Page 1

Lunaria

Le attività di Lunaria Lunaria è un’associazione indipendente e senza fini di lucro nata nel 1992. Promuove iniziative di volontariato internazionale ed è attiva nell’ambito delle politiche giovanili. Svolge attività di ricerca, formazione e comunicazione su altreconomia e terzo settore, migrazioni e movimenti globali. Dal 1999 promuove, in collaborazione con 46 organizzazioni della società civile, la campagna Sbilanciamoci! Con le sue attività Lunaria intende sperimentare nuove forme di partecipazione e trasformazione sociale ispirate ai principi di giustizia, solidarietà e democrazia per la garanzia dei diritti civili, sociali e umani in ambito nazionale e internazionale.

via Buonarroti, 39 00185 Roma tel. 06.8841880 fax 06.8841859 www.lunaria.org


Indice Introduzione 1. Volontariato internazionale ed educazione informale 1.1 Campi di volontariato 1.2 Animazione giovanile 1.3 Volontariato di medio e lungo termine 1.4 Volontariato senior 2. Il Centro Informagiovani di Venezia-Mestre 3. Migrazioni e antirazzismo 3.1 Ricerche migranti 4. La campagna Sbilanciamoci! 4.1 Rapporti di ricerca di Sbilanciamoci! 5. Sbilanciamoci.info 6. Democrazia e movimenti 9. Edizioni dell’Asino Attività ed eventi 2010/2011 Pubblicazioni 2010/2011 Principali committenti Il bilancio di Lunaria, anno 2011 Sostieni Lunaria Le persone Contatti

2 3 4 5 8 9 11 12 13 15 18 20 21 22 23 26 28 29 30 32 34


Introduzione

3

Nelle pagine che seguono illustriamo le attività svolte da Lunaria nel 2011. Lo facciamo alla vigilia del ventesimo compleanno dell’associazione. Nel 2012 Lunaria compie infatti 20 anni. Una ventenne atipica con una storia densa, ricca e multiforme, interessante e creativa, capace di tessere ampie reti di collaborazione in ambienti e settori di lavoro anche molto diversi tra loro. Con una storia scandita da decine di attività e di progetti di animazione giovanile, volontariato internazionale, ricerca, informazione e cultura e dalla partecipazione a campagne per la pace, contro le disuguaglianze, per i diritti, contro il razzismo. La ricchezza delle iniziative e delle attività realizzate nel corso degli anni è in gran parte dovuta alla capacità di guardare con attenzione, curiosità e con uno sguardo critico ai cambiamenti che investono di volta in volta la società in cui viviamo per intercettare le nuove domande sociali, culturali e formative emergenti e porle alla base del nostro lavoro. Il 2011 è stato un anno ancora contrassegnato dalla più grande crisi economica che l’occidente ha conosciuto a partire dal secondo dopoguerra. In questa crisi siamo ancora immersi e molto incerto è il modo in cui ne usciremo. Conosciamo invece sin troppo bene gli effetti

che la crisi già oggi ha avuto sulla vita di ampia parte della popolazione: perdita del lavoro e disoccupazione, erosione del già fragile sistema di protezione sociale, taglio dei consumi e abbassamento degli standard di vita, indebolimento della propensione al risparmio, perdita di fiducia nelle istituzioni. Lo spettro dell’antipolitica rischia di alimentare la solitudine e la frammentazione sociale e di generare una pericolosa regressione culturale. In questo contesto così difficile, che di fronte alla crisi fatica a generare risposte e anticorpi collettivi, Lunaria ha proseguito il suo lavoro nel 2011 realizzando molteplici attività e iniziative, spesso invisibili ma capillari e radicate sul territorio, che acquistano, se possibile, in questa fase ancora più rilevanza rispetto al passato. I settori di intervento sono quelli che hanno attraversato la nostra storia: il volontariato internazionale con l’organizzazione dei campi di volontariato internazionale e i progetti di animazione giovanile; la garanzia dei diritti di cittadinanza e la lotta al razzismo con la ricerca, l’informazione e la promozione di campagne; la campagna Sbilanciamoci! che continua a svolgere un ruolo prezioso nella elaborazione di proposte per politiche pubbliche alternative, centrate sul benessere delle persone e sulla

protezione dell’ambiente. Si è trattato di un anno intenso che ha permesso di raggiungere e coinvolgere molte persone, giovani e meno giovani, in un laboratorio di animazione sociale e culturale che non cessa di immaginare un mondo diverso. I numeri contenuti nel rapporto ne danno una immediata dimostrazione: nel 2011 abbiamo organizzato 35 campi di volontariato internazionale, inviato 371 giovani nei campi di volontariato all’estero (e ospitato 278 volontari stranieri in Italia), circa 230 giovani sono stati coinvolti in scambi giovanili, attività di animazione e di formazione in Italia e all’estero. Abbiamo promosso più di 35 iniziative pubbliche (seminari, incontri, ecc.), stampato e diffuso oltre 10.000 copie di pubblicazioni sul volontariato internazionale, sul razzismo e sulla crisi economica con oltre 70 uscite sulla stampa (quotidiani, radio, tv), collaborato con più di 20 amministrazioni pubbliche locali, nazionali ed europee. 15 persone hanno fatto parte dello staff dell’associazione e sono circa 30 i volontari che ci hanno aiutato a portare avanti le nostre attività. Un ottima premessa per compiere i 20 anni e guardare al futuro.


1. Volontariato internazionale ed educazione informale Scambi, campi di volontariato, attività con giovani e senior

Conoscere il mondo è per chiunque una delle aspirazioni più suggestive. Conoscerlo attraverso attività di solidarietà e di scambio culturale diventa un’esperienza indimenticabile. Per questo Lunaria, ispirandosi ai principi della pace e della cooperazione tra i popoli, promuove diverse attività che hanno al centro l’intercultura e il dialogo, la concretezza del fare e la speranza di un mondo diverso, più giusto e senza guerre. In 18 anni abbiamo organizzato più di 612 campi di lavoro in Italia e permesso a oltre 15.500 giovani e meno giovani italiani di fare un’esperienza di volontariato in Italia e nel mondo. Con le nostre attività abbiamo dimostrato che un periodo di volontariato all’estero rappresenta un’esperienza educativa informale completa. Sia i volontari che vanno all’estero, sia le associazioni che li accolgono sono coinvolti in un processo di av viamento alla cittadinanza attiva che, tra preparazione, scambio vero e proprio all’estero e valutazione su “cosa si può fare dopo”, porta alla consapevolezza della necessità di impegnarsi in prima persona per “cambiare un po’ il mondo”. Spesso i volontari diventano attivi nella loro comunità e spesso aiutano altri volontari a preparare la partenza. E’ un

autentico scambio di conoscenze: non solo chi si trova coinvolto in una nuova situazione migliora le proprie abilità pratiche e personali, ma anche la comunità che lo ospita apprende dal volontario straniero. Il volontariato internazionale coinvolge ogni anno nel mondo migliaia di persone, che, preparati i bagagli, partono per una vacanza diversa, alla scoperta di paesi lontani e vicini, prestando il proprio lavoro volontario e il proprio tempo a sostegno di progetti promossi direttamente dalle comunità locali. In queste attività Lunaria cerca di favorire il coinvolgimento di giovani con difficoltà fisiche e socio-economiche, al fine di rendere accessibile questa esperienza a tutti. Lunaria fa parte di diversi net work internazionali che riuniscono organizzazioni non-profit impegnate nella promozione della pace e dei diritti umani, di uno sviluppo locale partecipato, di una dimensione di solidarietà concreta, di azioni in difesa dell’ambiente e del patrimonio culturale e di innovazione sociale e artistica. Grazie a questa fitta rete di cooperazione, l’associazione è in grado di offrire diverse opportunità: dai campi di volontariato per gio-

vani, adulti e senior al Ser vizio Volontario Europeo in tutto il mondo, gli scambi giovanili interculturali e periodi di volontariato all’estero di medio e lungo termine. Le principali attività di animazione giovanile europea organizzate da Lunaria sono gli scambi giovanili internazionali e le attività di educazione non formale ed interculturale; mentre le attività di dialogo intergenerazionale e di mobilità per volontari senior sono organizzate nell’ambito del programma Lifelong Learning (LLP), azione Grundtvig. Inoltre dal 2005 al 2011, Lunaria, in partenariato con l’Assessorato Cultura, Sport e Progetto giovani della Regione Emilia Romagna, ha fornito consulenza e sostegno sulle politiche giovanili UE con l’obiettivo di favorire una maggiore partecipazione della regione nei programmi giovanili dell’Unione Europea, grazie ad attività di assistenza tecnica, informazione e formazione, l’organizzazione di seminari e la collaborazione con le Autorità nazionali, con le Regioni gemellate, con la UE e con le reti Informagiovani ed Eurodesk.

4


1.1 Campi di volontariato La solidarietà per un mondo diverso

Spirito di iniziativa, voglia di sperimentarsi nelle relazioni interculturali, capacità di adattamento a condizioni di vita sobrie ed essenziali; queste sono alcune delle caratteristiche dei campi che Lunaria propone a chi voglia cimentarsi in questa av ventura. Ogni anno circa 400 volontari, giovani e non solo, partono per l’estero scegliendo tra più di 1500 progetti di breve termine, della durata di 2-3 settimane, in quasi 50 paesi di tutto il mondo. Alcuni campi sono pensati e organizzati per i minori e sono una vera e propria scuola di vita. Lunaria organizza i campi internazionali anche in Italia, in collaborazione con gruppi e associazioni e spesso con il sostegno degli enti locali interessati ad animare le comunità con la presenza dei volontari internazionali. In media più di 300 volontari ogni anno sono ospitati e coinvolti in progetti di diverso tipo: ambientali, sociali, culturali e di conoscenza. Alla base dell’esperienza dei campi ci sono l’idea di promuovere la solidarietà internazionale e la volontà di proporre ai giovani percorsi di cittadinanza attiva. Partecipare ai campi significa conoscere, in un contesto “meticcio”, esperienze e stili di vita differenti. Scuole e università riconoscono il valore formativo dei campi di lavoro, riconoscendoli come attività extra-curricolari dei corsi di studio. Essere cittadini del

5

I campi di lavoro in Italia e all’estero C am pi all'estero Sesso

2010 2011

N ° Progetti 1852 1946

N ° vol inviati 372 371

M 49,2% 47%

F 50,8% 53%

U nder 18 20,2% 24%

C am pi in Italia Sesso

2010 2011

N ° Progetti 32 35

N ° vol accolti 216 278

M 28,7% 34%

F 71,3% 66%

mondo grazie ai campi di volontariato è una sfida alla portata di tutti. Exchanging histories Nel luglio del 2011 quindici ragazzi, provenienti da tutto il mondo hanno partecipato al campo di volontariato internazionale organizzato da Lunaria in partnership con l’associazione culturale Mediterranea e Isola Capojale. Durante il campo, della durata di 15 giorni, i ragazzi sono stati coinvolti nella riqualificazione della pineta Capojale-Cagnano-Varano (FG) - un’area naturale trascurata ma con un enorme valore ambientale. Tutti i lavori, dalla riqualifica-

Situazione lavorativa O ccupatio Studenti D isoccupati altro 75% 6% 19% 73% 7% 20%

Settoridiintervento

R icostruzione e A rte e A m biente restauro C ultura 33% 16% 46% 23% 15% 45%

Sociale 5% 17%

zione della zona, alla pulizia della spiaggia sono stati coordinati dal nucleo della Protezione Civile locale con la quale i giovani volontari hanno anche allestito una zona di ristoro all’interno della pineta. Hemispheres Hemispheres ha coinvolto 9 giovani italiani interessati alle questioni globali dei rapporti tra Nord e Sud del mondo in un’intensa esperienza di formazione e cittadinanza attiva, tre settimane di confronto sulle tematiche globali vissute assieme ad attivisti dei movimenti dell’emisfero sud.


1.2 Animazione giovanile L’intercultura in azione

Se è vero che le attività di volontariato internazionale presuppongono uno scambio, non necessariamente la mobilità internazionale, giovanile e non, è legata al lavoro volontario in senso stretto. I percorsi di apprendimento non formale comprendono anche una serie di iniziative a carattere ludico, seminariale e di formazione chepromuovono l’incontro e il dialogo tra persone di paesi, tradizioni culturali, convinzioni e stili di vita diversi. Scambi giovanili, training e iniziative giovani sono le diverse modalità con le quali Lunaria promuove attività di animazione rivolte ai giovani. Gli scambi giovanili, della durata di poche settimane, coinvolgono gruppi di giovani di diversa nazionalità. Il lavoro di mutua-conoscenza dello scambio è concentrato all’interno del gruppo stesso ed è stimolato da diverse attività. L’obiettivo è diretto alla formazione ed educazione dei partecipanti. Ma che cosa s’insegna esattamente? Anzitutto viene sollecitato, l’apprendimento interculturale: l’approfondimento della conoscenza persone con un diverso background culturale e delle strategie per imparare a riconoscere e gestire pregiudizi e stereotipi. Vengono, inoltre, sviluppate le cosiddette “competenze trasversali”, quali ad esempio la capacità di lavorare e sapersi rapportare in un grup-

po, di ascoltare gli altri o di saper gestire in maniera costruttiva i conflitti. Competenze che scuola e università insegnano solo incidentalmente e che sono spendibili sia in un futuro contesto lavorativo, sia nella gestione dei rapporti interpersonali. Le iniziative giovani sono progetti ideati, messi a punto e realizzati dai giovani che consentono di sperimentare nuove idee e di partecipare direttamente e attivamente alla realizzazione delle attività. Si tratta di importanti esperienze di apprendimento non formale che permettono la creazione di percorsi condivisi di cittadinanza attiva. I training sono progetti di formazione che promuovono lo scambio di esperienze, l’acquisizione di nuove capacità e competenze operative tra coloro che lavorano con i giovani e nelle organizzazioni giovanili. Sharing Identities - Open Mind for an Intercultural Europe: progetto realizzato da Lunaria in collaborazione con Yap Italia e con il Centro Informa Giovani di San Giorgio a Cremano, località in cui si è svolto il traning course di otto giorni rivolto ai giovani volontari e lavoratori delle organizzazioni locali e internazionali che, attive nel campo del volontariato,

operano in ambienti ad alto rischio di esclusione sociale. Attraverso una metodologia interattiva basata sull’educazione non formale il training ha coinvolto 16 partecipanti in attività finalizzate a sviluppare una comprensione reciproca tesa a rafforzare la coesione sociale e i valori della solidarietà e del rispetto reciproco. Paesi coinvolti: Italia, Germania, Romania, Grecia, Serbia, Croazia, Bosnia Herzegovina, e Macedonia. Shoot our Words - Narrazioni Suburbane e Percorsi Multimediali: 9 lunghi mesi costruiti da e per i giovani di alcuni quartieri periferici di Roma (Borgata Finocchio, Tor Sapienza/ Giorgio Morandi, Ipogeo degli Ottavi/Ottavia e Cinecittà). Il progetto che poneva al centro lo sviluppo urbano e le modalità con le quali i giovani possono diventare protagonisti dei cambiamenti sociali, ha portato anche alla produzione di alcuni elaborati video concepiti come strumenti operativi per favorire l’informazione tra i giovani e per responsabilizzare i diversi canali di comunicazione fra e per gli adolescenti. Roots and Blooms - Storie Urbane tra Passato e Futuro: la comunicazione, il racconto orale ed il teatro, come strumenti per coinvolgere giovani di diverse periferie di Roma, per conoscere il

6


proprio passato, per comprendere le dinamiche che muovono il presente e generare cambiamenti concreti nelle proprie realtà di provenienza. Al progetto hanno partecipato i Centri di Aggregazione Giovanile “Il Muretto” di Finocchio, “Batti il Tuo Tempo” di Cinecittà, “Antropos” di Tor Sapienza e l’educativa territoriale “Marameo” di Ottavia ed Ipogeo degli Ottavi. Shaking up the world: Euro-African stories promoting youth inclusion: il racconto e la tradizione orale come strumento di inclusione sociale per coinvolgere giovani che vivono nelle periferie, e gli slums di Roma, Parigi, Nairobi e Kampala. Attività svolte: una visita studio in Uganda, laboratori a livello locale nelle quattro città coinvolte, un corso di formazione, un seminario di valutazione ed un booklet. Migrant Tools: training rivolto ad animatori giovanili, educatori, e rappresentanti di centri giovanili con esperienze pregresse in attività di volontariato che abbiano coinvolto giovani provenienti da famiglie immigrate. Il corso, con par tecipanti provenienti da Italia, Grecia, Portogallo, Turchia, Francia, Belgio e Svezia, ha fornito nuovi efficaci strumenti in grado di

7

I progetti di animazione sociale A nno

2011

Titolo progetto

N° partecipanti

Luogo attività

Tem atica

Paesicoinvolti

Sharing Identities:O pen M ind foran Intercultural Europe

16

San Giorgio a Cremano

Identità e intercultura

Italia,G erm ania,Rom ania,G recia,Serbia, Croazia,Bosnia e herzegovina,M acedonia

M igrantTools:Social w ork to prom ote interculturaldialogue

21

G agliole

M igrazionie antirazzism o

Italia,G recia,Portogallo,turchia,Francia, Belgio,Svezia

Roots and Bloom s Storie U rbane tra Passato e Futuro”

16

Rom a

Inclusione sociale

Italia:giovanidiCinecittà,Finocchio, Ipogeo degliO ttavie TorSapienza

Shaking up the w orld: Euro-A frican stories prom oting youth inclusion

180

Rom a-ParigiN airobiK am pala

Inclusione sociale e sviluppo urbano

Italia,Francia,U ganda,K enya

ShootourW ords

20

Rom a

Cittadinanza attiva e inclusione sociale

Rom a (quartieriFinocchio,TorSapienza e Ipogeo degliO ttavi

contrastare la diffusione dei pregiudizi, la xenofobia e il dilagante razzismo tra e verso i giovani provenienti da famiglie immigrate. Prevenzione e azione affinché gli animatori giovanili possano rendere il loro lavoro sempre più efficace, duraturo e radicato nei territori di appartenenza.


8


1.3 Volontariato di medio e lungo termine Un impegno permanente in tutto il pianeta

Ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, Lunaria propone il Servizio Volontario Europeo: è un’esperienza di volontariato in un paese europeo che va dai sei mesi ad un anno (ma esistono anche progetti in altri paesi), prevede una formazione linguistica e la copertura di tutte le spese di viaggio, vitto ed alloggio. Per partire non sono richieste competenze specifiche, bastano un po’ di spirito d’adattamento e una forte motivazione. Per questo Lunaria promuove l’accesso al programma dei giovani con bassa scolarizzazione o con difficoltà di varia natura.

Vivere all’estero per un periodo che va dai 2 ai 12 mesi, svolgendo volontariato? Lunaria propone esperienze di cittadinanza attiva e solidarietà, organizzate dalle associazioni partner, molte delle quali finanziate dal programma Gioventù in A zione, Ser vizio Volontario Europeo.

9

Un’altra possibilità di svolgere volontariato internazionale è offerta dai progetti di volontariato a medio e lungo termine (M-LTV). Si tratta di progetti internazionali che possono collocarsi in qualunque area del pianeta, a cui possono accedere i giovani che abbiano almeno 21 anni, possibilmente con precedenti esperienze di volontariato sociale o internazionale. Questo tipo di esperienze ha una durata variabile (1-4 mesi per il medio termine e 4-12 mesi per il lungo termine) che permette a chi vi partecipa di conoscere a fondo il paese ospitante, la sua società civile, la sua cultura. Per partecipare a questo tipo di programmi non vi è in genere limite massimo di età.

Servizio Civile a Lunaria Dal 2009 Lunaria ospita volontari in Servizio Civile provenienti dalla Francia per supportare le attività di intervento sociale e di ricerca. Dal 2008, in seguito ai tagli al programma SCN, non è stato più possibile coinvolgere giovani italiani.


1.4 Volontariato senior Una risorsa per tutti Dal 2002 Lunaria promuove il volontariato internazionale tra i cittadini di età superiore ai 50 anni. Sino ad oggi circa 400 cittadini senior in diversi paesi europei hanno partecipato alle nostre attività. Se la partecipazione ad un servizio di volontariato all’estero, costituisce una completa esperienza educativa non-formale, orientata alla capacità di costruire nuove relazioni sociali, questa riguarda tutte le generazioni e non solo i giovani. Pensare al volontariato all’estero come a un’esperienza adatta per i senior vuol dire abbracciare il principio secondo il quale la formazione di un individuo non è limitata alla sola adolescenza e gioventù ma è distribuita lungo il corso di tutta la sua vita e conferire all’educazione informale e non formale un ruolo importante, nella gestione della propria individualità, della vita relazionale e del mondo del lavoro. Ci siamo accorti che pregiudizi e stereotipi non hanno età e che mettere in discussione le proprie convinzioni può facilitare processi di accettazione delle “diversità”. Non dobbiamo dimenticare infine che i cittadini senior sono, nella sostanza, dei veri e propri educatori ogni volta che interagiscono con nipoti, figli e giovani in generale. Come tutti gli educatori hanno bisogno di strumenti formativi: almeno per ciò che riguarda la preparazione interculturale, un’espe-

rienza di volontariato internazionale costituisce un’ottima opportunità. Tra il 2007 e il 2010 Lunaria ha coordinato un network europeo finalizzato alla messa in rete e alla promozione delle esperienze di volontariato senior. SEVEN – Senior European Volunteers Exchange Network, finanziato dal programma Grundtvig della Commissione Europea, raccoglie 29 organizzazioni europee della società civile di 12 paesi. Info: w w w.seven-network.eu Slic -Sustainable learning in the community: Lunaria è responsabile per l’Italia di un progetto rivolto ad associazioni e gruppi che coinvolgono cittadini senior. Un insieme di azioni per favorire l’auto-valutazione delle competenze e delle capacità, in vista di impegni di cittadinanza attiva e volontariato. La Croce Rossa austriaca è il capofila del progetto. Negli anni 2008-2009 il progetto SLIC (“Sustainable learning in the community – Raising awareness of older peoples’s competencies and identif ying new opportunities for learning and engagement”) ha coinvolto più di 100 cittadini europei nella sperimentazione del laboratorio volto all’autovalutazione delle proprie esperienza. I laboratori hanno avuto un grande successo: in due sessioni di qualche ora è stato possibile tracciare un profilo molto dettagliato, e siamo stati in

grado di valorizzare anche le più piccole capacità. Nel 2011 abbiamo preparato lo step successivo: definire i contenuti e sperimentare un training per volontari senior in modo da permettere loro di gestire in proprio il workshop SLIC. Uno strumento per rafforzare le strategie di coinvolgimento di nuovi volontari senior per associazioni e istituzioni. Forage: una rete per l’apprendimento dei senior. Lunaria è partner di una rete europea che contribuirà a migliorare il livello della ricerca sull’apprendimento nella terza età.

10


IIl volontariato senior Anno

11

Dur ata

E nte F inanziator e

T itolo del pr ogetto

Paesi coinvolti

Pr odotti

2009-2011

Agosto 2009- Grundtvig L uglio 2011 Network

E cosenior

Italia e Francia

Scambi di volontari senior

2010-2012

Agosto 2010Grundtvig L uglio 2012

Old Good Times!

Italia e Grecia

Scambi di volontari senior.

2011-2012

Gennaio 2011Dicembre 2012

SL IC II - V aluing older people's skills and experience: T raining peer facilitators.

Austria, Italia, Ungheria, Norvegia, Inghilterra

Formazione di volontari senior alla facilitazione e alle gestione di laboratori di volontariato

Grundtvig


2. Il Centro Informagiovani di Venezia-Mestre Scambi, campi di volontariato, attività con giovani e senior

Nel corso degli ultimi anni Lunaria ha consolidato la propria esperienza e il proprio impegno nell’ambito della promozione dell’informazione attiva, della partecipazione e dell’educazione interculturale rivolte ai giovani cittadini, italiani e migranti. Il ser vizio Informagiovani di Mestre per il Comune di Venezia, che Lunaria gestisce dal 2004, è diventato uno spazio pubblico di libero accesso per i giovani, un ambiente vivace e informale dove trovare stimoli, orientamento e supporto. Il progetto, che Lunaria condivide con il Ser vizio Par tecipazione Giovanile e Culture di Pace, ha inteso l’informazione e la consulenza come strumenti necessari alla definizione di percorsi di autonomia dei giovani, nei diversi ambiti della vita. Oltre alle prime informazioni “generaliste” su lavoro, formazione scolastica, professionale e universitaria, servizi in città, volontariato, vacanze e tempo libero, l’Informagiovani è stato motore e luogo per moltissime attività, dai laboratori interculturali ai progetti di cooperazione internazionale, dagli sportelli di consulenza sull’associazionismo a ricerche sul mondo dei giovani, dai seminari sui percorsi formativi ai workshop di progettazione partecipata. Tutte le iniziative sono costruite grazie

ad una fitta rete di collaborazioni che, da relazioni più informali, arriva fino alla Commissione Europea, passando per gli Uffici del Comune, le Scuole, le Università e il variegato mondo del protagonismo giovanile. Il Servizio si caratterizza per essere pluralista e interculturale: uno spazio per tutte le differenze che abitano la città. Nel 2011 si sono realizzati all’Informagiovani complessivamente 17.673 contatti. Grande attenzione è stata prestata alla comunicazione grazie all’aggiornamento del nuovo sito w w w.veneziagiovane.info, portale dell’Informagiovani di Mestre e della Rete Informagiovani della Provincia di Venezia.

Energie sociali e partecipazione giovanile I giovani, i gruppi e le associazioni interessate al protagonismo civico e sociale, all’organizzazione di eventi, progetti e manifestazioni, alla progettazione di interventi sociali e culturali, possono trovare allo sportello Energie Sociali orientamento e consulenze sulle procedure burocratiche e sulla progettazione. Periodicamente, inoltre, vengono promossi workshop e incontri di approfondimento tematico sui temi della progettazione e dell’organizzazione di interventi in ambito locale ed europeo.

11


3. Migrazioni e antirazzismo Cittadinanza, solidarietà, diritti 4,5 milioni di cittadini di origine straniera, circa 993.000 minori, 709.000 alunni di cittadinanza non italiana nelle scuole: la politica e le istituzioni stentano a prenderne atto, cercando di fermare i flussi migratori senza riuscirci. Il 2011 è stato l’anno delle rivolte nord-africane e della cosiddetta “emergenza sbarchi” scandita dalla morte di centinaia di persone, dell’accoglienza scandalosa dei migranti tunisini e dei profughi provenienti dalla Libia, della “Zingaropoli” milanese, dell’omicidio razzista di Samb Modou e Diop Mor a Firenze, fatti che hanno richiesto un’intensa attività di informazione e denuncia. Ma è stato anche l’anno della campagna nazionale “L’Italia sono anch’io”, per la costruzione di una politica alternativa delle migrazioni fondata sui diritti di cittadinanza. Due delle principali direttrici di lavoro sulle quali Lunaria è impegnata sin dal 1996.

12

L’Italia sono anch’io Lunaria fa parte del comitato promotore della campagna nazionale “L’Italia sono anch’io” lanciata nel maggio 2011 da 19 organizzazioni della società civile. La campagna ha raccolto più di 100.000 firme su due proposte di legge di iniziativa popolare per la riforma della legge sulla cittadinanza e per l’introduzione del diritto di voto amministrativo dei cittadini stranieri non comunitari residenti in Italia. Dopo sei intensi mesi di iniziative e banchetti in tutta Italia, le proposte sono state consegnate al Parlamento. Al di là delle firme raccolte, la campagna ha consentito di riportare all’attenzione del dibattito pubblico il tema dei diritti di cittadinanza e la necessità di rimuovere gli ostacoli che incontrano in Italia milioni di persone italiane di fatto, ma straniere secondo la legge. L’associazione Carta di Roma Il 16 dicembre 2011, si è costituita l’associazione “Carta di Roma“ (Protocollo deontologico della professione giornalistica concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti) con lo scopo di dare attuazione all’omonimo protocollo deontologico della professione giornalistica concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti, sottoscritto dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Lunaria è tra i fondatori dell’associazione insieme ad altre 14 organizzazioni della società civile.

Mundo kriol Lunaria ha promosso “Multimedia in Capo Verde” in collaborazione con Binario Etico, l’Associazione Donne Capoverdiane in Italia e l’Associacao Jovens Solidarios di Sao Nicolao grazie al sostegno del programma Migrations and Development delle Nazioni Unite e della Commissione Europea. A Sao Nicolao sono stati creati e gestiti un centro multimediale giovanile, un internet point gratuito e il sito w w w.mundokriol.net. Il tutto è stato realizzato da un gruppo di giovani locali con il supporto dei promotori del progetto e di un gruppo di giovani capoverdiani residenti a Roma. Due scambi culturali e due corsi di formazione hanno consentito uno scambio di esperienze tra la società civile italiana e quella capoverdiana. Show Racism! Lunaria ha realizzato nell’anno scolastico 2010/2011 Show Racism!, un progetto di sensibilizzazione sul razzismo che ha coinvolto 10 classi di tre istituti medi superiori, il Liceo Scientifico Levi Civita, l’Istituto Professionale Europa e l’Istituto professionale Woolf, tutti aventi sede nel territorio del VI municipio di Roma. 3 incontri di due ore sono stati finalizzati a condividere con i ragazzi una definizione comune di discriminazione e di razzismo a partire dalle loro esperienze soggettive e decostruire i pregiudizi e gli stereotipi più ricorrenti in riferimento ai cittadini di origine straniera. 6 laboratori pomeridiani di due ore ciascuno hanno consentito di approfondire il lavoro svolto in classe. Info: antirazzismo@lunaria.org


3.1 Ricerche migranti L’intercultura in azione

Umanamente Nell’ambito del progetto Umanamente Lunaria ha collaborato con Comune di Arezzo, Lei Arco, Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia, Provincia di Arezzo, Regione Toscana e Ucodep alla realizzazione di seminari di formazione rivolti al personale degli enti locali toscani nei quali Lunaria ha curato le sessioni dedicate a Migrazioni e sviluppo umano. Nel corso del progetto è stato realizzato anche il dossier Migrazioni, Sviluppo Umano ed enti locali: vincoli e opportunità, che propone strumenti utili per elaborare le politiche locali di inclusione sociale dei cittadini stranieri coerenti con l’approccio sullo sviluppo umano, il principio di pari opportunità e non discriminazione. Info: antirazzismo@lunaria.org Cronache di ordinario razzismo. Secondo libro bianco sul razzismo in Italia Da Rosarno a Adro a Lampedusa: l’intolleranza, la xenofobia e il razzismo abitano le nostre città, attraversano il mondo della politica e le pagine dei media, ispirano sempre più spesso

le scelte istituzionali. A distanza di due anni dalla pubblicazione del suo primo libro bianco sul razzismo in Italia, Lunaria ha realizzato Cronache di ordinario razzismo, Secondo libro bianco sul razzismo in Italia, Edizioni dell’Asino, 2011. Una selezione degli 861 casi di discriminazione e di razzismo monitorati sulla stampa e sul web tra il 15 luglio 2009 e il 31 agosto 2011 supporta la ricostruzione dell’evoluzione del razzismo quotidiano nel nostro paese nelle diverse sfere della vita pubblica. L’approfondimento di sei casi di cronaca consente di esemplificare alcune delle strategie e delle pratiche comunicative che contribuiscono ad alimentare le rappresentazioni stigmatizzanti dei migranti e delle minoranze offerte dai media. La ricognizione delle dichiarazioni intrise di xenofobia e razzismo, troppo frequenti nel dibattito politico, e delle ordinanze comunali discriminatorie, supporta l’analisi delle vecchie e nuove forme del razzismo istituzionale. Info: antirazzismo@lunaria.org

www.cronachediordinariorazzismo.org Nel marzo 2011 Lunaria ha messo on line il sito cronachediordinariorazzismo.org, un sito di informazione, approfondimento e comunicazione specificamente dedicato al fenomeno del razzismo curato da Lunaria in collaborazione con persone, associazioni e movimenti che si battono per le pari opportunità e la garanzia dei diritti di cittadinanza per tutti. Un database on line consente di visionare i casi di discriminazione e razzismo monitorati dall’associazione a partire dal 1 gennaio 2007 e di scaricare le diverse edizioni del libro bianco. Notizie legate all’attualità, un archivio delle principali pubblicazioni sul tema, informazioni sulle iniziative e le campagne promosse dai movimenti costituiscono le altre principali sezioni del sito. Una “galleria degli orrori” raccoglie i materiali di propaganda razzista diffusi in rete. Info: info@cronachediordinariorazzismo.org

13


Le attività su migrazioni e antirazziasmo

Anno

Titolo

Durata

Ente finanziatore

2009 -2011

Multimedia in Capo Verde

18 mesi

UNDPCommissione Europea Migration Devolpment Programme

2010-2011

Show Racism! 12 mesi

Fondazione Intercultura

Risultati

Partner

Allestimento e apertura di un centro multi-mediale a Associazione Donne Capoverdiane in Italia, Binario etico, Associacao Solidarios Jovens (Capoverde) Sao Nicolao; Campagna di raccolta PC per il multimedia center di Capo Verde; 2 corsi di formazione sulle nuove tecnologie; 2 scambi giovanili con giovani capoverdiani a Roma e a Sao Nicolao; 2 incontri pubblici finali a Sao Nicolao e a Roma.

30 incontri in 10 classi delle scuole medie superiori

IPSIA, Liceo scientifico Levi Civitas, Istituto professionale Woolf di Roma

6 Laboratori pomeridiani sul razzismo

14

2010-2011

Sito sul razzismo

24

2010-2011

Libro bianco sul razzismo

12

2009-2011

Umanamente

36 mesi

Open Society Progettazione e messa on Institute cronachediordinariorazzismo.org Foundations

line

del

sito

-

Fondazione Monitoraggio del razzismo istituzionale, nei media e Charlemagne nella società, approfondimento di casi esemplari, Tavola valdese redazione e pubblicazione del libro bianco, eventi di presentazione in 10 città.

-

Commissione 5 Seminari di formazione rivolti agli operatori degli Ucodep, Università di Firenze, Università di Pavia, Comune di Arezzo, Europea Provincia di Arezzo, Regione Toscana enti locali; Dossier Migrazioni, Sviluppo Umano ed Enti locali: vincoli e opportunità. EuropeAid


www.cronachediordinariorazzismo.org 15


4. La campagna Sbilanciamoci! Per un’Italia capace di futuro Sbilanciamoci! Dal 1999, oltre 50 organizzazioni della società civile si sono unite nella campagna Sbilanciamoci! per impegnarsi a favore di un’economia di giustizia e di un nuovo modello di sviluppo fondato sui diritti, l’ambiente, la pace. La campagna Sbilanciamoci! propone ed organizza ogni anno attività di denuncia, di sensibilizzazione, di pressione, di animazione politica e culturale affinché la politica, l’economia e la società si indirizzino verso la realizzazione dei principi della solidarietà, dell’eguaglianza, della sostenibilità, della pace. La campagna Sbilanciamoci! parte dal presupposto che è necessario cambiare radicalmente la prospettiva delle politiche pubbliche rovesciando le priorità economiche e sociali, per rimettere al centro i diritti delle persone, di un mondo più solidale e la salvaguardia dell’ambiente anziché le esigenze dell’economia di mercato fondata su privilegi, sprechi, diseguaglianze. Nei suoi quattordici anni di attività, la campagna ha elaborato strumenti di ricerca, analisi critica e proposta che sono parte essenziale della sua attività di informazione, pressione politica e mobilitazione.

16

Rapporto Sbilanciamoci! Come ogni anno la Campagna ha pubblicato il Rapporto Sbilanciamoci! Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente. Il Rapporto del 2011 prende le mosse dalla grave crisi economica e finanziaria che stiamo attraversando e che produce drammatiche conseguenze sociali sui cittadini ed in particolare sulle categorie sociali più esposte: precari, donne, immigrati, operai delle fabbriche, pensionati, disoccupati e studenti, dipendenti a basso reddito. In pratica, la fascia più ampia della popolazione. Proposte organiche, soluzioni e idee concrete per uscire dalla crisi salvaguardando i diritti, un’analisi puntuale per fornire un valido sostegno all’economia, al lavoro e al welfare, interventi che operano nel segno della giustizia sociale, della redistribuzione della ricchezza, della sostenibilità ambientale e di un nuovo modello di sviluppo, questo è il cambio di rotta che Sbilanciamoci! propone con il suo Rapporto, perché il futuro di cui l’Italia si deve riappropriare richiedeuna politica economica diversa e un modello di sviluppo alternativo a quello delle scelte neoliberiste di questi anni.

La Controcernobbio È uno dei momenti chiave della campagna: giorni di discussione e confronto che si svolgono ogni anno la prima settimana di Settembre, in concomitanza e simbolica opposizione al workshop degli industriali di Cernobbio. “Gioventù sprecata?”, questo il titolo della IX edizione del forum itinerante di Sbilanciamoci! che si è tenuto quest’anno a Lamezia Terme, città simbolo della lotta alla ‘ndrangheta e della rinascita della società civile. 60 relatori, 16 incontri, 3 proiezioni, 1 spettacolo teatrale e 4 concerti: tre giorni intensi in cui responsabili delle associazioni, dirigenti sindacali, giornalisti, rappresentanti degli enti locali, docenti, ricercatori universitari e studenti hanno discusso di esclusione sociale, di lavoro, di economia alternativa, di ambiente e di legalità, tenendo stretto il legame con il tema por tante della Controcernobbio 2011: la condizione giovanile, fatta di precariato, disoccupazione e incertezza.


La campagna Sbilanciamoci! A nno

T itolo

Dur ata

Controcernobbio

E nte finanziator e

4 mesi

Green E uropean Foundation Parlamento europeo

12 mesi

autofinanziamento

L 'Italia capace di futuro

Campagna T aglia le ali alle armi

Forum nazionale

A derenti Sbilanciamoci! e organizzazioni della societĂ civile locale

Pubblicazioni, Convegno

A derenti Sbilanciamoci! Green E uropean Foundation

Comune di L amezia T erme

L amezia T erme

2011

Par tner

L unaria 1 anno

E cologia al Governo

R isultati

R accolta firme, convegni, seminari, dossier sulle spese militari, dossier sul cacciabombardiere F35, giornate di incontri, interrogazioni parlamentari

R ete per il disarmo, T avola della Pace

17


4.1 La ricerca di Sbilanciamoci! Il Quab Con questo rappor to di ricerca dal titolo L’Atlante del benessere la campagna Sbilanciamoci! cerca di far comprendere meglio come si vive nelle province del Lazio ed - utilizzando 31 indicatori di qualità sociale ed ambientale - offre un’analisi multidimensionale delle condizioni dello sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale della Regione. Si tratta di un approccio che rimanda ad un lavoro internazionale ed italiano di ricerca di nuovi indicatori diversi dal Pil con i quali misurare il benessere della nostra società. Oltre l’aiuto VII edizione del Libro bianco sulle politiche pubbliche di cooperazione allo sviluppo in Italia. Mentre la crisi internazionale pesa in modo sempre più drammatico sui paesi poveri del Sud del mondo, la politica pubblica italiana di cooperazione si sta sempre di più incamminando su un binario morto. Il Libro Bianco analizza la situazione della spesa pubblica, dei finanziamenti erogati, del raffronto con gli altri paesi OCSE: il quadro che ne esce è quello di una cooperazione italiana allo sbando e ormai marginale, priva di risorse, fanalino di coda nelle classifiche internazionali dei donatori, e di

18

una paralisi della Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) del Ministero Affari Esteri, alla quale consegue ilmancato rispetto degli impegni internazionali. Libro nero sul Welfare Come il governo italiano, con le manovre economico-finanziarie e la legge delega fiscale e assistenziale, sta distruggendo le politiche sociali e azzerando la spesa per i diritti, questo il sottotitolo del dossier che la Campagna Sbilanciamoci ha steso in collaborazione con la Campagna I Diritti Alzano la Voce. Il Governo Berlusconi ha perseguito in questi anni un progetto di svuotamento della riforma del sistema di intervento sociale sancita dalla legge 328/2000 e ha ridotto progressivamente gli investimenti nel sociale, fino quasi ad azzerarli. Una riforma del welfare è certo indispensabile: per garantire meglio i diritti sociali, e fornire risposte ai nuovi rischi di esclusione sociale e far fronte alle nuove forme di vulnerabilità.


La ricerca di Sbilanciamoci!

A nno

Titolo

D urata

Rapporto Sbilanciam oci!

6 m esi

Ente finanziatore

Risultati

Partner

8x1000

Rapporto,presentazionie conferenza stam pa

A derentiSbilanciam oci!

Tavola V aldese

U m anam ente

12 m esi

Com m issione europea

1.K itform ativo peram m inistratori locali2.Sem inaridiform azione 3. Scuola residenziale

U codep,U niversità diFirenze,U niversità diPavia,Com une di A rezzo,Provincia diA rezzo,Regione Toscana

Libro nero sulw elfare italiano

3 m esi

A utofinanziam ento

Rapporto e presentazione

Cam pagna nazionale Idirittialzano la voce

6 m esi

A utofinanziam ento

Pubblicazione,presentazioni, prom ozione

A derentiSbilanciam oci

6 m esi

Consiglio regionale del Lazio

Presentazione,prom ozione,cerim onia diprem iazione

Cam pagna Sbilanciam oci!

1 m esi

A utofinanziam ento

Stesura dell'inserto speciale,diffusione su territorio nazionale

Redazione de IlM anifesto

Presentazioni,distribuzione su scala nazionale

A derentialla Cam pagna Sbilanciam oci!

Tavola V aldese

Piano giovani 10 proposte contro ilprecariato

2011

Q uab L'atlante delbenessere G rosso guaio a M irafiori O ltre l’aiuto

8x1000 6 m esi

Libro bianco sulle politiche pubbliche dicooperazione allo sviluppo in Italia D ossiersulle conseguenze,su Rom a e sul Lazio,della m anovra finanziaria delgoverno Berlusconi

3 m esi

CgilRom a e Lazio

A ttività diricerca,presentazioni

CgilRom a e Lazio

N essuna gioventù sarà sprecata

1 m ese

A utofinanziam ento

Supplem ento alquotidiano Terra

A derentiSbilanciam oci!

19


5. Sbilanciamoci.info L’ economia com’è e come può essere

Sbilanciamoci.info L’economia com’è e come può essere Dall’attività della campagna Sbilanciamoci! è nato, nel 2008, il sito sbilanciamoci.info, uno strumento di comunicazione web sulle alternative economiche, promosso da un gruppo di economisti, ricercatori, giornalisti, studenti, operatori sociali, sindacalisti e legato a una rete di associazioni, organizzazioni, movimenti, che in gran par te fa capo alla campagna Sbilanciamoci! Il sito entrato nel suo quinto anno di vita, vuole riequilibrare la diffusione delle informazioni, allargare il loro campo e aprire il dibattito a punti di vista diversi; conoscere, aggiornare e valorizzare gli strumenti della politica economica nell’economia globalizzata; ripensare l’agenda degli obiettivi della politica economica e della politica tout court, sull’urgenza del cambiamento climatico e degli squilibri nella distribuzione mondiale della ricchezza e del reddito; raccontare e analizzare sperimentazioni pratiche di nuovi modelli economici e organizzativi. Sono state prodotte newsletter con cadenza settimanale, migliaia di articoli, altrettante segnalazioni di contenuti interessanti in rete, molti incontri, convegni, presentazioni. Sbilanciamoci.info ha uno spazio ogni domenica sul “manifesto”, un accordo di reciproco

20

scambio con rassegna.it (rivista on line legata alla Cgil), e i suoi economisti sono intervistati e consultati nell’ambito dei programmi di varie radio (Radio Popolare, Città futura, Articolo 1, etc); la redazione e i collaboratori del sito hanno partecipato a numerosi dibattiti e convegni. Le 157.077 visite a sbilanciamoci.info nel 2010 sono divenute 215.224 nel 2011, con una media mensile di 17935 visitatori diversi. I dati dimostrano che sbilanciamoci.info è un utile strumento di informazione e di approfondimento per chi è interessato alla analisi critica del sistema economico e delle possibili alternative. Nel 2011 sbilanciamoci.info ha iniziato la pubblicazione di e-book, che raccolgono materiali comparsi sul sito e altri, e li mettono a disposizione on line con download gratuito. Sono stati pubblicati: Finanza da legare, traduzione italiana del manifesto francese degli “economisti sgomenti”. In collaborazione con la casa editrice Minimum fa x, il libro è stato poi anche pubblicato in edizione cartacea. I due volumi del dibattito “La rotta d’Europa”, che ha avuto luogo sul sito (e sul quotidiano il manifesto, nonché, in edizione inglese, su opendemocracy.it) dall’estate 2011. Info: redazione@sbilanciamoci.info


Eventi 2011 29 gennaio L’evoluzione delle politiche migratorie: flussi di ingresso e principi di riferimento, intervento di Grazia Naletto al seminario “Migranti e media”.

4 giugno Trento, Festival dell’Economia. sull’Economia del Noi.

15 marzo Sbilanciamoci! Presenta L’atlante del benessere. Come si vive nella regione Lazio presso il Caffè Fandango in via dei Prefetti 22, Roma.

18-19 giugno Formazione Nord-Sud. Seminario pre-partenza per i volontari che partecipano ai campi di lavoro e ai progetti a medio e lungo termine svolti in particolari regioni del mondo realizzato con Yap-Italia.

22 marzo Presentazione Manifesto per un welfare del X XI secolo, promosso dalla Rivista delle Politiche Sociali e co-promosso da Sbilanciamoci! 27 marzo Incontro di chiusura del progetto Cape Verde Multimedia Centre in collaborazione con OMCVI, Binario Etico, Roma. 5 aprile Presentazione del Piano Giovani di Sbilanciamoci! in un’assemblea di studenti universitari promossa dalla Rete Nazionale Universitaria all’Università La Sapienza di Roma, presso la facoltà di Scienze Politiche.

Presentazione

e

discussione

22 giugno Partecipazione di Lunaria alla conferenza stampa di lancio della campagna L’Italia sono anch’io, Roma. 13 luglio Roma, Festa dell’Unità, via delle Terme di Caracalla. Presentazione L’Economia del noi. Con Cecilia D’Elia e Giulio Marcon. 13 luglio/15 luglio Terza edizione di scuola residenziale Umanamente. Misurare il benessere e la sostenibilità su scala locale per orientare le politiche.

8 maggio Seminario di formazione per i coordinatori dei campi internazionali realizzato in collaborazione con YAP Italia.

1-2-3 settembre Forum nazionale: Gioventù sprecata? IX edizione del forum di Sbilanciamoci! Lamezia Terme.

20 maggio Discussione sull’Economia del noi a Terrafutura (Fortezza da Basso – Firenze -). Roberta Carlini (autrice), Ugo Biggeri e Andrea Di Stefano.

21 settembre Parte la seconda fase della campagna, denominata ora “Taglia le ali alle armi!”. Nella prima fase sono state raccolte 19.900 adesioni online, 16.000 firme cartacee e 388 adesioni di organizzazioni.

23


22 settembre Conferenza sindacale in occasione del 50° anniversario della Marcia per la Pace, Perugia Assisi. Con Pierre Carniti, Guglielmo Epifani, Anna Rea, Flavio Lotti, Mario Pianta. 30 settembre All’interno di Logos. Festa della parola presentazione di Ieri e Domani. Storia critica del movimento operaio e socialista ed emancipazione dal presente di Pino Ferraris, presentano con l’autore Duccio Zola, Giancarlo Monina, Carlo De Maria 1 ottobre Partecipazione di Giulio Marcon al convegno Welfare bene Comune. La rete di enti locali, imprese no profit, associazionismo, volontariato, comitati di famiglie e utenti, che compongono il Social Pride prospetta un welfare innovativo e sostenibile impostato sulla universalità dei diritti. 1 ottobre Raccolta di firme sulle proposte di legge di iniziativa popolare promosse nell’ambito della campagna L’Italia sono anch’io su cittadinanza e diritto di voto, Roma, Torre Argentina 28 ottobre-1 novembre Salone dell’editoria sociale III edizione. Manifestazione promossa da Lunaria, le Edizioni dell’Asino, Comunità di Capodarco, Redattore sociale, associazione gli Asini e la rivista Lo Straniero 28 ottobre/1 novembre Banchetto di raccolta firme per la campagna “L’Italia sono anch’io” per i diritti di cittadinanza e di voto a favore dei figli dell’immigrazione, a Roma, nell’ambito del Salone dell’Editoria Sociale.

24

28 ottobre All’interno del III Salone dell’Editoria sociale (Roma, Porta Futuro, via Galvani, 8), Sbilanciamoci! Ha organizzato l’incontro Dopo la crisi, quale modello di sviluppo?. Con Gianfranco Bettin, Anna Donati, Maurizio Landini, Giulio Marcon, Tonino Perna, Guido Viale e Guglielmo Ragozzino. 29 ottobre All’interno del III Salone dell’Editoria sociale (Roma, Porta Futuro, via Galvani, 8) Lunaria ha organizzato la presentazione del libro Cronache di ordinario razzismo. Secondo Libro Bianco sul razzismo in Italia. Con Paola Andrisani, Franca Di Lecce, Giuseppe Faso, Rachele Gonnelli, Grazia Naletto, Roberto Natale, Maria Silvia Olivieri, Annamaria Rivera. 31 ottobre All’interno del III Salone dell’Editoria sociale (Roma, Porta Futuro, via Galvani, 8), Sbilanciamoci! Ha organizzato l’incontro La crisi economica e finanziaria e le vie per uscirne. Con Ugo Biggeri, Stefano Fassina, Sergio Gatti, Mario Pianta, Massimiliano Smeriglio e Roberta Carlini 1 novembre All’interno del III Salone dell’Editoria sociale (Roma, Porta Futuro, via Galvani, 8), Lunaria ha organizzato l’incontro Oltre il pubblico e il privato: la nuova frontiera dei beni comuni. Con: Carlo Donolo, Luigi Ferrajoli e Ugo Mattei 3 novembre Presentazione, presso la Sala Stampa del Senato, de il Libro Nero sul Welfare italiano – Come il governo italiano, con le manovre economicofinanziarie e la legge delega fiscale e assistenziale, sta distruggendo le politiche sociali e azzerando la spesa per i diritti


12 novembre Presentazione del libro Cronache di ordinario razzismo. Secondo Libro Bianco sul razzismo in Italia, a Perugia, nell’ambito della manifestazione culturale Umbria Libri.

5 dicembre Organizzazione, in collaborazione con la Fondazione Verde Europea, del convegno L’Italia capace di futuro.

24 novembre Presentazione del 13° Rappor to della campagna Sbilanciamoci! sulla Legge di Stabilità ed il Bilancio dello Stato.

9 dicembre Firenze, Teatro Puccini. Convegno “La via d’uscita”, organizzato da Sbilanciamoci! in collaborazione con la Rete@ Sinistra, il Manifesto, Ass. Lavoro e libertà 12 Dicembre Palazzo Comunale, Sala Giostra del Saracino, Arezzo. Durante il convegno “Le città motore di sviluppo umano” è stato presentato il rapporto La misurazione del benessere ad Arezzo svolta nell’ambito del progetto UmanamEnte.

1 dicembre 2011 Presentazione del libro Cronache di ordinario razzismo. Secondo Libro Bianco sul razzismo in Italia, a Empoli, presso l’Aula Conferenze dell’Agenzia dello Sviluppo Empolese-Valdelsa con Sergio Bontempelli, Giuseppe Faso, Mercedes Frias, Grazia Naletto

14 dicembre Link scienze politiche ha promosso insieme alla redazione di sbilanciamoci.info l’incontro per discutere sulle politiche di austerity del governo Monti, analizzando la nuova manovra finanziaria e proponendo delle alternative possibili contro queste politiche.

1 dicembre Raccolta di firme sulle proposte di legge di iniziativa popolare promosse nell’ambito della campagna L’Italia sono anch’io su cittadinanza e diritto di voto, Roma, Bibliocaffè

16 dicembre Presentazione di Cronache di ordinario razzismo. Secondo libro bianco sul razzismo in Italia presso la SMS di Peretola, nel corso della serata è a sostegno della campagna “L’Italia Sono Anch’io” con Giuseppe Faso e Alan Pona.

19 novembre Raccolta di firme sulle proposte di legge di iniziativa popolare promosse nell’ambito della campagna L’Italia sono anch’io su cittadinanza e diritto di voto, Roma, Largo Torre Argentina.

2 dicembre Presentazione di Cronache di ordinario razzismo. Secondo libro bianco sul razzismo in Italia presso la Libreria LibriLiberi di Firenze con Udo Enweurezor, Giuseppe Faso, Anna Meli, Grazia Naletto.

17 dicembre Lunaria aderisce e partecipa alla Manifestazione promossa dalla Comunità Senegalese in Toscana, organizzata contro l’assassinio di matrice fascista dei due cittadini senegalesi e contro ogni forma di razzismo.

25


Pubblicazioni 2010/ 2011 2011 Lunaria (a cura di), Cronache di ordinario razzismo. Secondo libro bianco sul razzismo in Italia, Edizioni dell’Asino 2011

Sbilanciamoci! (a cura di) Piano Giovani, 10 proposte. Dalla scuola al lavoro, dalla previdenza alla casa per af frontare il tema della drammatica condizione giovanile nel nostro paese.

Lunaria (a cura di), La misurazione del benessere ad Arezzo. Promozione della misurazione del benessere in ambito locale urbano secondo un approccio di sviluppo umano.

Sbilanciamoci! (a cura di), Rappor to Sbilanciamoci! Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente, Sbilanciamoci!, 2011

Lunaria (a cura di), Shaking up the world: EuroAfrican stories promoting youth inclusion, 2011. Marcon G., Fare pace. Jugoslavia, Iraq, Medio Oriente: culture politiche e pratiche del pacifismo dopo il 1989. Edizioni dell’Asino, 2011 Oltre l’aiuto, VII edizione del Libro bianco sulle politiche pubbliche di cooperazione allo sviluppo in Italia Sbilanciamoci!, “il manifesto”, Grosso guaio a Mirafiori, inserto speciale de “il manifesto” Sbilanciamoci! (a cura di), Come si vive nel Lazio? L’Atlante del Benessere della Regione Lazio Sbilanciamoci! I diritti alzano la voce (a cura di), Libro nero sul welfare italiano

26

Sbilanciamoci! (a cura di), Nessuna Gioventù sarà sprecata, inserto speciale del quotidiano ecologista “Terra”


2010

Sbilanciamoci! (a cura di), Come si vive in Italia? Rapporto Quars 2010 Naletto G., L’utopia razionale, in Peretti I. (a cura di), Shengenland, Eds . Social Watch, Rapporto 2010, Dopo la caduta – è tempo per un nuovo patto sociale, Acli, Amnesty International, Arci, Campagna per la riforma della banca mondiale, Fondazione Culturale responsabilità etica, Lunaria, Manitese, Oxfam, W WF, 2010. Rapporto Sbilanciamoci! 2011 Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente. All’interno l’inserto Open Budget Index per l’Italia Mandozzi S. (a cura di), Acting Conflicts!, Lunaria Di Pietro D. (a cura di), Organizziamo uno scambio!, Lunaria Di Pietro D., Daly R. (a cura di), Corso di formazione per volontari senior impegnati in scambi internazionali, Lunaria

AA.VV., Rapporto di ricerca Analisi della struttura e dell’occupazione del settore dei ser vizi sociali nella Regione Marche Watt A., Botsch A., Carlini R. (a cura di), Dopo la crisi, edizioni dell’Asino, 2010 Umanamente, Migrazioni, Sviluppo Umano ed Enti locali: vincoli ed oppor tunità, dossier Umanamente 2010, Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Comune di Arezzo, Ucodep, IUSS, Polo Universitario Città di Prato, Lunaria. Frogatt A., Schneider M., Sistemi per il cambiamento: energia nucleare vs. ef ficienza energetica + rinnovabili? In collaborazione con GEF – Green European Foundation Vincenzo Comito, (a cura di) Le armi come impresa, edizioni dell’Asino, 2010

27


Principali committenti Fondazione Anna Lindh Commissione Europea, Direzione Generale Ricerca e Sviluppo; Commissione Europea, Direzione Generale Occupazione e Affari Sociali; Commissione Europea, Direzione Generale Istruzione e Cultura; Commissione Europea, Programma ENPI; Consiglio d’Europa; Parlamento Europeo; UNDP. Dipartimento Affari Sociali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Regione Campania, Assessorato ai Servizi Sociali; Regione Emilia- Romagna, Assessorato ai Servizi Sociali; Regione Friuli Venezia Giulia, Assessorato all’Istruzione, Cultura, Sport e Pace; Regione Lazio, Assessorato al Bilancio; Regione Lazio, Consiglio; Regione Marche, P.F. Programmazione sociale ed integrazione sociosanitaria Regione Puglia, Assessorati vari.

28

Provincia di Ascoli Piceno, Assessorato alle Attività Produttive; Provincia di Bari; Provincia di Lucca, Scuola della Pace; Provincia di Mantova; Provincia di Roma, Assessorato alle Politiche Giovanili e della Formazione Professionale; Provinciattiva;

Provincia di Roma, Presidenza; Provincia di Parma, Presidenza; Provincia di Trento; Provincia di Venezia. Comune di Cascina; Comune di Roma, Dipartimento Affari Sociali; Comune di Roma, Assessorato al Lavoro e allo Sviluppo Locale; Comune di Roma, Assessorato alle Politiche per le Periferie, lo Sviluppo Locale, il Lavoro; Comune di Lamezia T. Comune di Mantova; Comune di Venezia, Assessorato alle Politiche Giovanili e dell’Ambiente. Action Aid Banca Popolare Etica; Camera di Commercio di Roma; Cassa Depositi e Prestiti Francese; Centre on Budget and Policy Priorities; Emergency; Fondazione Charlemagne; Fondazione Venezia; Fondazione Intercultura; GEF – Green European Foundation; Lush. Mani Tese; Medici Senza Frontiere; Open Society Foundations OPER - Osservatorio Permanente sull’Economia Romana; Tavola Valdese.


Il bilancio di Lunaria 2011 31-dic-11

Proventi Contributi europei Contributi da enti pubblici italiani Donazioni e liberalità Quote associative Quote partecipazione campi Altri contributi da enti privati Ricavi straordinari Ricavi finanziari Contributi per campagne Totale proventi

Proventi

167.627 274.674 35.637 12.505 38.708 169.047 3.995 0 1.250 703.443

0% 0%

24%

394.581 70.718 80.504 25.773 44.190 18.272 25.731 9.903 1.996 31.710

Contributi europei Contributi da enti pubblici italiani Donazioni e liberalità Quote associative Quote partecipazione campi Altri contributi da enti privati Ricavi straordinari Ricavi finanziari Contributi per campagne

38%

Oneri Personale Spese di ufficio Spese per viaggi e missioni Spese per attività di comunicazione Spese per quote partner progetti Contributi per iniziative e campagne Sopravvenienze Oneri finanziari Quote amm.to immobilizzazioni Imposte dell'esercizio e anni precedenti Totale oneri Avanzo dell'esercizio

1%

24% 6% 2% 5%

Oneri

10% 11%

56%

4% 6% 5%

5%

Personale Spese di ufficio Spese per viaggi e missioni Spese per attività di comunicazione Spese per quote partner progetti Contributi per iniziative e campagne Imposte dell'esercizio e anni precedenti Altro

3%

703.379 64

29


Sostieni Lunaria per i prossimi 20 anni... PARTECIPA! La tua partecipazione è importante. Abbiamo bisogno anche di te per far conoscere le attività di Lunaria nella tua città. Cosa puoi fare:

Democrazia, partecipazione attiva, impegno sociale e di solidarietà, garanzia delle pari opportunità, valorizzazione dell’impegno volontario, garanzia dei diritti delle persone che lavorano nell’associazione, trasparenza nelle relazioni con i soggetti esterni sono i principi che hanno regolato la vita di Lunaria nei suoi primi 20 anni di vita. Per costruire un mondo più giusto in cui: - i diritti dell’uomo abbiano la priorità sugli interessi dei grandi poteri economici; - beni, diritti e servizi fondamentali siano garantiti a tutti; - l’impegno sociale e la solidarietà non si trasformino in business; - l’informazione sia libera e indipendente; - i diritti di cittadinanza siano svincolati dalla nazionalità.

30

Richiedi il materiale informativo sulle attività e le iniziative in corso e diffondilo nella tua città, nella tua scuola, sul tuo luogo di lavoro. Info: comunicazione@lunaria.org Aiutaci a organizzare un campo di volontariato internazionale o un’iniziativa di animazione giovanile nella tua città. Info: workcamps@lunaria.org Fai conoscere ai tuoi amici le opportunità di volontariato internazionale che Lunaria propone ogni anno. Info: workcamps@lunaria.org Partecipa alle nostre campagne per i diritti di cittadinanza e contro il razzismo. Info: antirazzismo@lunaria.org Segnala atti, comportamenti e violenze razziste di cui vieni a conoscenza e diffondi il nostro libro bianco sul razzismo sul tuo territorio. Info: antirazzismo@lunaria.org Organizza un’iniziativa pubblica per far conoscere le proposte avanzate dalla campagna Sbilanciamoci! Info: info@sbilanciamoci.org

Fai conoscere ai tuoi amici il sito di informazione w w w.sbilanciamoci.info e diffondi le pubblicazioni realizzate dalla redazione scaricabili gratuitamente dal sito. Info: redazione@sbilanciamoci.info E se sei a Roma puoi fare anche di più! Se hai del tempo a disposizione vieni a trovarci. Potresti: - fornire informazioni sui campi di volontariato all’estero - far parte della redazione di w w w.cronachediordinariorazzismo.org - tradurre testi dall’italiano all’inglese e viceversa - supportare l’inserimento di dati nei nostri database - aiutarci a tenere aggiornato il nostro indirizzario stampa - far parte della redazione di w w w.sbilanciamoci.info - aiutarci a organizzare e gestire gli eventi esterni.


ASSOCIATI E SOSTIENI LE NOSTRE ATTIVITA’

FAI UNA DONAZIONE

Lunaria è un’associazione laica, senza scopo di lucro, indipendente ed autonoma dai partiti. Finanzia le proprie attività con i contributi degli associati, delle istituzioni europee e degli enti locali. Per aderire è sufficiente inviare un contributo di 30 euro. La tessera associativa ha validità annuale e scade ogni 31 dicembre. La quota di adesione può essere versata in diversi modi:

I campi di volontariato internazionale che organizziamo in Italia, le campagne per rivendicare i diritti dei migranti, la campagna Sbilanciamoci!, il sito sbilanciamoci.info, le attività di ricerca, di informazione e di denuncia sono auto-finanziate. Se l’adesione all’associazione ti sembra un passo troppo impegnativo, puoi comunque sostenere le nostre attività con una donazione. Ecco qualche esempio di quello che possiamo fare grazie al tuo aiuto.

- Versamento sul conto corrente postale intestato a Lunaria n. 33066002 con la causale “tessera associativa + vostro cognome;

Informazione e campagne Ogni anno Lunaria pubblica opuscoli divulgativi e pubblicazioni che hanno l’obiettivo di fare informazione e contro-informazione su temi di attualità. Con 10 euro possiamo stampare 5 copie del rapporto annuale di Sbilanciamoci!

- Bonifico Bancario sul c/c intestato a “Lunaria” n° 1738 – IBAN 5L0501803200000000001738, Banca Popolare Etica, Via Parigi, 17 00185, Roma; - Versamento in contanti presso la nostra sede in via Buonarroti 39 a Roma. Manda via fa x (068841859) o per e-mail (amministrazione@lunaria.org) la ricevuta del versamento ed i tuoi dati completi: nome, cognome, indirizzo, cap, città, provincia, telefono, cellulare, e-mail. I soci hanno accesso ai servizi offerti da Lunaria, ricevono gratuitamente la newsletter telematica e, su richiesta, le pubblicazioni gratuite dell’associazione.

Volontariato internazionale Ogni anno Lunaria invia in media 400 giovani nei campi di volontariato internazionale all’estero e accoglie altrettanti volontari stranieri in Italia. Per promuovere il volontariato internazionale stampiamo ogni anno locandine e materiale informativo. Con un contributo di 25 euro possiamo stampare 50 locandine oppure 50 depliant a colori. Più diritti, no al razzismo Dal 1996 Lunaria è impegnata nella lotta al razzismo e promuove campagne per la garanzia dei diritti dei migranti. Il libro bianco Cronache di ordinario razzismo viene utilizzato per promuovere interventi nelle scuole e per fare for-

mazione ai giovani interessati a produrre informazione su questo tema. Con un contributo di 50 euro possiamo stampare 10 copie del libro bianco oppure stampare 30 copie dei materiali didattici destinati alla formazione. Sbilanciamoci.info Sbilanciamoci.info è un sito di informazione e approfondimento dedicato a temi economici e sociali completamente auto-finanziato. Più di 200 le persone che scrivono regolarmente sul sito gratuitamente. 100 euro ci consentono di finanziare un intervento dei tecnici che si occupano della gestione del sito. 5x1000=Lunaria! Puoi sostenerci anche senza spendere nulla. Versa il tuo 5 x 1000 a Lunaria inserendo il nostro codice fiscale nello spazio dedicato al momento della presentazione della tua dichiarazione dei redditi.


Le persone Roma Grazia Naletto Presidente. Studia da tempo gli aspetti sociali, culturali e politici connessi all’immigrazione che ha trattato in varie pubblicazioni e sono al centro della sua attività sociale e politica. Mario Pianta Vice-Presidente. Esperto di globalizzazione e movimenti sociali. Insegna Politica economica all’Università di Urbino, dove ha anche diretto il Master “Lavorare nel non profit”. Marcello Mariuzzo Comitato di Presidenza. Coordina i campi internazionali di volontariato, i progetti di animazione giovanile e supporta il coordinamento dell’Informagiovani di Venezia Mestre.

32

Giulio Marcon Presidente di Lunaria fino al 2009, è portavoce della campagna Sbilanciamoci! Esperto di politiche per la pace e risoluzione dei conflitti internazionali, tema che ha trattato in numerosi saggi e volumi. Cristiana Colaiori Diret trice amministrativa. Esperta di progettazione e di controllo di gestione. Federica Alberino Collabora nell’ambito delle attività di volontariato internazionale in particolare all’organizzazione degli scambi e dei laboratori rivolti ai giovani.

Sergio Andreis Esperto di politiche giovanili e di programmi di cooperazione internazionale, in particolare per i paesi del Meditterraneo. Agnese Ambrosi Responsabile dell’Amministrazione. Laureata in Economia, Master in Qualità e sistemi di gestione aziendale. Paola Andrisani Antropologa, collabora alle attività di ricerca e di sensibilizzazione sul razzismo.


Venezia-Mestre Roberta Carlini Giornalista, coordina la redazione del sito w w w.sbilanciamoci.info Annarita Di Mario Si occupa dell’invio dei volontari nei campi internazionali di volontariato all’estero. Davide Di Pietro Collabora alla progettazione e alla realizzazione dei progetti di volontariato internazionale, con particolare riferimento alle attività di promozione e networking rivolte ai cittadini senior. Chiara Gnesi Collabora alle attività di ricerca della campagna Sbilanciamoci!, in particolare a quelle dedicate all’elaborazione di indicatori di sviluppo alternativi al Pil (come il Quars e il Quab). Sara Mandozzi Cura le attività di animazione giovanile, progetta e gestisce gli scambi giovanili e i training internazionali.

Matteo Micalella Responsabile tecnico per il progetto Multimedia Center a Capo Verde, promuove la dif fusione della tecnologia open source - web 2.0. Sara Nunzi Esperta in comunicazione multimediale, cura l’ufficio stampa di Sbilanciamoci! Chiara Assunta Ricci Collabora alle attività di ricerca della campagna Sbilanciamoci!, in particolare a quelle dedicate all’elaborazione di indicatori di sviluppo alternativi akl Pil (come il Quars e il Quab) Marco Ridoni Responsabile dei sistemi ICT dell’associazione. Gestisce i siti web lunaria.org e sbilanciamoci.org

Maurizio Busacca Coordina il Centro Informagiovani di Venezia. Elena Carli Promuove per l’Informagiovani di Venezia progetti europei di scambio ed è referente per la formazione e il lavoro all’estero. Francesca Magarotto Referente per lo sportello “Scuola” del Centro Informagiovani di Venezia. Alessandra Rosa Collabora allo sportello “Lavoro” del Centro Informagiovani di Venezia. Sara Tognon Referente per lo sportello “Europa/Mondo” e le attività di mobilità giovanile del Centro Informagiovani di Venezia. Laura Zanna Referente per lo sportello “Lavoro” del Centro Informagiovani di Venezia.


Contatti

Campi di lavoro: workcamps@lunaria.org Scambi e volontariato a medio e lungo termine: volo@lunaria.org Antirazzismo e migrazioni: antirazzismo@lunaria.org Sbilanciamoci!: info@sbilanciamoci.org Informagiovani Venezia-Mestre: venezia@lunaria.org Amministrazione: amministrazione@lunaria.org

34

Visita il sito di Lunaria! www.lunaria.org Tel. 06.8841880 Fax: 06.8841859


Lunaria

Le attività di Lunaria Lunaria è un’associazione indipendente e senza fini di lucro nata nel 1992. Promuove iniziative di volontariato internazionale ed è attiva nell’ambito delle politiche giovanili. Svolge attività di ricerca, formazione e comunicazione su altreconomia e terzo settore, migrazioni e movimenti globali. Dal 1999 promuove, in collaborazione con 46 organizzazioni della società civile, la campagna Sbilanciamoci! Con le sue attività Lunaria intende sperimentare nuove forme di partecipazione e trasformazione sociale ispirate ai principi di giustizia, solidarietà e democrazia per la garanzia dei diritti civili, sociali e umani in ambito nazionale e internazionale.

via Buonarroti, 39 00185 Roma tel. 06.8841880 fax 06.8841859 www.lunaria.org

Report 2011  

Il report delle attività di Lunaria

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you