e diretto da Valter Malosti suono e live electron ics G.u.p. Alcaro oud e chitarre Lucia D’ Errico musiche originali Carlo Boccadoro field recordings a Gerusalemme e Israele Luc Messinezis luci Francesco Dell’Elba consulenza scientifica Ruggiero Bianchi assistente alla regia Elena Serra produzione Teatro di Dioniso / I teatri del Sacro - spettacolo vincitore I Teatri del sacro III edizione organizzazione Paolo Ambrosino amministrazione Paola Falorni

Valter Malosti in uno straordinario e sconosciuto poema di Hermann Melville, uno scosceso massiccio poetico, come dice Elemire Zolla, dove si perdono i confini tra viaggio


reale e spirituale, alle fonti del Cristianesimo e dei suoi luoghi d’elezione. Clarel, un giovane studente americano di teologia, insoddisfatto degli insegnamenti dogmatici ricevuti in patria, decide di recarsi in Palestina. Come i grandi eroi dei romanzi melvilliani, Clarel tenterà di superare le soglie dell’esperienza e della conoscenza, e proverà a dare risposta alle grandi questioni del sapere e dell’amore, del rapporto tra il fisico e il metafisico, della verità e del senso ultimo della vita. In un quadro di tale natura, Clarel viene a rappresentare il pellegrinaggio della speranza: un viaggio alle fonti del Cristianesimo, alle origini di una elusiva e ipotetica

23:00 O FFI C INE F ONDAZIONE V ARRONE E X C HIESA S . G IOR G IO

INTERRUZIONI VOLONTARIE

teatro uno studio di e con Claudia Salvatore con inserzioni liberamente tratte dalle opere di Sarah Kane aiuto regia Sergio Proto luci e supervisione Francesco Piotti scenografia Valeria Galluzzi produzione RIC – Rieti Invasioni Creative

PRIMA ASSOLUTA Lui si sentiva una ferita sulla guancia, la ferita non c’era, ma lui la sentiva così tanto che alla fine se l’è procurata da solo. Lei si ricordava

di quando da piccola aveva visto i nonni che facevano l’amore, ma in realtà non era successo a lei, era successo alla madre. Margherita aspetta, registra messaggi degli altri, guarda gli spazi aperti attendendo che ci capiti dentro qualcosa che la riguarda. Margherita per metà c’è e per metà non sa dov’è. C’è qualcosa che interrompe ogni incontro, ogni tentativo di costruire, ogni possibilità, e c’è qualcosa che lo vuole ripristinare. Margherita scappa da persone e da situazioni ma inevitabilmente poi non fa altro che tornare, per riprendersi, per ricominciare quello che aveva interrotto, per rovinarlo in continuazione, non ci sono altro che fratture evidenti ed evidenti intervalli di tempo in cui cerca di ricordare come fare ad andare avanti, in cui cerca di capire, di eliminarsi o di darsi un’altra possibilità, l’ennesima. Lo studio teatrale “Interruzioni Volontarie” prende forma dall’analisi dei testi di Sarah Kane, David Foster Wallace ed Ugo Cornia, da un’indagine sulle figure che li attraversano trasversalmente, alla ricerca di una rappresentazioneche permetta di approfondirne la tematica comune: la presenza episodica.

24:00 P IAZZA S AN R UFO

SQUILIBRI

verticalismo e danza acrobatica di e con Irene Croce


In un’atmosfera irreale l’acrobata del circo si muove a mostrare cosa può un corpo quando si trova in equilibri precari.

31

LUGLIO

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE

P ERSEO

SALTO NEL VUOTO

teatro di strada di e con Hiram Meza Pastor

Spettacolo fantasy di ballo e giocoleria adatto ad un pubblico di bambini e adulti.

12:00 C ENTRO

C OMMER C IALE C OO P FUTURA

IL GRANDE LEBUSKY SHOW

teatro di strada di e con Gianluca Lebusky

Spettacolo comico con 5 anni di esperienza alle spalle nelle maggiori piazze italiane.

15:00 - 20:00 TEATRO F LA V IO V ES P ASIANO

laboratorio teatrale diretto da Giorgio Barberio Corsetti

17:30 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

può un corpo quando si trova in equilibri precari.

18:00 L IBRERIA

N UO V A G ULLI

V ER

IMMAGINAZIONE E FIABE

lettura creativa e improvvisazioni sulla fantasia di Giovanni Leuratti per bambini dai 6 ai 3 anni

18:30 P ALAZZO V E CC HIARELLI

LE TRE-MENDE teatro burattini di Coppelia Theatre con Dolores e Lilli Amadei

Un duo musicale comico tra una violinista umana e una marionetta violoncellista che suonano le musiche di Thelemann e Händel. C’è poco da dire d’una storia che a parlare sia altro... Una marionetta al violoncello ed una violinista si stremano nel cercare un punto d’incontro. E si divertono, ovvero volgono in un’altra direzione: quella Comica, Poetica, Tragica, Perturbante? Amano le contraddizioni.

SQUILIBRI

19:00 B IBLIOTE C A F ONDAZIONE S ALA S . G IOR G IO

In un’atmosfera irreale l’acrobata del circo si muove a mostrare cosa

danza contemporanea di Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci –

verticalismo e danza acrobatica di e con Irene Croce

SPORT

V ARRONE –


Gruppo Nanou con Rhuena Bracci Roberto Rettura scene in collaborazione con Città di Ebla un ringraziamento particolare a Fabio Sajiz produzione de production (Marsiglia,Francia) co-produzione L’anima a l’esquena e Cra’p (Spagna), Indisciplinarte (Italia), El Teatro (Tunisia), Haraka (Egitto) con il sostegno della Commissione Europea nell’ambito del programma cultura 2007-2013, parte Cooperazione con i paesi terzi per gli anni 2010 e 2011. of the European Commission within the program Culture “Cooperation with the Third countries”

Portiamo in scena un’atleta, colta nell’intimità dei preparativi per l’esecuzione dell’elemento ginnico, per esporre un corpo nella sua fragilità e diametralmente opposta forza. L’attimo prima

di tutte le possibilità di cambiamento, di tutte le potenziali direzioni. Cogliere il pensiero dell’atleta prima della vertigine per capirne il silenzio. Sonorizzare una soggettiva, che non sia quella privata dell’atleta ma una nuova, che ha sicuramente a che vedere con quella solitudine, ma che accoglie anche la visione, individuale e collettiva allo stesso tempo, degli spettatori.

20:00 P IAZZA V ITTORIO E MANUELE

TRI, QUATER!

teatro di strada Compagnia Icircondati di e con Luciano Menotta e Diego Carletti costumi Icircondati scenografia Leonello Primavera musiche originali Icircondati produzione Icircondati

Musica, acrobalance, giocoleria, beat-box, pantomima, un vecchio baule e un secolare grammofono sono i giocattoli con cui li vedrete giocare…

20:30 V IA S AN G IOR G IO

DIDJESTIVO

musica – installazione di e con Christian Muela

Suonatore di Didjeridoo dal 2003, è impegnato nella ricerca artistica tra strumenti antichi nella società di oggi e nella produzione di musica contemporanea con tecnologie primitive

22:00 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S . G IOR G IO

V ARRONE -

HIM

teatro di Fanny & Alexander regia Luigi De Angelis con Marco Cavalcoli drammaturgia Chiara Lagani produzione Fanny & Alexander

Su un grande schermo approntato su palco è proiettato un film su Il Mago di Oz. Al centro della scena si presenta la figura di un piccolo dittatore-direttore d’orchestra, ossessionato dal film, del quale


esegue senza tregua il doppiaggio, arrogandosi tutti i ruoli e l’intera parte audiovoci, musiche, suoni e rumori). La comicità scaturisce dall’impossibilità di poter doppiare necessità di selezionare, volta a volta, le parti e i punti a cui dare voce. È come se il piccolo dittatoredirettore fosse “parlato“ dal film. Egli adatta ai propri toni una dei personaggi e degli eventi del film, in un’esilarante miscela performativa che da un lato esalta il susseguirsi della narrazione del film, dei colpi di scena, delle battute, mentre dall’altro vi aggiunge la vitalità che è caratteristica dei modi e dei ritmi propri del teatro.

23:00 / 23:30 / 24:00 P IAZZA S AN R UFO

NOI SAREMO TUTTO

“We have been naught, we shall be all” performance di Margine Operativo regia Pako Graziani e Alessandra Ferraro con Andrea Cota e Michele Baronio musiche original Andrea Cota sound designer Riccardo Boldrini produzione Margine Operativo 2012

Lo spettacolo è liberamente tratto da VITE DA PRECARI [tra creatività e follia] - primo titolo della nuova collana di e-book free I fiori del Web delle edizioni Castello Volante - che raccoglie una quarantina di brevissimi racconti

ironici e pungenti. Senza mai cadere nel patetico e nel banale, queste storie precarie scritte da precari costituiscono un divertente spaccato di chi è costretto a [soprav]vivere costantemente in bilico tra la creatività necessaria all’invenzione di un lavoro e il rischio della follia. Lo spettacolo è un viaggio nell’ universo del lavoro, attraverso le storie di chi vive una vita a sbalzi e a frammenti.

01

AGOSTO

19:00 B IBLIOTE C A F ONDAZIONE S ALA S . G IOR G IO

V ARRONE –

HAPPY B-DAY MISTER JOHNNY

danza contemporanea - CORE concept e disegno coreografico Marianna Giorgi musiche e live set Netherworld

PRIMA ASSOLUTA Un lavoro introspettivo sulla condizione sociale ed emotiva di un uomo a metà strada nella sua vita. Un’istantanea sulla dignità che regala la solitudine quando diventa dono e smette di essere un dolore. Ogni percezione di quel dolore rappresenta uno strumento per salvarsi. Il lavoro uno pre-espressivo, l’altro espressivo,


sull’urgenza del primo rispetto al secondo e mostra un ritratto in fieri delle conseguenze dell’emozionalità.

20:00 O FFI C INE F ONDAZIONE V ARRONE E X C HIESA S . G IOR G IO

BARBABLU’

teatro Ispirato alla ricerca sul campo del Prof. A.M. Cirese con Martina Giampietri regia Alessandro Cavoli

Lo Spettacolo ruota intorno alle fiabe catalogate nella tipologia il Marito aguzzino, la quale variante più famosa è la versione “Barbablu”. Una donna anziana che racconta, una bambina che ascolta: meccanismo atavico di trasmissione di miti e fiabe, questo racconto ha percorso secoli per arrivare fino a noi nelle sue infinite varianti. L’attrice lavora dentro questo caleidoscopio di suggestioni attraversando le paure e le certezze di un mondo femminile, che pur dopo tante traversie, risulta vivente.

22:00 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S . G IOR G IO

V ARRONE -

DI A DA IN CON SU PER TRA FRA SHAKESPEARE

CONFERENZA | SPETTACOLO teatro di e con Serena Sinigaglia

e con Arianna Scommenga e Mattia Fabris costumi Federica Ponissi scelte musicali Federica Zoccolan

“Di a da in con su per tra fra Shakespeare è la storia di un amore. Il mio amore per Shakespeare. È una storia irriverente e forse anche un po’ stupida, ma l’amore, si sa, è cieco. È la storia di come io e S. ci siamo prima odiati e poi amati pazzamente. È la storia della mia giovinezza e del mio mestiere. È la storia di come sono arrivata a mettere in scena, appena vent’enne, Romeo e Giulietta e Re Lear. È la storia di una prima volta, la prima volta che scoprivo quanto vicina e toccante può essere la parola di un poeta, quanta concreta semplicità, quanta vita dentro le sue storie… quanta parte di me dentro i suoi versi. Trattandosi di un argomento così personale, ho deciso di essere io stessa in scena a “raccontarlo”, cosa piuttosto inusuale per me, che normalmente sto fuori a dirigere. Chiedo sempre a chi dei miei attori è libero da altri impegni, di aiutarmi a rendere più fruibile e divertente il tutto. E così, di volta in volta, la conferenza si anima della “partecipazione straordinaria” dei miei attori, che per altro hanno praticamente condiviso con me tutto quello di cui vado a raccontare”. Serena Sinigaglia


23:00 / 23:30 / 24:00 P IAZZA S AN R UFO

PUZZLE | GIOCO DI VISIONE

performance di Margine Operativo regia Alessandra Ferraro e Pako Graziani con Davide Ferraro Graziani performer e musica originale Andrea Cota

Un immagine che si compone lentamente, una visione che ne contiene molte altre, un gioco attraverso cui guardare il mondo. La cosa sicura sapete qual’ è? Che chi fa da sè fa solo per uno e tante volte non fa per nessuno se siamo tutti siamo in tanti filastrocca per tutti quanti Puzzle | gioco di visione è una performance di Margine Operativo creata per Attraversamenti Multipli 2012.

24:00 C ORTILE P ALAZZO V IN C ENTI M ARERI IN P IAZZA S AN R UFO

MASCHERE

DEL CONFLITTO LEZIONI DI STILE

“La verità di Don Chisciotte” Stefano Gallerani “Brecht’s War” Enzo Di Mauro Apre l’incontro Paolo Fosso con la lettura di brani selezionati dagli autori.

02

AGOSTO

19:00 B IBLIOTE C A F ONDAZIONE S ALA S . G IOR G IO

V ARRONE

UNA

danza contemporanea - CORE materiali coreografici e danza Alessandra Sini - Sistemi Dinamici Altamente Instabili electronic live set Stefano Montinaroabito Francesca Sassi produzione Ciulinga

UNA gioca sulla semplicità del coinvolgimento, sull’emozione legata all’atto. Alimenta un movimento complesso tra intuizione e costruzione progettuale. Il processo di lavoro si concentra sull’improvvisazione per una qualità originale della materia corporea; non è importante il movimento del danzatore ma è fondamentale il movimento percettivo dello spettatore. Il lavoro sul corpo è privato di qualsiasi orpello estetico o tecnico. Il gesto umano che emerge, è traccia, indizio riconoscibile, si trasforma in richiamo come fosse un gancio che trascina l’osservatore attraverso il linguaggio danzato. Il gesticolare durante una conversazione, lo stato del corpo in attesa ed altre azioni comuni, l’insistenza nella ripetizione e l’utilizzo di immagini fisiche, inseguono una nuova ritualità, scavano un varco dentro un mondo emotivo in continua evoluzione accessibile al pubblico per immersione.


19:30 O FFI C INE F ONDAZIONE V ARRONE E X C HIESA S . G IOR G IO

EDIPO RE di Sofocle LEZIONE SPETTACOLO teatro di e con Gabriele Lavia

Forse tutto è cominciato con “Edipo re”, l’opera considerata la più importante nella “storia” dell’Occidente. La “storia” di un uomo che vuole “vedere la Verità” e che viene costantemente Divenuto cieco potrà “cercare la Verità”. Ecco il fine dell’Uomo, “cercare” non “trovare la Verità”. Senza l’inganno degli occhi, dell’Apparenza. Leggerlo insieme, come “per la prima volta”….e, forse, saltare, insieme, in quell’abisso che è l’Uomo.

22:00 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S . G IOR G IO

V ARRONE -

SIMONE WEIL

CONCERTO POETICO

teatro testi ed elaborazione poetica Ilaria Drago musiche, sonorizzazioni, luci Marco Guidi con Ilaria Drago voce-live electronics

Attraverso la rilettura in forma contemporanea di una delle più grandi pensatrici, filosofe e poetesse del secolo scorso, la Compagnia Ilaria Drago presenta un progetto in forma di concertopoetico utilizzando strumentazioni elettroniche dal vivo (live

electronics), musica e rielaborazioni drammaturgiche, capaci di rendere la performance di lettura coinvolgente e fruibile. La forma che prende il concerto poetico è quella di una lunga lettera, l’ultima che “si ascolta ma non si legge” e che Simone scrive al suo unico amico e confidente, Padre Perrin, ripercorrendo le tappe principali della sua breve vita. Una forma dunque che prende spunto dalla realtà, avendo Padre Perrin raccolto tutte la corrispondenza della Weil nel magnifico volume Attesa di Dio.

23:30 G ALLERIA ‘35 A RTE C ONTEM

P ORANEA

IL BRACCIO VIOLENTO DEL PRECARIO

PERCHÉ NESSUNO È INNOCENTE…

presentazione trailer e progetto cinematografico Un ACTION MOVIE di Margine Operativo sul precariato raccontato attraverso da Giordano Luparelli.

Se il mondo del precariato è folle e privo di regole al protagonista non rimane che rispondere con la stessa follia omicida.

24:00 C ORTILE P ALAZZO V IN C ENTI M ARERI P IAZZA S AN R UFO

IN

MASCHERE DEL CONFLITTO LEZIONI DI STILE

Luca Archibugi


“Una ninfetta di nome Lolita” Arturo Mazzarella. Apre l’incontro Paolo Fosso con la lettura di brani selezionati dagli autori.

03

AGOSTO

18:30 P ALAZZO V E CC HIARELLI

LEZIONI D’AMORE

incontro letterario in collaborazione con Libreria Moderna un progetto delle Edizioni Nottetempo, a cura di Ginevra Bombiani e David Riondino ospiti ALFONSO BERARDINELLI, LUCIANA CASTELLINA, CONCITA DE GREGORIO

20:00 P IAZZA S AN R UFO

ATLAS DIRUTUS 8’ ACUSMATICO

concerto di musica contemporanea per flauto, violoncello elettronica flauto in sol M° Sandro Sacco violoncello M° Federico Scalas live elettronics e sound engeneering Danilo Santilli

22:00 TEATRO F LA V IO V ES P ASIANO

ABITARE.SOTTO VETRO teatro di Ewald Palmetshofer regia Marco Belocchi

con Francesca Cardinale, Roberto Caccioppoli, Giorgia Masseroni traduzione di Giuseppe Messina Politecnico Teatro-Festival Quartieri dell’ Arte - Festival RIC – Rieti Invasioni Creative

PRIMA ITALIANA ASSOLUTA Sebbene molte delle opere di Ewald livello di superficie problemi

mettono in realtà a nudo le verità più profonde, i modi in cui queste relazioni vengano definite e alterate da fattori economici e sociali. Le sperimentazioni linguistiche e l’uso magistrale delle superfici di linguaggio hanno reso questo drammaturgo emergente il più promettente tra i giovani esponenti

23:00 O FFI C INE F ONDAZIONE L AR G O S . G IOR G IO

V ARRONE -

DA CHOPIN AI PINK FLOYD

concerto per pianoforte con il M° Alfredo Tisocco direttore artistico di CRAMPS Music

24:00 C ORTILE P ALAZZO V IN C ENTI M ARERI IN P IAZZA S AN R UFO

MASCHERE DEL CONFLITTO LEZIONI DI STILE

“Porzia a Venezia” Franco Cordelli “Philip K. Dick: o la borsa o la vita”


Andrea Cortellessa Apre l’incontro Paolo Fosso con la lettura di brani selezionati dagli autori.

IN ST A LL AZIONI UG L IO - 3 A GOSTO 10:00 - 24:00 Foyer – Ex Chiesa Largo San Giorgio

27 L

UG L IO - 3 A GOSTO 17:00 - 24:00 Galleria ‘35 Arte Contemporanea’ CONTAMINAZIONI SONORE Sonorizzazioni ambientali dell’ Associazione Musikologiamo. ORE

27 L ORE

video teatro .dot Maria Elena Fusacchia Stefano Augeri, Chiara D’Ostuni Paola Codato con la collaborazione di Annalisa Fusacchia Re-Azione è un esperimento di video teatrale. La macchina da presa entra in scena creando nuovi punti di vista dei dettagli che in una visione frontale dello spettacolo dal vivo non potrebbero avere la stessa intensità. Un linguaggio che si avvicina a quello cinematografico in cui la relazione tra attore e spettatore, che connota l’esperienza teatrale, resta tale pur essendo filtrata dall’obiettivo Non basta un movimento che nasce a partire da un’ indignazione momentanea e poi si lascia responsabilità e voglia di “compromettersi” perché ormai cosa resta da perdere? UG L IO - 3 A GOSTO 17:00 - 24:00 Galleria ‘35 Arte Contemporanea’ Video installazione dedicata a Robert Wilson, Pina Bausch, Tadeusz Kantor e Carmelo Bene

27 L

27 L

UG L IO - 3 A GOSTO 21.30 - 24:00 Argine del fiume Velino

ORE

video installazione di Maria Elena Fusacchia performer Verena Kutschera sound design Andrea Piovesana Annalisa Fusacchia .dot e Monoblock Production, con la partecipazione di Theatrehaus Mitte. Saturation è una performance di danza nata dal progetto di ricerca sullo stato del teatro indipendente a Berlino. La prima fase è stata di colloqui ed interviste con i maggiori teatri e compagnie che lavorano nell’ambito del freie theater, per scoprire come riescono a sopravvivere e come lottano per i loro diritti. La seconda fase di analisi delle interviste ha portato alla creazione di una performance di danza contemporanea. La domanda che ci siamo posti è stata: Un bambino se viene lasciato solo alla nascita può sopravvivere? Allora perché un artista emergente (appena nato) è lasciato solo? La performance segue un

evolve alla ricerca di una stabilità che si trova

ORE

L’installazione cambia ogni volta: è un sitespecific che agisce sulle possibilità del luogo che la ospita, generando una creazione che si installa dentro uno spazio e vi impone la sua forza.


A.T.C.L. Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio progetti per il teatro Alessandro Berdini, Luca Fornari coordinamento generale Isabella Di Cola coordinamento tecnico Carmine Labattaglia segreteria di produzione Ermina Lapillo amministrazione Antonietta Starnati Amelia Realino logistica Veronica Castellano - Studio Evento

per informazioni: ATCL - Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio www.atcllazio.it tel. 06.45426982 cell: +39.335.7738761 cell. 392.2341407 / 331.2151407 tel. 0746. 287318 / 0746.287228 biglietteria teatro Flavio Vespasiano tel. 0746 271335 posto unico 1 euro – attivo dalle ore 21:00 del 27 e 28 luglio e 3 agosto per gli spettacoli in programma presso è possibile acquistare il biglietto (1 euro - posto unico) prima di ogni singolo spettacolo in programma

Amelia Realino mail: ameliarealino@gmail.com per raggiungere e muoversi a Rieti www.ric-festival.it


IN CO LLA BOR A ZIONE

CON

RIETI INVASIONI CREATIVE  

DAL 27 LUGLIO AL 3 AGOSTO 2013 RIETI OTTO GIORNI DI LETTERATURA, TEATRO, DANZA E MUSICA www. ric-festival.it

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you