Page 1

MARZO 2014 - Anno 8, numero 6

SETTIMO TORINESE

UN’AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE E SOCIALE Le azioni e le sperimentazioni avviati dal settimese Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Torino (a pag. 4) “L’agricoltura sociale è la nuova frontiera della multifunzionalità. Anche in provincia gli imprenditori agricoli, al pari di altri cittadini, guardano al futuro cercando stabilità non solo nella produzione di reddito, ma organizzando, in modo civico, la capacità di assicurare servizi e

reti di comunità”. Il settimese Roberto Moncalvo,, presidente Coldiretti, spiega come da ormai dieci anni Coldiretti Torino abbia intrapreso azioni volte ad approfondire il tema dell’agricoltura sociale, facilitando una serie di sperimentazioni.

TASSA RIFIUTI: SI RISPARMIA INTESA RAGGIUNTA TRA IL COMUNE E LE ASSOCIAZIONI

Grazie all’ottimizzazione e alla razionalizzazione dei passaggi della raccolta rifiuti, quest’anno gli esercizi commerciali di Settimo Torinese potranno beneficiare di un risparmio fino al 30% della tariffa. E’ quanto emerge dal Protocollo d’Intesa siglato tra Comune di Settimo e Associazioni di Categoria (Ascom, Confesercenti e CNA). A pag. 7

Fabrizio Puppo, assessore al Commercio


3

Marzo 2014

PROVINCE, UNA RIFORMA SOLO A METÀ INTERVISTA • Sergio Bisacca, presidente del Consiglio provinciale di Torino, ormai da cinque anni, interviene nel dibattito Sergio Bisacca, da cinque anni presidente del Consiglio Provinciale di Torino e lunga esperienza come assessore provinciale e vicepresidente nel precedente mandato Saitta. Da almeno due anni sentiamo dire che le Province sono abolite o lo saranno presto. Voi che le amministrate, invece, siete contrari. Non volete le riforme? Le riforme per il nostro Paese le vogliamo eccome! Gli italiani si aspettano segnali forti dalla politica, sono stanchi e sfiduciati da riforme annunciate e mai realizzate che hanno seminato la disaffezione verso istituzioni e partiti. Sottolineo, però, che gli italiani sono soprattutto disgustati dagli sprechi pubblici che emergono dalla cronache: teniamo conto che nel 90% delle Regioni italiane, a cominciare dal nostro Piemonte, molti amministratori sono sotto indagine per i rimborsi spese. Mi rammarica assistere alla semplificazione che arriva negli ultimi anni dai Governi, a partire da quello di

Sergio Bisacca, presidente del Consgilgio provinciale

Monti per finire con Renzi: non una parola sullo scandalo delle Regioni, ma solo “aboliamo le Province”, quasi fossero la causa di tutti i mali. Serve, invece, un’accelerazione su tutte le riforme costituzionali, che dovranno interessare Regioni, Province e Comuni in un quadro d’insieme; ma non ne sento parlare. Parliamo dunque di città metropolitane: quali sono le perplessità? Quella sull’istituzione delle città metropolitane, all’interno del disegno di legge Delrio cosiddetto “svuota Province”, doveva essere la parte più importante:

poche aree del nostro Paese diventavano competitive con l’Europa. Peccato che dopo l’esame della Camera dei Deputati, improvvisamente abbiamo assistito alla crescita esasperata dei futuri enti ed ora attendiamo che al Senato qualche emendamento di buon senso riporti alla ragione. Per le città metropolitane, purtroppo, si è scelta la strada di un intervento legislativo uniforme sul territorio nazionale, quando sarebbe stato necessario - come affermato dalla Corte Costituzionale tener conto delle iniziative dei Comuni e del ruolo delle Regioni nell’istituzione dei

futuri enti: l’attuale Provincia di Torino, con i suoi 315 Comuni, come può essere trasformata, ad esempio, con le stesse norme e criteri di Bologna, che di Comuni ne conta appena 56? La scelta operata è stata quella di concentrare la riflessione sul “chi comanda”, mettendo in mano al sindaco del comune capoluogo il governo di tutta città metropolitana. Siamo convinti che questa scelta sia antidemocratica e del tutto inaccettabile. Quindi la preoccupazione è nei confronti dello strapotere futuro del Sindaco di Torino? Non più di tardi di qualche mese fa, il presidente Saitta ha ricevuto in poche ore centinaia di adesioni dai sindaci del nostro territorio in quella che abbiamo definito una “battaglia di democrazia”, una sorta di plebiscito

contro il futuro sindaco metropolitano. Non è una questione personale nei confronti di Piero Fassino, ma la voce del territorio, preoccupato che la nomina, per legge, del sindaco del capoluogo come sindaco metropolitano indebolisca ed emargini non solo vallate e montagne, ma perfino la conurbazione stessa di Torino. Come può il Governo pensare di investire i sindaci dei capoluoghi delle future città metropolitane a capo di centinaia di altri comuni senza suffragio universale, libero e diretto dei cittadini? I sindaci sentono l’esigenza di riformare il Paese e la pubblica amministrazione, ma rispettando le più elementari regole della democrazia. La Città Metropolitana sarà un ente più forte o più debole dell’attuale Provincia? Negli ultimi anni le Province sono state messe nell’occhio del ciclone, hanno subìto una riduzione delle disponibilità finanziarie molto superiore a quella, già grave, che ha toccato i Comuni: siamo arrivati al

paradosso che lo Stato ha effettuato, nel solo 2013, un prelievo forzoso delle entrate provinciali superiore a 20 milioni di euro. Altre Province del Piemonte, più piccole di quella di Torino, hanno già dovuto dichiarare il fallimento o ci sono molto vicine. Se anche la Città Metropolitana avrà lo stesso, ingiusto, trattamento fiscale, la scommessa sarà persa due volte: non si metterà il territorio in condizioni di competere con le grandi metropoli europee. Occorre riformare il patto di stabilità e consentire la ripresa degli investimenti in alcuni settori strategici, come la difesa del suolo e l’edilizia scolastica. Il futuro sindaco metropolitano dovrà pretendere dallo Stato e dalla Regione di poter governare un ente più forte, cioè che amministri con chiarezza, senza sovrapposizioni di competenze con i comuni e la Regione; un compito molto importante per la prossima legislatura regionale: fare chiarezza nella giungla di competenze. Che ruolo avranno i Comuni più piccoli nei con-

fronti della città metropolitana? Il rischio per i piccoli comuni, oggi, è di venire del tutto marginalizzati se non affronteranno il cambiamento che questa riforma comporta. Le unioni di comuni sono oggetti complessi ma si possono realizzare, come l’Unione dei Comuni Nord Est di Torino (NET) dimostra da tempo. Il problema è che nel nostro territorio i piccoli comuni sono la stragrande maggioranza, più di 250: è velleitario pensare che si possano organizzare in unioni nel giro di tre mesi. Le città medie devono perciò fungere da calamita ed agevolare i piccoli comuni nel processo di adattamento alla nuova realtà; altrimenti deciderà solo Torino e si perderà un patrimonio di territori, differenze, varietà, che sono una ricchezza. E’ giusto rendere Torino più competitiva in Europa, ma il prezzo da pagare non può essere l’appiattimento di un territorio articolato e vasto come il nostro, che ha da secoli una precisa identità culturale.


4

Marzo 2014

UNA NUOVA AGRICOLTURA SOCIALE E MULTIFUNZIONALE

IL PARCO BORDINA DIVENTA REALTÀ

PROGETTI • Azioni e sperimentazioni avviati da Roberto Moncalvo, presidente Coldiretti “L’agricoltura sociale è la nuova frontiera della multifunzionalità. Anche in provincia gli imprenditori agricoli, al pari di altri cittadini, guardano al futuro cercando stabilità non solo nella Roberto Moncalvo

produzione di reddito, ma organizzando, in modo civico, la capacità di assicurare servizi e reti di comunità comunità”. Il settimese Roberto Moncalvo,, presidente Coldiretti, spiega come da ormai dieci anni Coldiretti Torino abbia intrapreso azioni volte ad approfondire il tema dell’agricoltura sociale, facilitando una serie di sperimentazioni. “Un percorso che nasce dall’analisi dei risultati di alcuni progetti realizzati nella passata programmazione comunitaria dei Fondi strutturali, che avevano come obiettivo l’individuazione di strumenti a favore delle pari opportunità, dell’equità sociale e della conciliazione lavoro-famiglia nelle aree rurali. Si tratta di attività progettuali che concorrono a

“Un’idea molto interessante, la nostra associzione ne parla già da tempo...”

migliorare la qualità della vita in territori dove è presente il fenomeno dell’esclusione sociale”. Ma per agricoltura sociale si intende anche sostegno e integrazione socio-lavorativa di persone in situazione di svantaggio o particolarmente vulnerabili, che hanno alle spalle ripetuti insuccessi nella partecipazione al mercato del lavoro. A tal proposito, il presidente Roberto Moncalvo sottolinea che “dal 2003 Coldiretti Torino è partner di un progetto coordinato dalla Provincia per l’inserimento lavorativo di donne in difficoltà e in uscita da percorsi di violenza e tratta a scopo di sfruttamento sessuale”. Infatti, grazie al coinvolgimento delle aziende agricole e all’accompagnamento di tutor specializzati, sono state inserite in tirocinio 4 donne che, al termine

del percorso, hanno ricevuto regolare proposta di assunzione. “Altri due inserimenti lavorativi sono in corso - prosegue Moncalvo - e sempre in provincia di Torino 5 aziende agricole, in collaborazione con i servizi delle Asl e con i servizi sociali territoriali, offrono percorsi di onoterapia e ippoterapia. Sei aziende offrono invece piccole aree coltivabili e orti sociali e accompagnano in percorsi strutturati, ragazzi disabili e minori, con problemi di giustizia. Alcuni imprenditori mettono a disposizione persone, relazioni, animali e piante per realizzare un ambiente accogliente per minori in difficoltà o persone disabili attraverso gli affidi familiari e diurni. Infine, altri imprenditori agricoli, hanno avviato percorsi di affido familiare, alcuni rivolti a persone disabili, altri all’affido diurno di minori”.

L’idea di un’agricoltura sociale e multifunzionale proposta dal numero uno di Coldiretti, ha già trovato terreno fertile a Settimo, dove da mesi l’associazione La Casa dei Poveri si sta adoperando per promuovere progetti analoghi. ““Una bella idea - spiegano i componenti del gruppo - che stiamo cercando di mettere in piedi anche sul nostro territorio. Speriamo che adesso, grazie anche alle proposte di Coldiretti e del suo presidente, alle parole possano seguire fatti e progetti concreti. In tal senso, noi restiamo a disposizione per portare avanti un discorso che abbiamo aperto da diverso tempo”.

Sono partiti da qualche giorno i lavori per la realizzazione del Parco Bordina, incastonato nell’area metropolitana di Tangenziale Verde, già caratterizzata tra Settimo e Borgaro da oltre 80 ettari di verde e inserita tra i grandi progetti di Corona Verde 2, il programma ambientale a regia regionale. Il Parco Bordina, situato tra le vie Raffaello Sanzio e San Mauro, verrà dotato di un anello di una pista ciclabile lungo 1,5 chilometri e sarà collegato con i parchi Pertini e De Gasperi e con il grande Parco Fluviale del Po, andando a creare una congiunzione materiale anche con il futuro complesso settimese di Laguna Verde. Su un’area di 6,8 ettari, verranno piantati circa 3mila alberi (di cui 420 a pronto effetto e gli altri in crescita) e qualcosa come 4mila arbusti di varia natura. I tempi di realizzazione dell’opera, affidata al Consozio Alpi, sono di 120 giorni e l’investimento ammonta ad 828.404,40 euro, somma finanziata all’80 per cento dalla Regione Piemonte con il programma Corona Verde 2. Al centro del progetto non ci saranno soltanto i temi della riforestazione urbana e del controllo del consumo del suolo. Le funzioni del nuovo Parco Bordina saranno infatti molteplici e comprenderanno anche una serie di interventi di moderazione della velocità veicolare, attraverso il rialzamento degli attraversamenti pedonali di connessione tra i vari polmoni verdi cittadini, in particolar modo su via Sanzio e su via Fosse Ardeatine. In città sta dunque prendendo forma un’area che, in sintesi, comprenderà un bosco planiziale, piste ciclabili, circuiti per il running, viali alberati, un ponticello di collegamento con i parchi Pertini e De Gasperi, aree attrezzate con porte per il gioco del calcio e aree di sosta con panche. Il tutto contrassegnato da una cartellonistica didattica in grado di svolgere una funzione educativa non soltanto verso i più giovani.


5

Marzo 2014

Nidi, un tavolo per migliorarli La crisi e il calo demografico condizionano le iscrizioni. L’assessore Piastra incontra le educatrici L’Amministrazione Comunale di Settimo Torinese ha da sempre individuato nei servizi all’infanzia un ruolo strategico di crescita dei più piccoli che esprimono la necessità di essere coccolati, accolti, guidati nel loro mondo e verso il mondo degli adulti. I Nidi d’Infanzia settimesi con l’appoggio e la supervisione del Coordinatore Pedagogico del Servizio offrono al bambino la possibilità di fare esperienze, acquisire conoscenze e di elaborare capacità di mettersi in relazione in un ambiente protetto costituendo così un importante elemento di prevenzione di difficoltà e disagio nelle età successive. Dal 2005 l’amministrazione comunale ha incrementato la propria capacità ricettiva attraverso l’apertura di due Micronidi e il miglioramento delle strutture esistenti attraverso lavori di messa a norma e riorganizzazione degli spazi. I Nidi d’infanzia sono da sempre inseriti nella rete dei servizi sociali e sanitari territoriali e mantengono rapporti costanti con le scuole dell’infanzia cittadine, garantendo un sistema di continuità orizzontale e verticale basato su strategie condi-

In foto l’assessore Elena Piastra

vise. Con i servizi sociali la collaborazione avviene attivando percorsi condivisi in situazioni di disabilità dichiarata con il Servizio Girotondo, con i servizi di Psicologia dell’Età Evolutiva e Neuro Psichiatria Infantile invece sono attive collaborazioni in situazione di forte disagio o disabilità nella fase pre-segnalazione e nella fase di at-

tivazione della rete tra specialisti, operatori e famiglia. A partire dal 2011 i Nidi d’Infanzia della Città di Settimo Torinese sono certificati secondo la Norma UNI EN ISO 9001/2008 che attesta la qualità pedagogica, organizzativa e gestionale. Tale certificazione prevede un sistema integrato di monitoraggio del servizio che facilita il raccor-

do di comunicazioni e intenti tra i diversi contesti, i diversi ruoli, le diverse mansioni presenti. La città di Settimo Torinese inoltre aderisce e collabora attivamente, nell’ambito dei servizi educativi all’infanzia cittadini, con alcune associazioni a livello nazionale e internazionale, In particolare all’AICE (Associazione Internazionale Città Educative), aderendo alla carta e presentando i propri progetti in occasione di manifestazioni locali o internazionali; all’Associazione GIONA, rete nazionale delle città in gioco e al Gruppo Nazionale Nidi Infanzia, aderendo ai principi ispiratori e collaborando attivamente alle attività nazionali e regionali. Un’offerta quella dei servizi all’infanzia settimesi di altissima qualità che negli ultimi anni ha però dovuto fare i conti con un progressivo calo di iscrizioni per effetto di diverse variabili.

“Nel 2007- commenta l’assessore Elena Piastra - avevamo 284 iscritti, nel 2013 ne abbiamo avuti 178 alla prima iscrizione. Un calo importante dovuto prevalentemente al calo demografico (i nuovi nati nel 2010 erano stati 408 sono stati 356 nel 2013) e in parte alla crisi, dove ci sono state contrazioni delle ore di lavoro probabilmente le famiglie hanno optato per tenere il bambino in casa. Un altro fenomeno nuovo che sta incidendo moltissimo sui Nidi è quello degli anticipatari alla scuola Materna. Sono ormai un numero altissimo i bimbi di due anni e mezzo che vengono mandati all’Asilo come anticipatari”. “Per tutti questi motivi – continua Piastra – quest’anno abbiamo scelto di raccogliere le iscrizioni sui due Nidi principali e poi, numeri alla mano, insieme alle educatrici cercheremo di trovare nuove proposte per il futuro. Infatti dopo l’ultimo incontro è stato deciso di aprire un tavolo di collaborazione permanente con le educatrici all’interno del quale si possono discutere e trovare le soluzioni più idonee per migliorare sempre di più l’offerta dei servizi educativi nella città di Settimo”.

Notizie in breve Aprono le iscrizioni agli asili nido comunali Le iscrizioni per le ammissioni nelle graduatorie degli asili nido comunali per l’anno scolastico 2014-2015 sono aperte dal 10 al 28 marzo 2014 per i bambini nati negli anni 2012-2013 e 201a in età compresa tra i 6 e i 36 mesi, figli di cittadini residenti nel Comune di Settimo. Le famiglie interessate potranno iscrivere i propri figli presso l’Ufficio Asili Nido del Comune di Settimo Torinese in piazza della Libertà, 4 (dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 e lunedì e giovedì 15.30-17.30). E’ possibile visitare il Nido Aldo Moro, via R. sabato 15 marzo dalle 9.00 alle 12.30 e il Nido Papà Cervi, via San Martino ang. via Volturno sabato 22 marzo sempre dalle 9.00 alle 12.30. Nelle stesse giornate è possibile effettuare anche l’iscrizione. La priorità viene accordata ai genitori residenti a Settimo Torinese e, in caso di disponibilità di posti, ai figli di cittadini non residenti di cui almeno un genitore presti attività lavorativa nel comune di Settimo. Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Asili Nido allo 011.80.28.206.

Domenica in famiglia Proseguono gli incontri delle domeniche in famiglia. Il 30 marzo, alle 15.30, all’Ecomuseo del Freidano, si terrà “Il mercato della biodiversità” : intrufoliamoci nei mercati del mondo alla ricerca di ingredienti conosciuti e sconosciuti per preparare gustose ricette. Giochiamo scambiandoci i ruoli, riempiamo i panieri e battiamo lo scontrino. Quanto costa un litchis? Un mango, una papaya? Ognuno si porterà a casa la sua ricetta e ci farà sapere! Attività a cura di Pluribol. 5 euro a persona (i bimbi con meno di 3 anni e le mamme e i papà che hanno preparato le torte non pagano).

Protezione Civile su Fb e Twitter La Protezione Civile è su Fb e su Twitter. Con un semplice “Mi piace” sarà possibile ricevere informazioni sulle attività, oltre alle informazioni inerenti ad Allerta Meteo e situazione meteorologica. Verranno inoltre forniti consigli sui comportamenti da adottare in caso di emergenze.


7

Marzo 2014

Rifiuti, intesa tra Comune e associazioni

L’amministrazione comunale ha firmato un protocollo con Ascom, Confesercenti e CNA per garantire un risparmio del 30% sulla tariffa Grazie all’ottimizzazione e alla razionalizzazione dei passaggi della raccolta rifiuti, quest’anno gli esercizi commerciali di Settimo Torinese potranno beneficiare di un risparmio fino al 30% della tariffa. E’ quanto emerge dal Protocollo d’Intesa siglato tra Comune di Settimo e Associazioni di Categoria (Ascom, Confesercenti e CNA). “Abbiamo constatato – commenta l’assessore al commercio Fabrizio Puppo – che esisteva un disallineamento tra la tariffe di raccolta rifiuti di Settimo e quelli di alcuni comuni dell’area metropolitana. Alla luce di questo abbiamo aperto un dialogo con i rappresentanti del settore e dopo numerosi incontri siamo riusciti a trovare una soluzione che consentirà agli esercizi commerciali di risparmiare fino al 30%. Ringrazio davvero le associazioni di categoria per il dialogo costruttivo che hanno sempre mostrato e che ha portato oggi ad un accordo che rende tutti soddisfatti”. In sostanza l’accordo prevede una ottimizzazione e una razionalizzazione dei

Fabrizio Puppo, assessore al Commercio

Valerio Fasano, presidente dell’Ascom

Pino Piazza,presidente Confesercenti

passaggi delle varie frazioni di rifiuto più congrua rispetto all’effettivo bisogno delle attività commerciali. Il principio è quello di arrivare sempre

di più ad un servizio “puntuale” secondo il quale ogni esercizio paga lo smaltimento dei rifiuti che effettivamente produce, sulla base del fatto che il sistema

di gestione del servizio di raccolta rifiuti e la tassazione collegata deve consentire una maggior valorizzazione del rifiuto differenziato e deve orientarsi sul con-

ASSOCIAZIONE NORD SUD

EVENTI

ECCO L’ALTARE DI SAN GIUSEPPE

GIORNATA DELLE CENERI ALL’RSA

A partire da sabato 15 marzo fino a mercoledì 19, il sodalizio sarà impegnato nell’allestimento e nella presentazione di una vera opera d’arte all’interno della chiesa di Santa Croce, in piazza San Pietro in Vincoli. Ecco il programma: mercoledì 19 marzo, santa messa alle 8,30 e

Tradizionale messa presso l’Rsa, in occasione della recente Giornata delle Ceneri. Lo scorso 5 marzo, come da consuetudine, direzione e personale infermieristico della struttura, insieme ai fedeli della parrocchia San Giuseppe Artigiano e ai volontari Avulss, hanno voluto celebrare la giornata con gli ospiti della struttura. Al termine della funzione sono state distribuite le ceneri ai  presenti e successivamente il diacono si è recato nelle stanze per procedere al

alle 12,30 pranzo dei Santi presso l’Altare di San Giuseppe. I n onore di San Giuseppe, l’associazione Nord Sud e la compagnia di San Giuseppe disttribuirà alle Caritas di Settimo Torinese degli alimenti per le famiglie bisognose.

Il gioco del settimanale La Nuova Voce

8.300€

in buoni spesa entro il 31 marzo 2014

Tutti i mercoledì in edicola Per maggiori informazioni: Settimo, Via della Repubblica 9 Ciriè, Via Robassomero 4 011 0201535 - 338 3779061 - 339 2284632

cerimoniale per tutti coloro che erano impossibilitati a presenziare alla funzione.

Regolamento Marzo Obbiettivo: Raccogliere punti per aggiudicarsi buoni spesa Si gioca tutto l’anno. La raccolta punti si conclude alla fine di ogni mese con la consegna dei buoni spesa.

Questo mese in palio

cetto condiviso che “chi inquina paga”. La riorganizzazione del servizio e la razionalizzazione dei passaggi si pone l’obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata e una conseguente riduzione di produzione e quindi dei costi per il ritiro della parte indifferenziata. Ovviamente ogni singolo utente commerciale potrà richiedere specifici passaggi aggiuntivi che saranno oggetto di una separata quantificazione economica a “consumo”. Valerio Fasano, Presidente Ascom Settimo: “Si tratta di un accordo importante, fortemente caldeggiato dalle associazioni di categoria. Grazie all’ottimizzazione del servizio da quest’anno potremo avere tariffe più adeguate.” Pino Piazza, Presidente Confesercenti Settimo: “Di questi tempi difficili per gli esercizi commerciali stipulare un accordo che consentirà risparmi fino al 30% è davvero un risultato importante. Fondamentale è stata la volontà di tutti, Amministrazione Comunale e Associazioni di Categoria di voler attivare un dialogo costruttivo e sereno”.

Come si gioca? 1) Aprire il giornale alla “Pagina Gioco”. 2) Alla “Pagina Gioco” troverete la tabella con le caselle corrispondenti alle attività commerciali che partecipano all’iniziativa. A ogni casella è stato attribuito un valore in punti. 3) Le attività commerciali indicate nella “Pagina Gioco” vi aspettano per mettere il timbro “giralavoce” nella casella a loro corrispondente, senza nessun obbligo di acquisto. 4) Ogni timbro convalida i punti segnati all’interno della casella. 5) Nel caso si facesse un acquisto, i punti della casella verranno raddoppiati, inoltre verranno aggiunti i punti corrispondenti alla spesa effettuata, ogni euro speso vale 1 punto fino a un massimo di 200 euro per 200 pt es.: valore casella 30pt, spesa euro 12, totale punti 30+30+12= 72pt. Gli scontrini delle spese effettuate devono essere timbrati e conse-

gnati insieme alla “Pagina gioco”. 6) La scheda è divisa per aree. Ogni area completamente timbrata fa raddoppiare i punti raccolti dell’area stessa 7) Se si timbrano tutte le aree della “Pagina Gioco” i punti totalizzati RADDOPPIANO. Importante: ogni giocatore può partecipare con una sola “Pagina Gioco” al mese Scheda Giocatore Sulla “Pagina Gioco” si trova la “scheda giocatore” che va compilata con tutti i dati del partecipante. Se la scheda non sarà compilata, la “pagina gioco” sarà considerata nulla. Sulla scheda va riportato il valore di ogni scontrino. Consegna della “Pagina Gioco” La Pagina giocata, insieme agli scontrini attestanti le spese effettuate, va consegnata in redazione in Redazione a Settimo Torinese o a Ciriè entro la data di scadenza indicata (fondo pagina). Classifica La classifica verrà pubblicata sul giornale

la settimana successiva alla data di consegna delle pagine: il secondo mercoledì del mese. Consegna Premi I buoni premio possono essere ritirati in Redazione a Settimo Torinese o a Ciriè dopo la pubblicazione della classifica con i nomi dei vincitori.

COME SI GIOCA IN POCHI PASSI Aprire La Nuova Voce alla “Pagina Gioco” Alla “Pagina Gioco” si trova la tabella con le caselle corrispondenti alle attività commerciali che partecipano all’iniziativa. Le attività commerciali indicate nella “Pagina Gioco” vi aspettano per mettere il timbro “giralavoce” (non c’è obbligo d’acquisto). Ogni timbro convalida i punti segnati all’interno della casella. Nel caso si facesse un acquisto, i punti della casella verranno raddoppiati, inoltre verranno aggiunti i punti corrispondenti alla spesa effettuata, ogni euro speso vale 1 punto fino a un massimo di 200 euro per 200 pt. La partita dura un mese. A fine mese consegneremo i buoni in palio ai primi 43 partecipanti.


8

Xel è di nuovo protagonista Giovedì 27 marzo, alle ore 18, sarà inaugurata la mostra personale dell’artista Xel, al secolo Alessandro Ussia, curata da Edoardo Di Mauro, Aline Blanc e Verdiana Festa, due giovani che entrano a far parte del nuovo progetto della Galleria “Pow Alessandro Icardi”, che in questi anni è riuscita a raccontare uno spaccato di arte contemporanea focalizzando la sua attenzione sulla street art e la pop art. L’artista settimese torna dunque protagonista con le sue opere, dove ricorre la metafora dell’attesa, della speranza e della staticità del sistema economico in cui si vive. Esponente street alla Biennale di Venezia, nel Padiglione Italia, Xel ha realizzato anche opere per il Comune di Torino e per il Museo di Arte Urbana, oltre a partecipare a diverse collettive e personali di successo come quelle di Ginevra, Bologna e Torino.

“Nasi rossi per un sorriso” Sabato 8 marzo, presso la biblioteca Archimede, l’associazione “Il Sorriso di Buba”, insieme agli amici di Vip Torino, ha mandato in scena l’evento intitolato “Nasi Rossi per un sorriso”. Una bellissima festa per i più piccoli, animata da entrambe le realtà organizzatrici e caratterizzata da svariate attività quali trucco bimbi, baby dance, giochi e tantissimo divertimento. Un grandissimo successo di pubblico, considerata la presenza di più di 80 bambini. Nel corso della giornata sono stati raccolti 500 euro, poi donati dai componenti de “Il Sorriso di Buba” all’associazione Vip per la formazione dei clown.

Sikania festeggia le donne Sabato 8 marzo l’associazione Sikania ha festeggiato la donna presso il centro Bosio ricordando tre donne , diverse tra loro per cultura, fede ed estrazione sociale, ma simili per la determinazione che le aha spinte a raggiungere i loro scopi, tre donne che hanno lasciato un’impronta profonda nella società: Rita Levi Montalcini, scienziata e ricercatrice, Madre Teresa di Calcutta, donna di fede e di impegno per gli ultimi, e Felicia Impastato, una madre che, opponendosi alla mafia e superando tanti ostacoli, dopo 20 anni è riuscita ad assicurare alla giustizia gli assassini di suo figlio. Rispettando la tradizione dell’associazione Sikania tutte le donne presenti hanno ricevuto il rametto di mimosa prima del brindisi finale.

Marzo 2014

QUANTE EMOZIONI SUL TRENO DELLA MEMORIA Un centinaio di ragazzi della Provincia di Torino sono partiti per Cracovia Anche quest’anno centinaia di ragazzi provenienti da tutta la provincia di Torino sono saliti sul Treno della Memoria alla volta di Cracovia. Tra loro anche un gruppo di Settimo Torinese, formato da Elena Ramella, Davide Manfredo, Alessandra Dian, Elena Scaglia, Marco Godizzi, Eleonora Sirianni, Sara Pierro, Noemi Galluzzo, Sonia Leotta, Marilena Monticelli. Da ormai dieci anni l’associazione “Terra del Fuoco” organizza questo viaggio nella memoria, nei luoghi della Shoa: il ghetto ebraico, la fabbrica di Schindler e il campo di concentramento Auschwitz-Birkenau. I ragazzi non sono partiti ignorando quello che li aspettava. Ci sono stati incontri formativi prima della partenza, ma nessuno di loro sapeva come avrebbe reagito una volta sul posto.

In foto in volo la carta assieme al sindaco di Saluggia Pietro

“Ho sentito freddo”, “Ho sentito il vuoto”, “Ero incredulo” sono solo alcune delle prime impressioni che ognuno ha provato. Accanto ai momenti di aggregazione e divertimento ci sono stati momenti di profonda riflessione e di confronto con i propri compagni di viaggio. E non è stato facile. Lo stress psicologico, la

stanchezza fisica, la commozione che non arriva subito ma dopo, la sera, a letto. Aveva ragione chi diceva che sarebbe stato un viaggio che avrebbe lasciato il segno. Il Treno deve poter continuare il suo viaggio, anno dopo anno. Per non dimenticare. Perché un conto è quello che si studia, o quello che si vede nelle

foto, e un conto è camminare in quei luoghi. Un conto è sapere, e un conto è sentire la voglia, una volta tornati, di raccontare, di creare qualcosa insieme, di portare avanti l’iniziativa, di sensibilizzare e di uscire finalmente dalla “zona grigia” dell’indifferenza. I ragazzi sono tornati, ma il vero viaggio per loro inizia adesso.


9

Marzo 2014

IL RISPETTO PER GLI ANIMALI EVENTI • I bimbi della Giacosa insegnano come si trattano gli amici a quattro zampe Le classi 4ªB, 2ªB e 2ªA hanno realizzato una serie di cartelli, che lunedì 24 febbraio hanno esposto fuori dalla scuola, in cui spiegano cosa si deve e cosa non si deve fare con gli animali. Per esempio, quando si porta il proprio animale domestico a passeggio, occorre avere con sé fazzoletti e sacchetti per rimuovere eventuali bisogni dal marciapiede. L’input dell’iniziativa è arrivato da alcuni nonni, che si sono lamentati in particolare della proliferazione di cacche di cane intorno alla scuola. Il Comune è intervenuto per far pulire, ma il giorno dopo si era punto e a capo. Per questo alcune

Notizie in breve Laboratori

Sono tanti i laboratori di cucina alla Casa dei Popoli, ed è possibile partecipare solo ad alcune lezioni come quella in programma giovedì 27 marzo dalle 18.30 alle 22.30 per scoprire tutti i segreti della canapa in cucina. L’incontro fa parte del ciclo “Grands Chefs à la maison”. Le lezioni successive saranno su i dolci al cucchiaio, le erbe e le spezie e il menù anticrisi.

50 anni dell’Unitalsi

insegnanti hanno deciso di sensibilizzare i bambini lanciando questo progetto. Per ovviare al problema, inoltre, l’amministrazione ha approvato un regolamento che dà un giro di vite contro i proprietari “zozzoni” con l’inasprimento delle sanzioni. Invece la polizia di Net ha già predisposto alcuni

Sabato 1 marzo in sala Levi il gruppo Unitalsi ha proposto una sarata all’insegna dell’amicizia e solidarieta per le persone bisognose. Il presidente, Giuliano Benedetti, ha portato i saluti del gruppo e ringraziato il direttivo e i volontari, e ha elencato  le iniziative umanitarie che si portano avanti sul territorio per aiutare le persone ammalate e i disabili, presso le loro case, ospedale e rsa. Ha poi ricordato quanto sia importante questo anno per il gruppo che compie 50 anni dalla sua nascita e ricordato il decano Felice Vittone, recentemente scomparso. Il gruppo teatrale Unitalsi, capitanato dall’istrionico Roberto Dematteis, ha proposto una commedia brillante. Il 26-27 aprile si svolgeranno le iniziative del cinquantenario.

In foto le classi della scuola elementare Giacosa

controlli mirati in zone “a rischio”, come i parchi pubblici.

Minasi vince il World Poker Tour

SANITÀ

Radiologia ha una nuova sede all’Ospedale Civico È stato praticamente ultimato il trasferimento della Radiologia di Settimo dalla sede di via Leinì all’Ospedale Civico. Il servizio disporrà ora di locali nuovi, più funzionali rispetto alle moderne esigenze di lavoro e più accoglienti e confortevoli, assegnati all’ASL in comodato d’uso gratuito. All’Ospedale di Settimo, sarà installato un nuovo mammografo di ultima generazione, acquisito dalla Società SAAPA, tramite fondi raccolti

dalla Fondazione Onlus Comunità Solidale e concesso in comodato d’uso gratuito all’ASL. Questo mammografo permetterà il proseguimento e l’ampliamento dell’attività di diagnosi precoce dei tumori del seno, già avviata da tempo a Settimo. Le immagini digitali acquisite con la nuova apparecchiatura potranno essere visualizzate anche dagli specialisti del Centro Senologico aziendale di Strambino, consentendo l’opportunità di effettuare diagnosi e refertazione a distanza (telediagnosi e telerefertazione) da parte di medici altamente competenti nel settore. Nei nuovi locali, a trasferimento concluso, proseguirà l’attività di radiologia tradizionale generale, di ecografia e di densitometria. La Società SAAPA assegnerà anche all’ASL, un apparecchio di radiologia tradizionale di recentissima

acquisizione, già funzionante, ma finora soltanto per le esigenze delle persone ricoverate. Questo apparecchio si avvale di tecnologia digitale diretta, consentendo un’ottimale resa diagnostica. L’ASL, quindi, metterà a disposizione i propri professionisti, medici e tecnici, coordinati dal dottor Giovanni Gatti, Direttore della Radiologia di Chivasso, per incrementare l’offerta nei confronti delle persone ricoverate, oltre al fatto di poter proseguire l’abituale attività ambulatoriale e di prevenzione senologica con maggiori possibilità tecniche. “Questo spostamento - spiega il Direttore Generale dell’ASL TO4 Flavio Boraso - risponde alla logica di ottimizzare l’utilizzo delle risorse e degli spazi aziendali e contemporaneamente permette di aumentare la sinergia tra l’ASL e la Società SAAPA”.

Alessandro Minasi trionfa al World Poker Tour National di Venezia. Il talento settimese ha fatto valere tutta la sua esperienza sbaragliando la concorrenza di ben 404 giocatori e portandosi a casa il ricco montepremi.


Marzo 2014

Al Combo tutta l’energia di “Street on Stage” EVENTI • Soltanto applausi per il gran finale dello spettaolo di centinaia di giovani L’energia dei giovani accende il Combo, con contest di freestyle, esibizioni di hip-hop, jam session, dj set, concerti live e parkour. Questi gli ingredienti della grande festa tenutasi giovedì 27 febbraio nei locali di via Partigiani, in occasione dell’appuntamento conclusivo delle attività svolte all’interno del piano locale giovani 2013 “Street on stage”. Un progetto inserito nell’ambito del Piano Locale Giovani di Settimo, Leini, San Benigno e Volpiano, frutto di un percorso triennale che l’Ufficio Giovani di Settimo e gli operatori di CooperaUISP hanno elaborato e riadattato nel tempo. “Street on

stage” porta con sé un messaggio di grande attenzione ai bisogni e agli interessi manifestati dai giovani di età compresa tra i 14 e i 19 anni che si incontrano in vari luoghi della città di Settimo. Protagonisti dell’atto conclusivo sono stati sono stati proprio loro, ovvero tutti i ragazzi coinvolti, nel

corso del 2013, nell’organizzazione di eventi di varia natura. L’appuntamento finale ha visto anche la presenza dell’assessore alle Politiche giovanili, Alessandro Taragna, che ha partecipato alla premiazione dei contest, e, durante il pomeriggio, anche dell’assessore Elena Piastra. La

rassegna si è aperta con il workshop di parkour nell’area pedonale di Via Partigiani, a cura dell’associazione Parkour Torino. Poi, sul palco del Combo, sono saliti i ragazzi del freestyle. Non sono mancati nemmeno danza e hip hop, fusi in una jam session che ha visto cantanti e ballerini cimentarsi in un vero e proprio spettacolo di improvvisazione.

Vincitore del Contest freestyle “Sistem” Francesco Venditti Venditti, mentre nell’hip hop ha primeggiato Yassine Bahafid Bahafid. Queste le espressioni migliori di una giornata che ha visto transitare presso La Suoneria circa 150 partecipanti: 18 iscritti ai contest di danza hip hop, 20 al contest di freestyle e altri 15 al workshop di parkour. A chiudere il cerchio, la distribuzione della “Pyou card”, a cura dell’Ufficio Giovani e della cooperativa Orso, e un buffet per tutti i partecipanti. Grande successo, dunque, per l’ultima tappa di “Street on stage”, in attesa di un nuovo corso che, si spera, potrà prendere forma anche nel 2014.

INIZIATIVA

ARRIVANO FIBRA OTTICA E WI-FI ALL’8 MARZO All’Istituto 8 marzo arrivano fibra ottica e internet veloce. Il Comune allaccerà la scuola alla propria rete della fibra ottica, gratuitamente per 5 anni. In cambio l’8 marzo si impegnerà a

realizzare un “hot-spot” che fornirà wi-fi gratuito alla zona intorno all’istituto. “Dovevamo adeguare la nostra rete dati interna,

che finora collegava solo laboratori e uffici, connettendo tutte le aule – spiega il preside Giorgio Pidello – Per cui abbiamo messo in atto questa collaborazione col Comune, che ci permetterà di portare rete via cavo e wi-fi in tutte le aule”. “Al comune non costerà quasi nulla – interviene l’assessore all’innovazione Elena Piastra - Non è così usuale connettere gli istituti scolastici superiori alla rete comunale. In questo modo diamo alle scuole le infrastrutture utili a investire in apparecchiature didattiche tecnologiche, come Lim, tablet, eccetera.”

11

evento

“ANZIANI FIAT” IN UDIENZA DA PAPA FRANCESCO Per commemorare i 70 anni dalla sua nascita, l’UGAF (Associazione Seniores Anziani Fiat) ha ottenuto dalle Autorità Vaticane la possibilità di accedere con 3000 persone all’udienza pontificia del prossimo 19 marzo. Il presidente locale, Francesco Consaga, guiderà un gruppo di ben 40 persone che partirà dallo stabilimento della New Holland, tra Settimo e San Mauro, e approfitterà dell’occasione per visitare anche le straordinarie bellezze della capitale. Il primo gruppo UGAF nasce nel 1944 per iniziativa dei dipendenti della “Grandi Motori” di via Cuneo, con il desiderio di condividere e mettere al servizio di varie cause un patrimonio d’esperienza e passione accumulato proprio sul posto di lavoro. Presupposti, questi, che hanno animato anche la nascita del gruppo della New Holland di San Mauro. “Anche in questo caso tutto nasce in modo spontaneo e casuale - spiega il presidente Francesco Consaga -. Avevo il desiderio di rivedere i miei vecchi colleghi di lavoro e ho iniziato a organizzare incontri conviviali per rivivere emozioni e ricordi lontani. All’inizio eravamo in 20, poi siamo diventati 100 e a ottobre del 2013 eravamo addirittura 210. A luglio del 2013 il presidente generale UGAF, Filippo Beraudo di Pralormo, ha quindi deciso di darci fiducia e far nascere ufficialmente il nuovo gruppo UGAF della CNH di San Mauro, Gruppo 61. La sede è all’interno dello stabilimento e ci troviamo tutti i martedì e giovedì mattina, per programmare attività culturali, sportive e anche di volontariato”. Una bella realtà, dunque, che a breve avrà il privilegio di incontrare il Santo Padre.


13

Marzo 2014

Settimo, una piccola Viareggio

EVENTO • Migliaia di persone in strada per una domenica da ricordare E’ stato un Gran Carnevale. Bello, colorato ed allegro: niente da invidiare alle sfilate più rinomate. Settimo si è trasformata per qualche ora in una piccola Viareggio. C’erano tutti: la Bela Lavandera e il Gran Priore del Centro studi Settimesi, le autorità comunali, le parrocchie cittadine, le associazioni e tanti ospiti. In testa al corteo c’erano gli sbandieratori di San Damiano d’Asti e subito dopo la Pro loco, a cui va il merito di aver organizzato una sfilata emozionante con risorse proprie, recuperate dai ricavati della Fera Dij Coj. La città, quindi, ho potuto godersi lo spettacolo. A far da cornice ad un successo strepitoso, le attrazioni degli Spettacoli Viaggianti in pieno centro, sempre apprezzate e baciate dal sole durante lo scorso week-end. Grazie all’accordo tra gli Spettacoli Viaggianti ed il settimanale “La Nuova Voce”, sarà possibile girare

gratis sulle giostre durante i giorni feriali e con la formula “Paghi 1 e prendi due” durante i festivi ed i prefestivi. Un’opportunità unica dedicata a tutte le famiglie e un modo per festeggiare tutti insieme questo bel Carnevale del 2014. Sarà sufficiente ritagliare il coupon presente in prima pagina e presentarlo alle casse delle giostre.

Alcuni momenti di uno spettacolare Carnevale

Il bar Fred & Ginger di Settimo festeggia i primi 6 mesi di attività Sono passati 6 mesi dall’inaugurazione del bar “Fred & Ginger”, avvenuta lo scorso 10 settembre, e i gestori Sebastiano e Marina sono già entrati nel cuore dei settimesi. All’interno del locale di via Rosselli 11 sembra infatti di stare a casa propria: a regnare è il clima di amicizia tipico di chi si conosce da una vita. Un ambiente solare, in cui darsi del “tu” non è solo una formalità, bensì un imperativo categorico. In questi mesi, dopo l’iniziale rinnovo dei locali, Sebastiano e Marina hanno voluto fortemente incrementare i servizi a disposizione della propria clientela. Le novità, da “Fred & Ginger”, sono all’ordine del giorno: è ora possibile vedere all’interno del locale le partite di calcio della domenica, pagare bollette ed effettuare le ricariche dei cellulari grazie all’installazione del POS Lottomatica e Sisal, giocare al SuperEnalotto e a Win For Life, oltre che tentare la fortuna con i Gratta e Vinci, per via dell’entrata in funzione della ricevitoria Sisal. Ma non è tutto. I locali di “Fred & Ginger” sono la sede del Toro Club Settimo Granata, fan club settimese del Torino Football

Club 1906, la cui tessera da socio costa 20 euro. La novità più importante è senza dubbio l’introduzione della tessera punti per le combinazioni, tutte al costo di 5 euro, con dolcino a fine pasto incluso, e dedicate a chi vuole far pranzo o anche solo una spuntino: piadina e bibita, panino e bibita, trancio di pizza e bibita, crepès e bibita, ce n’è per tutti i gusti, con ingredienti di qualità e freschissimi, acquistati ogni mattina personalmente dalla stessa Marina. Chiedete la tessera: ogni 10 combinazioni, 1 è in omaggio. I gestori, infine, hanno un pensiero speciale: “Ringraziamo tutti i settimesi che ci hanno dato fiducia in questi mesi. Per chi non ci conoscesse ancora, veniteci a trovare!”.


14

Un defibrillatore a scuola

Marzo 2014

INIZIATIVE • Consegnata all’istituto Andersen la speciale apparrecchiatura Una mattina all’insegna della salute e della sicurezza quella di martedì 18 febbraio, presso la scuola Hans Christian Andersen di via Consolata a Settimo Torinese. L’istituto, il primo fra quelli settimesi, ha infatti ricevuto un defibrillatore, al termine di un progetto in collaborazione con l’associazione “Piemonte Cuore Onlus”. Oltre agli alunni e ai genitori, all’incontro per la consegna del macchinario erano presenti gli insegnanti della scuola, i membri dell’associazione e l’assessore Elena Piastra. Il presidente della Onlus, Marcello Segre, ha poi mostrato ai presenti, utilizzando un manichino, come usare il defibrillatore e come agire in caso di bisogno, prestando i primi soccorsi nell’attesa dell’arrivo di un’ambulanza. “Nella maggior parte degli altri paesi euro-

pei, - spiega Segre - le nozioni base di pronto soccorso vengono impartite fin dai primi anni di vita. Il nostro obiettivo e fare in modo che anche qui i giovani e gli insegnanti delle scuole sappiano affrontare le emergenze e molte vite possano essere salvate”. La speranza è quella di fornire macchinari “salvavita” a qualsiasi istituto scolastico della nostra città, in modo da agire tempestivamente in caso di arresto cardiaco. Molte scuole di Torino, ad esempio, ne hanno già installato uno in collaborazione con l’associazione. “Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato al progetto - afferma l’assessore Piastra -. È decisamente importante che gli alunni e i docenti siano in grado di a-

gire tempestivamente in caso di necessità all’interno dell’ambiente scolastico”.

In foto la consegna del defibrillatore all’istituto Andersen

MEZZI PO

FIN DA BERGAMO PER RISPOLVERARE RICORDI D’INFANZIA INSIEME A DON PAOLO Sono gli amici di una vita, quelli che non si scordano mai. Domenica 2 marzo, sono arrivati da Bergamo a Mezzi Po un gruppo per ritrovare don Paolo Mignani, parroco e simbolo della frazione settimese nonché vulcanico esponente nazionale della Gioc. Dopo la santa Messa, celebrata nella chiesetta di frazione Mezzi Po, il gruppo ha visitato la basilica di Superga per poi raggiungere il ristorante da Sergio per terminare in bellezza con un pranzo memorabile.

Reg. Trib. di Torino n. 5326 del 29/10/1999 Editore: Red & Blue Communication srl P.Iva 09415210013 Sede legale: via Alessandro Volta 9 -10121 Torino Direttore responsabile: Emiliano Rozzino direttorenotizieincomune@email.it Stampa: I.T.S. Spa, via Abate Bertone, 14 13881 - Cavaglià (Bi) Redazione: Chivasso - via Torino, 47 Tel. 011/ 5367550 Fax 011/ 5367551 Email: notizieincomune@email.it Concessionaria di pubblicità: Vivimedia srl, via della Repubblica 9 - 10036 Settimo Torinese (To) - Tel. 011 0201535, Cell. 338 3779061 Il responsabile del trattamento dei dati, ai sensi del DGLS 196/03 è il direttore, a cui i lettori possono rivolgersi per esercitare i diritti previsti. Tutti i diritti di riproduzione, anche parziale, del materiale pubblicato sono riservati. La riproduzione cartacea o elettronica dei testi, delle foto o del materiale pubblicitario è ammessa solo a seguito di autorizzazione scritta (legge 633/1941).

In foto il numeroso gruppo di amici giunti da Bergamo per rivedere e abbracciare don Paolo

INZIATIVE

IN RICORDO DI PAOLO FERRARIS Grazie ad un contributo da successione lasciato dal compianto Domenico Paolo Ferraris, la Croce Rossa di Settimo Torinese ha potuto acquistare un nuovo monovolume da integrare nel proprio parco mezzi. Attarverso un gesto di grande valore, Ferraris ha voluto così affidare ai posteri il suo ricordo. Venerdì scorso, davanti alla sezione della CRI settimese, si è tenuta la cerimonia di consegna del veicolo, alla presenza della famiglia e di una delegeazione di medici, infermieri e volontari

presideuta dal presidente Angelo Barbati. “Vista l’entità del lascito, 15mila euro, - comunica la sezione settimese - ci siamo impegnati affinché di tale gesto restasse qualcosa di materiale e che ciò, in sua memoria, potesse essere di appoggio a tutte le persone che la Croce Rossa aiuta. Abbiamo integrato il già corposo contributo e abbiamo acquistato una nuova autovettura. Abbiamo scelto un monovolume a 7 posti a cui abbiamo aggiunto anche il gancio traino. Questo mezzo sarà utilizzato

In foto la Croce Rossa di Settimo e il nuovo monovolume

nelle situazioni di Protezione Civile e ci servirà per il trasporto di soggetti bisognosi di cure specialistiche. Avendo anche un bagagliaio spazioso, potremo trasportare i pazienti diversamente a-

bili e le carrozzine senza problemi. Visti i sette posti, ci servirà anche come mini-bus per il trasporto di soci volontari. Oggi, a poco più di un anno dalla sua scomparsa, assicuriamo che con

questa vettura i lodevoli pensieri e le intenzioni umanitarie di Domenico Paolo Ferraris, saranno esaudite nel miglior modo possibile. Siamo riconoscenti a lui e alla sua famiglia che ci ha

contattato per portare a compimento le sue ultime volontà. Per questo, sul fianco dell’autovettura è stata posta la scritta “in ricordo di Ferraris Paolo Domenico”.


15

Marzo 2014

Affitti in contanti, arriva la retromarcia Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha accolto le istanze dell’Uppi fornendo chiarimenti in merito alle modalità di pagamento Dopo le reiterate proteste di inizio 2014, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha deciso di fare retromarcia, dando ragione all’Unione Piccoli Proprietari Immobiliari. Il tema è quello legato al pagamento degli affitti esclusivamente tramite banca. Una novità che, se da una parte agevolava gli istituti di credito, dall’altra metteva a disagio molte famiglie. In tal senso, attraverso una nota interpretativa il Ministero ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di pagamento dei canoni di locazione di unità abitative (articolo 1, comma 50, legge 27 dicembre 2013 n. 147), riconoscendo che l’istanza presentata dall’UPPI poggiava su motivazioni valide. Il canone si potrà quindi continuare a pagare in contanti per un massimo di 999,99 euro, agevolando così tutti quegli inquilini che non possiedono conti correnti e che non possono es-

Silvio Cinque, segretario nazionale dell’Uppi

sere obbligati ad attivarne. Comprensibilmente soddisfatto il segretario nazionale dell’Uppi, il geometra settimese Silvio Cinque, che qualche settimana fa aveva definito il nuovo corso come “privo di ogni logica”. “Molte sono state le persone che si sono rivolte a noi - spiega - preoccupate da una norma che imponeva la tracciabilità dei

pagamenti del canone e di cui non capivano le motivazioni e i sistemi, in quanto il Governo non ha tenuto conto che l’ufficio delle Entrate è già ben a conoscenza dei contratti di locazione, perché questi sono registrati. Al fine comunque di assolvere il sistema di tracciabilità dei pagamenti, va detto che bisogna rilasciare regolare ricevuta di avvenuto pagamento del canone. Nel contesto dell’istanza presentata dall’UPPI - prosegue il geometra Cinque - è stato richiesto di tenere nella giusta considerazione (specialmente in questo particolare momento di crisi) i casi di mancata ricezione da parte del locatore dei canoni di locazione; in tal senso è auspicabile l’esonero almeno parziale del pagamento delle tasse relative, qualora i proprietari non riescano a percepire i canoni dai conduttori morosi. Come è noto, infatti, i proprietari non possono esimersi dal pagamento delle tasse sui canoni non percepiti”.

INIZIATIVE

Il sorriso di Buba a “Diecimilatrentasei” Venerdì 28 febbraio, presso il ristorante “Diecimilatrentasei” di Settimo, si è tenuto il primo evento del 2014 organizzato dall’associazione “Il Sorriso di Buba”, ovvero la quarta Assemblea generale dei soci, Aa seguire

la consueta cena benefica alla quale hanno partecipato ben 90 persone. Nel corso della serata sono stati raccolti, tra offerte e tesseramenti all’associazione, più di 1.100 euro. Nel corso dell’assemblea sono intervenuti medici

ed infermieri in rappresentanza del reparto trapianti dell’Ospedale Regina Margherita di Torino, con il quale l’associazione settimese ha appena concluso il suo quinto progetto, consegnando due letti a bilancia con sponde. Hanno contribuito alla serata anche medici appartenenti agli enti con cui “Il Sorriso di Buba” collaborerà nel cor-

so di un 2014 che si annuncia denso di attività.

Come sempre, tutte all’insegna della solidarietà.

INIZIATIVE Giovani, università e futuro: ecco il primo appuntamento Sarà giovedì 20 marzo il primo appuntamento del ciclo di incontri “Giovani, università e futuro” ideato dalla Biblioteca Archimede e dal Servizio Giovani di Settimo. L’appuntamento con “Lavoro stagionale all’estero. Istruzioni per l’uso” è alle 17 in Sala Levi (Biblioteca Archimede – piazza Campidoglio, 50). Il pomeriggio sarà l’occasione per parlare con gli operatori dell’Informagiovani e del Centro per l’Impiego che aiuteranno i partecipanti a scoprire le opportunità su: estero servizi e progetti (a cura del Centro per l’Impiego), lavoro stagionale come animatore (a cura di Coopera Uisp), lavoro stagionale in agricoltura, a cura dell’Informagiovani di Settimo e lavoro stagionale in agricoltura, a cura dell’Informagiovani di Settimo e della “Coldiretti Giovani Impresa” di Torino. I prossimi appuntamenti 25 marzo “Meeting lavoro: idee a confronto”, 29 marzo “Scelta universitaria: opportunità nel mondo scientifico” e 10 aprile “Lavoro dipendente e condiviso: contratti di lavoro e co-working” Per informazioni Informagiovani piazzaCampidoglio, 50; tel. 011.80.28.337dal lunedì al giovedì dalle 16.30 alle 18.30


Notizie in Comune  

Settimo Torinese

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you