Page 1

17 APRILE 2014 - Anno 8, numero 14

Un maggio tutto da vivere a Ciriè

Incontri con gli autori, premi letterari, mostre. Si parte il 29 aprile Incontri con gli autori, premio letterario, mostra seicentine; un maggio tutto da vivere quello di Ciriè. Nella conferenza, dello scorso 11 aprile, l’assessore alla cultura Ruggero Vesco e il responsabile della biblioteca Guido Antonioli, hanno presentato le iniziative che partiranno dalla fine di questo mese. Il prossimo 29 aprile, nella sala consigliare verrà presentato il romanzo di

Beppe Conti “Mosersaronni. Duello infinito”. Il 6 maggio sarà la volta del libro di Gianni Farinetti “Rebus di Mezza Estate”. Il 15 maggio, il giornalista Claudio Cerasuolo presenterà il suo ultimo volume “L’oro d’Italia”; solo in questo caso e per via del tema la serata si svolgerà nella caffetteria-torteria Hobb’s. a pag. 5

CIRIÈ

UNO SPORTELLO D’ASCOLTO A SAN FRANCESCO

a pag. 12

DOLCE FIORE FA IL BOTTO A SAN MAURIZIO a pag. 11

a pag. 6


Offerta netto IVA, MSS e IPT, valida in caso di rottamazione o permuta. L’offerta è valida in caso di sottoscrizione di Leasing Finanziario o finanziamento rateale rivolto ai Clienti Business possessori di partita IVA di Citroën Financial Services, comprensivo di servizio FreeDrive per la durata di 60 mesi/200.000 Km. Esempio di Leasing Finanziario rivolto ai Clienti Business possessori di partita IVA riferito a Citroën Berlingo Multispace Combi 1.6 HDi 90 Seduction - Prezzo di vendita promozionato in caso di permuta o rottamazione e sottoscrizione di Leasing Finanziario di Citroën Financial Services comprensivo di servizio FreeDrive per la durata indicata (manutenzione ordinaria e straordinaria per 60 mesi/200.000 Km) 10.347 € IVA esclusa, messa su strada esclusa (IPT esclusa). Primo canone 2.465 € IVA esclusa + 59 canoni mensili da 295 € IVA esclusa – possibilità di riscatto 577€ IVA esclusa - nessuna spesa di istruttoria - spese di gestione contratto che ammontano allo 0,09% dell’importo relativo al prezzo di vendita del veicolo decurtato del primo canone. TAN 3,99% TAEG/ISC 6,06%. Il canone include i servizi opzionali FreeDrive Business (manutenzione ordinaria e straordinaria 60 mesi/200.000 Km) e Azzurro Insieme (Antifurto con polizza furto e incendio, Prov. VA). Importo mensile dei servizi IVA esclusa 122 €. Esempio di finanziamento rateale rivolto ai Clienti Business possessori di partita IVA riferito a Citroën Berlingo Multispace Combi 1.6 HDi 90 Seduction. Prezzo di vendita promozionato in caso di permuta o rottamazione e sottoscrizione di finanziamento rateale Speciale B2B di Citroën Financial Services comprensivo di servizio FreeDrive per la durata indicata (manutenzione ordinaria e straordinaria per 60 mesi/200.000 Km) 13.810 € IVA inclusa, messa su strada inclusa (IPT esclusa). Anticipo 4.000 €. Imposta sostitutiva sul contratto in misura di legge. Spese di incasso mensili 3,5 €. Importo totale del credito 10.160 €.Spese pratica 350 €. Importo totale dovuto 11.250 €. 60 rate mensili da 320 €.TAN (Fisso) 3,99%, TAEG 6,60%. La rata mensile comprende il servizio facoltativo FreeDrive Business (manutenzione ordinaria e straordinaria per 60 mesi/200.000 Km) e Azzurro Classic (Antifurto con polizza furto e incendio, Prov. VA). Importo mensile dei servizi 129 €. Note legali comuni: l’estensione di Garanzia triennale è ricompresa nel servizio FreeDrive Business. Vantaggio economico riconosciuto al Cliente in entrambi gli esempi rappresentati pari a 6.203 €, di cui 5.123 € riconosciuti per azione promozionale, permuta o rottamazione e 1.080 € nel caso di sottoscrizione del servizio FreeDrive per la durata indicata, su un prezzo di vendita di € 16.550 (IVA esclusa, messa su strada esclusa, IPT esclusa). Scade il 30/04/2014. Salvo approvazione Citroën Financial Services – divisione Banque PSA Finance –Succursale d’Italia. Fogli informativi analitici presso la Concessionaria. Le foto sono inserite a titolo informativo. Info su citroen.it


17 aprile 2014

La Fiera di Primavera colora tutta Ciriè: il trionfo del Km Zero EVENTO • Iniziativa organizza dall’amministrazione e dalla Coldiretti E’ stata anche quest’anno un successone la manifestazione organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con Col-

diretti, per il 29, 30 e 31 marzo. Come annunciato dall’assessore al commercio Alessandro Pugliesi e dal segretario zonale di Coldi-

retti Piermario Barbero, la via del gusto ha suscitato un grosso successo. Sia la domenica che il lunedì il filo conduttore che ha lega-

to piazza Ipca con via Rosmini e via Trivero è stata l’agricoltura e i prodotti a Kilometro zero. Se il 30 è stata più una giornata de-

dicata ai clienti, con l’area mercatale in Corso Nazioni Unite e le iniziative per i più piccoli, il 31 la manifestazione ha assunto un carattere più professionale. Oltre agli agricoltori, a cui è stata dedicata l’intera manifestazione, molte associazioni ciriacesi hanno portato il loro importante contributo. Dalla Lida che raccoglieva i fondi per i canili e gattili al

Rotaract di Ciriè e Valli di Lanzo che invece le offerte le domandava per aiutare una casa-famiglia di Leinì. Anche la scuola media di Robassomero, ed in particolare le classi di prima, erano presenti con un picco-

CONCERTO DI PASQUA DA RECORD Pubblico delle grandi occasioni quello che nella serata di domenica 13 aprile ha affollato la chiesa di San Giuseppe a Ciriè per “Il Concerto di Pasqua” dell’Orchestra Fiati Giovanile Italiana e Coro “I Music Piemon-

teis”. Musica strumentale e vocale dedicata in buona parte ai temi classici delle festività pasquali quella diretta dal maestro Flavio Bar e dal maestro Luigi Canestro con brani di Rossini, Verdi, Webber, Morricone ,Shemer,

Bar, Bairo. Alcuni tra i più significativi del repertorio: di Gioacchino Rossini dallo “Stabat Mater”, interpretati dal tenore Cristian Di Gregorio e dall’oboe solista Donatella Pedico.

lo banchetto. Grazie ai lavoretti fatti durante l’anno, il ricavato della giornata verrà devoluto alla Caritas di Ciriè.

E dalla” Petite Messe Sollennelle”, l”’Agnus Dei” offerto alla platea dal mezzosoprano Monica Tagliasacchi. Di Ugo Bairo il suo” America Beautiful”, dedicato agli americani, agli italiani e alle istituzioni italiane d’ America , proposto ai presentii dal tenore Domenico La Mantia. Di Shemer” Yerushalayim Shel Zahav “ dalla giovane vocalist Sara Bonini e dal maestro Flavio Bar il suo emozionante “Stabat Mater” per solo coro ed orchestra. Musica e religiosità, il connubio vincente è risuonato forte ed antico nel secentesco luogo di culto ciriacese che grazie a Don Giuseppe Genero ha aperto le porte all’ensemble di Ciriè e alla sua comunità. Il concerto è stato presentato da Chiara Novero.


4

17 aprile 2014

Pugno duro sulla corruzione

INIZIATIVA • Approvato il piano triennale che prevede interventi a favore della legalità Approvato il piano triennale prevenzione corruzione 2014-2016. La giunta comunale di Ciriè ha approvato il piano in riferimento alla materia di prevenzione e contrasto della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione. Vengono, quindi, pianificati a livello locale gli interventi descritti, a livello nazionale, nel piano nazionale anticorruzione. Si è creato, quindi, un sistema organico, articolato su due livelli strategici con obiettivi comuni. Per arrivare alla redazione del Piano, sono stati mappati e valutati i rischi potenziali che si potrebbero verificare nell’Ente e, per ogni processo, sono state individuate misure e azioni da mettere in campo. Le attività sono state svolte

In foto Francesco Brizio

da un ufficio temporaneo interno, che ha lavorato in stretta collaborazione con i responsabili e i referenti dei vari servizi, sotto la direzione del segretario generale in veste di RPC, responsabile prevenzione

corruzione. Prima della sua approvazione, il piano è stato portato all’attenzione della Commissione Consiliare Speciale per la cultura della legalità e per il contrasto dei fenomeni mafiosi a tutela dei cittadini e delle

istituzioni, costituita nello scorso anno. “L’approvazione del Piano Anticorruzione costituisce un ulteriore tassello che va ad inserirsi nel quadro degli interventi a tutela della legalità che il Comune di Cirié già attua” – dichiara il sindaco, Francesco Brizio – Nei mesi scorsi abbiamo attivato la Commissione Consiliare Speciale, e abbiamo lavorato con impegno e serietà sui temi della trasparenza, mettendo a disposizione dei cittadini informazioni utili a conoscere e valutare l’operato dell’Ammini-

strazione. Con questo Piano abbiamo individuato rischi, misure e modalità per metterle in pratica: confidiamo nel contributo dei cittadini, delle aziende e delle associazioni che, con considerazioni e suggerimenti, potranno aiutarci a migliorare i nostri interventi a tutela della legalità”. Il Piano Triennale Prevenzione Corruzione prevede interventi specifici, stabilendo indicatori per valutare i risultati raggiunti e assegnando specifiche responsabilità. Un documento quindi all’insegna della concretezza, che tutti i dipendenti comunali saranno chiamati ad attuare. Numerose misure sono di fatto già operative: ora saranno soggette a monitoraggio e aggiornamento, per renderle ancora più efficaci.

XVII EDIZIONE DEL CONCORSO MUSICALE NAZIONALE EVENTO - Le iscrizioni per il concorso sono aperte fino al 19 aprile Un concorso conosciuto a livello nazionale - che ha lanciato talenti della musica come i cantanti Cixi, finalista di X-Factor 2012 e Stefano Centomo secondo classificato Sanremo 2007 sezione giovani - nato per dare voce a tutta la buona musica in circolazione che sta cercando un palco sul quale farsi conoscere e apprezzare: si tratta di “Senza Etichetta”, rassegna giunta alla diciassettesima edizione confermando ogni anno la grande qualità che la contraddistingue e le permette di sopravvivere; il concorso ha una peculiarità: è aperto a ogni genere di musica, dal rock fino al folk, passando per la musica rap e per le cover e non prevede limiti di età. Le iscrizioni per l’edizione 2014 di “Senza Etichetta” sono aperte fino al 19 aprile: per partecipare è necessario inviare al Civico Istituto Musicale “F. A. Cuneo” in via Camossetti, 10 a Cirié (TO), il modulo di iscrizione al concorso accompagnato dal curriculum artistico del musicista o della formazione, la fotocopia del documento d’identità e codice fiscale del partecipante e un cd o una cassetta contenente la demo (almeno due brani con indicazione del titolo e autore in copertina).

Possono partecipare all’evento cantautori, gruppi, cantanti su base con brani originali o cover in lingua italiana o straniera. L’organizzazione provvederà all’ascolto delle tracce pervenute e gli artisti selezionati verranno contattati per e-mail: questi ultimi potranno esibirsi durante le serate della rassegna musicale in cui verrà effettuata un’ulteriore selezione che porterà gli artisti scelti a confrontarsi nella grande finale, prevista per il 18 maggio 2014, presieduta dal Maestro – nonché direttore del Centro Europeo di Toscolano – MOGOL, accompagnato dall’Assessore alla Cultura del comune di Cirié, due esperti del settore che avranno il compito di costituire la giuria artistica, e un funzionario della S.I.A.E. In palio per i migliori concorrenti ci sono delle borse di studio e i premi di merito assegnati dalla commissione. I vincitori della rassegna riceveranno: PREMIO “SENZA ETICHETTA 2014” CATEGORIA AUTORE Il vincitore di Senza Etichetta 2014 riceverà in premio una borsa di studio del valore di 3500 euro (valida per una sola persona) che permetterà di frequentare un corso di alta formazione

presso la scuola del M° Mogol, il Centro Europeo di Toscolano. PREMIO “SENZA ETICHETTA 2014” CATEGORIA INTERPRETE Il vincitore di Senza Etichetta 2014 riceverà in premio una borsa di studio del valore di 3500 euro (valida per una sola persona) che permetterà di frequentare un corso di alta formazione presso la scuola del M° Mogol, il Centro Europeo di Toscolano. Inoltre il miglior gruppo rock parteciperà all’edizione 2015 del festival Tavagnasco Rock. Anche nel calendario di questa edizione del concorso sono previsti ospiti d’onore, che proporranno al pubblico, tra un’esibizione e l’altra degli aspiranti in gara, i loro più grandi successi, ricordando ai musicisti esordienti una frase che il maestro Mogol ha utilizzato nelle edizioni precedenti per incoraggiarli: “nessuno nasce genio, bisogna studiare per diventarlo!”. Solo i selezionati per la finale pagheranno la quota d’iscrizione, pari a 100 euro per i gruppi e 50 per i solisti, tramite bonifico bancario intestato all’istituto “F. A. Cuneo”.


17 aprile 2014

Incubatrice all’ospedale

L’apparecchio, di ultima generazione, è stato donato dall’Associazione “Ospedale Dolce Casa” Onlus, che da anni collabora con l’Asl To 4 prestando attività di volontariato nel reparto di Pediatria. La donazione è stata possibile grazie ai fondi offerti all’Associazione da parte di Unicredit Area Canavese, Megadyne SpA di Mathi e di altre realtà locali, per un valore complessivo di circa 20 mila euro. La nuova incubatrice neonatale Giraffe, è fornita delle più recenti acquisizioni tecniche: servocontrollo di ossigenazione, temperatura e umidificazione, acquisizione dei parametri vitali del neonato, carrello elevatore regolabile, sistema rotante del materasso di appoggio e regolazione continua dell’inclinazione del lettino fino a più/meno 12 gradi, bilancia elettronica incorporata, integrazione del sistema per esecuzione di esami radiografici, doppia parete con 5 oblò, per citare solo alcune caratteristiche. Le dimensioni interne dell’incubatrice consentono all’occorrenza di ospitare due gemelli, facilitandone il contatto pelle a pelle. L’attuale donazione comprende anche la lampada per fototerapia Lullaby con unità base su stativo e con ruote dotate di freno, che permette di effettuare la fototerapia per l’ittero neonatale mantenendo il neonato sempre nell’incubatrice. Il raggiungimento di una sempre maggior qualità delle prestazioni offerte è oggi possibile solo qualora si possa disporre di nuovi strumenti e apparecchiature.

I Lions consegnano le borse di studio

In arrivo un contributo economico destinato ai cittadini più bisognosi I Lions Club Ciriè D’Oria consegnano a Ciriè le borse lavoro. Hanno un importo di mille euro ciascuna e verranno utilizzate dal comune di Ciriè per fa lavorare chi ne ha più bisogno, seppur per pochi mesi. Il service dei Lions ha ancora una volta dato un grande contributo alla città di Ciriè, facendo di tutto per aiutare i più bisognosi. “Il comune organizzerà dei cantieri di lavoro e proprio grazie alla collaborazione con i Lions noi potremo pagarli con queste borse” ha affermato l’assessore Luca Capasso. Quest’anno c’era la possibilità che la provincia non riuscisse a finanziare queste borse ed era necessario un intervento. Un altro importante accordo, presentato durante la conferenza stampa dello scorso 12 aprile, è quello fra Grivetto, re-

sponsabile del Gota Hotel di Ciriè e il comune. La convenzione prevede la messa a disposizione, gratuita, del defibrillatore durante le manifestazioni sportive di Ciriè. I Lions Club D’Oria festeggiano proprio quest’anno 20 anni di attività su Ciriè. Per l’occasione sono stati presentati i vari service che hanno aiutato la comunità. Tra i più importanti ci sono

quelli sul restauro, sul colesterolo e ipertensione. L’ultimo importante service riguarda i cellulari usati, dove quelli funzionanti saranno regalati a chi ne ha necessità, mentre i non funzionanti verranno dati al Cisa. In totale i Lions contano 500 ore di attività e 400mila euro donati. “Una grande capacità di lavorare insieme, una collaborazione essenziale- ha

esordito il sindaco Francesco Brizio- Abbiamo sempre più domande crescenti dai servizi sociali, ma le risorse sono sempre più limitate. Grazie alle vostre borse di studio potremo aiutare le persone”. Alla conferenza era anche presente il presidente del Rotary di Ciriè Pier Mario Giuggiaro, che ha illustrato il microcredito per l’imprenditoria giovanile.

EVENTI

EVENTI E CULTURA PER TUTTO MAGGIO Incontri con gli autori, premio letterario, mostra seicentine; un maggio tutto da vivere quello di Ciriè. Nella conferenza, dello scorso 11 aprile, l’assessore alla cultura Ruggero Vesco e il responsabile della biblioteca Guido Antonioli, hanno presentato le iniziative che partiranno dalla fine di questo mese. Il prossimo 29 aprile, nella sala consigliare verrà presentato il romanzo di Beppe Conti “Mosersaronni. Duello infinito”. Il 6 maggio sarà la volta del libro di Gianni Farinetti “Rebus di Mezza Estate”. Il 15 maggio, il giornalista Claudio Cerasuolo presenterà il suo ultimo volume

“L’oro d’Italia”; solo in questo caso e per via del tema la serata si svolgerà nella caffetteria-torteria Hobb’s. Il 16 maggio sarà la volta del romazo di Sandro Bocchio “Giovanni Tosco”. Il 20 maggio toccherà a “Giovanni Boccaccio dell’amore e altre storie dal Decamerone”. Il 23 maggio verrà presentato il libro di Rosa Mogliasso “Chi bacia e chi viene baciato”. Infine, Legenda si concluderà il 30 maggio con Franco Brunetta e il suo libro “Sopravvivere a Cefalonia”. Parallelamente a questa rassegna ci sarà anche la premiazione di Legenda Giovani

arrivata ormai alla quarta edizione. Il concorso è stato intitolato alla memoria di Ugo Riccarelli e si svolgerà il 7 maggio nella tensostruttura di Area Remmert. Come previsto dal concorso, la giuria di ragazzi delle scuole superiori, dopo aver letto una serie di libri hanno scelto i tre finalisti. Quest’anno a concorrere per il premio Legenda Giovani saranno: Valentina D’Urbano autrice del “Il rumore dei tuoi passi”, Nicola Lecca con “La piramide del caffè” e Marta Pastorino con “Il primo gesto”. Durante la mattinata verranno anche premiati gli elaborati degli studenti. Infine il 16 maggio prossimo verrà inaugurata la mostra delle seicentine. In collaborazione con i Lions Club Valli di Lanzo, i volontari della biblioteca civica hanno dato nuova vita a tutti i volumi del 1600. L’esposizione sarà nella biblioteca storica di Palazzo D’Oria.

5


6

17aprile 2014

Delegazione in prima fila contro il cancro SANITÀ • La delegata Valeria Astegiano: “Abbiamo progetti ambiziosi, tra cui l’intervento sui tumori del pancreas” Candiolo, l’Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro, polo oncologico d’eccellenza del Piemonte, progettato e costruito dalla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro cresce e continua a farlo grazie “ alla diffusa e solidale partecipazione di oltre un milione di donazioni di privati, enti, istituzioni, imprese e fondazioni bancarie piemontesi”. Ma non solo: anche grazie all’attività delle sue 23 delegazioni territoriali, “una linfa preziosa ed insostituibile per la nostra ONLUS” come ha sottolineato la sua presidente Allegra Agnelli alla riunione annuale. Un incontro che come di tradizione ha tracciato il punto sui progetti ed obiettivi futu-

ri del Centro di Ricerca e Cura unico “a carattere scientifico” e unico anche per essere stato realizzato senza l’intervento dello Stato o di Enti pubblici. “Due le novità più salienti -spiega la delegata di Ciriè Valeria Astegiano - i lavori ormai in fase a-

vanzata della II Torre della Ricerca e della Cura che hanno completato il profilo di Candiolo e l’annuncio dell’avvio di due ambiziosi progetti di Ricerca Sanitaria, finanziati dalla Fondazione con 6 milioni di euro derivati dal cinque per mille.” Progetti che ri-

guardano la Medicina di Previsione e lo studio di una terapia che consenta di intervenire su tumori del pancreas inoperabili illustrati dal Direttore Scientifico Paolo Comoglio e che a compimento della rispettiva durata di 5 e 3 anni andranno ad ar-

ricchire le forme di attività diagnostiche e terapeutiche dell’Istituto che ricorda Valeria Astegiano “è dotato di 2 Thomoterapy, 2 laser ad anidride carbonica, dell’acceleratore True Beam, unico in Italia e secondo in Europa. “La delegazione di Ciriè dopo il ventennale festeggiato nel 2013 prosegue con incontri ed iniziative per Candiolo” A Torino l’8 marzo organizzata dal Cus, Sistema Universitario, Coni, Enti locali e Ascom , rigorosamente per sole donne, “ Festa Donne in Corsa”. A Borgaro presso il teatro dell’Atlantic Hotel domenica 11 maggio , alle ore 16.30 il concerto con “i Music Piemonteis” del maestro Flavio Bar “Musica per la Ricerca”.

e il professore di dialettologia della facoltà di Torino, Telmon. Quest’ultimo ha spiegato il perchè questa lettera è considerata autentica e quali evoluzioni della lingua italiana erano

presenti all’interno. Anche l’assessore alla cultura Ruggero Vesco era presente durante la presentazione e oltre a portare il saluto della città e degli amministratori, ha anche espresso la sua sorpresa per il folto pubblico accorso. “Ha avuto un grande successo questo studio approfondito - ha affermato Vesco - Sono serate come queste che servono per elevare la cultura della nostra città”.

ATTUALITÀ

CIRIÈ FA UN SALTO NEL PASSATO Betina e Signor G. hanno incantato la platea di Ciriè. Lo scorso 11 aprile, nella biblioteca della città, è stata presentata la lettera dei “due amorini” ciriacesi del 1609. Era una dichiarazione d’amore che un nobile di Ciriè, Signor G., ha fatto

ad una servetta, Betina. La lettera è stata ritrovata qualche tempo fa da Baldassarre Lobue sotto la copertina di un libro del 1931 di Don Giovanni Bosco. “Pensavo quasi di aver trovato la mappa del tesoro, ma quando ho capito che era una semplice

lettera, all’inizio, ci sono un po’ rimasto male” ha detto lo scopritore. Durante la serata è stata letta la lettera originale e la traduzione. I relatori sono stati Lobue, Francesco Altieri, filologo,

L’ex Ipca torna in vita Un’opera importante che ripercorre la storia della tragica vicenda avvenuta negli anni 80 e 90. La ritrutturazione del basso fabbricato è stata finanziata dalla Provincia e viene inserita nel recupero dei manufatti architettonici della città. I lavori iniziati nel 2010 prevedevano la riqualificazione di tutta un’area da ridare ai cittadini come struttura pubblica. Pochi mesi, dunque, al termine di tutti i lavori che ridaranno al centro della memoria ex Ipca nuova vita. I locali verranno utilizzati per ospitare gli archivi dei fascicoli Guariniello, riguardo tutto l’iter del processo. “Siamo davvero contenti di questo termine dei lavori - ha affermato l’assessore Giorgio Perello - in un momento così particolare e pieno di difficoltà avere una struttura per i cittadini è davvero importante. Sta per concludersi un’opera per la comunità, sarà un presidio dell’area.” “Abbiamo discusso di questo nel consiglio comunale del primo bilancio, ma mancavano ancora i fondi della Provincia - ha affermato il consigliere di opposizione Davide D’Agostino - Che ora qualcosa si è mosso e va bene, ma spero non sia una trovata elettorale in vista delle elezioni. Ci chiediamo, però, perché siano arrivati ora e non prima; erano attesi dal 2010.” La fabbrica Ipca viene fondata nel 1922 a Ciriè. Questa è conosciuta tutt’oggi come la “Fabbrica del cancro” proprio per via dei lavoratori colpiti dal cancro alla vescica. Il comune di Ciriè, in seguito a tutta la vicenda, ha acquisito l’ex fabbrica e l’ha bonificata facendone un luogo di memoria per tutti coloro che hanno perso la vita. Proprio la documentazione di tutto il processo, intentato dai due operai Benito Franza e Albino Stella, verrà esposto nel basso fabbricato che fra pochi mesi sarà aperto al pubblico. Per non dimenticare questa tristissima storia, e affinché non succedano mai più episodi del genere, il comune di Ciriè e la Provincia di Torino avevano chiesto ad alcuni artisti di fama internazionale di rappresentare l’intera con uno spettacolo teatrale. Nel 2007 è andata in scena l’anteprima di “Colori proibiti. Favola nera di una storia vera: l’IPCA di Ciriè”.


7

17 aprile 2014

“Omofobia? No grazie” ATTUALITÀ • Ciriè dice si all’iniziativa di “Quore” contro l’omofobia “Omofobia no grazie”, sarà questo lo slogan che d’ora in poi si leggerà sulle vetrine dei negozi di Ciriè. La lotta contro l’omofobia passa anche per le strade della città e lo fa grazie ad una vetrofania ideata dall’associazione “Quore” di Torino. Si tratta del progetto “Friendly Piemonte” incentrato sul lancio del turismo LGBT, lesbiche, gay, bisessuali e transgender. La scritta “Omofobia no grazie” serve proprio a sensibi-

lizzare e a recuperare la grossa parte di turisti LGBT. Il progetto è stato presentato dall’associazione Quore durante la conferenza stampa dello scorso 11 febbraio. Alessandro Battaglia e Silvia Magino hanno spiegato le ripercussioni positive sul commercio locale. “E’ appurato che il turismo LGBT - ha spiegato Silvia Magino - costituisce mediamente la metà del fatturato del solito turismo. Proprio per questo Friendly Piemonte costi-

tuisce il contrasto a ogni forma di omofobia”. Il progetto è partito in collaborazione con l’Ascom di Torino. Ad oggi hanno aderito all’iniziativa 13 comuni. “Chiederemo di essere anche introdotti nelle scuole della città - ha affermato Alessandro Battaglia - per poter spiegare ai ragazzi le ragioni di questo progetto”. Le reazioni della Confesercenti e Ascom sono di assoluta collaborazione e partecipazione all’iniziati-

ANTONIO BRIZIO, SANGUE BLU SOLO DI NOME Consigliere comunale, juventino, subacqueo e “renziano” Antonio Brizio Falletti di Castellazzo e non solo! Con il primo nome, seguito per fortuna da una virgola e quindi non necessariamente da scrivere, altri due: Massimo, Maria. Per un totale tra nomi e cognomi tale che “da bambino a scuola, mi prendevano anche in giro”. Non parliamo poi dei concorsi fatti da più adulto, quando nei certificati “mi dovevo autocensurare: o Antonio Brizio Falletti o Brizio di Castellazzo, se no, non ci stavo tutto nel documento” Ahimè effetti del sangue blu , di cui tra l’altro è privo, ereditato dagli avi blasonati che lo hanno costretto comunque al ruolo di nobil uomo e nel suo caso, molto normale. Cinquant’anni, sposato, due figlie, farmacista, consigliere comunale, juventino, attivo subacqueo e una grande famiglia la Brizio Falletti di Castellazzo di cui va fiero. Nonostante i problemi anagrafici. Gian Paolo, lo zio per tre volte sindaco a Ciriè e dal ’90 al ’95 presidente della Giunta regionale del Piemonte. Quando gli presentai mia moglie per la prima vota con naturalezza la invitò a dargli del “tu”. Serbo di lui questo ricordo che dice molto di quale uomo egli fosse. Carlo, lo zio direttore del giornale di Ciriè “Il Risveglio”. Incredibile la sua dedizione al giornale. Abitava in un’ala di casa nostra che aveva negli anni letteralmente riempito di copie del settimanale. Dormiva con loro. Diceva spesso, lui che tra gli zii ne incarnava di più l’aspetto: “Non si è nobili di nome ma di fatto” citando D’Azeglio. Enrico, lo zio medico. Con lui mi rapportavo più che con gli altri. Mi ha insegnato tante cose.. Luigi, il padre ingegnere. Mio padre e mia madre ci mancano tantissimo. La grande casa oggi è vuota. In politica per fare l’amministratore Antonio o meglio Toto, abbreviativo presumiamo a compendio dei trascorsi anagrafici, entra nel 2002 nel secondo mandato di Luigi Chiappero. Ad aderire a “Ciriè Viva”, lista civica di centro sinistra, lo invitò Giovanni Valle: “l’uomo che ho stimato di più per il suo senso politico e per il disinteressato

impegno”. Nella Lista Civica “di persone che guardano al centro sinistra alla ricerca delle sue vere spiritualità” siede tuttora nella maggioranza, di questa seconda parte di legislatura del sindaco Francesco Brizio Falletti di Castellazzo, suo cugino. Critiche al primo cittadino ed ai suoi assessori? Forse la mancanza di una sufficiente ricerca di condivisione con il Consiglio Comunale Un assessore che si distingue? Luca Capasso perché non soffre di lesa maestà In forte” sofferenza” sono le donne in Consiglio con una presenza ai minimi storici. E’ un peccato! Sono più pragmatiche ed infinitamente superiori agli uomini. Cara Ciriè ti scrivo… Hai un’urgenza! Nonostante l’ottimizzazione della tua vocazione a città di servizi, stai subendo un intoppo viario. Con lo sviluppo dei comuni limitrofi, rischi di isolarti e non essere competitiva anche politicamente. Se dico Enrico Letta, Pierluigi Bersani, Matteo Renzi? La mia impressione sull’ex Presidente del Consiglio è che facesse il tappabuchi. Ritengo incapace l’ex segretario del PD e sull’attuale ripongo delle speranze. Se dico Crisi? Un tempo i periodi di crisi spesso venivano risolti dai conflitti.. Oggi per fortuna ci siamo evoluti, non ci ammazziamo e quindi a risultati concreti dobbiamo arrivare in modi diversi. Io credo che possiamo farcela!

va. “Grazie all’associazione Quore per averci dato la possibilità di sensibilizzare la popolazione circa queste importanti tematiche”. Ha asserito la presidente di Confesercenti Roberta Baima Poma. “Siamo favorevoli all’iniziativa e si spera che per il commercio ci sia un tornaconto perché si parla di turismo. Siamo nel 2014 e dobbiamo ancora parlare di discriminazione” ha affermato Fabrizio Fossati, presidente dell’Ascom di Ciriè.

Carnevale con “Volare Alto” Il 28 febbraio, nel teatro dell’Istituto Troglia di Ciriè, i membri del gruppo, genitori, animatori e amici si sono divertiti travestendosi per il carnevale. Un pomeriggio diverso, che ha regalato sorrisi e risate. Oltre all’associazione Volare Alto erano anche presenti i gruppi Anffas e Arcobaleno di Rivarolo, la Comunità di Pont e l’associazione Buoni Amici di Favria. La festa di carnevale si è conclusa con la cena, preparata dai genitori dei partecipanti, e canti e balli. I ragazzi diversamente abili si incontrano tutti i mesi un venerdì per il ballo delle carrozzine.


17 aprile 2014

Battaglia all’Alzheimer SANITÀ • All’ospedale Fatebenefratelli c’è un reparto dedicato alla patologia La malattia di Alzheimer e piu’ in generale la demenza negli anziani sta assumendo nella nostra società un significato drammatico. La cura e la riabilitazione di questi pazienti esigono un intervento complesso, articolato e continuo. L’approccio terapeutico assistenziale a questa malattia da parte del Servizio Sanitario Nazionale è pesantemente condizionato dalla carenza di risorse finanziarie, dalla incompleta conoscenza della malattia e dai pregiudizi nei confronti di questi malati che talvolta “nessuno vuole”. L’Ospedale Fatebenefratelli di San Maurizio Canavese viceversa nel rispetto degli indirizzi fondanti l’Ordine Fatebenefratelli, ha rivolto la propria attenzione proprio verso questa tipologia di pazienti ed ha realizzato al proprio interno una unità operativa per la cura e la presa in carico in ogni fase della malattia. La Direzione dell’ unità operativa Alzheimer è affidata al dottor Piero Secreto. Il dottor Secreto, 56 anni , ha svolto la sua attività di medico geriatra specializzato nella cura del morbo di Alzheimer presso il reparto universitario di geriatria dell’Ospedale Molinette di Torino e, dal febbraio 2009, dirige il reparto Alzheimer e l’ Unità di Lungo Degenza del presidio ospedaliero Fatebenefratelli a San Maurizio Canavese coadiuvato da 7 medici, tre coordinatori infermieristici e da 48 operatori sanitari (infermieri e OSS). “Nella Regione Piemonte – spiega Piero Secreto – l’unico centro clinico ospedaliero con un reparto specificatamente dedicato ai malati di Alzheimer è il presidio “Beata Vergine della Consolata” -

Il dottor Piero Secreto assieme al suo staff Fatebenefratelli di San Maurizio Canavese. Qui afferiscono pazienti che provengono da tutto il Piemonte. Questi vengono inviati direttamente dai DEA (Dipartimenti di Emergenza e Accettazione), dai singoli reparti di medicina dei vari ospedali piemontesi, dalle strutture accreditate, dalle strutture residenziali e case di riposo e, in certi casi, anche da parte dei medici di famiglia quando, il riacutizzarsi delle cronicità o la comparsa di disturbi comportamentali in questi pazienti rende problematica la loro permanenza presso il loro domicilio. Ogni anno vengono ricoverati piu’ di 300 pazienti con una degenza che va dai 30 ai 60 giorni”. Ai pazienti è destinato un reparto dotato di 40 posti letto per i casi piu’ gravi che necessitano di permanenza in ospedale, un day hospital riabilitativo che effettua la riabilitazione cognitiva e motoria . “E’ opportuno evidenziare – precisa Secreto

– che il “ricovero” è dedicato ai pazienti con maggiori fragilità e/o con disturbi comportamentali come agitazione, insonnia, aggressività ecc. che necessitano di interventi riabilitativi intensivi ed integrati come ad esempio la terapia farmacologica e la riabilitazione cognitiva e motoria. Nella fase di organizzazione del nostro reparto abbiamo tenuto conto della necessità di separare i letti di ricovero assegnati alla diagnosi e all’inquadramento clinico, da quelli dedicati squisitamente ad un progetto riabilitativo cognitivo e motorio. La terapia non è solo farmacologica ma anche riabilitativa, personalizzata e mirata al mantenimento della funzionalità residua. A questo riguardo vengono adottati interventi riabilitativi che prevedono: la terapia occupazionale rivolta ai pazienti con una demenza moderata o severa; la terapia di riattivazione globale (con tecniche di memory training e validation, remotivation e reminescence therapy) rivolta a pazienti affetti da lieve demenza e la chinesiterapia (semplice esercizio fisico eseguito in gruppo) rivolta a pazienti affetti da demenza lieve e moderata. Per quanto riguarda il Day Hospital, che segue 130 pazienti, la presa in carico avviene dal domicilio su richiesta del medico curante o dopo essere stato valutato dall’ unità valutazione alzheimer che ha il compito di valutare il caso.

Avis e “Muoversi Allegramente” Muoversi Allegramente e Avis di San Maurizio, due associazioni per il sociale. Ciò che li accomuna è la grande passione per il volontariato. È per questo che la Pro Loco di Ceretta Insieme ha devoluto 1000 euro alla prima associazione e 500 euro alla seconda. “Abbiamo deciso di devolvere una parte del ricavato a queste due associazioni per sostenere i loro progetti” ha affermato Claudio Garbolino, presidente della Pro Loco di Ceretta. L’Avis utilizzerà i fondi per un concorso davvero speciale che coinvolgerà le scuole elementari di Ceretta e di San Maurizio. Le classi si cimenteranno in progetto dal nome “Donare il sangue è vita”. Il concorso prevede la realizzazione di disegni che centrino il tema della donazione. Tutti gli elaborati dovranno essere consegnati entro e non oltre il 20 maggio. Le classi parteciperanno ad un incontro con l’equipe dell’Avis che spiegherà loro l’importanza di donare. Tutti i disegni verranno esposti dal 7 al 15 giugno nel palazzo comunale, date in cui si terranno i festeggiamenti per il 150° anniversario della sezione. Di tutt’altro carattere è l’associazione Muoversi Allegramente. Questo gruppo sportivo si occupa dei ragazzi e ragazze con disabilità intellettiva. Il denaro donato verrà utilizzato dall’associazione per sponsorizzare il soggiorno dei volontari per le gare nazionali ed europee di maggio e giugno.


10

17 aprile 2014

Maschere e coriandoli invadono il paese

Il Carnevale organizzato dall’oratorio ha attirato molti bambini, oltre a tanti cittadini Carnevale a San Maurizio, tanti i temi scelti dalle scuole. Una festa come sempre ben organizzata e piena di attrattiva per i bambini e i ragazzi della zona. Lo scorso 2 marzo le vie del paese sono state invase dalle maschere e dai coriandoli. Con partenza da piazza Statuto e arrivo in piazza Marconi, i gruppi delle scuole e delle associazioni hanno sfilato presentado i travestimenti ai giudici della giuria. Quando il corteo è arrivato nella piazza della stazione sono cominciati i balli, le canzoni e le presentazioni di tutti i gruppi mascherati. A salire sul palco sono anche stati i coscritti dell’anno 1996 che compiranno 18 anni. Il carnevale di

San Maurizio è stato organizzato dall’oratorio in collaborazione con l’amministrazione comunale. A prendere parte con gli stand gastronomici sono anche state le associazioni quali quelle degli Alpini e Ceretta Insieme. La festa si è conclusa con il tradizionale rogo del pupazzo che impersona il carnevale, simbolo della fine della festività.

INIZIATIVA

LA PROTEZIONE CIVILE CHE ATTIRA I GIOVANI Un 2013 all’insegna del lavoro, della formazione e del volontariato. La protezione civile di San Maurizio è un gruppo più che mai compatto, e l’andamento dell’anno 2013 ne è un’innegabile conferma: il bilancio degli ultimi dodici mesi è più che positivo. Salvaguardano la sicurezza dei cittadini durante gli eventi e per far questo hanno bisogno di corsi e sempre più volontari. Ma il gruppo della protezio-

ne civile sanmauriziese è ben attenta a tutto. Solo nel 2013 gli interventi a cui hanno preso parte sono stati quasi un centinaio. “Il nostro gruppo comunale, si è distinto nel corso di questo anno per impegno, spirito di iniziativa e prodigalità verso la cittadinanza, soprattutto per ciò che riguarda le iniziative sociali a favore dei ragazzi e delle persone in difficoltà - ha affermato il consigliere con delega alla vigilanza, Antonio Briglio Diversi, infatti, sono stati i progetti e gli obiettivi raggiunti dai volontari: viabilità ed ordine pubblico in occasione di eventi e manifestazioni, corsi, la messa in opera del banco alimentare per le famiglie in difficoltà, fino alla previsione e prevenzione di situazioni d’emergenza.” Parecchie persone si sono accostate al gruppo di San Maurizio e sempre più giovani si interessano a questo tipo di volontariato. “Il loro lavoro è davvero motivo di orgoglio per me e per tutta l’amministra-

zione comunale. Sia io che l’amministrazione guidata dal Sindaco Paolo Biavati siamo realmente grati a questi ragazzi per il loro lavoro svolto con passione ha commentato ancora Briglio - Vorrei ringraziare il Commissario della Polizia Locale ,Fabio Mostacchi, il coordinatore della protezione civile Comunale di San Maurizio Gea Giuseppe , per lo splendido lavoro svolto e per la professionalità e la disponibilità dimostrate. Un ringraziamento particolare a tutti i volontari, ormai amici, che svolgono il loro servizio con grande impegno. Nel 2013 abbiamo accolto anche dei nuovi membri che si sono mostrati fin da subito all’altezza delle aspettative, mostrando, che i nostri interventi hanno una certa risonanza sul territorio. Speriamo di continuare a fare sempre meglio per un 2014 ricco di soddisfazioni. Approfitto, quindi, per augurare un felice anno nuovo alla cittadinanza da parte di tutta la protezione civile sanmauriziese”.


17 Aprile 2014

Nosiglia al Fatebene fratelli Lunedì 10 marzo, l’Arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, è stato a San Maurizio per l’inaugurazione del un nuovo Poliambulatorio Specialistico del presidio ospedaliero riabilitativo Fatebenefratelli, che in contemporanea ha celebrerato l’anniversario del suo Fondatore, San Giovanni di Dio. La mattinata si è aperta con la celebrazione eucaristica nella Chiesa interna alla struttura di via Fatebenefratelli 70 per poi proseguire con la benedizione dei nuovi spazi dedicati ad attività ambulatoriali specialistiche e percorsi riabilitativi. “Il presidio – spiega il direttore di struttura Paolo Socci – eroga prestazioni riabilitative di elevata complessità nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale. Ma il budget regionale assegnato al Presidio impone limiti insormontabili alla possibilità di rispondere alle crescenti richieste. Per questo si è provveduto a sviluppare attività di ricovero e cura a prezzi contenuti, rivolte a pazienti solventi”. Tra le specialità del nuovo poliambulatorio: cardiologia; chirurgia della mano, della spalla, del gomito e vascolare; dermatologia; gastroenterologia; oculistica; otorinolaringoiatria e foniatria; psichiatria; vulnologia. Tra i percorsi riabilitativi: disfunzioni del pavimento pelvico; patologie della mano, del rachide, della spalla e del gomito; trattamenti dell’osteoporosi e del deficit cognitivo lieve.

Weekend con il botto per la fiera Dolce Fiore EVENTO - Soddisfatti i negozianti, le associazioni e gli amministratori

Un successo inaspettato quello della fiera di San Maurizio. Dolce Fiore è ormai arrivata alla quattordicesima edizione e ha festeggiato questo traguardo con il botto. Già perché lo scorso 13 aprile si sono riversate per il centro storico del paese, migliaia di persone. 133 bancarelle di hobbisti, associazioni e venditori ambulanti hanno affollato via Matteotti, via Vittorio Emanuele e via Olivari. Nell’area di sgambamento era presente l’associazione Youdog per il divertimento degli amici a quattro zampe. Un evento davvero sentito quello di Dolce Fiore che raggruppa tutte le associazioni di volontariato del territorio. Erano presenti: Il Colore della Idee, La Croce Rossa di San Francesco, Filo Amico, le comunità del Fatebenefratelli, l’Eipa,

alcune delle associazioni di volontari che hanno partecipato alla fiera

11

Da Giancarlo e Barbara troverete le migliori carni bovine allevate direttamente nella nostra azienda. Carni di suino, pollo, agnelli di cascina, conigli nostrani, salsicce, salame di turgia di suino e mocette tutto rigorosamente di produzione propria

Borsa del contadino tutti i tagli per min. 7kg Solo Euro 9,50 al kg!! braciole di maiale €

5,80 petto di pollo € 7,90

domenica di pasqua e lunedì di pasquetta il Rotaract, l’oratorio e la PGS. I riscontri avuti dai negozianti e dagli espositori sono stati tutti più che

positivi. “Non potevamo chiedere di meglio; è stato tutto perfetto” ha commentato il

aperto

consigliere Andrea Persichella.

I, DIFFIDATE DELLE IMITAZION A! STR NO LA è A LA CARNE BUON

EVENTO

“LA NOVELLA” FESTEGGIA 110 ANNI DI MUSICA “La Novella” di San Maurizio festeggia 110 anni. Un traguardo davvero importante quello della filarmonica sanmauriziese che lo scorso 31 gennaio ha iniziato i festeggiamenti ufficiali. Un concerto durato un’ora e mezzo che ha visto protagonisti più generazioni di musicisti. E’ stato un percorso a ritroso nel tempo che ha mostrato come la banda musicale abbia cambiato aspetto negli anni. Nelle fotografie che precedevano l’inizio del concerto veniva mostrato un paese diverso da quello che i

cittadini conoscono. Dal 1904 ci sono testimonianze fotografiche di com’era e da chi era composta la banda musicale dell’epoca. A presentare la serata è stato l’ex sindaco di San Maurizio Roberto Canova. Un concerto davvero emozionante, quello del 31 gennaio scorso, che ha ripercorso la storia de La Novella.

Via Torino 14 San Francesco al Campo Tel 0119244622

agrimacelleriaferrando@gmail.com


17 aprile 2014

Nasce lo sportello d’ascolto dell’Alp over40 All’inaugurazione presso la Casa Comunale di San Francesco erano presenti il sindaco e il presidente dell’Alp over40 E’ avvenuta sabato 5 aprile, presso la Casa Comunale di San Francesco al Campo, l’inaugurazione del primo Sportello d’Ascolto dell’ALP OVER40, della “Provincia”. All’inaugurazione erano presenti il Sindaco Sergio Colombatto, l’Assessore alle Politiche Sociali Sig. Molino, il Presidente dell’ALP OVER40 Calogero Suriano e la Coordinatrice Provinciale per l’ALP Monica Pillon, alcuni giornalisti delle testate locali l’Assessore all’Urbanistica ed un Consigliere della minoranza. Apre la Conferenza stampa il Sindaco che illustra brevemente l’incontro avvenuto circa sei mesi prima con l’Associazione ALP e di come sia stato piacevolmente colpito dalle iniziative, obiettivi e proponimenti di quest’ultima, tanto da impegnarsi con la propria Amministrazione per trovare soluzioni e creare Progetti al fine di collaborare ed attivare una politica di supporto sul territorio atta a fornire un concreto aiuto alle famiglie

in difficoltà. Spiega il perché dei tempi non proprio “brevi”, a causa dei blocchi imposti dalla burocrazia che non permette alle Pubbliche Amministrazioni la piena libertà e snellimento delle procedure negli interventi. Si dichiara per questo dispiaciuto soprattutto per quanto riguarda la solidarietà, perché nel Paese, la crisi si fa sentire è c’è la necessità di aiutare le persone. Un primo passo è appunto l’Apertura dello sportello d’Ascolto dell’ALP. L’intervento dell’Assessore alle Politiche Sociali si aggancia al contesto, illustrando i Progetti messi in campo proprio la sera prima durante il Consiglio Comunale. Tali iniziative, andranno a coprire la mancanza dei “Cantieri di Lavoro” che permettevano a persone in difficoltà, di lavorare per circa sei mesi, con una retribuzione modesta ma che erano di grande utilità per i Comuni in quanto andavano ad effettuare interventi sul territorio in affiancamento

In foto Monica Pillon, Sergio Colombatto e Calogero Suriano

ai “Cantonieri” e che fornivano quindi un servizio alla popolazione rendendo l’ambiente in cui si vive ordinato, pulito e più vivibile. Dall’altra parte, il “Cantierista” guadagnava qualcosa, lavorando e non si creava un rapporto di “Elemosina” lesivo per la dignità dell’individuo. Vista quindi la mancanza di fondi da parte della Regione Piemonte,

i Cantieri di Lavoro, sono stati sospesi. Da qui, l’idea messa in campo dall’ALP e sposata dall’Amministrazione che ha abbozzato Progetti di servizi accessori, divisi in tre o quattro “pacchetti” della durata di tre o quattro mesi impegnando tre persone del territorio ogni progetto con una retribuzione inferiore ai Cantieri di Lavoro ma con un im-

pegno settimanale di venti ore. La parola passa quindi al Presidente dell’ALP, che in un intervento esaustivo e competente, di chi vive il disagio della disoccupazione su se stesso e per  i mille associati che rappresenta, richiama l’attenzione sui valori di solidarietà e supporto reciproco, sull’impegno per aiutarsi l’un l’altro e pone l’accanto su come

le istituzioni non sentano il vero problema della Disoccupazione Over40, su come si impegnino i soldi per la cassa integrazione e per altre forme di sussidio poco mirate, sena pensare che abolendo tutte queste forme di aiuto anomale si potrebbero destinare soldi per tutti creando un “reddito minimo di cittadinanza”. L’intervento della Coordinatrice Provinciale per l’ALP, va a completare alcuni punti. Per prima cosa ringrazia l’Amministrazione perché lei stessa ha trovato aiuto presso il Comune lavorando anni addietro come Cantierista ed

in seguito con altre piccole collaborazioni. Ringrazia inoltre il Comune, per aver accolto la sua proposta di incontrare l’Associazione ALP. Spiega anche che ha aderito all’ALP per rompere l’isolamento che la disoccupazione ed il relativo disagio portano. Per incontrare altre persone con cui confrontare idee e proponimenti, per non vergognarsi della situazione vissuta suo malgrado. Ricorda pertanto che lo Sportello d’Ascolto, sarà uno spazio, ubicato in questo caso all’interno della Biblioteca Comunale, dove si potrà esporre il proprio disagio, chiedere informazioni sul mondo del lavoro, sapere cosa fa l’Associazione che si ricorda nuovamente non è un Centro per l’Impiego. Lo Sportello d’Ascolto sarà per ora attivo il Giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30. Intanto l’apertura dello Sportello d’Ascolto rappresenta un primo grande passo verso una solidarietà che troppa volte è carente d’intenti e di sentimenti.


13

17 aprile 2014

MEDAGLIA D’ORO A 14 ANNI

In foto il campione d’Italia, Nicolò Malara

Il campione d’Italia, Nicolò Malara, ha dominato il campionato di judo Ha solo 14 anni ed è di San Francesco, Nicolò Malara ha conquistato la medaglia d’oro ai campionati Nazionali di Judo. Ha la grinta e la passione proprie dei campioni; d’altronde si sa, il talento non ha età. Il tanto allenamento e la voglia

di vincere hanno portato Nicolò sul podio più alto della categoria esordienti B. Proprio per premiare l’impegno e la bravura, il sindaco di San Francesco Sergio Colombatto, lo ha premiato con tanto di pergamena onorifica. La cerimonia è avvenuta lo scorso 15 febbraio,

anche in occasione della riunione della consulta e la decisione del nuovo calendario degli eventi. Nicolò è la nuova promessa del Judo ed è la stella nascente della palestra ASD Centro di San Francesco e Ciriè. E’ cintura marrone, ma appena raggiunta l’età

EVENTO

GRANDE FESTA PER I COSCRITTI DEL 1996 Una quarantina abbondanti i ragazzi che sabato 1 marzo hanno deciso di aderire all’invito dell’amministrazione comunale per un momento conviviale all’interno di palazzo civico, con il sindaco Sergio Colombatto e gli assessori Diego Coriasco e Barbara Re che hanno consegnato ai presenti – nella splendida cornice della sala consiliare – della bandiera della leva ‘96

a l l a madrina, Vanessa Zucco, e al padrino, Francesco Raimondi. E dopo la parte, per così dire, “istituzionale”, i festeggiamenti si

sono protratti per tutto il sabato e la domenica: un momento così importante che i neo o futuri 18enni non dimenticheranno facilmente.

EVENTO

I PICCOLI PROTAGONISTI DEL CARNEVALE Si è trattato di una festa speciale dedicata ai più piccoli, ma con divertimento per tutte le età. La sezione Avis del paese, in collaborazione con l’oratorio e l’amministrazione comunale, ha organizzato, per lo scorso 23 febbraio, un carnevale con i fiocchi nella struttura polifunzionale di San Francesco. “Volevamo regalare ai bambini uno spazio tutto loro dove divertirsi e travestirsi - ha affermato il presidente dell’Avis, Roberto Ballesio - Ci siamo impegnati tutti e abbiamo deciso di fare questa festa insieme all’oratorio. Gli animatori ci hanno aiutato molto a far divertire i bambini che sono venuti”. Dopo alcuni giochi nella struttura po-

lifunzionale e la merenda, i bambini e gli adulti mascherati hanno sfilato per le strade del paese. “Siamo contenti per come si è svolta la festa - ha ancora detto Ballesio - ci diamo appuntamento al prossimo carnevale, ma soprattutto alla prossima donazione di sangue”.

minima prenderà anche la nera. Nicolò ha vinto sino ad ora moltissime gare e pratica questo sport ormai da tanti anni. “Grazie alle tantissime associazioni di essere presenti sul territorio- ha dichiarato il sindaco Sergio Colombatto- siete voi che lo arricchite e lo rendete

vivo. In particolare voglio ringraziare l’associazione di Judo che da un grande esempio. I complimenti vanno, però, tutti a Nicolò

Malara per il suo talento e per aver portato gli onori di San Francesco alle gari Nazionali”. Nicolò e altri due ra-

gazzi e cinque ragazze saranno impegnati nelle nuove gare dei campionati italiani. Il futuro per questo giovane campione è tutto roseo. “Vorremmo che iniziasse a fare anche i campionati internazionali e entrare a far parte della Nazionale- ha affermato l’allenatore Antonio Aimone- per ora ci concentreremo sulle prossime gare e sugli italiani. Sono davvero felice, però, perché la nostra associazione di Judo sta crescendo e allena allievi davvero dotati”.


14 CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE PER LA PROPAGANDA ELETTORALE In ottemperanza alla delibera del Garante per la Diffusione e l’Editoria, L’Editore RED & BLUE COMMUNICATION con sede in TORINO via ALESSANDRO VOLTA 9, editore del periodico “NOTIZIE IN COMUNE” in attuazione della legge 22 febbraio 2000 n.28, nell’ambito della propria autonomia per la raccolta di propaganda elettorale per le elezioni comunali, regionali ed europee fissate per il giorno 25 maggio 2014, porta a conoscenza degli utenti il seguente. Codice di autoregolamentazione: 1 - Da questo numero e fino a lunedì 19 maggio l’Editore raccoglierà inserzioni elettorali da pubblicare sul giornale “NOTIZIE IN COMUNE” nelle forme ammesse dall’articolo 7, comma 2 della legge 22 febbraio 2000 n.28. 2 - Tutte le inserzioni dovranno recare la seguente dicitura “PROPAGANDA ELETTORALE”. L’Editore, direttamente o tramite la Concessionaria, si riserva a suo insindacabile giudizio di valutare il contenuto dell’annuncio, accertando la conformità alla Legge 515/93 ed al Regolamento del Garante e, conseguentemente, di procedere, o meno, alla sua pubblicazione. 3 - LE TARIFFE, secondo quanto disposto dall’art. 3 del Regolamento del Garante saranno le seguenti: Euro/MODULO (iva esclusa) Euro 25,00. Non si praticano nè sconti quantità, nè altri sconti. Maggiorazioni sono previste per prima, ultima, pagina 3 e pagina 5. IL PAGAMENTO dovrà essere effettuato contestualmente all’accettazione dell’ordine di pubblicazione: • con assegno intestato a RED & BLUE COMMUNICATION SRL; • con bonifico bancario corredato di CRO Il mancato adempimento comporterà automaticamente la mancata accettazione di pubblicazione. 4 - Nei testi degli avvisi pubblicitari dovrà comparire il “Committente Responsabile Sig. (persona fisica)” (come da art. 3, 2° comma, legge 10/12/93 n. 515). 5 - GLI ORDINI come da art. 3 legge 10/12/93 n. 515, dovranno essere effettuati (e quindi firmati) da: • segretari amministrativi o delegati responsabili della propaganda previa loro identificazione ed attestazione della qualifica; • candidati o loro mandatari. Qualora il committente della propaganda elettorale a favore di uno o più candidati sia un gruppo, organizzazione, associazione di categoria, movimento, partito, etc., occorre la previa autorizzazione (scritta) del candidato o del suo mandatario. LA FATTURA andrà emessa a: • segretari amministrativi o delegati responsabili della propaganda; • candidati o loro mandatari; • organizzazione/associazione di categoria, etc., previa autorizzazione, come sopra indicato.

17 aprile 2014

Un Parco per la solidarietà alimentare

Accordo con l’Ente per la consegna dei capi in esubero alla raccolta alimentare del Banco In tempi di crisi in cui è importate aiutare chi è in difficoltà, il Parco regionale del Po e della Collina Torinese ha deciso di sostenere il Banco Alimentare del Piemonte consegnando i capi in esubero derivanti dal piano di controllo del cinghiale per contribuire con la Onlus alla donazione di cibo alle famiglie di indigenti. Si sono pertanto subito cercate e trovate soluzioni organizzative che hanno permesso di individuare tramite il Banco una struttura attrezzata per tali finalità, l’ Azienda Agricola Quaglia Valeria di San Francesco Al Campo (TO), con la quale si è potuta attivare una importante attività di recupero di un alimento di grande qualità e valore che negli anni, a causa della difficoltà di individuare punti di accettazione dei capi abbattuti, è stato anche portato all’incenerimento.“Un esempio sistemico che speriamo venga ora seguito da altri enti e organizzazione che intervengono sul territorio regionale nei piani di contenimento dei cinghiali”, ha commentato in Direttore del Parco Ippolito Ostellino.

Roberto Cena Il Banco Alimentare ha la finalità di solidarietà sociale nei settori dell’assistenza sociale e della beneficenza, nel solco della tradizione cristiana e della sua dottrina sociale, secondo il principio di sussidiarietà e secondo la concezione educativa del “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”. L’Assessore regionale alle Aree protette Gian Luca Vignale ha dichiarato “Questo progetto è un buon esempio di come i parchi e l’attività di selezione possano rappresentare importanti risorse anche dal punto di vista sociale. Infatti il grande risultato di questo progetto è riuscire a garantire l’equi-

Reg. Trib. di Torino n. 5326 del 29/10/1999 Editore: Red & Blue Communication srl P.Iva 09415210013 Sede legale: via Alessandro Volta 9 -10121 Torino Direttore responsabile: Emiliano Rozzino direttorenotizieincomune@email.it Stampa: I.T.S. Spa, via Abate Bertone, 14 13881 - Cavaglià (Bi) Redazione: Chivasso - via Torino, 47 Tel. 011/ 5367550 Fax 011/ 5367551 Email: notizieincomune@email.it Concessionaria di pubblicità: Vivivoce srl, via della Repubblica 9 - 10036 Settimo Torinese (To) - Tel. 011 0201535, Cell. 339 2284632 Il responsabile del trattamento dei dati, ai sensi del DGLS 196/03 è il direttore, a cui i lettori possono rivolgersi per esercitare i diritti previsti. Tutti i diritti di riproduzione, anche parziale, del materiale pubblicato sono riservati. La riproduzione cartacea o elettronica dei testi, delle foto o del materiale pubblicitario è ammessa solo a seguito di autorizzazione scritta (legge 633/1941).

librio ambientale all’interno del parco, utilizzare le carni dei capi abbattuti nei parchi e al contempo garantire solidarietà e sostegno alle persone in difficoltà.” Il Presidente del Parco

Giuseppe Bava pone l’accento sull’intento del obiettivo: “Grazie a questo progetto il Parco valorizza a fini sociali e di sostengo la sua attività come ente che non si limita ad una gestione rigida

della protezione della natura ma la mette in dialogo e collaborazione con il territorio e con la comunità dei cittadini che in quel territorio vivono.” Il Presidente dell’Associazione Banco Alimentare del Piemonte Onlus Roberto Cena ha sottolineato: “Per il Banco Alimentare del Piemonte questo importante accordo con il Parco Regionale del Po e della Collina torinese ha una duplice rilevante valenza: in un momento di drammatica emergenza alimentare per le persone gravemente indigenti, arrivate ad essere oltre 250.000 nella nostra regione, poter recuperare e donare loro un prodotto alimentare di così alta qualità proteica e nutrizionale rappresenta un apporto significativo e di alto valore aggiunto. Inoltre, è la prima volta che il Banco Alimentare tratta la carne fresca, un prodotto molto delicato sotto il profilo igienico-sanitario. Grazie a questo accordo siamo riusciti a mettere a punto delle procedure efficienti e di massima sicurezza alimentare, tali da permetterci in futuro di trattare questo prodotto anche su larga scala.”


Notizie in Comune  

Ciriè

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you